Pratiche amministrative legate all inizio attività. Maria Loreta Raso

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Pratiche amministrative legate all inizio attività. Maria Loreta Raso"

Transcript

1 Pratiche amministrative legate all inizio attività Maria Loreta Raso 1

2 L iniziativa economica privata è libera art. 41, comma1, Cost. 2

3 Chi è imprenditore Chi esercita professionalmente un attività economica organizzata al fine della produzione o dello scambio di beni o servizi. Le grandi categorie imprenditoriali sono le seguenti: gli industriali i commercianti gli esercenti attività di servizio gli agricoltori gli artigiani 3

4 impresa individuale impresa collettiva (società) 4

5 Art c.c. Entro trenta giorni dall inizio dell impresa l imprenditore che esercita un attività commerciale deve chiedere l iscrizione al registro delle imprese nella cui circoscrizione stabilisce la sede... 5

6 Art c.c. Le iscrizioni al registro delle imprese sono eseguite su domanda dell interessato e prima di procedere all iscrizione l ufficio deve accertare il concorso delle condizioni richieste dalla legge 6

7 Presupposto necessario per l iscrizione è quindi il concreto esercizio di un attività commerciale, intesa in senso lato, e che essa sia svolta legittimamente 7

8 Le attività economiche possono distinguersi in: libere disciplinate 8

9 Si intendono libere quelle attività che sono esercitabili liberamente, senza necessità di preventive autorizzazioni, licenze, abilitazioni o dimostrazioni del possesso di requisiti morali e/o professionali vari. Per l iscrizione di queste attività nel registro delle imprese è sufficiente quindi la sola presentazione della domanda, senza che sia richiesta alcuna documentazione allegata. 9

10 Si intendono, invece, disciplinate quelle attività che sono esercitabili soltanto a seguito dell ottenimento di preventive autorizzazioni, licenze, abilitazioni oppure che richiedano la dimostrazione, in capo all imprenditore o, in determinati casi, ad un suo responsabile, del possesso di requisiti morali e/o professionali vari. 10

11 Esempi di attività libere : attività edilizia (esclusa l impiantistica) produzione di prodotti non alimentari (tranne chimici) attività agricola (tranne la florovivaistica) attività di produzione di software e servizi legati all informatica (esclusa l attività di provider) procacciamento d affari 11

12 Esempi di attività disciplinate : commercio, in ogni sua forma (ingrosso, dettaglio, ambulante, elettronico) la mediazione, mobiliare ed immobiliare servizi alla persona (parrucchieri, estetisti) produzione di alimentari trasporti (sia di cose conto terzi, sia di persone) facchinaggio, imprese di pulizia 12

13 Le attività disciplinate possono ancora suddividersi in attività contingentate (es.: esercizi pubblici, panifici con forno, taxisti, commercio ambulante, media e grande distribuzione) non contingentate (es.: esercizi di vicinato, comm. elettronico, preparazioni alimentari da asporto, attività impiantistiche) 13

14 La liberalizzazione del commercio l attività commerciale si fonda sul principio della libertà di iniziativa economica privata... art. 2 d.lgs.114/98 Requisiti per svolgere attività commerciale: morali professionali (necessari solo per settore alimentare) Attività che non richiedono autorizzazioni, ma solo preventiva comunicazione al Comune: esercizi di vicinato commercio elettronico l attività può essere iniziata 30 giorni dopo il ricevimento della comunicazione 14

15 I rimedi per le lungaggini burocratiche La legge n. 241/90, per sburocratizzare i procedimenti e dare certezza agli operatori specie per l avvio delle attività private, ha usato due strumenti: la denuncia di inizio attività (art. 19), per tutte le autorizzazioni vincolate (dove i requisiti sono fissati rigidamente dalla legge) e non contingentate il silenzio assenso (art. 20) per quelle vincolate ma contingentate 15

16 I rimedi per le lungaggini burocratiche Il decreto sulla competitività (d.l.n. 35/05) ha modificato il contenuto queste norme, in particolare riformulando completamente l art. 19 ed eliminando la vecchia DIA, che è diventata dichiarazione di inizio attività 16

17 "Art. 19. (Dichiarazione di inizio attività).1. Ogni atto di autorizzazione, licenza, concessione non costitutiva, permesso o nulla osta comunque denominato, comprese le domande per le iscrizioni in albi o ruoli richieste per l esercizio di attività imprenditoriale, commerciale o artigianale il cui rilascio dipenda esclusivamente dall accertamento dei requisiti e presupposti di legge o di atti amministrativi a contenuto generale e non sia previsto alcun limite o contingente complessivo o specifici strumenti di programmazione settoriale per il rilascio degli atti stessi, con la sola esclusione degli atti rilasciati dalle amministrazioni preposte alla difesa nazionale, alla pubblica sicurezza, all immigrazione, all amministrazione della giustizia, alla amministrazione delle finanze, ivi compresi gli atti concernenti le reti di acquisizione del gettito, anche derivante dal gioco, alla tutela della salute e della pubblica incolumità, del patrimonio culturale e paesaggistico e dell ambiente, nonché degli atti imposti dalla normativa comunitaria, è sostituito da una dichiarazione dell interessato corredata, anche per mezzo di autocertificazioni, delle certificazioni e delle attestazioni normativamente richieste. L amministrazione competente può richiedere informazioni o certificazioni relative a fatti, stati o qualità soltanto qualora non siano attestati in documenti già in possesso dell amministrazione stessa o non siano direttamente acquisibili presso altre pubbliche amministrazioni. 17

18 2. L attività oggetto della dichiarazione può essere iniziata decorsi trenta giorni dalla data di presentazione della dichiarazione all amministrazione competente. Contestualmente all inizio dell attività, l interessato ne dà comunicazione all amministrazione competente. 3. L amministrazione competente, in caso di accertata carenza delle condizioni, modalità e fatti legittimanti, nel termine di trenta giorni dal ricevimento della comunicazione di cui al comma 2, adotta motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell attività e di rimozione dei suoi effetti, salvo che, ove ciò sia possibile, l interessato provveda a conformare alla normativa vigente detta attività ed i suoi effetti entro un termine fissato dall amministrazione, in ogni caso non inferiore a trenta giorni. È fatto comunque salvo il potere dell amministrazione competente di assumere determinazioni in via di autotutela, ai sensi degli articoli 21-quinquies e 21-nonies. Nei casi in cui la legge prevede l acquisizione di pareri di organi o enti appositi, il termine per l adozione dei provvedimenti di divieto di prosecuzione dell attività e di rimozione dei suoi effetti sono sospesi, fino all acquisizione dei pareri, fino a un massimo di trenta giorni, scaduti i quali l amministrazione può adottare i propri provvedimenti indipendentemente dall acquisizione del parere. Della sospensione è data comunicazione all interessato. 4. Restano ferme le disposizioni di legge vigenti che prevedono termini diversi da quelli di cui ai commi 2 e 3 per l inizio dell attività e per l adozione da parte dell amministrazione competente di provvedimenti di divieto di prosecuzione dell attività e di rimozione dei suoi effetti. 18

19 La dichiarazione di inizio attività Il nuovo testo è più estensivo del precedente, poiché oltre alle autorizzazioni e simili, la nuova DIA si applica anche alle concessioni traslative ed alle iscrizioni in albi e ruoli (non quelli della CCIAA) A fronte di questa estensione oggettiva, sono di molto ampliati i settori esclusi da questa semplificazione, individuati attraverso una lunga lista di atti emanati da amministrazioni preposte alla cura di interessi pubblici (sanità, pubbl. sicurezza, difesa, ambiente, giustizia ) 19

20 La dichiarazione di inizio attività Sono poi previste due fasi nel procedimento volto alla formazione dell effetto legale di consenso dell amministrazione: dichiarazione del privato di voler iniziare l attività, accompagnata dalle certificazioni ed attestazioni necessarie attesa di trenta giorni prima di poter avviare l attività e quindi, una volta iniziata, ulteriore dichiarazione con cui l interessato comunica all amministrazione interessata l inizio effettivo della stessa 20

21 Per intraprendere un attività in forma individuale è sufficiente: richiedere il numero di partita IVA presso l Agenzia delle entrate richiedere eventuali licenze o effettuare eventuali comunicazioni, quando previste per legge (es.: al Comune, all ASL, ecc.) attivare l assicurazione rischi e infortuni sul lavoro (INAIL) quando necessaria procedere all iscrizione presso la Camera di Commercio territorialmente competente, entro 30 giorni dall inizio dell attività; contestualmente ed automaticamente parte l iscrizione all INPS

22 Nel caso in cui l impresa venga costituita in forma societaria, la prassi burocratica per il suo avvio sarà la seguente: scegliere, con l ausilio del commercialista, la forma giuridica più adatta alla tipologia di impresa far redigere l atto costitutivo dal notaio chiedere il codice fiscale (che è anche la partita IVA) presso l Agenzia delle Entrate deposito dell atto presso il Registro delle Imprese per l iscrizione (essa è costitutiva per le società di capitali) chiedere licenze e/o presentare denunce di inizio attività presso gli enti preposti, quando richiesto dalla legge attivare l assicurazione rischi e infortuni sul lavoro denunciare l inizio attività presso la Camera di Commercio competente, entro 30 giorni dall effettivo esercizio; contestualmente dovrà essere fatta la comunicazione all INPS quando dovuta

23 Grazie per la cortese attenzione Maria Loreta RASO

OGGETTO: Segnalazione Certificata di Inizio Attività per Apertura Filiale Agenzia di Viaggi e Turismo. DD.G.R. 816/2010 e 95/2011. nat a prov.

OGGETTO: Segnalazione Certificata di Inizio Attività per Apertura Filiale Agenzia di Viaggi e Turismo. DD.G.R. 816/2010 e 95/2011. nat a prov. Allo Sportello Unico per le attività produttive Comune di SALA CONSILINA OGGETTO: Segnalazione Certificata di Inizio Attività per Apertura Filiale Agenzia di Viaggi e Turismo. DD.G.R. 816/2010 e 95/2011.

Dettagli

FUTURE NOVITÀ SULLA SCIA IN EDILIZIA APPROVATE DAL CONSIGLIO DEI MINISTRI IL 20 GENNAIO 2016 (NON ANCORA IN VIGORE) di Antonella Mafrica

FUTURE NOVITÀ SULLA SCIA IN EDILIZIA APPROVATE DAL CONSIGLIO DEI MINISTRI IL 20 GENNAIO 2016 (NON ANCORA IN VIGORE) di Antonella Mafrica FUTURE NOVITÀ SULLA SCIA IN EDILIZIA APPROVATE DAL CONSIGLIO DEI MINISTRI IL 20 GENNAIO 2016 (NON ANCORA IN VIGORE) di Antonella Mafrica Lo scorso 20 gennaio 2016 il Consiglio dei Ministri ha approvato

Dettagli

Segnalazione Certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/1990 e s.m.i.)

Segnalazione Certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/1990 e s.m.i.) Segnalazione Certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/1990 e s.m.i.) Agenzie di viaggio e turismo: DD.G.R. 816/2010 e 95/2011 - Variazione della sede della filiale di agenzia di viaggi Allo Sportello

Dettagli

Conversione Senato DL 35/05. Integrato con modifiche all Art. 3. CAPO II Semplificazione della regolamentazione

Conversione Senato DL 35/05. Integrato con modifiche all Art. 3. CAPO II Semplificazione della regolamentazione Conversione Senato DL 35/05. Integrato con modifiche all Art. 3 CAPO II Semplificazione della regolamentazione ART. 3 Semplificazione amministrativa 1. L'art. 19 della legge 7 agosto 1990, n. 241, è sostituito

Dettagli

La semplificazione dell iter procedurale per l esercizio delle attività imprenditoriali

La semplificazione dell iter procedurale per l esercizio delle attività imprenditoriali COMPETITIVITA La semplificazione dell iter procedurale per l esercizio delle attività imprenditoriali Dalla Dia alla Scia anche per le attività di vendita e somministrazione di alimenti e bevande Cosimo

Dettagli

Ministro per la Semplificazione Normativa Ufficio legislativo

Ministro per la Semplificazione Normativa Ufficio legislativo Ministro per la Semplificazione Normativa Ufficio legislativo p.c. Al dott. Daniele Belotti Assessore Territorio e Urbanistica Regione Lombardia Via Sassetti 32 20124 Milano Ministero dell economia e delle

Dettagli

OGGETTO: Segnalazione Certificata di Inizio Attività per Apertura Nuova Agenzia di Viaggi e Turismo. DD.G.R. 816/2010 e 95/2011. nat a prov.

OGGETTO: Segnalazione Certificata di Inizio Attività per Apertura Nuova Agenzia di Viaggi e Turismo. DD.G.R. 816/2010 e 95/2011. nat a prov. Allo Sportello Unico per le attività produttive del Comune di SALA CONSILINA OGGETTO: Segnalazione Certificata di Inizio Attività per Apertura Nuova Agenzia di Viaggi e Turismo. DD.G.R. 816/2010 e 95/2011.

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER IL MERCATO, LA CONCORRENZA, IL CONSUMATORE, LA VIGILANZA E LA NORMATIVA TECNICA Divisione

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA

PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA 3 DIPARTIMENTO SVILUPPO ECONOMICO E SOCIO CULTURALE 2 SERVIZIO POLITICHE CULTURALI - DEL TURISMO E DELLO SPORT Cod. Fiscale 00 397 470 873 Documento informativo sui controlli

Dettagli

Segnalazione certificata di inizio attività (art. 19, L. 241/1990 e succ. mod.) SEZIONE 1 SCIA. nato a: il: residente in:

Segnalazione certificata di inizio attività (art. 19, L. 241/1990 e succ. mod.) SEZIONE 1 SCIA. nato a: il: residente in: Segnalazione certificata di inizio attività (art. 19, L. 241/1990 e succ. mod.) SEZIONE 1 SCIA Marca da bollo ( 14,62) c. a. Sportello Unico per le Attività Produttive di... Il sottoscritto 1 : nato a:

Dettagli

Oggetto: Art. 19 Legge n. 241/1990: la segnalazione certificata di inizio attività - Prime indicazioni applicative.

Oggetto: Art. 19 Legge n. 241/1990: la segnalazione certificata di inizio attività - Prime indicazioni applicative. RegioneLombardia Giunta Regionale Direzione Generale Semplificazione e Digitalizzazione Prot. D 1.20 l 1.2356 Milano 16 marzo 2011 Ai Comuni della Lombardia Alle Camere di Commercio, Industria, Artigianato

Dettagli

CITTA DI LONIGO. (Provincia di Vicenza)

CITTA DI LONIGO. (Provincia di Vicenza) CITTA DI LONIGO (Provincia di Vicenza) Allo sportello unico per l edilizia del Comune di LONIGO VIA CASTELGIUNCOLI 5 36045 LONIGO (VI) OGGETTO: SEGNALALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ EDILIZIA. (S.C.I.A.).

Dettagli

Segnalazione Certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/1990 e s.m.i.)

Segnalazione Certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/1990 e s.m.i.) Segnalazione Certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/1990 e s.m.i.) Agenzie di viaggio e turismo: DD.G.R. 816/2010 e 95/2011 - Apertura nuova Agenzia di viaggi Allo Sportello Unico per le attività

Dettagli

COMUNE DI ENEGO STAZIONE DI SOGGIORNO ESTIVO ED INVERNALE OGGETTO: SEGNALALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ EDILIZIA. (S.C.I.A.).

COMUNE DI ENEGO STAZIONE DI SOGGIORNO ESTIVO ED INVERNALE OGGETTO: SEGNALALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ EDILIZIA. (S.C.I.A.). COMUNE DI ENEGO PROVINCIA DI VICENZA 18-22-01-11 STAZIONE DI SOGGIORNO ESTIVO ED INVERNALE Piazza San Marco, 1 36052 ENEGO (VI) Cod. Fisc./Part. IVA: 00460560246 Servizio Tesoreria: C/C Postale n. 17948365

Dettagli

COMUNE DI QUATTORDIO(AL) UFFICIO TECNICO

COMUNE DI QUATTORDIO(AL) UFFICIO TECNICO COMUNE DI QUATTORDIO(AL) UFFICIO TECNICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) Art. 19 della Legge 7 agosto 1990 n 241 come modificato dall art. 49, comma 4-bis del D.L. 31.05.2010 n 78

Dettagli

COMUNE di IMPRUNETA Provincia di Firenze

COMUNE di IMPRUNETA Provincia di Firenze COMUNE di IMPRUNETA Provincia di Firenze PRATICA BUSTA : (spazio riservato all ufficio Protocollo) (spazio riservato all ufficio Edilizia Privata) Al Dirigente del Servizio Gestione del Territorio S.C.I.A.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI Allegato alla delibera di C.C. n 49 del 27 settembre 2010 Il Segretario Direttore Generale Sacco Stevanella dott. Paolo CITTA di PIAZZOLA sul BRENTA Provincia di Padova Cap 35016 Cod.Fisc. 80009670284

Dettagli

INFORMATIVA E TAVOLA DI RAPPORTO DEI DOCUMENTI ELENCATI NELLA S.C.I.A. CON I SINGOLI CASI (allegare alla S.C.I.A.)

INFORMATIVA E TAVOLA DI RAPPORTO DEI DOCUMENTI ELENCATI NELLA S.C.I.A. CON I SINGOLI CASI (allegare alla S.C.I.A.) INFORMATIVA E TAVOLA DI RAPPORTO DEI DOCUMENTI ELENCATI NELLA S.C.I.A. CON I SINGOLI CASI (allegare alla S.C.I.A.) AVVERTENZE PER LA PRESENTAZIONE DELLA S.C.I.A. La S.C.I.A. deve essere depositata in due

Dettagli

Segnalazione Certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/1990 e s.m.i.)

Segnalazione Certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/1990 e s.m.i.) Segnalazione Certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/1990 e s.m.i.) Agenzie di viaggio e turismo: DD.G.R. 816/2010 e 95/2011 - Variazione strutturale Agenzia di viaggi Allo Sportello Unico per

Dettagli

DICHIARA di N O M I N ARE. Cognome Nome C.F. Data di nascita / / Cittadinanza Sesso: M F

DICHIARA di N O M I N ARE. Cognome Nome C.F. Data di nascita / / Cittadinanza Sesso: M F NOLEGGIO di VEICOLI senza CONDUCENTE SEGNALAZIONE CERTIFICATA di INIZIO ATTIVITÀ ai sensi dell'art. 19 della legge 7 agosto 1990, n. 241, modificato dalla legge n. 122/2010 e del D.P.R. 19.12.2001, n.

Dettagli

SEGNALA. L inizio dell attività di noleggio di veicoli senza conducente nel locale sito in Roma, Via/P.za n.. codice ATECO

SEGNALA. L inizio dell attività di noleggio di veicoli senza conducente nel locale sito in Roma, Via/P.za n.. codice ATECO SUROMA SPORTELLO UNICO DEL COMMERCIO - MUNICIPIO.. Via. - 00.. R O M A OGGETTO : SCIA Segnalazione Certificata di Inizio Attività di noleggio di veicoli senza conducente. (ai sensi del D.P.R. 481 del 19.12.2001

Dettagli

SCIA PER INSTALLAZIONE DI MEZZI PUBBLICITARI

SCIA PER INSTALLAZIONE DI MEZZI PUBBLICITARI SCIA PER INSTALLAZIONE DI MEZZI PUBBLICITARI [ ] INSEGNE D'ESERCIZIO n. [ ] TARGHE PROFESSIONALI n. [ ] TENDE DA SOLE n. [ ] VETROFANIE n. [ ] n. [ ] NUOVA INSTALLAZIONE [ ] SOSTITUZIONE [ ] MANTENIMENTO

Dettagli

L'attività edilizia c.d. libera e l'inquadramento giuridico della SCIA - dott.ssa Valeria Tarroni

L'attività edilizia c.d. libera e l'inquadramento giuridico della SCIA - dott.ssa Valeria Tarroni L'attività edilizia c.d. libera e l'inquadramento giuridico della SCIA dott.ssa Valeria Tarroni responsabile del Servizio Pianificazione Urbanistica, Edilizia privata e Ambiente del Comune di Imola Quadro

Dettagli

REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO

REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO Comune di Castelfranco Emilia REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO APPROVATO CON DELIB. C.C. 166 DEL 30.06.2010 Pagina 1 di 6 REGOLAMENTO COMUNALE PER IL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO Art. 1 Oggetto

Dettagli

Comune di Pietramontecorvino Area Vigilanza Polizia Locale

Comune di Pietramontecorvino Area Vigilanza Polizia Locale Comune di Pietramontecorvino Area Vigilanza Polizia Locale Piazza Martiri del Terrorismo 1 tel 0881-555020 - fax 0881 555189 Ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica del 26 ottobre 1972, n.

Dettagli

la scia nella polizia amministrativa

la scia nella polizia amministrativa Mar c o Ma s s a v e l l i la scia nella polizia amministrativa Normativa, prassi e procedure operative e sanzionatorie Aggiornato al D.L. n. 133/2014 convertito con Legge n. 164/2014 (c.d. Sblocca Italia

Dettagli

La SCIA agevola l avvio dell attività

La SCIA agevola l avvio dell attività La SCIA agevola l avvio dell attività L a modifica apportata alla legge 122/10 ha carattere di principio generale e stabilisce che possono essere intraprese con la Scia le attività non sottoposte a limite

Dettagli

MODELLO S5 Inizio, modifica, cessazione di attività nella sede legale di società, ente pubblico economico, consorzio, G.E.I.E.

MODELLO S5 Inizio, modifica, cessazione di attività nella sede legale di società, ente pubblico economico, consorzio, G.E.I.E. MODELLO S5 Inizio, modifica, cessazione di attività nella sede legale di società, ente pubblico economico, consorzio, G.E.I.E. Avvertenze Generali Si raccomanda di indicare nell apposito spazio, in alto

Dettagli

MODELLO S5 Inizio, modifica, cessazione di attività nella sede legale di società, ente pubblico economico, consorzio, G.E.I.E.

MODELLO S5 Inizio, modifica, cessazione di attività nella sede legale di società, ente pubblico economico, consorzio, G.E.I.E. MODELLO S5 Inizio, modifica, cessazione di attività nella sede legale di società, ente pubblico economico, consorzio, G.E.I.E. Avvertenze Generali Si raccomanda di indicare nell apposito spazio, in alto

Dettagli

Al Comune di GIARRE - Attività Produttive

Al Comune di GIARRE - Attività Produttive Spazio per il Protocollo del Comune di Giarre GIARRE Scia commercio elettronico Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO ELETTRONICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA Al Comune di GIARRE

Dettagli

COMUNE DI MONTE SAN GIOVANNI CAMPAN

COMUNE DI MONTE SAN GIOVANNI CAMPAN ATTIVITA DI ESTETISTA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (SCIA) INIZIO ATTIVITÀ - SUBINGRESSO TRASFERIMENTO DI SEDE VARIAZIONI - CESSAZIONE ATTIVITA Al Comune di * COMUNE DI MONTE SAN GIOVANNI

Dettagli

SCHEDA ESPLICATIVA DIAP Dichiarazione di inizio attività produttiva - Regione Lombardia

SCHEDA ESPLICATIVA DIAP Dichiarazione di inizio attività produttiva - Regione Lombardia SCHEDA ESPLICATIVA DIAP Dichiarazione di inizio attività produttiva - Regione Lombardia Tipologia atto Dichiarazione di inizio attività produttiva, ai sensi della legge regionale n. 1/2007 e n. 8/2007

Dettagli

12100 CUNEO. Il/La sottoscritto/a.. nato/a a.. (.) il. residente in. Via... n...

12100 CUNEO. Il/La sottoscritto/a.. nato/a a.. (.) il. residente in. Via... n... All'Ill.mo Signor Sindaco di 12100 CUNEO OGGETTO : SCIA Segnalazione certificata di inizio attività per reintestazione di autorizzazione per l'attività di somministrazione di alimenti e bevande. Il/La

Dettagli

IMPRESA IN UN GIORNO INIZIO DELL ATTIVITÀ 7

IMPRESA IN UN GIORNO INIZIO DELL ATTIVITÀ 7 Impresa in un giorno - 13 IMPRESA IN UN GIORNO INIZIO DELL ATTIVITÀ 7 Le imprese che iniziano l attività di agente o rappresentante di commercio devono presentare la segnalazione certificata di inizio

Dettagli

l sottoscritt : Ai sensi del D.L. 114/1998 e della L.r. 28 dicembre 1999 n. 28 (art.21) e D. L.vo 59/10 e ss.mm.ii.,

l sottoscritt : Ai sensi del D.L. 114/1998 e della L.r. 28 dicembre 1999 n. 28 (art.21) e D. L.vo 59/10 e ss.mm.ii., Scheda 2 Vice S.C.I.A. Commercio Elettronico Al DIPARTIMENTO SUAP - Sportello Unico Attività Produttive Comune di MESSINA l sottoscritt : Ai sensi del D.L. 114/1998 e della L.r. 28 dicembre 1999 n. 28

Dettagli

FORME SPECIALI DI VENDITA AL DETTAGLIO COMMERCIO ELETTRONICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (compilare in stampatello)

FORME SPECIALI DI VENDITA AL DETTAGLIO COMMERCIO ELETTRONICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (compilare in stampatello) FORME SPECIALI DI VENDITA AL DETTAGLIO COMMERCIO ELETTRONICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (compilare in stampatello) MOD. SCIA-COM 6bis Al Comune di * Ai sensi del D.L.vo 31/3/1998 n.114

Dettagli

SU@P. Comune di AFRAGOLA Servizio S.U.A.P. Attivazione del S.U.A.P. Telematico Informazioni sulle procedure telematiche

SU@P. Comune di AFRAGOLA Servizio S.U.A.P. Attivazione del S.U.A.P. Telematico Informazioni sulle procedure telematiche SU@P Comune di AFRAGOLA Servizio S.U.A.P. Attivazione del S.U.A.P. Telematico Informazioni sulle procedure telematiche Modalità di presentazione telematica delle istanze e delle SCIA La S.C.I.A. (Segnalazione

Dettagli

Controlli sulle imprese

Controlli sulle imprese Controlli sulle imprese Art. 25 del d.lgs. 33/2013 Oggetto dei controlli è la verifica della conformità delle attività esercitate a quanto autorizzato, ovvero del contenuto delle dichiarazioni rilasciate

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA DISEGNO DI LEGGE N. 1506

SENATO DELLA REPUBBLICA DISEGNO DI LEGGE N. 1506 SENATO DELLA REPUBBLICA DISEGNO DI LEGGE N. 1506 d'iniziativa del Sen. Renato Schifani " TEMPI BREVI PER DECISIONI AMMINISTRATIVE" 1 Relazione Onorevoli Senatori, uno dei principali costi burocratici è

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI VARIAZIONE STRUTTURALE DI AGENZIA DI VIAGGI (art. 19 legge 241/1990 e s.m.i) DD.G.R. 816/2010 e 95/2011

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI VARIAZIONE STRUTTURALE DI AGENZIA DI VIAGGI (art. 19 legge 241/1990 e s.m.i) DD.G.R. 816/2010 e 95/2011 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI VARIAZIONE STRUTTURALE DI AGENZIA DI VIAGGI (art. 19 legge 241/1990 e s.m.i) DD.G.R. 816/2010 e 95/2011 AL SERVIZIO ATTIVITA' PRODUTTIVE DEL COMUNE DI SANT'ANASTASIA Ai sensi

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA - PALESTRE - (L.R. n.13 DEL 25/02/2000 E S.M.I.)

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA - PALESTRE - (L.R. n.13 DEL 25/02/2000 E S.M.I.) COMUNE DI RICCIONE Attività Produttive Polizia Amministrativa AL COMUNE DI RICCIONE SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE VIA VITTORIO EMANULE II, N.2 47838 RICCIONE (RN) SEGNALAZIONE CERTIFICATA

Dettagli

SCIA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO ELETTRONICO

SCIA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO ELETTRONICO COMUNE DI UMBERTIDE Comando Polizia Municipale Piazza Matteotti, 1 06019 Umbertide (PG) Tel 075/9419250 Fax 075/9419289 www.comune.umbertide.pg.it PEC:comune.umbertide@postacert.umbria.it SCIA SEGNALAZIONE

Dettagli

INTERNET POINT SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (SCIA)

INTERNET POINT SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (SCIA) INTERNET POINT SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (SCIA) Al Comune di ACIREALE 0 8 7 0 0 4 Ai sensi del D.Lgs. 59/2010 (art. 65), della L.R. 28/1999 e della L.R. 5/2011 (art. 6) IL SOTTOSCRITTO

Dettagli

LEGGE REGIONALE 12 febbraio 2014, n. 4

LEGGE REGIONALE 12 febbraio 2014, n. 4 6232 LEGGE REGIONALE 12 febbraio 2014, n. 4 Semplificazioni del procedimento amministrativo. Modifiche e integrazioni alla legge regionale 12 aprile 2001, n. 11 (Norme sulla valutazione dell impatto ambientale),

Dettagli

Alberghi e altre attività ricettive Residenze d'epoca

Alberghi e altre attività ricettive Residenze d'epoca Alberghi e altre attività ricettive Residenze d'epoca Descrizione 1. Sono residenze d'epoca i complessi immobiliari originariamente destinati a residenza. 2. I complessi di cui al devono mantenere l'originaria

Dettagli

Dalla DIA alla SCIA: le riforme e i problemi ancora aperti

Dalla DIA alla SCIA: le riforme e i problemi ancora aperti PON GAS FSE 2007 2013, Obiettivo Convergenza, Asse E - Capacità istituzionale Progetto: Semplifica Italia. Cantieri regionali per la semplificazione Seminario Semplificazione dell azione amministrativa,

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ATTIVITA DI ESTETISTA

REGOLAMENTO DELL ATTIVITA DI ESTETISTA REGOLAMENTO DELL ATTIVITA DI ESTETISTA approvato con D.C.C. n. 15 del 10/03/2014 INDICE Art. 1 Definizione Art. 2 Abilitazione professionale e requisiti Art. 3 Luogo di svolgimento dell attività Art. 4

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ATTIVITA DI TATUAGGIO

REGOLAMENTO DELL ATTIVITA DI TATUAGGIO REGOLAMENTO DELL ATTIVITA DI TATUAGGIO approvato con D.C.C. n 17 del 10/03/2014 INDICE Art. 1 Definizione Art. 2 Abilitazione professionale e requisiti Art. 3 Luogo di svolgimento dell attività Art. 4

Dettagli

La Scia in Friuli Venezia Giulia di Ornella Donat

La Scia in Friuli Venezia Giulia di Ornella Donat La Scia in Friuli Venezia Giulia di Ornella Donat Proprio quando stavano per uscire queste brevi note, è giunta la notizia, seppure per via informale, che la Direzione centrale lavoro, formazione, commercio

Dettagli

SETTORE SVILUPPO ECONOMICO E MARKETING TERRITORIALE

SETTORE SVILUPPO ECONOMICO E MARKETING TERRITORIALE SETTORE COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO SCIA APERTURA, TRAFERIMENTO, SUBINGRESSO, AMPLIAMENTO/RIDUZIONE ESERCIZIO DI VICINATO COMMERCIO ELETTRONICO SCIA APERTURA, SUBINGRESSO, VARIAZIONE SITO WEB, ATTIVITA

Dettagli

Pratica Edilizia n. - parere CEC in data dec.n.. relativamente a (B. / ) - parere CCP in data dec.n.. relativamente a.

Pratica Edilizia n. - parere CEC in data dec.n.. relativamente a (B. / ) - parere CCP in data dec.n.. relativamente a. Pratica Edilizia n 1 Al Responsabile del Settore III Programmazione del Territorio del Comune Spazio riservato al protocollo Sportello Unico per le Attività Produttive (domanda unica SUAP) - P.A.S. Procedura

Dettagli

Camera di Commercio Industria I2. Artigianato Agricoltura UL Via A. De Curtis, 2 S5 C R O T O N E

Camera di Commercio Industria I2. Artigianato Agricoltura UL Via A. De Curtis, 2 S5 C R O T O N E Allegato al modello Spett.le I1 Camera di Commercio Industria I2 Artigianato Agricoltura UL Via A. De Curtis, 2 S5 C R O T O N E Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA)degli Agenti e Rappresentanti

Dettagli

PRESENTA/NO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA per

PRESENTA/NO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA per Protocollo Comune COMUNE DI REGGELLO (Provincia di Firenze) Pratica Ed. n. / Al Responsabile del Settore Urbanistica del Comune di Reggello Copia per Comune Copia per Denunciante sottoscritt 1) C.F. nat

Dettagli

AVVIO DELL IMPRESA. Aprire una impresa consiste nell'avviare un'attività economica, organizzata e professionale A scopo di lucro

AVVIO DELL IMPRESA. Aprire una impresa consiste nell'avviare un'attività economica, organizzata e professionale A scopo di lucro AVVIO DELL IMPRESA Aprire una impresa consiste nell'avviare un'attività economica, organizzata e professionale A scopo di lucro Passi da compiere Business Plan. Redigere un business plan per delimitare

Dettagli

Comune di Sabaudia Provincia di Latina

Comune di Sabaudia Provincia di Latina \ Protocollo generale Comune di Sabaudia Provincia di Latina N del Sportello Unico Attività Produttive SPETT.LE COMUNE DI SABAUDIA SETTORE AA.PP. S.U.A.P. S.C.I.A. ACCONCIATORI, ESTETISTI E MESTIERI AFFINI

Dettagli

Legale rappresentante della società sede legale in via n. CAP P.IVA n. iscrizione al Registro Imprese CCIAA di

Legale rappresentante della società sede legale in via n. CAP P.IVA n. iscrizione al Registro Imprese CCIAA di AUTNOL AL COMUNE DI TREZZO SULL ADDA Servizio Commercio e Attività produttive Via Roma 5 20056 TREZZO SULL ADDA AUTONOLEGGIO SENZA CONDUCENTE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÁ (ai sensi dell

Dettagli

LE AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO NELLA PROVINCIA DI PRATO. Note informative

LE AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO NELLA PROVINCIA DI PRATO. Note informative LE AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO NELLA PROVINCIA DI PRATO Note informative Le agenzie di viaggio e turismo in Toscana sono disciplinate dal Testo Unico delle Leggi Regionali in materia di turismo approvato

Dettagli

Art. 2 Modifica all articolo 4 della l.r. 34/2007. LEGGE REGIONALE 18 febbraio 2014, n. 6

Art. 2 Modifica all articolo 4 della l.r. 34/2007. LEGGE REGIONALE 18 febbraio 2014, n. 6 7213 LEGGE REGIONALE 18 febbraio 2014, n. 6 Modifiche e integrazioni alle leggi regionali 15 novembre 2007, n. 34, 7 agosto 2013, n. 27 e 11 febbraio 1999, n. 11. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO Art.

Dettagli

Comune di Bojano Campobasso

Comune di Bojano Campobasso Mod. SCI Vendita diretta di prodotti agricoli SEGNLZIONE CERTIFICT DI INIZIO TTIVIT' VENDIT DIRETT DI PRODOTTI GRICOLI ai sensi dell'art. 4 D.lgs. n 228/2001 e s.m.i. e art. 19 Legge n 241/90 e s.m.i.

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA COMMERCIALE

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA COMMERCIALE ALLO SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE ROSANDRA DEI COMUNI DI MUGGIA E SAN DORLIGO DELLA VALLE OBČINA DOLINA Copia della presente segnalazione certificata di inizio attività, munita dell avvenuta presentazione,

Dettagli

Prot. n. 552838 Al Comune di Guidonia Settore Commercio e Trasporti Via Roma 145 00012 GUIDONIA (RM)

Prot. n. 552838 Al Comune di Guidonia Settore Commercio e Trasporti Via Roma 145 00012 GUIDONIA (RM) Roma, 23 maggio 2003 Ufficio D2- Disciplina del commercio Prot. n. 552838 Al Comune di Guidonia Settore Commercio e Trasporti Via Roma 145 00012 GUIDONIA (RM) Oggetto: Legge 25 agosto 1991, n. 287. Apertura

Dettagli

COMUNE DI SARNO (PROVINCIA DI SALERNO) SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI NIZIO ATTIVITA LUDOTECA

COMUNE DI SARNO (PROVINCIA DI SALERNO) SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI NIZIO ATTIVITA LUDOTECA COMUNE DI SARNO (PROVINCIA DI SALERNO) SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI NIZIO ATTIVITA LUDOTECA NUOVA ATTIVITÀ-SUBINGRESSO TRASFERIMENTO DI SEDE VARIAZIONI CESSAZIONE ATTIVITÀ

Dettagli

in qualità di: legale rappresentante procuratore (estremi atto)

in qualità di: legale rappresentante procuratore (estremi atto) Spazio per la protocollazione Allo Sportello Unico delle Attività Produttive del Comune di SCIA SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA PER L AVVIO DI NUOVA ATTIVITA /TRASFERIMENTO/MODIFICHE IN ESERCIZIO

Dettagli

D.I.A. (Denuncia Inizio di Attività edilizia) Elenco documenti da allegare alla richiesta:

D.I.A. (Denuncia Inizio di Attività edilizia) Elenco documenti da allegare alla richiesta: D.I.A. (Denuncia Inizio di Attività edilizia) 1. Relazione asseverata; 2. Elaborati progettuali; 3. Copia Atto Notarile di proprietà della area o del titolo che legittimi i richiedenti ad effettuare i

Dettagli

COMMERCIO ELETTRONICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (compilare in stampatello)

COMMERCIO ELETTRONICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (compilare in stampatello) COMMERCIO ELETTRONICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (compilare in stampatello) MOD. COM 6bis - SCIA Al Comune di * Ai sensi del D.L.vo 31/3/1998 n.114 (art. 18 e 26 comma 5),del D.L.gs. 59/10

Dettagli

REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO E SUL DIRITTO DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO E SUL DIRITTO DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI COMUNE DI CALUSCO D ADDA Provincia di Bergamo REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO E SUL DIRITTO DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI (Legge n. 241/1990 come modificata dalla Legge 11.02.2005

Dettagli

ATTIVITÀ DI VENDITA DEGLI IMPRENDITORI AGRICOLI SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (SCIA)

ATTIVITÀ DI VENDITA DEGLI IMPRENDITORI AGRICOLI SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (SCIA) Mod. SCIA adeguato alla L.122/2010 ATTIVITÀ DI VENDITA DEGLI IMPRENDITORI AGRICOLI SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (SCIA) Al Comune di Ai sensi del D.Lgs. 228/2001 (art. 4), del D.Lgs. 59/2010

Dettagli

Ufficio competente alla ricezione del modulo E quello della sede legale dell impresa.

Ufficio competente alla ricezione del modulo E quello della sede legale dell impresa. MODULO S5 Inizio, modifica, cessazione di attività nella sede legale di società, ente pubblico economico, consorzio, G.E.I.E., ed altri soggetti giuridici AVVERTENZE GENERALI Soggetti utilizzatori del

Dettagli

Posso continuare a presentare le pratiche Suap anche con le tradizionali modalità cartacee?

Posso continuare a presentare le pratiche Suap anche con le tradizionali modalità cartacee? Posso continuare a presentare le pratiche Suap anche con le tradizionali modalità cartacee? Il DPR 160/2010 prescrive che la presentazione delle Segnalazioni o delle Istanze allo Sportello Unico comunale

Dettagli

Attività di vendita Vendita presso il domicilio dei consumatori

Attività di vendita Vendita presso il domicilio dei consumatori Attività di vendita Vendita presso il domicilio dei consumatori Descrizione Trattasi di una forma speciale di vendita che avviene nel momento in cui il venditore si reca presso il domicilio del consumatore

Dettagli

CONVEGNO. La funzione del notaio nella circolazione dei beni culturali

CONVEGNO. La funzione del notaio nella circolazione dei beni culturali CONVEGNO La funzione del notaio nella circolazione dei beni culturali Ferrara, 20 21 aprile 2012012 a, 20 21 aprile 2012 Beni culturali e normativa urbanistica Giovanni Rizzi Notaio in Vicenza 2 Disciplina

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA SCHEMA DI REGOLAMENTO RECANTE DISCIPLINA DEI PROCEDIMENTI RELATIVI ALLA PREVENZIONE INCENDI, A NORMA DELL ARTICOLO 49, COMMA 4-QUATER, DEL DECRETO-LEGGE 31 MAGGIO 2010, N. 78, CONVERTITO, CON MODIFICAZIONI,

Dettagli

98 Prelevato dal sito http://gurs.pa.cnr.it/gurs Suppl. ord. alla G.U.R.S. (P. I) n. 41 del 17-8-2001 (n. 21)

98 Prelevato dal sito http://gurs.pa.cnr.it/gurs Suppl. ord. alla G.U.R.S. (P. I) n. 41 del 17-8-2001 (n. 21) 98 Prelevato dal sito http://gurs.pa.cnr.it/gurs Suppl. ord. alla G.U.R.S. (P. I) n. 41 del 17-8-2001 (n. 21) COM 9 (Spazio per l ufficio) FORME SPECIALI DI VENDITA AL DETTAGLIO VENDITA PER CORRISPONDENZA,

Dettagli

Comune di Dicomano Provincia di Firenze

Comune di Dicomano Provincia di Firenze Comune di Dicomano Provincia di Firenze REGOLAMENTO SUI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI E SULL ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Approvato con delibera N. 5 del 30.1. 2012 CAPO I PRINCIPI GENERALI ART. 1

Dettagli

CITTA DI FINALE LIGURE SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA E SVILUPPO ECONOMICO

CITTA DI FINALE LIGURE SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA E SVILUPPO ECONOMICO R E P U B B L I C A I T A L I A N A CITTA DI FINALE LIGURE SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA E SVILUPPO ECONOMICO Servizio Sportello Unico Attività Produttive REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI

Dettagli

Il Segretario Generale

Il Segretario Generale Il Segretario Generale Fascicolo 1.1.1/1/2010 Bologna, 22 dicembre 2010 Ai Dirigenti dell'ente Alle Posizioni Organizzative e p.c. Alla Presidente della Provincia Beatrice Draghetti Agli Assessori Provinciali

Dettagli

AL COMUNE DI RENDE UFFICIO SUAP - COMMERCIO

AL COMUNE DI RENDE UFFICIO SUAP - COMMERCIO Mod. SCIA Presentare in 3 copie: Originale per il Comune 1 copia alla CCIAA* 1 copia per l interessato SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ (SCIA) (Art. 19 legge n. 241/1990 e successive modifiche)

Dettagli

Diritti di Istruttoria e di Segreteria Settore Attività Produttive Servizio S.U.A.P.

Diritti di Istruttoria e di Segreteria Settore Attività Produttive Servizio S.U.A.P. I DIRITTI di ISTRUTTORIA e di SEGRETERIA Servizio S.U.A.P. I costi relativi alla domanda ( e di segreteria necessari ad ottenere concessioni, autorizzazioni, pareri, nulla osta, etc.) variano a seconda

Dettagli

COMUNE DI GABICCE MARE

COMUNE DI GABICCE MARE COMUNE DI GABICCE MARE Provincia di Pesaro e Urbino Regolamento sui Procedimenti Amministrativi (Approvato con Delibera di Consiglio n.17 del 30/03/2006, modificato con Delibera di Consiglio n.29 del 12/07/2010

Dettagli

CAMPO DI APPLICAZIONE

CAMPO DI APPLICAZIONE Campo di applicazione - CAMPO DI APPLICAZIONE NORMATIVA DI RIFERIMENTO Articoli da 1742 a 1752 del Codice civile; Legge 3 maggio 1985, n. 204 Disciplina dell attività di agente e rappresentante di commercio

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI CITTÀ DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI Approvato con deliberazione di C.C. n. 51 del 29/09/2008

Dettagli

Piano delle attività 2013-2015 dell Area Monopoli

Piano delle attività 2013-2015 dell Area Monopoli Piano delle attività 2013-2015 dell Area Monopoli 1 Il Piano dell Agenzia Area Monopoli per il triennio 2013-2015 Il Piano delle attività sviluppato per il triennio 2013-2015 intende perseguire i seguenti

Dettagli

Regolamento Comunale Per la disciplina dell attività dei

Regolamento Comunale Per la disciplina dell attività dei Regolamento Comunale Per la disciplina dell attività dei Centri di Telefonia Internazionale Approvato con deliberazione consiliare n. 17 del 30/06/2006 ART. 1 Oggetto e finalità Il presente regolamento

Dettagli

Modulo E7.02 mod. COM_38_scia_vend corrispondenza vers. 02 del 09/04/2015

Modulo E7.02 mod. COM_38_scia_vend corrispondenza vers. 02 del 09/04/2015 Allo Sportello Unico Attività Produttive del Comune di SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ FORME SPECIALI DI VENDITA AL DETTAGLIO Vendita per Corrispondenza, Radio, Televisione o altri sistemi di

Dettagli

SUBINGRESSO NELL ATTIVITA DI COMMERCIO ELETTRONICO (QUADRO B)

SUBINGRESSO NELL ATTIVITA DI COMMERCIO ELETTRONICO (QUADRO B) Spazio riservato all ufficio per la protocollazione della denuncia inizio attività 1 COMUNE DI NOVARA Servizio Polizia Municipale Commercio COMMERCIO ELETTRONICO Art. 4, lettera h), punto 3), e art. 18

Dettagli

MODELLO UL Denuncia al R.E.A. di apertura - modifica - cessazione di unità locale

MODELLO UL Denuncia al R.E.A. di apertura - modifica - cessazione di unità locale MODELLO UL Denuncia al R.E.A. di apertura - modifica - cessazione di unità locale Avvertenze Generali Si raccomanda di indicare, nell apposito spazio, in alto sulla 1ª pagina, il numero di telefono dello

Dettagli

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (compilare in stampatello) MOD. SCIA-COM 1.

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (compilare in stampatello) MOD. SCIA-COM 1. ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (compilare in stampatello) MOD. SCIA-COM 1 Al Comune di * Ai sensi del D. L.gs. 114/98 (art. 7 e 26 comma 5),

Dettagli

Altre attività Internet Point / Phone Center

Altre attività Internet Point / Phone Center Altre attività Internet Point / Phone Center Descrizione La Segnalazione Certificata relativa all'attività di internet point e/o phone center, redatta ai sensi dell'art. 19 della Legge n. 241/1990 e s.m.i.,

Dettagli

Attività artigianali Massaggiatori e attività del benessere

Attività artigianali Massaggiatori e attività del benessere Attività artigianali Massaggiatori e attività del benessere Descrizione L operatore di tecniche di massaggio orientale opera nell ambito delle pratiche che stimolano le risorse naturali dell individuo

Dettagli

NOLEGGIO di VEICOLI senza CONDUCENTE SEGNALAZIONE CERTIFICATA di INIZIO ATTIVITÀ

NOLEGGIO di VEICOLI senza CONDUCENTE SEGNALAZIONE CERTIFICATA di INIZIO ATTIVITÀ NOLEGGIO di VEICOLI senza CONDUCENTE SEGNALAZIONE CERTIFICATA di INIZIO ATTIVITÀ ai sensi dell'art. 19 della legge 7 agosto 1990, n. 241, modificato dalla legge n. 122/2010 e del D.P.R. 19.12.2001, n.

Dettagli

COMUNE di PODENZANA Provincia di Massa Carrara SETTORE URBANISTICA ASSETTO DEL TERRITORIO

COMUNE di PODENZANA Provincia di Massa Carrara SETTORE URBANISTICA ASSETTO DEL TERRITORIO COMUNE di PODENZANA Provincia di Massa Carrara SETTORE URBANISTICA ASSETTO DEL TERRITORIO aggiornamento 31.12.2012 (spazio riservato all ufficio Protocollo) (spazio riservato all ufficio Edilizia Privata)

Dettagli

CITTÀ DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI TERMICI

CITTÀ DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI TERMICI CITTÀ DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI TERMICI Approvato con deliberazione di C.C. n. 52 del 29/09/2008

Dettagli

Mod. S.C.I.A. - Attività di vendita diretta di prodotti agricoli - Allegato "A" alla determina dirigenziale n 86 del 29/04/2011

Mod. S.C.I.A. - Attività di vendita diretta di prodotti agricoli - Allegato A alla determina dirigenziale n 86 del 29/04/2011 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' DI VENDITA DIRETTA DI PRODOTTI AGRICOLI ai sensi dell'art. 4 D.lgs. n 228/2001 e s.m.i. e art. 19 Legge n 241/90 e s.m.i. Legge 122/2010 Il/La sottoscritto/a

Dettagli

ALLO SUAP DEL COMUNE DI MANTA 0 0 4 1 1 6

ALLO SUAP DEL COMUNE DI MANTA 0 0 4 1 1 6 CODICE PRATICA riservato allo SUAP MOD.6COM FORME SPECIALI DI VENDITA AL DETTAGLIO COMMERCIO ELETTRONICO Segnalazione Certificata di Inizio attività (compilare in stampatello) ALLO SUAP DEL COMUNE DI MANTA

Dettagli

L introduzione dell istituto della S.C.I.A. per l avvio delle attività produttive

L introduzione dell istituto della S.C.I.A. per l avvio delle attività produttive Ordine degli Ingegneri della Provincia di Ragusa COMUNE DI RAGUSA L introduzione dell istituto della S.C.I.A. per l avvio delle attività produttive Il sistema delle relazioni all interno della Pubblica

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 43 del 30.06.2010 Modificato con delibera di Consiglio Comunale n. 68 del 27.09.2010

Dettagli

REGOLAMENTO. Comune di Follonica. per l'apertura e la gestione di sale giochi. Delibera del Consiglio Comunale n. 79 del 26 novembre 2007

REGOLAMENTO. Comune di Follonica. per l'apertura e la gestione di sale giochi. Delibera del Consiglio Comunale n. 79 del 26 novembre 2007 Comune di Follonica per l'apertura e la gestione di sale giochi Delibera del Consiglio Comunale n. 79 del 26 novembre 2007 REGOLAMENTO INDICE SOMMARIO Articolo 1 Definizioni 1 Articolo 2 Ambito di applicazione

Dettagli

N.B. Testo coordinati con le modifiche apportate, successivamente dalla L.R. 16 febbraio 2010, n. 15; e dalla L.R. 25 novembre 2010, n. 23.

N.B. Testo coordinati con le modifiche apportate, successivamente dalla L.R. 16 febbraio 2010, n. 15; e dalla L.R. 25 novembre 2010, n. 23. REGIONE UMBRIA L.R. 4 aprile 1990, n. 10: Norme di attuazione della legge 4 gennaio 1990, n. 1: «Disciplina delle attività di estetista». (B.U.R.U. n. 15 dell'11 aprile 1990). N.B. Testo coordinati con

Dettagli

SOCIETA : L ATTIVITA SVOLTA NELLA SEDE LEGALE

SOCIETA : L ATTIVITA SVOLTA NELLA SEDE LEGALE Anagrafe Economica registro.imprese@an.camcom.it SOCIETA : L ATTIVITA SVOLTA NELLA SEDE LEGALE Guida a cura del Registro delle Imprese di Ancona Per informazioni registro.imprese@an.camcom.it Versione

Dettagli

L evoluzione dell art. 19 della legge n. 241/1990: dalla denuncia alla segnalazione

L evoluzione dell art. 19 della legge n. 241/1990: dalla denuncia alla segnalazione LA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ La segnalazione certificata di inizio attività (Scia), nell estate scorsa ha sostituito la dichiarazione di inizio attività (Dia), con obiettivi di semplificazione,

Dettagli