GIOCO, SALUTE E TUTELA DEL CITTADINO. ''VERSO UN MODELLO EUROPEO'' RASSEGNA STAMPA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GIOCO, SALUTE E TUTELA DEL CITTADINO. ''VERSO UN MODELLO EUROPEO'' RASSEGNA STAMPA"

Transcript

1 GIOCO, SALUTE E TUTELA DEL CITTADINO. ''VERSO UN MODELLO EUROPEO'' RASSEGNA STAMPA

2

3

4

5

6 Roma, convegno Gioco salute e tutela cittadino. Verso modello europeo Patrocinato dal Senato si terrà il 27 marzo di com/rog - 24 marzo :27 fonte ilvelino/agv NEWSRoma Giovedì 27 marzo a partire dalle 9.30 presso la Sala Capitolare del Senato della Repubblica si terrà il convegno Gioco, Salute e Tutela del cittadino. Verso il modello Europeo. Il convegno è organizzato da La Fondazione Centro di Formazione Culturale con il patrocinio del Senato della Repubblica, di Federgioco (Associazione di rappresentanza dei quattro casinò italiani), dell European Casino Association, di UGL Medici, Effemedica e Adonp e si prefigge di portare all attenzione un tema di primario interesse, quale la tutela dei cittadini-giocatori e le forme di prevenzione delle ludopatie. Il dibattito cercherà di sensibilizzare la popolazione, il personale sanitario e le istituzioni, sulle iniziative e le proposte messe in campo dalle case da gioco italiane per fronteggiare questo fenomeno. Alla luce delle vigenti normative i relatori affronteranno le tematiche anche con uno sguardo all Europa soprattutto in riferimento alla normativa sulla Sanità Transfrontaliera. Il dibattito si orienterà su un aspetto più generale che esaminerà il settore giochi, presentando tutte le già citate forme di prevenzione attuate dalle case da gioco italiane, con riferimenti al più generale modello europeo cui si tende. A illustrare lo stato dell arte dei quattro casinò italiani sarà il presidente della Federgioco, Marco Cambiaso, cui seguirà anche Carlo Pagan, Board Europeo dell European Casinò Association che si occuperà di spiegare come si attua il già richiamato modello europeo. Sarà presente anche il senatore Albert Laniece, membro dell intergruppo parlamentare sul gioco d azzardo, che nel proprio intervento illustrerà la proposta per una legge di regolamentazione del gioco d azzardo. Faranno parte della platea dei relatori anche alcuni rappresentanti dei dipartimenti di riferimento del Ministero degli Interni e del Ministero della Salute, oltre a rappresentanti del Comune di Roma che hanno già ampiamente trattato l argomento ludopatie.

7 Giochi e Scommesse Federgioco: Usare esperienza Casinò per contrasto ludopatie Oggi passaggio di consegne fra Marco Cambiaso e il nuovo presidente Vittorio Ravà di emt - 27 marzo :40fonte ilvelino/agv NEWSRoma Stampa articolo Utilizzare l'esperienza dei Casinò italiani per rendere efficace la lotta al gioco d'azzardo patologico. É la proposta lanciata questa mattina da Marco Cambiaso, ad della casa da gioco sanremese e presidente di turno di Federgioco, l'associazione di categoria che riunisce i quattro Casinò storici del Paese. "L'identificazione del giocatore, la possibilità per i parenti del giocatore di chiedere l'esclusione del giocatore patologico, la formazione del personale sono i tratti della nostra attività che chiediamo vengano integrati in una legge quadro in materia", ha concluso Cambiaso nel convegno organizzato a Roma questa mattina "Gioco, salute e tutela del cittadino - Verso un modello europeo". Proprio questo pomeriggio si terrà l'assemblea dei soci in Federgioco che sancirà il cambio della guardia alla guida dell' associazione e la nomina del presidente, del vice presidente e del consiglio direttivo. Da Statuto é la previsto l'ultimo avvicendamento in federazione con l amministratore delegato del Casinò di Venezia,Vittorio Ravà, che prenderà il posto proprio di Cambiaso. ù

8 Giochi e Scommesse Giochi, Armeni (Squadra Mobile Roma): Serve gruppo specializzato Giochi, Armeni (Squadra Mobile Roma): Serve gruppo specializzato di emt - 27 marzo :32fonte ilvelino/agv NEWSRoma Abbiamo avuto bisogno di creare e aggiornare continuamente un gruppo specializzato per contrastare le organizzazioni criminali che trovano indubbiamente attrattivo per il loro business infiltrarsi nel gioco d'azzardo lecito. Spiega così Luca Armeni, vice direttore della squadra mobile di Roma come si è evoluta l'attività degli organi di controllo in materia di gaming, nel suo intervento questa mattina durante il convegno "Gioco, salute e tutela del cittadino - Verso un modello europeo" organizzato a Roma. Armeni ha proseguito il suo intervento spiegando come l'attività di controllo sull'offerta di gioco tende ad "evitare che gli apparecchi da intrattenimento siano manipolati, attraverso le infiltrazioni nelle attività delle piccole come delle più grandi aziende del settore e in questo é sostanziale la nostra collaborazione con i Monopoli di Stato.

9 Giochi e Scommesse Ludopatia, medici e psicologici a confronto a Roma Ludopatia, medici e psicologici a confronto a Roma di emt - 27 marzo :34fonte ilvelino/agv NEWSRoma "Formare il personale delle case da gioco ad assistere i ludopati e intervenire sui giocatori stessi attraverso la presenza di figure tecniche necessarie a fornire il giusto supporto nei luoghi di gioco dove i giocatori vivono le loro esperienze di gioco come divertimento e dove queste abitudini scivolano nella dipendenza". É il dott. Filippo Fordellone, dirigente nazionale Ugl Medici a spiegare il tipo di azioni necessarie dal punto di vista medico-psicologico la diffusione del Gioco d'azzardo patologico durante il convegno "Gioco, salute e tutela del cittadino - Verso un modello Europeo organizzato oggi nella sala capitolare del Senato della Repubblica dal centro di formazione culturale la Fondazione e da Federgioco, l'associazione che riunisce le quattro case da gioco del Paese. Ad analizzare il fenomeno del Gap da un punto di vista clinico é invece la Dott.ssa Mariangela Treglia, ricercatrice dell' Università la Sapienza di Roma, che ha spiegato come la dipendenza da gioco non abbia solo una componente neurobiologica, ma si manifesti più come una dipendenza comportamentale legata anche ai tempi come avviene con lo shopping o con il sesso.

10 Giochi e Scommesse Giochi, Lanièce: Partire da dl Balduzzi per legge quadro Gap Controllo e tutela giocatori da finanziarsi con un fondo pari all'1% della raccolta di emt - 27 marzo :13fonte ilvelino/agv NEWSRoma L'attenzione della politica per le conseguenze della dipendenza dal gioco d'azzardo deve partire dalla normativa presente, cioè quanto ha stabilito il decreto Balduzzi per arrivare ad una legge quadro capace di potenziare le tutele, dei minori in primis, e armonizzare i diversi aspetti dell'attività di prevenzione, superando le differenze territoriali. Sono questi i passi legislativi che il senatore Lanièce Albert, dell'union Valdotaine indica al VELINO come necessari, aggiungendo come la necessità di un maggiore controllo e tutela dei giocatori dovrà finanziarsi anche con un fondo pari all'1% della raccolta. Bisogna far tesoro dell' esperienza dei casinò italiani che identificano e controllano il giocatore, le sue capacità e movimenti finanziari (norme in materia di tracciabilità n.d.r.) mettendo in campo azioni concrete anche a contrasto delle derive patologiche - ha concluso Lanièce - capitalizzando ad esempio gli accordi delle case da gioco con i Sert competenti.

11 Oggi a Roma un convegno Federgioco sulle ludopatie, tra i relatori il presidente Marco Cambiaso Il convegno si svolge nella sala Capitolare del Senato della Repubblica. Ad illustrare la situazione dei casinò italiani è il presidente di Federgioco, Marco Cambiaso. Nella sala Capitolare del Senato della Repubblica si tiene oggi un importante convegno sotto l egida di Federgioco, dal titolo Gioco, salute e tutela del cittadino sul modello europeo. Da tempo Federgioco sta attuando in collaborazione con gli enti e le associazioni preposte una politica di contenimento e prevenzione del gioco patologico che parte proprio dalla tutela del cittadino e del giocatore all interno dei casinò municipali - sottolinea il presidente di Federgioco, Marco Cambiaso, consigliere di amministrazione del Casinò di Sanremo. In Francia e Svizzera i Casinò sono molto più numerosi e il problema della ludopatia è stato affrontato da tempo con risultati significativi. Domani porteremo all attenzione anche l esperienza d Oltralpe. È giusto evidenziare problematiche come la ludopatia ma nello stesso tempo è necessaria una regolamentazione più generale delle tipicità e componenti aziendali attraverso una legge quadro, attesa da tempo. Il convegno, finalizzato a promozione e diffusione delle iniziative delle case da gioco italiane per contrastare le ludopatie, per creare il modello europeo di intervento, la cui applicazione è improrogabile per uniformare le azioni di prevenzione e terapia, è organizzato da La Fondazione- Centro di formazione culturale con il patrocinio del Senato, di Federgioco, l associazione di categoria dei quattro casinò italiani, della citata European Casino Association, di UGL Medici, Effemedica e Adonp, tutti interessati alla massima sensibilizzazione circa la tutela dei cittadini-giocatori anche in riferimento alle norme sanitarie transnazionali in realtà. A illustrare la situazione dei casinò italiani è il presidente di Federgioco, Marco Cambiaso. L amministratore delegato del Casinò Campione d Italia, Carlo Pagan, in veste di membro del direttivo dell European Casino Association, ECA che rappresenta pressoché la totalità delle case da gioco del continente, relaziona il modello europeo di prevenzione delle ludopatie.

12 ANSA (CRO) - 27/03/ Giochi:Federgioco a Governo,serve legge quadro per regolarlo ZCZC2340/SXB XCI50860 R CRO S0B QBXB Giochi:Federgioco a Governo,serve legge quadro per regolarlo Laniece (Aut), politica attenta,ma manca applicazione interventi (ANSA) - ROMA, 27 MAR - ''Serve una legge quadro'', un insieme di ''norme precise, per regolamentare il gioco in Italia. E' importante che chi gioca si diverta e possa farlo in modo sicuro''. A chiedere l'intervento del Governo e' Federgioco, l'associazione di rappresentanza dei quattro casino' italiani. ''Siamo a disposizione dello Stato - ha detto il presidente Marco Cambiaso, durante un convegno al Senato promosso dal centro culturale di formazione La Fondazione - per aprire il dialogo affinche' il gioco non abbia ricadute devastanti, ma rimanga divertimento. Dobbiamo chiedere regole certe su cui confrontarci. Basterebbe un piccolo sforzo di chi governa perche' si controlli tutto il sistema gioco in Italia''. L'attenzione della politica, ha replicato il senatore del gruppo Per le Autonomie e membro dell'intergruppo parlamentare sul gioco d'azzardo, Albert Laniece, ''e' molto alta, ci sono interventi di qualita' ma spesso il problema e' applicarli''. Si sono fatti ''passi importanti su una legge quadro contro il gioco patologico''. Tra i punti chiave della norma, ''il fondo per la prevenzione'', finanziato ''con l'1% del fatturato complessivo del settore'', ''la limitazione dei punti gioco'' e una ''tessera'' del giocatore ''per permettere controlli. Rivalorizzare i casino' come punto di gioco - ha precisato Laniece - aiuterebbe a combattere la dipendenza''. In Italia, ha ricordato il segretario di Adonp, Luca Massimo Chinni, sono ''circa 2 milioni i giocatori a rischio dipendenza''. I giocatori patologici, ha puntualizzato la psicoterapeuta Mariangela Treglia, sono '' mila'', mentre tanti altri sono ''problematici''. E gli adolescenti sono ''i nuovi dipendenti, 7 su 10 giocano''. Per il contrasto della dipendenza, nel casino' di Campione d'italia, ha spiegato l'ad Carlo Pagan (Board dell'european Casino' Association), e' attivo il progetto ''Save The Game'', che introduce, tra le altre cose, ''un Save The Game Team costituito da psicologi, una help line e misure potenziate per l'autoinibizione all'accesso del casino', in caso di segnali di dipendenza patologica''. (ANSA). YZD-VN 27-MAR-14 12:30 NNNN

13 Giochi: Donzelli (psicologo), un giocatore su 5 a rischio ludopatia 27 Marzo :21 (ASCA) - Roma, 27 mar ''Dei 15 milioni di italiani che giocano abitualmente, circa il 20% sia a rischio di diventare dipendente''. Lo ha detto il dott. Renzo Donzelli, psicologo e psicoterapeutagruppoanalista, intervenendo al convegno ''Gioco, salute e tutela del cittadino. Verso il modello europeo'' che si sta svolgendo al Senato. Donzelli ha sottolineato che ''l'italia con 18,4 miliardi di euro di spesa effettiva rappresenta oltre il 15% del mercato europeo del gioco e oltre 4,4% del mercato mondiale, nonostante abbia solo l'1% della popolazione mondiale. La spesa pro-capite stimata, per ogni italiano maggiorenne, e' stata pari a circa euro,nei primi 8 mesi Tale spesa varia da euro a testa in Abruzzo e euro nel Lazio, passando a dell'emilia Romagna, per arrivare al minimo di euro in Basilicata''. Donzelli - informa l'agimeg - e' quindi passato all'esame delle percorso che effettua il giocatore patologico. Il primo stadio viene definito fase ''vincente'', in cui il gioco e' occasionale e sostanzialmente rappresenta un rimedio a altri disturbi come la depressione; a fase ''perdente'', in cui il gioco diventa solitario, aumentano la quantita' di denaro e tempo investiti e in generale il gioco diventa un pensiero fisso, non si riesce a smettere, si registrano perdite prolungate, si utilizzano coperture e menzogne. Si sviluppano insomma i sintomi della dipendenza. Segue quindi la fase di disperazione, caratterizzata dal marcato aumento del tempo e del denaro dedicati al gioco, isolamento sociale, crisi di panico, e comportamenti illeciti. E' la fase in cui la vita sociale del giocatore subisce i maggiori contraccolpi, spesso si verificano infatti arresti e divorzi. Si passa quindi a una fase ''critica'', in cui si nutrono una forte speranza e un desiderio di aiuto. E' la fase in cui si torna a lavorare e si pianifica un risarcimento per i debiti contratti. In questo modo si riesce a passare alla fase di ''ricostruzione'', in cui migliorano l'autostima e i rapporti familiari, si pianificano nuovi obiettivi, il giocatore prova una maggiore rilassatezza. Infine c'e' la fase di crescita caratterizzata da una diminuzione delle preoccupazioni legate al gioco, una maggiore introspezione, e un nuovo stile di vita. Il giocatore patologico, secondo Donzelli, e' ''un soggetto tanto euforico quanto vuoto, senza facolta' di regolare le proprie pulsioni, in balia della potenza acefala dell'es, da un lato, e un'evaporazione, contrazione del valore della dimensione della parola. Il risultato e' un parlare a vuoto (le parole - diceva un paziente dedito al gioco d'azzardo - sono aria fritta): viene meno la possibilita' di accedere alla dimensione simbolica della parola, che nel corso del trattamento psicoterapico assume piuttosto una valenza minacciosa ancorche' un'opportunita' di crescita. Il giocatore patologico non fronteggia un conflitto tra esigenze pulsionali e ideali sociali, ma assegna un primato incondizionato all'oggetto di godimento, il gioco appunto''. E quindi, citando Anders ''il bisogno odierno segue alle calcagna il consumo divenendo, simile alla tossicomania, poiche' risponde a imperativi dettati da specifiche merci, quelle merci che hanno la proprieta' di produrre bisogni che si moltiplicano''. red/mar

14 Casinò. Gioco, Salute e Tutela del cittadino. Verso il modello Europeo. Se ne parla oggi a Roma 27 marzo :28 (Jamma) Si tiene oggi presso la Sala Capitolare del Senato della Repubblica il convegno Gioco, Salute e Tutela del cittadino. Verso il modello Europeo. Il convegno è organizzato da La Fondazione Centro di Formazione Culturale con il patrocinio del Senato della Repubblica, di Federgioco (Associazione di rappresentanza dei quattro casinò italiani), dell European Casino Association, di UGL Medici, Effemedica e Adonp e si prefigge di portare all attenzione un tema di primario interesse,quale la tutela dei cittadini-giocatori e le forme di prevenzione delle ludopatie. Il dibattito cercherà di sensibilizzare la popolazione, il personale sanitario e le istituzioni, sulle iniziative e le proposte messe in campo dalle case da gioco italiane per fronteggiare questo fenomeno. Alla luce delle vigenti normative i relatori affronteranno le tematiche anche con uno sguardo all Europa soprattutto in riferimento alla normativa sulla Sanità Transfrontaliera. Il dibattito si orienterà su un aspetto più generale che esaminerà il settore giochi, presentando tutte le già citate forme di prevenzione attuate dalle case da gioco italiane, con riferimenti al più generale modello europeo cui si tende. A illustrare lo stato dell arte dei quattro casinò italiani sarà il presidente della Federgioco, dott. Marco Cambiaso, cui seguirà anche il dott. Carlo Pagan, Board Europeo dell European Casinò Association che si occuperà di spiegare come si attua il già richiamato modello europeo. Sarà presente anche il senatore Albert Laniece, membro dell intergruppo parlamentare sul gioco d azzardo, che nel proprio intervento illustrerà la proposta per una legge di regolamentazione del gioco d azzardo. Faranno parte della platea dei relatori anche alcuni rappresentanti dei dipartimenti di riferimento del Ministero degli Interni e del Ministero della Salute, oltre a rappresentanti del Comune di Roma che hanno già ampiamente trattato l argomento ludopatie. Ma, il convegno permetterà di dare attenzione anche all aspetto tecnicosanitario che prevede il contributo di relatori scientifici, oltre alla presenza di Danilo Papa dell Ugl Medici, che illustrerà i Criteri europei per la sicurezza sociale in materia di dipendenze. Avvierà i lavori il segretario de La Fondazione, nonché Dirigente Nazionale UGL Medici, dott. Fordellone. A moderare è il direttore dell Agenzia Stampa AGIMEG, Fabio Felici.

15 Cambiaso (Federgioco): I casinò sono da sempre in prima linea nella lotta al gioco patologico 27 marzo :30 (Jamma) I casinò da sempre combattono il fenomeno della ludopatia attraverso una collaborazione con le Asl, strategie strutturate di contrasto al gioco e la collaborazione con i servizi sociali. E quanto affermato da Marco Cambiaso presidente di Federgioco in occasione del convegno Gioco, Salute e Tutela del cittadino. Verso il modello Europeo che si sta tenendo al Senato. Non c è nessun interesse da parte delle case da gioco italiane ha detto Cambiaso ad aver a che fare con giocatori patologici. Lo dimostra il fatto che il casinò non è solamente un luogo di gioco ma offre anche eventi e cultura. Non è un caso che il primo direttore artistico del casinò di Sanremo sia stato Luigi Pirandello. A differenza di altre realtà, inoltre, gli introiti dei casinò sono utili alla comunità e non finiscono ai privati o nella peggiore delle ipotesi in paradisi fiscali. Chi viene a giocare in un casinò lo fa consapevolmente. Necessaria però un intervento statale più forte per contrastare il fenomeno della ludopatia. Il Governo ha continuato il presidente di Federgioco deve muovere per realizzare una legge quadro sui giochi, cercando un confronto con i casinò e con Federgioco. Abbiamo l esperienza e le personalità per dare il nostro contributo. Lo stesso Carlo Pagan può essere utile considerando la sua esperienza nell Eca. Cambiaso ha chiuso poi con la cessione della gestione del casinò di Venezia e la nascita di nuovi casinò in Italia. Sarebbe solamente un cambio di gestione, ma la proprietà resterebbe pubblica. Il Governo poi ha concluso Cambiaso può valutare l apertura di nuovi casinò, ma partendo sempre dal principio che le case da gioco devono essere economicamente utili alle realtà locali e non devono essere gestite da privati. Fordellone (segr. gen. La Fondazione) Spesa per i giochi non va trascurata In: Casinò, Personaggi, Primopiano2 27 marzo :34 (Jamma) Come promotore dell evento e responsabile scientifico è d obbligo ringraziare innanzitutto il Senato per averci concesso il patrocinio. Introduce con queste parole il dott. Filippo Fordellone (segretario generale de La Fondazione) il convegno in corso oggi a Roma Gioco, Salute e Tutela dei Cittadini. Verso un modello europeo. Ogni anno nel Lazio investiamo nel gioco 1300 euro pro capite, inclusi neonati. Vorrei pertanto fare un invito a istituzioni e personale sanitario, oltre agli operatori del settore giochi, di non trascurare questa problematica. Siamo certamente pronti alla nostra sfida che ci vede protagonisti attivi in campo. Criminalità si insinua nel mercato dei giochi con estorsioni e l alterazione delle slot

16 27 marzo :49 (JAmma) Un mercato da quasi 90 miliardi fa certo gola alla criminalità anche di stampo mafioso. Lo ha detto Luca Armeni vice-dirigente Squadra Mobile di Roma, intervenendo al convegno Gioco, Salute e Tutela dei Cittadini. Verso un modello europeo che si sta svolgendo al Senato. La criminalità ha aggiunto, per fare degli esempi, agisce o con l estorsione per obbligare gli esercenti a istallare determinati apparecchi, o con la manipolazione degli apparecchi. Riescono di fatto ad accalappiare il giocatore d azzardo che spesso si trova in precarie condizioni sociali e quindi è facilmente esposto a usura e estorsione. Noi come istituzione abbiamo rapporti con molti SERT e vogliamo comunque incentivarli, ma bisogna cercare di promuovere la più corretta divulgazione dell informazione in materia. Armeni ha quindi citato una recente inchiesta che ha consentito di scoprire una sala giochi del Lazio che adescava i giocatori e, attraverso un meccanismo complesso, li dirottava verso siti di gioco estero. I gestori della sala, grazie a questo stratagemma, ottenevano un guadagno giornaliero di un milione di euro. Armeni ha sottolineato l importanza che la Polizia di Stato dà al settore del gioco d azzardo e la grande collaborazione ottenuta dai Monopoli di Stato. Tuttavia c è ancora grande impatto del mercato illegale. Treglia (ITCI): Con gli smartphone sette giovani su dieci a rischio ludopatia 27 marzo :31 (Jamma) L uomo è psicologicamente predisposto al gioco, il fenomeno della ludopatia è ancora più difficile da contrastare in contesti telematici. E l analisi che la psicoterapeuta cognitiva e ricercatrice dell ITCI Mariangela Treglia. Per chi è nato dopo il 1991 ha spiegato, è molto più difficile individuare il rischio online: sette giovani su dieci sono potenzialmente a rischio specialmente con lo sviluppo degli smartphone. Una volta si giocava solamente al casinò, o nella bisca clandestina, oggi la bisca è disponibile a casa propria. E necessario quindi lavorare sull educazione. Un allarme lanciato anche da Luca Massimo Chinni segretario generale di ADOnP: In Italia il rischio della patologia coinvolge oltre due milioni di giocatori. E giusto parlare di stato patologico perché tale allarme è stato lanciato anche dalle sedi governative e dalla Corte dei Conti. Per fare fronte a questo problema sociale è giusto informare i cittadini su cosa è gioco legale e cosa non lo è. Prendendo per esempio la sola provincia di Roma, negli ultimi tempi sono state individuate venti sale non autorizzate che molto spesso hanno un contatto diretto con le mafie.

17 Pagan (Eca): La soddisfazione del cliente è il motore di ogni casinò 27 marzo :11 (Jamma) Se la soddisfazione del cliente è il motore di ogni iniziativa aziendale, l azienda deve farsi carico di ogni situazione di insoddisfazione del cliente stesso. Sono le parole di Carlo Pagan, Board Europeo dell European Casinò Association tra i relatori del convegno in programma oggi al Senato, Gioco, Salute e Tutela del cittadino. Verso il modello Europeo. Pagan AD del casinò di Campione d Italia ha presentato il progetto Save The Game, la messa in atto pratica di come contrastare le dipendenze di gioco nei casinò e già attivo nel casinò di Campione d Italia di cui Pagan è anche AD. Questo progetto è coerente al Code of Conduct approvato dall ECA (European Casino Association) associazione di rappresentanza delle case da gioco europee e basato su otto elementi che permettono di contrastare le ludopatie. Innanzitutto la creazione della figura del Gaming Addiction Manager nell organizzazione (la direttrice Marketing Alessandra Bernasconi) e poi la creazione di un Save The Game Team costituito da psicologi abilitati alla professione. Si procede poi con l attivazione di un numero telefonico di contatto dedicato (una help-line) e si provvede a potenziare le misure dell auto-inibizione all accesso del casinò, in caso di segnali di dipendenza patologica. Il casinò di Campione ha inoltre creato materiali di comunicazione ad hoc e provveduto alla formazione di personale ispettivo. Altro aspetto fondamentale ha aggiunto Pagan è quello di divulgare una comunicazione coerente col progetto. Il casinò deve infine dotarsi anche della presenza di quello che possiamo chiamare un filtro fisico all ingresso per evitare l ingresso di inibiti e ovviamente minori e aiutare i clienti anche attraverso test di auto-valutazione. Le linee guida del progetto sono basate sul Code of Conducts approvato a luglio dalla European Casino Association a Vienna. Si tratta delle best practices di Paesi nei quali il problema è stato quasi risolto in via definitiva. Sen. Lanieche (Intergruppo. Parl. Azzardo): Necessario insistere sulla prevenzione delle ludopatie 27 marzo :14 (Jamma) Faccio parte dell intergruppo parlamentare sul gioco d azzardo e ricordo che molto spesso in Senato abbiamo discusso di gioco e ludopatie, anche con delle recenti mozioni. Gli interventi fatti negli ultimi anni devo dire che sono di buona qualità: il discorso è che si fanno le leggi ma poi l attuazione piena è un meccanismo complicato da avviare. Sono le parole del sen. Albert Lanieche, tra i relatori del convegno in corso oggi in Senato Gioco, Salute e Tutela del Cittadino. Verso un modello europeo. Bisogna insistere sulla prevenzione.prevenzione primaria, ossia soprattutto sui minori, e prevenzione secondaria ha detto ancora. La politica sta facendo molto in questo senso: le mozioni e gli emendamenti approvati nel corso dei mesi come quello che richiede la tessera sanitaria per giocare e che quindi permette di vietare il gioco minorile. Per quanto mi riguarda i punti importanti però restano

18 legati alla prevenzione: la legge quadro che abbiamo presentato chiede un fondo per la prevenzione con copertura finanziaria con assicurata dalll 1% del fatturato complessivo del settore e che lavorerebbe molto nelle scuole e con degli interventi anche a livello regionale. Altro aspetto importante da garantire sarebbe quello di dare maggiore potere agli enti locali, al sindaco in particolare, per introdurre limitazione sugli orari degli esercizi di gioco per esempio. Già il Balduzzi ha istituito un Osservatorio Nazionale sui giochi e attività formativa specifica degli operatori sanitari. Il Balduzzi inoltre inseriva il GAP nei LEA. Un altro elemento importante su cui lavorare è il collegamento tra SERT e locali di gioco e che permettano quindi un maggiore controllo sui giocatori. La legge inoltre valorizza icasinò come punti di gioco e chiede la limitazione nella diffusione di nuovi punti di gioco al di fuori.

19 24ORE - GIOCHI&SCOMMESSE Casinò, 08:56 Casinò: Gioco, Salute e Tutela del cittadino. Verso il modello Europeo. Se ne parla oggi a Roma Si tiene oggi presso la Sala Capitolare del Senato della Repubblica il convegno Gioco, Salute e Tutela del cittadino. Verso il modello Europeo. Il convegno è organizzato da La Fondazione Centro di Formazione Culturale con il patrocinio del Senato della Repubblica, di Federgioco (Associazione di rappresentanza dei quattro casinò italiani), dell European Casino Association, di UGL Medici, Effemedica e Adonp e si prefigge di portare all attenzione un tema di primario interesse, quale la tutela dei cittadini-giocatori e le forme di prevenzione delle ludopatie. Il dibattito cercherà di sensibilizzare la popolazione, il personale sanitario e le istituzioni, sulle iniziative e le proposte messe in campo dalle case da gioco italiane per fronteggiare questo fenomeno. Alla luce delle vigenti normative i relatori affronteranno le tematiche anche con uno sguardo all Europa soprattutto in riferimento alla normativa sulla Sanità Transfrontaliera. Il dibattito si orienterà su un aspetto più generale che esaminerà il settore giochi, presentando tutte le già citate forme di prevenzione attuate dalle case da gioco italiane, con riferimenti al più generale modello europeo cui si tende. A illustrare lo stato dell arte dei quattro casinò italiani sarà il presidente della Federgioco, dott. Marco Cambiaso, cui seguirà anche il dott. Carlo Pagan, Board Europeo dell European Casinò Association che si occuperà di spiegare come si attua il già richiamato modello europeo. Sarà presente anche il senatore Albert Laniece, membro dell intergruppo parlamentare sul gioco d azzardo, che nel proprio intervento illustrerà la proposta per una legge di regolamentazione del gioco d azzardo. Faranno parte della platea dei relatori anche alcuni rappresentanti dei dipartimenti di riferimento del Ministero degli Interni e del Ministero della Salute, oltre a rappresentanti del Comune di Roma che hanno già ampiamente trattato l argomento ludopatie. Ma, il convegno permetterà di dare attenzione anche all aspetto tecnico-sanitario che prevede il contributo di relatori scientifici, oltre alla presenza di Danilo Papa dell Ugl Medici, che illustrerà i Criteri europei per la sicurezza sociale in materia di dipendenze. Avvierà i lavori il segretario de La Fondazione, nonché Dirigente Nazionale UGL Medici, dott. Fordellone. A moderare è il direttore dell Agenzia Stampa AGIMEG, Fabio Felici. im/agimeg

20 24ORE - GIOCHI&SCOMMESSE Casinò, 10:14 Cambiaso (pres. Federgioco) I casinò da sempre combattono la ludopatia. Necessaria una legge quadro sui giochi, grazie anche al confronto con casinò e Federgioco I casinò da sempre combattono il fenomeno della ludopatia attraverso una collaborazione con le Asl, strategie strutturate di contrasto al gioco e la collaborazione con i servizi sociali. E quanto affermato da Marco Cambiaso presidente di Federgioco in occasione del convegno Gioco, Salute e Tutela del cittadino. Verso il modello Europeo che si sta tenendo al Senato. Non c è nessun interesse da parte delle case da gioco italiane ha detto Cambiaso ad aver a che fare con giocatori patologici. Lo dimostra il fatto che il casinò non è solamente un luogo di gioco ma offre anche eventi e cultura. Non è un caso che il primo direttore artistico del casinò di Sanremo sia stato Luigi Pirandello. A differenza di altre realtà, inoltre, gli introiti dei casinò sono utili alla comunità e non finiscono ai privati o nella peggiore delle ipotesi in paradisi fiscali. Chi viene a giocare in un casinò lo fa consapevolmente. Necessaria però un intervento statale più forte per contrastare il fenomeno della ludopatia. Il Governo ha continuato il presidente di Federgioco deve muovere per realizzare una legge quadro sui giochi, cercando un confronto con i casinò e con Federgioco. Abbiamo l esperienza e le personalità per dare il nostro contributo. Lo stesso Carlo Pagan può essere utile considerando la sua esperienza nell Eca. Cambiaso ha chiuso poi con la cessione della gestione del casinò di Venezia e la nascita di nuovi casinò in Italia. Sarebbe solamente un cambio di gestione, ma la proprietà resterebbe pubblica. Il Governo poi ha concluso Cambiaso può valutare l apertura di nuovi casinò, ma partendo sempre dal principio che le case da gioco devono essere economicamente utili alle realtà locali e non devono essere gestite da privati. Cz

Identikit del drogato da lavoro

Identikit del drogato da lavoro INTERVISTA Identikit del drogato da lavoro Chi sono i cosiddetti workaholic? quanto è diffusa questa patologia? Abbiamo cercato di scoprirlo facendo qualche domanda al dottor Cesare Guerreschi, fondatore

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773.

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773. Modulo di segnalazione certificata di inizio attività per la somministrazione di alimenti e bevande all' interno dei circoli privati da presentare in carta libera Spazio per apporre il timbro di protocollo

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

Al Responsabile del S.U.A.P.

Al Responsabile del S.U.A.P. Marca da bollo Da inviare al Comune competente mediante lettera A/R Al Responsabile del S.U.A.P. Comune di Penna Sant Andrea (TE) M0297/83-AB OGGETTO: Domanda di rilascio nuova autorizzazione di tipo A

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO PROTOCOLLO D INTESA Comune di Milano Settore Gabinetto del Sindaco Fondazione Cariplo PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO Milano,.. Giugno 2014 2 Il Comune di Milano, con sede in Milano,

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE

COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE SUBINGRESSO NELL ESERCIZIO DELL ATTIVITÀ DI VENDITA SU AREE PUBBLICHE SIA DI TIPO A (su posteggi dati in concessione per dieci anni) SIA DI TIPO B (su qualsiasi area purché

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi.

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi. Carissimi Soci, anche quest anno di vita associativa si avvia gradualmente a conclusione con moltissimi obiettivi raggiunti, moltissime iniziative a tutela e promozione della nostra Professione concluse

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY

25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY 25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY Milano, ATAHOTELS Via Don Luigi Sturzo, 45 LA GESTIONE DEI PROGETTI NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE DEL FUTURO. I SUOI RIFLESSI NEI

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

QUALE SIGNIFICATO HA LA FIRMA DEL PDP DA PARTE DELLO STUDENTE / GENITORE E DEI DOCENTI?

QUALE SIGNIFICATO HA LA FIRMA DEL PDP DA PARTE DELLO STUDENTE / GENITORE E DEI DOCENTI? FAQ: AREA DELLA PROGRAMMAZIONE (PDP) QUAL È LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO SUI DSA NELLA SCUOLA? Al momento è in vigore la Legge 170 che regola in modo generale i diritti delle persone con DSA non soltanto

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

Deliberazione n.119/2015/par. REPUBBLICA ITALIANA Corte dei conti Sezione di controllo per la Regione siciliana

Deliberazione n.119/2015/par. REPUBBLICA ITALIANA Corte dei conti Sezione di controllo per la Regione siciliana Deliberazione n.119/2015/par REPUBBLICA ITALIANA Corte dei conti Sezione di controllo per la Regione siciliana nella camera di consiglio del 12 febbraio 2015 visto il T.U. delle leggi sulla Corte dei conti,

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

Manifesto dei diritti dell infanzia

Manifesto dei diritti dell infanzia Manifesto dei diritti dell infanzia I bambini costituiscono la metà della popolazione nei paesi in via di sviluppo. Circa 100 milioni di bambini vivono nell Unione europea. Le politiche, la legislazione

Dettagli

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato F.I.M.P. Federazione Italiana Medici Pediatri Regione Veneto Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato Il Codice

Dettagli

LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L EGIDA DEL TRIBUNALE

LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L EGIDA DEL TRIBUNALE CONVEGNO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA Dipartimento di Economia e Management ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI FERRARA IPSOA LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA PROTOCOLLO DI INTESA TRA L Associazione Fare Ambiente, Movimento Ecologista Europeo, già riconosciuta con Decreto del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare del 27 febbraio 2009,

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30 11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI Il settore della PA è tra le priorità dell agenda

Dettagli

LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE

LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE Procedure per il controllo e la gestione delle irregolarità Lunedì 17 giugno 2013 Unioncamere Sala Convegni De Longhi Horti Sallustiani, Piazza

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede)

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) 1) E costituita, nel rispetto del Codice Civile, della Legge 383/2000 e della normativa in

Dettagli

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Anno Scolastico 2013-2014 PERSONE IN CAMMINO OLTRE LE FRONTIERE PER RICONQUISTARE IL FUTURO Premessa Il Concorso Sulle vie dell Europa è promosso

Dettagli

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi Allegato al Decreto del Direttore Generale n. 53.. del 04/02/14 REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO EX ART. 15 SEPTIES DEL D.LGS. 502/92 AREA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA E AREA DIRIGENZA

Dettagli

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING Gianna Maria Agnelli Psicologa Clinica e Psicoterapeuta Clinica del Lavoro "Luigi Devoto Fondazione IRCCS Ospedale

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R.

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R. Napoli Centro Psicopedagogico Formazione Studi e Ricerche OIDA Scuola di Formazione riconosciuta dal M.I.U.R. Decreto 3 agosto 2011 Scuola di Formazione riconosciuta dalla P.ED.I.AS. Comunicazione Efficace

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

ELIMINARE LO STRESS La prevenzione dello stress nelle aziende

ELIMINARE LO STRESS La prevenzione dello stress nelle aziende ELIMINARE LO STRESS La prevenzione dello stress nelle aziende Formazione e informazione perla prevenzione nell hotellerie e nella Gastronomia 2 Traduzione e adattamento italiani a cura di: Gruppo di lavoro

Dettagli

Guida alla promozione, all adesione e al sostegno dell iniziativa europea Uno di Noi.

Guida alla promozione, all adesione e al sostegno dell iniziativa europea Uno di Noi. Guida alla promozione, all adesione e al sostegno dell iniziativa europea Uno di Noi. 6 maggio 2013 Perché l embrione umano è già uno di noi Comitato italiano UNO DI NOI Lungotevere dei Vallati 10, 00186

Dettagli

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio OSSIGENO Osservatorio Fnsi-Ordine Giornalisti su I CRONISTI SOTTO SCORTA E LE NOTIZIE OSCURATE Perché un ennesimo osservatorio Alberto Spampinato* Il caso dei cronisti italiani minacciati, costretti a

Dettagli

C:\DOCUME~1\ascanim\IMPOST~1\Temp\Domino Web Access\34\schema SCIA pe.doc Pagina 1 di 34

C:\DOCUME~1\ascanim\IMPOST~1\Temp\Domino Web Access\34\schema SCIA pe.doc Pagina 1 di 34 TIMBRO PROTOCOLLO MODULO DI SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA PER LA SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE (SUBINGRESSO NUOVA APERTURA (di cui art. 4 comma 5^ L.R. 14/2003) - CESSAZIONE VARIAZIONI

Dettagli

Sostenibilità del Ssn: un problema culturale e non soltanto finanziario. Presentata l indagine al Senato. De Biasi: Governo ci ascolti

Sostenibilità del Ssn: un problema culturale e non soltanto finanziario. Presentata l indagine al Senato. De Biasi: Governo ci ascolti Sostenibilità del Ssn: un problema culturale e non soltanto finanziario. Presentata l indagine al Senato. De Biasi: Governo ci ascolti di L.Va. pdf L indagine conoscitiva sulla sostenibilità del Ssn Questa

Dettagli

DISABILITY MANAGEMENT: INTEGRARE LE DIFFERENZE PER FARE LA DIFFERENZA

DISABILITY MANAGEMENT: INTEGRARE LE DIFFERENZE PER FARE LA DIFFERENZA DISABILITY MANAGEMENT: INTEGRARE LE DIFFERENZE PER FARE LA DIFFERENZA Simone Scerri INTRODUZIONE Questa proposta è rivolta alle aziende con un numero pendenti superiore a 15, le quali sono tenute ad assumere

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

Deliberazione n.57/pareri/2008

Deliberazione n.57/pareri/2008 Deliberazione n.57/pareri/2008 REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Nicola Mastropasqua Presidente dott. Giorgio Cancellieri

Dettagli

del Senato Le funzioni

del Senato Le funzioni LA FUNZIONE LEGISLATIVA IL PROCEDIMENTO DI FORMAZIONE DELLE LEGGI ORDINARIE IL PROCEDIMENTO DI FORMAZIONE DELLE LEGGI COSTITUZIONALI LA FUNZIONE DI INDIRIZZO POLITICO LA FUNZIONE DI CONTROLLO POLITICO

Dettagli

Stabile la movimentazione passeggeri via traghetto negli scali considerati attesa a fine 2015 (+0,32% sul 2014).

Stabile la movimentazione passeggeri via traghetto negli scali considerati attesa a fine 2015 (+0,32% sul 2014). COMUNICATO STAMPA ADRIATIC SEA FORUM: al via oggi a Dubrovnik la seconda edizione di Adriatic Sea Forum cruise, ferry, sail & yacht, evento internazionale itinerante dedicato ai settori del turismo via

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO SULL'INTEGRAZIONE E LA PREVENZIONE DEL DISAGIO E DELL'ABBANDONO SCOLASTICO PRECOCE

PROGETTO EDUCATIVO SULL'INTEGRAZIONE E LA PREVENZIONE DEL DISAGIO E DELL'ABBANDONO SCOLASTICO PRECOCE PROGETTO EDUCATIVO SULL'INTEGRAZIONE E LA PREVENZIONE DEL DISAGIO E DELL'ABBANDONO SCOLASTICO PRECOCE PREMESSA La Dispersione Scolastica è un fenomeno complesso che riunisce in sé: ripetenze, bocciature,

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME

ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME Associazione Provinciale di Ravenna ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME COME PENSARE ALLA PROPRIA IDEA D IMPRESA IN 5 STEP 1 STEP UNO RIFLESSIONI PER INDIVIDUARE LE BUSINESS IDEA ALCUNI MODI PER INDIVIDUARE

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale 1. I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati, a richiesta, nei

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA

SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA (ANSA) ROMA, 3 SET "Il documento ultimatum che gli Assessori alla Salute hanno inviato al

Dettagli

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE PROGRAMMA DI STUDIO SALUTE in AUTOGESTIONE 2013 1 This project has been funded with support from the European Commission. Indice dei contenuti 1. DESTINATARI. 3 2. CARICO DI LAVORO.3 3. ento/insegnamento

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

RAPPORTO GLI ALUNNI CON DISABILITÀ NELLA SCUOLA ITALIANA:

RAPPORTO GLI ALUNNI CON DISABILITÀ NELLA SCUOLA ITALIANA: RAPPORTO GLI ALUNNI CON DISABILITÀ NELLA SCUOLA ITALIANA: BILANCIO E PROPOSTE Edizioni Erickson Presentano il Rapporto: Attilio Oliva Vittorio Nozza Andrea Gavosto Intervengono: Valentina Aprea Maria Letizia

Dettagli

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n.

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n. PROTOCOLLO D INTESA PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DEI SOGGETTI DEL TERZO SETTORE NEI CONFRONTI DEGLI ENTI LOCALI E DEL SERVIZIO SANITARIO DELLA TOSCANA TRA REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato

Dettagli

Che cosa provoca una commozione cerebrale?

Che cosa provoca una commozione cerebrale? INFORMAZIONI SULLE COMMOZIONI CEREBRALI Una commozione cerebrale è un trauma cranico. Tutte le commozioni cerebrali sono serie. Le commozioni cerebrali possono verificarsi senza la perdita di conoscenza.

Dettagli

IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA E I RAPPRESENTANTI DEI GOVERNI DEGLI STATI MEMBRI, I. INTRODUZIONE

IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA E I RAPPRESENTANTI DEI GOVERNI DEGLI STATI MEMBRI, I. INTRODUZIONE C 183/12 IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea 14.6.2014 Risoluzione del Consiglio e dei rappresentanti dei governi degli Stati membri, riuniti in sede di Consiglio, del 21 maggio 2014, sul piano di

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013)

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013) Municipio Roma V (ex VI e VII) Unità di Direzione Servizio di Assistenza agli Organi Istituzionali Ufficio Consiglio Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee BENESSERE GIOVANI COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee IL CONTESTO

Dettagli

Codice di Condotta Professionale per i Gestori Patrimoniali

Codice di Condotta Professionale per i Gestori Patrimoniali Codice di Condotta Professionale per i Gestori Patrimoniali Etica: valore e concretezza L Etica non è valore astratto ma un modo concreto per proteggere l integrità dei mercati finanziari e rafforzare

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

In questo servizio si svolgeranno le seguenti attività:

In questo servizio si svolgeranno le seguenti attività: Insieme si può Arcigay Pistoia La Fenice dopo le varie attività svolte sul territorio pistoiese e zone limitrofe, ha valutato l opportunità di realizzare un progetto con la collaborazione di personale

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

COMPOSIZIONE E REGOLAMENTO DEL COMITATO NAZIONALE DI GARANZIA

COMPOSIZIONE E REGOLAMENTO DEL COMITATO NAZIONALE DI GARANZIA Carte deontologiche - La Carta di Treviso La Carta di Treviso La Carta di Treviso è il documento che impegna i giornalisti italiani a norme di comportamenti deontologicamente corrette nei confronti dei

Dettagli

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag.

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag. CODICE ETICO SOMMARIO Premessa Principi generali Art. I Responsabilità Art. II Lealtà aziendale Art. III Segretezza Art. IV Ambiente di Lavoro, sicurezza Art. V Rapporti commerciali Art. VI Rapporti con

Dettagli

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INTRODUZIONE L Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia e l Ufficio Scolastico Regionale, firmatari di un Protocollo d Intesa stipulato

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione

Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione Con il patrocinio di e dal Ministero degli Affari Esteri Rapporto annuale sull economia dell

Dettagli

DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI

DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI adottata dalla Conferenza internazionale del Lavoro nella sua Ottantaseiesima

Dettagli

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI MR & MISS ETCIU

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI MR & MISS ETCIU REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI MR & MISS ETCIU PROMOSSO DALLA SOCIETA SCA HYGIENE PRODUCTS SPA Via XXV Aprile, 2 55011 ALTOPASCIO (LU) PIVA 03318780966 REA 186295 AREA:

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI A tutti i Ministeri - Uffici di Gabinetto -Uffici del

Dettagli

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio Scuola aperta 2015 Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio alla scoperta dell Asilo di Follina... l Asilo di Follina: LINEE PEDAGOGICO EDUCATIVE IL PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO. Il curricolo della scuola

Dettagli

GUIDA OPERATIVA. Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti

GUIDA OPERATIVA. Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti GUIDA OPERATIVA Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti Dicembre 2014 INDICE INTRODUZIONE... 2 PERMESSI PER CONCORSI, ESAMI, AGGIORNAMENTO... 3

Dettagli

COMUNE DI ROTTOFRENO Provincia di Piacenza SETTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: SE UFFICIO: COMMERCIO cod: ELENCO DEI PROCEDIMENTI

COMUNE DI ROTTOFRENO Provincia di Piacenza SETTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: SE UFFICIO: COMMERCIO cod: ELENCO DEI PROCEDIMENTI rev.0 -data:pagina 1 di 10 TTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: 01 COM 1- Esercizio di vicinato: (Sup di vendita fino a 250 mq.) apertura, trasferimento di sede, ampliamento della superficie, subentro, cessazione,

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale 1 1 LEGGE REGIONALE 24 giugno 2002, n. 12 #LR-ER-2002-12# INTERVENTI REGIONALI PER LA COOPERAZIONE CON I PAESI IN VIA DI SVILUPPO E I PAESI IN VIA DI TRANSIZIONE, LA SOLIDARIETÀ INTERNAZIONALE E LA PROMOZIONE

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio SPACCI INTERNI COMUNICAZIONE

Forme speciali di vendita al dettaglio SPACCI INTERNI COMUNICAZIONE MOD.COM 4 SUROMA SPORTELLO UNICO DEL COMMERCIO MUNICIPIO.. Via - 00..Roma Forme speciali di vendita al dettaglio SPACCI INTERNI COMUNICAZIONE Al Comune di *... Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (art 16 e 26

Dettagli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Prot. R.U. 20990 IL DIRETTORE DELL AGENZIA Visto il Regolamento generale delle lotterie nazionali approvato con Decreto del Presidente della Repubblica 20 novembre 1948, n.1677 e successive modificazioni;

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli