TELENOVELAAPACHE NUOVOCOLPODISCENA:HADETTONOALPSG TEVEZ:ASPETTO L ANTICIPO CONTRO L ATALANTA UN MOTIVO IN PIU

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TELENOVELAAPACHE NUOVOCOLPODISCENA:HADETTONOALPSG TEVEZ:ASPETTO L ANTICIPO CONTRO L ATALANTA UN MOTIVO IN PIU"

Transcript

1 sabato 21 gennaio ,50 REDAZIONE DI MILANO VIA OLFERINO 28 TEL REDAZIONE DI ROMA PIAZZA VENEZIA 5 TEL POTE ITALIANE PED. IN A.P. D.L. 353/2003 CONV. L. 4/2004 ART. 1, C1, DCB MILANO Anno anno 11 Numero numero 18 ITALIA ^ëëáåìê~òáçåá C mêéîáçéåò~ ïïïkìåáè~öêçìékáí NELLE PAGINE ICILIANE DONATI E IL PALERMO, OPERAZIONE RILANCIO 3 Marco imoncelli MILAGRO FALAPERLA A PAGINA 31 ilcommento DI MICHELE LUPI CI MANCA TANTOILUO ENTUIAMO Valentino Rossi si sbagliava, quandosutwitteril22ottobredigitavalafrase«duroinpista,dolcenellavita,eriilmiofratellominore».no,valenoneral unicoad avere ic come fratello minore. L ARTICOLO A PAGINA 29 IL ROMPI PALLONE DI GENE GNOCCHI 3 Carlos Tevez, 27 anni IMAGE PORT L Evento A casa ic in seimila festeggiano senza lacrime Le Opinioni apagina29 w Continuano i video-shock: in Roma-Juve si vede Totti dire a Buffon: «Ti faccio parare il rigore se passi a Vodafone». TELENOVELAAPACHE NUOVOCOLPODICENA:HADETTONOALPG TEVEZ:APETTO Galliani si copre con Maxi Lopez. Intanto Leo preme su Moratti per avere Thiago Motta ILMILAN!MailCityloavverte:oParigiorestiqui. JUVE CUDETTO AL8% Chi è campione d inverno, vince il titolo due voltesutre.edè sempresuccessonegliultimi7 anni. Conte:«Non firmo per il terzo posto» FANI, FROIO, GRAZIANO, MANCINI, MAURO PAGINE l Analisi UN RITORNO ALLE ORIGINI DI ALEANDRO DE CALO Al giro di boa dell inverno, se allarga lo sguardo oltre alle Alpi, la Juve ritrova vecchie conoscenze, maglie all altezza del suo blasone, come quelle di Real Madrid e Bayern. Ha il passo giusto. ente che sta tornando a casa. L ARTICOLO A PAGINA 29 COMMEE IL DIFENORE INTERROGATO A CREMONA Masiello, confessione shock Falsate 9 partite del Bari in A BOCCI, BREGA, GRANDEO, LAUDIA ALLE PAGINE 8 9 L ANTICIPO CONTRO L ATALANTA UN MOTIVO IN PIU 3 Andrea Masiello, in Procura RATELLI CENITIAPAGINA20 INIZIATIVE IN EDICOLA Leggende del Rally in 10 dvd 3 A LA ORPREA Alvarez: «Io e l Inter da scoprire Vedrete...» «Ho avuto un periodo difficile, la svolta è arrivata col Cagliari. La vittoria nel derby ci lancerà» TAIDELLI A PAGINA 12 eriea /19ªGIORNATA PARTITE Oggi ROMA CEENA (ore 18) ATALANTA JUVENTU (20.45) Domani (ore 15) BOLOGNA PARMA (ore 12.30) CAGLIARI FIORENTINA LECCE CHIEVO NOVARA MILAN PALERMO GENOA IENA NAPOLI UDINEE CATANIA INTER LAZIO (ore 20.45) CLAIFICA JUVENTU 38 MILAN 37 UDINEE 35 LAZIO 33 INTER 32 NAPOLI 28 ROMA* 27 GENOA 24 CHIEVO 23 CATANIA* 22 * Una partita in meno. ** Penalizzata di sei punti. CAGLIARI 22 PARMA 22 FIORENTINA 21 PALERMO 21 ATALANTA** 20 BOLOGNA 19 IENA 18 CEENA 15 LECCE 12 NOVARA 12 ERIE B Marassi «vietato» per la amp Il Livorno fa 1 1 GRIMALDI A PAGINA > Andrea Pirlo, 32 anni, simbolo della Juve di Conte. Anche stasera a Bergamo sarà lui a dirigere la manovra bianconera PORTIMAGE 3 Ricky Alvarez, 23 La Roma col Cesena

2 2 LA GAZZETTA DELLO PORT ABATO 21 GENNAIO 2012 PRIMO PIANO D numeri& TATITICHE Il percorso delle tre contendenti Antonio Conte, 42 anni, tecnico della Juventus Perché vedere ATALANTA-JUVENTU I bianconeri di Conte possono mettere le mani su un pezzo di scudetto, ma l Atalanta di Colantuono cerca la prima vittoria del 2012 Atleti azzurri d Italia, ore ANDREA FANÌ MILANO tasera la Juventus chiude a Bergamo il suo girone d andata. e vince è campione d inverno, senza dover aspettare domani i risultati di Milan e Udinese, le uniche che possono raggiungerla o scavalcarla. Il primo posto al termine dell andata ha significato, nella storia della erie A a girone unico, scudetto nel 8% dei casi. ette volte su dieci. Ma per la Juventus questo titolo d inverno avrebbe un valore addirittura superiore alle pur confortanti indicazioni statistiche. Assumerebbe un significato simbolico inestimabile per chi viene dai sei anni più bui della propria storia. Nell estate 200, pochi mesi dopo aver festeggiato a Bari il titolo numero 29, la Juve fu spogliata degli ultimi due scudetti e retrocessa in B dalla Giustizia portiva. Calciopoli per la Juve non fu un onta: fu l ingresso all inferno. Passaggio A guardarlo ora, quell inferno assume i contorni di un viaggio simbolico. Di una seconda nascita. Nelle tribù africane portavano i ragazzi nella giungla. All inferno per tre giorni e tre notti: se tornavano al Appuntamento con metà titolo atteso da 7 anni E bingo al 8% anni senza titolo La Juve non chiude in testa l andata dal 200: quello scudetto fu poi dato all Inter tasera a Bergamo per il trionfo d inverno confortato dalle statistiche villaggio vivi, avevano il diritto di diventare adulti. In questi sei anni la Juve ha attraversato la giungla dei dubbi e dei fallimenti. Adesso, con quel titolo d inverno a portata di mano, vede finalmente la fine dell inferno. Può tornare al villaggio. Manca l ultimo passo, un passo difficile, carico com è di simboli. Vincere a Bergamo, diventare campione d inverno, ridarebbe alla squadra quella coscienza di sé che in questi anni è mancata. Intendiamoci, il titolo d inverno resterebbe un alloro simbolico, ma le vittorie nascono nella testa prima che sul campo. Fuga Lo sa il Milan, che ha varie noie ma è più maturo; lo sa l Udinese, che viaggia senza l assillo del risultato e gioca a memoria. Lo sa forse più di tutti l Inter, che sta tenendo un passo record ma che prima delle altre inseguitrici può soffrire sul piano psicologico una Juve precedenti su 7 Da quando la A è tornata a 20 squadre, chi ha vinto l andata ha poi conquistato lo scudetto capace di non perdere colpi. Conte ha chiesto e forgiato una squadra rabbiosa, che può essere stanca ma non è mai doma. e vince a Bergamo, restituisce ai bianconeri un titolo d inverno che manca dal 200: non sarebbe una coincidenza. Da quando la A è tornata a venti squadre, sette volte su sette ha vinto lo scudetto chi era in testa alla fine dell andata. Nemmeno questa è una coincidenza Bottino record nel 200 La Juve realizzò 52 punti nel girone d andata: nessuno ha fatto meglio nella storia della A

3 ABATO 21 GENNAIO 2012 LA GAZZETTA DELLO PORT 3 v identikit & CARRIERA I rinforzi LE TRATEGIE Oggi arriva l offerta per Guarin In alternativa al colombiano anche Parolo e Nainggolan DAL NOTRO INVIATO MIRKO GRAZIANO VINOVO (TORINO) La Juventus è tornata a far paura. Come ai tempi belli. «Ora ci rispettano tutti», dice con orgoglio Antonio Conte. E se questa sera vincono a Bergamo, i bianconeri sono sicuramente campioni d inverno. Non succede dal : 52 punti (primato di sempre a fine andata), stagione colpita poi da Calciopoli. Nessun trofeo in palio, certo, ma dal punto di vista statistico le cose assumono significati parecchio interessanti: negli ultimi sette anni, per esempio, chi ha girato la boa in testa ha in seguito conquistato lo scudetto: Juventus 2005 e 200 (titoli poi revocati); Inter 2007, 2008, 2009 e 2010; Milan Oggi da Guarin Un girone d andata straordinario quello bianconero, ai limiti del miracoloso, che ha convinto un po tutti in corso Galileo Ferraris a fare un ulteriore sforzo di mercato. Perché allo scudetto, ora, cominciano a crederci seriamente da quelle parti. E quindi arrivato Borriello, apripista per un centrocampista (forse due) e un difensore, possibilmente duttile. In cima alla lista di Conte ci sono da tempo Fredy Guarin e Martin Caceres. Entrambi sono però extracomunitari, e la Juventus ha un solo posto a disposizione in questo senso. Precedenza al colombiano. L a.d. bianconero Beppe Marotta ha consegnato nelle mani di Marcelo Ferreyra (procuratore di Guarin) l offerta per il Porto e di fatto il mandato a trattare. E oggi proprio Ferreyra sarà a Oporto con un offerta da 11 milioni, bonus compresi. Il club portoghese chiede 13 milioni in contanti, ma sarebbero pronti a dire sì anche a 10,5 milioni più bonus. Con Guarin, la Juve si ritroverebbe di fatto un reparto già pronto anche per la Champions, un centrocampo di livello mondiale, per quantità e qualità, inferiore solo a quello del Barcellona. Di Caceres L uruguaiano può arrivare solo se sfuma Guarin. Pronti 9 milioni per il iviglia Parolo Il centrocampista del Cesena in lizza con Behrami e Pizarro Nainggolan Per Cellino è ora incedibile Ma lo era anche Matri... qui, il sostanzioso investimento stanziato da Andrea Agnelli. Altrimenti Nainggolan... Tempi stretti comunque. Il mercato sta entrando nell ultima settimana, severamente vietato farsi cogliere di sorpresa. Dunque, parallelamente va avanti anche la trattativa Caceres. Fonseca e Bozzo, rappresentanti dell uruguaiano, lunedì voleranno verso iviglia (per conto anche della Juve) con in mano un offerta salita a 9 milioni. e alla fine dovesse spuntarla quest ultima pista, in mezzo al campo si farebbe un nuovo tentativo (disperato) per Behrami, ma soprattutto si aprirebbe la caccia a Nainggolan, oggi incedibilissimo per Cellino, ma così era considerato Matri un anno fa di questi tempi. Più facili da raggiungere Pizarro, Palombo e Parolo (verrà spiato oggi contro la Roma). Del Piero-Montreal Intanto, in Canada si fa sul serio per Del Piero. econdo la stampa locale, Montreal sarebbe pronta a offrire al Capitano un biennale da 5 milioni di dollari (circa 3,9 milioni di euro) a stagione L obiettivo bianconero Vincesse a Bergamo, la Juve chiuderebbe l andata a 41 punti: il Milan nel 2011 si fermò a 40 Caso di arrivo a tre Nel 1953/54 chiusero in testa alla pari l Inter, la Fiorentina e la Juventus, poi scudettata Del Piero Regine senza scudetto Il Liguria nel 1939 e il Livorno nel 1943 vinsero il titolo d inverno ma non il torneo Lippi con lo scudetto 2003 LAPREE uccessi su 24 La Juve ha vinto lo scudetto in 1 occasioni sulle 24 nelle quali ha ottenuto il titolo d inverno L INTERVITA IL PREIDENTE DEL CAGLIARI GELA MAROTTA E ANNUNCIA: «O MI FANNO COTRUIRE IL NUOVO IMPIANTO O CEDO I MIGLIORI» Cellino: «Tengo Nainggolan Ma senza stadio devo vendere» CARLO LAUDIA MILANO «Tengo Nainggolan, ma se entro giugno la città di Cagliari non risolverà il problema dello stadio, mi vedrò costretto a lasciar andare i pezzi migliori». Testi e musica del presidente rock del calcio italiano: Massimo Cellino. Tentazione Juve A un anno di distanza Beppe Marotta è tornato alla carica. Dopo aver preso Matri, ora ha chiesto Nainggolan. «ì, Marotta mi ha chiamato. Il rapporto con lui e la Juve è ottimo, ma non ci sono i presupposti per ripetere quell operazione». Perché? «Ho parlato con il ragazzo e lui sa che se dimostrerà quanto vale nei prossimi mesi sarà meglio per tutti. Quindi non parte. Nè mi piace l idea di venderlo ora e di tenerlo sino alla fine della stagione. Lo feci anni addietro con O Neill alla Juventus e retrocessi...». «Cska e Zenit sono pronti a pagarlo 20 milioni Dionisi? Meglio riprendere au MAIMO CELLINO PREIDENTE CAGLIARI C è anche quest opportunità? «ì, il Cska Mosca è pronto a investire 20 milioni per questa soluzione. E anche lo Zenit an Pietroburgo di palletti è pronto a rilanciare». Cellino, 55 anni, patron dal 92 ANA Non è che questa storia si sblocca a fine mese? «No, m impegno». Com è finita con Rizzo della Reggina? «Avevo fatto tutto con il presidente Foti: 1,5 milioni per la comproprietà. Poi, ho conosciuto il ragazzo e non è nato il feeling giusto. Capitolo chiuso». Ma cos è successo? «No comment. Quando scelgo un giocatore punto molto sull aspetto umano e non è scattata la scintilla tra noi». E la punta? Thiago Ribeiro che fa? «Gli ho parlato chiaro. Dimostri prima della chiusura del mercato che ha voglia di stare con noi. Ha le qualità per fare la differenza, ma non pensi di tornare in Brasile. Non lo accontento». Le interessa Dionisi del Livorno? «C è stato un contatto, ma con tutto il rispetto per lui è meglio riprendere au che con la Juve tabia sta facendo benissimo». Intanto c è il problema dell agibilità dello stadio. «Purtroppo. Contro la Fiorentina resteranno chiuse le curve, ma non si può andare avanti così. Dai tempi del sindaco Delogu non c è più l attenzione necessaria per il Cagliari». E il nuovo stadio? «Ogni giorno c è da superare un cavillo. ono stanco. O i lavori iniziano per giugno o sarò costretto a cambiare politica. Mettetevi nei miei panni. Come posso chiedere a un giocatore di restare se il club non ha una casa e un progetto adeguato a certe ambizioni? Ripeto, il problema non è solo mio».

4 4 LA GAZZETTA DELLO PORT ABATO 21 GENNAIO 2012

5 PRIMO PIANO ABATO 21 GENNAIO 2012 LA GAZZETTA DELLO PORT 5 Conte: «Non firmo per il terzo posto» Il tecnico torna a Bergamo da rivale, va alla carica e chiede rinforzi: «In alcuni reparti siamo pochi» DAL NOTRO INVIATO MIRKO GRAZIANO VINOVO (Torino) «Non firmo per il terzo posto, gli obiettivi minimi non fanno per me. Qui abbiamo tutti l obbligo di puntare al massimo». Antonio Conte sogna lo scudetto, «e voglio continuare a sognare». Ma per farlo occorre ancora un piccolo aiuto dal mercato. Perché, per esempio, «difficilmente potremo utilizzare un turnover massiccio nelle prossime due settimane (Juve impegnata ogni tre giorni per via della Coppa Italia; n.d.r.), visto che in alcuni reparti non siamo tantissimi». Innesti Il tecnico bianconero non ama nascondersi, e non lo fa, «ma va detto che rientra nello straordinario quanto abbiamo finora ottenuto. Nessuno ci pronosticava così in alto a inizio stagione». Come dire, senza un paio di innesti ben mirati, occorrerà un nuovo percorso ai limiti del miracoloso per puntare al traguardo massimo, «e sarà difficilissimo ripeterci». Confronto continuo «In ogni modo prosegue Conte, io e la società ci confrontiamo ogni giorno. I dirigenti sanno quello che voglio, a volte riescono ad accontentarmi altre no». E mentre Marotta e Paratici lavorano appunto per migliorare ulteriormente la Juve, «io non posso che essere comunque sereno dice il tecnico. Il gruppo è eccezionale, i ragazzi lavorano duro, mi seguono al cento per cento, si mettono a completa disposizione». Pazienza Non tutti, a dire il vero. Così si spiegano le ultime tribune di Michele Pazienza, alternativa teoricamente oggi utilissima in un reparto dove a tirare la carretta sono sempre gli stessi: «A volte, non è solo l allenatore a decidere spiega Conte, bisogna anche tenere in considerazione quello che viene detto dal calciatore. C è una vetrina di mercato importante, ed è giusto che in questo momento qualcuno faccia dei rilievi o chieda più spazio, perché dopo sarà tardi». Elia resta Insomma, Pazienza se ne vuole andare e se ne andrà. Elia non può invece cambiare maglia in questa sessione di mercato. Le sue numerose tribune (fuori anche oggi) sono quindi solo una questione tecnica. Titolo d inverno Questa sera c è in palio il titolo d inverno. Niente di concreto, sia chiaro, comunque un segnale indicativo in prospettiva scudetto. «Ci teniamo a A ROTTURA PER DONI «e ripenso a quell esperienza mi viene rabbia, grande delusione, so che in altre circostanze, con altri uomini la storia sarebbe stata diversa» LAPREE P Marco Borriello, 29 anni, attaccante della Juve Afp finire la prima parte del campionato davanti a tutti», dice Conte. ervono tre punti contro un Atalanta, che però «merita grande rispetto. Colantuono è bravo, lo conosco personalmente, è riuscito a dare un anima alla squadra. Il suo gruppo sta facendo cose straordinarie in una condizione sicuramente non ottimale dal punto di vista mentale». Atalanta... e Doni Proprio l Atalanta è stata la prima esperienza in A di Conte, finita non benissimo, con dimissioni figlie anche dei difficili rapporti con l allora capitano Doni. «e ripenso a quella esperienza mi viene rabbia, grande delusione, perché so che in altre circostanze, in altri momenti, con altri uomini, sicuramente la storia sarebbe stata diversa. Comunque, il vero tifoso atalantino mi ha sempre apprezzato. Per il resto, credo che ognuno abbia la propria strada. Il tempo dà poi un giudizio ed è galantuomo, sempre». Rispetto u Doni non dice altro: «Parliamo di una persona che ha grandi difficoltà dal punto di vista umano, non mi sento di dire niente, è una questione di rispetto». CONFERMATO IL Borriello attende C è un caso Elia In attacco Pepe-Matri-Vucinic L olandese su Twitter: «Io infortunato? No, sto bene» ALBERTO MAURO VINOVO Il turnover può attendere, Borriello anche. Antonio Conte punta di nuovo sui suoi fedeli per aprire la serie di 4 partite in 10 giorni (Atalanta, Roma, Udinese, Parma) e puntare al titolo di campione d inverno a Bergamo. Con una novità in difesa: De Ceglie confermato a sinistra, Chiellini (dopo il turno di squalifica) in mezzo e Bonucci in panchina. Difesa a parte, formazione confermata, con il 4-3-3: a centrocampo Vidal, Pirlo e Marchisio; davanti Pepe, Matri e Vucinic. Niente Atalanta per Quagliarella s è allenato con la mascherina dopo l operazione allo zigomo e forse già a disposizione con la Roma. Fuori anche Manninger per una distorsione alla caviglia sinistra, accusata durante la rifinitura. Conte lo sostituisce con imon luga, portiere Primavera classe 93. E c è un minicaso Elia: Conte non lo ha convocato dopo la distorsione alla caviglia destra patita in settimana, e l esterno si è sfogato su Twitter: «Non sono infortunato, sono in forma». Fuori pure Pazienza a un passo dall Udinese. fida a due In attacco, intanto, il duello Matri-Borriello entra nel vivo. Il primo non sta attraversando un momento di forma eccezionale: solo 7 reti in 17 presenze, gli stessi gol di Marchisio, troppo poco per un bomber di razza. Contro l Atalanta toccherà ancora a lui, ma Borriello pressa. «i è allenato in gruppo tutta la settimana ha detto Conte del napoletano deve ancora lavorare e acquisire ritmo e intensità. Ma si sta mettendo a disposizione e mi lascia ben sperare per il futuro». E il debutto da titolare di Borriello potrebbe arrivare contro la Roma, in Coppa Italia. LA LEZIONE L EX C.T. DELLA NAZIONALE ALL UNIVERITÀ DI MILANO BICOCCA Lippi: «Juve da scudetto? È giusto punti al massimo» «Conte le ha dato una fisionomia e una personalità. Ma occhio anche a questa Inter...» GABRIELLA MANCINI MILANO Rivivere il successo degli azzurri al Mondiale 200 con Marcello Lippi in aula non è un emozione da poco e gli studenti dell Università Bicocca lo hanno ringraziato con un bell applauso. L ex c.t. della Nazionale, jeans e giacca scura, ieri è salito in cattedra per il Master Universitario in port, Management, Marketing and ociology organizzato dal professor Franco Ascani. La lezione è sulla Costruzione di un team vincente. Lippi, per la 32ª volta in un università, è un fiume in piena e ricorda più volte la massima che continua ad accompagnarlo: «Nessuno di noi è più forte come tutti noi». Come si costruisce una squadra? «Più si hanno giocatori bravi e meglio è. Tutte le qualità devono essere messe al servizio di una squadra per creare un senso di appartenenza. Credo che questo principio sia valido in qualsiasi settore». Cominciamo dalla Juve. E presto per parlare di scudetto? «Non è presto. e la Juve ha l opportunità di diventare campione Marcello Lippi con il professor Franco Ascani all Università Bicocca IPP d inverno può riuscirci, è giusto che pensi in grande». Conte lo accostano a lei. «ta lavorando benissimo, soprattutto dal punto di vista psicologico, la squadra non vedeva l ora di lavorare con queste sensazioni. La Juve ha una chiara fisionomia di gioco, equilibrio e sta giocando molto bene. E sempre stata una squadra tosta, ma Antonio lo accostano a me anche perché è stato un mio giocatore». E l ultimo anno in bianconero di Del Piero... «Ma di sicuro continuerà a giocare. Quelli come lui, come Totti, si sentono totalmente calciatori». i aspettava la rimonta dell Inter? «Era difficile da prevedere, ma tutto è possibile. Ranieri è stato bravo a compattare la squadra. L Inter, capace di cinque, sei vittorie consecutive, può fare di tutto, è rientrata nella corsa con Juve e Milan». De Rossi firmerà con la Roma? «Me lo auguro da tifoso italiano. Non voglio essere pessimista, ma mi pare che la trattativa stia andando un po troppo per le lunghe e in questi casi può succedere di tutto». Luis Enrique? «Mi piace. Brava la società a dargli tempo. Era impensabile che filasse tutto liscio dall inizio». Quando tornerà in panchina? «Ho tante proposte. Non andrò in una squadra di club, penso a una nazionale. Europa o Asia? Non ha importanza». Autografi, foto, diploma e anche la medaglia del trentennale della Federazione internazionale del cinema sportivo.

6 HA DETTO Per ora abbiamo un buon margine sulle squadre che ci stanno dietro, ma tranquilli non possiamo esserlo mai. Non si può stare lì ad aspettare perché così il gol si prende. Voglio più qualità per essere più incisivi LA GAZZETTA DELLO PORT ABATO 21 GENNAIO 2012 PRIMO PIANO d Maxi Moralez, 23 anni, argentino FOTOPRE Colantuono: «Juve, non sei imbattibile» «Annata logorante, ma l Atalanta si salverà a ogni costo». Rientra Moralez, Masiello tolto dai convocati DAL NOTRO INVIATO ALEX FROIO ZINGONIA (Bergamo) Il quarto uomo Rocchi avrà da divertirsi: perché Antonio Conte in panchina urla parecchio, ma anche tefano Colantuono non scherza. «Non staremo fermi, ma per il freddo», sorride il tecnico dell Atalanta in uno dei pochi momenti in cui riesce a «smollarsi» un po. «È una stagione logorante, mai capitato un anno così», è costretto ad ammettere il Cola. Le scommesse a giugno, la penalizzazione, la nuova tranche pre-natalizia dell inchiesta di Cremona e ora l interrogatorio di Masiello, che gli toglie una pedina fondamentale in una difesa già in emergenza. Il terzino è stato inserito e poi depennato dalla lista dei convocati: «Già a Roma ha pagato dal punto di vista psicologico, in fondo si tratta pur sempre di un interrogatorio davanti alla giustizia», spiega l allenatore nerazzurro. Che nel frattempo ha avuto tendardo di rinforzo, ma l ex laziale - lui sì convocato, avrà la maglia numero 2 - difficilmente sarà utilizzato («Lo conosco bene, ma negli ultimi sei mesi ha giocato solo 3 partite con la Primavera, va ricondizionato»). Bonus esaurito Assenze e squalifiche (Carmona e Lucchini) appesantiscono il momento già non facile: il primo, per una squadra che fino a Natale è andata oltre ogni aspettativa, ma che nel 2012 ha incassato due sconfitte sue due. «Con il Milan ci può stare, a Roma con la Lazio invece abbiamo sbagliato L allenatore dell Atalanta tefano Colantuono, ex calciatore, è nato a Roma il 23 ottobre 192 FOTOPRE totalmente l atteggiamento. iamo stati troppo molli, specialmente nel primo tempo. Diciamo che la squadra ha esaurito il bonus», ordina Colantuono. Il fatto è che ora arriva la Juve dell ex Conte, per il quale l allenatore nerazzurro ha solo complimenti: «Ha costruito una bella macchina. La Juve mi ha molto impressionato. Corre, aggredisce, è compatta, unisce umiltà e qualità: basta vedere Vucinic, una volta non tornava mai, adesso lo si vede spesso abbassarsi sulla linea dei difensori». Più o meno le caratteristiche che, individualità a parte, ha la sua Atalanta: «Ma non facciamo paragoni, loro lotteranno per lo scudetto fino alla fine, noi abbiamo un altro obiettivo. Per ora abbiamo un buon margine sulle squadre che ci stanno dietro, ma tranquilli no, non possiamo esserlo mai». Più qualità Primi e imbattuti, i bianconeri, «ma non imbattibili», sottolinea Colantuono, che intende giocarsela spuntando sulla qualità alla quale ultimamente aveva un po rinunciato: rientrano infatti dal primo minuto Maxi Moralez da trequartista e il gioiellino Bonaventura a sinistra. «Contro squadre come la Juventus non puoi star lì ad aspettare, perché così il gol prima o poi lo prendi e senza nemmeno giocartela. Voglio più qualità per essere più incisivi». E magari dare una mano a German Denis, risolutore preziosissimo con i suoi 12 gol, ma a secco nelle ultime due giornate («Finora però è stato da dieci», gli rende onore il tecnico). acrifici Colantuono ripesca la storia della «partita perfetta» contro il Milan lo è quasi stata, eppure zero punti, ma c è da giurare che baratterebbe una vittoria con novanta minuti di assedio juventino. Tutto, pur di raggiungere la salvezza: «È il nostro chiodo, a costo di fare qualsiasi sacrificio, a costo di vivere qua a Zingonia giorno e notte. Poi se per avvicinarci dobbiamo battere la Juve o il Cesena alla prossima giornata, per me è lo stesso». Tanto, nonostante il logorio, Colantuono da Bergamo non ha intenzione di muoversi: «Io non mi sposto, si sta bene con la nebbia...» Gazzetta.it v Gazza T f Carlos Tevez, 27 anni TERRUO TUTTOMERCATO IL NUOVO FORMAT CON OPITI E NOTIZIE Ogni mattina scopri le nuove puntate di Tuttomercato, la rubrica quotidiana di Carlo Laudisa che ha come ospiti i procuratori di calcio più famosi del mondo. Inoltre le ultimissime su tutte le trattative più calde «+3», TUTTO QUELLO CHE PUO ERVIRE A CHI GIOCA MAGIC «+3» la nuova puntata della rubrica di Antonino Morici con le novità utili per la Magic. Inoltre scopri come Conte e Colantuono preparano Atalanta-Juve. Infine la presentazione del weekend estero e «Bike», la rubrica dedicata al ciclismo.

7 ABATO 21 GENNAIO 2012 LA GAZZETTA DELLO PORT 7 * Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Il periodo di promozione varia da città a città secondo la vigente normativa locale. Esempio: Prezzo del bene 895 ( 799 divano 3 posti + 9 per optional letto), spese istruttoria pratica 48 Tan fisso 0% Taeg 18,45%, in 12 rate da 78,58 oltre le seguenti spese già incluse nel calcolo del Taeg: spese incasso e gestione rata per singolo pagamento 1,5, imposta di bollo 14,2, spese per comunicazioni periodiche (almeno una all'anno) 1,03 oltre 1,81 per imposta di bollo. Importo totale del credito 943. Importo totale dovuto dal Consumatore 978,4. Al fine di gestire le tue spese in modo responsabile e di conoscere eventuali altre offerte disponibili, Findomestic ti ricorda, prima di sottoscrivere il contratto, di prendere visione di tutte le condizioni economiche e contrattuali, facendo riferimento alle Informazioni Europee di Base sul Credito ai Consumatori presso il punto vendita. alvo approvazione di Findomestic Banca.p.A.. Chateau d Ax: Fornitore di beni e servizi, per la promozione e collocamento di contratti di finanziamento di Findomestic Banca.p.A. per l acquisto dei propri beni e servizi e legato da rapporti contrattuali con uno o più finanziatori. **Nei modelli disponibili con letto. DELYA 3 POTI CON 2 POTAZIONI RELAX (cm 191), RIVETITO IN VERA PELLE a partire da NEW I MOBILE LIVING (cm 300) FINITURA ROVERE BIANCO a partire da 999 aldi 50% più del anche in comode rate* cegli tutta la casa Chateau d Ax risparmiando più della metà. PELLE 100% NATURALE ui divani della collezione Chateau d Ax per l optional letto** aggiungi solo 8 al mese per 12 rate* PELLE 100% NATURALE OIRIDE a partire da PELLE 100% NATURALE OIRIDE a partire da MILTON a partire da NANIK a partire da TEUTO FODERABILE 100% TEUTO FODERABILE 100% 140 negozi di arredamento in Italia aperti anche domenica pomeriggio numero verde Vai su e guarda il filmato con tutte le offerte! Offerta valida fino al 4 marzo 2012 fino ad esaurimento scorte. Periodo validità saldi secondo disposizioni regionali. I saldi non sono applicati su tutti i prodotti esposti. Offerta limitata ai modelli oggetto della campagna pubblicitaria e valida solo nei negozi che aderiscono all iniziativa. u tutti i modelli, cuscinetti e poggiatesta optional. Goditi la vita! cegli i saldi Chateau d Ax.

8 8 LA GAZZETTA DELLO PORT ABATO 21 GENNAIO 2012 MERCATO il Film 5 gennaio Nel pranzo di Rio l avance di Galliani 11 gennaio C è anche l Inter Offerta via mail 12 gennaio Pato, no al Psg Tevez, niente Milan La telenovela dell Apache Dopo un mese di voci, Galliani esce allo scoperto a Rio pranzando con Tevez e il manager Joorabchian (nella foto) L Inter fa la sua offerta al Manchester City via mail: prestito con obbligo di riscatto a 25 milioni più 2 di bonus Galliani a Londra (nella foto) chiude per Tevez: 28 milioni al City più bonus. Ma Pato dice no al Psv: salta tutto Milan, senti Tevez I soldi del Psg? No, grazie «Mi vedo solo rossonero» embrava fatta per 37 milioni al City, e 11 l anno per l Apache Poi si scopre che sono 8 e tutto cambia. Inglesi furibondi, Carlos minaccia il mobbing. Galliani aspetta e blocca Maxi Lopez ALEANDRO GRANDEO CARLO LAUDIA Carlitos Tevez schianta i sogni del Psg a un passo dalla firma e rilancia le ambizioni del Milan con un messaggio ancor più forte dei precedenti. E Kia Joorabchian, il suo agente, a dar forza ai rossoneri. Lo fa alle quando è ormai finito il vertice con il club parigino ed è sull Eurostar, di ritorno verso Londra: «Tevez vuole il Milan, aspettiamo ora di conoscere le intenzioni del Manchester City, ma abbiamo già detto al Psg quel che doveva sapere...». E l Inter? «Non ci abbiamo mai parlato, non è una pista». E con un cronista di Le Parisien è ancora più duro: «ono venuto a Parigi solo per cortesia verso l amico Carlo Ancelotti». Appuntamento In effetti già il giorno prima l agente anglo-iraniano ha rinviato l incontro con i francesi. La prova di una titubanza di fondo, nonostante al telefono Leonardo gli prometta un ingaggio da 11 milioni a stagione: vale a dire 2 milioni in più di quanto guadagna ora nella Premier. Il Psg nel frattempo ha anche messo sul piatto 37 milioni per lo sceicco Mansour. Una doppia proposta da sogno che non ammette rinunce. Così Kia si siede al tavolo con Leonardo con poche armi dialettiche in serbo. Anche perché sarebbe dura dire no a uno stipendio superiore a quello in corso. Invece durante la trattativa Leo spiega meglio la sua scaletta retributiva per il giocatore. E Kia scopre che lo stipendio base è di «soli» 8 milioni. Un cambio di programma che l agente non prende bene. E quel che sembrava un affare fatto diventa una beffa in diretta. Leonardo non può che far buon viso a cattivo gioco. I protagonisti della trattativa si congedano con un arrivederci. In realtà c è grande freddezza. In ogni caso il d.s. del club parigino oggi si riserva di fare un tentativo estremo. Ha in programma una telefonata a Carlitos in Argentina per saggiare di persona la volontà del giocatore. Ma subito dopo confida: «Non c è accordo. Non so se ci sarà mai». Una IL RINFORZO DAL LECCE resa delle armi? E presto per trarre conclusioni. Gli hacker La tensione per l incontro provoca anche un contrattempo al sito del Psg, che in piena negoziazione subisce l attacco di un hacker che passa dal forum dei tifosi e mette online una pagina fittizia col logo del club per raccogliere messaggi di benvenuto a Carlitos. Lo scherzo manda in tilt i social network, inizialmente è interpretato come una gaffe del Psg che però smentisce tutto in qualche minuto, spiegando l inganno. Quasi un segno premonitore del fallito assalto di Leonardo rimasto a Parigi, mentre il presidente Nasser Al-Khelaifi e il d.g. Jean Claude Blanc sono a Le Mans per la Coppa di Francia. Mesbah: «Orgoglioso di essere qui Difendo, ma so anche spingere» Djamel Mesbah (nella foto BUZZI con Allegri in allenamento) è al settimo cielo: «ono orgoglioso di essere rossonero ha detto a Milan Channel. A Lecce sono stato sempre impiegato come difensore, ma mi piace ugualmente inserirmi nell area avversaria». Guerra fredda La notizia raggiunge subito Manchester e la reazione è durissima. Il management di Mansour ribadisce che Tevez partirà solo in cambio di una cifra importante. Ed è una sottolineatura diretta al Milan che (saltata la cessione di Pato) ora non può andare oltre la proposta iniziale: un prestito gratuito con diritto di riscatto. E qui le parti affilano le armi. Il City minaccia Tevez di tenerlo a bagnomaria se non va al Psg. E dall entourage dell argentino spunta una risposta non meno clamorosa: una causa per mobbing, facendo leva sulla rottura con Mancini. Prospettive i profila una settimana caldissima. Con il Milan in posizione defilata e con l agente di Tevez a battagliare con gli inglesi. E non va escluso il rischio che questa vicenda vada oltre il 31 gennaio. Motivo per cui l a.d rossonero Adriano Galliani deve prepararsi comunque a una soluzione alternativa. Ieri c è stato un summit con Allegri. Il responso è che dopo l infortunio a Pato, serve in ogni caso un nuovo attaccante. Attesa Maxi Tutti gli indizi portano a Maxi Lopez. Il Catania ha un accordo con il Fulham, ma l argentino è determinatissimo. Aspetta il Milan prima di prendere una decisione sul suo futuro. Non ne fa una questione d orgoglio, non si sente una ruota di scorta. Carlos Tevez, 27 anni, è al Manchester City dall estate del In precedenza aveva vestito le maglie di Boca Juniors, Corinthians, West Ham e Manchester United. Evidenti problemi di compatibilità col tecnico Mancini lo hanno portato alla rottura col club dello sceicco Mansour IMAGE PORT Un vero uomo se ne intende di macchine esacome risintonizzare il suo decoder. DMAXèfreesul digitale terrestre CANALE 52 esuky canale 140. dmaxitalia Top Gear. TuttiiLunedìalle21.15suDMAX. Il canale oltre le solite regole.

9 ABATO 21 GENNAIO 2012 LA GAZZETTA DELLO PORT 9 1 gennaio 17 gennaio Moratti al rialzo, pronti 28 milioni L Inter pronta al rialzo e Moratti offre 28 milioni al Manchester City. Il Milan conta sul sì del giocatore oldi e rifiuti ALEANDRA BOCCI Francesi al rialzo, si sale a 37 Da Beckham a Pato, quanti no a Leonardo IN COPPA DI FRANCIA Avanza il Psg a suon di gol Pastore si blocca LE MAN Avanti con qualche brivido. Come da tradizione, i dilettanti vendono cara la pelle in Coppa di Francia. Lo ha sperimentato ancora Carlo Ancelotti (foto AFP), che all esordio ufficiale con il Paris aint Germain aveva rischiato l eliminazione a Lorient, contro il Locminé, squadra amatoriale di quinta divisione. Come il ablé che ieri ha messo in difficoltà i milionari della capitale nel primo tempo, prima di Psg, deciso ad assicurare Tevez ad Ancelotti (nella foto), offre 37 milioni per Tevez: manca il sì del giocatore. Leonardo, 42 anni, prima di sbarcare a Parigi ha allenato per una stagione il Milan e in quella successiva l Inter AFP E educato, intelligente, ricco, ma gli dicono sempre no. Anche se di per sé è affabulatore, anche se si porta dietro la bellezza di Parigi e i quattrini del Qatar. Al fascino discreto di Leonardo hanno resistito David Beckham, Pato, Kakà e pare pure Tevez, che stona in questa compagnia di divi chic. Tevez non ha niente di glamour e del glamour del Psg per ora pare fregarsene. Come Thiago Motta, un altro corteggiato senza successo. In certi casi è difficile sapere quanto intensa è stata la corte e quanto forte il rifiuto, ma di Beckham e Leonardo si sa tutto. Hanno lavorato insieme, si stimano, Leo lo cerca appena diventa manager. Operazione milionaria, cifre incredibili (800 mila euro al mese, i media francesi insorgono) se si pensa all età e al grave infortunio che ha cambiato le possibilità di grande calcio. Ma David dice no: a Parigi, alla presunta casa opzionata in Avenue Montaigne, alla montagna di soldi che gli sarebbero spettati. «E rimasto a Los Angeles perché così ha voluto la famiglia», commenta asciutto Ancelotti. Uno smacco: il Bois de Boulogne è forse peggio di Beverly Hills? Eppure pare che pure corso Magenta sia meglio. Leo cerca giocatori con i quali ha già lavorato e gli amici lo tradiscono. Né Becks, né Pato, né Kakà hanno accettate le suadenti proposte del Psg, che non ha convinto le stelle dei grandi club anche se giocano poco o nulla. Dai nemici mi guardi Iddio che dagli amici mi guardo io... Tevez tutto sommato è il meno. crollare logicamente nella ripresa (0-4). I parigini si portano avanti su rigore con Nené (3 del primo tempo), poi nella ripresa le cinque categorie di scarto diventano un abisso e il Psg prende il largo con Gameiro, prima su assist di Menez (20 ), poi lanciato da Nené (28 ) che firma il poker al 91 con una bella conclusione dal limite. i ferma Pastore, sostituito per infortunio alla coscia sinistra (da valutare) al 25 del primo tempo. empre impeccabile irigu, che ha evitato guai in un paio di occasioni. Domani il Marsiglia, avversario dell Inter in Champions League, ospita il Le Havre (B). a.g. A AFFARI FUMATI David Beckham 3 anni, tornato al Los Angeles Galaxy dopo due parentesi al Milan. Ha detto no al Psg che gli offriva uno stipendio di 800 mila euro al mese Alexandre Pato 22 anni, arrivato al Milan nel gennaio Anche lui ha rifiutato il Psg facendo saltare il passaggio di Tevez in rossonero Kakà 29 anni, ceduto nel 2009 dal Milan al Real Madrid. Con Mourinho gioca poco. Ha spento sul nascere ogni ipotesi su uno suo passaggio al Paris G Ora Parigi prova con Thiago Motta Inter, c è Romulo Leo offre 8 milioni, i nerazzurri ne vogliono 12 Branca in Brasile lavora anche su Lucas MATTEO BREGA Marco Branca torna dal Brasile domani mattina con Juan Jesus. Il viaggio del direttore dell area tecnica è servito per chiudere l acquisto del difensore dell Internacional, il quale verrà tesserato dal Novara. L Inter e i piemontesi hanno trovato l accordo per la sistemazione del giovane alla corte di Tesser: una soluzione per offrire al ragazzo la possibilità di ambientarsi. Brasile Ma il viaggio di Branca non è servito solo per chiudere una trattativa in piedi da tempo. È stato utile anche per coltivare il discorso Lucas e per far capire al an Paolo che l interesse nerazzurro manifestato otto mesi fa non è scemato. L ipotesi di un arrivo a gennaio del gioiellino brasiliano è remota, anche se la situazione verrà monitorata costantemente fino alle ultime ore a disposizione. L obiettivo più realistico, ma non per questo facile, è che l affare si possa chiudere l estate prossima, per avere il giocatore dopo l Olimpiade di Londra. Nel blitz brasiliano Branca ha trovato il tempo di chiacchierare anche con il Vasco per Romulo, mezzala con corsa e tecnica. Nato nel 90, il club lo valuta tra i 7 e gli 8 milioni. Un oscillazione che non spaventa. Intanto l Inter, nel suo ventaglio di ipotesi per il centrocampo ha inserito anche Oscar dell Internacional ( 91) e Fernando del Gremio ( 92). e Romulo non dovesse arrivare subito a gennaio, l Inter tenterà di inserirsi di nuovo per Guarin del Porto (per il quale la Juventus ha già inviato l offerta) oppure per ahin del Real Madrid (complicato raggiungerlo anche perché gli 8 minuti giocati in Champions lo tagliano fuori dalla seconda parte della competizione). Thiago Motta Alla telefonata di Leonardo non ha fatto seguito un offerta del Psg per Thiago Lucas, 19 anni, fa parte della prima squadra del an Paolo dal 2010 IPP Il d.t. domattina tornerà in Italia col difensore Juan che girerà al Novara Romulo, 21 anni, è una mezzala IPP Motta. L Inter comunque è a conoscenza delle lusinghe parigine per il giocatore, ma lo considera un elemento imprescindibile per il gioco di Ranieri. Impossibile rinunciarvi ora quindi, a meno che non arrivi un offerta da 12 milioni. I francesi, secondo indiscrezioni, sarebbero pronti a metterne 8 sul tavolo. Il punto di ricaduta, insomma, si attesterebbe sui 10. Con un contratto fino al 2015 a 4 milioni l anno per il giocatore. Non va dimenticato anche l asse con il Genoa per la mediana. Oggetto: Kucka e Muntari. Lo slovacco potrebbe diventare tutto dell Inter subito, mentre il ghanese andrebbe in prestito in Liguria fino al termine del campionato prima di firmare con il Milan a luglio. Lunedì, con il ritorno di Branca, verrà fatto un nuovo punto della situazione anche con Ranieri su tutte le trattative in corso. Ma soprattutto si parlerà di tankovic. Perché se per il serbo si renderà necessaria l operazione al tendine d Achille, l Inter si orienterà più su un centrocampista che su un esterno offensivo. COPPA DEL MONDO PADA MACHILE 35 Trofeo Carroccio 4 Trofeo Carlo Carnevali Pala Borsani Castellanza 2729 gennaio 2012 Partners Istituzionali foto lucarossato.com Partners Federazione Italiana cherma foto Bizzi Tagliariol Pizzo Rota Garozzo Prevendite ticketone.it federscherma.it schermalegnano.it

10 10 LA GAZZETTA DELLO PORT ABATO 21 GENNAIO 2012 L EMERGENZA ROONERA Alberto Aquilani 27 anni. Il suo infortunio lascia scoperta la fascia destra Kevin Prince Boateng 24 anni. enza di lui c è un vuoto dietro le due punte Alexandre Pato 22 anni. Media gol strepitosa, infortuni e passaggi a vuoto Aquilani, Boa e Pato fuori Allegri deve rifare tutto Protezione Per questo forse Al- Infortuni a catena, con problemi dietro le punte e intoppi a destra Il tecnico del Milan ora deciderà se puntare forte su El haarawy ALEANDRA BOCCI MILANO LA PRIMA OPZIONE Bella storia, quella dell attacco globale del Milan: poche reti degli attaccanti ma tanti inserimenti dei centrocampisti, e il gioco sembrava diventato la cooperativa del gol. Allegri stava più che bene: a quota 37, il Milan ha il primo attacco del campionato. Un quadro che ora assume altre organizzato da: in collaborazione con: LA OLUZIONE «GIOVANE» tinte: dopo l infortunio di Aquilani, che già aveva messo a dura prova le capacità di gestione di Allegri, sono arrivati quelli di Boateng e di Pato. E le risorse in attacco sono veramente limitate. Insistere o no Probabilmente RC RC partners: Allegri sceglierà ancora Emanuelson per il posto di trequartista: almeno così sembra, nonostante le tante critiche ricevute da Urby prima o dopo il derby. «E un giocatore ordina- FEBBRAIO 2012 Il Milan sperimenta il campo di Novara Informazioni e prevendite sul sito W W W. F I E R A G R I C O L A. C O M 5,8 media-voto di Emanuelson in 14 gare: è candidato a giocare ancora dietro le punte Antonio Cassano è fuorigioco dalla fine di ottobre. Mathieu Flamini si è infortunato al ginocchio sinistro (lesione al legamento crociato) ad agosto: potrebbe rientrare fra fine febbraio e i primi di marzo. L 11 settembre è uscito di scena Rino Gattuso, poi brevemente ricomparso, per un problema all occhio: come per Cassano, anche la data del suo rientro è da valutare. Christian Abbiati starà fermo ancora pochi giorni: dovrebbe rientrare per Milan-Cagliari. Mario Yepes ha una lesione ai legamenti della caviglia destra:rientrerà a marzo Al Piola è tutto esaurito per Ibra & C. In edicola il libro su Inzaghi IL NUMERO GLI ALTRI AENTI INOLITA ORGANIZZAZIONE DELLA TRAFERTA LA ERIE «I MITI» VERONA 4 legri preferisce insistere con Emanuelson, anche se non gode di grande popolarità. Urby ha sempre avuto il problema della flessibilità: nell Ajax ha fatto la mezzala e il terzino, e nello staff tecnico lo consideravano perfetto anche come trequartista. Ma in questo modo è diventato un giocatore dal ruolo indefinito, e gli manca la personalità che tanto conta nel calcio italiano. Allegri sta tentando di difendere lui e di proteggere El haarawy da aspettative esagerate, ma l emergenza potrebbe spazzare via le delicatezze. Con un paio di certezze (Nocerino e Van Bommel) e alcuni giocatori da valutare. Allegri studia una partita che può diventare delicata, come tutte quelle che verranno nel prossimo mese. E destino forse che il Milan si presenti agli ottavi di Champions con gli uomini contati. A CHE ATTEA La bella prova di Coppa e il prestigio dell avversario hanno riacceso l entusiasmo dei tifosi del Novara, al punto da far registrare il tutto esaurito con due giorni d anticipo. Oltre 8 mila i biglietti venduti: sommando abbonati (7.211) e accreditati sarà superata quota 1 mila presenze, con la possibilità di infrangere il record raggiunto lo scorso 11 dicembre nella notturna con il Napoli, quando furono registrate presenze. Capitan Rubino dopo la Coppa Italia aveva chiesto il sostegno dei tifosi. Accontentato. International Agri-business how to, tecnicamente bravo, deve trovare la giocata che lo sbloccherà», ha detto Allegri. embra quindi intenzionato a insistere: Clarence eedorf è guarito (ha avuto la febbre prima e dopo il derby) ma Allegri preferisce non utilizzarlo dietro le punte, e la contemporanea assenza di Aquilani e Boateng per la fascia destra, che non è ideale neppure per Ambrosini, complica le cose. Il tecnico non vuole cambiare modulo: potrebbe al massimo passare al tridente, perché questo diventa lo schema del Milan con Robinho in mezzo, ma per farlo deve puntare su El haarawy e schierarlo dal primo minuto: un rischio più per il giocatore che per la squadra, visto che un giovane che gioca nel Milan deve sempre stare attento a non bruciarsi. I gol e la grinta di Filippo Inzaghi nel volumetto della collana «I miti» da ieri in edicola. Il libro, curato da G.B. Olivero, costa 2,99 euro, più il prezzo del quotidiano. Oggi rifinitura sul sintetico Febbre per Mexes, che però dovrebbe recuperare MILANO Trasferta insolita, questa di Novara: per prepararla nel migliore dei modi Massimiliano Allegri ha deciso di organizzare l ultimo allenamento sul campo degli avversari. La squadra partirà dunque verso l ora di pranzo per Novara, dove si allenerà nel primo pomeriggio. Lo sconvolgimento delle abitudini è dovuto alle particolarità del terreno: il Milan infatti dispone di un nuovo campo sintetico a Milanello, ma è una superficie uguale a quella di Cesena, e differente da quella dello stadio Piola, teatro dell ultimo impegno del girone di andata. Per questo motivo l allenatore del Milan ha deciso di non utilizzarlo: ieri la squadra si è allenato sul campo centrale di Milanello, che ha un prato naturale. Dubbi Le assenze fra at- tacco e centrocampo sono tante, in più c è in difesa l assenza di Alessandro Nesta. Ed è sorto un altro problema: ieri Philippe Mexes non si è allenato perché aveva la febbre, ma dovrebbe recuperare. In difesa le alternative non sono molte: potrebbe giocare Daniele Bonera, che però può risultare utile anche sulle fasce. Difficile immaginare che possa esordire Mesbah: se Mexes smaltirà l influenza, in difesa andrà probabilmente Bonera. L algerino potrebbe essere subito convocato e magari utilizzato a partita in corso se il francese non dovesse riprendersi. Certezze Per il resto, non ci so- no molte possibilità di turnover: Nocerino sta giocando tantissimo ma è insostituibile, soprattutto in questo momento. A centrocampo è pronto al rientro eedorf, che si era ammalato il giorno prima del derby e poi, guarito a tempo di record, era stato utilizzato soltanto nel finale di partita. L olandese è rimasto ancora fuori a causa di qualche linea di febbre in Coppa Italia, ma a Novara ci sarà. Al Piola andrà in scena il miglior attacco contro la peggiore difesa: il Novara ha subito 35 gol ed è l unica squadra di erie A ad avere subito almeno un gol in tutte le partite giocate. Ma neppure questo, in un momento così delicato, è sufficiente per tenere tranquillo Allegri. al.bo.

11 ABATO 21 GENNAIO 2012 LA GAZZETTA DELLO PORT 11

12 12 «Ho mandato neijder in panchina? Giù le mani da Wes. Possiamo convivere, lui ha caratteristiche uniche all interno della rosa e sarà la nostra arma in più» «Ranieri mi è stato di grande aiuto. E un grande motivatore. Mi ha martellato sul fatto che senza aggressività non si va da nessuna parte» «Il gol sbagliato nel derby non era facile come poteva sembrare. Bravo Nocerino a pressarmi. Certo che se avessi tirato di destro...» «Zarate ha trovato spazio quando la squadra non girava, ma nelle vittorie di Mosca e Lilla è stato decisivo. Le sue doti tecniche non sono in discussione» LA GAZZETTA DELLO PORT ABATO 21 GENNAIO 2012 L INTERVITA d HA DETTO ALVAREZ «La vera faccia mia e dell Inter? La dovete vedere...» «iamo risaliti in tre fasi, l aver vinto il primo scontro diretto nel derby ci lancerà» DAL NOTRO INVIATO LUCA TAIDELLI APPIANO GENTILE (Como) Ricardo Alvarez, ci spiega come è passato dalla tribuna all aver relegato in panchina un certo neijder? «Giù le mani da Wes. Ha caratteristiche uniche all interno della nostra rosa. Il suo recupero sarà l arma in più di un Inter che può e deve crescere ancora molto». Le mani gliele ha «messe addosso» lei. Ranieri ora ha sposato il e per l olandese non c è stato ancora posto. «Ma io e neijder possiamo convivere nel , ma anche in un rombo che però capisco potrebbe essere sbilanciato. Ho fatto l interno pure nel Velez. Anche se è vero che preferisco poter partire largo e accentrarmi quando serve». Quando ha svoltato Alvarez? «Dopo un periodo molto difficile, le prime sensazioni positive sono arrivate nello spezzone contro la Juve. Ma tutto è girato contro il Cagliari, il 19 novembre. Torno il giorno prima dalla convocazione con l Argentina e finisco in tribuna. Però nel riscaldamento neijder si fa male, quindi gioca Coutinho e io vado in panchina. Entro nel secondo tempo, batto la punizione da cui arriva il primo gol e faccio l assist per il secondo». E trasforma i fischi di an iro in applausi. «Il nostro stadio è speciale, ma quando la gente ti prende di mira è difficile ignorare una certa atmosfera. E viene la paura di sbagliare, quindi ti limiti a fare il compitino. Un passaggio a tagliare la difesa come quello per Milito con il Lecce prima non lo avrei provato». Il pubblico però sa premiare chi ci mette il cuore. E lei all inizio sembrava un po molle... «In Argentina non ero abituato a fare tanto lavoro in palestra. All inizio ero imballato e la squadra non girava. E soprattutto non è stato facile adattarmi ai ritmi del vostro calcio. Qui tutte le squadre sono micidiali nelle ripartenze». Quanto ha pesato Ranieri nella sua crescita? «Tantissimo. Il mister è un grande motivatore e capisce tutto del calcio. Mi ha martellato col concetto che puoi essere bravo, ma se non sei aggressivo non vai da nessuna parte». E Alvarez dove vuole andare? «Il più lontano possibile. Non avete ancora visto il vero Ricky. Devo migliorare in tutto. pecialmente nel cambiare passo quando recuperiamo palla e nel calciare di destro». ta facendo mea culpa per il gol fallito nel derby? «Non era un occasione facile come poteva sembrare dall esterno. Nocerino è stato bravo a recuperare e io non sono riuscito ad angolare il tiro. Però è vero che se avessi calciato subito di destro...». Cinque argentini titolari. L unica nota stonata è Zarate. «Con Mauro ho giocato anche nelle giovanili del Velez. Le sue doti sono fuori discussione. Deve continuare ad allenarsi bene. Purtroppo per lui, quando ha trovato spazio in ottobre e novembre non era ancora la vera Inter. enza dimenticare che proprio a Mosca e Lilla il suo contributo è stato decisivo». I detrattori invece dicono che quando aumenta l intensità, come contro il Milan, lei fatica. Come giudica la sua prestazione nel derby? «Abbiamo impostato una gara particolare. iamo stati perfetti in fase difensiva, ma inevitabilmente abbiamo avuto meno controllo del gioco rispetto al solito e quindi ho potuto creare poco». Quanto pesa quella vittoria? «Credo abbia rappresentato la svolta definitiva nella nostra stagione. I due successi esterni Ricardo Alvarez, 23 anni, argentino LIVERANI v identikit & CARRIERA clic LA MAGLIA, IL DETINO, PAPA CARLO E LA MAXI-FAMIGLIA Ricky Alvarez e la sacra famiglia. Il padre Carlos quando aveva 8 anni gli ha regalato la maglia dell Inter. «Un segno del destino - spiega -, anche perché grazie a Passarella e Zanetti i nerazzurri nel mio Paese erano un mito. La famiglia mi dà grande tranquillità. Vivo a Milano con loro. iamo talmente tanti che quando qualcuno riparte per l Argentina, subito un parente lo sostituisce». di Champions, a Mosca e Lilla, ci avevano detto che non eravamo poi così male, ma in campionato continuavamo a perderne troppe. Poi è arrivata la striscia di dicembre, però ci rimaneva il tarlo di non avere vinto uno scontro diretto». Che squadra l ha impressionata di più in questi mesi? «La Juventus è molto solida e quadrata, ma la rosa dell Inter in Italia non ce l ha nessuno». Quindi per lo scudetto ci siete anche voi? «Questo non voglio dirlo. Dopo quell inizio l unica strada è davvero quella di prendere e vincere una partita alla volta». La prossima può valere il sorpasso alla Lazio. Una squadra che va meglio in trasferta e che come il Milan potrebbe lasciarvi l arma del contropiede. «Non credo che verranno qui scoprendosi. Dovremo essere bravi noi a capire i momenti della gara». Lei cosa ha capito dell Italia? «Che fa un freddo tremendo! Per il resto, anche grazie a compagni e tifosi, mi sono ambientato in fretta». Eppure le manca un gol da fuori, sua specialità in Argentina. «Verrà presto. Per ora sono fermo al palo preso in campionato contro il Genoa». LAZIO IL TECNICO, MAI VINCENTE A AN IRO CON I NERAZZURRI, TRA MERCATO E AMBIZIONI CHAMPION Reja punta Honda, sogna Krasic e sfida il suo tabù Vertice di mercato con la dirigenza: il Cska non tratta, Lotito riflette sul giapponese DAVIDE TOPPINI ROMA È dura. Poi si può scegliere se applicare l aggettivo alla sfida all Inter o alla trattativa con il Cska Mosca per Keisuke Honda. È dura la partita perché Edy Reja non ha mai vinto a an iro in vista sua, eppure di match ne ha portati a casa 300 in carriera. Dura la trattativa perché il club russo non si accontenta del prestito con diritto di riscatto proposto dalla Lazio nel blitz del d.s. Tare di due giorni fa. Edy Reja, anni LAPREE Riflessione E allora ecco perché ieri pomeriggio c è stato bisogno di un vertice di mercato tra lo stesso allenatore e la dirigenza per fare il punto. Honda piace, anche al tecnico, seppur con qualche perplessità dal punto di vista tattico. Reja ha visionato diversi dvd relativi a Honda, è stato rassicurato dalla società anche sull integrità fisica del giapponese, che lo scorso settembre ha subito un intervento al ginocchio. Il punto è che l affare è tutt altro che semplice. La Lazio ha offerto al Cska 2 milioni subito e un riscatto a giugno di 10 milioni, il club russo ha risposto con una richiesta di 1 milioni. Non trattabili. E qui ci si è fermati. Ora la Lazio, forte in ogni caso del gradimento del giocatore, si è presa un weekend di riflessione. Pare da escludere un nuovo viaggio di Tare in Russia: ormai le posizioni sono chiare. La palla (ri) passa a Lotito, che del giapponese si è innamorato: solo alzando l offerta, magari provando l acquisto immediato, l affare può andare in porto. Altrimenti, largo al piano B. E Reja spinge per Milos Krasic, il serbo che la Juventus dà in prestito e grazie al quale il tecnico potrebbe perseguire il disegno tattico del Zero vittorie Che poi è lo stesso modulo che Reja dovrebbe adottare domani sera a an iro contro l Inter. Per la Lazio è una sfida che dirà molto sulle reali ambizioni Champions. Per Reja è l occasione di cancellare un numero antipatico, quello zero nelle vittorie a Milano in tutta la carriera: tre sconfitte e due pareggi, «bottino» identico sia con Milan sia con Inter. Non proprio il massimo della vita, considerato che la Lazio giocherà due partite a Milano nel giro di quattro giorni: prima contro Ranieri in campionato, poi giovedì contro Allegri nei quarti di Coppa Italia. Contro Ranieri Già, Ranieri. Non bastava l incubo an iro. Reja si ritrova davanti il collega che gli ha «rovinato» la piazza a Roma: tre sconfitte su tre derby della capitale. E un rapporto con la tifoseria che si è logorato pian piano, fino ad arrivare alla dimissioni dello scorso settembre. Poi un successo contro la Roma per Reja è arrivato, il cielo si è fatto più sereno, ma sulla panchina giallorossa c era Luis Enrique. Domani altro giro, altro «derby».

13 ABATO 21 GENNAIO 2012 LA GAZZETTA DELLO PORT 13 IL CAO Tifoso ferito: «Indagato o parte lesa?» Dopo la rissa col poliziotto, Moro non rischia la vita: è in stato di fermo, ma il legale solleva dubbi ALEIO DA RONCH GENOVA Massimo Moro sta meglio: è sempre grave, ma non è in pericolo di vita. Le condizioni del tifoso genoano, ferito mentre si giocava Inter-Genoa a an iro, sono andate migliorando ora dopo ora. La ferita riportata alla testa non ha destato preoccupazioni, l attenzione è stata immediatamente rivolta alle condizioni dei suoi polmoni, messi in crisi da un evento improvviso, quello che ha fatto sorgere tanti dubbi e molte ipotesi su quanto può essere accaduto giovedì sera. Indagato o parte lesa? Moro, genovese, 38 anni, è in stato di fermo per resistenza a pubblico ufficiale ed è piantonato in una stanza del reparto di neurorianimazione del Policlinico di Milano, dove è arrivato in barella, in codice rosso, senza accompagnatori, già intubato. La famiglia, che ieri è corsa nel capoluogo lombardo, ha già affidato la sua difesa all avvocato Riccardo Lamonica, impegnato ieri in una serie di udienze a Genova, ma da oggi pronto a ricevere le carte riguardanti l accaduto e a verificare, come ha spiegato «se Massimo è un semplice indagato o può diventare parte offesa». La tifoseria genoana: Massimo Moro non faceva parte degli ultrà rossoblù vano lasciato nelle mani dei poliziotti poco dopo le 20. «Lui e altri sette ragazzi - racconta Emilio Parodi, presidente del club rossoblù di estri Ponente - comprano sempre i biglietti da noi, anche se spesso viaggiano con mezzi propri. Non sono ultrà, sono ragazzi come tanti. Loro mi hanno riferito che Massimo è arrivato in effetti allo stadio un po alterato (secondo una versione il vino rosso aveva reso meno noioso il viaggio di molti, ndr) e sono nati problemi ai tornelli del varco numero 9 con uno steward (la versione precedente racconta di Moro che non vuole farsi perquisire e che reagisce quando gli viene intimato di togliere la sciarpa, ndr). E stata chiamata la polizia che lo ha preso in custodia. Agli amici, però, è stato detto di entrare nello stadio e di passare a riprenderlo al termine della partita per riportarlo a casa. Quando sono tornati al posto di polizia, Massimo non c era più. Due di loro sono corsi al Policlinico, insieme al cognato, dove però non hanno mai avuto notizie certe. embra che abbia avuto una reazione allergica al sedativo». Lo scontro Bruno Megale, dirigente della Digos di Milano, ha spiegato così l accaduto: «Durante l arresto l uomo, il cui tasso alcolemico accertato dalle analisi era altissimo, ha cercato di scappare ed è caduto insieme ad un agente che lo stava bloccando da dietro, procurandosi una ferita alla fronte. Le complicazioni polmonari potrebbero essere dovute al fatto di aver ingerito del vomito». Moro sarebbe anche risultato positivo agli oppiacei in un controllo effettuato al Policlinico. L agente con il quale è entrato in contatto, invece, ha avuto 4 giorni di prognosi. Tra i tifosi rossoblù i dubbi restano: resta difficile comprendere come un ragazzo consegnato ai poliziotti sia potuto finire in ospedale in gravi condizioni. La sorella Veronica, come la madre, non ha avuto possibilità di vederlo: «Non cerco colpevoli, spero solo che mio fratello possa uscire da questa situazione. Ci dicono che non ha subito danni neurologici e questa è la cosa più importante». La lite Gli amici con i quali aveva viaggiato sul pullman allestito dal club Bonilauri, lo ave- Taccuino IL CAO Obodo accusato di aggressione UDINE (m.m.) Da testimone ad accusato. Il centrocampista nigeriano Cristian Obodo, di proprietà dell Udinese ma attualmente in prestito al Lecce, chiamato mercoledì scorso a Udine in qualità di testimone al processo per una rissa scoppiata in un African hop avvenuta nel 2007, si è ritrovato a doversi difendere dall accusa di aggressione rivoltagli dal 37 nigeriano Okechukwu Obidike. Tutto sarebbe nato da una scenata di gelosia da parte di Damian Nz Uwaoma, 51 anni, che avrebbe preso di mira la sua compagna. econdo la prima ricostruzione il calciatore era intervenuto in difesa della ragazza. Ora la sorpresa di passare da testimone ad accusato. Obodo si è avvalso della facoltà di non rispondere davanti al p.m. e gli è stato nominato un avvocato d ufficio. COPPA ITALIA Due turni a Mangia ex Palermo Dopo gli ottavi di Coppa Italia, il giudice sportivo ha squalificato per due turni l ex tecnico del Palermo, Devis Mangia. Queste le ammende per le società: all'inter anche per cori razzisti, euro alla Roma, al alla Lazio, euro al Napoli e euro al Verona. Un turno di squalifica anche per l'allenatore dei portieri del iena avorani. DONNE Torres e Bardolino vanno in trasferta (f.sal.) Undicesima giornata, il programma. Così oggi alle 14.30: Como-Torres; Lazio-Bardolino Verona (ore 18); Mozzanica-Milan; Riviera di Romagna-Firenze; Tavagnacco-Roma; Torino-Chiasiellis; Venezia-Brescia.

14 14 LA GAZZETTA DELLO PORT ABATO 21 GENNAIO 2012 ERIE A L ALTRO ANTICIPO DI OGGI CIOCCATO, DIVERTITO, MATEMATICO, BONARIO: LE 4 FACCE DI LUCHO EAME ROMA P Luis Enrique, 41 anni, ha guidato dal 2008 al 2011 il Barcellona B, la rinomata Cantera del club catalano Luis Enrique, alt! «E troppo presto per il mio rinnovo» L allenatore: «Non voglio più vedere la partita matta di Catania». Riscattata la metà di Borini Perché vedere ROMA-CEENA I giallorossi hanno battuto Napoli e Chievo prima del diluvio di Catania. La scalata può continuare. Ma che ne pensa la coppia Mutu-Eder? ALEANDRO CATAPANO ROMA Olimpico, ore 18 Lealtà e tentazioni. Innanzitutto, Luis Enrique è una persona perbene. «Il rinnovo del mio contratto? Ho ancora un anno e mezzo, un eternità. La società ha fatto un gesto incredibile a propormelo dopo la sconfitta di Firenze, ma mi manca tantissimo lavoro per meritarmelo, basterà perdere qualche altra partita e tornerò uno stronzo. Quindi non ha senso parlarne ora». Anche perché, e qui subentrano le tentazioni, a Luis Enrique è stata prospettata l eredità di Guardiola, a Barcellona: con tutto il rispetto per la Roma, vuoi mettere? Di sicuro, l asturiano non ha intenzione di passare qui tutta la vita. «Impossibile. Di Ferguson ce n è uno». Totti gol e De Rossi no «Ora assicura Luis penso solo a QUI CEENA Non c è il transfer Pudil resta fuori Ma torna Colucci CEENA E poco fortunato il Cesena in fatto di transfer. In estate, per sbloccare la sua situazione, il difensore centrale Rodriguez fu costretto a tornare qualche giorno in Uruguay. La scorsa settimana quello di Moras (in arrivo da wansea e Football Association) non è giunto in tempo utile per il Novara, ieri mattina non c erano notizie del transfer di Pudil (da Granada e Liga). Arrigoni ha quindi escluso il nazionale ceco dall'elenco dei 20 convocati. A tre mesi e mezzo di distanza, il Cesena ritroverà il capitano Colucci: «Ho ancora un minimo dubbio - si cautela Arrigoni : la testa è pronta per giocare dall'inizio, il fisico un po' meno». La rifinitura ha però detto che Colucci è favorito su Candreva. Rimandata, invece, la difesa a 3: «Non è il caso di farla contro la Roma. Ha una facilità di palleggio che in Italia non siamo abituati a vedere, Noi dovremo essere compatti», Alessandro Burioli battere il Cesena». Impresa alla portata, anche per una Roma priva del suo volante: De Rossi, ancora senza contratto (ieri si vociferava di un incontro Baldini-Berti) ma, in compenso, con un principio di pubalgia che stasera lo terrà a casa, col rischio di saltare anche la Juventus. La gestione dell azzurro deve aver infastidito Luis Enrique. «Le condizioni di Daniele? Chiedete ai medici». Lo diceva anche palletti, quando la sua Roma era falcidiata da infortuni muscolari, come questa. E i medici in serata fanno il punto, non così rassicurante. «Condizioni stazionarie. Valuteremo quando riprenderà ad allenarsi con la squadra». Totti, invece, è vivo e vegeto. «Lui è un punto di riferimento». Che stasera andrà a caccia del primo gol della sua carriera al Cesena. arebbe il 210 in A, quanti ne fece Nordahl col Milan, primatista di reti con la stessa maglia. Intanto nel giorno in cui deve smentire l imminente nascita del terzo figlio Totti si gode il riconoscimento dell Iffhs: calciatore più conosciuto in Europa, più di Cristiano Ronaldo(?). Turnover e mercato Alla Roma di stasera serve il miglior Totti, ma soprattutto la vera Roma. «Non quella vista nel primo tempo di Catania tuona Luis Enrique. È stata una partita matta, senza controllo, ma non per il diluvio: troppi errori, mai più così». È la prima di sei sfide che la Roma affronterà nei prossimi venti giorni. «Non tutti i miei giocatori sono in grado di disputare al 100% due impegni in tre giorni», ammette Luis Enrique. Perciò, pensando alla Juve, spazio al turnover. In attacco, potrebbe avere una chance Fabio Borini, che giusto ieri è stato riscattato dal Parma (circa 2,3 milioni per la metà, mentre Okaka va in Emilia in prestito). A proposito di mercato, la vicenda Marquinho ora fa sorridere: lui saluta compagni e tifosi su twitter, ma la Roma continua a tenerlo in ghiaccio. Pure Luis Enrique: «Non c è fretta, prima sfoltiamo la rosa». Bah. 4 I NUMERI 2,9 i milioni di euro lordi che Luis Enrique percepisce per questa stagione. Il prossimo anno ne guadagnerà 3,1. Premi esclusi. 11 le partite interne consecutive in cui la Roma ha realizzato almeno un gol. 1 il successo del Cesena negli 11 precedenti ufficiali a Roma: 0-1 il 31 gennaio L ultima vittoria della Roma risale all 11 novembre 1990, 4-1. L anno scorso finì 0-0 LA OCIETÀ Aumento di capitale e sponsor in arrivo James Pallotta, 53 anni ROMA Ricordate il bagno in piscina di James Pallotta? Il tuffo in stile Mister Ok (figura mitica per i suoi voli nel Tevere a Capodanno) seguì parole di grande speranza: «Vinceremo lo scudetto il prossimo anno e faremo tutti insieme un tuffo nella fontana». iccome la platea, a Trigoria, rimase piuttosto perplessa, alle parole Pallotta fece seguire immediatamente i fatti. «Non ci credete? Allora mi tuffo subito». E si buttò, in effetti. Indimenticabile. Pallotta intende passare alla storia romanista, ma il percorso che lo attende richiede denaro più che entusiasmo. Nelle casse della Roma non ci sono liquidi e le perdite ormai veleggiano verso i 50-0 milioni. Logico che l aumento di capitale annunciato lo scorso autunno e non ancora varato, sia diventato fondamentale per la sopravvivenza (a grandi livelli) del club. Ormai l operazione è ai nastri di partenza: sarà l assemblea dei soci di fine mese a deliberarla. ul piatto saranno messi 80 milioni: 50 entro giugno, i restanti 30 in due tranche successive (10+20), ma solo se l andamento finanziario del club le riterrà necessarie. Novità Quanto avanzerà per la campagna acquisti? Poco o tanto dipenderà soprattutto dalla voce ricavi: Pallotta potrebbe annunciare a breve nuovi ricchi contratti di sponsorizzazione o perfino facilitare l ingresso di nuovi (e facoltosi) soci nel pacchetto azionario. Tutto questo in attesa di gettare le fondamenta del nuovo stadio. Ma per allora, come si dice a Roma, beato chi c ha un occhio. a. cat. ALTRE TRATTATIVE L UNIVERIDAD DE CHILE INITE PER PINILLA, MA IL PALERMO NON VUOLE CEDERLO IN PRETITO Udinese: Pazienza in arrivo, poi Maxi Perez Cesena: Pilar no, è sprint per Pellé Bologna sogna ancora Castaignos Okaka va a Parma CALVI-DI CHIARA-DI FEO L Udinese mette il turbo al mercato e sprinta per Pazienza. Il centrocampista non è stato convocato da Conte, lajuve a breve chiuderà un affare nel suo ruolo, e lui già a inizio della prossima settimana dovrebbe essere in Friuli per visite e firma. E c è anche uno sprint per il trequartista Maxi Perez (Penarol, passaporto comunitario): offerto un prestito con diritto di riscatto fissato a 2,5 milioni, a breve la risposta degli uruguaiani. Mosse Cesena In attacco i romagnoli vanno spediti su Pellé: Benalouane come contropartita lascia freddini gli emiliani, si studia la formula del prestito. A centrocampo vive le piste Cazzola (Juve tabia) e antana (Napoli), piace Brighi (Atalanta) nel caso parta Parolo. Intanto è fumata nera per Pilar (Viktoria Plzen). Punto Lecce Parma e Lecce riproveranno a definire una trattativa che la scorsa settimana era stata abbandonata, per le rispettive dichiarazioni di incedibilità di antacroce e Olivera. Il salentini puntano Blasi; il Parma potrebbe accettare in cambio il centrale Ferrario. L operazione potrebbe decollare la prossima settimana. In difesa l ultima idea è Pesoli (iena). Lecce, si riapre la pista Blasi: torna possibile lo scambio con Ferrario in Emilia A Palermo L Universidad de Chile non ha abbandonato il sogno di riportare in patria Pinilla. I cileni sono tornati alla carica e sarebbero disposti ad acquisire l attaccante in prestito per 500mila euro, fissando magari un diritto di riscatto. Il Palermo, al momento, tentenna, preferendo piuttosto cedere il giocatore a titolo definitivo per circa 3,5 milioni. I rosanero a centrocampo non mollano la pista Palombo (amp, ma ci sono anche Lazio e Juve) e, se liberano un posto da extracomunitario, Rios (Tijuana). Affari Parma Gli emiliani, che nell operazione Borini hanno ottenuto dalla Roma Okaka (che ha rinnovato al 201, per Michele Pazienza, 29 anni LAPREE ora andrà in prestito e in estate a metà), cercano un rinforzo a centrocampo. Mariga (Real ociedad) è il primo della lista, piace anche Yebda (Granada, si valuta un inserimento per Cazzola (ma il Cesena è avanti). Altre trattative Il Catania pensa al difensore Roncaglia (Boca, lo seguiva anche il Genoa), e per la porta non molla Frison (Vicenza) e Champagne (an Lorenzo). Il Bologna pensa a sfoltire, aspetta di vedere se entro una settimana Bueno (Nacional) diventa comunitario, e non molla le speranze per Castaignos (Inter). La Fiorentina è sempre vigile su Pizarro (Roma). Attacco iena: stand by per Cacia, viva la pista Pozzi, l ultima pista (così come per il Cesena) porta a Toni (Juve).

15 ABATO 21 GENNAIO 2012 LA GAZZETTA DELLO PORT 15

16 1 LA GAZZETTA DELLO PORT ABATO 21 GENNAIO 2012 ERIE A MANOVRE LUNEDÌ L AEMBLEA DOVREBBE ELEGGERE COME NUMERO 2 IL PATRON DEL GENOA E COME CONIGLIERE IL ROMANITA FENUCCI Lega, Preziosi vicepresidente E Beretta rimane fino all estate i chiudono 7 mesi di vacanza anche per dare un segnale a Figc e Coni: niente commissario MARCO IARIA MILANO Maurizio Beretta resta in sella fino alla scadenza del quadriennio olimpico, cioè per tutta la stagione. Però la Lega si sveglia dal letargo e, sette mesi dopo, decide di riempire le caselle vacanti del suo organigramma. Lunedì l assemblea dei club di A dovrebbe eleggere Enrico Preziosi (foto) vice presidente di Lega e Claudio Fenucci consigliere: sostituiranno rispettivamente Rosella ensi e Riccardo Garrone. La prima era decaduta dall incarico dopo aver venduto la Roma agli americani, il secondo aveva lasciato in seguito alla retrocessione della ampdoria in B. La domanda è: come mai ci si è pensato solo ora? Probabilmente perché è arrivato il momento giusto per lanciare un segnale di compattezza politica e di inattaccabilità formale verso l esterno. Antefatti Claudio Lotito è ai ferri corti con Figc e Coni, che sta esercitando un fortissimo pressing perché abbandoni la poltrona di consigliere federale dopo la condanna penale in primo grado. Una battaglia nella quale il patron della Lazio il cui consenso tra i colleghi è sempre più vasto ha trascinato la stessa Lega, che a novembre chiese a gran voce alla Federazione di modificare l articolo 22 delle Noif congelando la sospensione dei dirigenti coinvolti in Calciopoli. E c è di più. Dallo sciopero dei calciatori al «doping legale» non sono mancati gli attriti tra la erie A e Petrucci, con più o meno esplicite minacce di commissariamento. Ecco, uno degli appigli che potrebbe giustificare un azione così clamorosa è la struttura monca della Lega: un presidente dimissionario da marzo, un vice e un consigliere vacanti. Preziosi e Fenucci colmano quei vuoti. Il presidente del Genoa, già vicepresidente di Lega tra il 2004 e il 2005 (lasciò per la combine col Venezia), ha un grande feeling con Lotito e Galliani: nella battaglia sui diritti tv stava con le medio-piccole ma sa come barcamenarsi. Quanto all amministratore delegato della Roma, la sua competenza è apprezzata un po da tutti, e poi il club giallorosso andava ricompensato dopo l addio della ensi. Varie ed eventuali Lunedì all ordine del giorno c è pure la governance, con la scelta di un modello organizzativo più efficiente che strizzi l occhio a Premier e Bundesliga. Ma la sensibilità di club come Palermo e Udinese non pare contagiare gli altri. embra, invece, essere arrivata l ora di tornare a intavolare una trattativa con l Aic: oggetto la spinosa convenzione promopubblicitaria. Pocho annino d HA DETTO IL PROBLEMA DEL NAPOLI «Io ero come Lavezzi, per questo lo temo» L ascesa del tecnico del iena, napoletano che sfida il Napoli: «Ero finito a pulire i bagni, poi ho scoperto acchi e il 4-4-2» GAETANO IMPARATO Forse domani, nel prepartita, rileggerà «A livella» di Totò, come fece nella finali che mandarono il suo Varese in B. «iamo i netturbini dei playoff disse alla squadra, i nobili sono Benevento e Cremonese, con rose costose. In B però andremo noi, spazzini del pallone». Giuseppe annino, nato a Ottaviano - falde del Vesuvio - sfida per la prima volta il Napoli. «Avevo 12 anni: 5 figli e genitori a Torino. Valigie di cartone, papà assunto in Fiat: durò poco, preferì fare l imbianchino». Benvenuto al nord Biglietto solo andata, rione Madonna di Campagna. Lo battezzarono «ciabattina»: segnava e dribblava, in strada, con ciabatte magiche. «La mia Ottaviano? Le palazzine Ina Casa giocando, scalzi, vicino a fogne a cielo aperto. Piazza Municipio, la scuola an Francesco». i gioca a iena, ma del an Paolo non conosce né erba né panchine. «Lo stadio l ho visto... da fuori: sa, io sono nessuno». Il suo Napoli era quello di Peppeniello Massa e Totonno Juliano, oggi incanta Lavezzi: «Rientra? Mi preoccupa, salta l uomo e mette in difficoltà». In fondo, teme un... sosia. «Che giocatore ero? Genio e sregolatezza, dribblomane. Io come il Pocho? Con le dovute proporzioni, sì». Ramazza e pallone Il suo gol più bello lo usava a fini didattici («Fanfulla-Pordenone, C2, tiro al volo, di sinistro, da fuori area, gran gesto tecnico che in dvd mostravo ai miei allievi»). Due vite: da calciatore di 4 a serie, poi da allenatore. Il passaggio? Tanta amarezza. «Chiusi la carriera tra i dilettanti perché mi offrirono un impiego da ausiliare all Asl di Voghera, dove ero un beniamino per aver giocato e segnato tanto. Misi Giuseppe annino, 54 anni, si sbraccia: il suo iena in casa ha fatto 15 gol in 9 gare, come l Inter INFOPHOTO la scheda GIUEPPE ANNINO 54 ANNI ALLENATORE DEL IENA Dopo una carriera da calciatore in C, inizia ad allenare nel 1990 gli Allievi del Voghera. Da lì, dopo una lunga gavetta, arriva al Varese nel 2008 e in 2 anni lo porta dalla 2 a Divisione alla B. Nel giugno 2011 firma un biennale con il iena. MITER PROMOZIONE 2000 Alto Adige (dai dilettanti alla C2) 2007 Lecco (dalla C2 alla C1) 2008 Pergocrema (dalla C2 alla C1) 2009 Varese (dalla econda alla Prima Divisione) 2010 Varese (dalla Prima Divisione alla erie B) tanta umiltà pulendo corsie, stanze e persino i cessi. Pronto a mangiare sterco per sfamare la famiglia. Invece, sul lavoro, pagai i trascorsi da calciatore. Non apprezzarono il rimettermi in gioco. Giurai che, col calcio, avrei migliorato la mia vita». Lui, acchi e Mazzarri L ha cambiata la vita, rubando i segreti al Milan Primavera di Viscidi, a Cardano («Andare a Milanello, da acchi, era impossibile, mi sorbivo 150 km al giorno»), poi fu ingaggiato dalle giovanili del Monza: «Da calciatore, in un amichevole, capii come il di acchi era perfetto. altavo un avversario e me ne ritrovavo un altro a coprire. È il mio modulo. Il di Mazzarri? Ottimo tecnico, lo studiai al Livorno. a giocare con tre uomini nell area avversaria oltre due esterni». ulla sua carriera ha puntato stipendi da ausiliario, come quando si pagava ritiri, e campetti d allenamento, dei suoi allievi a Voghera. C è posta per te Perfezionista, un sergente. Coi «vaffa...» va duro per scuotere i suoi. A Varese strapazzò Grossi (oggi a iena) che chiese d essere ceduto. Per rimediare annino accolse Grossi piazzando Mauro Milanese (allora terzino, oggi ds dei biancorossi) su una cyclette in spogliatoio con un enorme busta da lettera in mano. Mentre Milanese mimava un postino e scorreva la sigla di «C è posta per te» si sentì la voce registrata di annino che implorava: «Avevo un figlio, un fratello, un atleta modello... si chiama Grossi. Perdonami, torna da me». Per Mazzarri, per il Napoli? No, annino non ha posta. «Mi incanto sentendo gli aneddoti di Calaiò sulle sue promozioni dalla C alla A col Napoli, o i racconti di Baiano su Maradona. No, in A di favolette da raccontare ce ne sono ben poche».. u Lavezzi «Rientra? E una cosa che mi preoccupa. Lavezzi è uno che salta l uomo, ti mette in difficoltà. Con le dovute proporzioni, quando giocavo ero come lui» su acchi «Da calciatore capii che il suo era perfetto, saltavo un avversario e me ne ritrovavo un altro a coprire. Èilmio modulo» su Calaiò «Mi incanto ascoltando i suoi aneddoti sulla promozione del Napoli dalla C alla A, o gli aneddoti di Baiano su Maradona» Paolo Cannavaro, 30 anni, leader azzurro REPORPRE Mazzarri resta senza filtro Ci vuole Britos Azzurri sempre bucati nelle ultime 9: il centrale è pronto GIANLUCA MONTI NAPOLI I numeri non sempre raccontano la verità. Il Napoli ha incassato 20 gol nelle prime 18 giornate di campionato, come lo scorso anno. Eppure, l impressione è di una squadra decisamente meno solida rispetto al passato. Questione di equilibri, quelli che la formazione di Mazzarri sta ancora cercando. enza filtro Nelle ultime 9 gare disputate tra campionato, Champions e Coppa Italia, in ben otto il Napoli ha subito almeno una rete. De anctis è rimasto imbattuto solo al Madrigal, per altro contro un attacco privo di Rossi. Eppure i titolarissimi della difesa sono gli stessi da un paio di stagioni. Dunque le ragioni di questa emorragia vanno ricercate in un centrocampo che, dopo l addio di Pazienza, non riesce a fare filtro visto che Gargano è rimasto l unico vero incontrista. Campagnaro, Cannavaro e Aronica (che ieri ha compiuto 34 anni e attende il meritato rinnovo di contratto) non sono adeguatamente protetti e sbandano pericolosamente. A iena, però, bisognerà invertire la rotta anche perché i toscani in casa segnano addirittura come l Inter: 15 reti in 9 partite, 4 delle quali nell ultima gara al Franchi con la Lazio. Tutti confermati Nonostante l ultima scialba prestazione con il Bologna, Mazzarri confermerà l undici di lunedì scorso, con Lavezzi che dovrebbe partire dalla panchina. Del resto, il tempo degli esperimenti è finito e per il momento le alternative non hanno convinto. In difesa gli argentini Fernandez e Fideleff hanno dimostrato di essere ancora acerbi mentre Grava è stato impiegato con il contagocce. Ecco perché si aspetta con impazienza l esordio in campionato di Britos, domani in panchina. Dopo oltre 4 mesi di assenza, il corazziere uruguaiano è rientrato in Coppa Italia contro il Cesena. Mazzarri ha bisogno di centimetri e muscoli per alzare il muro davanti a De anctis. Britos è pronto.

17 Gran gala lunedì a Milano Totò, Ibra e Cavani Che tris nel Top 11 dell Aic MARCO IARIA MILANO Ve l immaginate una squadra con Thiago ilva e Hamsik, Marchisio e Ibra, Cavani e Di Natale? L ha messa su, idealmente, l Aic per il «Gran Gala del Calcio», di scena lunedì al Teatro Dal Verme di Milano (ore su portitalia). Il sindacato ha chiesto ai calciatori di A, oltre che ad allenatori, arbitri e giornalisti, di votare i migliori del campionato scorso. Ne è venuto fuori questo top 11: Handanovic (foto) in porta, difesa con Maggio, Thiago ilva, Nesta/Ranocchia (ex aequo) IN PORTA HANDANOVIC ABATO 21 GENNAIO 2012 RC LA GAZZETTA DELLO PORT e Armero, a centrocampo Hamsik, Boateng e Marchisio/Thiago Motta (ex aequo), in attacco Di Natale, Cavani e Ibrahimovic. Premi anche ad Allegri (allenatore dell anno), Rizzoli (miglior arbitro), Del Piero e Fabio Cannavaro (alla carriera) e El haarawy (erie B). portitalia omaggerà Fabio Capello (premio della critica) e Giampaolo Pozzo, quale patron della società più brillante (Udinese). 17 Novara GIUEPPE MADDALUNO NOVARA Gran Radovanovic erbia and volley Non solo calcio: Ivan ha trovato tante connazionali della pallavolo Come un anatroccolo che si è riscoperto cigno, Ivan Radovanovic sta conquistando, una partita dopo l altra, il ruolo di leader del centrocampo azzurro. Non male per uno che in estate era arrivato in punta di piedi, tra lo scetticismo di molti, reduce da un paio di stagioni non esaltanti. Non un caso, che questa rinascita sia avvenuta proprio in azzurro: «Qui ho trovato l ambiente ideale, mi sento a casa». Questione di feeling D altra parte, che il feeling tra Novara e la erbia sia speciale non è una novità: tra le atlete che hanno fatto la storia della squadra di volley femminile, l Asystel Novara, che da un decennio è ai vertici in Italia e in Europa, ci sono diverse giocatrici serbe, non ultima la campionessa d Europa in carica anja Malagurski. tesso Paese, scuole diverse: le pallavoliste cresciute nella tella Rossa, Ivan nel Partizan. Eppure, come tutte loro, arrivate giovani a Novara e lanciate poi nell elite del volley, anche Ivan ha trovato qui terreno fertile, su cui far crescere il proprio talento e affermarsi nel calcio che conta. Ivan Radovanovic, 23 anni, centrocampista BOZZANI Bologna NICOLA ZANARINI BOLOGNA Papà Portanova 4 figli attaccanti «Cerco di farli diventare goleador così riceveranno meno insulti...» La miglior difesa è l attacco, è questo il motto preferito di Daniele Portanova. Il centrale del Bologna non ha solo il vizio del gol (ne ha segnati 12 in A), ma sta anche allevando un vero e proprio reparto offensivo. «Ho 4 figli fra i 2 e gli 11 anni di età, sono tutti maschi e ragionano già da attaccanti; io gli do un po di consigli e cerco di farli diventare tutti centravanti perché così riceveranno meno insulti di quelli che ho preso io dai tifosi», scherza il leader della difesa rossoblù. Bambocci «to sempre insieme ai miei figli, appena smetto di lavorare a Casteldebole ricomincio a casa con loro. E un allenamento continuo e faccio una vita molto casalinga», prosegue il numero 90, reduce da due giornate di stop per l espulsione rimediata insultando un assistente nel recupero del 21 dicembre con la Roma. «Gli ho detto di smetterla di fare i bambocci perché l arbitro ammoniva a casaccio e non ci aveva dato un rigore. C è chi si lascia scappare ben di peggio, ma purtroppo noi del Bologna dobbiamo star zitti e mi servirà da lezione per il futuro». catta l ultimatum ai tifosi della Viola Il presidente Cognigni: «Certi fatti incresciosi minano il rapporto tra i Della Valle e la città» Fiorentina ALEANDRA GOZZINI FIRENZE Esistono circostanze migliori in cui ritrovarsi, l'ultimo week-end viola della dirigenza si è invece concluso con il tonfo in campionato, la tribuna infiammata di rabbia, la delegazione ultrà in sede, i caschi blu a frenare la contestazione. Tra tutte le componenti, una in particolare non può essere tollerata, quella degli insulti personali e della violenza, che fa dire quanto segue a Mario Cognigni, presidente-operativo: «Ognuno ha diritto a manifestare il proprio dissenso finché si resta in un contesto civile, nello stesso tempo respingiamo offese e minacce. u questo punto non vorremo più intervenire: parlo anche a nome dei Della Valle, certi fatti incresciosi minano il rapporto tra proprietà e città». Nella categoria offese rientrano anche i discorsi del tifo intorno a quella che sarebbe una contenuta voglia di investire: «Basta vedere i bilanci per capire gli sforzi fatti in questi anni, altro che proprietà poco disposta ad aprire il portafoglio. Non c'è nessuna intenzione di mollare, sentirsi dire che bisogna spendere suona come un'offesa». Ultimatum Non è la prima volta che dal club giunge un messaggio di questo tipo, una sorta di aut-aut rivolto al tifo becero. Il fatto che l'affronto personale, così come la provocazione di barricare la squadra Palermo GIUEPPE BAGNATI PALERMO quadra già vecchia Età media a 25,7 Inversione di tendenza: nella scorsa stagione era a 24,2 anni Lo scorso anno il Palermo era la squadra più giovane del campionato. L'età media dei rosanero era 24,2, ma il dato importante era un altro: Zamparini aveva inserito nella formazione titolare quattro debuttanti in A, uno per reparto. Munoz in difesa, Bacinovic a centrocampo, Ilicic sulla tre quarti e Pinilla in attacco si aggiungevano a irigu e Pastore che avevano alle spalle soltanto un campionato di A. Non era fuori luogo parlare di apertura di un ciclo, sembrava la logica evoluzione della politica dei giovani che Zamparini aveva intrapreso con successo, portando a Palermo Cavani, Hernandez, Kjaer, Pastore e lanciando irigu. negli spogliatoi e gli sputi in tribuna siano arrivati dopo il capitombolo contro l'ultima in classifica, deve essere considerato solo in parte. Concetto difficile da far passare alla piazza rattristata, ma Cognigni ci prova: «Vogliamo costruire una squadra competitiva, ma anche portare avanti i valori dello sport; il risultato non può sempre essere alla base di tutto, per questo chiediamo ancora più attaccamento ai tifosi veri». Amauri sì econdo Cognigni il nuovo ciclo comprenderà Corvino, diesse protagonista delle annate Champions con mandato a scadenza. Altro punto fermo del programma è la cessione dei giocatori che non credono nel progetto: «Chi non vuole restare alzi il dito e lo dica. Behrami? Non ha mai alzato la mano». Lunedì intanto arriverà Amauri, acquisto teorico (firmerà solo lunedì) annunciato da Corvino, che aggiunge: «Uno solo non cambierà la situazione, è tutto il gruppo che deve ritrovare il proprio valore, altrimenti ci sarà da preoccuparsi. In ogni caso non mi arrendo: è dura migliorare una squadra che ha giocatori ambiti dalle big, la terza difesa del campionato e una coppia di attaccanti fortissima, ma ci proverò». Anche in mezzo la squadra non è male, se si pensa che può permettersi di lasciare Vargas in panchina: assomiglia a un Gilardino-bis, tenuto fuori a iena e poi venduto. Considerato l'apporto minimo degli ultimi mesi, Vargas non è tra gli incedibili. Allarme Jovetic Apprensione per Jovetic; nell allenamento di ieri il montenegrino si è fermato e soltanto oggi sapremo se giocherà domani a Cagliari. Inversione di tendenza Le partenze di Pastore e irigu, quelle di Bovo, Cassani e Nocerino, e il congedo di Rossi hanno stravolto quel Palermo. L'arrivo di Cetto (29 anni) è stato il primo segnale di un'inversione di tendenza. Quello che è successo tra il 18 e il 31 agosto dello scorso anno sembra il diario di bordo di una navigazione vista. Basta un'amichevole a Trapani (5-3 per il Palermo) per far perdere la pazienza a Zamparini. Quel giovedì 18 il presidente boccia la sua squadra. Non è lo spot più azzeccato per la campagna abbonamenti. La domenica successiva il Palermo affronta al Barbera i turchi del Fenerbahce, che vincono 3-2. Il pubblico fischia la squadra bocciata dal suo presidente. E Zamparini s'infuria. Il 30 agosto salta Pioli, squadra affidata a Mangia, dopo che Rossi aveva detto no a Zamparini. L'indomani, ultimo giorno di mercato, arrivano Alvarez (32 anni mercoledì scorso), Barreto 27, Della Rocca (24). Parte Nocerino, destinazione Milan. Oggi l'età media del Palermo è 25,7, il tasso tecnico rispetto alla stagione precedente decisamente più basso. Adesso c'è Mutti in panchina, dopo Viviano e Donati altre novità in vista. L'apertura di un nuovo ciclo è rinviata da destinarsi. Il modello Udinese resta lontano. E Zamparini, da friulano, ci soffre. Ecco Donati «Mutti grande persona» Presentato Massimo Donati che ritrova Mutti dopo Bari: «Grande persona» GETTY Genoa ALEIO DA RONCH GENOVA Frey fidanzato con la Carbonero alla genovese eba Frey con la fidanzata Lavinia Ranieri TANOPRE Il portiere rossoblù come Casillas Lei è Lavinia e fa la telegiornalista ebastien Frey come Iker Casillas. Ricordate il famoso bacio del portiere spagnolo alla giornalista che lo intervistava dopo la finale mondiale vinta dagli iberici? Pure il portiere del Genoa è stato conquistato da un sorriso posto dietro un microfono, solo che quel sorriso non appartiene a ara Carbonero bensì a Lavinia Raineri, altrettanto brava e bella, ma genovese, genoana e da alcuni anni volto di punta della web tv Genoa Live. Rinascita E anche grazie a lei, oltre al lavoro svolto sul campo con il preparatore pinelli, che Frey ha ritrovato la serenità e lo smalto dei tempi migliori, cose che lo hanno fatto diventare un idolo dei tifosi rossoblù, a suon di parate fantastiche e soprattutto decisive. Basta osservare le pagelle della Gazzetta, che ne fanno il portiere dal miglior rendimento finora. Chat speciale L amore è scoccato improvviso, fin dai primi giorni dell avventura dell estremo difensore francese con il Grifone. Galeotta è stata la prima chat di presentazione ai tifosi: è la sera del 5 agosto, Lavinia che intervista ebastian ad Acqui Terme, dove la squadra è in ritiro precampionato. guardi ed emozioni speciali, che in poco tempo si sono trasformati in qualcosa di più. Tra loro è nata una storia splendida e travolgente, che ha restituito subito il sorriso all estremo difensore del Genoa, partito da Firenze con il cuore appesantito dalla tristezza per le vicende vissute in campo e fuori, la fine della storia d amore con la seconda moglie Roberta Bonfanti, che gli ha dato due figli. Destino Lavinia Raineri vive la cosa con discrezione, visto anche il suo ruolo. Lei ha mosso i primi passi da giornalista con ky per dedicarsi in seguito alla Web Tv. Curiosamente i primi successi sono arrivati con una trasmissione dedicata all amore tra i personaggi famosi, «I love you». Un segno del destino. FORUM partecipa alla discussione a

18 18 LA GAZZETTA DELLO PORT ABATO 21 GENNAIO 2012 ERIE A LE ULTIME PER LA MAGIC CUP GIOCHIAMO A TAVOLINO LA 19 a De GIORNATA L Udinese sorride Isla ci sarà col Catania Il tecnico Guidolin aveva provato in settimana senza il cileno MAIMO MEROI UDINE Presente. Ha risposto così ieri pomeriggio Mauricio Isla quando Francesco Guidolin ha fatto l appello prima dell allenamento. Il centrocampista cileno ha regolarmente lavorato con i compagni e si è mosso con scioltezza prima sul terreno di gioco all aperto e poi al coperto dove Di Natale e compagni hanno provato a ripararsi dal freddo e a limitare il rischio infortuni. Prezioso La disponibilità di Isla, soprattutto in virtù dell assenza dell altra mezzala, il ghanese Asamoah «precettato» dal Ghana in Coppa d Africa, risulta preziosissima per Guidolin che nel corso della settimana, aspettando buone notizie dal cileno, si è «scatenato» provando diverse soluzioni di gioco, compreso anche un insolito con il brasiliano Danilo provato davanti alla difesa. È accaduto nell allenamento di giovedì quando all appello mancava un altro centrocampista, Pinzi, che però ieri si è regolarmente allenato fugando i dubbi sulle sue condizioni. A centrocampo Guidolin si ritrova con gli uomini contati da qui la necessità di acquistare un elemento pronto all uso (leggi Pazienza). Alternativa La presenza di Isla significherebbe conferma del lo schieramento che ha fatto la fortuna dell Udinese nell ultimo anno e mezzo. In caso contrario è pronto il con l inserimento di Pasquale esterno sinistro basso in difesa e Ferronetti dalla parte opposta: in mediana Basta e Armero sulle fasce e Pinzi e Fernandes al centro. Riscatto È stata una settimana particolare quella trascorsa dall Udinese reduce da due sconfitte consecutive (non era mai successo finora) tra coppa Italia (Chievo) e campionato (Genoa). Guidolin sin dall inizio della settimana ha battuto sul tasto dell attenzione («quella con la A maiuscola», le testuali parole), su quello dei particolari da curare quasi alla noia. «ono convinto che così facendo potremo continuare a dare fastidio alle grandi». E proprio l aspetto psicologico deve essere la molla per far ripartire l Udinese. Con il Catania servono 3 punti per completare un girone d andata da record (mai i friulani avevano girato a quota 38 nei campionati a 20 squadre) e per presentarsi nelle migliori condizioni allo scontro diretto di sabato prossimo a Torino contro la Juventus. ROMA (4-3-3)-CEENA (4-4-2) ATALANTA ( )-JUVENTU (4-3-3) OGGI Ore 18 TADIO Olimpico ARBITRO Giannoccaro di Lecce (Niccolai-De Pinto; Massa) PREZZI Da 12 a 200 euro TV ky Calcio 1HD, ky upercalcio HD, Premium Calcio, Premium Calcio HD2 ROI IMPLICIO 5,5 ROI 5,88 BOJAN 5.75 PAROLO,25 TEKELENBURG KJAER 5,88 MUTU 5,75 COLUCCI 5,75 GAGO,75 TOTTI,5 HEINZE RODRIGUEZ VON BERGEN 5,13 ANTONIOLI EDER 5.3 GUANA 5,5 BORINI,13 TADDEI,33 PJANIC 5.3 CECCARELLI 5.7 COMOTTO ROMA CEENA OGGI Ore TADIO Atleti Azzurri d Italia ATALANTA JUVENTU ARBITRO Celi di Campobasso (Grilli-Rosi; Rocchi) PREZZI Tutto esaurito TV ky port 1, ky Calcio 1 HD, Premium Calcio, Premium Calcio HD1 Rossi con la pubalgia è l unico guaio per Luis Enrique (a parte i lungodegenti Osvaldoe Burdisso). Rosi è recuperato, Totti promette bene, pure Borini scalpita e potrebbe essere la sorpresa del pomeriggio, con Lamela in panchina in vista della Juventus. IN GRAN FORMA Totti a caccia di Nordahl e Gago di nuovo in regia. DA EVITARE Lamela per la solita caviglia capricciosa. ALLENATORE Luis Enrique. Lobont, Cicinho, Juan, Josè Angel, Greco, Lamela, Caprari. BALLOTTAGGI Rosi-Cicinho 70-30%, Taddei-Josè Angel 0-40%, implicio-greco 0-40%, Borini-Lamela 55-45%. QUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Cassetti, Gago, De Rossi. INDIPONIBILI De Rossi (7 giorni), Cassetti (7 giorni), Osvaldo (40 giorni), Burdisso (90 giorni). ALTRI Curci, Perrotta, Pizarro. Arrigoni rinuncia all ultimo arrivato Pudil, ancora privo di transfer, e per la prima volta da quando è a Cesena può far giocare dall inizio capitan Colucci. IN GRAN FORMA da quando è stato promesso alla ampdoria, Eder sta giocando molto bene: la partita di Roma sarà decisiva per capire se resterà o partirà. DA EVITARE Rossi sarà preferito ancora a Lauro in un ruolo, quello di terzino sinistro, in cui fatica tremendamente. ALLENATORE Arrigoni Ravaglia, Lauro, Moras, Candreva, Martinho, Rennella, Martinez. BALLOTTAGGI Rossi-Lauro 80-20%, Colucci-Candreva 80-20%. QUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Eder e Parolo. INDIPONIBILI Ghezzal (1 giorno), Pudil (1 giorno), Djokovic (7 giorni), Malonga (7 giorni). ALTRI Calderoni, Benalouane, T. Arrigoni, Cica, Bogdani. GAZZETTA.IT Tutto per fare la vostra Magic formazione: i probabili titolari, gli infortunati, gli squalificati e le statistiche LECCE (3-5-2)-CHIEVO ( ) NOVARA (5-3-2)-MILAN ( ) DOMANI Ore 15 TADIO Via del Mare ARBITRO Mazzoleni di Bergamo (Passeri-Barbirati; Cervellera) PREZZI Da 12 a 80 euro. TV ky Calcio HD. 5,5 TOMOVIC 5,7 ODDO CUADRADO,5 AMMARCO 5,83 JOKIC 5,88 MURIEL PALOCHI,25 BENAI 5,7 EPOITO,5 GROMULLER 5,88 CEAR,5 THEREAU,3 BRADLEY,25 DI MICHELE,5 ORRENTINO 5,5 FERRARIO OLIVERA 5,3 5,83 BRIVIO 5,5 PELLIIER,13 ANDREOLLI,38 LUCIANO,5 ARDO TEMPO REALE Tutte le partite in diretta e gli highlights delle gare di erie A, erie B, Liga, Premier e Bundesliga,33 FERRONETTI 5,88 BATA GOMEZ ILA,13 HANDANOVIC,25 DANILO FLORO FLORE,13 ALMIRON 5,7 MARCHEE,5 DOMIZZI,3 FERNANDE,5 PINZI ARMERO 5,83 BERGEIO,25 LODI,25 DI NATALE - CAMPAGNOLO,3 BARRIENTO 5,83 IZCO POLLI,13 POTENZA 5 LEGROTTAGLIE Cosmi ha provato il 3-5-2, con Oddoschierato a destrae Cuadrado interno di centrocampo, al posto di Giacomazzi. A riposo Benassi, per un lieve stato febbrile. In preallarme Julio ergio. Oggiinmattinata rifinitura a Calimera. IN GRAN FORMA Di Michele. Dopo il gol decisivo di Firenze, l attaccante si è scatenatoanche neltest congli Allievi, con 5 gol in mezz ora. DA EVITARE Oddo che potrebbe essere avanzato sulla linea di centrocampo, in un ruolo inedito. ALLENATORE Cosmi. Julio ergio, Diamoutene, Obodo, Bergougnoux, Piatti, Pasquato, Ofere. BALLOTTAGGI Grossmuller-Obodo 0-40%; Benassi-Julio ergio 55-45%. QUALIFICATI Giacomazzi (1). DIFFIDATI Ferrario, Obodo, Corvia, Cuadrado ed Esposito. INDIPONIBILI Corvia (1 mese), Giandonato (20 giorni), Falcone (20 giorni), Bertolacci (2 settimane) e Carrozzieri (3 giorni). ALTRI Petrachi e Gabrieli. UDINEE (3-5-2)-CATANIA (4-3-3) DOMANI Ore 15 TADIO Friuli ARBITRO Ostinelli di Como (Viazzi-Altomare; Orsato) PREZZI Da 20 a 0 euro. TV ky Calcio 3HD Ilcentrocampista Rigoni si è allenato con la squadra e quindi torna a disposizione del tecnico Di Carlo. La rifinitura a portechiuse di oggi servirà a sciogliere gli ultimi dubbi. IN GRAN FORMA ammarco è diventato il cecchino delle ultime gare. Finché è in stato di grazia va sfruttato al meglio. DA EVITARE Pellissier non segna nonostante la sua generosità lo porti a dare sempre tutto. Ma la forma in questo momento non sembra assecondarlo. ALLENATORE Di Carlo. Puggioni, Frey, Morero, Rigoni, Hetemaj, Cruzado, Moscardelli. BALLOTTAGGI Paloschi-Moscardelli 55-45%, ammarco-rigoni 0-40%. QUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Mandelli, Thereau, Pellissier, Luciano, Hetemaj e ammarco. INDIPONIBILI nessuno. ALTRI quizzi, Coletta, Acerbi, Mandelli, Uribe, Vacek, Grandolfo, Djengoue. - RAIMONDI 5,83 FERRI,13 CONIGLI 5,83 MANFREDINI DENI,25 PELUO 5,5,3,38 PADOIN CIGARINI CHELOTTO BONAVENTURA 5,25 MORALEZ,5 VUCINIC MARCHIIO,25 DE CEGLIE 5 RINAUDO 5,38 MORGANELLA 5 JENEN 5,83 CHIELLINI 5,5 CARACCIOLO,13 NOCERINO - ANTONINI,3 MAICON 5,75 FARAONI 5,88 RADU 5,38 MATRI,13 PIRLO BARZAGLI,13 BUFFON 5,75 UJKANI 5 CENTURIONI 5,5 RADOVANOVIC ROBINHO,38 LULIC 5,5 EMANUELON,25 PEPE 5,33 VIDAL 5,5 MACARA,5,17 THIAGO BONERA ILVA,5 AMELIA,38 LICHTTEINER - GARCIA 5,5 GEMITI,25 RIGONI,5 IBRAHIMOVIC,33 VAN BOMMEL,75 JULIO CEAR,38 LUCIO,25 ZANETTI 5,88 PAZZINI,5 MATUZALEM 5,7 DIA,7 AMUEL,13 CAMBIAO 5,75 KLOE 5,7 HERNANE,5 MARCHETTI,88 MILITO 5,88 LEDEMA 5 BIAVA 5,33 MERKEL 5 ABATE,5 NAGATOMO,83 ALVAREZ,13 GONZALEZ,5 ZAURI Convocato Brighi, ma al massimo si gioca un posto in panchina. quadrafattaconle novità Raimondi, Bonaventura e Moralez. Masiello escluso ieri pomeriggio dalla lista dei convocati. IN GRAN FORMA Denis non ha ancora segnato nel 2012, si può sbloccare da un momento all altro. DA EVITARE Raimondi non gioca da due mesi e quest anno è sceso in campo solo una volta. ALLENATORE Colantuono Frezzolini, tendardo, Minotti Ferreira Pinto, Marilungo, Gabbiadini, Tiribocchi. BALLOTTAGGI nessuno. QUALIFICATI Doni (febbraio 2015), Lucchini (1), Carmona (1). DIFFIDATI Capelli, Cigarini, Consigli, Denis, Manfredini e Peluso. INDIPONIBILI Capelli (maggio 2012), Bellini (1 mese). ALTRI Brighi, Caserta, Masiello e Polito. LECCE CHIEVO DOMANI Ore 15 TADIO Piola NOVARA MILAN ARBITRO De Marco di Chiavari (Iannello-Bianchi; Doveri) PREZZI Tutto esaurito TV ky Calcio 1HD, Premium Calcio 1, Premium Calcio HD2 Isla si è allenato con i compagnia ci sono discretepossibilità che recuperi in tempo per la gara con il Catania. In questo caso sarà ancora IN GRAN FORMA Di Natale Al friuli è una sentenza. Esclusa la gara con la Juve ha sempre scegnato. DA EVITARE Isla si è allenato poco in settimana e non è al meglio della condizione. ALLENATORE Guidolin. Padelli, Ekstrand, Fanchone, issoko, Abdi, Fabbrini, Torje. BALLOTTAGGI Isla-Pasquale 0-40%. QUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Danilo e Armero. INDIPONIBILI Barreto (30 giorni), Asamoah (30 giorni) e Badu (30 giorni), Benatia (30 giorni). ALTRI Romo, Coda, Neuton, Pereyra e Battocchio. Izco, Biagianti e Lodi in competizione per dueposti da titolare. In avanti spazio a Bergessio. IN GRAN FORMA Legrottaglie, a dispetto della carta d identità continua a guidarela squadra con esperienza e soprattutto entusiasmo. DA EVITARE Gomez: deve tornare un giocatore capace di saltare l uomo e creare la superiorità numerica. ALLENATORE Montella. Kosicky, Bellusci, Biagianti, Llama, Delvecchio, Lopez, Catellani. BALLOTTAGGI Bergessio-Lopez 70-30%, Izco-Biagianti 70-30%, Lodi-Biagianti 70-30%, Gomez-Catellani 0-40%. QUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Legrottaglie, Barrientos e Almiron. INDIPONIBILI Capuano e Lanzafame (da definire). ALTRI Terracciano, Paglialunga, Donnarumma, uazo, Alvarez e Ricchiuti. INTER (4-4-2)-LAZIO ( ) Ultimi dubbi per Tesser che è orientatoa schierare una difesa a cinque, senza trequartista. Confermati in attaccocaracciolo e Mascara. Un mese abbondante di stop per Ludi, che si sottoporrà lunedì a un intervento chirurgico alla caviglia sinistra. Dopo l intervento, quattro settimane di riabilitazione e di lavoro specifico. IN GRAN FORMA Mascara: carico e determinato, la sua velocità può mettere in seria difficoltà la difesa avversaria. DA EVITARE Garcia: adattato al ruolo di interno difensivo, non garantisce sicurezza e lucidità. ALLENATORE Tesser. Fontana, Pesce, Porcari, Marianini, Mazzarani, Rubino, Morimoto. BALLOTTAGGI Garcia Porcari 5-35%. QUALIFICATI Dellafiore e Paci. DIFFIDATI Radovanovic. INDIPONIBILI Ludi (30 giorni), Lisuzzo (10 giorni) e Pinardi (da valutare). ALTRI Coser, Coubronne, Granoche e Jeda. UDINEE CATANIA DOMANI Ore TADIO Meazza INTER LAZIO ARBITRO Rizzoli di Bologna (Manganelli-Marzaloni; Brighi) PREZZI Da 22 a 35 euro TV ky port 1HD, ky Calcio 1HD, Premium Calcio, Premium Calcio HD2 Da verificare oggi le condizioni di Julio Cesar (che sta recuperando dal mal di schiena) e di Poli, ieri un po affaticato, ma atteso oggi in gruppo. Chivu (out in coppa Italia per precauzione) ieri si è allenato con gli altri e dovrebbe essere almeno disponibile IN GRAN FORMA Maicon sembra tornato il carrarmato dei giorni migliori: corsa, cross, assist e siè anchemesso a segnare... DA EVITARE Faraoni gioca contro la «sua» Lazio: può essere una grande spinta, ma il ragazzo dovrà fare i conti pure con l emozione ALLENATORE Ranieri Castellazzi, Ranocchia, Chivu, Obi, neijder, Castaignos, Zarate BALLOTTAGGI Faraoni-Obi 0-40%, Pazzini-neijder 70-30% QUALIFICATI Thiago Motta (1) DIFFIDATI Maicon INDIPONIBILI tankovic (da valutare), Coutinho (5 giorni), Forlan (un mese). ALTRI Orlandoni, Cordoba, Poli i ferma Manninger a causa di un lieve trauma distorsivo alla caviglia sinistra rimediato nella rifinitura di ieri. IN GRAN FORMA Vucinic, in condizioni scintillantie di nuovopericolososotto porta. DA EVITARE Pepe, apparso leggermente stanco nelle ultime uscite. ALLENATORE Conte. torari, Bonucci, Marrone, Giaccherini, Estigarribia, Borriello, Del Piero. BALLOTTAGGI Matri-Borriello 80-20%; De Ceglie-Bonucci 0-40%; Pepe-Estigarribia 0-40%. QUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Pepe. INDIPONIBILI Quagliarella (7 giorni) e Manninger (da verificare). ALTRI Motta, Grosso, Pazienza, Elia, Iaquinta, Toni e Krasic. Mexeshala febbre, maper domani dovrebbe farcela. Oggi rifinitura direttamente al Piola per testare il campo sintetico. IN GRAN FORMA L ingresso di Robinho in Coppa Italia, sempre contro il Novara, ha dato la scossa a tutta la squadra (un palo e l assist per Pato). DA EVITARE Emanuelson ha ancora bisogno di crescere come personalità. ALLENATORE Allegri. Roma, Zambrotta, Mesbah, Ambrosini, eedorf, El haarawy, Inzaghi. BALLOTTAGGI nessuno. QUALIFICATI Nesta (1), Boateng (1). DIFFIDATI Antonini, Aquilani, Bonera, Mesbah. INDIPONIBILI Cassano (da valutare), Gattuso (da valutare), trasser (0 giorni), Yepes (45 giorni), Flamini (40 giorni), Aquilani (30 giorni), Boateng (30 giorni), Pato (30giorni), Abbiati (7 giorni), Mexes (1 giorno). ALTRI De ciglio, Valoti. Reja pensa al , a prescindere dalla condizioni di Rocchi che è alle prese con un leggero affaticamento alla coscia sinistra. Oggi il capitano sosterrà un provino: sensazionipositive, dovrebbe essere convocato. IN GRAN FORMA Klose ha ritrovato il gol anche nel E a an iro ha già segnato, all esordio in campionato contro il Milan. DA EVITARE Lulic avrà di fronte Maicon: difficile ipotizzare una serata tranquilla per il bosniaco. ALLENATORE Reja Bizzarri, Konko, Diakite, tankevicius, Zampa, Rocchi, Cisse BALLOTTAGGI Dias-tankevicius 70-30%, Zauri-Konko 70-30%. QUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Radu INDIPONIBILI Mauri (45 giorni), Cana (30 giorni), Brocchi (7 giorni), Kozak (7 giorni), Makinwa (7giorni). ALTRI Carrizo, caloni, Cavanda, Garrido.

19 INTER LAZIO ABATO 21 GENNAIO 2012 LA GAZZETTA DELLO PORT 19 NEI CAMPETTI IL NUMERO I RIFERICE ALLA MEDIA VOTO DEL GIOCATORE NELLE ULTIME 4 GIORNATE BOLOGNA ( )-PARMA (3-4-3) DOMANI Ore TADIO Dall Ara ARBITRO Bergonzi di Genova (Cerrer-Longo; Di Bello) PREZZI Da 9 a 90 euro. TV ky port 1 HD, ky Calcio 7 hd, ky upercalcio HD, Premium Calcio, Premium Calcio HD2. 5,7 CREPO 5,38 GOBBI 5,75 RAGGI,13 GILLET 5,25 PORTANOVA PEREZ 5,75 ACQUAFRECA GIOVINCO,25 MUDINGAYI RAMIREZ,13 FLOCCARI 5,5 5,75 LUCARELLI ZACCARDO,5 PAVARINI,25 ANTONON 5,88 DI VAIO,5 BIABIANY 5,7 5,5 GALLOPPA MORRONE - RUBIN 5,75 VALIANI 5,7 PALETTA BOLOGNA Ieri i rossoblù si sono allenati a porte chiuse al Dall Ara; Pioli blinda anche la seduta di oggi e la anticipa al mattino in vista del derby dell ora di pranzo. Rispetto all undici di Napoli entrano Portanova, Crespo, Rubin e Ramirez. IN GRAN FORMA Antonsson, nelle ultime due gare ha sostituito più che degnamenteportanova in mezzo alla nuova difesa a tre guidando il reparto con sicurezza. DA EVITARE Crespo, appena smaltiti i problemi muscolari è favorito su Garics per la fasciadestra liberata da Pulzetti. ALLENATORE Pioli. Agliardi, ørensen, Garics, Taider, Casarini, Diamanti, Gimenez. BALLOTTAGGI Crespo-Garics 0-40%. QUALIFICATI Cherubin (1) e Morleo (1). DIFFIDATI Mudingayi, Raggi e Ramirez. INDIPONIBILI Pulzetti (4 settimane), Kone (7 gg.), Loria (7 gg.). ALTRI Lombardi, tojanovic, Rickler, Cruz, Vitale, Krhin, Gavilan, Rodriguez, Vantaggiato. PARMA Mirantee Pellè gettano la spugna: anche ieri hanno svolto un allenamento differenziato. È rientrato in gruppo invece Crespo. IN GRAN FORMA Floccari: è tornato a livelli importanti: segna e fa segnare. DA EVITARE Valiani: gioca poco e non trova la giusta continuità. ALLENATORE Donadoni. Gallinetta, antacroce, Modesto, Musacci, Jonathan, Palladino, Valdes. BALLOTTAGGI Gobbi-Modesto 55-45%, Zaccardo-antacroce 0-40%, Galloppa-Musacci 55-45%. QUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Zaccardo. INDIPONIBILI Mirante e Pellè (da verificare). ALTRI Brandao, Feltscher, Ze Eduardo, Jadid, Blasi, Marques, Crespo. CAGLIARI ( )-FIORENTINA (3-5-2) DOMANI Ore 15 TADIO ant Elia ARBITRO Gervasoni di Mantova (Giachero-Galloni; Baratta) PREZZI Non comunicati. TV ky Calcio 4 HD, Premium Calcio 4 5,88 PIANO,5 DEENA 5 PAQUAL 5,75 CANINI,38 IBARBO 5,75 LJAJIC LAZZARI 5 NATAIC AGAZZI,17 EKDAL,5 COU,5 ATORI 5,7 MONTOLIVO 5,7 NATALI 5,88 BORUC 5,38 LARRIVEY 5,88 AGOTINI,13 NAINGGOLAN,3 JOVETIC BEHRAMI CAANI 5,88 GAMBERINI CAGLIARI Conti non rischia, ancora Ekdal in regia. Rientra in gruppo Perico, Ariaudo out per unabotta al costato. Doppietta di Ibarbo e gol di Larrivey nell amichevole col Fertilia (Eccellenza). IN GRAN FORMA Ibarbo. Velocità, dribbling e fantasia: può essere la spina nel fianco per i difensori viola. DA EVITARE Canini. i è rinfrancato col rientro di Astori. Ma deve crescere nel gioco rasoterra e nella costruzione della manovra. ALLENATORE Ballardini. Avramov, Perico, Gozzi, Conti, Ceppelini, Thiago Ribeiro, El Kabir. BALLOTTAGGI Larrivey El Kabir 0-40%; Ekdal-Conti 80-20%. QUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Agostini. INDIPONIBILI Ariaudo (7 giorni), Rui ampaio (7 giorni), Nené (30 giorni), Eriksson (50 giorni). ALTRI Ruzittu, Murru, Rizzo, Bovi, Vigorito, Mannoni. FIORENTINA top in allenamento per Jovetic, la cui disponibilità verrà valutata soltanto oggi. Due dubbia centrocampo, con alifu e Pasqual che si candidano per due maglie da titolari. IN GRAN FORMA Jovetic è sempre l'uomo più pericoloso ed è a caccia del primoobiettivo stagionale: arrivare in doppia cifra. DA EVITARE Cassani, dopo il lungo infortunio al ginocchio, deve ancora recuperare la migliore condizione. È affidabile dietro ma manca di spinta. ALLENATORE Rossi. Neto, Camporese, Vargas, De ilvestri, alifu, Romulo, Cerci. BALLOTTAGGI Lazzari-alifu 5-40%, Pasqual-Vargas 0-40%, Jovetic-Cerci 70-30%. QUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Munari, Lazzari, Gamberini e Behrami. INDIPONIBILI Kroldrup (10 giorni) e Babacar (20 giorni) ALTRI Pazzagli, Felipe, Gulan, Munari, Kharja e Marchionni. CLAIFICA ERIE A QUADRE PT PARTITE RETI G V N P F JUVENTU MILAN UDINEE LAZIO INTER NAPOLI ROMA GENOA CHIEVO CATANIA CAGLIARI PARMA FIORENTINA PALERMO ATALANTA* BOLOGNA IENA CEENA LECCE NOVARA CHAMPION PRELIMINARI CHAMPION EUROPA LEAGUE RETROCEIONE La classifica tiene conto di quest ordine preferenziale: 1) punti; 2) a parità di partite giocate, la differenza reti; 3) numero di gol segnati. *Atalanta ha sei punti di penalizzazione PAGELLE IN ANTEPRIMA Domenica dalle 19 un anticipazione delle pagelle dei nostri inviati sui campi di erie A PALERMO ( )-GENOA ( ) DOMANI Ore 15 TADIO Barbera ARBITRO Romeo di Verona (Vuoto-La Rocca; Tozzi) PREZZI Da 9 a 170 euro TV ky Calcio 5HD, Premium Calcio 3 5,3 5,7 ILVETRE MUNOZ 5,75 MIGLIACCIO 7 BIONDINI - AMPIRII 5,83 BUDAN 7 PALACIO 5,75 MORETTI - VIVIANO 5,5 MANTOVANI 5,38 BALZARETTI - DONATI 5,17 ILICIC 5,7 MICCOLI 5,75 JANKOVIC,17 VELOO,3 FREY,25 GILARDINO 5,3 BARRETO 5,5 GRANQVIT 5 KUCKA 5,38 METO PALERMO Dentro i nuovi. Viviano in porta e Donati a centrocampo. Mutti torna alle due punte e rilancia Miccoli dal primo minuto. Al suo fianco Budan è in vantaggio su Pinilla. IN GRAN FORMA Donati torna in erie A con la voglia di centrare una vittoria al debutto. DA EVITARE Munoz non è un terzino, finora ha mostrato troppe incertezze. ALLENATORE Mutti. Benussi, Cetto, Aguirregaray, Della Rocca, Bertolo, Vazquez, Pinilla. BALLOTTAGGI Budan-Pinilla 0-40%. DIFFIDATI Hernandez e Pisano. QUALIFICATI nessuno. INDIPONIBILI Pisano (15 giorni) Hernandez (15 giorni), Zahavi (15 giorni) e Acquah (7 giorni). ALTRI Tzorvas, Brichetto, Labrin, Di Matteo, imon, Alvarez, Lores, Mehmeti. GENOA A an iro si è fermato anche- Constant: per lui una decisione definitiva è attesa per oggi dopo la rifinitura. Da verificare Veloso. Torna Moretti, ma esce Rossi per squalifica. IN GRAN FORMA Frey, il suo momento d oro sembra davvero senza fine. È lui il motore del Grifone, dentro e fuori dal campo. DA EVITARE Kucka in chiaroscuro: troppo interessato alle voci dimercato, ne ha risentito il suo rendimento in campo. ALLENATORE Marino. Lupatelli, eymour, Marchiori, Birsa, Jorquera, Pratto, culli. BALLOTTAGGI nessuno. QUALIFICATI Rossi (1). DIFFIDATI Constant, Dainelli, Kaladze e Granqvist. INDIPONIBILI Bovo (5 giorni), Dainelli (5 giorni), Kaladze (15 giorni), Antonelli (20 giorni), Rossi (15 giorni) e Constant (3 giorni). ALTRI carpi, Zé Eduardo, Marchiori, Krajnc, Alhassan, turaro. IENA (4-4-2)-NAPOLI ( ) DOMANI Ore 15 TADIO Franchi ARBITRO Damato di Barletta (Maggiani-Dobosz; Valeri) PREZZI Da 25 a 45 euro TV ky Calcio 2HD, Premium Calcio 2 5,7 VITIELLO 5,7 ANGELO 5,83 DOENA 5,75 ARONICA - CONTINI D AGOTINO CALAIÒ,38 PANDEV PEGOLO,25 GARGANO 5,75 TERZI,37 CANNAVARO DEL GROO VERGAOLA - BRIENZA,3 CAVANI DE ANCTI,5 DETRO 5,88 HAMIK 5,3 INLER MAGGIO 5,38 CAMPAGNARO IENA i tenta di recuperare Brienza, vittima di un risentimento al flessore destro. i è allenato a parte in settimana. tamani rifinitura a porte chiuse a Colle val d Elsa, quindi squadra in ritiro. Ieri seduta pomeridiana: la squadra ha lavorato prima in palestra, poi ha svolto esercitazioni tattiche in campo. Differenziato per Brkic, Giorgi e Brienza. Bolzoni non dovrebbe essere fra i convocati. IN GRAN FORMA Calaiò, in casa può aumentare il bottino. DA EVITARE Vergassola, rientra da titolare dopo due mesi. ALLENATORE annino. Farelli, Belmonte, Codrea, Mannini, Grossi, Reginaldo, Gonzalez. BALLOTTAGGI Brienza-Mannini 55-45%. QUALIFICATI Gazzi (1) e Rossettini (1). DIFFIDATI Calaiò, Rossi e Destro. INDIPONIBILI Brkic (7 giorni) e Bolzoni (7 giorni). ALTRI Acosta, estu, Angella, Pesoli, Larrondo, Rossi e Giorgi. NAPOLI Mazzarri ha un paio di dubbi. Lavezzi potrebbe partire dalla panchina, anche per preservare il Pocho in vista del match di Coppa Italia con l Inter. Dossena è favorito su Zuniga. IN GRAN FORMA Gargano. L unico del centrocampo del Napoli che sembra avere idee chiare. DA EVITARE Inler. Male col Bologna. ta vivendoun periodo decisamente negativo. ALLENATORE Mazzarri. Rosati, Fernandez, Britos, Dz i, Zuniga, Vargas, Lavezzi. BALLOTTAGGI Dossena-Zuniga 55-45%, Pandev-Lavezzi 55-45%. QUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Lavezzi. INDIPONIBILI nessuno. ALTRI Colombo, Grava, Fideleff, Donadel, antana, Chavez, Lucarelli. PROIMO TURNO abato 28 gennaio CATANIA-PARMA ore 18 (ANDATA 3-3) JUVENTU-UDINEE h (AND. 0-0) Domenica 29 gennaio ore 15 FIORENTINA-IENA ore (AND. 0-0) CEENA-ATALANTA (AND. 1-4) GENOA-NAPOLI (AND. 1-) LECCE-INTER (AND. 1-4) PALERMO-NOVARA (AND. 2-2) ROMA-BOLOGNA (AND. 2-0) CHIEVO-LAZIO ore (AND. 0-0) MILAN-CAGLIARI ore (AND. 2-0) MARCATORI 13 RETI: Di Natale (2 rigori) (Udinese) 12 RETI: Denis (3) (Atalanta); Ibrahimovic () (Milan). 11 RETI: Cavani (1) (Napoli). 10 RETI: Klose (Lazio). 9 RETI: Jovetic (2) (Fiorentina). 8 RETI: Giovinco (3) (Parma). 7 RETI: Matri (Juventus), Osvaldo (Roma), Calaiò (2) (iena), Milito (2) (Inter), Palacio (1) (Genoa). RETI: Hamsik (Napoli), Marchisio (Juventus), Nocerino (Milan), Rigoni (3) (Novara), Mutu (2) (Cesena). GAZZA OFFIDE Lunedì mattina «Gazza Offside», la trasmissione di approfondimento dedicata alla giornata di erie A. In studio Alberto Cerruti PRIMAVERA Per l Inter ostacolo Atalanta La Juve di scena a Modena Ecco il programma delle partite della 2 a giornata di ritorno del campionato Primavera previste per oggi alle GIRONE A Fiorentina-Empoli, Cagliari-Grosseto, Modena-Juventus, Genoa -Parma, Novara-ampdoria, Livorno-assuolo, Torino-iena. CLAIFICA Juventus 33; Fiorentina 28; Torino ed Empoli 24; Livorno 23; ampdoria* 21; assuolo 18; Genoa* e Novara 17; Modena, Parma e Cagliari 13; iena 12; Grosseto 8. * una partita in meno. GIRONE B Vicenza-AlbinoLeffe, Chievo-Bologna, Atalanta-Inter, Brescia-Padova, Cesena -Varese, Cittadella-Verona, Milan-Udinese (ore 14, portitalia 1). CLAIFICA Inter e Milan 29; Chievo 27; AlbinoLeffe e Varese 2; Bologna 21; Cittadella 20; Udinese 18; Padova e Verona 15; Brescia 13; Atalanta e Cesena 12; Vicenza 11. GIRONE C Ascoli-Gubbio, Lecce-Juve tabia, Bari-Lazio, Nocerina-Napoli, Palermo -Pescara, Crotone-Reggina, Roma-Catania (ore 13, portitalia 2). CLAIFICA Roma 3; Lazio 35; Palermo 31; Catania e Lecce 25; Reggina 22; Napoli 1; Juve tabia e Nocerina 15; Ascoli 14; Pescara 13; Bari 12; Gubbio 9; Crotone. DUELLO IN PRIMA LINEA INTER - LAZIO Domani sera dalle ore ABBONATI UBITO mediasetpremium.it *.it Prima, durante e dopo le partite, la erie A si vive sul nostro sito: formazioni e tempo reale su LA TV RICOMINCIA DA TE *Il costo da telefonia fissa è di 0,03 euro al minuto, più 0,0 euro di scatto alla risposta (IVA inclusa). I costi da telefono cellulare variano in funzione del gestore da cuiviene effettuata la chiamata.

20 20 LA GAZZETTA DELLO PORT ABATO 21 GENNAIO 2012 CALCIOCOMMEE ALTRA BUFERA DAL NOTRO INVIATO FRANCECO CENITI CREMONA alviamo il «soldato» Masiello. La tanto attesa svolta, auspicata da tempo dalla Procura di Cremona, è arrivata: per la prima volta un giocatore di erie A ha scelto la strada più difficile e tormentata, ma anche l unica in grado di ridare credibilità al calcio italiano. Da ieri pomeriggio Andrea Masiello, difensore dell Atalanta, ha deciso di collaborare con la giustizia, non aspettando di trovarsi spalle al muro o ancora peggio dietro le sbarre. Una decisione, anticipata da Gazzetta e Repubblica, presa sotto il saggio consiglio dell avvocato alvatore Pino (legale anche di Doni) che l ha convinto a chiedere un incontro ai magistrati. E l importanza delle parole rese lo si è capita dal successivo passo fatto dal pm Roberto Di Martino: il verbale dell interrogatorio durato oltre due ore («sono sereno», le uniche parole pronunciate prima di entrare) è stato secretato e il procuratore di Cremona ha chiuso le porte ai giornalisti che erano in attesa fuori dal suo ufficio («Mi spiace, nessun commento»). egnale inequivocabile: la deposizione di Masiello è carburante indispensabile per le indagini. Da proteggere, come la figura del calciatore. Il suo cambio di casacca potrebbe essere imitato da altri. E sarebbe un bene: fosse spazzato via il muro dell omertà, tutto il marcio verrà a galla. Il bersaglio è bello grosso: in ballo c è il campionato di A della scorsa stagione. Le carte in mano agli investigatori potrebbero metterlo a soqquadro: sono Verbale secretato anche per proteggere il difensore ora all Atalanta Mercoledì sarà a Bari in Procura: ha chiesto di essere ascoltato. Poi da Palazzi nel mirino le ultime 9 gare disputate dal Bari, ex squadra di Masiello. Almeno su sei ci sarebbero le prove di combine o tentativi, con i soldi passati di mano e serviti a corrompere diversi calciatori. In questo quadro va inserito l interrogatorio di Masiello (non convocato da Colantuono per la sfida con la Juve). commesse e riciclaggio L ombelico del mondo, dunque, è il Bari. La formazione nella quale Masiello era anche capitano. Per Antonio Laudati, procuratore capo Masiello è il primo di A a confessare: falsate 9 gare del Bari Interrogato a Cremona, getta nuove ombre sul torneo : un business illegale con la mafia pugliese Bologna-Bari 0-4 E Grandolfo fa il fenomeno: tripletta Il 22 maggio 2011 (ultimo turno) il Bari espugna il Dall Ara: segnano Grandolfo (3 gol) e Huseklepp LIVERANI del capoluogo pugliese, la squadra è finita fagocitata dagli interessi del clan Parisi che attraverso le scommesse e il controllo di un agenzia con sede a Londra (la Paradise Bet) riciclava i fiumi di denaro provenienti dal traffico di stupefacenti. A un certo punto qualcuno avvisa la criminalità: diversi giocatori andavano a scommettere proprio dai Parisi. E allora il business si è raffinato: ai calciatori veniva consentito di puntare gratis, in cambio dovevano garantire i risultati. Un guadagno per tutti. Non solo, per avere la certezza dell obiettivo è stato poi introdotto un bonus: i soldi da spartire in modo da ampliare la cerchia dei contatti e avere la quasi certezza del tarocco. E qui entra in campo Angelo Iacovelli, l infermiere utilizzato dal clan come «portadenaro». È stato lui, prima di essere a sua volta indagato, a raccontare agli inquirenti come è andata, ad esempio, la combine fallita (Miccoli all oscuro sbaglia il rigore) per Palermo-Bari 2-1, gara segnalata a Cremona da Gervasoni. È stato sempre Iacovelli a spifferare i nomi dei giocatori che hanno avuto le buste con 80 mila euro: Bentivoglio, Parisi, Belmonte, Marco Rossi e appunto Andrea Masiello. oldi che andavano restituiti quando le cose andavano male. Ma i magistrati hanno molto di più: tabulati, intercettazioni, movimenti bancari, testimonianze e la fitta attività investigativa. Tutto il malloppo sembrerebbe portarli ad avere delle certezze: dovrebbero essere almeno le gare del Bari dove s ipotizza il passaggio dei soldi per tentare la combine e dunque anche il coinvolgimento di giocatori non solo della squadra pugliese (oltre a quella di Palermo, anche Bari-Chievo 1-2, Parma-Bari 1-2, Cesena-Bari 1-0, Bari-amp 0-1, Bologna-Bari 0-4 considerata la più clamorosa), ma gli investigatori avrebbero forti sospetti pure per Bari-Catania 1-1, Bari-Roma 2-3 e Bari-Lecce 0-2, su quest ultima le fonti investigative sembrerebbero indirizzate verso un accordo tra i club. olo ombre, ma nessun riscontro su altre sfide, tra cui Milan-Bari 1-1 e Bari-Inter 0-3 (due gol nel recupero). Il modus operandi Il sistema è Andrea Masiello, 25 anni, ieri in Procura RATELLI di facile intuizione: i soldi erano dati ai giocatori del Bari per alterare le partite. E i contatti con le altre squadre? Probabilmente è il ruolo avuto nella storia dagli Zingari, come confermato da Gervasoni e Carobbio. Potrebbe essere andata così: il clan Parisi, sotto pressione per le indagini della Procura, demanda ai Gegic di turno il reclutamento dei calciatori. In pratica gli è stato consentito di entrare in «affari» con la sacra corona unita. Ricapitoliamo: Iacovelli porta buste di denaro a Masiello e soci (e infatti l ipotesi di reato molto pesante anche per loro sarebbe riciclaggio), poi nel giro arrivano Gegic e i suoi scagnozzi con il compito di allargare la platea. Risultato: le nove partite di A che sarebbero state condizionate. Con particolari in mano alla procura scottanti. Tipo: all interno del Bari ci sarebbe stata una spaccatura. È probabile, quindi, che altri giocatori possano diventare teste importanti. Come già lo è Masiello: è chiaro che la sua collaborazione dovrà essere totale (l inizio a Cremona sembra incoraggiante, ma non avrebbe fatto per ora i nomi di altri giocatori) e non limitata al compitino su Palermo-Bari. olo così potrà evitare guai grossi dalle inchieste in corso e sperare di avere uno sconto importante sulla squalifica che subirà dalla giustizia sportiva. Ieri il difensore dell Atalanta ha preso la direzione giusta, ammettendo gli errori fatti e squarciando il silenzio colpevole di molti. Ora dovrà confermare (mercoledì ha chiesto di essere sentito a Bari) e probabilmente ampliare le sue dichiarazioni davanti al pm Laudati. Poi andrà da Palazzi dove oltre alle gare gli sarà chiesto conto dei nomi degli altri giocatori coinvolti. E lì avrà esaurito il suo giro. Resta una speranza in questo freddo ma assolato gennaio padano: forse sta per essere scoperchiato il grande inganno andato in scena negli ultimi mesi in diversi stadi italiani. y LE ALTRE PARTITE Le partite del Bari finite nel mirino della Procura di Cremona dopo l interrogatorio a Masiello sono le ultime 9 del campionato di A Oltre a quelle ricordate nelle foto, per le quali ci sarebbero le prove di combine tentate o riuscite, ce ne sono tre sospette. Bari- Catania a giornata: segna Gazzi, pareggia Maxi Lopez Bari- Roma a giornata: la spunta la Roma con un gol di Rosi al 50 del secondo tempo Bari- Lecce a giornata: il Bari trionfa nel derby con Jeda e autorete di Andrea Masiello il film Raccolte prove su queste sfide Bari-Chievo 1-2 Il gol di Ghezzal su rigore nel 2-1 del Chievo alla 30 a giornata LAPREE Parma-Bari 1-2 La rete di Amauri nel 2-1 pugliese al Tardini al 31 o turno GETTYIMAGE Cesena-Bari 1-0 Èil33 o turno: Bogdani al tiro, il Cesena vince per 1-0 LAPREE Bari-ampdoria 0-1 Pozzi segna il gol-vittoria per la amp alla 34 a giornata ANA Palermo-Bari o turno: Miccoli sbaglia un rigore ma il Palermo vince 2-1 GETTYIMAGE IL CALCIATORE RETA AGLI ARRETI DOMICILIARI Riesame: la Procura è competente Bocciato il ricorso di Zamperini (cen) Un bel 3-1 per la Procura di Cremona. Ieri è arrivato il dispositivo del Tribunale della Libertà di Brescia al quale si erano rivolti gli avvocati Roberto Ruggiero e Antonio Cardamone, legali di Alessandro Zamperini, per contestare la competenza territoriale. Il Riesame, però, ha giudicato infondato il ricorso. Resta agli arresti domiciliari Zamperini, autore del tentativo di corruzione di imone Farina, che denunciò la combine meritandosi anche l attenzione del c.t. Prandelli. I giudici di Brescia, inoltre, hanno riconosciuto la competenza di Cremona a indagare sull associazione per delinquere, mentre per il reato di frode sportiva (minore rispetto al primo) sarebbe competente la Procura di Gubbio. Un problema, questo, che si proporrà probabilmente solo alla conclusione delle indagini perché al momento tutti i 120 indagati da Cremona hanno come ipotesi di reato l associazione per delinquere. petterà al pm Di Martino valutare caso per caso, ma molto dipenderà anche dalle strategie difensive: diversi indagati potrebbero non avere nessuna voglia di affrontare processi in due sedi diverse e quindi decidere di restare a Cremona anche per la frode sportiva. VENTIDUE ANNI FA LA MORTE DELL EX COENZA Padovano parla ai pm: «uicidio? No» Crede che Bergamini sia stato ucciso COENZA Ancora nuovi elementi al giallo di Donato Bergamini la cui morte, il 18 novembre 1989, è avvolta nel mistero. Il procuratore di Castrovillari, Michele Giacomantonio, ha ascoltato Michele Padovano come persona informata sui fatti. L ex attaccante era il compagno di stanza di Bergamini. Il verbale di Padovano è stato secretato, ma Michele Padovano, 45 anni ANA sono filtrate delle indiscrezioni: avrebbe escluso l ipotesi del suicidio, affermando di credere nell omicidio. «Ho una idea precisa sulla sua morte», ha detto Padovano ai giornalisti prima d incontrare il procuratore. Non solo, l ex giocatore della Juve (condannato di recente in primo grado a 8 anni per un traffico di stupefacenti) avrebbe escluso la pista droga come movente, dando nuovo impulso all ipotesi legata al delitto passionale. Ceniti-Russo

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Matteo Freddi L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Youcanprint Self-Publishing Titolo L arte di vincere al fantacalcio Autore Matteo Freddi Immagine di copertina a cura dell Autore ISBN 978-88-91122-07-0 Tutti

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

abbonamenti 2015.2016

abbonamenti 2015.2016 abbonamenti 2015.2016 FARE DEL NOSTRO STADIO UNA FORTEZZA Caro Interista, San Siro e piu bello quando ci sei tu, io lo so bene. L ho visto vibrare nelle sue notti piu belle. Ho sentito la spinta, la voglia

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO M A G A Z I N E PRINCIPI BASE DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO w w w. a l l f o1 o t b a l l. i t IL TUTOR MARIO BERETTA 1959 Milano, è ex calciatore e attuale allenatore professionista. Diplomato Isef e

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond EBOOK la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond.it indice Capitolo 1 Metodo #1 per aumentare i Mi piace su Facebook: Concorsi 5 Capitolo 5 Metodo #5 per aumentare

Dettagli

TABELLA DEI COMPLEMENTI

TABELLA DEI COMPLEMENTI TABELLA DEI COMPLEMENTI REALIZZATA CON LA COLLABORAZIONE DELLA CLASSE II B DELLA SCUOLA SECONDARIA DALLA CHIESA E RUSSO DI BUSNAGO (MB) A. s. 2011/ 12 COMPLEMENTO DOMANDA A CUI RISPONDE ESEMPIO OGGETTO

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

FULGOR ACADEMY 2014-15

FULGOR ACADEMY 2014-15 PRIMI CALCI 2009-2010 OBIETTIVI: Conoscenza del proprio corpo (giochi ed esercizi coordinativi) Rispetto delle regole e del gruppo di cui si fa parte Conoscenza del pallone Capacità di eseguire un gesto

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Ospitalità stagione sportiva 2014-2015

Ospitalità stagione sportiva 2014-2015 Ospitalità STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 BENVENUTI A SAN SIRO Il nuovo modo di vivere la partita Amala e colora un emozione di nero e d azzurro. Inter Corporate 2014-15 è l esclusivo programma di Corporate

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 30 Titolo: Presunte avventure di Lucrezia e Cesare Dimensioni: 50 cm x 35 cm Costo: 2625 euro Tavola

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

R. Giocatore Squadra P propr mvoto mgoal m.a/e fmed Crv P RUBINHO Palermo Ambrosiana F. 4 P MIRANTE Parma Ambrosiana F. 1 P BRICHETTO Palermo

R. Giocatore Squadra P propr mvoto mgoal m.a/e fmed Crv P RUBINHO Palermo Ambrosiana F. 4 P MIRANTE Parma Ambrosiana F. 1 P BRICHETTO Palermo P RUBINHO Palermo Ambrosiana F. 4 P MIRANTE Parma Ambrosiana F. 1 P BRICHETTO Palermo Ambrosiana F. 0 D BOCCHETTI Genoa Ambrosiana F. 5 D CASSANI Palermo Ambrosiana F. 5 D SANTON Inter Ambrosiana F. 5

Dettagli

Parte Prima Il censimento del calcio italiano. Sezione 1 Statistiche

Parte Prima Il censimento del calcio italiano. Sezione 1 Statistiche Parte Prima Il censimento del calcio italiano Sezione 1 Statistiche 17 La Federazione Italiana Giuoco Calcio Settori Settore tecnico Settore Giovanile e Scolastico Società 14.90 di cui: Professionistiche

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

COME ALLENERO QUEST ANNO?

COME ALLENERO QUEST ANNO? COME ALLENERO QUEST ANNO? Io sono fatto così!!! Io ho questo carattere!!! Io sono sempre stato abituato così!!!! Io ho sempre fatto così!!!!!! Per me va bene così!!!!! Io la penso così!!! Quando si inizia

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

Under 14/12/10/ 8/ 6 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA INDICE PREMESSA 3. TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5. TABELLA RIASSUNTIVA n.

Under 14/12/10/ 8/ 6 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA INDICE PREMESSA 3. TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5. TABELLA RIASSUNTIVA n. INDICE pag. FEDERAZIONE ITALIANA RUGBY PREMESSA 3 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA Under 14/12/10/ 8/ 6 TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5 TABELLA RIASSUNTIVA n. 2 6 REGOLAMENTO U14 8 REGOLAMENTO U12

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 Art. 1 PRINCIPI GENERALI Il football a 9 contro 9 Master (o 7 contro 7) verrà giocato secondo le regole del regolamento ufficiale NCAA per i campionati a 11 giocatori,

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Obiettivo minimo GRANDI MANOVRE NON SOLO CALCIO. LA PARTITA SI GIOCA ANCHE AI VERTICI

Obiettivo minimo GRANDI MANOVRE NON SOLO CALCIO. LA PARTITA SI GIOCA ANCHE AI VERTICI GRANDI MANOVRE NON SOLO CALCIO. LA PARTITA SI GIOCA ANCHE AI VERTICI SOCIETÀ MILANO DOMENICA 19 APRILE 2015 WWW.METRONEWS.IT Inter-Milan oggi vale per restare in corsa Europa League. E Inzaghi è quello

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle.

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle. Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su Nello sperduto villaggio di Tabula, alcuni abitanti sono affetti da licantropia. Ogni notte diventano lupi mannari e, per placare i loro istinti,

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Tip #2: Come siriconosceun leader?

Tip #2: Come siriconosceun leader? Un saluto alla Federazione Italiana Tennis, all Istituto Superiore di Formazione e a tutti gli insegnanti che saranno presenti al SimposioInternazionalechesiterràilprossimo10 maggio al ForoItalico. Durante

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD CHIARA DE CANDIA chiaradecandia@libero.it 1 IL CONCETTO DI SE È la rappresentazione delle proprie caratteristiche e capacità in relazione

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette )

Regolamento Nazionale Specialità POOL 8-15 ( Buche Strette ) Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette ) SCOPO DEL GIOCO : Questa specialità viene giocata con 15 bilie numerate, dalla n 1 alla n 15 e una bilia bianca (battente). Un giocatore dovrà

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI VALENTINO DOMINI L attacco iniziale, prima azione di affrancamento della coppia controgiocante, è un privilegio e una responsabilità: molti contratti vengono battuti o realizzati proprio in rapporto a

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

La Sua Salute e il Suo Benessere

La Sua Salute e il Suo Benessere La Sua Salute e il Suo Benessere ISTRUZIONI: Questo questionario intende valutare cosa Lei pensa della Sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere sempre aggiornati su come si sente e

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI

EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI PER INIZIARE EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI Dicesi dirigente un signore che dovrebbe non dirigere ma animare; non solo animare ma testimoniare, non solo testimoniare, ma motivare. Insomma,

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 di Luca Navaglia Campionati Italiani dunque. Saprete già i risultati (Serena Ricciuti, Giuseppe Giannetto e Kodokan Alessandria). Per

Dettagli

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto La Milano che (non) vorrei... 13 aprile 2014 Anche per oggi suona la campanella che annuncia la fine delle lezioni! Insieme ai miei compagni di

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

GUIDA ELETTRONICA ALLA VITA DIGITALE. 5 motivi per cui gli stratagemmi del social engineering funzionano

GUIDA ELETTRONICA ALLA VITA DIGITALE. 5 motivi per cui gli stratagemmi del social engineering funzionano GUIDA ELETTRONICA ALLA VITA DIGITALE 5 motivi per cui gli stratagemmi del social engineering funzionano Che cos è il social engineering? Il social engineering è l arte di raggirare le persone. Si tratta

Dettagli

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Dipartimento della Pubblica Sicurezza Stagione sportiva 2011/2012 Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Determinazione n. 26/2012 del 30 maggio 2012 L Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

UN NUOVO ASSETTO DELLE APERTURE A LIVELLO 2

UN NUOVO ASSETTO DELLE APERTURE A LIVELLO 2 Lezione 14 LE APERTURE A LIVELLO 2 UN NUOVO ASSETTO DELLE APERTURE A LIVELLO 2 Tutto parte da una considerazione statistica: 4 aperture (da a ) per descrivere mani di 21+ Punti rappresenta uno spreco in

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI?

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? Buona Caccia e Buon Volo, giovani amici di Eureka! Siete tra gli eletti che hanno deciso di passare al livello successivo: site pronti? Questo mese vi proponiamo

Dettagli

unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano?

unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano? unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano? 1. Sofia ha appena ricevuto un e-mail con questo titolo: Se mi dai una mano, arrivo! Secondo te, di che cosa parla il messaggio? Discutine con un compagno.

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE NEL SETTORE GIOVANILE PROGRESSIONI DIDATTICHE, SCHEDE DI ALLENAMENTO E ESERCITAZIONI SPECIFICHE

LA PROGRAMMAZIONE NEL SETTORE GIOVANILE PROGRESSIONI DIDATTICHE, SCHEDE DI ALLENAMENTO E ESERCITAZIONI SPECIFICHE LA PROGRAMMAZIONE NEL SETTORE GIOVANILE PROGRESSIONI DIDATTICHE, SCHEDE DI ALLENAMENTO E ESERCITAZIONI SPECIFICHE La programmazione nel settore giovanile P R O G R E S S I O N I D I D A T T I C H E, S

Dettagli

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO Come effettuare il monitoraggio dei nostri allenamenti? Spesso è difficile misurare il livello di sforzo di una particolare gara o sessione di allenamento. Come vi sentite?

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Unità 1. I Numeri Relativi

Unità 1. I Numeri Relativi Unità 1 I Numeri Relativi Allinizio della prima abbiamo introdotto i 0numeri 1 naturali: 2 3 4 5 6... E quattro operazioni basilari per operare con essi + : - : Ci siamo però accorti che la somma e la

Dettagli

GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi:

GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi: GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi: Sono certo che Carlo è in ufficio perché mi ha appena telefonato. So che Maria ha superato brillantemente l esame. L ho appena incontrata nel

Dettagli

1 von 6 04.02.2012 18:49

1 von 6 04.02.2012 18:49 1 von 6 04.02.2012 18:49 Serie A Calendario Classifica Statistiche Squadre Alleghe Asiago Bolzano Cortina Fassa Pontebba Ritten Sport Valpellice Val Pusteria Vipiteno Serie A2 Classifica A2 Serie C Serie

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli