Ada Masoero sassu. Futurista

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ada Masoero sassu. Futurista"

Transcript

1 Ada Masoero sassu Futurista

2

3 I minatori, 1928, Olio, 70x70

4 Ada Masoero Sassu Futurista 72 opere Edizioni Banca di Teramo

5 Fondazione Venanzo Crocetti Via Cassia, Roma BANCA DI TERAMO DI CREDITO COOPERATIVO S. C. Viale Crucioli, 3 - Teramo ADERENTE AL FONDO DI GARANZIA DEI DEPOSITANTI DEL CREDITO COOPERATIVO Sedi espositive: Teramo, Banca di Teramo BCC, Sala Carino Gambacorta 1 luglio - 31 luglio 2009 Roma, Museo Venanzo Crocetti Mostra e catalogo a cura di Ada Masoero Vicente Sassu Urbina Fabrizio Sclocchini Con la collaborazione Fondazione Aligi Sassu e Helenita Olivares, Pollença (Mallorca)-Milano Allestimento Alfredo Paglione Fabrizio Sclocchini Referenze fotografiche Fondazione Aligi Sassu e Helenita Olivares, Pollença (Mallorca)-Milano Ufficio Stampa Banca di Teramo Assicurazione La Cattolica Un particolare ringraziamento alla Fondazione Aligi Sassu e Helenita Olivares, Pollença (Mallorca)-Milano e ad Alfredo Paglione per la sua determinante collaborazione Edizioni Banca di Teramo Teramo, giugno 2009

6 La Banca di Teramo di Credito Cooperativo, attenta e sensibile a tutti gli avvenimenti artistici del nostro Paese, già da tempo ha iniziato la celebrazione del centenario del prestigioso movimento Il Futurismo che ha rivoluzionato all inizio del secolo XIX il mondo dell arte, del costume, della poesia e della letteratura. Il 27 marzo, nella sala Carino Gambacorta, abbiamo presentato il libro, fresco di stampa, di Giordano Bruno Guerri su Filippo Tommaso Marinetti. Il Presidente del Vittoriale ci ha incantati raccontandoci episodi particolari della vita del Fondatore del Vittoriale. Un movimento prestigioso che partendo dall Italia si è diffuso vigorosamente in Europa e nel mondo. Grazie alla preziosa collaborazione dell amico Alfredo Paglione, che da anni dà un contributo notevolissimo alla creazione di un circuito artistico culturale di alto livello in provincia di Teramo e in Abruzzo, abbiamo avuto la disponibilità di 72 opere di Aligi Sassu futurista, che esporremo nella sala Carino Gambacorta dal 1 al 31 luglio 2009, in coincidenza, in parte, con i Giochi del Mediterraneo e con la Coppa Interamnia che portano migliaia di giovani da tutto il mondo a Teramo e in Abruzzo. Aligi Sassu, era ancora adolescente, appena quindicenne, quando ebbe la prima conoscenza del Movimento futurista, che muoveva in Italia i primi passi. Marinetti lo prese subito in simpatia e, privilegio unico nella storia della pittura, lo fece partecipare, appena sedicenne, con due opere, alla XVI Esposizione d Arte della città di Venezia. Un ringraziamento particolare va alla vedova Sassu, signora Helenita Olivares e al nipote Vicente, che hanno messo a disposizione le opere esposte nella sala nella nostra Banca. Presidente On. Antonio Tancredi 5

7 Dedica di Filippo Tommaso Marinetti ad Aligi Sassu.

8 Breve durò due anni soltanto e precocissima dai suoi 15 ai 17 anni l avventura di Aligi Sassu attraverso il futurismo fu però intensa e feconda, e per certi versi profetica, premonitrice di alcuni tratti e di alcuni temi della sua pittura, pure così diversa, degli anni a venire. Erano i primi mesi del 1927, come rammenta egli stesso nell autobiografia 1, quando Sassu, quindicenne, acquistò su una bancarella di Porta Venezia, a Milano, una copia di quella autentica bibbia delle poetiche primo-futuriste che è Pittura Scultura Futuriste (Dinamismo plastico) di Umberto Boccioni, uscito nel 1914 per le Edizioni futuriste di Poesia : «Quanto costa?, chiesi a Tarantola, il libraio ambulante. Mi concesse uno sconto, potei prenderlo. Tornando a casa lo sfogliai e risfogliai, soffermandomi ogni tanto per meglio gustare le illustrazioni: perché nel libro erano riprodotte una cinquantina di opere di Boccioni, Carrà, Russolo, Balla, Severini e Soffici». I semi contenuti in quel libro avrebbero prodotto buoni frutti anche perché cadevano su un terreno già largamente dissodato. Aligi Sassu era infatti cresciuto in una famiglia di scarse risorse economiche ma di elevata cultura: la madre, Lina Pedretti, emiliana, di famiglia altoborghese, dipingeva per diletto «graziosi quadretti» 2 ed era figlia a sua volta di un buon pittore dilettante che era Sassu futurista. Fonti, modelli, riferimenti, tra Dinamismo plastico e Arte meccanica di Ada Masoero 1 A. Sassu, Un grido di colore - autobiografia, Todaro Editore, Lugano 1998, p Ibidem, p. 11. stato allievo di Fontanesi, e il padre Antonio, un sardo di Thiesi trasferitosi a Milano, uomo dalle molte iniziative ma dai frequenti rovesci di fortuna, praticava in città gli ambienti più avanzati e colti del socialismo, in cui gravitavano (o avevano gravitato) anche i padri fondatori del futurismo, e qui aveva incontrato Carrà, di cui era diventato amico e di cui possedeva alcuni disegni e due acquerelli 3. Fu lui a condurre Aligi, bambino di sette anni, a visitare la «la prima, grande collettiva dei futuristi al Cova» 4, nel 1919, e lui, certamente, a instillargli l amore per la lettura («Ho sempre letto: credo di esser nato leggendo. Leggevo di tutto e senza tregua: saggistica e narrativa, autori classici e sconosciuti, riviste francesi e quotidiani italiani, talvolta del giorno prima» 5 ) e la passione per le ricerche sulle bancarelle dei librai ambulanti 6 ; lui 3 «Di quest ultimo [Carrà] io ebbi dei disegni davanti agli occhi sin da quando ero bambino, disegni che ci accompagnavano nei traslochi e che ogni volta, puntualmente, venivano sistemati su una parete importante accanto a una stampa che riproduceva un episodio della spedizione sardo-piemontese in Crimea, l episodio in cui si distinse Francesco Sassu [fratello maggiore del nonno di Aligi]», Ibidem, p Ibidem, p. 14. La mostra, intitolata Grande esposizione nazionale futurista, si tenne dall 11 marzo al 30 aprile 1919 alla Galleria Centrale d Arte di Milano e di qui passò a Genova, poi a Firenze. 5 Ibidem. 6 «Trascorsi molte, moltissime ore dinanzi alla bancarelle di libri vecchi, quella di Tarantola e le altre di corso Venezia: per sfogliare, per leggiucchiare, per vedere le illustrazioni 7

9 a fargli trovare nella biblioteca di casa «alcune edizioni fiorentine dalla copertina azzurra, edizioni credo della prezzoliniana La Voce, nelle quali uscirono un libro su Cézanne e uno su Picasso», che costituirono per Aligi, tra i tredici e i quattordici anni, «il primo approccio con la pittura d avanguardia» 7, corroborato in seguito da lunghe soste nella Biblioteca d Arte del Castello Sforzesco. Entrambi i genitori, poi, assecondarono la passione per la pittura del loro primogenito iscrivendolo a Brera, dove il giovanissimo Aligi studiò per due anni, finché un nuovo dissesto economico paterno non lo costrinse a interrompere gli studi. Fu però l incontro nel 1927 con F.T. Marinetti l occasione che mutò il corso della sua vita 8 : il fondatore del futurismo, trasferitosi ormai da due anni a Roma, saliva periodicamente a Milano e incontrava nell Hotel Corso gli artisti e i simpatizzanti del movimento. Insieme a Bruno Munari (maggiore di lui di cinque anni), il più caro degli amici di quel tempo, Sassu decise di presentarsi a uno di quegli incontri, portando con sé «un fascio di disegni, tra i quali parecchi ispirati dal libro Mafarka il futurista, il discusso romanzo africano del fondatore del Futurismo» 9. Per l occasione Sassu, quindicenne, dovette indossare i suoi primi calzoni lunghi. I disegni suoi e di Munari piacquero dei libri che si vendevano a metà prezzo ma che erano pur sempre cari. È lì che vidi per la prima volta le opere di Alberto Martini, è lì, come ho già detto, che acquistai Pittura e scultura futuriste di Boccioni e Mafarka il futurista di Marinetti». Ibidem, p Ibidem. 8 «Se quel giorno non fossi andato da Marinetti, all hotel Corso, molte occasioni mi sarebbero mancate», Ibidem, p. 18. talmente a Marinetti che il giorno successivo, nel corso di una serata di poesia futurista a cui i due giovani parteciparono sedendo nelle prime file, «Marinetti dal palcoscenico annunciò che [erano] in sala due speranze dell arte italiana : fu così che Munari e io finimmo sotto i riflettori in modo del tutto imprevisto, che squassò la mia timidezza e scosse anche Bruno» 10. Su quei disegni di Sassu, quindici dei quali figurano in questa mostra, torneremo più avanti, poiché presentano qualche stimolante interrogativo. Ma l incontro con Marinetti sortì alcune conseguenze inattese e sbalorditive, specie se si tiene conto della giovanissima età di Sassu: fu in quell occasione infatti che il fondatore lo invitò, con Munari, a esporre nella Mostra di trentaquattro pittori futuristi, una rassegna nazionale che si sarebbe tenuta in autunno nella prestigiosa galle- 9 Ibidem, p. 14. Il romanzo di F.T. Marinetti, ambientato in un Africa mitica e denso di riferimenti alla novellistica orientale come ai poemi omerici, uscì a Parigi all inizio del 1910 (sebbene fosse datato 1909) e la traduzione italiana, curata dal segretario di Marinetti Decio Cinti, vide la luce pochi mesi dopo, attirando sul suo autore un accusa di oltraggio al pudore per gli episodi narrati nel primo capitolo (Lo stupro delle negre) e nel secondo (Lo stratagemma di Mafarkael-Bar), in cui si narra di un impressionante fenomeno di priapismo che avrebbe colpito il protagonista. Il processo, che si tenne nell ottobre 1910 e vide Marinetti difeso, oltreché da illustri avvocati, anche da Luigi Capuana, che citò esempi tratti da Rabelais e da Aristofane, si concluse con un assoluzione. Poiché però il giudizio fu rovesciato in appello e in Cassazione, nel 1920 ne uscì una nuova versione da Sonzogno, emendata degli episodi più scottanti, e solo nel 2003 gli Oscar Mondadori ripubblicarono il romanzo in edizione tascabile nella versione originale, con prefazione di Luigi Ballerini e con un appendice contenente i Processi al futurismo per oltraggio al pudore. 10 Ibidem, p

10 ria Pesaro e che avrebbe facilitato la formazione, a Milano, di un nuovo gruppo di giovani futuristi della seconda generazione 11, dopo che il drappello dei padri fondatori si era disperso ormai da anni: Carrà si era infatti polemicamente dissociato dal movimento sin dalla fine del 1915; Severini, da Parigi, si era ben presto orientato verso il cubismo per approdare sin dal 1916, fra i primi in Europa, al nuovo classicismo del ritorno all ordine e Boccioni e Sant Elia erano morti proprio nel 1916, mentre Russolo era a quel tempo assorbito soprattutto dalla musica futurista, sebbene nel 1920 ancora firmasse con Sironi, Funi e Dudreville, il manifesto Contro tutti i ritorni in pittura. Quanto a Balla, continuava a vivere a Roma, dove coltivava la nuova temperie astratto-meccanica del futurismo, da lui avviata con Depero sin dal manifesto del 1915 Ricostruzione futurista dell universo e poi formalizzata nel 1922 da Ivo Pannaggi e Vinicio Paladini nel Manifesto dell arte meccanica, (pubblicato su La Nuova Lacerba 12 ), e l anno successivo nell ulteriore manifesto L arte meccanica, firmato da Enrico Prampolini con Pannaggi e Paladini, datato ottobre 1922 ma uscito solo nel maggio del 1923 sulla rivista futurista Noi, di cui Prampolini era il direttore. A quella mostra milanese del tardo 1927 l adolescente Sassu (che si firmava futuristicamente Sassù, con un dinamico accento a forma di punta di freccia) espose un piccolo dipinto, poi andato disperso, intitolato La madre. Ma quello 11 Si veda E. Crispolti, L avvio futurista di Sassu, p. 12, in Sassu futurista Opere d arte della città di Lugano. Fondazione Aligi Sassu e Helenita Olivares, con testi di E. Crispolti e A. Giglio, Skira, Ginevra-Milano Aligi Sassu, Uomo che si abbevera alla sorgente, 1928 non fu che il primo passo di un incredibile scalata che l anno successivo, a 16 anni soltanto, lo avrebbe condotto nientemeno che alla Biennale di Venezia. Alla mostra veneziana i futuristi erano approdati solo nell edizione precedente, quella del 1926, presentandosi con una sala fitta di bellissime opere di Balla, Prampolini, Pannaggi, Azari e di altri protagonisti di quegli anni, tutte esemplari del nuovo corso meccanico del futurismo. Nell edizione del 1928 mancavano i grandi nomi, e a dominare la scena era soprattutto l attivissimo (anche sul fronte dell elaborazione teorica) gruppo torinese capeggiato da Fillia e Diulgheroff. Ma a Sassu (certo per intercessione di Marinetti) toccò il privilegio raro di esporre ben due opere. Dei 199 artisti invitati alla XVI Esposizione Internazionale d Arte della Città di Venezia, a 45 soltanto (sei dei quali erano futuristi) la giuria concesse infatti di esporre più di un opera, «perché meritevoli di particolare rilievo» La Nuova Lacerba, Roma, 20 giugno A. Negri, Aligi Sassu, Ilisso, Nuoro, 1995, p. 7. 9

11 2. Aligi Sassu, Studio per Nudo plastico, 1927 Sassu vi esponeva L uomo che si abbevera alla sorgente e Nudo plastico, di cui restano anche due studi. Nel primo la figura dell uomo inginocchiato e riflesso nello specchio d acqua appare come incardinata, seppure con qualche inevitabile ingenuità, entro uno sfondo di architetture risolte in pure geometrie, così come in pure geometrie è tradotta anche la figura umana, mentre in entrambi gli elementi -sfondo e figura- zone campite con piatte stesure di colore si alternano a zone in cui si accenna a profondità e volumetria, secondo un modello ampiamente praticato negli anni Venti da Balla, che usava giustapporre nei suoi dipinti queste due modalità, mentre altri autori (come Prampolini o Fillia) allo schiudersi del decennio esordirono nella nuova declinazione meccanica del futurismo optando per una decisa bidimensionalità, per poi affrontare la terza dimensione solo nella seconda metà del decennio 14. Decisamente più volumetrico, se non nella piatta chioma della donna, appare il più ambizioso (anche per dimensioni) Nudo plastico, le cui membra sono tornite da un evidente chiaroscuro, sebbene il corpo appaia risolto in forme da automa, specie nei piedi, scatolari, che rinviano con evidenza a certe figure ultra-meccaniche di Pannaggi. A esse guarda con evidenza anche l Uomo che cammina del 1927 qui esposto, come il piccolo Motociclista (cat. 4), ascritto anch esso al 1927, che con i Centauri di Pannaggi (normalmente datati però intorno al 1930) condivide la prospettiva ardita e aggressiva : improbabile che Sassu, allora quindicenne, abbia potuto anticipare in modo tanto puntuale un ciclo di opere del più maturo e autorevole collega. Più probabile, se mai, che entrambi si ispirassero a una fonte comune, forse fotografica. 3. Aligi Sassu, Studio per Nudo plastico, Si veda A. Masoero, Gli anni Venti: l arte meccanica, pp , in Futurismo , Velocità + Arte + Azione, catalogo (Skira, Milano) della mostra a cura di G. Lista e A. Masoero, Milano, Palazzo Reale, 6 febbraio-7giugno

12 5. Ivo Pannaggi, Centauro, Ivo Pannaggi, Costume di Condannato alla macchina G/H2 per L Angoscia delle Macchine di Ruggero Vasari, 1927 Tornando al Nudo plastico, lo sfondo appare ancora una volta debitore delle ricerche di Balla, che sia in pittura che in scultura (con i suoi singolari Futurfiori) dava vita sin dalla fine degli anni Dieci, e poi più che mai negli anni Venti, a una natura decisamente meccanizzata 15, fatta di punte e di volumi dall aspetto artificiale. Ma quel 1928 fu un anno cruciale per Sassu anche per un altra ragione: poco prima di esporre in Biennale, insieme all amico Munari aveva infatti steso un manifesto, rimasto inedito fino al 1977 quando fu pubblicato da Luciano De Maria 16 : uno scritto significativo non tanto per i contenuti, acerbi e talora confusi, quanto per l evidente desiderio dei due giovanissimi milanesi di pesare di più in seno al movimento, aggiungendo la loro voce al vivace dibattito teorico degli anni Venti. Datato Milano 31 marzo 1928, il Manifesto della pittura dinamismo e riforma muscolare portava l intestazione Gruppo Giovani Futu- 15 Si veda A. Masoero, Nel giardino di Balla. Futurismo , catalogo (Mazzotta, Milano) della mostra a cura di D. Battaglia Olgiati e A. Masoero, Milano, Fonte d Abisso Arte, 18 marzo-29 maggio L. De Maria, Sassu futurista, All insegna del pesce d oro Scheiwiller, Milano

13 6. Giacomo Balla, Punte d estate, 1920 risti Milanesi, a conferma della presenza in città, dopo la mostra della galleria Pesaro, di una nuova compagine avanguardista. Un po sgrammaticato in qualche sua parte, con alcuni anacoluti e ripetizioni, e alquanto aggrovigliato nell enunciazione dei concetti (ma visto che non fu pubblicato, è probabile che si trattasse di una semplice bozza), il manifesto ricalca tuttavia fedelmente la formulazione tipica dei manifesti futuristi, chiudendosi con l invito imperioso a SALIRE, SALIRE [...] CREA- RE, CREARE e si riconnette alle teorie boccioniane del dinamismo plastico, approfondite dai due estensori sulle pagine di Pittura Scultura Futuriste, aspirando però -con un audacia schiettamente giovanile- a superarle. Agli occhi dei firmatari il dinamismo boccioniano avrebbe infatti avuto il torto di annullare la materia o diluirla nell atmosfera, mentre a loro avviso «UN UOMO; UN CAVALLO; UNA BICICLETTA, NON POSSONO RAGGIUNGERE LA VELOCITÀ CHE LI TRASP[O]RTA FINO AL QUASI TOTALE ANNULLAMENTO» 17. I due, del resto, stendevano queste righe nel pieno del clima meccanico del futurismo, e non a caso nel manifesto si legge di «ESSERI CHE CONSERVA- NO ANCORA QUALCHE FORMA UMANA, MA HANNO UNA NUOVA MUSCOLATURA, PIÙ PO- TENTE E PIÙ DINAMICA, OTTENENDO FORME DINAMICHE NUOVE E MECCANIZZANDOLE ANCHE IN UNA VISIONE SINTETICA ANTIPRO- SPETTICA, ABOLENDO QUINDI LA PROSPET- TIVA NATURALE» 18 : il che ricalca esattamente i modi sintetici, antinaturalistici e, appunto, meccanici che caratterizzano il futurismo degli anni Venti e mostra da quali radici scaturissero le due opere esposte da Sassu in Biennale. Quest ultima enunciazione si attaglia poi anche più puntualmente a tre piccole carte qui esposte, Istitutrice inglese, Lancio disco, Gli sciatori (cat. 3, 19, 23), tutte del 1927, le cui figure sono risolte in sintetiche, ironiche ed efficaci sigle, ma soprattutto a due più impegnativi lavori a tempera, Ultradecorazione e Il ritorno (cat. 1 e 2), dello stesso anno, due opere suggestive e visionarie che sono fra le sue più felicemente risolte, sia nella cromia, tanto vivida e innaturalistica (nel manifesto si parla di «tinte pure, fantastiche, antinaturali») sia nell impaginazione. Boccioni resta comunque agli occhi di Sassu il padre a cui fare riferimento e la sua lezione appare più che evidente in alcuni disegni del 1928 e 1929 (i numerosi disegni sul tema del Fabbro, cat , Minatore, cat. 32, Miniera, cat. 33, 17 Maiuscolo nel testo. 18 Maiuscolo nel testo. 12

14 Uomini che lottano, cat. 66, La rissa, cat. 68), le cui figure, come notava già Antonello Negri 19 sono ispirate alla grande tempera di Boccioni Linea unica della continuità nello spazio, , un opera che si ricollega strettamente al suo capolavoro plastico, la scultura Forme uniche della continuità nello spazio. Sassu li vide entrambi -scultura e opera su carta- nel 1928, in casa di Fedele Azari, dove si trovavano insieme ai dipinti e agli altri disegni di Boccioni che ora si formano il cuore delle collezioni futuriste delle Raccolte Civiche milanesi (furono infatti donati nel 1934 alla città da Ausonio Canavese, che li acquistò dal padre di Fedele Azari dopo la morte prematura del figlio). Lo rammenta vividamente Sassu nell autobiografia, raccontando che Fedele Azari, il pittore, aviatore, imprenditore, editore (fu lui, con la sua Casa d arte e casa editrice Dinamo, a pubblicare il celebre libro bullonato di Depero 20 ) gli chiese se volesse andare a vedere a casa sua «parecchie opere di Boccioni che [...] aveva in deposito casa sua credo per una mostra 21. [...] Non mi feci ripetere l invito due volte. Ebbi così la sorte di studiare le opere boccioniane; oltre a molti disegni e dipinti c erano anche i gessi di tutte le sculture 22. Forse avevo già dentro di me, assunti dalle letture e naturaliter 19 A. Negri, Aligi Sassu, cit., p F. Depero, Depero futurista , Dinamo Azari, Milano In realtà Azari le aveva acquistate dalla sorella di Boccioni nel Si veda al riguardo M.T. Fiorio, Prima visione, p. 15, in Il Futurismo a Milano. Anticipazioni per il nuovo Museo d Arte Moderna e Contemporanea, catalogo (Mazzotta, Milano) della mostra a cura di M.T. Fiorio, A. Dallaj, R. Ghiazza, M. Fratelli, M. Pugliese, L. Sansone, Milano, Pac, 22 febbraio 28 aprile accolti dall animo mio, i principi di fondo del dinamismo plastico boccioniano, ma certo la visita in casa di Fedele Azari - il fantasioso ingegno che che alcuni anni prima aveva fondato una Società per la Protezione delle Macchine 23 - rappresentò per me un esperienza preziosa» 24. E a nostro avviso anche alcuni dei disegni, monocromi, eseguiti con pastelli dai colori asprigni (verde acido, azzurro freddo, violetto) per illustrare il romanzo di Marinetti Mafarka il futurista sono fortemente influenzati dai modi di Boccioni. Quindici di essi sono ora esposti in questa mostra. Datati 1928 da Luciano De Maria nel volumetto citato, Sassu futurista, edito da Scheiwiller nel 1977 (la prima puntuale disamina di questa precoce stagione dell artista), in realtà questi fogli andrebbero anticipati al 1927 se effettivamente furono quelli presentati a Marinetti nel loro primo incontro milanese 25. Nell autobiografia Sassu cita correttamente i colori dominanti di quei pastelli 26, 22 Queste non rientrarono nell acquisizione di Ausonio Canavese. 23 Sassu allude qui al manifesto Per una Società di Protezione delle Macchine, stilato da Fedele Azari e da lui pubblicato nel A. Sassu, Un grido..., cit., p Come nota già Alessia Giglio in Osmosi futurista nel preludio sassiano (nota 3, p. 36) in Sassu futurista , cit. 26 «Li eseguii servendomi di una matita verde, o forse rosso viola e li vendetti poi per venticinque lire d argento a un pubblicitario amico di mio padre, Guido Cassi, che aveva casa in viale Piave, proprio di fronte alla litografia La Presse, quella nella quale lavorai per un annetto, imparando a riportare i bozzetti sulle lastre», in A. Sassu, Un grido..., cit., p. 16. Di quel «fascio di disegni» Cassi ne avrebbe acquistati una decina (in A. Negri, Aligi Sassu, cit., p. 18). 13

15 7. Umberto Boccioni, Stati d Animo Quelli che restano, 1911 anche se afferma di ignorare dove fossero finiti quelli venduti all amico del padre, Guido Cassi, un collezionista che aveva in casa numerose opere di Previati, che Sassu certo vide di persona. E proprio alla lezione di Previati viene tradizionalmente ascritta la fonte di questi pastelli, caratterizzati dal tratto sinuoso, serpeggiante, allungato, che del maestro ferrarese era una sorta di firma. In realtà alcuni di questi fogli (i più astratti, tutti non a caso declinati nei toni del verde) ci sembrano riallacciarsi assai più che all opera di Previati alla prima versione del Trittico degli Stati d animo di Boccioni, giocato, tra l altro, proprio su dominanti verdi. Quel primo Trittico boccioniano, oggi conservato nelle raccolte civiche d arte milanesi, che fu eseguito prima del viaggio a Parigi dell autunno , era certamente ancora ispirato ai modi di Previati, ma rispetto ai dipinti del più anziano maestro, rimasto sempre fedele alla figurazione, trovava esiti del tutto innovativi per il liquefarsi delle forme in tratti tanto fluidi da sfiorare l astrazione pura. Sassu, come si è detto, poté vederlo di persona solo nel 1928, a casa di Fedele Azari. Se effettivamente -come ci sembra evidente- questi pastelli risentono della lezione del Trittico boccioniano, la datazione di alcuni almeno di questi fogli (cat. 51, 53, 54, 57) andrebbe dunque spostata al 1928, secondo le indicazioni di De Maria, che certo ne parlò con il loro autore prima di stendere le sue note. A conferma giungono del resto anche le date che figurano sul verso di alcuni dei fogli in mostra, ritrovate proprio negli studi che hanno condotto a questa mostra, che rinviano a quell anno e in un caso (cat. 49) addirittura all anno successivo: l opera in questione è infatti datata sul verso 14 febbraio È dunque evidente che Sassu, che era rimasto fortemente impressionato dalla lettura del romanzo di Marinetti, continuò a esercitarsi su quelle pagine anche dopo il primo incontro con il fondatore del futurismo 28, al quale tra l altro ne sarebbero seguiti molti altri, tutti al Savini, il lussuoso ristorante che si apre tuttora in Galleria Vittorio Emanuele, dove Marinetti aveva un tavolo sempre aperto ad accogliere tutti i discepoli e la sua pittoresca corte milanese. Si è detto dei modelli di riferimento prediletti 27 Dopo il soggiorno a Parigi durante il quale i tre futuristi milanesi (Boccioni, Carrà, Russolo) e Marinetti presero accordi per la mostra futurista che si sarebbe tenuta da Bernheim-Jeune nel febbraio successivo, Boccioni, che poté vedere in quell occasione molte opere dei cubisti, ne dipingerà la seconda versione, più cubisteggiante, oggi conservata al MoMA di New York. 28Che in quell occasioni dedicò la copia di Mafarka il futurista che Sassu aveva portato con sé (in A. Sassu, Un grido..., cit., p. 16). 14

16 di Sassu, da Boccioni, per il dinamismo, a Balla e Pannaggi per la modalità meccanica, ma non deve stupire che un giovanissimo, ancora in cerca di un proprio linguaggio espressivo, si volgesse anche altrove, specie a Depero, assai in auge negli anni Venti, della cui pittura si trovano echi nell Unicorno (cat. 17), in Leonessa, Leone, Cavallino rampante (cat. 5, 6, 7), tutti del 1927, e più ancora in Natura (cat. 71), una tempera del 1929 che cita più di uno stilema utilizzato nei suoi dipinti dell autore roveretano, mentre certe figurette come Negro (cat. 12), Contadina brianzola (cat. 14), Donna egiziana-decorazione (cat. 24), del 1927, sembrano rifarsi a soluzioni sperimentate da Depero nelle sue rinomate tarsie di panno o nella pubblicità. Al Severini del e al suo personalissimo modo di risolvere la vegetazione (arbusti e chiome degli alberi) in forme circolari, sembrano invece guardare due disegni a matita del 1927, Il porto (cat. 47) e Studio per Porta Venezia (cat. 65; il dipinto è rammentato da Sassu nell autobiografia 29 ), mentre Fillia e la sua devozione alla macchina, non meno di Pannaggi e Paladini, anch essi fedeli seguaci del verbo macchinista, sono certo la fonte di lavori come La fucina e Fabbriche, 1928 e 1929 (cat ). Ma Sassu sembra attingere pure modelli poi utilizzati anche dalle arti decorative (ceramiche soprattutto), evidenti specialmente nei due garbati, giocosi disegni Il palanchino e L incantatore, entrambi del 1927 (cat. 21, 48). La sua fame di modelli a cui ispirarsi, più 29 Ibidem, p Gino Severini, Tram in corsa, 1913 che giustificata a un età tanto precoce, in cui si è ancora in cerca di se stessi, non gli impedirà tuttavia di dar vita ben presto a lavori già più autonomi: nell ultimo suo anno da futurista, il 1929, Sassu crea infatti opere come la tempera I costruttori, il già citato Fabbriche (cat. 38) e il bellissimo dipinto Paesaggio industriale (cat. 72), del 1929, appena ritrovato, che virano verso un primitivismo e una semplificazione geometrica poi felicemente sviluppati nel corso dei primi anni Trenta, il decennio che lo vedrà approdare all esperienza folgorante degli Uomini rossi, per imboccare poi il suo cammino definitivo. Ma di quel precoce, adolescenziale passaggio attraverso il futurismo e della fascinazione esercitata su di lui soprattutto da Boccioni resteranno alcune tracce anche nell opera matura di Sassu: come la passione per un colore vivido e vibrante, non mimetico ma emozionale ; quel colore che nei cupi, ultimi anni Trenta, al tempo di Corrente, come scrisse Anceschi diventerà «una forza morale: l esclusivo, violento, duttilissi- 15

17 10. Aligi Sassu, I costruttori, Dante Baldelli, Vaso con arcieri e coperchio con stambecchi, , Manifattura Società Anonima Ceramiche Rometti, Umbertide mo strumento del linguaggio della libertà 30» e che poi, nei tempi più lieti della riconquistata libertà, dell amore ritrovato, con la soprano Helenita Olivares, dei colori ribollenti di luce di Maiorca, dove la coppia trascorrerà lunghi soggiorni, nel dopoguerra si farà «plasma» per la tela, capace di «trasmettere vitalità agli spazi colorati: rosso su verde, giallo su blu, moltiplicazione di toni rosso geranio, verde, cromo, cobalto, carminio e terra d ombra ed altre tinte ancora per comporre un grido 31». Ma come non pensare, ancora una volta, a Boccioni, e ai suoi rossi cavalli della Città che sale e di Elasticità, osservando i mille cavalli di Sassu, rossi anch essi, e così carichi di vita? Al cavallo Boccioni annetteva infatti un intensa valenza simbolica di energia vitale e di dinamismo, lui che invece, per una tragica ironia del destino, sarebbe morto a poco più di trent anni proprio cadendo da una cavalla il cui nome, non certo per caso, era Vermiglia. 30 Così scriveva Luciano Ancheschi nella presentazione della personale di Aligi Sassu nella Bottega di Corrente, in via della Spiga a Milano, del marzo Citato in A, Sassu, Un grido..., cit., p Ibidem, p

18 Opere

19 1. Ultradecorazione, 1927, Tempera su carta, 27,5x19

20 2. Il ritorno, 1927, Tempera su carta, 27,5x19

21 3. Istitutrice inglese, 1927, China e matite colorate su carta, 11,8x9,9

22 4. Motociclista, 1927, China e matite colorate su carta, 9,9x9,2

23 5. Leonessa, 1927, China e matite colorate su carta, 8x8

24 6. Leone, 1927, China e matite colorate su carta, 10,3x9,7

25 7. Cavallino rampante, 1927, China e matite colorate su carta, 8,6x8,3

26 8. L angelo, 1927, China e matite colorate su carta, 9,2x9,9

27 9. L uomo meccanico, 1927, China e matite colorate su carta, 16,2x12,3

28 10. Uomo che cammina, 1927, China e matite colorate su carta, 16,3x12,4

29 11. L orientale, 1927, China e matite colorate su carta, 11x10,9

CELOMMI RAFFAELLO (1881-1957) Pittore

CELOMMI RAFFAELLO (1881-1957) Pittore CELOMMI RAFFAELLO (1881-1957) Pittore Fra le mostruosità dell arte d avanguardia spiccava, come un miracolo, un quadro d eccezione, una marina; la firma era di Raffaello Celommi un abruzzese noto agli

Dettagli

VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE

VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE 18 PABLO PICASSO Nasce a Malaga in Spagna nel 1881. figlio di un professore di disegno. Dopo aver brillantemente compiuto gli studi presso l accademia

Dettagli

ESERCITAZIONE OSSERVARE UN ALBERO

ESERCITAZIONE OSSERVARE UN ALBERO L esercizio richiesto consiste nella scelta di un albero e il suo monitoraggio/racconto al fine di sviluppare l osservazione attenta come mezzo per la conoscenza del materiale vegetale. L esercitazione

Dettagli

Omaggio a Luciano Minguzzi. Fondazione del Monte Via delle Donzelle 2, Bologna

Omaggio a Luciano Minguzzi. Fondazione del Monte Via delle Donzelle 2, Bologna Omaggio a Luciano Minguzzi Via delle Donzelle 2, Bologna Dal 26 gennaio al 29 aprile 2012 Inaugurazione mercoledì 25 gennaio 2012, ore 18.30 Comunicato stampa Bologna, 24 Gennaio 2012 - La rinnova, a partire

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

Venerdì 16 dicembre alle ore 17.30

Venerdì 16 dicembre alle ore 17.30 ARCIDIOCESI DI BOLOGNA C.S.G. - UFFICIO STAMPA - Via Altabella, 8 40126 BOLOGNA Tel. 051/64.80.765 - Fax 051/23.52.07 E-mail press@bologna.chiesacattolica.it Data: 12 dicembre '11 N di pagine (compreso

Dettagli

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Una parola per te Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Prima edizione Fabbri Editori: aprile

Dettagli

Progetto Guggenheim: Arte segni e parole. I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici

Progetto Guggenheim: Arte segni e parole. I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici Progetto Guggenheim: Arte segni e parole I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici Composizione di segni Prove di scrittura Disegnare parole e frasi Coltivare

Dettagli

Biografia del Maestro Luigi Diligenti. Enrico Sangalli

Biografia del Maestro Luigi Diligenti. Enrico Sangalli Biografia del Maestro Luigi Diligenti Enrico Sangalli 19 20 Luigi Diligenti si è sempre definito Pittore-Scultore monzese. Monza gli dà i natali il giorno 16 marzo 1931, in via Cesare Beccaria. In questo

Dettagli

Giuseppe Ungaretti. Studiò a Parigi alla Sorbonne e collaborò con gli intellettuali d avanguardia del

Giuseppe Ungaretti. Studiò a Parigi alla Sorbonne e collaborò con gli intellettuali d avanguardia del Giuseppe Ungaretti Giuseppe Ungaretti nacque nel 1888 ad Alessandria d Egitto, dove i suoi genitori, che erano originari di Lucca, si erano trasferiti in quanto il padre lavorava alla realizzazione del

Dettagli

Comunicato Stampa. Ulisse (Ultimo recapito conosciuto) olio su tela, 2015. Cornici Pinelli. RegioneLombardia. ittà di RZINUOVI PROVINCIA DI BRESCIA

Comunicato Stampa. Ulisse (Ultimo recapito conosciuto) olio su tela, 2015. Cornici Pinelli. RegioneLombardia. ittà di RZINUOVI PROVINCIA DI BRESCIA MAURO MASSARI IDEA Comunicato Stampa Idea personale di pittura di Mauro Massari, Castello San Giorgio Orzinuovi, Brescia 10 gennaio 2016 Il giorno 10 gennaio 2016, si inaugura alle ore 10,30 la mostra

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

Gregorio Scalise, A capo (1968) e L erba al suo erbario (1969)

Gregorio Scalise, A capo (1968) e L erba al suo erbario (1969) Gregorio Scalise, A capo (1968) e L erba al suo erbario (1969) La prima raccolta di poesie di Gregorio Scalise qui riprodotta costituisce un esempio lampante di quanto fosse artigianale la realizzazione

Dettagli

Venezia: dal presente al passato. Da Giorgione e Cima da Conegliano alle novità dell arte contemporanea. Dal 19 al 21 marzo 2010

Venezia: dal presente al passato. Da Giorgione e Cima da Conegliano alle novità dell arte contemporanea. Dal 19 al 21 marzo 2010 Venezia: dal presente al passato. Da Giorgione e Cima da Conegliano alle novità dell arte contemporanea. PROGRAMMA (soggetto a modifiche per gli orari di apertura dei siti da visitare) Direzione culturale:

Dettagli

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti Roberto Denti La mia resistenza con la postfazione di Antonio Faeti 2010 RCS Libri S.p.A., Milano Prima edizione Rizzoli Narrativa novembre 2010 Prima edizione BestBUR marzo 2014 ISBN 978-88-17-07369-1

Dettagli

Dopo il Neorealismo anni 60 neorealismo esaurimento trasformazioni economiche sociali culturali boom economico mass media nuove problematiche

Dopo il Neorealismo anni 60 neorealismo esaurimento trasformazioni economiche sociali culturali boom economico mass media nuove problematiche Dopo il Neorealismo Intorno agli anni 60 del XX secolo il neorealismo in Italia conosce un naturale esaurimento viste le profonde trasformazioni economiche ma anche sociali e culturali: il boom economico,

Dettagli

PERCORSI PER LA SCUOLA PRIMARIA

PERCORSI PER LA SCUOLA PRIMARIA I percorsi proposti dalla Sezione Didattica dell Associazione Amici di Brera e dei Musei Milanesi all interno della Pinacoteca di Brera sono condotti grazie all ausilio di materiale didattico, appositamente

Dettagli

Intervista telematica a Sonia Grineva

Intervista telematica a Sonia Grineva BTA Bollettino Telematico dell'arte ISSN 1127-4883 Fondato nel 1994 Plurisettimanale Reg. Trib. di Roma n. 300/2000 dell'11 Luglio 2000 1 Gennaio 2010, n. 549 http://www.bta.it/txt/a0/05/bta00549.html

Dettagli

PROGETTI DI EDUCAZIONE MUSICALE

PROGETTI DI EDUCAZIONE MUSICALE PROGETTI DI EDUCAZIONE MUSICALE INTRODUZIONE I progetti di educazione musicale da me proposti si articolano in differenti approcci che variano a seconda dell età dei bambini. La differenziazione avviene

Dettagli

PROGRAMMA DIDATTICO ANNO SCOLASTICO 2009-2010 NOVITA SCUOLE MATERNE

PROGRAMMA DIDATTICO ANNO SCOLASTICO 2009-2010 NOVITA SCUOLE MATERNE NOVITA SCUOLE MATERNE FINESTRA O SPECCHIO? Scuola materna ed elementare Il percorso prevede la visita della collezione della Pinacoteca Agnelli, con un approfondimento sulle opere di Henri Matisse. La

Dettagli

AMACI. Associazione dei Musei d Arte Contemporanea Italiani

AMACI. Associazione dei Musei d Arte Contemporanea Italiani AMACI Associazione dei Musei d Arte Contemporanea Italiani L Associazione dei Musei d Arte Contemporanea Italiani - nasce nel 2003 per rispondere all esigenza di costituire una politica culturale comune,

Dettagli

Percorso di visita e laboratorio Dentro la pittura

Percorso di visita e laboratorio Dentro la pittura GALLERIA SABAUDA Percorso di visita e laboratorio Dentro la pittura Si propone un'esperienza introduttiva alla realtà del museo e un approccio alle opere d arte come immagini e come prodotti materiali.

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE «PANTINI PUDENTE» VASTO (CH) IL MAGGIO DEI LIBRI nella SCUOLA

Dettagli

VERONIKA VAN EYCK 1936-2001. Sculture

VERONIKA VAN EYCK 1936-2001. Sculture VERONIKA VAN EYCK 1936-2001 Sculture Veronika van Eyck Sculture Nel vasto panorama della scultura italiana del Novecento, una posizione di rilievo è occupata da Veronika van Eyck, nativa di Monaco ma milanese

Dettagli

ELIN DANIELSON GAMBOGI, UNA DONNA NELLA PITTURA

ELIN DANIELSON GAMBOGI, UNA DONNA NELLA PITTURA ELIN DANIELSON GAMBOGI, UNA DONNA NELLA PITTURA in immagini Livorno rende omaggio in occasione della Festa della Toscana che quest anno è significativamente dedicata alle donne alla pittrice finlandese

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

NIZZA. MUSEO NAZIONALE del MESSAGGIO BIBLICO di CHAGALL

NIZZA. MUSEO NAZIONALE del MESSAGGIO BIBLICO di CHAGALL NIZZA MUSEO NAZIONALE del MESSAGGIO BIBLICO di CHAGALL MARC CHAGALL Figlio di una modesta famiglia ebraica russa, Marc Chagall nasce a Vitebsk il 7 luglio 1887. Inizia subito a frequentare corsi di pittura

Dettagli

Riccardo Dossena UN ALTRA SPERANZA

Riccardo Dossena UN ALTRA SPERANZA Un altra speranza Riccardo Dossena UN ALTRA SPERANZA Autobiografia www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Riccardo Dossena Tutti i diritti riservati Progetto scrivere di Riccardo Dossena. Con il mio

Dettagli

Ivan Pavlovich Pokhitonov

Ivan Pavlovich Pokhitonov Francesco Cozzolino Omaggio a Ivan Pavlovich Pokhitonov 2012 www.vesuvioweb.com Torre del Greco nei quadri di Ivan Pavlovich Pokhitonov Dipinti di piccole dimensioni, vere e proprie miniature, così si

Dettagli

IL CUBISMO. Immagine esempio visi da Les demoiselles d Avignon. Ritratto di Dora Maar visto di fronte e di profilo

IL CUBISMO. Immagine esempio visi da Les demoiselles d Avignon. Ritratto di Dora Maar visto di fronte e di profilo IL CUBISMO Nei primi anni del 1900 i pittori cubisti (Pablo Picasso, George Braque) dipingono in un modo completamente nuovo. I pittori cubisti rappresentano gli oggetti in modo che l oggetto appare fermo,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

I.T.I.S. D.SCANO CAGLIARI PROGRAMMA D ITALIANO SVOLTO NELL A.S. 2014-2015 CLASSE 4^B INFO.-TELECOMUNICAZIONI DOCENTE: PROF.SSA T.

I.T.I.S. D.SCANO CAGLIARI PROGRAMMA D ITALIANO SVOLTO NELL A.S. 2014-2015 CLASSE 4^B INFO.-TELECOMUNICAZIONI DOCENTE: PROF.SSA T. I.T.I.S. D.SCANO CAGLIARI PROGRAMMA D ITALIANO SVOLTO NELL A.S. 2014-2015 CLASSE 4^B INFO.-TELECOMUNICAZIONI DOCENTE: PROF.SSA T.GATTANELLA Libro di testo: AA.VV. Liberamente G.B.Palumbo Editore - volumi

Dettagli

Proposta laboratorio creativo

Proposta laboratorio creativo Tino Vaglieri Vaglieri, fantasie di mutamento Opere 1958-1963 Studio d Arte del Lauro Via Mosè Bianchi 60, Milano dal 18 Ottobre al 21 Dicembre Proposta laboratorio creativo La mostra Lo Studio d Arte

Dettagli

PIERO CHIARA. IL RACCONTO DI UNA VITA L infanzia

PIERO CHIARA. IL RACCONTO DI UNA VITA L infanzia L infanzia Intervista della Televisione Svizzera Italiana a Piero Chiara Mi è sempre piaciuto raccontare agli amici i casi della mia vita: ed è proprio su questi casi che io ritorno per ritrovare la materia

Dettagli

Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Progetto di educazione didattica religiosa IL SOLE ESISTE PER TUTTI! Cammino con Gesù, vera Luce!!!

Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Progetto di educazione didattica religiosa IL SOLE ESISTE PER TUTTI! Cammino con Gesù, vera Luce!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Progetto di educazione didattica religiosa IL SOLE ESISTE PER TUTTI! Cammino con Gesù, vera Luce!!! Anno Scolastico 2011/2012 Progetto Educativo Didattico

Dettagli

AMACI Associazione dei Musei d Arte Contemporanea Italiani

AMACI Associazione dei Musei d Arte Contemporanea Italiani AMACI Associazione dei Musei d Arte Contemporanea Italiani L Associazione dei Musei d Arte Contemporanea Italiani nasce nel 2003 per rispondere all esigenza di costituire una politica culturale comune,

Dettagli

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA Edizione Nr. 3 uscita di giugno 2014 All interno trovi Curiosità Racconti personali Tante fotografie Le nostre attività Informazioni ed eventi E tanto altro Via Casentinese,73/f

Dettagli

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER INSEGNANTI AL MUSEO DEL NOVECENTO

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER INSEGNANTI AL MUSEO DEL NOVECENTO CORSO DI AGGIORNAMENTO PER INSEGNANTI AL MUSEO DEL NOVECENTO Organizzato da Museo del Novecento Ad Artem, concessionario servizi educativi Museo del Novecento In collaborazione con Casa editrice Il Castoro

Dettagli

Mythos: dei ed eroi nelle sculture antiche della Galleria degli Uffizi

Mythos: dei ed eroi nelle sculture antiche della Galleria degli Uffizi Ministero per i Beni e le Attività Culturali Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze SEZIONE DIDATTICA 2011 Schede

Dettagli

L età comunale può essere suddivisa in due periodi: inizi del Trecento); 1378 circa).

L età comunale può essere suddivisa in due periodi: inizi del Trecento); 1378 circa). L età comunale può essere suddivisa in due periodi: 1. periodod affermazione daffermazione(da metà XII secolo agli inizi del Trecento); 2. periodo di crisi (dai primi decenni del Trecento al 1378 circa).

Dettagli

Mantova Museo Diocesano Francesco Gonzaga

Mantova Museo Diocesano Francesco Gonzaga Mantova Museo Diocesano Francesco Gonzaga Mantova Museo Diocesano Francesco Gonzaga La Sede espositiva è divisa in diverse sezioni: la prima ripercorre, attraverso sculture e dipinti 2000 anni di storia

Dettagli

Testata: Il Mattino Data: 22 Settembre 2013 Pag.: 39-43

Testata: Il Mattino Data: 22 Settembre 2013 Pag.: 39-43 Testata: Il Mattino Data: 22 Settembre 2013 Pag.: 39-43 Testata: Il Mattino Data: 22 Settembre 2013 Pag.: 49 Testata: Corriere dell Irpinia Data: 22 Settembre 2013 Pag.: 12 Testata: Ottopagine Data: 22

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

Assunta Pieralli nasce nel 1807 in un piccolo paese chiamato Lippiano appartenente alla diocesi di Città di Castello.

Assunta Pieralli nasce nel 1807 in un piccolo paese chiamato Lippiano appartenente alla diocesi di Città di Castello. Biografia e Opere Assunta Pieralli nasce nel 1807 in un piccolo paese chiamato Lippiano appartenente alla diocesi di Città di Castello. Assunta Pieralli era di costituzione fragile e dall aspetto pallido

Dettagli

Si parla molto oggi di quanti preferiscono

Si parla molto oggi di quanti preferiscono COPERTINA Natale: una grata dipendenza da Cristo Il messaggio per i lettori di 30Giorni di sua grazia Rowan Williams, arcivescovo di Canterbury Si parla molto oggi di quanti preferiscono spiritualità a

Dettagli

Picasso. Capolavori dal Museo Nazionale di Parigi

Picasso. Capolavori dal Museo Nazionale di Parigi 12 Picasso. Capolavori dal Museo Nazionale di Parigi 10 8 6 4 Colonna 1 Colonna 2 Colonna 3 2 0 Riga 1 Riga 2 Riga 3 Riga 4 Picasso Reale: Milano come Parigi Il Musée National Picasso di Parigi, attualmente

Dettagli

Curriculum del Dr. Massimo Tarassi

Curriculum del Dr. Massimo Tarassi Curriculum del Dr. Massimo Tarassi Data di nascita 7 MAGGIO 1947 Istruzione e Formazione 1972 Laurea presso la Facoltà di Lettere dell Università di Firenze, con una Tesi di Storia Medievale, successivamente

Dettagli

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 GRUPPOQUINTAELEMENTARE Scheda 02 LA La Parola di Dio scritta per gli uomini di tutti i tempi Antico Testamento composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 Nuovo

Dettagli

N e w s a z i e n d e

N e w s a z i e n d e N e w s a z i e n d e pilla, lo stile ha un volto Intervista a Ivo Sedazzari, il designer che da oltre trent anni collabora con l azienda vicentina nella creazione degli oggetti d arte funeraria. Un sodalizio

Dettagli

VANGELO SECONDO GIOVANNI PROF. CARLO RUSCONI ANNO ACCADEMICO 2012-2013

VANGELO SECONDO GIOVANNI PROF. CARLO RUSCONI ANNO ACCADEMICO 2012-2013 VANGELO SECONDO GIOVANNI PROF. CARLO RUSCONI ANNO ACCADEMICO 2012-2013 1. VANGELO SECONDO GIOVANNI LEZIONE DEL 21-09-2012 ARGOMENTI: a. Introduzione al corso; i. Il Vangelo di Giovanni parla di che cos

Dettagli

La Fontana del villaggio

La Fontana del villaggio La Fontana del villaggio Anch io posso attingere alla sorgente! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Abano Terme PD PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO RELIGIOSO Anno Scolastico 2013/2014 Premessa

Dettagli

Capitolo II 15 fruttidoro anno I

Capitolo II 15 fruttidoro anno I Capitolo II 15 fruttidoro anno I All inizio del mese di agosto del 1793, un giovane sconosciuto giunge a Parigi. è biondo e parla con un forte accento slavo. Dice di chiamarsi Jules Stern e di venire dalla

Dettagli

Francesca Marzilla Rampulla

Francesca Marzilla Rampulla Con Eufrosina, edito da Dario Flaccovio, Licia Cardillo Di Prima abbandona l ambientazione provinciale dei suoi precedenti racconti per trasferirsi nella Palermo del XVI Secolo, ai tempi della dominazione

Dettagli

La nascita della pittura occidentale

La nascita della pittura occidentale La nascita della pittura occidentale 1290-1295, tempera su tavola, Firenze, Basilica di Santa Maria Novella E' una tavola dipinta a tempera, dalle dimensioni di 578 cm di altezza e 406 cm di larghezza.

Dettagli

LEOPOLDO METLICOVITZ Pittore, cartellonista, illustratore e scenografo teatrale

LEOPOLDO METLICOVITZ Pittore, cartellonista, illustratore e scenografo teatrale Comune di Ponte Lambro LEOPOLDO METLICOVITZ Pittore, cartellonista, illustratore e scenografo teatrale CHI E Leopoldo Metlicovitz (Trieste 1868 / Ponte Lambro - Como 1944) Pittore, cartellonista, illustratore

Dettagli

BIBLIOTECA CIVICA DEI RAGAZZI

BIBLIOTECA CIVICA DEI RAGAZZI BIBLIOTECA CIVICA DEI RAGAZZI PROGRAMMA DI ATTIVITÀ PER LE SCUOLE 2010/2011 Bì, il centro per i bambini e i giovani che ospita al suo interno la Biblioteca Civica per i ragazzi, un importante spazio museale

Dettagli

in immagini Vittore Grubicy de Dragon, Verso il lago, 1896 olio su tela, cm. 64,5x55,5 LUCE E PITTURA IN ITALIA. 1850-1914

in immagini Vittore Grubicy de Dragon, Verso il lago, 1896 olio su tela, cm. 64,5x55,5 LUCE E PITTURA IN ITALIA. 1850-1914 LUCE E PITTURA IN ITALIA. 1850-1914 in immagini Dal 23 gennaio al 4 maggio 2003 il Museo Civico Giovanni Fattori di Livorno ospita la grande mostra Luce e pittura in Italia. 1850-1914, curata da Renato

Dettagli

Il corriere dell arte

Il corriere dell arte Il corriere dell arte della II D - a cura di Rebecca Vaudetto e Davide Cozzi, docente Giusi Raimondi Numero 1/2011 DA VEDERE LIGABUE La giungla nella Bassa È la produzione pittorica del più grande pittore

Dettagli

davide benati cormo Acquarello su porta L arte incontra il design delle porte di grande mattino

davide benati cormo Acquarello su porta L arte incontra il design delle porte di grande mattino davide benati grande mattino Acquarello su porta L arte incontra il design delle porte di cormo Cormo inaugura il progetto di ricerca Opening Art, volto alla realizzazione di vere e proprie porte d autore,

Dettagli

Benvenuti In Italia. Genova - Roma - Torino - Terme di Valdieri. Fotografia di Ross Thompson

Benvenuti In Italia. Genova - Roma - Torino - Terme di Valdieri. Fotografia di Ross Thompson Benvenuti In Italia Genova - Roma - Torino - Terme di Valdieri Fotografia di Ross Thompson La Piazza Raffaele De Ferrari e` la piazza centrale della citta` di Genova. Tutte le feste della citta` avvengono

Dettagli

Franco Vaccari, ATEST

Franco Vaccari, ATEST Franco Vaccari, ATEST Nate da una costola della prima Antologia sperimentale GEIGER pubblicata nel 1967, le Edizioni Geiger mossero i primi passi nel febbraio 1968 con la raccolta di poesie Il pesce gotico

Dettagli

GUIDA ALL ATTIVITÀ DIDATTICA PER SCUOLE 2015-2016 PINACOTECA DI BRERA

GUIDA ALL ATTIVITÀ DIDATTICA PER SCUOLE 2015-2016 PINACOTECA DI BRERA GUIDA ALL ATTIVITÀ DIDATTICA PER SCUOLE 2015-2016 PINACOTECA DI BRERA ASTER Via Cadamosto 7 20122 Milano Tel 02 20404175 Fax 02 20421469 info@spazioaster.it www.spazioaster.it Tutte le attività didattiche

Dettagli

RASSEGNA STAMPA 15-17 MARZO 2015

RASSEGNA STAMPA 15-17 MARZO 2015 RASSEGNA STAMPA 15-17 MARZO 2015 Home Frontpage MARTEDI LETTERARI AL CASINO DI SANREMO. Antonia Arslan presenta il libro Il Calendario dell Avvento MARTEDI LETTERARI AL CASINO DI SANREMO. Antonia

Dettagli

Leopoldo Metlicovitz ANNIVERSARIO. Pittore, cartellonista, illustratore e scenografo teatrale. Con il patrocinio e il contributo di:

Leopoldo Metlicovitz ANNIVERSARIO. Pittore, cartellonista, illustratore e scenografo teatrale. Con il patrocinio e il contributo di: Con il patrocinio e il contributo di: PROVINCIA DI COMO COMUNE DI PONTE LAMBRO in collaborazione con il Comitato Organizzatore per il 140 ANNIVERSARIO della nascita di Leopoldo Metlicovitz Leopoldo Metlicovitz

Dettagli

Archivio del sito. http://www.trio-lescano.it/ Notizie e documenti sul compositore. Fausto Arconi. (pseudonimo del M Aristodemo Uzzi)

Archivio del sito. http://www.trio-lescano.it/ Notizie e documenti sul compositore. Fausto Arconi. (pseudonimo del M Aristodemo Uzzi) Archivio del sito http://www.trio-lescano.it/ Notizie e documenti sul compositore Fausto Arconi (pseudonimo del M Aristodemo Uzzi) Il nostro collaboratore Paolo Piccardo era da lungo tempo alla ricerca

Dettagli

PROGETTO MUSICA E BIBLIOTECA

PROGETTO MUSICA E BIBLIOTECA Scuola infanzia di PALATA PEPOLI PROGETTO MUSICA E BIBLIOTECA DI QUALCHE ANNO FA. Di W:A MOZART Il Flauto Magico Progetto musica e biblioteca Scuola dell Infanzia di Palata Pepoli Destinatari: Luogo: Durata:

Dettagli

ISTITUTO PER LA STORIA DELL AZIONE CATTOLICA E DEL MOVIMENTO CATTOLICO IN ITALIA PAOLO VI RICERCHE E DOCUMENTI 25

ISTITUTO PER LA STORIA DELL AZIONE CATTOLICA E DEL MOVIMENTO CATTOLICO IN ITALIA PAOLO VI RICERCHE E DOCUMENTI 25 ISTITUTO PER LA STORIA DELL AZIONE CATTOLICA E DEL MOVIMENTO CATTOLICO IN ITALIA PAOLO VI RICERCHE E DOCUMENTI 25 Il volume è pubblicato con i contributi erogati dal Ministero dell Istruzione, dell Università

Dettagli

Progetto grafico e impaginazione: Serena Beoni. Foto: Giuliana Pinzani. Testo di:

Progetto grafico e impaginazione: Serena Beoni. Foto: Giuliana Pinzani. Testo di: Progetto grafico e impaginazione: Serena Beoni Foto: Giuliana Pinzani Testo di: Serena Beoni In copertina: Giuliana Pinzani Raffinatezza - tecnica mista su tavola (gesso - metallo - acrilico) giuliana

Dettagli

A Monclassico, nel Trentino, vive e lavora Livio Conta.

A Monclassico, nel Trentino, vive e lavora Livio Conta. A Monclassico, nel Trentino, vive e lavora Livio Conta. giorgio@livioconta.it www.livioconta.it Dopo aver frequentato l'istituto d'arte si dedica alla scultura, alla pittura, ed alla grafica. Si trasferisce

Dettagli

IL GENIO ARTISTICO CONQUISTA BERGAMO

IL GENIO ARTISTICO CONQUISTA BERGAMO IL GENIO ARTISTICO CONQUISTA BERGAMO Grande successo di pubblico per le due mostre inaugurate a Palazzo Creberg lo scorso 29 settembre. Nel corso del primo weekend di apertura, oltre duemila visitatori

Dettagli

Mia nonna si chiamava Sonia ed era una bella cilena che a ottant anni ancora non sapeva parlare l italiano come si deve. Le sue frasi erano costruite

Mia nonna si chiamava Sonia ed era una bella cilena che a ottant anni ancora non sapeva parlare l italiano come si deve. Le sue frasi erano costruite Mia nonna si chiamava Sonia ed era una bella cilena che a ottant anni ancora non sapeva parlare l italiano come si deve. Le sue frasi erano costruite secondo il ritmo e la logica di un altra lingua, quella

Dettagli

Grido di Vittoria.it

Grido di Vittoria.it COME ENTRARE A FAR PARTE DELLA FAMIGLIA DI DIO La famiglia di Dio del Pastore Mario Basile Il mio intento è quello di spiegare in parole semplici cosa dice la Bibbia sull argomento, la stessa Bibbia che

Dettagli

POESIE SULLA FAMIGLIA

POESIE SULLA FAMIGLIA I S T I T U T O S. T E R E S A D I G E S Ù Scuola Primaria POESIE SULLA FAMIGLIA A CURA DEI BAMBINI DELLA QUARTA PRIMARIA a.s. 2010/2011 via Ardea, 16-00183 Roma www.stjroma.it La gratitudine va a mamma

Dettagli

Prima che la storia cominci

Prima che la storia cominci 1 Prima che la storia cominci Non so da dove sia scaturita questa mia voglia di scrivere storie. So che mi piace ascoltare le narrazioni degli altri e poi ripensare quelle storie fra me e me, agitarle,

Dettagli

Racconti popolari giapponesi

Racconti popolari giapponesi Adriana Lisboa Racconti popolari giapponesi traduzione di Natale P. Fioretto Graphe.it edizioni 2013 UN PAIO DI PAROLE DELL AUTRICE S e sei arrivato fino a qui, se hai aperto questo libro, probabilmente

Dettagli

Roma, gennaio 2011. EcclesiaStudio

Roma, gennaio 2011. EcclesiaStudio La Chiesa ha bisogno di santi, lo sappiamo, ma essa ha bisogno anche di artisti bravi e capaci; gli uni e gli altri, santi e artisti, sono testimoni dello spirito vivente in Cristo. PAOLO VI Lettera ai

Dettagli

Picasso Guernica INIZIA IL PERCORSO

Picasso Guernica INIZIA IL PERCORSO Picasso Guernica Analizzare come, attraverso l espressività e il valore simbolico dell opera, Picasso riesca a creare un manifesto contro la guerra di forte impatto emotivo Confrontare messaggi di opere

Dettagli

Progetto di esperienze Sulle tracce di Mirò

Progetto di esperienze Sulle tracce di Mirò Progetto di esperienze Sulle tracce di Mirò Gli bastava un emozione anche piccola e la sua immaginazione si metteva in moto. Una macchia sul muro. Un filo che usciva dalla tela, un granello di polvere.

Dettagli

Lucia Baldini immagini

Lucia Baldini immagini Lucia Baldini immagini www.luciabaldini.it MUSEI FIORENTINI Questo lavoro fotografico ha come soggetto uno sguardo in bianco e nero ai Musei Fiorentini. E stato un lavoro molto coinvolgente e appassionante

Dettagli

IL DIARIO DI LABORATORIO DELLA MIA CLASSE

IL DIARIO DI LABORATORIO DELLA MIA CLASSE DIRE FARE E PENSARE IL DIARIO DI LABORATORIO DELLA MIA CLASSE SCUOLA dell Infanzia SEZIONE A. FUSARI Altavilla Vic.na BAMBINI GRANDI LABORATORIO/PROGETTO REALIZZAZIONE MURALES Anno Scolastico 2014-2015

Dettagli

Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO

Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO Patrimonio dell' Unesco quando e perché Firenze è la città artistica per eccellenza, patria di molti personaggi che hanno fatto la storia

Dettagli

pissarro l anima dell impressionismo family guide

pissarro l anima dell impressionismo family guide pissarro l anima dell impressionismo family guide +5 CAMILLE PISSARRO Il giovanotto che vediamo rappresentato è Camille Pissarro. Dipinge questo autoritratto poco prima dei 25 anni. Da un isola delle Antille

Dettagli

Come italiani, salviamo esseri umani, perché crediamo nei valori umani e nel rispetto della vita umana.

Come italiani, salviamo esseri umani, perché crediamo nei valori umani e nel rispetto della vita umana. signore e signori, è un grande onore per il mio Paese, per l Italia, essere qui oggi. Vorrei ringraziare la Repubblica Federale Democratica d Etiopia e il Presidente dell Assemblea Generale, Sam Kutesa,

Dettagli

IL RADICCHIO DI TREVISO ALLE NOZZE DI CANA. Tiziano Tempesta Dipartimento TESAF Università di Padova

IL RADICCHIO DI TREVISO ALLE NOZZE DI CANA. Tiziano Tempesta Dipartimento TESAF Università di Padova IL RADICCHIO DI TREVISO ALLE NOZZE DI CANA Tiziano Tempesta Dipartimento TESAF Università di Padova Le origini del radicchio rosso di Treviso non sono del tutto note. Benché esistano testimonianze della

Dettagli

Silvia Serafini Tommaso Paloscia

Silvia Serafini Tommaso Paloscia Silvia Serafini Silvia Serafini nasce nel 1966 e vive a Firenze da sempre. La sua vita è tutta dedicata all arte, dagli studi giovanili all'istituto per l'arte ed il Restauro di Palazzo Spinelli e in seguito

Dettagli

EXPO 2015. Ricettario soave

EXPO 2015. Ricettario soave EXPO 2015 Ricettario soave SCELTA DELLA NOSTRA MASCOTTE DI CLASSE VISITA ALL ESPOSIZIONE INTERNAZIONALE EXPO 2015 9 OTTOBRE 2015 IL POMERIGGIO SOAVE DI GIORGIO DE CHIRICO IL TESTO INFORMATIVO GIORGIO de

Dettagli

17 MARZO: Festa dell'unità d'italia Si festeggia il giorno in cui l'italia,150 anni, fa divenne unita. Questa festa si festeggia ogni 50 anni

17 MARZO: Festa dell'unità d'italia Si festeggia il giorno in cui l'italia,150 anni, fa divenne unita. Questa festa si festeggia ogni 50 anni 17 MARZO: Festa dell'unità d'italia Si festeggia il giorno in cui l'italia,150 anni, fa divenne unita. Questa festa si festeggia ogni 50 anni 25 APRILE: FESTA DELLA LIBERAZIONE Si festeggia la liberazione

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002 . Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno 5 marzo 2002 Ho comunicato ai bambini che avremo

Dettagli

La storia che vorrei L Opera e il cibo per Expo Milano 2015

La storia che vorrei L Opera e il cibo per Expo Milano 2015 La storia che vorrei L Opera e il cibo per Expo Milano 2015 SOGGETTO PROPONENTE TITOLO DESCRIZIONE LINGUA MOTIVAZIONE DESTINATARI ENTITÀ DEI PREMI NATURA DEI PREMI PERSONA DI CONTATTO HOC-LAB (http://hoc.elet.polimi.it/hoc/)

Dettagli

NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA

NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA LA TOSCANA VERSO EXPO 2015 Viaggio in Toscana: alla scoperta del Buon Vivere www.expotuscany.com www.facebook.com/toscanaexpo expo2015@toscanapromozione.it La dolce

Dettagli

Il mercato dei figli

Il mercato dei figli Il mercato dei figli È una realtà veramente inquietante che finora non riguarda direttamente l Italia almeno dal punto di vista legislativo e ci auguriamo ardentemente non arrivi MAI ad essere permessa.

Dettagli

Conservare l'infanzia dentro di se vuol dire conservare la curiosità di conoscere, il piacere di capire, la voglia di comunicare.

Conservare l'infanzia dentro di se vuol dire conservare la curiosità di conoscere, il piacere di capire, la voglia di comunicare. Il gioco è un modo per minimizzare le conseguenze delle azioni e quindi apprendere in una situazione meno rischiosa. Offre un eccellente opportunità per provare combinazioni di comportamenti che non sarebbero

Dettagli

I colori dell autunno

I colori dell autunno I quaderni di Classe II A Scuola Secondaria di I Grado A. Zammarchi Castrezzato (BS) I colori dell autunno Haiku Poëtica Novembre 2009 Poëtica Classe II A - Scuola Secondaria di I Grado A. Zammarchi -

Dettagli

Addio ad Alberto Rizzotti

Addio ad Alberto Rizzotti Era pubblicità e «Diffusione : 8602 Pagina 8: Periodicità : Quotidiano Dimens. 15.06 : % CorriereVerona_140824_8_6.pdf 242 cm2 Sito web: www.corriere.it Illutto Fond? il primo periodico nel 1945.Aveva

Dettagli

Libriadi 2016 Autori ospiti

Libriadi 2016 Autori ospiti Libriadi 2016 Autori ospiti Concorso LOGO e MARATONINA DI LETTURA Nicoletta Costa Sono nata a Trieste nel 1953 e qui vivo e lavoro. A 12 anni ho illustrato il mio primo libro Il pesciolino piccolo, pubblicato

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli