Comenius project: C. H. A. N. G. E. : Common habits among the new generation of Europeans

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comenius project: C. H. A. N. G. E. : Common habits among the new generation of Europeans"

Transcript

1 Comenius project: C. H. A. N. G. E. : Common habits among the new generation of Europeans Paesi partecipanti: ESTONIA ITALIA POLONIA SPAGNA SITO INTERNET:

2 Scuole partecipanti: ESTONIA: IL TALLINN PAE GYMNASIUM, SITUATO IN UNA NUOVA ZONA RESIDENZIALE DI TALLINN, OSPITA CIRCA 750 STUDENTI DAI 6 AI 18 ANNI E COMPRENDE SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA. SI TRATTA DI UNA SCUOLA DI LINGUA RUSSA CHE RACCOGLIE I NUMEROSI STUDENTI DI ORIGINE RUSSA CHE VIVONO IN ESTONIA: LA MAGGIOR PARTE DEGLI ALUNNI PARLA RUSSO COME PRIMA LINGUA, QUINDI, TRA GLI SCOPI DEL PAE GYMNASIUM C E QUELLO DI AIUTARE I RAGAZZI DI LINGUA RUSSA AD INTEGRARSI PIENAMENTE NELLA SOCIETA ESTONE. POLONIA: L ISTITUTO SORGE A MIELEC, UNA CITTA SITUATA NEL SUD-EST DELLA POLONIA. LA SCUOLA CONTA 318 STUDENTI E 44 INSEGNANTI. L ISTITUTO SI STA ATTREZZANDO GRADUALMENTE CON LABORATORI DI INFORMATICA, CHIMICA, BIOLOGIA, FISICA ED UNA MODERNA PALESTRA. MIELEC E UNA CITTA CON UNA RICCA E ANTICA TRADIZIONE INDUSTRIALE, MA L ATTUALE CRISI STA CREANDO DISOCCUPAZIONE CHE COINVOLGE ANCHE NUMEROSE FAMIGLIE DEGLI STUDENTI DELL ISTITUTO CHE SPESSO SONO COSTRETTE AD EMIGRARE IN CERCA DI LAVORO. SPAGNA: QUESTA CHIESA CATTOLICA CHE CONTA QUASI MILLE STUDENTI (SCUOLA MATERNA, PRIMARIA E SECONDARIA) E SITUATA IN UNA ZONA URBANA A POCHI PASSI DAL CENTRO DI MALAGA, CIRCONDATA DALLA NATURA E CON UNA BELLA VISTA SUL CENTRO STORICO E SUL MARE. L ISTITUTO ACCOGLIE STUDENTI DI DIVERSI CETI SOCIALI PROVENIENTI SIA DALLE ZONE URBANE CHE DA QUELLE RURALI VICINE. IL NUMERO DI STUDENTI STRANIERI DALL EUROPA DELL EST, DAL SUD AMERICA, DAL MAROCCO E DALLA CINA E ANDATO AUMENTANDO NEGLI ULTIMI ANNI E UN ATTENTO IMPEGNO SI STA PONENDO PER ASSICURARE L INTEGRAZIONE SOCIALE.

3 Obiettivi del progetto: - MIGLIORARE E PROMUOVERE LA CONSAPEVOLEZZA INTERCULTURALE E RAFFORZARE I VALORI EUROPEI LAVORANDO ASSIEME IN UN AMBIENTE MULTICULTURALE. - IMPARARE A CONOSCERE E VALORIZZARE SIA LE SOMIGLIANZE CHE LE DIFFERENZE ARTISTICHE, CULTURALI STORICHE E AMBIENTALI DEI PAESI PARTNER ATTRAVERSO L ESPLORAZIONE DEI RECENTI STILI DI VITA PER SVILUPPARE UN IDENTITA COMUNE CHE SAPPIA APPREZZARE LE DIVERSITA E PER COSTRUIRE UN COMUNE FUTURO EUROPEO. - INCORAGGIARE L USO DELLE LINGUE STRANIERE, DELLE NUOVE TECNICHE DI COMUNICAZIONE E DELLA CREATIVITA ; MOTIVARE ALLA LIBERA ESPRESSIONE DI SE E AD UNA COSTRUTTIVA APERTURA MENTALE. - IN PARTICOLARE, DURANTE LE VARIE FASI DEL PROGETTO, I PARTECIPANTI CERCHERANNO, CONFRONTERANNO, DOCUMENTERAN- NO E PRESENTERANNO ASPETTI LEGATI AI CAMBIAMENTI INTERCORSI NELLO STILE DI VITA NELLE ULTIME TRE GENERAZIONI PER QUANTO CONCERNE ABITAZIONI, GIOCHI, FILM, CANZONI, CIBO E TRADIZIONI NELLE FESTIVITA DEL PROPRIO PAESE.

4 Bozza calendario incontri con i partner del progetto: MARZO 2013: SPAGNA (MALAGA) MAGGIO 2013: ITALIA (REGGIO EMILIA) OTTOBRE 2013: POLONIA (MIELEC) FEBBRAIO 2014: SPAGNA (MALAGA) MAGGIO 2014: ESTONIA (TALLINN)

5 Attività / Scadenze: - ENTRO FINE NOVEMBRE 2012: CREARE LOGO (A MANO O SU COMPUTER), FORMATO A4: SI PROCEDERA AD UNA SELEZIONE E I 3 MIGLIORI PER OGNI PAESE VERRANNO CARICATI SUL SITO DEL PROGETTO. TRAMITE VOTAZIONE VERRA QUINDI SCELTO IL MIGLIORE COME SIMBOLO DEL PROGETTO STESSO. - CREARE UNO SPAZIO COMENIUS ALL INTERNO DELLA SCUOLA IN CUI ESPORRE I RISULTATI DI INCONTRI ED ATTIVITA. - ENTRO VACANZE NATALE 2012: RACCOGLIERE INFORMAZIONI TRAMITE INTERVISTE A NONNI E GENITORI RIGUARDO AL PRIMO ARGOMENTO DEL PROGETTO DAL TITOLO VITA QUOTIDIANA E ATTIVITA DEL TEMPO LIBERO - GIOCHI PREFERITI DAI NONNI / GENITORI O PIU DIFFUSI QUANDO ERANO ADOLESCENTI. (breve descrizione, motivazione, fotografie con didascalia); - CANZONE PREFERITA DAI NONNI / GENITORI O PIU POPOLARE QUANDO ERANO ADOLESCENTI. (titolo, motivazione, eventuale messaggio che trasmetteva); - FILM PREFERITO DAI NONNI / GENITORI O PIU POPOLARE QUANDO ERANO ADOLESCENTI. (breve descrizione, motivazione, fotografia locandina con didascalia);

6 - FAVOLA / RACCONTO / LEGGENDA PREFERITA DAI NONNI / GENITORI QUANDO ERANO PICCOLI. (breve descrizione, motivazione); - CIBO PREFERITO DAI NONNI / GENITORI QUANDO ERANO ADOLESCENTI. (breve descrizione, motivazione, immagine piatto, ricetta generazioni a confronto). - TRADIZIONI PER LE PRINCIPALI FESTIVITA QUANDO NONNI / GENITORI ERANO ADOLESCENTI: PASQUA, NATALE, CAPODANNO, ALTRO. - ENTRO FINE GENNAIO 2013: SCRIVERE UN BREVE TESTO (times new roman,12) PER OGNUNO DEI SUDDETTI ARGOMENTI (GIOCHI, CANZONI, FILM, FAVOLE, CIBI), CHE RIASSUMA QUANTO EMERSO NEL CORSO DELLE INTERVISTE A NONNI E GENITORI METTENDO A CONFRONTO LE LORO PREFERENZE CON QUELLE DEI RAGAZZI DI OGGI. (3 generazioni a confronto). TRASCRIVERE L INTERVISTA RIGUARDANTE LE TRADIZIONI (Pasqua, Natale, Capodanno, altro), METTENDO IN RISALTO GLI EVENTUALI CAMBIAMENTI. TUTTI I TESTI, TRADOTTI IN INGLESE, VERRANNO CARICATI SUL SITO DEL PROGETTO. - ENTRO FINE FEBBRAIO 2013: CONSEGNARE TUTTE LE FOTOGRAFIE (da scannerizzare o gia in formato digitale) RELATIVE A TUTTI I PUNTI DEL PRIMO ARGOMENTO (giochi, canzoni, film, cibi, tradizioni), DIVISE PER LE 3 GENERAZIONI E CORREDATE DI BREVE DIDASCALIA.

7 - ENTRO FINE APRILE 2013: ORGANIZZARE LE ATTIVITA PER LE GIORNATE DELL INCONTRO DI PROGETTO A REGGIO EMILIA (19-25 MAGGIO 2013) - ENTRO FINE ANNO SCOLASTICO : RACCOGLIERE ABITI DI NONNI E GENITORI TIPICI DI QUANDO ERANO ADOLESCENTI (anni e anni 70-80) DA UTILIZZARE PER SFILATA DURANTE L INCONTRO IN POLONIA DI OTTOBRE. RACCOGLIERE FOTOGRAFIE, DIVISE PER LE 3 GENERAZIONI, RELATIVE AGLI ABITI TIPICI DEL TEMPO PER GLI ADOLESCENTI E CORREDARE OGNUNA DI UNA DIDASCALIA. RACCOGLIERE FOTOGRAFIE, DIVISE PER LE 3 GENERAZIONI, RELATIVE ALLE ABITAZIONI / SCUOLE DEL TEMPO E CORREDARE OGNUNA DI UNA DIDASCALIA. RACCOGLIERE 3 FOTOGRAFIE DI GRUPPO CLASSE, UNA DOVE CI SIA IL NONNO O NONNA, UNA DOVE CI SIA IL PADRE O LA MADRE E UNA DOVE CI SIA IL RAGAZZO DI OGGI. - ENTRO PRIMI OTTOBRE 2013: NARRARE UNA VICENDA POSITIVA DI RELAZIONE TRA PERSONE DI ETNIE DIVERSE CHE ABBIA COINVOLTO UN NONNO O UN GENITORE O SE STESSI.

8 Bozza calendario incontri con i partner del progetto: MARZO 2013: SPAGNA (MALAGA) OTTOBRE 2013: POLONIA (MIELEC) MAGGIO 2013: ITALIA (REGGIO EMILIA) MAGGIO 2014: ESTONIA (TALLINN) Attività / Scadenze: - ENTRO FINE NOVEMBRE 2012: CREARE LOGO (A MANO O SU COMPUTER), FORMATO A4: SI PROCEDERA AD UNA SELEZIONE E I 3 MIGLIORI PER OGNI PAESE VERRANNO CARICATI SUL SITO DEL PROGETTO. TRAMITE VOTAZIONE VERRA QUINDI SCELTO IL MIGLIORE COME SIMBOLO DEL PROGETTO STESSO. - CREARE UNO SPAZIO COMENIUS ALL INTERNO DELLA SCUOLA IN CUI ESPORRE I RISULTATI DI INCONTRI ED ATTIVITA. - ENTRO VACANZE NATALE 2012: RACCOGLIERE INFORMAZIONI TRAMITE INTERVISTE A NONNI E GENITORI RIGUARDO AL PRIMO ARGOMENTO DEL PROGETTO DAL TITOLO VITA QUOTIDIANA E ATTIVITA DEL TEMPO LIBERO - GIOCHI PREFERITI DAI NONNI / GENITORI O PIU DIFFUSI QUANDO ERANO ADOLESCENTI. (breve descrizione, motivazione, fotografie con didascalia); - CANZONE PREFERITA DAI NONNI / GENITORI O PIU POPOLARE QUANDO ERANO ADOLESCENTI. (titolo, motivazione, eventuale messaggio che trasmetteva); - FILM PREFERITO DAI NONNI / GENITORI O PIU POPOLARE QUANDO ERANO ADOLESCENTI. (breve descrizione, motivazione, fotografia locandina con didascalia); - FAVOLA / RACCONTO / LEGGENDA PREFERITA DAI NONNI / GENITORI QUANDO ERANO PICCOLI. (breve descrizione, motivazione); - CIBO PREFERITO DAI NONNI / GENITORI QUANDO ERANO ADOLESCENTI. (breve descrizione, motivazione, immagine piatto, ricetta generazioni a confronto).

9 - TRADIZIONI PER LE PRINCIPALI FESTIVITA QUANDO NONNI / GENITORI ERANO ADOLESCENTI: PASQUA, NATALE, CAPODANNO, ALTRO. - ENTRO FINE GENNAIO 2013: SCRIVERE UN BREVE TESTO (times new roman,12) PER OGNUNO DEI SUDDETTI ARGOMENTI (GIOCHI, CANZONI, FILM, FAVOLE, CIBI), CHE RIASSUMA QUANTO EMERSO NEL CORSO DELLE INTERVISTE A NONNI E GENITORI METTENDO A CONFRONTO LE LORO PREFERENZE CON QUELLE DEI RAGAZZI DI OGGI. (3 generazioni a confronto). TRASCRIVERE L INTERVISTA RIGUARDANTE LE TRADIZIONI (Pasqua, Natale, Capodanno, altro), METTENDO IN RISALTO GLI EVENTUALI CAMBIAMENTI. TUTTI I TESTI, TRADOTTI IN INGLESE, VERRANNO CARICATI SUL SITO DEL PROGETTO. - ENTRO FINE FEBBRAIO 2013: CONSEGNARE TUTTE LE FOTOGRAFIE (da scannerizzare o gia in formato digitale) RELATIVE A TUTTI I PUNTI DEL PRIMO ARGOMENTO (giochi, canzoni, film, cibi, tradizioni), DIVISE PER LE 3 GENERAZIONI E CORREDATE DI BREVE DIDASCALIA. - ENTRO FINE APRILE 2013: ORGANIZZARE LE ATTIVITA PER LE GIORNATE DELL INCONTRO DI PROGETTO A REGGIO EMILIA (19-25 MAGGIO 2013) - ENTRO FINE ANNO SCOLASTICO : RACCOGLIERE ABITI DI NONNI E GENITORI TIPICI DI QUANDO ERANO ADOLESCENTI (anni e anni 70-80) DA UTILIZZARE PER SFILATA DURANTE L INCONTRO IN POLONIA DI OTTOBRE. RACCOGLIERE FOTOGRAFIE, DIVISE PER LE 3 GENERAZIONI, RELATIVE AGLI ABITI TIPICI DEL TEMPO PER GLI ADOLESCENTI E CORREDARE OGNUNA DI UNA DIDASCALIA. RACCOGLIERE FOTOGRAFIE, DIVISE PER LE 3 GENERAZIONI, RELATIVE ALLE ABITAZIONI / SCUOLE DEL TEMPO E CORREDARE OGNUNA DI UNA DIDASCALIA. RACCOGLIERE 3 FOTOGRAFIE DI GRUPPO CLASSE, UNA DOVE CI SIA IL NONNO O NONNA, UNA DOVE CI SIA IL PADRE O LA MADRE E UNA DOVE CI SIA IL RAGAZZO DI OGGI. - ENTRO PRIMI OTTOBRE 2013: NARRARE UNA VICENDA POSITIVA DI RELAZIONE TRA PERSONE DI ETNIE DIVERSE CHE ABBIA COINVOLTO UN NONNO O UN GENITORE O SE STESSI.

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

Programmazione di religione cattolica

Programmazione di religione cattolica Programmazione di religione cattolica Istituto Comprensivo P. Gobetti Trezzano sul Naviglio Anno Scolastico 2012/2013 INSEGNANTE: Franca M. CAIATI Obiettivi specifici di Apprendimento Questi obiettivi

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate via Codussi, 7 414 Bergamo Tel 03543373 Fax: 0357033- www.darosciate.it e-mail: segreteria@darosciate.it -

Dettagli

Scuola Paritaria Istituto. "BENEDETTA CAMBIAGIO" delle Suore Benedettine della Provvidenza. Scuola Primaria

Scuola Paritaria Istituto. BENEDETTA CAMBIAGIO delle Suore Benedettine della Provvidenza. Scuola Primaria Scuola Paritaria Istituto "BENEDETTA CAMBIAGIO" delle Suore Benedettine della Provvidenza Scuola Primaria La Madre Benedetta ha lasciato alle sue Figlie la preziosa eredità spirituale di una illimitata

Dettagli

Convegno Gli altri e noi: la sfida dell educazione interculturale Roma, 26-27 febbraio 2007

Convegno Gli altri e noi: la sfida dell educazione interculturale Roma, 26-27 febbraio 2007 Convegno Gli altri e noi: la sfida dell educazione interculturale Roma, 26-27 febbraio 2007 Quadro statistico: alunni con cittadinanza non italiana nelle scuole statali e non statali di Vinicio Ongini

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2014/2015 UN MONDO CREATO PER ME

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2014/2015 UN MONDO CREATO PER ME PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2014/2015 UN MONDO CREATO PER ME Premessa In riferimento al Progetto Educativo e alle Indicazioni Nazionali, l'insegnamento della Religione

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO Premessa La Scuola Cattolica si differenzia da ogni altra scuola che si limita a formare l uomo, mentre essa si propone

Dettagli

Allegato 2. Anna Magnani II anno Classe C2 Tutor: Isa Maria Sozzi RELAZIONE FINALE

Allegato 2. Anna Magnani II anno Classe C2 Tutor: Isa Maria Sozzi RELAZIONE FINALE Allegato 2 Anna Magnani II anno Classe C2 Tutor: Isa Maria Sozzi RELAZIONE FINALE Il progetto è stato modificato rispetto alla griglia di progettazione presentata a giugno. Il tempo che è stato possibile

Dettagli

Il nostro Istituto sede di Partenariato Comenius

Il nostro Istituto sede di Partenariato Comenius Il nostro Istituto sede di Partenariato Comenius Premessa Il Progetto nasce durante un Seminario di contatto tenuto in Germania nel mese di Ottobre 2011 (vedi link) per il quale la nostra scuola, tra le

Dettagli

Scuola dell'infanzia Il Panda

Scuola dell'infanzia Il Panda Istituto Comprensivo Europa - Faenza Scuola dell'infanzia Il Panda Via Donatini, 19 Tel.0546-29579 Segreteria e Presidenza: Via degli Insorti, 2 - tel.0546-28394 fax 0546-25816 http:/www.ic.europa.it E-mail:

Dettagli

INTRODUZIONE. motivazioni e finalità

INTRODUZIONE. motivazioni e finalità Un mondo di bellissimi colori: io e l'ambiente. Tanti bambini tutti colorati: io e gli altri. Un bambino dai colori speciali: io e la famiglia. Avvento e Natale. Io e Gesù, una giornata insieme a Gesù.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO III ROSSANO Scuola Primaria PROGETTO DI LABORATORIO ESPRESSIVO ARTE E MANUALITA

ISTITUTO COMPRENSIVO III ROSSANO Scuola Primaria PROGETTO DI LABORATORIO ESPRESSIVO ARTE E MANUALITA ISTITUTO COMPRENSIVO III ROSSANO Scuola Primaria PROGETTO DI LABORATORIO ESPRESSIVO ARTE E MANUALITA allegato al Piano annuale di inclusività per alunni con Bisogni Educativi Speciali: IN QUESTA SCUOLA

Dettagli

Istituto Comprensivo statale Corrado Alvaro Chiaravalle Centrale. Progetto Coltivare. in continuità. Una favola d orto

Istituto Comprensivo statale Corrado Alvaro Chiaravalle Centrale. Progetto Coltivare. in continuità. Una favola d orto Istituto Comprensivo statale Corrado Alvaro Chiaravalle Centrale Progetto Coltivare. in continuità Una favola d orto Mai più le parole senza le cose, mai più le parole e le cose senza le azioni (Giuseppina

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI

ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI Scuola dell infanzia Programmazione Religione Cattolica Anno scolastico 2013 2014 Insegnante:BINACO MARIA CRISTINA Motivazione dell itinerario annuale Il percorso per l I.R.C.

Dettagli

LINGUA INGLESE DALLE INDICAZIONI NAZIONALI

LINGUA INGLESE DALLE INDICAZIONI NAZIONALI LINGUA INGLESE DALLE INDICAZIONI NAZIONALI L apprendimento della lingua inglese e di una seconda lingua comunitaria, oltre alla lingua materna e di scolarizzazione, permette all alunno di sviluppare una

Dettagli

Traccia per la scuola secondaria di primo grado: materiali e proposte di percorso

Traccia per la scuola secondaria di primo grado: materiali e proposte di percorso Traccia per la scuola secondaria di primo grado: materiali e proposte di percorso Titolo: Confronto tra fiabe: Pinocchio e le fiabe di paesi lontani Possibili discipline coinvolte - Italiano, Lingua2 (inglese,

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO UMBERTIDE GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO UMBERTIDE GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini PROGETTO DI PLESSO SCUOLA PRIMARIA PIERANTONIO a. s. 2014/2015 PREMESSA La scuola rappresenta lo spazio

Dettagli

Scuola Comunale dell Infanzia A. SAFFI Via dei Sardi 35 Telefono 06 4463225 Fax 06 49385378

Scuola Comunale dell Infanzia A. SAFFI Via dei Sardi 35 Telefono 06 4463225 Fax 06 49385378 IL PROGETTO EDUCATIVO DEL MUNICIPIO Ogni anno il Collegio dei docenti della scuola dell infanzia comunale elabora il progetto educativo che definisce gli obiettivi, i contenuti e i metodi dell attività

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MARTIRI DELLA LIBERTA - SESTO SAN GIOVANNI Scuola dell'infanzia "E. Marelli 20099 SESTO SAN GIOVANNI (MI)- VIA CAVALLOTTI, 88

ISTITUTO COMPRENSIVO MARTIRI DELLA LIBERTA - SESTO SAN GIOVANNI Scuola dell'infanzia E. Marelli 20099 SESTO SAN GIOVANNI (MI)- VIA CAVALLOTTI, 88 ISTITUTO COMPRENSIVO MARTIRI DELLA LIBERTA - SESTO SAN GIOVANNI Scuola dell'infanzia "E. Marelli 20099 SESTO SAN GIOVANNI (MI)- VIA CAVALLOTTI, 88 I nostri spazi 5 sezioni 2 bagni con servizi igienici

Dettagli

P.A.U. Education / Col.legi Miró, Barcelona

P.A.U. Education / Col.legi Miró, Barcelona 3 È possibile ricreare dei rapporti intergenerazionali reali attraverso attività in cui bambini e anziani, in uno stesso spazio, imparino gli uni dagli altri in uno scambio di esperienze. Un incontro di

Dettagli

COME FUNZIONA LA SCUOLA IN ITALIA

COME FUNZIONA LA SCUOLA IN ITALIA Comune di Cervia Comune di Ravenna Comune di Russi COME FUNZIONA LA SCUOLA IN ITALIA Prime informazioni per l'accoglienza dei vostri figli e delle vostre figlie Questo opuscolo è tradotto in 7 lingue:

Dettagli

GUIDA PER GENITORI STRANIERI

GUIDA PER GENITORI STRANIERI GUIDA PER GENITORI STRANIERI SUL FUNZIONAMENTO DELLA SCUOLA IN ITALIA Prime informazioni per l'accoglienza dei vostri figli e delle vostre figlie a scuola pag. 2 BENVENUTI, BENVENUTE A E NELLE SUE SCUOLE

Dettagli

qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdf ghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmq wertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfg

qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdf ghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmq wertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfg qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdf ghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmq wertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfg CURRICOLO DI RELIGIONE hjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqw CATTOLICA ertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghj

Dettagli

LA BIOGRAFIA LINGUISTICA

LA BIOGRAFIA LINGUISTICA LA BIOGRAFIA LINGUISTICA Lavoro di gruppo: Casapollo, Frezza, Perrone e Rossi Classi coinvolte: 5 classi di scuola primaria e 5 classi di scuola secondaria di primo grado Docenti coinvolti: 3 della scuola

Dettagli

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA.

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. (Cfr. Indicazioni nazionali per il curricolo Sc. Infanzia D.P.R. dell 11-02-2010) Il sé e l altro Le grandi domande,

Dettagli

CON GESU A SCUOLA DI FELICITA

CON GESU A SCUOLA DI FELICITA PROGETTAZIONE FORMATIVA RELATIVA ALLE ATTIVITA DI INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2015-2016 SCUOLA DELL INFANZIA CON GESU A SCUOLA DI FELICITA Insegnanti: Sonia Colarullo scuola

Dettagli

Gina Milano Maria Rita Pece

Gina Milano Maria Rita Pece Insegnanti: anno scolastico 2007/2008 Gina Milano Maria Rita Pece Ins. Gina Milano 1 INTRODUZIONE. Il seguente logo rappresenta: Ins. Gina Milano 2 INTRODUZIONE L obiettivo principale del nostro Piano

Dettagli

Finalità del percorso scolastico

Finalità del percorso scolastico Finalità del percorso scolastico Mettere ciascuno in condizione di raggiungere la piena realizzazione di sé, di acquisire la cultura e i valori necessari per vivere da cittadini responsabili; nessuno deve

Dettagli

Raccontami una fiaba REGIONE ASSESSORATO AI SERVIZI SOCIALI E ISTRUZIONE

Raccontami una fiaba REGIONE ASSESSORATO AI SERVIZI SOCIALI E ISTRUZIONE Raccontami una fiaba GIUNTA REGIONE MARCHE ASSESSORATO AI SERVIZI SOCIALI E ISTRUZIONE Ancona, novembre 2003 Rcaccontami una fi aba Concorso nelle scuole della regione sulle narrazioni di qui e d altrove

Dettagli

AI GENITORI STRANIERI

AI GENITORI STRANIERI AI GENITORI STRANIERI Come funziona la scuola primaria in Italia 12 prime informazioni per l accoglienza dei vostri bambini 2 BENVENUTI nel nostro paese e nelle nostre scuole Prima di tutto diciamo a voi

Dettagli

PARTENARIATO MULTILATERALE COMENIUS European pupils closer together Alunni europei insieme più vicini

PARTENARIATO MULTILATERALE COMENIUS European pupils closer together Alunni europei insieme più vicini PARTENARIATO MULTILATERALE COMENIUS European pupils closer together Alunni europei insieme più vicini Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA STATALE NICCOLINI

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA STATALE NICCOLINI PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA STATALE NICCOLINI ANNO SCOLASTICO 2014/2015 INSEGNANTE Rofrano Barbara PROGETTAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA L insegnamento della religione

Dettagli

Alcuni dati sui servizi educativi a favore dei minori stranieri

Alcuni dati sui servizi educativi a favore dei minori stranieri Città di Torino Divisione Servizi Educativi Settore Integrazione educativa Alcuni dati sui servizi educativi a favore dei minori stranieri a cura di Carla Bonino Gli interventi che la Divisione Servizi

Dettagli

A.S.D Progetto doposcuola 2014-2015

A.S.D Progetto doposcuola 2014-2015 A.S.D Progetto doposcuola 2014-2015 PRESENTAZIONE ASSOCIAZIONE L associazione sportiva dilettantistica BIMBI ALLA RISCOSSA promuove la divulgazione dello sport in genere, attività didattiche, ludiche e

Dettagli

COMENIUS MULTILATERALE

COMENIUS MULTILATERALE COMENIUS MULTILATERALE The Earth cannot be recycled! Eco kids Eco parents 09/06/2015 1 SCUOLE PARTNER PIATTAFORMA E-TWINNING 09/06/2015 2 PROGETTO DI DURATA BIENNALE INIZIO: 1 AGOSTO 2012 FINE: 31 LUGLIO

Dettagli

Fine classe terza COMPETENZE SPECIFICHE CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE COMUNI. Lessico approfondito relativo agli argomenti trattati.

Fine classe terza COMPETENZE SPECIFICHE CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE COMUNI. Lessico approfondito relativo agli argomenti trattati. ISTITUTO COMPRENSIVO 3 VICENZA DIPARTIMENTO DI LINGUA STRANIERA CURRICOLO DI INGLESE SCUOLA SECONDARIA COMPETENZE CHIAVE EUROPEE Comunicazione in lingua straniera Fine classe terza COMPETENZE SPECIFICHE

Dettagli

Per la SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO

Per la SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO Scuola dell Infanzia Fornaci Chizzolini Scuola Primaria Bertolotti Deledda Marcolini Scuola Secondaria di 1^ grado Franchi Calvino Appunti tratti dal nostro Per la SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO ANNO SCOLASTICO

Dettagli

Scheda di PRESENTAZIONE PROGETTO 2.11 ANNO SCOLASTICO 2014/2015

Scheda di PRESENTAZIONE PROGETTO 2.11 ANNO SCOLASTICO 2014/2015 Scheda di PRESENTAZIONE PROGETTO 2.11 PROGETTO CONTINUITÀ EROI CHE PASSANO, EROI CHE RESTANO DOCENTI: scuola Primaria e Secondaria di Primo Grado DESTINATARI: ALUNNI/E CLASSI 5^ SCUOLA PRIMARIA - 1^ 1.

Dettagli

Aula Digitale per Tutti

Aula Digitale per Tutti Premessa Progetto Aula digitale per tutti Il progetto si inserisce nella fase attuale di introduzione delle Lavagne Interattive Multimediali nelle scuole. Con la sua attuazione intende promuovere interventi

Dettagli

Scuola dell Infanzia Madre Mazzarello. Scuola dell Infanzia Anno formativo 2013-2014

Scuola dell Infanzia Madre Mazzarello. Scuola dell Infanzia Anno formativo 2013-2014 Scuola dell Infanzia Anno formativo 2013-2014 Scuola dell Infanzia Paritaria Madre Mazzarello La mia giornata scolastica La nostra giornata scolastica è Suddivisa nei seguenti momenti: - accoglienza, gioco

Dettagli

www.lsmajoranaisernia.it

www.lsmajoranaisernia.it www.lsmajoranaisernia.it UTENZA ISTITUTO 876 Alunni RESIDENTI PENDOLARI LICEO SCIENTIFICO 44,7 % 55,3 % LICEO CLASSICO 81 % 19 % GARANTIRE UN OFFERTA FORMATIVA QUALIFICATA MISSION IN INTERAZIONE CON LE

Dettagli

Il progetto è finanziato da. per informazioni sulle attività. www.celim.it. www.fondazioneaquilone.org. www.icscantu.com

Il progetto è finanziato da. per informazioni sulle attività. www.celim.it. www.fondazioneaquilone.org. www.icscantu.com Waral, termine arabo, rimanda alla storia di una lucertola determinata, per racchiudere un idea che è diventata progetto concreto: rafforzare la consapevolezza dei propri diritti e doveri e la partecipazione

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MONTECCHIO EMILIA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MONTECCHIO EMILIA ISTITUTO COMPRENSIVO DI MONTECCHIO EMILIA COMMISSIONE ORIENTAMENTO COORDINAMENTO DELLE ATTIVITA DI ORIENTAMENTO A.S. 2009-2010 DOMENICO FONTANESI AMILCARE FERRARI MARIA ROSA CROTTI GIUGNO 2010 ..la scuola

Dettagli

Progetto Comenius 2009-2011 We, the children, have the right to learn and develop our interests

Progetto Comenius 2009-2011 We, the children, have the right to learn and develop our interests Progetto Comenius 2009-2011 We, the children, have the right to learn and develop our interests Paesi partners Polonia: Olsztyn,scuola primaria n15 - coordinatore Italia: I.C. IV Novembre Arezzo Spagna:

Dettagli

settembre (15 giorni circa)

settembre (15 giorni circa) Collegio Arcivescovile A. Castelli Saronno Scuola primaria Anno scolastico 2009/2010 Modulo per la progettazione e la programmazione didattica iniziale Classi : 1 A Insegnante Bressani Cristina (Discipline:

Dettagli

Istituto Comprensivo G. Bolognesi

Istituto Comprensivo G. Bolognesi Istituto Comprensivo G. Bolognesi Codice Meccanografico LIIC 81400Q Organizzazione ed orari delle scuole che fanno parte dell Istituto Comprensivo Anno Scolastico 2013/2014 Scuola Secondaria di I Grado

Dettagli

Scuola dell infanzia S. Gregorio Magno

Scuola dell infanzia S. Gregorio Magno Parrocchia di S. Gregorio Magno Scuola dell infanzia S. Gregorio Magno via Boccaccio, 91-35128 Padova, P. IVA 03386430288, C.F. 80041130289 Tel.e Fax 049-8071565, E mail: scuolamaterna@sangregoriomagnopadova.it,

Dettagli

Progetto Non uno di meno per l integrazione positiva delle ragazze e dei ragazzi immigrati

Progetto Non uno di meno per l integrazione positiva delle ragazze e dei ragazzi immigrati Ministero della Pubblica Istruzione Osservatorio nazionale per l integrazione degli alunni stranieri e per l educazione interculturale Progetto Non uno di meno per l integrazione positiva delle ragazze

Dettagli

Laboratorio della Memoria

Laboratorio della Memoria Comune di Gemmano Laboratorio della Memoria Progetto 2006 a cura dell Auser Provinciale di Rimini 1 Laboratorio della Memoria 2006 Premessa Il presente progetto è la prosecuzione del progetto approvato

Dettagli

Nel corso del corrente anno scolastico, gli insegnanti e gli alunni dei plessi del nostro Istituto Comprensivo si sono attivati per realizzare alcune

Nel corso del corrente anno scolastico, gli insegnanti e gli alunni dei plessi del nostro Istituto Comprensivo si sono attivati per realizzare alcune Nel corso del corrente anno scolastico, gli insegnanti e gli alunni dei plessi del nostro Istituto Comprensivo si sono attivati per realizzare alcune iniziative di concreta solidarietà. Il progetto intende

Dettagli

Scuola dell Infanzia. Brezzo di Bedero

Scuola dell Infanzia. Brezzo di Bedero Scuola dell Infanzia Brezzo di Bedero PROGRAMMAZIONE DIDATTICA a.s. 2014-2015 PREMESSA Un viaggio che ha come finalità il generale miglioramento dello stato di benessere degli individui attraverso corrette

Dettagli

PROGETTO AFFETTIVITÀ secondaria di primo grado

PROGETTO AFFETTIVITÀ secondaria di primo grado PROGETTO AFFETTIVITÀ secondaria di primo grado anno scolastico 2014-2015 EDUCAZIONE ALL AFFETTIVITÀ E ALLA SESSUALITÀ Premessa La preadolescenza e l adolescenza sono un periodo della vita in cui vi sono

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

Scuola dell Infanzia Maddalena di Canossa

Scuola dell Infanzia Maddalena di Canossa Scuola dell Infanzia Maddalena di Canossa Progetto di Lingua Inglese a.s. 2014 /2015 Insegnante: Donatini Benedetta INTRODUZIONE Le Indicazioni Nazionali per il Curricolo rappresentano il riferimento normativo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI PIANELLO V.T. RILEVAZIONE BISOGNI FORMATIVI DEL TERRITORIO E SODDISFAZIONE DEI NOSTRI UTENTI

ISTITUTO COMPRENSIVO DI PIANELLO V.T. RILEVAZIONE BISOGNI FORMATIVI DEL TERRITORIO E SODDISFAZIONE DEI NOSTRI UTENTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PIANELLO V.T. RILEVAZIONE BISOGNI FORMATIVI DEL TERRITORIO E SODDISFAZIONE DEI NOSTRI UTENTI Questionario studenti L'offerta formativa della scuola è tanto più efficace quanto più

Dettagli

Progetto FEI n.7476: Parole e luoghi d integrazione. L accoglienza e l inserimento dei giovani stranieri nelle scuole e nelle comunità.

Progetto FEI n.7476: Parole e luoghi d integrazione. L accoglienza e l inserimento dei giovani stranieri nelle scuole e nelle comunità. Progetto FEI n.7476: Parole e luoghi d integrazione. L accoglienza e l inserimento dei giovani stranieri nelle scuole e nelle comunità. Azione MENTE LOCALE. CONOSCERE IL TERRITORIO PER DIVENTARE CITTADINI

Dettagli

PROMO&SHARE ID 2009-1-PL1-COM06-05263-5

PROMO&SHARE ID 2009-1-PL1-COM06-05263-5 Partenariati Scolastici Comenius Torino, 20 novembre 2012 PROMO&SHARE ID 2009-1-PL1-COM06-05263-5 Prof.ssa Francesca Carpo ITES Rosa Luxemburg Torino Cos è un partenariato Comenius La cooperazione fra

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM Biblioteca Interculturale Mobile Nei libri il mondo Classe I - II A docente referente: prof.ssa Patrizia Monetti

Dettagli

Romania e Moldavia Aspetti socio-culturali

Romania e Moldavia Aspetti socio-culturali Piano Territoriale per l'integrazione - Azioni di integrazione sociale e scolastica Conferenza dei Sindaci U.L.S.S.13.13 Azienda U.L.S.S.13.13 Cooperativa Giuseppe Olivotti di Mira Romania e Moldavia Aspetti

Dettagli

C I T T A DIN I. ( Percorsi educativi per una città vivibile)

C I T T A DIN I. ( Percorsi educativi per una città vivibile) A P P R E N D I S T I C I T T A DIN I ( Percorsi educativi per una città vivibile) Le virtù le acquistiamo esercitando prima le opere.diventiamo giusti facendo cose giuste, temperanti facendo cose temperate,

Dettagli

La Scuola Secondaria di Primo Grado

La Scuola Secondaria di Primo Grado La Scuola Secondaria di Primo Grado È un ambiente educativo sereno, nel quale i ragazzi imparano solide nozioni di base e un efficace metodo di studio, utilizzando le nuove tecnologie, la rete internet

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO DI LINGUA INGLESE

PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO DI LINGUA INGLESE PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO DI LINGUA INGLESE DISCIPLINE DI RIFERIMENTO: LINGUE STRANIERE DISCIPLINE CONCORRENTI: tutte COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE FISSATI

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO V.O.CENCELLI SABAUDIA RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE

ISTITUTO COMPRENSIVO V.O.CENCELLI SABAUDIA RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE ISTITUTO COMPRENSIVO V.O.CENCELLI SABAUDIA RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE Ferraro Adele Anno Scolastico 2013 2014 ATTIVITA di Continuità educativo - didattica Accoglienza PROGETTO Conoscere per

Dettagli

PROTOCOLLO di ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO di ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI PROTOCOLLO di ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI Premessa Questo documento definisce tutte le azioni con cui attuare l inserimento scolastico degli alunni stranieri, sia di quelli che si iscrivono prima dell

Dettagli

PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana

PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana giugno 2011 PARLARE Livello MATERIALE PER L INTERVISTATORE 2 PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri

Dettagli

Mini progetti Arrivederci! 2 UNITÀ 1

Mini progetti Arrivederci! 2 UNITÀ 1 UNITÀ 1 Sport da seguire o da praticare? A coppie individuate, secondo voi, quali sono gli sport da seguire e quali invece da praticare. Trovate su internet delle foto di vari sport. Attaccate le foto

Dettagli

A.L.I.S. APPREDIMENTO LINGUA ITALIANA STRANIERI Anno scolastico 2012-2013

A.L.I.S. APPREDIMENTO LINGUA ITALIANA STRANIERI Anno scolastico 2012-2013 Bando della Regione Marche POR F.S.E. Marche 2007/2013 Asse III O.S.G Percorsi formativi per la diffusione della lingua italiana L2 rivolti agli alunni stranieri A.L.I.S. APPREDIMENTO LINGUA ITALIANA STRANIERI

Dettagli

1)PROGETTO PSICOMOTRICITÀ EDUCATIVA E PREVENTIVA NIDO E MATERNA

1)PROGETTO PSICOMOTRICITÀ EDUCATIVA E PREVENTIVA NIDO E MATERNA 1)PROGETTO PSICOMOTRICITÀ EDUCATIVA E PREVENTIVA NIDO E MATERNA Servizio Nido e Servizio Scuola dell Infanzia Target: tutti i bambini del Centro Infanzia (servizio Nido e Scuola dell Infanzia) di tutte

Dettagli

IN VIAGGIO CON ULISSE PROGETTO DIDATTICO

IN VIAGGIO CON ULISSE PROGETTO DIDATTICO IN VIAGGIO CON ULISSE PROGETTO DIDATTICO ANNO SCOLASTICO 2015/2016 Il tema scelto vuole trasmettere ai bambini l importanza del patrimonio letterario classico. Inoltre, presentando la figura dell EROE,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola dell Infanzia di VESTRENO A.S. 2013/2014

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola dell Infanzia di VESTRENO A.S. 2013/2014 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola dell Infanzia di VESTRENO A.S. 2013/2014 Insegnante: BARINDELLI PAOLA PREMESSA: L insegnamento della Religione Cattolica nella scuola dell Infanzia

Dettagli

CURRICOLO DI ISTITUTO RELIGIONE CAMPO D ESPERIENZA : IL SÈ E L ALTRO OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO BAMBINI DI 4 ANNI

CURRICOLO DI ISTITUTO RELIGIONE CAMPO D ESPERIENZA : IL SÈ E L ALTRO OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO BAMBINI DI 4 ANNI a) Scoprire le regole del vivere insieme b) Scoprire il piacere di stare insieme agli altri bambini c) Ascoltare racconti sulla vita di CAMPO D ESPERIENZA : IL SÈ E L ALTRO a) Rispettare le regole del

Dettagli

Giugno - Luglio 2015. Inglese Insieme

Giugno - Luglio 2015. Inglese Insieme Giugno - Luglio 2015 English Camp per studenti della scuola secondaria di secondo grado tenuto direttamente nella scuola di abituale frequenza alla conclusione dell anno scolastico. Iniziativa proposta

Dettagli

PICCOLI ARTISTI CRESCONO

PICCOLI ARTISTI CRESCONO SCUOLA DELL' INFANZIA PARITARIA LEONARDO ZANNIER FOSSALTA DI PORTOGRUARO PROGRAMMAZIONE DIDATTICA: PICCOLI ARTISTI CRESCONO Anno scolastico 2014/2015 PREMESSA La scelta di lavorare con il colore è motivata

Dettagli

ATTIVITÁ CARATTERIZZANTI IL NOSTRO ISTITUTO

ATTIVITÁ CARATTERIZZANTI IL NOSTRO ISTITUTO ATTIVITÁ CARATTERIZZANTI IL NOSTRO ISTITUTO PROGETTO CONTINUITÀ: Prevede l attivazione di rapporti di collaborazione con le scuole primarie del territorio in cui è situata la scuola, finalizzati alla progettazione

Dettagli

LA COMUNITA CINESE IN ITALIA. A cura di Federica Aurizi

LA COMUNITA CINESE IN ITALIA. A cura di Federica Aurizi LA COMUNITA CINESE IN ITALIA A cura di Federica Aurizi Acquisizione ed elaborazione dei dati riassunti nelle schede sono ricavati dalle seguenti fonti: Barbagli (a cura di), 1 Rapporto sugli immigrati

Dettagli

LA SCUOLA DELL INFANZIA LO SCRICCIOLO

LA SCUOLA DELL INFANZIA LO SCRICCIOLO LA SCUOLA DELL INFANZIA LO SCRICCIOLO SCUOLA STATALE DELL INFANZIA Lo Scricciolo Via Quasimodo, 2 Tel. 0522 347412 Ricevimento ed informazioni in sezione dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8.00 alle ore 16.00

Dettagli

LE FAVOLE CHE AIUTANO A CRESCERE

LE FAVOLE CHE AIUTANO A CRESCERE Scuola dell Infanzia Madre Mazzarello Scuola dell Infanzia Anno formativo 2014-2015 LE FAVOLE CHE AIUTANO A CRESCERE Scuola dell Infanzia Paritaria Madre Mazzarello La mia giornata scolastica La nostra

Dettagli

LINGUA INGLESE E SECONDA LINGUA COMUNITARIA

LINGUA INGLESE E SECONDA LINGUA COMUNITARIA Competenza chiave europea: COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE Competenza specifica: LINGUE STRANIERE LINGUA INGLESE E SECONDA LINGUA COMUNITARIA L apprendimento della lingua inglese e di una seconda

Dettagli

IL NOSTRO PROGETTO D ISTITUTO MEMORIA. storia e storie. riflessione critica e interazione tra passato presente e futuro CITTADINANZA CONSAPEVOLE

IL NOSTRO PROGETTO D ISTITUTO MEMORIA. storia e storie. riflessione critica e interazione tra passato presente e futuro CITTADINANZA CONSAPEVOLE IL NOSTRO PROGETTO D ISTITUTO LEGALITÀ riflessione critica sull importanza e la motivazione delle regole; scelta consapevole di rispettarle MEMORIA storia e storie riflessione critica e interazione tra

Dettagli

WORKSHOP DI NARRATIVA A OPATIJA, HR. Gennaio 2010. Un progetto di collaborazione tra DND-Opatija (HR) e seed (CH)

WORKSHOP DI NARRATIVA A OPATIJA, HR. Gennaio 2010. Un progetto di collaborazione tra DND-Opatija (HR) e seed (CH) WORKSHOP DI NARRATIVA A OPATIJA, HR. Gennaio 2010. Scriviamo un racconto, insieme! Un progetto di collaborazione tra DND-Opatija (HR) e seed (CH) Resoconto Obiettivi Il workshop si è svolto dal 15 al 17

Dettagli

Corsista: Monica Cucchiaro Neoassunti 2008. Costruire unità di apprendimento a partire dalla propria esperienza professionale

Corsista: Monica Cucchiaro Neoassunti 2008. Costruire unità di apprendimento a partire dalla propria esperienza professionale Costruire unità di apprendimento a partire dalla propria esperienza professionale Obiettivi: 1. Analizzare un percorso educativo realizzato in riferimento ai nuovi ordinamenti 2. Individuare il riferimento

Dettagli

Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta!

Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta! Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta! Scuola dell Infanzia Istituto di Cultura e di Lingue Marcelline Progettazione Didattica Annuale a.s. 2014-2015 Dimensione valoriale L idea fondante del progetto

Dettagli

Le fasi del lavoro. sede: via Luzzatti, 15 47813 Igea Marina Tel. 0541 341642 zaffiria@comune.bellaria-igea-marina.rn.it - www.zaffiria.

Le fasi del lavoro. sede: via Luzzatti, 15 47813 Igea Marina Tel. 0541 341642 zaffiria@comune.bellaria-igea-marina.rn.it - www.zaffiria. Scuola Secondaria Pazzini Villa Verucchio Per l anno scolastico 2011 la scuola secondaria Pazzini di Villa Verucchio ha scelto per la classe I F il laboratorio Adolescenza a fumetti, per le classi II H,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Scuole dell Infanzia Gianni Rodari Istituto Comprensivo Crespellano R E L I G I O N E C A T T O L I C A Anno scolastico 2014-2015 Insegnante: Calì Angela PREMESSA Insegnare

Dettagli

IC SIGNA- Curricolo verticale di INGLESE (in raccordo con le competenze previste dall UE e in ambito Nazionale al termine dell obbligo di istruzione)

IC SIGNA- Curricolo verticale di INGLESE (in raccordo con le competenze previste dall UE e in ambito Nazionale al termine dell obbligo di istruzione) IC SIGNA- Curricolo verticale di INGLESE (in raccordo con le competenze previste dall UE e in ambito Nazionale al termine dell obbligo di istruzione) COMPETENZE DI BASE A CONCLUSIONE DELL OBBLIGO DI Utilizzare

Dettagli

Mai più violenza sulle donne

Mai più violenza sulle donne Mai più violenza sulle donne L iniziativa, alla prima edizione, intende sollecitare, nell ambito delle attività didattiche e di ricerca, un approfondita analisi, da parte dei docenti e degli studenti della

Dettagli

Istituto Comprensivo Cepagatti anno scolastico 2015-2016

Istituto Comprensivo Cepagatti anno scolastico 2015-2016 Finalità della Scuola del primo ciclo Compito fondamentale della scuola del primo ciclo d istruzione, che comprende la Scuola Primaria e la Scuola Secondaria di primo grado, è la promozione del pieno sviluppo

Dettagli

AI GENITORI STRANIERI

AI GENITORI STRANIERI AI GENITORI STRANIERI Come funziona la scuola secondaria di primo grado in Italia 12 prime informazioni per l accoglienza dei vostri figli 2 BENVENUTI nel nostro paese e nelle nostre scuole Prima di tutto

Dettagli

FACCIAMO INGLESE! CON

FACCIAMO INGLESE! CON + FACCIAMO INGLESE! CON + FACCIAMO INGLESE! Le lezioni sono rivolte ai bambini della scuola primaria. I corsi sono personalizzati e divisi per livello. Le attività per i bambini da 6 a 9 anni: Durata:

Dettagli

Istituto comprensivo A. Manzoni di Parabiago. Progetto Scuola Famiglia per l A. s. 2014-2015:

Istituto comprensivo A. Manzoni di Parabiago. Progetto Scuola Famiglia per l A. s. 2014-2015: Istituto comprensivo A. Manzoni di Parabiago Progetto Scuola Famiglia per l A. s. 2014-2015: INTRODUZIONE Il corpo e l anima sono ugualmente importanti: se il primo va nutrito con il cibo, come appunto

Dettagli

I LINGUAGGI DELLA FIABA CLASSE 1 C A.S.2013/2014 SCUOLA MEDIA CAMPIONI MASCHERPA PROF.SSA GAMMINO GIOVANNA PATRIZIA

I LINGUAGGI DELLA FIABA CLASSE 1 C A.S.2013/2014 SCUOLA MEDIA CAMPIONI MASCHERPA PROF.SSA GAMMINO GIOVANNA PATRIZIA I LINGUAGGI DELLA FIABA CLASSE 1 C A.S.2013/2014 SCUOLA MEDIA CAMPIONI MASCHERPA PROF.SSA GAMMINO GIOVANNA PATRIZIA 1 Dati identificativi della UA Anno scolastico: 2013/2014 Scuola: Scuola media Campioni-Mascherpa

Dettagli

Scuola Primaria Francolino

Scuola Primaria Francolino Scuola Francolino Via dei Calzolai, 136 44123- Francolino - Ferrara Telefono e fax: 0532 724057 La scuola si trova nel paese di Francolino, situato nella periferia NORD della città di Ferrara ed è un plesso

Dettagli

Scheda di PRESENTAZIONE PROGETTO 2.9 ANNO SCOLASTICO 2015/2016

Scheda di PRESENTAZIONE PROGETTO 2.9 ANNO SCOLASTICO 2015/2016 Scheda di PRESENTAZIONE PROGETTO 2.9 PROGETTO CONTINUITÀ INCONTRARSI A SCUOLA DOCENTI: scuola Primaria e Secondaria di Primo Grado DESTINATARI: ALUNNI/E CLASSI 5^ SCUOLA PRIMARIA - 1^ - AMBIENTI, FATTI,

Dettagli

Mobilita' OTTOBRE Fare conoscenza

Mobilita' OTTOBRE Fare conoscenza PIANO DELLE ATTIVITA' (DATE ED EVENTI POSSONO ESSERE SOGGETTI A VARIAZIONI). (Tutto dipende da noi e dai ragazzi) Settembre 2014 Agosto 2016 L'idea principale del progetto è che gli studenti siano attivi

Dettagli

I CARE Cittadinanza e costituzione

I CARE Cittadinanza e costituzione Con il contributo della in collaborazione con I CARE Cittadinanza e costituzione PROGETTO PER SCUOLE SECONDARIE DI PRIMO E SECONDO GRADO NELLA RICORRENZA DEL 150 ANNIVERSARIO DELL UNITÀ D ITALIA ANNO 2010-2011

Dettagli

ASS.ONLUS PICCOLI AMICI. COSTITUITA IL 2 OTTOBRE 2000 Via del Carabiniere 6 33170 Pordenone c.f: 91049500936 Aggiornamento 27 marzo 2014

ASS.ONLUS PICCOLI AMICI. COSTITUITA IL 2 OTTOBRE 2000 Via del Carabiniere 6 33170 Pordenone c.f: 91049500936 Aggiornamento 27 marzo 2014 ASS.ONLUS PICCOLI AMICI COSTITUITA IL 2 OTTOBRE 2000 Via del Carabiniere 6 33170 Pordenone c.f: 91049500936 Aggiornamento 27 marzo 2014 LA NOSTRA STORIA L Associazione ONLUS Piccoli Amici nasce il 2 ottobre

Dettagli

A SCUOLA CON JUMPC. Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli. studenti che hanno partecipato

A SCUOLA CON JUMPC. Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli. studenti che hanno partecipato A SCUOLA CON JUMPC Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli studenti che hanno partecipato Roma, 20 aprile 2009 Indice dei contenuti Gli esiti del sondaggio

Dettagli

PROTOCOLLO D'ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO D'ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI PROTOCOLLO D'ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI IN VIGORE DALL ANNO SCOLASTICO 2011-2012 1 INDICE ISCRIZIONE Modulistica da consegnare ai genitori Documenti da richiedere PRIMA ACCOGLIENZA Conoscenza della

Dettagli