Il/La sottoscritto/a nato a (prov. ) il / /, residente in (prov. ) via n. int., cittadinanza, C.F. tel. cell. Fax PEC

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il/La sottoscritto/a nato a (prov. ) il / /, residente in (prov. ) via n. int., cittadinanza, C.F. tel. cell. Fax PEC"

Transcript

1 AL COMUNE DI CEFALU Settore Attività Produttive e Sportello Unico Corso Ruggero n Cefalù (PA) Segnalazione Certificata di Inizio Attivita (S.C.I.A.) per la classificazione in stelle dell attività turistico ricettiva tipologia: Aziende Turistico Residenziali e Residenze Turistico Alberghiere Legge 122 del 30/07/2010 (Dichiarazione ai sensi degli articoli 46 e 47 del DPR 28 Dicembre 2000, n. 445) Il/La sottoscritto/a nato a (prov. ) / /, residente in (prov. ) n. int., cittadinanza, C.F. tel. cell. Fax e-ma PEC in qualità di: ~ Impresa individuale ~ Legale rappresentante della società Con sede in n. Comune (prov. ) C.F. P. IVA Iscritto/a al Registro Imprese della Camera di Commercio di al n ; Non ancora iscritto/a. In tal caso l iscrizione deve avvenire entro 30 giorni dall inizio dell impresa (art c.c.) consapevole delle conseguenze penali e amministrative previste dagli artt. 75 e 76 del D.P.R. 445/2000 in caso di dichiarazioni mendaci e formazione o uso di atti falsi nonché della sanzione penale prevista dall art. 19 comma 6 della L. 241/90 SEGNALA 1. l inizio di attività nella struttura turistico ricettiva, tipologia, a far data dal ; 2. la variazione di classifica da n. stelle a n. stelle 3. la variazione di capacità ricettiva da n. posti letto a n. posti letto per l esercizio di denominato sito a in Il /La Sottoscritto/a (firma leggibe)

2 ALLEGATO alla SCIA (All. 1) Il/La sottoscritto/a, in qualità di per la struttura turistico ricettiva, tipologia, denominata sita a in GENERALITA RICHIEDENTE DATI GENER INDIVIDUA ZIONE IDONEITA DELL IMMOBILE 1 Di attribuire n. stelle alla struttura turistico ricettiva denominata, sita in n. Di essere in possesso dell atto di disponibità dei locali, registrato (contratto di affitto o di 2 proprietà, comodato d uso o qualunque altro titolo che evidenzi lo stato patrimoniale del richiedente). 3 Di essere in possesso dell atto costitutivo della Società e Statuto della Società Di essere in possesso del certificato di iscrizione alla CCIAA per le attività ricettive effettuate 4 in forma imprenditoriale Di essere in possesso della Visura catastale degli immobi 5 A 6 O Di essere in possesso della Planimetria catastale 7 Di essere in possesso della Relazione tecnica lustrativa, con specifica del numero delle camere singole, doppie, triple e quadruple, a firma di un professionista abitato iscritto all albo professionale per le specifiche competenze tecniche 8 Di essere in possesso della Pianta planimetrica quotata, riportante anche la superficie dei vani, arredi e la numerazione, a firma di un professionista abitato iscritto all albo professionale per le specifiche competenze tecniche Di essere in possesso dell Autorizzazione sanitaria rasciata dal Sindaco ai sensi dell art. 231 del T.U. Leggi Sanitarie con indicato numero dei posti letto e delle camere, completa di grafici vistati Di essere in possesso del Certificato di agibità e/o abitabità dell immobe con riportata la destinazione d uso Di essere in possesso della Certificazione di prevenzione incendi (D.M. 09/04/1994 e succ. mod. ed integr.) nel caso di ricettività superiore a n. 25 posti letto, ovvero nel caso di ricettività inferiore a n. 25 posti letto, perizia tecnica di asseveramento resa ai sensi del D.P.R. 445/00 art. 47 attestante rispetto delle prescrizioni di prevenzione incendi a firma di un professionista abitato iscritto all albo professionale per le specifiche competenze tecniche art. 47 attestante che sussistono i requisiti di idoneità degli impianti elettrico, idrico, termico e climatizzazione ai sensi del D.M. 37/08 a firma di un professionista abitato iscritto all albo professionale per le specifiche competenze tecniche art. 47 attestante rispetto dei requisiti per la Tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro (D.Lgs. 81/08), sia nella fase di progettazione, che nelle attività di gestione dei lavoratori, a firma di un professionista abitato iscritto all albo professionale per le specifiche competenze tecniche art. 47 attestante rispetto dei requisiti di adeguamento dell immobe al D.M. 16/06/89 n. 236 (Abbattimento barriere architettoniche) a firma di un professionista abitato iscritto all albo professionale per le specifiche competenze tecniche NOTE RISTOR ANTE 15 Di essere in possesso delle autorizzazioni per la manipolazione e somministrazione dei cibi. Si allegano copia degli atti dichiarati (2, 3, 4, 5, 6, 9, 10 e 15 ) Si allegano copia delle perizie asseverate (11, 12, 13 e 14) a firma di un tecnico abitato Dichiarazione di conformità della struttura relativa alla categoria in stelle richiesta (sottoscritta da un tecnico abitato) Elaborati tecnici: planimetria quotata ed arredata (7 e 8) Il /La Sottoscritto/a (sottoscritti da un tecnico abitato) (firma leggibe) Si allega copia fotostatica del documento di identità rasciato da

3 ALLEGATO alla SCIA (All. 2) Il/La sottoscritto/a, in qualità di per la struttura turistico ricettiva, tipologia, denominata sita in DI PRESTARE I SOTTOSPECIFICATI SERVIZI I PRESTAZIONE DI SERVIZI SI NO 4* - 3* - 2* Assistenza di manutenzione delle unità abitative e di riparazione e sostituzione di arredi, corredi e dotazioni 4* - 3* - 2* Spaccio per la vendita di alimentari ai clienti alloggiati negli impianti situati al di fuori dei centri abitati 4* Servizio custodia valori: cassette di sicurezza nelle unità abitative o cassaforte per tutte le unità 3* Servizio custodia valori 4* Trasporto interno dei bagagli assicurato 14/24 ore 3* Trasporto interno dei bagagli assicurato 8/24 ore 4* Cambio biancheria (letto bagno, cucina) tutti i giorni 3* Cambio biancheria (letto bagno, cucina) ad ogni cambio di cliente e a giorni alterni 2* Cambio biancheria (letto bagno, cucina) ad ogni cambio di cliente e due volte la settimana 4* Servizio di lavanderia e stireria a pagamento 4* Pulizia e riassetto unità abitative ogni giorno 3* Pulizia ad ogni cambio di cliente e a giorni alterni 2* Pulizia ad ogni cambio di cliente e due volte la settimana 4* - 3* Servizio di ricevimento e/o portineria informazioni assicurati 14/24 da personale addetto in grado di parlare correntemente almeno due lingue straniere 2* Servizio di ricezione e di portineria informazioni assicurato 12/24 4* - 3* - 2* Centralino 3* Centralino telefonico per cliente 4* Posto telefonico per i clienti 4* Servizio di notte assicurato con addetto a disposizione 3* - 2* Servizio di notte con addetto disponibe a chiamata 4* Servizio di bar in locale comune o nelle unità abitative assicurato 14/24 ore 3* Servizio di bar in locale comune o nelle unità abitative assicurato 12/24 ore R cu ci na ba gn DI POSSEDERE LE SEGUENTI DOTAZIONI DOTAZIONI UNITA ABITATIVE SI NO 4* - 3* - 2* Arredamento, biancheria, stoviglie, posateria di qualità. L arredamento dovrà essere confortevole e decoroso. 4* - 3* - 2* Apparecchio telefonico comune a disposizione dei clienti 4* - 3* - 2* Letti, cuscini e coperte in numero pari al numero delle persone ospitabi 4* - 3* - 2* Armadio con grucce, cassetti, comodini o ripiani, luminazione centrale, lampade o appliques da comodino 4* - 3* - 2* Tavolo per consumazione dei pasti con sedie in numero pari al numero dei posti letto 4* - 3* Poltrone o divani nel soggiorno con posti pari al numero delle persone ospitabi 4* Telefono abitato alle chiamate interne ed esterne dirette 4* - 3* Televisore a colori AG 4* Kit per scrivere e cucire 4* Scopa, paletta, secchio, straccio per pavimenti 4* Asse e ferro da stiro 4* - 3* - 2* Cucina o angolo cottura dotati di stoviglie e tovagliato adeguati al numero dei posti letto 4* Cucina con forno, anche a microonde, e relativa alimentazione 3* - 2* Cucina con relativa alimentazione 4* - 3* - 2* Frigorifero 4* - 3* - 2* Lavello con scolapiatti 4* - 3* - 2* Una batteria da cucina, due coltelli da cucina, una zuccheriera, una caffetteria, uno scolapasta, un mestolo, una insalatiera, una grattugia, uno spremiagrumi, un apribottiglie/cavatappi, un apriscatole, un bricco per latte, una pattumiera con sacchetti di plastica, una tovaglia, tovaglioli e canovacci da cucina 4* - 3* - 2* Per ogni persona ospitabe: due coltelli, due forchette, due cucchiai, due cucchiaini, due piatti piani, un piatto fondo, due bicchieri, una tazza, una tazzina 4* - 3* - 2* Saponette, bagnoschiuma, un telo da bagno, un asciugamano, una salvietta per persona 4* - 3* - 2* Riserva carta igienica, sacchetti igienici, cestino rifiuti, scopettino, tappetino da bagno o 4* - 3* - 2* Specchio e contigua presa per energia elettrica, mensola, asciugacapelli l ì Il /La Sottoscritto/a (firma leggibe) Si allega copia fotostatica del documento di identità rasciato da

4 ALLEGATO alla SCIA (All. 4a) CONFORMITA DELLA STRUTTURA RELATIVA ALLA CATEGORIA IN STELLE Il sottoscritto, tecnico incaricato dalla ditta, iscritto all albo professionale di al n. che la struttura turistico ricettiva con categoria in stelle denominata, sita in 1) possiede i requisiti minimi prescritti dal Decreto 11/06/2001: REQUISITI MINIMI SI NO 4* - 3* - 2* Impianto di riscaldamento nelle unità abitative e nelle parti comuni se è prevista l apertura durante i mesi invernali 4* Impianto di climatizzazione, nelle unità abitative e nelle parti comuni, regolabe dal cliente. Si consentono, altresì, soluzioni alternative nei casi, adeguatamente documentati, di impossibità oggettiva di collocazione. 4* - 3* - 2* Impianto telefonico e citofonico di chiamata per personale in tutti gli alloggi. 3* Centralino telefonico per clienti 4* - 3* - 2* Ascensore secondo la normativa vigente 4* - 3* Posto auto assicurato per ogni unità abitativa, se custodito a pagamento e/o convenzione con garage o con parcheggio autorizzato 4* Locale di ricevimento 3* Locale di ricevimento-soggiorno 4* Locale di soggiorno 4* - 3* Sale di uso comune: la superficie complessiva degli spazi comuni non potrà essere inferiore a: mq. 4,4 (4*) 4,0 (3*) per ognuna delle prime 10 unità abitative... =... mq. 1,0 (4*) 1,0 (3*) per ognuna delle ulteriori camere fino alla ventesima più... =... mq. 0,55 (4*) 0,5 (3*) per ogni camera oltre la ventesima e comunque adeguata alla ricettività complessiva... =... 2* Una sala per uso comune (che può coincidere con la sala ristorante o bar) TOTALE mq B A Bagni privati e completi (vasca o doccia, lavabo, WC e bidet) in tutte le unità abitative Il Tecnico Si allega copia fotostatica del documento di identità _ rasciato da (1/2)

5 ALLEGATO alla SCIA (All. 4b) Il sottoscritto, tecnico incaricato dalla ditta, iscritto all albo professionale di al n. che la struttura turistico ricettiva con categoria in stelle denominata, sita in possiede, per ciascuna unità abitativa, i requisiti minimi prescritti dal Decreto 11/06/2001: Tipologia unità abitativa Monolocale attrezzato per le funzioni di soggiorno-pernottamento e pranzo cucina ad un posto letto di superficie non inferiore a 12 mq Monolocale attrezzato per le funzioni di soggiorno-pernottamento e pranzo cucina a due posti letto di superficie non inferiore a 18 mq Monolocale attrezzato per le funzioni di soggiorno-pernottamento e pranzo cucina a tre posti letto di superficie non inferiore a 24 mq Monolocale attrezzato per le funzioni di soggiorno-pernottamento e pranzo cucina a quattro posti letto di superficie non inferire a 30 mq TOTALE Unità abitative costituite da locale soggiorno-pranzo-cucina (senza posti letto) e da camere da letto: n. Mon. n. P.L. Denominazione u.a. Unità abitative costituite da locale soggiorno-pranzo-cucina e da camere Sup. min camere camera ad un posto letto mq 8 camera a due posti letto mq 14 camera a tre posti letto mq 18 camera a quattro posti letto mq 22 n. Cam. n. P. L. Soggiorno (mq) Superficie minima mq mq oltre i primi due collocati nella camera da letto (S=8 + 1(n. p.l.-2)) Sup. min. Sogg. = Unità abitative costituite da locale soggiorno-pranzo-cucina (con posti letto) e da camere da letto: soggiorno Camere Soggiorno con un posto letto mq 12 + un posto letto mq 8 Sup. min. Sogg. = mq (12 + n. P.L. x 0.5) Soggiorno con due posti letto mq 19 + un posto letto mq 8 Sup. min. Sogg. = mq (19 + n. P.L. x 0.5) Soggiorno con tre posti letto mq 26 + un posto letto mq 8 Sup. min. Sogg. = mq (26 + n. P.L. x 0.5) Soggiorno con quattro posti letto mq 33 + un posto letto mq 8 Sup. min. Sogg. = mq (33 + n. P.L. x 0.5) n. Cam. n. P.L. Il Tecnico Si allega copia fotostatica del documento di identità rasciato da (2/2)

Allegato D - Requisiti obbligatori per villaggi albergo e residenze turistico-alberghiere

Allegato D - Requisiti obbligatori per villaggi albergo e residenze turistico-alberghiere Allegato D - Requisiti obbligatori per villaggi albergo e residenze turistico-alberghiere REQUISITI OBBLIGATORI PER VILLAGGI-ALBERGO E RESIDENZE TURISTICO-ALBERGHIERE 1.00 PRESTAZIONE DI SERVIZI STELLE

Dettagli

CLASSIFICAZIONE RESIDENZE TURISTICO-ALBERGHIERE DENUNCIA DELLA CLASSIFICA SEZIONE 1 GENERALITA DELL ESERCIZIO

CLASSIFICAZIONE RESIDENZE TURISTICO-ALBERGHIERE DENUNCIA DELLA CLASSIFICA SEZIONE 1 GENERALITA DELL ESERCIZIO Mod 5/RTA CLASSIFICAZIONE RESIDENZE TURISTICO-ALBERGHIERE DENUNCIA DELLA CLASSIFICA SEZIONE 1 GENERALITA DELL ESERCIZIO Denominazione dell esercizio Comune.Frazione/località... Indirizzo.. Telefono Telex.

Dettagli

RESIDENZE TURISTICO ALBERGHIERE

RESIDENZE TURISTICO ALBERGHIERE RESIDENZE TURISTICO ALBERGHIERE Legge Regionale n. 15 del 16 Luglio 2007 (allegato C al Regolamento Regionale n. 5 del 7 Dicembre 2009) Allegato C STANDARD QUALITATIVI OBBLIGATORI MINIMI PER LE RESIDENZE

Dettagli

RESIDENZE TURISTICO ALBERGHIERE Legge Regionale n. 15 del 16 Luglio 2007 (allegato C al Regolamento Regionale n. 5 del 7 Dicembre 2009)

RESIDENZE TURISTICO ALBERGHIERE Legge Regionale n. 15 del 16 Luglio 2007 (allegato C al Regolamento Regionale n. 5 del 7 Dicembre 2009) RESIDENZE TURISTICO ALBERGHIERE Legge Regionale n. 15 del 16 Luglio 2007 (allegato C al Regolamento Regionale n. 5 del 7 Dicembre 2009) Allegato C STANDARD QUALITATIVI OBBLIGATORI MINIMI PER LE RESIDENZE

Dettagli

ALLEGATO <> Riferito allarticolo 23, comma 1. Requisiti minimi qualitativi per la classificazione delle residenze turistico alberghiere.

ALLEGATO <<B>> Riferito allarticolo 23, comma 1. Requisiti minimi qualitativi per la classificazione delle residenze turistico alberghiere. ALLEGATO Riferito allarticolo 23, comma 1 Requisiti minimi qualitativi per la classificazione delle residenze turistico alberghiere Avvertenze a)nelle dipendenze di residenze turistico alberghiere

Dettagli

Legge 122 del 30/07/2010 (Dichiarazione ai sensi degli articoli 46 e 47 del DPR 28 Dicembre 2000, n. 445)

Legge 122 del 30/07/2010 (Dichiarazione ai sensi degli articoli 46 e 47 del DPR 28 Dicembre 2000, n. 445) SCIA TURISMO CLASSIFICAZIONE /20 Spazio riservato al protocollo Al III DIPARTIMENTO - 2 SERVIZIO POLITICHE CULTURALI DEL TURISMO E DELLO SPORT della PROVINCIA REGIONALE di CATANIA Via Nuovaluce 67/A 95030

Dettagli

Pagina 1 di cassette di sicurezza per il 50% delle camere e cassaforte dell albergo per le restanti camere (4)

Pagina 1 di cassette di sicurezza per il 50% delle camere e cassaforte dell albergo per le restanti camere (4) Pagina 1 di 17 ALLEGATO A (art. 24, comma 1) STANDARD QUALITATIVI OBBLIGATORI MINIMI PER LA CLASSIFICAZIONE DEGLI ALBERGHI, DISTINTI PER CLASSE 1. Prestazione di servizi 1.01 Servizi di ricevimento e di

Dettagli

REQUISITI OBBLIGATORI PER VILLAGGI-ALBERGO E RESIDENZE TURISTICO-ALBERGHIERE

REQUISITI OBBLIGATORI PER VILLAGGI-ALBERGO E RESIDENZE TURISTICO-ALBERGHIERE Allegato C Dgr n. del pag. 1 /5 ALLEGATOC alla Dgr n. 807 del 7 maggio 014 giunta regionale 9^ legislatura REQUISITI OBBLIGATORI PER VILLAGGI-ALBERGO E RESIDENZE TURISTICO-ALBERGHIERE N. REQUISITI DIMENSIONALI

Dettagli

Modificata da l.r. 91/1995, l.r. 14/1997, l.r. 38/2009, l.r. 18/2010, l.r. 17/2013, l.r. 03/2015. Art. 1 (Oggetto) Art. 2 (Aziende alberghiere)

Modificata da l.r. 91/1995, l.r. 14/1997, l.r. 38/2009, l.r. 18/2010, l.r. 17/2013, l.r. 03/2015. Art. 1 (Oggetto) Art. 2 (Aziende alberghiere) Legge regionale 24 gennaio 1995, n. 14. (Testo coordinato) Nuova classificazione delle aziende alberghiere. (B.U. 25 gennaio 1995, suppl. al n. 4) Modificata da l.r. 91/1995, l.r. 14/1997, l.r. 38/2009,

Dettagli

PROVINCIA DI PAVIA SETTORE PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE E PROMOZIONE DEL TERRITORIO DELLA COMUNITA E DELLA PERSONA

PROVINCIA DI PAVIA SETTORE PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE E PROMOZIONE DEL TERRITORIO DELLA COMUNITA E DELLA PERSONA PROVINCIA DI PAVIA SETTORE PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE E PROMOZIONE DEL TERRITORIO DELLA COMUNITA E DELLA PERSONA Residenze Turistico Alberghiere R.T.A. Allegato C Regolamento Regionale 7 dicembre 2009

Dettagli

(1) Pubblicato nel B.U. Lombardia 14 dicembre 2009, n. 50, suppl. ord. n. 1. La Giunta regionale ha approvato. Il Presidente della regione

(1) Pubblicato nel B.U. Lombardia 14 dicembre 2009, n. 50, suppl. ord. n. 1. La Giunta regionale ha approvato. Il Presidente della regione Leggi Regionali d'italia Lombardia Reg. reg. 7-12-2009 n. 5 Definizione degli standard qualitativi obbligatori minimi per la classificazione degli alberghi e delle residenze turisticoalberghiere, nonché

Dettagli

SEZIONE 1^ - GENERALITÀ DELL ESERCIZIO. 1. Denominazione della struttura. 2. Via Località. Comune CAP Provincia (sigla) Sito Internet

SEZIONE 1^ - GENERALITÀ DELL ESERCIZIO. 1. Denominazione della struttura. 2. Via Località. Comune CAP Provincia (sigla) Sito Internet REGIONE DEL VENETO Amministrazione Provinciale di DENUNCIA DELLE ATTREZZATURE E DEI SERVIZI PER LA CLASSIFICAZIONE DI: UNITÀ ABITATIVE AMMOBILIATE AD USO TURISTICO RESIDENCE (art. 32 L.R. 33/02) SEZIONE

Dettagli

REQUISITI OBBLIGATORI PER LA CLASSIFICA DELLE RESIDENZE TURISTICO - ALBERGHIERE

REQUISITI OBBLIGATORI PER LA CLASSIFICA DELLE RESIDENZE TURISTICO - ALBERGHIERE Servizio 3 Politiche del Lavoro, I - 61121 Pesaro - Via Mazzolari, 4 della Formazione, Sociali, Tel. 0721.3592531/2507/2503 Culturali e Turismo Fax 0721.33930 PEC: provincia.pesarourbino@legalmail.it P.O.

Dettagli

MODELLO «A/2» RESIDENZE TURISTICO ALBERGHIERE. Valida dal al GENERALITÀ DELLA STRUTTURA RICETTIVA

MODELLO «A/2» RESIDENZE TURISTICO ALBERGHIERE. Valida dal al GENERALITÀ DELLA STRUTTURA RICETTIVA DIREZIONE CENTRALE ATTIVITA PRODUTTIVE Servizio Sostegno e Promozione Comparto Turistico COMUNE DI DENUNCIA DELLE ATTREZZATURE E DEI SERVIZI PER LA CLASSIFICAZIONE DELLE RESIDENZE TURISTICO ALBERGHIERE

Dettagli

STRUTTURE TURISTICHE RICETTIVE EXTRA ALBERGHIERE DENUNCIA DELLE ATTREZZATURE E DEI SERVIZI PER LA CLASSIFICAZIONE. (artt. 26 e 32 - L.R.

STRUTTURE TURISTICHE RICETTIVE EXTRA ALBERGHIERE DENUNCIA DELLE ATTREZZATURE E DEI SERVIZI PER LA CLASSIFICAZIONE. (artt. 26 e 32 - L.R. (ALLEGATO ALLA DOMANDA DI CLASSIFICAZIONE) STRUTTURE TURISTICHE RICETTIVE EXTRA ALBERGHIERE Art. 25 L.R. 33/20020 - UNITA ABITATIVE AMMOBILIATE AD USO TURISTICO - DENUNCIA DELLE ATTREZZATURE E DEI SERVIZI

Dettagli

PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA UFFICIO TURISMO MODELLO C

PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA UFFICIO TURISMO MODELLO C PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA UFFICIO TURISMO MODELLO C RESIDENZE TURISTICO ALBERGHIERE Legge Regionale n. 15 del 16/07/2007 Regolamento Regionale n. 5 del 7/12/2009 Pubblicato sul BURL n. 50-1 Suppl. Ord.

Dettagli

CLASSIFICAZIONE RESIDENZE TURISTICO-ALBERGHIERE (RTA) (L.R. 11 MARZO 2015, N.3)

CLASSIFICAZIONE RESIDENZE TURISTICO-ALBERGHIERE (RTA) (L.R. 11 MARZO 2015, N.3) CLASSIFICAZIONE RESIDENZE TURISTICO-ALBERGHIERE (RTA) (L.R. 11 MARZO 2015, N.3) Al SUAP del Comune di Indirizzo Compilato a cura del SUAP: Istanza del Protocollo PEC/Posta elettronica DENUNCIA DI CLASSIFICA

Dettagli

(giorno/mese/anno) con sede in Comune Via N

(giorno/mese/anno) con sede in Comune Via N DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO E DI CERTIFICAZIONE RESA DA UN IMPRESA ALBERGHIERA IN RELAZIONE AL POSSESSO DEI REQUISITI PER LA CLASSIFICAZIONE A TRE STELLE NEL PERIODO 1/1/2011 31/12/2015 (L.R.

Dettagli

Tabella - CLASSIFICAZIONE R.T.A. E DIPENDENZE DI R.T.A

Tabella - CLASSIFICAZIONE R.T.A. E DIPENDENZE DI R.T.A Tabella - CLASSIFICAZIONE R.T.A. E DIPENDENZE DI R.T.A - Tabella B - Parte prima: requisiti e dotazioni CARATTERISTICHE STRUTTURALI PER LA CLASSIFICAZIONE DI R.T.A. E DIPENDENZE -2 STELLE Completare la

Dettagli

REQUISITI OBBLIGATORI PER VILLAGGI-ALBERGO E RESIDENZE TURISTICO-ALBERGHIERE

REQUISITI OBBLIGATORI PER VILLAGGI-ALBERGO E RESIDENZE TURISTICO-ALBERGHIERE Allegato C Dgr n. del pag. 1 /5 ALLEGATOC alla Dgr n. 807 del 7 maggio 014 giunta regionale 9^ legislatura REQUISITI OBBLIGATORI PER VILLAGGI-ALBERGO E RESIDENZE TURISTICO-ALBERGHIERE N. REQUISITI DIMENSIONALI

Dettagli

Citta' Metropolitana di Milano Direzione di Progetto Idroscalo, Sport e Turismo

Citta' Metropolitana di Milano Direzione di Progetto Idroscalo, Sport e Turismo Citta' Metropolitana di Milano Direzione di Progetto Idroscalo, Sport e Turismo MODELLO C RESIDENZE TURISTICO ALBERGHIERE Legge Regionale n. 15 del 16/07/2007 Regolamento Regionale n. 5 del 7/12/2009 Pubblicato

Dettagli

Standard qualitativi obbligatori minimi per gli alberghi di prima classificazione rispetto alla data di entrata in vigore del regolamento

Standard qualitativi obbligatori minimi per gli alberghi di prima classificazione rispetto alla data di entrata in vigore del regolamento Lombardia Reg. reg. 7-12-2009 n. 5 Definizione degli standard qualitativi obbligatori minimi per la classificazione degli alberghi e delle residenze turistico-alberghiere, nonché degli standard obbligatori

Dettagli

MODELLO «A2.2» RESIDENZE TURISTICO ALBERGHIERE (di nuova costruzione o ristrutturazione) Valida dal al GENERALITÀ DELLA STRUTTURA RICETTIVA

MODELLO «A2.2» RESIDENZE TURISTICO ALBERGHIERE (di nuova costruzione o ristrutturazione) Valida dal al GENERALITÀ DELLA STRUTTURA RICETTIVA (di nuova costruzione o ristrutturazione) DIREZIONE CENTRALE ATTIVITA PRODUTTIVE Servizio Sviluppo Sistema Turistico Regionale COMUNE DI DENUNCIA DELLE ATTREZZATURE E DEI SERVIZI PER LA CLASSIFICAZIONE

Dettagli

ALLEGATO C bis della legge regionale 4 novembre 2002, n. 33

ALLEGATO C bis della legge regionale 4 novembre 2002, n. 33 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATO B Dgr n. 2879 del 30 nov. 2010 pag. 1/6 L allegato C della legge regionale 4 novembre 2002, n. 33 è integrato dal seguente allegato C bis con la relativa tabella

Dettagli

ALLEGATO <> Riferito all articolo 23, comma 1. Requisiti minimi qualitativi per la classificazione degli alberghi, motel e villaggi albergo

ALLEGATO <<A>> Riferito all articolo 23, comma 1. Requisiti minimi qualitativi per la classificazione degli alberghi, motel e villaggi albergo ALLEGATO Riferito all articolo 23, comma 1 Requisiti minimi qualitativi per la classificazione degli alberghi, motel e villaggi albergo Avvertenze a) Per locale bagno completo si intende il bagno

Dettagli

ALLEGATO <> Riferito all articolo 23, comma 1. Requisiti minimi qualitativi per la classificazione degli alberghi, motel e villaggi albergo

ALLEGATO <<A>> Riferito all articolo 23, comma 1. Requisiti minimi qualitativi per la classificazione degli alberghi, motel e villaggi albergo ALLEGATO Riferito all articolo 23, comma 1 Requisiti minimi qualitativi per la classificazione degli alberghi, motel e villaggi albergo Avvertenze a) Per locale bagno completo si intende il bagno

Dettagli

DENUNCIA DELLA CLASSIFICA PER RESIDENZE TURISTICO-ALBERGHIERE

DENUNCIA DELLA CLASSIFICA PER RESIDENZE TURISTICO-ALBERGHIERE Mod R _00 DNUN D SSF PR RSDNZ URS-RGHR (Da presentare n. originale e n. copie) SZN GNR D SRZ Denominazione dell esercizio omune.frazione/ocalità. ndirizzo. elefono elex. Fax. -mail... Periodo di apertura:

Dettagli

prima categoria seconda categoria terza categoria DICHIARA

prima categoria seconda categoria terza categoria DICHIARA pag. 1 di 6 Oggetto: - Legge Regione Lazio n 13 del 06/08/2007 s.m.i Regolamento Regionale Nuova disciplina delle strutture ricettive extralberghiere n.8 del 7 agosto 2015 (barrare la casella di interesse)

Dettagli

Valida dal al GENERALITÀ DELLA STRUTTURA RICETTIVA

Valida dal al GENERALITÀ DELLA STRUTTURA RICETTIVA - (strutture di nuova costruzione o ristrutturazione) DIREZIONE CENTRALE ATTIVITA PRODUTTIVE Servizio Sviluppo Sistema Turistico Regionale COMUNE di DENUNCIA DELLE ATTREZZATURE E DEI SERVIZI PER LA CLASSIFICAZIONE

Dettagli

1.00 PRESTAZIONE DI SERVIZIO

1.00 PRESTAZIONE DI SERVIZIO REQUISITI OBBLIGATORI PER ALBERGHI E MOTEL 1.00 PRESTAZIONE DI SERVIZIO 1.01 SERVIZI DI RICEVIMENTO E PORTINERIA - INFORMAZIONI 1.01.01 assicurato 16/24 ore con almeno una unità addetta in via esclusiva

Dettagli

ALLEGATO A al Decreto n. 102 del REQUISITI OBBLIGATORI PER ALBERGHI E MOTELS

ALLEGATO A al Decreto n. 102 del REQUISITI OBBLIGATORI PER ALBERGHI E MOTELS ALLEGATO A al Decreto n. 102 del 2.11.2004 REQUISITI OBBLIGATORI PER ALBERGHI E MOTELS 1.00 PRESTAZIONE DI SERVIZIO 1.01 SERVIZI DI RICEVIMENTO E PORTINERIA - INFORMAZIONI 1.01.01 assicurato 16/24 ore

Dettagli

L'ASSESSORE PER IL TURISMO, LE COMUNICAZIONI ED I TRASPORTI. Decreta: Art. 1

L'ASSESSORE PER IL TURISMO, LE COMUNICAZIONI ED I TRASPORTI. Decreta: Art. 1 DECRETO 11 giugno 2001. Requisiti per la classifica in stelle delle aziende turistico-ricettive, elencate nell'art. 3 della legge regionale 6 aprile 1996, per il quinquennio 2002-2006. L'ASSESSORE PER

Dettagli

GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA

GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA REPUBBLICA ITALIANA GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA PARTE PRIMA PALERMO - VENERDÌ 13 LUGLIO 2001 - N. 35 SI PUBBLICA DI REGOLA IL VENERDI' DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE: VIA CALTANISSETTA

Dettagli

DENUNCIA DELLE ATTREZZATURE E DEI SERVIZI PER LA CLASSIFICAZIONE. (artt., 26 e 32 - L.R. 33/2002) Alla Provincia di DATI DEL DICHIARANTE.

DENUNCIA DELLE ATTREZZATURE E DEI SERVIZI PER LA CLASSIFICAZIONE. (artt., 26 e 32 - L.R. 33/2002) Alla Provincia di DATI DEL DICHIARANTE. (ALLEGATO ALLA DOMANDA DI CLASSIFICAZIONE) STRUTTURE TURISTICHE RICETTIVE EXTRA ALBERGHIERE Art. 5 L.R. 33/00 - AFFITTACAMERE - ATTIVITA RICETTIVE IN ESERCIZI DI RISTORAZIONE DENUNCIA DELLE ATTREZZATURE

Dettagli

REGIONE PIEMONTE COMUNICAZIONE DI INIZIO ESERCIZIO SALTUARIO DEL SERVIZIO DI OSPITALITA DENOMINATO BED & BREAKFAST

REGIONE PIEMONTE COMUNICAZIONE DI INIZIO ESERCIZIO SALTUARIO DEL SERVIZIO DI OSPITALITA DENOMINATO BED & BREAKFAST REGIONE PIEMONTE COMUNICAZIONE DI INIZIO ESERCIZIO SALTUARIO DEL SERVIZIO DI OSPITALITA DENOMINATO BED & BREAKFAST Al Comune di BRICHERASIO Provincia di TORINO e p.c. all ATL-Agenzia di accoglienza e promozione

Dettagli

Requisiti per alberghi e motel L.R. 33/2002

Requisiti per alberghi e motel L.R. 33/2002 Allegato C) bis Requisiti per alberghi e motel L.R. 33/2002 (DGR 2879 del 30 novembre 2010 - Pubblicazione: BUR n. 95 del 21/12/2010). Requisiti per alberghi e motel esistenti da applicarsi successivamente

Dettagli

PREAMBOLO. Vista la legge regionale 23 marzo 2000, n. 42 (Testo unico delle leggi regionali in materia di turismo) e in particolare l articolo 158;

PREAMBOLO. Vista la legge regionale 23 marzo 2000, n. 42 (Testo unico delle leggi regionali in materia di turismo) e in particolare l articolo 158; Allegato A Modifiche al regolamento emanato con decreto del Presidente della Giunta regionale 23 aprile 2001, n. 18/R (Regolamento di attuazione del testo unico delle leggi regionali in materia di turismo

Dettagli

PROVINCIA DI PAVIA SETTORE PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE E PROMOZIONE DEL TERRITORIO DELLA COMUNITA E DELLA PERSONA. ALBERGHI Allegato B

PROVINCIA DI PAVIA SETTORE PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE E PROMOZIONE DEL TERRITORIO DELLA COMUNITA E DELLA PERSONA. ALBERGHI Allegato B PROVINCIA DI PAVIA SETTORE PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE E PROMOZIONE DEL TERRITORIO DELLA COMUNITA E DELLA PERSONA ALBERGHI Allegato B Standard qualitativi obbligatori minimi per gli alberghi già classificati

Dettagli

REC TABELLA DEI REQUISITI MINIMI PER LA CLASSIFICAZIONE DELLE RESIDENZE DI CAMPAGNA (UNICO LIVELLO)

REC TABELLA DEI REQUISITI MINIMI PER LA CLASSIFICAZIONE DELLE RESIDENZE DI CAMPAGNA (UNICO LIVELLO) REC TABELLA DEI REQUISITI MINIMI PER LA CLASSIFICAZIONE DELLE RESIDENZE DI CAMPAGNA (UNICO LIVELLO) REQUISITI 1 PRESTAZIONE DI SERVIZI e DOTAZIONI IMPIANTI E ATTREZZATURE 1.01 servizio di cucina o idonee

Dettagli

ALLEGATI ALLA LEGGE REGIONALE 16/01/2002, N. 002. TABELLA A (riferita all articolo 175) ALLEGATO <>

ALLEGATI ALLA LEGGE REGIONALE 16/01/2002, N. 002. TABELLA A (riferita all articolo 175) ALLEGATO <<A>> ALLEGATI ALLA LEGGE REGIONALE 16/01/2002, N. 002. TABELLA A (riferita all articolo 175) QUALIFICA APT Dirigente Funzionario Consigliere Segretario Coadiutore Agente tecnico Commesso QUALIFICA RUOLO UNICO

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) DI BED AND BREAKFAST

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) DI BED AND BREAKFAST SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) DI BED AND BREAKFAST AL COMUNE DI FOSSATO DI VICO UFFICIO ATTIVITA PRODUTTIVE Il sottoscritto: Cognome Nome C.F. Sesso M _ F _ Data di nascita: cittadinanza

Dettagli

Comune di Pistoia Piazza Duomo Pistoia

Comune di Pistoia Piazza Duomo Pistoia Comune di Pistoia Piazza Duomo 1-51100 Pistoia comune.pistoia@postacert.toscana.it DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA ATTO DI NOTORIETA (artt.45 e 47 del DPR 445/2000 e s.m.i.) Oggetto: Esercizio ricettivo Classifica

Dettagli

ALLEGATO C REQUISITI MINIMI OBBLIGATORI DELLE STRUTTURE RICETTIVE NON ALBERGHIERE FORESTERIE LOMBARDE

ALLEGATO C REQUISITI MINIMI OBBLIGATORI DELLE STRUTTURE RICETTIVE NON ALBERGHIERE FORESTERIE LOMBARDE 20 Bollettino Ufficiale ALLEGATO C FORESTERIE LOMBARDE REQUISITI DIMENSIONALI MINIMI OBBLIGATORI CAMERE (dimensionamento al netto della stanza da bagno) Camera singola 9 mq Camera doppia Camera da più

Dettagli

ALLEGATO B-33octies SUAP COMUNE DI CIVITAVECCHIA. Classificazione. Variazione di classificazione

ALLEGATO B-33octies SUAP COMUNE DI CIVITAVECCHIA. Classificazione. Variazione di classificazione SUAP COMUNE DI CIVITAVECCHIA Ultimo Aggiornamento:23/09/2015 ALLEGATO B-33octies Modello di autocertificazione di classificazione di Affittacamere o Guest House Legge Regionale n 13 del 06/08/2007 e s.m.i.

Dettagli

Il Consiglio regionale ha approvato IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE. promulga la seguente legge

Il Consiglio regionale ha approvato IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE. promulga la seguente legge Legge regionale 7 dicembre 2009, n. 50 Definizione delle tipologie dei servizi forniti dalle imprese turistiche nell ambito dell armonizzazione della classificazione alberghiera. Il Consiglio regionale

Dettagli

promulga Art. 1. (Oggetto)

promulga Art. 1. (Oggetto) Legge regionale 24 gennaio 1995, n. 14. Nuova classificazione delle aziende alberghiere. (B.U. 25 gennaio 1995, suppl. spec. al n. 4) Il Consiglio regionale ha approvato. Il Commissario del Governo ha

Dettagli

1. Progetto completo (corografia in scala 1:10.000, piante, prospetti e sezioni in scala 1:100) e relazione

1. Progetto completo (corografia in scala 1:10.000, piante, prospetti e sezioni in scala 1:100) e relazione Alla Provincia Regionale di Trapani Settore Turistico Sport Spettacoli Classificazioni Strutture Ricettive Trapani Per il tramite del SUAP dell' Unione dei Comuni Elimo Ericini Il sottoscritto nato a il

Dettagli

Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) (art. 83 D.lgs. n.59/2010 e art. 19 Legge n. 241/1990) AFFITTACAMERE

Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) (art. 83 D.lgs. n.59/2010 e art. 19 Legge n. 241/1990) AFFITTACAMERE Al Comune di Grottaglie Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) Ufficio Artigianato Via Martiri d Ungheria 74023 Grottaglie (TA) PEC suap.comunegrottaglie@pec.rupar.puglia.it Segnalazione Certificata

Dettagli

PROVINCIA DI PAVIA SETTORE PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE E PROMOZIONE DEL TERRITORIO DELLA COMUNITA E DELLA PERSONA. ALBERGHI Allegato A

PROVINCIA DI PAVIA SETTORE PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE E PROMOZIONE DEL TERRITORIO DELLA COMUNITA E DELLA PERSONA. ALBERGHI Allegato A PROVINCIA DI PAVIA SETTORE PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE E PROMOZIONE DEL TERRITORIO DELLA COMUNITA E DELLA PERSONA ALBERGHI Allegato A Standard qualitativi obbligatori minimi per gli alberghi di prima classificazione

Dettagli

Citta' Metropolitana di Milano Settore Sviluppo economico e sociale

Citta' Metropolitana di Milano Settore Sviluppo economico e sociale Citta' Metropolitana di Milano Settore Sviluppo economico e sociale MODELLO B ALBERGHI Legge Regionale n. 15 del 16/07/2007 Regolamento Regionale n. 5 del 7/12/2009 Pubblicato sul BURL n. 50-1 Suppl. Ord.

Dettagli

Classificazione per l'esercizio di attività extralberghiera di Country House o Residenze di campagne in categoria Unica

Classificazione per l'esercizio di attività extralberghiera di Country House o Residenze di campagne in categoria Unica pag. 1 di 6 Oggetto: - Legge Regione Lazio n 13 del 06/08/2007 s.m.i Regolamento Regionale Nuova disciplina delle strutture ricettive extralberghiere n.8 del 7 agosto 2015 Classificazione per l'esercizio

Dettagli

Classificazione per l esercizio di attività extralberghiera di Ostello per la gioventù in categoria Unica

Classificazione per l esercizio di attività extralberghiera di Ostello per la gioventù in categoria Unica Pag. 1 di 6 Oggetto: Legge Regione Lazio n 13 del 06/08/2007 s.m.i. Regolamento Regionale Nuova disciplina delle strutture ricettive extralberghiere n.8 del 7 agosto 2015. Classificazione per l esercizio

Dettagli

Tabella A - CLASSIFICAZIONE ALBERGHI E DIPENDENZE DI ALBERGHI. Spazi comuni

Tabella A - CLASSIFICAZIONE ALBERGHI E DIPENDENZE DI ALBERGHI. Spazi comuni Tabella A - CLASSIFICAZIONE ALBERGHI E DIPENDENZE DI ALBERGHI - Tabella A - Parte prima: requisiti e dotazioni CARATTERISTICHE STRUTTURALI PER LA CLASSIFICAZIONE DI ALBERGHI E DIPENDENZE 5 STELLE Completare

Dettagli

punteggio minimo per il conseguimento della corrispondente classificazione * min. non previsto ** min. non previsto

punteggio minimo per il conseguimento della corrispondente classificazione * min. non previsto ** min. non previsto DENOMINAZIONE DELLA RESIDENZA TUR.-ALBERGHIERA : * 1 - Prestazione di servizi 1.01 Servizi di ricevimento e di portineria - informazioni 1.011 assicurati 16/ 24 ore (4) O punti 6 1.012 assicurati 14/ 24

Dettagli

*** (3) ** (2) **** (4) Descrizione dei requisiti

*** (3) ** (2) **** (4) Descrizione dei requisiti ALLEGATO B (20) TABELLA DEI REQUISITI MINIMI PER LA CLASSIFICAZIONE DELLE RESIDENZE TURISTICO ALBERGHIERE Livelli di Classifica (Stelle) 1 PRESTAZIONE DI SERVIZI 1.01 Servizi di ricevimento e di portineria

Dettagli

Il/La sottoscritto/a nato a (prov. ) il / /, residente in (prov. ) via n. int., cittadinanza, C.F. tel. cell. fax e-mail PEC

Il/La sottoscritto/a nato a (prov. ) il / /, residente in (prov. ) via n. int., cittadinanza, C.F. tel. cell. fax e-mail PEC SCIA TURISMO CLASSIFICAZIONE N. /20 Spazio riservato al protocollo Al III DIPARTIMENTO - 2 SERVIZIO POLITICHE CULTURALI DEL TURISMO E DELLO SPORT della PROVINCIA REGIONALE di CATANIA Via Nuovaluce 67/A

Dettagli

Classificazione per il seguente esercizio di attività extralberghiera di Rifugi in categoria Unica. Indicare ragione sociale dell Ente/Coop/Assoc.

Classificazione per il seguente esercizio di attività extralberghiera di Rifugi in categoria Unica. Indicare ragione sociale dell Ente/Coop/Assoc. Pag. 1 di 6 Oggetto: - Legge Regione Lazio n 13 del 06/08/2007 e s.m.i Regolamento Regionale n.8 del 7 agosto 2015 Nuova disciplina delle strutture ricettive extralberghiere Classificazione per il seguente

Dettagli

locato direttamente - corrispondente al n. della comunicazione presentata al Comune,

locato direttamente - corrispondente al n. della comunicazione presentata al Comune, Allegato I Classificazione volontaria di appartamenti ammobiliati ad uso turistico locati a cura di privati o di agenzie immobiliari - da compilare a cura del titolare dell'appartamento - versione dicembre

Dettagli

(cognome e nome) codice fiscale nato/a a (comune) ( ) (stato) il cittadinanza residente a ( ) -cap (indirizzo) n. Tel.

(cognome e nome) codice fiscale nato/a a (comune) ( ) (stato) il cittadinanza residente a ( ) -cap (indirizzo) n. Tel. COMUNE DI BRESCIA SETTORE INDUSTRIA E SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE Via Marconi, 12-I-25128 BRESCIA Tel. (39) 030 297 78 55 Fax (39) 030 338 76 51 Internet: http://sportellounico.comune.brescia.it

Dettagli

Mod.AFF Al Signor Sindaco del Comune di Pesaro c/o Servizio Promozione Sviluppo U.O. Attività Economiche Pesaro

Mod.AFF Al Signor Sindaco del Comune di Pesaro c/o Servizio Promozione Sviluppo U.O. Attività Economiche Pesaro BOLLO Timbro ufficiale (spazio riservato all ufficio) Mod.AFF Al Signor Sindaco del Comune di Pesaro c/o Servizio Promozione Sviluppo U.O. Attività Economiche 61121 Pesaro DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE PER

Dettagli

(Testo coordinato con le modifiche e le integrazioni di cui alla L.R. 22 novembre 2010, n. 31)

(Testo coordinato con le modifiche e le integrazioni di cui alla L.R. 22 novembre 2010, n. 31) Legge regionale 7 dicembre 2009, n. 50 Definizione delle tipologie dei servizi forniti dalle imprese turistiche nell'ambito dell'armonizzazione della classificazione alberghiera (BUR n. 22 dell 1 dicembre

Dettagli

Classificazione per il seguente esercizio di attività extralberghiera di Rifugi in categoria Unica. (barrare la casella di interesse)

Classificazione per il seguente esercizio di attività extralberghiera di Rifugi in categoria Unica. (barrare la casella di interesse) Pag. 1 di 6 Oggetto: - Legge Regione Lazio n 13 del 06/08/2007 e s.m.i Regolamento Regionale n.8 del 7 agosto 2015 Nuova disciplina delle strutture ricettive extralberghiere Classificazione per il seguente

Dettagli

ALLEGATO B-33septies

ALLEGATO B-33septies SUAP COMUNE DI CIVITAVECCHIA Ultimo Aggiornamento:23/09/2015 ALLEGATO B-33septies Modello di autocertificazione per la classificazione di Country House o Residenze di campagna Legge Regionale n 13 del

Dettagli

MODULO DI DENUNCIA PER LA CLASSIFICAZIONE DELLE AZIENDE ALBERGHIERE (L.P , n o 58)

MODULO DI DENUNCIA PER LA CLASSIFICAZIONE DELLE AZIENDE ALBERGHIERE (L.P , n o 58) Comune Ai MODULO DI DENUNCIA PER LA CLASSIFICAZIONE DELLE AZIENDE ALBERGHIERE (L.P. 14.12.1988, n o 58) Questo modulo serve per la classificazione degli esercizi che hanno camere. Per gli esercizi con

Dettagli

DENUNCIA DEI REQUISITI DELLA STRUTTURA RICETTIVA

DENUNCIA DEI REQUISITI DELLA STRUTTURA RICETTIVA ALLA PROVINCIA REGIONALE 3 Dipartimento 2 Ufficio dirigenziale Unità operativa alberghi e statistica di settore Corso Cavour 98121 MESSINA DENUNCIA DEI REQUISITI DELLA STRUTTURA RICETTIVA _I_ sottoscritt,

Dettagli

Articolo 1 (Ambito di applicazione) Articolo 2 (Definizione tipologica)

Articolo 1 (Ambito di applicazione) Articolo 2 (Definizione tipologica) Articolo 1 (Ambito di applicazione) 1. Il presente regolamento disciplina la forma di ricettività denominata Albergo Diffuso così come normato dalla legge regionale n. del. Articolo 2 (Definizione tipologica)

Dettagli

Titolo I ATTIVITÀ RICETTIVA ALBERGHIERA

Titolo I ATTIVITÀ RICETTIVA ALBERGHIERA LR(3) 12_97 Pag: 1 LEGGE REGIONALE LOMBARDIA N. 12 DEL 28-04-1997 Nuova Classificazione delle Aziende Alberghiere e Regolamentazione delle Case ed Appartamenti per Vacanze ALLEGATO > STANDARD QUALITATIVI

Dettagli

ALBERGHI Legge Regionale n. 15 del 16 Luglio 2007 (allegato A al Regolamento Regionale n. 5 del 7 Dicembre 2009)

ALBERGHI Legge Regionale n. 15 del 16 Luglio 2007 (allegato A al Regolamento Regionale n. 5 del 7 Dicembre 2009) ALBERGHI Legge Regionale n. 15 del 16 Luglio 2007 (allegato A al Regolamento Regionale n. 5 del 7 Dicembre 2009) Allegato A STANDARD QUALITATIVI OBBLIGATORI MINIMI PER GLI ALBERGHI DI PRIMA CLASSIFICAZIONE

Dettagli

ALBERGHI. Legge Regionale n. 15 del 16 Luglio 2007 (allegato A al Regolamento Regionale n. 5 del 7 Dicembre 2009) Allegato A

ALBERGHI. Legge Regionale n. 15 del 16 Luglio 2007 (allegato A al Regolamento Regionale n. 5 del 7 Dicembre 2009) Allegato A ALBERGHI Legge Regionale n. 15 del 16 Luglio 2007 (allegato A al Regolamento Regionale n. 5 del 7 Dicembre 2009) Allegato A STANDARD QUALITATIVI OBBLIGATORI MINIMI PER GLI ALBERGHI Il presente Modello

Dettagli

Classificazione per l esercizio di attività extralberghiera di Bed and Breakfast o B&B in categoria Unica

Classificazione per l esercizio di attività extralberghiera di Bed and Breakfast o B&B in categoria Unica Pag. 1 di 5 Oggetto: - Legge Regione Lazio n 13 del 06/08/2007 s.m.i Regolamento Regionale Nuova disciplina delle strutture ricettive extralberghiere n.8 del 7 agosto 2015 Classificazione per l esercizio

Dettagli

MARCHIO OSPITALITA ITALIANA MARCHIO DI QUALITA DELLA REGIONE MARCHE. Disciplinare per le Attività ricettive rurali (Country House)

MARCHIO OSPITALITA ITALIANA MARCHIO DI QUALITA DELLA REGIONE MARCHE. Disciplinare per le Attività ricettive rurali (Country House) 1 MARCHIO OSPITALITA ITALIANA MARCHIO DI QUALITA DELLA REGIONE MARCHE Disciplinare per le Attività ricettive rurali (Country House) I requisiti riguardano i seguenti aspetti: 1. ACCESSO e POSIZIONE 2.

Dettagli

AL RESPONSABILE DEL SETTORE ATTIVITA DI ALBERGO/RESIDENZA TURISTICO-ALBERGHIERA (R.T.A.) SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA (SCIA)

AL RESPONSABILE DEL SETTORE ATTIVITA DI ALBERGO/RESIDENZA TURISTICO-ALBERGHIERA (R.T.A.) SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA (SCIA) COMUNE DI BRESCIA SETTORE INDUSTRIA E SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE Via Marconi, 12-I-25128 BRESCIA Tel (39) 030 297 78 55 Fax (39) 030 338 76 51 Internet: http://sportellounicocomunebresciait E-mail:

Dettagli

Valida dal al GENERALITÀ DELLA STRUTTURA RICETTIVA

Valida dal al GENERALITÀ DELLA STRUTTURA RICETTIVA (strutture gia autorizzate) DIREZIONE CENTRALE ATTIVITA PRODUTTIVE Servizio Sviluppo Sistema Turistico Regionale COMUNE di DENUNCIA DELLE ATTREZZATURE E DEI SERVIZI PER LA CLASSIFICAZIONE DELL ALBERGO/DIPENDENZA

Dettagli

ALLEGATO C ter della legge regionale n. 33 del 4 novembre 2002

ALLEGATO C ter della legge regionale n. 33 del 4 novembre 2002 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATO C Dgr n. 2879 del 30 nov. 2010 pag. 1/6 L allegato C della legge regionale 4 novembre 2002, n. 33 è integrato dal seguente allegato C ter con la relativa tabella:

Dettagli

Tabella B - CLASSIFICAZIONE R.T.A. E DIPENDENZE DI R.T.A

Tabella B - CLASSIFICAZIONE R.T.A. E DIPENDENZE DI R.T.A Tabella B - CLASSIFICAZIONE R.T.A. E DIPENDENZE DI R.T.A - Tabella B - Parte prima: requisiti e dotazioni CARATTERISTICHE STRUTTURALI PER LA CLASSIFICAZIONE DI R.T.A. E DIPENDENZE -3 STELLE Completare

Dettagli

Legge regionale 7 dicembre 2009, n. 50

Legge regionale 7 dicembre 2009, n. 50 Consiglio regionale della Calabria Seconda Commissione Testo a fronte Legge regionale 7 dicembre 2009, n. 50 Definizione delle tipologie dei servizi forniti dalle imprese turistiche nell'ambito dell'armonizzazione

Dettagli

ALLEGATO A REQUISITI MINIMI OBBLIGATORI DELLE STRUTTURE RICETTIVE NON ALBERGHIERE OSTELLI DELLA GIOVENTÙ

ALLEGATO A REQUISITI MINIMI OBBLIGATORI DELLE STRUTTURE RICETTIVE NON ALBERGHIERE OSTELLI DELLA GIOVENTÙ Bollettino Ufficiale 15 ALLEGATO A REQUISITI MINIMI OBBLIGATORI DELLE STRUTTURE RICETTIVE NON ALBERGHIERE OSTELLI DELLA GIOVENTÙ STANDARD MINIMI OBBLIGATORI Numero massimo di posti letto per camera; Numero

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ - SCIA PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITÀ DI AFFITTACAMERE L.R. 2/2002 ART. 80

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ - SCIA PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITÀ DI AFFITTACAMERE L.R. 2/2002 ART. 80 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ - SCIA PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITÀ DI AFFITTACAMERE L.R. 2/2002 ART. 80 AL COMUNE DI l sottoscritt nat a il e residente a, CAP (Provincia di ), in via n. tel.

Dettagli

MODULO DI DENUNCIA PER LA CLASSIFICAZIONE DELLE AZIENDE ALBERGHIERE (L.P , n o 58)

MODULO DI DENUNCIA PER LA CLASSIFICAZIONE DELLE AZIENDE ALBERGHIERE (L.P , n o 58) Comune Ai MODULO DI DENUNCIA PER LA CLASSIFICAZIONE DELLE AZIENDE ALBERGHIERE (L.P. 14.12.1988, n o 58) Questo modulo serve per la classificazione degli esercizi che hanno camere. Per gli esercizi con

Dettagli

C O M U N E D I M A T T I N A T A Provincia di Foggia Settore IV - Polizia Municipale Attività Produttive Tel. 0884-550310 Fax 559870

C O M U N E D I M A T T I N A T A Provincia di Foggia Settore IV - Polizia Municipale Attività Produttive Tel. 0884-550310 Fax 559870 C O M U N E D I M A T T I N A T A Provincia di Foggia Settore IV - Polizia Municipale Attività Produttive Tel. 0884-550310 Fax 559870 AL SIGNOR SINDACO Attività Produttive DEL COMUNE DI MATTINATA SEGNALAZIONE

Dettagli

Il/La sottoscritto/a nato a (prov. ) il / /, residente in (prov. ) via n. int., cittadinanza, C.F. tel. cell. fax e-mail PEC

Il/La sottoscritto/a nato a (prov. ) il / /, residente in (prov. ) via n. int., cittadinanza, C.F. tel. cell. fax e-mail PEC SCIA TURISMO CLASSIFICAZIONE N. /20 Spazio riservato al protocollo Al III DIPARTIMENTO - 2 SERVIZIO POLITICHE CULTURALI DEL TURISMO E DELLO SPORT della PROVINCIA REGIONALE di CATANIA Via Nuovaluce 67/A

Dettagli

(1) Pubblicata nel B.U. Piemonte 25 gennaio 1995, n. 4, suppl. spec.

(1) Pubblicata nel B.U. Piemonte 25 gennaio 1995, n. 4, suppl. spec. Piemonte L.R. 24-1-1995 n. 14 Nuova classificazione delle aziende alberghiere. Pubblicata nel B.U. Piemonte 25 gennaio 1995, n. 4, suppl. spec. Epigrafe Art. 1 - Oggetto. Art. 2 - Aziende alberghiere.

Dettagli

Titolo I ATTIVITA' RICETTIVA ALBERGHIERA

Titolo I ATTIVITA' RICETTIVA ALBERGHIERA LR(3) 12_97 A Pag: 1 LEGGE REGIONE LOMBARDIA 28 aprile 1997 n. 12. Nuova classificazione delle aziende alberghiere e regolamentazione delle case e appartamenti per vacanze.(testo aggiornato con le modifiche

Dettagli

AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI OSTUNI

AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI OSTUNI AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI OSTUNI Oggetto: Segnalazione inizio attività di affittacamere. (L. n.135 del 29.03.2001, L.R. n. 11/99) Il / La sottoscritto/a... nato/ a... il... nazionalità... sesso M.

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA. Vista la deliberazione della Giunta provinciale del 1 aprile 2014, n. 364; E m a n a il seguente regolamento:

IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA. Vista la deliberazione della Giunta provinciale del 1 aprile 2014, n. 364; E m a n a il seguente regolamento: REGIONE TRENTINO-ALTO ADIGE (PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO) - DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA 14 aprile 2014, n. 15: Modifiche al regolamento di esecuzione delle norme in materia di pubblici esercizi.

Dettagli

PROVINCIA DI PISTOIA UFFICIO TURISMO Piazza San Leone, 1, Pistoia - Tel Fax Sito internet:

PROVINCIA DI PISTOIA UFFICIO TURISMO Piazza San Leone, 1, Pistoia - Tel Fax Sito internet: TUSR15 PROVINCIA DI PISTOIA UFFICIO TURISMO Piazza San Leone, 1, 51100 Pistoia - Tel. 0573 3741- Fax. 0573 374401 Sito internet: www.provincia.pistoia.it Sportello Unico Attività Produttive SUAP del Comune

Dettagli

AUTOCERTIFICAZIONE AI FINI DELLA CLASSIFICAZIONE DI STRUTTURA RICETTIVA

AUTOCERTIFICAZIONE AI FINI DELLA CLASSIFICAZIONE DI STRUTTURA RICETTIVA AUTOCERTIFICAZIONE AI FINI DELLA CLASSIFICAZIONE DI STRUTTURA RICETTIVA Al SUAP del COMUNE di Ai sensi del c. 4, art. 34 della Lr. 42/2000 e s. m. i. il SUAP (ove non sia istituito, il Comune), provvederà

Dettagli

Turismo NUOVA NORMATIVA PER LA CLASSIFICAZIONE DELLE AZIENDE RICETTIVE

Turismo NUOVA NORMATIVA PER LA CLASSIFICAZIONE DELLE AZIENDE RICETTIVE Turismo In applicazione della legge 17 maggio 1983 n.217 Legge quadro per il turismo e interventi per il potenziamento e la qualificazione dell offerta turistica e della legge regionale 15 marzo 1984 n.15,sono

Dettagli

Allo Sportello Unico Attività Produttive del COMUNE DI CIVITAVECCHIA (provincia di Roma)

Allo Sportello Unico Attività Produttive del COMUNE DI CIVITAVECCHIA (provincia di Roma) Regione Lazio Allo Sportello Unico Attività Produttive del COMUNE DI CIVITAVECCHIA (provincia di Roma) PEC: suap.pec@comunedicivitavecchia.legalmail.it MODELLO B-33 nonies AUTOCERTIFICAZIONE DI DI CASA

Dettagli

Testo prima delle modifiche Modifiche apportate con la l.r. 2/2010

Testo prima delle modifiche Modifiche apportate con la l.r. 2/2010 Legge regionale n. 2 del 11 febbraio.2010 Modifiche alla legge regionale 2/2002 in materia di turismo e alla legge regionale 4/2005 recante interventi per il sostegno e lo sviluppo competitivo delle piccole

Dettagli

COMUNICA TIPO DI OPERAZIONE [ ] AVVIO ATTIVITÀ [ ] MODIFICA DEI LOCALI Breve descrizione dell operazione:

COMUNICA TIPO DI OPERAZIONE [ ] AVVIO ATTIVITÀ [ ] MODIFICA DEI LOCALI Breve descrizione dell operazione: STRUTTURA RICETTIVA -DICHIARAZIONE INIZIO ATTIVITA - n. 3 copie in carta semplice AFFITTACAMERE PROFESSIONALE AFFITTACAMERE NON PROFESSIONALE CASA E APPARTAMENTI VACANZE RESIDENZE D EPOCA (*) Sportello

Dettagli

Aggiornamento CE0602ur16 VOCE E 6.2 LRG/XVI,1. TURISMO ED INDUSTRIA ALBERGHIERA L.R. 28 aprile 1997, n. 12

Aggiornamento CE0602ur16 VOCE E 6.2 LRG/XVI,1. TURISMO ED INDUSTRIA ALBERGHIERA L.R. 28 aprile 1997, n. 12 LEGGE REGIONALE 28 aprile 1997, n. 12 «Nuova classificazione delle aziende alberghiere e regolamentazione delle case ed appartamenti per vacanze». (B.U. 2 maggio 1997, n. 18, 1º suppl. ord.) Titolo I ATTIVITÀ

Dettagli

TABELLA DEI REQUISITI MINIMI PER LA CLASSIFICAZIONE DELLE CASE PER FERIE (UNICO LIVELLO)

TABELLA DEI REQUISITI MINIMI PER LA CLASSIFICAZIONE DELLE CASE PER FERIE (UNICO LIVELLO) ALLEGATO CF CLASSIFICAZIONE DELLE CASE PER FERIE (UNICO LIVELLO) 1 PRESTAZIONE DI SERVIZI 1.01 Servizi di ricevimento e di portineria 1.01.1 assicurato 4/24 con addetto, reperibilità telefonica in altri

Dettagli

MODELLO «D/3» FORESTERIE COMUNE DI GENERALITÀ DELLA STRUTTURA RICETTIVA

MODELLO «D/3» FORESTERIE COMUNE DI GENERALITÀ DELLA STRUTTURA RICETTIVA DIREZIONE CENTRALE ATTIVITA PRODUTTIVE Servizio Sviluppo Sistema Turistico Regionale COMUNE DI DENUNCIA DELLE ATTREZZATURE E DEI SERVIZI PER LA CLASSIFICAZIONE DELLE FORESTERIE Valida dal al GENERALITÀ

Dettagli

Tabella A - CLASSIFICAZIONE ALBERGHI E DIPENDENZE DI ALBERGHI. Spazi comuni

Tabella A - CLASSIFICAZIONE ALBERGHI E DIPENDENZE DI ALBERGHI. Spazi comuni Tabella A - CLASSIFICAZIONE ALBERGHI E DIPENDENZE DI ALBERGHI - Tabella A - Parte prima: requisiti e dotazioni CARATTERISTICHE STRUTTURALI PER LA CLASSIFICAZIONE DI ALBERGHI E DIPENDENZE 3 STELLE Completare

Dettagli

MODELLO B - ALBERGHI ALLEGATO B

MODELLO B - ALBERGHI ALLEGATO B PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA UFFICIO TURISMO MODELLO B - ALBERGHI Legge Regionale n. 15 del 16/07/2007 Regolamento Regionale n. 5 del 7/12/2009 Pubblicato sul BURL n. 50-1 Suppl. Ord. Del 14/12/2009 ALLEGATO

Dettagli

DOMANDA PER IL RILASCIO DEL PROVVEDIMENTO DI ATTRIBUZIONE DELLA CLASSIFICAZIONE ALBERGHIERA

DOMANDA PER IL RILASCIO DEL PROVVEDIMENTO DI ATTRIBUZIONE DELLA CLASSIFICAZIONE ALBERGHIERA Marca da bollo da 14,62 Spett.le PROVINCIA DI BERGAMO SERVIZIO TURISMO via T. Tasso 8 24121 BERGAMO DOMANDA PER IL RILASCIO DEL PROVVEDIMENTO DI ATTRIBUZIONE DELLA CLASSIFICAZIONE ALBERGHIERA Legge regionale

Dettagli

Il/La sottoscritto/a nato a (prov. ) il / /, residente in (prov. ) via n. int., cittadinanza, C.F. tel. cell. fax e-mail PEC

Il/La sottoscritto/a nato a (prov. ) il / /, residente in (prov. ) via n. int., cittadinanza, C.F. tel. cell. fax e-mail PEC SCIA TURISMO CLASSIFICAZIONE N. /20 Spazio riservato al protocollo Al III DIPARTIMENTO - 2 SERVIZIO POLITICHE CULTURALI DEL TURISMO E DELLO SPORT della PROVINCIA REGIONALE di CATANIA Via Nuovaluce 67/A

Dettagli

ALLEGATO B-33ter SUAP COMUNE DI CIVITAVECCHIA A FORMA IMPRENDITORIALE. (campi da compilare solo per Società/Ditta) Classificazione

ALLEGATO B-33ter SUAP COMUNE DI CIVITAVECCHIA A FORMA IMPRENDITORIALE. (campi da compilare solo per Società/Ditta) Classificazione SUAP COMUNE DI CIVITAVECCHIA Ultimo Aggiornamento:31/08/2016 ALLEGATO B-33ter Modello di autocertificazione di classificazione Case e appartamenti per vacanze in forma imprenditoriale Legge Regionale n

Dettagli