Fallimenti e avviamenti aziendali alla fine di aprile 2011

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Fallimenti e avviamenti aziendali alla fine di aprile 2011"

Transcript

1 Studio su fallimenti e avviamenti A cura di: Dun & Bradstreet (Schweiz) AG Grossmattstrasse Urdorf Telefono Fallimenti e avviamenti alla fine di aprile 2011 L economia svizzera è in ripresa: riduzione delle insolvenze del 2% rispetto all anno scorso; entro la fine dell anno D&B prevede la costituzione di più di aziende, un vero record fallimenti nei primi quattro mesi del 2011 con un aumento del 3% rispetto allo stesso periodo dell anno precedente fallimenti sono stati determinati da insolvenza. Ciò corrisponde a una riduzione del 2%. 710 fallimenti sono dovuti a carenze organizzative ai sensi dell articolo 731b del CO. Il settore più colpito è quello dei servizi e le società fittizie inattive, che non sono state chiuse come previsto per legge. Entro la fine dell anno D&B prevede un record assoluto di avviamenti con più di nuove aziende. I fallimenti e gli avviamenti sono un indicatore importante per la situazione economica di un paese. In base alle cifre attuali di D&B, l economia svizzera sta attraversando un periodo positivo: i fallimenti per insolvenza si riducono e aumentano le iscrizioni di nuove aziende. Da gennaio ad aprile si sono registrati 2090 fallimenti pari a un aumento del 3%. Tale aumento è da ricondurre ai fallimenti per carenze organizzative ai sensi dell articolo 731b del CO, che coinvolgono principalmente aziende inattive e mai chiuse nel settore dei servizi, in particolare le aziende fittizie. I fallimenti per insolvenza veri e propri, quindi quando un azienda non è più in grado di far fronte ai pagamenti, sono diminuiti del 2% rispetto all anno precedente. Gli avviamenti hanno raggiunto invece il numero record di D&B prevede che quest anno saranno le nuove imprese iscritte nel registro di commercio, un vero e proprio record. Copyright Dun & Bradstreet (Schweiz) AG 1

2 Fallimenti nelle grandi regioni della Svizzera Il maggiore incremento di fallimenti nelle sette grandi regioni della Svizzera rispetto allo stesso periodo dell anno precedente si è registrato in Ticino (+25%) e nel cantone di Zurigo (+24%). Un aumento di minore entità è stato osservato nella Svizzera centrale (+11%) e nella regione del lago di Ginevra (+6%). I fallimenti sono diminuiti nell Espace Mittelland (-4%) e nella Svizzera nordoccidentale (-11%). La Svizzera orientale ha registrato la maggior riduzione relativa di fallimenti (-24%). SVIZZERA NORD- OCCIDENTALE -11 % ZURIGO +24 % ESPACE MITTELLAND -4 % REGIONE DEL LAGO DI GINEVRA +6 % SVIZZERA CENTRALE +11 % TICINO +25 % SVIZZERA ORIENTALE -24 % Fallimenti Confronto in % Da gennaio ad aprile 2010 e da gennaio ad aprile 2011 Copyright Dun & Bradstreet (Schweiz) AG 2

3 Panoramica generale fallimenti Fallimenti gennaio-aprile 2011 Fallimenti gennaio-aprile 2010 Variazione in % Totale Insolvenza CO 731b Totale Insolvenza CO 731b Totale Insolvenza CO 731b BE % +31 % % FR % -7 % +25 % JU % +86 % -36 % NE % +30 % SO % +9 % -92 % Espace Mittelland % +20 % -47 % AG % -1 % +33 % BL % +2 % BS % -26 % -94 % Svizzera nordoccidentale % -7 % -20 % LU % -24 % +12 % NW % -17 % +167 % OW % +75 % SZ % -33 % +10 % UR % +100 % 0 % ZG % -13 % +61 % Svizzera centrale % -16 % +47 % ZH % +7 % +61 % Zurigo % +7 % +61 % AI % -83 % AR % +157 % -83 % GL % -50 % -76 % GR % +21 % 0 % SG % -12 % -36 % SH % -59 % TG % +28 % -11 % Svizzera orientale % -8 % -53 % GE % -5 % +121 % VD % -5 % +228 % VS % -38 % -8 % Regione del lago di Ginevra % -10 % +130 % TI % -1 % +62 % Ticino % -1 % +62 % TOTALE % -2 % +13 % Nei primi quattro mesi del 2011 sono state 2090 le aziende a dichiarare fallimento. Ciò corrisponde a un aumento del 3% rispetto allo stesso periodo dell anno precedente fallimenti sono stati causati da insolvenza, quindi dall incapacità di far fronte ai pagamenti. Le insolvenze si sono quindi ridotte del 2% nel primo trimestre rispetto allo stesso periodo dell anno precedente. I cantoni con più di dieci casi che hanno registrato la riduzione relativa più significativa delle insolvenze sono Sciaffusa (-59%), il Vallese (-38%) e Svitto (-33%). Nel cantone di Zurigo, il più popoloso della Svizzera, i fallimenti sono aumentati del 7%, mentre Berna ha registrato un aumento relativo del 31%. Solo in due cantoni con più di dieci casi d insolvenza, Giura (+86%) e Appenzello Esterno (+157%), i fallimenti hanno registrato un aumento ancora maggiore. Per proteggersi dalle perdite causate da clienti insolventi, D&B consiglia una verifica tempestiva e approfondita della solvibilità dei potenziali partner commerciali. L analisi non deve coinvolgere solo i nuovi clienti, ma anche quelli storici, che causano l 80% delle perdite sui crediti. Si consiglia anche una verifica del Supply Chain Management dei fornitori in quanto la perdita di fornitori importanti può creare gravi problemi. Copyright Dun & Bradstreet (Schweiz) AG 3

4 Articolo 731b CO: fallimento per carenze organizzative Nel 2008 è entrato in vigore il fallimento senza apertura della procedura fallimentare (Codice svizzero delle obbligazioni articolo 731b) che regola la procedura in caso di cosiddette carenze organizzative. Se la società è priva di uno degli organi prescritti o uno di tali organi non è composto conformemente alle prescrizioni, un azionista, un creditore o l ufficiale del registro di commercio può chiedere al giudice di prendere le misure necessarie. Una delle possibilità è la liquidazione secondo le prescrizioni applicabili al fallimento. Oltre al fallimento per insolvenza è quindi possibile anche un fallimento per carenze organizzative. Nel valutare i fallimenti, D&B tiene conto di entrambe le cause qualora ciò sia riscontrabile nelle pubblicazioni dei fallimenti. Nella panoramica generale (tabella «Panoramica generale fallimenti»), oltre alle cifre globali, vengono evidenziati anche i casi ai sensi dell articolo 731b del CO e le insolvenze. Nei primi quattro mesi del 2011 sono fallite 2090 aziende. Il 34% di questi fallimenti è da ricondurre all articolo 731b del CO. Ciò corrisponde a un aumento del 13% rispetto ai primi quattro mesi dell anno precedente. Per quest anno D&B prevede un ulteriore aumento dei fallimenti ai sensi dell articolo 731b del CO rispetto all anno scorso e che i fallimenti per carenze organizzative si attestino al 35% dei fallimenti totali Fallimenti e liquidazioni fallimentari ai sensi del CO 731b negli anni dal 2007 al Gen-Apr 2011 Insolvenze CO 731b I fallimenti ai sensi dell articolo 731b del CO sono fortemente legati al settore La frequenza dell apertura della procedura fallimentare ai sensi dell articolo 731b del CO (fallimento per carenze organizzative) è fortemente legata al settore. Nei primi quattro mesi del 2011 i fallimenti per carenze organizzative sono stati il 34% dei fallimenti complessivi. D&B ha determinato la quota percentuale dei fallimenti per carenze organizzative per settore. Le differenze fra i vari settori sono vistose: quelli orientati ai servizi mostrano quasi tutti un numero di fallimenti ai sensi dell articolo 731b del CO superiore alla media. Al contrario, i settori produttivi registrano meno fallimenti per carenze organizzative. Ciò permette di concludere che le società di servizi, che possiedono meno attrezzature e intrattengono meno rapporti commerciali rispetto alle aziende di produzione, spesso non vengono chiuse come previsto dalle disposizioni di legge in caso di cessata attività. Le cifre dimostrano anche che le cosiddette società fittizie, che hanno bisogno solo di un indirizzo, un iscrizione nel registro di commercio e di un conto bancario, sono particolarmente colpite da questo fenomeno. Evidentemente gli organi non vengono più costituiti come previsto e l attività viene bloccata finché un giudice non scioglie la società come previsto dalla procedura fallimentare. Quota percentuale di casi ai sensi dell articolo 731b del CO rispetto al numero complessivo Di cui casi 731b CO Numero di fallimenti gennaio-aprile 2011 Settore Holding e società d investimento Finanze e assicurazioni Mediatori e amministrazioni immobiliari Servizi informatici Mediazione del personale Commercio all ingrosso Consulenza aziendale e fiscale Industria tessile e dell abbigliamento Altri servizi Industria meccanica Studi d architettura Commercio al dettaglio Strumenti di precisione e orologi Trasporto e logistica Industria automobilistica Industria del legno e dei mobili Stampa ed editoria Edilizia Artigianato Gastronomia Industria chimica e farmaceutica Copyright Dun & Bradstreet (Schweiz) AG 4

5 Rischio di fallimento nei diversi settori Sulla base dei fallimenti registrati nei primi quattro mesi dell anno in corso, D&B ha analizzato la probabilità di fallimento nei diversi settori. A tale scopo sono stati valutati i fallimenti rispetto al numero complessivo di aziende. Il valore 100 corrisponde al rischio di fallimento medio di tutti i fallimenti per insolvenza registrati in Svizzera. Un valore superiore a 100 indica un rischio di fallimento superiore alla media. Il rischio più elevato è quello del settore della gastronomia che ha registrato 2,3 volte più fallimenti rispetto alla media svizzera. Anche i settori dell edilizia, dell artigianato, della logistica nonché della stampa e dell editoria presentano attualmente un rischio di fallimento elevato. D altro canto vi sono anche settori meno colpiti da insolvenza della media. Il settore delle mediazioni e amministrazioni immobiliari registra un rischio di due terzi inferiore rispetto alla media elvetica. Anche le holding e le società d investimento, le società che si occupano di mediazione del personale nonché l industria tessile e dell abbigliamento stanno vivendo un anno tranquillo. Settore Fallimenti gen-apr 2011 Indicatore rischio di fallimento Gastronomia Edilizia Artigianato Trasporto e logistica Stampa ed editoria Strumenti di precisione e orologi Industria chimica e farmaceutica Commercio al dettaglio Altri servizi Commercio all ingrosso Industria meccanica Industria automobilistica Finanze e assicurazioni Consulenza aziendale e fiscale Industria del legno e dei mobili 7 71 Servizi informatici Studi d architettura Industria tessile e dell abbigliamento 3 53 Mediazione del personale 4 48 Holding e società d investimento Mediatori e amministrazioni immobiliari Copyright Dun & Bradstreet (Schweiz) AG 5

6 Avviamenti A gennaio ad aprile 2011 sono state le nuove aziende iscritte nel registro di commercio, pari a un aumento dell 8% rispetto allo stesso periodo dell anno precedente. Si tratta del più alto numero di nuove iscrizioni mai registrato. Lo sviluppo economico positivo e le buone prospettive per l economia svizzera stanno contribuendo al boom delle iscrizioni. D&B prevede che entro la fine del 2011 saranno più di le nuove aziende create in Svizzera, un vero record. Grandi regioni della Svizzera Delle sette grandi regioni della Svizzera solo la Svizzera nordoccidentale ha registrato una riduzione degli avviamenti rispetto allo stesso periodo dell anno precedente (-3%). In Ticino gli avviamenti sono aumentati dell 1%, seguito dalla Svizzera centrale con il 5%. Nell Espace Mittelland e nel cantone di Zurigo l incremento relativo è stato dell 8%. Moltissimi sono stati gli avviamenti nella Svizzera orientale (+12%) e nella regione del lago di Ginevra (+14%) Avviamenti a confronto negli anni gennaio-aprile maggio-dicembre SVIZZERA NORD-OCCIDENTALE -3 % ZURIGO +8 % ESPACE MITTELLAND +8 % SVIZZERA CENTRALE +5 % SVIZZERA ORIENTALE +12 % REGIONE DEL LAGO DI GINEVRA +14 % TICINO +1 % Avviamenti Confronto in % Da gennaio ad aprile 2010 e da gennaio ad aprile 2011 Copyright Dun & Bradstreet (Schweiz) AG 6

7 Panoramica generale avviamenti Avviamenti gen-apr 2011 Avviamenti gen-apr 2010 Variazione in % BE % FR % JU % NE % SO % Espace Mittelland % AG % BL % BS % Svizzera nordoccidentale % LU % NW % OW % SZ % UR % ZG % Svizzera centrale % ZH % Zurigo % AI % AR % GL % GR % SG % SH % TG % Svizzera orientale % GE % VD % VS % Regione del lago di Ginevra % TI % Ticino % TOTALE % Intensità degli avviamenti nei singoli settori D&B ha analizzato l intensità degli avviamenti nei diversi settori sulla base delle iscrizioni nel registro di commercio nei primi quattro mesi del Gli avviamenti sono stati messi a confronto con il numero complessivo di aziende nel rispettivo settore in modo da poter determinare il numero relativo di avviamenti per ciascun settore. I settori con il maggior numero di avviamenti sono quelli dei servizi, della mediazione del personale e della gastronomia. Il minor numero di avviamenti si è avuto nei settori dell industria meccanica, della stampa e dell editoria, che richiedono investimenti molto elevati, nonché in quello delle mediazioni e delle amministrazioni immobiliari. Settore Avviamenti gen-apr 2011 Intensità avviamenti Altri servizi Mediazione del personale Gastronomia Edilizia Holding e società d investimento Trasporto e logistica Artigianato Commercio al dettaglio Servizi informatici Finanze e assicurazioni Consulenza aziendale e fiscale Industria automobilistica Industria tessile e dell abbigliamento Industria chimica e farmaceutica Strumenti di precisione e orologi Commercio all ingrosso Industria del legno e dei mobili Studi di architettura Mediatori e amministrazioni immobiliari Stampa ed editoria Industria meccanica Nei primi quattro mesi del 2011 sono state le nuove aziende iscritte nel registro di commercio, pari a un aumento dell 8% rispetto allo stesso periodo dell anno precedente. Solo tre cantoni hanno registrato una riduzione degli avviamenti: Basilea Città (-14%), Obvaldo (-12%) e Argovia (-1%). Solo moltissime le nuove aziende costituite nei cantoni Giura (+25%), Grigioni (+20%) e Ginevra (+19%). Copyright Dun & Bradstreet (Schweiz) AG 7

8 D&B calcola la crescita netta di aziende sottraendo le cancellazioni di aziende dal registro di commercio dalle iscrizioni. Nei primi quattro mesi di quest anno la crescita netta è stata di 4267 aziende. Un aumento pari al 12% rispetto allo stesso periodo dell anno precedente. Per la fine del 2011 D&B prevede un sensibile aumento della crescita netta pari a circa unità. Si tratta in un incremento considerevole rispetto agli anni 2009 e 2010 influenzati dalla crisi, anche se sensibilmente inferiore all aumento netto del Aumento netto a confronto negli anni gennaio-aprile maggio-dicembre Copyright Dun & Bradstreet (Schweiz) AG 8

9 Vi pregiamo di citare Dun & Bradstreet (D&B) come azienda di informazioni commerciali o fornitore di servizi sulla solvibilità. Il metodo di rilevamento viene descritto sul sito La pagina dedicata alla stampa sul nostro sito riporta tutti gli studi e le statistiche pubblicati da D&B. Per maggiori informazioni sui diversi settori, cantoni o regioni contattare l ufficio stampa di D&B. Contatti ufficio stampa Dun & Bradstreet (Schweiz) AG Christian Wanner, Public Relations Manager Grossmattstrasse 9, 8902 Urdorf Cellulare Tel Fax Per maggiori informazioni consultare il sito: Tutte le novità su Twitter: twitter.com/dnb_schweiz Filmato aziendale: Dun & Bradstreet (Schweiz) AG D&B è l azienda di informazioni commerciali leader in Svizzera e nel mondo. Le aziende si rivolgono a D&B per verifiche sulla solvibilità e per l identificazione di clienti. Tutte le informazioni si basano sulla banca dati di D&B che contiene più di un milione di aziende svizzere e più di 190 milioni di aziende di tutto il mondo. La valutazione della solvibilità di un impresa tiene conto anche del comportamento di pagamento. A tale scopo D&B valuta più di dodici milioni di fatture all anno nella sola Svizzera. D&B Schweiz fa parte del gruppo svedese Bisnode. Ha sede a Urdorf (ZH) e conta circa 110 collaboratori. Dun & Bradstreet (Schweiz) AG Grossmattstrasse 9, 8902 Urdorf T F Worldwide Network Copyright Dun & Bradstreet (Schweiz) AG 9

Fallimenti e avviamenti aziendali alla fine di settembre 2011

Fallimenti e avviamenti aziendali alla fine di settembre 2011 Studio su fallimenti e avviamenti aziendali 18. 10. 2011 A cura di: Dun & Bradstreet (Schweiz) AG Grossmattstrasse 9 8902 Urdorf Telefono 044 735 61 11 www.dnb.ch/stampa Fallimenti e avviamenti aziendali

Dettagli

Fallimenti e avviamenti aziendali alla fine di gennaio 2012

Fallimenti e avviamenti aziendali alla fine di gennaio 2012 Studio su fallimenti e avviamenti aziendali 22. 2. 2012 A cura di: Dun & Bradstreet (Schweiz) AG Grossmattstrasse 9 8902 Urdorf Telefono 044 735 61 11 www.dnb.ch/stampa Fallimenti e avviamenti aziendali

Dettagli

Fallimenti e costituzioni di imprese nella prima metà del 2012

Fallimenti e costituzioni di imprese nella prima metà del 2012 Studio sui fallimenti aziendali e la costituzione d imprese 24. 7. 2012 A cura di: Dun & Bradstreet (Schweiz) AG Grossmattstrasse 9 8902 Urdorf Telefono 044 735 61 11 www.dnb.ch/stampa Fallimenti e costituzioni

Dettagli

La morale di pagamento migliora leggermente: le aziende pagano le fatture in media con un ritardo di 18.1 giorni

La morale di pagamento migliora leggermente: le aziende pagano le fatture in media con un ritardo di 18.1 giorni le aziende in Svizzera pagano così A cura di: Dun & Bradstreet (Schweiz) AG Grossmattstrasse 9 8902 Urdorf Telefono 044 735 61 11 www.dnb.ch/presse La morale migliora leggermente: le aziende pagano le

Dettagli

Il credito ai fornitori non è mai stato tanto amato le aziende pagano le fatture con un ritardo medio di 19,5 giorni

Il credito ai fornitori non è mai stato tanto amato le aziende pagano le fatture con un ritardo medio di 19,5 giorni Statistica sul comportamento di pagamento delle Statistica sul comportamento di pagamento delle aziende in Svizzera aziende in Svizzera A cura di: Dun & Bradstreet (Schweiz) AG Grossmattstrasse 9 892 Urdorf

Dettagli

Adecco Swiss Job Market Index

Adecco Swiss Job Market Index Adecco Swiss Job Market Index Quarterly Report Q2/214 Q2/214 Dopo il boom di assunzioni in primavera, l economia svizzera cerca ora meno personale. L (ASJMI) è calato del 7% nell ultimo trimestre. Tenendo

Dettagli

Adecco Swiss Job Market Index

Adecco Swiss Job Market Index Adecco Swiss Job Market Index Quarterly Report Q1/215 Q1/215 Lo shock del franco si ripercuote sul mercato del lavoro svizzero: l (ASJMI) fatica a mantenersi in territorio positivo nel primo trimestre

Dettagli

Adecco Swiss Job Market Index

Adecco Swiss Job Market Index Adecco Swiss Job Market Index Quarterly Report Q4/212 Q4/212 Dopo diversi trimestri di crescita, il mercato del lavoro svizzero nel quarto trimestre 212 ha registrato una chiara tendenza negativa. Ciò

Dettagli

Adecco Swiss Job Market Index

Adecco Swiss Job Market Index Adecco Swiss Job Market Index Quarterly Report Q4/214 Q4/214 L (ASJMI) evidenzia nell ultimo trimestre del 214 una contrazione del 1 percento. Quasi tutte le regioni sono interessate da una diminuzione

Dettagli

Adecco Swiss Job Market Index

Adecco Swiss Job Market Index Adecco Swiss Job Market Index Q1/ Q1/ Buone notizie dal mercato del lavoro svizzero: nel primo trimestre del l offerta di posti di lavoro ha raggiunto livelli che non si registravano da tempo. Gli indici

Dettagli

Adecco Swiss Job Market Index

Adecco Swiss Job Market Index Adecco Swiss Job Market Index Quarterly Report Q1/213 Q1/213 Le aziende svizzere si stanno comportando molto bene: la contrazione delle offerte di posti di lavoro nell ultimo trimestre 212 si è rivelata

Dettagli

Campagna OIP 2014: "negozi e offerte online" Risultati

Campagna OIP 2014: negozi e offerte online Risultati Campagna OIP 2014: "negozi e offerte online" Risultati Settori controllati Articoli sportivi Moda, Elettrodomest Apparecchi abbigliamento ici elettronici Mobili, arredamenti Commercio di Generi vini alimentari

Dettagli

Ecco come pagano le fatture le aziende svizzere

Ecco come pagano le fatture le aziende svizzere Ecco come pagano le fatture le aziende svizzere Quasi la metà delle fatture vengono pagate in ritardo. Differenze fra i diversi cantoni anche per quanto riguarda ildenaro: gli svizzeri occidentali sono

Dettagli

Adecco Swiss Job Market Index

Adecco Swiss Job Market Index Adecco Swiss Job Market Index Quarterly Report Q3/213 Q3/213 L economia svizzera sta crescendo esponenzialmente. E con essa anche il mercato del lavoro. Mai negli ultimi tre anni erano stati offerti così

Dettagli

Adecco Swiss Job Market Index

Adecco Swiss Job Market Index Adecco Swiss Job Market Index Quarterly Report Q3/215 Q3/215 I numeri parlano chiaro: le aziende svizzere cercano meno personale. Nell autunno 215 il numero delle offerte di lavoro pubblicate è diminuito

Dettagli

Adecco Swiss Job Market Index

Adecco Swiss Job Market Index Adecco Swiss Job Market Index Q2/211 Q2/211 Il mercato del lavoro svizzero ha registrato nel secondo trimestre dell anno in corso movimenti laterali. La dinamica di crescita osservabile con chiarezza nel

Dettagli

Il censimento delle aziende 2005 in breve. Imprese Aziende Addetti

Il censimento delle aziende 2005 in breve. Imprese Aziende Addetti Il censimento delle aziende 2005 in breve Imprese Aziende Addetti Neuchâtel, 2006 Il censimento delle aziende risponde a queste e a molte altre domande! Nell ultimo decennio qual è stata l evoluzione dei

Dettagli

COMUNICATO STAMPA N. 8 DEL 19 APRILE 2016

COMUNICATO STAMPA N. 8 DEL 19 APRILE 2016 COMUNICATO STAMPA N. 8 DEL 19 APRILE 2016 Presidenza Comm. Graziano Di Battista Tra gennaio e marzo si sono iscritte al registro imprese delle Camere di commercio 3.208 nuove aziende mentre in 4.409 hanno

Dettagli

Modifica del 2 aprile 2013. Il Consiglio federale svizzero decreta:

Modifica del 2 aprile 2013. Il Consiglio federale svizzero decreta: Decreto del Consiglio federale che conferisce obbligatorietà generale al contratto collettivo di lavoro per il settore privato dei servizi di sicurezza Modifica del 2 aprile 2013 Il Consiglio federale

Dettagli

L indice svizzero dei prezzi delle costruzioni

L indice svizzero dei prezzi delle costruzioni L indice svizzero dei prezzi delle costruzioni Indici sull evoluzione dei prezzi nel settore delle costruzioni Pubblicato ogni 6 mesi da aprile 1999 Neuchâtel, 2005 L indice in 8 risposte 1. Cos è l indice

Dettagli

Formazione e scienza 1558-1500. Edizione 2015. Istituzioni di formazione. Neuchâtel 2015

Formazione e scienza 1558-1500. Edizione 2015. Istituzioni di formazione. Neuchâtel 2015 15 Formazione e scienza 1558-1500 Edizione 2015 Istituzioni di formazione Neuchâtel 2015 Informazioni: Statistica delle istituzioni di formazione (SBI): schulstat@bfs.admin.ch. Altre informazioni inerenti

Dettagli

Risultati della procedura di consultazione. Modifica del Codice delle obbligazioni

Risultati della procedura di consultazione. Modifica del Codice delle obbligazioni Risultati della procedura di consultazione Modifica del Codice delle obbligazioni (Trasparenza delle retribuzioni corrisposte ai membri del consiglio d'amministrazione e della direzione) Ufficio federale

Dettagli

IL MERCATO DEI MUTUI IN ITALIA nel II trimestre 2009

IL MERCATO DEI MUTUI IN ITALIA nel II trimestre 2009 IL MERCATO DEI MUTUI IN ITALIA nel II trimestre 2009 Il volume di erogazioni per l acquisto di abitazioni da parte delle famiglie italiane registra, nel secondo trimestre del 2009, una flessione rispetto

Dettagli

L utilizzo di internet nelle economie domestiche in Svizzera nel 2014. I social network non attraggono solo gli adolescenti

L utilizzo di internet nelle economie domestiche in Svizzera nel 2014. I social network non attraggono solo gli adolescenti Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale di statistica UST Comunicato stampa Embargo: 16.12.2014, 9:15 16 Cultura, Media, società dell'informazione, sport N. 0352-1412-50 L utilizzo di internet

Dettagli

Le retribuzioni medie si sono invece mantenute più o meno stabili intorno ai 2.400 euro mensili.

Le retribuzioni medie si sono invece mantenute più o meno stabili intorno ai 2.400 euro mensili. INTRODUZIONE La presente analisi si propone di approfondire l andamento economico che ha caratterizzato la città di Roma negli ultimi anni attraverso un quadro dei dati amministrativi INPS riguardanti

Dettagli

Lavoro e reddito 786-0800. Neuchâtel, 2010

Lavoro e reddito 786-0800. Neuchâtel, 2010 03 Lavoro e reddito 786-0800 Rilevazione svizzera della struttura dei salari 2008 Neuchâtel, 2010 Salario mensile lordo (valore centrale) per livello di qualifica Franchi Settori privato e pubblico (Confederazione)

Dettagli

Continua crescita del parco veicoli: preferenza per i veicoli a diesel e a trazione integrale

Continua crescita del parco veicoli: preferenza per i veicoli a diesel e a trazione integrale Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale di statistica UST Comunicato stampa Embargo: 04.02.2014, 9:15 11 Mobilità e trasporti N. 0352-1400-70 Veicoli stradali nel 2013 Continua crescita

Dettagli

Approvazione degli atti legislativi cantonali, informazione sui trattati intercantonali e sui trattati di Cantoni con l estero

Approvazione degli atti legislativi cantonali, informazione sui trattati intercantonali e sui trattati di Cantoni con l estero Revisione parziale della legge sull organizzazione del Governo e dell Amministrazione [LOGA]: Approvazione degli atti legislativi cantonali, informazione sui trattati intercantonali e sui trattati di Cantoni

Dettagli

I FALLIMENTI IN PROVINCIA DI BOLOGNA 1^ Semestre 2015

I FALLIMENTI IN PROVINCIA DI BOLOGNA 1^ Semestre 2015 I FALLIMENTI IN PROVINCIA DI BOLOGNA 1^ Semestre 215 I dati utilizzati nella presente pubblicazione sono stati elaborati dall Ufficio Statistica della Camera di Commercio di Bologna sugli estratti delle

Dettagli

I giovani e il lavoro. in provincia di Padova. Dati 2010

I giovani e il lavoro. in provincia di Padova. Dati 2010 I giovani e il lavoro in provincia di Padova Dati 2010 A cura di Anna Basalisco Nota metodologica: I dati esposti sono di fonte CO Veneto SILL Veneto, elaborati dall Osservatorio sul Mercato del Lavoro

Dettagli

6.06 Previdenza professionale (PP) Obbligo d affiliazione a un istituto di previdenza secondo la LPP

6.06 Previdenza professionale (PP) Obbligo d affiliazione a un istituto di previdenza secondo la LPP 6.06 Previdenza professionale (PP) Obbligo d affiliazione a un istituto di previdenza secondo la LPP Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve La previdenza professionale (PP) è il secondo pilastro del sistema

Dettagli

La popolazione della Svizzera

La popolazione della Svizzera 1 Popolazione 81-9 La popolazione della Svizzera 29 Neuchâtel, 21 L essenziale in breve Nel 29, l evoluzione demografica della Svizzera si è distinta da quella registrata l anno precedente per un saldo

Dettagli

I SERVIZI PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE: RISULTATI DI UN'INDAGINE

I SERVIZI PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE: RISULTATI DI UN'INDAGINE I SERVIZI PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE: RISULTATI DI UN'INDAGINE FINALITÀ DELL INDAGINE E CARATTERISTICHE DEL CAMPIONE Nelle pagine seguenti sono presentati i risultati di un'indagine condotta

Dettagli

Fatturazione electronica all Assicurazione invalidità

Fatturazione electronica all Assicurazione invalidità Département fédéral des finances DFF Centrale de compensation CdC Unité CENT Paiement des prestations individuelles AVS/AI Fatturazione electronica all Assicurazione invalidità Indice 1 Introduzione...

Dettagli

Indagine trimestrale sul settore alberghiero high level

Indagine trimestrale sul settore alberghiero high level Studi e Analisi presenta elaborazioni e indagini prodotte dal Centro Studi nei suoi ambiti d interesse Indagine trimestrale sul settore alberghiero high level Primo trimestre 2008 a cura di Maria Grazia

Dettagli

Protezione degli animali: procedure penali segnalate dai Cantoni nel 2010

Protezione degli animali: procedure penali segnalate dai Cantoni nel 2010 Dipartimento federale dell economia DFE Ufficio federale di veterinaria UFV Servizio giuridico Protezione degli animali: procedure penali segnalate dai Cantoni nel 2010 Addizionando le differenti rubriche

Dettagli

Assicurazione obbligatoria 2 In linea di principio, il regime obbligatorio della previdenza

Assicurazione obbligatoria 2 In linea di principio, il regime obbligatorio della previdenza 6.06 Stato al 1 gennaio 2013 Obbligo d affiliazione a un istituto di previdenza secondo la LPP 1 I datori di lavoro che impiegano salariati da assicurare obbligatoriamente devono essere affiliati a un

Dettagli

Gli oneri ed adempimenti legali per le aziende estere che vogliono operare nel territorio elevetico. Vicenza - 25.05.15

Gli oneri ed adempimenti legali per le aziende estere che vogliono operare nel territorio elevetico. Vicenza - 25.05.15 Gli oneri ed adempimenti legali per le aziende estere che vogliono operare nel territorio elevetico Vicenza - 25.05.15 1. La Svizzera ed il sistema federale differenze territoriali e settoriali 2. Distinzione

Dettagli

DISLOCAZIONE DELLA RESIDENZA IN SVIZZERA: OPZIONE E OPPORTUNITÀ

DISLOCAZIONE DELLA RESIDENZA IN SVIZZERA: OPZIONE E OPPORTUNITÀ Steimle & Partners Consulting Sagl Tax & Legal Consultants Via Pretorio 22 CH-6900 Lugano Tel. +41 91 913 99 00 Fax +41 91 913 99 09 e-mail: info@steimle-consulting.ch www.steimle-consulting.ch DISLOCAZIONE

Dettagli

Assicurazione obbligatoria 2 In linea di principio, il regime obbligatorio della previdenza

Assicurazione obbligatoria 2 In linea di principio, il regime obbligatorio della previdenza 6.06 Stato al 1 gennaio 2013 Obbligo d affiliazione a un istituto di previdenza secondo la LPP 1 I datori di lavoro che impiegano salariati da assicurare obbligatoriamente devono essere affiliati a un

Dettagli

Conferenza stampa sul bilancio 17 giugno 2011. Ulrich Fricker presidente della Direzione

Conferenza stampa sul bilancio 17 giugno 2011. Ulrich Fricker presidente della Direzione Conferenza stampa sul bilancio 17 giugno 2011 Ulrich Fricker presidente della Direzione Sintesi Il 2010 è stato un anno molto positivo, con un risultato d'esercizio di 244,4 milioni di franchi e una performance

Dettagli

LA SINTESI DEL XVIII RAPPORTO ALMALAUREA SULLA CONDIZIONE OCCUPAZIONALE DEI LAUREATI

LA SINTESI DEL XVIII RAPPORTO ALMALAUREA SULLA CONDIZIONE OCCUPAZIONALE DEI LAUREATI LA SINTESI DEL XVIII RAPPORTO ALMALAUREA SULLA CONDIZIONE OCCUPAZIONALE DEI LAUREATI Il XVIII Rapporto AlmaLaurea sulla condizione occupazionale dei laureati delle 71 Università delle 73 aderenti fotografa

Dettagli

Statistica sulla domanda di turismo alberghiero in Ticino

Statistica sulla domanda di turismo alberghiero in Ticino Statistica sulla domanda di turismo alberghiero in Ticino Chiusura anno 2015 Trimestre invernale: dicembre 2015 - febbraio 2016 Contenuti La sintesi dell Osservatorio del Turismo 3 Analisi per regioni

Dettagli

Una nuova pubblicazione di Eurostat Cosa significa essere giovani nell Unione Europea oggi Fatti e cifre su giovani e bambini nella UE

Una nuova pubblicazione di Eurostat Cosa significa essere giovani nell Unione Europea oggi Fatti e cifre su giovani e bambini nella UE Una nuova pubblicazione di Eurostat Cosa significa essere giovani nell Unione Europea oggi Fatti e cifre su giovani e bambini nella UE Quanti ragazzi vivono nell Unione Europea (UE)? Quale è la loro quota

Dettagli

RISULTATI PRIMO SEMESTRE 2015

RISULTATI PRIMO SEMESTRE 2015 RISULTATI PRIMO SEMESTRE 2015 Oggi si è riunito il Consiglio di Amministrazione di IRCE S.p.A. che ha approvato la relazione finanziaria consolidata al 30 giugno 2015. I primi sei mesi dell esercizio 2015

Dettagli

REDDITO E RISPARMIO DELLE FAMIGLIE E PROFITTI DELLE SOCIETÀ

REDDITO E RISPARMIO DELLE FAMIGLIE E PROFITTI DELLE SOCIETÀ 8 gennaio 2016 III trimestre 2015 REDDITO E RISPARMIO DELLE FAMIGLIE E PROFITTI DELLE SOCIETÀ Nel terzo trimestre del 2015 il reddito disponibile delle famiglie consumatrici in valori correnti è aumentato

Dettagli

bonus.ch: indagine di soddisfazione sulle assicurazioni auto 2011

bonus.ch: indagine di soddisfazione sulle assicurazioni auto 2011 bonus.ch: indagine di soddisfazione sulle assicurazioni auto 2011 Gli Svizzeri sono clienti fedeli, almeno per quanto concerne l assicurazione auto! È quanto rivela un recente sondaggio condotto da bonus.ch

Dettagli

Statistica sulla domanda di turismo alberghiero in Ticino NOVEMBRE 2013

Statistica sulla domanda di turismo alberghiero in Ticino NOVEMBRE 2013 Statistica sulla domanda di turismo alberghiero in Ticino NOVEMBRE 2013 LUGANO, 16.01.2014 Ticino, positivo l andamento della domanda turistica a novembre Le statistiche provvisorie fornite dall Ufficio

Dettagli

SEPARAZIONI E DIVORZI IN ITALIA ED IN EMILIA- ROMAGNA DAL 2000 AL 2012

SEPARAZIONI E DIVORZI IN ITALIA ED IN EMILIA- ROMAGNA DAL 2000 AL 2012 SEPARAZIONI E DIVORZI IN ITALIA ED IN EMILIA- ROMAGNA DAL 0 AL 2012 L Istat ha recentemente pubblicato i dati relativi alla rilevazione delle separazioni e dei divorzi condotta nel 2012 presso le cancellerie

Dettagli

EMBARGO ORE 9.30 DEL 28 MAGGIO

EMBARGO ORE 9.30 DEL 28 MAGGIO EMBARGO ORE 9.30 DEL 28 MAGGIO Turismo e commercio, Osservatorio Confesercenti. Continua la crisi: nei primi 4 mesi dell anno persi 1,8 miliardi di vendite e chiuse 45mila imprese. Crescono solo gli ambulanti

Dettagli

OSSERVATORIO ECONOMICO INDICOD-ECR XIII EDIZIONE - SETTEMBRE 2011

OSSERVATORIO ECONOMICO INDICOD-ECR XIII EDIZIONE - SETTEMBRE 2011 1.1 I principali risultati OSSERVATORIO ECONOMICO INDICOD-ECR XIII EDIZIONE - SETTEMBRE 2011 Congiuntura e clima di fiducia. Il clima di fiducia crolla decisamente nella rilevazione di settembre 2011.

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0114-42-2016

Informazione Regolamentata n. 0114-42-2016 Informazione Regolamentata n. 0114-42-2016 Data/Ora Ricezione 29 Aprile 2016 19:26:49 MTA Societa' : SINTESI Identificativo Informazione Regolamentata : 73518 Nome utilizzatore : SINTESIN02 - Bottene Tipologia

Dettagli

Risanare conviene. Breve guida al Programma Edifici

Risanare conviene. Breve guida al Programma Edifici Risanare conviene. Breve guida al Programma Edifici Un esempio Una tipica abitazione unifamiliare svizzera può prevenire fino a 2 tonnellate di emissioni di CO 2 l anno, con un risparmio annuo in spese

Dettagli

Rapporto riparazioni 2016. Rapporto riparazioni 2016 RiparAutOnline Febbraio 2016. RiparAutOnline srl www.riparautonline.com info@riparautonline.

Rapporto riparazioni 2016. Rapporto riparazioni 2016 RiparAutOnline Febbraio 2016. RiparAutOnline srl www.riparautonline.com info@riparautonline. Rapporto riparazioni 2016 Rapporto riparazioni 2016 RiparAutOnline Febbraio 2016 RiparAutOnline srl www.riparautonline.com info@riparautonline.com Testo elaborato su dati 2015 del portale www.riparautonline.com

Dettagli

Modifica del 30 giugno 2008. Il Consiglio federale svizzero decreta:

Modifica del 30 giugno 2008. Il Consiglio federale svizzero decreta: Decreto del Consiglio federale che conferisce obbligatorietà generale al contratto collettivo di lavoro per il settore privato dei servizi di sicurezza Modifica del 30 giugno 2008 Il Consiglio federale

Dettagli

LA CONGIUNTURA MANIFATTURIERA NEL QUARTO TRIMESTRE 2015

LA CONGIUNTURA MANIFATTURIERA NEL QUARTO TRIMESTRE 2015 Comunicato stampa Mantova, 16 febbraio 2016 LA CONGIUNTURA MANIFATTURIERA NEL QUARTO TRIMESTRE 2015 I risultati dell indagine Secondo l analisi della congiuntura manifatturiera relativa all ultimo trimestre

Dettagli

Risultati della rilevazione svizzera della struttura dei salari 2010. Nel 2010, salario lordo mediano pari a 5979 franchi al mese

Risultati della rilevazione svizzera della struttura dei salari 2010. Nel 2010, salario lordo mediano pari a 5979 franchi al mese Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale di statistica UST Comunicato stampa Embargo: 28.11.2011, 9:15 3 Lavoro e reddito N. 0352-1111-80 Risultati della rilevazione svizzera della struttura

Dettagli

Analisi di redditività ATTIVITÀ IMMOBILIARI

Analisi di redditività ATTIVITÀ IMMOBILIARI Analisi di redditività ATTIVITÀ IMMOBILIARI Marzo 2009 Analisi Questo documento è un analisi sintetica dei principali indici di bilancio relativi alle società italiane che appartengono al settore ATTIVITÀ

Dettagli

13. Consumi di energia elettrica

13. Consumi di energia elettrica 13. Consumi di energia elettrica Il processo di sviluppo dei cosiddetti Paesi industrializzati tende a promuovere in misura sempre maggiore comportamenti di consumo energivori; in un tale contesto, l Italia

Dettagli

Circolare 6 agosto 2015, n. 59282

Circolare 6 agosto 2015, n. 59282 Circolare 6 agosto 2015, n. 59282 Criteri e modalità di concessione delle agevolazioni di cui alla legge n. 181/1989 in favore di programmi di investimento finalizzati alla riqualificazione delle aree

Dettagli

Risposta: il numero dei pasti giornalieri dell IS è stato determinato su base presuntiva e meramente statistica.

Risposta: il numero dei pasti giornalieri dell IS è stato determinato su base presuntiva e meramente statistica. MINISTERO DELL ISTRUZIONE, UNIVERSITA E RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO VIA BOCCIONI Sede Legale:Via U. Boccioni, 12-00197 Roma 0 6 8082153 II Municipio Sede Operativa:

Dettagli

La deducibilità dei premi assicurativi: dall iniziativa popolare del Canton Vaud alla situazione nei diversi Cantoni

La deducibilità dei premi assicurativi: dall iniziativa popolare del Canton Vaud alla situazione nei diversi Cantoni La deducibilità dei premi assicurativi: dall iniziativa popolare del Canton Vaud alla situazione nei diversi Cantoni Dubbi sulla compatibilità dell iniziativa popolare proposta dal Partito socialista vodese

Dettagli

Come funziona il Bail-in Dott. Fabio Busuoli. Confartigianato Imprese di Bologna e Imola Bologna 28 gennaio 2016

Come funziona il Bail-in Dott. Fabio Busuoli. Confartigianato Imprese di Bologna e Imola Bologna 28 gennaio 2016 Come funziona il Bail-in Dott. Fabio Busuoli Confartigianato Imprese di Bologna e Imola Bologna 28 gennaio 2016 Direttiva 2014/59/UE«BRRD» D.lgsl. 16 novembre 2015 n 180 (attuazione della Direttiva) D.lgsl.

Dettagli

Statistica. Tipologie. La prassi di MROS. Internazionale. Link su Internet. Pubblicazione dell Ufficio federale di polizia.

Statistica. Tipologie. La prassi di MROS. Internazionale. Link su Internet. Pubblicazione dell Ufficio federale di polizia. 2011 Maggio 2012 Rapporto D Attività Dell Ufficio Di Communicazione in Materia Di Riciclaggio di denaro MROS Pubblicazione dell Ufficio federale di polizia Temi Statistica Tipologie La prassi di MROS Internazionale

Dettagli

6.08 Stato al 1 gennaio 2009. Assegni familiari. Scopo degli assegni familiari 1 Con gli assegni familiari si intende compensare parzialmente

6.08 Stato al 1 gennaio 2009. Assegni familiari. Scopo degli assegni familiari 1 Con gli assegni familiari si intende compensare parzialmente 6.08 Stato al 1 gennaio 2009 Assegni familiari In generale Scopo degli assegni familiari 1 Con gli assegni familiari si intende compensare parzialmente i costi sostenuti dai genitori per il mantenimento

Dettagli

LE SCELTE FINANZIARIE DI FAMIGLIE E IMPRESE ITAIANE. Lucidi a cura di Marco Di Antonio

LE SCELTE FINANZIARIE DI FAMIGLIE E IMPRESE ITAIANE. Lucidi a cura di Marco Di Antonio LE SCELTE FINANZIARIE DI FAMIGLIE E IMPRESE ITAIANE Lucidi a cura di Marco Di Antonio IL RISPARMIO DELLE FAMIGLIE Nel 2010 la propensione al risparmio delle famiglie consumatrici e produttrici è diminuita

Dettagli

CORSO DI AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE DI INTERESSE NOTARILE AGEVOLAZIONI RELATIVE AI BENI IMMOBILI. Beni culturali. Giancarlo Lo Schiavo

CORSO DI AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE DI INTERESSE NOTARILE AGEVOLAZIONI RELATIVE AI BENI IMMOBILI. Beni culturali. Giancarlo Lo Schiavo CORSO DI AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE DI INTERESSE NOTARILE AGEVOLAZIONI RELATIVE AI BENI IMMOBILI Beni culturali Giancarlo Lo Schiavo Notaio in Prato Componente Commissione Studi Tributari Consiglio Nazionale

Dettagli

5.02 Prestazioni complementari Diritto alle prestazioni complementari all AVS e all AI

5.02 Prestazioni complementari Diritto alle prestazioni complementari all AVS e all AI 5.02 Prestazioni complementari Diritto alle prestazioni complementari all AVS e all AI Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Le prestazioni complementari (PC) sono concesse quando le rendite e il reddito

Dettagli

MEDIOLANUM AMERIGO VESPUCCI

MEDIOLANUM AMERIGO VESPUCCI MEDIOLANUM AMERIGO VESPUCCI RELAZIONE SEMESTRALE AL 29/06/2007 92 MEDIOLANUM AMERIGO VESPUCCI NOTA ILLUSTRATIVA SULLA RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO AL 29 GIUGNO 2007 Signori Partecipanti, il semestre

Dettagli

4.12 Prestazioni dell AI Rilevamento e intervento tempestivi

4.12 Prestazioni dell AI Rilevamento e intervento tempestivi 4.12 Prestazioni dell AI Rilevamento e intervento tempestivi Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Il rilevamento e l intervento tempestivi costituiscono mezzi di prevenzione utilizzati dall assicurazione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA GRUPPO DANIELI RESOCONTO INTERMEDIO AL 30.09.2012. redatto secondo i principi contabili internazionali IAS/IFRS

COMUNICATO STAMPA GRUPPO DANIELI RESOCONTO INTERMEDIO AL 30.09.2012. redatto secondo i principi contabili internazionali IAS/IFRS DANIELI & C. OFFICINE MECCANICHE S.p.A. Buttrio (UD) via Nazionale n. 41 Capitale sociale Euro 81.304.566 i.v. Numero iscrizione al Registro Imprese di Udine, codice fiscale e P.IVA: 00167460302 www.danieli.com

Dettagli

gine sulla stagione 2012]

gine sulla stagione 2012] ] gine sulla stagione 2012] Parchi di divertimento Indagine sull andamento della stagione 2012 1 La stagione 2012 I parchi di divertimento italiani quasi 200 strutture tra parchi tematici o meccanici,

Dettagli

InfoJobs.it analizza il mercato del lavoro veneto evidenziandone i trend principali. In forte ascesa le professioni legate ad Internet

InfoJobs.it analizza il mercato del lavoro veneto evidenziandone i trend principali. In forte ascesa le professioni legate ad Internet Jobs In Progress VENETO InfoJobs.it analizza il mercato del lavoro veneto evidenziandone i trend principali. In forte ascesa le professioni legate ad Internet La provincia di Vicenza domina con il 22,32%

Dettagli

Avamprogetto concernente la legge federale sulle professioni sanitarie (LPSan) Avvio della procedura di consultazione

Avamprogetto concernente la legge federale sulle professioni sanitarie (LPSan) Avvio della procedura di consultazione Dipartimento federale dell interno DFI Dipartimento federale dell economia, della formazione e della ricerca DEFR Berna, Ai Governi cantonali Avamprogetto concernente la legge federale sulle professioni

Dettagli

Obiettivi di accessibilità per l anno 2015

Obiettivi di accessibilità per l anno 2015 COMUNE DI SORI COMUNE DI SORI Obiettivi di accessibilità per l anno 2015 Redatto ai sensi dell articolo 9, comma 7 del decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179. Redatto il 26.03.2015 1 SOMMARIO Obiettivi

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Novembre 2015 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Novembre 2015 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Novembre 2015 (principali evidenze) 1. Ad ottobre 2015 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.814,5 miliardi di euro (cfr. Tabella 1)

Dettagli

Sviluppi globali, tendenze europee e invecchiamento in Svizzera

Sviluppi globali, tendenze europee e invecchiamento in Svizzera Demografia: quello che ci aspetta domani Una vita media in costante aumento a fronte di una natalità in calo e, nel contempo, un intensificazione della migrazione internazionale. Pur con intensità e tempistiche

Dettagli

2. Tassazione di pensioni e liquidazioni una tantum di capitale

2. Tassazione di pensioni e liquidazioni una tantum di capitale 133 2. Tassazione di pensioni e liquidazioni una tantum di capitale 2.1 Indicazioni generali Dove devo tassare la mia pensione derivante da lavoro frontaliero? La pensione viene tassata quasi sempre nel

Dettagli

Profili legali della distribuzione del farmaco. Avv. Dr. Gianluca Airaghi, Avv. Chiara Zanin

Profili legali della distribuzione del farmaco. Avv. Dr. Gianluca Airaghi, Avv. Chiara Zanin Profili legali della distribuzione del farmaco Sottotitolo Distribuzione, della presentazione che il può guado anche tra farmacista essere di due e medico righe Massimo Pharmaday Airagi, 2014, Chiara 25

Dettagli

Rassegna stampa web. Comunicato del 20 Ottobre 2008. Gruppo AMA: Il Consiglio d Amministrazione comunica i risultati al 30 giugno 2008

Rassegna stampa web. Comunicato del 20 Ottobre 2008. Gruppo AMA: Il Consiglio d Amministrazione comunica i risultati al 30 giugno 2008 Rassegna stampa web Gruppo AMA Comunicato del 20 Ottobre 2008 Gruppo AMA: Il Consiglio d Amministrazione comunica i risultati al 30 giugno 2008 Pagina WEB: Data: 20 Ottobre 2008 Gruppo AMA: Il Consiglio

Dettagli

Nota Integrativa e ristrutturazione del debito. Riccardo Patimo

Nota Integrativa e ristrutturazione del debito. Riccardo Patimo Nota Integrativa e ristrutturazione del debito Riccardo Patimo Il Principio contabile OIC 6 è dedicato ai riflessi contabili e all'informativa di bilancio conseguenti ad operazioni di ristrutturazione

Dettagli

6.08 Assegni familiari Assegni familiari

6.08 Assegni familiari Assegni familiari 6.08 Assegni familiari Assegni familiari Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Con gli assegni familiari si intende compensare parzialmente i costi sostenuti dai genitori per il mantenimento dei figli. Essi

Dettagli

EVENTO EMERGENZIALE IN DATA / / MODULO PER ATTIVITÀ PRODUTTIVE RICHIESTA DI CONTRIBUTO A SEGUITO DEI DANNI RIPORTATI DA BENI IMMOBILI E MOBILI

EVENTO EMERGENZIALE IN DATA / / MODULO PER ATTIVITÀ PRODUTTIVE RICHIESTA DI CONTRIBUTO A SEGUITO DEI DANNI RIPORTATI DA BENI IMMOBILI E MOBILI MODULO PER ATTIVITÀ PRODUTTIVE RICHIESTA DI CONTRIBUTO A SEGUITO DEI DANNI RIPORTATI DA BENI IMMOBILI E MOBILI Termine di consegna dei moduli entro Segreteria Regionale L.L. P.P. Unità di Progetto Protezione

Dettagli

L ITALIA MERITA ANCORA DI ESSERE UN SORVEGLIATO SPECIALE

L ITALIA MERITA ANCORA DI ESSERE UN SORVEGLIATO SPECIALE OSSERVATORIO CONGIUNTURALE SULL INDUSTRIA DELLE COSTRUZIONI L ITALIA MERITA ANCORA DI ESSERE UN SORVEGLIATO SPECIALE Siamo usciti dalla procedura di infrazione riportando il rapporto deficit/pil al 3%

Dettagli

Obiettivi di accessibilità per l anno 2015

Obiettivi di accessibilità per l anno 2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA Obiettivi di accessibilità per l anno 2015 Redatto ai sensi dell articolo 9, comma 7 del decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179. Redatto il 16/03/2015 1 SOMMARIO Obiettivi

Dettagli

CAPITOLO 9 STATISTICHE INDICE

CAPITOLO 9 STATISTICHE INDICE CAPITOLO 9 STATISTICHE INDICE CAPITOLO 9 STATISTICHE...2 9.1 OGGETTO...2 9.2 AMBITO DI APPLICAZIONE...2 9.3 RACCOLTA DELLE INFORMAZIONI...3 9.4 STATISTICHE MENSILI ED ANNUALI...4 Cap. 9 pag. 1 CAPITOLO

Dettagli

Formazione e scienza 1386-1500. Persone in formazione. Neuchâtel 2015

Formazione e scienza 1386-1500. Persone in formazione. Neuchâtel 2015 15 Formazione e scienza 1386-1500 Persone in formazione Edizione 2015 Neuchâtel 2015 Introduzione La presente pubblicazione offre una panoramica delle persone in formazione in Svizzera. I risultati statistici

Dettagli

La situazione finanziaria delle imprese liguri

La situazione finanziaria delle imprese liguri La situazione finanziaria delle imprese liguri Francesca Querci querci@economia.unige.it DIPARTIMENTO DI TECNICA ED ECONOMIA DELLE AZIENDE UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DI GENOVA Genova, 23 ottobre 2009 La redditività

Dettagli

LA PROCEDURA IN PILLOLE

LA PROCEDURA IN PILLOLE LA PROCEDURA IN PILLOLE Le procedure di composizione delle crisi da sovraindebitamento LA LEGGE Legge n. 3 del 27 gennaio 2012, Capo II - Sezione I, come integrata e modificata con Legge n. 221 del 17

Dettagli

Calendario corsi 2015/2016

Calendario corsi 2015/2016 CORSI DI FORMAZIONE Sicurezza sul lavoro Antincendio & Primo Soccorso Igiene degli alimenti Calendario corsi 2015/2016 Il datore di lavoro provvede affinché ciascun lavoratore riceva periodicamente [..]

Dettagli

VALORE PENSIONE Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Documento sul regime fiscale (ed. 11/14)

VALORE PENSIONE Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Documento sul regime fiscale (ed. 11/14) VALORE PENSIONE Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Documento sul regime fiscale (ed. 11/14) Pagina 2 di 6 - Pagina Documento bianca sul regime fiscale Edizione 11.2014

Dettagli

Impianti fotovoltaici in Ticino (stato 31.12.2015)

Impianti fotovoltaici in Ticino (stato 31.12.2015) RAPPORTO 2015 Impianti fotovoltaici in Ticino (stato 31.12.2015) Aprile 2016 ISAAC - SUPSI SEZIONE PROTEZIONE ARIA, ACQUA E SUOLO (SPAAS) DIVISIONE AMBIENTE DIPARTIMENTO DEL TERRITORIO SOMMARIO POTENZA

Dettagli

STUDIO COMPLETO OSSERVATORIO SUICIDI PER CRISI ECONOMICA, LINK LAB ANALISI DEL 1 TRIMESTRE 2014

STUDIO COMPLETO OSSERVATORIO SUICIDI PER CRISI ECONOMICA, LINK LAB ANALISI DEL 1 TRIMESTRE 2014 STUDIO COMPLETO OSSERVATORIO SUICIDI PER CRISI ECONOMICA, LINK LAB ANALISI DEL TRIMESTRE 0 Nei primi tre mesi del 0 sono già le persone che si sono tolte la vita per motivazioni economiche, rispetto ai

Dettagli

della provincia di Padova Sintesi anno 2015 A cura del Servizio Studi - Padova, marzo 2016

della provincia di Padova Sintesi anno 2015 A cura del Servizio Studi - Padova, marzo 2016 Indicatori del mercato del lavoro della provincia di Padova Sintesi anno 2015 A cura del Servizio Studi - Padova, marzo 2016 Principali indicatori del mercato del lavoro provinciale Fonti disponibili Inps

Dettagli

100.000 SERVIZI DI POST FIDO EROGARTI AL MESE

100.000 SERVIZI DI POST FIDO EROGARTI AL MESE RECUPERO C R E D I T I Come recuperare in maniera efficiente un credito? SCOPRI i passaggi fondamentali, leggi l'ebook! 100.000 SERVIZI DI POST FIDO EROGARTI AL MESE Si annoverano nel post fido tutti quei

Dettagli

L Imprenditoria Femminile in provincia di Sondrio in pillole

L Imprenditoria Femminile in provincia di Sondrio in pillole FOCUS ECONOMIA 2016 N. 1 L Imprenditoria Femminile in provincia di Sondrio in pillole Ufficio Studi e Progetti Speciali - CCIAA Sondrio 1 Le imprese femminili 1 in provincia di Sondrio Le imprese femminili

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. UTILE NETTO STABILE (+0,8% su base annua, nonostante il minor apporto dell utile della gestione non ricorrente)

COMUNICATO STAMPA. UTILE NETTO STABILE (+0,8% su base annua, nonostante il minor apporto dell utile della gestione non ricorrente) COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA CAPOGRUPPO BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A. HA APPROVATO IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE CONSOLIDATO AL 31 MARZO 2010 UTILE NETTO STABILE

Dettagli

Mancati pagamenti non è ancora finita! Le prospettive di internazionalizzazione e l assicurazione sul credito

Mancati pagamenti non è ancora finita! Le prospettive di internazionalizzazione e l assicurazione sul credito Mancati pagamenti non è ancora finita! Le prospettive di internazionalizzazione e l assicurazione sul credito 25 Novembre 2014 In collaborazione con Dott. Davide Coco Agenda 1 Euler Hermes: i numeri chiave

Dettagli

6.08 Stato al 1 gennaio 2013

6.08 Stato al 1 gennaio 2013 6.08 Stato al 1 gennaio 2013 Assegni familiari In generale 1 Scopo degli assegni familiari Con gli assegni familiari si intende compensare parzialmente i costi sostenuti dai genitori per il mantenimento

Dettagli

Chiesa. persone. Per la. Per le. Poiché uniti siamo più efficienti. Ritratto

Chiesa. persone. Per la. Per le. Poiché uniti siamo più efficienti. Ritratto Ritratto Poiché uniti siamo più efficienti Per la Chiesa Per le persone Conferenza centrale cattolica romana della Svizzera (RKZ) Hirschengraben 66 CH-8001 Zurigo T +41 44 266 12 00 info@rkz.ch www.rkz.ch

Dettagli