ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE Leonardo da Vinci ad indirizzo tecnologico ed economico BORGOMANERO PIANO DI LAVORO. Anno Scolastico

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE Leonardo da Vinci ad indirizzo tecnologico ed economico BORGOMANERO PIANO DI LAVORO. Anno Scolastico 2015 2016"

Transcript

1 ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE Leonardo da Vinci ad indirizzo tecnologico ed economico BORGOMANERO PIANO DI LAVORO Anno Scolastico Materia: LINGUA STRANIERA INGLESE Classe: Seconda F settore tecnologico Data di presentazione: 12 Ottobre 2015 DOCENTE Di Palma Marilena FIRMA

2 2 Risultati di apprendimento di riferimento per la disciplina al termine del percorso quinquennale Utilizzare i linguaggi settoriali delle lingue straniere previste dai percorsi di studio per interagire in diversi ambiti e contesti di studio e di lavoro. Primo biennio Monte ore previsto: Competenze specifiche da raggiungere nel biennio (rif. Obbligo di istruzione) Utilizzare una lingua straniera per i principali scopi comunicativi e operativi Verso il Livello B1lower intermediate del QCER Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue: È in grado di comprendere i punti essenziali di messaggi chiari in lingua standard su argomenti familiari che affronta normalmente al lavoro, a scuola, nel tempo libero, ecc. Se la cava in molte situazioni che si possono presentare viaggiando in una regione dove si parla la lingua in questione. Sa produrre testi semplici e coerenti su argomenti che gli siano familiari o siano di suo interesse. È in grado di descrivere esperienze e avvenimenti, sogni, speranze, ambizioni, di esporre brevemente ragioni e dare spiegazioni su opinioni e progetti. Abilità Comprendere i punti essenziali di messaggi e annunci semplici e chiari su argomenti di interesse personale, quotidiano, sociale o professionale con la guida dell insegnante Utilizzare appropriate strategie di comprensione di semplici testi scritti e orali con la guida dell insegnante Utilizzare un repertorio lessicale di base, funzionale ad esprimere bisogni concreti della vita quotidiana Ricercare informazioni all interno di testi di breve estensione di interesse personale, quotidiano, sociale o professionale Descrivere in maniera semplice esperienze ed eventi, relativi all ambito personale e sociale Utilizzare in modo adeguato le strutture grammaticali con la guida dell insegnante Interagire in conversazioni brevi e semplici su temi di interesse personale, quotidiano, sociale o professionale Scrivere brevi testi di interesse personale, quotidiano, sociale o professionale Scrivere correttamente semplici testi su tematiche coerenti con i percorsi di studio con la guida dell insegnante Capire e riflettere sulla struttura della lingua utilizzata in testi comunicativi nella forma scritta, orale e multimediale con la guida dell insegnante Riflettere sulla dimensione interculturale della lingua con la guida dell insegnante Conoscenze Strategie di comprensione di testi comunicativi semplici Lessico di base su argomenti di vita quotidiana, sociale e professionale Il dizionario monolingue e bilingue Corretta pronuncia di un repertorio di parole e frasi memorizzate di uso comune Sistema fonologico, struttura sillabica, accentazione delle parole e intonazione Elementi socio-linguistici e paralinguistici Semplici modalità di scrittura: messaggi brevi, lettera informale Aspetti grammaticali e comunicativi di base della lingua Ortografia e punteggiatura Aspetti socio-culturali della lingua e dei paesi di cui si studia la lingua 2

3 3 OBIETTIVI D APPRENDIMENTO STANDARD MINIMI IN TERMINI DI ABILITÁ RELATIVI AL PRIMO BIENNIO 1. Comprensione della lingua orale - saper capire: a. semplici enunciati contestualizzati pronunciati da uno straniero in modo da poter fare quanto richiesto; b. una comunicazione orale (racconto, breve resoconto su argomenti noti), in modo da afferrarne il significato globale. 2. Produzione della lingua orale - saper: a. rispondere a facili enunciati contestualizzati; b. richiedere e dare informazioni ed indicazioni; c. descrivere oggetti, persone e luoghi; d. raccontare semplici fatti o esperienze personali. 3. Comprensione della lingua scritta - saper leggere: a. corrispondenza epistolare personale b. opuscoli, volantini, manifesti, programmi in modo da saper cogliere ciò che è rilevante ai fini dell informazione che si vuole ottenere (lettura estensiva); c. facili brani di prosa o articoli d. saper consultare dizionari bilingue. 4. Produzione della lingua scritta - saper: a. stilare lettere personali usando connettori logico-grammaticali molto elementari; b. compilare moduli e questionari; c. scrivere sotto dettatura in modo tale da non generare fraintendimenti 5. Riflessione sulla lingua a. riconoscere e produrre strutture grammaticali globalmente corrette relative alle funzioni comunicative di riferimento. OBIETTIVI TRASVERSALI E RUOLO SPECIFICO DELLA DISCIPLINA NEL LORO RAGGIUNGIMENTO a. Comprendere e produrre semplici testi efficaci dal punto di vista comunicativo e globalmente corretti nell uso delle principali strutture della lingua. b. Comprendere semplici testi scritti, come lettere personali, opuscoli, annunci pubblicitari ecc. c. Riflettere sulla lingua intesa come mezzo di comunicazione nei suoi diversi aspetti (lessicale, morfologico, sintattico) e registri espressivi. d. Sviluppare abilità di studio e capacità di organizzazione e reimpiego delle conoscenze e. Arricchire il proprio patrimonio culturale tramite il confronto con una realtà linguistica e socio culturale diversa dalla propria. Per il raggiungimento di tali obiettivi e la funzione della disciplina specifica si fa riferimento a quanto espresso nelle indicazioni metodologiche. 3

4 STRATEGIE DA IMPIEGARE PER LO SVILUPPO DI DIVERSE ABILITÀ 4 Sviluppo dell atteggiamento di cooperazione tra pari, attraverso lavori a coppie. Schede di potenziamento e recupero. Attività con l insegnante di sostegno. Drammatizzazioni, anche minime, per lo sviluppo di tutte le abilità, per l espressività e per la capacità di relazione. Attenzione alle caratteristiche cognitive, affettive e relazionali di ciascun studente ed in particolare per gli alunni dislessici si seguiranno le indicazioni riportate nella seguente scheda. Area della competenza comunicativa Dislessia ed apprendimento linguistico (Le due proposte di percorso personalizzato sono contemplate dall'ordinanza Ministeriale del maggio 2012). Comprensione orale e scritta Interazione/ produzione orale Produzione scritta A seconda della gravità del disturbo si possono ipotizzare - Per i casi di dislessia severa (con disgrafia e disortografia) un percorso personalizzato con dispensa dalla valutazione delle prestazioni in forma scritta, che consiste nell'escludere la valutazione della comprensione e della produzione scritta e concentrarsi solo sulla forma orale. Si possono utilizzare la sintesi vocale, i manuali digitali, o si può prevedere la figura del "lettore di classe", che potrebbe essere l'insegnante stesso o uno studente eccellente; - Per i casi di dislessia lieve un percorso personalizzato che privilegia la dimensione orale della lingua, ma al contempo conserva obiettivi essenziali anche per la scrittura. Per quanto riguarda la comprensione scritta essa sarà comunque più difficoltosa di quella orale, e probabilmente il livello raggiungibile dallo studente sarà più basso; sono utili la sintesi vocale e i manuali digitali, che aiutano a compensare le carenze nella decodifica scritta. Gli obiettivi da sviluppare per l'interazione orale si possono così riassumere: - efficacia comunicativa: farsi comprendere anche se il messaggio non è grammaticalmente perfetto; saper utilizzare strategie comunicative (ripetere, riformulare, autocorreggersi, usare la gestualità ecc.); saper rispettare le regole di interazione (ad esempio i turni di parola); - adeguatezza al contesto: saper riconoscere che per ogni situazione c'è uno stile e un registro diverso, e saper attivare modalità di comunicazione diverse adeguandosi al contesto (ad esempio, formale / informale); - appropriatezza linguistica: è opportuno valutare più il contenuto che la forma; in particolare va esclusa la valutazione della correttezza ortografica (spelling), che è penalizzante per questi allievi. Si terrà presente che l'efficacia comunicativa, la coerenza e l'adeguatezza al contesto sono prioritari rispetto alla correttezza grammaticale, e che non è opportuno insistere sulla correttezza ortografica. - Nei casi di disturbo severo la produzione scritta può non essere sviluppata, e ci si può concentrare sulla produzione e l'interazione orale; - Nei casi di disturbo lieve, la produzione scritta può essere sviluppata attraverso strumenti compensativi, quali il computer, il correttore ortografico, il dizionario digitale. 4

5 CONTENUTI Nei primi mesi dell anno scolastico è prevista una accurata revisione con verifica del programma svolto nell anno precedente e la correzione dei compiti estivi, al fine di consolidare le conoscenze e le capacità pregresse degli studenti e di fornire loro nuovi strumenti per affrontare il nuovo corso. UNIT 7 COMPETENZE CONOSCENZE ABILITÀ Utilizzare appropriate strategie per reperire informazioni e comprendere i punti essenziali in messaggi chiari, di breve estensione, scritti e orali, su argomenti di interesse personale o quotidiano. Utilizzare un repertorio lessicale ed espressioni di base per descrivere esperienze di tipo personale o familiare. Interagire in conversazioni brevi e chiare su argomenti di interesse personale o quotidiano. Descrivere in maniera semplice esperienze, impressioni ed eventi, relativi all ambito personale o familiare. Utilizzare in modo adeguato le strutture grammaticali di base. Utilizzare i dizionari bilingue, compresi quelli multimediali. Produrre testi di breve estensione, semplici e coerenti su tematiche note e di interesse personale. Cogliere la portata interculturale della lingua e della cultura inglese. Functions Talking about ability in the past Talking about the past Giving and receiving news Grammar Past simple to be and can Past simple affirmative (regular and irregular verbs) Vocabulary Personality adjectives School and school subjects Listening Ascoltare dialoghi per ricavare informazioni personali (eventi nel passato e abilità nel passato) Ascoltare dialoghi in cui vengono date notizie e si risponde a notizie in maniera appropriata Ascoltare un intervista per ricavare informazioni su come gestire l ansia da esami Speaking Dare e chiedere informazioni personali (eventi nel passato e abilità nel passato) Dare e chiedere informazioni personali (scuola e materie scolastiche) Dare notizie e rispondere a notizie in maniera appropriata Descrivere le proprie emozioni Descrivere strategie per gestire l ansia da esami Reading Leggere un testo o un dialogo Leggere un testo contenente informazioni personali (eventi nel passato) Leggere un testo contenente informazioni personali (ansia da esami) Leggere un messaggio Pronunciation /t/, /d/, /id/ Writing Completare una tabella Completare un dialogo Scrivere un breve testo dando informazioni personali (eventi nel passato) Scrivere un breve testo dando informazioni su un periodo passato Scrivere un messaggio dando informazioni personali (descrivere le proprie emozioni) Lavoro individuale Workbook: Unit 7 On-line material: activities for remedial and extension work (DIGIlibro) 5

6 UNIT 8 COMPETENZE CONOSCENZE ABILITÀ Utilizzare appropriate strategie per reperire informazioni e comprendere i punti essenziali in messaggi chiari, di breve estensione, scritti e orali, su argomenti di interesse personale o quotidiano. Utilizzare un repertorio lessicale ed espressioni di base per descrivere esperienze di tipo personale o familiare. Interagire in conversazioni brevi e chiare su argomenti di interesse personale o quotidiano. Descrivere in maniera semplice esperienze, impressioni ed eventi, relativi all ambito personale o familiare. Utilizzare in modo adeguato le strutture grammaticali di base. Utilizzare i dizionari bilingue, compresi quelli multimediali. Produrre testi di breve estensione, semplici e coerenti su tematiche note e di interesse personale. Cogliere la portata interculturale della lingua e della cultura inglese. Functions Talking about the past Describing photographs Grammar Past simple negative and questions Wh- words as object or subject too much/too many Vocabulary School life Technology verb collocations Listening Ascoltare interviste per ricavare informazioni personali (eventi nel passato) Ascoltare la descrizione di una fotografia Ascoltare una conversazione per capire informazioni specifiche Speaking Chiedere e dare informazioni personali (eventi nel passato) Dare e chiedere informazioni personali (uso di videogiochi) Dare istruzioni su come eseguire operazioni usando strumenti tecnologici Descrivere una fotografia Reading Leggere un testo o un dialogo Leggere un testo contenente informazioni personali (eventi nel passato) Leggere la descrizione di una fotografia Pronunciation Rising intonation Writing Completare un dialogo Scrivere un breve testo in cui si descrive una fotografia Culture The education system in the UK Scrivere un articolo di giornale in cui si danno informazioni personali (eventi nel passato) Completare un messaggio usando le informazioni date in una conversazione Lavoro individuale Workbook: Unit 8 On-line material: activities for remedial and extension work (DIGIlibro) 6

7 UNIT 9 COMPETENZE CONOSCENZE ABILITÀ Utilizzare appropriate strategie per reperire informazioni e comprendere i punti essenziali in messaggi chiari, di breve estensione, scritti e orali, su argomenti di interesse personale o quotidiano. Utilizzare un repertorio lessicale ed espressioni di base per descrivere esperienze di tipo personale o familiare. Interagire in conversazioni brevi e chiare su argomenti di interesse personale o quotidiano. Descrivere in maniera semplice esperienze, impressioni ed eventi, relativi all ambito personale o familiare. Utilizzare in modo adeguato le strutture grammaticali di base. Utilizzare i dizionari bilingue, compresi quelli multimediali. Produrre testi di breve estensione, semplici e coerenti su tematiche note e di interesse personale. Cogliere la portata interculturale della lingua e della cultura inglese. Functions Making comparisons Describing objects Grammar Comparative adjectives Possessive pronouns Superlative adjectives Listening Ascoltare dialoghi in cui vengono confrontate persone o cose Ascoltare dialoghi per ricavare informazioni personali (abitazioni) Ascoltare descrizioni di oggetti Speaking Descrivere un appartamento Confrontare persone o cose Esprimere opinioni personali (vantaggi e svantaggi di vivere in un certo luogo o in un certo tipo di casa) Esprimere opinioni personali su aspetti legati alla questione ambientale Descrivere un oggetto Vocabulary House and home Reading Leggere un testo o un dialogo Leggere un messaggio in cui viene descritto un appartamento Leggere un articolo contenente informazioni su aspetti legati alla questione ambientale Pronunciation Syllables Writing Completare una tabella Completare un dialogo Culture British homes Scrivere un breve testo dando informazioni personali (descrizione della propria camera da letto) Scrivere un breve testo in cui viene descritto un oggetto Lavoro individuale Workbook: Unit 9 On-line material: activities for remedial and extension work (DIGIlibro) 7

8 UNIT 10 COMPETENZE CONOSCENZE ABILITÀ Utilizzare appropriate strategie per reperire informazioni e comprendere i punti essenziali in messaggi chiari, di breve estensione, scritti e orali, su argomenti di interesse personale o quotidiano. Utilizzare un repertorio lessicale ed espressioni di base per descrivere esperienze di tipo personale o familiare. Interagire in conversazioni brevi e chiare su argomenti di interesse personale o quotidiano. Descrivere in maniera semplice esperienze, impressioni ed eventi, relativi all ambito personale o familiare. Utilizzare in modo adeguato le strutture grammaticali di base. Utilizzare i dizionari bilingue, compresi quelli multimediali. Produrre testi di breve estensione, semplici e coerenti su tematiche note e di interesse personale. Cogliere la portata interculturale della lingua e della cultura inglese. Functions Making plans and arrangements Making/agreeing to/rejecting a suggestion Grammar going to Present continuous with future meaning Listening Ascoltare dialoghi per ricavare informazioni personali (intenzioni future) Ascoltare dialoghi in cui vengono dati, accettati e rifiutati suggerimenti Ascoltare un intervista radiofonica per ricavare informazioni riguardo a viaggi Speaking Dare e chiedere informazioni personali (intenzioni future) Dare e chiedere informazioni personali (viaggi) Dare, accettare e rifiutare suggerimenti Dare e chiedere informazioni personali (vacanze) Esprimere opinioni Vocabulary Travelling Reading Leggere un testo o un dialogo Leggere un comunicato stampa in cui vengono date informazioni su una gara Leggere un testo contenente informazioni personali (viaggi) Leggere testi contenenti informazioni turistiche Leggere messaggi di natura formale e informale Writing Completare un diagramma Completare un dialogo Scrivere un messaggio di natura formale Lavoro individuale Workbook: Unit 10 On-line material: activities for remedial and extension work (DIGIlibro) 8

9 UNIT 11 COMPETENZE CONOSCENZE ABILITÀ Utilizzare appropriate strategie per reperire informazioni e comprendere i punti essenziali in messaggi chiari, di breve estensione, scritti e orali, su argomenti di interesse personale o quotidiano. Utilizzare un repertorio lessicale ed espressioni di base per descrivere esperienze di tipo personale o familiare. Interagire in conversazioni brevi e chiare su argomenti di interesse personale o quotidiano. Descrivere in maniera semplice esperienze, impressioni ed eventi, relativi all ambito personale o familiare. Utilizzare in modo adeguato le strutture grammaticali di base. Utilizzare i dizionari bilingue, compresi quelli multimediali. Produrre testi di breve estensione, semplici e coerenti su tematiche note e di interesse personale. Cogliere la portata interculturale della lingua e della cultura inglese. Functions Making predictions Giving opinions Grammar will Adverbs of manner Listening Ascoltare dialoghi in cui vengono discussi aspetti legati all ambiente Ascoltare dialoghi in cui vengono espresse opinioni Speaking Esprimere opinioni su temi legati all ambiente Esprimere previsioni sul futuro Dare e chiedere informazioni personali (ciò che si fa per aiutare l ambiente) Descrivere fotografie e disegni Esprimere opinioni Esprimere accordo e disaccordo Vocabulary Ecology Reading Leggere un testo o un dialogo Leggere un articolo contenente informazioni su questioni legate all ambiente Leggere lettere di natura formale e informale Pronunciation will Writing Completare una tabella Completare un dialogo Scrivere una lettera formale Lavoro individuale Workbook: Unit 11 On-line material: activities for remedial and extension work (DIGIlibro) 9

10 UNIT 12 COMPETENZE CONOSCENZE ABILITÀ Utilizzare appropriate strategie per reperire informazioni e comprendere i punti essenziali in messaggi chiari, di breve estensione, scritti e orali, su argomenti di interesse personale o quotidiano. Utilizzare un repertorio lessicale ed espressioni di base per descrivere esperienze di tipo personale o familiare. Interagire in conversazioni brevi e chiare su argomenti di interesse personale o quotidiano. Descrivere in maniera semplice esperienze, impressioni ed eventi, relativi all ambito personale o familiare. Utilizzare in modo adeguato le strutture grammaticali di base. Utilizzare i dizionari bilingue, compresi quelli multimediali. Produrre testi di breve estensione, semplici e coerenti su tematiche note e di interesse personale. Cogliere la portata interculturale della lingua e della cultura inglese. Functions Talking about personal experiences Expressing interest Grammar Present perfect with ever/never Present perfect with just/ already/yet been/gone Echo questions Vocabulary Health and fitness Sport Parts of the body Listening Ascoltare testi per ricavare informazioni personali (esperienze passate) Ascoltare dialoghi per ricavare informazioni su azioni compiute e non ancora compiute Ascoltare un intervista per ricavare informazioni specifiche (problemi scolastici e consigli per risolverli) Speaking Dare e chiedere informazioni personali (esperienze passate) Dare e chiedere informazioni personali (sport) Esprimere interesse verso ciò che ci è stato detto Esprimere e confrontare opinioni (problemi scolastici) Reading Leggere un testo o un dialogo Leggere lettere contenenti informazioni personali (problemi giovanili) Leggere un testo contenente informazioni su eventi sportivi trasmessi alla televisione Leggere un testo contenente informazioni scientifiche Leggere una lettera in cui vengono descritti problemi scolastici Pronunciation Past participles Writing Completare una tabella Completare un dialogo Completare una lettera Scrivere frasi dando informazioni personali (interessi, tempo libero ecc) Scrivere la risposta a una lettera dando consigli per risolvere problemi scolastici Lavoro individuale Workbook: Unit 12 On-line material: activities for remedial and extension work (DIGIlibro)

11 METODI DI INSEGNAMENTO APPROCCI DIDATTICI, TIPOLOGIA DI ATTIVITÁ E MODALITÁ DI LAVORO 1. Punto di partenza dello studio della lingua straniera (L2). Lo studio della lingua inglese partirà dalla soglia di conoscenza zero, benché ci si trovi di fronte a falsi principianti. Infatti, sebbene molti allievi abbiano già studiato inglese per tre anni nella Scuola Media, la loro conoscenza della L2 è in genere molto eterogenea, poiché provengono da istituti diversi. L impostazione della pronuncia, la gamma dei vocaboli attivi e passivi, i metodi di apprendimento - nel caso in cui sussistano - differiscono troppo da scuola a scuola e da insegnante ad insegnante, rendendo pertanto più pratico ed efficace - se non addirittura necessario - cominciare da capo. Inevitabile conseguenza di tutto ciò sarà che, in un primo tempo, agli allievi che hanno già studiato inglese parrà di sapere tutto e di non incontrare difficoltà, con il rischio di non impegnarsi a sufficienza, potendo, inizialmente vivere di rendita. 2. Le quattro abilità Ogni lingua viva è innanzitutto un fenomeno udito e parlato, solo in un secondo tempo diventa anche un fatto letto e scritto. Inoltre, questa è anche la naturale successione secondo la quale abbiamo appreso la nostra lingua madre. L insegnamento della L2 seguirà pertanto questa sequenza: comprensione orale, produzione orale, comprensione scritta, produzione scritta. Si partirà dall ascolto - da un testo registrato o dalla viva voce dell insegnante - di un breve dialogo o brano il cui contesto è reso evidente dalle illustrazioni del libro. Dall ascolto si passerà poi, se necessario, alla ripetizione del testo scomposto in frasi. In questa fase si farà molta attenzione alla correttezza della pronuncia. Il passo successivo sarà nuovamente ascolto e, infine, lettura. Dopo una serie di domande di orientamento (skimming) si passerà all analisi lessicale e grammaticale, ricorrendo anche alla traduzione in italiano per puntualizzare le differenze tra L1 e L2 mediante un analisi dei contenuti fonologici, morfologici, sintattici e lessicali fra le due lingue. È bene infatti associare direttamente un concetto o un oggetto al suono - e poi alla grafia - della L2, senza dover per forza passare attraverso la L1. E questo infatti il primo passo verso il pensare in lingua. Talvolta si farà ricorso alla ricostruzione in classe della situazione ovvero alla drammatizzazione, facendo lavorare gli allievi in coppia o in gruppo, dapprima contemporaneamente e poi di fronte al resto della classe. L ultima fase dell unità didattica sarà riservata al reimpiego del materiale linguistico e comunicativo acquisito, tramite attività orali e scritte ed esercizi di applicazione e rinforzo. Molto importante, in ogni fase dell attività di apprendimento, resta il lavoro domestico di revisione e consolidamento di quanto già affrontato in classe. 3. Strutture e funzioni Nello studio della lingua inglese del biennio viene usata una metodologia integrata. L approccio funzionale-nozionale, che è alla base dell insegnamento comunicativo e che si prefigge di mettere i ragazzi in grado di affrontare alcune situazioni-tipo sfruttando le diverse funzioni della lingua, viene integrato con attività proprie del metodo strutturale ogni volta che lo si ritenga opportuno. Di conseguenza, fermo restando che l obiettivo precipuo del corso è un ampia competenza comunicativa di base (verso il livello B1 del quadro di riferimento europeo), si insiste sulla assimilazione delle principali strutture grammaticali usando anche esercizi di tipo strutturale classico. 4. La trascrizione fonetica internazionale Ai ragazzi verrà gradualmente insegnato l alfabeto fonetico internazionale, che permetterà di apprendere e controllare l esatta pronuncia di ogni parola, anche se incontrata per prima nello scritto che nell orale.

12 STRUMENTI DI LAVORO LIBRI DI TESTO J. Comyns Carr, J. Parsons, E. Foody, Speak Your Mind 1-Edizione My English Lab, Pearson Longman, Angela Gallagher, Fausto Galuzzi, Activating Grammar Digital Edition, Pearson Longman. Oltre ai libri di testo in adozione verranno consegnate alla classe DISPENSE e FOTOCOPIE per esercitazioni di consolidamento ed approfondimento preparati dall insegnate stessa. SUSSIDI AUDIOVISIVI, INFORMATICI E/O LABORATORI (modalità e frequenza d uso) Si utilizzerà il laboratorio linguistico con una cadenza di almeno un ora alla settimana per l ascolto dei CD-ROM collegati al libro di testo in adozione. I sussidi audiovisivi saranno invece proposti dall insegnante in L2, con sottotitoli in inglese: trasmissioni registrate, film, canzoni, documentari, podcasts ecc. VERIFICA E VALUTAZIONE STRUMENTI PER LA VERIFICA FORMATIVA (controllo in itinere del processo di apprendimento) E SOMMATIVA (controllo del profitto scolastico ai fini della valutazione) Considerata la specificità della disciplina in quanto strumento di comunicazione, l attività curricolare con la classe costituisce di per sé un valido strumento di verifica formativa e misurazione del livello di apprendimento raggiunto. Le verifiche saranno sistematiche e periodiche, in relazione all attività didattica svolta e coerenti ai contenuti affrontati, oltre che ai metodi usati, saranno orali e scritte, di tipo oggettivo e soggettivo. Le prove saranno considerate sufficienti con una percentuale di correttezza almeno del 60%. Le verifiche orali consisteranno in: role playing and role taking, follow the instructions, descriptions, questionari orali, translation exercises, dictations, listening sessions, ecc. Le verifiche scritte consisteranno non solo in esercizi di completamento, sostituzione, trasformazione, scelte multiple, vero/falso, questionari, ma anche in dialoghi (da completare e costruire) e costruzione di semplici testi scritti su traccia di argomento famigliare e quotidiano, (lettere, simulazione di ), frasi di traduzione. La traduzione, comunque sarà sempre e soltanto una retroversione, ovvero una verifica del grado di apprendimento lessicale e morfo-sintattico. Sia le verifiche orali sia quelle scritte saranno sempre e soltanto una verifica del lavoro svolto in classe o a casa. Inoltre tali prove avranno lo scopo di verificare la quantità e la qualità dei contenuti appresi, oltre che di valutare il processo di insegnamento/apprendimento. La scansione in Moduli e Unità didattiche ed in particolare il momento della verifica, costituiranno anche una occasione per riflettere sulle scelte didattico- metodologiche operate e sull efficacia degli interventi programmati. Pertanto, quando sarà necessario, saranno individuati momenti di recupero, in itinere, durante la normale attività didattica e durante il periodo previsto ai fini del recupero - dopo la consegna delle pagelle del primo periodo - per gli alunni che necessiteranno di un ulteriore supporto individuale o in piccolo gruppo. NUMERO DELLE VERIFICHE SOMMATIVE PREVISTE PER OGNI PERIODO Le prove di verifica saranno scritte e orali e, in particolare due scritti; due orali (uno dei quali una verifica scritta con validità per l orale) nel primo periodo dell anno scolastico (settembre-dicembre) tre scritti e due orali nel secondo periodo dell anno (gennaio-giugno). Nella pratica del lavoro in classe il numero delle prove di verifica potrà anche essere superiore a quello indicato in modo da avere a disposizione un maggiore numero di valutazioni alla fine di ciascun periodo scolastico. L effettuazione e la descrizione della prova di verifica saranno puntualmente riportate nel registro personale, sul libretto personale dell alunno e sul registro elettronico. Il livello minimo di sufficienza sarà di volta in volta comunicato agli studenti, così come gli argomenti e gli obiettivi oggetto della verifica. Si ammetterà il recupero di verifiche in caso di assenza o in situazioni particolari da valutarsi.

13 MODALITÀ DI RECUPERO E APPROFONDIMENTO La verifica costante dei livelli di apprendimento attraverso le diverse tipologie di prove consentirà di evidenziare con tempestività eventuali casi di difficoltà, anche temporanea. In tal modo sarà possibile programmare gli opportuni interventi di recupero con maggiori possibilità di esito positivo. Gli interventi di recupero attuabili saranno individuati tra quelli indicati dal Collegio dei Docenti, secondo le modalità approvate. In particolare sono previsti: - interventi mirati in classe, anche con la programmazione di attività diversificate - esercizi ed attività supplementari a casa - corsi di recupero La frequente misurazione dei livelli di apprendimento consentirà anche di evidenziare casi di profitto particolarmente positivo, per i quali è ipotizzabile lo svolgimento di attività di approfondimento e potenziamento, quali: - lavoro individualizzato o per piccoli gruppi di apprendimento con attività solo parzialmente guidate - ricerca ed utilizzo di materiale autentico - visione di film in lingua. MODALITÀ DI VERIFICA DEGLI STUDENTI H, DSA e BES Le verifiche terranno conto del profilo e delle specificità di ciascun alunno, in considerazione dei PEI e PDP redatti dal Consiglio di Classe e prevedranno l utilizzo degli strumenti compensativi e dispensativi previsti in tali documenti. In sede di valutazione saranno esplicitati su ogni verifica gli strumenti compensativi e dispensativi utilizzati in fase di correzione. Per la valutazione si seguirà lo schema allegato.

14 ALLEGATO CRITERI SEGUITI PER LA VALUTAZIONE DELLE PROVE Variabile: CONOSCENZA. Indicatori: - contenuti; - argomenti trattati; - principi; - linguaggio, terminologia. Livelli: - nessuna conoscenza o conoscenze gravemente errate :voto: conoscenze frammentarie e lacunose :voto: 4 - conoscenze carenti e superficiali :voto: 5 - conoscenze complete con qualche imperfezione :voto: 6 - conoscenze complete ma non approfondite :voto: 7 - conoscenze complete e approfondite :voto: 8 - conoscenze complete, approfondite e ampliate :voto: 9-10 Variabile: COMPRENSIONE. Indicatori: - capacità di cogliere il senso e di interpretare; - ridefinire un concetto; - cogliere implicazioni; - determinare correlazioni; - utilizzare dati o idee contenuti nella informazione. Livelli: - non ha capacità di comprensione o commette gravi errori :voto: 1-3 -commette errori diffusi :voto: 4 -commette qualche errore nella esecuzione di compiti semplici :voto: 5 -sa cogliere il senso e interpretare i contenuti semplici :voto: 6 -sa interpretare e ridefinire un concetto :voto: 7 -sa cogliere implicazioni e determinare correlazioni ma è impreciso :voto: 8 -sa cogliere implicazioni e determinare correlazioni con precisione :voto: 9-10 Variabile: APPLICAZIONE E GENERALIZZAZIONE. Indicatori: - saper applicare le conoscenze in situazioni note; - collegamenti-classificazioni; - argomentazioni (saper dimostrare); - capacità di passare dal particolare all'universale; - attuare astrazioni. Livelli: - non riesce ad applicare le conoscenze minime :voto: commette gravi errori nell'applicazione :voto: 4 - sa applicare le conoscenze in compiti semplici :voto: 5 - sa applicare le conoscenze in compiti semplici senza errori :voto: 6 - sa applicare i contenuti e le procedure in compiti complessi ma con imprecisioni :voto: 7 - sa applicare i contenuti e le procedure in compiti complessi in modo corretto :voto: 8 - sa applicare i contenuti e le procedure acquisiti anche in compiti complessi e in modo ottimizzato(procedure migliori) : voto 9-10 Trattandosi di lingua straniera e non di lingua madre le altre variabili di ANALISI, SINTESI e VALUTAZIONE sono da ritenersi troppo elevate e pertanto non applicabili.

PIANO DI LAVORO. Materia: LINGUA STRANIERA INGLESE. prof.ssa Platini Simona. Classe: 2 B SETTORE TECNOLOGICO

PIANO DI LAVORO. Materia: LINGUA STRANIERA INGLESE. prof.ssa Platini Simona. Classe: 2 B SETTORE TECNOLOGICO ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE Leonardo da Vinci ad indirizzo tecnologico ed economico BORGOMANERO PIANO DI LAVORO Anno Scolastico 2015 2016 Materia: LINGUA STRANIERA INGLESE DOCENTE: prof.ssa Platini Simona

Dettagli

PIANO DI LAVORO LINGUA INGLESE CLASSE SECONDA SEZ. C ECONOMICO

PIANO DI LAVORO LINGUA INGLESE CLASSE SECONDA SEZ. C ECONOMICO 1 ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE Leonardo da Vinci ad indirizzo tecnologico ed economico BORGOMANERO PIANO DI LAVORO LINGUA INGLESE CLASSE SECONDA SEZ. C ECONOMICO Anno Scolastico 2015 2016 DOCENTE: CARLO

Dettagli

PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015 SEDE: CASTELNOVO NE MONTI INDIRIZZO: TECNICO TURISTICO

PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015 SEDE: CASTELNOVO NE MONTI INDIRIZZO: TECNICO TURISTICO PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015 SEDE: CASTELNOVO NE MONTI INDIRIZZO: TECNICO TURISTICO DOCENTE: SILVIA ZANICHELLI CLASSE: 1^ T MATERIA DI INSEGNAMENTO: LINGUA E CIVILTA STRANIERA INGLESE NUMERO

Dettagli

PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015 SEDE: CASTELNOVO NE MONTI INDIRIZZO: B 2 ALBERGHIERO

PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015 SEDE: CASTELNOVO NE MONTI INDIRIZZO: B 2 ALBERGHIERO PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015 SEDE: CASTELNOVO NE MONTI INDIRIZZO: B 2 ALBERGHIERO DOCENTE: SILVIA ZANICHELLI CLASSE: 1^ B MATERIA DI INSEGNAMENTO: LINGUA E CIVILTA STRANIERA INGLESE NUMERO ORE

Dettagli

SECONDE QUARTE. Nodi concettuali essenziali della disciplina (saperi essenziali)

SECONDE QUARTE. Nodi concettuali essenziali della disciplina (saperi essenziali) Mod. DIP/FUNZ 1- A BIENNIO MATERIA: INGLESE CLASSI: PRIME TERZE SECONDE QUARTE QUINTE INDIRIZZI : AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING - biennio comune Nodi concettuali essenziali della disciplina (saperi

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO DISCIPLINARE SECONDO BIENNIO

PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO DISCIPLINARE SECONDO BIENNIO PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO DISCIPLINARE SECONDO BIENNIO SETTORI: ECONOMICO - TURISTICO - TECNOLOGICO INDIRIZZI: AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING - RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING - SISTEMI

Dettagli

ISTITUTO TECNICO STATALE MARCONI CAGLIARI ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE DISCIPLINA: LINGUA INGLESE CLASSE: I S

ISTITUTO TECNICO STATALE MARCONI CAGLIARI ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE DISCIPLINA: LINGUA INGLESE CLASSE: I S ISTITUTO TECNICO STATALE MARCONI CAGLIARI ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE DISCIPLINA: LINGUA INGLESE CLASSE: I S DOCENTE: PROF.SSA CARLA COCCO OBIETTIVI EDUCATIVI E FORMATIVI

Dettagli

π QUARTE π QUINTE Nodi concettuali essenziali della disciplina (saperi essenziali)

π QUARTE π QUINTE Nodi concettuali essenziali della disciplina (saperi essenziali) Mod. DIP/FUNZ 1- A BIENNIO MATERIA: INGLESE CLASSI: π PRIME π TERZE SECONDE π QUARTE π QUINTE INDIRIZZI : AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING Nodi concettuali essenziali della disciplina (saperi essenziali)

Dettagli

Lingua Straniera: FRANCESE Prima, Seconda, Terza, Quarta, Quinta PIANO DI LAVORO. Classe Prima

Lingua Straniera: FRANCESE Prima, Seconda, Terza, Quarta, Quinta PIANO DI LAVORO. Classe Prima Istituto di Istruzione Superiore ITALO CALVINO telefono: 0257500115 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI fax: 0257500163 e-mail: info@istitutocalvino.gov.it Codice Fiscale: 97270410158 internet: www.istitutocalvino.gov.it

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE J.C. MAXWELL Data: 08/09 /15 Pag. di. PROGRAMMAZIONE ANNUALE A.S 2015/ 2016 MANUTENZIONE e ASSISTENZA TECNICA

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE J.C. MAXWELL Data: 08/09 /15 Pag. di. PROGRAMMAZIONE ANNUALE A.S 2015/ 2016 MANUTENZIONE e ASSISTENZA TECNICA INDIRIZZO SCOLASTICO X MECCANICA e MECCATRONICA ELETTRONICA LOGISTICA e TRASPORTI LICEO SCIENTIFICO PROGRAMMAZIONE ANNUALE A.S 2015/ 2016 MANUTENZIONE e ASSISTENZA TECNICA DISCIPLINA DOCENTE / I CLASSE

Dettagli

AREA DI RIFERIMENTO LINGUA STRANIERA: INGLESE

AREA DI RIFERIMENTO LINGUA STRANIERA: INGLESE MATERIA CLASSI: II ITIS INGLESE DOCENTI : BREWER CODICE N 1 DENOMINAZIONE Grammatica della frase e del testo Funzioni linguistico-comunicative Lessico Cultura dei paesi anglofoni AREA DI RIFERIMENTO LINGUA

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO n. 21 - BOLOGNA *** *** *** PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE Anno Scolastico 2015/16

ISTITUTO COMPRENSIVO n. 21 - BOLOGNA *** *** *** PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE Anno Scolastico 2015/16 ISTITUTO COMPRENSIVO n. 21 - BOLOGNA *** *** *** PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE Anno Scolastico 201/1 DOCENTE: Giuria Maria Angela. CLASSE: IIIC MATERIA: Lingua francese. OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO (CURRICOLO

Dettagli

collaborare attivamente al processo di insegnamento apprendimento

collaborare attivamente al processo di insegnamento apprendimento Disciplina: FRANCESE Classe: 3 A SIA A.S. 2015/2016 Docente: Prof.ssa Maria Claudia Signorato ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La componente classe che studia il francese è rappresentata da 6

Dettagli

Curricolo di LINGUA INGLESE

Curricolo di LINGUA INGLESE Curricolo di LINGUA INGLESE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE FISSATI DALLE INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICOLO 2012 I traguardi sono riconducibili ai livelli A1 e A2 del Quadro Comune Europeo

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE J.C. MAXWELL Data: 08 /09 /15 Pag. di. PROGRAMMAZIONE ANNUALE A.S 2015/ 2016 MANUTENZIONE e ASSISTENZA TECNICA

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE J.C. MAXWELL Data: 08 /09 /15 Pag. di. PROGRAMMAZIONE ANNUALE A.S 2015/ 2016 MANUTENZIONE e ASSISTENZA TECNICA INDIRIZZO SCOLASTICO DISCIPLINA X MECCANICA e MECCATRONICA X ELETTRONICA LOGISTICA e TRASPORTI LICEO SCIENTIFICO INGLESE (3h) PROGRAMMAZIONE ANNUALE A.S 2015/ 2016 MANUTENZIONE e ASSISTENZA TECNICA DOCENTE

Dettagli

MATERIA: TEDESCO 2^ lingua CLASSI: PRIME TERZE QUINTE. INDIRIZZI: Relazioni Internazionali per il Marketing - Amministrazione Finanza e marketing

MATERIA: TEDESCO 2^ lingua CLASSI: PRIME TERZE QUINTE. INDIRIZZI: Relazioni Internazionali per il Marketing - Amministrazione Finanza e marketing Mod. DIP/FUNZ 1 - TRIENNIO MATERIA: TEDESCO 2^ lingua CLASSI: PRIME TERZE SECONDE QUARTE QUINTE INDIRIZZI: Relazioni Internazionali per il Marketing - Amministrazione Finanza e marketing Nodi concettuali

Dettagli

INDIRIZZI : AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING-SISTEMI INFORMATIVI- RELAZIONI INTERNAZIONALI SCIENZE BANCARIE FINANZIARIE E ASSICURATIVE

INDIRIZZI : AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING-SISTEMI INFORMATIVI- RELAZIONI INTERNAZIONALI SCIENZE BANCARIE FINANZIARIE E ASSICURATIVE Mod. DIP/FUNZ 1 - TRIENNIO MATERIA: INGLESE CLASSI: PRIME TERZE SECONDE QUARTE QUINTE INDIRIZZI : AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING-SISTEMI INFORMATIVI- RELAZIONI INTERNAZIONALI SCIENZE BANCARIE FINANZIARIE

Dettagli

Fine classe terza COMPETENZE SPECIFICHE CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE COMUNI. Lessico approfondito relativo agli argomenti trattati.

Fine classe terza COMPETENZE SPECIFICHE CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE COMUNI. Lessico approfondito relativo agli argomenti trattati. ISTITUTO COMPRENSIVO 3 VICENZA DIPARTIMENTO DI LINGUA STRANIERA CURRICOLO DI INGLESE SCUOLA SECONDARIA COMPETENZE CHIAVE EUROPEE Comunicazione in lingua straniera Fine classe terza COMPETENZE SPECIFICHE

Dettagli

Progettazione consapevole: riconoscere ed analizzare i propri e gli altrui bisogni

Progettazione consapevole: riconoscere ed analizzare i propri e gli altrui bisogni Curricolo di lingua inglese aa. ss. 2016 2019 L apprendimento della lingua straniera, coerentemente a quanto suggerito dalle Indicazioni Nazionali 2012 (D.M 254/2012), contribuisce a promuovere la formazione

Dettagli

RACCORDO TRA LE COMPETENZE

RACCORDO TRA LE COMPETENZE L2 RACCORDO TRA LE COMPETENZE (AREA SOCIO AFFETTIVA E COGNITIVA) L2 COLLEGAMENTO TRA LE COMPETENZE DELLA SCUOLA PRIMARIA E DELLA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO Il Quadro Comune di riferimento Europeo distingue

Dettagli

I.O. Angelo Musco. Scuola Secondaria di I grado. Programmazione Lingua Straniera. Francese. a.s. 2015/2016. Classi prime

I.O. Angelo Musco. Scuola Secondaria di I grado. Programmazione Lingua Straniera. Francese. a.s. 2015/2016. Classi prime I.O. Angelo Musco Scuola Secondaria di I grado Programmazione Lingua Straniera Francese a.s. 2015/2016 I docenti di Lingue Straniere cureranno l insegnamento attraverso un metodo funzionale-comunicativo,

Dettagli

Programma d'inglese I.I.S. I. PORRO A.S. 2014/2015

Programma d'inglese I.I.S. I. PORRO A.S. 2014/2015 Speak Your Mind Compact Starter Unit CEF A1 Comprendere i punti principali di messaggi e annunci semplici e chiari su argomenti di interesse personale. Interagire in conversazioni brevi di interesse personale

Dettagli

CURRICOLO DISCIPLINARE AREA LINGUISTICA L2:

CURRICOLO DISCIPLINARE AREA LINGUISTICA L2: CURRICOLO DISCIPLINARE AREA LINGUISTICA L2: Inglese, Spagnolo, Francese. Traguardi di sviluppo delle competenze prima e seconda lingua straniera L alunno: organizza il proprio apprendimento; utilizza lessico,

Dettagli

CURRICOLO DISCIPLINARE DI INGLESE

CURRICOLO DISCIPLINARE DI INGLESE A.S. 2014/2015 MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Istituto Comprensivo Palena-Torricella Peligna Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di 1 grado Palena (CH) SCUOLA SECONDARIA

Dettagli

PIANO di LAVORO A. S. 2013/ 2014 ISTITUTO ALBERTI-PORRO

PIANO di LAVORO A. S. 2013/ 2014 ISTITUTO ALBERTI-PORRO Nome docente CAFFARO Flavia Materia insegnata INGLESE Classe 2 A OSS Previsione numero ore di insegnamento ore complessive di insegnamento 99 di cui in compresenza di cui di approfondimento Testo in adozione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA LINGUA INGLESE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA LINGUA INGLESE PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA LINGUA INGLESE CLASSI PRIME COMPETENZE E CONOSCENZE Comprendere il senso globale di un semplice messaggio. Riconoscere i dati espliciti di un messaggio (personaggi,tempi,luoghi,azioni)

Dettagli

Competenze Abilità Conoscenze Tempi

Competenze Abilità Conoscenze Tempi DIPARTIMENTO DI INGLESE PRIMO BIENNIO Primo anno COMPETENZE ASSE DEI LINGUAGGI Utilizza gli strumenti espressivi per gestire l interazione comunicativa per i principali scopi di uso quotidiano. - comprende

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE J.C. MAXWELL Data: 08/09/15 Pag.di 5. PROGRAMMAZIONE ANNUALE A.S 2015 / 2016 MANUTENZIONE e ASSISTENZA TECNICA

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE J.C. MAXWELL Data: 08/09/15 Pag.di 5. PROGRAMMAZIONE ANNUALE A.S 2015 / 2016 MANUTENZIONE e ASSISTENZA TECNICA INDIRIZZO SCOLASTICO xmeccanicae MECCATRONICA XELETTRONICA LOGISTICA e TRASPORTI LICEO SCIENTIFICO PROGRAMMAZIONE ANNUALE A.S 2015 / 2016 MANUTENZIONE e ASSISTENZA TECNICA DISCIPLINA DOCENTE / I CLASSE

Dettagli

DIPARTIMENTO DI LINGUA INGLESE

DIPARTIMENTO DI LINGUA INGLESE LICEO CLASSICO CAVOUR TORINO DIPARTIMENTO DI LINGUA INGLESE Documento programmatico Anno scolastico 2014-15 1. DOCUMENTO PROGRAMMATICO DEI DOCENTI DI LINGUA INGLESE. Gli insegnanti di Lingua Inglese del

Dettagli

1. CONOSCENZE (elenco dei contenuti disciplinari) 2. COMPETENZE (sapere i contenuti disciplinari proposti)

1. CONOSCENZE (elenco dei contenuti disciplinari) 2. COMPETENZE (sapere i contenuti disciplinari proposti) 1 di 6 09/12/2013 12.23 PROGRAMMAZIONE CLASSE QUINTA TECNICO MATERIA: TEDESCO (2^Lingua straniera) ANNO SCOLASTICO:2013/2014 1. CONOSCENZE (elenco dei contenuti disciplinari) Revisione e completamento

Dettagli

Istituto Comprensivo San Vito Scuola Primaria PROGETTAZIONE ANNUALE LINGUA INGLESE CLASSI V A - B

Istituto Comprensivo San Vito Scuola Primaria PROGETTAZIONE ANNUALE LINGUA INGLESE CLASSI V A - B Istituto Comprensivo San Vito Scuola Primaria PROGETTAZIONE ANNUALE LINGUA INGLESE CLASSI V A - B ANNO SCOLASTICO 2013-2014 Premessa La progettazione fa riferimento alle Indicazioni nazionali per il Curricolo

Dettagli

Programmazione delle competenze e conoscenze del biennio

Programmazione delle competenze e conoscenze del biennio I.I.S.-LISSA G.PEANO DIPARTIMENTO DI LINGUA E CIVILTA INGLESE PROGRAMMAZIONE ANNO SCOLASTICO 2014-15 Programmazione delle competenze e conoscenze del biennio Competenze trasversali Competenze linguistiche

Dettagli

INGLESE CLASSE PRIMA

INGLESE CLASSE PRIMA CLASSE PRIMA L allievo/a comprende oralmente i punti essenziali di testi in lingua standard su argomenti familiari o di studio che affronta normalmente a scuola. ASCOLTO (Comprensione orale) Capire i punti

Dettagli

LINGUA INGLESE - L3 PRIMO BIENNIO. Obiettivi formativi:

LINGUA INGLESE - L3 PRIMO BIENNIO. Obiettivi formativi: LINGUA INGLESE - L3 PRIMO BIENNIO Obiettivi formativi: Acquisire maggiore consapevolezza sia della cultura straniera che della propria esempio di una cultura diversa dalla propria Acquisire ed usare autonomamente

Dettagli

LINGUA INGLESE E SECONDA LINGUA COMUNITARIA

LINGUA INGLESE E SECONDA LINGUA COMUNITARIA Competenza chiave europea: COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE Competenza specifica: LINGUE STRANIERE LINGUA INGLESE E SECONDA LINGUA COMUNITARIA L apprendimento della lingua inglese e di una seconda

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SAN VENANZO - TR SCUOLA PRIMARIA INGLESE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CLASSE I CLASSE II CLASSE III CLASSE IV CLASSE V

ISTITUTO COMPRENSIVO SAN VENANZO - TR SCUOLA PRIMARIA INGLESE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CLASSE I CLASSE II CLASSE III CLASSE IV CLASSE V ISTITUTO COMPRENSIVO SAN VENANZO - TR SCUOLA PRIMARIA MACRO INDICATORI ASCOLTO (comprensivo ne orale) INGLESE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CLASSE I CLASSE II CLASSE III CLASSE IV CLASSE V vocaboli, canzoncine,

Dettagli

CONOSCENZE ABILITÀ CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE COMUNI EUROPEE Comunicazione in lingua straniera

CONOSCENZE ABILITÀ CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE COMUNI EUROPEE Comunicazione in lingua straniera ISTITUTO COMPRENSIVO 3-VICENZA DIPARTIMENTO DI LINGUE STRANIERE CURRICOLO DI INGLESE SCUOLA PRIMARIA Fine classe terza Fine classe quinta COMPETENZE CHIAVE COMPETENZE SPECIFICHE CONOSCENZE ABILITÀ CONOSCENZE

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA :LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA :LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Anno Scolastico 2014-2015 Istituto PROFESSIONALE grafico PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA :LINGUA E LETTERATURA ITALIANA PRIMO BIENNIO OBIETTIVI GENERALI/ FINALITA' OBIETTIVI EDUCATIVI

Dettagli

Scuola Primaria INGLESE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CLASSE I CLASSE II CLASSE III CLASSE IV CLASSE V

Scuola Primaria INGLESE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CLASSE I CLASSE II CLASSE III CLASSE IV CLASSE V MACRO INDICATORI ASCOLTO (comprensivo ne Scuola Primaria INGLESE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CLASSE I CLASSE II CLASSE III CLASSE IV CLASSE V vocaboli, canzoncine, filastrocche narrazioni ed espressioni

Dettagli

CURRICOLO DI ITALIANO FINE CLASSE TERZA SCUOLA PRIMARIA

CURRICOLO DI ITALIANO FINE CLASSE TERZA SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI ITALIANO FINE CLASSE TERZA SCUOLA PRIMARIA Nucleo tematico Oralità Traguardi per lo sviluppo delle competenze -Partecipa a scambi comunicativi con compagni e docenti -Ascolta e comprende messaggi

Dettagli

Interagire in conversazioni brevi e chiare su argomenti di carattere personale e quotidiano.

Interagire in conversazioni brevi e chiare su argomenti di carattere personale e quotidiano. Anno scolastico 2013/2014 PRIMO BIENNIO Corso Diurno Classe : 2BI PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE di: INGLESE PROF.SSA ANNALISA ASTOLFI TESTI ADOTTATI: GALLAGHER A.- GALLUZZI F., ACTIVATING GRAMMAR MULTILEVEL,

Dettagli

ORE SETTIMANALI 3 TIPO DI PROVA PER GIUDIZIO SOSPESO Scritta e orale

ORE SETTIMANALI 3 TIPO DI PROVA PER GIUDIZIO SOSPESO Scritta e orale Unità 2 Unità 1 CLASSE Seconda DISCIPLINA Inglese ORE SETTIMANALI 3 TIPO DI PROVA PER GIUDIZIO SOSPESO Scritta e orale MODULO U.D Conoscenze Abilità e competenze Strutture grammaticali e lessico di base

Dettagli

INGLESE SCUOLA PRIMARIA

INGLESE SCUOLA PRIMARIA ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEBELLUNA 2 INGLESE SCUOLA PRIMARIA Le competenze che si intendono sviluppare nel corso dei cinque anni sono prioritarie e trasversali rispetto alla presentazione dei diversi contenuti.

Dettagli

COMPETENZE. Utilizzare la lingua inglese per i principali scopi comunicativi e operativi

COMPETENZE. Utilizzare la lingua inglese per i principali scopi comunicativi e operativi Anno scolastico 2013/2014 Corso Diurno PRIMO BIENNIO Classe : 2CI RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE di: INGLESE PROF./SSA MARIA GIOVANNA RENZULLI TESTO/I ADOTTATO/I: GALLAGHER A.- GALLUZZI F., ACTIVATING GRAMMAR

Dettagli

Anno scolastico 2013/2014 PRIMO BIENNIO Corso Diurno COMPETENZE

Anno scolastico 2013/2014 PRIMO BIENNIO Corso Diurno COMPETENZE Anno scolastico 2013/2014 PRIMO BIENNIO Corso Diurno Classe :1BI PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE di: INGLESE PROF.SSA ANNALISA ASTOLFI TESTI ADOTTATI: Advantage I, Longman ed, Get Inside MacMillan editore

Dettagli

PROGRAMMAZIONE SECONDO BIENNIO LINGUA e C IVILTA INGLESE

PROGRAMMAZIONE SECONDO BIENNIO LINGUA e C IVILTA INGLESE PROGRAMMAZIONE SECONDO BIENNIO LINGUA e C IVILTA INGLESE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO LINGUA Lo studente dovrà acquisire competenze linguistico-comunicative corrispondenti al Livello B2 del Quadro Comune

Dettagli

CLASSI I SERVIZI COMMERCIALI E DELLA PUBBLICITA, TECNICO TURISTICO DOCENTI: ASEGLIO, BREWER, DELLACA, MANTELLI, PRADOTTO.

CLASSI I SERVIZI COMMERCIALI E DELLA PUBBLICITA, TECNICO TURISTICO DOCENTI: ASEGLIO, BREWER, DELLACA, MANTELLI, PRADOTTO. MATERIA INGLESE CLASSI I SERVIZI COMMERCIALI E DELLA PUBBLICITA, TECNICO TURISTICO DOCENTI: ASEGLIO, BREWER, DELLACA, MANTELLI, PRADOTTO. CODICE N 1 DENOMINAZIONE Grammatica della frase e del testo Funzioni

Dettagli

OGGETTO: Indicazioni per la certificazione delle competenze in esito ai percorsi di formazione in lingue europee

OGGETTO: Indicazioni per la certificazione delle competenze in esito ai percorsi di formazione in lingue europee Circolare n. 56a Lecco, 23 maggio 2016 A tutti i docenti del CPIA Ai docenti esterni OGGETTO: Indicazioni per la certificazione delle competenze in esito ai percorsi di formazione in lingue europee Con

Dettagli

AREA DISCIPLINARE: LINGUA FRANCESE PROGRAMMAZIONE CLASSI PRIME, SECONDE E TERZE A.S. 2014 / 2014

AREA DISCIPLINARE: LINGUA FRANCESE PROGRAMMAZIONE CLASSI PRIME, SECONDE E TERZE A.S. 2014 / 2014 AREA DISCIPLINARE: LINGUA FRANCESE PROGRAMMAZIONE CLASSI PRIME, SECONDE E TERZE A.S. 2014 / 2014 L apprendimento del francese, oltre alla lingua materna e all inglese, permette all alunno di acquisire

Dettagli

CURRICOLO INGLESE SCUOLA SECONDARIA

CURRICOLO INGLESE SCUOLA SECONDARIA CURRICOLO INGLESE SCUOLA SECONDARIA CLASSE PRIMA Competenze Conoscenze Abilità Lingua Conoscere il lessico, le strutture e le funzioni relativi a: espressioni di saluto e socializzazione dati personali

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTE ROSELLO ALTO D I P A R T I M E N T O D I L I N G U E S T R A N I E R E

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTE ROSELLO ALTO D I P A R T I M E N T O D I L I N G U E S T R A N I E R E ISTITUTO COMPRENSIVO MONTE ROSELLO ALTO D I P A R T I M E N T O D I L I N G U E S T R A N I E R E D I P A R T I M E N T O D I L I N G U E S T R A N I E R E L apprendimento di due lingue comunitarie permette

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Dante Arfelli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Dante Arfelli SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Dante Arfelli Via Sozzi, N 6-47042 Cesenatico (FC) - Cod. fisc. 90041150401 Tel 0547 80309 fax 0547 672888 - Email: fomm08900a@istruzione.it Sito web: www.smcesenatico.net

Dettagli

Pistoia Istituto Professionale di Stato per i Servizi Commerciali, Turistici e Socio-Sanitari

Pistoia Istituto Professionale di Stato per i Servizi Commerciali, Turistici e Socio-Sanitari ASSE DEI LINGUAGGI Tecnico servizi socio-sanitari 1 ANNO PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTALE ITALIANO Anno Competenze (1) Abilità/Capacità/ Saper fare (2) Conoscenze/ Saperi (3) Moduli (4) 1 Padroneggiare gli

Dettagli

Elsworth/Rose,ADVANTAGE 1,Longman. -Jordan/Fiocchi,Grammar Files,Trinità Whitebridge

Elsworth/Rose,ADVANTAGE 1,Longman. -Jordan/Fiocchi,Grammar Files,Trinità Whitebridge ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE 1 SEZ. B INDIRIZZO ling. PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE DOCENTE MATERIA TESTI Prof. Cristina Conti Lingua Inglese Elsworth/Rose,ADVANTAGE 1,Longman -Jordan/Fiocchi,Grammar

Dettagli

LE COMPETENZE ESSENZIALI DI INGLESE

LE COMPETENZE ESSENZIALI DI INGLESE classe prima LE ESSENZIALI DI INGLESE comprendere e decodificare semplici testi e/o messaggi orali e scritti comprendere informazioni dirette e concrete su argomenti di vita quotidiana (famiglia, acquisti,

Dettagli

Istituto Comprensivo di Carugate Scuola Secondaria di I grado C. Baroni Programmazione: lingua spagnola Anno scolastico 2015/16 CLASSI TERZE

Istituto Comprensivo di Carugate Scuola Secondaria di I grado C. Baroni Programmazione: lingua spagnola Anno scolastico 2015/16 CLASSI TERZE Istituto Comprensivo di Carugate Scuola Secondaria di I grado C. Baroni Programmazione: lingua spagnola Anno scolastico 2015/16 CLASSI TERZE Finalità e senso della disciplina - In affinità con le altre

Dettagli

PROGETTO L. INGLESE (Lab. alunni) Move on Trinity 2 RELAZIONE FINALE

PROGETTO L. INGLESE (Lab. alunni) Move on Trinity 2 RELAZIONE FINALE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G.MARCONI Via Gen.A.Di Giorgio, 4-90143 Palermo Tel e Fax: 091.6255080 e-mail : paic89300r@istruzione.it sito web: www.scuolamediamarconipa.gov.it COD.MEC.: paic89300r PROGETTO

Dettagli

ISTITUTO TECNICO AMMINISTRATIVO, FINANZA E MARKETING PARTE 1

ISTITUTO TECNICO AMMINISTRATIVO, FINANZA E MARKETING PARTE 1 PIANO DI LAVORO ANNUALE ISTITUTO TECNICO AMMINISTRATIVO, FINANZA E MARKETING INSEGNANTE: CORSO SILVANA MATERIA DI INSEGNAMENTO: INGLESE CLASSE SECONDA A ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PARTE 1 LIVELLO COMPETENZE

Dettagli

PROGRAMMAZIONE LINGUA INGLESE ANNO SCOLASTICO 2012-2013. Classe Prima

PROGRAMMAZIONE LINGUA INGLESE ANNO SCOLASTICO 2012-2013. Classe Prima Presentazione della classe PROGRAMMAZIONE LINGUA INGLESE ANNO SCOLASTICO 2012-2013 Classe Prima All inizio dell anno scolastico vengono effettuate prove d ingresso e osservazioni sistematiche che permettono

Dettagli

UNITÀ DI APPRENDIMENTO ABILITA

UNITÀ DI APPRENDIMENTO ABILITA NUMERO UNITÀ D APPRENDIMENTO 1 ASCOLTARE Comprendere l argomento e le informazioni principali di discorsi affrontati in classe. Seguire la narrazione di testi ascoltati o letti mostrando di saperne cogliere

Dettagli

ISTITUTO TECNICO "LEONARDO DA VINCI" AD INDIRIZZO TECNOLOGICO ED ECONOMICO BORGOMANERO (NO) PIANO DI LAVORO. Anno Scolastico 2015 2016

ISTITUTO TECNICO LEONARDO DA VINCI AD INDIRIZZO TECNOLOGICO ED ECONOMICO BORGOMANERO (NO) PIANO DI LAVORO. Anno Scolastico 2015 2016 ISTITUTO TECNICO "LEONARDO DA VINCI" AD INDIRIZZO TECNOLOGICO ED ECONOMICO BORGOMANERO (NO) pag. 1 di 7 PIANO DI LAVORO Anno Scolastico 2015 2016 Materia: Scienze a Tecnologie Applicate Classe: 2 a Sez.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE MODULARE LINGUA INGLESE CLASSI SECONDE Ore settimanali previste: 3 - Ore tot.99/102

PROGRAMMAZIONE MODULARE LINGUA INGLESE CLASSI SECONDE Ore settimanali previste: 3 - Ore tot.99/102 PROGRAMMAZIONE MODULARE LINGUA INGLESE CLASSI SECONDE Ore settimanali previste: 3 - Ore tot.99/102 COMPETENZE CONOSCENZE ABILITÀ UNIT 7 di tipo Functions Talkingaboutability in the past Talkingabout the

Dettagli

OBIETTIVI FORMATIVI Lingua e cultura inglese AREA LINGUISTICA LINGUA E CULTURA INGLESE

OBIETTIVI FORMATIVI Lingua e cultura inglese AREA LINGUISTICA LINGUA E CULTURA INGLESE AREA LINGUISTICA LINGUA E CULTURA INGLESE OBIETTIVI FORMATIVI (LINGUISTICO) LINGUA INGLESE Obiettivi formativi del Biennio Funzioni linguistico-comunicative - Funzioni linguistico-comunicative necessarie

Dettagli

FONDAZIONE MALAVASI. Scuola secondaria di 1 grado A. MANZONI

FONDAZIONE MALAVASI. Scuola secondaria di 1 grado A. MANZONI FONDAZIONE MALAVASI Scuola secondaria di 1 grado A. MANZONI PIANO DI LAVORO E PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINA: Lingua Inglese DOCENTE: Maria Cristina Palmieri CLASSE II SEZ. A A.S.2015 /2016 1. OBIETTIVI

Dettagli

Programmazione di INGLESE Indicazioni Nazionali 2012

Programmazione di INGLESE Indicazioni Nazionali 2012 ISTITUTO COMPRENSIVO "Dante Alighieri" di COLOGNA VENETA (Vr) Via Rinascimento, 45-37044 Cologna Veneta - tel. 0442 85170 - fax 0442 419294 www.iccolognaveneta.it - e-mail: vric89300a@istruzione.it - vric89300a@pec.istruzione.it

Dettagli

CURRICOLO D ISTITUTO - AREA LINGUISTICA DISCIPLINA: LINGUA INGLESE

CURRICOLO D ISTITUTO - AREA LINGUISTICA DISCIPLINA: LINGUA INGLESE CURRICOLO D ISTITUTO - AREA LINGUISTICA DISCIPLINA: LINGUA INGLESE COMPETENZE CHIAVE EUROPEA: E considerato essenziale il raggiungimento di un livello di competenza comunicativo riconducibile al livello

Dettagli

CURRICOLO DI INGLESE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

CURRICOLO DI INGLESE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO DI INGLESE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Nuclei tematici Listening Traguardi per lo sviluppo della competenza Raggiungimento del livello A2 del Quadro Comune Europeo di riferimento. L alunno

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE INDUSTRIA E ARTIGIANATO Viale Dante. annesso al CONVITTO NAZIONALE R. BONGHI Lucera

ISTITUTO PROFESSIONALE INDUSTRIA E ARTIGIANATO Viale Dante. annesso al CONVITTO NAZIONALE R. BONGHI Lucera ISTITUTO PROFESSIONALE INDUSTRIA E ARTIGIANATO CONVITTO NAZIONALE R. BONGHI Lucera CURRICOLO QUINQUENNALE DI LINGUA, CIVILTA E MICROLINGUA INGLESE INDIRIZZO: ELETTRONICA DIPARTIMENTO DI LINGUA E CIVILTA

Dettagli

Istituto d Istruzione Secondaria Superiore. Carlo Emilio Gadda

Istituto d Istruzione Secondaria Superiore. Carlo Emilio Gadda Istituto d Istruzione Secondaria Superiore Carlo Emilio Gadda Presidenza e Segreteria: v. Nazionale 6 43045 Fornovo di Taro (PR) Tel. 0525 400229 Fax 0525 39300 E-mail: pris00800p@istruzione.it Sito web:

Dettagli

IIS D ORIA - UFC INDICE DELLE UFC

IIS D ORIA - UFC INDICE DELLE UFC INDICE DELLE UFC N. DENOMINAZIONE 1 Grammatica della frase e del testo 2 Grammatica della frase e del testo 3 Grammatica della frase e del testo 4 INTRODUZIONE AL MONDO PROFESSIONALE (SOLO PER LA CLASSE

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE I.C. DI RANICA CURRICOLO VERTICALE DI: LINGUA STRANIERA (INGLESE) Ordine / anno Competenze Principali conoscenze/abilità

CURRICOLO VERTICALE I.C. DI RANICA CURRICOLO VERTICALE DI: LINGUA STRANIERA (INGLESE) Ordine / anno Competenze Principali conoscenze/abilità CURRICOLO VERTICALE I.C. DI RANICA CURRICOLO VERTICALE DI: LINGUA STRANIERA (INGLESE) Ordine / anno Competenze Principali conoscenze/abilità INFANZIA Ha sviluppato esperienze affettive e relazionali significative.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO TORRE PORDENONE LINGUA INGLESE E SECONDA LINGUA COMUNITARIA

ISTITUTO COMPRENSIVO TORRE PORDENONE LINGUA INGLESE E SECONDA LINGUA COMUNITARIA ISTITUTO COMPRENSIVO TORRE PORDENONE LINGUA INGLESE E SECONDA LINGUA COMUNITARIA Profilo delle competenze al termine del primo ciclo di istruzione: nell incontro con persone di diverse nazionalità è in

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE DEL DIPARTIMENTO DI MATERIA DOCENTI: DI MARCO LOREDANA, GIOFFREDI ANGELA, DI NANNO STEFANIA NUCLEI FONDAMENTALI DI CONOSCENZE

PIANO DI LAVORO ANNUALE DEL DIPARTIMENTO DI MATERIA DOCENTI: DI MARCO LOREDANA, GIOFFREDI ANGELA, DI NANNO STEFANIA NUCLEI FONDAMENTALI DI CONOSCENZE Pag. 1 di 3 ANNO SCOLASTICO 2014-15 DIPARTIMENTO DI LINGUA INGLESE INDIRIZZO AFM SIA RIM CLASSE BIENNIO TRIENNIO DOCENTI: DI MARCO LOREDANA, GIOFFREDI ANGELA, DI NANNO STEFANIA NUCLEI FONDAMENTALI DI CONOSCENZE

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE CLASSI TERZE e QUARTE (RIM, Turismo) TERZA LINGUA STRANIERA

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE CLASSI TERZE e QUARTE (RIM, Turismo) TERZA LINGUA STRANIERA SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE CLASSI TERZE e QUARTE (RIM, Turismo) TERZA LINGUA STRANIERA a.s. 2013-2014 INDIRIZZI E ARTICOLAZIONI: TURISMO e RIM DISCIPLINA TERZA LINGUA COMUNITARIA- TEDESCO PROFILO

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi)

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO Prof. DI

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI LINGUE STRANIERE INGLESE-FRANCESE

PIANO DI LAVORO ANNUALE DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI LINGUE STRANIERE INGLESE-FRANCESE ISTITUTO COMPRENSIVO DI RONCADE via Vivaldi 24-31056 Roncade (TV) PIANO DI LAVORO ANNUALE DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI LINGUE STRANIERE INGLESE-FRANCESE Traguardi di sviluppo delle competenze relative

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LUCCA2. Progettazione curricolare della lingua inglese

ISTITUTO COMPRENSIVO LUCCA2. Progettazione curricolare della lingua inglese ISTITUTO COMPRENSIVO LUCCA2 Progettazione curricolare della lingua inglese FINALITÀ/TRAGUARDI Le finalità dell insegnamento delle lingue straniere nella scuola secondaria di I grado, inserita nel vasto

Dettagli

INGLESE COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE. b. Utilizza la lingua inglese nell uso delle tecnologie dell informazione e della comunicazione

INGLESE COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE. b. Utilizza la lingua inglese nell uso delle tecnologie dell informazione e della comunicazione INGLESE COMPETENZE SPECIFICHE AL a. Nell incontro con persone di diverse nazionalità è in grado di esprimersi a livello elementare in lingua inglese. b. Utilizza la lingua inglese nell uso delle tecnologie

Dettagli

LICEO STATALE C. TENCA MILANO Dipartimento di Lingue PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE

LICEO STATALE C. TENCA MILANO Dipartimento di Lingue PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE MILANO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE STRUTTURA DELLA DISCIPLINA 2 Riflessione sulla lingua Dimensione comunicativa-funzionale Dimensione letteraria 3 Articolazione della disciplina

Dettagli

Istituto Comprensivo Arbe-Zara

Istituto Comprensivo Arbe-Zara Istituto Comprensivo Arbe-Zara S.M.S. FALCONE E BORSELLINO Viale Sarca - Milano A.S. 2014/2015 PROGETTAZIONE DIDATTICA DI INGLESE DI LUISA MARIA ZUBELLI SITUAZIONE DELLA CLASSE CLASSE 3 C La classe è costituita

Dettagli

Istituto Scolastico Comprensivo di Petritoli. Scuola Secondaria di 1 grado. Curricolo annuale A. S. 2013-2014

Istituto Scolastico Comprensivo di Petritoli. Scuola Secondaria di 1 grado. Curricolo annuale A. S. 2013-2014 Istituto Scolastico Comprensivo di Petritoli Scuola Secondaria di 1 grado Curricolo annuale A. S. 2013-2014 Discipline: lingua francese, lingua tedesca FINALITA DELL INSEGNAMENTO DELLA LINGUA STRANIERA

Dettagli

Traguardi di sviluppo delle competenze al termine della scuola secondaria di primo grado.( come da Indicazioni Nazionali per il curricolo)

Traguardi di sviluppo delle competenze al termine della scuola secondaria di primo grado.( come da Indicazioni Nazionali per il curricolo) ISTITUTO COMPRENSIVO SALVADOR ALLENDE Paderno Dugnano Linee progettuali disciplinari CLASSI TERZE - a.s.2014-2015 AREA DISCIPLINARE : Linguistico-artistica-espressiva MATERIA: ITALIANO FINALITA DELLA DISCIPLINA

Dettagli

Materiali: testi in adozione multimedia fotocopie fornite dall insegnante. Comprendere per agire in semplici situazioni note

Materiali: testi in adozione multimedia fotocopie fornite dall insegnante. Comprendere per agire in semplici situazioni note (1) ASCOLTO 01 e 03 Italiano Lingua Seconda classe II Scuola secondaria di primo grado Traguardi di sviluppo delle competenze al termine della scuola secondaria di primo grado L alunno, l alunna sa (1)

Dettagli

IIS D ORIA - UFC INDICE DELLE UFC

IIS D ORIA - UFC INDICE DELLE UFC INDICE DELLE UFC N. DENOMINAZIONE 1 (Units Grammatica della frase e del testo 1-5) 2 (Units Grammatica della frase e del testo 6-10) 3 (Units Grammatica della frase e del testo 11-15) 4 INTRODUZIONE AL

Dettagli

Istituto Comprensivo Garibaldi-Leone Trinitapoli CURRICOLO VERTICALE LINGUE STRANIERE. Dalla competenza chiave alla competenza base

Istituto Comprensivo Garibaldi-Leone Trinitapoli CURRICOLO VERTICALE LINGUE STRANIERE. Dalla competenza chiave alla competenza base Istituto Comprensivo Garibaldi-Leone Trinitapoli CURRICOLO VERTICALE LINGUE STRANIERE Dalla competenza chiave alla competenza base Competenza chiave: comunicazione nelle lingue straniere. Competenza base:

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI LINGUE STRANIERE

PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI LINGUE STRANIERE PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI LINGUE STRANIERE Le linee programmatiche del Dipartimento, sulla base della tassonomia specificata nel Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue Straniere (1996)

Dettagli

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle Indicazioni Nazionali 2012 COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle Indicazioni Nazionali 2012 COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle Indicazioni Nazionali 2012 DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: LINGUE STRANIERE DISCIPLINE CONCORRENTI: tutte TRAGUARDI PER LO SVILUPPO

Dettagli

I.C. CLEMENTE REBORA STRESA CURRICOLO VERTICALE DI INGLESE

I.C. CLEMENTE REBORA STRESA CURRICOLO VERTICALE DI INGLESE I.C. CLEMENTE REBORA STRESA CURRICOLO VERTICALE DI INGLESE INGLESE Scuola primaria di Gignese Classi I, II, II, IV, V COMPETENZE CHIAVE EUROPEE PL. 1 / 2 Comunicazione nelle lingue straniere Imparare ad

Dettagli

Disciplina: Inglese Anno scolastico: 2014/2015 Classi Terze. Unità di lavoro n 1 Up to Level 3

Disciplina: Inglese Anno scolastico: 2014/2015 Classi Terze. Unità di lavoro n 1 Up to Level 3 Unità di lavoro n 1 Up to Level 3 individuare informazioni relative a contenuti di studio di altre Revisione delle funzioni del secondo anno. Revisione lessicale. Revisione degli argomenti grammaticali

Dettagli

Curricolo d Istituto per

Curricolo d Istituto per Istituto Comprensivo Dante Alighieri Trieste Scuola secondaria di primo grado Curricolo d Istituto per LINGUA STRANIERA Le lingue straniere offerte sono le seguenti: inglese, francese, tedesco e spagnolo.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CREAZZO CURRICOLO DI LINGUA STRANIERA INGLESE E FRANCESE

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CREAZZO CURRICOLO DI LINGUA STRANIERA INGLESE E FRANCESE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CREAZZO CURRICOLO DI LINGUA STRANIERA INGLESE E FRANCESE ASPETTI FORMATIVI L insegnamento di almeno due lingue europee, oltre la lingua materna nel Primo ciclo di istruzione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI FINALE LIGURE CURRICOLO VERTICALE LINGUA ITALIANA ANNO SCOLASTICO 2015/2016

ISTITUTO COMPRENSIVO DI FINALE LIGURE CURRICOLO VERTICALE LINGUA ITALIANA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO DI FINALE LIGURE CURRICOLO VERTICALE LINGUA ITALIANA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 COMPETENZA al termine del primo ciclo di istruzione Dimostra una padronanza della lingua italiana tale

Dettagli

PROGRAMMA DISCIPLINARE EFFETTIVAMENTE SVOLTO a. s. 2014 / 2015

PROGRAMMA DISCIPLINARE EFFETTIVAMENTE SVOLTO a. s. 2014 / 2015 PROGRAMMA DISCIPLINARE EFFETTIVAMENTE SVOLTO a. s. 2014 / 2015 DOCENTE :DE MITRI SILVIA CLASSE: 1AS DISCIPLINA: LINGUA E CIVILTA INGLESE UDA che sono stati effettivamente trattati nel corso del corrente

Dettagli

Italiano Lingua Seconda V classe Scuola primaria

Italiano Lingua Seconda V classe Scuola primaria ASCLT Italiano Lingua Seconda V classe Scuola primaria Traguardi di sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria relativi alle abilità L alunno, l alunna sa (1) comprendere semplici dialoghi

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale D. Alighieri Scuola dell'infanzia/primaria/secondaria di primo grado Via per Duno, 10-21030 CUVEGLIO (VA) tel. 0332.650200/650152

Dettagli

PROGETTO DI RECUPERO E SOSTEGNO:

PROGETTO DI RECUPERO E SOSTEGNO: Anno scolastico 2012/2013 SCUOLA PRIMARIA Classi: terze, quarte e quinte. PROGETTO DI RECUPERO E SOSTEGNO: PREMESSA Le insegnanti delle classi terze, quarte e quinte propongono il seguente progetto di

Dettagli

ITALO CALVINO telefono: 0257500115 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI fax: 0257500163 PIANO DI LAVORO. Istituto di Istruzione Superiore

ITALO CALVINO telefono: 0257500115 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI fax: 0257500163 PIANO DI LAVORO. Istituto di Istruzione Superiore Istituto di Istruzione Superiore ITALO CALVINO telefono: 0257500115 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI fax: 0257500163 e-mail: info@istitutocalvino.it Codice Fiscale: 97270410158 internet: www.istitutocalvino.it

Dettagli

INGLESE SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUINTA

INGLESE SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUINTA INGLESE SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUINTA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI AD ASCOLTO L alunno comprende brevi messaggi orali e scritti relativi ad ambiti familiari. Svolge i compiti secondo

Dettagli

Inglese I Lingua - Francese II Lingua - Tedesco III Lingua

Inglese I Lingua - Francese II Lingua - Tedesco III Lingua DIPARTIMENTO DI LINGUE STRANIERE Inglese I Lingua - Francese II Lingua - Tedesco III Lingua Modalità di verifica e criteri di valutazione MODALITA DI VERIFICA BIENNIO Le verifiche, frequenti e diversificate,

Dettagli

LICEO TITO LUCREZIO CARO CITTADELLA Liceo Scienze Umane PIANO DI LAVORO ANNUALE

LICEO TITO LUCREZIO CARO CITTADELLA Liceo Scienze Umane PIANO DI LAVORO ANNUALE LICEO TITO LUCREZIO CARO CITTADELLA Liceo Scienze Umane PIANO DI LAVORO ANNUALE Docente : Nicoletta Marcon Materia : Inglese Classe : I BSU Anno scol.: 2010-2011 SITUAZIONE DI PARTENZA: La classe 1 BSU,

Dettagli