A R C H E T I P O romanzo di folli passioni di vita e di morte

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "A R C H E T I P O romanzo di folli passioni di vita e di morte"

Transcript

1 alex triglias A R C H E T I P O romanzo di folli passioni di vita e di morte 1

2 2

3 A R C H E T I P O romanzo di folli passioni di vita e di morte alex triglias acrilico su tela 70x90 Alzare lo sguardo e allungarlo nel vuoto, lontano Diritto infinito che buca la linea, orizzonte di luce Pezzetti di luce scomposta che deviano il raggio Se l anima umana potesse carpirne i segreti Chi ha l idea che un tramonto si possa affittare Non ha che pulsioni legate ad un nulla totale 3

4 4

5 contenuto INTRO...9 DUE...11 TRE...21 QUATTRO...26 CINQUE...33 SEI...39 SETTE...45 OTTO...54 NOVE...63 DIECI...66 UNDICI...74 DODICI...81 TREDICI...90 QUATTORDICI...99 QUINDICI SEDICI DICIASSETTE DICIOTTO DICIANNOVE VENTI

6 6

7 note dell autore Le due fasi di vita di Marco Rambaldi, temporalmente divise, un prima ed un dopo, una vita passata e finita, e una nuova che arriva, inizia con delle aspettative chiare, ma si sviluppa con scenari inattesi e sconvolgenti, che trascinano l uomo in un baratro apparentemente senza ritorno, ancora più fondo di quello dal quale si era risollevato a fatica. Questo romanzo sgorga dalla mente di un autore che conosce di luoghi e di vite vissute. alex triglias acrilico su tela 80x120 La femmina nella radura sprigiona odori d amore Il maschio la scruta e l annusa dall alto roccioso Presto la danza rituale avrà luogo 7

8 8 I personaggi di questo libro sono immaginari. Ogni riferimento a persone, cose, luoghi è puramente casuale.

9 INTRO Gli sembrava proprio un momento magico, la vita scorreva veloce e quell istinto primordiale di animale ferito sembrava essere svanito. Almeno apparentemente. Poi, di fatto, nella mente frullavano parole e frammenti di ricordi che si ripresentavano ogni volta che si trovava da solo a riflettere, anche se la novità era che riusciva ad affrontarli in modo sereno e riflessivo, senza dover combattere ipertensioni e malumori che fino a qualche tempo fa lo rendevano indomabile. Cambiare lavoro era stata una svolta, lasciare la vecchia Italia e lanciarsi in questo mondo lontano gli avevano ridato speranza e fiducia in se stesso. Franca oramai era un ricordo del passato. Se la ricordava bene quella giovane amazzone, quando la vide per la prima volta dietro il bancone della reception dell hotel Manhattan nel cuore di Roma. Che donna aveva pensato un istante - metterebbe soggezione ad un giovane fante che avesse l ardire di tenere il suo sguardo Era nata cosi quella passione travolgente, cosi come si possa sognare che le storie d amore nascano ma non è possibile che accadano nella realtà, ed invece ti ci ritrovi dentro senza capire come mai sia successo ma poi perché mai sprecare il tuo tempo a capire, ti va bene cosi e l adrenalina riesce a coprire ogni cosa non esiste un contorno, solo il caldo profumo di una travolgente passione. Quando un amore è eterno non può morire, ti resta nel cuore fino all ultimo battito di vita. 9

10 10

11 DUE - Morning Sir, nice to see you, how are you today, have a nice day, thank you Era sempre la stessa canzone, piacevole in fondo, uscire di casa e sentire il portiere, il giardiniere del compound, il barista di Starbucks, il security guard all ingresso del building uffici, la receptionist al piano, la segretaria executive,,, - Good morning everybody! Wonderful life, isn t it? La riunione mattutina con il suo team era il momento topico, un iniezione di fiducia che dava la giusta spinta per una giornata di creazione e risultati. - Abbiamo fatto un buon lavoro ma dobbiamo fare meglio, questo cliente non si può proprio perdere, mi auguro che abbiate delle idee. La gara sta scadendo, fra due giorni al massimo vorrei vedere una presentazione snella ma chiara con pochi punti essenziali che vadano al sodo. Buon lavoro. L assenza di incertezza e paura del suo staff lo faceva star bene. Quelle poche settimane erano bastate per trasmettere loro il giusto messaggio di una conduzione forte ma serena nel rispetto totale del ruolo di ognuno. Sembra facile ma non lo è affatto. Marika era sempre discreta, entrava in silenzio portando con se il suo dolce profumo e quelli occhi da maga, il suo corpo infilato nel tailleur Valentino, porgeva con garbo il caffè, le news di agenzia e restava in ascolto. - Può fermarsi per pranzo? Abbiamo dei commenti arretrati da fare al progetto, qualche decina di s 11

12 alle quali rispondere ed un paio di lettere importanti Lo so che sono invadente e non vorrei esagerare ma sono sicuro che lei capisca la situazione (bella frase fatta). - Non si preoccupi Mr. Rambaldi, non avevo di meglio da fare che rendermi utile. - La ringrazio per favore mi chiami Paul, ho bisogno di vederlo urgentemente per una mezz ora, magari poi resti anche lei cosi prende appunti. Quante di lettere da firmare delle volte sembriamo una fabbrica di scrittori. - Marco, mi hai fatto chiamare? - Si vieni Paul, per favore accomodati al tavolo tondo che rivediamo un paio di cosette. Ecco, per esempio quei corridoi a ponte fra i tre edifici, mi sembrano eccessivamente pesanti, voglio dire nelle linee. Non c è armonia con il resto dei volumi, queste linee delle travi portanti le vorrei più marcate, ed invece i tunnel assolutamente più leggeri, come fossero eterei mi rendo conto di essere un visionario, ma sono sicuro che tu abbia capito il messaggio. - Marco non ti preoccupare, ho capito. Cercherò di dare corpo alla tua idea di etereo, apporteremo le modifiche e ti risottometterò la cosa nel giro di per domani mattina al meeting va bene? - No per favore, preferisco qui da me, poi semmai la faremo circolare. - OK, a domani - Marika per favore prepari una piccola minuta, un va benissimo, riassumendo quanto detto. === Il suo loft a Marina non era male, ad angolo al 34 piano di un bel grattacielo di vetro, lo aveva scelto fra i tanti proposti dalle agenzie di real estate, non era enorme e era 12

13 arredato con gusto lasciando liberi gli spazi che un loft dovrebbe avere e ridare. Dalle grandi vetrate la sera si vedevano a perdita d occhio le luci della città ed i puntini delle navi in transito sul mare infinito. Una sensazione di pace da vivere con se stessi nei momenti di relax, quelli notturni. La classica camera da letto ricavata nel mezzanino a balconata sul living era la cosa che gli era piaciuta di più, un enorme letto basso e lineare che comunque lasciava spazio e faceva vivere al meglio i grandi volumi. Marco si addormentava osservando le luci della notte e godendo di questa sua nuova vita che tanto aveva voluto. Il telefono suonava da un po mentre si stava radendo, ma chi mi cerca alle 7 del mattino raccolse il telefono che aveva lasciato sul letto la sera prima e rispose. - Marco scusa l ora, sono Paul - Dimmi Paul, nessun problema, mi stavo radendo e non avevo sentito gli squilli. - Mi ha appena chiamato il giapponese, dice che vogliono accelerare l agreement e che si aspettano una proposta decisiva per domani mattina alle Minchia! - Già, ci restano appena 27 ore per chiudere il tutto ed andare lì con le idee chiare e una buona presentazione che non lasci spazio a facili critiche. - Va bene, ci vediamo in ufficio alle 8:30, cosi abbiamo un paio d ore per discutere i dettagli fra noi, poi voglio tutto il team pronto alle 11 intorno al tavolo della sala riunioni con tutta la documentazione aggiornata. - OK Il primo espresso era sempre il migliore, certo che queste capsule avevano dato una svolta una macchinetta, una capsula, qualche secondo e l espresso è servito, annusi, sorseggi e in meno di un istante sei in paradiso what else!? 13

14 Wonderful life. Non ci volevano più di trenta minuti da casa all ufficio, ultimamente il traffico era decisamente migliorato. Il governo aveva investito miliardi nella viabilità e il risultato era stato eccellente, niente più code chilometriche, al massimo qualche rallentamento nelle ore di punta. Anche la metro e i nuovi autobus avevano contribuito, togliendo dalla strada un numero enorme di minibus di aziende private che portavano avanti e indietro, casa lavoro casa, migliaia di lavoratori e impiegati. Guidare comunque la mattina sotto il sole caldo da Marina a Business Bay piaceva molto a Marco. La nuova azienda dove Marco era approdato, nuova per lui naturalmente, era la Arteko, famosa nel campo della progettualità creativa in tutti i possibili campi di applicazione. Dopo un accurata selezione avevano scelto lui come Direttore Esecutivo della nuova branch di Dubai, posizione del tutto consona alla sua esperienza. Compenso adeguato, bonus in caso di obiettivi raggiunti, full benefit package, e una certa libertà di azione. Quando era arrivato qualche mese prima, l azienda gli aveva chiesto che macchina desiderasse. Fra quelle disponibili, aveva scelto una Panamera bianca, pensava fosse una macchina che lo avrebbe soddisfatto, ed infatti cosi era stato. Confortevole, grande personalità, finiture eccellenti, meccanica al top, insomma una vera Porsche last generation, nient altro da aggiungere. Il nuovo progetto al quale stava lavorando, di importanza strategica per l Arteko, era stato chiamato Archetipo, un complesso amministrativo e commerciale commissionato dalla JO-Pung International, una società giapponese di investimenti nel campo dell energia, con un nuovo e 14

15 consistente programma di sviluppo nel campo delle nuove energie compatibili con l ambiente. L idea della JO-Pung per la nuova sede di Dubai era alquanto semplice: un grande volume di tre piani per accogliere tutti gli spazi comuni, lobby, commerciale, esposizioni, eventi, etc, Tre torri da 45/50 piani l una, collegate con dei corridor bridges ad un terzo e a due terzi dell altezza totale. Facciate continue di vetro. Nessun vincolo particolare, a parte il fatto che la torre centrale avrebbe dovuto avere dei connotati di superiorità rispetto alle altre due essendo destinata agli uffici della JO- Pung Dubai Branch. Le atre due torri sarebbero state destinate una ad uffici da affittare e l altra ad hotel 5 stelle. - Buongiorno Marika, come mai è già qui mi lasci indovinare, l ha chiamata Paul dicendole di venire in anticipo vero? - Esatto Mr. Rambaldi, ma ci tengo a dire che sono venuta di corsa e con piacere, lei è il mio capo e è quanto basta per essere pronta e reattiva. - La ringrazio Marika. Prendiamoci un bel caffè insieme che poi si comincia giornata lunga! Ci pensa lei? Sorseggiando il caffè, Marika per la prima volta gli chiese come mai avesse lasciato l Italia e scelto proprio Dubai. Marco la guardò per qualche istante arricciando le labbra, non sapeva esattamente cosa rispondere la verità? Troppo complicata! Meglio una semplice bugia - Volevo delle esperienze lavorative nuove, ero semplicemente stufo della solita vita e delle solite facce. Marika non si sforzò di crederci neanche un po, ma annuì e raccolse le tazze per sottrarsi con garbo. Come spesso accadeva, Marco lasciò andare lo sguardo oltre la vetrata perdendosi nei ricordi che sembravano si 15

16 cosi lontani, ma dolorosamente ancora cosi vicini. Sapeva bene che non se ne sarebbe mai liberato e provava disagio per questo, ma sapeva benissimo che i ricordi sono il bagaglio della propria vita e fanno parte di essa. Rien à faire, malheureusement... - Eccomi Marco, puntuale, e tu lo sei anche più di me! - Ciao Paul, sì, ho fatto prima del previsto, niente traffico e voglia di arrivare in fretta. Allora, mettiamoci al lavoro, ci sono ancora un bel po di cose da chiarire, a parte gli appunti di ieri credo che anche la lobby e gli ingressi vadano leggermente rivisti per rendere il tutto più fluido alla vista e sicuramente anche all utilizzo. Alle 11 in punto il team era seduto intorno al tavolo della sala riunioni, tutti pronti con le loro cartellette e le matite ben appuntite. Marco e Paul entrarono dalla porta laterale che era il collegamento diretto con l ufficio di Marco. - Buongiorno a tutti, vi ringrazio di essere qui. Abbiamo novità, sarete stati informati che l appuntamento è stato anticipato a domani mattina abbiamo 24 ore per essere pronti con la nostra presentazione al cliente. Forza e coraggio, sono sicuro che ce la faremo e confidente che il cliente apprezzerà. Voglio credere che il contratto si possa chiudere senza aggiungere tempi morti. La parte commerciale è cosa mia, adesso concentriamoci sui dettagli tecnici, ce ne sono diversi da rivedere e finalizzare. Eccolo lì il suo Executive Team al lavoro, pochi ma buoni, cosi come gli aveva insegnato il suo mentore storico. Sei persone. Quattro erano già in altre sedi dell azienda prima del suo arrivo, e lui le aveva scelte fra le tante candidature, e le altredue erano state prese a bordo perché conosciute e volute da lui; in gergo si direbbe se le 16

17 era portate dietro. o Marc Legrand o Victoria Guvovitch o Lester Joung o Mansour Ahwadi Erano i quattro che aveva trovato nell azienda. o Paul White o Jennifer Connelly Erano i due che lo avevano seguito dal passato. Tutti architetti. E poi c era Marika, la sua assistente esecutiva, l aveva assunta alla fine di una lunga selezione, era risultata la migliore sotto ogni profilo. Parlava e scriveva perfettamente cinque lingue, ne capiva altre due, era veloce e fotografava immediatamente parole ed scenari, ricordava sempre nomi, luoghi, date, facce, sfumature, era sempre disponibile e presente ma discreta, insomma una vera assistente esecutiva. Oltre ogni aspettativa era anche una bella donna, capelli biondi e caldi come il sole, occhi azzurri infiniti, lineamenti nord-europa, alta e magra con un bel portamento da indossatrice, sempre elegante. La riunione si protrasse per tutta la giornata e verso le sette di sera decisero di scendere al pub nella lobby per un oretta di riposo, qualcosa da mettere sotto i denti. Sembravano tutti a proprio agio e discorrevano con serenità. Marco li osservava con una certa soddisfazione. Erano passati solo pochi mesi dal suo arrivo in azienda eppure il team sembrava affiatato come se lavorassero insieme da anni. 17

18 Diciamo che questa abilità nel creare un team coeso ed affiatato era una sua prerogativa, lo era sempre stata. Non aveva mai amato i classici giochetti manageriali e di potere, lui amava parlava chiaro con tutti mettendo le cose sul tavolo apertamente, si lavorava insieme, e i risultati erano per tutti, nel bene e nel male. Certamente nessuno era obbligato ad avere una vita con i colleghi al di fuori dell ambito professionale, eppure le persone si vedevano anche al di fuori, e questo era di più di un semplice segno di coesione. La libertà di pensiero e di espressione era la cosa più apprezzata, cosi come erano assolutamente bandite le critiche sterili che non portavano a niente. In fondo il metodo adottato da Marco era molto semplice, essere se stessi, lavorare in complicità e sinergia, avere degli obiettivi chiari e condivisi. Verso le 23 erano praticamente pronti, tutte le modifiche erano state apportate, la presentazione tecnica era pronta, da rivedere un ultima volta a mente fresca l indomani mattina prima dell incontro con il cliente. Sembravano tutti soddisfatti. - Grazie a tutti per la disponibilità e la collaborazione, ci si rivede domattina puntuali alle 9, buonanotte. Marco rimase seduto ad osservarli andare via. Paul lo aveva salutato con complicità strizzandogli l occhio, lo faceva sempre quando era soddisfatto. Come accadeva qualche volta, quando si tirava tardi, Marco avrebbe accompagnato Marika a casa, il suo appartamento non era lontano da quello di Marco. La notte era calda e pulita. Anche se la Sheik Zayed Road presentava un traffico scorrevole lui scelse la meno impersonale Jumeira Road, guidando lentamente e con cura. Marika sembrava stanca e non parlava molto, la musica 18

19 jazz riposava le menti. Dopo qualche minuto lei si era addormentata con la testa leggermente reclinata di lato. Marco non disse nulla rispettando il momento. Continuando a guidare con cura verso Marina, se ne tornò lentamente a passeggiare sui sentieri infiniti dei ricordi Milano, Roma, il vecchio lavoro, le vecchie abitudini e poi Franca, sempre Franca, quell indomabile creatura cosi affascinante e folle che gli aveva riempito la vita in maniera cosi travolgente e cosi distruttiva. Scese la rampa del garage del building di Marika guidando piano fino all ascensore, posò dolcemente una mano sul braccio di lei che apri gli occhi confusa: - Dove siamo? disse lei sussurrando giusto un attimo e si rese conto di essersi addormentata (che figura, pensò!) Stava per dire qualcosa ma Marco la precedette sorridendo: - Ehi, spero tu abbia fatto un bel sogno breve di quelli che ti danno speranza in una vita migliore. Vai a dormire che domattina si ricomincia e non manca molto a domani. Buonanotte e grazie. - Grazie a lei Mr. Rambaldi, mi scusi per prima a domani. Qualche isolato ancora per raggiungere casa ed entrò fluido nel garage interrato per parcheggiare l auto. Gli ascensori di queste torri sono rapidissimi, in pochi secondi ti sparano al quarantaquattresimo piano succhiandoti il respiro. Essendo l ultimo loft della torre, l ascensore ti portava direttamente in casa e la porta si apriva con l utilizzo di una carta elettronica dedicata, praticamente si passava dalla vettura all appartamento senza dover incontrare nessuno. Entrando nel loft le luci della città attraverso le grandi vetrate furono come un iniezione di valium, ogni volta si sentiva affascinato e rapito, non riusciva ancora ad abituarsi a tanta bellezza In genere rimaneva cosi nella semi oscurità per permetter agli occhi di abituarsi. 19

20 Il divano era una meraviglia, comodo e accogliente, ci si potevano passare ore a pensare, a leggere o a dormicchiare. Quando si accomodava immergendosi in questo scenario notturno, la mente volava e i ricordi affioravano, d altronde erano appena sei mesi che aveva cambiato vita lasciandosi alle spalle anni di storia e di vita vissuta, non si poteva pretendere che tutto fosse sparito con un clic, e poi forse non era neanche questo che avrebbe voluto. Il tempo avrebbe smussato le ansie e i ricordi avrebbero avuto il giusto ruolo che avrebbero dovuto avere, un bagaglio di esperienza vissuta che aiuta a vivere la vita che vivi, magari con più consapevolezza e serenità. 20

21 TRE Era la quinta volta che veniva a stare all hotel Manhattan per lavoro e Franca era sempre più affascinante. Esplodeva nelle sue camicette, il sorriso non era sempre una costante, piuttosto quello sguardo a volte aggressivo quando socchiudeva gli occhi e sembrava scavare profondo l attrazione si faceva più forte ogni volta e gli sguardi si incrociavano a lungo, parole sottili quasi sussurrate, un eccitazione costante dei sensi che faceva girare a momenti la testa. Quando lui la guardava lei si mordeva il labbro inferiore sinistro e respirava profondamente, e le tette seguivano il respiro. Una volta le aveva portato un regalo da Hong Kong e lei si era commossa. E questa quinta volta Marco non potette abdicare ancora. - Franca parliamoci chiaro, è arrivato il momento di andarsene a cena lasciando che gli eventi accadano, senza preconcetti e speranze, lasciamo che gli istinti seguano il corso del fiume, senza privazioni e senza limiti, se deve accadere accadrà altrimenti sapremo che non era destino. Franca sembrò avesse già la risposta pronta. - Ti aspetto alle 21 all angolo alla fine della strada, preferisco nessuno ci veda qui dell hotel, e non mi fare aspettare! Quelle ore erano state interminabili, pensieri confusi nell attesa del cosa accadrà, di quali parole, di quali profumi, di quanto lunga è una notte. La vide lontana in attesa all incrocio, un paio di passi al secondo e sarebbe arrivato da lei in meno di un minuto. Era prima impaurito, eppure la reazione che sentiva 21

22 avvicinandosi era contraria, più si accorciava la distanza e più il suo cuore si calmava, lasciando posto ad un dolce calore che dal ventre risaliva sempre più su fino alla gola, al collo e alla testa. Lei si voltò come se lo avesse avvertito. Il suo sguardo tagliò l aria come per aprirsi un varco privilegiato in mezzo a tutta quella gente che alle 21 di sera si muoveva rapida tutto intorno senza alcuna passione. Lui le si fermò ad una cinquantina di centimetri ma esitava, la guardava negli occhi ed esitava. Pensò giusto ci siamo. Ma fu lei che guardandolo fiera negli occhi, quasi a dar voce al pensiero di lui, disse - Ci siamo! Un brivido, quasi una scarica elettrica, attraversò la spina dorsale di Marco dalla nuca verso il basso. Camminando nella sera con il braccio infilato nel suo, Franca discorreva prevalentemente della sua vita e delle sue aspettative. Era un fiume in piena. Voleva metterlo al corrente. D altronde era la prima volta che si incontravano fuori cosi in libertà dagli occhi indiscreti del Manhattan. Aveva studiato lingue, laureata con lode, master in business and relazioni, aveva fatto delle utili esperienze di public relation in vari hotel, e da un anno aveva avuto la fortuna di poter lavorare nel mitico Hotel Manhattan di Roma, una garanzia per quelli che come lei avevano bisogno di una esperienza di alto livello per poter spiccare il volo e dedicarsi come independant consultant alle public relation internazionali in giro per il mondo. Ancora qualche anno al Manhattan, ancora un master in comunicazioni e il target sarebbe stato raggiunto. L inizio della vera carriera internazionale cominciava ad avvicinarsi. - Trentacinque anni in fondo sembrano ancora un età ideale per cominciare, non trovi? Era amabile, parlava d istinto e ti guardava negli occhi. 22

23 Mangiarono con calma ottimo pesce ed ottimo vino gelato. Erano passate più di due ore e sembravano pochi minuti, non si stancavano mai di parlare e frugarsi con sguardi profondi, quel vino secco e gelato aveva fatto la sua parte. Gli animi liberi, le menti infuocate e voraci, le dita che sgranellano il pane per poi intrecciarsi in piccoli amplessi. Nel taxi andando da lei, Marco si sentiva etereo e le parole continuavano a venir fuori come lava incandescente, nessun vizio di forma e tanta sostanza, contrappunti armoniosi che appaiono solo (e purtroppo) nella fase dell innamoramento passionale, facendosi spazio nel cuore e fra i sensi senza offendere mai. L unico contatto fisico continuava ad essere le dita della mano destra lui e della sinistra lei. Si toccavano e giocavano, si intrecciavano e fuggivano, lasciavano impronte infuocate che sarebbero passate alla storia. La chimica c entra e c entra di brutto. L ascensore li vide baciarsi con cura, sfiorarsi le labbra, aprirle, protendere le lingue, intrecciarle, scambiarsi il respiro ansimante, mischiare saliva e sapori. Marco le teneva le terga strette nelle mani mentre Marika gli cingeva il collo con le braccia, la nuca nel palmo delle mani, lo stringeva a se con forza e dolcezza come fa caldamente una femmina in calore. Ventre contro ventre si strusciarono e spintonarono fino a che l ascensore, arrivato da un pezzo, non riprese la corsa in discesa chiamato da qualcuno. Franca rapidamente schiacciò il pulsante dell alt e poi il pulsante del suo piano, cosi che l ascensore riprese la corsa in salita e si arrestò al piano. I due uscirono di corsa e si resero conto di essere nel mondo reale, chissà quanto tempo di trance avevano passato in quella cabina prima di riemergere nella realtà. 23

24 Restarono lì per un attimo ancora a guardarsi sgomenti negli occhi davanti la porta d ingresso. Franca frugò nella borsa e tirò fuori il mazzo di chiavi, scelse quella giusta e la infilò con impaccio nella serratura. Quando la porta si aprì le luci soffuse del monolocale si accesero automaticamente. L occhio allenato dell architetto inquadrò subito la scena. La stanza doveva essere di una trentina di metri quadrati, sulla destra un angolo cottura con penisola in granito nero, nel fondo un grande finestrone con tende a pacchetto, un tavolo tondo di vetro con quattro sedie tonneau ed un grande divano ad elle di tessuto grigio scuro. Un paio di quadri di arte moderna, un mobile lungo non alto con ante scorrevoli in cristallo acetato su una delle pareti, delle lampade a stelo cromato. - Allora, sarebbe questo il tuo rifugio, complimenti, arredato con cura e nel rispetto dei volumi. Avresti dell acqua? Ho la bocca asciutta, deve essere l adrenalina Marco sorrise guardandola, Franca respirava ancora profondamente, sembrava affannata, si morse il labbro inferiore sinistro e si girò dirigendosi all angolo cottura, apri il frigorifero e tiro fuori una bottiglia di acqua gassata porgendola a Marco. Lui bevve dalla bottiglia con piccoli sorsi, continuando a guardarla negli occhi. Franca non ne poteva più di questa attesa, le gambe le tremavano ed il cuore rimbombava belle tempie, fece un paio di passi indietro verso il mobile a parete, si girò verso la parete e dandogli le spalle si tirò su la gonna sui fianchi, mettendo a nude le natiche un attimo di esitazione e si sfilò le mutandine sottili piegandosi in avanti. Marco non credeva ai suoi occhi, gli girava la testa ma non si mosse continuando ad ammirarla. Franca si rimise eretta e si girò tenendo su la gonna sui fianchi, indietreggiò giusto un pochino e, appoggiando le 24

25 mani sul mobile a parete, con un live saltello si mise a sedere. Con le gambe socchiuse e guardandolo dritto negli occhi cominciò ad aprire lentamente i bottoni della camicetta, uno, poi un altro, un altro ancora e poi il quarto, aprendola e scostandola sui due lati. Il seno proruppe imponente, velato da uno di quei reggiseno di pizzo che avvolgono dolcemente le mammelle e lasciano intravedere i capezzoli sotto il toulle le sue mani aperte ci si posarono sopra comprimendolo con una certa energia e spingendolo al centro e in alto. Restò cosi per un attimo e, insistendo il suo sguardo negli occhi di lui, piegò le gambe alzando le ginocchia, appoggiò i talloni al bordo del mobile e con delicatezza spalancò le gambe mostrandosi in tutta la sua intimità. - Sono pronta per te, voglio sentirti dentro, fino in fondo, ti prego. Nota dell autore: Quanto raccontato era stato l inizio di una passione fuori dal comune, qualcosa che travalicava la realtà e la fantasia e che li avrebbe uniti per tre lunghi anni. 25

26 QUATTRO La mattina seguente erano tutti schierati in sala riunioni, pronti per dare il meglio e fare una buona impressione con i giapponesi della JO-Pung Investments. Quando Mr. Pung entrò nella sala riunioni si alzarono tutti in piedi, Marco attese il suo solito inchino reverenziale e stringendogli la mano disse soltanto: - Mr. Pung welcome, we are ready to show you our last efforts, I am quiet sure you will be impressed. - I wish Mr. Rambaldi. Mr. Pung si sedette composto, schiena dritta e avambracci appoggiati educatamente sui braccioli, e rimase in silenzio fissando lo schermo bianco. Marika abbassò le luci e la prima slide comparve sullo schermo. Silenzio totale. Marco iniziò con calma il suo speech, che sarebbe durato circa un ora e trenta, almeno sulla carta. Mr. Pung non interruppe mai, quasi neanche un cenno per tutta la durata della presentazione. - that s why we think the project has all the potentialities to become a success! Concluse Marco, che era rimasto in piedi durante tutta la presentazione. Poggiò delicatamente il puntatore laser sul tavolo e bevve un gran sorso di acqua prima di sedersi in attesa. Silenzio assoluto solo ansia pesante come un macigno. Mr. Pung si passò lentamente la mano tra i capelli abbassando lo sguardo sul tavolo per un istante, poi guardando Marco dritto negli occhi disse semplicemente 26

27 quello che tutti speravano lui dicesse: - Mr. Rambaldi, despite some minor adjustments, this will be our project, congratulations! Mr. Pung tese il braccio verso Marco e i due suggellarono il momento con un energica e lunga stretta di mano. Un secondo ancora di gelo e un applauso generale sgorgò come un onda liberatoria. - Mr. Pung, ho prenotato un grande tavolo per tutti noi questa sera alle 21;00 al 420, cucina internazionale di alto livello, la prego di farmi l onore di partecipare con il team di fedelissimi. - La ringrazio Mr. Rambaldi, saremo puntuali, consideri quattro persone me compreso. - Allora a questa sera e grazie ancora per il suo generoso supporto. - È stato un piacere Mr. Marco, un vero piacere che ha confermato le mie aspettative. === Nota dell autore: È dal 420 in poi che la nuova vita di Marco comincia a cambiare di nuovo senza che lui se ne renda minimamente conto. Il 420 è un resto/lounge situato a 420 metri di altezza nella torre più alta del mondo, il Burj Khalifa (831 metri totali). Classe da vendere, cucina internazionale di altissimo livello, servizio impeccabile, cantina di vini da fare invidia ai ristoranti cinque stelle di Parigi, piuttosto che di Londra o New York. La vista notturna era mozzafiato, le pareti esterne vetrate permettevano di ammirare a perdita d occhio la città 27

28 illuminata e pulsante. Gli incredibili getti d acqua delle famose fontane musicali, visti cosi dall alto, davano poi una sensazione inebriante. Il team Archetipo, arrivato all together verso le 20:30, se la sbevazzasa allegramente al bar della lounge. Questo contratto sarebbe stata per la Arteko, che soffriva la crisi mondiale come tutte le aziende, un iniezione di energia da cavallo, E poi rappresentava la prima vittoria del nuovo team capitanato da Marco Rambaldi. Paul era al settimo cielo, gli si era stampata sul viso un espressione quasi comica, come quella di un bambino che a Natale riceve tutti i regali giusti da Babbo Natale, non stava più nella pelle, continuava a muoversi avanti e indietro alle spalle dei colleghi appoggiati al bancone del bar della lounge sparando cazzate inenarrabili sul senso della vita e della felicità terrena un giullare, si era trasformato in un giullare liberando tutte le follie tenute per lungo tempo sotto chiave! Marco arrivò dieci alle nove, vestito casual senza problemi, una polo vinaccia su un jeans chiaro, mocassino Ecco, e al polso un gran bel IWC Aquatimer Limited Edition Cousteux Diver. - Allora ragazzi, eccoci qui, vi vedo già su di giri speriamo che Mr. Pung non sia troppo formale, altrimenti ci rovina la festa oddio, sarà difficile vederlo ballare la salsa sui tavoli, ma almeno speriamo che non passi la serata tutto inchini e serietà. - Dai Marco, godiamoci questi 10 minuti tutti per noi si inserì Paul questo champagne per festeggiare il contratto, il buon lavoro fatto, ma soprattutto per suggellare un patto di sangue fra i mitici componenti del nostro super team ragazzi, siamo i migliori!! e per il nostro capitano, in alto i calici!! 28

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante. Chapter 5 and the Axe-Mielding Maniac

Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante. Chapter 5 and the Axe-Mielding Maniac Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante Chapter 5 and the Axe-Mielding Maniac 2 Titolo: Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante Autrice: Marie Sexton, www.mariesexton.net Traduzione: Amneris

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale.

Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Vite a mezz aria Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Giuseppe Marco VITE A MEZZ ARIA Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

Il canale protettivo del Kundalini Yoga

Il canale protettivo del Kundalini Yoga Il canale protettivo del Kundalini Yoga PER COMINCIARE E consigliabile avere un ora ed un luogo determinati dedicati allo yoga. Tempo e spazio sono le coordinate della relatività della nostra esistenza

Dettagli

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Il desiderio di essere come tutti

Il desiderio di essere come tutti Francesco Piccolo Il desiderio di essere come tutti Einaudi INT_00_I-IV_Piccolo_Desiderio.indd 3 30/08/13 11.44 Sono nato in un giorno di inizio estate del 1973, a nove anni. Fino a quel momento la mia

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

perché non ballate? 5 Baciami. Baciami, tesoro, disse lei. Chiuse gli occhi. Lo teneva stretto. Lui dovette aprirle a forza le dita.

perché non ballate? 5 Baciami. Baciami, tesoro, disse lei. Chiuse gli occhi. Lo teneva stretto. Lui dovette aprirle a forza le dita. Perché non ballate? In cucina si riversò da bere e guardò la camera da letto sistemata sul prato davanti a casa. Il materasso era scoperto e le lenzuola a righe bicolore erano piegate sul comò, accanto

Dettagli

1 Decidi come finisce la frase.

1 Decidi come finisce la frase. No mamma no A1/A2 anno di produzione: 1993 durata: 18 genere: commedia regia: Cecilia Calvi sceneggiatura: Cecilia Calvi fotografia: Franco Lecca montaggio: Valentina Migliaccio interpreti: Isa Barsizza,

Dettagli

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI VALENTINO DOMINI L attacco iniziale, prima azione di affrancamento della coppia controgiocante, è un privilegio e una responsabilità: molti contratti vengono battuti o realizzati proprio in rapporto a

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO di Sergio Mazzei Direttore dell Istituto Gestalt e Body Work TEORIA DEL SÉ Per organismo nella psicoterapia della Gestalt si intende l individuo che è in relazione con

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

Favole per bambini grandi.

Favole per bambini grandi. Favole per bambini grandi. d. & d' Davide Del Vecchio Daria Gatti Questa opera e distribuita sotto licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale 2.5 Italia http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.5/it/

Dettagli

La donna che si baciava con i lupi

La donna che si baciava con i lupi guido catalano La donna che si baciava con i lupi 2010 LeBolleBlu Edizioni 2014 Miraggi Edizioni www.miraggiedizioni.it Progetto grafico Miraggi Il disegno sulla copertina è di Gipi Finito di stampare

Dettagli

LA STREGA ROVESCIAFAVOLE

LA STREGA ROVESCIAFAVOLE LA STREGA ROVESCIAFAVOLE RITA SABATINI Cari bambini avete mai sentito parlare della strega Rovesciafavole? Vi posso assicurare che è una strega davvero terribile, la più brutta e malvagia di tutte le streghe

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

UN TEMPO. Foto Tiina Itkonen. Testo Ilaria bernardini

UN TEMPO. Foto Tiina Itkonen. Testo Ilaria bernardini P O R T O L I O UN TEMPO GHIACCIATO Tra le nevi perenni della Groenlandia per ritrovare se stessi. Il racconto di una fuga verso il Nord, in un luogo pieno di luce e di spazio, dove svegliarsi ogni giorno

Dettagli

Tempi che corrono. Ore 8.30. Ore 8.32. Milano, giugno 2007

Tempi che corrono. Ore 8.30. Ore 8.32. Milano, giugno 2007 Milano, giugno 2007 Tempi che corrono Ore 8.30 Maria si siede al tavolo con la sua colazione: cappuccio, brioche e una spremuta d'arancia. Comincia a sfogliare il giornale, ma è distratta... Non dalla

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

Andrea Bajani Tanto si doveva

Andrea Bajani Tanto si doveva Andrea Bajani Tanto si doveva Quando muoiono, gli uccelli cadono giù. Non se ne accorge quasi nessuno, di solito, salvo il cacciatore che l ha colpito e il cane che deve dargli la caccia. Il cacciatore

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Story of Hann. I racconti della serie incubo

Story of Hann. I racconti della serie incubo Story of Hann I racconti della serie incubo Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Robert Donovan Carro STORY OF HANN I

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

in evidenza 2013-2014

in evidenza 2013-2014 in evidenza 2013-2014 Liberty of the Seas, la nave più incredibile del Mediterraneo A inaugurare gli imbarchi da Napoli sarà Liberty of the Seas, una nave straordinaria in partenza per la prima volta dall

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

Painting by Miranda Gray

Painting by Miranda Gray Guarire le antenate Painting by Miranda Gray Questa è una meditazione facoltativa da fare specificamente dopo la benedizione del grembo del 19 ottobre. Se quel giorno avete le mestruazioni questa meditazione

Dettagli

La Sua Salute e il Suo Benessere

La Sua Salute e il Suo Benessere La Sua Salute e il Suo Benessere ISTRUZIONI: Questo questionario intende valutare cosa Lei pensa della Sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere sempre aggiornati su come si sente e

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Dal lato della strada

Dal lato della strada Dal lato della strada Quando ero piccolo, e andavo a scuola insieme a mio fratello, mia madre mi diceva di tenerlo per mano, e questo mi sembrava giusto e anche responsabile. Quello che non capivo è perché

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e DIAGNOSTIC TEST - ITALIAN General Courses Level 1-6 This is a purely diagnostic test. Please only answer the questions that you are sure about. Since this is not an exam, please do not guess. Please stop

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi

COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi L'equilibrio tra libertà e regole nella formazione dei bambini Incontro Mario Lodi nella cascina ristrutturata a Drizzona, nella campagna tra Cremona

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

E gliene sono senz'altro grato. Continuiamo con l evidenza. La spianata dove c'è il casotto e dove era stata preparata la tavola è abbastanza grande

E gliene sono senz'altro grato. Continuiamo con l evidenza. La spianata dove c'è il casotto e dove era stata preparata la tavola è abbastanza grande ELEMENTARE è elementare, mi creda... senz'altro elementare, mio caro. L'importante è non dare per scontate quelle cose che sono solo evidenti. L'evidenza, di per sé, non è sinonimo di verità. La verità

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ: 2014-2015 Μάθημα: Ιταλικά Επίπεδο: Ε1 Διάρκεια: 2 ώρες Υπογραφή

Dettagli

L ultima cosa che ho visto

L ultima cosa che ho visto L ultima cosa che ho visto Cinzia Politi L ULTIMA COSA CHE HO VISTO www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Nome Autore Tutti i diritti riservati Dedicato a Sara, una giovane, grande donna CAPITOLO

Dettagli

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Come abbiamo visto nelle pagine precedenti il Sistema Solare è un insieme di molti corpi celesti, diversi fra loro. La sua forma complessiva è quella

Dettagli

MA LE STELLE QUANTE SONO

MA LE STELLE QUANTE SONO LIBRO IN ASSAGGIO MA LE STELLE QUANTE SONO DI GIULIA CARCASI Alice Una vecchia canzone diceva: Tu sai tutto sulla realtà del mercato e qui io ammetto di essere negato. Ma a inventare quel che non c è io

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Unità uno. barche e vento. I colori. Le parti del corpo. I numeri. da 11 a 20 La casa Chi è? La casa (2) Gli animali.

Unità uno. barche e vento. I colori. Le parti del corpo. I numeri. da 11 a 20 La casa Chi è? La casa (2) Gli animali. Unità uno I numeri da 0 a 10 Che tempo fa? 1 I colori Le parti del corpo I numeri da 11 a 20 La casa Chi è? La casa (2) Gli animali Gli animali (2) I giorni, i mesi, le stagioni barche e vento Da dove

Dettagli

COSA CERCA UN CANE IN UN LEADER

COSA CERCA UN CANE IN UN LEADER COSA CERCA UN CANE IN UN LEADER LEADER: 1. Colui che conduce o guida. 2. Colui che ha la responsabilità o il comando di altri. 3. Colui che ha influenza o potere. ESSERE LEADER: Innanzitutto avere una

Dettagli

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE C'era una volta un cane che non sapeva abbaiare. Non abbaiava, non miagolava, non muggiva, non nitriva, non sapeva fare nessun verso. Era un cagnetto solitario, chissà come

Dettagli

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi Capitolo primo 1. Se tu te ne sei scordato, egregio signore, te lo ricordo io: sono tua moglie. Lo so che questo una volta ti piaceva e adesso, all improvviso, ti dà fastidio. Lo so che fai finta che non

Dettagli

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri Laboratorio lettura Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. 1) Quali anilmali sono i protagonisti della storia? 2) Che cosa fanno tutto l anno? 3) Perché decidono di scappare dal

Dettagli

1. In generale, direbbe che la sua salute è: (Indichi un numero) Eccellente... 1 Molto buona... 2 Buona..3 Passabile... 4 Scadente...

1. In generale, direbbe che la sua salute è: (Indichi un numero) Eccellente... 1 Molto buona... 2 Buona..3 Passabile... 4 Scadente... ISTRUZIONI: Il questionario intende valutare cosa lei pensa della sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere aggiornati su come si sente e su come riesce a svolgere le sue attività' consuete.

Dettagli

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO LETTERALE e quando ha SIGNIFICATO METAFORICO (FIGURATO). Questa non

Dettagli

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto La Milano che (non) vorrei... 13 aprile 2014 Anche per oggi suona la campanella che annuncia la fine delle lezioni! Insieme ai miei compagni di

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli