RASSEGNA WEB DEL 4 febbraio 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RASSEGNA WEB DEL 4 febbraio 2014"

Transcript

1 RASSEGNA WEB DEL 4 febbraio 2014 POLITICA E ISTITUZIONI... 3 DELEGA FISCALE. OGGI IL DDL IN AULA AL SENATO, SUL GIOCO VENTI EMENDAMENTI E DUE ODG... 3 DELEGA FISCALE. CANDIANI (LN): INTRODURRE NELLE SLOT MECCANISMI PER VIETARE IL GIOCO AI MINORENNI... 5 DESTINAZIONE ITALIA, RIFORMULATO EMENDAMENTO E CADE L INNALZAMENTO DEL PREU... 5 ALFANO (MIN INTERNO): AGGREDIRE IN OTTICA COMUNITARIA I PATRIMONI DEI MALAVITOSI SEMPRE PIÙ INTERESSATI AL GIOCO... 5 ALFANO: LA MAFIA VUOLE IL CONTROLLO DELLE SALE BINGO E DEI PUNTI SNAI... 6 SANDI REPLICA A ALFANO: SNAI È UN GRANDE CONCESSIONARIO E RAPPRESENTA UNA DIFESA DEL GIOCO LEGALE... 6 GIOCHI, FABIO FELICI (DIR. AGIMEG) LE DICHIARAZIONI DEL MINISTRO ALFANO PERICOLOSE E PRIVE DI MEMORIA STORICA... 7 NEWSLOT E VLT... 7 ADM. ISCRIZIONE ELENCO OPERATORI RACCOLTA DI GIOCO... 7 SCOMMESSE, POKER E ONLINE... 8 GAMENET SCEGLIE MEDIALIVECASINO COME FORNITORE DEI GIOCHI CON CROUPIER DAL VIVO... 8 GIOCO ONLINE, IN ITALIA NEL %... 9 SCOMMESSE VIRTUALI, GLOBAL BET DIVENTA IL TERZO FORNITORE ATTIVO IN ITALIA SPONSORIZZAZIONI GENOA-SAMPDORIA 0-1, MAXI LOPEZ DECIDE IL DERBY CRONACA CASINÒ DI VENEZIA. A GENNAIO INCASSI IN CRESCITA DEL 2,3% SGI, AL VIA LA CAMPAGNA SCOMMETTETE SOLO PRESSO CONCESSIONARI AUTORIZZATI A SIENA, UNA GIORNATA DI STUDI SULLA CURA DEL GAP E SUL GIOCO RESPONSABILE OPINIONI E COMMENTI AS.TRO. REGIONE LOMBARDIA: CON NUOVA DELIBERA DELLA GIUNTA SI DEFINISCONO I CRITERI APPLICATIVI DELLA LEGGE ANTI-SLOT STS. CONTRADDITTORIA L ORDINANZA DEL TAR LOMBARDIA SUGLI ORARI DELLE SLOT A LECCO, CHIESTA LA CORREZIONE MONDO PRESENTE E FUTURO DELLE CASE DA GIOCO SOTTO LA LENTE DELL INTERNATIONAL CASINO CONFERENCE ECA: MERCATO EUROPEO DEI CASINÒ HA CHIUSO A 6,3 MILIARDI NEL RODANO (ADM): NEL GIOCO ONLINE SERVE UN INTERVENTO INCISIVO DELLA CE ANNETTE KOK: COLMARE DIVARIO TRA GIOCO ONLINE E TERRESTRE GIOCO ONLINE, SOCIAL GAMING E SCOMMESSE: ALL ICC DI LONDRA IL PUNTO SU NORME COMUNITARIE UK: FINO A 10 ANNI DI RECLUSIONE PER I BARI DEL POKER ONLINE A CURA DELL UFFICIO STAMPA E COMUNICAZIONE DI GAMENET S.P.A.

2 Rassegna WEB di martedì 4 febbraio 2014 Pag. 2

3 POLITICA E ISTITUZIONI DELEGA FISCALE. OGGI IL DDL IN AULA AL SENATO, SUL GIOCO VENTI EMENDAMENTI E DUE ODG (JAMMA 04/02/2014) Arriva oggi in aula al Senato il disegno di legge sulla delega fiscale, provvedimento molto atteso che contiene, al suo interno, anche il riordino della normativa in materia di gioco. a partire da questa mattina sarà esaminato il lungo elenco di emendamenti al disegno di legge, circa 20 in materia di gioco oltre a 2 ordini del giorno, la cui approvazione richiederà un ulteriore passaggio alla Camera dei deputati. Diversi gli emendamenti presentati dai socialisti Nencini, Buemi, Fausto Guilherme Longo, Fravezziu e Panizza. Nel primo si chiede di adottare iniziative volte a rafforzare le misure di controllo e di prevenzione a tutela dei minori e delle altre persone vulnerabili affette da ludopatia, a promuovere e finanziare programmi di informazione e sensibilizzazione sull uso responsabile del denaro e sui rischi collegati al gioco d azzardo da realizzare nelle scuole, ad introdurre sanzioni di importo minimo pari a euro, fino ad un massimo di euro nel caso di recidiva, per gli esercenti, i concessionari e i gestori di giochi che consentano di giocare alle slot machine o vendano giochi con vincite a premi ai minori di anni 18 e la chiusura, temporanea, dei luoghi di gioco per gli stessi ; in un altro invece si prevede il raddoppio del prelievo fiscale, rispetto all attuale, con l esclusione di qualsivoglia forma di condono, da applicare ai concessionari di giochi, ai gestori e agli esercenti, da destinare al sostegno di iniziative a carattere sociale; alla riduzione del costo del lavoro per le imprese; ad aiuti alle famiglie piu` indigenti; alla ricerca scientifica; alla conservazione del patrimonio artistico e paesaggistico e per le attività culturali e ad ogni altra necessaria esigenza. I leghisti Bellot, Bitonci e Candiani chiedono invece di: adottare iniziative volte a dare attuazione agli impegni assunti con la conversione del decreto-legge n. 158 del 2012 al fine di rendere piu` efficace e incisiva l azione di contrasto al GAP e ai fini dell aggiornamento dei livelli essenziali di assistenza con riferimento alle prestazioni di prevenzione, cura e riabilitazione rivolte alle persone affette da gioco d azzardo patologico garantendo loro le medesime prestazioni previste per gli alcol/tossicodipendenti ; chiedono inoltre l introduzione di sanzioni di importo minimo pari a euro, e fino ad un massimo di euro nel caso di recidiva, per gli esercenti che vendano giochi con vincite a premi ai minori di anni 18, e la chiusura temporanea, dei luoghi di gioco per gli esercenti che vendano giochi con vincite a premi ai minori di anni diciotto ; adeguate forme di sostegno alle azioni a carattere informativo e preventivo sviluppate dagli Enti locali sui rischi connessi al gioco d azzardo; il rafforzamento di misure di controllo e di prevenzione a tutela dei minori e delle altre persone vulnerabili affette da ludopatia, garantendo e riducendo le possibilità di accesso da parte dei minorenni, attraverso campagne informative di prevenzione ; il rafforzamento del sistema esistente di tracciabilità del denaro, definendo uno specifico conto dedicato con annesso registro delle scommesse e dei concorsi pronostici dove annotare gli importi della raccolta delle giocate, delle vincite e della relativa differenza ; infine, promozione e finanziamento di programmi di informazione e sensibilizzazione sull uso responsabile del denaro e sui rischi collegati al gioco d azzardo da realizzare nelle scuole e con il coinvolgimento delle famiglie al fine di aiutarle nell attività educativa. In altri emendamenti, il senatore Candiani chiede che in ogni punto vendita dove ci sono più di 10 Vlt o slot deve esserci un apposito dipendente preposto all accertamento della maggiore età di chi vi accede, e che il punto vendita deve accendere un rapporto con uno psicologo, specialista in dipendenze, per favorire l emersione della sintomatologia connessa al Gap. Il senatore Massimo Cassano (PD) chiede invece che sia previsto il divieto della pubblicità riguardante il gioco online, realizzata da soggetti che non conseguono concessione statale nel gioco. Il senatore Marinello (NCD) interviene sull ippica chiedendo tra l altro, in sostituzione delle attuali norme, di Promuovere l istituzione dell Unione Ippica Italiana associazione senza fini di lucro, sottoposta alla vigilanza e al controllo del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali rappresentativa dei proprietari e degli allevatori di cavalli da corsa e delle società di gestione degli ippodromi con previsione Rassegna WEB di martedì 4 febbraio 2014 Pag. 3

4 che la disciplina degli organi di governo della stessa sia improntata a criteri di paritetica rappresentanza e che nella struttura organizzativa sia ricostituita la figura degli Enti Tecnici rappresentativi di tutte le componenti associative del comparto e degli altri soggetti della filiera ippica; 2) previsione che l Unione Ippica Italiana provveda in particolare: a) alla definizione e l aggiornamento del calendario degli avvenimenti ippici e della connessa programmazione televisiva secondo gli atti predisposti dagli Enti Tecnici; b) alla pianificazione e la gestione del fondo annuale per lo sviluppo e la promozione del settore ippico; c) alla ripartizione del fondo annuale di dotazione tra spese di funzionamento dell Unione, spese funzionali allo svolgimento dell attività ippica, spese per la promozione del prodotto ippico, premi delle corse nella misura non inferiore al 50 per cento delle entrate totali dell Unione e con il minimo garantito di 200 milioni di euro, nonché alla remunerazione e al funzionamento degli ippodromi di interesse nazionale e locale come stabilito dal MIPAAF; d) all erogazione dei premi vinti al traguardo, in tempi prestabiliti certi, da proprietari e allevatori, nonche alla remunerazione degli ippodromi secondo quanto previsto dalle convenzioni e dal MIPAAF, nonché all erogazione delle spettanze delle categorie professionali e delle associazioni di categoria; e) al coordinamento e all esecuzione dell attività di marketing e di promozione del prodotto ippico; f) alla gestione delle banche dati relative alle corse usufruendo dei servizi degli Enti Tecnici; g) all esecuzione di ogni servizio amministrativo e tecnico, ad eccezione dei controlli antidoping e della giustizia sportiva, funzionale allo svolgimento delle corse e alla raccolta delle scommesse, compresa la gestione del segnale televisivo, esclusi quelli di competenza degli ippodromi, in base ai criteri emanati dal MIPAAF; h) al rilascio e alla revisione nonchè al controllo periodico delle licenze degli operatori, alla sottoscrizione della clausola compromissoria da parte di tutti gli operatori del settore secondo gli atti predisposti dagli Enti Tecnici; i) ai rapporti con l Agenzia delle dogane e dei monopoli e con i concessionari per il riordino e l ottimizzazione della raccolta delle scommesse ippiche. 3) previsione che gli Enti Tecnici provvedano: a) alla definizione e aggiornamento del calendario degli avvenimenti ippici; b) alla gestione delle banche dati relative alle corse; c) al rilascio e alla revisione nonchè al controllo periodico delle licenze degli operatori; d) alla sottoscrizione della clausola compromissoria da parte di tutti gli operatori ippici; e) alla stesura dei piani pluriennali per l allevamento su proposta delle associazioni degli allevatori; f) alla formulazione dei regolamenti tecnici; g) alle azioni di verifica e vigilanza sulle strutture tecniche degli ippodromi e dei centri di allenamento a tutela della salute umana e animale; h) alla riscossione di diritti di segreteria e multe previsti nei regolamenti. Gli ordini del giorno Per quel che concerne i due ordini del giorno il primo dei due, a firma Candiani, impegna il governo a valutare la opportunità di implementare ulteriormente quanto previsto dalla norma, rafforzando il divieto alla partecipazione dei minori di anni diciotto ai giochi con vincita in denaro attraverso l obbligatorietà dell introduzione di meccanismi idonei a bloccare in modo automatico l accesso ai giochi per i minori, mediante l inserimento, nei software degli apparecchi da intrattenimento, videogiochi e giochi online, di appositi sistemi richiedenti l uso esclusivo di carta d identità elettronica, tessera sanitaria o codice fiscale, e prevedendo altresì` corsi di formazione e prevenzione all interno degli istituti scolastici. Rassegna WEB di martedì 4 febbraio 2014 Pag. 4

5 Mentre i senatori Mirabelli, Vaccari e Albano chiedono l impegno del governo ad intervenire sulla normativa per aumentare i tempi di gioco in rapporto alla spesa al fine di dissinescare uno degli elementi costitutivi dell insorgere di ludopatie; a regolamentare l uso delle slot od analoghe apparecchiature di gioco con vincite in denaro non consentendone l uso, laddove non già previsto dai regolamenti comunali e regionali, in caso siano collocate a meno di 500 metri dalle scuole, negli orari di ingresso e uscita degli studenti; ad avviare una riflessione sull opportunità di concentrare le macchine da gioco solo in luoghi dedicati, in cui sia possibile controllare e impedire l accesso ai minori al fine di limitare i danni che non cessano di prodursi a livello sociale e sanitario. DELEGA FISCALE. CANDIANI (LN): INTRODURRE NELLE SLOT MECCANISMI PER VIETARE IL GIOCO AI MINORENNI (JAMMA 04/02/2014) Tra gli ordini del giorno presentati alla Delega Fiscale, il senatore Candiani della Lega Nord ha proposto di Valutare l opportunità di implementare ulteriormente quanto previsto dalla norma, rafforzando il divieto alla partecipazione dei minori di anni diciotto ai giochi con vincita in denaro attraverso l obbligatorietà dell introduzione di meccanismi idonei a bloccare in modo automatico l accesso ai giochi per i minori, mediante l inserimento, nei software degli apparecchi da intrattenimento, videogiochi e giochi on line, di appositi sistemi richiedenti l uso esclusivo di carta d identità elettronica, tessera sanitaria o codice fiscale, e prevedendo altresì corsi di formazione e prevenzione all interno degli istituti scolastici. DESTINAZIONE ITALIA, RIFORMULATO EMENDAMENTO E CADE L INNALZAMENTO DEL PREU (GIOCONEWS 04/02/2014) È stato riformulato l emendamento al decreto Destinazione Italia, approvato sabato dalle commissioni Finanze e Attività Produttive della Camera e a firma del deputato Luigi Lacquaniti (SEL), che chiedeva di finanziare un fondo di sostegno all imprenditoria femminile anche attraverso un aumento dal 13,5 al 14% del prelievo sulle newslot. Il fondo è passato dai 100 a 20 milioni, ed è caduta la copertura economica a carico degli apparecchi. ALFANO (MIN INTERNO): AGGREDIRE IN OTTICA COMUNITARIA I PATRIMONI DEI MALAVITOSI SEMPRE PIÙ INTERESSATI AL GIOCO (JAMMA 04/02/2014) In vista del semestre di Presidenza italiana all Ue, il ministro dell Interno Angelino Alfano ha delineato le due aree sulle quali intervenire: la presenza della criminalità nel controllo dei flussi migratori e la loro influenza nei circuiti produttivi. Tra i punti esaminati anche le infiltrazioni malavitose e mafiose nel gioco d azzardo e nello sport. «In vista del semestre di Presidenza italiana dell Unione europea abbiamo individuato due macro-aree di intervento nel terreno della legalità e della sicurezza: la presenza delle organizzazioni criminali nel controllo dei flussi migratori e la loro influenza nei circuiti produttivi più rilevanti». Sono le priorità illustrate dal ministro dell Interno Angelino Alfano nel corso dell audizione che si è svolta ieri alla Camera dei Deputati in sede di Commissione parlamentare di inchiesta sulle realtà mafiose. Per un efficace intervento nei confronti del predominio delle associazioni malavitose sull emigrazione e gli sbarchi di cittadini extra-comunitari, Alfano punta con forza sul contrasto alla tratta di esseri umani, sul partenariato strategico con i Paesi di origine degli immigrati, sulla centralità del ruolo di Frontex nella sorveglianza delle frontiere e delle reti di collegamento. Sul terreno della penetrazione ed inquinamento illegale del tessuto produttivo, il titolare del Viminale ha sottolineato che si deve, «aggredire in ottica comunitaria e sovranazionale i patrimoni malavitosi congelando e confiscando i beni anche in assenza di condanne penali, combattere la criminalità informatica, fronteggiare il riciclaggio, le occasioni di corruzione e arricchimento illecito, le frodi nell assegnazione di appalti pubblici, favorire lo scambio dei dati fra Europol e Interpol, attuare la strategia europea contro il traffico di droghe». Il ministro dell Interno è poi intervenuto sul problema dei rifiuti, «la filiera di smaltimento da parte della criminalità organizzata, ha evidenziato, segue un percorso ben preciso nel territorio nazionale: al nord vengono prodotti gli scarti industriali, le regioni del centro costituiscono il punto di appoggio e smistamento del traffico, le aree del Mezzogiorno ne rappresentano il terminale grazie a una saldatura tra realtà Rassegna WEB di martedì 4 febbraio 2014 Pag. 5

6 camorristiche e tessuto imprenditoriale». Negli ultimi tempi ha proseguito il ministro, «è stata riscontrata un intensificazione nelle attività di interramento di materiale di scarto in cemento in cave abusive da parte delle associazioni malavitose». Altro punto esaminato sono le infiltrazioni malavitose e mafiose nel gioco d azzardo e nello sport, fenomeno che ha conosciuto un notevole incremento grazie all enorme volume di affari del comparto e a forti legami con sodalizi criminali esteri in una dimensione transnazionale. Alfano ha illustrato i campi di interesse e di intervento delle differenti organizzazioni criminali, «un attenzione privilegiata da parte di Cosa Nostra nel controllo delle sale gioco per il riciclaggio di capitali illeciti e l assegnazione di posti di lavoro a persone affiliate e loro familiari, la gestione da parte della ndrangheta del gioco d azzardo in regioni lontane dalla Calabria, la penetrazione della Camorra, soprattutto del clan dei Casalesi e dei loro fiancheggiatori nelle regioni del centro-nord e in Romania, l ingresso della Sacra corona unita nelle sale da gioco e nelle connesse attività usurarie, nonché nella manipolazione di manifestazioni calcistiche». In merito il tiolare del Viminale ha annunciato che il Governo ha promosso, «un intensa collaborazione con Germania, Svizzera, Canada, Romania, Albania, Olanda e Regno Unito per individuare e colpire i patrimoni mafiosi esportati all estero e disegnare una mappa articolata dei beni malavitosi». Nessuna infiltrazione da parte dei gruppi mafiosi, ha precisato il ministro, è stata rilevata nei movimenti di protesta contro l Alta velocità ferroviaria in Val di Susa e gli impianti Muos in Sicilia. Per contrastare il riciclaggio e i reati finanziari, ha concluso il titolare del Viminale, «è necessario procedere alla digitalizzazione integrale della Pubblica amministrazione e del rapporto con le imprese in forma telematica nonché alla pubblicazione online della certificazione antimafia. Mentre per l introduzione del reato di auto-riciclaggio nel nostro ordinamento, da molti ritenuti utile per eliminare la zona grigia del reimpiego di fondi illeciti rilevanti nel tessuto economico, è bene rimuovere dubbi e incertezze giuridiche e il Governo è pronto a intraprendere un iniziativa in merito». ALFANO: LA MAFIA VUOLE IL CONTROLLO DELLE SALE BINGO E DEI PUNTI SNAI (JAMMA 04/02/2014) La diffusione esponenziale di giochi e scommesse ha fatto accrescere l interesse della criminalità organizzata sul settore. Cosa Nostra sta portando avanti da tempo il progetto di assumere il controllo di sale Bingo, punti Snai e altri centri scommesse per riciclare i proventi dei traffici illeciti e avere dei posti di lavoro da gestire e distribuire mentre la ndrangheta ha strutture operative e controlla sale in Piemonte, Emilia Romagna e Liguria. Il business dell azzardo fa gola pure alla criminalità pugliese e alla camorra che, soprattutto attraverso il clan dei Casalesi, e presente nel circuito delle bische e delle scommesse clandestine nel Lazio, in Emilia Romagna, in Lombardia e, all estero, in Romania, come risulta da recenti esiti investigativi. Lo ha detto il ministro dell Interno, Angelino Alfano, in audizione presso la Commissione Antimafia. Sul calcio scommesse Alfano dice: «Attualmente le pene sono troppo modeste per chi altera i risultati delle competizioni sportive. Un inasprimento delle sanzioni potrebbe svolgere deterrenza su un fenomeno che diverse procure segnalano in espansione». Ed ha aggiunto: «Un confronto con il ministero della Giustizia per rafforzare le pene: allo sforzo della magistratura va abbinato un intervento sul quadro normativo». SANDI REPLICA A ALFANO: SNAI È UN GRANDE CONCESSIONARIO E RAPPRESENTA UNA DIFESA DEL GIOCO LEGALE (AGIMEG - 04/02/2014) Sono certo che il ministro Alfano, nel momento in cui cita Snai, faccia riferimento non specificamente alla nostra società o alla propria rete, ma al sistema dei punti di vendita illegali di scommesse purtroppo ancora presenti sul territorio italiano. Così il presidente di Snai Giorgio Sandi replica a quanto ha affermato ieri il Ministro degli Interni in un audizione tenuta presso la Commissione Antimafia. Snai è un grande concessionario dello stato italiano e rappresenta una difesa e un punto di eccellenza nel mercato italiano del gioco legale, ha concluso Sandi. Alfano ieri aveva affermato che le dimensioni assunte dal mercato italiano dei giochi avessero inevitabilmente attirato il crescente interesse della criminalità organizzata. Cosa Nostra porta avanti da tempo il progetto di assumere il controllo di sale Bingo, punti Snai e altri centri scommesse per riciclare i proventi dei traffici illeciti e avere dei posti di lavoro da gestire e distribuire mentre la ndrangheta ha Rassegna WEB di martedì 4 febbraio 2014 Pag. 6

7 strutture operative e controlla sale in Piemonte, Emilia Romagna e Liguria. Punta al gioco anche la camorra che soprattutto attraverso il clan dei Casalesi, è presente nel circuito delle bische e delle scommesse clandestine nel Lazio, in Emilia Romagna, in Lombardia e, all estero, in Romania. lp/agimeg GIOCHI, FABIO FELICI (DIR. AGIMEG) LE DICHIARAZIONI DEL MINISTRO ALFANO PERICOLOSE E PRIVE DI MEMORIA STORICA (AGIMEG - 04/02/2014) Le dichiarazioni rilasciate dal Ministro dell Interno Angelino Alfano, in un audizione in Commissione Antimafia, sono pericolose e prive di memoria storica ha dichiarato Fabio Felici, direttore dell agenzia giornalistica Agimeg -. La pericolosità deriva dal fatto che parlare dell interesse della Mafia per il controllo di sale bingo e punti di scommesse, potrebbe scatenare panico tra gli operatori del settore, già alle prese con una forte recessione del mercato e determinare la chiusura di molte attività (oggi il mercato del gioco dà lavoro, tra diretto ed indotto, circa persone, in pratica la forza lavoro della Fiat). Il Ministro, visto il ruolo che ricopre, sarà certamente a conoscenza di tentativi di Mafia e Camorra di ricavare risorse economiche dal settore del gioco, ma accusare di ciò la diffusione esponenziale di giochi e scommesse, vuol dire non conoscere a fondo la realtà di cui si sta parlando e non avere memoria storica del settore. Sale bingo, agenzie di scommesse, ricevitorie del Lotto, etc., sono la prima linea della lotta al gioco illegale, battaglia che lo Stato, attraverso i Monopoli di Stato, sta portando avanti da una decina di anni. Prima del terzo millennio, il mercato del gioco era di fatto in mano alla criminalità organizzata, che gestiva Totonero, scommesse di vario tipo, aveva sul territorio macchine simil slot ed altre attività che gli permettevano forti incassi senza alcuna tutela del giocatore e senza controllo da parte dello Stato. L opera di bonifica, avviata dai Monopoli di Stato a partire dal 2004, ha permesso non solo il recupero di ingenti risorse erariali, ma ha avuto al centro la tutela del giocatore. Quest opera di bonifica è potuta avvenire ampliando l offerta di gioco legale ed aumentando i controlli. In questo modo l appassionato ha potuto avere dallo Stato un offerta competitiva e sicura e quindi la criminalità è stata messa all angolo. Ovviamente questo non vuol dire che organizzazioni come la Mafia, la Camorra e Sacra Corona Unita abbiano perso interesse per il settore. Anche casi recenti hanno registrato il coinvolgimento di queste organizzazioni criminali in alcune attività di gioco, ma generalizzare e far passare il messaggio che oggi aprire una sala di scommesse vuol dire scendere a patti con questi soggetti, rischia di mortificare e spaventare un settore che ha tanto lottato per uscire dall illegalità. Dalla politica ed in particolare dal Ministro dell Interno ha sottolineato Felici ci si aspetterebbe un messaggio di sostegno e di vicinanza per combattere insieme queste sacche di illegalità. E invece da condividere la proposta del Ministro di inasprire le pene per chi altera i risultati delle competizioni sportive. lp/agimeg NEWSLOT E VLT ADM. ISCRIZIONE ELENCO OPERATORI RACCOLTA DI GIOCO (JAMMA 04/02/2014) Con nota ufficiale l AAMS comunica che i soggetti già iscritti per l anno 2013 all elenco degli operatori che svolgono attività funzionali alla raccolta del gioco mediante apparecchi e terminali da intrattenimento, di cui all articolo 110, comma 6 del T.U.L.P.S., devono provvedere, entro e non oltre il 31 marzo 2014, alla presentazione delle domande di rinnovo della suddetta iscrizione per l anno A tal fine dichiareranno in autocertificazione che i requisiti normativamente previsti (art. 4 e 5 del Decreto direttoriale n. 2011/31857/giochi/Adi) permangono in capo agli stessi anche per l anno Dal 1 aprile 2014, i soggetti che non avessero presentato apposita domanda di rinnovo per l iscrizione, risulteranno con iscrizione decaduta per mancato rinnovo, ferma restando la possibilità di presentare all Ufficio regionale nuova domanda di iscrizione per l anno * * * * Si evidenzia che l iscrizione, di durata riferita all anno solare, può essere effettuata in qualsiasi periodo dell anno, e ha validità, dal momento dell iscrizione, sino al 31 dicembre dell anno in corso. Rassegna WEB di martedì 4 febbraio 2014 Pag. 7

8 Si raccomanda, con specifico riferimento alle licenze di pubblica sicurezza, possedute ed autocertificate dai richiedenti, di compilare su modulo RIES, con particolare attenzione,tutti i riferimenti relativi alle medesime. Si rammenta altresì che nel caso di società di capitali, l autocertificazione dei requisiti va presentata dai componenti dell organo di amministrazione; per le società di persone, la stessa è presentata da tutti i soci che abbiano rappresentanza esterna, per le associazioni ed i circoli da tutti i soggetti muniti di rappresentanza esterna, in base agli specifici statuti o atti costitutivi. * * * * Ai fini dell iscrizione, è necessario che i richiedenti presentino il modello RIES, disponibile sul sito adattato anche in caso di rinnovo, debitamente sottoscritto, e completo in tutti i suoi elementi, allegando: attestazione del versamento effettuato di 150,00 ( euro centocinquanta/00) mediante modello F 24 su codice tributo 5216, riferibile all anno 2014; autocertificazione (articolo 15 della legge n.183/2011) del possesso dei requisiti richiesti dall articolo 4 comma 1 e dall articolo 5 del decreto direttoriale n.2011/31857/giochi/adi del 9 settembre 2011; modulo relativo al consenso trattamento dati (d.lgs. n.196/2003). I predetti moduli possono essere scaricati, da apposito link, nella sezione Giochi ->New Slot > In evidenza -> Tutti i comunicati. * * * * A far data dal 1 aprile 2014, l elenco riferito agli iscritti nel corso del 2013 sarà rimosso dal sito istituzionale. Sul sito dell AAMS pertanto sarà consultabile esclusivamente l elenco degli iscritti all elenco per l anno SCOMMESSE, POKER E ONLINE GAMENET SCEGLIE MEDIALIVECASINO COME FORNITORE DEI GIOCHI CON CROUPIER DAL VIVO Medialivecasino fornirà a Gamenet i giochi live dalle sale di Malta e la roulette live dal Casinò di Sanremo (JAMMA, AGIMEG, GIOCONEWS 04/02/2014) MEDIALIVECASINO (www.medialivecasino.com), il leader italiano di giochi di live casinò, ha firmato un contratto di fornitura con il concessionario italiano autorizzato AAMS GAMENET (www.gamenet.it). I giochi offerti da MEDIALIVECASINO saranno il Live Blackjack, il Live Baccarat e la Live Roulette trasmessa sia dalle sale di Malta, sia da quelle del prestigioso casinò italiano di Sanremo e sarà così possibile condividere i tavoli verdi con i giocatori reali presenti in sala. Tutti i giochi offerti sono disponibili anche in tecnologia HTML5, compatibile con i tablet e smartphone ios e Android. Dal prossimo marzo, la piattaforma di GAMENET, concessione AAMS numero 15248, si completerà quindi di una nuova sezione dedicata ai giochi online con croupier dal vivo che andranno ad ampliare la già ricca offerta di giochi, rendendola ancor più completa e competitiva. I giocatori di GAMENET potranno infatti giocare, comodamente da casa loro, anche nelle sale di Malta del prestigioso Casinò di Sanremo grazie alla distribuzione esclusiva di MEDIALIVECASINO. Con la partnership siglata con Medialivecasino, Gamenet si arricchisce di una gamma di giochi unici nel loro genere. Grazie alla presenza del croupier dal vivo e alle esclusive ambientazioni delle sale di Malta e del Casinò di Sanremo, gli amanti del gaming online potranno assaporare tutte le emozioni del gioco live, ovunque si trovino, ha commentato Francesco Mastantuoni, Direttore Generale di Gamenet Scommesse, controllata di Gamenet SpA che gestisce le scommesse e i giochi a distanza. Rassegna WEB di martedì 4 febbraio 2014 Pag. 8

9 Angelo De Gobbi, sales & marketing director di Medialivecasino, ha dichiarato: GAMENET potrà finalmente offrire ai suoi giocatori online i giochi con croupier dal vivo e in particolare la Live Roulette trasmessa dal Casinò di Sanremo, un esclusiva di Medialivecasino. Siamo orgogliosi che GAMENET abbia scelto Medialivecasino come fornitore dei giochi live e non vediamo l ora di incominciare questa nuova avventura con un partner così importante. *** GAMENET SpA, Gaming Company nata nel 2006, è uno dei maggiori concessionari AAMS per il Gioco Pubblico e rappresenta una realtà tra le più complete del settore. Il portafoglio di giochi offerti da GAMENET comprende slot machine, videolotterie e tramite la controllata Gamenet Scommesse SpA scommesse sportive e ippiche, skill games e poker on line. MEDIALIVE CASINO nasce nel 2005 come produttore di giochi di casinò online virtuali. Grazie alla profonda esperienza nel campo del video broadcasting e alla conoscenza del mondo internet, MEDIALIVECASINO si è rapidamente affermata come il marchio leader dell offerta di giochi da casinò con croupier dal vivo, quali Roulette, Blackjack, Baccarat. GIOCO ONLINE, IN ITALIA NEL % (JAMMA 04/02/2014) Nel 2013 il trend reale del gioco online in Italia è stato -14%, se teniamo conto che le slot sono state introdotte solo il 3 dicembre Giovanni Carboni fondatore di EGLA European Gambling Lawyers and Advisors e Managing Partner di Carboni&Partner pubblica le stime della spesa del gioco online nel 2013 e così le commenta. La spesa del gioco online legale nel 2013 è stata pari a 720 milioni di euro, il dato più basso del triennio Bisogna risalire al 2010 per trovare un dato inferiore, 690 milioni di euro. Ma la verità, prosegue l ing. Carboni, è che il picco della propensione nei confronti del gioco online si è verificato nel 2010, mentre la crescita nei successivi due anni è stata solo apparente e il calo nel 2013 è maggiore di quello che sembra. La spesa del gioco legale è cresciuta nel triennio da 690 miliardi di euro a 720 soltanto perché contemporaneamente è avvenuta una forte sottrazione di volumi al mercato illegale. Vediamo l analisi: Nel 2011 la spesa fu pari a 735 milioni di euro, con un incremento del 6,6%, che nasconde però un calo se si considera che a metà del 2011 erano stati introdotti il poker cash e i giochi di casinò; tenuto conto dei travasi di spesa da giochi preesistenti ai giochi nuovi stimo prudentemente che l aumento apparente del 6,6% nasconda un calo di circa -5%; Nel 2012 la spesa fu pari a 749 milioni di euro con un incremento dell 1,9%, che maschera un altro calo se si tiene conto che i giochi di casinò e il poker cash incidevano sul dato del 2011 per soli sei mesi e che a Rassegna WEB di martedì 4 febbraio 2014 Pag. 9

10 dicembre 2012 furono introdotte anche le slot online; tenendone conto stimo un calo reale almeno pari a - 5%; La mia stima della spesa nel 2013 è pari a 720 milioni di euro, con un calo del 4%, che nasconde però una diminuzione molto più marcata se si tiene conto che le slot erano state introdotte solo il 3 dicembre 2012; le slot oggi rappresentano circa la metà del totale dei casino games ma bisogna tener conto del travaso di spesa dagli altri giochi di casinò; stimo che l introduzione delle slot valga un aumento del +50% dei giochi di casinò; con tale assunto il calo reale è -14%.. Nel corso di 3 anni, prosegue Carboni, si è perciò verificato un calo totale almeno pari a -22%. Una caduta considerevole, ma non un disastro se consideriamo che stiamo scontando l impatto della crisi economica. Ci sono però altre cause. Alcuni anni fa il gioco online aveva un appeal che ora ha perduto. Ci vuole innovazione per recuperarlo. Ed è necessario rimuovere il pregiudizio dei politici e delle organizzazioni del terzo settore contro il gioco online. Per i parlamentari italiani il gioco online è un buco nero, non ne sanno niente. Se il Parlamento conoscesse i livelli di sicurezza del gioco online legale italiano e se si rendesse conto che solo un offerta legale competitiva può contrastare il gioco online illegale, dovrebbe proteggere il gioco online legale, non attaccarlo come fa. SCOMMESSE VIRTUALI, GLOBAL BET DIVENTA IL TERZO FORNITORE ATTIVO IN ITALIA (AGIMEG - 04/02/2014) Global Bet ha superato il collaudo in Italia per offrire servizi e prodotti legali alle scommesse virtuali. Diventa così il terzo provider attivo in Italia assieme a Kiron Interactive e Inspired Gaming Group. Global Bet fornirà i propri prodotti a Microgame, e alla rete di circa 200 operatori collegati al network People s. Microgame gestisce una piattaforma perfetta per lanciare i nostri prodotti nel mercato italiano commenta l AD Daniel Grabher. Siamo certi che questo accordo ci farà conoscere a molti altri provider sia in Italia che in altri paesi, che ci contatteranno per ampliare la propria offerta e garantire ai giocatori prodotti innovativi e all avanguardia. lp/agimeg SPONSORIZZAZIONI GENOA-SAMPDORIA 0-1, MAXI LOPEZ DECIDE IL DERBY La zampata dell'argentino, fortemente voluto da Mihajlovic, marchia a fuoco la stracittadina genovese: blucerchiati avanti nel primo tempo, tentativo disordinato di rimonta da parte dei ragazzi di Gasperini, che pagano la scarsa vena di Gilardino e la serata eccellente della coppia Mustafi-Gastaldello di MARCO GAETANI Maxi Lopez segna il gol derby Rassegna WEB di martedì 4 febbraio 2014 Pag. 10

11 (REPUBBLICA.IT - 04/02/2014) GENOVA - Il calcio è anche questione di chimica. La sua storia è piena di giocatori che rendono al meglio soltanto in determinate piazze e altri particolarmente legati a un tecnico. La scintilla fra Sinisa Mihajlovic e Maxi Lopez ha un'origine lontana, sei mesi di Catania in cui tutto andò a meraviglia. L'argentino aveva già indossato la maglia della Sampdoria nella scorsa stagione, lasciando un ricordo alquanto sbiadito. La chiamata del tecnico serbo ha riacceso il fuoco, la fiducia è il combustibile più potente. C'è il pugno chiuso del serbo alzato al cielo al triplice fischio di Valeri, c'è l'esultanza rabbiosa di Maxi Lopez dopo il gol vittoria, c'è la festa del pubblico doriano. Il monday night che doveva essere lunch match si tinge di blucerchiato, il Genoa non brilla e incassa una sconfitta che brucia, come sempre nelle stracittadine. AVVIO TATTICO - Gasperini conferma l'undici di Firenze, con De Ceglie in posizione di esterno tattico d'attacco per una catena mancina formata da soli terzini: Antonelli è a centrocampo, Marchese è il centrale di sinistra della difesa a 3. Mihajlovic ridisegna leggermente il suo abituale , Maxi Lopez è affiancato da Eder, Soriano e Gabbiadini devono sacrificarsi in fascia, Krsticic viene preferito a Obiang. In avvio sono i centrocampisti a rendersi pericolosi: Matuzalem salta Gastaldello sulla destra e mette in mezzo per Gilardino, l'attaccante non arriva, poi è il turno di Palombo. La punizione a scendere del numero 17 illude il pubblico doriano, pallone fuori di un nulla. IL GOL DI MAXI - Minuto 24, Mustafi in verticale per Maxi Lopez. L'argentino controlla alla grande e chiede il triangolo a Eder, il tocco di ritorno del brasiliano è calibrato al millimetro e punisce Burdisso, uscito in maniera troppo azzardata per provare a fermare l'ultimo arrivato in casa Samp: diagonale destro che batte Perin, per Lopez è la fine di un incubo. Il Genoa, infarcito di terzini, crossa tanto e conclude poco. Ci prova da fuori Bertolacci - Da Costa alza in corner - e prima di lui Gilardino, il cui colpo di testa è lento e centrale. Al 41 la gioia del pari resta in gola ad Antonelli, imbeccato da un destro strozzato di Bertolacci: fuorigioco dell'esterno, giusto annullare il gol così come giusta è la decisione di Valeri di non assegnare un penalty per mani involontario di Maxi Lopez. I CAMBI DI GASPERINI - La Samp fa la faccia cattiva in avvio di ripresa, Soriano ci prova con il destro dopo 40 secondi, Perin dice no. Gasperini vuole più brio in attacco e richiama in panchina De Maio, arretrando Antonini in difesa, De Ceglie a centrocampo in fascia destra - scelta che metterà a disagio l'ex Juve - e lanciando l'estro di Fetfatzidis, a conti fatti il più in palla dei suoi. Non basta, fuori anche Konaté, che pure al 20 era andato in gol partendo, come Antonelli, in posizione di fuorigioco. Seconda rete giustamente annullata, spazio a un pretoriano di Gasperini come Beppe Sculli. L'assalto rossoblù è disordinato, il corner al 25 ne è lo specchio più fedele. Fetfatzidis per la testa di Antonelli, la spizzata per Gilardino è buona ma il centravanti finisce per ostacolare Burdisso, pronto alla stoccata. Uno dei pochi a non perdere lucidità è Matuzalem, cross delizioso dalla trequarti per Bertolacci, colpo di testa alto. GILA SPRECA, FESTA DORIANA - Mihajlovic chiede sacrificio a Maxi Lopez, l'argentino risponde con un destro secco dal limite dopo una buona azione personale: Perin respinge con i pugni e il mister serbo, memore delle beffe subite negli ultimi minuti contro Lazio e Bologna, rinforza il centrocampo, inserendo Obiang e Sestu per Soriano e l'ottimo Eder. Continuano i palloni buttata nell'area blucerchiata, continuano i colpi di testa del duo Mustafi-Gastaldello. La stanchezza del finale regala le ultime due emozioni: Sestu manca il colpo del ko su punizione tagliatissima di Gabbiadini, Gilardino spreca un cioccolatino offertogli da Antonini, non riuscendo a calciare a rete da pochi passi. Finisce così, doveva essere la notte della Sampdoria, della chimica, della festa di Maxi Lopez e di Sinisa Mihajlovic, di una scintilla che si è riaccesa e può portare la Samp verso il porto di una salvezza tranquilla. CRONACA CASINÒ DI VENEZIA. A GENNAIO INCASSI IN CRESCITA DEL 2,3% (JAMMA 04/02/2014) Il Casinò di Venezia ha chiuso il mese di gennaio 2014 con un incasso pari a euro registrando un incremento pari al 2,34% rispetto allo stesso periodo dell anno precedente. Nel mese si sono registrate presenze, 850 visite in più rispetto al pari periodo anno precedente, con una crescita dell 1,2% sul gennaio 2013 che aveva realizzato ingressi. Rassegna WEB di martedì 4 febbraio 2014 Pag. 11

12 La sede di Ca Vendramin Calergi ha realizzato nel mese incassi per euro, registrando un incremento record del 67,25% sul pari periodo anno precedente. Molto bene anche gli ingressi in crescita del 5,89% con visite nel 2014 rispetto alle presenze del gennaio La sede storica realizza nel mese 1,6 milioni di incasso netto tavoli, superando, da sola, del 54% il risultato del mese del settore tavoli del Casinò di Sanremo. Complessivamente le due sedi nel mese hanno totalizzato un incasso netto del settore tavoli pari a 4,5 milioni di euro con un incremento del 14,11% sul pari periodo 2013, consolidando la leadership di mercato in tale segmento con una quota di mercato del 34,16%. In particolare nel comparto chemin de fer, il Casinò di Venezia consolida la sua posizione di leader con una quota di maggioranza assoluta del 54,38%. La sede di Ca Noghera ha realizzato un incasso di euro con una flessione del 7,19% sull anno precedente. In lieve crescita gli ingressi (+0,26%) che si sono attestati a presenze rispetto alle visite di gennaio 2013 risultate pari a SGI, AL VIA LA CAMPAGNA SCOMMETTETE SOLO PRESSO CONCESSIONARI AUTORIZZATI (GIOCONEWS 04/02/2014) Dopo il lancio della campagna 'Scommettete solo presso concessionari autorizzati', ideata da Confindustria Sistema Gioco Italia con il sostegno dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli per individuare i punti gioco non autorizzati e favorire il gioco legale, garantendo la tutela di interlocutori istituzionali, Federazioni sportive e degli scommettitori stessi, e assicurando risorse preziose allo sport e al Paese, sono pronti e da oggi saranno affissi nei punti vendita i Manifesti. Con lo slogan 'Sì alle scommesse legali', queste locandine inviteranno gli scommettitori a verificare presso il sito Internet di Adm se il proprio punto scommesse abituale sia in possesso delle concessioni e autorizzazioni previste e, in caso contrario, a segnalarlo alle Forze dell'ordine o a Adm. A SIENA, UNA GIORNATA DI STUDI SULLA CURA DEL GAP E SUL GIOCO RESPONSABILE (GIOCONEWS 04/02/2014) Un incontro sul Gap a tutto tondo, fra esperienze residenziali di cura e iniziative per la diffusione di una cultura del gioco responsabile che coinvolgano politici, associazioni, gestori delle sale ed istituzioni. Lo promuovono, per lunedì 24 febbraio, Regione Toscana, Comune di Siena e Associazione Orthos. La giornata di studi è realizzata in collaborazione con: Università degli studi di Siena, Ordine dei medici della Provincia di Siena, ALEA-Associazione per lo studio del gioco d azzardo e dei comportamenti a rischio, Coordinamento Nazionale Gruppi per Giocatori d azzardo, Campagna Mettiamoci in gioco. COME PROMUOVERE IL GIOCO RESPONSABILE - Obiettivi dell incontro sono la presentazione del Progetto sperimentale 'Orthos' per il trattamento in ambito residenziale per giocatori patologici e di altre iniziative che si sono mosse in questa direzione e avviare su questo tema un confronto tra tutti i soggetti cointeressati al tema, al fine di verificare il possibile assetto normativo per gli interventi a favore delle dipendenze comportamentali. La giornata vuole essere anche l'occasione per presentare una strategia cittadina di 'gioco responsabile' che consenta di promuovere una rete di referenti in ambito istituzionale, privato-sociale e libero professionale in grado di contenere aspetti problematici già evidenziati e che potrebbero ulteriormente crescere in prospettiva, e un adeguata cultura del gioco che ne valorizzi le potenzialità senza sottovalutarne le componenti di rischio attraverso campagne di informazione, sensibilizzazione e prevenzione da comportamenti inadeguati rivolti in modo particolare alla fasce deboli e alla popolazione giovanile. COINVOLGERE I GESTORI - Si vuole inoltre proporre una strategia che coinvolga anche i gestori delle attività di gioco d azzardo tramite iniziative di aggiornamento destinate agli esercenti delle agenzie di gioco (ricevitorie, bar, sale giochi etc.) affinché possano intervenire in prima istanza nel contenimento delle Rassegna WEB di martedì 4 febbraio 2014 Pag. 12

13 forme autodistruttive di gioco, coerentemente alla filosofia del 'gioco responsabile' già adottata con successo in altri paesi europei. OPINIONI E COMMENTI AS.TRO. REGIONE LOMBARDIA: CON NUOVA DELIBERA DELLA GIUNTA SI DEFINISCONO I CRITERI APPLICATIVI DELLA LEGGE ANTI-SLOT (JAMMA 04/02/2014) Con la delibera che si allega alla presente nota, scrive in un comunicato l associazione As.tro. - la Giunta Regionale ha chiarito: che la moratoria sulle nuove installazioni di apparecchi non intacca l esistente e non vieta la sostituzione del congegno guasto o meritevole di cambio-titolo attualmente insediato, ivi compresa l eventualità di cambio imposto da evoluzioni normative. che la distanza tra la slot e il luogo sensibile dovrà essere misurata dal singolo Comune adottando il criterio più restrittivo tra quello che prevede un raggio di 500 metri dal baricentro del luogo sensibile, ovvero un raggio di 500 metri dall ingresso considerato come principale. Parte dei timori e delle perplessità espresse in precedente nota associativa, in ordine alla indeterminatezza dell applicazione della Legge Regionale, trovano pertanto conferma. Da un lato, infatti, la Giunta Regionale si avvede della necessità di pronunciarsi su come calcolare la distanza di protezione tra luogo sensibile e locale candidato alla nuova installazione di congegni (anche videogiochi); dall altro lato, conferma (implicitamente) come la Legge Regionale assegnasse alla Giunta solo e specificamente il compito di determinare la distanza massima e non anche le modalità di calcolo della stessa, le quali, pertanto, si confermano adottate con una procedura doppiamente sfornita di conforto normativo : il rinvio al Comune, infatti, non è conforme al testo della Legge Regionale, che sul punto non arreca competenze specifiche alle Municipalità, se non quella eventuale di adottare provvedimenti specifici di nuove individuazioni di luoghi sensibili; l assoggettamento dei Comuni ad una Linea guida regionale per l ottenimento del massimo effetto di allontanamento della slot dal luogo sensibile, infine, risulta anche essa determinazione dell esecutivo locale, che non è contemplata dalla Legge Regionale e che la Giunta ha deciso di introdurre per garantire uniformità di applicazione della Legge (della cui indeterminatezza si da quindi ulteriore riprova). STS. CONTRADDITTORIA L ORDINANZA DEL TAR LOMBARDIA SUGLI ORARI DELLE SLOT A LECCO, CHIESTA LA CORREZIONE (JAMMA 04/02/2014) Tramite i nostri legali, è stata immediatamente presentata istanza di correzione di quello che è un mero errore materiale nella stesura del testo dell ordinanza. E quanto comunica il Sindacato Totoricevitori Sportivi riferendosi all ordinanza con cui il Tar Lombardia il 29 gennaio scorso non ha sospeso l ordinanza del Comune di Lecco che limita l orario di accensione delle newslot, rigettando la richiesta di un tabaccaio. Circa l esito del giudizio, ancora non è stata detta l ultima parola spiega ancora il Sindacato. Vi è infatti una palese discrepanza tra la motivazione dell ordinanza, a totale favore del ricorrente, e il dispositivo, che rigetta l istanza. Per questo motivo, siamo fiduciosi circa l esito favorevole della questione che sarà nuovamente esaminata dal TAR Lombardia nei prossimi giorni. MONDO PRESENTE E FUTURO DELLE CASE DA GIOCO SOTTO LA LENTE DELL INTERNATIONAL CASINO CONFERENCE (GIOCONEWS 04/02/2014) Come di consueto, nella giornata che precede l apertura di Ice si tiene all ExCel di Londra la Conferenza internazionale sui casinò, giunta quest anno alla sua sesta edizione. Organizzata in Rassegna WEB di martedì 4 febbraio 2014 Pag. 13

14 collaborazione con l Eca, si tratta di un appuntamento annuale che mira a sondare le opportunità di crescita, anche attraverso la rimodulazione dei modelli di business e il ricorso a tecnologie innovative. Fitto il programma degli interventi di oggi, dopo il saluto del presidente Eca, si parlerà infatti dei progressi fatti verso una roadmap finalizzata al rafforzamento della cooperazione amministrativa, dei temi attinenti il gioco attualmente all attenzione della Commissione Europea, dell impatto della direttiva antiriciclaggio, argomento particolarmente scottante in Italia. Ancora, una sessione sarà dedicata alla possibile armonizzazione delle norme nazionali relative agli aspetti di licenza, tecnici e di protezione dei giocatori, con un particolare riferimento alla rivisitazione della tassazione per i casinò terrestri e a questo panel prenderà parte anche il dirigente Aams Francesco Rodano. GLI ALTRI TEMI - Sotto la lente dell Icc anche i mega progetti spagnoli: quello tuttora in essere di Barcelona World e quello, ormai tramontato, di Eurovegas, e ancora una sessione dedicata alle prospettive dei casinò terrestri sul gioco online, e sul temuto effetto cannibalizzazione, per terminare sulla convergenza tra gioco online e social gaming. ECA: MERCATO EUROPEO DEI CASINÒ HA CHIUSO A 6,3 MILIARDI NEL 2013 (AGIMEG - 04/02/2014) Ammonta a circa 6,3 miliardi di euro il mercato dei casinò in Europa nel Il dato è in calo di un ulteriore 3% rispetto all anno precedente quando si attestava sugli oltre 6,5 miliardi di euro. Sono alcune delle stime emerse oggi nel corso della conferenza annuale dell ECA, European Casino Association, che si è svolta a Londra. lp/agimeg RODANO (ADM): NEL GIOCO ONLINE SERVE UN INTERVENTO INCISIVO DELLA CE (JAMMA 04/02/2014) Un Europa troppo diversa, con realtà troppo distanti nella regolamentazione del gioco online. E questa la situazione descritta ad Agimeg da Francesco Rodano, capo dell Ufficio Gioco a distanza dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, in occasione della European Casino Association, in corso a Londra. E necessaria più incisività da parte della Commissione Europea ha detto per limare le disomogeinità tra i vari paesi. Questa diversità rende problematico il rilancio del settore dei giochi, possibile solo se gli stati membri individuano una serie di soluzioni e di interventi condivisi. Secondo i dati emersi nel corso della conferenza annuale dell ECA, European Casino Association, che si è svolta a Londra, ammonta a circa 6,3 miliardi di euro il mercato dei casinò in Europa nel Il dato in effetti è in calo di un ulteriore 3% rispetto all anno precedente quando si attestava sugli oltre 6,5 miliardi di euro. ANNETTE KOK: COLMARE DIVARIO TRA GIOCO ONLINE E TERRESTRE (GIOCONEWS 04/02/2014) Londra - Tempo di grandi fiere dedicate al gioco, a Londra e nello specifico all ExCel dove, dopo l Eag di gennaio, torna da oggi e sino al 6 febbraio Ice Totally Gaming, evento di riferimento per il settore del gioco con vincita. Una vetrina espositiva, ma anche un occasione di confronto e dibattito per gli operatori, con tanti momenti in calendario. Tra questi, ci sarà il consueto meeting annuale di Euromat, che si svolgerà nella mattinata di mercoledì 5 e al quale sarà presente, come d'abitudine, anche la Sapar che è una delle associazioni costituenti l organismo europeo. E proprio Annette Kok, presidente Euromat, analizza per Gioconews.it il mercato del gioco e le prospettive per il nuovo anno. Euromat non si aspetta che, nel 2014, la crisi economica sia pienamente superata. Proprio come altre industrie private, i membri di Euromat sono stati colpiti dalla crisi, mentre altre circostanze nelle quali l associazione ha dovuto operare durante l ultimo paio di anni sono diventate sempre più difficili. I divieti di fumo e, soprattutto, l aumento del gioco a distanza legale e illegale hanno reso più difficile il competere per la nostra industria fortemente regolamentata. Euromat apprezza le opportunità che vengono fornite attraverso la legalizzazione del gioco online in molti paesi europei, ma spesso manca ancora una parità di condizioni in cui gli operatori online e terrestri siano in grado di competere tra loro. Rassegna WEB di martedì 4 febbraio 2014 Pag. 14

15 Quali sono, a suo avviso, le urgenze imminenti per il settore del gioco? Il settore del gioco terrestre è spesso visto come una mucca da mungere da molti governi. Siamo fortemente regolamentati e tassati, mentre l industria online spesso non lo è ancora, a causa della mancanza di una normativa nazionale o riceve grandi vantaggi per la presenza di operatori illegali. Secondo il sistema fiscale danese, per esempio, le macchine terrestri sono soggette a una tassazione del 75%, mentre gli operatori di gioco online sono tassati solo del 20% delle loro entrate. Con i regimi fiscali preferenziali per il settore del gioco a distanza, i requisiti di legge e un quadro che semplicemente non garantisce la corretta applicazione delle norme, questa disparità di trattamento è scandalosa. La decisione è stata attualmente ritardata fino alla primavera del Euromat spera in un risultato positivo che potrebbe potenzialmente costituire un esempio per altri Stati membri che sono attualmente in fase di revisione della loro legislazione nazionale sul gioco. Inoltre Euromat osserva altre proposte di un ulteriore regolamentazione in vari Stati membri che colpiscono principalmente l industria terrestre. I nostri membri nazionali in Romania, Germania e Austria sono stati sotto pressione per anni e temono i piani del 2014, per non parlare dell esempio più scandaloso che è quello dell Ungheria, dove un anno fa sono state bandite le slot machine e da allora vi è stato un aumento significativo di gioco illegale. In aggiunta a questi sviluppi nazionali, Euromat osserva che Bruxelles sta diventando più importante che mai. È chiaro che le istituzioni dell Ue vogliono affrontare i problemi causati dall offerta di servizi di gioco online legali e illegali. Euromat è soddisfatta delle recenti iniziative che discutono la regolazione del gioco online, ma anche preoccupata perché mentre la legislazione nazionale spesso manca di armonizzazione nel campo della tassazione, i regolatori europei non riescono a fare una differenziazione necessaria tra le diverse forme di gioco. Il 4th Anti-Money Laundering è un buon esempio di come la Commissione abbia presentato una legislazione che richiederebbe a tutti i servizi di gioco di conformarsi alla legislazione sull antiriciclaggio di denaro negli Stati membri, anche se i rischi dipendono molto dalle puntate e quindi sono molto diversi per ogni settore del gioco. Euromat incoraggia la direttiva, ma crede anche che dovrebbe essere fatta una distinzione tra le attività a basso e ad alto rischio antiriciclaggio di denaro. La legislazione antiriciclaggio di denaro, per quanto riguarda il gioco terrestre, dovrebbe essere basata sulla valutazione dei rischi nazionali, evitando un ulteriore regolamentazione delle piccole e medie imprese dove non vi sono rischi di riciclaggio di denaro. Le fiere internazionali rappresentano un occasione per il business e lo scambio di informazioni tra gli operatori? Sono sempre interessanti opportunità per lo scambio di informazioni e di pratiche migliori, commercialmente e legalmente parlando. Alle fiere del gioco discutiamo degli sviluppi nazionali nel settore privato, dei problemi che affliggono il settore del gioco e del modo in cui tali questioni sono o dovrebbero essere trattate dalle autorità nazionali e transnazionali. Per il 2014, le fiere continueranno a rappresentare una grande opportunità per Euromat di alzare la voce a nome dell industria, chiedendo una parità di condizioni e assicurando che la nostra posizione venga presa in considerazione quando viene redatta una nuova legislazione. La European Gaming and Amusement Federation (Federazione europea su gioco e divertimento) è stata fondata nel 1979 e rappresenta l'industria del gioco a livello europeo. Euromat è composta da 20 associazioni nazionali di 15 paesi europei, con un giro d affari dell'industria di 21 miliardi di euro... L industria del gioco terrestre dà lavoro direttamente a un quarto di milione di cittadini europei e rappresenta il 27% del settore del gioco totale. La missione di Euromat è quella di contribuire alla creazione di un settore d affari e giuridico del gioco sano nell'unione europea. Diamo voce ai nostri membri su questioni commerciali e legislative che interessano gli affari del gioco terrestre e promuoviamo il dialogo con le istituzioni dell Ue e degli altri organi paneuropei per stimolare il dibattito e la consapevolezza, conclude. Rassegna WEB di martedì 4 febbraio 2014 Pag. 15

16 GIOCO ONLINE, SOCIAL GAMING E SCOMMESSE: ALL ICC DI LONDRA IL PUNTO SU NORME COMUNITARIE (GIOCONEWS 04/02/2014) "I mercati del gioco online, sia in Ue che negli Stati Uniti, sono sempre più diversi. Ogni nuova forma di regolamentazione nazionale è differente dalle altre: tutti fanno come vogliono, per questo non vedo possibili risultati positivi nel prossimo futuro ed è un problema serio per tutti. I mercati nazionali del gioco online - come vediamo in Italia o in Spagna - sono in forte sofferenza e sembrano ormai insostenibili per gli operatori: se non troviamo soluzioni condivise, sarà difficile fermare il declino". Lo ha detto Francesco Rodano, capo dell'ufficio Gioco a distanza dell'agenzia delle Dogane e dei Monopoli, durante una tavola rotonda della European Casino Association, in corso a Londra. La conferenza organizzata dall Eca è stata occasione anche per parlare di social gaming. Come si legge su Agipronews.it, Harrie Temmink della Commissione Ue ha ben evidenziato come non sarà facile trovare una soluzione anche se diversi sono stati i passi avanti negli ultimi 15 mesi, secondo Harrie Temmink della Commissione Ue: "Individuare standard comuni è rischioso, potremmo causare uno stop dello sviluppo della tecnologia da parte dell'industria del gaming. E anche un'armonizzazione fiscale è impensabile: la Commissione Ue non può partecipare ad un dibattito del genere, che compete solo agli stati membri". IL SOCIAL GAMING - Come pure, scetticismo sulla possibilità che si arrivi a breve a una regolamentazione a livello comunitario del social gaming. Secondo Temmink è una questione che conosciamo ma non credo che interverremo. I cittadini, in generale, hanno diritto a collegarsi liberamente ai siti che vogliono, spetta agli stati membri porre dei limiti. La questione, per quanto ci riguarda, è congelata e non ci saranno azioni nel prossimo futuro". PASSI IN AVANTI PER LA LOTTA ALLE SCOMMESSE TRUCCATE Invece, ci sono prospettive concrete per la lotta alle scommesse truccate. Entro l'estate ha anticipato Temmink - l'europa avrà una convenzione firmata dagli stati membri che conterrà le strategie per combattere il fenomeno del match-fixing. Immediatamente la Commissione invierà una raccomandazione agli stati membri e, dopo questo passaggio, potremo stringere accordi anche con enti e stati extraeuropei, in particolare asiatici, il continente dove le frodi hanno avuto spesso origine", ha concluso. UK: FINO A 10 ANNI DI RECLUSIONE PER I BARI DEL POKER ONLINE (AGIMEG - 04/02/2014) I giocatori di poker online britannici riconosciuti colpevoli di truffa ai tavoli online potrebbe presto rischiare di essere condannati fino a 10 anni di reclusione secondo emendamenti in discussione alla Camera dei Lord. Come riportato da The Telegraph, gli emendamenti sono stati presentati dall ex ministro dello sport Signore Moynihan, due volte presidente della British Olympic Association. Gli emendamenti segnala Agimeg mirano a dare sia alla polizia, sia ai tribunali più poteri contro i truffatori e aumentare la pena massima da 2 a 10 anni. Presentate soprattutto per affrontare la questione di partite di calcio truccate, già un reato penale, le modifiche al gioco d azzardo nel Regno Unito (su questioni di licenze e pubblicità) nelle fasi finali portrebbero in caso di approvazione conseguenze dirette anche per quanto riguarda per truffa e collusione nel poker. cz/agimeg Rassegna WEB di martedì 4 febbraio 2014 Pag. 16

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

dei cosiddetti ambienti dedicati

dei cosiddetti ambienti dedicati In risposta ad una richiesta di Sapar e con una propria circolare del 7 settembre l Amministrazione ha chiarito i vari dubbi interpretativi sugli ambienti dedicati introdotti dal Decreto del 22 gennaio

Dettagli

IL DIRETTORE. VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni;

IL DIRETTORE. VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni; Prot. n. 4084 AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI IL DIRETTORE VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni; VISTO l articolo 12, comma 1, lettera m), del decreto-legge

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

VADEMECUM SUI CIRCOLI PRIVATI La disciplina della somministrazione nei circoli privati. Le garanzie costituzionali

VADEMECUM SUI CIRCOLI PRIVATI La disciplina della somministrazione nei circoli privati. Le garanzie costituzionali VADEMECUM SUI CIRCOLI PRIVATI La disciplina della somministrazione nei circoli privati I circoli privati rappresentano, da sempre, un problema nella gestione delle attività di controllo sul territorio

Dettagli

BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti Erogatori di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio

BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti Erogatori di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio Aprile 2011 INDICE 1. ACCESSO ALLA PROCEDURA... 1 2. INSERIMENTO DATI...

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

DDL 1345-S in materia di delitti ambientali. (Approvazione in Senato 4 marzo 2015)

DDL 1345-S in materia di delitti ambientali. (Approvazione in Senato 4 marzo 2015) DDL 1345-S in materia di delitti ambientali. (Approvazione in Senato 4 marzo 2015) Il testo inserisce nel codice penale un nuovo titolo, dedicato ai delitti contro l'ambiente, all'interno del quale vengono

Dettagli

LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE

LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE Procedure per il controllo e la gestione delle irregolarità Lunedì 17 giugno 2013 Unioncamere Sala Convegni De Longhi Horti Sallustiani, Piazza

Dettagli

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773.

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773. Modulo di segnalazione certificata di inizio attività per la somministrazione di alimenti e bevande all' interno dei circoli privati da presentare in carta libera Spazio per apporre il timbro di protocollo

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE.

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. IL SEGRETARIO GENERALE con la capacità e con i poteri del privato

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via 1 ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via Pitagora n. 7 alle ore 20,00 si sono riuniti i Sigg.: - Iacobellis

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Prot. R.U. 20990 IL DIRETTORE DELL AGENZIA Visto il Regolamento generale delle lotterie nazionali approvato con Decreto del Presidente della Repubblica 20 novembre 1948, n.1677 e successive modificazioni;

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA AL COMUNE DI OLGIATE MOLGORA VIA STAZIONE 20 - OLGIATE MOLGORA (LC) GARA A PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA E TRASPORTO

Dettagli

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Ing. Francesco Porzio Padova, 5 Giugno 2013 f.porzio@porzioepartners.it

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che:

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che: Prospetto esplicativo riguardante i requisiti soggettivi per l abilitazione ai servizi del Programma per la Razionalizzazione negli Acquisti della Pubblica Amministrazione CONVENZIONI L art. 26, commi

Dettagli

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI Luca Menini, ARPAV Dipartimento di Vicenza via Spalato, 14-36100 VICENZA e-mail: fisica.arpav.vi@altavista.net 1. INTRODUZIONE La legge 447 del 26/10/95 Legge

Dettagli

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta)

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 Articolo -1 Denominazione e sede sociale STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 - E costituita con sede in. ( ) Via un Associazione sportiva, ai sensi degli art. 36 e ss. Codice Civile denominata

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette )

Regolamento Nazionale Specialità POOL 8-15 ( Buche Strette ) Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette ) SCOPO DEL GIOCO : Questa specialità viene giocata con 15 bilie numerate, dalla n 1 alla n 15 e una bilia bianca (battente). Un giocatore dovrà

Dettagli

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 Disposizioni di carattere finanziario indifferibili, finalizzate a garantire la funzionalità di enti locali, la realizzazione di misure in tema di infrastrutture, trasporti

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI Approvato con deliberazione G.C. n. 45 del 27/11/2008 esecutiva il 10/01/2009 Depositato in Segreteria Generale con avviso

Dettagli

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 REGIONE ABRUZZO Servizio Politica Energetica, Qualità dell aria, SINA Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 anno scolastico 2014-2015 1. PREMESSA La Regione Abruzzo - insieme al MIUR (Ministero della Pubblica

Dettagli

ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI

ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI SI AVVERTE CHE PER LA CORRETTA COMPILAZIONE DEL MOD.COM1, È NECESSARIA UNA PRELIMINARE ATTENTA LETTURA

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

Tuttocamere L. n. 82/1994 Pag. 1/5

Tuttocamere L. n. 82/1994 Pag. 1/5 L. 25 gennaio 1994, n. 82 (G.U. n. 27 del 3 febbraio 1994): Disciplina delle attività di pulizia, di disinfezione, di disinfestazione, di derattizzazione e di sanificazione. Art. 1 (Iscrizione delle imprese

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

Sezione A1) da compilare in caso di società, ente anche pubblico, fondazione, trust:

Sezione A1) da compilare in caso di società, ente anche pubblico, fondazione, trust: DICHIARAZIONE AI SENSI E PER GLI EFFETTI DEL D. LGS. N. 231 DEL 21 NOVEMBRE 2007 IN TEMA DI ANTIRICICLAGGIO MODULO DI IDENTIFICAZIONE E DI ADEGUATA VERIFICA DELLA CLIENTELA (AI SENSI DEGLI ARTT. 18 E 19

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO 1. Il presente Codice di Comportamento integrativo definisce, in applicazione dell'art. 54 del DLgs. n. 165/2001 come riformulato dall'art.1, comma

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

CODICE DELLE LEGGI ANTIMAFIA

CODICE DELLE LEGGI ANTIMAFIA CODICE DELLE LEGGI ANTIMAFIA [D.Lgs. 6 settembre 2011, n. 159 e ss.mm.ii. (di seguito Codice)] Entrata in vigore delle ultime modifiche (D.Lgs. n. 153/2014): 26 novembre 2014 D.P.C.M. n. 193/2014 Regolamento

Dettagli

COMUNE DI ROTTOFRENO Provincia di Piacenza SETTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: SE UFFICIO: COMMERCIO cod: ELENCO DEI PROCEDIMENTI

COMUNE DI ROTTOFRENO Provincia di Piacenza SETTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: SE UFFICIO: COMMERCIO cod: ELENCO DEI PROCEDIMENTI rev.0 -data:pagina 1 di 10 TTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: 01 COM 1- Esercizio di vicinato: (Sup di vendita fino a 250 mq.) apertura, trasferimento di sede, ampliamento della superficie, subentro, cessazione,

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

Al Responsabile del S.U.A.P.

Al Responsabile del S.U.A.P. Marca da bollo Da inviare al Comune competente mediante lettera A/R Al Responsabile del S.U.A.P. Comune di Penna Sant Andrea (TE) M0297/83-AB OGGETTO: Domanda di rilascio nuova autorizzazione di tipo A

Dettagli

COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE

COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE SUBINGRESSO NELL ESERCIZIO DELL ATTIVITÀ DI VENDITA SU AREE PUBBLICHE SIA DI TIPO A (su posteggi dati in concessione per dieci anni) SIA DI TIPO B (su qualsiasi area purché

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Programma di Compliance Antitrust Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 19 febbraio 2015 Rev 0 del 19 febbraio

Dettagli

P.O.S. (POINT OF SALE)

P.O.S. (POINT OF SALE) P.O.S. (POINT OF SALE) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121 Modena Telefono 059/2021111 (centralino)

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

Lettera d invito... 3. SEZIONE 1. PREMESSA, OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO... 4 1.1 Premessa... 4 1.2 Obiettivi e Aree di intervento...

Lettera d invito... 3. SEZIONE 1. PREMESSA, OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO... 4 1.1 Premessa... 4 1.2 Obiettivi e Aree di intervento... Bando Ambiente 2015 Sommario Lettera d invito... 3 SEZIONE 1. PREMESSA, OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO... 4 1.1 Premessa... 4 1.2 Obiettivi e Aree di intervento... 4 SEZIONE 2. CRITERI PER LA PARTECIPAZIONE

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

Indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Arezzo, che ha permesso di disvelare un articolato sodalizio criminale finalizzato all

Indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Arezzo, che ha permesso di disvelare un articolato sodalizio criminale finalizzato all Indagine Fort Knox Roma, 08 aprile 2014 Indagine Fort Knox Indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Arezzo, che ha permesso di disvelare un articolato sodalizio criminale finalizzato all

Dettagli

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La sicurezza non è negoziabile Nestlé è convinta che il successo a lungo termine possa essere raggiunto soltanto grazie alle sue persone. Nessun

Dettagli

PROGRAMMA. ANTICORRUZIONE E GESTIONE DELLA COSA PUBBLICA. ADEMPIMENTI, PRASSI OPERATIVA E MODELLI ORGANIZZATIVI 20 gennaio 2014

PROGRAMMA. ANTICORRUZIONE E GESTIONE DELLA COSA PUBBLICA. ADEMPIMENTI, PRASSI OPERATIVA E MODELLI ORGANIZZATIVI 20 gennaio 2014 PROGRAMMA ANTICORRUZIONE E GESTIONE DELLA COSA PUBBLICA. ADEMPIMENTI, PRASSI OPERATIVA E MODELLI ORGANIZZATIVI 20 gennaio 2014 Avv. Renato Botrugno - Avvocato in Roma La normativa prevista dalla legge

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA FORMAZIONE PER LA PA FINANZIATA DAL FSE PARTE II - CAPITOLO 2 LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA PROGRAMMAZIONE DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

Il Ministro della Pubblica Istruzione

Il Ministro della Pubblica Istruzione Prot. n. 30/dip./segr. Roma, 15 marzo 2007 Ai Direttori Generali Regionali Loro Sedi Ai Dirigenti degli Uffici scolastici provinciali Loro Sedi Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag.

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag. CODICE ETICO SOMMARIO Premessa Principi generali Art. I Responsabilità Art. II Lealtà aziendale Art. III Segretezza Art. IV Ambiente di Lavoro, sicurezza Art. V Rapporti commerciali Art. VI Rapporti con

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali?

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali? Domanda: Risposta (a cura di Maurizio Santoloci): Oggi un impresa edile che trasporta in proprio i rifiuti non pericolosi con proprio mezzo al contrario di quanto accadeva nella previdente disciplina deve

Dettagli

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 NORME GENERALI Art. 1 Validità del regolamento interno Il presente regolamento, derivante dai principi espressi dallo Statuto da cui discende, rappresenta le regole e le concrete

Dettagli

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT Perché l'ue disciplina gli appalti pubblici? La disciplina degli appalti fa parte degli obiettivi del mercato interno. Si

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

Guida a principi e pratiche da applicarsi a migranti e rifugiati

Guida a principi e pratiche da applicarsi a migranti e rifugiati OMI Guida a principi e pratiche da applicarsi a migranti e rifugiati Introduzione Il fenomeno dell arrivo via mare di rifugiati e migranti non è nuovo. Fin dai tempi più antichi, molte persone in tutto

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ALLIETAMENTO, DI TRATTENIMENTO E DI PUBBLICO SPETTACOLO

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ALLIETAMENTO, DI TRATTENIMENTO E DI PUBBLICO SPETTACOLO COMUNE DI SOCCHIEVE Prov. Udine REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ALLIETAMENTO, DI TRATTENIMENTO E DI PUBBLICO SPETTACOLO Approvato con deliberazione Del C.C. n 29 del 24/8/2007 REGOLAMENTO

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli articoli 73 e 80 del decreto

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli