FONDOPROFESSIONI CATALOGO FORMATIVO ACCREDITATO OFFERTA FORMATIVA 2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FONDOPROFESSIONI CATALOGO FORMATIVO ACCREDITATO OFFERTA FORMATIVA 2015"

Transcript

1 FONDOPROFESSIONI CATALOGO FORMATIVO ACCREDITATO OFFERTA FORMATIVA 2015 AREA TEMATICA: OPERATIONS E SUPPLY CHAIN MANAGEMENT Corso executive Supply Chain Management Corso executive Supply Chain Management focus Procurement Corso executive Supply Chain Management focus Logistics AREA TEMATICA: DIGITAL BUSINESS Corso executive Jobleader Digital Business AREA TEMATICA: INTERNAZIONALIZZAZIONE International Training Map AREA TEMATICA: AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO Ristrutturazioni aziendali e rilancio del business: strategie, approcci e strumenti Capire la Finanza in Azienda Il Controller in Azienda: l'analisi delle attività, degli strumenti e dei sistemi gestionali del Controller AREA TEMATICA: FINANZA D IMPRESA E ICT MANAGEMENT Corso executive Jobleader Performance Management e Financial Intelligence AREA TEMATICA: LEAN MANAGEMENT Corso executive Jobleader Lean Transformation AREA TEMATICA: INNOVAZIONE Corso executive Jobleader Innovation Management e R&D AREA TEMATICA: PROJECT MANAGEMENT Corso executive JobLeader Project Management AREA TEMATICA: GENERAL MANAGEMENT Corso executive La Mia Impresa - Corso base di formazione imprenditoriale

2 AREA TEMATICA: OPERATIONS E SUPPLY CHAIN MANAGEMENT CORSO EXECUTIVE SUPPLY CHAIN MANAGEMENT Edizioni: 2 (6^ e 7^ edizione) Destinatari: il corso si rivolge alle seguenti figure professionali: supply chain manager che intendono potenziare le proprie conoscenze e desiderano aggiornarsi sulle best practice; logistics manager, purchasing manager, buyers e operations manager che vogliono integrare nella propria gestione le relazioni con clienti e fornitori; manager e professionisti che desiderano allargare il proprio ambito di intervento e la conoscenza dell intera supply chain; società di consulenza che operano su progetti di riorganizzazione della supply chain dei propri clienti. I partecipanti devono essere in possesso di Laurea o Diploma universitario ed avere un esperienza professionale di almeno due anni. In assenza del titolo di Laurea o Diploma universitario, è richiesta una significativa esperienza professionale in ambito supply chain. Obiettivi del corso: il corso executive Supply Chain Management nasce dalla collaborazione tra Fondazione CUOA, Advance e APICS, con l obiettivo di: potenziare le competenze professionali relative alla gestione delle reti di fornitura e distribuzione; descrivere le best practice in ambito supply chain; fornire la strumentazione teorica e operativa per affrontare in modo efficace le decisioni che consentono di configurare nel modo più appropriato i supply network e i processi che si svolgono al loro interno; acquisire risposte concrete al perché oggi è sempre più importante operare come un sistema integrato di imprese; sviluppare una visione strategica della supply chain; acquisire competenze e strumenti aggiornati immediatamente applicabili in azienda. Contenuti didattici: il programma del corso è articolato in 3 macro-moduli (supply chain building blocks, focus procurement e focus logistics) che forniscono una visione allargata del ruolo degli acquisti e della logistica nell impresa e dei legami con le altre funzioni, in una prospettiva di supply chain integrata. Ciascun macro-modulo prevede la trattazione dei seguenti argomenti: Supply chain building blocks - 33 ore supply chain management: cos'è e come funziona una catena integrata di fornitura 6 ore supply chain management: criticità e aree di intervento 5 ore supply chain game 6 ore i sistemi avanzati di manufacturing planning e control 5 ore la strategia nel supply chain management e il modello SCOR 6 ore global supply chain management 5 ore Focus procurement - 33 ore la gestione dei fornitori 6 ore marketing degli acquisti 5 ore

3 overview del processo RFX-to-contract e gestione del rapporto con i fornitori 6 ore cost management e six sigma strategic sourcing 5 ore international sourcing 6 ore strategic sourcing 5 ore Focus logistics - 33 ore supply chain inventory management 11 ore la contrattualistica internazionale 6 ore la progettazione della struttura fisica dei supply network 5 ore la gestione dei trasporti 6 ore la logistica sostenibile 5 ore. Metodologie formative: le metodologie didattiche previste dal corso comprendono lezioni d aula, studio di casi aziendali, testimonianze di manager d impresa, simulazioni ed esercitazioni. Inoltre, gli allievi possono usufruire di un ambiente web dedicato attraverso il quale interagire con docenti e staff del corso, condividere materiali di studio e documenti di approfondimento. Materiale didattico: ciascun docente, durante il proprio intervento, mette a disposizione degli allievi una dispensa contenente le slide di presentazione utilizzate in aula ed eventuali materiali di approfondimento. Il materiale didattico è a cura del docente; lo Staff del corso ne verifica la congruità rispetto agli obiettivi didattici e provvede alla sua pubblicazione in piattaforma didattica in Archivi appositamente creati e di facile consultazione. I docenti, prima della lezione, forniscono un documento denominato Programma docenza che viene condiviso con gli allievi, affinché possano visualizzare il programma e i contenuti del successivo intervento in aula. Nel Programma docenza vengono indicati i riferimenti bibliografici di eventuali testi a supporto della lezione. Inoltre, i partecipanti hanno a disposizione la Biblioteca CUOA che, con oltre volumi, offre la possibilità di consultare il materiale di interesse professionale e approfondire gli argomenti trattati a lezione. Durata complessiva del corso: il corso prevede un totale di 99 ore, sviluppate in 9 weekend con orario: venerdì, dalle alle e sabato, dalle 9.00 alle Periodo di svolgimento: 6^ edizione: 13 febbraio - 6 giugno ^ edizione: settembre dicembre Numero partecipanti previsti: 10 per ciascuna edizione Attestato di partecipazione: al termine del corso, allo svolgimento di almeno il 70% delle ore previste, viene rilasciato l Attestato di frequenza CUOA Advance. Le presenze dei partecipanti vengono registrate attraverso un foglio firme che costituisce il registro del corso. Sede: Villa Valmarana Morosini, Via Marconi 103, Altavilla Vicentina, sede della Fondazione CUOA Costo: la quota di partecipazione al corso è pari a 6.500,00 + IVA da versare in due rate: I.V.A. alla conferma della partecipazione I.V.A. (6^ edizione: entro il 10 aprile 2015; 7^ edizione: entro il 20/11/2015) Per informazioni: Elena Celsan, CUOA Executive Education, tel ,

4 CORSO EXECUTIVE SUPPLY CHAIN MANAGEMENT FOCUS PROCUREMENT Edizioni: 2 (6^ e 7^ edizione) Destinatari: il corso si rivolge a purchasing manager, buyers, commodity manager e a tutti coloro che sono direttamente coinvolti nel processo di acquisto in qualità di process owner del medesimo processo. Le tematiche oggetto del corso possono interessare anche profili legati alla più ampia gestione dei processi di supply chain che desiderano acquisire le competenze necessarie per coadiuvare le principali attività necessarie all espletamento delle funzioni di selezione dei fornitori e di approvvigionamento. I partecipanti devono essere in possesso di Laurea o Diploma universitario in qualunque disciplina ed avere un esperienza professionale di almeno due anni. In assenza del titolo di Laurea o Diploma universitario, è richiesta una significativa esperienza professionale in ambito supply chain. Obiettivi del corso: il focus Procurement, oltre a fornire i concetti teorici e pratici fondamentali per comprendere, descrivere e migliorare la supply chain e il supply network, fornisce ai partecipanti gli strumenti essenziali per poter valutare come viene messa in atto la funzione acquisti all interno di un azienda. Nello specifico: fornisce la strumentazione teorica e operativa per impostare efficaci strategie di acquisto; permette di acquisire i metodi necessari per una programmazione ottimale della gestione degli ordini di acquisto e di consegna oltre che della gestione delle scorte e del parco fornitori; consente di studiare operativamente i mercati in modo da saper localizzare nuovi bacini di fornitura, nuovi fornitori e nuovi canali di fornitura. Contenuti didattici: il focus è articolato nei seguenti moduli: Supply chain building blocks - 33 ore supply chain management: cos'è e come funziona una catena integrata di fornitura 6 ore supply chain management: criticità e aree di intervento 5 ore supply chain game 6 ore i sistemi avanzati di manufacturing planning e control 5 ore la strategia nel supply chain management e il modello SCOR 6 ore global supply chain management 5 ore Focus procurement - 33 ore la gestione dei fornitori 6 ore marketing degli acquisti 5 ore overview del processo RFX-to-contract e gestione del rapporto con i fornitori 6 ore cost management e six sigma strategic sourcing 5 ore international sourcing 6 ore strategic sourcing 5 ore. Metodologie formative: le metodologie didattiche previste dal focus comprendono lezioni d aula, studio di casi aziendali, testimonianze di manager d impresa, simulazioni ed esercitazioni. Inoltre, gli allievi possono usufruire di un ambiente web dedicato attraverso il quale interagire con docenti e staff del corso, condividere materiali di studio e documenti di approfondimento.

5 Materiale didattico: ciascun docente, durante il proprio intervento, mette a disposizione degli allievi una dispensa contenente le slide di presentazione utilizzate in aula ed eventuali materiali di approfondimento. Il materiale didattico è a cura del docente; lo Staff del corso ne verifica la congruità rispetto agli obiettivi didattici e provvede alla sua pubblicazione in piattaforma didattica in Archivi appositamente creati e di facile consultazione. I docenti, prima della lezione, forniscono un documento denominato Programma docenza che viene condiviso con gli allievi, affinché possano visualizzare il programma e i contenuti del successivo intervento in aula. Nel Programma docenza vengono indicati i riferimenti bibliografici di eventuali testi a supporto della lezione. Inoltre, i partecipanti hanno a disposizione la Biblioteca CUOA che, con oltre volumi, offre la possibilità di consultare il materiale di interesse professionale e approfondire gli argomenti trattati a lezione. Durata complessiva del corso: il corso prevede un totale di 66 ore, sviluppate in 6 weekend con orario: venerdì, dalle alle e sabato, dalle 9.00 alle Periodo di svolgimento: 6^ edizione: 13 febbraio 23 maggio ^ edizione: settembre dicembre Numero partecipanti previsti: 10 per ciascuna edizione Attestato di partecipazione: al termine del focus, e allo svolgimento di almeno il 70% delle ore previste, viene rilasciato l Attestato di frequenza CUOA Advance. Le presenze dei partecipanti vengono registrate attraverso un foglio firme che costituisce il registro del corso. Sede: Villa Valmarana Morosini, Via Marconi 103, Altavilla Vicentina, sede della Fondazione CUOA Costo: la quota di partecipazione al focus è pari a 4.900,00 + IVA da versare in due rate: I.V.A. alla conferma della partecipazione I.V.A. (6^ edizione: entro il 10 aprile 2015; 7^ edizione: entro il 20 novembre 2015). Per informazioni: Elena Celsan, CUOA Executive Education, tel ,

6 CORSO EXECUTIVE SUPPLY CHAIN MANAGEMENT FOCUS LOGISTICS Edizioni: 2 (6^ e 7^ edizione) Destinatari: il focus si rivolge a logistics manager e a coloro che sono impiegati nella funzione supply chain, che desiderano interpretare correttamente le dinamiche dei processi logistici aziendali. I partecipanti devono essere in possesso di Laurea o Diploma universitario in qualunque disciplina ed avere un esperienza professionale di almeno due anni. In assenza del titolo di Laurea o Diploma universitario, è richiesta una significativa esperienza professionale in ambito supply chain. Obiettivi del corso: obiettivo del focus è fornire una visione allargata del ruolo della logistica nell impresa e dei legami con le altre funzioni, in una prospettiva di supply chain integrata. Più precisamente, il corso mira a fornire un quadro delle principali soluzioni per la logistica e il trasporto e a completare e approfondire alcune competenze specifiche quali: l inventory management, la contrattualistica internazionale e le scelte di localizzazione. Contenuti didattici: il focus è articolato nei seguenti moduli: Supply chain building blocks - 33 ore supply chain management: cos'è e come funziona una catena integrata di fornitura 6 ore supply chain management: criticità e aree di intervento 5 ore supply chain game 6 ore i sistemi avanzati di manufacturing planning e control 5 ore la strategia nel supply chain management e il modello SCOR 6 ore global supply chain management 5 ore Focus logistics - 33 ore supply chain inventory management 11 ore la contrattualistica internazionale 6 ore la progettazione della struttura fisica dei supply network 5 ore la gestione dei trasporti 6 ore la logistica sostenibile 5 ore. Metodologie formative: le metodologie didattiche previste dal focus comprendono lezioni d aula, studio di casi aziendali, testimonianze di manager d impresa, simulazioni ed esercitazioni. Inoltre, gli allievi possono usufruire di un ambiente web dedicato attraverso il quale interagire con docenti e staff del corso, condividere materiali di studio e documenti di approfondimento. Materiale didattico: ciascun docente, durante il proprio intervento, mette a disposizione degli allievi una dispensa contenente le slide di presentazione utilizzate in aula ed eventuali materiali di approfondimento. Il materiale didattico è a cura del docente; lo Staff del corso ne verifica la congruità rispetto agli obiettivi didattici e provvede alla sua pubblicazione in piattaforma didattica in Archivi appositamente creati e di facile consultazione. I docenti, prima della lezione, forniscono un documento denominato Programma docenza che viene condiviso con gli allievi, affinché possano visualizzare il programma e i contenuti del successivo intervento in aula. Nel Programma docenza vengono indicati i riferimenti bibliografici di eventuali testi a supporto della lezione. Inoltre, i partecipanti hanno a disposizione la Biblioteca CUOA che, con oltre

7 volumi, offre la possibilità di consultare il materiale di interesse professionale e approfondire gli argomenti trattati a lezione. Durata complessiva del corso: il focus prevede un totale di 66 ore, sviluppate in 6 weekend con orario: venerdì, dalle alle e sabato, dalle 9.00 alle Periodo di svolgimento: 6^ edizione: 13 febbraio 6 giugno ^ edizione: settembre dicembre Numero partecipanti previsti: 10 per ciascuna edizione Attestato di partecipazione: al termine del focus, e allo svolgimento di almeno il 70% delle ore previste, viene rilasciato l Attestato di frequenza CUOA Advance. Le presenze dei partecipanti vengono registrate attraverso un foglio firme che costituisce il registro del corso. Sede: Villa Valmarana Morosini, Via Marconi 103, Altavilla Vicentina, sede della Fondazione CUOA Costo: la quota di partecipazione al focus è pari a 4.900,00 + IVA da versare in due rate: I.V.A. alla conferma della partecipazione I.V.A. (6^ edizione: entro il 10 aprile 2015; 7^ edizione: entro il 20 novembre 2015). Per informazioni: Elena Celsan, CUOA Executive Education, tel ,

8 AREA TEMATICA: DIGITAL BUSINESS CORSO EXECUTIVE JOBLEADER DIGITAL BUSINESS Edizioni: 1 (1^ edizione) Destinatari: imprenditori, responsabili marketing e comunicazione, web marketing e social media specialist, responsabili ufficio stampa e pubbliche relazioni. Obiettivi del corso: Esplorare i nuovi paradigmi generati dall avvento della rete e dei social media per conoscere le possibili discontinuità rispetto alle abitudini legate al marketing tradizionale Padroneggiare il Social Media Marketing come leva di comunicazione efficace e relazionale Saper ascoltare le conversazioni che già esistono attorno all azienda ed ai suoi prodotti e monitorare posizionamento online Definire una strategia operativa di Web Marketing, integrando dinamiche di conversione online e offline Conoscere i nuovi strumenti digitali per innescare dinamiche di open-innovation Sviluppare la leadership personale per stimolare la partecipazione collaborativa e il lavoro in team Superare le resistenze al cambiamento per innescare nuovi comportamenti orientati all innovazione e ottenere il supporto per l implementazione dei nuovi progetti digitali Richiamare e rinforzare i concetti più rilevanti espressi durante il corso formativo (attraverso il follow-up) per poter aprire prospettive e indicazioni su come proseguire nel medio e lungo periodo. Contenuti didattici: 1 modulo - Dal Web Marketing al Digital Business Introduzione al percorso e approfondimento sul livello di adozione del Digital Business nelle PMI Cos è il digital marketing L evoluzione delle aziende online e del comportamento di consumo Come integrare il digital all interno del marketing tradizionale Le basi di una strategia online Le logiche dell advertising online Le piattaforme digitali: e-commerce, sito web, landing page, mobile app Le relazioni online: introduzione ai social media e alle Digital Public Relations. 2 modulo - Nuovi paradigmi e dinamiche trasversali di contaminazione strategica I paradigmi del marketing e l impatto dei nuovi paradigmi della rete e del digitale. Scenari futuri e sbocchi possibili dall attuale crisi economico/finanziaria Pensare locale e agire globale: le opportunità del digitale per le PMI e per il Made in Italy Nuovi comportamenti in rete del consum/attore-consum/autore La condivisione come nuova forma di comunicazione relazionale Il web come conversazione: il dialogo che trasforma i paradigmi dei mercati Individuazione delle dinamiche sociali che le PMI sono obbligate a comprendere per rimanere su un mercato interconnesso

9 Marketing non convenzionale (Marketing Esperienziale, Word of Mouth, Viral/Buzz Marketing ) Posizionamento strategico e benchmarking online: studio dei competitors presenti nei motori di ricerca e nei Social Media. 3 modulo - Integrazione di strumenti e canali di comunicazione, monitoraggio per l osservazione e l analisi Introduzione alla Social Media Analytics Il social media ROI - Return on Investment L analisi quantitativa e i KPI Key Performance Indicator di riferimento L analisi qualitativa e l approccio netnografico per poter entrare nelle esperienze di consumo autentiche degli utenti online Influencer: cosa sono e come individuarli Piattaforme e strumenti di social media analytics Creare un programma di misurazione. 4 modulo - L organizzazione del Digital Business per ottenere attenzione e influenza Inbound marketing: come essere trovati da potenziali clienti: outside-in Community Centered Design (branding, engagement, integrazione on/offline, on/offsite) Social Caring: come curare il rapporto con clienti e prospect con l utilizzo dei social network Storytelling: scrittura online, racconti per immagini, content curation Digital Public Relations (blog, hashtag, format cross-piattaforma) Touch point: i punti di contatto online dell azienda e/o del brand. 5 modulo - Attività Digital Business per la realizzazione e la conversione al risultato Google e i motori di ricerca: cosa sono e come funzionano Introduzione al marketing su Google: SEO - Search Engine Optimization & SEA - Search Engine Advertising Sviluppare una strategia di marketing sui motori di ricerca: partiamo dagli obiettivi SEO: i principali fattori di ranking e i fattori di visibilità on-site e off-site Google AdWords: i concetti fondamentali, le strategie per costruire campagne, la gestione dell account Analizzare i risultati: introduzione a Google Analytics Introduzione ai social media: social media Landascape 2015 e i numeri del mercato italiano Costruire una strategia sui social media Cos è il Marketing Virale Focus su Facebook Focus su Social ADV (pubblicità sui social network) Panoramica sui principali social media: Twitter, Google+, Linkedin, Instagram & Pinterest. 6 modulo - Innovare nella creatività: idee e ideali nel mondo dei social media Introduzione: il digitale ha stravolto le regole del marketing e della comunicazione. Parliamo di disordine o di una nuova opportunità? Kotler addio? Una riflessione semi-seria sulla 4 P del marketing tradizionale La pubblicità si evolve: dall advertising all invertising Marketing non convenzionale e viral marketing Dall esperienza all esistenza: il marketing esistenziale

10 I mercati come conversazioni: audience e linguaggi Da target a pubblico: come le aziende devono andare in scena sui social media Best practices e approfondimenti. 7 modulo - Change Agent: sostenere nel tempo il cambiamento abilitato dal Digital Business Identificare i modelli di innovazione nei prodotti/servizi aziendali, abilitati e/o supportati dal Digital Business. Individuare gli stili di leadership che consentono l allenamento al miglioramento continuo anche attraverso il coinvolgimento partecipativo, abilitato dalla connessione in rete (intelligenza collettiva). Definire i fattori che costituiscono il successo delle iniziative di innovazione e di cambiamento (intelligenza emotiva) e che possono diventare gli agenti del cambiamento (change agent) all'interno dell'azienda. Come implementare una strategia Digital Business sostenibile nel tempo, anche attraverso un efficace lavoro in team e un migliore coinvolgimento degli stakeholder. Identificare e/o perfezionare gli obiettivi dell'azienda per le attività di Digital Business (da realizzarsi nel breve periodo e verificabili in modalità training on the job e/o nel follow-up). Follow up - L apprendimento dopo la formazione, verifica dell implementazione Digital Business Condividere i successi, i problemi, le difficoltà incontrate nello svolgimento dei piani operativi e delle attività dedicate al Digital Business, evidenziando gli esempi di Best Practices e di comportamenti che possono esser effettivamente da condividere all interno del gruppo per facilitarne la diffusione. Verificare nell esperienza concreta e quotidiana, l adozione dei (nuovi) modelli di business e di innovazione nei prodotti/servizi aziendali, abilitati e/o supportati dal Digital Business. Identificare possibili Case-Histories che possono essere di esempio e di riferimento per le nuove edizioni Job Leader Digital Business. I partecipanti avranno una parte attiva in questo ultimo appuntamento formativo, anche attraverso attività svolta in teamwork di sperimentazione, di confronto e di completamento del ciclo che, partendo dall esperienza concreta, consentirà la riflessione sulle esperienze, la verifica degli approcci e dei concetti teorici appresi. Metodologie formative: le metodologie didattiche previste dal corso comprendono lezioni d aula, studio di casi aziendali, testimonianze di manager d impresa, simulazioni ed esercitazioni. Inoltre, gli allievi possono usufruire di un ambiente web dedicato attraverso il quale interagire con docenti e staff del corso, condividere materiali di studio e documenti di approfondimento. Materiale didattico: ciascun docente, durante il proprio intervento, mette a disposizione degli allievi una dispensa contenente le slide di presentazione utilizzate in aula ed eventuali materiali di approfondimento. Il materiale didattico è a cura del docente; lo Staff del corso ne verifica la congruità rispetto agli obiettivi didattici e provvede alla sua pubblicazione in piattaforma didattica in Archivi appositamente creati e di facile consultazione. I docenti, prima della lezione, forniscono un documento denominato Programma docenza che viene condiviso con gli allievi, affinché possano visualizzare il programma e i contenuti del successivo intervento in aula. Nel Programma docenza vengono indicati i riferimenti bibliografici di eventuali testi a supporto della lezione. Inoltre, i partecipanti hanno a disposizione la Biblioteca CUOA che, con oltre volumi, offre la possibilità di consultare il materiale di interesse professionale e approfondire gli argomenti trattati a lezione.

11 Durata complessiva del corso: il corso ha una durata di 88 ore, con orario venerdì dalle alle e sabato dalle alle 1300, ad eccezione del follow up che avrà durata giornata intera. Calendario di riferimento: Dal Web Marketing al Digital Business - 27 e 28 febbraio 2015 Nuovi paradigmi e dinamiche trasversali di contaminazione strategica - 13 e 14 marzo 2015 Integrazione strumenti e canali di comunicazione, monitoraggio per l osservazione e l analisi - 27 e 28 marzo 2015 L organizzazione del Digital Business per ottenere attenzione e influenza - 10 e 11 aprile 2015 Attività Digital Business orientate alla realizzazione ed alla conversione al risultato - 17 e 18 aprile, 8 e 9 maggio2015 Innovare nella creatività: idee e ideali nel mondo dei social media - 29 e 30 maggio 2015 Change Agent: sostenere nel tempo il cambiamento abilitato dal Digital Business - 12 e 13 giugno 2015 Follow up 16 ottobre 2015 Numero partecipanti previsti: Il numero minimo di partecipanti al corso è di 5 persone e il massimo è di 20 persone. Attestato di partecipazione: Al termine del corso, e allo svolgimento di almeno il 70% delle ore previste, verrà rilasciato l attestato di partecipazione. Le presenze dei partecipanti vengono registrate attraverso un foglio firme che costituisce il registro del corso. Sede: Villa Valmarana Morosini, Via Marconi 103, Altavilla Vicentina, sede della Fondazione CUOA Costo: La quota di partecipazione dell intero percorso è di 3.500,00 + I.V.A. da versare in due rate: 2.500,00 + I.V.A. alla conferma della partecipazione 1.000,00 + I.V.A. entro il 4 maggio Per informazioni: Nora Sperotto, CUOA Executive Education, tel ,

12 AREA TEMATICA: INTERNAZIONALIZZAZIONE INTERNATIONAL TRAINING MAP Edizioni: 1 (3^ edizione) Destinatari: Imprenditori, amministratori delegati e manager, che operano le scelte strategiche dell impresa Direttori e responsabili commerciali, marketing, risorse umane, operations e chi si occupa della gestione dei mercati internazionali Direttori e responsabili finanziari e amministrativi, responsabili ufficio legale coinvolti nei processi di controllo dello sviluppo internazionale della propria azienda Professionisti che offrono supporto alle aziende in tema di internazionalizzazione o che intendono internazionalizzarsi Obiettivi del corso: fornire strumenti per la progettazione e gestione dei percorsi di internazionalizzazione delle imprese, correlati alle specifiche funzioni aziendali. Il percorso è modulare e permette a ciascun partecipante di costruire il proprio percorso sulla base del grado di internazionalizzazione dell'impresa, dell'esperienza professionale già accumulata e del ruolo aziendale che ricopre. Contenuti didattici: Area General Management (14 ore) Modulo: Strategie di internazionalizzazione - 1 giornata Perché internazionalizzarsi: motivazioni aziendali verso l internazionalizzazione Dove internazionalizzarsi: la selezione del Paese Come internazionalizzarsi: individuazione della modalità di entrata Valutazione dell impatto dell internazionalizzazione sull impresa Modulo: Scelte organizzative per la gestione delle imprese internazionali - 1 giornata Strategia di internazionalizzazione e scelte organizzative Il problema organizzativo in ambito internazionale La scelta del modello organizzativo internazionale Le strutture organizzative delle imprese internazionali (funzionale, divisionale, matrice) Il ruolo organizzativo dell Head Quarter (controllo e coordinamento) I ruoli delle filiali estere Area Human Resources Management (21 ore) Modulo: Cross Cultural Management - 2 giornate Diversità e gestione interculturale I modelli teorici per la gestione interculturale Le differenze culturali: caratterizzazioni e stereotipi La dimensione Paese: Europa, Asia, America Italian way: punti di forza, trappole culturali, trappole linguistiche Gestione di gruppi internazionali Modulo: Gestione delle risorse umane internazionali: dimensioni contrattuali - 1 giornata La gestione del personale espatriato La scelta della struttura contrattuale

13 La trasferta, il distacco, il trasferimento estero e l assunzione locale: profili normativi, retributivi, fiscali, previdenziali e assicurativi Area Legal Department (28 ore) Modulo: Contratti internazionali - 1 giornata La teoria generale del contratto internazionale, il principio di autonomia e di libertà di forma La formazione del contratto internazionale e il trasferimento della proprietà La lettera di intenti La legislazione di competenza e il foro competente9 La clausola penale, la forza maggiore e la hardship Le convenzioni internazionali e i regolamenti Modulo: Protezione della proprietà intellettuale - 1 giornata Gli strumenti per la protezione della proprietà intellettuale Il brevetto europeo e il brevetto internazionale Il contratto di licenza I meccanismi di tutela in settori diversi (moda, alimentare, meccanica, high-tech) Modulo: Operazioni societarie di internazionalizzazione - 2 giornate Le diverse tipologie di accordi collaborativi La scelta tra Joint Venture contrattuali e Joint Venture societarie La struttura contrattuale delle Joint Venture societarie I contratti ancillari Le Equity Joint Venture Cenni sulle collaborazioni mediante acquisizione o scambi di partecipazioni Le Joint Venture contrattuali Cenni sui profili tributari Area Operations Management (14 ore) Modulo: Sourcing internazionale - 1 giornata L analisi strategica del contesto operativo Il marketing degli acquisti per la ricerca delle fonti di fornitura Il modello del T.C.O. (Total Cost of Ownership) L analisi economico-differenziale per l approvvigionamento internazionale I principi di Risk analysis ed evaluation L utilizzo degli INCOTERMS: significato e applicazioni Modulo: Configurazione di una rete produttiva su basi internazionali - 1 giornata La configurazione della rete produttiva e logistica su base internazionale: determinanti e rischi, forme organizzative e percorsi di sviluppo La scelta localizzativa Tipologie di manufacturing/sourcing internazionale La costruzione di un manufacturing/sourcing channel internazionale Metodologie formative: le metodologie didattiche previste dal corso comprendono lezioni d aula, testimonianze di imprenditori e uomini d azienda, studio di casi aziendali, simulazioni. Materiale didattico: ciascun docente, durante il proprio intervento, mette a disposizione degli allievi una dispensa contenente le slide di presentazione utilizzate in aula ed eventuali materiali di approfondimento. Il materiale didattico è a cura del docente; lo Staff del corso ne verifica la congruità rispetto agli obiettivi didattici. I docenti, prima della lezione, forniscono un documento denominato Programma docenza che viene condiviso con gli allievi, affinché possano visualizzare il programma e i contenuti del successivo intervento in aula. Nel Programma docenza vengono indicati i riferimenti bibliografici di eventuali testi a supporto della lezione.

14 Inoltre, i partecipanti hanno a disposizione la Biblioteca CUOA che, con oltre volumi, offre la possibilità di consultare il materiale di interesse professionale e approfondire gli argomenti trattati a lezione. Durata complessiva del corso: il percorso è modulare: i partecipanti potranno scegliere tra la partecipazione a tutti i moduli (77 ore) o la frequenza a singoli moduli. L orario delle lezioni è il seguente: Periodo di svolgimento: 16 febbraio 27 aprile Numero partecipanti previsti: Il numero minimo di partecipanti al corso è di 5 persone e il massimo è di 20 persone. Attestato di partecipazione: Al termine della frequenza verrà rilasciato l attestato di partecipazione. Per una partecipazione fino a 16 ore di lezione la percentuale per ottenere l attestato è del 100%; per una partecipazione superiore alle 16 ore è necessaria la presenza ad almeno il 70% delle ore previste. Le presenze dei partecipanti vengono registrate attraverso un foglio firme che costituisce il registro del corso. Sede: Villa Valmarana Morosini, Via Marconi 103, Altavilla Vicentina, sede della Fondazione CUOA Costo: il programma è strutturato in modo da garantire la massima flessibilità ai partecipanti che potranno scegliere tra la partecipazione a tutti i moduli o la frequenza a singoli moduli di interesse. La quota di partecipazione a tutti i moduli (77 ore) è di 4.675,00 + IVA. In caso di frequenza a singoli moduli, la quota di partecipazione è così ripartita: da 1 a 3 giornate: 500,00 + I.V.A. a giornata, a persona da 4 a 8 giornate: 450,00 + I.V.A. a giornata, a persona da 9 giornate e oltre: 425,00 + I.V.A. a giornata, a persona. Per informazioni: Sandra Puicher Soravia, CUOA Executive Education, tel ,

15 AREA TEMATICA: AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO RISTRUTTURAZIONI AZIENDALI E RILANCIO DEL BUSINESS: STRATEGIE, APPROCCI E STRUMENTI Ciclo di 5 seminari dedicati all analisi della crisi e agli strumenti attuabili per il suo superamento Edizioni: 1 (1^ edizione) Destinatari: Il ciclo di seminari è rivolto in particolare a Direttori Amministrazione, Finanza e controllo, Imprenditori, Amministratori Delegati, Temporary Manager, Dottori Commercialisti, Revisori Contabili, Avvocati e Consulenti del lavoro. Obiettivi del corso: Il Corso si propone di sviluppare gli aspetti che considerano la riorganizzazione, la ristrutturazione dell azienda ed il suo rilancio, approfondendo ogni tematica che caratterizza le diverse fasi di tali operazioni. Verranno esaminati gli aspetti generali che includono: - l analisi della crisi e gli strumenti per la sua gestione - la stabilizzazione e controllo della cassa - le problematiche giuridiche Contenuti didattici: Approccio alla crisi: il processo e i diagnostici preliminari, 12 febbraio, dalle alle Identificare la crisi e misurare la sua gravità Cause della crisi e possibilità di intervento Approccio alla ristrutturazione Diagnostico Industriale Diagnostico Finanziario Elementi per la valutazione della strategia di risoluzione - cenni Docenti: Ivan Fogliata e Paolo Masotti Piano Industriale e Piano finanziario, 19 febbraio, dalle alle Il Piano Industriale L approccio ad un piano industriale per la crisi Le modalità di rappresentazione I test di coerenza Il Piano finanziario Dal Piano Industriale al Piano finanziario La costruzione della manovra Finanziaria Le modalità di rappresentazione Docenti: Francis De Zanche e Daniele Trevisan Accordi di ristrutturazione, risanamento ed aspetti giuslavoristici, 5 marzo, dalle alle Gli accordi in bonis Il risanamento secondo l art. 67, 3 comma, lettera d, L.F. Il piano attestato L attestatore: ruolo e responsabilità Il contratto con le banche Gli accordi di ristrutturazione ex art. 182 bis L.F.

16 Procedura concorsuale o cos altro? Gli obblighi nei confronti dei creditori dissenzienti L attestazione degli accordi Il ruolo dell avvocato delle banche Elementi giuslavoristici nella gestione della crisi cenni Docenti: Stefano Boatto, Luigi Deanna e Francesco Dalla Pietra Negoziare la ristrutturazione con le banche e gli altri creditori, 12 marzo, dalle alle Casi di strategie di risanamento Valutazione preliminare dell impatto Il processo di rinegoziazione del debito: con chi negoziare? Strategie e strumenti per negoziare con i creditori La gestione del rapporto con le banche Il punto di vista delle banche Come la banca vede la crisi Le regole di Banca d Italia Le organizzazioni coinvolte L approccio della banca alla negoziazione. Docenti: Michele Stiz e Esponente Banca Il rilancio, 19 marzo, dalle alle La revisione della strategia Crescita organica (R&S, miglioramento della distribuzione e marketing) Crescita per linee esterne La revisione della strategia e la valutazione delle opzioni strategiche: crescita organica vs. crescita per linee esterne La definizione di Mission/Vision e Proposizione di Valore - Value Model Modelli di internazionalizzazione Come creare processi per il miglioramento continuo e per l'innovazione Docenti: Paolo Masotti, Massimiliano Castoldi e Cristian Iosio Metodologie formative: I temi verranno trattati con un approccio fortemente operativo, con il coinvolgimento di relatori che hanno maturato una specifica e significativa esperienza professionale negli ambiti indicati. Materiale didattico: Il corso prevede materiale didattico a corredo delle lezioni. Durata complessiva del corso: il corso ha una durata di 20 ore: 5 sessioni, di 4 ore ciascuna, dalle ore alle Calendario di riferimento: 12 febbraio Approccio alla crisi: il processo e i diagnostici preliminari 19 febbraio Piano Industriale e Piano finanziario 5 marzo Accordi di ristrutturazione, risanamento ed aspetti giuslavoristici 12 marzo Negoziare la ristrutturazione con le banche e gli altri creditori 19 marzo Il rilancio. Numero partecipanti previsti: Il numero minimo di partecipanti al corso è di 8 persone e il massimo è di 35 persone.

17 Attestato di partecipazione: Al termine del corso, e allo svolgimento di almeno il 70% delle ore previste, verrà rilasciato l attestato di partecipazione. Le presenze dei partecipanti vengono registrate attraverso un foglio firme che costituisce il registro del corso. Sede: Villa Valmarana Morosini, Via Marconi 103, Altavilla Vicentina, sede della Fondazione CUOA Costo: La quota di partecipazione dell intero percorso è di 800,00 + I.V.A. da versare entro il 5 febbraio Per informazioni: Mirca Toniolo, CUOA Finance, tel ,

18 CAPIRE LA FINANZA IN AZIENDA Edizioni: 1 (4^ edizione) Destinatari: Manager d impresa provenienti dalle Funzioni Tecniche, Produttive e Commerciali, Professionisti (Commercialisti ed Avvocati) interessati ad acquisire una maggiore conoscenza e padronanza delle logiche finanziarie d azienda. Obiettivi del corso: Acquisire i principi e le conoscenze fondamentali per interpretare le grandezze economicofinanziarie dell azienda Saper leggere un bilancio di esercizio e saper trarre le informazioni essenziali dai più importanti report (bilancio e rendiconto finanziario) Acquisire la consapevolezza delle conseguenze sul piano finanziario delle scelte di gestione dell impresa e valutare più attentamente l impatto sul piano della cassa e dei rapporti con le banche delle scelte operative intraprese Acquisire una maggiore padronanza delle logiche finanziarie per dialogare in modo più efficace con i responsabili amministrativi e finanziari dell azienda. Contenuti didattici: 1 Modulo - Principi per l'analisi economico finanziaria d'impresa L impresa ed il fabbisogno finanziario L analisi del fabbisogno finanziario d impresa Le dimensioni lungo le quali si articola l analisi della performance aziendale: l indagine circa l'equilibrio reddituale, patrimoniale e finanziario dell impresa La struttura del bilancio: gli schemi di Stato Patrimoniale e Conto Economico Attendibilità, espressività e capacità informativa del bilancio d esercizio Metodi e schemi per la riclassificazione del bilancio I principali indicatori di bilancio Valore dell analisi per indici e collegamenti con le informazioni di mercato e di settore. 2 Modulo - Analisi dei flussi finanziari e della liquidità d'impresa Il rischio liquidità come conseguenza del rischio operativo di business Il rischio default come conseguenza del rischio liquidità La gestione della liquidità all interno delle imprese Modalità attraverso cui viene generata o assorbita la liquidità in condizioni di normalità gestionale Significato e calcolo del cash flow La rappresentazione dei flussi finanziari attraverso il rendiconto finanziario L'interpretazione del rendiconto finanziario 3 Modulo - Metodi per la valutazione degli investimenti Indicatori per la valutazione degli investimenti La generazione di valore: significato del metodo Economic Value Added Punti di forza e debolezza dei singoli metodi 4 Modulo Elementi di costing Metodologie di analisi e classificazione dei costi Le principali metodologie di costruzione delle informazioni di costo

19 Il margine di contribuzione e le relazioni costi-volumi-risultati (break even analisys) Uso delle informazioni di costo a supporto della gestione 5 Modulo Analisi della sostenibilità finanziaria del business plan I l business plan come strumento cardine del processo di pianificazione in azienda L analisi delle proiezioni finanziarie di breve e medio-lungo termine Verifica delle eventuali incoerenze e valutazione del grado di credibilità. Metodologie formative previste: I temi verranno trattati con un approccio fortemente operativo e ci sarà massima interattività tra partecipanti e tra partecipanti e docenti. Gli allievi possono applicare immediatamente quanto appreso in aula tramite le varie esercitazioni previste all interno del corso. Materiale didattico: tutto il materiale fornito dai docenti sarà reso disponibile attraverso la piattaforma didattica del corso. Durata complessiva del corso: il corso ha una durata di 45 ore, prenderà avvio il 6 marzo per concludersi il 9 maggio Numero partecipanti previsti: Il numero minimo di partecipanti al corso è di 8 persone e il massimo è di 35 persone. Attestato di partecipazione: Al termine del corso, e allo svolgimento di almeno il 70% delle ore previste, verrà rilasciato l attestato di partecipazione. Le presenze dei partecipanti vengono registrate attraverso un foglio firme che costituisce il registro del corso. Sede: Villa Valmarana Morosini, Via Marconi 103, Altavilla Vicentina, sede della Fondazione CUOA Costo: La quota di partecipazione dell intero percorso è di 2.200,00 + I.V.A. da versare entro il 28 febbraio Per informazioni: Martina Guiotto, CUOA Finance, tel ,

20 IL CONTROLLER IN AZIENDA: L'ANALISI DELLE ATTIVITÀ, DEGLI STRUMENTI E DEI SISTEMI GESTIONALI DEL CONTROLLER Edizioni: 1 (6^ edizione) Destinatari: Il percorso è rivolto a operatori della funzione amministrazione e controllo, con alcuni anni di esperienza, interessati ad acquisire: una visione globale delle attività di pianificazione e controllo una precisa comprensione del ruolo di controller e della sua collocazione in azienda un bagaglio concettuale e operativo per applicare in azienda logiche e strumenti finalizzati ad un controllo di gestione utile ed efficace. Obiettivi del corso: Analizzare il ruolo attuale e prospettico del Controller in azienda, individuandone le responsabilità e i contenuti delle attività Illustrare l'analisi dei costi: quali sono i metodi e le strutture utili Approfondire la struttura complessiva del budget e le sue componenti: budget economico, commerciale, di produzione e finanziario e analizzare le implicazioni in un caso reale di budget completo Analizzare le dinamiche del reporting direzionale e operativo: come si struttura e quando si utilizza Analizzare il quadro concettuale del sistema di Corporate Performance Management e le applicazioni di Business Intelligence. Contenuti didattici: Sistema di controllo di gestione: concept e metodologie Definizione di Programmazione & Controllo Il processo, gli attori del processo e gli strumenti Cost analysis: strutture, misurazione, metodi di costing Teoria dei costi per la Programmazione & Controllo: capire il comportamento per governarli Metodologie di analisi e classificazione dei costi Metodologie di costruzione delle informazioni di costo: le configurazioni Uso delle informazioni di costi a supporto della gestione Analisi e governo dei margini Activity Based Approach Principali cambiamenti nel contesto competitivo: mercati, tecnologie, prodotti Crisi dei sistemi tradizionali di controllo dei costi Nuovi paradigmi di controllo di gestione e modelli di gestione dei costi La metodologia Activity Based Costing: visione integrata su processi e attività I limiti del modello ABC La visione innovativa sulla gestione dei processi: l Activity Based Management Budget: strumento di pianificazione & controllo Definizione di budget, il processo, gli attori, gli strumenti I cicli di budget Aspetti organizzativi e iter di formulazione del budget

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone

Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone pag. 1 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone Introduzione alla Business Intelligence Un fattore critico per la competitività è trasformare la massa di dati prodotti

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking

ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking INFORMAZIONE FORMAZIONE E CONSULENZA benchmark ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking ACQUISTO DI SERVIZI DI TRASPORTO MERCI E DI LOGISTICA DI MAGAZZINO In collaborazione con Acquisto di

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 2014 Catalogo formativo Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 Internet Training Program Email Marketing Negli ultimi anni l email è diventata il principale strumento di comunicazione aziendale

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

I profili con maggiore potenzialità occupazionale nel non profit in Europa, riscontrati attraverso le vacancy e nel recruitment passaparola

I profili con maggiore potenzialità occupazionale nel non profit in Europa, riscontrati attraverso le vacancy e nel recruitment passaparola I profili con maggiore potenzialità occupazionale nel non profit in Europa, riscontrati attraverso le vacancy e nel recruitment passaparola Europrogettista Il profilo è ricercato in particolare da ONG,

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Process Counseling Master Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Il percorso Una delle applicazioni più diffuse del Process Counseling riguarda lo sviluppo delle potenzialità

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

CISITA. Executive TOOLS PARMA IMPRESE. sviluppo risorse per l azienda STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014

CISITA. Executive TOOLS PARMA IMPRESE. sviluppo risorse per l azienda STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014 sviluppo risorse per l azienda CISITA PARMA IMPRESE Executive TOOLS STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014 IN COLLABORAZIONE CON Executive TOOLS Executive Tools - Strumenti

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT MASTER Istituto Studi Direzionali Management Academy EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT SEDI E CONTATTI Management Academy Sida Group master@sidagroup.com www.mastersida.com

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master 2009 Executive Master PMI e Competitività Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master Universitario di primo livello, III edizione Marzo 2009

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

EXECUTIVE MASTER IN ICT MANAGEMENT EDUCATION EXECUTIVE

EXECUTIVE MASTER IN ICT MANAGEMENT EDUCATION EXECUTIVE EXECUTIVE EDUCATION EXECUTIVE MASTER IN ICT MANAGEMENT Executive Master in ICT Management & Business Intelligence e Predictive Analytics Executive Master in ICT Management & Big Data e Social Analytics

Dettagli

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto Urban Farming: Second Use of Public Spaces Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking Scheda progetto CSAVRI - Centro Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca e Incubatore

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS Eidos Communication Via G. Savonarola, 31 00195 Roma T. 06. 45.55.54.52. F. 06. 45.55.55.44. E. info@eidos.co.it W. www.eidos.co.it INFORMAZIONI

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme.

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme. Sme.UP ERP Retail BI & CPM Dynamic IT Mgt Web & Mobile Business Performance & Transformation 5% SCEGLIERE PER COMPETERE BI e CPM, una necessità per le aziende i modelli funzionali sviluppati da Sme.UP

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management Il Master universitario di 1 livello Banking and Financial Services Management è nato dall accordo tra la Scuola di Amministrazione Aziendale

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

Linee guida per le Scuole 2.0

Linee guida per le Scuole 2.0 Linee guida per le Scuole 2.0 Premesse Il progetto Scuole 2.0 ha fra i suoi obiettivi principali quello di sperimentare e analizzare, in un numero limitato e controllabile di casi, come l introduzione

Dettagli

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

Il Data Quality, un problema di Business!

Il Data Quality, un problema di Business! Knowledge Intelligence: metodologia, modelli gestionali e strumenti tecnologici per la governance e lo sviluppo del business Il Data Quality, un problema di Business! Pietro Berrettoni, IT Manager Acraf

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Executive Master in. Social Entrepreneurship

Executive Master in. Social Entrepreneurship novembre Executive Master in 2015 Social Entrepreneurship Master di Primo Livello dell Università Cattolica del Sacro Cuore a.a.2015/2016 II edizione Executive Master in Social Entrepreneurship Master

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

TECNICHE DI NEGOZIAZIONE E DI REDAZIONE DEI CONTRATTI DI VENDITA E DI DISTRIBUZIONE COMMERCIALE

TECNICHE DI NEGOZIAZIONE E DI REDAZIONE DEI CONTRATTI DI VENDITA E DI DISTRIBUZIONE COMMERCIALE RIEPILOGO CORSI Tecniche di negoziazione e di redazione dei contratti di vendita e di distribuzione commerciale Talenti & Vendite: la gestione della relazione commerciale Capire per vendere Tecniche di

Dettagli

Easy Manager 7. Il Modulo per la Riclassificazione del Bilancio. La Gestione ed il Controllo Economico-Finanziario dell Azienda.

Easy Manager 7. Il Modulo per la Riclassificazione del Bilancio. La Gestione ed il Controllo Economico-Finanziario dell Azienda. EASY 7 SUITE EASY MANAGER 7 Easy Manager 7. Il Modulo per la Riclassificazione del Bilancio. La Gestione ed il Controllo Economico-Finanziario dell Azienda. Il Bilancio di un Azienda, rappresenta un potente

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione

Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione Software da rilasciare con licenza GPL. Componente tecnologica: Drupal Premessa Obiettivi e Linee-Guida Mettere a disposizione

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Fabio Ciarapica Director PRAXI ALLIANCE Ltd

Fabio Ciarapica Director PRAXI ALLIANCE Ltd Workshop Career Management: essere protagonisti della propria storia professionale Torino, 27 febbraio 2013 L evoluzione del mercato del lavoro L evoluzione del ruolo del CFO e le competenze del futuro

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Master in Unconventional Marketing and Interactive Communication A.A. 2011/2012 Master specialistico

Master in Unconventional Marketing and Interactive Communication A.A. 2011/2012 Master specialistico Master in Unconventional Marketing and Interactive Communication A.A. 2011/2012 Master specialistico Il Master in Unconventional Marketing and Interactive Communication è un percorso formativo post-laurea

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

Ascolto, gestione degli spazi social e analisi con Hootsuite.com

Ascolto, gestione degli spazi social e analisi con Hootsuite.com Ascolto, gestione degli spazi social e analisi con Hootsuite.com #TTTourism // 30 settembre 2014 - Erba Hootsuite Italia Social Media Management HootsuiteIT Diego Orzalesi Hootsuite Ambassador Programma

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

E. Bisetto e D. Bordignon per

E. Bisetto e D. Bordignon per Personal Branding pensare, creare e gestire un brand a cura di E. Bisetto e D. Bordignon per Cosa significa Personal Branding Come si fa Personal Branding Come coniugare Brand Personale e Brand Aziendale

Dettagli

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE 12 DICEMBRE 2013 JOB MATCHPOINT Eliana Branca Direttore Scuola Superiore del Commercio del Turismo dei Servizi e delle Professioni

Dettagli

Business Process Modeling Caso di Studio

Business Process Modeling Caso di Studio Caso di Studio Stefano Angrisano, Consulting IT Specialist December 2007 2007 IBM Corporation Sommario Perché l architettura SOA? Le aspettative del Cliente. Ambito applicativo oggetto dell introduzione

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

Unità di ricerca Business Intelligence, Finance& Knowledge

Unità di ricerca Business Intelligence, Finance& Knowledge Unità di ricerca Business Intelligence, Finance& Knowledge ( www.economia.unimi.it/lda/adamss ) Facoltàdi Scienze, Università degli Studi di Milano 10 febbraio 2006 Coordinatore: Davide La Torre (Professore

Dettagli

SPC Scuola di Process Counseling

SPC Scuola di Process Counseling SPC Scuola di Process Counseling In uno scenario professionale e sociale in cui la relazione è il vero bisogno di individui e organizzazioni, SPC propone un modello scientifico che unisce l attenzione

Dettagli

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Gestisci. Organizza. Risparmia. Una lunga storia, uno sguardo sempre rivolto al futuro. InfoSvil è una società nata nel gennaio 1994 come

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com http://www.sinedi.com ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1 L estrema competitività dei mercati e i rapidi e continui cambiamenti degli scenari in cui operano le imprese impongono ai

Dettagli

Relazione sul data warehouse e sul data mining

Relazione sul data warehouse e sul data mining Relazione sul data warehouse e sul data mining INTRODUZIONE Inquadrando il sistema informativo aziendale automatizzato come costituito dall insieme delle risorse messe a disposizione della tecnologia,

Dettagli