Segretario comunale SCRIVANO: Buonasera. Procediamo con l appello.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Segretario comunale SCRIVANO: Buonasera. Procediamo con l appello."

Transcript

1 COMUNE DI BUCCINASCO VERBALE DI CONSIGLIO DEL 23/07/2012

2 Buonasera a tutti. Invito i Consiglieri a segnalare la presenza attraverso la tessera magnetica. Lascio la parola al Segretari per l appello. Segretario comunale SCRIVANO: Buonasera. Procediamo con l appello. Appello: Giambattista Maiorano; Stefano Parmesani; Matteo Carbonera; Claudio Pansini; David Arboit; Grazia Campese; Alberto Peronaci; Lino Bresciani; Rosa Palone; Carlo Benedetti; Dario Mosè Garavaglia; Maurizio Arceri; Serena Cortinovi; Luigi Iocca; Luigi Rapetti; Fiorello Cortiana; Filippo Errante. Chiamiamo all appello gli Assessori. Appello: Rino Pruiti; Mario Ciccarelli; Clara De Clario; Ottavio Baldassarre; Samuele Venturini. Sono presenti 15 dei 17 Consiglieri assegnati all Ente, compreso il Sindaco, mi risultano assenti, correggetemi se sbaglio, Dario Mosé Garavaglia e Luigi Iocca, quest ultimo giustificato. Il Consiglio è validamente costituito, può deliberare. Restituisco la parola al Presidente. 2

3 Punto n. 1: LETTURA ED APPROVAZIONE DEI VERBALI DELLA SEDUTA PRECEDENTE - DELIBERAZIONI DA N. 7 A N. 19 Siamo ora all approvazione dei verbali della seduta precedente. Pongo ai voti. Dichiaro chiusa la votazione. Presenti abilitati: 15 Favorevoli: 13 Contrari: 0 Astenuti: 0 Non Votanti: 2 Il Consiglio approva. Passiamo, ora, al secondo punto all ordine del giorno. 3

4 Punto n. 2: COMUNICAZIONI DA PARTE DEGLI ASSESSORI Chiedo agli Assessore di mantenersi intorno ai dieci minuti, perché altrimenti finiamo stanotte. Grazie. (Intervento fuori microfono) No, non a delega, dieci minuti a persona. Chi vuole iniziare? Assessore Baldassarre Ottavio. Assessore BALDASSARRE: Per stare proprio nei tempi, io leggerò queste poche righe che ho scritto, e che credo abbiate tutti nella vostra cartella. Il primo impegno che desidero assolvere sarà quello di cercare sintesi e chiarezza nelle iniziative che via via verranno da me intraprese e presentate a tutti voi e alla cittadinanza. Questo invito lo rivolgo, inoltre, ai componenti della Giunta e ai Consiglieri, ai quali porgo il medesimo invito ed impegno, e precisamente avere la capacità di trasmettere ai cittadini, con il nostro comportamento nello svolgimento della funzione istituzionale, l idea che stiamo cercando di operare nelle rispettive posizioni politiche per migliorare l attuale situazione nel nostro Comune e rendere più efficiente quest Amministrazione. Molte persone mi conoscono da diversi anni, poiché vivo dal 74 in Buccinasco, e molti mi hanno chiesto la ragione che mi ha spinto ad assumere questo incarico. Circa 27 anni fa sedevo negli stessi banchi di questo Consiglio comunale e vi ritorno sicuramente più vecchio e, forse, un po più saggio. Cercherò di dirlo brevemente. Come ho detto, ho avuto un esperienza assessorile nel lontano 85, è durata circa tre anni. In quel periodo ero nel pieno del mio impegno professionale, pur avendo il desiderio di rendermi utile ad una piccola comunità, che allora era Buccinasco. Presto mi resi conto che l impegno lavorativo scelto e l attività di politica amministrativa che andavo a svolgere, non erano compatibili, scelsi l impegno professionale, che tuttora svolgo, contribuendo e collaborando con soggetti che operano nel settore privato, e che svolgono la loro attività cercando di creare valore aggiunto e ricchezza collettiva. 4

5 Ora è mia intenzione spostare e rallentare il mio impegno professionale - un po me lo posso permettere per l età - e riprendere un percorso personale dedicando del tempo e la mia esperienza a favore di una collettività, che non conosco nei singoli soggetti, ma che da cittadino percepisco, in primis le aspettative che essi hanno nei confronti dei politici che amministrano il nostro Comune. L altra ragione che mi ha portato ad accettare questo incarico deriva dalla stima che nutro nei confronti del neo Sindaco Maiorano, per il suo modo con cui ha condotto l ormai chiusa campagna elettorale. Mi sembra che il suo messaggio nei confronti della cittadinanza non sia mai stato carico di promesse irrealizzabili. Ringrazio tutti coloro che hanno espresso apprezzamenti positivi sulla mia persona, e spero di non deluderli, in particolar modo spero di non deludere me stesso. Se capirò di non essere all altezza del ruolo, con umiltà e senso di rispetto istituzionale rinuncerò a questo incarico, e per questo ringrazio tutti e auguro un buon lavoro. Questa è una premessa che dovevo fare la volta scorsa, e allora l ho letta per la prima volta oggi. In merito, invece, all operatività attuata in questo breve lasso di tempo, perché parliamo del luglio, anche qua ho fatto una paginetta, che andrò a leggere. L insediamento operativo è avvenuto nel corrente mese di luglio. Obiettivi di breve periodo, entro 12 mesi. Per breve periodo si intende sempre l arco annuale. Obiettivi generali: conoscenza delle dinamiche interne e dell organizzazione comunale; rapporti tra Assessori, necessari per definire modalità operative e di indirizzo politico da trasferire all organizzazione comunale, importante e fondamentale per non creare conflitti e incomprensioni; rapporti funzionali tra Assessore e organizzazione di propria competenza; conoscenza delle principali e più urgenti problematiche esistenti, che necessitano di decisioni celeri. Ne abbiamo diverse, in particolare di natura legale, per contenzioso in atto, che ci siamo ritrovati da diversi anni passati. Necessità di creare, dopo averlo individuato, un rapporto di fiducia e di piena sintonia con il Segretario Comunale. Adesso entrerò nei vari settori che mi appartengono per competenza. Settore economico finanziario: iniziative tendenti a conoscere lo stato attuale economico finanziario rispetto al bilancio di previsione 2012; invito alla struttura per 5

6 ottenere le informazioni necessarie per poter compiere l assestamento di bilancio entro fine settembre; prima analisi della situazione gestionale attuale rispetto al rispetto del Patto di Stabilità; analisi o prime analisi dei risultati per entrata da IMU, in considerazione alla previsione effettuata; ricerca di eventuali eventi che potranno portare positività o negatività al bilancio 2012, sia in entrata che in uscita di parte corrente; studio delle possibili iniziative da attuare in merito alla gestione futura dell Azienda Speciale, che sarà poi, credo, un punto che verrà trattato in modo più analitico successivamente. Settore Polizia locale e Protezione Civile: attivazione dell iter per assumere n. 2 addetti al servizio di Polizia locale; iter compiuto per entrare nella convenzione tra Provincia di Milano e diversi Comuni a progetti finalizzati ad iniziative comuni di gestione della funzione di Polizia locale in particolari situazioni; studio della situazione organizzativa in essere. Organizzazione: presa visione dell attuale struttura organizzativa e incontro con i responsabili di settore; lettura della documentazione necessaria per cercare di cogliere nuove soluzioni organizzative e con l avvenuta o il definitivo inserimento del Segretario si potrà iniziare, da settembre, concretamente a compiere un analisi organizzativa all analisi organizzativa attualmente in essere. Questa Giunta non ha voluto prendere alcuna iniziativa modificativa sino a tutto il mese di settembre prossimo venturo. Nei prossimi incontri il mio intendimento è relazionare brevemente su quello che è stato fatto, quindi come fatto sistematico. In merito agli obiettivi di medio periodo è necessario aspettare ancora qualche mese, anche in considerazione al prossimo impegno, che sarà quello di predisporre il bilancio di previsione 2013 e pluriennale. Io ho finito. Vi ringrazio. L assessore Clara De Clario. Assessore DE CLARIO: Buonasera a tutti. Ho consegnato un documento in cui, in realtà, la scelta che io ho fatto non è quella di un testo 6

7 discorsivo, ma procedo per punti, pensando di aiutarvi ad introdurre un percorso che ho già fatto fino ad ora. Diciamo che subito, dopo il primo insediamento, la prima cosa che ho fatto è stata quella di, oltre che relazionarmi sicuramente con tutti i funzionari, di andare anche a guardare uno strumento che è uno strumento di comunicazione verso il territorio, cioè il sito. Questo perché, come molti di voi sanno, le deleghe che io ho ricevuto sono ben cinque: servizi alla persona, casa, integrazioni, pari opportunità e politiche giovanili. Allora, sull onda di questa voglia di conoscere questo universo mondo, ho cominciato a guardare quanto di queste deleghe fossero presenti all interno del sito. Questo perché, in realtà, un metodo che mi sono data, che è uno dei tanti possibili, non è il metodo infallibile, è quello di procedere per passaggi. La prima è sicuramente la prima fase, il primo passaggio, è quello dell analisi dello stato dell arte. Ecco perché sono andata a sbirciare nel sito. Poi, sicuramente, ci sarà la parte relativa a come si possono individuare dei bisogni, con quali strumenti, con quali tempistiche. Poi, sicuramente, anche venire a conoscenza di quelle che sono le reali risorse disponibili. Tutto questo, chiaramente, inserito all interno di un modello, di una proposta, che comunque è modellizzabile, e senza dimenticare altri due aspetti fondamentali di questo percorso progettuale, che è sicuramente quello di attivare un monitoraggio e, dall analisi poi dei dati, migliorare il processo in corso. Quindi, per pensare al primo punto, che è quello dell analisi dei dati, se vado a guardare quanto appare all interno del sito del Comune di Buccinasco, i servizi alla persona sono sicuramente riccamente presentati e nel documento ho, in parte, ricopiato quanto viene dichiarato nel sito. All interno, però, di questo elenco, ce ne sono due, che sono già riconducibili ad altre due deleghe, e sono la gestione del centro di aggregazione giovanile, che quindi è riconducibile alle politiche giovanili, e l ufficio assegnazione alloggi, che quindi è riconducibile alla delega per la casa. Infatti, il secondo livello, o comunque il secondo spazio, è quello dedicato alla casa, e anche qui ci sono una serie di azioni che sono state fatte nel passato, che comunque anche oggi vengono agite, abbastanza definite. 7

8 Per quanto riguarda, invece, altre due deleghe, quella in particolare dell integrazione e quella delle pari opportunità, non appare assolutamente nessun riferimento all interno del sito, attualmente. Quindi una delle domande possibili è: le politiche di integrazione, così come le politiche delle pari opportunità sono poco presenti o sono poco visibili solo sul sito e, in realtà, poi, sono state agite? E quindi queste sono alcune delle domande a cui poter rispondere. Sicuramente è un indicatore, anche questo. Rispetto alle politiche giovanili, il riferimento che si fa sul sito è quello della gestione del centro di aggregazione giovanile, indicando delle azioni. Allora, tutto questo per dire che, in realtà, anche solo rispetto allo stato dell arte, una prima riflessione possibile è che alcuni settori risultano sbilanciati, e che quindi sarà necessario lavorare per ricreare questo equilibrio, soprattutto all interno di un ottica magari di visione sistemica, perché se l obiettivo o comunque il punto di vista è il nucleo familiare, allora forse questi aspetti assumo una caratteristica diversa. Rispetto al punto B, cioè all individuazione dei bisogni, sicuramente bisognerà fare un analisi un po più attenta dei servizi che attualmente sono offerti, sarà necessario sicuramente anche dare le opportunità per esprimersi, e quindi per ascoltare in maniera più dettagliata la cittadinanza, una delle azioni che, per esempio, abbiamo provato a cominciare è stata quella di ascoltare almeno alcune rappresentanze delle associazioni, soprattutto la rappresentanza, in questo caso le prime due che ho ascoltato sono stati i giovani e le donne. Guarda caso erano quelli meno rappresentati. Poi, sicuramente, un altro aspetto è quello di analizzare, confrontare quello che può essere come un momento di scambio, di crescita comune, ovvero quello che avviene anche nei Comuni a noi limitrofi. Quindi rispetto a questo cosa posso dirvi? In un mese e mezzo sicuramente non ho avuto né il tempo e né le opportunità per avere un quadro completo dei bisogni reali, quindi servono degli strumenti di indagine e serve anche un analisi più approfondita. Rispetto alle risorse, un semplice, e se volete anche molto banale, molto elementare inizio, diciamo, un primo inizio è stato semplicemente quello di mettere a confronto i bilanci negli ultimi dieci anni, cioè che cosa era stato messo a bilancio per questo settore, partendo dal 2003 e arrivando 8

9 al In realtà, poi una lettura, chiaramente avrò bisogno di tempo, di essere anche aiutata, sarà più dettagliata e presentata a settembre, anche all interno della Commissione, per confrontarci, quello che emerge comunque da una prima lettura, molto semplice, è una tabella a doppia entrata, è che, appunto, c è stata una restrizione. C è stato un picco nel 2008, dove siamo arrivati ad avere una spesa di euro, per arrivare a quella attuale, di 1.750, quindi poi c è stata questa curva che è ridiscesa. Ricordo che, però, eravamo partiti dal 2003, dove era messo a bilancio Allora, anche qui quindi la riflessione che può essere fatta è stata quella di una contrazione, che però non è solo (Intervento fuori microfono) Assessore DE CLARIO: Sì, 1 milione. Ho detto? Ho sbagliato. Ha ragione, ha ragione, era 1 milione. Erano fin troppo pochi. Quindi, in realtà, vi è stata una contrazione, ma non soltanto rispetto alla somma, per cui, quando poi verrà presentato il dettaglio, si potranno vedere come anche rispetto ad alcuni settori alcune cose sono sparite, poi sono riapparse, poi alcune hanno avuto un andamento crescente, hanno delle curve. Quindi anche su quello si possono, appunto, ipotizzare delle letture, fare delle analisi. Sicuramente quello che posso anticiparvi è che, molto probabilmente, faremo anche delle variazioni di bilancio per permettere, appunto, che alcune voci, da subito, a settembre, possano essere riattivate, e poi queste, invece, in un ottica complessiva, rispetto al 2013, andrà fatto un lavoro con maggiore dettaglio. Il modello di riferimento. In questo caso questo settore, più di altri, proprio perché ha dentro, si muove all interno del nucleo della famiglia in maniera molto chiara, però sicuramente mette in evidenza che per ottenere dei risultati efficaci, sicuramente bisognerebbe riuscire a mettere a sistema. Questo cosa vuol dire? Non soltanto all interno dei diversi settori del Comune, quindi in un ottica non proprio di settori, ma riuscire a superare i recinti, e sono alcune azioni abbiamo già cominciato a farle, facendo incontri insieme tra i diversi Assessorati, e trovando insieme delle 9

10 soluzioni a problemi che apparivano nascere solo in un Assessorato, ma oltre questo anche tra Comuni limitrofi. Per esempio, per dirvi, sto già partecipando a delle riunioni con altri Comuni, proprio rispetto a questa visione, più complessiva, anche della gestione associata, per ridurre le spese, e comunque per spostare e liberare disponibilità, ma anche per mettere a sistema. Cioè una delle cose che mi preme dire, anche se io non sono l esperta del bilancio, è che a volte un risparmio non lo si ha soltanto riducendo la spesa, lo si ha anche mettendo in maniera efficace, all interno di un ottica sistemica, le risorse nel posto giusto. Tutto questo anche perché andiamo verso la cosiddetta Città Metropolitana, e anche cercando di avere uno sguardo verso il modello Europa. Poi lo sappiamo tutti di essere in una situazione di crisi, ma questo non ci esime dal confrontarci con il resto del mondo. Questo proprio perché c è, da una parte, una visione sistemica, ecco perché questi, che vengono apparentemente messi come settore, e ho tentato di modellizzarli qui, devono avere una relazione e una rete, così come le scale di intervento, quindi c è quella intercomunale, c è quella regionale, nazionale, c è quella provinciale, anche se sappiamo tutti che alcune Province avranno ridotti una serie di azioni che potranno fare. Il punto interrogativo che voi trovate al centro di questi schemi è il senso di comunità, ovvero una comunità, una realtà comunale, piccola o grande che sia, quello che giova all interno di una relazione di questo genere è lo star bene all interno della propria comunità. Un altro tentativo, molto elementare, molto semplice, quello di ipotizzare un cronogramma, quindi in maniera, se volete, anche abbastanza come dire, abbozzato, non c è un dettaglio di mesi, ma è pensato sui semestri, però questo per dire che bisogna comunque avere un riferimento, perché darsi delle tappe di lavoro permette poi, sicuramente, di raggiungere degli obiettivi e poi di capire se e quando serve modificare, e che cosa. Vi avevo accennato al monitoraggio, il monitoraggio, forse perché, appunto, la mia professionalità, che è quella di essere una docente, di svolgere il ruolo di docente, quindi di essere una docente, quindi mi mette costantemente in contatto con quello che è il concetto di valutazione, e quindi di verifica, in questo caso però si parla, appunto, di monitoraggio, quindi è una cosa importante, perché è 10

11 l unico elemento, l unico strumento che ci permette di rimanere aderenti alle reali esigenze, qualora queste cambiassero, e quasi sempre questo succede. Quindi solo questo ci permette di adeguare l eventuale modifica. Quindi, concludendo, riassumo velocemente tutti i punti più o meno toccati, e questi ve li leggo: riequilibrare le azioni di sviluppo delle deleghe; analizzare i bisogni attraverso strumenti da costruire; fare scelte di bilancio che garantiscano l offerta del settore, e possibilmente potenziarla, questo lo aggiungo a voce; pianificare con efficacia le azioni in sinergia con gli altri settori ai diversi livelli; aderenza ai reali bisogni attraverso un monitoraggio che guidi le scelte di programmazione. Questa è la speranza che riusciamo, in cinque anni, a portare a casa un risultato positivo. Grazie. Assessore Samuele Venturini. Assessore VENTURINI: Buonasera a tutti. Il mio intervento sarà breve, ma cercherò di essere comunque esaustivo, tenendo conto del breve lasso di tempo trascorso dall instaurazione, appunto, della Giunta. Il mio Assessorato si occupa di tre argomenti, semplici da indicare, ma estesi e complessi nella loro essenza, appunto, e si tratta di: ecologia, tutela ambientale e Parco Sud. Immediatamente abbiamo iniziato a lavorare, sia a livello personale che tecnico. Gli uffici erano già a regime, ma sentivano la mancanza di un indirizzo, di una guida, che li aiutasse, appunto, a svolgere al meglio le varie funzioni. Quasi tutti sanno che Buccinasco è rinomata per il suo patrimonio verde, e questo lo si evince anche dalla sensibilità che i cittadini esprimono e dimostrano a tale riguardo. Leggo, infatti, moltissime segnalazioni, che prontamente vengono girate agli uffici competenti. I nostri uffici, appunto, stanno lavorando a pieno carico su due filoni molto importanti: l appalto del verde, con annessi e connessi, e l appalto dell igiene urbana. Molti di voi hanno potuto anche osservare le condizioni precarie cui riversavano le aree verdi del nostro Comune, ciò era dovuto a situazioni difficili, nate in precedenza, dato che solo alla fine di marzo 2012 il TAR ci ha assegnato la ditta che tuttora si occupa della gestione del verde. I nostri uffici sono sempre sul campo, per controllare e 11

12 verificare l operato, facendo anche contestazioni e solleciti. E non sono pochi. Oltre a ciò stiamo lavorando anche per perseguire i fini della valorizzazione ambientale, con progetti che coinvolgono le deleghe sopra citate, in concordanza con gli indirizzi del Piano di Governo attuale. Ringrazio, quindi, il Sindaco Maiorano, la Giunta e tutti i cittadini di Buccinasco per questo importante incarico e responsabilità. Grazie. L assessore Rino Pruiti. Assessore PRUITI: Grazie, Presidente. Buonasera a tutti. Anche un saluto ai, spero, tanti collegati da casa o, spero per loro, dalle vacanze. Fra le deleghe non ci sono priorità in quella che è stata, dall inizio, la mia azione, io ho cominciato, pur conoscendo abbastanza la macchina comunale, e quindi le problematicità, alcune croniche, altre, purtroppo, recenti, che hanno interessato questo Comune. Siamo ancora in una fase di ascolto e di conoscenza, e credo che questo sia il sentimento che un po ci accomuna tutti. Nessuno, per partito preso, nessuno con insomma, la voglia negativa di non capire le cose, e invece, con una sinergia positiva, come diceva la collega De Clario, di scambiare le informazioni all interno degli Assessorati e lavorare meglio come squadra. Cominciamo dalle deleghe che sono più tranquille, quelle che danno meno problemi, fra le quali quella dell innovazione tecnologica, che il Sindaco mi ha assegnato. Diciamo subito che questo è un settore ha un livello di eccellenza, se lo paragoniamo alla media dei Comuni delle nostre dimensioni, ma anche se lo dovessimo paragonare ad un azienda privata di una certa dimensione. In uno stato di eccellenza, in particolare, per la professionalità delle persone, siamo stati fortunati in questi anni, che seguono con attenzione e che sono molto propositivi nelle scelte e nella fantasia di proporre qualcosa che, con il minimo costo, ci porta enormi benefici, in termini economici e in termini di tempo, e soprattutto di servizio per i cittadini. In questo settore hanno ottenuto cospicui finanziamenti extracomunali, negli ultimi anni, perché si possano proporre e realizzare soluzioni che sono poi esportabili facilmente 12

13 in altri Comuni, e quindi è più facile lavorare in sinergia con altri Comuni e insieme fare richieste di finanziamenti o sviluppare soluzioni, con costi minori. Quindi la nostra ottica sarà, almeno, la mia, come responsabile dell Assessorato, sarà quella di assecondare questo settore con la natura che hanno portato avanti in questi anni. Ad esempio, in questo momento si sta cercando di ottenere un finanziamento regionale a fondo perduto, per circa euro, con altri cinque Comuni lombardi, ovviamente senza guardare in nessun modo al colore politico, alla distanza o alla grandezza dei Comuni. Ripeto, questo è un settore dove una cosa realizzata in un Comune di abitanti può andar bene, tecnologicamente parlando, anche in un Comune di Il capofila, infatti, nel nostro caso, sarà Erba, e ognuno dei partecipanti svilupperà un pezzetto di innovazione, e poi tutti i progetti finanziati saranno a completa disposizione di tutti e cinque i Comuni. Nei prossimi mesi sarà completata la rete wi-fi comunale, che potenzialmente copre già oggi tutto il territorio. Questo ci permetterà di aumentare notevolmente la capacità di connessione e i risparmi di tempo e denaro, quindi non impegnando più linee dedicate per abbonamenti, ma utilizzando in proprio la rete che, di fatto, è già costruita. E in via di potenziamento, sempre senza fili, quella delle telecamere di controllo. Oggi sono attivi 21 oggetti di questo tipo, e senza grosse spese infrastrutturali si può arrivare, addirittura, a 60. Questi oggetti sono sempre più sofisticati e abbiamo già la possibilità di utilizzare un software di controllo, che implementa un interfaccia per il riconoscimento facciale, ma non solo, anche un data base intelligente che, se richiesto, tiene memoria di quello che osserva e, in maniera automatica, poi, lo rende disponibile per eventuali indagini, facciamo l esempio di una targa, anche a distanza di molto tempo. E quindi sarà un valido supporto per le Forze dell Ordine, che dovessero utilizzare lo strumento. Cominciamo con le note negative, per quanto riguarda l altra delega, trasporti e mobilità. In particolare per quanto riguarda i trasporti pubblici, siamo finalmente riusciti a farci mandare, dal Comune di Milano, i costi in essere per l attuale servizio di trasporto. Ancora non ci è stata inviata la convenzione da sottoscrivere. Fortunatamente e qui rendiamo merito ai dipendenti comunali, che anche in 13

14 assenza di una guida politica ci hanno pensato nel bilancio di previsione 2012 sono stati stanziati euro, che copriranno, quindi, tranquillamente, i euro, circa, richiesti da Milano ATM. La situazione, però, non è affatto positiva, anche se la dotazione di corsa è migliorata negli ultimi sette anni, di qualcosa, Buccinasco rimane ampiamente poco servita e poco considerata nell ambito del servizio pubblico del sud-ovest Milano. Da settembre cominceremo gli incontri del gruppo di lavoro, che avevo proposto negli scorsi Consigli, e che non ho ancora fatto partire, proprio per la mancanza di dati certi e di analisi serie da poter discutere. Commercio e attività produttive. Allora, prima di tutto volevo parlare del commercio, dove per commercio a Buccinasco si intende esercizi medio-piccoli. Lo stesso nostro Regolamento urbanistico e del commercio vieta tutte le strutture che superino una certa metratura, quindi stiamo parlando di piccole realtà, che però e questo non me lo aspettavo, vista la poca esperienza che avevo in questo settore sono realtà molto vivaci. Mi ha colpito positivamente l atteggiamento di molti commercianti locali, che poi, come dicevo, sono tutti medio-piccoli. La loro capacità di proposta e le loro richieste, che non sono certo di natura assistenziale ma, al contrario, sono indirizzate ad una sinergia con l Ente locale. Quindi, al di là degli incontri che ho avuto con le associazioni di categoria, ho incontrato anche altri commercianti, o piccoli imprenditori, che di loro iniziativa si sono fatti sentire e che fanno proposte molto interessanti. In particolare abbiamo ricevuto offerte di sponsorizzazione per rotonde e spazi verdi, ma anche per l arredo urbano. In generale le richieste attengono alle situazioni urbanistiche, cioè alla possibilità, oggi negata, purtroppo, di poter realizzare coperture per esporre tavolini e sedie, ad esempio, nei bar e nei ristoranti. Ma anche per realizzare bar e ristoranti in zone oggi non autorizzate dalle NTA del P.R.G., perché sapete che il P.G.T. non è vigente, e quindi siamo ancora al Piano Regolatore. Credo che quest Amministrazione, visto il periodo di tremenda crisi economica in atto, debba subito farsi carico di favorire, in tutti i modi possibili, queste piccole attività del territorio, che sono una ricchezza economica e che creano posti di lavoro molto importanti. 14

15 Se passiamo, poi, alle attività produttive, cioè stiamo parlando di artigiani e piccole fabbriche, il discorso è invece molto negativo. Dagli incontri che ho avuto, molti stanno chiudendo, e sono in una fase di recessione, con le maestranze in cassa integrazione, in mobilità o addirittura, purtroppo, in qualche caso con la ditta in liquidazione. Non ci sono richieste di nessun tipo rispetto all interazione con il Comune, né interessa molto l offerta di corsi di trasformazione scusate, di formazione o di borse lavoro pagate con fondi pubblici o di altro incentivo. Diciamo che non c è nessuna richiesta, e questo è tremendo dal punto di vista di chi poi vorrebbe, come me, occuparsi di sviluppare quest attività. Le uniche istanze, ovviamente portate avanti da quei soggetti che sono in grado di farlo, sono richieste di ampliamento dei capannoni e di riscatto dei terreni, per gli immobili, ex legge 167. Tuttavia, proprio negli ultimi giorni, oserei dire nelle ultime ore, sono arrivate delle notizie di possibile insediamento di grosse realtà imprenditoriali, stiamo parlando di soggetti che hanno oltre, oggi, 400 dipendenti. Anche in questo caso ritengo prioritario che l Amministrazione Maiorano faccia tutto quanto in suo potere, ma anche di più, per favorire l arrivo sul territorio di aziende che offrono lavoro. Passando ai lavori pubblici e manutenzioni. In questo settore andiamo malissimo. Non possiamo, per ora, nemmeno parlare di lavori pubblici degni di questo nome, cioè di intervento sopra i euro. Infatti, la parte di bilancio relativa agli investimenti in conto capitale, disponibili, è pari a zero, cioè tutto quanto stiamo facendo oggi è praticamente finanziato totalmente dalla parte corrente. Quindi sono disponibili cifre molto contenute, direi quasi irrisorie, per la manutenzione straordinaria delle strade, per la segnaletica e per gli edifici comunali. La scelta operata dall Assessorato non poteva, quindi, che essere conseguente, con una lista di priorità non sindacabile, e non modificabile, cioè ci stiamo occupando di tutti quegli interventi che attengono alla sicurezza fisica delle persone, e soprattutto, per quanto possibile, degli edifici scolastici e pubblici, sopperendo in maniera totale anche a piccole grandi necessità delle scuole statali, come ad esempio traslochi, acquisto di arredo, riparazioni delle dotazioni didattiche eccetera. 15

16 Ovviamente il Comune non può esimersi dal pagare la sua parte rispetto a bandi di finanziamento vinti per concorsi europeo o regionali, come ad esempio la climatizzazione della parte della Fagnana, biblioteca e auditorium. Se volessimo stilare una sintetica lista della spesa, volando molto bassi, e pensando a quello che serve veramente, senza sprechi e senza fronzoli, dovremmo trovare almeno un paio di milioni di euro in conto capitale. Badate bene che stiamo parlando di cose molto serie, come manutenzione straordinaria immobili, eliminazione barriere architettoniche, completamento della palestra di via degli Alpini, manutenzione straordinaria delle strade, che non viene fatta cioè rispetto agli asfalti, da almeno tre o quattro anni; progetti di riqualificazione urbana, dove per riqualificazione urbana non stiamo nemmeno immaginando un abbellimento della dotazione, ma riqualificazione, in quanto territorio degradato. E poi, importantissimo, l adeguamento prevenzione incendi. Ovviamente le priorità che gestiamo non sono in quest ordine, ho dato solo dei titoli. Per questo la Giunta sta studiando immediate contromisure. E una variazione di bilancio, come veniva prima detto, che dovrà necessariamente essere portata in Consiglio comunale entro la fine di settembre. In assenza di un P.G.T. valido, e con un P.R.G. che decadrà per legge regionale al primo gennaio 2013, non è oggi possibile, per una persona seria, proporre a questo Consiglio un piano delle opere pubbliche credibile, anche se le idee e i progetti non mancano di certo. Per quanto riguarda il nuovo arredo urbano, necessario, come ad esempio è stato chiesto da molti genitori, per la piazza antistante la nuova scuola di via degli Alpini, e la sostituzione di materiale vandalizzato, che è sempre di più, in questi giorni poi sembra che ci sia un virus che ha preso alcuni personaggi, quindi giochi rotti, panchine disastrate eccetera, eccetera, ho chiesto e ho ottenuto che la Giunta mi autorizzasse in modo da ricercare sponsorizzazioni private, che in parte ho già trovato. Concludo, anche se ci sarebbe molto da dire. Io invito, quello che lo sto già facendo con molti cittadini, anche i Consiglieri di maggioranza e di opposizione, a interloquire con l Assessorato, venirmi a trovare, a chiedere, e quindi a collaborare rispetto all individuazione di problematicità sul territorio, ma che credo di avere abbastanza chiare, ma anche a proposte di soluzioni, con fantasia e magari anche 16

17 proposte di gestione di bilancio, che necessariamente, in questa fase di recessione, devono trovare quella sinergia con il privato che, altrimenti, non ci permetterà, fino alla redazione del nuovo Piano Regolatore, del Piano di Governo del Territorio, di affrontare in maniera adeguata le sfide che abbiamo davanti. Grazie. Grazie. Leggerò io, invece, la comunicazione dell assessore Mario Ciccarelli, Assessore a Sport, Tempo libero, Associazionismo, Volontariato e Ufficio relazioni con il pubblico. Purtroppo è assente, ha deciso di mandarci, e leggerò io. (Intervento fuori microfono: Beato lui ) E in vacanza. In questo primo mese di Assessorato mi sono impegnato a conoscere di persona i Presidenti e i responsabili delle varie associazioni, nonché il personale degli uffici appartenenti al mio settore, e sono rimasto colpito dal loro entusiasmo e della loro voglia di fare le cose per bene, mettendo in gioco il loro tempo e la loro energia. Tra le criticità ereditate, è chiaro che l assenza dell Amministrazione per 15 mesi è quella più sentita, l esigua disponibilità di risorse determina il campo di azione e dei relativi obiettivi da perseguire. Le emergenze segnalate mi riguardano gli immobili destinati alle attività sportive, che risultano a tratti fatiscenti e che necessitano di interventi tempestivi, ad evitare situazioni di pericolo per l incolumità pubblica, interventi che molto spesso devono essere effettuati dal gestore dell impianto stesso. Altra, e non ultima esigenza, è costituita dalla necessità di reperire una sede da mettere a disposizione della Banda Civica. Altri obiettivi che mi auguro di realizzare sono: incentivare l iscrizione all Albo provinciale per le associazioni presenti sul territorio, dando loro l opportunità di reperire i fondi necessari al loro mantenimento mediante l accesso ai bandi provinciali e regionali; riapertura dello sportello lavoro, con la collaborazione dell assessore De Clario e il consigliere Matteo Carbonera. 17

18 Riguardo i progetti a lungo termine, particolare attenzione merita lo sport in quanto è, a mio avviso, il settore con più problematiche e, nello stesso tempo, che riscuote più interesse da parte dei cittadini di tutte le età, perché riguarda non solo il tempo libero, ma anche il benessere psicofisico della persona. Vorrei, dunque, migliorare le strutture dei centri sportivi, ove è necessario. Infine è necessario effettuare un attenta valutazione sul lavoro svolto dalle varie associazioni al fine di incentivare le più laboriose, evitando di favorire associazioni che attualmente non svolgono attività. Precisato tutto ciò, vorrei anche segnalare che sono pervenute, a questo Assessorato, delle proposte riferite a diverse iniziative, che ritengo meritevoli, e che cercherò di realizzare, anche fidando sull aiuto e la buona volontà dello stesso promotore, e che vedono il Comune di Buccinasco impegnato, anche in collaborazione con i Comuni limitrofi, al fine di offrire al cittadino servizi sempre più qualificati. Le comunicazioni da parte degli Assessori sono terminate. La chiusura al Sindaco, Giambattista Maiorano. Sindaco MAIORANO: Potrebbe essere stato magari, così, un ripasso. In realtà a me pare che questo sia l approccio che è in linea a quelle che sono state le linee espresse nel primo Consiglio comunale. Molte cose sono state dette, anche se in termini sintetici. Ovviamente c è la necessità di approfondimento di tutte queste cose, però mi pare che l indicazione è molto chiara e la necessità di ulteriore approfondimento si pone per tutti, non è che ci sono cinque Assessori che abbiano fatto gli scolaretti. Io stesso, che pur posso vantare, come qualcun altro qui, delle esperienze precedenti, ci troviamo comunque di fronte ad un quadro che è permanentemente in movimento, e permanentemente modificabile, e modificato. Se io avevo una fotografia, era certamente una fotografia ormai vecchia, consunta, ho dovuto necessariamente rivedere ed è questo l approccio necessario anche per farmene un idea. Quindi non dimentichiamoci mai che comunque 15 mesi di commissariamento sono duri, 15 mesi di commissariamento che, forse, taluni hanno ritenuto giustamente necessario, ma attenzione perché io dico che è molto meglio un mediocre 18

19 Sindaco che un Commissario per 15 mesi. Non perché non abbia fatto le cose per bene, ha fatto il massimo delle sue possibilità, delle sue capacità, ovviamente orientata a fare le cose come lei le vedeva, alcune cose indubbiamente positive, altre un po meno. La cosa che meno è andata è stato il rapporto con la struttura, un rapporto che, in realtà, è molto sfilacciato, perché all interno della stessa struttura c è sfilacciamento tra un settore e l altro. Recuperare fiducia, recuperare rapporto non è un battere le dita, e quindi abbiamo trovato, non siamo persone che hanno soluzioni a tutto, e soprattutto soluzioni immediate. Non siamo persone che per ogni problema presentano immediatamente le soluzioni. C è chi si diletta ad vere soluzioni su tutto e per tutti, io ne ho molto meno. Mi ritengo una persona sicuramente con qualche esperienza, ma certamente bisognoso di riuscire a confrontarmi e a migliorare quello che può essere il mio apporto. Anch io ho la necessità di tornare a scuola, in particolare per la delega dell urbanistica, perché su questo io, che non sono un tecnico, ho la necessità di digerire, quantomeno tutta una serie di parolacce, scusate, ma le sigle, che molte volte uno dice: ma chi di fronte a che cosa mi trovo? Eppure è necessario. Partiamo, quindi, dal discorso dell urbanistica. Non è semplice muoversi con un indirizzo che non esiste. Noi non abbiamo uno strumento urbanistico, abbiamo vigente, per alcuni aspetti, il P.R.G., che decade il Ed è proprio questa data, che in qualche maniera ci ha messo un pochino paura, e proprio domani mattina io avrò un incontro con l assessore Belotti, della Regione, perché voglio capire meglio cosa significa il 31.12, se è una spada di Damocle, o è semplicemente una data all interno della quale è contenuta la possibilità di uno sviluppo del P.G.T., mentre abbiamo intenzione di affrontare e di cominciare a discuterne, ad inquadrare dalla seconda metà di settembre in poi. Sulla base di questo già il mese scorso, per la problematica che noi abbiamo sul territorio, abbiamo anche preso un appuntamento specifico con il Parco Sud di Milano, perché sapete che problemi ne abbiamo, e abbiamo cominciato a segnalare semplicemente i titoli dei capitoli che vogliamo vengano approfonditi e che, insieme al Parco Sud, dovremo trovare soluzioni, in un quadro che è certamente in movimento, ma che sicuramente il quadro che già Ottavio Baldassarre indicava, che la De Clario richiamava e che Pruiti ha confermato. Ciò che ha detto anche Venturini, 19

20 anche se lui, nella sinteticità, ha semplicemente, così, accennato, ma è un quadro di riferimento che non rimane fissato all interno del nostro territorio, è un quadro di riferimento che ha la necessità di rapportarsi a quella che sarà la Città Metropolitana, in considerazione del fatto che ormai la funzione della Provincia viene sempre meno. Allora, per quanto riguarda, quindi, l urbanistica, la necessità di chiarire fino in fondo, perché un interpretazione iniziale dell ex Segretario, Scrivano, individuava, invece, nel Testo Unico, una possibilità che era quella di consentire ad una Giunta appena insediata, 18 mesi per dibattere per il Piano di Governo della città, del Territorio, quindi adottare ed approvare. In realtà questi 18 mesi pare che non ci siano, e l incontro di domani serve esattamente a questo. Se ci fosse veramente la spada di Damocle, sarebbe perfettamente inutile semplicemente immaginare l attivazione dei tavoli, che tipo di rapporto, sia con gli operatori economici, sia con le categorie, sia con i cittadini potremmo avere, considerato il fatto che tutto dovremmo restringere all interno di due mesi e mezzo. E impossibile adottarlo, ancora più impossibile, chiaramente, procedere ad un approvazione di questo Sicuramente non partiamo da zero, perché i presupposti, le analisi e molti documenti ci sono, e che ci serviranno da base, pur tuttavia dovremo mantenere fermo quel principio a cui accennavo, che è il fatto che questa città non può che fotografare se stessa, e quindi lo sviluppo va fatto sulla base delle considerazioni odierne. E se la considerazione odierna è quella che mi presenta un eccesso di offerta per quanto riguarda l abitazione, in particolare abitazioni di lusso, è chiaro che non posso non tener conto di questo dato. Quindi, da un lato c è un discorso di assoluto contenimento di nuove costruzioni, dall altro ci deve essere il principio secondo il quale non dobbiamo rincorrere a tutti i costi gli oneri di urbanizzazione per fare cassa, perché questo significherebbe dare quantomeno la possibilità di immaginare la soddisfazione di bisogni di spesa corrente, quando poi sappiamo che l anno successivo questi introiti non ci saranno più. Allora, da un lato il contenimento, dall altro la vendita di quelle che possono essere le peculiarità di Buccinasco, proprio sul piano della Città Metropolitana, richiedendo 20

COMUNE DI BUCCINASCO PROVINCIA DI MILANO

COMUNE DI BUCCINASCO PROVINCIA DI MILANO COMUNE DI BUCCINASCO PROVINCIA DI MILANO DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 52 DELL 11/12/2012 OGGETTO: REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL ADDIZIONALE COMUNALE ALL IRPEF - MODIFICHE VERBALE DI DELIBERAZIONE

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a Buja. Prego. Cons. FASIOLO Rudi (senza microfono) Un altra interrogazione

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE.

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PUNTO N. 6 DEL 27/06/2011 OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PRESIDENTE: Prima di passare al punto successivo, volevo dire che probabilmente per quanto

Dettagli

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 Oggetto: Quarto Punto all OdG: Modifica Elenco Annuale LL.PP. Anno 2013 e Piano Triennale OO.PP. 2013-2015. PRESIDENTE: Quarto Punto all OdG: Modifica

Dettagli

Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni

Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni LUIGI PEDRAZZINI Dipartimento delle istituzioni Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni Rivera, 27. ottobre 2005 Attenzione: fa stato l intervento pronunciato in sala. A dipendenza

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE N. 64 in data 28/09/2010 Proposta n. 65 Oggetto: ORDINE DEL GIORNO PRESENTATO DAL GRUPPO CAVRIAGO COMUNE RIGUARDO LA MODIFICA DEL REGOLAMENTO DI APPLICAZIONE DELLA TARIFFA PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI SOLIDI

Dettagli

COMUNE DI REZZATO CONSIGLIO COMUNALE DEL 31 AGOSTO 2015 PUNTO NUMERO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO IL SINDACO

COMUNE DI REZZATO CONSIGLIO COMUNALE DEL 31 AGOSTO 2015 PUNTO NUMERO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO IL SINDACO COMUNE DI REZZATO CONSIGLIO COMUNALE DEL 31 AGOSTO 2015 PUNTO NUMERO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO IL SINDACO Invita il Consesso a voler discutere del seguente argomento: RICHIESTA DI APPROVAZIONE DELLA PROCEDURA

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

OGGETTO VARIANTE N. 4 AL REGOLAMENTO URBANISTICO EDILIZIO, COMPRENSIVO DELL'ALLEGATO "ENERGIA" - ADOZIONE

OGGETTO VARIANTE N. 4 AL REGOLAMENTO URBANISTICO EDILIZIO, COMPRENSIVO DELL'ALLEGATO ENERGIA - ADOZIONE OGGETTO VARIANTE N. 4 AL REGOLAMENTO URBANISTICO EDILIZIO, COMPRENSIVO DELL'ALLEGATO "ENERGIA" - ADOZIONE ESCE IL CONSIGLIERE PANZETTI-PRESENTI N. 16 Anche qui approfittando della presenza dell architetto

Dettagli

RELAZIONE ( Febbraio 2011)

RELAZIONE ( Febbraio 2011) RELAZIONE ( Febbraio 2011) Care donatrici, cari donatori, graditissimi ospiti, benvenuti all annuale Assemblea dell A.V.I.S. comunale di Cervia. Ogni anno quando mi accingo a scrivere questa relazione

Dettagli

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA Il sottoscritto Gianni Montali consigliere comunale di Forza Italia,

Dettagli

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 La relazione di Sergio Veneziani contiene tutta la struttura dell idea che noi abbiamo di Auser attraverso gli strumenti per qualificare e migliorare,

Dettagli

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Comune di Agrigento Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Ordine del Giorno 1. Designazione scrutatori; 2. Relazione previsionale e programmatica 2013 2015. Bilancio di Previsione 2013. Bilancio

Dettagli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Allegato 1 PUNTO N. 6 all'o.d.g.: Progetto di Riqualificazione urbana Lidi di Comacchio in sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Scacchi Prestito obbligazionario "Comune di Comacchio

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015 RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015 Ottavo punto all O.d.G. O.d.G. del Consigliere Musa sulle celebrazioni matrimoniali in luoghi diversi della casa comunale Illustra il Consigliere

Dettagli

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per Verbale di Consiglio del 25 gennaio 2012 INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI PERNIGOTTI E OLIVERI IN MERITO AGLI STRUMENTI DA ADOTTARE PER COMUNICARE CON I PAESI EMERGENTI ED ECONOMICAMENTE FORTI COME LA CINA

Dettagli

consiglio Regionale della Campania

consiglio Regionale della Campania consiglio Regionale della Campania IV Commissione Consiiare Permanente (Trasporti, Urbanistica, Lavori Pubblici) RESOCONTO INTEGRALE N. 62 SEDUTA IV COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE DEL 21 DICEMBRE 2011

Dettagli

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole intervenire? Ha chiesto la parola il consigliere Vinciguerra, ne ha facoltà.

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole intervenire? Ha chiesto la parola il consigliere Vinciguerra, ne ha facoltà. CONSIGLIO COMUNALE DEL 18.12.2014 Interventi dei Sigg. consiglieri Nuovo regolamento per la disciplina dell attività e spettacolo viaggiante, circhi e simili. Abbiamo il quarto punto che è: Nuovo regolamento

Dettagli

PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014

PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014 PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014 La politica non è nelle competizioni degli uomini; non è nei sonanti discorsi. È, o dovrebbe essere, nell interpretare l epoca in cui si vive (..).

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

CAPITOLO CINQUE MANTENERE UNO STILE DI VITA SANO

CAPITOLO CINQUE MANTENERE UNO STILE DI VITA SANO CAPITOLO CINQUE MANTENERE UNO STILE DI VITA SANO Sommario Questo capitolo l aiuterà a pensare al suo futuro. Ora che è maggiormente consapevole dei suoi comportamenti di gioco e dell impatto che l azzardo

Dettagli

Il Benessere aziendale

Il Benessere aziendale Il Benessere aziendale Oggi vogliamo parlare di Benessere aziendale, e cioè di tutti quelle pratiche, approcci e buone pratiche per vivere bene in un organizzazione. La cosa più importante che voglio capire

Dettagli

COMUNE DI PARABITA CONSIGLIO COMUNALE DEL 9 MAGGIO 2011. PUNTO 2 O.D.G. aggiuntivo

COMUNE DI PARABITA CONSIGLIO COMUNALE DEL 9 MAGGIO 2011. PUNTO 2 O.D.G. aggiuntivo COMUNE DI PARABITA CONSIGLIO COMUNALE DEL 9 MAGGIO 2011 PUNTO 2 O.D.G. aggiuntivo Sistemazione attrezzature sportive all interno dell area di proprietà comunale in Via Gorizia. Modifica deliberazione C.C.

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE IN SICILIA SEDUTA DI GIOVEDÌ 16 APRILE 2015 PRESIDENZA DEL VICEPRESIDENTE STEFANO VIGNAROLI

BOZZA NON CORRETTA RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE IN SICILIA SEDUTA DI GIOVEDÌ 16 APRILE 2015 PRESIDENZA DEL VICEPRESIDENTE STEFANO VIGNAROLI CAMERA DEI DEPUTATI 1/8 SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECITE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI E SU ILLECITI AMBIENTALI AD ESSE CORRELATI RESOCONTO STENOGRAFICO

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

Comune di Acquarica del Capo PROVINCIA DI LECCE. COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 14 del 29/07/2015

Comune di Acquarica del Capo PROVINCIA DI LECCE. COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 14 del 29/07/2015 Comune di Acquarica del Capo PROVINCIA DI LECCE COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 14 del 29/07/2015 OGGETTO: RIACCERTAMENTO STRAORDINARIO DEI RESIDUI AL 1 GENNAIO 2015. - PRESA D`ATTO.- L'anno

Dettagli

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze)

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) È un piacere per il Comune di Firenze ospitare questo bellissimo incontro ricco di contenuti. Ho partecipato anche ai lavori di stamani. È

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 11.20.

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 11.20. 1/5 MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 11.20. PRESIDENTE. Buongiorno. Innanzitutto la ringraziamo e ci scusiamo del ritardo, ma stiamo finendo

Dettagli

Cosa devono fare le banche per favorire i processi di aggregazione?

Cosa devono fare le banche per favorire i processi di aggregazione? Cosa devono fare le banche per favorire i processi di aggregazione? Prima di provare a rispondere a questa domanda mi pare indispensabile una premessa che contestualizzi l attuale situazione. Perché a

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE DEL 21.06.2011. Interventi dei Sigg. consilieri

CONSIGLIO COMUNALE DEL 21.06.2011. Interventi dei Sigg. consilieri CONSIGLIO COMUNALE DEL 21.06.2011 Interventi dei Sigg. consilieri Prima Variazione di Bilancio per l esercizio in corso, della Relazione Previsionale e Programmatica e del Bilancio Pluriennale per il periodo

Dettagli

DISCUSSIONE. Principi - Città Viva - per la illustrazione

DISCUSSIONE. Principi - Città Viva - per la illustrazione PAG. 1 OGGETTO: ORDINE DEL GIORNO PRESENTATO DA ALCUNI CONSIGLIERI DI MAGGIORANZA E MINORANZA IN MERITO ALL INSERIMENTO NEL BILANCIO 2010 DI CONTRIBUTO STRAORDINARIO ALLE ATTIVITA SPORTIVE. Principi -

Dettagli

I.S.P. Istituto Stenodattilo Professional, società a responsabilità limitata Via G. Galilei, 206 - Giulianova Teramo

I.S.P. Istituto Stenodattilo Professional, società a responsabilità limitata Via G. Galilei, 206 - Giulianova Teramo CONSIGLIO COMUNALE DEL 01 OTTOBRE 2015 APERTURA LAVORI APERTURA LAVORI QUINDI COSI PROSEGUE: Buona sera a tutti. Signor Segretario, Iniziamo facendo l appello nominale, per favore. Sono presenti n 11 Consiglieri:

Dettagli

COMUNE DI MENAGGIO Provincia di Como

COMUNE DI MENAGGIO Provincia di Como COMUNE DI MENAGGIO Provincia di Como ASSESSORATO ALLE POLITICHE GIOVANILI ASSESSORATO ALLA PARTECIPAZIONE STATUTO DELLA CONSULTA COMUNALE DEI GIOVANI CAPO I - NORME ISTITUTIVE E ATTRIBUZIONI Art. 1 - Istituzione...

Dettagli

LA CENTRALE OPERATIVA ANTIRAPINA: FILTRO TRA LE SEGNALAZIONI PROVENIENTI DAGLI SPORTELLI BANCARI E LE SALE OPERATIVE DELLE FORZE DELL ORDINE

LA CENTRALE OPERATIVA ANTIRAPINA: FILTRO TRA LE SEGNALAZIONI PROVENIENTI DAGLI SPORTELLI BANCARI E LE SALE OPERATIVE DELLE FORZE DELL ORDINE LA CENTRALE OPERATIVA ANTIRAPINA: FILTRO TRA LE SEGNALAZIONI PROVENIENTI DAGLI SPORTELLI BANCARI E LE SALE OPERATIVE DELLE FORZE DELL ORDINE DOTT. GIUSEPPE CALABRESE Istituto di Vigilanza Città di Milano

Dettagli

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani,

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani, CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO Cari castellani, è la prima occasione utile per sentirci con un po' più di calma dopo queste due settimane, a parte qualche post su Facebook che ha tentato di dar conto

Dettagli

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 20 DEL 2.3.2015

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 20 DEL 2.3.2015 RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 20 DEL 2.3.2015 Quarto punto all O.d.G. Proposta del Consigliere Cieri di modifiche al Regolamento IUC (regolamento TARI) Illustra il Consigliere Cieri. Grazie

Dettagli

RAPPORTO TRA L AGESCI E LE NORME RIGUARDANTI IL VOLONTARIATO E L ASSOCIAZIONISMO

RAPPORTO TRA L AGESCI E LE NORME RIGUARDANTI IL VOLONTARIATO E L ASSOCIAZIONISMO RAPPORTO TRA L AGESCI E LE NORME RIGUARDANTI IL VOLONTARIATO E L ASSOCIAZIONISMO 1. LA PREMESSA 2. LA DEFINIZIONE GIURIDICA 3. LA STORIA 4. I PUNTI DA PONDERARE 5. LA SITUAZIONE ATTUALE 6. CI FERMIAMO

Dettagli

COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G.

COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G. COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G. Realizzazione di una bretella stradale di collegamento tra la SP 13 Carmiano- Novoli e la SP 121 Carmiano-Villa Convento. Approvazione

Dettagli

RILEVARE LA SODDISFAZIONE DEI DIPENDENTI

RILEVARE LA SODDISFAZIONE DEI DIPENDENTI RILEVARE LA SODDISFAZIONE DEI DIPENDENTI EMPLOYEE (PEOPLE) SATISFACTION Non bisogna mai dimenticare che i primi clienti di un organizzazione sono i collaboratori interni e che un indicatore molto importante

Dettagli

Il debutto pubblico del Comitato di Coordinamento del Volontariato lombardo

Il debutto pubblico del Comitato di Coordinamento del Volontariato lombardo Il debutto pubblico del Comitato di Coordinamento del Volontariato lombardo REGIONE LOMBARDIA 38 Con la nascita del CCV-Lombardia, il volontariato PC della Regione compie un importante salto di qualità,

Dettagli

ISTITUTO ITALIANO STATALE COMPRENSIVO DI BARCELLONA

ISTITUTO ITALIANO STATALE COMPRENSIVO DI BARCELLONA VERBALE DEL CONSIGLIO DELLA CASSA SCOLASTICA SEDUTA DELL 11.11.2015 In data 11 novembre 2015, alle ore 18.00, su convocazione ordinaria, si sono riuniti i componenti della Cassa Scolastica per discutere

Dettagli

Terzo punto all O.d.G.: Approvazione Regolamento Premio Internazionale d Arte e Cascella. Città di Ortona per le arti figurative, visive e digitali

Terzo punto all O.d.G.: Approvazione Regolamento Premio Internazionale d Arte e Cascella. Città di Ortona per le arti figurative, visive e digitali RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 33 DEL 12.06.2014 Terzo punto all O.d.G.: Approvazione Regolamento Premio Internazionale d Arte e Cascella. Città di Ortona per le arti figurative, visive e

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001

Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001 Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001 Quali strade per il futuro? Il ruolo della regione nell ottica della devolution (*) Guido Della Frera Assessore

Dettagli

[PROGETTO BANDA LARGA]

[PROGETTO BANDA LARGA] 2010 Comune di Ardesio [PROGETTO BANDA LARGA] I principi, le motivazioni e gli obiettivi di un progetto per la riduzione del divario digitale di Ardesio. Relazione di fine lavori, febbraio 2010. WI-FI

Dettagli

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole intervenire Ha chiesto la parola la consigliera Pirro, ne ha facoltà.

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole intervenire Ha chiesto la parola la consigliera Pirro, ne ha facoltà. CONSIGLIO COMUNALE DEL 25.02.2015 Interventi dei Sigg. consiglieri Costituzione di una società mista per l affidamento in concessione del servizio pubblico locale di gestione integrata dei rifiuti. Costituzione

Dettagli

Guida di sensibilizzazione alla Garanzia Giovani

Guida di sensibilizzazione alla Garanzia Giovani Guida di sensibilizzazione alla Garanzia Giovani Il mondo è davvero pieno di pericoli, e vi sono molti posti oscuri; ma si trovano ancora delle cose belle, e nonostante che l'amore sia ovunque mescolato

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

VERBALE N. 94 del 22.12.2014

VERBALE N. 94 del 22.12.2014 VERBALE N. 94 del 22.12.2014 . Prego Assessore Mauro Scroccaro. Ancora grazie. Anche questo

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013

N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013 VERBALE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013 L anno 2013 addì 20 del mese di novembre alle ore 20.10 nella Residenza Municipale, previa convocazione con avvisi scritti, tempestivamente

Dettagli

(Durante la discussione esce dall aula il consigliere Amati; sono presenti n. 35 consiglieri).

(Durante la discussione esce dall aula il consigliere Amati; sono presenti n. 35 consiglieri). Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno n. 53 avente per oggetto: Approvazione del progetto comportante variante agli strumenti urbanistici, relativo alla riqualificazione e potenziamento

Dettagli

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Un racconto di Guido Quarzo Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Una gita in Un racconto di Guido Quarzo è una bella fortuna che la scuola dove Paolo e Lucia frequentano la seconda elementare, ospiti

Dettagli

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo.

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo. Sintesi del discorso di presentazione della mozione per la candidatura a segretario provinciale di Renato Veronesi, espressosi liberamente, senza l ausilio di una traccia scritta, durante i lavori della

Dettagli

LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE

LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE periodico di idee, informazione, cultura a cura dell Associazione Infermieristica Sammarinese LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE Mi accingo a presiedere l AIS nel suo secondo triennio di vita. Mi ritengo

Dettagli

PROVINCIA DI BERGAMO SEDUTA DEL 25 MAGGIO 2015 R E S O C O N T O D E L L A S E D U T A

PROVINCIA DI BERGAMO SEDUTA DEL 25 MAGGIO 2015 R E S O C O N T O D E L L A S E D U T A PROVINCIA DI BERGAMO C O N S I G L I O P R O V I N C I A L E R E S O C O N T O D E L L A S E D U T A CONSIGLIO PROVINCIALE RESOCONTO L'anno DUEMILAQUINDICI, il giorno 25 del mese di MAGGIO alle ore 9:00,

Dettagli

Comune di Cogliate Provincia di Monza e della Brianza

Comune di Cogliate Provincia di Monza e della Brianza PIANO DI INTERVENTO PER L ATTUAZIONE DEL DIRITTO ALLO STUDIO Relazione introduttiva ANNO SCOLASTICO 2013/2014 (Approvato con deliberazione di C.C. del..) Nel predisporre la presente proposta di approvazione

Dettagli

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini Nota Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca On. Stefania Giannini Roma, 28 maggio 2014 Premessa Come è noto le Province si occupano del funzionamento, della manutenzione

Dettagli

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli

Dexia Crediop e il Social Housing Fabio Vittorini, Direttore Politiche Commerciali DEXIA Crediop

Dexia Crediop e il Social Housing Fabio Vittorini, Direttore Politiche Commerciali DEXIA Crediop Dexia Crediop e il Social Housing Fabio Vittorini, Direttore Politiche Commerciali DEXIA Crediop Dexia Crediop ed il SOCIAL HOUSING Buongiorno a tutti, oggi abbiamo ascoltato molte cose interessanti; abbiamo

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE A CROTONE 17 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE A CROTONE 17 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle MISSIONE A CROTONE 17 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle PRESIDENTE. Signor sindaco, la ringraziamo per la presenza. Stiamo completando l inchiesta sulla Calabria.

Dettagli

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Giuseppe Iosa Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Domenica, 19 aprile 2015 Premessa Il Partito Democratico di Peschiera Borromeo,

Dettagli

SANITA. Il MIO IMPEGNO PER UNA SANITA ACCESSIBILE A TUTTI

SANITA. Il MIO IMPEGNO PER UNA SANITA ACCESSIBILE A TUTTI Il mio programma elettorale è frutto della voce delle persone che ho incontrato lungo il mio cammino e che sto incontrando nel corso della mia campagna elettorale SANITA Il MIO IMPEGNO PER UNA SANITA ACCESSIBILE

Dettagli

69 del 15 luglio 2002 PROT. N. 18171 1

69 del 15 luglio 2002 PROT. N. 18171 1 69 del 15 luglio 2002 PROT. N. 18171 1 OGGETTO: Mozione presentata dai consiglieri Munafò e Menghi del Comitato Anna Menghi in merito all aumento dei prezzi dopo l entrata in vigore dell Euro. RITIRATA.

Dettagli

Un progetto di formazione, nell ambito matematico-scientifico, promosso dalla Regione Toscana

Un progetto di formazione, nell ambito matematico-scientifico, promosso dalla Regione Toscana Un progetto di formazione, nell ambito matematico-scientifico, promosso dalla Regione Toscana Il Progetto di Educazione Scientifica promosso dalla Regione Toscana ha coinvolto i docenti in un attività

Dettagli

Svolgimento di interrogazioni a risposta immediata (Argomento n. 4 all ordine del giorno)

Svolgimento di interrogazioni a risposta immediata (Argomento n. 4 all ordine del giorno) 1 Svolgimento di interrogazioni a risposta immediata (Argomento n. 4 all ordine del giorno) E ora la volta della: ITR/1109/QT, in data 2 dicembre 2011, a firma dei Consiglieri Girelli, Alfieri, Alloni,

Dettagli

Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326

Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326 Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326 Intervento di Stefano Tabò Condivido molto, quasi tutto di quello che è

Dettagli

24 CONGRESSO PROVINCIALE ACLI NOVARA

24 CONGRESSO PROVINCIALE ACLI NOVARA Relazione del Presidente Fabio Sponghini Rigenerare comunità per ricostruire il Paese. Acli artefici di democrazia partecipativa e buona economia. Fabio Sponghini Care amiche e cari amici congressisti,

Dettagli

IV Forum Confcommercio sul Fisco

IV Forum Confcommercio sul Fisco IV Forum Confcommercio sul Fisco Intervento del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan al IV Forum Confcommercio sul Fisco Meno tasse, meno spesa Binomio per la ripresa Roma, 22

Dettagli

STUDIO CAMPESE AVVOCATI aderente a LEGALI.IT GUIDA NAZIONALE AVVOCATI ITALIANI

STUDIO CAMPESE AVVOCATI aderente a LEGALI.IT GUIDA NAZIONALE AVVOCATI ITALIANI Articolo pubblicato su La Voce del Foro. Rivista dell Ordine degli Avvocati di Benevento, numero 3/2006, pagine 184-187 (www.ordineavvocati.bn.it) ed in Spigolature della stampa forense. A cura di Guido

Dettagli

CLASSI QUARTE A e D S. Aleramo SPICCHIO

CLASSI QUARTE A e D S. Aleramo SPICCHIO CLASSI QUARTE A e D S. Aleramo SPICCHIO CLASSE QUARTA B G.Galilei VINCI INSEGNANTI: Melani Cinzia, Parri Donatella, Voli Monica, Anno Scolastico 2011-2012 COMPETENZE INTERESSATE: Raccogliere, organizzare

Dettagli

GAMBA: Noi abbiamo ritenuto opportuno e doveroso depositare questa. interrogazione alla luce del fatto che il giorno stesso del

GAMBA: Noi abbiamo ritenuto opportuno e doveroso depositare questa. interrogazione alla luce del fatto che il giorno stesso del GAMBA: Noi abbiamo ritenuto opportuno e doveroso depositare questa interrogazione alla luce del fatto che il giorno stesso del deposito dell interrogazione è apparsa sui giornali locali la notizia che

Dettagli

competenze trasversali che permettano loro di affrontare con maggiore serenità

competenze trasversali che permettano loro di affrontare con maggiore serenità Il percorso in quinta elementare La proposta di lavoro è finalizzata a sostenere gli alunni nella fase di passaggio alla scuola media. È necessario infatti un azione orientativa che aiuti gli alunni a

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi.

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. LA CENTRALE RISCHI Di Emanuele Bellano MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. Noi volevamo avere qualche informazione per un mutuo. Allora

Dettagli

Nel prossimo esercizio se non vi sarà l introduzione di nuovi tributi come tutti auspicano la previsione di incasso potrà essere ovviamente più

Nel prossimo esercizio se non vi sarà l introduzione di nuovi tributi come tutti auspicano la previsione di incasso potrà essere ovviamente più Interventi dei Sigg. consiglieri Bilancio 2014 Ricognizione dello stato di attuazione dei programmi e salvaguardia degli equilibri (art. 193 d.lgs n. 267/00 e degli art. 82 del regolamento di contabilità.

Dettagli

BILANCIO PREVISIONE 2014 NUMERI TRA SERVIZI E PERSONE

BILANCIO PREVISIONE 2014 NUMERI TRA SERVIZI E PERSONE BILANCIO PREVISIONE 2014 NUMERI TRA SERVIZI E PERSONE Bressana Bottarone 15 luglio 2014 UN BILANCIO A META Il Bilancio 2014 è in realtà un bilancio a metà ovvero è un bilancio costruito per sei mesi sulla

Dettagli

AI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALE DI RHO. Anzitutto voglio ringraziarvi per il documento che avete redatto (che ho

AI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALE DI RHO. Anzitutto voglio ringraziarvi per il documento che avete redatto (che ho AI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALE DI RHO Anzitutto voglio ringraziarvi per il documento che avete redatto (che ho trovato molto interessante) e per aver organizzato un confronto tra i Candidati Sindaci indispensabile

Dettagli

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Autore: Alban Trungu Categoria : Mondo Migrante Data : 15 febbraio 2011 Intervista con Khalid Chaouki, responsabile immigrazione e seconde generazioni dei

Dettagli

Relazione al bilancio 2012

Relazione al bilancio 2012 Relazione al bilancio 2012 L assemblea di oggi rappresenta una tappa importante sul cammino della nostra associazione in quanto segna un passaggio importante sulla sua esistenza e più ogni altro elemento

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility.

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility. Giancarlo CREMONESI (Presidente nazionale di Confservizi) Buonasera. Confservizi Industria rappresenta le tre federazioni di Servizi Pubblici Locali industriali, quindi la Federazione dei trasporti Astra,

Dettagli

LA NORMATIVA ITALIANA PER L EDILIZIA SOCIALE a cura degli architetti Roberta Prampolini Daniela Rimondi

LA NORMATIVA ITALIANA PER L EDILIZIA SOCIALE a cura degli architetti Roberta Prampolini Daniela Rimondi LA NORMATIVA ITALIANA PER L EDILIZIA SOCIALE a cura degli architetti Roberta Prampolini Daniela Rimondi Protocollo di intervista semi- strutturata Dati intervista Intervista n. 2 Data intervista: 16 maggio

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

Indice. 1 Il monitoraggio del progetto formativo --------------------------------------------------------------- 3. 2 di 6

Indice. 1 Il monitoraggio del progetto formativo --------------------------------------------------------------- 3. 2 di 6 LEZIONE MONITORARE UN PROGETTO FORMATIVO. UNA TABELLA PROF. NICOLA PAPARELLA Indice 1 Il monitoraggio del progetto formativo --------------------------------------------------------------- 3 2 di 6 1 Il

Dettagli

FORUM MARCONI RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEL FORUM MARCONI GIUGNO 2011 GIUGNO 2012

FORUM MARCONI RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEL FORUM MARCONI GIUGNO 2011 GIUGNO 2012 Prot. / 2012 Rif.FORUM : R.A.2012/MMP RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEL GIUGNO 2011 GIUGNO 2012 Questa relazione viene redatta, utilizzando alcune parti di quanto scritto nelle precedenti relazioni annuali

Dettagli

COMUNE DI BITONTO. Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE. N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO

COMUNE DI BITONTO. Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE. N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO Si trasmette in copia l esecuzione a... Il Segretario Generale COMUNE DI BITONTO Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO INSEDIAMENTO INTERVENTI VARI. L anno

Dettagli

Intervento a Ecomondo Oroblu 2013 su Tariffazione, regolazione, ruolo di pubblico e privato

Intervento a Ecomondo Oroblu 2013 su Tariffazione, regolazione, ruolo di pubblico e privato Intervento a Ecomondo Oroblu 2013 su Marisa Abbondanzieri, Presidente A.N.E.A. Pagina 1 di 4 Il compito che mi è stato assegnato è quello di fare una riflessione sul futuro degli ATO nel nuovo contesto

Dettagli

COMUNE DI BELPASSO PROVINCIA DI CATANIA

COMUNE DI BELPASSO PROVINCIA DI CATANIA COMUNE DI BELPASSO PROVINCIA DI CATANIA VERBALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Delibera N. 31 del 27/04/2016 ORIGINALE OGGETTO: Modifica del punto 2 lettera a "Istituzione Albo Comunale L.R. 22/86

Dettagli

RINNOVO DEL CCNL PER L INDUSTRIA METALMECCANICA APERTURA DELLA TRATTATIVA DICHIARAZIONI DEL PRESIDENTE MASSIMO CALEARO Roma, 20 giugno 2007

RINNOVO DEL CCNL PER L INDUSTRIA METALMECCANICA APERTURA DELLA TRATTATIVA DICHIARAZIONI DEL PRESIDENTE MASSIMO CALEARO Roma, 20 giugno 2007 RINNOVO DEL CCNL PER L INDUSTRIA METALMECCANICA APERTURA DELLA TRATTATIVA DICHIARAZIONI DEL PRESIDENTE MASSIMO CALEARO Roma, 20 giugno 2007 Il 1 giugno abbiamo ricevuto la Vostra piattaforma per il rinnovo

Dettagli

INSIEME PER IL VOLONTARIATO

INSIEME PER IL VOLONTARIATO INSIEME PER IL VOLONTARIATO FARE SISTEMA AL SERVIZIO DELLA COMUNITÀ BERGAMASCA Bergamo, 24 gennaio 2013 Intervento di Carlo Vimercati Presidente Comitato di Gestione Fondi Speciali Lombardia Il convegno

Dettagli

VERBALE DELL INCONTRO FORUM SCUOLA DEL 26 MAGGIO 2015

VERBALE DELL INCONTRO FORUM SCUOLA DEL 26 MAGGIO 2015 VERBALE DELL INCONTRO FORUM SCUOLA DEL 26 MAGGIO 2015 Il giorno 26 maggio 2015 alle ore 18.30, presso la Sede del Comune di Cavriago, si riunisce il Forum scuola,con il seguente ordine del giorno 1) aggiornamento

Dettagli

Sfatare il mito del posto fisso

Sfatare il mito del posto fisso Intervista Sfatare il mito del posto fisso Gli obiettivi di Daniele Rossi neo presidente del gruppo giovani imprenditori Contribuire a creare una cultura d impresa per dare ad una regione che ancora vive

Dettagli

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio:

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio: allegato 1) PUNTO N. 3 all O.d.G.: Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina meccanica. Cedo la parola al Sindaco. MARCO FABBRI Sindaco: Sì, grazie

Dettagli