L ATTIVITA DELLE RETI DI PROMOTORI FINANZIARI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L ATTIVITA DELLE RETI DI PROMOTORI FINANZIARI"

Transcript

1

2 L ATTIVITA DELLE RETI DI PROMOTORI FINANZIARI Nel terzo trimestre del 2015, la raccolta netta in prodotti finanziari e servizi d investimento delle Società aderenti ad Assoreti è stata pari a 5,4 miliardi di euro, con una variazione tendenziale negativa del 4,3% (tra luglio e settembre 2014 la raccolta è stata di poco inferiore ai 5,7 miliardi) e una flessione congiunturale del 29,4% (nel secondo trimestre dell anno la raccolta è stata pari a poco meno di 7,7 miliardi di euro). L estate turbolenta vissuta dai mercati finanziari ha influenzato l attività delle reti di promotori finanziari, determinandone la riduzione in termini di volumi di raccolta. Le dinamiche del periodo evidenziano, infatti, l importante contrazione degli investimenti netti sul risparmio gestito, comunque positivi per 3,9 miliardi di euro. La flessione risulta rilevante sia in termini congiunturali, con una variazione negativa pari al 40,2% (nel secondo trimestre 2015 la raccolta è stata pari a 6,6 miliardi di euro), sia in termini tendenziali con volumi netti in calo del 35,4% (nel terzo trimestre 2014 la raccolta netta è stata pari a 6,1 miliardi di euro). Il saldo delle movimentazioni realizzate sui prodotti in regime amministrato è positivo per 1,5 miliardi ed in netta crescita sia rispetto ai tre mesi precedenti (+35,1%) sia rispetto al corrispondente periodo del 2014, quando il bilancio complessivo era negativo per 422 milioni di euro. La riduzione dei volumi di raccolta, pur con qualche eccezione, coinvolge tutte le macro categorie di prodotti del risparmio gestito: gli investimenti in quote di OICR, pari a 803 milioni di euro, registrano un calo del 25,6% rispetto al secondo trimestre 2015 (-51,2% sul terzo trimestre 2014); i premi netti versati nel comparto assicurativo-previdenziale ammontano a poco meno di 2,6 miliardi, in flessione del 37,9% (-34,3% nel confronto ad un anno); le risorse nette investite in gestioni patrimoniali individuali, pari a 574 milioni di euro, subiscono la maggiore flessione percentuale congiunturale (-58,4%) pur essendo l unica macro categoria con una variazione tendenziale positiva (+4,4%) Raccolta netta - /mln Totale Gestito Amministrato III trim.14 II trim.15 III trim.15 Liquidità Titoli Assic. e Prev. GPI OICR Raccolta netta - /mln III trim.14 II trim.15 III trim Nello specifico, la riduzione congiunturale dei volumi di raccolta in OICR aperti è dovuta esclusivamente alla flessione degli investimenti netti in fondi di fondi, sui quali confluiscono risorse pari a 592 milioni di euro (1,3 miliardi nei tre mesi 1

3 precedenti), mentre torna positivo il bilancio degli OICR esteri (al netto dei fondi di fondi), pari a 246 milioni di euro, e si riducono i disinvestimenti netti dai fondi tradizionali di diritto italiano (-11 milioni di euro). Nel complesso, le scelte di investimento privilegiano gli OICR azionari (813 milioni di euro) e quelli flessibili (685 milioni); positivo anche il saldo delle movimentazioni sui fondi monetari (389 milioni) e sui fondi bilanciati (300 milioni), mentre si conferma il trend di disinvestimento dalle gestioni collettive obbligazionarie (-1,4 miliardi di euro) Raccolta netta - /mln III trim.14 II trim.15 III trim.15 OICR aperti: raccolta netta diretta in /mln Fle. di Liq. Obbl. III trim.14 II trim.15 III trim.15 0 Bil OICR italiani OICR esteri Fondi di fondi italiani Fondi di fondi esteri Az La raccolta netta in prodotti assicurativi è stata positiva per 2,4 miliardi di euro, con una variazione congiunturale negativa pari al 39,6%. Quasi il 92,0% dei premi netti confluisce sulle unit linked (2,2 miliardi), sulle quali si riscontra una contrazione del 43,3% rispetto ai tre mesi precedenti; viceversa aumentano i versamenti netti sulle polizze vita tradizionali (+5,6%), per un ammontare complessivo di 240 milioni. Il contributo delle reti al sistema di OICR aperti, attraverso il collocamento diretto di quote di fondi comuni d investimento e quello indiretto, riconducibile alla distribuzione di gestioni patrimoniali in fondi e di prodotti assicurativi e previdenziali, si attesta sui 3,5 miliardi di euro, pari al 22,5% dei flussi netti confluiti tra luglio e settembre nel sistema fondi (15,6 miliardi di euro) Raccolta netta - /mln III trim.14 II trim.15 III trim.15 Vita Index linked Unit linked Raccolta netta in OICR aperti: distribuzione diretta e indiretta ( /mln) - III trim.15 RETI ALTRI CANALI 2

4 Nel terzo trimestre torna positivo il saldo delle movimentazioni sui titoli in regime amministrato, con una raccolta netta di 882 milioni di euro. I dati per i quali si conosce la ripartizione per macro tipologia (pari al 75,7% della raccolta netta complessiva), evidenziano la tendenza all investimento in titoli azionari, sui quali confluiscono risorse nette per 853 milioni di euro, ed al disinvestimento, seppure più contenuto rispetto al trimestre precedente, dai titoli di debito (-114 milioni) e dagli strumenti del mercato monetario (-72 milioni). *** A fine settembre 2015, la consistenza patrimoniale dei prodotti finanziari e dei servizi di investimento, distribuiti tramite le reti di promotori finanziari dalle imprese aderenti, ammonta a 329,3 miliardi di euro, con una flessione congiunturale del 3,6% (341,5 miliardi a giugno 2015) ed una crescita tendenziale del 7,3% (306,8 a settembre 2014). La riduzione delle masse rispetto al trimestre precedente è attribuibile principalmente alla contrazione dei mercati finanziari nel periodo ed, in parte, alla differente composizione del campione nei due mesi a confronto (a campione costante la flessione rispetto a giugno sarebbe pari al 2,8%). Il controvalore complessivo dei prodotti del risparmio gestito è pari a 254,2 miliardi di euro, con una riduzione del 4,3% rispetto a fine giugno e una crescita tendenziale dell 8,4%; la componente amministrata, con un valore di 75,1 miliardi di euro, si riduce dell 1,1% rispetto al trimestre precedente mentre vede un incremento del 4,1% sul corrispondente periodo del Patrimonio - /mln set-14 giu-15 set-15 Totale Gestito Amministrato Nel dettaglio, la valorizzazione degli OICR sottoscritti direttamente ammonta a 136,0 miliardi di euro, con una flessione del 5,7% sul mese di giugno e un incidenza sul patrimonio totale che scende al 41,3%. Gli OICR esteri, con 119,7 miliardi di euro, dei quali 29,3 miliardi investiti in fondi di fondi, vedono scendere la propria incidenza al 36,3%, mentre i fondi italiani si attestano su un valore di 15,5 miliardi di euro, pari al 4,7% degli asset totali. Il patrimonio investito in prodotti assicurativi e previdenziali ammonta a 94,1 miliardi di euro, con un calo congiunturale Liquidità (-2,2%) più contenuto rispetto a quanto osservato sulle altre macro categorie del risparmio gestito e sui titoli in regime amministrato, e con la conseguente crescita dell incidenza del comparto sull intero portafoglio (28,6%). Le gestioni patrimoniali Titoli Assic. e Prev. GPI OICR Patrimonio - ripartizione % set-14 giu-15 set-15 3

5 individuali, con masse pari a 24,1 miliardi di euro ed una flessione congiunturale del 3,9%, confermano la propria rappresentatività sul portafoglio complessivo al 7,3%. A fine settembre, il contributo complessivo delle reti al patrimonio investito in OICR aperti, attraverso la distribuzione diretta e indiretta di quote, è pari a 219,4 miliardi di euro, con un incidenza del 26,8% sul patrimonio totale investito in fondi aperti (818,5 miliardi di euro) ( 1 ). *** ALTRI CANALI 73,2% Patrimonio OICR aperti: distribuzione diretta e indiretta - settembre 2015 RETI 26,8% Nel terzo trimestre dell anno, le scelte di investimento continuano a privilegiare i prodotti del risparmio gestito emessi da imprese appartenenti al gruppo della società distributrice, sui quali sono confluite risorse nette per quasi 4,0 miliardi di euro, a fronte di una raccolta netta negativa in prodotti di terzi per 36 milioni di euro. Tale prevalenza, ad eccezione dei fondi chiusi immobiliari, si ritrova in tutte le tipologie di prodotti e servizi di investimento per le quali si è rilevato un dato positivo di raccolta Risparmio gestito: raccolta netta in milioni di euro Di terzi Propri -50 III trim.14 II trim.15 III trim Risparmio gestito: raccolta netta III trimestre in milioni di euro Risparmio gestito: raccolta netta III trimestre in milioni di euro Propri Di terzi OICR GPI Prodotti Assicurativi Propri Di terzi Prodotti Previdenzia -30 OICR Italiani (*) OICR Fondi di esteri (*) fondi italiani Fondi di fondi esteri Vita (*) sono esclusi i fondi di fondi, i fondi speculativi e i fondi chiusi Unit linked (1) A partire dalla segnalazione di settembre, la mappa trimestrale del risparmio gestito di Assogestioni include il dato di patrimonio gestito di BlackRock Investment Management, che per i fondi aperti risulta pari a 53,4 miliardi di euro. 4

6 In termini patrimoniali, a fine trimestre, la valorizzazione dei prodotti propri ammonta a 189,6 miliardi, con una flessione congiunturale del 3,0% ed una rappresentatività sul patrimonio del risparmio gestito che sale al 74,6% (73,6% a fine giugno 2015); i prodotti di terzi, con 64,6 miliardi e una contrazione del 7,8% rispetto a giugno 2015, scendono al 25,4% del portafoglio. 100% 80% 60% 40% 20% 0% Risparmio gestito: ripartizione % patrimonio III trim.14 II trim.15 III trim.15 Propri Di terzi 100% 80% 60% 40% 20% 0% Risparmio gestito: ripartizione % patrimonio settembre 2015 OICR OICR Italiani (*) esteri (*) Fondi di fondi italiani Fondi di fondi esteri Vita Unit linked (*) sono esclusi i fondi di fondi, i fondi speculativi e i fondi chiusi *** Il numero di clienti delle imprese partecipanti alla rilevazione dell Assoreti si attesta, a fine settembre, su un valore di 3,575 milioni di unità, con una crescita congiunturali inferiore al mezzo punto percentuale ed un incremento tendenziale del 4,2%. Tali dinamiche risultano condizionate dalla diversa composizione del campione di società nei due periodi messi a confronto; a campione costante la crescita congiunturale sarebbe dello 0,9% mentre quella tendenziale del 4,8%. Il numero dei promotori finanziari operanti per le società rientranti nella rilevazione è pari a unità. La flessione riscontrabile rispetto al mese di giugno 2015 è riconducibile esclusivamente alla diversa composizione del campione (a campione costante: +0,5% su giugno 2015; +1,1% su settembre 2014). In particolare, erano i promotori finanziari realmente operativi, ovvero con portafoglio maggiore di zero (a campione costante: +0,6% su giugno 2015; +1,5% su settembre 2014). *** Si ricorda che le indagini statistiche dell Associazioni sono impostate su campioni aperti, le cui composizioni possono variare in base alla libera partecipazione delle imprese aderenti. Propri Di terzi 5

7 IL QUADRO CONGIUNTURALE L attività delle reti precedentemente analizzata si inserisce nel contesto congiunturale, le cui principali caratteristiche vengono di seguito descritte. PRODOTTO INTERNO LORDO I dati diffusi dall Eurostat per il terzo trimestre 2015 (prima stima) mostrano la crescita del prodotto interno lordo nell Eurozona, sia in termini congiunturali (+0,3%) sia in termini tendenziali (+1,6%). Dinamiche di crescita poco più evidenti si riscontrano estendendo l osservazione a tutti i paesi dell UE, con un incremento rispetto al trimestre precedente pari allo 0,4% ed una variazione positiva del prodotto interno lordo rispetto al periodo luglio - settembre 2014 che si attesta all 1,9%. Parzialmente deluse le aspettative di crescita in Italia, con una variazione congiunturale del PIL pari solo allo 0,2% ed una crescita tendenziale dello 0,8%. Non si discosta di molto la crescita congiunturale del prodotto interno lordo tedesco (+0,3%) e francese (+0,3%) mentre si mostrano più decisi i progressi ottenuti rispetto all anno precedente, con variazioni tendenziali rispettivamente pari all 1,7% ed all 1,2%. Migliori, invece, i risultati dell economia spagnola, che segna una crescita congiunturale dello 0,8% ed un incremento tendenziale pari al 3,4%. Al di fuori del contesto della moneta unica europea, continua la crescita del PIL nel Regno Unito (+0,5% su giugno 2015; +2,3% su settembre 2014 ) e negli Stati Uniti d America (+0,4% su giugno 2015; +2,0% su settembre 2014 ). Andamento del PIL in Italia 0,8 Var.% congiunturale (t/t-1) 0,6 Var.% tendenziale (t/t-4) 0,4 0,3 0,2 0,0 0,1-0,1-0,1-0,2-0,3-0,3-0,4-0,4 1T14 2T14 3T14 4T14 1T15 2T15 3T15 3,5 3,0 2,5 2,0 1,5 1,0 0,5 0,0 Prodotto interno lordo - 3T15 Var.% t/t-1 Var.% t/t-4 DE FR IT ES EA19 UK EU28 US Fonte: Eurostat Fonte: Eurostat PRODUZIONE INDUSTRIALE Secondo i dati Istat, nel terzo trimestre del 2015 la produzione industriale ha segnato una crescita congiunturale dello 0,4% e una variazione tendenziale positiva pari al 2,0%. L Istituto Nazionale di Statistica evidenzia come l aumento dei livelli di produzione rispetto al secondo trimestre del 2015 abbia coinvolto principalmente l energia (+2,9%) ed i beni di consumo durevoli (+2,6%). Più contenuta risulta, invece, la crescita della produzione industriale 6

8 nell Area Euro, dove si osserva una variazione congiunturale positiva dello 0,1% ed una crescita tendenziale dell 1,6%. Italia Indice della produzione industriale (base 2010=100) Var. % congiunturali Italia Area Euro (19) Var. % tendenziali Var. % congiunturali Var. % tendenziali 1T15 0,5-0,2 1,0 1,6 2T15 0,5 1,1-0,1 1,3 3T15 0,4 2,0 0,1 1,6 Gen.15-0,7-2,2 0,1 0,7 Feb.15 0,7-0,1 1,0 2,0 Mar.15 0,5 1,4-0,5 2,1 Apr.15-0,3 0,1 0,0 0,7 Mag.15 0,9 3,1-0,1 1,7 Giu.15-1,0-0,3-0,3 1,5 Lug.15 1,1 2,8 0,7 1,8 Ago.15-0,5 1,0-0,4 2,2 Set.15 0,2 1,7-0,3 1,7 Fonte: Istat e Eurostat INDICE DEI PREZZI AL CONSUMO Nel terzo trimestre del 2015 l indice generale dei prezzi al consumo per l intera collettività (NIC) si attesta sul valore medio di 107,5, facendo registrare una crescita dello 0,1% sui tre mesi precedenti ed un incremento tendenziale dello 0,2%. L inflazione annuale, acquisita per il 2015 e calcolata sull indice dei prezzi al consumo armonizzato (IPCA), in Italia è pari allo 0,1% mentre nell Area Euro e nell Unione Europea assume valore nullo. Indice dei prezzi al consumo (NIC) Var. % congiunturali Var. % tendenziali 1T15-0,2-0,2 2T15 0,5 0,1 3T15 0,1 0,2 Lug.15-0,1 0,2 Ago.15 0,2 0,2 Set.15-0,4 0,2 Fonte : Istat valori medi del periodo. (base 2010 =100) 0,4 0,3 0,2 0,1 0,0-0,1 Indice dei prezzi al consumo armonizzato (IPCA) Var.% tendenziale IT EA19 EU28 lug.15 ago.15 set.15 Fonte: elaborazione su dati Eurostat (base 2005=100) 7

9 INDICE DI FIDUCIA DEI CONSUMATORI Nel corso del terzo trimestre dell anno l indice del clima di fiducia dei consumatori, calcolato dall Istat, si attesta sui valori massimi degli ultimi due anni e assume un valore medio trimestrale pari a 109,8 (nel secondo trimestre era pari a 108,0). Aumentano tutte le stime delle componenti dell indice di fiducia; cresce l ottimismo in termini di giudizi e di attese sull attuale situazione economica del Paese, così come migliorano i giudizi sulla situazione economica del proprio contesto personale/familiare. Indice di fiducia dei consumatori gen-14 feb-14 mar-14 apr-14 mag-14 giu-14 lug-14 ago-14 set-14 ott-14 nov-14 dic-14 gen-15 feb-15 mar-15 apr-15 mag-15 giu-15 lug-15 ago-15 set-15 Fonte: Istat Clima di fiducia Clima di fiducia e disaggregazioni dati trimestrali Clima personale Clima economico Clima corrente Clima futuro 1T15 106,6 98,1 132,6 98,5 119,1 2T15 108,0 99,1 134,9 101,9 117,7 3T15 109,8 101,5 135,5 104,6 118,5 Elaborazione su dati Istat: valori medi (base 2010=100) PROPENSIONE AL RISPARMIO DELLE FAMIGLIE Nel secondo trimestre del 2015 il reddito disponibile delle famiglie consumatrici è aumentato dello 0,5% rispetto al trimestre precedente e dell 1,3% rispetto al corrispondente periodo del Tenuto conto dell inflazione, il potere d acquisto delle famiglie consumatrici è aumentato dello 0,2% sul primo trimestre dell anno e dell 1,1% rispetto al secondo trimestre del La spesa per consumi finali vede un aumento congiunturale dello 0,7% e tendenziale dello 0,8%. Il tutto si traduce in una propensione al risparmio pari all 8,7%, in diminuzione di 0,2 punti percentuali rispetto al trimestre precedente, ma in aumento di 0,5 punti rispetto al corrispondente periodo del

10 Propensione al risparmio delle famiglie consumatrici Famiglie consumatrici Valori destagionalizzati - in milioni di euro Famiglie totali (*) Reddito lordo disponibile Potere d acquisto delle famiglie (**) Spesa delle famiglie per consumi finali Investimenti fissi lordi Propensione al risparmio % Propensione al risparmio % 1T ,6 10,8 2T ,2 10,3 3T ,3 11,4 4T ,8 10,9 1T ,9 11,0 2T ,7 10,8 Fonte: Istat (*) Famiglie: comprende le famiglie consumatrici, le famiglie produttrici (imprese individuali, società semplici fino a 5 addetti e liberi professionisti).e le istituzioni senza scopo di lucro al servizio delle famiglie. (**) Reddito lordo disponibile delle famiglie consumatrici in termini reali, ottenuto utilizzando il deflatore della spesa per consumi finali delle famiglie (valori concatenati con anno di riferimento 2010). POLITICA MONETARIA E TASSI DI MERCATO Restano invariati i tassi di policy della Banca Centrale Europea: il tasso sulle operazioni di rifinanziamento principali è pari allo 0,05%, il tasso sulle operazioni di rifinanziamento marginale si conferma allo 0,3%, mentre quello ufficiale sulle operazioni di deposito overnight delle banche presso la BCE è negativo a -0,2%. La Federal Reserve mantiene invariato il tasso di policy in un range tra lo 0 e lo 0,25%. A fine trimestre il tasso euribor a tre mesi era negativo per un valore pari allo 0,040% (a fine giugno era negativo e pari allo 0,014%); il valore medio trimestrale è stato pari a -0,028%, quando la media dei precedenti tre mesi era pari a -0,007%. IL MERCATO DEI CAMBI La moneta unica europea si mantiene sostanzialmente stabile rispetto alla valuta statunitense, si rafforza sulla sterlina, mentre registra una flessione sullo yen. A fine settembre, infatti, il cambio euro/dollaro si attesta sull 1,1203 (1,1189 a fine giugno), quello euro/sterlina è uguale a 0,7385 (0,7114 a fine giugno), mentre il cambio euro/yen è pari a 134,69 (137,01 a fine giugno). I MERCATI AZIONARI Nel terzo trimestre del 2015 si accentua il trend di contrazione, già osservato nei tre mesi precedenti, dei principali indici azionari europei. A fine settembre il FtseMib registra una flessione del 5,2% rispetto alla chiusura del secondo trimestre; il FTSE di Londra e il Cac di Parigi scendono del 7,0% mentre il Dax subisce una perdita dell 11,7%. Il trimestre vede 9

11 anche la contrazione dei mercati statunitensi, con lo Standard & Poor s 500 in flessione del 6,9% ed il Nasdaq del 4,9%. Più decisa la flessione del Nikkei di Tokyo, in calo del 14,1% rispetto alla valorizzazione di fine giugno. 0,0% -2,0% -4,0% -6,0% -8,0% -10,0% -12,0% -14,0% -16,0% Variazioni % settembre 2015 vs giugno 2015 FTSE DAX CAC FTSEMIB STOXX50E NASDAQ 100 S&P 500 NIKKEI

12 Tav. 1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro) I Trim.14 II Trim.14 III Trim.14 IV Trim.14 I Trim.15 II Trim.15 III Trim.15 RACCOLTA NETTA 5.488, , , , , , ,3 Risparmio gestito 3.967, , , , , , ,6 Fondi comuni e Sicav 1.848, , , , , ,4 803,2 OICR di diritto italiano 340,7 852,4 419,4 225,4-101,0-118,9-11,2 OICR di diritto estero 1.126, ,7 718,5 767,6-77,7-108,4 246,1 Fondi di fondi di diritto italiano -21,3-8,5 1,1-7,1 39,1 11,4 1,3 Fondi di fondi di diritto estero 430,0 351,7 526,9 700, , ,8 591,1 Fondi speculativi -13,9-16,5-12,5-23,3-26,4-16,9-9,6 Fondi chiusi -14,0-10,8-8,3-15,8-8,9-11,7-14,5 Gestioni patrimoniali 612,4 989,5 550,3 551, , ,5 574,3 GPF 265,7 536,9 334,9 573, , ,5 398,2 GPM 346,7 452,7 215,4-22,0 68,2 50,9 176,1 Prodotti assicurativi e previdenziali 1.507, , , , , , ,2 Vita tradizionali 709,7 634,9 917,9 732,6 203,2 227,0 239,8 Index linked -188,7-248,5-108,6-126,9-146,7-142,4-46,9 Unit linked 828, , , , , , ,8 Fondi pensione 63,0 47,3 59,4 145,9 79,2 65,8 67,8 Piani previdenziali individuali 94,6 83,6 95,9 149,9 89,9 73,7 86,7 Risparmio amministrato 1.520,8-542,5-421,6-634,6 363, , ,7 Titoli -109, ,5-297, , ,0-639,1 881,8 Liquidità 1.629, ,0-124,1 636, , ,0 603,9 Totale Raccolta netta - in milioni di euro 6.000, , , , , ,0 0, , , ,0 Fondi comuni e Sicav Gestioni patrimoniali Prodotti assicurativi e previdenziali Titoli Liquidità I Trim.14 II Trim.14 III Trim.14 IV Trim.14 I Trim.15 II Trim.15 III Trim.15 I Trim.14 II Trim.14 III Trim.14 IV Trim.14 I Trim.15 II Trim.15 III Trim.15 RACCOLTA LORDA Risparmio gestito , , , , , , ,7 Fondi comuni e Sicav , , , , , , ,7 Gestioni patrimoniali 2.196, , , , , , ,7 Prodotti assicurativi e previdenziali 3.800, , , , , , ,3 I Trim.14 II Trim.14 III Trim.14 IV Trim.14 I Trim.15 II Trim.15 III Trim.15 INTERMEDIAZIONE LORDA Risparmio amministrato , , , , , , ,4 Altre attività 436,1 531,2 501,8 633,1 567,3 626,1 685,5

13 Tav.2 - Patrimonio dei prodotti finanziari e servizi di investimento distribuiti dalle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro) Mar.14 Giu.14 Set.14 Dic.14 Mar.15 Giu.15 Set.15 PATRIMONIO , , , , , , ,6 Risparmio gestito , , , , , , ,6 Fondi comuni e Sicav , , , , , , ,3 OICR di diritto italiano , , , , , , ,9 OICR di diritto estero , , , , , , ,6 Fondi di fondi di diritto italiano 631,4 644,0 660,2 662,0 769,8 753,1 702,6 Fondi di fondi di diritto estero , , , , , , ,4 Fondi speculativi 300,4 284,4 272,8 243,6 232,9 216,8 183,2 Fondi chiusi 677,8 665,9 662,5 665,6 653,8 653,0 644,6 Gestioni patrimoniali , , , , , , ,7 GPF 8.816, , , , , , ,9 GPM 9.025, , , , , , ,8 Prodotti assicurativi e previdenziali , , , , , , ,6 Vita tradizionali , , , , , , ,2 Index linked 1.323, , ,6 883,3 770,3 631,2 578,0 Unit linked , , , , , , ,7 Fondi pensione 2.041, , , , , , ,9 Piani previdenziali individuali 5.633, , , , , , ,8 Risparmio amministrato , , , , , , ,0 Titoli , , , , , , ,2 Liquidità , , , , , , ,8 Totale Patrimonio - in milioni di euro , , , , , , , ,0 0,0 Fondi comuni e Sicav Gestioni patrimoniali Prodotti assicurativi e previdenziali Titoli Liquidità Mar.14 Giu.14 Set.14 Dic.14 Mar.15 Giu.15 Set.15 Ripartizione % del patrimonio Settembre 2015 Ripartizione % del patrimonio Settembre 2014 Liquidità 12,1% Titoli 10,7% Prodotti assicurativi e previdenziali 28,6% Fondi comuni e Sicav 41,3% Gestioni patrimoniali 7,3% Liquidità 11,4% Titoli 12,1% Prodotti assicurativi e previdenziali 26,1% Fondi comuni e Sicav 43,8% Gestioni patrimoniali 6,6% Tav. 2a - Promotori finanziari operanti per le imprese aderenti ad Assoreti e numero clienti Mar.14 Giu.14 Set.14 Dic.14 Mar.15 Giu.15 Set.15 PROMOTORI FINANZIARI Numero: di cui operativi (*) CLIENTI Numero: (*) Il dato si riferisce al numero di promotori finanziari con portafoglio > 0.

14 Tav. 3 - Prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro) Raccolta netta Patrimonio RACCOLTA NETTA III Trim.15 Set.15 OICR di diritto italiano -11, ,9 Azionari -7, ,9 Bilanciati 25,0 752,4 Obbligazionari -65, ,7 Liquidità -19, ,4 Flessibili 58, ,1 Non ripartito -2,3 26,3 OICR di diritto estero 246, ,6 Azionari 619, ,6 Bilanciati 121, ,6 Obbligazionari , ,3 Liquidità 408, ,1 Flessibili 357, ,3 Non ripartito 1,7 284,7 Fondi di fondi di diritto italiano 1,3 702,6 Azionari -5,5 256,8 Bilanciati 0,4 278,6 Obbligazionari 0,6 9,2 Flessibili 5,8 158,0 Non ripartito 0,0 0,0 Fondi di fondi di diritto estero 591, ,4 Azionari 206, ,1 Bilanciati 152, ,8 Obbligazionari -41, ,3 Flessibili 273, ,1 Non ripartito 0,0 0,0 Fondi speculativi -9,6 183,2 Fondi chiusi -14,5 644,6 mobiliari -15,4 298,7 immobiliari 0,8 346,0 GPF 398, ,9 Azionarie 13, ,1 Bilanciate 26, ,6 Obbligazionarie -70, ,2 Altra tipologia 430, ,6 Non ripartito -1,6 2,4 GPM 176, ,8 Azionarie 30,0 888,5 Bilanciate 120, ,5 Obbligazionarie 58, ,9 Altra tipologia -64, ,1 Non ripartito 31, ,7 Prodotti assicurativi 2.399, ,9 Vita tradizionali 239, ,2 Index linked -46,9 578,0 Unit linked 2.206, ,7 Prodotti previdenziali 154, ,7 Fondi pensione 67, ,9 Piani previdenziali individuali 86, ,8 TOTALE RISPARMIO GESTITO 3.931, ,6 Titoli 881, ,2 Azioni 853, ,5 Titoli Stato/obbligazioni -114, ,4 Strumenti mercato monetario -71,7 449,4 Non ripartito 214, ,9 Liquidità 603, ,8 TOTALE RISPARMIO AMMINISTRATO 1.485, ,0 TOTALE 5.417, ,6

15 Tav. 4a - Evoluzione della raccolta netta in O.I.C.R. aperti: distribuzione diretta e indiretta di quote (confronto Assoreti-Sistema, in milioni di euro) RACCOLTA NETTA OICR I Trim.14 II Trim.14 III Trim.14 IV Trim.14 I Trim.15 II Trim.15 III Trim.15 Assoreti Sistema Assoreti Sistema Assoreti Sistema Assoreti Sistema Assoreti Sistema Assoreti Sistema Assoreti Sistema (a) ( 1 ) (b) ( 2 ) (a) ( 1 ) (b) ( 2 ) (a) ( 1 ) (b) ( 2 ) (a) ( 1 ) (b) ( 2 ) (a) ( 1 ) (b) ( 2 ) (a) ( 1 ) (b) ( 2 ) (a) ( 1 ) (b) ( 2 ) Azionari 392, ,7-19, ,8-189, ,8-1,6-198,3 744, ,3-81,3 228,6 825,8 732,1 Bilanciati 595, ,9 776, ,8 732, ,6 724, , , , , ,1 326,4 444,9 Obbligazionari -413, , , ,5 629, ,9 157, , , , , , , ,0 Liquidità 19, ,5 53, ,1-192, ,2 85,2 770,4-364,7-488,4-53, ,2 388, ,4 Flessibili 1.403, , , ,6 909, ,7 979, , , , , ,6 685, ,4 Non classificato ( 3 ) 1.054,0 17, ,2 82, ,1 71, ,1-40, ,4 9, ,9 30, ,5 38,9 TOTALE 3.050, , , , , , , , , , , , , ,7 Tav. 4b - Evoluzione del patrimonio in O.I.C.R. aperti: distribuzione diretta e indiretta di quote (confronto Assoreti-Sistema, in milioni di euro) PATRIMONIO OICR Set.14 Dic.14 Assoreti Sistema a/b Assoreti Sistema a/b Assoreti Sistema a/b Assoreti Sistema a/b Assoreti Sistema a/b (a) ( 1 ) (b) ( 2 ) % (a) ( 1 ) (b) ( 2 ) % (a) ( 1 ) (b) ( 2 ) % (a) ( 1 ) (b) ( 2 ) % (a) ( 1 ) (b) ( 2 ) % Azionari , ,4 23, , ,3 23, , ,0 22, , ,1 19, , ,1 19,8 Bilanciati , ,4 56, , ,2 54, , ,3 49, , ,5 41, , ,5 40,2 Obbligazionari , ,6 22, , ,6 21, , ,7 20, , ,3 18, , ,2 18,1 Liquidità 4.336, ,6 17, , ,4 16, , ,9 15, , ,5 13, , ,6 13,2 Flessibili , ,6 19, , ,5 19, , ,1 18, , ,1 18, , ,7 17,1 Non classificato ( 3 ) , , ,1 917, ,4 968, ,4 981, ,1 641,7 - Mar.15 Giu.15 Set.15 TOTALE , ,9 30, , ,9 30, , ,4 29, , ,2 27, , ,9 26,8 Elaborazione Assoreti su dati di Assoreti e di Assogestioni (1) Sono incluse le parti di OICR sottoscritte direttamente e indirettamente attraverso le gpf, le unit linked ed i pip. (2) Fonte Assogestioni. (3) I dati si riferiscono principalmente alle quote di OICR sottoscritte indirettamente attraverso le unit linked ed i pip per i quali non si dispone della corrispondente categoria d'investimento.

16 Tav. 5 - Raccolta netta in prodotti finanziari e servizi di investimento emessi dal proprio gruppo e da terzi - in milioni di euro I Trim.14 II Trim.14 III Trim.14 IV Trim.14 I Trim.15 II Trim.15 III Trim.15 RACCOLTA NETTA Fondi comuni e Sicav 1.848, , , , , ,4 803,2 Propri 809, ,0 985,7 973, , ,5 865,1 Di terzi 1.038, ,0 659,4 673,8-241,6-87,1-61,9 Gestioni patrimoniali 612,4 989,5 550,3 551, , ,5 574,3 Propri 628,8 990,1 548,7 556, , ,9 573,1 Di terzi -16,4-0,6 1,6-4,6-10,6-0,4 1,2 Prodotti assicurativi 1.349, , , , , , ,7 Propri 1.248, , , , , , ,7 Di terzi 101,3 11,9 194,0 171,4 120,1 251,1 9,0 Prodotti previdenziali 157,7 130,9 155,3 295,9 169,1 139,5 154,5 Propri 147,0 121,9 143,6 278,3 150,5 127,4 138,9 Di terzi 10,6 9,0 11,7 17,5 18,5 12,1 15,6 Totale risparmio gestito 3.967, , , , , , ,6 Propri 2.834, , , , , , ,8 Di terzi 1.133, ,3 866,7 858,1-113,6 175,7-36,1

17 Tav. 6 - Patrimonio in prodotti finanziari e servizi di investimento emessi dal proprio gruppo e da terzi in milioni di euro Mar.14 % Giu.14 % Set.14 % Dic.14 % Mar.15 % Giu.15 % Set.15 % PATRIMONIO Fondi comuni e Sicav ,3 100, ,1 100, ,6 100, ,0 100, ,2 100, ,1 100, ,3 100,0 Propri ,7 58, ,6 57, ,5 57, ,5 57, ,5 58, ,9 58, ,2 59,5 Di terzi ,7 41, ,5 42, ,0 42, ,5 42, ,7 41, ,3 41, ,1 40,5 Gestioni patrimoniali ,4 100, ,0 100, ,4 100, ,4 100, ,7 100, ,0 100, ,7 100,0 Propri ,4 98, ,1 98, ,7 99, ,0 99, ,0 99, ,1 99, ,0 99,5 Di terzi 220,0 1,2 214,9 1,1 140,7 0,7 138,4 0,7 133,7 0,6 129,9 0,5 125,7 0,5 Prodotti assicurativi ,3 100, ,0 100, ,9 100, ,4 100, ,2 100, ,9 100, ,9 100,0 Propri ,8 87, ,5 87, ,7 88, ,1 88, ,1 88, ,4 88, ,7 89,5 Di terzi 8.150,6 12, ,5 12, ,2 11, ,3 11, ,1 11, ,6 11, ,2 10,5 Prodotti previdenziali 7.674,5 100, ,3 100, ,0 100, ,3 100, ,1 100, ,5 100, ,7 100,0 Propri 7.251,3 94, ,5 94, ,5 94, ,7 94, ,1 94, ,1 94, ,8 94,1 Di terzi 423,1 5,5 442,8 5,6 466,5 5,6 501,6 5,8 562,9 5,9 566,4 6,0 523,9 5,9 Totale risparmio gestito ,5 100, ,3 100, ,8 100, ,2 100, ,2 100, ,6 100, ,6 100,0 Propri ,2 71, ,6 71, ,4 71, ,3 72, ,7 73, ,5 73, ,6 74,6 Di terzi ,4 28, ,7 28, ,4 28, ,9 27, ,5 27, ,2 26, ,9 25,4

18 Tav. 7 - Prodotti finanziari e servizi di investimento emessi dal proprio gruppo e da terzi - in milioni di euro Raccolta netta Patrimonio RACCOLTA NETTA III Trim.15 Set.15 % OICR di diritto italiano -11, ,9 100,0 Propri -3, ,0 82,8 Di terzi -7, ,9 17,2 OICR di diritto estero 246, ,6 100,0 Propri 275, ,0 43,1 Di terzi -29, ,7 56,9 Fondi di Fondi di diritto italiano 1,3 702,6 100,0 Propri 0,7 688,8 98,0 Di terzi 0,6 13,8 2,0 Fondi di Fondi di diritto estero 591, ,4 100,0 Propri 602, ,9 97,3 Di terzi -11,0 799,4 2,7 Fondi Speculativi -9,6 183,2 100,0 Propri -9,3 167,7 91,5 Di terzi -0,4 15,5 8,5 Fondi chiusi mobiliari -15,4 298,7 100,0 Propri 0,0 1,6 0,5 Di terzi -15,4 297,1 99,5 Fondi chiusi immobiliari 0,8 346,0 100,0 Propri 0,3 329,2 95,2 Di terzi 0,5 16,8 4,8 GPF 398, ,9 100,0 Propri 398, ,9 99,9 Di terzi -0,1 8,9 0,1 GPM 176, ,8 100,0 Propri 174, ,1 98,8 Di terzi 1,4 116,8 1,2 Vita tradizionali 239, ,2 100,0 Propri 227, ,0 90,8 Di terzi 12, ,2 9,2 Index linked -46,9 578,0 100,0 Propri -46,9 577,9 100,0 Di terzi 0,0 0,1 0,0 Unit linked 2.206, ,7 100,0 Propri 2.210, ,8 89,0 Di terzi -3, ,9 11,0 Fondi pensione 67, ,9 100,0 Propri 51, ,8 86,3 Di terzi 15,9 354,1 13,7 Piani previdenziali individuali 86, ,8 100,0 Propri 87, ,0 97,3 Di terzi -0,3 169,8 2,7 Totale risparmio gestito 3.931, ,6 100,0 Propri 3.967, ,6 74,6 Di terzi -36, ,9 25,4

L ATTIVITA DELLE RETI DI CONSULENTI FINANZIARI ABILITATI ALL OFFERTA FUORI SEDE

L ATTIVITA DELLE RETI DI CONSULENTI FINANZIARI ABILITATI ALL OFFERTA FUORI SEDE L ATTIVITA DELLE RETI DI CONSULENTI FINANZIARI ABILITATI ALL OFFERTA FUORI SEDE Nel terzo trimestre del 2016, la raccolta netta in prodotti finanziari e servizi d investimento delle Società aderenti ad

Dettagli

L ATTIVITA DELLE RETI DI CONSULENTI FINANZIARI ABILITATI ALL OFFERTA FUORI SEDE

L ATTIVITA DELLE RETI DI CONSULENTI FINANZIARI ABILITATI ALL OFFERTA FUORI SEDE L ATTIVITA DELLE RETI DI CONSULENTI FINANZIARI ABILITATI ALL OFFERTA FUORI SEDE Nel primo trimestre del 2017, la raccolta netta in prodotti finanziari e servizi d investimento delle Società aderenti ad

Dettagli

L ATTIVITA DELLE RETI DI PROMOTORI FINANZIARI

L ATTIVITA DELLE RETI DI PROMOTORI FINANZIARI L ATTIVITA DELLE RETI DI PROMOTORI FINANZIARI Nel primo trimestre del 2014, la raccolta netta in prodotti finanziari e servizi d investimento realizzata dalle Società aderenti ad Assoreti è stata pari

Dettagli

Patrimonio risparmio gestito: quota di mercato delle Reti

Patrimonio risparmio gestito: quota di mercato delle Reti Patrimonio risparmio gestito: quota di mercato delle Reti % 14,0 Dati al 31 dicembre. Stima Assoreti su dati Assogestioni, Banca d Italia, Covip, Ania. L elaborazione include gli OICR aperti, le gestioni

Dettagli

COMUNICATO STAMPA Roma Via Emilio de Cavalieri, 7 Tel. 06/ Fax 06/

COMUNICATO STAMPA Roma Via Emilio de Cavalieri, 7 Tel. 06/ Fax 06/ Associazione delle Società per la Consulenza agli Investimenti COMUNICATO STAMPA L Assoreti è costantemente impegnata nel fornire informazioni che permettano una visione esaustiva delle dinamiche del mercato

Dettagli

Reti e attività finanziarie delle famiglie italiane

Reti e attività finanziarie delle famiglie italiane Reti e attività finanziarie delle famiglie italiane Patrimonio Reti ( /mld) Attività finanziarie famiglie ( /mld) Totale Perimetro offerta reti Quota % sul totale Quota % sul perimetro offerta Dic.2010

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DATI PATRIMONIALI

COMUNICATO STAMPA DATI PATRIMONIALI Associazione delle Società per la Consulenza agli Investimenti COMUNICATO STAMPA DATI PATRIMONIALI MARZO 2016 IL PATRIMONIO DEI CLIENTI DELLE RETI SI MANTIENE SOPRA I 430 MILIARDI DI EURO. A fine marzo,

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DATI PATRIMONIALI

COMUNICATO STAMPA DATI PATRIMONIALI Associazione delle Società per la Consulenza agli Investimenti COMUNICATO STAMPA DATI PATRIMONIALI DICEMBRE 2016 IL PATRIMONIO DEI CLIENTI DELLE RETI RAGGIUNGE IL VALORE RECORD DI 471 MILIARDI DI EURO.

Dettagli

I N D I C E La struttura del settore La tipologia dei gruppi 9

I N D I C E La struttura del settore La tipologia dei gruppi 9 I N D I C E CAPITOLO 1 - LA RAPPRESENTATIVITÀ DELLE IMPRESE ASSOCIATE 1.1 - Le imprese associate ad Assoreti 1 1.2 - La rappresentatività: i consulenti finanziari abilitati all offerta fuori sede e le

Dettagli

L'economia italiana in breve

L'economia italiana in breve L'economia italiana in breve N. 87 - Luglio PIL, domanda nazionale, commercio con l'estero Quantità a prezzi concatenati; variazioni percentuali sul periodo precedente in ragione d'anno; dati trimestrali

Dettagli

L'economia italiana in breve

L'economia italiana in breve L'economia italiana in breve N. 8 - Maggio PIL, domanda nazionale, commercio con l'estero Quantità a prezzi concatenati; variazioni percentuali sul periodo precedente in ragione d'anno; dati trimestrali

Dettagli

I N D I C E CAPITOLO 1 - LA RAPPRESENTATIVITÀ DELLE IMPRESE ASSOCIATE

I N D I C E CAPITOLO 1 - LA RAPPRESENTATIVITÀ DELLE IMPRESE ASSOCIATE I N D I C E CAPITOLO 1 - LA RAPPRESENTATIVITÀ DELLE IMPRESE ASSOCIATE 1.1 - Le imprese associate ad Assoreti 1 1.2 - La rappresentatività: i consulenti finanziari abilitati all offerta fuori sede e le

Dettagli

Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro)

Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro) Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro) RACCOLTA NETTA 1.677,3 2.067,4 21.108,8 Risparmio gestito 2.236,2 1.596,9

Dettagli

L'economia italiana in breve

L'economia italiana in breve L'economia italiana in breve N. 9 - Febbraio PIL, domanda nazionale, commercio con l'estero Quantità a prezzi concatenati; variazioni percentuali sul periodo precedente in ragione d'anno; dati trimestrali

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 19 luglio 2017 Lievi miglioramenti I dati del sistema bancario italiano 1 relativi al mese di maggio hanno mostrato lievi miglioramenti nei principali indicatori. Per quel che

Dettagli

Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro)

Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro) Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro) RACCOLTA NETTA 2.460,2 5.261,1 Risparmio gestito -502,9 3.350,8 Fondi comuni

Dettagli

Fatturato del commercio al dettaglio in provincia di Brescia

Fatturato del commercio al dettaglio in provincia di Brescia CONGIUNTURA DEL COMMERCIO AL 3 TRIMESTRE 2017 Fonte: indagine congiunturale Unioncamere Lombardia. Elaborazioni a cura del Servizio Studi della Camera di Commercio di Brescia. LA DINAMICA CONGIUNTURALE

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 11 febbraio 2016 Rischio sotto controllo I dati di dicembre 2015 del sistema bancario italiano 1 mostrano un rallentamento delle sofferenze. Questo dato è confortante visto che

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 12 ottobre 2017 Tassi bassi, sofferenze in calo, poco credito I dati del sistema bancario italiano 1 relativi al mese di agosto mostrano una continuità con quanto analizzato

Dettagli

Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro)

Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro) Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro) RACCOLTA NETTA 2.801,4 4.283,3 12.826,2 Risparmio gestito 2.682,6 4.469,4

Dettagli

Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro)

Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro) Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro) RACCOLTA NETTA 1.054,3 695,4 7.529,3 Risparmio gestito 1.308,0 938,5 5.875,5

Dettagli

Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro)

Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro) Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro) RACCOLTA NETTA 695,4 955,3 6.533,1 Risparmio gestito 938,5 768,2 4.579,8 Fondi

Dettagli

Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro)

Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro) Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro) RACCOLTA NETTA 3.358,3 2.460,1 5.818,4 Risparmio gestito 1.130,3-503,0 627,3

Dettagli

Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro)

Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro) Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro) RACCOLTA NETTA 858,7 1.424,7 4.089,9 Risparmio gestito 539,4 1.130,5 2.370,6

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 11 marzo 2016 A passo di gambero I dati di gennaio 2016 del sistema bancario italiano 1 mostrano ancora una volta una situazione incerta. È indubbio che lo scenario sia migliorato

Dettagli

REDDITO E RISPARMIO DELLE FAMIGLIE E PROFITTI DELLE SOCIETÀ

REDDITO E RISPARMIO DELLE FAMIGLIE E PROFITTI DELLE SOCIETÀ 8 gennaio 2016 III trimestre 2015 REDDITO E RISPARMIO DELLE FAMIGLIE E PROFITTI DELLE SOCIETÀ Nel terzo trimestre del 2015 il reddito disponibile delle famiglie consumatrici in valori correnti è aumentato

Dettagli

L'inflazione. Il credito. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali)

L'inflazione. Il credito. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali) NUMERO 12 SETTEMBRE 217 Attività economica e occupazione Gli scambi con l'estero e la competitività L'inflazione Il credito La finanza pubblica Le previsioni macroeconomiche 1 7 8 11 12 Dipartimento di

Dettagli

L'inflazione. Il credito. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali)

L'inflazione. Il credito. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali) NUMERO 122 GIUGNO 217 Attività economica e occupazione Gli scambi con l'estero e la competitività L'inflazione Il credito La finanza pubblica Le previsioni macroeconomiche 1 7 8 11 12 Dipartimento di economia

Dettagli

L'inflazione. Il credito. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali)

L'inflazione. Il credito. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali) NUMERO 119 MARZO 217 Attività economica e occupazione Gli scambi con l'estero e la competitività L'inflazione Il credito La finanza pubblica Le previsioni macroeconomiche 1 7 8 11 12 Dipartimento di economia

Dettagli

Dipartimento di economia e statistica

Dipartimento di economia e statistica NUMERO 118 FEBBRAIO 217 Attività economica e occupazione Gli scambi con l'estero e la competitività L'inflazione Il credito La finanza pubblica Le previsioni macroeconomiche 1 7 8 11 12 Dipartimento di

Dettagli

DINAMICA CONGIUNTURALE DEL COMMERCIO AL DETTAGLIO IN PROVINCIA DI BRESCIA

DINAMICA CONGIUNTURALE DEL COMMERCIO AL DETTAGLIO IN PROVINCIA DI BRESCIA CONGIUNTURA DEL COMMERCIO AL 2 TRIMESTRE 2017 Fonte: indagine congiunturale Unioncamere Lombardia. Elaborazioni a cura dell Ufficio Studi e Statistica della Camera di Commercio di Brescia. LA DINAMICA

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Maggio 2017 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Maggio 2017 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Maggio 2017 (principali evidenze) PRESTITI E RACCOLTA 1. A fine aprile 2017 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.799,6 miliardi di euro

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Giugno 2017 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Giugno 2017 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Giugno 2017 (principali evidenze) PRESTITI E RACCOLTA 1. A fine maggio 2017 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.800 miliardi di euro

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Aprile 2017 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Aprile 2017 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Aprile 2017 (principali evidenze) PRESTITI E RACCOLTA 1. A fine marzo 2017 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.804,3 miliardi di euro

Dettagli

Indice. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali)

Indice. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali) Numero 1 Agosto 21 Indice Attività economica e occupazione Gli scambi con l'estero e la competitività L'inflazione Il credito La finanza pubblica le previsioni macroeconomiche 1 7 8 11 12 Dipartimento

Dettagli

REDDITO E RISPARMIO DELLE FAMIGLIE E PROFITTI DELLE SOCIETÀ

REDDITO E RISPARMIO DELLE FAMIGLIE E PROFITTI DELLE SOCIETÀ 4 aprile 2016 IV trimestre 2015 REDDITO E RISPARMIO DELLE FAMIGLIE E PROFITTI DELLE SOCIETÀ Nel 2015 il reddito disponibile delle famiglie consumatrici in valori correnti è aumentato dello 0,9%. Nell ultimo

Dettagli

L'inflazione. Il credito. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali)

L'inflazione. Il credito. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali) NUMERO 117 GENNAIO 217 Attività economica e occupazione Gli scambi con l'estero e la competitività L'inflazione Il credito La finanza pubblica Le previsioni macroeconomiche 1 7 8 11 12 Dipartimento di

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Luglio 2017 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Luglio 2017 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Luglio 2017 (principali evidenze) PRESTITI E RACCOLTA 1. A fine giugno 2017 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.805,5 miliardi di euro

Dettagli

Attività economica e occupazione. L'inflazione. Il credito. Le previsioni macroeconomiche

Attività economica e occupazione. L'inflazione. Il credito. Le previsioni macroeconomiche NUMERO 18 APRILE 216 Attività economica e occupazione Gli scambi con l'estero e la competitività L'inflazione Il credito La finanza pubblica Le previsioni macroeconomiche 1 7 8 11 12 Dipartimento di economia

Dettagli

CONTI ECONOMICI TRIMESTRALI

CONTI ECONOMICI TRIMESTRALI 1 settembre 2015 II trimestre 2015 CONTI ECONOMICI TRIMESTRALI Prodotto interno lordo, valore aggiunto, consumi, investimenti, domanda estera Nel secondo trimestre del 2015 il prodotto interno lordo (PIL),

Dettagli

Bollettino Economico AppEndicE statistica numero 51 Gennaio 2008

Bollettino Economico AppEndicE statistica numero 51 Gennaio 2008 Bollettino Economico Appendice statistica Numero 51 Gennaio 2008 AVVERTENZE Le elaborazioni, salvo diversa indicazione, sono eseguite dalla Banca d Italia. Segni convenzionali: il fenomeno non esiste;...

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Febbraio 2017 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Febbraio 2017 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Febbraio 2017 (principali evidenze) PRESTITI E RACCOLTA 1. A fine gennaio 2017 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.805,7 miliardi di

Dettagli

L'inflazione. Il credito. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali) Ita-coin

L'inflazione. Il credito. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali) Ita-coin NUMERO 114 OTTOBRE 216 Attività economica e occupazione Gli scambi con l'estero e la competitività L'inflazione Il credito La finanza pubblica Le previsioni macroeconomiche 1 7 8 11 12 Dipartimento di

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Novembre 2015 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Novembre 2015 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Novembre 2015 (principali evidenze) 1. Ad ottobre 2015 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.814,5 miliardi di euro (cfr. Tabella 1)

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI Dicembre 2014 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI Dicembre 2014 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI Dicembre 2014 (principali evidenze) 1. A novembre 2014 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.813,3 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è

Dettagli

Bollettino Economico APPENDICE STATISTICA. Numero 1 / 2015 Gennaio

Bollettino Economico APPENDICE STATISTICA. Numero 1 / 2015 Gennaio Bollettino Economico APPENDICE STATISTICA Numero 1 / 2015 Gennaio AVVERTENZE Le elaborazioni, salvo diversa indicazione, sono eseguite dalla Banca d Italia. Segni convenzionali: il fenomeno non esiste;...

Dettagli

Tav.1a - Raccolta netta delle imprese aderenti ad Assoreti Risparmio gestito - in milioni di euro

Tav.1a - Raccolta netta delle imprese aderenti ad Assoreti Risparmio gestito - in milioni di euro Tav.1a - delle imprese aderenti ad Assoreti Risparmio gestito - in milioni di euro RACCOLTA NETTA Fondi comuni e Sicav di diritto italiano -217,3 Azionari -154,3 Bilanciati 107,3 Obbligazionari -232,1

Dettagli

L'inflazione. Il credito. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali)

L'inflazione. Il credito. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali) NUMERO 126 OTTOBRE 217 Attività economica e occupazione Gli scambi con l'estero e la competitività L'inflazione Il credito La finanza pubblica Le previsioni macroeconomiche 1 7 8 11 12 Dipartimento di

Dettagli

L'inflazione. Il credito. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali)

L'inflazione. Il credito. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali) NUMERO 11 GIUGNO 216 Attività economica e occupazione Gli scambi con l'estero e la competitività L'inflazione Il credito La finanza pubblica Le previsioni macroeconomiche 1 7 8 11 12 Dipartimento di economia

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI. a cura della FONDAZIONE ISTITUTO DI RICERCA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI. a cura della FONDAZIONE ISTITUTO DI RICERCA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI OSSERVATORIO ECONOMICO IRDCEC GENNAIO 2014 a cura della FONDAZIONE ISTITUTO DI RICERCA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Gennaio 2017 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Gennaio 2017 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Gennaio 2017 (principali evidenze) PRESTITI E RACCOLTA 1. A fine 2016 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.807,7 miliardi di euro (cfr.

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Novembre 2016 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Novembre 2016 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Novembre 2016 (principali evidenze) PRESTITI E RACCOLTA 1. A ottobre 2016 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.804,3 miliardi di euro

Dettagli

REDDITO E RISPARMIO DELLE FAMIGLIE E PROFITTI DELLE SOCIETÀ

REDDITO E RISPARMIO DELLE FAMIGLIE E PROFITTI DELLE SOCIETÀ 9 gennaio 2013 III trimestre 2012 REDDITO E RISPARMIO DELLE FAMIGLIE E PROFITTI DELLE SOCIETÀ Nel terzo trimestre del 2012 la propensione al risparmio delle famiglie conmatrici, mirata al netto della stagionalità,

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Luglio 2016 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Luglio 2016 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Luglio 2016 (principali evidenze) 1. A giugno 2016 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.825,9 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è nettamente

Dettagli

Attività economica e occupazione. L'inflazione. Il credito. Le previsioni macroeconomiche

Attività economica e occupazione. L'inflazione. Il credito. Le previsioni macroeconomiche NUMERO 16 FEBBRAIO 216 Attività economica e occupazione Gli scambi con l'estero e la competitività L'inflazione Il credito La finanza pubblica Le previsioni macroeconomiche 1 7 8 11 12 Dipartimento di

Dettagli

Rafforzare le costruzioni per accelerare la ripresa economica

Rafforzare le costruzioni per accelerare la ripresa economica 7 anniversario dell ANCE Rafforzare le costruzioni per accelerare la ripresa economica Gregorio De Felice Direzione Studi e Ricerche Milano, 16 giugno 216 Ripresa da rafforzare. Investimenti in costruzioni

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI. a cura della FONDAZIONE ISTITUTO DI RICERCA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI. a cura della FONDAZIONE ISTITUTO DI RICERCA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI OSSERVATORIO ECONOMICO IRDCEC OTTOBRE 2013 - GRAFICI a cura della FONDAZIONE ISTITUTO DI RICERCA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 10 settembre 2014 Situazione duale I dati presentati in questo aggiornamento mostrano una frattura tra la situazione delle famiglie e quella delle imprese. Mentre nel primo caso

Dettagli

CONTI ECONOMICI TRIMESTRALI

CONTI ECONOMICI TRIMESTRALI 10 giugno 2013 I trimestre 2013 CONTI ECONOMICI TRIMESTRALI Prodotto interno lordo, valore aggiunto, consumi, investimenti, domanda estera Nel primo trimestre del 2013 il prodotto interno lordo (PIL),

Dettagli

tra i numeri del risparmio gestito

tra i numeri del risparmio gestito ... guida pratica per orientarsi tra i numeri Milano, Università ità Bocconi Alessandro Rota 1. La materia prima: il risparmio Il tasso di risparmio i delle famiglie La ricchezza 2. L offerta: i fondi

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Marzo 2016 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Marzo 2016 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Marzo 2016 (principali evidenze) 1. A febbraio 2016 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.826,8 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è nettamente

Dettagli

Tav.1 - Consistenze patrimoniali dei prodotti finanziari e servizi di investimento distribuiti dalle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro)

Tav.1 - Consistenze patrimoniali dei prodotti finanziari e servizi di investimento distribuiti dalle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro) Tav.1 - dei prodotti finanziari e servizi di investimento distribuiti dalle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro) Dicembre 2016 Marzo 2016 CONSISTENZE PATRIMONIALI 485.509,8 100,0% 471.090,7

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Settembre 2016 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Settembre 2016 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Settembre 2016 (principali evidenze) 1. Ad agosto 2016 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.807,6 miliardi di euro (cfr. Tabella 1)

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Giugno 2016 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Giugno 2016 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Giugno 2016 (principali evidenze) 1. A maggio 2016 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.817,6 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è nettamente

Dettagli

Analisi per ramo/prodotto

Analisi per ramo/prodotto 1/6 Anno XIII_n 01_marzo 2017 Settore Polizze Individuali Mese: gennaio 2017 Nel mese di gennaio la nuova produzione di polizze vita individuali raccolta in Italia dalle imprese italiane e dalle rappresentanze

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Dicembre 2016 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Dicembre 2016 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Dicembre 2016 (principali evidenze) PRESTITI E RACCOLTA 1. A novembre 2016 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.814,5 miliardi di euro

Dettagli

Tav.1a - Raccolta netta delle imprese aderenti ad Assoreti Risparmio gestito - in milioni di euro

Tav.1a - Raccolta netta delle imprese aderenti ad Assoreti Risparmio gestito - in milioni di euro Tav.1a - delle imprese aderenti ad Assoreti Risparmio gestito - in milioni di euro RACCOLTA NETTA Fondi comuni e Sicav di diritto italiano 1.108,2 Azionari 120,2 Bilanciati 115,9 Obbligazionari -174,8

Dettagli

Tav.1a - Raccolta netta delle imprese aderenti ad Assoreti Risparmio gestito - in milioni di euro

Tav.1a - Raccolta netta delle imprese aderenti ad Assoreti Risparmio gestito - in milioni di euro Tav.1a - delle imprese aderenti ad Assoreti Risparmio gestito - in milioni di euro RACCOLTA NETTA Fondi comuni e Sicav di diritto italiano -591,5 Azionari -128,7 Bilanciati -27,0 Obbligazionari -109,9

Dettagli

Tav.1a - Raccolta netta delle imprese aderenti ad Assoreti Risparmio gestito - in milioni di euro

Tav.1a - Raccolta netta delle imprese aderenti ad Assoreti Risparmio gestito - in milioni di euro Tav.1a - delle imprese aderenti ad Assoreti Risparmio gestito - in milioni di euro RACCOLTA NETTA Fondi comuni e Sicav di diritto italiano 1.807,6 Azionari 290,0 Bilanciati 267,3 Obbligazionari -180,6

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 14 Gennaio 2013 Tenui segnali di ripresa TENUI SEGNALI DI RIPRESA Alla fine del 2012 sono emersi primi segnali di interruzione della fase di contrazione degli impieghi. Su base

Dettagli

Report Statistico Terzo trimestre 2013

Report Statistico Terzo trimestre 2013 Report Statistico Terzo trimestre 2013 2013 n. 3 Sommario Nota metodologica... 3 Tab. 1 e al 30 settembre 2013... 4 Tab. 2 Linee di investimento, iscritti e per tipologia di comparto... 4 Tab. 3 e per

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI OSSERVATORIO ECONOMICO IRDCEC LUGLIO-AGOSTO 2013 GRAFICI a cura della FONDAZIONE ISTITUTO DI RICERCA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 13 gennaio 2014 Credito senza ripresa Continua la flessione degli impieghi, in presenza di un forte deterioramento del credito. Il settore bancario sembra ancora lontano dall

Dettagli

SPECIALE FONDI INTERNI - EUROQUOTA DICEMBRE 13

SPECIALE FONDI INTERNI - EUROQUOTA DICEMBRE 13 dic-12 gen-13 feb-13 apr-13 mag-13 lug-13 ago-13 ott-13 nov-13 dic-10 mar-11 giu-11 set-11 dic-11 mar-12 giu-12 set-12 dic-12 Categoria Fondo Prodotti assicurativi legati al Fondo Obiettivo Asset Allocation

Dettagli

Tav.1a - Raccolta netta delle imprese aderenti ad Assoreti Risparmio gestito - in milioni di euro

Tav.1a - Raccolta netta delle imprese aderenti ad Assoreti Risparmio gestito - in milioni di euro Tav.1a - delle imprese aderenti ad Assoreti Risparmio gestito - in milioni di euro RACCOLTA NETTA Fondi comuni e Sicav di diritto italiano -285,0 Azionari -48,0 Bilanciati -18,6 Obbligazionari -73,7 di

Dettagli

COSTRUZIONI: QUADRO ANCORA INCERTO NEI PRIMI SETTE MESI DELL ANNO

COSTRUZIONI: QUADRO ANCORA INCERTO NEI PRIMI SETTE MESI DELL ANNO DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI COSTRUZIONI: QUADRO ANCORA INCERTO NEI PRIMI SETTE MESI DELL ANNO Per l economia italiana si conferma la fase di rallentamento e si delinea in prospettiva una

Dettagli

Report Statistico Quarto trimestre 2014

Report Statistico Quarto trimestre 2014 Report Statistico Quarto trimestre 2014 2014 n.4 Sommario Nota metodologica... 3 Tab. 1 e al 31 dicembre 2014... 4 Tab. 2 Linee di investimento, iscritti e per tipologia di... 4 Tab. 3 e per tipologia

Dettagli

CONTI ECONOMICI TRIMESTRALI

CONTI ECONOMICI TRIMESTRALI 1 giugno 2017 I trimestre 2017 CONTI ECONOMICI TRIMESTRALI Prodotto interno lordo, valore aggiunto, consumi, investimenti, domanda estera Nel primo trimestre del 2017 il prodotto interno lordo (PIL), espresso

Dettagli

CFA Italy Radiocor Financial Business Survey

CFA Italy Radiocor Financial Business Survey CFA Italy Radiocor Financial Business Survey CFA Italy Radiocor Sentiment Index MAGGIO 17 CFA Italy Radiocor Financial Business Survey Maggio 17 Al sondaggio, svolto da CFA Italy in collaborazione con

Dettagli

Rafforzare la filiera casa per accelerare la ripresa economica. Gregorio De Felice Direzione Studi e Ricerche

Rafforzare la filiera casa per accelerare la ripresa economica. Gregorio De Felice Direzione Studi e Ricerche Rafforzare la filiera casa per accelerare la ripresa economica Gregorio De Felice Direzione Studi e Ricerche Milano, 1 ottobre 2015 Dal sistema casa un rafforzamento della ripresa La ripresa, partita sulla

Dettagli

CONTI ECONOMICI TRIMESTRALI

CONTI ECONOMICI TRIMESTRALI 1 dicembre 2016 III trimestre 2016 CONTI ECONOMICI TRIMESTRALI Prodotto interno lordo, valore aggiunto, consumi, investimenti, domanda estera Nel terzo trimestre del 2016 il prodotto interno lordo (PIL),

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI Aprile 2015 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI Aprile 2015 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI Aprile 2015 (principali evidenze) 1. A marzo 2015 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.820 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è nettamente

Dettagli

La congiuntura del commercio al dettaglio in provincia di Treviso nel quarto trimestre 2012

La congiuntura del commercio al dettaglio in provincia di Treviso nel quarto trimestre 2012 CONGIUNTURA & APPROFONDIMENTI Report n. 4 Marzo 2013 La congiuntura del commercio al dettaglio in provincia di Treviso nel quarto trimestre 2012 A cura dell Area Studi e Sviluppo Economico Territoriale

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI Marzo 2015 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI Marzo 2015 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI Marzo 2015 (principali evidenze) 1. A febbraio 2015 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.821 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è nettamente

Dettagli

Rapporto ABI 2010 sul settore bancario in Italia. Roma, 24 maggio 2010. Gianfranco Torriero

Rapporto ABI 2010 sul settore bancario in Italia. Roma, 24 maggio 2010. Gianfranco Torriero Rapporto ABI 2010 sul settore bancario in Italia Roma, 24 maggio 2010 Gianfranco Torriero Agenda 1 > Roe: determinanti della redditività 2 > La qualità del credito e l adeguatezza patrimoniale 3 > Attivi

Dettagli

CFA Italy Radiocor Financial Business Survey

CFA Italy Radiocor Financial Business Survey CFA Italy Radiocor Financial Business Survey CFA Italy Radiocor Sentiment Index GIUGNO 217 CFA Italy Radiocor Financial Business Survey Giugno 217 Al sondaggio, svolto da CFA Italy in collaborazione con

Dettagli

Premessa. Entrate tributarie

Premessa. Entrate tributarie 2 Premessa Le informazioni diffuse con i Bollettini mensili sulle entrate tributarie di Francia, Germania, Irlanda, Portogallo, Regno Unito e Spagna, pubblicati sui portali web istituzionali dalle Amministrazioni

Dettagli

CONTI ECONOMICI TRIMESTRALI

CONTI ECONOMICI TRIMESTRALI 10 settembre 2013 II trimestre 2013 CONTI ECONOMICI TRIMESTRALI Prodotto interno lordo, valore aggiunto, consumi, investimenti, domanda estera Nel secondo trimestre del 2013 il prodotto interno lordo (PIL),

Dettagli

Tav.1a - Raccolta netta delle imprese aderenti ad Assoreti Risparmio gestito - in milioni di euro

Tav.1a - Raccolta netta delle imprese aderenti ad Assoreti Risparmio gestito - in milioni di euro Tav.1a - delle imprese aderenti ad Assoreti Risparmio gestito - in milioni di euro RACCOLTA NETTA Fondi comuni e Sicav di diritto italiano -352,2 Azionari -182,6 Bilanciati 145,8 Obbligazionari -410,3

Dettagli

OSSERVATORIO ECONOMICO FEBBRAIO 2017

OSSERVATORIO ECONOMICO FEBBRAIO 2017 OSSERVATORIO ECONOMICO Roma, 15 marzo 2017 OSSERVATORIO ECONOMICO FEBBRAIO 2017 Tommaso Di Nardo Gianluca Scardocci Paola Samà 112 110 108 106 104 102 100 A cura della INDICE Sommario... 3 quadro economico

Dettagli

SPECIALE FONDI INTERNI - RAIFFPLANET MARZO15

SPECIALE FONDI INTERNI - RAIFFPLANET MARZO15 mar-14 apr-14 mag-14 lug-14 ago-14 ott-14 nov-14 gen-15 feb-15 mar-12 giu-12 set-12 dic-12 mar-13 giu-13 set-13 dic-13 mar-14 Categoria Fondo Prodotti assicurativi legati al Fondo Obiettivo Asset Allocation

Dettagli

6 GIORNATA DELL'ECONOMIA ITALO-TEDESCA

6 GIORNATA DELL'ECONOMIA ITALO-TEDESCA 6 GIORNATA DELL'ECONOMIA ITALO-TEDESCA Monica Cellerino, Responsabile Territorio Lombardia Giugno 2012 AGENDA LE BANCHE ITALIANE: ESPOSIZIONE VERSO I PAESI IN DIFFICOLTÀ, RAFFORZAMENTO PATRIMONIALE BASILEA

Dettagli

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza l andamento dell economia reale e della finanza PL e Credito Bancario Perché un report trimestrale? A partire dal mese di dicembre 2014 SE Consulting ha avviato un analisi che mette a disposizione delle

Dettagli

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza l andamento dell economia reale e della finanza PL e Credito Bancario Perché un report trimestrale? A partire dal mese di dicembre 2014 SE Consulting ha avviato un analisi che mette a disposizione delle

Dettagli

Cruscotto congiunturale

Cruscotto congiunturale La dinamica dell economia italiana a cura della Segreteria Tecnica n. 3 23 dicembre 2015 Cruscotto congiunturale Pil e occupazione Nel terzo trimestre l attività produttiva conferma i risultati positivi

Dettagli

LE LINEE DI INVESTIMENTO: GESTIONI SEPARATE E FONDI INTERNI

LE LINEE DI INVESTIMENTO: GESTIONI SEPARATE E FONDI INTERNI Modulo di Formazione per Neo Intermediari Assicurativi LE LINEE DI INVESTIMENTO: GESTIONI SEPARATE E FONDI INTERNI VERSIONE Giugno 2010 Le linee di investimento Nelle forme di assicurazione rivalutabili

Dettagli

Supplementi al Bollettino Statistico

Supplementi al Bollettino Statistico Supplementi al Bollettino Statistico Indicatori monetari e finanziari Moneta e banche Nuova serie 7 Anno XXIII - 8 Febbraio 2013 Avviso AVVISO Il Supplemento è articolato in tre sezioni: 1. Statistiche

Dettagli

REDDITO E RISPARMIO DELLE FAMIGLIE E PROFITTI DELLE SOCIETÀ

REDDITO E RISPARMIO DELLE FAMIGLIE E PROFITTI DELLE SOCIETÀ 5 aprile 2012 IV trimestre 2011 REDDITO E RISPARMIO DELLE FAMIGLIE E PROFITTI DELLE SOCIETÀ Con la pubblicazione dei dati del quarto trimestre del 2011, l'istat diffonde le serie storiche coerenti con

Dettagli

Analisi per ramo/prodotto

Analisi per ramo/prodotto 1/7 Settore Polizze Individuali Mese: febbraio 2017 Nel mese di febbraio la nuova produzione di polizze vita individuali raccolta in Italia dalle imprese italiane e dalle rappresentanze di imprese extra-

Dettagli

La congiuntura del credito in Emilia-Romagna. Direzione Centrale Studi e Ricerche

La congiuntura del credito in Emilia-Romagna. Direzione Centrale Studi e Ricerche La congiuntura del credito in Emilia-Romagna Direzione Centrale Studi e Ricerche 1 3 aprile 217 Resta negativo il trend dei prestiti alle imprese, accelerano quelli alle famiglie Continua a deludere l

Dettagli