CONSIGLIO PROVINCIALE DI CREMONA Estratto dal verbale delle deliberazioni assunte nell'adunanza del 29/04/2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONSIGLIO PROVINCIALE DI CREMONA Estratto dal verbale delle deliberazioni assunte nell'adunanza del 29/04/2014"

Transcript

1 N. d'ord.30 reg deliberazioni CONSIGLIO PROVINCIALE DI CREMONA Estratto dal verbale delle deliberazioni assunte nell'adunanza del 29/04/2014 APPROVAZIONE PROCESSO VERBALE DELLA SEDUTA CONSILIARE DEL 23 DICEMBRE L'anno duemilaquattordici, questo giorno ventinove del mese di aprile alle ore 16:30 in Cremona, nell'apposita sala del Palazzo della Provincia si è riunito, a seguito di invito del Presidente, il Consiglio Provinciale con l'intervento dei Sigg.: Presenti Assenti Presenti Assenti Agazzi Antonio X - Losio Ivan X - Araldi Massimo X - Mainardi Cesare X - Barbati Filippo - X Malvezzi Carlo - X Benzoni Maurizio - X Mazzocco Franco X - Bertusi Fabio X - Milesi Clara Rita - X Biondi Giovanni X - Rossi Luca X - Bonaventi Piergiacomo X - Salini Massimiliano X - Castellani Vera X - Torchio Giuseppe X - Ceccato Adriano X - Trespidi Giuseppe X - Chioda Francesco X - Vailati Eugenio - X Degani Fabrizio X - Virgilio Leonardo X - Doldi Andrea - X Zaghen Ernesto - X Dusi Giampaolo X - Zanacchi Maria Rosa - X Gallina Gabriele X - Zanisi Giacomo Maria - X Gelmini Manuel - X Zelioli Rossella X - Ghidotti Carlalberto X - Presenti n. 21 Assenti n. 10 Risultano altresì presenti gli Assessori: Presenti Assenti Presenti Assenti BONGIOVANNI FILIPPO X - SCHIAVI SILVIA - X CAPELLETTI CHIARA X - SOCCINI MATTEO X - LEONI GIOVANNI - X ORINI PAOLA X - PINOTTI GIANLUCA X - Partecipa il Segretario Generale della Provincia : Dott. Silvio Masullo Il Presidente del Consiglio, constatando che gli intervenuti costituiscono il numero legale, dichiara aperta la seduta ed invita il consiglio alla trattazione degli oggetti posti all'ordine del giorno / 30 1 di 4

2 Il Presidente del Consiglio nomina scrutatori, ai sensi dell art. 65 del Regolamento degli organi istituzionali, i Consiglieri Agazzi e Bonaventi per la maggioranza e Virgilio per la minoranza. All'appello risultano presenti n. 21 consiglieri ed assenti n. 10: Barbati, Benzoni, Doldi, Gelmini, Malvezzi, Milesi, Vailati, Zaghen, Zanacchi, Zanisi. Risultano altresì presenti gli assessori Bongiovanni, Cappelletti, Orini, Pinotti e Soccini. Si dà atto che nel corso della seduta si sono verificati i seguenti movimenti fra i Sigg. Consiglieri: - durante la trattazione della proposta n (Ratifica deliberazione giuntale n. 97 del 01/04/2014 ai sensi dell'art. 42 comma 4 del D. Lgs. 267/2000), entra il cons Milesi. I Consiglieri presenti sono n durante la trattazione della proposta n (Rendiconto della gestione esercizio Approvazione), entrano l'assessore Leoni ed i cons Zanacchi e Zaghen. I Consiglieri presenti sono n. 24. Dopo la votazione della proposta escono il Presidente Salini e il consigliere Gallina. Alle ore il Presidente del Consiglio sospende i lavori per la necessità di una breve seduta della Giunta. Alla ripresa dei lavori del Consiglio provinciale sono presenti ancora n. 22 consiglieri. Nel prosieguo della seduta si sono verificati i seguenti movimenti fra i Sigg. Consiglieri: - durante la trattazione della proposta n (Bilancio di Esercizio dell'anno 2013 dell'azienda Speciale CR. Forma), entra il cons. Zanisi ed esce il cons. Bertusi. I consiglieri presenti sono 22. Alle ore il Presidente del Consiglio sospende nuovamente i lavori. Alla ripresa dei lavori i Consiglieri presenti risultano n. 22, seguono alcuni interventi, alle 19,10 il Presidente del Consiglio scioglie la seduta / 30 2 di 4

3 IL CONSIGLIO PROVINCIALE Sentito il Presidente del Consiglio. DECISIONE Approva il processo verbale della seduta consiliare del 23 dicembre MOTIVAZIONI I verbali di ogni adunanza sono spediti a tutti i Consiglieri tramite appena disponibili. Il Consigliere che intenda proporre rettifiche ai verbali le presenta per iscritto, entro dieci giorni dalla spedizione, al Segretario Generale. I verbali vengono approvati nella prima seduta utile di Consiglio e, dopo l esame dei Consiglieri, vengono sottoscritti dal Presidente del Consiglio e dal Segretario Generale. NORMATIVA Artt. 60 e 61 del Regolamento degli Organi Istituzionali. PARERI Parere favorevole espresso ai sensi dell'art. 49 del D.Lgs. 267/2000 in ordine alla regolarità tecnico-amministrativa. Non risulta necessaria l'espressione del parere di regolarità contabile in quanto il presente atto non comporta riflessi diretti o indiretti sulla situazione patrimoniale e finanziaria dell'ente ALLEGATI PARTE INTEGRANTE E SOSTANZIALE Processo verbale del 23 dicembre Nessun Consigliere chiede di intervenire per cui il Presidente del Consiglio pone ai voti in forma palese (per alzata di mano) la deliberazione in argomento ed accerta, con l'assistenza degli scrutatori, l'esito della votazione: presenti e votanti n. 21 Consiglieri; favorevoli n. 21. La deliberazione è approvata all'unanimità / 30 3 di 4

4 Del che si è redatto il presente verbale che viene sottoscritto come appresso. IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO Dott. Carlalberto Ghidotti IL SEGRETARIO GENERALE Dott. Silvio Masullo Documento informatico firmato digitalmente ai sensi dell'art. 21 D.Lgs 82/2005 e successive modifiche ed integrazioni.

5 CONSIGLIO PROVINCIALE DI CREMONA ADUNANZA DEL GIORNO 23 DICEMBRE 2013 L'anno duemilatredici, questo giorno ventitre del mese di dicembre alle ore 14:00 in Cremona, nell'apposita sala del Palazzo della Provincia si è riunito, a seguito di invito del Presidente, il Consiglio Provinciale con l'intervento dei Sigg.: Presenti Assenti Presenti Assenti Agazzi Antonio X - Losio Ivan X - Araldi Massimo X - Mainardi Cesare X - Barbati Filippo X - Malvezzi Carlo X - Benzoni Maurizio - X Mazzocco Franco - X Bertusi Fabio X - Milesi Clara Rita - X Biondi Giovanni X - Rossi Luca X - Bonaventi Piergiacomo X - Salini Massimiliano X - Castellani Vera X - Torchio Giuseppe X - Ceccato Adriano - X Trespidi Giuseppe X - Chioda Francesco X - Vailati Eugenio X - Degani Fabrizio X - Virgilio Leonardo X - Doldi Andrea - X Zaghen Ernesto X - Dusi Giampaolo X - Zanacchi Maria Rosa X - Gallina Gabriele X - Zanisi Giacomo Maria X - Gelmini Manuel X - Zelioli Rossella X - Ghidotti Carlalberto X - Presenti n. 26 Assenti n. 5 1

6 Risultano altresì presenti gli Assessori: Presenti Assenti Presenti Assenti BONGIOVANNI X - SCHIAVI SILVIA - X FILIPPO CAPELLETTI CHIARA X - SOCCINI MATTEO X - LEONI GIOVANNI X - ORINI PAOLA X - PINOTTI GIANLUCA X - Partecipa il Segretario Generale della Provincia: Dott. Silvio Masullo Il Presidente del Consiglio, constatando che gli intervenuti costituiscono il numero legale, dichiara aperta la seduta ed invita il consiglio alla trattazione degli oggetti posti all'ordine del giorno. Il Presidente del Consiglio nomina scrutatori, ai sensi dell art. 65 del Regolamento degli Organi Istituzionali, i Consiglieri Losio e Gelmini per la maggioranza e Vailati per la minoranza. All'appello risultano presenti n. 26 consiglieri ed assenti n. 5: Benzoni (giustificato), Ceccato (giustificato), Doldi, Mazzocco (giustificato), Milesi (giustificata). Si dà atto che nel corso della seduta si sono verificati i seguenti movimenti fra i Sigg. Consiglieri: 2

7 - durante la trattazione della proposta n (Approvazione delle Controdeduzioni alle osservazioni e al parere della G.R. N. X / 1007_2013 alla variante di adeguamento parziale del PTCP al PTR, adottata dal C.P. Con atto n. 65_2013. Approvazione delle modifiche conseguenti. Approvazione definitiva della variante di adeguamento parziale del PTCP al PTR) entra il Cons. Doldi. I Consiglieri sono numero durante la trattazione della proposta n (Regolamento di contabilità dell'ente Integrazione) entra l'ass. Schiavi. - durante la trattazione della proposta n (Bilancio di Previsione Documento unico di programmazione e relativi allegati) escono i Cons. Zaghen e Mainardi. I Cons. presenti sono ora in numero di 25 ed in tal numero rimangono fino al termine della seduta alle ore

8 Inizio lavori ore 16,00 PRESIDENTE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE GHIDOTTI Signori, buongiorno a tutti. Vi invito tutti in aula per poter verificare la presenza del numero legale dei Consiglieri e dare così inizio all ultima adunanza per l anno 2013 dell Ente Provinciale. Invito tutti i Consiglieri che sono in aula pre-consiliare a fare ingresso in aula. So che ci sono, perché li ho visti. Bene. Lascio la parola al Segretario generale per effettuare l appello. Prego, Dottor Masullo. Il Segretario procede all appello dei presenti. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE GHIDOTTI Verificato il numero legale dei presenti, diamo inizio alla seduta. Da subito ringrazio Losio, Vailati e Gelmini che nomino scrutatori per oggi, collaboreranno per la verifica dei numeri in votazione. Devo dare comunicazione che è giunta all ufficio di Presidenza la denominazione del nuovo Gruppo consiliare denominato Forza Italia al quale, hanno aderito il sottoscritto, Luca Rossi, il Consigliere Agazzi, Gallina e Bertusi. Hanno nominato Antonio Agazzi Capogruppo e Gabriele Gallina Vice Capogruppo. Applauso. Buon insediamento. È un incoraggiamento e un buon inizio e un benvenuto. Allora, votiamo velocemente di due processi verbali. Oggetto n. 1 dell'ordine del giorno APPROVAZIONE PROCESSO VERBALE DELLE SEDUTE CONSILIARI DEL 27 SETTEMBRE E DEL 15 OTTOBRE

9 Nessun Consigliere chiede di intervenire per cui il Presidente del Consiglio pone ai voti in forma palese (per alzata di mano) il processo verbale del 27 Settembre 2013 ed accerta, con l'assistenza degli scrutatori, l'esito della votazione: presenti e votanti n. 26 Consiglieri; favorevoli n. 26. La deliberazione è approvata all'unanimità. Nessun Consigliere chiede di intervenire per cui il Presidente del Consiglio pone ai voti in forma palese (per alzata di mano) il processo verbale del 15 Ottobre 2013 ed accerta, con l'assistenza degli scrutatori, l'esito della votazione: presenti e votanti n. 26 Consiglieri; favorevoli n. 26. La deliberazione è approvata all'unanimità. L'atto viene inserito al n. 111 del registro delle deliberazioni Oggetto n. 2 dell'ordine del giorno COMUNICAZIONE PRELEVAMENTO FONDO DI RISERVA EX ART. 166 D. LGS 267/2000. ASS. BONGIOVANNI Sì, come avevamo stabilito qui nel precedente Consiglio, avevamo deciso di stanziare a favore di uno dei Comuni colpiti, purtroppo, dall ondata, dal gravissimo evento di maltempo che ha colpito la Sardegna e molti Comuni sardi. E quindi, abbiamo deciso di prelevare dal fondo di riserva, che scade entro la fine dell anno, Euro oltre ai gettoni di presenza e il contributo della Giunta che abbiamo raccolto, da destinare. Personalmente mi sono informato su vari Comuni, mi è 5

10 sembrato che quello che più ne avesse bisogno fosse Onanì, in Provincia di Nuoro. Onanì è un Comune arroccato su delle colline, ha 431 abitanti che purtroppo, per un ondata di un torrente in piena ha avuto la strada interrotta e quindi, non vi è una via di comunicazione per arrivare in quel Comune. Devono sperare che quel torrente... c è una strada in terra battuta, devono aspettare che il torrente sia basso o non esca, per guadarlo. Immagino che la popolazione di quel Comune abbia avuto delle privazioni e delle sofferenze e quindi, credo che, se nessuno ha qualcosa da dire, quei soldi possono servire davvero immediatamente a quel Comune. Il Consiglio prende atto, presenti n. 26 Consiglieri. L'atto viene inserito al n. 112 del registro delle deliberazioni PRESIDENTE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE GHIDOTTI La ringrazio Assessore. Era solamente una comunicazione e quindi, non va messa in votazione. Oggetto n.3: Oggetto n. 3 dell'ordine del giorno APPROVAZIONE DELLE CONTRODEDUZIONI ALLE OSSERVAZIONI E AL PARERE DELLA G.R. N X/ ALLA VARIANTE DI ADEGUAMENTO PARZIALE DEL PTCP AL PTR ADOTTATA DEL CONSIGLIO PROVINCIALE CON ATTO N 65/2013. APPROVAZIONE DEFINITIVA DELLA VARIANTE DI ADEGUAMENTO PARZIALE DEL PTCP AL PTR. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE GHIDOTTI 6

11 Il Regolamento è passato anche in Commissione. So che alcuni Consiglieri... Consigliere Vailati, prego. CONS. VAILATI E da tutti riconosciuto che la variante di adeguamento parziale al PTCP che è stata messa all ordine del giorno oggi, è uno degli atti più rilevanti di quest Amministrazione Provinciale. Una serie di motivi rischiano però di non vedere assegnato un adeguato spazio alla decisione, che ricordiamo, è stato il frutto di una serie di interventi da parte della Società, del mondo produttivo, ambientale e sociale del cremonese. Sono stati prodotti, fra l altro, dalla Regione, una serie di contributi ponderosi dalle stesse Amministrazioni implicate. Ora, di tutto quello che è stato proposto, non è stato riservato ai Consiglieri da parte dell Amministrazione Provinciale, che pure è chiamata ad una scelta di un voto, che un paio di interessanti Commissioni giocate tutte poi, nel giro di una settimana. Oltre la discussione e la valutazione della materia in Consiglio, è stata relegata ad oggi insieme addirittura al Bilancio previsionale che è l atto più importante per un Amministrazione, e al quale, generalmente, veniva riservata l intera giornata e quest anno è stato scelto un solo pomeriggio. Pertanto, proprio per non umiliare ad un ruolo di sine cura temi di ben altra attenzione, chiedo al Presidente e ai colleghi Consiglieri, di darci il tempo per trattare questo tema con la dovuta calma, lasciando ad oggi la discussione e l approvazione del Bilancio, e spostando la variante al PTCP a successive sedute. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE GHIDOTTI 7

12 La ringrazio Consigliere Vailati. Come lei sa la sua richiesta deve essere messa in votazione, non posso essere io a decidere sulla trattazione di un oggetto in delibera. Vi è questa richiesta quindi, di posticiparla, se ho ben capito? CONS. VAILATI Esatto. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE GHIDOTTI La trattazione e la presentazione e la votazione di questo PTCP. Mettiamo in votazione la cosa. Ci sono dichiarazione di voto da parte dei Gruppi? Qualche Gruppo vuole successivamente... Consigliere Torchio, prego. CONS. TORCHIO Io non faccio mistero rispetto alla necessità di procedere all operazione, considerati i suoi risvolti di natura economica e sociale. Tuttavia, anche a nome di altri colleghi, in materia di attenzione alla produttività del lavoro sicuramente non sono distratti. Dopo la visita e il sopralluogo era stato avanzata un ipotesi, una sorta di accordo tra gentiluomini, che è stato rappresentato nella riunione della Commissione, nel Municipio di Soncino. Nel corso della quale si è detto se vi è la necessità di postergare di qualche tempo... Non riesco a capire... Ecco, se si vuole evitare che su questa materia, sulla quale è nato anche una fuoco di fila, di prese di posizioni da parte di Gruppi, 8

13 Associazioni, Movimenti che prelude ad una fase successiva, che potrebbe anche andare ad indagare qual è stato l orientamento di questo consesso, qual è stato il livello di gradimento da parte dei vari Gruppi presenti in Consiglio. Se su questa materia c è stato un consenso e magari un astensione, o se vi è stata una motivata votazione contraria. Io ho provato che cosa significa essere al centro di iniziative e di indagini giudiziarie. In realtà penso di averne promosse anche altre, in altre direzioni e probabilmente, si vedono gli effetti. Nulla rimane sicuramente incompiuto. Con il passare del tempo, magari, con l acuirsi dell agone della lotta politica in vista delle scadenze di primavera, il protagonismo dei vari soggetti, è portato ad enfatizzare delle situazioni che, nella normale dialettica politica e amministrativa, potrebbero essere normali. Io non ho il dito puntato e nemmeno nessuna Spada di Damocle sulla testa di alcuno. Penso però che per illimpidire e rendere trasparente ancora di più il momento politico, sia necessario consentire a chi oggi ha posto il problema, di una ulteriore ricognizione attorno agli argomenti anche legati alle vicende non solo ambientali, ma di carattere occupazionale ed economico, ebbene, a tutti questi amici, colleghi, Gruppi e Forze venga data la possibilità di ragionare su questo argomento. E così verrà a cadere anche il corollario che la votazione di questo argomento significa, di fatto, pesante interferenza con l argomento del Piano cave. Sarebbe una dimostrazione, ritengo, di intelligenza politica che dimostra come le due cose siano distinte e non siano combacianti. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE GHIDOTTI Grazie Consigliere Torchio. C è spazio per le dichiarazioni di voto sulla richiesta da parte del Consigliere Vailati? Consigliere Dusi. C è 9

14 Trespidi, allora. CONS. TRESPIDI Al di là di chi è prima o dopo. Io chiedo che, come dire, se quella di Vailati è un mozione d ordine, che ci siano unitamente a favore o contro la mozione, ma chiedo soprattutto il pronunciamento dei gruppi consiliari a favore o meno del rinvio della decisione sul PTCP. Personalmente ritengo che il piatto che è stato servito si debba mangiare, e si debba, come dire fare il lavoro per il quale si è lavorato. La mia è una mozione d ordine, far pronunciare tutti i Gruppi consiliari. Io ho detto la mia posizione che è quella di mangiare il piatto che ci è stato proposto oggi di mangiare. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE GHIDOTTI La parola al Consigliere Biondi, prego. CONS. BIONDI Sì, posto che mi piacerebbe anche magari, che ci si provasse a fare una riflessione che non riguardasse solo ed esclusivamente la questione della Melotta, perché qua stiamo parlando di un problema legato alla pianificazione territoriale, e sul Piano territoriale, rispetto al quale anch io a suo tempo spesi qualche energia, e mi piacerebbe provare a discutere in maniera approfondita rispetto ai risultati su questo Piano. Mentre si parla appunto, di modificarlo, di emendarlo, di aggiustarlo, a seconda dell evoluzione, delle esigenze, delle sensibilità di questi tempi, sarebbe molto interessante andare a capire se uno 10

15 strumento di pianificazione che a suo tempo era considerato uno dei punti di riferimento della pianificazione delle Province, a me è capitato di portarlo in giro in altri territori, rispetto al nostro, di confrontarmi con amministratori anche di altre Province. Ed è un lavoro che era stato riconosciuto da tutti come positivo, ecco, mi piacerebbe capire fino a dove è stato realizzato, e dove non è ancora stato fatto. Se penso alla questione per esempio della riorganizzazione della municipalità del nostro territorio dico che siamo molto indietro e che stiamo procedendo, secondo una cogenza normativa e secondo come una volontà politica, una capacità di gestione degli equilibri. Ecco, questo sarebbe responsabilità, ovviamente, trasversali di tutti. Ecco, perciò non lo so, ecco, mi è dispiaciuto vedere che ci siamo concentrati solo su una vicenda specifica, quella della Melotta, forse avremmo dovuto valutarlo a 360 perché il tema è veramente molto, molto interessante. Nello specifico, evito adesso di intervenire nel merito io voterò questa sollecitazione mandata dal PD. La voterò se definiamo i tempi, definiamo la tempistica, ecco, sarebbe un errore portare alle calende greche portare una discussione che c è già stata ed è già stata in parte approfondita, ma se ci fosse un impegno del Consiglio a dire, nel primo Consiglio di gennaio che, sicuramente, ci sarà un Consiglio in gennaio, tiriamo le somme di un confronto che ha avuto dei momenti di approfondimento, però c è stato anche qualche limite. L ho detto anche l altro giorno in Commissione, a me fa piacere incontrare l imprenditore che pone una questione legata ai suoi interessi, un l imprenditore che peraltro, è sempre stato un interlocutore storico di quest Amministrazione e quindi non mi ha creato nessuna difficoltà. Però avrei ascoltato anche volentieri il Consigliere Regionale Alloni, tanto per fare un esempio, una persona che ha lavorato in questi... negli anni scorsi in quest Amministrazione e non è mai stato un 11

16 ambientalista irrazionale. Avrei voluto sentire anche la sua opinione, avrei voluto sentire l opinione del FAI che mi ha mandato un dicendo di non votare questo provvedimento, avrei voluto sentire Lega Ambiente, avrei voluto sentire a 360 una serie di soggetti che avrebbero posto una soluzione diversa dalla mia. Io mi sono già espresso su questo tema e quindi, non avrò difficoltà a votare la scelta dell Amministrazione però proprio perché il metodo è sostanza, e vorrei evitare una coda giudiziaria su questa vicenda, chiederei a tutti di fare uno sforzo, di provare a ritrovare le stagioni di un confronto, ripeto, con una specifica definita che non metta in discussine nessun equilibrio, ma che si da la possibilità di uscire tutti, comunque, almeno convinti che il metodo adottato che, ripeto, è sostanza una vicenda come questa, il metodo che condivido è da sostenere. Quindi, io credo che se in questa direzione, se con questo spirito, la proposta può essere accolta. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE GHIDOTTI La ringrazio Consigliere Biondi. Consigliere Dusi, prego. CONS. DUSI Sì, anch io io credo che si debba esaminare questa proposta fatta dal PD oggi. Credo che non sia una proposta che vuol distruggere o comunque, che vuole mettere in discussione l adeguamento di questo punto all ordine del giorno. Credo però che per le due Commissioni che abbiamo fatto, per quanto è uscito dall ultima Commissione dove è chiaro, ci si è confrontati su un aspetto specifico, che riguarda non il punto all ordine del giorno, ma che riguarda gli aspetti di contorno di 12

17 questo punto all ordine del giorno. Io credo che, proprio per questo, debbono essere fatti alcuni chiarimenti e io che di solito, su queste argomentazioni di fondo, mi trovo in contrapposizione, credo che invece, ragionando su aspetti che riguardano le puntualizzazioni di queste argomentazioni, io credo che qualche cosa di positivo ne possa uscire. È stata importantissima la Commissione di Soncino, perché a Soncino si è capito credo con grande chiarezza che le cose si possono fare, ragionando in modo serio, e si possono anche recepire delle istanze di carattere tecnico, che esistono all interno di queste modifiche, si possono recepire perché proprio cogliendo... diciamo, cogliendo l informativa puntuale, in loco, si riesce poi ad effettuare un Regolamento più complessivo e più completo, rispetto alla situazione complessiva. Oggi qui però si discute di una questione che è quella che riguarda un adeguamento al Piano Regionale Territoriale e quindi, una disposizione che va ad introdurre le modifiche che riguardano sì, in modo tecnico il territorio, ma che però, principalmente, riguardano il Piano Territoriale Regionale. Ecco, io quindi, aspetto la proposta fatta dal PD, accogliendo anche la proposta di Biondi, per preporre una tempistica chiara dove possa essere fatto un ragionamento condiviso da tutti. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE GHIDOTTI Grazie Consigliere Dusi. La parola al Consigliere Malvezzi. CONS. MALVEZZI Devo dire che ho ascoltato la richiesta dei colleghi del PD. Mi sorprende, ve lo confesso, perché, se non sbaglio, questo Piano è 13

18 stato adottato il 30 luglio E sapete che cos è accaduto dal 30 luglio 2013 ad oggi? Che hanno chiuso un sacco di Aziende, che tanta gente ha perso il lavoro, che nel paese sta crescendo la rabbia nei confronti della politica che non sa decidere, non sa assumere responsabilmente delle scelte. Allora, io dico questo: ritengo che in 5 mesi ci sia stata la possibilità per chiunque desiderasse approfondire come dire, conoscere... c è stato il tempo e la possibilità, perché questo potesse accadere. Io non ho partecipato alle riunioni delle Commissioni, che comunque so che ci sono state, anche Commissioni in loco rispetto a tematiche che hanno portato maggiore dibattito. Per cui, io ritengo che da un punto di vista, come dire, del percorso istruttorio o di analisi di natura tecnica, sia stato esperito tutto quanto si poteva fare. Ritengo peraltro, poco utile uno slittamento di qualche giorno, perché immagino che nessuno di voi sotto l albero di Natale o davanti al presepio inizierà a consultare il materiale corposo che è stato prodotto, e quindi, uno slittamento in quanto tale avrebbe solo l effetto di protrarre la decisione che, io penso tutti coloro i quali sono seduti in quest aula hanno avuto gli elementi per poter assolvere. Fra l altro, non ho neppure compreso quali siano le vere ragioni che hanno portato a questa richiesta, perché non sono state neppure state espresse, se non la concomitanza della giornata, della seduta nella quale si vota il Bilancio e si vota anche l approvazione di un iter che mi pare che sia iniziato addirittura nel quindi, mi pare con un percorso direi lungo, com è giusto, in materie così importanti e così delicate. Io penso, e termino, che la gente ci chiede una responsabilità. La responsabilità è anche quello di assumere delle decisioni non dico in tempo reale, perché i tempi che stiamo vivendo, sono tempi drammatici in cui ogni giorno sta cambiando il quadro in senso negativo, non in senso positivo. E io penso che, anche oggi abbiamo la 14

19 possibilità, se lo vogliamo, di iniziare quanto prima a discutere del Bilancio, e approvandolo, io, ovviamente, voterò a favore, compresi i Consiglieri che fanno riferimento al Nuovo Centro Destra e naturalmente, chiedo anche che si proceda quanto prima, proprio perché anche il nostro operare di oggi, deve essere segno di una responsabilità più grande, che il paese ci chiede. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE GHIDOTTI Grazie Consigliere Malvezzi. La parola al Consigliere Degani, prego. CONS. DEGANI Allora, su questo argomento ne abbiamo discusso ampiamente e non è una questione che è nata due settimane fa, la variante al PTCP è un lungo percorso. È stato chiesto un rimando, però, francamente, una motivazione concreta per rimandare l'approvazione di un documento che secondo me è condivisibile, ne ho sentita una. Quindi, perché non discuterla e approvarla immediatamente. Prima la approviamo, e prima avremo modo di avviare anche il percorso che, risulta collegato perché è inutile che ci nascondiamo dietro ad un dito. Cioè fino a che non approviamo la variante al PTCP non possiamo dare, non possiamo avviare, quello che è collegato, ovvero, il Piano cave è per quello che riguarda me e il mio Gruppo Lega Nord, siamo contrari ad uno slittamento dell approvazione della variante del PTCP. Si deve approvare oggi. Grazie. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE GHIDOTTI 15

20 Grazie. La parola al Consigliere Agazzi, prego. CONS. AGAZZI Devo assolutamente sottolineare che io in linea generale, in termini di metodo, quando vengono inoltrate delle richieste da parte di Gruppi politici importanti, che vanno nella direzione di chiedere un supplemento di approfondimento su questioni nodali e delicate, e se vi è l impegno a non procrastinarle sine die, io personalmente, in termini di metodo, sono portato a guardare a questi tipi di richieste, realizzando che nascono, non in maniera strumentale, ma da un autentica volontà di approfondimento per l appunto e quindi, non so se uno slittamento non consentirebbe ai gruppi consiliari di approfondire, magari di mutare anche, di sciogliere anche in termini positivi, delle valutazioni di merito che partono critiche, non lo so. Non ho la stessa sicurezza di altri che mi hanno preceduto. Tuttavia, ho la serena coscienza di avere posto nell ufficio di Presidenza ultimo che si è celebrato, la questione di alcune note perplessità che però sono circoscritte numericamente e abitano però, nel Gruppo consiliare di Forza Italia, ma non tanto, Assessore, lei lo sa, in merito all impianto complessivo della variante parziale del Piano territoriale di coordinamento Provinciale. Il lavoro che è stato fatto, è un lavoro in termini generali, assolutamente apprezzabile che nessuno si pone come dire, l intenzione, l intendimento, di sconfessare o di delegittimare. È proprio come dire, il tallone di Achille, insomma, di tutta questa operazione, e si identifica proprio con il fatto che si parla non tanto e non solo e non principalmente del lavoro complessivo, ma di una situazione particolare, rispetto alla quale, anche io personalmente, non ho mai nascosto delle perplessità. Ecco, e quel 16

21 parlare di quella situazione particolare, non ha aiutato, probabilmente, la valutazione complessiva in termini positivi di un lavoro che, invece tale è, insomma. E quindi, io confermo quello che ho detto in ufficio di Presidenza, cioè che non avrei visto male, onestamente, un lieve slittamento se questo poteva portare a una maturazione complessiva delle posizioni. L'ho detto in ufficio di Presidenza, prima cioè che questa proposta di delibera venisse formalmente iscritta all ordine del giorno, tuttavia, la Giunta che lì era rappresentata al massimo livello dal Presidente della Provincia, ha ritenuto di fare altrimenti. Che i tempi trascorsi per la trattazione e l approvazione definitiva di questo atto, fossero già tempi importanti, e quindi, come dire, preso atto che ampi settori della maggioranza, si sintonizzano sulla stessa lunghezza d onda, non sarà certo il Gruppo di Forza Italia, a come dire, collaborare ad una richiesta di rinvio, riservandosi tuttavia al proprio interno, di far emergere, invece, le perplessità di merito al momento del voto, ecco. Il lavoro e il tentativo, insomma, di andare incontro alle esigenze di approfondimento, noi l abbiamo fatto già in ufficio di Presidenza e a meno che la Giunta, ecco, che oggi al cospetto del Consiglio Provinciale, non manifesti una disponibilità che io lì non ho verificato, noi sosterremo lo stesso orientamento di tutti gli altri settori della maggioranza, rispetto al rinvio della trattazione. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE GHIDOTTI Grazie. Vedo iscritto Zaghen. Vuole parlare a titolo personale? CONS. ZAGHEN Sì, una battuta consentitemela. 17

22 PRESIDENTE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE GHIDOTTI Prego. CONS. ZAGHEN Credo che questa qui sia un'altra vergogna, vergogna, e ribadisco vergogna, da parte di chi sta seduto da questa parte. Perché sentendo... PRESIDENTE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE GHIDOTTI Non facciamo commenti. CONS. ZAGHEN No, no, li faccio i commenti, perché c è la gente che perde il posto di lavoro. C è la gente che fa fatica ad arrivare e fine mese, e qui non s è capito un bel niente di quello che potrebbe essere. Cioè stiamo qui a chiedere uno slittamento di che cosa? Per le avvisaglie della campagna elettorale? Fatemi capire, perché io non è che sono due giorni che faccio politica. Queste sono le avvisaglie della campagna elettorale. E a questi giochi qui, invito tutti i miei colleghi a sottrarsi e... ma neanche stare qui a perdere ancora 5 minuti. Grazie. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE GHIDOTTI Abbiamo risolto. Consigliere Araldi, prego. 18

CONSIGLIO PROVINCIALE DI CREMONA Estratto dal verbale delle deliberazioni assunte nell'adunanza del 25/03/2014

CONSIGLIO PROVINCIALE DI CREMONA Estratto dal verbale delle deliberazioni assunte nell'adunanza del 25/03/2014 N. d'ord.12 reg deliberazioni CONSIGLIO PROVINCIALE DI CREMONA Estratto dal verbale delle deliberazioni assunte nell'adunanza del 25/03/2014 COMPLESSO IMMOBILIARE DI VIA MANZONI 39/ VIA BORGHETTO 10 IN

Dettagli

GIUNTA PROVINCIALE DI CREMONA

GIUNTA PROVINCIALE DI CREMONA N. d'ord.11 reg deliberazioni GIUNTA PROVINCIALE DI CREMONA Estratto dal verbale delle deliberazioni assunte nell'adunanza del 21/01/2014 L'anno duemilaquattordici, questo giorno ventuno del mese di gennaio

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

pubblicitario on-line sul sito del Comune di Santa Lucia del

pubblicitario on-line sul sito del Comune di Santa Lucia del PRESIDENTE: Passiamo adesso al terzo punto all'ordine del Giorno, avente ad oggetto: " Approvazione Regolamento sponsorizzazione per la disciplina e la gestione dello spazio pubblicitario on-line sul sito

Dettagli

CONSIGLIO PROVINCIALE DI CREMONA Estratto dal verbale delle deliberazioni assunte nell'adunanza del 06/12/2013

CONSIGLIO PROVINCIALE DI CREMONA Estratto dal verbale delle deliberazioni assunte nell'adunanza del 06/12/2013 N. d'ord.108 reg deliberazioni CONSIGLIO PROVINCIALE DI CREMONA Estratto dal verbale delle deliberazioni assunte nell'adunanza del 06/12/2013 INTERROGAZIONE URGENTE PRESENTATA DAL CONS. TORCHIO AVENTE

Dettagli

CONSIGLIO PROVINCIALE DI CREMONA Estratto dal verbale delle deliberazioni assunte nell'adunanza del 28/11/2013

CONSIGLIO PROVINCIALE DI CREMONA Estratto dal verbale delle deliberazioni assunte nell'adunanza del 28/11/2013 N. d'ord.100 reg deliberazioni CONSIGLIO PROVINCIALE DI CREMONA Estratto dal verbale delle deliberazioni assunte nell'adunanza del 28/11/2013 SITUAZIONE INDEBITAMENTO DELL'ENTE - ESTINZIONE ANTICIPATA

Dettagli

CONSIGLIO PROVINCIALE DI CREMONA Estratto dal verbale delle deliberazioni assunte nell'adunanza del 29/01/2013

CONSIGLIO PROVINCIALE DI CREMONA Estratto dal verbale delle deliberazioni assunte nell'adunanza del 29/01/2013 N. d'ord.5 reg deliberazioni CONSIGLIO PROVINCIALE DI CREMONA Estratto dal verbale delle deliberazioni assunte nell'adunanza del 29/01/2013 SERVIZI DI TRASPORTO PUBBLICO LOCALE URBANO E INTERURBANO NELLA

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole fare l intervento?. Ha chiesto la parola la consigliera Bosso, ne ha facoltà:

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole fare l intervento?. Ha chiesto la parola la consigliera Bosso, ne ha facoltà: CONSIGLIO COMUNALE DEL 18.12.2015 Interventi dei sigg. consiglieri Armonizzazione dei sistemi e degli schemi contabili di cui al D.Lgs. n.118/2011, rinvio al 2016 dell adozione del principio della contabilità

Dettagli

PROVINCIA DI MANTOVA

PROVINCIA DI MANTOVA PROVINCIA DI MANTOVA Deliberazione della Giunta Provinciale Seduta n.1 del 29/08/2014 ore 09:00 delibera n. 102 OGGETTO: APPROVAZIONE DEL PIANO REGOLATORE PORTUALE DI MANTOVA QUALE PIANO D'AREA DEL PTCP

Dettagli

VERBALE N. 94 del 22.12.2014

VERBALE N. 94 del 22.12.2014 VERBALE N. 94 del 22.12.2014 . Prego Assessore Mauro Scroccaro. Ancora grazie. Anche questo

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE DEL 09.03.2012. Interventi dei Sigg. consiglieri

CONSIGLIO COMUNALE DEL 09.03.2012. Interventi dei Sigg. consiglieri CONSIGLIO COMUNALE DEL 09.03.2012 Interventi dei Sigg. consiglieri Gestione del servizio di segreteria comunale in forma associata tra i comuni di Orbassano e Villar Dora. Costituzione ed approvazione

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

COMUNE DI NUORO CONSIGLIO COMUNALE DEL 17 NOVEMBRE

COMUNE DI NUORO CONSIGLIO COMUNALE DEL 17 NOVEMBRE COMUNE DI NUORO CONSIGLIO COMUNALE DEL 17 NOVEMBRE 2011 I. D. N. S.n.c. Istituto Dattilografico Nuorese di Uscidda Agostina & Co. Sede legale: Via Mannironi, 125 /FAX 0784/203726 Sede operativa: Via Nonnis,

Dettagli

REGOLAMENTO CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO (In vigore dal 1 febbraio 1991)

REGOLAMENTO CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO (In vigore dal 1 febbraio 1991) REGOLAMENTO CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO (In vigore dal 1 febbraio 1991) CAPO I DELLA COSTITUZIONE E DEL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO NAZIONALE ART. 1 Insediamento del Consiglio - Entrata in carica

Dettagli

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Comune di Agrigento Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Ordine del Giorno 1. Designazione scrutatori; 2. Relazione previsionale e programmatica 2013 2015. Bilancio di Previsione 2013. Bilancio

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità 1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità Roma, 21 Gennaio 2009 Palazzo Marini Sala delle Colonne Discorso di apertura, Luciano Baggiani Presidente ANEA Illustri ospiti,

Dettagli

PUNTO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO: Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. tantissimi anni quali sono catastalmente i confini

PUNTO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO: Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. tantissimi anni quali sono catastalmente i confini Prego Assessore. Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. PRESIDENTE: Passo la parola all Assessore DI CIAMPINO - APPARTENENZA TRA IL COMUNE DI MARINO E IL COMUNE - PIANO DI VARIAZIONE AMBITO

Dettagli

PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per

PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per finanziamento lavori realizzazione sezione asilo nido rione Borgo, chi illustra? Romani, assessore Romani per

Dettagli

CONSIGLIO PROVINCIALE DI CREMONA Estratto dal verbale delle deliberazioni assunte nell'adunanza del 19/04/2012

CONSIGLIO PROVINCIALE DI CREMONA Estratto dal verbale delle deliberazioni assunte nell'adunanza del 19/04/2012 N. d'ord.55 reg deliberazioni Prot. n. CONSIGLIO PROVINCIALE DI CREMONA Estratto dal verbale delle deliberazioni assunte nell'adunanza del 19/04/2012 APPROVAZIONE PROCESSO VERBALE DELLE SEDUTE CONSILIARI

Dettagli

(Durante la discussione entra in aula l assessore Tentorio ed esce il consigliere Personeni; sono presenti n. 34 consiglieri).

(Durante la discussione entra in aula l assessore Tentorio ed esce il consigliere Personeni; sono presenti n. 34 consiglieri). Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno urgente presentato dal gruppo consiliare Lega Nord Lega Lombarda avente per oggetto: Accesso al contributo regionale per l installazione di pannelli

Dettagli

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 OGGETTO: ADESIONE AL PROGETTO METANO PROMOSSO DAL COMUNE DI TORINO E PREORDINATO A LIMITARE GLI EFFETTI INQUINANTI SULL AMBIENTE DEI TRADIZIONALI GAS DI SCARICO.

Dettagli

GAMBA: Oggi noi ci troviamo ad approvare come stanno facendo in. moltissimi Comuni, visto che c è la scadenza prevista dalla

GAMBA: Oggi noi ci troviamo ad approvare come stanno facendo in. moltissimi Comuni, visto che c è la scadenza prevista dalla GAMBA: Oggi noi ci troviamo ad approvare come stanno facendo in moltissimi Comuni, visto che c è la scadenza prevista dalla legge al 30 di novembre, questi assestamenti al bilancio previsionale che abbiamo

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 11.20.

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 11.20. 1/5 MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 11.20. PRESIDENTE. Buongiorno. Innanzitutto la ringraziamo e ci scusiamo del ritardo, ma stiamo finendo

Dettagli

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio:

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio: allegato 1) PUNTO N. 3 all O.d.G.: Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina meccanica. Cedo la parola al Sindaco. MARCO FABBRI Sindaco: Sì, grazie

Dettagli

CONSIGLIO PROVINCIALE DI CREMONA Estratto dal verbale delle deliberazioni assunte nell'adunanza del 18/12/2012

CONSIGLIO PROVINCIALE DI CREMONA Estratto dal verbale delle deliberazioni assunte nell'adunanza del 18/12/2012 N. d'ord.165 reg deliberazioni Prot. n. CONSIGLIO PROVINCIALE DI CREMONA Estratto dal verbale delle deliberazioni assunte nell'adunanza del 18/12/2012 MOZIONE PRESENTATA DAL GRUPPO LEGA NORD, PRIMO FIRMATARIO

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

l emendamento, l art.21 del Regolamento di Polizia mortuaria: il Comune fornisce gratuitamente la cassa di cui l art.20.1.1 e 1.5.1.

l emendamento, l art.21 del Regolamento di Polizia mortuaria: il Comune fornisce gratuitamente la cassa di cui l art.20.1.1 e 1.5.1. CONSIGLIO COMUNALE DEL 29.11.2012 Interventi dei Sigg. consiglieri Regolamento di polizia mortuaria. Modifiche ed integrazioni. Approvazione nuovo testo coordinato con le modifiche. Passiamo al sesto punto:

Dettagli

COMUNE DI ROSSANO VENETO

COMUNE DI ROSSANO VENETO COPIA WEB Deliberazione N. 42 In data 25.09.2014 Prot. N. 14229 OGGETTO: COMUNE DI ROSSANO VENETO PROVINCIA DI VICENZA -------------------- Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale Sessione ordinaria

Dettagli

Articolo 1 Composizione

Articolo 1 Composizione Regolamento interno di organizzazione per il funzionamento della Conferenza nazionale per la garanzia dei diritti dell infanzia e dell adolescenza Istituita dall art. 3, comma 7, della legge 12 luglio

Dettagli

Regione Molise -34- Resoconti Consiliari

Regione Molise -34- Resoconti Consiliari Regione Molise -34- Resoconti Consiliari RISPOSTA ALL INTERROGAZIONE, A FIRMA DEL CONSIGLIERE MICONE, AD OGGETTO: DELIBERAZIONE DI GIUNTA REGIONALE N. 576 DEL 3 NOVEMBRE 2013 E N. 607 DEL 18 NOVEMBRE 2013.

Dettagli

Camera dei Deputati 17 Audizione 8

Camera dei Deputati 17 Audizione 8 Camera dei Deputati 17 Audizione 8 XVI LEGISLATURA COMMISSIONI RIUNITE V-XIV SEDUTA DEL 27 SETTEMBRE 2011 a partire dal 2018 andrà avanti il nuovo sistema di finanziamento al bilancio comunitario, con

Dettagli

CONSIGLIO PROVINCIALE DI CREMONA Estratto dal verbale delle deliberazioni assunte nell'adunanza del 11/04/2013

CONSIGLIO PROVINCIALE DI CREMONA Estratto dal verbale delle deliberazioni assunte nell'adunanza del 11/04/2013 N. d'ord.28 reg deliberazioni CONSIGLIO PROVINCIALE DI CREMONA Estratto dal verbale delle deliberazioni assunte nell'adunanza del 11/04/2013 APPROVAZIONE PROCESSI VERBALI DELLE SEDUTE CONSILIARI DEL 18

Dettagli

Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni

Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni LUIGI PEDRAZZINI Dipartimento delle istituzioni Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni Rivera, 27. ottobre 2005 Attenzione: fa stato l intervento pronunciato in sala. A dipendenza

Dettagli

Deliberazione del Comitato di gestione n. 6 di data 6 maggio 2015.

Deliberazione del Comitato di gestione n. 6 di data 6 maggio 2015. Deliberazione del Comitato di gestione n. 6 di data 6 maggio 2015. Oggetto: Adozione dell aggiornamento del Programma pluriennale 2011-2015 da sottoporre alla Giunta provinciale. La legge provinciale 23

Dettagli

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE 2 OGGETTO: Approvazione Linee guida per la predisposizione dei Piani triennali di ambito sociale obiettivi 2005-2007 LA VISTO il documento istruttorio, riportato in calce alla presente deliberazione, predisposto

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

OGGETTO: APPROVAZIONE O.D.G. PER RICHIEDERE IL RIPRISTINO DELL ASSISTENZA GRATUITA AI CITTADINI DIVERSAMENTE ABILI.

OGGETTO: APPROVAZIONE O.D.G. PER RICHIEDERE IL RIPRISTINO DELL ASSISTENZA GRATUITA AI CITTADINI DIVERSAMENTE ABILI. N. 21 in data 21 aprile 2009 OGGETTO: APPROVAZIONE O.D.G. PER RICHIEDERE IL RIPRISTINO DELL ASSISTENZA GRATUITA AI CITTADINI DIVERSAMENTE ABILI. Introduce l argomento il Sindaco, evidenziando che all O.D.G.

Dettagli

MUNICIPIO DI SEMENTINA Tel. 091 850 19 50 Fax 091 850 19 55

MUNICIPIO DI SEMENTINA Tel. 091 850 19 50 Fax 091 850 19 55 MUNICIPIO DI SEMENTINA Tel. 091 850 19 50 Fax 091 850 19 55 Sementina, 9 novembre 2015 MM/NO. 474 CONCERNENTE LA MODIFICA DEL REGOLAMENTO ORGANICO DEI DIPENDENTI COMUNALI DEL 1. GENNAIO 1989 (Attribuito

Dettagli

COMUNE DI REANA DEL ROJALE PROVINCIA DI UDINE

COMUNE DI REANA DEL ROJALE PROVINCIA DI UDINE COMUNE DI REANA DEL ROJALE PROVINCIA DI UDINE Copia conforme ANNO 2010 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 00043 del Reg. Delibere OGGETTO: MOZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI "FUARCE ROJAL

Dettagli

CONSIGLIO PROVINCIALE DI CREMONA Estratto dal verbale delle deliberazioni assunte nell'adunanza del 27/09/2011

CONSIGLIO PROVINCIALE DI CREMONA Estratto dal verbale delle deliberazioni assunte nell'adunanza del 27/09/2011 N. d'ord.119 reg deliberazioni Prot. n. CONSIGLIO PROVINCIALE DI CREMONA Estratto dal verbale delle deliberazioni assunte nell'adunanza del 27/09/2011 FINANZIAMENTO ACQUISIZIONE IMMOBILE DI VIA MANZONI/VIA

Dettagli

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo di Redazione Sicilia Journal - 09, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/il-trailer-di-handy-sbarca-al-cinema-una-mano-protagonista-sul-grandeschermo/

Dettagli

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO. COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 64 del 12/05/2010

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO. COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 64 del 12/05/2010 COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 64 del 12/05/2010 ================================================================= OGGETTO: INDIRIZZI SULLA VERIFICA

Dettagli

Modifiche al Regolamento per l individuazione delle. modalità di assegnazione degli alloggi E.R.P. e per la

Modifiche al Regolamento per l individuazione delle. modalità di assegnazione degli alloggi E.R.P. e per la Allegato 1) PUNTO N. 2 all O.d.G.: Modifiche al Regolamento per l individuazione delle modalità di assegnazione degli alloggi E.R.P. e per la gestione della mobilità dell utenza. Legge regionale n. 24/2001

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

A mio avviso, più che parlare di riforma degli incentivi per le agro-energie io parlerei di miglioramento. Vorrei ricordare a tutti che fino a due

A mio avviso, più che parlare di riforma degli incentivi per le agro-energie io parlerei di miglioramento. Vorrei ricordare a tutti che fino a due Donato ROTUNDO A mio avviso, più che parlare di riforma degli incentivi per le agro-energie io parlerei di miglioramento. Vorrei ricordare a tutti che fino a due anni fa se ci fossimo trovati in questa

Dettagli

CONSIGLIO PROVINCIALE DI CREMONA Estratto dal verbale delle deliberazioni assunte nell'adunanza del 19/07/2013

CONSIGLIO PROVINCIALE DI CREMONA Estratto dal verbale delle deliberazioni assunte nell'adunanza del 19/07/2013 N. d'ord.53 reg deliberazioni CONSIGLIO PROVINCIALE DI CREMONA Estratto dal verbale delle deliberazioni assunte nell'adunanza del 19/07/2013 BILANCIO DI PREVISIONE 2013- RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA

Dettagli

PROPOSTA DI DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE

PROPOSTA DI DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE PROPOSTA DI DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE Enunciato l argomento iscritto al n. dell o.d.g., il Presidente mette in approvazione la seguente proposta di deliberazione: OGGETTO: VARIANTE AL REGOLAMENTO

Dettagli

Esercito della salvezza, filiale di Zurigo

Esercito della salvezza, filiale di Zurigo Esercito della salvezza, filiale di Zurigo Karin Wüthrich, pedagoga sociale, Esercito della salvezza Quando, nell autunno 2008, il signor K. è stato messo in malattia, il responsabile dell Esercito della

Dettagli

Regolamento del Consiglio dei Ragazzi di Castel Maggiore

Regolamento del Consiglio dei Ragazzi di Castel Maggiore Regolamento del Consiglio dei Ragazzi di Castel Maggiore Articolo 1 Nell'ambito del programma amministrativo rivolto alla formazione civica delle bambine e dei bambini, delle ragazze e dei ragazzi e al

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE N 18 COMUNI DI CASORIA ARZANO CASAVATORE PROVINCIA DI NAPOLI REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COORDINAMENTO ISTITUZIONALE

AMBITO TERRITORIALE N 18 COMUNI DI CASORIA ARZANO CASAVATORE PROVINCIA DI NAPOLI REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COORDINAMENTO ISTITUZIONALE AMBITO TERRITORIALE N 18 COMUNI DI CASORIA ARZANO CASAVATORE PROVINCIA DI NAPOLI REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COORDINAMENTO ISTITUZIONALE Articolo 1 Finalità e forma degli atti di competenza 1. Il

Dettagli

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e Parlamento della Padania Sarego, 4 febbraio 2012 On. Maurizio Fugatti Grazie, buongiorno a tutti. Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e medie imprese

Dettagli

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Benvenuto/a o bentornato/a Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Non pensare di trovare 250 pagine da leggere,

Dettagli

CITTÀ DI ISPICA Provincia di Ragusa

CITTÀ DI ISPICA Provincia di Ragusa Letto, confermato e sottoscritto IL SEGRETARIO GENERALE IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO F.TO: B. BUSCEMA F.TO: G. QUARRELLA CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE La presente deliberazione verrà affissa all albo Pretorio

Dettagli

Delib. n. 187-30.11.2012 N. 27219 P.G.

Delib. n. 187-30.11.2012 N. 27219 P.G. Delib. n. 187-30.11.2012 N. 27219 P.G. OGGETTO: Adozione di modifiche del Regolamento Edilizio - Titolo V relativamente alla Commissione per il Paesaggio. La Giunta comunale propone al Consiglio l adozione

Dettagli

COMUNE DI ENDINE GAIANO Provincia di Bergamo

COMUNE DI ENDINE GAIANO Provincia di Bergamo COMUNE DI ENDINE GAIANO Provincia di Bergamo VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE N 33 del 07.03.2013 OGGETTO: AVVIO DEL PROCEDIMENTO PER LA REDAZIONE DI VARIANTE AL PIANO DELLE REGOLE

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

BG Ingénieurs Conseil, Ginevra

BG Ingénieurs Conseil, Ginevra BG Ingénieurs Conseil, Ginevra Diego Salamon, datore di lavoro Su incarico dell AI la Cadschool, istituto di formazione per la pianificazione e l illustrazione informatica, ci ha chiesto se potevamo assumere

Dettagli

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 Si può essere quotati in Borsa e avere un ottica di lungo periodo? E come recuperare un merito creditizio

Dettagli

Presidente Ringrazio il consigliere Beretta. Ha chiesto la parola la consigliera Cercelletta, ne ha facoltà.

Presidente Ringrazio il consigliere Beretta. Ha chiesto la parola la consigliera Cercelletta, ne ha facoltà. CONSIGLIO COMUNALE DEL 16.12.2013 Interventi dei Sigg.ri Consiglieri Sistema Bibliotecario dell Area Metropolitana di Torino, Area Ovest (SBAM Ovest) Approvazione della bozza di convenzione e della bozza

Dettagli

Al Signor PRESIDENTE del Consiglio Comunale di SOLOPACA. Al SINDACO del Comune di SOLOPACA. Al SEGRETARIO del Comune di SOLOPACA

Al Signor PRESIDENTE del Consiglio Comunale di SOLOPACA. Al SINDACO del Comune di SOLOPACA. Al SEGRETARIO del Comune di SOLOPACA Al Signor PRESIDENTE del Consiglio Comunale di SOLOPACA Al SINDACO del Comune di SOLOPACA Al SEGRETARIO del Comune di SOLOPACA OGGETTO: INTERROGAZIONE" Ai sensi degli artt. 43 del D.Lgs. 267/2000 e 40

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE E DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE E DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE E DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI (approvato dal C.D.A. con Delibera n 139 in seduta del 25/6/1998, modificato con Delibera n 87 in

Dettagli

REGOLAMENTO COLLEGIO DOCENTI

REGOLAMENTO COLLEGIO DOCENTI Bozza REGOLAMENTO COLLEGIO DOCENTI Art.1 Composizione Il Collegio è composto da tutti i docenti in servizio a tempo determinato ed indeterminato alla data della riunione e dal Dirigente Scolastico che

Dettagli

Indice. 1 Il monitoraggio del progetto formativo --------------------------------------------------------------- 3. 2 di 6

Indice. 1 Il monitoraggio del progetto formativo --------------------------------------------------------------- 3. 2 di 6 LEZIONE MONITORARE UN PROGETTO FORMATIVO. UNA TABELLA PROF. NICOLA PAPARELLA Indice 1 Il monitoraggio del progetto formativo --------------------------------------------------------------- 3 2 di 6 1 Il

Dettagli

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole intervenire? Ha chiesto la parola il consigliere Vinciguerra, ne ha facoltà.

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole intervenire? Ha chiesto la parola il consigliere Vinciguerra, ne ha facoltà. CONSIGLIO COMUNALE DEL 18.12.2014 Interventi dei Sigg. consiglieri Nuovo regolamento per la disciplina dell attività e spettacolo viaggiante, circhi e simili. Abbiamo il quarto punto che è: Nuovo regolamento

Dettagli

Il venditore di successo deve essere un professionista competente,

Il venditore di successo deve essere un professionista competente, Ariel SIGNORELLI A vete mai ascoltato affermazioni del tipo: sono nato per fare il venditore ; ho una parlantina così sciolta che quasi quasi mi metto a vendere qualcosa ; qualcosa ; è nato per vendere,

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

Regione Molise -25- Resoconti Consiliari

Regione Molise -25- Resoconti Consiliari Regione Molise -25- Resoconti Consiliari RISPOSTA ALL INTERPELLANZA, A FIRMA DEI CONSIGLIERI FUSCO PERRELLA, LATTANZIO, CAVALIERE,IORIO, AD OGGETTO: "CONVENZIONE TRA LE FORZE DI POLIZIA E TRENITALIA -

Dettagli

Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011

Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011 Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011 Indirizzo di saluto del Comandante Generale Porgo il mio saluto cordiale a tutti i delegati della Rappresentanza qui convenuti. Gli incontri

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare.

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare. 1.1. Ognuno di noi si può porre le stesse domande: chi sono io? Che cosa ci faccio qui? Quale è il senso della mia esistenza, della mia vita su questa terra? Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SER- VIZIO POLITICHE PER IL BENESSERE SOCIALE E LE PARI OPPORTUNITA 19 marzo 2013, n. 240

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SER- VIZIO POLITICHE PER IL BENESSERE SOCIALE E LE PARI OPPORTUNITA 19 marzo 2013, n. 240 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 47 del 28-03-2013 11749 DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SER- VIZIO POLITICHE PER IL BENESSERE SOCIALE E LE PARI OPPORTUNITA 19 marzo 2013, n. 240 Legge regionale

Dettagli

Rapporto del Garante della Comunicazione

Rapporto del Garante della Comunicazione PROVINCIA DI PISTOIA Il Garante della Comunicazione Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale Variante Generale Fase di Approvazione Rapporto del Garante della Comunicazione ex art. 5 del Regolamento

Dettagli

Comune di Barlassina

Comune di Barlassina Comune di Barlassina Provincia di Monza e Brianza VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ORIGINALE N 39 del 13/09/2010 OGGETTO: MOZIONE PRESENTATA DAL GRUPPO CONSILIARE "IL POPOLO DELLA LIBERTA'

Dettagli

GIUNTA PROVINCIALE SEDUTA DEL GIORNO 16 NOVEMBRE 2011 OGGETTO N 256

GIUNTA PROVINCIALE SEDUTA DEL GIORNO 16 NOVEMBRE 2011 OGGETTO N 256 Immediatamente Eseguibile COPIA SEGRETERIA GENERALE 56125 PISA Piazza V. Emanuele II, 14 T. 050/ 929 317 318 346 GIUNTA PROVINCIALE SEDUTA DEL GIORNO 16 NOVEMBRE 2011 OGGETTO N 256 OGGETTO : Integrazione

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014

EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014 questionario di gradimento PROGETTO ESSERE&BENESSERE: EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014 classi prime e seconde - Scuola Secondaria di I grado di Lavagno CLASSI PRIME Mi sono piaciute perché erano

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli

Svolgimento di interrogazioni a risposta immediata (Argomento n. 4 all ordine del giorno)

Svolgimento di interrogazioni a risposta immediata (Argomento n. 4 all ordine del giorno) 1 Svolgimento di interrogazioni a risposta immediata (Argomento n. 4 all ordine del giorno) E ora la volta della: ITR/1109/QT, in data 2 dicembre 2011, a firma dei Consiglieri Girelli, Alfieri, Alloni,

Dettagli

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29 Sono qui da 15 giorni e ho già avuto il primo grosso scombussolamento emotivo: un ondata di dubbi, paure, rabbia, senso di inadeguatezza, solitudine e chi più ne ha, più ne metta. Il tutto stimolato da

Dettagli

LA FATTURA ELETTRONICA di Giuliano Marrucci

LA FATTURA ELETTRONICA di Giuliano Marrucci LA FATTURA ELETTRONICA di Giuliano Marrucci FUORI CAMPO Luca Richelli insegna informatica musicale al conservatorio di Verona. E siccome di informatica ci capisce, quando a fine corso ha dovuto fare la

Dettagli

«Chi non conosce le lingue non sa nulla nemmeno della propria»

«Chi non conosce le lingue non sa nulla nemmeno della propria» «Chi non conosce le lingue non sa nulla nemmeno della propria» (J. W. Goethe) LILIA ANDREA TERUGGI Leggere e scrivere attraverso il curriculo Trasversalità della lingua nei diversi ambiti disciplinari

Dettagli

7 punto all ordine del giorno: Cessione volontaria strada privata Giovanni. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE - Consigliere De Lucia.

7 punto all ordine del giorno: Cessione volontaria strada privata Giovanni. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE - Consigliere De Lucia. 7 punto all ordine del giorno: Cessione volontaria strada privata Giovanni Giolitti. Atto di indirizzo. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE - Consigliere De Lucia. CONSIGLIERE DE LUCIA C. - Nulla, è giunto

Dettagli

DELIBERAZIONE COPIA DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE COPIA DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI BORGETTO Provincia di Palermo DELIBERAZIONE COPIA DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N 3 Del 26 Gennaio 2015 L anno Duemilaquindici il giorno Ventisei del mese di Gennaio alle ore 10:00, nella

Dettagli

CITTÀ DI ISPICA Provincia di Ragusa

CITTÀ DI ISPICA Provincia di Ragusa Letto, confermato e sottoscritto IL SEGRETARIO GENERALE IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO F.TO: B. BUSCEMA F.TO: G. QUARRELLA CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE La presente deliberazione verrà affissa all albo Pretorio

Dettagli

COMUNE CUMIGNANO SUL NAVIGLIO PROVINCIA di CREMONA

COMUNE CUMIGNANO SUL NAVIGLIO PROVINCIA di CREMONA COMUNE CUMIGNANO SUL NAVIGLIO PROVINCIA di CREMONA DELIBERAZIONE N 07 del 26 Aprile 2012 Cod. Ente: 10742 VERBALE di DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza: Ordinaria di: prima convocazione - seduta:

Dettagli

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility.

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility. Giancarlo CREMONESI (Presidente nazionale di Confservizi) Buonasera. Confservizi Industria rappresenta le tre federazioni di Servizi Pubblici Locali industriali, quindi la Federazione dei trasporti Astra,

Dettagli

Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea

Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea Enzo De Maio, datore di lavoro Nella mia funzione di case manager e consulente HR della Direzione generale delle dogane, ho ricevuto una comunicazione

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N. 41 Adunanza del 20.12.2011 COPIA COMUNE DI TRESCORE CREMASCO PROVINCIA DI CREMONA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: MOZIONE IN MERITO AGLI IMPIANTI DI ENERGIA VERDE,

Dettagli

Formazione base sul network marketing rivolta ai distributori Fm group.

Formazione base sul network marketing rivolta ai distributori Fm group. Formazione base sul network marketing rivolta ai distributori Fm group. A cura di Massimo Luisetti Sito Internet: http://www.1freecom.com email: m.luisetti@tiscali.it Tel. 339 2597666 id Skype: giomax50

Dettagli

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 OGGETTO: MOZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI MENGHI E MUNAFO DEL COMITATO ANNA MENGHI IN MERITO AL PROGETTO DEL PERCORSO PEDONALE MECCANIZZATO NELLA GALLERIA DEL COMMERCIO.

Dettagli

Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni

Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni In una riunione del Comitato di direzione, la nostra direzione

Dettagli

Intervento Raffaella Crinelli Liberare la fantasia e dare accesso al futuro

Intervento Raffaella Crinelli Liberare la fantasia e dare accesso al futuro Intervento Raffaella Crinelli Liberare la fantasia e dare accesso al futuro Grazie mille. sono io la violenza, scusatemi tanto, spero che sia una bella violenza in realtà. Mi piaceva molto il titolo della

Dettagli

GAMBA: Io, invece, sarò molto più breve e mi atterrò strettamente. alla variante che ci è stata sottoposta. Devo dire che la

GAMBA: Io, invece, sarò molto più breve e mi atterrò strettamente. alla variante che ci è stata sottoposta. Devo dire che la C.C. 24.7.2014 GAMBA: Io, invece, sarò molto più breve e mi atterrò strettamente alla variante che ci è stata sottoposta. Devo dire che la presentazione della variante è avvenuta in più occasioni, c è

Dettagli

(Durante la discussione entra in aula l'assessore Nespoli). ASSESSORE ARCH. FORNONI:

(Durante la discussione entra in aula l'assessore Nespoli). ASSESSORE ARCH. FORNONI: Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno n. 106 avente per oggetto: programma triennale dei lavori pubblici 2008-2010. Variazione all'elenco annuale per l'anno 2008. (Durante la discussione

Dettagli

COMUNE DI CUNEVO Provincia di Trento

COMUNE DI CUNEVO Provincia di Trento Originale/Copia COMUNE DI CUNEVO Provincia di Trento VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 6 DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: Adozione PIANO TRIENNALE PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE. L anno DUEMILAQUATTORDICI addì TRENTA

Dettagli