38 Rapporti formazione e lavoro - L'Italia degli atenei tra bocciature e riscatti nelle gare della qualità

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "38 Rapporti formazione e lavoro - L'Italia degli atenei tra bocciature e riscatti nelle gare della qualità"

Transcript

1 Articoli Selezionati ENEA 06/07/14 Sole 24 Ore 15 Il bonus del 65% non esclude altri benefici De Stefani Luca 1 07/07/14 Messaggero 17 Nuova energia dalle onde Corrao Barbara 2 07/07/14 Italia Oggi Sette 16 Bonus energia, Ape sufficiente De Stefanis Cinzia 4 07/07/14 corriere.it 0 Una sonda europea per risolvere i misteri di Mercurio /07/14 repubblica.it 0 ENEA presenta Spazia, la microcar ibrida da città /07/14 Staffetta Quotidiana 0 Idrogeno da fonti fossili, Enea coordina il progetto Ascent /07/14 ilsole24ore.com 0 Al via Stati Generali dell'efficienza energetica /07/14 Quotidiano Energia 12 Intervista a Mauro Mallone - D.Lgs efficienza, è l'ora dell'attuazione /07/14 E7 Quotidiano Energia 5 Efficienza sì, ma con professionalità e competenza Santovito Michele 13 09/07/14 E7 Quotidiano Energia 4 Enea: "Finalmente riconosciuto ruolo della formazione e dell'informazione" 09/07/14 repubblica.it 0 In Inghilterra il primo impianto cattura Co2 La Ue lo finanzia con 300 milioni di euro 10/07/14 Avvenire 21 Nucleare europeo, c'è anche l'italia Ad aziende lombarde il 26% degli appalti Luca Pagni 15 Re Davide 17 10/07/14 Salvagente 30 Lavatrici, passi in avanti sulle etichette energetiche /07/14 qualenergia.it 0 Energia dal mare in Italia, le prospettive e i progetti ENERGIA E SVILUPPO ECONOMICO SOSTENIBILE 07/07/14 Messaggero 17 Intervista a Riccardo Puliti - «Dalla Bers efficienza e sicurezza per i Paesi del Mediterraneo» B.C /07/14 Stampa 27 Urbanizzazione e cambiamenti climatici: ecco le conseguenze Mercalli Luca 23 09/07/14 E7 Quotidiano Energia 20 Fer, tra crescita e nuovi modelli di business Giambersio Monica 24 10/07/14 Avvenire 12 Dissesto del territorio Piano del governo da quattro miliardi - Dissesto idrogeologico «I fondi ci sono. Usiamoli» Guerrieri Alessia 25 RICERCA E INNOVAZIONE TECNOLOGICA 06/07/14 Sole 24 Ore Nòva 9 Arriva anche in Italia la ricerca europea che fa rete Rizzuto Carlo 27 07/07/14 Repubblica Affari&Finanza 38 Rapporti formazione e lavoro - L'Italia degli atenei tra bocciature e riscatti nelle gare della qualità Frojo Marco 28 08/07/14 Sole 24 Ore 18 Il digitale scommessa anti-crisi Salvioli Luca 31 11/07/14 Italia Oggi 36 Dal Miur 3,7 milioni per diffondere la cultura scientifica MERCATO DELL'ENERGIA E OPERATORI 08/07/14 Unita' 16 L'intervento - Politica energetica, serve più Europa De Girolamo Alfredo 33 09/07/14 Quotidiano Energia 9 Intervista a Carlo Malacarne - "Nuova Confindustria Energia" - "Entro l'anno la nuova Confindustria Energia" - Aggiornato ATTUALITA' POLITICO ISTITUZIONALE ED ECONOMICA 05/07/14 Repubblica 11 La Lettera - Un secolo dopo per l'italia un'altra sfida da vincere - Europa più unita così il ricordo della prima guerra rafforzerà la pace C.M. 34 Napolitano Giorgio 37 08/07/14 Repubblica 24 Lettera - "Si all'intervento pubblico per dare più competitività" De Vincenti Claudio 40 11/07/14 Sole 24 Ore 7 L'attività industriale cade di nuovo a maggio - Industria in caduta a maggio Iotti Roberto 41

2 Lettori: Diffusione: Dir. Resp.: Roberto Napoletano 06-LUG-2014 da pag. 15 ENEA 1

3 Lettori: Diffusione: Dir. Resp.: Virman Cusenza 07-LUG-2014 da pag. 17 ENEA 2

4 Lettori: Diffusione: Dir. Resp.: Virman Cusenza 07-LUG-2014 da pag. 17 ENEA 3

5 Lettori: Diffusione: n.d. Dir. Resp.: Marino Longoni 07-LUG-2014 da pag. 16 ENEA 4

6 Lettori: Diffusione: n.d. Dir. Resp.: Marino Longoni 07-LUG-2014 da pag. 16 ENEA 5

7 RASSEGNA WEB corriere.it Data Pubblicazione: 07/07/2014 SARÀ LANCIATA NEL LUGLIO 2016Milano, 4 luglio :54 Una sonda europea per risolvere i misteri di Mercurio di A- A + TO TALE V O TI 2 2 La sonda spaziale più complessa mai costruita dall Europa è pronta nelle camere bianche di Thales Alenia Space di Torino. È un gigante di oltre quattro tonnellate, in realtà formato da due sonde più una terza parte che permetterà la lunga esplorazione per la quale è nata: indagare i misteri di Mercurio. Realizzata dall Esa porta il nome dello scienziato italiano che maggiormente ha segnato la storia del pianeta più vicino al Sole: è Giuseppe (Bepi) Colombo, meccanico celeste dell Università di Padova e collaboratore della Nasa nello studio delle orbite interplanetarie. Il Colombo di Mercurio Colombo non solo aveva scoperto gli esatti movimenti di Mercurio, ma in quegli anni suggeriva all ente spaziale americano la giusta via per triplicare il bottino scientifico della prima spedizione Mariner-10 verso quel pianeta nel Da allora nessun altro viaggio seguì per trent anni fino al 2004, quando partì la sonda americana Messenger. Ma entrambe non furono in grado di sciogliere i numerosi enigmi del pianeta al quale lo stesso Colombo aveva rivolto le attenzioni proponendo all Esa addirittura uno sbarco. Lo scienziato padovano scomparve ENEA 6

8 RASSEGNA WEB corriere.it Data Pubblicazione: 07/07/2014 prematuramente, ma l Esa raccolse il suo e gli altri suggerimenti della comunità astronomica per avviare il progetto che meritava di essere battezzato, appunto, Bepi Colombo. Lancio nel luglio 2016 Ora da Torino andrà nel centro Estec dell Esa per iniziare i collaudi prima di essere lanciata nel luglio La traversata sarà lunga giungendo a destinazione nel 2024, ma a quel punto i due veicoli spaziali (l Mpo europeo e l Mmo giapponese frutto della partecipazione dell agenzia spaziale nipponica Jaxa), una volta separati, inizieranno a dare risposte ai molti quesiti ancora aperti. I misteri di Mercurio Come mai ad esempio Mercurio ha un campo magnetico come la Terra anche se cento volte più debole? Quale è l origine dei ghiacci nelle zone polari nonostante le elevate temperature che il pianeta deve sopportare essendo vicino al Sole? Quali sono le caratteristiche dell atmosfera che lo avvolge? Quale è la sua struttura interiore e la sua evoluzione? Di questo si occuperanno gli undici strumenti della sonda europea, quattro dei quali studiati e costruiti dalla partecipazione italiana sotto la guida dell Agenzia spaziale Asi unendo l Università La Sapienza di Roma, l ENEA, l Inaf e le società costruttrici Selex Es, Cgs e Amdl. L intera sonda veniva poi integrata in Thales Alenia Space che con Airbus Difesa e Spazio condivideva la gestione dell impresa alla quale contribuivano 35 società europee. 35 anni dopo «A cinquant anni dal lancio del primo satellite italiano San Marco», ricorda Roberto Battiston, presidente dell Asi, «la partecipazione a Bepi Colombo dimostra la lunga e ricca strada di sviluppo intrapresa dallo spazio italiano sul fronte scientifico e industriale. Una capacità che si manifesta nelle grandi imprese dell Esa su vari fronti della ricerca cosmica». «La sonda ha richiesto lo sviluppo di nuove tecnologie per poter affrontare e resistere alle severe condizioni ambientali intorno a Mercurio», ENEA 7

9 RASSEGNA WEB corriere.it Data Pubblicazione: 07/07/2014 sottolinea Elisio Prette, presidente e amministratore delegato di Thales Alenia Space Italia. «Una sfida della conoscenza permessa dalle elevate competenze maturate dai nostri specialisti nel corso di oltre vent anni di partecipazioni alle missioni internazionali di esplorazione dell Asi, dell Esa e della Nasa». Exomars Nella camera bianca accanto a Bepi Colombo sta nascendo anche la prima sonda europea Exomars che sbarcherà su Marte. Citiamo un solo dato per far capire il senso della sfida del nuovo robot spaziale per Mercurio. Esso dovrà lavorare e sopravvivere in condizioni di temperatura oltre i 350 gradi centigradi con sensori che rimarranno in grado di rilevare immagini ad alta risoluzione e dati particolari sulla natura del pianeta. E tutto ciò per oltre un anno di attività che probabilmente sarà esteso a due. La missione è costata all Esa 1,2 miliardi di euro, mentre la quota italiana tra sonda e strumenti è di 200 milioni di euro. ARTICOLI CORRELATI Marte: fissata la data di partenza della prima sonda europea Pronta IXV, la prima navicella spaziale automatica europea Mercurio, il pianeta che è diventato più piccolo ENEA 8

10 RASSEGNA WEB repubblica.it Data Pubblicazione: 07/07/2014 CERCA CON WIKIPEDIA EDIZIONE ELETTRONICA Repubblica Extra Consulta l'archivio» Servizio Clienti PORTATILE ultimo Minuto Repubblica.it sul telefono Notizie via sms EDIZIONI LOCALI» Bari» Bologna» Firenze» Genova» Napoli» Milano» Palermo» Parma» Roma» Torino 24ORE - AMBIENTE Le altre news powered by Rinnovabili.it Stampa ENEA presenta Spazia, la microcar ibrida da città, 13:09 Invia (Rinnovabili.it) Villa Ada Roma incontra il mondo, la storica manifestazione dell estate romana dà il benvenuto all innovazione; quella tecnologica, ma anche quella culturale e sociale, tre fili della stessa matassa che si dipaneranno nel nuovo parco urbano realizzato per la ventunesima edizione dell evento, il Villa Ada Smart Camp. Nell iniziativa è coinvolta anche l ENEA con il laboratorio Veicoli a basso impatto ambientale e la presentazione di Spazia, il prototipo di microcar ibrida da città. Il veicolo è una ibridizzazione low-cost di una urban car in grado di viaggiare in modalità tradizionale, elettrica o, per l appunto, ibrida. Il merito va all aggiunta di una piccola macchina elettrica (2.5 kw) sull asse di trazione del powertrain tradizionale e di un piccolo sistema di accumulo in grado di muovere il veicolo a seconda delle necessità nelle tre modalità di trazione. Le principali caratteristiche di Spazia consistono in un motore termico bicilindrico a gasolio in alluminio da 440 cc, 4 kw, iniezione diretta common rail, raffreddamento a liquido, generatore elettrico sincrono a magneti permanenti da 48 V, 3 kw e batterie polimeriche agli ioni di litio nichel cobalto manganese da 88 V, 40 Ah. Nella microcar - spiega l ENEA è installato un gruppo propulsivo consistente in un motore diesel commerciale modificato con l aggiunta di un motore elettrico sulla puleggia condotta del variatore di giri. Inoltre il prototipo integra un piccolo sistema di accumulo con batterie al litio che occupa lo stesso spazio dei motori tradizionali, rendendoli quindi intercambiabili. Innovazioni che permetteranno alla microcar di ridurre consumi ed emissioni. SERVIZI LAVORO - l'offerta del giorno Tutte le offerte FORMAZIONE Conferenze Eventi SCUOLA Master almalaurea Guida Universit Test Universit GIOCHI & Scommesse Lotto Superenalotto Tris Totocalcio Totogol BigMatch Scommesse sportive Giochi Online MAIL con Katamail INTERATTIVITA' FORUM SONDAGGI SERVICES SUPPLEMENTI Diario Domenica New York Times D la Repubblica PERIODICI L'Espresso National Geographic Le Scienze Micromega Limes ENEA 9

11 stampa chiudi Copyright RIP Srl Segnalazioni Note Tecniche lunedì 07 luglio 2014 Idrogeno da fonti fossili, Enea coordina il progetto Ascent Nell'ambito del Programma Ue: Energy - New generation high-efficiency capture processes del 7 Programma Quadro Enea coordina il progetto Ascent - Advanced Solid Cycles with Efficient Novel Technologies, il cui obiettivo è la produzione sostenibile di idrogeno da carbone e metano nell'ambito del Programma Ue: Energy - New generation high-efficiency capture processes del 7 Programma Quadro. In particolare, informa una nota, il progetto Ascent propone tre tecnologie per la produzione di idrogeno e la decarbonizzazione di gas combustibili contenenti carbonio (monossido di carbonio o metano), attraverso la separazione della CO2 ad alta temperatura con l'utilizzo di speciali sistemi di assorbimento. In questo modo si ottengono soluzioni tecnologiche più efficienti ed economiche di quelle ottenibili a temperature più basse. L'Enea, oltre ad essere coordinatore del progetto, svolge attività sperimentali relative allo sviluppo e al test di materiali multifunzionali per la cattura della CO2 e per la produzione contemporanea di idrogeno da metano, avendo già sviluppato specifiche competenze in tale settore, grazie anche al Programma sulla Ricerca di Sistema Elettrico, finanziato dal ministero dello Sviluppo Economico. Lo studio di queste tecnologie, ormai prossime a condizioni operative di livello industriale, viene condotto attraverso interazioni tra ricercatori, aziende, operatori del settore, amministrazioni pubbliche. L'Enea è anche il rappresentante del Consorzio di partner presso la Commissione Europea ed è leader per le attività di disseminazione e divulgazione dei risultati del progetto. La produzione dell'idrogeno da combustibili fossili costituisce una delle priorità di HORIZON 2020, ed è di interesse per i Fondi Strutturali dell'unione Europea. Ascent, conclude la nota, è stato recentemente presentato nel corso di un confronto scientifico tra i partner europei e quelli australiani, tenutosi a Sydney alla presenza di esponenti della Commissione Europea e di membri del governo australiano. ENEA 10

12 RASSEGNA WEB ilsole24ore.com Data Pubblicazione: 08/07/2014 ambiente&sicurezza24 archinfo tecnici24 excellent str vision Accedi Inserisci i termini da cercare... multimedia shopping24 Home Norme Sportello edilizia Bandi Regioni Città Sicurezza e Lavoro Infrastrutture24 Progetti e Concorsi Social housing Real Estate Materiali e tecnologie Vedi Archivio News» Tweet Accedi a My ENEA Al via Stati Generali dell'efficienza energetica Con l'iniziativa Stati Generali dell'efficienza Energetica, promossa dall' ENEA, e presieduta dall'ing. Ortis (già Presidente dell'autorità per l'energia), è stata lanciata una consultazione pubblica tesa a mobilitare tutti i soggetti interessati (istituzioni, operatori pubblici o privati, associazioni, imprese, professionisti, istituti di ricerca e cittadini) al fine di promuovere un utilizzo sempre più efficiente delle risorse energetiche del nostro Paese. Obiettivo dell'iniziativa Stati Generali dell'efficienza Energetica è quello di mettere a disposizione di tutti una piattaforma di consultazione pubblica via web per contribuire al conseguimento degli obiettivi individuati dalle strategie energetiche nazionali ed europee in materia di efficienza energetica (Piano Nazionale per l'efficienza Energetica e dalla Direttiva europea 2012/27/UE). Compilando un apposito questionario online, presente sul sito tutti i soggetti interessati (istituzioni, operatori pubblici o privati, associazioni, imprese, professionisti, istituti di ricerca e cittadini) possono prender parte alla consultazione pubblica che resterà aperta fino al 25 luglio Cinque sono le tematiche identificate come principali aspetti da considerare per contribuire ad una migliore diffusione dell'efficienza energetica: semplificazioni normative, finanziabilità dei progetti, comunicazione, formazione e capacità tecnico industriali mobilitabili. L' ENEA, con il supporto tecnico - scientifico di EfficiencyKNow, raccoglierà i contributi ricevuti attraverso la consultazione via web, al fine di elaborare un rapporto finale contenente proposte concrete; ciò anche in vista dell'imminente semestre di Presidenza italiana del Consiglio dell'unione Europea. Tale rapporto finale sarà presentato durante il convegno «Stati Generali dell'efficienza Energetica» che si terrà a Smart Energy Expo, la fiera internazionale sull'efficienza energetica che si svolgerà a Verona dall'8 al 10 ottobre Dossier CREDITO, FISCO, BANDI, ESTERO: LE RISPOSTE ALLA CRISI Guida operativa per le imprese di costruzione In collaborazione con la Luiss Business School un vademecum per le imprese di costruzione, per reggere alla crisi e programmare il rilancio. Guida agli strumenti di sostegno al credito (fondi statali e di Cassa Depositi), consigli su come presentarsi alle banche. Come selezionare le gare e calcolare un ribasso "sostenibile". Come farsi invitare dai sindaci nelle gare sotto il milione di euro, come proporsi nel project financing "fuori programmazione". I vantaggi fiscali del gruppo e nei casi di cessione dell'attività. La gestione della tesoreria. L'analisi del mercato e la capacità di innovarsi. I mercati esteri. La gestione del personale. Norme Accesso Abbonati CLICCA PER CONDIVIDERE Commenta la notizia RIPRODUZIONE RISERVATA Leggi e scrivi Architetti: Stp troppo simili agli studi, serve un diverso regime fiscale Il presidente Freyrie: chiederemo al Parlamento di intervenire, perché con questo sistema si rischia il definitivo azzeramento delle nuove società Permalink Edilizia e Territorio risponde Abbonandoti potrai inviare quesiti ai nostri esperti e consultare l'archivio delle risposte IN EVIDENZA: Speciale Appalti Dodici provvedimenti in nove mesi per riscrivere il ENEA 11

13 Lettori: n.d. Diffusione: n.d. Quotidiano Energia 09-LUG-2014 da pag. 12 ENEA 12

14 Lettori: n.d. Diffusione: n.d. E7 Quotidiano Energia 09-LUG-2014 da pag. 5 ENEA 13

15 Lettori: n.d. Diffusione: n.d. E7 Quotidiano Energia 09-LUG-2014 da pag. 4 ENEA 14

16 RASSEGNA WEB repubblica.it Data Pubblicazione: 09/07/2014 Mobile Facebook Twitter Google + Network RICERCA TITOLO Home Finanza con Bloomberg Calcolatori Finanza Personale Osserva Italia UTENTI REGISTRATI Listino Portafoglio Sei in: Repubblica> Economia > Finanza > In Inghilterra il primo impianto... Stampa Mail In Inghilterra il primo impianto cattura Co2 La Ue lo finanzia con 300 milioni di euro Nello Yorkshire prende il via il progetto per immagazzinare sottoterra il 90% delle emissioni della centrale a carbone del gruppo Drax. In Italia progetto sperimentale dell'enel a Brindisi e Porto Tolle. Ma i tecnici sono divisi di LUCA PAGNI STRUMENTI MILANO - Nonostante lo scetticismo di tecnici e addetti ai lavori abbia - fino ad ora - frenato progetti di questo tipo, sta per partire in Gran Bretagna il primo impianto europeo per la cattura e l immagazzinamento della Co2 di grandi dimensioni. Un progetto che ha pure convinto i funzionari dell Unione Europa, la quale co-finanzierà il progetto con circa 300 milioni di euro, su un costo totale pari a 2,5 miliardi di euro (oltre 2 miliardi di sterline). ilmiolibro Storiebrevi TAG CO2, stoccaggio, ambiente, Yorkshire, enel, Drax, unione europea L impianto verrà realizzato sulla costa dello Yorkshire, vicino alla cittadina di Selby, e sarà a servizio della centrale a carbone gestita dal gruppo Drax, la più grande d Inghilterra, la quale fornisce energia elettrica per oltre 630mila famiglie nel nord-est del paese. Grazie all impianto, denominato White Rose e che darà lavoro a duemila persone, sarà possibile catturare il 90% delle emissioni inquinanti che saranno convogliate prima sottoterra e poi immagazzinate in una grande cavità a un chilometro in profondità sotto il mare del Nord per oltre 90 chilometri di lunghezza. Per ridurre le emissioni inquinanti, l impianto è studiato anche per utilizzare un 10% di biomasse da mischiare con il carbone. Contrariamente a quanto avviene nel resto d Europa, dove la cosidetta tecnologia CCS (carbon capture and storage) non ha ancora convinto appieno - sia per limiti tecnici che per convenienza economica - la Gran Bretagna crede nella possibilità della cattura della Co2: è stata la Commissione parlamentare per la lotta al cambiamento climatico a chiedere una corsia preferenziale per l approvazione del progetto dello Yorkshire. L obiettivo che si è data la Commissione è quella di arrivare a catturare il 20% delle emissioni di Co2 di tutto il paese entro il In Italia, il progetto sperimentale più avanzato fa capo al gruppo Enel. L ex monopolista - nell ambito dello stesso progetto (European Energy Programme for Recovery) che ha finanziato Drax - ha ricevuto 100 milioni per lo sviluppo della tecnologia di cattura post-combustione presso la centrale Federico II di Brindisi e la successiva realizzazione di un impianto dimostrativo su scala industriale presso la centrale di Porto Tolle. L impianto pilota di Brindisi - si legge nel sito Enel - permetterà di maturare l esperienza di progettazione e di esercizio degli impianti di cattura post combustione della CO2, di ottimizzare il processo e di valutare il suo impatto ambientale. Nonostante la fiducia dei britannici, gli esperti sono divisi sul tema. Basta leggere quello che si trova a proposito sul sito dell ENEA, l agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile. Le tecnologie di cattura della CO2 presentano ad oggi stadi di maturità diversi anche se è accettato che esse possono ridurre le emissioni di CO2 dell 80-90%. Tali tecnologie possono essere applicate ad impianti già esistenti, con costi però maggiori rispetto a quelli per nuovi impianti (capture ready) che le utilizzino, e tutte richiedono ulteriori attività di ricerca e sviluppo. Non è infatti al ENEA 15

17 RASSEGNA WEB repubblica.it Data Pubblicazione: 09/07/2014 momento possibile definire l opzione più promettente dal punto di vista dei costi, della gestione e della diffusione. E opportuno realizzare al più presto impianti dimostrativi in modo da passare alla fase di commercializzazione entro il ( 08 luglio 2014 ) RIPRODUZIONE RISERVATA Fai di Repubblica la tua homepage Mappa del sito Redazione Scriveteci Per inviare foto e video Servizio Clienti Aiuto Pubblicità Parole più cercate Divisione Stampa Nazionale Gruppo Editoriale L Espresso Spa - P.Iva Società soggetta all attività di direzione e coordinamento di CIR SpA ENEA 16

18 Lettori: Diffusione: Dir. Resp.: Marco Tarquinio 10-LUG-2014 da pag. 21 ENEA 17

19 Lettori: n.d. Diffusione: n.d. 10-LUG-2014 da pag. 30 ENEA 18

20 RASSEGNA WEB qualenergia.it Data Pubblicazione: 10/07/2014 Mappa & RSS Segui QualEnergia.it su Login NEWSLETTER Redazione Editoriali Statistiche Eventi Video Advertising RICERCA E INDUSTRIA ENERGIA DAL BASSO NORMATIVA COME FARE LAVORI VERDI Home Clima Energia Rinnovabili Efficienza Fossili Nucleare Mobilità Rifiuti English ricerca avanzata Energia dal mare in Italia, le prospettive e i progetti L'Europa prevede 188 GW di energia dal mare al Il mondo delle tecnologie per ottenere energia da onde, correnti e maree ferve di innovazioni, alcune delle quali italiane: frangiflutti con turbine ad aria, zattere che producono energia, aquiloni subacquei. Ne parliamo con Gianmaria Sannino, che coordina per l ENEA le ricerche sull energia marina. Alessandro Codegoni 10 luglio 2014 A - A + A Commenti (0) Newsletter L energia dal mare è come uno di quei fiumi carsici, che appare e scompare: ogni tanto qualche notizia genera molto entusiasmo - pensiamo all installazione del Pelamis, il serpentone di galleggianti articolati, pensato per sfruttare le onde atlantiche in Portogallo - ma poi alla prima difficoltà - vedi proprio il malfunzionamento del suddetto Pelamis - l entusiasmo scema. In realtà le prospettive di estrarre energia dal mare restano altissime. Con le tecnologie attuali si potrebbero estrarre TWh di energia dai moti marini, un decimo dei consumi elettrici totali mondiali. Notevoli sono anche le possibilità del nostro paese di giocare una parte importane in questo settore. Queste almeno sembrano essere le conclusioni di un workshop che l ENEA ha tenuto sul tema il primo luglio e che ha raccolto i principali operatori italiani nel campo della ricerca sull energia marina. Ci siamo fatti raccontare le motivazioni di questo ottimismo dall oceanografo Gianmaria Sannino, che coordina per l ENEA le ricerche sull energia marina. Dottor Sannino, ma non si diceva sempre che il Mediterraneo è un luogo inadatto all estrazione di energia dal mare, per le sue scarse onde e correnti? È un errore. Sicuramente è vero che onde e correnti hanno bisogno di venti costanti e grandi spazi per crescere di intensità, mentre nel Mediterraneo le dimensioni ridotte e le molte isole e penisole che ne interrompono il movimento, rendono onde e correnti relativamente deboli. Ma è anche vero che la potenza media delle onde oceaniche include anche quella scatenata da terribili tempeste, che obbligano gli impianti di sfruttamento a fermarsi. Quindi da noi le energie sono sì inferiori, ma le si può sfruttare con più continuità, mentre la sperimentazione di nuovi dispositivi è più facile. Inoltre, il fatto che nel Mediterraneo le risorse siano molto variabili nel tempo, obbliga i nostri ricercatori a ingegnarsi per creare sistemi flessibili, che funzionino in quasi ogni condizione, e che saranno quindi più facile da vendere ovunque nel mondo. Infine, una nostra ricerca del 2012, che, usando un modello matematico ha valutato le potenze disponibili lungo le coste mediterranee, ha rivelato che l Italia è l unico paese dell area con serie possibilità di sfruttare l energia marina, soprattutto lungo le coste occidentali sarde e nel canale di Sicilia. Lì la potenza delle onde arriva a 12 kw/metro nel primo caso e 9 kw/metro nel secondo. Apparentemente poco rispetto ai 50 kw/m delle coste del nord Atlantico, ma in realtà, per i motivi detti prima, quasi ugualmente valida. Quindi spetta a noi italiani, che non abbiamo sbocchi sull oceano, muoverci per creare le tecnologie adatte. Speciali Prodotti Aziende Pompa di calore elettrica per la climatizzazione domestica Nel prossimo Speciale di luglio alcuni aspetti tecnologici, impiantistici, prestazionali ed economici grazie ai quali decidere se installare, ad uso domestico, una pompa di calore elettrica e di quale tipologia. L integrazione con le fonti solari (FV e termico). Gli incentivi e la nuova tariffa elettrica flat D1 per la climatizzazione domestica. Lo Speciale sarà corredato da Schede Tecniche di Aziende del settore. Viessmann investe nel solare acquistando la divisione Nuove Energie di Schüco Italia Nasce Nuove Energie srl Viessmann Group, nuovo referente italiano per i prodotti dedicati all energia solare, frutto dell acquisizione da parte di Viessmann del business Nuove Energie di Schüco... Come ottimizzare i processi di produzione industriali? Consulenza Metalpress alle aziende Metalpress ha inaugurato nel 2014 una linea di servizi di consulenza esterna alle aziende che desiderano migliorare l intero ciclo dei processi produttivi, ottimizzando tempi e costi di produzione. Il servizio di consulenza di Metalpress per ottimizzare tempi e costi Lo sviluppo di questa nuova area, nata nel 2014, è frutto proprio delle richieste di clienti che desiderano migliorare e governare l intero ciclo dei processi produttivi. NUOVE SCHEDE PRODOTTO E questo sta accadendo? Al di là persino di quanto ci aspettassimo. Nel 2011 abbiamo tenuto un primo workshop sul tema in cui erano stati presentate alcune idee di sistemi di sfruttamento di onde e correnti. Nel 2014, nonostante finanziamenti pubblici risibili, gli stessi ricercatori si sono presentati con prototipi funzionanti o persino realizzazioni su grande scala. L Italia, quindi, si sta posizionando molto bene nella corsa all «oro blu». Retrofit energetico di Requality Lab Ci può fare alcuni esempi di progetti italiani? Quello con lo stato di avanzamento più progredito è il REWEC3, ideato dal team dell ingegner Felice Arena dell Università di Reggio Calabria (si veda qui e schema sotto, ndr). Consiste in cassoni in cemento armato, da disporre lungo moli, dighe foranee o frangiflutti, dentro ai quali le onde in arrivo Sistema di Risparmio Energetico Super Solar ENEA 19

21 RASSEGNA WEB qualenergia.it Data Pubblicazione: 10/07/2014 cemento armato, da disporre lungo moli, dighe foranee o frangiflutti, dentro ai quali le onde in arrivo comprimono dell aria, facendo girare una turbina. Dopo vari prototipi di piccole dimensioni, adesso lo si sta installando lungo 600 metri di nuovo molo nel porto di Civitavecchia. Secondo le loro stime, un chilometro di questo sistema, produrrebbe ogni anno circa 5 GWh di elettricità nel Tirreno, 7 GWh nel Canale di Sicilia, 10 GWh in Sardegna e intorno a 50 GWh annui lungo coste oceaniche. Il tutto con una tecnologia robustissima, che aggiunge appena il 5% al costo dello sbarramento. Pensiamo alle possibilità che si aprirebbero, per esempio, integrando questo sistema nei tanti frangiflutti istallati a difesa delle spiagge. Sunny Boy Smart Energy di SMA Italia Stazioni di ricarica distribuite da Tecno-Lario Ma le onde a ridosso della costa hanno ormai perso buona parte della loro energia Per sfruttare quelle più al largo, il gruppo della professoressa Giuliana Mattiazzo del Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Aerospaziale del Politecnico di Torino, sta sperimentando a Pantelleria, con ottimi risultati, l ISWEC, Inertial Sea Wave Energy Converter, un sistema estremamente ingegnoso, il cui cuore è un giroscopio sigillato all interno di una zattera libera di oscillare sulle onde (qui per approfondire, immagine a fianco, ndr). Un giroscopio in rotazione, come noto, tende a mantenere sempre lo stesso orientamento nello spazio, quindi, nell ISWEC lo scafo si muove, mentre il giroscopio resta fermo, così, tramite un collegamento snodato fra i due, da questa differenza si può ricavare energia. Ma non basta: variando la velocità del giroscopio si può rendere più o meno elastica la sua risposta, adattandola in tempo reale all intensità e frequenza delle onde, così da mantenere sempre al massimo l efficienza del sistema e rendendolo adatto a ogni condizione. L ISWEC consentirebbe di realizzare veri e propri campi di sfruttamento delle onde, simili a quelli eolici, che potrebbero essere anche usati per smorzare l impatto distruttivo delle onde sulla costa. Secondo le loro stime, in Italia, un ISWEC da 1 MW fornirebbe fra 2 e 3 GWh di corrente l anno. Ma non sarebbe meglio sfruttare le più costanti e meno distruttive maree? Nel Mediterraneo le maree sono in genere minime, il loro dislivello non è sfruttabile direttamente. Ma si possono sfruttare, in due luoghi del Mediterraneo, le correnti che il moto ciclico delle maree provoca. Uno è Gibilterra, l altra lo stretto di Messina, dove la conformazione dei fondali, produce a ogni marea crescente o calante, correnti fino a 2,5 metri al secondo. Sfruttare correnti di marea rende la produzione energetica perfettamente prevedibile, dipendendo solo dal moto di Luna e Sole, aumentando il valore della produzione. Per questo il professore di ingegneria aerospaziale Domenico Coiro, dell Università Federico II di Napoli, ha inventato il GEM, l aquilone subacqueo, che consiste in una sorta di siluro ancorato al fondo, dotato di due turbine ai lati, che trasformano in elettricità il moto dell acqua. Dopo anni di sperimentazione il sistema è ormai in fase di commercializzazione, ed è stato già acquistato da una società francese, mentre una coreana lo sta valutando. E secondo nostre stime prudenziali si potrebbero installare il GEM per la potenza di almeno 1 GW nello Stretto (si veda immagine in alto accanto al titolo; per informazioni qui, ndr). Al vostro workshop è intervenuto anche il matematico Michele Grassi, inventore del sistema Wave Energy Converter che sfrutta le onde, restando completamente sommerso (si veda immagine a fianco e altro nostro articolo). Ci sono novità su questo progetto? Si, è intervenuto. Ma, probabilmente per ragioni di riservatezza industriale, non è che ci abbia molto ragguagliato sui progressi del suo lavoro. Sappiamo solo che le sperimentazioni continuano e che Enel, dopo aver acquistato una sua macchina, ne ha ora opzionato altre tre. Evidentemente i risultati non sono male. "Fotovoltaico in evoluzione", a luglio parte il tour di Fronius Italia Avrà luogo il 3 luglio a Padova la prima tappa del Convegno itinerante organizzato da Fronius, azienda produttrice di inverter fotovoltaici, rivolto a installatori, architetti e progettisti. Il tour... Flexiae presenta la nuova pompa di calore FLX270 Flexiae ha introdotto sul mercato dell'efficienza energetica un sistema a pompa di calore per la produzione di acqua calda sanitaria e per il riscaldamento, con una capacità di 270 litri,... Moroni&Partners verso nuovi mercati esteri: Regno Unito e Arabia Saudita Moroni & Partners esporta all estero la propria esperienza nella consulenza energetica integrata aprendo un ufficio a Londra e siglando un accordo di partnership con due società attive in Medio... eta Blades: "la sfida del minieolico si gioca su velocità e costi" Per l'installazione del minieolico ricerca del sito idoneo, negoziazione con i proprietari dei terreni e verifica della disponibilità di una connessione alla rete elettrica possono portare via... Solar Frontier presenta a Intersolar il nuovo portafoglio prodotti Solar Frontier presenta a Intersolar Europe (4-6 giugno 2014) nuovi moduli innovativi basati sulla propria tecnologia CIS dal prezzo concorrenziale e soluzioni di sistema ottimizzate per il settore... Danfoss cede a SMA il proprio comparto di inverter fotovoltaici SMA Solar Technology AG e Danfoss A/S hanno siglato il 3 giugno una partnership che prevede che Danfoss acquisirà il 20% di SMA e cederà a quest ultima l intero comparto degli inverter fotovoltaici. AzzeroCO2 compie 10 anni. La festa è il 5 giugno Il 5 giugno a Roma AzzeroCO2 festeggerà i suoi dieci anni di impegno per la sostenibilità con un aperitivo a km zero. Durante l evento verranno illustrati i risultati del bilancio di sostenibilità... Concludendo, ma non è che tutti questi progetti sono belli sulla carta, ma poi, una volta alla prova delle durissime condizioni marine, fra tempeste, corrosione e incrostazioni, si riveleranno inaffidabili o troppo costosi? No, tutti i progetti di cui abbiamo parlato, sono stati pensati prima di tutto per massimizzare la loro resistenza al mare e minimizzare la necessità di riparazioni e manutenzione, ed essere così competitivi con le altre fonti energetiche rinnovabili. Del resto l Europa crede molto all energia del mare e investirà ENEA 20

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI Presentazione per le scuole primarie A cura di Enrico Forcucci, Paola Di Giacomo e Alessandra Santini ni Promuovere la conoscenza e la diffusione delle energie provenienti

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

Jointly for our common future

Jointly for our common future Newsletter del progetto GeoSEE nr.1 Gennaio 2013 1. Avvio del progetto 2. Il progetto 3. Il programma SEE 4. Il partenariato 5. Obiettivi del progetto Jointly for our common future 1 AVVIO DEL PROGETTO

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI MANIFESTO PER L ENERGIA SOSTENIBILE DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI COSTRUISCI CON NOI UN SISTEMA ENERGETICO SOSTENIBILE PER L ITALIA Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. FINALITà Favorire la

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 Giuseppe Gargano Rete Rurale Nazionale - INEA Varzi, 18 giugno 2014 Priorità dell'unione in materia

Dettagli

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti L EUROPA E LE RISORSE AMBIENTALI, ENERGETICHE E ALIMENTARI BOLOGNA, 16 MARZO 2015 LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA Silva Marzetti Scuola di Economia, Management e Statistica Università

Dettagli

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO COMUNE DI CANZO COMUNE DI CASTELMARTE COMUNE DI EUPILIO COMUNE DI LONONE AL SERINO COMUNE DI PROSERPIO COMUNE DI PUSIANO L AUDIT ENERETICO DELI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERETICO Una politica energetica

Dettagli

Porta uno SMILE nella tua città

Porta uno SMILE nella tua città Co-Finanziato dal Programma di Cooperazione Territoriale MED SMart green Innovative urban Logistics for Energy efficient Newsletter 3 Siamo lieti di presentare la terza newsletter del progetto SMILE SMILE

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM V e VI: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente.

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. Solar Impulse Revillard Rezo.ch Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. La visione di ABB ABB è orgogliosa della sua alleanza tecnologica e innovativa con Solar Impulse, l aereo

Dettagli

dai vita alla tua casa

dai vita alla tua casa dai vita alla tua casa SEMPLICE MENTE ENERGIA bioedilizia Una STRUTTURA INNOVATIVA PARETE MEGA PLUS N 10 01 struttura in legno 60/60 mm - 60/40 mm 02 tubazione impianto elettrico ø 21 mm 03 struttura portante

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

FONTI ENERGETICHE IN SICILIA

FONTI ENERGETICHE IN SICILIA PROGETTO COMENIUS FONTI ENERGETICHE IN SICILIA Energia Solare Energia da gas Energia Eolica Energia da biomassa Energia Termica Energia da carbone Energia Idrica Energia Geotermica Centrale idroelettrica

Dettagli

Il cammino di un kwh: dalla centrale alla tua abitazione

Il cammino di un kwh: dalla centrale alla tua abitazione Il cammino di un kwh: dalla centrale alla tua abitazione Come arriva l'energia a casa Siamo talmente abituati ad avere tutta l energia che vogliamo, che è ormai inconcepibile anche solo pensare di farne

Dettagli

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale Prof. Gianni Comini Direttore del Dipartimento di Energia e Ambiente CISM - UDINE AMGA - Iniziative per la Sostenibilità EOS 2013

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC?

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC? La PAC che verrà: Smart change or business as usual? La posizione ufficiale IFOAM EU sulla prossima riforma PAC 2014 2020 Alessandro Triantafyllidis, IFOAM EU Group Siamo a metà dell attuale periodo di

Dettagli

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Le correnti marine sono masse d acqua che si spostano in superficie o in profondità negli oceani: sono paragonabili a enormi fiumi che scorrono lentamente (in media

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili

E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili «Pas du pétrole mais des idées..» Lucio IPPOLITO Fisciano, 12 maggio 2011 L. IPPOLITO 2011

Dettagli

Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa

Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa 03 NOV 2014 Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa Da oggi Artoni Europe, servizio internazionale di Artoni Trasporti, raggiunge ben 32 paesi Europei con

Dettagli

ELENA. European Local Energy Assistance

ELENA. European Local Energy Assistance ELENA European Local Energy Assistance SOMMARIO 1. Obiettivo 2. Budget 3. Beneficiari 4. Azioni finanziabili 5. Come partecipare 6. Criteri di selezione 7. Contatti OBIETTIVI La Commissione europea e la

Dettagli

OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA

OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA VINCERE LA SFIDA DEL CLIMA E DARE SICUREZZA ENERGETICA AL PAESE RISPARMIARE ENERGIA E PUNTARE SULLE RINNOVABILI DUE NECESSITA CHE SI TRASFORMANO IN OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA

Dettagli

IDROGENO E FONTI RINNOVABILI: UNA POSSIBILE SOLUZIONE AI PROBLEMI ENERGETICI

IDROGENO E FONTI RINNOVABILI: UNA POSSIBILE SOLUZIONE AI PROBLEMI ENERGETICI IDROGENO E FONTI RINNOVABILI: UNA POSSIBILE SOLUZIONE AI PROBLEMI ENERGETICI di Gaetano Cacciola 1 Secondo il World Energy Outlook (WEO) 2007, dell Agenzia Internazionale dell Energia, l aumento dei consumi

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

QUELLO CHE SAREMO DOMANI NASCE DALL ENERGIA DI OGGI.

QUELLO CHE SAREMO DOMANI NASCE DALL ENERGIA DI OGGI. QUELLO CHE SAREMO DOMANI NASCE DALL ENERGIA DI OGGI. I NUMERI DELLA NOSTRA SOLIDITÀ PRESENTE IN 22 PAESI DI 4 CONTINENTI 76 MILA PERSONE DI 12 CULTURE OLTRE 1.000 CENTRALI NEL MONDO + 78% DI PRODUZIONE

Dettagli

Lo strumento per la pianificazione di energia che mostra sia le implicazioni finanziarie che i risultati della decarburazione.

Lo strumento per la pianificazione di energia che mostra sia le implicazioni finanziarie che i risultati della decarburazione. Lo strumento per la pianificazione di energia che mostra sia le implicazioni finanziarie che i risultati della decarburazione. Da dove viene remac... remac è un'iniziativa a seguito del progetto EUCO2

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI. Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07

QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI. Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07 QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07 Sezione A: Che cosa sappiamo delle risorse energetiche? Sono risorse energetiche non

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Marco Citterio, Gaetano Fasano Report RSE/2009/165 Ente per le Nuove tecnologie,

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO. Efficienza energetica e Certificati Bianchi. Maurizio Fauri

EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO. Efficienza energetica e Certificati Bianchi. Maurizio Fauri Mercoledì 22 gennaio 2014 Sala Rosa del palazzo della Regione Piazza Dante - Trento EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO Maurizio Fauri Efficienza energetica e Certificati Bianchi Introduzione Anomalie

Dettagli

Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE

Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE Scenario di riferimento Lo studio WETO (World energy, technology and climate policy

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

Rassegna del 20/04/2015

Rassegna del 20/04/2015 Rassegna del 20/04/2015 LAVORO 20/04/2015 Corriere della Sera Voucher più facili per pagare le colf - Voucher fino a 7 mila euro per pagare colf e badanti 20/04/2015 Corriere della Sera Economia 20/04/2015

Dettagli

Le opportunità economiche dell efficienza energetica

Le opportunità economiche dell efficienza energetica Le opportunità economiche dell efficienza energetica i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha creati Albert Einstein 2 SOMMARIO 1. Cosa è una ESCO 2. Esco Italia

Dettagli

LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE IN ITALIA

LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE IN ITALIA LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE IN ITALIA Prof. Federico Rossi UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA Polo Scientifico Didattico di Terni PRINCIPALI RIFERIMENTI NORMATIVI DLgs 16 marzo 1999 n. 79 (Decreto Bersani):

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Provincia di Belluno Attività in materia energetica

Provincia di Belluno Attività in materia energetica Provincia di Belluno Attività in materia energetica - Piano Energetico Ambientale Provinciale - Contributo Energia su PAT/PATI - Progetti europei arch. Paola Agostini Servizio pianificazione e gestione

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

Dieci anni di lavoro, progetti, sviluppo. in Valle d Aosta e in Italia CVA. VALORE ENERGIA

Dieci anni di lavoro, progetti, sviluppo. in Valle d Aosta e in Italia CVA. VALORE ENERGIA Dieci anni di lavoro, progetti, sviluppo in Valle d Aosta e in Italia CVA. VALORE ENERGIA C V A M O S T R E Mostre in Centrale 2010 Doppio appuntamento a Maën A Valtournenche, in occasione dei dieci anni

Dettagli

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali ENERGIA 269 ENERGIA Il ricorso all utilizzo di fonti rinnovabili sovvenzionate comporta dei potenziali impatti ambientali. Fra questi, vi sono l alterazione dei corsi d acqua a causa delle derivazioni

Dettagli

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE Nuovo collegamento sottomarino a 500 kv in corrente continua SAPEI (Sardegna-Penisola Italiana) SCHEDA N. 178 LOCALIZZAZIONE CUP:

Dettagli

Progetto macchina con tetto fotovoltaico

Progetto macchina con tetto fotovoltaico ITIS A.PACINOTTI Via Montaione 15 Progetto macchina con tetto fotovoltaico Classe 2 C Informatica Docente referente: Prof.ssa Leccesi Progetto: Educarsi al futuro Premessa Motivazione per la partecipazione

Dettagli

Per confronto, un 1kg di un combustibile rinnovabile come una biomassa legnosa può in genere contenere 4.2kWh.

Per confronto, un 1kg di un combustibile rinnovabile come una biomassa legnosa può in genere contenere 4.2kWh. Guida del principiante sull Energia e la Potenza L'articolo presentato da N Packer, Staffordshire University, UK, febbraio 2011. Energia L'energia è la capacità di fare lavoro. Come spesso accade, le unità

Dettagli

USI ENERGETICI DELL IDROGENO E DELL IDROMETANO: L ESPERIENZA DEL GRUPPO SOL

USI ENERGETICI DELL IDROGENO E DELL IDROMETANO: L ESPERIENZA DEL GRUPPO SOL USI ENERGETICI DELL IDROGENO E DELL IDROMETANO: L ESPERIENZA DEL GRUPPO SOL Ing. Maurizio Rea (Gruppo SOL) ECOMONDO - Sessione Tecnologie di Produzione Rimini, 3 Novembre 2010 IL GRUPPO SOL Profilo aziendale

Dettagli

< 3-4 metri/secondo. 3-4 metri/secondo. 4-5 metri/secondo. 5-6 metri/secondo. 6-7 metri/secondo. 7-8 metri/secondo.

< 3-4 metri/secondo. 3-4 metri/secondo. 4-5 metri/secondo. 5-6 metri/secondo. 6-7 metri/secondo. 7-8 metri/secondo. Chi abita in una zona ventosa può decidere di sfruttare il vento per produrre energia elettrica per gli usi domestici. In modo simile al fotovoltaico godrà di incentivi per la realizzazione, ma prima è

Dettagli

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 Pag. 33 (diffusione:581000) La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è

Dettagli

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche tradizionali. Il principo dell uso è di deviare energie

Dettagli

L evoluzione delle energie rinnovabili in Italia

L evoluzione delle energie rinnovabili in Italia L evoluzione delle energie rinnovabili in Italia Gerardo Montanino Direttore Divisione Operativa ALTHESYS Presentazione IREX Annual Report 2013 GSE Roma, 18 aprile 2013 Non solo energia elettrica INDICE

Dettagli

La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa

La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa Silvia Morelli Unità Statistiche silvia.morelli@gse.it Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Il problema energetico: stato e prospettive Indice

Dettagli

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM INDICE Premessa Adotta una Scuola per l EXPO 2015: obiettivi Tipologie di scuole La procedura di selezione delle scuole Le modalità per adottare la

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Energia Italia 2012 Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Anche il 2012 è stato un anno in caduta verticale per i consumi di prodotti energetici, abbiamo consumato: 3 miliardi

Dettagli

Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici

Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici 12 Giugno 2014 Stefano Bonfanti Product Manager - Cillichemie Italiana S.r.l. L azienda n.2 Sedi n.47 Agenti

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Il sistema energetico. Introduzione. L uomo e l energia. Il sistema energetico

Il sistema energetico. Introduzione. L uomo e l energia. Il sistema energetico Il sistema energetico Introduzione Con il termine "sistema energetico" si è soliti indicare l'insieme dei processi di produzione, trasformazione, trasporto e distribuzione di fonti di energia. I sistemi

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Noi, i Ministri dell Energia di Canada, Francia, Germania, Italia,

Dettagli

L identità Valenia. VALORE all'energia. Valenia significa. Tecnologia Inverter al servizio dell'ambiente

L identità Valenia. VALORE all'energia. Valenia significa. Tecnologia Inverter al servizio dell'ambiente L identità Valenia Valenia significa VALORE all'energia Diamo valore all'energia con soluzioni innovative per lo sfruttamento delle fonti rinnovabili Tecnologia Inverter al servizio dell'ambiente Da dove

Dettagli

DITE LA VOSTRA NELLA SCELTA DEI PNEUMATICI: CHIEDETE PNEUMATICI SICURI, A BASSO CONSUMO ENERGETICO E SILENZIOSI! www.etichetta-pneumatici.

DITE LA VOSTRA NELLA SCELTA DEI PNEUMATICI: CHIEDETE PNEUMATICI SICURI, A BASSO CONSUMO ENERGETICO E SILENZIOSI! www.etichetta-pneumatici. DITE LA VOSTRA NELLA SCELTA DEI PNEUMATICI: CHIEDETE PNEUMATICI SICURI, A BASSO CONSUMO ENERGETICO E SILENZIOSI! PNEUMATICI MIGLIORI SULLE STRADE SVIZZERE Dire la propria nella scelta dei pneumatici? Dare

Dettagli

L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena: le motivazioni delle scelte progettuali dal punto di vista dell Energy Manager

L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena: le motivazioni delle scelte progettuali dal punto di vista dell Energy Manager Workshop Tecnico Efficientamento energetico nelle strutture ospedaliere e residenziali sanitarie Area Science Park Padriciano, Trieste 29 aprile 2015 L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena:

Dettagli

www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata

www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata Cosa può fare l Istituto per le Energie Rinnovabili dell EURAC? E quando? Il team di EURAC è in grado di: gestire

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

Idrogeno - Applicazioni

Idrogeno - Applicazioni Idrogeno - Applicazioni L idrogeno non è una fonte di energia, bensì un mezzo per accumularla, un portatore di energia che potrà cambiare in futuro molti settori della nostra vita e, con la cella a combustibile,

Dettagli

Come creare un satellite metereologico?

Come creare un satellite metereologico? NATIONAL OCEANIC AND ATMOSPHERIC ADMINISTRATION U.S. DEPARTMENT OF COMMERCE Come creare un satellite metereologico? Libretto adattato dal lavoro originale di Ed Koenig Sono un metereologo. Devo poter vedere

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA Un impianto solare fotovoltaico consente di trasformare l energia solare in energia elettrica. Non va confuso con un impianto solare termico, che è sostanzialmente

Dettagli

Maggior Supporto. Enel Produzione SpA

Maggior Supporto. Enel Produzione SpA Enel Produzione SpA Concorso nazionale Le buone pratiche sulla manutnzione sicura Campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri 2010-2011 Napoli, 27 Ottobre 2011 Villa Colonna Bandini Stefano Di Pietro Responsabile

Dettagli

Le risorse energetiche e il futuro delle rinnovabili

Le risorse energetiche e il futuro delle rinnovabili Le risorse energetiche e il futuro delle rinnovabili Prof. Paolo Redi Solar Energy Italia S.p.A. Prato Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni- Facolt dingegneria Universit di Firenze Dopo la crisi

Dettagli

IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO

IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO VIDEO SMA : I SISTEMI OFF GRID LE SOLUZIONI PER LA GESTIONE DELL ENERGIA Sistema per impianti off grid: La soluzione per impianti non connessi alla rete Sistema

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30 11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI Il settore della PA è tra le priorità dell agenda

Dettagli

Federesco. Le Energy Service Company. La situazione a livello nazionale e opportunità per le imprese

Federesco. Le Energy Service Company. La situazione a livello nazionale e opportunità per le imprese Federesco Le Energy Service Company La situazione a livello nazionale e opportunità per le imprese Seminario Strumenti, opportunità e potenzialità dell efficienza energetica a supporto del sistema locale

Dettagli

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI LO STRUMENTO PER GESTIRE A 360 LE ATTIVITÀ DELLO STUDIO, CON IL MOTORE DI RICERCA PIÙ INTELLIGENTE, L UNICO CHE TI CAPISCE AL VOLO. www.studiolegale.leggiditalia.it

Dettagli

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio 1 lezione: risorse energetiche e consumi Rubiera novembre 2006 1.1 LE FONTI FOSSILI Oltre l'80 per cento dell'energia totale consumata oggi nel mondo è costituita

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa Testi informativi sugli interventi e gli incentivi statali in materia di eco-efficienza industriale per la pubblicazione sul sito web di Unioncamere Campania. I testi sono così divisi: HOME EFFICIENTAMENTO

Dettagli

L'Italia della bioedilizia è campione del mondo, ma per il Governo l'efficienza è una cenerentola

L'Italia della bioedilizia è campione del mondo, ma per il Governo l'efficienza è una cenerentola L'Italia della bioedilizia è campione del mondo, ma per il Governo l'efficienza è una cenerentola E' italiana la casa ad alta efficienza energetica campione del mondo che si è aggiudicata il primo posto

Dettagli

AzzeroCO2 : Servizi informatici, gestionali e consulenziali a servizio degli Asset Manager. Novembre 2014

AzzeroCO2 : Servizi informatici, gestionali e consulenziali a servizio degli Asset Manager. Novembre 2014 AzzeroCO2 : Servizi informatici, gestionali e consulenziali a servizio degli Asset Manager Novembre 2014 AZZEROCO 2 AzzeroCO 2 è una società di consulenza energetico-ambientale creata da Legambiente, Kyoto

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Il sistema di accumulo di energia modulare per un'alimentazione di energia affidabile

Il sistema di accumulo di energia modulare per un'alimentazione di energia affidabile Totally Integrated Power SIESTORAGE Il sistema di accumulo di energia modulare per un'alimentazione di energia affidabile www.siemens.com/siestorage Totally Integrated Power (TIP) Portiamo la corrente

Dettagli

24/7. Monitoraggio da remoto Semplice, intelligente e sicuro. www.danfoss.it/solar. Soluzioni per il monitoraggio di impianti FV con inverter Danfoss

24/7. Monitoraggio da remoto Semplice, intelligente e sicuro. www.danfoss.it/solar. Soluzioni per il monitoraggio di impianti FV con inverter Danfoss MAKING MODERN LIVING POSSIBLE Monitoraggio da remoto Semplice, intelligente e sicuro Soluzioni per il monitoraggio di impianti FV con inverter Danfoss 24/7 monitoraggio in tempo reale con tecnologia ConnectSmart

Dettagli

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO Forum Internazionale Green City Energy MED LO SVILUPPO DELLE SMART CITIES E DEI GREEN PORTS NELL AREA MEDITERANEA Convegno La produzione di energia rinnovabile nella Smart City Sessione Integrazione dei

Dettagli

NUOVA DIRETTIVA ECODESIGN. Costruire il futuro. Per climatizzatori per uso domestico fino a 12kW (Lotto 10)

NUOVA DIRETTIVA ECODESIGN. Costruire il futuro. Per climatizzatori per uso domestico fino a 12kW (Lotto 10) NUOVA DIRETTIVA ECODESIGN Costruire il futuro Per climatizzatori per uso domestico fino a 12kW (Lotto 10) 1 indice Obiettivi dell Unione Europea 04 La direttiva nel contesto della certificazione CE 05

Dettagli

LE FONTI ENERGETICHE.

LE FONTI ENERGETICHE. LE FONTI ENERGETICHE. Il problema La maggior parte dell'energia delle fonti non rinnovabili è costituita dai combustibili fossili quali carbone, petrolio e gas naturale che ricoprono l'80% del fabbisogno

Dettagli

Impianti Solari Fotovoltaici

Impianti Solari Fotovoltaici Impianti Solari Fotovoltaici Sono da considerarsi energie rinnovabili quelle forme di energia generate da fonti che per loro caratteristica intrinseca si rigenerano o non sono "esauribili" nella scala

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

Il sistema energetico italiano e gli obiettivi ambientali al 2020

Il sistema energetico italiano e gli obiettivi ambientali al 2020 6 luglio 2010 Il sistema energetico italiano e gli obiettivi ambientali al 2020 L Istat presenta un quadro sintetico del sistema energetico italiano nel 2009 e con riferimento all ultimo decennio. L analisi

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili.

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. Nella fisica classica l energia è definita come la capacità di un corpo o di un sistema di compiere lavoro (Lavoro: aggiungere o

Dettagli

ALTRE MODALITA DI PRODUZIONE DI ENERGIA

ALTRE MODALITA DI PRODUZIONE DI ENERGIA Scheda 6 «Agricoltura e Agroenergie» ALTRE MODALITA GREEN JOBS Formazione e Orientamento LA COMPONENTE TERMICA DELL ENERGIA Dopo avere esaminato con quali biomasse si può produrre energia rinnovabile è

Dettagli

si modificavano radicalmente, anche se si delineava un problema nuovo: il possibile esaurimento delle fonti ed il deterioramento dell'ambiente.

si modificavano radicalmente, anche se si delineava un problema nuovo: il possibile esaurimento delle fonti ed il deterioramento dell'ambiente. L'ENERGIA NEL FUTURO Le risorse energetiche della Terra sono tante, ciò nonostante il consumo avvenuto negli ultimi anni da parte delle società industriali è diventato altissimo. La radio che trasmette

Dettagli