abitare nei numero 5 dicembre 2013 ORGANO UFFICIALE DI ABITARE SOCIETÀ COOPERATIVA anno III

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "abitare nei numero 5 dicembre 2013 ORGANO UFFICIALE DI ABITARE SOCIETÀ COOPERATIVA anno III"

Transcript

1 abitare nei anno III numero 5 dicembre 2013 ORGANO UFFICIALE DI ABITARE SOCIETÀ COOPERATIVA Pubblicazione trimestrale - Spedizione in abbonamento postale - 70% Milano - Autorizzazione Tribunale di Milano n. 286 del 17/04/ ELEZIONI PRIMARIE E CANDIDATURE VILLAGGIO DI VIA CIALDINI: UN NUOVO MODELLO PER VIVERE MILANO CARTA DELLE CONVENZIONI E DEI SERVIZI 2014

2 SOMMARIO 3 ELEZIONI PRIMARIE E CANDIDATURE Giovanni Poletti 4 CERCHIAMO DI CAPIRE LA BOLLETTA Valter Giraudi 6 NUOVA EMISSIONE DI PRESTITO VINCOLATO Silvio Ostoni e Chiara Cariani 7 L ATTESA DI UN APPARTAMENTO VISTA DAI SOCI IN LISTA Sergio Ghittoni 8 LA CRISI DAL PUNTO DI VISTA DI ABITARE Chiara Cariani 10 A NIGUARDA È PARTITA LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DELL UMIDO Paola Cavaleri 12 VILLAGGIO DI VIA CIALDINI: UN NUOVO MODELLO PER VIVERE MILANO Davide Ostoni e Massimo Besutti 15 CARTA DELLE CONVENZIONI E DEI SERVIZI 2014 Paola Cavaleri 16 NON NASCONDIAMOCI DIETRO LA CRISI Ilaria Magnaghi 18 NATALE IN COOPERATIVA 19 LA UILDM NEI NOSTRI QUARTIERI 23 UNO SPAZIO GIOVANI PER LA COESIONE SOCIALE Lorenzo Mazzi 27 È PARTITA CON SUCCESSO LA NUOVA STAGIONE DEL CIRCOLO CULTURALE ITALO CALVINO Luisa Cabrini e Claudia Giacomelli 28 CENTRO CULTURALE DELLA COOPERATIVA I Colori della Memoria Il Concerto di Natale 2013 Maria Piera Bremmi 32 ECCO I PRESTIGIOSI APPUNTAMENTI DEL TEATRO DELLA COOPERATIVA Giusy Deligios 36 LA COOPERAZIONE A MILANO TRA LIBRI E DIPINTI Cooperativa aderente a: 4 Nuova Emissione prestito vincolato MODALITÀ DI ADESIONE Il socio che intende aderire deve recarsi presso uno dei nostri sportelli, durante il periodo di emissione, per sottoscrivere il contratto. PERIODO DI SOTTOSCRIZIONE dal 4 novembre al 27 dicembre 2013 DURATA E TASSI DI INTERESSE 2 anni - 2,60% lordo (2,08% netto) scadenza al 31 dicembre anni - 3,00% lordo (2,40% netto) scadenza al 31 dicembre 2016 RITENUTA FISCALE La ritenuta fiscale applicata sugli interessi dalle leggi vigenti è del 20,00% SOMMA DEI DEPOSITI ORDINARI E VINCOLATI PER SINGOLO SOCIO: importo massimo ,32 NESSUN COSTO DI GESTIONE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE LEGGERE IL DISCIPLINARE DI ADESIONE DISPONIBILE PRESSO I NOSTRI SPORTELLI Per informazioni: op tel REGOLAMENTI INTERNI Informiamo i soci che i testi delle modifiche ai regolamenti interni, approvati nelle assemblee dei soci dell 11 e 14 ottobre scorsi, saranno presto pubblicati sul sito e inviati con la newsletter. Saranno a breve disponibili anche presso i tre sportelli della Cooperativa. 2 dicembre 2013

3 LA COOPERATIVA Elezioni primarie e candidature Un azione di rinnovamento in vista del prossimo appuntamento elettorale di Giovanni Poletti Nel nostro Paese, da molto tempo, doveva essere avviata una profonda e generalizzata iniziativa di rinnovamento, iniziativa che avrebbe dovuto dare spazio ad una nuova leva di dirigenti in ogni settore della vita italiana. Purtroppo questo turnover generazionale non è avvenuto ed il Paese risente di una forte incapacità nel cogliere il nuovo e quindi nel rilanciarsi. L Italia è stata impoverita culturalmente ancor prima che economicamente. Ci sono responsabilità precise che sarebbe semplicistico addebitare a qualche personaggio politico. È un intero popolo che si è adagiato pensando che Il Bel Paese fosse quello della televisione e dei ristoranti pieni. Rinnovare, marcare il cambio generazionale non spetta solo alla cosiddetta politica, ma anche alla società civile, alla scuola, al sistema bancario, ai settori fondamentali dell economia del Paese, ad altri ancora. Troppi boiardi di stato, bonzi dell economia, primari incartapecoriti, una pletora di teste pelate e di capelli bianchi attaccati alle sedie, che condizionano il governo della cosa pubblica, gli ambiti del privato: li trovi ovunque. C è un grande ma: ma è veramente tutta colpa degli anziani pervicacemente attaccati al potere o come diceva qualcuno il potere logora chi non ce l ha o anche il potere te lo devi conquistare, nessuno te lo regala? Sicuramente sono affermazioni di chi ha una visione di una società simile alla giungla, dove diventa capo colui che sconfigge l animale dominante. Credo sia più ragionevole, in questo momento ed in una situazione di grande crisi, riflettere su un cambiamento equilibrato che metta in un corretto rapporto l importanza dell esperienza e la forza della volontà del cambiamento. Credo che una operazione generalizzata che abbia questa caratteristiche possa essere indicata come operazione rinnovamento che sappia coniugare continuità e cambiamento, senza mortificare il lavoro di intere generazioni ed anche accogliere le nuove culture, le intelligenze più vivaci, affidando loro il potere attraverso un percorso in sintonia con le esigenze della nostra Società. Dicevo prima che l esigenza del rinnovamento è presente ovunque in Italia, anche nella nostra Cooperativa Abitare. Il Consiglio di Amministrazione sarà rinnovato nella prossima primavera ed ha voluto avviare l operazione rinnovamento. L assemblea generale dei soci ha costituito una commissione elettorale per la gestione delle elezioni primarie ed ha approvato un regolamento ad hoc. Il 6 novembre è stata avviata la fase di presentazione delle autocandidature che si concluderà il 20 dicembre prossimo. Dunque si è messa in moto la macchina che può favorire il rinnovamento del Consiglio di Amministrazione. Il Regolamento di cui sopra da la possibilità alla commissione elettorale di organizzare numerose iniziative per la presentazione dei candidati. Tuttavia, se manca la partecipazione dei soci, un operazione tanto importante per il futuro della Cooperativa viene svuotata del suo valore. Ricordo che l assemblea generale dei soci ha ridotto da 23 a 15 il numero dei consiglieri. Frequentemente sento dire che i nostri giovani non si interessano della vicenda della Cooperativa, che non partecipano. In parte è vero, ma non me la sento di generalizzare. Ci sono giovani preparati che potrebbero assumere un ruolo importante in Cooperativa. Mi auguro che l attività dei Consigli di Quartiere diventi la palestra per i futuri amministratori. Infatti è la conoscenza dei fatti amministrativi, degli interventi per la buona conservazione del patrimonio, dei fattori di coesione sociale, dei rapporti con il Consiglio di Amministrazione, la condizione fondamentale per una formazione a tutto campo che agevoli successivamente il ruolo di Consigliere di Amministrazione. Abitare è una grande Cooperativa la cui gestione è molto impegnativa e richiede dedizione e assunzione di responsabilità. Ecco le ragioni per cui si richiede preparazione culturale, professionale e spirito di sacrificio. Ho fiducia nei soci, sono certo che sapranno indicare con saggezza chi dovrà governare la loro cooperativa e garantirle il futuro che merita, superando difficoltà piccole e grandi che da sempre condizionano la vita dei cooperatori. dicembre

4 LA COOPERATIVA Cerchiamo di capire la bolletta di Valter Giraudi È un osservazione formulata più volte, durante le riunioni con i Consigli di Quartiere e con i Soci: il preventivo delle spese dell anno solare, che viene consegnato con la prima bolletta di gennaio, non è sufficientemente chiaro : le voci di spesa sono definite con termini tecnici che rendono difficile la comprensione dei contenuti. Non sono un esperto del tema, ma Claudia, Nicoletta e Rosa Maria, che lavorano con e per noi, mi hanno dato una mano concreta per capire e cercare di raccontare come si compone ciascun elemento del preventivo annuale, che viene poi ripartito trimestre per trimestre. GODIMENTO IMMOBILE È il canone di godimento attribuito al Socio all assegnazione dell alloggio e delle parti di pertinenza (balconi e cantina). I nuovi canoni sono definiti sulla base dei metri quadri calpestabili dell appartamento, più il 50% della superficie dei balconi ed il 25% della superficie della cantina di pertinenza. I vecchi canoni, anche se stabiliti con criteri diversi, rimangono tali, come è esplicitamente indicato nel Regolamento per l Uso e la Gestione degli Alloggi Sociali, al primo e al secondo comma dell articolo 13. PRESTAZIONI DI SERVIZI È un tipico termine contabile, il cui ammontare viene attribuito in misura proporzionale ai metri quadri calpestabili dell alloggio, che comprende più voci di spesa: la rotazione sacchi dell immondizia, con tutte le attività correlate (confezionamento, dislocamento, pulizia bidoni e locale) il recupero dei rifiuti eccezionali, inclusi gli oggetti che impropriamente vengono depositati nelle aree di raccolta dei quartieri e che fanno costantemente accrescere la spesa: chiamare l AMSA è gratis... i servizi di pulizia, qualora non siano svolti dal personale di custodia. La voce include i materiali impiegati i servizi di derattizzazione e disinfestazione che la Cooperativa assicura nel rispetto delle direttive locali l energia e l illuminazione per tutte le parti comuni. L importo corrisposto per questa voce è stato temporaneamente congelato : nel 2011 per tutti i quartieri della ex Niguarda e per il quartiere di via Carli, in seguito all installazione dei pannelli fotovoltaici della cosiddetta fase 1 avvenuta nel 2010 nel 2012 per tutti gli altri quartieri, in seguito al completamento dell installazione (fase 2) avvenuta nel 2011 ACQUA POTABILE È il costo dell acqua potabile prelevata dalla rete, per tutte le utenze del quartiere. Viene ripartita in proporzione al numero di persone presenti nell alloggio del Socio assegnatario, conformemente a quanto indicato nel regolamento. COSTO CUSTODI La voce include gli stipendi e le contribuzioni di tutto il personale di custodia attivo nel quartiere, ed il costo viene ripartito in base ai metri quadri calpestabili dell alloggio assegnato. La definizione (tutto il personale di custodia...) non deve sorprendere: abbiamo infatti diversi quartieri in cui attualmente operano più custodi in parallelo. MANUTENZIONE VERDE Nei quartieri di Abitare sono destinati al verde oltre metri quadrati di superficie: alberi di più specie, cespugli, rampicanti, tappezzanti, siepi, aiuole fiorite e tappeti erbosi richiedono una cura costante per tutto l arco dell anno, oltre all irrigazione estiva. Ciascun quartiere sostiene le spese di mantenimento di questo patrimonio comune, ripartite in base ai metri quadri calpestabili degli alloggi di ciascun quartiere. RISCALDAMENTO Alla voce Riscaldamento competono i costi per la fornitura di energia termica agli alloggi (kwh misurati all uscita della caldaia), per la manutenzione di base necessaria a mantenere la funzionalità dell impianto e per il servizio di reperibilità assicurato dal fornitore. Nella maggior parte dei quartieri, il costo è attualmente ripartito in base ai metri quadri calpestabili dell appartamento e quindi al volume dell alloggio. In alcuni quartieri, di più recente realizzazione o ristrutturazione, sono presenti i contabilizzatori divisionali (contatermie per ciascun alloggio) ed entro il prossimo anno tutti avremo le termovalvole ed i riparitori su ciascun termosifone. Alla quota individuale, proporzionale all energia impiegata per riscaldare il proprio appartamento, viene sommata una quota comune relativa alla distribuzione e alle dispersioni dell impianto, ripartita proporzionalmente alla superficie calpestabile dell appartamento. ASCENSORE È stato un punto dibattuto nell assemblea generale dei Soci di Abitare dello scorso 11 ottobre, che ha deliberato di ripartire il costo dell ascensore in relazione al piano di residenza. 4 dicembre 2013

5 Nella seduta della scorso 5 novembre, il CdA ha definito i coefficienti di ponderazione per la ripartizione della spesa, che sarà paritaria per tutti gli alloggi allo stesso piano, quartiere per quartiere, anche in presenza di più scale e di più edifici di quote diverse. Nella voce Ascensore rientrano i costi di manutenzione, nelle modalità conformi ai contratti vigenti, e di collaudo, richiesti dagli organi di controllo. ACQUA CALDA SANITARIA Il quartiere di via Cecchi dispone dell impianto di produzione e distribuzione dell acqua calda sanitaria fin dalla sua realizzazione (1975), senza contabilizzazione divisionale. Il costo viene quindi ripartito sui soci assegnatari, in base al numero di persone residenti in ciascun alloggio. In altri quartieri della ex Niguarda e nelle più recenti realizzazioni (Cicerone, Grazioli, Hermada sottotetti, bocciofila Ornato7 e Palanzone) sono presenti impianti di produzione dotati di contatori divisionali; in questi quartieri, il costo viene attualmente calcolato in base al consumo rilevato trimestralmente per ciascun alloggio. MANUTENZIONE ORDINARIA La manutenzione ordinaria di un quartiere include tutti gli interventi mirati alla riparazione e al ripristino o al miglioramento degli impianti e delle parti comuni. La manutenzione viene assicurata dall Ufficio Tecnico della Cooperativa, che si fa carico di proporre e programmare l esecuzione degli interventi. Alla definizione del programma di manutenzione annuale partecipano anche i Quartieri, attraverso la propositività dei loro Consigli e l approvazione delle proprie assemblee. Il costo della manutenzione ordinaria di ciascun quartiere viene ripartito sui soci assegnatari in base alla superficie calpestabile degli alloggi. RECUPERO MANUTENZIONE ORDINARIA TRIENNALE Quando il costo di un intervento di manutenzione ordinaria supera la soglia di 1,50 /m 2, il recupero dai soci viene ripartito in tre anni solari, incluso quello in cui viene attuato l intervento. Ovviamente la ripartizione triennale deve essere confermata dal CdA, in base all onere finanziario complessivo di tutti gli interventi da eseguire nello stesso anno. Alla rateizzazione viene applicato un tasso di interesse corrispondente al tasso medio pagato dalla Cooperativa per la raccolta dei propri mezzi finanziari, come deliberato dal Consiglio di Amministrazione il 29 novembre I costi annuali necessari per vivere i nostri quartieri ed i nostri alloggi, con tutti i servizi presenti, si fermano qui. Ma la bolletta continua, con le spese di manutenzione straordinaria, con quelle derivanti dalla la tassazione degli immobili e con quelle di gestione della Cooperativa, alla quale ogni Socio assegnatario deve contribuire. MANUTENZIONE STRAORDINARIA Include tutti gli interventi di manutenzione straordinaria eseguiti nei quartieri. Fino al 31 dicembre di quest anno, ciascuna ex Cooperativa gestisce il recupero degli oneri relativi ai propri interventi con modalità differenti: modificando il canone di godimento, per l ex Dergano con recupero almeno quinquennale, per l ex Unione Operaia con recupero in solidarietà, pianificato dal 2001 al 2023, per l ex Niguarda. A partire dal 1 gennaio prossimo, la modalità di recupero per i futuri interventi verrà unificata come è previsto dai Regolamenti di Abitare, pur mantenendo le code del passato per ciascuna ex cooperativa fino all estinzione dei debiti. Il costo viene ripartito per metro quadro calpestabile. IMU ALLOGGI Di cosa si tratti, è fin troppo chiaro. E se dopo l IMU arriverà la IUC, ci comporteremo come sarà necessario. Vorrei solo spendere due parole sulla ricorrente domanda perché dobbiamo pagare l IVA su una tassa?. La tassa sulla casa (ICI, IMU, IUC,...) viene pagata direttamente dalla Cooperativa, coerentemente con la normativa definita, poiché la proprietà è della Società. Ma la Cooperativa non può che ribaltarla su ciascun Socio assegnatario, come qualunque altro onere sostenuto per conto del Socio stesso, che quindi è soggetto ad IVA (4%). COSTO DEL PERSONALE E SPESE AMMINISTRATIVE È attribuita ai soci assegnatari una quota forfetaria pari a 5,50 /m2 della superficie calpestabile dell alloggio (anno 2014); l importo rimanente è a carico della Società. La voce include gli stipendi e le contribuzioni di tutto il personale amministrativo e tecnico della struttura operativa della Cooperativa, le spese di viaggio, gli oneri relativi alle eventuali prestazioni temporanee e tutti gli interventi di formazione (obblighi di legge e non). SPESE GENERALI E TECNICHE Viene attribuito ai soci assegnatari un costo forfetario pari a 4,50 /m2 della superficie calpestabile dell alloggio (anno 2014); anche per queste tipologie di spesa, l importo rimanente rimane a carico della Società. È un capitolo di spesa importante che comprende spese, compensi e contributi per: funzionamento degli uffici (luci, vigilanza, assicurazioni, pulizia, telefoni, manutenzione macchine ufficio, noleggi computer e fotocopiatrici, cancelleria) elaborazione stipendi assicurazioni fabbricati amministratori (presidenza, consiglieri) sindaci, certificatori di bilancio, revisori organismo di controllo assistenza fiscale, legale, notarile e prestazioni professionali diverse contributi associativi Legacoop spese bancarie, postali, valori bollati e vidimazioni strumenti di informazione contributi ai Consigli di Quartiere contributi di solidarietà (Filo di Arianna, centri culturali, Ape, Abitare con Cura...) iniziative sociali diverse (Casa Sicura, fondo Area Sociale e Commissione Contributi, feste ed eventi nei quartieri, centri estivi, assistenza fiscale ai Soci, cofanetti bimbi, Spazio Giovani...) e contributo al Teatro della Cooperativa. Sinceramente, non so quanti lettori saranno riusciti ad arrivare fin qui senza annoiarsi: raccontare la composizione delle spese non è un tema ameno, eppure per molti dei capitoli affrontati sarebbe stato necessario qualche ulteriore approfondimento. E d altra parte, la trasparenza passa anche attraverso queste informazioni. Ne riparleremo comunque nei prossimi numeri, con Abitare finalmente a regime. LA COOPERATIVA dicembre

6 Nuova Emissione prestito vincolato MODALITÀ DI ADESIONE Il socio che intende aderire deve recarsi presso uno dei nostri sportelli, durante il periodo di emissione, per sottoscrivere il contratto. PERIODO DI SOTTOSCRIZIONE dal 4 novembre al 27 dicembre 2013 DURATA E TASSI DI INTERESSE 2 anni - 2,60% lordo (2,08% netto) scadenza al 31 dicembre anni - 3,00% lordo (2,40% netto) scadenza al 31 dicembre 2016 RITENUTA FISCALE La ritenuta fiscale applicata sugli interessi dalle leggi vigenti è del 20,00% SOMMA DEI DEPOSITI ORDINARI E VINCOLATI PER SINGOLO SOCIO: importo massimo ,32 NESSUN COSTO DI GESTIONE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE LEGGERE IL DISCIPLINARE DI ADESIONE DISPONIBILE PRESSO I NOSTRI SPORTELLI Per informazioni: tel

7 di Sergio Ghittoni L attesa di un appartamento vista dai soci in lista Il mondo sta cambiando. Anche l Italia. Guardando oggi il nostro Paese e confrontandolo con i nostri ricordi di com era cinquant anni fa, non troviamo quasi niente che sia rimasto uguale. I nostri quartieri non fanno eccezione e queste variazioni si riflettono anche nella composizione del nostro corpo sociale. Per la prima volta nei quasi centoventi anni di storia delle cooperative fondatrici, infatti, alcuni appartamenti disponibili sono stati rifiutati nelle assemblee di assegnazione e nessun nuovo socio ha mostrato interesse. Una spiacevole novità, nel corso dei decenni precedenti le cose erano ben diverse: i soci si strappavano di mano gli alloggi disponibili, le assemblee erano affollatissime e i tempi di attesa potevano anche raggiungere i dieci anni. Il vantaggio di un affitto fisso nel tempo, di un contratto senza scadenza e la cura che la cooperativa sempre poneva nella manutenzione più pignola del proprio patrimonio rendevano l offerta assolutamente appetibile. Il fatto poi che il tasso di inflazione rendesse i canoni di godimento del tutto sostenibili nel corso di pochi anni era un altro incentivo che aveva mostrato tutta la sua forza nel passato. Poi è arrivato l Euro, l inflazione è quasi scomparsa e quest arma è apparsa presto spuntata. I canoni, alti all inizio, rimangono alti anche per molti anni. La crisi economica ha fatto crollare gli affitti e oggi sul mercato si trovano appartamenti a prezzi competitivi con i canoni della cooperativa. La politica non ha aiutato, anzi: le aree che nel passato gli enti locali mettevano a disposizione a prezzi politici, nel tentativo di risolvere il problema casa, sono scomparse e i costi di costruzione sono saliti alle stelle, trascinati dalla bolla immobiliare che ora si è sgonfiata, lasciando migliaia di aziende in bancarotta e oltre cinquecentomila lavoratori a casa. Le nuove costruzioni della cooperativa, quindi, hanno un canone di godimento calcolato in percentuale sulla somma dei costi delle aree, della costruzione e degli oneri finanziari. Canone che appare ora abbastanza elevato. Con questa preoccupazione in mente e nella convinzione che le questioni economiche fossero la ragione principale della disattenzione con cui i soci in lista d attea accolgono le proposte della cooperativa, abbiamo voluto verificare. Abbiamo provato a chiamare un centinaio di soci, spuntando la lista d attesa, per sentire da loro direttamente le ragioni di questa situazione. E presto le nostre convinzioni si sono rivelate completamente sbagliate. I problemi di prezzo e di competitività paiono essere una ragione valida solo per il 3% degli intervistati. E persino in questo 3% nessuno ha trovato scandalosi i nostri canoni: solo hanno rimarcato che la loro situazione economica attuale non consentiva di affrontare una tale spesa e che quindi avrebbero optato per una casa popolare o per condividere un appartamento con qualcun altro. La causa principale, quindi, di questa disaffezione sorprendentemente pare essere un grosso malinteso. Nel momento della loro iscrizione nelle liste d attesa nel 2012, infatti, la maggior parte degli intervistati ha dichiarato che allo sportello era stato loro comunicato che non ci sarebbero state speranze di ottenere le chiavi di un alloggio prima del 2014 e che quindi non hanno fatto caso alle convocazioni delle assemblee assegnative, pensando di non avere possibilità. Invece, l alto numero di decessi di persone anziane, la rinuncia di molti e il trasloco di molti altri hanno provocato una certa disponibilità di alloggi anche prima del previsto, di cui i soci in attesa non hanno avuto notizia. È accaduto così che siano stati assegnati appartamenti a persone in lista anche solo da pochi mesi. C è una minoranza di iscritti, circa un 3%, che invece legge attentamente la nostra corrispondenza, controlla spesso il sito, scarica le planimetrie degli alloggi disponibili, ma non partecipa alle assemblee perché nell offerta della cooperativa non trova nessuna proposta adatta. LA COOPERATIVA PER LA PRIMA VOLTA NEI QUASI CENTOVENTI ANNI DI STORIA DELLE COOPERATIVE FONDATRICI, ALCUNI APPARTAMENTI,, DISPONIBILI SONO STATI RIFIUTATI NELLE ASSEMBLEE DI ASSEGNAZIONE C è chi cerca un monolocale in via Hermada, chi un bilocale a Dergano, chi pretende la vicinanza al Parco Nord per via del cane. Il 9% delle persone contattate dichiara invece di non ricevere le convocazioni per le assemblee e quindi, pur essendo desideroso di partecipare e davvero bisognoso della casa, perde l opportunità per un difetto di comunicazione. La responsabilità della cosa è controversa: alle volte l indirizzo lasciato al momento dell iscrizione non risulta più valido e non ne è stato comunicato uno alternativo; altre volte la mail risulta spedita e anche ricevuta malgrado le dichiarazioni contrarie degli interessati. Restano comunque casi inspiegabili che vanno approfonditi. Poi ci sono persone che si sono iscritte alle liste per sicurezza, ma che non hanno un immediato bisogno della casa: il caso tipico è quello dello studente il cui padre ha pensato bene di garantire un alloggio per quando avrà trovato un lavoro dopo la laurea, ma che per il momento vive ancora con i genitori e non è in grado di fronteggiare un canone. In generale, però, due considerazioni sono immediatamente saltate all occhio. La prima è che il livello di conoscenza dei meccanismi della cooperativa presso questi soci in generale è davvero molto basso. Non è chiaro come vangano assegnati gli appartamenti, come sarà il contratto che sottoscriveranno, come potrebbero essere regolate le convivenze, le coabitazioni e le ospitalità, come sarà articolata la fatturazione. Si tratta di un problema che si pensava di aver risolto con gli incontri informativi con i nuovi soci, ma che evidentemente non risultano adeguati a trasmettere le conoscenze necessarie. E la seconda è che le aspettative sono davvero alte. Molti vedono la casa in cooperativa come la terra promessa, la fine di un incubo, la risoluzione di tutti i loro problemi. E vedono il contatto con noi come una occasione per manifestare i loro desideri, spiegare la loro situazione, le loro difficoltà. Ci vedono come un partner credibile e impegnato nel garantire loro una via d uscita ai loro problemi. Una simpatia e una fiducia che traboccava dalle telefonate e dalle mail che abbiamo ricevuto. Una fiducia che non dobbiamo deludere. dicembre

8 LA COOPERATIVA Silvio Ostoni, Vicepresidente Abitare, con Chiara Cariani in un momento dell intervista INTERVISTA AL VICE PRESIDENTE SILVIO OSTONI La crisi dal punto di vista di ABITARE Materialmente, cosa implica tutto questo per la nostra Cooperativa? Implica che le famiglie non riescono a far fronte al canone, alle spese e che i credidi Chiara Cariani Sig. Ostoni, alla luce della sua esperienza, cosa ne pensa della situazione economica attuale? La crisi economica continua pesare sui bilanci delle famiglie del nostro Paese. I dati provenienti da Censis, Confcommercio e dalle maggiori Organizzazioni Sindacali sullo stato di salute dell Italia mettono in luce una situazione davvero pesante: l economia nazionale non riesce a risollevarsi e le famiglie si trovano in difficoltà. Le imprese rischiano di chiudere una dopo l altra, i consumi sono crollati ai livelli degli anni Novanta e oltre 4,2 milioni di famiglie, circa il 17%, non sanno come sbarcare il lunario perché il loro reddito non è sufficiente a coprire tutte le spese. Sempre più frequentemente le famiglie italiane utilizzano, infatti, i propri risparmi in banca per far fronte alle spese correnti. Aumentano anche quelle che ricorrono a piccoli prestiti o che decidono, loro malgrado, di rinviare i pagamenti. Molte hanno visto ridursi, se non scomparire del tutto, la propria capacità di risparmio. Circa 7 milioni di persone, infine, hanno difficoltà a rispettare le scadenze delle rate su finanziamenti aperti con gli istituti di credito e delle tasse. Il peggioramento della condizione economica individuale è in aumento generalizzato sul territorio nazionale, ma è maggiore al Nord e Milano non è immune, né lo è il corpo sociale di Abitare, che rappresenta, nel suo piccolo, uno specchio della società italiana attuale. Come e in che misura, a suo parere, la crisi che attanaglia il nostro Paese ha avuto e ha ripercussioni sui soci di Abitare? È sotto gli occhi di tutti che ci troviamo in un vero e proprio periodo di recessione, la situazione economica europea, ma soprattutto italiana, non accenna a migliorare, nonostante qualcuno inizi a parlare di una lenta ripresa. Le difficoltà delle famiglie italiane sono, purtroppo, riportate fedelmente nei rap- porti economici che Abitare intrattiene con i propri soci e clienti. Ogni giorno ci sono persone che si rivolgono a noi per chiedere un aiuto, un consiglio o semplicemente per condividere quelle che sono le preoccupazioni sorte in seguito alla perdita del lavoro, all incapacità di fare fronte alle necessità della propria famiglia. Abbiamo testimonianze dirette di molte persone che, giunte alla mezza età o quasi al traguardo della tanto agognata pensione, si ritrovano in cassa integrazione o, peggio ancora, vengono lasciate a spasso dalle imprese per le quali hanno lavorato per anni. Ma, ancora di più, sentiamo sempre più spesso di giovani soci che non trovano un impiego o che si devono accontentare di lavori mal retribuiti e contratti temporanei che non assicurano un minimo di certezza per il futuro. 8 dicembre 2013

9 ti della Cooperativa verso i soci e verso i terzi, locatori di unità commerciali e altro, sono aumentati del 42% dall inizio dell anno, come si evince dalla tabella allegata al presente articolo. Implica che su un totale di credito vantato dalla Cooperativa pari a , circa rappresentano pratiche aperte dall amministrazione relative a piani di rientro per debiti accumulati, lettere di concessione di rateazione o proroga di pagamenti. Ricordiamo che, dall inizio dell anno, gli incaricati dell ufficio amministrativo, in accordo con la Presidenza, hanno stipulato 28 piani di rientro e accordato 135 dilazioni di pagamento, a seguito di richiesta inviata direttamente dai soci. Su questo occorre dire che c è molta frustrazione da parte delle famiglie, ma al contempo emerge chiara la volontà di far comunque fronte ai propri impegni economici nonostante le difficoltà. I soci ci contattano, si scusano, a volte arrivano in lacrime da noi, e ci chiedono di aiutarli a trovare un compromesso che consenta loro di non accumulare debiti nei confronti della Cooperativa ma, al contempo, di poter arrivare a fine mese. Non sempre però va così. Ci sono anche persone che cercano di ignorare il problema, forse sperando che passi e si risolva da solo. Ci troviamo quindi costretti, dopo numerosi solleciti e tentativi di conciliazione, a passare la pratica nella mani dello studio legale al fine di convenire a dei piani di rientro o per aprire azioni giudiziali. Il totale di questi crediti ammonta a Occorre purtroppo dire che non tutte queste iniziative sono andate a buon fine: dall inizio dell anno sono stati eseguiti tre provvedimenti di rilascio forzoso. Quale è l atteggiamento di Abitare in questi casi? Anzitutto occorre dire che è stata creata una task force composta da un vice presidente e da alcuni collaboratori della struttura che costantemente monitorano la situazione della morosità. Gli incontri con i soci si susseguono numerosi e il più delle volte riusciamo a venire incontro alle esigenze dei soci. Certo, da parte loro ci deve essere la volontà di fare fronte, in un modo o nell altro, alla situazione. Nascondere la testa sotto la sabbia non serve a niente, anzi, il più delle volte quando poi ci si decide ad agire, la situazione è già scappata di mano e diventa sempre più difficoltoso, per loro e per noi, trovare una soluzione. Quali sono le prospettive in uno scenario così critico? La Cooperativa, pur comprendendo le difficoltà in cui versa il proprio corpo sociale, non può permettersi di abbassare la guardia. Questo significa che cerchiamo di andare incontro ai soci che hanno maggiori difficoltà, ma con uno sguardo sempre puntato sulla buona efficienza e sulla gestione oculata, cercando di ridimensionare i costi da addebitare ai soci anche attraverso la riduzione delle spese e, al contempo, di non ridurre la qualità dei servizi offerti. LA COOPERATIVA Siamo curiosi... Abitare presenterà qualche proposta per cercare di alleviare questa situazione? La Presidenza sta verificando delle proposte da presentare al Consiglio di Amministrazione e, successivamente, ai Consigli di Quartiere e a tutto il corpo sociale. Una di queste proposte potrebbe essere l istituzione di un fondo di solidarietà volontario in cui convogliare contributi da parte di tutti quei soggetti: Cooperativa, soci, ecc., che saranno disposti a partecipare in modo volontario. Il fondo sarà destinato a quei soci che realmente necessitano di aiuti per fare fronte ai propri impegni con la Cooperativa. Sono al vaglio anche altre soluzioni da mettere in campo per raggiungere questo obiettivo. Per il momento siamo in attesa di avere riscontri dal punto di vista fiscale e legale e quindi non posso ancora sbilanciarmi. Ricordo che sia io che la sig.ra Gaia Pezzolla siamo sempre disponibili ad incontrare i soci, previo appuntamento telefonico, garantendo la massima riservatezza e il rispetto della loro privacy. dicembre

10 LA COOPERATIVA A Niguarda è partita la raccolta differenziata dell umido Il servizio raggiungerà tutta la città nel corso del 2014 di Paola Cavaleri Il piano di estensione graduale del servizio di raccolta differenziata dell umido presso tutte le utenze domestiche di Milano prosegue a pieno regime. A pochi mesi dall inizio delle operazioni di raccolta della frazione organica, il Comune di Milano ha dato il via alla seconda fase con l allargamento dell iniziativa alle zone riconducibili al nord est della città. Dal 9 dicembre, infatti, il servizio è attivo anche nel quartiere di Niguarda. Nei mesi scorsi l Amsa aveva annunciato l iniziativa con una comunicazione contenente tutte le informazioni necessarie alle famiglie coinvolte e consegnato alle portinerie dei nostri stabili un kit per famiglia comprensivo di un contenitore da 10 litri, una prima fornitura gratuita di 25 sacchetti in bioplastica biodegradabile e compostabile e le istruzioni per separare correttamente l umido domestico. Il contenitore, concesso in comodato gratuito, è stato scelto sulla base di precedenti esperienze effettuate in Italia: si tratta di un cestello aerato che, grazie alla sua struttura, consente di ridurre al minimo i disagi relativi ai cattivi odori e alla formazione di liquidi. L umido domestico va obbligatoriamente raccolto all interno di sacchetti compostabili e conferito poi nell apposito contenitore marrone posto nel locale rifiuti degli stabili. È possibile utilizzare solo sacchetti di carta o di bio-plastica certificati, a norma UNI EN , acquistabili presso negozi, supermercati e altre reti di vendita. Sono adatti anche i sacchetti compostabili della spesa. Si dovrà prestare molta attenzione poiché il minimo sbaglio sarà punito: per tutti coloro che trasgrediranno o che getteranno un rifiuto nel contenitore sbagliato sono previste multe salatissime. Giorni e orari della raccolta saranno gli stessi già in essere per l indifferenziato (sacco trasparente). Fare la raccolta differenziata significa, in primo luogo, recuperare le nostre risorse dai rifiuti stessi. La vigente normativa nazionale non parte più dal presupposto del rifiuto da eliminare, ma da quello del rifiuto da valorizzare come risorsa ed energia attraverso la realizzazione di una gestione integrata che consenta di raggiungere gli obiettivi concordati a livello comunitario nella definizione di una politica ambientale sostenibile. I rifiuti organici rappresentano, in peso, circa il 30% dei rifiuti solidi urbani e sono costituiti per lo più da scarti o avanzi da cucina: separarli correttamente significa non sprecare risorse preziose. Infatti, una volta inviati ad appositi impianti di trattamento, consentono di produrre fertilizzanti naturali per coltivazioni e di recuperare energia rinnovabile mediante la produzione di biogas. Attraverso la raccolta differenziata possiamo inoltre contribuire a salvaguardare l ambiente in cui viviamo, rendendolo più pulito e igienico. Se fatta con il giusto metodo, riusciremo a non gettare sostanze che possono inquinare il nostro ambiente conseguendo risultati decisamente interessanti in termini di riduzione della CO2. La risposta dei cittadini milanesi coinvolti nella prima fase è stata estremamente positiva: l organico conferito ha presentato percentuali di impurità inferiori al 2%-3%, 10 dicembre 2013

11 Cosa mettere Scarti di frutta e verdura (compresi parti legnose, frutta secca e noccioli) Scarti domestici di carne e pesce (anche lische, frammenti di osso, piume), gusci d uovo Scarti di cucina, avanzi di cibo (sia crudi che cotti purché freddi) eliminando i liquidi in eccesso Riso, pane, biscotti, pasta e farinacei Alimenti avariati senza confezioni Fondi di caffè, filtri di tè, di camomilla e di altre bevande ad infusione Tovaglioli di carta usati o imbrattati con residui di alimenti Semi, fiori recisi, resti e foglie di piante da appartamento Cosa non mettere Liquidi, olio Contenitori di cibi (vasetti yogurt, buste mozzarella, confezioni affettati) Carta per confezioni alimentari (carta oleata, plastificata o con alluminio) Mozziconi di sigaretta Polvere o altri materiali di pulizia per i pavimenti e per la casa Prodotti chimici Plastica non compostabile (NON CERTIFICATA ai sensi della UNI-EN ) LA COOPERATIVA a conferma dell altissimo livello di sensibilità e partecipazione ai modelli più avanzati di raccolta differenziata. Ora il nuovo servizio è attivo su 3/4 del territorio cittadino e raggiungerà, come previsto, tutta la città nel corso del Fare la raccolta differenziata vuol dire impegnarsi, cambiare abitudini, responsabilizzarsi sugli impatti sull am- biente. In fondo, è un piccolo gesto quotidiano utile a dar vita ad un sistema virtuoso che renderà la nostra città più pulita e sostenibile. Per informazioni e aggiornamenti: - Numero verde Diamo VALORE alla tua SICUREZZA. Vantaggi esclusivi con la convenzione Legacoop per i soci della Cooperativa Abitare e i loro familiari. la tua mobilità su RC Auto Scegli YOU KMSICURI e scopri Unibox, l innovativo dispositivo elettronico con sistema satellitare in abbonamento che prevede lo sconto del 20% sul premio RCA il primo anno e, se compreso, fino al 65% sul premio Incendio e Furto. la tua casa Più protezione per la tua casa e per la tua famiglia con la polizza multirischi YOU CASA - Protetto. la tua protezione -6 % fino al fino al -30 % -30 % 24 ore al giorno di sicurezza per la salute tua e della tua famiglia con la polizza YOU INFORTUNI - Più Sereni. Tutte le informazioni presso le Agenzie Unipol Assicurazioni di: MILANO Via Val di Ledro, 23 - Tel Fax MILANO Via Benadir, 5 - Tel Fax dicembre Messaggio pubblicitario. Prima della sottoscrizione leggere il Fascicolo Informativo da richiedere in agenzia e agli intermediari autorizzati e consultabile sul sito internet

12 SVILUPPO DEL PATRIMONIO VILLAGGIO DI VIA CIALDINI Un nuovo modello per vivere a cura di Davide Ostoni e Massimo Besutti Ad Affori, a pochi passi dalla nuova fermata della MM3 sono disponibili gli ultimi alloggi del Villaggio Cooperativo di via Cialdini. Il complesso è interamente ispirato ai criteri dell edilizia sostenibile e della bioarchitettura. Le tematiche della sostenibilità sono affrontate anche dal punto di vista delle dotazioni impiantistiche, attraverso soluzioni tecnologicamente avanzate e performanti nei settori del riscaldamento, isolamento termicoacustico, risparmio e recupero dell acqua. Tutto già certificato in classe energetica B elevata con consumi pari a 33,2 KWh/m2a. Le tipologie delle abitazioni proposte presentano zone giorno rivolte con grandi finestrature a sud e zone notte e di servizio a nord con aperture più contenute. Lo studio dell edificio residenziale inoltre, è stato pensato per creare la possibilità di individuare tipologie abitative anche molto differenti, nel quadro di una articolazione spaziale complessa che varia da piano a piano; il risultato atteso dal progetto architettonico è la creazione di un sistema abitativo nel quale si alternino spazialità differenti e nel quale sia possibile ritrovare sia le dimensioni dell edificio che quelle dell alloggio monofamiliare attraverso il gioco dei volumi dei balconi, dei terrazzi o giardini pensili e degli spazi comuni. Un tema che il progetto mette a sistema è relativo alla grande varietà tipologica prevista con alloggi con caratteristiche molto differenti nell idea di dare soddisfazione al variegato corpo sociale della cooperativa. Si ritrovano, quindi, appartamenti con una, due, tre stanze da letto, con uno o due bagni in funzione della dimensione, alcuni in duplex con ampio terrazzo ed altri dotati di locale soprastante. Tutte le unità abitative sono dotate di balconi di dimensioni considerevoli che consentono un maggior controllo dell irraggiamento solare in funzione della stagione e dilatano lo spazio abitativo verso l esterno quasi raddoppiandolo. IL VERDE E I SERVIZI Al primo piano sono stati inseriti alcuni locali ad uso comune dove poter organizzare attività di vario genere, nell ottica dichiarata di voler proporre una soluzione abitativa orientata alla creazione di una comunità di abitanti. Il complesso di affaccia su un parco di circa mq, pubblico e attrezzato; uno spazio verde ulteriore che contribuisce al miglioramento della qualità dell abitare. Il tutto a pochi passi dalla nuova fermata della linea 3 della metropolitana. 12 dicembre 2013

13 SVILUPPO DEL PATRIMONIO Pane per passione Bottega storica di Milano dal 1925 Via P. Di Calboli 3 - Milano tel Milano Via Grazioli, 33 Tel Cell ULTIMI ALLOGGI DISPONIBILI IN PRONTA CONSEGNA PREZZO TUTTO COMPRESO, ANCHE IL ROGITO, CHIAVI IN MANO (escluso iva e box) Visita il sito troverai tutte le disponibilità con i prezzi e le planimetrie. SCONTI SPECIALI PER I SOCI dicembre

14 SVILUPPO DEL PATRIMONIO Proseguono a pieno ritmo Proseguono a pieno ritmo gli interventi di manutenzione straordinaria in via Val Di Ledro 23 a cura dell Architetto Umberto Greco Lo stato d avanzamento dei lavori di manutenzione straordinaria del cantiere di via Val di Ledro, 23 per ciascun edificio è il seguente: Edifici 8, 6, e 4: sono state ultimate le facciate e la copertura, mentre sono da completare le pavimentazioni esterne perimetrali dell edificio. Edificio 2: è previsto lo smontaggio del ponteggio entro la fine dell anno. Edifici 7 e 5: sono state eseguite tutte le rimozioni dell intonaco ammalorato, pulite con idropulitrice le facciate rivestite con intonaco e rasate le facciate, i sottobalconi e i frontalini dei balconi, oltre alla pulizia con mezzo meccanico dei contorni in marmo delle finestre e porte finestre. Entro la fine dell anno verrà ultimato il montaggio delle coperture e si procederà all impermeabilizzazione delle gronde. L adeguamento dell impianto elettrico e dell impianto d antenna satellitare multiswitch è stato ultimato negli edifici 8, 6, 4 e 2, mentre negli edifici 7, 5, 3 e 1 è stato parzialmente completato. Entro la primavera 2014 verrà eseguita la tinteggiatura dei vani scala a partire dagli edifici pari. 14 dicembre 2013

15 Carta delle Convenzioni e dei Servizi 2014 CARTA DELLE CONVENZIONI E DEI SERVIZI 2014 LA COOPERATIVA E IL SOCIALE A questa guida di utile e facile consultazione viene affiancata la Carta delle Convenzioni, un documento che contiene una significativa offerta di opportunità per i nostri associati. Per aiutare i suoi potenziali fruitori a coniugare risparmio e qualità, Abitare stipula convenzioni con numerose e variegate realtà: strutture mediche, negozi, artigiani assicurazioni ed altro ancora. La tessera da socio consente di accedere ad agevolazioni e sconti relativi all acquisto di beni e servizi presso tutti gli operatori che hanno aderito al progetto. L accurato lavoro di ricerca di opportunità viene rafforzato da una costante crescita quantitativa e qualitativa delle convenzioni sottoscritte. La Carta delle Convenzioni e dei Servizi è stata recapitata nei giorni scordi Paola Cavaleri Dicembre, mese di bilanci e di consuntivi anche per Abitare. Ma la nostra Cooperativa, prima di calare definitivamente il sipario per dar poi corso ad una nuova stagione, saluta i suoi soci con la nuova edizione della Carta delle Convenzioni e dei Servizi. Nell ambito delle iniziative che Abitare promuove a favore del corpo sociale, alla Carta delle Convenzioni e dei Servizi viene sempre riconosciuto un posto privilegiato. La Carta dei Servizi è un prezioso strumento a supporto dei soci che ha l obiettivo di descrivere i servizi offerti e le modalità di erogazione, nel rispetto dei principi e degli impegni programmatici della nostra realtà. si a tutti i soci residenti nei nostri quartieri. Altre copie sono disponibili presso le sedi della Cooperativa, il Centro Servizi Ghiglione, la Sala Tavacca e la Sala Polifunzionale di via Abba. Tutti i servizi e le convenzioni offerti sono inoltre consultabili sul nostro sito Conservate con cura questo documento, è davvero prezioso. dicembre

16 LA COOPERATIVA E IL SOCIALE Non nascondiamoci dietro la crisi a cura della Dr. ssa Ilaria Magnaghi Schiamazzi, atti di vandalismo, mancanza di rispetto delle cose altrui, aggressioni verbali, comportamenti vessatori tra soci e occupazione indebita degli spazi altrui, sono solo alcuni esempi di problematiche che denotano un lento degrado della situazione nel quartiere; l attuale crisi economica che stiamo vivendo quotidianamente può spiegare in parte questo tipo di comportamenti. Le famiglie, e non solo quelle della cooperativa, fanno sempre più fatica a far tornare i conti e ciò crea tensione e ansia che può sfociare in agìti poco controllati. Altri fattori possono essere la difficoltosa convivenza di culture e tradizioni diverse che possono portare ad incomprensioni, diffidenza e quindi ad una chiusura reciproca. Anche la crescita della Cooperativa Abitare ha portato sicuramente dei cambiamenti di gestione e di controllo tra i soci. I cambiamenti solitamente alla gente non piacciono, perché obbligano le persone a rimettere in discussione, anche solo in minima parte, ciò Dr. ssa Ilaria Magnaghi Psicologa - Psicoterapeuta che era dato per acquisito e certo, per cui spesso si sente dire in giro che: si stava meglio prima quando si stava peggio. La crisi, sinonimo di cambiamento, fa paura e la paura spesso si manifesta con l aggressività. Leggendo i comportamenti non corretti segnalati da più soci mi è apparsa subito alla mente l immagine di una grande riunione di condominio dove si avanzano lamentele di ogni tipo all amministratore e, spesso la riunione finisce con un nulla di fatto. Anche se le dinamiche possono sembrare simili, c è una sostanziale differenza: la Cooperativa non è solo amministratrice di condomini, la cooperativa è anche altro, molto altro. Mi sono chiesta allora se tutti i soci e dunque tutti i membri di questo gruppo sono consapevoli e coscienti di far parte di qualcosa che non è solo una vuota rappresentanza istituzionalizzata e assistenzialista. La cooperativa è un essere vivente e come tale cambia e si trasforma, vive momenti di crisi e di cambiamenti. Appartenere alla cooperativa significa dunque essere responsabile in prima persona di quello che la cooperativa vuole essere, non è soltanto adeguamento delle regole (peraltro principio primo LE FAMIGLIE, E NON SOLO QUELLE DELLA COOPERATIVA, FANNO SEMPRE PIÙ FATICA A FAR TORNARE I CONTI E CIÒ CREA TENSIONE E ANSIA CHE PUÒ SFOCIARE IN AGÌTI POCO CONTROLLATI 16 dicembre 2013

17 SCHIAMAZZI, ATTI DI VANDALISMO, MANCANZA DI RISPETTO DELLE COSE ALTRUI, AGGRESSIONI VERBALI, COMPORTAMENTI VESSATORI TRA SOCI E OCCUPAZIONE INDEBITA DEGLI SPAZI ALTRUI, SONO SOLO ALCUNI ESEMPI DI PROBLEMATICHE CHE DENOTANO UN LENTO DEGRADO DELLA SITUAZIONE NEL QUARTIERE LA COOPERATIVA E IL SOCIALE per entrare a far parte di un qualsiasi gruppo sociale). Gli obiettivi della cooperativa lungo il tempo si sono i modificati adeguandosi alla situazione sociale ed economica di questo paese, ma i valori primari e fondanti di cooperazione non sono stati messi in discussione. Forse di fondo c è anche un errore di comunicazione tra il mittente e il ricevente dove il mittente, nel comunicare il proprio messaggio di principi, valori e regole, omette o da per scontati passaggi per lui noti e intrinseci nel messaggio stesso, ma che in realtà il ricevente non metabolizza nella sua completezza poiché non sono per lui evidenti, può accadere quindi che i soci anziani sottovalutino l importanza del ruolo che hanno nel trasferire questi valori di fondo e che i nuovi membri del gruppo accolgano solo in parte tali principi cioè solo quelli che sono in grado di cogliere e comprendere durante tale comunicazione. Quando si entra a far parte di un gruppo, piccolo o grande che sia, ci sono alcuni processi di base che si attivano: l acquisizione e lo sviluppo di norme del gruppo, interazione e Interdipendenza. I membri di un gruppo sono interdipendenti quando le esperienze, le azioni e i risultati di ogni membro influenzano direttamente o indirettamente quelli degli altri membri. Non ultima la reciprocità dell individuo e del gruppo: l individuo deve adattarsi al nuovo gruppo e il gruppo deve adattarsi ai nuovi membri. Così è stato nel tempo nella Cooperativa e così dovrebbe proseguire. La Cooperativa è cresciuta, questo significa che, se in precedenza erano sufficienti un controllo e una gestione localizzati e circoscritti, ora la presenza sul territorio è più articolata e diffusa e forse in parte ha perso le caratteristiche originarie. Forse allora è necessario fare un ulteriore passo, un richiamo alla responsabilità del singolo (socio anziano o nuovo che sia), un impegno a trovare nuovi modi di condividere, comunicare i valori che la cooperativa ha come fondamento nel suo processo di nascita di crescita, un richiamo ad una nuova ricerca di Identità Sociale, che si costituisce proprio quando si appartiene ad un gruppo. Quando le persone si definiscono membri di un gruppo, si identificano in parte con le caratteristiche del gruppo a cui appartengono, perciò è importante che tutti i componenti abbiano chiaro in mente quali siano le caratteristiche positive e in un certo senso vincenti del gruppo di riferimento e che vedano se stessi e gli altri come partecipanti attivi alla costruzione di questi fattori. Ogni socio ha un proprio ruolo nel gruppo, che nel nostro caso è la Cooperativa, e nessuno dovrebbe sentirsi deresponsabilizzato (chiamato fuori) dal partecipare al meglio che può, alla vita comune della Cooperativa. Forse questo stato di crisi, che va oltre Abitare, può rappresentare una fase di transizione, un opportunità per tutti i soci di riflettere e di proporre o anche riaffermare i valori e i principi di rispetto e convivenza che appartengono alla comunità e l hanno sempre contraddistinta. È proprio nei momenti di grande difficoltà che le persone si stringono tra di loro, creano alleanze in un ottica di solidarietà, utilizzando le loro diversità (cultura, tradizioni, esperienze ed età) non come limite, ma come una risorsa generativa per affrontare i molteplici ostacoli. È proprio dal coraggio del confronto tra le diversità che spesso emergono nuove prospettive e soluzioni vincenti! Ringrazio la dottoressa Paola Cavaleri che ha colto l importanza di uno stato di degenerazione nei comportamenti di troppi soci e ha dato spazio all argomento su Quartieri. La dottoressa Ilaria Magnaghi, psicologa, che collabora con Abitare, è entrata nel problema e con la sua professionalità ne ha colto gli aspetti più significativi, non limitandosi alla diagnosi ed indicando le condizioni per un percorso virtuoso di recupero di un livello desiderabile di convivenza civile, il richiamo alla responsabilità di ognuno e lo sviluppo della coesione sociale utilizzando le diversità (cultura, tradizioni, esperienze ed età). Il Consiglio di Amministrazione pone molta attenzione al problema e sta valutando una iniziativa di lungo respiro proprio in direzione della fidelizzazione dei soci. È un progetto che va messo a punto con la partecipazione dei Consigli di Quartiere e con altri contributi. Ci diamo appuntamento per il fare Giovanni Poletti dicembre

18 LA COOPERATIVA Natale in Cooperativa Arriva il Natale e Abitare saluta la festa più attesa e più magica dell anno con una serie di sfavillanti iniziative SALA GHIGLIONE Venerdì 20 dicembre ore Festa di Natale con tombolata, musiche e dolci natalizi SALE DI VIA ABBA E VIA LIVIGNO Happy hour con auguri di Natale e lotteria a premi Martedì 17 dicembre Sala Livigno ore Sabato 21 dicembre Sala polifunzionale via Abba ore SALA TAVACCA Domenica 8 dicembre Pranzo natalizio e tombolata SPAZIO GIOVANI Mercoledì 18 dicembre Merenda di Natale con i ragazzi del doposcuola. Un pomeriggio di attività extra-didattica in cui festeggiare l arrivo delle vacanze di Natale, per una volta senza compiti, ma tanti giochi, divertimenti e cibi preparati dai ragazzi/e del nostro Spazio Giovani! ASSOCIAZIONE QUELLI DEL VILLAGGIO VIA GRAZIOLI Domenica 15 dicembre Consegna dei doni, aperitivo natalizio, laboratorio per bambini e buffet finale 18 dicembre 2013

19 LA COOPERATIVA E IL SOCIALE PER UN NATALE ALL INSEGNA DELLA SOLIDARIETÀ La UILDM nei nostri quartieri con la vendita di prodotti natalizi Aiuta con Dolcezza, lo slogan che racconta la nostra storia e le attività che la nostra associazione, grazie anche ai soci della Cooperativa Abitare, riesce a finalizzare. Ricordiamo che la UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) è attiva dal 1968 e svolge un attività di informazione e sensibilizzazione sui problemi della disabilità derivanti dalle malattie neuromuscolari. Attualmente, con l aiuto di volontari, assicura una serie di servizi socio-assistenziali e domiciliari, di formazione, sensibilizzazione ed informazione. Anche quest anno UILDM sarà presente nelle portinerie di Abitare. Per problemi logistici ci troviamo però costretti a concentrare i prodotti, quindi le vendite, solo in alcuni stabili della Cooperativa. Siamo presenti fino al 23 dicembre nelle seguenti portinerie : CECCHI 1 EMPOLI 9 M. DEL LAVORO 4 GRASSINI 5 ORNATO 58 HERMADA 14 Un ringraziamento sincero a tutti i coloro che da anni ci seguono con affetto e che credono in noi. dicembre

20 LA COOPERATIVA E IL SOCIALE Al progetto collabora la Cooperativa Pandora Parte il progetto Testimoni di Valeria Malvicini Stiamo vivendo un pesante periodo di crisi, che non è solo economica ma anche di valori, di ruoli, di prospettive. Ne abbiamo piena consapevolezza noi adulti, per le notizie che riempiono i giornali, ma soprattutto per i sacrifici grandi o piccoli che siamo costretti a fare in nome di questa crisi; incominciano a sentirla anche i ragazzi, specialmente quelli di terza media che sono chiamati a compiere una scelta davvero rilevante per la propria esistenza: la scuola superiore come tappa di costruzione della propria identità e del proprio futuro adulto. Gli insegnanti hanno un ruolo fondamentale per quanto non sufficientemente stimato dai più: ruolo di trasferire ai ragazzi conoscenze e competenze, senz altro, ma soprattutto di indicare vie positive per la loro crescita, di allargare orizzonti e possibilità, di prospettare percorsi esistenziali e lavorativi costruttivi e densi di significato. Così, a partire dall anno scolastico è nato il progetto Testimoni - Esperienze raccontate, passaggi di vita, per i ragazzi e per il pubblico in generale un occasione speciale per incontrare persone autorevoli provenienti da diversi settori della società italiana, dalla cultura all imprenditoria, dalla politica al sociale dicembre 2013

Trinitapoli Raccolta differenziata porta a porta

Trinitapoli Raccolta differenziata porta a porta 1 Porta a Porta: che cosa cambia? Scompaiono definitivamente i cassonetti stradali 1: Raccolta differenziata Porta a Porta Una grande idea per un mondo libero dai rifiuti il Comune di Trinitapoli attiva

Dettagli

RACCOLTA DIFFERENZIATA a Porta ECOCALENDARIO2015/16

RACCOLTA DIFFERENZIATA a Porta ECOCALENDARIO2015/16 RACCOLTA DIFFERENZIATA a Porta ECOCALENDARIO2015/16 SACCHETTO AVORIO (biodegradabile e compostabile) NEL CONTENITORE MARRONE > ORGANICO COSA: briciole, bucce di frutta e verdura, lettiera per animali,

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ART.1 Poste Italiane S.p.A., con sede in Roma, Viale Europa 190, codice fiscale n.97103880585, (di seguito denominata) Poste o locatore in persona del dirigente

Dettagli

Io a casa faccio la raccolta differenziata però non la faccio io ma la fanno mia mamma e mia sorella. Tutte le mattine del sabato e della domenica

Io a casa faccio la raccolta differenziata però non la faccio io ma la fanno mia mamma e mia sorella. Tutte le mattine del sabato e della domenica Io a casa faccio la raccolta differenziata però non la faccio io ma la fanno mia mamma e mia sorella. Tutte le mattine del sabato e della domenica guardano cosa c è dentro al bidone poi prendono le bottiglie

Dettagli

Domande più frequenti sulla raccolta differenziata porta a porta

Domande più frequenti sulla raccolta differenziata porta a porta Domande più frequenti sulla raccolta differenziata porta a porta Il cittadino è obbligato ad accettare i bidoncini per la raccolta differenziata? Sì, in base alla specifica ordinanza del Sindaco. Quando

Dettagli

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI COMUNE DI MELITO DI NAPOLI (PROVINCIA DI NAPOLI) IV SETTORE AMBIENTE ED ATTIVITÀ NEGOZIALE Via S. Di GIACOMO n.5 c.a.p. 80017 Tel. 081 2386237-286-288 fax 081 2386237 REGOLAMENTO PER IL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

Dettagli

Progetto Gestione Condominiale

Progetto Gestione Condominiale Progetto Gestione Condominiale Premessa Il condominio è comunemente inteso come un particolare modo di essere della proprietà delle case. Ma il condominio è anche e soprattutto un luogo di vita e un luogo

Dettagli

FAI LA DIFFERENZA: DIFFERENZ A! GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI

FAI LA DIFFERENZA: DIFFERENZ A! GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI FAI LA DIFFERENZA: DIFFERENZ A! GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI COMUNE DI CESANO BOSCONE La raccolta differenziata a Cesano Boscone Raccogliere separatamente i rifiuti è un gesto di rispetto

Dettagli

COMMISSIONE PROVINCIALE DEGLI USI DI MILANO IMMOBILI URBANI ITER DELL ACCERTAMENTO

COMMISSIONE PROVINCIALE DEGLI USI DI MILANO IMMOBILI URBANI ITER DELL ACCERTAMENTO COMMISSIONE PROVINCIALE DEGLI USI DI MILANO IMMOBILI URBANI ITER DELL ACCERTAMENTO Primo accertamento: 18 ottobre 1929 Ultime revisioni a) Approvazione del testo da parte della Commissione Provinciale

Dettagli

La riqualificazione energetica

La riqualificazione energetica La riqualificazione energetica Come funzionano le detrazioni CASA DOLCE CASA è un progetto realizzato con il contributo di Che cos è la riqualificazione energetica Si parla di riqualificazione energetica

Dettagli

GESTIONE ALER. Fondo sociale

GESTIONE ALER. Fondo sociale GESTIONE ALER Fondo sociale A più di due anni di applicazione della Legge 27/2007 la Commissione Fondo Sociale prevista dall art. 7 e dell art. 11 comma 3d per gli assegnatari di Sesto San Giovanni (ma

Dettagli

Il piano generale di sviluppo 2010-2014. Città di Seriate - www.comune.seriate.bg.it

Il piano generale di sviluppo 2010-2014. Città di Seriate - www.comune.seriate.bg.it Il piano generale di sviluppo 2010-2014 1 Cos è il piano generale di sviluppo Uno degli strumenti di programmazione e di rendicontazione finanziaria di mandato Citato (solamente citato) in due norme sull

Dettagli

G R E E N S C H O O L

G R E E N S C H O O L alla Scuola G.B. Monteggia PROGETTO G R E E N S C H O O L Anno Scolastico 2013-14 Pilastro RIFIUTI Durante la seconda settimana di scuola, ai ragazzi delle classi prime, riuniti in sala riunioni, è stato

Dettagli

MODELLO 730/2014: alcune novità

MODELLO 730/2014: alcune novità MODELLO 730/2014: alcune novità a cura di: Dott. Maurizio Belli Dott. Alberto Bandinelli 1.1 Il modello 730/2014 Con Provvedimento del 15 gennaio 2014 l Agenzia delle Entrate ha pubblicato il modello definitivo

Dettagli

I NOSTRI SERVIZI RISCALDAMENTO

I NOSTRI SERVIZI RISCALDAMENTO I II I NOSTRI SERVIZI RISCALDAMENTO CONFORTAIR su tutti gli impianti di riscaldamento I nostri operatori sono specializzati nella realizzazione,installazione e manutenzione di impianti di riscaldamento,

Dettagli

RISPARMIO ED EFFICIENZA: La prima fonte di energia

RISPARMIO ED EFFICIENZA: La prima fonte di energia FEDERAZIONE NAZIONALE LAVORATORI EDILI AFFINI E DEL LEGNO Aderente alla Fédération Européenne des Travailleurs du Batiment et du Bois dans la CEE ( F.E.T.B.B. ) e alla Fédération Internationale des Travailleurs

Dettagli

Che cos e il porta a porta?

Che cos e il porta a porta? Che cos e il porta a porta? È un nuovo modo di realizzare la raccolta dei rifiuti urbani. Si eliminano quasi tutti i cassonetti su strada e vengono consegnate ad ogni utenza piccole pattumiere in cui depositare

Dettagli

Ogni edificio ha la sua storia. Questa è una storia che ci piace raccontare.

Ogni edificio ha la sua storia. Questa è una storia che ci piace raccontare. bergamo 2 Ogni edificio ha la sua storia. Questa è una storia che ci piace raccontare. Fatta di design esclusivo, estrema cura del dettaglio e una prospettiva che cambia ad ogni passo. 3 La passione per

Dettagli

PROGETTO CASA 2015. In Valtellina e in Valchiavenna riqualificare e ristrutturare la CASA conviene.

PROGETTO CASA 2015. In Valtellina e in Valchiavenna riqualificare e ristrutturare la CASA conviene. In Valtellina e in Valchiavenna riqualificare e ristrutturare la CASA conviene. Diamo un futuro migliore al territorio e alle nostre famiglie. Iniziativa promossa da Con il patrocinio gratuito di Provincia

Dettagli

Guida per realizzare un impianto di teleriscaldamento. Opuscolo tecnico

Guida per realizzare un impianto di teleriscaldamento. Opuscolo tecnico Guida per realizzare un impianto di teleriscaldamento Opuscolo tecnico Che cos è il teleriscaldamento Il Gruppo Hera, una delle più importanti multiutility italiane che opera nei servizi dell ambiente,

Dettagli

Risparmio e benessere Nuovi appartamenti a Senago

Risparmio e benessere Nuovi appartamenti a Senago Risparmio e benessere Nuovi appartamenti a Senago COMUNE DI SENAGO BANDO PUBBLICO DEL 07/11/2007 ASSEGNAZIONE DI AREE IN DIRITTO DI SUPERFICIE PER UN INTERVENTO DI EDILIZIA CONVENZIONATA NELL AMBITO PEEP

Dettagli

COMITATO DI QUARTIERE LE VIGNE Piazza Alcide De Gasperi, 4 00040 Rocca di Papa (Roma)

COMITATO DI QUARTIERE LE VIGNE Piazza Alcide De Gasperi, 4 00040 Rocca di Papa (Roma) COMITATO DI QUARTIERE LE VIGNE Piazza Alcide De Gasperi, 4 00040 Rocca di Papa (Roma) LE 50 DOMANDE PIU FREQUENTI (FAQ) SULLA RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA 1. Quali sono le responsabilità del cittadino

Dettagli

C O M U N E D I A B R I O L A

C O M U N E D I A B R I O L A C O M U N E D I A B R I O L A PROVINCIA DI POTENZA REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO RACCOLTA RIFIUTI SOLIDI URBANI IN MANIERA DIFFERENZIATA VISTA la Delibera di Giunta municipale n.41 del 12/04/2013 con la

Dettagli

TITOLO III COMPRAVENDITA E LOCAZIONE DI IMMOBILI URBANI

TITOLO III COMPRAVENDITA E LOCAZIONE DI IMMOBILI URBANI TITOLO III COMPRAVENDITA E LOCAZIONE DI IMMOBILI URBANI SEZIONE I: MEDIAZIONE IN TEMA DI COMPRAVENDITA E DI LOCAZIONE DI IMMOBILI URBANI Mediazione semplice Art. 1 Elementi dell incarico di vendita» 2

Dettagli

TESTO SINTETICO ED OPERATIVO DEGLI ACCORDI TERRITORIALI DEL COMUNE DI TORINO

TESTO SINTETICO ED OPERATIVO DEGLI ACCORDI TERRITORIALI DEL COMUNE DI TORINO Area Edilizia Residenziale Pubblica Servizio Convenzioni e Contratti Ufficio Contratti Convenzionati TESTO SINTETICO ED OPERATIVO DEGLI ACCORDI TERRITORIALI DEL COMUNE DI TORINO Torino, 11.09.2014 Il Dirigente

Dettagli

RACCOLTA DEI RIFIUTI. Chi differenzia fa la differenza CITTÀ DI GARDONE VALTROMPIA

RACCOLTA DEI RIFIUTI. Chi differenzia fa la differenza CITTÀ DI GARDONE VALTROMPIA CITTÀ DI GARDONE VALTROMPIA RACCOLTA DEI RIFIUTI Chi differenzia fa la differenza A Gardone Valtrompia la raccolta rifiuti avviene tramite «Porta a Porta» per la raccolta differenziata di Plastica, Carta,

Dettagli

COMUNE DI ARICCIA FAQ. Domande più frequenti sulla raccolta differenziata porta a porta Comune di Ariccia

COMUNE DI ARICCIA FAQ. Domande più frequenti sulla raccolta differenziata porta a porta Comune di Ariccia COMUNE DI ARICCIA FAQ Domande più frequenti sulla raccolta differenziata porta a porta Comune di Ariccia 1. Quali sono le responsabilità del cittadino in quanto produttore di rifiuti? 2. Quando inizia

Dettagli

RACCOLTE DOMICILIARI. Comune di Cicognolo

RACCOLTE DOMICILIARI. Comune di Cicognolo RACCOLTE DIFFERENZIATE DOMICILIARI Comune di Cicognolo Situazione attuale Nel Comune di Cicognolo è attiva la raccolta porta a porta monosettimanale del rifiuto indifferenziato. Sistema secco-umido Appare

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

A R E A P I A N I F I C A Z I O N E E G E S T I O N E D E L T E R R I T O R I O S E R V I Z I O A M B I E N T E E D E C O L O G I A

A R E A P I A N I F I C A Z I O N E E G E S T I O N E D E L T E R R I T O R I O S E R V I Z I O A M B I E N T E E D E C O L O G I A A R E A P I A N I F I C A Z I O N E E G E S T I O N E D E L T E R R I T O R I O S E R V I Z I O A M B I E N T E E D E C O L O G I A COMUNE DI OPERA SERVIZIO AMBIENTE ED ECOLOGIA Campagna informativa

Dettagli

LE VALVOLE TERMOSTATICHE PERCHE FANNO RISPARMIARE E COME UTILIZZARLE AL MEGLIO

LE VALVOLE TERMOSTATICHE PERCHE FANNO RISPARMIARE E COME UTILIZZARLE AL MEGLIO LE VALVOLE TERMOSTATICHE PERCHE FANNO RISPARMIARE E COME UTILIZZARLE AL MEGLIO In questa breve guida non ci si soffermerà sul funzionamento delle valvole e non si entrerà in dettagli tecnici e costruttivi.

Dettagli

LOCAZIONE ABITATIVA AGEVOLATA TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 2, comma 3)

LOCAZIONE ABITATIVA AGEVOLATA TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 2, comma 3) LOCAZIONE ABITATIVA AGEVOLATA TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 2, comma 3) I1/ La sig./soc. (1). di seguito denominato/a locatore (assistito/a da (2). in persona di.) concede

Dettagli

+35 CLIMA INTERNO +30 +25 +20 +15 +10 -10 -15

+35 CLIMA INTERNO +30 +25 +20 +15 +10 -10 -15 +35 +30 +25 +20 +15 +10 +5 0-5 -10 CLIMA INTERNO -15 come calcolare il consumo mensile annotare su un quaderno le cifre NERE indicate nel contatore e sottrarre quelle segnate il mese precedente = 0,75

Dettagli

Comune di Spilimbergo ANNO 2008

Comune di Spilimbergo ANNO 2008 Comune di Spilimbergo ANNO 2008 RICICLABILE 39,1% NON RICICLABILE 60,9% SITUAZIONE ATTUALE! "# INDUSTRIALI 13% CARTA 9% PLASTICA 6% VETRO 8% INGOMBRANTI 7% VERDE 11% UMIDO 9% INERTI 10% SECCO 26% OBIETTIVI

Dettagli

IL FENOMENO DELL INDEBITAMENTO IN ITALIA: CAUSE, FORME, ASPETTI EDUCATIVO-SOCIALI. Luciano Gualzetti» Savona, 12 novembre 2011

IL FENOMENO DELL INDEBITAMENTO IN ITALIA: CAUSE, FORME, ASPETTI EDUCATIVO-SOCIALI. Luciano Gualzetti» Savona, 12 novembre 2011 IL FENOMENO DELL INDEBITAMENTO IN ITALIA: CAUSE, FORME, ASPETTI EDUCATIVO-SOCIALI Luciano Gualzetti» Savona, 12 novembre 2011 Premessa 1/2 Il titolo del Convegno recita: «Siamo indebitati perché non siamo

Dettagli

Tenersi per mano nella società dell incertezza.

Tenersi per mano nella società dell incertezza. Tenersi per mano nella società dell incertezza. Ricerca Spi Cgil Lombardia-AASter, settembre 2004 Discorsi sugli anziani. Viviamo, anziani e non anziani, nel postmoderno. Che in prima approssimazione si

Dettagli

RINNOVO ACCORDO TERRITORIALE ( IN ATTUAZIONE DELLA LEGGE 9 DICEMBRE 1998, n. 431 E DEL DECRETO MINISTRO DEI LAVORI PUBBLICI DEL 30 DICEMBRE 2002)

RINNOVO ACCORDO TERRITORIALE ( IN ATTUAZIONE DELLA LEGGE 9 DICEMBRE 1998, n. 431 E DEL DECRETO MINISTRO DEI LAVORI PUBBLICI DEL 30 DICEMBRE 2002) RINNOVO ACCORDO TERRITORIALE ( IN ATTUAZIONE DELLA LEGGE 9 DICEMBRE 1998, n. 431 E DEL DECRETO MINISTRO DEI LAVORI PUBBLICI DEL 30 DICEMBRE 2002) Fra le seguenti organizzazioni: CONFEDILIZIA - APE TORINO

Dettagli

Il/La sig./soc. (1)..di seguito denominato/ a locatore... ... ...

Il/La sig./soc. (1)..di seguito denominato/ a locatore... ... ... Allegato 8 - all Accordo Territoriale per la Locazione del Comune di Arzignano Allegato C DM 30/12/2002 LOCAZIONE ABITATIVA DI NATURA TRANSITORIA Accordo Territoriale sottoscritto ad Arzignano il 18.05.2006

Dettagli

ASPEM Servizio di igiene urbana GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA E ALLO SMALTIMENTO RIFIUTI A VARESE

ASPEM Servizio di igiene urbana GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA E ALLO SMALTIMENTO RIFIUTI A VARESE ASPEM Servizio di igiene urbana GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA E ALLO SMALTIMENTO RIFIUTI A VARESE UMIDO SECCO ALTRI RIFIUTI PLASTICA TETRA PAK LATTINE VETRO CARTA LA RACCOLTA PORTA A PORTA I CONTENITORI

Dettagli

La nostra. Il nostro Clima. Il nostro Mondo La nostra Alimentazione. scelte alimentari

La nostra. Il nostro Clima. Il nostro Mondo La nostra Alimentazione. scelte alimentari La nostra Alimentazione COMPLETATE LA PRIMA ATTIVITÀ DI QUESTO CAPITOLO, POI SCEGLIETENE ALTRE TRE DALLA LISTA CHE SEGUE. Le nostre scelte alimentari possono avere effetti positivi o negativi sul clima

Dettagli

Le famiglie fanno Centro Progetto ai sensi della DGR n. 1216/2012

Le famiglie fanno Centro Progetto ai sensi della DGR n. 1216/2012 Comune di Gradara Provincia di Pesaro e UrBino Settore Politiche Sociali Assessore Solindo Pantucci Le famiglie fanno Centro Progetto ai sensi della DGR n. 1216/2012 A cura di: Dott.ssa Carmen Pacini Responsabile

Dettagli

Ristrutturazione edilizia Scopri i vantaggi delle agevolazioni fiscali!

Ristrutturazione edilizia Scopri i vantaggi delle agevolazioni fiscali! Ristrutturazione edilizia Scopri i vantaggi delle agevolazioni fiscali! PAVIMENTO ARENITE, cm 30 x 60 16,99 al mq PORTA DA INTERNO a battente BADIA, cm L 70/80 x H 210, 99,90 Disponibile anche cm H 200

Dettagli

ACCORDI TERRITORIALI PER LA STIPULA DEI CONTRATTI DI. LOCAZIONE secondo ART. 2 Commi 3,4,5 ; ART. 4 e ART. 5

ACCORDI TERRITORIALI PER LA STIPULA DEI CONTRATTI DI. LOCAZIONE secondo ART. 2 Commi 3,4,5 ; ART. 4 e ART. 5 1 ACCORDI TERRITORIALI PER LA STIPULA DEI CONTRATTI DI LOCAZIONE secondo ART. 2 Commi 3,4,5 ; ART. 4 e ART. 5 LEGGE N. 431/1998 e secondo ART. 1 e 2 LEGGE N. 2/2002 PER IL COMUNE DI MONTEMURLO I Sindacati

Dettagli

Guida al corretto utilizzo del riscaldamento contabilizzato Conteggio individuale delle spese di riscaldamento

Guida al corretto utilizzo del riscaldamento contabilizzato Conteggio individuale delle spese di riscaldamento Guida al corretto utilizzo del riscaldamento contabilizzato Conteggio individuale delle spese di riscaldamento Introduzione alla contabilizzazione del calore Il riscaldamento è una fra le più rilevanti

Dettagli

DETRAZIONI FISCALI GLI INTERVENTI AGEVOLATI

DETRAZIONI FISCALI GLI INTERVENTI AGEVOLATI DETRAZIONI FISCALI Chi sostiene spese per i lavori di ristrutturazione edilizia può fruire della detrazione d imposta Irpef pari al 36%. Per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2014 (termine

Dettagli

Comune di Bollate (Provincia di Milano) MANUALE D USO DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI BOLLATE

Comune di Bollate (Provincia di Milano) MANUALE D USO DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI BOLLATE Comune di Bollate (Provincia di Milano) MANUALE D USO DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI BOLLATE SCHEMA DEL MANUALE D USO DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA del

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

MULTIRISCHI ABITAZIONE ED R.C. COMMITTENTE EXTRANET

MULTIRISCHI ABITAZIONE ED R.C. COMMITTENTE EXTRANET MULTIRISCHI ABITAZIONE ED R.C. COMMITTENTE EXTRANET DESCRIZIONE Prendendo spunto dall interesse indotto dai benefici fiscali per le ristrutturazioni (validi anche per il 2000 con detrazione d imposta al

Dettagli

NON PIÙ SOGNO, LA CASA È UNA NECESSITÀ

NON PIÙ SOGNO, LA CASA È UNA NECESSITÀ NON PIÙ SOGNO, LA CASA È UNA NECESSITÀ I RISULTATI DI UN SONDAGGIO CONDOTTO DA CASA.IT IN COLLABORAZIONE CON L'ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SCENARI IMMOBILIARI Luglio 2013 La crisi ha tolto

Dettagli

CASA. C«Casa dolce casa», si dice da sempre, in ogni parte del mondo. Rendi sicura la tua

CASA. C«Casa dolce casa», si dice da sempre, in ogni parte del mondo. Rendi sicura la tua FAMIGLIA POLIZZE CASA Rendi sicura la tua CASA Dentro le mura domestiche ci sentiamo al sicuro, ma spesso non lo siamo. Tra incidenti occasionali, eventi naturali e visite non gradite di ladri e ladruncoli,

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE ABITATIVA AGEVOLATA (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 2, comma 3)

CONTRATTO DI LOCAZIONE ABITATIVA AGEVOLATA (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 2, comma 3) CONTRATTO DI LOCAZIONE ABITATIVA AGEVOLATA (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 2, comma 3) La sig.ra..nata a.. e residente a in corso. (c.f..), di seguito denominata locatore, concede in locazione

Dettagli

ALLEGATO A REGIONE LOMBARDIA. REGOLAMENTO D USO DEGLI ALLOGGI Di Edilizia Residenziale Pubblica

ALLEGATO A REGIONE LOMBARDIA. REGOLAMENTO D USO DEGLI ALLOGGI Di Edilizia Residenziale Pubblica ALLEGATO A REGIONE LOMBARDIA REGOLAMENTO D USO DEGLI ALLOGGI Di Edilizia Residenziale Pubblica 1 2 REGOLAMENTO DI USO DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DELL AZIENDA LOMBARDA PER L EDILIZIA

Dettagli

Regolamento sullo svolgimento delle assemblee separate di UniAbita Soc.

Regolamento sullo svolgimento delle assemblee separate di UniAbita Soc. REGOLAMENTO ATTUATIVO PER L APPLICAZIONE DEI CRITERI SPECIFICI DI ATTRIBUZIONE DELLE SPESE AI SENSI DEGLI ART. 16,17, 18 E 19 DEL REGOLAMENTO RELATIVO ALL ASSEGNAZIONE IN GODIMENTO DEGLI ALLOGGI, DEI BOX

Dettagli

Attività ludico-educative per ragazzi - Estate 2013 -

Attività ludico-educative per ragazzi - Estate 2013 - Attività ludico-educative per ragazzi - Estate 2013 - PROPOSTA RISERVATA AGLI ADERENTI AL CRAEM Un tuffo nella terra sarda (S. Teresa di Gallura OT) dall 1 al 19 luglio o dal 18 al 31 luglio dai 12 ai

Dettagli

Prima di chiedersi come si puliscono le città, bisognerebbe chiedersi come si sporcano. Guido Viale

Prima di chiedersi come si puliscono le città, bisognerebbe chiedersi come si sporcano. Guido Viale Prima di chiedersi come si puliscono le città, bisognerebbe chiedersi come si sporcano. Guido Viale fare la raccolta differenziata non è solo un obbligo di legge è un segno di rispetto e di grande civiltà!

Dettagli

IL MERCATO NELLA GIUNGLA. Parte I. Il lato oscuro del Mercato Libero Parte I

IL MERCATO NELLA GIUNGLA. Parte I. Il lato oscuro del Mercato Libero Parte I Parte I Il lato oscuro del Mercato Libero Pag. 0 A tutti i nostri clienti quelli passati, quelli presenti e i futuri sperando possa essere di aiuto e fonte di ispirazione. Francesco e Ivano Pag. 1 Introduzione

Dettagli

La Raccolta Differenziata a casa tua. guida per le famiglie

La Raccolta Differenziata a casa tua. guida per le famiglie La Raccolta Differenziata a casa tua istruzioni per l uso guida per le famiglie Raccolta Differenziata Le novità Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve

Dettagli

Unità 1. Raccolta differenziata. Lavoriamo sulla comprensione. Ingombranti Conferiti nelle vicinanze Disfarti Riciclare

Unità 1. Raccolta differenziata. Lavoriamo sulla comprensione. Ingombranti Conferiti nelle vicinanze Disfarti Riciclare Unità 1 Raccolta differenziata CHIAVI In questa unità imparerai: a comprendere un testo che dà informazioni sulla raccolta differenziata parole relative alla raccolta differenziata e ai rifiuti a usare

Dettagli

Scheda didattica IL RUOLO DELLA BANCA

Scheda didattica IL RUOLO DELLA BANCA Perché risparmiare? Scheda didattica IL RUOLO DELLA BANCA La vita è imprevedibile e non sempre è possibile sapere in anticipo cosa accadrà in futuro. Però se si mette da parte qualcosa, si potrà affrontare

Dettagli

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI Convegno Regionale FISM Toscana 2014 LE SCUOLE PARITARIE E IL MODELLO TOSCANO. LAVORI IN CORSO! Novità, impegni e progetti per un sistema scolastico realmente integrato e paritario Firenze, Convitto della

Dettagli

6. Dati dimensionali degli alloggi

6. Dati dimensionali degli alloggi 10 I Una Comunità per Crescere - Milano 6. Dati dimensionali degli alloggi La superficie residenziale deve essere così distribuita in base alla slp: alloggi tipo A: quadri-trilocali da 100 mq di slp, max

Dettagli

COMUNE DI CASTEL MADAMA Le Domande più frequenti sulla raccolta differenziata porta a porta 1. Quali sono le responsabilità del cittadino in quanto

COMUNE DI CASTEL MADAMA Le Domande più frequenti sulla raccolta differenziata porta a porta 1. Quali sono le responsabilità del cittadino in quanto COMUNE DI CASTEL MADAMA Le Domande più frequenti sulla raccolta differenziata porta a porta 1. Quali sono le responsabilità del cittadino in quanto produttore di rifiuti? 2. Quando inizia il servizio porta

Dettagli

AVVISO PUBBLICO IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

AVVISO PUBBLICO IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AVVISO PUBBLICO Per la messa a disposizione di alloggi non utilizzati, arredati o non arredati da assegnare in locazione provvisoria a nuclei familiari in condizioni di disagio socio economico. IL RESPONSABILE

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO LIBERTY CASA ALBERGO PER ANZIANI

REGOLAMENTO INTERNO LIBERTY CASA ALBERGO PER ANZIANI REGOLAMENTO INTERNO LIBERTY CASA ALBERGO PER ANZIANI Via Ernesto Di Fiore n.11, Cupra Marittima (AP) AGGIORNATO AL 14/07/2010 1 ART. 1 Introduzione La CASA ALBERGO LIBERTY di Cupra Marittima sita in via

Dettagli

Un Comune dovrebbe lavorare come un orchestra, non somigliare ad un fortino in difesa. Tema per un progetto di qualità. Sommario

Un Comune dovrebbe lavorare come un orchestra, non somigliare ad un fortino in difesa. Tema per un progetto di qualità. Sommario Un Comune dovrebbe lavorare come un orchestra, non somigliare ad un fortino in difesa. Tema per un progetto di qualità. Sommario Il cittadino posto al centro di tutte le attività amministrative. o Coordinare

Dettagli

Esecuzione Immobiliare 192/2010. b. identificazione catastale Comune SAN VENDEMIANO (TV) - NUOVO CATASTO EDILIZIO URBANO

Esecuzione Immobiliare 192/2010. b. identificazione catastale Comune SAN VENDEMIANO (TV) - NUOVO CATASTO EDILIZIO URBANO Tribunale di Treviso - Sezione Esecuzioni Immobiliari Esecuzione Immobiliare 192/2010 PERIZIA DI STIMA PERIZIA 01) INDIVIDUAZIONE DEL BENE PIGNORATO a. indirizzo Comune: SAN VENDEMIANO (TV) Località e

Dettagli

Convegno: Efficienza Energetica: opportunità e casi di eccellenza IL CONTRATTO SERVIZIO ENERGIA UN OPPORTUNITA PER IMPRESE E CLIENTI

Convegno: Efficienza Energetica: opportunità e casi di eccellenza IL CONTRATTO SERVIZIO ENERGIA UN OPPORTUNITA PER IMPRESE E CLIENTI Convegno: Efficienza Energetica: opportunità e casi di eccellenza Venerdì 23 marzo 2012 IL CONTRATTO SERVIZIO ENERGIA UN OPPORTUNITA PER IMPRESE E CLIENTI Relatore: Ing. Maurizio Landolfi Consumi energetici

Dettagli

SIENA SINTESI MANOVRA MONTI INDICE

SIENA SINTESI MANOVRA MONTI INDICE SIENA SINTESI MANOVRA MONTI INDICE 1. MONETA ELETTRONICA PER LE PENSIONI 2. LIBRETTI DI DEPOSITO AL PORTATORE BANCARI O POSTALI 3. I.S.E.E. 4. DETRAZIONI RISTRUTTURAZIONI ED INTERVENTI PER RIQUALIFICAZIONE

Dettagli

QUARTIERE. CITTÀ DI SAN BENEDETTO DEL TRONTO Assessorato alle Politiche Ambientali RAGNOLA F.E.E. ITALIA

QUARTIERE. CITTÀ DI SAN BENEDETTO DEL TRONTO Assessorato alle Politiche Ambientali RAGNOLA F.E.E. ITALIA CITTÀ DI SAN BENEDETTO DEL TRONTO Assessorato alle Politiche Ambientali F.E.E. ITALIA QUARTIERE RAGLA 5 Nel tuo quartiere da lunedì 2 maggio tutti i cassonetti cominceranno ad andare via! FACCIAMO BENE

Dettagli

GIULIANO MARRUCCI FUORI CAMPO Mentre le alte sfere sono occupate a sognare la Milano che sarà, Cesare Moreschi fa i conti con la Milano che c è.

GIULIANO MARRUCCI FUORI CAMPO Mentre le alte sfere sono occupate a sognare la Milano che sarà, Cesare Moreschi fa i conti con la Milano che c è. DAR CASA Di Giuliano Marrucci MILENA GABANELLI IN STUDIO La buona notizia di oggi è ambientata a Milano ma potrebbe essere ambientata ovunque. Parliamo di case, per la maggior parte dei comuni mortali

Dettagli

COMUNICATO STAMPA BANDO MODELLO OMOGENEO DI GESTIONE DEI RIFIUTI NELLA PROVINCIA DI VARESE

COMUNICATO STAMPA BANDO MODELLO OMOGENEO DI GESTIONE DEI RIFIUTI NELLA PROVINCIA DI VARESE COMUNICATO STAMPA BANDO MODELLO OMOGENEO DI GESTIONE DEI RIFIUTI NELLA PROVINCIA DI VARESE La normativa nazionale sulla gestione dei rifiuti (d.lgs.152/2006) impone un ambizioso traguardo da raggiungere

Dettagli

CESSAZIONE DEL RISCALDAMENTO CENTRALIZZATO. Il riscaldamento condominiale è da sempre sinonimo di lite tra condomini

CESSAZIONE DEL RISCALDAMENTO CENTRALIZZATO. Il riscaldamento condominiale è da sempre sinonimo di lite tra condomini CESSAZIONE DEL RISCALDAMENTO CENTRALIZZATO Il riscaldamento condominiale è da sempre sinonimo di lite tra condomini che non riescono ad avere la casa sufficientemente riscaldata o al contrario che si ritrovano

Dettagli

ESSE BUILDING EDILIZIA S.R.L. Corso Susa n. 242 10098 Rivoli (TO)

ESSE BUILDING EDILIZIA S.R.L. Corso Susa n. 242 10098 Rivoli (TO) INTERVENTO EDILIZIO VAL DELLA T ORRE RIONE V IA FRAZIONE B RIONE (TO) ORRE (TO) IA ASTRUA 47 Proprietà e realizzazione: ESSE BUILDING EDILIZIA S.R.L. Corso Susa n. 242 10098 Rivoli (TO) Progettazione:

Dettagli

vetro, bottiglie di plastica, fogli di carta, cartone, ossi grandi, fiori secchi, alimenti, piatti di plastica cartone

vetro, bottiglie di plastica, fogli di carta, cartone, ossi grandi, fiori secchi, alimenti, piatti di plastica cartone Livello A1 Unità 1 Raccolta differenziata Chiavi Lavoriamo sulla comprensione Chiavi 1. Metti i rifiuti nel contenitore giusto. (drag and drop) vetro, bottiglie di plastica, fogli di carta, cartone, ossi

Dettagli

REGOLAMENTO PER MINI ALLOGGI PROTETTI

REGOLAMENTO PER MINI ALLOGGI PROTETTI FONDAZIONE CONTE C.BUSI ONLUS Via Formis, 4 26041 Casalmaggiore (CR) REGOLAMENTO PER MINI ALLOGGI PROTETTI Art. 1 Definizione e finalità I mini alloggi protetti, definiti come insieme di alloggi aventi

Dettagli

Sostenibilità ambientale

Sostenibilità ambientale Benessere economico Sostenibilità ambientale Vitalità culturale Equità sociale Raccolta dei rifiuti organici Italian Introduzione al servizio di raccolta dei rifiuti organici del Comune di Norwood Payneham

Dettagli

LE NUOVE MODALITà DI GESTIONE DEI RIFIUTI IN VALLE D AOSTA

LE NUOVE MODALITà DI GESTIONE DEI RIFIUTI IN VALLE D AOSTA XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX LE NUOVE MODALITà DI GESTIONE DEI RIFIUTI IN VALLE D AOSTA Assessorat du Territoire et de l Environnement Assessorato Territorio e ambiente i nuovi

Dettagli

Prima di addentrarci nelle cifre, vogliamo, però, fare anche alcune considerazioni per comprendere meglio questa serie di numeri.

Prima di addentrarci nelle cifre, vogliamo, però, fare anche alcune considerazioni per comprendere meglio questa serie di numeri. Contemporaneamente con i lavori sono iniziati anche i pagamenti dei vari stralci di lavoro, che al 31 maggio ammontano a 396.860,36 Euro. Ci sostiene soprattutto in questo periodo la continua solidarietà

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO LISTA CIVICA VIGNATE SI CAMBIA

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO LISTA CIVICA VIGNATE SI CAMBIA PROGRAMMA AMMINISTRATIVO LISTA CIVICA VIGNATE SI CAMBIA Vignate Elezioni Amministrative 25 maggio 2014 PREMESSA Vignate SI Cambia non è solo il nome più o meno originale della lista con cui ci presenteremo

Dettagli

INTERVIENI sull edificio e sull impianto e SOSTITUISCI gli elettrodomestici approfittando delle detrazioni fiscali

INTERVIENI sull edificio e sull impianto e SOSTITUISCI gli elettrodomestici approfittando delle detrazioni fiscali INTERVIENI sull edificio e sull impianto e SOSTITUISCI gli elettrodomestici approfittando delle detrazioni fiscali Se devi effettuare degli interventi di ristrutturazione dell edificio e se la caldaia

Dettagli

La manovra governativa antielusione AGEVOLAZIONI IN MATERIA DI RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE

La manovra governativa antielusione AGEVOLAZIONI IN MATERIA DI RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE AGEVOLAZIONI IN MATERIA DI RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE 1 AGEVOLAZIONI IN MATERIA DI RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE Normativa - Art. 35, comma 19 D.L. 223/2006 - Art. 35, comma 20 D.L. 223/2006 - Art. 35, comma

Dettagli

REGOLAMENTO CONDOMINIALE CASE COMUNALI DI VIA V.VENETO. Approvato con delibera consiliare nr.81 del 4 ottobre 1996

REGOLAMENTO CONDOMINIALE CASE COMUNALI DI VIA V.VENETO. Approvato con delibera consiliare nr.81 del 4 ottobre 1996 REGOLAMENTO CONDOMINIALE CASE COMUNALI DI VIA V.VENETO Approvato con delibera consiliare nr.81 del 4 ottobre 1996 Art. 01 - Gli appartamenti dei Condomini devono essere destinati esclusivamente ad uso

Dettagli

Newsletter N. 6/2014

Newsletter N. 6/2014 Consiglio Regionale Lazio Newsletter N. 6/2014 Cari amici, siamo giunti alla fine del primo semestre, arrivano le vacanze e con esse la stagione ideale per rilassarci: al mare, in montagna, in campagna

Dettagli

PERCHE LA RACCOLTA DEL RIFIUTO ORGANICO

PERCHE LA RACCOLTA DEL RIFIUTO ORGANICO PERCHE LA RACCOLTA DEL RIFIUTO ORGANICO Il rifiuto organico costituisce circa il 30-40% in peso della quantità complessiva di rifiuti prodotti a livello domestico. L obiettivo che l AMV vuole raggiungere

Dettagli

STATUTO UILDM GENOVA ONLUS Associazione di Volontariato L. 266/1991

STATUTO UILDM GENOVA ONLUS Associazione di Volontariato L. 266/1991 STATUTO UILDM GENOVA ONLUS Associazione di Volontariato L. 266/1991 ART. 1 - DENOMINAZIONE E SEDE. L organizzazione di volontariato, denominata: Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare Genova -

Dettagli

COMUNE DI CREAZZO (VI) Incontri pubblico COMPOSTAGGIO DOMESTICO

COMUNE DI CREAZZO (VI) Incontri pubblico COMPOSTAGGIO DOMESTICO COMUNE DI CREAZZO (VI) Incontri pubblico COMPOSTAGGIO DOMESTICO SCOPO DEGLI INCONTRI Fornire informazioni sulle modalità operative per la realizzazione del compostaggio domestico Fornire indicazioni sulle

Dettagli

CISL, U.N.I.A.T., S.U.N.I.A.,

CISL, U.N.I.A.T., S.U.N.I.A., All. C Accordo territoriale per le locazioni nella città di Padova ai sensi della legge 431/98 sezione contratti transitori per studenti universitari (Art. 5 co. 2 legge 431/1998) - Visto l art.5 co. 2

Dettagli

Ristrutturazione edilizia e risparmio energetico: le famose detrazione del 36% e del 55% Molti contribuenti hanno già conosciuto e utilizzato le

Ristrutturazione edilizia e risparmio energetico: le famose detrazione del 36% e del 55% Molti contribuenti hanno già conosciuto e utilizzato le Ristrutturazione edilizia e risparmio energetico: le famose detrazione del 36% e del 55% Molti contribuenti hanno già conosciuto e utilizzato le detrazioni relative alle spese su manutenzioni e ristrutturazioni

Dettagli

dal 1 gennaio 2014, la detrazione tornerà alla misura ordinaria del 36% e con il limite di 48.000 euro per unità immobiliare.

dal 1 gennaio 2014, la detrazione tornerà alla misura ordinaria del 36% e con il limite di 48.000 euro per unità immobiliare. Dal 1 gennaio 2012, la detrazione fiscale sulle ristrutturazioni edilizie non ha più scadenza. L agevolazione, introdotta fin dal 1998 e prorogata più volte, è stata resa permanente dal decreto legge n.

Dettagli

COMUNE DI MALALBERGO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI MALALBERGO PROVINCIA DI BOLOGNA Signore Consigliere e Signori Consiglieri, Mai, dal dopoguerra ad oggi, ci siamo trovati ad affrontare una crisi economica e sociale delle dimensioni e della durata pari a quella che stiamo vivendo. Negli

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

Occhi aperti sul territorio A scuola di cittadinanza anno scolastico 2012-13

Occhi aperti sul territorio A scuola di cittadinanza anno scolastico 2012-13 In caso di mancato recapito ritornare all'ufficio Postale Roma Romanina per la restituzione previo addebito. Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. In L. 27/02/2004

Dettagli

INDICE ART. 1 OGGETTO E FINALITA DELL INIZIATIVA ART. 2 MODALITA E CRITERI PER IL REPERIMENTO DEGLI ALLOGGI

INDICE ART. 1 OGGETTO E FINALITA DELL INIZIATIVA ART. 2 MODALITA E CRITERI PER IL REPERIMENTO DEGLI ALLOGGI REGOLAMENTO DELLE LOCAZIONI STIPULATE DAL COMUNE CON I PRIVATI PER LA SUBLOCAZIONE TEMPORANEA A FAVORE DI CITTADINI IN STATO DI EMERGENZA ABITATIVA, DI BISOGNO O DI EMARGINAZIONE SOCIALE INDICE ART. 1

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Emergenza credito anche per le libere professioni

Emergenza credito anche per le libere professioni Lunedì 18 marzo 2013 Emergenza credito anche per le libere professioni È allarmante il quadro economico delle professioni che è emerso nel corso del consiglio di amministrazione di Fidiprof Nord e di Fidiprof

Dettagli

INFORMATIVA N. 14/2013

INFORMATIVA N. 14/2013 STUDIO RENZO GORINI DOTTORE COMMERCIALISTA REVISORE CONTABILE COMO 10.9.2013 22100 COMO - VIA ROVELLI, 40 TEL. 031.27.20.13 www.studiogorini.it FAX 031.27.33.84 E-mail: segreteria@studiogorini.it INFORMATIVA

Dettagli