LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10. RELAZIONE TECNICA Deliberazione della Giunta Regionale n.1362 del 20 Settembre 2010, ALLEGATO 4

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10. RELAZIONE TECNICA Deliberazione della Giunta Regionale n.1362 del 20 Settembre 2010, ALLEGATO 4"

Transcript

1

2 LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA Deliberazione della Giunta Regionale n.1362 del 20 Settembre 2010, ALLEGATO 4 COMMITTENTE : Istituto Zooprofilattico sperimentale della Lombardia e dell Emilia Romagna EDIFICIO : Nuova sede dell Istituto Zooprofilattico sperimentale - Sezione di Forlì INDIRIZZO : via Don E.Servadei COMUNE : FORLI INTERVENTO : Edifici di nuova costruzione (Allegato 2 c.1) - Deliberazione della Giunta Regionale n.1362 del 20/09/10, ALLEGATO 4 20/12/2010 Politecnica Ingegneria e Architettura Soc. Coop.

3 LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ART. 28 DELLA LEGGE N. 10 ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO DEGLI EDIFICI Deliberazione della Giunta Regionale Emilia Romagna n.1362 del 20/09/10- ALLEGATO 4 1. INFORMAZIONI GENERALI Comune di FORLI Provincia FC Progetto per la realizzazione di (specificare il tipo di opere) Nuova sede dell Istituto Zooprofilattico sperimentale - Sezione di Forlì Sito in (specificare l'ubicazione o, in alternativa indicare che è da edificare nel terreno di cui si riportano gli estremi del censimento al Nuovo Catasto Territoriale) via Don E.Servadei Concessione edilizia n. del Classificazione dell'edificio (o del complesso di edifici) in base alla categoria di cui all'articolo 3 del decreto del Presidente della Repubblica 26 agosto 1993, n. 412; per edifici costituiti da parti appartenenti a categorie differenti, specificare le diverse categorie. E.2 Numero delle unità abitative 1 Committenti Progettisti dell isolamento termico Progettisti degli impianti termici Direttori lavori dell isolamento termico Direttori lavori degli impianti termici Istituto Zooprofilattico sperimentale della Lombardia e dell Emilia Romagna via Bianchi 7/ Brescia Balestrazzi Marco Albo: Ingegneri Pr: Modena N.Iscr.: 2752 Balestrazzi Marco Albo: Ingegneri Pr: Modena N.Iscr.: 2752 Balestrazzi Marco Albo: Ingegneri Pr: Modena N.Iscr.: 2752 Balestrazzi Marco Albo: Ingegneri Pr: Modena N.Iscr.: 2752 pag. 2

4 L'edificio (o il complesso di edifici) rientra tra quelli di proprietà pubblica o adibiti ad uso pubblico ai fini dell'articolo 5, comma 15, del decreto del Presidente della Repubblica 26 agosto 1993, n. 412 (utilizzo delle fonti rinnovabili di energia) e dell articolo 5, comma 4, lettera c) della L.R. n. 26/04. X Sì No 2. FATTORI TIPOLOGICI DELL EDIFICIO (O DEL COMPLESSO DI EDIFICI) Gli elementi tipologici forniti, al solo scopo di supportare la presente relazione tecnica, sono i seguenti: Piante di ciascun piano degli edifici con orientamento e indicazione d'uso prevalente dei singoli locali Prospetti e sezioni degli edifici con evidenziazione dei sistemi di protezione solare Elaborati grafici relativi ad eventuali sistemi solari passivi specificatamente progettati per favorire lo sfruttamento degli apporti solari 3. PARAMETRI CLIMATICI DELLA LOCALITA' Gradi giorno (della zona d'insediamento, determinati in base al DPR 412/93) 2087 GG Temperatura minima di progetto (dell'aria esterna secondo le vigenti norme tecniche di settore) -5 C Temperatura massima estiva di progetto (dell'aria esterna secondo norma UNI e successivi aggiornamenti) 32 C Umidità relativa dell aria di progetto per la climatizzazione estiva (secondo norma UNI e successivi aggiornamenti) 50 % Irradianza solare massima estiva su superficie orizzontale (secondo norma UNI e successivi aggiornamenti): valore medio giornaliero 307,9 W/m 2 4. DATI TECNICI E COSTRUTTIVI DELL EDIFICIO (O DEL COMPLESSO DI EDIFICI) E DELLE RELATIVE STRUTTURE Volume degli ambienti climatizzati al lordo delle strutture che li delimitano (V) 18687,3 m³ Superficie esterna che delimita il volume (S) 8664,8 m² Rapporto S/V 0,46 1/m Superficie utile dell edificio 3167,4 m² Valore di progetto della temperatura interna per la climatizzazione invernale o il riscaldamento 20 C Valore di progetto dell'umidità relativa interna interna per la climatizzazione invernale 65 % Valore di progetto della temperatura interna per climatizzazione estiva o raffrescamento (*) 26 C pag. 3

5 Valore di progetto dell'umidità relativa interna per la climatizzazione estiva (*) 50 % (*) Se applicabile pag. 4

6 5. DATI RELATIVI AGLI IMPIANTI 5.1 Impianti termici a) Descrizione impianto Tipologia Impianto termico centralizzato destinato al riscaldamento ed al condizionamento degli ambienti ed alla produzione di acqua calda sanitaria. Sistemi di generazione Generatori di calore a gas metano a condensazione modulanti a temperatura scorrevole per la produzione di acqua calda destinata ai terminali di erogazione Sistemi di termoregolazione Sistema di regolazione per gestione dei generatori di calore e della produzione ACS; loop di controllo sulla base dei dati prelevati dalle sonde in campo. Controllo della temperatura di caldaia in base alla temperatura esterna. Sistemi di contabilizzazione dell'energia termica Predisposizione per inserimento di contacalorie su tutti i circuiti in partenza dai collettori di centrale termica Sistemi di distribuzione del vettore termico Reti di tubazioni in acciaio nero SS UNI coibentati con guaina in elastomero a celle chiuse con conducibilità inferiore a W/mK; rivestimento in pvc o lamierino di alluminio per i tratti in esterno e a vista. Sistemi di ventilazione forzata: tipologie L impianto di ventilazione meccanica sarà suddiviso nelle seguenti zone: - zona UFFICI IZSLER (n 1 UTA) - zona LABORATORI IZSLER (n 1 UTA) - zona STABULARI IZSLER (n 5 UTA) - zona AUDITORIUM (n 1 UTA) - zona UFFICI ENTI TERZI (n 1 UTA) Sistemi di accumulo termico: tipologie Non sono previsti serbatoi di accumulo del fluido termovettore Sistemi di produzione e di distribuzione dell'acqua calda sanitaria La produzione di acqua calda sanitaria sarà centralizzata a servizio dell intero edificio e sarà realizzata mediante bollitore a doppio scambiatore a serpentino per l integrazione da fonti rinnovabili (solare termico). Lo scambiatore superiore sarà alimentato da un circuito primario dedicato con partenza dal collettore di centrale. La distribuzione dell acqua sanitaria sarà realizzata in acciaio zincato SS UNI coibentato per i tratti in centrale, mentre la distribuzione ai piani sarà realizzata in multistrato precoibentato. Durezza dell'acqua di alimentazione dei generatori di calore per potenza installata a 350 kw 15 Gradi Francesi pag. 5

7 b) Specifiche dei generatori di energia GENERATORE 1 Quantità 1 Uso Riscald.+ACS Marca - Mod. generatore GENERATORE DI CALORE PER RISCALDAMENTO AMBIENTI Potenza termica utile nominale Pn 295,76 kw Fluido termovettore Acqua Marca - Mod. bruciatore Potenza elettrica bruciatore Pbr 520 W Combustibile Metano Rendimento termico utile (*) 100% Pn 30% Pn Valore di progetto (%) 108,00 109,00 (dichiarato dal costruttore del generatore) Valore minimo (%) (prescritto dal regolamento) 93,47 99,47 Verifica (positiva-negativa) Positiva Positiva (*) Nel caso di generatori ad aria calda indicare il rendimento di combustione per il solo 100% Pn. Nel caso di pompe di calore i rendimenti utili al 100%Pn ed al 30%Pn non sono richiesti. c) Specifiche relative ai sistemi di regolazione dell'impianto termico Tipo di conduzione prevista X continua con attenuazione notturna intermittente Altro Sistema di telegestione dell'impianto termico, se esistente (descrizione sintetica delle funzioni) Non presente Sistema di regolazione climatica in centrale termica (solo per impianti centralizzati) Centralina climatica Marca - modello La gestione della compensazione climatica con i relativi loop sarà implementata nel software di gestione dei generatori di calore Descrizione sintetica delle funzioni Centralina climatica che regola la temperatura di mandata in funzione della temperatura esterna. Numero dei livelli di programmazione della temperatura nelle 24 ore 2 Organi di attuazione Marca - modello Centralina di controllo a bordo del generatore di calore per la gestione della temperatura scorrevole Descrizione sintetica delle funzioni Organi di attuazione ad azione diretta sul bruciatore con regolazione della temperatura di mandata. pag. 6

8 Dispositivi per la regolazione automatica della temperatura ambiente nei singoli locali o nelle singole zone, ciascuna avente caratteristiche di uso ed esposizioni uniformi (descrizione sintetica dei dispositivi) Valvole elettrotermiche comandate da termostati di zona. Numero di apparecchi 100 Dotazione di sistemi BACS (se presenti) Regolatore centralizzato per il controllo in cascata ed in modulazione dei generatori di calore. Regolatori dedicati per ogni circuito miscelato. Elettropompe a numero di giri variabile su tutti i circuiti. d) Dispositivi per la contabilizzazione del calore nelle singole unità immobiliari (solo per impianti centralizzati) Uso climatizzazione Numero di apparecchi Predisposizione per inserimento di contatori di calore per ogni circuito Uso acqua calda sanitaria Numero di apparecchi Predisposizione per inserimento di contatori per le reti di distribuzione acqua calda sanitaria, acqua fredda sanitaria, ricircolo acqua calda sanitaria ed acqua addolcita e) Terminali di erogazione dell'energia termica Numero di apparecchi 100 Tipo ventilconvettori con batteria ad acqua, valvola di regolazione a due vie, ventilatore centrifugo. f) Condotti di evacuazione dei prodotti della combustione Il dimensionamento è stato eseguito secondo UNI 9615 Allegato CANALE DA FUMO CAMINO N. Combustibile Pot Pn (kw) Materiale e forma 3 Metano 150 Acciaio INOX / Circolare Ø o lato (mm) Lung. (m) Alt. (m) Materiale e forma Acciaio INOX / Circolare Ø o lato (mm) Alt. (m) g) Sistemi di trattamento dell'acqua (tipo di trattamento) Trattamento dell acqua conforme alla UNI 8065, mediante trattamento misto impiantistico (addolcimento) e condizionamento, di composizione compatibile con la legislazione sulle acque di pag. 7

9 scarico. h) Specifiche dell isolamento termico della rete di distribuzione Tipologia Polietilene espanso a celle chiuse Conduttività termica 0,04 W/mK Spessore 0 mm i) Specifiche della pompa di circolazione Pompe PUNTO DI LAVORO N. Circuito Marca - Modello - Velocità G (kg/h) ΔP (dapa) Potenza (kw) 1 Batteria UTA - STABULARI Batterie UTA IZSLER Ventilconvettori IZSLER Ventilconvettori terzi enti Batterie UTA terzi enti pag. 8

10 6. PRINCIPALI RISULTATI DEI CALCOLI DELL EDIFICIO (Nuova sede dell Istituto Zooprofilattico sperimentale - Sezione di Forlì) 6.1 Involucro edilizio e ricambi d aria Caratteristiche termiche dei componenti opachi dell involucro edilizio Cod. Descrizione Trasmittanza W/m 2 K Valore limite W/m 2 K Verifica M1 RE2+ME2 0,216 NR* NR* M10 Pannello lucernai 0,372 NR* NR* M12 RE3+RE2+ME2 0,211 NR* NR* M3 RE1+CLS+MI4 0,189 NR* NR* M4 RE2+CLS+MI4 0,187 NR* NR* M5 Muro interno - MI01 0,211 NR* NR* M6 Muro interno - MI02 0,454 NR* NR* M7 RE1+ME2 0,218 NR* NR* M8 RE2+CLS 0,268 NR* NR* M9 RE1+CLS 0,271 NR* NR* P1 Pavimento verso interrato - PI01 0,276 NR* NR* P2 Pavimento verso esterno - PE01 0,246 NR* NR* P3 Pavimento su terreno - PE02 0,327 NR* NR* S1 Copertura - SE01 0,262 NR* NR* S2 Pannello copertura Shed 0,376 NR* NR* S3 Copertura - SE02 0,232 NR* NR* (*) Verifica non richiesta ai sensi della DGR 1362/10 NOTA. Viene riportato il valore di trasmittanza termica media, comprensiva del contributo di ponti termici e di strutture oggetto di riduzione di spessore, come richiesto dalla DGR 156/08 e s.m.i.. Caratteristiche di massa superficiale MS e di trasmittanza termica periodica YIE dei componenti opachi Cod. Descrizione MS kg/m² Valore limite kg/m 2 YIE W/m 2 K Valore limite W/m 2 K Verifica M1 RE2+ME ,000 0,120 Positiva M2 Muro esterno - ME02 - sopra infissi ,119 0,120 Positiva M3 RE1+CLS+MI ,004 0,120 Positiva M4 RE2+CLS+MI ,004 0,120 Positiva M5 Muro interno - MI , M6 Muro interno - MI , pag. 9

11 M7 RE1+ME ,000 0,120 Positiva M8 RE2+CLS ,024 0,120 Positiva M9 RE1+CLS ,024 0,120 Positiva M10 Pannello lucernai ,367 0,120 - M11 Muro Interno MI03 - Celle Frigo 24-0, M12 RE3+RE2+ME ,000 0,120 Positiva P1 Pavimento verso interrato - PI , P2 Pavimento verso esterno - PE , P3 Pavimento su terreno - PE , S1 Copertura - SE ,016 0,200 Positiva S2 Pannello copertura Shed 51-0, S3 Copertura - SE ,004 0,200 Positiva Caratteristiche termiche delle chiusure trasparenti comprensive degli infissi Cod. Descrizione Trasmittanza W/m 2 K Valore limite W/m 2 K Verifica F10 EST_1-60x350 1,700 NR* NR* F11 EST_1-100x350 1,700 NR* NR* F12 EST_1-160x250 1,700 NR* NR* F17 EST_1-60x250 1,700 NR* NR* F18 EST_1-100x180 1,700 NR* NR* F19 EST_1-100x50 1,700 NR* NR* F20 EST_1-60x50 1,700 NR* NR* F21 I1S - 160x350 1,580 NR* NR* F22 EST_1-60x100 1,700 NR* NR* F23 EST_1-100x100 1,700 NR* NR* F24 I2FC - 430x395 1,410 NR* NR* F25 I2FC - 665x395 1,400 NR* NR* F27 EST_1-120x250 1,700 NR* NR* F28 EST_1-60x150 1,700 NR* NR* F29 EST_1-100x150 1,700 NR* NR* F3 EST_1-160x180 1,710 NR* NR* F30 EST_1-160x150 1,800 NR* NR* F31 I1S - 120x350 1,640 NR* NR* F32 SHED - 200x80 1,950 NR* NR* pag. 10

12 F33 EST_3 - MODULO FC 1,940 NR* NR* F34 EST_4 - MODULO FC 1,940 NR* NR* F35 EST_7 - CUPOLINI 2,000 NR* NR* F4 EST_1-60x180 1,710 NR* NR* F6 EST_1-100x250 1,700 NR* NR* F8 I1S - 100x190 1,700 NR* NR* F9 EST_1-160x50 1,700 NR* NR* (*) Verifica non richiesta ai sensi della DGR 1362/10 Caratteristiche termiche centrali dei vetri Cod. Descrizione Trasmittanza W/m 2 K Valore limite W/m 2 K Verifica F10 EST_1-60x350 1,160 NR* NR* F11 EST_1-100x350 1,160 NR* NR* F12 EST_1-160x250 1,160 NR* NR* F17 EST_1-60x250 1,160 NR* NR* F18 EST_1-100x180 1,160 NR* NR* F19 EST_1-100x50 1,160 NR* NR* F20 EST_1-60x50 1,160 NR* NR* F21 I1S - 160x350 1,400 NR* NR* F22 EST_1-60x100 1,160 NR* NR* F23 EST_1-100x100 1,160 NR* NR* F24 I2FC - 430x395 1,100 NR* NR* F25 I2FC - 665x395 1,100 NR* NR* F27 EST_1-120x250 1,160 NR* NR* F28 EST_1-60x150 1,160 NR* NR* F29 EST_1-100x150 1,160 NR* NR* F3 EST_1-160x180 1,160 NR* NR* F30 EST_1-160x150 1,160 NR* NR* F31 I1S - 120x350 1,400 NR* NR* F32 SHED - 200x80 1,520 NR* NR* F33 EST_3 - MODULO FC 1,660 NR* NR* F34 EST_4 - MODULO FC 1,660 NR* NR* F35 EST_7 - CUPOLINI 2,350 NR* NR* F4 EST_1-60x180 1,160 NR* NR* F6 EST_1-100x250 1,160 NR* NR* pag. 11

13 F8 I1S - 100x190 1,160 NR* NR* F9 EST_1-160x50 1,160 NR* NR* (*) Verifica non richiesta ai sensi della DGR 1362/10 Attenuazione dei ponti termici (provvedimenti e calcoli) L isolamento dell edificio è di tipo a cappotto esterno. La correzione dei ponti termici è stata ottenuta garantendo la continuità dell isolamento in corrispondenza di solai intermedi, pavimenti e coperture; in corrispondenza degli infissi, il materiale isolante arriva a contatto col telaio. Le pareti divisorie interne non costituiscono ponte termico in quanto l isolante è posto all esterno rispetto alle pareti perimetrali. Indice di prestazione energetica dell involucro edilizio per il raffrescamento (Ep e,inv ) Valore di progetto 6,49 kwh/(m³anno) Valore limite 10,00 kwh/(m³anno) Verifica (positiva/negativa) Positiva 6.2 Serramenti esterni e schermaure Classe di permeabilità all'aria dei serramenti esterni Valutazione dell efficacia dei sistemi schermanti delle superfici vetrate Le superfici vetrate rivolte a sud-est, sud e sud-ovest sono state dotate di elementi schermanti esterni che garantiscono un ombreggiamento superiore al 50%, con riferimento al 25 luglio alle ore 13:00 e 15:00. Gli elementi vetrati sono inoltre caratterizzati da un fattore solare g inferiore a 0.6 Caratteristiche del fattore solare (g) del vetro dei componenti finestrati dell involucro edilizio Fattore solare g <0.6 per gli infissi rivolti a sud-est,sud,sud-ovest Confronto e verifica con i valori limite riportati dalla DAL 156/08 e s.m.i. (se applicabile) 6.3 Controllo della condensazione Verifica Cod. Descrizione igrometrica M1 RE2+ME2 Positiva M3 RE1+CLS+MI4 Positiva M4 RE2+CLS+MI4 Positiva M5 Muro interno - MI01 Positiva M6 Muro interno - MI02 Positiva M7 RE1+ME2 Positiva M8 RE2+CLS Positiva M9 RE1+CLS Positiva M10 Pannello lucernai Positiva pag. 12

14 M11 Muro Interno MI03 - Celle Frigo Positiva M12 RE3+RE2+ME2 Positiva P1 Pavimento verso interrato - PI01 Positiva P2 Pavimento verso esterno - PE01 Positiva P3 Pavimento su terreno - PE02 Positiva S1 Copertura - SE01 Positiva S2 Pannello copertura Shed Positiva S3 Copertura - SE02 Positiva 6.4 Ventilazione Numeri di ricambi d'aria (media nelle 24 ore) N. Zona Valore di progetto UNI (h -1 ) Valore minimo imposto da norme (h -1 ) UFFICI IZSLER (funzionamento 10 ore al giorno) LABORATORI IZSLER (funzionamento 10 ore al giorno) STABULARI IZSLER (funzionamento 24 ore al giorno) SALA CONFERENZE (funzionamento 10 ore al giorno) LABORATORI ENTI TERZI (funzionamento 10 ore al giorno) Portata d'aria di ricambio N. Per ventilazione meccanica controllata G (m³/h) Attraverso apparecchi di recupero (m³/h) Rendimento (%) Verifica dell impianto termico Valori dei rendimenti medi stagionali di progetto Rendimento di regolazione 99,5 % Rendimento di distribuzione 97,5 % Rendimento di emissione 95 % Rendimento di produzione 109,1 % Rendimento globale medio stagionale di progetto 91,6 % Rendimento globale medio stagionale minimo imposto dal regolamento NR* % Verifica (positiva/negativa) NR* (*) Verifica non richiesta ai sensi della DGR 1362/10 pag. 13

15 6.6 Indici di prestazione energetica Indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale Metodo di calcolo adottato (indicazione obbligatoria) UNI TS , UNI TS e norme correlate Rapporto S/V 0,46 1/m Valore di progetto 12,89 kwh/(m³anno) Valore limite 12,94 kwh/(m³anno) Verifica (positiva/negativa) Positiva Fabbisogno di combustibile 22940,0 Nm³ Metano Fabbisogno di energia elettrica da rete 11356,9 kwhe Fabbisogno di energia elettrica da produzione locale kwhe Indice di prestazione energetica normalizzato per la climatizzazione invernale Valore di progetto (trasformazione del corrispondente dato calcolato al punto c) 20,76 kj/(m 3 GG) Indice di prestazione energetica per la produzione di acqua calda Valore di progetto Valore limite Verifica 0,17 0,2 Positiva kwh/(m³anno) Fabbisogno di combustibile 297,7 Nm³ Metano 6.7 Impianti e sistemi per la produzione di energia da fonti rinnovabili e altri sistemi di generazione Impianti a fonti rinnovabili per la produzione di acqua calda sanitaria Descrizione, caratteristiche tecniche e schemi funzionali Impianto solare termico costituito da n 6 pannelli solari termici piani, gruppo di regolazione e pompaggio con sonde in campo, tubazioni di interconnessione in rame preisolato Energia termica utile per la produzione di ACS prodotta mediante FER 6171,94 kwh/anno Fabbisogno di energia annuo per la produzione di ACS 9190,00 kwh/anno Percentuale di copertura del fabbisogno annuo 67,2 % pag. 14

16 Impianti a fonti rinnovabili per la produzione di energia elettrica Descrizione, caratteristiche tecniche e schemi funzionali Impianto solare fotovoltaico costituito da n 150 pannelli solari in silicio policristallino, inverter e quadristica di interconnessione Potenza elettrica da FER installata (se applicabile) 30 kw Energia elettrica prodotta mediante fonti rinnovabili 33251,38 kwh/anno Fabbisogno di energia elettrica dell edificio 11356,9 kwh/anno pag. 15

17 9. DOCUMENTAZIONE ALLEGATA (elenco indicativo) N. piante di ciascun piano degli edifici con orientamento e indicazione d'uso prevalente dei singoli locali. Rif.: Vedi elaborati grafici di progetto definitivo N. prospetti e sezioni degli edifici con evidenziazione di eventuali sistemi di protezione solare (completi di documentazione relativa alla marcatura CE). Rif.: Vedi elaborati grafici di progetto definitivo N. Elaborati grafici inerenti l uso di maschere di ombreggiamento per il controllo progettuale dei sistemi di schermatura e/o ombreggiamento Rif.: Vedi elaborati grafici di progetto definitivo N. elaborati grafici relativi ad eventuali sistemi solari passivi specificatamente progettati per favorire lo sfruttamento degli apporti solari. Rif.: Vedi elaborati grafici di progetto definitivo N. 1 schemi funzionali degli impianti contenenti gli elementi di cui all'analoga voce del paragrafo Dati relativi agli impianti. Rif.: Vedi elaborati di progetto definitivo N. tabelle con indicazione delle caratteristiche termiche, termoigrometriche e massa efficace dei componenti opachi dell'involucro edilizio. Rif.: Vedi allegato 1 N. tabelle con indicazione delle caratteristiche termiche dei componenti finestrati dell'involucro edilizio e loro permeabilità all aria compreso le caratteristiche di trasmettere calore verso gli ambienti interni (fattore solare). Rif.: Vedi allegato 2 pag. 16

18 I calcoli e le documentazioni che seguono sono disponibili ai fini di eventuali verifiche da parte dell'ente di controllo presso i progettisti. X documentazione relativa al rendimento utile dei generatori di calore X calcolo delle potenze di progetto dei locali X calcolo di Ht, Hv, Hg, Ha, Hu X calcolo di Ql (perdite), Qs (apporti solari), Qi (apporti interni): mensili X calcolo di Qh (energia utile), mensile - stagionale secondo UNI/TS X calcolo dei rendimenti: emissione, regolazione, distribuzione, produzione X calcolo di Q (energia primaria), mensile - stagionale secondo UNI/TS X calcolo del fabbisogno annuo di energia primaria di progetto X calcolo del fabbisogno di energia primaria limite pag. 17

19 10. DICHIARAZIONE DI RISPONDENZA Il sottoscritto Marco Balestrazzi NOME COGNOME iscritto a Ingegneri Modena 2752 ALBO - ORDINE O COLLEGIO DI APPARTENENZA PROV. N. ISCRIZIONE Il sottoscritto Marco Balestrazzi NOME COGNOME iscritto a Ingegneri Modena 2752 ALBO - ORDINE O COLLEGIO DI APPARTENENZA PROV. N. ISCRIZIONE essendo a conoscenza delle sanzioni previste dalla normativa nazionale e regionale dichiara sotto la propria personale responsabilità che: a) il progetto relativo alle opere di cui sopra è rispondente alle prescrizioni contenute D.Lgs 192/05 come emendato dal D.Lgs n. 311/06 e nel provvedimento Regionale n. 156 del 04/03/2008 e s.m.i.; b) i dati e le informazioni contenuti nella relazione tecnica sono conformi a quanto contenuto o desumibile dagli elaborati progettuali. Il progettista TIMBRO FIRMA Il progettista TIMBRO FIRMA pag. 18

20 NOTE : Come richiesto dalla DGR 156/2008 della Regione Emilia Romagna, saranno realizzate le opere necessarie alla predisposizione per il collegamento a reti di teleriscaldamanento. pag. 19

21 Allegato 1 STRATIGRAFIE STRUTTURE OPACHE DISPERDENTI pag. 20

22 Mod.1 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL INVOLUCRO EDILIZIO. secondo UNI TS UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: RE2+ME2 Codice struttura M1 N. DESCRIZIONE STRATO (dall interno verso l esterno) s [mm] λ C ρ δ a x δ u x R [W/mK] [W/m²K] [kg/m³] [kg/mspa] [kg/mspa] [m²k/w] 1 Intonaco di calce e gesso 10 0,700 70, ,182 18,182 0,014 2 POROTON - P ,230 0, ,000 20,000 1,304 3 Fibre minerali feldspatiche - Pannello rigido 120 0,038 0, , ,000 3,158 4 Aria fortemente ventilata Lastra in Fibrocemento 2 0, Spessore totale [mm] 560 Conduttanza unitaria Resistenza unitaria superficiale interna 7,692 superficiale interna 0,130 Massa superficiale [kg/m²] 287 Conduttanza unitaria Resistenza unitaria superficiale esterna 7,692 superficiale esterna 0,130 Trasmittanza periodica [W/m²K] 0,000 TRASMITTANZA RESISTENZA TERMICA TOTALE [W/m²K] 0,211 TOTALE [m²k/w] 4,739 VERIFICA TERMOIGROMETRICA Condizioni al contorno CONDIZIONE Ti [ C] Pi [Pa] Te [ C] Pe [Pa] Invernale (gennaio) 20, ,0 638 Estiva (luglio) 25, , La struttura non è soggetta a fenomeni di condensa interstiziale. La differenza minima di pressione tra quella di saturazione e quella reale è pari a 167 [Pa] La struttura è soggetta a fenomeni di condensa interstiziale. La quantità stagionale di condensato è pari a [g/m²] Tale quantità può rievaporare durante la stagione estiva. La struttura non è soggetta a fenomeni di condensa superficiale. La differenza minima di pressione tra quella di saturazione e quella reale è pari a 697 [Pa] Simbologia s Spessore dello strato δ a Permeabilità al vapore nell intervallo 0-50% Ti Temperatura interna λ Conduttività δ u Permeabilità al vapore nell intervallo 50-95% Te Temperatura esterna C Conduttanza R Resistenza termica dello strato Pi Pressione parziale interna ρ Massa volumica Pe Pressione parziale esterna pag. 21

23 Mod.2 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: RE2+ME2 Codice struttura M1 Calcolo per POTENZA ENERGIA Vento m/s 4,600 2,300 Resistenza superficiale interna m²k/w 0,130 0,130 Resistenza superficiale esterna m²k/w 0,130 0,130 Maggiorazione isolante / non isolante % 100% / 100% 100% / 100% N. Descrizione ρ [kg/m³] μ m [%] s [mm] λ R λ [W/mK] [m²k/w] [W/mK] R [m²k/w] 1 Intonaco di calce e gesso ,700 0,014 0,700 0,014 2 POROTON - P ,230 1,304 0,230 1,304 3 Fibre minerali feldspatiche - Pannello rigido ,038 3,158 0,038 3,158 4 Aria fortemente ventilata Lastra in Fibrocemento ,385-0,385 - Spessore totale 560 mm R m²k/w 4,737 4,737 Massa superficiale 287 kg/m² U W/m²K 0,211 0,211 CARATTERISTICHE TERMICHE DINAMICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI 6946 Trasmittanza periodica 0,000 W/m²K Fattore di attenuazione 0,000 - Sfasamento dell onda -18,985 h pag. 22

24 Mod.3 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: RE2+ME2 Codice struttura M1 DATI TERMOIGROMETRICI secondo UNI EN ISO 13788: Temperatura interna periodo di riscaldamento: 20,0 C Temperatura esterna per calcolo potenza: -5,0 C T e UR esterne verifica termoigrometrica: Criterio per l aumento dell umidità interna: T e UR variabili, medie mensili. T fissa, media annuale C UR fissa pari a % T fissa, pari a C UR fissa pari a % Classe concentrazione del vapore: Umidità relativa interna costante: 60,0% + 5% Ricambio d aria costante e produzione di vapore nota: Ricambio d aria variabile e produzione vapore nota: RISULTATI DELLA VERIFICA TERMOIGROMETRICA secondo UNI EN ISO 13788: Permeanza: 61, kg/sm² Pa Resistenza superficiale interna/esterna: 0,250 / 0,250 m²k/w Verifica criticità di condensa superficiale: Positiva per UR sup. amm 80,0% Mese critico Gennaio f max Rsi 0,805 f Rsi 0,950 Verifica del rischio di condensa interstiziale: Positiva Verifica termoigrometrica: Nessuna condensazione pag. 23

25 Mod.1 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL INVOLUCRO EDILIZIO. secondo UNI TS UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: Muro esterno - ME02 - sopra infissi Codice struttura M2 N. DESCRIZIONE STRATO (dall interno verso l esterno) s [mm] λ C ρ δ a x δ u x R [W/mK] [W/m²K] [kg/m³] [kg/mspa] [kg/mspa] [m²k/w] 1 Intonaco di calce e gesso 10 0,700 70, ,182 18,182 0,014 2 C.l.s. di sabbia e ghiaia pareti esterne 100 1,010 10, ,000 3,333 0,099 3 Fibre minerali feldspatiche - Pannello rigido 120 0,038 0, , ,000 3,158 4 Aria debolmente ventilata (fl.orizz.) 5 0,091 18, ,055 5 Lastra in Fibrocemento 2 0, ,005 Spessore totale [mm] 237 Conduttanza unitaria Resistenza unitaria superficiale interna 7,692 superficiale interna 0,130 Massa superficiale [kg/m²] 209 Conduttanza unitaria Resistenza unitaria superficiale esterna 17,750 superficiale esterna 0,056 Trasmittanza periodica [W/m²K] 0,119 TRASMITTANZA RESISTENZA TERMICA TOTALE [W/m²K] 0,284 TOTALE [m²k/w] 3,521 VERIFICA TERMOIGROMETRICA Condizioni al contorno CONDIZIONE Ti [ C] Pi [Pa] Te [ C] Pe [Pa] Invernale (gennaio) 20, ,0 638 Estiva (luglio) 25, , La struttura non è soggetta a fenomeni di condensa interstiziale. La differenza minima di pressione tra quella di saturazione e quella reale è pari a 130 [Pa] La struttura è soggetta a fenomeni di condensa interstiziale. La quantità stagionale di condensato è pari a [g/m²] Tale quantità può rievaporare durante la stagione estiva. La struttura non è soggetta a fenomeni di condensa superficiale. La differenza minima di pressione tra quella di saturazione e quella reale è pari a 653 [Pa] Simbologia s Spessore dello strato δ a Permeabilità al vapore nell intervallo 0-50% Ti Temperatura interna λ Conduttività δ u Permeabilità al vapore nell intervallo 50-95% Te Temperatura esterna C Conduttanza R Resistenza termica dello strato Pi Pressione parziale interna ρ Massa volumica Pe Pressione parziale esterna pag. 24

26 Mod.2 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: Muro esterno - ME02 - sopra infissi Codice struttura M2 Calcolo per POTENZA ENERGIA Vento m/s 4,600 2,300 Resistenza superficiale interna m²k/w 0,130 0,130 Resistenza superficiale esterna m²k/w 0,040 0,056 Maggiorazione isolante / non isolante % 100% / 100% 100% / 100% N. Descrizione ρ [kg/m³] μ m [%] s [mm] λ R λ [W/mK] [m²k/w] [W/mK] R [m²k/w] 1 Intonaco di calce e gesso ,700 0,014 0,700 0,014 2 C.l.s. di sabbia e ghiaia pareti esterne ,010 0,099 1,010 0,099 3 Fibre minerali feldspatiche - Pannello rigido ,038 3,158 0,038 3,158 4 Aria debolmente ventilata (fl.orizz.) ,091 0,055 0,091 0,055 5 Lastra in Fibrocemento ,385 0,005 0,385 0,005 Spessore totale 237 mm R m²k/w 3,501 3,518 Massa superficiale 209 kg/m² U W/m²K 0,286 0,284 CARATTERISTICHE TERMICHE DINAMICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI 6946 Trasmittanza periodica 0,119 W/m²K Fattore di attenuazione 0,417 - Sfasamento dell onda -6,661 h pag. 25

27 Mod.3 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: Muro esterno - ME02 - sopra infissi Codice struttura M2 DATI TERMOIGROMETRICI secondo UNI EN ISO 13788: Temperatura interna periodo di riscaldamento: 20,0 C Temperatura esterna per calcolo potenza: -5,0 C T e UR esterne verifica termoigrometrica: Criterio per l aumento dell umidità interna: T e UR variabili, medie mensili. T fissa, media annuale C UR fissa pari a % T fissa, pari a C UR fissa pari a % Classe concentrazione del vapore: Umidità relativa interna costante: 60,0% + 5% Ricambio d aria costante e produzione di vapore nota: Ricambio d aria variabile e produzione vapore nota: RISULTATI DELLA VERIFICA TERMOIGROMETRICA secondo UNI EN ISO 13788: Permeanza: 19, kg/sm² Pa Resistenza superficiale interna/esterna: 0,250 / 0,040 m²k/w Verifica criticità di condensa superficiale: Positiva per UR sup. amm 80,0% Mese critico Gennaio f max Rsi 0,805 f Rsi 0,931 Verifica del rischio di condensa interstiziale: Positiva Verifica termoigrometrica: Nessuna condensazione pag. 26

28 Mod.1 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL INVOLUCRO EDILIZIO. secondo UNI TS UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: RE1+CLS+MI4 Codice struttura M3 N. DESCRIZIONE STRATO (dall interno verso l esterno) s [mm] λ C ρ δ a x δ u x R [W/mK] [W/m²K] [kg/m³] [kg/mspa] [kg/mspa] [m²k/w] 1 Cartongesso in lastre 12,5 0,250 20, ,000 50,000 0,050 2 Cartongesso in lastre 12,5 0,250 20, ,000 50,000 0,050 3 Fibre minerali feldspatiche - Pannello rigido 60 0,038 0, , ,000 1,579 4 C.l.s. di sabbia e ghiaia pareti esterne 250 1,010 4, ,000 3,333 0,248 5 Fibre minerali feldspatiche - Pannello rigido 120 0,038 0, , ,000 3,158 6 Intonaco di calce e gesso 20 0,700 35, ,182 18,182 0,029 Spessore totale [mm] 475 Conduttanza unitaria Resistenza unitaria superficiale interna 7,692 superficiale interna 0,130 Massa superficiale [kg/m²] 519 Conduttanza unitaria Resistenza unitaria superficiale esterna 17,750 superficiale esterna 0,056 Trasmittanza periodica [W/m²K] 0,004 TRASMITTANZA RESISTENZA TERMICA TOTALE [W/m²K] 0,189 TOTALE [m²k/w] 5,291 VERIFICA TERMOIGROMETRICA Condizioni al contorno CONDIZIONE Ti [ C] Pi [Pa] Te [ C] Pe [Pa] Invernale (gennaio) 20, ,0 638 Estiva (luglio) 25, , La struttura non è soggetta a fenomeni di condensa interstiziale. La differenza minima di pressione tra quella di saturazione e quella reale è pari a 82 [Pa] La struttura è soggetta a fenomeni di condensa interstiziale. La quantità stagionale di condensato è pari a [g/m²] Tale quantità può rievaporare durante la stagione estiva. La struttura non è soggetta a fenomeni di condensa superficiale. La differenza minima di pressione tra quella di saturazione e quella reale è pari a 705 [Pa] Simbologia s Spessore dello strato δ a Permeabilità al vapore nell intervallo 0-50% Ti Temperatura interna λ Conduttività δ u Permeabilità al vapore nell intervallo 50-95% Te Temperatura esterna C Conduttanza R Resistenza termica dello strato Pi Pressione parziale interna ρ Massa volumica Pe Pressione parziale esterna pag. 27

29 Mod.2 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: RE1+CLS+MI4 Codice struttura M3 Calcolo per POTENZA ENERGIA Vento m/s 4,600 2,300 Resistenza superficiale interna m²k/w 0,130 0,130 Resistenza superficiale esterna m²k/w 0,040 0,056 Maggiorazione isolante / non isolante % 100% / 100% 100% / 100% N. Descrizione ρ [kg/m³] μ m [%] s [mm] λ R λ [W/mK] [m²k/w] [W/mK] R [m²k/w] 1 Cartongesso in lastre ,5 0,250 0,050 0,250 0,050 2 Cartongesso in lastre ,5 0,250 0,050 0,250 0,050 3 Fibre minerali feldspatiche - Pannello rigido ,038 1,579 0,038 1,579 4 C.l.s. di sabbia e ghiaia pareti esterne ,010 0,248 1,010 0,248 5 Fibre minerali feldspatiche - Pannello rigido ,038 3,158 0,038 3,158 6 Intonaco di calce e gesso ,700 0,029 0,700 0,029 Spessore totale 475 mm R m²k/w 5,283 5,299 Massa superficiale 519 kg/m² U W/m²K 0,189 0,189 CARATTERISTICHE TERMICHE DINAMICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI 6946 Trasmittanza periodica 0,004 W/m²K Fattore di attenuazione 0,021 - Sfasamento dell onda -13,477 h pag. 28

30 Mod.3 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: RE1+CLS+MI4 Codice struttura M3 DATI TERMOIGROMETRICI secondo UNI EN ISO 13788: Temperatura interna periodo di riscaldamento: 20,0 C Temperatura esterna per calcolo potenza: -5,0 C T e UR esterne verifica termoigrometrica: Criterio per l aumento dell umidità interna: T e UR variabili, medie mensili. T fissa, media annuale C UR fissa pari a % T fissa, pari a C UR fissa pari a % Classe concentrazione del vapore: Umidità relativa interna costante: 60,0% + 5% Ricambio d aria costante e produzione di vapore nota: Ricambio d aria variabile e produzione vapore nota: RISULTATI DELLA VERIFICA TERMOIGROMETRICA secondo UNI EN ISO 13788: Permeanza: 7, kg/sm² Pa Resistenza superficiale interna/esterna: 0,250 / 0,040 m²k/w Verifica criticità di condensa superficiale: Positiva per UR sup. amm 80,0% Mese critico Gennaio f max Rsi 0,805 f Rsi 0,954 Verifica del rischio di condensa interstiziale: Positiva Verifica termoigrometrica: Nessuna condensazione pag. 29

31 Mod.1 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL INVOLUCRO EDILIZIO. secondo UNI TS UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: RE2+CLS+MI4 Codice struttura M4 N. DESCRIZIONE STRATO (dall interno verso l esterno) s [mm] λ C ρ δ a x δ u x R [W/mK] [W/m²K] [kg/m³] [kg/mspa] [kg/mspa] [m²k/w] 1 Cartongesso in lastre 12,5 0,250 20, ,000 50,000 0,050 2 Cartongesso in lastre 12,5 0,250 20, ,000 50,000 0,050 3 Fibre minerali feldspatiche - Pannello rigido 60 0,038 0, , ,000 1,579 4 C.l.s. di sabbia e ghiaia pareti esterne 250 1,010 4, ,000 3,333 0,248 5 Fibre minerali feldspatiche - Pannello rigido 120 0,038 0, , ,000 3,158 6 Aria fortemente ventilata Lastra in Fibrocemento 2 0, Spessore totale [mm] 587 Conduttanza unitaria Resistenza unitaria superficiale interna 7,692 superficiale interna 0,130 Massa superficiale [kg/m²] 493 Conduttanza unitaria Resistenza unitaria superficiale esterna 7,692 superficiale esterna 0,130 Trasmittanza periodica [W/m²K] 0,004 TRASMITTANZA RESISTENZA TERMICA TOTALE [W/m²K] 0,187 TOTALE [m²k/w] 5,348 VERIFICA TERMOIGROMETRICA Condizioni al contorno CONDIZIONE Ti [ C] Pi [Pa] Te [ C] Pe [Pa] Invernale (gennaio) 20, ,0 638 Estiva (luglio) 25, , La struttura non è soggetta a fenomeni di condensa interstiziale. La differenza minima di pressione tra quella di saturazione e quella reale è pari a 103 [Pa] La struttura è soggetta a fenomeni di condensa interstiziale. La quantità stagionale di condensato è pari a [g/m²] Tale quantità può rievaporare durante la stagione estiva. La struttura non è soggetta a fenomeni di condensa superficiale. La differenza minima di pressione tra quella di saturazione e quella reale è pari a 705 [Pa] Simbologia s Spessore dello strato δ a Permeabilità al vapore nell intervallo 0-50% Ti Temperatura interna λ Conduttività δ u Permeabilità al vapore nell intervallo 50-95% Te Temperatura esterna C Conduttanza R Resistenza termica dello strato Pi Pressione parziale interna ρ Massa volumica Pe Pressione parziale esterna pag. 30

32 Mod.2 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: RE2+CLS+MI4 Codice struttura M4 Calcolo per POTENZA ENERGIA Vento m/s 4,600 2,300 Resistenza superficiale interna m²k/w 0,130 0,130 Resistenza superficiale esterna m²k/w 0,130 0,130 Maggiorazione isolante / non isolante % 100% / 100% 100% / 100% N. Descrizione ρ [kg/m³] μ m [%] s [mm] λ R λ [W/mK] [m²k/w] [W/mK] R [m²k/w] 1 Cartongesso in lastre ,5 0,250 0,050 0,250 0,050 2 Cartongesso in lastre ,5 0,250 0,050 0,250 0,050 3 Fibre minerali feldspatiche - Pannello rigido ,038 1,579 0,038 1,579 4 C.l.s. di sabbia e ghiaia pareti esterne ,010 0,248 1,010 0,248 5 Fibre minerali feldspatiche - Pannello rigido ,038 3,158 0,038 3,158 6 Aria fortemente ventilata Lastra in Fibrocemento ,385-0,385 - Spessore totale 587 mm R m²k/w 5,344 5,344 Massa superficiale 493 kg/m² U W/m²K 0,187 0,187 CARATTERISTICHE TERMICHE DINAMICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI 6946 Trasmittanza periodica 0,004 W/m²K Fattore di attenuazione 0,021 - Sfasamento dell onda -13,068 h pag. 31

33 Mod.3 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: RE2+CLS+MI4 Codice struttura M4 DATI TERMOIGROMETRICI secondo UNI EN ISO 13788: Temperatura interna periodo di riscaldamento: 20,0 C Temperatura esterna per calcolo potenza: -5,0 C T e UR esterne verifica termoigrometrica: Criterio per l aumento dell umidità interna: T e UR variabili, medie mensili. T fissa, media annuale C UR fissa pari a % T fissa, pari a C UR fissa pari a % Classe concentrazione del vapore: Umidità relativa interna costante: 60,0% + 5% Ricambio d aria costante e produzione di vapore nota: Ricambio d aria variabile e produzione vapore nota: RISULTATI DELLA VERIFICA TERMOIGROMETRICA secondo UNI EN ISO 13788: Permeanza: 7, kg/sm² Pa Resistenza superficiale interna/esterna: 0,250 / 0,250 m²k/w Verifica criticità di condensa superficiale: Positiva per UR sup. amm 80,0% Mese critico Gennaio f max Rsi 0,805 f Rsi 0,955 Verifica del rischio di condensa interstiziale: Positiva Verifica termoigrometrica: Nessuna condensazione pag. 32

34 Mod.1 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL INVOLUCRO EDILIZIO. secondo UNI TS UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: Muro interno - MI01 Codice struttura M5 N. DESCRIZIONE STRATO (dall interno verso l esterno) s [mm] λ C ρ δ a x δ u x R [W/mK] [W/m²K] [kg/m³] [kg/mspa] [kg/mspa] [m²k/w] 1 Intonaco di calce e gesso 10 0,700 70, ,182 18,182 0,014 2 POROTON - P ,230 0, ,000 20,000 1,304 3 Fibre minerali feldspatiche - Pannello rigido 120 0,038 0, , ,000 3,158 Spessore totale [mm] 430 Conduttanza unitaria Resistenza unitaria superficiale interna 7,692 superficiale interna 0,130 Massa superficiale [kg/m²] 284 Conduttanza unitaria Resistenza unitaria superficiale esterna 7,692 superficiale esterna 0,130 Trasmittanza periodica [W/m²K] 0,000 TRASMITTANZA RESISTENZA TERMICA TOTALE [W/m²K] 0,211 TOTALE [m²k/w] 4,739 VERIFICA TERMOIGROMETRICA Condizioni al contorno CONDIZIONE Ti [ C] Pi [Pa] Te [ C] Pe [Pa] Invernale (gennaio) 20, ,2 638 Estiva (luglio) 25, , La struttura non è soggetta a fenomeni di condensa interstiziale. La differenza minima di pressione tra quella di saturazione e quella reale è pari a 585 [Pa] La struttura è soggetta a fenomeni di condensa interstiziale. La quantità stagionale di condensato è pari a [g/m²] Tale quantità può rievaporare durante la stagione estiva. La struttura non è soggetta a fenomeni di condensa superficiale. La differenza minima di pressione tra quella di saturazione e quella reale è pari a 714 [Pa] Simbologia s Spessore dello strato δ a Permeabilità al vapore nell intervallo 0-50% Ti Temperatura interna λ Conduttività δ u Permeabilità al vapore nell intervallo 50-95% Te Temperatura esterna C Conduttanza R Resistenza termica dello strato Pi Pressione parziale interna ρ Massa volumica Pe Pressione parziale esterna pag. 33

35 Mod.2 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: Muro interno - MI01 Codice struttura M5 Calcolo per POTENZA ENERGIA Resistenza superficiale interna m²k/w 0,130 0,130 Resistenza superficiale esterna m²k/w 0,130 0,130 Maggiorazione isolante / non isolante % 100% / 100% 100% / 100% N. Descrizione ρ [kg/m³] μ m [%] s [mm] λ R λ [W/mK] [m²k/w] [W/mK] R [m²k/w] 1 Intonaco di calce e gesso ,700 0,014 0,700 0,014 2 POROTON - P ,230 1,304 0,230 1,304 3 Fibre minerali feldspatiche - Pannello rigido ,038 3,158 0,038 3,158 Spessore totale 430 mm R m²k/w 4,737 4,737 Massa superficiale 284 kg/m² U W/m²K 0,211 0,211 CARATTERISTICHE TERMICHE DINAMICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI 6946 Trasmittanza periodica 0,000 W/m²K Fattore di attenuazione 0,000 - Sfasamento dell onda -18,985 h pag. 34

36 Mod.3 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: Muro interno - MI01 Codice struttura M5 DATI TERMOIGROMETRICI secondo UNI EN ISO 13788: Temperatura interna periodo di riscaldamento: 20,0 C Temperatura esterna per calcolo potenza: 10,0 C T e UR esterne verifica termoigrometrica: Criterio per l aumento dell umidità interna: T e UR variabili, medie mensili. T fissa, media annuale C UR fissa pari a % T fissa, pari a C UR fissa pari a % Classe concentrazione del vapore: Umidità relativa interna costante: 60,0% + 5% Ricambio d aria costante e produzione di vapore nota: Ricambio d aria variabile e produzione vapore nota: RISULTATI DELLA VERIFICA TERMOIGROMETRICA secondo UNI EN ISO 13788: Permeanza: 61, kg/sm² Pa Resistenza superficiale interna/esterna: 0,250 / 0,250 m²k/w Verifica criticità di condensa superficiale: Positiva per UR sup. amm 80,0% Mese critico Gennaio f max Rsi 0,513 f Rsi 0,950 Verifica del rischio di condensa interstiziale: Positiva Verifica termoigrometrica: Nessuna condensazione pag. 35

37 Mod.1 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL INVOLUCRO EDILIZIO. secondo UNI TS UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: Muro interno - MI02 Codice struttura M6 N. DESCRIZIONE STRATO (dall interno verso l esterno) s [mm] λ C ρ δ a x δ u x R [W/mK] [W/m²K] [kg/m³] [kg/mspa] [kg/mspa] [m²k/w] 1 Cartongesso in lastre 25 0,250 10, ,000 50,000 0,100 2 Fibre minerali feldspatiche - Pannello rigido 60 0,038 0, , ,000 1,579 3 C.l.s. di sabbia e ghiaia pareti esterne 250 1,010 4, ,000 3,333 0,248 4 Intonaco di calce e gesso 10 0,700 70, ,182 18,182 0,014 Spessore totale [mm] 345 Conduttanza unitaria Resistenza unitaria superficiale interna 7,692 superficiale interna 0,130 Massa superficiale [kg/m²] 493 Conduttanza unitaria Resistenza unitaria superficiale esterna 7,692 superficiale esterna 0,130 Trasmittanza periodica [W/m²K] 0,063 TRASMITTANZA RESISTENZA TERMICA TOTALE [W/m²K] 0,454 TOTALE [m²k/w] 2,203 VERIFICA TERMOIGROMETRICA Condizioni al contorno CONDIZIONE Ti [ C] Pi [Pa] Te [ C] Pe [Pa] Invernale (gennaio) 20, ,2 638 Estiva (luglio) 25, , La struttura non è soggetta a fenomeni di condensa interstiziale. La differenza minima di pressione tra quella di saturazione e quella reale è pari a 156 [Pa] La struttura è soggetta a fenomeni di condensa interstiziale. La quantità stagionale di condensato è pari a [g/m²] Tale quantità può rievaporare durante la stagione estiva. La struttura non è soggetta a fenomeni di condensa superficiale. La differenza minima di pressione tra quella di saturazione e quella reale è pari a 707 [Pa] Simbologia s Spessore dello strato δ a Permeabilità al vapore nell intervallo 0-50% Ti Temperatura interna λ Conduttività δ u Permeabilità al vapore nell intervallo 50-95% Te Temperatura esterna C Conduttanza R Resistenza termica dello strato Pi Pressione parziale interna ρ Massa volumica Pe Pressione parziale esterna pag. 36

38 Mod.2 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: Muro interno - MI02 Codice struttura M6 Calcolo per POTENZA ENERGIA Resistenza superficiale interna m²k/w 0,130 0,130 Resistenza superficiale esterna m²k/w 0,130 0,130 Maggiorazione isolante / non isolante % 100% / 100% 100% / 100% N. Descrizione ρ [kg/m³] μ m [%] s [mm] λ R λ [W/mK] [m²k/w] [W/mK] R [m²k/w] 1 Cartongesso in lastre ,250 0,100 0,250 0,100 2 Fibre minerali feldspatiche - Pannello rigido ,038 1,579 0,038 1,579 3 C.l.s. di sabbia e ghiaia pareti esterne ,010 0,248 1,010 0,248 4 Intonaco di calce e gesso ,700 0,014 0,700 0,014 Spessore totale 345 mm R m²k/w 2,201 2,201 Massa superficiale 493 kg/m² U W/m²K 0,454 0,454 CARATTERISTICHE TERMICHE DINAMICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI 6946 Trasmittanza periodica 0,063 W/m²K Fattore di attenuazione 0,139 - Sfasamento dell onda -10,594 h pag. 37

39 Mod.3 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: Muro interno - MI02 Codice struttura M6 DATI TERMOIGROMETRICI secondo UNI EN ISO 13788: Temperatura interna periodo di riscaldamento: 20,0 C Temperatura esterna per calcolo potenza: 10,0 C T e UR esterne verifica termoigrometrica: Criterio per l aumento dell umidità interna: T e UR variabili, medie mensili. T fissa, media annuale C UR fissa pari a % T fissa, pari a C UR fissa pari a % Classe concentrazione del vapore: Umidità relativa interna costante: 60,0% + 5% Ricambio d aria costante e produzione di vapore nota: Ricambio d aria variabile e produzione vapore nota: RISULTATI DELLA VERIFICA TERMOIGROMETRICA secondo UNI EN ISO 13788: Permeanza: 7, kg/sm² Pa Resistenza superficiale interna/esterna: 0,250 / 0,250 m²k/w Verifica criticità di condensa superficiale: Positiva per UR sup. amm 80,0% Mese critico Gennaio f max Rsi 0,513 f Rsi 0,898 Verifica del rischio di condensa interstiziale: Positiva Verifica termoigrometrica: Nessuna condensazione pag. 38

40 Mod.1 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL INVOLUCRO EDILIZIO. secondo UNI TS UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: RE1+ME2 Codice struttura M7 N. DESCRIZIONE STRATO (dall interno verso l esterno) s [mm] λ C ρ δ a x δ u x R [W/mK] [W/m²K] [kg/m³] [kg/mspa] [kg/mspa] [m²k/w] 1 Intonaco di calce e gesso 10 0,700 70, ,182 18,182 0,014 2 POROTON - P ,230 0, ,000 20,000 1,304 3 Fibre minerali feldspatiche - Pannello rigido 120 0,038 0, , ,000 3,158 4 Intonaco di calce e gesso 20 0,700 35, ,182 18,182 0,029 Spessore totale [mm] 450 Conduttanza unitaria Resistenza unitaria superficiale interna 7,692 superficiale interna 0,130 Massa superficiale [kg/m²] 312 Conduttanza unitaria Resistenza unitaria superficiale esterna 17,750 superficiale esterna 0,056 Trasmittanza periodica [W/m²K] 0,000 TRASMITTANZA RESISTENZA TERMICA TOTALE [W/m²K] 0,213 TOTALE [m²k/w] 4,695 VERIFICA TERMOIGROMETRICA Condizioni al contorno CONDIZIONE Ti [ C] Pi [Pa] Te [ C] Pe [Pa] Invernale (gennaio) 20, ,0 638 Estiva (luglio) 25, , La struttura non è soggetta a fenomeni di condensa interstiziale. La differenza minima di pressione tra quella di saturazione e quella reale è pari a 76 [Pa] La struttura è soggetta a fenomeni di condensa interstiziale. La quantità stagionale di condensato è pari a [g/m²] Tale quantità può rievaporare durante la stagione estiva. La struttura non è soggetta a fenomeni di condensa superficiale. La differenza minima di pressione tra quella di saturazione e quella reale è pari a 693 [Pa] Simbologia s Spessore dello strato δ a Permeabilità al vapore nell intervallo 0-50% Ti Temperatura interna λ Conduttività δ u Permeabilità al vapore nell intervallo 50-95% Te Temperatura esterna C Conduttanza R Resistenza termica dello strato Pi Pressione parziale interna ρ Massa volumica Pe Pressione parziale esterna pag. 39

41 Mod.2 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: RE1+ME2 Codice struttura M7 Calcolo per POTENZA ENERGIA Vento m/s 4,600 2,300 Resistenza superficiale interna m²k/w 0,130 0,130 Resistenza superficiale esterna m²k/w 0,040 0,056 Maggiorazione isolante / non isolante % 100% / 100% 100% / 100% N. Descrizione ρ [kg/m³] μ m [%] s [mm] λ R λ [W/mK] [m²k/w] [W/mK] R [m²k/w] 1 Intonaco di calce e gesso ,700 0,014 0,700 0,014 2 POROTON - P ,230 1,304 0,230 1,304 3 Fibre minerali feldspatiche - Pannello rigido ,038 3,158 0,038 3,158 4 Intonaco di calce e gesso ,700 0,029 0,700 0,029 Spessore totale 450 mm R m²k/w 4,675 4,691 Massa superficiale 312 kg/m² U W/m²K 0,214 0,213 CARATTERISTICHE TERMICHE DINAMICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI 6946 Trasmittanza periodica 0,000 W/m²K Fattore di attenuazione 0,000 - Sfasamento dell onda -19,395 h pag. 40

42 Mod.3 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: RE1+ME2 Codice struttura M7 DATI TERMOIGROMETRICI secondo UNI EN ISO 13788: Temperatura interna periodo di riscaldamento: 20,0 C Temperatura esterna per calcolo potenza: -5,0 C T e UR esterne verifica termoigrometrica: Criterio per l aumento dell umidità interna: T e UR variabili, medie mensili. T fissa, media annuale C UR fissa pari a % T fissa, pari a C UR fissa pari a % Classe concentrazione del vapore: Umidità relativa interna costante: 60,0% + 5% Ricambio d aria costante e produzione di vapore nota: Ricambio d aria variabile e produzione vapore nota: RISULTATI DELLA VERIFICA TERMOIGROMETRICA secondo UNI EN ISO 13788: Permeanza: 57, kg/sm² Pa Resistenza superficiale interna/esterna: 0,250 / 0,040 m²k/w Verifica criticità di condensa superficiale: Positiva per UR sup. amm 80,0% Mese critico Gennaio f max Rsi 0,805 f Rsi 0,948 Verifica del rischio di condensa interstiziale: Positiva Verifica termoigrometrica: Nessuna condensazione pag. 41

43 Mod.1 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL INVOLUCRO EDILIZIO. secondo UNI TS UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: RE2+CLS Codice struttura M8 N. DESCRIZIONE STRATO (dall interno verso l esterno) s [mm] λ C ρ δ a x δ u x R [W/mK] [W/m²K] [kg/m³] [kg/mspa] [kg/mspa] [m²k/w] 1 Intonaco di calce e gesso 10 0,700 70, ,182 18,182 0,014 2 C.l.s. di sabbia e ghiaia pareti esterne 300 1,010 3, ,000 3,333 0,297 3 Fibre minerali feldspatiche - Pannello rigido 120 0,038 0, , ,000 3,158 4 Aria fortemente ventilata Lastra in Fibrocemento 2 0, Spessore totale [mm] 560 Conduttanza unitaria Resistenza unitaria superficiale interna 7,692 superficiale interna 0,130 Massa superficiale [kg/m²] 569 Conduttanza unitaria Resistenza unitaria superficiale esterna 7,692 superficiale esterna 0,130 Trasmittanza periodica [W/m²K] 0,024 TRASMITTANZA RESISTENZA TERMICA TOTALE [W/m²K] 0,268 TOTALE [m²k/w] 3,731 VERIFICA TERMOIGROMETRICA Condizioni al contorno CONDIZIONE Ti [ C] Pi [Pa] Te [ C] Pe [Pa] Invernale (gennaio) 20, ,0 638 Estiva (luglio) 25, , La struttura non è soggetta a fenomeni di condensa interstiziale. La differenza minima di pressione tra quella di saturazione e quella reale è pari a 179 [Pa] La struttura è soggetta a fenomeni di condensa interstiziale. La quantità stagionale di condensato è pari a [g/m²] Tale quantità può rievaporare durante la stagione estiva. La struttura non è soggetta a fenomeni di condensa superficiale. La differenza minima di pressione tra quella di saturazione e quella reale è pari a 667 [Pa] Simbologia s Spessore dello strato δ a Permeabilità al vapore nell intervallo 0-50% Ti Temperatura interna λ Conduttività δ u Permeabilità al vapore nell intervallo 50-95% Te Temperatura esterna C Conduttanza R Resistenza termica dello strato Pi Pressione parziale interna ρ Massa volumica Pe Pressione parziale esterna pag. 42

44 Mod.2 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: RE2+CLS Codice struttura M8 Calcolo per POTENZA ENERGIA Vento m/s 4,600 2,300 Resistenza superficiale interna m²k/w 0,130 0,130 Resistenza superficiale esterna m²k/w 0,130 0,130 Maggiorazione isolante / non isolante % 100% / 100% 100% / 100% N. Descrizione ρ [kg/m³] μ m [%] s [mm] λ R λ [W/mK] [m²k/w] [W/mK] R [m²k/w] 1 Intonaco di calce e gesso ,700 0,014 0,700 0,014 2 C.l.s. di sabbia e ghiaia pareti esterne ,010 0,297 1,010 0,297 3 Fibre minerali feldspatiche - Pannello rigido ,038 3,158 0,038 3,158 4 Aria fortemente ventilata Lastra in Fibrocemento ,385-0,385 - Spessore totale 560 mm R m²k/w 3,729 3,729 Massa superficiale 569 kg/m² U W/m²K 0,268 0,268 CARATTERISTICHE TERMICHE DINAMICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI 6946 Trasmittanza periodica 0,024 W/m²K Fattore di attenuazione 0,090 - Sfasamento dell onda -12,213 h pag. 43

45 Mod.3 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: RE2+CLS Codice struttura M8 DATI TERMOIGROMETRICI secondo UNI EN ISO 13788: Temperatura interna periodo di riscaldamento: 20,0 C Temperatura esterna per calcolo potenza: -5,0 C T e UR esterne verifica termoigrometrica: Criterio per l aumento dell umidità interna: T e UR variabili, medie mensili. T fissa, media annuale C UR fissa pari a % T fissa, pari a C UR fissa pari a % Classe concentrazione del vapore: Umidità relativa interna costante: 60,0% + 5% Ricambio d aria costante e produzione di vapore nota: Ricambio d aria variabile e produzione vapore nota: RISULTATI DELLA VERIFICA TERMOIGROMETRICA secondo UNI EN ISO 13788: Permeanza: 6, kg/sm² Pa Resistenza superficiale interna/esterna: 0,250 / 0,250 m²k/w Verifica criticità di condensa superficiale: Positiva per UR sup. amm 80,0% Mese critico Gennaio f max Rsi 0,805 f Rsi 0,937 Verifica del rischio di condensa interstiziale: Positiva Verifica termoigrometrica: Nessuna condensazione pag. 44

46 Mod.1 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL INVOLUCRO EDILIZIO. secondo UNI TS UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: RE1+CLS Codice struttura M9 N. DESCRIZIONE STRATO (dall interno verso l esterno) s [mm] λ C ρ δ a x δ u x R [W/mK] [W/m²K] [kg/m³] [kg/mspa] [kg/mspa] [m²k/w] 1 Intonaco di calce e gesso 10 0,700 70, ,182 18,182 0,014 2 C.l.s. di sabbia e ghiaia pareti esterne 300 1,010 3, ,000 3,333 0,297 3 Fibre minerali feldspatiche - Pannello rigido 120 0,038 0, , ,000 3,158 4 Intonaco di calce e gesso 20 0,700 35, ,182 18,182 0,029 Spessore totale [mm] 450 Conduttanza unitaria Resistenza unitaria superficiale interna 7,692 superficiale interna 0,130 Massa superficiale [kg/m²] 594 Conduttanza unitaria Resistenza unitaria superficiale esterna 17,750 superficiale esterna 0,056 Trasmittanza periodica [W/m²K] 0,024 TRASMITTANZA RESISTENZA TERMICA TOTALE [W/m²K] 0,271 TOTALE [m²k/w] 3,690 VERIFICA TERMOIGROMETRICA Condizioni al contorno CONDIZIONE Ti [ C] Pi [Pa] Te [ C] Pe [Pa] Invernale (gennaio) 20, ,0 638 Estiva (luglio) 25, , La struttura non è soggetta a fenomeni di condensa interstiziale. La differenza minima di pressione tra quella di saturazione e quella reale è pari a 129 [Pa] La struttura è soggetta a fenomeni di condensa interstiziale. La quantità stagionale di condensato è pari a [g/m²] Tale quantità può rievaporare durante la stagione estiva. La struttura non è soggetta a fenomeni di condensa superficiale. La differenza minima di pressione tra quella di saturazione e quella reale è pari a 660 [Pa] Simbologia s Spessore dello strato δ a Permeabilità al vapore nell intervallo 0-50% Ti Temperatura interna λ Conduttività δ u Permeabilità al vapore nell intervallo 50-95% Te Temperatura esterna C Conduttanza R Resistenza termica dello strato Pi Pressione parziale interna ρ Massa volumica Pe Pressione parziale esterna pag. 45

47 Mod.2 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: RE1+CLS Codice struttura M9 Calcolo per POTENZA ENERGIA Vento m/s 4,600 2,300 Resistenza superficiale interna m²k/w 0,130 0,130 Resistenza superficiale esterna m²k/w 0,040 0,056 Maggiorazione isolante / non isolante % 100% / 100% 100% / 100% N. Descrizione ρ [kg/m³] μ m [%] s [mm] λ R λ [W/mK] [m²k/w] [W/mK] R [m²k/w] 1 Intonaco di calce e gesso ,700 0,014 0,700 0,014 2 C.l.s. di sabbia e ghiaia pareti esterne ,010 0,297 1,010 0,297 3 Fibre minerali feldspatiche - Pannello rigido ,038 3,158 0,038 3,158 4 Intonaco di calce e gesso ,700 0,029 0,700 0,029 Spessore totale 450 mm R m²k/w 3,668 3,684 Massa superficiale 594 kg/m² U W/m²K 0,273 0,271 CARATTERISTICHE TERMICHE DINAMICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI 6946 Trasmittanza periodica 0,024 W/m²K Fattore di attenuazione 0,090 - Sfasamento dell onda -12,622 h pag. 46

48 Mod.3 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: RE1+CLS Codice struttura M9 DATI TERMOIGROMETRICI secondo UNI EN ISO 13788: Temperatura interna periodo di riscaldamento: 20,0 C Temperatura esterna per calcolo potenza: -5,0 C T e UR esterne verifica termoigrometrica: Criterio per l aumento dell umidità interna: T e UR variabili, medie mensili. T fissa, media annuale C UR fissa pari a % T fissa, pari a C UR fissa pari a % Classe concentrazione del vapore: Umidità relativa interna costante: 60,0% + 5% Ricambio d aria costante e produzione di vapore nota: Ricambio d aria variabile e produzione vapore nota: RISULTATI DELLA VERIFICA TERMOIGROMETRICA secondo UNI EN ISO 13788: Permeanza: 6, kg/sm² Pa Resistenza superficiale interna/esterna: 0,250 / 0,040 m²k/w Verifica criticità di condensa superficiale: Positiva per UR sup. amm 80,0% Mese critico Gennaio f max Rsi 0,805 f Rsi 0,934 Verifica del rischio di condensa interstiziale: Positiva Verifica termoigrometrica: Nessuna condensazione pag. 47

49 Mod.1 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL INVOLUCRO EDILIZIO. secondo UNI TS UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: Pannello lucernai Codice struttura M10 N. DESCRIZIONE STRATO (dall interno verso l esterno) s [mm] λ C ρ δ a x δ u x R [W/mK] [W/m²K] [kg/m³] [kg/mspa] [kg/mspa] [m²k/w] 1 Lamiera di acciaio 3 52, ,000 0,000 0,000 2 Poliuretano in lastre ricavate da blocchi 80 0,032 0, ,429 1,429 2,500 3 Lamiera di acciaio 3 52, ,000 0,000 0,000 Spessore totale [mm] 86 Conduttanza unitaria Resistenza unitaria superficiale interna 7,692 superficiale interna 0,130 Massa superficiale [kg/m²] 51 Conduttanza unitaria Resistenza unitaria superficiale esterna 17,750 superficiale esterna 0,056 Trasmittanza periodica [W/m²K] 0,367 TRASMITTANZA RESISTENZA TERMICA TOTALE [W/m²K] 0,372 TOTALE [m²k/w] 2,688 VERIFICA TERMOIGROMETRICA Condizioni al contorno CONDIZIONE Ti [ C] Pi [Pa] Te [ C] Pe [Pa] Invernale (gennaio) 20, ,0 638 Estiva (luglio) 25, , La struttura non è soggetta a fenomeni di condensa interstiziale. La differenza minima di pressione tra quella di saturazione e quella reale è pari a [Pa] La struttura è soggetta a fenomeni di condensa interstiziale. La quantità stagionale di condensato è pari a 1,56 E-01 [g/m²] Tale quantità può rievaporare durante la stagione estiva. La struttura non è soggetta a fenomeni di condensa superficiale. La differenza minima di pressione tra quella di saturazione e quella reale è pari a 606 [Pa] Simbologia s Spessore dello strato δ a Permeabilità al vapore nell intervallo 0-50% Ti Temperatura interna λ Conduttività δ u Permeabilità al vapore nell intervallo 50-95% Te Temperatura esterna C Conduttanza R Resistenza termica dello strato Pi Pressione parziale interna ρ Massa volumica Pe Pressione parziale esterna pag. 48

50 Mod.2 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: Pannello lucernai Codice struttura M10 Calcolo per POTENZA ENERGIA Vento m/s 4,600 2,300 Resistenza superficiale interna m²k/w 0,130 0,130 Resistenza superficiale esterna m²k/w 0,040 0,056 Maggiorazione isolante / non isolante % 100% / 100% 100% / 100% N. Descrizione ρ [kg/m³] μ m [%] s [mm] λ R λ [W/mK] [m²k/w] [W/mK] R [m²k/w] 1 Lamiera di acciaio ,000 0,000 52,000 0,000 2 Poliuretano in lastre ricavate da blocchi ,032 2,500 0,032 2,500 3 Lamiera di acciaio ,000 0,000 52,000 0,000 Spessore totale 86 mm R m²k/w 2,670 2,686 Massa superficiale 51 kg/m² U W/m²K 0,375 0,372 CARATTERISTICHE TERMICHE DINAMICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI 6946 Trasmittanza periodica 0,367 W/m²K Fattore di attenuazione 0,985 - Sfasamento dell onda -1,266 h pag. 49

51 Mod.3 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: Pannello lucernai Codice struttura M10 DATI TERMOIGROMETRICI secondo UNI EN ISO 13788: Temperatura interna periodo di riscaldamento: 20,0 C Temperatura esterna per calcolo potenza: -5,0 C T e UR esterne verifica termoigrometrica: Criterio per l aumento dell umidità interna: T e UR variabili, medie mensili. T fissa, media annuale C UR fissa pari a % T fissa, pari a C UR fissa pari a % Classe concentrazione del vapore: Umidità relativa interna costante: 60,0% + 5% Ricambio d aria costante e produzione di vapore nota: Ricambio d aria variabile e produzione vapore nota: RISULTATI DELLA VERIFICA TERMOIGROMETRICA secondo UNI EN ISO 13788: Permeanza: 0, kg/sm² Pa Resistenza superficiale interna/esterna: 0,250 / 0,040 m²k/w Verifica criticità di condensa superficiale: Positiva per UR sup. amm 80,0% Mese critico Gennaio f max Rsi 0,805 f Rsi 0,910 Verifica del rischio di condensa interstiziale: Positiva Verifica termoigrometrica: Mese con massima condensa accumulata: Marzo Quantità di condensa ammissibile: 80 g/m² Q.tà massima di condensa durante l anno: 1,56 E-01 g/m² L evaporazione alla fine della stagione è: Completa pag. 50

52 Mod.1 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL INVOLUCRO EDILIZIO. secondo UNI TS UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: Muro Interno MI03 - Celle Frigo Codice struttura M11 N. DESCRIZIONE STRATO (dall interno verso l esterno) s [mm] λ C ρ δ a x δ u x R [W/mK] [W/m²K] [kg/m³] [kg/mspa] [kg/mspa] [m²k/w] 1 Lamiera di acciaio 1 52, ,000 0,000 0,000 2 Poliuretano espanso in fabbrica fra lamiere sigillate 200 0,024 0, ,429 1,429 8,333 3 Lamiera di acciaio 1 52, ,000 0,000 0,000 Spessore totale [mm] 202 Conduttanza unitaria Resistenza unitaria superficiale interna 7,692 superficiale interna 0,130 Massa superficiale [kg/m²] 24 Conduttanza unitaria Resistenza unitaria superficiale esterna 7,692 superficiale esterna 0,130 Trasmittanza periodica [W/m²K] 0,094 TRASMITTANZA RESISTENZA TERMICA TOTALE [W/m²K] 0,116 TOTALE [m²k/w] 8,621 VERIFICA TERMOIGROMETRICA Condizioni al contorno CONDIZIONE Ti [ C] Pi [Pa] Te [ C] Pe [Pa] Invernale (gennaio) 20, ,0 638 Estiva (luglio) 25, , La struttura non è soggetta a fenomeni di condensa interstiziale. La differenza minima di pressione tra quella di saturazione e quella reale è pari a [Pa] La struttura è soggetta a fenomeni di condensa interstiziale. La quantità stagionale di condensato è pari a 4,28 E-01 [g/m²] Tale quantità può rievaporare durante la stagione estiva. La struttura non è soggetta a fenomeni di condensa superficiale. La differenza minima di pressione tra quella di saturazione e quella reale è pari a 711 [Pa] Simbologia s Spessore dello strato δ a Permeabilità al vapore nell intervallo 0-50% Ti Temperatura interna λ Conduttività δ u Permeabilità al vapore nell intervallo 50-95% Te Temperatura esterna C Conduttanza R Resistenza termica dello strato Pi Pressione parziale interna ρ Massa volumica Pe Pressione parziale esterna pag. 51

53 Mod.2 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: Muro Interno MI03 - Celle Frigo Codice struttura M11 Calcolo per POTENZA ENERGIA Resistenza superficiale interna m²k/w 0,130 0,130 Resistenza superficiale esterna m²k/w 0,130 0,130 Maggiorazione isolante / non isolante % 100% / 100% 100% / 100% N. Descrizione ρ [kg/m³] μ m [%] s [mm] λ R λ [W/mK] [m²k/w] [W/mK] R [m²k/w] 1 Lamiera di acciaio ,000 0,000 52,000 0,000 2 Poliuretano espanso in fabbrica fra lamiere sigillate ,024 8,333 0,024 8,333 3 Lamiera di acciaio ,000 0,000 52,000 0,000 Spessore totale 202 mm R m²k/w 8,593 8,593 Massa superficiale 24 kg/m² U W/m²K 0,116 0,116 CARATTERISTICHE TERMICHE DINAMICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI 6946 Trasmittanza periodica 0,094 W/m²K Fattore di attenuazione 0,809 - Sfasamento dell onda -4,213 h pag. 52

54 Mod.3 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: Muro Interno MI03 - Celle Frigo Codice struttura M11 DATI TERMOIGROMETRICI secondo UNI EN ISO 13788: Temperatura interna periodo di riscaldamento: 20,0 C Temperatura esterna per calcolo potenza: -5,0 C T e UR esterne verifica termoigrometrica: Criterio per l aumento dell umidità interna: T e UR variabili, medie mensili. T fissa, media annuale C UR fissa pari a % T fissa, pari a C UR fissa pari a % Classe concentrazione del vapore: Umidità relativa interna costante: 60,0% + 5% Ricambio d aria costante e produzione di vapore nota: Ricambio d aria variabile e produzione vapore nota: RISULTATI DELLA VERIFICA TERMOIGROMETRICA secondo UNI EN ISO 13788: Permeanza: 0, kg/sm² Pa Resistenza superficiale interna/esterna: 0,250 / 0,250 m²k/w Verifica criticità di condensa superficiale: Positiva per UR sup. amm 80,0% Mese critico Gennaio f max Rsi 0,805 f Rsi 0,972 Verifica del rischio di condensa interstiziale: Positiva Verifica termoigrometrica: Mese con massima condensa accumulata: Marzo Quantità di condensa ammissibile: 100 g/m² Q.tà massima di condensa durante l anno: 4,28 E-01 g/m² L evaporazione alla fine della stagione è: Completa pag. 53

55 Mod.1 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL INVOLUCRO EDILIZIO. secondo UNI TS UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: RE3+RE2+ME2 Codice struttura M12 N. DESCRIZIONE STRATO (dall interno verso l esterno) s [mm] λ C ρ δ a x δ u x R [W/mK] [W/m²K] [kg/m³] [kg/mspa] [kg/mspa] [m²k/w] 1 Intonaco di calce e gesso 10 0,700 70, ,182 18,182 0,014 2 POROTON - P ,230 0, ,000 20,000 1,304 3 Fibre minerali feldspatiche - Pannello rigido 120 0,038 0, , ,000 3,158 4 Aria fortemente ventilata Lastra in Fibrocemento 2 0, Lana di roccia tipo Airrock HD FB1 20 0,039 1, Fibra di vetro - Feltro resinato 5 0,053 10, Spessore totale [mm] 585 Conduttanza unitaria Resistenza unitaria superficiale interna 7,692 superficiale interna 0,130 Massa superficiale [kg/m²] 288 Conduttanza unitaria Resistenza unitaria superficiale esterna 7,692 superficiale esterna 0,130 Trasmittanza periodica [W/m²K] 0,000 TRASMITTANZA RESISTENZA TERMICA TOTALE [W/m²K] 0,211 TOTALE [m²k/w] 4,739 VERIFICA TERMOIGROMETRICA Condizioni al contorno CONDIZIONE Ti [ C] Pi [Pa] Te [ C] Pe [Pa] Invernale (gennaio) 20, ,0 638 Estiva (luglio) 25, , La struttura non è soggetta a fenomeni di condensa interstiziale. La differenza minima di pressione tra quella di saturazione e quella reale è pari a 167 [Pa] La struttura è soggetta a fenomeni di condensa interstiziale. La quantità stagionale di condensato è pari a [g/m²] Tale quantità può rievaporare durante la stagione estiva. La struttura non è soggetta a fenomeni di condensa superficiale. La differenza minima di pressione tra quella di saturazione e quella reale è pari a 697 [Pa] Simbologia s Spessore dello strato δ a Permeabilità al vapore nell intervallo 0-50% Ti Temperatura interna λ Conduttività δ u Permeabilità al vapore nell intervallo 50-95% Te Temperatura esterna C Conduttanza R Resistenza termica dello strato Pi Pressione parziale interna ρ Massa volumica Pe Pressione parziale esterna pag. 54

56 Mod.2 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: RE3+RE2+ME2 Codice struttura M12 Calcolo per POTENZA ENERGIA Vento m/s 4,600 2,300 Resistenza superficiale interna m²k/w 0,130 0,130 Resistenza superficiale esterna m²k/w 0,130 0,130 Maggiorazione isolante / non isolante % 100% / 100% 100% / 100% N. Descrizione ρ [kg/m³] μ m [%] s [mm] λ R λ [W/mK] [m²k/w] [W/mK] R [m²k/w] 1 Intonaco di calce e gesso ,700 0,014 0,700 0,014 2 POROTON - P ,230 1,304 0,230 1,304 3 Fibre minerali feldspatiche - Pannello rigido ,038 3,158 0,038 3,158 4 Aria fortemente ventilata Lastra in Fibrocemento ,385-0,385-6 Lana di roccia tipo Airrock HD FB ,039-0,039-7 Fibra di vetro - Feltro resinato ,053-0,053 - Spessore totale 585 mm R m²k/w 4,737 4,737 Massa superficiale 288 kg/m² U W/m²K 0,211 0,211 CARATTERISTICHE TERMICHE DINAMICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI 6946 Trasmittanza periodica 0,000 W/m²K Fattore di attenuazione 0,000 - Sfasamento dell onda -18,985 h pag. 55

57 Mod.3 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: RE3+RE2+ME2 Codice struttura M12 DATI TERMOIGROMETRICI secondo UNI EN ISO 13788: Temperatura interna periodo di riscaldamento: 20,0 C Temperatura esterna per calcolo potenza: -5,0 C T e UR esterne verifica termoigrometrica: Criterio per l aumento dell umidità interna: T e UR variabili, medie mensili. T fissa, media annuale C UR fissa pari a % T fissa, pari a C UR fissa pari a % Classe concentrazione del vapore: Umidità relativa interna costante: 60,0% + 5% Ricambio d aria costante e produzione di vapore nota: Ricambio d aria variabile e produzione vapore nota: RISULTATI DELLA VERIFICA TERMOIGROMETRICA secondo UNI EN ISO 13788: Permeanza: 61, kg/sm² Pa Resistenza superficiale interna/esterna: 0,250 / 0,250 m²k/w Verifica criticità di condensa superficiale: Positiva per UR sup. amm 80,0% Mese critico Gennaio f max Rsi 0,805 f Rsi 0,950 Verifica del rischio di condensa interstiziale: Positiva Verifica termoigrometrica: Nessuna condensazione pag. 56

58 Mod.1 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL INVOLUCRO EDILIZIO. secondo UNI TS UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: PORTA REI 135x210 Codice struttura M13 N. DESCRIZIONE STRATO (dall interno verso l esterno) s [mm] λ C ρ δ a x δ u x R [W/mK] [W/m²K] [kg/m³] [kg/mspa] [kg/mspa] [m²k/w] 1 Lamiera di acciaio 10 52, ,000 0,000 0,000 2 Fibra di vetro - Pannello rigido 80 0,038 0, , ,000 2,105 3 Lamiera di acciaio 10 52, ,000 0,000 0,000 Spessore totale [mm] 100 Conduttanza unitaria Resistenza unitaria superficiale interna 7,692 superficiale interna 0,130 Massa superficiale [kg/m²] 164 Conduttanza unitaria Resistenza unitaria superficiale esterna 17,750 superficiale esterna 0,056 Trasmittanza periodica [W/m²K] 0,401 TRASMITTANZA RESISTENZA TERMICA TOTALE [W/m²K] 0,436 TOTALE [m²k/w] 2,294 VERIFICA TERMOIGROMETRICA Condizioni al contorno CONDIZIONE Ti [ C] Pi [Pa] Te [ C] Pe [Pa] Invernale (gennaio) 20, ,0 638 Estiva (luglio) 25, , La struttura non è soggetta a fenomeni di condensa interstiziale. La differenza minima di pressione tra quella di saturazione e quella reale è pari a [Pa] La struttura è soggetta a fenomeni di condensa interstiziale. La quantità stagionale di condensato è pari a 4,65 E-02 [g/m²] Tale quantità può rievaporare durante la stagione estiva. La struttura non è soggetta a fenomeni di condensa superficiale. La differenza minima di pressione tra quella di saturazione e quella reale è pari a 573 [Pa] Simbologia s Spessore dello strato δ a Permeabilità al vapore nell intervallo 0-50% Ti Temperatura interna λ Conduttività δ u Permeabilità al vapore nell intervallo 50-95% Te Temperatura esterna C Conduttanza R Resistenza termica dello strato Pi Pressione parziale interna ρ Massa volumica Pe Pressione parziale esterna pag. 57

59 Mod.2 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: PORTA REI 135x210 Codice struttura M13 Calcolo per POTENZA ENERGIA Vento m/s 4,600 2,300 Resistenza superficiale interna m²k/w 0,130 0,130 Resistenza superficiale esterna m²k/w 0,040 0,056 Maggiorazione isolante / non isolante % 100% / 100% 100% / 100% N. Descrizione ρ [kg/m³] μ m [%] s [mm] λ R λ [W/mK] [m²k/w] [W/mK] R [m²k/w] 1 Lamiera di acciaio ,000 0,000 52,000 0,000 2 Fibra di vetro - Pannello rigido ,038 2,105 0,038 2,105 3 Lamiera di acciaio ,000 0,000 52,000 0,000 Spessore totale 100 mm R m²k/w 2,276 2,292 Massa superficiale 164 kg/m² U W/m²K 0,439 0,436 CARATTERISTICHE TERMICHE DINAMICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI 6946 Trasmittanza periodica 0,401 W/m²K Fattore di attenuazione 0,919 - Sfasamento dell onda -2,624 h pag. 58

60 Mod.3 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: PORTA REI 135x210 Codice struttura M13 DATI TERMOIGROMETRICI secondo UNI EN ISO 13788: Temperatura interna periodo di riscaldamento: 20,0 C Temperatura esterna per calcolo potenza: -5,0 C T e UR esterne verifica termoigrometrica: Criterio per l aumento dell umidità interna: T e UR variabili, medie mensili. T fissa, media annuale C UR fissa pari a % T fissa, pari a C UR fissa pari a % Classe concentrazione del vapore: Umidità relativa interna costante: 60,0% + 5% Ricambio d aria costante e produzione di vapore nota: Ricambio d aria variabile e produzione vapore nota: RISULTATI DELLA VERIFICA TERMOIGROMETRICA secondo UNI EN ISO 13788: Permeanza: 0, kg/sm² Pa Resistenza superficiale interna/esterna: 0,250 / 0,040 m²k/w Verifica criticità di condensa superficiale: Positiva per UR sup. amm 80,0% Mese critico Gennaio f max Rsi 0,805 f Rsi 0,896 Verifica del rischio di condensa interstiziale: Positiva Verifica termoigrometrica: Mese con massima condensa accumulata: Marzo Quantità di condensa ammissibile: 100 g/m² Q.tà massima di condensa durante l anno: 4,65 E-02 g/m² L evaporazione alla fine della stagione è: Completa pag. 59

61 Mod.1 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL INVOLUCRO EDILIZIO. secondo UNI TS UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: Pavimento verso interrato - PI01 Codice struttura P1 N. DESCRIZIONE STRATO (dall alto verso il basso) s [mm] λ C ρ δ a x δ u x R [W/mK] [W/m²K] [kg/m³] [kg/mspa] [kg/mspa] [m²k/w] 1 Piastrelle in ceramica 5 1, ,000 1,000 0,005 2 Sottofondo di cemento magro 50 0,700 14, ,000 10,000 0,071 3 C.l.s. di argilla espansa sottofondi non aerati 100 0,660 6, ,333 50,000 0,152 4 Solaio tipo predalles 400 0,952 2, ,222 22,222 0,420 5 Fibre minerali feldspatiche - Pannello rigido 100 0,038 0, , ,000 2,632 Spessore totale [mm] 655 Conduttanza unitaria Resistenza unitaria superficiale interna 5,882 superficiale interna 0,170 Massa superficiale [kg/m²] 798 Conduttanza unitaria Resistenza unitaria superficiale esterna 5,882 superficiale esterna 0,170 Trasmittanza periodica [W/m²K] 0,005 TRASMITTANZA RESISTENZA TERMICA TOTALE [W/m²K] 0,276 TOTALE [m²k/w] 3,623 VERIFICA TERMOIGROMETRICA Condizioni al contorno CONDIZIONE Ti [ C] Pi [Pa] Te [ C] Pe [Pa] Invernale (gennaio) 20, ,4 638 Estiva (luglio) 25, , La struttura non è soggetta a fenomeni di condensa interstiziale. La differenza minima di pressione tra quella di saturazione e quella reale è pari a 384 [Pa] La struttura è soggetta a fenomeni di condensa interstiziale. La quantità stagionale di condensato è pari a [g/m²] Tale quantità può rievaporare durante la stagione estiva. La struttura non è soggetta a fenomeni di condensa superficiale. La differenza minima di pressione tra quella di saturazione e quella reale è pari a 691 [Pa] Simbologia s Spessore dello strato δ a Permeabilità al vapore nell intervallo 0-50% Ti Temperatura interna λ Conduttività δ u Permeabilità al vapore nell intervallo 50-95% Te Temperatura esterna C Conduttanza R Resistenza termica dello strato Pi Pressione parziale interna ρ Massa volumica Pe Pressione parziale esterna pag. 60

62 Mod.2 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: Pavimento verso interrato - PI01 Codice struttura P1 Calcolo per POTENZA ENERGIA Resistenza superficiale interna m²k/w 0,170 0,170 Resistenza superficiale esterna m²k/w 0,170 0,170 Maggiorazione isolante / non isolante % 100% / 100% 100% / 100% N. Descrizione ρ [kg/m³] μ m [%] s [mm] λ R λ [W/mK] [m²k/w] [W/mK] R [m²k/w] 1 Piastrelle in ceramica ,000 0,005 1,000 0,005 2 Sottofondo di cemento magro ,700 0,071 0,700 0,071 3 C.l.s. di argilla espansa sottofondi non aerati ,660 0,152 0,660 0,152 4 Solaio tipo predalles ,952 0,420 0,952 0,420 5 Fibre minerali feldspatiche - Pannello rigido ,038 2,632 0,038 2,632 Spessore totale 655 mm R m²k/w 3,620 3,620 Massa superficiale 798 kg/m² U W/m²K 0,276 0,276 CARATTERISTICHE TERMICHE DINAMICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI 6946 Trasmittanza periodica 0,005 W/m²K Fattore di attenuazione 0,020 - Sfasamento dell onda -18,065 h pag. 61

63 Mod.3 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: Pavimento verso interrato - PI01 Codice struttura P1 DATI TERMOIGROMETRICI secondo UNI EN ISO 13788: Temperatura interna periodo di riscaldamento: 20,0 C Temperatura esterna per calcolo potenza: 0,0 C T e UR esterne verifica termoigrometrica: Criterio per l aumento dell umidità interna: T e UR variabili, medie mensili. T fissa, media annuale C UR fissa pari a % T fissa, pari a C UR fissa pari a % Classe concentrazione del vapore: Umidità relativa interna costante: 60,0% + 5% Ricambio d aria costante e produzione di vapore nota: Ricambio d aria variabile e produzione vapore nota: RISULTATI DELLA VERIFICA TERMOIGROMETRICA secondo UNI EN ISO 13788: Permeanza: 31, kg/sm² Pa Resistenza superficiale interna/esterna: 0,250 / 0,250 m²k/w Verifica criticità di condensa superficiale: Positiva per UR sup. amm 80,0% Mese critico Gennaio f max Rsi 0,757 f Rsi 0,934 Verifica del rischio di condensa interstiziale: Positiva Verifica termoigrometrica: Nessuna condensazione pag. 62

64 Mod.1 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL INVOLUCRO EDILIZIO. secondo UNI TS UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: Pavimento verso esterno - PE01 Codice struttura P2 N. DESCRIZIONE STRATO (dall alto verso il basso) s [mm] λ C ρ δ a x δ u x R [W/mK] [W/m²K] [kg/m³] [kg/mspa] [kg/mspa] [m²k/w] 1 Piastrelle in ceramica 5 1, ,000 1,000 0,005 2 Sottofondo di cemento magro 50 0,700 14, ,000 10,000 0,071 3 Strato isolante di gomma cellulare 3 0,100 33, ,020 0,020 0,030 4 C.l.s. di argilla espansa sottofondi non aerati 100 0,660 6, ,333 50,000 0,152 5 Solaio tipo predalles 400 0,952 2, ,222 22,222 0,420 6 Fibre minerali feldspatiche - Pannello rigido 120 0,038 0, , ,000 3,158 Spessore totale [mm] 678 Conduttanza unitaria Resistenza unitaria superficiale interna 5,882 superficiale interna 0,170 Massa superficiale [kg/m²] 801 Conduttanza unitaria Resistenza unitaria superficiale esterna 17,750 superficiale esterna 0,056 Trasmittanza periodica [W/m²K] 0,004 TRASMITTANZA RESISTENZA TERMICA TOTALE [W/m²K] 0,246 TOTALE [m²k/w] 4,065 VERIFICA TERMOIGROMETRICA Condizioni al contorno CONDIZIONE Ti [ C] Pi [Pa] Te [ C] Pe [Pa] Invernale (gennaio) 20, ,0 638 Estiva (luglio) 25, , La struttura non è soggetta a fenomeni di condensa interstiziale. La differenza minima di pressione tra quella di saturazione e quella reale è pari a 128 [Pa] La struttura è soggetta a fenomeni di condensa interstiziale. La quantità stagionale di condensato è pari a [g/m²] Tale quantità può rievaporare durante la stagione estiva. La struttura non è soggetta a fenomeni di condensa superficiale. La differenza minima di pressione tra quella di saturazione e quella reale è pari a 673 [Pa] Simbologia s Spessore dello strato δ a Permeabilità al vapore nell intervallo 0-50% Ti Temperatura interna λ Conduttività δ u Permeabilità al vapore nell intervallo 50-95% Te Temperatura esterna C Conduttanza R Resistenza termica dello strato Pi Pressione parziale interna ρ Massa volumica Pe Pressione parziale esterna pag. 63

65 Mod.2 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: Pavimento verso esterno - PE01 Codice struttura P2 Calcolo per POTENZA ENERGIA Vento m/s 4,600 2,300 Resistenza superficiale interna m²k/w 0,170 0,170 Resistenza superficiale esterna m²k/w 0,040 0,056 Maggiorazione isolante / non isolante % 100% / 100% 100% / 100% N. Descrizione ρ [kg/m³] μ m [%] s [mm] λ R λ [W/mK] [m²k/w] [W/mK] R [m²k/w] 1 Piastrelle in ceramica ,000 0,005 1,000 0,005 2 Sottofondo di cemento magro ,700 0,071 0,700 0,071 3 Strato isolante di gomma cellulare ,100 0,030 0,100 0,030 4 C.l.s. di argilla espansa sottofondi non aerati ,660 0,152 0,660 0,152 5 Solaio tipo predalles ,952 0,420 0,952 0,420 6 Fibre minerali feldspatiche - Pannello rigido ,038 3,158 0,038 3,158 Spessore totale 678 mm R m²k/w 4,046 4,062 Massa superficiale 801 kg/m² U W/m²K 0,247 0,246 CARATTERISTICHE TERMICHE DINAMICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI 6946 Trasmittanza periodica 0,004 W/m²K Fattore di attenuazione 0,017 - Sfasamento dell onda -18,706 h pag. 64

66 Mod.3 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: Pavimento verso esterno - PE01 Codice struttura P2 DATI TERMOIGROMETRICI secondo UNI EN ISO 13788: Temperatura interna periodo di riscaldamento: 20,0 C Temperatura esterna per calcolo potenza: -5,0 C T e UR esterne verifica termoigrometrica: Criterio per l aumento dell umidità interna: T e UR variabili, medie mensili. T fissa, media annuale C UR fissa pari a % T fissa, pari a C UR fissa pari a % Classe concentrazione del vapore: Umidità relativa interna costante: 60,0% + 5% Ricambio d aria costante e produzione di vapore nota: Ricambio d aria variabile e produzione vapore nota: RISULTATI DELLA VERIFICA TERMOIGROMETRICA secondo UNI EN ISO 13788: Permeanza: 5, kg/sm² Pa Resistenza superficiale interna/esterna: 0,250 / 0,040 m²k/w Verifica criticità di condensa superficiale: Positiva per UR sup. amm 80,0% Mese critico Gennaio f max Rsi 0,805 f Rsi 0,939 Verifica del rischio di condensa interstiziale: Positiva Verifica termoigrometrica: Nessuna condensazione pag. 65

67 Mod.1 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL INVOLUCRO EDILIZIO. secondo UNI TS UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: Pavimento su terreno - PE02 Codice struttura P3 N. DESCRIZIONE STRATO (dall alto verso il basso) s [mm] λ C ρ δ a x δ u x R [W/mK] [W/m²K] [kg/m³] [kg/mspa] [kg/mspa] [m²k/w] 1 Piastrelle in ceramica 5 1, ,000 1,000 0,005 2 Sottofondo di cemento magro 50 0,700 14, ,000 10,000 0,071 3 C.l.s. di argilla espansa sottofondi non aerati 100 0,660 6, ,333 50,000 0,152 4 Barriera vapore in fogli di polietilene 1 0, ,004 0,004 0,003 5 Polistirene espanso in lastre termocompresse 80 0,039 0, ,333 3,333 2,051 6 C.l.s. di sabbia e ghiaia pareti esterne 50 2,150 43, ,000 3,333 0,023 Spessore totale [mm] 286 Conduttanza unitaria Resistenza unitaria superficiale interna 5,882 superficiale interna 0,170 Massa superficiale [kg/m²] 335 Conduttanza unitaria Resistenza unitaria superficiale esterna 17,750 superficiale esterna 0,056 Trasmittanza periodica [W/m²K] 0,110 TRASMITTANZA RESISTENZA TERMICA TOTALE [W/m²K] 0,395 TOTALE [m²k/w] 2,532 VERIFICA TERMOIGROMETRICA Condizioni al contorno CONDIZIONE Ti [ C] Pi [Pa] Te [ C] Pe [Pa] Invernale (gennaio) 20, , Estiva (luglio) 25, , La struttura non è soggetta a fenomeni di condensa interstiziale. La differenza minima di pressione tra quella di saturazione e quella reale è pari a [Pa] La struttura è soggetta a fenomeni di condensa interstiziale. La quantità stagionale di condensato è pari a 2 [g/m²] Tale quantità può rievaporare durante la stagione estiva. La struttura non è soggetta a fenomeni di condensa superficiale. La differenza minima di pressione tra quella di saturazione e quella reale è pari a 675 [Pa] Simbologia s Spessore dello strato δ a Permeabilità al vapore nell intervallo 0-50% Ti Temperatura interna λ Conduttività δ u Permeabilità al vapore nell intervallo 50-95% Te Temperatura esterna C Conduttanza R Resistenza termica dello strato Pi Pressione parziale interna ρ Massa volumica Pe Pressione parziale esterna pag. 66

68 Mod.2 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: Pavimento su terreno - PE02 Codice struttura P3 Calcolo per POTENZA ENERGIA Vento m/s 4,600 2,300 Resistenza superficiale interna m²k/w 0,170 0,170 Resistenza superficiale esterna m²k/w 0,040 0,056 Maggiorazione isolante / non isolante % 100% / 100% 100% / 100% N. Descrizione ρ [kg/m³] μ m [%] s [mm] λ R λ [W/mK] [m²k/w] [W/mK] R [m²k/w] 1 Piastrelle in ceramica ,000 0,005 1,000 0,005 2 Sottofondo di cemento magro ,700 0,071 0,700 0,071 3 C.l.s. di argilla espansa sottofondi non aerati ,660 0,152 0,660 0,152 4 Barriera vapore in fogli di polietilene ,350 0,003 0,350 0,003 5 Polistirene espanso in lastre termocompresse ,039 2,051 0,039 2,051 6 C.l.s. di sabbia e ghiaia pareti esterne ,150 0,023 2,150 0,023 Spessore totale 286 mm R m²k/w 2,515 2,532 Massa superficiale 335 kg/m² U W/m²K 0,398 0,395 CARATTERISTICHE TERMICHE DINAMICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI 6946 Trasmittanza periodica 0,110 W/m²K Fattore di attenuazione 0,277 - Sfasamento dell onda -8,679 h pag. 67

69 Mod.3 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: Pavimento su terreno - PE02 Codice struttura P3 DATI TERMOIGROMETRICI secondo UNI EN ISO 13788: Temperatura interna periodo di riscaldamento: 20,0 C Temperatura esterna per calcolo potenza: -5,0 C T e UR esterne verifica termoigrometrica: Criterio per l aumento dell umidità interna: T e UR variabili, medie mensili. T fissa, media annuale 14,20 C UR fissa pari a 100,00 % T fissa, pari a C UR fissa pari a % Classe concentrazione del vapore: Umidità relativa interna costante: 60,0% + 5% Ricambio d aria costante e produzione di vapore nota: Ricambio d aria variabile e produzione vapore nota: RISULTATI DELLA VERIFICA TERMOIGROMETRICA secondo UNI EN ISO 13788: Permeanza: 3, kg/sm² Pa Resistenza superficiale interna/esterna: 0,250 / 0,040 m²k/w Verifica criticità di condensa superficiale: Positiva per UR sup. amm 80,0% Mese critico Novembre f max Rsi 0,429 f Rsi 0,904 Verifica del rischio di condensa interstiziale: Positiva Verifica termoigrometrica: Mese con massima condensa accumulata: Agosto Quantità di condensa ammissibile: 48 g/m² Q.tà massima di condensa durante l anno: 2 g/m² L evaporazione alla fine della stagione è: Completa pag. 68

70 Mod.1 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL INVOLUCRO EDILIZIO. secondo UNI TS UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: Copertura - SE01 Codice struttura S1 N. DESCRIZIONE STRATO (dall alto verso il basso) s [mm] λ C ρ δ a x δ u x R [W/mK] [W/m²K] [kg/m³] [kg/mspa] [kg/mspa] [m²k/w] 1 Impermeab. in cartone bitumato da tetto 5 0,230 46, ,004 0,004 0,022 2 C.l.s. di argilla espansa sottofondi non aerati 80 0,660 8, ,333 50,000 0,121 3 Polistirene espanso in lastre termocompresse 120 0,039 0, ,333 3,333 3,077 4 Barriera vapore in fogli di P.V.C. 1 0, ,020 0,020 0,006 5 Solaio tipo predalles 400 0,952 2, ,222 22,222 0,420 6 Intonaco di calce e gesso 10 0,700 70, ,182 18,182 0,014 Spessore totale [mm] 616 Conduttanza unitaria Resistenza unitaria superficiale interna 10,000 superficiale interna 0,100 Massa superficiale [kg/m²] 698 Conduttanza unitaria Resistenza unitaria superficiale esterna 17,750 superficiale esterna 0,056 Trasmittanza periodica [W/m²K] 0,016 TRASMITTANZA RESISTENZA TERMICA TOTALE [W/m²K] 0,262 TOTALE [m²k/w] 3,817 VERIFICA TERMOIGROMETRICA Condizioni al contorno CONDIZIONE Ti [ C] Pi [Pa] Te [ C] Pe [Pa] Invernale (gennaio) 20, ,0 638 Estiva (luglio) 25, , La struttura non è soggetta a fenomeni di condensa interstiziale. La differenza minima di pressione tra quella di saturazione e quella reale è pari a [Pa] La struttura è soggetta a fenomeni di condensa interstiziale. La quantità stagionale di condensato è pari a 65 [g/m²] Tale quantità può rievaporare durante la stagione estiva. La struttura non è soggetta a fenomeni di condensa superficiale. La differenza minima di pressione tra quella di saturazione e quella reale è pari a 667 [Pa] Simbologia s Spessore dello strato δ a Permeabilità al vapore nell intervallo 0-50% Ti Temperatura interna λ Conduttività δ u Permeabilità al vapore nell intervallo 50-95% Te Temperatura esterna C Conduttanza R Resistenza termica dello strato Pi Pressione parziale interna ρ Massa volumica Pe Pressione parziale esterna pag. 69

71 Mod.2 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: Copertura - SE01 Codice struttura S1 Calcolo per POTENZA ENERGIA Vento m/s 4,600 2,300 Resistenza superficiale interna m²k/w 0,100 0,100 Resistenza superficiale esterna m²k/w 0,040 0,056 Maggiorazione isolante / non isolante % 100% / 100% 100% / 100% N. Descrizione ρ [kg/m³] μ m [%] s [mm] λ R λ [W/mK] [m²k/w] [W/mK] R [m²k/w] 1 Impermeab. in cartone bitumato da tetto ,230 0,022 0,230 0,022 2 C.l.s. di argilla espansa sottofondi non aerati ,660 0,121 0,660 0,121 3 Polistirene espanso in lastre termocompresse ,039 3,077 0,039 3,077 4 Barriera vapore in fogli di P.V.C ,160 0,006 0,160 0,006 5 Solaio tipo predalles ,952 0,420 0,952 0,420 6 Intonaco di calce e gesso ,700 0,014 0,700 0,014 Spessore totale 616 mm R m²k/w 3,801 3,817 Massa superficiale 698 kg/m² U W/m²K 0,263 0,262 CARATTERISTICHE TERMICHE DINAMICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI 6946 Trasmittanza periodica 0,016 W/m²K Fattore di attenuazione 0,060 - Sfasamento dell onda -15,722 h pag. 70

72 Mod.3 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: Copertura - SE01 Codice struttura S1 DATI TERMOIGROMETRICI secondo UNI EN ISO 13788: Temperatura interna periodo di riscaldamento: 20,0 C Temperatura esterna per calcolo potenza: -5,0 C T e UR esterne verifica termoigrometrica: Criterio per l aumento dell umidità interna: T e UR variabili, medie mensili. T fissa, media annuale C UR fissa pari a % T fissa, pari a C UR fissa pari a % Classe concentrazione del vapore: Umidità relativa interna costante: 60,0% + 5% Ricambio d aria costante e produzione di vapore nota: Ricambio d aria variabile e produzione vapore nota: RISULTATI DELLA VERIFICA TERMOIGROMETRICA secondo UNI EN ISO 13788: Permeanza: 0, kg/sm² Pa Resistenza superficiale interna/esterna: 0,250 / 0,040 m²k/w Verifica criticità di condensa superficiale: Positiva per UR sup. amm 80,0% Mese critico Gennaio f max Rsi 0,805 f Rsi 0,937 Verifica del rischio di condensa interstiziale: Positiva Verifica termoigrometrica: Mese con massima condensa accumulata: Marzo Quantità di condensa ammissibile: 100 g/m² Q.tà massima di condensa durante l anno: 65 g/m² L evaporazione alla fine della stagione è: Completa pag. 71

73 Mod.1 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL INVOLUCRO EDILIZIO. secondo UNI TS UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: Pannello copertura Shed Codice struttura S2 N. DESCRIZIONE STRATO (dall alto verso il basso) s [mm] λ C ρ δ a x δ u x R [W/mK] [W/m²K] [kg/m³] [kg/mspa] [kg/mspa] [m²k/w] 1 Lamiera di acciaio 3 52, ,000 0,000 0,000 2 Poliuretano in lastre ricavate da blocchi 80 0,032 0, ,429 1,429 2,500 3 Lamiera di acciaio 3 52, ,000 0,000 0,000 Spessore totale [mm] 86 Conduttanza unitaria Resistenza unitaria superficiale interna 10,000 superficiale interna 0,100 Massa superficiale [kg/m²] 51 Conduttanza unitaria Resistenza unitaria superficiale esterna 17,750 superficiale esterna 0,056 Trasmittanza periodica [W/m²K] 0,372 TRASMITTANZA RESISTENZA TERMICA TOTALE [W/m²K] 0,376 TOTALE [m²k/w] 2,660 VERIFICA TERMOIGROMETRICA Condizioni al contorno CONDIZIONE Ti [ C] Pi [Pa] Te [ C] Pe [Pa] Invernale (gennaio) 20, ,0 638 Estiva (luglio) 25, , La struttura non è soggetta a fenomeni di condensa interstiziale. La differenza minima di pressione tra quella di saturazione e quella reale è pari a [Pa] La struttura è soggetta a fenomeni di condensa interstiziale. La quantità stagionale di condensato è pari a 1,56 E-01 [g/m²] Tale quantità può rievaporare durante la stagione estiva. La struttura non è soggetta a fenomeni di condensa superficiale. La differenza minima di pressione tra quella di saturazione e quella reale è pari a 606 [Pa] Simbologia s Spessore dello strato δ a Permeabilità al vapore nell intervallo 0-50% Ti Temperatura interna λ Conduttività δ u Permeabilità al vapore nell intervallo 50-95% Te Temperatura esterna C Conduttanza R Resistenza termica dello strato Pi Pressione parziale interna ρ Massa volumica Pe Pressione parziale esterna pag. 72

74 Mod.2 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: Pannello copertura Shed Codice struttura S2 Calcolo per POTENZA ENERGIA Vento m/s 4,600 2,300 Resistenza superficiale interna m²k/w 0,100 0,100 Resistenza superficiale esterna m²k/w 0,040 0,056 Maggiorazione isolante / non isolante % 100% / 100% 100% / 100% N. Descrizione ρ [kg/m³] μ m [%] s [mm] λ R λ [W/mK] [m²k/w] [W/mK] R [m²k/w] 1 Lamiera di acciaio ,000 0,000 52,000 0,000 2 Poliuretano in lastre ricavate da blocchi ,032 2,500 0,032 2,500 3 Lamiera di acciaio ,000 0,000 52,000 0,000 Spessore totale 86 mm R m²k/w 2,640 2,656 Massa superficiale 51 kg/m² U W/m²K 0,379 0,376 CARATTERISTICHE TERMICHE DINAMICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI 6946 Trasmittanza periodica 0,372 W/m²K Fattore di attenuazione 0,988 - Sfasamento dell onda -1,165 h pag. 73

75 Mod.3 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: Pannello copertura Shed Codice struttura S2 DATI TERMOIGROMETRICI secondo UNI EN ISO 13788: Temperatura interna periodo di riscaldamento: 20,0 C Temperatura esterna per calcolo potenza: -5,0 C T e UR esterne verifica termoigrometrica: Criterio per l aumento dell umidità interna: T e UR variabili, medie mensili. T fissa, media annuale C UR fissa pari a % T fissa, pari a C UR fissa pari a % Classe concentrazione del vapore: Umidità relativa interna costante: 60,0% + 5% Ricambio d aria costante e produzione di vapore nota: Ricambio d aria variabile e produzione vapore nota: RISULTATI DELLA VERIFICA TERMOIGROMETRICA secondo UNI EN ISO 13788: Permeanza: 0, kg/sm² Pa Resistenza superficiale interna/esterna: 0,250 / 0,040 m²k/w Verifica criticità di condensa superficiale: Positiva per UR sup. amm 80,0% Mese critico Gennaio f max Rsi 0,805 f Rsi 0,910 Verifica del rischio di condensa interstiziale: Positiva Verifica termoigrometrica: Mese con massima condensa accumulata: Marzo Quantità di condensa ammissibile: 80 g/m² Q.tà massima di condensa durante l anno: 1,56 E-01 g/m² L evaporazione alla fine della stagione è: Completa pag. 74

76 Mod.1 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL INVOLUCRO EDILIZIO. secondo UNI TS UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: Copertura - SE02 Codice struttura S3 N. DESCRIZIONE STRATO (dall alto verso il basso) s [mm] λ C ρ δ a x δ u x R [W/mK] [W/m²K] [kg/m³] [kg/mspa] [kg/mspa] [m²k/w] 1 Terreno umido 50 2,000 40, , ,000 0,025 2 Polistirene espanso sint. in lastre da blocchi 20 0,042 2, ,353 2,353 0,476 3 Impermeab. in cartone bitumato da tetto 5 0,230 46, ,004 0,004 0,022 4 C.l.s. di argilla espansa sottofondi non aerati 80 0,660 8, ,333 50,000 0,121 5 Polistirene espanso in lastre termocompresse 120 0,039 0, ,333 3,333 3,077 6 Barriera vapore in fogli di P.V.C. 1 0, ,020 0,020 0,006 7 Solaio tipo predalles 400 0,952 2, ,222 22,222 0,420 8 Intonaco di calce e gesso 10 0,700 70, ,182 18,182 0,014 Spessore totale [mm] 686 Conduttanza unitaria Resistenza unitaria superficiale interna 10,000 superficiale interna 0,100 Massa superficiale [kg/m²] 828 Conduttanza unitaria Resistenza unitaria superficiale esterna 17,750 superficiale esterna 0,056 Trasmittanza periodica [W/m²K] 0,004 TRASMITTANZA RESISTENZA TERMICA TOTALE [W/m²K] 0,232 TOTALE [m²k/w] 4,310 VERIFICA TERMOIGROMETRICA Condizioni al contorno CONDIZIONE Ti [ C] Pi [Pa] Te [ C] Pe [Pa] Invernale (gennaio) 20, ,0 638 Estiva (luglio) 25, , La struttura non è soggetta a fenomeni di condensa interstiziale. La differenza minima di pressione tra quella di saturazione e quella reale è pari a [Pa] La struttura è soggetta a fenomeni di condensa interstiziale. La quantità stagionale di condensato è pari a 51 [g/m²] Tale quantità può rievaporare durante la stagione estiva. La struttura non è soggetta a fenomeni di condensa superficiale. La differenza minima di pressione tra quella di saturazione e quella reale è pari a 683 [Pa] Simbologia s Spessore dello strato δ a Permeabilità al vapore nell intervallo 0-50% Ti Temperatura interna λ Conduttività δ u Permeabilità al vapore nell intervallo 50-95% Te Temperatura esterna C Conduttanza R Resistenza termica dello strato Pi Pressione parziale interna ρ Massa volumica Pe Pressione parziale esterna pag. 75

77 Mod.2 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI EN ISO UNI UNI Tipo di struttura: Copertura - SE02 Codice struttura S3 Calcolo per POTENZA ENERGIA Vento m/s 4,600 2,300 Resistenza superficiale interna m²k/w 0,100 0,100 Resistenza superficiale esterna m²k/w 0,040 0,056 Maggiorazione isolante / non isolante % 100% / 100% 100% / 100% N. Descrizione ρ [kg/m³] μ m [%] s [mm] λ R λ [W/mK] [m²k/w] [W/mK] R [m²k/w] 1 Terreno umido ,000 0,025 2,000 0,025 2 Polistirene espanso sint. in lastre da blocchi ,042 0,476 0,042 0,476 3 Impermeab. in cartone bitumato da tetto ,230 0,022 0,230 0,022 4 C.l.s. di argilla espansa sottofondi non aerati ,660 0,121 0,660 0,121 5 Polistirene espanso in lastre termocompresse ,039 3,077 0,039 3,077 6 Barriera vapore in fogli di P.V.C ,160 0,006 0,160 0,006 7 Solaio tipo predalles ,952 0,420 0,952 0,420 8 Intonaco di calce e gesso ,700 0,014 0,700 0,014 Spessore totale 686 mm R m²k/w 4,302 4,318 Massa superficiale 828 kg/m² U W/m²K 0,232 0,232 CARATTERISTICHE TERMICHE DINAMICHE DEI COMPONENTI OPACHI DELL EDIFICIO secondo UNI EN ISO UNI 6946 Trasmittanza periodica 0,004 W/m²K Fattore di attenuazione 0,018 - Sfasamento dell onda -19,932 h pag. 76

ALLEGATO E (Allegato I, comma 19)

ALLEGATO E (Allegato I, comma 19) ALLEGATO E (Allegato I, comma 19) RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO

Dettagli

Progetto per la realizzazione di:

Progetto per la realizzazione di: Progetto per la realizzazione di: Impianto di condizionamento per completamento Palazzo di Giustizia di Vibo Valentia RELAZIONE TECNICA COME DISPOSTO DALL ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10,

Dettagli

Comune di GRAVINA in PUGLIA (BARI)

Comune di GRAVINA in PUGLIA (BARI) Comune di GRAVINA in PUGLIA (BARI) OPIFICIO ARTIGIANALE PRODUZIONE DI MANUFATTI PREFABBRICATI IN C.A. SP 137 Per Corato N.C.T. Foglio 85, P.lle 141-368 committenza PAN SYSTEM SRL SS 97 per Spinazzola Km

Dettagli

Egregio Signor SINDACO del comune di Aosta, (AO) e p.c. all'ufficio tecnico del comune di Aosta, (AO)

Egregio Signor SINDACO del comune di Aosta, (AO) e p.c. all'ufficio tecnico del comune di Aosta, (AO) Egregio Signor SINDACO del comune di Aosta, (AO) e p.c. all'ufficio tecnico del comune di Aosta, (AO) RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA

Dettagli

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10. RELAZIONE TECNICA DGR 22 dicembre 2008, n. 8/ ALLEGATO B

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10. RELAZIONE TECNICA DGR 22 dicembre 2008, n. 8/ ALLEGATO B LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA DGR 22 dicembre 2008, n. 8/8745 - ALLEGATO B COMMITTENTE : COMUNE DI CASTELLEONE EDIFICIO : SCUOLA DELL INFANZIA COMUNE : CASTELLEONE INTERVENTO : Edificio

Dettagli

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10. RELAZIONE TECNICA DLgs 29 dicembre 2006, n ALLEGATO E

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10. RELAZIONE TECNICA DLgs 29 dicembre 2006, n ALLEGATO E LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA DLgs 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E DPR 2 aprile 2009, n. 59 COMMITTENTE : EDIFICIO : Via Passoni 9 ESISTENTE INDIRIZZO : Via Passoni 9 COMUNE : TORINO

Dettagli

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10. RELAZIONE TECNICA DGR 22 dicembre 2008, n. 8/8745 - ALLEGATO B

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10. RELAZIONE TECNICA DGR 22 dicembre 2008, n. 8/8745 - ALLEGATO B LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA DGR 22 dicembre 2008, n. 8/8745 - ALLEGATO B COMMITTENTE : COMUNE di SEREGNO EDIFICIO : ABITAZIONI CIVILI - N. 10 APPARTAMENTI INDIRIZZO : VIA SAN GIUSEPPE

Dettagli

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10. RELAZIONE TECNICA DGR 22 dicembre 2008, n. 8/ ALLEGATO B

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10. RELAZIONE TECNICA DGR 22 dicembre 2008, n. 8/ ALLEGATO B LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA DGR 22 dicembre 2008, n. 8/8745 - ALLEGATO B COMMITTENTE : Gnutti Cirillo S.p.a. EDIFICIO : Realizzazione nuovo capannone INDIRIZZO : Via Brescia, 7 COMUNE

Dettagli

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10. RELAZIONE TECNICA DLgs 29 dicembre 2006, n ALLEGATO E

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10. RELAZIONE TECNICA DLgs 29 dicembre 2006, n ALLEGATO E LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA DLgs 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E DPR 2 aprile 2009, n. 59 COMMITTENTE : EDIFICIO : complesso scolastico PROGETTO INDIRIZZO : Via Passoni 9 COMUNE

Dettagli

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n ALLEGATO E. RR 13 novembre 2012, n. 6

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n ALLEGATO E. RR 13 novembre 2012, n. 6 LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E RR 13 novembre 2012, n. 6 COMMITTENTE : Società cooperativa edilizia S. Stefano del Ponte EDIFICIO : Case di civile

Dettagli

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n ALLEGATO E. D.P.R. 2 aprile 2009, n. 59

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n ALLEGATO E. D.P.R. 2 aprile 2009, n. 59 LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E D.P.R. 2 aprile 2009, n. 59 D.P.P. 13 luglio 2009, n. 11-13/Leg D.P.P. 15 marzo 2012, n. 5-80/Leg COMMITTENTE

Dettagli

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10. RELAZIONE TECNICA DGR 22 dicembre 2008, n. 8/ ALLEGATO B

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10. RELAZIONE TECNICA DGR 22 dicembre 2008, n. 8/ ALLEGATO B LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA DGR 22 dicembre 2008, n. 8/8745 - ALLEGATO B COMMITTENTE : Gnutti Cirillo S.p.a. EDIFICIO : Ristrutturazione palazzina uffici e appartamento INDIRIZZO : Via

Dettagli

Art. 28 legge 10/91 1. INFORMAZIONI GENERALI

Art. 28 legge 10/91 1. INFORMAZIONI GENERALI RELAZIONE TECNICA ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO DEGLI EDIFICI DI CUI ALL ART. 28 DELLA LEGGE 10/91 con riferimento a: D.P.R. n 412 del 26

Dettagli

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. DGR 22 dicembre 2008, n. 8/8745 ALLEGATO B

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. DGR 22 dicembre 2008, n. 8/8745 ALLEGATO B LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA DGR 22 dicembre 2008, n. 8/8745 ALLEGATO B COMMITTENTE : Gobbi Frattini Srl EDIFICIO : Zona uffici - Stabilimento Gobbi-Frattini INDIRIZZO : località Pigna,

Dettagli

Deliberazione della Giunta Regionale Emilia Romagna n.1362 del 20/09/10- ALLEGATO 4

Deliberazione della Giunta Regionale Emilia Romagna n.1362 del 20/09/10- ALLEGATO 4 LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ART. 28 DELLA LEGGE 09.01.91 N. 10 ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO DEGLI EDIFICI Deliberazione

Dettagli

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. DGR 22 dicembre 2008, n. 8/8745 ALLEGATO B

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. DGR 22 dicembre 2008, n. 8/8745 ALLEGATO B LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA DGR 22 dicembre 2008, n. 8/8745 ALLEGATO B COMMITTENTE : Amministrazione comunale di Rogeno EDIFICIO INDIRIZZO COMUNE : Scuola Secondaria : Rogeno,Via vecchia

Dettagli

RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO DEGLI EDIFICI

RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO DEGLI EDIFICI RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL ART. 28 DELLA LEGGE N. 10 DEL 9/1/1991, REDATTA SECONDO L ALL. B DELLA D.G.R. LOMBARDIA 8-5018/2007 E S.M.I., CON PROCEDURA DI CALCOLO DA D.D.G. LOMBARDIA 5796/2009 E 14006/2009

Dettagli

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10. RELAZIONE TECNICA DLgs 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10. RELAZIONE TECNICA DLgs 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA DLgs 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E DPR 2 aprile 2009, n. 59 COMMITTENTE : COMUNE DI TORINO EDIFICIO : CsoSvizzera59 ESISTENTE INDIRIZZO : Cso Svizzera

Dettagli

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10. RELAZIONE TECNICA DGR 22 dicembre 2008, n. 8/8745 - ALLEGATO B

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10. RELAZIONE TECNICA DGR 22 dicembre 2008, n. 8/8745 - ALLEGATO B LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA DGR 22 dicembre 2008, n. 8/8745 - ALLEGATO B COMMITTENTE : SOCIETA AGRICOLA TREZZA COORDINAMENTO DELLE NECESSITA' E DEI CONTENUTI DI TIPO PUBBLICO UTC LAVORI

Dettagli

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10. RELAZIONE TECNICA DLgs 29 dicembre 2006, n ALLEGATO E

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10. RELAZIONE TECNICA DLgs 29 dicembre 2006, n ALLEGATO E LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA DLgs 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E COMMITTENTE : Comune di Torino EDIFICIO : Uffici e Culto INDIRIZZO : Via Cigna 96 COMUNE : TORINO INTERVENTO : Ristrutturazione

Dettagli

Modulo REE Ristrutturazione o Demolizione e ricostruzione di Edifici Esistenti

Modulo REE Ristrutturazione o Demolizione e ricostruzione di Edifici Esistenti Modulo -REE Modulo REE Ristrutturazione o Demolizione e ricostruzione di Edifici Esistenti Dati generali dell edificio Permesso di costruire/ Denuncia inizio attività n. del Committente Categoria di edificio

Dettagli

Comune di NETTUNO. Provincia di ROMA

Comune di NETTUNO. Provincia di ROMA Comune di NETTU Provincia di ROMA RELAZIONE TECNICA di cui al c. 1 dell art. 8 del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192, attestante la rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del

Dettagli

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10. RELAZIONE TECNICA DGR 22 dicembre 2008, n. 8/8745 - ALLEGATO B

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10. RELAZIONE TECNICA DGR 22 dicembre 2008, n. 8/8745 - ALLEGATO B LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA DGR 22 dicembre 2008, n. 8/8745 - ALLEGATO B COMMITTENTE : ATOS Srl EDIFICIO : Piscina Comunale di Trezzo sull Adda INDIRIZZO : Via Pietro Nenni COMUNE : TREZZO

Dettagli

RELAZIONE TECNICA COME DISPOSTO DALL ART. 28 DELLA LEGGE N 10

RELAZIONE TECNICA COME DISPOSTO DALL ART. 28 DELLA LEGGE N 10 RELAZIONE TECNICA COME DISPOSTO DALL ART. 28 DELLA LEGGE N 10 del 9 Gennaio 1991 - Gazzetta Ufficiale n 13 del 16 Gennaio 1991 REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE - DPR 26/08/93 n 412 - Gazzetta Ufficiale n 242

Dettagli

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10. RELAZIONE TECNICA DGR 22 dicembre 2008, n. 8/8745 - ALLEGATO B

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10. RELAZIONE TECNICA DGR 22 dicembre 2008, n. 8/8745 - ALLEGATO B LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA DGR 22 dicembre 2008, n. 8/8745 - ALLEGATO B COMMITTENTE : Comune di Orio Litta EDIFICIO : Ostello dei Pellegrini della via Francigena - Gragia dei Benedettini

Dettagli

IL VETRO PER L EFFICIENZA ENERGETICA NELL EDILIZIA

IL VETRO PER L EFFICIENZA ENERGETICA NELL EDILIZIA IL VETRO PER L EFFICIENZA ENERGETICA NELL EDILIZIA Linee Guida per l introduzione nei Regolamenti edilizi comunali di elementi per la piena attuazione della normativa vigente e delle misure finalizzate

Dettagli

Ridurre i consumi energetici per la climatizzazione invernale e per la produzione di ACS.

Ridurre i consumi energetici per la climatizzazione invernale e per la produzione di ACS. ESIGENZA DA SODDISFARE Ridurre i consumi energetici per la climatizzazione invernale e per la produzione di ACS. CAMPO D'APPLICAZIONE Usi di cui all'art. 3, DPR 412/93 e s.m.: Tutte le destinazioni d'uso

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DI P R E S C R I Z I O N I I N M A T E R I A D I CONSUMO ENERGETICO C I T T À D I C H I E R I

RELAZIONE TECNICA DI P R E S C R I Z I O N I I N M A T E R I A D I CONSUMO ENERGETICO C I T T À D I C H I E R I C I T T À D I C H I E R I C I T T À M E T R O P O L I T A N A D I T O R I N O Ristrutturazione edificio di proprietà comunale Via Albussano 19 / Angolo via della Pace PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE TECNICA

Dettagli

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E. D.P.R. 2 aprile 2009, n. 59

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E. D.P.R. 2 aprile 2009, n. 59 LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E D.P.R. 2 aprile 2009, n. 59 COMMITTENTE : CONI SPA EDIFICIO : PISCINA MILANO CONI INDIRIZZO : VIA MONTEVIDEO N.20

Dettagli

Modello tipo come previsto dall allegato E del D.lgs 192- G.U. n. 222 del 23/09/05

Modello tipo come previsto dall allegato E del D.lgs 192- G.U. n. 222 del 23/09/05 RELAZIONE TECNICA COME DISPOSTO DALL ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO DEGLI EDIFICI Applicazione

Dettagli

I ponti termici possono rappresentare fino al 20% del calore totale disperso da un ambiente.

I ponti termici possono rappresentare fino al 20% del calore totale disperso da un ambiente. Isolamento termico dei componenti L isolamento termico di un componente di tamponamento esterno è individuato dalla resistenza termica complessiva: trasmittanza (U espressa in W/m 2 K) L isolamento termico

Dettagli

A.1 Indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale

A.1 Indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale ALLEGATO A - REQUISITI ENERGETICI DEGLI EDIFICI A.1 Indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale A.1.1 Per gli edifici residenziali della classe E.1, esclusi collegi, conventi, case

Dettagli

ALLEGATO per IPOTESI di ACCORDO fra:

ALLEGATO per IPOTESI di ACCORDO fra: Progetto SICUREZZA E RISPARMIO ALLEGATO per IPOTESI di ACCORDO fra: CONSORZIO CEV, e GLOBAL POWER SERVICE S.P.A. (E.S.Co. controllata dal Consorzio CEV) PER LA SOSTITUZIONE DEI GENERATORI DI CALORE DELLA:

Dettagli

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. Decreto 26 giugno 2015

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. Decreto 26 giugno 2015 LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA Decreto 26 giugno 2015 COMMITTENTE : Mario Bianchi EDIFICIO INDIRIZZO COMUNE INTERVENTO : Palazzina 2 unità Uffici - 4 Residenziali : Via Verdi 1, Roma : Roma

Dettagli

superficiale interna 7,692 superficiale interna 0,130

superficiale interna 7,692 superficiale interna 0,130 Tipo di struttura: muro pietra da 45 Codice struttura M1 N. DESCRIZIONE STRATO s C a x 10-12 u x 10-12 R 1 Intonaco di calce e sabbia 25 0,800 32,000 1600 20,000 33,333 0,031 2 Muratura in pietra naturale

Dettagli

Modello tipo come previsto dall allegato E del D.lgs 192- G.U. n. 222 del 23/09/05

Modello tipo come previsto dall allegato E del D.lgs 192- G.U. n. 222 del 23/09/05 Via S.Pellico, 6 53044 - Chiusi Scalo SIENA Tel. 0578/227285-227489 Fax 0578/21225 e-mail: info@stigstudiotecnico.it Sito Internet: www.stigstudiotecnico.it RELAZIONE TECNICA COME DISPOSTO DALL ARTICOLO

Dettagli

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. DGR 4 agosto 2009, n. 46-11968. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. DGR 4 agosto 2009, n. 46-11968. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA DGR 4 agosto 2009, n. 46-11968 D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E COMMITTENTE : Comune di Novara EDIFICIO : Scuola Elementare Don Ponzetto INDIRIZZO

Dettagli

Comune di SAN REMO Provincia di IMPERIA RELAZIONE TECNICA. Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico

Comune di SAN REMO Provincia di IMPERIA RELAZIONE TECNICA. Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Comune di SAN REMO Provincia di IMPERIA RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Decreto Legislativo 19 agosto 2005 N.192 Decreto Legislativo 29

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA

RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO DEGLI EDIFICI 1. INFORMAZIONI GENERALI

Dettagli

Opere relative a: Ospedale SS Cosma Damiano Spostamento Pronto Soccorso Località :

Opere relative a: Ospedale SS Cosma Damiano Spostamento Pronto Soccorso Località : RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO DEGLI EDIFICI. APPLICAZIONE DECRETI

Dettagli

LEGGE n. 10 del

LEGGE n. 10 del LEGGE n. 10 del 9-1-1991 Relazione tecnica inerente l'isolamento termico e gli impianti tecnologici dell' edificio come disposto DAL PUNTO 9.1 DELLA D.G.R. 26/06/2007 - N. 8/5018, E S.M.I. DETERMINAZIONE

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ART. 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10

RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ART. 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10 1 RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ART. 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10 Applicazione della D.A.L. 4 marzo 2008 n. 156 come modificata dalla D.G.R. 26 settembre 2011 n. 1366 Lo schema di relazione tecnica

Dettagli

Progettista(i) degli impianti termici e dell isolamento termico dell'edificio

Progettista(i) degli impianti termici e dell isolamento termico dell'edificio ALLEGATO E (Allegato I, comma 15) RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO

Dettagli

RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico

RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Deliberazione Giunta Regionale 22 dicembre 2008 n. 8/8745 Allegato B - Relazione tecnica di cui all'articolo

Dettagli

(schema) (per edifici costituiti da parti appartenenti a categorie differenti, specificare le diverse categorie) Numero delle unità abitative

(schema) (per edifici costituiti da parti appartenenti a categorie differenti, specificare le diverse categorie) Numero delle unità abitative RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ART. 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10 Come prevista dall allegato 4 della delibera di Assemblea legislativa della regione Emilia-Romagna n.156/2008, atto di indirizzo e

Dettagli

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. DGR 4 agosto 2009, n D.Lgs. 29 dicembre 2006, n ALLEGATO E

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. DGR 4 agosto 2009, n D.Lgs. 29 dicembre 2006, n ALLEGATO E LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA DGR 4 agosto 2009, n. 46-11968 D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E COMMITTENTE : Comune di Buttigliera Alta EDIFICIO : Buttigl ScMat viacomuni ESISTENTE

Dettagli

RELAZIONE TECNICA OPERE RELATIVE AD EDIFICI DI NUOVA COSTRUZIONE O A RISTRUTTURAZIONE DI EDIFICI D.M ALLEGATO A

RELAZIONE TECNICA OPERE RELATIVE AD EDIFICI DI NUOVA COSTRUZIONE O A RISTRUTTURAZIONE DI EDIFICI D.M ALLEGATO A RELAZIONE TECNICA RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL ARTICOLO 8 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO DEGLI EDIFICI

Dettagli

PARCO NATURALE ADAMELLO-BRENTA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROGETTO ESECUTIVO CENTRO DIDATTICO - FAUNISTICO

PARCO NATURALE ADAMELLO-BRENTA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROGETTO ESECUTIVO CENTRO DIDATTICO - FAUNISTICO PARCO NATURALE ADAMELLO-BRENTA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROGETTO ESECUTIVO CENTRO DIDATTICO - FAUNISTICO del Parco Naturale Adamello Brenta acqua terra aria in C.C. Spiazzo I Lotto Modulo Acqua Committente:

Dettagli

Comune di Casorezzo Allegato energetico al Regolamento Edilizio

Comune di Casorezzo Allegato energetico al Regolamento Edilizio Comune di Casorezzo Allegato energetico al Regolamento Edilizio Approvato con deliberazione C.C. n. 11 del 15/04/2013, esecutiva ai sensi dell art. 134 comma 3^ del D.Lgv. n. 267/2000. Pubblicato all Albo

Dettagli

Esempi e applicazioni di architettura sostenibile

Esempi e applicazioni di architettura sostenibile Esempi e applicazioni di architettura sostenibile Comune: Montopoli in Val d Arno PI Progetto: Fabbricato per civile abitazione Committente: Anfima sas Zona Climatica: D Gradi Giorno: 1714 Superficie:

Dettagli

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E. D.P.R. 2 aprile 2009, n. 59

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E. D.P.R. 2 aprile 2009, n. 59 LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E D.P.R. 2 aprile 2009, n. 59 COMMITTENTE : EDIFICIO : Appartamento VICENZA INDIRIZZO : COMUNE : VICENZA INTERVENTO

Dettagli

Il progetto del nuovo: problematiche Certificazione energetica: norme e pratica professionale. Napoli, 28 marzo

Il progetto del nuovo: problematiche Certificazione energetica: norme e pratica professionale. Napoli, 28 marzo prof. ing. Vincenzo Corrado Politecnico di Torino Il progetto del nuovo: problematiche Regole per il progetto energetico del nuovo - Legislazione energetica - Legge 10/1991 + decreti di attuazione - Decreto

Dettagli

Progetto per la realizzazione di: VILLETTA UNIFAMIGLIARE CON TIPOLOGIA A SCHIERA

Progetto per la realizzazione di: VILLETTA UNIFAMIGLIARE CON TIPOLOGIA A SCHIERA RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO DEGLI EDIFICI 1. INFORMAZIONI GENERALI

Dettagli

Edificio di classe: G

Edificio di classe: G ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA (ai sensi del D.Lgs. 19 agosto 2005 n. 192 e ss.mm.ii.) Edifici non residenziali 1. INFORMAZIONI GENERALI Codice certificato C123-2015-PA-F44P83S09 Validità 10 anni

Dettagli

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10. RELAZIONE TECNICA DGR 31 ottobre 2007, n. 8/5773 - ALLEGATO B

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10. RELAZIONE TECNICA DGR 31 ottobre 2007, n. 8/5773 - ALLEGATO B LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA DGR 31 ottobre 2007, n. 8/5773 - ALLEGATO B COMMITTENTE : ALER LECCO - AZIENDA LOMBARDA PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DI LECCO EDIFICIO : Fabbricato residenziale

Dettagli

Relazione Tecnica attestante la rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico degli edifici

Relazione Tecnica attestante la rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico degli edifici Relazione Tecnica attestante la rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico degli edifici 1. Informazioni Generali art. 28 Legge n. 10 del 09/01/91 D.Lgs. 29 dicembre

Dettagli

Arch. Francesco Longo Geom. Anselmo Antonaci Ing. Emanuele Surano

Arch. Francesco Longo Geom. Anselmo Antonaci Ing. Emanuele Surano Tav. R3 RELAZIONE SPECIALISTICA IMPIANTO TERMICO Pag. 1 / 4 Sommario 1. OGGETTO... 3 2. STATO DI FATTO... 3 3. STATO DI PROGETTO... 3 Tav. R3 RELAZIONE SPECIALISTICA IMPIANTO TERMICO Pag. 2 / 4 RELAZIONE

Dettagli

Relazione Tecnica (RT)

Relazione Tecnica (RT) Committente: Edificio: Relazione Tecnica (RT) LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 DGR 31 ottobre 2007, n. 8/5773 - ALLEGATO B Studio Tintori Indirizzo: Via Firenze, 3 Comune: Villa monofamiliare a destinazione

Dettagli

Comune di VILLA DI BRIANO. Provincia di CASERTA

Comune di VILLA DI BRIANO. Provincia di CASERTA Comune di VILLA DI BRIANO Provincia di CASERTA RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Decreto Legislativo 19 agosto 2005 n.192 Decreto Legislativo

Dettagli

Studio Tecnico DIESSE Pordenone (PN)

Studio Tecnico DIESSE Pordenone (PN) Studio Tecnico DIESSE Pordenone (PN) RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO

Dettagli

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E. D.P.R. 2 aprile 2009, n. 59

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E. D.P.R. 2 aprile 2009, n. 59 Pag. 1/14 LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E D.P.R. 2 aprile 2009, n. 59 COMMITTENTE : MIBAC EDIFICIO : Museo Archeologico Regionale Baglio Anselmi

Dettagli

IL COMFORT ABITATIVO

IL COMFORT ABITATIVO IL COMFORT ABITATIVO ( sui concetti e sulle definizioni di base ) I RIFERIMENTI NORMATIVI legge 373 del 30/04/76 legge 10 del 09/01/91 direttiva 93/76 CEE del 13/09/93 direttiva 2002/91/CE D.L. 19/08/2005

Dettagli

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano Comune di MILANO Provincia di MILANO Regione LOMBARDIA RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Deliberazione Giunta Regionale 22 dicembre 2008

Dettagli

Edificio di classe: G

Edificio di classe: G ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA (ai sensi del D.Lgs. 19 agosto 2005 n. 192 e ss.mm.ii.) Edifici residenziali 1. INFORMAZIONI GENERALI Codice certificato C123-2015-PA-F44P83S19 Validità 10 anni Riferimenti

Dettagli

CASO A - Nel caso di edificio residenziale sprovvisto di impianto di acqua calda sanitaria è necessario procedere in questo modo:

CASO A - Nel caso di edificio residenziale sprovvisto di impianto di acqua calda sanitaria è necessario procedere in questo modo: 9.4.a. Nel caso di edificio residenziale sprovvisto di impianto di riscaldamento o produzione di acqua calda sanitaria come si deve procedere per inserire i dati e generare l APE? Si individuano 3 casi.

Dettagli

ALLEGATO B RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10

ALLEGATO B RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10 ALLEGATO B RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10 Lo schema di relazione tecnica nel seguito descritto contiene le informazioni minime necessarie per accertare l osservanza

Dettagli

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. DGR 4 agosto 2009, n D.Lgs. 29 dicembre 2006, n ALLEGATO E

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. DGR 4 agosto 2009, n D.Lgs. 29 dicembre 2006, n ALLEGATO E LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA DGR 4 agosto 2009, n. 46-11968 D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E COMMITTENTE : Comune di Buttigliera Alta EDIFICIO : Buttigl ScMat viacomuni PROGETTO

Dettagli

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. DGR 22 dicembre 2008, n. 8/8745 ALLEGATO B

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. DGR 22 dicembre 2008, n. 8/8745 ALLEGATO B LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA DGR 22 dicembre 2008, n. 8/8745 ALLEGATO B COMMITTENTE : Amministrazione comunale di Rogeno EDIFICIO : Scuola Secondaria INDIRIZZO : Rogeno,Via vecchia Casletto

Dettagli

Committente: Crivellari & Zebini SpA Via Roma, Zelo di Giacciano con Baruchella (RO) data: 25/01/2010

Committente: Crivellari & Zebini SpA Via Roma, Zelo di Giacciano con Baruchella (RO) data: 25/01/2010 Determinazione dei valori termici di progetto del blocco in laterizio porizzato ZS portante ad incastro 30 x 25 x 19 e di una parete in muratura da esso costituita ai sensi della Norma UNI EN 1745/2005

Dettagli

1 Descrizione dell impianto di climatizzazione... 2. 2 Norme e Documenti di Riferimento... 4

1 Descrizione dell impianto di climatizzazione... 2. 2 Norme e Documenti di Riferimento... 4 SOMMARIO Sommario... 1 1 Descrizione dell impianto di climatizzazione... 1.1 Unità esterna... 1. MODULO IDRONICO... 3 1.3 Accumulatori ACS... 3 1. Unità terminali... 3 1.5 IMPIANTO ELETTRICO PER IL FUNZIONAMENTO

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA

RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO DEGLI EDIFICI 1. INFORMAZIONI GENERALI

Dettagli

RAPPORTO DI CONTROLLO DI EFFICIENZA ENERGETICA TIPO 1 (gruppi termici)

RAPPORTO DI CONTROLLO DI EFFICIENZA ENERGETICA TIPO 1 (gruppi termici) Bollino ALLEGATO II (Art. 2) RAPPORTO DI CONTROLLO DI EFFICIENZA ENERGETICA TIPO 1 (gruppi termici) Impianto: di Potenza termica nominale totale max sito nel Palazzo Scala Interno Titolo di responsabilita':

Dettagli

Aura IN. Accessori a richiesta. Certificazione. Come ordinare Aura IN?

Aura IN. Accessori a richiesta. Certificazione. Come ordinare Aura IN? Aura IN Caldaie a condensazione, a camera stagna ad altissimo rendimento adatte per il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria. Funzionamento a "tiraggio forzato tipo B23". Sistema antigelo

Dettagli

Decreto Ministeriale del 26/6/ Nuove disposizioni legislative nazionali. Entrata in vigore: 1 ottobre 2015 PRIMO DECRETO

Decreto Ministeriale del 26/6/ Nuove disposizioni legislative nazionali. Entrata in vigore: 1 ottobre 2015 PRIMO DECRETO 1 II Decreto Ministeriale del 26/6/2015 - Nuove disposizioni legislative nazionali PRIMO DECRETO Entrata in vigore: 1 ottobre 2015 Adeguamento linee guida nazionali per la certificazione energetica degli

Dettagli

RESTAURO ED ADEGUAMENTO FUNZIONALE DI PARTE DEL COMPLESSO MONUMENTALE CAVOURIANO DI SANTENA

RESTAURO ED ADEGUAMENTO FUNZIONALE DI PARTE DEL COMPLESSO MONUMENTALE CAVOURIANO DI SANTENA CITTÀ DI TORINO DIVISIONE SERVIZI TECNICI ED EDILIZIA PER I SERVIZI CULTURALI SOCIALI COMMERCIALI SETTORE EDIFICI PER LA CULTURA PIAZZA CORPUS DOMINI N. 17/E - 10122 TORINO RESTAURO ED ADEGUAMENTO FUNZIONALE

Dettagli

Generalità. contenimento del fabbisogno energetico; - riduzione delle emissioni di CO 2 per tutta la durata di vita dell edificio.

Generalità. contenimento del fabbisogno energetico; - riduzione delle emissioni di CO 2 per tutta la durata di vita dell edificio. Sede e Amm.ne: Generalità. La direttiva 2002/91/CE, adottata dalla Comunità Europea sul rendimento energetico nell edilizia, è stata recepita in Italia con il Decreto Legislativo n. 192 del 19 Agosto 2005

Dettagli

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. DGR 4 agosto 2009, n. 46-11968. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. DGR 4 agosto 2009, n. 46-11968. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA DGR 4 agosto 2009, n. 46-11968 D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E COMMITTENTE : Comune di Bioglio EDIFICIO : Immobile Alloggi E.R.P.S. INDIRIZZO

Dettagli

DIAGNOSI E CERTIFICAZIONE ENERGETICA DI N. 15 AEROPORTI NAZIONALI COLLOCATI NELLE REGIONI INDIVIDUATE NELL OBIETTIVO CONVERGENZA R-DOCET

DIAGNOSI E CERTIFICAZIONE ENERGETICA DI N. 15 AEROPORTI NAZIONALI COLLOCATI NELLE REGIONI INDIVIDUATE NELL OBIETTIVO CONVERGENZA R-DOCET DIAGNOSI E CERTIFICAZIONE ENERGETICA DI N. 15 AEROPORTI NAZIONALI COLLOCATI NELLE REGIONI INDIVIDUATE NELL OBIETTIVO CONVERGENZA R-DOCET REPORT ENEA Docet Pro Edificio: Aerostazione Aeroporto: Salerno

Dettagli

DIMENSIONAMENTO IMPIANTO Procedura di calcolo

DIMENSIONAMENTO IMPIANTO Procedura di calcolo DIMENSIONAMENTO IMPIANTO Procedura di calcolo Criterio generale di progetto Il principio progettuale normalmente utilizzato per un impianto solare termico è quello di ottimizzare il rapporto fra costi

Dettagli

Castiglione di Sicilia (CT) Progetto di riqualificazione urbana dell'area compresa tra via IV Comune di Castiglione di Sicilia arch.

Castiglione di Sicilia (CT) Progetto di riqualificazione urbana dell'area compresa tra via IV Comune di Castiglione di Sicilia arch. RELAZIONE TECNICA In conformità all'art.28 della legge 09 gennaio 1991 n 10 Applicazione del Decreto Legislativo 19 agosto 2005 n. 192 come modificato dal Decreto Legislativo 29 dicembre 2006 n. 311 Comune:

Dettagli

CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI. C [W/m²K] lambda [W/mK]

CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI. C [W/m²K] lambda [W/mK] Scheda: MR1 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI Codice Struttura: MR.01.002 Descrizione Struttura: Muro in tufo da cm 50 con rivestimento a cappotto cm 7 N. DESCRIZIONE STRATO

Dettagli

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10. RELAZIONE TECNICA DLgs 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10. RELAZIONE TECNICA DLgs 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA DLgs 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E DPR 2 aprile 2009, n. 59 COMMITTENTE : Consorzio Di Bonifica Ombrone P.Se - Bisenzio EDIFICIO : Locali presenti

Dettagli

al Regolamento Edilizio

al Regolamento Edilizio APPENDICE all ALLEGATO ENERGETICO AMBIENTALE al Regolamento Edilizio SISTEMI DI INCENTIVAZIONE Gli incentivi risultano applicabili salvo l introduzione di norme sovraordinate, che rendano obbligatori i

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DATI GENERALI Destinazione d'uso Oggetto dell'attestato Nuova costruzione X Residenziale X Intero edificio Passaggio di proprietà Non residenziale Unità immobiliare

Dettagli

Prato - VIA VISIANA COMUNE DI PRATO INTRODUZIONE UBICAZIONE EDIFICIO COMMITTENTE. Progettisti: - dell'impianto termico: Ing.

Prato - VIA VISIANA COMUNE DI PRATO INTRODUZIONE UBICAZIONE EDIFICIO COMMITTENTE. Progettisti: - dell'impianto termico: Ing. RELAZIONE TECNICA RELATIVA AL PROGETTO DI UN IMPIANTO DI RISCALDAMENTO Ai sensi dell Art. 28 Legge 10/91 del 9 gennaio 1991 - G.U. n 13 del 16 gennaio 1991 conforme al modello di cui all allegato E del

Dettagli

Gli elementi tipologici forniti, al solo scopo di supportare la presente relazione tecnica, sono i seguenti:

Gli elementi tipologici forniti, al solo scopo di supportare la presente relazione tecnica, sono i seguenti: all articolo 3 del D.P.R. 26 agosto 1993, n. 412 (per edifici costituiti da parti appartenenti a categorie differenti, specificare le diverse categorie) Numero delle unità immobiliari Committente(i) Progettista(i)

Dettagli

EDIFICIO DI CLASSE: G

EDIFICIO DI CLASSE: G R ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA Edifici residenziali 1. INFORMAZIONI GENERALI Codice Attestato 7071/2015 Validità 10 anni dalla data di emissione salvo modifiche

Dettagli

Edifici industriali - 136

Edifici industriali - 136 Edifici industriali - 136 137 - - 138 L energia rinnovabile Edifici industriali Tipologia edificio: capannone industriale e uffici Località: Milano Tipologia intervento: realizzazione nuovo edificio CARATTERISTICHE

Dettagli

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E. D.P.R. 2 aprile 2009, n. 59

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E. D.P.R. 2 aprile 2009, n. 59 LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E D.P.R. 2 aprile 2009, n. 59 COMMITTENTE : Impieri Ciriaco - De Falco Ilaria EDIFICIO : Edificio di civile abitazione

Dettagli

RISPARMIO ENERGETICO: TECNICHE DI CORREZIONE DEI PONTI TERMICI

RISPARMIO ENERGETICO: TECNICHE DI CORREZIONE DEI PONTI TERMICI RISPARMIO ENERGETICO: TECNICHE DI CORREZIONE DEI PONTI TERMICI RISPARMIO ENERGETICO PONTI TERMICI PERDITE DI CALORE: FINO AL 20% DELLE TOTALI CORREZIONE DEI PONTI TERMICI PREVISTA DALLA NORMATIVA (LEGGE

Dettagli

PROGETTO CONDOMINI INTELLIGENTI Diagnosi energetica caseggiato Via Bruzzone, 12-14 Cogoleto (GE)

PROGETTO CONDOMINI INTELLIGENTI Diagnosi energetica caseggiato Via Bruzzone, 12-14 Cogoleto (GE) PROGETTO CONDOMINI INTELLIGENTI Diagnosi energetica caseggiato Via Bruzzone, 12-14 Cogoleto (GE) DIAGNOSI ENERGETICA EFFETTUATA DA: Dott. Ing. Alessandro Cabella Dott.Arch: Maria Rita Menicucci COORDINAMENTO:

Dettagli

ATTESTATO DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA USL7 SIENA OSPEDALE DI MONTALCINO (SI) DATI COMMESSA. Commessa: 12_024_CEN_ASL. Località: MONTALCINO (Si)

ATTESTATO DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA USL7 SIENA OSPEDALE DI MONTALCINO (SI) DATI COMMESSA. Commessa: 12_024_CEN_ASL. Località: MONTALCINO (Si) ATTESTATO DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA USL7 SIENA OSPEDALE DI MONTALCINO (SI) DATI COMMESSA Commessa: 12_024_CEN_ASL Località: MONTALCINO (Si) Responsabile lavori: - Revisione: Data: 07.12.2012 Str. Massetana

Dettagli

ALLEGATO 2 1. INFORMAZIONI GENERALI

ALLEGATO 2 1. INFORMAZIONI GENERALI ALLEGATO 2 RELAZIONE TECNICA DI CUI AL COMMA 1 DELL ARTICOLO 8 DEL DECRETO LEGISLATIVO 19 AGOSTO 2005, N. 192, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO

Dettagli

partita IVA (prov. ) via n scala piano interno di proprietà di (nome, cognome o ragione sociale e indirizzo) a a a

partita IVA (prov. ) via n scala piano interno di proprietà di (nome, cognome o ragione sociale e indirizzo) a a a DICHIARAZIONE DI RISPONDENZA DELL IMPIANTO GAS ALLA REGOLA DELL ARTE ATTO SOSTITUTIVO DELLA DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ PER GLI IMPIANTI ESEGUITI PRIMA DEL 27 MARZO 2008 Articolo 7, comma 6, del Decreto

Dettagli

Realizzazione polo dell infanzia nella frazione di Barco di Bibbiano

Realizzazione polo dell infanzia nella frazione di Barco di Bibbiano Davide Geom. Tassoni Comune di Bibbiano Federico Ing. Mattioli Studio MBI Energie s.r.l. Realizzazione polo dell infanzia nella frazione di Barco di Bibbiano PLANIMETRIA GENERALE Sup. intervento 8215.4

Dettagli

INTERVENTI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA FINALIZZATA AL RISPARMIO ENERGETICO DELL IMMOBILE COMUNALE DENOMINATO PALAZZETTO DELLO SPORT LOTTO N.

INTERVENTI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA FINALIZZATA AL RISPARMIO ENERGETICO DELL IMMOBILE COMUNALE DENOMINATO PALAZZETTO DELLO SPORT LOTTO N. COMUNE DI BARDONECCHIA INTERVENTI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA FINALIZZATA AL RISPARMIO ENERGETICO DELL IMMOBILE COMUNALE DENOMINATO PALAZZETTO DELLO SPORT LOTTO N. 1 INTERVENTO INDIPENDENTE DA ALTRI

Dettagli

DECRETA. Art. 1 (Ambito di intervento e finalità) Art. 2 (Relazioni tecniche di progetto)

DECRETA. Art. 1 (Ambito di intervento e finalità) Art. 2 (Relazioni tecniche di progetto) Il Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti e con il Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione Vista la direttiva 2010/31/UE

Dettagli

ATTI DEL COMUNE DI MILANO

ATTI DEL COMUNE DI MILANO ATTI DEL COMUNE DI MILANO P.G. W.F. N.B.: la parte sottostante dovrà essere compilata dal richiedente o dal progettista. UCREDIL Via Richiedente avente titolo...... in qualità di... legalmente rappresentato

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL ART. 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10

RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL ART. 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10 RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL ART. 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10 Come prevista dall allegato 4 della delibera di Assemblea legislativa della regione Emilia-Romagna n.156/2008, atto di indirizzo e

Dettagli

Il sistema edificio-impianto

Il sistema edificio-impianto Il sistema edificio-impianto Bilancio energetico dell edificio: carichi e dispersioni Rendimento dell impianto ed energia primaria Rif leggi: Legge 10/91 e successivi decreti attuativi Rif normativa: UNI/TS

Dettagli