Relazione e bilancio d esercizio di EniServizi S.p.A

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Relazione e bilancio d esercizio di EniServizi S.p.A. 4 5 6 8 26 29 30 34 35 36 37 40 56 57"

Transcript

1 Bilancio 2009

2 2

3 Relazione e bilancio d esercizio di EniServizi S.p.A Relazione sulla gestione Cinque anni di risultati economici finanziari Cinque anni di attività Lettera agli Azionisti Andamento Operativo Le Risorse Umane Innovazione Tecnologica Customer Care Sistema di gestione per la qualità Ambiente, Sicurezza e Salute (HSE) Sistema di controllo interno Gestione dei rischi di impresa Commento ai risultati economico-finanziari Altre informazioni Evoluzione prevedibile della gestione Bilancio di esercizio Schemi di bilancio Criteri di redazione e principi contabili Note al bilancio d esercizio Proposte del Consiglio di Amministrazione all Assemblea degli Azionisti Relazione del Collegio Sindacale Relazione della Società di Revisione Deliberazioni dell Assemblea degli Azionisti 3

4 ENISERVIZI BILANCIO DI ESERCIZIO / CINQUE ANNI DI RISULTATI ECONOMICI FINANZIARI Cinque anni di risultati economici finanziari 2005* (in migliaia di euro) Ricavi della gestione caratteristica Valore aggiunto Margine operativo lordo Ammortamenti e svalutazioni Utile operativo Oneri (proventi) finanziari netti Utile (perdita) netto Immobilizzazioni meteriali e immateriali ** Capitale investito netto (4.724) Patrimonio netto Indebitamento finanziario netto (disponibilità) (26.617) Cash Flow (15.135) Investimenti in immobilizzazioni materiali e immateriali Investimenti in partecipazioni Dipendenti al 31 dicembre (numero) * Riclassificato in seguito all adozione dei nuovi principi contabili IAS/IFRS. ** Di cui attività non correnti possedute per la vendita 4

5 ENISERVIZI BILANCIO DI ESERCIZIO / CINQUE ANNI DI ATTIVITÀ Cinque anni di attività Servizi agli edifici: Superfici gestite (in metri quadrati) Attività immobiliare: Riprogettazione spazi (in metri quadrati) Contratti di locazione Produzione e distribuzione utilities: Somministrazioni: - Energia elettrica (MWh) Energia termica (MWh) Acqua (in migliaia di metri cubi) Servizi al business: Riproduzione Documentale (in milioni di copie) Servizi di archiviazione documentale (volumi in metri cubi) Servizi di archiviazione tecnica (volumi in metri cubi) Collegamenti interaziendali (numero corse effettuate) Gestione automezzi aziendali Eni (fine periodo) Noleggio auto a lungo termine (fine periodo) Servizi alle persone: Business Travel (n transazioni: biglietteria aerea/ferroviaria/varia e prenotazione alberghi) Ristorazione collettiva (numero dei pasti e servizi aggiuntivi) Attività Ambulatoriali (numero delle prestazioni) Visti, Immigration e Passaporti (n servizi)

6 ENISERVIZI BILANCIO DI ESERCIZIO / LETTERA AGLI AZIONISTI Pierluigi Renzi Presidente Mauro Russo Amministratore Delegato Lettera agli Azionisti Signori Azionisti, l inasprimento dello scenario economico delineatosi a fine 2008 ha trovato piena conferma nell anno appena concluso, traducendosi in una contrazione generalizzata dell economia reale anche a seguito della crisi abbattutasi sui mercati finanziari. In tale contesto la vostra società ha costantemente operato per ridurre la spesa per servizi non core, ricercando assiduamente ogni possibile efficienza di costo e indirizzando verso un contenimento i volumi di attività richiesti dalle società e divisioni eni. Il contributo di eniservizi in termini di riduzione dei costi non core si è principalmente concretizzato in iniziative di ottimizzazione degli spazi occupati nei siti direzionali e periferici arrivando a rilasciare superfici a San Donato Milanese, Roma, Genova e sedi periferiche per complessivi mq; nella miglior pianificazione e conseguente rinegoziazione dei contratti di approvvigionamento con i fornitori; nell ottimizzazione degli organici e nella razionalizzazione dei processi operativi in particolare grazie ai progetti self-booking tool ed ottimizzazione dispositivi di stampa. I risultati ottenuti in termini di efficienza nella spesa si attestano a circa 18,6 milioni di euro in crescita rispetto a quanto conseguito nel 2008 (+16%). Tale risultato non è stato ottenuto a discapito della qualità dei servizi erogati, dato che l indice di soddisfazione dei clienti si è attestato a 4,25 (4,39 considerando anche le indagini presso il top management) in aumento rispetto al 2008 che si era attestato a 4,16. Il miglioramento qualititivo, pur in un contesto di contrazione della spesa, è stato conseguito grazie ad un continuo controllo delle performance dei fornitori e a una puntuale misurazione del rispetto dei livelli di servizio pattuiti. Nel 2009 numerose sono state le iniziative che testimoniamo l attenzione alla qualità ed in particolare la riorganizzazione dei servizi medico-diagnostici attraverso la partnership con una struttura sanitaria di eccellenza quale la Fondazione San Raffaele, la riqualificazione del ristorante aziendale del V Palazzo Uffici cui ha fatto seguito un aumento dei pasti medi giornalieri di oltre il 15% e infine una serie di iniziative di Welfare management. Con riguardo a queste ultime, particolare enfasi va data all avvio del progetto di realizzazione dell Asilo e scuola dell infanzia eni in San Donato Milanese che accoglierà circa 140 bambini di età compresa fra 0-6 anni. A tale iniziativa si aggiungono nuove iniziative quali il Programma Benessere per l accesso a centri sportivi selezionati e convenzionati, il Soggiorno tematico per adolescenti ed il Campus estivo in città per i figli dei dipendenti eni ed infine nell area del Time & money saving l attivazione di una convenzione per i dipendenti con il tour operator Alpitour. Per quanto concerne le attività di dismissione del patrimonio immobiliare residuo non strumentale eni, eniservizi ha perfezionato pur in un contesto di mercato non favorevole cessioni per circa 41,6 milioni di euro. Inoltre sono proseguite una serie di iniziative volte a valorizzare il patrimonio immobiliare eni, in particolare con riferimento all area De Gasperi Est in San donato Milanese per la riconversione a terziario e direzionale dell ex-complesso industriale di cui eni pos- 6

7 ENISERVIZI BILANCIO DI ESERCIZIO / LETTERA AGLI AZIONISTI siede una parte della volumetria edificabile, all area Ostiense in Roma al fine di realizzare un progetto di sviluppo a terziario e all ex deposito eni di Rho/Pero il cui sviluppo urbanistico è inserito nell ambito del Programma Integrato d Intervento in vista dell Expo A seguito delle prescrizioni del Decreto AIA del 16 luglio 2007 e delle deroghe allo stesso successivamente ricevute, eniservizi ha avviato, congiuntamente con enipower, lo studio di un progetto volto ad adeguare le emissioni di NOx (ossidi di azoto) e, nel contempo, a migliorare le performance energetiche della centrale di cogenerazione di Bolgiano. L investimento è stato approvato a fine 2009 e la fase esecutiva è stata assegnata a enipower; conseguentemente in data 22 dicembre 2009 eniservizi ha ceduto a enipower il ramo d azienda Centrale di cogenerazione e reti di distribuzione termoelettriche con effetto 1 gennaio Unitamente all atto di cessione, le parti hanno sottoscritto un contratto di Conto lavorazione del gas (Tolling) in base al quale eniservizi fornirà a enipower il gas in conto lavorazione e ritirerà da quest ultima la produzione di energia elettrica e termica per la successiva cessione sul territorio di San Donato Milanese prevalentemente a utenze eni. Sempre nel 2009, nell ambito delle attività di revisione continua dei processi operativi eni, ha avuto luogo la cessione a eni del ramo d azienda Gestione amministrativa del personale e del payroll. La Società ha chiuso il 2009 con ricavi pari a 271,9 milioni in riduzione rispetto all anno precedente (11%) per effetto delle iniziative di riduzione della spesa e a causa della cessione di alcune attività alle società / divisioni eni. L utile operativo è stato pari a 4,2 milioni, mentre il risultato netto è risultato pari a 0,9 milioni, ambedue in linea con i risultati dell anno precedente. Una più efficace gestione del capitale circolante, unitamente all incasso del corrispettivo della cessione del ramo Gestione amministrativa del personale e del payroll ha prodotto un free cash flow positivo per 30,2 milioni consentendo pertando di conseguire a fine 2009 una posizione finanziaria netta positiva per 26,5 milioni. Il Consiglio di Amministrazione San Donato Milanese, 9 marzo

8 ENISERVIZI BILANCIO DI ESERCIZIO / ANDAMENTO OPERATIVO Andamento Operativo SERVIZI AGLI EDIFICI FAMIGLIA DI SERVIZI Ricavi 09* Var % vs 08 Attività immobiliare (4,8) Gestione e manutenzione immobili programmata (7,9) Consulenze e prestazioni tecniche a richiesta (1,4) Global Security Service (62,3) Produzione e distribuzione di utilities ,4 TOTALE ,1 (*migliaia di euro) Attività immobiliari Nel corso del 2009 l enfasi nei servizi immobiliari è stata posta sulle iniziative di riduzione dei costi, avendo cura di mantenere i livelli qualitativi raggiunti; in particolare sono state poste in essere numerose iniziative di ottimizzazione spazi e si è proseguito nei percorsi di valorizzazione del patrimonio immobiliare e dismissione degli immobili non più strumentali al business. Gestione Spazi Le attività di ottimizzazione spazi hanno portato al rilascio di mq e il recupero di mq nel 2009, per complessivi mq. Nello specifico, sono stati raggiunti i seguenti risultati. Polo di San Donato Milanese: rilascio di 4 piani della Torre Beta, pari a mq, in seguito al trasferimento di Stogit in via Maastricht, di eni Ict al piano terra e mezzanino della stessa torre e all accorpamento delle risorse E&P al 5 PU, in Torre A e in Torre Alfa. Le postazioni E&P ricollocate nel 2009 sono state circa e hanno interessato l ala est del 5 PU, la torre A e la Torre Alfa; attualmente è in fase completamento il riordino dell ala ovest del 5 PU; rilascio di mq in via Maastricht, in seguito al concentramento di eni adfin e Serfactoring su 4 piani della Torre A; recupero di 558 mq presso il 2 PU, in seguito ai primi risultati del compattamento in corso di Polimeri e Syndial; recupero di 150 mq in Torre A, per il trasferimento in via Agadir della biblioteca eniservizi. 8

9 ENISERVIZI BILANCIO DI ESERCIZIO / ANDAMENTO OPERATIVO Polo di Roma: rilascio di mq in via P. di Dono 3/A, in seguito ai trasferimenti di eni R&M in via Laurentina, di eni G&P, di SFBM e di enipower in via Brancati, di ecu in via P. di Dono 223; rilascio di mq in via Guicciardi e liberazione di mq in via del Commercio (Ostiense), in seguito all accorpamento di eni G&P in via Brancati. Gli spazi di via del Commercio saranno riqualificati per ospitare AGI che rilascerà la sede di via C. Colombo (2.450 mq); rilascio di mq in via del Serafico 198, in seguito al trasferimento di eniservizi (ex Grantour) in piazzale Mattei. recupero di mq presso il palazzo di piazzale Mattei, in seguito al compattamento delle direzioni eni; trasferimento negli spazi liberati della direzione approvvigionamenti eni da via Laurentina. Polo di Genova: rilascio di mq, relativi agli uffici di piazza Vittoria 7/9 e 15, in seguito all accorpamento delle risorse eni R&M e eni adfin in piazza della Vittoria 1. Polo di Torino: rilascio della sede di via Cernaia e trasferimento in via Parma di eni adfin con diminuizione della superficie netta utilizzata di mq. Sedi periferiche: sono state portate a termine le attività di razionalizzazione spazi avviate sulle sedi periferiche di eni G&P, che hanno portato alla chiusura delle sedi di Potenza, Matera, Corigliano Calabro, Barletta, Mazara del Vallo, Milazzo e Gela e le risorse sono state concentrate nelle sedi nuove di Potenza, Cosenza, Andria, Catanzaro, Palermo, Messina e Siracusa. Il risparmio di spazio ottenuto grazie all attività di razionalizzazione è di mq, comprendendo anche il contributo del Sono state individuate le nuove sedi di Messina ed Enna, nelle quali confluiranno le risorse dislocate a Milazzo, Biancavilla e Canicattì; a Viggiano, presso il Centro Olio e in località Cembrina, sono stati allestiti gli uffici necessari a ricollocare le risorse E&P già presenti nei due siti e quelle provenienti da altre sedi d Italia. Sedi estere: è stato sviluppato il layout per la nuova sede di Bruxelles, nella quale saranno accorpate le strutture di eni delegation, eni coordination, banque eni e distrigas, oggi dislocate su quattro diversi edifici e il layout per la nuova sede eni di Boston. Gestione locazioni Nel corso del 2009 eniservizi ha consolidato il suo ruolo di Gestore dei contratti di locazione per eni prendendo in carico anche i contratti di locazione dei siti periferici minori di eni R&M. Attualmente risultano pertanto gestiti 81 contratti attivi e 179 contratti passivi rispettivamente intestati a eni, eniservizi, eni adfin, saipem ed enipower, pari a mq e canoni per 116,7 milioni di euro. Eniservizi ha provveduto, in nome e per conto di eni, alla ricerca, individuazione e formalizzazione del contratto di locazione della sede di rappresentanza a Roma in Piazza di Campitelli (mq 339). Sono stati inoltre negoziati i contratti locativi relativi a: nuova sede Poliambulatorio eniservizi a San Donato Milanese (mq 2.735); nuovi uffici per eni ugit a Viggiano in Località Cembrina (mq 732); nuova sede eni G&P a Palermo (mq 345); nuova sede eni G&P di Rende (mq.790); nuova sede eni G&P a Potenza (mq.410). Sono inoltre proseguire le operazioni di accorpamento delle sedi eni G&P (ex-italgas Più) con disdetta dei precedenti contratti, ricerca locativa e trattativa per l acquisizione in locazione di nuove sedi (Andria mq 790, Siracusa mq 400, Chiavari mq 700, Enna mq 310, Messina mq 360, Desenzano mq 300). Valorizzazione del Patrimonio Immobiliare e Piano Dismissioni E proseguita l attività di valorizzazione dei beni immobiliari residuali non strumentali di eni in vista di un eventuale futura cessione o riutilizzo, in particolare: è in corso l istanza di revisione del Piano di Governo del Territorio (PGT) relativamente all area De Gasperi Est (ex Complesso Industriale) e la predisposizione del masterplan urbanistico, propedeutico alla successiva redazione del piano attuativo e alla Convenzione con l Amministrazione Comunale; si è svolta un analisi urbanistica dell area Ostiense in Roma al fine di realizzare un progetto di sviluppo a terziario. E in corso un confronto con l Amministrazione Comunale per la definizione dell iter urbanistico di variante da intraprendere e, contestualmente, si sta elaborando la stima dei costi dell intervento, il calcolo degli oneri di urbanizzazione e del contributo straordinario, nonché l elaborazione dello studio sui flussi di traffico; è continuata l attività di sviluppo urbanistico 9

10 ENISERVIZI BILANCIO DI ESERCIZIO / ANDAMENTO OPERATIVO dell area industriale di Rho/Pero soggetta a Programma Integrato d Intervento in vista dell Expo 2015; in particolare il Consorzio Sempione ha affidato incarico a Fondazione Fiera Milano per attivare un concorso di idee ad inviti per sviluppare i contenuti dello Studio di Fattibilità ed è in corso la valutazione delle soluzioni progettuali presentate; a Ravenna è stata conclusa la negoziazione con l Autorità Portuale per la realizzazione di un progetto di riconversione a Cittadella della Nautica dell area eni su cui insisteva la ex raffineria Sarom; a Quiliano, in collaborazione con eni, sono stati sottoscritti i due preliminari che prevedono da una parte per eni l impegno alla cessione all Autorità Portuale di Savona dell ex deposito eni di Quiliano, e, dall altra, l impegno di eni di acquisire da una società partecipata dell Autorità Portuale di Savona (Interporto VIO Spa) un terreno vicino al casello autostradale di Vado Ligure. Nell ambito del Piano Dismissioni è stata messa in vendita la prima tranche di immobili, costituita da 63 asset di valore inferiore a 2,5 milioni di euro (sotto soglia) e da 5 asset definiti immobili rilevanti di valore superiore a 2,5 milioni di euro (sopra soglia). Dei 63 immobili messi in vendita, ne sono stati aggiudicati 18 e rogitati 16, per un valore economico del venduto sotto soglia della prima tranche pari a circa 2,84 milioni di euro. Inoltre, il 25 novembre 2009, è stata avviata la pubblicizzazione sui quotidiani nazionali della vendita della seconda tranche di immobili, costituita da altri 97 immobili resi disponibili dalle società per la dismissione, di cui 91 sotto soglia e 6 sopra soglia, a cui si sono aggiunti gli invenduti della prima tranche. E in corso la raccolta delle manifestazioni d interesse relative. Nell ambito dell operazione di cessione del controllo di italgas a snam rete gas, eniservizi ha effettuato la stima del patrimonio immobiliare di italgas. Sono state pertanto eseguite circa 80 perizie di immobili di proprietà Italgas per un valore di circa 180 milioni di euro. Nel 2009 sono stati venduti, al di fuori del piano dismissioni, immobili per un valore di circa 38,72 milioni di euro, tra i quali Imperia, Civitavecchia e Quiliano di eni R&M, San Potito di E&P, via Maastrich di eni adfin a San Donato Milanese e vari immobili di eni R&M con vendita a Comuni come cessioni bonarie a seguito di tentato esproprio. Il consuntivo, quindi, delle vendite di immobili del 2009 gestite in qualità di Project Leader è pari a circa 41,57 milioni di euro. Inoltre sono state concluse, a seguito di incarico da Project Leader, anche le seguenti 11 operazioni di acquisizioni immobiliari: un terreno in Settala (MI) e di 2 terreni in Bordolano (CR) per stogit, 8 terreni per eni R&M in Cesano (RM), Stazzema (LU), Sesto San Giovanni (MI), Grosseto, Monte Roberto (AN), Pesaro, Monselice (PD) e Vimodrone (MI) Infine, in maggio, eniservizi ha acquistato il complesso immobiliare del Poliambulatorio di San Donato Milanese destinato all Asilo e Scuola dell infanzia eni. Gestione Patrimoniale Eniservizi ha svolto le attività tecnico/urbanistiche/legali legate alla tutela del patrimonio affidato dalle seguenti società: eni R&M, eni G&P, eni SpA (Castengandolfo e Donegani), stogit, eni power, eni adfin, aniservizi; hanno riguardato: quasi pratiche ICI, per un valore di circa 24 milioni di euro, oltre a 250 avvisi di Accertamento/Liquidazione ICI con istanze di cancellazione o modifiche degli stessi; circa 150 gli aggiornamenti/variazioni catastal; redazione diretta di schede Immobiliari, complete dei dati tecnici/urbanistici e catastali, per quei beni non ancora trascritti a seguito delle fusioni societarie relative, 70 per eni R&M e 10 per eni G&P, 90 per snam rete gas; circa 150 pratiche per la tutela della proprietà a fronte di richieste di esproprio e servitù, condotti con il supporto di circa 50 perizie estimative. Gestione e manutenzione immobili programmata L applicazione nell esercizio appena trascorso delle risultanze generate dal Progetto ottimizzazione contratti, conclusosi a fine 2008, ha comportato diversi benefici sia a livello economico che organizzativo: l applicazione degli sconti quantità previsti nei contratti di nuova concezione ha permesso la restituzione a eni di circa 0,5 milioni di euro; le attività di pianificazione e ottimizzazione dei servizi hanno comportato una riduzione del numero di contratti. 10

11 ENISERVIZI BILANCIO DI ESERCIZIO / ANDAMENTO OPERATIVO 01/01/ /01/2009 N contratti totali Forniture Manutenzione Antincendio 12 7 Manutenzione Edili Manutenzione Tecnologici Manutenzione Speciali 2 1 Manutenzione ascensori 10 9 Manutenzione verde Altre Manutenzione 10 7 Pulizie Deratizzazione-Disinfestazione 15 1 Traslochi e facchinaggio 6 5 Somministrazione Facility 5 6 Gestione rifiuti 8 6 Altri servizi Prestazioni Professionali 2 1 la riduzione del numero dei contratti ha comportato, conseguentemente, una diminuzione del numero delle richieste di approvvigionamento che sono passate dalle 217 del 2008 alle 78 del 2009 (-64%). Al fine di conseguire ulteriori risparmi gestionali, nel 2009 è proseguita l attività di accentramento in eniservizi delle attività di facility degli uffici tecnomare in Milano e del sito eni di Novara (Donegani). Per contro dove eventuali economie di scala potevano essere più proficuamente conseguite da altre entità industriali eni, si è dato corso al rilascio delle attività di facility, in particolare: Raffineria di Sannazzaro de Burgondi passate, a far data dal 1 gennaio 2009, sotto la diretta gestione della divisione R&M; Raffineria di Venezia passate, a far data dal 1 luglio 2009, sotto la diretta gestione della divisione Superfici gestite in mq 11

12 ENISERVIZI BILANCIO DI ESERCIZIO / ANDAMENTO OPERATIVO R&M; siti periferici Italgas del Nord Est, Piemonte, Val d Aosta e dei Gruppi Esercizi situati in Italia centrale trasferite, con decorrenza 1 maggio 2009, a italgas; servizi di vigilanza e portierato dell area centrosud delle sedi Italgas sono passati, a far data dal 1 novembre 2009, sotto la diretta gestione dell unità SECUR di eni. In gestione a eniservizi è rimasta solo la sede di Monterotondo in attesa di definire l uso degli spazi utilizzati da CNR con un nuovo contratto di locazione e le sedi di Italgas a Roma in vista del perfezionamento dell operazione con GDF Suez. Al 31 dicembre 2009 risultano in carico complessivamente circa mila metri quadrati di superfici con un decremento di circa 114 mila metri quadri rispetto a quelli in carico alla data del 31 dicembre Tale variazione è dovuta principalmente alla cessione delle su elencate attività ad altre entità industriali eni. Si segnala infine che nel 2009 sono state gestite attraverso il sistema di Facility Management richieste utente, con i seguenti livelli di valutazione: Consulenze e prestazioni tecniche a richiesta Project Management Nel corso del 2009 sono stati ottimizzati gli spazi dei siti direzionali e quindi conseguiti risparmi in termini di superfici in locazione. In particolare si evidenziano: le riorganizzazioni dei lay out degli uffici eni adfin in San Donato Milanese e Torino, degli uffici Agip KCO e della sede eniservizi in via Agadir 34/38 a San Donato Milanese; la riorganizzazione spazi della sede direzionale eni E&P e del Distretto Meridionale situato in Val D Agri; il trasferimento del personale eni ICT dalla palazzina E del complesso di via Laurentina 449 e da piazzale Mattei a via Paolo di Dono 223; per eni corporate university si è completato il trasferimento del personale da via Laurentina 449 e da via Paolo di Dono 3/A nella sede di Paolo di Dono 223 e sono terminati i lavori di riqualificazione ed adeguamento per l ottenimento CPI dell edificio di via Bonarelli a San Donato Milanese; per eni G&P sono proseguiti i lavori legati alla riorganizzazione delle sedi periferiche, con la messa a disposizione, da novembre, della nuova sede di Potenza; mentre è in via di completamento la sede di Cosenza; l accorpamento delle società eni di Genova nel- 12

13 ENISERVIZI BILANCIO DI ESERCIZIO / ANDAMENTO OPERATIVO l edificio di Piazza della Vittoria 1 e la riqualificazione dell area CFO del 1 Palazzo Uffici (4 piano); il rifacimento impermeabilizzazione coperture delle Palazzine A e D e la ristrutturazione delle facciate interne dell edificio A presso i Laboratori eni di Novara; è stata completata la ristrutturazione dell edificio di via Brancati a Roma, con il conseguente trasferimento dei dipendenti enipower e Servizio Fondo Bombole Metanopoli da Via Paolo di Dono 3/a; è stata trasferita la struttura dell organismo di Vigilanza di eni R&M da Via Paolo di Dono 3/a a Via Laurentina 449, consentendo il completo abbandono della palazzina di Via Paolo di Dono 3/a; è terminata la ristrutturazione degli edifici 1, 72/73 e 3 in Via Ostiense propedeutica al trasfermento dei dipendenti AGI da Via Cristoforo Colombo a Via Ostiense; continua la ristrutturazione della palazzina E e della mensa in Via Laurentina 449. Sono stati effettuati interventi finalizzati a garantire la piena funzionalità dei siti direzionali ed il rispetto delle normative vigenti, in particolare è stata potenziata la centrale frigorifera del 1 Palazzo Uffici e sono stati completati i lavori di messa a norma per l ottenimento del Certificato Prevenzione Incendi presso il sito di Castel Gandolfo. Vendor Control I controlli che hanno interessato la struttura dei contratti, degli importi economici riconosciuti ai fornitori a fronte delle attività svolte e del rispetto della normativa vigente, si sono sostanziati in: n 21 verifiche straordinarie su fornitori operanti nell ambito dei Comparti dell Unità; n 5 verifiche straordinarie su Unità aziendali in ambito Servizi di Facility Management; n 1 verifica straordinaria su Unità aziendale in ambito Servizi Immobiliari, con controllo della gestione di 3 contratti stipulati con altrettanti fornitori. Al riguardo sono stati redatti verbali e relazioni di verifica, con reportistica dei punti di attenzione rilevati e monitoraggio sia delle azioni correttive messe in atto che dei controlli ordinari effettuati da parte delle Unità Operative di Servizi di Facility Management sui servizi strategici erogati dai fornitori. A fine 2009 è stata inoltre avviata una prima ricognizione dei contratti/fornitori operanti nell ambito del servizio di ristorazione ed è proseguita l attività di raccolta e registrazione dei dati relativi alle Non Conformità / Penalità emesse dalle unità operative a carico dei fornitori, permettendo il monitoraggio delle performance degli stessi. Nel corso dell anno sono stati predisposti, trasmessi alla funzione approvvigionamenti e registrati n feedback di 1 livello su altrettanti contratti/fornitori. Esiti Feedback Quantità Esito Positivi Attenzione Allarme Nel corso del secondo semestre 2009 è stata rivista l attività di controllo dei documenti propedeutici al rilascio delle autorizzazioni ai subappalti da parte dei Gestori di Contratto, trasmettendo conseguentemente ai Gestori di Contratto nota di benestare al rilascio. L attività si è sostanziata nell esame di circa 85 richieste di subappalto, di cui 10 risultate non conformi alle normative di riferimento e pertanto respinte. Nel corso del 2009 è inoltre proseguita, con notevole incremento, l attività di supporto alle Linee ed ai Gestori di Contratto relativamente a tematiche di gestione degli Appalti, dei subappalti, della disciplina dei contratti di lavoro e relative normative di riferimento. E stata infine redatta e messa a punto la proposta di Testo Unico disciplina del processo di controllo dei contratti passivi e dei fornitori, da formalizzarsi in ambito aziendale, quale documento normativo interno. Global Security Service Nel 2009 è stato garantito il supporto specialistico al Responsabile Attuazione Security di eniservizi nella programmazione e nell attuazione delle attività di security di propria competenza. Il supporto specialistico si è esplicato mediante l assistenza nella promozione, diffusione e applicazione delle normative 13

14 ENISERVIZI BILANCIO DI ESERCIZIO / ANDAMENTO OPERATIVO eni quali: Testo unico Norme di Security emesso con Circolare eni n. 316 del 26 maggio 2008; Gestione dei Sistemi di Videosorveglianza emessa con Circolare eni n. 328 del 6 ottobre 2008; Principi di riferimento per l effettuazione della valutazione dei rischi e l elaborazione del relativo documento emessa con Circolare eni n. 362 del 26 giugno 2009; Predisposizione e gestione del Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenza emessa con Circolare eni n. 363 del 26 giugno L andamento dei consumi e del costo del gas naturale sono di seguito rappresentati. Andamento consumi gas naturale Servizio produzione badge Nel 2009 hanno operato 2 laboratori badge a San Donato Milanese (5 p.u.) e Roma (Via Laurentina) che hanno prodotto circa badge tra dipendenti, contrattisti, generici per portinerie in conformità con le nuove impostazioni di identità visiva del eni. Produzione e distribuzione di utilities I grafici seguenti mostrano un aumento dei consumi di energia termica ed elettrica nel 2009 rispetto all anno precedente. Andamento costo unitario gas naturale Andamento consumi Energia Termica SDM L andamento delle tariffe di vendita di energia termica ha mostrato, rispetto al 2008, un aumento nel primo trimestre, per poi accusare una flessione nei restanti periodi dell anno. La tariffa dell energia elettrica è risultata inferiore per tutto l anno rispetto al Andamento consumi Energia Elettrica SDM Andamento tariffa Energia Elettrica 14

15 ENISERVIZI BILANCIO DI ESERCIZIO / ANDAMENTO OPERATIVO Andamento tariffa Energia Termica A seguito delle prescrizioni del Decreto AIA del 16 luglio 2007 e delle Deroghe allo stesso ricevute in data 17 dicembre 2007, eniservizi congiuntamente con enipower, ha sviluppato un progetto volto ad adeguare le emissioni di NOx (ossidi di azoto) e, nel contempo a migliorare le performance energetiche della centrale. Nel mese di Dicembre è stato avviato l iter autorizzativo esterno dell intervento proposto, con la presentazione in Provincia dell Istanza di modifica sostanziale dell Autorizzazione Integrata Ambientale e con il contestuale avvio della procedura Regionale di Valutazione di Impatto Ambientale. La proposta di investimento, elaborata a seguito dello sviluppo dello studio di ingegneria per il revamping della centrale è stata autorizzata dalle competenti funzioni eni il 26/11/2009 e sono conseguentemente iniziate le attività progettuali. In data 22 dicembre 2009 si è perfezionata la cessione ad enipower del ramo d azienda Centrale di Cogenerazione e reti di distribuzione (energia elettrica ed energia termica), attraverso la stipula dell atto di cessione, con decorrenza 1 gennaio Unitamente all atto di cessione, le due parti hanno sottoscritto un contratto di Conto lavorazione del gas (Tolling) in base al quale eniservizi fornirà il gas a enipower in conto lavorazione e ritirerà da quest ultima la produzione di energia elettrica e termica per la successiva cessione sul territorio di San Donato Milanese prevalentemente a utenze eni. Con riferimento ai principali interventi sulla centrale di cogenerazione si segnala che sono stati effettuati interventi di manutenzione straordinaria sulla turbina TG12 a seguito di un danno occorso alla stessa. L impianto Centrale di Cogenerazione ha completato con successo in ottobre 2009 l iter per l ottenimento della certificazione del Sistema di Gestione Ambientale conforme alla normativa UNI EN ISO In relazione alla Rete di teleriscaldamento è stato effettuato il censimento periodico sullo stato di conservazione dei coibenti per l identificazione delle tratte soggette a bonifica da amianto ed il completamento delle attività di bonifica sulle tratte di via Caviaga (allacciamento Sportiva Metanopoli). Inoltre è stata completata la progettazione della dorsale di teleriscaldamento di via Di Vittorio e sono state allacciati edifici residenziali in San Donato Milanese per una volumetria di circa m3; Infine si è concluso con un elevata affluenza di persone l evento del 3 ottobre patrocinato da Assoelettrica Giornata Nazionale dell Energia. La Centrale è stata aperta alle istituzioni ed alla cittadinanza, presentando i temi di sostenibilità ed ambientali della società. Per quanto riguarda la cessione a CAP Holding del sistema di distribuzione dell acqua potabile di San Donato Milanese, risulta tuttora la voltura a CAP Holding delle concessioni di emungimento di acqua potabile da parte delle Autorità competenti. Contestualmente è in fase di perfezionamento la richiesta di concessione di emungimento dai pozzi ad uso non potabile. 15

16 ENISERVIZI BILANCIO DI ESERCIZIO / ANDAMENTO OPERATIVO SERVIZI AL BUSINESS FAMIGLIA DI SERVIZI Ricavi 09* Var % vs 08 Riproduzione documentale (7,0) Servizi di archiviazione (2,4) Gestione magazzini di terzi e attività di logistica ,8 Servizio posta interna (5,5) Gestione autoveicoli e trasporti aziendali (17,0) Approvvigionamenti non strategici ,3 E-procurement Eni 276 (11,8) Ispettorato degli utilizzatori ,8 Gestione biblioteche, editoria ,4 TOTALE (6,1) (*migliaia di euro) Riproduzione Documentale Nel corso dell anno 2009 si è iniziata la fase esecutiva del programma di ottimizzazione e razionalizzazione dei sistemi di stampa, copia e scansione, sulle sedi di via Laurentina, via Paolo Di Dono 223 e via Brancati a Roma. La realizzazione del progetto garantisce, a regime: riduzione dei costi di gestione ed efficienza operativa; minor impatto ambientale; innovazione tecnologica; monitoraggio proattivo. Contemporaneamente è proseguito il processo di adeguamento tecnologico del parco dispositivi installato in eni, secondo un piano di sostituzione correlato alle scadenze contrattuali delle vecchie apparecchiature ed alla loro obsolescenza tecnica e funzionale. Entrambe le attività si sono concretizzate con la configurazione di 692 dispositivi, di cui 436 multifunzione, 62 stampanti, 188 fax, 6 plotter per grandi formati. Al 31 dicembre 2009 eniservizi gestisce complessivamente un parco di dispositivi di stampa/fax/copia d ufficio. TIPOLOGIA MACCHINA Installato al Installato al Multifunzione Copiatrici Grande Formato Telefax Printer TOTALE Il progetto di razionalizzazione ed ottimizzazione avviato nel 2009 sulle sedi eni di via Laurentina, via Brancati e via Paolo di Dono 223 a Roma, ha comportato un incremento dei dispositivi multifunzione gestiti da eniservizi, ma ha permesso di eliminare oltre 300 dispositivi di stampa e scansione di proprietà del cliente; che ha così beneficiato di una riduzione dei costi. Centri stampa Nel primo semestre 2009 è stata aggiudicata la gara per il centro stampa Fano, ottenendo, a parità di livello qualitativo, una significativa riduzione dei costi. Presso lo stesso sito, a fine anno, è stato aperto un presidio interno per migliorare ulteriormente la funzionalità del servizio. 16

17 ENISERVIZI BILANCIO DI ESERCIZIO / ANDAMENTO OPERATIVO Nel secondo semestre 2009 è stata aggiudicata la gara per la produzione di stampati per la Raffineria di Marghera, riuscendo a mantenere sostanzialmente invariati i prezzi rispetto al contratto precedente. Da settembre 2009 eniservizi gestisce il rapporto con il fornitore del centro stampa di Cortemaggiore; mentre le attività svolte da XEROX nei due centri stampa di Roma sono state estese a tutte le altre Società eni presenti sul polo. Ad oggi eniservizi gestisce 11 contratti con fornitori esterni per attività di riproduzione e 2 contratti specifici per attività di stampa. Parallelamente alla normale produzione di stampe in formato A3/A4, si sono incrementati notevolmente i volumi delle lavorazioni di stampati dovuti principalmente a: adozione del nuovo sistema di identità visiva; recupero di alcune produzioni che non transitavano dal centro stampa; richieste in arrivo da Società estere; cambio di denominazione di alcune società. Servizi di Archiviazione Il 2009 ha confermato il trend di crescita dei volumi gestiti che hanno raggiunto mc. Volumi gestiti (mc) I volumi presi in carico (mc) al 31/12/2009 sono i seguenti: Semiattivo Deposito Remoto TOTALE Archivio Documentale Archivio Tecnico TOTALE Nel 2009 eniservizi ha proseguito l attività di consulenza alle società estere eni interessate al sistema archivistico ed al know how in materia, proseguendo nella collaborazione con Agip KCO, eni Congo, Saipem croazia, eni tunisia, eni españa. Per quanto riguarda Agip KCO, nel corso del 2009 eniservizi ha assistito il personale della società nei lavori di creazione, implementazione e gestione dell archivio documentale presso Atyrau. Presso la sede eniservizi di San Donato Milanese, si è proceduto alla catalogazione e spedizione in Kazakhstan della documentazione precedentemente conservata presso le 17

18 ENISERVIZI BILANCIO DI ESERCIZIO / ANDAMENTO OPERATIVO sedi KCO di Londra e de L Aia. Gestione elettronica di documenti E proseguita l attività, iniziata nel marzo 2008, di gestione dei documenti derivanti dai contratti Multicard Routex (carte carburante): scontrini, voucher ricevuti dai POS presso la rete di vendita Agip. Il volume dei documenti scannerizzati, dopo il picco iniziale del 2008, dovuto alla presa in carico degli scontrini degli anni precedenti, si è attestata nel 2009 a 14,5 milioni. Per conto di eni insurance limited (ex Padana Assicurazioni) si sono gestite le pratiche di sinistri che vengono acquisite in formato elettronico ed achiviate per l immediata consultazione on line. Nel 2009 è continuata l attività di gestione dei contratti gas e dei moduli catastali inviati dai clienti ad eni G&P ed a Toscana Energia Clienti Pratiche Fogli A3/A4 Pratiche Fogli A3/A4 Pratiche Fogli A3/A4 Delibera 40/ Contratti gas e moduli catastali Cartelle del personale Cascade Scontrini Multicard Contratto Multicard Cartelle sanitarie Pratiche sinistri TOTALE Gestione Magazzini di terzi e attività di Logistica Il Conto Deposito svolge le attività di stoccaggio, movimentazione e spedizione di beni di proprietà di terzi, le quali nel corso del 2009 si sono così articolate: colli ricevuti pari a kg e evasioni di richieste di materiale; articoli codificati messi a disposizione dei clienti e stoccati presso i nostri magazzini ed i magazzini dei fornitori; 870 mq di stoccaggio presso i magazzini eniservizi, oltre ai magazzini messi a disposizione dei fornitori eniservizi, per un volume complessivo di circa 789 mc. L attività di logistica riguarda sia l acquisto di beni per eniservizi, che l acquisto e rivendita di beni non strategici per le società eni (prodotti per laboratorio, prodotti chimici, parti di ricambio, materiale per antinfortunistica e/o sicurezza, cancelleria per ufficio). Nel 2009 sono stati gestiti articoli ed evase posizioni di materiale di rivendita. Eniservizi garantisce ad eni, in Italia e all estero, la gestione delle attività di spedizione e di trasporto, assicurando la tracciabilità delle merci e la puntuale evasione delle consegne in ogni parte del mondo. Paesi di destinazione Numero spedizioni Numero colli Kg Volumi in m Servizio Posta Interna Nel corso del 2009 é proseguita l opera di standardizzazione dei processi operativi, sia nei siti gestiti da Swiss Post Solutions, sia nei siti gestiti direttamente da eniservizi ed altri contrattisti. Inoltre si è provveduto: ad attivare l accentramento della posta in arrivo a 18

19 ENISERVIZI BILANCIO DI ESERCIZIO / ANDAMENTO OPERATIVO Roma presso la sala posta centrale di Swiss Post Solutions, analogamente a quanto avviene già a Milano, permettendo un più efficiente controllo sulla posta in arrivo, sia per quanto attiene la sicurezza postale, sia per il corretto indirizzamento della corrispondenza; all attivazione del servizio di spedizione telegrammi aziendali per i poli di Milano, Torino, Genova, Mestre e Sannazzaro; alla riapertura del focal point di via Palo Di Dono 223, Roma e all apertura del nuovo focal point di via del Serafico 200, Roma; alla chiusura delle attività postali di Monterotondo e piazza Cerva, Roma; ad accrescere l efficenza dei controlli di sicurezza sulla posta in entrata; al monitoraggio dei volumi e degli SLA contrattuali. Su indicazioni della Security eni, sono state adottate nuove misure di sicurezza infrastrutturali, già in occasione dello spostamento del focal point del 5 Palazzo Uffici a San Donato Milanese. Tali misure saranno applicate in tutti gli uffici postali interni a seconda dei programmi di spostamento o rifacimento degli stessi. Ad oggi eniservizi gestisce 30 uffici posta interni alle diverse sedi eni distribuite sull intero territorio nazionale e 2 uffici postali esterni a Milano e Roma. A fine 2009 sono state determinate le specifiche per la gara posta a Fano e Ravenna. Nel corso del 2009 i volumi di posta sia in entrata che in uscita si sono attestati sugli stessi livelli del 2008, mentre le commissioni esterne si sono ridotte del 5%. Gestione Autoveicoli e Trasporti Aziendali A fronte degli Accordi Quadro stipulati con le società di noleggio auto senza conducente a breve termine eniservizi ha assicurato per alcune società eni (saipem, eni E&P, snam rete gas) i servizi di prenotazione auto, il controllo e il pagamento delle relative fatture. Il numero delle richieste di noleggi senza conducente gestito in forma manuale si è ridotto grazie all implementazione in CSAmPers del self booking tool, con cui il dipendente può prenotare l auto autonomamente. A dicembre 2009 la gara ha portato all aggiudicazione di due nuovi Accordi Quadro che decorreranno da gennaio E inoltre proseguita l erogazione del servizio di pool auto a tariffa che permette ad eni di rendere variabile un costo in precedenza fisso. Il servizio, con il passaggio delle modalità di acquisizione auto da Leasing a Noleggio a lungo termine, è stato erogato sul Polo di San Donato Milanese per eni corporate e le divisioni e sul Polo di Roma per eni corporate e eni R&M. E proseguita la gestione in nome e per conto di eni adfin degli autoveicoli operativi con contratto di leasing che, a scadenza, sono stati sostituiti con forme meno costose di noleggio a lungo termine (1.449 autoveicoli a dicembre 2008 divenuti 456 a dicembre 2009). Al 31 dicembre 2009 il numero dei veicoli a noleggio a lungo termine ha raggiunto le unità, di cui 388 consegnate nel secondo semestre Nell ambito del progetto di assegnazione auto al personale dirigente al 31 dicembre 2009 il numero dei veicoli a noleggio a lungo termine ha raggiunto le unità di cui 136 consegnate nel secondo semestre La gara europea per il rinnovo dei contratti di noleggio a lungo termine auto operative e dirigenti ha permesso di aggiudicare due nuovi contratti assegnati con decorrenza 1 giugno Eniservizi ha inoltre assicurato, tramite un fornitore terzo, il servizio di fleet managemet degli autoveicoli di proprietà snam rete gas, a dicembre E infine proseguito il servizio di trasporto dipendenti fra le sedi delle società eni, oltre ai servizi di trasporto dipendenti presso le raffinerie e gli stabilimenti. Sul polo di San Donato Milanese si è registrato un aumento della frequenza delle corse e il numero dei mezzi impegnati, mentre sul Polo di Roma sono state attivate nuove linee. Servizi di Mobility Management Nel corso del 2009 sono stati sviluppati progetti di mobilità con il Comune di San Donato Milanese per la costituzione di un servizio di Trasporto Lavoro che vedrà coinvolte oltre a eni, tutte le aziende presenti sul territorio. Anche per l area di Roma sono stati raggiunti accordi con il vettore municipalizzato per l ottenimento di abbonamenti in convenzione. Nell area della Regione Piemonte è stato aggiudicato a tutte le aziende eni il bando di cofinanziamento al trasporto pubblico che prevede forti sconti per tutti i dipendenti. Inoltre è stata realizzata all interno del portale eniservizipoint di eniservizi una sezione interamente dedicata al Mobility Management (Mobility Office ENI). Attraverso questo link è possibile attivare on-line gli abbonamenti al trasporto pubblico nelle aree di San Donato Milanese, Roma e delle sedi piemontesi, nonchè disporre di tutte le informazioni relative ai trasporti interaziendali attivati dalle società. Sempre per l area di San Donato Milanese è stato attivato il collegamento con i servizi di car sharing e bike sharing del comune di Milano. Infine è stato realizzato e trasmesso alle Pubbliche Amministrazioni competenti il 19

20 ENISERVIZI BILANCIO DI ESERCIZIO / ANDAMENTO OPERATIVO Piano Spostamenti Casa-Lavoro delle sedi direzionali di San Doanto Milanese e Roma, così come previsto dal D.Lgs. 27/03/1998, sulle cui risultanze sono stati individuati progetti volti a proporre nuove soluzioni di trasporto sostenibile per tutti i dipendenti. Gestione biblioteche ed editoria Il servizio contempla la gestione delle biblioteche eni di Roma e di San Donato Milanese, l acquisto di libri e documenti tecnici, gli abbonamenti a quotidiani, riviste e banche dati di competenza ed infine la gestione di Accordi Quadro per la fornitura di materiale non core. Il servizio editoria nel corso dell anno è stato esteso anche a Polimeri Europa, eni corporate university, LNG Shipping. Nel corso dell anno sono stati formalizzati nuovi accordi quadro per la fornitura di materiale di cancelleria, carta, consumo informatico, materiale elettrico/ elettronico, zaini borse e trolley, corrieri per spedizioni documenti e materiale vario su tratte nazionali e internazionali, fornitura trasporto e installazione di arredi per uffici operativi e dirigenziali, noleggio a lungo termine di autoveicoli dirigenziali e operativi, noleggio di auto con conducente per le sedi eni di Roma. La gestione di tali contratti via e-procurement eni ha consentito un monitoraggio dei tempi di consegna dei materiali al fine di verificare il rispetto dei termini previsti dalle condizioni contrattuali. Approvvigionamenti non strategici Eniservizi ha continuato a svolgere il servizio di procurement in nome e per conto di eni. La novità principale del 2009 riguarda la creazione di un nuovo modello contrattuale di relazioni enieniservizi attraverso la definizione di un modello su mandato che rafforza il rapporto fiduciario. Secondo il nuovo modello contrattuale eniservizi opera in qualità di Mandataria senza rappresentanza, a differenza del precedente ruolo di Appaltatore nei confronti delle Società Clienti. Il procurato degli approvvigionamenti non strategici nel 2009 è stato di 71,5 milioni di euro. Relativamente agli accordi quadro trasversali di eni sono stati emessi accordi in relazione alle seguenti tipologie di forniture/servizi: materiale di consumo informatico e cancelleria, arredi per ufficio e utensileria varia noleggio veicoli a lungo termine e con conducente; trasporto espresso di documenti e materiale vario su tratta nazionale ed internazionale. Contestualmente si è proceduto alla stipula di accordi quadro di eni con i principali vettori aerei internazionali relativi ai servizi di trasporto persone nonché con le principali strutture alberghiere per servizi di pernottamento. Con il consolidamento dei volumi di approvvigionamento di eni e con la razionalizzazione di alcune tipologie contrattuali, è stato inoltre possibile conseguire significative economie per le imprese dell eni, valutate per il 2009 in circa 800 mila euro di risparmi. Servizio e-procurement eni in milioni di Euro Nell ambito del progetto di ottimizzazione e ridefinizione del quadro di attività svolte dal Contact Center eniservizi, sono state pianificate e realizzate le azioni necessarie per garantire da gennaio 2010 il passaggio del servizio di supporto e assistenza e- Procurement da eniservizi ad eni. Ispettorato degli Utilizzatori Nel corso dell anno 2009 hanno aderito al nuovo accordo quadro, emesso agli inizi dell anno, tra eni ed eniservizi, le seguenti società/divisioni eni: Polimeri Europa, eni R&M, eni E&P, eni mediterranea idrocarburi. Si sono inoltre impegnate ad aderire nel corso del 2010 al citato accordo quadro anche enipower, Raffineria di Gela e stogit. Il servizio ha acquisito e consuntivato nell anno 2009 un numero di pratiche PED (Pressure Equipment Directive) pari a 196. E stata inoltre acquisita, per i prossimi tre anni, l attività di verifica di con- 20

Relazione e bilancio d esercizio di EniServizi S.p.A. 4 5 6 8 25 28 30 32 33 35 36 38 39 40 53 54

Relazione e bilancio d esercizio di EniServizi S.p.A. 4 5 6 8 25 28 30 32 33 35 36 38 39 40 53 54 Bilancio 2007 2 Relazione e bilancio d esercizio di EniServizi S.p.A. 4 5 6 8 25 28 30 32 33 35 36 38 39 40 53 54 Relazione sulla gestione Cinque anni di risultati economici finanziari Cinque anni di attività

Dettagli

Relazione e bilancio d esercizio di EniServizi S.p.A. 4 5 6 8 32

Relazione e bilancio d esercizio di EniServizi S.p.A. 4 5 6 8 32 Bilancio 2006 2 Relazione e bilancio d esercizio di EniServizi S.p.A. 4 5 6 8 32 33 37 38 40 41 42 43 44 46 47 59 60 Relazione sulla gestione Cinque anni di risultati economici finanziari Cinque anni di

Dettagli

51 Relazione sul governo societario. 52 Impegno per lo sviluppo sostenibile. Bilancio di esercizio. 57 Schemi di bilancio

51 Relazione sul governo societario. 52 Impegno per lo sviluppo sostenibile. Bilancio di esercizio. 57 Schemi di bilancio Bilancio 2010 Relazione e bilancio d esercizio di eniservizi SpA Relazione sulla gestione 5 Profilo dell anno 7 Lettera agli Azionisti 9 Andamento operativo Commento ai risultati e altre informazioni

Dettagli

SARDEGNA IT SRL. Relazione concernente l andamento della società nel primo semestre 2014

SARDEGNA IT SRL. Relazione concernente l andamento della società nel primo semestre 2014 SARDEGNA IT SRL Registro Imprese 03074520929 Rea 244574 Società unipersonale Sede in VIA DEI GIORNALISTI, N. 6-09122 CAGLIARI (CA) Capitale sociale Euro 100.000,00 i.v. Relazione concernente l andamento

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

LA GESTIONE DEGLI ACQUISTI. Carta d identità al 31 dicembre 2010. Italia 5.502 Regno Unito 1.534 Stati Uniti 2.276 Altri Paesi 2.874 Totale 12.

LA GESTIONE DEGLI ACQUISTI. Carta d identità al 31 dicembre 2010. Italia 5.502 Regno Unito 1.534 Stati Uniti 2.276 Altri Paesi 2.874 Totale 12. LA GESTIONE DEGLI ACQUISTI Trasferiamo valore economico nella catena di fornitura acquistando volumi consistenti di beni e servizi. Promuoviamo la collaborazione e l efficienza nella catena della fornitura;

Dettagli

La gestione del valore in un mercato in sviluppo e regolamentato

La gestione del valore in un mercato in sviluppo e regolamentato La gestione del valore in un mercato in sviluppo e regolamentato Massimo Levrino CFO Gruppo IREN Torino, 28 ottobre 2011 0 Diffusione territoriale delle local utilities A S P S.P.A. Pordenone AMPS Parma

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI MODENA

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI MODENA AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI MODENA PIANO PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI E DEI BENI IMMOBILI TRIENNIO 2011 2013 Art.2

Dettagli

Gruppo IRIDE Il Consiglio di Amministrazione ha approvato i risultati dei primi nove mesi del 2009

Gruppo IRIDE Il Consiglio di Amministrazione ha approvato i risultati dei primi nove mesi del 2009 Gruppo IRIDE Il Consiglio di Amministrazione ha approvato i risultati dei primi nove mesi del RISULTATI OPERATIVI IN FORTE CRESCITA: - RICAVI: 1.625 MILIONI (1.740 NEI 9 MESI, -7%) - MARGINE OPERATIVO

Dettagli

Il Property Management che crea Valore

Il Property Management che crea Valore Il Property Management che crea Valore Beni Stabili Property Service affianca le aziende offrendo servizi integrati di advisoring immobiliare ad elevato contenuto professionale e tecnologico. Indice Il

Dettagli

Commento ai risultati economico-finanziari di Eni SpA

Commento ai risultati economico-finanziari di Eni SpA Commento ai risultati economico-finanziari di Eni SpA Operazioni straordinarie Nel 2010 sono state effettuate le seguenti operazioni straordinarie: - fusione di Messina Fuels SpA; l atto di fusione è stato

Dettagli

COMUNE ACQUI TERME (AL)

COMUNE ACQUI TERME (AL) COMUNE ACQUI TERME (AL) INTEGRAZIONE SISTEMA DI TELERISCALDAMENTO CITTADINO CON ANNESSO POLO TECNOLOGICO PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA TERMICA ED ELETTRICA, A SERVIZIO DEGLI IMMOBILI DI PROPRIETA O PERTINENZA

Dettagli

C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma)

C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma) C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma) PIANO TRIENNALE ai sensi dell art. 2 commi da 594 a 595 Legge n. 244 del 24.12.2007 PREMESSA La Legge Finanziaria per il 2008 (Legge n. 244 del 24 dicembre

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI MODENA

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI MODENA AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI MODENA PIANO PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI E DEI BENI IMMOBILI TRIENNIO 2014 2016 Art.

Dettagli

eni adfin eni adfin eniadfin.it B ila ncio di Esercizio 2009 Bilancio di Esercizio 2009

eni adfin eni adfin eniadfin.it B ila ncio di Esercizio 2009 Bilancio di Esercizio 2009 eni adfin Bilancio di Esercizio 2009 Bilancio di esercizio 2009 Relazione e bilancio d esercizio di Eni adfin Relazione sulla gestione 6 Lettera agli Azionisti 11 Andamento operativo 17 Commento ai risultati

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2015/2017

BILANCIO DI PREVISIONE 2015/2017 COMUNE DI ROSIGNANO MARITTIMO (Provincia di Livorno) www.comune.rosignano.livorno.it BILANCIO DI PREVISIONE 2015/2017 ALLEGATO N. 15: Piano triennale 2015/2017 per la razionalizzazione dell utilizzo delle

Dettagli

Città di Bassano del Grappa

Città di Bassano del Grappa PIANO TRIENNALE per l individuazione di misure finalizzate alla razionalizzazione dell utilizzo delle dotazioni strumentali Art 2 comma 594 e segg. L. 244/2007 Indice del documento 1. Premessa... 3 2.

Dettagli

IMMOBILIARE. Aree Immobiliari

IMMOBILIARE. Aree Immobiliari IMMOBILIARE Aree Immobiliari RUO Sviluppo Organizzativo e Pianificazione Agenda 2 Il nuovo modello organizzativo della funzione : le logiche Il processo Le Aree Immobiliari Il nuovo assetto: confluenze

Dettagli

GESTIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA

GESTIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA 1 GESTIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Università di Genova Università della Liguria Savona Economia Genova Ingegneria Ventimiglia Giardino Botanico Hanbury Imperia Economia

Dettagli

Indice. Regolamento per l'organizzazione ed il funzionamento delle attività amministrative e di supporto. ART. 1. Ambito di applicazione

Indice. Regolamento per l'organizzazione ed il funzionamento delle attività amministrative e di supporto. ART. 1. Ambito di applicazione Pag. 1 di 8 Indice ART. 1. Ambito di applicazione ART. 2. Funzioni e compiti del Dipartimento ART. 3. Direttore di Dipartimento ART. 4. L articolazione organizzativa del Dipartimento ART. 5. Funzioni e

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI Servizio Patrimonio

CARTA DEI SERVIZI Servizio Patrimonio CARTA DEI SERVIZI Servizio Patrimonio Servizio Patrimonio FBK Carta dei Servizi 2014 pag. 1 Premessa La Carta dei Servizi rappresenta uno strumento dedicato a tutti coloro che, a diverso titolo, interagiscono

Dettagli

GENIAL OFFICE. srl. ... a supporto delle aziende per migliorare le performance... servizi di business process outsourcing www.genialoffice.

GENIAL OFFICE. srl. ... a supporto delle aziende per migliorare le performance... servizi di business process outsourcing www.genialoffice. ... a supporto delle aziende per migliorare le performance... servizi di business process outsourcing www.genialoffice.eu la società Genial Office ha come mission l erogazione di servizi a supporto dei

Dettagli

Piano di Impresa 2006 2009. Marzo 2006

Piano di Impresa 2006 2009. Marzo 2006 Piano di Impresa 2006 2009 Marzo 2006 Ferservizi: Portafoglio servizi e volumi gestiti Consuntivo 2005 Acquisti di Gruppo Volume transato Ristorazione 214 M 12,7 milioni di pasti Servizi Amministrativi

Dettagli

Consip SIE 3. Tempi rapidi e risultati garantiti di efficienza energetica con la convenzione SIE3. Servizio Integrato Energia

Consip SIE 3. Tempi rapidi e risultati garantiti di efficienza energetica con la convenzione SIE3. Servizio Integrato Energia Consip SIE 3 Servizio Integrato Energia per le Pubbliche Amministrazioni Tempi rapidi e risultati garantiti di efficienza energetica con la convenzione SIE3 La Pubblica Amministrazione è attualmente impegnata

Dettagli

COMUNE DI VEDANO AL LAMBRO

COMUNE DI VEDANO AL LAMBRO COMUNE DI VEDANO AL LAMBRO Provincia di Monza e Brianza A LLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. N. 103 DEL 05.08.2008 PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTRE E DEI

Dettagli

Ricerca Ce.Ri.S.Ma.S. - BravoSolution L acquisto dei servizi «no core» nelle aziende private e pubbliche del settore sanitario italiano Galleria di

Ricerca Ce.Ri.S.Ma.S. - BravoSolution L acquisto dei servizi «no core» nelle aziende private e pubbliche del settore sanitario italiano Galleria di Ricerca Ce.Ri.S.Ma.S. - BravoSolution L acquisto dei servizi «no core» nelle aziende private e pubbliche del settore sanitario italiano Galleria di esperienze sul campo UCSC sede di Roma UCSC Sede di Roma

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

DELIBERAZIONE N. DEL. Direzione Regionale: CENTRALE ACQUISTI Area: PIANIFICAZIONE E PROGRAMMAZIONE PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE

DELIBERAZIONE N. DEL. Direzione Regionale: CENTRALE ACQUISTI Area: PIANIFICAZIONE E PROGRAMMAZIONE PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE REGIONE LAZIO DELIBERAZIONE N. DEL 192 06/05/2015 GIUNTA REGIONALE PROPOSTA N. 6425 DEL 23/04/2015 STRUTTURA PROPONENTE Direzione Regionale: CENTRALE ACQUISTI Area: PIANIFICAZIONE E PROGRAMMAZIONE Prot.

Dettagli

www.aedes-immobiliare.com A E D E S S.p.a. Relazione Trimestrale 30 settembre 2002

www.aedes-immobiliare.com A E D E S S.p.a. Relazione Trimestrale 30 settembre 2002 www.aedes-immobiliare.com A E D E S S.p.a. Relazione Trimestrale 30 settembre AEDES S.p.A. Sede : Via Sant Orsola, 8 20123 MILANO TEL.02.879080.1 FAX 02 8693736 Cap.Soc. sottoscritto e versato Euro 25.983.248,46

Dettagli

COMUNE DI LUGO DI VICENZA

COMUNE DI LUGO DI VICENZA COMUNE DI LUGO DI VICENZA PROVINCIA DI VICENZA PIANO TRIENNALE 2014-2016 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO (art. 2,

Dettagli

Allegato alle Note del bilancio di esercizio

Allegato alle Note del bilancio di esercizio Allegato alle Note del bilancio di esercizio Notizie sulle imprese controllate e collegate a partecipazione diretta di Eni SpA Imprese controllate al 31 dicembre 2010 Acqua Campania SpA Napoli L Assemblea

Dettagli

COMUNE DI MEZZANI STRADA DELLA RESISTENZA,2 43055 MEZZANI TEL. 0521/669711 FAX 0521/316005

COMUNE DI MEZZANI STRADA DELLA RESISTENZA,2 43055 MEZZANI TEL. 0521/669711 FAX 0521/316005 COMUNE DI MEZZANI STRADA DELLA RESISTENZA,2 43055 MEZZANI TEL. 0521/669711 FAX 0521/316005 PIANO TRIENNALE ai sensi dell art. 2 commi da 594 a 595 Legge n. 244 del 24.12.2007 PREMESSA La Legge Finanziaria

Dettagli

PIÙ ENERGIA ALL ENERGIA.

PIÙ ENERGIA ALL ENERGIA. PIÙ ENERGIA ALL ENERGIA. COFELY. Leader nell efficienza energetica e ambientale. Gestione energia e fotovoltaico Case History // Comune e Provincia di Roma Per il Comune di Roma, Cofely si occupa della

Dettagli

Facility Management PERFEZIONE E INTEGRAZIONE AL VOSTRO SERVIZIO

Facility Management PERFEZIONE E INTEGRAZIONE AL VOSTRO SERVIZIO Facility Management PERFEZIONE E INTEGRAZIONE AL VOSTRO SERVIZIO FACILITY MANAGEMENT COFELY È Migliorare i servizi Ottimizzare l organizzazione no-core Ridurre i costi PER AIUTARVI A CONCENTRARE LE RISORSE

Dettagli

RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E SERVIZI

RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E SERVIZI RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E SERVIZI Con riferimento all Ordine di Servizio n 26 del 19.11.2014, si provvede a definire l articolazione della funzione RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E SERVIZI e ad attribuire

Dettagli

per un investimento complessivo tra nuove azioni e contanti pari a Euro 38.400 mila.

per un investimento complessivo tra nuove azioni e contanti pari a Euro 38.400 mila. DELIBERATA L ACQUISIZIONE DEL 100% DI ADRIATICA TURISTICA S.P.A. DEFINENDO IN EURO 0,05 IL PREZZO UNITARIO DI EMISSIONE DELLE NUOVE AZIONI A SERVIZIO DELL OPERAZIONE PROPOSTO IL RAGGRUPPAMENTO DELLE AZIONI

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO. Capitolato Tecnico servizi di agenzia di viaggio. Pagina 1 di 11

CAPITOLATO TECNICO. Capitolato Tecnico servizi di agenzia di viaggio. Pagina 1 di 11 SERVIZIO DI AGENZIA DI VIAGGIO PER LA GESTIONE INTEGRATA DELLE TRASFERTE DI LAVORO DEL PERSONALE DI TURISMO TORINO E PROVINCIA, NONCHÉ DEI SERVIZI DI PIANIFICAZIONE, ORGANIZZAZIONE ED ASSISTENZA ACCESSORIA

Dettagli

COMUNE DI COPPARO Provincia di Ferrara

COMUNE DI COPPARO Provincia di Ferrara PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DOTAZIONI STRUMENTALI, ANCHE INFORMATICHE, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO O DI SERVIZIO TRIENNIO 2015 2017 Approvato con Delibera

Dettagli

APPALTO IN GLOBAL SERVICE di SERVIZI INTEGRATI PER LA MANUTENZIONE DEGLI EDIFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI GENOVA

APPALTO IN GLOBAL SERVICE di SERVIZI INTEGRATI PER LA MANUTENZIONE DEGLI EDIFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI GENOVA APPALTO IN GLOBAL SERVICE di SERVIZI INTEGRATI PER LA MANUTENZIONE DEGLI EDIFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI GENOVA CONTESTO PATRIMONIALE GENERALE Consistenza : 265 unità/attività (n. 200 edifici)

Dettagli

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI ANCHE INFORMATICHE, DELLE AUTOVETTURE

Dettagli

SERVIZI INTEGRATI DI SUPPORTO. Presentazione

SERVIZI INTEGRATI DI SUPPORTO. Presentazione SERVIZI INTEGRATI DI SUPPORTO Presentazione Servizi Integrati di Supporto srl (SIS) nasce nel 2001 come iniziativa di imprenditorialità femminile agevolata dalla Regione Lazio. E una società che opera

Dettagli

Sistemia Storia e Profilo

Sistemia Storia e Profilo Sistemia S.p.A. Sistemia Storia e Profilo Sistemia S.p.A. nasce a Roma nel 2003 con la mission di Azienda di Business Process Outsourcing, e con una forte competenza specialistica nella valutazione della

Dettagli

Il Facility Management nel Settore Bancario

Il Facility Management nel Settore Bancario Il Facility Management nel Settore Bancario Roma, 9 dicembre 2013 MARCO IACONIS Coordinatore Competence Center ABI sul Facility Management Agenda Banche e FM: scenario di riferimento Il Report di analisi

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2009

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2009 COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2009 EBITDA positivo per 1 milione di Euro (negativo per 2,2 milioni di Euro nello stesso periodo

Dettagli

IL NUOVO CONTRATTO DI GLOBAL SERVICE 2008-2014

IL NUOVO CONTRATTO DI GLOBAL SERVICE 2008-2014 Patrocinio Università degli Studi di Genova Facoltà di Architettura - Dipartimento di Scienze per l'architettura Dottorato di Ricerca in "Recupero Edilizio ed Ambientale" Provincia di Genova CONVEGNO FACILITY

Dettagli

CASE STUDY. Accordo Quadro Servizi di Gestione Integrata delle Trasferte di Lavoro Edizione 2. Francesco Pisegna Category Travel Manager Consip S.p.A.

CASE STUDY. Accordo Quadro Servizi di Gestione Integrata delle Trasferte di Lavoro Edizione 2. Francesco Pisegna Category Travel Manager Consip S.p.A. CASE STUDY Accordo Quadro Servizi di Gestione Integrata delle Trasferte di Lavoro Edizione 2 Francesco Pisegna Category Travel Manager Consip S.p.A. 1 La gestione integrata delle trasferte di lavoro Caratteristiche

Dettagli

Esercizio delle funzioni di sorveglianza e controllo in materia di acquisto di beni e servizi

Esercizio delle funzioni di sorveglianza e controllo in materia di acquisto di beni e servizi Esercizio delle funzioni di sorveglianza e controllo in materia di acquisto di beni e servizi (art. 26, comma 4, L. n. 488/99 Legge Finanziaria 2000 e successive modificazioni e integrazioni) RELAZIONE

Dettagli

IL FACILITY MANAGEMENT IN ITALIA IL MERCATO PUBBLICO, IL MERCATO PRIVATO La domanda e l offerta di servizi di FM dentro e oltre la crisi

IL FACILITY MANAGEMENT IN ITALIA IL MERCATO PUBBLICO, IL MERCATO PRIVATO La domanda e l offerta di servizi di FM dentro e oltre la crisi IL FACILITY MANAGEMENT IN ITALIA IL MERCATO PUBBLICO, IL MERCATO PRIVATO La domanda e l offerta di servizi di FM dentro e oltre la crisi FM INNOVATION IN 60 MINUTI: UN REPERTORIO DI ESPERIENZE ED IDEE

Dettagli

Il Facility Management nelle banche italiane

Il Facility Management nelle banche italiane Il Facility Management nelle banche italiane Roma, 29 maggio 2012 Dott. Gabriele Zito Consulente OSSIF - docente di Gestione dell innovazione Politecnico di Bari 1 Banche: il mercato Concorrenza internazionale

Dettagli

COMUNE DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO (art. 2, commi 594-599, Legge

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE DI ATTIVITA' E DI PROMOZIONE INDUSTRIALE (2015 2016 2017)

PROGRAMMA TRIENNALE DI ATTIVITA' E DI PROMOZIONE INDUSTRIALE (2015 2016 2017) PROGRAMMA TRIENNALE DI ATTIVITA' E DI PROMOZIONE INDUSTRIALE (2015 2016 2017) Relazione triennale di attività e di promozione industriale (2015-2016-2017) Piano economico preventivo pluriennale (2015-2016-

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Gas Plus ha esaminato: Le Linee guida del prossimo Piano Industriale pluriennale

Il Consiglio di Amministrazione di Gas Plus ha esaminato: Le Linee guida del prossimo Piano Industriale pluriennale Milano, 5 Agosto 2011 COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione di Gas Plus ha esaminato: I dati consolidati del 1 semestre 2011 Le Previsioni 2011 Le Linee guida del prossimo Piano Industriale

Dettagli

UNIONE BASSA EST PARMENSE

UNIONE BASSA EST PARMENSE UNIONE BASSA EST PARMENSE PIANO TRIENNALE DI PREVISIONE ai sensi dell art. 2 commi da 594 a 595 Legge n. 244 del 24.12.2007 PREMESSA La Legge Finanziaria per il 2008 (Legge n. 244 del 24 dicembre 2007)

Dettagli

Direzione Centrale Sistemi Informativi

Direzione Centrale Sistemi Informativi Direzione Centrale Sistemi Informativi Missione Contribuire, in coerenza con le strategie e gli obiettivi aziendali, alla definizione della strategia ICT del Gruppo, con proposta al Chief Operating Officer

Dettagli

COMUNE DI LUGO DI VICENZA

COMUNE DI LUGO DI VICENZA COMUNE DI LUGO DI VICENZA PROVINCIA DI VICENZA PIANO TRIENNALE 2016-2018 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO (art. 2,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI

REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI Approvato con delibera C.d.A. n. 17 del 07/04/2009 Art. 1 Oggetto del provvedimento. Il presente regolamento individua le singole voci di spesa

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATO IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2016

COMUNICATO STAMPA APPROVATO IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2016 Milano, 3 maggio 2016 COMUNICATO STAMPA APPROVATO IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2016 Il Consiglio di Amministrazione della Risanamento S.p.A., tenutosi in data odierna sotto la presidenza

Dettagli

COMUNICATO STAMPA GREENERGYCAPITAL: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA LA RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2008

COMUNICATO STAMPA GREENERGYCAPITAL: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA LA RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2008 COMUNICATO STAMPA GREENERGYCAPITAL: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA LA RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2008 Principali risultati consolidati del primo semestre 2008 Euro/000

Dettagli

GRUPPO BASTOGI RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 SETTEMBRE 2002. (approvata dal Consiglio di Amministrazione in data 11 novembre 2002)

GRUPPO BASTOGI RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 SETTEMBRE 2002. (approvata dal Consiglio di Amministrazione in data 11 novembre 2002) GRUPPO BASTOGI RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 SETTEMBRE 2002 (approvata dal Consiglio di Amministrazione in data 11 novembre 2002) RELAZIONE SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE DEL GRUPPO BASTOGI AL

Dettagli

I PROGETTI PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE I PROGETTI PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE V6.2 LC

I PROGETTI PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE I PROGETTI PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE V6.2 LC V6.2 LC Provincia di Roma SIDG Sistema Informativo Deliberazioni Giunta (RIUSO ) SID Sistema Informativo Determinazioni (RIUSO) SIL Sistema Informativo Liquidazioni ((RIUSO) DOCUMENTI CONTABILE (RIUSO

Dettagli

FONDO IMMOBILIARE ANTIRION CORE. Fondo Comune di investimento immobiliare di tipo chiuso riservato ad investitori qualificati

FONDO IMMOBILIARE ANTIRION CORE. Fondo Comune di investimento immobiliare di tipo chiuso riservato ad investitori qualificati FONDO IMMOBILIARE ANTIRION CORE Fondo Comune di investimento immobiliare di tipo chiuso riservato ad investitori qualificati RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2014 Il Relazione Semestrale di Gestione al

Dettagli

COMUNICATO STAMPA 30 Luglio 2015

COMUNICATO STAMPA 30 Luglio 2015 COMUNICATO STAMPA 30 Luglio 2015 Il Consiglio di Amministrazione di A2A S.p.A. ha esaminato e approvato la Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015 Margine Operativo Lordo, a 562 milioni di euro,

Dettagli

Gli stakeholder Fornitori

Gli stakeholder Fornitori Gli stakeholder Fornitori Fornitori Trasparenza, imparzialità, correttezza e presidio dei principi di sostenibilità sono alla base delle attività di approvvigionamento dei beni e dei servizi aziendali.

Dettagli

D I R E Z I O N E G E N E R A L E S e r v i z i o S t u d i. Regolamento per l acquisizione in economia di lavori, beni e servizi

D I R E Z I O N E G E N E R A L E S e r v i z i o S t u d i. Regolamento per l acquisizione in economia di lavori, beni e servizi D I R E Z I O N E G E N E R A L E S e r v i z i o S t u d i Regolamento per l acquisizione in economia di lavori, beni e servizi Dicembre 2014 pag. 2 SOMMARIO Titolo I - OGGETTO E PRINCIPI... 3 Articolo

Dettagli

GESTIONE IMMOBILIARE, FACILITY MANAGEMENT e CONTRATTI DI GLOBAL SERVICE

GESTIONE IMMOBILIARE, FACILITY MANAGEMENT e CONTRATTI DI GLOBAL SERVICE GESTIONE IMMOBILIARE, FACILITY MANAGEMENT e CONTRATTI DI GLOBAL SERVICE di Francesco Scriva Responsabile contratto Global Service Provincia di Genova 1. PRINCIPI E DEFINIZIONI Per poter affrontare la materia

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo semestre 2010

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo semestre 2010 Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo semestre 2010 Cagliari, 27 agosto 2010 Il Consiglio di Amministrazione di ha approvato i risultati al 30 giugno 2010. Risultato

Dettagli

COMUNE DI BALLAO ALLEGATO ALLA DELIBERA G.C. N.11/06.04.2012

COMUNE DI BALLAO ALLEGATO ALLA DELIBERA G.C. N.11/06.04.2012 COMUNE DI BALLAO Piazza E. Lussu n.3 ~ 09040 Ballao (Cagliari) ~ 070/957319 ~ Fax 070/957187 C.F. n.80001950924 ~ P.IVA n.00540180924 ~ c/c p. n.16649097 ALLEGATO ALLA DELIBERA G.C. N.11/06.04.2012 PIANO

Dettagli

AREA FINANZA INNOVATIVA DIVISIONE PROJECT FINANCING. in qualità di ADVISOR DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI SAN VINCENZO (LI) per: BUSINESS PLAN

AREA FINANZA INNOVATIVA DIVISIONE PROJECT FINANCING. in qualità di ADVISOR DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI SAN VINCENZO (LI) per: BUSINESS PLAN AREA FINANZA INNOVATIVA DIVISIONE PROJECT FINANCING in qualità di ADVISOR DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI SAN VINCENZO (LI) per: PROGETTO DI AMPLIAMENTO DEL PORTO TURISTICO DI SAN VINCENZO (LI) BUSINESS

Dettagli

COMUNE DI LUGO DI VICENZA

COMUNE DI LUGO DI VICENZA COMUNE DI LUGO DI VICENZA PROVINCIA DI VICENZA PIANO TRIENNALE 2012-2014 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO (art. 2,

Dettagli

D.L. N.397 DEL 6.11.2008: Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della Regione Liguria (Legge Finanziaria 2009)

D.L. N.397 DEL 6.11.2008: Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della Regione Liguria (Legge Finanziaria 2009) D.L. N.397 DEL 6.11.2008: Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della Regione Liguria (Legge Finanziaria 2009) Articolo 1 L articolo fissa in 150 milioni di euro il limite massimo

Dettagli

Il futuro della distribuzione del gas naturale in Italia: Le gare d ambito. 04 Dicembre 2012

Il futuro della distribuzione del gas naturale in Italia: Le gare d ambito. 04 Dicembre 2012 Il futuro della distribuzione del gas naturale in Italia: Le gare d ambito Uno sforzo comune per un servizio migliore 04 Dicembre 2012 Focus Quadro normativo Procedura di gara Preparazione Svolgimento

Dettagli

- Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati consolidati al 30 giugno 2014 -

- Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati consolidati al 30 giugno 2014 - COMUNICATO STAMPA SOCIETA ACQUE POTABILI S.P.A: - Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati consolidati al 30 giugno 2014 - - Progetto di fusione per incorporazione in Sviluppo Idrico S.p.A.

Dettagli

1 Relazione sulla gestione

1 Relazione sulla gestione Settore Bancario Andamento della gestione del Gruppo Unipol Banca Il 2013 è stato un anno caratterizzato da profondi cambiamenti che hanno riguardato sia la struttura direzionale della banca che la composizione

Dettagli

Alerion Industries S.p.A. Relazione trimestrale al 31 marzo 2003

Alerion Industries S.p.A. Relazione trimestrale al 31 marzo 2003 Alerion Industries S.p.A. Relazione trimestrale al 31 marzo 2003 Indice pag. Premessa 3 Valore e costi della produzione consolidati 4 Posizione finanziaria netta consolidata 5 Note di commento 6 Stato

Dettagli

Azioni/fasi della performance 2013 e 2014

Azioni/fasi della performance 2013 e 2014 OBIETTIVO N.1 RPP 2013/2015 PINEROLO STAZIONE APPALTANTE PER LA GARA DI DISTRIBUZIONE GAS Programma 1A34 Sindaco L obiettivo consiste: - nelle attività propedeutiche all individuazione della Città di Pinerolo

Dettagli

Cartella stampa. Sommario. Enìa pag. 2. La struttura pag. 5. Azionariato pag. 7. Informazioni finanziarie del Gruppo pag. 7. La storia pag.

Cartella stampa. Sommario. Enìa pag. 2. La struttura pag. 5. Azionariato pag. 7. Informazioni finanziarie del Gruppo pag. 7. La storia pag. Cartella stampa Sommario Enìa pag. 2 La struttura pag. 5 Azionariato pag. 7 Informazioni finanziarie del Gruppo pag. 7 La storia pag. 8 Scheda di sintesi pag. 11 Contact: Ufficio Stampa Enìa SpA Selina

Dettagli

PROVINCIA DI VERCELLI REGOLAMENTO DEL SERVIZIO ECONOMATO/PROVVEDITORATO E DELLA CASSA ECONOMALE

PROVINCIA DI VERCELLI REGOLAMENTO DEL SERVIZIO ECONOMATO/PROVVEDITORATO E DELLA CASSA ECONOMALE PROVINCIA DI VERCELLI REGOLAMENTO DEL SERVIZIO ECONOMATO/PROVVEDITORATO E DELLA CASSA ECONOMALE Approvato dal C.P. con delibera n. 117 del 06.04.2004 Aggiornamento dei limiti di valore con delibera G.P.

Dettagli

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI:

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI: IL PRESIDENTE VISTO il decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 e successive modifiche ed integrazioni, in particolare l art. 8, comma 2, ai sensi del quale l Autorità stabilisce le norme sulla propria

Dettagli

PIAGGIO: APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO 2006

PIAGGIO: APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO 2006 COMUNICATO STAMPA Riunito il Consiglio di Amministrazione PIAGGIO: APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO 2006 RICAVI 1.607,4 MLN (+10,7% SU 2005) EBITDA 204 MLN, PARI AL 12,7% DEL FATTURATO (+10,4% SU 2005)

Dettagli

8.624.333 (+12,3%) i passeggeri transitati nel sistema aeroportuale di Venezia e Treviso.

8.624.333 (+12,3%) i passeggeri transitati nel sistema aeroportuale di Venezia e Treviso. COMUNICATO STAMPA SAVE AEROPORTO DI VENEZIA: Il C.d.A. approva il Progetto di Bilancio dell esercizio 2007 Risultati in crescita e dividendi raddoppiati Fatturato consolidato in crescita del 40,8% a 310,8

Dettagli

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva la relazione al 30 giugno 2009 SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Gruppo IREN: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2011.

COMUNICATO STAMPA. Gruppo IREN: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2011. COMUNICATO STAMPA Gruppo IREN: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2011. Ricavi a 3.520,1 milioni di euro (+3,8%) Margine Operativo Lordo (Ebitda) a 591,8 milioni di euro

Dettagli

COMUNICATO STAMPA ASCOPIAVE:

COMUNICATO STAMPA ASCOPIAVE: COMUNICATO STAMPA ASCOPIAVE: Approvati dal Consiglio di Amministrazione i risultati dei primi nove mesi del 2010. Utile e margini operativi in forte crescita. Ricavi Consolidati: Euro 620,9 milioni (+11,3%

Dettagli

CONOSCERE E GESTIRE PER VALORIZZARE IL PATRIMONIO COME LEVA STRATEGICA DI SVILUPPO PER IL "NUOVO" MODELLO DI ENTE LOCALE

CONOSCERE E GESTIRE PER VALORIZZARE IL PATRIMONIO COME LEVA STRATEGICA DI SVILUPPO PER IL NUOVO MODELLO DI ENTE LOCALE CONOSCERE E GESTIRE PER VALORIZZARE IL PATRIMONIO COME LEVA STRATEGICA DI SVILUPPO PER IL "NUOVO" MODELLO DI ENTE LOCALE LA PROPOSTA LOGOS PA PER LA GESTIONE INTEGRATA DEL PATRIMONIO. DAL D.LGS. 77/95

Dettagli

Direzione Segreteria dell Assemblea regionale Settore Progettazione, Sviluppo e Gestione Sistemi Informativi e Banca dati Arianna

Direzione Segreteria dell Assemblea regionale Settore Progettazione, Sviluppo e Gestione Sistemi Informativi e Banca dati Arianna Direzione Segreteria dell Assemblea regionale Settore Progettazione, Sviluppo e Gestione Sistemi Informativi e Banca dati Arianna Attività 2004 1 SISTEMA INFORMATIVO CONSILIARE E BANCA DATI ARIANNA Sono

Dettagli

Rendiconto finanziario riclassificato

Rendiconto finanziario riclassificato Rendiconto finanziario Lo del rendiconto finanziario è la sintesi dello statutory al fine di consentire il collegamento tra il rendiconto finanziario, che esprime la variazione delle disponibilità liquide

Dettagli

Relativamente al supporto tecnico operativo relativo alla certificazione ISO 9001:2008, si precisa quanto segue: Il perimetro del SGQ da supportare a

Relativamente al supporto tecnico operativo relativo alla certificazione ISO 9001:2008, si precisa quanto segue: Il perimetro del SGQ da supportare a CAPITOLATO TECNICO SUPPORTO TECNICO-OPERATIVO ALL IMPLEMENTAZIONE, ALLA CERTIFICAZIONE E AL MANTENIMENTO DELLA CERTIFICAZIONE DI PROCESSI AZIENDALI NELL AMBITO DEL SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ ISO

Dettagli

AUTOSTRADE MERIDIONALI S.p.A.

AUTOSTRADE MERIDIONALI S.p.A. AUTOSTRADE MERIDIONALI S.p.A. SOCIETÀ SOGGETTA ALL ATTIVITÀ DI DIREZIONE E DI COORDINAMENTO DI AUTOSTRADE PER L ITALIA S.P.A Comunicato Stampa APPROVATO IL PROGETTO DI RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE AL

Dettagli

Il Cda ha approvato il progetto di bilancio 2011 Ricavi totali a 15,7 milioni di euro (+239%) Ebitda a 4,5 milioni di euro (+125%)

Il Cda ha approvato il progetto di bilancio 2011 Ricavi totali a 15,7 milioni di euro (+239%) Ebitda a 4,5 milioni di euro (+125%) Il Cda ha approvato il progetto di bilancio 2011 Ricavi totali a 15,7 milioni di euro (+239%) Ebitda a 4,5 milioni di euro (+125%) Milano 21 Marzo 2012 Si è riunito oggi a Milano il Consiglio di Amministrazione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA (ai sensi della delibera CONSOB n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche ed integrazioni)

COMUNICATO STAMPA (ai sensi della delibera CONSOB n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche ed integrazioni) COMUNICATO STAMPA (ai sensi della delibera CONSOB n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche ed integrazioni) Il Consiglio di Amministrazione approva la Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno

Dettagli

Articolo 1 Oggetto del protocollo

Articolo 1 Oggetto del protocollo Protocollo per l acquisizione di lavori, servizi e forniture in economia della Fondazione i Pomeriggi Musicali e della Società I Pomeriggi Musicali Servizi Teatrali Srl Approvato dal CdA il 15/02/2016

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2006 E IL PROGETTO DI BILANCIO DI MONTEFIBRE

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2006 E IL PROGETTO DI BILANCIO DI MONTEFIBRE Montefibre SpA Via Marco d Aviano, 2 20131 Milano Tel. +39 02 28008.1 Contatti societari: Ufficio titoli Tel. +39 02 28008.1 E-mail titoli@mef.it Sito Internet www.montefibre.it IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Dettagli

per DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA AEROPORTO DI VENEZIA MARCO POLO S.P.A. SAVE Profilo del Gruppo pag. 1 La storia pag. 2

per DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA AEROPORTO DI VENEZIA MARCO POLO S.P.A. SAVE Profilo del Gruppo pag. 1 La storia pag. 2 DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA AEROPORTO DI VENEZIA MARCO POLO S.P.A. Profilo del Gruppo pag. 1 La storia pag. 2 Le aree di attività pag. 3 I risultati pag. 6 Il Gruppo in sintesi pag. 7 Venezia,

Dettagli

Piano Programma delle attività per l anno 2015 con Bilancio economico di previsione anno 2015

Piano Programma delle attività per l anno 2015 con Bilancio economico di previsione anno 2015 Piano Programma delle attività per l anno 2015 con Bilancio economico di previsione anno 2015 Con la legge regionale 27 dicembre 2010 n. 21 Modifiche alla legge regionale 12 dicembre 2003, n. 26 (Disciplina

Dettagli

Milano, 12 novembre 2015 COMUNICATO STAMPA ex artt. 114 D.Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 e 66 del Regolamento Consob 11971/99

Milano, 12 novembre 2015 COMUNICATO STAMPA ex artt. 114 D.Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 e 66 del Regolamento Consob 11971/99 Milano, 12 novembre 2015 COMUNICATO STAMPA ex artt. 114 D.Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 e 66 del Regolamento Consob 11971/99 APPROVATI I RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2015 Ricavi consolidati totali: 36,1

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il Gruppo Iren presenta l aggiornamento del Piano Industriale al 2015.

COMUNICATO STAMPA. Il Gruppo Iren presenta l aggiornamento del Piano Industriale al 2015. COMUNICATO STAMPA Il Gruppo Iren presenta l aggiornamento del Piano Industriale al 2015. Ebitda al 2015 di circa 670 milioni di euro, con una crescita media annua del 3,2%. Posizione finanziaria netta

Dettagli

IL CDA APPROVA I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE DELL ESERCIZIO 2012/2013

IL CDA APPROVA I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE DELL ESERCIZIO 2012/2013 IL CDA APPROVA I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE DELL ESERCIZIO 2012/2013 Sintesi dei risultati al 30 settembre 2012: I trimestre Importi in milioni di Euro 2012/2013 2011/2012 Assolute % Ricavi 54,6 33,7

Dettagli

InfoFACILITY. La manutenzione dei sistemi di monitoraggio e degli edifici ARPAL. Agenzia PROFILO AZIENDA

InfoFACILITY. La manutenzione dei sistemi di monitoraggio e degli edifici ARPAL. Agenzia PROFILO AZIENDA La manutenzione dei sistemi di monitoraggio e degli edifici ARPAL - Case History ARPAL - Maggio 2014 L ottimizzazione del processo manutentivo, intesa come l aumento dell efficacia degli interventi ordinari,

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER LA GESTIONE INTEGRATA A SUPPORTO DEI SERVIZI DIAGNOSTICI ED AMBULATORIALI DELL AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO

PROCEDURA APERTA PER LA GESTIONE INTEGRATA A SUPPORTO DEI SERVIZI DIAGNOSTICI ED AMBULATORIALI DELL AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO REGIONE BASILICATA Contratto di prestazione di servizi PROCEDURA APERTA PER LA GESTIONE INTEGRATA A SUPPORTO DEI SERVIZI DIAGNOSTICI ED AMBULATORIALI DELL AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO ALLEGATO

Dettagli