CMAPAM1EM Concorso d idee per la riqualificazione e sviluppo del sito minerario di Balangero e Corio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CMAPAM1EM Concorso d idee per la riqualificazione e sviluppo del sito minerario di Balangero e Corio"

Transcript

1 CMAPAM1EM Concorso d idee per la riqualificazione e sviluppo del sito minerario di Balangero e Corio PIANO DI GESTIONE Il Piano di gestione per la proposta progettuale di riqualificazione dell Amiantifera di Balangero si colloca in una logica di programmazione basata sulla più ampia base conoscitiva disponibile. Vista la particolarità del programma funzionale ipotizzato (che unisce funzioni diverse e innovative) come riferimenti per la redazione del programma funzionale si sono utilizzati tecnopoli, centri di ricerca e parchi divertimenti. In tale piano si propongono una serie di attività che possano, nel tempo, ammortizzare i costi di costruzione complessivi per la riqualificazione del sito. Di seguito riportiamo l elenco dei costi di realizzazione delle strutture e degli impianti previsti nel progetto, oltre ai possibili ricavi dalle attività previste nel sito.

2 COSTI DI REALIZZAZIONE DELLE STRUTTURE E DEGLI IMPIANTI PREVISTI NEL PROGETTO Spazi edificati Come emerge in maniera chiara e sintetica dai diagrammi proposti, il sistema insediativo proposto si caratterizza per due assialità forti che si sovrappongono a formare un continuum tra valle e monte, di percorsi ma anche di spazi edificati e riusati, che punta ad un forte equilibrio. Il primo asse è nord-sud sul viale di accesso esistente. Il secondo è inclinato rispetto a questo di circa 30 e come una cerniera che si forma intorno agli spazi aperti segna l orientamento del molo a lago e della nuova struttura turistico-ricettiva a monte. Rispetto alle diverse quote di riferimento, è possibile riconoscere nel sistema 4 diversi ambiti: (la quota di riferimento è identificato nell attuale piazzale di accesso sud verso la strada per Balangero) AMBITO 1 (quota ) Riqualificazione e riuso di padiglione per eco-museo e palazzina storica con relativo nuovo collegamento porticato Eco-museo Il padiglione (superficie complessiva mq) viene bonificato (sostituzione copertura in amianto con nuove lastre ondulate metalliche), vengono sostituite le pareti perimetrali esterne con analoghe lastre metalliche, vengono rifatti i piani di pavimento in battuto di cemento e viene allestito come percorso eco-museale capace di ricostruire e comunicare la storia della cava. In questo padiglione, come anche negli altri dell ambito 2, viene adottata una strategia di riuso e recupero del volume in un ottica non convenzionale. Una sorta di ruinizzazione e riuso dell esistente. Ovvero, come rappresentato nella tavola 2, si interpreta lo spazio padiglione come una sorta di paesaggio intermedio tra esterno ed esterno (coperto e protetto ma non riscaldato) dove è possibile muoversi in uno spazio terzo (e dall alto fascino) e dove le funzioni (uffici, sale espositive o altro) sono racchiuse in piccoli moduli autonomi e aggregabili, di dimensioni contenute (e relativi contenuti costi realizzativi e di gestione) e realizzato interamente con materiali riciclabili. Questo permette un estrema flessibilità degli spazi recuperati e un contenimento dei costi. Opere di recupero, bonifica e allestimento del padiglione eco-museale con la realizzazione di 3 moduli per un totale di 900 mc riscaldati Costo parametrico per recupero e bonifica: 300 /mq Costo parametrico per realizzazione moduli e relativi impianti: /mq Costo parametrico per le installazioni: 20 /mq Costo complessivo stimato: Opere di recupero, e ristrutturazione della palazzina storica con realizzazione uffici direzionali, reception e struttura ricettiva Costo parametrico per recupero e bonifica: 800 /mq Costo complessivo stimato:

3 Realizzazione percorso porticato con struttura e copertura metallica Costo parametrico: 100 /mq Costo complessivo stimato: Totale stimato interventi relativi ad ambito AMBITO 2 (quota ) Parziale demolizione delle strutture esistenti, riqualificazione e riuso dei padiglioni per centro di ricerca e centro di produzione e studio energie alternative, realizzazione nuova struttura ricettiva centro di ricerca e biblioteca Opere di recupero, bonifica e allestimento dei quattro padiglioni con la realizzazione di 12 moduli (uso ufficio e biblioteca) per un totale di mc riscaldati Costo parametrico per recupero e bonifica: 300 /mq Costo parametrico per realizzazione moduli e relativi impianti: /mq Costo complessivo stimato: Opere di realizzazione di nuova struttura ingresso e reception (con annessi locali tecnici) Costo parametrico: 800 /mq bar-ristorante Opere di realizzazione di nuova struttura (con annessi locali tecnici) e impianti Costo parametrico: 800 /mq Costo complessivo stimato: Costo complessivo stimato: centro energie alternative Opere di recupero, bonifica e allestimento dei cinque padiglioni con la realizzazione di 8 moduli (uso ufficio di gestione e controllo, sala riunioni e spazio per incontri e conferenze) per un totale di mc riscaldati, comprensivo di nuovo elemento di collegamento Costo parametrico per recupero e bonifica: 300 /mq Costo parametrico per realizzazione moduli e relativi impianti: /mq Costo parametrico per le installazioni: 20 /mq Costo complessivo stimato: Opere di demolizione padiglioni esistenti Totale mc Costo complessivo stimato: Totale stimato interventi relativi ad ambito

4 AMBITO 3 (quota ) Realizzazione piattaforma molo a lago Opere di realizzazione della struttura con minimo arredo urbano per una superficie complessiva di mq Costo parametrico: 150 /mq Costo complessivo stimato: Totale stimato interventi relativi ad ambito AMBITO 4 (quota ) Realizzazione struttura ricettiva-panoramica (osservatorio) a monte Opere di realizzazione della struttura con adeguata attenzione all interazione con la roccia di amianto e relativa realizzazione di osservatorio esterno Costo parametrico: /mq Costo complessivo stimato: Totale stimato interventi relativi ad ambito

5 Intervento previsto AMBITI EDIFICATI costi stimati ECOMUSEO - AMBITO 1 Opere di recupero, bonifica e allestimento del padiglione eco-museale ,00 Opere di recupero e ristrutturazione della palazzina storica ,00 Percorso porticato ,00 TOTALE COSTI ,00 CENTRO DI RICERCA E BIBLIOTECA - AMBITO 2 Opere di recupero, bonifica e allestimento padiglioni e moduli ,00 Ingresso e reception ,00 TOTALE COSTI ,00 BAR RISTORANTE - AMBITO 2 Realizzazione ,00 TOTALE COSTI ,00 CENTRO ENERGIE ALTERNATIVE - AMBITO 2 Opere di recupero, bonifica e allestimento padiglioni e moduli ,00 Opere di demolizione padiglioni esistenti ,00 TOTALE COSTI ,00 MOLO A LAGO - AMBITO 3 Realizzazione piattaforma molo a lago ,00 TOTALE COSTI STRUTTURA RICETTIVA/PANORAMICA - AMBITO 4 Opere di realizzazione della struttura ,00 TOTALE COSTI ,00 TOTALE REALIZZAZIONI AMBITI EDIFICATI ,00

6 Spazi aperti Gli spazi edificati e i volumi afferenti ai diversi ambiti hanno una relazione privilegiata con spazi esterni (piazze, aree boscate, aree verdi) che rafforzano la qualità sociale dell intervento e si propongono come luoghi privilegiati per la sosta e l interazione, all interno del percorso di visita. Ambito 1 Realizzazione di piastra pavimentata tra palazzina storica e torre-ascensori, con minimo arredo urbano e vegetazione per una superficie complessiva di mq Costo parametrico: 150 /mq Costo complessivo stimato: Piantumazione area boscata secondo le indicazioni dell allegata relazione di recupero forestale, per un totale di mq Costo parametrico: 50 /mq Costo complessivo stimato: Ambito 2 Realizzazione di piastra pavimentata nello spazio intermedio dei padiglioni, con minimo arredo urbano e vegetazione per una superficie complessiva di mq Costo parametrico: 150 /mq Costo complessivo stimato: Ambito 3 Realizzazione di piastra pavimentata a lago per una superficie complessiva di mq Costo parametrico: 150 /mq Costo complessivo stimato: Ambito 4 Realizzazione di area verde panoramica e parte attrezzata per una superficie complessiva di mq Costo parametrico: 30 /mq Costo complessivo stimato:

7 intervento previsto SPAZI APERTI costi stimati AMBITO 1 Pavimentazione, arredo urbano, vegetazione ,00 Piantumazione area boscata ,00 TOTALE COSTI ,00 AMBITO 2 Pavimentazione, arredo urbano, vegetazione ,00 TOTALE COSTI ,00 AMBITO 3 Pavimentazione, arredo urbano, vegetazione a lago ,00 TOTALE COSTI ,00 AMBITO 4 Area verde panoramica ,00 TOTALE COSTI ,00 TOTALE REALIZZAZIONE SPAZI APERTI ,00

8 Energia Realizzazione impianto geotermico a lago Costo complessivo stimato: Mobilità Realizzazione di 360 posti auto + 10 posti autobus in aree destinate a parcheggi, con relativi interventi dei collegamenti stradali interni (minimi movimenti di terra, pavimentazioni, adeguate opere di mitigazione ambientale e minime opere di arredo urbano) Costo parametrico: / posto auto Costo complessivo stimato: Realizzazione di 90 posti auto in area destinate a parcheggio temporaneo (minimi movimenti di terra, adeguate opere di mitigazione ambientale) Costo parametrico: 400 / posto auto Costo complessivo stimato: Opere di manutenzione e ripristino percorsi esistenti (senza movimentazioni di terra) Costo complessivo stimato: Opere di realizzazione nuovi percorsi pedonali per un totale di circa 2 km di lunghezza, calibro dei percorsi adeguato al movimento dei portatori di handicap (senza movimentazioni di terra, pavimentazioni in doghe di legno appoggiate su pietra, minimi arredi urbani) Costo parametrico: 200 / ml Costo complessivo stimato: Opere di realizzazione ascensori e scale di collegamento tra il livello palazzina storica e quello degli stabilimenti con relativa coperture per un totale area coperta di 900 mq (nuova struttura con materiali leggeri metallici) Costo parametrico: 400 / mq Costo complessivo stimato: Opere di realizzazione torri di risalita con ascensori e scale di collegamento tra il livello molo a lago e il livello dei percorsi pedonali intorno al cratere per un totale area coperta di 500 mq (nuove strutture con materiali leggeri metallici) Costo parametrico: 400 / mq Costo complessivo stimato: Totale stimato interventi relativi alla mobilità ,00

9 Intervento previsto PERCORSI E SISTEMI DI TRASPORTO costi stimati MOBILITA' Parcheggio ,00 Parcheggio ,00 Opere di manutenzione e ripristino percorsi esistenti ,00 Nuovi percorsi pedonali ,00 Ascensori e scale ,00 Torri di risalita per ascensori e scale ,00 TOTALE REALIZZAZIONE MOBILITA ,00 Come spiegato nella relazione tecnica illustrativa, si propone anche la realizzazione di un sistema di trasporto pubblico all interno dell area (metropolitana leggera) che permetta una fruizione completa da parte di tutti i visitatori e gli addetti. Viste le molte variabili coinvolte non si è ritenuto di inserire il costo nelle tabelle precedenti e nella quantificazione dei costi, che parametricamente può essere stimato in alcuni milioni di euro al chilometro di sviluppo. A tale infrastruttura si aggiungono naturalmente i costi per le pensiline in corrispondenza delle soste. E necessario, anche sulla scorta di esperienze simili in città e in altri parchi a tema, aggiungere che la gestione del può avere molteplici tipologie: - gestione interamente affidata a un operatore privato o a un consorzio di operatori privati; - gestione affidata a un ente pubblico o a un raggruppamento di enti pubblici, ovvero a società controllate da enti pubblici locali; - gestione affidata ad un raggruppamento di operatori pubblici e privati, ad esempio coinvolgendo la società realizzatrice del sistema in un operazione di Project Financing.

10 VALUTAZIONE DEL NUMERO DI UTENTI PREVISTI Utenti Per quanto riguarda i visitatori, l organizzazione delle aree proposta in questo progetto permette di prevedere un affluenza costante di utenti durante tutto l arco della settimana e dell anno. Le diverse funzioni e i differenti contenuti attribuiti al sito, infatti, permettono un suo sfruttamento continuo da parte di target diversi. Si ipotizza infatti che ci sia un gruppo di utilizzatori costante nel tempo e costituito principalmente dai lavoratori che ogni giorno si recheranno nell area per la gestione dei diversi servizi previsti. Inoltre si è ipotizzato un gruppo di visitatori occasionali, anch esso costante nel tempo, rappresentato da studenti di scuole elementari, medie e medie superiori, famiglie e adulti. Nella seguente time line viene rappresentata l affluenza dei vari gruppi di visitatori lungo tutto l arco della settimana:

11 Studenti Si stima una presenza di 50 studenti al giorno dal lunedì al venerdì per 35 settimane annue. Totale presenze / anno Famiglie Si stima che durante i week end (sabato e domenica) ci sia un affluenza variabile a seconda che vengano organizzati o meno eventi. Si stima l organizzazione di un evento al mese. Totale presenze fuori evento / anno Totale presenze per eventi / anno Di questi si considerano ingressi ridotti (bambini sotto i 6 anni e anziani sopra i 65 anni, disabili e categorie protette) e ingressi ordinari. Si è considerato questi utenti come utenti paganti il biglietto di ingresso. Ad essi si aggiungono altri visitatori paganti: colori che partecipano alle cene a tema o agli eventi organizzati nell area monumentale a lago. In questo caso si ipotizza una presenza di 150 persone nei week end, a un costo medio di ingresso di 40 euro (comprensivo di costo del biglietto della metropolitana leggera, cena ed eventuale evento: concerto, osservazione delle stelle ecc.). Totale presenze / anno Addetti Si ipotizza che l area sarà frequentata da un gruppo variabile tra le 60 e le 70 persone al giorno, fisso, rappresentato dai lavoratori del centro. Totale presenze / anno Visitatori per studio La biblioteca del centro ricerche sarà frequentata durante la settimana, da lunedì a venerdì. Totale presenze / anno Inoltre si ipotizza l organizzazione di almeno 3 giorni di eventi al mese (conferenze, fiere, tavole rotonde, workshop ecc). Totale presenze / anno Visitatori parco Si prevede un afflusso di persone che non visiteranno l eco-museo ma che entreranno nel sito per accedere alla parte monumentale e alle aree verdi attrezzate Totale presenze / anno TOTALE utenti presenze / anno (di cui circa 67mila persone / anno paganti)

12 Progetto occupazionale L organizzazione del progetto prevede l assunzione di 60 unità lavorative: n. 5 impiegati/addetti per la gestione e la manutenzione dei siti di produzione di energia alternativa; n. 20 impiegati e ricercatori per il centro ricerche; n. 10 impiegati (guide, biglietteria, bookshop) a servizio dell eco-museo; n. 6 impiegati per il centro direzionale dell intera area; n. 20 addetti per i bar e ristoranti del sito. I turni lavorativi saranno organizzati in gruppi in modo da poter garantire la continuità del servizio. Naturalmente il servizio tenderà ad aumentare nei giorni festivi e nei periodi vocati al flusso turistico (Pasqua, Natale e Ferragosto). Tariffe di ingresso Si prevede una differenziazione tariffaria basata sulle attività che gli utenti intendono svolgere all interno del sito. Di seguito proponiamo diverse tipologie di tariffazione. Ingresso al sito per accedere alle aree verdi attrezzate e all area monumentale: Ingressi ordinari 2,50 Ingressi ridotti 1,00 Visita singola dell eco-museo o del centro energia : Ingressi ordinari 6,00 Ingressi ridotti 3,00 Visita combinata dell eco-museo e del centro energia : Ingressi ordinari 8,00 Ingressi ridotti 4,00 Biglietto per giro panoramico con sistema di trasporto leggero su rotaia: Ingressi ordinari 5,00 Ingressi ridotti 3,00 Biglietto per giro panoramico con sistema di trasporto leggero su rotaia e cena: Ingressi ordinari 40,00 Biglietto per partecipazione a fiere di settore: Ingressi ordinari 10,00 Ingressi ridotti 5,00

13 Piano finanziario Ricavi annuali per ingressi e attività connesse visitatori quantità ricavi centro ecomuseale studenti ingresso ordinario ingresso ordinario ingresso ridotto ingresso ridotto visitatori parco ingresso ordinario ingresso ridotto utenti del trenino biglietto intero biglietto ridotto Utenti Ristorante Panoramico pranzi e cene cene a tema Utenti Bar Ristorante centro museale TOTALE La realizzazione degli impianti di produzione di energia elettrica e termica da fonti rinnovabili in situ (fotovoltaico e geotermico) permette di azzerare i costi per il funzionamento delle attrezzature e per il riscaldamento dei volumi chiusi. Si stima che l affitto di spazi per società di ricerca private (centro di ricerca) o società attive nel campo delle energie rinnovabili (centro energia) copra le spese di manutenzione. Pertanto i ricavi, pari a circa 1 milione e mezzo di euro annui, servono per ammortizzare l investimento iniziale pari a circa 20 milioni di euro. Il tempo di ritorno dell investimento potrebbe quindi essere nell ordine dei 15 anni (stima più ottimistica). Questo senza considerare finanziamenti pubblici a fondo perduto.

14 Piano di marketing La promozione del patrimonio ambientale e culturale interessato dal progetto dovrà essere effettuata prestando particolare attenzione alla popolazione locale, al mondo della scuola e della formazione in generale, e al settore turistico, sempre più sensibile all offerta di attività ricreative di carattere culturale. Target di riferimento: Popolazione locale Scuola Turisti All interno di questi target si prevede di intraprendere azioni mirate per i diversi segmenti di mercato (residenti locali, residenti nella regione Piemonte, turisti italiani e stranieri, associazioni culturali ecc.). Strumenti utilizzati: Pubblicità; Pacchetti informativi sulla struttura e i servizi offerti; Servizi speciali per scuole, associazioni culturali, etc.; Manifestazioni ed altri eventi culturali e di spettacolo; Cartellonistica, indicazioni. I turisti, inoltre, potranno essere raggiunti mediante contatti con i soggetti che per propria natura istituzionale o di impresa offrono servizi di carattere turistico e/o ricreativo, quali la Pro-Loco, agenzie viaggi, hotels, agriturismi, ristoratori. Si propone inoltre la possibilità di realizzare pacchetti che comprendano la visita anche di altre attrazioni che si trovano nella zona (vedi ad esempio la Reggia di Venaria). Una particolare attenzione sarà rivolta alle scuole di ogni ordine e grado, con la pianificazione di attività didattiche da realizzarsi attraverso contatti con gli istituti scolastici presenti nel territorio regionale e non solo.

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE MUSEALI DI ENTE LOCALE EDI INTERESSE LOCALE

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE MUSEALI DI ENTE LOCALE EDI INTERESSE LOCALE QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE MUSEALI DI ENTE LOCALE EDI INTERESSE LOCALE DATI GENERALI Dati informativi - descrittivi Denominazione del museo o della

Dettagli

Operazione b: REALIZZAZIONE DI INFRASTRUTTURE RICREATIVE CON SERVIZI DI PICCOLA RICETTIVITA

Operazione b: REALIZZAZIONE DI INFRASTRUTTURE RICREATIVE CON SERVIZI DI PICCOLA RICETTIVITA FEASR ALLEGATO A1 - Caratteristiche dell impresa e dell intervento PSR 2007-2013 Regione Piemonte GAL Escartons e Valli Valdesi Programma di Sviluppo locale Fare impresa, fare sistema nel territorio delle

Dettagli

IL PIANO DI SVILUPPO LOCALE SVILUPPO DELL OLTREPO PAVESE. Uno strumento per lo sviluppo delle imprese e del territorio

IL PIANO DI SVILUPPO LOCALE SVILUPPO DELL OLTREPO PAVESE. Uno strumento per lo sviluppo delle imprese e del territorio IL PIANO DI SVILUPPO LOCALE DELLA FONDAZIONE PER LO SVILUPPO DELL OLTREPO PAVESE Uno strumento per lo sviluppo delle imprese e del territorio LA FONDAZIONE PER LO SVILUPPO DELL OLTREPO PAVESE La Fondazione

Dettagli

MGFEFEMN CONCORSO DI IDEE PER LA RIQUALIFICAZIONE E SVILUPPO DEL SITO MINERARIO DI BALANGERO PIANO DI GESTIONE

MGFEFEMN CONCORSO DI IDEE PER LA RIQUALIFICAZIONE E SVILUPPO DEL SITO MINERARIO DI BALANGERO PIANO DI GESTIONE CONCORSO DI IDEE PER LA RIQUALIFICAZIONE E SVILUPPO DEL SITO MINERARIO DI BALANGERO PIANO DI GESTIONE 1 SUPERFICI UFFICI AULE DIDATTICHE STIMA DELLE SUPERFICI E DEI VOLUMI LABORATORI EXPO PERCORSO MUSEALE

Dettagli

RILIEVO CONSISTENZE STRUTTURE COMUNALI AD USO TECNICO-AMMINISTRATIVO FINALIZZATO ALLA AGGREGAZIONE DELLE STESSE IN SEDE UNICA

RILIEVO CONSISTENZE STRUTTURE COMUNALI AD USO TECNICO-AMMINISTRATIVO FINALIZZATO ALLA AGGREGAZIONE DELLE STESSE IN SEDE UNICA RILIEVO CONSISTENZE STRUTTURE COMUNALI AD USO TECNICO-AMMINISTRATIVO FINALIZZATO ALLA AGGREGAZIONE DELLE STESSE IN SEDE UNICA SERVIZIO PROGETTAZIONE E DIREZIONE LAVORI SU STRUTTURE Il Responsabile (Arch.

Dettagli

Il Presidente di Commissione (dott. Roberto Bandinelli)

Il Presidente di Commissione (dott. Roberto Bandinelli) Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Tecnico per il Turismo M. POLO Firenze Gara Nazionale Istituti Tecnici per il Turismo Indirizzo Iter 01 Dicembre 2010 Prima prova : Discipline

Dettagli

PIA Turismo - Aiuti alle grandi imprese e alle PMI per programmi integrati di investimento

PIA Turismo - Aiuti alle grandi imprese e alle PMI per programmi integrati di investimento PIA Turismo - Aiuti alle grandi imprese e alle PMI per programmi integrati di investimento FINALITÀ Destagionalizzazione dei flussi turistici RISORSE DISPONIBILI Euro 15 milioni BENEFICIARI Grande impresa

Dettagli

Piazzetta Cardo Nord Est. mag. 14

Piazzetta Cardo Nord Est. mag. 14 Piazzetta Cardo Nord Est mag. 14 Il Sito Espositivo 935.595 mq di area totale 147 Paesi Partecipanti AREE TEMATICHE PARTECIPANTI UFFICIALI AREE DI SERVIZIO PARTECIPANTI NON UFFICIALI AREE EVENTI CLUSTER

Dettagli

Il progetto Movicentro: l esperienza del Comune di Cuneo. Città di Cuneo Assessorato alla mobilità e ai trasporti

Il progetto Movicentro: l esperienza del Comune di Cuneo. Città di Cuneo Assessorato alla mobilità e ai trasporti Negli ultimi anni i livelli di traffico e di inquinamento atmosferico registrati a Cuneo hanno indotto istituzioni e cittadini all adozione di nuove e più sostenibili modalità di spostamento. Il Comune

Dettagli

Campidoglio due, la città dei cittadini Piano per la rilocalizzazione degli uffici centrali del Comune di Roma

Campidoglio due, la città dei cittadini Piano per la rilocalizzazione degli uffici centrali del Comune di Roma Venezia, 10-20 novembre 2004 Catalogo della Mostra Comune di Roma Risorse per Roma Spa Campidoglio due, la città dei cittadini Piano per la rilocalizzazione degli uffici centrali del Comune di Roma Piano

Dettagli

AGORA' 6 Completamento e riqualificazione del comparto orientale del Centro Direzionale di Napoli Nell area orientale della città di Napoli è partita una grande iniziativa di sviluppo. Con la firma della

Dettagli

Spazio espositivo a rotazione n.1 Cardo Nord Ovest. ago. 14

Spazio espositivo a rotazione n.1 Cardo Nord Ovest. ago. 14 Spazio espositivo a rotazione n.1 Cardo Nord Ovest ago. 14 Il Sito Espositivo 935.595 mq di area totale 147 Paesi Partecipanti AREE TEMATICHE PARTECIPANTI UFFICIALI AREE DI SERVIZIO PARTECIPANTI NON UFFICIALI

Dettagli

(vedi documento 8. Descrizione dettagliata del progetto, capitolo VIII. Prospettive e sostenibilità)

(vedi documento 8. Descrizione dettagliata del progetto, capitolo VIII. Prospettive e sostenibilità) (vedi documento 8. Descrizione dettagliata del progetto, capitolo VIII. Prospettive e sostenibilità) Dopo l apertura del Centro didattico e di documentazione e l avvio delle attività didattiche e promozionali,

Dettagli

Montecassiano Bene Comune

Montecassiano Bene Comune Montecassiano Bene Comune Programma per l amministrazione comunale 2014-2019 non abbiamo bisogno di chissà quali grandi cose o chissà quali grandi uomini; abbiamo solo bisogno di più gente onesta (b.c.)

Dettagli

CONCORSO DI IDEE PER LA RIQUALIFICAZIONE PAESAGGISTICA ED URBANISTICA DEL SISTEMA DEI PARCHI URBANI RELAZIONE ILLUSTRATIVA ( 33684495 )

CONCORSO DI IDEE PER LA RIQUALIFICAZIONE PAESAGGISTICA ED URBANISTICA DEL SISTEMA DEI PARCHI URBANI RELAZIONE ILLUSTRATIVA ( 33684495 ) CONCORSO DI IDEE PER LA RIQUALIFICAZIONE PAESAGGISTICA ED URBANISTICA DEL SISTEMA DEI PARCHI URBANI RELAZIONE ILLUSTRATIVA ( 33684495 ) Comune di Ciriè TRE ETTARI concorso di idee 2 SPIEGAZIONI DELLE SCELTE

Dettagli

EXPO 2015 S.p.A. Il Sito Espositivo. Maggio 2012

EXPO 2015 S.p.A. Il Sito Espositivo. Maggio 2012 EXPO 2015 S.p.A. Il Sito Espositivo Maggio 2012 Expo Milano 2015 Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita Expo Milano 2015 è un evento globale, culturale, educativo e scientifico che riunisce a Milano Paesi,

Dettagli

08LUALAN RELAZIONE. 1. illustrazione sintetica della proposta progettuale

08LUALAN RELAZIONE. 1. illustrazione sintetica della proposta progettuale 08LUALAN RELAZIONE 1. illustrazione sintetica della proposta progettuale La principale caratteristica dell area oggetto di intervento è la forte presenza dell area boscata, è l essere quasi estranea rispetto

Dettagli

Progetto di un edificio da destinare ad officina di riparazione autovetture con annesso salone di esposizione e vendita

Progetto di un edificio da destinare ad officina di riparazione autovetture con annesso salone di esposizione e vendita Progetto di un edificio da destinare ad officina di riparazione autovetture con annesso salone di esposizione e vendita Sessione anno 1990 Prima prova scritto-grafica A confine con una strada di un centro

Dettagli

Situazione attuale degli accessi

Situazione attuale degli accessi Situazione attuale degli accessi Attualmente gli accessi al quartiere fieristico si rivolgono prevalentemente verso la città per il naturale effetto delle dinamiche di traffico fino ad ora esistite nel

Dettagli

PIU 2015 ONE SMART CITY. Un progetto di rigenerazione urbana per l'inclusione sociale. Comune di Vinci Comune di Cerreto Guidi

PIU 2015 ONE SMART CITY. Un progetto di rigenerazione urbana per l'inclusione sociale. Comune di Vinci Comune di Cerreto Guidi PIU 2015 ONE SMART CITY Un progetto di rigenerazione urbana per l'inclusione sociale Comune di Vinci Comune di Cerreto Guidi FINANZIAMENTO COMPLESSIVO DEL PROGETTO! 5.950.000 euro di investimento complessivo!

Dettagli

Telefono 0363901455 Fax 0363902393 E-mail info@parcodelserio.it

Telefono 0363901455 Fax 0363902393 E-mail info@parcodelserio.it PROGETTO Un nuovo modo di vivere e scoprire il territorio e i suoi beni culturali nel parco cicloturistico della Media Pianura Lombarda TITOLO L ABC del Parco del Serio (Alimentazione, biodiversita e cultura)

Dettagli

Comune di Faenza Settore Territorio

Comune di Faenza Settore Territorio Comune di Faenza Settore Territorio La sostenibilità a Faenza Un percorso coerente dalla bioarchitettura alla biourbanistica La sostenibilità a Faenza (le domande a cui rispondere) Perché si possa definire

Dettagli

INFORMAZIONI ACCESSIBILITÀ CENTRO VISITE CIABOT DELLE GUARDIE

INFORMAZIONI ACCESSIBILITÀ CENTRO VISITE CIABOT DELLE GUARDIE INFORMAZIONI ACCESSIBILITÀ Parco La Mandria CENTRO VISITE CIABOT DELLE GUARDIE Il parcheggio dista circa un chilometro dall edificio; il percorso per raggiungere l ingresso è pianeggiante ed ha il fondo

Dettagli

MARKETING Il piano di marketing

MARKETING Il piano di marketing Università degli studi di Macerata Facoltà di Scienze della comunicazione MARKETING Il piano di marketing Prof. Laura Gavinelli laura.gavinelli@unimc.it Blythe, Fondamenti di marketing, cap. 10 1 Cos è,

Dettagli

COMUNE DI LOMBRIASCO

COMUNE DI LOMBRIASCO REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI TORINO COMUNE DI LOMBRIASCO CRITERI PER L INSEDIAMENTO DEL COMMERCIO AL DETTAGLIO IN ATTUAZIONE DEL D.LGS. 31 MARZO 1998 N. 114, DELLA LEGGE REGIONALE 12 NOVEMBRE 1999 N.

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA (1)

EFFICIENZA ENERGETICA (1) Tutti gli incentivi per i cittadini: - La detrazione fiscale del 55% per rinnovabili e risparmio energetico nelle abitazioni - Il Conto Energia per il Fotovoltaico - La tariffa omnicomprensiva e i certificati

Dettagli

P8SEMP CONCORSO DI IDEE CASA A MISURA DI BAMBINO

P8SEMP CONCORSO DI IDEE CASA A MISURA DI BAMBINO CONCORSO DI IDEE CASA A MISURA DI BAMBINO RELAZIONE ILLUSTRATIVA 1_CONCEPT L idea di progetto prevede lo sviluppo di un complesso architettonico integrato con l ambiente ed al contempo connotato da una

Dettagli

SCALE MOBILI PER LE CITTÀ

SCALE MOBILI PER LE CITTÀ PER LE CITTÀ L utilizzo di scale mobili e ascensori per facilitare la mobilità delle persone nelle città d arte o in luoghi difficilmente accessibili vede oggi una significativa accelerazione, e dopo il

Dettagli

Dati e gestione 2007-2014

Dati e gestione 2007-2014 La Venaria Reale Dati e gestione 2007-2014 A cura di: Consorzio di Valorizzazione Culturale La Venaria Reale Comunicazione e Stampa PREMESSA. I RISULTATI DI 7 ANNI DI GESTIONE p. 3 LA VENARIA REALE p.

Dettagli

Il complesso edilizio NEGOZI. Il nuovo segno sul territorio della città di Udine

Il complesso edilizio NEGOZI. Il nuovo segno sul territorio della città di Udine Il complesso edilizio MERIDIANA si compone di 6 piani per un totale di 50 mila metri cubi con tre differenti destinazioni d uso: Spazi commerciali sono disponibili al piano terra e 1 piano Uffici e ambienti

Dettagli

LABORATORIO DELL ACQUA A CAMUGNANO

LABORATORIO DELL ACQUA A CAMUGNANO Parco Laghi di Suviana e Brasimone INFORMAZIONI ACCESSIBILITÀ MUSEO DEL BOSCO DI PORANCETO Il Museo è situato in località Poranceto nel comune di Cumugnano ed è ospitato all interno di un unico edificio

Dettagli

Programma di riqualificazione degli immobili agricoli (P.R.I.A.) non utilizzati o sotto utilizzati

Programma di riqualificazione degli immobili agricoli (P.R.I.A.) non utilizzati o sotto utilizzati Programma di riqualificazione degli immobili agricoli (P.R.I.A.) non utilizzati o sotto utilizzati Stato degli atti dopo il Febbraio 2010: Sono state presentate 90 proposte. L estensione complessiva delle

Dettagli

SCHEDE DESCRITTIVE AREE DEGRADATE

SCHEDE DESCRITTIVE AREE DEGRADATE SCHEDE DESCRITTIVE AREE DEGRADATE In adeguamento al Regolamento n.1 di attuazione della legge regionale n. 50/2012, articolo 2 - comma 6, nel Comune di Tezze sul Brenta è stata individuata un area degradata

Dettagli

Cittadini e Amministrazione insieme per progettare il nuovo volto del Centro Storico. Sala della Giostra 19/09/2015

Cittadini e Amministrazione insieme per progettare il nuovo volto del Centro Storico. Sala della Giostra 19/09/2015 Cittadini e Amministrazione insieme per progettare il nuovo volto del Centro Storico Sala della Giostra 19/09/2015 Presentazione Risultati - Il programma Accoglienza partecipanti e caffè di benvenuto Presentazione

Dettagli

REGIONE LAZIO Assessorato Ambiente e Cooperazione tra i Popoli PROGETTI INTEGRATI TERRITORIALI DELLE AREE PROTETTE

REGIONE LAZIO Assessorato Ambiente e Cooperazione tra i Popoli PROGETTI INTEGRATI TERRITORIALI DELLE AREE PROTETTE REGIONE LAZIO Assessorato Ambiente e Cooperazione tra i Popoli PROGETTI INTEGRATI TERRITORIALI DELLE AREE PROTETTE Agenzia Regionale Parchi Fabio Brini PIT aree protette Condizioni e opportunità per la

Dettagli

Piano di Sviluppo Locale 2014-2020 GAL Tuscia Romana. Crescere insieme: opportunità e risorse

Piano di Sviluppo Locale 2014-2020 GAL Tuscia Romana. Crescere insieme: opportunità e risorse Piano di Sviluppo Locale 2014-2020 GAL Tuscia Romana Crescere insieme: opportunità e risorse MISURA 4 INVESTIMENTI IN IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI P1-6 4 MISURA 4 Investimenti in immobilizzazioni materiali

Dettagli

La struttura alberghiera inserita nel complesso del Nuovo Centro Congressi di Roma (quartiere Eur)

La struttura alberghiera inserita nel complesso del Nuovo Centro Congressi di Roma (quartiere Eur) La struttura alberghiera inserita nel complesso del Nuovo Centro Congressi di Roma (quartiere Eur) Premessa EUR S.p.A., società partecipata al 90% dal Ministero dell Economia e delle Finanze e al 10% dal

Dettagli

INFORMAZIONI ACCESSIBILITÀ CENTRO EDUCAZIONE AMBIENTALE A PALAZZO DI ACCETTURA

INFORMAZIONI ACCESSIBILITÀ CENTRO EDUCAZIONE AMBIENTALE A PALAZZO DI ACCETTURA Parco Gallipoli Cognato e Piccole Dolomiti Lucane INFORMAZIONI ACCESSIBILITÀ CENTRO EDUCAZIONE AMBIENTALE A PALAZZO DI ACCETTURA Le attività del Centro sono distribuite in due edifici diversi, distanti

Dettagli

9 ambito progettuale stazione ferroviaria

9 ambito progettuale stazione ferroviaria 9 ambito progettuale stazione ferroviaria Project manager: gruppo dirigenti: master plan e progettazione urbanistica: progettazione urbana: progettazione opere pubbliche: Lavorare in team si lavora in

Dettagli

QUANTIFICAZIONE DI MASSIMA DELLE SPESE PER AMBITI COMPLESSI

QUANTIFICAZIONE DI MASSIMA DELLE SPESE PER AMBITI COMPLESSI QUANTIFICAZIONE DI MASSIMA DELLE SPESE PER AMBITI COMPLESSI I dati economici riportati si riferiscono al costo effettivo dell'intervento IVA compresa TOTALE LIRE 9.181.856.000 AC.p1 RIQUALIFICAZIONE AREA

Dettagli

CASA DEL VOLONTARIATO. Milano, 24 febbraio 2011

CASA DEL VOLONTARIATO. Milano, 24 febbraio 2011 CASA DEL VOLONTARIATO Milano, 24 febbraio 2011 La costituzione della CASA DEL VOLONTARIATO, individuata presso la struttura di proprietà comunale sita in via Monte Grappa 6/a a Milano, è stata approvata

Dettagli

CENTRO VISITE SILVANO MASSOLO AD AISONE

CENTRO VISITE SILVANO MASSOLO AD AISONE Parco Alpi Marittime INFORMAZIONI ACCESSIBILITÀ CENTRO VISITE DI VERNANTE Il Centro visite è ubicato al piano terra di un edificio posto al centro dell abitato di Vernante in Valle Vermegnana. La struttura

Dettagli

La componente ambientale nel processo di riqualificazione del sistema fieristico milanese

La componente ambientale nel processo di riqualificazione del sistema fieristico milanese La componente ambientale nel processo di riqualificazione del sistema fieristico milanese Angelo Nespoli Sviluppo Sistema Fiera Paysalia - Lione, 3 dicembre 2009 1 LA VALORIZZAZIONE TERRITORIALE PER SVILUPPO

Dettagli

MOVICENTRO DI MONDOVI

MOVICENTRO DI MONDOVI PREMESSA I problemi dell accessibilità sono stati, a Mondovì come altrove, causa principale del declino del centro storico, e l invasività dei veicoli privati ha prodotto modifiche consistenti nel paesaggio

Dettagli

Progetto di sviluppo delle residenze dell Università di Milano-Bicocca. Milano - Monza - Cinisello Balsamo

Progetto di sviluppo delle residenze dell Università di Milano-Bicocca. Milano - Monza - Cinisello Balsamo Progetto di sviluppo delle residenze dell Università di Milano-Bicocca Milano - Monza - Cinisello Balsamo Residenza Universitaria denominata U10.2 Piazza dell Ateneo Nuovo, 2 Milano Superficie totale Alloggi

Dettagli

COMUNE DI PRATO. Ass.to Pari Opportunita Ass.re Rita Pieri Ass.to Lavori Pubblici Ass.re Roberto Caverni

COMUNE DI PRATO. Ass.to Pari Opportunita Ass.re Rita Pieri Ass.to Lavori Pubblici Ass.re Roberto Caverni COMUNE DI PRATO Ass.to Pari Opportunita Ass.re Rita Pieri Ass.to Lavori Pubblici Ass.re Roberto Caverni Gruppo di lavoro per l elaborazione del Piano per l Accessibilità Urbana Coordinatore Gruppo Arch.

Dettagli

Shooting, Location e Welcome Desk

Shooting, Location e Welcome Desk Shooting, Location e Listino prezzi 2015 Il Network Nord Ovest Milano Centrale Torino Porta Nuova Genova Brignole Genova Piazza Principe Nord Est Verona Porta Nuova Venezia Mestre Venezia S. Lucia Bologna

Dettagli

GRUPPO AZIONE LOCALE BASSO TIRRENO COSENTINO Programma di Sviluppo Rurale della Regione Calabria 2007-2013 PSR 2007-2013 - ASSE 4 APPROCCIO LEADER

GRUPPO AZIONE LOCALE BASSO TIRRENO COSENTINO Programma di Sviluppo Rurale della Regione Calabria 2007-2013 PSR 2007-2013 - ASSE 4 APPROCCIO LEADER GRUPPO AZIONE LOCALE BASSO TIRRENO COSENTINO PSR 2007-2013 - ASSE 4 APPROCCIO LEADER Programma di Sviluppo Locale BASSO TIRRENO COSENTINO SCHEDA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALLA PRESENTAZIONE DI PROGETTI

Dettagli

C o m u n e d i C o s t a d e N o b i l i P r o v i n c i a d i P a v i a P I A N O D I G O V E R N O D E L T E R R I T O R I O

C o m u n e d i C o s t a d e N o b i l i P r o v i n c i a d i P a v i a P I A N O D I G O V E R N O D E L T E R R I T O R I O C o m u n e d i C o s t a d e N o b i l i P r o v i n c i a d i P a v i a P I A N O D I G O V E R N O D E L T E R R I T O R I O Q U E S T I O N A R I O C O N O S C I T I V O P A R T E C I P A Z I O N E

Dettagli

PIANO PARTICOLAREGGIATO AREA EX AMGA INDIVIDUAZIONE PLANIMETRICA DELL ORGANIZZAZIONE TIPOLOGICA DEGLI SPAZI APERTI

PIANO PARTICOLAREGGIATO AREA EX AMGA INDIVIDUAZIONE PLANIMETRICA DELL ORGANIZZAZIONE TIPOLOGICA DEGLI SPAZI APERTI INDIVIDUAZIONE PLANIMETRICA DELL ORGANIZZAZIONE TIPOLOGICA DEGLI SPAZI APERTI scala 1:2500 1 - SPAZI PERTINENZIALI, PUBBLICI E PRIVATI Nome tipologia Spazi di relazione tra sazio pubblico e privato Localizzazione

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA PROGRAMMA REGIONALE INVESTIMENTI 2009/2011 AZIONE C

REGIONE EMILIA-ROMAGNA PROGRAMMA REGIONALE INVESTIMENTI 2009/2011 AZIONE C ALLEGATO 2 REGIONE EMILIA-ROMAGNA PROGRAMMA REGIONALE INVESTIMENTI 2009/2011 AZIONE C SCHEDA DI CANDIDATURA DELL'INTERVENTO Ente proponente Consorzio del Parco del Trebbia Area protetta Parco Regionale

Dettagli

COMUNE DI COSIO VALTELLINO RILEVAMENTO DEI SERVIZI

COMUNE DI COSIO VALTELLINO RILEVAMENTO DEI SERVIZI Servizi per l istruzione Scuola Materna Raggio di Sole Regoledo, via Roma, 27 n. S1 - Numero bambini 101 - Numero assistenti educatrici 10 - Numero personale assistente 3 B - CONSISTENZA EDILIZIA - Superficie

Dettagli

INFORMAZIONI ACCESSIBILITÀ AREA DIDATTICA E PERCORSO PER DISABILI MOTORI DI RONSINAGGIO

INFORMAZIONI ACCESSIBILITÀ AREA DIDATTICA E PERCORSO PER DISABILI MOTORI DI RONSINAGGIO Parco Rocchetta Tanaro INFORMAZIONI ACCESSIBILITÀ AREA DIDATTICA E PERCORSO PER DISABILI MOTORI DI RONSINAGGIO L area didattica, spesso utilizzata per l attività di educazione ambientale con le scuole,

Dettagli

Ufficio Di Milano PREZZARIO DI MASSIMA PER LE STIME N.C.E.U. DELLE UNITÀ IMMOBILIARI A DESTINAZIONE SPECIALE E PARTICOLARE VALORE DI COSTRUZIONE

Ufficio Di Milano PREZZARIO DI MASSIMA PER LE STIME N.C.E.U. DELLE UNITÀ IMMOBILIARI A DESTINAZIONE SPECIALE E PARTICOLARE VALORE DI COSTRUZIONE Ufficio Di Milano PREZZARIO DI MASSIMA PER LE STIME N.C.E.U. DELLE UNITÀ IMMOBILIARI A DESTINAZIONE SPECIALE E PARTICOLARE A VALORE DI COSTRUZIONE 1 22/01/02 Revisione generale M.Chiavarini M.Di Giulio

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AFFITTO TEMPORANEO DEGLI SPAZI DEL PARCO REGIONALE BOSCHI DI CARREGA

REGOLAMENTO PER L AFFITTO TEMPORANEO DEGLI SPAZI DEL PARCO REGIONALE BOSCHI DI CARREGA Approvato con atto di Comitato Esecutivo n. 25 del 15/03/2013) REGOLAMENTO PER L AFFITTO TEMPORANEO DEGLI SPAZI DEL PARCO REGIONALE BOSCHI DI CARREGA CENTRO PARCO CASINETTO-CENTRO VISITE LEVATI-VIVAIO

Dettagli

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it DOVE L area interessata dalla raccolta di idee si trova in via Cardellino 15 (nota anche come ex Campo Colombo), quartiere Inganni-Lorenteggio. Ha una superficie complessiva di circa 20.000 mq. ed è identificata

Dettagli

Sintesi degli incontri di ascolto di. Zona 2. Tra le esigenze raccolte relativamente alla Zona nella sua totalità si

Sintesi degli incontri di ascolto di. Zona 2. Tra le esigenze raccolte relativamente alla Zona nella sua totalità si Sintesi degli incontri di ascolto di Zona 2 Tra le esigenze raccolte relativamente alla Zona nella sua totalità si segnala la richiesta di: Recuperare edifici ed aree di proprietà comunale in stato di

Dettagli

Eliminazione delle Barriere Architettoniche COMMENTO ALLA LEGGE N.13 DEL 9 GENNAIO 1989 Il D.P.R. N 380 del 6 giugno 2001, agli articoli 77-78 impone

Eliminazione delle Barriere Architettoniche COMMENTO ALLA LEGGE N.13 DEL 9 GENNAIO 1989 Il D.P.R. N 380 del 6 giugno 2001, agli articoli 77-78 impone Eliminazione delle Barriere Architettoniche COMMENTO ALLA LEGGE N.13 DEL 9 GENNAIO 1989 Il D.P.R. N 380 del 6 giugno 2001, agli articoli 77-78 impone nella progettazione di tutti gli edifici il rispetto

Dettagli

DAL GRIGIO AL VERDE COSTRUIAMO INSIEME IL PARCO CITTADINO IL NUOVO PARCO DI CORSO EUROPA_VIA PERTINI A RHO

DAL GRIGIO AL VERDE COSTRUIAMO INSIEME IL PARCO CITTADINO IL NUOVO PARCO DI CORSO EUROPA_VIA PERTINI A RHO DAL GRIGIO AL VERDE COSTRUIAMO INSIEME IL PARCO CITTADINO IL NUOVO PARCO DI CORSO EUROPA_VIA PERTINI A RHO Rho, villa Burba 10 luglio 2013 INIZIATIVA A CURA DI: PROGETTO A CURA DI: Comune di Rho Quartiere

Dettagli

INDICE 1 OGGETTO 2 2 DESCRIZIONE DELL INTERVENTO 2

INDICE 1 OGGETTO 2 2 DESCRIZIONE DELL INTERVENTO 2 INDICE 1 OGGETTO 2 2 DESCRIZIONE DELL INTERVENTO 2 2.1 PARCHEGGIO PUBBLICO 3 2.2 IL PROGETTO DEL VERDE E LE SISTEMAZIONI ESTERNE 5 2.3 RETI INFRASTRUTTURALI 6 File PT_OO.UU.G.2_RELAZIONE DESCRITTIVA.docx

Dettagli

RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA

RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA RICHIESTA DI PERMESSO DI COSTRUIRE AI SENSI DELLA LEGGE 12 LUGLIO 2011 N. 106 ART. 5 COMMA 9 PER LA RIQUALIFICAZIONE DI EDIFICI NON RESIDENZIALI DISMESSI SITI IN ROVIGO VIA PORTA A MARE N. 10 PROPRIETÀ:

Dettagli

PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI MARENO DI PIAVE

PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI MARENO DI PIAVE PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI MARENO DI PIAVE STIMA DEGLI EDIFICI E DELLE AREE PERTINENZIALI DELLA SCUOLA PRIMARIA DEL CAPOLUOGO Pagina 1 di 32 INDICE 1 - PREMESSA... 3 2 - DESCRIZIONE DEI BENI OGGETTO

Dettagli

Scuola materna Maria Immacolata. Indirizzo: Via Aldo Moro, 6. Caratteristiche dimensionali: Sup coperta. Slp

Scuola materna Maria Immacolata. Indirizzo: Via Aldo Moro, 6. Caratteristiche dimensionali: Sup coperta. Slp SCHEDA S.S. N 2 : Scuola materna Maria Immacolata Data compilazione scheda Marzo 2009 Immobile: Località: Scuola materna Maria Immacolata S.Stefano Indirizzo: Via Aldo Moro, 6 Tipologia struttura: Scuola

Dettagli

ANAV ASSTRA Lombardia

ANAV ASSTRA Lombardia ANAV ASSTRA "Trasporto locale: sviluppo o sopravvivenza? Il contesto lombardo: domanda in crescita e riduzione delle risorse" Presentazione dello studio "Analisi del posizionamento del Trasporto Pubblico

Dettagli

persona fisica società impresa ente

persona fisica società impresa ente SCHEDA PER LA PRESENTAZIONE DELLA RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA PER OPERE IL CUI IMPATTO PAESAGGISTICO E VALUTATO MEDIANTE UNA DOCUMENTAZIONE SEMPLIFICATA (1) 1. RICHIEDENTE (2) : persona fisica

Dettagli

(Approvato dalla Giunta Municipale con deliberazione n 3244 del 16 luglio 1997 e dal Consiglio comunale con delibera n 46 del 12 febbraio 1998)

(Approvato dalla Giunta Municipale con deliberazione n 3244 del 16 luglio 1997 e dal Consiglio comunale con delibera n 46 del 12 febbraio 1998) COMUNE DI NAPOLI Carta dei Parchi Urbani della Città di Napoli (Approvato dalla Giunta Municipale con deliberazione n 3244 del 16 luglio 1997 e dal Consiglio comunale con delibera n 46 del 12 febbraio

Dettagli

SCHEDA IL MERCATO TRIONFALE DI VIA ANDREA DORIA

SCHEDA IL MERCATO TRIONFALE DI VIA ANDREA DORIA SCHEDA IL MERCATO TRIONFALE DI VIA ANDREA DORIA Il mercato Trionfale di Via Andrea Doria è finalmente realtà: l 11 marzo 2009 è avvenuta l inaugurazione dell opera. Già un mese prima almeno un centinaio

Dettagli

Programma Operativo Interregionale Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007-2013

Programma Operativo Interregionale Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007-2013 Programma Operativo Interregionale Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007-2013 ALLEGATO B SCHEDA DESCRITTIVA DELL INTERVENTO PROGETTUALE RELATIVO ALLA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE AD ACCEDERE AI

Dettagli

Vecchio Ordinamento 15 giugno 2011 Busta 1

Vecchio Ordinamento 15 giugno 2011 Busta 1 Tema 1 ESAMI DI STATO DI ABILITAZIONE ALL'ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI ARCHITETTO Vecchio Ordinamento 15 giugno 2011 Busta 1 Su un promontorio roccioso a 80 m. sul mare, piano in sommità orientato NS,

Dettagli

Linea: Roma Viterbo Tratta in esame: tra la fermata Valle Aurelia - Anastasio II e la stazione di Monte Mario Lunghezza del tratto in esame: 5 km

Linea: Roma Viterbo Tratta in esame: tra la fermata Valle Aurelia - Anastasio II e la stazione di Monte Mario Lunghezza del tratto in esame: 5 km 1. CARATTERISTICHE DELLA LINEA Linea: Roma Viterbo Tratta in esame: tra la fermata Valle Aurelia - Anastasio II e la stazione di Monte Mario Lunghezza del tratto in esame: 5 km 2. IL RUOLO DELLE GREENWAYS

Dettagli

Comune di Valentano Provincia (VT) Scheda riepilogativa dei Lavori Pubblici per Categoria

Comune di Valentano Provincia (VT) Scheda riepilogativa dei Lavori Pubblici per Categoria per Categoria Altra edilizia pubblica 5 - Completamento museo 420.000,00 0,00 0,00 8 - Museo, messa a norma e antincendio 0,00 103.550,00 0,00 22 - Museo, riscaldamento 0,00 0,00 60.000,00 37 - Ristrutturazione

Dettagli

Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca Direzione Generale Regionale per il Piemonte Via Pietro Micca 20 10122 Torino

Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca Direzione Generale Regionale per il Piemonte Via Pietro Micca 20 10122 Torino Circ. Reg. n. 132 Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca Direzione Generale Regionale per il Piemonte Via Pietro Micca 20 10122 Torino dirreg@scuole.piemonte.it Prot. n 5912/P Torino, 28/8/2002

Dettagli

- ALLEGATO - INTERVENTI PRIVATI CONSIDERAZIONI ECONOMICHE E SPECIFICHE TECNICHE DELLE AZIONI COMUNE DI QUINTO VICENTINO

- ALLEGATO - INTERVENTI PRIVATI CONSIDERAZIONI ECONOMICHE E SPECIFICHE TECNICHE DELLE AZIONI COMUNE DI QUINTO VICENTINO - ALLEGATO - INTERVENTI PRIVATI CONSIDERAZIONI ECONOMICHE E SPECIFICHE TECNICHE DELLE AZIONI COMUNE DI QUINTO VICENTINO INDICE 1 PREMESSA 3 2 SETTORE RESIDENZIALE 4 INTERVENTI DEL SETTORE 4 CONSIDERAZIONI

Dettagli

Relazione di fattibilità

Relazione di fattibilità Facoltà degli Studi di Sassari Sede di Alghero Corso di laurea PTUA Anno accademico 2004-2005 II anno Relazione di fattibilità Progetto area ex-saica Alghero Blocco didattico: Tecniche di valutazione ambientale

Dettagli

La città che cambia. Per ospitare eventi Con un grande parco urbano

La città che cambia. Per ospitare eventi Con un grande parco urbano La città che cambia Per ospitare eventi Con un grande parco urbano Variante al piano strutturale per nuove funzioni pubbliche e strutture di servizio complementari all aeroporto Comune di Pisa Perchè la

Dettagli

SERVIZI OFFERTI Il Museo della Città eroga i seguenti servizi:

SERVIZI OFFERTI Il Museo della Città eroga i seguenti servizi: CARTA DEI SERVIZI DEL COMUNE DI SASSARI Settore Sviluppo Locale, Politiche Culturali e Marketing Turistico Macro categoria attività Museo della Città Finalità attività Il Museo della Città, è il luogo

Dettagli

Eliminazione delle Barriere Architettoniche COMMENTO ALLA LEGGE N.13 DEL 9 GENNAIO 1989 Il D.P.R. N 380 del 6 giugno 2001, agli articoli 77-78 impone

Eliminazione delle Barriere Architettoniche COMMENTO ALLA LEGGE N.13 DEL 9 GENNAIO 1989 Il D.P.R. N 380 del 6 giugno 2001, agli articoli 77-78 impone Eliminazione delle Barriere Architettoniche COMMENTO ALLA LEGGE N.13 DEL 9 GENNAIO 1989 Il D.P.R. N 380 del 6 giugno 2001, agli articoli 77-78 impone nella progettazione di tutti gli edifici il rispetto

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE DISTESE ESTERNE DELLE ATTIVITà IN SEDE FISSA NEL COMUNE DI CASALGRANDE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE DISTESE ESTERNE DELLE ATTIVITà IN SEDE FISSA NEL COMUNE DI CASALGRANDE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE DISTESE ESTERNE DELLE ATTIVITà IN SEDE FISSA NEL COMUNE DI CASALGRANDE Art. 1. CONTENUTI E SCOPO DEL REGOLAMENTO 1. Nell ambito della riqualificazione del centro di

Dettagli

Borgo di Mezzana. Comune di Cantagallo. Invest in Prato: Opportunità localizzative SETTORE TURISTICO. Scheda di valutazione. Comune di Cantagallo

Borgo di Mezzana. Comune di Cantagallo. Invest in Prato: Opportunità localizzative SETTORE TURISTICO. Scheda di valutazione. Comune di Cantagallo Invest in Prato: il progetto di Marketing territoriale della Provincia di Prato Opportunità localizzative SETTORE TURISTICO Comune di Cantagallo Scheda di valutazione Sezione 1 Scheda riassuntiva Mappa

Dettagli

4 WORLD TRAVEL FORUM PER LA PACE www.generazioninelcuoredellapace.ch

4 WORLD TRAVEL FORUM PER LA PACE www.generazioninelcuoredellapace.ch LUGANO 08 10 NOVEMBRE 2014 4 WORLD TRAVEL FORUM PER LA PACE www.generazioninelcuoredellapace.ch PROGRAMMA TURISTICO In collaborazione con l Associazione Culture Ticino Network di Lugano LUGANO EASY TOUR

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CONFORMITA E RELAZIONE TECNICA ASSEVERATA, DI CONFORMITA ALLA NORMATIVA IN MATERIA DI SUPERAMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE

DICHIARAZIONE DI CONFORMITA E RELAZIONE TECNICA ASSEVERATA, DI CONFORMITA ALLA NORMATIVA IN MATERIA DI SUPERAMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE DICHIARAZIONE DI CONFORMITA E RELAZIONE TECNICA ASSEVERATA, DI CONFORMITA ALLA NORMATIVA IN MATERIA DI SUPERAMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE Il sottoscritto.progettista delle opere suddette, nato

Dettagli

L intervento a scala di quartiere: aspetti progettuali e di finanziabilità

L intervento a scala di quartiere: aspetti progettuali e di finanziabilità L intervento a scala di quartiere: aspetti progettuali e di finanziabilità Anna Maria Pozzo Direttore tecnico di Federcasa Premessa L efficienza energetica é una esigenza e una opportunità che va anche

Dettagli

ZCD ZONA per CONCESSIONI DEMANIALI ad uso turistico-ricreativo SOTTOZONA NUOVE CONCESSIONI DEMANIALI

ZCD ZONA per CONCESSIONI DEMANIALI ad uso turistico-ricreativo SOTTOZONA NUOVE CONCESSIONI DEMANIALI ZCD ZONA per CONCESSIONI DEMANIALI ad uso turistico-ricreativo (Articolo 3, Comma 2, lettera b delle N.T.A.) SOTTOZONA NUOVE CONCESSIONI DEMANIALI Nella zona demaniale marittima comunale compresa tra il

Dettagli

CONCORSO DI IDEE PER LA REALIZZAZIONE DELLE ARCHITETTURE DI SERVIZIO EXPO MILANO 2015

CONCORSO DI IDEE PER LA REALIZZAZIONE DELLE ARCHITETTURE DI SERVIZIO EXPO MILANO 2015 CONCORSO DI IDEE PER LA REALIZZAZIONE DELLE ARCHITETTURE DI SERVIZIO EXPO MILANO 2015 PROGETTISTI: ARCHITREND ARCHITECTURE COTTONE+INDELICATO ARCHITECTS ABGROUP S.N.C G.M.G. ENGINEERING PROJECT S.R.L.

Dettagli

Struttura di Università e Città

Struttura di Università e Città Sine Putimu. Università e città_allegati In occasione del quarto laboratorio tematico Sine Putimu. Università e Città, si inviano tutti i cittadini a partecipare alla costruzione del PUG (Piano Urbanistico

Dettagli

31 marzo 2014 www.pluspomezia.it

31 marzo 2014 www.pluspomezia.it 31 marzo 2014 P.L.U.S. Piano Locale Urbano di Sviluppo POR FESR Lazio 2007-2013 OBIETTIVO Rigenerare il contesto sociale, ambientale ed economico dei centri urbani PROGRAMMA COFINANZIATO DAI FONDI STRUTTURALI

Dettagli

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa Allegato B COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa SETTORE 2 GESTIONE DEL TERRITORIO E DEL PATRIMONIO U.O. URBANISTICA EDILIZIA Modifica all Appendice 2 Schede norma dei comparti di trasformazione

Dettagli

EXPOEDILIZIA: UN OPPORTUNITÀ PER IL MERCATO DEL CENTRO SUD D ITALIA

EXPOEDILIZIA: UN OPPORTUNITÀ PER IL MERCATO DEL CENTRO SUD D ITALIA EXPOEDILIZIA: UN OPPORTUNITÀ PER IL MERCATO DEL CENTRO SUD D ITALIA La 4^edizione di Expoedilizia [11 14 novembre 2010 Fiera di Roma], intende porsi al servizio di aziende, operatori professionali e associazioni

Dettagli

Allegato A AREA DI PIAZZALE DONATELLO. stralcio Aerofotogrammetrico dell area di piazzale Donatello DESCRIZIONE. L area comprende i seguenti elementi:

Allegato A AREA DI PIAZZALE DONATELLO. stralcio Aerofotogrammetrico dell area di piazzale Donatello DESCRIZIONE. L area comprende i seguenti elementi: Allegato A AREA DI PIAZZALE DONATELLO stralcio Aerofotogrammetrico dell area di piazzale Donatello DESCRIZIONE L area comprende i seguenti elementi: a) fabbricato, adiacente all area mercatale di quartiere,

Dettagli

B) L utenza rappresenta il 5% degli ingressi medi giornalieri, si ipotizza un utilizzo medio del posto auto di 6 ore, per un massimo di 12 ore

B) L utenza rappresenta il 5% degli ingressi medi giornalieri, si ipotizza un utilizzo medio del posto auto di 6 ore, per un massimo di 12 ore ODG: PROGETTO MOBILITA-PARCHEGGI DI SCAMBIO-UN NUOVO MODO DI VIVERE PERUGIA Allegato 1 ANALISI DELL UTENZA Le previsioni relative alla potenziale utenza delle aree adibite a parcheggio di scambio, sono

Dettagli

I BORGHI DELLA VALNERINA

I BORGHI DELLA VALNERINA CASTELDILAGO E VALNERINA 1 I BORGHI DELLA VALNERINA PROGETTO DI VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO E RIQUALIFICAZIONE DELL OFFERTA TURISTICA La Cooperativa Ergon, attuale proprietaria di un consistente patrimonio

Dettagli

PROCESSO DI TRASFORMAZIONE DELL AREA BOVISA-GASOMETRI. Con la presente si comunica, nell intento che ne diveniate parte attiva, l avvio di un

PROCESSO DI TRASFORMAZIONE DELL AREA BOVISA-GASOMETRI. Con la presente si comunica, nell intento che ne diveniate parte attiva, l avvio di un Milano, 23 ottobre 2014 Avvio di un percorso di ascolto attivo e di partecipazione della cittadinanza PROCESSO DI TRASFORMAZIONE DELL AREA BOVISA-GASOMETRI Gentili, Con la presente si comunica, nell intento

Dettagli

INFORMAZIONI ACCESSIBILITÀ

INFORMAZIONI ACCESSIBILITÀ Parco delle Madonie INFORMAZIONI ACCESSIBILITÀ C.E.A. LA TERRA DEI NOSTRI PADRI A CASTELLANA SICULA Il Centro di Educazione Ambientale è ospitato all interno di un edificio di due piani a Castellana Sicula.

Dettagli

Il Passante ferroviario di Torino

Il Passante ferroviario di Torino 1 Il Passante ferroviario di Torino La più grande infrastruttura realizzata a Torino dal dopoguerra (circa 1.200 milioni di euro di investimento). Attraversa la città dal Lingotto alla stazione Stura prevedendo

Dettagli

Concorso di idee Giocando nel verde per la riqualificazione dell area verde di via Buriasco. Comune di Macello

Concorso di idee Giocando nel verde per la riqualificazione dell area verde di via Buriasco. Comune di Macello Concorso di idee Giocando nel verde per la riqualificazione dell area verde di via Buriasco. Comune di Macello Il principio guida del progetto è quello del riutilizzo di materiali che non sono quelli tradizionali

Dettagli

Alternativa 4 - Pedonalizzazione forte della penisola

Alternativa 4 - Pedonalizzazione forte della penisola Alternativa 4 - Pedonalizzazione forte della penisola Questa alternativa si differenzia dalle altre per la regolamentazione degli accessi alla penisola particolarmente rigida: non sono autorizzati ad accedere

Dettagli

PREVISIONI DI INVESTIMENTO E PRIORITA

PREVISIONI DI INVESTIMENTO E PRIORITA PREVISIONI DI INVESTIMENTO E PRIORITA In questo paragrafo sono state quantificate le prime necessità di investimento ed i costi di avviamento e gestione, per un arco temporale contenuto in cinque anni.

Dettagli

Masterplan ZIPA VERDE

Masterplan ZIPA VERDE Masterplan ZIPA VERDE il piano idea e il prg Ambito di nuova urbanizzazione TT1.9 SUL 143.000 mq Destinazioni d uso: industrie e artigianato di produzione (compatibili con l eco-distretto), complessi terziari,

Dettagli

CITTA' DI LAMEZIA TERME Provincia di Catanzaro Settore Manutenzioni del Territorio e del Patrimonio, Opere Stradali ed Infrastrutturali

CITTA' DI LAMEZIA TERME Provincia di Catanzaro Settore Manutenzioni del Territorio e del Patrimonio, Opere Stradali ed Infrastrutturali CITTA' DI LAMEZIA TERME Provincia di Catanzaro Settore Manutenzioni del Territorio e del Patrimonio, Opere Stradali ed Infrastrutturali AVVISO PUBBLICO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL GIARDINO BOTANICO

Dettagli