Programmi di Attività 2012

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Programmi di Attività 2012"

Transcript

1 Programmi di Attività 2012 Gabinetto di Presidenza Servizio Informazione e comunicazione istituzionale Assemblea Legislativa 1

2 GABINETTO DI PRESIDENZA... 4 ATTIVITÀ DI RACCORDO FRA GIUNTA E ASSEMBLEA LEGISLATIVA PER QUANTO CONCERNE MATERIE STATUTARIE E REGOLAMENTARI... 5 Monitoraggio delle nomine e degli organismi partecipati in collaborazione con il Gabinetto di Presidenza Giunta... 5 Gestione dell Albo delle nomine di competenza della Regione e adempimenti successivi alle nomine... 5 Monitoraggio delle pubblicazioni inerenti le nomine dei rappresentanti della Regione nelle società partecipate... 5 PROGRAMMAZIONE DEI LAVORI D AULA... 6 Iscrizione e assegnazione oggetti... 6 Convocazione sedute Assemblea legislativa... 6 Gestione attività ispettiva... 6 Monitoraggio sugli atti di indirizzo e controllo... 6 Istruttoria legislativa analisi tecnico normativa... 6 Valutazione delle politiche pubbliche... 6 RELAZIONI ISTITUZIONALI... 8 Monitoraggio dei partenariati interistituzionali... 8 Supporto alle attività e funzioni svolte dal Presidente nell ambito della Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province autonome... 8 Partecipazione ai lavori della CALRE... 8 Rapporti con organismi statali e sovranazionali... 8 RELAZIONI ESTERNE... 9 Concessione di patrocini e di contributi... 9 Promozione dell immagine dell Assemblea legislativa... 9 Bando di concorso biennale per tesi sui diritti umani René Cassin... 9 Predisposizione di attività utili al supporto delle funzioni dei Consiglieri regionali... 9 FUNZIONI DI SUPPORTO AMMINISTRATIVO ALLE ATTIVITÀ DEL PRESIDENTE DELL ASSEMBLEA LEGISLATIVA Coordinamento delle attività riferite alle competenze del Gabinetto di Presidenza Organizzazione e gestione del personale Gestione documentale, protocollo informatico e archivio SERVIZIO INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE PROMOZIONE DELLE ATTIVITA DI INFORMAZIONE DELL ASSEMBLEA LEGISLATIVA Redazione newsletter on line Informazioni regionali Redazione comunicati sui Gruppi assembleari Redazione comunicati sull attività delle Commissioni Redazione comunicati sull attività d Aula Redazione comunicati sull attività della Presidenza e dell UP e su iniziative istituzionali e progetti speciali Gestione del sito web istituzionale Attività di segreteria del Servizio RAPPORTI CON STAMPA, RADIO E TELEVISIONI Scheda U143 Trasmissioni televisive e radiofoniche Scheda U343 Spese streaming audio-video

3 Scheda U146 Rassegna stampa Scheda U147 Convenzioni con agenzie di stampa COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE Scheda U490 Gestione e sviluppo della comunicazione on line

4 GABINETTO DI PRESIDENZA Responsabile Alberto Allegretti 4

5 ATTIVITÀ DI RACCORDO FRA GIUNTA E ASSEMBLEA LEGISLATIVA PER QUANTO CONCERNE MATERIE STATUTARIE E REGOLAMENTARI (in raccordo con Servizio Segreteria aula, che svolge le procedure amministrative) Monitoraggio delle nomine e degli organismi partecipati in collaborazione con il Gabinetto di Presidenza Giunta Coordinamento e monitoraggio in raccordo con il Gabinetto di Presidenza della Giunta sia delle diverse partecipazioni della Regione in società, associazioni e fondazioni, sia delle nomine nei diversi organismi. Gestione dell Albo delle nomine di competenza della Regione e adempimenti successivi alle nomine Supervisionare l aggiornamento dell Albo delle nomine effettuate dal Presidente della Regione, dalla Giunta e dall Assemblea legislativa in base alla L.R. 24/1994, modificata e integrata dalla L.R. 6/2004, in enti, associazioni, istituti, fondazioni, aziende, società. Monitoraggio delle pubblicazioni inerenti le nomine dei rappresentanti della Regione nelle società partecipate Monitorare l aggiornamento delle pubblicazioni relative alle società partecipate dalla Regione e degli incarichi da essa conferiti nei Consigli di amministrazione e nei Collegi sindacali, ai sensi del comma 735 della Legge finanziaria 2007 e dell art. 13 della L.R. 26/

6 PROGRAMMAZIONE DEI LAVORI D AULA (in raccordo con i Servizi: Segreteria aula, Legislativo e qualità della legislazione, Coordinamento commissioni, che svolgono le procedure amministrative) Iscrizione e assegnazione oggetti Garantire la corretta assegnazione degli oggetti alle Commissioni, attraverso l analisi degli oggetti in relazione con i Presidenti di Commissione e la Giunta; il monitoraggio dell iscrizione e assegnazione degli oggetti in relazione alla programmazione delle attività. Convocazione sedute Assemblea legislativa Definire l ordine del giorno e predisporre la documentazione nel rispetto dei tempi e delle modalità previste dallo Statuto e dal Regolamento interno. Raccordo con Conferenza dei Capigruppo per la convocazione della stessa, l odg e la predisposizione della necessaria documentazione. Gestione attività ispettiva Raccordo operativo con il Gabinetto di Presidenza della Giunta per la gestione e il monitoraggio delle interrogazioni/interpellanze consiliari. Monitoraggio sugli atti di indirizzo e controllo Fornire all Ufficio di Presidenza e ai consiglieri informazioni sugli atti di indirizzo approvati. Trasmissione ai consiglieri di un quadro sintetico di monitoraggio circa lo stato di attuazione degli indirizzi di competenza della Giunta, a seguito di richiesta del Presidente dell Assemblea, ai sensi dell art. 103 del Regolamento interno dell Assemblea. Istruttoria legislativa analisi tecnico normativa Acquisizione delle schede di analisi tecnico-normativa fornite dai Servizi competenti e loro analisi in relazione alla programmazione dei lavori d aula e alle ricadute politico-amministrative conseguenti. Valutazione delle politiche pubbliche 6

7 Supervisione della gestione delle clausole valutative, della diffusione dei risultati delle attività di valutazione e, in fase sperimentale, analisi dei rapporti interni forniti dal Servizio Legislativo e qualità della legislazione. 7

8 RELAZIONI ISTITUZIONALI (in raccordo con Direzione generale e Servizio Relazioni esterne e internazionali, che svolgono le procedure amministrative) Monitoraggio dei partenariati interistituzionali Monitoraggio costante dei rapporti e delle collaborazioni in essere e, in collaborazione con la Direzione generale, garantire una maggiore circolazione delle informazioni e la costruzione di utili sinergie. Supporto alle attività e funzioni svolte dal Presidente nell ambito della Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province autonome Valorizzazione del ruolo istituzionale delle Assemblee delle Regioni e delle Province autonome. Partecipazione ai lavori della CALRE Tramite la CALRE (Conferenza dei Presidenti dei Parlamenti regionali europei con poteri legislativi) incrementare l influenza dei Parlamenti regionali sui processi europei, sia politici che legislativi e creare utili raccordi attraverso la partecipazione a gruppi di lavoro. Rapporti con organismi statali e sovranazionali Presidio delle attività amministrative connesse alla gestione dei rapporti con organismi statali o sovranazionali, al fine di garantire il corretto espletamento di adempimenti regionali. 8

9 RELAZIONI ESTERNE (in raccordo con il Servizio relazioni esterne e internazionali, che svolge le procedure amministrative) Concessione di patrocini e di contributi Concessione ai sensi della L.R. 5/1997 del patrocinio e del sostegno economico dell Assemblea iniziative e manifestazioni di rilievo regionale che abbiano il carattere dell eccezionalità e della straordinarietà e siano ritenute meritevoli di essere sostenute in armonia e con le finalità previste dallo Statuto, assicurando la propria presenza istituzionale sul territorio regionale. Valutazione di nuove forme di collaborazione con gli Enti locali per sostenere iniziative a valenza regionale. Promozione dell immagine dell Assemblea legislativa Pianificare e coordinare le principali azioni (interne ed esterne) volte a promuovere l immagine dell Assemblea legislativa. Svolgere una funzione di programmazione e raccordo nell ambito delle seguenti attività. Bando di concorso biennale per tesi sui diritti umani René Cassin Assegnazione di borse di studio del Bando di concorso René Cassin a laureati delle Facoltà di Giurisprudenza, Scienze Politiche e Economia delle Università dell Emilia-Romagna con tesi in materia di diritti umani e sviluppo. Sviluppo di una convenzione triennale con la KIP INTERNATIONAL SCHOOL (Scuola Internazionale di Saperi, Innovazioni, Politiche e Pratiche Territoriali per la Piattaforma del Millennio delle Nazioni Unite). Predisposizione di attività utili al supporto delle funzioni dei Consiglieri regionali Coordinamento delle attività di supporto ai Consiglieri regionali poste in essere dal Servizio Relazioni esterne e internazionali in occasione di missioni o partecipazione a cerimonie/eventi in rappresentanza dell Assemblea legislativa. 9

10 FUNZIONI DI SUPPORTO AMMINISTRATIVO ALLE ATTIVITÀ DEL PRESIDENTE DELL ASSEMBLEA LEGISLATIVA Coordinamento delle attività riferite alle competenze del Gabinetto di Presidenza Garantire il presidio dei capitoli di spesa attribuiti al Gabinetto di Presidenza, tramite la Gestione e monitoraggio delle attività assegnate o gestite in collaborazione con i Servizi dell Assemblea legislativa; il coordinamento della spesa per l adesione ad associazioni, la supervisione alla concessione e liquidazione di contributi o finanziamenti a favore di fondazioni, associazioni, comitati. Organizzazione e gestione del personale Coordinare la Segreteria del Presidente, gestire le procedure di amministrazione del personale della segreteria del Presidente e, in collaborazione con il Capo Ufficio stampa, la selezione e gestione del personale assegnato al Servizio Informazione e comunicazione istituzionale. Gestione documentale, protocollo informatico e archivio Gestione documentale, cartacea e informatizzata, del Gabinetto del Presidente. Presidio degli aspetti organizzativi con particolare riferimento alla definizione delle procedure di lavoro concernenti le fasi di ricezione, protocollazione, smistamento, classificazione, fascicolazione ed archiviazione. 10

11 SERVIZIO INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE Responsabile Giuseppe Pace 11

12 PROMOZIONE DELLE ATTIVITA DI INFORMAZIONE DELL ASSEMBLEA LEGISLATIVA Il programma comprende attività di promozione e di coordinamento delle seguenti attività: redazione e diffusione di comunicati sull attività ispettiva e su altri documenti istituzionali dei Consiglieri, di resoconto dell attività d aula e delle Commissioni; promozione e diffusione dell attività istituzionale dell Ufficio di Presidenza e del Presidente; realizzazione del piano editoriale approvato dall Ufficio di Presidenza; approfondimento di fatti, atti o eventi, curati o sollecitati dagli organismi assembleari, in modo che una tempestiva e completa informazione possa loro conferire maggiore efficacia; attività di informazione rispetto agli eventi individuati e relativi all attività dell Assemblea e dei suoi organismi; realizzazione di campagne di comunicazione istituzionali; organizzazione di conferenza stampa; rapporto con i mezzi di informazione regionali. Redazione newsletter on line Informazioni regionali : informare cittadini, politici, consiglieri, amministratori pubblici e privati, enti locali, associazioni di categoria, sindacati, partiti e associazioni sull attività dell Assemblea legislativa (Presidenza-Ufficio di Presidenza; Commissioni, Gruppi assembleari). La newsletter è prevista all interno del nuovo portale dell Assemblea, dove ci si potrà registrare per richiederla. Attività: produzione newsletter settimanale e invio una mailing list. Redazione comunicati sui Gruppi assembleari : informare i mezzi di comunicazione (giornali e tv) sui lavori dei gruppi consiliari. Attività: redazione comunicati e invio a tutte le testate giornalistiche dell Emilia-Romagna, archiviazione on line. Redazione comunicati sull attività delle Commissioni : informare i mezzi di comunicazione (giornali e tv) sui lavori delle Commissioni. Attività: redazione comunicati ed invio a tutte le testate giornalistiche dell Emilia-Romagna, archiviazione on line Redazione comunicati sull attività d Aula : informare i mezzi di comunicazione (giornali e tv) sui lavori d Aula dell Assemblea. Attività: redazione comunicati ed invio a tutte le testate giornalistiche dell Emilia-Romagna, archiviazione on line. 12

13 Redazione comunicati sull attività della Presidenza e dell UP e su iniziative istituzionali e progetti speciali : informare i mezzi di comunicazione (giornali e tv) sui lavori e le iniziative della Presidenza e dell UP. Attività: redazione comunicati ed invio a tutte le testate giornalistiche dell Emilia-Romagna, archiviazione on line. Gestione del sito web istituzionale : informare i cittadini sui lavori dell Assemblea legislativa, delle Commissioni, dei gruppi assembleari, le iniziative di Presidenza ed UP. Attività: creazione testi e materiale fotografico per la parte giornalistica del sito. Attività di segreteria del Servizio : garantire il supporto alle attività del Servizio e del Dirigente del Servizio. Attività: downloading rassegna stampa; invio comunicati durante sedute dell Assemblea; segreteria di redazione; redazione e immissione in rete degli atti amministrativi; rapporto col personale per gestione presenze/assenze; rapporto con Servizio Gestione e Sviluppo per bandi di concorso e appalti; gestione rapporti con utenti e ditte esterne; tutor per stage; raccordo con il Ced per progetti informatici specifici (notizie di agenzia sui cellulari, streaming diretta sedute sul web); sito web. 13

14 RAPPORTI CON STAMPA, RADIO E TELEVISIONI Il programma comprende le attività con tutti i soggetti esterni all Assemblea legislative che si occupano di informazione, la supervisione della realizzazione della rassegna stampa quotidiana, l avvio di nuovi servizi multimediali, concorso alla gestione del portale. Scheda U143 Trasmissioni televisive e radiofoniche Da gennaio 2012 parte la produzione di una trasmissione televisiva settimanale di approfondimento e informazione sui lavori e l attività dell Assemblea legislativa, trasmessa dalle principali emittenti regionali e locali, così da coprire l intero territorio regionale. Prosegue inoltre la produzione delle trasmissioni radiofoniche (approfondimento più news), anch esse sull attività istituzionale dell Assemblea, prodotte e trasmesse dalle principali emittenti radiofoniche dell Emilia-Romagna. Attività: Attività di redazione e giornalistica per la realizzazione di trasmissioni settimanali televisive e radiofoniche Soggetti esterni coinvolti: tv e radio emiliano-romagnole Destinatari: cittadini Capitolo di bilancio: Azione: 143 Stanziamento: ,00 Scheda U343 Spese streaming audio-video Ripresa in diretta streaming audio-video delle sedute dell Assemblea legislativa e degli eventi istituzionali di maggior rilevanza. Attività trasmissione in diretta degli interventi dei politici durante l Assemblea legislativa creazione di un archivio su web delle sedute dell assemblea con possibilità di ricerca per argomento o per nominativo di consigliere. L accesso all archivio sarà possibile dal sito web. E un archivio di cui si sente fortemente la necessità testimoniata da numerose chiamate di consiglieri che chiedono fin da ora l accesso all archivio. Il software per l archiviazione è già stato acquistato da questo Servizio e si attende l attivazione dell archivio da parte del Servizio Comunicazione e documentazione. Servizi interni coinvolti: Servizio Gestione e Sviluppo Area Informatica. Destinatari: cittadini, politici Capitolo di bilancio: Azione: 504 Stanziamento: ,00 Scheda U146 Rassegna stampa Garantire il servizio di rassegna stampa quotidiana in maniera efficace e tempestiva. La riassegnazione del servizio a Datastampa srl in seguito alla gara espletata con la Giunta e 14

15 l ampliamento del contratto in essere ci hanno permesse di aggiungere alla rassegna stampa dei quotidiani e dei settimanali anche quella audio-video (radio-tv), anch essa quotidiana. Attività Redazione quotidiana on line e cartacea della rassegna stampa riguardante l Assemblea legislativa e i suoi consiglieri. Servizi interni coinvolti: Stamperia, Servizio Gestione e Sviluppo Area Informatica. Soggetti esterni coinvolti: Datastampa srl, titolare del servizio Destinatari: politici, uffici Capitolo di bilancio: Azione: 146 Stanziamento: ,00 Scheda U147 Convenzioni con agenzie di stampa Ridefinizione delle convenzioni con le principali agenzie di stampa nazionali e locali per garantire il costante e aggiornato flusso informativo su postazione informatica e la pubblicazione dei nostri comunicati (almeno di quelli maggiormente notiziabili) e la copertura di eventi e lavori consiliari da parte delle agenzie stesse. Attività: flusso di informazioni in tempo reale, tramite contratto con: - Ansa - Dire I contratti in scadenza ed eventuali nuovi contratti saranno esaminati dall UP nel primo semestre 2011 Servizi interni coinvolti: Direzione generale; Servizio Gestione e Sviluppo Area Informatica. Destinatari: Consiglieri e strutture di supporto. Capitolo di bilancio: Azione: 147 Stanziamento: ,00 15

16 COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE Scheda U490 Gestione e sviluppo della comunicazione on line in attuazione del Titolo II dello Statuto regionale e conformemente alle linee d indirizzo emanate dall ufficio di Presidenza e contenute tra gli altri nel Piano di Comunicazione, coordinare le strategie e i progetti di comunicazione on line da svilupparsi sul portale istituzionale dell Assemblea legislativa. diffusione della cultura della multimedialità Attività analisi della presenza dell AL su internet, elaborazione di proposte risolutive scaturite dalle rilevazioni già effettuate; adeguamento degli strumenti comunicativi online dell Assemblea legislativa agli standard web 2.0 e alle modalità di fruizione dei contenuti (rss, podcast, playlist ); bando per la fornitura dei suddetti servizi avviato nel 2010; bando per la fornitura di ulteriori servizi: restyling grafico del portale e dei siti satellite, creazione di nuovi contenuti editoriali, sviluppo di un modulo multimediale che consenta la visualizzazione dei contenuti dell archivio integrato, multimediale e delle pubblicazioni digitali; supervisione alle attività della redazione web responsabile dei contenuti e della gestione del portale e dei siti collegati; analisi delle potenzialità dei social network finalizzata allo sviluppo di ulteriori opportunità di divulgazione dei contenuti relativi alle attività dell Assemblea legislativa; estensione dell utilizzo della diretta audio/video in streaming ad alcune attività dell ente (eventi, conferenze, incontri e seminari) in stretta collaborazione con i Servizi dell Assemblea Legislativa; collaborazione alla gestione delle iniziative di comunicazione dell Assemblea Legislativa anche attraverso l acquisizione di spazi e strumenti digitali e non dedicati. Servizi interni coinvolti: Collaborazione con la Direzione generale e con tutti i Servizi, in particolare con il Servizio Informazione per la stampa e i Servizi competenti della Giunta. Soggetti esterni coinvolti: Le attività saranno attuate anche con il coinvolgimento di strutture/ditte esterne, esperte nel campo della comunicazione e la multimedialità e con forme di progettazione partecipata. Destinatari: Tutti i cittadini, le istituzioni, gli enti e le associazioni del territorio Tempi: (primo semestre): attività relative alle forniture di servizi per la realizzazione del nuovo portale istituzionale (secondo semestre): gestione del nuovo portale Capitolo di bilancio: Stanziamento:

17 SERVIZIO INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE Cap. Entrate Uscite Promozione delle attività di informazione dell Assemblea legislativa Redazione periodico settimanale on line Informazioni regionali - Redazione Newsletter Puntocomm - Attività di redazione comunicati per i Gruppi assembleari - Attività delle Commissioni - Attività d aula - Attività presidenza e UP e su iniziative istituzionali e progetti speciali - Collaborazione alla gestione del sito web istituzionale - Attività di segreteria del servizio - Rapporti con stampa, radio e televisioni - Scheda U143 Trasmissioni televisive e radiofoniche ,00 Scheda U343 Spese streaming audio video ,00 Scheda U146 Rassegna stampa ,00 Scheda U147 Convenzioni con agenzie di stampa ,00 Comunicazione istituzionale Scheda U490 Gestione e sviluppo della comunicazione on line ,00 Totale ,00 17

ESPERIENZE PROFESSIONALI

ESPERIENZE PROFESSIONALI CARLA GOBBETTI ESPERIENZE PROFESSIONALI 1 Dicembre 2006 a tutt oggi in servizio presso la Segreteria del Direttore Generale per lo Spettacolo dal Vivo con funzioni di Capo Segreteria. Mansioni: - gestione

Dettagli

PROGRAMMA DELLE ATTIVITÀ DI INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE

PROGRAMMA DELLE ATTIVITÀ DI INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE ALLEGATO A PROGRAMMA DELLE ATTIVITÀ DI INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE 2009 (a cura del Settore comunicazione istituzionale, editoria e promozione dell immagine e dell Agenzia per le attività di informazione

Dettagli

ALLEGATO C: ELENCO DEI RESPONSABILI INTERNI DEL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI DEL CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA

ALLEGATO C: ELENCO DEI RESPONSABILI INTERNI DEL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI DEL CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA ALLEGATO C: ELENCO DEI RESPONSABILI INTERNI DEL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI DEL CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA Segreteria generale Romano COLOZZI Servizio/Ufficio Unità di Supporto Specialistico

Dettagli

RELAZIONE SULL ATTIVITA SVOLTA NEL 2009

RELAZIONE SULL ATTIVITA SVOLTA NEL 2009 CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO RELAZIONE SULL ATTIVITA SVOLTA NEL 2009 UFFICIO STAMPA UFFICIO STAMPA A TTIVIT A' 2009 I progetti operativi, di cui questa relazione dovrebbe rendere conto, non esauriscono

Dettagli

REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE E DI INFORMAZIONE DEL COMUNE DI ANCONA. ART 1 Principi generali: oggetto e finalità

REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE E DI INFORMAZIONE DEL COMUNE DI ANCONA. ART 1 Principi generali: oggetto e finalità REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE E DI INFORMAZIONE DEL COMUNE DI ANCONA ART 1 Principi generali: oggetto e finalità Il Comune di Ancona, con il presente regolamento, disciplina le attività d

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COMUNICAZIONE PUBBLICA E L INFORMAZIONE

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COMUNICAZIONE PUBBLICA E L INFORMAZIONE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COMUNICAZIONE PUBBLICA E L INFORMAZIONE TITOLO I PRINCIPI GENERALI ART. 1 - Principi generali 1. Il Comune di Sarezzo, con il presente documento, disciplina le attività di informazione

Dettagli

DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE N. 15 DEL 16.04.2014 Anno 2014 giorno 16 mese aprile alle ore 18.00 presso la sede di Via dell'artigliere n. 9 a seguito di regolare convocazione si è riunito

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA Deliberato dalla Giunta Comunale con atto n. 177 del 11.05.2001 Modificato ed integrato

Dettagli

patrizia.aversano@comune.milano.it

patrizia.aversano@comune.milano.it C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome AVERSANO PATRIZIA Indirizzo VIA CANONICA,54- MILANO Telefono 349.6998623 Fax E-mail patrizia.aversano@comune.milano.it Nazionalità Italiana Data

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL SITO WEB AZIENDALE

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL SITO WEB AZIENDALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N. 6 FRIULI OCCIDENTALE 33170 Pordenone - Via Vecchia Ceramica, 1 - C.P. 232 Tel. 0434/369111 - Fax. 0434/523011 - C.F. / P. Iva 01278420938 PEC: Ass6PN.protgen@certsanita.fvg.it

Dettagli

Direttore DIREZIONE. Direttore

Direttore DIREZIONE. Direttore DIREZIONE Rapporti istituzionali relativi ai Comuni del Parco e dei SIC di competenza, all Area Marina Protetta, alla rete dei Parchi, Conferenza tecnica, rete CEA e INFEA Segreteria Presidente e Rapporti

Dettagli

Istituto per l'innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO INTERNO

Istituto per l'innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO INTERNO Istituto per l'innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO INTERNO Approvato dal CONSIGLIO DIRETTIVO nella seduta del 3 marzo 2009,

Dettagli

PIANO ANTICORRUZIONE ASSEMBLEA LEGISLATIVA DELLE MARCHE Mappatura dei processi e valutazione e trattamento del rischio

PIANO ANTICORRUZIONE ASSEMBLEA LEGISLATIVA DELLE MARCHE Mappatura dei processi e valutazione e trattamento del rischio ALLEGATO A PIANO ANTICORRUZIONE ASSEMBLEA LEGISLATIVA DELLE MARCHE Mappatura dei processi e valutazione e trattamento del rischio Area A : Acquisizione e progressione del personale Reclutamento personale:

Dettagli

Il Presidente del Consiglio dei Ministri

Il Presidente del Consiglio dei Ministri Direttiva del 28 settembre 2009 Indirizzi interpretativi ed applicativi in materia di destinazione delle spese per l acquisto di spazi pubblicitari da parte delle Amministrazioni dello Stato ai sensi dell

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Anni 2013 2015

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Anni 2013 2015 PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Anni 2013 2015 1 - Finalità del Piano L articolo 11, comma 1, del decreto legislativo n.150 del 2009 definisce la trasparenza come accessibilità totale, anche

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali 1. Il Dipartimento delle politiche competitive, della qualità agroalimentare e della pesca, con acronimo DIQPI, è articolato in tre Direzioni generali: a) Direzione generale per la promozione della qualità

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO PER L ANNO 2013

PROGRAMMA OPERATIVO PER L ANNO 2013 CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO PROGRAMMA OPERATIVO PER L ANNO 2013 89 Scheda Progetto 77. 1 PROSECUZIONE PROSECUZIONE ATTIVITÀ GESTIONE ARCHIVIO STORICO DI MATERIALE AUDIOVISIVO US - UCSI - UNITA' COMPLESSA

Dettagli

L.R. 7/1988 B.U.R. 19/5/2010, n. 20 L.R. 18/1996 L.R. 8/2000. DELIBERA DELL UFFICIO DI PRESIDENZA DEL CONSIGLIO REGIONALE 27 aprile 2010, n.

L.R. 7/1988 B.U.R. 19/5/2010, n. 20 L.R. 18/1996 L.R. 8/2000. DELIBERA DELL UFFICIO DI PRESIDENZA DEL CONSIGLIO REGIONALE 27 aprile 2010, n. L.R. 7/1988 B.U.R. 19/5/2010, n. 20 L.R. 18/1996 L.R. 8/2000 DELIBERA DELL UFFICIO DI PRESIDENZA DEL CONSIGLIO REGIONALE 27 aprile 2010, n. 215 Unità organizzative di livello direzionale della Segreteria

Dettagli

ALLEGATO C: ELENCO DEI RESPONSABILI INTERNI DEL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI DEL CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA

ALLEGATO C: ELENCO DEI RESPONSABILI INTERNI DEL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI DEL CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA ALLEGATO C: ELENCO DEI RESPONSABILI INTERNI DEL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI DEL CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA (decreto del Segretario generale n. 5 del 2014 ) NOME COGNOME SERVIZIO/UFFICIO TRATTAMENTI

Dettagli

REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE DEL COMUNE DI BORGO A MOZZANO

REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE DEL COMUNE DI BORGO A MOZZANO REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE DEL COMUNE DI BORGO A MOZZANO (Approvato con Delibera del C.C. n. 80 del 30/11/2005) 1 REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE... 1 DEL COMUNE DI BORGO A

Dettagli

1. Oggetto del contratto Le premesse costituiscono parte integrante del presente atto e pertanto si intendono esplicitamente

1. Oggetto del contratto Le premesse costituiscono parte integrante del presente atto e pertanto si intendono esplicitamente 1. Oggetto del contratto Le premesse costituiscono parte integrante del presente atto e pertanto si intendono esplicitamente richiamate. ERVET conferisce al Collaboratore l incarico di realizzare i seguenti

Dettagli

PROGRAMMA triennale per la trasparenza e l integrita

PROGRAMMA triennale per la trasparenza e l integrita ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI I GRADO VIA AMENDOLA, 18 TEL E FAX 0985/81036 CSIC836001@istruzione.it Sito web : www.icdiamantebuonvicino.gov.it 87023 DIAMANTE

Dettagli

COMUNE DI MONTICHIARI Provincia di Brescia

COMUNE DI MONTICHIARI Provincia di Brescia COMUNE DI MONTICHIARI Provincia di Brescia Programma triennale per la trasparenza e l integrità (Decreto Legislativo n. 33 del 14 marzo 2013) Approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. del PREMESSA

Dettagli

C O M U N E D I G A M B E L L A R A PIAZZA PAPA GIOVANNI XXIII, 4-36053 GAMBELLARA (VICENZA)

C O M U N E D I G A M B E L L A R A PIAZZA PAPA GIOVANNI XXIII, 4-36053 GAMBELLARA (VICENZA) Deliberazione N 61 del 25.08.2014 COPIA Protocollo N del Verbale della deliberazione della GIUNTA COMUNALE O G G E T T O ADOZIONE PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014 2016. L anno

Dettagli

Oggetto DISAVANZO DI AMMINISTRAZIONE SPESE PER INDENNITA' DI CARICA AI COMPONENTI DEL CONSIGLIO REGIONALE ( L.R. 29.10.2002 N. 38 E S.M.I. - ART.

Oggetto DISAVANZO DI AMMINISTRAZIONE SPESE PER INDENNITA' DI CARICA AI COMPONENTI DEL CONSIGLIO REGIONALE ( L.R. 29.10.2002 N. 38 E S.M.I. - ART. Macro Oggetto Residui Passivi al..21 Di Competenza Previsioni Definitive Di Cassa DISAVANZO DI AMMINISTRAZIONE 1 2 3 1 SPESE CORRENTI DI ISTITUZIONALE FUNZIONAME NTO ATTIVITA' ASSEMBLEA LEGISLATIVA FUNZIONAMENT

Dettagli

Centri di costo: 1. Ufficio Associato del Personale

Centri di costo: 1. Ufficio Associato del Personale : DOTT. ALBERTO DI BELLA Centri di costo: 1. Ufficio Associato del Personale ANNO 2015 SETTORE: PERSONALE ASSOCIATO : Dott. Alberto Di Bella CENTRO DI COSTO: Ufficio associato del personale OBIETTIVI PERMANENTI

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE DELLA BASILICATA Allegato 10

CONSIGLIO REGIONALE DELLA BASILICATA Allegato 10 RELAZIONE TECNICA DI ACCOMPAGNAMENTO ALL ASSESTAMENTO DEL BILANCIO ANNUALE DI PREVISIONE PER L ESERCIZIO FINANZIARIO 2012 E PLURIENNALE PER GLI ESERCIZI FINANZIARI 2012-2014. Con l Assestamento del Bilancio

Dettagli

modificazioni, concernenti il quadro complessivo delle Unità operative e degli incarichi di coordinamento di livello equiparato (secondo quanto

modificazioni, concernenti il quadro complessivo delle Unità operative e degli incarichi di coordinamento di livello equiparato (secondo quanto Avvertenza La presente pubblicazione illustra l organizzazione interna dell Amministrazione della Camera dei deputati, tenendo conto degli interventi di riforma realizzati nel corso del 2000 e dei conseguenti

Dettagli

SETTORE AFFARI GENERALI

SETTORE AFFARI GENERALI SETTORE AFFARI GENERALI SERVIZI: SEGRETERIA, LEGALE E AFFARI ISTITUZIONALI CONTRATTI E APPALTI SEGRETERIA SINDACO RELAZIONI ESTERNE U.R.P. CENTRO DI RESPONSABILITA : COD.02 FUNZIONI DEI SERVIZI SERVIZIO

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012-2014

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012-2014 COMUNE DI VILLANOVA DEL GHEBBO P R O V I N C I A D I R O V I G O C.F. 82000570299 P.I. 00194640298 - Via Roma, 75 - CAP 45020 - Tel. 0425 669030 / 669337 / 648085 Fax 0425650315 info-comunevillanova@legalmail.it

Dettagli

6.2.4 REGOLAMENTO DELL ATTIVITA EROGATIVA SU BANDI 1

6.2.4 REGOLAMENTO DELL ATTIVITA EROGATIVA SU BANDI 1 6.2.4 REGOLAMENTO DELL ATTIVITA EROGATIVA SU BANDI 1 Articolo 1 Ambito di applicazione Il presente Regolamento disciplina, in attuazione di quanto previsto all articolo 13, lettera g), dello Statuto della

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2011-2013

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2011-2013 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2011-2013 Adottato con deliberazione del Commissario Straordinario n. 14 in data 09 maggio 2011 1 1. OGGETTO E OBIETTIVI La trasparenza consiste nella

Dettagli

L Assessore degli Affari Generali, Personale e Riforma della Regione riferisce quanto segue.

L Assessore degli Affari Generali, Personale e Riforma della Regione riferisce quanto segue. Oggetto: Definizione dell assetto organizzativo della Direzione generale della Protezione Civile e modifica dell assetto organizzativo della Direzione generale del Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale.

Dettagli

(PROVINCIA DI CATANIA)

(PROVINCIA DI CATANIA) (PROVINCIA DI CATANIA) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2012 2014 1. OGGETTO E OBIETTIVI La trasparenza consiste nella accessibilità delle informazioni sulla organizzazione, degli

Dettagli

POR FESR 2014-2020 Regione Emilia-Romagna. Decisione C(2015) 928 del 13 febbraio 2015

POR FESR 2014-2020 Regione Emilia-Romagna. Decisione C(2015) 928 del 13 febbraio 2015 POR FESR 2014-2020 Regione Emilia-Romagna Decisione C(2015) 928 del 13 febbraio 2015 Piano di comunicazione 2015 Indice Premessa 3 Azioni di comunicazione 3 Azione propedeutica: definizione dell immagine

Dettagli

Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità

Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità 2013-2015 INDICE 1. Introduzione: organizzazione e funzione dell Agenzia Regionale per la Tecnologica e l Innovazione - ARTI... 2 2. I dati... 4 2.1

Dettagli

PROGRAMMA triennale per la trasparenza e l integrita

PROGRAMMA triennale per la trasparenza e l integrita istituto d'istruzione superiore liceo classico e scientifico v. julia ACRI (CS) PROGRAMMA triennale per la trasparenza e l integrita Anni 2014-2016 Deliberato dal Consiglio d Istituto in data 04/06/2014

Dettagli

"COMUNICARE L'UMBRIA"

COMUNICARE L'UMBRIA CONCORSO REGIONALE DI PRODUZIONE RADIOTELEVISIVA "COMUNICARE L'UMBRIA" VII edizione - Anno 2005 e PREMIO SPECIALE DELLA GIUNTA REGIONALE DELL UMBRIA REGOLAMENTO Articolo 1 (Istituzione del concorso) Il

Dettagli

COMUNE DI MONTECCHIO EMILIA (Provincia di Reggio Emilia)

COMUNE DI MONTECCHIO EMILIA (Provincia di Reggio Emilia) COMUNE DI MONTECCHIO EMILIA (Provincia di Reggio Emilia) REGOLAMENTO PER LA TENUTA DEL REGISTRO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROMOZIONE SOCIALE (Art. 5 L.R. 9 dicembre 2002, n 34) Approvato con deliberazione

Dettagli

COMUNE DI ROTTOFRENO PROVINCIA DI PIACENZA PIANO DELLA PERFORMANCE SEGRETERIA E AFFARI ISTITUZIONALI III QUADRIMESTRE 2013

COMUNE DI ROTTOFRENO PROVINCIA DI PIACENZA PIANO DELLA PERFORMANCE SEGRETERIA E AFFARI ISTITUZIONALI III QUADRIMESTRE 2013 COMUNE DI ROTTOFRENO PROVINCIA DI PIACENZA PIANO DELLA PERFORMANCE SEGRETERIA E AFFARI ISTITUZIONALI III QUADRIMESTRE 2013 ATTIVITA ORDINARIA Attività di supporto amministrativo e istituzionale finalizzate

Dettagli

7995 05/09/2013 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO. Identificativo Atto n. 738

7995 05/09/2013 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO. Identificativo Atto n. 738 Identificativo Atto n. 738 7995 05/09/2013 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO APPROVAZIONE DELLA GRADUATORIA DI PRE-SELEZIONE DEI PROGETTI DI CUI ALL AVVISO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE

Dettagli

CONSIDERATO CONSIDERATO VISTA VISTA VISTA PRESO ATTO VISTA VISTO

CONSIDERATO CONSIDERATO VISTA VISTA VISTA PRESO ATTO VISTA VISTO INTESA BIENNALE PER GLI ANNI SCOLASTICI 2015/2016 E 2016/2017 TRA L UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L EMILIA-ROMAGNA E LA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA PROGRAMMAZIONE E LA GESTIONE COMPLESSIVA DELLE SEZIONI

Dettagli

COMUNE DI MARRADI Provincia di Firenze

COMUNE DI MARRADI Provincia di Firenze REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RIPRESE AUDIOVISIVE DELLE SEDUTE DEL CONSIGLIO COMUNALE E LORO DIFFUSIONE Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 69/CC in data 18.12.2014 Pagina 1 di 7

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE

PIANO DI COMUNICAZIONE ALLEGATO 1 DIREZIONE POLITICHE AGRICOLE --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 PIANO

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO PER L ANNO 2015

PROGRAMMA OPERATIVO PER L ANNO 2015 CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO PROGRAMMA OPERATIVO PER L ANNO 2015 SERVIZIO ATTIVITA E RAPPORTI ISTITUZIONALI 47 Scheda Progetto 28.1 PROSECUZIONE INIZIATIVE ED EVENTI DI PRESTIGIO E DI QUALITA' CULTURALE

Dettagli

Programma triennale per la trasparenza e l integrità

Programma triennale per la trasparenza e l integrità Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale G. Falcone e P. Borsellino Via G. Giolitti, 11 20022 Castano Primo (MI) Tel. 0331 880344 fax 0331 877311 C.M. MIIC837002

Dettagli

POR CALABRIA FESR 2007/2013 INFORMATIVA SUL PIANO DELLA COMUNICAZIONE. Punto 13 all ordine del giorno del IX Comitato di Sorveglianza

POR CALABRIA FESR 2007/2013 INFORMATIVA SUL PIANO DELLA COMUNICAZIONE. Punto 13 all ordine del giorno del IX Comitato di Sorveglianza UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA POR CALABRIA FESR 2007/2013 INFORMATIVA SUL PIANO DELLA COMUNICAZIONE Punto 13 all ordine del giorno del IX Comitato di Sorveglianza (Catanzaro, 31 luglio

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Finalità 1.1 Il

Dettagli

Quale ruolo per le Strutture di comunicazione e informazione istituzionale del SSR?

Quale ruolo per le Strutture di comunicazione e informazione istituzionale del SSR? ORGANIZZAZIONE Quale ruolo per le Strutture di comunicazione e informazione istituzionale del SSR? Lo stato dell arte della legislazione nazionale e regionale in materia. La necessità di raccordare le

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi ASSEMBLEA LEGISLATIVA Atto del Dirigente a firma unica: DETERMINAZIONE n 546 del 22/10/2014 Proposta: DAL/2014/566 del 22/10/2014 Struttura proponente: Oggetto:

Dettagli

Regolamento Approvato dal Consiglio di Amministrazione del CSI-Piemonte il 16 luglio 2007

Regolamento Approvato dal Consiglio di Amministrazione del CSI-Piemonte il 16 luglio 2007 Regolamento Approvato dal Consiglio di Amministrazione del CSI-Piemonte il 16 luglio 2007 REGOLAMENTO CENTRO ON LINE STORIA E CULTURA DELL INDUSTRIA: IL NORD OVEST DAL 1850 ARTICOLO 1 Obiettivi e finalità

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE AUTORITA DI BACINO DELLA BASILICATA SEGRETERIA GENERALE 8002 STRUTTURA PROPONENTE COD. N 8002/ 2015 /D.050 DEL 16/04/2015 OGGETTO: AFFIDAMENTO SERVIZIO DI RICEZIONE FATTURE

Dettagli

FORMULA il servizio informativo sulla Finanza Agevolata

FORMULA il servizio informativo sulla Finanza Agevolata FORMULA il servizio informativo sulla Finanza Agevolata Proposta di collaborazione per gli Enti Locali e il Territorio I SERVIZI GRUPPO IMPRESA offre agli Enti locali (Comuni, Unioni di Comuni, Comunità

Dettagli

2) Entro Novembre. 6) Entro Marzo 2004

2) Entro Novembre. 6) Entro Marzo 2004 Documento di programmazione del progetto denominato: Realizzazione della seconda fase di sviluppo di intranet: Dall Intranet istituzionale all Intranet per la gestione e condivisione delle conoscenze.

Dettagli

IL SEGRETARIO GENERALE ai sensi del D.lgs. 30/03/2001 n. 165 e successive modificazioni ed integrazioni

IL SEGRETARIO GENERALE ai sensi del D.lgs. 30/03/2001 n. 165 e successive modificazioni ed integrazioni Determinazione dirigenziale n. 1 del 07/01/2013 Oggetto : Servizio di supporto alle attività di digitalizzazione dei flussi documentali dell'albo Gestori Ambientali. Affidamento all'unioncamere Molise

Dettagli

Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI, IL BILANCIO, LE RISORSE UMANE E LA FORMAZIONE

Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI, IL BILANCIO, LE RISORSE UMANE E LA FORMAZIONE IL DIRETTORE GENERALE VISTO il decreto legislativo 20 ottobre 1998, n. 368, e successive modificazioni; VISTO il decreto legislativo 8 gennaio 2004, n. 3; VISTO il decreto legislativo 22 gennaio 2004,

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO PER L ANNO 2010

PROGRAMMA OPERATIVO PER L ANNO 2010 CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO PROGRAMMA OPERATIVO PER L ANNO 200 Scheda progetto/attività n (art 2 Archiviazione materiale audiovisivo autoprodotto Unità complessa sistema informativo L'integrazione degli

Dettagli

Smart. Amministrazione Trasparente Alberatura Area Affari Generali. Funzionalità principali. Descrizione sintetica SCHEDA PRODOTTO

Smart. Amministrazione Trasparente Alberatura Area Affari Generali. Funzionalità principali. Descrizione sintetica SCHEDA PRODOTTO Alberatura La soluzione consente di assolvere agli obblighi di legge in materia di trasparenza per quanto riguarda la strutturazione della sezione amministrazione trasparente quale link proposto nella

Dettagli

Progetto e Concorso nazionale. Articolo 9 della Costituzione. Edizione a.s. 2014-15 BANDO E REGOLAMENTO

Progetto e Concorso nazionale. Articolo 9 della Costituzione. Edizione a.s. 2014-15 BANDO E REGOLAMENTO Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema

Dettagli

Istituto Regionale di Studi Giuridici del Lazio Arturo Carlo Jemolo

Istituto Regionale di Studi Giuridici del Lazio Arturo Carlo Jemolo DI AFFIDARE al dott. Lorenzo Silipigni la responsabilità dei seguenti procedimenti amministrativi: (Affari istituzionali e amministrazione - Informazione e comunicazione) AFFARI ISTITUZIONALI E AMMINISTRAZIONE

Dettagli

Comune di Ragalna ( Prov. di Catania )

Comune di Ragalna ( Prov. di Catania ) Comune di Ragalna ( Prov. di Catania ) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA (Ai sensi dell art.11 comma 2 del D.Lgs.vo 27/10/2009 n.150) Il presente documento si pone l obiettivo di fornire

Dettagli

LEGISLAZIONE SU RICERCA E INNOVAZIONE. CAMPANIA L.R. n.5 del 28/03/2002 Regolamento P.A.A. Delibera G.R. 3960 del 9/9/2002

LEGISLAZIONE SU RICERCA E INNOVAZIONE. CAMPANIA L.R. n.5 del 28/03/2002 Regolamento P.A.A. Delibera G.R. 3960 del 9/9/2002 LEGISLAZIONE SU RICERCA E INNOVAZIONE CAMPANIA L.R. n.5 del 28/03/2002 Regolamento P.A.A. Delibera G.R. 3960 del 9/9/2002 Anno legislazione: 2002 Oggetto legislazione: promozione del progresso e delle

Dettagli

Approvazione del nuovo sistema di governo regionale per la Formazione Continua in Sanita' e costituzione relativi organismi.

Approvazione del nuovo sistema di governo regionale per la Formazione Continua in Sanita' e costituzione relativi organismi. REGIONE PIEMONTE BU28 14/07/2011 Deliberazione della Giunta Regionale 22 giugno 2011, n. 7-2208 Approvazione del nuovo sistema di governo regionale per la Formazione Continua in Sanita' e costituzione

Dettagli

Piano di Comunicazione dei Fondi Strutturali

Piano di Comunicazione dei Fondi Strutturali REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Repubblica Italiana UNIONE EUROPEA In Sardegna, verso l'europa POR SARDEGNA 2000/2006 Piano di Comunicazione dei Fondi Strutturali Allegato al Complemento di programmazione

Dettagli

SETTORE ENERGIA ED AMBIENTE SERVIZIO POLITICHE ENERGETICHE RESPONSABILE. dott. Sergio Cristante

SETTORE ENERGIA ED AMBIENTE SERVIZIO POLITICHE ENERGETICHE RESPONSABILE. dott. Sergio Cristante SETTORE ENERGIA ED AMBIENTE SERVIZIO POLITICHE ENERGETICHE RESPONSABILE dott. Sergio Cristante Riferimenti PEG Programma n.2 2.I Politiche energetiche Centro di responsabilità 165 1 1 ATTIVITÀ E OBIETTIVI

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA 2015-2017

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA 2015-2017 (allegato Delibera Giunta n. 4 del 02.02.2015) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA 2015-2017 (in attuazione del D. Leg.vo 33/2013) PREMESSA Con la redazione del Programma Triennale per la

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA IL MINISTRO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE E IL MINISTRO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI

PROTOCOLLO DI INTESA IL MINISTRO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE E IL MINISTRO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI PROTOCOLLO DI INTESA TRA IL MINISTRO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE E IL MINISTRO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI per la realizzazione di un programma di innovazione per il patrimonio

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico VISTO il decreto legge 22 giugno 2012 n. 83, convertito nella Legge 7 agosto 2012, n. 134 concernente Misure urgenti per la crescita del Paese ; VISTO l Allegato 1 al DL 83/2012 che abroga la Legge 1083/54

Dettagli

Comune di Nogarole Vicentino

Comune di Nogarole Vicentino Comune di Nogarole Vicentino (Provincia di Vicenza) SETTORE 1 Amministrativo Economico-finanziario Programma triennale per la trasparenza e l integrità 2014-2016 Introduzione: organizzazione e funzioni

Dettagli

AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE

AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE AVVISO n. 07/2013 Procedura comparativa per il conferimento di un incarico di collaborazione coordinata e continuativa per il profilo specialistico di Esperto nei processi

Dettagli

NORME IN MATERIA DI SOSTEGNO ALLA INNOVAZIONE DELLE ATTIVITÀ PROFESSIONALI INTELLETTUALI

NORME IN MATERIA DI SOSTEGNO ALLA INNOVAZIONE DELLE ATTIVITÀ PROFESSIONALI INTELLETTUALI NORME IN MATERIA DI SOSTEGNO ALLA INNOVAZIONE DELLE ATTIVITÀ PROFESSIONALI INTELLETTUALI Art. 1 (Finalità e oggetto della legge) 1. La presente legge, nel rispetto del decreto legislativo 2 febbraio 2006,

Dettagli

CONSULTA PROVINCIALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE

CONSULTA PROVINCIALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE CONSULTA PROVINCIALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE Art.1- Costituzione E istituito, ai sensi dell art. 3 lettera J dello Statuto della Provincia, un Comitato di Coordinamento denominato CONSULTA

Dettagli

Riccardo De Leonardis. Riccardo.deleonardis@sviluppoeconomico.gov.it

Riccardo De Leonardis. Riccardo.deleonardis@sviluppoeconomico.gov.it F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita 10.09.1964 Riccardo De Leonardis Qualifica Funzionario tecnico (F3-VIII categoria) dal gennaio 2008 Amministrazione

Dettagli

COMUNE DI NOVATE MILANESE - PROVINCIA DI MILANO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RIPRESE AUDIOVISIVE DELLE SEDUTE DEL CONSIGLIO COMUNALE

COMUNE DI NOVATE MILANESE - PROVINCIA DI MILANO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RIPRESE AUDIOVISIVE DELLE SEDUTE DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI NOVATE MILANESE - PROVINCIA DI MILANO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RIPRESE AUDIOVISIVE DELLE SEDUTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 5 del 12

Dettagli

Programma triennale per la trasparenza e integrità

Programma triennale per la trasparenza e integrità Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale Don Lorenzo Milani via Trieste 21 20029 Turbigo Tel 0331 899 168 Fax 0331 897 861 e-mail uffici istituto@comprensivoturbigo.gov.it

Dettagli

DIRETTORE. ALLEGATO A Organigramma delle strutture organizzative. Segreteria operativa del Direttore

DIRETTORE. ALLEGATO A Organigramma delle strutture organizzative. Segreteria operativa del Direttore ALLEGATO A Organigramma delle strutture organizzative DIRETTORE Segreteria operativa del Direttore Uffici Territorali del Turismo: 1 - UTP di Roma 2 - UTP di Frosinone 3 - UTP di Latina 4 - UTP di Rieti

Dettagli

COMUNE DI VALLE MOSSO Provincia di Biella REGOLAMENTO

COMUNE DI VALLE MOSSO Provincia di Biella REGOLAMENTO REGOLAMENTO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE (L.R. 14/4/2003, N. 7 D.P.G.R. 18/10/2004, nn. 7R e 8R) ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente regolamento disciplina, nel rispetto dei principi fondamentali

Dettagli

Relazione finale sullo stato di attuazione del PROGRAMMA OPERATIVO 2012

Relazione finale sullo stato di attuazione del PROGRAMMA OPERATIVO 2012 58 CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO Relazione finale sullo stato di attuazione del PROGRAMMA OPERATIVO 2012 UFFICIO STAMPA 59 STATO DI ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA OPERATIVO al 31 dicembre 2012 PER CENTRI DI

Dettagli

REGOLAMENTO AZIENDALE REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL MARCHIO AZIENDALE E PER LA CONCESSIONE DEL PATROCINIO. PA Rev. 0 del 10.04.

REGOLAMENTO AZIENDALE REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL MARCHIO AZIENDALE E PER LA CONCESSIONE DEL PATROCINIO. PA Rev. 0 del 10.04. REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL MARCHIO AZIENDALE E PER LA CONCESSIONE DEL PATROCINIO PA Certificato N 9122 AOLS Data applicazione Redazione Verifica Approvazione 1/04/2013 Ida Mannelli Ida Mannelli Direzione

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2012-13-14

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2012-13-14 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2012-13-14 Le modifiche normative intervenute, nell ambito dell ampio programma di riforma della Pubblica Amministrazione, impongono agli Enti Locali

Dettagli

Prot. n. 249/15 Venezia, 12/03/2015 Resp. Procedimento: Dott. Nicola Nardin Reg. interno n. 28 Resp. Istruttoria: Dott. Marco Tabacchi all. n.

Prot. n. 249/15 Venezia, 12/03/2015 Resp. Procedimento: Dott. Nicola Nardin Reg. interno n. 28 Resp. Istruttoria: Dott. Marco Tabacchi all. n. Prot. n. 249/15 Venezia, 12/03/2015 Resp. Procedimento: Dott. Nicola Nardin Reg. interno n. 28 Resp. Istruttoria: Dott. Marco Tabacchi all. n. 2 OGGETTO: Fornitura software Halley per la protocollazione.

Dettagli

COMUNICAZIONE AZIENDALE

COMUNICAZIONE AZIENDALE COMUNICAZIONE AZIENDALE CORSO BASE DI FORMAZIONE PRESENTAZIONE Il corso si propone di entrare nella pratica delle varie tecniche di comunicazione aziendale, fornendo una visione organica del sistema della

Dettagli

Centri di costo: 1. Sportello Unico Attività Produttive Commercio Progetti d Impresa

Centri di costo: 1. Sportello Unico Attività Produttive Commercio Progetti d Impresa Centri di costo: 1. Sportello Unico Attività Produttive Commercio Progetti d Impresa RESPONSABILE: ANNA BRUZZO 2. Sportello Unico Attività Produttive-Edilizia e pratiche sismiche RESPONSABILE: NARA BERTI

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA COMUNALE PERMANENTE DELLE ASSOCIAZIONI E DEI CITTADINI PER LA PACE

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA COMUNALE PERMANENTE DELLE ASSOCIAZIONI E DEI CITTADINI PER LA PACE Comune di Casalecchio di Reno Provincia di Bologna REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA COMUNALE PERMANENTE DELLE ASSOCIAZIONI E DEI CITTADINI PER LA PACE Approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 2005

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali GARA A PROCEDURA APERTA SOTTO SOGLIA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TELEMATICO DI RASSEGNA STAMPA CIG 6304979942 CAPITOLATO TECNICO SOMMARIO Premessa Pag. 2 Art. 1 Oggetto dell appalto Pag. 2 Art. 2 Descrizione

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA COMUNE DI VERTOVA Provincia di Bergamo Via Roma, 12 - Tel. Uffici Amm.vi 035 711562 Ufficio Tecnico 035 712528 Fax 035 720496 P. IVA 00238520167 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA FSE 2007-2013

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA FSE 2007-2013 UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA FSE 2007-2013 Comitato di Sorveglianza Punto 12 all Ordine del Giorno Informativa sulle attività di Comunicazione

Dettagli

Rapporto del Garante della Comunicazione

Rapporto del Garante della Comunicazione PROVINCIA DI PISTOIA Il Garante della Comunicazione Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale Variante Generale Fase di Approvazione Rapporto del Garante della Comunicazione ex art. 5 del Regolamento

Dettagli

COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA (Provincia di Reggio Emilia)

COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA (Provincia di Reggio Emilia) COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA (Provincia di Reggio Emilia) REGOLAMENTO PER LA TENUTA DEL REGISTRO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROMOZIONE SOCIALE (Art. 5 L.R. 9 dicembre 2002, n 34) Approvato con deliberazione

Dettagli

Programma Triennale per la Trasparenza e Integrità 2015-2018

Programma Triennale per la Trasparenza e Integrità 2015-2018 Programma Triennale per la Trasparenza e Integrità 2015-2018 IL CONSIGLIO D ISTITUTO VISTO IL D.L.vo 150/2009 VISTO L ART. 32 della L.69/2009 VISTA LA L. 190/2012 VISTO IL D.L.vo n.33/2013 VISTA la circolare

Dettagli

DIRETTORE CENTRALE DELLE RISORSE ECONOMICHE E DEGLI AFFARI AMMINISTRATIVI Numero Tel. Ufficio 2688 Numero Fax Ufficio 3007 E-mail istituzionale

DIRETTORE CENTRALE DELLE RISORSE ECONOMICHE E DEGLI AFFARI AMMINISTRATIVI Numero Tel. Ufficio 2688 Numero Fax Ufficio 3007 E-mail istituzionale CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Cognome e Nome MARTOCCIA ROSA MARIA Anno di nascita 1959 Qualifica DIRIGENTE I FASCIA Incarico attuale DIRETTORE CENTRALE DELLE RISORSE ECONOMICHE E DEGLI AFFARI

Dettagli

SETTORE AGENZIA PER LE ATTIVITA' DI INFORMAZIONE DEGLI ORGANI DI GOVERNO DELLA REGIONE CIAMPI PAOLO

SETTORE AGENZIA PER LE ATTIVITA' DI INFORMAZIONE DEGLI ORGANI DI GOVERNO DELLA REGIONE CIAMPI PAOLO REGIONE TOSCANA DIREZIONE GENERALE PRESIDENZA SETTORE AGENZIA PER LE ATTIVITA' DI INFORMAZIONE DEGLI ORGANI DI GOVERNO DELLA REGIONE Il Dirigente Responsabile: CIAMPI PAOLO Decreto soggetto a controllo

Dettagli

Indice. Premessa. 1. ORGANIZZAZIONE E FUNZIONI DELL ASP Catania

Indice. Premessa. 1. ORGANIZZAZIONE E FUNZIONI DELL ASP Catania Programma triennale per la trasparenza e l integrità 2014-2016 Indice Premessa 1. ORGANIZZAZIONE E FUNZIONI DELL ASP Catania 2. PROCEDIMENTO DI ELABORAZIONE E ADOZIONE DEL PROGRAMMA 1. Obiettivi strategici

Dettagli

Camera dei deputati LA COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE

Camera dei deputati LA COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE Camera dei deputati LA COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE INCONTRO CON LA STAMPA PARLAMENTARE Sala del Mappamondo 20 dicembre 2012 INDICE Introduzione....3 Il sito Internet...4 La rassegna stampa...4 La Web tv...5

Dettagli

Capitolato per la selezione di una cooperativa sociale di tipo b per la realizzazione di attività relative all ambito disabilità e protezione civile

Capitolato per la selezione di una cooperativa sociale di tipo b per la realizzazione di attività relative all ambito disabilità e protezione civile Capitolato per la selezione di una cooperativa sociale di tipo b per la realizzazione di attività relative all ambito disabilità e protezione civile Obiettivi specifici Per il generale, si individuano

Dettagli

SEZIONE ATTIVITA IN MATERIA DI TRASPARENZA

SEZIONE ATTIVITA IN MATERIA DI TRASPARENZA SEZIONE ATTIVITA IN MATERIA DI TRASPARENZA La disciplina sugli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle Pubbliche Amministrazioni è stata oggetto di un riordino complessivo

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ATTIVITA DI FORMAZIONE, AGGIORNAMENTO E RIQUALIFICAZIONE DEL PERSONALE DELLA PROVINCIA DELL OGLIASTRA

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ATTIVITA DI FORMAZIONE, AGGIORNAMENTO E RIQUALIFICAZIONE DEL PERSONALE DELLA PROVINCIA DELL OGLIASTRA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ATTIVITA DI FORMAZIONE, AGGIORNAMENTO E RIQUALIFICAZIONE DEL PERSONALE DELLA PROVINCIA DELL OGLIASTRA Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 90 del

Dettagli

PREMIO GIORNALISTICO NAZIONALE Natale UCSI 2015

PREMIO GIORNALISTICO NAZIONALE Natale UCSI 2015 Con il sostegno di: PREMIO GIORNALISTICO NAZIONALE Natale UCSI 2015 Alla memoria di Giuseppe Faccincani, per un giornalismo solidale XXI EDIZIONE con il contributo di: Con l apporto di: e il patrocinio

Dettagli

COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA (Provincia di Reggio Emilia) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE

COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA (Provincia di Reggio Emilia) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA (Provincia di Reggio Emilia) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n 65 del 29 novembre 2004 pubblicata

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ (DLGS 33/2013 )

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ (DLGS 33/2013 ) Vicolo S. Eustacchio, 18-12038 SAVIGLIANO (CN) C.F. 95022920045 - tel. 0172.715522 - Fax 0172.713713 e-mail: CNIC85200G@istruzione.it PEC: CNIC85200G@pec.istruzione.it sito: www.icpapagiovanni.gov.it PROGRAMMA

Dettagli