chef per passione MUSE SALDI << >> IL GIUSTO SPIRITO DELLA MODA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "chef per passione MUSE SALDI << >> IL GIUSTO SPIRITO DELLA MODA"

Transcript

1 Spedizione in Abbonamento Postale Regime libero Modena tassa riscossa, Tax percue. Settimanale di Autorizzazione della Filiale di Modena Poste Italiane spa a soli 15 luglio attualità, cultura, spettacolo, musica, sport e appuntamenti ANNO XII N. 28 in edicola chef per passione I carpigiani Paolo Notari, Alberto Sacchetti, Giovanni Baldissara, Rocco di Vitto, Daniele << >> Manicardi e Lauro Accorsi sono I tre Porcellini: Chef a domicilio, un po per gioco, un po per passione MUSE IL GIUSTO SPIRITO DELLA MODA ABBIGLIAMENTO, CALZATURE E ACCESSORI Per lui e per lei, la moda giovane dalla testa ai piedi! SALDI dal 2 luglio Via Ugo Sbrilanci Carpi (MO) - Tel

2 n 28 Tra le righe... Fatti i conti senza l oste Foto della settimana... L istituzione di una Consulta mista degli stranieri, con una rappresentanza di immigrati e di esponenti dell associazionismo locale, ha scaldato gli animi in Consiglio Comunale. Obiettivo primario della Consulta, sarebbe nell intento del capogruppo del Pd Davide Dalle Ave e del consigliere Marco Bagnoli, firmatari dell ordine del giorno, quello di promuovere azioni per contrastare e prevenire possibili forme di disagio, quali la violenza di genere, la definizione di politiche per la seconda generazione e, al contempo, dare al presidente del nascente organismo, la possibilità di partecipare ai Consigli dell Unione delle Terre d Argine, con diritto di parola. Una sorta di fucina di idee quindi, un tavolo attorno al quale avviare un dialogo e una conoscenza reciproci, grazie ai quali costruire percorsi di integrazione. La Consulta, perlomeno sulla carta, dovrebbe essere uno strumento istituzionale efficace per affrontare nelle sedi deputate temi scomodi e per mettere in campo azioni concrete. Cittadini italiani e stranieri uniti sotto l egida di un comune obiettivo. Il Carroccio ovviamente grida allo scandalo: se il Pd va avanti così, preferendo accoglienza a identità, tra due o tre generazioni Carpi avrà una maggioranza di stranieri. Vogliamo che siano i nostri figli a controllare la città oppure no?. Il problema, ovviamente, nulla ha a che fare con lo spettro di presunte invasioni barbariche evocato dal leghista Argio Alboresi. Il nodo cruciale è un altro: le comunità straniere presenti in città desiderano sedersi a questo tavolo? La Consulta - che potrebbe essere istituita già in autunno - come si comporrà? Vi saranno abbastanza posti per ospitare tutte le etnie presenti o alcune, le meno popolose, saranno sacrificate? E, ancora, non è il caso di sancire sin da ora, i criteri con cui dovranno essere selezionati tali rappresentanti, per evitare che a parlare siano sempre i soliti (uomini)? Come spesso accade, si son fatti i conti senza l oste. Speriamo che le comunità straniere abbiano voglia di scendere in campo, perlomeno avrebbero la possibilità di esprimere la propria opinione quando si parla di loro! Jessica Bianchi Frase della settimana... 7 luglio - Incidente tra Fossoli e Novi. Fortunatamente senza gravi conseguenze. Personalmente non credo molto nelle seconde generazioni, forse solo nelle ragazze, mentre i ragazzi sono molto critici verso l Italia e i nostri costumi. E la scuola aiuta a stratificare pensieri negativi nei nostri confronti. Dichiarazione in Consiglio Comunale di Giliola Pivetti (ApC) circa l istituzione di una Consulta mista degli stranieri. attualità, cultura, spettacolo, musica, sport e appuntamenti DIRETTORE RESPONSABILE Gianni Prandi CAPOREDATTORE Sara Gelli REDAZIONE Jessica Bianchi, Valeria Cammarota, Francesca Desiderio, Enrico Gualtieri, Federico Campedelli, Marcello Marchesini, Clarissa Martinelli. IMPAGINAZIONE e GRAFICA Liliana Corradini PUBBLICITA Multiradio STAMPA Centro stampa delle Venezie REDAZIONE e AMMINISTRAZIONE Via Nuova Ponente, 24/A CARPI Tel Fax COOPERATIVA RADIO BRUNO arl Registrazione al Tribunale di Modena N del 9 aprile 1999 Chiuso in redazione il 13 luglio 2011

3 n 28 P aolo Notari, Alberto Sacchetti, Giovanni Baldissara, Rocco di Vitto, Daniele Manicardi e Lauro Accorsi. Chi sono? Ma I tre Porcellini, naturalmente... Chef a domicilio: un po per gioco, un po per passione. Ma andiamo con ordine. L allegra combriccola, inizialmente formata da tre amici - da qui la scelta del goliardico e fiabesco nome, vero e proprio inno all indiscusso re della cucina emiliana - un paio di anni fa, decise, in occasione della Festa della donna, di offrire alle proprie mogli una cenetta coi fiocchi. Pensammo che, almeno per una sera, le nostre compagne dovessero sedersi a tavola e godersi del buon cibo preparato da noi maschietti, raccontano. Galeotto fu quel banchetto: da allora, infatti, i nostri chef per caso continuano a organizzare serate. L esperienza - continua Paolo Notari - ci è piaciuta tanto da volerla ripetere. Tra i fornelli ci divertiamo e ora siamo una squadra davvero organizzata. I sei carpigiani, tutti Over 40, sono autodidatti in cucina, figli di Cotto e Mangiato, dicono e, se abbiamo imparato noi a destreggiarci tra un piatto e l altro, allora c è davvero speranza per tutti, ridono. E, una volta appesi al chiodo gli abiti delle rispettive professioni, i sei son pronti a indossare quelli del cuoco, nel rispetto di una rigorosa gerarchia... Paolo incoronato capo chef si è guadagnato sul I carpigiani Paolo Notari, Alberto Sacchetti, Giovanni Baldissara, Rocco di Vitto, Daniele Manicardi e Lauro Accorsi sono I tre Porcellini: Chef a domicilio, un po per gioco, un po per passione Cucina che passione! campo i bottoni d oro, gli altri aiuti invece, passano dai bianchi ai neri a seconda dei progressi fatti tra un antipasto e un dessert... Ognuno di noi - spiegano - apporta la propria vena creativa: dalla creazione dei biglietti da visita alla divisa, dalla preparazione alla presentazione dei Marika Di Sarno e lidia lekova Due Miss per la Corte dei Pio I tre porcellini: chef per passione Scopri il loro hobby su: 3 piatti, alle public relations. Ma l imperativo che li unisce è uno solo: divertirci con gli amici. Le cene organizzate da I Tre Porcellini infatti, hanno il sapore della sfida e dell amicizia, senza trascurare la forma: Curiamo tutto nei minimi dettagli. Dalla scelta del menù, rigorosamente a base di prodotti freschi e di stagione, all allestimento della tavola, alla presentazione di ogni pietanza, perchè si mangia anche con gli occhi.... Non lo fanno per lucrare ma per hobby: cene a tema, a base di pesce, su richiesta persino. E dopo aver allietato, tra un bicchiere di vino e l altro, il palato di famigliari e amici, la loro fama si è allargata tanto da convincere Vincenzo Spadafino, titolare dello chiccoso Caffè del Teatro, a spalancare, per la seconda volta, le porte della sua cucina, mercoledì 13 luglio. Una cornice strepitosa nella quale possiamo contare sulla professionalità, la tecnica e le attrezzature dello staff del ristorante, per poter così mettere a tavola una sessantina di persone. Il segreto de I Tre Porcellini? Siamo tutto uomini - dicono - e, quindi, ai fornelli non litighiamo mai. Sarà... E se tra i magnifici sei e la cucina è sbocciato un nuovo amore, cosa pensano di questa passione enogastronomica le rispettive consorti? Per non smentire la fama - rispondono seri - ora ci tocca cucinare anche a casa. La parità, passa anche per la cucina... Jessica Bianchi Al Cristofer Caffè di Pratissolo di Scandiano si è tenuta l ultima selezione reggiana del concorso Miss Italia, che ha assegnato il titolo Miss Wella Professionals Reggio A conquistarlo la diciottenne italo-bulgara Lidia Lekova, alta 1,78, capelli neri, occhi verdi, residente a Carpi da nove anni, seguita al secondo posto da Elena Cabri 20 anni di Sassuolo (Miss Rocchetta Bellezza), mentre sul terzo gradino del podio è salita la 19enne Deborah Prosperi di Savignano sul Panaro. Al centro Lidia Lekova Terza da sinistra Marika Di Sarno Il Concorso Miss Italia ha fatto tappa alla Piscina Parco Lido di San Polo d Enza. Vincitrice della selezione, con il titolo di Miss San Polo D Enza 2011 è risultata la diciassettenne di Carpi Marika Di Sarno che con la sua affermazione passa così alle finali regionali di Miss Italia.

4 n 28 I consumatori di Carpi? Attenti ai prezzi, refrattari alla moneta elettronica, legati al proprio territorio e generalmente soddisfatti della rete distributiva. Questi alcuni dei risultati emersi dall indagine telefonica sul comportamento dei consumatori realizzata da Cna.Com, l associazione del Commercio di Cna, che ha coinvolto anche l area dell Unione delle Terre d Argine con l obiettivo di fornire strumenti operativi ai piccoli imprenditori del commercio. Generi alimentari A Carpi la maggior parte delle famiglie (il 56,3%) fa la spesa al supermercato, mentre il 26,5% si rivolge agli ipermercati, uno dei valori più alti in Provincia, a testimonianza dell incidenza di Borgoioioso. Gli acquisti alimentari si concentrano all interno del proprio comune nell 83,5% dei casi e, se la spesa all ipermercato ha carattere prevalentemente settimanale, al discount e al supermercato si va più volte la settimana, mentre nel negozio specializzato la frequenza è giornaliera. Elettrodomestici e prodotti tecnologici La maggioranza relativa delle famiglie carpigiane (43,4%) acquista elettrodomestici e prodotti tecnologici in grandi magazzini specializzati. Il 18% si rivolge invece a supermercati o ipermercati. I carpigiani si dichiarano disposti a muoversi nel territorio I lettori ci scrivono... Nel 2005/066, in campagna elettorale, Berlusconi aveva promesso alle famiglie che facevano figli un buono di mille euro. A noi, come molti altri che hanno avuto figli in quegli anni, è arrivato a casa l invito a presentarci alle poste col documento di stato di famiglia per il ritiro dei soldi. Alle poste fan firmare un foglio di autocertificazioni e consegnano i soldi senza nessun indugio, anzi invitano a ritirarli comunque, anche se uno non dovesse essere sicuro dei requisiti, per il semplice fatto che ha ricevuto l invito e fatto un figlio (dicono li stiamo dando anche agli extracomunitari che non sono cittadini italiani e han ricevuto l invito... prendeteli, al massimo ve li richiederanno indietro ). Ero titubante ma vista la sicurezza nel darmeli ho ritirato, consapevole che si trattava di uno zuccherino dal Governo che poteva dire di aver dato qualcosa di concreto alla causa facendo felice qualcuno (e magari guadagnare un L identikit dei consumatori carpigiani? Attenti ai prezzi, refrattari alla moneta elettronica, legati al proprio territorio e generalmente soddisfatti della rete distributiva Pollice verso per il centro storico provinciale a caccia dell offerta più conveniente. Abbigliamento e calzature Un intervistato su tre dice di acquistare abbigliamento e calzature in negozi specializzati non inseriti in un centro commerciale. Il 22,3% asserisce di non avere un esercizio preferito o di rivolgersi dove capita. Solo l 8,1% - il dato più basso in Provincia - dichiara invece di rivolgersi al mercato Il bonus bebè è una truffa? po di simpatia e di voti). Comunque, lo ammetto, li ho ritirati. E, dopo cinque anni, arriva il postino con una raccomandata dal Ministero del Tesoro, in cui si dice che, da una verifica fatta, non avevamo diritto al bonus bebè, un requisito scorretto, morale: euro da pagare più 1,81 euro di bollo. Chi non andrà a colloquio per partecipare alla redazione del verbale di accertamento, oltre al bonus e alla sanzione amministrativa incorre nel penale. Ieri ho chiesto per a chi ha firmato la notifica, un appuntamento per un colloquio ma nessuno mi ha risposto. Confesso che i pensieri che mi si sono avvicendati nella testa sono tanti: è uno scherzo? Timbri falsi, firma e nomi fittizi... è una truffa? E una mossa del Governo, magari calcolata sin dall inizio, come ruota di scorta in caso di fallimento? Per riparare al buco economico causato dai bungabunga e compagnia bella? Adesso vado a fare un bonifico di 1000 euro Ruggero Villani ambulante. Il 60% dei carpigiani resta in città per i suoi acquisti ma è significativa la quota di coloro che si rivolgono al capoluogo (il 21,7%, dei quali il 7,6% nel centro storico di Modena). Questa la fotografia emersa dalla rilevazione, presentata giovedì non uno di più per questa sanzione... Poi, dopo aver parlato col marito arrabbiatissimo, mi son vista già dietro le sbarre. Allora ho cercato di far mente locale sui pensieri fatti cinque anni fa e oggi sono andata in Posta per chiedere alla signora dello sportello se si ricordava di ciò che mi aveva consigliato cinque anni prima e lei si ricordava benissimo, ribadendo che lo consigliava a tutti e tutti avevano ritirato il bonus. Nessuno però ancora le aveva detto della sorpresa odierna.. Io ho in mano questa carta e nessuno mi crede finchè non la legge. A voi risulta che stiano girando queste raccomandate? Io sono basita. Adesso sganciare 4mila euro, con 4 figli piccoli, il lavoro in aspettativa a zero, 1000 euro di spesa al mese solo per pagare le rette alle scuole, bollette e tutto senza politiche di sostegno... pesano e non poco. Soprattutto pensando alla fregatura di tutta la questione. Una mamma di 4 bimbi Under 7 scorso presso la Biblioteca Loria di Carpi, nel corso della serata intitolata: Conosciamo i consumatori: le strategie per attirare i clienti. Una chiacchierata che, dopo l introduzione a cura di Claudio Saraceni, presidente di Cna - Area Terre d Argine, partendo dai dati dell analisi, ha cercato di individuare strumenti operativi concreti, insieme a Tino Ferrari, docente di Comunicazione d Impresa all Università di Bologna e Ruggero Villani, esperto di comunicazione pubblicitaria. I carpigiani sono quasi tutti d accordo nell affermare che le attuali regole di mercato favoriscono la grande distribuzione rispetto al piccolo commercio che, dal canto suo, dovrebbe migliorare sostanzialmente su due fronti: abbassare i prezzi e ampliare la fascia oraria di apertura. Pollice verso anche nei confronti del centro storico: nella valutazione della vivibilità e dell offerta commerciale del cuore cittadino infatti, si riscontra un segno prevalentemente negativo, una percezione di peggioramento che riguarda ben il 43% degli intervistati. Segnale evidente del decadimento progressivo dei centri storici, ammazzati dalla concorrenza dei centri commerciali, caldi in inverno e climatizzati d estate, caratterizzati da una variegata offerta merceologica, alimentare e non, disponibile ogni giorno a orario continuato, sino a tarda sera. Gallerie commerciali che hanno saputo interpretare i cambiamenti sociali del nostro tempo ma che, a differenza del fruttivendolo e del fornaio sotto casa, non garantiscono lo stesso rapporto di fiducia. Mancata ratifica notarile dell accordo di vendita di un ramo d azienda tra Zadi e Minda Spa A rischio fallimento Ancora scioperi alla Zadi spa. I lavoratori hanno incrociato le braccia a causa della mancata ratifica notarile dell accordo di vendita di un ramo d azienda il 30 giugno scorso tra Minda Spa e Zadi, un intesa che era stata raggiunta lo scorso 23 aprile e i cui contenuti prevedevano la continuità produttiva e la piena occupazione di tutti i dipendenti. La Fiom Cgil paventa ora il rischio di fallimento, dal momento che Minda spa, non sarebbe propensa a concedere ulteriori proroghe all accordo. La proposta avanzata dal sindacato alla direzione aziendale è quella di attivare immediatamente le pratiche di amministrazione straordinaria per permettere così la continuità produttiva e la salvaguardia dei 193 lavoratori. All azienda ora la decisione.

5 n 28 5 il treno che vogliamo Lascia la tua opinione su: I pendolari raccontano i disservizi di sempre, in attesa della manifestazione che, come preannunciato dal portavoce del Comitato utenti, dovrebbe tenersi a Bologna La tratta della vergogna Eugenia Notardonato C i sono poche cose certe nella vita. Una di queste è la sovrumana prova alla quale sono sottoposti i pendolari che, ogni giorno, sprezzanti del pericolo, si accingono a percorrere la tratta ferroviaria della linea Modena Carpi Mantova. Sembra che queste povere anime condannate a vagare nel limbo di treni in orario, o nell inferno di corse soppresse, scontino qualche arcana colpa. Soltanto così si può spiegare l altrimenti incomprensibile disservizio che, da anni, rende il percorso via strada ferrata, da e per Carpi, degno del Terzo mondo. Nel girone dantesco dei treni locali sono coinvolte diverse generazioni, tanto che viene da chiedersi se, come nella più classica delle tragedie greche, non sia sui figli che ricade l incancellabile colpa di qualche padre primigenio e scellerato. Aspettando la manifestazione-presidio che, come preannunciato dal portavoce del Comitato Utenti Angelo Frascarolo, dovrebbe tenersi a Bologna, i ridotti orari estivi e l aumento del costo del biglietto vanno ad aggiungersi ai problemi di sempre. Studiando prima a Modena, poi a Bologna, sono stata immersa in questo incubo per 10 anni commenta Federica Molinelli - i treni in questo tratto non rispettano alcuna coincidenza con quelli in partenza o in arrivo da Modena. Quindi, calcolando che sono spesso in ritardo, occorre partire con almeno un ora d anticipo, se non di più, per sperare di non perdere la coincidenza. Se invece si arriva da Bologna, il treno per Carpi ti parte sempre e immancabilmente davanti agli occhi e, per prendere quello successivo, occorre aspettare oltre un ora. Capita anche che i treni vengano soppressi senza motivo e senza essere rimpiazzati da autobus, quindi mi sono ritrovata molte volte a piedi. Una cosa odiosa poi, è che il servizio venga interrotto dopo il treno delle che da Modena porta a Carpi. Ma non è tutto: il personale della biglietteria di Carpi non è proprio dei più accoglienti. Federico Spaggiari Federica Molinelli Spesso è capitato che sbagliassero nel darmi il resto, oppure che mi fornissero un biglietto a fascia chilometrica errata, tanto che, in un occasione, ho persino preso persino una multa commenta Enrico Cattabriga mentre per quel che riguarda le macchine obliteratrici, sono frequentemente guaste o senza inchiostro. I trasporti ti fanno venire voglia di andare in macchina, in barba all inquinamento. Mi piacerebbe che chi stabilisce gli orari dei treni da Carpi dialogasse con chi, questi mezzi, li utilizza ogni giorno. Federico Spaggiari pone un ulteriore problema: prendo il treno da almeno 3 anni e nelle tratte calde, quelle usate dagli studenti, le carrozze sono sovraccariche, tanto da costringere alcuni passeggeri a restare sulla pensilina. Quel che più indigna è lo scarso numero di vagoni che, a volte, fa sembrare i treni più adatti al trasporto bestiame che a quello delle persone. Anche per Francesco Bartoli le esperienze con la biglietteria non sono positive: ci sono solo due sportelli, ma non sono quasi mai aperti contemporaneamente. Questo crea disagi e lunghe code, soprattutto all inizio del mese, quando c è il rinnovo degli abbonamenti. Il problema più grande resta però quello delle coincidenze: da anni mi reco a Bologna, 5 giorni su 7, e non c è un adeguato tempo di attesa tra l arrivo del treno a Modena e la Andrea Martello Francesco Bartoli partenza di quello per Bologna. Per di più a volte salta, senza preavviso, un treno, senza che neppure vi sia un autobus sostitutivo. Succede almeno 3 volte su 10. Ancora più esplicito Andrea Martello: è una situazione indecente, il treno delle 7.30 è pieno, anche le persone in piedi vivono un disagio incredibile, pigiate le une sulle altre con il rischio di cadere e farsi male. Alla fine sono stato costretto a prendere la macchina, anche per un problema di orari. Di sera infatti mancano, per chi esce dopo le dall Università, treni per tornare a Carpi. Problema che ha in comune con Eugenia Notardonato: si deve aspettare spesso un ora per montare su un treno per Carpi. In inverno non è piacevole aspettare così a lungo. Eugenia ha avuto anche uno spiacevole episodio riguardante le macchine obliteratrici: non c era inchiostro sufficiente, quindi il biglietto non era stato timbrato bene. Nella fretta non me ne ero resa conto ma, una volta partito il treno, ho cercato il controllore per spiegargli l accaduto, il quale mi ha fatto scendere alla stazione successiva. Tante testimonianze differenti che si possono riassumere in una sola, eloquente parola: vergogna. La prima cosa che Federica Molinelli cambierebbe è la pulizia. I treni sono un vero porcile, anzi ho visto porcilaie più pulite. Ogni volta che prendo il treno sento un bisogno sfrenato di farmi una doccia, è veramente disgustoso: la sagra del germe. Non ho mai usufruito del bagno del treno ed è per questo che sono qui ancora viva. Marcello Marchesini

6 n 28 D al 1 luglio il Centro prelievi del Poliambulatorio di Carpi si è ampliato grazie all apertura di un nuovo ambulatorio interamente dedicato ai prelievi agli scoagulati, ovvero quei pazienti che devono sottoporsi periodicamente all analisi del tempo di quick. Nello specifico, si tratta di prelievi a quanti vengono sottoposti a terapie mirate a tenere bassa la capacità coagulante del sangue. Al fine di tarare al meglio la terapia in funzione dei valori desunti dalle analisi, i pazienti necessitano di frequenti prelievi del sangue. Il Centro prelievi già esistente spiega il dottor Eros Forghieri, responsabile del settore specialistico e al momento anche responsabile pro tempore dell Unità Operativa di Cure Primarie di Carpi è purtroppo logisticamente collocato in una zona disagevole, essendo nel seminterrato con conseguente scarsità di luce e aria. Ci sono, poi, alcune difficoltà nel gestire le attese da parte dei pazienti che si sottopongono ai prelievi. Dopo varie procedure attivate affinché si potesse migliorare il tempo di attesa, abbiamo deciso di creare una nuova sala Zanzara Tigre Prosegue la campagna di lotta Il Comune di Carpi fino al 31 ottobre proseguirà la campagna di lotta alla zanzara tigre. L amministrazione sta facendo la sua parte eseguendo mensilmente, tramite un impresa specializzata, trattamenti larvicidi nelle oltre 15mila caditoie presenti nelle aree pubbliche. Nel mese di aprile è stata adottata un ordinanza rivolta a cittadini, gestori di attività commerciali, industriali e artigianali, responsabili di cantieri, conduttori di orti e vivai e frequentatori di cimiteri, per contrastare e ridurre la proliferazione dell insetto nelle aree private. E accertato che la zanzara tigre depone le uova, fino a per esemplare, in contenitori che periodicamente si riempiono di acqua e che, nel giro di pochi giorni, da queste si sviluppano le larve e successivamente gli insetti adulti. E quindi fondamentale eliminare, ove possibile, tutti i piccoli ristagni d acqua per contrastare la riproduzione del fastidioso insetto. Se ciò non è possibile è necessario effettuare trattamenti larvicidi utilizzando specifici prodotti, reperibili in farmacia. I cittadini dovranno prestare la massima collaborazione effettuando costantemente i trattamenti fino alla fine di ottobre nelle aree private e ricordandosi di compilare il Registro dei controlli e trattamenti (inviato a domicilio con il numero di CarpiCittà di maggio e scaricabile dal sito Internet del Comune). I monitoraggi effettuati negli anni precedenti evidenziano che la zanzara tigre è presente con picchi di particolare intensità nei mesi di luglio e agosto. Pertanto sia per la criticità del periodo sia per un minore controllo delle aree private a rischio, causa l imminenza delle vacanze estive, sarebbe auspicabile che tutti gli interessati effettuassero un intervento straordinario prima della partenza e subito dopo il rientro dalle ferie, oppure affidassero il compito a persone di fiducia. La sanzione per chi trasgredisce le indicazioni dell ordinanza è fissata in 103 euro. Inaugurato il nuovo ambulatorio dedicato ai prelievi di quei pazienti che devono sottoporsi periodicamente all analisi del tempo di quick Una nuova veste per il centro prelievi d aspetto dedicata alle persone che più frequentemente devono sottoporsi ad analisi. Non senza Eros Forghieri sacrifici continua il dottor Forghieri in quanto abbiamo dovuto dotare il nuovo spazio di ogni comfort e delle apparecchiature necessarie allo svolgimento del servizio. I risultati, a pochi giorni dall inaugurazione, sono positivi e possiamo perciò ritenerci soddisfatti. Il nuovo spazio, situato nel seminterrato del Poliambulatorio a pochi metri dall attuale Centro prelievi, è completato da un ampia sala d aspetto, che permette ai numerosi assistiti di attendere il loro turno in modo confortevole. Sono 200, infatti, ogni mattina i pazienti che si recano al Centro Prelievi e l ampliamento degli spazi consentirà un servizio maggiormente consono e rispondente ai bisogni del cittadino. Valeria Cammarota Sarà l impianto di compostaggio gestito da Hera a Ostellato (FE) a smaltire cinquemila tonnellate di rifiuti umidi provenienti dalla Campania. In discussione in Provincia a Modena il Piano Provinciale dei rifiuti Monnezza in arrivo ma non a Fossoli Rifiuti a Carpi - Immagine di repertorio C inquemila tonnellate di rifiuti umidi dalla Campania sono dirette in Emilia Romagna. La Giunta regionale ha deciso di dare una risposta solidale alla richiesta di aiuto della Campania e fornire un contributo per fronteggiare l emergenza che riguarda i cittadini della martoriata regione. Nell arco di tre mesi, in tutto cinquemila tonnellate di frazione organica umida saranno trattate nell impianto di compostaggio a Ostellato (FE) gestito da Hera. In particolare, dai rifiuti trattati sarà ricavato biostabilizzato per la copertura delle discariche. La quantità di rifiuti complessivamente ricevuti sarà pari allo 0,2% della produzione totale annua dell Emilia Romagna ma, per non gravare la struttura di compostaggio di Ostellato, una quantità analoga di rifiuti da trattare sarà gradualmente suddivisa tra gli impianti del sistema regionale. L impianto di Ostellato è tra quelli idonei a trattare questa tipologia di rifiuti già differenziata, spiega il sindaco Andrea Marchi. Nel dicembre 2010 fu interessato l impianto di Imola e, in questa occasione, ci rendiamo disponibili, in un quadro di accordo e responsabilità interistituzionale, a fare la nostra parte. Prima o poi toccherà anche all impianto di compostaggio di Fossoli. A livello provinciale, è terminata il 13 luglio scorso la discussione, nell ambito della Conferenza dei Servizi, sul nuovo Piano provinciale per la gestione dei rifiuti: prevede la riduzione della produzione dei rifiuti urbani, l aumento della quantità avviata al recupero grazie all incremento della raccolta differenziata almeno al 65 per cento a partire dal 2012 e la riduzione progressiva del ricorso alle discariche che entro il 2019 riceveranno una quota residua pari all 1 per cento dei rifiuti urbani da smaltire (ora supera il 17 per cento) a seguito dell entrata a pieno regime del termovalorizzatore di Modena. L indicazione contenuta nel Piano, dunque, è molto chiara: il rifiuto indifferenziato, anche quello carpigiano, sarà sempre meno conferito in discarica e sempre più trattato nell inceneritore di Modena nell ambito di quella collaborazione che Hera e Aimag hanno avviato nel 2009 (quando Hera ha acquistato il 25% di Aimag) ma che finora non ha trovato concreta attuazione. Se la raccolta differenziata dei rifiuti urbani è arrivata a quota 52% nel modenese, ciò significa che la percentuale di rifiuto indifferenziato, quello da smaltire in discarica o inceneritore, resta al 48%: l obiettivo è quello di ridurre progressivamente la quota di indifferenziato aumentando la raccolta differenziata con l obiettivo di raggiungere il 65% dal 2012 al E in che modo crescerà la differenziata? La risposta sottolinea l assessore Stefano Vaccari - «scaturisce proprio dall analisi dei diversi sistemi introdotti finora. Abbiamo puntato con risultati positivi su un mix di sistemi, dal porta a porta ai centri di raccolta, dalle isole di base ai servizi nelle frazioni o per utenze non domestiche, a seconda delle situazioni. Abbiamo verificato che non esiste un metodo migliore in assoluto valido per tutti, ma una serie di opportunità che vanno adattate ai territori. E questo sarà il criterio da seguire per il futuro.

7 n 28 il Pal definisce il Ramazzini la più importante priorità a livello ospedaliero. Due le strade che la Conferenza territoriale Sociale e sanitaria della Provincia di Modena dovrà ora valutare: un progetto di adeguamento della struttura esistente (per un ammontare di spesa di circa 40 milioni di euro) o la costruzione di un nuovo nosocomio, dal costo stimato in circa 100 milioni. Il nodo cruciale però resta il reperimento delle risorse necessarie Priorità assoluta al Ramazzini 7 D opo un anno di lavoro, la proposta per il Piano Attuativo Locale elaborata dalle direzioni generali dell Azienda Usl e dell Azienda ospedaliero-universitaria Policlinico - è stata presentata nei giorni scorsi alla Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria della Provincia di Modena. Il documento dovrà ora essere valutato dall Assemblea dei sindaci che si impegna ad approvarlo entro il mese di ottobre. Quattro i nodi cruciali del Pal, il principale strumento di programmazione dei servizi sanitari della nostra Provincia: potenziamento dell assistenza e dei servizi forniti sul territorio, rimodulazione dei ruoli delle strutture ospedaliere, maggiore integrazione tra i servizi esistenti e semplificazione organizzativa, con conseguente ottimizzazione dei costi. Numerose le aspettative riposte nel documento per capire quale sarà la sorte dell ospedale di Carpi. Una struttura vetusta e dalle numerose criticità (ndr sale operatorie e ascensori) e inadeguata, in termini di spazi, (ndr Pronto Soccorso) a rispondere alle esigenze di una città di oltre 69mila abitanti. Sul fronte degli investimenti, il Pal definisce il Ramazzini, che sta letteralmente cadendo a pezzi, la più importante priorità a livello ospedaliero. Due le strade che la Conferenza territoriale dovrà valutare: un progetto di adeguamento della struttura esistente (per un ammontare di spesa di circa 40 milioni di euro) o la costruzione di un nuovo nosocomio, dal costo stimato in circa I nformazione di servizio: da qualche anno i parcheggi davanti ai poliambulatori dell Ospedale Ramazzini non sono più gratuiti. Praticamente ogni mattina, chi ha la necessità di lasciarvi la propria auto, si trova a dover pagare un pedaggio extra a un gruppo di parcheggiatori che va dai 3 ai 5 elementi. Eppure, le strisce che delimitano i parcheggi sono bianche. Un errore di segnaletica? No. Mancanza di fondi per dipingerle di blu? Nemmeno. Una cosa però è certa: i pochi utenti che non lasciano l obolo richiesto, rischiano di ritrovarsi la vettura danneggiata, di essere insultati o, persino, minacciati. E quanto emerge dalla testimonianza di Carmine Grasso, impiegato da qualche mese presso il punto informazioni del Qui Sanità situato all ingresso: chiamo i vigili perché purtroppo molto spesso le persone vengono da me a lamentare come questi parcheggiatori chiedano una sorta di pedaggio. I cittadini hanno paura, alcuni di loro mi hanno detto di essersi ritrovati la macchina segnata dopo essersi rifiutati di pagare. Pare che gli abusivi timbrino il cartellino la mattina presto e stacchino appena dopo pranzo. E le Forze dell Ordine? Sembra non possano far molto: quando chiamo, i vigili arrivano, ma i parcheggiatori non fanno altro che nascondersi per poi occorre rendere più efficace la rete assistenziale sul territorio La sanità del futuro L assistenza territoriale dovrà ricoprire un ruolo strategico nella sanità del futuro. Il nuovo modello territoriale si basa su tre diverse tipologie di ambienti assistenziali: strutture ambulatoriali, strutture intermedie territoriali con assistenza H24 e assistenza domiciliare. Fondamentale sarà puntare allo sviluppo della medicina di gruppo attraverso la realizzazione di aggregazioni degli ambulatori di medicina generale da attuarsi su tutto il territorio provinciale, chiamate Nuclei di cure primarie, ovvero forme associative di medici di base, pediatri, infermieri, ostetriche e operatori socio-assistenziali per aumentare l accessibilità alle cure primarie, garantendo l apertura degli ambulatori prolungata e l assistenza domiciliare. E, ancora, creare delle Case della Salute (a Carpi entro il 2015) ossia poliambulatori territoriali aperti 7 giorni su 7 e H24, dove il cittadino troverà medici di base, pediatri, guardia medica ed emergenza territoriale oltre al punto prelievi, l ambulatorio infermieristico per le medicazioni e altri servizi quali la diagnostica di radiologia ed ecografia di base. Rientrano in quest ambito con assistenza H24 anche le Case residenze temporanee: riattivazione, sollievo, hospice territoriali e posti letto di lungoassistenza, di riabilitazione e gestione della riacutizzazione delle patologie croniche. Infine sono riconducibili al domicilio, oltre alla casa anche le strutture residenziali e semiresidenziali per anziani e disabili. Entro il 2012 in Provincia verranno creati 30 nuovi posti-letto per la lungo-assistenza, 6 posti-letto per area da dedicare all assistenza del fine-vita in strutture residenziali e 46 posti-letto di lungodegenza, lungo assistenza e riabilitazione, presenti in tutti gli ospedali della rete. Per quanto riguarda la rete domiciliare, per i pazienti si prevedono poi percorsi dedicati ospedale-territorio e consulenze specialistiche a domicilio, grazie al coinvolgimento, sempre più strategico, del mondo del volontariato. 100 milioni. Cifre inaffrontabili per le sole casse pubbliche. C è da sperare che dopo le risorse messe a disposizione per la creazione del nuovo Reparto di Radioterapia (2 milioni e mezzo), quelle destinate alla riqualificazione del Pronto Soccorso (1 milione e 800mila euro) e quelle promesse ma ancora non quantificate per la nuove sale operatorie, la Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi, abbia ancora voglia di sostenere la sanità cittadina. Gli ospedali, secondo le linee guida stabilite dal Pal, dovranno caratterizzarsi sempre più come luoghi di cura per i pazienti acuti. Riorganizzati per intensità di cura superando quindi l attuale strutturazione per reparti - saranno classificati in ospedali di riferimento provinciale (hub), d area (come quello di Carpi) e di prossimità. In coerenza con l evoluzione della domanda, si pensi ad esempio al progressivo invecchiamento della popolazione, diminuiranno i posti letto chirurgici, a fronte di un maggior utilizzo di forme assistenziali come la day surgery e la chirurgia ambulatoriale, così come aumenteranno i letti di lungodegenza e riabilitazione. E per riuscire a svuotare gli ospedali, è indispensabile rafforzare la rete di servizi del territorio. Come? Attraverso lo sviluppo di nuove forme di aggregazione della medicina generale, come i Nuclei di cure primarie o le Case della salute, la creazione di percorsi clinico-assistenziali trasversali a tutto il sistema. Altro elemento chiave della proposta del Pal è l integrazione di tipo clinico e estorcono soldi agli utenti dell ospedale per parcheggiare I parcheggiatori chiedono il pizzo Foto di Federico Spaggiari ricomparire, puntualmente, una volta che i vigili se ne sono andati. La situazione non si limita all esborso di qualche moneta: qualche giorno Parcheggiatori davanti al Ramazzini, nel tondo Carmine Grasso china, perché aveva paura. Per di più questa circostanza si trascina da anni: intendiamoci, non tutti sono cattivi. Ma la cosa che dà più fastidio è che alcuni inveiscono sulle persone. Uno di loro è anche entrato qui e mi ha minacciato. Ultimamente Carmine Grasso si vede costretto a sollecitare un intervento dei vigili praticamente ogni giorno. Poco male, penserà qualcuno. Non si tratta, in fondo, che di pochi spiccioli. Ma non è la quantità a pesare, quanto il principio. I pazienti del Ramazzini devono poter usufruire gestionale fra ospedali e territorio e tra Azienda Usl e Policlinico, con l obiettivo di razionalizzare le risorse. Prevista la creazione di dipartimenti misti interaziendali, a partire dall emergenza-urgenza, l individuazione di percorsi clinico-assistenziali integrati ospedale-territorio e lo sviluppo di programmi provinciali affidati a un unico responsabile che coordinerà le attività ospedaliere e territoriali. L integrazione tra le due aziende prevede anche la creazione di un presidio unico provinciale, cioè un coordinamento delle direzioni sanitarie degli ospedali della provincia, inclusi Policlinico e Sassuolo spa. Un sistema di gestione caratterizzato da una governance centrale che consentirà sì di ottimizzare le risorse, umane ed economiche, ma che darà sempre meno peso e autonomia - ai singoli territori. Tra gli elementi di novità del Pal, è infine prevista l istituzione di un Osservatorio provinciale della programmazione per il monitoraggio e la rendicontazione periodica dei risultati alle direzioni delle due Aziende e alla Conferenza territoriale. Uno strumento che, perlomeno sulla carta, dovrebbe consentire di aggiustare il tiro in corso d opera. Restiamo in attesa di capire se, alle parole della politica faranno seguito i fatti, per riavere così una struttura ospedaliera degna di questo nome. Quel che è certo è che ora il sindaco Campedelli dovrà battere il pugno sul tavolo per portare a casa i risultati sperati. Palla al centro: che la partita abbia inizio. Jessica Bianchi dei servizi dell ospedale senza dover pagare una tassa illegittima. Chiedere denaro senza avere i titoli e il diritto di farlo, per accedere a un servizio che dovrebbe essere gratuito, sotto minaccia di danneggiamenti o ingiurie per chi si rifiuti di sottostare alla prepotenza è a tutti gli effetti un estorsione. Da circa un mese un gruppo di anarchici occupa la sede dell ex consorzio agrario di via Corbolani, per chiedere spazi autogestiti per i cittadini. Il sindaco Campedelli ha reagito con fermezza: ci confrontiamo con chi rispetta le regole, ma non con chi occupa abusivamente edifici. Sarebbe opportuno che si pretendesse il rispetto della legge sempre, e da parte di tutti. Per di più quando un reato viene reiterato, impunemente, sotto gli occhi di tutti. Per questo motivo la Consigliera Giuseppina Baggio (PdL) presenterà un interrogazione in Consiglio Comunale, affinché venga garantita la sicurezza e la tranquillità di tutti nell accedere al Ramazzini. Non è una bella immagine di Carpi quella che si ha passando per il piazzale dell Ospedale. Marcello Marchesini fa, alle 10 del mattino, ho dovuto riaccompagnare, anche se non ne ho la competenza, una signora con il suo bambino in braccio fino alla macparcheggiatori abusivi Commenta la notizia o racconta la tua esperienza su:

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

UNA RETE DI SOSTEGNO PER I BAMBINI AMMALATI E PER LE LORO FAMIGLIE

UNA RETE DI SOSTEGNO PER I BAMBINI AMMALATI E PER LE LORO FAMIGLIE UNA RETE DI SOSTEGNO PER I BAMBINI AMMALATI E PER LE LORO FAMIGLIE Mi chiamo claudia e sono la mamma di due splendidi bambini, Federico ed Andrea. Federico oggi avrebbe i capelli biondi ed un simpatico

Dettagli

COSA DEVI SAPERE LA SOSTA ALL OSPEDALE

COSA DEVI SAPERE LA SOSTA ALL OSPEDALE LA SOSTA ALL OSPEDALE COSA DEVI SAPERE Diamo risposta alle domande più frequenti ed offriamo informazioni utili ad inquadrare meglio quanto è stato affrontato anche nell ambito del Tavolo tecnico istituito

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano GABRIELLA tanti master,

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Lezione 10. Tema: La comunicazione interculturale. Parte II.

Lezione 10. Tema: La comunicazione interculturale. Parte II. Lezione 10 Intervista con la professoressa Elisabetta Pavan, docente di lingua inglese, traduzione e comunicazione interculturale dell Università Ca Foscari Venezia e dell Università di Padova. Tema: La

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai?

Dettagli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Allegato 1 PUNTO N. 6 all'o.d.g.: Progetto di Riqualificazione urbana Lidi di Comacchio in sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Scacchi Prestito obbligazionario "Comune di Comacchio

Dettagli

Corso d italiano L2 a cura di Paola Sguazza

Corso d italiano L2 a cura di Paola Sguazza Corso d italiano L2 a cura di Paola Sguazza elementare 1 Presentarsi Ciao! Mi chiamo John e sono senegalese. Il mio Paese è il Senegal. Il Senegal è uno Stato dell Africa. Ho 17 anni e vivo in Italia,

Dettagli

CAPITOLO DUE GESTIRE IL DENARO

CAPITOLO DUE GESTIRE IL DENARO CAPITOLO DUE GESTIRE IL DENARO Sommario In questo capitolo scoprirà alcune cose su come - gestire il suo denaro - identificare alcune questioni economiche collegate al gioco - cominciare ad operare dei

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

http://www.sprachkurse-hochschule.de

http://www.sprachkurse-hochschule.de Lingua: Italiana Livello: A1/A2 1. Buongiorno, sono Sandra, sono di Monaco. (a) Buongiorno, sono Sandra, sono da Monaco. Buongiorno, sono Sandra, sono in Monaco. 2. Mia sorella chiama Kerstin. (a) Mia

Dettagli

Io a casa faccio la raccolta differenziata però non la faccio io ma la fanno mia mamma e mia sorella. Tutte le mattine del sabato e della domenica

Io a casa faccio la raccolta differenziata però non la faccio io ma la fanno mia mamma e mia sorella. Tutte le mattine del sabato e della domenica Io a casa faccio la raccolta differenziata però non la faccio io ma la fanno mia mamma e mia sorella. Tutte le mattine del sabato e della domenica guardano cosa c è dentro al bidone poi prendono le bottiglie

Dettagli

SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA

SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA SETTIMA LEZIONE 72 Lucia non lo sa Claudia Claudia Come? Avete fatto conoscenza in ascensore? Non ti credo. Eppure devi credermi, perché è la verità. E quando? Un ora fa.

Dettagli

delle persone si riferiva alle persone Down chiamandole mongoloidi e l idea più diffusa era quella di persone ritardate mentalmente che sarebbero

delle persone si riferiva alle persone Down chiamandole mongoloidi e l idea più diffusa era quella di persone ritardate mentalmente che sarebbero DIVENTARE GRANDI: LA CONQUISTA DELL AUTONOMIA Anna Contardi annacontardi@aipd.it Associazione Italiana Persone Down Viale delle Milizie 106-00192- Roma - Italy In Italia 1 bambino ogni 1200 nasce con la

Dettagli

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451 La.R.I.O.S. Laboratorio di Ricerca ed Intervento per l Orientamento alle Scelte DPSS Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione Centro di Ateneo di Servizi e Ricerca per la Disabilità,

Dettagli

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali)

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Al mare, verso gli undici anni, avevo fatto amicizia con un bagnino. Una cosa innocentissima, ma mia madre mi chiedeva

Dettagli

1. Diversi Mezzi di Trasporto

1. Diversi Mezzi di Trasporto 1. Diversi Mezzi di Trasporto Introduzione Oggi vorrei parlare del traffico e dei mezzi di trasporto: si può p.es. viaggiare in macchina, in treno, in aereo e in pullman. Chi vuole fare un viaggio turistico

Dettagli

Un servizio ferroviario di qualità sulla linea Bologna-Vignola: obiettivo (im)possibile?

Un servizio ferroviario di qualità sulla linea Bologna-Vignola: obiettivo (im)possibile? Un servizio ferroviario di qualità sulla linea Bologna-Vignola: obiettivo (im)possibile? Una delle costanti che dal 2003 (anno della riattivazione) ad oggi ha caratterizzato la linea ferroviaria Bologna-Vignola

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2 per Stranieri di Siena Centro CILS : Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi. Sono brevi dialoghi o annunci. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Giugno 2010 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

HAI BEVUTO TROPPO? UN AUTISTA PORTA A CASA TE E LA TUA AUTO!

HAI BEVUTO TROPPO? UN AUTISTA PORTA A CASA TE E LA TUA AUTO! HAI BEVUTO TROPPO? UN AUTISTA PORTA A CASA TE E LA TUA AUTO! Sobrio, riposato e ancora vigile. È il City Driver, un autista personale che ti aspetta fuori dal ristorante, dal pub o dalla discoteca e si

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

ANDARE A SCUOLA : UN'AVVENTURA PERICOLOSA

ANDARE A SCUOLA : UN'AVVENTURA PERICOLOSA ANDARE A SCUOLA : UN'AVVENTURA PERICOLOSA Molto spesso arrivo a scuola in ritardo per colpa di un semaforo che diventa verde dopo molto tempo o di persone in auto che non mi vogliono far passare sulle

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: Pronto! Io ci sono ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETTORE e Area di Intervento: A01 OBIETTIVI DEL PROGETTO Con il Progetto la P.A Ente Corpo Volontari Protezione Civile

Dettagli

VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION

VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION Il presente report sintetizza i risultati dell indagine di customer satisfaction, condotta dall Ufficio II della Direzione Centrale

Dettagli

1 Consiglio. Esercizi 1 1

1 Consiglio. Esercizi 1 1 1 Consiglio Prima di andare a dormire scrivi cinque parole italiane che ti interessano. La mattina dopo, prima di alzarti, cerca di ricordarti le parole scritte la sera prima. 1 Animali Fai il cruciverba.

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo bambini

Livello CILS A1 Modulo bambini Livello CILS A1 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito che la globalizzazione ha degli effetti positivi per il

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Livello CILS A2 modulo per l integrazione in Italia. Test di ascolto GIUGNO 2012. numero delle prove 2

Livello CILS A2 modulo per l integrazione in Italia. Test di ascolto GIUGNO 2012. numero delle prove 2 Livello CILS A2 modulo per l integrazione in Italia GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 1 Ascolto - Prova n.1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento.

Dettagli

Riporta un recente comportamento della tua famiglia rappresentativo della sua irresponsabilità sociale.

Riporta un recente comportamento della tua famiglia rappresentativo della sua irresponsabilità sociale. VC Ginnasio Riporta un tuo recente comportamento individuale, rappresentativo della tua responsabilità sociale. - Rispettare la raccolta differenziata a scuola e in famiglia. Muovermi a piedi. - Attraversare

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION ITALIAN 2 UNIT Z LISTENING SKILLS TRANSCRIPT

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION ITALIAN 2 UNIT Z LISTENING SKILLS TRANSCRIPT N E W S O U T H W A L E S HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION 1998 ITALIAN 2 UNIT Z LISTENING SKILLS TRANSCRIPT 2 ITEM 1 PAOLO PAOLO Ieri ho avuto una bella sorpresa; ho ricevuto una lettera da Paolo.

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO 6. ABITO A 7. QUESTA E LA MIA FAMIGLIA: 1 8. A CASA

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

29 Maggio 2010: fraz. Granarolo, Faenza (Ravenna)

29 Maggio 2010: fraz. Granarolo, Faenza (Ravenna) 29 Maggio 2010: fraz. Granarolo, Faenza (Ravenna) Foto e diagramma: http://www.faenzashiatsu.it/ Il giorno 29 Maggio viene rinvenuto un interessante cerchio nel grano nella frazione Granarolo, comune di

Dettagli

SANITA. Il MIO IMPEGNO PER UNA SANITA ACCESSIBILE A TUTTI

SANITA. Il MIO IMPEGNO PER UNA SANITA ACCESSIBILE A TUTTI Il mio programma elettorale è frutto della voce delle persone che ho incontrato lungo il mio cammino e che sto incontrando nel corso della mia campagna elettorale SANITA Il MIO IMPEGNO PER UNA SANITA ACCESSIBILE

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

Modulo 2. A Caccia di Risorse

Modulo 2. A Caccia di Risorse Modulo 2 A Caccia di Risorse FINALITÀ Il ciclo di attività si propone di sviluppare negli studenti la capacità di analizzare le situazioni critiche della vita quotidiana al fine di renderli consapevoli

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 2

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 2 IN GIRO PER ACQUISTI Signora Rossi: Voglio vedere una camicia per mio figlio. Commessa : Di che colore? Signora Rossi: Non so.. Commessa : Le consiglio il colore rosa. Se Suo figlio segue la moda, gli

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

dâxáàâüt w céüwxçéçx Anniversario della Fondazione della Polizia ESSERCI SEMPRE 22 maggio 2015 - Pordenone www.poliziadistato.it Polizia di Stato

dâxáàâüt w céüwxçéçx Anniversario della Fondazione della Polizia ESSERCI SEMPRE 22 maggio 2015 - Pordenone www.poliziadistato.it Polizia di Stato dâxáàâüt w céüwxçéçx Anniversario della Fondazione della Polizia ESSERCI SEMPRE Polizia di Stato 22 maggio 2015 - Pordenone www.poliziadistato.it L ATTIVITA DELLA POLIZIA DI STATO NELLA PROVINCIA DI PORDENONE

Dettagli

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi.

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Una sera, dopo aver messo a letto mio figlio, stanca dopo una giornata molto impegnata, ho deciso di andare a letto presto, ma non riuscivo ad addormentarmi,

Dettagli

TEST LIVELLO B1 QCE COMPRENSIONE ORALE DETTATO ASCOLTA IL DIALOGO E POI SCEGLI LA RISPOSTA.

TEST LIVELLO B1 QCE COMPRENSIONE ORALE DETTATO ASCOLTA IL DIALOGO E POI SCEGLI LA RISPOSTA. TEST LIVELLO B1 QCE NOME COGNOME. CLASSE.. DATA.. COMPRENSIONE ORALE DETTATO. ASCOLTA IL DIALOGO E POI SCEGLI LA RISPOSTA. 1.. Fabio e Barbara si incontrano A) alla stazione di Pisa. B) all aeroporto di

Dettagli

Le cure primarie in Italia: verso quali orizzonti di cura ed assistenza

Le cure primarie in Italia: verso quali orizzonti di cura ed assistenza Le cure primarie in Italia: verso quali orizzonti di cura ed assistenza Le cure primarie in Italia oggi: i risultati dell Osservatorio Tematiche esplorate Cittadini No Profilo campionatura del rispondente

Dettagli

INTRODUZIONE. La ragazza

INTRODUZIONE. La ragazza 5 INTRODUZIONE La ragazza Il braccio era vicino al telefono. Forse la ragazza aveva cercato di chiamare qualcuno, ma poi non aveva avuto il tempo di farlo. I lunghi capelli neri scendevano sul viso e coprivano

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI: COMUNE DI LOIANO INFORMAZIONI UTILI SUI SERVIZI SOCIALI AGLI ANZIANI

CARTA DEI SERVIZI: COMUNE DI LOIANO INFORMAZIONI UTILI SUI SERVIZI SOCIALI AGLI ANZIANI ORARI DI RICEVIMENTO DEL PUBBLICO - lo Sportello Sociale, quale punto di accesso unitario ai servizi sociali e socio-assistenziali del comune, dell'ausl e di altri soggetti pubblici e privati, offrendo

Dettagli

Il Progetto Cicogna: un progetto che nell accoglienza dei piccolissimi integra pubblico, privato, comunitàe affido.

Il Progetto Cicogna: un progetto che nell accoglienza dei piccolissimi integra pubblico, privato, comunitàe affido. Torino 16 ottobre 2013 Il Progetto Cicogna: un progetto che nell accoglienza dei piccolissimi integra pubblico, privato, comunitàe affido. CENTRO ACCOGLIENZA LA RUPE Dott.ssa Piera Poli Pubblico, privato

Dettagli

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Sapevate che sia le donne single che quelle in coppia hanno gli incubi pensando alla Festa

Dettagli

News > Italia > Economia - Venerdì 24 Gennaio 2014, 16:30

News > Italia > Economia - Venerdì 24 Gennaio 2014, 16:30 Non investire fa male alla salute Erika Becchi Il settore sanitario italiano si avvia verso il pareggio di bilancio, ma con un prezzo molto caro per la comunità, che può contare sempre meno su servizi

Dettagli

Trovare il lavorochepiace

Trovare il lavorochepiace Trovare il lavorochepiace Perché a molti sembra così difficile? Perché solo pochi ci riescono? Quali sono i pezzi che perdiamo per strada, gli elementi mancanti che ci impediscono di trovare il lavorochepiace?

Dettagli

I MERCATI E LE SFIDE DELLA COMPETIZIONE Ricerca sul commercio su aree pubbliche in Emilia Romagna. Presentazione principali risultati

I MERCATI E LE SFIDE DELLA COMPETIZIONE Ricerca sul commercio su aree pubbliche in Emilia Romagna. Presentazione principali risultati I MERCATI E LE SFIDE DELLA COMPETIZIONE Ricerca sul commercio su aree pubbliche in Emilia Romagna Presentazione principali risultati Modena 12 Febbraio 2015 Metodo di analisi e obiettivi Utilizzare dati

Dettagli

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Cognome : Nome : Data : Istruzioni Non si tratta di una valutazione. Si tratta di individuare le proprie competenze

Dettagli

PROGETTI PER IL FUTURO

PROGETTI PER IL FUTURO PROGETTI PER IL FUTURO 77 LA NOSTRA ANTOLOGIA La mia vita la vivo io Oggi mi sento integrato molto bene qui perché ho perso le paure che avevo, ho cambiato molti pensieri: adesso non ho più paura di quello

Dettagli

GLI INDICATORI. 1. I dati del comune di Casal di Principe. Processo di Attivazione Agenda 21 Locale Casal di Principe

GLI INDICATORI. 1. I dati del comune di Casal di Principe. Processo di Attivazione Agenda 21 Locale Casal di Principe GLI INDICATORI 1. I dati del comune di Casal di Principe Il comune di Casal di Principe ha prodotto i dati necessari per l elaborazione dei seguenti Indicatori Comuni Europei: 1, 3, 4 e 6, per i quali

Dettagli

Il Potere delle Affermazioni

Il Potere delle Affermazioni Louise L. Hay Il Potere delle Affermazioni Ebook Traduzione: Katia Prando Copertina e Impaginazione: Matteo Venturi 2 È così bello essere qui. Sono venuta in Italia, a Roma, tante volte, ma ogni volta

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

Lista degli atti linguistici più frequenti nel settore del turismo

Lista degli atti linguistici più frequenti nel settore del turismo SLEST (European Linguistic Standard for Professionals in Tourism) 2.0 1 : Project No: 2013-1-ES1-LEO05-66445 Lista degli atti linguistici più frequenti nel settore del turismo CONTENUTO 1.) all'albergo

Dettagli

Per ricordare meglio le parole nuove, scrivile e contemporaneamente leggile ad alta voce.

Per ricordare meglio le parole nuove, scrivile e contemporaneamente leggile ad alta voce. Consiglio Per ricordare meglio le parole nuove, scrivile e contemporaneamente leggile ad alta voce. La mia famiglia Federico ci presenta la sua famiglia. Guarda il disegno e completa con i nomi della famiglia.

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

Questionario COMPASS*

Questionario COMPASS* Questionario COMPS* Istruzioni Il presente questionario viene utilizzato per addestrarsi a discriminare fra le varie modalità di reazione a situazioni sociali specifiche in casa e fuori. Consta di 30 casi

Dettagli

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: Ciao Renata.

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA DI CASALGRASSO

SCUOLA DELL INFANZIA DI CASALGRASSO ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORETTA DI CASALGRASSO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 MAMME E PAPÀ, questa è la prima SCUOLA che incontrate da genitori e sarà un esperienza nuova, per voi e per i vostri bambini. NON

Dettagli

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008 nno 2008 dolescenti Prova di Comprensione della Lettura CELI 1 dolescenti 2008 PRTE PROV DI COMPRENSIONE DELL LETTUR.1 Leggere i messaggi da 1 a 4. Guardare le illustrazioni sotto i messaggi. Solo una

Dettagli

della Scuola. Prot. del Via.. 20010VITTUONE Al Dirigente Scolastico di 20010 Vittuone

della Scuola. Prot. del Via.. 20010VITTUONE Al Dirigente Scolastico di 20010 Vittuone Ufficio, esecutore Ufficio Educazione Ai genitori degli Alunni Ns. riferimento e data della Scuola. Prot. del Via.. 20010VITTUONE P.C. Al Dirigente Scolastico di 20010 Vittuone PROGETTI: Andiamo a scuola

Dettagli

apre lavora parti parla chiude prende torno vive

apre lavora parti parla chiude prende torno vive 1. Completa con la desinenza della 1 a (io) e della 2 a (tu) persona singolare dei verbi. 1. - Cosa guard...? - Guardo un film di Fellini. 2. - Dove abiti? - Abit... a Milano. 3. - Cosa ascolt...? - Ascolto

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

guida al programma au pair qualche consiglio pratico per un soggiorno felice e senza problemi

guida al programma au pair qualche consiglio pratico per un soggiorno felice e senza problemi guida al programma au pair qualche consiglio pratico per un soggiorno felice e senza problemi che cosa significa essere au pair? Il programma au pair permette alle ragazze di 18-26 anni di vivere presso

Dettagli

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA CONVERSAZIONE CLINICA Classe VA 1) Che cosa ti fa venire in mente la parola ''volontariato''? -Una persona che aiuta qualcuno in difficoltà. (Vittoria) -Una persona che si offre per aiutare e stare con

Dettagli

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani,

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani, CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO Cari castellani, è la prima occasione utile per sentirci con un po' più di calma dopo queste due settimane, a parte qualche post su Facebook che ha tentato di dar conto

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A2 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO SCUOLA CALCIO

PROGRAMMA FORMATIVO SCUOLA CALCIO PROGRAMMA FORMATIVO SCUOLA CALCIO COSA E L insieme di attività avviate dall allenatore per formare il ragazzo, attraverso lo sport, ai valori umani e cristiani PARTI COINVOLTE - ALLENATORE RESP. ANNATA

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

NONA LEZIONE L AUTOSTOP

NONA LEZIONE L AUTOSTOP NONA LEZIONE L AUTOSTOP NONA LEZIONE 96 L autostop Scendi pure tu dalla macchina? Devo spingere anch io? Sì, se vuoi. Ma scusa, quanto è distante il distributore di benzina? Non lo so qualche chilometro.

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Sperimentazione tratta dalla tesi di Gaia Olivero dal titolo:

Sperimentazione tratta dalla tesi di Gaia Olivero dal titolo: Sperimentazione tratta dalla tesi di Gaia Olivero dal titolo: ACCESSO AI CODICI MATEMATICI NELLA SCUOLA DELL INFANZIA ATTRAVERSO UNA DIDATTICA INCLUSIVA CENTRATA SUCAMPI DI ESPERIENZA E GIOCO. Anno accademico

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO

MILENA GABANELLI IN STUDIO COME VA A FINIRE? Contanti saluti al nero aggiornamento del 15/4/2012 Di Stefania Rimini MILENA GABANELLI IN STUDIO Il 15 aprile scorso abbiamo proposto di ridurre drasticamente l uso del contante. Perché

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

tutto tranne l amore giuseppe di costanzo ad est dell equatore

tutto tranne l amore giuseppe di costanzo ad est dell equatore tutto tranne l amore giuseppe di costanzo ad est dell equatore 2013 ad est dell equatore vico orto, 2 80040 pollena trocchia (na) www.adestdellequatore.com info@adestdellequatore.com [uno] Milano. Un ufficio

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΔΙΕΤΘΤΝΗ ΑΝΩΣΕΡΗ ΚΑΙ ΑΝΩΣΑΣΗ ΕΚΠΑΙΔΕΤΗ ΤΠΗΡΕΙΑ ΕΞΕΣΑΕΩΝ ΠΑΓΚΤΠΡΙΕ ΕΞΕΣΑΕΙ 2012. 11:00π.μ. 14:15π.μ.

ΤΠΟΤΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΔΙΕΤΘΤΝΗ ΑΝΩΣΕΡΗ ΚΑΙ ΑΝΩΣΑΣΗ ΕΚΠΑΙΔΕΤΗ ΤΠΗΡΕΙΑ ΕΞΕΣΑΕΩΝ ΠΑΓΚΤΠΡΙΕ ΕΞΕΣΑΕΙ 2012. 11:00π.μ. 14:15π.μ. Μάθημα: ΙΣΑΛΙΚΑ ΤΠΟΤΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΔΙΕΤΘΤΝΗ ΑΝΩΣΕΡΗ ΚΑΙ ΑΝΩΣΑΣΗ ΕΚΠΑΙΔΕΤΗ ΤΠΗΡΕΙΑ ΕΞΕΣΑΕΩΝ ΠΑΓΚΤΠΡΙΕ ΕΞΕΣΑΕΙ 2012 Ημεπομηνία και ώπα εξέτασηρ : Δεςτέπα, 21 Μαϊος 2012 11:00π.μ. 14:15π.μ. ΣΟ

Dettagli

Motocicletta. Il bello della strada, il piacere della sicurezza. upi Ufficio prevenzione infortuni

Motocicletta. Il bello della strada, il piacere della sicurezza. upi Ufficio prevenzione infortuni Motocicletta Il bello della strada, il piacere della sicurezza upi Ufficio prevenzione infortuni Fai una gita in moto e senti l'aria che ti accarezza la faccia, ti godi la libertà che solo una due ruote

Dettagli

AGENDA DIGITALE: DECRETO DEL FARE

AGENDA DIGITALE: DECRETO DEL FARE AGENDA DIGITALE: DECRETO DEL FARE di Emanuele Bellano CONFERENZA STAMPA PALAZZO CHIGI 15/06/2013 ENRICO LETTA PRESIDENTE DEL CONSIGLIO Buonasera, questo decreto rilancia l'agenda Digitale. È un intervento

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma. La nostra città mi piace molto, ma negli ultimi

Dettagli

SOMMARIO: Questo documento è di proprietà dell International Beach Hotel che se ne riserva tutti i diritti di legge

SOMMARIO: Questo documento è di proprietà dell International Beach Hotel che se ne riserva tutti i diritti di legge CARTA DEI SERVIZI SOMMARIO: 1. La Carta dei Servizi Turistici e della Ricettività...2 2. Impegno della Direzione... 2 3. Accoglienza...2 4. Modalità di prenotazione...4 5. La privacy e la sicurezza informatica...

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi. In quale luogo puoi ascoltare i dialoghi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. DEVI SCRIVERE LE TUE

Dettagli

TEST I (Unità 1, 2 e 3)

TEST I (Unità 1, 2 e 3) TEST I (Unità 1, 2 e 3) 1) Indica la frase che non ha lo stesso significato delle altre. (1) a) Compro una macchina per l espresso, perché voglio il caffè come quello del bar. b) Compro una macchina per

Dettagli