COMUNE DI SEDRINA PROVINCIA DI BERGAMO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI SEDRINA PROVINCIA DI BERGAMO"

Transcript

1 COMUNE DI SEDRINA PROVINCIA DI BERGAMO PRIMO ANNO DI AMMINISTRAZIONE COMUNALE Sedrina, Maggio 2015 Cari Concittadini, con questa introduzione al volantino desidero portare il mio saluto e dell Amministrazione comunale che un anno fa di questi giorni iniziava l esperienza amministrativa, dal fiducioso mandato elettorale di 1000 voti e il 67,61% delle preferenze ottenute dalla Lista Civica - Impegno Comune, divenendo così l Amministrazione più giovane d Italia (età media 28 anni). Di seguito troverete riassunte alcune tra le più rilevanti attività di questo 1 anno di amministrazione. Un anno fa iniziavo questa avventura con assoluta inesperienza in ambito amministrativo e dopo un anno trascorso da Sindaco il sentimento che prevale in me è quello della gratitudine per la fiducia e per questa importante opportunità di crescita personale. Innanzitutto ringrazio la Provvidenza e quanti quotidianamente condividono con me questa esperienza; gli Assessori e i Consiglieri che instancabilmente si danno da fare e lavorano sodo per portare avanti con sacrificio e costanza le varie attività, ognuno secondo le proprie deleghe e competenze. Come più volte ribadito, nemmeno un giorno solo potrei fare il Sindaco senza il supporto e il consiglio costruttivo di ciascuno di loro. Grazie! Un particolare ringraziamento va anche alle persone più care, che porto nel cuore e che letteralmente mi sopportano oltre che supportano nei momenti più difficili. Vi confido che sono stati molti, e la tentazione di mollare tutto qualche volta è stata forte a motivo della sensazione di non essere all altezza dell incarico, di cui avverto quotidianamente tutta la responsabilità e il peso; poi però la condivisione delle difficoltà e preoccupazioni, il confronto reciproco e il supporto delle idee oltre all impegno comune hanno permesso di superare gli ostacoli e difficoltà, trasformandoli in opportunità condivise di crescita personale. In questo percorso l Amministrazione è stata sostenuta dalle figure professionali del Comune, in particolare dal nuovo segretario Comunale Elena Ruffini e dal revisore dei conti Franco Torda a cui siamo particolarmente grati per aver preso a cuore il nostro caso ed averci aiutato nella gestione della pesante eredità. Un ringraziamento anche al personale degli uffici per la fiducia e la collaborazione che spero continui con sempre maggior vigore e spirito di squadra. Ringrazio anche i Consiglieri del gruppo Lega Nord gruppo di minoranza in Consiglio Comunale. Sebbene a volte si possano avere idee e posizioni politicamente diverse, sono sempre più convinto che la diversità è una ricchezza per tutti, soprattutto quando vi è il sano obiettivo di mettersi in gioco con intelligenza ed impegno a servizio della propria Comunità. In questi mesi si sono attivate anche le Commissioni consultive, costituite da molti cittadini che si sono resi disponibili ad incontrarsi periodicamente per confrontarsi e portare idee e consigli utili sia per organizzare eventi educativi in sinergia con le scuole che ad elaborare valutazioni o studi su particolari argomenti socioeconomici, permettendo all Amministrazione comunale di potersi avvalere anche delle loro indicazioni e consigli. Sito Internet: 1

2 Un particolare riconoscimento ai Cittadini e alle Associazioni della frazione Botta che hanno dimostrato esemplare umanità ed intelligenza collaborando nella gestione dell accoglienza dei migranti che da agosto del 2014 si trovano ospitati dalla Caritas Diocesana, presso la Casa dei ritiri San Giuseppe. Vorrei ringraziare tutti coloro che si rivolgono a noi per qualsiasi problematica, riconoscendoci così stima e volontà di ricercare soluzioni; ricordiamo che l'amministrazione comunale è aperta alla collaborazione dei Cittadini che possono inviare le loro osservazioni presso gli uffici comunali, o direttamente agli Amministratori. Un particolare riconoscimento a tutti coloro che nei vari Gruppi e Associazioni o in autonomia, con la loro opera lavorano per il bene del paese Credetemi, sono tanti, e meritano tutta la nostra riconoscenza e stima. Il paese è di tutti e chi opera per esso opera a vantaggio di tutti. Leggere questo volantino e venire a conoscenza di certe situazioni è probabile che a molti faccia emergere risentimenti; questo è comprensibile e naturale ed è accaduto anche a noi nei mesi scorsi. Poi però, riflettendo bene, ci si rende conto che questo tipo di atteggiamento serve a poco se non ad alimentare rancore. Il nostro compito è stato quello di aver relazionato oggettivamente agli organi competenti quanto è emerso; spetta ad altre Istituzioni indagare e dare giudizi nel merito. Personalmente mi auguro che quanto è successo serva di lezione e da monito innanzitutto a noi! Grazie a tutti per la vicinanza, la pazienza, la comprensione e la collaborazione dimostrata in questo primo anno. Un cordiale saluto, Il Sindaco - Stefano Micheli Bilancio Il primo tema su cui vogliamo porre l attenzione riguarda la pessima situazione del bilancio comunale che influisce notevolmente sulle scelte dell Amministrazione. Infatti, il Comune di Sedrina, risulta essere tra i Comuni italiani con il maggior debito pro capite (1.800 /abitante circa). Ad inizio del nostro mandato, oltre a questo dato statistico, ci siamo scontrati con numerose questioni pendenti ed altre completamente sconosciute e poco chiare. Non è stato facile ed immediato scovare tutti i problemi di tipo finanziario. L attività di ricerca ed analisi di ogni capitolo ha portato ad un importante lavoro di revisione totale delle controversie in esame che ci ha tenuti impegnati un anno intero. Di seguito cercheremo di descrivere con la maggior chiarezza possibile le fasi e gli aspetti più rilevanti del lavoro svolto. 1) La situazione ereditata Poco dopo il nostro insediamento abbiamo approvato il bilancio di previsione 2014 in negativo di circa A questo dato vanno aggiunte le seguenti questioni: Presenza di debiti mai inseriti nel bilancio comunale per importi di circa ; Ritrovamento di lettere di garanzia (ovvero mandati di pagamento) emesse con la sola firma dell ex Sindaco per un importo totale di circa 1 milione e mezzo di euro e senza l approvazione dell ex Consiglio comunale (passaggio necessario alla validità dei provvedimenti); Presenza di crediti difficilmente riscuotibili per importi di circa , causati dalla complessa situazione di SCS; Sito Internet: 2

3 Anticipazioni di cassa (ovvero soldi anticipati dalle banche) per circa a fine 2013; 24 mutui in essere per il nostro Comune per un totale pari a circa 5,8 milioni di euro, di cui restano da saldare circa 4,2 milioni entro il MUTUI ATTIVI ANNO INIZIO ANNO FINE IMPORTO INIZIALE 1 COSTRUZIONE OPERE VARIE MISTE ,57 2 COSTRUZIONE NUOVO MUNICIPIO SECONDO LOTTO ,19 3 MANUTENZIONE STRAORDINARIA STRADE STRADA MEDIGLIO ,78 4 COSTRUZIONE RETE FOGNARIA QUARTO LOTTO ,75 5 COSTRUZIONE OPERE VARIE MISTE BARRIERE ARCHITETTONICHE ,88 6 MANUTENZIONE STRAORDINARIA STRADE STRADA CLER ,56 7 NUOVA SEDE MUNICIPALE TERZO LOTTO ,21 8 OPERE IDRICHE - CLER E VIA FIENILI ,61 9 COSTRUZIONE RETE FOGNARIA SECONDO LOTTO VALLE SCAGNOLA ,16 10 MANUTENZIONE STRAORDINARIA OPERE VARIE VIA ROMA , COMPLETAMENTO AULE E REALIZZAZIONE PALESTRA SCUOLE ELEMENTARI ADEGUAMENTO SEDE STRADALE VIA LEGA LOMBARDA CON FORMAZIONE DI GIARDINI ACQUISTO IMMOBILE USO PUBBLICO DA DESTINALE A PARCHEGGIO , , ,54 14 MANUTENZIONE STRAORDINARIA CIMITERI CIMITERO BOTTA ,20 15 AMPLIAMENTO RETE IDRICA MEDIGLIO , FINANZIAMENTO DA REGIONE LOMBARDIA (FINLOMBARDA) PER REALIZZAZIONE AREA INDUSTRIALE CASSETTONE MANUTENZIONE STRAORDINARIA OPERE VARIE SISTEMAZIONE VIA ROMA FOGNATURA , ,34 18 REALIZZAZIONE STRUTTURA GIARDINO D INVERNO ,00 19 NUOVA STRADA CLER ,00 20 ADEGUAMENTO STANDARD MATERNA BOTTA ,98 21 GIARDINO D INVERNO , ADEGUAMENTO IMPIANTO ELETTRICO SCUOLE MEDIE DI SEDRINA ACQUISTO IMMOBILE FONDAZIONE SAN GIACOMO ADIBITO A SCUOLA MATERNA CONTRIBUTO PER LAVORI DI CONSOLIDAMENTO PONTE IN LOCALITA CAMPANA , , ,00 TOTALE ,07 2) Le azioni intraprese dall attuale Amministrazione D intesa con la Corte dei Conti, preso atto delle numerose situazioni critiche emerse, l Amministrazione Comunale ha attivato la Procedura di riequilibrio finanziario predisponendo il Piano di rientro decennale approvato dalla stessa Corte nel Gennaio L accesso al Piano di rientro è stato necessario per scongiurare il Commissariamento del Comune che avrebbe portato sia alla chiusura dei servizi (fra i quali l Asilo) sia all aumento generalizzato delle tariffe e delle tasse comunali. Sito Internet: 3

4 E stata richiesta la riduzione e rateizzazione della sanzione per il mancato rispetto del patto di stabilità nell anno Tale istanza è stata concessa e pertanto si è passati da una penale di in un anno a spalmati su 10 anni. Debiti fuori bilancio: sono stati riconosciuti e pagati debiti fuori bilancio per circa relativi all affido, da parte del Tribunale, di 2 bambini all Asilo Mariuccia di Milano. Lettere di garanzia: l Amministrazione ha deciso, d intesa con la Corte dei Conti, di non riconoscere come valida nessuna delle lettere di garanzia a firma dell ex Sindaco che erano state emesse tutte senza autorizzazione da parte dell ex Consiglio comunale. Al momento solo una delle garanzie (per un importo di circa ) si è risolta positivamente con una sentenza del tribunale che ha sollevato il Comune dall obbligo di pagare la società garantita. Nel caso specifico si trattava della SCS, società venduta a fine 2013 dal Comune, dalla quale sono stati incassati a fine 2014 i relativi alla vendita. Le altre garanzie continuano a essere un rischio per le casse comunali in quanto le banche potrebbero venire a chiedere al Comune il pagamento della somma garantita. L Amministrazione ha posto in essere un rilevante sforzo di riduzione dei costi attraverso: - la riorganizzazione interna del personale; - la parziale Statalizzazione dell Asilo comunale; - la revisione della quasi totalità degli appalti e forniture in essere con risparmi totali per circa Grazie all attivazione del Piano di rientro ci è stata concessa l assegnazione di un Fondo di rotazione di circa Il prestito erogato è vincolato al pagamento dei debiti fuori bilancio e dovrà essere rimborsato in 10 anni allo Stato. Tale onere viene concesso per situazioni particolarmente critiche, è a tasso zero e consente di non pagare interessi alle banche ottenendo così un risparmio di circa all anno. 3) La situazione attuale Grazie alle manovre effettuate la situazione finanziaria del Comune risulta oggi sensibilmente migliorata. Il bilancio a consuntivo del 2014 si è concluso con un deficit pari a , che rappresenta sicuramente un netto miglioramento rispetto al passivo di circa del bilancio di previsione, ereditato dalla precedente Amministrazione. Nel corso del 2014 è stato anche rispettato il Patto di stabilità (a differenza del 2013). A fine 2014 abbiamo registrato un conto corrente in attivo di circa , rispetto al debito di quasi di fine ) Cosa ci aspetta Nonostante l impegno dell Amministrazione comunale che ha portato ad una condizione di miglioramento delle casse comunali permangano situazioni di criticità. Tra queste, motivo di preoccupazione sono le lettere di garanzia ed un indebitamento molto elevato dovuto ai mutui in essere (restano da pagare 4,2 milioni di euro entro il 2035), che graveranno sul bilancio ogni anno. L attivazione della procedura di riequilibrio finanziario ha gettato le basi per il risanamento economico del Comune. Risulterà tuttavia fondamentale che nei prossimi anni si risolvano favorevolmente i problemi sopra Sito Internet: 4

5 accennati e sarà necessario continuare con il contenimento dei costi. Il buon risultato ottenuto, frutto anche di scelte difficili e sacrifici da parte dei cittadini, fa sperare in un futuro più tranquillo e sereno, pur nelle difficoltà che continueranno ad esserci. IMU, TARI e TASI Le Aliquote IMU e TASI per l anno 2015 sono state mantenute uguali a quelle dell anno Per quanto riguarda la TARI l introduzione della raccolta differenziata non ha variato sostanzialmente l importo a carico dei cittadini rispetto al 2014, anzi dovreste riscontrare una leggera diminuzione del tributo (circa il 5%). TARI La TARI è il tributo destinato a finanziare i costi di raccolta e smaltimento dei rifiuti, in sostituzione alla TARES. Le tariffe sono finalizzate ad assicurare la copertura integrale dei costi del servizio di igiene urbana sulla scorta del Piano Economico Finanziario approvato dal Consiglio Comunale. La TARI è pagabile tramite modello F24 emesso dal Comune e inviato tramite posta a tutti gli utenti in questi giorni. Nel caso di mancata ricezione rivolgersi all ufficio tributi o al numero La TARI è pagabile in 2 rate: ACCONTO con scadenza 16 giugno 2015, SALDO con scadenza 16 dicembre TASI La TASI è destinata al finanziamento dei servizi indivisibili, ovvero a quelle attività che il Comune rivolge indistintamente a tutta la collettività, al contrario dei servizi a domanda individuale (come, ad esempio, gli asili nido, il trasporto scolastico, ecc.). Esempi di servizi indivisibili erogati dal Comune sono l illuminazione pubblica, la manutenzione del manto stradale, la manutenzione del verde, ecc. E disponibile un link sul sito del Comune di Sedrina per il calcolo e per la stampa del relativo modello F24 utilizzabile per il pagamento. In alternativa è possibile rivolgersi a centri professionisti abilitati (CAF, ecc..). Il codice catastale del Comune è I567. La TASI è pagabile in 2 rate: ACCONTO con scadenza 16 giugno 2015, SALDO con scadenza 16 dicembre L ufficio tributi è disponibile a fornire tutti i chiarimenti del caso, anche tramite il numero IMU L IMU sostituisce l Imposta Comunale sugli Immobili (ICI). E disponibile un link sul sito del Comune di Sedrina per il calcolo e per la stampa del relativo modello F24 utilizzabile per il pagamento. In alternativa è possibile rivolgersi a centri professionali abilitati (CAF, ecc..). Il codice catastale del Comune è I567. L IMU è pagabile in 2 rate: ACCONTO con scadenza 16 giugno 2015, SALDO con scadenza 16 dicembre L ufficio tributi è disponibile a fornire tutti i chiarimenti del caso, anche tramite il numero Riorganizzazione dei Servizi comunali Grazie all accesso al Piano di rientro finanziario è stato possibile mantenere tutti i servizi principali. Per ottenere questo risultato l Amministrazione si è impegnata in un lavoro di ottimizzazione dei costi che ha permesso di garantire tali servizi con un buon standard di qualità. Gli appalti sono stati assegnati attraverso procedure pubbliche trasparenti su piattaforma telematica. Ecco come sono cambiati i principali servizi svolti dal Comune: Sito Internet: 5

6 Ufficio Tecnico A causa del mancato rispetto del patto di stabilità non è stato possibile continuare il rapporto con l Ing. Maurizi; di conseguenza il Comune di Sedrina è rimasto sprovvisto di tecnico per 2 mesi. Per questo motivo l unico modo per poter garantire al Comune un tecnico è stato quello di ottenere una convenzione con un altro Ente pubblico. Dopo una serie di colloqui, vista l indisponibilità della figura richiesta, grazie al supporto dell Amministrazione Comunale di Val Brembilla, è stata fortunatamente sottoscritta una convenzione per l utilizzo di 2 tecnici per 16 ore settimanali. La responsabilità del servizio tecnico è stata assegnata al Segretario Comunale. I tecnici hanno orario di ricevimento al pubblico nella giornata di Venerdì dalle 16:00 alle 18:00. Vista la mole di richieste e l abbondante lavoro arretrato vi invitiamo a fissare un appuntamento presso l ufficio della Segreteria comunale (telefono: ). Manutenzione del Territorio Precisiamo che il Comune di Sedrina negli ultimi anni non ha mai avuto nessun operatore ecologico (stradino) alle sue dipendenze. Le figure che operavano sul territorio erano dipendenti della Cooperativa Pegaso la quale, sino a fine 2014, aveva in carico la Manutenzione del Territorio, la Pulizia degli immobili comunali e l attività di Spazzamento neve (con un costo annuo di ). A seguito di numerose inadempienze della Cooperativa Pegaso, a fine 2014, è stato sciolto l appalto a cui ha fatto seguito un contenzioso legale con una prima sentenza favorevole al Comune di Sedrina. Per quanto riguarda la manutenzione del territorio è stata effettuata una nuova gara d appalto per svolgere i lavori stradali ordinari, che è stata aggiudicata a inizio 2015 alla ditta Salvi di Brembilla ( /anno). L impresa si occupa della gestione dei cimiteri, della pulizia del verde pubblico e di tutte le opere che riguardano le strade e le strutture comunali. Compatibilmente con le scarse risorse disponibili, viste le numerose criticità presenti sul territorio dovute a una prolungata mancanza di manutenzione negli ultimi anni, sono stati effettuati alcuni degli interventi che l Amministrazione riteneva più urgenti: Pulizia di tutte le griglie e messa in sicurezza di quelle che risultavano pericolose; Messa in sicurezza di alcune strutture comunali; Pulizia e ripristino Parco di Botta e taglio di alcune piante pericolose al parco dietro il Municipio; Rappezzamenti delle più evidenti buche stradali e messa in sicurezza dei bordi tombini scoperti dall asfalto ; Siamo consapevoli che la condizione delle nostre strade è pessima, sia per quanto riguarda la presenza di buche sia per la mancanza della segnaletica stradale, ma ci confrontiamo con una situazione di bilancio che al momento consente di garantire solo il minimo indispensabile. Per darvi un idea, per riasfaltare completamente il paese di Sedrina servirebbero oltre , che non sono ora disponibili. Sito Internet: 6

7 Pulizia immobili comunali L appalto di pulizia degli stabili comunali (Biblioteca e Uffici) è stato assegnato per 3 anni alla ditta Magistrelli di Bracca per un importo di circa annui. Spazzamento Neve Nel corso dell inverno lo spazzamento Neve è stato realizzato dalla ditta Orobica Srl che si è aggiudicata l appalto a ribasso legato a questo servizio. Il costo nell inverno è stato di circa Illuminazione pubblica Ad inizio del 2015 è stato rinnovato l appalto di Illuminazione pubblica assegnato alla ditta Rasmo Gaspare di Gerosa. Eventuali segnalazioni di malfunzionamenti e/o danneggiamenti (per questa ed altre questioni) possono essere inviate in forma scritta all Ufficio tecnico o alla Segreteria del Comune tramite l apposito modulo o sul sito internet comunale Raccolta differenziata Da Febbraio 2015 è stata introdotta la raccolta differenziata completa, effettuata dall azienda Servizi Comunali Srl, che prevede, oltre alla differenziazione già esistente, quella della plastica e dell umido e la possibilità di conferire in discarica ulteriori rifiuti quali oli, cartucce e toner. I primi 2 mesi di introduzione hanno visto un andamento della percentuale di rifiuto differenziato passata dal 34,8% del mese di Gennaio al 74,5% del mese di Marzo. Il livello raggiunto grazie all impegno di tutti i cittadini ci pone in linea con i paesi limitrofi e ci consente di rispettare le normative dell Unione Europea relative alla differenziazione dei rifiuti. Precisiamo che in alcune vie della frazione di Botta la raccolta dell umido e del secco avviene con un unico furgone per questioni di difficoltà di transito del mezzo. Il furgone è provvisto di una doppia vasca di raccolta che permette la separazione dei due rifiuti, in modo da non vanificare il lavoro del cittadino ed il vantaggio dell impresa stessa nell attività di differenziazione. L appello dell Amministrazione è di continuare a porre il giusto impegno in questa preziosa attività, poiché una più alta qualità del rifiuto raccolto genera un maggior guadagno dalla vendita dello stesso e quindi la possibilità di diminuire la TARI negli anni successivi. Biblioteca Dall inizio di ottobre il servizio Biblioteca è gestito da nuove persone pronte ad accogliere e a mostrare tutti i servizi che la nostra biblioteca mette a disposizione: richiedere in prestito libri e DVD non presenti nella nostra biblioteca; prenotare i libri anche da casa attraverso apposito portale; leggere libri in prestito su Tablet o e-reader; rimanere a studiare nella sala consiliare riorganizzata con postazioni idonee allo studio. Sito Internet: 7

8 Purtroppo attualmente il computer presente in Biblioteca non è funzionante; per questo stiamo cercando aziende o privati che lo possano donare (anche usato, se funzionante). Per maggiori informazioni è possibile rivolgersi direttamente alla Biblioteca negli orari di apertura: Lunedì, Martedì, Giovedì e Venerdì: dalle 14:00 alle 18:00 Mercoledì: dalle 9:00 alle 13:00 Pasti anziani Il servizio di preparazione e distribuzione a domicilio dei pasti per gli anziani è affidato alla Punto Ristorazione con un costo di 7,40 a pasto. Servizi organizzati con LSU Il Piano di rientro e le scarse disponibilità economiche del Comune non permettono, al momento, di assumere altro personale. Per questo motivo sono stati riorganizzati alcuni servizi che vengono svolti dagli LSU (Lavoratori Socialmente Utili), ovvero tutte quelle persone che in attesa di un nuovo impiego svolgono attività di pubblica utilità (20 ore settimanali da lunedì a venerdì). Attualmente abbiamo 4 LSU sul nostro territorio, 2 vengono impiegati per l apertura della Biblioteca (in quanto la bibliotecaria è in aspettativa per 2 anni), e 2 per la pulizia delle palestre comunali. Il vantaggio, per il Comune, è quello di avere personale a costo quasi zero, se non per i soli costi assicurativi. Scuola, Trasporti e Assistenza educativa Asilo L Amministrazione si è insediata con una situazione fortemente critica per la continuazione del servizio di Scuola dell Infanzia. Grazie ai solleciti e alle istanze presentate presso il Provveditorato agli studi di Bergamo è stata ottenuta una storica parziale statalizzazione della parte antimeridiana del servizio (le 5 ore del mattino, sulle 8 totali). Si sottolinea che tale possibilità è stata concessa dal Ministero dell Istruzione in seguito alla perdita di sezioni nella provincia di Bergamo: si tratta di una forma sperimentale, nella quale viene chiesto al comune beneficiario, un impegno quinquennale nella copertura della fascia pomeridiana. Grazie a questo è stata possibile la continuità del servizio con una retta di 170,00 a bambino per il servizio base (8 ore) comprensivo di pasti. La retta è stata confermata anche per l anno prossimo Attualmente la gestione dell Asilo, come per la mensa, è affidata alla Cooperativa In Cammino con sede a San Pellegrino Terme. Questa Cooperativa gestisce altri asili in Val Brembana e ha in essere una convenzione con la Comunità Montana. Sino ad ora il riscontro avuto relativamente alla nuova gestione, nonostante le tante novità introdotte a livello organizzativo è stato, da parte dei genitori, complessivamente positivo. Il numero di bambini iscritti di quest anno è stato di circa 40. Per chi ancora non l avesse fatto è possibile effettuare le iscrizioni presso l ufficio segreteria. Qualora fossero necessari ulteriori chiarimenti è possibile contattare gli uffici comunali negli orari di apertura, al numero di telefono Sito Internet: 8

9 Asilo nido Nell anno in corso hanno frequentato l Asilo Nido Peter Pan 14 bambini. L organizzazione del servizio, anche in questo caso, è stata affidata alla Cooperativa In Cammino. Si informa quanti fossero interessati che in data 20 Giugno, dalle alle 12.00, ci sarà l Open Day: un occasione per i genitori e i bambini tra gli 8 e i 36 mesi, per conoscere gli spazi e le possibili attività del Nido. È ancora possibile iscriversi e vi invitiamo a contattare la segreteria del comune al numero di telefono Servizi scolastici: Trasporti, Assistenza scolastica e Mensa Per quanto riguarda i servizi che ruotano attorno alla sfera scolastica sono stati garantiti: TRASPORTO SCOLASTICO sulle tratte necessarie per il collegamento con le frazioni. Per l anno le tariffe e le tratte rimangono invariate: - 245,00 /anno per il primo figlio; - 175,00 /anno per il secondo figlio - 100,00 /anno per il terzo Queste tariffe coprono circa il 45% della spesa totale per il servizio di trasporto scolastico. La rimanente parte è a carico del Comune di Sedrina. Per le iscrizioni al servizio ci si può rivolgere all ufficio segreteria negli orari di apertura. ASSISTENZA EDUCATIVA SCOLASTICA. Nell anno sono state garantite la totalità delle ore di assistenza educativa scolastica di cui necessitano i bambini con difficoltà. Premura dell attuale Amministrazinoe è stato garantire il servizio in modo completo, a differenza della precedente Amministrazione che ha scelto di assicurarlo solo in modo parziale. La Cooperativa incaricata è stata Città del Sole che ha in essere una convenzione con la Comunità Montana. Il riscontro in merito al supporto fornito ai docenti e ai bambini è stato molto positivo. MENSA. E stato possibile usufruirne del servizio mensa scolastica nella giornata di mercoledì previo acquisto dei buoni presso la Segreteria del Comune al costo di 5,00 l uno. Questo servizio verrà confermato anche per l anno SPAZIO GIOCO. A Botta, nell ex Asilo Nido Peter Pan è stata ricavata un area dove ogni venerdì mattina le mamme o le nonne, con i bambini dagli 0 ai 3 anni circa, si possono trovare per condividere momenti di gioco. Qualora si fosse interessati è possibile contattare la responsabile dello Spazio gioco Barbara Stachetti al numero NON SOLO COMPITI. A partire da metà dell anno scolastico è stato attivato per un giorno alla settimana il servizio di Non solo compiti per la scuola primaria che intendiamo riproporre anche per il prossimo anno a partire già da settembre. Vi invitiamo pertanto a contattare l ufficio segreteria del Comune per la formalizzazione delle iscrizioni indicando le vostre necessità in funzione anche di un possibile ampliamento dell orario. BIBLIOTECA. In collaborazione con il personale educativo dell Asilo Nido, delle due sezioni della Scuola dell Infanzia e delle classi Prima e Seconda Elementare, sono state previste ogni mese visite alla biblioteca dove i bambini hanno potuto conoscere dove vivono i libri, prenderne familiarità e scegliere con assoluta libertà il più adatto a loro. Sito Internet: 9

10 Fondazione S. Giacomo Maggiore Apostolo Molti di voi si chiederanno come mai in un volantino comunale si parla di Fondazione S. Giacomo M. A., spesso associata ai servizi all infanzia. Per far chiarezza vogliamo riassumere brevemente cosa sia la Fondazione e quale è l obiettivo del suo statuto. Lo scopo della Fondazione S. Giacomo M.A. è quello di realizzare i servizi alla persona e provvedere all educazione dei bambini che negli anni ha visto come presidenti: Fustinoni Lauretta, Carminati Ilario e Agostino Lenisa. La Fondazione ha gestito i servizi all infanzia dell asilo fino al 2012, anno in cui il Comune ha acquistato lo stabile. Successivamente l organizzazione del servizio è stata data in gestione prima alla SCS e poi alla Cooperativa Pegaso, sino a Giugno Da allora la Fondazione è sostanzialmente inattiva e priva del suo scopo. A seguito delle elezioni comunali dello scorso anno, come previsto dallo statuto, Stefano Micheli in qualità di Sindaco del Comune di Sedrina è diventato il Presidente della Fondazione S. Giacomo M.A.. Il Consiglio di Amministrazione (CdA) era composto dal Presidente e dai consiglieri Tarcisio Canova e Pesenti Paolo. A causa delle dimissioni di Tarcisio Canova si è provveduto a costituire un nuovo Consiglio di Amministrazione, attualmente presieduto da Stefano Micheli (Presidente), Giorgio Ghisalberti e Paolo Pesenti. Quest anno l Assemblea dei Soci ha visto nuovi ingressi ed attualmente è composta da Stefano Micheli (Presidente), Giuseppe Gotti, Silvia Vitali, Geremia Ghisalberti e Alessandro Dario Gotti. Vista l inattività della Fondazione e la non sussistenza dello scopo per cui era stata costituita (ovvero la gestione dell Asilo), il CdA attuale sta cercando di chiudere i debiti ereditati e che risultano ancora pendenti per procedere in ogni caso alla liquidazione della stessa in tempi brevi. Immobili comunali Vista la situazione di bilancio, l Amministrazione comunale ha iniziato un processo di razionalizzazione degli immobili comunali. Possibilità prevista dal piano di rientro è la messa in vendita di alcune strutture di proprietà del Comune di Sedrina: tra questi il secondo piano dell ex Peter Pan e l ex ambulatorio pediatrico. Nonostante la proposta dell Amministrazione di utilizzare gli ambulatori nella struttura comunale, la Dott.ssa Musitelli ha deciso di non mantenere l apertura a Sedrina, ma di aprire una struttura a Zogno. In base a tale scelta l Amministrazione ha provveduto successivamente alla messa in vendita di tale struttura. Sempre nella struttura dell ex Peter Pan sono stati assegnati spazi, attraverso convenzioni, all Antincedio boschivo di Botta e allo Spazio Gioco. Gli altri immobili comunali sono: Municipio, Asilo, Scuole, Palestre, Sede AVIS AIDO e Centro Anziani di Botta e Sedrina, Minialloggi e lo IAT (attualmente utilizzato dalla Comunità Montana Valle Brembana e dall Associazione Alpini). Per qualsiasi richiesta di utilizzo degli spazi comunali potete rivolgervi all ufficio segreteria del Comune. UniAcque Dopo un anno dalla richiesta dei cittadini di Sedrina ad Uniacque per il rimborso dei costi di depurazione erroneamente pagati, Uniacque ha predisposto la modulistica per ottenere i rimborsi a partire dal 2003 sino al Per il periodo che va dal 16 ottobre 2008 al 31 dicembre 2014, il rimborso viene automaticamente scalato dalla prossima bolletta, ma deve essere verificato sul sito o presso lo sportello di Zogno. Sito Internet: 10

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Comune di Massa Lombarda

Comune di Massa Lombarda CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AFFARI GENERALI RESPONSABILE: CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Affari Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Servizio Attività del Tempo Libero 1 REALIZZATA A CURA DI: Servizio Attività del Tempo Libero Comune di Bolzano Michela Voltani Elena Bettini Anita Migl COORDINAMENTO PROGETTO Cristina

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

RESIDENZA LE ROSE SCHEDA SERVIZIO DATI ANAGRAFICI STRUTTURA. Residenza LE ROSE. Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD. info@residenzalerose.

RESIDENZA LE ROSE SCHEDA SERVIZIO DATI ANAGRAFICI STRUTTURA. Residenza LE ROSE. Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD. info@residenzalerose. RESIDENZA LE ROSE DATI ANAGRAFICI STRUTTURA SCHEDA SERVIZIO Residenza LE ROSE DENOMINAZIONE Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD INDIRIZZO CAP CITTÀ PROVINCIA 0429 644544 TELEFONO info@residenzalerose.net

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Comune di Sant'Agata sul Santerno

Comune di Sant'Agata sul Santerno CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA SERVIZI GENERALI RESPONSABILE: RAMBELLI STEFANO 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie Area Servizi Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

"UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE

UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE GREST 2015 L estate ormai si avvicina e l Unità Pastorale Madre Teresa di Calcutta, organizza e propone il GrEst (Oratorio estivo), rivolto ai ragazzi delle classi elementari e medie delle nostre parrocchie.

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Approvato con Deliberazione consiliare n 94 del 21 giugno 2004 INDICE Articolo

Dettagli

C O M U N E DI O P E R A

C O M U N E DI O P E R A copia Codice Ente 11047 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE IMU ANNO 2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Ordinaria di Prima convocazione - seduta Pubblica. L'anno duemilaquattordici

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AMMINISTRATIVA RESPONSABILE: GIANGRANDI TIZIANA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 E 1011060 E 75-0

Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 E 1011060 E 75-0 Numer o Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 Previsione 2012 Previsione 2013 1 16/08/2011 E 1011060 E 75-0 1011060: ADDIZIONALE COMUNALE ALL'IRPEF

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA REGOLAMENTO PER LA EROGAZIONE DI CONTRIBUTI, SOVVENZIONI ED ALTRE AGEVOLAZIONI ART. 1 FINALITA 1. Con il presente Regolamento la Comunità della Valle di Cembra, nell esercizio

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA Protocollo RC n. 4480/15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 20 FEBBRAIO 2015) L anno duemilaquindici, il giorno di venerdì venti del mese di febbraio, alle ore

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 009 Funzion 9 0 3 Servizio. Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 0 Segreteria

Dettagli

Centro diurno socio-assistenziale regionale Ai Gelsi Riva San Vitale

Centro diurno socio-assistenziale regionale Ai Gelsi Riva San Vitale Centro diurno socio-assistenziale regionale Ai Gelsi Riva San Vitale Che cos è il Centro diurno regionale Ai Gelsi? Il nuovo Centro diurno socio-assistenziale con sede a Riva San Vitale si inserisce nel

Dettagli

CONTO DEL BILANCIO 2013

CONTO DEL BILANCIO 2013 CONTO DEL BILANCIO 03 IMPEGNI PER SPESE CORRENTI I N T E R V E N T I C O R R E N T I Personale Acquisto di beni di Consumo e/o di Materie Prime Prestazioni di servizi Utilizzo di Beni di terzi Trasferimenti

Dettagli

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO in collaborazione con Il contesto di riferimento BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO L obiettivo fissato dall Unione Europea che si prefiggeva di raggiungere una ricettività del 33% dei nidi e in generale

Dettagli

Comune di Cotignola ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - PROGETTO RPP: RESPONSABILE: UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI

Comune di Cotignola ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - PROGETTO RPP: RESPONSABILE: UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR005 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. COMUNICAZIONE UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 Gentile Famiglia, nel presente opuscolo trovate il Contratto di corresponsabilità educativa e formativa ed il Contratto di prestazione educativa e formativa.

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Comune di Bagnara di Romagna

Comune di Bagnara di Romagna CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR009 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. SEGRETERIA GENERALE AREA AMMINISTRATIVA (URP E SERVIZI DEMOGRAFICI - UFFICIO SEGRETERIA) CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione

Dettagli

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 3 SAN BERNARDINO BORGO TRENTO Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di Primo Grado Centro Territoriale Permanente Via G. Camozzini, 5 37126 Verona (VR) Tel.

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE Ricerca condotta dall Ufficio della Consigliera di Parità sul personale part time dell Ente (luglio dicembre 007) INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 COMUNE DI TAINO Provincia di Varese Prot. N. 3207 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Copia N. 6 del 28/04/2014 OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 L'anno

Dettagli

PROTOCOLLO ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA MCP 2015

PROTOCOLLO ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA MCP 2015 Poschiavo, 14 febbraio 2014 PROTOCOLLO ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA MCP 2015 L assemblea generale ordinaria del 2015 si è svolta presso il ristorante La Tana del Grillo a Pedemonte, in data 31 gennaio

Dettagli

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 C OMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO PROVINCIA DI TREVISO Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Pastorale. Iniziative E proposte alla diocesi 2015/16. Arcidiocesi di Torino

Pastorale. Iniziative E proposte alla diocesi 2015/16. Arcidiocesi di Torino Arcidiocesi di Torino Curia Metropolitana via Val della Torre, 3 10149 Torino (To) Tel. 011 5156300 www.diocesi.torino.it Arcidiocesi di Torino Curia Metropolitana via Val della Torre, 3 10149 Torino (To)

Dettagli

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n.

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n. PROTOCOLLO D INTESA PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DEI SOGGETTI DEL TERZO SETTORE NEI CONFRONTI DEGLI ENTI LOCALI E DEL SERVIZIO SANITARIO DELLA TOSCANA TRA REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato

Dettagli

Comune di Bagnacavallo

Comune di Bagnacavallo CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: SETTORE SEGRETERIA RESPONSABILE: GRATTONI ANGELA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Settore Segreteria 1 SETTORE SEGRETERIA

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO Il presente testo di statuto è stato approvato dal Consiglio Episcopale Permanente nella sessione del 22-25 gennaio 2007. Si consegna ufficialmente

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1

REGOLAMENTO. Articolo 1 REGOLAMENTO Il presente Regolamento disciplina, a norma di quanto disposto dallo Statuto, le norme applicative per l organizzazione ed il funzionamento del CRAL e dei suoi organismi, e stabilisce, in prima

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Venga il Tuo Regno! COMISSIONE CENTRALE PER LA REVISIONE DEGLI STATUTI DEL REGNUM CHRISTI Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Cari promotori

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente Cari Associati, abbiamo da poco celebrato a Napoli il ventennale del Congresso Fismad, appuntamento scientifico riconosciuto

Dettagli

Avviso Pubblico Giovani Attivi

Avviso Pubblico Giovani Attivi All. A Avviso Pubblico Giovani Attivi P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse III Obiettivo Specifico: g) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Dettagli

MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO

MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO Allegato A alla deliberazione n. 11 dell 08/06/2012 MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO 1. COMPITI E FINALITA

Dettagli

Indice Indice... 1 Oggetto... 1 Referenti regionali del progetto... 1 Scopo... 2 Il progetto Rete CUP regionale... 2 Premessa... 2 La situazione regionale... 2 Azienda Ospedaliera di Cosenza... 2 ASP di

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER VERSAMENTO INCREMENTI TARIFFARI DI CUI ALLA DELIBERA CIPE 52/2001 UTENZE INDUSTRIALI DA POZZO AUTONOMO

SCHEMA DI CONVENZIONE PER VERSAMENTO INCREMENTI TARIFFARI DI CUI ALLA DELIBERA CIPE 52/2001 UTENZE INDUSTRIALI DA POZZO AUTONOMO Allegato n. 2 alla delibera n. 11 del 12.12.05 SCHEMA DI CONVENZIONE PER VERSAMENTO INCREMENTI TARIFFARI DI CUI ALLA DELIBERA CIPE 52/2001 UTENZE INDUSTRIALI DA POZZO AUTONOMO..., con sede in.., Codice

Dettagli

Deliberazione n.57/pareri/2008

Deliberazione n.57/pareri/2008 Deliberazione n.57/pareri/2008 REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Nicola Mastropasqua Presidente dott. Giorgio Cancellieri

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede)

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) 1) E costituita, nel rispetto del Codice Civile, della Legge 383/2000 e della normativa in

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Schede rilievo SCHEDA RILIEVO BARRIERE ARCHITETTONICHE SPAZI - strade Vinci Toiano CENTRO ABITATO Sant

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 ISCRIZIONI

GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 ISCRIZIONI 1 All. 2) GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 La Scuola Comunale dell Infanzia assume e valorizza le differenze individuali dei bambini nell ambito del processo

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA L Amministrazione Città metropolitana di Roma Capitale, con sede in Roma,

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo----------

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- ESTRATTO DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON POTERI DELLA GIUNTA Atto con dichiarazione di immediata eseguibilità: art. 134, comma 4, D.Lgs.267/2000

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO Taviano Città dei Fiori (Lecce Italy) Decreto sindacale 02 lì 22 gennaio 2014 Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO VISTA la legge 191/98, recante modifiche

Dettagli

- gestione procedimenti volti ad ottenere finanziamenti pubblici per lo sviluppo del territorio;

- gestione procedimenti volti ad ottenere finanziamenti pubblici per lo sviluppo del territorio; 5) GESTIONE DELL UFFICIO SVILUPPO TURISTICO, CULTURALE, RICETTIVO VALLI JONICHE Comuni di Pagliara, Mandanici, Itala, Scaletta Zanclea, Ali Terme, Ali, Nizza di Sicilia, Roccalumera, Fiumedinisi. S T A

Dettagli

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Provincia di Bologna COPIA n. 28 del 30.04.2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Il giorno 30 aprile 2014 alle ore 20.30 nella sala consiliare del Municipio, previa l'osservanza di tutte le formalità

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ Stagione Sportiva 2014/2015 Tornei organizzati da società Norme, disposizioni

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE DATI ASSISTITO Cognome Nome Data di nascita Cod. fiscale INDICATORE ADEGUATEZZA CONDIZIONE AMBIENTALE (Valutazione rete assistenziale + valutazione economica di base + valutazione

Dettagli