ALLE FAMIGLIE E AGLI OPERATORI ECONOMICI - N.63 del Pagine Più - Aut. Trib.RE n.939 del 23/01/ Prop.Gruppo GuidaPiù Srl - Euro 0,13 - Copia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ALLE FAMIGLIE E AGLI OPERATORI ECONOMICI - N.63 del Pagine Più - Aut. Trib.RE n.939 del 23/01/1997 - Prop.Gruppo GuidaPiù Srl - Euro 0,13 - Copia"

Transcript

1 ALLE FAMIGLIE E AGLI OPERATORI ECONOMICI - N.63 del Pagine Più - Aut. Trib.RE n.939 del 23/01/ Prop.Gruppo GuidaPiù Srl - Euro 0,13 - Copia omaggio

2 GuidaPiù 2007 Sono state due milioni e mezzo le guide distribuite gratuitamente lo scorso anno dal nostro gruppo, con l obiettivo di fornire a tutte le famiglie e a tutti coloro che sono titolari di un attività, uno strumento di utilità quotidiana. Nei mesi scorsi abbiamo raggiunto una famiglia su tre nel Nord Italia, area in cui siamo operativi, dedicando ampio spazio al rapporto con la pubblica amministrazione, ai servizi e ai diritti, alle directory come strumento di servizio di reale utilità. Questa pubblicazione, per la prima volta, presenta l elenco telefonico del territorio comunale nel comodo formato agenda, realmente pratico, arricchito dalle informazioni utili sui servizi, sui diritti e sulla Salute, come bene fondamentale dell individuo. Oltre alla partecipazione delle Istituzioni e delle Associazioni, Guidapiù inaugura così, in questa edizione, l importante collaborazione con la Fondazione Umberto Veronesi. Sono orgoglioso di poter fare omaggio di questa guida pratica ad ogni famiglia e ad ogni operatore economico del territorio comunale. Ringrazio i partner dell iniziativa, i numerosi inserzionisti e invito chiunque intenda seguirci nelle attività di comunicazione del gruppo, a visitare i siti internet: Tiziano Motti Presidente del gruppo editoriale 1 1

3 Sorbolo - Campanile della Chiesa parrocchiale

4 I dati relativi agli abbonati ai servizi di telefonia, così come inseriti nella banca dati unica da parte dei singoli operatori telefonici, sono pubblicati dalla nostra società in conformità ai provvedimenti del Garante Privacy e della Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni. I dati vengono reperiti da elenchi pubblici alla data dell aggiornamento utile alla stampa, e sono pertanto pubblicati in conformità con le novità introdotte per la tutela degli abbonati per quanto attiene alle modalità di trattamento dei loro dati personali. Nell elenco sono pubblicati a titolo gratuito, le informazioni di base: nome e cognome per i privati, ragione sociale per le aziende, indirizzo e numero telefonico; sono altresì pubblicate le informazioni supplementari ritenute dall editore più coerenti e utili per le finalità proprie di un elenco telefonico e le informazioni integrative raccolte dagli inserzionisti con specifico consenso. I dati degli abbonati presenti in questo elenco che siano privi dei simboli bustina postale e cornetta telefonica (relativi a coloro che hanno espresso il consenso all utilizzo del proprio indirizzo o numero di telefono per ricevere da parte di terzi informazioni commerciali, materiale pubblicitario o per essere contattati ai fini di vendita diretta o di ricerche di mercato) non potranno essere utilizzati per le suddette attività commerciali o promozionali. Questa edizione di GuidaPiù, nata in applicazione della direttiva CEE n 90/388 relativa alla concorrenza nei mercati di servizi di telecomunicazione, offre ai cittadini, agli operatori economici e ai turisti, informazioni di quotidiana utilità sui Comuni di Sorbolo e Mezzani. La guida si compone di vari moduli: le informazioni turistiche, i numeri di emergenza e pubblica utilità, i servizi per i cittadini, la guida ai diritti realizzata con la preziosa consulenza di Antonio Lubrano e alcune informazioni relative alla sanità e alla prevenzione, alloggiate nel capitolo dedicato all elenco telefonico. Cuore di GuidaPiù, è proprio l elenco telefonico di Sorbolo e Mezzani, con privati e attività economiche, ordinati alfabeticamente. A fine guida l inserto PaginePiù presenta in ordine categorico le attività inserzioniste, per una rapida individuazione dei partners per gli affari e gli acquisti. Integra questa pubblicazione la cartina del territorio urbano di Sorbolo e Mezzani. GuidaPiù si può consultare gratuitamente anche in Internet, nel sito Qui, in un apposita banca dati, si trovano tutte le attività che con la propria adesione hanno reso possibile la stampa e la diffusione capillare gratuita del libro. L Editore 3

5 Opere in muratura in genere, pavimenti, autobloccanti, tinteggi, impianti elettrici e idraulici, falegnameria, scavi e demolizioni, giardinaggio, traslochi. garantiamo ottima qualità dei servizi con la massima sicurezza a prezzi di sicuro interesse preventivi gratuiti MEZZANI (PR) Via Martiri della Libertà, 364 Tel. e Fax Cell

6 EDIZIONE 2007 Editore e licenziatario del marchio/format: Gruppo GuidaPiù Srl Via Guicciardi, Reggio Emilia Tel Fax Testata: PaginePiù - Autorizzazione del Tribunale di Reggio Emilia n. 939 del 23/01/1997 Testata iscritta al Registro Operatori della Comunicazione Direttore Responsabile: Anna Gazzetti Diffusione: Gratuita ai nuclei famigliari e alle attività economiche del Territorio Comunale di Sorbolo e Mezzani Distribuzione a cura di: Poste Italiane Spa Stampa: Ottobre 2006 Tipografia: Grafiche Ponticelli - Castrocielo (FR) Servizi fotografici: Roberto Rozzi Copyright 2000/2006: Gruppo GuidaPiù Srl La riproduzione di testi, immagini, cartine, dell impostazione editoriale e grafica è vietata. Deposito SIAE n Ai sensi e per gli effetti del D.Lgs n. 196 l Editore dichiara che gli indirizzi utilizzati per l invio in abbonamento postale provengono da pubblici registri, elenchi, atti o documenti conoscibili a chiunque e che il trattamento di tali dati non necessita del consenso dell interessato. Ciò nonostante, in base all art. 13 dell informativa, il titolare del trattamento ha diritto di opporsi all utilizzo dei dati facendone espresso divieto tramite comunicazione scritta da inviarsi alla sede di Gruppo GuidaPiù Srl. PAG. 6 PAG. 11 PAG. 17 PAG. 30 PAG. 37 PAG. 47 PAG. 75 PAG. 89 PAG. 97 Infoturismo Numeri Utili Servizi del Comune Sanità Cartine aggiornate Elenco Telefonico Privati e Aziende Sorbolo Elenco Telefonico Privati e Aziende Mezzani PaginePiù - elenco categorico attività inserzioniste Rubrica personale Tiratura: copie Dichiarazione di tiratura resa all Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, ai sensi del comma 28, art. 1, legge 23/12/96 n Sorbolo - Stazione ferroviaria

7 6 Sorbolo e Mezzani INFO TURISMO NUMERI UTILI SERVIZI SANITÀ Raggiungere il Comune Dati di fatto Mercati, fiere, eventi In Automobile: Autostrada A1 Milano-Bologna con uscita al casello di Parma. Il Comune di Sorbolo si trova sul tracciato della Strada Provinciale 62 che collega Brescello a Parma. Chi giunge da Poviglio o da Gattatico può percorrere la Strada Provinciale 20 ed immettersi poi sulla SP62. La strada che mette in comunicazione i due Comuni, quello di Sorbolo, più a sud e quello di Mezzani a nord, è la Strada Provinciale 72. Provenendo da Casalmaggiore, il Comune di Mezzani è raggiungibile attraverso la Strada Statale 343 Asolana ; chi giunge dal Mantovano deve seguire la Strada Statale 420 in direzione sud; arrivando da Viadana, si percorre la Strada Statale 358, quindi si prosegue in località Brescello sulla Strada Provinciale 41 e poi sulla Strada Provinciale 60. In treno: Sorbolo è dotato di una propria stazione ferroviaria raggiungibile attraverso la linea Parma-Brescello-Viadana. In aereo: Gli aeroporti più vicini sono: Bologna Guglielmo Marconi Parma Giuseppe Verdi COMUNE DI SORBOLO Provincia: Parma Superficie: Kmq 39,58 Altitudine: mt 34 slm C.A.P.: Prefisso Telefonico: 0521 Popolazione: abitanti (al 30/09/06) Frazioni: Bogolese, Casaltone, Coenzo, Enzano, Frassinara e Ramoscello. Confini: Nord: Mezzani; Sud: Gattatico; Ovest: Parma; Est: Poviglio. COMUNE DI MEZZANI Provincia: Parma Superficie: Kmq 28,60 Altitudine: mt 26 slm C.A.P.: Prefisso Telefonico: 0521 Popolazione: abitanti (al 30/09/06) Frazioni: Casale (Sede Municipale), Mezzano Inferiore, Mezzano Rondani, Mezzano Superiore. Confini: Nord: Casalmaggiore; Sud: Sorbolo; Ovest: Colorno; Est: Brescello. COMUNE DI SORBOLO Festa dei SS. Faustino e Giovita 15 febbraio Festa di Primavera In aprile Festa Contadina Fine giugno - prima domenica di luglio Festa della Birra In luglio Festa sull Aia - Frassinara Terza domenica di luglio La Gastrobola In agosto Sagretta di Agosto Ultima domenica del mese Sagra di Casaltone In settembre Sagra di San Michele - Frassinara Ultima domenica di settembre Fiera di Ottobre Prima domenica del mese COMUNE DI MEZZANI Fiera di Mezzano Inferiore Seconda domenica di settembre Fiera di Mezzano Superiore Ultima domenica di settembre Fiera di Casale Seconda domenica di ottobre Festa della Castagna In ottobre

8 INFO TURISMO NUMERI UTILI SERVIZI SANITÀ Sorbolo e Mezzani 7 Sorbolo - Via Gramsci Informazioni storiche e turistiche menti, ciascuno dei quali destinato ad ospitare una villa rustica, ovvero un abitazione agricola dotata anche di fabbrica per la produzione di vasellame e di oggetti in bronzo o in rame. Le zone a maggiore vocazione agricola, in particolare quella di Pedrignano e il territorio compreso tra Frassinara e la via Mantova, hanno conservato nell andamento dei canali, dei fossi e delle coltivazioni l organizzazione centuriale romana. A partire dal Medioevo, infatti, la storia del Comune fu indissolubilmente intrecciata alle attività (di monitoraggio, controllo, bonifica, contenimento) legate alla presenza dell Enza e dei suoi affluenti (Parmetta, Gambalone, Formica, Naviglio e Fumolenta). Alcuni toponimi sono rimasti a ricordare la presenza sul territorio di aree incolte e boschive, come Ramoscello o Frassinara. Il più antico documento in COMUNE DI SORBOLO I territori del Comune di Sorbolo sembrano essere stati abitati fin dal Paleolitico. Gli insediamenti abitativi che hanno lasciato le tracce più evidenti sono i villaggi terramaricoli ascrivibili all età del Bronzo, ritrovati a Casaltone ed a Coenzo, in località La Pantera. La zona di Ramoscello doveva invece essere interessata da un insediamento dell età del Ferro. Le zone privilegiate dai primi insediamenti furono dunque quelle più prossime ai corsi d acqua ed al torrente Enza. Dopo la deduzione della colonia di Parma, nel 183 a.c., anche il territorio di Sorbolo, che ne faceva parte, fu suddiviso, secondo la logica della centuriazione, in diversi appezzacui compare il nome del Comune è un testamento, redatto nell 835, con cui la regina Cunegonda stabiliva la dote per il Monastero di S. Alessandro di Parma, tra cui alcuni beni in Sorbulo qui regitur per Tuesperto. Il legame tra la popolazione e il territorio si rinsalda ancora di più in età medievale quando l insediamento monastico, riprendendo possesso dei terreni rimasti incolti dopo la dominazione romana, intraprenderà notevoli opere di bonifica. I Monasteri di S. Giovanni Evangelista, di S. Uldarico e la stessa Abbazia Cistercense di S. Martino de Bocci, non solo furono i promotori di notevoli opere di bonifica e di prosciugamento sulle terre di Sorbolo e delle sue frazioni, ma furono anche i protagonisti dell organizzazione di un sistema strutturale del territorio.

9 8 Sorbolo e Mezzani INFO TURISMO NUMERI UTILI SERVIZI SANITÀ Dal X all XI secolo, infatti, i Monasteri si fecero promotori di una organizzazione territoriale che ruotava intorno al sistema delle Pievi e degli Ospedali (l Ospizio di San Leonardo della Formicola a Ramoscello, che con alterna fortuna funzionò fino al Cinquecento; l Ospedale della Scolopia, presso il Ponte nell Enza, opera dei frati Ospedalieri nel 1170, e l Ospedale di S. Macario a Chiozzola). Il potere religioso era affiancato da quello politico, che si manifestava soprattutto nel controllo dei passaggi di transito commerciale e dei luoghi strategici: si creò così un sistema di luoghi fortificati con chiara funzione difensiva e di salvaguardia dei transiti commerciali. Nel territorio di Sorbolo, la casaforte di Coenzo rappresentava il presidio militare più significativo, poichè permetteva il controllo dei commerci provenienti dai territori rivieraschi del Po (Colorno e Mezzani), da Parma e dal reggiano (Brescello, Boretto, Guastalla). La torre fu ingrandita nelle epoche successive e ne rimane un ricordo nel torrione dalle forme tozze tuttora visibile. Nel 1317 le torri di Sorbolo, Enzano e Coenzo furono occupate da Giberto Da Correggio, che si insediò per un breve periodo a Sorbolo. Durante il Quattrocento il territorio di Sorbolo entrò a far parte dei possedimenti degli Sforza. Nel 1548 il territorio fu affidato ai Farnese e, da quel momento in poi, la sua storia seguì quella del ducato. Dopo alcuni secoli di esclusiva appartenenza di Sorbolo alla proprietà ecclesiastica, l inizio della signoria dei Farnese sulla città di Parma, pose le condizioni per l insediamento di famiglie di estrazione nobiliare o borghese anche sul territorio comunale. Tra esse si ricordano i Campori-Menafoglio, marchesi dal 1636 per decreto di Francesco I, i Calvi creati nobili nel 1693 da Ranuccio Farnese e investiti di Sorbolo - Chiesa parrocchiale Coenzo, i Lalatta, marchesi dal 1695, proprietari di diversi poderi, mulini, di una villa e di un palazzo a Sorbolo, e i Gruppini, a cui fu concessa la sovranità ducale nel L elevazione di Sorbolo a Comune avvenne agli inizi del XIX secolo, periodo in cui furono realizzate importanti infrastrutture pubbliche. Nella seconda metà del secolo, vennero inaugurate la Società Cooperativa fra lavoranti, la Società di Mutuo Soccorso fra artigiani, la Società Cooperativa di Previdenza. Tali iniziative a metà tra il mutualismo e la cooperazione, allargando il campo occupazionale, incentivarono la nascita di centri urbani sia nelle frazioni che nel capoluogo. Sorbolo non presenta emergenze architettoniche di particolare importanza. Gli edifici che ospitano il Municipio, la Caserma dei Carabinieri e la Chiesa parrocchiale si aprono intorno alla Piazza principale del paese. La presenza di un antica Pieve nel luogo dove fu costruita la chiesa Parrocchiale è attestata a partire dall 835. Sappiamo che nel 1005 la chiesa fu dedicata a San Faustino e che negli anni successivi fu più volte ristrutturata, nel 1461, nel 1625 e nel 1718, finchè nel 1831 fu necessario un opera di ricostruzione totale in seguito al crollo provocato da un terremoto. Gli ultimi restauri dell edificio, successivi al terremoto del 1971, hanno messo in luce le strutture absidali dell antica Pieve, risalenti all XI-XII secolo. Disseminate per tutto il territorio sono le Ville, le residenze nobiliari delle famiglie parmensi, come Villa Gruppini, che conserva tuttora le originali strutture seicentesche, e la Villa Godi-Toschi, che risale alla metà dell Ottocento. Interessanti anche le costruzioni rurali, talvolta organizzate nelle strutture più complesse e articolate delle Corti, come la Corte di Frassinara, sorta in origine come abbazia benedettina dipendente dal Monastero di San Martino dei Bocci. Caratteristici anche i mulini che sopravvivono intatti sui canali Gambalone Vivo e Naviglia: queste costruzioni sorsero in prossimità dei canali fatti scavare dai Farnese per favorire il drenaggio delle zone paludose; nel Cinquecento furono dati in concessione ai mugnai che, oltre al grano, vi macinavano anche vinacce pe ricavarne olio da illuminazione.

10 INFO TURISMO NUMERI UTILI SERVIZI SANITÀ Sorbolo e Mezzani 9 Informazioni storiche e turistiche COMUNE DI MEZZANI Il territorio del Comune di Mezzani si trova a ridosso del Po, che con il suo corso ne delimita il confine settentrionale. Il Comune si estende sul territorio occupato in passato dalle Valli di Mezzani, prosciugate negli anni 30 del Novecento. Tutti i centri che costituiscono il territorio comunale nascono come mezzani, ovvero grosse isole, fasce di terra che il progressivo spostamento dell alveo del Po verso nord-est ha restituito alla terraferma nel corso dei secoli. La formazione di Mezzano Superiore e Mezzano Inferiore è da far risalire probabilmente al XIII secolo, in seguito all assestamento del Po prodotto dall alluvione che interessò tutta la zona compresa tra Sacca e Coenzo. Dal punto di vista amministrativo i due centri furono soggetti ai vescovi di Parma fin dall 880; Ottone III ed Enrico VI confermarono ai vescovi di Parma i diritti su questi terreni alluvionali. Queste terre, denominate appunto stati del vescovo, furono in seguito oggetto di contesa tra le famiglie dei Rossi e dei Farnese e furono successivamente ceduti in permuta dai vescovi in accordo coi Borbone. La cessione dei Mezzani portò ad una decisa reazione della popolazione che vi si oppose duramente. La gestione amministrativa di Maria Luigia portò alla riforma delle comunalie, con la suddivisione delle terre in piccoli appezzamenti che furono poi ceduti alle varie famiglie. Tra le emergenze architettoniche del Comune ricordiamo la Chiesa della Natività di Maria a Mezzano Inferiore, il cui originario impianto cinquecentesco è stato modificato dal rifacimento settecentesco realizzato dal Bettoli e al cui interno spiccano gli affreschi e le statuette in legno che decorano le cappelle laterali. A Mezzano Inferiore, oltre agli edifici rurali, disseminati nella campagna, spicca l Oratorio della Madonna. A Mezzano Superiore si trova la Chiesa di San Michele, risalente al XII secolo ma profondamente rimaneggiata alla fine del Trecento, che custodisce ancora alcune opere votive di pregevole fattura. A Mezzano Ròndani si trova la Chiesa dell Annunciazione, eretta nel 1745, che presenta una decorosa facciata con il timpano triangolare e pregevoli paramenti interni. A Casale, la frazione in cui si trova la sede municipale, si può visitare la Chiesa di San Silvestro, costruita sulle rovine di una preesistente chiesa medievale, di cui oggi si conservano solo poche tracce visibili tra i restauri realizzati nel XVIII secolo. Riserva Naturale Parma Morta La Riserva Naturale che prende il nome dal ramo abbandonato del torrente Parma, comprende un area di circa 65 ettari ed è gestita dall amministrazione comunale. Si tratta di un emergenza naturalistica di grande richiamo dal punto di vista turistico. Il torrente Parma ha mutato più volte nel corso dei secoli il proprio percorso. La Parma Morta, una sottile lingua di terra umida della lunghezza di circa 5 km, è ricoperta da ve- Mezzani - Chiesa parrocchiale di Casale getazione arbustiva e da un fitto canneto. La riserva rappresenta un importante oasi di biodiversità nell ambito della campagna parmense. Tra le specie di flora più caratteristiche che qui vi sono ospitate spiccano il campanellino estivo, il quadrifoglio acquatico e l utricularia, dal caratteristico fiore giallo che in estate spunta dalla superficie dell acqua. Anche diverse specie faunistiche, non trovando altri habitat naturali favorevoli, hanno colonizzato quest area. Si tratta di numerose specie di molluschi, insetti e lepidotteri e di varie specie di piccoli animali come il pendolino, il tarabusino (o usignolo di fiume), la raganella e il toporagno d acqua, abituati a colonizzare le aree dei coltivi e dei pioppeti. Fino ad oggi la Parma Morta ha svolto un importante ruolo di cassa di espansione per le piene del vicino canale Parmetta. Negli ultimi anni si sta assistendo ad un graduale abbassamento del livello della falda superficiale, dovuto ai lavori di estrazione di materiale sabbioso dall alveo del Po. Per Info: Sede della Riserva c/o Municipio del Comune di Mezzani - Strada della Resistenza, 2 Tel

11 Mezzano Superiore - Chiesa di San Michele Mezzano Inferiore - Monumento ai Caduti

12 NUMERI UTILI 11 EMERGENZE...pag. 12 IMPIANTI SPORTIVI...pag. 14 MUNICIPIO...pag. 12 REGIONE EMILIA ROMAGNA...pag. 14 SANITÀ...pag. 14 SCUOLE...pag. 14 UFFICI POSTALI...pag. 14 Sorbolo - Palazzo Comunale

13 12 Sorbolo e Mezzani INFO TURISMO NUMERI UTILI SERVIZI SANITÀ Emergenze Carabinieri Pronto Intervento...Tel. 112 Caserma Carabinieri - Sorbolo Piazza Libertà, 2...Tel Via Martiri della Libertà, 2...Tel Emergenza Incendi...Tel Emergenza Maltrattamento Minori...Tel. 114 Emergenza Sanitaria...Tel. 118 Soccorso ACI...Tel Soccorso Pubblico di Emergenza...Tel. 113 Telefono Azzurro...Tel Viaggiare Informati - CCISS...Tel Vigili del Fuoco...Tel. 115 Enel servizio clienti...tel guasti...tel Telecom...Tel. 187 Ministero della Funzione Pubblica Numero verde antisprechi nella Pubblica Amministrazione...Tel Per segnalare inadempienze o ingiustizie riscontrate nei rapporti con la P.A. TABACCHERIA BERNINI MARIA RIV. N. 7 - LOTTO N. 507 SUPERENALOTTO TOTOCALCIO TRIS - TOTIP RICARICHE TELEFONICHE BOLLI AUTO - ARTICOLI DA REGALO Via Marconi, 34 - SORBOLO Tel Municipio SORBOLO Sede Municipale: Piazza Libertà, 1 Centralino...Tel Fax UFFICI COMUNALI Ufficio Anagrafe - Stato Civile...Tel /631/632 Ufficio Commercio...Tel Ufficio Lavori Pubblici...Tel /672 Ufficio Personale...Tel /620 Ufficio Ragioneria...Tel Ufficio USL e Assistenza Sociale...Tel Ufficio Scuola c/o Centro Civico...Tel Ufficio Urbanistica...Tel Officina meccanica Zanichelli Claudio Strada del Bersagneto, 41 - Fraz. Enzano - SORBOLO (PR) Telefono e Fax: Ufficio Tributi...Tel /654 Biblioteca c/o Centro Civico...Tel Polizia Municipale Piazza Libertà, 2...Tel /641 MEZZANI Sede Municipale: Via della Resistenza, 2 - Casale di Mezzani Centralino...Tel /131...Fax UFFICI COMUNALI Ufficio Anagrafe - Stato Civile...Tel Ufficio Ambiente...Tel Ufficio Tecnico - Edilizia Privata...Tel Ufficio Elettorale...Tel Ufficio Tecnico - Lavori Pubblici c/o sede dell Unione di Sorbolo e Mezzani Piazza Libertà, 1 - Sorbolo...Tel Ufficio Protocollo...Tel Ufficio Segreteria...Tel Ufficio Scuola - Cultura...Tel Ufficio Tributi...Tel Polizia Municipale Strada Resistenza, 2...Tel ROSSELLA Underwear AND all Via I. Focherini, 13 - SORBOLO (PR) - Tel

14 INFO TURISMO NUMERI UTILI SERVIZI SANITÀ Sorbolo e Mezzani 13 Sorbolo - Campi da calcio Alimentari Forno Goffredi Pasticceria EMPORIO LOREDANA PEZZANI LOREDANA ABBIGLIAMENTO DONNA BAMBINO UOMO ABBIGLIAMENTO INTIMO Torte artigianali personalizzate per ogni occasione Focacce e pizze Consegne a domicilio Via Cavestro, 10 - Mezzano Inferiore - Parma Tel Eletcor di Corradi Demis s.n.c. Le nostre automazioni vi semplificano le giornate via Bologna SORBOLO (PR) GSM Tel Fax Via Martiri della Libertà, 138 Mezzano Inferiore PARMA Tel di ROSSI p.i. PAOLO & MORA MAURO impianti elettrici civili e industriali allarmi antintrusione quadri elettrici I N Via Chiozzola, COENZO di SORBOLO (PR) Fax Cell

15 14 Sorbolo e Mezzani INFO TURISMO NUMERI UTILI SERVIZI SANITÀ Impianti sportivi SORBOLO Centro Sportivo...Tel MEZZANI Palestra Comunale Mezzano Inferiore - Via Martiri della Libertà Regione Emilia Romagna Portale internet: Giunta Regionale Viale Aldo Moro, 52 - Bologna...Tel Fax Ufficio per le Relazioni con il Pubblico Viale Aldo Moro, 52 - Bologna...Numero verde Sanità AZIENDA USL DI PARMA Viale Basetti, 8 - Parma Centralino...Tel COMUNE DI SORBOLO Servizi USL...Tel Tel Prenotazioni CUP c/o sede AVIS Via Gruppini...Tel Guardia Medica - Sorbolo Via Gruppini, 4...Tel Guardia Medica c/o Pubblica Assistenza - Mezzani...Tel Scuole SORBOLO Asilo Nido...Tel Scuola Materna...Tel Scuola Elementare P.zza della Libertà, 1...Tel Scuola Media...Tel MEZZANI Scuola Materna Tosi Pardini Via Martiri della Libertà, 65 Mezzano Inferiore...Tel Scuola Materna F. Dall Asta Via Matteotti, 93 Mezzano Superiore...Tel Scuola Elementare di Mezzani Strada Martiri della Libertà, 32...Tel Scuola Media Statale L. Da Vinci Via Leonardo da Vinci Mezzano Inferiore...Tel Uffici postali Ufficio Postale - Sorbolo Via M. Martignoni, 9...Tel Ufficio Postale - Mezzani Via C. Bondi, 42 - Mezzano Superiore...Tel Ufficio Postale - Mezzani Via Martiri della Libertà, 180 Mezzano Inferiore...Tel di Catteddu Andrea Costruzioni - ristrutturazioni TRS TERMOIDRAULICA di Rossi Marco IDRAULICA, RISCALDAMENTO E CLIMATIZZAZIONE RICERCA PERDITE SOTTO PAVIMENTO Via Saccani, 3 Coenzo di Tel Fax Cell NUOVO E USATO MULTIMARCHE NOLEGGIO E VENDITA VEICOLI SENZA PATENTE AUTOFFICINA - VENDITA SCOOTER SORBOLO - V.le Rimembranze, 10 Tel Pellacini Firmino e C. MACELLERIA BOVINA - SUINA OVINA - POLLAME E SALUMI MAGIC BAR PARMA CLUB CESARE PRANDELLI con Maxi schermo Via G. Bruno, Cell SORBOLO - Via Gramsci, 14 Tel SORBOLO - Via Gramsci, 12 Tel

16 INFO TURISMO NUMERI UTILI SERVIZI SANITÀ Sorbolo e Mezzani 15 Casaltone - Monumento ai Caduti

17

18 SERVIZI DEL COMUNE 17 AFFIDAMENTO FAMILIARE...pag. 18 ALLOGGI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA...pag. 18 AMBIENTE ED INQUINAMENTO...pag. 18 ANTITERRORISMO...pag. 19 AUTOCERTIFICAZIONE...pag. 19 AUTORIZZAZIONI...pag. 24 CARTA D IDENTITÀ...pag. 28 CASA...pag. 24 CENTRO PER L IMPIEGO...pag. 25 I.C.I. IMPOSTA COMUNALI SUGLI IMMOBILI...pag. 25 MATRIMONIO...pag. 25 MORTE...pag. 27 NASCITA...pag. 27 PASSAPORTO...pag. 28 PATENTE DI GUIDA...pag. 28 TESSERA ELETTORALE...pag. 27 Coenzo - Scuola elementare

19 18 Sorbolo e Mezzani INFO TURISMO NUMERI UTILI SERVIZI SANITÀ Affidamento familiare Disciplinato dalla legge 149/2001, che ha modificato la legge 184/83, ha lo scopo di inserire il bambino, i cui genitori non siano in grado, per vari motivi, di occuparsi di lui, in una situazione che gli consenta una positiva esperienza di vita familiare. Rappresenta uno strumento di aiuto, limitato nel tempo e a sostegno sia del minore che della sua famiglia di origine. Ai sensi dell art. 2, l affidamento viene disposto a favore di una famiglia - preferibilmente con figli minori - o di una persona singola ovvero di una comunità di tipo familiare che possa garantire al minore il mantenimento, l educazione e le relazioni affettive di cui egli ha bisogno. L Amministrazione Comunale considera l affido un valore, perché è diritto di ogni bambino poter vivere in un ambiente familiare positivo, e ritiene importante che famiglie, che ne abbiano i requisiti necessari, si rendano disponibili ad aiutare temporaneamente altre famiglie, così che sia diffusa la cultura della reale solidarietà. Per informazioni: Municipio di Sorbolo Piazza Libertà, 1 - Tel Municipio di Mezzani Via della Resistenza, 2 - Tel /31 Alloggi Edilizia Residenziale Pubblica L assegnazione di tali alloggi avviene tramite graduatoria: i cittadini in possesso dei requisiti indicati negli appositi Bandi, che escono ogni due anni e che sono affissi all Albo Pretorio del Comune, possono rivolgersi presso l Ufficio Comunale competente. Via M. Fochi SORBOLO (PARMA) Tel. uff Fax Per informazioni: Municipio di Sorbolo Piazza Libertà, 1 - Tel Municipio di Mezzani Via della Resistenza, 2 - Tel /31 Ambiente ed Inquinamento L ARIA L inquinamento atmosferico è così definito dalla legislazione nazionale (Dlgs. 152/06): ogni modificazione dell aria atmosferica, dovuta all introduzione nella stessa di una o di più sostanze in quantità e con caratteristiche tali da ledere o da costituire un pericolo per la salute umana o per la qualità dell ambiente oppure tali da ledere i beni materiali o compromettere gli usi legittimi dell ambiente. Come salvaguardare l aria La collaborazione del cittadino si può concretizzare così: 1) controllo del buon funzionamento della caldaia per il riscaldamento, delle dimensioni e dell efficienza della canna fumaria e di altri apparecchi per la combustione; 2) bruciatori, caldaie e tecnologie di nuova concezione che tengono conto in definitiva di norme e soluzioni tese a diminuire l inquinamento; 3) depurazioni dei fumi prodotti dalla combustione; 4) miglioramento dell efficienza. Per i processi industriali diversi dalla combustione l abbattimento delle emissioni in atmosfera può essere ottenuto modificando i processi stessi agendo a valle con interventi di depurazione; per quanto riguarda l inquinamento urbano, Vincenzo De Lillo TINTEGGIATURE VERNICIATURE FINITURE INTERNI Via IV Novembre, 40 SORBOLO (PR) Tel l abbattimento delle emissioni gassose e particelle da autoveicoli si persegue con interventi di tecnologia motoristica, con l introduzione di marmitte catalitiche, benzina a basso tenore o senza zolfo, l uso di carburanti alternativi alla benzina (metano GPL), con il controllo periodico di gas di scarico degli autoveicoli e con l adozione di misure e correttivi tendenti a ridurre il numero di automezzi in circolazione. L ACQUA La crescita demografica ed i nuovi modelli di sviluppo hanno determinato un forte incremento dei fabbisogni idrici e al tempo stesso un peggioramento della qualità delle risorse idriche. L inquinamento delle acque sotterranee, sfruttate per l alimentazione dei nostri acquedotti, è solamente meno evidente di quello delle acque di superficie, ma certamente non meno dannoso. I principali fattori inquinanti sono da ricercarsi nell uso agricolo di pesticidi, diserbanti o dallo scarico delle deiezioni animali; dalle emissioni incontrollate del settore industriale e dallo scarico delle acque di fognature urbane; da avvenimenti casuali quali il ribaltamento di una autocisterna o la rottura di un serbatoio industriale nonché da cause naturali, quale l intorbidimento dovuto alle piene dei corsi d acqua. Il costante controllo delle autorità preposte è quindi indispensabile, come indispensabili sono la raccolta ed il trattamento opportuno delle acque reflue urbane, prima del loro allontanamento e smaltimento. Tale processo, teso alla conservazione degli ambienti naturali e alla tutela igienico-sanitaria delle popolazioni, avviene tramite processi chimico-fisici (sedimentazione, dissabbiatura, grigliatura e disoleatura) e processi biologici simili a quelli che avvengono in natura (con uso di alghe, batteri, protozoi e metazoi). Come salvaguardare la qualità dell acqua Ogni cittadino può contribuire alla diminuzione dell inquinamento idrico osservando opportune norme comportamentali: - utilizzare detersivi privi di fosfati; - non gettare negli scarichi fognari vernici, solventi, olio e sostanze tossiche; - ottimizzare l utilizzo delle lavatrici e lavastoviglie riducendo opportunamente la quantità media di detersivo utilizzato.

20 INFO TURISMO NUMERI UTILI SERVIZI SANITÀ Sorbolo e Mezzani 19 La disponibilità L acqua disponibile sulla terra per uso potabile è lo 0,06% di quella complessiva. Basterebbe questo dato per decidere, da subito, di risparmiare acqua con un uso razionale anche nelle mille azioni quotidiane. IL RUMORE Una componente inquinante troppo spesso sottovalutata è rappresentata dal rumore, che produce appunto inquinamento acustico. Questo fenomeno si accompagna alle attività umane, causando effetti indesiderati e provocando in taluni casi gravi scompensi nell organismo umano, non solo nei confronti dell apparato uditivo ma anche del sistema nervoso. Tali effetti vanno dalle interferenze sul rendimento nell apprendimento e nel lavoro, alle alterazioni del ritmo del sonno, fino all insorgere di malattie di organi innervati dal sistema neurovegetativo. Oltre i 160 decibel si assiste alla rottura del timpano. Il rispetto di norme comportamentali dettate dal buon senso prima ancora che dalla vigente legislazione è indispensabile per contribuire alla diminuzione dell inquinamento acustico. Ecco le principali: - spegnere l automobile in caso di sosta prolungata; - sottoporre a regolari controlli il tubo di scappamento dei propri veicoli a motore; - evitare schiamazzi e rumori molesti all uscita dei locali notturni; - eseguire attività lavorative in orari compatibili con le norme sulla quiete pubblica; - adottare le misure di prevenzione di legge nel caso la propria attività produca elevati livelli di rumore. Antiterrorismo COMUNICAZIONE CESSIONE FABBRICATO Chiunque cede in proprietà o in godimento, o a qualunque altro titolo l uso di un fabbricato o parte di esso, per un periodo superiore ad un mese, ha l obbligo di comunicazione all Autorità di Pubblica Sicurezza (Sindaco) entro 48 ore dalla consegna, mediante apposito modulo. Cosa occorre: - estremi del documento di identità del cedente e del cessionario. Per informazioni: Municipio di Sorbolo Piazza Libertà, 1 - Tel Municipio di Mezzani Via della Resistenza, 2 - Tel /31 Autocertificazione Dall entrata in vigore del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445 è in atto nel nostro Paese un decisivo processo di semplificazione del rapporto tra cittadini e Pubblica Amministrazione. Le Amministrazioni, i servizi pubblici e le aziende che hanno in concessione servizi come i trasporti, l erogazione di energia, il servizio postale, le reti telefoniche (ad esempio le aziende municipalizzate, l Enel, le Poste - ad eccezione del servizio Bancoposta, la Rai, le Ferrovie dello Stato, la Telecom, le Autostrade ecc.) non possono più chiedere i certificati ai cittadini in tutti quei casi in cui si può fare l autocertificazione. La richiesta di questi certificati costituisce una violazione ai doveri d ufficio. Al posto dei certificati, amministrazioni e servizi pubblici devono accettare le autocertificazioni o acquisire i dati direttamente, facendosi indicare dall interessato gli elementi necessari per trovarli. ATTENZIONE. E sempre possibile per i cittadini chiedere il rilascio dei certificati; sono le amministrazioni che non possono pretenderli. COSA E POSSIBILE ATTESTARE CON AUTOCERTIFICAZIONE Tutti i dati anagrafici (es. data e luogo di nascita, residenza, cittadinanza, ecc.), tutti i dati sullo stato civile (es. di stato celibe, coniugato, ecc.), estratti degli atti di stato civile limitati a matrimoni, adozioni, figli a carico, titoli di studio acquisiti, esami universitari e di stato, situazione reddito a fini fiscali, codice fiscale, partita IVA, stato di disoccupazione, qualità di casalinga, qualità di pensionato, qualità di legale rappresentante, adempimento o meno degli obblighi militari, dichiarazione di vivere a carico, assenza di condanne penali. Che cos è l autocertificazione E una dichiarazione che l interessato redige e sottoscrive nel proprio interesse su stati, fatti e qualità personali e che utilizza nei rapporti con la P.A. e con i suoi concessionari e i gestori di pubblici servizi. Le dichiarazioni sostitutive possono essere di due tipi: -dichiarazioni sostitutive di certificazioni (art. 46 DPR 445/2000) -dichiarazioni sostitutive dell atto di notorietà (art. 47 DPR 445/2000). Come si fa l autocertificazione Per sostituire i certificati basta una semplice dichiarazione sostitutiva di certificazione firmata dall interessato, senza autentica della firma e senza bollo. La documentazione può essere inviata anche a mezzo fax, via con la firma digitale o con la carta di identità elettronica. di Anastasio Pasquale SORBOLO (Parma) - Via Martiri della Libertà, 12 Tel. e Fax Cell PREVENTIVI GRATUITI IN LOCO SENZA IMPEGNO CELL SORBOLO (PR)

Giù le carte! COME ELIMINARE I CERTIFICATI INUTILI GUIDA ALL AUTOCERTIFICAZIONE

Giù le carte! COME ELIMINARE I CERTIFICATI INUTILI GUIDA ALL AUTOCERTIFICAZIONE PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Dipartimento della Funzione Pubblica Giù le carte! COME ELIMINARE I CERTIFICATI INUTILI GUIDA ALL AUTOCERTIFICAZIONE Certificati addio: dal 7 marzo le amministrazioni

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR Indice degli articoli Art. 1 Definizioni...2 Art. 2 Oggetto ed ambito di applicazione...2 Art. 3 Deroghe al divieto di circolazione

Dettagli

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TIPOLOGIA C " art. 3 c. 6 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf OGGETTO: Organizzazione Zona a Traffico Limitato Centro storico IL SINDACO Premesso che, per fronteggiare le

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

AL COMUNE DI RACALMUTO Sportello Unico per le Attività Produttive

AL COMUNE DI RACALMUTO Sportello Unico per le Attività Produttive Bollo 14,62 AL COMUNE DI RACALMUTO Sportello Unico per le Attività Produttive ESERCIZIO DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE STRUTTURE DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE (COM 4A - D.A. 8/5/2001) Ai sensi della L.r.

Dettagli

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali Informazioni generali Il Ministero dell'interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione, ha

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE C H I E D E DICHIARA QUANTO SEGUE

DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE C H I E D E DICHIARA QUANTO SEGUE MODULO DOMANDA / NUOVO CAS-SISMA MAGGIO 2012 DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE (Dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà resa ai sensi degli artt. 46 e 47

Dettagli

SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE IN PUBBLICI ESERCIZI E CIRCOLI PRIVATI

SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE IN PUBBLICI ESERCIZI E CIRCOLI PRIVATI CITTÀ DI BARLETTA COMANDO POLIZIA MUNICIPALE SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE IN PUBBLICI ESERCIZI E CIRCOLI PRIVATI Descrizione : L apertura e il trasferimento di sede degli esercizi di somministrazione

Dettagli

Al SUAP. Denominazione società/ditta

Al SUAP. Denominazione società/ditta COMUNICAZIONE SUBINGRESSO DI COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE SU POSTEGGIO L.R. 28/2005 e s.m.i. Codice del Commercio art.74 e D.P. G.R. n. 15/R del 1 aprile 2009 Regolamento di attuazione della legge n. 28/2005

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa. Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : /

Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa. Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : / Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : / GARDA UNO SPA Spazio per timbro e data di protocollo Via I. Barbieri, 20 25080 PADENGHE s/g

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

5)- COME VIENE DEFINITA LA FORMALITÀ PRESSO IL P.R.A. RELATIVA AD UN IPOTECA? A - Annotazione B - Iscrizione C Trascrizione

5)- COME VIENE DEFINITA LA FORMALITÀ PRESSO IL P.R.A. RELATIVA AD UN IPOTECA? A - Annotazione B - Iscrizione C Trascrizione 1)- PER UN VEICOLO ESPORTATO ALL'ESTERO E SUCCESSIVAMENTE REISCRITTO IN ITALIA DALLO STESSO INTESTATARIO QUALE IPT PAGA?: A - L'IPT si paga in misura proporzionale B - Non si paga IPT C - L'IPT si paga

Dettagli

Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.)

Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.) Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.) Familiari per i quali può essere richiesto il ricongiungimento: 1. Coniuge non

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF 5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF Ecco un elenco esemplificativo di interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef. In ogni caso, deve essere verificata la conformità

Dettagli

in relazione all'emergenza smog, dichiarata a seguito dell'incontro a Milano di

in relazione all'emergenza smog, dichiarata a seguito dell'incontro a Milano di Rubano, 24 febbraio 2010 Prot. 455 Sez. 0801 C. 13 Alle sigg.re Sindache ed ai sigg.ri Sindaci dei Comuni del Veneto Loro indirizzi Cari colleghi, in relazione all'emergenza smog, dichiarata a seguito

Dettagli

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA la guida DI CHI è alla guida SERVIZIO CLIENTI Per tutte le tue domande risponde un solo numero Servizio Clienti Contatta lo 06 65 67 12 35 da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 18.00 o manda un e-mail a

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81

FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81 CARTA SEMPLICE FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81 ALL A.S.L. N. CN2 ALBA BRA DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Servizio Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro Via Vida

Dettagli

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015 U.O.S.D. FORMAZIONE EDUCAZIONE E PROMOZIONE DELLA SALUTE Scadenza 15 DICEMBRE 2014 AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE DELL ELENCO DI CITTADINI A CUI PRIORITARIAMENTE DEVONO ESSERE CEDUTI GLI ALLOGGI RESIDENZIALI NELLE AREE PREVISTE DAL

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE DELL ELENCO DI CITTADINI A CUI PRIORITARIAMENTE DEVONO ESSERE CEDUTI GLI ALLOGGI RESIDENZIALI NELLE AREE PREVISTE DAL REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE DELL ELENCO DI CITTADINI A CUI PRIORITARIAMENTE DEVONO ESSERE CEDUTI GLI ALLOGGI RESIDENZIALI NELLE AREE PREVISTE DAL P.R.G., NEL CAPOLUOGO E NELLE FRAZIONI. Approvato con

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali AMBITO TERRITORIALE DI AGNONE AGNONE BELMONTE DEL SANNIO CAPRACOTTA CAROVILLI CASTEL DEL GIUDICE CASTELVERRINO PESCOPENNATARO PIETRABBONDANTE POGGIO SANNITA SAN PIETRO AVELLANA SANT ANGELO DEL PESCO VASTOGIRARDI

Dettagli

PICCOLI TRATTENIMENTI MUSICALI O DIFFUSIONE SONORA NEI DEHORS E NELLE AREE DI PERTINENZA PRIVATE ANNESSE AI LOCALI DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO

PICCOLI TRATTENIMENTI MUSICALI O DIFFUSIONE SONORA NEI DEHORS E NELLE AREE DI PERTINENZA PRIVATE ANNESSE AI LOCALI DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO Dipartimento Economia e Promozione della Città Settore Attività Produttive e Commercio U.O. Somministrazione, manifestazioni, artigianato e ricettive 40129 Bologna Piazza Liber Paradisus, 10, Torre A -

Dettagli

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria IMU - che cos'è L IMU si continua a pagare sulle case di lusso (categorie A/1, A/8 e A/9), sulle seconde case e su tutti gli altri immobili (ad esempio laboratori, negozi, capannoni, box non di pertinenza

Dettagli

www.integration.zh.ch

www.integration.zh.ch Cantone di Zurigo Dipartimento della giustizia e degli interni Ufficio cantonale per l integrazione Informazioni per i nuovi arrivati dall estero www.integration.zh.ch Indice 03 Immigrazione e diritto

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE

COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE SUBINGRESSO NELL ESERCIZIO DELL ATTIVITÀ DI VENDITA SU AREE PUBBLICHE SIA DI TIPO A (su posteggi dati in concessione per dieci anni) SIA DI TIPO B (su qualsiasi area purché

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

I.U.C. Imposta Unica Comunale

I.U.C. Imposta Unica Comunale COMUNE DI MARCON I.U.C. Imposta Unica Comunale Con la Legge n. 147/2013 (Legge di stabilità 2014) è stata istituita a decorrere dal 01/01/2014 l Imposta Unica Comunale (IUC). L imposta unica comunale (IUC)

Dettagli

MARCA DA BOLLO REGIONE LAZIO COMMISSIONE PROVINCIALE PER L ARTIGIANATO DI ROMA C/O C.C.I.A.A. - VIA OCEANO INDIANO 17, 00144 ROMA

MARCA DA BOLLO REGIONE LAZIO COMMISSIONE PROVINCIALE PER L ARTIGIANATO DI ROMA C/O C.C.I.A.A. - VIA OCEANO INDIANO 17, 00144 ROMA MOD. Art/A 1-07-2002 15:17 Pagina 1 Numero ALBO MARCA DA BOLLO Mod. ART/A ISCRIZIONE DI DITTA INDIVIDUALE REGIONE LAZIO COMMISSIONE PROVINCIALE PER L ARTIGIANATO DI ROMA C/O C.C.I.A.A. - VIA OCEANO INDIANO

Dettagli

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE 6 PARTE PRIMA LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE Sezione I LEGGI REGIONALI LEGGE REGIONALE 17 settembre 2013, n. 16. Norme in materia di prevenzione delle cadute dall alto. Il Consiglio

Dettagli

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda)

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) LE DOMANDE (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) 1. LA NUOVA MODALITÀ 1.1 Qual è in sintesi la nuova modalità per ottenere l esenzione ticket in base al reddito? 1.2 Da quando, per

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n.

L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n. Spazio riservato al Servizio Urbanistica AGIBILITA' n del L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n.160 ) l sottoscritt...

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13 Con l Europa investiamo nel vostro futuro DIREZIONE DIDATTICA STATALE Circolo San Giovanni Bosco C.so Fornari, 68-70056 - MOLFETTA (Ba) Tel 080809 Fax 0808070 Codice Fiscale N 80047079 Distretto n. 6 Molfetta

Dettagli

Fattura elettronica: esenzioni

Fattura elettronica: esenzioni Fattura elettronica: esenzioni Con l entrata in vigore del sistema della fatturazione elettronica, istituita dall articolo 1, commi da 209 a 213 della legge 24 dicembre 2007, n. 244 e regolamentata dal

Dettagli

D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno).

D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno). Mod. 2 - imprese COMUNE DI... D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno). MODULO PER IMPRESE Attività produttive, industriali, agricole, zootecniche, commerciali, artigianali, turistiche,

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297)

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) 1) Beneficiari Hanno titolo a richiedere l anticipazione i lavoratori che abbiano maturato almeno

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

SUAP Piazza Municipio 3 10090 BRUINO (TO)

SUAP Piazza Municipio 3 10090 BRUINO (TO) Al Comune di BRUINO SUAP Piazza Municipio 3 10090 BRUINO (TO) OGGETTO: SCIA di subingresso nell'esercizio dell'attività di commercio su aree pubbliche ai sensi dell art. 28, comma 12, del D.Lgs. n. 114/1998

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Anagrafe, Stato Civile, Elettorale. n. 5 monitor n. 3 stampanti laser di rete n. 3 stampanti ad aghi n. 1 calcolatrice n. 3 apparecchi telefonici

Anagrafe, Stato Civile, Elettorale. n. 5 monitor n. 3 stampanti laser di rete n. 3 stampanti ad aghi n. 1 calcolatrice n. 3 apparecchi telefonici Indicazione delle dotazioni strumentali, anche informatiche, che corredano le stazioni di lavoro nell automazione dell ufficio Segreteria SS.DD. - Affari Generali Anagrafe, Stato Civile, Elettorale Segreteria,

Dettagli

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento del lavoro occasionale accessorio, cioè di quelle prestazioni di lavoro svolte

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro Disciplina fiscale delle auto assegnate ai dipendenti Stefano Liali - Consulente del lavoro In quale misura è prevista la deducibilità dei costi auto per i veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti?

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

Comune di Mentana Provincia di Roma

Comune di Mentana Provincia di Roma BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI A SOSTEGNO DEL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNUALITA FINANZIARIA 2013 IL RESPONSABILE DEL SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA - VISTO l articolo 11 della

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente

Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente Allegato Mod. R CONTRATTO DI SOGGIORNO (Art. 5 bis del D.lvo n. 286/98 e successive modifiche)

Dettagli

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi Redditi diversi Redditi diversi - art. 67 Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale, ovvero se non sono conseguiti nell esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali, o da

Dettagli

FAI IL PIENO DI CALCIO

FAI IL PIENO DI CALCIO REGOLAMENTO INTEGRALE DEL CONCORSO A PREMI FAI IL PIENO DI CALCIO La Beiersdorf SpA, con sede in Via Eraclito 30, 20128 Milano, promuove la seguente manifestazione, che viene svolta secondo le norme contenute

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno...... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare Ufficio ex Enam Area Piccolo Credito Lista: settore.. n.... Largo Josemaria Escriva

Dettagli

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773.

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773. Modulo di segnalazione certificata di inizio attività per la somministrazione di alimenti e bevande all' interno dei circoli privati da presentare in carta libera Spazio per apporre il timbro di protocollo

Dettagli

ISTRUZIONI MOD.COM6BIS

ISTRUZIONI MOD.COM6BIS ISTRUZIONI MOD.COM6BIS COMMERCIO ELETTRONICO 2 AVVERTENZE GENERALI SI AVVERTE CHE PER LA CORRETTA COMPILAZIONE DEL MOD.COM6BIS, È NECESSARIA UNA PRELIMINARE ATTENTA LETTURA DELLA CIRCOLARE, ALLA QUALE

Dettagli

Tessera del Tifoso. Linee guida per gli addetti ai lavori approvate dal Gruppo di Lavoro tecnico. Programma Tessera del Tifoso VERSIONE DEFINITIVA 1

Tessera del Tifoso. Linee guida per gli addetti ai lavori approvate dal Gruppo di Lavoro tecnico. Programma Tessera del Tifoso VERSIONE DEFINITIVA 1 Tessera del Tifoso Linee guida per gli addetti ai lavori approvate dal Gruppo di Lavoro tecnico Programma Tessera del Tifoso VERSIONE DEFINITIVA 1 Indice degli argomenti Cos è la tessera del tifoso I punti

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLO SVOLGIMENTO DELL ATTIVITA COMMERCIALE SULLE AREE PUBBLICHE.

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLO SVOLGIMENTO DELL ATTIVITA COMMERCIALE SULLE AREE PUBBLICHE. REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLO SVOLGIMENTO DELL ATTIVITA COMMERCIALE SULLE AREE PUBBLICHE. TITOLO I: Norme generali e mercati Articolo 1 Ambito di applicazione Articolo 2 Definizioni Articolo 3 Finalità

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE

REGOLAMENTO PER IL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE CITTÀ DI PALERMO AREA SERVIZI ALLE IMPRESE SETTORE ATTIVITÀ PRODUTTIVE - SPORTELLO UNICO REGOLAMENTO PER IL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE 1 SOMMARIO Parte I. le forme del commercio su aree pubbliche e relative

Dettagli

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI Luca Menini, ARPAV Dipartimento di Vicenza via Spalato, 14-36100 VICENZA e-mail: fisica.arpav.vi@altavista.net 1. INTRODUZIONE La legge 447 del 26/10/95 Legge

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI Approvato con deliberazione G.C. n. 45 del 27/11/2008 esecutiva il 10/01/2009 Depositato in Segreteria Generale con avviso

Dettagli

ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI

ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI SI AVVERTE CHE PER LA CORRETTA COMPILAZIONE DEL MOD.COM1, È NECESSARIA UNA PRELIMINARE ATTENTA LETTURA

Dettagli

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i.

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i. CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Mod. Comunale (Modello 1088 Versione 001 2015) Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: COMUNICAZIONE

Dettagli

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche Comune di Parma Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche A vent anni dall entrata in vigore della più importante legge sull abbattimento delle barriere

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N.

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N. Azienda Ospedaliera Nazionale SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo Alessandria Via Venezia, 16 15121 ALESSANDRIA Tel. 0131 206111 www.ospedale.al.it asoalessandria@pec.ospedale.al.it C. F. P. I. 0 1 6

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Spett.le ACSM-AGAM S.p.A. Via P. Stazzi n. 2 22100 COMO CO Oggetto: Dichiarazione sostitutiva in merito al possesso dei requisiti di ordine generale prescritti dall

Dettagli

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE MOD.COM 3 Al Comune di * ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA copia per il Comune COMUNICAZIONE Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (artt.10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto

Dettagli

Istituzione della figura di Agente Ambientale.

Istituzione della figura di Agente Ambientale. Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 7 21 gennaio 2015 Oggetto : Istituzione della figura di Agente Ambientale. Il giorno 21 gennaio 2015 in Cremona, con

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE TASSE IMPOSTE SANZIONI COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE (DA COMPILARE A CURA DEL CONCESSIONARIO DELLA BANCA O DELLE POSTE) FIRMA Autorizzo addebito sul conto corrente

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

VERBALE DELLE OPERAZIONI

VERBALE DELLE OPERAZIONI MODELLO N. 15 (PARL. EUR.) Verbale delle operazioni dell ufficio elettorale di sezione per l elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all Italia ELEZIONE DEI MEMBRI DEL PARLAMENTO EUROPEO SPETTANTI

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

Informazioni per gli spettatori

Informazioni per gli spettatori Informazioni per gli spettatori Fondazione Arena di Verona si riserva il diritto di apportare alla programmazione annunciata variazioni di data, orario e/o programma che si rendano necessarie. L acquisto

Dettagli

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali?

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali? Domanda: Risposta (a cura di Maurizio Santoloci): Oggi un impresa edile che trasporta in proprio i rifiuti non pericolosi con proprio mezzo al contrario di quanto accadeva nella previdente disciplina deve

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni DOMANDA DI CARTA DELL AZIENDA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di DATI DELL AZIENDA Denominazione

Dettagli