FEDERAZIONE ITALIANA EDITORI GIORNALI RASSEGNA ST PA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FEDERAZIONE ITALIANA EDITORI GIORNALI RASSEGNA ST PA"

Transcript

1 FEDERAZIONE ITALIANA EDITORI GIORNALI RASSEGNA ST PA 27 GENNAIO 2012

2 FEDERAZIONE ITALIANA EDITORI GIORNALI M IlANO FINANZA Data Pagina z 7 GEN. ZD1Z 18

3 EDITORI GIORNALI ~ FEDERAZIONE ITALIANA Data Z 7 GEN. 201Z I llmanifesto Pagina 11 I ~~ UNIONE EUROPEA Firmato raccordo sulla contraffazione Il dogma della proprietà intellettuale diventa nonna I BenOld DOpO anni di meditazione, l'unione Europea ha deciso di sottoscrivere la proposta di «Accordo intemaziònale sulle contraffazioni» (Anti Counterfeiting Trade Agreement, Acta) che vincola i governi nazionali ad armonizzare le legislazioni nazionali alle norme previste dall' accordo. C'è da dire che tanto il tempo preso per valutare l'accordo non è poi servito a molto, visto che l'acta è ritenuto un dispositivo giuridico di gran lunga più liberticida e restrittivo dei pur draconiani «Accordi sulla proprietà intellettuale» del Wto. La firma dell'unione Europea segue quelle di Stati Uniti - il paese che più di altri ha voluto l'acta - Canada, Giappone, Australia, Nuova Zelanda, Singapore, Marocco e Corea del Sud. Significativa è l'assenza della Cma, del Brasile e dell'india, paesi che in questi anni hanno espresso una posizione più articolata sulla proprietà intellettuale, facendosi portavoce dentro l'organizzazione delle Nazioni Unite sulla proprietà intellettuale (World Intellectual Property Organization, Wipo) di una proposta di un regime misto tra difesa di copyright, brevetti é marchi e di nonne che contemplino forme di tutela incardinate sulla condivisione e sul diritto di accesso alla conoscenza (Creative Commons e altre licenza simili). La stesura dell' accordo sottoscritto ieri dall'unione Europea ha avuto una lunga gestazione, avviata quando la critica e la violazione delle norme previste dal Wto videro paesi importanti co- Unafirma che non piace ai mediattivisti. Anonymous subito alfattacco dei siti. dell'unione europea me il Sudafrica e il Brasile di Lula Allora, l'oggetto del contendere furono i farmaci salva vita quelli contro l'aids che cominciarono ad essere prodotti dal Sudafrica senza pagare le royalties alle multinazionali farmaceutiche. ilwto non intervenne; perché la violazione fu invocato perché un articolo del trattato sulla. proprietà intellettuale che prevedeva la possibilità di aggirarlo in caso. di emergenza, come ad esempio la diffusione dell'aids. Le multinaiionali fecero buon viso e cattivo gioco, anche perché molte Ong e gruppi dei diritti civili lanciarono campagne di boicottaggio.. Mentre rilasciavano dichiarazione di disponibilità al dialogo, le multinazionali, nelle stanze ovattate del Wto, arrivarono a proporre la stèsura di un nuovo accordo sulla contraffazioniche garantisse la proprietà intellettuale senza possibilità di equivoci. L'Acta fu scritto una prima volta e poi modificato, senza che il suo conternito fosse mai reso pubblico per intero. Quando è stato finalmente reso pubblico, il testo dell' Acta ha confermato le più pessimistiche previsioni: era un testo che favoriva solamente la proprietà intellettuale in quanto proprietà esclusiva delle irriprese. A quel punto l'unione eliropea ha preso tempo, stretta tra una opzione di fondo per una le' gislazione «morbida>, sulla proprietà intellettuale e la presenza nel vecchio continente di molte e potenti multinazionali farmaceutiche. Ieri la decisione di sottoscriverel'acta E come nella vicenda della legge antipateria staumitense e della chiusura del sito Megaupload, decine di siti dell'unione europea sono stati attaccati e resi inoperativi per alcune ore dal gruppo hacker (<Anonymous». Più tradizionale, invece, la reazione del gruppo (<Agorà digitale», che ha considerato'la fuma dell'unione europea un «fatto grave». \L-----~ ~

4 o FEDERAZIONE ITALIANA EDITORI GIORNALI M IANO FINANZA Dala Z 7 BEN Pagina 8 ~ A volte si esagera nella lotta alla pirateria onlin.e L Ip Ac(sono due progetti di legge al o Stop Online Piracy Act e il Protect DI MAURO DELL'UNIVERSITÀ* vaglio della Commissione giustizia del Congresso americano che si propongono di inasprire la lotta alla pirateria teriali oggetto di pirateria Più del 65% chi è coinvolto nella produzione dei ma ontine, ceréando di colpire un già vasto dei contenuti digitali illegali è genemto o fenomeno in continua cr~cita. scambiato tramite server ubicati in Nord La ratio delle nuove proposte di legge si America ed Europa occidentale. n materiale scambiato in modalità P2P è nel fonda sulla constatazione che contrdffazione e pirateria, pregiudicando sempre 98,8% dei casi coperto da copyright. più il corretto funzionamento del libero Ttesti all' esame del legislatore Usa fanno mercato, hanno ripercussioni di natura tremare grandi società che offrono in rete economica e sociale, determinando distorsioni della concorrenza nonché danni materiale multimediale (si pensi a WIki servizi informativi o di condivisione di economici all'attività di coloro i cui diritti d'autore vengono violati. pload, alla quale l'fbi ha sequestrato in pedia"rapidshare,megavideoe Megan La pirateria digitale ha un notevole im-, questi giorni 60 server). Le iniziative in patto sull' economia sta-,--'_0,--,---, esame alla Commis Solo 5giorni per l'appello invece sostegno nelle e5 anni di carcere. Quèsta industrie musicale, la legge allo studio in Usa cinematografica e far tunitense: si stima che i titolari di diritti Cl'autore come case discografiche, software house e distributori di materiali multimediali avrebbero perso più di 20 miliardi di dol-. lari a causa della pirateria I rivenditori di software avrebbero inoltre perso altri 2 miliardi, per una perdita complessiva superiore a 22 miliardi, senza contare i danni morali e di immagine cagionati a sione giustizia trovano, maceutica I disegni di legge si propongono di ina~rire le pene per chi divulga o contribuisce alla condivisione e scambio online di contenuti protetti da copyright. n principio sucni si fondano le bozze all' esame del Congresso risiede nella facoltà dell'autore di un'opem di impedire la diffusione del materiale tutelato dacopyright poten. do l'autore stesso ottenere dall'autorità giudiziaria l'immediato oscuramènto e blocco sia del servizio di diffusione web del materiale in questione, sia dei motori di ricerca e persino del provider tramite il quale sono veicolati i file, bloccando così i siti sospetti nonché i canali di finanzia, mento (in primis i banner). Le proposte di legge prevedono fino a cinque anni di carcere e non più di cinque giorni per ricorrere in appello. Sebbene lo spirito delle citate proposte di legge sia largamente condivisibile, le modalità individuate per reprimere la pirateria e la contraffazione online sono apparse - persino ai primi firmatari delle due proposte -inadeguate ed esorbitanti al tempo stesso: l'esame del progetto Sopa è stato provvisoriamente sospeso lo scorso 23 gennaio. A detta degli operatori; è un dietrofront a seguito delle pressioni di alcune lobby dell'informazione, che molto avrebbero da perdere se l'oscuramento e il blocco dell'informazione entrasse in vigore nelle modalità proposte. (riproduzione riservata), *studio legale Barzanò e ilmardo

5 0 ' - ---'~"'.._ delw FEDERAZIONE ITALIANA EDITORI GIORNALI Data Pagina Z 7 GEN. Zui2 (assa~i(me. L'ente deve adeguarsi alla disciplina Inps Per i giornalisti possibile il cumulo pensione-redditi,,1/ Alessandro Galimberti MILANO ~ Via libera per i giornalisti al cumulo senza limiti tra pensione e retribuzione. La Sezio-~ ne lavoro della Cassazione con la, sentenza depositata ieri' Ù098/12)spariglia le carte e, probabilmente anche i conti' dell'istituto previdenziale della categoria più atipica (profes- ' sionisti, ma lavoratori dipen- : denti) confermando definitivamente, tral'altro,l'orientamen- I to del tribunale e della corte d'appello di Milano. Il caso destinato a segnare un confme netto nelle armose controversie dell'inpgi riguardava.. ungiornalista milanese che, and,ato in pensione dianzianità ili l novembre del 2000, aveva siglato qual~he mese dopo un' ~ontr~tto dicollabdrazione contmuati~t~ conunabanca, trasformato pmavanti in lavoro dipen-' dente. Proprio da quel momento ~'Inpgi, che aveva già decurta- c t? il trattamento della metà de CIdevailisospendere l' e~oga'zio-' ne della pensione, innescando... o..., ISTITUTO ATIPICO L'Inpgi si differenzia, dalle casse professionali: iscrive dipe:ndenti ed è totalmente sbstìt~tivo 'dell'assicurazione generale il ricoìso del suo ex assistito. La questione, tutta di diritto ma conpesanti ricadute operative, si gioca sull'inquadramento dell'istituto intitolato a Giovanni Amendola, privatizzato " con il decreto,legislativo 509/94, che secondo i giudici «gestisceuna forma di assicurazione sostitutiva dell'inps»(articolo 76 della legge 388/2000). Per la Cassazione; l'inpgi è di- ' versadagli altri enti di assistenza dei professionisti - architet- I,ti, avvocati,commerçialisti etc' - perché mentre il primo iscrive lavoratori dipendenti; sostituendosi all'inps in tutto e per tutto, gli altri si rivolgono a lavoratoriautonomi e pertanto hanno «maggiore autonomia e quindi una piti ampia facoltà di discostarsi dal regime generale». Inoltre, mentre l'inpgi attinge arisorse statali'- circostanza che l' «attrae al regime generale» Inps..: le altre casse professionali ne sono totalmente fuo-, ri epensario da sé al proprio equilibrio fmanziario. Proprio la normativa sul cumulo tra pensione e r~ddito da lavoro «marca più chiaramen-' te la differenziazione tr'a i due tipidi enti privatizzati». La legge 388/ e più tardi la 292/ detta le stesse rego- ' le sia per le pensioni Inps sia per quelle-«a carico delle forme, sostitutive, esclusive edesonerative delle medesime»;e se è vero che «gli enti privatizzati "possono" applicare dette disposizioni (...) talché per essi la regola non è vincolante (...) tuttaviala disciplina dell'inpgi, in quanto fondo sostitutivo» deve ricalcare la disciplina generale. (Inps) e n;ninvece quella degli altri fondi privatizzati che «non» gestiscono forme di previdenza sostitutive. Ancora, nell'ultimamòdifica normativa citata dalla sentenza _ (legge 133/20(8) l'eliminazione dei limiti del cumulo tra pensionee redditi da lavoro fariferimento - ancora alle' pensioni Inps «e alle forme sostitutive ed esclusive» cui l'inpgi appartiene, secondo la Cassazione. Il principio affermato da questa sentenza -che di fatto esclude ogni autonomia regolamentare per l'istituto in materia di assicurazione generale obbligatoria (Ago).,- non può ché.: produrre proiezioni ancora più impegnative per l'inpgi. A partire dal recepimento automatico della riforma promossa dal ministro Elsa F ornero, tanto per coìninciare in tema di età pensionabile e di anzianità contributiva. Cl RIPRODUZION.E RISERVATA

6 ~',~ ~ FEDERAZfONE ITALIANA EDiTORl l G IO R N A LI "J~ata 2 7 BEN IPagina 32.La Cassazione equipara l'ente privato al pubblico. jv L~Inpgi come I~Inps Giornalisti senza divieto di cumulo DI DAt~LE CnuOLI Igiornalisti in pensione hanno diritto a cumulare il tratta. mentopensionistico con i. reddìti da lavoro dìpendente o autonomo. E questo nonostante finpgi preveda dìversamente, ossia la parziale o e in alcuni casi la totale incumulabilità. A stabilirlo è la Corte dì cassazione nella sentenza n depositata ieri, che «riordina» l'organigramma del sistema previdenziale. Infatti, la Corte afferma che finpgi è una forma dì assicurazione «sostitutiva" deitago (assicurazione generale obbligatoria), ancorché sia un ente privatizzato dal dlgs n. 509/1994. TI che significa che deve applicare le stesse regole dell'inps quando ciò sia previsto dalla legge come nel caso, appunto, del regime del cumulo. La corte decidè sul ricorso dell'inpgi contro la sentenza della Corte dì appello dì :Milano dì conferma delle richieste di un giornalista pensionato dì anzianità (dell'inpgi), relative al riattivazione della sua pensione, in un primo momento decurtata del 50% per via dìuna collaborazione e poi sospesa del tutto in seguito all'assunzione come lavoratore dipendente. Sia il tribunale che la Corte dì appello avevano dato ragione al giornalista sul fatto che egli avesse diritto alle più favorevoli norme sul cumulo tra pensione e reddìti da lavoro previste nell'ago (Inps), e non a quelle fissate dall'inpgi. IJistituto, a suo favore, invoca il principio dì autonomia posto dal dlgs n. 509/1994, per cui chiede se sia consentito o meno dì dìsciplinare in maniera autonoma la materia del cumulo e sottolinea l'obbligo posto espressamente a carico degli enti privatizzati in ordìne all'equilibrio finanziario che scaturisce dall' autonomia finanziaria dì cui gli stessi enti sono dotati. La Cassazione non dà torto all'inpgi, ma dà anche ragione al giornalista pensionato. Afferma, infatti, che l'inpgi è sicuramente un ente privatizzato; tuttavia, aggiunge, ha sempre gestito e continua a gestire una forma dì previdenza sostitutiva dell'ago. La novità della sentenza è proprio questa: l'inpgi gestisce una forma di assicurazione sostitutiva, ancorché siaun ente privatizzato dal dlgs n. 509/1994 (prova né è che anche il ministero del lavoro lo ascrive tra gli enti privatizzati). Nell'ampia categoria dì enti privatizzati, spiega la Cassazione,illegislatore, pur conferendo a tutti caratteristiche comuni per quanto concerne i poteri di autonomia, ha dìstinti tra quelli che gestiscono una assicurazione sostitutiva dell'ago ltinpgi) e quelli a cui fanno capo coloro che all'ago non avrebbero mai potuto essere iscritti ne casse professionali). Qual è il dìscriminante? TI rapporto dì lavoro: subordìnato nel primo caso, autonomo nel secondo (avvocati, ingegneri, ecc). In particolare,l'inpgi è un ente sostitutivo perché deroga alla regola gen.erale per cui chi presta lavoro suqordìnato deve essere iscritto all1nps negge n ); ciò non succede 'nelle casse, alle quali non si possono iscrivere i dìpendenti. Qual è la differenza? Le casse possono dìscostarsi dal regime generale perché è solo a loro carico il compito dì preservare l'equilibrio economico; 11npgi, invece, se mai avesse dei problemi finanziari, potrebbe chiedere (e otterrebbe) il concorso dello Stato. _.- Riprodu...7ÙJne riseruata--il

7 1=1 F E D E R A Z I O N E I T A L l A N A E D l T O R I G I O R N A L l ~~ ~~~~~~ ~ Data Z 7 GEI~, lo iz COSSI B Pagina 27 Comunicato sindacale 0" Caro lettore, siamo qui a denunciare il pericolo che tra pochi mesi ilcamere della Sera, in termini di qualità, possa non essere più lo stesso quotidiano che sei abituato a leggere. Perché!'informazione sia completa e corretta, un quotidiano deve lavorare come un corpo vivente, in cui. tutti gli organi operano per la salute dell'insieme. I giornalisti contribuiscono raccogliendo notizie, verificandone l'attendibilità, presentandole con obiettività nella miglior forma possibile e curandone l'aggiornamento fino a un attimo prima della stampa Questo può essere fatto solo attraverso la stretta e continua collaborazione con la componente poligrafica. del giornale, la cosiddetta tipografia: cambiamenti in corsa, aggiunte, miglioramenti, inserimenti delle novità o delle immagini o di grafici dell'ulti-" mo momento. Fianco a fianco, fino a notte. Certo, la tecnologia consente di comporre un giornale «bionico», le cui parti vengono costruite in luoghi dive\si e poi assemblate con escamotage mformatici. Però con perdite di tempi preziosi per l'accuratezza dell'informazione e con la rinuncia tout court a una circolazione sanguigna che fa la differenza tra un corpo vivo e uno meccanico.. La Rcs Mediagroup ha annunciato ~ vol~r mettere in atto questo tipo di ViOlaziOne dell'organismo Corriere della ~era: smembrando la redazione dalla. tipografia e immaginando persi n,? di SCOrporare alcune parti di reda ZiOne dal. su,? insieme. Qualcuno re sterebbe I!lVla Solferino, altri verreb bero trasferiti a Crescenzago. n mqtivo è la volontà di vendere gran l'arte degliedifici di proprietà nell'area Solferino-San Marco. Per «valoriizarli», dice l'azienda Per «fare cassa» rapidamente, è la traduzione ~o~~stica,.in modo da porre rim~dio ~ disastri provocati negli ulti Illl.anru della gestione dissennata e fallimentare.cl1e il management sostenuto dagli azionisti ha messo in atto. Siamo qui a denunciare ii depauperamento qualitativooltre che economico, l'attenzione continua a interessanti. Dietro questa assunzione di re re da tempo ha accettato sacrifici pesi esterni all'impresa editoriale a danno del prodotto, del marchio, dei custodire il giornale «completo» in sponsabilità c'era anche l'impegno di suoi lavoratori e dei lettori. Mentre via Solferino. con una mano l'azienda negli ultimi Al contrario, l'attenzione aziendale due anni ha chiesto (e chiede) soldi verso il giornale, e di conseguenza pubblici tramite stati di crisi e ristrutturazione subentranti, con l'altra asscente che si pensa di fare scempio verso i diritti del lettore, è così evanesegna ad azionisti e vertici manageriali ricchi dividendi e premi quasi invece nella storica sede di via Solferi del corpo Corriere vivente lasciando milionari. Mentre vengono chiuse testate del gruppo (come City) ricorrendali e lo staff del marketing. L'immano gli uffici dei più alti vertici aziendo alla cassa integrazione, mentre gine di facciata e la pubblicità devono avere il dominio sull'informazio giornalisti e poligrafici di diverse testate del gruppo vengono prepensionati, con la grave perdita di eccellen Il Camere della Sera e quella che è ne? ze professionali e un aggravio straordinario per gli enti di previdenza, sentano anche un simbolo per Mila la sua casa storica da 110 anni rappre una casta (questa sì) di intoccabili no, basti pensare alle scolaresche che non paga neppure il minimo pegno quasi ogni giorno vengono a visitare per le scelte scellerate in termini di la redazione. Noi faremo tutto ciò politica aziendale, di investimenti che è nelle nostre disponibilità per difenderlo e per tutelare la qualità delle (l'acquisizione della Recoletos spagnola è l'esempio più eclatante) che, notizie. Chiediamo anche a te, caro ben oltre la crisi congiunturale, hanno portato al disastro. Per contrasta Il Comitato di redazione lettore, di aiutarci a salvarlo. re il declino, e mettendo al primo posto il giornale, la redazione del Come-. del Corriere della RISERVATA

8 F E O E R A Z I O N E l T A L l A N A E D f T O R I G l O R N A L I,1 --~i~ ----~ ~,, Dala 2 7 BEN. Z012 l l Pagina 19 I Le ùltime novità di via Solferino. Trasformgti aj;empo indet.erl11:i12cltoiq9fthqttrin~scaaenza' Cofsera.~ssumeJOgiòvam reaattonà~ Egli inviati, a turno, titolerannolapagina dei~om.menti c _.~'~ c- DI CLAUDIO PLAzZOTTA social network, rimproveravano le scelte del Corrìere.it: «Ma iomi agitati in Rcs Me perché pubblicare fotogallery diagroup. Tra ipotesi orrende e volgari collle questa? di cessioni, traslochi, Che tipo-dt g;:o:rnalisìno è?". I nomine, richieste di lettori facevano riferimento alla aumento di capitale e chi più ne pubblicità di un 'lido bianco, ri ha più ne metta. Intanto, però, il presa dal sito del Corriere, con tran tran redazionale coiìtinua. un bicchiere posto all'altezza del E sia al Corriere della Sera sia pube, su una sagoma femminile, alla Gazzetta dello sport, ci sono e il claim «Degustala. Passera tante chicche da raccontare. Per delle vigne Lepore". La risposta esempio lo scorso 25 gennaio al del direttore è stata tranchant: Corrìerone c'è stata un'infoma,<verrà tolta, fdb". E per conclu ta di assunzioni: una decina di dere, ce n'è anche alla Gazzetta, giovani giornalisti aveva il con spedito una mail a tutti gli in che dovrebbe traslocare a Cre tratto a tempo determinato in viati del quotidiano, pregandolì, scenzago in giugno. Tra il 23 e scadenza, e... puf, il contratto è di volta in volta, di dedicarsi, il 24 gennaio il nuovo opinioni diventato a tempo indetermina per un mese all'anno, all'ingrato sta della Rosea, l'ex calciatore to. Molto divertente la vicenda servizio. E in via Solferino sono del Milan Billy Costacurta, della pagina «Idee e opinionì», già partite le ironie tra colleghi: è stato oggetto di una garbata quella che ospita, di solito, cin finalmente anche la casta degli ironia da parte di un giornalista que editoriali o commenti più inviati, sempre in poltrona, mai del quotidiano. Atteggiamento o meno lunghi. Ebbene, quella alla sedia, dovrà abbassarsi, dal che non è stato gradito dal di pagina era curata da molto tem 10 febbraio, ad attendere alla rettore i\ndrea Monti, il quale po da Dino Messina e Stefano scrivania i pezzi degli editoria ha richiamato il collega. Ma il Jesurum. Ma Jesurum, lo scor listi e titolarli. La prima in'via richiamo non è piaciuto alla re so dicembre, è andato in pen ta «in cucina» dovrebbe essere dazione, che ieri era piuttosto sione. Quindi? A chi affidare il Raffaella Polato. agitata nei confronti di Monti. compito di affiancare Messina? Nel frattempo de Bortoli, che Insomma, in via Solferino c'è Molto pragmaticamente è inter è molto attento agli umori di una sola certezza: non ci si an venuto il direttore del Corsera, Twitter, ieri ha accettato le cri noia mai. Ferruccio de Bortoli, che ha tiche di alcuni lettori che, sul Riproduzione,.,.s81'1Jat,2-~ I

9 ~ FEDERAZIONE ITALIANA EDITORI GIORNALI Data Z 7 GEN. lo;l llmanifesto Pagina 14 1!I:I3MMM ~",. Vogliamo tornare in edicola Riceviamo e pubblichiamo la risposta del direttore e della società editrice di Liberazione alla lettera del cdr e della rsu. pubblicata /725 gennaio la decisione dell'editore e della direzione di liberazione di sospendere anche la pubblicazione del giornale in pdf e l'on line è diventata inevitabile dopo che la rappresentanza sindacale interna ha scatenato una vera e propria campagna diffamatoria nei confronti dell'azienda e del Prc. Il mastodontico taglio delle risorse pubbliche è l'unica causa del presente stato di cose. Sostenere che il Prc voglia privarsi del proprio solo strumento di informazione è pura follia. A questa contraffazione della realtà si è unita una sistematica incursione nel pdf come nell'on linedi interventi rivolti contro la direzione, mai autorizzati, in palese violazione di ogni norma contrattuale. In queste condizioni si stava scivolando verso un sostanziale esproprio del giornale da parte di chi gestisce l'occupazione, culminato con la decisione unilaterale del Cdr di bloccare l'uscita del pdf per ben tre giorni su quattro. Nessuno più di noi soffre per l'interruzione delle pubblicazioni, che tuttavia potranno riprendere non appena le condizioni di finanziamento del giornale saranno ripristinate. l'editore, il partito, la direzione del giornale stanno. lavorando per.. quest'obi~ttivo: tornare a pubblicare liberazione. Marco Gelmini, amministratore unico di Mrc Spa, editrice di liberazione Dino Greco, direttore di Liberazione

10 FEDERAZI.ONE ltauana EDITOR) GIORNALI " Pagina 19 DI MARco A. CAPISANI f\0.... I giornalisti hanno fede, i direttori ancora di più. Perché sono in molti ;3.d J1Spettare che Emilio Fede lasci libera la direzione del Tg4, non tanto per sedersi sulla suapoltrona quanto piuttosto perché sarebbe la prima mossa per innescareun domino di nuovi. spostaidenti. In attesa del suo ritiro, infatti, è già partito il tam tàid sulla serie di nomine che taglierebbe in modo trasversale il mondò dell'editoria, da Mediaset a Res passando per Mondadori. Al posto di Fede potrebbe arrivare Giorgio Mulé\ attuale direttore del newsmagazine mondadoriano Panorama. Mulé si dedicherebbe così alla suapassione professionale perla tv,mentre a Segrate ritornerebbe finalmente Umberto Brindani, attuale direttore di Oggi, settimanale madeinres al quale, secondo molti,.il direttore ha già dato un'impronta più vicina al newsmagaziné che al familiare. Al posto di Brindani, s'insedierebbe a Oggi Giuseppe Di Piazza, che guida il settimanale Sette, allegato al Comere della sera. Di Piazza si definisce «un buon soldato» del gruppo editoriale milanese e, qu.ùldi, sarebbe pronto a traslocare a Oggi, che resta sempre un importante settimanale per Rcs. MariaLatella, a questo punto, farebbe levalige per spostarsi da A a Sette. Già al settimanale femminile, il direttore ha impresso una direzione piùfinalizzata all' attualità. Rieritrereb be infine nei grandi giochi Candida Morvillo, ex direttore di Novella 2000 e oggi :fir:ìila di attualità, costume e società a disposizione di Res.. Qt:lesto trenino di spostamenti, però, potrebbe non partire subito: adesso Rcs è alle prese, da un punto di vista operativo, co:dia fusione Periodici-Quotidiani e, la prossima primavera, sdidono i mandati degli attuali vertici aziendali.

11 '. FEDERAZIONE italiana EDITOR) GIORNALI Z 7 GEN.2012 lpagina 19 I 1 Sentinella del Canavese, Fioranidirettore. Pìerange -ld Fiorani è il nuovo direttore della Sentinella del Canavese, testata storica di Ivrea e dell'eporediese, oggi con _periodicitàtrisettimanale. Subentrerà dal prossimo r febbraio a Dirce Levi, che ha guidato il giornale negli ultimi cinque anni e va adesso in pensione. Fiorani dirige, dal 2006, la Provincia pavese, ma ha passato anche 16 anni a Repubblica, nella redazione di Milano, dove è stata responsabile della cronaca. Vodafone Italia, Tridico ai public &. legai affairs. Saverio Tridico è il nuovo direttore public & legal affairsdi Vodafone Italia dal pròssimo r aprile, con l'incarico di rappresentare tra l'altrol'azìenda presso governo e Autorità. '1hdico, a diretto rip()rto dell'a.d.. Priolo Berteluzzo, sostituisce Bianca Maria Martinellicheguiderà il progetto cùstomers affai'rs management. Fnsi, nuovo appellopergli aiuti all'editoria. «Adesso anche la volontà politica è chiara. I finanziamenti per l'editoria devono essere definiti in misura minimamente soddisfacente al più'presto»; Lo ha ribadito ieri la Fnsi, aggiungendo che «gli ordini del giorno votatioggi (ieri per chi legge, ndr) dalla camera, perché sia stabilita la somma esattamente disponibile per il 2012, recepiti dal governo, vanno tradotti al più presto in atti di coerenza e giusnziep>. La Fnsi ha auspicato che «già da domanuoggi, ndr), in occasione della riùnione della commissione consultiva editoria che presiedéràper la. prima volta ilneo sottosegre- ; tario delegato al settore, Paolo. Peluffo, dia segnali significativi. e inequivocabili».

12 ~ FEDERAZIONE ITALtANA EDITORI GIORNALI EU Data Z 7 GEN. lo ii I Pagina 6 In Italia la libertà di stampa,. e sempre meno garantlta Cara Europa, ho letto l'articolo di Giovanni Cocconi "I professionisti dell'anticasta", che critica la faciloneria con cui grandi organi di informazione attaccano i contributi pubblici a giornali editi da cooperative, di partito, di idee (da Europa ad Awenire, dal manifesto ali' Unità al Secolo d'itaìia a Liberazione, costretta quest'ultima a chiudere dal 1 gennaio l'edizione cartacea). Definire i giornalisti censori "professionisti dell'anticasta", mi sembra giusto, se, come nel caso denunciato da Cocconi, essi prendono a esempio di soldi mal spesi l'avanti di Lavitola, una scandalosa truffetta, e dimenticano gli enormi contributi pubblici che la loro grande editoria riceve sotto varie voci (tariffe P9stali, credito d'imposta sulla carta, iva agevolata su libri e dvd allegati, sconti sulle tariffe elettriche, ecc.) 1\ tutto, mentre Rcportl(rs sans frontières, nella sua annuale classifica sulla libertà d'informazione in 179 paesi dell'onu, sprofonda l'italia al 49' posto. Non sarebbe il caso che il governo Monti affrontasse la questione? MARaLLA DE MASI, PESCARA Sarebbe il caso, cara signora, e per ragioni che non sfuggiranno alla sensibilità del presiden te del consiglio. Che fra noi giornalisti ci siano settori ca s,tali, è noto, corrìè noto che fra gli ecclesiastici ci sono affaristi. Ciò non inficia le verità evangeliche, come i comportamenti di FEDERICO cattivi giornalisti non inficiano i valori della libertà: «LAmerica sarà quel che saranno i suoi ORLANDO liberi giornali» diceva Jefferson due secoli fa (e non mi stanco di ripeterlo) e oggi Reporters RISPONDE sans frontières fa sapere che malia, che nel 2007 era al 35' posto, è passata al 50 posto nel 2010 e al 61' nel In pratica, siamo più vicini all'iran col suo 73 posto che a Danimarca, Norvegia, Finlandia e Svezia, saldamente attestati al primo posto (nonostante le minacce fondamentahste). tautoritarismo è una mala bestia, e lo conferma il paese culla delfilluminismo e della rivoluzione, la Francia, che col suo 43' posto è molto più vicina a noi che agli scandinavi. Nel rapporto dei Sansfrontières, si legge che «in Italia ancora una dozzina di giornalisti sono sotto protezione; che con l'uscita di Berlusconi da palazzo Chigi il conflitto d'interessi ha voltato pagina, e tuttavia il suo posto in classifica porta ancora i segni del vecchio governo: quali "legge bavaglio", filtraggio dei contenuti della Rete, proposte abbandonate solo in extremis». Ma ai rilievi dei colleghi ci pelmettiamo di aggiungerne altri, come fanno la Federazione della stampa, Articolo 21 e i giornali d'opinione che si vorrebbe far morire tagliando i finanziamenti pubblici. Basti pensare alla pesante penalizzazione dei giornali nel settore pubblicità, rastrellato dai monopoli pubblici e privato della televisione; monopoli che vorrebbero sottrarre all'italia in crisi i 3 04 miliardi ricavabili dall'asta delle nuove frequenze tv, già promesse gratis da Berlusconi ai ras delle tv esistenti. (Martedì prossimo la Rai prorogherà per un anno Maccari (Pdl) al Tgl e nominerà Casarin(Lega) al con 5 voti contro 4, e il quinto è diverro (Pdl) che, nominato deputato, dovrebbe già essere fuori della Rai). Ci pensi, il governo. E la ministra Fornero sia prudente, non dica che il giornalismo è una casta di privilegiati, <;onfondendo fra i feldmarescialli dei giornaloni e le migliaia di "lavoratori invisibili" che scrivono per 4 euro ad articolo e portano il 50 per cento delle notizie rischiando le pallottole mafiose. Senza di loro non ci sarebbe informazione né stampata né su rete né in radio e in tv. ieri pomeriggio hanno manifestato davanti a Montecitorio per far parlare di sé come pescatori, tassinari, camionisti, coldiretti e altre "caste" di precari sfruttati. Come Pierpaolo Faggiano della Gazz~tta del Sud, suicidatosi a giugno, o Giovanni Tizian della Gazzetta di Modena, sotto scorta da dicembre Post scriptum. Mentre le scrivo, cara signora, mi perviene una richiesta del giovane Dario Tescarollo, laureato, conoscenza dellinglese, che mi rinnova la richiesta di poter fare almeno uno stage. In queste condizioni, caro Tescarollo, e con decine di richieste come la sua? Aspettiamo almeno che si driariscano le cose, se cioè in Italia possano stampare solo le plutocrazie editoriali o anche i gruppi al servizio di idee.

13 FEDERAZIONE ITALIANA EDITORI GIORNALI Data Z 7 GEN INTERVISTA.. ;~;.; Cesare Avenia ~::;'i.:~::~,::;:-,~';:::-.;,"':~e::'; :;::~'y!'~.~~~~;",:~::~:",.'.::~.1,,;:;:.;-;;;l.{7";.t::.~~. i: ;<7ff~p~1 Can~Jt~Ì~~Bl~; CO~ B!y frequ~nz~. ~: ç~uiilm~2; Pagina I ctìdaniele Lepido. Èpositival'ideadiunopera. tore infrastruttur<lle che posa L etelevisioni avide di fre... qu,enze. Checonil digitale. terresrrehanno creato «molti ca.llau. con contenuti ripetuti» ascapito degli operatori di telefonia, bisognosi di banda «per i loro servizi interattivi». Ma anche lo scontro con gli aver the top, apartire da Google e Facebook, con i quali «dovremmo pensare a un cambia" mento del modello di business».einfinelapreoccupazione che i ricavi della telefonia, a fronte di investimenticrescenti, continuino a calare;cesare. Avenia, il nuovo presidente di Asstel. Il presidente Cesare Avenìa AssotelecomunicaziQni-Asstel, l'associazione cheall'inter-. no di Confin~1istdarjggruppa{{5eiii Ve!ìl!E:aftiO ll"!,n ~"ii::.w la filiera itallariàdelletlc, parla diinnovazionei:!reti...còsa succede alletelco?. In Italia il settore delle telecomunicazioni, nonostante la crisi, continua amantenere ili~ velli d'investirnentosopra la media europea, con una quota annuale del 14% sui ricavi' ri~ spetto al12% della Ue. Euna testirnonianza diretta di questo trend è data dal maxicesborso ceme Goog[e e fa~il: 1J[)tJ"" ma chi inve5te~euereti de'i~... No, ma di certo sarànecessario rivedere ì modelli di business dellafiliera digitale. LapresenzadegIioverthetop èpositiva, ha portato valore, ma anche degli squilibri da ribilanciare. In che modo? per le frequenze Lte, che ha..gli operatori faranno bene. la fibra spenta e poi l'affitta a tutti gli altri. Ma Metroweb da sola non pàsta, ce ne vorrebbero altre. llniinistrocorrado PasSera ha bloccat~ il beauty con. test, fermando l'assegnazionegratuitadi nuovi canalialle televisioni. Èlavostrarivincita dal momento che le telco, questefrequenze, lehannopagateacaroprezzo?. Le frequenze sono un bene del Paese e una risorsa sèarsa quindi è ovvio che debbano essere valorizzate. Ma le domande sono: tuttele frequenze conferite alle televisioni sono state utilizzateinmaìùeraappropriata? I canali del digitale terrestre hanno sempre contenuti adeguati? Ame sembra di no. Da unapartecisonoserviziinterat". tivi veri come quelli delle telco, dall'altra piattaforme di broadcastingpassivo... Sta dicendo che le frequenze appena acquisite per l'lte potrebbero non essere sufficientiai gestoritelefonici? Saranno sufficienti per i piimi anni, ma non nel futuro. Ci sono troppi canali televisivi e sfiorato i 4 miliardi. Più in ge- per esempio, a distinguere le ' troppopoche frequenze liberaneralele telco negli ùltimi.tipologie di traffico e a offrire teperil settore delle telecomunicazioni..che già adesso ne fa quindici anni hanno investita servizipremiumlegati allavelocità e alla portata della oan unuso intensissimcl. nelpaese circa ilo miliardi. È-anchevero,però,.cheige da in un contesto di ripensamento n comparto sta sperimenstorihannomarginielevati,almenosulmobile ite.masenzatoccareicosìdetsione dellaneutralità della retando l'outsourcing e la ces di alcuni rami d'azienda. Cosane pensa? È normalep'erché gli inve ti servizi universali. 'stitnentidevono essere profìttevoli. Cosa ne pensa delle regole Si tratta diunamodalità altersulle Ma ci sono anche difficoltà. Peresempio? -Neh01o enelzoililtatturato reti di nuova generazio-. nativa di consolidamento della ne (Ngn) app~:na liceniiàtefiliera.ch,ipuò avvéjj.ìre in due.dall'agcom? Sono regole migliorabilie delle aziende telefoniche è sce-all'internodi Asstel sto proso. LeeÌ1trate calanti della fonia. muovendo un comitato ristretnonsonostate compensate dal tochelav6ripropriosuquesto~ la pur forte Crescita del traffico Del resto un'associazione che dati, fatto di sidartphonee cma sm tema della banda ultralarga.. vett~, ancheperché questi servi non dovesse rinscirea trovare zivengono assorbìti da overthe top come Googlee Facebook. be molto debole. Le iritemet company dovrebbero investirenelle reti? mddi:odiminuendo il numero degli ~peratori oppure cedendo ramid'azienda Se non si lavora per 1'efficientamento delle risòrse si rischia di perdere posti di lavoro, questa è la veritàeccoperchénelnostrosettore possiamo dire di aver già at -unàposizione congiunta sareb-. tuato, almeno parzialrb.ente, 1a riforma dellavoro attraverso il Il modello Metroweb èrilanciodelleprofessionalitlì. vincente? o RIPRODJZlONE RISERVATA :

14 FEDERAZIONE ITALIANA EDITORI GIORNALI M IANO Data Z 7 GEN.2012 FINANZA Pagina 13 DEPOSITATALA SENTENZADELTIUàlJNALEDFJ..,LAZIO CHE RrDÌSEGNALA GEOGRAFrA])EI CANALI TV ì? IITar rivoiiizl()ti~iff~iecoldanao. Accoltoil ricorsò di Sky Italia sulla numerazione-lcn. Con il pronunciamento ì nuovicanali digitali. di carattere generalista sono assimilati alle vecchie emittenti analogiche. Lapallapassaal Consiglio distato DI ANDREA MONTANAÌu Colpo di scena nella televisione italiana. Ieri pomeriggio la Terza sezione ter del Tar del Lazio (presidente Giuseppe Daniele, estensore Rosa Perna e giudice Donatella Scala), secondo quanto riferito da fonti del settore a milanofinanza.it, ba accoltò ilricorso presentato nel 20 loda Sky Italia (assistita dall'avvocato Ottavio Grandinetti) e relativo al provvedimento emanato all'ep? ca dall'autorità per le garanzie nelle comunicazioni, nel quale si fissavano i criteri di assegnazione automatica dei numeri del telecomando (Len) per i canali della nuova piattaforma digitale terrestre, oggi in uso a più di 11 milioni di famiglie. Fonti vicine alla pay tv di Rupert Murdoch hanno confermato la no-:. tizia, che rischia di rivoluzionare il settore televisivo, sia in chiaro che a pagamento (in particolare quindi l'offerta Premium di Mediaset) rimettendo in discussione tutta la geografia della numerazione dei canali oggi in onda. Questo perché i canali nativi che saranno riconosciuti come generalisti dovranno essere collocati in posizioni continue e contigue rispetto ai canali Rai, Mediaset e TiMedia, senza interruzioni né frnmmentazìoni. n provvedimento di 60 pagine, depositato ieri presso il Tribunale amministrativo del Lazio, dovrà essere ora visionato dai legali di tutte le partì in eampo e sarà soggetto anche alla valutazione del secondo organo di giudizio, il Consiglio di Stato. Questo perché ~on tutta probabilità l'agcom unpugnerà al Consiglio di Stato la sentenza dei giudici, che annullando l'intero provvedimento dell' Authority lacostringe di fat~ to a un nuovo regolamento sulla numerazione automatica dei canali della tv digitale terrestre, seguendo le indicazioni fornite dal Tribunale. Al Consiglio di Stato potrebbero rivolgersi anche Rai e Telecom Italia Media (La7 e Mtv), i gruppi che due anni fa si erano costituiti contro il ricorso dell'emittente di Murdoch. Medi~e~ invece, non aveva preso posizione sull'argomento. Va ~tt? che già lo scorso agosto, su nchiesta delle emittenti Canale 34 e Più Blu Lombardia, il Tar si era pronunciato sulla delibera in questio~e, annullando la parte del ' pro~edìmento che assegnava i nu ~ ~ 9al19 alle tv locali. Pochi. glonu dopo la sentenza era stata sospesa dal Consiglio di Stato. Con questa decisione si riaprono i giochi sul posizionarnento delle èmittenti attualmente in onda nell'etere. Una guerra che Sky Italia aveva avviato due anni fa per legi~ l~ presenza sul digitale gratuito con ilcanale-vetrinacielo (al numero 26) che oggi viaggia a uno sbare medio giornaliero dello 0,44%. Nel panorama televisivo italiano ovviamente la sfida resta sempre quella tra Rai (395% di sbare nel giorno medio a ottobre) ~ Mediaset (36,97%). TI terzo mcomodo, La7 si sta rafforzando.sempre più, tanto da essere arnvata a una media del 4,27%.?~a delle soiprese del paiinsesto e ~ canal~ Rea} Time, con l' 1%. (nproduzlone riservata) Quotazion~ altre news e analisi sj, li, L

15 FEDERAZIONE ITALIANA EDITOR! GIORNALI Data Pagina 2 7 GEN. ZO'lZ 1 di Marco Travaglio Casomai qualcuno pensasse che le frequenze televisive le porta la cicogna, è bene rinfrescarci la memoria. Nel 1990,con 15 anni di ritardo sul resto d'europa, anche l'ltalla ha la sua legge sull'emittenza: la Mamml, detta anche "Polaroid" perché fotografa lo status quo (tre reti Rai, tre Fininvest) e lo santifica. TI piano di assegna7ione delle frequeme lo scrive il portaborse del ministro delle Poste Oscar -;"iamml, Davide Giacalone, che incassa pure le tangenti dalle aziende che lavorano al ministero \ (lo confesserà lui stesso, salvandosi per prescrizione). Degli aspetti tecnici del piano si occupa una mini-ditta che fa capo a Remo Toigo;sempre in cambio di mazzette. Ma la Fininvest non gradisce come lavora Toigo: Galliani lo cbnvoca nel suo ufficio e lo prende a male parole, sostenendo che il ministero non è d'accordo col suo lavoro. Toigo trasecola: che c'entra la Fininvest col ministero? Galliani telefona aletta, vicepresidente Fininvest, e lo prega di organizzare un incontro al ministero. Detto, fatto. Galliani carica Toigo su un aereo privato della Fmìnvest e vola da Milano a Roma. Al ministero Galliani e Toigo trovano non il ministro, ma Giacalone eletta. l quali dicono atoigo di fare come dice la Fininvest Toigo capisce che Fininvest-e ministero sono la stessa cosa e obbedisce. La Procura dì Roma indaga Letta, Galliani e Giacalone per concussione e corruzione, ma poi ilgip li assolve: i fatti sono "pressoché indiscussi", ma non costituiscono reato, perché ilministero era libero di dar ragione alla Fin.lnvest e le minacce atoigo non erano poi così minacciose. Nel '94 però la ConSlùta boccia la Mammì: nessun privato può possedere più di due reti. Dunque Rete4 va spenta o trasferita su satellite. Nel '97 la legge Maccanico (Ulivo), anziché eseguire la sentema, concede una proroga. Ma nel '99 Rete4 perde la concessione, vinta da Europa7. Il governo D'Alema, col nuovo piano frequenze, le lascia a Rete4 e le nega aeuropa7. Nel 2002 la Consulta boccia anche la Maccanico: Rete4 ha un anno di vita. Ma nel 2003 B. sistema la faccenda col decreto salva-rete4 e COn la Gasparri. La scusa è cl1e il digitale terrestre moltiplicherà icanali e priverà Medìaset della posizione dominante. Oggi i canali sono tanti, ma il duopolio Raiset si pappa 1'80% della pubblicità (24% Rai, 56 Mediaset) e gli altri non halmo i mezzi per fare concorrenza. Nel 2009 B. fa la legge "beauty contest", che regala arai e Mediaset le frequenze liberate dal passaggio al digitale. l gestori telefonici invece le pagano care: 4 miliardi. Solo che queste non ~ono.? libere: bisogna espropriarle all~ tv. ~ duopo~~ R:1I~et.. No, alle tv locali, che saranno nsarclte con I,, milioru a pioggia, senza distinguere le grandi dalle piccole (o fmte). Due mesi fa la patata bollente passa al gover~o Monti. Il ministro Passera tentenna fmo al2i gennaio, poi sospende per tre mesi il beauty contest, dicendo che così gli ha suggerito l'agcom. Ma l'agcom fa sapere di aver suggerito di abrogare la legge beauty contest, non di congelarla. Solo così si evita l'annunciato ricorso di Mediaset e si liberano le frequenze per darne alcune alle tv locali espropriate e mettere le altre all'asta. Chi mente? Passera o \'Agcom? Il Fatto è in possesso di una lettera del 12 gelmaio 2012, indirizzata al gabinetto di Passera e firmata dal capo di gabinetto dell'agcom Guido Stazi: "L'argomento è importante, complesso e delicato e ment~... un colloquio diretto tra il vertice dell'autonta e, personalmente, il ministro" (dunque Passera non ha parlato con l'agcom). Conclusione: "Occorrerebbe un intervento legislativo chirurgico che non tocclllle altre parti della delibera 181" dell'agcom, quelle che han "reso disponibili le frequenze assegnate alle " telecomunicazioni con l'asta recentemente conclusa. Cioè: la legge beauty contest va abolita. Perché Passera ha detto di aver seguito l'ìndìcazione dell'agcom, mentre ha fatto il contrario? Chi comanda al ministero dello Sviluppo e Comunicazioni? Gli stessi che nel '92 facevano il bello e il brutto tempo al ministero delle Poste? Ècambiato qualcosa, in questi vent'anni?

16 FEDERAZIONE ITALIANA EDITORl GIORNALI Pagina Scrivo a proposito di una sentenza del tribunale di Roma che ha condannato per diffamazione Peppino Caldarola per un articolo apparso sul "Riformista" nel 2008 in cui criticava aspramente Vauro per una vignetta dedicata a Fiamma Nierenstein. È stato condanrtato ancheantonio Polito allora direttore del "Riformista': Non scrivo per dovere di solidarietà con gli accusati e in difesa di una testata di cui ora sono direttore. Scrivo perché considero sbagliata e pericolosa la sentenza. Vauro aveva ritratto Fiamma con il naso adunco (tipico della vignettistica antisemita) e con la stella di Davide e ilfascio sul petto. Insomma per criticare il fatto che la nota giornalista ebrea Nirenstein si candidava con il Pdl, (questa è la difesa) la disegnava come nella orrenda tradizione antisemitica, tanto da provocare non solo la reazione di Caldarola che scrisse l'articolo incriminato, ma di tutte le comunità ebraiche in Italia e all'estero. Non c'è ancora la motivazione della sentenza. lo ho letto i verbali del processo e ho visto che il pm si trincera su una frase su cui io attiro l'attenzione di tutti i colleghi giornalisti. Anche perché ieri, Vauro, in una interoista al "Fatto" ribadisce che quella frase di Caldarola costituisce diffamazione perché da lui non pronunciata ma messa tra le virgolette. Lafrase è "Sporca ebrea" attribuita a Vauro. Ora per chi pratica la carta stampata sa bene che le virgolette si possono usare per citare unafrase autentica o per sintetizzare un pensiero di chi scrive. Una vignetta non è uno scritto, quindi la frase riassumeva quel che Caldarola pensava di quel disegno. È reato l'opinione di una persona su un disegno, su una vignetta? Il pm nei suoi interoenti invece insiste, nel dire e nel far dire ai testi, che quella frase nella vignetta di Vauro non c'era. Come a dire: è un falso! Sì, non c'era, e allora? Se è reato il giudizio, di Caldarola, occorre condannare le comunità ebraiche che l'hanno condiviso. Insomma, un vignettista può esprimere sgradevolmente, pesantemente e orrendamente un'opinione e chi ne dà una lettura aspramente critica no? Leggeremo le motivazioni ma di questo si tratta.

17 FEDERAZIONE ITALIANA EDITORI GIORNALl Data Z 7 GEN Pagina 3 Ma Mondadori diferlde i suoi autori ~ Una ltberatoria solleva 1'editore da ogni responsabilità giuridica. Lo scrittore dovrà sostenere le spese legali, oppure autocensurarsi di A t. n omo A rmano La proliferazione delle cause contro i libri, soprattutto d'in. dliesta, ha incrinato il patto di solidarietà tra autore e editore. E sulla testa di clù scrive, in particolare per Mondadori, è caduta una clausola chiamata manleva. Che solleva l'editore da ogni responsabilità: se un libro viene portato alla sbarra sono cavoli dell'autore. Le spese processuali le deve sostenere lui e anche quelle d'un eventuale risarcimento. li che equivale alla censura, protesta uno scrittore, sotto garanzia di anonimato. "Come dire: stai attento a quel che scrivi. La clausola viene imposta per tutte le sigle del gmppo». Ma le cose stanno davvero così? "D problema - rivela D? a~ente l~tterario, sempre sotto garan ZIa di anorumato - ha origine con la discesa in campo di Berlusconi. Da allora il numero di libri finiti in tribunale è cresciuto. Perché i libri di inchiesta sono diventati uno strumento dì riflessione civile importante. Anche lo scontro Wl Mafina Berlusconi e Saviano è un segnale in questo senso. Ha dimostrato che la famiglia è disposta a autoinfliggersi una perdita pur di tutelarsi. In altre parole: un autore non deve sentirsi protetto perché pubblica con loro. Noi agenti ci siamo confrontati, facendo fronte comune per non accettare clausole di questo tipo. Peraltro sono vessatorie e non è detto che siano valide». Ma è difficile ìnm1aginare uno scrittore dle fa causa all'editore per coinvolgerlo nella difesa. II problemanon concerne solo i libri d'inchiesta ma anche iromahzi. Lariano Macchiavelli è stato processato per Strage, edito da Rizzoli nel '90, che mischia fiction e realtà. Ha preso spunto dall'attentato alla stazione di Bologna ed è stato denunciato da tm personaggio secondario del libro. L'unico cuinonha cambiato nome. CWamandosi Sergio Piccìafuoco... Strage sparì dal commercio e non tornò neanche dopo l'assoluzione. Einaudi Stile libero, dunque ~.ond~dori, l'.ha riproposto. Macchiavelli ha accet tato di pubblicarlo solo con la garanzia che in caso di cau sa sarebbe stàto tutelato. li nome è stato tolto anche se Picciafuoco intanto è morto. Sai mai gli eredi. (<È giusto tutelarsi se un au tore copia o usa materiale non affidabile -dice Lorenzo Fazio, editore di Chiarelette re, dunque in prima linea sui libri d'indliesta-ma perque sto bastano i normali con tratti. Le clausole dle solle vano da ogni responsabilità invece 110nle approvo. La re sponsabilità va condivisa. L'editore firma un libro pub blicandolo. Ma non vedo un disegno politico da parte di MondadorL Piuttosto una forma di tutela rispetto a ri dlieste di risarcimento sem pre più esose. Se un impren ditore o un politico dliede una cifra folle a scopo intimi datorio e poi tu vieni assolto dovrebbe essere condarma to a pagare una penale, come accade all'estero. Invece qui si dividono le spese legali. Chiedere certe cifre è un modo per limitare la libertà d'informazione e mi sembra urgente COfrere ai ripari». Qual è stato il risarcimento più alto che vi hanno dliesto? «La richiesta di 26 milioni da parte delle ferrovie per Fuori orario, di Claudio Gatti, tmlibro con accuse molto forti ma doclln1entatissimo». Chi sono quelli che hanno la denuncia facile? «Imprenditori, politici... Non tutti. Berlusconi non fa causa e neanche Andreotti». 111 LjUCMU l[uauro SC1VOlOSO at accanimento legale nei confronti dei libri, gli avvocati sono editor aggiunti. I libri vengono vagliati per evitare denunce. «Ho accettato di pubblicare Il mondo deve sapere - dice,michela Murgia - solo dopo la garanzia di essere coperta per le spese legali anche in caso di condarma». Ma non avevi già raccontato l'ambiente di lavoro alla Kirby sul blog? "Si ma era anonimo. Ho do'lruto garantire a Isbn che tutto quello che raccontavo era vero. Un av-, vocato ha letto il libro e mi ha consigliato dì cambiare alcune cose. Per esempio togliere l'espressione organizzazione del lavom nazista e un nome reale». l profili legali della narrativa si allargano. I nomi veri sono da evitare come la peste. "Esiste un diritto alla tutela della persona che va rispettato - dice l'avvocato Alberto Mittane, storico consulente Einaudi -e lasciare un nome reale espone a conseguenze a meno che non sì tratti d'una autobiografia. In una trasmissione di Arbore c'era un personaggio che mandava messaggi da sotto terra e Si clliamava Giandomenico Pisapia, come ilgiurista», E padre del sindaco di Milano. «Dopo qualche puntata harmo annunciato che cambiavano il nome». Le cautele, spiega Mittone, valgono anche per la docufiction o l'autofiction dove ci sono schegge di realtà e altre di fantasia. I fatti accaduti come la strage di piazza Fontana vanno ricostruiti correttamente anche se li inserisco in una trama di fantasia, come succede nel romanzo di Alberto Garlini La legge dell'odio, Ese c'èunriferirnento a un personaggio reale, non basta dar conto esattamente di una parte della sua vi.cenda processuale perché magari viene assolto dopo l'uscita del libro».

18 ITALIANA EDITORI GIORNALI ~ ~.Data Z 7 BEN. IPagina 8 SUL-WEB I PIRATI NON SONO TuTrr UGUALI di Raffaele Rovati I l grande clamore che ha suscitato l'arresto di Kim Dotcom, fondatore del sito Megaupload, rischia di confondere le idee sullapirateria informatica Mentre in America il Congresso discute sull'introduzione dello Stop Online PiracyAct (Sopa, la legge antipirateria contro cui, tra l'altro, la settimana scorsa WIkipedia ha protestato oscurando per una giornata il suo sito)., e Bruxelles prende le distanze dalle politiche poliziesche Usa, l'fbi è partita all'attacco contro Megaupload, sito con sede a Hong Kong ma i cui principali referenti stavano in Nuova Zelanda. Rispetto a battaglie legali del passato, il caso piùfamoso quello di Pirate Bay, qui ci si trova davvero di fronte a qualcuno che si è arricchito davvero speculando sul copyright altrui. Quando si parla di peer-to-peer in generale, fino alla molto utiliz1ata piattaforma Torrent, non si tratta di altro che della versione digitale dello scambio tra persone che, in tempi analogici, si facevade visu, magari con un'audiocassetta. Intendiamoci, anche registrare l'ellepì comprato regolarmente su un nastro vergine era formalmente reato. Mai! fatto che sitrattasse di copia peruso personale ò si escludessero i fini di lucro dalla duplicazione distinguevano nettamente glionesti utenti dai camonisti che commerciavano supporti contraffatti in tutti i mercatini d'italia. Qui, a fare la differenza è proprio un modello di business. Siti come Pirate Bay indubbiamente lucrano dallo scambio illegale difile, ma esclusivamente con gli introiti pubblicitari legati al vasto pubblico che visita le loro pagine web. Megaupload e simili, invece, ufficialmente sono servizi di archiviazione, ma vendono veri e propri abbonamenti per scaricare film e musica più velocemente e in maggiore quantità. E la distinzione è tutt'altro che di poco conto.

19 EDITORI GIORNALI Data Z 7 Gal. ZD1Z {, -'-~ 'v WJWlMi rranciae ITALIA UNlTEIN DIFESAPiiCANALIDlSTRIBUllVl TRADIZIONALI -.-. E--book}l'Eliropa viìanagu~ité!'. --~ "-'-~_. <l1 una giornata. di an~si del mercato del libro virtuaj.e nell'umone ~uropea. I numeri sono ancora piccoli. Sa da un lato il Regno Unito p~ò vantare un 3,7%.. di penetrazio~~.de~ e-ìx;<>k ~ titoli dispomòilim lingua (l <L;tti sono dello scorso ottobre), il resto d Europa deve fard conti con uno O,go;6 della Gerulania (e, titoli a.dispos~one) e un misero 0,5% di Francia e ~~ ~~ fr?n CAPGIZI. te dei libri disponibil, pero, l cug;un d 01. tralpe possono almeno sceglier~ fra ltàliae Francia unite nellabattagliadel BO.OOOutoli, mentre il Belpaes~ Sl fer liòro eletìronicoa Bruxelles. Se, infatti, ma a Questo è l~oggl, m~ il se~o: atenerbanco di questi tempi sono la cri". re anche in Europa corre con 1 tass1 di si dei mercati internazionà1i direttamen crescita cui ci ha abituato Internet; se: te legata in primis ai problemi di debito condo 1'Associazione italiana editon, sovranonell'eurozona, i governi non'di menticano anche altre questi6m impor.. 11'80% dei li tanti. Coine quelle dell'infonnazione, (Aie), S1.Ù i!~nte ed~~~~~~ scuole Italia della cultura, della tecnologia e delle bri scolasticl I:ropo.vede associati an proprietà intellettnali:. tutte tematiche ne per l'anno. lllc?rson;,~nto invece, at che motano intorno all'antica tradizio che contenuti onlln\'lill'offerta di tito ne dei liòri. Già, perché veloce quanto tienepiùsi!~~en,: si è passati.dai ~ '. corre. il nervosismo sui mercati è arriva li elettromclj.?- I~ili del 2011 a crrca ta in Europa anche l' ondata di liòri digi e-book 9sp~m. fine 2011). tali che si sta sviluppando su tre filoni: a~.lstuna.' ubblicatenel su tutti gli sture come Amazon (il cui "Le emzl?m ~\~ leltotale di quel- successo èinseguito dalle decine e cen sono crrca. 70 dalla Aie - e gli. tinaidi piccole Amazon messe in piedi le cartacee - splegano '... t daun ane;...~ 1;~,.,' hanno propos o, da editori tradizionali e non}, poi ci sono editon luuj.<u-u il 20% delle loro i foinitori di -software come Microsoft, no <l; questa p~~~:~~o elettronico. So: I quelli di hardware come Sony, esu tutti novità.anche ~ strano l'impegno deg~.il modello di business onnicomprensivo no. da~.=~ questo mercato,.cons~ diapplefsoftw:are,:nardware e contenueditonl h il fa.tturato è ancora di poc I ti insieme), ricalcato tra l'altro proprio' derato c e..... dalla stessa Amazon con il recente lan~ ~..~...~ciodelsuo tablet, il Kiridle Fire. ~oro df~ (3-4 inilioni s~ a fine Le nùove categorie di soggetti cheten 2011ndr»>. Sultavolo,comenfor~ la gono in. pugnoun mercato della distribu stes~.aie' restàno~:perq Jematlch~ lid: zioné virtuale non ancora regolamentaportanti aaaiftòhtite an.ch~ condallgli~~ tonschiano di wsaltare il vecèhiosiste artner europei: a commclare..... ' madidisfuòuzione delle liòrerie diffuse Xagliequiliòri sul me~r:a!o de~distribu. sul territorio o quanto meno di ridurne ' zione fino àlla portabilità deg~ ebook (la notevolmente gli~introiti. Per altro sen ossibilità di trasferirlitra plattafonn~_ za che la Ue abbia ancora affrontato in ~. terriùriali dlversi)è all'emerger. e di..modo òiganico iltema 'ileldirittò d'autouna agguemta pirate9a' Inso~a illa~ - re, sacro a chi scrive. soprattutto nella i voro non manca per difenderei contenu satira e nella politica (dal mòment() che ti e dara spazio a un J;luovo suppo~o for-. spesso diquello,sivive).«i due Paesi la roto dalla tecnologia. Senza p~ro dan: vorano fianco a fianco su un tema di pri neggiareunsistema di produzlone.edi. missijno interèsse per il, futuro della cul 'disthòuzioneeditorialè che v:an~~eltura e della formazione delle nuove gene l'europa uno dei suoi più antichi e lidrazioni)" hanno spiégato all'ambasciata 'P9rtanti player al mondo"..,. francese a Roma, recente protagonista ~.

20 GIORNALI Data Pagina Z7 BEN. Z01Z l I III L'app lltackable" spopola tra gliindlllnados della West Coast. Una forma di giornalismo "dal basso" dei cihadini di Anna VOlpicelli San Francisco, a raccontare notizie, eventi e storie sono i giornalisti "cittadini", persone, comuni cioè che attraverso l'iphone inviano post, foto o video a Tackable,com: una free platform creata esclusivamente per la Appie che permette a chiunque di aggiornare gli utenti su ciò che avviene in città, L'idea è di Luke Stangel, giornahsta di professione fermamente convinto che nel prossimo futuro l'informazione circolerà grazie all'utilizzo di smartphone. Tutto è cominciato lo Scorso novembre quando Ian Hill, reporter di KQED, la più grande radio californiana, ha chiesto agli iscritti di spedire foto relative allo sciopero generale organizzato da Occupy Oakland, città della Bay Area dove il movimento siè sviluppato. Durante la Contestazione sono state caricate 258 immagini e alcuni video visibili su: Stesso, discorso, per la protesta OccupyCal che vede protagonisti tutti gli studenti di Berkeley in un accampamentoposto difronte all'università con lo scopo di chiedere la riduzione delle tasse uruversitarie. A ciò va aggiunta, inflne, Wall Street West, la manifestazione, tenutasi venerdì 20 gennaio, messa in piedi dai ragazzi di Occupy Sf che hanno marciato davanti ad alcune delle principali banche fra cui Wells Fargo (responsabile di sfratti e pignoramenti), CityBank, Bank ofamerica presenti nei quartieri The Mission, Bernal Heights. Il motivo è sempre lo stesso: rivendicare quel 99% che lotta per una uguaglianza e giustizia economica, equo diritto al lavoro, a una casa e a una vita più sostenibile per ogni i?divid~l~i Ovviamente vivendo a San FranCISCO c. domanda se la rivolta includa anche le azten: de presenti nella Silicòn Valley, fondamentali per lo sviluppo economico della Bay Area e non solo. In quel l %, insomma, rientrano l colossi tecnologici? «No, ilsettore hi-tech _ spiega Amy Oh, una delle coordinatrici di Occupy SF non è nel nostro bersaglio. Le compagnie tecnologiche, a eccezione del settore automobilistico, che circondano la città non attingono ai soldi dei contribuenti per acquistare i prodotti necessari alle loro attività. Google, per esempio, non ricava alcun profitto da interessi astronomici di mutui e ipoteche». L'attività di Tackable, quindi, sembra ottenere consensi da parte dì rivoluzionari e pacifisti. Per entrare nel gruppo è necessario rimanere connessi: il team di Tackable, infatti, assegna dei compiti a tutti utenti. (,Lo scorso mercoledì prosegue Luke - ho domandato agli iscritti di inviare foto dalla manifestazione anti-sopa/pipa (contro la censura online), avvenuta qui in città. lo stesso sono sceso in piazza a protestare con uno dei miei colleghi, ed entrambi abbiamo mandato foto e video in diretta dalla scena OIttp://tackable.com/a=%13»). Ogni settimana nelle sezioni "featured», «trending» "new» del sito vengono Commissionati degli scatti su iniziative particolari o situazioni più ludiche. Perrendere ilgioco più stimolante e accattivante la squadra di Tackable ha istituito una sorta di classifica globale. dov~ per ogni immagine o video postatidat va:-! par: tecipanti viene assegnato un punteggio. chi primeggia per qualità e interesse otterra maggior visibilità. "Credo ~olto 10 questa nuova forma di fare informazione - p~osegu~ Luke - sono convinto che nel giro di 5 anlll trasformerà l'intero settore. Per i giornalisti, infatti, informare attraverso gli smart?hon~ sarà un modo più diretto e imm~d.iato. d~ stare a contatto con i "lettori", per l clttadl?i invece diventerà un mezzo per essere pm presenti in che ciò accade in,t~rno.a loro». E in Nuova Zelanda hanno gla mtmto le potenzialità della piattaforma. Il Hawke's Bay Today, per esempio, un quotidiano regiona- S EGUE

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.)

GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.) GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.) (A cura di Barbara Limonta e Giulia Scacco) INDICE Introduzione pag. 3 Efficacia della registrazione

Dettagli

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI LO STRUMENTO PER GESTIRE A 360 LE ATTIVITÀ DELLO STUDIO, CON IL MOTORE DI RICERCA PIÙ INTELLIGENTE, L UNICO CHE TI CAPISCE AL VOLO. www.studiolegale.leggiditalia.it

Dettagli

Come è fatto un giornale?

Come è fatto un giornale? Come è fatto un giornale? 1. Com'è fatto un giornale? 2. Per iniziare o la testata è il titolo del giornale. o le manchette (manichette) sono dei box pubblicitari che le stanno al lato 3. La prima pagina

Dettagli

Come si fa un giornale

Come si fa un giornale Come si fa un giornale COME SI FA UN GIORNALE dall idea alla distribuzione Un giornale è una struttura complessa composta da un gruppo di persone che lavorano insieme che chiameremo LA REDAZIONE Al vertice

Dettagli

Rassegna del 20/04/2015

Rassegna del 20/04/2015 Rassegna del 20/04/2015 LAVORO 20/04/2015 Corriere della Sera Voucher più facili per pagare le colf - Voucher fino a 7 mila euro per pagare colf e badanti 20/04/2015 Corriere della Sera Economia 20/04/2015

Dettagli

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale La par condicio Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale Par condicio fonti normative Legge 515/93 (Disciplina delle campagne elettorali per l elezione alla Camera dei

Dettagli

Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni

Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni di Pierluigi Rausei * La Sezione II, del Capo III (Disciplina

Dettagli

La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali

La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali I. Introduzione : una Carta essenziale per tutti i lavoratori europei II. Contesto storico : come è stata elaborata

Dettagli

Su gentile concessione di D&L - Rivista Critica di Diritto del Lavoro. Le riforme del contratto a termine: non solo Legge Fornero.

Su gentile concessione di D&L - Rivista Critica di Diritto del Lavoro. Le riforme del contratto a termine: non solo Legge Fornero. Le riforme del contratto a termine: non solo Legge Fornero Milano, 31/1/13 1. Premessa - 2. L art. 32 L. 183/10-3. La riforma Fornero - L art. 28 DL 179/12. 1. Premessa Il contratto a termine detiene un

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

2. 1. Il datore di lavoro, imprenditore o non imprenditore, deve comunicare per iscritto il licenziamento al prestatore di lavoro.

2. 1. Il datore di lavoro, imprenditore o non imprenditore, deve comunicare per iscritto il licenziamento al prestatore di lavoro. L. 15 luglio 1966, n. 604 (1). Norme sui licenziamenti individuali (2). (1) Pubblicata nella Gazz. Uff. 6 agosto 1966, n. 195. (2) Il comma 1 dell art. 1, D.Lgs. 1 dicembre 2009, n. 179, in combinato 1.

Dettagli

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE.

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. IL SEGRETARIO GENERALE con la capacità e con i poteri del privato

Dettagli

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio OSSIGENO Osservatorio Fnsi-Ordine Giornalisti su I CRONISTI SOTTO SCORTA E LE NOTIZIE OSCURATE Perché un ennesimo osservatorio Alberto Spampinato* Il caso dei cronisti italiani minacciati, costretti a

Dettagli

Sostegno della maternità e della paternità - Legge 8 marzo 2000, n. 53. (Circolare n. 4/1-S-729, in data 10 giugno 2000, del Min. Giustizia, Org.

Sostegno della maternità e della paternità - Legge 8 marzo 2000, n. 53. (Circolare n. 4/1-S-729, in data 10 giugno 2000, del Min. Giustizia, Org. Sostegno della maternità e della paternità - Legge 8 marzo 2000, n. 53. (Circolare n. 4/1-S-729, in data 10 giugno 2000, del Min. Giustizia, Org. giud., Uff, II) Con la presente nota-circolare si ritiene

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI La Repubblica Italiana ed il Regno dell Arabia Saudita desiderando intensificare

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

2009: il cumulo pensioni + altri redditi

2009: il cumulo pensioni + altri redditi Febbraio 2009 2009: il cumulo pensioni + altri redditi A cura di G. Marcante PREMESSA L art. 19 del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112 convertito, con modificazioni, nella legge 6 agosto 2008, n. 133,

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI Il Governo della Repubblica Italiana ed il Governo del Regno del Marocco (qui

Dettagli

Si accludono per le delegazioni le conclusioni adottate dal Consiglio europeo nella riunione in oggetto.

Si accludono per le delegazioni le conclusioni adottate dal Consiglio europeo nella riunione in oggetto. Consiglio europeo Bruxelles, 26 giugno 2015 (OR. en) EUCO 22/15 CO EUR 8 CONCL 3 NOTA DI TRASMISSIONE Origine: Destinatario: Segretariato generale del Consiglio delegazioni Oggetto: Riunione del Consiglio

Dettagli

GIORGIO MOTTOLA Chiedo scusa, io avevo preso il biglietto ad Alta Velocità per il treno delle 14.20. Posso prendere questo?

GIORGIO MOTTOLA Chiedo scusa, io avevo preso il biglietto ad Alta Velocità per il treno delle 14.20. Posso prendere questo? IL BIGLIETTO INFLESSIBILE di Giorgio Mottola CLAUDIA DI PASQUALE Tutto si gioca sull Alta Velocità. Intanto i pendolari si devono arrangiare perché sembra che non interessino a nessuno. Ma i passeggeri

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

REGOLAMENTO CONCORSO UN MONDO TUTTO MIO

REGOLAMENTO CONCORSO UN MONDO TUTTO MIO REGOLAMENTO CONCORSO UN MONDO TUTTO MIO TEMA Il concorso Un mondo tutto mio è dedicato all ambiente in cui vivono i bambini, come è e come lo vorrebbero. L idea è far descrivere agli alunni il posto ideale

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente N. 02866/2015REG.PROV.COLL. N. 10557/2014 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quarta) ha pronunciato la presente SENTENZA sul

Dettagli

Accordo d Uso (settembre 2014)

Accordo d Uso (settembre 2014) Accordo d Uso (settembre 2014) Il seguente Accordo d uso, di seguito Accordo, disciplina l utilizzo del Servizio on line 4GUEST, di seguito Servizio, che prevede, la creazione di Viaggi, Itinerari, Percorsi,

Dettagli

LE FONTI DEL RAPPORTO DI LAVORO PRIVATO ALLE DIPENDENZE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

LE FONTI DEL RAPPORTO DI LAVORO PRIVATO ALLE DIPENDENZE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE LE FONTI DEL RAPPORTO DI LAVORO PRIVATO ALLE DIPENDENZE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE REPORT ANNUALE - 2011 - ITALIA (Aprile 2011) Prof. Alessandra PIOGGIA INDICE 1. LA PRIVATIZZAZIONE 2. LE COMPETENZE

Dettagli

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 430, 26 OTTOBRE 2001, CONCORSO A PREMI PIMP MY TEMPO 2.0

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 430, 26 OTTOBRE 2001, CONCORSO A PREMI PIMP MY TEMPO 2.0 REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 430, 26 OTTOBRE 2001, CONCORSO A PREMI PIMP MY TEMPO 2.0 PROMOSSO DALLA SOCIETA SCA HYGIENE PRODUCTS SPA Via XXV Aprile, 2 55011 ALTOPASCIO (LU) PIVA 03318780966 REA 186295 SOCIETA

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali?

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali? Domanda: Risposta (a cura di Maurizio Santoloci): Oggi un impresa edile che trasporta in proprio i rifiuti non pericolosi con proprio mezzo al contrario di quanto accadeva nella previdente disciplina deve

Dettagli

Guida alla prevenzione della pirateria software SIMATIC

Guida alla prevenzione della pirateria software SIMATIC Guida alla prevenzione della pirateria software SIMATIC Introduzione Questa guida è stata realizzata per aiutare la vostra azienda a garantire l utilizzo legale del software di Siemens. Il documento tratta

Dettagli

ORDINANZA DELLA CORTE (Ottava Sezione) 12 dicembre 2013 (*)

ORDINANZA DELLA CORTE (Ottava Sezione) 12 dicembre 2013 (*) ORDINANZA DELLA CORTE (Ottava Sezione) 12 dicembre 2013 (*) «Rinvio pregiudiziale Articolo 99 del regolamento di procedura della Corte Politica sociale Direttiva 1999/70/CE Clausola 5 dell accordo quadro

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DEI RIPOSI E DURATA DEL LAVORO NOTTURNO

ORGANIZZAZIONE DEI RIPOSI E DURATA DEL LAVORO NOTTURNO Scheda esplicativa per la trattativa decentrata maggio 2009 ORGANIZZAZIONE DEI RIPOSI E DURATA DEL LAVORO NOTTURNO a cura di Giuseppe Montante e Carlo Palermo componenti la Delegazione trattante nazionale

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI #WHYILOVEVENICE

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI #WHYILOVEVENICE MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI Soggetto delegato #WHYILOVEVENICE PROMOSSO DALLA SOCIETA BAGLIONI HOTELS SPA BAGLIONI HOTELS S.P.A. CON

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014

Quadro di valutazione L'Unione dell'innovazione 2014 Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014 Quadro di valutazione dei risultati dell'unione dell'innovazione per la ricerca e l'innovazione Sintesi Versione IT Imprese e industria Sintesi Quadro

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

Vivere e lavorare in Italia

Vivere e lavorare in Italia Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali EURES - Italia Vivere e lavorare in Italia Una breve guida per cittadini EU interessati a trasferirsi in Italia Marzo 2010 VIVERE E LAVORARE IN ITALIA L Italia

Dettagli

Prot. n 1857/22 Circolare N 10/LUGLIO 2015 LUGLIO 2015 A tutti i colleghi (*)

Prot. n 1857/22 Circolare N 10/LUGLIO 2015 LUGLIO 2015 A tutti i colleghi (*) Prot. n 1857/22 Circolare N 10/LUGLIO 2015 LUGLIO 2015 A tutti i colleghi (*) LE ASSUNZIONI CONGIUNTE IN AGRICOLTURA. Il settore agricolo, in particolar modo per quel che concerne la gestione degli operai

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

LA STORIA DI UN VIAGGIO ACCIDENTATO PER LE SCELTE DELLA POLITICA.

LA STORIA DI UN VIAGGIO ACCIDENTATO PER LE SCELTE DELLA POLITICA. DOV'ERA LA CGIL? Al quesito post ideologico che as silla il presidente del consiglio dei ministri, Matteo Renzi, tentiamo di dare una risposta per i fatti e non per l'ideologia. Era il 2009 e la CGIL scriveva

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza

Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza di Pietro Gremigni Consulente aziendale in Milano in breve Argomento Il mese di agosto è considerato di solito il periodo classico di utilizzazione delle

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014)

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) Protocollo RC n. 28105/14 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) L anno duemilaquattordici, il giorno di martedì trenta del mese di dicembre, alle

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

Pensione di vecchiaia con 15 anni di contributi: ok dall'inps Ipsoa.it

Pensione di vecchiaia con 15 anni di contributi: ok dall'inps Ipsoa.it Pensione di vecchiaia con 15 anni di contributi: ok dall'inps Ipsoa.it di Aldo Forte Pubblicista Esperto in materia previdenziale L'Inps, con la circolare n. 16/2013, chiarisce che per i soggetti con un'anzianita'

Dettagli

Regolamento. Regolamento Oltre le Mura di Roma 28 aprile 2015 1) PREMESSA

Regolamento. Regolamento Oltre le Mura di Roma 28 aprile 2015 1) PREMESSA Regolamento Oltre le Mura di Roma 28 aprile 2015 Regolamento 1) PREMESSA Oltre le Mura di Roma è un concorso di fotografia dedicato alle periferie di Roma organizzato dai Global Shapers (www.globalshapersrome.org),

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Che cos è e come funziona l e-book

Che cos è e come funziona l e-book Che cos è e come funziona l e-book 1/3 di Francesca Cosi e Alessandra Repossi Negli ultimi mesi si è parlato molto dell e-book e del fatto che presto rivoluzionerà il mondo dell editoria: sono stati organizzati

Dettagli

ASpI, Mini ASpI, Una Tantum per cocopro Tutte le novità sul sostegno al reddito dei lavoratori

ASpI, Mini ASpI, Una Tantum per cocopro Tutte le novità sul sostegno al reddito dei lavoratori ASpI, Mini ASpI, Una Tantum per cocopro Tutte le novità sul sostegno al reddito dei lavoratori Giugno 2014 La legge di riforma del mercato del lavoro approvata il 28 Giugno 2012 (L.92/2012) ha introdotto

Dettagli

LINEE GUIDA in materia di discriminazioni sul lavoro

LINEE GUIDA in materia di discriminazioni sul lavoro LINEE GUIDA in materia di discriminazioni sul lavoro (adottate dall Ente in data 10/06/2014) La Provincia di Cuneo intende promuovere un ambiente di lavoro scevro da qualsiasi tipologia di discriminazione.

Dettagli

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE C.C.N.L. per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati / multi servizi. Ai

Dettagli

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL EUROPEAN TRADE UNION CONFEDERATION (ETUC) SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVORO 01 Tendenze generali riguardanti l orario

Dettagli

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Delibera n.12/2013: Requisiti e procedimento per la nomina dei

Dettagli

Art.1 (Oggetto) Art.2 (Definizioni)

Art.1 (Oggetto) Art.2 (Definizioni) REGOLAMENTO SULLA TUTELA DELLE PERSONE E DI ALTRI SOGGETTI RISPETTO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI emanato con decreto direttoriale n.220 dell'8 giugno 2000 pubblicato all'albo Ufficiale della Scuola

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l.

Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l. TERMINI E CONDIZIONI Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l. ha predisposto le seguenti Condizioni generali per l utilizzo del Servizio

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

La pubblicazione delle delibere degli enti locali: dall albo pretorio al sito web

La pubblicazione delle delibere degli enti locali: dall albo pretorio al sito web La pubblicazione delle delibere degli enti locali: dall albo pretorio al sito web L art.32, comma 1 della legge 18 giugno 2009, n.69 ha fissato al 1 gennaio 2010 [la data in cui], gli obblighi di pubblicazione

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

L ESECUZIONE FORZATA NEI CONFRONTI DELLA P.A.

L ESECUZIONE FORZATA NEI CONFRONTI DELLA P.A. L ESECUZIONE FORZATA NEI CONFRONTI DELLA P.A. 1. La responsabilità patrimoniale della P.A. ed i suoi limiti Anche lo Stato e gli Enti Pubblici sono soggetti al principio della responsabilità patrimoniale

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

BANDO DEV REPORTER NETWORK

BANDO DEV REPORTER NETWORK BANDO DEV REPORTER NETWORK Premessa La Federazione Catalana delle Ong per lo Sviluppo (FCONGD), il Consorzio delle Ong Piemontesi (COP) e la Rete Rhône-Alpes di appoggio alla cooperazione (RESACOOP) realizzano

Dettagli

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Fabio Ragaini, Gruppo Solidarietà Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Con Ordinanza 189/2010, www.grusol.it/informazioni/12-04-10.pdf, Il Tar delle

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966 con le modifiche della legge 4 novembre 2010, n. 183 (c.d. Collegato Lavoro) Legge 28 giugno

Dettagli

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade)

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade) AGENDA DIGITALE ITALIANA 1. Struttura dell Agenda Italia, confronto con quella Europea La cabina di regia parte con il piede sbagliato poiché ridisegna l Agenda Europea modificandone l organizzazione e

Dettagli

18, 21 febbraio, 5, 11, 18 marzo 2008

18, 21 febbraio, 5, 11, 18 marzo 2008 18, 21 febbraio, 5, 11, 18 marzo 2008 Informazioni generali Legge 22 aprile 1941, n. 633 più volte modificata modifiche disorganiche farraginosa in corso di revisione integrale (presentata bozza il 18.12.2007)

Dettagli

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza.

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza. Termini d uso aggiuntivi di Business Catalyst Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza. L uso dei Servizi Business Catalyst è soggetto

Dettagli

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time Decreto Part-time Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time ARTICOLO 1 Definizioni 1.Nel rapporto di lavoro subordinato l assunzione

Dettagli

Note legali. Termini e condizioni di utilizzo. Modifiche dei Termini e Condizioni di Utilizzo. Accettazione dei Termini e Condizioni

Note legali. Termini e condizioni di utilizzo. Modifiche dei Termini e Condizioni di Utilizzo. Accettazione dei Termini e Condizioni Note legali Termini e condizioni di utilizzo Accettazione dei Termini e Condizioni L'accettazione puntuale dei termini, delle condizioni e delle avvertenze contenute in questo sito Web e negli altri siti

Dettagli

LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO: ASPETTI DI MAGGIOR RILIEVO E RICADUTE OPERATIVE

LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO: ASPETTI DI MAGGIOR RILIEVO E RICADUTE OPERATIVE DATI E INFORMAZIONI DI INTERESSE AMBIENTALE E TERRITORIALE Terza sessione: IL CONTESTO NORMATIVO, L ORGANIZZAZIONE, GLI STRUMENTI LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO: ASPETTI DI MAGGIOR RILIEVO E RICADUTE OPERATIVE

Dettagli

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto Mini Guida Lotta alle frodi nella RC Auto Guida realizzata da Con il patrocinio ed il contributo finanziario del LOTTA ALLE FRODI NELLA RC AUTO Le frodi rappresentano un problema grave per il settore della

Dettagli

La Normativa del Lavoro in Cina

La Normativa del Lavoro in Cina La Normativa del Lavoro in Cina di Giovanni Pisacane g.pisacane@greatwayadvisory.com www.greatwaylimited.com Corriere Asia Publishing Ltd. www.corriereasia.com quaderni e approfondimenti LA NORMATIVA DEL

Dettagli

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014 SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI Bologna, 22 luglio 2014 INQUADRAMENTO NORMATIVO FISCALE La nuova disciplina sulle società tra professionisti non contiene alcuna norma in merito

Dettagli

DELIBERA N. 78/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MARRUCCI / EUTELIA XXX IL CORECOM LAZIO

DELIBERA N. 78/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MARRUCCI / EUTELIA XXX IL CORECOM LAZIO DELIBERA N. 78/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MARRUCCI / EUTELIA XXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità, Corecom Lazio

Dettagli

IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta

IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta a cura di Enzo Mologni e dell Uffi cio Comunicazione CGIL di Bergamo 4 Ottobre 2013 IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta Presentiamo in questo numero alcune informazioni

Dettagli

IL TRIBUNALE DELLE IMPRESE. Dalle Sezioni Specializzate della proprietà p industriale e intellettuale alle Sezioni Specializzate dell Impresa.

IL TRIBUNALE DELLE IMPRESE. Dalle Sezioni Specializzate della proprietà p industriale e intellettuale alle Sezioni Specializzate dell Impresa. Milano, 16 aprile 2012 CONSIGLIO SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA UFFICIO DEI REFERENTI PER LA FORMAZIONE DECENTRATA DEL DISTRETTO DI MILANO LE RECENTI NOVITA' NORMATIVE E IL LORO IMPATTO SUL MONDO DELLA GIUSTIZIA:

Dettagli

Corte Europea dei Diritti dell Uomo. Domande e Risposte

Corte Europea dei Diritti dell Uomo. Domande e Risposte Corte Europea dei Diritti dell Uomo Domande e Risposte Domande e Risposte COS È LA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL UOMO? Queste domande e le relative risposte sono state preparate dalla cancelleria e non

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE DEL LAZIO -SEZIONE III - SENTENZA

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE DEL LAZIO -SEZIONE III - SENTENZA REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE DEL LAZIO -SEZIONE III - N. RS Anno 2009 N.7088 RGR Anno 1996 ha pronunciato la seguente SENTENZA sul ricorso n.7088

Dettagli

CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI

CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI Adottata dal Consiglio d'europa a Strasburgo il 25 gennaio 1996 Preambolo Gli Stati membri del Consiglio d'europa e gli altri Stati, firmatari

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli