Vicini di casa, vicini di vita

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Vicini di casa, vicini di vita"

Transcript

1 Vicini di casa, vicini di vita di Alberto Rizzardi e Generoso Simeone Il buon vicinato ai tempi dei social network. Può sembrare un eresia, visto tutto quel che è stato detto in questi anni sulla contraddizione, più che sulla cooperazione, tra questi due aspetti della vita moderna e sulla capacità delle nuove tecnologie di distrarre e astrarre dalla realtà, con milioni di utenti che sono in contatto ogni giorno con decine di amici in giro per il mondo, salvo poi non rivolgere la parola e magari non sapere neanche il nome del dirimpettaio. Tutte cose vere. Ma c è anche l opposto. Ovvero la tecnologia che si mette a disposizione della realtà. Un social network, il più popolare, che diventa la chiave virtuale per aprire le porte reali del vicinato 2.0. Social street è un idea nata a Bologna un anno fa, nel settembre 2013, quando il giornalista Federico Bastiani, toscano di nascita ma felsineo d adozione, cercava bambini con cui fare giocare il figlio, dopo essersi trasferitosi in quella via Fondazza in cui visse anche il pittore Giorgio Morandi. 12. scarp de tenis settembre 2014

2 l inchiesta Una volta si chiamava buon vicinato quella cortesia, tipica dei piccoli centri, che garantiva una sorta di protezione sociale non solo da parte di amici e famigliari ma anche di vicini di casa. Oggi, ai tempi di internet, in pochi avrebbero scommesso sulla voglia delle persone che vivono nella stessa zona di conoscersi e stare insieme. Il successo delle social street, nato grazie soprattutto all uso di internet e dei social network la dice lunga sulla voglia delle persone di socializzare. Nella grandi città ma non solo. Nata a Bologna, in via Fondazza il concetto di social street si è presto espanso in tutta Italia e all estero settembre 2014 scarp de tenis.13

3 Vicini di casa, vicini di vita Come fare Aprire una social street è facile, basta la voglia di mettersi in gioco Sono tanti i motivi per cui si dovrebbe aprire una social street. Fare amicizia con i vicini, trovare persone con cui condividere passioni ed hobby. A volte basta davvero poco per creare una comunità viva e accogliente. Ecco i suggerimenti messi on line da sito che raccoglie tutte le social street nate in italia. Perché aprire una social street? Vi siete appena trasferiti in una città e non conoscete nessuno? Camminate per la strada dove vivete da tanto tempo, vedete sempre le stesse facce ma non sapete esattamente chi sono i vostri vicini? Vi piacerebbe prendere un caffè con loro? Allora dovreste proprio aprire una social street. Quali problemi concreti possono essere risolti? Potenzialmente tutti, ma l obiettivo del social street, oltre alla socialità, è risolvere piccole problematiche. Dovete cambiare il frigorifero? Perché metterlo su ebay, creare un annuncio, pagare una commissione, pagare un trasporto quando magari il vostro vicino di casa ne sta cercando proprio uno come il vostro? Avete un bambino piccolo che gioca sempre da solo e volete invece che interagisca con gli altri bambini della strada ma non sapete se ci sono famigliole nei pressi o non sapete come approcciarli? Dovreste aprire una social street. Vi siete appena trasferiti e non sapete chi è il medico di famiglia più bravo vicino a voi? Le pagine gialle non te lo possono dire ma il tuo vicino di casa forse può dirtelo. Oltre alla condivisione cosa si può fare? Una volta stabilito un legame con i vicini si possono organizzare eventi di strada, pranzi dei residenti, concerti, organizzare la pulizia della strada in modo autonomo dove il Comune non provvede. Questi tipi di iniziative richiedono ovviamente più impegno ma quando il gruppo è creato e funziona, si possono realizzare anche progetti più complessi. Un iniziativa partita da un bisogno privato e rivelatasi ben presto una felice intuizione: è bastato qualche volantino affisso nella via per dare il via a un rapido e positivo contagio, che ha dapprima interessato le poche centinaia di metri di via Fondazza (più di 900 oggi gli iscritti al gruppo su un totale di circa duemila residenti) per poi estendersi al resto d Italia e, addirittura, al mondo, con esempi in Portogallo, Brasile e Nuova Zelanda. Ben 300 social street in Italia Sono 300 oggi le social street mappate sul portale nazionale di riferimento Con un motto che ben sintetizza lo spirito che anima l iniziativa: dal virtuale, al reale, al virtuoso. 14. scarp de tenis settembre 2014 E un obiettivo ben chiaro: partire da un interazione in rete per arrivare a socializzare nella vita reale con i vicini della propria strada o quartiere di residenza, instaurando un legame, condividendo necessità, scambiandosi professionalità e conoscenze, portando avanti progetti collettivi d interesse comune. Qualche numero (in costante aggiornamento): sono 58 le social street attive a Bologna e in provincia; 45 a Milano (da Lambrate a piazzale Gambara, da via Sarpi al quartiere Isola), con i primi esempi anche nell hinterland; 26 a Roma e dintorni. Ma non ci sono solo le grandi città: il fenomeno social street è arrivato anche nei centri più piccoli, da nord a sud. La Lombardia è la regione che, dopo la natia Emilia, sembra aver meglio risposto alla sollecitazione con una settantina di gruppi di quartiere creati in pochi mesi. In ognuna di queste realtà il meccanismo è il medesimo. E piuttosto semplice: si apre un gruppo chiuso su Facebook, si sparge la voce e si distribuisce qualche volantino in zona. In breve tempo la bacheca diventa una piccola, grande piazza virtuale dove poter chiedere consigli, offrire servizi, dare indicazioni, ma anche organizzare incontri, eventi e attività comuni. Sì, perché le social street non servono solo per chiedere una mano per un trasloco e per dipingere casa o per scovare il parrucchiere e il ristorante migliori della zona. Sono anche un vivace incubatore di idee e proposte per migliorare gli spazi e la vita della zona in cui si vive. Appuntamenti per tutti i gusti Sono decine, in questo senso, le iniziative organizzate in tutta la penisola:dai concerti di via Fondazza alla piccola biblioteca gratuita creata in un altra social street bolognese, quella di via del Triumvirato; dalla riqualificazione delle aree verdi del gruppo lodigiano Campo di Marte e Oltre Adda alle decorazioni urban x stich (i graffiti a punto e croce) realizzate dai residenti nelle vie del centro di Marina-Finale Ligure sull impalcatura che ricopre la facciata della Basilica barocca di San Giovanni Battista in attesa dell inizio dei restauri; passando per pranzi collettivi, flash mob, aste benefiche, biciclettate e partite di calcetto. In poche parole, ci si dà una mano e si sta insieme per vivere meglio, ricreando quell atmosfera di paese nel senso migliore del termine: «Ci si ferma per strada, ci si saluta, si dà un volto alle persone che si sono conosciute su Facebook, spiega il fondatore, Federico Bastiani creando quel clima generale di positività che rende poi facile portare avanti i vari progetti. All inizio non pensavo che il mio messaggio venisse preso in considerazione. Mi aspettavo aderissero una ventina di persona all iniziativa di via Fondazza, e sarebbe già stato un buon risultato. Non mi aspettavo un tale successo, ma a distanza di un anno, pensandoci bene, la cosa non è così sorprendente: social street non fa altro che ravvivare una socialità perduta. L uomo è un animale sociale da sem-

4 Social street in Oceania Un momento di festa per i bambini delle famiglie che hanno dato via alla social street di Glenduan, piccola e incantevole località di mare, affacciata sullo stretto di Cook, a un quarto d ora d auto dalla città di Nelson in Nuova Zelanda l inchiesta pre. Negli ultimi decenni la società è talmente cambiata che, forse, ce ne siamo dimenticati. Oggi con un computer e una connessione internet si pensa di essere padroni del mondo e di poter far tutto, dagli acquisti online alle amicizie virtuali, nella convinzione che si risparmi tempo e fatica. In realtà magari un risparmio c è ma ci siamo disabituati a stare insieme agli altri e a confrontarci. Social street non fa niente di eclatante, vuole solo riattivare questo circuito. Qualcuno ci ha chiamati acceleratori di fiducia, una definizione che mi piace molto perché credo riassuma alla perfezione lo spirito che sta dietro questa iniziativa: la fiducia è la chiave di volta su cui si può costruire tutto il resto». In quella che il sociologo polacco Zygmunt Bauman ha definito modernità liquida, in cui tutti noi viviamo in due mondi paralleli e differenti (online e offline), la diffusione delle social street può essere analizzata come una delle varie componenti dell esplosione della cosiddetta sharing economy, ovvero la condivisione di beni e servizi a tutto tondo, dalla casa agli spazi di lavoro, dal noleggio di auto e biciclette allo scambio di oggetti. settembre 2014 scarp de tenis..15

5 Vicini di casa, vicini di vita Tutto ciò, che, fino a poco tempo fa, rappresentava in Italia una nicchia, pur di eccellenza, sta diventando una realtà assai diffusa, soprattutto al nord. Secondo un indagine Doxa, gli utenti che nel nostro Paese hanno già utilizzato almeno una volta un servizio di sharing sono il 13%, prevalentemente uomini, di età compresa tra i 18 e i 34 anni, laureati e residenti nei grandi centri. Ma le social street hanno qualcosa in più: «Siamo stati inquadrati spesso come fenomeno della sharing economy o come banche del tempo spiega Bastiani. Questi aspetti si manifestano senza dubbio nei vari gruppi, ma perché c è stato un passo precedente, cioè un lavoro affinché tutto ciò non rimanga solo a livello virtuale ma diventi un interazione reale. Senza nulla togliere alla tecnologia, che, anzi, ha avuto un ruolo decisivo nella diffusione delle social street. Anche perché ci sono vari livelli di socialità: se qualcuno, per esempio, vuole contribuire dando solo indicazioni e suggerimenti, senza scendere in strada, è comunque libero di farlo. Il passaggio successivo, quello cioè di portare la gente per strada e farla incontrare, è l azione che richiede più tempo e fatica. Un acceleratore di fiducia e socialità, dunque, che opera con una filosofia antieconomica, anche se si crea, in modo quasi naturale, un economia di ritorno che consente di star bene e ridurre gli sprechi. Nessun tornaconto economico Il che, in un periodo di crisi, non fa mai male: «Non credo, tuttavia, che le social street si siano diffuse per la crisi economica precisa Bastiani. La maggior parte delle interazioni e degli scambi dei vari gruppi non sono su base economica, ma gratuiti, e nascono dalla voglia di aiutare gli altri. Questo genera un economia di ritorno che è ben maggiore di una mera quantificazione in denaro». Il vero tornaconto, semmai, avviene in termini relazionali. Gli esempi sono tanti: da chi è in partenza per le vacanze e regala il cibo rimasto nel frigorifero ai vicini; al nuovo arrivato che, necessitando di una connessione internet per lavoro, chiede se si possono dividere le spese per una delle tante adsl criptate già presenti in zona; dal giovane in cerca di lavoro che fa circolare la voce tra persone conosciute all anziano costretto a letto con una gamba rotta che chiede un aiuto per fare la spesa. Le social street sono soprattutto questo.. Festa in strada Grande cena per strada per i residenti in Campo di Marte e Oltreadda di Lodi Lucia e via Maiocchi: «Bello sta La social street milanese è nata dalla volontà di conoscere i propri vicini di casa: inaug 16. scarp de tenis settembre 2014 Stasera si mangiano le prime zucchine spuntate dalla terra. Zucchine coltivate qui, in piazza 8 novembre, alla fine di via Maiocchi. Siamo a Milano, zona borghese, semi-centrale e ben abitata, a due passi da Porta Venezia, in mezzo ai palazzi e alle strade, al cemento e all asfalto. In un fazzoletto di verde anonimo, recintato, insignificante, che serve a fare da spartitraffico all incrocio tra le vie e la piazza. Qui, stasera, con una pentola di pasta fredda alle verdure e un paio di bottiglie di vino bianco, si sono ritrovati i ragazzi (nella foto a sinistra) della social street di via Maiocchi, una delle prime nate a Milano, forse la più attiva in città nell organizzare eventi e iniziative. Un anno ricco di successi Lucia è la fondatrice: «Stasera ci ritroviamo per festeggiare con un aperitivo molto semplice la nascita delle prime zucchine di questo piccolo orto urbano. Ci stiamo occupando dell aiuola in modo spontaneo. Così come spontaneamente è nata la nostra social street». Novembre 2013, Lucia sente parlare di via Fondazza a Bologna e pensa che potrebbe replicare il modello. E così

6 re insieme» urato anche un orto urbano tappezza di volantini la strada in cui abita. Vuoi conoscere i tuoi vicini di casa? Iscriviti al gruppo Facebook della social street di via Maiocchi». «Dopo due settimane ricorda Lucia entrano nel gruppo 20 persone. Ci incontriamo e decidiamo di organizzare una festa di quartiere entro la fine dell anno. Una signora mette a disposizione uno spazio. Ci diamo da fare per pubblicizzare l evento riempiendo il quartiere di cartelli. È un successo. Quella domenica pomeriggio partecipano oltre 200 persone di tutte le età, bambini e anziani compresi. Ognuno porta qualcosa da mangiare. Facciamo una lotteria con i biglietti gratis e con i premi regalati da ognuno di noi. C è la musica, parliamo, ci conosciamo, stia- l inchiesta All estero Portogallo, Brasile e Nuova Zelanda le social street conquistano il mondo Dall Europa al Sudamerica fino all Oceania. Le social street hanno presto varcato i confini nazionali, esportando nel mondo un idea tutta italiana che ha incontrato una voglia di socialità evidentemente globale. Sono 19 le social street mappate oggi a livello internazionale. La maggior parte di queste (16) si trova in Europa: 1a testa per Croaza, a Rijeka (Fiume) e Spagna, a Barcellona; le altre 14 in Portogallo, distribuite da nord a sud sia nei grandi centri come Lisbona, Estoril e Porto, sia nelle realtà più piccole come Agualva-Cacém, Carcavelos, Maia e la sua freguesia Águas Santas, Pinhal Novo e Vila Nova de Gaia. Le social street portoghesi sono ancora in fase embrionale: «Tutto è partito lo scorso febbraio racconta Carla Isidoro, che gestisce social street Portugal. Nelle prime settimane ci siamo dedicati all apertura della pagina Facebook di riferimento nazionale, informando media e cittadini. Quando abbiamo ricevuto le prime richieste da varie zone del Paese, abbiamo dato una mano ai singoli gruppi a compiere i primi passi, spiegando la logica che vi sta dietro. Abbiamo, poi, iniziato a organizzare i primi eventi come escursioni a piedi o partite di calcio. In una social street alla periferia di Lisbona i residenti sono riusciti a risolvere un annoso problema legato a un parcheggio della zona, dopo averne discusso all interno del gruppo». Delle 4 social street presenti nella capitale lusitana una delle più attive è quella che riunisce, dal marzo scorso, i residenti di Avenida Almirante Reis, lunghissimo viale che attraversa in verticale il centro della città, collegando Praça Francisco Sá Carneiro a Rua da Palma. Quì, in una delle zone più multiculturali di Lisbona, il gruppo ha organizzato una serie di eventi, tra cui un torneo di calcio, passeggiate e visite guidate, persino una mostra-concorso fotografica, in cui ai residenti è stato chiesto di portare un istantanea della strada per ricostruirne la storia e i mutamenti negli anni. In Brasile le social street attive (da poco) sono due: quella di Solar dos Evangelistas a Fortaleza e quella del Bairro Santa Teresa a Belo Horizonte, uno dei quartieri più tradizionali della metropoli, caratterizzato da palazzi bassi, bar e ristoranti di un tempo, negozi di abbigliamento di piccole firme. «L aspetto del quartiere agevola molto la socializzazione e la fiducia tra i residenti spiega la referente del gruppo Claudia Bortune, salentina di nascita e brasiliana d adozione. Mi sono chiesta a lungo se fosse il caso di creare una social street in un luogo che, forse, ne aveva già di implicite, ma poi mi son detta che avrebbe potuto aiutare i nuovi arrivati a stabilire buone relazioni. Ho saputo del progetto grazie una mia amica che vive a Livorno e che ha partecipato ad alcuni incontri nella sua città. È stata una grande scoperta sapere che questo progetto è nato proprio a Bologna, dove ho vissuto sei anni». E così, a fine maggio, ha preso il via il gruppo (27 gli iscritti attuali), il cui cammino è stato, però, rallentato dai Mondiali di calcio: «Il Brasile ha ricominciato a funzionare ad agosto continua Claudia, quindi ho iniziato a organizzare i primi eventi da questa data. La risposta dei residenti finora è stata molto positiva, anche se poco propositiva. Come in tutti i gruppi che nascono tra sconosciuti, chi aderisce si aspetta di ricevere. Per questo il mio ruolo sarà quello di alimentare il gruppo il più possibile nei prossimi mesi». In Nuova Zelanda, infine, sulle coste al nord dell isola meridionale del Paese, è attiva la social street che riunisce i residenti di Glenduan, piccola e incantevole località di mare, affacciata sullo stretto di Cook, a un quarto d ora d auto dalla città di Nelson. Una ventina (sulle 120 famiglie totali residenti) le persone che fanno parte del gruppo, creato nel febbraio scorso dall insegnante Tonnie Uiterwijk. Tra le iniziative organizzate: grigliate, giochi pomeridiani per genitori e figli e attività informative sulla riserva marina di Glenduan. settembre 2014 scarp de tenis.17

7 Vicini di casa, vicini di vita mo bene». Da allora funziona così: si lancia un idea sul gruppo Facebook e chi vuole aderisce. Lo stesso orto urbano dove si coltivano le zucchine è nato così. Oggi fanno parte del gruppo 880 persone. Dal web si moltiplicano le occasioni di incontro. Si organizzano colazioni e aperitivi. Ci si ritrova per cucinare assieme, fare gare di play station, allestire set fotografici, giocare con i bambini. L età media va dai 35 ai 45 anni. La maggior parte delle persone non è di Milano. Per chi ha poca dimestichezza con il computer c è la bacheca del bar di quartiere dove si appendono volantini e cartelli. Chiedo a Lucia perché l ha fatto. «Sono di Varese, abito a Milano da più di due anni, non sapevo chi fossero i miei vicini e volevo conoscerli. Ho scoperto che anche altri avevano questo desiderio. Il nostro obiettivo è mettere in relazione le persone, aprire le porte di casa, condividere esperienze. Però 18. scarp de tenis settembre 2014 funziona solo se si conserva la spontaneità». Verdura a Km zero Aperitivo in strada per assaggiare le prime zucchine dell orto urbano di via Maiocchi Bello conoscere i vicini Conferma tutto Veronica. «La mia famiglia è di Pantelleria dice, vivo a Milano dall età di dieci anni, ma nella mia via non ho mai conosciuto nessuno. Adesso è diverso. Mi capita di salutare chi incontro per strada. Mi piace». Veronica fa parte del gruppo dall inizio, l ha visto crescere. «Hai il lavoro aggiunge i tuoi amici, la famiglia, ma non sai chi ti abita accanto. Non è vero che non c è tempo per questo tipo di rapporti. C è solo molta diffidenza. Soffrono soprattutto quelli che non sono di Milano perché non hanno una rete di relazioni. Nella social street non è che devi trovare nuovi amici. Magari ti capita di avere a che fare con persone che non ti piacciono e che non credevi di poter frequentare, magari per opinioni politiche diverse dalle tue. Però il fatto di conoscersi ti fa cambiare la percezione del posto in cui vivi, si crea uno spirito di gruppo. Forse sono piccole cose, ma ora a me dispiacerebbe lasciare questa zona». Rachele offre lo spumante e racconta: «Ho conosciuto la social street perché avevano organizzato una iniziativa ed ero curiosa. In un enoteca avevano messo una specie di palco dove chiunque poteva salire ed esporre per cinque minuti la propria idea. Tante le proposte, ricordo ad esempio chi voleva riempire il quartiere di bat-box, rifugi per pipistrelli mangia-zanzare. Io non ho proposto nulla, però mi sono molto divertita e ho conosciuto un po di gente». Riccardo è di Napoli, lavora a Milano da un paio d anni. «Mi piacerebbe che l esperienza della social street raggiungesse anche altri quartieri, specie quelli di periferia, dove pur ci sono problematiche diverse. Secondo me può funzionare anche altrove, perché le condizioni ci sono. È un problema di tutta la città quello di non conoscersi tra vicini di casa». Un aiuto ai più sfortunati In via Maiocchi si pensa anche a chi è meno fortunato e le occasioni per stare assieme non sono solo di svago o divertimento, ma anche per iniziative di solidarietà. «In questi mesi conclude Lucia abbiamo organizzato un aperitivo per trovare fondi da destinare a un associazione di volontariato e abbiamo promosso una raccolta di indumenti per i profughi siriani che transitano nella nostra città. Abbiamo anche voluto conoscere ed entrare in relazione con il senzatetto che vive nella nostra strada per capire se potevamo aiutarlo». Perché in via Maiocchi, come altrove, le social street sono strade che guardano anche al sociale..

8 l inchiesta Il progetto Legami e socialità, la scommessa di Niguarda Via Demonte e via Ciriè sono due strade del quartiere Niguarda di Milano. Se le percorri scopri che, parcheggiate ai lati, non ci sono automobili nuove. Le vetture che stazionano accanto ai marciapiedi sono di dieci-quindici anni fa. Lo capisci dalla tipologia dei modelli e te ne accorgi anche dalle lettere delle targhe. Da queste parti non si cambia l'auto di frequente. Oppure si acquistano veicoli usati. Da queste parti la gente abita nelle case popolari. Con giardino e balconi, ma pur sempre case popolari. È qui che Roberto sta cercando di mettere in piedi una social street. Lui non vive qui, è un operatore sociale del Consorzio SIS che, insieme ad altre cooperative e associazioni, sta attuando Niguarda Noi, un progetto finanziato dal Comune per la promozione della coesione sociale. «Questa spiega Roberto è una zona di Milano con tanti problemi, legati principalmente al tasso di disoccupazione che negli ultimi due anni è diventato impressionante. Poi c'è la difficile convivenza con gli immigrati, che ancora non si sono ben inseriti nel contesto sociale e cittadino. Nelle strutture dell'aler ci sono persone che vivono lì da 50 anni. Noi stiamo già lavorando con il nostro progetto, ma abbiamo pensato che inventare una social street potesse essere un'opportunità in più. Ne avevo sentito parlare e ho pensato che avrebbe potuto funzionare anche da noi. Anzi, qui ce n'è ancora più bisogno». Al gruppo creato su Facebook, in una settimana, si sono iscritte 70 persone. La prima iniziativa, a fine maggio, è stata un'aperitivo organizzato in un locale del quartiere e pubblicizzato anche con dei volantini distribuiti per strada. È andato bene, i partecipanti si sono uniti agli altri clienti del bar e si è creata una bella atmosfera. A luglio è stata programmata una caccia al tesoro. «Stiamo puntando racconta Roberto su una partecipazione che parta dal basso e coinvolga sempre più persone. Non ci aspettavamo un riscontro già così positivo. Per settembre ci piacerebbe organizzare un grande evento nei cortili dei palazzi, dove le persone si portano la sedia da casa e possono così assistere a spettacoli e concerti. Noi al Consorzio abbiamo diverse idee, ma vorremmo che le proposte venissero anche dai residenti. Ci piacerebbe che accadesse quello che avviene già nelle altre social street, come ad esempio la condivisione degli alimenti. Se ho del cibo in frigo e sto per andare in vacanza, lo scrivo su Facebook e qualcuno si fa avanti per ritirarlo e consumarlo. Al di là delle iniziative che potremmo organizzare, infatti, il nostro obiettivo è combattere l'individualismo ed evitare che le persone si chiudano nelle proprie case e vivano isolate dal resto della comunità». Dai una mano a chi ti dà una mano. Saf Acli ti segue nell assunzione e gestione del rapporto di lavoro con la tua colf, badante o baby-sitter. Professionalità e attenzione a prezzi contenuti. Il nostro servizio comprende anche la consulenza, l orientamento legale e il costante aggiornamento interpretativo in merito a previdenza e fiscalità del rapporto di lavoro domestico. Numero Verde Seguici su:

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

in evidenza 2013-2014

in evidenza 2013-2014 in evidenza 2013-2014 Liberty of the Seas, la nave più incredibile del Mediterraneo A inaugurare gli imbarchi da Napoli sarà Liberty of the Seas, una nave straordinaria in partenza per la prima volta dall

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse)

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) I PRONOMI PERSONALI PRONOMI PERSONALI SOGGETTO Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) Ella, esso, essa sono forme antiquate. Esso,

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e DIAGNOSTIC TEST - ITALIAN General Courses Level 1-6 This is a purely diagnostic test. Please only answer the questions that you are sure about. Since this is not an exam, please do not guess. Please stop

Dettagli

Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)?

Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)? Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)? Molti di voi avranno sentito parlare di gare in cui i cani concorrono in esercizi di olfatto, come la ricerca, o gare di agility e di

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Tip #2: Come siriconosceun leader?

Tip #2: Come siriconosceun leader? Un saluto alla Federazione Italiana Tennis, all Istituto Superiore di Formazione e a tutti gli insegnanti che saranno presenti al SimposioInternazionalechesiterràilprossimo10 maggio al ForoItalico. Durante

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ: 2014-2015 Μάθημα: Ιταλικά Επίπεδο: Ε1 Διάρκεια: 2 ώρες Υπογραφή

Dettagli

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16 ALLA SCUOLA MATERNA Marzia: Buongiorno, sono venuta per iscrivere il mio bambino. Maestra: Buongiorno, signora. Io sono la maestra. Come si chiama il bambino. Marzia: Si chiama Renatino Ribeiro. Siamo

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

IN CITTÀ UNITÁ 6. Paula non è molto contenta perché ha poche amiche e questa città le piace poco; invece le altre città italiane le piacciono molto.

IN CITTÀ UNITÁ 6. Paula non è molto contenta perché ha poche amiche e questa città le piace poco; invece le altre città italiane le piacciono molto. IN CITTÀ Paula è brasiliana ed è in Italia da poco tempo. Vive in una città del Nord. La città non è molto grande ma è molto tranquilla, perché ci sono pochi abitanti. In centro ci sono molti negozi, molti

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

I numeri che si ottengono successivamente sono 98-2 = 96 4 = 92 8 = 84 16 = 68 32 = 36 e ci si ferma perché non possibile togliere 64

I numeri che si ottengono successivamente sono 98-2 = 96 4 = 92 8 = 84 16 = 68 32 = 36 e ci si ferma perché non possibile togliere 64 Problemini e indovinelli 2 Le palline da tennis In uno scatolone ci sono dei tubi che contengono ciascuno 4 palline da tennis.approfittando di una offerta speciale puoi acquistare 4 tubi spendendo 20.

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

wewelcomeyou fate la vostra scelta

wewelcomeyou fate la vostra scelta wewelcomeyou fate la vostra scelta State cercando la vostra prossima destinazione per l estate? Volete combinare spiagge splendide con gite in montagna e nella natura? Desiderate un atmosfera familiare

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

Guida agli strumenti etwinning

Guida agli strumenti etwinning Guida agli strumenti etwinning Registrarsi in etwinning Prima tappa: Dati di chi effettua la registrazione Seconda tappa: Preferenze di gemellaggio Terza tappa: Dati della scuola Quarta tappa: Profilo

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

Guida ai Circoli professionali del Rotary

Guida ai Circoli professionali del Rotary Guida ai Circoli professionali del Rotary Rotary International Rotary Service Department One Rotary Center 1560 Sherman Avenue Evanston, IL 60201-3698 USA www.rotary.org/it 729-IT (412) Introduzione ai

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto La Milano che (non) vorrei... 13 aprile 2014 Anche per oggi suona la campanella che annuncia la fine delle lezioni! Insieme ai miei compagni di

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

10 passi. verso la salute mentale.

10 passi. verso la salute mentale. 10 passi verso la salute mentale. «La salute mentale riguarda tutti» La maggior parte dei grigionesi sa che il movimento quotidiano e un alimentazione sana favoriscono la salute fisica e che buone condizioni

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond EBOOK la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond.it indice Capitolo 1 Metodo #1 per aumentare i Mi piace su Facebook: Concorsi 5 Capitolo 5 Metodo #5 per aumentare

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

BUONE AZIONI PER RISPARMIARE

BUONE AZIONI PER RISPARMIARE BUONE AZIONI PER RISPARMIARE A cura del Servizio Socio Assistenziale della Comunità Alta Valsugana e Bersntol in collaborazione con i dipendenti delle Casse Rurali di Pergine Valsugana, Caldonazzo, Levico

Dettagli

COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi

COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi L'equilibrio tra libertà e regole nella formazione dei bambini Incontro Mario Lodi nella cascina ristrutturata a Drizzona, nella campagna tra Cremona

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano?

unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano? unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano? 1. Sofia ha appena ricevuto un e-mail con questo titolo: Se mi dai una mano, arrivo! Secondo te, di che cosa parla il messaggio? Discutine con un compagno.

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA Progetto in rete degli Istituti Comprensivi di: Fumane, Negrar, Peri, Pescantina, S. Ambrogio di Valpolicella, S. Pietro in Cariano. Circolo Didattico

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli