Tavolo Tecnici Digitalizzazione Accise Roma, settembre 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Tavolo Tecnici Digitalizzazione Accise Roma, 16-17 settembre 2014"

Transcript

1 Tavolo Tecnici Digitalizzazione Accise Roma, settembre 2014 Teresa Alvaro

2 Progetto RE.TE. Il progetto RE.TE. - Condivisione con operatori ed uffici 2 agosto 2012: l Agenzia si è impegnata ad avviare il percorso per la telematizzazione dei registri 21 giugno 2013: l Agenzia ha condiviso con le Associazioni gli aspetti qualificanti del progetto RE.TE luglio 2013: l Agenzia ha condiviso con le Associazioni i criteri di tenuta dei registri e presentato una proposta per il servizio RE.TE novembre 2013: l Agenzia ha presentato la prima bozza della determinazione direttoriale attuativa del DL 16/2012 ed illustrato la nuova impostazione delle tabelle dei prodotti per «famiglie» settembre 2014: l Agenzia presenta gli esiti della fase 1 di sperimentazione del progetto RE.TE. e verifica la disponibilità all avvio della fase 2 dal prossimo mese di ottobre 2

3 Progetto RE.TE. fase 1 Dallo scorso 11 giugno è disponibile in ambiente di addestramento/validazione la fase 1 del progetto RE.TE. Per le sole aziende candidate dalle proprie Associazioni È disponibile il nuovo messaggio «REGTEL» che consente: o Il rilascio, l annullamento, la modifica e la chiusura dei registri telematici o La rinuncia alla tenuta telematica dei registri Con l invio di «REGTEL» in ambiente reale l operatore esprime la volontà di aderire alla tenuta telematica di tutte le contabilità A partire dalla data di adesione alla tenuta telematica, le movimentazioni devono far riferimento ai soli registri telematici; Per i registri cartacei sono consentite le sole rettifiche antecedenti la suddetta data 3

4 Progetto RE.TE. fase 1 Dallo scorso 11 giugno è disponibile in ambiente di addestramento / validazione la fase 1 del progetto RE.TE. Per le sole aziende candidate dalle proprie Associazioni La partecipazione alla sperimentazione non obbliga alla successiva adesione alla tenuta informatizzata in ambiente reale È disponibile un link denominato «RE.TE.», accessibile dal portale del Servizio Telematico Doganale con le medesime credenziali utilizzate per l invio dei file, che consente agli operatori la ricerca e la stampa dei dati già trasmessi delle proprie contabilità, afferenti tanto ai registri telematici quanto ai registri cartacei 4

5 Progetto RE.TE. fase 1 Dallo scorso 11 giugno è disponibile in ambiente di addestramento / validazione la fase 1 del progetto RE.TE. Per gli Uffici delle Dogane competenti sulle aziende candidate dalle proprie Associazioni È disponibile nel sistema AIDA dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli una nuova linea di lavoro denominata «Registri telematici», con funzionalità di consultazione, chiusura d ufficio e ripristino dei registri rilasciati in modalità telematica Sono aggiornate le funzionalità di ricerca nelle linee di lavoro «Prodotti alcolici» e «Prodotti energetici» del medesimo sistema, per consentire di effettuare le ricerche distintamente per registri telematici e registri cartacei 5

6 Progetto RE.TE. fase 1 Risultati della sperimentazione della fase 1 del progetto RE.TE. Scenari operatori economici 6

7 Progetto RE.TE. fase 1 Risultati della sperimentazione della fase 1 del progetto RE.TE. Scenari Uffici delle Dogane 7

8 Progetto RE.TE. fase 2: le novità rispetto alla fase 1 Messaggio REGTEL disponibile a tutti gli operatori Il messaggio «REGTEL» non è più limitato alle sole aziende candidate dalle proprie Associazioni, ma è disponibile a tutti gli operatori economici di cui all art. 1, comma 1.a) del Decreto-legge 3 ottobre 2006 n. 262, ad eccezione dei soggetti che svolgono attività esclusivamente nel settore del vino (messaggio «ALCOAV») La partecipazione alla fase 2 della sperimentazione non obbliga alla successiva adesione alla tenuta telematica delle contabilità in ambiente reale 8

9 Progetto RE.TE. fase 2: le novità rispetto alla fase 1 Nuovo Servizio RE.TE. Il servizio RE.TE., ampliato e rivisto nelle sue funzionalità, consente: o La ricerca e la visualizzazione delle movimentazioni, sia in forma di prospetti sintetici che di dati di dettaglio o La stampa dei registri di carico e scarico su nuovi layout o Il download dei dati delle movimentazioni Il servizio è accessibile ai soli operatori economici che hanno aderito alla tenuta telematica delle contabilità con il messaggio «REGTEL» Il servizio consente ai suddetti operatori tanto l accesso ai dati dei registri telematici quanto ai dati dei registri cartacei Il servizio RE.TE. è disponibile anche alla Guardia di Finanza Gli aspetti operativi del nuovo Servizio RE.TE. saranno esaminati nella parte finale della presentazione 9

10 Progetto RE.TE. fase 2: le novità rispetto alla fase 1 Nuovi layout di stampa dei registri Al nuovo servizio RE.TE. sono associati layout di stampa dei registri di carico e scarico differenziati per tipo operatore e settore fiscale I nuovi layout dei registri, per ciascuna giornata, riportano: o I dati identificativi della ditta e del registro o La giacenza contabile del giorno precedente o Una sezione di carico ed una di scarico, ciascuna con le singole movimentazioni o Il totale dei movimenti e delle quantità per ciascuna sezione o La giacenza contabile di fine giornata Gli stessi layout di stampa dei registri sono a disposizione degli uffici nel sistema AIDA dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli 10

11 Progetto RE.TE. fase 2: le novità rispetto alla fase 1 Giacenza di verifica/inventario In occasione delle verifiche presso gli impianti da parte degli Organi di controllo l operatore economico, per ciascun prodotto sottoposto a verifica, deve trasmettere telematicamente: le movimentazioni del giorno precedente la giacenza contabile relativa al giorno precedente le movimentazioni effettuate durante la giornata di verifica fino all inizio della verifica stessa la giacenza contabile relativa all inizio delle attività di verifica, utilizzando il nuovo valore «V» nel campo «Tipo richiesta» dei tracciati record dei dati delle contabilità le movimentazioni successive all inizio delle operazioni di verifica, nella medesima giornata, si devono trasmettere utilizzando il nuovo valore «V» nel campo «Tipo richiesta» 11

12 Progetto RE.TE. fase 2: le novità rispetto alla fase 1 Giacenza di verifica/inventario Al termine delle operazioni di verifica l operatore trasmette i dati del verbale riportante la differenza riscontrata tra la giacenza fisica e quella contabile Il suddetto verbale (tipo documento «VDP»), relativo alla data di inizio verifica, si deve trasmettere utilizzando il nuovo valore «V» nel campo «Tipo richiesta» Una volta presente a sistema il «VDP» di fine verifica, non sono più consentite operazioni di rettifica per date di riferimento antecedenti il giorno di inizio delle operazioni di verifica La stampa del registro nella data di inizio delle operazioni di verifica, sia per il carico che per lo scarico, riporta in ordine prima tutte le movimentazioni antecedenti e poi tutte quelle successive all inizio della verifica, indipendentemente dal numero progressivo riga 12

13 Progetto RE.TE.: ulteriori sviluppi Determinazione dei cali e delle eccedenze di giacenza A partire dal D.M. 55/2000 e dal D.Lgs. 504/1995 sono stati definiti, per ciascuna «famiglia» di prodotti, i parametri che consentono di definire le quantità ammesse: o Percentuale ammissibile o Unità di misura della quantità a base del calcolo o Base quantitativa di calcolo (Anno di giacenza su base giornaliera; Anno di giacenza su base mensile; Carico di magazzino; Carico; Scarico) Per i soli registri telematici sono disponibili agli Organi di controllo funzionalità di ausilio nella determinazione dei cali o delle eccedenze ammissibili in occasione delle verifiche presso gli impianti 13

14 Progetto RE.TE.: ulteriori sviluppi Determinazione dei cali e delle eccedenze di giacenza I numerosi algoritmi di calcolo predisposti in funzione della combinazione dei parametri prescelti determinano, per il registro telematico in esame, i totali di carico, scarico e giacenza, su base giornaliera o su base mensile; le movimentazioni interessate sono quelle comprese tra l invio dell ultimo «VDP» relativo alla precedente verifica e la giacenza contabile trasmessa ai fini della verifica in corso. In occasione della prima verifica di un registro telematico, la data di partenza coincide con la data della prima movimentazione ivi allibrata elettronicamente Il sistema predispone un prospetto riepilogativo contabile del periodo oggetto della verifica, più un prospetto di dettaglio con i dati giornalieri o mensili che concorrono al calcolo dei quantitativi ammessi come calo o eccedenza 14

15 Progetto RE.TE.: ulteriori sviluppi Micro birrifici D.D /RU del 4 dicembre 2013 A seguito della pubblicazione della D.D /RU del 4 dicembre 2013 e della Circolare 5/d del 6 maggio 2014, è stato predisposto un nuovo messaggio, identificato dal codice «ALCOMB», relativo ai dati delle contabilità che dovranno obbligatoriamente essere trasmessi a partire dal 1 gennaio 2015 È prevista la trasmissione delle sole movimentazioni relative a: o produzione di birra o lavaggio con acqua per la sanificazione della caldaia Non è richiesta la trasmissione delle giacenze contabili È stato predisposto un apposito layout del registro di produzione 15

16 Progetto RE.TE.: ulteriori sviluppi Microbirrifici D.D /RU del 4 dicembre 2013 Anche gli operatori esercenti micro birrifici hanno la facoltà di aderire alla tenuta telematica delle contabilità con l invio del messaggio «REGTEL» Ai suddetti operatori è consentito l accesso al servizio RE.TE. limitatamente ai dati relativi alla sezione di carico Per gli Uffici delle Dogane, nella linea di lavoro «Anagrafica accise» del sistema AIDA, sono disponibili le informazioni relative al tipo di misuratore utilizzato per l accertamento del prodotto finito Per i registri telematici dei micro birrifici, non è prevista la trasmissione della giacenza contabile di inizio verifica, né la determinazione dei cali o delle eccedenze di giacenza 16

17 Progetto RE.TE.: ulteriori sviluppi Tenuta informatica del conto garanzia per la circolazione Nel corso del 2013 gli Uffici delle Dogane hanno completato (?) il censimento dei conti garanzia per la circolazione in regime sospensivo, attribuendo a ciascun conto un codice identificativo, composto dal codice accisa più un progressivo di 4 cifre Nel 2014 sono iniziate, e sono tuttora in corso, le attività di analisi per la tenuta informatica dei conti garanzia per la circolazione in regime sospensivo; il progetto terminerà nel 2015 Gli speditori inseriranno nella sezione «Garanzia di circolazione» del messaggio «IE815» il codice identificativo del conto e l importo di garanzia da impegnare per ciascun e-ad (o i codici identificativi, in caso di importo complessivo ripartito su più soggetti garanti) 17

18 Progetto RE.TE.: ulteriori sviluppi Tenuta informatica del conto garanzia per la circolazione Il sistema rilascerà l ARC solo ove la disponibilità di ciascun conto risulti sufficiente, detraendo contestualmente da dette disponibilità gli importi indicati dall operatore Il completamento dell e-ad (stato=completato,chiuso manualmente), in assenza di cali di trasporto eccedenti i limiti legali, renderà nuovamente disponibili gli importi di garanzia impegnati La gestione dinamica del conto garanzia consentirà la visualizzazione in tempo reale della situazione di ciascun conto, consentendo nel contempo l eliminazione della tenuta cartacea dei conti garanzia 18

19 Progetto RE.TE.: ulteriori sviluppi Tenuta informatica del conto garanzia per la circolazione La tenuta cartacea dei conti garanzia sarà sostituita dalla visualizzazione in tempo reale della situazione dei propri conti garanzia, accessibile tramite «Notifiche EMCS» La tenuta informatica dei conti garanzia consentirà di eliminare l obbligo di invio dei dati delle contabilità per i soggetti che svolgono attività esclusivamente nel settore del vino (messaggio «ALCOAV») Conseguentemente, detta semplificazione ha portato all esclusione dei soggetti che svolgono attività unicamente nel settore del vino dalla facoltà di tenuta telematica dei registri Come ulteriore semplificazione, l attuazione delle funzionalità inerenti l automazione dei conti garanzia per la circolazione in sospensione di imposta prevede l eliminazione del tipo record F dagli invii telematici dei dati delle contabilità 19

20 Servizio RE.TE. fase 2 Aspetti operativi 20

21 Servizio Re.Te. fase 2: accesso alla funzione L accesso alla funzione di visualizzazione dei dati dei Registri delle Accise avviene dalla schermata del Servizio Telematico Doganale attraverso il link Re.Te. 21

22 Servizio Re.Te. fase 2: autenticazione L autenticazione avviene mediante l indicazione, da parte dell operatore, dei parametri di accesso al Servizio Telematico (nome utente e password) di cui vengono verificati autenticità ed autorizzazione alla visualizzazione dei dati delle Accise. 22

23 Servizio Re.Te. fase 2: selezione codice accisa L accesso al servizio Re.Te. è consentito ai soli operatori che hanno richiesto e ricevuto l identificativo dei registri attraverso il Servizio Telematico. Su questa schermata l utente dovrà indicare o selezionare il Codice Accisa/Ditta di cui intende visualizzare i dati dei registri telematici composti a partire dai dati di contabilità trasmessi dagli operatori. Per lo stesso Codice Accisa/Ditta, ove presenti, l operatore potrà visualizzare anche i dati dei registri cartacei. 23

24 Servizio Re.Te. fase 2: selezione registri Una volta selezionato il Codice Accisa/Ditta, il sistema prospetta all operatore la pagina di ricerca generalizzata su cui saranno inseriti i parametri per la ricerca del/dei registri. L unico dato obbligatorio è l intervallo temporale di riferimento del registro, che non dovrà essere superiore all anno di calendario. 24

25 Servizio Re.Te. fase 2: elenco registri Il sistema prospetta una schermata contenente l elenco di tutti i registri riferiti al Codice Accisa/Ditta e corrispondenti ai parametri indicati, suddiviso in registri telematici e registri cartacei. 25

26 Servizio Re.Te. fase 2: dati sintetici del registro Selezionando una riga sulla schermata contenente l elenco dei registri, il sistema prospetta i dati di riepilogo riguardanti la giacenza del registro, riferiti ad ogni giornata compresa nel periodo indicato. 26

27 Servizio Re.Te. fase 2: prospetto CARICO Premendo il tasto PROSPETTO CARICO, il sistema prospetta l elenco dei movimenti di carico effettuati nella data di riferimento visualizzata. 27

28 Servizio Re.Te. fase 2: dettaglio CARICO Selezionando una riga del PROSPETTO CARICO, il sistema visualizza i dati di dettaglio della singola movimentazione di carico. 28

29 Servizio Re.Te. fase 2: prospetto SCARICO Premendo il tasto PROSPETTO SCARICO, il sistema prospetta l elenco dei movimenti di scarico effettuati nella data di riferimento visualizzata. 29

30 Servizio Re.Te. fase 2: dettaglio SCARICO Selezionando una riga del PROSPETTO SCARICO, il sistema visualizza i dati di dettaglio della singola movimentazione di scarico. 30

31

Alla Sogei. in ambiente di addestramento e di validazione

Alla Sogei. in ambiente di addestramento e di validazione Roma, 20 novembre 2014 Protocollo: 123680 / RU Alle Direzioni Interregionali, Regionali e Interprovinciale Rif.: Allegati: Al Servizio Processi Automatizzati dei Distretti presso gli Uffici Acquisti e

Dettagli

Roma, 4 novembre 2014. Alle Direzioni Interregionali, Regionali e Interprovinciale

Roma, 4 novembre 2014. Alle Direzioni Interregionali, Regionali e Interprovinciale Roma, 4 novembre 2014 Protocollo: 121555 / RU Rif.: D.D. 140839/RU del 04.12.2013 Circolare 5/D del 06.05.2014 Allegati: Alle Direzioni Interregionali, Regionali e Interprovinciale Al Servizio Processi

Dettagli

Spazio Informatico snc. Spazio Informatico snc

Spazio Informatico snc. Spazio Informatico snc 1 TELEMATICO ACCISE TELEMATICO ACCISE è la soluzione appositamente sviluppata per affrontare con sicurezza e serenità la telematizzazione delle accise. Grazie alla nostra quindicinale esperienza maturata

Dettagli

CIRCOLARE N. 8/D. Roma, 13 marzo 2009. Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI

CIRCOLARE N. 8/D. Roma, 13 marzo 2009. Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI Protocollo: Rif.: Allegati: 37264/RU CIRCOLARE N. 8/D Roma, 13 marzo 2009 Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI e per conoscenza: Agli Uffici di

Dettagli

DIREZIONE CENTRALE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE Ufficio integrazione tecnologica

DIREZIONE CENTRALE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE Ufficio integrazione tecnologica Roma, 6 giugno 2014 Protocollo: 45089 /RU A: Rif.: Allegati: 2 Alba De Biase & C. S.a.s. info@albapetroli.it Basile Petroli S.p.a. fiscale@basilepetroli.it Industria Rodigina Petroli S.r.l. angelo.tognolo@autogasnord.it

Dettagli

PTA 2013 PPT 010D1U Contrassegni di stato Obiettivo 01

PTA 2013 PPT 010D1U Contrassegni di stato Obiettivo 01 Roma, 26 giugno 2014 Protocollo: Rif.: Allegati: 64137 / RU Ai partecipanti dei tavoli tecnici e-customs e digitalizzazione accise Agli Uffici delle Dogane Alle Direzioni Interregionali, Regionali e Interprovinciale

Dettagli

Visto il citato testo unico approvato con decreto legislativo 26 ottobre 1995, n. 504 e successive modificazioni;

Visto il citato testo unico approvato con decreto legislativo 26 ottobre 1995, n. 504 e successive modificazioni; Prot. 1495/UD IL DIRETTORE Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, di riforma dell organizzazione del Governo, a norma dell articolo 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59; Visto il decreto ministeriale

Dettagli

Adempimenti del deposito fiscale vino

Adempimenti del deposito fiscale vino UFFICIO DELLE DOGANE DI VERONA Adempimenti del deposito fiscale vino Dott. Ing. Nicola Altamura Direttore dell Ufficio Dott. Ing. Giovanni Fedrighi Referente Informatico Marano di Valpolicella (VR), 5

Dettagli

Tavolo Tecnico del 9 dicembre 2010

Tavolo Tecnico del 9 dicembre 2010 1 PROGETTO EMCS Tavolo Tecnico del 9 dicembre 2010 ROMA Agenzia delle Dogane Sala Europa 2 Istruzioni Operative e Processi Telematici Stato dell arte del progetto EMCS Sperimentazione WEB-Services Richieste

Dettagli

CIRCOLARE N. 10 /D. Roma, 25 marzo 2009. Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI

CIRCOLARE N. 10 /D. Roma, 25 marzo 2009. Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI Protocollo: Rif.: Allegati: 42030/RU CIRCOLARE N. 10 /D Roma, 25 marzo 2009 Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI e, p. c.: Agli Uffici di diretta

Dettagli

Movimentazioni giornaliere dei prodotti con inserimento automatico tramite causali di movimentazione.

Movimentazioni giornaliere dei prodotti con inserimento automatico tramite causali di movimentazione. Capitale Sociale. 50.000,00 Sede Amm. e Comm.le: Via Acqueviole, 50 98057 MILAZZO (ME) Reg. Soc. Trib. ME n. 32010 C.C.I.A.A. ME n. 126426 Partita IVAe Codice.Fiscale IT01603150838 tel. 0909284834 fax

Dettagli

PROGETTO EMCS. DAA Telematico. G e-daa Cumulativo

PROGETTO EMCS. DAA Telematico. G e-daa Cumulativo 1 1 PROGETTO EMCS DAA Telematico G e-daa Cumulativo 2 Premessa Tutti Tutti i i messaggi messaggi devono sono essere convalidati convalidati dal dal sistema; sistema; quelli quelli con con errori errori

Dettagli

Prot. n 960/22 Circolare N 3/FEBBRAIO 2015 FEBBRAIO 2015 A tutti i colleghi (*)

Prot. n 960/22 Circolare N 3/FEBBRAIO 2015 FEBBRAIO 2015 A tutti i colleghi (*) Prot. n 960/22 Circolare N 3/FEBBRAIO 2015 FEBBRAIO 2015 A tutti i colleghi (*) L AGENZIA DELLE ENTRATE CON IL PROVVEDIMENTO DIRETTORIALE DEL 23 FEBBRAIO 2015 HA DEFINITO LE MODALITA TECNICHE PER VISUALIZZARE

Dettagli

Prenotazione / Gestione on-line dei verbali d esame

Prenotazione / Gestione on-line dei verbali d esame Prenotazione / Gestione on-line dei verbali d esame PREMESSA Il documento ha lo scopo di definire e regolamentare le procedure connesse con la prenotazione degli esami on line in fase di prima applicazione.

Dettagli

Roma, 28 febbraio 2014

Roma, 28 febbraio 2014 Roma, 28 febbraio 2014 Protocollo: 22965/RU ALL AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE protocollo@pec.agid.gov.it Rif.: Allegati : 1 ALL A.I.C.I.G. ASSOCIAZIONE ITALIANA CONSORZI INDICAZIONI GEOGRAFICHE info@aicig.it

Dettagli

Alle Direzioni Regionali, Interregionali e Provinciali delle Dogane

Alle Direzioni Regionali, Interregionali e Provinciali delle Dogane Roma, 22 gennaio 2013 Protocollo: 7894 /RU Rif.: Allegati: 2 OGGETTO: Evoluzione del Servizio Telematico Doganale. Certificati di autenticazione per il colloquio telematico basato su web service. Alle

Dettagli

RETTIFICHE AI DATI TELEMATICI DELLE CONTABILITA

RETTIFICHE AI DATI TELEMATICI DELLE CONTABILITA RETTIFICHE AI DATI TELEMATICI DELLE CONTABILITA DEPOSITARI AUTORIZZATI SETTORE PRODOTTI ENERGETICI Si premette che restano validi i provvedimenti che scaturiscono dalle rettifiche. Le rettifiche dei prospetti

Dettagli

Circolare N. 31 del 27 Febbraio 2015

Circolare N. 31 del 27 Febbraio 2015 Circolare N. 31 del 27 Febbraio 2015 Lettere di intento: la nuova procedura Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, ultimato il periodo transitorio, sono entrate in vigore dallo scorso

Dettagli

(DAA telematico. Direzione Interregionale per la Toscana, Sardegna e Umbria. Appunti di Gianna Pratesi Ufficio delle Dogane di Firenze

(DAA telematico. Direzione Interregionale per la Toscana, Sardegna e Umbria. Appunti di Gianna Pratesi Ufficio delle Dogane di Firenze Direzione Interregionale per la Toscana, Sardegna e Umbria e - AD (DAA telematico Appunti di Gianna Pratesi Ufficio delle Dogane di Firenze Incontro con gli operatori c/o CCIAA Siena, 19 maggio 2011 GLOSSARIO

Dettagli

EXCISE_DAA_NOTIfication

EXCISE_DAA_NOTIfication Come semplificare le Vs. attività in materia di ACCISE EXCISE_DAA_NOTIfication Cos è: Procedura automatizzata per l acquisizione ed elaborazione notifiche DAA Con questo nuovo modulo vengono abbattuti

Dettagli

Con la presente vengono fornite indicazioni ai fini dell autorizzazione all esercizio di detta modalità di gioco.

Con la presente vengono fornite indicazioni ai fini dell autorizzazione all esercizio di detta modalità di gioco. Ministero dell Economia e delle Finanze Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato DIREZIONE GENERALE Direzione per i giochi Ufficio 11 - Bingo Roma, 17 giugno 2011 AI CONCESSIONARI DEL GIOCO A DISTANZA

Dettagli

M I N U T A IL DIRETTORE

M I N U T A IL DIRETTORE M I N U T A Prot. 140839 / R.U. IL DIRETTORE Visto il testo unico delle disposizioni legislative concernenti le imposte sulla produzione e sui consumi e relative sanzioni penali e amministrative approvato

Dettagli

DIREZIONE CENTRALE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE Ufficio integrazione tecnologica

DIREZIONE CENTRALE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE Ufficio integrazione tecnologica Roma, 29 marzo 2013 Protocollo: Rif.: Allegati: 40194 RU Alle Direzioni Interregionali, Regionali e Provinciali delle Dogane Ai Servizi processi automatizzati presso i Distretti Agli Uffici delle Dogane

Dettagli

Al SAISA. Alla SOGEI. DIREZIONE CENTRALE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE Ufficio integrazione applicativa

Al SAISA. Alla SOGEI. DIREZIONE CENTRALE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE Ufficio integrazione applicativa Roma, 25 marzo 2015 Protocollo: 37066 / RU Rif.: Allegati: 3 Ai Componenti del tavolo tecnico e-customs Ai Componenti del tavolo Digitalizzazione accise Alle Direzioni Interregionali, Regionali e Interprovinciale

Dettagli

CONFCOMMERCIO. La novità della dichiarazione intrastat. Roma, 14 aprile 2010. Francesca Graziano Rosa Trinchese. Copyright 2008-2009

CONFCOMMERCIO. La novità della dichiarazione intrastat. Roma, 14 aprile 2010. Francesca Graziano Rosa Trinchese. Copyright 2008-2009 CONFCOMMERCIO La novità della dichiarazione intrastat Roma, 14 aprile 2010 Francesca Graziano Rosa Trinchese Direzione Centrale Tecnologie per l Innovazione Copyright 2008-2009 Direzione Centrale Tecnologie

Dettagli

Accise, DAA, DAS telematico tra obblighi e opportunità

Accise, DAA, DAS telematico tra obblighi e opportunità ModenaFiere, 9-10-11 Maggio 2010 Accise, DAA, DAS telematico tra obblighi e opportunità Progetto EMCS: il DAA elettronico (e-ad) Famà Antonino DIREZIONE REGIONALE DELLE DOGANE PER L EMILIA ROMAGNA Ufficio

Dettagli

LEGENDA REGOLE 05/04/2013

LEGENDA REGOLE 05/04/2013 R001 R002 R003 R004 R005 R006 R007 R008 R009 R010 R011 R012 Indicare se la durata del trasporto è espressa in giorni (D-giorni) o ore (H-ore) Se nel campo "Durata del trasporto - formato" è stato indicato

Dettagli

Il quadro nazionale e comunitario marzo 2009

Il quadro nazionale e comunitario marzo 2009 La telematizzazione delle accise Il quadro nazionale e comunitario marzo 2009 Teresa Alvaro Direttore Quadro comunitario per la telematizzazione Mandato politico Decisione n. 70/08 del Parlamento europeo

Dettagli

DIREZIONE CENTRALE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE Ufficio integrazione tecnologica

DIREZIONE CENTRALE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE Ufficio integrazione tecnologica Roma, 20/10/2011 Protocollo: Rif.: Allegati: 117491/RU A: AGCI AGRITAL mauro.vagni@agciagrital.coop valerio.cappio@agcipesca.it AICAI info@aicaionline.it A.I.D.A. Associazione Italiana Distributori Autoveicoli

Dettagli

Accreditamento al SID

Accreditamento al SID Accreditamento al SID v. 3 del 22 ottobre 2013 Guida rapida 1 Sommario Accreditamento al SID... 3 1. Accesso all applicazione... 4 2. Richieste di accreditamento al SID... 6 2.1. Inserimento nuove richieste...

Dettagli

Accise Settore Prodotti Alcolici Manuale d uso

Accise Settore Prodotti Alcolici Manuale d uso Olitech Informatica Telematico Accise Accise Settore Prodotti Alcolici Manuale d uso Versione del manuale: 26-01-2010 1 Indice Accise Settore Prodotti Alcolici Manuale d uso... 1 Indice... 2 Funzionalità

Dettagli

ARTeS iscrizione Albi e Registri Terzo Settore della Regione Lazio Guida alle procedure di iscrizione. Rev. 0 del 2 maggio 2012

ARTeS iscrizione Albi e Registri Terzo Settore della Regione Lazio Guida alle procedure di iscrizione. Rev. 0 del 2 maggio 2012 ARTeS iscrizione Albi e Registri Terzo Settore della Regione Lazio Guida alle procedure di iscrizione Rev. 0 del 2 maggio 2012 1 Il sistema informativo A.R.Te.S. È operativa dal 2 maggio la nuova procedura

Dettagli

SOMMARIO... 3 INTRODUZIONE...

SOMMARIO... 3 INTRODUZIONE... Sommario SOMMARIO... 3 INTRODUZIONE... 4 INTRODUZIONE ALLE FUNZIONALITÀ DEL PROGRAMMA INTRAWEB... 4 STRUTTURA DEL MANUALE... 4 INSTALLAZIONE INRAWEB VER. 11.0.0.0... 5 1 GESTIONE INTRAWEB VER 11.0.0.0...

Dettagli

IL RAGIONIERE GENERALE DELLO STATO

IL RAGIONIERE GENERALE DELLO STATO Determina del Ragioniere generale dello Stato concernente le modalità di trasmissione e gestione di dati e comunicazioni ai Registri di cui al decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39, concernente la

Dettagli

MANUALE UTENTE FACILE CONSUMO. Pagina 1 di 48

MANUALE UTENTE FACILE CONSUMO. Pagina 1 di 48 MANUALE UTENTE FACILE CONSUMO Pagina 1 di 48 1 DESCRIZIONE DELL APPLICAZIONE...4 1.1 INTRODUZIONE...4 1.2 ACCESSO AL SISTEMA...4 1.3 MENU...5 2 FUNZIONI DELL'APPLICAZIONE...6 2.1 GESTIONE...6 2.1.1 Sottogruppo...6

Dettagli

Roma, 19 APRILE 2006. All Area Centrale Personale, Organizzazione e Informatica SEDE

Roma, 19 APRILE 2006. All Area Centrale Personale, Organizzazione e Informatica SEDE Roma, 19 APRILE 2006 Protocollo: Rif.: Allegati: 2437 All Area Centrale Personale, Organizzazione e Informatica All Area Centrale Verifiche e Controlli tributi doganali e accise, laboratori chimici All

Dettagli

Un solo click, e non ci pensi più!

Un solo click, e non ci pensi più! Un solo click, e non ci pensi più! Abbiamo sviluppato per voi EMCSolution, il software che rende semplice, rapido e sicuro amministrare la complessa procedura di gestione di tutti i processi telematici

Dettagli

Software Servizi Web UOGA

Software Servizi Web UOGA Manuale Operativo Utente Software Servizi Web UOGA S.p.A. Informatica e Servizi Interbancari Sammarinesi Strada Caiese, 3 47891 Dogana Tel. 0549 979611 Fax 0549 979699 e-mail: info@isis.sm Identificatore

Dettagli

CIRCOLARE N. 9/D MINUTA

CIRCOLARE N. 9/D MINUTA CIRCOLARE N. 9/D MINUTA Protocollo: Rif: 29895 / R.U. Roma, 9 maggio 2012 Alle Direzioni interregionali, regionali e provinciali Allegati: 2 Agli Uffici delle Dogane Loro Sedi OGGETTO: Protocolli procedurali

Dettagli

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer Dal sito https://alloggiatiweb.poliziadistato.it accedere al link Accedi al Servizio (figura 1) ed effettuare l operazione preliminare

Dettagli

GUIDA OPERATIVA PER LA PRIMA FORMAZIONE DEL REGISTRO

GUIDA OPERATIVA PER LA PRIMA FORMAZIONE DEL REGISTRO REGISTRO DEI REVISORI LEGALI DEI CONTI GUIDA OPERATIVA PER LA PRIMA FORMAZIONE DEL REGISTRO PER I REVISORI LEGALI E LE SOCIETA DI REVISIONE Versione 1.0 del 31 maggio 2013 Sommario PREMESSA... 4 LA PROCEDURA

Dettagli

Sistema Efficienza Energetica Interfaccia Aziende. Manuale utente

Sistema Efficienza Energetica Interfaccia Aziende. Manuale utente Sistema Efficienza Energetica Interfaccia Aziende Manuale utente Indice 1 Richieste di verifica preliminare di conformità alle linee guida (RVP) 3 Richiesta di verifica e certificazione dei risparmi (RVC)

Dettagli

Agenzia delle Dogane Roma, 20 novembre 2013 e dei Monopoli

Agenzia delle Dogane Roma, 20 novembre 2013 e dei Monopoli Agenzia delle Dogane Roma, 20 novembre 2013 e dei Monopoli Direzione centrale gestione accise e monopolio tabacchi Ufficio circolazione tabacchi Prot. n. DAC/CTL/ 8443 /2013 All. Risposta al foglio n.

Dettagli

istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell'amministrazione pubblica

istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell'amministrazione pubblica Roma, 13/11/2008 DIREZIONE CENTRALE ENTRATE E POSIZIONE ASSICURATIVA UFFICIO IV RISCOSSIONE E VIGILANZA Prot. n. 4476 Rif. del istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell'amministrazione pubblica

Dettagli

Documenti di accompagnamento dei prodotti vitivinicoli. (nuove regole dal 1 agosto 2013)

Documenti di accompagnamento dei prodotti vitivinicoli. (nuove regole dal 1 agosto 2013) Documenti di accompagnamento dei prodotti vitivinicoli (nuove regole dal 1 agosto 2013) 1 Regolamento CE 314/2012 del 12/04/2012 (è una modifica del Reg. CE 436/2009 sui documenti di accompagnamento del

Dettagli

TFR On Line PREMESSA...3 ACCESSO AD ARGO TFR ON LINE...5

TFR On Line PREMESSA...3 ACCESSO AD ARGO TFR ON LINE...5 PREMESSA...3 ACCESSO AD ARGO TFR ON LINE...5 AVVIO RAPIDO...7 SELEZIONE DEL DIPENDENTE...8 LEGGIMI...8 MANUALE...8 GUIDA INVIO FILE...9 CERCA DIPENDENTE...9 INSERIMENTO DEI DATI DI SERVIZIO...11 ELABORAZIONE

Dettagli

Proposta di progetto e di programma di misura (PPPM) Proposta di progetto e di programma di misura (PPPM)

Proposta di progetto e di programma di misura (PPPM) Proposta di progetto e di programma di misura (PPPM) 2 Proposta di progetto e di programma di misura (PPPM) 10 2.1 Procedura di trasmissione telematica PPPM L allegato A alla delibera n. 103/03, così come sostituito dalla delibera EEN 9/11 - nel seguito:

Dettagli

Servizio Fatt-PA PASSIVA

Servizio Fatt-PA PASSIVA Sei una Pubblica Amministrazione e sei obbligata a gestire la ricezione delle fatture elettroniche PA? Attivate il servizio di ricezione al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA PASSIVA di Namirial S.p.A.

Dettagli

DIREZIONE CENTRALE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE Ufficio integrazione tecnologica

DIREZIONE CENTRALE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE Ufficio integrazione tecnologica Roma, 22 dicembre 2010 Protocollo: Rif.: Allegati: 156606/RU vari Al Dipartimento delle Finanze Direzione Legislazione Tributaria Via Pastrengo, 22 ROMA All Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato

Ministero dell Economia e delle Finanze Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato Ministero dell Economia e delle Finanze Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato 2004/12089/COA/BNG Il Direttore Generale Visto il decreto ministeriale 31 gennaio 2000, n. 29 recante norme per l'istituzione

Dettagli

Si precisa in ogni caso che questa guida rapida non esime dalla lettura del Manuale utente presente nell ambiente del Servizio Telematico Doganale.

Si precisa in ogni caso che questa guida rapida non esime dalla lettura del Manuale utente presente nell ambiente del Servizio Telematico Doganale. GUIDA RAPIDA versione 25 febbraio 2010 SERVIIZIIO TELEMATIICO DOGANALE Avvertenze: Questa guida vuole costituire un piccolo aiuto per gli operatori che hanno già presentato richiesta di adesione al servizio

Dettagli

Si precisa in ogni caso che questa guida rapida non esime dalla lettura del manuale utente presente nell ambiente del Servizio Telematico Doganale.

Si precisa in ogni caso che questa guida rapida non esime dalla lettura del manuale utente presente nell ambiente del Servizio Telematico Doganale. GUIDA RAPIDA versione 11 marzo 2008 SEERVIIZZIIO TTEELLEEMATTIICO M DOGANALLEE G Avvertenze: Questa guida vuole costituire un piccolo aiuto per gli operatori che hanno già presentato richiesta di adesione

Dettagli

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO Informazioni preliminari Il primo avvio deve essere fatto sul Server (il pc sul quale dovrà risiedere il database). Verificare di aver installato MSDE sul Server prima

Dettagli

Sgravi contributivi contrattazione di secondo livello. Art. 1 comma 67 legge 24 dicembre 2007

Sgravi contributivi contrattazione di secondo livello. Art. 1 comma 67 legge 24 dicembre 2007 Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale delle Entrate Contributive Direzione Centrale Sistemi Informativi e Telecomunicazioni Sgravi contributivi contrattazione di secondo livello Art.

Dettagli

L adesione al servizio telematico

L adesione al servizio telematico L adesione al servizio telematico effettuate le operazioni di generazione dell'ambiente di sicurezza l'utente deve collegarsi via internet, al sito Servizio Telematico doganale Ambiente di Prova e selezionare

Dettagli

Elenchi riepilogativi delle operazioni intracomunitarie.

Elenchi riepilogativi delle operazioni intracomunitarie. Elenchi riepilogativi delle operazioni intracomunitarie. CNA Modifiche alla disciplina dell IVA, in vigore dal 1 gennaio 2010, a seguito del recepimento delle Direttive comunitarie 8/2008 9/2008 117/2008.

Dettagli

DETTAGLIO DELLE OPERAZIONI

DETTAGLIO DELLE OPERAZIONI 8 Agosto 2014 USMAF TRIESTE, U.T. VENEZIA PROCEDURA PER IL RILASCIO DI N.O.S./D.C.E. COLLEGATA ALLO SPORTELLO UNICO DOGANALE (S.U.D.) NSIS E-MAIL NSIS AIDA S.U.D. DETTAGLIO DELLE OPERAZIONI PREMESSE A.

Dettagli

1 Tesoreria Statale - Articolo 18 Sistema informatico gestione dati -Manuale Utente v.1.0

1 Tesoreria Statale - Articolo 18 Sistema informatico gestione dati -Manuale Utente v.1.0 Manuale Utente 1 PREMESSA In forza di quanto disposto dall art.18, comma 1, del decreto legge 1 luglio 2009, n.78, convertito con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2009, n.102 è stato emanato il decreto

Dettagli

Al SAISA. Alla SOGEI. DIREZIONE CENTRALE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE Ufficio integrazione applicativa

Al SAISA. Alla SOGEI. DIREZIONE CENTRALE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE Ufficio integrazione applicativa Roma, 9 maggio 2014 Protocollo: 10186 / RU Rif.: Allegati: Ai Componenti del tavolo tecnico e-customs Ai Componenti del tavolo Digitalizzazione accise Alle Direzioni Interregionali, Regionali e Interprovinciale

Dettagli

Servizio di Invio Telematico delle Schedine Alloggiati

Servizio di Invio Telematico delle Schedine Alloggiati Servizio di Invio Telematico delle Schedine Alloggiati 1. Login Fig.1.1: Maschera di Login Per accedere all applicativo inserire correttamente nome utente e password poi fare clic sul pulsante Accedi,

Dettagli

Servizio Telematico Paghe

Servizio Telematico Paghe Servizio Telematico Paghe GUIDA ALL USO DELLE PAGINE DI AMMINISTRAZIONE DEL SERVIZIO PAGHE.NET Software prodotto da Nuova Informatica srl 1 SOMMARIO SOMMARIO...2 INTRODUZIONE...3 FLUSSO DELLE INFORMAZIONI...3

Dettagli

Oggetto: ELENCHI RIEPILOGATIVI INTRASTAT - DAL 2010 OBBLIGO ESTESO ALLE PRESTAZIONI INTRACOMUNITARIE DI SERVIZI

Oggetto: ELENCHI RIEPILOGATIVI INTRASTAT - DAL 2010 OBBLIGO ESTESO ALLE PRESTAZIONI INTRACOMUNITARIE DI SERVIZI Oggetto: ELENCHI RIEPILOGATIVI INTRASTAT - DAL 2010 OBBLIGO ESTESO ALLE PRESTAZIONI INTRACOMUNITARIE DI SERVIZI L applicazione - a partire dal 1 gennaio 2010 - de lle nuove regole riguardanti la territorialità

Dettagli

In questo documento è possibile trovare tutte le operazioni da eseguire per la Gestione della Comunicazione Intra CEE

In questo documento è possibile trovare tutte le operazioni da eseguire per la Gestione della Comunicazione Intra CEE GESTIONE INTRA CEE In questo documento è possibile trovare tutte le operazioni da eseguire per la Gestione della Comunicazione Intra CEE OPERAZIONI PRELIMINARI Per attivare la gestione dell Intrastat,

Dettagli

PIATTAFORMA TELEMATICA DELL'AGENZIA DEL DEMANIO PER LE ASTE DI VENDITA E CONCESSIONE DEGLI IMMOBILI PUBBLICI

PIATTAFORMA TELEMATICA DELL'AGENZIA DEL DEMANIO PER LE ASTE DI VENDITA E CONCESSIONE DEGLI IMMOBILI PUBBLICI PIATTAFORMA TELEMATICA DELL'AGENZIA DEL DEMANIO PER LE ASTE DI VENDITA E CONCESSIONE DEGLI IMMOBILI PUBBLICI Guida all iscrizione e alla presentazione delle offerte Home page Piattaforma Telematica Dell

Dettagli

Sistema Efficienza Energetica Interfaccia Aziende. Manuale utente

Sistema Efficienza Energetica Interfaccia Aziende. Manuale utente Sistema Efficienza Energetica Interfaccia Aziende Manuale utente Indice 1 Richieste di verifica preliminare di conformità alle linee guida (RVP) 3 Richiesta di verifica e certificazione dei risparmi (RVC)

Dettagli

Servizi telematici on-line per aziende ed intermediari

Servizi telematici on-line per aziende ed intermediari Servizi telematici on-line per aziende ed intermediari Comunicazione nominativi degli RLS Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza Manuale Utente Versione documento v.2.1 In vigore dal 29/07/2014

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO DELLA MOBILITA

SISTEMA INFORMATIVO DELLA MOBILITA Presidenza del Consiglio dei Ministri DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SISTEMA INFORMATIVO DELLA MOBILITA RILEVAZIONE DEI FABBISOGNI DI PERSONALE E DELLE CAPACITÀ ASSUNZIONALI DELLE PA Manuale operativo

Dettagli

Devi fare una fattura elettronica alla PA? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt-PA Visura

Devi fare una fattura elettronica alla PA? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt-PA Visura Devi fare una fattura elettronica alla PA? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt-PA Visura FATTURAZIONE ELETTRONICA Fatt-PA è il servizio online di fatturazione elettronica semplice e sicuro

Dettagli

Agevolazioni autotrasportatori Manuale utente

Agevolazioni autotrasportatori Manuale utente Agevolazioni autotrasportatori Manuale utente Versione 9 Anno 2010 1 1. INTRODUZIONE...3 1.1. REQUISITI TECNICI...3 1.2. GENERALITA...3 2. ACQUISIRE NUOVA DICHIARAZIONE...5 2.1. FRONTESPIZIO...6 2.2. QUADRO

Dettagli

SIN. Guida alla compilazione delle domande di ristrutturazione e riconversione vigneti Campagna 2012/2013 Manuale utente

SIN. Guida alla compilazione delle domande di ristrutturazione e riconversione vigneti Campagna 2012/2013 Manuale utente Guida alla compilazione delle domande di ristrutturazione e riconversione vigneti Campagna 2012/2013 Manuale utente 05 dicembre 2012 2-26 Controllo delle modifiche Edizione Pubblicato Motivo della revisione

Dettagli

FATTURAZIONE ELETTRONICA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. Dott.ssa Barbara Santucci

FATTURAZIONE ELETTRONICA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. Dott.ssa Barbara Santucci FATTURAZIONE ELETTRONICA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Dott.ssa Barbara Santucci 1 1. INTRODUZIONE La L. n 244/2007 e successive modificazioni ha istituito l obbligo di fatturazione elettronica nei confronti

Dettagli

VERSIONE MINIMA COMPATIBILE

VERSIONE MINIMA COMPATIBILE Applicativo GIS CONTABILITA Versione 10.00.5c00 Tipo Versione Aggiornamento Data Rilascio 19.03.2010 Gentile cliente, La informiamo che è disponibile un aggiornamento GIS CONTABILITA. COMPATIBILITÀ E INSTALLAZIONE

Dettagli

SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE MANUALE OPERATIVO FUNZIONI DI SCRIVANIA PER GLI UFFICI SUAP

SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE MANUALE OPERATIVO FUNZIONI DI SCRIVANIA PER GLI UFFICI SUAP InfoCamere Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE MANUALE OPERATIVO FUNZIONI DI SCRIVANIA PER GLI UFFICI SUAP versione

Dettagli

* in giallo le modifiche apportate rispetto alla versione precedente datata 09/03/2011

* in giallo le modifiche apportate rispetto alla versione precedente datata 09/03/2011 Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-86GKJM79678 Data ultima modifica 09/03/2011 Prodotto Contabilità Modulo Contabilità - Intrastat Oggetto Genera dichiarazione Intrastat * in giallo le modifiche

Dettagli

La nuova disciplina in materia di fatturazione elettronica.

La nuova disciplina in materia di fatturazione elettronica. La nuova disciplina in materia di fatturazione elettronica. di Leda Rita Corrado (*) Riferimenti: Direttiva 2010/45/UE del Consiglio del 13 luglio 2010, recante modifica della direttiva 2006/112/CE relativa

Dettagli

Sostituto abilitato Entratel con più sedi: ricezione diretta e incarico ad intermediario abilitato

Sostituto abilitato Entratel con più sedi: ricezione diretta e incarico ad intermediario abilitato FAQ Flusso telematico dei modelli 730-4 D.M. 31 maggio 1999, n. 164 Comunicazione dei sostituti d imposta per la ricezione telematica, tramite l Agenzia delle entrate, dei dati dei 730-4 relativi ai mod.

Dettagli

Dal 1 gennaio di questo anno Eurofer ha cambiato gestore amministrativo, di conseguenza anche la parte riservata del sito ha subito delle modifiche.

Dal 1 gennaio di questo anno Eurofer ha cambiato gestore amministrativo, di conseguenza anche la parte riservata del sito ha subito delle modifiche. A tutte le aziende associate a EUROFER Roma, 11 gennaio 2010 Prot. 11/01/10 Oggetto: modifica procedure invio distinte CIRCOLARE 1/2010 Dal 1 gennaio di questo anno Eurofer ha cambiato gestore amministrativo,

Dettagli

MANUALE UTENTE. (Aggiornamento 08 ottobre 2015)

MANUALE UTENTE. (Aggiornamento 08 ottobre 2015) MANUALE UTENTE contenente le specifiche tecniche necessarie per la trasmissione delle negoziazioni dei cambiavalute art. 5, comma 1, della circolare n. 24/15 (Aggiornamento 08 ottobre 2015) OAM Organismo

Dettagli

Le operazioni con la Pubblica Amministrazione e la fattura elettronica

Le operazioni con la Pubblica Amministrazione e la fattura elettronica Le operazioni con la Pubblica Amministrazione e la fattura elettronica Al fine di attuare una semplificazione della fatturazione nei rapporti con le Pubbliche Amministrazioni la Finanziaria 2008 ha introdotto

Dettagli

CIRCOLARE N. 16/D. e p.c.

CIRCOLARE N. 16/D. e p.c. CIRCOLARE N. 16/D Roma, 11 maggio 2011 Protocollo: Rif.: Allegati: 26922 / RU Alle Direzioni Regionali, Interregionali e Provinciali Agli Uffici delle Dogane Alle Sezioni Operative Territoriali e p.c.

Dettagli

Circolare N.11 del 18 Gennaio 2013

Circolare N.11 del 18 Gennaio 2013 Circolare N.11 del 18 Gennaio 2013 Benefici fiscali sul gasolio per autotrazione per il quarto trimestre 2012. Appuntamento al 31 Gennaio 2013 Benefici fiscali sul gasolio per autotrazione per il quarto

Dettagli

Manuale Utente NET@PORTAL Delibera 99/11 li/

Manuale Utente NET@PORTAL Delibera 99/11 li/ Manuale Utente NET@PORTAL Delibera 99/11 li/ Sommario 1 AGGIORNAMENTI DELLA VERSIONE 3 2 SCOPO 4 3 PROCEDURA 5 3.1 FLUSSO 0050 TRASMISSIONE AL DISTRIBUTORE DELLA RICHIESTA DI SWITCHING 5 3.2 FLUSSO 0100

Dettagli

SERVIZIO EDI Smarrimento PW

SERVIZIO EDI Smarrimento PW SERVIZIO EDI Smarrimento PW Nel caso di smarrimento delle password, oppure se non si è provveduto alla stampa del codice di accesso, è possibile richiedere telematicamente un nuovo Codice di Accesso Personale

Dettagli

Destinatari Autorizzati

Destinatari Autorizzati Destinatari Autorizzati Guida all utilizzo dell applicazione Desktop Dogane Versione 1.0 1. Avvio e configurazione dell applicazione... 3 2. Casi d uso... 11 2.1 Transito conforme... 11 2.2 Notifica di

Dettagli

Comunicazione. Attivazione funzionale della prima fase del progetto AES

Comunicazione. Attivazione funzionale della prima fase del progetto AES Comunicazione Attivazione funzionale della prima fase del progetto AES Generalità Il progetto AES (Automated Export System), sul modello del progetto NCTS (New Computerized Transit System), attualmente

Dettagli

Direzione Centrale Previdenza Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 21/03/2013

Direzione Centrale Previdenza Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 21/03/2013 Direzione Centrale Previdenza Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 21/03/2013 Circolare n. 43 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali,

Dettagli

per docenti e dirigenti della Scuola trentina a carattere statale Sportello dipendente GUIDA AL SERVIZIO

per docenti e dirigenti della Scuola trentina a carattere statale Sportello dipendente GUIDA AL SERVIZIO per docenti e dirigenti della Scuola trentina a carattere statale Sportello dipendente GUIDA AL SERVIZIO CHE COS E / CHI PUÒ ACCEDERE Lo sportello del dipendente è lo strumento telematico per la consultazione

Dettagli

Servizi per il cittadino: le richieste di prestazioni via Internet.

Servizi per il cittadino: le richieste di prestazioni via Internet. Prestazioni a sostegno del reddito Servizi per il cittadino: le richieste di prestazioni via Internet. - ASpI Descrizione del servizio Premessa Questo servizio rende possibile l invio e l istruzione automatica

Dettagli

Le novità in tema di impronte degli archivi

Le novità in tema di impronte degli archivi Convegno organizzato da Associazione ICT Dott.Com Le novità in tema di impronte degli archivi Direzione Regionale del Piemonte a cura di Sandra Migliaccio Ufficio Fiscalità Generale 1 23 novembre 2012

Dettagli

GESTIONE RILEVAZIONE INVENTARIO da documenti Inventario Gestione Ordini Fornitori

GESTIONE RILEVAZIONE INVENTARIO da documenti Inventario Gestione Ordini Fornitori ARGOMENTO SISTEMA DOCUMENTO RILEVAZIONE INVENTARIO TWENTY MANUALE OPERATIVO GESTIONE RILEVAZIONE INVENTARIO da documenti Inventario Gestione Ordini Fornitori Le fasi operative PRELIMINARI di inventario

Dettagli

A.I.D.A. PROGETTO CARGO. Colloquio Gestori T.C. Automazione Integrata Dogane Accise. Direzione Centrale Tecnologie per l Innovazione.

A.I.D.A. PROGETTO CARGO. Colloquio Gestori T.C. Automazione Integrata Dogane Accise. Direzione Centrale Tecnologie per l Innovazione. A.I.D.A. Automazione Integrata Dogane Accise PROGETTO CARGO Colloquio Gestori T.C. 11 ottobre 2010 Direzione Centrale Tecnologie per l Innovazione COLLOQUIO GESTORI T.C. VERSIONE 1 (in esercizio dal 18

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

Roma, 23-09-2015. Messaggio n. 5864. 1. Premessa

Roma, 23-09-2015. Messaggio n. 5864. 1. Premessa Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 23-09-2015 Messaggio n. 5864 OGGETTO: Controlli sulle Dichiarazioni sostitutive uniche trasmesse

Dettagli

Linee Guida Modalità di assolvimento dell obbligo statistico tramite il SIRED

Linee Guida Modalità di assolvimento dell obbligo statistico tramite il SIRED Allegato alla Delib.G.R. n. 10/20 del 17.3.2015 Linee Guida Modalità di assolvimento dell obbligo statistico tramite il SIRED PREMESSA Le strutture ricettive devono adempiere all obbligo statistico verso

Dettagli

Si fa comunque presente che dentro il portale acquistinretepa.it sotto la voce HELP (vedi fig. successiva), si trovano tutti gli strumenti atti a

Si fa comunque presente che dentro il portale acquistinretepa.it sotto la voce HELP (vedi fig. successiva), si trovano tutti gli strumenti atti a Si fa comunque presente che dentro il portale acquistinretepa.it sotto la voce HELP (vedi fig. successiva), si trovano tutti gli strumenti atti a supportare l utilizzatore del sistema Consip sia esso appartenente

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2011 Progetto Istanze On Line 21 febbraio 2011 IINDIICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 PROGETTO ISTANZE ON LINE - ASPETTI GENERALI... 4 2.1 COS È E A CHI

Dettagli

ENTRATEL: Servizio telematico Agenzia delle Entrate

ENTRATEL: Servizio telematico Agenzia delle Entrate ENTRATEL: Servizio telematico Agenzia delle Entrate Visualizzazione delle ricevute relative ai file inviati. Per controllare lo stato di elaborazione dei file inviati e per entrare in possesso delle ricevute

Dettagli

e, pc. Determinazione direttoriale prot. 158235/RU del 7/12/2010 - prime istruzioni operative

e, pc. Determinazione direttoriale prot. 158235/RU del 7/12/2010 - prime istruzioni operative CIRCOLARE N. 16/D Protocollo: 159505 Rif.: Allegati: Roma, 21 dicembre 2010 Alle Direzioni regionali, interregionali e provinciali Agli Uffici delle dogane e, pc. All Ufficio centrale audit interno All

Dettagli

MANUALE DI UTILIZZO DELLE FUNZIONI DEL SISTEMA DI GESTIONE DELLE PRESENZE

MANUALE DI UTILIZZO DELLE FUNZIONI DEL SISTEMA DI GESTIONE DELLE PRESENZE MANUALE DI UTILIZZO DELLE FUNZIONI DEL SISTEMA DI GESTIONE DELLE PRESENZE Numero Documento 2 Data documento 28 ottobre 2011 Identificativo documento Tipologia documento Unità di Servizio Emittente Destinatario

Dettagli

Piattaforma di scambio delle Garanzie di Origine Estere

Piattaforma di scambio delle Garanzie di Origine Estere Manuale d utilizzo 1 di 31 Indice dei Contenuti 1 Introduzione... 4 1 Accesso al portale Garanzie di Origine GO estere... 4 2 Primo accesso al portale GO estere (Scelta del profilo)... 4 2.1 Profilo Impresa

Dettagli