COMUNE DI RUSSI Martedì, 31 dicembre 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI RUSSI Martedì, 31 dicembre 2013"

Transcript

1 COMUNE DI RUSSI Martedì, 31 dicembre 2013

2 Prime Pagine Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) 1 Prima Pagina del 31/12/2013 La Voce di Romagna 2 Prima Pagina del 31/12/2013 cultura e turismo La notte di San Silvestro Feste e brindisi, ecco la mappa 3 Da Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) del T05:28:00 A Russi 5 Da Corriere di Romagna (ed. Ravenna Imola) del T05:03:00 Arriva la dote per salvare Roma 6 Da Il Sole 24 Ore del T07:01:00 Per gli affitti d' oro stop al 30 giugno 8 Da Il Sole 24 Ore del T07:01:00 Sul bonus mobili tetto a 10mila euro Rinviata la web tax 9 Da Il Sole 24 Ore del T07:01:00 Dalla social card agli sfratti 11 Da Il Sole 24 Ore del T07:01:00 Esteso al 2014 il taglio dei compensi «pubblici» 14 Da Il Sole 24 Ore del T07:01:00 «Lavoro più semplice per le imprese» 16 Da Il Sole 24 Ore del T07:01:00 Al Nord poveri triplicati in otto anni 19 Da Il Sole 24 Ore del T07:01:00 Tav, a inizio 2015 via al maxi tunnel 21 Da Il Sole 24 Ore del T07:01:00 Scontro Fi Ncd su Napolitano 23 Da Italia Oggi del T05:36:00 pillole 26 Da Italia Oggi del T05:37:00 P.a., il taglio dei gettoni resta 27 Da Italia Oggi del T05:37:00 Tasse ambientali raddoppiate 29 Da Italia Oggi del T05:37:00 Il 2014 sarà l' anno della svolta 30 Da Italia Oggi del T05:37:00 sport L' Alfonsine è tornata in campo per risalire subito in classifica 33 Da Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) del T05:28:00 Martedì, 31 dicembre 2013

3 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Prima Pagina 1

4 La Voce di Romagna Prima Pagina 2

5 Pagina 3 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) cultura e turismo La notte di San Silvestro Feste e brindisi, ecco la mappa Gli appuntamenti da non perdere per dare il benvenuto al FESTEGGIARE nelle piazze sta diventando un classico del Capodanno. Il tutto, sfidando il freddo. Ma non mancano? come sempre? tante alternative nei locali delle riviera e della città, nonché in palazzetti dello sport. A Ravenna, le celebrazioni cominciano oggi alle 17, dal parcheggio di via Baiona, con la partenza della tradizionale fiaccolata di fine anno diretta al Capanno Garibaldi. La grande festa sarà in serata, in Popolo: si entra nel vivo dalle 22 alle 2 di notte, con il concerto di Sam Paglia? ribattezzato 'The Godfather of Lounge'? e dei Red Wagons, band italiana nata nel 2008 che attinge dai suoni e ritmi del rhythm and blues degli anni Quaranta e Cinquanta. Durante la serata, organizzata dall' associazione Norma. i volontari di Fidas Advs offriranno bevande calde per tutti, mentre i locali del centro sono aperti per aperitivi, animazioni, cene e veglioni. ALL' ALMAGIÀ, da mezzanotte e mezza, prende il via una notte di intrattenimento tra rock ed elettronica con i dj ravennati Void Cascade, Marcone, The Mad Stork (ingresso gratuito). È pensato per i più piccoli il Capodanno all' hotel Cube che si animerà grazie a clown, spettacoli circensi, gag comiche, magie, marionette, laboratori e tanti cartoni animati. Si inizia alle 20 con la cena a buffet per bambini e adulti, realizzata con prodotti a km zero. Alla discoteca Bbk di Punta Marina va in?onda' Discoring Capodannottanta, con il live acustico del duo formato da Gloria Turrini e Francesco Laghi dalle alle 6 del mattino. Due le piste in cui scatenarsi: quella grande con le musiche dei dj Graziano Manoli e Marco Genesi di Radio Studio delta, e il privé con le selezioni di Grappo dj. A Russi, per il quinto anno consecutivo, la festa di Capodanno si tiene sotto le cupole del palazzetto dello sport Fabio Valli. I cancelli si aprono alle 20 per la cena nello stand gastronomico, mentre dalle 21 comincia la musica dal vivo de Il Gatto e la volpe. Il ricavato della festa sarà devoluto in beneficenza. SPOSTANDOSI in riviera, a Cervia la grande festa sarà nell' area dei Magazzini del Sale. Si comincia dalle 18 aperitivo e dj set in attesa della mezzanotte, il cenone sarà di gran classe all' interno dei Magazzini (info: ). Un emozionante spettacolo di fuochi d' artificio, accompagnato da musiche si concluderà con gli effetti speciali, fra cui?l' incendio' del Magazzino del Sale Darsena. Sempre a Cervia lo storico locale Kursaal di Cervia organizza una festa con tanti spettacoli, musica evergreen e cartomanti. Al Pineta di Milano Marittima la serata sarà tutta in stile?dubai', con colori oro e cristalli ovunque. Per il cenone ci saranno quattro differenti possibilità, poi il brindisi di mezzanotte e lo spettacolo pirotecnico. A LUGO, l' arrivo del nuovo anno si celebra alla Rocca con uno spettacolo pirotecnico a ritmo di musica, allo scoccare della mezzanotte. Tutto il centro fa festa, con piazza Baracca e le zone limitrofe che si Continua > 3

6 Pagina 3 < Segue Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) cultura e turismo animeranno fin dalle 22. Festa anche per le persone della terza età al centro sociale Il Tondo di via Lumagni, con il cenone di fine anno dalle e balli con l' orchestra I più di notte dalle 21. A Faenza, si festeggia in piazza del Popolo, sotto la Torre dell' Orologio, dove si terrà il tradizionale brindisi della mezzanotte: tanti i musicisti rock faentini degli anni Sessanta e Settanta: Devils, Ruvidi, Defaience e altre band di rilievo, nonché il cantautore Claudio Toschi. Sarà anche l' occasione per lanciare le nuove proposte per celebrare i vent' anni del Mei. I fondi ricavati saranno devoluti a Cosmohelp e alle sue attività di beneficenza. Roberta Bezzi. BEZZI ROBERTA 4

7 Pagina 26 Corriere di Romagna (ed. Ravenna Imola) cultura e turismo A Russi A Russi festa al palazzetto dello sport "Fabio Valli". Dalle 20 stand gastronomico e alle 21 musica con Il Gatto e la Volpe, mentre alle 23 verranno estratti i numeri della lotteria. Infine, a mezzanotte si brinderà tutti insieme all' anno nuovo. Info:

8 Pagina 4 Il Sole 24 Ore I decreti di fine anno I CONTI PUBBLICI. Arriva la dote per salvare Roma Milano riceve 25 milioni per l' Expo Anticipazione delle risorse per l' Anas L' AIUTO Salta (per ora) l' allentamento del patto per Venezia ma Letta garantisce: «Intervento con il primo provvedimento utile» Celestina Dominelli Marta Paris ROMA Salta, ma per mere esigenze di omogeneità, l' allentamento del patto di stabilità per Venezia, come pure la discussa accisa sui tabacchi. Resta, invece, il "salvagente" per Roma Capitale che consentirà al sindaco Ignazio Marino di evitare il default del Comune. E vengono confermati i rinvii della web tax e della stabilizzazione dei lavoratori socialmente utili, le modalità di riparto per il solo 2013 del fondo sperimentale di riequilibrio delle province, ma anche la norma sui cosiddetti "affitti d' oro" della Pa e l' ampliamento del "bonus mobili" che potrà superare anche l' importo della ristrutturazione a cui è collegato. Sono le partite uscite dalla versione definitiva del decreto milleproroghe, che hanno però trovato posto in un testo spin off partorito all' ultimo minuto dal Governo e pubblicato ieri sulla «Gazzetta ufficiale», per rispettare l' appello lanciato dal capo dello Stato nei giorni scorsi dopo l' ennesimo decreto monstre. Il travaso dal milleproroghe al nuovo decreto non ha riservato brutte sorprese per la capitale. Le norme previste sono infatti quelle già contenute nel "salva Roma", poi ritirato dall' esecutivo, e non avranno alcun impatto sul debito pubblico. In sostanza, l' amministrazione capitolina potrà innanzitutto recuperare 485 milioni di euro, erogati al Comune nel 2009 dal governo e poi "girati" all' allora commissario straordinario al debito di Roma (attualmente il ruolo è ricoperto da Massimo Varazzani), prima ancora che fossero formalizzati i rapporti finanziari tra Campidoglio e gestione commissariale. Quest' ultima potrà poi iscrivere ulteriori 115 milioni nella massa passiva del debito ante aprile 2008, che è poi quello gestito da Varazzani, laddove il Comune dovesse rintracciare delle nuove poste antecedenti al Inoltre, il Campidoglio potrà riacquistare l' esclusiva titolarità dei crediti verso le partecipate già vantati dal commissario (tra questi anche i 404 milioni relativi alla sola Atac). Senza contare, infine, lo sblocco di 20 milioni di euro, da qui al 2015, per la raccolta differenziata. Una boccata d' ossigeno che consentirà a Marino di archiviare il bilancio 2013 e di avere qualche margine di manovra per il Anche Milano tira un sospiro di sollievo visto che il decreto ha confermato i 25 milioni al Comune per Expo Nel provvedimento pubblicato in Gazzetta, sono arrivati poi, come detto, i rinvii a giugno Continua > 6

9 Pagina 4 < Segue Il Sole 24 Ore 2014 della "web tax" e della possibilità per le Regioni di stabilizzare i lavoratori socialmente utili. Taglia il traguardo anche il pacchetto di norme su infrastrutture e trasporti che stabilisce, tra l' altro, l' anticipazione dell' Economia all' Anas delle risorse disponibili per il 2013 per coprire i pagamenti degli stati d' avanzamento lavori, ma anche il trasferimento dei fondi 2013 a Trenitalia per il servizio svolto in Sicilia e in Valle d' Aosta. E ribadisce la cogenza del contratto di programma tra Stato e Rfi per la prosecuzione degli interventi sulla rete nonché la facoltà per il commissario straordinario del piano di rientro sul trasporto pubblico locale in Campania di adottare i provvedimenti necessari all' attuazione. Il testo semplifica le procedure per la cessione degli immobili pubblici e anticipa al 2014 il termine per recedere dai contratti di locazione troppo onerosi per la ("affitti d' oro"), ma cancella anche la norma che impediva la rescissione dei contratti sugli immobili di proprietà di fondi comuni d' investimento (ergo quelli costosissimi del Parlamento). Dal lavoro di analisi e scrematura, condito anche da non poche polemiche, alcune norme sono infine rimaste al palo: la sterilizzazione dell' aumento dell' Iva sul prezzo finale di vendita delle sigarette (con un aumento fino allo 0,7% dell' accisa) e l' allentamento del patto di stabilità per Venezia. Tema, quest' ultimo, su cui è intervento ieri direttamente il premier Enrico Letta, giustificando il rinvio con l' esigenza di assicurare ai due decreti «snellezza e rigorosa omogeneità» e confermando, al tempo stesso, «la volontà del Governo di inserire la disposizione nel primo provvedimento utile». RIPRODUZIONE RISERVATA Le principali misure ROMA CAPITALE INFRASTRUTTURE EXPO 2015 Arriva il "salvagente" per i conti della capitale Nel decreto last minute trovano spazio le norme, già previste dal "salva Roma" che consentiranno al Comune di evitare il default. L' ammnistrazione capitolina potrà, tra l' altro, recuperare 485 milioni, erogati al Comune nel 2009 dal governo e poi "girati" al commissario straordinario del debito Via libera alle anticipazioni per Anas e Trenitalia Il provvedimento assicura l' anticipazione dell' Economia all' Anas delle risorse disponibili per il 2013 per la copertura dei pagamenti dovuti sulla base dello stato d' avanzamento lavori. Sempre dal Mef arriveranno a Trenitalia le somme 2013 per assicurare il servizio in Sicilia e Valle d' Aosta Nuovi fondi per sostenere le spese per Expo 2015 Con il secondo decreto approntato dall' esecutivo e pubblicato ieri in Gazzetta, arriva anche il disco verde a nuove risorse per l' Expo Il provvedimento attribuisce infatti al Comune di Milano un contributo di 25 milioni di euro a titolo di concorso al finanziamento delle spese per la realizzazione di Expo DOMINELLI CELESTINA, PARIS MARTA 7

10 Pagina 4 Il Sole 24 Ore Locazioni. I contratti della Pa. Per gli affitti d' oro stop al 30 giugno ROMA Il pasticciaccio degli affitti d' oro, che ha visto nelle ultime settimane, battersi il Movimento 5 stelle, viene risolto in extremis con l' ultimo treno utile prima della fine dell' anno. Nel segno della spending review, con il decreto nato dalla costola del milleproroghe il Governo anticipa al 30 giugno prossimo il termine per la Pa, Regioni, Enti locali, ma anche per gli organi costituzionali, per recedere dai contratti di locazione troppo onerosi. E soprattutto cancella la norma, contenuta nella legge di stabilità, che aveva escluso da questa possibilità «gli immobili di proprietà dei fondi comuni di investimento immobiliare» e quelli «dei terzi aventi causa da detti fondi, per il limite di durata del finanziamento degli stessi fondi». Nei quali, a leggere in filigrana, sarebbero rientrati anche quelli che ospitano gli uffici della Camera e che costano, complessivamente, 22 milioni all' anno di affitto. Una vicenda, quella degli affitti d' oro, iniziata con la manovrina di fine ottobre (Dl 120/2013) dove la norma che prevede la possibiltà anche per Camera e Senato di recedere dagli affitti stipulati, pure in mancanza di una clausola ad hoc, viene inserita grazie a un emendamento del M5s. In questo modo si puntava a fare in modo che l' amministrazione di Montecitorio potesse liberarsi del pesante fardello degli affitti multimilionari dovuti all' imprenditore Scarpellini trovando sistemazioni più a buon mercato. La previsione era stata poi eliminata dal cosiddetto "salva Roma". Se ne accorgono nuovamente i cinque stelle, e la correzione viene nuovamente corretta, anche se poi il decreto viene ritirato dal Governo. Uscita dalla porta, però, la norma rientra dalla finestra, perché Lega e grillini scoprono che nella legge di stabilità è stato piazzato il codicillo che neutralizza la norma anti affitti. Le proteste non si fanno attendere e il Governo pone rimedio alla disposizione dello scandalo con il Dl 150 pubblicato ieri in Gazzetta. Ma c' è in questo articolo una previsione che rischia di inceppare nuovamente il meccanismo per liberarsi dal fardello di spese troppo alte in tempi di tagli. Insieme all' anticipazione al 30 giugno prossimo della scadenza per Pa e istituzioni di chiudere i contratti di locazione il decreto allunga i termini di preavviso per l' esercizio del recesso a «180 giorni», ossia sei mesi. Vale a dire che se si interpretasse la norma alla lettera i tempi tecnici per il preavviso, praticamente non ci sarebbero più. RIPRODUZIONE RISERVATA. 8

11 Pagina 4 Il Sole 24 Ore Legge di stabilità. Le prime correzioni. Sul bonus mobili tetto a 10mila euro Rinviata la webtax L' importo del bonus mobili che può beneficiare della detrazione al 50% non deve essere pari a quello della ristrutturazione collegata. Il Dl 151/2013 annulla, prima ancora che diventi operativa, una novità introdotta dalla legge di stabilità (la 147/2013). Quest' ultima ha prorogato per il 2014 la detrazione Irpef al 50% per le spese derivanti da interventi di ristrutturazione dell' abitazione, nonché per l' acquisto di mobili e grandi elettrodomestici destinati alla stessa abitazione per un importo massimo di 10mila euro. Al contempo, però, la legge 147/2013, modificando il quadro normativo in vigore in precedenza, aveva stabilito che le spese per l' acquisto di mobili ed elettrodomestici non potevano essere superiori a quelle dei lavori di ristrutturazione. La novità sarebbe entrata in vigore dal 1 gennaio. Il Dl 151/2013, che entra in vigore oggi, cancella quest' ultima disposizione. Dunque anche nel 2014 a fronte, per esempio, di una ristrutturazione del valore di 3mila euro si potrà portare in detrazione l' acquisto di mobili per 5mila beneficiando così di un bonus Irpef spalmato su dieci anni. L' altra importante correzione di rilievo alla legge di stabilità riguarda la web tax, un provvedimento che ha suscitato un acceso dibattito nei giorni scorsi e la cui entrata in vigore viene posticipata dal 1 gennaio al 1 luglio In base al comma 33 dell' articolo 1 della legge Dl 147/2013 «i soggetti passivi che intendano acquistare servizi di pubblicità e link sponsorizzati online, anche attraverso centri media e operatori terzi, sono obbligati ad acquistarli da soggetti titolari di una partita Iva rilascia dall' amministrazione finanziaria italiana». Una misura pensata per tracciare i volumi realizzati dalle multinazionale in Italia. Il provvedimento, però, ha già suscitato le perplessità dell' Unione europea, in quanto sarebbe contrario alle libertà fondamentali e ai principi di non discriminazione dei trattati. Rimandata al 1 luglio 2014 anche l' applicazione del comma 529 della legge di stabilità, relativo alla stabilizzazione da parte delle Regioni di personale a tempo determinato. Altra modifica riguarda il comma 573 e consente agli enti locali che devono riequilibrare i conti e non hanno ancora dichiarato dissesto finanziario di poter riproporre entro 90 giorni dall' entrata in vigore della legge di stabilità la procedura di riequilibrio finanziario pluriennale. Continua > 9

12 Pagina 4 < Segue Il Sole 24 Ore M.Pri. RIPRODUZIONE RISERVATA IN SINTESI Bonus mobili La detrazione Irpef del 50% riguardante l' acquisto di mobili e grandi elettrodomestici destinati a un' abitazione oggetto di ristrutturazione viene confermata nel 2014 con caratteristiche simili al 2013 per i tetti di spesa. Infatti è stata annullata, prima ancora che diventasse efficace, la limitazione introdotta dalla legge di stabilità, per cui le spese destinate a mobili ed elettrodomestici non potevano essere superiori a quelle per la ristrutturazione. Fino alla fine del 2014 il bonus mobili prevede quindi una detrazione del 50% dell' Irpef spalmata su dieci anni e a fronte di una spesa massima di 10mila euro (quindi la detrazione massima è di 5mila euro) Web tax Rimandata al 1 luglio 2014 l' applicazione della web tax, la norma che riguarda la compravendita di pubblicità online in Italia. 10

13 Pagina 5 Il Sole 24 Ore I decreti di fine anno IL RINVIO DELLE SCADENZE. Dalla social card agli sfratti Via libera di Napolitano: in vigore da oggi il milleproroghe diviso in due decreti FRA I COMMI Bilanci dei Comuni a marzo, divieto di incrocio giornali tv Salta la sterilizzazione dell' aumento dell' Iva sul prezzo delle sigarette. Marco Mobili ROMA Il decreto di fine anno si fa in due. Da una parte il cosiddetto "milleproroghe" con il differimento di circa 60 termini in scadenza a fine anno e che spaziano dalla sospensione degli sfratti per le categorie disagiate al rifinanziamento della social card, dalle misure per il pubblico impiego alla consueta proroga a marzo dei bilanci dei comuni; con uno spazio ad hoc riservato anche ai revisori dei conti e alle emergenze delle calamità naturali, più o meno recenti (c' è anche il sisma del 1981). Dall' altra parte ci sono le disposizioni definite «di carattere finanziario indifferibili» tra cui spiccano quelle del cosiddetto decreto "salva Roma" (fatto decadere dal Governo ), lo slittamento al 1 luglio 2014 del nuova web tax, la possibilità per gli organi istituzionali, in primis Camera e Senato, di recedere dai contratti di locazione (i cosiddetti "affitti d' oro") entro il 30 giugno e non più entro fine 2014, nonché la possibilità per gli alluvionati della Sardegna di pagare i tributi sospesi senza applicazione di sanzioni e interessi tra il 24 gennaio e il 17 febbraio A spacchettare le misure approvate dal Governo venerdì scorso è stato il capo dello Stato per scongiurare già in partenza l' approdo in Parlamento di un decreto omnibus, particolarmente eterogeneo e con non pochi rischi sul piano costituzionale per alcune delle norme recuperate in extremis dal decreto "salva Roma". I due provvedimenti dopo il via libera del Colle sono approdati sulla Gazzetta Ufficiale di ieri e da oggi sono in vigore. Nel lungo lavoro di "omogeneizzazione" dei due decreti legge sono rimasti al palo alcuni interventi annunciati di particolare rilievo come quello sulle sigarette elettroniche e la sterilizzazione dell' aumento Iva sul prezzo delle sigarette, nonché l' allentamento del patto di stabilità per Venezia (si vedano i servizi a pagina 4). Tra gli ingressi dell' ultima ora nel decreto milleproroghe, invece, si segnala il rifinanziamento della social card con 35 milioni di euro per l' esercizio 2013, così come la proroga del contratto del servizio integrato della carta acquisti, sottoscritto il 24 marzo 2010, almeno fino al perfezionamento del contratto con il nuovo gestore. Continua > 11

14 Pagina 5 < Segue Il Sole 24 Ore Per le imprese colpite dal sisma dell' Emilia che hanno chiesto il finanziamento garantito dalla Cdp per il pagamento dei tributi sospesi, viene prevista la proroga di un anno, rispetto alla durata massima originariamente prevista, della restituzione del debito per la quota capitale al 1 gennaio 2014, comprensivo della rata non corrisposta alla scadenza del 31 dicembre Confermata la proroga non generalizzata della sospensione degli sfratti per le categorie disagiate. Una sospensione fino al prossimo 30 giugno dei provvedimenti di rilascio degli immobili per finita locazione nei confronti di soggetti con reddito annuo inferiore a 21mila euro e residenti in comuni capoluogo di provincia. Nel pacchetto di proroghe sulle calamità vanno registrati: il differimento, fino al prossimo mese di luglio, delle funzioni del capo della Protezione civile per far fronte al naufragio della Costa Concordia; la proroga dei poteri al commissario ad acta per il lontano terremoto del 1981 della Campania, Basilicata, Calabria e Puglia; la slittamento fino a marzo per l' attività liquidatoria del commissario del terremoto dell' Abruzzo e della vigilanza dell' esercito a L' Aquila. Trovano posto nel nuovo decreto legge 30 dicembre 2013 n. 150 anche le regole per l' accesso all' albo dei revisori contabili da parte dei dottori commercialisti, il differimento del divieto di acquisizione di partecipazioni in imprese editrici di giornali quotidiani per i soggetti che esercitano l' attività televisiva in ambito nazionale con ricavi superiori a quelli fissati dalla legge. Mentre per far fronte alle esigenze della regione Campania fino al 30 giugno 2014 si consente agli impianti di compostaggio nazionali di aumentare la propria capacità ricettiva e di trattamento dei rifiuti. Per inviare all' Inps il certificato di gravidanza in via telematica, invece, si dovrà attendere almeno fino al 22 marzo, nuovo termine entro cui Lavoro ed Economia dovranno scrivere le regole (il decreto era previsto per il 22 dicembre). Tra le altre proroghe da segnalare anche quella che consente alle regioni di non perdere i finanziamenti concessi per l' adeguamento dell' edilizia scolastica, in virtù del contenzioso in atto sulla ripartizione delle risorse. Per superare l' impasse legale viene prorogato il termine di affidamento dei lavori per la messa in sicurezza delle scuole, con particolare riferimento alla bonifica di quegli edifici dove è stata riscontrata presenza di amianto. RIPRODUZIONE RISERVATA L' elenco completo delle proroghe Le principali proroghe SCUOLA 30 giugno Slitta da febbraio a giugno il termine per affidare gli interventi sugli edifici scolastici, in particolare per l' affidamento degli interventi di bonifica delle scuole dove è stato trovato amianto PUBBLICO IMPIEGO 31 dicembre Valide per il nuovo anno le graduatorie per le assunzioni nella Pa. Procedure conscorsuali dei vigili del fuoco. Personale comandato anche oltre il limite triennale, è escluso quello della scuola UNIVERSITÀ 30 giugno Rinviato a giugno il decreto per definire le modalità di reclutamento negli atenei e per definire gli indicatori da utilizzare per la contrazione di forme di indebitamento da parte delle università SFRATTI 30 giugno Sospesi fino al 30 giugno 2014 i provvedimenti esecutivi di rilascio per finita locazione nei confronti di conduttori con 21mila euro di reddito e residenti nei capoluoghi di provincia e ad alta densità MINISTERI 28 febbraio Ancora due mesi di tempo per le procedure semplificate nella riorganizzazione dei ministeri, a partire dalle direzioni generali e dai dipartimenti, nonché degli uffici di diretta collaborazione dei ministri COMPENSI NELLA PA 31 dicembre Taglio del 10% ai compensi e ai gettoni corrisposti dalla e dalle autorità indipendenti per la partecipazione a organi collegiali e consigli di amministrazione CALAMITÀ 31 dicembre Accesso agli incentivi previsti per le imprese per l' attivazione di impianti fotovoltaici nelle zone colpite dal sisma dell' Emilia. La stessa area per un altro anno rientra tra le zone «a burocrazia zero» SOCIAL CARD 2014 Social card rifinanziata con 35 milioni. Prorogato inoltre il servizio di gestione integrato delle carte acquisti, sottoscritto il 24 marzo 2010, fino al perfezionamento del contratto con il nuovo gestore ENTI LOCALI 1 marzo Non poteva mancare anche nel 2014 lo slittamento a marzo del termine per l' approvazione dei bilanci di previsione dei Comuni. Viene previsto Continua > 12

15 Pagina 5 < Segue Il Sole 24 Ore l' intervento del prefetto se il bilancio non è approvato nei termini SERVIZI PUBBLICI 31 dicembre Laddove l' ente di governo dell' ambito o bacino territoriale ottimale e omogeneo ha già avviato le procedure di affidamento, il servizio è espletato dal gestore già operante fino a dicembre 2014 TRASPORTI 31 dicembre Slittano l' aggiornamento al tasso di inflazione dei diritti aeroportuali, l' adeguamento del parco veicolare delle autoscuole, i corsi di salvamento acquatico e il noleggio con conducente AGRICOLTURA 30 giugno Revisione obbligatoria delle macchine agricole soggette a immatricolazione. Slitta al 1 gennaio 2015 il divieto di produrre altri prodotti nei caseifici dove "nasce" la mozzarella di bufala Dop AMBIENTE 30 giugno Ancora un anno di regime transitorio in Campania per l' attività di gestione dei rifiuti (spazzamento, trasporto e smaltimento). Aumento della capacità ricettiva degli impianti di compostaggio in tutta Italia TURISMO 31 dicembre Non poteva mancare la proroga (ormai più che decennale) sul completamento dell' adeguamento alle norme di prevenzione incendi delle strutture turistico alberghiere con più di 25 posti ATTIVITÀ FINANZIARIE 31 dicembre Possibilità di esercitare l' attività di consulenza finanziaria anche in assenza di iscrizione all' apposito albo. Slitta anche il regime di opponibilità della cessione del credito come garanzia da fornire a Bankitalia EDITORIA 31 dicembre Anche per il 2014 sarà in vigore il divieto di acquisizione di partecipazioni in imprese editrici di giornali quotidiani da parte di soggetti che esercitano attività televisiva in ambito nazionale EXTRACOMUNITARI 30 giugno Possibile ancora per sei mesi l' autodichiarazione del permesso di soggiorno. I cittadini di Stati non Ue possono utilizzare dichiarazioni sostitutive per certificare qualità e dati personali. MOBILI MARCO 13

16 Pagina 5 Il Sole 24 Ore «Pa». Riguarda gli organismi di controllo interno, indirizzo e direzione. Esteso al 2014 il taglio dei compensi «pubblici» RIORGANIZZAZIONE Per la spending review dei ministeri, sarà sufficiente aver trasmesso i nuovi regolamenti, anche se non adottati. Arturo Bianco Il processo di riorganizzazione dei ministeri, per la razionalizzazione degli organici voluta dal Dl 95/2012 (spending review), si intende completato con la trasmissione entro il 2013 da parte dei ministeri alla Funzione Pubblica degli schemi dei regolamenti di organizzazione. Il termine per la loro adozione è fissato, invece, per la fine del mese di febbraio del Viene, inoltre, prolungato per tutto il 2014 il taglio del 10% dei compensi corrisposti nel 2010 ai componenti degli organi di controllo interno di tutti i soggetti pubblici. Sono queste le più importanti innovazioni dettate per le pubbliche amministrazioni dall' articolo 1 del Dl 150/2013. Inoltre, questo articolo include proroghe che riguardano l' allungamento di un anno dei termini per avviare e/o completare i procedimenti di assunzione di personale se vi sono deroghe rispetto ai vincoli di carattere generale. Sulla base delle previsioni dettate dal Dl 101/2013, le Pa statali che hanno determinato riduzioni del proprio organico in base ai principi dettati dalla spending review sono tenute ad adeguare entro oggi, 31 dicembre, i propri regolamenti di organizzazione. Va ricordato che siamo in presenza del vincolo al taglio della dotazione organica della dirigenza in misura non inferiore al 20% e di quella del personale in misura non inferiore al 10 per cento. La sanzione per le amministrazioni inadempienti scatta dal 1 gennaio 2014 ed è il divieto di effettuare assunzioni di personale. Con le novità introdotte dal milleproroghe, il vincolo all' adozione di questi regolamenti, adozione che deve essere effettuata con un decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, è soddisfatto con la trasmissione alla Funzione Pubblica degli schemi. La disposizione impegna comunque all' adozione dei regolamenti entro il 28 febbraio 2014, previa deliberazione del Consiglio dei ministri. Viene inoltre previsto che gli effetti sull' organizzazione in termini di riduzioni di spesa determinati da questi regolamenti vadano in deroga ai principi di carattere generale sul riassetto della Pa statale. Per i ministeri che hanno adempiuto alla trasmissione della proposta di regolamento, viene spostata alla fine del prossimo mese di febbraio il termine di durata degli incarichi dirigenziali attualmente in essere. Il Dl 78/2010 ha disposto che per l' intero triennio il trattamento economico dei componenti gli Continua > 14

17 Pagina 5 < Segue Il Sole 24 Ore organismi di controllo interno, indirizzo e direzione di tutte le pubbliche amministrazioni, ivi compresi enti locali e regioni, fosse non superiore a quello alla data del 30 aprile 2010 ridotto di almeno il 10 per cento. Questa disposizione che ha un ambito di applicazione assai vasto viene allungata per tutto il In via interpretativa le sezioni della Corte dei conti hanno chiarito che il vincolo alla riduzione si deve applicare anche ai componenti i collegi dei revisori dei conti, nonché agli organismi di valutazione. È stato inoltre chiarito che il vincolo non si applica ai compensi erogati ai direttori generali degli enti locali e ai segretari comunali o provinciali cui sono conferiti gli incarichi, in quanto essi hanno una natura retributiva di prestazioni svolte. RIPRODUZIONE RISERVATA. BIANCO ARTURO 15

18 Pagina 7 Il Sole 24 Ore Le vie della ripresa INTERVISTA AL MINISTRO DEL LAVORO. «Lavoro più semplice per le imprese» Giovannini: confronto con i partiti sulle regole contrattuali, ma bisogna agire su più fronti AMMORTIZZATORI SOCIALI Convocato il 9 gennaio il tavolo per la riforma con le parti sociali. Garanzie estese ai parasubordinati INTERVENTI VARATI Gli incentivi per i giovani le semplificazioni, le misure scuola lavoro, il cuneo fiscale e gli ammortizzatori in deroga. Davide Colombo Ci sono gli incentivi, di recente potenziati con i fondi comunitari per assumere giovani, donne e over 50enni. Ma ci sono anche le nuove semplificazioni sulla flessibilità in entrata e l' apprendistato, il piano nazionale Garanzia giovani e le nuove misure per l' orientamento al lavoro nell' ultima classe della scuola media inferiore e nelle medie superiori dove, negli ultimi due anni, e a partire dal prossimo anno scolastico si praticherà l' alternanza scuola lavoro. E poi c' è il primo intervento sul cuneo fiscale e il rifinanziamento degli ammortizzatori in deroga, con i 2,5 miliardi stanziati per il 2013 e la dote ulteriore annunciata per gennaio. La sintesi degli interventi realizzati nei primi sei mesi di Governo per rilanciare l' occupazione (misura madre il dl 76 di giugno) non esaurisce certo il campo d' intervento del ministro del Lavoro. Per completare il quadro bisognerebbe aggiungere le ulteriori salvaguardie per 33mila esodati, il lancio del nuovo strumento universale per la lotta contro la povertà (600 milioni per il prossimo biennio più i 250 milioni del solo 2014 per la vecchia social card), gli interventi previdenziali, con lo sblocco delle indicizzazioni, lo stop alle penalizzazioni per i donatori e chi assiste disabili e familiari, e il nuovo contributo di solidarietà sugli assegni oltre i 90mila euro annui. Ma è di quel nucleo centrale d' interventi che Enrico Giovannini vuole parlare in quest' intervista di fine anno con il Sole 24 Ore. Perché, come spiega il ministro del Lavoro, «racchiude in sé un insieme di misure legate da una sequenza logica molto chiara e perché ha un carattere propedeutico che ci consentirà di cogliere ogni refolo della ripresa in atto». Nessuna risposta, invece, sulle voci che si rincorrono in questi giorni di un possibile rimpasto di Governo. Ministro, nel terzo trimestre dell' anno il saldo tra assunzioni e cessazioni è finalmente tornato a crescere. Siamo in una fase di inversione del ciclo che lascia ben sperare. E per sostenere il massimo di Continua > 16

19 Pagina 7 < Segue Il Sole 24 Ore occupazione, tenendo conto che la domanda di lavoro ripartirà solo dopo che saranno riassorbite la cassa integrazione e le riduzioni di orario (cosa che nel terzo trimestre sta già accadendo nell' industria manifatturiera), servono tutti gli strumenti possibili, mentre non c' è un intervento che da solo possa soddisfare le esigenze di tutte le imprese. Le 35mila domande di assunzione degli ultimi mesi dimostrano che gli incentivi per assumere giovani entro il giugno del 2015, nonché donne e over 50, funzionano? Dei giovani, il dato è aggiornato al 20 dicembre, sono i neo assunti a tempo indeterminato e solo tremila le trasformazioni di contratto a termine. Ma vi anticipo un altro risultato di un' indagine Excelsior sull' ultimo trimestre da cui risulta che l' 80% delle imprese sondate dichiara di conoscere i contenuti del decreto 76. Ebbene, il 9%, circa 150mila imprese, dice che certamente o probabilmente utilizzerà gli incentivi per le nuove assunzioni, di questi un terzo assumerà per beneficiare dello sgravio, mentre solo il 17% dice che avrebbe assunto comunque. Inoltre, gran parte delle altre imprese non conta di usare l' incentivo non perché non lo ritenga conveniente, ma semplicemente perché non pensa di assumere nuovo personale, e in una situazione ciclica come l' attuale è un dato che non sorprende. Come dicevo, fermo restando che senza espansione non c' è neanche occupazione aggiuntiva, non esiste una singola misura che soddisfa tutte le esigenze. Ricordo, a tale proposito, che è appena partito anche il bonus per chi assume un lavoratore in Aspi, la cui convenienza per l' impresa è massima per l' assunzione di lavoratori appena entrati nella condizione di disoccupazione. Per le politiche attive ora le aspettative più forti si concentrano sul Piano garanzia giovani. Lo abbiamo presentato alla Commissione europea nei tempi previsti e ora aspettiamo il via libera sui fondi, ovvero 1,5 miliardi per il prossimo biennio. A gennaio chiuderemo gli ultimi incontri operativi con le Regioni e le Province. Il lavoro realizzato dalla Struttura di missione del ministero è stata molto importante per disegnare e coordinare l' intervento su tutto il territorio nazionale: con la messa in rete di tutti i dati sui giovani che si rivolgono ai centri per l' impiego e alle altre strutture autorizzate, il profilo di ognuno sarà leggibile a livello nazionale e i giovani in cerca di impiego diventeranno quindi "contendibili". Entro il primo trimestre sarà possibile iscriversi al programma e ricevere, entro quattro mesi, oltre che strumenti informativi e di orientamento, possibilità d' inserimento in piani di istruzione e formazione, esperienze di tirocini, contratti di apprendistato, esperienze nel Servizio civile o, ancora, l' accompagnamento all' avvio di una iniziativa imprenditoriale autonoma. Oltre al decollo di queste iniziative, che cosa c' è dietro l' angolo a gennaio? Apriremo un cantiere per le semplificazioni amministrative con le parti sociali e i consulenti del lavoro. Obiettivo: rivedere le dieci procedure più onerose per le imprese entro un mese, per poi modificarle e nel frattempo affrontarne altre dieci, e così via. Sempre entro gennaio presenteremo un disegno di legge delega per avviare la definizione di un Testo unico delle norme sul lavoro, come previsto dal piano Destinazione Italia. Il dibattito di questi giorni propone anche modifiche della regulation più ampie come il contratto unico. Sono pronto a discutere di contratto unico o di altre misure al più presto con i responsabili per il lavoro di tutti i partiti. Tra l' altro a gennaio contiamo di presentare i dati finali del primo monitoraggio completo sull' impatto della legge 92: sappiamo che i contratti di lavoro intermittente sono calati molto, da circa 290mila a 80mila a trimestre; sappiamo poi che l' apprendistato nel terzo trimestre è un po' ripartito e aspettiamo i dati del quarto trimestre (nel quale sono scattate le semplificazioni normative per questo contratto) per capire se il cambiamento di tendenza verrà confermato; abbiamo poi visto che la regolazione delle causali per i contratti a termine è stata introdotta in diversi contratti nazionali di categoria, recependo quanto previsto dal DL 76. Insomma, muovendoci nella consapevolezza che un' ampia sequenza di Continua > 17

20 Pagina 7 < Segue Il Sole 24 Ore interventi è già stata adottata e sapendo che l' implementazione di tutte le misure è fondamentale per arrivare a risultati di ampie dimensioni, siamo pronti a un calendario di nuove iniziative che comprende anche un completamento delle riforme avviate sugli ammortizzatori sociali. Con quali obiettivi? Si parlava di estendere le tutele a 3,5 milioni di lavoratori che oggi non ne hanno. Il 9 gennaio apriremo un confronto con le parti sociali per migliorare l' applicazione delle nuove regole per estendere le tutele. Partiamo dal fondo residuale previsto dalla legge 92 con un contributo aggiuntivo dello 0,5%: ora le parti sociali hanno un nuovo termine per attivare i fondi bilaterali di finanziamento degli ammortizzatori e quindi per un eventuale opting out. Importante è che decolli una nuova compartecipazione per sostenere forme allargate di integrazione al reddito in caso di crisi che si affianchi al sostegno della fiscalità generale; contratti diversi e forme diverse di lavoro devono essere tutelate in situazioni di crisi partendo da equilibrate e differenziate forme contributive. Ma penso anche a qualcosa di più e di più immediato, come l' automatismo delle prestazioni definito dall' articolo 2116 del Codice civile da estendere ai lavoratori parasubordinati, i quali dovranno avere diritto alla tutela Inps anche in caso di mancato versamento dei contributi da parte dei datori di lavoro. Il nostro emendamento alla Stabilità non è passato, ma torneremo alla carica: costa solo 20 milioni l' anno. RIPRODUZIONE RISERVATA IL BILANCIO 1,15 miliardi Incentivi all' occupazione Per l' assunzione a tempo indeterminato di giovani sono stati stanziati 950 milioni e altri 200 per donne e over Le domande di assunzione Quelle presentate, grazie agli incentivi, di cui 18mila di giovani e 17mila di donne e over 50 +1,7 miliardi Il fondo Cigd per il 2014 L' incremento per il prossimo anno del fondo per gli ammortizzatori in deroga 560 milioni Lo stanziamento per il Sia Le risorse 2014 per la sperimentazione del Sostegno per l' inclusione attiva cui si aggiungono 250 milioni della social card. COLOMBO DAVIDE 18

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 Disposizioni di carattere finanziario indifferibili, finalizzate a garantire la funzionalità di enti locali, la realizzazione di misure in tema di infrastrutture, trasporti

Dettagli

In arrivo le nuove misure previste dalla Legge di Stabilità: dalle tasse sulla casa alla sicurezza

In arrivo le nuove misure previste dalla Legge di Stabilità: dalle tasse sulla casa alla sicurezza In arrivo le nuove misure previste dalla Legge di Stabilità: dalle tasse sulla casa alla sicurezza Cambia ancora la legge di Stabilità. A un passo dal traguardo, durante l esame in aula alla Camera, il

Dettagli

LA LEGGE DI STABILITÀ. www.governo.it

LA LEGGE DI STABILITÀ. www.governo.it LA LEGGE DI STABILITÀ INTERVENTI PER PERSONE, FAMIGLIE, SOCIETÀ INTERVENTI PER LE IMPRESE INVESTIMENTI LA SERVICE TAX IL COFINANZIAMENTO DEI FONDI STRUTTURALI EUROPEI 2014-2020 INTERVENTI PER PERSONE,

Dettagli

LA LEGGE DI STABILITA 2014-2016: IL MAXIEMENDAMENTO DEL GOVERNO

LA LEGGE DI STABILITA 2014-2016: IL MAXIEMENDAMENTO DEL GOVERNO 478 LA LEGGE DI STABILITA 2014-2016: IL MAXIEMENDAMENTO DEL GOVERNO 29 novembre 2013 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente

Dettagli

LEGGE DI STABILITA 2014-2016: RISORSE PER LO SVILUPPO E FINANZIAMENTO DI

LEGGE DI STABILITA 2014-2016: RISORSE PER LO SVILUPPO E FINANZIAMENTO DI 692 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com LEGGE DI STABILITA 2014-2016: RISORSE PER LO SVILUPPO E FINANZIAMENTO DI ESIGENZE INDIFFERIBILI *testo definitivo trasmesso dal governo al Parlamento

Dettagli

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.it Informativa n. 5 del 12 gennaio 2010 Legge Finanziaria 2010

Dettagli

LA LEGGE DI STABILITA 2015

LA LEGGE DI STABILITA 2015 LA LEGGE DI STABILITA 2015 Ecco le principali novità della Manovra varata dal Governo SLIDE ILLUSTRATIVE salvo modifiche al testo finale. La manovra quest anno vale 29,6 miliardi di euro. LE RISORSE -14,6

Dettagli

- RADIO RADICALE 7 milioni nel 2012 per l emittente per la trasmissione delle sedute del Parlamento.

- RADIO RADICALE 7 milioni nel 2012 per l emittente per la trasmissione delle sedute del Parlamento. Via libera al Milleproroghe Ecco le misure del decreto Roma Il governo ottiene alla Camera la fiducia sul decreto Milleproroghe, conservando sostanzialmente i numeri incassati dalla manovra di dicembre.

Dettagli

Disposizioni urgenti in materia di finanza locale, nonché misure volte a garantire la funzionalità di enti locali decreto legge

Disposizioni urgenti in materia di finanza locale, nonché misure volte a garantire la funzionalità di enti locali decreto legge Disposizioni urgenti in materia di finanza locale, nonché misure volte a garantire la funzionalità di enti locali decreto legge Il Consiglio dei Ministri ha approvato, su proposta del Presidente, Matteo

Dettagli

Finanziaria-2007 : le principali novità per la salute e la sicurezza sul lavoro

Finanziaria-2007 : le principali novità per la salute e la sicurezza sul lavoro ASSOCIAZIONE AMBIENTE E LAVORO Associazione di Protezione Ambientale di interesse nazionale (D.M. 1/3/88 - G.U. 19/5/88) Finanziaria-2007 : le principali novità per la salute e la sicurezza sul lavoro

Dettagli

LAVORO -STABILITA 2016

LAVORO -STABILITA 2016 LAVORO -STABILITA 2016 Continua la decontribuzione per le assunzioni (co. 83-86) Continueranno gli sgravi per chi assume con contratto a tempo indeterminato o stabilizza i contratti a termine. Lo sconto

Dettagli

Job acts: Innovazioni e Opportunità per le imprese

Job acts: Innovazioni e Opportunità per le imprese Job acts: Innovazioni e Opportunità per le imprese 25 Novembre 2014 In collaborazione con Dott. Leonardo Fabretti Dati occupazionali di riforma in riforma 2 La mappa delle recenti riforme: un cantiere

Dettagli

D.L. N.397 DEL 6.11.2008: Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della Regione Liguria (Legge Finanziaria 2009)

D.L. N.397 DEL 6.11.2008: Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della Regione Liguria (Legge Finanziaria 2009) D.L. N.397 DEL 6.11.2008: Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della Regione Liguria (Legge Finanziaria 2009) Articolo 1 L articolo fissa in 150 milioni di euro il limite massimo

Dettagli

IL FONDO DI SOLIDARIETÀ PER IL PERSONALE DEL CREDITO

IL FONDO DI SOLIDARIETÀ PER IL PERSONALE DEL CREDITO Federazione Italiana Sindacale Lavoratori Assicurazioni e Credito Comprensorio di Alessandria Via Cavour, 27-15121 Alessandria - Tel. 0131 308254 e-mail: fisacal@libero.it - Sito Internet www.fisacalessandria.it

Dettagli

PRIMA PAGINA Edilizia e Territorio - 2013-01-19 - Pag. 1 Vedi ritaglio giornale» RIFORMA FORNERO «Fine lavori» più cara dal 2016

PRIMA PAGINA Edilizia e Territorio - 2013-01-19 - Pag. 1 Vedi ritaglio giornale» RIFORMA FORNERO «Fine lavori» più cara dal 2016 PRIMA PAGINA Edilizia e Territorio - 2013-01-19 - Pag. 1 Vedi ritaglio giornale» RIFORMA FORNERO «Fine lavori» più cara dal 2016 Contributi di licenziamento, nuova Aspi, «decantierizzazione». La macchina

Dettagli

Interventi urgenti a sostegno della crescita

Interventi urgenti a sostegno della crescita Interventi urgenti a sostegno della crescita Misure di accelerazione dell utilizzo delle risorse della politica di coesione (Fondo Sviluppo e Coesione, Piano Azione Coesione e Programmi dei Fondi Strutturali

Dettagli

Silvia Scozzese 21 gennaio 2014

Silvia Scozzese 21 gennaio 2014 Silvia Scozzese 21 gennaio 2014 IL CONTESTO FINANZIARIO 1 LA MANOVRA DEL COMPARTO COMUNALE ANNI 2007-2014 Valori in milioni di euro Totale Cumulato 2007-2014 Manovra di cui: 16.177 L obiettivo di Patto

Dettagli

MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: LA MANOVRA CHE NON VEDRETE MAI

MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: LA MANOVRA CHE NON VEDRETE MAI 1057 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: Editoriale de Il Giornale, 1 novembre 2015 1 novembre 2015 a cura di Renato Brunetta 2 Era fine agosto e la confusione

Dettagli

AUDIZIONE ANCE SULLA LEGGE DI STABILITÀ 2014-2016

AUDIZIONE ANCE SULLA LEGGE DI STABILITÀ 2014-2016 435 AUDIZIONE ANCE SULLA LEGGE DI STABILITÀ 2014-2016 30 Ottobre 2013 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente Forza Italia EXECUTIVE SUMMARY

Dettagli

OBIETTIVI RIDUZIONE DEL DEFICIT 14.8. - 5,5 Taglio cuneo fiscale - 13.1 Interventi vari. dal 2007 dal 2006

OBIETTIVI RIDUZIONE DEL DEFICIT 14.8. - 5,5 Taglio cuneo fiscale - 13.1 Interventi vari. dal 2007 dal 2006 SCHEDA FINANZIARIA 2007 ( Prima bozza ) PORTATA DELLA MANOVRA FINANZIARIA 33,4 MILIARDI DI EURO ENTRATE ATTESE 13.0 TAGLI ALLA SPESA 20.4 Effetti revisione IRPEF 2.0 Patto di stabilità interno 4.3 Misure

Dettagli

Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore

Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore di Gianni Trovati19 maggio 2015 il sole 24 ore Un rimborso quasi integrale per le più basse fra le pensioni coinvolte dal blocco-monti appena bocciato dalla

Dettagli

Relazione allegata al Bilancio di previsione

Relazione allegata al Bilancio di previsione COMUNE DI CASTRIGNANO DEL CAPO PROVINCIA DI LECCE PATTO DI STABILITÀ 2013 Relazione allegata al Bilancio di previsione Cod. 05-3046-003 CEL EDITRICE 1. Il quadro normativo vigente 1.1 Aspetti introduttivi

Dettagli

Progetto PON Supporto alla Transnazionalità Azioni transnazionali in tema di qualità delle politiche attive del lavoro per i giovani

Progetto PON Supporto alla Transnazionalità Azioni transnazionali in tema di qualità delle politiche attive del lavoro per i giovani Progetto PON Supporto alla Transnazionalità Azioni transnazionali in tema di qualità delle politiche attive del lavoro per i giovani Il sistema dell apprendistato in Italia (Scheda di presentazione rivolta

Dettagli

NOTA INFORMATIVA N. 04/2010. Legge Finanziaria 2010 (L. 23.12.2009 n. 191) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza.

NOTA INFORMATIVA N. 04/2010. Legge Finanziaria 2010 (L. 23.12.2009 n. 191) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza. Dottori Commercialisti Associati ASSOCIATI: GIOVANNI ALBERTI Professore Ordinario di Economia Aziendale all Università di Verona CLAUDIO UBINI ALBERTO CASTAGNETTI COLLABORATORI: ELISABETTA UBINI RITA MAGGI

Dettagli

LE NOVITA DELLA LEGGE DI STABILITA 2015, IN MATERIA DI LAVORO

LE NOVITA DELLA LEGGE DI STABILITA 2015, IN MATERIA DI LAVORO LE NOVITA DELLA LEGGE DI STABILITA 2015, IN MATERIA DI LAVORO La legge n. 190/2014, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 300 del 29 dicembre 2014, entrata in vigore il 1 gennaio 2015, contiene alcune

Dettagli

LEGGE DI STABILITA 2014

LEGGE DI STABILITA 2014 LEGGE DI STABILITA 2014 A cura del Sito Web Servizio Coordinamento Centri per l Impiego Provincia di Torino 7 gennaio 2014 Il Parlamento ha pubblicato, sul Supplemento Ordinario n. 87 della Gazzetta Ufficiale

Dettagli

PACCHETTO TAGLI COSTI DELLA POLITICA

PACCHETTO TAGLI COSTI DELLA POLITICA PACCHETTO TAGLI COSTI DELLA POLITICA A partire dal 1 gennaio 2011 sono ridotti del 10% il trattamento economico dei ministri e dei sottosegretari che non siano membri del Parlamento nazionale e i compensi

Dettagli

a cura del Rag. Daniele LAURENTI, commercialista e revisore contabile

a cura del Rag. Daniele LAURENTI, commercialista e revisore contabile Carlin Laurenti & associati STUDIO COMMERCIALISTI e REVISORI 45014 PORTO VIRO (RO) Via Mantovana n. 86 tel 0426.321062 fax 0426.323497 per informazioni su questa circolare: evacarlin@studiocla.it Circolare

Dettagli

LE PRINCIPALI NOVITA INTRODOTTE DAL DECRETO LEGGE n. 76/2013

LE PRINCIPALI NOVITA INTRODOTTE DAL DECRETO LEGGE n. 76/2013 LE PRINCIPALI NOVITA INTRODOTTE DAL DECRETO LEGGE n. 76/2013 SEZIONE LAVORO 1) INCENTIVO GIOVANI 18-29 ANNI Incentivo per i datori di lavoro che assumono tramite contratto a tempo indeterminato, lavoratori

Dettagli

TUTTA LA LEGGE DI STABILITÀ 2013 ARTICOLO PER ARTICOLO

TUTTA LA LEGGE DI STABILITÀ 2013 ARTICOLO PER ARTICOLO 166 i dossier www.freefoundation.com Primo approfondimento TUTTA LA LEGGE DI STABILITÀ 2013 ARTICOLO PER ARTICOLO 10 ottobre 2012 a cura di Renato Brunetta INDICE 2 La Legge di Stabilità 2013 in 10 punti

Dettagli

Economia: dal Fisco all Immigrazione, la terapia d urto della Cgil contro la crisi

Economia: dal Fisco all Immigrazione, la terapia d urto della Cgil contro la crisi Economia: dal Fisco all Immigrazione, la terapia d urto della Cgil contro la crisi I 6 punti del manifesto-piattaforma oggi all'assemblea quadri e delegati Roma, 5 novembre - Un vero e proprio manifesto-piattaforma

Dettagli

CDR 16 Gioventù e Servizio civile nazionale

CDR 16 Gioventù e Servizio civile nazionale CDR 16 Gioventù e Servizio civile nazionale MISSIONE 001 Organi Costituzionali a rilevanza Costituzionale e Presidenza del Consiglio dei Ministri Programma 003 Presidenza del Consiglio dei ministri MISSIONE

Dettagli

La nuova disciplina degli ammortizzatori sociali nel decreto legislativo n. 148 del 2015

La nuova disciplina degli ammortizzatori sociali nel decreto legislativo n. 148 del 2015 La nuova disciplina degli ammortizzatori sociali nel decreto legislativo n. 148 del 2015 Stefano Sacchi Università degli Studi di Milano Consulente del Ministro del lavoro La riforma degli ammortizzatori

Dettagli

La Legge di Stabilità e le disposizioni di interesse per le persone con sclerosi multipla. Commenti a cura dell Osservatorio AISM diritti e servizi

La Legge di Stabilità e le disposizioni di interesse per le persone con sclerosi multipla. Commenti a cura dell Osservatorio AISM diritti e servizi SINTESI RAGIONATA DELLA LEGGE 27 DICEMBRE 2013, n. 147 DISPOSIZIONI PER LA FORMAZIONE DEL BILANCIO ANNUALE E PLURIENNALE DELLO STATO (LEGGE DI STABILITA 2014) La Legge di Stabilità e le disposizioni di

Dettagli

SINTESI DEL DOCUMENTO datato 29.12.2011 del Dipartimento Welfare e Nuovi Diritti della Cgil Nazionale

SINTESI DEL DOCUMENTO datato 29.12.2011 del Dipartimento Welfare e Nuovi Diritti della Cgil Nazionale Dipartimento Stato Sociale Cgil di Vicenza SINTESI DEL DOCUMENTO datato 29.12.2011 del Dipartimento Welfare e Nuovi Diritti della Cgil Nazionale GLI ASPETTI PREVIDENZIALI della Legge 22.12.2011, n. 214

Dettagli

a) favoriscano il mutamento e il rinnovamento delle professionalità; b) realizzino politiche attive di sostegno del reddito e dell occupazione.

a) favoriscano il mutamento e il rinnovamento delle professionalità; b) realizzino politiche attive di sostegno del reddito e dell occupazione. DM 1 luglio 2005, n. 178 Regolamento per l istituzione del Fondo di solidarietà per il sostegno al reddito, dell occupazione, della riconversione e della riqualificazione professionale del personale di

Dettagli

LEGGE DI STABILITA 2016: ISTRUZIONI PER L USO

LEGGE DI STABILITA 2016: ISTRUZIONI PER L USO 2015 Studio Pavan Daniela dottore commercialista e revisore contabile via G. Garibaldi 104/A 35043 Monselice (PD) e-mail: daniela.pavan@studiopavan.eu sito web: http:// www.studiopavan.eu tel. 0429/73659

Dettagli

Decreto Legge n 76/2013: novità in materia di lavoro

Decreto Legge n 76/2013: novità in materia di lavoro FEDERAZIONE CONFSAL-UNSA COORDINAMENTO NAZIONALE BENI CULTURALI c/o Ministero per i Beni e le Attività Culturali Via del Collegio Romano, 27-00186 Roma Tel. 06.67232889 - Tel./Fax 0667232348 Fax Tiscali

Dettagli

Ammortizzatori Sociali Proposta di riforma BOZZA

Ammortizzatori Sociali Proposta di riforma BOZZA Ammortizzatori Sociali Proposta di riforma BOZZA Premessa L attuale sistema di ammortizzatori sociali è caratterizzato da una estrema disomogeneità delle tutele tra settori, classe di ampiezza dell impresa

Dettagli

La Cgil, pur non condividendo le Linee Guida ha dichiarato che parteciperà al tavolo di confronto allargato sulla riforma del modello contrattuale.

La Cgil, pur non condividendo le Linee Guida ha dichiarato che parteciperà al tavolo di confronto allargato sulla riforma del modello contrattuale. LA RIFORMA DELLA STRUTTURA DELLA CONTRATTAZIONE: IL DOCUMENTO SULLE LINEE DI RIFORMA DELLA STRUTTURA DELLA CONTRATTAZIONE SOTTOSCRITTO DA CISL, UIL E CONFINDUSTRIA La riforma del modello contrattuale La

Dettagli

ORDINE DEL GIORNO UFFICIO DI PRESIDENZA. riunitosi a Milano il 23 Settembre 2013

ORDINE DEL GIORNO UFFICIO DI PRESIDENZA. riunitosi a Milano il 23 Settembre 2013 ORDINE DEL GIORNO UFFICIO DI PRESIDENZA riunitosi a Milano il 23 Settembre 2013 Considerato che: Il 7 agosto u.s. si è tenuto un incontro tra il Presidente del Consiglio dei Ministri Enrico Letta, affiancato

Dettagli

La manovra del governo Monti

La manovra del governo Monti 1 La manovra del governo Monti La manovra del governo Monti realizza un intervento di dimensioni sostanzialmente costanti, tra i 20 e i 21 miliardi, in ciascuno degli anni del triennio 2012-2014 (20,185

Dettagli

Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza

Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza Informativa - ONB Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza INDICE 1 Premessa... 2 2 Sintesi delle principali novità in materia di lavoro e previdenza...

Dettagli

IN 10 PUNTI GIUGNO 2015

IN 10 PUNTI GIUGNO 2015 IN 10 PUNTI Per semplificare la lettura del Decreto legge 19 giugno 2015, n 78, Disposizioni urgenti in materia di enti territoriali, abbiamo ritenuto opportuno fornire agli amministratori e operatori

Dettagli

NOVITA FISCALI 2010 AMMORTIZZATORI SOCIALI

NOVITA FISCALI 2010 AMMORTIZZATORI SOCIALI NOVITA FISCALI 2010 AMMORTIZZATORI SOCIALI: il 2010 dovrebbe essere l anno della riforma degli ammortizzatori sociali, che ora lasciano senza rete di protezione 1,2 milioni di lavoratori dipendenti. Il

Dettagli

JOBS ACT. Servizio Politiche del Lavoro e della Formazione

JOBS ACT. Servizio Politiche del Lavoro e della Formazione JOBS ACT Riordino della normativa in materia di ammortizzatori sociali in caso di disoccupazione involontaria e di ricollocazione dei lavoratori disoccupati Roma 16 marzo 2015 Servizio Politiche del Lavoro

Dettagli

Evidenziamo in questa scheda i principali provvedimenti relativi alla legge di Stabilità 2015 recentemente approvata dal Parlamento.

Evidenziamo in questa scheda i principali provvedimenti relativi alla legge di Stabilità 2015 recentemente approvata dal Parlamento. Sintesi della legge di Stabilità 2015 a cura del Senatore Giorgio Santini Evidenziamo in questa scheda i principali provvedimenti relativi alla legge di Stabilità 2015 recentemente approvata dal Parlamento.

Dettagli

Osservatorio Enti Locali Febbraio 2013

Osservatorio Enti Locali Febbraio 2013 CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI Osservatorio Enti Locali Febbraio 2013 a cura DELL ISTITUTO DI RICERCA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI Stefano

Dettagli

La legge di stabilità 2016

La legge di stabilità 2016 La legge di stabilità 2016 26 ottobre 2015 Presentazione a cura del Senatore Giorgio Santini www.giorgiosantini.it giorgio.santini@senato.it 1. Introduzione Il contesto macroeconomico - stima aumento PIL

Dettagli

Silvia Scozzese - Direttore Scientifico IFEL

Silvia Scozzese - Direttore Scientifico IFEL - Direttore Scientifico IFEL Torino, 20 febbraio 2012 Attualmente il contributo dei singoli comparti della PA alla manovra è calcolato in base al criterio del peso di ognuno in relazione alla spesa totale

Dettagli

PROPOSTE DI MODIFICA DELLE NORME SUL LAVORO ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI. Gruppo ODCEC AREA LAVORO

PROPOSTE DI MODIFICA DELLE NORME SUL LAVORO ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI. Gruppo ODCEC AREA LAVORO ODCEC AREA LAVORO ROMA, MILANO, TORINO, BOLOGNA, FIRENZE, RIMINI PROPOSTE DI MODIFICA DELLE NORME SUL LAVORO ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI Gruppo ODCEC AREA LAVORO 12 GIUGNO 2013

Dettagli

Disegno di legge di Stabilità 2016 Norme relative al lavoro Scheda di lettura e commento. INCENTIVO ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO (art.

Disegno di legge di Stabilità 2016 Norme relative al lavoro Scheda di lettura e commento. INCENTIVO ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO (art. Disegno di legge di Stabilità 2016 Norme relative al lavoro Scheda di lettura e commento INCENTIVO ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO (art. 11) Viene prorogato in forma ridotta l incentivo ai contratti di

Dettagli

LE LINEE DI RIFORMA DELLA STRUTTURA DELLA CONTRATTAZIONE IL DOCUMENTO CONDIVISO DA UIL, CISL E CONFINDUSTRIA

LE LINEE DI RIFORMA DELLA STRUTTURA DELLA CONTRATTAZIONE IL DOCUMENTO CONDIVISO DA UIL, CISL E CONFINDUSTRIA LE LINEE DI RIFORMA DELLA STRUTTURA DELLA CONTRATTAZIONE IL DOCUMENTO CONDIVISO DA UIL, CISL E CONFINDUSTRIA 1) Perché la riforma del modello contrattuale: Nell attuale scenario, il modello contrattuale

Dettagli

L attuazione della GARANZIA GIOVANI in Italia

L attuazione della GARANZIA GIOVANI in Italia L attuazione della GARANZIA GIOVANI in Italia 2 ottobre 2015 1. Programmazione attuativa (dati al 1 ottobre 2015) Le risorse finanziarie del Programma Operativo Nazionale Iniziativa Occupazione Giovani

Dettagli

L art. 1 del Decreto Legislativo n. 181 del 2000 definisce lo stato di disoccupazione come la condizione del soggetto:

L art. 1 del Decreto Legislativo n. 181 del 2000 definisce lo stato di disoccupazione come la condizione del soggetto: INCENTIVI DONNE E OVER 50: REQUISITI E PROCEDURE OPERATIVE INPS Stante l abrogazione del contratto di inserimento lavorativo, a partire dal 1 gennaio 2013 non è più possibile stipulare questo contratto

Dettagli

L'emendamento del Governo 1.2000 a fronte del testo approvato dalla Commissione

L'emendamento del Governo 1.2000 a fronte del testo approvato dalla Commissione XIV legislatura Disegno di legge A.S. n. 3223-A Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2005) L'emendamento del Governo 1.2000 a fronte del testo

Dettagli

BOLLETTINO DEL LAVORO N.3/2013 Pubblicazione periodica a cura del Centro studi Politiche del lavoro e società locale della Provincia di Rimini

BOLLETTINO DEL LAVORO N.3/2013 Pubblicazione periodica a cura del Centro studi Politiche del lavoro e società locale della Provincia di Rimini BOLLETTINO DEL LAVORO N.3/2013 Pubblicazione periodica a cura del Centro studi Politiche del lavoro e società locale della Provincia di Rimini Il Centro studi Politiche del lavoro e società locale della

Dettagli

Per Unico 2011, modello 730 e versamenti e adempimenti di agosto è proroga

Per Unico 2011, modello 730 e versamenti e adempimenti di agosto è proroga Fabio Mora Dottore Commercialista Revisore Contabile partita iva 01520610443 Cod. Fisc. MROFBA66B10G920A A mezzo fax / e.mail Circolare n. 9/2011 A tutti i signori clienti loro sedi Porto San Giorgio,

Dettagli

Lavoro & Previdenza N. 24. Legge di Stabilità 2014: il punto dei CdL. La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici 05.02.

Lavoro & Previdenza N. 24. Legge di Stabilità 2014: il punto dei CdL. La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici 05.02. Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici N. 24 05.02.2014 Legge di Stabilità 2014: il punto dei CdL I CdL riepilogano le norme previdenziali introdotte dalla Legge di

Dettagli

Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza

Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza CIRCOLARE Febbraio 2014 Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza Gentili clienti! Con la presente circolare vorremmo portarla a conoscenza delle

Dettagli

RIFORMA DEI TRATTAMENTI DI DISOCCUPAZIONE DISOCCUPAZIONE AGRICOLA

RIFORMA DEI TRATTAMENTI DI DISOCCUPAZIONE DISOCCUPAZIONE AGRICOLA PROTOCOLLO 23 LUGLIO 2007 GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI NEL SETTORE AGRO-ALIMENTARE PRESENTAZIONE Il protocollo concordato tra Governo e Parti Sociali il 23 luglio 2007 è stato approvato con alcune modifiche

Dettagli

In caso di discordanze prevale il testo pubblicato sulla gazzetta uf iciale che si consiglia di leggere.

In caso di discordanze prevale il testo pubblicato sulla gazzetta uf iciale che si consiglia di leggere. La legge 92/2012, composta da 4 articoli, ha modificato ed eliminato numerosi istituti giuridici in materia di lavoro. Nelle pagine che seguono potrete trovare una sintesi delle principali novità contenute

Dettagli

IL FONDO DI SOLIDARIETÀ PER IL PERSONALE DEL CREDITO

IL FONDO DI SOLIDARIETÀ PER IL PERSONALE DEL CREDITO Federazione Italiana Sindacale Lavoratori Assicurazioni e Credito Comprensorio di Alessandria Via Cavour, 27-15121 Alessandria - Tel. 0131 308254 e-mail: fisacal@libero.it - Sito Internet www.fisacalessandria.it

Dettagli

ASSICURAZIONE SOCIALE PER L IMPIEGO (ASPI)

ASSICURAZIONE SOCIALE PER L IMPIEGO (ASPI) ASSICURAZIONE SOCIALE PER L IMPIEGO (ASPI) L Assicurazione Sociale per l Impiego (ASPI) costituisce il nuovo trattamento contro la disoccupazione ed entrerà in vigore il 1 gennaio 2013, sostituendo quindi:

Dettagli

Stefano Croella Limena, 28 gennaio 2014

Stefano Croella Limena, 28 gennaio 2014 Stefano Croella Limena, 28 gennaio 2014 IL CONTESTO FINANZIARIO 1 LA MANOVRA DEL COMPARTO COMUNALE ANNI 2007-2014 Valori in milioni di euro Totale Cumulato 2007-2014 Manovra di cui: 16.177 L obiettivo

Dettagli

Disegno di Legge di stabilità 2016 A.C. 3444. Emendamenti

Disegno di Legge di stabilità 2016 A.C. 3444. Emendamenti Disegno di Legge di stabilità 2016 A.C. 3444 Emendamenti 26 novembre 2015 BILANCIO AUTORIZZATORIO SOLO ANNUALE 2016 UTILIZZO AVANZO LIBERO E DESTINATO ARTICOLO 1, COMMA 389 Dopo il comma 389 è inserito

Dettagli

Art.6 Misure fiscali per lavoro e imprese Comma 1- Prevede una variazione nella formula del calcolo della detrazione da lavoro dipendente.

Art.6 Misure fiscali per lavoro e imprese Comma 1- Prevede una variazione nella formula del calcolo della detrazione da lavoro dipendente. DISEGNO DI LEGGE DI STABILITA 2014 Analisi delle misure di carattere fiscale, finanziario e previdenziale. Da nota tecnica del 22 Ottobre 2013 Dipartimento Democrazia Economica, Economia Sociale, Fisco,

Dettagli

d iniziativa dei senatori VALENTINI, ZANDA, AMATI, ALBANO, DI GIORGI, GRANAIOLA e PAGLIARI

d iniziativa dei senatori VALENTINI, ZANDA, AMATI, ALBANO, DI GIORGI, GRANAIOLA e PAGLIARI Senato della Repubblica XVII LEGISLATURA N. 900 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori VALENTINI, ZANDA, AMATI, ALBANO, DI GIORGI, GRANAIOLA e PAGLIARI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 1º LUGLIO 2013

Dettagli

Politiche del lavoro

Politiche del lavoro Politiche del lavoro insieme di interventi pubblici rivolti alla tutela dell interesse collettivo all occupazione Ampia gamma di politiche pubbliche, riconducibili a 3 tipi principali: 1) politiche per

Dettagli

Il traguardo della pensione si sposta in avanti per effetto di due interventi

Il traguardo della pensione si sposta in avanti per effetto di due interventi LE PENSIONI Nella manovra sui conti pubblici il pacchetto di misure introdotte dalla Legge n. 122/2010 in materia di pensioni si può considerare una vera e propria riforma, destinata ad imprimere una svolta

Dettagli

CASA E LAVORO: LE PRIORITÀ CONDIVISE

CASA E LAVORO: LE PRIORITÀ CONDIVISE La trasparenza nelle Istituzioni: FACCIAMO IL PUNTO SULL ATTIVITÀ DI GOVERNO Aggiornato al 28 agosto 2013 IL GOVERNO LETTA E LA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO: CASA E LAVORO: LE PRIORITÀ CONDIVISE Nelle pagine

Dettagli

Rete nazionale dei servizi per le politiche del lavoro

Rete nazionale dei servizi per le politiche del lavoro Nuovi ruoli Rete nazionale dei servizi per le politiche del lavoro Roberto Camera Funzionario del Ministero del lavoro Con il decreto legislativo n. 150/2015, in vigore dal 24 settembre 2015, vengono poste

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

L attuazione della GARANZIA GIOVANI in Italia

L attuazione della GARANZIA GIOVANI in Italia L attuazione della GARANZIA GIOVANI in Italia 30 ottobre 2015 1. Programmazione attuativa (dati al 29 ottobre 2015) Le risorse finanziarie del Programma Operativo Nazionale Iniziativa Occupazione Giovani

Dettagli

La legge di Stabilità 2015 - C 2679 Le principali misure d interesse per la Commissione Ambiente e lavori pubblici

La legge di Stabilità 2015 - C 2679 Le principali misure d interesse per la Commissione Ambiente e lavori pubblici NOTA DI SINTESI a cura dell Ufficio Legislativo Dipartimento Territorio La legge di Stabilità 2015 - C 2679 Le principali misure d interesse per la Commissione Ambiente e lavori pubblici L ambiente, i

Dettagli

COSTI DELLA POLITICA: DAI PROVVEDIMENTI PRESI ANCORA TIMIDI I SEGNALI DI RISPARMIO

COSTI DELLA POLITICA: DAI PROVVEDIMENTI PRESI ANCORA TIMIDI I SEGNALI DI RISPARMIO 2 RAPPORTO UIL SUI COSTI DELLA POLITICA (LUGLIO 2012) COSTI DELLA POLITICA: DAI PROVVEDIMENTI PRESI ANCORA TIMIDI I SEGNALI DI RISPARMIO OLTRE 1,1 MILIONI DI PERSONE VIVONO DI POLITICA, IL 4,9% DEL TOTALE

Dettagli

CIRCOLARE N. 14/E. OGGETTO: Legge 30 dicembre 2010, n. 238 - Incentivi fiscali per il rientro dei lavoratori in Italia - Chiarimenti interpretativi

CIRCOLARE N. 14/E. OGGETTO: Legge 30 dicembre 2010, n. 238 - Incentivi fiscali per il rientro dei lavoratori in Italia - Chiarimenti interpretativi CIRCOLARE N. 14/E Direzione Centrale Normativa Settore Imposte sui Redditi e sulle Attività Produttive Ufficio Redditi Fondiari e di Lavoro Roma, 04 maggio 2012 Alle Direzioni regionali e provinciali Agli

Dettagli

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI RITARDATI PAGAMENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI RITARDATI PAGAMENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI RITARDATI PAGAMENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Estratto dall Osservatorio Congiunturale sull Industria delle Costruzioni Dicembre 2013 Sommario SINTESI...

Dettagli

FISCO Gli sconti per la casa

FISCO Gli sconti per la casa Con le novità introdotte in Parlamento FISCO Gli sconti per la casa Per i proprietari: Ici, interessi sui mutui, ristrutturazioni ed efficienza energetica. Per gli inquilini: sconti Irpef Redistribuzione

Dettagli

speciale CGIA NEWS report n 109 18 febbraio 2011

speciale CGIA NEWS report n 109 18 febbraio 2011 CGIA NEWS report n 109 18 febbraio 2011 APPROVATO IL MILLEPROROGHE AL SENATO speciale Disco verde dal Senato al decreto milleproroghe, che passa ora alla Camera per il via libera definitivo. Il termine

Dettagli

Legge di stabilità 2015. Dipartimento Formazione Cisl ER Versione 1.0

Legge di stabilità 2015. Dipartimento Formazione Cisl ER Versione 1.0 Legge di stabilità 2015 Dipartimento Formazione Cisl ER Versione 1.0 1 Indice L Europa e la legge di stabilità Il DEF La direzione complessiva della manovra Cosa non c è I principali provvedimenti Primo

Dettagli

Federazione Nazionale delle Associazioni di Quadri ed Alte Professionalità PENSIONI LE NOVITÀ

Federazione Nazionale delle Associazioni di Quadri ed Alte Professionalità PENSIONI LE NOVITÀ Federazione Nazionale delle Associazioni di Quadri ed Alte Professionalità PENSIONI LE NOVITÀ PENSIONI LE NOVITA Non è una novità, ma l obiettivo del governo è incassare più soldi con tutti i mezzi possibili.

Dettagli

Un patto per attraversare la crisi. Accordi e interventi a favore di imprese, lavoratori e famiglie.

Un patto per attraversare la crisi. Accordi e interventi a favore di imprese, lavoratori e famiglie. Un patto per attraversare la crisi. Accordi e interventi a favore di imprese, lavoratori e famiglie. nell anno della crisi la Regione ha: promosso un patto da 520 milioni per tutelare i lavoratori e la

Dettagli

DICHIARAZIONI DEI REDDITI PERSONE FISICHE PER L ANNO D IMPOSTA 2013 NOTA ESPLICATIVA

DICHIARAZIONI DEI REDDITI PERSONE FISICHE PER L ANNO D IMPOSTA 2013 NOTA ESPLICATIVA DICHIARAZIONI DEI REDDITI PERSONE FISICHE PER L ANNO D IMPOSTA 2013 NOTA ESPLICATIVA - Quadro generale Per una corretta interpretazione dei dati statistici occorre fare riferimento al contesto macroeconomico

Dettagli

UN PRIMO ESAME delle tabelle della manovra preoccupa:

UN PRIMO ESAME delle tabelle della manovra preoccupa: Fisco LA STABILITÀ È LEGGE Aumento delle tasse, indicizzazione delle pensioni, riduzione del cuneo fiscale, introduzione della Iuc. Queste e altre ancora le novità della manovra da 14,7 miliardi a cura

Dettagli

Decreto casa. Un miliardo e 800 milioni per l emergenza abitativa. Che cosa prevede? Decreto Casa.

Decreto casa. Un miliardo e 800 milioni per l emergenza abitativa. Che cosa prevede? Decreto Casa. Decreto casa. Un miliardo e 800 milioni per l emergenza abitativa. Che cosa prevede? Ministero delle Infrastrutture Decreto Casa. SOSTEGNO ALL AFFITTO 200 MILIONI DI EURO AL FONDO AFFITTO Ai 100 milioni

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI DISEGNO DI LEGGE PRESENTATO DAL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI (RENZI) E DAL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

CAMERA DEI DEPUTATI DISEGNO DI LEGGE PRESENTATO DAL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI (RENZI) E DAL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2208 DISEGNO DI LEGGE PRESENTATO DAL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI (RENZI) E DAL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI (POLETTI)

Dettagli

LE NUOVE CONVENIENZE PER IL LAVORO STABILE NELLA MANOVRA PER IL 2015: UNA QUANTIFICAZIONE Gabriele OLINI 1

LE NUOVE CONVENIENZE PER IL LAVORO STABILE NELLA MANOVRA PER IL 2015: UNA QUANTIFICAZIONE Gabriele OLINI 1 LE NUOVE CONVENIENZE PER IL LAVORO STABILE NELLA MANOVRA PER IL 2015: UNA QUANTIFICAZIONE Gabriele OLINI 1 In sintesi La legge di bilancio, attualmente in discussione in Parlamento, presenta importanti

Dettagli

Piscaglia Rag. Luca Consulente del lavoro

Piscaglia Rag. Luca Consulente del lavoro San Mauro Pascoli li 14/01/2014 Ai Signori Clienti Loro indirizzi Oggetto: LEGGE DI STABILITÀ 2014 IN SINTESI Sul supplemento ordinario n.87 alla Gazzetta Ufficiale n.302 del 27 dicembre 2013 è stata pubblicata

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Martedì, 24.02.2015. Il Sole 24 Ore. Il Secolo XIX - Ed. Levante. 1 Split payment, rimborsi semplificati

RASSEGNA STAMPA. Martedì, 24.02.2015. Il Sole 24 Ore. Il Secolo XIX - Ed. Levante. 1 Split payment, rimborsi semplificati RASSEGNA STAMPA Martedì, 24.02.2015 Il Sole 24 Ore 1 Split payment, rimborsi semplificati 2 Precompilata, deleghe dettagliate 3 Statali, pronte le tabelle per la mobilità Il Secolo XIX - Ed. Levante 1

Dettagli

L.R. 1/2005, art. 2, c. 58 e 59 B.U.R. 30/3/2005, n, 13. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 22 marzo 2005, n. 077/Pres.

L.R. 1/2005, art. 2, c. 58 e 59 B.U.R. 30/3/2005, n, 13. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 22 marzo 2005, n. 077/Pres. L.R. 1/2005, art. 2, c. 58 e 59 B.U.R. 30/3/2005, n, 13 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 22 marzo 2005, n. 077/Pres. Regolamento per la determinazione dei criteri e delle modalità per il concorso delle

Dettagli

CIRCOLARE N 1 DEL 14.01.2014

CIRCOLARE N 1 DEL 14.01.2014 STUDIO BURLONE - CRISA Dottori Commercialisti e Revisori contabili CIRCOLARE N 1 DEL 14.01.2014 LEGGE DI STABILITA La Legge di Stabilità (147/2013) è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 27 dicembre

Dettagli

e, per conoscenza, 1. Disciplina della indennità di disoccupazione ASpI ai lavoratori sospesi

e, per conoscenza, 1. Disciplina della indennità di disoccupazione ASpI ai lavoratori sospesi Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 14/03/2013 Circolare n. 36 Ai Dirigenti centrali

Dettagli

Legge di Stabilità 2015 Norme relative al lavoro Scheda di lettura e commento. Finanziamento Fondo Occupazione e ammortizzatori sociali in deroga

Legge di Stabilità 2015 Norme relative al lavoro Scheda di lettura e commento. Finanziamento Fondo Occupazione e ammortizzatori sociali in deroga Legge di Stabilità 2015 Norme relative al lavoro Scheda di lettura e commento Finanziamento Fondo Occupazione e ammortizzatori sociali in deroga Il Fondo Sociale per l occupazione e la formazione è finanziato

Dettagli

Presentazione curata da Antonino Cannioto - Direzione Centrale Entrate e in parte curata dalla direzione provinciale di Firenze INPS

Presentazione curata da Antonino Cannioto - Direzione Centrale Entrate e in parte curata dalla direzione provinciale di Firenze INPS 1 Presentazione curata da Antonino Cannioto - Direzione Centrale Entrate e in parte curata dalla direzione provinciale di Firenze 3 3 Provincia di Firenze POPOLAZIONE RESIDENTE 998.098 LAVORATORI OCCUPATI

Dettagli

ART. 6 ATTIVAZIONE DELLA PROCEDURA

ART. 6 ATTIVAZIONE DELLA PROCEDURA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL RECLUTAMENTO, DEL REGIME GIURIDICO E DEL TRATTAMENTO ECONOMICO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO (D.R. N. 501 del 31.10.2013) ART. 1 OGGETTO 1. Il presente regolamento

Dettagli

LE RISORSE DESTINATE DALLO STATO ALLE INFRASTRUTTURE

LE RISORSE DESTINATE DALLO STATO ALLE INFRASTRUTTURE Direzione Affari Economici e Centro Studi LE RISORSE DESTINATE DALLO STATO ALLE INFRASTRUTTURE Analisi delle risorse iscritte nel bilancio dello Stato 2011 Riduzione degli stanziamenti e dinamiche di accentramento

Dettagli