di PENELOPE GREEN di BRAD STONE di ALEX WILLIAMS La forza del e piante Geometria all avanguardia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "di PENELOPE GREEN di BRAD STONE di ALEX WILLIAMS La forza del e piante Geometria all avanguardia"

Transcript

1 Supplemento al numero odierno de la Repubblica Sped. abb. postale art. 1 legge 46/04 del 27/02/2004 Roma LUNEDÌ 1 OTTOBRE 2007 Copyright 2007 The New York Times L era della vita virtuale Fotografie di Horst Wackerbarth, dal Red Couch Project, Europe Dagli incontri d amore al divorzio, dai viaggi ai rapporti sociali, si può realizzare tutto online. I soci di un sito promuovono amicizia e pace universale offrendo ai viaggiatori il divano di casa. Divorzio all americana il detective è high-tech di BRAD STONE Il naufragio di un matrimonio è affare assai noto, un affannoso percorso di cui si conosce ogni passo. Anzi lo era. Infatti ha assunto un sapore orwelliano, dacché in tribunale, nellecausedidivorzio,hannofattoirruzionemessaggidi posta elettronica, visite a siti web, tabulati dei cellulari. Gli amanti respinti fanno a gara nel sottrarsi a vicenda i palmari.mogliemaritiingelositiviolanolealtruicaselle di posta elettronica, spiano il computer di casa installando programmidisorveglianza,inorriditiallascopertadelle infedeltà. Avvocati matrimonialisti frugano nella vita privata dei partner per conto di clienti sospettosi, ricorrendo spesso a investigatori dotati di sofisticate strumentazioni digitali in grado di infiltrarsi nei computer domestici. In quasi tutte la cause di divorzio vengono presentate prove di carattere elettronico, riassume Gaetano Ferro, presidentedell associazioneamericana degli avvocati matrimonialisti. Ferro organizza veri e propri seminari dove s insegna a procurare questo genere di prove. E una prassi che ha modificato completamente la nostra professione. Ci si preoccupa in genere delle violazioni della privacy da parte dei governi e delle grandi imprese che, grazie alle apparecchiature digitali, oggi possono sbirciare nella nostra vita privata come mai in passato, eppure i ficcanaso sono segue a pagina II Melanie Fidler per The New York Times I sospetti di Jolene Barten- Bolender: un dispositivo Gps piazzatosottol autodalmarito. Viaggi globali: il mondo in un divano segue a pagina II La forza delle piante Dall India al Brasile, le coltivazioni di jatropha producono biocarburante. AFFARI & AMBIENTE Geometria all avanguardia Grandi mostre: gli artisti sudamericani sfidano il primato dei Minimalisti. ARTE & TENDENZE V VIII Donne potenti a cena col fragile maschio di PENELOPE GREEN L appartamentodineilmedelamanhattan è sicuramente accogliente, ma certo non spazioso. Duemetripertre-confinestra fannounsalottoin miniatura e Medel, cheha33annielavoraper una ditta di importazioni, dorme su un soppalco facendosi spazio fra 40 paia di bluejeans che spuntano dabustedisordinateecontenitoriinplasticablu straripanti di altri effetti personali. EppurealmenotregiornisusetteMedel,ospite allegroegeneroso,accoglieincasaunavariaumanitàaluiconsimile,arrivatainviaggiodaicinque capidelmondo:chidalosangeles,altridaltexas, ma pure dalla Svezia, dalla Germania e dai luoghi piùsperduti.ilfattoèchemedel,filippinodinascita,èquelchesidiceuncouch surfer, un surfista dadivano.propriocosì:bastaandaresuinternet all indirizzo couchsurfing.com per scoprire una comunità globale dal nome, appunto, di Couch surfing project,fondata tre anni fa sul modellodi My- Space/Facebook: vi compaiono schiere di ritratti personali d individuicollegatifraloroattraverso una retedi amicizie.standoaidatipubblicatidal sito, la comunità conta più di 300 mila componenti, sparsi in oltre 31 mila città delmondo intero. Lafilosofiadelgruppoèdivenutaancheunmetodo,epotrebbeessereriassuntacosi:iomettoa disposizione (gratis) il mio divano, la compagnia dei miei amici e un giro nei posti preferiti della città;tudevicontraccambiareconlatuaamicizia,in altreparolenonpuoiusarelamiacasacomefosse unalbergoetornarealle3dinottedopoessertela spassatadasolo.cosìcondivideremoun amicizia, foss anchesoltantoperunooduegiorni. Oppure, come proclama il manifesto: aiutiamo acreareunmondomilgiore,undivanopervolta. Il couch surfing ripropone l antico concetto di ospitalità nella chiave ultramoderna del networking sociale fondato sul web. Ma, come dichiarano con fermezza i suoi soci, non è un sito per conoscere l anima gemella, né per scrocconi. E uno stile di vita e un impegno, dice Mendel. Inevitabilmente, il couch surfing ha favorito idilli, matrimoni e persino cicogne. Dopo aver strascorsodueannispostandositraidivanid Europa,SherryHuckabee,41anni,unacouchsurfer americana, si è stabilita in Romania: innamorata dihanshedrich,ilragazzodi36annichel haospitata l estate scorsa. I due adesso accolgono venti giovani surfer alla volta. Intempiditariffeaereescontateefrontiere aperte, quando quasi ogni angolo del mondo-dalla BulgariaalBhutan èormaiapertoalturismo,la casarappresental ultimafrontiera, un esperienza estrema e autentica. Invece di alloggiare in un asetticoalbergodihanoi,diceeriktorkells,diretdi ALEX WILLIAMS Come giustificarelatensioneches erainsinuata nelrapportodicoppia,tantodalogorarlo?perwhitney Hess, una programmatrice software di 25 anni di Manhattan,larispostaèsemplice:ènell importostampatoinfondoallasuabustapaga.lestranezzeeranoiniziate quando si usciva la sera: se lei sceglieva i ristoranti più alla moda, il suo partner invece, ( e così altri prima di lui) con in tasca uno stipendio inferiore rispetto al suo, preferiva locali meno costosi. Diceva: Seicosìraffinata!,ricordaHess, enon voleva neppure che andassi a casa sua, perché abitava in un appartamentino d un quartiere periferico. Un bel giornoiltiziosbotta: Ascolta,sonodavveroadisagio perchétuguadagnipiùdime.vogliodirtelochiaramente per evitare malintesi e superare il problema. Il fatto è che non è mai riuscito a superarlo. Peccato che sia andata così. Quel ragazzo mi piaceva molto e senza l ostacolodeglistipendi,probabilmentestaremmoancora insieme. Perlaprimavolta,ledonnesottoitrent annichelavorano a tempopienoinvariecittàamericane NewYork, Boston, Chicago e Minneapolis guadagnano più degli uomini appartenenti alla loro stessa fascia d età. Lo si deduce da una recente analisi del censimento del 2005 effettuata da Andrew Beveridge, professore di sociologia alqueenscollegedinewyork,secondoilqualeladisparità negli stipendi è per buona parte dovuta a una vera e propria differenza abissale nel livello di istruzione. Il 52 per cento delle donne sui anni impiegate a tempopienosonodiplomate,rispettoal38percentodegli Michael Witte uomini. Inoltre le donne hanno maggiori probabilità di avere anche una laurea. Sono superiori quasi in tutto, conferma Beveridge. Insomma le donne vanno affrontando forme di ostilità cui finora non erano preparate, perciò si trovano costretteaesercitarsiinundelicatoequilibriofra l orgogliosa esibizione del successo personale e il desiderio di appagare l ego dei propri compagni. Se infatti per gli uomini è accettabile, perfino auspicabile,sbandierareirisultatidellapropriacarriera,lo stesso non vale per le donne. Appena cominci a uscire con un uomo, dice Anna Rosenmann,28anni,cheaLosAngeleshafondatolasocietà Eco Consulting LA e guadagna fino a 150 mila dollari l anno, è normale sentirlo parlare degli strepitosi esiti commerciali, del bonus che gli spetta e così via, ma per noi donne è diverso. Non è così che ci è stato insegnato. La soluzione di Rosenmann è scegliere partner più anziani, di rado sminuiti dai suoi successi professionali. Ildisagioprovocatodaunadonnachesaldailconto non scaturisce necessariamente da una questione di soldi: piuttosto, indica un complesso garbuglio psicologico, quelcheledonnes aspettanodalrapportoconl uomo (che sia lui la fonte tradizionale di sostegno finanziario), e,dipiù,diquelchecredonodidoversiaspettare(chesia un uomo cortese). E il primo appuntamento in un bar dimanhattan: il nuovo amico di Thrupthi Reddy, esperta di marketing, 28 anni, scola vari cocktai. Lei, soltanto uno. Poi, senza batter ciglio, porge al cameriere la sua carta di credito. Seccata dal comportamento dell uomo, ammette tuttavia la propria incoerenza: E naturale chiedersi se non sièipocriti.nonavevosmessodiripetergliquantoiofossi indipendente e quanto mi scocciasse il fatto che agli uomini non piace uscire con donne forti come me. Dopo sei mesi, a ogni buon conto, i due si sono lasciati.

2 II LUNEDÌ 1 OTTOBRE 2007 MONDO Piazze virtuali per baby boomers di MATT RICHTEL SAN FRANCISCO Se l alta tecnologiapuntadasempresulmercatodei giovani, ecco che avanza una nuova schiera di investitori e imprenditori prontialanciarsinelbusinessdeisiti di socialnetworking,tantocariagli adolescenti, ma ora rivolti a gruppi più attempati. FatecontochesiaunMySpace per cinquantenni e oltre: i nuovi siti si chiamano, fra gli altri, Eons, Rezoom, Multiply, Maya s Mom, Boomj e Boomertown, e prendono a bersaglio quella fascia d età che promette un mercato più stabile,menoinclineamutarefedeltà secondo le tendenze del momento. I più giovani sono esigenti, non compranoascatolachiusa:tiseguono per un po, ti fanno spendere, poi se ne vanno, dice Paul Kedrosky, autore del blog Infectious Greed (avidità contagiosa). Se prima spopolava Friendster, adesso furoreggiano Facebook e MySpace. Le fasce d età più mature hanno caratteristiche interessanti, aggiunge Kedrosky, e fra queste v è la tendenza a rimanere fedeli a un sito. Il risultato è un ondata di nuovi investimenti in siti di social networking, piazze virtuali per socializzare online, rivolti alla generazione nata negli Anni Sessanta, con tanto di forum per discutere e conoscersi, scambiarsi fotografie, notizie e commenti e chiacchiere, il tutto rivolto a persone affini per gusti e Direttore responsabile: Ezio Mauro Vicedirettori: Mauro Bene, Gregorio Botta, Dario Cresto-Dina Massimo Giannini, Angelo Rinaldi Caporedattore centrale: Angelo Aquaro Caporedattore vicario: Fabio Bogo Gruppo Editoriale l Espresso S.p.A. Presidente onorario: Carlo Caracciolo Presidente: Carlo De Benedetti Consigliere delegato: Marco Benedetto Divisione la Repubblica via Cristoforo Colombo Roma Direttore generale: Carlo Ottino Responsabile trattamento dati (d. lgs. 30/6/2003 n. 196): Ezio Mauro Reg. Trib. di Roma n del 13/10/1975 Tipografia: Rotocolor, v. C. Colombo 90 RM Stampa: Rotocolor, v. C. Cavallari 186/192 Roma; Sage, v. N. Sauro 15 - Paderno Dugnano MI ; Finegil Editoriale c/o Citem Soc. Coop. arl, v. G.F. Lucchini - Mantova Pubblicità: A. Manzoni & C., via Nervesa 21 - Milano Supplemento a cura di:paola Coppola, Francesco Malgaroli, Alix Van Buren Traduzioni: Emilia Benghi, Anna Bissanti, Antonella Cesarini, Fabio Galimberti, Guiomar Parada, Marzia Porta per estrazione anagrafica. La VantagePoint Ventures, fra i primi investitori di MySpace, ha annunciato di recented avereraccoltouncapitalepari a 16,5 milioni di dollari per Multiply, un sito di socializzazione online rivolto a chi ha già messo su casa e famiglia. Inagosto,laShantaVentureshafatto lo stesso rastrellando 4,8 milioni di dollari per TeeBeeDee, abbreviazione che stapertobedetermined(ilchetradotto in libertà vuol dire: il futuro è ancoradavenire,lavitacontinuaancheper chi non cerca partner su MySpace). E ancora: la Johnson&Johnson ha speso tra i 10 e i 20 milioni di dollari per comprare Maya s Mom, la Mamma di Maya, dedicato ai genitori. Il sito esiste da circa un anno. Il femoneno del social networking finora si è concentrato soprattutto su uominid affariegiovani,perché sono questelecategoriepiùdotateperlatecnologia e le più ambite dai pubblicitari. Però ha tralasciato 78 milioni di personenatetrail1947eil1963,icosiddetti baby boomers: unpubblicotrevolte piùnumerosorispettoaquello degli adolescenti. Molti fra questi navigano suinternet,hannoimparatoausareil computer al lavoro. A conti fatti, gli internautichehannosuperatoi55 annisono tanti quanti quelli nella fascia di età tra i 18 e i 34 anni, stando alle indagini della Nielsen/NetRatings, una società di ricerche di mercato. L ultima frontiera del viaggio: i surfisti del divano globale segue dalla prima pagina tore della rivista Budget Travel ilcouch surfingmipermettedifiniresuldivano diqualchecompatriotaingamba,omeglio,diunapersonadelposto.eaggiunge: Sono uno straniero: in circostanze normali, prima d essere invitati a casa dallagentedelluogopossonopassare intere settimane. E ungiornodimetàsettembre,emanca pocoa mezzogiorno:marisol Montoya,unaregistadi25annidiLosAngeles, piegailsuopigiamadisetarossaelo riponenellavaligiaaccantoaunpaiodi morbide pantofole rosse. Ha trascorso due notti sul minuscolo divanodimendel,ilcheèunaimpresa non indifferente. A lei però non importanodimensioniocomodità:intuttiicasi, spiega,iduehannotrascorsogranparte dellenottiindiscoteca,scatenatiaballare. Per di più a lei piace appisolarsi con legambeeipiediapenzoloni,lecosce appoggiate sui braccioli. Medelèilsuosecondopadronedicasa: Marisol ha prenotato tre divani, dice, perché voleva conoscere tre diverse zone di New York. E comeunostudio culturale. AlparidiServas, unaretechedalla Seconda guerra mondiale promuove la pace attraverso l ospitalità, il Couch Surfing Project siproponedi avvicinarelepersoneeagevolare la comprensione fra diverse culture, dice Daniel Hoffer,unodeifondatori.O,comespiega Mark Credland, ingegnere elettronico di Toronto in viaggio spesso negli Stati Unitiperlavoro: Un tempo incontravo la gente nei bar e finivo a parlare con il tipo ubriaco nell angolo. Dal Couch surfing, dice, scaturiscono conversazioni migliori. Hoffer, ventinovenne, fondò la sua prima dot-com a15anni;oggielaboranuoviconcettiperlasymantec,unasocietà disicurezzainformatica.anchecasey Larik Fenton, 29 anni, e suosocio,èun veterano del dot-com: l idea del couch surfing èsua:glièspuntatadopoun viaggioinislanda,seiannifa. Quelloerailmodoin cui io volevo viaggiare, dicefenton. Manonsapevo se altri avrebbero fatto altrettanto. Ho pensato,proviamoevediamosec èchi la pensa come me. C è, eccome!. La dimensione del viaggiatore costante pone i couch surfer in una zona ditransizione-un ideacaraapicoiyer, autorenatoingranbretagnadagenitori indianicheda25anniscrivedicasaedi nomadismo. Perpersonecomeicouch surfers, casa significa sempre meno unpezzoditerraesemprepiùamici, assiemeai valorichequesti veicolano, diceiyer. Ilbellodiquestosecoloderiva dal fatto che sempre più persone hanno un concetto interiore di casa. A sentire Mark Ellingham, fondatore dellacollanadiguiderough Guide, il fenomeno dei surfisti da divano mette in discussione il concetto dilagante dei Paesistranieriintesisoltantocomeun benedaassaggiareedaacquistare. Rispetto ai vecchi saccopelisti hippy, che di un posto vedevano quanto potevano e poiandavanoaltrove,questomodoèpiù empatico. Jim Stone, 30 anni, fa surfing ininterrottamentedatreanniemezzo.il progetto Couch Surfing lo conosce da tempo:nell elencodegliiscrittifigura in alto, al 99esimo posto. Era impiegato nello studio di un perito fiscale texano, però, racconta, quandomisonoaccorto cheeranopassatidueannisenzacheio avessifatto nullad importante,misono spaventato. IcompagnidiviaggiodiStonesono un divanorossogonfiabile, un costume da Winnie Pooh che gli piace indossare quando fa l autostop, due paia di pantaloni elasticizzati leopardati e abiti da lavoro stirati che tiene riposti nel suo bagaglio,inunabustadiplastica. Negliultimiquattroanni,perfinanziareisuoiviaggihasvoltosvariatiimpieghi,madaluglioèunodeitredipendenti stipendiati del CouchSurfingProject,e lavora-ovunquesitrovi-dalsuolaptop. Saràmagariunsegnochestamettendo latestaaposto? Mi piace questo spettacolo ambulante di amici, dice riferendosi a quelli chenelgirodeisurfistidadivanosono conosciuticome collettivi,incui100o più volontari - in maggioranza esperti diprogrammazione sispostanoinuna cittàperqualchemesementrearmeggianoconilsitoweb.perl annoprossimo èinprogrammauncollettivointhailandia. Mia madre è molto contenta, lui assicura, soprattuttoadessochehoun lavoro vero. La fondatrice della TeeBeeDee è Robin Wolaner: nel 1987 ha lanciato la rivista Parenting, ilmestieredelgenitore. Nello stesso anno, sono nate almeno sette riviste del genere. Agli occhi di Wolaner oggi va ripetendosi lo stesso fenomeno: una nuova consapevolezza, da parte degli editori online, delle esigenze di un pubblico diverso, più maturo. E chiaro ormai che la generazione degli anta frequentainternetcomee quanto i giovani, dice Wolaner. L unica cosa che ancora le mancava erano proprio i siti di socializzazione online. E tuttavia resta l interrogativo: i nuoviluoghidi networksocializing saprannoconquistarsiunpubblicotaleda giustificare le decine di milioni di dollari investite?fragliutenti stagionati, alcuniammettonodisentirsialoroagio inquestisiti sumisura piuttostochesu MySpace, Facebook e Friendster. Meg Dunn, 38 anni, madre di tre figli in Colorado, ha provato MySpace e Facebook, però a suo avviso in entrambi i casi l intervallo di attenzione degli interlocutori era troppo breve per i suoi gusti. Ora frequenta Multiply, dove scambia foto coi suoi familiari, e discute di argomenti concreti, vedi la salute e i solitiacciacchichecolpisconoglianziani. Ho la sensazione di costruire qualcosa, dei rapporti duraturi, dice Dunn. Su MySpace misembravachelagente ti sfiorasse per un attimo fugace, poi se ne andasse e non l avresti vista più. Darcy Padilla per The New York Times L hanno scoperto: la generazione più matura frequenta l Internet tanto e quanto gli adolescenti. ROBIN WOLANER fondatrice di TeeBeeDee Imprenditori e venture capitalists, fornitori di capitale di rischio, hanno impiegatotempoprimadicapiregli interessi degli internauti più attempati, dice Susan Ayers Walzer, giornalista esperta di tecnologia, fondatrice della SmartSilvers Alliance, un servizio di consulenzaperimpresechepuntanosul mercato dei consumatori maturi. Secondo Walzer, gli investitori della Silicon Valley si considerano eterni giovani, perciò si identificano con gadget sempre nuovi. Adesso però s accorgono d avere raggiunto una certa età. E sono pronti a investire in quella fascia. Hanno tutti la pressione alta, dice Walzer. Iniziano a capire la loro fascia d età, perché stanno vivendola. From top, Cristian Movial, Liz O. Baylen, Philip Cheung, Peter DaSilva for The New York Times IL NETWORK DEL SOFÀ Dall alto: Sherry Huckabee col fidanzato Hans Hedrich: enbrambi couch surfer, si sono conosciuti in Romania; Neil Medel sul suo frequentatissimo divano a Manhattan; Bill Donald dorme su un sofà di Credland a Toronto; Jim Stone su un modello gonfiabile. Divorzio high-tech all americana segue dalla prima pagina Ricordate: nell era digitale è quasi impossibile conservare un segreto. spesso proprio al nostro fianco. Ecco un esempio recente. Un consulente tecnologico della zona di Filadelfia, anonimo per sua richiesta poiché ha un figlio adolescente, sospettava che la moglie avesse una relazione. Invece di affrontareconleilaquestione,luiinstallaunprogrammachiamatopcpandora, prezzo 49 dollari, sul computer portatile che le ha comprato.ilprogrammascatta di nascosto istantanee delle schermate ogni 15 secondi, inviandole al marito per postaelettronicainmodo da fornirgli un panoramacompletodeisitivisitatidalla consorte e dei messaggi da lei inviati. Ilprogrammas impossessa anche delle password, perciò il marito può accedere alla posta elettronica e stampare tuttele ricevuteeinviatedalla moglie nel corso di un anno. L anonimo signore alla fine scopre quello che non avrebbe voluto sapere: il matrimonioèinfranto.daundicimesila donna frequenta un altro uomo, padre di un compagno di classe del figlio. Organizza incontri con l amante. Di più: pubblica foto esplicite su siti per scambisti. L uomo, che abbiamo contattato attraverso il suo avvocato, afferma che la decisione di violare la privacy della moglie non è stata facile. Mentirei se vi dicessi chenonmisentolacoscienzasporcaper quello che ho fatto. Mogliemaritiviolanolaprivacydel coniuge spinti, sostengono, dal desiderio di scoprire un qualche segreto. Una donna, sposata a un chirurgo di Manhattan, racconta che l anno scorso sentiva il marito distante, sempre alle prese con il Blackberry divenuto un ossessione. Il giorno del suo compleanno, lei per festeggiarlo gli prepara un bagno e, mentre lui è nella vasca, lei s impadronisce del palmare. Nei messaggi trova le prove di una relazione; con suo stupore, i due hanno in programma un incontro amoroso per quella stessa sera. Qualche settimana dopo, tentata una riconciliazione, la donna riesce ad accedere all account di posta elettronica del marito,escovaimessaggidiunasocietà erogatrice di mutui. Salta fuori che l uomo aveva acquistato per tre milioni didollariunappartamentoamanhattan per trasformarlo in un nido clandestino d amore. Leggere le sue mi metteva a disagio, ma l ho fatto per sapere la verità. Trovarsi nei panni di chi viene spiato può essere particolarmente inquietante. Jolene Barten-Bolender, 45 anni e madre di tre figli, racconta d avere ricevuto un avviso da AOL e da Google: le password di due account di posta elettronica erano state modificate nel corso di uno stesso giorno. Facile pensare che qualcuno avesse accesso alla casella di posta e leggesse i suoi messaggi. L anno scorso ha scoperto un dispositivo Gps nascosto nell alloggiamento di una ruota della macchina di famiglia. Indirizza i suoi sospetti al marito, dal quale sta divorziando dopo ventiquattro annidimatrimonio. Misentonauseata, la vivo come una violenza, dice la donna, immaginando che l ex marito voglia scoprire se lei frequenta un altro uomo. Quandosiscriveunmessaggiobisogna essere consapevoli che il testo può essere letto da qualcun altro che cerca di invaderelatuasferaprivataodifartidel male. Nancy Chemtob, avvocato matrimonialistadimanhattan,spiegacheèormaisuaabitudinechiederealgiudiceun mandato per sequestrare e duplicare il disco rigido dei computer di proprietà dei coniugi dei suoi clienti. James Mulvaney, investigatore privato, ormai dedica gran parte del tempo a frugare negli archivi dei computer dei divorziandi su incarico degli avvocati. Unadellesuespecialitàèrecuperarei file che uno dei coniugi ha tentato di cancellare,soprattutoestratticontobancari e messaggi ad amanti segreti. Ricordatelo: ogni tasto premuto sul computer lascia una traccia, per l eternità. Uomo (o donna) avvisato. Repubblica NewYork

3 LUNEDÌ 1 OTTOBRE 2007 MONDO Russia, la riscossa della fede ortodossa Divampa lo spirito religioso dopo anni di ateismo forzato. di CLIFFORD J. LEVY KOLOMNA, Russia E in scuole pubbliche come questa, in una città non lontana da Mosca, che infuria il dibattito religioso piombato a scuotere la società russa.proprioqui,pochigiornifa,una maestra di nome Irina Donshina, messi da parte i libri di testo, si è rivolta alla classe, una seconda elementare, e ha postoquestasemplicedomanda: Dachi dobbiamo imparare a fare il bene? DaDio!,esclamanoglialunniin coro. Risposta esatta!, fa la maestra, e spiega: Infatti gli uomini che ha creato lo hanno crocifisso. Ma li ha forse accusati o maledetti per questo? Assolutamente no. Ha continuato ad amarli e avere pietà di loro, anche se avrebbe potuto distruggeretuttal umanitàeilmondo intero in una frazione di secondo. A 16 anni dal crollo dell Unione Sovieticaedalritornodellareligione nella vita pubblica, non si contano più le amministrazionilocalichereinseriscono l insegnamento della religione cristiana ortodossa, incluse tradizioni, liturgia e personaggistoricidella Chiesa russa, neiprogrammididatticidellescuolepubbliche.leoredireligionesonointrodotte su sollecitazione dei vertici ecclesiastici conlamotivazionechel ateismoimpostodalregimecomunistahatroncatoi legamideirussiconlafedereligiosa.ma l iniziativadellachiesaperfarespazio ai suoi dogmi nel sistema scolastico ha suscitato dure reazioni, e non solo dai reduci del Partito comunista. Nell avviso degli oppositori, i vertici della chiesa ortodossa, facendo proselitismonellescuole,intendonominarela separazionetrachiesaestatosancita dalla costituzione. LaRussiaèunanazionemultietnica, pluralista, sostengono i critici, e se la fede ortodossa dovesse elevarsi al rango direligionedistato,esisteilrischiodi alienare la vasta minoranza musulmana al suo interno. La chiesa ribatte che le accuse sono infondate e ribadisce che i corsi introdotti nelle scuole hanno carattere culturale, non religioso. Ma almeno nella classe della signora Donshina sembra che i bambini si siano fatti un idea personale di quale sia il tema centrale del corso. Bisogna amare Dio, dice Kristina Posobilova, un alunna. Dobbiamo credere solo in Dio. Recentemente dieci illustri scienziati russi, tra cui due premi Nobel, hanno inviato una lettera di protesta al presidente Vladimir Putin, contro la crescente clericalizzazione della società russa. Oltre a pronunciarsi contro l insegnamento della religione nelle scuole pubblichegliscienziatihannofortemente criticato le iniziative della chiesa volte a ottenere il riconoscimento della laurea in teologia e la presenza di cappellani di federussaortodossanelleforzearmate. Le amministrazioni locali gestiscono la politica dell istruzione sotto la supervisione di Mosca, con un certo margine dilibertà.inalcuneregioniicorsidireligione ortodossa sono obbligatori, mente in altre gli alunni possono essere esonerati, anche se quasi mai i genitori lo richiedono. In altre zone non sono inseriti nel programma. Putin, benché in genere non esiti a imporsi sulle autorità locali, ha eluso il problema. A settembre si è dichiaratopiùfavorevoleadareagli alunni nozionireligiosedicaratteregenerale, in particolare riferite alle quattro fedi che vantano legami storici con la Russia, il cristianesimo russo-ortodosso, l islam, l ebraismo e il buddismo. Dobbiamo trovareunaformachesiaaccettabile per l intera società, ha detto. Occorre una riflessione comune. Stando ai sondaggi, il per cento dei russi si considera di religione russa ortodossa, una percentuale notevolmente superiore rispetto a quella registrata al momento del crollo dell Unione Sovietica, nel Spesso la gente porta Sergei Kivrin per The New York Times Proteste a Mosca contro l insegnamento della religione nelle scuole pubbliche. Vladimir Pakhachev, prete ortodosso, visita una classe. la croce come ornamento, ma la Russia resta un paese laico, e la maggioranza deirussidichiaradinonandaremaiin chiesa.imusulmanisonoil10-15 per cento della popolazione. In maggioranza vivono al Sud, anche se Mosca e altre grandicittàcontanounavastapopolazione musulmana. In seguito all emigrazione e all assimilazione, la popolazione ebraicasièridottada140milioniapoche centinaiadimigliaiadipersone.ileader della comunità musulmana ed ebraica sisonooppostiall insegnamento della religione russa ortodossa nelle scuole. Non vogliamo che gli alunni musulmanisianocostrettiadapprenderealtre religioni. Devono studiaresololaloro, III dicemaratkhazratmurtazin,rettore dell UniversitàislamicadiMosca.Il patriarca moscovita Alessio II ha più volteribaditoche la conoscenza della religionerussaortodossaènecessariaai bambini per poter apprezzare l arte, la letteratura, la storia russe e ha definito laletteradegliscienziatiaputin un eco della propaganda atea del passato. Traifirmataridellaletterafigura ZhoresI.Alferov,premioNobelperla fisica nel 2000 e parlamentare nel blocco comunista. L obiettivo della chiesa è avere più fedeli, dice. La religione può essere insegnata nelle scuole religiose e domenicali, ma nelle scuole pubbliche assolutamente no. Striscia di Gaza, così fallisce l economia di un popolo UnadigainAfghanistan,lascommessadegliUsa di CARLOTTA GALL KAJAKI DAM, Afghanistan Le stazionidipoliziasullealturechecircondanoladigadikajakisiaffacciano suvillaggivuotiebazardesertineiquali cresconoerbacceeirifiutiinvadonole strade.lapopolazioneseneèandata un anno e mezzo fa. A guardia di questo gioiello dell industria afgana, la sua più grande diga idroelettrica, sono rimaste soltanto poche centinaia di persone, soprattuttosoldatieagentidipolizia,pronti a difenderla dai Taliban. I Taliban sono accampati a pochi chilometri di distanza in villaggi disabitati; hanno tagliato tutte le vie d accesso, strangolando questa piccola comunità. I soldati britannici sono riusciti a contenere i ribelli quanto basta per creare una zona di sicurezza di circa sei chilometri di diametro tutto intorno alla diga. ÈquicheilgovernodegliStati Uniti hainprogrammailsuopiùimportante progettoinafghanistan,lariparazionee il potenziamento della diga costruita 50 anni fa che, secondo le fonti americane, potrebbe costare 150 milioni di dollari per il primo anno e fino a 500 milioni in totale. Il progetto prevede la realizzazione di una strada lunga 88 chilometri fino alla diga attraverso il territorio controllato dai Taliban, l installazione di una turbinaaggiuntiva,lamessainoperadi nuovelineeditrasmissioneesottostazioni in grado di portare l elettricità a 1,7 milioni di abitanti dell Afghanistan meridionale. Sitrattadiunprogettoceertamente ambizioso,sesiconsiderachekajakiè situata nella provincia settentrionale di Helmand, la più problematica di tutte le provinceafgane,dovelecoltivazionidi papavero dilagano e almeno la metà del territorioèsottoilcontrollodirettodei Taliban, dei narcotrafficanti e dei con- Mazdurak Kajaki PROVINCIA DI HELMAND DIGA KAJAKI Fiume Helmand Km. 16 BACINO KAJAKI PROVINCIA DI KANDAHAR AFGHAN. HELMAND Area ingrandita The New York Times Gliscontrihannorallentato i lavori alla diga di Kajaki; per ripararla servono 500 milioni di dollari. Joao Silva per The New York Times trabbandieri.ognigiornoquisiscontra- no in violenti combattimenti i ribelli da un lato e le forze americane e Nato dall altro. Per queste ragioni l Agenzia degli Stati Uniti per lo sviluppo internazionale - l agenzia governativa che coordina i progetti degli aiuti americani in Afghanistan-staconcentrandoisuoisforzi nellaprovinciadihelmandpiùchealtrove. Nel tentativo di distogliere dalla coltivazione del papavero da oppio i contadini e di proteggere la popolazione dai combattimenti, oltre al progetto della diga di Kajaki, l Usaid sta fornendo aiutoeassistenzaaiprogrammiagricoli, educativi e sanitari. Vogliamo portare avanti una strategia come se l Helmand fosse un Paese, hadettounafonteusaidchedesiderarestare anonima. Dopo che l anno scorso i Taliban hannofattoirruzionenellaprovinciamentre era sotto il controllo dei soldati britannici, la violenza si è acutizzata e ha già rallentato di oltre un anno i lavori alla diga dikajaki.lapiccolacomunitàdisoldati britannici, agenti di polizia e guardie di sicurezza vive in una sorta di limbo, tagliata fuori dalla vita normale e impossibilitataaspingersioltreilcampoeil desolato bazar nel timore di incappare nei ribelli. Dopo la capitolazione dei Taliban nel 2001,aKajakieranogiuntialcuniaiuti dall estero, ma quando i Taliban sono ritornati in questa zona e hanno scagliato una pioggia di missili, gli stranieri se ne sonoandatiinsiemeamolticiviliafgani. Sonosfumate così le promessedi sviluppo fatte dagli stranieri, che intendevano costruire anche una clinica, una scuola e le strade. La popolazione ormai pensa chenonsianopersoneserie, hadettoun pomeriggiodiqualchegiornofamuhammad Zaman, 43 anni, ingegnere in servizioallacentraleelettrica. Sonoseianni che continuano a fare promesse. Malgrado tutto, i dipendenti della centrale elettrica 43 impiegati su turni di 24 ore continuano ad andare al lavoro dai villaggi vicini, poiché sono riusciti a convincere i Taliban a fargli attraversare la linea del fronte. La leadership Talibanhacercatoinognimododiinterferireconiprogrammipergliaiutied evitare che la popolazione locale collaborasseconilgovernoeletruppestraniere. Mi preoccupano gli abitanti dei villaggi, dice il capo distretto Haji AbdulRazziq. Sonopoveriedispersiattraverso il deserto. Vivono sotto gli alberi, tra i cespugli, sotto le montagne. Sono in una condizione pessima davvero. di STEVEN ERLANGER VALICO DI KARNI, Gaza Uno gestisceun aziendacheproducecapi d abbigliamento. L altro ha un attività di contrabbando. Il primo vende abiti, il secondo armi ed esplosivi. Per quanto idueuominisianodiversi, devono entrambiaffrontareunacrisieconomica, approfondita da quando Hamas èalpotereegazaèrimastaquasicompletamente tagliata fuori dai normali canali commerciali. I due, imprenditori ciascuno a modo suo, hanno dovuto licenziare quasi tutti i loro dipendenti. Nabil Bowab, 46 anni, è preoccupato: per i dipendenti, per la sua azienda, per lamadrerabihadi83anni.l impresa, cheoggisichiamaunipal2000,l aveva fondata lei tanto tempo fa, nel 1951 Bowab e i suoi fratelli hanno alle dipendenze 800 operai specializzati cheproduconoabitiperleaziendedi moda israeliane, o meglio, li avevano fino al giugno scorso, quando Hamas ha conquistato Gaza. Da allora il valico di Karni, il più importante canale di rifornimento di beni e di materie prime per la Striscia, è pressoché sigillato. Lanottenondormo,sbuffaBowad. Non posso andare avanti così. Ho più di140milacapichenonpossoconsegnare. Valgono più di 25 milioni di dollari, tutti bloccati qui a Gaza. L azienda ha licenziato tutti eccetto 20 dipendentiallavoronellaboratoriodoveil rumore è assordante. Bowab continua a pagare tutti i suoi dipendenti circa 95 dollari al mese, il 25 per cento del loro stipendio medio, nel tentativo di garantire alle famiglie il necessario almeno per mangiare. Per cercare di mantenere in piedi la suaattività,bowabeilfratelloattraversano il valico di Erez, trasportando tre volte al giorno in Israele una valigia di60chilipienadiabiticheconsegnano ai loro soci. I fratelli hanno un permessospecialed ingressoinisraele, ma possono portare soltanto bagagli e non inviare merce. Prima vivevo bene, oggi invece lavorocomeunasino,dicebowab. Voglio dimostrare ai miei soci israeliani cherestosempreilloropartner,cheio sono in buona fede. Stanno pensando ditrasferireleattivitàingiordania oinegittoedevoconvincerlianon farlo. Dametàgiugnorestanoserratisiail valico di Karni che quello di Rafah, al confinefragazaeegittoe,orachehamas è al potere, le possibilità che Israele permetta di riaprirli sono scarse. AGazaquestasituazionehaavuto come conseguenza il crollo del settore privato, per l impossibilità di importaremercieledifficoltàancheaesportarle. Secondo Faysal G. Shawa, della Palestinian Businessmen Association, da giugno scorso, 70 mila lavoratori del settore privato hanno perso il posto di lavoro, l 85 per cento delle fabbriche ha chiuso o lavora a regime ridotto e solo nel settore delle esportazioni agricole, le perdite ammontanoa16milionidi dollari. Fatah paga i dipendenti dell Autorità palestinese perché stiano a casa e non vadano a lavorare per Hamas, dice Shawa. Hamas paga i suoi uomini. Manessunopagaidipendentidelsettore privato. Quelli che vivono di sussidi non fanno niente e quelli che lavorano non ricevono nulla. Presto dipenderemo tutti dai sussidi: questa cosa che ci sta distruggendo. Ilmonopolioquasiassolutodicuigode Hamas nel settore delle armi e delle munizionistarovinandoanchel attività di contrabbandiere di Muhammad, 37 anni, che vive a Rafah. Nel 1984, suo padre scavò uno dei primi tunnel, lungo 50 metri, che collegano Gaza all Egitto destinato al contrabbando di oro e pezzidiricambio,raccontamuhammad. Oggi suo figlio scava tunnel lunghi più di800metripersfuggireaicontrolli. Una galleria di questo tipo richiede sei mesi di lavoro e costa circa 40 mila dollari. Inuovicontrollirigorosiintrodotti dahamassisonorivelatidisastrosi per Muhammad. Hamas ha vietato il L 85 per cento delle imprese private ha chiuso i battenti. trasporto di armi da parte di chiunque a eccezione dei suoi soldati. Per gente come lui il mercato delle armi è crollato dopo la sconfitta di Fatah e dopo che le armi di questa organizzazione sono state sequestrate da Hamas. Il prezzo deimigliorifuciliak-47cheagiugno era di dollari, è precipitato a 500, spiega Muhammad: all incirca quanto si paga in Egitto. Prima di giugno, un proiettile per un AK-47 costava 8 dollari e 80 centesimi, il prezzo di 8 shawarma (panini ripeinidicarne),dicel uomo. Eraabbastanza per nutrire una famiglia. Il suo ricavo era di 6, 58 dollari. Oggi un proiettile costa 1,21 dollari. In Egitto costa 73 centesimi. Ma con le spese dello scavo delle gallerie, cui s aggiungeilpesodellacorruzione,ilguadagno per un proiettile è meno di 5 centesimi. L attività è ferma, tranne che per un prodotto: il nitrato richiesto sia come esplosivo che come fertilizzante. Si dice che Hamas cerchi di controllarneleimportazionieprendaanche una tangente. Adesso stiamo pensando di scavare un altra galleria solo per il nitrato, dice Muhammad. E questo il programma.

4

5 LUNEDÌ 1 OTTOBRE 2007 di LYDIA POLGREEN KOULIKORO, Mali Dire che Suleiman fosse sorpreso è dir poco: il fratellol avevaappenainformatocheisemi nerievelenosidiun erbainfestante, apparentemente senza alcun valore, che cresceva da decenni intorno alla fattoria di famiglia, potevano essere usati per far funzionare un generatore, anzi un automobile. Quando poi gli suggerì di coltivare quella pianta, fino ad allora usata come staccionata naturale tra una coltivazione e l altra, pensò che suo fratello maggiore, Dadjo, vaneggiasse. Credevo che fosse una pianta impiegata dalle vecchie per fare il sapone, dice Suleiman Diarra Banani. Ora, però, quell erba, che si chiama jatropha, è al centro dell attenzione di scienziatiepolitici,comefontedibiocombustibile potenzialmente perfetta. Può crescere su suoli marginali o tra i campi coltivati, richiede poco fertilizzanteedaunettarodiquesta pianta si può ricavare tanto combustibile quanto senericavadalgranturcoedamolte altre potenziali fontidibiocombustibile. Seminando una fila di jatropha ognisettefiledicolturenormali,banani potrebbe raddoppiare il suo reddito già nel corso del primo anno, senza perdere nulla in produttività del suo campo. Schiere di miseri contadini insediati a cavallo dell Equatore stanno mettendo a dimora la jatropha su milioni di ettari, nella speranza di convertire terreni poco produttivi in una bengodi del biocombustibile. A incitarli provvedono grandi compagniepetroliferecomelabpela britannica D1 Oils, pronte a investire milioni di dollari in quella coltivazione. In Cina, India, Filippine e Malaysia si moltiplicano le piantagioni, invistadi una maggiore indipendenza energetica, tanto che alcuni Paesi già esportano biocombustibili. Stando agli scienziati ètroppoprestoperdireselajatropha siaffermeràalivellocommerciale. Infatti i contadini indiani già si lamentano perché, spinti a dedicare vasti appezzamenti alla coltivazione di questa pianta, non trovano compratori per i semi. Però qui nel Mali, una delle nazioni piùpoveredellaterra,stannofiorendo ovunqueprogettiinscalaminoreper risolvere problemi locali: mancanza di energia elettrica e miseria nelle campagne. La jatropha alimenta generatori appositamente modificati in villaggi lontani dalla rete elettrica. AFFARI & AMBIENTE Biocombustibili, le virtù dell erbaccia Fotografie di Candace Feit per The New York Times L obbiettivo è risolvere i nostri problemienergeticieridurrelapovertà, dice Aboubacar Samaké, direttore di un progetto pubblico per la promozione delle energie rinnovabili. Se poi questo aiuta il mondo, ancora meglio. La jatropha è originaria dell America centrale; si ritiene che siano stati gli esploratori portoghesi a diffonderla nel mondo. Nel Mali, un ex colonia francese priva d accesso al mare, quest erba è usatadadecennidaicontadinicome staccionata vivente, per tenere gli animali da pascolo lontano dai campi coltivati e prevenire l erosione. Il Koninklijk Instituut voor de Tropen, un istituto di ricerca senza scopo di lucro di Amsterdam, impegnato a trasformare la jatropha in un biocombustibile commerciale, calcolachenelmaliesistano 22 mila chilometri lineari di questa pianta. I fautori della jatropha sostengono che essa non presenti gli inconvenienti di altri biocombustibili, con conseguenti rischisocialieambientali.inluoghidovesi fa fatica a nutrire la popolazione, come nel Mali e nel resto dell arido Sahel, non ci si può permettere di dedicare terreni coltivabili a piante destinate al mercato energetico. Altri potenziali biocombustibili, come l olio di palma, hanno suscitatol opposizionedegliambientalisti perchélecoltivazioniinvadonoleforeste pluviali e altri habitat naturali. La jatropha, invece,puòcrescere su terreni praticamente sterili, con tassi relativamente limitati di precipitazioni, eperciòpuòesserepiantatalàdovele colture alimentari stentano a crescere. Altre sostanze, come l etanolo ricavato dal granturco e dalla canna da zucchero, richiedono grandi quantità di acqua efertilizzanti,el agricolturaindustriale può consumare ingenti quantità di petrolio, il che - stando ai detrattori - vanifica i benefici ambientali. Al contrario la jatropha, dice Samaké, non ha bisogno di pesticidi, l acqua piovana è quasi sufficiente a soddisfarne il fabbisogno e non serve fertilizzante al di fuori della pasta di semi, ricca di sostanze nutrienti, che rimane dopo la spremitura dell olio. Leprospettivesonotalmenteincoraggianti che nei prossimi anni verranno seminati milioni di ettari di jatropha nei Paesipiùdisparati(Brasile,Cina,India, Filippine, Swaziland). Anche se la piantasidimostrasseun successo nel Mali, qualche rischio esiste. Se i contadini s accorgessero che la jatropha rende di più delle colture alimentari, la produzione alimentare del Paese potrebbe risentirne. Per questo le Nazioni Unite hanno stilatodirecenteunrapportosuibiocombustibili, con la conclusione che i benefici per i contadini non sono garantiti, e si può verificare un aumento dei costi. Nella peggiore delle ipotesi, sostiene ilrapporto, iprogrammiperlosviluppo deibiocombustibilipossonoprodurre come risultato una concentrazione della proprietàchepotrebbecostringerei contadini più poveri ad abbandonare le loro terre, facendoli precipitare ancor più nella povertà. V Nel Mali, Suleiman Banani coltiva la jatropha, da quando ha scoperto che coi semi della pianta può produrre biocarburante. Quei verdissimi prati da golf vogliono poche gocce d acqua di JOANNA KAKISSIS Untrattodicostafraipiùpregiatieincontaminati del Mediterraneo è situato in Grecia, sulla punta orientale dell isola di Creta: oltre ettari di terreno su una penisola frastagliata, tempestata di cespuglietti di timoedisalvia.setutto andràcomeprevisto,ungruppodiinvestitori internazionali trasformerà quel terreno in Cavo Sidero, un centro vacanziero già pubblicizzato come il più grandecomplessoecoturisticodilusso nell Europa sudorientale. Sulla carta, Cavo Sidero è un modello di connubio tra eleganza tradizionale erispettodell ambiente.undépliant mostradipintiadacquerellodipaesini dallecasebianchissimeefotodistelle marine e uccelli, con un padre che pesca sulla spiaggia insieme al figlioletto. Gli ambientalisti locali, però, sostengono che Creta, già a corto di risorse idriche, nonèingradodireggereilpesodiquesto villaggioturisticoapertotuttol anno, dalcostodi1,15miliardidieuroeche comprenderà alberghi, case per le vacanze e campi da golf. Il dibattito sul progetto edilizio rispecchia una preoccupazione diffusa in tutto Per i nuovi seguaci dell ecoturismo, nascono gli alberghi sostenibili. il Mediterraneo, colpito da siccità e temperature elevate: una struttura turistica costruita su un territorio fragile può essere ecocompatibile? Nel Mediterraneo, dove l industria turistica è florida, la sostenibilità ambientale è un elemento decisivo, dice Gábor Veréczi, responsabile per la qualità ambientale del dipartimento per lo sviluppo sostenibile dell Organizzazione mondiale del turismo, un organismo delle Nazioni Unite che ha sede a Madrid. I segnali di una crisi ambientale ricorrono nell intera regione. Dalla Grecia a Cipro, dall Italia al Portogallo alla Spagna e alla Turchia, vi sono zone a rischio di desertificazione o di degradazione di terreni un tempo fertili, a causa dell eccessiva espansione edilizia, del pascolo eccessivo, dell inefficiente gestione delle risorse idriche e del dilagare delle coltivazioni agricole in serra. Molti albergatori e imprenditori edili sostengono d aver già adottato metodipiùecologici.adesempio,il Vila Sol Spa e Golf Resort, nell Algarve portoghese, e l Amathus Beach Hotel di Limassol, a Cipro, reclamizzano i sistemi di gestione dell acqua, mentre la catenaalberghieragrecagrecotel sta sperimentando coltivazioni biologicheabassoconsumoidricoper l approvvigionamento alimentare dei suoi hotel. La Key Resorts, che gestisce il villaggio turistico Mosa Trajectum, vicino a Murcia, nel Sud della Spagna, promuove il suo golf ecologico al 100 per 100 : campi costruiti sopra una spugnabiodegradabilecheaquanto pare riduce l evaporazione dell acqua. La Dolphin Capital Partners, una società ateniese specializzata in progetti immobiliari nell Europa sudorientale, sta lavorando con villaggi turistici in Grecia, a Cipro e in Croazia dotati di impianti di desalinizzazione e depurazione delleacquereflue,echeusanosolopiante autoctone per le aiuole e i giardini. Se la strutturasorgeinun areacon problemidiapprovvigionamentoidrico, comelaparteorientaledicreta,nonsi può ricreare il verde lussureggiante della Norvegia, dice Spyros Tzoannos, responsabile dellagestionedelleattivitàperladolphin. Bisognabasarsi sull ambiente naturale a disposizione. IlMinoanGroup,l impresaedileche progettacavosidero,haspesocirca2 milioni di euro per uno studio ambientale, impegnandosi a realizzare impianti di desalinizzazione e di trattamento delleacquereflue.icampidagolf,assicura, saranno tappezzati di paspalum vaginatum,un erbaresistenteallasalinità,edi floralocaleadattaallascarsitàd acqua. L impresacollaborainoltreconun organizzazione ambientalista britannica, Forum for the Future, e ha in programma diistruireivacanzieridicavosidero per un utilizzo responsabile dell acqua. Certononvogliamochelagentearriviquiesbarchiinundeserto,dice Christopher Egleton, presidente del Minoan Group. Ilgovernogrecosostieneconforzail progetto, però molti ambientalisti e abitanti locali non vogliono saperne. Non vogliamo trovarci senz acqua perchéselaprendonotuttaituristidi Cavo Sidero, s inalbera Manolis Tsantakis: membro del consiglio locale, ha votato contro il progetto edilizio. Secondo gli scienziati, l aumento delle temperature e la diminuzione delle precipitazionipotrebberoportareaunassottigliamentodellerisorseidrichein Grecia, finoal 25 per cento in meno. La situazioneèparticolarmentedelicata acreta,chedevefareiconticonsiccità ricorrenti e dove metà dell isola è a rischio di desertificazione. Tsantakis e altri oppositori del progetto preferirebbero che l area venisse usata come parco culturale pubblico, oppure lasciata intatta. Tanto che hanno fattoricorsodifronteallacortesuprema greca, che affronterà il caso proprio questo autunno. Cocktail di vodka per la casa a energia solare di ELAINE LOUIE SALINAS, California Che insopportabile bega, la manutenzione della casa: così la pensadasemprelarry Weingarten. Proprietario a 53 anni di un impresa edilizia ed esperto d impianti di riscaldamento ad acqua, Weingarten aveva abitato già per diversi anni in una casa degli anni 40, efficiente sotto il profilo energetico,primadicostruirseneuna di167metriquadrati.lavecchiaera dotata d isolamento termico e di riscaldamento a energia solare. Con il nuovo progetto,però,luis èdatouncompito ancora più ambizioso: contenere i costi nonsolodellacostruzionemaanche della manutenzione. L esterno non dovrà mai richiedere ritocchi di verniciatura,néillegnodellaverandamai scheggiarsi.nessunabollettadellaluce da pagare. Costi minimi per il riscaldamento. La casa, finita nel 2006, costata 180 mila dollari (poco più di 130 mila euro) è la prova, dice Weingarten, che una dimora più efficiente, grazie alla semplicità della manutenzione, è anche più comoda rispetto a una tradizionale. Thoreaunonsieraforsedomandato se era l uomo a possedere il tagliaerba o il tagliaerba a possedere l uomo?, s interroga Weingarten. A prima vista, la villetta di tre piani, dove lui abita con la moglie Suzanne, 65 anni, ha più o meno l aspetto di una normale abitazione rurale rivestita all esterno con assicelle lisce di legno. In realtà, quelle piccoleassisono dihardishake,unmateriale colorato e ignifugo composto di cemento e fibre di cellulosa, concepito per i tetti. Già quello è un bel risparmio Fotografie di Terrence McCarthy per The New York Times poichè il rivestimento è costato appena dollari, vale a dire in meno dello stucco, il materiale più usato. A questo si aggiunge che le assicelle, poste a rivestire i muri esterni anziché il tetto, sono meno esposte agli elementi edovrebberoquindiavereunamaggioreresistenza.ciòevitaanchelaverniciatura della casa, un ulteriore costo compreso tra i e i dollari ( euro), cui si sarebbe aggiunto quello della necessaria riverniciatura ogni 10 anni circa. Ma il vero risparmio è nell efficienza Una casa a basso costo e di facile manutenzione: Larry Weingarten ha progettato un sistema di riscaldamento a base di acqua, vodka e pannelli solari. Il rivestimento esterno non richiede verniciatura. deisistemiimpiegatiperlaforntiruadi elettricità e il riscaldamento. L energiaelettricaèricavatadaseipannelli solari fotovoltaicicollocatisultetto, cheproduconociascuno105watt,alimentano l impianto d illuminazione, il computer e altri elettrodomestici. I pannelli solari - nonché una cucina del 1920chefunzionaapropano-consentono a Weingarten di evitare l allacciamento alla rete elettrica. Spende, questo sì, 43 dollari al mese (31 euro) per il propano, indispensabile al funzionamento della cucina, del frigorifero, dell asciugatrice e la caldaia per l acqua, e per il gasolio che alimenta il generatore di riserva, che a sua volta ricarica le batteriesolarineigiorniin cui la luce del sole non basta. Quanto a scaldare la casa, Weingarten ha affiancato all energia solare due vecchie tecniche: riscaldamento radiante e circolazione dell acqua aiutata dalla forza di gravità. Due pompe a energia solare, collocate nello scantinato, fannoarrivareaipannellisolaritermalipostisultettounliquidoantigelofatto diacquaevodka(fral altrolavodka, diceweingarten,èpiùefficienterispetto ai prodotti industriali e non è tossica). Questo liquido, scaldato, scende in una serpentina di rame che a sua volta scalda l acqua in un serbatoio. D inverno, basta anche poca luce solare per mantenere calda l acqua del serbatoio, assicura. Beh, ammette che se d inverno fuori gela,luiintegrailsistemaconunastufa alegna.però,poichéèilsoleagenerareilcalore,elalegnanoncostaniente, Weingartenhavintolascommessa:il costo della sua bolletta è pari a zero.

6 VI LUNEDÌ 1 OTTOBRE 2007 Il doppio morso letale della murena di CARL ZIMMER Uno dei mostri più famosi della storia del cinema è la creatura extraterrestre della serie Alien: schiude lenta le zanne luccicanti poi rivela una seconda fila di fauci, che scatta in avanti per uccidere le sue vittime. La scienza oggi annuncia: esiste un pesce che si comporta proprio così. RitaMehtanonavevainmentegli alieniquandocominciòastudiarela morena. Ricercatrice all UniversitàdellaCalifornia(sededi Davis), studia l evoluzione dei metodi di nutrizione. A incuriosirla erano le abitudini alimentari delle murene. Questi sono predatori temibili, capaci di divorare, interi, grossi pesci; le loro dimensioni a volte superano i tre metri di lunghezza. A differenza di altri predatori marini di grossa taglia, lemurenesonoprivedi pinne. Simili a un serpente, si nascondono nelle fessuredellebarrierecoralline,prontea colpire. Ma delle loro consuetudini alimentari si sapeva poco, dice Mehta. Questa famiglia di Murenidi appartiene al gruppo dei pesci a pinne raggiate, che include l ampia maggioranza delle specie ittiche, come il tonno, il pescerosso,ilsalmoneelatrota.la maggior parte di essi si nutre attraversolasuzione:percatturarelapreda, espande improvvisamente la cavità orale, e la pressione negativa che si crea nell acqua risucchia dentro la vittima. Unsecondorisucchioportalavittima nella gola. A questo punto, normalmente, ilpesceusaaltreossa,lemascelle faringee,percomprimereilciboespingerlo giù nell esofago. Lavorando insieme a Peter Wainwright, esperto di biomeccanica ittica a Davis,Mehtahafilmatodellemurene mentre afferrano un pezzo di calamaro. Questi esemplari non usano la suzione per catturare la loro preda, dice. Mordono a tutti gli effetti. Mele rubate per un amore di scimpanzé Per gentile concessione della rivista Nature Sorpresa: la murena ha due file di mascelle, una assesta il primo morso, l altra trascina la preda dentro la gola. di HENRY FOUNTAIN Condividereconglialtriilciboèforse un gesto altruista, però chi lo fa spesso pensaaunpropriotornaconto:èunmodo per ottenere favori, per corteggiare il sesso opposto o per pavoneggiarsi. Sequestoèveroperl uomoloètantodipiùpergliscimpanzé.conladifferenzachelescimmienonregalano cioccolatini ma carne. I ricercatori hanno scoperto una popolazionediscimpanzécheoffrealtri tipi di cibo: frutta e vegetali, meglio se rubati negli orti. Il team di Kimberly J. Hockings, dell Università di Stirling in Scozia, ha osservato per più di due anni il comportamentodiungruppodimaschi adulti a Bossou, un villaggio della Guinea, nell Africa Occidentale. Vista la scarsità di prede animali, è raro che gliscimpanzépossanoportareinregalocarne.macomes èvistoinaltre popolazioni, nemmeno questa la sostituisceconfruttaovegetaliselvatici.le ricerche di Hockings sono disponibili online sul sito di PLoS ONE. A leggerle siscoprechegliscimpanzé,nelporgere un offerta alimentare a un loro simile, 58 volte su 59 preferiscono papaie, arance, cassava e altri prodotti, tutti frutto di una refurtiva nelle fattorie. Protagonisti di questi episodi sono in larga parte maschi che garantiscono SCIENZA & TECNOLOGIA La scoperta l ha lasciata interdetta. Perché le murene erano tanto abili nel catturarealtripescisenonavevano modo di risucchiare le loro prede? Larispostaèarrivataispezionando l anatomia dell animale. A sorprendere i ricercatori sono state in particolare le mascelle faringee: Nella murena sembrano un arma micidiale. Neglialtripesci,sonosempliciossa rettangolari, ma le mascelle della murena, benché collocate in profondità nella gola, sembrano fatte apposta per mordere. Hanno l aspetto di un incredibile forcipe, commenta Mehta. Si è scoperto che degli scienziati avevanopubblicatostudisullemascellefaringee negli Anni Sessanti, poi dimenticati. Quarant anni dopo, Rita Mehta conduceunlavoropiùdettagliato:imuscoli che collegano le mascelle ad altre parti dello scheletro - osserva - sono diversi da quelli tipici in un pesce a pinne raggiate.adesempio,cisonomuscoli insolitamente lunghi che partono dalle mascelle e arrivavano fino al cranio. Finché s interroga: che cosa accade quando questi muscoli si contraggono? Accorciandosi, possono spingere molto in avanti la seconda mascella. Mehta ha installato una videocamera ad alta velocità per riuscire a scrutarecosasuccededentrolaboccadiunamurena mentre mangia. Leripresehannodimostratoche quandol animalesigettasuunapreda, prima la afferra con i denti delle mascelleanteriori,poifascattare in avanti, all interno della bocca, le mascelle faringee, che afferrano a loro volta l animale. A questo punto, la murena può aprire le mascelle anteriori, rilasciandolapreda,mentrelemascelle faringee rientrano nella gola, trascinando il cibo con loro. Sihadavverolasensazione di guardare un mostro alieno, dice Wainwright. Lemascelledellamurenahannoun aspetto strano, ma secondo Mehta sono semplicemente unavariazionedell anatomiaconsuetadeipesci.unpassaggio fondamentale della transizione, ipotizza la ricercatrice, è stata la perdita dellepinneanteriori.leossacheprima sostenevano quelle pinne sono passate a svolgere un nuovo ruolo, fungendo da sostegno ai muscoli per aiutarli a muovere le mascelle faringee. Poter disporre di mascelle faringee capacidimordereforseèl elemento che consente alle murene di catturare prede più grandi. I denti anteriori servonosoloadafferrareunanimaleea tenerlofermoperquelmezzosecondo necessario a muovere in avanti le mascelle faringee. H. R. Giger, l artista svizzero creatore dell alieno per i film diretti da RidleyScott,èdivertiodallascopertadei ricercatori. Non avevo studiato alcun animale prima di realizzare il mio mostro, dice. Mi avevano detto che doveva essere orribile e terrorizzante. E io ho fatto del mio meglio. l alimentazione di unafemminainetà riproduttiva. Come nell offerta di carne, il principale obiettivo degli scimpanzé di Bossou pare sia quello di ingraziarsi la femmina. Non che questa specie, però, sia ladra provetta: nel corso della razzìa spesso gli scimpanzé si grattano, segno che il rubare li innervosisce. Può darsi che i maschi che depredano le fattorie lo facciano per pavoneggiarsi - ipotiz- Chris Gash zano i ricercatori - per segnalare agli altricompagnichesonoaudaciepronti adassumersideirischi. Infatti, oltre ad attrarre le femmine, questi saccheggi potrebberoavereanchelafunzionedi intimidire gli altri maschi. Daquestistudilascienzas aspetta risposteapplicabiliall uomoperspiegare come si sia evoluta la condivisione del cibo tra gli umani. Ad esempio: cos hadeterminatoilfattocheregalare cioccolata favorisce i rapporti sociali? Quell enorme buco nero nella storia dell umanità di JOHN NOBLE WILFORD Nello studio delle origini umane, la paleoantropologia fissa lo sguardo inquieto suun etàbuia,compresafraitreemeno di due milioni di anni fa. Quel buco insondabilecelaifossili,finoramairinvenuti, indispensabili per documentare quando einqualicircostanzesiacomparsoilgenere Homo, il nostro progenitore. Le origini di Homo sonounodei misteri più appassionanti e più complessi dell evoluzione umana. Ogni nuova scoperta ripropone agli scienziati il dubbio che molte risposte agli interrogativi irrisolti sui primi Homo probabilmente giaccionosepolteinquell oscuroperiodo che copre un milione di anni. Per William H. Kimbel, paleoantropologo dell Istituto delle origini umane all Università di Stato dell Arizona, quel lasso di un milione di anni è da tempo fonte di una mancanza assai deludente di documentazione fossile sugli ominidi. Nonècheisiticontenentiroccerisalenti a quell epoca specifica siano particolarmente rari, o che quel periodo non sia stato ampiamenteindagatodavari gruppidiricercainafricaorientale, dice Kimbel. Il problema è che rispetto alleepochechehannoprecedutooseguito quell intervallo, il rinvenimento di fossili risalenti a quel periodo è stato finora scarso, oppure ha restituito esemplari in cattivo stato di conservazione. Si sa già che gli ominidi primitivi antenati umani e i loro parenti più stretti inqueltempocamminavanoinposizione eretta nelle pianure africane. Presumibilmente erano individui di dimensioni più grandi, appartenenti al genere Australopithecus,dicuifapartelaspecie di Lucy, la più nota: l Australopithecus afarensis, che prosperò fino a tre milioni di anni fa. Circa 2,6 milioni di anni fa, alcuni ominidi costruirono attrezzi in pietra. Fu allora, oqualchetempodopo, che - standoallascienza-apparveilprimohomo,manonvi è alcuna prova attendibile di questo passaggio. Lescopertecheriguardano il periodo successivo, risalenti a un epoca che ebbe inizio dopo 1,9 milioni di anni fa, rivelano un primo Homo identificato come Homo habilis, una specie dotata di un cervello per certiversididimensionimaggiori,con unvolto,dentiealtezzapiùumanirispetto allo scimmiesco australopithecines. A Homo habilis in genere è stata attribuita una posizione di rilievo, in quanto primoesemplarediquelgenere,antecedente al più avanzato Homo erectus e, in conclusione, all essere umano moderno, l Homo sapiens. Ma non si hanno certezze in proposito: un recente articolo pubblicato sulla rivista Nature mette in discussione la preminenza dell Homo habilis nell evoluzione umana. Unaseriedirecentiscopertehaaccreditato, infatti, la prova secondo cui la presenza degli ominidi si estende lungo un arcotemporalemoltopiùlungo:da tremilionidiannifaabenoltreisei,e cioèinuntempomoltovicino a quello incuisisepararonodefinitivamentei lignaggi dell uomo e dello scimpanzé. Il cammino degli umanidi negli ultimi due milioni di anni è stato ben documentato, dai ricercatori di fossili come dagli esperti di genetica e dagli archeologi che hanno ricostruito le migrazioni dall Africa e attraverso l Eurasia. I ricercatori hanno quindi determinato che da un punto di vista anatomico il moderno Homo sapiens fece la sua prima comparsa in Africa meno di 200 mila anni fa. G.PhilipRightmire,unospecialista nellericerchesuhomohabilisehomo erectus che lavora all Università di Cercasi fossili Lo studio delle orgini del genere Homo è ostacolato dall'assenza di fossili datati fra i 2 e i 3 milioni di anni fa: la cosiddetta "Età buia". L'esemplare più antico, finora noto, è una mascella risalente a 2.3 milioni di anni fa, rinvenuta in Etiopia nel milioni di anni fa 7 2,5 2,3 ETÀ BUIA Homo erectus Homo habilis ,5 1 0,5 LE PRINCIPALI FAMIGLIE DI OMINIDI Homo milioni Paranthropus di anni fa Australopithecus L Età Buia copre 1 milione di anni. In quel periodo oscuro nacque l Uomo. Programma Origini umane/smithsonian Institution Resti di Homo habilis, finora ritenuto il primo rappresentante dell albero genealogico umano. Harvard,sostienechelericerchesull Etàbuia,l epocadelgrandemistero, hanno riportatoallalucesoprattuttoresti di varie specie di Australopithecus, il genere che si estinse circa un milione di anni fa. Nei sedimenti di 2,5 milioni di anni fa sono state trovate ossaaccantoadalcuni degli attrezzi di pietrapiùantichi mai rinvenuti, utilizzati per macellare gli animali. Si tratta di una mera coincidenzaopiuttostodiunatestimonianza dell esistenza di una prime specie in grado di costruire utensili? Difficile dirlo. Un teschio e altri fossili, dissotterrati da una squadra diretta dall antropologo etiope Erhane Asfaw, sono stati identificati come appartenenti alla nuova specie dell Australopithecus garhi. Secondo i ricercatori, l esemplare aveva i lineamentiprominentitipicidellescimmie, una scatola cranica di proporzioni ridotteepiccoleossadegli arti che lasciano ipotizzare una discendenza dalla specie allaqualeappartenevalucy,moltoanteriore.sesitrattadavverodiunantenato del primo Homo, allora per completare latransizione unbelpezzodievoluzione ha dovuto aver luogo in tempi rapidissimi, ha commentato uno studioso. Benché il mistero delle origini del genere Homo sia il segno dei progressi compiuti dalla paleoantropologia nell esplorare quel lontano passato, tuttavia ciò non permette di completare l albero genealogico umano. E questo, secondo Daniel E. Lieberman, paleoantropologo di Harvard, è un vuoto che la scienza vuole a tutti i costi colmare. Prima di tutto, si vuole sapere quandoedoveebberoluogoletrasformazioni, così da poterle inserire nel giusto contesto evolutivo, dice Lieberman. Questo potrebbe far luce, spiega, sulle causedieteticheeambientalicheprodussero i cambiamenti di specie, fino alla comparsa dell uomo moderno, abile al punto da interrogarsi sulle proprie origini più remote. Lieberman non si dà per vinto: assieme ai suoi colleghi, assicura, è mosso dall ottimismo incrollabile di chi sa di disporre di tutte le informazioni necessarie a rispondere ai più importanti interrogativi, anche se non sappiamo in quale ordine vadano collegati i puntini. Il vero problema, però, conclude lo scienziato, è che alla documentazione fossile mancano troppi puntini. 3 Modern homo sapiens Homo neanderthalensis 2 1 Presente Presente THE NEW YORK TIMES

7 LUNEDÌ 1 OTTOBRE 2007 VII PROTAGONISTI RICHARD D. PARSONS Leon Ichaso, nato a Cuba, ha dedicato la sua carriera cinematografica a documentare degli immigrati di New York. Il suo ultimo film, El Cantante, interpretato da Jennifer Lopez e da Marc Anthony, narra la storia di Héctor Lavoe, una leggenda della musica salsa. LEON ICHASO L Omero latino che fa sognare Manhattan Certi registi fanno un film e stanno a posto per tutta la vita. Ma questo non è certo il caso mio. di MIRTA OJITO NEWYORK Correval anno1956, lui aveva solo 8 anni, ma per il regista di origini cubane Leon Ichaso, quell immagine è indimenticabile: una torma di uomini sudati sotto le candide camicie guarnite di volant, battevano sui tamburi e danzavano la conga incolonnati in un serpentone fino al lungomare dell Avana. Eralaprimavoltacheigenitoridi Ichao lo portavano ad assistere al carnevale della città, un vero baccanale, dovenonaccadevaquasimaidiincontrare bravi ragazzi cattolici. Quella sensazione di abbandono e di assoluta allegria l ho ritrovata soltanto qui a New York quando ho sentito per laprimavoltalasalsa,ricordaoggi Ichao, 58 anni arrivato negli Stati Uniti nel1968,aitempiincuiimusicistilatinoamericani andavano affermandosi. E statagentecomerubénblades e Willie Colón ad avermi fatto rivivere quei ricordi, a darmi nuova energia. Proprioquelsensodieuforiaediliberazionechesolol arteeiltalentonaturale sanno regalare, assieme alla fedeltà alle proprie radici, sono gli elementi infusi da Ichaso in film applauditi come Crossover Dreams, Piñero o El Cantante, che racconta la vita di Héctor Lavoe, popolare salsero portoricano morto di Aids nel 1993, a 46 anni. El Cantante è interpretato da Marc Anthony, nel ruolo di Lavoe, e da Jennifer Lopez, in quello di sua moglie Puchi, ancheleiormaiscomparsa.anthonyela Lopez hanno voluto che a dirigerli fosse Ichaso. Neisuoifilmsipuòquasipercepire l odore delle stanze in cui si muovono gli attori, dice Anthony. Lui è maestro nel ricreare l atmosfera di un epoca; conosce l umanità,lapoesiacheanima le strade.sacoglierel essenzadelnostro popolo, dei nostri quartieri. Nel giudizio di certi critici e registi, Ichaso è il poeta della New York latina, l Omero cinematografico dell odissea di un popolo prima relegato fra gli sguatteri nelle cucine dei migliorilocaliepoibalzatosullagrande scena musicale. Come Scorsese e Sidney Lumet ci hannooffertol immaginediunanew York popolata di poliziotti corrotti e di mafiosi, Leon, con le sue storie dei cantanti più popolari ci ha regalato una New York fatta di delusioni e sogni infranti, dice il regista Jorge Ulla. Ilsuoprimolavoroèdel1967;daallora, e per quasi trent anni, ha lavorato siaperlatelevisionecheperilcinema. Eppure Ichaso è quasi sconosciuto al di fuori della sua cerchia di estimatori. L industria cinematografica s accorse di lui all uscita di El Súper, un film che Fotografie di Eric Liebowitz/Picturehouse ripercorre le vicissitudini di un immigrato a New York. Duranteleriprese,ricordaIchaso, era costretto a rischiarare il suo appartamentoconlalucedeifiammiferi, perché non aveva denaro sufficiente per pagare la bolletta dell elettricità. Ci sono registi che fanno un film e stanno a posto per tutta la vita. Non è il mio caso, dice. Ogni volta che giro un film penso: Questoèquellogiusto.Mapoiirisultati non si vedono. Cuba, spiega, è un soggetto che lo appassiona.piùingenerale,lasuaopera esplora il tema della perdita, dello spazio cheseparacultureeidentità,quello spazioincuiunimmigrato,ounesule, può affermarsi oppure soccombere alla nostalgia. Il tema è quello delle persone che non hanno un luogo verso cui poter tornare, dice il regista. Mi piace documentare certi momenti che in caso contrario, col tempo, svanirebbero. E non c è forse momento che a lui prema documentare più degli anni in cui la musica latina esplode a New York. Misembradicondividereunsegreto: Ecco, ascolta. Adessotelorivelo, dice. E unagioiadavverogrande,è come portare qualcuno nel tuo ristorante preferito o fargli ascoltare la canzone cheamidipiù.iotrasportolagentein mondiaessasconosciuti.maunavolta scoperti quei mondi, il pubblico di solito non vuole andarsene. Un bicchiere di Brunello per l impero Time Warner di JOE NOCERA Richard D. Parsons siede a un tavolo in disparte vicino alla finestra nella Porter House New York l elegante steakhouseinaugurataunannofaal quarto piano dell edificio della Time Warner a Manhattan e controlla l ora sul suo orologio. Sono le 7 di sera. Alle 8 e mezzo dovrò andarmene, dice. Ho un altro appuntamento, scrolla le spalle in segno di disappunto. Direttore generaledellatimewarner,parsonsèancheproprietariodi un piccolo vigneto a Montalcino, il Palazzone,doveproduceunBrunello diqualità.lapassioneperivini, racconta, risale a quando lavorava con Nelson Rockefeller. BethvonBenz,lasommelierdella Porter House, ha opportunamente aggiunto qualche bottiglia di Palazzoneallasuacartadeivini.Daallora Parsonsèunclientequasiabituale,di solito per i suoi ospitiordinaunbrunellodimontalcinoriservada185 dollari a bottiglia. Il nostro motto è: Beviamoquantopossiamo,ilrestolo vendiamo, ridacchia. Mister Parsonsèun personaggio simpatico, alla mano, dotato di una vena di autoironia. Stando all importatore, Domaine Select, lui seguemoltoda vicino l azienda vinicola, cosa che il diretto interessatononsmentisce.sequesto suona strano è soltanto perchè, lungo l intero arco della sua carriera, Parsons ha sempre voluto esibire l immaginediunochenon sachecosasialapreoccupazione. Certo,aWallStreetmolticredono chesiacosì,eproprioquestoèilproblema da quando, cinque anni fa, lui è arrivatoallatimewarner. Perchénonhaseguitol esempiodel collega e magnate delle comunicazioni Robert Murdoch, rastrellando attività su Internet, come MySpace, e acquistato marchi ambiti come Dow Jones? Perché non sa decidere cosa farediaol?eperchénonriesceafar salire il valore delle azioni? Peròc èanchechilapensadiversamente, ad esempio la maggioranza degli impiegati alla Time Warner. Visto dal loro osservatorio, Parsons al suo arrivohacompiutounveroprodigio, infattihasalvatoilcolossomultimediale dal peggiore affare nella storia dell economia contemporanea, cioè la fusionefraaoletimewarner. Nel 2002, la quotazione della Time Warnereraprecipitataalpuntoda mettereindubbiolasuacapacitàdi ripagare i debiti secondo il calendariostabilitodallebanche.idirigenti diaoletimewarnersifacevanola guerral uncontrol altro.lasecurities and Exchange Commission (l ente governativo per la vigilanza della Borsa, analogo alla Consob) e il dipartimentodigiustiziaindagavano. Eraungranpasticcio,diceDon Logan,alfiancodiParsonsfinoal C erabisognodiunapresenza rasserenante, per restituire un equilibrio generale, e consentire che la gentetornasseasvolgereilproprio lavoro. Parsons è uomo capace di ascoltare, persuasivo e diplomatico: tutte qualitàrivelatesicruciali.ilfattoè che continuaaesserlotuttora,equesto ai suoiavversarinonpiace. A59anni,stapreparandosiper andareinpensione,etuttilosanno. Quandotrovilapersonaadattaasostituirti, diceriferendosia Jeffrey L. Bewkes,ilsuonumerodue, equella personaèprontaascendereincampo, beh, bisogna togliersi di mezzo. Vorrei tramandare un semplice retaggio: cheholasciatoquesto posto in buona salute e in buone mani. IcriticiaWallStreetsidomandano dove sia il piglio espansionista che motiva rivali come Rupert Murdoch. Per Rupert la News Corp. è il lavoro di una vita, fa tranquillo Parsons. Cinquant anni fa, ad Adelaide, in Non voglio fondare una dinastia: questo è solo un lavoro, nonlamiavita. Australia, ha ereditato un giornale, e l ha trasformato in un gigante globale della comunicazione. Io mi considero un dirigente per professione. Non voglio fondare una dinastia o creare un monumento. So che le mie parole fanno infuriare certa gente, ma questo è soltantoilmiolavoro,nonlamiavita. Non mi definisce come persona. Eppure,ammettechelaquotazione inborsaèstataun enormefontedi frustrazione, e spera che non diventi l unicoparametrodigiudizio. Sono quasi le 8 e 45 quando si alza per andarsene. Benché sia già in ritardo appare riluttante. Non abbiamo parlato abbastanza di vino. Sacosamipiacediquesto?,chiede indicando la bottiglia di Brunello sul tavolo, vuota. Qualche tempo fa questa era uva. L abbiamo raccolta, l abbiamo lasciata fermentare, e imbottigliata.questoèilfruttodelnostro lavoro. Abbiamo un prodotto. Circolano molte voci su quel che farà Richard D. Parsons una volta lasciata Time Warner. La più insistente èchesicandideràasindacodinew York. Un ipotesi che lui nega. Sembra probabile che trascorrerà più tempo nella sua azienda vinicola, dedicandosiallecosecheglipiacciono.faràunabellavita. di MICHAEL WINES CAPE TOWN Nozizwe Madala- Routledge, un personaggio molto citato in questi giorni in Sudafrica, voleva diventare scienziata. Eppure dice d avere sacrificato la propria ambizione sull altare dei principi. I guai cominciano quando Madlala, così la chiamavano allora, segue un corso di laurea all Università di Fort Hare: unparadisoperglistudentineri aitempi dell apartheid. Anche Nelson Mandela si era laureato lì. Nel 1972 il governo sbarra ai genitori neri l accesso alla festa di consegna dei diplomi in un campus sudafricano. Fort Hareorganizzaunboicottaggio,cui aderisce anche lei. Perquestovieneespulsadalcollegio universitario: potrà essere riammessa, la informano, solo dopo avere presentato le proprie scuse. Ma lei rifiuta: Non capivo perchè io dovessi scusarmi. E così ho perso il mio posto a Fort Hare. Sono trascorsi 35 anni, e oggi la donna è di nuovo allontanata, stavolta dal ruolo NOZIZWE MADLALA-ROUTLEDGE Sud Africa, Aids: il virus della discordia Non capivo perchè io dovessi scusarmi. E così m hanno espulsa dalla Università di Fort Hare. diviceministrodellasanità,eancora una volta non vede alcun motivo di giustificarsi. Da quando, in agosto, il presidente sudafricano Thabo Mbeki l ha sollevata dall incarico, adducendo tutta una serie di errori politici e di gestione, Madala-Routledge s è vista catapultata alcentrodiunroventedibattito.assieme alei,ancheilmoltobersagliatoministro della Salute. Madlala-Routledge, agli occhi dei suoi sostenitori, era una voce solitaria, retta da saldi princìpi, all interno di un ministero infangato per il ritardo istituzionale nell affrontare la crisi dell Aids che attanaglia il Paese. A lei si deve la nuova strategia anti-aids adottata finalmente dal governo il dicembre scorso dopo anni di critiche. Perciò, calcolano i suoi seguaci, il licenziamento è l ennesima prova di quanto sia profonda l avversione delpresidentembekiedel suo alleato politico, nonché chiacchierato ministro della Sanità, Manto Tshabalala-Msimang, per lo studio dell Aids. Sesiascoltanoinveceisuoioppositori, Madala-Routledge sarebbe un personaggio eccentrico, avido di pubblicità. Non è semplice descrivere Madlala-Routledge: a 55 anni è una veterana della lotta di liberazione, comunista per affiliazione partitica, quacchera per fede religiosa, una personalità politica brillante con un seggio nel parlamento e oltre a tutto ciò, un medico. Il Partito comunista la considera un astro nascente. E vero,èspessosuigiornali,maquasi mai per aver deviato dal suo mandato. Howard Burditt/Reuters, via Newscom Editorialisti politici ed esperti di sanità concordano che con lei non è facile trattare. A una conferenza stampa a Cape Town in agosto, per commentare il proprio licenziamento, ha citato un mottoquacchero: Nonsidevemaiaver paura di dire la verità al potere. Nelleriunionidelgovernohainsistitoperunapprocciopiùenergicoalla crisi dell Hiv, che ogni giorno provoca la mortedi800personeeneinfetta1000. Ma le sue proposte, lei sostiene, hanno sempre incontrato l opposizione del ministro della Sanità. Siarrivacosìal2005,quandoilministero decreta che l arma prioritaria perlottarecontrol Aidsè l alimentazione. La donna manifesta apertamente il proprio disaccordo e viene richiamata da Mbeki. Resta nell ombra fino alla fine del 2006, cioè finché il ministro Tshabalala- Msimang sciorina ceste di aglio e altri cibi anti-aids di fronte a un consesso internazionale per la lotta all Hiv, suscitando proteste nel mondo intero. Poco dopo, il ministro si ammala e in sua assenza il vicepresidente Phumzile Mlambo-Ngcuka, ex alleato di Madlala- Routledge, la convoca assegnandole il compito di riscrivere la strategia per la lotta all Aids. Ma, applicato il piano, un altro screzio pubblico con Tshabalala- Msimang le costa di nuovo il lavoro. Certisichiedonocome mai Madlala- Routledge non l abbia previsto. Negli ultimimesi,l imprudenzadellesue dichiarazioni era sconcertante, dice KerryCullinan,giornalistadiargomentimediciperilsitowebdellaSanità. Chi sa di essere sotto esame, deve muoversi con grande prudenza. Soprattutto quando si rilasciano dichiarazioni alla stampa.

8 VIII LUNEDÌ 1 OTTOBRE 2007 ARTE & TENDENZE Torres Garcìa la geometria della speranza NEW YORK Ancora pochi anni fa, l illustre epopea della pittura astratta del dopoguerra era dominata da un manipolo di artisti newyorchesi. Di loro si sa già tutto ROBERTA SMITH GRANDI MOSTRE o quasi: durante la Seconda guerra mondiale, diversi europei si rifugiano a New York con al seguito un bagaglio di concetti in gran parte surrealisti circa il disegno automatico e un astrazione chiamata biomorfica. New York sostituisce Parigi nel ruolodicapitaleartisticaecosìspianala via all arte pop, al minimalismo e a ciò che verrà in seguito. Ma il passato non è una categoria immobile. Infatti la storia non sarebbecompletasenontenesseconto della schiera di artisti sudamericani che ormaivientranodi prepotenza. A differenza di quel che accadeva a New York, questi non avevano subìtoleinfluenzesurrealiste-avverseallapurezzae all idealismo dell astrazione geometrica - affermatesi anche in Europa nel periodo tra le due guerre. Anzi, essi abbracciarono quella geometria, e s impegnarono a espanderne i confini. La geometria della speranza: arte astratta latino americana dalla collezione di Patricia Phelps de Cisneros, una vivace mostra allestita alla Grey Art Gallery, presso la New York University, espone i risultati di quella corrente. Per troppi anni l astrazione geometrica sudamericana è stata per lo più ignorata, quando non addirittura liquidata perchè troppo elaborata. La mostra, attraverso circa 105 opere di 30 artisti, invita a rivedere quell atteggiamento. La raccolta di dipinti, sculture, opere su carta e, soprattutto, rilievi, scalza il dominio dell Espressionismo astratto. Nel caso degli artisti di Caracas, afferma la centralità della Op Art. I vecchi pregiudizi sulla Op Art svaniscono di fronte a Vibration, l opera realizzata nel 1960 da Jesus Rafael Soto, dove uno scroscio di sottili linee verticali dipinte su una superficie nera, leggermente irregolare, rivela una fisicità tutta particolare. Si riesaminano certi stereotipi al cospetto di un opera come Marco Recortado n. 2 : un reticolo deformato, con sfumature verdi, azzurre, color ruggine e gialle, realizzato nel 1946, con sorprendente anticipo sui tempi, dall argentino Juan Melé. Lamostraèsuddivisapercittà:si comincia con Montevideo, capitale dell Uruguay, dove Joaquín Torres García ritornònel1934,dopoavertrascorso40 anniall estero,einiziòadiffondereil vangelo dell astrazione modernista assieme a quelcheeglidefiniva lascuola delsud.e poilavoltadibuenosaires inargentina,diriodejaneiroe San Paulo in Brasile, di Caracas in Venezue- Grey Art Gallery la,nonchédiparigi,cittàmoltofrequen- tatadagliartistisudamericanitanto che alcuni di loro vivono lì ancora oggi. Lenotedidascalichedescrivonogli spostamenti di ciascun protagonista. Soto, nato in Venezuela nel 1923, dal 1950 visse soprattutto a Parigi, fino all anno dellasuamorte,avvenutanel2005.carlos Cruz-Diez, cultore venezuelano della OpArt,natonel1923,èvissutoaNew York, Barcellona e Caracas, e oggi si dividetracaracaseparigi. Altri artisti non si sono invece mai allontanati dal loro Paese d origine, come la brasiliana Lygia Clark, che assieme al suo pupillo Hélio Oiticica ha spinto l astrattismo ispirato al costruttivismo Collezione Patricia Phelps de Cisneros/Juan Melé Juan Melé, Marco recortado n, 2 (1946). A fianco, gouache su carta senza titolo (1955), del brasiliano Hélio Oiticica. russo verso oggetti sempre più dimensionali, modificabili e funzionali. Poiché per esporre le opere più recenti servono spazi di notevoli dimensioni, garantiti dalla galleria nelle sale dagli alti soffitti al piano terra, il percorso della mostra si snoda cronologicamente a ritroso. L esposizone inizia con Caracas e finisce con Buenos Aires e Montevideo. Si chiude infine coi simboli e i geroglifici di Torres García, con i quali il celebre maestro dell arte costruttiva ha fuso linguaggio, astrazione e realtà. Queste opere forse le più cariche di sentimento fra quelle in mostra- furono dipinte tra il 1932, poco prima che Torres Garcia lasciasse l Europa (la Francia, l Italia) per Montevideo, e la sua morte nel L installazione delle opere a ritroso va a vantaggio della mostra. Prima, ci porta indietro nel tempo, restringendo l obiettivo sugli inizi. Poi, via via che ci avviciniamo al presente, tutto attorno a noi sembra espandersi. E la resa perfetta di quel che va accadendo a tutta la storia dell arte del Ventesimo secolo. UnregistadaOscar per un adorabile piedipiatti di MICHAEL WINES GABORONE, Botswana Il celebre scrittore Alexander McCall Smith la presenta così, nelle prime righe del bestseller The No. 1 Ladie s Detective Agency, Mma Ramotswe aveva un agenzia investigativa in Botswana, ai piedi del colle Kgale. Nel romanzo la detective è alle prese con molestatori sessuali, truffe assicurative, eppure il vero nodo da sciogliere in questi giornièselasuastoriasiprestiaricavarne un film. Precious Ramotswe non è armata di eleganti pistole: ha soltanto due scrivanie, due sedie, un telefono e una vecchiamacchinadascrivere.guidaun minuscolo furgoncino bianco per nulla adattoagliinseguimentiatuttavelocità néamanovreazzardate.e,naturalmente, c è lei, Mma Ramotswe (Mma è un titolo onorifico da queste parti). Lo stereotipo dei detective hollywoodiani di solito mescola sapientemente sex appeal epersonaggidagenere noir. Precious Ramotswe, invece, per dirla con McCall Smith, è una detective lady, grassa : dalle forme tonde strabordanti, non cesellate, dal cuore tenero, tutt altro che dark. Ora l interrogativo piùripetutoèquesto: c è un pubblico dispostoavedereunfilmsu un piedipiatti privato di costituzione tradizionale (come dice lei), che passa il tempo a rimuginare sotto una grande acacia? Il regista Anthony Minghella è d accordo: Anthony Minghella, Oscar per il Paziente inglese, ha girato il film in Botswana. sarebbe un impresa difficile. Il cinema americanocihaabituatiaifilmd azione, agli inseguimenti mozzafiato, perciò è improbabile che questa idea riscuota successo nelle grandi sale, dice mentre le riprese nel polveroso cortile di una scuola di Gaborone si concludono. Questo non è un film facile da girare, anzi, direi che è estremamente complesso. Eppure Minghella, premio Oscar perlaregiaelasceneggiaturadeil paziente inglese e Cold Mountain s è cacciato in quest avventura, anche se la sua opera potrebbe finire anziché al cinema, in tv. In definitiva, spiega, non voleva che fosse qualcun altro a girarla. Sono stato sedotto poco alla volta, in primo luogo dal Botswana. Chi halettoilromanzodel1998di McCallSmithsuPreciousRamotswe le sue indagini, o i sette libri successivi, sa che cosa intenda dire Minghella. Accantoalmisteroaffioraunamorevole ritratto del Botswana, il profilo di una nazione straordinaria dal cielo sconfinato, con una popolazione ben radicata e quelle abitudini garbate che lasocietàoccidentalehastoltamente abbandonate da decenni. Le vicende sonodipurafantasia,è chiaro, come lo è anche la descrizione del Botswana, salvo i suoi cieli infiniti. Nell Africamoderna,laceratadaAids, miseria e dittature, è rimasto ben poco di incontaminato. MailBotswanaèquantodipiùvicino possaesserciall immaginediunporto sicuro risparmiato da gran parte delle atrocità del colonialismo, avviato verso una relativa prosperità e democrazia grazie alla ricchezza dei diamanti eaunpassatopressochéprivodiavvenimenti cruenti. Di fronte al dilagare di storie africane sul genere Cuore di tenebre, il personaggio di Mma Ramotswe è non soltanto inedito ma anche benvenuto, dicejillscott,poetessaecantante di Rhythm & Blues, scelta per il ruolo di protagonista. Crede fermamente nella giustizia. Ha una visione del mondo netta: ciò che è giusto è giusto, ciò che è sbagliato è sbagliato. E sicura di sé stessa al puntodaintervenireper rimediare al male, e trasformarlo in bene. Sarete costretti a innamorarvi del Botswana, perché lei lo ama appassionatamente, dice ancora. E se visiteretequelpaesepiùdiungiorno,capirete il motivo di tanto amore. All inizio, racconta Minghella, l idea che una detective soprappeso potesse avere successoglieraparsa improbabile. E gli sembrava azzardata anche la prospettiva di realizzare The No. 1 Ladies Detective Agency in Botswana, Paese che prima d allora non avevamaiospitatole ripresediunfilmimportante. Determinante è stata Amy J. Moore, una produttrice indipendente di New York che ha lavorato e viaggiato in Africa per circa venti anni.nel2000un amica le aveva dato da leggere unromanzo ambientato in Botswana, scritto da uno scozzese sconosciuto, e lei se n era invaghita. La serie di avventure di Mma Ramotswe diventò un successo editoriale soltanto un anno più tardi. Moore volò a Edimburgo, comperò i diritti cinematografici, andò a Londra e dopo avere invitato Minghella a prendere un tè, gli consegnò il romanzo: Francamente non rimasi particolarmente impressionato dal libro, però lo lessi tutto d un fiato, e, come milioni di altri lettori, non ho più potuto farne a meno. Il governo del Botswana alla fine ha deciso di partecipare al finanziamento del film con cinque milioni di dollari. In cambio ne ha ricavato non soltanto un vantaggio economico nel fornire serviziperlalavorazione,maancheun apprendistato cinematografico sul campo da cui forse un giorno potrebbe scaturire una industria locale. Come Mma Ramotswe, The No. 1 Ladies Detective Agency è semplice e diretto. Soddisfa la nostra passione e la nostra mania di mistery e thriller senzalaviolenzaelacrudeltàche di solito l accompagnano. Voyeurismo d autore: sesso nel parco a Tokyo di PHILIP GEFTER NEWYORK Ladomandaèd obbligo:perchèlecoppiefotografateda KoheiYoshiyukiinGiapponefannosesso en plein air? E poi: non s accorgevano davvero della presenza di tanti guardoni, immersicom eranonell ardoredellaloro intimità notturna? Se il fenomeno sociale catturato in questiscattiraccontaunaspettopoconoto dellaculturagiapponese,leimmagini dei voyeur di Yoshiyuki hanno un riverbero ben più ampio. Infatti chi osserva lesuefoto,partecipaalladiffusapratica del voyeurismo: spia il prossimo nella sfera più privata. Lo spettatore in realtà si incolonna alle spalle del fotografo, occhieggiandodinascostoiguardoni,iquali a loro volta si appostano per studiare in segreto le coppie. In somma, i voyeur siamo noi. La collezione, intitolata The Park, è inmostraallagalleriayossimilo:èla primaesposizionedelgeneredal1979, quando le immagini esordirono alla galleriakomai,atokyo.inquell occasione, eranostateingigantiteagrandezzanaturale, le luci nella galleria erano spente, L effetto della mostra è assicurato: le foto ci trasformano in guardoni. eall ingressovenivaconsegnataaogni visitatoreunatorcia elettrica.yoshiyuki aveva voluto riprodurre l oscurità del parco. Volevochelagentescoprissei corpi un centimetro alla volta. Distrutte le gigantografie alla fine dellamostra,nerestavaunacopiapubblicatainunlibrodel1980,oggipressochéintrovabile.finché,unannofa,yoshiyuki ha lanciato una nuova edizione delle stampe, in diversi formati, riportandosi al centro della scena nel mondo della fotografia. Yoshiyuki lavorava come fotografo commerciale a Tokyo nei primi Anni Settanta, quando una sera assieme a unsuocollegapasseggiavaperilparco Chuo,aShinjuku.Notòunacoppiastesa perterra,eunuomoches avvicinava carponiversodiloro,seguitodaunaltro. Avevo con me la macchina fotografica, però era buio, racconta in un intervistadel1979rilasciataaungiornale giapponese. A quei tempi gli attuali flash a infrarossi erano ancora sconosciuti, perciòyoshiyukipreseaesaminarele tecnologie a disposizione, e scoprì che la Kodak produceva delle lampadine flashainfrarossi.percorsemoltevoltei parchi di Tokyo negli Anni Settanta, l obbiettivopuntatosucoppieeterosessuali e omosessuali impegnate a far sesso, e suiguardoniappostatidinascostoaosservarli. Nella maggior parte dei casi, le coppienoneranoconsapevolidellepresenza deiguardoni,ciharispostodirecente per ,conl aiutodiuninterprete. All inizio i voyeur cercano di spiare la coppia da una certa distanza, poi, lentamente,siavvicinano,camuffandosidietroaicespugli,esenzafarsivederedai dueamantis accostanoilpiùpossibile, finoasbirciarlidaunadistanzamolto ravvicinata. Capita, però, che certi guardonitentinoditoccareladonna,epiano Kohei Yoshiyuki/Yossi Milo Gallery Un immagine tratta da The Park : coppie che fanno sesso, e guardoni fotografati da Kohei Yoshiyuki nei parchi pubblici del Giappone. pianosispingonosemprepiùinlà:aquel punto scoppia un bel casino. Susan Kismaric, curatrice delle mostrefotografichealmuseumofmodern Artnewyorchese,diceche quelloche colpiscedipiùnellavorodiyoshiyukiè l aspetto predatorio, animalesco degli individui. E prosegue: Le immagini sono insolite e scioccanti, non soltanto per il soggetto in sé, ma anche perché mettono in discussione la nostra visione stereotipatadiunasocietàgiapponese che immaginiamo permeata di autorità, decoroedisciplina.

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

La lunga strada per tornare a casa

La lunga strada per tornare a casa Saroo Brierley con Larry Buttrose La lunga strada per tornare a casa Traduzione di Anita Taroni Proprietà letteraria riservata Copyright Saroo Brierley 2013 2014 RCS Libri S.p.A., Milano Titolo originale

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Sapevate che sia le donne single che quelle in coppia hanno gli incubi pensando alla Festa

Dettagli

Intervista con Elsa Moccetti

Intervista con Elsa Moccetti Intervista con Elsa Moccetti [L intervista è condotta da Sonja Gilg di Creafactory SA. Intervengono altre due persone di cui un ospite: Antonietta Santschi] Dicevo, che è stata una mia scelta di venire

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo.

Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo. Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo. 1. stadio 2. ristorante 3. cinema 4. stazione 5. biblioteca 6. monumento 7. palazzo 8. fiume 9. _ catena di montagne 10. isola 11. casa 12.

Dettagli

Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato

Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato Qui voglio fare un esempio per capire dove siamo arrivati col denaro: Ammettiamo che io non abbia a disposizione quasi nulla come denaro, ma voglio

Dettagli

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE - di Deepak Chopra Sette esercizi spirituali per portare la pace all interno delle tua vita e nel mondo che ti circonda. L approccio alla trasformazione personale

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

2. Il Denaro è la radice di ogni sorta di cose dannose. Per questo i capi religiosi e le organizzazioni religiose lo tengono stretto.

2. Il Denaro è la radice di ogni sorta di cose dannose. Per questo i capi religiosi e le organizzazioni religiose lo tengono stretto. 1. La Mafia ormai sta nelle maggiori città italiane dove ha fatto grossi investimenti edilizi, o commerciali e magari industriali. A me interessa conoscere questa accumulazione primitiva del capitale mafioso,

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

Intervista a Stefan Di Kun_Tiqi Surfboards

Intervista a Stefan Di Kun_Tiqi Surfboards Intervista a Stefan Di Kun_Tiqi Surfboards Abbiamo fatto due chiacchiere con Stefan, shaper tedesco trasferitosi da qualche anno in Cantabria, dove ha aperto il primo laboratorio-negozio europeo che produce

Dettagli

Maria ha mandato una lettera a sua madre.

Maria ha mandato una lettera a sua madre. GRAMMATICA LE PREPOSIZIONI Osservate: Carlo ha regalato un mazzo di fiori a Maria per il suo compleanno. Vivo a Roma. La lezione inizia alle 9:00. Sono ritornata a casa alle 22:00. Ho comprato una macchina

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi)

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi) Elena Ana Boata Il viaggio di Anna Proprietà letteraria riservata. 2007 Elena Ana Boata 2007 Phasar Edizioni, Firenze. www.phasar.net I diritti di riproduzione e traduzione sono riservati. Nessuna parte

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO ENGLISH FRANCAIS ITALIANO 1 ITALIAN L idea L idea nasce in seno al segretariato del Consiglio delle Conferenze Episcopali d Europa (CCEE). All indomani dell elezione di Papa Francesco, del Papa venuto

Dettagli

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Scopri come i grandi investitori hanno posto le basi per il loro successo. Tutto quello che devi assolutamente conoscere prima

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Priority mom Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Cosa posso fare per interrompere subito la violenza? rivolgiti alle Forze dell Ordine o al Servizio Sociale più vicino chiedi aiuto al Centro

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia per conoscere l intervento della giustizia minorile Indice:

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

LA SITUAZIONE ENERGETICA ITALIANA ALL INIZIO DEL XXI SECOLO DAL CONFRONTO CON IL SECOLO PASSATO ALLA CERTIFICAZIONE DEGLI EDIFICI

LA SITUAZIONE ENERGETICA ITALIANA ALL INIZIO DEL XXI SECOLO DAL CONFRONTO CON IL SECOLO PASSATO ALLA CERTIFICAZIONE DEGLI EDIFICI LA SITUAZIONE ENERGETICA ITALIANA ALL INIZIO DEL XXI SECOLO DAL CONFRONTO CON IL SECOLO PASSATO ALLA CERTIFICAZIONE DEGLI EDIFICI Giovanni Petrecca Dipartimento di Ingegneria Elettrica- Facoltà di Ingegneria

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

VOLUME 3 CAPITOLO 7 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 3 CAPITOLO 7 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... L AFRICA VOLUME 3 CAPITOLO 7 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: deserto...... Sahara...... altopiano...... bacino......

Dettagli

L AZIENDUCCIA. Personaggi: Cav. Persichetti, Agente 008, Cav. Berluscotti, Assunto.

L AZIENDUCCIA. Personaggi: Cav. Persichetti, Agente 008, Cav. Berluscotti, Assunto. L AZIENDUCCIA Analisi: Sketch con molte battute dove per una buona riuscita devono essere ben caratterizzati i personaggi. Il Cavalier Persichetti e il cavalier Berluscotti devono essere 2 industriali

Dettagli

Le Energie Rinnovabili

Le Energie Rinnovabili Definizione delle motivazioni che richiedono l attuazione del progetto (contesto e target) Il progetto è uno studio personale svolto durante il corso di apprendistato, pertanto il format scelto è stato

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali)

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Al mare, verso gli undici anni, avevo fatto amicizia con un bagnino. Una cosa innocentissima, ma mia madre mi chiedeva

Dettagli

Questa non è una lezione

Questa non è una lezione Questa non è una lezione Sono appunti, idee su Internet tra rischi e opportunità. Che vuol dire non dobbiamo stare a guardare? È il Web 2.0... i cui attori siete voi Chi vi ha insegnato ad attraversare

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali.

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. IL GRILLO PARLANTE Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. www.inmigrazione.it collana lingua italiana l2 Pinocchio e il grillo parlante Pinocchio è una

Dettagli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron Di Enrico Cheli Cheli: Dott. Boiron, lei è presidente del gruppo Boiron, leader mondiale nel campo dell omeopatia, e da anni

Dettagli

Ciao! Il mio nome è Bek e vivo in Etiopia.

Ciao! Il mio nome è Bek e vivo in Etiopia. Ciao! Il mio nome è Bek e vivo in Etiopia. eka 1 L Etiopia è forse il più antico stato africano. E riuscito a restare indipendente durante tutto il periodo coloniale, fatta eccezione per l occupazione

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN 1 CIRCOLO SPINEA ANNO SC. 2007-08 IL BARATTO GRUPPO ANNI 4 INS: AIOLFI ANNA L ACQUISTO

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN 1 CIRCOLO SPINEA ANNO SC. 2007-08 IL BARATTO GRUPPO ANNI 4 INS: AIOLFI ANNA L ACQUISTO SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN 1 CIRCOLO SPINEA ANNO SC. 2007-08 IL BARATTO GRUPPO ANNI 4 INS: AIOLFI ANNA L ACQUISTO DIVISI IN TRE PICCOLI GRUPPI I BAMBINI OSSERVANO E COMMENTANO L IMMAGINE A.Ajello -A.S.

Dettagli

Mi Piace! LE NUOVE FRONTIERE DEL MARKETING

Mi Piace! LE NUOVE FRONTIERE DEL MARKETING Mi Piace! Tutti i segreti del web marketing che le aziende devono conoscere per non perdere terreno nel complesso mondo di internet 2.0 Dario Dossena Che cosa c è dietro un mi piace? Qualsiasi cosa sia,

Dettagli

Vita di campo. Parte il progetto nelle comunità rurali. Prove di trasmissione a Radio Marconi

Vita di campo. Parte il progetto nelle comunità rurali. Prove di trasmissione a Radio Marconi Settembre 2013 Vita di campo Parte il progetto nelle comunità rurali. Prove di trasmissione a Radio Marconi T re giorni nelle zone rurali visitando la comunità di João do Vale casa per casa, da mattina

Dettagli

Il mercato dei figli

Il mercato dei figli Il mercato dei figli È una realtà veramente inquietante che finora non riguarda direttamente l Italia almeno dal punto di vista legislativo e ci auguriamo ardentemente non arrivi MAI ad essere permessa.

Dettagli

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano:

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano: Imparare a "guardare" le immagini, andando al di là delle impressioni estetiche, consente non solo di conoscere chi eravamo, ma anche di operare riflessioni e confronti con la vita attuale. Abitua inoltre

Dettagli

Brani tratti da Lettere di donne che amano troppo Robin Norwood

Brani tratti da Lettere di donne che amano troppo Robin Norwood Brani tratti da Lettere di donne che amano troppo Robin Norwood Giornata Mondiale per l Eliminazione delle Violenza sulle Donne Le vie della dipendenza relazionale sono spesso tracciate da un trauma infantile

Dettagli

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente Una tecnica di Persuasore Segreta svelata dal sito www.persuasionesvelata.com di Marcello Marchese Copyright 2010-2011 1 / 8 www.persuasionesvelata.com Sommario

Dettagli

Tutto è bene quel che finisce bene

Tutto è bene quel che finisce bene Tutto è bene quel che finisce bene Ciao a tutti, mi chiamo Riccio Pasticcio, un nome un programma. Spesso e volentieri combino guai, per questo mi chiamano così, ma a volte faccio anche qualcosa di buono.

Dettagli

Quando eravamo scimmie

Quando eravamo scimmie Quando eravamo scimmie Zio, è vero che tu insegni antro... non mi ricordo più come si chiama. Antropologia, sì è vero Chiara. Mi spieghi cos è? Che non è mica tanto chiaro. Sedetevi qui, anche tu, Elena.

Dettagli

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito che la globalizzazione ha degli effetti positivi per il

Dettagli

Facciamo rete 15 gennaio 2014

Facciamo rete 15 gennaio 2014 Facciamo rete 15 gennaio 2014 8 marzo 1990 marzo 1991 (Iperbole 9 gennaio 1995) Tutti i plessi hanno una connessione a Internet Tutte le classi di scuola primaria e secondaria hanno almeno un PC in classe

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

ALLA RICERCA DELLE PROPRIE ORIGINI

ALLA RICERCA DELLE PROPRIE ORIGINI Relazione Incontro del 15 ottobre 2015 ALLA RICERCA DELLE PROPRIE ORIGINI Relatore: Dott. Marco Chistolini Psicologo, psicoterapeuta e formatore Il tema centrale della ricerca è il rapporto con la storia

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

STORIA. Il Fascismo. Perchè si ha il Fascismo in Italia? L Italia nel dopoguerra. Chi è Benito Mussolini? il testo:

STORIA. Il Fascismo. Perchè si ha il Fascismo in Italia? L Italia nel dopoguerra. Chi è Benito Mussolini? il testo: 01 Perchè si ha il ascismo in Italia? L Italia nel dopoguerra Nel dopoguerra (alla fine della prima Guerra Mondiale, che si chiama anche Grande Guerra) l Italia si trova in una situazione difficile. In

Dettagli

I MARI ITALIANI. Lavoro sul testo

I MARI ITALIANI. Lavoro sul testo I MARI ITALIANI L Italia è una penisola bagnata dal Mar Mediterraneo. Le coste della penisola italiana sono lunghe oltre 7000 chilometri e hanno caratteristiche diverse. Nei mari italiani sono presenti

Dettagli

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Ciao da Matteo Nodari di Network Marketing Top Strategy! Come ti dicevo il network marketing è uno dei settori più controversi e fraintesi di tutti i tempi.

Dettagli

Nella mia Lettera ai cristiani della Chiesa di Lucca, per quest anno pastorale, chiedevo:

Nella mia Lettera ai cristiani della Chiesa di Lucca, per quest anno pastorale, chiedevo: LITURGIA DEL MANDATO PER IL SERVIZIO DI ANIMATORE DEI GRUPPI DI ASCOLTO DEL VANGELO Sabato 29 novembre 2014 (Rm 10,9-18; Mr 16,9-15) ITALO CASTELLANI Arcivescovo di Lucca Nella mia Lettera ai cristiani

Dettagli

#ridieassapori è in linea con i nuovi bisogni e tendenze delle persone mosse dalla necessità di avere le informazioni sempre a portata di mano.

#ridieassapori è in linea con i nuovi bisogni e tendenze delle persone mosse dalla necessità di avere le informazioni sempre a portata di mano. In futuro non andremo più in ricerca di notizie, saranno le notizie a trovare noi, oppure saremo noi stesse a crearle. E quel futuro è già iniziato (Socialnomics) #ridieassapori racchiude l obiettivo principale

Dettagli

ANCHE LA NOSTRA SCUOLA HA UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO

ANCHE LA NOSTRA SCUOLA HA UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO ANCHE LA NOSTRA SCUOLA HA UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO Il settore energetico è ormai ampiamente orientato verso l utilizzo delle fonti di energie alternative, in particolare verso l'energia solare. L impiego

Dettagli

Quando la famiglia raddoppia

Quando la famiglia raddoppia AI PADRI, ALLE MADRI, AI FIGLI Quando la famiglia raddoppia Guida INFORMATIVA alla separazione non più coniugi.. ma sempre genitori a cura di FABIO BARZAGLI NETWORK EDUCATIVO PATERNITA.INFO www.paternita.info

Dettagli

Il mondo diviso. Francesco Ciafaloni

Il mondo diviso. Francesco Ciafaloni Menu Il mondo diviso Francesco Ciafaloni 30 gennaio 2016 Sezione: Mondo, Società Oggi circa l 80% della popolazione del mondo possiede solo il 6% della ricchezza. Circa il 61% non ha un contrattto di lavoro

Dettagli

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio Intervistato: Angelo Cotugno, Segretario Generale della CGIL della Provincia di Matera Soggetto: Matera (sviluppo urbanistico, condizioni di vita fino agli anni 50, sua storia personale di vita nei Sassi,

Dettagli

DAL SEME ALLA PIANTA

DAL SEME ALLA PIANTA SCHEDA N 3 DAL SEME ALLA PIANTA Un altra esperienza di semina in classe potrà essere effettuata a piccoli gruppi. Ogni gruppo sarà responsabile della crescita di alcuni semi, diversi o uguali. Es. 1 gruppo:

Dettagli

OPCIÓN A DIPENDENZA ENERGETICA: NUCLEARE E RINNOVABILI

OPCIÓN A DIPENDENZA ENERGETICA: NUCLEARE E RINNOVABILI PRUEBAS DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD FASE GENERAL: MATERIAS COMUNES CURSO 2009-2010 CONVOCATORIA: OPCIÓN A DIPENDENZA ENERGETICA: NUCLEARE E RINNOVABILI Le nazioni che in questi anni hanno goduto, a differenza

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

Luisa Mattia Sibilla nel cappello

Luisa Mattia Sibilla nel cappello Luisa Mattia Sibilla nel cappello Prima edizione settembre 2015 Copyright 2015 biancoenero edizioni srl www.biancoeneroedizioni.com Testo di Luisa Mattia Illustrazioni di Andrea Mongia Font biancoenero

Dettagli

INTERVISTA ALLA SCRITTRICE

INTERVISTA ALLA SCRITTRICE Tratto da: M. Cecconi, La morte raccontata ai bambini: il ciclo della vita. Intervista ad Angela Nanetti, Il Pepeverde n. 10, 2001, pp. 10 11. Copyright INTERVISTA ALLA SCRITTRICE ANGELA NANETTI LA MORTE

Dettagli

Estate 2012 - La mia analisi durante il mio viaggio... a

Estate 2012 - La mia analisi durante il mio viaggio... a Estate 2012 - La mia analisi durante il mio viaggio... a KENITRA di Ebi Madeline Viaggiare è come sognare: la differenza è che non tutti, al risveglio, ricordano qualcosa, mentre ognuno conserva calda

Dettagli

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili COME PARTIRE Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online Questo report si pone l obiettivo di dare una concreta speranza a chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Dettagli

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi In occasione del Convegno sull affido Genitori di scorta si nasce o si diventa? - Strade e percorsi

Dettagli

CAPITOLO DUE GESTIRE IL DENARO

CAPITOLO DUE GESTIRE IL DENARO CAPITOLO DUE GESTIRE IL DENARO Sommario In questo capitolo scoprirà alcune cose su come - gestire il suo denaro - identificare alcune questioni economiche collegate al gioco - cominciare ad operare dei

Dettagli

Sezione: 9. MODELLO OPERATIVO VINCENTE

Sezione: 9. MODELLO OPERATIVO VINCENTE Scopri come Creare e Vendere viaggi online! Sezione: 9. MODELLO OPERATIVO VINCENTE La 5 cose che devi fare per avere successo in questa attività! Sai cosa fa la differenza tra una formula di successo e

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Io vivo al campo, un posto non molto bello

Io vivo al campo, un posto non molto bello Sezione 1 Io vivo al campo, un posto non molto bello Sezione 1 Io vivo al campo, un posto non molto bello I bambini, nei disegni che seguono, illustrano con immediatezza cosa significhi vivere in un campo

Dettagli

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante.

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante. I RAGAZZI E LE RAGAZZE RACCONTANO Daniele Quando aveva 13 anni Daniele viveva vicino a Milano con la sua famiglia: mamma, papà e Emanuele, il fratello maggiore, con cui andava molto d accordo; anzi, possiamo

Dettagli

Dio ricompensa quelli che lo cercano

Dio ricompensa quelli che lo cercano Domenica, 22 agosto 2010 Dio ricompensa quelli che lo cercano Ebrei 11:6- Or senza fede è impossibile piacergli; poiché chi si accosta a Dio deve credere che Egli è, e che ricompensa tutti quelli che lo

Dettagli

HandMade, il sapore Made in Sicily

HandMade, il sapore Made in Sicily HandMade, il sapore Made in Sicily di Martina Strano - 21, mar, 2015 http://www.siciliajournal.it/handmade-il-sapore-made-in-sicily/ di Martina Strano MESSINA Si chiama HandMade Sicily ed è una realtà

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

Buonasera e grazie dell invito rivoltomi e a tutti voi per essere qui.

Buonasera e grazie dell invito rivoltomi e a tutti voi per essere qui. Buonasera e grazie dell invito rivoltomi e a tutti voi per essere qui. E un grande momento questo perché si mette a tema l educazione e questo tema per me che sono un imprenditore è quello centrale della

Dettagli

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista.

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Andare a gonfie vele Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Roma vele Islanda Olbia vacanza quarantenne Sardegna Sicilia In traghetto Fabio è stato in con la famiglia a Santa Teresa, che si trova

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

1 Consiglio. Esercizi 1 1

1 Consiglio. Esercizi 1 1 1 Consiglio Prima di andare a dormire scrivi cinque parole italiane che ti interessano. La mattina dopo, prima di alzarti, cerca di ricordarti le parole scritte la sera prima. 1 Animali Fai il cruciverba.

Dettagli

2OTT. Sogni e obiettivi: intervista a Silvia Minguzzi

2OTT. Sogni e obiettivi: intervista a Silvia Minguzzi Sogni e obiettivi: intervista a Silvia Minguzzi 2OTT Silvia Minguzzi Silvia Minguzzi si occupa professionalmente di formazione, coaching e crescita personale (vedi sito). Come spettatrice segue assiduamente

Dettagli

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43)

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) Riccardo Di Raimondo LA RITIRATA DI RUSSIA. DAL FIUME DON A VARSAVIA (1942-43) Memorie di un soldato italiano www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

Centro Missionario Diocesano - Trento

Centro Missionario Diocesano - Trento Centro Missionario Diocesano - Trento Così vicini eppur pur così lontani. Dare istruzione per creare futuro. I.R. Progetto Anno Pastorale 2007/2008 Ci scrive suor Rosetta: N oi suore della Provvidenza

Dettagli

SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE

SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE Di Alberto Nerazzini MILENA GABANELLI IN STUDIO Di solito quando si è in difficoltà è sempre propositivo andare a vedere come sono organizzati gli altri, non necessariamente

Dettagli

Programmazione annuale

Programmazione annuale Istituto Comprensivo Bassa Anaunia Denno AREA RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA PRIMARIA Programmazione annuale Anno scolastico 2012/13 Docenti: SP BORGHESI PATRIZIA GRANDI MARISA LEONARDI VIOLA ZUECH GIUDITTA

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

ΟΝΟΜΑΤΕΠΩΝΥΜΟ ΜΑΘΗΤΗ/ΤΡΙΑΣ: ΤΟ ΕΞΕΤΑΣΤΙΚΟ ΔΟΚΙΜΙΟ ΑΠΟΤΕΛΕΙΤΑΙ ΑΠΟ ΕΠΤΑ ( 7) ΣΕΛΙΔΕΣ

ΟΝΟΜΑΤΕΠΩΝΥΜΟ ΜΑΘΗΤΗ/ΤΡΙΑΣ: ΤΟ ΕΞΕΤΑΣΤΙΚΟ ΔΟΚΙΜΙΟ ΑΠΟΤΕΛΕΙΤΑΙ ΑΠΟ ΕΠΤΑ ( 7) ΣΕΛΙΔΕΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ 2011-2012 Μάθημα: Iταλικά Επίπεδο: 3 Διάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία:

Dettagli

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG intervento di alfredo mantovano Care amiche e cari amici! una giornalista poco fa mi chiedeva di riassumere in poche parole-chiave il messaggio che il popolo

Dettagli

INTERVENTO CONCLUSIVO

INTERVENTO CONCLUSIVO Bene signori avete sentito i professori parlare di amianto. Hanno parlato di malattia, di legalità. Non è facile che tutto quello che è stato detto possa restare come quando si andava a scuola dentro la

Dettagli

Osservatorio Blog 2014. Una ricerca sulla blogosfera europea e italiana di Imageware e IPREX

Osservatorio Blog 2014. Una ricerca sulla blogosfera europea e italiana di Imageware e IPREX Osservatorio Blog 2014 Una ricerca sulla blogosfera europea e italiana di Imageware e IPREX 1 Indice 1. Introduzione e metodologia... 3 2. L attività di blogging... 4 2.1. Temi e fonti di ispirazione...

Dettagli

L ambiente in cui vivi

L ambiente in cui vivi L ambiente in cui vivi 1. Cosa vorresti fare da grande? (indica per esteso il lavoro che ti piacerebbe fare) 2. Potendo scegliere, cosa ti piacerebbe diventare? (1 sola risposta) Un divo televisivo o del

Dettagli

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo INTERVISTA 9 I- Prima di svolgere questa attività, svolgeva un altro lavoro B- Io ho sempre lavorato in proprio, finito il liceo ho deciso di non andare all università, prima ho avuto un giornale di annunci

Dettagli

CLASSI QUARTE A e D S. Aleramo SPICCHIO

CLASSI QUARTE A e D S. Aleramo SPICCHIO CLASSI QUARTE A e D S. Aleramo SPICCHIO CLASSE QUARTA B G.Galilei VINCI INSEGNANTI: Melani Cinzia, Parri Donatella, Voli Monica, Anno Scolastico 2011-2012 COMPETENZE INTERESSATE: Raccogliere, organizzare

Dettagli

La formazione della famiglia

La formazione della famiglia La Famiglia La formazione della famiglia Quando leggiamo la Bibbia notiamo la grande importanza data alla famiglia. È la prima istituzione di Dio per le Sue creature, e ci sono numerose promesse ed esempi

Dettagli

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA MODULO I La norma giuridica Materiali prodotti nell ambito del progetto I care dalla prof.ssa Giuseppa Vizzini con la collaborazione della

Dettagli

V INCONTRO. L atto di FEDE

V INCONTRO. L atto di FEDE V INCONTRO L atto di FEDE Siamo al quinto incontro. Come per tutte le altre volte vogliamo fare un riassunto delle puntate precedenti. Per questo lavoro chiediamo l aiuto di un personaggio conosciuto a

Dettagli