ROMANTICI IN ERBA PROGETTO DIDATTICO AL PALAZZETTO BRU ZANE. Materiale destinato agli insegnanti Stagione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ROMANTICI IN ERBA PROGETTO DIDATTICO AL PALAZZETTO BRU ZANE. Materiale destinato agli insegnanti Stagione 2013-2014"

Transcript

1 ROMANTICI IN ERBA PROGETTO DIDATTICO AL PALAZZETTO BRU ZANE Materiale destinato agli insegnanti Stagione

2

3 INDICE 4 Il Palazzetto Bru Zane Centre de musique romantique française 7 La corrente artistica del Romanticismo 13 La musica da camera nell Ottocento in Francia 17 Le famiglie di strumenti musicali 21 L edificio del Casino Zane

4 IL PALAZZETTO BRU ZANE CENTRE DE MUSIQUE ROMANTIQUE FRANÇAISE L istituzione culturale Il Palazzetto Bru Zane Centre de musique romantique française ha come vocazione la riscoperta del patrimonio musicale francese del grande Ottocento ( ). Ricerca ed editoria, programmazione e diffusione internazionale di concerti, sostegno alla registrazione discografica, queste le principali attività del Palazzetto Bru Zane, il quale ha aperto le sue porte nel L attività del Palazzetto Bru Zane declina nel loro complesso tutti i mestieri della musica: RICERCA Grazie a costanti indagini, la ricerca consente di riscoprire partiture dimenticate o inedite. Realizzata in partenariato con musicologi e presentata da istituzioni internazionali, privilegia il contatto diretto con i discendenti dei compositori ottocenteschi. L attività scientifica si concretizza nell organizzazione di convegni e giornate di studio, nonché nella digitalizzazione e catalogazione di preziose collezioni. EDIZIONI&DISCHI L attività editoriale consente di trasmettere al più ampio pubblico una conoscenza e un analisi sempre più affinate del repertorio romantico. Grazie alla pubblicazione di testi scientifici e volumi tascabili, il Centro consente di condividere la riflessione di studiosi anche in ambiti diversi dalla musicologia: letteratura, arti dello spettacolo, storia dell arte. In parallelo, l edizione di partiture musicali, la maggior parte delle quali non sono mai state pubblicate, rende possibile la programmazione di opere rare e originali. Infine, un intensa politica di registrazione discografica fissa l esito artistico dei progetti sviluppati. PROGRAMMAZIONE La scelta di contattare artisti di ogni paese per elaborare assieme a loro programmi attraenti e originali, rispettando al tempo stesso le specificità interpretative di ciascun musicista, consente al Palazzetto Bru Zane di ideare delle stagioni spaziando dalla musica da camera alle grandi opere sinfoniche e liriche. Ogni anno alcuni temi conduttori tracciano un panorama rappresentativo di un epoca, di un genere musicale o dell opera di un compositore sconosciuto. La diffusione internazionale dei concerti programmati dal Palazzetto allarga notevolmente il pubblico e le istituzioni culturali coinvolte, valorizzando contemporaneamente il 4

5 lavoro degli artisti. I programmi fuori città, ideati in collaborazione con altre istituzioni, rafforzano e arricchiscono la rete dei partenariati dalla Cina al Canada fino ai paesi dell Europa dell Est. A Venezia il Palazzetto Bru Zane organizza una stagione composta da due festival e una serie di concerti su tutto l arco dell anno. In autunno e in primavera i festival sviluppano un tema specifico quale può essere un periodo storico o la riscoperta dell opera di un compositore. Inoltre conferenze, presentazioni di dischi e visite guidate arricchiscono e scandiscono la stagione veneziana. CONCORSI&DIDATTICA Giovani talenti vengono associati alla programmazione del Palazzetto attraverso progetti didattici e concorsi internazionali al fine di essere un trampolino di lancio per l inserimento professionale. Attraverso questi progetti, i giovani artisti si confrontano con le realtà del mondo musicale contemporaneo, sviluppando al tempo stesso il proprio senso critico e la propria personalità: il contatto con opere per le quali non esiste ancora alcuna tradizione interpretativa li impegna a trovare in se stessi ispirazione e convinzione. Il Palazzetto Bru Zane con il patrocinio dell Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto ha intrapreso nella stagione il progetto Romantici in erba, ciclo didattico gratuito rivolto alle scuole primarie e finalizzato all avvicinamento dei bambini alla musica e al repertorio romantico francese. Per questa stagione le iniziative rivolte a un pubblico più giovane si estendono alla sfera famigliare con concerti e laboratori la domenica, per i bambini da 6 anni in su! Informazioni su bru-zane.com nella sezione Didattica e concorsi > Concerti per le famiglie o allo / 5

6 Caspar David Friedrich, Viandante sul mare di nebbia 6

7 LA CORRENTE ARTISTICA DEL ROMANTICISMO Il Romanticismo: il ritorno del sentimento Con il tempo, tutto cambia: persino le parole. Ma quando qualcosa cambia, di solito non lo fa per caso. Immaginiamo ora di fare un salto indietro nella storia, e di raggiungere il diciannovesimo secolo ( ). Siamo sempre nel nostro continente, l Europa: immergiamoci nel mondo della sua cultura e della sua arte. Frequentiamo i grandi teatri delle capitali come Vienna, conosciamo i ricchi dilettanti che suonano nei salotti di Parigi, leggiamo i libri e gli articoli scritti da uomini sapienti. Se veramente potessimo fare tutto ciò, sicuramente ci accorgeremmo di una parola usata molto spesso, che riecheggia di stato in stato con insistenza: romantico. Oggi, nel nostro linguaggio corrente, chi dice romantico si riferisce a qualcosa che ha a che fare con l amore e il sentimento. Anche a quell epoca, in fondo, era così: ma c era anche qualcosa in più. Prima del diciannovesimo secolo, la parola d ordine era classico : nell arte e nella musica aveva valore ciò che era proporzionato, elegante ed equilibrato. Scultori come Antonio Canova prendevano a modello la bellezza levigata delle antiche sculture greche, pittori come Jacques-Louis David rappresentavano grandi uomini del passato in scene severe e imponenti, e musicisti come Wolfgang Amadeus Mozart portavano l architettura musicale a vette raffinatissime, perfezionando forme di composizione chiamate, ad esempio, sinfonia, quartetto o sonata. Poi, all avvicinarsi del 1800, qualcosa mutò. Nei pensieri degli artisti si fece strada una crescente inquietudine: in Germania questo vento di novità venne chiamato Sturm und Drang, tempesta e impeto. Si cominciò a dire romantico, dall inglese romantic, per indicare tutto quello che era sentimentale, fantasioso e con un non so che di inspiegabile, in contrasto con il chiaro splendore dell arte classica. Lentamente, ciò che era romantico trasformò il classico, e nel cuore del diciannovesimo secolo l ispirazione degli artisti si arricchì di spunti prima inaspettati. Non si osservava più solo la perfezione delle grandi civiltà antiche (delle quali ora si ammiravano di più le malinconiche rovine, invece di idealizzare il loro splendore lontano), ma anche la natura, con tutte le sue contraddizioni. Ci si sentiva parte di un mondo più grande e sconosciuto, da rappresentare con stupore e timore al tempo stesso, percependo un qualcosa di sublime nel mondo. Nei quadri (come quelli di Caspar David Friedrich) cominciarono ad apparire atmosfere nebbiose in cui gli uomini si perdono, contemplando gigantesche cascate o distese marine interminabili. La musica, parallelamente, si avventurò verso Jacques-Louis David, Il giuramento degli Orazi Caspar David Friedrich Le scogliere di gesso di Rügen 7

8 territori prima inesplorati: le composizioni si fecero più lunghe e complesse, e soprattutto si mescolarono con altri tipi di arte. I musicisti decisero di ispirarsi alla letteratura, scegliendo storie da far raccontare all orchestra o a singoli strumenti, come il pianoforte, mediante le sole emozioni descritte dai suoni. Iniziò l era dei poemi sinfonici, delle ballate e di tante altre composizioni narrative senza parole. Anche il mestiere degli artisti si rinnovò. Prima, era normale che essi lavorassero al servizio di una corte, celebrando con il loro ingegno la grandezza dei potenti. Nell epoca romantica, invece, l artista si fa solitario. Già Mozart e Beethoven, nel classicismo, si erano resi indipendenti dal potere, vivendo solo con sovvenzioni di committenti e benefattori, tra grandi difficoltà. Lentamente, il musicista divenne consapevole del proprio genio: comporre non significava più svolgere un mestiere, ma affidare messaggi al futuro, sfidando le convenzioni e le regole, anche a costo di non essere capiti e rimanere soli. Isolarsi in questo modo, nel Romanticismo, permetteva anche di affermare la propria unicità. Non è un caso che diverse nazioni d Europa, durante quel secolo, cercarono con forza sempre maggiore di dimostrarsi l una diversa dalle altre a livello artistico. Così, poterono nascere una musica veramente francese, una veramente russa, e così via. Ma unicità significava anche esaltare la straordinarietà: ecco perché il diciannovesimo secolo diventa anche l epoca dei virtuosi, cioè degli esecutori in grado di sbalordire con il loro talento folle numerosissime. Nascono i concerti dei solisti, personalità attorno alle quali sorsero volentieri storie e dicerie che ne alimentarono la leggenda: si immaginava per esempio che il violinista Niccolò Paganini, per raggiungere la sua bravura apparentemente inverosimile, avesse stretto un patto con il diavolo. Ma allora, in fondo, il Romanticismo fu un epoca di cupezza e solitudine, dove si celebravano l incomprensione, l ignoto e la paura? No, decisamente no: in realtà tali elementi sono quelli che stimolano di più l immaginazione, ma sarebbe ingiusto considerarli l unica eredità lasciata da quel ricchissimo secolo. Per capire meglio cosa significò realmente il Romanticismo, forse è più utile un altra immagine: quella di una tavolozza a cui, a poco a poco, si aggiungono colori mai visti prima, o dimenticati. I colori sono le emozioni che possono essere espresse dagli artisti. E allora, è facile che le tinte più misteriose o fiammeggianti ci possano cogliere di sorpresa, lasciando impressioni più forti. Ma a guardare con attenzione, si possono scoprire dall altra parte della tavolozza anche tinte delicatissime prima invisibili, di serenità celestiale. Il Romanticismo aggiunse emozioni nuove a ciò che aveva scoperto il mondo del Settecento: e se da una parte emersero l angoscia e la sofferenza più nere, dall altra sorsero la felicità universale e la gioia sfrenata. Al mondo diabolico e tragico di un musicista come l ungherese Franz Liszt si contrapponevano le sorridenti composizioni del tedesco Felix Mendelssohn, che era felice di nome e di fatto! PER APPROFONDIRE la pittura dell Ottocento può esistere il genio senza studio ed esercizio? l antichità classica e la sua eredità Una cosa è sicura: in ogni autentica opera d arte romantica, ancora oggi, c è molto più di quello a cui il nostro senso comune ci prepara. Forse è proprio nella differenza tra quello che ci attendiamo e quello che ci viene donato che si nasconde il vero significato della parola romantico. 8

9 Il Romanticismo musicale francese o l epopea del sentimento nel XIX secolo «Gluck e Luigi XVI faranno dei nuovi francesi». Con questa affermazione dagli accenti profetici Voltaire esprimeva, nel 1774, la sensazione diffusa dell avvento di una nuova era: un profondo cambiamento di gusti e di modi si stava preparando. Ciononostante, la nozione di Romanticismo non si è imposta né all epoca né ai giorni nostri per caratterizzare la musica francese composta tra il 1780 e il Sebbene la Nouvelle Héloïse di Rousseau (1760), i Canti di Ossian di Macpherson (1765) o I dolori del giovane Werther di Goethe (1774) preannuncino già una nuova sensibilità preromantica, bisognerà aspettare la generazione di Berlioz e dei suoi contemporanei perché si affermi, indicandone la Symphonie fantastique (1830) come manifesto, l esistenza di un Romanticismo musicale francese. Jean-Louis Théodore Géricault Paesaggio con tomba romana Eppure, soffermandosi sugli scritti dell inizio del XIX secolo il periodo dell Impero e della Restaurazione ci si accorge che il termine vi è impiegato senza riserve per definire lo stile degli ultimi classici, i contemporanei di Beethoven. È il caso di Stendhal, per cui la musica di Haydn è «piena di un immaginazione romantica», oppure di Hoffmann, quando si esprime su Mozart, o infine di Berlioz che sentenzia: «Gluck è il primo dei Romantici». A uno sguardo attento, il breve regno di Luigi XVI ( ) porta già in sé le caratteristiche essenziali del XIX secolo: innumerevoli scoperte ed esperimenti in tutti i campi dell arte preparano il gusto del secolo successivo. È realmente esistito un classicismo alla maniera di Mozart in Francia? Di fatto, l orgoglio della generazione romantica è già presente in pagine composte ben prima della Rivoluzione. Il teatro lirico rifiuta il meraviglioso e le passioni, elementi tipici del barocco, per immergersi nel cuore del sentimento, la nozione romantica per eccellenza. Iphigénie en Tauride di Gluck (1779), Les Danaïdes di Salieri (1784) o Œdipe à Colone di Sacchini (1786) si inseriscono e perdurano nel repertorio dell Opéra come opere fondatrici di una nuova estetica. Al tempo stesso, il vento orchestrale che soffia su Parigi vede nascere le prime ambiziose sinfonie che vanno da Gossec e Méhul a Reber o David. Il virtuosismo dei concerti di Saint-Georges, Kreutzer o Davaux viene presto trasceso da Jadin, Hérold, Liszt e Alkan, mentre i generi più intimisti romanze, sonate, trii, quartetti fioriscono nei salotti e fanno la fama di Onslow o Panseron. Tutti aspetti che avvicinano questo periodo di genesi al futuro piuttosto che al passato. L anno 1830 segna una tappa che non è solamente simbolica. Durante la Monarchia di Luglio, il Romanticismo fino ad allora tenuto a bada produce le sue manifestazioni più eclatanti: citare Hernani di Victor Hugo, La Mort de Sardanapale di Delacroix, Robert le Diable di Meyerbeer, Giselle di Adam et la Symphonie fantastique de Berlioz è certamente riduttivo, ma comunque abbastanza eloquente. Simultaneità singolare e inquietante. Parigi, terra d accoglienza, diventa il modello dell Europa. Chopin, Liszt, Paganini, Rossini, Meyerbeer vi incrociano Berlioz, Halévy o Auber. Questa emulazione, unica nella storia musicale, apre al Romanticismo nuovi orizzonti. Il grand opéra francese si presenta come un crogiolo di stili. Lo spettacolo parigino si fa poliedrico, sintesi di melodie italianizzanti, di armonie tedesche, di declamazione, 9

10 10

11 di macchine e balletti alla francese. L opéra-comique, sua sorella, risponde alle stesse esigenze, coltivando il mezzo carattere nella scrittura di un Boieldieu e la comicità schietta nell immaginario di Offenbach. Al tempo stesso, coadiuvata dallo sviluppo della manifattura di strumenti (Érard, Sax...), la musica strumentale diventa veicolo di un espressione fino ad allora inusitata, all origine di nuove pratiche come il recital solista. Secondo alcuni è addirittura capace di superare la musica scenica nell evocazione dei sentimenti e delle atmosfere, e deve essere parlante. Questa percezione teatrale della musica strumentale sarà all origine di nuovi generi, come il famoso poema sinfonico. Nel 1905 La Mer di Debussy incorona tardivamente un cinquantennio di ricerche in questa direzione: la musica è diventata un arte seria. Lontano dall idea di un gradevole intrattenimento, vuole essere ascoltata e non si accontenta più di essere solo sentita. Passati gli anni Cinquanta dell Ottocento, il termine Romanticismo fa ormai parte del vocabolario musicale. Con Gounod, Saint-Saëns, Massenet e Bizet, un intera generazione di compositori consolida lo stile, cesella il linguaggio e raffina l espressione. Faust, Samson & Dalila, Manon e Carmen il «raggio di luce mediterranea che dissipa la nebbia e l ideale wagneriano» di cui parla Nietzsche sono tutti monumenti innalzati alla gloria del gusto nazionale. Al tempo stesso lo statuto del compositore evolve, e ormai anche le donne possono rivendicare la loro appartenenza a un mondo fino ad allora riservato agli uomini: le musiche di Louise Farrenc, Cécile Chaminade, Augusta Holmès e Pauline Viardot sono suonate in pubblico e ampiamente pubblicate. Tuttavia, nel 1870, il conflitto franco-tedesco semina l inquietudine negli animi e scuote l arte stessa. Stravolto dal simbolismo di un Debussy o dal wagnerismo di un Vincent d Indy, il post-romanticismo approfitta ancora per qualche tempo del sostegno delle sociétés de concerts, del Conservatorio e dell Accademia di belle arti, irrigidendosi nell affermazione veemente di uno stile nazionale paradossalmente molto influenzato da Wagner e dai suoi compatrioti. All alba del XX secolo si spegne irrimediabilmente e deve cedere il posto ad una sfaccettata modernità: commuovere e sorprendere, valori tenacemente difesi un secolo prima, richiedono ormai altri linguaggi. Quando l Europa lacerata sprofonda nel primo conflitto mondiale, è ormai tempo di voltare pagina. 11

12 James Tissot, Il concerto 12

13 LA MUSICA DA CAMERA NELL OTTOCENTO IN FRANCIA I salons francesi: nelle case della musica Anche la musica ha una sua geografia : e, come quella di nazioni e continenti, con il tempo tende a cambiare. Tra il diciottesimo e il diciannovesimo secolo, nella transizione tra l epoca della musica classica e il mondo del Romanticismo, i luoghi dei concerti e dell ascolto musicale in Europa cominciarono una singolare migrazione. Prima, la mappa era disegnata soprattutto dalle sedi del potere nobiliare e religioso. Le corti degli imperatori, di conti e marchesi, o delle alte cariche ecclesiastiche, accoglievano al loro interno i compositori più geniali e li mettevano in condizione di scrivere opere destinate a essere eseguite nelle grandi sale o nei teatri privati delle regge. La potenza del genio di questi musicisti, le cui creazioni potevano in fondo essere ascoltate solo da pochi eletti, diventava un riflesso della grandezza del nobile che aveva permesso a quell arte di esistere. Ma già verso la fine del 1700 altre forme di potere avevano cominciato a farsi strada nella società: quello economico e quello intellettuale. Uno dei luoghi più importanti dove questi mutamenti germogliarono fu la Francia. Da un parte, il tardo diciottesimo secolo portò in quella terra un fermento culturale che rivalutò il valore e la forza della ragione umana: l Illuminismo. Dall altra, il dominio della nobiltà subì un duro colpo a seguito della Rivoluzione francese, culminata nel 1789 con la presa della Bastiglia. All interno di questo movimentato panorama presto apparvero nuovi poli di attrazione della società: non più gli sfarzosi palazzi dei nobili, ma le abitazioni di una classe sociale in costante crescita, la cui rilevanza dipendeva non dal titolo e dalla stirpe, ma dall intraprendenza nel lavoro e nel commercio: la borghesia. Questi mutamenti indussero un lento spostamento del gusto artistico. L esibizionismo lussuoso andava tramontando: i nuovi tempi sembravano favorire la riflessione nell intimità, specialmente per chi era di origini nobili e educazione raffinata. Così, i salotti delle eleganti dimore aristocratiche, identificati in Francia (ma spesso anche nel resto d Europa) con il nome di salons, già nel diciottesimo secolo avevano aperto le loro porte a uomini colti di ogni tipo. Questi dotti ricevimenti potevano concentrarsi ad esempio su dibattiti filosofici, politici e letterari, oppure prevedere la presentazione di nuove opere d arte agli invitati, come dipinti, copioni teatrali o composizioni musicali. Spesso, chi organizzava il ritrovo e conduceva il dibattito era la padrona di casa: la nuova società borghese aveva infatti favorito una valorizzazione del ruolo della donna, per lunghi secoli relegata a ruoli subordinati e passivi. 13

14 L esperienza musicale del Romanticismo francese fu costellata di eventi organizzati nei salons, che divennero dei veri e propri incubatori di cultura. Si trattava di piccoli mondi per eletti, dove l artista di talento poteva incontrare degli interlocutori capaci di comprenderlo e dargli soddisfazione. Nella musica, il salon francese fu un ambiente di sperimentazione ed espressione profonda: al pubblico dei concerti tenuti nei teatri, sempre più frequentati dalla borghesia, i musicisti offrivano invece opere di virtuosismo più spettacolare e di lunghezza considerevole. Ma non per questo la musica da salon (espressione che finì anche per avere una connotazione dispregiativa, come se si trattasse di musica da poco ) fu di qualità inferiore. Il salon fu invece determinante per definire alcuni caratteri importanti della musica del Romanticismo, francese e non solo. Per cominciare, il contesto stesso del ritrovo permetteva la presenza di un numero limitato di musicisti. Per questo, i salons furono luoghi dove poterono svilupparsi e fiorire ulteriormente la tradizioni della musica solistica e da camera, ossia suonata da pochi interpreti in un luogo di dimensioni limitate. Inoltre, quei ritrovi intellettuali lasciavano spesso spazio a discussioni, riguardanti anche discipline diverse tra loro. Di conseguenza, i compositori portavano solitamente nei salons pezzi brevi. In essi vi era virtuosismo, ma esso stava nella capacità di essere espressivi con mezzi e durate limitate. Esempi splendidi di questo tipo di composizioni sono i Notturni, le Mazurche e i Valzer per pianoforte con cui un giovane polacco incantava i parigini negli anni successivi al 1830: si chiamava Fryderyk Chopin. Ma poteva trattarsi anche di brani da camera, o di romanze per voce e pianoforte: nel tardo Romanticismo, fu anche questo repertorio, fra le altre cose, a garantire a un compositore geniale come Gabriel Fauré l accesso ai salons più prestigiosi. Comunque, la necessità di identificare un emozione profonda in modo chiaro ed efficace favorì la nascita di brani detti proprio di carattere, poiché la loro efficacia sentimentale guidava la loro struttura più di ogni altro elemento: cominciarono a circolare titoli come improvviso, ballata, preludio, romanza senza parole PER APPROFONDIRE la Rivoluzione francese la condizione della donna attraverso i secoli Le limitazioni di spazio dei salons ebbero anche un altra interessante conseguenza. Poiché in essi non era in alcun modo possibile ospitare un orchestra, e dato che gli intenditori avevano piacere di conoscere e riascoltare le grandi pagine sinfoniche e operistiche che si eseguivano nei teatri, ecco che ben presto alcuni musicisti iniziarono a realizzare riduzioni, trascrizioni e parafrasi di brani che avrebbero richiesto spiegamenti di esecutori ben più imponenti. Con un piccolo gruppo di esecutori, o addirittura con un solo pianista, era dunque possibile risentire nella quiete del salon le possenti note delle sinfonie di Beethoven o le melodie che avevano fatto celebre il teatro musicale di Giuseppe Verdi, ad esempio. Maestro di parafrasi e trascrizioni fu l ungherese Franz Liszt, che fu difatti un assiduo frequentatore dei salotti parigini: le sue composizioni, benché spesso brevi, possedevano però una difficoltà tecnica manuale che solo pochissimi potevano affrontare con disinvoltura! È questa un ulteriore prova della ricchezza del mondo dei salons, che ben prima dell avvento del suono registrato e dei dischi rese possibile una rinnovata circolazione, un tempo impensabile, delle partiture che stavano facendo la Storia della musica. 14

15 10 BRANI DA ASCOLTARE PER SCOPRIRE LA MUSICA ROMANTICA FRANCESE! Per familiarizzare con la musica romantica francese vi consigliamo in classe l ascolto su Youtube di alcuni di questi brani. Camille Saint-Saëns: Le Cygne Camille Saint-Saëns: Samson et Dalila («Bacchanale») Paul Dukas: L Apprenti sorcier Georges Bizet: Carmen («Ouverture» oppure «Habanera») Maurice Ravel: Boléro Charles Gounod: Faust («Air des bijoux» de Marguerite) Hector Berlioz: Symphonie fantastique («Un bal») Léo Delibes: Coppélia («Valse lente») Gabriel Fauré: Pavane Claude Debussy: Clair de lune (versione per pianoforte solo) 15

16 16

17 LE FAMIGLIE DI STRUMENTI MUSICALI Perché si suona assieme? Gli strumenti della musica da camera Una grande orchestra è uno spettacolo imponente, per l udito ma anche per la vista: decine di musicisti, guidati da un direttore, si impegnano simultaneamente a estrarre dai loro strumenti un armonia colossale. Chi è tra il pubblico, qualunque sia la musica eseguita, non può che sentirsi colpito e ammirato di fronte a tanta grandezza. Eppure, questo significa veramente che l importanza di una composizione musicale aumenta con il numero di persone coinvolte nell esecuzione? In fondo, noi oggi ricordiamo ancora una partitura monumentale come la Sinfonia Dei mille di Gustav Mahler (1910, si chiama così perché richiede quasi mille musicisti!) ma anche i Preludi e le Fughe del Clavicembalo ben temperato ( ) di Johann Sebastian Bach, brani per strumento a tastiera destinati a un solo esecutore e della durata di pochi minuti l uno. Eppure, per la storia della musica questi ultimi sono probabilmente più importanti, rispetto a quella Sinfonia di Mahler! In realtà, la quantità di strumenti in gioco non è affatto un elemento che decide il valore della musica. La fantasia di un compositore virtuoso può benissimo scoprire il bisogno di esprimersi con raffinatezza altissima tramite pagine che richiedono la presenza di sole due, tre, quattro persone o poco più, che potrebbero suonare anche in una piccola stanza (per questo si parla, in tali occasioni, di musica da camera). Ma anche in quelle circostanze possiamo arrivare a percepire potenza e grandiosità: non quelle fisiche del suono che ci travolge, ma quelle dell intelligenza. E poi, non è vero che sia più semplice suonare in pochi. Dei piccoli organismi musicali possono basarsi su equilibri delicatissimi, che solo una perfetta intesa tra gli esecutori può mantenere intatti. Uno sguardo incerto o un respiro al momento sbagliato, in quei casi, possono essere molto più catastrofici che all interno di un gigantesco meccanismo sinfonico. Gli strumenti che diventano protagonisti delle miniature da camera sono comunque gli stessi che vediamo nelle orchestre. Tuttavia, alcuni di essi riescono a esprimersi da soli senza difficoltà; altri invece tendono a venire accompagnati, da altri strumenti simili oppure da un pianoforte. Per capire la ragione di questo fatto, consideriamo per un attimo proprio il pianoforte. Si tratta di uno strumento a tastiera: i suoi tasti azionano dei martelletti ricoperti in feltro, che percuotono delle corde d acciaio tese al suo interno. Fu inventato attorno al 1700 da un italiano, Bartolomeo Cristofori, sostituendo a poco a poco altri strumenti a tastiera molto diffusi a quel tempo (come il clavicembalo e il clavicordo). Con la giusta pratica è 17

18 possibile far nascere dal pianoforte sonorità variegate. Guardiamo attentamente la sua tastiera: è facile intuire che il pianoforte è in grado di produrre un grande quantitativo di suoni, visto che a ognuno dei suoi ottantotto tasti corrisponde una diversa nota musicale. I suoni che nascono dall estremità destra della tastiera sono circa sette volte più alti di quelli che si trovano all estrema sinistra. La quantità di suoni che uno strumento sa emettere è detta estensione. Pochi altri strumenti ne hanno una ampia quanto quella del pianoforte: per questo esso è di solito un solista. Le sue capacità sonore gli permettono di essere autosufficiente. Ora, invece, andiamo a soffermarci su un altro strumento celebre: il violino. È molto diverso dal pianoforte, non solo per forma e dimensioni, ma soprattutto per il tipo di suono che emette. Le sue quattro corde non vengono percosse, ma sfregate con un archetto. Ciò che sfrega, in particolare, e che si trova teso sull archetto, è crine di cavallo. Questo non deve sorprenderci: sin dall antichità gli strumenti hanno fatto uso di parti di animali, e non dobbiamo dimenticarci che il primo strumento musicale è stato sicuramente il corpo umano, che ciascuno di noi può far suonare in molti modi, battendo ad esempio le mani tra loro e così via. Le stesse corde degli strumenti ad arco sono state per lungo tempo fatte di budello animale, per poi venire progressivamente ricoperte dall acciaio. Comunque, tutti questi elementi sono parte del modo in cui un violino fa musica. La qualità di un suono, ovvero quella sensazione che vi permette di distinguere senza sbagliarvi mai se una certa nota musicale proviene da un pianoforte oppure da un violino o da un altro strumento, si chiama timbro. Esso è un elemento prezioso a disposizione dei compositori: la combinazione di più timbri arricchisce la musica, così come una tavolozza con molte tinte diverse dà maggiori possibilità espressive al pittore di un quadro È il caso di dire che il timbro è come il colore del suono. Ma il violino, nonostante la sua bella differenza musicale dal pianoforte, non ha altrettante note: le sue possibilità sono limitate ad un estensione corrispondente più o meno alla metà destra della tastiera del pianoforte. Ecco perché, di preferenza, nella musica da camera il violino lo troviamo in compagnia di qualche collega. Può trattarsi, ovviamente, del pianoforte: ma, in altri casi, il compositore preferisce che lavorino assieme strumenti dal timbro simile. Proprio per via delle limitazioni nell estensione, infatti, nel corso dei secoli gli strumenti hanno creato attorno a sé delle vere e proprie famiglie. Se uno strumento ha solo un numero ridotto di suoni, è facile che ne esista un altro dalla forma simile, ma in grado di produrre le note musicali che mancano al primo strumento. E se anche questo non ha tutte le note che servirebbero al compositore, ecco che ne esiste un altro ancora che va a rimediare al problema con ulteriori note. E così via. Il violino appartiene alla famiglia degli archi (si suonano tutti con l archetto). Al suo suono acuto si affiancano dunque spesso quelli più gravi della viola, che è un poco più grande, e del violoncello, che si spinge nella regione bassa delle note musicali. Per farlo ha corde più lunghe, tese su un corpo voluminoso che infatti non si regge su una spalla, come per violino e viola, ma sta contro le gambe dell esecutore, appoggiato a terra con un puntale. All estremità grave della famiglia sta il contrabbasso, tanto grande da dover essere suonato in piedi. Nella musica da camera per soli archi, tuttavia, la tradizione ha privilegiato un raggruppamento denominato 18

19 quartetto. Le quattro voci che lo costruiscono sono quelle di due violini, con una viola e un violoncello: si tratta di uno strumento di strumenti che solo i più grandi compositori sono stati in grado di usare in maniera efficace. Perché è facile scrivere una composizione dove una voce suona la melodia, e le altre tre si limitano ad accompagnare, ma è anche banale. Molto più complicato è invece far sì che ciascuno dei quattro esecutori abbia pari dignità: è con questa mentalità che artisti fondamentali come Mozart e Beethoven hanno consegnato alla storia i loro più grandi quartetti. Esistono tuttavia anche altre famiglie di strumenti dotati di tradizione illustre. Una è senz altro quella dei fiati, detti così perché in loro il suono nasce grazie al respiro umano: si soffia dentro di essi. Nel loro ambito, un raggruppamento importante è quello dei legni, il cui nome deriva dal materiale di cui sono fatti. Quattro sono i suoi membri più frequentemente usati: il flauto traverso, l oboe, il clarinetto e il fagotto. È curioso che uno dei rappresentanti fondamentali della famiglia (e quello che sa spingersi più in alto tra i quattro nominati sopra), il flauto traverso, sia invece oggi fabbricato in metallo. Il suono viene emesso soffiando di taglio in un apertura laterale che sta ad un estremità dello strumento, che viene retto poi sulla destra dell esecutore, il quale con le dita apre o chiude dei dispositivi che coprono i fori del flauto: le chiavi. L oboe, dal suono dolce e un po nasale, ha anch esso delle chiavi, ma l aria entra da un tubicino che sta sul fondo dello strumento. All imboccatura sta una doppia lamella che, stretta fra le labbra, viene messa in vibrazione dall aria: si chiama ancia. Ne è dotato anche il clarinetto, strumento agilissimo che lavora nelle estensioni medio-acute: ma la lamella è una sola (ancia singola) montata su una speciale imboccatura. Infine, il fagotto si occupa delle parti basse : le dimensioni più massicce del suo tubo ripiegato fanno sì che però esso venga retto lateralmente, come in verticale. Per questo la cannula dove si soffia, che ospita un ancia doppia, è curvata in modo da sporgere lateralmente, per essere più facilmente raggiunta dalla bocca del musicista. PER APPROFONDIRE la natura della musica: le piante e gli animali utilizzati nella costruzione degli strumenti. Un suono, tanti suoni: cantare e suonare a una sola voce o a più voci. Cosa significa veramente cantare a più voci? Se cantiamo in tanti la stessa melodia, la voce resta sempre una! 19

20 20

Il carnevale degli animali. Grande fantasia zoologica

Il carnevale degli animali. Grande fantasia zoologica Il carnevale degli animali di Camille Saint Saёns Grande fantasia zoologica Per due pianoforti e piccola orchestra Obiettivi del nostro lavoro Imparare a riconoscere il timbro di alcuni strumenti musicali.

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Gli strumenti a corda

Gli strumenti a corda P A R T E Strumenti e voci 1 SAPERE classificare gli strumenti a corda in base al mo in cui viene protto il suono; conoscere le tecniche di produzione del suono di questi strumenti; conoscere gli strumenti

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

NEOCLASSICISMO. Vol III, pp. 532-567

NEOCLASSICISMO. Vol III, pp. 532-567 NEOCLASSICISMO Vol III, pp. 532-567 567 Le premesse L illuminismo La rivoluzione industriale La rivoluzione francese Neoclassicismo il fascino dell antico Dagli inizi del Settecento a Roma si aprono vari

Dettagli

Ecco prima uno schema seguito dalla illustrazione degli elementi caratteristici.

Ecco prima uno schema seguito dalla illustrazione degli elementi caratteristici. Teoria musicale - 8 ALTRI MODI E SCALE Nell iniziare questo capitolo bisogna subito premettere che questi argomenti vengono trattati con specifiche limitazioni in quanto il discorso è estremamente vasto,

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

---------------- Ufficio Stampa

---------------- Ufficio Stampa Ufficio Stampa Presentazione del libro TeatrOpera: Esperimenti Scenici di Maria Grazia Pani Concerto spettacolo con voce recitante, soprani, tenore e pianoforte 11 maggio 2015 Teatro Sociale ----------------

Dettagli

SiStemi musicali Origine delle note Divisione dell ottava

SiStemi musicali Origine delle note Divisione dell ottava Scale Chi ha stabilito i rapporti d altezza fra le note musicali? Chi ha stabilito che le note sono sette e i semitoni dodici? Se il è uguale al Re perché hanno lo stesso nome? Se sono diversi qual è più

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

Storia dell'opera lirica in pillole

Storia dell'opera lirica in pillole Storia dell'opera lirica in pillole Le origini dell opera lirica: tutto ebbe inizio così... L opera lirica non esisteva nell antichità. Esisteva il teatro fin dai tempi dell antica Grecia e c era la musica

Dettagli

tanhαl + i tan(ωl/v) 1 + i tanh αl tan(ωl/v). (10.1)

tanhαl + i tan(ωl/v) 1 + i tanh αl tan(ωl/v). (10.1) 10 - La voce umana Lo strumento a fiato senz altro più importante è la voce, ma è anche il più difficile da trattare in modo esauriente in queste brevi note, a causa della sua complessità. Vediamo innanzitutto

Dettagli

DIALOGHI SUL COMPORRE

DIALOGHI SUL COMPORRE TORRI DELL ACQUA 2 workshop di composizione assistita da computer. Seminari, lezioni e concerti dal 28 al 30 dicembre presso le Torri dell'acqua di Budrio Il fondamentale ruolo interpretato dalle Torri

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

I Luoghi dell Amore VISITE GUIDATE

I Luoghi dell Amore VISITE GUIDATE I Luoghi dell Amore VISITE GUIDATE 13 15 febbraio 2015 www.bolzano-bozen.it Anche quest anno, dal 13 al 15 febbraio, Bolzano festeggia San Valentino con gli appuntamenti de I Luoghi dell Amore, un viaggio

Dettagli

leonildo marcheselli omaggio a b a l l a b i l i s e m p r e V e r d i d e l pa p à d e l l a F i l u z z i

leonildo marcheselli omaggio a b a l l a b i l i s e m p r e V e r d i d e l pa p à d e l l a F i l u z z i omaggio a leonildo marcheselli b a l l a b i l i s e m p r e V e r d i d e l pa p à d e l l a F i l u z z i I n t e r p r e t a t I d a g r a n d I f I s a r m o n I c I s t I massimo budriesi tiziano

Dettagli

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala.

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala. Fo oto Erio Piccaglian ni Teatro alla S Scala L opera italiana nel panorama mondiale Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014 ASK: CHI, PERCHE, COSA Siamo

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA

CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA CORO VALCAVASIA Cavaso del Tomba (TV) CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA chi siamo Il progetto sulla grande guerra repertorio discografia recapiti, contatti Chi siamo Il coro Valcavasia

Dettagli

L : L/2 = 1 : ½ = 2 : 1

L : L/2 = 1 : ½ = 2 : 1 LA SCALA PITAGORICA (e altre scale) 1 IL MONOCORDO I Greci, già circa 500 anni prima dell inizio dell era cristiana, utilizzavano un semplice strumento: il monocordo. Nel monocordo, un ponticello mobile

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

La cenerentola Opera in musica di Gioacchino Rossini

La cenerentola Opera in musica di Gioacchino Rossini La cenerentola Opera in musica di Gioacchino Rossini Che cos è l Opera in musica L opera in musica (chiamata anche opera lirica o melodramma) è un genere teatrale nato a Firenze alla fine del Cinquecento.

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino Cantiere Pastiglie Leone Rita Miccoli Cell. 335.80.22.975 r.miccoli@studioimmobiliareregina.it www.studioimmobiliareregina.it Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino RINASCE

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

LETTURE PER L'INFANZIA (dai 2 ANNI)

LETTURE PER L'INFANZIA (dai 2 ANNI) LETTURE PER L'INFANZIA (dai 2 ANNI) STORIE PICCINE PICCIO' (dai 2 ai 5 anni) Una selezione di storie adatte ai piu' piccoli. Libri per giocare, libri da guardare da gustare e ascoltare. Un momento di condivisione

Dettagli

Il canale protettivo del Kundalini Yoga

Il canale protettivo del Kundalini Yoga Il canale protettivo del Kundalini Yoga PER COMINCIARE E consigliabile avere un ora ed un luogo determinati dedicati allo yoga. Tempo e spazio sono le coordinate della relatività della nostra esistenza

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Algebra Geometria Il triangolo è una figura piana chiusa, delimitata da tre rette che si incontrano in tre vertici. I triangoli possono essere

Dettagli

passione coinvolgente

passione coinvolgente passione coinvolgente Arte ed eleganza impreziosiscono gli interni di una villa appena ristrutturata. L arredo moderno incontra la creatività di artisti internazionali. progettazione d interni far arreda

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO: L attore alla scoperta del proprio Clown. di Giovanni Fusetti

Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO: L attore alla scoperta del proprio Clown. di Giovanni Fusetti Giovanni Fusetti racconta il ruolo del Clown nella sua pedagogia teatrale Articolo apparso sulla rivista del Piccolo Teatro Sperimentale della Versilia Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO:

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS : VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS Un Viaggio indimenticabile attraverso la Storia Venice-Simplon Orient-Express è il treno più famoso del mondo, con una storia ultracentenaria che nasce nel 1864 e prosegue

Dettagli

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

- GIOVEDÌ 9 APRILE DOMENICA 19 APRILE 2015 -

- GIOVEDÌ 9 APRILE DOMENICA 19 APRILE 2015 - COMUNICATO STAMPA PRESENTAZIONE DI UN ECCEZIONALE INSIEME DI CREAZIONI DI JEAN PROUVÉ E DI UNA SELEZIONE DI GIOIELLI E OROLOGI DA COLLEZIONE CHE SARANNO PROPOSTI NELLE PROSSIME ASTE. - GIOVEDÌ 9 APRILE

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Istituto Comprensivo E. De Filippo

Istituto Comprensivo E. De Filippo Istituto Comprensivo E. De Filippo Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado Via degli Italici, 33 - tel. 0824-956054 fax 0824-957003 Morcone Bn (seconda annualità) Il tempo per leggere,

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio

PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio GENER-AZIONI PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio Con il sostegno di Circuito Regionale Danza in Sardegna, Associazione Enti Locali

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE La Sala consultazione della Biblioteca Provinciale P. Albino è organizzata secondo il principio dell accesso diretto da parte dell utenza al materiale

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

Fonica: Scheda 2. Il suono. Il rumore. (a cura di Pietro Di Mascolo)

Fonica: Scheda 2. Il suono. Il rumore. (a cura di Pietro Di Mascolo) Fonica: Scheda 2 (a cura di Pietro Di Mascolo) Il suono Possiamo definire il suono come una particolare sensazione percepita dall organo dell udito eccitato da un agente esterno. Esso ha origine dal movimento

Dettagli

Erwin Schrödinger Che cos è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico tr. it. a cura di M. Ageno, Adelphi, Milano 2008, pp.

Erwin Schrödinger Che cos è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico tr. it. a cura di M. Ageno, Adelphi, Milano 2008, pp. RECENSIONI&REPORTS recensione Erwin Schrödinger Che cos è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico tr. it. a cura di M. Ageno, Adelphi, Milano 2008, pp. 154, 12 «Il vasto e importante e molto

Dettagli

Epidemiologia & Salute pubblica

Epidemiologia & Salute pubblica Epidemiologia & Salute pubblica a cura del Medico cantonale vol. VI nr. 3 La medicina non è una scienza esatta Con questo slogan il Dipartimento delle opere sociali è entrato nelle case dei ticinesi. L

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ DCPL07 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

"Ogni persona, indipendentemente dal grado di. disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare

Ogni persona, indipendentemente dal grado di. disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare "Ogni persona, indipendentemente dal grado di disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare mediante la comunicazione le condizioni della sua vita". Questo è l'incipit della Carta dei Diritti della

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

DALL ALTRA PARTE DEL MARE

DALL ALTRA PARTE DEL MARE PIANO DI LETTURA dai 9 anni DALL ALTRA PARTE DEL MARE ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Sagramola Serie Arancio n 149 Pagine: 128 Codice: 566-3278-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE La scrittrice

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Silenzi (1972) per soprano, violino, contrabbasso, pianoforte, celesta e percussioni

Silenzi (1972) per soprano, violino, contrabbasso, pianoforte, celesta e percussioni Catalogo delle opere di Rosario Mirigliano Composizioni Silenzi (1972) per soprano, violino, contrabbasso, pianoforte, celesta e percussioni Quartetto (1973) per violino, viola, violoncello e clavicembalo

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

MODI, TONALITA E SCALE

MODI, TONALITA E SCALE Teoria musicale - 2 MODI, TONALITA E SCALE MODO MAGGIORE E MODO MINORE Parafrasando il titolo di un celebre libro di Thomas Merton, No man is an island - Nessun uomo è un isola, mi piace affermare subito

Dettagli

Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) Prof. Gianluca Todisco

Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) Prof. Gianluca Todisco Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) 1 LA LUCE NELLA STORIA Nell antica Grecia c era chi (i pitagorici) pensavano che ci fossero dei fili sottili che partono dagli

Dettagli

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI COSCIENZA COSMICA FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? Dati identificativi ANNO SCOLASTICO periodo SCUOLA DOCENTI COINVOLTI ORDINE SCUOLA DESTINATARI FORMATRICI 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

Painting by Miranda Gray

Painting by Miranda Gray Guarire le antenate Painting by Miranda Gray Questa è una meditazione facoltativa da fare specificamente dopo la benedizione del grembo del 19 ottobre. Se quel giorno avete le mestruazioni questa meditazione

Dettagli

con il Patrocinio della Città di Ostuni ORGANIZZA IL A N T O N I O L E G R O T T A G L I E 14-16 maggio 2014

con il Patrocinio della Città di Ostuni ORGANIZZA IL A N T O N I O L E G R O T T A G L I E 14-16 maggio 2014 SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO N. O. Barnaba- S. G. BOSCO di OSTUNI Sede centrale: N. O. Barnaba via C. Alberto,2 tel/fax 0831301527 Plesso S. G. Bosco Via G. Filangieri, 24 TEL./FAX 0831 332088 C.F. 90044950740

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli