Gian Marco Boccanera. CONCILIAZIONE & STRATEGIA: Meme Evolutivo del Sistema-Paese per fronteggiare la Crisi con Pax-Appeal e Web 2.0.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Gian Marco Boccanera. CONCILIAZIONE & STRATEGIA: Meme Evolutivo del Sistema-Paese per fronteggiare la Crisi con Pax-Appeal e Web 2.0."

Transcript

1 Gian Marco Boccanera CONCILIAZIONE & STRATEGIA: Meme Evolutivo del Sistema-Paese per fronteggiare la Crisi con Pax-Appeal e Web 2.0.

2 Mandato in stampa il 22 Novembre 2010 Prima edizione: anno 2010/2011 2

3 ai miei Figli, piccoli Gladiatori, Valerio Meridio e Simone Boccanera. 3

4 4

5 INDICE Introduzione 7 Capitolo primo. 17 Litigiosità: un Danno Nazionale con radici lontane Capitolo secondo 30 Strategia applicata al Sistema-Paese: l approccio di PAX-APPEAL 39 Il Meme Evolutivo della capacità di sopravvivere alla Crisi e di Tra-mandare il Sapere. Capitolo quarto 56 Conciliazione e Mediazione: lo stato dell arte. 5 Le intuizioni: Conciliazione Facilitata, Competenza ed Eupetenza 82 Gli strumenti innovativi: i Social Network e il Web 2.0 in chiave strategica. : 97 La dimensione metacontroversiale della soluzione e la creatività italiana come risorsa nazionale Bibliografia 5 Sitografia 5

6 6

7 NTRODUZIONE. Nel momento in cui state leggendo questo incipit, il mondo sta ancora sperimentando gli effetti, devastanti ed ancora non pienamente dispiegati, di una Crisi, che, per gravità ed intensità, viene spesso paragonata alla grande Crisi del 1929, che ha determinato una prolungata Recessione Mondiale, per lasciare poi il testimone al periodo di recupero e di ripresa che è iniziato con il programma strategico del New Deal del 1933/1937, tenacemente condiviso e realizzato dal Presidente U.S.A. Franklin Delano Roosevelt. Io penso che questa Crisi sia addirittura più ampia di qualsiasi altra sinora sperimentata, e che l orizzonte 5/10 anni di residua durata sicché ogni tentativo di affrontare con mezzi convenzionali una situazione assolutamente straordinaria come questa è destinato a non sortire effetto. E ce ne siamo accorti davvero, date le fortissime iniezioni di liquidità effettuate nel sistema economico americano che l ha generata (T.A.R.P.: Troubled Asset Relief Program) e le attuali politiche di salvataggi bancari -out) e di allentamento quantitativo della moneta (quantitative easingtuttora in pieno svolgimento. Sì, ma fino a quando potranno essere utili metodi tradizionali e convenzionali? E soprattutto a che prezzo? Quale è il prezzo che la Collettività sarà (ancora) disposta a pagare, senza vedere apprezzabili risultati di miglioramento? 7

8 tipico dello scampato pericolo, quando lunedì mattina 10 maggio scorso abbiamo appreso che da Bruxelles è stato varato un piano di aiuti di 750 miliardi di euro a garanzia della solvibilità della Grecia e di altri Paesi della nostra Euro-zone La dialettica tra il rigorismo e l'aiuto in extremis ha fatto prevalere quest'ultimo. Nella considerazione della scelta del male minore sione intimamente interessata: è ancora fresco il ricordo della sorte toccata alla Banca Lehman Brothers stessa e inaspettatamente lasciata al suo destino di default incontrollato, che ha intrecciato tutte le successive conseguenze sull'economia e sulla finanza, in domino perfetto. Provo un senso di soddisfazione a far parte della Community che ha proposto ed attuato un così importante atto di sostegno e di fiducia a favore di uno Stato membro dell'unione in difficoltà. Questo da una parte. dubbio di sostenibilità che sarà richiesto ai contribuenti europei, tra i quali noi italiani. Il prezzo sarà alto, anzi altissimo e sarà pagato in "moneta sociale", ovvero con rinunce di welfare che toccheranno a tutti. Prezzo tanto più caro quanto più manifesto in un momento in cui occorre prestare la massima cura e attenzione all allocazione strategica ed efficiente delle risorse pubbliche disponibili. 8

9 ll'orlo del collasso, troppo grandi per fallire, fanno intervenire i governi, collettivizzando le perdite, e continuando ad assumere rischi ulteriori al rialzo, come se nulla fosse stato. I governi fanno intervenire gli Stati quali garanti di ultima istanza, attraverso emissione di "bond" pubblici in sostituzione di quelli tossici, o invendibili. Gli Stati in difficoltà fanno intervenire l'unione Europea, quale garante, a sua volta, dell'indebitamento dei primi, acquisendone titoli pubblici, sui quali riversano la garanzia più ampia dell'unione intera, frazionandola poi tra i rispettivi Paesi in splitting di garanzie. Sì, ma fino a che punto? Fino a che punto siamo disposti ad arrivare? Ad un certo punto, non mutando né le cause, né gli attori che hanno dato luogo a questi perversi effetti, ci sarà bisogno di un Ente superiore che garantisca a sua volta l'unione Europea, pena il collasso del Sistema. Una sana riflessione sul tema è dovuta. Ed è dovuta PRIMA che la situazione si complichi avviandosi e avvitandosi pericolosamente sulla scoscesa china dell'irreparabile. Questa Crisi che stiamo vivendo non è come le altre che l'hanno preceduta, ma molto più grave, pervasiva, durevole e devastante. E non ha ancora pienamente spiegato effetti. L'onda lunga deve ancora arrivare e bisogna fare qualcosa per far sì che almeno qualcuno si trovi consapevolmente pronto ad affrontarne la dirompente portata. 9

10 ! " visione, cambiare abitudini e costumi, cambiare aspettative sul modo di vivere la vita, riappropriandoci dell essenza intima e non solo della forma esteriore delle cose. Forse è opportuno anche arrivare a ripensare il capitalismo, reinterpretandolo in chiave innovativa, sostenibile ed equitativa. Non siamo nati solo per possedere al fine di consumare, pensando di trarne effimera quanto sfuggente soddisfazione. Non esiste solo la materialità del corpo, ma anche la spiritualità e la conoscenza della mente, che, ugualmente al corpo, deve alimentarsi e così crescere sana e trasmettere alle altre menti che verranno il proprio patrimonio di pensiero. Migliorare la conoscenza è comprendere per sopra-vivere, ovvero per viveremeglio. Per vivere meglio e al (possibile) riparo dagli scossoni della Crisi attuale e da tutte le altre che la seguiranno per successiva talea. Un interessante spunto di meditazione mi è stato fornito da Jacques Attali francese, quando sostiene che i governi stanno basando le proprie strategie di contenimento della Crisi nel far pagare ai contribuenti di dopodomani gli errori dei banchieri di ieri, e i bonus dei banchieri di oggi. Fino a che punto possiamo spingerci in avanti con un tale azzardo morale, senza mettere mano alla base delle cose? Quousque tandem Catilina abutere patientia nostra?# Non sarà facile spiegare al ceto sociale medio e a quello di base che, ad un certo punto, saranno finiti gli aiuti a 10

11 sostegno del reddito, oltre ad essere finito pure il reddito, mentre dovranno contemporaneamente essere soddisfatti gli impegni internazionali che drenano sempre più liquidità e garanzie di Stato. E il reddito disponibile diminuisce sempre di più, mentre si intacca il patrimonio e il risparmio, già pesantemente falcidiato in passato da abusi, truffe, rapine e malversazioni di ogni genere. Qualcuno allora potrà iniziare a pensare di cercare il colpevole, e potrà subire il malevolo influsso di strumentalizzazioni da "caccia all'untore" di manzoniana memoria. Il rischio c'è. E gli appelli continui delle Istituzioni in tal senso lo lasciano intendere con chiarezza. Questo rischio deve necessariamente essere contenuto e minimizzato. Ciascuno deve fare la sua parte per evitare che il eclino economico stiamo sperimentando diventi una Ed è strategico l'apporto del SAPERE delle PROFESSIONI. In un epoca dove è messa in discussione l'essenza stessa del Turbocapitalismo, il deve riguadagnare posizioni perdute sul PRODURRE $ attraverso il pensiero creativo e innovativo semplicemente MIGLIORANDO quello che già c è e RISCOPRENDO alternative al P.I.L.. Come? %& Si possono trovare fonti e filoni di nuove attività, di Professioni, uniscono e non dividono i ceti sociali, sempre più distaccati gli uni dagli altri. 11

12 Le PROFESSIONI dovranno riscoprire l essenza sociale del loro essere, gettando ponti e non innalzando muri e steccati di presunte e inviolabili tutele anacronistiche di categoria. Le Professioni, unitamente alla ricerca dell'innovazione e alla riscoperta della creatività di cui sono, o dovranno ancora di più essere portatrici, possono essere un buon BALUARDO a sostegno della traballante ociale ' ( rinnovata impronta sociale (Social Footprint), per alcune assolutamente indispensabile. La Mongolfiera sociale si sta sgonfiando, proprio come una delle innumerevoli e nefaste bolle che sono comparse nell ultimo decennio. La Mongolfiera sociale sta perdendo quota e dovrà essere alleggerita da quegli elementi ponderali percepiti come rinunciabili, per evitare che si schianti. Alleggerita cioè di pesi poco utili e comunque rinunciabili rispetto ad altri, e come tali percepiti dall opinione pubblica. Le Professioni, a mio avviso, ed alcune più di altre, dovranno comprendere per tempo questa percezione e attivarsi con impegno, per riguadagnare molti punti sulla loro irrinunciabilità sociale, per essere considerate ancora necessarie, quanto alla loro esistenza e quanto alla loro consistenza. Penso all'avvio di una pervasiva COSCIENZA COLLETTIVA -prendere e condividere e non per separare. 12

13 $ il -appeal TUTTI i PROFESSIONISTI a favore di TUTTI I CITTADINI. % $)** +,, appannaggio di TUTTI i Professionisti, ad esempio con la CONCILIAZIONE FACILITATA. Penso poi all approccio Professionisti per migliorare procedure, protocolli ed opere nella P.A. Ed anche all'avvio della vera cura della polis (= Politica o Politeia), alla cura di ciò che è pubblico (repubblica o res publica), alla riscoperta dell'impagabile piacere di lavorare contribuendo alla soddisfazione immateriale di qualcuno più che alla fabbricazione strumentale di qualcosa. Le PROFESSIONI, a mio modo di vedere, hanno adesso una grande opportunità per conferire adeguato lustro al "!" "", come unità di informazione culturale. Il meme quale entità informativa che si autoreplica, divenendo "opinione pubblica" -. Il meme è un'idea, un valore, un'abilità, oppure qualsiasi altra cosa sia in grado di essere imparata e divulgata agli altri come unità. Il 13

14 ! trasferimento dell'informazione, la stessa cosa che il gene è per la genetica. Il meme, allora, come il gene può essere destinato a grandi cose: ad esempio a trasmettere in termini "virali", ovvero assolutamente pervasivi e pandemici, qualsiasi unità di INFORMAZIONE e di LINGUAGGIO e di CONCETTO che passa di mente in mente, da uomo a uomo, consapevolmente o inconsapevolmente. La diffusione della percezione ADESSO del gigantesco! PROFESSIONI eressi economici, sociali e nazionali a difesa dalla Crisi attuale e a difesa da quelle che seguiranno, è assimilabile ad un!" un Paese -riconosciuto dal mondo intero- come culla millenaria del Sapere e della cultura universale. L obiettivo di questo mio piccolo contributo editoriale sotto la forma di -book! di eviscerare le molteplici cause della Crisi, la maggior parte delle quali non rimosse ed ancora in grado di spiegare terribili e perversi effetti in sequenza sull economia e sulla vita civile, bensì è quello di comprendere come la Crisi possa essere fronteggiata con efficacia, mediante strumenti ora disponibili. Basterebbe saperli usare, e per il loro tramite come fossero speciali lenti - vedere con occhi e cultura diversi ciò che è dinanzi a noi e che ci attende al confronto. ( mento ad legere cioè a penetrare l essenza della lettura leggendovi dentro. 14

15 I contenuti di questo libro, anche multimediali e ipertestuali per la versione digitale sotto forma di e-book hy-txt articoli, video, pubblicazioni, commenti da me pubblicati sul sito sui miei Gruppi Linkedin di Conciliazione e Creatività: Professionisti Negoziatori di parte Incubatore Strategico: Idee e Progetti per il Sistema Paese Social @paxappeal), You-Tube, Facebook, Linkedin Xing Non in un confuso affastellarsi, bensì in una ordinata esposizione e consequenzialità, che è poi quella che ha sovrainteso alla strategia di comunicazione del mio Studio dal marzo 2009, data di ideazione del mio innovativo Progetto COMM-UNICO sulla CONCILIAZIONE e STRATEGIA. Tratteremo di Pax-Appeal, di Competenza ed Eupetenza, di ambito di indagine Metacontroversiale, di Meme, di Consilienza del Sapere, e di Resilienza. Termini non usuali, non convenzionali, quando addirittura neologismi di mio personale e recente conio, destinati a fungere da veicolo comunicazionale simbolico tra le idee e la loro efficace rappresentazione, a vantaggio della tutela del Sistema Paese. Un doveroso e sincero ringraziamento ai miei collaboratori, che mi hanno coadiuvato nella veloce realizzazione di quest opera breve, e in particolare a: dott.ssa Claudia Nuzzarello per la revisione delle bozze, 15

16 dott Fabio Grazioli e dott Giuseppe Barbagallo per l assistenza informatica alle innumerevoli problematiche di gestione digitale dei contenuti, dott. Marcello Corvo per la classificazione delle fonti di informazione. A Tutti Voi cari lettori e visitatori, un caloroso benvenuto e un invito al godimento di una buona lettura minded" "Esistono due tipi di persone che rompono le regole: i vandali e i visionari. I vandali le rompono perché non le sopportano, ma non propongono nulla in loro sostituzione. I visionari guardano oltre inventando un modo di fare meglio le cose. Sono loro che reinventano il gioco". Morgen Witzel. 16

17 CAPITOLO PRIMO. Litigiosità: un Danno Nazionale con radici lontane. La litigiosità nel nostro Paese è diventata un vero e proprio danno nazionale. Tutti litigano su tutto, in hobbesiana quanto anacronistica memoria (bellum omnium contra omnes homo homini lupus) $ esponenti, i cittadini tra di loro, le categorie e le classi sociali tra di loro, le famiglie tra loro e i componenti della stessa famiglia tra loro. Fatti e notizie di cronaca in questa direzione hanno ormai una cadenza quotidiana. In un momento delicato quanto quello attuale, ben e facilmente si comprende che questo atteggiamento d animo irrazionale e irragionevole e questo approccio solo conflittuale non fanno altro che complicare le cose, ed allontanare l adozione di importanti azioni di fronteggiamento della Crisi, che non sono oltremodo rinviabili. Le spese le farà la Collettività, tutta nel suo insieme, non nella sommatoria algebrica di alcuni soli suoi componenti. La " "$ fisiologico, poiché abbiamo ampiamente superato la patologia del conflitto non gestito, lasciato a sé stesso e non ricondotto entro ragionevoli limiti di accettabilità. In questo la nostra cultura, la nostra storia e le nostre abitudini sociali, insieme all inefficiente funzionamento dell intero Sistema Giustizia e della stessa Politica, che ha 17

18 da tempo abdicato al ruolo di guida della Società, hanno gravi e continuative responsabilità. La nostra Storia ci ricorda che veniamo dall esperienza medioevale e poi rinascimentale dei Comuni, dei Ducati, dei Regni, dei potentati locali, spesso in aperta avversione gli uni contro tutti gli altri. Talvolta all interno dello stesso potentato locale, la Storia ci ha tramandato ricordi di feroci e sanguinarie opposizioni. Ricordiamo i Guelfi contro i Ghibellini, ad esempio, all interno dello stesso Comune di Firenze. Vassalli, Valvassini e Valvassori, insieme al Delfinato di successione dinastica e alla sacramentazione del Nepotismo, poi, hanno continuato sulla stessa strada: quella di mantenere la separazione tra potentati e fungere da ostacolo all unificazione d Italia, che si è raggiunta a fatica solo nel lontano 1861, passando attraverso svariate invasioni e dominazioni straniere. Due guerre mondiali sostenute e combattute nel secolo scorso, unitamente alla successiva contrapposizione tra blocchi della guerra fredda (cold war), in cui la minaccia delle Forze del Patto di Varsavia faceva esattamente da contraltare a quella delle Forze del Patto Atlantico (N.A.T.O.), hanno consentito la perpetuazione della divisione tra popoli e tra diverse anime dello stesso popolo, come simboleggiato dal Muro di Berlino che divideva in due porzioni la stessa città e i suoi abitanti. In Italia, gli esiti della Seconda Guerra Mondiale e il periodo buio degli anni che quasi ha sconfinato nella guerra civile, ci hanno consegnato un Paese-cuscinetto tra i due blocchi delle superpotenze 18

19 iche mondiali U.S.A. e U.R.S.S., in cui contrapposizione. propaganda ed il mantenimento della strategia della tensione continua. Anche i partiti politici più rappresentativi dell epoca hanno avuto ben donde nel mantenimento di questo quo stessa ragion d essere in quanto contro a, in aperta opposizione di, unico baluardo ad evitare che. Il simbolismo che traspariva dalla stessa scelta del logo e del simbolo del partito accentuava questa percezione nell uomo comune. Il mantenimento e il radicamento sociale di una!"! della contrapposizione per principio ontologico determinato nella Società Civile un disinvolto e continuo ricorso al giudizio e al processo, che, se da una parte ha beneficiato il costante e continuo aumento del numero di Professionisti del diritto, dall altra ha portato all aumento esponenziale delle controversie, ormai ai limiti del collasso, a quasi cinque milioni di cause pendenti nel Sistema Giustizia Italiano. La Politica ha sempre tentato di rinviare la soluzione al problema, per non scontentare nessuno e non perdere così consenso elettorale. La Politica ha rinunciato da tempo al ruolo di indirizzo al miglioramento della Società, limitandosi ad assomigliarle, anche troppo, come da ultimo è sotto gli occhi di Tutti. Finché un bel giorno ci siamo svegliati dal torpore rilassato in cui siamo stati trastullati a! Crisi. Abbiamo 19

20 tardivamente realizzato che il Panem! essere a rischio e che i Circensesvano divertire poi così tanto. E tutto è iniziato a cambiare con una tale velocità e con una così profonda intensità, da lasciare disorientati anche i più attenti -makers esponenti della nostra classe dirigente. Il resto ce lo dice il susseguirsi, in inarrestabile climax, di notizie di economia e di cronaca degli ultimi tempi. La CRISI può essere fronteggiata, a mio avviso, non solo e non tanto ricorrendo a modalità tradizionali fondate sulla crescita a tutti i costi, quali ad esempio la tanto sbandierata carta della %&, auspicano sia necessario dover aumentare, per consentire una veloce quanto effimera -strategy IL PROBLEMA non è solo di efficiente correlazione tra input, per ottenere lo stesso output. Il problema è capire che, forse, vale la pena ripensare il concetto stesso di CORRELAZIONE MATERIALE tra INPUT e OUTPUT, poiché quello che si produce, più o meno efficientemente, poi dovrà essere venduto e non rimanere in magazzino, e tutto il processo produttivo dovrà essere SATISFATTIVO per tutti gli interlocutori e i portatori di interessi che vi hanno contribuito (stakeholders), finanche la Collettività. Su questo concetto esiste un acceso dibattito, che contribuisce ad alimentare l accennata ULTURA DELLA CONTRAPPOSIZIONE si materializza un circolo vizioso, ridondante, in moto perpetuo, poiché l immanenza della Crisi, che ogni 20

21 giorno sconfessa le negazioni sciamane della stessa finora propinate, fa aumentare il livello di litigiosità collettivo, e questo a sua volta peggiora gli effetti della Crisi in tutti gli ambiti del VIVERE CIVILE, non solo in quello prettamente economico. Aumento dei disvalori collettivi di un Paese, incuria per il Patrimonio di Beni e Valori pubblici, problemi di ordine pubblico generati dall insoddisfazione collettiva, aumento delle spese sanitarie per diagnosi, cura e trattamento di malattie generate dal conflitto, disgregazione sociale e aumento delle disparità tra classi, perdita di pezzi importanti del nostro Sistema produttivo, delocalizzazione all estero o chiusura di grandi e medie aziende, perpetuazione del Precariato giovanile anza civile anche su futilità, xenofobia montante: sono elementi chimici che aumentano di giorno in giorno, in combinazione potenzialmente esplosiva tra loro. Dovremmo fare qualcosa per tentare di arginare questa tendenza in atto. A mio avviso, occorre lavorare con APPROCCIO STRATEGICO su ciò che ci fa litigare, al fine di trovare un riconosciuta e apprezzata dalla maggior parte, che ci consenta di ' CONCORDARE. PC nella mia stanza a Studio, c è una parete con tanti quadri a giorno, di diversa dimensione e variamente posizionati, che mi ricordano i passi, gli avanzamenti e i miglioramenti (forse) della mia esperienza professionale. 21

22 / quello che intercetto spesso, quasi a cercare un inspirazione, alzando gli occhi in un momento di intenso e meditativo raccoglimento, quando devo fare appello a tutte le energie per potere esprimere al meglio il mio pensiero, contiene questa citazione: Hai una grande e luminosa vendetta contro i tuoi detrattori, quella di cercar di far Meglio, e costringerli a tacere colla tua Eccellenza: questa è la sola strada per trionfare. Se ti attieni ad altra, cioè a pietire, a giustificarti, a criticar tu pure per rappresaglia, ti apri un gran seminaio di guai, e perdi la Pace, che ti è necessaria per operare con pacato animo, e, quel che è peggio, perdi il Tempo nelle dispute, che devi consacrare al Lavoro. Antonio Canova PENSIERI SULLE ARTI. * determina costi personali e costi sociali di pesante e ormai insostenibile portata. Sul versante privato, la GESTIONE TRADIZIONALE del conflitto affronta tempi lunghissimi ed esiti incerti, persistente incomunicabilità tra le parti in lite (a svantaggio anche della tenuta di rapporti economici e 22

23 sociali magari consolidati), costi rilevanti e non sempre programmabili nell'entità, malumori e somatizzazioni, bassissimo livello di "felicità percepita", effetti sulla tenuta del "Sistema famiglia" e sulla tenuta della continuità aziendale del "Sistema impresa". Adesso, anche effetti negativi e perversi sulla tenuta del SISTEMA PAESE. Sul versante sociale, la GESTIONE TRADIZIONALE del conflitto assurge a importante variabile da osservare in termini di spesa pubblica e di welfare percepito dai cittadini-elettori. I rimedi tradizionali che il "Sistema Giustizia" è stato in grado di apprestare dovrebbero soddisfare l'aspettativa di giustizia in tempi rapidi e a costi certi. L'esperienza comune ci ha dimostrato che non è così, o che non sempre è così, pur negli sforzi fatti. I costi sociali del conflitto sono ancora più importanti di quelli individuali e privati, poiché sono rappresentativi di INTERESSI DIFFUSI. Quelli della Collettività, di cui tutti noi facciamo parte. Ragioniamo in termini di COSTO-OPPORTUNITA' rispetto alla migliore soluzione possibile, e pensiamo al costo dell'inquinamento e del traffico per spostamenti necessitati dalla gestione tradizionale del conflitto (per tutti gli anni in cui esso dura). Ma anche ai costi sanitari del Sistema Sanitario Nazionale per la cura e il trattamento di patologie che hanno una loro genesi nella interiorizzazione patologica di stati d'animo indotti dal conflitto e dalla sua diuturna perpetuazione. Ed ancora al costo legato alla capacità del Sistema-Paese 23

24 Italia di attrarre e/o mantenere investimenti esteri. Si pensi ancora al " CONFLITTUALITA' in sé, quale elemento tradizionale del popolo latino-mediterraneo, in termini di allungamento della -time la tempistica delle decisioni, di realizzazione della best execution, la migliore esecuzione di ciò che è demandato, di best practices, le migliori prassi da osservare, dell on going concern, la prospettiva di continuazione di opere e servizi pubblici ) pletamento e senza interruzione o stravolgimento delle aspettative momentanei del decisore politico di turno. " "$ " # compensazione e in stanze di raffreddamento, *! VERO danno nazionale di CRISI come quello attuale. In cui la LITIGIOSITA tende ad aumentare, aggravando ancora di più gli effetti della Crisi, in rischiosissimo avvitamento. Si deve uscire da questo infernale circolo vizioso. Mi piace ricordare un flash da film Western: quando i soldati del Generale Custer si trovarono improvvisamente accerchiati dalle truppe nemiche a Little Big Horn, si posizionarono spalla a spalla l'un l'altro e risposero al fuoco con prontezza, non certo questionando su chi dovesse sparare con la pistola e chi con il fucile, o chi dovesse impugnare la sciabola. 24

25 Ancora indietro nel tempo. Nelle antiche Legioni Romane l'arma difensiva collettiva più utilizzata era la +,,+, to in pochi secondi e con l'innovativo utilizzo di uno strumento, lo scudo rettangolare, CHE GIA' ERA IN DOTAZIONE, fornendo così alle truppe una formidabile difesa dinanzi ai pericoli e ai rischi. A patto però che ciascuno fosse GIA al suo posto, sapendo il da farsi, e "-!. alla difesa collettiva della Centuria intera. + altre, della Legione. Gli "/ & di 0, & poiché la solida struttura dell'impero che ne ha determinato la millenaria durata era supportata non solo dall'arte e dalla tecnica militare, ma anche dalle comunicazioni e dai trasporti, dall' arte di fabbricare, da quella di misurare, dall'arte organizzativa e fiscale, da quella artistica e figurativa, da quella idraulica e ingegneristica, da quella medica e sanitaria, da quella intellettuale e retorica, da quella storica e filosofica... e l'elenco potrebbe continuare a lungo. La Romana-Pax ha permesso di tra-mandare a noi sino ad oggi, quelle culture, quelle tradizioni, quelle religioni, quegli usi e costumi delle Genti riunite sotto la dominazione romana, come mai nessun altro grande popolo è stato in grado di riprodurre nei duemila anni successivi. PAX ROMANA (La pace romana) è divenuta un'espressione proverbiale già nel primo secolo d.c. ad indicare la pacificazione del mondo avvenuta sotto le 25

26 armi e il governo di Roma, portatrice di civiltà, ordine e giustizia, simboleggiata con fasto dall altare dell ARA PACIS augustea a Roma. Le Professioni italiane, TUTTE LE PROFESSIONI, adesso possono essere di grande ausilio, sia al -" culturale -+%+**') la tenuta delle spinte disgreganti della Crisi e per la stessa sopravvivenza della nostra Collettività, sia per la, INTERESSI NAZIONALI - ADESSO e con i tempi che corrono - assolutamente NECESSARI alla sopravvivenza della stessa Collettività. La forza di reazione di un Popolo in momento di Crisi come quello attuale, pesantissimo e dagli esiti ancora imponderabili, sta nella convinzione e nella cura che intende rivolgere agli interessi collettivi, agli interessi nazionali. Solo superando la dicotomia tra ciò che è pubblico=non è di nessuno e ciò che è mio=non è di nessun altro, abbiamo la possibilità di progredire nel senso di appartenenza ad un grande popolo riunito in una Nazione, erede in linea retta della "culla della civiltà" che fu la Roma Antica. I Professionisti, "!"" Professionisti, possono e DEVONO poter giocare un ruolo determinante nella diffusione di una rinnovata cultura di attenzione, rispetto e,0 DI ULTIMA ISTANZAnon di nessuno, ma 26

27 di ciascuno di noi, in indivisibile e rinnovata Community. L abitudine del Turbocapitalismo occidentale alla privatizzazione dei profitti e alla socializzazione delle perdite ha trovato una nuova declinazione nel cosiddetto 0. Tale è il fenomeno in cui si favorisce l'assunzione di alto rischio ( sbagliata non ricadono su chi l'ha presa ma su una più vasta platea collettiva, polverizzandone l effetto in capo a ciascuno. Esempi di grave azzardo morale sono emersi durante la attuale Crisi economica mondiale, che nasce - ricordiamolo -dal settore finanziario e dalle sue alchimie cartolarizzatrici. Se un banchiere assume rischi altissimi perchè in cuor suo ritiene che - in ogni caso e al verificarsi di ogni situazione estrema - la Banca sarà salvata dallo Stato, perché troppo grande per fallire (too big to fail), allora emerge in tutta la sua prepotenza l'azzardo morale, come animus che troppe volte ha sovrinteso a gravissimi comportamenti predatori, egoistici, dissoluti e completamente asociali da parte di pochi. Le critiche della Collettività ai salvataggi bancari, soprattutto nella recente esperienza dei Paesi anglosassoni, risiedono proprio sulla attenta considerazione di questo aspetto umano: si argomenta che gli interventi pubblici di sostegno potrebbero 27

28 alimentare in futuro l'assunzione di rischi sempre maggiori, perchè banchieri e finanzieri disinvolti coltiveranno l'aspettativa di poter contare sempre e comunque - su una rete di protezione su cui scaricare gli esiti negativi dei rischi assunti senza limite (. Nel caso di esiti positivi, invece, questi rimarranno a loro esclusivo ed individuale vantaggio, evitandone la condivisione del beneficio con la Collettività. La situazione tipica di AZZARDO MORALE si manifesta quando i costi del verificarsi di un determinato evento sono asimmetrici rispetto ai benefici di verificare l evento opposto. Ovvero incidono nel primo caso su una Collettività individuata come gruppo sociale, mentre nel secondo caso gratificano un assai più ristretto numero di persone, finanche una sola, che ne gode appieno individualmente, ut singulus. Anche i meccanismi e le dinamiche di retribuzione e di compenso si prestano facilmente a generare azzardi morali: i premi (bonus) e le altre forme di incentivazione troppo alti possono spingere il manager o l'operatore economico di vertice ad assumere rischi eccessivi, dal momento che, se le cose andranno male, incorrerà al massimo nel licenziamento; ma se le cose andranno bene, guadagnerà compensi stratosferici. 28

29 Mi piace a questo punto ricordare il filosofo Platone che sosteneva nella sua opera La Repubblica (Politeia) che lo Stato dovrebbe indicare un "!" compenso ne è alla base e chi al vertice. Un banchiere, così come un top manager, non può continuare a contare, senza apprezzabili conseguenze, su emolumenti e stipendi che sono volte superiori a quelli di chi è alla base della piramide aziendale, molte volte pure da precario. E ciò è opportuno, al fine di non creare eccessive disparità sociali, e per prevenire situazioni di potenziale azzardo morale, generatrici di possibile rivolta sociale, se non contenute. Circoscrivere e minimizzare le situazioni foriere di azzardo morale, è una delle questioni al momento più dibattute nell'ambito della regolamentazione finanziaria e dei sistemi di retribuzione e di incentivazione delle risorse umane top-level. Nel recente consesso del G20 riunitosi in novembre 2010 in Corea, sono emerse, da parte del FSB- Financial Stability Board, importanti direttrici di sviluppo politico per diminuire l azzardo morale. Circoscriverlo in via legislativa entro stringenti limiti, che tengano conto delle difficoltà indotte dalla Crisi nell economia domestica di ciascun Paese e della genesi - proprio di carattere finanziario- della stessa, sarà uno strumento a disposizione dei Governi per fronteggiare, in tempi utili, le feroci spinte disgreganti della oesione sociale. 29

Corporate Social Responsability

Corporate Social Responsability Corporate Social Responsability elemento strategico per il successo dell impresa Il significato La Corporate Social Responsability, in italiano Responsabilità Sociale delle Imprese, può essere definita

Dettagli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron Di Enrico Cheli Cheli: Dott. Boiron, lei è presidente del gruppo Boiron, leader mondiale nel campo dell omeopatia, e da anni

Dettagli

IL SIGNIFICATO DEI COMPITI A CASA: oltre la necessità di apprendimento

IL SIGNIFICATO DEI COMPITI A CASA: oltre la necessità di apprendimento IL SIGNIFICATO DEI COMPITI A CASA: oltre la necessità di apprendimento Riflessioni su tempo, sviluppo, regole, autonomia, fiducia, sostegno Dr.ssa Nadia Badioli IL SENSO DEI COMPITI STRUMENTO PER: incentivare

Dettagli

L ARTE DELLA CREAZIONE CONSAPEVOLE

L ARTE DELLA CREAZIONE CONSAPEVOLE L ARTE DELLA CREAZIONE CONSAPEVOLE GUIDA PRATICA IN 5 PASSI Sabrina Quattrini www.seichicrei.it Attenzione! Questo manuale contiene materiale protetto dalle leggi sul Copyright nazionale ed internazionale.

Dettagli

Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326

Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326 Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326 Intervento di Stefano Tabò Condivido molto, quasi tutto di quello che è

Dettagli

Capitolo 33: Beni Pubblici

Capitolo 33: Beni Pubblici Capitolo 33: Beni Pubblici 33.1: Introduzione In questo capitolo discutiamo le problematiche connesse alla fornitura privata dei beni pubblici, concludendo per l opportunità dell intervento pubblico in

Dettagli

PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI

PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI Cos è la meditazione e a cosa serve nel processo educativo La meditazione

Dettagli

«Sono delle teste dure!» ma è proprio vero?

«Sono delle teste dure!» ma è proprio vero? «Sono delle teste dure!» ma è proprio vero? Consigli per motivare al comportamento sicuro sul lavoro Forse vi è già capitato di trovarvi nei panni di questo allenatore di hockey e di pensare che i vostri

Dettagli

10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi. Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti

10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi. Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti 10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti Nel 2013 hanno chiuso in Italia oltre 50.000 aziende, con un aumento di oltre

Dettagli

Capitolo 5 RELAZIONI INTERORGANIZZATIVE

Capitolo 5 RELAZIONI INTERORGANIZZATIVE Capitolo 5 RELAZIONI INTERORGANIZZATIVE Il successo delle aziende, oggi, dipende dalla collaborazione e dalle partnership con altre organizzazioni. Emergono sempre di più le reti di organizzazioni. Oggi

Dettagli

LA BILATERALITA NEL TERZIARIO: UN MODELLO DI RESPONSABILITA CONDIVISE PER UNA NUOVA STAGIONE DI CRESCITA

LA BILATERALITA NEL TERZIARIO: UN MODELLO DI RESPONSABILITA CONDIVISE PER UNA NUOVA STAGIONE DI CRESCITA LA BILATERALITA NEL TERZIARIO: UN MODELLO DI RESPONSABILITA CONDIVISE PER UNA NUOVA STAGIONE DI CRESCITA Intervento del Direttore Generale Francesco Rivolta Roma, 20 ottobre 2011 Condividere per crescere.

Dettagli

Partecipazione e processi decisionali.

Partecipazione e processi decisionali. Partecipazione e processi decisionali. La legge regionale della Toscana sulla partecipazione: principi, finalità, contenuti. Antonio Floridia Responsabile del settore Politiche per la partecipazione Giunta

Dettagli

Carta d Identità del CNGEI

Carta d Identità del CNGEI Carta d Identità del CNGEI "Il nostro è un movimento libero, accanitamente, irriducibilmente libero da ingerenza politica, confessionale o di interesse e deve rimanere tale contro chiunque fosse di diverso

Dettagli

LA VINCOLATA LIBERTA DEL VOLONTARIO

LA VINCOLATA LIBERTA DEL VOLONTARIO LA VINCOLATA LIBERTA DEL VOLONTARIO di Lorenzo Sartini 1. Quali necessità nell azione del volontario? Ciò che contraddistingue le associazioni di volontariato fra le altre organizzazioni che agiscono per

Dettagli

è lo spazio che intercorre tra gli obiettivi degli interessati che hanno la volontà di

è lo spazio che intercorre tra gli obiettivi degli interessati che hanno la volontà di Sessione La negoziazione Introduzione INTRODUZIONE Il presente modulo formativo ha lo scopo di aiutare il manager a riesaminare le dinamiche interpersonali e le tecniche che caratterizzano una negoziazione

Dettagli

Nel segno della Memetica

Nel segno della Memetica Nel segno della Memetica Come si spiega il diffondersi di ideologie e di culti? Quali sono i meccanismi che consentono la diffusione di massa ad un'idea piuttosto che un'altra? Come è possibile ottenere

Dettagli

Favorire l autostima nel bambino. Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it segreteria@mariodipietro.it

Favorire l autostima nel bambino. Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it segreteria@mariodipietro.it Favorire l autostima nel bambino Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it segreteria@mariodipietro.it 1 Un senso di impotenza si sviluppa in seguito all incapacità di influenzare positivamente le proprie

Dettagli

MICHAIL KALECKI ASPETTI POLITICI DEL PIENO IMPIEGO

MICHAIL KALECKI ASPETTI POLITICI DEL PIENO IMPIEGO MICHAIL KALECKI ASPETTI POLITICI DEL PIENO IMPIEGO 1943, versione riveduta nel 1970 Il problema di garantire il pieno impiego tramite l espansione della spesa pubblica, finanziata col debito pubblico,

Dettagli

La Manipolazione Mentale

La Manipolazione Mentale La Manipolazione Mentale Argomento vasto e complesso per le tante sfaccettature che può presentare. Innanzitutto poniamoci una domanda: cosa si intende per manipolazione mentale? Vuol dire semplicemente

Dettagli

Advocacy e volontariato

Advocacy e volontariato Advocacy e volontariato Fabio Ragaini Condizioni e strumenti Con questo contributo si intende intervenire nei confronti della retorica, spesso insopportabile, che accompagna la riflessione sul ruolo delle

Dettagli

Cos è il Marketing del consiglio?

Cos è il Marketing del consiglio? Cos è il Marketing del consiglio? Il Marketing del consiglio è uno dei metodi di commercializzazione dei prodotti con la crescita più rapida e peggio compresi al giorno d oggi. Marketing significa semplicemente

Dettagli

REPEATPLEASE.IT : RIPETIZIONI ON LINE PER STUDENTI UNIVERSITARI E DELLE SCUOLE SUPERIORI

REPEATPLEASE.IT : RIPETIZIONI ON LINE PER STUDENTI UNIVERSITARI E DELLE SCUOLE SUPERIORI REPEATPLEASE.IT : RIPETIZIONI ON LINE PER STUDENTI UNIVERSITARI E DELLE SCUOLE SUPERIORI LICEO SCIENTIFICO MUSICALE MARCONI PESARO PROGETTO REALIZZATO DA: LETIZIA CARONI, THOMAS PARADISI, DENIS ESPOSITO

Dettagli

Leadership Judgement Indicator

Leadership Judgement Indicator Leadership Judgement Indicator Michael Lock, Robert Wheeler, Nick Burnard e Colin Cooper Adattamento italiano di Palmira Faraci RAPPORTO INTERPRETATIVO Nominativo: Codice test: Data della prova: 09/01/2012

Dettagli

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE - di Deepak Chopra Sette esercizi spirituali per portare la pace all interno delle tua vita e nel mondo che ti circonda. L approccio alla trasformazione personale

Dettagli

La politica monetaria

La politica monetaria Lezione 27 1 consiste nelle decisioni delle autorità monetarie che influenzano il tasso di interesse. Come abbiamo visto, le banche centrali mediante le operazioni di mercato aperto possono influenzare

Dettagli

Tre prerequisiti per essere stimolati a imparare qualcosa di nuovo

Tre prerequisiti per essere stimolati a imparare qualcosa di nuovo Tre prerequisiti per essere stimolati a imparare qualcosa di nuovo 1. Ritrattazione o mancanza di conferma Una persona non va alla ricerca di aiuto se non si trova di fronte a un problema come, ad esempio,

Dettagli

ALL.A - CURRICOLO D ISTITUTO

ALL.A - CURRICOLO D ISTITUTO ALL.A - CURRICOLO D ISTITUTO CURRICOLO SCUOLA DELL INFANZIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA (dalle INDICAZIONI NAZIONALI) IL SE E L ALTRO: Il bambino gioca

Dettagli

ricercatore presso l Istituto di Formazione politica «Pedro Arrupe» di Palermo

ricercatore presso l Istituto di Formazione politica «Pedro Arrupe» di Palermo Empowerment di Giuseppe Burgio Insegnante e formatore; ricercatore presso l Istituto di Formazione politica «Pedro Arrupe» di Palermo Tra le parole straniere ormai di uso corrente, empowerment è una delle

Dettagli

Gestione del gruppo di lavoro: motivazione e coaching

Gestione del gruppo di lavoro: motivazione e coaching Gestione del gruppo di lavoro: motivazione e coaching Il team Un gruppo di persone che: condividono uno scopo, hanno un obiettivo in comune collaborano, moltiplicando le loro risorse condividono i vantaggi

Dettagli

IV Forum Confcommercio sul Fisco

IV Forum Confcommercio sul Fisco IV Forum Confcommercio sul Fisco Intervento del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan al IV Forum Confcommercio sul Fisco Meno tasse, meno spesa Binomio per la ripresa Roma, 22

Dettagli

PAOLA TOSATO LA LEGGE DI ATTRAZIONE DEL DENARO

PAOLA TOSATO LA LEGGE DI ATTRAZIONE DEL DENARO PAOLA TOSATO Anteprima di: LA LEGGE DI ATTRAZIONE DEL DENARO Migliora il Tuo Rapporto con la Ricchezza per Raggiungere la Prosperità Economica 2 Titolo LA LEGGE DI ATTRAZIONE DEL DENARO Autore Paola Tosato

Dettagli

Domande in materia di gestione per l Amministrazione federale

Domande in materia di gestione per l Amministrazione federale Domande in materia di gestione per l Amministrazione federale Le Domande in materia di gestione sostituiscono le Direttive sulla gestione nell amministrazione federale (DGA) del 1974. Si fondano sulla

Dettagli

INDICE. 1.Perché fare Qualità. 2. Qualità e non-qualità. 3. Le potenzialità del Sistema di gestione. 4. La ISO 9001:2015

INDICE. 1.Perché fare Qualità. 2. Qualità e non-qualità. 3. Le potenzialità del Sistema di gestione. 4. La ISO 9001:2015 LE NOVITA INDICE 1.Perché fare Qualità 2. Qualità e non-qualità 3. Le potenzialità del Sistema di gestione 4. La ISO 9001:2015 1. PERCHE FARE QUALITA Obiettivo di ogni azienda è aumentare la produttività,

Dettagli

Capitolo primo IL FINANZIAMENTO PUBBLICO DELL ISTRUZIONE: LE RAGIONI ECONOMICHE

Capitolo primo IL FINANZIAMENTO PUBBLICO DELL ISTRUZIONE: LE RAGIONI ECONOMICHE Capitolo primo IL FINANZIAMENTO PUBBLICO DELL ISTRUZIONE: LE RAGIONI ECONOMICHE L istruzione è un servizio complesso, nel quale l intervento pubblico è tradizionalmente ampio in tutti i paesi. In Italia,

Dettagli

LE PAROLE CHE PESANO. Hotel Remilia 20/05/2014. Ciclo Magramente

LE PAROLE CHE PESANO. Hotel Remilia 20/05/2014. Ciclo Magramente LE PAROLE CHE PESANO Hotel Remilia 20/05/2014 Ciclo Magramente Pag. 01 IL LINGUAGGIO CHE PESA Hai mai pensato che il linguaggio che usi possa influenzare la tua autostima e il tuo peso? Rifletti un secondo:

Dettagli

Riflessioni sul valore dell amicizia Ogni uomo è un isola - Nessun uomo è un isola

Riflessioni sul valore dell amicizia Ogni uomo è un isola - Nessun uomo è un isola Riflessioni sul valore dell amicizia Ogni uomo è un isola - Nessun uomo è un isola La frase, tratta da un noto film con Hugh Grant ( About a boy ), apre la strada a importanti riflessioni sul valore a

Dettagli

ALLEGATO 4. Scuola Primaria. Parametri di valutazione per la scuola primaria DESCRITTORI-INDICATORI

ALLEGATO 4. Scuola Primaria. Parametri di valutazione per la scuola primaria DESCRITTORI-INDICATORI ALLEGATO 4 Scuola Primaria Parametri di valutazione per la scuola primaria DESCRITTORI-INDICATORI VOTO Eccellenti competenze e pieno controllo degli aspetti tecnici e formali. Rivela creatività, logica

Dettagli

La valorizzazione delle risorse umane come vantaggio competitivo

La valorizzazione delle risorse umane come vantaggio competitivo Le relazioni della Giornata Tecnica ANTIM di Parma La valorizzazione delle risorse umane come vantaggio competitivo di Lorenzo Morandi - L.M.Consulting La motivazione non è una caratteristica intrinseca

Dettagli

Communication Strategies Lab via Laura 48 50121 Firenze tel +39 055 2756196 email info@csl.unifi.it website www.csl.unifi.it 1

Communication Strategies Lab via Laura 48 50121 Firenze tel +39 055 2756196 email info@csl.unifi.it website www.csl.unifi.it 1 Luca Toschi intervista Jose Antonio Cordón García sul futuro delle biblioteche, della lettura e della scrittura digitale Il patrimonio storico, artistico, ambientale come risorsa. Dalle prediche alle pratiche

Dettagli

Organizzazione come Cervello

Organizzazione come Cervello Organizzazione come Cervello Molte sono state le considerazioni fatte per descrivere la funzione del cervello: Una sofisticata banca dati Un sistema complesso di reazioni chimiche che danno vita ad azioni

Dettagli

Daniela Turato, Università degli Studi di Padova

Daniela Turato, Università degli Studi di Padova Riccardo Ferrigato, Il terzo incomodo. Critica della fecondazione eterologa, San Paolo, 2015, pp. 160, 14.00, ISBN 9788821595035 Daniela Turato, Università degli Studi di Padova Il terzo incomodo. Critica

Dettagli

79 a Giornata Mondiale del Risparmio. Intervento di Maurizio Sella Presidente dell Associazione Bancaria Italiana

79 a Giornata Mondiale del Risparmio. Intervento di Maurizio Sella Presidente dell Associazione Bancaria Italiana 79 a Giornata Mondiale del Risparmio Intervento di Maurizio Sella Presidente dell Associazione Bancaria Italiana Roma, 31 ottobre 2003 Signor Ministro dell Economia, Signor Governatore della Banca d Italia,

Dettagli

professionisti e non, e familiari con un totale di 67 beneficiari, tra cui la maggioranza erano pazienti psichiatrici, anziani e disabili.

professionisti e non, e familiari con un totale di 67 beneficiari, tra cui la maggioranza erano pazienti psichiatrici, anziani e disabili. Testimonianza presentata al Convegno Amministrazione di sostegno e Volontariato svoltosi a Bologna il 14 ottobre 2011 Avvocato Carla Baiesi, Amministratore di Sostegno Mi è stato chiesto di dare al mio

Dettagli

Paolo Capuano La crisi finanziaria internazionale. Il ruolo della funzione di risk management delle banche

Paolo Capuano La crisi finanziaria internazionale. Il ruolo della funzione di risk management delle banche A13 Paolo Capuano La crisi finanziaria internazionale Il ruolo della funzione di risk management delle banche Copyright MMXIII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele

Dettagli

Consenso Informato Consenso informato per il Counseling Transpersonale

Consenso Informato Consenso informato per il Counseling Transpersonale Training di formazione in Counseling Transpersonale Accreditata da Faip Counseling Consenso Informato Consenso informato per il Counseling Transpersonale 1. CHE COSA E LA BIOTRANSENERGETICA (BTE)? La BTE

Dettagli

Cosa succede all uomo?

Cosa succede all uomo? Cosa succede all uomo? (utilizzo uomo o uomini in minuscolo, intendendo i maschietti e Uomo o Uomini intendendo il genere umano) Recentemente, mi sono trovato in discorsi dove donne lamentavano di un atteggiamento

Dettagli

l intervento, la ricerca che si sta progettando)

l intervento, la ricerca che si sta progettando) Definizione delle motivazioni che richiedono l attuazione del progetto (contesto e target) Il motivo è quello di lasciare a tutti un pensiero sull essere felici. Definizione chiara e coerente degli obiettivi

Dettagli

15^ Congresso AIAF ASSICOM ATIC FOREX

15^ Congresso AIAF ASSICOM ATIC FOREX 15^ Congresso AIAF ASSICOM ATIC FOREX Milano, 21 febbraio 2009 Alessandro Profumo CEO UniCredit Group Relazione Introduttiva In questi ultimi anni il sistema finanziario internazionale è stato caratterizzato

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

XXV Convegno Nazionale, Torino, gennaio febbraio 1998. Guido Maura 1

XXV Convegno Nazionale, Torino, gennaio febbraio 1998. Guido Maura 1 XXV Convegno Nazionale, Torino, gennaio febbraio 1998 Telefono amico e le contraddizioni della società della comunicazione Guido Maura 1 Telefono Amico, come altri servizi dedicati a favorire contatti

Dettagli

L Ethos ritrovato di Stefano Montobbio Responsabile Sri di BSI

L Ethos ritrovato di Stefano Montobbio Responsabile Sri di BSI L Ethos ritrovato di Stefano Montobbio Responsabile Sri di BSI L a Storia perde i pezzi. Non capita sempre, soltanto qualche volta. Alcune cose vengono rimosse, dimenticate e spesso sono gli aspetti più

Dettagli

Basi del Processo Decisionale con il Consenso

Basi del Processo Decisionale con il Consenso Basi del Processo Decisionale con il Consenso Questo documento è pensato per servire come introduzione al processo decisionale basato sul consenso per le comunità che stanno provando sul campo le proposte

Dettagli

Obiettivo Specifico Le azioni previste per il raggiungimento della creazione dello spazioattiva idee sono:

Obiettivo Specifico Le azioni previste per il raggiungimento della creazione dello spazioattiva idee sono: :.. la res publica è cosa del popolo; e il popolo non è un qualsiasi aggregato di gente, ma un insieme di persone associatosi intorno alla condivisione del diritto e per la tutela del proprio interesse

Dettagli

SCUOLA MEDIA STATALE F. GUARINI SOLOFRA

SCUOLA MEDIA STATALE F. GUARINI SOLOFRA SCUOLA MEDIA STATALE F. GUARINI SOLOFRA I. Introduzione COUNSELING E COUNSELOR Attualmente nella sua definizione più ampia, il termine Counseling indica la relazione d aiuto che si instaura tra una persona

Dettagli

L alternativa del Commercio Equo e Solidale

L alternativa del Commercio Equo e Solidale L alternativa del Commercio Equo e Solidale Non si vede bene che col cuore. l essenziale è invisibile agli occhi. (Antoine de Saint-Exupery) Il Commercio Equo e Solidale e' un approccio alternativo al

Dettagli

Prefettura Ufficio Territoriale del Governo di Torino

Prefettura Ufficio Territoriale del Governo di Torino INTERVENTO DEL PREFETTO DI TORINO, DOTT. GOFFREDO SOTTILE, AL CONVEGNO BANCHE E SICUREZZA 2005 - SOLUZIONI, STRUMENTI E METODOLOGIE PER UNA NUOVA STRATEGIA DI PROTEZIONE ROMA - 6/7 GIUGNO 2005 Dall angolo

Dettagli

Consumeeting 2013. Consumatori, Imprese e Istituzioni: idee a confronto

Consumeeting 2013. Consumatori, Imprese e Istituzioni: idee a confronto Consumeeting 2013. Consumatori, Imprese e Istituzioni: idee a confronto Abstract dei risultati 1 Contesto: percezioni sulla situazione economica La crisi economica continua ad essere fonte di costanti

Dettagli

Counseling nutrizionale Gallieno Marri

Counseling nutrizionale Gallieno Marri Counseling nutrizionale Gallieno Marri Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita Cos è il Counseling Dal latino consulo-ĕre: "consolare", "confortare", "venire in aiuto. cum ("con",

Dettagli

educazione finanziaria atelier condividere con voi la mia esperienza di insegnamento

educazione finanziaria atelier condividere con voi la mia esperienza di insegnamento Ringrazio gli organizzatori e i colleghi che hanno deciso di dedicare il loro tempo a questa iniziativa. Mi presento. Io insegno EIF e FA nei corsi di Laurea di Economia: quindi insegno a ragazzi grandi

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

I Rapporti Alternativi nelle Letture di Cayce!

I Rapporti Alternativi nelle Letture di Cayce! I Rapporti Alternativi nelle Letture di Cayce *** Una delle controversie più forti di questi tempi sul sesso, forse anche di tutti i tempi, riguarda la ricerca di relazioni sessuali al di fuori del matrimonio.

Dettagli

ECONOMIA E QUALITA DELLA VITA a misura di bambino RICORDANDO DANIELA FURLAN IL PROF. BARATELLA E TANTI ALTRI...

ECONOMIA E QUALITA DELLA VITA a misura di bambino RICORDANDO DANIELA FURLAN IL PROF. BARATELLA E TANTI ALTRI... ECONOMIA E QUALITA DELLA VITA a misura di bambino RICORDANDO DANIELA FURLAN IL PROF. BARATELLA E TANTI ALTRI... 1 2 DENARO EURO ALTRE VALUTE CAMBIO CALCOLI BANCONOTE MONETE STORIA del denaro CONIO ALTRI

Dettagli

I QUATTRO ELEMENTI ARIA ACQUA

I QUATTRO ELEMENTI ARIA ACQUA Scuola dell Infanzia Porto Cervo 1 SEZIONE Insegnanti: Derosas Antonella, Sanna Paola I QUATTRO ELEMENTI ARIA ACQUA TERRA FUOCO SETTEMBRE: Progetto accoglienza: Tutti a scuola con i quattro elementi OTTOBRE-

Dettagli

SINERGO Società Cooperativa Sociale onlus Viale Alfieri n. 10, 46100 Mantova C.F. P.iva 02114040203 Tel/Fax 0376/367555 Cell.

SINERGO Società Cooperativa Sociale onlus Viale Alfieri n. 10, 46100 Mantova C.F. P.iva 02114040203 Tel/Fax 0376/367555 Cell. Spett.le Dott. Beccari Direttore di IAL Lombardia Alla cortese attenzione Del Direttore dott. Beccari Oggetto: Quanto si propone è diretta emanazione del progetto Alla faccia del disagio!, esso ha generato

Dettagli

Principi base delle ONG di Sviluppo e di Aiuto Umanitario dell Unione Europea

Principi base delle ONG di Sviluppo e di Aiuto Umanitario dell Unione Europea C A R T A D E L L E O N G D I S V I L U P P O Principi base delle ONG di Sviluppo e di Aiuto Umanitario dell Unione Europea 1 CARTA DELLE ONG DI SVILUPPO Principi base delle ONG di Sviluppo e di Aiuto

Dettagli

MANIFESTO APERTO VERSO IL PATTO COMUNITARIO VENETO Per una Responsabilità Sociale d Impresa e di Territorio

MANIFESTO APERTO VERSO IL PATTO COMUNITARIO VENETO Per una Responsabilità Sociale d Impresa e di Territorio OLTRE LA CRISI MANIFESTO APERTO VERSO IL PATTO COMUNITARIO VENETO Per una Responsabilità Sociale d Impresa e di Territorio Nel nostro mondo sempre più globalizzato viviamo in una condizione di interdipendenza

Dettagli

Il cyberspace: nuovi luoghi per formare, condividere e conoscere - INTRODUZIONE

Il cyberspace: nuovi luoghi per formare, condividere e conoscere - INTRODUZIONE INTRODUZIONE Internet è inevitabilmente parte delle nostre vite. Facebook, MySpace, Filckr, Wikipedia, Google tutti strumenti che la maggior parte di noi utilizza, padroneggia, critica o apprezza. Sono

Dettagli

PROGETTO MIGLIORAMENTO DELLE PERFORMANCE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE INCONTRI TERRITORIALI. Percorso CAF Education

PROGETTO MIGLIORAMENTO DELLE PERFORMANCE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE INCONTRI TERRITORIALI. Percorso CAF Education PROGETTO MIGLIORAMENTO DELLE PERFORMANCE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE INCONTRI TERRITORIALI Percorso CAF Education La scuola sotto la lente del modello CAF CAF Movie: traduzione La pubblica amministrazione

Dettagli

UNA COMUNITA IN CRESCITA

UNA COMUNITA IN CRESCITA UNA COMUNITA IN CRESCITA Proposte di formazione per bambini, ragazzi, insegnanti e genitori 2008-2009 2009 La Bottega dei Ragazzi Cooperativa Sociale Onluss Via Tintoretto 41 35020 Albignasego (PD) Tel.

Dettagli

Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding. Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan

Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding. Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan venerdì 25 giugno 2010 Buon pomeriggio. Un cordiale saluto al Ministro

Dettagli

Progetto Rischi psicosociali tra gli insegnanti FATTORI DI RISCHIO EMERSI DAI FOCUS GROUP

Progetto Rischi psicosociali tra gli insegnanti FATTORI DI RISCHIO EMERSI DAI FOCUS GROUP Progetto Rischi psicosociali tra gli insegnanti FATTORI DI RISCHIO EMERSI DAI FOCUS GROUP Nell ambito del progetto Rischi psicosociali tra gli insegnanti si è proceduto alla realizzazione di quattro focus

Dettagli

Ref: 2013-1-ES1-LEO05-66260

Ref: 2013-1-ES1-LEO05-66260 Ref: 2013-1-ES1-LEO05-66260 Buone pratiche nell uso di ambienti di apprendimento collaborativo quali strumenti per favorire la creatività ed identificazione di modelli di successo nel settore metalmeccanico

Dettagli

IL CERVELLO QUESTO SCONOSCIUTO

IL CERVELLO QUESTO SCONOSCIUTO 1 IL CERVELLO QUESTO SCONOSCIUTO Nonostante il progresso della conoscenza e delle tecnologie sappiamo ancora molto poco sul funzionamento del nostro cervello e sulle sue possibilità tanto che, fra gli

Dettagli

I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet!

I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet! I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet! Analisi delle problematiche più comuni di un investimento sul web con evidenziazione dei principali fattori di fallimento

Dettagli

ELENCO DEI CORSI LA COMUNICAZIONE ASSERTIVA O PERSUASIVA: COME SVILUPPARE LA CAPACITÀ DI TRATTARE CON LE PERSONE

ELENCO DEI CORSI LA COMUNICAZIONE ASSERTIVA O PERSUASIVA: COME SVILUPPARE LA CAPACITÀ DI TRATTARE CON LE PERSONE ELENCO DEI CORSI LA COMUNICAZIONE ASSERTIVA O PERSUASIVA: COME SVILUPPARE LA CAPACITÀ DI TRATTARE CON LE PERSONE Avviamento, sviluppo e potenziamento della competenza comunicativa, la chiave di volta del

Dettagli

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 La relazione di Sergio Veneziani contiene tutta la struttura dell idea che noi abbiamo di Auser attraverso gli strumenti per qualificare e migliorare,

Dettagli

DICEMBRE 2009. Ufficio Studi PROSPETTIVE E DETERMINANTI DEL PREZZO DEL PETROLIO

DICEMBRE 2009. Ufficio Studi PROSPETTIVE E DETERMINANTI DEL PREZZO DEL PETROLIO DICEMBRE 2009 Ufficio Studi PROSPETTIVE E DETERMINANTI DEL PREZZO DEL PETROLIO Prospettive e Determinanti del Prezzo del Petrolio Bruno Chiarini Recessione e petrolio Occorre ricordare che l economia italiana

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

L EDUCAZIONE AI MEDIA PROMOSSA DAGLI ENTI LOCALI Marco Grollo - PROGETTO AVIANO

L EDUCAZIONE AI MEDIA PROMOSSA DAGLI ENTI LOCALI Marco Grollo - PROGETTO AVIANO L EDUCAZIONE AI MEDIA PROMOSSA DAGLI ENTI LOCALI Marco Grollo - PROGETTO AVIANO Negli ultimi anni i media sono sempre più al centro dell attenzione, per la loro sempre più rapida diffusione, soprattutto

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA. IC Borgaro Torinese

CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA. IC Borgaro Torinese via Ciriè 52 10071 BORGARO (TO) Tel. 0114702428-0114703011 Fax 0114510084 Cod. Fiscale 92045820013 TOIC89100P@istruzione.it http://www.icborgaro.it Marchio SAPERI certificato n. 14 CURRICOLO VERTICALE

Dettagli

Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011

Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011 Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011 Indirizzo di saluto del Comandante Generale Porgo il mio saluto cordiale a tutti i delegati della Rappresentanza qui convenuti. Gli incontri

Dettagli

[Digitare il testo] Pagina 1

[Digitare il testo] Pagina 1 [Digitare il testo] Pagina 1 Il concetto di gruppo si sviluppa a partire dal 1895 con Gustave Le Bon e la Psicologia delle folle, in cui i gruppi vengono considerati come forme pericolose ed irrazionali;

Dettagli

Gentile Presidente della Cassa Padana Banca di Credito Cooperativo,

Gentile Presidente della Cassa Padana Banca di Credito Cooperativo, 27 aprile 2015 Lettera Aperta ai Presidenti delle Banche di Credito Cooperativo, alle Autorità di Vigilanza ed alla politica italiana Gentile Presidente della Cassa Padana Banca di Credito Cooperativo,

Dettagli

Infermieristica della salute mentale. Corso di Laurea in infermieristica A.A. 2014/2015 Dr. Gianfranco Preiti

Infermieristica della salute mentale. Corso di Laurea in infermieristica A.A. 2014/2015 Dr. Gianfranco Preiti Infermieristica della salute mentale Corso di Laurea in infermieristica A.A. 2014/2015 Dr. Gianfranco Preiti Le competenze dell infermiere in psichiatria e all interno dell equipe multi professionale La

Dettagli

Genitori e figli adolescenti tra regole, sanzioni e comprensione Dr. Fabrizio Guaita Direttore SEPS ULSS 13

Genitori e figli adolescenti tra regole, sanzioni e comprensione Dr. Fabrizio Guaita Direttore SEPS ULSS 13 Genitori e figli adolescenti tra regole, sanzioni e comprensione Dr. Fabrizio Guaita Direttore SEPS ULSS 13 Progetto Family Network Comune di Spinea 05 febbraio 2015 Tre mondi paralleli : OLTRE I 50 ANNI:

Dettagli

Giovanna - Quali sono gli argomenti che si trattano all interno di questi colloqui?

Giovanna - Quali sono gli argomenti che si trattano all interno di questi colloqui? A PROPOSITO DI COACHING Giovanna Combatti intervista Giacomo Mosca Abbiamo chiesto a Giacomo Mosca, Formatore e Coach, Counsellor in Analisi Transazionale associato al CNCP (Coordinamento Nazionale Counsellor

Dettagli

Efficienza ed equità

Efficienza ed equità Efficienza ed equità Efficienza ed equità Abbiamo visto nelle lezioni precedenti che, nella situazione ideale di assenza di fallimenti del mercato, il mercato condurrebbe a un risultato Pareto-efficiente.

Dettagli

Cosa devono fare le banche per favorire i processi di aggregazione?

Cosa devono fare le banche per favorire i processi di aggregazione? Cosa devono fare le banche per favorire i processi di aggregazione? Prima di provare a rispondere a questa domanda mi pare indispensabile una premessa che contestualizzi l attuale situazione. Perché a

Dettagli

COME DIVENTARE CONCILIATORE

COME DIVENTARE CONCILIATORE MEDIAZIONE TRA PARI PRESENTA COME DIVENTARE CONCILIATORE GRAZIE PER AVER SCARICATO IL MIO MANUALE PER CONCILIATORI! E UN CORSO DEDICATO A TUTTI QUELLI CHE VOGLIONO CAPIRE COSA SIGNIFICA DIVENTARE E ESSERE

Dettagli

Per i diritti umani di Barbara Pezzini

Per i diritti umani di Barbara Pezzini Accademia della Guardia di Finanza, Bergamo 25 novembre 2009 Premiazione del Concorso ScuolAccademia 2009 Per i diritti umani di Barbara Pezzini Questo intervento si rivolge ad una comunità di studenti

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

8 Il futuro dei futures

8 Il futuro dei futures Introduzione Come accade spesso negli ultimi tempi, il titolo di questo libro è volutamente ambiguo, ma in questo caso non si tratta solo di un espediente retorico: come spero si colga nel corso della

Dettagli

SULLA LEADERSHIP (3 parte) (liberamente tratto dalla letteratura manageriale anglosassone)

SULLA LEADERSHIP (3 parte) (liberamente tratto dalla letteratura manageriale anglosassone) SULLA LEADERSHIP (3 parte) (liberamente tratto dalla letteratura manageriale anglosassone) Dopo una prima descrizione dei sei stili di leadership, si espongono di seguito ulteriori evidenze emerse dalla

Dettagli

I mass-media. di Roberto Cirone

I mass-media. di Roberto Cirone I mass-media di Roberto Cirone I mass-media, conseguenza dello sviluppo tecnologico, condizionano ormai tanta parte del nostro vivere quotidiano. Analizziamo gli effetti socialmente positivi e quelli negativi.

Dettagli

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 Sintesi per le partecipanti Laboratorio LAVORO 1 e 2 Progetto Leadership femminile aprile-giugno 2013 Elena Martini Francesca Maria Casini Vanessa Moi 1 LE ATTESE E LE MOTIVAZIONI

Dettagli

Bambine e bambini costruttori di scenari di democrazia

Bambine e bambini costruttori di scenari di democrazia Bambine e bambini costruttori di scenari di democrazia a cura di Cristian Fabbi La riflessione sul tema dei diritti ha portato alcune consapevolezze che, per altro, già erano diffuse tra noi, ma che ora

Dettagli

TEAM BUILDING BENESSERE ORGANIZZATIVO. Faenza, 12 dicembre 2012

TEAM BUILDING BENESSERE ORGANIZZATIVO. Faenza, 12 dicembre 2012 TEAM BUILDING e BENESSERE ORGANIZZATIVO Faenza, 12 dicembre 2012 Ravenna, 24 gennaio 2013 Lugo, 30 gennaio 2013 Bandini Barbara benessere organizzativo secondo la normativa italiana l insieme dei nuclei

Dettagli

COME COMUNICARE? La violenza verbale, da una parte e dall altra, è indice di.

COME COMUNICARE? La violenza verbale, da una parte e dall altra, è indice di. COME COMUNICARE? La violenza verbale, da una parte e dall altra, è indice di. Vorrei partire da un assunto, o meglio una constatazione: è impossibile non comunicare: la comunicazione è una proprietà del

Dettagli

Oggi si parla di Autostima Sviluppare l efficacia personale

Oggi si parla di Autostima Sviluppare l efficacia personale Oggi si parla di Autostima Sviluppare l efficacia personale Firenze, 11 dicembre 2013 Nessuno può farvi sentire inferiore senza il vostro consenso. Eleanor Roosevelt Inversione di paradigma da persone

Dettagli

I PUNTI DELL AGENTE IMMOBILIARE DI SUCCESSO

I PUNTI DELL AGENTE IMMOBILIARE DI SUCCESSO I PUNTI DELL AGENTE IMMOBILIARE DI SUCCESSO DI STEFANO TRONCA WWW.STEFANOTRONCA.COM QUESTO E-BOOK È UNA CREAZIONE DI STEFANO TRONCA. TUTTI I DIRITTI RISERVATI Ciao sono Stefano! La mia vita di blogger

Dettagli