D - E. Davidia Involucrata (albero dei fazzoletti) DESCRIZIONE SPECIFICA FORMA. SESTO D IMPIANTO IN PARCO/GIARDINO 40 mq. / pianta

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "D - E. Davidia Involucrata (albero dei fazzoletti) DESCRIZIONE SPECIFICA FORMA. SESTO D IMPIANTO IN PARCO/GIARDINO 40 mq. / pianta"

Transcript

1

2 129 D - E Davidia Involucrata (albero dei fazzoletti) ovoidale aperta alt. Max 8-10 m. 3 grandezza giallo verde giallo oro Aprile - Maggio, bianco con brattee crema SESTO D IMPIANTO IN PARCO/GIARDINO 30 mq. / pianta Eleagnus Angustifolia ovoidale aperta alt. Max 6-8 m. 3 grandezza verde intenso giallo chiaro Maggio - Giugno, giallo chiaro, scenografici, uso paaeaggistico Eucalyptus Cinerea alt. Max m. 1 grandezza verde glauco giallo bronzeo Aprile, non ornamentali aree mediterranee, aree industriali SESTO D IMPIANTO IN PARCO/GIARDINO 50 mq. / pianta Eucalyptus gunnii (divaricata) alt. Max m. 1 grandezza verde grigio e poi lucente giallo bronzeo MAGGIO - GIUGNO, scenografici e profumati aree mediterranee,

3 FAGUS SYLVATICA 130 Nome botanico: Fagus Sylvatica Famiglia: Fagaceae Area di distribuzione: Europa Caratteristiche particolari dell albero Albero indigeno che cresce naturalmente in tutta l area europea. Pianta dalle grandi dimensioni e dal portamento elegante con colorazioni molto ornamentali. Portamento libero con chioma arrotondata e slanciata. Foglie ovali, verde scuro lucente, pubescenti, gialle in autunno. Fioritura non significativa. Di buona rusticità ed adattabilità sia ai vari tipi di suolo che di ambienti di crescita, compreso il clima urbano. Richiede una esposizione soleggiata e tollera le zone parzialmente ombreggiate. Albero robusto che sviluppa una radice molto superficiale; ogni altro impianto in prossimità dell area radicale non ha mai grande successo. Predilige i suoli argillosi e sabbiosi, drenati, ma cresce bene in tutti i tipi di suolo. Albero dalle ottime prestazioni botaniche e funzionali per i vari tipi di impiego paesaggistico. Albero tipicamente da aree a parco in forma isolata o piccoli gruppi. Per la sua grande mole, non è adatto alla formazione di filari. E una specie autoctona adatta anche alla formazione forestale e riqualificazione ambientale. Non idoneo al verde pensile. Resistente ai patogeni ed alle potature, che devono rispettare l architettura della forma della chioma. QUALITA DELLA PIANTA CARATTERISTICHE BOTANICHE Radici Superficiali con numerose radici secondarie Fusto Monocormico Chioma e rami Corteccia Fioritura Frutti Foglie - primavera Colorazione autunnale Maturità vegetale Chioma fitta, rami regolari e ravvicinati Ornamentale liscia grigio chiaro Aprile - maggio, colore bianco crema Ornamentali penduli Verde scuro lucente Giallo 100 anni ed oltre CARATTERISTICHE AGRONOMICHE ED AMBIENTALI Suolo Argilloso sabbioso, drenato Esposizione Soleggiata Rusticità Ottima per molti ambienti Resistenza al vento Resistenza al ristagno idrico Sensibilità al sale Resistenza all inquinamento urbano Densità / ombreggiamento % di ombreggiamento della chioma CRITERI DI SCELTA DIMENSIONE, MORFOLOGIA E TECNICA D IMPIANTO Altezza max Circa 30 metri Classe dimensionale 1 grandezza Forma e portamento Tonda ovoidale Velocità di crescita Misura vivaistica minima di messa (circonferenza del tronco ad 1 m. dal colletto) Corrisponde ad albero con zolla, con almeno n 3 trapianti ed altezza di m. 4,0-4,50 a dimora Distanza ottimale d impianto in filare Distanza minima dalle abitazioni 4 m. Spazio di espansione radicale minimo 6 m. (raggio dal colletto) Spazio di espansione radicale normale 8 m. (raggio dal colletto) Sesto d impianto in parco-giardino 60 mq./ pianta MANUTENZIONE E CURA Potature Periodiche di formazione Sensibilità a patogeni Concimazione Controllo della stabilità Resistente Di lungo periodo m. 12 Necessario, regolare con ampie dimensioni Parchi Filari alberati Giardini Aree industriali Schermi frangivento Argini fluviali e zone umide Schermi antirumore Zone costiere marine Siepi agrarie e uso paesaggistico Parzialmente idoneo Non idoneo

4 131 Fagus Sylvatica Asplenifolia alt. Max m. 2 grandezza verde scuro giallo oro Aprile, bianco crema, non scenografici FAGUS SYLVATICA Fagus Sylvatica Atropunicea alt. Max 8-10 m. 2 grandezza rosso amaranto rosso intenso Aprile - Maggio, non scenografici DISTANZA D IMPIANTO IN FILARE 8 mt. Fagus Sylvatica Dawyck Gold Red fastigiata colonnare alt. Max m. 2 grandezza verde scuro giallo oro Aprile, bianco crema, non scenografici Fagus Sylvatica Pendula alt. Max 8-10 m. 2 grandezza rosso amaranto rosso intenso Aprile - Maggio, non scenografici Fagus Sylvatica Purple Fontaine alt. Max m. 2 grandezza verde scuro giallo oro Aprile, bianco crema, non scenografici Fagus Sylvatica Purpurea Tricolor Roseomarginata alt. Max 8-10 m. 2 grandezza rosso amaranto rosso intenso Aprile - Maggio, non scenografici

5 FRAXINUS EXCELSIOR Nome botanico: Fraxinus Excelsior Famiglia: oleaceae Area di distribuzione: Europa Caratteristiche particolari dell albero Albero autoctono in tutta l area europea, particolarmente diffuso e con molte varietà. Dalle grandi dimensioni e dal portamento elegante, possiede una chioma rami regolari non ravvicinati. Foglie imparipennate, da 7 a 11 foglie, verde chiaro, lucenti e gialle in autunno. Fioritura discreta e non significativa. Di grande rusticità ed adattabilità sia ai vari tipi di suoli che di ambienti di crescita; si è ben inserito anche nel clima urbano mostrando una ottima resistenza sia allo stress da caldo che al sale antigelo. Richiede una esposizione soleggiata e tollera le zone parzialmente ombreggiate. Albero che sviluppa una radice mediamente profonda e predilige i suoli freschi, drenati, ricchi di sostanza organica, ma cresce bene in tutti i tipi di suolo. Albero dalle ottime prestazioni botaniche e funzionali per i vari tipi di impiego paesaggistico. Albero tipicamente da aree a parco di cintura periurbana in filari o piccoli gruppi. Adatto anche per parchi, giardini, verde pensile ed aree industriali e residenziali. E una specie autoctona adatta anche alla formazione forestale e riqualificazione ambientale. Resistente ai patogeni ed alle potature, che devono rispettare l architettura della forma della chioma. QUALITA DELLA PIANTA 132 CARATTERISTICHE BOTANICHE Radici mediamente profonde e numerose radici secondarie Fusto Monocormico Chioma e rami Chioma aperta e luminosa, rami distanziati e regolari Corteccia Ornamentale liscia grigio chiaro Fioritura Aprile - maggio, bianco crema Frutti Ornamentali a forma di noce alata Foglie - primavera Colorazione autunnale Verde chiaro Giallo Maturità vegetale 80 anni CARATTERISTICHE AGRONOMICHE ED AMBIENTALI Suolo Tutti i tipi di suolo Esposizione Soleggiata Rusticità Ottima per molti ambienti Resistenza al vento Resistenza al ristagno idrico Sensibilità al sale Bassa Resistenza all inquinamento urbano Densità / ombreggiamento % di ombreggiamento della chioma CRITERI DI SCELTA DIMENSIONE, MORFOLOGIA E TECNICA D IMPIANTO Altezza max 30 metri Classe dimensionale 1 grandezza Forma e portamento Ovoidale aperta Velocità di crescita -veloce Misura vivaistica minima di messa (circonferenza del tronco ad 1 m. dal colletto) Corrisponde ad albero con zolla, con almeno n 3 trapianti ed altezza di m. 4,0-4,50 a dimora Distanza ottimale d impianto in filare m. 10 Distanza minima dalle abitazioni 3 m. Spazio di espansione radicale minimo 5 m. (raggio dal colletto) Spazio di espansione radicale normale 7 m. (raggio dal colletto) Sesto d impianto in parco-giardino 60 mq./ pianta MANUTENZIONE E CURA Potature Periodiche di formazione Sensibilità a patogeni Resistente Concimazione Di lungo periodo Controllo della stabilità Necessario, regolare con ampie dimensioni Parchi Filari alberati Giardini Aree industriali Schermi frangivento Argini fluviali e zone umide Schermi antirumore Zone costiere marine Siepi agrarie e uso paesaggistico

6 133 Fraxinus Excelsior Diversifolia ovoidale aperta alt. Max m. 1 grandezza verde intenso giallo Maggio - Giugno non scenografici DISTANZA D IMPIANTO IN FILARE 10 m., uso paesaggistico FRAXINUS EXCELSIOR Fraxinus Excelsior Westhof glorie alt. Max m. 1 grandezza verde giallo giallo Maggio, giallo chiaro non ornamentali DISTANZA D IMPIANTO IN FILARE 12 m. SESTO D IMPIANTO IN PARCO/GIARDINO 50 mq. / pianta, uso paesaggistico Fraxinus Excelsior Eureka Piramidale compatta alt. Max m. 1 grandezza verde giallo lucente giallo Maggio, giallo chiaro non scenografici SESTO D IMPIANTO IN PARCO/GIARDINO 30 mq. / pianta aree mediterranee,

7 FRAXINUS ANGUSTIFOLIA Raywood 134 Nome botanico: Fraxinus Angustifolia Raywood Famiglia: Oleaceae Area di distribuzione: Australia Caratteristiche particolari dell albero Albero robusto a crescita rapida ed in forma piuttosto libera. Proveniente da selezione e molto affermato per la sua rusticità e vigoria. Pianta dalle medie- grandi dimensioni e dal portamento elegante con colorazioni autunnali del fogliame ornamentali, di colore rosso aranciato. Portamento libero con chioma ovoidale e slanciata. Foglie verde chiaro, lucente e rosso- arancio in autunno. Fioritura non significativa. Ottima adattabilità ai vari tipi di suoli e di ambienti di crescita, compreso il clima urbano. Richiede una esposizione soleggiata e tollera le zone parzialmente ombreggiate. Sviluppa una radice mediamente profonda con molte radici secondarie, che gli consentono una facile radicazione d impianto. Predilige i suoli argillosi e sabbiosi, ma cresce bene in tutti i tipi di suolo. Albero multifunzionale, idoneo per aree a parco, viali urbani, giardini, verde pensile, uso paesaggistico per sistemi verdi territoriali. Resistente ai patogeni ed alle potature, che devono essere orientate al mantenimento della forma nel rispetto dell architettura della chioma. QUALITA DELLA PIANTA CARATTERISTICHE BOTANICHE Radici mediamente profonde e numerose radici secondarie Fusto Monocormico Chioma e rami Chioma aperta con rami distanziati ed irregolari Corteccia Ornamentale liscia grigia Fioritura Aprile - maggio, bianco crema Frutti Assenti Foglie - primavera Colorazione autunnale Maturità vegetale Verde chiaro lucente Rosso aranciato 80 anni CARATTERISTICHE AGRONOMICHE ED AMBIENTALI Suolo Tutti i tipi di suolo Esposizione Soleggiata Rusticità Ottima per molti ambienti Resistenza al vento Resistenza al ristagno idrico Sensibilità al sale Resistenza all inquinamento urbano Densità / ombreggiamento % di ombreggiamento della chioma CRITERI DI SCELTA DIMENSIONE, MORFOLOGIA E TECNICA D IMPIANTO Altezza max Circa metri Classe dimensionale 1 grandezza Forma e portamento Ovale slanciato Velocità di crescita Rapida Misura vivaistica minima di messa (circonferenza del tronco ad 1 m. dal colletto) Corrisponde ad albero con zolla, con almeno n 3 trapianti ed altezza di m. 4,0-4,50 a dimora Distanza ottimale d impianto in filare Distanza minima dalle abitazioni 4 m. Spazio di espansione radicale minimo 5 m. (raggio dal colletto) Spazio di espansione radicale normale 7 m. (raggio dal colletto) Sesto d impianto in parco-giardino 60 mq./ pianta MANUTENZIONE E CURA Potature Periodiche di formazione Sensibilità a patogeni Concimazione Controllo della stabilità Resistente Di lungo periodo m. 10 Necessario, regolare con ampie dimensioni Parchi Filari alberati Giardini Aree industriali Schermi frangivento Argini fluviali e zone umide Schermi antirumore Zone costiere marine Siepi agrarie e uso paesaggistico

8 135 FRAXINUS ORNUS Nome botanico: Fraxinus Ornus Famiglia: Oleaceae Area di distribuzione: Europa Sud, Asia occidentale Caratteristiche particolari dell albero Albero molto diffuso in Europa, di taglia media ed affermato in molti ambienti per sua rusticità. Portamento elegante, dalla chioma compatta ed una abbondante e bella fioritura primaverile bianco crema. Foglie verde intenso che virano al giallo in autunno. Ottima adattabilità ai vari tipi di suoli e di ambienti di crescita, compreso quello urbano. Richiede una esposizione soleggiata e tollera le zone parzialmente ombreggiate. Sviluppa una radice mediamente profonda con molte radici secondarie; predilige i suoli argillosi e sabbiosi, ma cresce bene in tutti i tipi di suolo. Albero multifunzionale, idoneo per aree a parco, viali urbani, giardini, verde pensile, uso paesaggistico per sistemi verdi territoriali. Possiede una buona resistenza alla siccità, al vento ed al sale antigelo, nonché una adattabilità alle zone costiere di mare. Resistente ai patogeni ed alle potature, che devono essere orientate al mantenimento della forma nel rispetto dell architettura della chioma. QUALITA DELLA PIANTA Radici Fusto Chioma e rami Corteccia Fioritura Frutti Foglie - primavera Colorazione autunnale Maturità vegetale mente profonde con numerose radici secondarie Monocormico Chioma compatta e rami ravvicinati Ornamentale liscia grigia Aprile maggio, bianco crema Assenti Verde chiaro lucente Rosso aranciato 80 anni CARATTERISTICHE BOTANICHE CARATTERISTICHE AGRONOMICHE ED AMBIENTALI Suolo Tutti i tipi di suolo Esposizione Soleggiata Rusticità Ottima per molti ambienti Resistenza al vento Resistenza al ristagno idrico Sensibilità al sale Resistenza all inquinamento urbano Densità / ombreggiamento % di ombreggiamento della chioma CRITERI DI SCELTA DIMENSIONE, MORFOLOGIA E TECNICA D IMPIANTO Altezza max Circa metri Classe dimensionale 2 grandezza Forma e portamento Ovoidale aperta Velocità di crescita Rapida Misura vivaistica minima di messa (circonferenza del tronco ad 1 m. dal colletto) Corrisponde ad albero con zolla, con almeno n 3 trapianti ed altezza di m. 4,0-4,50 a dimora Distanza ottimale d impianto in filare Parchi Filari alberati Giardini Aree industriali Schermi frangivento Argini fluviali e zone umide Schermi antirumore Zone costiere marine Siepi agrarie e uso paesaggistico (in entroterra) Distanza minima dalle abitazioni 4 m. Spazio di espansione radicale minimo 5 m. (raggio dal colletto) Spazio di espansione radicale normale 7 m. (raggio dal colletto) Sesto d impianto in parco-giardino 60 mq./ pianta Potature Sensibilità a patogeni Concimazione Controllo della stabilità Periodiche di formazione Resistente Di lungo periodo m. 10 MANUTENZIONE E CURA Necessario, regolare con ampie dimensioni

9 GLEDITSIA TRIACANTHOS 136 Nome botanico: Gleditsia triacanthos Famiglia: Ceasalpinaceae Area di distribuzione: America settentrionale Caratteristiche particolari dell albero Albero di taglia media, dai rami tortuosi ed irregolari che formano una chioma aperta e luminosa. Portamento elegante e dalle foglie dal colore più giallo che verde, fino ad essere giallo oro lucente in autunno. Bella fioritura a pannocchie e frutti di legumi rossi e penduli. Presenza di spine ramificate, anche sul tronco. Ottima adattabilità ai vari tipi di suoli e di ambienti di crescita, compreso quello urbano. Richiede una esposizione soleggiata e tollera le zone parzialmente ombreggiate. Sviluppa una radice molto profonda nel suolo, con molte radici secondarie; predilige i suoli argillosi e sabbiosi, ma cresce bene in tutti i tipi di suolo. Albero multifunzionale, idoneo per aree a parco, viali urbani, giardini, verde pensile. Possiede una buona resistenza alla siccità, ed al sale antigelo, nonché una adattabilità alle zone costiere di mare. Resistente ai patogeni e non necessita di tante potature, che devono essere orientate al mantenimento della forma nel rispetto dell architettura della chioma. QUALITA DELLA PIANTA CARATTERISTICHE BOTANICHE Radici mente profonde e numerose radici secondarie Fusto Monocormico Chioma e rami Corteccia Fioritura Frutti Foglie - primavera Colorazione autunnale Maturità vegetale Chioma luminosa aperta e rami tradizionali Ornamentale liscia grigia con spine Aprile - maggio, bianco crema Legumi rossi penduli Verde giallo chiaro lucente Giallo oro 50 anni CARATTERISTICHE AGRONOMICHE ED AMBIENTALI Suolo Tutti i tipi di suolo Esposizione Soleggiata Rusticità Ottima per molti ambienti Resistenza al vento Resistenza al ristagno idrico Sensibilità al sale Bassa Resistenza all inquinamento urbano Densità / ombreggiamento % di ombreggiamento della chioma CRITERI DI SCELTA DIMENSIONE, MORFOLOGIA E TECNICA D IMPIANTO Altezza max Circa metri Classe dimensionale 2 grandezza Forma e portamento Ovale aperta Velocità di crescita Rapida Misura vivaistica minima di messa (circonferenza del tronco ad 1 m. dal colletto) Corrisponde ad albero con zolla, con almeno n 3 trapianti ed altezza di m. 4,0-4,50 a dimora Distanza ottimale d impianto in filare Distanza minima dalle abitazioni 3 m. Spazio di espansione radicale minimo 4 m. (raggio dal colletto) Spazio di espansione radicale normale 6 m. (raggio dal colletto) Sesto d impianto in parco-giardino 40 mq./ pianta MANUTENZIONE E CURA Potature Periodiche di formazione Sensibilità a patogeni Concimazione Controllo della stabilità Resistente Di lungo periodo m. 8 Non necessario, solo con ampie dimensioni Parchi Filari alberati Giardini Aree industriali Schermi frangivento Argini fluviali e zone umide Schermi antirumore Zone costiere marine Siepi agrarie e uso paesaggistico Parzialmente idoneo Parzialmente idoneo

10 137 Gleditsia Triacanthos Elegantissima alt. Max 8-10 m. 3 grandezza verde chiaro giallo Maggio, bianco crema, uso paesaggistico GLEDITSIA TRIACANTHOS Gleditsia Triacanthos Skyline alt. Max m. 1 grandezza verde giallo giallo oro Maggio, giallo chiaro non ornamentali, uso paesaggistico Gleditsia Triacanthos Sunburst piramidale compatta alt. Max 8-10 m. 2 grandezza verde chiaro lucente giallo Maggio, giallo chiaro ornamentali SESTO D IMPIANTO IN PARCO/GIARDINO 30 mq. / pianta aree mediterranee,

11 HIBISCUS SYRIACUS Nome botanico: Hibiscus Syriacus Famiglia: Malvaceae Area di distribuzione: Asia occidentale Caratteristiche particolari dell albero Albero di piccola taglia che in natura è più diffuso come arbusto, ma che assume la forma di albero da adulto. Disponibile in vivaio come albero con chioma oltre i 2 metri. Ramificazione fitta e con abbondante e prolungata fioritura nel periodo estivo. Portamento ordinato con chioma a ventaglio, foglie dal colore verde intenso che virano al giallo in autunno. Ottima adattabilità ai vari tipi di suoli e di ambienti di crescita, compreso il clima urbano. Richiede una esposizione soleggiata, ma tollera le zone parzialmente ombreggiate. Sviluppa una radice profonda nel suolo, con molte radici secondarie; predilige i suoli argillosi e sabbiosi, ma cresce bene in tutti i tipi di suolo. Albero piccolo ma multifunzionale, idoneo per aree a parco, viali urbani di piccole dimensioni, giardini, verde pensile. Possiede una buona resistenza alla siccità, nonché una adattabilità alle zone costiere di mare. Resistente ai patogeni e non necessita di frequenti potature, le quali devono essere orientate al mantenimento della forma nel rispetto dell architettura della chioma. QUALITA DELLA PIANTA 138 CARATTERISTICHE BOTANICHE Radici mente profonde e numerose radici secondarie Fusto Monocormico o multifusto Chioma e rami Corteccia Fioritura Frutti Foglie - primavera Colorazione autunnale Maturità vegetale Chioma aperta ma fitta, rami ravvicinati e regolari Ornamentale liscia grigia Giugno - settembre, rosa, rosso (anche altri colori) Capsule brune, non ornamentali Verde intenso Giallo 40 anni CARATTERISTICHE AGRONOMICHE ED AMBIENTALI Suolo Tutti i tipi di suolo Esposizione Soleggiata Rusticità Ottima per molti ambienti Resistenza al vento Resistenza al ristagno idrico Sensibilità al sale Resistenza all inquinamento urbano Densità / ombreggiamento % di ombreggiamento della chioma CRITERI DI SCELTA DIMENSIONE, MORFOLOGIA E TECNICA D IMPIANTO Altezza max 3-5 metri Classe dimensionale 3 grandezza Forma e portamento Ventaglio aperta Velocità di crescita Lenta Misura vivaistica minima di messa (circonferenza del tronco ad 1 m. dal colletto) Corrisponde ad albero con zolla, con almeno n 2 trapianti ed altezza di m. 3,0-3,50 a dimora Distanza ottimale d impianto in filare Distanza minima dalle abitazioni 2 m. Spazio di espansione radicale minimo 3 m. (raggio dal colletto) Spazio di espansione radicale normale 4 m. (raggio dal colletto) Sesto d impianto in parco-giardino 40 mq./ pianta MANUTENZIONE E CURA Potature Periodiche di formazione Sensibilità a patogeni Concimazione Controllo della stabilità Resistente Di lungo periodo Non necessario m. 6 Parchi Filari alberati Giardini Aree industriali Schermi frangivento Argini fluviali e zone umide Schermi antirumore Zone costiere marine Siepi agrarie e uso paesaggistico (zone mediterranee)

12 IL MILLEPIANTE TEKNO Guida tecnica per i professionisti del verde Maximedia Via Enrico Fermi, Massa e Cozzile (PT) Italy Telefono Fax info maxi.it L Editore si dichiara disponibile a regolare eventuali spettanze per quelle immagini di cui non è stato possibile reperire la fonte

arch. Federica Simionato dott.ssa Linda Biliato Verificato da R. U. P. ing. Simone Agrondi Validato da R. U. P. ing.

arch. Federica Simionato dott.ssa Linda Biliato Verificato da R. U. P. ing. Simone Agrondi Validato da R. U. P. ing. DIREZIONE LAVORI PUBBLICI - MESTRE SETTORE VIABILITA TERRAFERMA S. Marco 4136 30124 Venezia C.I. 12422 R.U.P.: ing. Simone Agrondi telefono 041 2748111 Oggetto Fase Progetto Documento Scala Nuovo parcheggio

Dettagli

VIVAIO: Produzione, Lavorazione e Selezione Alberature, Arbusti e Piante da Frutto MADE IN ITALY

VIVAIO: Produzione, Lavorazione e Selezione Alberature, Arbusti e Piante da Frutto MADE IN ITALY VIVAIO: Produzione, Lavorazione e Selezione Alberature, Arbusti e Piante da Frutto MADE IN ITALY ALBERATURE Alberature per verde urbano e residenziale: - Lavorazione e Selezione su Commissione - Su richiesta

Dettagli

ELENCO ESSENZE PIANTUMAZIONI 2015

ELENCO ESSENZE PIANTUMAZIONI 2015 ELENCO ESSENZE PIANTUMAZIONI 2015 E.R.S.A.F. Alberi ad alto fusto Celtis australis Bagolaro ALTEZZA: 15-20 metri. FOGLIE: caduche. RADICI: forte apparato radicale; sconsigliata piantumazione vicino ad

Dettagli

Quercus, Quercia (Fagaceae)

Quercus, Quercia (Fagaceae) , Quercia (Fagaceae) cerris, Cerro Albero originario dell'europa meridionale e dell'asia occidentale, di grandi dimensioni e dalla chioma espansa. Le foglie caduche sono verdi, ovali, a lobi, di 6-12 cm.

Dettagli

Catalogo Piante in vaso MAGONCINA

Catalogo Piante in vaso MAGONCINA Catalogo Piante in vaso MAGONCINA PIANTE AROMATICHE IN VASO (VARIE) Su richiesta è possibile procurare diversi tipi di piante aromatiche. Timo Maggiore: si presenta sotto forma di arbusto h.40 cm e largo

Dettagli

Tilia, Tiglio (Tiliaceae)

Tilia, Tiglio (Tiliaceae) , Tiglio (ceae) cordata (T. parvifolia), Tiglio selvatico, Tiglio di montagna Albero a foglia caduca originario dell'europa dalla chioma inizialmente conica, poi allargata, i rami sono inizialmente eretti

Dettagli

Acer ginnala Maxim. 1856

Acer ginnala Maxim. 1856 Acer ginnala Maxim. 1856 famiglia: Sapindaceae sinonimi: Acer tataricum subsp. ginnala nomi comuni: acero ginnala, acero di fuoco acero dell'amur vedi tassonomia Acer Sapindaceae torna all'elenco ETIMOLOGIA:

Dettagli

PROGETTAZIONE PARTECIPATA PER LA RIQUALIFICAZIONE VIALE MATTEOTTI CALCINAIA

PROGETTAZIONE PARTECIPATA PER LA RIQUALIFICAZIONE VIALE MATTEOTTI CALCINAIA PROGETTAZIONE PARTECIPATA PER LA RIQUALIFICAZIONE VIALE MATTEOTTI CALCINAIA Comune di Calcinaia In collaborazione con Università di Pisa DESTeC Ingegneria Strutture verdi e paesaggio 18 febbraio 2013 Linee

Dettagli

La corteccia è liscia di colore marrone con tante lenticelle chiare nei fusti giovani (a dx) squamosa nei fusti più vecchi (a sx)

La corteccia è liscia di colore marrone con tante lenticelle chiare nei fusti giovani (a dx) squamosa nei fusti più vecchi (a sx) NOCCIOLO (Corylus avellana) riconoscerlo? Portamento: è un arbusto caducifoglio con una ceppaia da cui partono molti fusti detti polloni Si trova nel sottobosco dalla pianura fino a 1700 m Gemme ellittiche

Dettagli

foglia caduca sempreverde MESE DI FIORITURA (presente solo se significativa) ALTEZZA in m DIAMETRO DELLA CHIOMA in m

foglia caduca sempreverde MESE DI FIORITURA (presente solo se significativa) ALTEZZA in m DIAMETRO DELLA CHIOMA in m Alberi ornamentali a foglia caduca e sempreverdi Ci difendono dall inquinamento atmosferico, dal caldo e dai rumori abbellendo nel contempo i nostri giardini in ogni stagione. 25 MESE DI FIORITURA (presente

Dettagli

ALBERI II GRANDEZZA FOGLIE CADUCHE LATIFOGLIA ACER CAMPESTRE

ALBERI II GRANDEZZA FOGLIE CADUCHE LATIFOGLIA ACER CAMPESTRE FLORA ENDEMICA ALBERI II GRANDEZZA ACER CAMPESTRE 12 m 6 m Ovoidale - espanso Stazioni soleggiate Mesofilo xerotollerante Primaverile, di colore giallo Coni cilindrici, eretti, bruno chiari a maturazione

Dettagli

Magnolia (Magnoliaceae)

Magnolia (Magnoliaceae) (ceae) Magnolie a fogliame sempreverde grandiflora Gallisoniensis Albero selezionato in Francia dalla chioma conica ma che può essere foggiata a piramidale con potature. Le foglie sempreverdi sono ovali

Dettagli

Tree Work Bando Cariplo 2013/14 U.A.1

Tree Work Bando Cariplo 2013/14 U.A.1 IL TORRENTE COSIA: FILO CONDUTTORE DELLA BIODIVERSITA' TRA NATURA E UOMO BANDO CARIPLO - SCUOLA 21, A.S. 2013/14 FASE 1: "ESPLORAZIONE DELL'ARGOMENTO" - CLASSE III UNITA' DI APPRENDIMENTO 1: L'AGROECOSISTEMA

Dettagli

Di contenimento e formazione chioma

Di contenimento e formazione chioma Buddleya davidii Suolo e ph Resistenza al sale Buddleja davidii Luglio Veloce si adatta a molteplici ambienti Spiraea japonica, bumalda, shirobana Varietà Colore fioritura Suolo e Ph Spiraea japonica Shirobana

Dettagli

I TONI DEL VERDE VIALI ALBERATI ED AIUOLE SPARTITRAFFICO

I TONI DEL VERDE VIALI ALBERATI ED AIUOLE SPARTITRAFFICO I TONI DEL VERDE VIALI ALBERATI ED AIUOLE SPARTITRAFFICO FUNZIONI DELLA VEGETAZIONE IN AMBIENTE URBANO Ecologico-ambientale Sanitaria Protettiva Sociale e ricreativa Igienica Didattico-culturale culturale

Dettagli

Rose da bacca. La rosa - indiscussa protagonista del giardino primaverile

Rose da bacca. La rosa - indiscussa protagonista del giardino primaverile 34 TENDENZE Rose da bacca Un angolo verde decorato anche in inverno? Si può grazie alle piante produttrici di frutti invernali, tra le quali spicca la regina del giardino. Nell articolo sono indicate le

Dettagli

CHIOMA E PORTAMENTO FOGLIE FIORI FRUTTI FLORA ENDEMICA. 15-25 m 8 m Ovale Foglia caduca Mesofila Igrofila

CHIOMA E PORTAMENTO FOGLIE FIORI FRUTTI FLORA ENDEMICA. 15-25 m 8 m Ovale Foglia caduca Mesofila Igrofila FLORA ENDEMICA ALBERI II GRANDEZZA CARPINUS BETULUS Carpino bianco 15-25 m 8 m Ovale Mesofila Igrofila Primaverili, di colore verde-giallo Grappoli che ingialliscono in autunno Verde scuro nella pagina

Dettagli

Ilex, Agrifoglio (Aquifoliaceae)

Ilex, Agrifoglio (Aquifoliaceae) Ilex Ilex, Agrifoglio (Aquifoliaceae) x altaclarensis Golden King (I. aquifolium Golden King ) Arbusto dalla chioma larga e densa. Le foglie sempreverdi sono ovali, verdi con margini gialli, di 4-6 cm.

Dettagli

salici da ceste CORSO DI CESTERIA

salici da ceste CORSO DI CESTERIA Ecomuseo delle Acque Largo Beorcje 12 - Borgo Molino 33013 Gemona del Friuli (UD) info@ecomuseodelleacque.it www.ecomuseodelleacque.it CORSO DI CESTERIA salici da ceste Il salice da vimini (S. viminalis)

Dettagli

Cedrus, Cedro (Pinaceae)

Cedrus, Cedro (Pinaceae) , Cedro (Pinaceae) atlantica, Cedro dell Atlante Conifera sempreverde originaria dell'algeria e del Marocco, dal portamento imponente, eretto, dalla cima allarga orizzontalmente, i cui rami inizialmente

Dettagli

FATTORI CHE CONDIZIONANO LO SVILUPPO

FATTORI CHE CONDIZIONANO LO SVILUPPO GIORNATE TECNICHE SOCIETA ITALIANA D ARBORICOLTURA ARCHITETTURE ARBOREE E CONDIZIONAMENTO METEO CLIMATICO CARMELO FRUSCIONE DOTTORE FORESTALE TORINO 19 APRILE 13 FATTORI CHE CONDIZIONANO LO SVILUPPO DELL

Dettagli

Le cicorie. Cicoria selvatica da campo. Cicoria. spadona da taglio. Cicoria. Cicoria zuccherina da taglio Triestina. variegata di Lusia.

Le cicorie. Cicoria selvatica da campo. Cicoria. spadona da taglio. Cicoria. Cicoria zuccherina da taglio Triestina. variegata di Lusia. selvatica da campo Forma un cespo aperto, aderente al terreno, formato da foglie lunghe, strette e frastagliate, dal gusto amaro. Si consuma preferibilmente cotta dall autunno alla primavera ma è anche

Dettagli

Hydrangea, Ortensia (Hydrangeaceae)

Hydrangea, Ortensia (Hydrangeaceae) , Ortensia (ceae) LE ORTENSIE DA GIARDINO macrophylla (H. ortensia) (H. hortensis) Arbusto originario del Giappone dalla chioma ascendente e tondeggiante. Le foglie sono ovali, dai margini seghettati e

Dettagli

CHIOMA E PORTAMENTO FOGLIE FIORI FLORA ENDEMICA m 8 m Piramidale - globosa Foglia caduca Mesofila Mesofila

CHIOMA E PORTAMENTO FOGLIE FIORI FLORA ENDEMICA m 8 m Piramidale - globosa Foglia caduca Mesofila Mesofila ALBERI I GRANDEZZA QUERCUS CERRIS Cerro 25-30 m 8 m Piramidale - globosa Primaverile, poco significativa Ghianda allungata protetta da una cupola tormentosa con squame verde chiaro Verde scuro nella parte

Dettagli

La classe 1 a C della scuola media L. Lotto all Orto Botanico dell I.T.C Filippo Corridoni di Civitanova Marche

La classe 1 a C della scuola media L. Lotto all Orto Botanico dell I.T.C Filippo Corridoni di Civitanova Marche La classe 1 a C della scuola media L. Lotto all Orto Botanico dell I.T.C Filippo Corridoni di Civitanova Marche Il 30 Maggio 2013 la classe 1^C della scuola media L. Lotto è andata in visita all orto botanico

Dettagli

Donato, capostipite della famiglia Nigro, dopo aver appreso, dalla tradizione maestria degli agricoltori provenienti da Turi(Ba), il prezioso e poco

Donato, capostipite della famiglia Nigro, dopo aver appreso, dalla tradizione maestria degli agricoltori provenienti da Turi(Ba), il prezioso e poco Donato, capostipite della famiglia Nigro, dopo aver appreso, dalla tradizione maestria degli agricoltori provenienti da Turi(Ba), il prezioso e poco diffuso mestiere di innestino, decise nel 1934, di fondare

Dettagli

Famiglia Liliaceae. Specie spontanee in zone a clima temperato-freddo: A. scaber Brign.

Famiglia Liliaceae. Specie spontanee in zone a clima temperato-freddo: A. scaber Brign. Famiglia Liliaceae Specie coltivata: Asparagus officinalis Specie spontanee in zone a clima mediterraneo: A.acutifolius L., A. albus L., A. aphyllus L., A. stipularis Forsk., A. medeoloides Thun. Specie

Dettagli

Tasso. Famiglia: TAXACEE Genere: TAXUS Taxus baccata English yew

Tasso. Famiglia: TAXACEE Genere: TAXUS Taxus baccata English yew Tasso Famiglia: TAXACEE Genere: TAXUS Taxus baccata English yew Caratteristiche morfologiche E una sempreverde, dioica, che può raggiungere i 10-15 metri di altezza; corteccia rossastra, liscia in giovane

Dettagli

Aesculus parviflora Amorpha canescens Aronia melanocarpa Calycanthus floridus

Aesculus parviflora Amorpha canescens Aronia melanocarpa Calycanthus floridus ARBUSTI INSOLITI Aesculus parviflora - Fam. Hippocastanaceae Esposizione: Ombra-mezz ombra. Suolo: Fresco e fertile. Caratteristiche interessanti: Infiorescenze di piccoli fiori bianchi in estate. Amorpha

Dettagli

Pinus, Pino (Pinaceae)

Pinus, Pino (Pinaceae) , Pino (Pinaceae) Brepo (P. austriaca Pierrick Brégeon ) (P. nigra Pierrick Brégeon ) Selezione svizzera dalla chioma naturalmente sferica. Aghi verdi accesi e lunghi, quelli centrali caduchi. densiflora

Dettagli

Piante da Frutto. Tipologia: Nome del frutto: Albicocco. Aurora

Piante da Frutto. Tipologia: Nome del frutto: Albicocco. Aurora Aurora Presenta una elevata vigoria, portamento espanso, produttività elevata ma incostante. Frutto di pezzatura medio elevata, di forma tonda ellittica, di colore di fondo arancio e sovraccolore rosso

Dettagli

HOYA MACGREGORII COD. 028

HOYA MACGREGORII COD. 028 HOYA MACGREGORII COD. 028 CARATTERISTICHE: Clone di Hoya incrassata. Portamento rampicante ESIGENZA IDRICHE : Tollera la siccità ma non dovrebbe essere HOYA MATHILDE COD. 029 ORIGINE: Ibrido, carnosa x

Dettagli

CENSIMENTO DEGLI ALBERI MONUMENTALI Legge 14 gennaio 2013, n.10

CENSIMENTO DEGLI ALBERI MONUMENTALI Legge 14 gennaio 2013, n.10 CENSIMENTO DEGLI ALBERI MONUMENTALI Legge 14 gennaio 2013, n.10 SCHEDA DI IDENTIFICAZIONE ALBERO O FORMAZIONE VEGETALE MONUMENTALE N. scheda: 03_E085_VS_20 Data rilievo: 28/04/2015 Albero singolo Filare

Dettagli

peperone e melanzana La ricerca italiana si presenta...

peperone e melanzana La ricerca italiana si presenta... specialità peperone e melanzana La ricerca italiana si presenta... specialità peperone precius f1 IL RIFERIMENTO DI MERCATO PER PRODUZIONE E PEZZATURA Pianta di buon vigore con fogliame ampio e coprente

Dettagli

Prescrizioni generali

Prescrizioni generali Prescrizioni generali Art. 1 Alberi Le dimensioni degli alberi dovranno essere misurate come indicato di seguito: - circonferenza del fusto: misurata a 100 cm di altezza oltre il colletto; - altezza dell

Dettagli

CHIOMA E PORTAMENTO FOGLIE FIORI FRUTTI FLORA ENDEMICA. Fino a 3 m Fino a 2 m Espanso Foglia caduca Eliofilo Xerotollerante

CHIOMA E PORTAMENTO FOGLIE FIORI FRUTTI FLORA ENDEMICA. Fino a 3 m Fino a 2 m Espanso Foglia caduca Eliofilo Xerotollerante ARBUSTO MEDIO FOGLIE CADUCHE PALIURUS SPINA CHRISTI Spinacristi, Marruca FLORA ENDEMICA Fino a 3 m Fino a 2 m Eliofilo Xerotollerante Primaverile. Fiori a cinque petali di colore giallo riuniti in piccoli

Dettagli

Bignonia. Lezione 15 - Cespugli ornamentali Arbusti a foglia caduca 3 gruppo: fioritura su rami 2-3 anni età. Bignonia sp.

Bignonia. Lezione 15 - Cespugli ornamentali Arbusti a foglia caduca 3 gruppo: fioritura su rami 2-3 anni età. Bignonia sp. Bignonia sp. Wistaria sinensis Cercis siliquastrum Bignonia la Bignonia appartiene alla famiglia della Bignoniaceae e si tratta di un genere che comprende una sola specie rampicante delicata, sempreverde,

Dettagli

FAGUS SILVATICA. Genere: Fagus Specie: F. sylvatica Descrizione: Albero molto

FAGUS SILVATICA. Genere: Fagus Specie: F. sylvatica Descrizione: Albero molto PIANTE ORNAMENTALI IL TORRENTE COSIA: FILO CONDUTTORE DELLA BIODIVERSITA' TRA NATURA E UOMO FASE 1: "ESPLORAZIONE DELL'ARGOMENTO UNITA' DI APPRENDIMENTO 1: L'AGROECOSISTEMA Classe III: Cozzani Ludovico

Dettagli

CENSIMENTO DEGLI ALBERI MONUMENTALI Legge 14 gennaio 2013, n.10

CENSIMENTO DEGLI ALBERI MONUMENTALI Legge 14 gennaio 2013, n.10 N. scheda: CENSIMENTO DEGLI ALBERI MONUMENTALI Legge 14 gennaio 2013, n.10 SCHEDA DI IDENTIFICAZIONE ALBERO O FORMAZIONE VEGETALE MONUMENTALE 02/E805/PG/10 Data rilievo: 23/02/2016 Albero singolo Filare

Dettagli

PROGETTO DEL NUOVO OSPEDALE SANTA MARIA DEGLI ANGELI DI PORDENONE RELAZIONE BOTANICA

PROGETTO DEL NUOVO OSPEDALE SANTA MARIA DEGLI ANGELI DI PORDENONE RELAZIONE BOTANICA PROGETTO DEL NUOVO OSPEDALE SANTA MARIA DEGLI ANGELI DI PORDENONE RELAZIONE BOTANICA PIAZZALE D INGRESSO Alberatura Liquidambar styracyflua ad alberetto. Il Liquidambar è una pianta con eccellente resistenza

Dettagli

6 FASE: Utilizzando Power Point abbiamo raccolto tutte le diapositive completate delle informazioni.

6 FASE: Utilizzando Power Point abbiamo raccolto tutte le diapositive completate delle informazioni. ALBERI E ARBUSTI DEL NOSTRO GIARDINO :. Noi bambini della classe 5 A anno scolastico 2010/11, volendo realizzare uno studio illustrato delle piante del nostro giardino, vi raccontiamo come abbiamo eseguito

Dettagli

Regione Emilia-Romagna - Disciplinari di produzione integrata 2016 Norme tecniche di coltura > Colture erbacee >PISELLO PROTEICO

Regione Emilia-Romagna - Disciplinari di produzione integrata 2016 Norme tecniche di coltura > Colture erbacee >PISELLO PROTEICO CAPITOLO DELLE NORME GENERALI Scelta dell'ambiente di coltivazione e vocazionalità Mantenimento dell'agroecosistema naturale Scelta varietale e materiale di moltiplicazione Sistemazione e preparazione

Dettagli

Claudio Monfalcone, Servizio Assistenza Tecnica in Agricoltura, Regione Siciliana

Claudio Monfalcone, Servizio Assistenza Tecnica in Agricoltura, Regione Siciliana Claudio Monfalcone, Servizio Assistenza Tecnica in Agricoltura, Regione Siciliana I fruttiferi sub-tropicali, in particolare il mango (Mangifera indica L.), il litchee (Litchi chinensis Sonn.), e l avocado

Dettagli

Prato Gioco. Prato calpestabile rustico

Prato Gioco. Prato calpestabile rustico Prato Gioco Prato calpestabile rustico Miscela a pronto effetto per la velocità di germinazione e spunto di partenza delle specie inserite. Rusticità garantita grazie alla scelta varietale che vede inserire

Dettagli

PASSEGGIANDO PER LA PIAZZA E IL PARCO COMUNALE DI PIAMONTE POTETE TROVARE E GODERE DI QUESTI ALBERI, FACCIAMO UNA GITA INSIEME?

PASSEGGIANDO PER LA PIAZZA E IL PARCO COMUNALE DI PIAMONTE POTETE TROVARE E GODERE DI QUESTI ALBERI, FACCIAMO UNA GITA INSIEME? PASSEGGIANDO PER LA PIAZZA E IL PARCO COMUNALE DI PIAMONTE POTETE TROVARE E GODERE DI QUESTI ALBERI, FACCIAMO UNA GITA INSIEME? PALO BORRACHO Nome volgare: Palo borracho, yuchán Nome scientifico: Chorisia

Dettagli

Costo parametrico unitario (CPU) Unità di misura Quantità Totale ( ) 25,00 /m² , ,00 TOTALE ,00 PARCO EUROPA

Costo parametrico unitario (CPU) Unità di misura Quantità Totale ( ) 25,00 /m² , ,00 TOTALE ,00 PARCO EUROPA Stima parametrica dei costi diprogetto PARCO DELLE CAVE 1 Filari arborei 10,00 /m 5.800,00 58.000,00 2 Boschi 4,20 /m² 360.000,00 1.512.000,00 3 Prato 0,60 /m² 500.000,00 300.000,00 4 Percorsi 65,00 /m

Dettagli

terriccio universale

terriccio universale ideale per rinvasi, trapianti, semina e taleaggio terriccio universale terriccio di alta qualità indicato per tutti gli utilizzi di origine vegetale ( potatura alberi,falciatura prato. totale assenza di

Dettagli

CENSIMENTO DEGLI ALBERI MONUMENTALI Legge 14 gennaio 2013, n.10

CENSIMENTO DEGLI ALBERI MONUMENTALI Legge 14 gennaio 2013, n.10 CENSIMENTO DEGLI ALBERI MONUMENTALI Legge 14 gennaio 2013, n.10 SCHEDA DI IDENTIFICAZIONE ALBERO O FORMAZIONE VEGETALE MONUMENTALE N. scheda: 01_E085_VS_20 Data rilievo: 28/04/2015 Albero singolo Filare

Dettagli

Abies alba Mill. Foglie: aghi appia./, rigidi e inseri/ singolarmente e separatamente sui rame., secondo una disposizione a pe.ne

Abies alba Mill. Foglie: aghi appia./, rigidi e inseri/ singolarmente e separatamente sui rame., secondo una disposizione a pe.ne Abies alba Mill. Foglie: aghi appia./, rigidi e inseri/ singolarmente e separatamente sui rame., secondo una disposizione a pe.ne Picea abies (L.) H.Karst. aghi appun//, con sezione quadrangolare, lunghi

Dettagli

C1202. Riferimento commessa: dicembre prof. arch. Giorgio Goggi Responsabile tecnico-scientifico ing. Michele D Alessandro Direzione tecnica

C1202. Riferimento commessa: dicembre prof. arch. Giorgio Goggi Responsabile tecnico-scientifico ing. Michele D Alessandro Direzione tecnica Viale Lombardia 5 20131 Milano Tel. 02.70632650/60 fax 02.2361564 citra@citrasrl.it www.citrasrl.it Riferimento commessa: C1202 dicembre 2013 prof. arch. Giorgio Goggi Responsabile tecnico-scientifico

Dettagli

HOYA ALDRICHII COD. 001

HOYA ALDRICHII COD. 001 HOYA ALDRICHII COD. 001 ORIGINE: Isola di natale CARATTERISTICHE: Rampicante, bella e facile da coltivare costantemente intorno ai 20-25 C HOYA AMOENA COD.002 ORIGINE: Java CARATTERISTICHE: Rampicante

Dettagli

COSTO ANNUO COSTO 24 MESI ATTIVITA' MANUTENZIONE ARBUSTI, SIEPI, AIUOLE - POTATURA E MANUTENZIONE ALBERATURE , ,17

COSTO ANNUO COSTO 24 MESI ATTIVITA' MANUTENZIONE ARBUSTI, SIEPI, AIUOLE - POTATURA E MANUTENZIONE ALBERATURE , ,17 ATTIVITA' MANUTENZIONE ARBUSTI, SIEPI, AIUOLE - POTATURA E MANUTENZIONE ALBERATURE COSTO ANNUO COSTO 24 MESI 226.635,08 453.270,17 MANUTENZIONE TAPPETI ERBOSI 82.058,35 164.116,71 TOTALI 308.693,44 617.386,87

Dettagli

Frutti Antichi. Tipologia: Pesco. Nome del frutto: Michelini

Frutti Antichi. Tipologia: Pesco. Nome del frutto: Michelini Michelini Maturazione: fine agosto Frutto: grande, rotondo, rosso su fondo bianco crema Polpa: bianca, aromatica, spicca, dolce Note: consumo fresco Maria Bianca Maturazione: fine luglio Frutto: medio-grosso,

Dettagli

Allegato alle N.T.O.: Sussidi operativi relativi agli interventi di restauro paesistico e ambientale

Allegato alle N.T.O.: Sussidi operativi relativi agli interventi di restauro paesistico e ambientale Allegato alle N.T.O.: Sussidi operativi relativi agli interventi di restauro paesistico e ambientale 43 Prospetto n.1: parametri di ricostruzione del verde agrario In questo prospetto vengono sinteticamente

Dettagli

DELL EUROPA E DELL ASIA, ORMAI MONDO TRA I MAGGIORI PRODUTTORI EUROPEI ABBIAMO : POLONIA, REGNO UNITO E SPAGNA IN ITALIA (0,5-0,6%DELLA PRODUZIONE

DELL EUROPA E DELL ASIA, ORMAI MONDO TRA I MAGGIORI PRODUTTORI EUROPEI ABBIAMO : POLONIA, REGNO UNITO E SPAGNA IN ITALIA (0,5-0,6%DELLA PRODUZIONE LA COLTIVAZIONE DEL LAMPONE IL LAMPONE E UNA PIANTA ORIGINARIA DELL EUROPA E DELL ASIA, ORMAI CONOSCIUTA E DIFFUSA IN TUTTO IL MONDO TRA I MAGGIORI PRODUTTORI EUROPEI ABBIAMO : POLONIA, REGNO UNITO E SPAGNA

Dettagli

RELAZIONE TECNICA- LINEE GUIDA

RELAZIONE TECNICA- LINEE GUIDA RELAZIONE TECNICA- LINEE GUIDA Per progetto esecutivo sistemazione a verde area ASET di Ponte Sasso (PU) Bologna, 01/10/2012 Il tecnico incaricato Dott.Agr. Cristina Valeri ESECUTIVO ASET IMPIANTO DEL

Dettagli

Interventi di manutenzione delle alberature cittadine

Interventi di manutenzione delle alberature cittadine Interventi di manutenzione delle alberature cittadine Conferenza stampa Lunedì 28 dicembre 2015 Settore Verde, Tutela rischio idrogeologico e Parchi Il verde cittadino Elemento di primaria importanza per

Dettagli

La gestione del giardino tra impegno e opportunità. Maria Cristina Li Gotti Provincia di Pordenone Servizio Agricoltura

La gestione del giardino tra impegno e opportunità. Maria Cristina Li Gotti Provincia di Pordenone Servizio Agricoltura La gestione del giardino tra impegno e opportunità Provincia di Pordenone Servizio Agricoltura LA PRODUZIONE DELLA BIOMASSA DA POTATURA ARBOREE E ARBUSTIVE DA ABBATTIMENTI DA SFALCIO DA SCERBATURA AIUOLE

Dettagli

P.I.I. FISAC-TREVITEX. Relazione tecnica descrittiva degli interventi a verde

P.I.I. FISAC-TREVITEX. Relazione tecnica descrittiva degli interventi a verde P.I.I. FISAC-TREVITEX Relazione tecnica descrittiva degli interventi a verde Il progetto del verde prevede il mantenimento di porzioni di aiuole già esistenti e la creazione di nuove aree per una superficie

Dettagli

Gestione del verde arboreo

Gestione del verde arboreo Appunti d i Gestione del verde arboreo ornamentale 1. Corretta manutenzione delle alberature: principi generali e criteri di potatura 2. Responsabilità legale nella gestione 3. Introduzione alla VTA: perché

Dettagli

Comune di Como Piano attuativo in località Monte Olimpino Committente SC Evolution Progettisti arch. Luigi Conca Antonella Crippa

Comune di Como Piano attuativo in località Monte Olimpino Committente SC Evolution Progettisti arch. Luigi Conca Antonella Crippa Comune di Como Piano attuativo in località Monte Olimpino Committente SC Evolution Progettisti arch. Luigi Conca Antonella Crippa L intervento oggetto del piano attuativo in via Bellinzona a Como, come

Dettagli

IL MIGLIOR SEME DA PRATO SEMENTI PROFESSIONALI PER TAPPETI ERBOSI

IL MIGLIOR SEME DA PRATO SEMENTI PROFESSIONALI PER TAPPETI ERBOSI IL MIGLIOR SEME DA PRATO SEMENTI PROFESSIONALI PER TAPPETI ERBOSI 2015 GIOCO SPORTIVO EUROSPORT EXCELLENCE A21 per campi sportivi, partenze di golf e tutti i tappeti erbosi di qualità superiore. Resistenza

Dettagli

Il Parco Regionale di Portofino

Il Parco Regionale di Portofino Scuola 21: Un mondo biodiverso Esplorazione dell argomento e Problematizzazione: Visita al Parco Regionale di Portofino Il Parco Regionale di Portofino Dove Il Parco di Portofino è situato 30 Km a levante

Dettagli

CLONE HN17. Helleborus niger

CLONE HN17. Helleborus niger CLONE HN17 Helleborus niger POSSIBILE IMPIEGO COMMERCIALE l osservatore, con stelo non ramificato di circa 15/18 cm. La fioritura è invernale (Gennaio). Helleborus niger Patisce le alte temperature, pertanto

Dettagli

il cipresso argentato

il cipresso argentato Beatrice Borbiconi una pianta per amico il cipresso argentato foglio d albero scuola elementare La Primavera - classe III A anno scolastico 2005/2006 A mio fratello, per fargli capire che la scuola è bella

Dettagli

OIKOS 2000 CONSULENZA E INGEGNERIA AMBIENTALE SAGL. Sostituzione alberature passeggiata. Municipio di Mendrisio. Dicembre 2016

OIKOS 2000 CONSULENZA E INGEGNERIA AMBIENTALE SAGL. Sostituzione alberature passeggiata. Municipio di Mendrisio. Dicembre 2016 Alberature Sostituzione alberature passeggiata lungolago Comune di Mendrisio Quartiere di Capolago OIKOS 2000 CONSULENZA E INGEGNERIA AMBIENTALE SAGL er Puzzetascia 2 CH-6513 Monte Carasso Switzerland

Dettagli

Alberi anemofili in ambiente urbano

Alberi anemofili in ambiente urbano Newsletter Nr. 8-2008 Alberi anemofili in ambiente urbano A causa della fioritura degli alberi anemofili nel periodo da marzo a maggio le concentrazioni dei pollini aereodiffusi raggiungono valori molto

Dettagli

CEREALI ANTALIS ATHORIS FRUMENTO DURO

CEREALI ANTALIS ATHORIS FRUMENTO DURO ANTALIS La nuova frontiera dei frumenti duri per il centro-sud: elevato stay-green (maturazione lenta con ottimo riempimento della granella), buone resistenze e ottima qualità. -ALTA LUNGA, PIRAMIDALE,

Dettagli

PAESAGGI URBANI ESEMPI E BUONE PRATICHE ELENA FARNÈ REBUS

PAESAGGI URBANI ESEMPI E BUONE PRATICHE ELENA FARNÈ REBUS PAESAGGI URBANI ESEMPI E BUONE PRATICHE ELENA FARNÈ 13.11.2015 REBUS TOOLS REBUS STRUMENTI PER LA PROGETTAZIONE BIOCLIMATICA ALBERI CRESCITA E PORTAMENTO 86 MUTEVOLEZZA COMFORT EVAPOTRASPIRAZIONE OMBRA

Dettagli

ASCOLANA TENERA. Zona di Origine: Marche

ASCOLANA TENERA. Zona di Origine: Marche ASCOLANA TENERA Zona di Origine: Marche Albero: Pianta vigorosa con chioma molto densa a portamento assurgente e ran1i. fruttiferi leggermente pend uli. Le foglie ellittiche, regolari e di colore verde

Dettagli

Nile F1. Harp F1 (PV 0297) Castanet F1 (PV 9263)

Nile F1. Harp F1 (PV 0297) Castanet F1 (PV 9263) Nile F1 Foglia: allungata, appuntita Resistenza: peronospora farinosa HR 1-7, 9, 11, 13 ottima tolleranza al Cladosporium Note: ibrido indicato per semine dal 10 al 25 settembre, novembre e dicembre per

Dettagli

Frutti Antichi. Tipologia: Pero. Nome del frutto: Spina Carpi

Frutti Antichi. Tipologia: Pero. Nome del frutto: Spina Carpi Spina Carpi Pianta molto rustica, raccolta a inizio ottobre, si conserva fino a febbraio/marzo. LA polpa è fortemente aromatica. La varietà si presta a essere consumata cotta o al forno. Varietà molto

Dettagli

CHIOMA E PORTAMENTO FOGLIE FIORI FRUTTI FLORA ENDEMICA. Fino a 5 m 1-2 m Espanso Foglia caduca Eliofila Igrofila

CHIOMA E PORTAMENTO FOGLIE FIORI FRUTTI FLORA ENDEMICA. Fino a 5 m 1-2 m Espanso Foglia caduca Eliofila Igrofila ARBUSTO MEDIO AMORPHA FRUTICOSA Amorpha, Indaco bastardo Fino a 5 m 1-2 m Igrofila Estiva, di colore violetto, dalle propietà tintorie Piccoli legumi di colore rosso-brunastro riuniti in lunghe spighe

Dettagli

Spinacio Baby Leaf IV gamma. Gamma

Spinacio Baby Leaf IV gamma. Gamma Spinacio Baby Leaf IV gamma Gamma 2015-201 Spinacio Baby Leaf IV gamma Varietà a Gentile Varietà Cliente, Resistenze Pfs Crescita 1= lenta il costante lavoro di miglioramento che Manatee portiamo RZ avanti

Dettagli

MISCUGLI DI ALTISSIMA QUALITA PER OGNI ESIGENZA. I nostri Prati. La serietà e l impegno portano sempre buoni frutti.

MISCUGLI DI ALTISSIMA QUALITA PER OGNI ESIGENZA. I nostri Prati. La serietà e l impegno portano sempre buoni frutti. MISCUGLI DI ALTISSIMA QUALITA PER OGNI ESIGENZA I nostri Prati La serietà e l impegno portano sempre buoni frutti. Serie PRATI Miscugli e sementi di altissima qualità per ogni esigenza. 2 Miscugli per

Dettagli

Da tempo si fa scarso uso di. Una scelta che conquista VIVAIO E PAESAGGIO VEGETALE / PIANTE ESEMPLARI

Da tempo si fa scarso uso di. Una scelta che conquista VIVAIO E PAESAGGIO VEGETALE / PIANTE ESEMPLARI VIVAIO E PAESAGGIO VEGETALE / PIANTE ESEMPLARI estratto da ACER Il Verde editoriale MIlano Visitare i vivai di coltivazione può offrire grandi opportunità di conoscenza delle tante specie vegetali. Si

Dettagli

Patologie delle piante ornamentali: la rogna dell'oleandro

Patologie delle piante ornamentali: la rogna dell'oleandro Patologie delle piante ornamentali: la rogna dell'oleandro Categories : Anno 2013, N. 160-15 gennaio 2013 di Alessandro Lutri L'oleandro (Nerium oleander) appartenente alla famiglia delle Apocynaceae,

Dettagli

Potenzialità dell arboricoltura da legno in Italia con latifoglie esotiche a rapido accrescimento

Potenzialità dell arboricoltura da legno in Italia con latifoglie esotiche a rapido accrescimento Convegno Nazionale Pioppicoltura e arboricoltura da legno in Italia Centro di ricerca per le foreste e il legno Sede di Potenzialità dell arboricoltura da legno in Italia con Giovanni Mughini, Maria Gras

Dettagli

TerraBrill Agrumi. TerraBrill Fioriere

TerraBrill Agrumi. TerraBrill Fioriere 9 TerraBrill Fioriere Substrato specifico per il riempimento di fioriere di medie e grandi dimensioni. TerraBrill Fioriere contiene inerti vulcanici e fibra di cocco, che conferiscono al substrato una

Dettagli

STIMA DEL VALORE ORNAMENTALE DI PIANTE ABBATTUTE e/o DANNEGGIATE

STIMA DEL VALORE ORNAMENTALE DI PIANTE ABBATTUTE e/o DANNEGGIATE STIMA DEL VALORE ORNAMENTALE DI PIANTE ABBATTUTE e/o DANNEGGIATE Il presente allegato fornisce delle linee guida per la stima del Valore Ornamentale (VO) delle piante arboree e/o arbustive soggette ad

Dettagli

LIQUIDAMBAR COM È? FIORI E FRUTTI LE FOGLIE

LIQUIDAMBAR COM È? FIORI E FRUTTI LE FOGLIE LIQUIDAMBAR COM È? FIORI E FRUTTI LE FOGLIE Slanciati, armoniosi ed eleganti, diventano stupefacenti in autunno, quando le loro foglie si colorano di giallo, arancio e porpora. I Liquidambar in autunno

Dettagli

MAIS DI ROCCACONTRADA CENNI STORICI ED AREA DI DIFFUSIONE

MAIS DI ROCCACONTRADA CENNI STORICI ED AREA DI DIFFUSIONE MAIS DI ROCCACONTRADA CENNI STORICI ED AREA DI DIFFUSIONE Il mais ottofile di Roccacontrada e una varieta locale di mais da polenta tipica delle Marche e reperita nei dintorni di Arcevia, da cui appunto

Dettagli

Frutti Antichi. Tipologia: Nome del frutto: Susino. Angeleno

Frutti Antichi. Tipologia: Nome del frutto: Susino. Angeleno Frutti Antichi Angeleno Albero di elevata vigoria a portamento intermedio, produttività elevata. Frutto molto grosso, sferoidale - appiattito, con buccia di color viola - nero, pruinosa. Polpa giallo chiara,

Dettagli

IL RUOLO DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE NEL SETTORE ORTOFLOROVIVAISTICO

IL RUOLO DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE NEL SETTORE ORTOFLOROVIVAISTICO IL RUOLO DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE NEL SETTORE ORTOFLOROVIVAISTICO di Gianluca Zadra 1 CENNI STORICI o 1874 nasce l Istituto Agrario di San Michele all Adige costituito dalla stazione sperimentale

Dettagli

Tipi orticoltura e sistemi colturali

Tipi orticoltura e sistemi colturali Tipi orticoltura e sistemi colturali Giuseppe Colla Dip. DAFNE Email: giucolla@unitus.it Tipologie di orticoltura Orti famigliari (100-1.000 m 2 ) Autoconsumo Orti stabili (1.000-10.000 m 2 ) Mercati nazionali

Dettagli

fioritura estate Corylus avellana Nocciolo foglie arrotondate fiori maschili amenti gialli in autunno frutto nocciola altezza 4-5 metri Cotoneaster

fioritura estate Corylus avellana Nocciolo foglie arrotondate fiori maschili amenti gialli in autunno frutto nocciola altezza 4-5 metri Cotoneaster Arbusti: Abelia x grandiflora Abelia fiori bianco-rosa altezza 2 metri Acer japonicum - Acero giapponese foglia palmata con lobi profondi altezza 2-5 metri Aucuba japonica Aucuba foglia verde o macchiettata

Dettagli

Un albero per ogni bambino

Un albero per ogni bambino Ente Foreste della Sardegna Un albero per ogni bambino Descrizione dell iniziativa Fra i compiti istituzionali dell Ente Foreste della Sardegna vi è anche quello dell educazione ambientale. Nell ambito

Dettagli

ERBAI. elevata potenzialità produttiva migliore stabilità produttiva ed uniformità di razionamento

ERBAI. elevata potenzialità produttiva migliore stabilità produttiva ed uniformità di razionamento ERBAI Problematiche elevata potenzialità produttiva migliore stabilità produttiva ed uniformità di razionamento Classificazione autunno-vernini primaverili-estivi Elementi di scelta Esigenze idriche e

Dettagli

DESCRIZIONE DELLA SELEZIONE VARIETALE DI OLIVO DELLA Cv. MAURINO DENOMINATA: Maurino MR-M3 Vittoria

DESCRIZIONE DELLA SELEZIONE VARIETALE DI OLIVO DELLA Cv. MAURINO DENOMINATA: Maurino MR-M3 Vittoria DESCRIZIONE DELLA SELEZIONE VARIETALE DI OLIVO DELLA Cv. MAURINO DENOMINATA: Maurino MR-M3 Vittoria Origine: La varietà d olivo denominata Maurino MR-M3 Vittoria deriva da un lavoro di miglioramento genetico,

Dettagli

GLI ALBERI DI CASCINA MOGLIONI

GLI ALBERI DI CASCINA MOGLIONI ! GLI ALBERI DI CASCINA MOGLIONI!! È grande il popolo degli alberi; sparso dalle paludi alle vette, dai climi torridi a quelli gelidi; innumerevoli alberi sulla terra in migliaia di specie. ( ) Se loro

Dettagli

INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE (SOSTITUZIONE E INCREMENTO) DEL PATRIMONIO ARBOREO DEL QUARTIERE

INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE (SOSTITUZIONE E INCREMENTO) DEL PATRIMONIO ARBOREO DEL QUARTIERE Direzione Ambiente Servizio Parchi, Giardini e Aree Verdi INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE (SOSTITUZIONE E INCREMENTO) DEL PATRIMONIO ARBOREO DEL QUARTIERE 5 COD. OP. 150236 Il Rup RELAZIONE TECNICA RT 1

Dettagli

Come e perché scegliere la photinia Suggerimenti per la cura Trucchi e segreti degli esperti I consigli verdi di

Come e perché scegliere la photinia Suggerimenti per la cura Trucchi e segreti degli esperti I consigli verdi di La pianta del mese Photinia Come e perché scegliere la photinia Suggerimenti per la cura Trucchi e segreti degli esperti Carta di identità della tua photinia facilità di coltivazione LIVELLO MASSIMO -

Dettagli

La valorizzazione degli alberi monumentali e la conservazione della biodiversità nel verde pubblico

La valorizzazione degli alberi monumentali e la conservazione della biodiversità nel verde pubblico La valorizzazione degli alberi monumentali e la conservazione della biodiversità nel verde pubblico Torino 21 novembre 2016 Andrea Ebone e Pier Giorgio Terzuolo LA TUTELA DEGLI ALBERI MONUMENTALI Art.7

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in Progettazione e Gestione del Verde Urbano e del Paesaggio

Corso di Laurea Magistrale in Progettazione e Gestione del Verde Urbano e del Paesaggio Corso di Laurea Magistrale in Progettazione e Gestione del Verde Urbano e del Paesaggio Esame di Arboricoltura Ornamentale Docenti: prof. Rossano Massai, dott. Damiano Remorini Studentessa: Ludovica Ricottone

Dettagli

SISTEMAZIONE AREE VERDI TAVOLA PEC 14

SISTEMAZIONE AREE VERDI TAVOLA PEC 14 SISTEMAZIONE AREE VERDI TAVOLA PEC 14 1. CLASSIFICAZIONE AREE D INTERVENTO Nella struttura sono previste le seguenti superfici o localizzazioni da sistemare a verde: 1) scarpate in prossimità della viabilità

Dettagli

OLTRE ALLA STAGIONALITA OCCORRE FARE UN'ALTRA DISTINZIONE TRA COLTURE COLTIVATE IN PIENO CAMPO

OLTRE ALLA STAGIONALITA OCCORRE FARE UN'ALTRA DISTINZIONE TRA COLTURE COLTIVATE IN PIENO CAMPO OLTRE ALLA STAGIONALITA OCCORRE FARE UN'ALTRA DISTINZIONE TRA COLTURE COLTIVATE IN PIENO CAMPO E COLTURE COLTIVATE IN SERRA MA COSA E UNA SERRA? ABBIAMO DETTO CHE NON IN TUTTI I PERIODI DELL ANNO IL CLIMA

Dettagli

Rose PER ARREDO URBANO

Rose PER ARREDO URBANO Rose PER ARREDO URBANO La vie en Rose VIVAI SALDINI Via Cascina del Sole 60-20026 Novate Milanese (MI) Tel. 02.3542.441 r.a - Fax 02.3548.529 info@vivaisaldini.com - www.vivaisaldini.com LA QUALITÀ DEL

Dettagli

STATO DI CONSISTENZA INIZIALE E MANUTENZIONE MINIMA

STATO DI CONSISTENZA INIZIALE E MANUTENZIONE MINIMA Comune di Oristano Comuni de Aristanis Servizio Ambiente STATO DI CONSISTENZA INIZIALE E MANUTENZIONE MINIMA RIQUALIFICAZIONE E VALORIZZAZIONE DELLE AREE VERDI ATTRAVERSO LA CONCESSIONE A SOGGETTI PRIVATI

Dettagli

La nuova regolamentazione del verde del Comune di Bologna Bologna, 21 dicembre 2010

La nuova regolamentazione del verde del Comune di Bologna Bologna, 21 dicembre 2010 La nuova regolamentazione del verde del Comune di Bologna Bologna, 21 dicembre 2010 Settore Ambiente Illustrazioni Davide Celli Il nuovo regolamento Gli strumenti in vigore fino all aprile 2009 REGOLAMENTO

Dettagli

Lotta all Ailanto Schede a cura del Gruppo di Lavoro Neobiota

Lotta all Ailanto Schede a cura del Gruppo di Lavoro Neobiota Lotta all Ailanto Schede a cura del Gruppo di Lavoro Neobiota Le seguenti schede contengono informazioni utili su come combattere l Ailanto. Specie: Ailanto Ailanthus altissima (Mill.) Swingle Albero dioico,

Dettagli