Consulman SpA. Ceccarello Innovazione Srl

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Consulman SpA. Ceccarello Innovazione Srl"

Transcript

1 progetto mantegna catalogo percorsi formativi di progetto

2

3 Consulman SpA Consulman nasce a Torino nel 1991 come aggregazione di un gruppo di professionisti provenienti da qualificate esperienze nel campo del management, consulenziale e formativo. Nel 2001 si costituisce il Gruppo Consulman S.p.A. formato da tre società, Consulman, ConsulService, IN.SI., con l obiettivo di ampliare l offerta di servizi sul territorio nazionale; Consulman fornisce servizi a clienti nazionali ed internazionali nei settori Industria, Servizi, Sanità e Pubblica Amministrazione. L'organico di Consulman è costituito da circa sessanta professionisti esperti di management, di organizzazione e comportamenti organizzativi, di gestione operativa, di logistica, di gestione impianti, di qualità, sicurezza e ambiente. I professionisti Consulman si qualificano nel campo della formazione e della docenza per la capacità di progettare e trasmettere in modo efficace i contenuti dell intervento formativo, coordinare e pianificare l attività dei docenti, testimoni e tutor aziendali eventualmente coinvolti. Nel settore della consulenza i professionisti di Consulman aiutano l azienda ad esercitare un efficace governo dei processi di cambiamento, attraverso lo sviluppo integrato e costantemente monitorato delle persone, della cultura, dei processi organizzativi, delle strutture e delle tecnologie; Gli interventi effettuati si caratterizzano per la loro interdisciplinarietà ed integrazione. Consulman, sia nelle attività di formazione che di consulenza, verifica puntualmente le prestazioni e i risultati dell intervento fornito per assicurarsi che i propri collaboratori siano in grado di assicurare i risultati attesi. MISSIONE Migliorare le performance dei nostri clienti, aiutandoli a: migliorare la qualità e le prestazioni dei prodotti, dei servizi e dei processi, analizzare, progettare e rendere operative soluzioni volte all ottimizzazione delle organizzazioni, diffondere e applicare innovazione nei metodi, nelle tecniche e negli strumenti gestionali ed operativi, sostenere la crescita professionale, sviluppando le competenze distintive delle persone. Consulman fornisce un articolata gamma di servizi di consulenza e di formazione progettati, ingegnerizzati e coordinati in risposta a specifiche esigenze di miglioramento e/o di cambiamento organizzativo e gestionale del Cliente. Ceccarello Innovazione Srl Società di consulenza, di direzione ed organizzazione, specialista nei processi di cambiamento dell impresa e di Sviluppo Organizzativo, che da sempre costruisce gruppi vincenti all interno delle aziende, fattore critico di successo delle imprese. Il nostro team di consulenza conta un esperienza ventennale in interventi di Sviluppo Organizzativo e dell Impresa, con l obiettivo di potenziare l equilibrio interno delle aziende inteso come approccio integrato e armonico dei vari processi aziendali: il management, la leadership, le relazioni organizzative, i gruppi. MISSIONE La Mission di Ceccarello Innovazione è mettere a disposizione delle Imprese: lo strumento innovativo dell approccio Psico-Socio-Analitico l esperienza ventennale nei vari settori industriali e dei servizi nelle aziende private e pubbliche per accompagnare gli uomini e le organizzazioni nei processi di cambiamento e realizzare gli obiettivi di sviluppo d impresa L approccio psico-socio-analitico lavora sulle resistenze e forze irrazionali, per ricondurre l organizzazione con i suoi uomini agli obiettivi primari, poiché: incide profondamente sui modelli mentali incrementa la consapevolezza conscia ed inconscia del cambiamento sviluppa l intelligenza emotiva. Catalogo_Mantegna 3

4 Il progetto Mantegna La formazione è un esperienza di apprendimento. Come tale è un processo organizzativo che si intreccia, in più modi e con diverse connotazioni, con il processo di gestione delle persone che operano in un organizzazione. Le politiche del personale non possono, per questo, trascurare il collegamento esistente tra gli obiettivi di sviluppo delle persone in azienda e gli obiettivi di crescita dell azienda stessa. Le organizzazioni crescono e si sviluppano quando i singoli e i gruppi acquisiscono nuove competenze e le concretizzano in azioni tangibili, che derivano dall apprendimento stesso. Questo avviene soprattutto se all interno dell azienda esiste un terreno favorevole alla condivisione ed allo scambio delle conoscenze e capacità apprese, tra le persone e tra i gruppi. Pertanto, lo scopo del piano formativo è quello di rispondere alle necessità di apprendimento delle aziende e dei lavoratori, anche favorendo l interscambio di esperienze tra i lavoratori che operano nello stesso ambito territoriale. L intento è anche quello di contribuire a creare, nelle aziende coinvolte, una cultura della formazione continua, in una realtà territoriale che è costituita prevalentemente da piccole e medie aziende, ma nella quale è stata spesso data priorità alla produttività e all efficienza Date queste premesse, si è scelto di creare un catalogo corsi che contenesse tutti i temi di sicuro interesse per le aziende e che fosse facilmente consultabile da parte degli utilizzatori. I corsi di formazione, come si evince dalle singole schede descrittive, sono piuttosto snelli e agevolmente assemblabili, per favorire la creazione di percorsi adeguati alle esigenze di breve e medio termine dei lavoratori e delle aziende. Il catalogo è suddiviso in 11 aree tematiche di riferimento, al cui interno sono compresi più corsi di formazione fruibili a propria scelta e che, in taluni casi, sono diversificati in ordine al livello più o meno avanzato di approfondimento delle materie. Le aree tematiche individuate sono le seguenti: Amministrazione e controllo Gestione dell informazione Gestione della produzione e World Class Production Gestione Impianti e manutenzione Gestione progetti e processi Logistica e gestione materiali Qualità, Sicurezza e ambiente (*) Strategia e business planning Sviluppo delle persone per competenze Sviluppo prodotto e processo Interventi Aula e e-learning (*) Per la sicurezza si prevedono tre tipologie di corsi: obbligatori, corsi previsti dalla legge indispensabili per non incorrere in sanzioni amministrative; informativi, necessari affinché i lavoratori ricevano un adeguata informazione su rischi, pericoli e procedure da adottare in materia di sicurezza (art. 36 del D.lgs. 81:2008); a distanza, fruibili via web, che hanno il vantaggio di non vincolare i dipendenti alla presenza fisica in aula. I corsi per RSPP e ASPP erogati da Consulman sono riconosciuti dalla Regione Veneto, che rilascia l'attestato di fine corso. Al termine di tutti i corsi, vengono rilasciati attestati conformi ai requisiti di legge. Attraverso la FAD (Formazione A Distanza) è possibile realizzare percorsi formativi personalizzati perfettamente adattabili alle esigenze dei fruitori in termini di organizzazione dei contenuti e dei tempi. Auspichiamo che i corsi proposti possano costituire una concreta opportunità di miglioramento e di confronto su temi che sono di stretto interesse per i lavoratori e per le aziende. Catalogo_Mantegna 4

5 Destinatari della formazione Lavoratori occupati in imprese che hanno aderito a Fondimpresa prima dell avvio dell azione formativa alla quale partecipano e per i quali esista l obbligo del versamento del contributo integrativo (art. 25 legge n. 845/1978). Non possono partecipare alle attività formative i seguenti lavoratori: Dirigenti (Per i quali sono previsti fondi specifici) Lavoratori interinali (Per i quali sono previsti fondi specifici) Apprendisti Collaboratori a progetto (Per i quali non vige l obbligo di versamento del contributo integrativo art. 25 legge n. 845/1978). Come aderire Per poter aderire al Piano, è necessario: a) Effettuare l'iscrizione a Fondimpresa entro il 30 del primo mese utile, pena la non fruibilità delle azioni formative. Per aderire è sufficiente compilare il modello DM10/2 inserendo la dicitura "adesione fondo", il codice Fondimpresa (FIMA) e il numero dei dipendenti interessati all'obbligo contributivo (solo quadri, impiegati e operai), scegliendo così di affidare a Fondimpresa il proprio contributo INPS. L'adesione è unica e non va rinnovata ogni anno (per maggiori informazioni potete consultare il sito: b) Compilare la Scheda di adesione e la scheda fabbisogno (vedi pagg. seguenti) ed inviarle a Consulman. c) Compilare i documenti che Consulman Vi invierà, già predisposti sulla base dei dati da Voi forniti. d) Far firmare, ove previsto, i documenti delle RSU, se presenti. Per qualsiasi necessità o chiarimento contattare: Dott. Giovanni Congedo cell D.ssa Paola Bianchini Dott. Federico Mazzucchelli Telefono Catalogo_Mantegna 5

6 SCHEDA DI ADESIONE AI CORSI DI FORMAZIONE FINANZIATI DA FONDIMPRESA DATI AZIENDA Ragione Sociale Via n CAP Città Prov. Tel. Fax Partita Iva/Codice Fiscale Settore attività Localizzazione unità produttiva Referente aziendale per il progetto Tel. Legale Rappresentante Data e luogo di nascita Residenza Codice fiscale (nome) (cognome) Iscritta a Fondimpresa NO SI dal / / RSU aziendali NO SI Il sottoscritto dichiara di essere interessato ai corsi indicati nella scheda allegata e dichiara altresì, che i partecipanti sono dipendenti dell Azienda che rappresenta. n. di dipendenti totali n. di dipendenti coinvolti nel piano formativo n. iscrizioni totali ai corsi di cui donne di cui svantaggiati** Data Timbro e Firma del Referente ** Trattasi di lavoratore che si trovava in una delle seguenti condizioni: - durante i primi sei mesi dall assunzione, giovane di meno di 25 anni che non abbia in precedenza ancora ottenuto il primo impiego retribuito regolarmente; - persona affetta da un grave handicap fisico, mentale o psichico, che sia tuttavia in grado di entrare nel mercato del lavoro; - lavoratore migrante che si sposta o si è spostato all'interno della Comunità o diviene residente nella Comunità per assumervi un lavoro e necessita di una formazione professionale e/o linguistica; - durante i primi sei mesi dall assunzione, persona che desideri riprendere un'attività lavorativa dopo un'interruzione di almeno tre anni, in particolare qualsiasi persona che abbia lasciato il lavoro per la difficoltà di conciliare vita lavorativa e vita familiare; - persona di più di 45 anni priva di un titolo di studio di livello secondario superiore; - durante i primi sei mesi dall assunzione, disoccupato di lungo periodo, ossia una persona senza lavoro da oltre 12 mesi consecutivi Si autorizza il trattamento dei dati forniti relativi alla presente iniziativa e secondo quanto previsto dal D.Lgs. 196/2003 Data Timbro e Firma Catalogo_Mantegna 6

7 ELENCO CORSI PROGETTO MANTEGNA AMMINISTRAZIONE E CONTROLLO DURATA GG. COD. 1 Controllo di gestione 3 skmd Contabilità industriale 3 skmd Controllo dei costi operativi 2 skmd0070 GESTIONE DELL'INFORMAZIONE DURATA GG. COD. 4 Office Automation Base 5 skpd Office Automation Avanzato 5 skpd0461 GESTIONE DELLA PRODUZIONE DURATA GG. COD. 6 WCP - World Class Production - Introduzione 1 skmd WCP - Logistica e servizio cliente 2 skmd429 8 WCP - Cost deployment 2 skmd430 9 WCP - Miglioramento focalizzato 2 skmd WCP - Manutenzione autonoma 2 skmd WCP - Manutenzione professionale 2 skmd WCP - Strumenti 2 skmd Gestione della produzione 3 skmd Lean production 3 skmd Studio del lavoro: tempi e metodi 5 skmd Organizzazione del posto di lavoro 2 skmd0379 GESTIONE IMPIANTI E MANUTENZIONE DURATA GG. COD. 17 Gestione impianti e macchinari 2 skmd Organizzazione della manutenzione 3 skmd Total Productive Maintenance - TPM 3 skmd Riduzione dei tempi di attrezzaggio - SMED 2 skmd Metodo 5S 2 skmd0228 GESTIONE PROGETTI E PROCESSI DURATA GG. COD. 22 Project Management 3 skpd Analisi dei processi aziendali 2 skmd Sistemi di monitoraggio 2 skpd0756 LOGISTICA E GESTIONE MATERIALI DURATA GG. COD. 25 Gestione degli acquisti 5 skmd Gestione integrata della supply chain 3 skmd Logistica di produzione 2 skmd Programmazione della produzione 4 skmd Gestione delle scorte 3 skmd Gestione dei magazzini 2 skmd Movimentazione dei materiali 2 skmd Analisi flussi materiali 2 skmd Monitoraggio delle prestazioni logistiche 2 skmd0171 N PART. N PART. N PART. N PART. N PART. N PART. DI CUI DONNE DI CUI DONNE DI CUI DONNE DI CUI DONNE DI CUI DONNE DI CUI DONNE DI CUI CAT. SVANTAGGIATE DI CUI CAT. SVANTAGGIATE DI CUI CAT. SVANTAGGIATE DI CUI CAT. SVANTAGGIATE DI CUI CAT. SVANTAGGIATE DI CUI CAT. SVANTAGGIATE Catalogo_Mantegna 7

8 ELENCO CORSI PROGETTO MANTEGNA QUALITA, SICUREZZA E AMBIENTE DURATA GG. COD. Corsi obbligatori 34 Formazione obbligatoria per RSPP e ASPP (D.lgs 81:08 - D.lgs 109:09) - Modulo A 3,5 skmd Formazione obbligatoria per RSPP e ASPP (D.lgs 81:08 - D.lgs 109:09) - Modulo B 6 skmd Formazione obbligatoria per RSPP (D.lgs 81:08 - D.lgs 109:09) - Modulo C 3 skmd Psicologia della Sicurezza in azienda 2 skmd Primo Soccorso (D.lgs 81:08 - D.lgs 109:09) 2 skmd Addetti antincendio - Rischio basso (D.lgs 81:08 - D.lgs 109:09) 1 skmd Addetti antincendio - Rischio medio (D.lgs 81:08 - D.lgs 109:09) 1 skmd Addetti antincendio - Rischio elevato (D.lgs 81:08 - D.lgs 109:09) 2 skmd Datori di lavoro che assumono il ruolo di RSPP (D.lgs 81:08 - D.lgs 109:09) 2 skmd Preposti (D.Lgs 81: D.Lgs 109: 2009) 3 skmd Rappresentante dei lavori per la sicurezza (D.lgs 81:08 - D.lgs 109:09) 4 skmd Addetti ai lavori elettrici (D.Lgs 81: D.Lgs 109: CEI 11/27) 2 skmd0297 Corsi informativi 46 Sicurezza addetti videoterminale (D.lgs 81:08 - D.lgs 109:09) 1 skmd Sicurezza per addetti movimentazione carichi - mulettisti (D.lgs 81:08 - D.lgs 109:09) 1 skmd Piano di evacuazione (D.lgs 81:08 - D.lgs 109:09) 2 skmd Sicurezza delle macchine e della manutenzione (direttiva macchine - DIRETTIVA 2006/42/CE) 2 skmd Comportamenti per la sicurezza dei lavoratori 2 skmd Sicurezza e gestione aziendale 2 skmd Piano avanzato di qualità prodotto 2 skmd Qualità di processo 3 skmd Qualità del servizio 2 skmd Misurazione e metrologia 2 skmd Kaizen: il miglioramento continuo 2 skmd Problem Solving e qualità 5 skmd Controllo statistico di processo - SPC 3 skmd Sistemi di Gestione Qualità ISO skpd Sistemi di gestione integrati (Qualità, Sicurezza e Ambiente - QSA) 1 skmd Piano avanzato di qualità processo 2 skmd Sicurezza sul lavoro (D.Lgs 81/2008) 2 skmd Sistema di gestione ambientale ISO skpd Salute e sicurezza sul lavoro (BS OHSAS ) 2 skmd0368 STRATEGIA E BUSINESS PLANNING DURATA GG. COD. 65 Marketing operativo 3 skmd Marketing internazionale 2 skmd Customer Satisfaction 2 skmd Customer relationship management - CRM 1 skmd Innovazione aziendale 2 skmd0443 N PART. N PART. DI CUI DONNE DI CUI DONNE DI CUI CAT. SVANTAGGIATE DI CUI CAT. SVANTAGGIATE Catalogo_Mantegna 8

9 ELENCO CORSI PROGETTO MANTEGNA SVILUPPO DELLE PERSONE DURATA GG. COD. 70 Corso di Inglese 5 skmd Gestione del personale operativo 2 skmd Gestione dei collaboratori 2 skmd Valutazione del personale 2 skmd Comunicazione efficace 2 skmd Gestire il Team 2 skmd Gestione del tempo 1 skmd Negoziazione e gestione dei conflitti 2 skmd Manager vincente (ex Assertività) 2 skmd Stress senza paura 2 skmd Clima aziendale e processi organizzativi 3 skmd Dinamica di gruppo 4 skmd Scenari mutati 2 skmd Comunicazione in azione 2 skmd Leadership eccellente secondo l analisi transazionale 2 skmd Sviluppo delle relazioni interpersonali e comprensione dei processi di cambiamento 4 skmd Team building 3 skmd Trasformazione del modello organizzativo da funzioni a processi 2 skmd Vendere con successo 2 skmd Vincere le resistenze 1 skmd Gestione dell'interculturalità 2 skmd Corso per lavoratori appartenenti a realtà multietniche 1 skmd0050 CONDIZIONE FEMMINILE E IMPRESA DURATA GG. COD. 92 Rischio di burn out 2 skmd Mobbing e stress da lavoro 1 skmd Pari opportunità 1 skmd Maternità e lavoro 1 skmd Benessere organizzativo 1 skmd Assistenti di Direzione 3 skpf0237 SVILUPPO PRODOTTO E PROCESSO DURATA GG. COD. 98 Simultaneous engineering 3 skmd Disegno tecnico 5 skmd Analisi del valore ed analisi funzionale 2 skmd Failure Mode Effect Analysis - FMEA 5 skmd0010 N PART. N PART. N PART. DI CUI DONNE DI CUI DONNE DI CUI DONNE DI CUI CAT. SVANTAGGIATE DI CUI CAT. SVANTAGGIATE DI CUI CAT. SVANTAGGIATE Catalogo_Mantegna 9

10 ELENCO CORSI PROGETTO MANTEGNA DURATA GG. COD. 102 Il capo come Formatore (2gg. Aula + 1 gg. FAD) 3 skmf Sicurezza sui posti di lavoro (2gg. Aula + 1 gg. FAD) 3 skmf Logistica Base (3gg. Aula + 2 gg. FAD) 5 skmf Trattativa e negoziazione (2gg. Aula + 1 gg. FAD) 3 skmf Logistica industriale (2gg. Aula + 1 gg. FAD) 3 skmf Logistica dei trasporti (2gg. Aula + 1 gg. FAD) 3 skmf AULA (60%) E E-LEARNING (40%) Disciplina della responsabilità amministrativa deile Società - D.Lgs 231/2001 (2gg. Aula + 1 gg. FAD) 3 skmf0441 N PART. DI CUI DONNE DI CUI CAT. SVANTAGGIATE ALLGATI: QUALITA, SICUREZZA E AMBIENTE Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (D.lgs 81:08 - D.lgs 109:09) - Moduli A+B+C Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione (D.lgs 81:08 - D.lgs 109:09) - Moduli A+B DURATA GG. COD. 12,5 skpd0071 9,5 skpd0122 N PART. DI CUI DONNE DI CUI CAT. SVANTAGGIATE TOTALE partecipanti corsi interaziendali ELENCO CORSI AZIENDALI PROGETTO FONDIMPRESA MANTEGNA ARGOMENTO DURATA GG. N. EDIZIONI N PARTECIP. TOTALI DI CUI DONNE DI CUI SVANTAGGIATI TOTALE partecipanti corsi aziendali Totale partecipanti corsi interaziendali Totale partecipanti corsi aziendali - - TOTALE dipendenti coinvolti nel Piano Formativo di cui donne di cui svantaggiati Catalogo_Mantegna 10

11 AMMINISTRAZIONE E CONTROLLO Controllo di gestione Fornire gli strumenti e present are le princip ali metodologie per l analisi e l interpretazione dei risultati economici aziendali Fornire una definizione attent a e puntuale relativamente a finalità, struttura, criteri di progettazione di un sistema di controllo gestionale concretamente applicabile alla realtà aziendale Acquisire le tecniche e le logiche di pianificazione e programmazione dell attività d Impresa attraverso il budget Riconoscere e classificare i costi della gestione aziendale Essere in grado di redigere il budget e di leggerne i risult ati aziendali attraverso gli indicatori economico-finanziari Saper individuare il sistema di controllo coerente alla realtà organizzativa e produttiva dell Impresa CODICE: skmd0012 DURATA: 3 giorni Imprenditori Responsabili delle aree: amministrazione, commerciale, produzione, ricerca e sviluppo, marketing Addetti amministrativi Sistema di controllo economico coerente con la realtà organizzativa Corretta allocazione delle risorse Chiara programmazione degli obiettivi Monitoraggio costante dei risultati Processi decisionali tempestivi, diretti e basati su dati oggettivi Pianificazione strategica e programmazione: dif ferenze, logiche e strumenti Sistema informativo del processo di controllo di gestione: collegamenti tra la contabilità generale ed il sistema di cont abilità analitica; logiche e principi di utilizzo delle informazioni Analisi e classificazione dei costi Strumenti per le decisioni t attiche: relazione costi/volumi/risult ati, break-even analysis, scelte di make-or-buy, scelte di mix Concetto di centro di costo: aspetti organizzativi, economici e gestionali del centro di costo Tecniche di calcolo dei costi di prodotto: full costing e direct costing Budget come strumento di programmazione e controllo: finalità e logiche organizzative Tecniche di redazione e analisi degli indicatori economico-finanziari Controllo dell efficienza: analisi degli scostamenti Gestione delle prest azioni esterne: principi, calcolo dif ferenziale di convenienza economica ed ambiti di applicabilità Catalogo_Mantegna 11 1

12 AMMINISTRAZIONE E CONTROLLO Contabilità industriale Fornire uno strumento utile per la pianificazione ed il controllo, in termini economici, dei fattori operativi dell impresa Fornire indicazioni sugli strumenti da utilizzare, nell ambito della contabilità industriale, per calcolare il costo dei diversi prodotti o servizi che costituiscono l'output dell'attività aziendale Illustrare i criteri di individuazione delle aree critiche di costo Illustrare la logica di programmazione e controllo dei costi industriali Acquisire la capacità di individuazione e calcolo dei costi rilevanti. Sviluppare la cap acità di individuare costi diretti e indiretti ed ef fettuare le allocazioni di costo Sviluppare la capacità di calcolare i costi per commessa Sviluppare gli strumenti di analisi degli scost amenti di costo CODICE: skmd0231 DURATA: 3 giorni Responsabili e addetti dell'area produzione Junior dell'area Amministrazione, Finanza e Controllo Individuare correttamente i livelli di performance gestionale Identificare gli andamenti economico-finanziari e i risult ati in termini di produttività e competitività aziendale Riduzione dei costi e realizzazione di ef ficienze Contabilità industriale e logiche di gestione del costo Logica di programmazione e controllo del costo Tipologie di costo (diretti e indiretti) Modalità e strumenti di calcolo dei costi di produzione Calcolo dei costi di processo e dei costi di commessa Pianificazione e controllo del costo Costi standard Obiettivi di costo e di efficienza Misure di rendimento e di produttività Budget di produzione: modalità di redazione del budget nelle aree operative Analisi degli scostamenti: i principi, le finalità e l applicazione operativa Modalità di controllo ed analisi degli scost amenti 2 Catalogo_Mantegna 12

13 AMMINISTRAZIONE E CONTROLLO Controllo dei costi operativi Presentare metodologie per il controllo dei costi operativi, eliminare gli sprechi e combattere le cause dell inef ficienza Fornire strumenti per la rilevazione e per l analisi dei costi al fine di realizzare piani e azioni di miglioramento Analizzare i legami tra informazioni contabili e gestionali e costi Individuare i centri di costo nella realtà operativa come strumento di organizzazione e di gestione Individuare ed analizzare i costi per misurare l ef ficacia e l efficienza economica della gestione Interpretare i risultati della gestione economico-operativa Utilizzare la cont abilità dei costi come strumento di ottimizzazione dell efficienza della gestione Valutare la convenienza economica dell acquisto delle prest azioni da terzi CODICE: skmd0070 DURATA: 2 giorni Imprenditori Dirigenti e Professional delle aree operative Responsabili di area Gestione rivolta a misurare i risultati non più solo in termini di quantità prodotta e di scarti, ma a valut are in termini economici (ovvero di costo) l efficacia e l efficienza delle attività operative dell area Riduzione dei costi e realizzazione di ef ficienze Principi e logiche della contabilità industriale attraverso una visione operativa degli strumenti informativi e delle metodologie di controllo di gestione Fasi della pianificazione e programmazione della gestione nel contesto operativo Concetto di centro di costo: aspetti organizzativi, economici e gestionali del centro di costo Costi dell area operativa: i costi di burden e la misurazione dell'ef ficacia ed efficienza economica dell impiego delle risorse. Risultati della gestione economica dell area operativa: interpretazione economica dell ef ficienza gestionale attraverso la lettura dei risultati economici Gestione delle prest azioni esterne: principi, calcolo dif ferenziale di convenienza economica ed ambiti di applicabilità Costi come indicatori di prestazione Catalogo_Mantegna 13 3

14 GESTIONE DELL INFORMAZIONE Aula informatica Office Automation Base Fornire le competenze per l'uso dell'editor di testi, del foglio di calcolo, degli strumenti di present azione, dei sistemi di gestione dat a- base e comunicazione Fornire una solida base teorica per utilizzare in maniera approfondita il pacchetto Microsoft Office System in tutti i suoi componenti Microsoft Office è la suite di programmi più famosi al mondo e rappresenta uno st andard di riferimento per l ambiente lavorativo; migliorare l ef ficienza nell utilizzo della suite di Of fice vuol dire aumentare la propria produttività globale e migliorare la propria immagine grazie alla cap acità di produrre documenti e output di qualità. Il corso, nella sua struttura st andard, è così composto: Windows: introduzione al personal computer; l hardware e il software; gestione dell esplora risorse; le cartelle ed i file: spostare, copiare, rinominare; i collegamenti; il cestino Word: modalità di visualizzazione; formattazione del carattere e del paragrafo, t abulazioni, t abelle, controllo ortografico, formato del documento e stampa del documento Excel: gestione dei dati e dei fogli di lavoro, formule e autocomposizione funzione, operatori, grafici, stampa del foglio di lavoro PowerPoint: creazione delle present azioni, disegno e modifica delle forme, gestione del testo della grafica e delle immagini Outlook: gestione della posta elettronica CODICE: skpd0461 DURATA: 5 giorni A tutti coloro che operano sul pacchetto O.A. e che debbono migliorarne la conoscenza teorica ed applicativa 4 Catalogo_Mantegna 14

15 GESTIONE DELL INFORMAZIONE Aula informatica Office Automation Avanzato Fornire le conoscenze necessarie per utilizzare, in piena autonomia, gli strumenti informatici che permettono di gestire l'attività d'ufficio e gli strumenti di lavoro in rete, quali la post a elettronica e Internet Approfondire le conoscenze indispensabili per l elaborazione di documenti (lettere, fax, report,...) caratteristici dell attività d uf ficio Conoscere ed applicare le modalità di registrazione di Macro istruzioni Acquisire consapevolezza delle potenzialità progettuali dell applicativo per quanto riguarda l analisi e la reportistica dei dati Acquisire le conoscenze necessarie per la realizzazione di presentazioni professionali contenenti testi, grafica e immagini CODICE: skpd0461 DURATA: 5 giorni A tutti coloro che hanno la necessità di saper utilizzare, in piena autonomia, i pacchetti applicativi qui presentati Pre-requisiti: buona conoscenza dei temi trattati nel corso Base di Microsoft Office Diminuzione del tempo necessario per l elaborazione dei documenti Maggiore qualità grafica degli elaborati Efficacia ed efficienza nelle attività di gestione di dati complessi. Il corso, nella sua struttura st andard, è così composto: Word: verifiche del testo e indicatori di revisione, sezioni, stili e documenti strutturati, gestione dei livelli, modelli, st ampa unione Excel: gestione dei dati e dei fogli di lavoro, creazione di t abelle pivot con insegnamento delle Macro istruzioni e del codice V isual Basic PowerPoint: realizzazione di present azioni professionali e multimediali contenenti testi, grafica e immagini, animazioni Access: database relazionali e modalità di progett azione (tabelle, record, campi, relazioni, chiavi di ricerca) amministrazione, analisi e recupero delle informazioni Outlook: identificazione ed utilizzazione delle molteplici funzioni del software (posta elettronica, rubrica, agenda, appuntamenti, riunioni) Internet: utilizzo dei motori di ricerca, dei browser e loro funzionalità; newsgroup Catalogo_Mantegna 15 5

16 GESTIONE DELLA PRODUZIONE WCP - World Class Production - Introduzione Diffondere nei partecipanti gli obiettivi e le logiche del W orld Class Production (WCP) Fornire una p anoramica sull import anza strategica e sugli imp atti operativi della metodologia di gestione adottata dal WCP e dei risultati ottenibili in termini di riduzione dei costi, miglioramento dell ef ficienza e dellla qualità Acquisire la conoscenza della metodologia di sviluppo dei pilastri del World Class Production (WCP) Riconoscere l import anza degli aspetti organizzativi, gestionali e comunicativi in un progetto di cambiamento CODICE: skmd0387 DURATA: 1 giorno Imprenditori Dirigenti Responsabili aziendali Chiara definizione e programmazione degli obiettivi Padronanza del modello organizzativo Possesso di logiche ed informazioni per decidere sull attuazione del modello Perché World Class Production (WCP) Dalla produzione di massa alla Mass Customization Importanza delle variabili competitive: prezzo, qualità, servizio Principi e logiche del WCP Soluzioni organizzative per il modello WCP Tecniche utilizzate per implementare il modello Cost deployment Tempistiche e risultati attesi Pilastri tecnici e gestionali Passi di sviluppo di ogni pilastro Regole pratiche per l impostazione del WCP 6 Catalogo_Mantegna 16

17 GESTIONE DELLA PRODUZIONE WCP - Logistica e servizio cliente Fornire le conoscenze e gli strumenti utili a: creare condizioni di flusso teso all interno dello st abilimento e con i fornitori; ridurre in maniera significativa i livelli di stock; livellare i volumi e il mix produttivo e aumentare le saturazioni delle linee; minimizzare la movimentazione interna, anche con consegne dirette da fornitori a linea di montaggio; integrare le reti di vendit a, produzione e acquisti Riduzione delle scorte di materiale in st abilimento Riduzione del rischio di danneggiamento e obsolescenza Minore frequenza di riprogrammazione della produzione a causa della mancanza di materiale Evasione ordini tempestiva e riduzione stock e giro lavoro Aumento competenze logistiche di stabilimento CODICE: skmd0429 DURATA: 2 giorni Responsabili di Produzione Responsabili Area Logistica Responsabili di Manutenzione Professional Analisi dei flussi (Value Stream Map) per individuare le perdite e le opportunità Sistemi di programmazione interna ed esterna, dei layout e dei contenitori Metodologie di gestione materiali (JIT sincrono, Kanban, pieno contro vuoto, FIFO, trasporti esterni condivisi, ) Catalogo_Mantegna 17 7

18 GESTIONE DELLA PRODUZIONE WCP - Cost deployment Fornire gli elementi di base per l analisi dei costi aziendali Fornire una visione sistemica del cruscotto aziendale e dei KPI (Key Performance Indicator) necessari per controllare i fattori economici prioritari Riconoscere e classificare i principali costi derivanti dal processo di trasformazione Attuare un piano di miglioramento ef ficace che affronti con la massima energia e con le più corrette metodologie le causali di perdit a più rilevanti e che offrano le maggiori potenzialità Saper individuare i fattori di rischio e gli elementi di controllo e governo CODICE: skmd0430 DURATA: 2 giorni Responsabili di Produzione Responsabili Area Tecnica Responsabili di Manutenzione Responsabili e Addetti amministrativi Professional Individuazione in maniera sistematica le principali voci di perdita presenti nel sistema produttivo logistico di st abilimento Quantificazione dei benefici economici potenziali e attesi Utilizzo delle risorse e dell impegno manageriale verso le attività con le maggiori potenzialità Conoscenza oggettiva delle causali di perdita prioritarie Crescita delle competenze manageriali verso una chiara p adronanza delle priorità e una gestione pianificat a delle attività e dei benefici Sviluppo delle capacità di pianificare le competenze necessarie per l applicazione delle metodologie scelte WCP: la riduzione dei costi di trasformazione Analisi dei costi: diretti ed indiretti Sprechi nelle aree produttive Localizzazione delle perdite (matrice perdite / processi) Identificazione delle perdite sorgenti (matrice perdite sorgenti / conseguenti) Valorizzazione delle perdite (matrice perdite sorgenti / costo) Scelta metodologie per eliminare le perdite (matrice perdite / soluzioni) Valorizzazione dei benefici attesi (matrice costi / benefici) Costi della non Qualità Costi dell organizzazione del lavoro Costi per guasto e fermate macchine Costi logistici e legati alla movimentazione 8 Catalogo_Mantegna 18

19 GESTIONE DELLA PRODUZIONE WCP - Miglioramento focalizzato Proporre metodologie e strumenti per eliminare le princip ali voci di perdita individuate tramite il Cost Deployment Ridurre le perdite più import anti presenti nel sistema produttivo di stabilimento, eliminando le inefficienze dei processi Eliminare le attività a non valore aggiunto, allo scopo di aument are la competitività del costo del prodotto Sviluppare le competenze professionali specifiche di Problem Solving CODICE: skmd0431 DURATA: 2 giorni Responsabili di Produzione Responsabili Area Tecnica Responsabili di Manutenzione Professional Miglioramento efficienza impianti (OEE) Riduzione dei tempi di set-up Riduzione degli sprechi Crescita professionale e acquisizione del metodo Sviluppo di una attitudine diffusa al miglioramento Attività da af frontare, obiettivi e risorse per la conduzione dei progetti Addestramento dei gruppi e monitoraggio dell andamento dei progetti Realizzazione dei progetti di miglioramento Strumenti di supporto specialistico per gruppi di miglioramento Certificazione e consuntivazione dei risultati Catalogo_Mantegna 19 9

20 GESTIONE DELLA PRODUZIONE WCP - Manutenzione autonoma Fornire le conoscenze utili a migliorare l efficienza globale del sistema produttivo attraverso: l arresto del deterioramento degli impianti e dei macchinari del sistema produttivo, il ripristino e il mantenimento delle condizioni di base il coinvolgimento delle persone sulle attività di automanutenzione lo sviluppo delle competenze sul prodotto e sull impianto la collaborazione tra conduttori e manutentori CODICE: skmd0433 DURATA: 2 giorni Responsabili di Produzione Responsabili Area Logistica Responsabili di Manutenzione Professional Miglioramento dell efficienza globale degli impianti (OEE) e della qualità dei prodotti Incremento della vita utile degli impianti Miglioramento del clima, della motivazione e della propositività Creazione dei team, addestramento e prep arazione delle attività in automanutenzione Pulizia iniziale (pulire per ispezionare e per conoscere) Eliminazione delle sorgenti di sporco e delle aree di dif ficile accesso Definizione e applicazione di cicli ef ficaci e sostenibili di pulizia, ispezione, lubrificazione e serraggio Miglioramento delle modalità di ispezione, attraverso lo sviluppo delle competenze degli addetti Focalizzazione delle attività degli addetti verso il controllo della qualità del prodotto e di processo 10 Catalogo_Mantegna 20

21 GESTIONE DELLA PRODUZIONE WCP - Manutenzione professionale Fornire metodologia e strumenti per: ridurre il numero dei guasti e migliorare la collaborazione tra conduttori e manutentori aumentare l efficienza delle macchine (aumento MTBF riduzione MTTR) attraverso le accresciute competenze dei manutentori e l uso delle tecniche di Analisi Guasto Riduzione dei guasti macchina Incremento dell Efficienza Globale degli Impianti (OEE) Incremento della percentuale di Manutenzione Pianificat a Definizione di un piano di Manutenzione Preventiva Motivazione e crescita professionale dei manutentori maggiore collaborazione tra conduttori e manutentori CODICE: skmd0434 DURATA: 2 giorni Responsabili di Produzione Responsabili Area Logistica Responsabili di Manutenzione Professional Analisi, controllo e analisi dei guasti Aumento delle competenze dei manutentori Definizione di piani economicamente sostenibili di Manutenzione Pianificata Supporto degli addetti impegnati nella Manutenzione Autonoma (eliminazione dei cartellini e aumento delle competenze ispettive) Applicazione di nuove tecniche manutentive Catalogo_Mantegna 21 11

22 GESTIONE DELLA PRODUZIONE WCP - Strumenti Fornire un quadro strutturato di riferimento per l utilizzo degli strumenti e delle tecniche in ambito WCP con specifico riferimento ai pilastri nei quali sono applicabili CODICE: skmd0438 DURATA: 2 giorni Miglioramento dei risultati e delle prestazioni derivanti dall uso appropriato dei metodi, strumenti e tecniche WCP Responsabili di Produzione Responsabili Area Logistica Responsabili di Manutenzione Professional Strumenti e tecniche WCP: caratteristiche e ambiti applicativi 4M Technique 5S 5W1H 5Whys AM Tag ABC Classification FMEA Kanban NVAA OPL Poka Yoke QA Matrix QM Matrix Six Sigma SMED Value S. Map X Matrix Migliore organizzazione degli interventi operativi e migliore competenza 12 Catalogo_Mantegna 22

23 GESTIONE DELLA PRODUZIONE Gestione della produzione Fornire le conoscenze utili a capire il processo di gestione della produzione e i necessari approfondimenti in termini di ottimizzazione Comprendere l interazione tra processi produttivi e gli obiettivi di prestazione aziendale Acquisire le conoscenze relative ai meccanismi di funzionamento di un sistema produttivo Individuare gli elementi chiave di gestione e controllo per il miglioramento degli aspetti strutturali, organizzativi e operativi Analizzare le variabili che concorrono a determinare le performance di un unità produttiva e le caratteristiche delle stesse attraverso i relativi indicatori CODICE: skmd0756 DURATA: 3 giorni Responsabili di aree di produzione Direttori di produzione Imprenditori Responsabili di sviluppo prodotto/processo Valutazione della capacità di risposta del sistema di produzione Rispetto degli obiettivi della produzione Aumentare la capacità di gestione del processo di produzione Sistema produttivo: funzione e gestione Produzione: sistema tecnico esecutivo e socio organizzativo Elementi strutturali che condizionano le prestazioni del processo di produzione Classificazione dei sistemi produttivi Evoluzione del sistema produttivo Flessibilità produttiva Controllo della produzione Progettazione del sistema produttivo Catalogo_Mantegna 23 13

24 ORGANIZZAZIONE E MANAGEMENT Lean production Fornire un quadro interpretativo delle caratteristiche e dei principi della Produzione Snella, evidenziando i fattori di competitività del nuovo sistema di manufacturing. Conoscere i modelli organizzativi ed i relativi sistemi di gestione caratteristici della lean production Conoscere i principali processi di cambiamento del manufacturing verso un modello di lean production Descrivere gli strumenti, tecniche e metodi per poter attuare con successo il cambiamento CODICE: skmd0204 DURATA: 3 giorni Responsabili: produzione, logistica, acquisti, magazzini, controllo di gestione, qualità. Professional di produzione Supporto nel cambiamento organizzativo aziendale verso le logiche lean. Miglioramento dell efficienza e dell efficacia dell organizzazione Assegnazione del giusto impegno aziendale alle attività di valore strategico La produzione snella: contesto evolutivo, Impatto sull organizzazione di fabbrica e leve di eccellenza Il percorso realizzativo della produzione snella: obiettivi, vant aggi, principi I principali filoni di evoluzione organizzativa: Just in Time (JiT), Total Productive Maintenance (TPM), Total Quality Management (TQM), World Class Manufacturing (WCM) Evoluzione della Lean Production: i sistemi a rete e il WCP World Class Production Gestione a vista e lotta agli sprechi e miglioramento focalizzato I sistemi di monitoraggio nelle produzioni snelle. 14 Catalogo_Mantegna 24

25 GESTIONE DELLA PRODUZIONE Studio del lavoro: tempi e metodi Fornire gli strumenti e le tecniche utilizzate nello studio del lavoro, in particolare sui temi di analisi metodi e misura dei tempi Fornire le competenze che consentono la formazione dell analist a del lavoro Miglioramento del processo produttivo nelle diverse fasi di lavoro Standardizzazione ed ottimizzazione dei tempi di processo Scelta del metodo ottimale per lo svolgimento delle attività esecutive Adeguamento della qualità dei prodotti allo st andard richiesto CODICE: skmd0218 DURATA: 5 giorni Analisti e responsabili dell organizzazione del lavoro Responsabili di processi operativi Responsabili di produzione Il sistema produttivo e lo studio del lavoro: definizioni Organizzazione e studio del lavoro, modelli, principi e contenuti, tecnologia e organizzazione del lavoro, le trasformazioni e la produzione snella. Lo studio dei metodi di lavoro Analisi, definizioni, razionalizzazione del flusso di lavoro Le fasi tipiche per l analisi e lo studio dei metodi Analisi e schemi di procedimento La misurazione del lavoro Lo studio dei tempi mediante rilievo cronometrico La determinazione dei tempi standard Descrizione del metodo delle osservazioni istantanee L analisi e lo studio dei tempi mediante i metodi dei tempi predeterminati (MTM Methods Time Measurements e TMC 1,TMC 2 Tempi dei movimenti collegati) Rendimento e saturazione del lavoro Il ciclo di fabbricazione I cartellini operativi Gli abbinamenti e le perdite, la struttura delle perdite La documentazione tecnica per la descrizione del lavoro L evoluzione dello studio del lavoro ed ergonomia La progettazione del posto di lavoro I sistemi di monitoraggio ed i piani operativi Miglioramento della produttività ed indicatori di rendimento Catalogo_Mantegna 25 15

26 GESTIONE DELLA PRODUZIONE Organizzazione del posto di lavoro Sviluppare, all interno dell azienda, le competenze necessarie per applicare in modo ef ficace ed efficiente le metodologie, le tecniche e gli strumenti utili a migliorare l organizzazione del posto di lavoro Conoscere e conseguire risultati ottimali dalla razionalizzazione del posto di lavoro Fornire competenze utili a ridurre le perdite di mano d opera e ottenere miglioramenti significativi nelle efficienze del lavoro; Creare, con affiancamento sul campo, figure professionali di esperti in grado di migliorare l organizzazione del posto di lavoro CODICE: skmd0379 DURATA: 2 giorni Responsabili ed addetti alla manutenzione Responsabili ed addetti alla produzione Riduzione dei tempi di lavoro e delle perdite di ef ficienza Riduzione degli errori e degli scarti Miglioramento del clima aziendale e dell ergonomia Miglioramento della qualità di processo Miglioramento della gestione del flusso di lavoro Progettazione del posto di lavoro (p.d.l): concetti introduttivi Passi operativi per migliorare l organizzazione del posto di lavoro Metodi e strumenti per la razionalizzazione del posto di lavoro Metodo 5S applicato al posto di lavoro Esempi applicativi nel settore manifatturiero Metodi di monitoraggio del miglioramento Check list di valutazione dei risultati ottenuti 16 Catalogo_Mantegna 26

27 GESTIONE IMPIANTI E MANUTENZIONE Gestione impianti e macchinari Fornire i concetti utili ad una corrett a gestione degli impianti industriali relativamente alle fasi di acquisizione/avviamento impianti e mantenimento delle prestazioni produttive Conoscere gli step fondament ali per una corrett a acquisizione/ avviamento degli impianti Individuare i documenti di supporto necessari per la gestione Conoscere le tipologie di manutenzione e l evoluzione dei modelli organizzativi Individuare gli indicatori attraverso i quali misurare le prest azioni delle attività di avviamento impianti CODICE: skmd0755 DURATA: 2 giorni Imprenditori e dirigenti Responsabili di produzione Responsabili di Unità produttive Responsabili di Tecnologie Incremento dei volumi produttivi ottenibili dalle macchine esistenti Incremento dell efficienza tecnica e della disponibilità di macchine ed impianti Miglioramento della gestione di macchine ed impianti Processo di acquisizione impianti: prest azioni tecniche e aspetti economici Principali fasi di acquisizione impianti: specifiche d acquisto, oferta, valutazione, ordine Avviamento e collaudo impianti Certificazione del processo di produzione e benestare avvio produzione Documentazione tecnica: diario macchina, manuale di conduzione, istruzioni operative Prestazioni tecnologiche: af fidabilità, manutenibilità e disponibilità degli impianti Politiche di manutenzione, ambiti applicativi e criteri di scelt a Indicatori di prestazione e sistemi di monitoraggio Dismissione e rinnovo degli impianti Catalogo_Mantegna 27 17

28 GESTIONE IMPIANTI E MANUTENZIONE Organizzazione della manutenzione Fornire il quadro di riferimento relativo alle logiche di Total Productive Maintenance (TPM) Conoscere i concetti alla base della Total Productive Maintenance (TPM) Conoscere le princip ali tecniche e gli strumenti gestionali adott ati nella metodologia TPM Acquisire le modalità di impost azione e avviamento di progetti TPM nel contesto aziendale Conoscere gli indicatori attraverso i quali misurare le prest azioni delle attività di manutenzione in ottica TPM CODICE: skmd0212 DURATA: 3 giorni Dirigenti Aziendali Responsabili di S tabilimento e Unità Produttive Dirigenti dell area produttiva/manutentiva Imprenditori Razionalizzazione delle attività collegate alla gestione impianti Incremento della produttività Crescita delle competenze del personale operativo di S tabilimento Miglioramento del coinvolgimento e del clima aziendale Introduzione al TPM: i 7 pilastri Architettura di un progetto TPM Miglioramento focalizzato Attività di manutenzione svolte dagli addetti: automanutenzione Organizzazione del posto di lavoro: 5S Riduzione dei tempi di set-up e di avviamento impianti Interventi sui guasti e sulle microfermate degli impianti produttivi Monitoraggio delle prestazioni degli impianti Gestione a vista nel TPM 18 Catalogo_Mantegna 28

29 GESTIONE IMPIANTI E MANUTENZIONE Total Productive Maintenance - TPM Fornire il quadro di riferimento relativo alle logiche di Total Productive Maintenance (TPM) Conoscere i concetti alla base della Total Productive Maintenance (TPM) Conoscere le princip ali tecniche e gli strumenti gestionali adott ati nella metodologia TPM Acquisire le modalità di impost azione e avviamento di progetti TPM nel contesto aziendale Conoscere gli indicatori attraverso i quali misurare le prest azioni delle attività di manutenzione in ottica TPM CODICE: skmd0159 DURATA: 3 giorni Dirigenti Aziendali Responsabili di S tabilimento e Unità Produttive Dirigenti e Professional di Produzione e Manutenzione Razionalizzazione delle attività collegate alla gestione impianti Incremento della produttività Crescita delle competenze del personale operativo di S tabilimento Miglioramento del coinvolgimento e del clima aziendale Introduzione al TPM: i 7 pilastri Architettura di un progetto TPM Miglioramento focalizzato Attività di manutenzione svolte dagli addetti: automanutenzione Organizzazione del posto di lavoro: 5S Riduzione dei tempi di set-up e di avviamento impianti Interventi sui guasti e sulle microfermate degli impianti produttivi Monitoraggio delle prestazioni degli impianti Gestione a vista nel TPM Catalogo_Mantegna 29 19

30 GESTIONE IMPIANTI E MANUTENZIONE Riduzione dei tempi di attrezzaggio - SMED Fornire un quadro relativo alle possibilità di recupero di produttività degli impianti attraverso la razionalizzazione delle attività e la riduzione del tempo di attrezzaggio Evidenziare il legame esistente fra i tempi di attrezzaggio e gli effetti economici nelle aree operative Conoscere i concetti generali della riduzione dei tempi di set-up Acquisire il metodo e gli strumenti utili a svilupp are un analisi costi/benefici Fornire gli strumenti per avviare e portare a termine un piano di riduzione tempi di attrezzaggio Conoscere le relazioni tra la riduzione tempi di set-up e il dimensionamento dei lotti di produzione CODICE: skmd0045 DURATA: 2 giorni Top Management e Dirigenti Direttori di Produzione Responsabili dell Utilizzo Fattori Responsabili dei Metodi Industriali Incremento della produttività delle macchine esistenti Riduzione del Lotto Economico e del Work In Progress Miglioramento del Livello di Servizio alla clientela Terminologia e concetti generali del Set-up Analisi costi/benefici Piano di intervento SMED Organizzazione del progetto di riduzione tempi Analisi delle operazioni e loro classificazione Metodo SMED di riduzione del set-up Tempo di set-up e dimensione del lotto economico 20 Catalogo_Mantegna 30

31 GESTIONE IMPIANTI E MANUTENZIONE Metodo 5S Fornire conoscenze necessarie per introdurre il metodo 5S finalizzato alla corretta gestione del posto di lavoro Conoscere il contributo del metodo al miglioramento dell'ef ficienza degli impianti Acquisire la metodologia delle 5S e gli aspetti relativi al coinvolgimento degli addetti Acquisire i vantaggi ottenibili attraverso il metodo 5S e alla segnalazione dei segnali deboli riscontrati CODICE: skmd0228 DURATA: 2 giorni Dirigenti Responsabili alla manutenzione Responsabili alla produzione Incremento dell efficienza e dell efficacia del lavoro Miglioramento della gestione e dell organizzazione delle aree di lavoro Miglioramento del coinvolgimento e del clima aziendale Riduzione dei costi di gestione operativa Metodologia 5S: definizioni e linee guida Descrizione dei p assi operativi: attività 5S, valut azioni per aree di lavoro, zone di sosta, macchine Metodo 5S e organizzazione del posto di lavoro Strumenti necessari per monitorare l andamento delle attività Check-list per la valutazione delle operazioni svolte Catalogo_Mantegna 31 21

32 GESTIONE PROGETTI E PROCESSI Project Management Fornire ai partecipanti un quadro complessivo sull argomento, chiarendo i diversi aspetti del Project Management, le fasi in cui si articola la tecnica e gli strumenti utilizzabili Chiarire le principali logiche organizzative del team di progetto Acquisire la conoscenza delle logiche gestionali relative alla metodologia del Project Management Individuare ed analizzare le fasi in cui si articola il processo di gestione del progetto Identificare la figura del Project Manager: il profilo professionale, le responsabilità, le competenze, le abilità relazionali Acquisire le conoscenze e i modelli utili ad analizzare e agire i comportamenti organizzativi più idonei Comprendere i meccanismi che regolano le interazioni e gli scambi comunicativi all interno del gruppo Gestire i processi di comunicazione all interno del gruppo di lavoro e affermare la propria leadership Definire e applicare le tecniche e gli strumenti di pianificazione e controllo dei progetti Miglioramento della qualità della gestione del progetto e dei risult ati di prestazione Orientamento al rispetto dei tempi e del budget di progetto Capacità di previsione e di gestione del rischio Miglioramento del clima e della produttività nel gruppo di lavoro CODICE: skpd0310 DURATA: 3 giorni Project Manager Project team leader Liberi professionisti Responsabili e coordinatori di progetto Dirigenti e funzionari Coloro che operano all interno di un team di progetto Project Management: definizioni e logiche Visione complessiva sull argomento; i diversi aspetti del Project Management e le fasi in cui si articola Project Management: organizzazione e comunicazione Gli aspetti organizzativi e le competenze gestionali e relazionali utili a realizzare con successo le attività Project Manager e gruppi di progetto Il ruolo e le responsabilità del Project Manager; le princip ali logiche organizzative di gestione del team; le modalità e i processi di comunicazione nella gestione per progetti Project Management: pianificazione e analisi Le tecniche e gli strumenti operativi per la pianificazione dei progetti: le strutture di scomposizione del progetto (WBS), i diagrammi di Gantt, le tecniche reticolari (PERT e CPM), le milestones di progetto Project Management: controllo costi e reporting Le tecniche e gli strumenti operativi nelle fasi relative al controllo di avanzamento e chiusura di un progetto: come gestire i ritardi (ripianificazione), codificare, preventivare e controllare i costi; le stime, i budget di progetto e il reporting come strumento di analisi Project Management: rischio e contratti di progetto Le tecniche del Risk Management e gli strumenti per impostare programmi di riduzione del rischio, valutandone anticipatamente i costi aggiuntivi 22 Catalogo_Mantegna 32

LEAN ORGANIZATION C A T A L O G O C O R S I L E A N 2 0 1 3 BPR GROUP

LEAN ORGANIZATION C A T A L O G O C O R S I L E A N 2 0 1 3 BPR GROUP LEAN ORGANIZATION Organization fabbrica snella L impatto della sui in ottica 1 8 14 Trasmettere i principi teorici e definire, in termini di logica ed operatività, le principali metodologie del Production

Dettagli

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione 6 Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta Quadri sulla gestione Impiegati con responsabilità direttive Dirigenti di imprese private e organizzazioni pubbliche, interessati

Dettagli

executive master course www.cspmi.it Production Manager Modena, aprile - dicembre 2014 Sempre un passo avanti

executive master course www.cspmi.it Production Manager Modena, aprile - dicembre 2014 Sempre un passo avanti executive master course www.cspmi.it Production Manager Modena, aprile - dicembre 20 Sempre un passo avanti EXECUTIVE MASTER COURSE Production Manager OBIETTIVI Il corso mette in condizione i partecipanti

Dettagli

Catalogo dei percorsi formativi per Automotive 5

Catalogo dei percorsi formativi per Automotive 5 Catalogo dei percorsi formativi per Automotive 5 Il processo di formazione Con i termini formazione e addestramento intendiamo identificare quelle attività educative organizzate, che hanno la finalità

Dettagli

Proposte formative CHANGE MANAGEMENT MANAGEMENT DELLE RISORSE UMANE GESTIONE EFFICACE DEL TEMPO E ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO NELLA PMI

Proposte formative CHANGE MANAGEMENT MANAGEMENT DELLE RISORSE UMANE GESTIONE EFFICACE DEL TEMPO E ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO NELLA PMI Proposte formative Un team di esperti in progettazione formativa è a disposizione per lo sviluppo di soluzioni personalizzate e la realizzazione di percorsi costruiti intorno alle esigenze di ciascuna

Dettagli

Verona, 29-30 ottobre 2013!

Verona, 29-30 ottobre 2013! Verona, 29-30 ottobre 2013! VERONA ottobre 2013 IL METODO WORLD CLASS MANUFACTURING (WCM) RIDUZIONE DEI COSTI CON INCREMENTO DELL EFFICIENZA AZIENDALE. ASPETTI RELATIVI ALLA SICUREZZA ED ALLA MANUTENZIONE

Dettagli

PROGETTO FONDIMPRESA - AVVISO n. 4/2012 - Scadenza 22/07/2013 TITOLO: SORGENTE: Sviluppo ORGanizzatvo E Nuove TEcnologie nelle imprese (emiliane)

PROGETTO FONDIMPRESA - AVVISO n. 4/2012 - Scadenza 22/07/2013 TITOLO: SORGENTE: Sviluppo ORGanizzatvo E Nuove TEcnologie nelle imprese (emiliane) Documento da inviare via fax al numero (059247900) oppure via mail all indirizzo (fontana@nuovadidactica.it ) entro e non oltre l 11 giugno 2013 AZIENDA (Ragione Sociale) Sito: www. Matricola INPS Codice

Dettagli

ECCELLERE NELLA LOGISTICA. Generare opportunità con la logistica

ECCELLERE NELLA LOGISTICA. Generare opportunità con la logistica ECCELLERE NELLA LOGISTICA Generare opportunità con la logistica INTRODUZIONE Il settore della logistica rappresenta una risorsa strategica per la competitività delle imprese e del territorio ed è attualmente

Dettagli

5.A.1 Controllo statistico di processo (SPC)

5.A.1 Controllo statistico di processo (SPC) 5.A.1 Controllo statistico di processo (SPC) F [2.A.3] Gli obiettivi che si vogliono raggiungere sono relativi alla comprensione del metodo, all utilizzo sistematico delle, alla progettazione di un controllo

Dettagli

6.A.1 Logistica interna ed esterna

6.A.1 Logistica interna ed esterna 6.A.1 Logistica interna ed esterna Il corso si propone di fornire un quadro chiaro di inquadramento della logistica e delle sue principali funzioni in azienda. Si vogliono altresì fornire gli strumenti

Dettagli

Produzione. Durata e costi. A chi è indirizzato. Obiettivi

Produzione. Durata e costi. A chi è indirizzato. Obiettivi 34 P01 Il miglioramento rapido in produzione in ottica lean : il Quick Kaizen Approccio innovativo ispirato a principi e tecniche di Lean Production e TPS Il QuicK Kaizen è un approccio innovativo per

Dettagli

Corsi E-Learning a catalogo

Corsi E-Learning a catalogo E-Learning a catalogo Indice documento gratuiti (12 titoli)... "compliance" (7 titoli)... software & IT (16 titoli)... di lingua (36 titoli)... (136 titoli)... Caratteristiche e modalità di acquisto...

Dettagli

Imprenditori con responsabilità diretta sul Responsabili Logistica e loro staff

Imprenditori con responsabilità diretta sul Responsabili Logistica e loro staff Il catalogo MANUFACTURING Si rivolge a: Responsabili Produzione e loro staff Imprenditori con responsabilità diretta sul Responsabili Logistica e loro staff processo produttivo Responsabili Manutenzione

Dettagli

www.leanfactoryschool.it catalogo corsi

www.leanfactoryschool.it catalogo corsi www.leanfactoryschool.it catalogo corsi Lean Factory School Gli obiettivi 99 Capire i principi e le tecniche Lean mettendoli in pratica, in modo coinvolgente 99 Lavorare in un ambiente produttivo reale,

Dettagli

Il Sistema Qualità come modello organizzativo per valorizzare e gestire le Risorse Umane Dalla Conformità al Sistema di Gestione Tab.

Il Sistema Qualità come modello organizzativo per valorizzare e gestire le Risorse Umane Dalla Conformità al Sistema di Gestione Tab. Il Sistema Qualità come modello organizzativo per valorizzare e gestire le Risorse Umane Gli elementi che caratterizzano il Sistema Qualità e promuovono ed influenzano le politiche di gestione delle risorse

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LA PRODUZIONE

TECNICO SUPERIORE PER LA PRODUZIONE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER LA PRODUZIONE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE DELLA FIGURA PROFESSIONALE

Dettagli

Quarta - Sistema Informativo Qualità Ambiente Sicurezza

Quarta - Sistema Informativo Qualità Ambiente Sicurezza Quarta - Sistema Informativo Qualità Ambiente Sicurezza Quarta, la soluzione informatica per la costruzione di un Sistema Qualità, Ambiente e Sicurezza fortemente integrato è in grado di garantire l efficacia

Dettagli

Programmazione didattica 2009. Project Management. Catalogo dei corsi

Programmazione didattica 2009. Project Management. Catalogo dei corsi Programmazione didattica 2009 Project Management Catalogo dei corsi Alta Formazione in Project Management Project Management: principi e criteri organizzativi Metodi e tecniche di avvio ed impostazione

Dettagli

SERVIZI DI CONSULENZA La proposta Consulman

SERVIZI DI CONSULENZA La proposta Consulman Consulenza organizzativa e formazione www.consulman.it www.e-formazione.net SERVIZI DI CONSULENZA La proposta Consulman Esperienze e Competenze Offerta di consulenza Tratto distintivo Criteri di lavoro

Dettagli

E. Struttura e organizzazione del sistema

E. Struttura e organizzazione del sistema E. Struttura e organizzazione del sistema E. Struttura e organizzazione del sistema E.1 Sistema di gestione L azienda dovrebbe strutturare il SGSL seguendo i contenuti espressi nel presente documento,

Dettagli

INFORMATICA AVANZATA: CERTIFICAZIONI MICROSOFT & E-COMMERCE

INFORMATICA AVANZATA: CERTIFICAZIONI MICROSOFT & E-COMMERCE Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: INFORMATICA AVANZATA: CERTIFICAZIONI MICROSOFT & E-COMMERCE Corsi di specializzazione

Dettagli

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE Società certificata per procedure relative ad elaborazione delle retribuzioni ed amministrazione del personale Certificato ISO 9001 2008 N 50 100 2011 FORMAZIONE MANAGERIALE

Dettagli

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE SETTEMBRE - DICEMBRE 2006 LA COMUNICAZIONE EFFICACE IN AZIENDA

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE SETTEMBRE - DICEMBRE 2006 LA COMUNICAZIONE EFFICACE IN AZIENDA CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE SETTEMBRE - DICEMBRE 2006 Si ricorda che è ancora aperto il Bando provinciale dove è possibile richiedere il finanziamento per la partecipazione a corsi di formazione. Prossima

Dettagli

IL PROJECT MANAGEMENT Project Manager, gestione dei progetti, standard ISO 21500 e best practice

IL PROJECT MANAGEMENT Project Manager, gestione dei progetti, standard ISO 21500 e best practice IL PROJECT MANAGEMENT Project Manager, gestione dei progetti, standard ISO 21500 e best practice CORSO DI ALTA FORMAZIONE 38 ORE IN AULA 8 Moduli Didattici Roma, dal 13 novembre al 5 dicembre 2015 Hotel

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE 24 ore

PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE 24 ore PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE 24 ore OBIETTIVI DEL CORSO: Il programma si propone di fornire alle aziende indicazioni che possano essere di supporto al miglioramento delle prestazioni del loro processo

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L APPROVVIGIONAMENTO

TECNICO SUPERIORE PER L APPROVVIGIONAMENTO ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER L APPROVVIGIONAMENTO STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE DELLA FIGURA PROFESSIONALE

Dettagli

NSM Nexus Scuola di Management

NSM Nexus Scuola di Management NSM Nexus Scuola di Management NSM è la Scuola di Management della Nexus Srl, agenzia di formazione accreditata presso la Regione Abruzzo per la Formazione continua e superiore, che opera dal 1991 fornendo

Dettagli

CASO APPLICATIVO: PROGRAMMA DI SVILUPPO RISORSE UMANE

CASO APPLICATIVO: PROGRAMMA DI SVILUPPO RISORSE UMANE CASO APPLICATIVO: PROGRAMMA DI SVILUPPO RISORSE UMANE IL PROJECT MANAGEMENT NEL SERVIZIO SANITARIO L esperienza dell APSS di Trento Bolzano, 8 maggio 2008 Auditorio del Palazzo Provinciale 12 Autore: Ettore

Dettagli

Applicare il Six Sigma. Un esempio

Applicare il Six Sigma. Un esempio Applicare il Six Sigma Un esempio Indice 1. Oggetto e Scenario 2. Obiettivi dell intervento 3. L approccio Festo Consulenza e Formazione 4. Struttura del progetto Oggetto e Scenario Il progetto in oggetto

Dettagli

CORSO LA GESTIONE DEL MARKETING AZIENDALE AI TEMPI DEL WEB 3.0 12 ore

CORSO LA GESTIONE DEL MARKETING AZIENDALE AI TEMPI DEL WEB 3.0 12 ore CORSO LA GESTIONE DEL MARKETING AZIENDALE AI TEMPI DEL WEB 3.0 12 ore OBIETTIVI DEL CORSO: Il corso consente al partecipante di venire a conoscenza delle opportunità che la gestione del web marketing moderno

Dettagli

Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30

Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30 Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30 ANALISI, REVISIONE E IMPLEMENTAZIONE DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO IN QUALITÀ NELLO STUDIO LEGALE OBIETTIVI Master Breve di formazione personalizzata Il Master

Dettagli

Risultati. Competenze. Soluzioni. Catalogo Formazione

Risultati. Competenze. Soluzioni. Catalogo Formazione Risultati Competenze Soluzioni Catalogo Formazione Benvenuti! Mauro Nardon, Consulente di Direzione e di Organizzazione Aziendale, Manager e tecnico di azienda, dopo aver acquisito negli anni adeguate

Dettagli

ANALISI, REVISIONE E IMPLEMENTAZIONE DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO IN QUALITA NELLO STUDIO LEGALE

ANALISI, REVISIONE E IMPLEMENTAZIONE DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO IN QUALITA NELLO STUDIO LEGALE 22 aprile 2015 ore 14:30 / 18:30 Sala della Fondazione Forense Bolognese Via del Cane, 10/a Presiede e modera Avv. Federico Canova Consigliere dell Ordine degli Avvocati di Bologna ANALISI,REVISIONEEIMPLEMENTAZIONEDIUNMODELLO

Dettagli

Bottoncino CATALOGO CORSI (SEZIONE FORMAZIONE AZIENDALE) COMUNICAZIONE E RELAZIONALITÀ COMPETENZE MANAGERIALI BENESSERE E PRODUTTIVITÀ

Bottoncino CATALOGO CORSI (SEZIONE FORMAZIONE AZIENDALE) COMUNICAZIONE E RELAZIONALITÀ COMPETENZE MANAGERIALI BENESSERE E PRODUTTIVITÀ Bottoncino CATALOGO CORSI (SEZIONE FORMAZIONE AZIENDALE) COMUNICAZIONE E RELAZIONALITÀ COMPETENZE MANAGERIALI BENESSERE E PRODUTTIVITÀ FORMAZIONE TECNICA Cliccando tendina COMUNICAZIONE E RELAZIONALITA

Dettagli

APPROFONDIMENTO LABORATORIO SIMULAZIONE DI UNA MODERNA AZIENDA MECCATRONICA INTEGRATA DIVISIONE PER AREE AZIENDALI

APPROFONDIMENTO LABORATORIO SIMULAZIONE DI UNA MODERNA AZIENDA MECCATRONICA INTEGRATA DIVISIONE PER AREE AZIENDALI APPROFONDIMENTO LABORATORIO SIMULAZIONE DI UNA MODERNA AZIENDA MECCATRONICA INTEGRATA DIVISIONE PER AREE AZIENDALI Area Progettazione Area Acquisti Area Produzione Area Assistenza Tecnica Area Marketing

Dettagli

Il catalogo MARKET. Mk6 Il sell out e il trade marketing: tecniche, logiche e strumenti

Il catalogo MARKET. Mk6 Il sell out e il trade marketing: tecniche, logiche e strumenti Si rivolge a: Forza vendita diretta Agenti Responsabili vendite Il catalogo MARKET Responsabili commerciali Imprenditori con responsabilità diretta sulle vendite 34 di imprese private e organizzazioni

Dettagli

MASTER I LIVELLO IN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2012/2013

MASTER I LIVELLO IN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2012/2013 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLO IN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2012/2013 1 MASTER I LIVELLO MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI

Dettagli

DOMANDA A FONDIMPRESA DI QUALIFICAZIONE DEL CATALOGO FORMATIVO Allegato n. 2 - SINTESI DEL CATALOGO FORMATIVO PER TEMATICA

DOMANDA A FONDIMPRESA DI QUALIFICAZIONE DEL CATALOGO FORMATIVO Allegato n. 2 - SINTESI DEL CATALOGO FORMATIVO PER TEMATICA DOMANDA A FONDIMPRESA DI QUALIFICAZIONE DEL CATALOGO FORMATIVO Allegato n. 2 - SINTESI DEL CATALOGO FORMATIVO PER TEMATICA Ente: IRES FVG IMPRESA SOCIALE Codice Fiscale: 94011720300 Sede: Via Vincenzo

Dettagli

Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30

Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30 Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30 ANALISI, REVISIONE E IMPLEMENTAZIONE DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO IN QUALITÀ NELLO STUDIO LEGALE ACEF Associazione Culturale Economia e Finanza è lieta di

Dettagli

LEAN MANUFACTURING AND WAREHOUSING

LEAN MANUFACTURING AND WAREHOUSING LEAN MANUFACTURING AND WAREHOUSING La produzione snella: eliminare gli sprechi aziendali 2010 www.ailog.it LEAN MANUFACTURING AND WAREHOUSING La produzione snella: eliminare gli sprechi aziendali 18 gennaio

Dettagli

Dirigere con successo un impresa del settore edile. Corso executive di alta formazione in gestione aziendale

Dirigere con successo un impresa del settore edile. Corso executive di alta formazione in gestione aziendale Dirigere con successo un impresa del settore edile Corso executive di alta formazione in gestione aziendale ITALSOFT GROUP per la formazione degli imprenditori del settore edile Il settore dell edilizia

Dettagli

Six Sigma Handbook Gli strumenti sei sigma per raggiungere obiettivi, organizzativi e di qualità, ad alto impatto economico con l ausilio di Excel

Six Sigma Handbook Gli strumenti sei sigma per raggiungere obiettivi, organizzativi e di qualità, ad alto impatto economico con l ausilio di Excel Six Sigma Handbook Gli strumenti sei sigma per raggiungere obiettivi, organizzativi e di qualità, ad alto impatto economico con l ausilio di Excel di Rinaldo Tartari Consulente Qualità e Affidabilità Excel

Dettagli

MANAGER DELLA SICUREZZA INTEGRATA

MANAGER DELLA SICUREZZA INTEGRATA Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: Caratteristiche del percorso formativo MANAGER DELLA SICUREZZA INTEGRATA Corsi di specializzazione

Dettagli

PROGETTO FONDIMPRESA AVVISO n. 4/2014 Si prega di restituire a Formetica ( fax:0583-952996 email: pieroni@formetica.it) entro il 25 settembre 2014

PROGETTO FONDIMPRESA AVVISO n. 4/2014 Si prega di restituire a Formetica ( fax:0583-952996 email: pieroni@formetica.it) entro il 25 settembre 2014 DATI ANAGRAFICI PROGETTO FONDIMPRESA AVVISO n. 4/2014 Si prega di restituire a Formetica ( fax:0583-952996 email: pieroni@formetica.it) entro il 25 settembre 2014 Azienda (Ragione Sociale) Partita Iva

Dettagli

CATALOGO FORMAZIONE SICUREZZA. Aziendale (fino ad un massimo di 20 persone) Interaziandale costo ad iscritto. Codice Descrizione

CATALOGO FORMAZIONE SICUREZZA. Aziendale (fino ad un massimo di 20 persone) Interaziandale costo ad iscritto. Codice Descrizione CATALOGO FORMAZIONE SICUREZZA Codice Descrizione Interaziandale costo ad iscritto Aziendale (fino ad un massimo di 20 persone) S01 RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA - RLS(Art. 47 D.Lgs. 81/08)

Dettagli

TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA

TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TRASPORTI TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA

Dettagli

Excellence Production System

Excellence Production System Workshop Project Management 2012 Beyond The Project Lean Manufacturing un nuovo modello per l eccelenza Excellence Production System Salerno 27 Gennaio 2012 Giovanni Tullio Scenario : Superare la crisi

Dettagli

STRUMENTI OPERATIVI PER IL LEAN MANAGEMENT

STRUMENTI OPERATIVI PER IL LEAN MANAGEMENT STRUMENTI OPERATIVI PER IL LEAN MANAGEMENT AREA Production Planning Modulo Base STRUMENTI OPERATIVI PER IL LEAN MANAGEMENT Il corso mira a fornire gli strumenti operativi per implementare alcune attività

Dettagli

Proposte formative offerte da Trevi S.p.A. in collaborazione con Fraunhofer IML

Proposte formative offerte da Trevi S.p.A. in collaborazione con Fraunhofer IML Proposte formative offerte da Trevi S.p.A. in collaborazione con Fraunhofer IML Corsi internazionali, corsi in house, master e convegni: la qualità dell insegnamento è sempre garantita da docenti selezionati,

Dettagli

improving performance Il miglioramento dei Processi Aziendali: Lean Thinking e Six Sigma Aldo Gallarà

improving performance Il miglioramento dei Processi Aziendali: Lean Thinking e Six Sigma Aldo Gallarà Il miglioramento dei Processi Aziendali: Lean Thinking e Six Sigma Aldo Gallarà Novara, 10 Luglio 2014 1 Paradigma tradizionale delle prestazioni Nel passato, le aziende credevano che un miglioramento

Dettagli

per l Azienda Turistica

per l Azienda Turistica Marketing Comunicazione e Internet per l Azienda Turistica Rurale GATEWAY TO LEARNING Il corso è inserito nel Catalogo Interregionale di Alta Formazione www.altaformazioneinrete.it Titolo del corso: Marketing,

Dettagli

IMPOSTAZIONE E ORGANIZZAZIONE DEL PROGETTO

IMPOSTAZIONE E ORGANIZZAZIONE DEL PROGETTO Minimaster in PROJECT MANAGEMENT IMPOSTAZIONE E ORGANIZZAZIONE DEL PROGETTO Giovanni Francesco Salamone Corso Professionale di Project Management secondo la metodologia IPMA (Ipma Competence Baseline)

Dettagli

Bavutti Paolo Consulting Come ridurre le scorte al minimo

Bavutti Paolo Consulting Come ridurre le scorte al minimo Bavutti Paolo Consulting Come ridurre le scorte al minimo Presentiamo una soluzione totalmente diversa da altre offerte sul mercato. Un vero e proprio strumento operativo capace di far ridurre in modo

Dettagli

Dalla condivisione dei dati all analisi delle performance

Dalla condivisione dei dati all analisi delle performance Dalla condivisione dei dati all analisi delle performance Agenda Presentazione Alfa Group Sistemi informativi tradizionali La La soluzione innovativa Gli strumenti Le Le regole del gioco Il Il prototipo

Dettagli

UMIQ. Il metodo UMIQ. Unindustria Bologna. Corso rivolto a consulenti e auditor per conoscere e saper applicare il Metodo UMIQ nelle aziende

UMIQ. Il metodo UMIQ. Unindustria Bologna. Corso rivolto a consulenti e auditor per conoscere e saper applicare il Metodo UMIQ nelle aziende QUALITA UNINDUSTRIA INNOVAZIONE METODO UMIQ Il metodo UMIQ Unindustria Bologna Corso rivolto a consulenti e auditor per conoscere e saper applicare il Metodo UMIQ nelle aziende Obiettivi del corso Fornire

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLOIN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A.

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLOIN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLOIN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2009/2010 1 MASTER I LIVELLO MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI

Dettagli

BUDGET FINANZA E CONTROLLO

BUDGET FINANZA E CONTROLLO CONTROLLO DI GESTIONE AVANZATO IL BILANCIO: APPROFONDIMENTI E STRUMENTI PRATICI PER NON SPECIALISTI IL CREDITO COMMERCIALE: GESTIONE, SOLLECITO, RECUPERO COME AVVIARE LA CONTABILITÀ INDUSTRIALE CALCOLARE

Dettagli

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione.

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. La Compagnia Della Rinascita PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si

Dettagli

CATALOGO CORSI GRATUITI GARANZIA GIOVANI

CATALOGO CORSI GRATUITI GARANZIA GIOVANI CATALOGO CORSI GRATUITI GARANZIA GIOVANI SOMMARIO Competenze informatiche per l office automation... 3 Competenze informatiche: Software di videoscrittura... 4 Competenze informatiche: Software fogli di

Dettagli

Il Controllo di produzione automatizzato per migliorare il processo produttivo

Il Controllo di produzione automatizzato per migliorare il processo produttivo Il Controllo di produzione automatizzato per migliorare il processo produttivo Definizione di Prodotto e di Processo Analisi Statistica SPC Manutenzione programmata Pianificazione lavori Rilevamento e

Dettagli

PI - Piano Industria Finanziamento attività formative

PI - Piano Industria Finanziamento attività formative PI - Piano Industria Finanziamento attività formative In relazione alla Circolare Provincia della Spezia Piano Operativo Provinciale di Istruzione e Formazione Professionale 2014, Cisita Formazione Superiore

Dettagli

UN NOSTRO PROFESSIONISTA SI RICONOSCE...

UN NOSTRO PROFESSIONISTA SI RICONOSCE... UN NOSTRO PROFESSIONISTA SI RICONOSCE... consulman Il Gruppo Consulman nasce nel 1991 dall aggregazione di professionisti provenienti da qualificate esperienze nell ambito del management, della consulenza

Dettagli

Affianchiamo l imprenditore ed i suoi collaboratori nella gestione della complessità nella quale l azienda quotidianamente si muove

Affianchiamo l imprenditore ed i suoi collaboratori nella gestione della complessità nella quale l azienda quotidianamente si muove Dr. Mario Venturini Professionista operante in conformità alla Legge n. 4 del 14 /01/2013 Certified Management Consultant - Socio qualificato APCO-CMC n 2003/0042 Affianchiamo l imprenditore ed i suoi

Dettagli

PROPOSTE FORMATIVE. Aprile 2015

PROPOSTE FORMATIVE. Aprile 2015 PROPOSTE FORMATIVE Aprile 2015 AREE TEMATICHE GESTIONE D IMPRESA COMPLIANCE E-LEARNING ANALISI ORGANIZZATIVA FINALITA : Intraprendere un progetto di cambiamento organizzativo prevede la capacità di individuare

Dettagli

Corso di alta formazione per imprenditori e manager del settore edile in gestione aziendale

Corso di alta formazione per imprenditori e manager del settore edile in gestione aziendale Corso di alta formazione per imprenditori e manager del settore edile in gestione aziendale Il corso è progettato e strutturato per offrire la possibilità di aggiornare le competenze dell imprenditore

Dettagli

CATALOGO FORMATIVO VOUCHER

CATALOGO FORMATIVO VOUCHER CATALOGO FORMATIVO VOUCHER ANALISI DI BILANCIO PER NON ADDETTI Durata 16 ore Definire ed analizzare il concetto di bilancio e le sue finalità Esaminare l aspetto patrimoniale ed economico del bilancio

Dettagli

Tecnico dell'elaborazione del Piano di Sicurezza Aziendale

Tecnico dell'elaborazione del Piano di Sicurezza Aziendale Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: 93 Caratteristiche del percorso formativo Tecnico dell'elaborazione del Piano di Sicurezza

Dettagli

QUALITÀ AERONAUTICA AUTOMOTIVE DISPOSITIVI MEDICI AGRO-ALIMENTARE

QUALITÀ AERONAUTICA AUTOMOTIVE DISPOSITIVI MEDICI AGRO-ALIMENTARE PROPOSTA FORMATIVA QUALITÀ Dal modello ISO 9001:08 agli strumenti di controllo e di miglioramento delle performance L evoluzione del sistema qualità secondo la nuova ISO 9001:2008 Definire e migliorare

Dettagli

Obiettivi conoscitivi

Obiettivi conoscitivi Corso di International Accounting Università degli Studi di Parma - Facoltà di Economia (Modulo 1 e Modulo 2) LAMIB Strumenti avanzati di management accounting. Profili internazionali. Anno Accademico

Dettagli

Catalogo Offerta Formativa

Catalogo Offerta Formativa Catalogo Offerta Formativa Indice delle Aree Tematiche Area A - Amministrazione & Finanza Area B - Area Legale Area C - Sicurezza Qualità e Ambiente Area D - Produzione & Manutenzione Area E - Sviluppo

Dettagli

CORSO DI SPECIALIZZAZIONE

CORSO DI SPECIALIZZAZIONE CORSO DI SPECIALIZZAZIONE Esperto in Lean Manufacturing luglio/novembre 2011 CONFINDUSTRIA VENEZIA CONFINDUSTRIA PADOVA CONFINDUSTRIA VENEZIA Obiettivi L obiettivo formativo è di accompagnare i partecipanti

Dettagli

[CATALOGO CORSI 2012]

[CATALOGO CORSI 2012] 2012 IAL Innovazione Apprendimento Lavoro Lombardia [CATALOGO CORSI 2012] [Digitare qui il sunto del documento. Di norma è una breve sintesi del contenuto del documento. [Digitare qui il sunto del documento.

Dettagli

FACOLTÀ DI AGRARIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA DI INFORMATICA APPLICATA

FACOLTÀ DI AGRARIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA DI INFORMATICA APPLICATA FACOLTÀ DI AGRARIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA DI INFORMATICA APPLICATA Titolo I Disposizioni generali Art. 1 Informatica applicata 1. Presso la Facoltà di Agraria sono impartiti insegnamenti

Dettagli

PERCORSO DI FORMAZIONE PER PROJECT MANAGER

PERCORSO DI FORMAZIONE PER PROJECT MANAGER PERCORSO DI FORMAZIONE PER PROJECT MANAGER CODICE PM 10.25 DURATA 10 giorni CATEGORIA Project Management DESTINATARI Project manager, responsabili di funzione, membri del Project Management Office, dirigenti,

Dettagli

CORSO MANAGEMENT E GESTIONE D IMPRESA AGRICOLA E VITIVINICOLA

CORSO MANAGEMENT E GESTIONE D IMPRESA AGRICOLA E VITIVINICOLA CORSO MANAGEMENT E GESTIONE D IMPRESA AGRICOLA E VITIVINICOLA 5 NOVEMBRE 2015 12 NOVEMBRE 2015 ORE 9.00-13.00 / 14.00-18.00 Sede: Iannas srl, via Principessa Iolanda 10, Quartu Sant Elena IANNAS srl Via

Dettagli

Percorso di specializzazione: Sviluppo Nuovi Prodotti Tecniche potenti di progettazione e industrializzazione

Percorso di specializzazione: Sviluppo Nuovi Prodotti Tecniche potenti di progettazione e industrializzazione Percorso di specializzazione: Sviluppo Nuovi Prodotti Tecniche potenti di progettazione e industrializzazione Un percorso dedicato Riduzione costi Qualità Oobeya Room Product Development Value Stream Map

Dettagli

Corsi di MIGLIORAMENTO CONTINUO

Corsi di MIGLIORAMENTO CONTINUO Corsi di MIGLIORAMENTO CONTINUO Il miglioramento deve costituire un requisito centrale nella vita di una azienda per affrontare con successo le sfide di un mercato globale sempre più competitivo. Varie

Dettagli

CONTROLLO DI GESTIONE E PIANIFICAZIONE STRATEGICA

CONTROLLO DI GESTIONE E PIANIFICAZIONE STRATEGICA Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: Caratteristiche del percorso formativo CONTROLLO DI GESTIONE E PIANIFICAZIONE STRATEGICA

Dettagli

ILSISTEMA INTEGRATO DI PRODUZIONE E MANUTENZIONE

ILSISTEMA INTEGRATO DI PRODUZIONE E MANUTENZIONE ILSISTEMA INTEGRATO DI PRODUZIONE E MANUTENZIONE L approccio al processo di manutenzione Per Sistema Integrato di Produzione e Manutenzione si intende un approccio operativo finalizzato al cambiamento

Dettagli

Sistemi produttivi Just In Time. Just-In-Time Systems (Lean Production)

Sistemi produttivi Just In Time. Just-In-Time Systems (Lean Production) Sistemi produttivi Just In Time Just-In-Time Systems (Lean Production) 1 Origini del JIT e della Produzione Snella Introdotto da Toyota Adottato da altre aziende giapponesi Introdotto successivamente nelle

Dettagli

Presentazione sintetica degli indirizzi e delle articolazioni

Presentazione sintetica degli indirizzi e delle articolazioni Presentazione sintetica degli indirizzi e delle articolazioni Gli indirizzi del settore economico fanno riferimento a comparti in costante crescita sul piano occupazionale e interessati a forti innovazioni

Dettagli

PerCorsi Lean Production Training per diventare snelli

PerCorsi Lean Production Training per diventare snelli PerCorsi Lean Production Training per diventare snelli I N D I C E Introduzione pag. 3 Lean Production pag. 4 Percorsi pag. 5 Zoom pag. 6 Contatti pag. 7 La formazione a firma Bosch TEC Bosch Training

Dettagli

Studio Ramenghi PSICOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE PSICOLOGIA COMUNICAZIONE DELLA

Studio Ramenghi PSICOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE PSICOLOGIA COMUNICAZIONE DELLA Studio Ramenghi PSICOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE PSICOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE Catalogo formativo COM01 COM02 COM03 COM04 COM05 COM06 COMUNICARE Team working L arte di ascoltare - modulo 1 L arte di ascoltare

Dettagli

CORSO LA GESTIONE DEL MARKETING AZIENDALE AI TEMPI DEL WEB 3.0 12 ore

CORSO LA GESTIONE DEL MARKETING AZIENDALE AI TEMPI DEL WEB 3.0 12 ore CORSO LA GESTIONE DEL MARKETING AZIENDALE AI TEMPI DEL WEB 3.0 12 ore OBIETTIVI DEL CORSO: Il corso consente al partecipante di venire a conoscenza delle opportunità che la gestione del web marketing moderno

Dettagli

Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica

Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica CAPITOLATO TECNICO PER UN SERVIZIO DI MANUTENZIONE, GESTIONE ED EVOLUZIONE DELLA COMPONENTE AUTOGOVERNO DEL SISTEMA INFORMATIVO

Dettagli

Investi in conoscenza, il rendimento è garantito.

Investi in conoscenza, il rendimento è garantito. Investi in conoscenza, il rendimento è garantito. CATALOGO CORSI 2013/2014 INDICE AREE CORSI Area Commerciale e Marketing Area Innovazione PAG 04 PAG 07 Area Organizzazione e Risorse Umane Area Economico

Dettagli

Il Piano Industriale

Il Piano Industriale LE CARATTERISTICHE DEL PIANO INDUSTRIALE 1.1. Definizione e obiettivi del piano industriale 1.2. Requisiti del piano industriale 1.3. I contenuti del piano industriale 1.3.1. La strategia realizzata e

Dettagli

Progettare la manutenzione (a cura di Paolo Stefanini)

Progettare la manutenzione (a cura di Paolo Stefanini) Progettare la manutenzione (a cura di Paolo Stefanini) Progettare la manutenzione significa determinare il miglior sistema di gestione delle fasi che compongono tale processo, vale a dire trovare il giusto

Dettagli

LA GESTIONE DELLE SCORTE: Ruoli e Responsabilità

LA GESTIONE DELLE SCORTE: Ruoli e Responsabilità LA GESTIONE DELLE SCORTE: Ruoli e Responsabilità Il punto di vista dell Infermiere di Camera Operatoria Dott. R. Povoli PREMESSA La sala operatoria è il fulcro delle complesse vicende che si legano ad

Dettagli

Master in General Management

Master in General Management Master in General Management CALENDARIO Cenni di contabilità e Controllo di Gestione Dott.ssa Annarita Gelasio Venerdì 12 novembre dalle 9,00 13,00 e dalle 14,00 alle 18,00 Finanza e Gestione Aziendale

Dettagli

Catalogo corsi 2016 per voucher Fondimpresa

Catalogo corsi 2016 per voucher Fondimpresa Catalogo corsi 2016 per voucher Fondimpresa PRESENTAZIONE Saperi s.r.l. è una delle società di servizi di Confindustria Toscana Nord che, attraverso una struttura dedicata, si occupa della realizzazione

Dettagli

Fondimpresa Avviso 5/2015. Piano Territoriale Codice Piano POI1444908731677

Fondimpresa Avviso 5/2015. Piano Territoriale Codice Piano POI1444908731677 Fondimpresa Avviso 5/2015 Piano Territoriale Codice Piano POI1444908731677 Sintesi dei Piano Il Piano PointConnecting" coinvolge aziende del territorio campano, accomunate da piani di investimento volti

Dettagli

Microsoft Office 2007 Master

Microsoft Office 2007 Master Microsoft Office 2007 Master Word 2007, Excel 2007, PowerPoint 2007, Access 2007, Outlook 2007 Descrizione del corso Il corso è rivolto a coloro che, in possesso di conoscenze informatiche di base, intendano

Dettagli

Il caso Brix distribuzione: monitorare le. supermercati attraverso un sistema di Business Intelligence

Il caso Brix distribuzione: monitorare le. supermercati attraverso un sistema di Business Intelligence I casi di successo dell Osservatorio Smau e School of Management del Politecnico di Milano * Il caso Brix distribuzione: monitorare le performance economicofinanziarie di una rete di supermercati attraverso

Dettagli

INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE

INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE INDICE Premessa 3 Obiettivi e strumenti metodologici dell intervento di formazione 4 Moduli e contenuti dell intervento di

Dettagli

ESPERTO PROGETTISTA IN DISEGNO TECNICO, RENDERING E GRAFICA: DAL 2D AL 4D

ESPERTO PROGETTISTA IN DISEGNO TECNICO, RENDERING E GRAFICA: DAL 2D AL 4D Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: 505 Caratteristiche del percorso formativo ESPERTO PROGETTISTA IN DISEGNO TECNICO, RENDERING

Dettagli

MANAGER DEGLI EVENTI E DEGLI IMPIANTI SPORTIVI

MANAGER DEGLI EVENTI E DEGLI IMPIANTI SPORTIVI Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: CORSO A CATALOGO 2011 MANAGER DEGLI EVENTI E DEGLI IMPIANTI SPORTIVI Corsi di specializzazione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA MODULI RELATIVI ALLE COMPETENZE STCW

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA MODULI RELATIVI ALLE COMPETENZE STCW Progetto esecutivo MD-STCW/02-7.3_2 Sistema Gestione Qualità per la Formazione Marittima MOD 7.3_2 Ed. 1 REV. 0 del 01.12.2014 Red. RSG App.DS Pag. 1/10 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA MODULI RELATIVI ALLE COMPETENZE

Dettagli

CORSO A CATALOGO - 2009 - Corso ID: 6084 - Project management con specializzazione in project financing

CORSO A CATALOGO - 2009 - Corso ID: 6084 - Project management con specializzazione in project financing CORSO A CATALOGO - 2009 - Corso ID: 6084 - Project management con specializzazione in project financing Regione di Presentazione: ID Corso: Organismo di formazione: Tipo organismo: Data invio telematico:

Dettagli

CORSO MANAGEMENT E GESTIONE D IMPRESA AGRICOLA E VITIVINICOLA

CORSO MANAGEMENT E GESTIONE D IMPRESA AGRICOLA E VITIVINICOLA CORSO MANAGEMENT E GESTIONE D IMPRESA AGRICOLA E VITIVINICOLA 12 NOVEMBRE 2015 17 NOVEMBRE 2015 ORE 9.00-13.00 / 14.00-18.00 Sedi: 12/11/2015 -Iannas srl, via Principessa Iolanda 10, Quartu Sant Elena

Dettagli