LA NORMATIVA PORTANTE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA NORMATIVA PORTANTE"

Transcript

1 INDICE SOMMARIO Prefazione... pag. V Parte Prima LA NORMATIVA PORTANTE 1. CODICE CIVILE. Libro III, Titolo VII, Capo II Del condominio negli edifici. art art art art art art art art art art art art art art art art art art art art art art art Parte Seconda DISPOSIZIONI CODICISTICHE DI POSSIBILE INTERESSE NELLE VICENDE CONDOMINIALI 1. Codice penale. Libro II, Titolo XII, Capo II Dei delitti contro l onore. artt. 594, 595 e Codice penale. Libro III, Titolo I, Capo I, Sezione I, 1 Delle contravvenzioni concernenti l inosservanza dei provvedimenti di polizia e le manifestazioni sediziose e pericolose. art Codice penale. Libro III, Titolo I, Capo I, Sezione II, 1 Dellecontravvenzioni concernenti l incolumità delle persone nei luoghi di pubblico transito o nelle abitazioni. artt VII

2 4. Codice Civile. Libro III, Titolo II, Capo II Della proprietà fondiaria. Sezione I artt Codice Civile. Libro III, Titolo II, Capo II Della proprietà fondiaria. Sezione V Della proprietà edilizia. artt CodiceCivile. LibroIII, TitoloII, CapoII Dellaproprietàfondiaria. SezioneVI Delle distanze nelle costruzioni, piantagioni e scavi, e dei muri, fossi e siepi interposti tra i fondi. artt. 892, Codice Civile. Libro III, Titolo II, Capo II Della proprietà fondiaria. Sezione VII Delle luci e delle vedute. artt Codice Civile. Libro III, Titolo II, Capo II Della proprietà fondiaria. Sezione VIII Dello stillicidio. art Parte Terza LA NORMATIVA DI AUSILIO I ANTENNE 1. Legge 6 maggio 1940, n Disciplina degli aerei esterni per audizioni radiofoniche D.P.R. 29 marzo 1973, n Approvazione del testo unico delle disposizioni legislative in materia postale, di bancoposta e di telecomunicazioni. artt. 231, 232 e Legge 5 marzo 1990, n. 46. Norme per la sicurezza degli impianti. art. 1, comma 1, lett. b) Legge 31 luglio 1997, n Istituzione dell Autorità per le garanzie nelle comunicazioni e norme sui sistemi delle telecomunicazioni e radiotelevisive. art Decreto-legge 23 gennaio 2001, n. 5 Disposizioni urgenti per il differimento di termini in materia di trasmissioni radiotelevisive analogiche e digitali, nonché per il risanamento di impianti radiotelevisivi. Convertito con modificazioni in Legge 20 marzo 2001, n. 66. art. 2-bis Comunicazione Commissione CE 27 giugno Applicazione dei principi generali della libera circolazione delle merci e dei servizi articoli 28 e 49 CE in materia di utilizzazione delle antenne paraboliche Decreto legislativo 1 o agosto 2003, n Codice delle comunicazioni elettroniche. artt e Decreto del Ministro delle comunicazioni 11 novembre Regole tecniche relative agli impianti condominiali centralizzati d antenna riceventi del servizio di radiodiffusione. 477 II ASCENSORI 1. D.P.R. 24 dicembre 1951, n Regolamento per l esecuzione della legge 24 ottobre 1942 n. 1415, concernente l impianto e l esercizio di ascensori e di montacarichi in servizio privato. artt D.P.R. 27 aprile 1955, n Norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro. artt D.P.R. 29 maggio 1963, n Approvazione del regolamento per gli ascensori ed i montacarichi in servizio privato Decreto del Ministro dei Lavori pubblici 28 maggio Misure sostitutive di sicurezza per ascensori e montacarichi a vite, a cremagliera ed idraulici Legge 5 marzo 1990, n. 46. Norme per la sicurezza degli impianti. art. 1, comma 1, lett. f) VIII

3 6. Legge 14 luglio 1993, n Norme sulla pubblicità negli ascensori finalizzata al sostegno degli interventi in favore di persone handicappate D.P.R. 16 gennaio 1995 n. 42. Regolamento di attuazione della legge 14 luglio 1993, n. 235 recante norme sulla pubblicità negli ascensori finalizzata al sostegno degli interventi in favore di persone handicappate Direttiva 95/16/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 29 giugno Ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative agli ascensori Circolare del Ministero dell industria, del commercio e dell artigianato 14 aprile 1997, n Circolare esplicativa per l applicazione del decreto del Presidente della Repubblica 24 luglio 1996, n. 459, ai montacarichi ed alle piattaforme elevatrici per disabili Circolare del Ministero dell industria 29 maggio 1997, n Certificazioni ai sensi della Direttiva CE 95/16 per gli ascensori Legge 24 aprile 1998, n Disposizioni per l adempimento di obblighi derivanti dalla appartenenza dell Italia alle Comunità europee (legge comunitaria ) art D.P.R. 30 aprile 1999, n Regolamento recante norme per l attuazione della direttiva 95/16/CE sugli ascensori e di semplificazione dei procedimenti per la concessione del nulla osta per ascensori e montacarichi, nonché della relativa licenza di esercizio Circolare ministeriale 14 settembre 1999, n Direttiva 95/16/CE Ascensori. D.P.R. n. 162/1999 di attuazione art Decreto del Ministro delle attività produttive 4 dicembre Elenco delle norme armonizzate ai sensi dell art. 5 del decreto del Presidente della Repubblica 30 aprile 1999, n. 162, concernente l attuazione della direttiva 95/16/CE in materia di ascensori Decreto del Ministro delle attività produttive 26 ottobre Miglioramento della sicurezza degli impianti di ascensore installati negli edifici civili precedentemente alla data di entrata in vigore della direttiva 95/16/CE Decreto del ministero delle attività produttive 16 gennaio Regole per il miglioramento della sicurezza degli ascensori per passeggeri e degli ascensori per merci esistenti: UNI EN Direttiva 2006/42/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 maggio Relativa alle macchine e che modifica la direttiva 95/16/CE III ASSEMBLEA 1. Legge 27 luglio 1978, n Disciplina delle locazioni di immobili urbani. art IV BARRIERE ARCHITETTONICHE 1. Legge 30 marzo 1971, n Conversione in legge del decreto- legge 30 gennaio 1971, n. 5 e nuove norme in favore dei mutilati ed invalidi civili. art Legge 9 gennaio 1989, n. 13. Disposizioni per favorire il superamento e l eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati Decreto del Ministro dei lavori pubblici 14 giugno 1989, n Prescrizioni tecniche necessarie a garantire l accessibilità, l adattabilità e la visitabilità degli edifici privati e di edilizia residenziale pubblica sovvenzionata e agevolata, ai fini del superamento e dell eliminazione delle barriere architettoniche Circolare Ministro dei lavori pubblici 22 giugno 1989, n. 1669/U.L. Circolare esplicativa della legge 9 gennaio 1989, n Legge 5 febbraio 1992, n Legge-quadro per l assistenza sociale e i diritti delle persone handicappate. artt. 1e Legge 14 luglio 1993, n Norme sulla pubblicità negli ascensori finalizzata al sostegno degli interventi in favore delle persone handicappate IX

4 7. D.P.R. 24 luglio 1996, n Regolamento recante norme per l eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici, spazi e servizi pubblici. artt e Legge 27 dicembre 2006, n Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2007). art. 1, comma V IMPIANTO DI RISCALDAMENTO CENTRALIZZATO E UNIFAMILIARE 1. Legge 5 marzo 1990, n. 46. Norme per la sicurezza degli impianti. art. 1, comma 1, lett. c) ede) Legge 9 gennaio 1991, n. 10. Norme per l attuazione del Piano energetico nazionale in materia di uso razionale dell energia, di risparmio energetico e di sviluppo di fonti rinnovabili di energia. artt VI PARCHEGGI E POSTI AUTO 1. Legge 17 agosto 1942, n Legge urbanistica. artt. 41-quinquies e 41-sexies Legge 28 febbraio 1985, n. 47. Norme in materia di controllo dell attività urbanisticoedilizia, sanzioni, recupero e sanatoria delle opere edilizie. art Decreto ministeriale 1 o febbraio Norme di sicurezza antincendi per la costruzione e l esercizio di autorimesse e simili Legge 24 marzo 1989, n Disposizioni in materia di parcheggi, programma triennale per le aree urbane maggiormente popolate, nonché modificazioni di alcune norme del T.U. sulla disciplina della circolazione stradale, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 15 giugno 1959, n artt. 1, 2e Decreto del Ministro dell interno 22 novembre Disposizioni in materia di parcamento di autoveicoli alimentati a gas di petrolio liquefatto all interno di autorimesse in relazione al sistema di sicurezza dell impianto VII PORTIERI 1. Circolare del Ministero del lavoro 10 maggio 1985, n. 5/252/1. Gestione da parte dell amministratore del personale dipendente dal condominio C.c.n.l. 15 dicembre Contratto collettivo nazionale di lavoro per i dipendenti da proprietari di fabbricati C.c.n.l. 4 dicembre Contratto collettivo nazionale di lavoro per i dipendenti da proprietari di fabbricati C.c.n.l. 21 aprile Contratto collettivo nazionale di lavoro per i dipendenti da proprietari di fabbricati VIII SCARICHI E FOGNATURE 1. Regio decreto 27 luglio 1934, n Approvazione del testo unico delle leggi sanitarie artt Decreto del Ministero dell ambiente e della tutela del territorio 12 giugno 2003, n Regolamento recante norme tecniche per il riutilizzo delle acque reflue in attuazione dell articolo 26, comma 2, del decreto legislativo 11 maggio 1999, n Decreto legislativo 3 aprile 2006, n Norme in materia ambientale. artt e X

5 Parte Quarta LA NORMATIVA DI RIFLESSO I ACQUE AD USO DOMESTICO 1. Provvedimento CIP 11 agosto 1975, n. 26. Nuovo sistema per le tariffe idriche nei vari comuni d Italia. Norme di esecuzione dei provvedimenti CIP n. 45/1974 e 46/ Legge 5 marzo 1990, n. 46. Norme per la sicurezza degli impianti. art. 1, comma 1, lett. d) Decreto ministeriale 21 agosto 1990, n Regolamento recante disposizioni tecniche concernenti apparecchiature per il trattamento domestico di acque potabili Decreto legislativo 12 luglio 1993, n Riordino in materia di concessione di acque pubbliche. art Legge 5 gennaio 1994, n. 36. Disposizioni in materia di risorse idriche. artt. 1e Decreto legislativo 2 febbraio 2001, n. 31. Attuazione della direttiva 98/83/CE relativa alla qualità delle acque destinate al consumo umano Decisione CE 13 maggio 2002, n Procedura per l attestazione di conformità dei prodotti da costruzione a contatto con le acque destinate al consumo umano, a norma dell art. 20, paragrafo 2, della direttiva 89/106/CEE del Consiglio II DATI PERSONALI 1. Legge 31 dicembre 1996, n Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Capi I-III Parere del Garante 19 maggio Trattamento dei dati personali in ambito condominiale Decreto legislativo 30 giugno 2003, n Codice in materia di protezione dei dati personali Provvedimento del Garante per la protezione dei dati personali 18 maggio 2006, n Trattamento dei dati personali in ambito dell amministrazione condominiale III EDILIZIA 1. D.P.R. 6 giugno 2001, n Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di edilizia IV IMPIANTI TERMICI 1. Legge 13 luglio 1966, n Provvedimenti contro l inquinamento atmosferico Decreto legislativo 3 aprile 2006, n Norme in materia ambientale. artt Decreto ministeriale 12 agosto Disciplina dei corsi per il conseguimento del patentino di abilitazione alla conduzione di impianti termici D.P.R. 22 dicembre 1970, n Regolamento per l esecuzione della legge 13 luglio 1966, n. 615, recante provvedimenti contro l inquinamento atmosferico, limitatamente al settore degli impianti termici Legge 5 marzo 1990, n. 46. Norme per la sicurezza degli impianti. art. 1, comma 1, lett. c) ede) D.P.R.15novembre1996,n.661. Regolamentoperl attuazionedelladirettiva90/396/cee concernente gli apparecchi a gas. artt XI

6 7. Delibera dell Autorità per l energia elettrica e il gas 28 dicembre 1999, n Fatturazione dei consumi. artt. 3-5, 7-8 e Delibera dell Autorità per l energia elettrica e il gas 28 dicembre 1999, n Direttiva concernente la disciplina dei livelli specifici e generali di qualità commerciale dei servizi di distribuzione e di vendita dell energia elettrica ai sensi dell art. 2, comma 12, lettere g) ed h), della legge 14 novembre 1995, n artt. 1-2, 10-12, 21, 24 e Decreto del Ministro dell Interno 20 dicembre Disposizioni relative alle modalità di installazione degli apparecchi evacuatori di fumo e calore V PASSO CARRABILE 1. Decreto legislativo 30 aprile 1992, n Nuovo codice della strada. artt.3e D.P.R. 16 dicembre 1992, n Regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo codice della strada. artt. 46, 75 e VI PREVENZIONE INCENDI 1. Decreto del Ministro dell Interno 16 febbraio Modificazioni del decreto ministeriale 27 settembre 1965, concernente la determinazione delle attività soggette alle visite di prevenzione incendi D.P.R. 29 luglio 1982, n Approvazione del regolamento concernente l espletamento dei servizi di prevenzione e di vigilanza antincendi. art.1e Decreto ministeriale 1 o febbraio Norme di sicurezza antincendi per la costruzione e l esercizio di autorimesse e simili Decreto ministeriale 16 maggio 1987, n Norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione Decreto del Ministro dell Interno 12 aprile Approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, la costruzione e l esercizio degli impianti termici alimentati da combustibili gassosi Decreto del Ministro dell Interno 14 maggio Approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per l installazione e l esercizio dei depositi di gas di petrolio liquefatto con capacità complessiva non superiore a 13 m Decreto legislativo 8 marzo 2006, n Riassetto delle disposizioni relative alle funzioni ed ai compiti dl Corpo nazionale dei vigili del fuoco, a norma dell art. 11 della legge 29 luglio 2003, n artt VII PULIZIA 1. Legge 25 gennaio 1994, n. 82. Disciplina delle attività di pulizia, di disinfezione, di disinfestazione, di derattizzazione e di sanificazione Decreto ministeriale 7 luglio 1997, n Regolamento di attuazione degli articoli 1 e 4 della legge 25 gennaio 1994, n. 82, per la disciplina delle attività di pulizia, di disinfezione, di disinfestazione, di derattizzazione e di sanificazione Decreto-legge 31 gennaio 2007, n. 7. Misure urgenti per la tutela dei consumatori, la promozione della concorrenza, lo sviluppo di attività economiche, la nascita di nuove imprese, la valorizzazione dell istruzione tecnico-professionale e la rottamazione di autoveicoli. Convertito, con modificazioni, in legge 2 aprile 2007, n. 40. art. 10, comma Decreto legislativo 31 marzo 1998, n Conferimento di funzioni e compiti ammini- XII

7 strativi dello Stato alle regioni ed agli enti locali, in attuazione del capo I della legge 15 marzo 1997, n. 59. art D.P.R. 14 dicembre 1999, n Regolamento recante norme per la semplificazione della disciplina in materia di registro delle imprese, nonché per la semplificazione dei procedimenti relativi alla denuncia di inizio di attività e per la domanda di iscrizione all albo delle imprese artigiane o al registro delle imprese per particolari categorie di attività soggette alla verifica di determinati requisiti tecnici (numero , dell allegato 1 della legge 15 marzo 1997, n. 59). artt. 7e VIII RISPARMIO ENERGETICO 1. Legge 29 maggio 1982, n Norme sul contenimento dei consumi energetici, lo sviluppo delle fonti rinnovabili di energia e l esercizio di centrali elettriche alimentate con combustibili diversi dagli idrocarburi. art Legge 9 gennaio 1991, n. 10. Norme per l attuazione del Piano energetico nazionale in materia di uso razionale dell energia, di risparmio energetico e di sviluppo delle fonti rinnovabili di energia D.P.R. 26 agosto 1993, n Regolamento recante norme per la progettazione, l installazione, l esercizio e la manutenzione degli impianti termici degli edifici ai fini del contenimento del consumo di energia, in attuazione dell articolo 4, comma 4, della legge 9 gennaio 1991 n Circolare del Ministro dell industria, commercio e artigianato 13 dicembre 1993, n. 231/F. Circolare esplicativa ed interpretativa dell art. 28 della legge n. 10/1991. Relazione tecnica sul rispetto delle prescrizioni in materia di contenimento del consumo di energia negli edifici. Indicazioni interpretative e di chiarimento Circolare del Ministro dell industria, commercio e artigianato 12 aprile 1994, n. 233/F. Art. 11 del decreto del Presidente della Repubblica 26 agosto 1993, n. 412, recante norme per la progettazione, l installazione, l esercizio e la manutenzione degli impianti termici degli edifici. Indicazioni interpretative e di chiarimento Decreto ministeriale 6 agosto Recepimento delle norme UNI attuative del decreto del Presidente della Repubblica 26 agosto 1993, n. 412, recante il regolamento per il contenimento dei consumi di energia degli impianti termici degli edifici, e rettifica del valore limite del fabbisogno energetico normalizzato. art D.P.R. 15 novembre 1996, n Regolamento per l attuazione della direttiva 92/42/ CEE concernente i requisiti di rendimento delle nuove caldaie ad acqua calda, alimentate con combustibili liquidi o gassosi Decreto ministeriale 2 aprile Modalità di certificazione delle caratteristiche e delle prestazioni energetiche degli edifici e degli impianti ad essi connessi Decreto ministeriale 9 marzo Individuazione dei comuni non metanizzati ricadenti nella zona climatica E di cui al decreto del Presidente della Repubblica 26 agosto 1993, n D.P.R. 21 dicembre 1999, n Regolamento recante modifiche al decreto del Presidente della Repubblica 26 agosto 1993, n. 412, in materia di progettazione, installazione, esercizio e manutenzione degli impianti termici degli edifici, ai fini del contenimento dei consumi di energia. artt. 16, 17 e Legge 1 o marzo 2002, n. 39. Disposizioni per l adempimento di obblighi derivanti dall appartenenza dell Italia alle Comunità europee. Legge comunitaria artt. 1-6, 10, 33, 43, Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 8 marzo Disciplina delle caratteristiche merceologiche dei combustibili aventi rilevanza ai fini dell inquinamento atmosferico, nonché delle caratteristiche tecnologiche degli impianti di combustione Decreto del ministero delle infrastrutture e dei trasporti 27 luglio 2005 Norma concernente il regolamento d attuazione della legge 9 gennaio 1991, n. 10 (art. 4, commi 1 e 2), XIII

8 recante: «Norme per l attuazione del Piano energetico nazionale in materia di uso razionale dell energia, di risparmio energetico e di sviluppo delle fonti rinnovabili di energia» Decreto legislativo 19 agosto 2005, n Attuazione della direttiva 2002/91/CE relativa al rendimento energetico nell edilizia Legge 27 dicembre 2006, n Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2007). art. 1, commi Decreto del Ministro dello sviluppo economico 19 febbraio Disposizioni in materia di detrazioni per le spese sostenute per l acquisto e l installazione di motori ad elevata efficienza e variatori di velocità (inverter), di cui all art. 1, commi 358 e 359, della legge 27 dicembre 2006, n Legge 24 dicembre 2007, n Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2008). art. 1, commi IX RUMORI 1. Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 1 o marzo Limiti massimi di esposizione al rumore negli ambienti abitativi e nell ambiente esterno Legge 26 ottobre 1995, n Legge quadro sull inquinamento acustico Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 14 novembre Determinazione dei valori limite delle sorgenti sonore Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 5 dicembre Determinazione dei requisiti acustici passivi degli edifici Decreto ministeriale 16 marzo Tecniche di rilevamento e di misurazione dell inquinamento acustico Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 16 aprile 1999, n Regolamento recante norme per la determinazione dei requisiti acustici delle sorgenti sonore nei luoghi di intrattenimento danzante e di pubblico spettacolo e nei pubblici esercizi D.P.R. 30 marzo 2004, n Disposizioni per il contenimento e la prevenzione dell inquinamento acustico derivante dal traffico veicolare, a norma dell art. 11 della legge 26 ottobre 1995, n Circolare del Ministero dell ambiente e della tutela del territorio del 6 settembre Interpretazione in materia di inquinamento acustico: criterio differenziale e applicabilità dei valori limite differenziali Indice analitico Indice cronologico Indice delle pronunce delle quali e riportata (in tutto o in parte) la motivazione Indice degli autori XIV

CODICE DEL CONDOMINIO

CODICE DEL CONDOMINIO FORTUNATO LAZZARO CODICE DEL CONDOMINIO ANNOTATO CON LA GIURISPRUDENZA DELLA CORTE Dl CASSAZIONE MILANO - DOTT. A. GIUFFRE EDITORE - 2003 INDICE SISTEMATICO Prefazione. PARTE I LA NORMATIVA PORT ANTE 1.

Dettagli

INDICE SOMMARIO Costituzione della Repubblica Abitabilità e agibilità Acquirenti di immobili da costruire Amministratore Animali

INDICE SOMMARIO Costituzione della Repubblica Abitabilità e agibilità Acquirenti di immobili da costruire Amministratore Animali INDICE SOMMARIO Presentazione................................................. pag. 7 Avvertenza..................................................» 9 Abbreviazioni................................................»

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Parte seconda Legislazione, giurisprudenza e bibliografia

INDICE SOMMARIO. Parte seconda Legislazione, giurisprudenza e bibliografia Presentazione... pag. 7 Avvertenza...» 9 Abbreviazioni...» 11 Costituzione della Repubblica italiana 1. Delib.ne Assemblea Costituente 22 dicembre 1947. Costituzione della Repubblica Italiana...» 39 Parte

Dettagli

Servizio URBANISTICA EDILIZIA PRIVATA ELENCO RIFERIMENTI NORMATIVI

Servizio URBANISTICA EDILIZIA PRIVATA ELENCO RIFERIMENTI NORMATIVI Pag. 1 / 6 Origine Documento Ente o Servizio Emittente Tipo Esterna / L. Esterna / L. Descrizione Legge 17.08.1942, n. 1150 Legge Urbanistica Pubblicato G.U. 16.10.1942, n. 244 Legge 06.08.1967, n. 765

Dettagli

Principale Normativa Nazionale IN MATERIA DI SICUREZZA A PARTIRE DALL ENTRATA IN VIGORE DEL 626/94 omogeneizzata con la normativa 494/96

Principale Normativa Nazionale IN MATERIA DI SICUREZZA A PARTIRE DALL ENTRATA IN VIGORE DEL 626/94 omogeneizzata con la normativa 494/96 Circ.Min.Lav.Prev. N. 30 del 03/11/2006 Art. 36-quater, D. Leg.vo n. 626/94 e successive modifiche e integrazioni - Obblighi del datore di lavoro relativi all impiego dei ponteggi - Chiarimenti concernenti

Dettagli

REGIONE TOSCANA POR FESR 2014 2020. Aiuti a progetti di efficientamento energetico degli immobili. Riferimenti normativi

REGIONE TOSCANA POR FESR 2014 2020. Aiuti a progetti di efficientamento energetico degli immobili. Riferimenti normativi REGIONE TOSCANA POR FESR 2014 2020 Aiuti a progetti di efficientamento energetico degli immobili Riferimenti normativi Atti normativi comunitari, nazionali e regionali, unitamente alle principali disposizioni

Dettagli

DI GUSPINI (VS) - SETTORE URBANISTICA OPERE PUBBLICHE

DI GUSPINI (VS) - SETTORE URBANISTICA OPERE PUBBLICHE AGI COMUNE DI GUSPINI (VS) - SETTORE URBANISTICA OPERE PUBBLICHE MODULO DI RICHIESTA AGIBILITÀ PROTOCOLLO GENERALE Marca da Bollo 16,00 NUMERO PROTOCOLLO AGIBILITÀ ANNO 201 AL SINDACO DEL COMUNE DI GUSPINI

Dettagli

RICHIESTA DEL CERTIFICATO DI AGIBILITA'

RICHIESTA DEL CERTIFICATO DI AGIBILITA' Aggiornamento 2014 PRATICA EDILIZIA N. / ORIGINALE/COPIA Al Comune di Opera (Provincia di Milano) PROTOCOLLO GENERALE SETTORE PIANIFICAZIONE GESTIONE DEL TERRITORIO, via Dante Alighieri, 12 20090 Opera

Dettagli

Il sottoscritto progettista delle opere: Cognome Nome nato a Prov. il C.F. Iscritto all Albo/Collegio dei della Provincia di al n.

Il sottoscritto progettista delle opere: Cognome Nome nato a Prov. il C.F. Iscritto all Albo/Collegio dei della Provincia di al n. Protocollo Al Responsabile del Settore Gestione del Territorio del comune di Verdellino Relazione tecnica di asseverazione Allegata alla Comunicazione di Inizio lavori per Attività Edilizia Libera non

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Presentazione... pag. 9 Note sugli Autori...» 11 Avvertenza...» 13 Abbreviazioni...» 15 PARTE PRIMA TESTO UNICO DELL EDILIZIA

INDICE SOMMARIO. Presentazione... pag. 9 Note sugli Autori...» 11 Avvertenza...» 13 Abbreviazioni...» 15 PARTE PRIMA TESTO UNICO DELL EDILIZIA Presentazione................................................. pag. 9 Note sugli Autori...» 11 Avvertenza...................................................» 13 Abbreviazioni.................................................»

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Presentazione... pag. 9 Note sugli Autori...» 11 Avvertenza...» 12 Abbreviazioni...» 13

INDICE SOMMARIO. Presentazione... pag. 9 Note sugli Autori...» 11 Avvertenza...» 12 Abbreviazioni...» 13 Presentazione.................................................. pag. 9 Note sugli Autori...» 11 Avvertenza....................................................» 12 Abbreviazioni..................................................»

Dettagli

Concessione Edilizia n. del / / ; Permesso di Costruire n. del / / ;

Concessione Edilizia n. del / / ; Permesso di Costruire n. del / / ; Modello di domanda volta ad ottenere il certificato di agibilità pag. 1 Vers. 1/2006 Marca da Bollo 14,62 Spazio per Ufficio Protocollo AL SINDACO DEL COMUNE DI CASTELFIDARDO PROCEDIMENTO DI CERTIFICAZIONE

Dettagli

PROCEDIMENTO DI AGIBILITÀ (art.25 D.P.R. n. 380/01) Il/la sottoscritto/a nato a il codice fiscale/partita iva, residente/ con sede in Via civ.

PROCEDIMENTO DI AGIBILITÀ (art.25 D.P.R. n. 380/01) Il/la sottoscritto/a nato a il codice fiscale/partita iva, residente/ con sede in Via civ. PRATICA N ANNO BOLLO PROCEDIMENTO DI AGIBILITÀ (art.25 D.P.R. n. 380/01) Il/la sottoscritto/a nato a il codice fiscale/partita iva, residente/ con sede in Via civ. avente titolo alla presentazione della

Dettagli

OGGETTO: Richiesta di certificato di agibilità.

OGGETTO: Richiesta di certificato di agibilità. Marca da bollo 16,00 All Ufficio Tecnico per l edilizia del Comune di 22032 ALBESE CON CASSANO OGGETTO: Richiesta di certificato di agibilità. Il/la sottoscritto/a nato a il codice fiscale/partita iva,

Dettagli

COMUNE DI PIANORO PROVINCIA DI BOLOGNA RICHIESTA DEL CERTIFICATO DI CONFORMITA EDILIZIA E AGIBILITA

COMUNE DI PIANORO PROVINCIA DI BOLOGNA RICHIESTA DEL CERTIFICATO DI CONFORMITA EDILIZIA E AGIBILITA Marca da bollo COMUNE DI PIANORO PROVINCIA DI BOLOGNA 14,62 RISERVATO ALL UFFICIO Pratica edilizia n. del RICHIESTA DEL CERTIFICATO DI CONFORMITA EDILIZIA E AGIBILITA (ai sensi dell art. 24 del D.P.R.

Dettagli

Legge Regionale 24 febbraio 2005, n. 39 - Disposizioni in materia di energia

Legge Regionale 24 febbraio 2005, n. 39 - Disposizioni in materia di energia Legge Regionale 24 febbraio 2005, n. 39 - Disposizioni in materia di energia (come modificata dalla LR 23 novembre 2009, n. 71 e s.m.i.) Capo IV Razionalizzazione della produzione e dei consumi, risparmio

Dettagli

DOMANDA DI RILASCIO DEL CERTIFICATO DI AGIBILITA (articoli 24 e 25 del d.p.r. n. 380 del 2001; articoli 3.1.7 e 3.1.8 del R. L. I.

DOMANDA DI RILASCIO DEL CERTIFICATO DI AGIBILITA (articoli 24 e 25 del d.p.r. n. 380 del 2001; articoli 3.1.7 e 3.1.8 del R. L. I. Comune di Agnadello Provincia di Cremona Area Tecnica Sportello Unico edilizia Responsabile del procedimento: P.G. Marca da bollo da euro 14,62 DOMANDA DI RILASCIO DEL CERTIFICATO DI AGIBILITA (articoli

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER IL MERCATO, LA CONCORRENZA, IL CONSUMATORE, LA VIGILANZA E LA NORMATIVA TECNICA

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER IL MERCATO, LA CONCORRENZA, IL CONSUMATORE, LA VIGILANZA E LA NORMATIVA TECNICA Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER IL MERCATO, LA CONCORRENZA, IL CONSUMATORE, LA VIGILANZA E LA NORMATIVA TECNICA IL DIRETTORE GENERALE VISTO il Regolamento (CE) N. 765/2008 del

Dettagli

Protocollo Allo Sportello Unico per l Edilizia Comune di Bazzano

Protocollo Allo Sportello Unico per l Edilizia Comune di Bazzano Protocollo Allo Sportello Unico per l Edilizia Comune di Bazzano Pratica U.T. Cod. Eco SCHEDA TECNICA DESCRITTIVA PARTE C) (art. 20 L.R 25/11/2002, n. 31 e art. 104 del R.E.) PER L ASSEVERAZIONE DEI REQUISITI

Dettagli

PROCEDIMENTO DI CERTIFICAZIONE DI AGIBILITÀ (art.25 D.P.R. n. 380/01)

PROCEDIMENTO DI CERTIFICAZIONE DI AGIBILITÀ (art.25 D.P.R. n. 380/01) COMUNE DI CASTELBELLINO Sportello Unico per l Edilizia Piazza San Marco, 15 60030 Castelbellino e.mail: urbanistica@castelbellino.pannet.it www.comune.castelbellino.an.it Protocollo Bollo (*) ALLO SPORTELLO

Dettagli

SCHEDA TECNICA DESCRITTIVA

SCHEDA TECNICA DESCRITTIVA COMUNE DI MONTESE Provincia di Modena Via Panoramica, 60-41055 Montese Sportello Unico Tel. 059 971112 fax 059 971125 C.F. 00273460360 SCHEDA TECNICA DESCRITTIVA Da presentare entro 15 giorni dalla Comunicazione

Dettagli

RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA DETRAZIONE FISCALE DEL 50% (SU UNA SPESA MASSIMA DI 96.000)

RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA DETRAZIONE FISCALE DEL 50% (SU UNA SPESA MASSIMA DI 96.000) Pag.1 RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA DETRAZIONE FISCALE DEL 50% (SU UNA SPESA MASSIMA DI 96.000) Chi può richiederla? Elenchiamo di seguito i soggetti che hanno la possibilità di richiedere la detrazione fiscale

Dettagli

C O M U N E D I G U B B I O

C O M U N E D I G U B B I O C O M U N E D I G U B B I O URBANISTICA, PIANIFICAZIONE AMBIENTALE E PATRIMONIO SERVIZIO URBANISTICA DICHIARAZIONE ASSEVERATA ALLEGATA ALLA RICHIESTA DI CERTIFICATO DI AGIBILITA ai sensi dell art. 30 della

Dettagli

Sommario. Preambolo. Preambolo. IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Promulga la seguente legge: Articolo 1. (Ambito di applicazione)

Sommario. Preambolo. Preambolo. IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Promulga la seguente legge: Articolo 1. (Ambito di applicazione) Legge 05-03-1990, n. 46 - Norme per la sicurezza degli impianti Sommario, Preambolo, Art.1, Art.2, Art.3, Art.4, Art.5, Art.6, Art.7, Art.8, Art.9, Art.10, Art.11, Art.12, Art.13, Art.14, Art.15, Art.16,

Dettagli

COMUNE DI ANDORA REGIONE LIGURIA PROVINCIA SAVONA

COMUNE DI ANDORA REGIONE LIGURIA PROVINCIA SAVONA COMUNE DI ANDORA REGIONE LIGURIA PROVINCIA SAVONA PROGETTO URBANISTICO OPERATIVO Zona Re Co6 del vigente PUC (Modifiche allo Strumento Urbanistico Attuativo vigente e Variante in corso d'opera alla Concessione

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Presentazione... pag. 7 Note sull Autore...» 8 Avvertenza...» 9 Abbreviazioni...» 11

INDICE SOMMARIO. Presentazione... pag. 7 Note sull Autore...» 8 Avvertenza...» 9 Abbreviazioni...» 11 INDICE SOMMARIO Presentazione... pag. 7 Note sull Autore...» 8 Avvertenza...» 9 Abbreviazioni...» 11 Il nuovo «codice delle assicurazioni» 1. D.L.vo 7 settembre 2005, n. 209. Codice delle assicurazioni

Dettagli

DOCUMENTINEWS GRAZIE A:

DOCUMENTINEWS GRAZIE A: DOCUMENTINEWS Approfondimenti schematici e monotematici di tipo tecnico-giuridico su Normative, Regole, Giurisprudenza, Tecnologie, Tecniche, Prodotti e Materiali da costruzione e per lo studio professionale.

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI: LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA. Decreto Legislativo 19 agosto 2005, n. 192 (Direttiva 2002/91/CE)

EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI: LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA. Decreto Legislativo 19 agosto 2005, n. 192 (Direttiva 2002/91/CE) EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI: LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA Decreto Legislativo 19 agosto 2005, n. 192 (Direttiva 2002/91/CE) La certificazione energetica Domanda di energia nel 2000 nei Paesi UE

Dettagli

DOMANDA DI RILASCIO DEL CERTIFICATO DI CONFORMITA EDILIZIA E AGIBILITA

DOMANDA DI RILASCIO DEL CERTIFICATO DI CONFORMITA EDILIZIA E AGIBILITA Timbro protocollo Bollo Comune di Crespellano Provincia di Bologna Al Responsabile dello Sportello Unico per l Edilizia DOMANDA DI RILASCIO DEL CERTIFICATO DI CONFORMITA EDILIZIA E AGIBILITA Ai sensi della

Dettagli

Lavori di: DICHIARAZIONE DI CONFORMITA DEL PROFESSIONISTA ABILITATO

Lavori di: DICHIARAZIONE DI CONFORMITA DEL PROFESSIONISTA ABILITATO Allegato alla Domanda di Agibilità DIA o PdiC. N del Lavori di: DICHIARAZIONE DI CONFORMITA DEL PROFESSIONISTA ABILITATO Io sottoscritto Comune di nascita Prov. Data di nascita Codice fiscale Partita IVA

Dettagli

RICHIESTA CERTIFICATO DI AGIBILITA' AI SENSI DEGLI ARTT. 24 e 25 DEL D.P.R. 06 giugno 2001, n. 380

RICHIESTA CERTIFICATO DI AGIBILITA' AI SENSI DEGLI ARTT. 24 e 25 DEL D.P.R. 06 giugno 2001, n. 380 ALLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA DEL COMUNE DI Marca da Bollo. 16,00 RICHIESTA CERTIFICATO DI AGIBILITA' AI SENSI DEGLI ARTT. 24 e 25 DEL D.P.R. 06 giugno 2001, n. 380 Il/La Sottoscritto/a Nato/a a

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 71 DEL 23-11-2009 REGIONE TOSCANA. Modifiche alla legge regionale 24 febbraio 2005, n. 39 (Disposizioni in materia di energia).

LEGGE REGIONALE N. 71 DEL 23-11-2009 REGIONE TOSCANA. Modifiche alla legge regionale 24 febbraio 2005, n. 39 (Disposizioni in materia di energia). LEGGE REGIONALE N. 71 DEL 23-11-2009 REGIONE TOSCANA Modifiche alla legge regionale 24 febbraio 2005, n. 39 (Disposizioni in materia di energia). Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA N. 50

Dettagli

ASCENSORI E MONTACARICHI

ASCENSORI E MONTACARICHI ASCENSORI E MONTACARICHI Sistema di alimentazione: TT, TN Norme di riferimento: o Norma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V in corrente alternata e a 1500

Dettagli

FLEXSTEEL. Canne Fumarie Flessibili Doppia Parete. Canne fumarie in acciaio Inox

FLEXSTEEL. Canne Fumarie Flessibili Doppia Parete. Canne fumarie in acciaio Inox Canne Fumarie Flessibili Doppia Parete Canne fumarie in acciaio Inox Canne fumarie Flessibili Doppia Parete CARATTERISTICHE TECNICHE Diametri interni: da 80 a 400 mm Materiale tubo: 2 Pareti di acciaio

Dettagli

RICHIESTA DI AGIBILITA

RICHIESTA DI AGIBILITA Protocollo Generale marca da bollo 14,62 RICHIESTA DI AGIBILITA (ai sensi del D.P.R. 6 giugno 2001 n. 380 Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia ) Il Sottoscritto

Dettagli

Principali Controlli nel Settore Impiantistico delle Strutture Socio Sanitarie

Principali Controlli nel Settore Impiantistico delle Strutture Socio Sanitarie SISTEMI DI PREVENZIONE E DI CONTROLLO NEL SETTORE RSA: UN PROGETTO INNOVATIVO IN PROVINCIA DI VARESE Principali Controlli nel Settore Impiantistico delle Strutture Socio Sanitarie Barza d Ispra, 18 maggio

Dettagli

Nominativo/Ragione Sociale: Residenza/Sede: Provincia. Via : n C.F./P.IVA. Telefono: Cellulare Mail

Nominativo/Ragione Sociale: Residenza/Sede: Provincia. Via : n C.F./P.IVA. Telefono: Cellulare Mail Comune di Piaggine Provincia di Salerno Area Tecnica Sportello Unico edilizia Responsabile del procedimento: Arch. Angelo Prinzo P.G. OGGETTO: Richiesta di agibilità totale parziale Bollo da 14,62 Il sottoscritto

Dettagli

MISURE URGENTI E STRAORDINARIE VOLTE AL RILANCIO DELL ECONOMIA E ALLA RIQUALIFICAZIONE DEL PATRIMONIO EDILIZIO ESISTENTE

MISURE URGENTI E STRAORDINARIE VOLTE AL RILANCIO DELL ECONOMIA E ALLA RIQUALIFICAZIONE DEL PATRIMONIO EDILIZIO ESISTENTE REGIONE TOSCANA Legge regionale 8 maggio 2009, n. 24 1 MISURE URGENTI E STRAORDINARIE VOLTE AL RILANCIO DELL ECONOMIA E ALLA RIQUALIFICAZIONE DEL PATRIMONIO EDILIZIO ESISTENTE (B.U.R.T. 13 maggio 2009,

Dettagli

1. Dati del Direttore dei lavori/professionista abilitato. 2. Dati dell impianto produttivo e dichiarazione conformità

1. Dati del Direttore dei lavori/professionista abilitato. 2. Dati dell impianto produttivo e dichiarazione conformità Allo Sportello Unico Attività Produttive del Comune di ATTESTAZIONE DI CONFORMITÀ ED AGIBILITÀ DELL IMPIANTO PRODUTTIVO ai sensi dell art 25 del D.P.R. 380/2001 e s.m.i., e con le modalità di cui all art

Dettagli

DOMANDA PER IL RILASCIO DEL CERTIFICATO DI AGIBILITA' Ai sensi del T. U. in materia edilizia - artt. 24-25 D.P.R. 06/06/2001 n. 380 e s.m.i.

DOMANDA PER IL RILASCIO DEL CERTIFICATO DI AGIBILITA' Ai sensi del T. U. in materia edilizia - artt. 24-25 D.P.R. 06/06/2001 n. 380 e s.m.i. AL COMUNE DI RIVALTA di TORINO Settore Politiche del Territorio Servizio Edilizia Privata Protocollo generale Marca da Bollo. 14,62 Via Balma n. 5 10040 Rivalta (TO) Spazio riservato al servizio protocollo

Dettagli

RICHIESTA DI CERTIFICATO DI AGIBILITA (art. 24 e 25 del D.P.R. 380/01 e s.m.i) SITO IN VIA/LOCALITA

RICHIESTA DI CERTIFICATO DI AGIBILITA (art. 24 e 25 del D.P.R. 380/01 e s.m.i) SITO IN VIA/LOCALITA . BOLLO COMUNE DI ROFRANO Settore Urbanistica RISERVATO ALL UFFICIO ARCHIVIAZIONE DEL PROCEDIMENTO RISERVATO AL PROTOCOLLO PRATICA EDILIZIA N DEL / / RISERVATO ALL UFFICIO ACCETTAZIONE VERIFICA ELABORATI

Dettagli

RIFERIMENTI NORMATIVI

RIFERIMENTI NORMATIVI RIFERIMENTI NORMATIVI BARRIERE ARCHITETTONICHE ACCESSIBILITÀ - C ORRADO B ORTOLIN ( NOV 2014) Circolare 01/03/2002 n. 4 Linee guida per la valutazione della sicurezza antincendio nei luoghi di lavoro ove

Dettagli

COMUNICAZIONE ULTIMAZIONE LAVORI EDILI

COMUNICAZIONE ULTIMAZIONE LAVORI EDILI COMUNICAZIONE ULTIMAZIONE LAVORI EDILI TOTALE PARZIALE PARZIALE A COMPLETAMENTO Il sottoscritto in qualità di titolare: Persona fisica: nato a ( ) il C.F. Residente/sede in Provincia CAP Via N. Civico

Dettagli

Principali atti normativi in tema di disabilità

Principali atti normativi in tema di disabilità a cura di Maria Giulia Bernardini Legenda: per gli atti di rilevanza nazionale si è seguito il criterio cronologico; per quelli regionali, si è provveduto anche ad una partizione per materia Norme e atti

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 140

LEGGE REGIONALE N. 140 VII LEGISLATURA ATTI: 011117 LEGGE REGIONALE N. 140 NORME PER IL RISPARMIO ENERGETICO NEGLI EDIFICI E PER LA RIDUZIONE DELLE EMISSIONI INQUINANTI E CLIMALTERANTI Approvata nella seduta del 15 dicembre

Dettagli

RICHIESTA CERTIFICATO DI AGIBILITA

RICHIESTA CERTIFICATO DI AGIBILITA Mod. AGIBILITA P R O V I N C I A D I V A R E S E Originale C o p i a S e r v i z i o E d i l i z i a P r i v a t a e U r b a n i s t i c a Pratica edilizia Protocollo generale Bollo da Euro 14,62 l sottoscritt

Dettagli

Richiesta di rilascio del certificato di agibilità (art. 24 D.P.R. 06.06.2001 n 380)

Richiesta di rilascio del certificato di agibilità (art. 24 D.P.R. 06.06.2001 n 380) Modello 16-A REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA REGION AUTONOME VALLEE D'AOSTE COMUNE DI GIGNOD Marca da bollo 14,62 EGREGIO SIG. SINDACO Richiesta di rilascio del certificato di agibilità (art. 24 D.P.R.

Dettagli

Comune di VILLACIDRO

Comune di VILLACIDRO Comune di VILLACIDRO Provincia del Medio Campidano RICHIESTA CERTIFICATO DI AGIBILITA' E AGIBILITA PARZIALE Al Sindaco del Comune di Villacidro Al Responsabile del Servizio Urbanistica ed Edilizia Privata

Dettagli

ANTINCENDIO Impianti di protezione attiva: la nuova regola tecnica

ANTINCENDIO Impianti di protezione attiva: la nuova regola tecnica GRANDI RISCHI COMMENTO 58 N. 2-29 gennaio 2013 IL SOLE 24 ORE www.ambientesicurezza24.com Dal MinInterno nuove disposizioni con il D.M. 20 dicembre 2012 ANTINCENDIO Impianti di protezione attiva: la nuova

Dettagli

PROCEDIMENTO DI AGIBILITÀ (art.25 D.P.R. n. 380/01) Il/la sottoscritto/a nato a il codice fiscale/partita iva, residente/ con sede in Via civ.

PROCEDIMENTO DI AGIBILITÀ (art.25 D.P.R. n. 380/01) Il/la sottoscritto/a nato a il codice fiscale/partita iva, residente/ con sede in Via civ. Marca da bollo. 16,00 16,0016,0 0 Al Comune di Turri Piazza Sandro Pertini, 1 09020 Turri PRATICA N ANNO PROCEDIMENTO DI AGIBILITÀ (art.25 D.P.R. n. 380/01) Il/la sottoscritto/a nato a il codice fiscale/partita

Dettagli

Decreto Legislativo 30 marzo 1999, n. 96

Decreto Legislativo 30 marzo 1999, n. 96 Decreto Legislativo 30 marzo 1999, n. 96 "Intervento sostitutivo del Governo per la ripartizione di funzioni amministrative tra regioni ed enti locali a norma dell'articolo 4, comma 5, della legge 15 marzo

Dettagli

Agenzia delle Entrate: risoluzione 22/E del 2 aprile 2013

Agenzia delle Entrate: risoluzione 22/E del 2 aprile 2013 Agenzia delle Entrate: risoluzione 22/E del 2 aprile 2013 La risoluzione 22/E del 2 aprile 2013 dell Agenzia delle Entrate fornisce chiarimenti interpretativi sull applicabilità della detrazione alle spese

Dettagli

SICUREZZA ELETTRICA IN CONDOMINIO

SICUREZZA ELETTRICA IN CONDOMINIO ITE Bassi in collaborazione con Federamministratori Corso per amministratori condominiali SICUREZZA ELETTRICA IN CONDOMINIO Relatore: Dott. Ing. Donati Bassano PRINCIPALI LEGGI E NORMATIVE Legge 220/12:

Dettagli

L.R. 08 Novembre 2004, n. 12 Disposizioni in materia di definizione di illeciti edilizi (1)

L.R. 08 Novembre 2004, n. 12 Disposizioni in materia di definizione di illeciti edilizi (1) L.R. 08 Novembre 2004, n. 12 Disposizioni in materia di definizione di illeciti edilizi (1) SOMMARIO Art. 1 - Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 - Opere abusive suscettibili di sanatoria Art. 3 -

Dettagli

AL COMUNE DI MOTTOLA PROVINCIA DI TARANTO Settore Urbanistica

AL COMUNE DI MOTTOLA PROVINCIA DI TARANTO Settore Urbanistica Protocollo RICHIESTA CERTIFICATO AGIBILITA n del (Riservato all Ufficio) AL COMUNE DI MOTTOLA PROVINCIA DI TARANTO Settore Urbanistica MARCA DA BOLLO 14,62 RICHIESTA CERTIFICATO DI AGIBILITÀ ai sensi dell

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER IL MERCATO, LA CONCORRENZA, IL CONSUMATORE, LA VIGILANZA E LA NORMATIVA TECNICA IL DIRETTORE GENERALE VISTO il Regolamento (CE) N. 765/2008 del

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER IL MERCATO, LA CONCORRENZA, IL CONSUMATORE, LA VIGILANZA E LA NORMATIVA TECNICA IL DIRETTORE GENERALE VISTO il Regolamento (CE) N. 765/2008 del

Dettagli

Istanza per il rilascio del certificato di agibilità

Istanza per il rilascio del certificato di agibilità Modello CA (01/02/2013) Allo Sportello Unico per l Edilizia Pagina 1 di 6 COMUNE DI SAN GIOVANNI ROTONDO SETTORE TECNICO URBANISTICO - AMBIENTE - PATRIMONIO Cod. Fisc. 83001510714 P. IVA: 00464280718 Il

Dettagli

PROCEDIMENTO DI AGIBILITÀ (art.25 D.P.R. n. 380/01) PER L INTERVENTO DI: avente titolo alla presentazione della richiesta In qualità di:

PROCEDIMENTO DI AGIBILITÀ (art.25 D.P.R. n. 380/01) PER L INTERVENTO DI: avente titolo alla presentazione della richiesta In qualità di: AL COMUNE DI CASACALENDA (CB) Corso Roma n. 78 86043 Casacalenda (CB) UFFICIO TECNICO RICHIESTA CERTIFICATO DI AGIBILITA BOLLO. 16,00 PRATICA N ANNO PROCEDIMENTO DI AGIBILITÀ (art.25 D.P.R. n. 380/01)

Dettagli

SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA

SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA COMUNE DI BESOZZO PROVINCIA DI VARESE PRATICA EDILIZIA: N.... ANNO... RICHIESTA DI CERTIFICATO DI AGIBILITA (Ai sensi dell art. 24 del D.P.R. 06 giugno 2001 n. 380) RICHIEDENTE:

Dettagli

DICHIARAZIONE (ai sensi del D.M. 22.01.2008n. 37 circa Disposizioni in materia di installazzione degli impianti all interno degli edifici )

DICHIARAZIONE (ai sensi del D.M. 22.01.2008n. 37 circa Disposizioni in materia di installazzione degli impianti all interno degli edifici ) COMUNE DI VALLARSA Provincia di Trento ALL UFFICIO TECNICO DEL COMUNE DI VALLARSA DICHIARAZIONE (ai sensi del D.M. 22.01.2008n. 37 circa Disposizioni in materia di installazzione degli impianti all interno

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER IL MERCATO, LA CONCORRENZA, IL CONSUMATORE, LA VIGILANZA E LA NORMATIVA TECNICA IL DIRETTORE GENERALE VISTO il Regolamento (CE) N. 765/2008 del

Dettagli

ENTE PER LE NUOVE TECNOLOGIE; L ENERGIA E L AMBIENTE ENEA. Opera nei settori dell energia, dell ambiente e delle nuove tecnologie;

ENTE PER LE NUOVE TECNOLOGIE; L ENERGIA E L AMBIENTE ENEA. Opera nei settori dell energia, dell ambiente e delle nuove tecnologie; Ente pubblico di ricerca ENEA Opera nei settori dell energia, dell ambiente e delle nuove tecnologie; E a supporto delle politiche di competitività e dello sviluppo sostenibile in campo energetico-ambientale

Dettagli

ALLEGATO ENERGETICO. Regolamento Edilizio Comunale

ALLEGATO ENERGETICO. Regolamento Edilizio Comunale COMUNE DI CASTEL ROZZONE Provincia di Bergamo ALLEGATO ENERGETICO AL Regolamento Edilizio Comunale adottato con deliberazione consiliare n. 3 in data 12.04.2012 PREMESSA L Unione Europea, individuando

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Presentazione... pag. 7 Avvertenza...» 9 Abbreviazioni...» 11. Parte prima

INDICE SOMMARIO. Presentazione... pag. 7 Avvertenza...» 9 Abbreviazioni...» 11. Parte prima Presentazione... pag. 7 Avvertenza...» 9 Abbreviazioni...» 11 Parte prima Codice civile Codice civile 1. R.D. 16 marzo 1942, n. 262. Approvazione del testo del Codice civile...» 25 2. R.D. 30 marzo 1942,

Dettagli

RISOLUZIONE N. 22/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 22/E QUESITO RISOLUZIONE N. 22/E Direzione Centrale Normativa Roma, 2 aprile 2013 OGGETTO: Consulenza giuridica. Applicabilità della detrazione fiscale del 36 per cento, prevista dall art. 16-bis del TUIR, alle spese

Dettagli

INIZIATIVE ENIA NEL CAMPO DELL ENERGIA: IL TELERISCALDAMENTO

INIZIATIVE ENIA NEL CAMPO DELL ENERGIA: IL TELERISCALDAMENTO Convegno Risparmio Energetico e Uso di Fonti Rinnovabili in Edilizia Parma, 2 febbraio 2006 INIZIATIVE ENIA NEL CAMPO DELL ENERGIA: IL TELERISCALDAMENTO Sara Moretti IL TELERISCALDAMENTO: COS E Per teleriscaldamento

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato NASTRI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato NASTRI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 1590 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato NASTRI Norme concernenti la concessione di agevolazioni per la sostituzione di caldaie in

Dettagli

LEGGE 5.3.1990 n 46. D.P.R. 6.12.1991 n 447

LEGGE 5.3.1990 n 46. D.P.R. 6.12.1991 n 447 LEGGE 5.3.1990 n 46 RME PER LA SICUREZZA DEGLI IMPIANTI D.P.R. 6.12.1991 n 447 REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLA LEGGE 1 Che cosa regolamenta la Legge 46/90? 2 In quale modo la Legge 46/90 garantisce la

Dettagli

Disposizioni regionali in materia di esercizio, conduzione, controllo, manutenzione ed ispezione degli impianti termici. Art.

Disposizioni regionali in materia di esercizio, conduzione, controllo, manutenzione ed ispezione degli impianti termici. Art. Consiglio Regionale Disposizioni regionali in materia di esercizio, conduzione, controllo, manutenzione ed ispezione degli impianti termici Art. 1 (Oggetto) 1. Nel rispetto del Titolo V della Costituzione

Dettagli

SCHEDA TECNICA DESCRITTIVA DEL FABBRICATO (ai sensi dell art. 20 L.R. 31/2002 e in considerazione dei contenuti dell art. 481 del Codice Penale)

SCHEDA TECNICA DESCRITTIVA DEL FABBRICATO (ai sensi dell art. 20 L.R. 31/2002 e in considerazione dei contenuti dell art. 481 del Codice Penale) mod. 160 data agg. 07/09/2010 CARTELLA EDILIZIA N. SCHEDA TECNICA DESCRITTIVA DEL FABBRICATO (ai sensi dell art. 20 L.R. 31/2002 e in considerazione dei contenuti dell art. 481 del Codice Penale) INTERVENTO

Dettagli

13 DICEMBRE 2013 9,00 13,00 INCONTRO TECNICO CON PROVINCE E COMUNI. D.P.R. 16 APRILE 2013, n. 74

13 DICEMBRE 2013 9,00 13,00 INCONTRO TECNICO CON PROVINCE E COMUNI. D.P.R. 16 APRILE 2013, n. 74 13 DICEMBRE 2013 9,00 13,00 INCONTRO TECNICO CON PROVINCE E COMUNI D.P.R. 16 APRILE 2013, n. 74 Regolamento sul controllo e la manutenzione degli Assessorato ai Lavori Pubblici ed all Energia Segreteria

Dettagli

PERIZIA GIURATA COSTITUISCE PARTE INTEGRANTE DELLA DOMANDA DEL CERTIFICATO DI AGIBILITA

PERIZIA GIURATA COSTITUISCE PARTE INTEGRANTE DELLA DOMANDA DEL CERTIFICATO DI AGIBILITA Marche da Bollo PERIZIA GIURATA COSTITUISCE PARTE INTEGRANTE DELLA DOMANDA DEL CERTIFICATO DI AGIBILITA Il sottoscritto nato a il ( ), CF residente in Via n. civ. c.a.p. Iscritto della Provincia di con

Dettagli

ASSESSORATO DELLE INFRASTRUTTURE E DELLA MOBILITÀ Decreto 3 agosto 2010. Disposizioni relative alla limitazione della circolazione degli autoveicoli

ASSESSORATO DELLE INFRASTRUTTURE E DELLA MOBILITÀ Decreto 3 agosto 2010. Disposizioni relative alla limitazione della circolazione degli autoveicoli ASSESSORATO DELLE INFRASTRUTTURE E DELLA MOBILITÀ Decreto 3 agosto 2010. Disposizioni relative alla limitazione della circolazione degli autoveicoli nei centri abitati al fine della prevenzione degli inquinamenti

Dettagli

NUOVO CODICE DELLA SICUREZZA IN EDILIZIA

NUOVO CODICE DELLA SICUREZZA IN EDILIZIA ottava edizione NUOVO CODICE DELLA SICUREZZA IN EDILIZIA e sui luoghi di lavoro INDICE Leggi contenute nel CD... DPR19marzo1956n.302 NormediprevenzionedegliinfortunisullavorointegrativediquellegeneraliemanateconDPR27

Dettagli

ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n.

ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n. ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n.160 ) l sottoscritt... nat... a il / / residente in CAP via n. tel. cell.

Dettagli

Comune di San Giuliano Milanese Settore Tecnico e Sviluppo del Territorio Servizio Pianificazione Urbanistica ed Edilizia Privata

Comune di San Giuliano Milanese Settore Tecnico e Sviluppo del Territorio Servizio Pianificazione Urbanistica ed Edilizia Privata Settore Tecnico e Sviluppo del Territorio Servizio Pianificazione Urbanistica ed Edilizia Privata 6.1 Richiesta certificato di agibilità OGGETTO: Richiesta per ottenere il permesso di Agibilità. Al sig.

Dettagli

COMUNE DI BUCCIANO PROVINCIA DI BENEVENTO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA

COMUNE DI BUCCIANO PROVINCIA DI BENEVENTO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA MARCA DA BOLLO COMUNE DI BUCCIANO PROVINCIA DI BENEVENTO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA Riservato all Ufficio ESTREMI DI RIFERIMENTO ARCHIVIAZIONE: Prot. Gen. Pratica Edilizia: n. del / / RICHIESTA CERTIFICATO

Dettagli

Misure e incentivi per l efficienza energetica

Misure e incentivi per l efficienza energetica Misure e incentivi per l efficienza energetica Docente incaricato in Economia e Gestione delle Imprese Dipartimento B.E.S.T. - Politecnico di Milano Indice 1. Finanziaria 2007. Agevolazioni per il risparmio

Dettagli

Novità Fiscali della Legge 90/2013 di conversione del DL 63 del 4/6/2013 e altre novità

Novità Fiscali della Legge 90/2013 di conversione del DL 63 del 4/6/2013 e altre novità CIRCOLARE agosto 2013: Novità Fiscali della Legge 90/2013 di conversione del DL 63 del 4/6/2013 e altre novità La legge n. 90 del 3/8/2013 di conversione del DL n. 63 del 4 giugno 2013 ha introdotto alcune

Dettagli

COMUNE DI MONDAVIO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA P. zza Matteotti 2-61040 Mondavio (PU)

COMUNE DI MONDAVIO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA P. zza Matteotti 2-61040 Mondavio (PU) COMUNE DI MONDAVIO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA P. zza Matteotti 2-61040 Mondavio (PU) protocollo BOLLO PRATICA N PROCEDIMENTO DI AGIBILITÀ (art.25 D.P.R. n. 380/01) Il/la sottoscritto/a nato a il codice

Dettagli

Regolamento Edilizio Comunale

Regolamento Edilizio Comunale COMUNE DI CALUSCO D ADDA Provincia di Bergamo Allegato Energetico al Regolamento Edilizio Comunale adottato con deliberazione consiliare n. approvato con deliberazione consiliare n. PREMESSA L Unione Europea,

Dettagli

COSA C E e COME SCEGLIERLI

COSA C E e COME SCEGLIERLI DETRAZIONI FISCALI ed INCENTIVAZIONI per RISTRUTTURAZIONI e RIQUALIFICAZIONI: COSA C E e COME SCEGLIERLI DETRAZIONI FISCALI Si dividono in due tipologie: - detrazioni del 65% spettanti per interventi di

Dettagli

Gestione delle centrali termiche condominiali: il quadro vigente in Emilia Romagna

Gestione delle centrali termiche condominiali: il quadro vigente in Emilia Romagna Bologna, 19 novembre 2014 Gestione delle centrali termiche condominiali: il quadro vigente in Emilia Romagna Risparmio energetico? Benvenuto nel Club! DPR 74/2013 (1) Regolamento recante definizione dei

Dettagli

RICHIESTA CERTIFICATO DI AGIBILITA' (artt. 24-25 del D.P.R. 380 del 2001 e ss.mm.ii. - art. 41 L.R. 23/85 e ss.mm.ii.) ISPA 24

RICHIESTA CERTIFICATO DI AGIBILITA' (artt. 24-25 del D.P.R. 380 del 2001 e ss.mm.ii. - art. 41 L.R. 23/85 e ss.mm.ii.) ISPA 24 AL DIRIGENTE DEL SETTORE DEI SERVIZI AL PATRIMONIO ED AL TERRITORIO UFFICIO EDILIZIA PRIVATA P.ZZA GALLURA, 3-07029 TEMPIO PAUSANIA Marca da bollo RICHIESTA CERTIFICATO DI AGIBILITA' (artt. 24-25 D.P.R.

Dettagli

DICHIARAZIONE DI AGIBILITÀ (ai sensi dell art. 25, comma 5bis del D.P.R. n. 380/2001 1, dell art. 3.1.6 del R.L.I. 2 e dell art. 4 del R.E.

DICHIARAZIONE DI AGIBILITÀ (ai sensi dell art. 25, comma 5bis del D.P.R. n. 380/2001 1, dell art. 3.1.6 del R.L.I. 2 e dell art. 4 del R.E. Mod. AGIB_RICH Rev. 01 del 2015/07/13 Pagina 1 di 8 parte riservata al Protocollo generale Comune di Arese Settore Gestione del Territorio, Ambiente e Attività Produttive Via Roma n. 2 20020 - Arese (MI)

Dettagli

L EFFICIENZA ENERGETICA NEGLI EDIFICI

L EFFICIENZA ENERGETICA NEGLI EDIFICI EFFICIENZA ENERGETICA NELL EDILIZIA TRA INNOVAZIONE E TRADIZIONE L EFFICIENZA ENERGETICA NEGLI EDIFICI Ing. EZIO PIREDDU Commissione Energia e Impianti Ordine degli Ingegneri della provincia di Cagliari

Dettagli

Parte riservata all ufficio P.A. n. / Responsabile del Procedimento: Istruttore Tecnico: _l_ sottoscritt_ nat_ a il - - residente in via/piazza n.

Parte riservata all ufficio P.A. n. / Responsabile del Procedimento: Istruttore Tecnico: _l_ sottoscritt_ nat_ a il - - residente in via/piazza n. Mod. AGIB_DOM Rev. 01 del 2015/07/13 Pagina 1 di 7 parte riservata al Protocollo generale Comune di Arese Settore Gestione del Territorio, Ambiente e Attività Produttive Via Roma n. 2 20020 - Arese (MI)

Dettagli

ALLEGATO A CRITERI GENERALI PER LA PROGETTAZIONE

ALLEGATO A CRITERI GENERALI PER LA PROGETTAZIONE ALLEGATO A CRITERI GENERALI PER LA PROGETTAZIONE I criteri a cui fare riferimento per la progettazione sono quelli di seguito indicati e, comunque, quelli volti all utilizzo di soluzioni sperimentali e

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA PREMESSA...3 DESCRIZIONE DELLO STATO DI FATTO... 3 DESCRIZIONE DEL PROGETTO... 4 OPERE CIVILI...6 NORME DI RIFERIMENTO...7 NORME RELATIVE ALLA SICUREZZA ED ALLA PREVENZIONE INCENDI... 7 NORME RELATIVE

Dettagli

ESERCIZIO E MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI

ESERCIZIO E MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI ESERCIZIO E MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI SERVIZIO AMBIENTE Maso Smalz via Ghiaie n. 58 Tel. 0461/884935 884936 Fax 884940 E-mail: servizio_ambiente@comune.trento.it dicembre 2005 ESERCIZIO E MANUTENZIONE

Dettagli

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE. di concerto con IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE. di concerto con IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DECRETO 6 agosto 2009 Disposizioni in materia di detrazioni per le spese di riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente, ai sensi dell'articolo 1, comma 349, della legge 27 dicembre 2006,

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA PREMESSA... 3 DESCRIZIONE DELLO STATO DI FATTO... 3 DESCRIZIONE DEL PROGETTO... 4 OPERE CIVILI... 6 NORME DI RIFERIMENTO... 8 NORME RELATIVE ALLA SICUREZZA ED ALLA PREVENZIONE INCENDI... 8 NORME RELATIVE

Dettagli

ATTESTAZIONE DI AGIBILITÀ PER EDILIZIA ABITATIVA (ai sensi dell art. 25 comma 5 bis D.P.R. 380/2001 e ss.mm.)

ATTESTAZIONE DI AGIBILITÀ PER EDILIZIA ABITATIVA (ai sensi dell art. 25 comma 5 bis D.P.R. 380/2001 e ss.mm.) ATTESTAZIONE DI AGIBILITÀ PER EDILIZIA ABITATIVA (ai sensi dell art. 25 comma 5 bis D.P.R. 380/2001 e ss.mm.) Spazio riservato all'ufficio Pratica n. Archiviata n. del Marca da bollo di 16,00 Al Responsabile

Dettagli

Tecnofumi Srl. Testi leggi

Tecnofumi Srl. Testi leggi Testi leggi NORMA EN 1856/1e norma 1856/2 del 2003 - Marcatura CE La norma riguarda i proddotti Doppia parete ed i sistemi camino. Sintesi: la presente norma istituisce la Marcatura CE, fissando i requisiti

Dettagli

DICHIARAZIONE DI AGIBILITA DI EDIFICI DESTINATI AD ATTIVITA ECONOMICHE

DICHIARAZIONE DI AGIBILITA DI EDIFICI DESTINATI AD ATTIVITA ECONOMICHE MODULISTICA UNIFICATA REGIONE LOMBARDIA (ai sensi dell art. 5 della l.r. 1/2007) Al Comune di Merlino Settore Tecnico Sede DICHIARAZIONE DI AGIBILITA DI EDIFICI DESTINATI AD ATTIVITA ECONOMICHE Il/La sottoscritto/a

Dettagli

SICUREZZA DEGLI IMPIANTI GARANZIA DI CONFORMITA' E RELATIVE CERTIFICAZIONI CONSEGNA DI DOCUMENTI DOPO IL D.L. 25 GIUGNO 2008, N.

SICUREZZA DEGLI IMPIANTI GARANZIA DI CONFORMITA' E RELATIVE CERTIFICAZIONI CONSEGNA DI DOCUMENTI DOPO IL D.L. 25 GIUGNO 2008, N. !!"#$%%$&'!!"#%$%! ()*+,-. *,*""///+, &*0#&%1%2* $! 3%! SICUREZZA DEGLI IMPIANTI GARANZIA DI CONFORMITA' E RELATIVE CERTIFICAZIONI CONSEGNA DI DOCUMENTI DOPO IL D.L. 25 GIUGNO 2008, N. 112 - FONTI NORMATIVE.

Dettagli

COMUNE DI BERTINORO Provincia Forlì-Cesena

COMUNE DI BERTINORO Provincia Forlì-Cesena COMUNE DI BERTINORO Provincia Forlì-Cesena PROTOCOLLO Settore Tecnico Urbanistica Servizio Edilizia Privata SCHEDA TECNICA DESCRITTIVA Dati della denuncia di inizio attività/permesso di costruire: (Legge

Dettagli

Richiesta di Agibilità e Dichiarazione di conformità ai sensi dell art.25, comma 1, lettera b del D.P.R. 6 giugno 2001, n.380

Richiesta di Agibilità e Dichiarazione di conformità ai sensi dell art.25, comma 1, lettera b del D.P.R. 6 giugno 2001, n.380 N. Prot. Bollo.16,00 Provincia dell Aquila Sportello Unico per l Edilizia ALLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA DEL PROCEDIMENTO DI CERTIFICAZIONE DI AGIBILITÀ (art.25 D.P.R. n. 380/01) Il sottoscritto cod.

Dettagli

ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n.

ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n. Spazio riservato al Servizio SUAP - Comune di Galatone -Lecce AGIBILITA' n del ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010

Dettagli