o Legge 59/1997 o D. Lgs. 112/1998 o D.P.R. 275/1999 o Legge 440/1997 o Legge 53/2000 o L.R. 1/2000 o L. 3/2001 o D. Lgs.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "o Legge 59/1997 o D. Lgs. 112/1998 o D.P.R. 275/1999 o Legge 440/1997 o Legge 53/2000 o L.R. 1/2000 o L. 3/2001 o D. Lgs."

Transcript

1 PROTOCOLLO DI INTESA SULL INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI TRA: COMUNE DI CREMONA, PRIMO CIRCOLO DIDATTICO, SECONDO CIRCOLO DIDATTICO, TERZO CIRCOLO DIDATTICO, QUARTO CIRCOLO DIDATTICO, QUINTO CIRCOLO DIDATTICO, SCUOLA SECONDARIA CAMPI, SCUOLA SECONDARIA VIDA, SCUOLA SECONDARIA VIRGILIO. A. Riferimenti nrmativi PREMESSA Legge 59/1997 D. Lgs. 112/1998 D.P.R. 275/1999 Legge 440/1997 Legge 53/2000 L.R. 1/2000 L. 3/2001 D. Lgs. 267/2000 Linee guida per l accglienza e l integrazine degli alunni stranieri trasmess cn C.M. n. 24 Prt. n. 1148/A 6 del 1 marz 2006 Prnuncia di prpria iniziativa del Cnsigli Nazinale della Pubblica Istruzine espress nell adunanza del 23 aprile 1992 Prnuncia di prpria iniziativa del Cnsigli Nazinale dell Istruzine espress nella seduta del 19 dicembre 2005 B. Riferimenti di cntest Il presente accrd si fnda sulle seguenti premesse: Il sistema dei rapprti a livell territriale tra enti lcali e scule definit dalle rifrme degli anni Nvanta/Duemila si cnfigura cme sistema di sggetti autnmi ciascun chiamat, cn cmpiti diversi, a garantire biettivi di istruzine ed educazine della pplazine lcale, e quindi di crescita culturale del territri. Tale sistema richiede, per la miglire efficacia degli interventi, la cstruzine di un quadr anche frmalizzat di cllabrazini nel quale tutti i sggetti si trvin a cncrdare e cndividere biettivi e metdi di azine. Il Cmune di Cremna è attualmente impegnat, in cllabrazine cn gli altri cmuni del distrett, nell elabrazine di un accrd cmplessiv tale da cinvlgere tutti i temi rilevanti delle plitiche educative. Tra i temi di maggire urgenza e delicatezza si segnala quell dell accglienza degli alunni stranieri nelle scule del territri, che si trvan di frnte ad un impegn strardinari cme prim lug di integrazine dei givani immigrati e, quindi, punt di riferiment affettiv ed istituzinale per le lr famiglie In particlare, il numer degli studenti stranieri iscritti nelle nstre scule ha cnsciut negli ultimi anni un increment mlt rapid, e ciò ha cmprtat la prgrammazine e realizzazine di interventi di accglienza, alfabetizzazine, mediazine culturale e accmpagnament, e la messa in camp di risrse umane e finanziarie crescenti da parte tant delle scule, quant dell amministrazine cmunale. Tali interventi, avviati inizialmente per fare frnte ad una situazine di emergenza, hann prtat nell arc di cinque anni a cnslidare prassi di azine e ad individuare frme di cllabrazine tra gli enti e tra gli peratri. Ricnscend l utilità del lavr svlt, le istituzini e gli enti firmatari ritengn di pervenire alla sttscrizine di un prtcll d intesa finalizzat a:

2 frmalizzare e ttimizzare le mdalità di lavr e i mdelli di cllabrazine sperimentati; definire le frme di cncertazine attravers le quali cncrdare, di vlta in vlta, biettivi e prirità cmuni rispett alle quali si rienterà l azine di tutti i sggetti firmatari; garantire maggire certezza e stabilità ai flussi ecnmici in funzine di tali biettivi; attribuire valre e visibilità al lavr svlt dalle scule e dall ente lcale, nnché alle cmpetenze degli peratri impegnati su quest terren. ACCORDO Cnsiderate le premesse citate e tenut cnt delle indicazini nrmative, le istituzini sclastiche e gli enti firmatari cncrdan quant segue: 1.Obiettivi / prirità Attravers la sttscrizine del presente prtcll ci si prpne, in generale, di perseguire i seguenti biettivi innalzare la qualità dell fferta frmativa cmplessiva degli istituti sclastici Garantire l accglienza e l integrazine degli alunni stranieri, giunti all inizi dell ann sclastic in crs d ann, tenend cnt delle indicazini nrmative relative alle mdalità di inseriment nelle classi e delle effettive cndizini rganizzative dei singli istituti e delle single classi, anche in funzine della più efficace distribuzine degli alunni tra le istituzini sclastiche Sstenere il percrs sclastic degli alunni stranieri e le pssibilità di success frmativ Garantire la qualità dei cntesti educativ - sclastici dve gli alunni stranieri sn inseriti, anche attravers una valrizzazine della lr presenza cme risrsa per la scula (valrizzazine delle diversità, imprtanza delle culture di rigine, cstruzine di cndizini di integrazine che tengan cnt della classe e nn del singl alunn ) Ottimizzare le risrse ecnmiche, materiali e umane attravers la cndivisine delle prgettazini, la realizzazine di interventi frmativi cmuni per il persnale dei diversi istituti sclastici, la prgrammazine cndivisa delle risrse dispnibili (esperti, mediatri, ) Prmuvere il raccrd cn l extrascula Favrire la cntinuità educativa tra rdini di scula Sstenere l rientament sclastic sprattutt in uscita dalla scula dell bblig, tenend cnt anche delle esperienze già in att (es. cnvenzine tra Scula Secndaria Vida e Area Plitiche Givanili del Cmune di Cremna). 2.Lgiche di intervent Apprcci di rete, e quindi scelta di una mdalità di lavr caratterizzata da: rapprti rizzntali e nn gerarchici tra i sggetti, presenza di un nd centrale che svlge funzini di facilitazine, cndivisine di risrse (cnscenza, esperienze, materiali, dcenti, cnsulenti ), attenzine alle mdalità di circlazine delle infrmazini, autnmia e respnsabilizzazine dei singli sggetti partecipanti. Prgettazine, prgrammazine e valutazine degli interventi: rappresenta la mdalità di lavr nrmalmente adttata dalla rete di sggetti che cndividn e sttscrivn il prtcll. Le attività prgrammate nell ambit del prtcll fann riferiment alle aree

3 tematiche specificamente individuate nell allegat A, in quant cnsiderate cme priritarie dalle scule. Valrizzazine del lavr svlt, in funzine di una crescita prgressiva di tutt il sistema. Ciò che viene realizzat ann per ann (prgetti, materiali, dcumenti) viene via via diffus e acquisit dalla scule partecipanti, e cstituisce il terren su cui sviluppare nuve esperienze negli anni successivi. In particlare, i sggetti firmatari cncrdan sulla necessità di raccgliere, analizzare e rendere fruibili le migliri pratiche in ciascuna delle aree di intervent legate all integrazine degli alunni stranieri e di rganizzare frme di diffusine e cndivisine di tali pratiche. Cllabrazine cn le famiglie (italiane e straniere), che sn da cnsiderare sggetti attivi e cmpartecipi delle attività da realizzare e nn cme semplici utenti e destinatari dei servizi. 3.Organizzazine del prtcll L effettiva attuazine del prtcll viene garantita attravers la cstituzine e il funzinament dei seguenti rganismi: Tavl di crdinament: è cmpst dall Assessre alle Plitiche Educative del Cmune di Cremna, dal Dirigente cmpetente e dai dirigenti delle istituzini sclastiche. Si riunisce bbligatriamente almen due vlte all ann, indicativamente nel mese di maggi e nel mese di ttbre, all scp di: Analizzare i dati relativi alle cndizini quantitative e qualitative della presenza degli alunni stranieri negli istituti sclastici cittadini; Definire gli biettivi e le prirità relative all ann sclastic in crs; Scambiare infrmazini circa le attività in crs all intern delle single scule; Cncrdare la prgrammazine degli interventi cmuni; Definire le azini necessarie per l eventuale cinvlgiment di altri sggetti del territri (CSA, altri servizi del Cmune, privat sciale ). Il tavl di crdinament può decidere ulteriri cnvcazini in crs d ann, in relazine a prblemi specifici. Grupp degli insegnanti referenti: Il grupp degli insegnanti referenti è frmat da due insegnanti per gni istituzine sclastica. Si riunisce, indicativamente, gni due mesi secnd necessità, e ha il cmpit di: Reperire e mettere a dispsizine di tutti i sggetti cinvlti i dati relativi alla presenza degli alunni stranieri e alle iniziative in att nelle single scule; Definire le mdalità perative per la realizzazine degli interventi cmuni; Evidenziare le esigenze di intervent a supprt delle istituzini sclastiche e degli insegnanti (frmazine, cnsulenza, ); Prdurre, anche cn il supprt di esperti di vlta in vlta individuati, strumenti e materiali cmuni che pssan essere adttati da tutti gli istituti sclastici. Il grupp degli insegnanti referenti può decidere, in base alle esigenze, di istituire sttgruppi per l analisi e l svilupp di particlari tematiche prgetti. Struttura di supprt al prtcll: è cstituita dagli uffici cmpetenti del Settre Plitiche Educative del Cmune di Cremna, e dai cnsulenti di vlta in vlta individuati per il supprt a single attività. Funge da riferiment perativ e lgistic per tutti gli altri sggetti istituzinali e si ccupa di:

4 Organizzare gli interventi di supprt e frmazine richiesti dal grupp dei referenti e apprvati dal tavl di crdinament dalle single scule; Reperire materiali; Garantire la circlazine delle infrmazini e dei materiali prdtti; Cnservare e rendere dispnibile a tutti gli istituti la dcumentazine relativa ai prgetti realizzati dalle single scule dalla rete di scule. 4.Impegni del Cmune Nell ambit del prtcll di intesa, il Cmune di Cremna si impegna a: Sstenere il grupp dei referenti attravers attività di crdinament e di frmazine, in base alle richieste avanzate da grupp stess dei referenti dalle scule; Sstenere la prgrammazine e prgettazine degli interventi, sia attravers interventi di cnsulenza e di frmazine, sia attravers frme di incentivazine alle scule specificamente legate alla valutazine dei prgetti; Organizzare specifici archivi di dcumentazine finalizzati alla cnservazine dei materiali e dei prgetti prdtti dalle single scule attravers le iniziative cmuni, e garantirne l accessibilità e quindi la valrizzazine sul territri; Prmuvere, in base alle indicazini frnite dal tavl di crdinament, frme di raccrd cn altre istituzini e cn le risrse per l integrazine presenti sul territri; Garantire il diritt all studi attravers l attuazine dell specific pian; Finanziare, in md particlare, le attività per l integrazine degli alunni stranieri degli istituti sclastici che sttscrivn il prtcll. 5.Impegni delle scule Nell ambit del prtcll di intesa le scule si impegnan a: Cndividere le infrmazini: sulla presenza quantitativa e qualitativa delle alunne e degli alunni stranieri, anche per garantire la miglire e più efficace distribuzine nelle iscrizini sul territri, cntemperand i bisgni delle famiglie e la dispnibilità di psti nelle classi; sui flussi di finanziament e sul lr utilizz; sui prgetti e sulle esperienze realizzate; sull utilizz delle risrse quali i mediatri culturali ed altri esperti; Cstituire press ciascuna istituzine sclastica le Cmmissini intercultura e dtarle dei mezzi adeguati (tempi, risrse umane e finanziarie, sstegn culturale finalizzat a cnferire autrevlezza) per svlgere efficacemente il lr cmpit; Individuare i referenti per la cstituzine del grupp appsit nell ambit del presente prtcll d intesa Cstruire, apprvare e applicare i prtclli di accglienza, rendendsi dispnibili ad un scambi di infrmazini sul lr funzinament e ad una valutazine cndivisa delle eventuali iniziative di miglirament; Partecipare alla prgettazine attravers la frmulazine di prgetti di scula e l elabrazine di prpste; Frnire la dcumentazine sui prgetti realizzati annualmente e accnsentire a che venga resa accessibile alle altre scule; Individuare, nell ambit degli appsiti finanziamenti ministeriali assegnati annualmente, fndi specificamente destinati a sstenere le attività da prmuvere sui temi individuati dal prtcll, cn particlare riferiment all aggirnament dei dcenti nel camp della didattica.

5 6. Durata dell accrd La durata dell accrd viene stabilita fin al 30 giugn Alla scadenza, i sggetti ptrann deciderne il rinnv l eventuale revisine. Cremna, il Per il Cmune di Cremna: Per il Prim Circl Didattic: Per il Secnd Circl Didattic: Per il Terz Circl Didattic: Per il Quart Circl Didattic: Per il Quint Circl Didattic: Per la Scula Campi : Per la Scula Vida : Per la Scula Virgili :

6 ALL. A) AREE DI ATTIVITA AREA ACCOGLIENZA SPECIFICHE Stesura e attivazine dei prtclli di accglienza Utilizz dei mediatri culturali per la realizzazine di cllqui cn i genitri e per accmpagnare il percrs di inseriment dei bambini INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO Valutazine delle cmpetenze in ingress Labratri di italian L2 Adeguament dei curricli Facilitazine dei testi Valutazine degli alunni stranieri Valrizzazine delle L1 anche attravers crsi rivlti sia ai bambini stranieri sia a quelli italiani RELAZIONI CON LE FAMIGLIE ATTIVITA DI INTERCULTURA Prmzine e attivazine delle relazini Cnscenza delle caratteristiche sciculturali delle famiglie Organizzazine di mmenti di incntr Traduzine della mdulistica Raccrd cn l extrascula Orientament Attività didattiche ed extradidattiche finalizzate a miglirare l attenzine e dispnibilità di tutti gli alunni e delle famiglie nei cnfrnti delle culture prprie e altre. TEMI TRASVERSALI: mediazine culturale, frmazine dei dcenti.

VISTO l art. 25 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n.165 commi 1.2.3;

VISTO l art. 25 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n.165 commi 1.2.3; I.C. VIA PALMIERI TOIC88300Q -TOIC88300Q@istruzine.it Via Palmieri 58 10138 TORINO Tel. n. 011/4476070 - fax n. 011/4476164 Prt. N. 4320 A1b Trin, 10/09/2015 Agli Insegnanti del COLLEGIO DOCENTI p.c. al

Dettagli

Presentazione a cura di: Roberta dott.ssa VILLA Dirigente I.C. Suisio. Suisio / Referente progetto

Presentazione a cura di: Roberta dott.ssa VILLA Dirigente I.C. Suisio. Suisio / Referente progetto Presentazine a cura di: Rberta dtt.ssa VILLA Dirigente I.C. Suisi Cristina ROTA Funzine Strumentale Handicap I.C. Suisi / Referente prgett Indice Fare rete: sens e significat dentr il prgett I Care La

Dettagli

Assessorato Politiche Giovanili. Presentazione attività. Piano Locale Giovani Città di Palermo. Periodo attuazione:

Assessorato Politiche Giovanili. Presentazione attività. Piano Locale Giovani Città di Palermo. Periodo attuazione: Assessrat Plitiche Givanili Presentazine attività Pian Lcale Givani Città di Palerm Perid attuazine: 2010 2011 Palerm 06-05-2010 SCHEDA PIANO LOCALE GIOVANI CITTA DI PALERMO Nell ambit dell Accrd Quadr

Dettagli

CTRH - Centro Risorse Territoriale per l Handicap ACCORDO DI RETE

CTRH - Centro Risorse Territoriale per l Handicap ACCORDO DI RETE AMBITO TERRITORIALE: MILANO CENTRO-SUD ZONE 1-4-5 ACCORDO DI RETE RETE TERRITORIALE PER L INTEGRAZIONE SCOLASTICA DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI ANNI SCOLASTICI 2012/2013 2013/2014 2014/2015 AMBITO TERRITORIALE:

Dettagli

ATTO D INDIRIZZO AL COLLEGIO DEI DOCENTI IL DIRIGENTE SCOLASTICO

ATTO D INDIRIZZO AL COLLEGIO DEI DOCENTI IL DIRIGENTE SCOLASTICO Unine Eurpea Repubblica Italiana Regine Sicilia Istitut Cmprensiv «Santi Bivna» REGIONE SICILIANA-DISTRETTO SCOLASTICO N. 65 ISTITUTO COMPRENSIVO «SANTI BIVONA» Cntrada Sccrs s. n. c. - 92013 Menfi - (AG)

Dettagli

Oggetto: presentazione candidature Funzioni Strumentali al Piano dell Offerta Formativa

Oggetto: presentazione candidature Funzioni Strumentali al Piano dell Offerta Formativa MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE VIA COPERNICO VIA COPERNICO 1 00040 POMEZIA (ROMA) TEL. 06 121127550 FAX 0667666356 CODICE

Dettagli

4 - IMPEGNI DELLE PARTI

4 - IMPEGNI DELLE PARTI Allegat A alla delibera cnsiliare n. 9 del 09.04.2014 CONVENZIONE TRA LA PROVINCIA DI MANTOVA E I COMUNI DI BOZZOLO RIVAROLO MANTOVANO E SAN MARTINO DELL ARGINE PER LO SVILUPPO DI UN BACINO INFORMAGIOVANI

Dettagli

Prevenzione del disagio scolastico

Prevenzione del disagio scolastico AREA 2 BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI E PROCESSI INCLUSIVI DA ATTUARE Prevenzine del disagi sclastic Finalità Intervenire preccemente sulle difficltà, i disturbi dell apprendiment e del cmprtament. Obiettivi

Dettagli

MEMORANDUM D INTESA. tra. il Comitato Nazionale per il Microcredito, in persona del Presidente On. Mario Baccini da una

MEMORANDUM D INTESA. tra. il Comitato Nazionale per il Microcredito, in persona del Presidente On. Mario Baccini da una MEMORANDUM D INTESA tra il Cmitat Nazinale per il Micrcredit, in persna del Presidente On. Mari Baccini da una 1 parte, e l Unine italiana delle camere di cmmerci, industria, artigianat e agricltura, in

Dettagli

Rilevazione P.A.I. 2016/2017 Prot. 430/U

Rilevazione P.A.I. 2016/2017 Prot. 430/U Rilevazine P.A.I. 2016/2017 Prt. 430/U *Camp bbligatri Cdice Scule di Teram TE - Selezina il Cdice della tua Scula * TEIC82400B PARTE I - A. RILEVAZIONE DEI B.E.S. PRESENTI A.S. 2016/17 Analisi dei punti

Dettagli

MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE

MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE Prt. n 15178 Cagliari, 13.11.2006 Ai Dirigenti delle Scule Statali Primarie della Sardegna e p.c. Ai Dirigenti degli Uffici Sclastici Prvinciali della Sardegna Ai referenti per la frmazine c/ gli Uffici

Dettagli

PROTOCOLLO PER L ISTITUZIONE DELL EQUIPE TERRITORIALE INTEGRATA PER MINORI (ETIM) Tra

PROTOCOLLO PER L ISTITUZIONE DELL EQUIPE TERRITORIALE INTEGRATA PER MINORI (ETIM) Tra PROTOCOLLO PER L ISTITUZIONE DELL EQUIPE TERRITORIALE INTEGRATA PER MINORI (ETIM) Tra Le Amministrazini Cmunali di Barlassina, Giussan, Lentate, Meda, Seregn e Seves, rappresentate dal Cmune di Seregn,

Dettagli

Protocollo di intesa. tra il. Consorzio B.I.M. del Lago di Como e fiumi Brembo e Serio. e il Centro di Etica Ambientale

Protocollo di intesa. tra il. Consorzio B.I.M. del Lago di Como e fiumi Brembo e Serio. e il Centro di Etica Ambientale Prtcll di intesa tra il Cnsrzi B.I.M. del Lag di Cm e fiumi Bremb e Seri e il Centr di Etica Ambientale Il Cnsrzi del Bacin Imbrifer Mntan del Lag di Cm e fiumi Bremb e Seri, cn sede in Bergam, Via Taramelli

Dettagli

Settore PROMOZIONE e COMUNICAZIONE

Settore PROMOZIONE e COMUNICAZIONE Reprt primi 5 mesi del 2010 Settre prmzine e cmunicazine Settre PROMOZIONE e COMUNICAZIONE Francesc Mlesini Dipendente cn cntratt a temp indeterminat Elena Brtesi Dipendente cn cntratt a temp indeterminat

Dettagli

PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA Minister dell Istruzine, dell Università e della Ricerca Istitut Cmprensiv Statale di Merate via Manzni, 43 23807 Merate (LC) CF 94018900137 Tel. 039 9902016 segreteria@cmprensivmerate.it - LCIC81800E@pec.istruzine.it

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA. tra. Il Collegio Geometri e Geometri Laureati di Monza e Brianza, nella

PROTOCOLLO DI INTESA. tra. Il Collegio Geometri e Geometri Laureati di Monza e Brianza, nella PROTOCOLLO DI INTESA tra Il Cllegi Gemetri e Gemetri Laureati di Mnza e Brianza, nella persna di Cesare Galbiati, in qualità di Presidente del Cllegi e L Istitut di Istruzine Superire Ezi Vanni di Vimercate,

Dettagli

AREA SERVIZI ALLA PERSONA

AREA SERVIZI ALLA PERSONA COMUNE DI COLOGNO AL SERIO Prvincia di Bergam N. 95 DATA 06-11-2012 COPIA AREA SERVIZI ALLA PERSONA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DI AREA OGGETTO: Pian Diritt all Studi 2012/13 Trasferiment fndi alle

Dettagli

M I N I S T E R O D E L L A P U B B L I C A I S T R U Z I O N E UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA LOMBARDIA

M I N I S T E R O D E L L A P U B B L I C A I S T R U Z I O N E UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA LOMBARDIA M I N I S T E R O D E L L A P U B B L I C A I S T R U Z I O N E UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA LOMBARDIA Direzine Generale UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI MILANO 1- SINTESI DELL INCONTRO DEL 19

Dettagli

LA VOSTRA CAPACITA DI APPLICARE TUTTE QUESTE TEORIE AD UN ATTIVITA DIDATTICA CONCRETA!

LA VOSTRA CAPACITA DI APPLICARE TUTTE QUESTE TEORIE AD UN ATTIVITA DIDATTICA CONCRETA! Sintesi tra avvertenze generali e prgramma scula primaria Inglese B2 (.e l s perciò l h mess per prim ) Cenni all epistemlgia ed alle cnnessini tra la didattica pedaggia e le altre scienze dell educazine

Dettagli

COMUNE DI BOTTICINO PROVINCIA DI BRESCIA

COMUNE DI BOTTICINO PROVINCIA DI BRESCIA COMUNE DI BOTTICINO PROVINCIA DI BRESCIA REGOLAMENTO DEL DISTRETTO DEL COMMERCIO DELLA VIA DEL MARMO Apprvat cn delibera C.C. n. 80 del 27/11/2012 1 INDICE Art. 1 - Oggett Art. 2 - Finalità Art. 3 - Funzini

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA

PROTOCOLLO DI INTESA UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA Dipartiment 11 - Cultura, Istruzine, Alta Frmazine e Ricerca, Beni Culturali REPUBBLICA ITALIANA Minister dell Istruzine, dell Università e della Ricerca PROTOCOLLO DI INTESA

Dettagli

MIUR Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania

MIUR Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania L'Assessra Plitiche Sciali, Plitiche Givanili, Pari pprtunità. Prblemi dell Immigrazine, Demani e Patrimni e l Area Generale Di Crdinament - 17 Istruzine, Musei, Plitiche Givanili, Lavr, Frmazine Prfessinale,

Dettagli

FUTURA S.P.A. PER I GIOVANI DEL TERRITORIO

FUTURA S.P.A. PER I GIOVANI DEL TERRITORIO FUTURA S.P.A. PER I GIOVANI DEL TERRITORIO Futura Spa Scietà Pubblica per la frmazine prfessinale e l svilupp del territri San Givanni in Persicet Via Blgna 96/e tel. 051-6811411 fax 051-6811406 San Pietr

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PROGETTO QUAR-K QUARANTACINQUENNI OK

AVVISO PUBBLICO PROGETTO QUAR-K QUARANTACINQUENNI OK AVVISO PUBBLICO PROGETTO QUAR-K QUARANTACINQUENNI OK (prgett finanziat dalla Fndazine Cmunitaria della prvincia di Cremna e cfinanziat dalla Prvincia di Cremna) Apprvat cn decret del dirigente del Settre

Dettagli

Bando per la partecipazione al progetto sperimentale di orientamento e formazione per l iscrizione all Università

Bando per la partecipazione al progetto sperimentale di orientamento e formazione per l iscrizione all Università Decret n. 2065 Band per la partecipazine al prgett sperimentale di rientament e frmazine per l iscrizine all Università L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI II Facltà di Giurisprudenza - Tarant VISTA la legge

Dettagli

CONSULTA PROVINCIALE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE

CONSULTA PROVINCIALE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE Prvincia di Csenza REGOLAMENTO CONSULTA PROVINCIALE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE Settembre 2003 ART. 1 Istituzine e sede 1. E istituita, press la Prvincia di Csenza, la Cnsulta

Dettagli

AVVISO di BANDO. Contributi per la realizzazione di progetti di Gioco Sport nella scuola primaria.

AVVISO di BANDO. Contributi per la realizzazione di progetti di Gioco Sport nella scuola primaria. AVVISO di BANDO Cntributi per la realizzazine di prgetti di Gic Sprt nella scula primaria. Al fine di favrire le attività di gic-sprt, e permettere l aument dell fferta frmativa di educazine mtria e sprtiva

Dettagli

Allegato A alla Delibera di Giunta Unione n. 51 del 30/10/2013. UNIONE DEI COMUNI DEL RUBICONE Comuni di GAMBETTOLA CESENATICO LONGIANO

Allegato A alla Delibera di Giunta Unione n. 51 del 30/10/2013. UNIONE DEI COMUNI DEL RUBICONE Comuni di GAMBETTOLA CESENATICO LONGIANO Allegat A alla Delibera di Giunta Unine n. 51 del 30/10/2013 UNIONE DEI COMUNI DEL RUBICONE Cmuni di GAMBETTOLA CESENATICO LONGIANO PROTOCOLLO PER LA QUALIFICAZIONE DEL SISTEMA DEI SERVIZI PER LA PRIMA

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE Att del Dirigente a firma unica: DETERMINAZIONE n 8265 del 03/07/2015 Prpsta: DPG/2015/8304 del 19/06/2015 Struttura prpnente: Oggett: Autrità

Dettagli

COMUNE DI PAVIA Piazza Municipio, Pavia tel fax P. IVA

COMUNE DI PAVIA Piazza Municipio, Pavia tel fax P. IVA COMUNE DI PAVIA Piazza Municipi, 2-27100 Pavia tel. 0382 3991 fax 0382 399227 P. IVA 00296180185 Determinazine Dirigenziale N 57 / 09 del 28/07/2011 Oggett: INDIZIONE DELLA PROCEDURA DI SELEZIONE PER IL

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA - a. s. 2013-2016

PROTOCOLLO D INTESA - a. s. 2013-2016 PROTOCOLLO D INTESA - a. s. 2013-2016 1. NORME DI RIFERIMENTO Il presente prtcll tiene cnt della legge 15 marz 1997, n 59 e del reglament in materia di autnmia delle istituzini sclastiche di cui al D.P.R.

Dettagli

SCHEDA PROGETTO 2016/17 AMPLIAMENTO OFFERTA FORMATIVA IMPARA AD INTRAPRENDERE

SCHEDA PROGETTO 2016/17 AMPLIAMENTO OFFERTA FORMATIVA IMPARA AD INTRAPRENDERE Cdice MSP0107 Revisine 00 Pagina 1 di 5 1 Denminazine prgett IMPARA AD INTRAPRENDERE 2 Ambiti prgettuali ORIENTAMENTO Le attività/iniziative riguardan l rientament in ingress, in itinere e in uscita Orientament

Dettagli

PROVINCIA DI BOLOGNA

PROVINCIA DI BOLOGNA 1 I.P. 3213/2009 Tit./Fasc./Ann 14.1.2.0.0.0/5/2009 PROVINCIA DI BOLOGNA Prt. n 245512/2009 del 03/07/2009 SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' DETERMINAZIONE SENZA IMPEGNO DI SPESA N. 17/2009

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO

UNITA DI APPRENDIMENTO Istitut Cmprensiv 17 Circl via Castigline UNITA DI APPRENDIMENTO Scula Via Castigline classe 5 D / 3A Tematica affrntata La diversità cme ricchezza, secnd il punt di vista dei bambini i, l altr,ni insieme

Dettagli

digitale

digitale PROGETTO PROGETTO @apprendere digitale Descrizine Il Prgett, apprvat dal CMSI l 8 febbrai 2005 e sviluppat dal Miur-DGSI in cllabrazine cn il Dit, l Indire e l Invalsi e cn il cncrs dell AIE, prevede di

Dettagli

Per Più Scuola - Associazione di Promozione Sociale. Via Lazzaretto, Concorezzo (MB) - C.F

Per Più Scuola - Associazione di Promozione Sociale. Via Lazzaretto, Concorezzo (MB) - C.F Per Più Scula Assciazine di Prmzine Sciale PER PIÙ PROGETTI Cncrezz 07 Ottbre 2016 Premessa: La scula è l spazi dve si vive gni girn una scietà in miniatura che prepara, nel su piccl, alla vita; un istituzine

Dettagli

POLITICA DELLA QUALITA TOTALERG

POLITICA DELLA QUALITA TOTALERG TtalErg vule essere prtagnista del mercat petrlifer nazinale cn l biettiv di rinfrzare il su psizinament cmpetitiv, garantendne la sstenibilità nel temp attravers: la massimizzazine del valre del prpri

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA DEGLI STUDENTI DI CITTADINANZA NON ITALIANA

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA DEGLI STUDENTI DI CITTADINANZA NON ITALIANA PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA DEGLI STUDENTI DI CITTADINANZA NON ITALIANA Vtat dal Cllegi Dcenti in data 07.06.2013 Smmari PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA DEGLI STUDENTI DI CITTADINANZA NON ITALIANA...1 1. Definizine...1

Dettagli

Piano di Miglioramento (PDM)

Piano di Miglioramento (PDM) SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA, SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO LICEO CLASSICO LICEO SCIENTIFICO ISTITUTO GESU -MARIA VIA FLAMINIA, 63 009 ROMA Tel. 06333722 fax 063322046 Mail: ist.gesu-maria@mclink.it

Dettagli

Prot.2428/B14 Reggio Emilia,25 maggio 2017 IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Prot.2428/B14 Reggio Emilia,25 maggio 2017 IL DIRIGENTE SCOLASTICO MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L EMILIA ROMAGNA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE A. EINSTEIN SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA, SECONDARIA DI I GRADO

Dettagli

Legge Regionale sull Economia circolare e presentazione del Forum regionale

Legge Regionale sull Economia circolare e presentazione del Forum regionale Legge Reginale sull Ecnmia circlare e presentazine del Frum reginale Pala Gazzl Assessre reginale alla difesa del sul e della csta, prtezine civile e plitiche ambientali e della mntagna La svlta verde

Dettagli

Operatori d appoggio FORMULARIO DELL AZIONE 1. NUMERO AZIONE 2. TITOLO AZIONE

Operatori d appoggio FORMULARIO DELL AZIONE 1. NUMERO AZIONE 2. TITOLO AZIONE FORMULARIO DELL AZIONE 1. NUMERO AZIONE 29 2. TITOLO AZIONE Operatri d appggi 3. DESCRIZIONE DELLE ATTIVITÀ Descrivere sinteticamente le attività che si intendn realizzare all intern dell azine di riferiment,

Dettagli

FARE BENE LA PREVENZIONE

FARE BENE LA PREVENZIONE FARE BENE LA PREVENZIONE Alcuni suggerimenti per prgrammi efficaci di prevenzine delle dipendenze nel territri della prvincia di Lecc È ramai diffusa la cnsapevlezza di quant sia imprtante agire a livell

Dettagli

PROGRAMMI OPERATIVI NAZIONALI 2007-2013 ANNUALITA 2013-2014. Obiettivo/Azione C1- B7 Competenze per lo Sviluppo 2007 IT 05 1 PO 007 F.S.E.

PROGRAMMI OPERATIVI NAZIONALI 2007-2013 ANNUALITA 2013-2014. Obiettivo/Azione C1- B7 Competenze per lo Sviluppo 2007 IT 05 1 PO 007 F.S.E. DIREZIONE DIDATTICA STATALE 6 CIRCOLO DON. L. MILANI Via Glgta, 32/34 ALTAMURA (BA) C.F. 91016880725 Tel/Fax Segreteria 080-3114308 - Tel/Fax Direzine 080-3118383 E-mail: baee19200t@istruzine.it - 6circl.dnmilani@liber.it

Dettagli

PIANO PER LA FORMAZIONE E L AGGIORNAMENTO

PIANO PER LA FORMAZIONE E L AGGIORNAMENTO PIANO PER LA FORMAZIONE E L AGGIORNAMENTO attività di aggirnament e frmazine in servizi dei dcenti. attività di frmazine in rete attività di frmazine dcenti in ann di prva attività di tircini Crsi universitari

Dettagli

Progetti triennali afferenti all area:

Progetti triennali afferenti all area: Prgetti triennali afferenti all area: SBAGLIANDO SI IMPARA ( MATEMATICA ) AREA 6 AREA POTENZIAMENTO SCIENTIFICO AREA DI POTENZIAMENTO SCIENTIFICO PROGETTO TRIENNALE 2016/2019 Sbagliand si Impara (matematica)

Dettagli

Fase di Negoziazione Gennaio/Febbraio 2015

Fase di Negoziazione Gennaio/Febbraio 2015 C prgettazine Fase di Negziazine Gennai/Febbrai 2015 Cmune di Crema Cnsrzi Sul Seri Crema Schede di sintesi dell esit del percrs di cnfrnt tra il Cmune di Crema e il Cnsrzi Sul Seri Crema realizzat nel

Dettagli

NASCERE SICURI. Senato della Repubblica Commissione Igiene e Sanità 28 Luglio 2011

NASCERE SICURI. Senato della Repubblica Commissione Igiene e Sanità 28 Luglio 2011 NASCERE SICURI Senat della Repubblica Cmmissine Igiene e Sanità 28 Lugli 2011 Dr. Silvi Brrell Direttre generale della sicurezza degli alimenti e della nutrizine Minister della Salute 1 Allattament al

Dettagli

INVITO A MANIFESTARE INTERESSE PER ATTIVITÀ DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO PRESSO LA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

INVITO A MANIFESTARE INTERESSE PER ATTIVITÀ DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO PRESSO LA REGIONE EMILIA-ROMAGNA INVITO A MANIFESTARE INTERESSE PER ATTIVITÀ DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO PRESSO LA REGIONE EMILIA-ROMAGNA 1. OGGETTO Il presente invit, in attuazine prtcll d intesa tra l uffici Sclastic Reginale per l

Dettagli

Comune di Siena SERVIZIO COMUNICAZIONE SERVIZIO COMUNICAZIONE

Comune di Siena SERVIZIO COMUNICAZIONE SERVIZIO COMUNICAZIONE Cmune di Siena SERVIZIO COMUNICAZIONE SERVIZIO COMUNICAZIONE ATTO DIRIGENZIALE N 1050 DEL12/07/2016 OGGETTO: SERVIZIO DI SUPPORTO AL SERVIZIO COMUNICAZIONE FINALIZZATO ALL'INTEGRAZIONE DELLA STRATEGIA

Dettagli

ATTO LA GIUNTA REGIONALE. - la Legge 8 0ttobre 2010 n.170 Nuove norme in materia di Disturbi Specifici di Apprendimento in ambito scolastico ;

ATTO LA GIUNTA REGIONALE. - la Legge 8 0ttobre 2010 n.170 Nuove norme in materia di Disturbi Specifici di Apprendimento in ambito scolastico ; OGGETTO : Indicazini attuative in materia dei Disturbi Specifici di Apprendiment (DSA) (DGR 1047/2011 ss.mm.ii.) N. 395 IN 27/03/2015 del REGISTRO ATTI DELLA GIUNTA DATA Richiamati LA GIUNTA REGIONALE

Dettagli

Prot.n. 6363 / 17-17 Jesolo, 12/10/2012 AVVISO PUBBLICO

Prot.n. 6363 / 17-17 Jesolo, 12/10/2012 AVVISO PUBBLICO Istitut Cmprensiv Statale Ital Calvin Jesl (VE) Piazza Mattetti, 12 - Cd. Mecc. VEIC81500D Cd. Fisc. 93020690272 0421-951186 - 0421-952901 VEIC81500D@istruzine.it - www.istitutcmprensivcalvin.it Prt.n.

Dettagli

QUESTIONARIO INSEGNANTE

QUESTIONARIO INSEGNANTE QUESTIONARIO INSEGNANTE Gentile insegnante, Le chiediam di esprimere la sua pinine su alcuni aspetti della vita sclastica e sul funzinament della scula nella quale attualmente lavra. Le rispste che darà

Dettagli

LA FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE

LA FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE LA FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE STRUTTURA GENERALE DEI CORSI DI LAUREA E SISTEMA DEI "CREDITI" In base alla rifrma universitaria (D.M. 3.11.99 n. 09) l impegn dell studente (frequenza dei crsi e

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE - Assessorato Politiche Sociali e Immigrazione -

PROVINCIA DI CROTONE - Assessorato Politiche Sociali e Immigrazione - PROVINCIA DI CROTONE - Assessrat Plitiche Sciali e Immigrazine - REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLA CONSULTA PROVINCIALE PER L IMMIGRAZIONE E L EMIGRAZIONE PREMESSO CHE - l Statut

Dettagli

Protocollo Accoglienza Alunni stranieri

Protocollo Accoglienza Alunni stranieri Minister dell Istruzine, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO L. DA VINCI Cdice meccangrafic: VEIC87300D - C.F. 82011580279 Via Virgili n. 1-30173 MESTRE (VE) Tel. 041614863 http://www.iclenarddavincivenezia.gv.it/

Dettagli

Accordo di base. tra il Comune di. Agenzia per l Energia Alto Adige - CasaClima. relativamente alla partecipazione al

Accordo di base. tra il Comune di. Agenzia per l Energia Alto Adige - CasaClima. relativamente alla partecipazione al Accrd di base tra il Cmune di.. e Agenzia per l Energia Alt Adige - CasaClima relativamente alla partecipazine al prgramma CmuneClima per cmuni energeticamente efficienti AGENTUR FÜR ENERGIE SÜDTIROL -

Dettagli

SCHEMA DI INTESA PER L OFFERTA DI UN SERVIZIO EDUCATIVO AI BAMBINI DI ETA COMPRESA TRA I 24 E I 36 MESI

SCHEMA DI INTESA PER L OFFERTA DI UN SERVIZIO EDUCATIVO AI BAMBINI DI ETA COMPRESA TRA I 24 E I 36 MESI ALL. A SCHEMA DI INTESA PER L OFFERTA DI UN SERVIZIO EDUCATIVO AI BAMBINI DI ETA COMPRESA TRA I 24 E I 36 MESI TRA Uffici Sclastic Reginale di Puglia, cn sede in Bari, (C.F. 80024770721), Via S. Castrmedian,

Dettagli

MASTER IN EUROPROGETTAZIONE E FONDI COMUNITARI:

MASTER IN EUROPROGETTAZIONE E FONDI COMUNITARI: MASTER IN EUROPROGETTAZIONE E FONDI COMUNITARI: LA NUOVA PROGRAMMAZIONE 2007 2013 Premessa Nel marz del 2000 a Lisbna, il Cnsigli eurpe ha adttat un nuv biettiv strategic: rendere l ecnmia basata sulla

Dettagli

Il Dirigente Scolastico

Il Dirigente Scolastico 2 Circl Didattic Givanni Pascli Crs Rma 251 74016 Massafra (Tarant) Tel. Segr./ Fax 099/8801271 C.M.:TAEE06900L C. F. 80012600732; E Mail: taee06900l@lstruzine.it www.2circlpasclimassafra.it Prt. n2654/a29

Dettagli

INDICE. 1. Cos è la Carta dei Servizi al Lavoro

INDICE. 1. Cos è la Carta dei Servizi al Lavoro Carta dei Servizi al Lavr della scietà pubblica Zna Ovest di Trin srl INDICE 1. Cs è la Carta dei Servizi al Lavr 2. Presentazine della scietà pubblica Zna Ovest di Trin srl Missine e Finalità Attività

Dettagli

IL PERCORSO DI INSERIMENTO DEL NEO-ASSUNTO IN RSA: FINALITÀ, FASI, STRUMENTI

IL PERCORSO DI INSERIMENTO DEL NEO-ASSUNTO IN RSA: FINALITÀ, FASI, STRUMENTI IL PERCORSO DI INSERIMENTO DEL NEO-ASSUNTO IN RSA: FINALITÀ, FASI, STRUMENTI 14 MAGGIO 2015 OBIETTIVI 1. Riflettere sull imprtanza di cndividere e prgettare il percrs di inseriment del ne-assunt in RSA.

Dettagli

ISTITUTO DI TERAPIA FAMILIARE DI BOLOGNA Direttore: Tullia Toscani e.mail: info@itfb.it - sito internet: www.itfb.it

ISTITUTO DI TERAPIA FAMILIARE DI BOLOGNA Direttore: Tullia Toscani e.mail: info@itfb.it - sito internet: www.itfb.it CORSO ANNUALE PER PSICOLOGO SCOLASTICO AD ORIENTAMENTO SISTEMICO - RELAZIONALE La psiclgia sclastica è un camp in espansine ed il settre sclastic rappresenta un degli ambit disciplinari che nei prssimi

Dettagli

CARTA DEL SERVIZIO LUDOTECA PETER PAN. Peter Pan. Servizio di Ludoteca Il gioco come strumento di crescita individuale e sociale

CARTA DEL SERVIZIO LUDOTECA PETER PAN. Peter Pan. Servizio di Ludoteca Il gioco come strumento di crescita individuale e sociale Peter Pan Servizi di Ludteca Il gic cme strument di crescita individuale e sciale CARTA DEL SERVIZIO E MANSIONARIO Quand pensiam ai nstri figli, prima di chiederci cme li vrremm, pensiam bene a quali sn

Dettagli

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE "MAX PLANCK" VIA FRANCHINI,1 31020 - LANCENIGO DI VILLORBA (TV)

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE MAX PLANCK VIA FRANCHINI,1 31020 - LANCENIGO DI VILLORBA (TV) ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE "MAX PLANCK" VIA FRANCHINI,1 31020 - LANCENIGO DI VILLORBA (TV) ORGANISMO DI FORMAZIONE ACCREDITATO PRESSO LA REGIONE VENETO: COD. N. 218 Prt. n. 6149/C23 Lancenig,

Dettagli

Politiche Comunitarie. Sintesi dell esistente e progettualità future

Politiche Comunitarie. Sintesi dell esistente e progettualità future Plitiche Cmunitarie Sintesi dell esistente e prgettualità future 1. La Cmmissine Eurpa: analisi e prpste di lavr Nel mandat 2005 2009 la Cmmissine UPI Eurpa e Plitiche Internazinali ha raggiunt i seguenti

Dettagli

Comune di Forlì AREA SERVIZI AL CITTADINO SERVIZIO POLITICHE EDUCATIVE E DELLA GENITORIALITA' UNITÀ SOSTEGNO ALLA GENITORIALITA'

Comune di Forlì AREA SERVIZI AL CITTADINO SERVIZIO POLITICHE EDUCATIVE E DELLA GENITORIALITA' UNITÀ SOSTEGNO ALLA GENITORIALITA' Cmune di Frlì AREA SERVIZI AL CITTADINO SERVIZIO POLITICHE EDUCATIVE E DELLA GENITORIALITA' UNITÀ SOSTEGNO ALLA GENITORIALITA' AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DI N. 2 INCARICHI PROFESSIONALI

Dettagli

Carta dei Servizi. educativi e amministrativi del 3 circolo didattico di Adrano

Carta dei Servizi. educativi e amministrativi del 3 circolo didattico di Adrano DIREZIONE DIDATTICA STATALE 3 CIRCOLO San Nicl Pliti Via dei Diritti del Fanciull, 45 95031 - ADRANO (CT) Tel. 095/7695676 - Fax 095/7602241 Cd. Meccangrafic: CTEE09000V Cdice fiscale 93067380878 email

Dettagli

AREA SPORT E TEMPO LIBERO

AREA SPORT E TEMPO LIBERO AREA SPORT E TEMPO LIBERO AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DI DOMANDE DI CONTRIBUTO E DI ALTRI BENEFICI ECONOMICI PER ATTIVITA LEGATE ALLO SPORT E AL TEMPO LIBERO PER IL PERIODO FINO AL 31/07/2016. La Città

Dettagli

CON L EUROPA, INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO

CON L EUROPA, INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO CON L EUROPA, INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO Scula Secndaria Statale di 1 grad A. Inveges Via Alcide De Gasperi n. 8/A - 92019 Sciacca (AG) -- ( PBX 0925 21331 - FAX: 0925 21123 Cdice fiscale : 801110846

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA PER COORDINARE LE ATTIVITÀ DI CONSERVAZIONE E VALORIZZAZIONE

PROTOCOLLO DI INTESA PER COORDINARE LE ATTIVITÀ DI CONSERVAZIONE E VALORIZZAZIONE PROTOCOLLO DI INTESA PER COORDINARE LE ATTIVITÀ DI CONSERVAZIONE E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO ARCHEOLOGICO RINVENUTO LUNGO GLI ASSI VIARI DI COMPETENZA E GESTIONE DELLA SOCIETÀ ANAS S.P.A. TRA IL MINISTERO

Dettagli

PIANO FORMATIVO 2016

PIANO FORMATIVO 2016 PIANO FORMATIVO 2016 La frmazine del persnale riveste un rul sempre di maggir imprtanza, sprattutt in un cntest caratterizzat dai cntinui cambiamenti che rendn necessari prcessi di rinnvament culturale,

Dettagli

IL TRIANGOLO DELLA CONOSCENZA ISTRUZIONE, RICERCA E INNOVAZIONE

IL TRIANGOLO DELLA CONOSCENZA ISTRUZIONE, RICERCA E INNOVAZIONE IL TRIANGOLO DELLA CONOSCENZA ISTRUZIONE, RICERCA E INNOVAZIONE Un iniziativa prmssa da Cmmissine eurpea - Rappresentanza in Italia in cllabrazine cn Reti di infrmazine dell Unine eurpea Entreprise Eurpe

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI MILANO. ACCORDO DI COLLABORAZIONE AI SENSI DELL ART. 15 l. 241/90

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI MILANO. ACCORDO DI COLLABORAZIONE AI SENSI DELL ART. 15 l. 241/90 REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI MILANO ATTI. n. ACCORDO DI COLLABORAZIONE AI SENSI DELL ART. 15 l. 241/90 tra il Cmune di Milan e l Istitut Nazinale della Previdenza Sciale, finalizzat all attuazine di iniziative

Dettagli

Co progettazione. Aggiornamento del documento di negoziazione. Comune di Crema Consorzio Sul Serio Crema

Co progettazione. Aggiornamento del documento di negoziazione. Comune di Crema Consorzio Sul Serio Crema C prgettazine Aggirnament del dcument di negziazine Cmune di Crema Cnsrzi Sul Seri Crema Ann 2016 Scheda di negziazine allegata alla Cnvenzine Ambit n. 1 - Servizi rivlti alle famiglie cn bambini nella

Dettagli

PROGETTO TEMPORANEO COOPERATIVA LA CORDATA. Accoglienza di persone in condizioni di fragilità

PROGETTO TEMPORANEO COOPERATIVA LA CORDATA. Accoglienza di persone in condizioni di fragilità PROGETTO TEMPORANEO Accglienza di persne in cndizini di fragilità COOPERATIVA LA CORDATA La Crdata Via G. Rssini 24 25077 ROE VOLCIANO (BS) Tel 0365 63011 e Fax 0365 556126 E-mail: inf@lacrdata.cm sit

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegat 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente prpnente il prgett: COMUNE DI CUSANO MUTRI 2) Cdice di accreditament: NZ03880 3) Alb e classe di iscrizine:

Dettagli

Gli interventi dell AUSL in integrazione con i Servizi Sociali in materia di tutela dei minori e degli adolescenti

Gli interventi dell AUSL in integrazione con i Servizi Sociali in materia di tutela dei minori e degli adolescenti PROMOZIONE E PROTEZIONE DEI DIRITTI DELL INFANZIA E DELL ADOLESCENZA Incntr cn il Garante dell Emilia-Rmagna Reggi Emilia e Mdena Mdena 11 giugn 2015 Gli interventi dell AUSL in integrazine cn i Servizi

Dettagli

Prot. n. 5759/A1 Marano Vicentino, 12 novembre 2015

Prot. n. 5759/A1 Marano Vicentino, 12 novembre 2015 ISTITUTO COMPRENSIVO DI MARANO VICENTINO SCUOLA DELL INFANZIA-PRIMARIA-SECONDARIA DI I GRADO PIAZZA SILVA 68 36035 MARANO VICENTINO (VI) C.F.84007270246 C.M.VIIC85400B Tel. 0445 598870 Fax 0445 598875

Dettagli

Prot. n. 1804/3.2.d del 3 aprile 2017

Prot. n. 1804/3.2.d del 3 aprile 2017 Prt. n. 1804/3.2.d del 3 aprile 2017 PIANO DI FORMAZIONE AMBITO TERRITORIALE n. 14 Piacenza Ovest, Val Tidne, Val Trebbia a.s. 2016/2017 Il Dirigente Sclastic del Lice Statale M. Giia di Piacenza Scula

Dettagli

POLITICA DELLA QUALITA TOTALERG

POLITICA DELLA QUALITA TOTALERG POLITICA DELLA QUALITA TOTALERG TtalErg vule essere prtagnista del mercat petrlifer nazinale cn l biettiv di rinfrzare il su psizinament cmpetitiv, garantendne la sstenibilità nel temp attravers: La massimizzazine

Dettagli

Linee programmatiche Pof 2015/2016 Scuola Primaria e Secondaria di Primo grado

Linee programmatiche Pof 2015/2016 Scuola Primaria e Secondaria di Primo grado Linee prgrammatiche Pf 2015/2016 Scula Primaria e Secndaria di Prim grad Nella cnsapevlezza della relazine che unisce cultura, scula e persna, la finalità della scula è l svilupp armnic e integrale della

Dettagli

SPORTELLO PER L'INSERIMENTO LAVORATIVO DEI DISABILI NELLE PROFESSIONI DELL'INFORMATION TECHNOLOGY

SPORTELLO PER L'INSERIMENTO LAVORATIVO DEI DISABILI NELLE PROFESSIONI DELL'INFORMATION TECHNOLOGY SPORTELLO PER L'INSERIMENTO LAVORATIVO DEI DISABILI NELLE PROFESSIONI DELL'INFORMATION TECHNOLOGY Oggett: infrmazini in merit alla ricerca candidature di persnale cn disabilità Per quant riguarda le azini

Dettagli

Per un nuovo piano dell'offerta formativa territoriale

Per un nuovo piano dell'offerta formativa territoriale CGIL MANTOVA Per un nuv pian dell'fferta frmativa territriale Il Dcument unitari su lavr e svilupp presentat dalle rganizzazini sindacali cnfederali di Mantva (CGIL CISL UIL) al prim punt, individua il

Dettagli

IL SISTEMA DELL ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE

IL SISTEMA DELL ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE IL SISTEMA DELL ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE LINEE DI SVILUPPO SPERIMENTALI INDICE PREMESSA LINEE DI INTERVENTO SPERIMENTALI 1. Ptenziare l azine di rientament e ri-rientament 2. Sviluppare metdlgie

Dettagli

"La figura professionale dell'assistente familiare"

La figura professionale dell'assistente familiare "La figura prfessinale dell'assistente familiare" Art. 1 - Figura prfessinale e prfil. 1. È individuata la figura prfessinale dell assistente familiare. 2. L assistente familiare è l peratre che, a seguit

Dettagli

Comunità di pratica Newsletter n 6 del 12/06/2015

Comunità di pratica Newsletter n 6 del 12/06/2015 Cmunità di pratica Newsletter n 6 del 12/06/2015 LA RELAZIONE CONCLUSIVA PERCHÉ UNA PIATTAFORMA PER LA DIDATTICA? IL MANDATO DEL COLLEGIO Cn l individuazine della Funzine strumentale per l us dell infrmatica

Dettagli

* Laboratorio. Primo modulo [20 CFUI - Il quadro teorico di riferimento. Master/Corso di perfezionamento e aggiornamento professionale in

* Laboratorio. Primo modulo [20 CFUI - Il quadro teorico di riferimento. Master/Corso di perfezionamento e aggiornamento professionale in Master/Crs di perfezinament e aggirnament prfessinale in Organizzazine e gestine delle Istituzini sclastiche in cnlesti multic ulturali Prim mdul [20 CFUI - Il quadr teric di riferiment SSD Disciplina

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca MIUR.AOODRCA.REGISTRO UFFICIALE(U).0016079.15-11-2016 Minister dell Istruzine dell Università e della Ricerca Uffici Sclastic Reginale per la Campania Direzine Generale Ai Dirigenti Sclastici degli Istituti

Dettagli

SETTEMBRE Giovedì. Anno scolastico Presa di servizio. 11 settembre 2017

SETTEMBRE Giovedì. Anno scolastico Presa di servizio. 11 settembre 2017 Attività funzinale all insegnament Art.29 del CCNL 2007 e successive integrazini Partecipazine alle riunini COLLEGIO DOCENTI, INFORMAZIONE ALLE FAMIGLIE CONSIGLI DI CLASSE - DI INTERCLASSE DI INTERSEZIONE

Dettagli

STUDIO DI CONSULENZA ARCHEOLOGICA

STUDIO DI CONSULENZA ARCHEOLOGICA STUDIO DI CONSULENZA ARCHEOLOGICA PROGETTO LA BIBLIOTECA CHE VORREI Labratri di lettura (40 re) Prpnente: Studi di Cnsulenza Archelgica Via Piave n 24-73059 UGENTO (Lecce) e-mail: inf@archestudi.cm Premessa

Dettagli

PIANO PROVINCIALE PER L INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE CON DISABILITA. Annualità 2014/2016

PIANO PROVINCIALE PER L INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE CON DISABILITA. Annualità 2014/2016 SERVIZIO POLITICHE SOCIALI PROVINCIA DI SONDRIO Settre Prgrammazine integrata, turism, cultura, istruzine, frmazine, lavr e plitiche sciali PIANO PROVINCIALE PER L INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE

Dettagli

Prot. n. 10985/U Prot. n. 59168/DB1507 Torino, 30 ottobre 2009 Circ. Reg. nr. 326

Prot. n. 10985/U Prot. n. 59168/DB1507 Torino, 30 ottobre 2009 Circ. Reg. nr. 326 Minister dell Istruzine dell Università e Uffici Sclastic Reginale per il Piemnte Direzine Generale Assessrat all Istruzine e Frmazine Prfessinale Prt. n. 10985/U Prt. n. 59168/DB1507 Trin, 30 ttbre 2009

Dettagli

Protocollo d Intesa. in materia di diffusione della conoscenza della lingua italiana per cittadini stranieri adulti

Protocollo d Intesa. in materia di diffusione della conoscenza della lingua italiana per cittadini stranieri adulti Prtcll d Intesa in materia di diffusine della cnscenza della lingua italiana per cittadini stranieri adulti tra Prvincia di Rimini Prefettura - Uffici territriale del Gvern di Rimini Centr Territriale

Dettagli

L esperienza del Comune di Torino: un progetto formativo per favorire la resilienza degli operatori dei Servizi Sociali

L esperienza del Comune di Torino: un progetto formativo per favorire la resilienza degli operatori dei Servizi Sociali S.C. FORMAZIONE E SVILUPPO PROFESSIONALE DIPARTIMENTO INTEGRATO DELLA PREVENZIONE in cllabrazine cn DSM ASL TO1 DSM ASL TO2 Prmuvere la salute mentale: l svilupp della resilienza di frnte alla crisi ecnmica

Dettagli

PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015

PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015 PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015 SEDE: Via Mranti, 4 Castelnv né mnti INDIRIZZO: Servizi sci sanitari DOCENTE: Liguri Tiziana CLASSE: 2^E MATERIA DI INSEGNAMENTO: Metdlgie perative LIVELLI DI PARTENZA

Dettagli

02/05/ BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 35. Regione Lazio

02/05/ BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 35. Regione Lazio Regine Lazi DIREZIONE SALUTE E INTEGRAZIONE SOCIOSANITARIA Atti dirigenziali di Gestine Determinazine 22 aprile 2014, n. G05970 Adempimenti cnnessi alla legge 4 lugli 2005, n.123" Nrme per la prtezine

Dettagli

ritenuto necessario, al fine di consentire, in analogia con il sistema scolastico, il regolare avvio delle attività:

ritenuto necessario, al fine di consentire, in analogia con il sistema scolastico, il regolare avvio delle attività: REGIONE PIEMONTE BU37S2 14/09/2017 Cdice A1503A D.D. 25 agst 2017, n. 792 POR 2014-2020. Offerta frmativa di IeFP cicl frmativ 2017/2020 di cui alla D.D. n. 576 del 29/06/2017. Apprvazine crsi ed autrizzazine

Dettagli

Protocollo di filiera del latte Mugello

Protocollo di filiera del latte Mugello Prtcll di filiera del latte Mugell Firenze, 15 Dicembre 2014 PREMESSA Il presente dcument definit Prtcll di Filiera del Latte Mugell rappresenta cncretamente gli impegni nell ambit della Respnsabilità

Dettagli

Luogo di emissione Numero DECRETO DEL DIRETTORE AGENZIA REGIONALE SANITARIA

Luogo di emissione Numero DECRETO DEL DIRETTORE AGENZIA REGIONALE SANITARIA Agenzia Reginale Sanitaria Lug di emissine Numer...-À ( S.. Data -..," t) i " I Ancna _.: t..- - '-" "... DECRETO DEL DIRETTORE AGENZIA REGIONALE SANITARIA N..J{~~S DEL 1 r F'~.,. {>~ '1'" :J:',)JL Oggett:

Dettagli