GLI SCAMBI COMMERCIALI DELLA FILIERA AGROALIMENTARE DELL EMILIA-ROMAGNA Dinamica 2015 e I trimestre Luglio 2016

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GLI SCAMBI COMMERCIALI DELLA FILIERA AGROALIMENTARE DELL EMILIA-ROMAGNA Dinamica 2015 e I trimestre Luglio 2016"

Transcript

1 GLI SCAMBI COMMERCIALI DELLA FILIERA AGROALIMENTARE DELL EMILIA-ROMAGNA Dinamica 2015 e I trimestre 2016 Luglio 2016

2 INDICE 1. La dinamica del commercio estero della filiera agroalimentare dell Emilia-Romagna nel I distretti industriali: il contributo dei distretti agroalimentari all export della regione nel La dinamica dell Export regionale della filiera agroalimentare nel I trimestre

3 La dinamica del commercio estero della filiera agroalimentare dell Emilia-Romagna nel

4 Export Nel 2015 in Emilia-Romagna la filiera agroalimentare composta dal Settore primario; dai Prodotti industriali alimentari, bevande e tabacco; dagli Agrofarmaci e altri prodotti chimici per l'agricoltura; dalle Macchine per l'agricoltura e la silvicoltura - ha esportato nel suo complesso quasi 7miliardi di euro di prodotti (6.972 milioni di euro a prezzi correnti), il 12,6% delle esportazioni regionali totali (55,3 miliardi di euro). A livello nazionale, l Emilia-Romagna è la seconda regione per valore dell export agroalimentare (con il 16,8% delle vendite nazionali), dopo il Veneto (7.043 milioni di euro, pari al 17% del tot. nazionale), mentre precede Lombardia (6.795 milioni di euro, 16,4%), Piemonte (5.100 milioni di euro, 12,3%) e Campania (2.976 milioni di euro, 7,2%). La dinamica di breve periodo delle vendite della filiera in Emilia-Romagna (+5,3% rispetto al 2014) è risultata più intensa della media dell export complessivo regionale (+4,4%), ma al di sotto della crescita dell export agroalimentare nazionale (+6,8%) e di quella del Veneto (+11,7%). L export regionale è pero cresciuto più di quello di Lombardia e Piemonte. Import COMMERCIO ESTERO DELLA FILIERA AGROALIMENTARE Emilia-Romagna dati 2015 Con milioni di euro, l Emilia-Romagna è risultata nel 2015 la terza regione italiana per valore di prodotti dell agroalimentare importati dall estero (14,6% del totale nazionale), dopo Lombardia (10,6 miliardi di euro) e Veneto (6,6 miliardi di euro circa). Tra le grandi regioni importatrici, l Emilia-Romagna è stata l unica ad aver ridotto il valore di prodotti agroalimentari importati (-6,1%). 4 Saldo commerciale (Export Import) Grazie alla contrazione delle importazioni rispetto 2014, il saldo commerciale dei prodotti agroalimentari in Emilia-Romagna nel 2015 è diventato positivo per quasi 488 milioni di euro (nel 2014 era stato negativo per 283 milioni di euro), che colloca la regione al terzo posto per valore del saldo (1 Piemonte, con 982 milioni di euro di attivo, e 2 Trentino Alto Adige, con 920 milioni di euro di attivo).

5 COMMERCIO ESTERO DELLA FILIERA AGROALIMENTARE Confronto regionale dati Esportazioni Var. % rispetto al 2014 % su tot. Italia 2015 Importazioni Var. % rispetto al 2014 % su tot. Italia Saldo 2014 Saldo 2015 Veneto ,7% 17,0% ,6% 14,9% Emilia-Romagna ,3% 16,8% ,1% 14,6% Lombardia ,9% 16,4% ,3% 23,8% Piemonte ,8% 12,3% ,0% 9,2% Campania ,3% 7,2% ,6% 5,7% Toscana ,1% 5,9% ,4% 5,1% Trentino-Alto Adige ,3% 5,3% ,3% 2,9% Puglia ,4% 4,0% ,4% 4,5% Sicilia ,3% 2,6% ,5% 1,9% Lazio ,9% 2,4% ,2% 8,0% Friuli-Venezia Giulia ,5% 2,3% ,9% 1,6% Marche ,7% 1,9% ,5% 1,0% Liguria ,1% 1,7% ,9% 2,7% Umbria ,0% 1,6% ,2% 1,3% Abruzzo ,0% 1,3% ,6% 1,0% Sardegna ,3% 0,5% ,8% 0,7% Calabria ,9% 0,4% ,0% 0,6% Basilicata ,7% 0,2% ,3% 0,2% Molise ,7% 0,2% ,7% 0,1% Valle d'aosta ,8% 0,1% ,3% 0,0% ITALIA ,8% 100% ,2% 100%

6 LE COMPONENTI DELLA FILIERA AGROALIMENTARE Emilia-Romagna dati 2015 Export per componente della filiera agroalimentare La componente principale dell export di prodotti agroalimentari dell Emilia-Romagna è rappresentata dall industria agro-alimentare (prodotti alimentari, bevande e tabacco), che nel 2015 ha coperto il 70,3% delle vendite dell intera filiera. Al suo interno la voce preponderante è rappresentata dai prodotti alimentari, che rappresenta oltre il 90% del settore. I milioni di euro di prodotti alimentari, bevande e tabacco esportati nel corso dello scorso anno rappresentano circa il 16,2% delle vendite nazionali dello stesso settore. Rispetto al 2014 sono cresciute del 6,4%. I prodotti del settore primario con quasi 894 milioni di euro esportati nel 2015 rappresentano il 12,8% dell export della filiera (ed il 13,5% dell export nazionale del settore specifico). Al suo interno, la voce principale è costituita dai prodotti agricoli, animali e della caccia. Rispetto al 2014 l export di prodotti del primario sono cresciute del 4,9% (al suo interno, solo l export di bevande ha visto una contrazione, pari a -8,5%). Nell ambito dell intera filiera agroalimentare, devono essere prese in considerazione anche le vendite di macchinari per l agricoltura e la silvicoltura (1.066 milioni di euro, pari al 15,3% della filiera) e gli agrofarmaci e altri prodotti chimici per l'agricoltura (114 milioni di euro, pari all 1,6% della filiera). Quest ultima componente, sebbene rappresenti poco meno del 2% dell export della filiera, è risultata la più dinamica rispetto al 2014 (+14,1%). L export di macchinari per l agricoltura, invece, si è leggermente contratto (-0,3%), segnando una performance peggiore anche del settore di riferimento (CK-Macchinari ed apparecchi n.c.a. +2,4%). 6 Saldo commerciale Mentre il settore primario e gli agrofarmaci si caratterizzano per un saldo commerciale negativo (sia nel 2014 che nel 2015), l industria agro-alimentare ha chiuso il 2015 con un saldo positivo per 256 milioni di euro circa, soprattutto grazie alla dinamica dell export dei prodotti alimentari (+7,7% di export; -5,9% di import ed un saldo che ha invertito il segno rispetto al 2014). Saldo positivo per quasi 895 milioni di euro per quanto riguarda le Macchine per l'agricoltura e la silvicoltura.

7 LE COMPONENTI DELLA FILIERA AGROALIMENTARE Emilia-Romagna dati 2015 Var. % rispetto al 2014 Settore primario Prodotti alimentari, bevande e tabacco Agrofarmaci e altri prodotti chimici per l agricoltura Macchine per l agricoltura e la silvicoltura TOTALE FILIERA 7

8 LE COMPONENTI DELLA FILIERA AGROALIMENTARE Emilia-Romagna dati Esportazioni Var. % rispetto al 2014 % su tot. Export filiera 2015 Importazioni Var. % rispetto al 2014 % su tot. Export filiera Saldo 2014 Saldo 2015 Settore primario ,9% 12,8% ,9% 22,7% Prodotti agricoli, animali e della caccia ,6% 12,1% ,5% 21,7% Prodotti della silvicoltura ,2% 0,0% ,7% 0,2% Prodotti della pesca e dell'acquacoltura Industria manifatturiera: Prodotti alimentari, bevande e tabacco ,0% 0,8% ,6% 0,9% ,4% 70,3% ,8% 71,6% Prodotti alimentari ,7% 64,8% ,9% 67,3% Bevande ,5% 5,3% ,1% 2,1% Tabacco ,0% 0,1% ,1% 2,2% Industria manifatturiera: Agrofarmaci e altri prodotti chimici per l'agricoltura Industria manifatturiera Macchine per l'agricoltura e la silvicoltura TOTALE FILIERA AGROALIMENTARE ,1% 1,6% ,4% 3,0% ,3% 15,3% ,8% 2,6% ,3% 100% ,1% 100%

9 LE COMPONENTI DELLA FILIERA AGROALIMENTARE Var. % 2015/2014 Export e Import Confronto Italia e Emilia-Romagna 9

10 LE COMPONENTI DELLA FILIERA AGROALIMENTARE Saldo commerciale 2015 Confronto Italia e Emilia-Romagna 10

11 IL DETTAGLIO DEL SETTORE PRIMARIO (A) Emilia-Romagna dati 2015 Prodotti agricoli, animali e della caccia Prodotti di colture agricole non permanenti 2015 Esportazioni Var. % rispetto al 2014 % su tot. Export Primario 2015 Importazioni Var. % rispetto al 2014 % su tot. Export Primario Saldo 2014 Saldo ,6% 94,0% ,5% 95,3% ,0% 27,9% ,2% 61,4% Prodotti di colture permanenti ,6% 54,8% ,6% 20,0% Animali vivi e prodotti di origine animale Piante vive ,9% 6,8% ,1% 1,5% ,2% 4,5% ,9% 12,3% Prodotti della silvicoltura ,2% 0,1% ,7% 0,8% Piante forestali e altri prodotti della silvicoltura Prodotti vegetali di bosco non legnosi Prodotti della pesca e dell'acquacoltura ,6% 0,1% ,3% 0,0% Legno grezzo ,1% 0,0% ,2% 0,6% ,5% 0,0% ,5% 0,1% ,0% 5,9% ,6% 3,9% SETTORE PRIMARIO ,9% 100% ,9% 100%

12 2015 Esportazioni Var. % rispetto al 2014 % su tot. Export Settore CA 2015 Importazioni Var. % rispetto al 2014 % su tot. Export Settore CA Saldo 2014 Saldo 2015 Prodotti alimentari ,7% 92,3% ,9% 94,0% Carne lavorata e conservata e prodotti a base di carne Pesce, crostacei e molluschi lavorati e conservati Frutta e ortaggi lavorati e conservati ,5% 24,9% ,6% 29,7% ,7% 1,1% ,0% 15,4% ,2% 10,2% ,7% 5,3% Oli e grassi vegetali e animali ,6% 3,7% ,8% 22,2% Prodotti delle industrie lattierocasearie Granaglie, amidi e di prodotti amidacei ,2% 13,3% ,9% 7,4% ,3% 1,3% ,4% 1,7% Prodotti da forno e farinacei ,9% 10,9% ,3% 1,6% Altri prodotti alimentari ,9% 23,0% ,7% 9,9% Prodotti per l'alimentazione degli animali ,8% 3,9% ,7% 0,9% Bevande ,5% 7,6% ,1% 2,9% Tabacco ,0% 0,1% ,1% 3,1% INDUSTRIA MANIFATTURIERA: PRODOTTI ALIMENTARI, BEVANDE E TABACCO IL DETTAGLIO DEL SETTORE MANIFATTURIERO Prodotti alimentari, bevande e tabacco (CA) Emilia-Romagna dati ,4% 100% ,8% 100%

13 ESPORTAZIONI REGIONALI PER PAESE DI DESTINAZIONE FILIERA AGROALIMENTARE A livello di destinazione-paese: Per quanto riguarda i prodotti del settore primario, nel 2015 oltre l 86,5% delle esportazioni hanno interessato l Europa. La Germania ha assorbito quasi il 28,7% delle vendite totali (+4,3% rispetto al 2015). Tra i primi paesi destinatari delle esportazioni regionali, i tassi di crescita maggiori hanno interessato la Francia (2 destinazione per valore dell export, +6,4%), la Spagna (3 Paese, +7,3%). Per quanto riguarda i prodotti alimentari, bevande e tabacco, il 2015 ha visto una sostanziale stabilità dell export verso la Germania (+0,3%), che rappresenta anche in questo caso il 1 mercato regionale (con il 18,6% del totale di settore, pari a 856milioni di euro circa), mentre si sono contratte le vendite verso la Francia (-1,8%) verso la quale si sono esportati 734milioni di euro (pari al 16,2% del totale). In forte espansione le vendite verso il 3 mercato, rappresentato dagli Stati Uniti (+26,0%). Anche nel caso degli Agrofarmaci e altri prodotti chimici per l'agricoltura, l Europa rappresenta l area principale di sbocco dell export regionale (91,6% del totale), in crescita di oltre il 16% rispetto al 2014, grazie al traino del mercato tedesco (+36,1%) Le macchine per l agricoltura, infine, evidenziano esportazioni calanti presso i principali Paesi di destinazione della UE28 (-7,6%), tra cui verso il 1 mercato di sbocco (Francia, -3,7%) e il 3 (Germania, -14,1%). In crescita le vendite verso Stati Uniti (2 mercato di sbocco, +12,4%) e gli altri mercati extra-europei. 13

14 ESPORTAZIONI REGIONALI SETTORE PRIMARIO PAESI EXP2014 EXP2015 % su tot var. % su 2014 Germania ,7% 4,3% Francia ,0% 6,4% Spagna ,7% 7,3% Paesi Bassi ,8% 4,9% Regno Unito ,3% 9,4% Austria ,2% -4,5% Polonia ,1% -6,3% Svizzera ,5% 10,6% Grecia ,4% 4,7% Stati Uniti ,2% 114,4% Romania ,5% 52,8% Belgio ,2% -1,5% Norvegia ,6% 10,6% Danimarca ,9% -9,6% Cina ,3% -27,3% Esportazioni Prodotti dell'agricoltura, della silvicoltura e della pesca (A) Anno 2015, euro e var. % Mondo ,0% 4,9% EUROPA ,5% 4,6% ASIA ,0% -1,0% AMERICA ,6% 52,7% AFRICA ,5% -7,7% OCEANIA ,2% -47,1% UE ,0% 5,7% Area Euro ,8% 3,8% 14

15 ESPORTAZIONI REGIONALI PRODOTTI ALIMENTARI, BEVANDE E TABACCO PAESI EXP2014 EXP2015 % su tot var. % su 2014 Germania ,6% 0,3% Francia ,2% -1,8% Stati Uniti ,7% 26,0% Regno Unito ,2% 9,5% Spagna ,9% 5,9% Belgio ,8% 3,1% Paesi Bassi ,5% 6,7% Giappone ,3% 14,3% Austria ,5% 5,3% Svizzera ,3% 6,9% Svezia ,1% 11,6% Grecia ,2% -5,2% Canada ,6% 14,3% Danimarca ,6% 8,2% Australia ,5% 4,5% Esportazioni Prodotti alimentari, bevande e tabacco (CA) Anno 2015, euro e var. % MONDO % 6,4% EUROPA ,4% 1,4% AMERICA ,8% 19,8% ASIA ,1% 33,3% AFRICA ,0% 5,1% OCEANIA ,6% 6,1% UE ,4% 2,4% Area Euro ,1% 0,6% 15

16 PRODOTTI ALIMENTARI (CA10) POSIZIONAMENTO EXPORT PRODOTTI ALIMENTARI DELL EMILIA- ROMAGNA NEI PRINCIPALI PAESE DI DESTINAZIONE 2 in Germania Principali produzioni regionali esportate, euro e var. % % 2015 su tot. Var. % Divisioni EXP2014 EXP2015 Paese 2014/2015 CK28-Macchinari e apparecchiature nca ,6% -3,1% CA10-Prodotti alimentari ,2% 3,8% CL29-Autoveicoli, rimorchi e semirimorchi ,8% 4,9% CJ27-Apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso CG23-Altri domestico prodotti non elettriche della lavorazione di minerali non ,1% 6,0% metalliferi ,7% 4,8% Totale % 0,2% 3 in Francia Divisioni EXP2014 EXP2015 % 2015 su tot. Var. % Paese 2014/2015 CK28-Macchinari e apparecchiature nca ,5% 1,6% CG23-Altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi ,1% -3,7% CA10-Prodotti alimentari ,5% -0,8% CB14-Articoli di abbigliamento (anche in pelle e in pelliccia) ,2% -4,3% CL29-Autoveicoli, rimorchi e semirimorchi ,0% 2,6% Totale % 0,5% 16 4 in Stati Uniti % 2015 su tot. Var. % Divisioni EXP2014 EXP2015 Paese 2014/2015 CK28-Macchinari e apparecchiature nca ,3% 14,4% CL29-Autoveicoli, rimorchi e semirimorchi ,1% 11,1% CG23-Altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi ,7% 31,0% CA10-Prodotti alimentari ,2% 23,1% CF21-Prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici ,6% 502,1% Totale % 19,3%

17 ESPORTAZIONI REGIONALI AGROFARMACI ED ALTRI PRODOTTI CHIMICI PAESI EXP2014 EXP2015 % su tot var. % su 2014 Germania ,1% 36,1% Francia ,6% -21,4% Polonia ,9% 58,2% Spagna ,3% -4,4% Belgio ,7% 73,4% Regno Unito ,2% 275,8% Grecia ,3% 18,1% Austria ,3% 17,4% Paesi Bassi ,8% -3,8% Libano ,5% 1,4% Filippine ,8% -23,5% Croazia ,5% 43,6% Romania ,0% -9,8% Ungheria ,7% 8,0% Portogallo ,7% -35,7% Esportazioni Agrofarmaci e altri prodotti chimici per l'agricoltura (CE 202) Anno 2015, euro e var. % MONDO % 14,1% EUROPA ,6% 16,2% ASIA ,5% -16,9% AFRICA ,6% 69,7% AMERICA ,3% 47,9% OCEANIA ,0% - UE ,7% 17,7% Area Euro ,5% 9,1% 17

18 ESPORTAZIONI REGIONALI MACCHINE PER L AGRICOLTURA E LA SILVICOLTURA PAESI EXP2014 EXP2015 % su tot var. % su 2014 Francia ,9% -3,7% Stati Uniti ,8% 12,4% Germania ,3% -14,1% Cile ,4% 21,2% Turchia ,7% 39,0% Regno Unito ,8% -6,2% Polonia ,8% -26,0% Spagna ,8% -7,5% Sud Africa ,6% -14,8% Cina ,9% 47,5% Australia ,2% 28,4% Giappone ,1% 159,8% Svizzera ,9% 19,7% Paesi Bassi ,8% -1,7% Marocco ,7% -6,1% Esportazioni Macchine per l'agricoltura e la silvicoltura (CK283) Anno 2015, euro e var. % MONDO % -0,3% EUROPA ,4% -5,2% AMERICA ,3% 2,3% ASIA ,9% 33,3% AFRICA ,6% -9,3% OCEANIA ,8% 9,3% UE ,1% -7,6% AREA EURO ,2% -6,8% 18

19 I distretti industriali: il contributo dei distretti agroalimentari all export della regione nel

20 DISTRETTI INDUSTRIALI DELL AGROALIMENTARE La dinamica dell export nel 2015 Nel 2015 i distretti «tradizionali» dell Emilia-Romagna monitorati dall Osservatorio Moniter di Intesa SanPaolo hanno esportato 11,5 miliardi di, pari ad oltre il 21% dell export regionale manifatturiero. La crescita dei distretti dell Emilia-Romagna, seppure inferiore rispetto alla media dei distretti italiani ed alla media regionale, è pari a mln di nel 2015 con una forte crescita nel IV trimestre del 2015 (+5,3%, tra i migliori, contro il +3,2% della media dei distretti italiani). I distretti più importanti, in termini di valore di export, della regione Emilia-Romagna sono: Piastrelle di Sassuolo, con oltre 3 mld di export nel 2015 (+8%) Macchine imballaggio di Bologna, con circa 2,4 mld di export nel 2015 (-3,6%) Alimentare di Parma, con 709 mln di export nel 2015 (+14,3%) Prosciutto di Modena, con circa 633 mln di export nel 2015 (+0,7%) Ciclomotore di Bologna con 489 mln nel 2015 (+10,1%) Macchine industriali alimentari di Parma, con 454 mln di export nel 2015 (+2%) Tra questi sono vari quelli che fanno riferimento alla filiera agroalimentare della regione. 20 Fonte: elaborazione ERVET Spa su dati Monitor dei distretti, Direzione studi e ricerche, Intesa San Paolo, ed. Aprile 2016

21 DISTRETTI AGROALIMENTARI DELL EMILIA-ROMAGNA La dinamica dell export nel 2015 I 7 distretti agroalimentari dell Emilia-Romagna (salumi, ortofrutta, alimentare, lattiero-caseario) registrano nel 2015 esportazioni per oltre 2,7 mld, in crescita del +2,2% nel 2015, contro una media italiana del +7,3%, e del +4,4% rispetto al 2013, contro una media italiana del +9,5%. I distretti agroalimentari dell Emilia-Romagna: contribuiscono al 16,3% del totale dell export agroalimentare distrettuale italiano, confermandosi uno dei principali poli produttivi italiani; la quota risulta inferiore a quella registrata nel 2013 (17,1%) ma ancora molto rilevante. Il dato è particolarmente importante se si tiene conto dell assenza sul nostro territorio di distretti vitivinicoli; rappresentano il 23,5% del totale delle esportazioni distrettuali regionali del Il distretto alimentare di Parma (prodotti da forno) rappresenta, con circa 709 mln di export, il 7 distretto agroalimentare italiano. Quota su agroalimentare Italia (distretti) Quota su export distretti E-R 17,5% 24,0% 17,0% 23,5% 16,5% 16,0% 23,0% 15,5% ,5% Fonte: elaborazione ERVET Spa su dati Monitor dei distretti, Direzione studi e ricerche, Intesa San Paolo, ed. Aprile 2016

22 DISTRETTI AGROALIMENTARI DELL EMILIA-ROMAGNA La dinamica dell export nel 2015 Tra i distretti che contribuiscono positivamente alla crescita dell export della regione, si segnala il distretto alimentare di Parma distretti Export 2015 mln Var. % Var. % Piastrelle - Sassuolo % 16% Alimentare - Parma ,3% 25,5% Macchine legno - Rimini % 28% Mobili imbottiti - FC 177 7% 19% ciclomotori - Bologna % 12% Contribuiscono, invece, negativamente alla crescita dell export il distretto delle macchine agricole di Modena e di Reggio Emilia, il distretto del prosciutto di Reggio Emilia, l ortofrutta di Ravenna (cresciuto rispetto al 2014, ma in contrazione rispetto al 2013) distretti Export 2015 mln Var. % Var. % Macchine agricole - Modena 90-15% -16% Prosciutto- Reggio Emilia % -15% Macchine agricole - Reggio Emilia 423-8% -12% Abbigliamento - Modena 439-7% -11% Abbigliamento - Rimini 476-7% -10% Ortofrutta - Ravenna 143 2% -8% 22 Fonte: elaborazione ERVET Spa su dati Monitor dei distretti, Direzione studi e ricerche, Intesa San Paolo, ed. Aprile 2016

23 La dinamica dell Export regionale della filiera agroalimentare nel I trimestre

24 COMMERCIO ESTERO DELLA FILIERA AGROALIMENTARE Emilia-Romagna I trimestre 2016 PRINCIPALI EVIDENZE DELL EXPORT AGROALIMENTARE NEL I TRIMESTRE 2016 Nel primo trimestre 2016, l Emilia Romagna ha esportato beni e servizi per milioni di euro, lo 0,03% in più rispetto al medesimo periodo dello scorso anno (+4,2 milioni di euro), il 13,5% del totale nazionale (= primo trimestre 2015). La filiera agroalimentare dell Emilia-Romagna con milioni di euro di prodotti esportati - fa segnare anche nei primi mesi del 2016 una dinamica migliore dell export regionale complessivo, con una crescita pari al 2,5% rispetto al primo trimestre La quota di prodotti agroalimentari esportati dalla regione rappresentano il 12,8% dell export complessivo regionale del trimestre (ed il 16,8% dell export nazionale di filiera). Rispetto alle altre regioni, l Emilia-Romagna si conferma come seconda regione per valore di export di prodotti agroalimentari, facendo segnare inoltre la stessa crescita del Veneto (+2,5% rispetto al primo trimestre 2015), più del tasso medio nazionale (+1,5%) e una dinamica migliore anche rispetto a Lombardia (+1,0%) e Piemonte (-1,8%). All interno della filiera si segnala l espansione delle vendite dei prodotti del settore primario (+9,2% su base tendenziale). Cresce anche l export dei Prodotti alimentari, bevande e tabacco (+2,0%) e degli Agrofarmaci e altri prodotti chimici per l'agricoltura (+9,7%). Si contraggono, invece, le vendite di Macchine per l'agricoltura e la silvicoltura (-3,0%), che fanno segnare una performance peggiore del settore di riferimento (CK- Macchinari ed apparecchi n.c.a., -0,8%). 24

25 COMMERCIO ESTERO DELLA FILIERA AGROALIMENTARE Confronto regionale dati I trimestre 2016 I trim Esportazioni Var. % rispetto I trim % su tot. Italia I trim Importazioni Var. % rispetto I trim % su tot. Italia Saldo I trim Saldo I trim Veneto ,5% 17,0% ,1% 14,8% Emilia-Romagna ,5% 16,8% ,0% 15,1% Lombardia ,0% 16,4% ,2% 24,5% Piemonte ,8% 11,4% ,1% 9,3% Campania ,0% 7,1% ,5% 5,9% Toscana ,6% 6,2% ,3% 5,0% Trentino-Alto Adige ,8% 5,8% ,4% 2,8% Puglia ,9% 3,2% ,6% 4,2% Sicilia ,5% 3,0% ,0% 1,7% Lazio ,9% 2,9% ,0% 7,9% Friuli-Venezia Giulia ,2% 2,3% ,8% 1,5% Liguria ,8% 2,0% ,2% 2,3% Marche ,4% 1,7% ,8% 0,9% Umbria ,2% 1,6% ,6% 1,4% Abruzzo ,9% 1,4% ,8% 1,2% Sardegna ,4% 0,4% ,8% 0,6% Calabria ,8% 0,4% ,2% 0,5% Basilicata ,7% 0,2% ,5% 0,1% Molise ,1% 0,2% ,6% 0,1% Valle d'aosta ,6% 0,1% ,9% 0,0% ITALIA ,5% 100% ,0% 100%

26 LE COMPONENTI DELLA FILIERA AGROALIMENTARE Emilia-Romagna I trimestre 2016 I trim Esportazioni Var. % rispetto I trim % su tot. Export filiera Importazioni Var. % I trim rispetto I trim % su tot. Export filiera Saldo I trim Saldo I trim Settore primario ,2% 15,1% ,0% 26,5% Prodotti agricoli, animali e della caccia ,0% 14,4% ,7% 25,3% Prodotti della silvicoltura ,0% 0,0% ,5% 0,2% Prodotti della pesca e dell'acquacoltura Industria manifatturiera: Prodotti alimentari, bevande e tabacco ,9% 0,7% ,8% 1,0% ,0% 67,0% ,3% 65,2% Prodotti alimentari ,5% 62,4% ,1% 60,6% Bevande ,6% 4,6% ,1% 1,4% Tabacco ,1% 0,0% ,9% 3,2% Industria manifatturiera: Agrofarmaci e altri prodotti chimici per l'agricoltura Industria manifatturiera Macchine per l'agricoltura e la silvicoltura TOTALE FILIERA AGROALIMENTARE ,7% 3,5% ,4% 5,3% ,0% 14,4% ,6% 3,0% ,5% 100% ,0% 100%

27 27 ESPORTAZIONI PER PROVINCIA Emilia-Romagna Dinamica I trimestre 2016 Export complessivo In termini di esportazioni complessive nel primo trimestre 2016 si è osservata una dinamica positiva nelle province di Piacenza (+16,5%), Rimini (+12,6%), Reggio Emilia (+2,4%), Parma (+1,5%) e Modena (+1,2%). L export si contrae in tutte le altre, con una riduzione maggiore a Ferrara (-114,5milioni di euro, pari a -17,1%) e a Ravenna (-100,8milioni di euro, pari a -10,5%). Anche nella Città Metropolitana di Bologna le vendite complessive risultano essere in calo (-56,8milioni di euro, pari a -1,8%). Export agroalimentare Nel primo trimestre dell anno, le esportazioni del settore primario sono cresciute soprattutto nella provincia di Parma ( euro rispetto al primo trimestre 2015, pari al +41,7%), nella provincia di Modena ( euro, pari a +46,5%), nella città metropolitana di Bologna ( , pari a +10,7%), nella provincia di Piacenza ( euro, pari a +67,8%). Più contenuta, ma positiva, la dinamica in provincia di Ravenna ( euro, pari a +1,9%) e Forlì-Cesena ( euro, pari a +0,2%). Le vendite del settore si sono contratte invece nella provincia di Reggio Emilia (-36,1%), Rimini (-7,6%) e Ferrara (-0,2%). L industria dei prodotti alimentari, delle bevande e del tabacco ha visto crescere l export soprattutto nella città metropolitana di Bologna ( euro, pari a +16,1%), nella provincia di Parma ( euro, pari a +2,7%), in quella di Modena ( euro, pari a +1,9%) e di Ferrara ( euro, pari a +9,5%). Positiva anche la dinamica trimestrale nella provincia di Rimini. In contrazione l export del settore nella provincia di Reggio Emilia (-4,3%), Forlì-Cesena (-4,1%), Piacenza (-3,6%) e Ravenna (-0,2%). Piacenza Parma Reggio Emilia Modena Bologna Ferrara Ravenna Forlì-Cesena Rimini Settore primario Prodotti alimentari, bevande e tabacco Export per settore e provincia (variazione in euro a prezzi correnti rispetto al I trimestre 2015) TOTALE SETTORI

LE ESPORTAZIONI AGRICOLE E DELL INDUSTRIA ALIMENTARE DELL EMILIA-ROMAGNA. Gennaio 2016

LE ESPORTAZIONI AGRICOLE E DELL INDUSTRIA ALIMENTARE DELL EMILIA-ROMAGNA. Gennaio 2016 LE ESPORTAZIONI AGRICOLE E DELL INDUSTRIA ALIMENTARE DELL EMILIA-ROMAGNA Gennaio 2016 DATI CONGIUNTURALI: I PRIMI NOVE MESI DEL 2015 2 LE ESPORTAZIONI REGIONALI NEL 2015 Nei primi nove mesi del 2015 l

Dettagli

C e n t. r o. t u d i RIEPILOGO INDICATORI MARCHE LE ESPORTAZIONI

C e n t. r o. t u d i RIEPILOGO INDICATORI MARCHE LE ESPORTAZIONI C e n t RIEPILOGO INDICATORI MARCHE LE ESPORTAZIONI r o S Settembre 2017 t u d i Esportazioni delle regioni italiane gennaio-giugno (valori assoluti, composizione e variazioni %) Ripartizioni e regioni

Dettagli

IL COMMERCIO ESTERO DELL ITALIA NEL I TRIMESTRE 2012

IL COMMERCIO ESTERO DELL ITALIA NEL I TRIMESTRE 2012 IL COMMERCIO ESTERO DELL ITALIA NEL I TRIMESTRE 212 Nei primi tre mesi del 212 il valore delle esportazioni italiane di merci è aumentato del 5,5 per cento rispetto allo stesso periodo del 211 per un totale

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane Le esportazioni delle regioni italiane Gennaio dicembre 2010 14 Marzo 2011 Nella media del 2010 la ripresa delle esportazioni ha interessato tutte le ripartizioni territoriali. Particolarmente e levato

Dettagli

EXPORT 2016: CRESCONO LE VENDITE ALL ESTERO DELLA LIGURIA

EXPORT 2016: CRESCONO LE VENDITE ALL ESTERO DELLA LIGURIA EXPORT 2016: CRESCONO LE VENDITE ALL ESTERO DELLA LIGURIA Nei primi 9 mesi del 2016 in Italia si è registrata una crescita tendenziale dell export pari allo 0,5%, sintesi del contributo positivo dell Italia

Dettagli

RIEPILOGO INDICATORI MARCHE: LE ESPORTAZIONI

RIEPILOGO INDICATORI MARCHE: LE ESPORTAZIONI RIEPILOGO INDICATORI MARCHE: LE ESPORTAZIONI Dicembre 2015 Esportazioni delle regioni italiane gennaio- settembre (valori assoluti, composizione e variazioni %) Ripartizioni e regioni 2014 2015 2014/2015

Dettagli

Il saldo della bilancia commerciale risulta positivo ed è pari a 18 miliardi e 454 milioni di euro.

Il saldo della bilancia commerciale risulta positivo ed è pari a 18 miliardi e 454 milioni di euro. I SEMESTRE 2015: CRESCITA DELL EXPORT IN LIGURIA DEL 7% Nel primo semestre 2015, rispetto allo stesso periodo del 2014, in Italia le vendite di beni sui mercati esteri risultano in sensibile espansione

Dettagli

VARIAZIONI E CONTRIBUTI ALLA VARIAZIONE DELL'EXPORT NAZIONALE 47,5 30,3 19,7 8,5 5,9 2,3

VARIAZIONI E CONTRIBUTI ALLA VARIAZIONE DELL'EXPORT NAZIONALE 47,5 30,3 19,7 8,5 5,9 2,3 LE ESPORTAZIONI NEL PRIMO SEMESTRE 2017 AUMENTO IN LIGURIA DEL 19,7% Nel primo semestre del 2017 in Italia le vendite di beni sui mercati esteri risultano in aumento dell 8,0% rispetto allo stesso periodo

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane Le esportazioni delle regioni italiane Gennaio giugno 2008 17 settembre 2008 Nel periodo gennaio-giugno 2008 il valore delle esportazioni italiane ha registrato un incremento del 5,9 per cento rispetto

Dettagli

Opportunità e strategie dell ICE per le imprese - Focus Veneto

Opportunità e strategie dell ICE per le imprese - Focus Veneto Venezia, 24 novembre 2016 EVOLUZIONE DEL COMMERCIO CON L ESTERO PER AREE E SETTORI Opportunità e strategie dell ICE per le imprese - Focus Veneto Riccardo Landi Direttore Ufficio di Supporto per la Pianificazione

Dettagli

Provincia di Barletta Andria Trani

Provincia di Barletta Andria Trani Provincia di Barletta Andria Trani COMMERCIO ESTERO IV TRIMESTRE 2011 A cura di Settore Sviluppo Produttivo, Agricoltura e Aziende agricole Servizio Promozione IV Trimestre 2011 Pagina 1 Note Generali

Dettagli

il Commercio Estero in Friuli Venezia Giulia anno 2016

il Commercio Estero in Friuli Venezia Giulia anno 2016 il Commercio Estero in Friuli Venezia Giulia anno 2016 maggio 2017 Via Morpurgo 4-33100 Udine - Tel. +39 0432 273200 273219 - fax +39 0432 509469 - email: statistica@ud.camcom.it Indice Il contesto internazionale

Dettagli

Import-export della provincia di Brindisi

Import-export della provincia di Brindisi Import-export della provincia di Brindisi (Dati al I trimestre 2014) L export brindisino nel primo trimestre 2014 registra un +0,7% rispetto al primo trimestre 2013 mentre la regione Puglia registra un

Dettagli

STATO. Fonte ed elaborazioni: Provincia di Pistoia.

STATO. Fonte ed elaborazioni: Provincia di Pistoia. PROVINCIA DI PISTOIA. ARRIVI E PRESENZE TURISTICHE PER STATO DI PROVENIENZA AL 2 TRIMESTRE E. Valori assoluti, variazioni % e permanenza media (in giorni). STATO ARRIVI PRESENZE Permanenza media Francia

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane Le esportazioni delle regioni italiane Gennaio settembre 2008 12 dicembre 2008 Nel periodo gennaio-settembre 2008 il valore delle esportazioni italiane ha registrato, rispetto al corrispondente periodo

Dettagli

RISULTATI DELL INDAGINE CONGIUNTURALE RELATIVA AL II TRIMESTRE 2012

RISULTATI DELL INDAGINE CONGIUNTURALE RELATIVA AL II TRIMESTRE 2012 RISULTATI DELL INDAGINE CONGIUNTURALE RELATIVA AL II TRIMESTRE 2012 La produzione industriale per Paesi/1 230 Indice destagionalizzato della produzione industriale (Anno 2000=100) 220 Anni 2000-2012 210

Dettagli

Produzioni aziendali e locali: opportunità per le aziende agricole, i territori, i consumatori

Produzioni aziendali e locali: opportunità per le aziende agricole, i territori, i consumatori Produzioni aziendali e locali: opportunità per le aziende agricole, i territori, i consumatori Gabriele Canali (1) e Maria Giovanna Righetto (2) (1) Professore di Economia agroalimentare, SMEA - Alta Scuola

Dettagli

Il settore agro-alimentare in Italia e in Sicilia. Direzione Studi e Ricerche

Il settore agro-alimentare in Italia e in Sicilia. Direzione Studi e Ricerche Il settore agro-alimentare in Italia e in Direzione Studi e Ricerche Palermo, 11 Maggio 2016 Agenda 1 Importanza e specificità dell agroalimentare italiano 2 L agroalimentare in 3 Le opportunità per l

Dettagli

Valutazione sull andamento congiunturale delle imprese cooperative biellesi I semestre 2012

Valutazione sull andamento congiunturale delle imprese cooperative biellesi I semestre 2012 Valutazione sull andamento congiunturale delle imprese cooperative biellesi I semestre 2012 Roberto Strocco Coordinatore Area Studi e Sviluppo del Territorio Unioncamere Piemonte Lo scenario internazionale

Dettagli

Esportazioni 3 trimestre Var.% Imp. 2016/2015. Italia ,9% +0,5% Puglia Brindisi

Esportazioni 3 trimestre Var.% Imp. 2016/2015. Italia ,9% +0,5% Puglia Brindisi L interscambio commercialee della provincia di Brindisi, archivia il 3 trimestre 2016 con una aumento dei flussi esportativi (rispetto al 3 trimestre 2015) del (+15,7%) al contrario, i dati relativi alle

Dettagli

IL COMMERCIO ESTERO DELL ITALIA NEL 2011

IL COMMERCIO ESTERO DELL ITALIA NEL 2011 IL COMMERCIO ESTERO DELL ITALIA NEL 211 I dati più recenti diffusi dall Istat rivelano che nel quarto trimestre 211 il prodotto interno lordo dell Italia ha subito una flessione dello,7 per cento rispetto

Dettagli

Commercio estero e attività internazionali delle imprese 2014

Commercio estero e attività internazionali delle imprese 2014 Commercio estero e attività internazionali delle imprese 2014 L'edizione 2014 dell'annuario statistico realizzato dall'istat e l'ice fornisce un quadro aggiornato sulla struttura e la dinamica dell'interscambio

Dettagli

ITALIA: INTERSCAMBIO COMMERCIALE CALZATURE

ITALIA: INTERSCAMBIO COMMERCIALE CALZATURE ITALIA: INTERSCAMBIO COMMERCIALE CALZATURE PRIMO TRIMESTRE 2009 Interscambio commerciale CALZATURE andamento nei primi 3 mesi 2009 rispetto ai primi 3 mesi 2008 ITALIA EXPORT Materiale di tomaio (000 paia)

Dettagli

Import-export della provincia di Brindisi

Import-export della provincia di Brindisi Import-export della provincia di Brindisi (Dati al I trimestre 2013) L export brindisino nel primo trimestre 2013 registra un -5,7% rispetto al primo trimestre 2012 mentre la regione Puglia registra un

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane Le esportazioni delle regioni italiane Gennaio dicembre 2008 12 marzo 2009 Nel 2008 il valore delle esportazioni italiane ha registrato un leggero incremento (più 0,3 per cento) rispetto all anno precedente,

Dettagli

Le esportazioni del vino veneto Maria Teresa Coronella Regione del Veneto Direzione Sistema Statistico Regionale

Le esportazioni del vino veneto Maria Teresa Coronella Regione del Veneto Direzione Sistema Statistico Regionale Le esportazioni del vino veneto Regione del Veneto Direzione Sistema Statistico Regionale Vino veneto Strumenti per la competitività I contenuti della trattazione Il contesto socio-economico Le esportazioni

Dettagli

LE ESPORTAZIONI DELL EMILIA ROMAGNA. La dinamica 2015 e di medio periodo

LE ESPORTAZIONI DELL EMILIA ROMAGNA. La dinamica 2015 e di medio periodo LE ESPORTAZIONI DELL EMILIA ROMAGNA La dinamica 2015 e di medio periodo Marzo 2016 Rapporto a cura di ERVET Spa Coordinamento: Roberto Righetti Direttore operativo, ERVET Spa Analisi dati, elaborazioni

Dettagli

FIGURA 1 ESPORTAZIONI PER MACROAREA DATI TRIMESTRALI (variazioni percentuali rispetto all anno precedente)

FIGURA 1 ESPORTAZIONI PER MACROAREA DATI TRIMESTRALI (variazioni percentuali rispetto all anno precedente) Le esportazioni delle regioni italiane estre 3 13/6/3 CONGIUNTURA TERRITORIALE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE I Trimestre 3 Giugno 3 La dinamica delle esportazioni in valore nel estre 3 registra un

Dettagli

Regione FVG - arrivi e presenze - italiani e stranieri dettaglio trimestrale anno 2011 (conf. 2010)

Regione FVG - arrivi e presenze - italiani e stranieri dettaglio trimestrale anno 2011 (conf. 2010) Regione FVG - arrivi e presenze - italiani e stranieri dettaglio trimestrale anno 2011 (conf. 2010) TAV. 1 ARRIVI PRESENZE I T rim e stre II T rim e stre III T rim e stre IV T rim e stre TOTALE 2011 2010

Dettagli

SERIE STORICHE. Tabella 9 - Esportazioni, importazioni e saldi della bilancia commerciale (milioni di euro) (a)

SERIE STORICHE. Tabella 9 - Esportazioni, importazioni e saldi della bilancia commerciale (milioni di euro) (a) SERIE STORICHE Tabella 9 - Esportazioni, importazioni e saldi della bilancia commerciale (milioni di euro) (a) Dati grezzi Dati mensili destagionalizzati Esportazioni Variazioni Importazioni Variazioni

Dettagli

Il settore agro-alimentare in Italia. Focus sul lattiero caseario. Direzione Studi e Ricerche

Il settore agro-alimentare in Italia. Focus sul lattiero caseario. Direzione Studi e Ricerche Il settore agro-alimentare in Italia. Focus sul lattiero caseario Direzione Studi e Ricerche Milano, 30 Marzo 2016 Agenda 1 Importanza e specificità dell agroalimentare italiano 2 Il lattiero caseario

Dettagli

LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE

LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE 11 dicembre 2013 III Trimestre 2013 LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE Nel terzo trimestre del 2013, rispetto ai tre mesi precedenti, le regioni dell Italia nord-occidentale conseguono una rilevante

Dettagli

LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE

LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE 11 giugno 2013 I Trimestre 2013 LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE Nel primo trimestre 2013, rispetto al trimestre precedente, le vendite di beni sui mercati esteri risultano in diminuzione per le

Dettagli

MOVIMENTO TURISTICO IN PROVINCIA DI PORDENONE - ANNO 2015

MOVIMENTO TURISTICO IN PROVINCIA DI PORDENONE - ANNO 2015 MOVIMENTO TURISTICO IN PROVINCIA DI PORDENONE - ANNO 2015 TIPO DI ESERCIZIO NAZIONALITA' ARRIVI % PRESENZE % PERMANENZA ITALIANI 92.577 63,8% 224.445 59,4% 2,4 ALBERGHIERO * STRANIERI 52.537 36,2% 153.186

Dettagli

L interscambio commerciale con l estero della provincia di Bergamo nel primo trimestre 2014

L interscambio commerciale con l estero della provincia di Bergamo nel primo trimestre 2014 L interscambio commerciale con l estero della provincia di Bergamo nel primo trimestre 2014 Servizio Studi della Camera di Commercio di Bergamo 26/06/2014 Le esportazioni originate dalla provincia di Bergamo

Dettagli

COMUNICATO STAMPA 26/2017

COMUNICATO STAMPA 26/2017 AI GIORNALI E CORRISPONDENTI DELLE PROVINCE DI BIELLA E VERCELLI LORO SEDI COMUNICATO STAMPA 26/2017 EXPORT: NEL 1 TRIMESTRE 2017 AUMENTO SOSTENUTO PER BIELLA E VERCELLI Le vendite all'estero crescono

Dettagli

Le esportazioni della provincia di Modena. Gennaio Settembre 2011

Le esportazioni della provincia di Modena. Gennaio Settembre 2011 Le esportazioni della provincia di Modena Gennaio Settembre 2011 I dati diffusi da Istat, ed elaborati dal Centro Studi e Statistica della Camera di Commercio, incorporano le rettifiche effettuate dall

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane Le esportazioni delle regioni italiane Gennaio dicembre 2007 13 marzo 2008 Nel 2007 il valore delle esportazioni italiane ha registrato un aumento dell 8 per cento rispetto al 2006 (più 6,1 per cento verso

Dettagli

IL COMMERCIO ESTERO IN PROVINCIA DI UDINE anno 2015

IL COMMERCIO ESTERO IN PROVINCIA DI UDINE anno 2015 Centro Studi Ufficio Statistica e Prezzi IL COMMERCIO ESTERO IN PROVINCIA DI UDINE anno 2015 Aprile 2016 Via Morpurgo 4-33100 Udine - Tel. +39 0432 273223 273224 - fax +39 0432 512408 - email: unioncamerefvg@ud.camcom.it

Dettagli

Il settore agro-alimentare in Italia. Focus sul vitivinicolo. Direzione Studi e Ricerche

Il settore agro-alimentare in Italia. Focus sul vitivinicolo. Direzione Studi e Ricerche Il settore agro-alimentare in Italia. Focus sul vitivinicolo Direzione Studi e Ricerche Verona, 12 Aprile 2016 Agenda 1 Importanza e specificità dell agroalimentare italiano 2 Il vitivinicolo in Italia

Dettagli

3. Il Commercio Internazionale

3. Il Commercio Internazionale 27 Bollettino di Statistica 3. Il Commercio Internazionale Aumenta l export napoletano Nei primi nove mesi del 2011 il valore a prezzi correnti delle esportazioni della provincia di Napoli ammonta ad oltre

Dettagli

TAVOLA MOVIMENTO CLIENTI NEGLI ESERCIZI RICETTIVI PER PAESE DI RESIDENZA, CATEGORIE E TIPOLOGIE DI ESERCIZI Anno 2015

TAVOLA MOVIMENTO CLIENTI NEGLI ESERCIZI RICETTIVI PER PAESE DI RESIDENZA, CATEGORIE E TIPOLOGIE DI ESERCIZI Anno 2015 Esercizi Alberghieri Alberghi 1 stella Alberghi 2 stelle Alberghi 3 stelle e 3 stelle sup. Alberghi 4, 4 sup. e 5 stelle Residenze Turistico Alberghiere Alberghieri ITALIA 92,2 97,8 93,1 56,7 130,8 86,5

Dettagli

LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE

LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE 12 marzo 2014 IV Trimestre 2013 LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE Nel quarto trimestre del 2013, rispetto ai tre mesi precedenti, le vendite di beni sui mercati esteri risultano in diminuzione per

Dettagli

REGIONI TOTALE ITALIANI TOTALE GENERALE

REGIONI TOTALE ITALIANI TOTALE GENERALE AZIENDA AUTONOMA U.O.B. -STATISTICA E GESTIONE DEL PORTALE GENNAIO 2005 GENNAIO 2006 DIFFERENZA FEBBRAIO 2005 FEBBRAIO 2006 DIFFERENZA MARZO 2005 MARZO 2006 DIFFERENZA Esercizi 16 Esercizi 19 Esercizi

Dettagli

La bilancia commerciale agroalimentare nazionale. gennaio-settembre 2017

La bilancia commerciale agroalimentare nazionale. gennaio-settembre 2017 La bilancia commerciale agroalimentare nazionale gennaio-settembre 2017 Roma, 21/12/2017 La bilancia agroalimentare nazionale nel periodo gennaio-settembre 2017 Le esportazioni agroalimentari italiane

Dettagli

Crescita dell export dei vini bianchi italiani Opportunità per la Falanghina - Strategie e Mercati Falanghina Felix

Crescita dell export dei vini bianchi italiani Opportunità per la Falanghina - Strategie e Mercati Falanghina Felix Crescita dell export dei vini bianchi italiani Opportunità per la Falanghina - Strategie e Mercati Falanghina Felix Sant Agata dei Goti 15 settembre 2007 EXPORT AGROALIMENTARE IN VALORE PRINCIPALI SETTORI

Dettagli

DELLE ESPORTAZIONI. La provincia di Modena ha esportato merci per 10,7 miliardi, con un aumento del 2,6%

DELLE ESPORTAZIONI. La provincia di Modena ha esportato merci per 10,7 miliardi, con un aumento del 2,6% indicatori 35 In positivo indicatori il bilancio DELLE ESPORTAZIONI 2013 La provincia di ha esportato merci per 10,7 miliardi, con un aumento del 2,6% MAURA MONARI Sia Prometeia sia il Bollettino Economico

Dettagli

Il settore agro-alimentare in Italia e in Toscana. Direzione Studi e Ricerche

Il settore agro-alimentare in Italia e in Toscana. Direzione Studi e Ricerche Il settore agro-alimentare in e in Direzione Studi e Ricerche Firenze, 31 Maggio 2016 Agenda 1 Importanza e specificità dell agroalimentare italiano 2 L olivicoltura e la viticoltura in e in 3 Le sfide

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane Le esportazioni delle regioni italiane Gennaio settembre 2007 12 dicembre 2007 Nel periodo gennaio-settembre 2007 il valore delle esportazioni italiane ha registrato un aumento dell 11,5 per cento rispetto

Dettagli

MONITOR LE IMPRESE AGROINDUSTRIALI DEL NORD ITALIA

MONITOR LE IMPRESE AGROINDUSTRIALI DEL NORD ITALIA MONITOR LE IMPRESE AGROINDUSTRIALI DEL NORD ITALIA PARTNERSHIP REGIONE VENETO Assessorato all Agricoltura Assessorato all Economia e Sviluppo, Ricerca e Innovazione REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA

Dettagli

I FLUSSI TURISTICI DELL' ALBERGHIERO NEL COMPRENSORIO TURISTICO DEL COMELICO SAPPADA: ANNI

I FLUSSI TURISTICI DELL' ALBERGHIERO NEL COMPRENSORIO TURISTICO DEL COMELICO SAPPADA: ANNI I FLUSSI TURISTICI DELL' ALBERGHIERO NEL COMPRENSORIO TURISTICO DEL COMELICO SAPPADA: ANNI 2005-2015 Premessa In queste pagine viene presentato l'approfondimento per comprensorio turistico della precedente

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane Le esportazioni delle regioni italiane Gennaio dicembre 2006 14 marzo 2007 Nel periodo gennaio-dicembre 2006 il valore delle esportazioni italiane ha registrato un aumento del 9 per cento rispetto allo

Dettagli

LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE

LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE 11 dicembre 2014 III Trimestre 2014 LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE Nel terzo trimestre del 2014, rispetto ai tre mesi precedenti, le vendite di beni sui mercati esteri sono in aumento sia per le

Dettagli

L industria Alimentare Toscana

L industria Alimentare Toscana L industria Alimentare Toscana Quanto conta il settore alimentare nell economia toscana? (I) Totali Industriali di cui Italia Toscana Lombardia Emilia Romagna Piemonte Veneto Campania Totali attive 106.440

Dettagli

I FLUSSI TURISTICI DELL' ALBERGHIERO NEL COMPRENSORIO TURISTICO DI CADORE AURONZO MISURINA: ANNI

I FLUSSI TURISTICI DELL' ALBERGHIERO NEL COMPRENSORIO TURISTICO DI CADORE AURONZO MISURINA: ANNI I FLUSSI TURISTICI DELL' ALBERGHIERO NEL COMPRENSORIO TURISTICO DI CADORE AURONZO MISURINA: ANNI 2005-2015 Premessa In queste pagine viene presentato l'approfondimento per comprensorio turistico della

Dettagli

Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune

Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune Tipo record 6 - Capacità ricettiva - dal gennaio 2012 al dicembre 2012 - PROVINCIA DI VARESE (tutti i 141 Comuni) La consistenza è riferita al mese di dicembre

Dettagli

Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune

Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune Tipo record 6 - Capacità ricettiva - dal gennaio 2012 al dicembre 2012 - LAGO MAGGIORE La consistenza è riferita al mese di dicembre 2012 Bed & Breakfast

Dettagli

LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE

LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE 11 giugno 2014 I Trimestre 2014 LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE Nel primo trimestre del 2014, rispetto ai tre mesi precedenti, le vendite di beni sui mercati esteri risultano stazionarie per l Italia

Dettagli

LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE

LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE 11 settembre 2013 II Trimestre 2013 LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE Nel secondo trimestre del 2013, la crescita congiunturale del complesso delle esportazioni dell Italia dello (+0,4%) è la sintesi

Dettagli

Il commercio estero di Prato

Il commercio estero di Prato Centro Studi 16-dic-15 Il commercio estero di Prato 3 trimestre 2015 L'export manifatturiero in provincia di Prato Variazioni % tendenziali valori all'export. Ateco 2007 "C" provincia di Prato 20,0 2014-1

Dettagli

TRIESTE TURISTICA I NUMERI DELLA CRESCITA

TRIESTE TURISTICA I NUMERI DELLA CRESCITA COMUNE DI TRIESTE AREA SVILUPPO ECONOMICO E TURISMO DIREZIONE ATTIVITA PROMOZIONE TURISTICA TRIESTE TURISTICA I NUMERI DELLA CRESCITA luglio 2009 Anno ARRIVI DI TURISTI variazione su anno precedente ARRIVI

Dettagli

L agricoltura in Italia e in Lombardia. Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche

L agricoltura in Italia e in Lombardia. Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche L agricoltura in e in Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche Cremona, 10 Marzo 2016 Agenda 1 Importanza e specificità dell agroalimentare italiano 2 L agricoltura in 3 Punti di forza e sfide per l

Dettagli

Provenienza dei turisti italiani. Graduatoria delle presenze e permanenza media

Provenienza dei turisti italiani. Graduatoria delle presenze e permanenza media PROVINCIA DI VERONA Il turismo nell intera Provincia di Verona è rappresentato dal 33,30% da turisti stranieri, tra cui spiccano i turisti che arrivano dall Est Europa (tra cui spiccano Romania, Russia

Dettagli

I settori produttivi

I settori produttivi dinamica e territorializzazione Direzione sistema statistico regionale Venezia, 18 marzo 2009 1 I contenuti L analisi strutturale delle imprese Distribuzione territoriale La dinamica temporale Le mappe

Dettagli

a cura di Francesca Mattioli e Matteo Rinaldini Università di Modena e Reggio Emilia Osservatorio economico, coesione sociale e legalità

a cura di Francesca Mattioli e Matteo Rinaldini Università di Modena e Reggio Emilia Osservatorio economico, coesione sociale e legalità L economia vista dai mercati a cura di Francesca Mattioli e Matteo Rinaldini Università di Modena e Reggio Emilia DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE 59000 58500 58828 Totaleimpreseregistrate. Reggio Emilia. Serie

Dettagli

COMMERCIO CON L ESTERO

COMMERCIO CON L ESTERO 17 febbraio 015 Dicembre 014 COMMERCIO CON L ESTERO Rispetto al mese precedente, a dicembre 014 si registra un aumento dell export (+,6%) e una diminuzione dell import (-1,6%). L aumento congiunturale

Dettagli

Provincia di Verona PROVINCIA DI VERONA

Provincia di Verona PROVINCIA DI VERONA PROVINCIA DI VERONA Il turismo nell intera Provincia di Verona è rappresentato dal 69,10% da turisti stranieri, tra cui spiccano i turisti di area tedesca (tedeschi e austriaci) con presenze pari a 2.032.589

Dettagli

OSSERVATORIO DEI SETTORI INDUSTRIALI Aggiornamento del Rapporto Italia Dati macroeconomici. Pag. 1 of 19

OSSERVATORIO DEI SETTORI INDUSTRIALI Aggiornamento del Rapporto Italia Dati macroeconomici. Pag. 1 of 19 OSSERVATORIO DEI SETTORI INDUSTRIALI Aggiornamento del 20.02.2014 Rapporto Italia Dati macroeconomici Pag. 1 of 19 OSSERVATORIO DEI SETTORI INDUSTRIALI Aggiornamento del 20.02.2014 Dati Macroeconomici

Dettagli

Il settore agro-alimentare in Italia. Focus sul vitivinicolo e carni. Direzione Studi e Ricerche

Il settore agro-alimentare in Italia. Focus sul vitivinicolo e carni. Direzione Studi e Ricerche Il settore agro-alimentare in. Focus sul vitivinicolo e carni Direzione Studi e Ricerche Torino, 3 Maggio 2016 Agenda 1 Importanza e specificità dell agroalimentare italiano 2 Il vitivinicolo e il settore

Dettagli

MERCATO E SCENARI EVOLUTIVI PER I VINI ITALIANI

MERCATO E SCENARI EVOLUTIVI PER I VINI ITALIANI 5 giugno 2015 MERCATO E SCENARI EVOLUTIVI PER I VINI ITALIANI DENIS PANTINI Direttore Area Agroalimentare Nomisma Responsabile Wine Monitor Outline PARTE 1 Mercato Italia Produzioni, consumi, export di

Dettagli

Il settore agro-alimentare in Italia e in Puglia. Direzione Studi e Ricerche

Il settore agro-alimentare in Italia e in Puglia. Direzione Studi e Ricerche Il settore agro-alimentare in Italia e in Direzione Studi e Ricerche Bari, 14 Giugno 2016 Agenda 1 Importanza e specificità dell agroalimentare italiano 2 L agroalimentare in 3 Le opportunità per l agroalimentare

Dettagli

LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE

LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE 12 settembre 2011 II Trimestre 2011 LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE Nel secondo trimestre 2011 si rileva una crescita congiunturale delle esportazioni per tutte le ripartizioni territoriali, più

Dettagli

04.16 RAPPORTO SUL COMMERCIO ESTERO. Dicembre 2016

04.16 RAPPORTO SUL COMMERCIO ESTERO. Dicembre 2016 04.16 RAPPORTO SUL COMMERCIO ESTERO Dicembre Redazione IRE - Istituto di ricerca economica della Camera di commercio di Bolzano Direzione Georg Lun Citazione consigliata Rapporto sul commercio estero 04.16

Dettagli

02.17 Rapporto. Giugno 2017

02.17 Rapporto. Giugno 2017 02.17 Rapporto SUL COMMERCIO ESTero Giugno 2017 Redazione IRE - Istituto di ricerca economica della Camera di commercio di Bolzano Direzione Georg Lun Citazione consigliata Rapporto sul commercio estero

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane 14 marzo 2003 Le esportazioni delle regioni italiane Anno 2002 Nel 2002 le esportazioni italiane hanno registrato una diminuzione in valore del 2,8 per cento rispetto al 2001. La contrazione, pur interessando

Dettagli

COMMERCIO CON L ESTERO

COMMERCIO CON L ESTERO 16 aprile 2012 Febbraio 2012 COMMERCIO CON L ESTERO A febbraio si rileva un aumento dello 0,1% rispetto al mese precedente per le esportazioni, determinato da una crescita dello 0,5% delle vendite verso

Dettagli

MANIFATTURA ED ESPORTAZIONI IN UMBRIA

MANIFATTURA ED ESPORTAZIONI IN UMBRIA Umbria MANIFATTURA ED ESPORTAZIONI IN UMBRIA Luglio 2016 1 La dinamica dell export in Umbria 2 Export in controtendenza rispetto al Pil PIL Umbria 2009-2015 Export Umbria 2009-2015 -5% +28% Nota: variazioni

Dettagli

LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE

LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE 13 giugno 2011 I Trimestre 2011 LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE Nel primo trimestre 2011 si rileva una crescita congiunturale delle esportazioni per tutte le ripartizioni territoriali, più marcata

Dettagli

F.V.G. - Export vini:

F.V.G. - Export vini: F.V.G. - Export vini: A) A) Dati Dati 2010 2010 (provvisori) B) B) Dati Dati e comparazioni anni anni 2006/2010 2006/2010 24 24 giugno giugno 2011 2011 Franco Franco Passaro Passaro Direttore Direttore

Dettagli

terre di Toscana come sta e dove va il Chianti Stefano Casini Benvenuti San Casciano in Val di Pesa, 21 settembre 2016

terre di Toscana come sta e dove va il Chianti Stefano Casini Benvenuti San Casciano in Val di Pesa, 21 settembre 2016 terre di Toscana come sta e dove va il Chianti Stefano Casini Benvenuti San Casciano in Val di Pesa, 21 settembre 2016 Qualche cenno sulla fase attuale 1. La gravità della crisi 1867-72 1930-36 2008-14

Dettagli

Elaborazione flash. Il made in Lombardia nei settori di MPI verso gli Stati Uniti d America

Elaborazione flash. Il made in Lombardia nei settori di MPI verso gli Stati Uniti d America Elaborazione flash Osservatorio MPI Confartigianato Lombardia 27/01/2017 Il made in Lombardia nei settori di MPI verso gli Stati Uniti d America Gli Stati Uniti d'america sono il terzo paese partner dopo

Dettagli

Tavola 16.1 - Interscambio commerciale della Puglia - Anni 1994-2004 (dati in migliaia di euro - eurolire fino al 1998)

Tavola 16.1 - Interscambio commerciale della Puglia - Anni 1994-2004 (dati in migliaia di euro - eurolire fino al 1998) Tavola 16.1 - Interscambio commerciale della Puglia - Anni 1994-2004 (dati in migliaia di euro - eurolire fino al 1998) ANNI Interscambio commerciale Esportazioni Var. % Importazioni Var. % Saldi 1994

Dettagli

VERONA - MONDO Interscambio commerciale edizione 2016. A cura del Servizio Studi e Ricerca

VERONA - MONDO Interscambio commerciale edizione 2016. A cura del Servizio Studi e Ricerca VERONA - MONDO Interscambio commerciale edizione 2016 A cura del Servizio Studi e Ricerca INDICE Pag. PRESENTAZIONE 3 VERONA E I MERCATI INTERNAZIONALI 5 Sezione 1 Sezione 2 Sezione 3 INTERSCAMBIO COMMERCIALE

Dettagli

L export di vino veneto e i flussi internazionali

L export di vino veneto e i flussi internazionali e i flussi internazionali Regione Veneto Lonigo, 22 dicembre 215 Gli argomenti L agroalimentare I flussi internazionali Importatori, consumi e tendenze Lonigo, 22 dicembre 215 2 La filiera agroalimentare:

Dettagli

Il settore agro-alimentare in Italia e in Campania

Il settore agro-alimentare in Italia e in Campania Il settore agro-alimentare in Italia e in Campania Massimo Deandreis Direttore Generale SRM Napoli, 9 giugno 2016 Agenda 1 Importanza e specificità dell agroalimentare italiano 2 L agroalimentare in Campania

Dettagli

Osservatorio economico, coesione sociale, legalità 5 RAPPORTO SULLA COESIONE SOCIALE IN PROVINCIA DI REGGIO EMILIA ANNO 2016

Osservatorio economico, coesione sociale, legalità 5 RAPPORTO SULLA COESIONE SOCIALE IN PROVINCIA DI REGGIO EMILIA ANNO 2016 Osservatorio economico, coesione sociale, legalità 5 RAPPORTO SULLA COESIONE SOCIALE IN PROVINCIA DI REGGIO EMILIA ANNO 2016 3. REDDITI E CONSUMI 2 IL PIL Valori in euro Province e regioni 34.000,00 32.000,00

Dettagli

I dati Import-Export II Trimestre 2015

I dati Import-Export II Trimestre 2015 In collaborazione con il Consorzio Mantova Export Comunicato stampa Mantova, 22 settembre I dati Import-Export II Trimestre Nel primo semestre dell anno, secondo i dati Istat, si conferma la ripresa del

Dettagli

Struttura dell agricoltura in Friuli Venezia Giulia e in Europa

Struttura dell agricoltura in Friuli Venezia Giulia e in Europa Al servizio di gente unica Struttura dell agricoltura L agricoltura in FVG e in Europa Europa 28 membri = 15 membri storici + 13 nuovi membri compresa Croazia: oltre 12 milioni di aziende e 173 milioni

Dettagli

6 TURISMO Strutture ricettive

6 TURISMO Strutture ricettive 6 TURISMO aaa 6 TURISMO aa Strutture ricettive aaa Tav. 6.01 Strutture ricettive alberghiere per categoria. Serie storica dal 2002 Categorie degli alberghi Anno Attrezzature 5 stelle 4 stelle 3 stelle

Dettagli

FOCUS maggio 2016 L EXPORT IN PUGLIA E NELLE SUE PROVINCE. INTRODUZIONE. Fonti dei dati: Piattaforma Coeweb dell Istat, in

FOCUS maggio 2016 L EXPORT IN PUGLIA E NELLE SUE PROVINCE. INTRODUZIONE. Fonti dei dati: Piattaforma Coeweb dell Istat, in Fig. 1 Valore complessivo delle esportazioni mondo. Puglia. Anni 2000-2015 (valori in Mrd EUR) 10,0 9,0 8,0 7,0 6,0 5,0 6,0 6,2 5,8 5,7 6,4 6,8 6,9 7,2 7,4 5,7 6,9 8,2 8,9 8,0 8,1 8,2 FOCUS maggio 2016

Dettagli

COMMERCIO ESTERO SINTESI SULL EXPORT DELL EMILIA-ROMAGNA. Anno 2015

COMMERCIO ESTERO SINTESI SULL EXPORT DELL EMILIA-ROMAGNA. Anno 2015 COMMERCIO ESTERO SINTESI SULL EXPORT DELL EMILIA-ROMAGNA Anno 2015 Bologna, 7 aprile 2016 Fonte principale Elaborazioni Confindustria ER su dati ISTAT Sono riportati alcuni dati di fonte CSC, Unioncamere

Dettagli

aa Strutture ricettive

aa Strutture ricettive 6 TURISMO aaa aa Strutture ricettive Tav. 6.01 Strutture ricettive alberghiere per categoria. Serie storica dal 2000 Categorie degli alberghi Anno Attrezzature Totale 5 stelle 4 stelle 3 stelle 2 stelle

Dettagli

La sfida dell economia globale alle economie locali

La sfida dell economia globale alle economie locali La sfida dell economia globale alle economie locali Paolo Onofri 21 novembre 26 Contributi percentuali alla crescita del commercio mondiale 5 4 3 2 1 1979/1975 1989/1979 1999/1989 25/1999 Asia escluso

Dettagli

Il settore agro-alimentare in Italia e in Emilia Romagna: sfide e opportunità. Direzione Studi e Ricerche

Il settore agro-alimentare in Italia e in Emilia Romagna: sfide e opportunità. Direzione Studi e Ricerche Il settore agro-alimentare in e in Emilia Romagna: sfide e opportunità Direzione Studi e Ricerche Bologna, 29 aprile 2016 Agenda 1 Importanza e specificità dell agroalimentare italiano 2 Le sfide per il

Dettagli

Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune

Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune Tipo record 6 - Capacità ricettiva - dal gennaio 6 al dicembre 6 - La consistenza è riferita al mese di dicembre 6 Alberghi 5 stelle e 5 stelle lusso Alberghi

Dettagli

Le esportazioni della provincia di Prato nel 2012

Le esportazioni della provincia di Prato nel 2012 Unione Industriale Pratese - Centro Studi Le esportazioni della provincia di Prato nel 2012 Valori (milioni di Euro) Var. % tendenziali anno 2012 4 trimestre (2012 ott-dic) 2012 / 2011 4 trimestre (ott

Dettagli

Continua la crescita dell export italiano nel mese di settembre 2016

Continua la crescita dell export italiano nel mese di settembre 2016 Valore (Mln Euro) Valore (Mln Euro) Valore (Mln Euro) Continua la crescita dell export italiano nel mese di settembre 2016 I dati Istat per il mese di settembre evidenziano una buona crescita su base annua

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane Le esportazioni delle regioni italiane Gennaio - giugno 2004 17 settembre 2004 Nel primo semestre 2004 il valore delle esportazioni italiane ha registrato un aumento del 5,7 per cento rispetto allo stesso

Dettagli

Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune

Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune Tipo record 6 - Capacità ricettiva - dal gennaio 2016 al dicembre 2016 - LAGO DI VARESE E DINTORNI La consistenza è riferita al mese di dicembre 2016 Alberghi

Dettagli

Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune

Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune Tipo record 6 - Capacità ricettiva - dal gennaio 2016 al dicembre 2016 - AREA MALPENSA (comuni vicino all'aeroporto) La consistenza è riferita al mese di

Dettagli