ROMANTICI IN ERBA PROGETTO DIDATTICO AL PALAZZETTO BRU ZANE. Materiale destinato agli insegnanti Stagione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ROMANTICI IN ERBA PROGETTO DIDATTICO AL PALAZZETTO BRU ZANE. Materiale destinato agli insegnanti Stagione 2013-2014"

Transcript

1 ROMANTICI IN ERBA PROGETTO DIDATTICO AL PALAZZETTO BRU ZANE Materiale destinato agli insegnanti Stagione

2

3 INDICE 4 Il Palazzetto Bru Zane Centre de musique romantique française 7 La corrente artistica del Romanticismo 13 La musica da camera nell Ottocento in Francia 17 Le famiglie di strumenti musicali 21 L edificio del Casino Zane

4 IL PALAZZETTO BRU ZANE CENTRE DE MUSIQUE ROMANTIQUE FRANÇAISE L istituzione culturale Il Palazzetto Bru Zane Centre de musique romantique française ha come vocazione la riscoperta del patrimonio musicale francese del grande Ottocento ( ). Ricerca ed editoria, programmazione e diffusione internazionale di concerti, sostegno alla registrazione discografica, queste le principali attività del Palazzetto Bru Zane, il quale ha aperto le sue porte nel L attività del Palazzetto Bru Zane declina nel loro complesso tutti i mestieri della musica: RICERCA Grazie a costanti indagini, la ricerca consente di riscoprire partiture dimenticate o inedite. Realizzata in partenariato con musicologi e presentata da istituzioni internazionali, privilegia il contatto diretto con i discendenti dei compositori ottocenteschi. L attività scientifica si concretizza nell organizzazione di convegni e giornate di studio, nonché nella digitalizzazione e catalogazione di preziose collezioni. EDIZIONI&DISCHI L attività editoriale consente di trasmettere al più ampio pubblico una conoscenza e un analisi sempre più affinate del repertorio romantico. Grazie alla pubblicazione di testi scientifici e volumi tascabili, il Centro consente di condividere la riflessione di studiosi anche in ambiti diversi dalla musicologia: letteratura, arti dello spettacolo, storia dell arte. In parallelo, l edizione di partiture musicali, la maggior parte delle quali non sono mai state pubblicate, rende possibile la programmazione di opere rare e originali. Infine, un intensa politica di registrazione discografica fissa l esito artistico dei progetti sviluppati. PROGRAMMAZIONE La scelta di contattare artisti di ogni paese per elaborare assieme a loro programmi attraenti e originali, rispettando al tempo stesso le specificità interpretative di ciascun musicista, consente al Palazzetto Bru Zane di ideare delle stagioni spaziando dalla musica da camera alle grandi opere sinfoniche e liriche. Ogni anno alcuni temi conduttori tracciano un panorama rappresentativo di un epoca, di un genere musicale o dell opera di un compositore sconosciuto. La diffusione internazionale dei concerti programmati dal Palazzetto allarga notevolmente il pubblico e le istituzioni culturali coinvolte, valorizzando contemporaneamente il 4

5 lavoro degli artisti. I programmi fuori città, ideati in collaborazione con altre istituzioni, rafforzano e arricchiscono la rete dei partenariati dalla Cina al Canada fino ai paesi dell Europa dell Est. A Venezia il Palazzetto Bru Zane organizza una stagione composta da due festival e una serie di concerti su tutto l arco dell anno. In autunno e in primavera i festival sviluppano un tema specifico quale può essere un periodo storico o la riscoperta dell opera di un compositore. Inoltre conferenze, presentazioni di dischi e visite guidate arricchiscono e scandiscono la stagione veneziana. CONCORSI&DIDATTICA Giovani talenti vengono associati alla programmazione del Palazzetto attraverso progetti didattici e concorsi internazionali al fine di essere un trampolino di lancio per l inserimento professionale. Attraverso questi progetti, i giovani artisti si confrontano con le realtà del mondo musicale contemporaneo, sviluppando al tempo stesso il proprio senso critico e la propria personalità: il contatto con opere per le quali non esiste ancora alcuna tradizione interpretativa li impegna a trovare in se stessi ispirazione e convinzione. Il Palazzetto Bru Zane con il patrocinio dell Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto ha intrapreso nella stagione il progetto Romantici in erba, ciclo didattico gratuito rivolto alle scuole primarie e finalizzato all avvicinamento dei bambini alla musica e al repertorio romantico francese. Per questa stagione le iniziative rivolte a un pubblico più giovane si estendono alla sfera famigliare con concerti e laboratori la domenica, per i bambini da 6 anni in su! Informazioni su bru-zane.com nella sezione Didattica e concorsi > Concerti per le famiglie o allo / 5

6 Caspar David Friedrich, Viandante sul mare di nebbia 6

7 LA CORRENTE ARTISTICA DEL ROMANTICISMO Il Romanticismo: il ritorno del sentimento Con il tempo, tutto cambia: persino le parole. Ma quando qualcosa cambia, di solito non lo fa per caso. Immaginiamo ora di fare un salto indietro nella storia, e di raggiungere il diciannovesimo secolo ( ). Siamo sempre nel nostro continente, l Europa: immergiamoci nel mondo della sua cultura e della sua arte. Frequentiamo i grandi teatri delle capitali come Vienna, conosciamo i ricchi dilettanti che suonano nei salotti di Parigi, leggiamo i libri e gli articoli scritti da uomini sapienti. Se veramente potessimo fare tutto ciò, sicuramente ci accorgeremmo di una parola usata molto spesso, che riecheggia di stato in stato con insistenza: romantico. Oggi, nel nostro linguaggio corrente, chi dice romantico si riferisce a qualcosa che ha a che fare con l amore e il sentimento. Anche a quell epoca, in fondo, era così: ma c era anche qualcosa in più. Prima del diciannovesimo secolo, la parola d ordine era classico : nell arte e nella musica aveva valore ciò che era proporzionato, elegante ed equilibrato. Scultori come Antonio Canova prendevano a modello la bellezza levigata delle antiche sculture greche, pittori come Jacques-Louis David rappresentavano grandi uomini del passato in scene severe e imponenti, e musicisti come Wolfgang Amadeus Mozart portavano l architettura musicale a vette raffinatissime, perfezionando forme di composizione chiamate, ad esempio, sinfonia, quartetto o sonata. Poi, all avvicinarsi del 1800, qualcosa mutò. Nei pensieri degli artisti si fece strada una crescente inquietudine: in Germania questo vento di novità venne chiamato Sturm und Drang, tempesta e impeto. Si cominciò a dire romantico, dall inglese romantic, per indicare tutto quello che era sentimentale, fantasioso e con un non so che di inspiegabile, in contrasto con il chiaro splendore dell arte classica. Lentamente, ciò che era romantico trasformò il classico, e nel cuore del diciannovesimo secolo l ispirazione degli artisti si arricchì di spunti prima inaspettati. Non si osservava più solo la perfezione delle grandi civiltà antiche (delle quali ora si ammiravano di più le malinconiche rovine, invece di idealizzare il loro splendore lontano), ma anche la natura, con tutte le sue contraddizioni. Ci si sentiva parte di un mondo più grande e sconosciuto, da rappresentare con stupore e timore al tempo stesso, percependo un qualcosa di sublime nel mondo. Nei quadri (come quelli di Caspar David Friedrich) cominciarono ad apparire atmosfere nebbiose in cui gli uomini si perdono, contemplando gigantesche cascate o distese marine interminabili. La musica, parallelamente, si avventurò verso Jacques-Louis David, Il giuramento degli Orazi Caspar David Friedrich Le scogliere di gesso di Rügen 7

8 territori prima inesplorati: le composizioni si fecero più lunghe e complesse, e soprattutto si mescolarono con altri tipi di arte. I musicisti decisero di ispirarsi alla letteratura, scegliendo storie da far raccontare all orchestra o a singoli strumenti, come il pianoforte, mediante le sole emozioni descritte dai suoni. Iniziò l era dei poemi sinfonici, delle ballate e di tante altre composizioni narrative senza parole. Anche il mestiere degli artisti si rinnovò. Prima, era normale che essi lavorassero al servizio di una corte, celebrando con il loro ingegno la grandezza dei potenti. Nell epoca romantica, invece, l artista si fa solitario. Già Mozart e Beethoven, nel classicismo, si erano resi indipendenti dal potere, vivendo solo con sovvenzioni di committenti e benefattori, tra grandi difficoltà. Lentamente, il musicista divenne consapevole del proprio genio: comporre non significava più svolgere un mestiere, ma affidare messaggi al futuro, sfidando le convenzioni e le regole, anche a costo di non essere capiti e rimanere soli. Isolarsi in questo modo, nel Romanticismo, permetteva anche di affermare la propria unicità. Non è un caso che diverse nazioni d Europa, durante quel secolo, cercarono con forza sempre maggiore di dimostrarsi l una diversa dalle altre a livello artistico. Così, poterono nascere una musica veramente francese, una veramente russa, e così via. Ma unicità significava anche esaltare la straordinarietà: ecco perché il diciannovesimo secolo diventa anche l epoca dei virtuosi, cioè degli esecutori in grado di sbalordire con il loro talento folle numerosissime. Nascono i concerti dei solisti, personalità attorno alle quali sorsero volentieri storie e dicerie che ne alimentarono la leggenda: si immaginava per esempio che il violinista Niccolò Paganini, per raggiungere la sua bravura apparentemente inverosimile, avesse stretto un patto con il diavolo. Ma allora, in fondo, il Romanticismo fu un epoca di cupezza e solitudine, dove si celebravano l incomprensione, l ignoto e la paura? No, decisamente no: in realtà tali elementi sono quelli che stimolano di più l immaginazione, ma sarebbe ingiusto considerarli l unica eredità lasciata da quel ricchissimo secolo. Per capire meglio cosa significò realmente il Romanticismo, forse è più utile un altra immagine: quella di una tavolozza a cui, a poco a poco, si aggiungono colori mai visti prima, o dimenticati. I colori sono le emozioni che possono essere espresse dagli artisti. E allora, è facile che le tinte più misteriose o fiammeggianti ci possano cogliere di sorpresa, lasciando impressioni più forti. Ma a guardare con attenzione, si possono scoprire dall altra parte della tavolozza anche tinte delicatissime prima invisibili, di serenità celestiale. Il Romanticismo aggiunse emozioni nuove a ciò che aveva scoperto il mondo del Settecento: e se da una parte emersero l angoscia e la sofferenza più nere, dall altra sorsero la felicità universale e la gioia sfrenata. Al mondo diabolico e tragico di un musicista come l ungherese Franz Liszt si contrapponevano le sorridenti composizioni del tedesco Felix Mendelssohn, che era felice di nome e di fatto! PER APPROFONDIRE la pittura dell Ottocento può esistere il genio senza studio ed esercizio? l antichità classica e la sua eredità Una cosa è sicura: in ogni autentica opera d arte romantica, ancora oggi, c è molto più di quello a cui il nostro senso comune ci prepara. Forse è proprio nella differenza tra quello che ci attendiamo e quello che ci viene donato che si nasconde il vero significato della parola romantico. 8

9 Il Romanticismo musicale francese o l epopea del sentimento nel XIX secolo «Gluck e Luigi XVI faranno dei nuovi francesi». Con questa affermazione dagli accenti profetici Voltaire esprimeva, nel 1774, la sensazione diffusa dell avvento di una nuova era: un profondo cambiamento di gusti e di modi si stava preparando. Ciononostante, la nozione di Romanticismo non si è imposta né all epoca né ai giorni nostri per caratterizzare la musica francese composta tra il 1780 e il Sebbene la Nouvelle Héloïse di Rousseau (1760), i Canti di Ossian di Macpherson (1765) o I dolori del giovane Werther di Goethe (1774) preannuncino già una nuova sensibilità preromantica, bisognerà aspettare la generazione di Berlioz e dei suoi contemporanei perché si affermi, indicandone la Symphonie fantastique (1830) come manifesto, l esistenza di un Romanticismo musicale francese. Jean-Louis Théodore Géricault Paesaggio con tomba romana Eppure, soffermandosi sugli scritti dell inizio del XIX secolo il periodo dell Impero e della Restaurazione ci si accorge che il termine vi è impiegato senza riserve per definire lo stile degli ultimi classici, i contemporanei di Beethoven. È il caso di Stendhal, per cui la musica di Haydn è «piena di un immaginazione romantica», oppure di Hoffmann, quando si esprime su Mozart, o infine di Berlioz che sentenzia: «Gluck è il primo dei Romantici». A uno sguardo attento, il breve regno di Luigi XVI ( ) porta già in sé le caratteristiche essenziali del XIX secolo: innumerevoli scoperte ed esperimenti in tutti i campi dell arte preparano il gusto del secolo successivo. È realmente esistito un classicismo alla maniera di Mozart in Francia? Di fatto, l orgoglio della generazione romantica è già presente in pagine composte ben prima della Rivoluzione. Il teatro lirico rifiuta il meraviglioso e le passioni, elementi tipici del barocco, per immergersi nel cuore del sentimento, la nozione romantica per eccellenza. Iphigénie en Tauride di Gluck (1779), Les Danaïdes di Salieri (1784) o Œdipe à Colone di Sacchini (1786) si inseriscono e perdurano nel repertorio dell Opéra come opere fondatrici di una nuova estetica. Al tempo stesso, il vento orchestrale che soffia su Parigi vede nascere le prime ambiziose sinfonie che vanno da Gossec e Méhul a Reber o David. Il virtuosismo dei concerti di Saint-Georges, Kreutzer o Davaux viene presto trasceso da Jadin, Hérold, Liszt e Alkan, mentre i generi più intimisti romanze, sonate, trii, quartetti fioriscono nei salotti e fanno la fama di Onslow o Panseron. Tutti aspetti che avvicinano questo periodo di genesi al futuro piuttosto che al passato. L anno 1830 segna una tappa che non è solamente simbolica. Durante la Monarchia di Luglio, il Romanticismo fino ad allora tenuto a bada produce le sue manifestazioni più eclatanti: citare Hernani di Victor Hugo, La Mort de Sardanapale di Delacroix, Robert le Diable di Meyerbeer, Giselle di Adam et la Symphonie fantastique de Berlioz è certamente riduttivo, ma comunque abbastanza eloquente. Simultaneità singolare e inquietante. Parigi, terra d accoglienza, diventa il modello dell Europa. Chopin, Liszt, Paganini, Rossini, Meyerbeer vi incrociano Berlioz, Halévy o Auber. Questa emulazione, unica nella storia musicale, apre al Romanticismo nuovi orizzonti. Il grand opéra francese si presenta come un crogiolo di stili. Lo spettacolo parigino si fa poliedrico, sintesi di melodie italianizzanti, di armonie tedesche, di declamazione, 9

10 10

11 di macchine e balletti alla francese. L opéra-comique, sua sorella, risponde alle stesse esigenze, coltivando il mezzo carattere nella scrittura di un Boieldieu e la comicità schietta nell immaginario di Offenbach. Al tempo stesso, coadiuvata dallo sviluppo della manifattura di strumenti (Érard, Sax...), la musica strumentale diventa veicolo di un espressione fino ad allora inusitata, all origine di nuove pratiche come il recital solista. Secondo alcuni è addirittura capace di superare la musica scenica nell evocazione dei sentimenti e delle atmosfere, e deve essere parlante. Questa percezione teatrale della musica strumentale sarà all origine di nuovi generi, come il famoso poema sinfonico. Nel 1905 La Mer di Debussy incorona tardivamente un cinquantennio di ricerche in questa direzione: la musica è diventata un arte seria. Lontano dall idea di un gradevole intrattenimento, vuole essere ascoltata e non si accontenta più di essere solo sentita. Passati gli anni Cinquanta dell Ottocento, il termine Romanticismo fa ormai parte del vocabolario musicale. Con Gounod, Saint-Saëns, Massenet e Bizet, un intera generazione di compositori consolida lo stile, cesella il linguaggio e raffina l espressione. Faust, Samson & Dalila, Manon e Carmen il «raggio di luce mediterranea che dissipa la nebbia e l ideale wagneriano» di cui parla Nietzsche sono tutti monumenti innalzati alla gloria del gusto nazionale. Al tempo stesso lo statuto del compositore evolve, e ormai anche le donne possono rivendicare la loro appartenenza a un mondo fino ad allora riservato agli uomini: le musiche di Louise Farrenc, Cécile Chaminade, Augusta Holmès e Pauline Viardot sono suonate in pubblico e ampiamente pubblicate. Tuttavia, nel 1870, il conflitto franco-tedesco semina l inquietudine negli animi e scuote l arte stessa. Stravolto dal simbolismo di un Debussy o dal wagnerismo di un Vincent d Indy, il post-romanticismo approfitta ancora per qualche tempo del sostegno delle sociétés de concerts, del Conservatorio e dell Accademia di belle arti, irrigidendosi nell affermazione veemente di uno stile nazionale paradossalmente molto influenzato da Wagner e dai suoi compatrioti. All alba del XX secolo si spegne irrimediabilmente e deve cedere il posto ad una sfaccettata modernità: commuovere e sorprendere, valori tenacemente difesi un secolo prima, richiedono ormai altri linguaggi. Quando l Europa lacerata sprofonda nel primo conflitto mondiale, è ormai tempo di voltare pagina. 11

12 James Tissot, Il concerto 12

13 LA MUSICA DA CAMERA NELL OTTOCENTO IN FRANCIA I salons francesi: nelle case della musica Anche la musica ha una sua geografia : e, come quella di nazioni e continenti, con il tempo tende a cambiare. Tra il diciottesimo e il diciannovesimo secolo, nella transizione tra l epoca della musica classica e il mondo del Romanticismo, i luoghi dei concerti e dell ascolto musicale in Europa cominciarono una singolare migrazione. Prima, la mappa era disegnata soprattutto dalle sedi del potere nobiliare e religioso. Le corti degli imperatori, di conti e marchesi, o delle alte cariche ecclesiastiche, accoglievano al loro interno i compositori più geniali e li mettevano in condizione di scrivere opere destinate a essere eseguite nelle grandi sale o nei teatri privati delle regge. La potenza del genio di questi musicisti, le cui creazioni potevano in fondo essere ascoltate solo da pochi eletti, diventava un riflesso della grandezza del nobile che aveva permesso a quell arte di esistere. Ma già verso la fine del 1700 altre forme di potere avevano cominciato a farsi strada nella società: quello economico e quello intellettuale. Uno dei luoghi più importanti dove questi mutamenti germogliarono fu la Francia. Da un parte, il tardo diciottesimo secolo portò in quella terra un fermento culturale che rivalutò il valore e la forza della ragione umana: l Illuminismo. Dall altra, il dominio della nobiltà subì un duro colpo a seguito della Rivoluzione francese, culminata nel 1789 con la presa della Bastiglia. All interno di questo movimentato panorama presto apparvero nuovi poli di attrazione della società: non più gli sfarzosi palazzi dei nobili, ma le abitazioni di una classe sociale in costante crescita, la cui rilevanza dipendeva non dal titolo e dalla stirpe, ma dall intraprendenza nel lavoro e nel commercio: la borghesia. Questi mutamenti indussero un lento spostamento del gusto artistico. L esibizionismo lussuoso andava tramontando: i nuovi tempi sembravano favorire la riflessione nell intimità, specialmente per chi era di origini nobili e educazione raffinata. Così, i salotti delle eleganti dimore aristocratiche, identificati in Francia (ma spesso anche nel resto d Europa) con il nome di salons, già nel diciottesimo secolo avevano aperto le loro porte a uomini colti di ogni tipo. Questi dotti ricevimenti potevano concentrarsi ad esempio su dibattiti filosofici, politici e letterari, oppure prevedere la presentazione di nuove opere d arte agli invitati, come dipinti, copioni teatrali o composizioni musicali. Spesso, chi organizzava il ritrovo e conduceva il dibattito era la padrona di casa: la nuova società borghese aveva infatti favorito una valorizzazione del ruolo della donna, per lunghi secoli relegata a ruoli subordinati e passivi. 13

14 L esperienza musicale del Romanticismo francese fu costellata di eventi organizzati nei salons, che divennero dei veri e propri incubatori di cultura. Si trattava di piccoli mondi per eletti, dove l artista di talento poteva incontrare degli interlocutori capaci di comprenderlo e dargli soddisfazione. Nella musica, il salon francese fu un ambiente di sperimentazione ed espressione profonda: al pubblico dei concerti tenuti nei teatri, sempre più frequentati dalla borghesia, i musicisti offrivano invece opere di virtuosismo più spettacolare e di lunghezza considerevole. Ma non per questo la musica da salon (espressione che finì anche per avere una connotazione dispregiativa, come se si trattasse di musica da poco ) fu di qualità inferiore. Il salon fu invece determinante per definire alcuni caratteri importanti della musica del Romanticismo, francese e non solo. Per cominciare, il contesto stesso del ritrovo permetteva la presenza di un numero limitato di musicisti. Per questo, i salons furono luoghi dove poterono svilupparsi e fiorire ulteriormente la tradizioni della musica solistica e da camera, ossia suonata da pochi interpreti in un luogo di dimensioni limitate. Inoltre, quei ritrovi intellettuali lasciavano spesso spazio a discussioni, riguardanti anche discipline diverse tra loro. Di conseguenza, i compositori portavano solitamente nei salons pezzi brevi. In essi vi era virtuosismo, ma esso stava nella capacità di essere espressivi con mezzi e durate limitate. Esempi splendidi di questo tipo di composizioni sono i Notturni, le Mazurche e i Valzer per pianoforte con cui un giovane polacco incantava i parigini negli anni successivi al 1830: si chiamava Fryderyk Chopin. Ma poteva trattarsi anche di brani da camera, o di romanze per voce e pianoforte: nel tardo Romanticismo, fu anche questo repertorio, fra le altre cose, a garantire a un compositore geniale come Gabriel Fauré l accesso ai salons più prestigiosi. Comunque, la necessità di identificare un emozione profonda in modo chiaro ed efficace favorì la nascita di brani detti proprio di carattere, poiché la loro efficacia sentimentale guidava la loro struttura più di ogni altro elemento: cominciarono a circolare titoli come improvviso, ballata, preludio, romanza senza parole PER APPROFONDIRE la Rivoluzione francese la condizione della donna attraverso i secoli Le limitazioni di spazio dei salons ebbero anche un altra interessante conseguenza. Poiché in essi non era in alcun modo possibile ospitare un orchestra, e dato che gli intenditori avevano piacere di conoscere e riascoltare le grandi pagine sinfoniche e operistiche che si eseguivano nei teatri, ecco che ben presto alcuni musicisti iniziarono a realizzare riduzioni, trascrizioni e parafrasi di brani che avrebbero richiesto spiegamenti di esecutori ben più imponenti. Con un piccolo gruppo di esecutori, o addirittura con un solo pianista, era dunque possibile risentire nella quiete del salon le possenti note delle sinfonie di Beethoven o le melodie che avevano fatto celebre il teatro musicale di Giuseppe Verdi, ad esempio. Maestro di parafrasi e trascrizioni fu l ungherese Franz Liszt, che fu difatti un assiduo frequentatore dei salotti parigini: le sue composizioni, benché spesso brevi, possedevano però una difficoltà tecnica manuale che solo pochissimi potevano affrontare con disinvoltura! È questa un ulteriore prova della ricchezza del mondo dei salons, che ben prima dell avvento del suono registrato e dei dischi rese possibile una rinnovata circolazione, un tempo impensabile, delle partiture che stavano facendo la Storia della musica. 14

15 10 BRANI DA ASCOLTARE PER SCOPRIRE LA MUSICA ROMANTICA FRANCESE! Per familiarizzare con la musica romantica francese vi consigliamo in classe l ascolto su Youtube di alcuni di questi brani. Camille Saint-Saëns: Le Cygne Camille Saint-Saëns: Samson et Dalila («Bacchanale») Paul Dukas: L Apprenti sorcier Georges Bizet: Carmen («Ouverture» oppure «Habanera») Maurice Ravel: Boléro Charles Gounod: Faust («Air des bijoux» de Marguerite) Hector Berlioz: Symphonie fantastique («Un bal») Léo Delibes: Coppélia («Valse lente») Gabriel Fauré: Pavane Claude Debussy: Clair de lune (versione per pianoforte solo) 15

16 16

17 LE FAMIGLIE DI STRUMENTI MUSICALI Perché si suona assieme? Gli strumenti della musica da camera Una grande orchestra è uno spettacolo imponente, per l udito ma anche per la vista: decine di musicisti, guidati da un direttore, si impegnano simultaneamente a estrarre dai loro strumenti un armonia colossale. Chi è tra il pubblico, qualunque sia la musica eseguita, non può che sentirsi colpito e ammirato di fronte a tanta grandezza. Eppure, questo significa veramente che l importanza di una composizione musicale aumenta con il numero di persone coinvolte nell esecuzione? In fondo, noi oggi ricordiamo ancora una partitura monumentale come la Sinfonia Dei mille di Gustav Mahler (1910, si chiama così perché richiede quasi mille musicisti!) ma anche i Preludi e le Fughe del Clavicembalo ben temperato ( ) di Johann Sebastian Bach, brani per strumento a tastiera destinati a un solo esecutore e della durata di pochi minuti l uno. Eppure, per la storia della musica questi ultimi sono probabilmente più importanti, rispetto a quella Sinfonia di Mahler! In realtà, la quantità di strumenti in gioco non è affatto un elemento che decide il valore della musica. La fantasia di un compositore virtuoso può benissimo scoprire il bisogno di esprimersi con raffinatezza altissima tramite pagine che richiedono la presenza di sole due, tre, quattro persone o poco più, che potrebbero suonare anche in una piccola stanza (per questo si parla, in tali occasioni, di musica da camera). Ma anche in quelle circostanze possiamo arrivare a percepire potenza e grandiosità: non quelle fisiche del suono che ci travolge, ma quelle dell intelligenza. E poi, non è vero che sia più semplice suonare in pochi. Dei piccoli organismi musicali possono basarsi su equilibri delicatissimi, che solo una perfetta intesa tra gli esecutori può mantenere intatti. Uno sguardo incerto o un respiro al momento sbagliato, in quei casi, possono essere molto più catastrofici che all interno di un gigantesco meccanismo sinfonico. Gli strumenti che diventano protagonisti delle miniature da camera sono comunque gli stessi che vediamo nelle orchestre. Tuttavia, alcuni di essi riescono a esprimersi da soli senza difficoltà; altri invece tendono a venire accompagnati, da altri strumenti simili oppure da un pianoforte. Per capire la ragione di questo fatto, consideriamo per un attimo proprio il pianoforte. Si tratta di uno strumento a tastiera: i suoi tasti azionano dei martelletti ricoperti in feltro, che percuotono delle corde d acciaio tese al suo interno. Fu inventato attorno al 1700 da un italiano, Bartolomeo Cristofori, sostituendo a poco a poco altri strumenti a tastiera molto diffusi a quel tempo (come il clavicembalo e il clavicordo). Con la giusta pratica è 17

18 possibile far nascere dal pianoforte sonorità variegate. Guardiamo attentamente la sua tastiera: è facile intuire che il pianoforte è in grado di produrre un grande quantitativo di suoni, visto che a ognuno dei suoi ottantotto tasti corrisponde una diversa nota musicale. I suoni che nascono dall estremità destra della tastiera sono circa sette volte più alti di quelli che si trovano all estrema sinistra. La quantità di suoni che uno strumento sa emettere è detta estensione. Pochi altri strumenti ne hanno una ampia quanto quella del pianoforte: per questo esso è di solito un solista. Le sue capacità sonore gli permettono di essere autosufficiente. Ora, invece, andiamo a soffermarci su un altro strumento celebre: il violino. È molto diverso dal pianoforte, non solo per forma e dimensioni, ma soprattutto per il tipo di suono che emette. Le sue quattro corde non vengono percosse, ma sfregate con un archetto. Ciò che sfrega, in particolare, e che si trova teso sull archetto, è crine di cavallo. Questo non deve sorprenderci: sin dall antichità gli strumenti hanno fatto uso di parti di animali, e non dobbiamo dimenticarci che il primo strumento musicale è stato sicuramente il corpo umano, che ciascuno di noi può far suonare in molti modi, battendo ad esempio le mani tra loro e così via. Le stesse corde degli strumenti ad arco sono state per lungo tempo fatte di budello animale, per poi venire progressivamente ricoperte dall acciaio. Comunque, tutti questi elementi sono parte del modo in cui un violino fa musica. La qualità di un suono, ovvero quella sensazione che vi permette di distinguere senza sbagliarvi mai se una certa nota musicale proviene da un pianoforte oppure da un violino o da un altro strumento, si chiama timbro. Esso è un elemento prezioso a disposizione dei compositori: la combinazione di più timbri arricchisce la musica, così come una tavolozza con molte tinte diverse dà maggiori possibilità espressive al pittore di un quadro È il caso di dire che il timbro è come il colore del suono. Ma il violino, nonostante la sua bella differenza musicale dal pianoforte, non ha altrettante note: le sue possibilità sono limitate ad un estensione corrispondente più o meno alla metà destra della tastiera del pianoforte. Ecco perché, di preferenza, nella musica da camera il violino lo troviamo in compagnia di qualche collega. Può trattarsi, ovviamente, del pianoforte: ma, in altri casi, il compositore preferisce che lavorino assieme strumenti dal timbro simile. Proprio per via delle limitazioni nell estensione, infatti, nel corso dei secoli gli strumenti hanno creato attorno a sé delle vere e proprie famiglie. Se uno strumento ha solo un numero ridotto di suoni, è facile che ne esista un altro dalla forma simile, ma in grado di produrre le note musicali che mancano al primo strumento. E se anche questo non ha tutte le note che servirebbero al compositore, ecco che ne esiste un altro ancora che va a rimediare al problema con ulteriori note. E così via. Il violino appartiene alla famiglia degli archi (si suonano tutti con l archetto). Al suo suono acuto si affiancano dunque spesso quelli più gravi della viola, che è un poco più grande, e del violoncello, che si spinge nella regione bassa delle note musicali. Per farlo ha corde più lunghe, tese su un corpo voluminoso che infatti non si regge su una spalla, come per violino e viola, ma sta contro le gambe dell esecutore, appoggiato a terra con un puntale. All estremità grave della famiglia sta il contrabbasso, tanto grande da dover essere suonato in piedi. Nella musica da camera per soli archi, tuttavia, la tradizione ha privilegiato un raggruppamento denominato 18

19 quartetto. Le quattro voci che lo costruiscono sono quelle di due violini, con una viola e un violoncello: si tratta di uno strumento di strumenti che solo i più grandi compositori sono stati in grado di usare in maniera efficace. Perché è facile scrivere una composizione dove una voce suona la melodia, e le altre tre si limitano ad accompagnare, ma è anche banale. Molto più complicato è invece far sì che ciascuno dei quattro esecutori abbia pari dignità: è con questa mentalità che artisti fondamentali come Mozart e Beethoven hanno consegnato alla storia i loro più grandi quartetti. Esistono tuttavia anche altre famiglie di strumenti dotati di tradizione illustre. Una è senz altro quella dei fiati, detti così perché in loro il suono nasce grazie al respiro umano: si soffia dentro di essi. Nel loro ambito, un raggruppamento importante è quello dei legni, il cui nome deriva dal materiale di cui sono fatti. Quattro sono i suoi membri più frequentemente usati: il flauto traverso, l oboe, il clarinetto e il fagotto. È curioso che uno dei rappresentanti fondamentali della famiglia (e quello che sa spingersi più in alto tra i quattro nominati sopra), il flauto traverso, sia invece oggi fabbricato in metallo. Il suono viene emesso soffiando di taglio in un apertura laterale che sta ad un estremità dello strumento, che viene retto poi sulla destra dell esecutore, il quale con le dita apre o chiude dei dispositivi che coprono i fori del flauto: le chiavi. L oboe, dal suono dolce e un po nasale, ha anch esso delle chiavi, ma l aria entra da un tubicino che sta sul fondo dello strumento. All imboccatura sta una doppia lamella che, stretta fra le labbra, viene messa in vibrazione dall aria: si chiama ancia. Ne è dotato anche il clarinetto, strumento agilissimo che lavora nelle estensioni medio-acute: ma la lamella è una sola (ancia singola) montata su una speciale imboccatura. Infine, il fagotto si occupa delle parti basse : le dimensioni più massicce del suo tubo ripiegato fanno sì che però esso venga retto lateralmente, come in verticale. Per questo la cannula dove si soffia, che ospita un ancia doppia, è curvata in modo da sporgere lateralmente, per essere più facilmente raggiunta dalla bocca del musicista. PER APPROFONDIRE la natura della musica: le piante e gli animali utilizzati nella costruzione degli strumenti. Un suono, tanti suoni: cantare e suonare a una sola voce o a più voci. Cosa significa veramente cantare a più voci? Se cantiamo in tanti la stessa melodia, la voce resta sempre una! 19

20 20

Progetto didattico gratuito rivolto alle sezioni medi e grandi della scuola dell infanzia di Venezia Stagione 2015 2016

Progetto didattico gratuito rivolto alle sezioni medi e grandi della scuola dell infanzia di Venezia Stagione 2015 2016 Progetto didattico gratuito rivolto alle sezioni medi e grandi della scuola dell infanzia di Venezia Stagione 2015 2016 Il Palazzetto Bru Zane Centre de musique romantique française è un istituzione votata

Dettagli

BIENNIO SPERIMENTALE II LIVELLO PROGRAMMI ESAMI DI AMMISSIONE

BIENNIO SPERIMENTALE II LIVELLO PROGRAMMI ESAMI DI AMMISSIONE BIENNIO SPERIMENTALE II LIVELLO PROGRAMMI ESAMI DI AMMISSIONE Arpa Percorso di approfondimento generale Esecuzione di uno studio, a scelta del candidato, fra gli 8 grandi studi di W. Posse (escl. i nn.

Dettagli

CONSERVATORIO STATALE DI MUSICA

CONSERVATORIO STATALE DI MUSICA CONSERVATORIO STATALE DI MUSICA G. NICOLINI di PIACENZA Istituto di Alta Cultura Dipartimento di Teoria e Analisi, Composizione e Direzione STORIA DELLA MUSICA Corso di fascia pre-accademica Esame di certificazione

Dettagli

Artisti di Musica Classica 2015-2016

Artisti di Musica Classica 2015-2016 Artisti di Musica Classica 2015-2016 Management Artisti di Musica Classica Volete provare vibranti emozioni e riscoprire il fascino seducente della Grande Musica? Vi appassiona la Musica Classica ed avete

Dettagli

CONSERVATORIO DI MUSICA "Licinio Refice " FROSINONE CORSO DI LAUREA IN DISCIPLINE MUSICALI DI SECONDO LIVELLO

CONSERVATORIO DI MUSICA Licinio Refice  FROSINONE CORSO DI LAUREA IN DISCIPLINE MUSICALI DI SECONDO LIVELLO CONSERVATORIO DI MUSICA "Licinio Refice " FROSINONE CORSO DI LAUREA IN DISCIPLINE MUSICALI DI SECONDO LIVELLO VIOLINO Requisiti per l'ammissione. Accedono al Biennio sperimentale di II livello, tramite

Dettagli

Preso in mano uno strumento subito suonano insieme perché in gruppo è più facile imparare divertendosi.

Preso in mano uno strumento subito suonano insieme perché in gruppo è più facile imparare divertendosi. ABC ORCHESTRA: UN ORCHESTRA IN OGNI SCUOLA Le orchestre sono molto più che strutture artistiche, ma modello di vita sociale perché cantare e suonare assieme significa coesistere profondamente e intimamente

Dettagli

Il carnevale degli animali. Grande fantasia zoologica

Il carnevale degli animali. Grande fantasia zoologica Il carnevale degli animali di Camille Saint Saёns Grande fantasia zoologica Per due pianoforti e piccola orchestra Obiettivi del nostro lavoro Imparare a riconoscere il timbro di alcuni strumenti musicali.

Dettagli

LABORATORI AFFERENTI AL DIPARTIMENTO DI MUSICA ANTICA - PROGRAMMI (in collaborazione con l Associazione Schola Palatina )

LABORATORI AFFERENTI AL DIPARTIMENTO DI MUSICA ANTICA - PROGRAMMI (in collaborazione con l Associazione Schola Palatina ) LABORATORI AFFERENTI AL DIPARTIMENTO DI MUSICA ANTICA - PROGRAMMI (in collaborazione con l Associazione Schola Palatina ) Junior (per bambini da quattro a sei anni) CLAVICEMBALO E BASSO CONTINUO Musica,

Dettagli

PALAZZETTO BRU ZANE ROMANTICI IN ERBA. Progetto didattico gratuito rivolto alle classi delle scuole primarie del Veneto Stagione 2013-2014

PALAZZETTO BRU ZANE ROMANTICI IN ERBA. Progetto didattico gratuito rivolto alle classi delle scuole primarie del Veneto Stagione 2013-2014 PALAZZETTO BRU ZANE ROMANTICI IN ERBA Progetto didattico gratuito rivolto alle classi delle scuole primarie del Veneto Stagione 2013-2014 PRESENTAZIONE: IL PALAZZETTO BRU ZANE CENTRE DE MUSIQUE ROMANTIQUE

Dettagli

Un preludio e un tempo a scelta da una delle sei Suites per violoncello solo di Bach Primo tempo di un concerto a scelta da Haydn in poi

Un preludio e un tempo a scelta da una delle sei Suites per violoncello solo di Bach Primo tempo di un concerto a scelta da Haydn in poi Composizione Coloro che non risultano in possesso del Diploma di Composizione tradizionale o sperimentale, o del compimento medio di Composizione, sono tenuti a sottoporre alla commissione esaminatrice:

Dettagli

IL VIOLINO. Presentazione del corso di violino dell indirizzo musicale della Scuola Media P. Egidi di Viterbo

IL VIOLINO. Presentazione del corso di violino dell indirizzo musicale della Scuola Media P. Egidi di Viterbo IL VIOLINO Presentazione del corso di violino dell indirizzo musicale della Scuola Media P. Egidi di Viterbo Lo strumento Il violino appartiene alla famiglia degli strumenti ad arco insieme alla viola,

Dettagli

Ferenc Liszt. Ungherese ed europeo. Realizzato per il Ministero degli Affari Esteri della Repubblica d'ungheria Responsabile: Ágota Bába

Ferenc Liszt. Ungherese ed europeo. Realizzato per il Ministero degli Affari Esteri della Repubblica d'ungheria Responsabile: Ágota Bába 1811 1886 Ungherese ed europeo Ferenc Liszt Realizzato per il Ministero degli Affari Esteri della Repubblica d'ungheria Responsabile: Ágota Bába Testi a cura di: Maria Eckhardt, Museo Memoriale Ferenc

Dettagli

Sommario: Pag. 4...Introduzione. Pag. 5...Presentazioni dei brani. Pag. 7... DOLCE MELODIA per clarinetto, sax, flauto e pianoforte

Sommario: Pag. 4...Introduzione. Pag. 5...Presentazioni dei brani. Pag. 7... DOLCE MELODIA per clarinetto, sax, flauto e pianoforte 2 Un sentito ringraziamento al dirigente scolastico Dott.ssa Rossana Maletta per il vivo interesse con cui ha sostenuto l avvio e lo svolgimento del laboratorio di composizione musicale. Le partiture inserite

Dettagli

Degustando musica MUSICA. Giovani talenti in concerto e degustazioni di vini, salumi, dolci, formaggi...

Degustando musica MUSICA. Giovani talenti in concerto e degustazioni di vini, salumi, dolci, formaggi... Degustando musica Presentazioni e degustazioni a cura di Matteo Scibilla, presidente dell Associazione Cuochi di Lombardia Giovani talenti in concerto e degustazioni di vini, salumi, dolci, formaggi...

Dettagli

VISITA DEL ROTARY CLUB PADOVA ALLA BANCA POPOLARE DI VICENZA VICENZA, MERCOLEDI 27 GENNAIO 2010

VISITA DEL ROTARY CLUB PADOVA ALLA BANCA POPOLARE DI VICENZA VICENZA, MERCOLEDI 27 GENNAIO 2010 VISITA DEL ROTARY CLUB PADOVA ALLA BANCA POPOLARE DI VICENZA VICENZA, MERCOLEDI 27 GENNAIO 2010 Mercoledì 27 Gennaio 2010 il Rotary Club Padova, guidato dal suo Presidente Pier Luigi Cereda, ha avuto il

Dettagli

CONSERVATORIO DI MUSICA DI BARI "N.PICCINNI" ORDINAMENTO DIDATTICO DEI CORSI DI STUDIO PER IL CONSEGUIMENTO DEL DIPLOMA ACCADEMICO DI I LIVELLO

CONSERVATORIO DI MUSICA DI BARI N.PICCINNI ORDINAMENTO DIDATTICO DEI CORSI DI STUDIO PER IL CONSEGUIMENTO DEL DIPLOMA ACCADEMICO DI I LIVELLO CONSERVATORIO DI MUSICA DI BARI "N.PICCINNI" ORDINAMENTO DIDATTICO DEI CORSI DI STUDIO PER IL CONSEGUIMENTO DEL DIPLOMA ACCADEMICO DI I LIVELLO INDICE DIPARTIMENTO DI CANTO E TEATRO MUSICALE Canto - CDPL06

Dettagli

Cos è il ballo. L evento di beneficenza, da sempre organizzato dal Comitato Vienna sul Lago, in collaborazione con Marina Militare e il

Cos è il ballo. L evento di beneficenza, da sempre organizzato dal Comitato Vienna sul Lago, in collaborazione con Marina Militare e il SERATA DI GALA 3 credits Francesco Ragni Il Gran Ballo della Venaria Reale costituisce un importante evento Istituzionale, al quale sono stati attribuiti negli anni: due medaglie di benemerenza dal Presidente

Dettagli

1)il rifiuto dell arte barocca e della sua eccessiva irregolarità;

1)il rifiuto dell arte barocca e della sua eccessiva irregolarità; Il Neoclassicismo inizia alla metà del XVIII sec., per concludersi nel 1815. Ciò che contraddistingue lo stile artistico di quegli anni fu l adesione ai principi dell arte classica. Quei principi di armonia,

Dettagli

COMUNE DI RIMINI. Istituto Musicale Pareggiato G. Lettimi (D.M. 9/1/2001) Istituto di Alta Formazione Artistica e Musicale (A.F.A.M.

COMUNE DI RIMINI. Istituto Musicale Pareggiato G. Lettimi (D.M. 9/1/2001) Istituto di Alta Formazione Artistica e Musicale (A.F.A.M. COMUNE DI RIMINI Istituto Musicale Pareggiato G. Lettimi (D.M. 9/1/2001) Istituto di Alta Formazione Artistica e Musicale (A.F.A.M.) DIPLOMA ACCADEMICO DI II LIVELLO Biennio Specialistico sperimentale

Dettagli

LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA

LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA L obbiettivo di questo laboratorio è quello di rielaborare ed interpretare un antica fiaba usando i significati profondi

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA

SCUOLA DELL INFANZIA IL SE E L ALTRO IL CORPO IN MOVIMENTO Prendere coscienza della propria identità Scoprire le diversità Apprendere le prime regole di vita sociale Osservare l ambiente che lo circonda Ascoltare le narrazioni

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Aerofoni a fiato I legni

Aerofoni a fiato I legni 7 Aerofoni a fiato I legni I LEGNI Negli strumenti a fiato la colonna d aria, contenuta nel tubo sonoro, viene fatta vibrare direttamente dall esecutore, che sospinge il fiato nello strumento (insufflazione)

Dettagli

DIPARTIMENTO DEGLI STRUMENTI A FIATO - LEGNI SCUOLA DI FLAUTO DOLCE DCPL29 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN FLAUTO DOLCE

DIPARTIMENTO DEGLI STRUMENTI A FIATO - LEGNI SCUOLA DI FLAUTO DOLCE DCPL29 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN FLAUTO DOLCE DIPARTIMENTO DEGLI STRUMENTI A FIATO - LEGNI SCUOLA DI FLAUTO DOLCE DCPL29 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN FLAUTO DOLCE Obiettivi formativi Al termine degli studi relativi al Diploma

Dettagli

nel cuore della storia una promessa per la vita

nel cuore della storia una promessa per la vita nel cuore della storia una promessa per la vita sposarsi a palazzo madama Un centinaio le coppie che ad oggi hanno pronunciato il sì nella cornice prestigiosa di Palazzo Madama. Risalgono all inizio del

Dettagli

Tabella A ORDINAMENTO DIDATTICO DEI CORSI DI STUDIO PER IL CONSEGUIMENTO DEL DIPLOMA ACCADEMICO DI I LIVELLO CONSERVATORI

Tabella A ORDINAMENTO DIDATTICO DEI CORSI DI STUDIO PER IL CONSEGUIMENTO DEL DIPLOMA ACCADEMICO DI I LIVELLO CONSERVATORI Tabella A ORDINAMENTO DIDATTICO DEI CORSI DI STUDIO PER IL CONSEGUIMENTO DEL DIPLOMA ACCADEMICO DI I LIVELLO CONSERVATORI DIPARTIMENTO DEGLI STRUMENTI AD ARCO E A CORDA SCUOLA DI ARPA DCPL01 - CORSO DI

Dettagli

Il NEOCLASSICISMO ha come personalità di spicco nell ambito letterario: In Ambito artistico:

Il NEOCLASSICISMO ha come personalità di spicco nell ambito letterario: In Ambito artistico: IN ITALIA: Il NEOCLASSICISMO ha come personalità di spicco nell ambito letterario: VINCENZO MONTI IPPOLITO PINDEMONTE UGO FOSCOLO In Ambito artistico: Lo scultore ANTONIO CANOVA GIOVAN BATTISTA PIRANESI

Dettagli

Oggetto: XV^ edizione del Progetto Invito alla Musica classica Lezioni- concerto a.s. 2014-2015

Oggetto: XV^ edizione del Progetto Invito alla Musica classica Lezioni- concerto a.s. 2014-2015 Castelfranco, 7 gennaio 2015 Oggetto: XV^ edizione del Progetto Invito alla Musica classica Lezioni- concerto a.s. 2014-2015 Gent.mi Insegnanti, Anche per il prossimo anno scolastico l' Orchestra Regionale

Dettagli

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione Cari fratelli e sorelle, all avvicinarsi della Giornata

Dettagli

ALL.A - CURRICOLO D ISTITUTO

ALL.A - CURRICOLO D ISTITUTO ALL.A - CURRICOLO D ISTITUTO CURRICOLO SCUOLA DELL INFANZIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA (dalle INDICAZIONI NAZIONALI) IL SE E L ALTRO: Il bambino gioca

Dettagli

Informazioni per la stampa. Castello di Schönbrunn. Castello. Dedalo, Labirinto & Labyrinthikon. Gloriette. Giardino del principe ereditario

Informazioni per la stampa. Castello di Schönbrunn. Castello. Dedalo, Labirinto & Labyrinthikon. Gloriette. Giardino del principe ereditario Informazioni per la stampa Castello di Schönbrunn Castello Dedalo, Labirinto & Labyrinthikon Gloriette Giardino del principe ereditario Museo per i bambini Vivere Schönbrunn Centro convegni Castello di

Dettagli

versione MiSta StRuMenti PeR una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi Rosanna P.

versione MiSta StRuMenti PeR una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi Rosanna P. Rosanna P. Castello StRuMenti PeR una didattica inclusiva a cura di Roberto Pigliapoco Schede facilitate Spartiti guidati Mappe illustrate Materiali audio Verifiche Scarica gratis il libro digitale con

Dettagli

CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO (Triennio)

CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO (Triennio) SCUOLA DI COMPOSIZIONE CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO (Triennio) A) Programma per l'ammissione L ammissione al Triennio Superiore di I livello in Composizione è subordinata al superamento

Dettagli

Nuova Società del Quartetto di Firenze

Nuova Società del Quartetto di Firenze Nuova Società del Quartetto di Firenze PROGETTO Nuova Società del Quartetto di Firenze ideazione e progettazione a cura del Quartetto Foné IL Quartetto Fonè dà vita ad un nuovo progetto culturale con la

Dettagli

Qualche idea didattica per prepararsi ai concerti

Qualche idea didattica per prepararsi ai concerti Qualche idea didattica per prepararsi ai concerti V ISI O NI D RI E N T E A. Borodin, Per la scuola secondaria di primo grado Giuseppe Gammino 1 Introduzione Nel 1880, in occasione del suo 25 anno di regno,

Dettagli

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria 4 ottobre 2015 Giornata delle famiglie al Museo PROGETTO: Liliana Costamagna Progetto Grafico: Roberta Margaira Questo album ti accompagna a scoprire

Dettagli

Liceo Carducci Pisa Liceo Musicale

Liceo Carducci Pisa Liceo Musicale Liceo Carducci Pisa Liceo Musicale ARTISTICO CLASSICO LINGUISTICO I nuovi Licei riforma Gelmini I sei licei: MUSICALE E COREUTICO SCIENTIFICO (opzione SCIENZE APPLICATE) SCIENZE UMANE (opzione ECONOMICO-SOCIALE)

Dettagli

I fondi e gli archivi musicali

I fondi e gli archivi musicali I fondi e gli archivi musicali La Biblioteca ha acquisito, in pochi anni, importanti documenti musicali relativi a musicisti e nobildonne trapanesi con l obiettivo di divenire un punto di riferimento privilegiato

Dettagli

Prokof ev. Sonate. e le. Antonio Distaso

Prokof ev. Sonate. e le. Antonio Distaso Prokof ev e le Sonate Antonio Distaso 1 I. Introduzione Il presente breve lavoro ha preso in esame una delle più eclettiche personalità della musica del XX secolo. Fenomeno luminoso e sano, un musicista

Dettagli

IL NEOCLASSICISMO ARTE, POLITICA E MITOLOGIA J. LOUIS DAVID ANTONIO CANOVA. Prof. Antonio Fosca Doc. di Arte e Immagine

IL NEOCLASSICISMO ARTE, POLITICA E MITOLOGIA J. LOUIS DAVID ANTONIO CANOVA. Prof. Antonio Fosca Doc. di Arte e Immagine IL NEOCLASSICISMO ARTE, POLITICA E MITOLOGIA J. LOUIS DAVID ANTONIO CANOVA Prof. Antonio Fosca Doc. di Arte e Immagine Un po di introduzione.. Il gusto neoclassico si afferma tra il XVIII secolo (1750)

Dettagli

Giuseppe Tassis DALMINE

Giuseppe Tassis DALMINE Unica e travolgente Ecco com è la passione per la musica Tra le tante occasioni della vita, crediamo che fare musica sia una delle cose più naturali che un uomo possa sperimentare: si sa che il sacrificio

Dettagli

Abitare MODERNITÀ NELLA TRADIZIONE. Una villa in stile classico nel Luganese. 112 TM Donna

Abitare MODERNITÀ NELLA TRADIZIONE. Una villa in stile classico nel Luganese. 112 TM Donna Abitare MODERNITÀ NELLA TRADIZIONE Una villa in stile classico nel Luganese 112 TM Donna di Fabia Bottani Nella splendida cornice del Luganese, con un incomparabile vista sul golfo e sul San Salvatore,

Dettagli

musica per i ragazzi

musica per i ragazzi musica per i ragazzi concerti lezione per la scuola materna, primaria, media inferiore Musica per i ragazzi è una rassegna didattica indirizzata alle scuole dell obbligo (materna, primaria e secondaria

Dettagli

Giocare con i ritmi e con i suoni - Strumento Coro voci bianche - Danza classica e moderna Teatro, Danza, Colore!

Giocare con i ritmi e con i suoni - Strumento Coro voci bianche - Danza classica e moderna Teatro, Danza, Colore! Civico Istituto di Musica Danza e Teatro Città di San Donato Milanese G.B. Sammartini Assessorato alla Cultura Giocare con i ritmi e con i suoni - Strumento Coro voci bianche - Danza classica e moderna

Dettagli

Livorno Music Festival 28 agosto 9 settembre 2012 Fortezza Vecchia, Teatro Goldoni e Grand Hotel Palazzo

Livorno Music Festival 28 agosto 9 settembre 2012 Fortezza Vecchia, Teatro Goldoni e Grand Hotel Palazzo Livorno Music Festival 28 agosto 9 settembre 2012 Fortezza Vecchia, Teatro Goldoni e Grand Hotel Palazzo CARTELLONE CONCERTI Martedì 28 agosto Roland Dyens, chitarra Classico nelle dita e Jazzista nella

Dettagli

nel nel giardino del gigante...

nel nel giardino del gigante... nel nel giardino del del gigante... Scuola dell infanzia Scuola dell infanzia - Scuola primaria classi 1^ 2^ 3^ Scuola primaria classi 4^ 5^ - Scuola secondaria di I grado Visita autogestita al Giardino

Dettagli

INTERVISTA AL PROFESSOR LAURENZ LÜTTEKEN, direttore dell Istituto di musicologia all università di Zurigo

INTERVISTA AL PROFESSOR LAURENZ LÜTTEKEN, direttore dell Istituto di musicologia all università di Zurigo INTERVISTA AL PROFESSOR LAURENZ LÜTTEKEN, direttore dell Istituto di musicologia all università di Zurigo Dopo aver vinto nel 2006 il Premio Balzan, il musicologo tedesco Ludwig Finscher decise di devolvere

Dettagli

MUSIC FOR SCREEN PREMESSA

MUSIC FOR SCREEN PREMESSA Via Cupetta, 20 60019 Senigallia AN www.marchemusiccollege.com MUSIC FOR SCREEN PREMESSA Il Consorzio Marche Music College, in partenariato con diversi enti pubblici e privati (vedi capitolo Partner Music

Dettagli

L OCA RINA ALLA SCOPERTA DELLA MUSICA. Un progetto a cura di: Cristina Maurelli Stefano Menegale Deborah Morese

L OCA RINA ALLA SCOPERTA DELLA MUSICA. Un progetto a cura di: Cristina Maurelli Stefano Menegale Deborah Morese L OCA RINA ALLA SCOPERTA DELLA MUSICA Un progetto a cura di: Cristina Maurelli Stefano Menegale Deborah Morese SINTESI DEL PROGETTO Il progetto consiste di uno spettacolo musicale dal vivo, di introduzione

Dettagli

1 > 15 > 22 > 29 MARZO 2015

1 > 15 > 22 > 29 MARZO 2015 Comune di Padova Assessorato Cultura e Turismo CENTRO CULTURALE ALTINATE / SAN GAETANO Giovanni Angeleri Direttore e Solista 1 > 15 > 22 > 29 MARZO 2015 Fondazione Musicale Masiero e Centanin All Auditorium

Dettagli

Il secondo Ottocento in Germania

Il secondo Ottocento in Germania Il secondo Ottocento in Germania Musica assoluta e musica a programma Brahms, Strauss e Mahler Musica assoluta e musica a programma Durante l età barocca e classica la musica strumentale si era sviluppata

Dettagli

IL PAESAGGIO VENEZIANO. Tra Vedut"mo, Romantic"mo ed. Impression"mo. A cura $ Tarabo%i Jessica

IL PAESAGGIO VENEZIANO. Tra Vedutmo, Romanticmo ed. Impressionmo. A cura $ Tarabo%i Jessica IL PAESAGGIO VENEZIANO Tra Vedut"mo, Romantic"mo ed Impression"mo A cura $ Tarabo%i Jessica PRESENTAZIONE Il tema della mostra d arte è il paesaggio veneziano: uno dei paesaggi più suggestivi al mondo

Dettagli

Germania: Potsdam La Versailles degli Hohenzollern

Germania: Potsdam La Versailles degli Hohenzollern Il re prussiano Federico II salì al trono nel 1740 alla giovane età di 28 anni.. sotto il suo regno la Prussia diventò la quinta potenza europea per importanza, fu un politico eccezionale, un guerriero,

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI MUSICA SCUOLA DELL INFANZIA

CURRICOLO VERTICALE DI MUSICA SCUOLA DELL INFANZIA CURRICOLO VERTICALE DI MUSICA SCUOLA DELL INFANZIA Conoscere, percepire e riconoscere i suoni dell ambiente. Discriminare e interpretare gli eventi sonori. Acquisire una corretta postura. Cantare in coro.

Dettagli

IL PAESAGGIO VENEZIANO tra vedut"mo, romantic"mo ed impression"mo. A cura $ Tarabo%i Jessica

IL PAESAGGIO VENEZIANO tra vedutmo, romanticmo ed impressionmo. A cura $ Tarabo%i Jessica IL PAESAGGIO VENEZIANO tra vedut"mo, romantic"mo ed impression"mo A cura $ Tarabo%i Jessica PRESENTAZIONE Il tema della mostra d arte è il paesaggio veneziano: uno dei paesaggi più suggestivi al mondo

Dettagli

Città di Albenga Ufficio Stampa

Città di Albenga Ufficio Stampa Città di Albenga Ufficio Stampa Albenga, 24 Novembre 2011 SACR AUTUNNO 2011, PRIMO APPUNTAMENTO Venerdì 25 Novembre alle ore 20.45, Sacre Armonie nella Chiesa di Lusignano Dopo lo straordinario successo

Dettagli

La vita di un musicista è molto impegnativa se si vogliono ottenere buoni risultati durante le esecuzioni, quanto tempo dedica allo studio?

La vita di un musicista è molto impegnativa se si vogliono ottenere buoni risultati durante le esecuzioni, quanto tempo dedica allo studio? Venerdì 19 dicembre 2014 alle ore 16,30 presso il Salone delle Feste di Villa Durazzo in Santa Margherita Ligure incontro con il violoncellista Giovanni Ricciardi Maestro domani sera alle ore 21,00, in

Dettagli

ROSSINI GIOACHINO Pesaro 29 febbraio 1792 Passy 13 Febbraio 1868

ROSSINI GIOACHINO Pesaro 29 febbraio 1792 Passy 13 Febbraio 1868 ROSSINI GIOACHINO Pesaro 29 febbraio 1792 Passy 13 Febbraio 1868 Gioachino Rossini nasce a Pesaro il 29 Febbraio 1792, figlio di un suonatore d'orchestra e di una cantante d'opera attivi nei teatri di

Dettagli

COMPETENZE Comprendere la forma e il significato di messaggi musicali espressi in varie forme e opere

COMPETENZE Comprendere la forma e il significato di messaggi musicali espressi in varie forme e opere 1 ISTITUTO COMPRENSIVO F. de Sanctis Curricolo verticale A.S. 2014/2015 2 MUSICA L educazione musicale, al pari delle altre discipline, ha l obiettivo di educare alla cittadinanza, in linea con le nuove

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA - MUSICA (Classe 1ª)

SCUOLA PRIMARIA - MUSICA (Classe 1ª) SCUOLA PRIMARIA - MUSICA (Classe 1ª) Ascoltare in modo consapevole eventi sonori e brani musicali. Produrre e rappresentare eventi sonori con la voce, il corpo, strumenti musicali e tecnologici. Individuare

Dettagli

Ho visto il lupo DOTTOR BOSTIK/UNOTEATRO

Ho visto il lupo DOTTOR BOSTIK/UNOTEATRO Ho visto il lupo DOTTOR BOSTIK/UNOTEATRO Liberamente tratto da Pierino e il lupo di Prokofiev Regia, realizzazione marionette e animazione Dino Arru Con Dino e Raffaele Arru HO VISTO IL LUPO Gli ultimi

Dettagli

Tradizione e innovazione: la stenografia in Senato

Tradizione e innovazione: la stenografia in Senato Tradizione e innovazione: la stenografia in Senato Caprera, 16 dicembre 1877 "Desidero che l utilissima scoperta del professor Michela sia messa in opera." Giuseppe Garibaldi Questa lettera è uno dei tanti

Dettagli

Laboratorio di Musica Barocca dei Conservatori del Veneto

Laboratorio di Musica Barocca dei Conservatori del Veneto Laboratorio di Musica Barocca dei Conservatori del Veneto VIII EDIZIONE ANNO 2015 Villa Contarini - Fondazione G. E. Ghirardi Piazzola Sul Brenta (Padova) / Conservatorio di Venezia SETTEMBRE / OTTOBRE

Dettagli

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Scuola dell infanzia di v.le Papa Giovanni XXIII Scuola dell infanzia di Ozzero Scuola dell infanzia di Morimondo propongono ampliamento del progetto

Dettagli

Albert Cooper parla delle innovazioni di Theobald Boehm

Albert Cooper parla delle innovazioni di Theobald Boehm Albert Cooper parla delle innovazioni di Theobald Boehm Nel corso del 800 e del 900 furono apportati miglioramenti al flauto Böhm. Alcuni di questi miglioramenti sono sopravvissuti e li troviamo sugli

Dettagli

ISTITUZIONE COMUNALE CULTURALE CIVICO ISTITUTO MUSICALE

ISTITUZIONE COMUNALE CULTURALE CIVICO ISTITUTO MUSICALE ISTITUZIONE COMUNALE CULTURALE CIVICO ISTITUTO MUSICALE Antonio Vivaldi Piazza della Rossa, n. 1-12022 BUSCA (CN) TEL.: 0171-946528 FAX: 0171-948210 E-Mail: vivaldi_busca@yahoo.it PIANO OFFERTA ARTISTICO-FORMATIVA

Dettagli

MUSICA PER TUTTI. Progetto interculturale di musica per Istituto Comprensivo 2 NORD SASSUOLO. Fondazione Cassa di Risparmio di Modena

MUSICA PER TUTTI. Progetto interculturale di musica per Istituto Comprensivo 2 NORD SASSUOLO. Fondazione Cassa di Risparmio di Modena MUSICA PER TUTTI Progetto interculturale di musica per Istituto Comprensivo 2 NORD SASSUOLO Fondazione Cassa di Risparmio di Modena ANNO SCOLASTICO 2014/2015 Indirizzato alle Scuole Primarie dell Istituto

Dettagli

CRITERI GENERALI DI VALUTAZIONE 2014

CRITERI GENERALI DI VALUTAZIONE 2014 CRITERI GENERALI DI VALUTAZIONE 014 I seguenti criteri di valutazione costituiscono parametri di riferimento applicabili a tutti i titoli artistici. LUOGO: Con ciò si intende dove è stata realizzata l

Dettagli

LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado

LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado Esplorare e abitare il territorio con il cuore: esercizi di training sensoriale Siamo veramente «presenti» ai luoghi che abitiamo

Dettagli

PALAZZETTO BRU ZANE ROMANTICI IN ERBA. Progetto didattico gratuito rivolto alle classi delle scuole primarie del Veneto Stagione 2014 2015

PALAZZETTO BRU ZANE ROMANTICI IN ERBA. Progetto didattico gratuito rivolto alle classi delle scuole primarie del Veneto Stagione 2014 2015 PALAZZETTO BRU ZANE ROMANTICI IN ERBA Progetto didattico gratuito rivolto alle classi delle scuole primarie del Veneto Stagione 2014 2015 PRESENTAZIONE: IL PALAZZETTO BRU ZANE CENTRE DE MUSIQUE ROMANTIQUE

Dettagli

Equilibrio o l arte di essere insieme

Equilibrio o l arte di essere insieme ASSOCIAZIONE IRIDE PRESENTA Equilibrio o l arte di essere insieme di e con Massimo Franceschetti, Emilia Sintoni, Johann Rosenboom, Carmen Falconi, Pamela Falconi Una mostra, una lezione spettacolo, un

Dettagli

EMOZIONI IN MUSICA AL DIRIGENTE SCOLASTICO. 1 C.D. N. Fornelli. Via Repubblica, Bitonto. Premessa

EMOZIONI IN MUSICA AL DIRIGENTE SCOLASTICO. 1 C.D. N. Fornelli. Via Repubblica, Bitonto. Premessa EMOZIONI IN MUSICA AL DIRIGENTE SCOLASTICO 1 C.D. N. Fornelli Via Repubblica, Bitonto Premessa Al momento della nascita, il neonato entra nel mondo con tutti gli organi sensoriali aperti e vigili, pronti

Dettagli

Discussione e confronti

Discussione e confronti farescuola Elena Troglia Discussione e confronti I bambini imparano proponendo problemi, discutendone, cercando soluzioni argomentative. La discussione diviene un importante strumento didattico: i ragazzi

Dettagli

Obiettivi specifici di apprendimento per lo sviluppo delle competenze della disciplina per la scuola dell infanzia e per il primo ciclo d istruzione

Obiettivi specifici di apprendimento per lo sviluppo delle competenze della disciplina per la scuola dell infanzia e per il primo ciclo d istruzione Obiettivi specifici di apprendimento per lo sviluppo delle competenze della disciplina per la scuola dell infanzia e per il primo ciclo d istruzione 1 INFANZIA 3-4 anni INFANZIA 5 anni Discriminare la

Dettagli

Tabella AREE DISCIPLINARI, SETTORI ARTISTICO-DISCIPLINARI, DECLARATORIE E CAMPI DISCIPLINARI CONSERVATORI

Tabella AREE DISCIPLINARI, SETTORI ARTISTICO-DISCIPLINARI, DECLARATORIE E CAMPI DISCIPLINARI CONSERVATORI Tabella AREE DISCIPLINARI, SETTORI ARTISTICO-DISCIPLINARI, DECLARATORIE E CAMPI DISCIPLINARI CONSERVATORI AREE DISCIPLINARI, SETTORI ARTISTICO DISCIPLINARI, DECLARATORIE E CAMPI DISCIPLINARI AREA - DISCIPLINE

Dettagli

Scuola Civica di Musica della Provincia di Oristano

Scuola Civica di Musica della Provincia di Oristano Scuola Civica di Musica della Provincia di Oristano PIANO DIDATTICO A.A. 2013-2014 Il piano didattico 2013-2014 si terrà sulla linea di serietà e coerenza tracciata e seguita negli anni precedenti, facendo

Dettagli

IL SIGNIFICATO DEI COLORI

IL SIGNIFICATO DEI COLORI IL SIGNIFICATO DEI COLORI Per scegliere il colore delle pareti di casa bisogna prima apprendere il significato di ognuno, questa guida ti aiuterà ad avere più consapevolezza sull effetto che si può ottenere.

Dettagli

Centro Formazione Musicale Corpo Musicale S. Cecilia Barasso NOI CFM

Centro Formazione Musicale Corpo Musicale S. Cecilia Barasso NOI CFM Centro Formazione Musicale Corpo Musicale S. Cecilia Barasso NOI CFM 2015-2016 Il centro di formazione musicale - CFM - nasce a Barasso nel 1993 come progetto didattico del Corpo Musicale S.Cecilia. Si

Dettagli

Scritto da Administrator Martedì 18 Ottobre 2011 11:03 - Ultimo aggiornamento Martedì 20 Ottobre 2015 16:09

Scritto da Administrator Martedì 18 Ottobre 2011 11:03 - Ultimo aggiornamento Martedì 20 Ottobre 2015 16:09 Nicola Sfredda, nato a Milano nel 1957, si è diplomato in pianoforte, composizione, musica corale e direzione di coro presso il Conservatorio "G.Verdi" di Milano; ha conseguito inoltre il diploma di maturità

Dettagli

I QUATTRO ELEMENTI ARIA ACQUA

I QUATTRO ELEMENTI ARIA ACQUA Scuola dell Infanzia Porto Cervo 1 SEZIONE Insegnanti: Derosas Antonella, Sanna Paola I QUATTRO ELEMENTI ARIA ACQUA TERRA FUOCO SETTEMBRE: Progetto accoglienza: Tutti a scuola con i quattro elementi OTTOBRE-

Dettagli

Direzione Didattica 3 Circolo di Carpi Scuola dell'infanzia Albertario A. S. 2006/2007 ... SUONO... LABORATORIO DI ESPRESSIVITÀ CORPOREA OSTI

Direzione Didattica 3 Circolo di Carpi Scuola dell'infanzia Albertario A. S. 2006/2007 ... SUONO... LABORATORIO DI ESPRESSIVITÀ CORPOREA OSTI Direzione Didattica 3 Circolo di Carpi Scuola dell'infanzia Albertario A. S. 2006/2007 Dal progetto ESPRESSIONE, MOVIMENTO, SUONO... SUONO... UN GUAIO PER GLI UCCELLINI LABORATORIO DI ESPRESSIVITÀ CORPOREA

Dettagli

Percorsi didattico-museali e formazione agli insegnanti gratuiti per le scuole dell infanzia, primarie e secondarie

Percorsi didattico-museali e formazione agli insegnanti gratuiti per le scuole dell infanzia, primarie e secondarie Percorsi didattico-museali e formazione agli insegnanti gratuiti per le scuole dell infanzia, primarie e secondarie ANNO SCOLASTICO 2015 - In collaborazione con È un iniziativa proposta alle scuole da

Dettagli

Obiettivo didattico: Scoprire alcune meraviglie del territorio veneto; in particolare le città di Padova e Venezia.

Obiettivo didattico: Scoprire alcune meraviglie del territorio veneto; in particolare le città di Padova e Venezia. Obiettivo didattico: Scoprire alcune meraviglie del territorio veneto; in particolare le città di Padova e Venezia. Questo - in ordine cronologico - l ultimo appuntamento organizzato dall Istituto Comprensivo

Dettagli

Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO

Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO Patrimonio dell' Unesco quando e perché Firenze è la città artistica per eccellenza, patria di molti personaggi che hanno fatto la storia

Dettagli

Madesimo luglio 2015 Tre lunghi week end immersi nel verde e nella grande musica

Madesimo luglio 2015 Tre lunghi week end immersi nel verde e nella grande musica Madesimo luglio 2015 Tre lunghi week end immersi nel verde e nella grande musica Primo weekend: 10 12 luglio 2015 GIOVANNI ALLEVI sabato 11 luglio Ore 16.00: cerimonia di apertura del festival e cocktail

Dettagli

PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO di PALAZZOLO S/O via Zanardelli n.34 Anno scolastico 2014/2015

PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO di PALAZZOLO S/O via Zanardelli n.34 Anno scolastico 2014/2015 PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO di PALAZZOLO S/O via Zanardelli n.34 Anno scolastico 2014/2015 CURRICOLI DISCIPLINARI SCUOLA DELL INFANZIA e PRIMO CICLO di ISTRUZIONE Percorso delle singole discipline sulla

Dettagli

Palazzo Stanga Trecco

Palazzo Stanga Trecco Palazzo Stanga Trecco Venerdì 21 novembre 2014, in occasione della Festa del Torrone, il piano nobile di palazzo Stanga, in via Palestro, è stato eccezionalmente aperto al pubblico. Le nostre classi, la

Dettagli

Conservatorio di Musica San Pietro a Majella Napoli

Conservatorio di Musica San Pietro a Majella Napoli Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Conservatorio di Musica San Pietro a Majella Napoli Biennio Specialistico Sperimentale di II livello in Discipline musicali Indirizzo interpretativo

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE di plesso

PROGETTAZIONE ANNUALE di plesso PROGETTAZIONE ANNUALE di plesso Scuola dell infanzia di via Roma ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 1. SITUAZIONE INIZIALE Non c è crescita senza l opportunità di fare esperienza (M. Bernardi) Nel corso di questi

Dettagli

SCUOLA DI MUSICA CORALE E DIREZIONE DI CORO

SCUOLA DI MUSICA CORALE E DIREZIONE DI CORO DIPARTIMENTO DI TEORIA E ANALISI, COMPOSIZIONE E DIREZIONE SCUOLA DI MUSICA CORALE E DIREZIONE DI CORO DCSL33 CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO SPERIMENTALE DI SECONDO LIVELLO IN DIREZIONE DI CORO E COMPOSIZIONE

Dettagli

Scuola Primaria a indirizzo musicale EVVIVA LA MUSICA

Scuola Primaria a indirizzo musicale EVVIVA LA MUSICA Scuola Primaria a indirizzo musicale EVVIVA LA MUSICA Premessa Il nostro Istituto Comprensivo è stato individuato, a partire dall'anno scolastico 2014/2015, quale Scuola Primaria sede di specifici corsi

Dettagli

Il mondo di ARCIMBOLDO gusti,sapori e colori

Il mondo di ARCIMBOLDO gusti,sapori e colori PROGETTAZIONE DIDATTICA a/s 2013-2014 Il mondo di ARCIMBOLDO gusti,sapori e colori Breve viaggio attorno al cibo e oltre Percorso di scoperta ed interazione tra il cibo e le qualità che gli alimenti nascondono:

Dettagli

C O M P O S I Z I O N E

C O M P O S I Z I O N E Pagina 1 di 6 scuola di C O M P O S I Z I O N E corso tradizionale PROGRAMMI DEGLI ESAMI DI PROMOZIONE dei CORSI COMPLEMENTARI TEORIA SOLFEGGIO E DETTATO MUSICALE PROMOZIONE AL 2 ANNO DEL CORSO Lettura

Dettagli

Step by Step - aperitivo danzante, Campiello hotel Splendid Venice - Mercerie Data: sabato 7 febbraio Orario: 17-19 Prezzo: 100

Step by Step - aperitivo danzante, Campiello hotel Splendid Venice - Mercerie Data: sabato 7 febbraio Orario: 17-19 Prezzo: 100 1 o weekend di Carnevale Step by Step - aperitivo danzante, Campiello hotel Splendid Venice - Mercerie Data: sabato 7 febbraio Orario: 17-19 Il primo evento del Venice Carnival in Costume che si svolge

Dettagli

Elaborazione generale dei risultati dei questionari sulla lettura. Prime riflessioni

Elaborazione generale dei risultati dei questionari sulla lettura. Prime riflessioni Elaborazione generale dei risultati dei questionari sulla lettura. Prime riflessioni Coordinamento di Feljeu : Caterina Colonna, Anna Cornacchia, Annalisa Divincenzo Finalità della ricerca Il sondaggio

Dettagli

14 CONCORSO INTERNAZIONALE PREMIO CITTA DI PADOVA PER SOLISTI E ORCHESTRA

14 CONCORSO INTERNAZIONALE PREMIO CITTA DI PADOVA PER SOLISTI E ORCHESTRA 14 CONCORSO INTERNAZIONALE PREMIO CITTA DI PADOVA PER SOLISTI E ORCHESTRA Il Concorso Internazionale si svolgerà presso l'auditorium del Museo Nazionale dell'internato Ignoto a Padova, Viale Internato

Dettagli

NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA

NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA LA TOSCANA VERSO EXPO 2015 Viaggio in Toscana: alla scoperta del Buon Vivere www.expotuscany.com www.facebook.com/toscanaexpo expo2015@toscanapromozione.it La dolce

Dettagli

PERCORSI DIDATTICI PER LE SCUOLE

PERCORSI DIDATTICI PER LE SCUOLE PERCORSI DIDATTICI PER LE SCUOLE L Associazione Culturale Aurea Incoming, ente gestore del Punto di Informazione Turistica della Città di Chieri, propone per il prossimo anno scolastico 2014/2015 una serie

Dettagli

DUO PAUL HINDEMITH Gian Marco Solarolo corno inglese Cristina Monti pianoforte

DUO PAUL HINDEMITH Gian Marco Solarolo corno inglese Cristina Monti pianoforte DUO PAUL HINDEMITH Gian Marco Solarolo corno inglese Cristina Monti pianoforte Il duo nasce dal proponimento di diffondere e valorizzare la letteratura cameristica dedicata all'oboe e al corno inglese,

Dettagli

Villa. Musica in OTTAVA EDIZIONE. Torino Villa della Regina dal 30 agosto al 6 settembre. Corsi musicali di interpretazione. domenica 30 ore 16.

Villa. Musica in OTTAVA EDIZIONE. Torino Villa della Regina dal 30 agosto al 6 settembre. Corsi musicali di interpretazione. domenica 30 ore 16. Italico Splendore Villa della Regina dal 30 agosto al 6 settembre domenica 30 ore 16.00 Cerimonia di benvenuto ore 17.00 Concerto di apertura da lunedì 31 a sabato 5 ore 9.00-17.00 Lezioni di interpretazione

Dettagli