Osservatorio Materie Prime e Borse Merci

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Osservatorio Materie Prime e Borse Merci"

Transcript

1 Osservatorio Materie Prime e Borse Merci 19 Gennaio 2012 Area Pianificazione Strategica, Research & IR

2 Summary L indice Sintetico Borse Merci (ISB) - elaborato dall Area Pianificazione Strategica, Research & IR BMPS relativo al prezzo delle materie prime trattate nelle principali Borse Merci Italiane, nelle ultime 4 settimane ha evidenziato una crescita dell 1.3%. In salita, sulla piazza di Firenze, l ISB Combustibili (+6.5% m/m) trainato sia dal gasolio da autotrazione (+7.9% m/m), che dalla benzina (+5.1% m/m). Variazione negativa per l ISB Tessile (-3.5% m/m), dovuta essenzialmente al ribasso della lana australiana (-9.9% m/m), mentre si registra una variazione positiva per la lana Nuova Zelanda (+3.8%) e stabilità nei prezzi per tutte le altre fibre. Segno positivo per l ISB Agricoltura (+1.2% m/m) per il quale è da sottolineare il trend positivo del comparto carni (+2.6% m/m), con suini in evidenza (+8.7%). Nel settore cereali variazione ancora negativa per il riso (-12.1% m/m), in crescita il mais (+6.9% m/m) e il frumento duro (+1.2% m/m). Restano stabili i prezzi di grano tenero, vino atto a divenire Chianti e olio toscano. A livello mondiale, da segnalare * : Metalli. Negativo l andamento della quotazione dell ultimo mese per i metalli preziosi: l oro ha fatto registrare una flessione mensile di 10,2% e chiude comunque l anno con un apprezzamento del 10,2%, mantenendosi sotto i 1.600$; l Argento ha perso il 14,8% rispetto al mese precedente, registrando un 9,8% rispetto al valore di fine 2010, ma registrando un prezzo medio nel 2011 (35,12$ per oncia) in netta crescita (+74%) rispetto ai prezzi medi del 2010 (20,19$ per oncia) come dichiarato dal Silver Institute. Per quanto riguarda i metalli industriali ribasso a due cifre per Zinco e Platino sia nel corso dell ultimo mese(rispettivamente -11.9% e -10,3%) che nel corso dell anno (-25,2% e -21,1%). Continua la flessione dell alluminio che nell ultimo mese perde il -5,4% attestandosi a 1.997$ per tonnellata(- 18.8% a/a), livello stimato dagli analisti non profittevole per un quarto della produzione mondiale. Il Rame registra nel mese un -3,5% e a livello annuo un deprezzamento del 21,2%; in dicembre le importazioni cinesi di rame hanno registrato il record di 509mila tonnellate tra metallo grezzo, semilavorato ed in lega superando il precedente primato di 485mila tonn. del giugno Sembra comunque che a trainare le importazioni cinesi non sia stata l esplosione della domanda al consumo, in quanto non evidenziata dalla bilancia dei pagamenti che ha registrato nel mese la crescita più bassa degli ultimi due anni. * Fonte: Bloomberg, quotazioni al 30 dicembre 2011 pag. 2

3 Summary Energia. Quotazione con andamento sostanzialmente stabile nell ultimo mese sia il Brent (- 2,8%) che il WTI (-1,5%) nonostante la decisione dell OPEC di alzare per la prima volta in tre anni il tetto della produzione di greggio portandolo a 30 milioni di barili al giorno. Il gasolio e la benzina chiudono il 2011 con crescite rispettivamente del 21,2% e del 9,5%. In consistente calo anche nell ultimo mese il valore del gas naturale (-15,8%) che si attesta a quota 2,989$ per milione di Btu (British thermal units), livello minimo negli ultimi due anni; le perdite sono state accentuate nell ultimo trimestre dall inverno particolarmente mite negli Stati Uniti. Agricoltura. Nell ultimo mese dell anno recupero del frumento (9,6%) che comunque si mantiene in territorio negativo (-17,8%) nella variazione da inizio anno. Variazione positiva nell ultimo mese anche per il mais (7,5%) che chiude l anno con un incremento del 2,8% e della soia con una variazione mensile del 5,9% in seguito alle avverse condizioni climatiche sudamericane che fanno presagire consistenti riduzioni della produzione. Valori negativi per il caffè che registra valori mensili di 9,2% per il robusta e 3,0% per arabica e rispetto all inizio anno -15,2% per il robusta e -5,7 per l arabica; valori che evidenziano la sofferenza del mercato dovuto al rallentamento economico in Europa e negli Stati Uniti e le elevate vendite registrate dal Brasile che hanno raggiunto livelli record nel 2011 (9 mld di dollari). Tessile. Leggera ripresa nell ultimo mese del cotone (1,6%) che però evidenzia una perdita da inizio anno del 36,6% a quota 91,8 centesimi per libbra. Ancora più pesante il confronto con i massimi storici toccati a marzo a oltre 215 centesimi. I prezzi risentono di un raccolto record (dati USDA +7,5% pari a 123,9 milioni di balle) causato dal rialzo di oltre il 90% delle quotazioni nel 2010, mentre la domanda dovrebbe scendere ai minimi da tre anni (dati USDA 114,2 milioni di balle). Il calo delle quotazioni della gran parte delle materie prime, in particolare industriali ed agricole, è da imputare alle mutate condizioni economiche a livello mondiale, con un evidente rallentamento della crescita economica evidenziata anche dal calo dei principali indicatori di fiducia tra i quali citiamo il PMI, che nell Eurozona a dicembre si attesta a 46,9, ed il Baltic Dry Index che scende a punti, livello che non si vedeva da inizio * Fonte: Bloomberg, quotazioni al 30 dicembre 2011 pag. 3

4 Performance materie prime nel mondo * Variazione ultimo mese (%) Variazione da fine 2010 (%) Frumento Palladio Mais Nickel Soia Benzina Cotone Bovini da macello Lana sùcida Gomma (caucciù) Petrolio (WTI) Riso grezzo Zucchero grezzo Cacao Petrolio (Brent) Caffè arabica Rame Piombo Gasolio Suini da macello Alluminio Caffè robusta Oro Platino Zinco Argento Gas naturale -1,4-1,5-1,6-1,6-2,5-2,8-3,0-3,5-3,8-4,3-4,4-5,4-9,2-10,2-10,3-11,9-14,8-15,8 9,6 7,6 7,5 7,1 5,9 4,6 1,6 1,1 0,0 Lana sùcida Gasolio Bovini da macello Petrolio (Brent) Oro Benzina Petrolio (WTI) Suini da macello Riso grezzo Mais Caffè arabica Argento Soia Caffè robusta Frumento Palladio Alluminio Platino Rame Piombo Nickel Zinco Zucchero grezzo Cacao Gas naturale Cotone Gomma (caucciù) -5,7-9,8-14,0-15,2-17,8-18,3-18,8-21,1-21,2-21,3-24,2-25,2-27,5-30,5-32,1-36,6-38,9 27,1 21,2 13,9 13,3 10,2 9,5 8,2 5,7 4,4 2,8 * Fonte: Bloomberg, quotazioni al 30 dicembre 2011 pag. 4

5 Performance materie prime nel mondo * Variazione da fine 2011 (%) Cacao Zinco Platino Alluminio Argento Rame Gomma (caucciù) Nickel Oro Cotone Gasolio Caffè robusta Petrolio (Brent) Lana sùcida Zucchero grezzo Benzina Suini da macello Petrolio (WTI) Bovini da macello Caffè arabica Riso grezzo Piombo Soia Palladio Mais Frumento Gas naturale -10,7-7,3-7,7-0,1-0,3-0,7-1,5-1,5-3,2-3,2 7,6 6,7 6,2 5,9 5,8 5,2 5,1 4,4 4,1 4,0 3,1 2,9 2,8 2,6 2,3 1,8 1,5 Metalli. L alluminio mostra segnali di ripresa nelle prime settimane del nuovo anno, dopo l annuncio di Alcoa di ridurre la produzione del 12% e l intenzione di ridimensionamenti della produzione anche da parte di altri importanti players del mercato (Norsk Hydro). Energia. Continua il calo del Gas naturale nonostante l annuncio dell EIA (US Energy Information Admministration) del calo dello stock settimanali di 95 miliardi di piedi cubici, nella prima settimana dell anno. Agricoltura. Quotazioni in calo per i cereali in seguito ai dati diffusi dal Dipartimento dell Agricoltura statunitense, USDA (United States Department of Agriculture) che ha stimato stock in crescita rispetto alle stime precedenti, sia per il grano che per il mais. Tessile. Leggero rimbalzo del cotone nonostante le stime di Goldman Sachs che si attende una contrazione a 85 centesimi entro il primo semestre dell anno (quotazioni oltre 95 centesimi nelle prime due settimane). * Fonte: Bloomberg, quotazioni al 13 Gennaio 2012 pag. 5

6 dic-07 feb-08 apr-08 giu-08 ago-08 ott-08 dic-08 feb-09 apr-09 giu-09 ago-09 ott-09 dic-09 feb-10 apr-10 giu-10 ago-10 ott-10 dic-10 feb-11 apr-11 giu-11 ago-11 ott-11 dic-11 dic-07 feb-08 apr-08 giu-08 ago-08 ott-08 dic-08 feb-09 apr-09 giu-09 ago-09 ott-09 dic-09 feb-10 apr-10 giu-10 ago-10 ott-10 dic-10 feb-11 apr-11 giu-11 ago-11 ott-11 dic-11 Baltic Dry Index e Purchasing Managers Index Baltic Dry Index BDI Il Baltic Dry Index misura il costo dei noli marittimi per il trasporto di merci secche (come cereali, metalli, carbone) lungo 26 rotte commerciali. L indice è considerato un buon anticipatore del prezzo delle materie prime e di conseguenza anche del ciclo economico. Ciò è dovuto al fatto che l offerta di navi cargo è tipicamente anelastica in quanto occorre tempo per costruire una nave ed è molto costoso tenerla inattiva; le variazioni della domanda, quindi, si riflettono direttamente sul costo dei noli marittimi; inoltre la sensibilità dell indice non è influenzata da effetti speculativi vista la natura prettamente reale delle componenti dell indice stesso. Quotazioni al 30 dicembre 2011 Purchase Manager Index (PMI) PMI L indice dei direttori d acquisto (PMI) è un indicatore della produzione industriale, composto da 5 indici che riguardano nuovi ordini, produzione, occupazione, livelli delle scorte, tempi di consegna dei fornitori. Un altra informazione fornita dai direttori d acquisto riguarda i prezzi degli input acquistati. Livelli superiori a 50 indicano una fase di espansione dell economia, sotto a 50 una fase di contrazione. Dati al 30 novembre 2011 USA Cina UE pag. 6

7 Italia: Distretti e Fonti analizzati Nella cartina sotto riportata sono evidenziati i principali distretti italiani particolarmente esposti alle variazioni dei prezzi delle materie prime L analisi che segue si basa sui prezzi rilevati nelle Borse merci di Firenze, Prato, Biella e Padova Rendimenti (%) * Indici Sintetici Borse Merci ** dic-11 Agricoltura 12,3-19,2-9,9 16,4 0,8 Cereali, Vino, Olio 32,5-29,5-6,5 22,8 2,1 Allevamento -3,4-8,3-12,7 10,8-0,4 Tessile 5,9-7,7 2,6 49,7 0,6 Prato 2,5-1,3-0,5 44,8 0,4 Biella 13,0-19,7 9,8 60,1 1,1 Combustibili 14,0-20,0 12,2 13,3 21,0 Totale 10,8-16,0 2,0 26,5 7,7 Indice prezzi al consumo 2,8 2,4 1,1 1,7 4,0 Indice FTSE MIB -7,0-49,5 19,5-13,2-25,6 Rispetto ai valori di fine 2010 l ISB complessivo evidenzia una crescita (+7.7%) riferibile principalmente all ISB Combustibili (+21% a/a). Confermato il trend positivo del settore Tessile (+0.6% da inizio anno) e inversione di tendenza per l ISB Agricoltura, che questo mese fa reigstrare una variazione positiva (+0.8% a/a) Dati al 31 Dicembre 2011 Veneto Val Biella Lecco Seriana Vicentino S.Stefano Belbo Valenza Parma Carpi Imperia Prato Arezzo Borse merci: Firenze Prato Biella Padova San Daniele Vibrata Marcianise Distretto del vino Distretto orafo S.Marco dei Cavoti Vulture Distretto tessile Distretto agroalimentare Sibari Maierato *Variazione % dell ultimo prezzo disponibile dell anno in corso sull ultimo prezzo dell anno precedente **Indici sintetici dei prezzi di 18 prodotti (9 per l Agricoltura, 6 per il tessile, 3 per i combustibili) rilevati nelle borse merci di Firenze, Prato e Biella pag. 7

8 Principali trend Italia: Indici Sintetici Borse Merci * Evoluzione ISB * (31/12/2007=100) 180,0 160,0 140,0 120,0 100,0 80,0 60,0 40,0 20,0 Dati al 31 Dicembre Borsa Merci di Prato dati al 30/11/2011 giu-08 set-08 dic-08 mar-09 giu-09 set-09 dic-09 mar-10 giu-10 set-10 dic-10 mar-11 giu-11 set-11 dic-11 ISB Agricoltura ISB Tessile ISB Combustibili ISB Totale Indice prezzi al consumo FTSE MIB ISB Tessile: +0.6% da fine Ancora in crescita il prezzo della lana sulla Borse Merci di Biella (+22.2% per la Nuova Zelanda, +0.8% l Australiana) e Prato (+13.8%). Mentre prosegue il trend positivo per le fibre di poliestere (+7.3%), si conferma la discesa della viscosa che segna un ribasso del -30.4%. Si mantiene invece stabile il prezzo del cotone. ISB Combustibili: +21% da fine Negli ultimi dodici mesi rincari marcati sia per la benzina (+16.7%), che per il gasolio auto (+26%), complice soprattutto l incremento delle accise, passate rispettivamente a /l (+24.9% da /l di inizio anno) e /l (+40.2% da /l di inizio anno). ISB Agricoltura: +0.8% da fine Nel paniere variazioni positive per il frumento duro (+17.8%), il vino chianti (+20%) e l olio toscano (+25.2%) mentre perdurano andamenti negativi per frumento tenero (-23.0%), mais (-22.9%) e riso (-16.3%). *ISB: Indici sintetici elaborati dall Area Pianificazione Strategica, Research & IR di Banca Monte dei Paschi di Siena sulla base dei prezzi al 31 Dicembre 2011 delle materie prime trattate nelle principali Borse Merci Italiane. In particolare Il campione comprende 18 prodotti (9 per l Agricoltura, 6 per il tessile, 3 per i combustibili) rilevati nelle borse merci di Firenze, Prato e Biella; per la Borsa Merci di Prato dati al 30/11/2011. pag. 8

9 Principali trend Italia: Combustibili Trend dei prezzi (31/12/2007=100) Rendimenti (%) * Gasolio Riscaldamento Benzina Gasolio Auto Greggio dic-11 Petrolio (WTI) ** 57,2-53,5 77,9 15,1 8,2 Gasolio Autotrazione 15,1-19,4 9,7 13,7 24,3 Gasolio Riscaldamento 15,1-18,4 10,5 12,9 8,9 Benzina 11,6-21,3 17,8 12,5 16,7 Gasolio Auto 17,1-21,6 8,8 18,0 26,0 40 Dati al 31 Dicembre giu-08 set-08 dic-08 mar-09 giu-09 set-09 dic-09 mar-10 giu-10 set-10 dic-10 mar-11 giu-11 set-11 dic-11 fonte: Borsa Merci Firenze per i derivati del petrolio; Bloomberg per il Greggio * Var % dell'ultimo prezzo disponibile dell'anno in corso su fine anno precedente ** fonte: Bloomberg fonte: Borsa Merci di Firenze L Unione Petrolifera (UP) ha comunicato che nel 2011 i consumi italiani nel comparto carburanti sono diminuiti di circa tonnellate, facendo registrare un calo dell 1.4% rispetto all anno precedente. In particolare la benzina (scesa per la prima volta dal 1995 sotto la soglia dei 10 milioni di tonnellate), nel periodo considerato, ha mostrato una flessione del 6% a/a, mentre il consumo di gasolio da autotrazione ha registrato un leggero incremento del +0.4% a/a. Nel 2011 in diminuzione le immatricolazioni di autovetture (-10.9% Fonte UNRAE). Alla Borsa Merci di Firenze nel mese di Dicembre prosegue l aumento dei prezzi per i carburanti* : +9% m/m il gasolio per auto, +5.1% m/m la benzina, in forte crescita la componente accise. Mese in discesa per le quotazioni del Petrolio ** : Brent -2.8% m/m; Wti -1.5% m/m. *Prezzi franco distributore stradale ** Fonte: Bloomberg, quotazioni al 30 dicembre 2011 pag. 9

10 Principali trend Italia: Agricoltura Trend dei prezzi (31/12/2007=100) Rendimenti (%) * 250 Frumento duro Frumento tenero Mais Riso Olio toscano Chianti Dati al 31 Dicembre giu-08 set-08 dic-08 mar-09 giu-09 set-09 dic-09 mar-10 giu-10 set-10 dic-10 mar-11 giu-11 set-11 dic dic-11 Frumento duro 146,8-60,3-1,9 34,9 17,8 Frumento tenero 67,8-49,3-2,4 81,3-23,0 Mais 50,9-51,9 24,0 58,5-22,9 Riso -19,1 42,0-15,1 31,6-16,3 Chianti 18,6-11,8-17,8 2,7 20,0 Olio toscano 13,7-20,7-8,7-1,9 25,2 * Var % dell'ultimo prezzo disponibile dell'anno in corso su fine anno precedente fonte : Borsa Merci di Firenze Dati al 31 Dicembre 2011 Rimane stabile nell ultimo mese il prezzo dell olio di tipo extra vergine I.G.P. Toscano che continua a beneficiare di un notevole interesse da parte degli operatori (+25.2% a/a). Secondo la CIA (Confederazione Italiana Agricoltori), sebbene la campagna 2011 avesse fatto sperare in un mercato più vivace, dato l inizio promettente dovuto anche all elevata qualità media, attualmente si sta delineando una situazione molto difficile per gli olivicoltori italiani. Questo fenomeno riguarda in particolare il mercato pugliese, il più importante e di riferimento a livello nazionale, dove l olio si sta scambiando a 2.2/2.3 euro al chilo, prezzi inferiori a quelli rilevati nell anno precedente, già considerati non remunerativi per i produttori. Alla Borsa Merci di Firenze nell ultimo mese: Ancora in flessione il riso (-12.1%) mentre segnano variazioni positive il frumento duro (+1.2%) e il mais (+6.9%) per il quale è da sottolineare l inversione di tendenza dovuta all intensificazione degli scambi sul mercato locale. Prezzi stabili per Grano tenero, Chianti (per il quale è da segnalare l andamento in recupero sui mercati esteri) e Olio toscano. pag. 10

11 Principali trend Italia: Allevamento Trend dei prezzi (31/12/2007=100) Rendimenti (%) * Polli Suini Bovini Vitelli dic-11 Vitelli 21,4-8,8-5,8-2,7 0,0 Bov ini 9,5-11,6-4,4-1,4-0,9 Suini -22,9 0,0-24,1 24,4-2,0 Polli 6,1-12,3-12,3 18,8 2,1 * Var % dell'ultimo prezzo disponibile dell'anno in corso su fine anno precedente 65 Dati al 31 Dicembre giu-08 set-08 dic-08 mar-09 giu-09 set-09 dic-09 mar-10 giu-10 set-10 dic-10 mar-11 giu-11 set-11 dic-11 fonte : Borsa M erci di Firenze Dati al 31 Dicembre 2011 Alla Borsa Merci di Firenze nell ultimo mese prosegue la variazione positiva nel comparto Carni (+2.6% m/m). In particolare: Quotazioni ancora in rialzo per i suini (+8.7% m/m) che risentono di una ripresa della domanda Stabili i prezzi per vitelli e polli. pag. 11

12 Principali trend Italia: Tessile Trend dei prezzi di Prato (31/12/2007=100) Trend dei prezzi di Biella (31/12/2007=100) Poliestere Viscosa Cotone Lana 210 Lana Nuova Zelanda Lana Australia giu-08 set-08 dic-08 mar-09 giu-09 set-09 dic-09 mar-10 giu-10 set-10 dic-10 mar-11 giu-11 set-11 dic giu-08 set-08 dic-08 mar-09 giu-09 set-09 dic-09 mar-10 giu-10 set-10 dic-10 mar-11 giu-11 set-11 dic-11 Rendimenti (%) * dic-11 Cotone 0,0 0,0 0,0 78,0 0,0 Viscosa 15,2-13,2 10,5 58,6-30,4 Poliestere 0,0 0,0 0,0 17,0 7,3 Lana 3,8 1,5-10,1 28,9 13,8 Lana Australia 14,0-19,6 9,6 60,7 0,8 Lana Nuova Zelanda -18,3-26,3 19,6 34,3 22,2 * Var % dell'ultimo prezzo disponibile dell'anno in corso su fine anno precedente fonte: Borsa Merci di Prato (prezzi fermi a novembre 2011) e Borsa Merci di Biella dati al 31 dicembre 2011 * Pubblicazione ISTAT del 20/12/11 Gli impieghi al settore tessile, cuoio e abbigliamento fanno registrare una leggera flessione, portandosi a -0.8% nel mese di novembre (var % a/a); ad ottobre la variazione tendenziale (a/a) è diventata negativa per il fatturato (-0.7%) mentre si è accentuata la contrazione degli ordinativi (-6.3% a/a) *. I prezzi delle commodity del comparto tessile hanno registrato nell ultimo mese una variazione del -3.5%, riferibile essenzialmente al trend negativo della lana alla Borsa Merci di Biella (-9.6%). Alla Borsa merci di Prato si registrano invece prezzi stabili sia per il cotone che per viscosa, poliestere e lana. pag. 12

13 Principali trend Italia: Impieghi e Sofferenze Andamento mensile impieghi * (30/06/2010=100) Andamento mensile sofferenze * (30/06/2010=100) Agricoltura Alimentare Tessile Agricoltura Alimentare Tessile 125 Legno Chimici Energia 185 Legno Chimici Energia giu-10 set-10 dic-10 mar-11 giu-11 set-11 nov giu-10 set-10 dic-10 mar-11 giu-11 set-11 nov-11 fonte: Banca di Italia fonte: Banca di Italia *Composizione aggregati: Agricoltura: agricoltura, silvicoltura e pesca; Energia: fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata; Alimentare: industria alimentare, delle bevande e tabacco; Tessile: industria tessile, abbigliamento e articoli in pelle; Legno: industria del legno e dell'arredamento; Chimici: Fabbricazione di raffinati del petrolio, prodotti chimici e farmaceutici pag. 13

14 ETF sulle commodity quotati alla Borsa Italiana * ETF : perfomance % da fine ,4% -11,3% -4,6% -13,9% -10,7% -5,3% -9,1% -4,5% -13,6% -14,8% -6,6% -6,5% -10,5% -25,2% S&P Gsci Agriculture S&P Gsci Non-En S&P Gsci Light-En S&P Gsci Metals Ishares Lyxor Lyxor Non-En MA-JR MA-Rici A MA-Rici M Db X-T Db Liquid CI Legenda Db X-T Light-En Db X-T Dj-Ubs CI FTSE MIB S&P Gsci Agriculture Amundi Etf Commodit S&P Gsci Agriculture S&P Gsci Non-En Amundi Etf Commodit S&P Gsci Non Energy S&P Gsci Light-En Amundi Etf Commodities S&P Gsci (Light enegy) S&P Gsci Metals Amundi Etf Commodities S&P Gsci Metals Db X-T Dj-Ubs CI Db X-Trackers Comm Booster Dj-Ubsci (2c) Db X-T Light-En Db X-Trackers Db Commodity Booster Etf Db X-T Db Liquid CI Db X-Trackers Dblci - Oy Balanced Etf Ishares Ishares Dow Jones-Ubs Commodity Swap Lyxor Lyxor Etf Commodities Crb Lyxor Non-En Lyxor Etf Commodities Crb Non-Energy (A) MA-JR Rbs Market Access Jim Rogers Commodity MA-Rici A Rbs Market Access Rici - A Index Etf * Fonte: Bloomberg, quotazioni al 30 dicembre 2011 MA-Rici M Rbs Market Access Rici - M Index Etf pag. 14

15 ETF sulle commodity quotati alla Borsa Italiana * ETF : perfomance % da inizio anno 7,9% 7,9% 2,5% 2,8% 2,1% 3,0% 4,4% 3,2% 0,7% 1,9% 0,7% 0,3% -0,5% -0,5% S&P Gsci Agriculture S&P Gsci Non-En S&P Gsci Light-En S&P Gsci Metals Ishares Lyxor Lyxor Non-En MA-JR MA-Rici A MA-Rici M Db X-T Db Legenda Liquid CI Db X-T Light- En Db X-T Dj-Ubs CI FTSE MIB S&P Gsci Agriculture Amundi Etf Commodit S&P Gsci Agriculture S&P Gsci Non-En Amundi Etf Commodit S&P Gsci Non Energy S&P Gsci Light-En Amundi Etf Commodities S&P Gsci (Light enegy) S&P Gsci Metals Amundi Etf Commodities S&P Gsci Metals Db X-T Dj-Ubs CI Db X-Trackers Comm Booster Dj-Ubsci (2c) Db X-T Light-En Db X-Trackers Db Commodity Booster Etf Db X-T Db Liquid CI Db X-Trackers Dblci - Oy Balanced Etf Ishares Ishares Dow Jones-Ubs Commodity Swap Lyxor Lyxor Etf Commodities Crb Lyxor Non-En Lyxor Etf Commodities Crb Non-Energy (A) MA-JR Rbs Market Access Jim Rogers Commodity MA-Rici A Rbs Market Access Rici - A Index Etf * Fonte: Bloomberg, quotazioni al 13 gennaio 2012 MA-Rici M Rbs Market Access Rici - M Index Etf pag. 15

16 ETF sulle commodity quotati alla Borsa Italiana S&P GSCI Agriculture Capped Component: è un sotto indice dell's&p GSCI Agriculture Index (a sua volta sottoindice dell's&p GSCI) ed è composto esclusivamente da contratti future su sette materie prime agricole (il grano, il mais, lo zucchero, la soia, il cotone, il caffè e il cacao). S&P GSCI Non-Energy: è composto da contratti futures su 18 materie prime, suddivise nei settori dell'agricoltura, dei metalli industriali, dei metalli preziosi e del bestiame. S&P GSCI Light Energy (CPW 4): si tratta di un indice che include tutte le 24 materie prime, suddivise nei settori dell'energia, dell'agricoltura, dei metalli industriali, dei metalli preziosi e del bestiame, prevedendo però una riduzione del peso della componente energetica. S&P GSCI All Metals Capped Commodity: è un sottoindice dell's&p GSCI All Metals Index (a sua volta sottoindice dell's&p GSCI) ed è composto esclusivamente da contratti future su metalli preziosi (oro e argento) e su metalli industriali (il rame, l'alluminio, il nichel, lo zinco e il piombo). DB X-TRACKERS COMM BOOSTER DJ-UBSCI (2C): l'indice è costituito da 19 materie prime che rappresentano i cinque principali settori merceologici: energia, metalli preziosi, metalli di base, agricoltura e bestiame. Utilizza le ponderazioni di mercato del Dow Jones-UBS Commodity Index. L'indice prevede un particolare meccanismo di rolling dei contratti futures definita optimum yield (resa ottimale 'OY'), che cerca di ottimizzare il rendimento derivante dalla sostituzione dei futures e ha l'obiettivo di massimizzare l'effetto positivo (backwardation) e di ridurre l'effetto negativo (contango). DB X-TRACKERS DB COMMODITY BOOSTER ETF: l'indice è costituito da 24 materie prime (commodities), che rappresentano i cinque principali settori merceologici: energia, metalli preziosi, metalli di base, agricoltura e bestiame. Lo Sponsor dell'indice è Deutsche Bank AG, Filiale di Londra. DB X-TRACKERS DBLCI - OY BALANCED ETF: riflette il rendimento di determinate materie prime quali il Greggio Brent, il Combustibile per Riscaldamento, il RBOB Gasoline, il Gas Naturale, l'oro, l'argento, l'alluminio, lo Zinco, il Rame, il Mais, il Frumento, la Soia e lo Zucchero. ISHARES DOW JONES-UBS COMMODITY SWAP: l'indice imita lo sviluppo del valore di un vasto e vario paniere di commodity future, ovvero di contratti a termine su merci. Tale indice rappresenta un benchmark di riferimento, riconosciuto in tutto il modo. Esso è stato realizzato al fine di ridurre al minimo la concentrazione in singoli settori o beni reali. Una quota-parte del fondo corrisponde approssimativamente ad un decimo del livello in Euro dell'indice sottostante di rendimento complessivo. pag. 16

17 ETF sulle commodity quotati alla Borsa Italiana LYXOR ETF COMMODITIES CRB: l'indice Reuters/Jefferies tiene conto dell'evoluzione delle tre principali categorie di materie prime: l'energia, i metalli e i prodotti agricoli. Sono comprese nell'indice 19 materie prime selezionate in funzione della loro importanza nel sistema economico. LYXOR ETF COMMODITIES CRB EX-ENERGY: l'indice tiene conto dell'evoluzione delle materie prime all'interno della categoria dei metalli e dei prodotti agricoli esclusi quelli legati all'energia. Al 28 febbraio 2006 l'indice era composto da 15 contratti a termine su materie prime, selezionate in funzione della loro importanza nel sistema L'evoluzione di ciascuna delle suddette materie prime è riflessa nell'indice attraverso i valori dei contratti a termine su tali materie prime. Questi contratti a termine sulle materie prime sono quotati sulle borse a New York (NYMEX, COMEX, NYBOT), Chicago (CBOT, CME) e Londra (LME). Il peso delle performance di ogni costituente dell'indice è predeterminato dal soggetto che calcola l'indice al fine di tener conto dell'importanza propria di ogni materia prima nell'ambiente economico pur preservando la diversificazione. I pesi di ogni costituente sono riaggiustati mensilmente per mantenere un'esposizione uniforme verso ogni costituente e mantenere così il livello di diversificazione originale. RBS MARKET ACCESS ROGERS COMMODITY: l'indice Rogers International Commodity Index (RICI), è un indice di futures su commodities che punta a dare una rappresentazione delle principali materie prime consumate dall'economia globale. Non solo prodotti energetici, ma anche metalli e materie prime agricole. Una commodity per essere inserita deve infatti svolgere un ruolo significativo nell'economia globale e il relativo contratto futures essere quotato su un mercato dei derivati dall'elevato standing internazionale RBS MARKET ACCESS RICI AGRICULTURE INDEX: il Rogers International Commodity Index Agricolture è composto dai contratti future su: Frumento, Seme di Soia, Mais, Fagioli Azuki, Cotone, Cacao, Lana, Bovini, Gomma, Caffè, Legname, Riso, Orzo, Olio di semi di soia, Canola, Maiale magro, Succo d Arancia, Zucchero e Avena. RBS MARKET ACCESS RICI METALS INDEX ETF: il Rogers International Commodity Index Metals è composto dai contratti future sulle seguente commodities: Alluminio, Platino, Rame, Nickel, Oro, Stagno, Zinco, Palladio, Argento, Piombo pag. 17

18 Contatti Responsabile Area Pianificazione Strategica, Research & Investor Relations Alessandro Santoni, PhD Tel: Autori Pubblicazione Giorgio Guido Schwarz Antonella Rigacci Tel: Tel: Disclaimer This analysis has been prepared solely for information purposes. This document does not constitute an offer or invitation for the sale or purchase of securities or any assets, business or undertaking described herein and shall not form the basis of any contract. The information set out above should not be relied upon for any purpose. Banca Monte dei Paschi has not independently verified any of the information and does not make any representation or warranty, express or implied, as to the accuracy or completeness of the information contained herein and it (including any of its respective directors, partners, employees or advisers or any other person) shall not have, to the extent permitted by law, any liability for the information contained herein or any omissions therefrom or for any reliance that any party may seek to place upon such information. Banca Monte dei Paschi undertakes no obligation to provide the recipient with access to any additional information or to update or correct the information. This information may not be excerpted from, summarized, distributed, reproduced or used without the consent of Banca Monte dei Paschi. Neither the receipt of this information by any person, nor any information contained herein constitutes, or shall be relied upon as constituting, the giving of investment advice by Banca Monte dei Paschi to any such person. Under no circumstances should Banca Monte dei Paschi and their shareholders and subsidiaries or any of their employees be directly contacted in connection with this information pag. 18

19

Osservatorio Materie Prime e Borse Merci

Osservatorio Materie Prime e Borse Merci Osservatorio Materie Prime e Borse Merci 15 Dicembre 2011 Area Pianificazione Strategica, Research & IR Summary L indice Sintetico Borse Merci (ISB) - elaborato dall Area Pianificazione Strategica, Research

Dettagli

La provincia di Milano

La provincia di Milano La provincia di Milano Siena, maggio 2014 Area Research & IR Provincia di Milano: dati socio economici 1/2 Milano DATI SOCIO-ECONOMICI 2014 Var. % 13-14 Var. % 14-15 Var. % 15-16 Milano Italia Milano Italia

Dettagli

Osservatorio Materie Prime e Borse Merci

Osservatorio Materie Prime e Borse Merci 22 Luglio 2009 Osservatorio Materie Prime e Borse Merci Area Research, Intelligence & Investor Relations Summary L indice Sintetico Borse Merci (ISB) - elaborato dall Area Research, Intelligence e Investor

Dettagli

Risparmio Gestito: principali tendenze in atto

Risparmio Gestito: principali tendenze in atto Risparmio Gestito: principali tendenze in atto Siena, 9 Maggio 2014 Area Research & IR Indice SINTESI DEI CONTENUTI pag. 3 IL RISPARMIO pag. 5 I FONDI COMUNI pag. 7 LE GESTIONI PATRIMONIALI pag. 11 LE

Dettagli

Settembre 2009. Il mercato dei mutui. Area Research, Intelligence & Investor Relations

Settembre 2009. Il mercato dei mutui. Area Research, Intelligence & Investor Relations Settembre 2009 Il mercato dei mutui Area Research, Intelligence & Investor Relations 1) Il mercato immobiliare residenziale 2) Il mercato dei mutui bancari alle famiglie pag. 2 Sintesi e prospettive Il

Dettagli

Le materie prime Dopo un 2014 caratterizzato da tendenze importanti, il nuovo anno si presenta ricco di motivi di interesse

Le materie prime Dopo un 2014 caratterizzato da tendenze importanti, il nuovo anno si presenta ricco di motivi di interesse Le materie prime Dopo un 2014 caratterizzato da tendenze importanti, il nuovo anno si presenta ricco di motivi di interesse Siena, gennaio 2015 Area Research & Investor relations Foto archivio Andrea Dardi

Dettagli

I cavalli da salto: Da uno sport meraviglioso una nuova asset class. Siena, giugno 2015 Area Research & Investor relations

I cavalli da salto: Da uno sport meraviglioso una nuova asset class. Siena, giugno 2015 Area Research & Investor relations I cavalli da salto: Da uno sport meraviglioso una nuova asset class Siena, giugno 2015 Area Research & Investor relations Palloubet d Along: Un cavallo da salto da 15 milioni di dollari (fonte therichest.com)

Dettagli

NEWSLETTER N.99 17 OTTOBRE 2012. Mercati GRANO TENERO

NEWSLETTER N.99 17 OTTOBRE 2012. Mercati GRANO TENERO NEWSLETTER N.99 17 OTTOBRE 2012 Mercati GRANO TENERO MONDO - Per la campagna 2012/13, i dati USDA dell 11 ottobre 2012 prevedono esportazioni pari a 130,9 milioni di tonnellate di grano tenero con una

Dettagli

NEWSLETTER N.115 3 LUGLIO 2013

NEWSLETTER N.115 3 LUGLIO 2013 NEWSLETTER N.115 3 LUGLIO 2013 Mercati GRANO TENERO MONDO Per la campagna 2013/14 il dato di IGC dell 1 luglio stima stock iniziali pari a 179,4 milioni di tonnellate, valore inferiore di 0,5 milioni di

Dettagli

NEWSLETTER N.117 7 AGOSTO 2013

NEWSLETTER N.117 7 AGOSTO 2013 NEWSLETTER N.117 7 AGOSTO 2013 Mercati GRANO TENERO MONDO Per la campagna 2013/14 il dato di IGC dell 1 agosto stima stock iniziali pari a 175,0 milioni di tonnellate, valore superiore di 0,43 milioni

Dettagli

NEWSLETTER N.116 18 LUGLIO 2013

NEWSLETTER N.116 18 LUGLIO 2013 NEWSLETTER N.116 18 LUGLIO 2013 Mercati GRANO TENERO MONDO Per la campagna 2013/14, i dati USDA dell 11 luglio 2013 prevedono esportazioni pari a 149,1 milioni di tonnellate di grano tenero con un aumento,

Dettagli

I giovani e l alfabetizzazione finanziaria

I giovani e l alfabetizzazione finanziaria I giovani e l alfabetizzazione finanziaria Milano 23 Maggio 2014 Area Research & IR L importanza dell alfabetizzazione finanziaria La recente crisi finanziaria, la crescita delle forme di previdenza complementare

Dettagli

NEWSLETTER N.114 4 GIUGNO 2013

NEWSLETTER N.114 4 GIUGNO 2013 NEWSLETTER N.114 4 GIUGNO 2013 Mercati GRANO TENERO MONDO Per la campagna 2013/14 il dato di IGC del 31 maggio 2013 stima stock iniziali pari a 177,7 milioni di tonnellate, valore inferiore di 2,5 milioni

Dettagli

Le Materie Prime Il forte declino dell ultimo quadrimestre Le commodities come asset class e gli effetti dell avversione al rischio

Le Materie Prime Il forte declino dell ultimo quadrimestre Le commodities come asset class e gli effetti dell avversione al rischio Le Materie Prime Il forte declino dell ultimo quadrimestre Le commodities come asset class e gli effetti dell avversione al rischio www.mps.it, Area Research & Investor Relations Siena Novembre 2015 www.mps.it

Dettagli

Luglio 2010 Numero 4. Il mercato immobiliare italiano e i mutui alle famiglie

Luglio 2010 Numero 4. Il mercato immobiliare italiano e i mutui alle famiglie Luglio 2010 Numero 4 Il mercato immobiliare italiano e i mutui alle famiglie Area Pianificazione Strategica, Research & IR Indice!!"#$%&'(# )%**+,-.! /0 *#,$+&1 '**12'0'+,# '&+0'+314 +35+*#3&1 3#0 / &,'*#6&,#

Dettagli

I PRINCIPALI INDICI APPLICATI ALLE COMMODITIES AUTORE: A.PALAMIDESSI

I PRINCIPALI INDICI APPLICATI ALLE COMMODITIES AUTORE: A.PALAMIDESSI I PRINCIPALI INDICI APPLICATI ALLE COMMODITIES AUTORE: A.PALAMIDESSI 04/02/2010 Tra i tanti strumenti per monitorare i vari settori delle materie prime, quelli più validi ( utilizzati che per investire

Dettagli

REPORT SETTIMANALE SULLE COMMODITY

REPORT SETTIMANALE SULLE COMMODITY Numero 09 05 giugno 2012 Anno primo REPORT SETTIMANALE SULLE COMMODITY Quotazioni, Commenti, Grafici, Tabelle FT MERCATI - LA PIATTAFORMA ITALIANA DEDICATA ALLE COMMODITY Aggiornamento del Materia Prima

Dettagli

REPORT SETTIMANALE SULLE COMMODITY

REPORT SETTIMANALE SULLE COMMODITY Numero 03 29 febbraio 2012 Anno primo REPORT SETTIMANALE SULLE COMMODITY Quotazioni, Commenti, Grafici, Tabelle FT MERCATI - LA PIATTAFORMA ITALIANA DEDICATA ALLE COMMODITY Aggiornamento del Materia Prima

Dettagli

La nuova frontiera dell automotive Un presente promettente ed un futuro di successo per l auto elettrica

La nuova frontiera dell automotive Un presente promettente ed un futuro di successo per l auto elettrica Banca Monte dei Paschi di Siena Una storia italiana dal 14 72 La nuova frontiera dell automotive Un presente promettente ed un futuro di successo per l auto elettrica Siena, ottobre 2015 Area Research

Dettagli

Finanza e settore immobiliare:congiuntura, prospettive ed il ruolo del credito

Finanza e settore immobiliare:congiuntura, prospettive ed il ruolo del credito Finanza e settore immobiliare:congiuntura, prospettive ed il ruolo del credito Aprile 2014 Area Research & IR Agenda Keypoints Pag. 3 Il ruolo dell immobiliare nel contesto economico italiano e le recenti

Dettagli

Filiera vitivinicola: tendenze, prospettive e le evidenze dell Osservatorio BMPS

Filiera vitivinicola: tendenze, prospettive e le evidenze dell Osservatorio BMPS Filiera vitivinicola: tendenze, prospettive e le evidenze dell Osservatorio BMPS Siena, luglio 2014 Area Research & IR Keypoints La congiuntura vitivinicola mondiale affronta una fase delicata con la ripresa

Dettagli

10 gennaio 2011. Art Weekly. Area Pianificazione Strategica, Research & IR

10 gennaio 2011. Art Weekly. Area Pianificazione Strategica, Research & IR 10 gennaio 2011 Art Weekly Area Pianificazione Strategica, Research & IR 10/07/08 10/08/08 10/09/08 10/10/08 10/11/08 10/12/08 10/01/09 10/02/09 10/03/09 10/04/09 10/05/09 10/06/09 10/07/09 10/08/09 10/09/09

Dettagli

L Italia e l attrazione degli investimenti esteri

L Italia e l attrazione degli investimenti esteri L Italia e l attrazione degli investimenti esteri Siena, luglio 2014 Area Research & IR Keypoints Dopo un 2012 assolutamente deludente, il 2013 segna per l intera economia mondiale un recupero del flusso

Dettagli

Materie Prime Le dinamiche osservate durante la prima parte del 2015 Un approfondimento sullo Zucchero, un mercato di grande importanza

Materie Prime Le dinamiche osservate durante la prima parte del 2015 Un approfondimento sullo Zucchero, un mercato di grande importanza Materie Prime Le dinamiche osservate durante la prima parte del 2015 Un approfondimento sullo Zucchero, un mercato di grande importanza Siena, maggio 2015 Area Research & Investor relations Foto archivio

Dettagli

Produtctivity, Innovation and Competitiveness: il punto sull Italia

Produtctivity, Innovation and Competitiveness: il punto sull Italia Produtctivity, Innovation and Competitiveness: il punto sull Italia Ottobre 2014 Area Research & IR Key points Tra il 2002 ed il 2012 la crescita dell economia italiana subisce una brusca battuta di arresto,

Dettagli

Il mondo finanziario: scenari e prospettive

Il mondo finanziario: scenari e prospettive Il mondo finanziario: scenari e prospettive Siena, ottobre 2013 Area Research & Investor Relations La finanziarizzazione dell economia: i mercati azionari Stocks traded (valore in % del Pil) Il valore

Dettagli

Lo scenario competitivo delle carte di pagamento e l evoluzione del mercato

Lo scenario competitivo delle carte di pagamento e l evoluzione del mercato 15 Giugno 2010 Lo scenario competitivo delle carte di pagamento e l evoluzione del mercato Area Pianificazione Strategica, Research & IR Indice Executive Summary 3 Il mercato delle carte in Italia nell

Dettagli

Weekly Corporate & Financial Monitor

Weekly Corporate & Financial Monitor 30 Ottobre 2012 Weekly Corporate & Financial Monitor Area Pianificazione Strategica, Research & IR Weekly Rating Actions Le principali rating action dell ultima settimana: Settore Finanziario: BNP PARIBAS:

Dettagli

Weekly Corporate & Financial Monitor

Weekly Corporate & Financial Monitor 23 Luglio 2013 Weekly Corporate & Financial Monitor Area Pianificazione Strategica e Investor Relations Weekly Rating Actions Le principali rating action dell ultima settimana: Settore Finanziario: DETROIT:

Dettagli

Toscana: l eredità della crisi e la ripresa economica. Le prospettive alla luce delle indicazioni fornite dalla Rete

Toscana: l eredità della crisi e la ripresa economica. Le prospettive alla luce delle indicazioni fornite dalla Rete : l eredità della crisi e la ripresa economica. Le prospettive alla luce delle indicazioni fornite dalla Rete Novembre 215 Executive summary Sebbene all interno di uno scenario internazionale con downside

Dettagli

Nanofibre Un area con grandi prospettive di sviluppo nei materiali tecnologici innovativi. Siena, agosto 2014 Area Research & Investor relations

Nanofibre Un area con grandi prospettive di sviluppo nei materiali tecnologici innovativi. Siena, agosto 2014 Area Research & Investor relations Nanofibre Un area con grandi prospettive di sviluppo nei materiali tecnologici innovativi Siena, agosto 2014 Area Research & Investor relations Bullett Points Quella delle nanofibre è un area tecnologica

Dettagli

Forum Montepaschi sul vino Italiano Una ricchezza italiana da valorizzare e promuovere.

Forum Montepaschi sul vino Italiano Una ricchezza italiana da valorizzare e promuovere. Forum Montepaschi sul vino Italiano Una ricchezza italiana da valorizzare e promuovere. In collaborazione con MPS Wine Index Siena, 24 novembre 2012 In collaborazione con pag. 2 Indice di prezzo del vino:

Dettagli

Energy & commodities. Analisi tecnica dei principali future del gas 3. Analisi tecnica dei principali future del petrolio 4

Energy & commodities. Analisi tecnica dei principali future del gas 3. Analisi tecnica dei principali future del petrolio 4 1 Anno 12 22/04/2013 (112/17) bis Registrazione al Tribunale di Roma n.521/2002 del 03/09/2002 Energy & commodities Direttore: Fabrizio Spagna Commodities indexes 2 Gas Petrolio Analisi tecnica dei principali

Dettagli

Settembre 2012 È l ora di investire

Settembre 2012 È l ora di investire Settembre 2012 È l ora di investire Area Pianificazione Strategica, Research & IR Premessa e nota metodologica del report La presente indagine sull investimento in orologi preziosi ha come obiettivo principale

Dettagli

Weekly Corporate & Financial Monitor

Weekly Corporate & Financial Monitor 23 Ottobre 2012 Weekly Corporate & Financial Monitor Area Pianificazione Strategica, Research & IR Weekly Rating Actions Le principali rating action dell ultima settimana: Settore Finanziario: MONTE DEI

Dettagli

Analisi dei Fondi Behavioral Come usare la psicologia per battere il mercato

Analisi dei Fondi Behavioral Come usare la psicologia per battere il mercato Analisi dei Fondi Behavioral Come usare la psicologia per battere il mercato Agenda Introduzione alla Finanza Comportamentale Il campione di riferimento Le strategie adottate dai Fondi Behavioral Risultati

Dettagli

a cura dell Ufficio Informazione Economica e Statistica Maggio 2015

a cura dell Ufficio Informazione Economica e Statistica Maggio 2015 a cura dell Ufficio Informazione Economica e Statistica Maggio 2015 Totale indice 130 110 90 70 60 2009 mag set Ufficio Informazione Economica e Statistica Indice 2010 = 1 Energy-No energy 160 140 Energy

Dettagli

Lazio: sulla ripresa economica, la spinta del Giubileo.

Lazio: sulla ripresa economica, la spinta del Giubileo. : sulla ripresa economica, la spinta del Giubileo. Dicembre 215 Executive summary Sebbene all interno di uno scenario internazionale con downside risks crescenti (tra cui raffreddamento delle emerging

Dettagli

Petrolio al massimo del 2015 20 aprile 2015

Petrolio al massimo del 2015 20 aprile 2015 P al massimo del 2015 20 aprile 2015 La scorsa settimana l indice generale GSCI ER (4,2) è salito fortemente, tornando al massimo da quasi 2 mesi, grazie al forte recupero delle quotazioni petrolifere.

Dettagli

Ancora vendite sulle materie prime

Ancora vendite sulle materie prime Ancora vendite sulle materie prime L indice generale GSCI ER (-2,1) ha chiuso in calo per la quinta settimana consecutiva aggiornando i minimi dal 1999 con ribassi generalizzati ad eccezione dei preziosi.

Dettagli

Investimenti Finanziari ETC REPORT MENSILE DI ANALISI QUANTITATIVA DEGLI STRUMENTI ETC NEGOZIATI SU BORSAITALIANA NOVEMBRE 2011

Investimenti Finanziari ETC REPORT MENSILE DI ANALISI QUANTITATIVA DEGLI STRUMENTI ETC NEGOZIATI SU BORSAITALIANA NOVEMBRE 2011 Investimenti Finanziari ETC REPORT MENSILE DI ANALISI QUANTITATIVA DEGLI STRUMENTI ETC NEGOZIATI SU BORSAITALIANA NOVEMBRE 2011 ETC è un mensile informativo appositamente studiato per consulenti e promotori

Dettagli

Veneto: l attuale contesto economico

Veneto: l attuale contesto economico Veneto: l attuale contesto economico Siena, febbraio 2014 Area Pianificazione Strategica & IR Agenda Keypoints pag.3 Lo scenario nazionale ed internazionale pag.5 Il contesto economico regionale ed il

Dettagli

Il mercato dei capitali in Italia: un opportunità per investitori e imprese

Il mercato dei capitali in Italia: un opportunità per investitori e imprese Il mercato dei capitali in Italia: un opportunità per investitori e imprese Milano, gennaio 2015 Area Research & IR Key points Le due recessioni che si sono susseguite negli ultimi cinque anni hanno avuto

Dettagli

-20.2% -24.8% Migliori -29.5% -31.3% -34.1%

-20.2% -24.8% Migliori -29.5% -31.3% -34.1% Speculatori Mirko. più ottimisti sui preziosi Ancora un altra settimana in forte calo per l indice generale GSCI ER (-3,3) con tutti i settori negativi nonostante siano arrivate indicazioni verso una politica

Dettagli

-13.9% -17.7% -20.9% Migliori -28.3% -30.0% -30.9%

-13.9% -17.7% -20.9% Migliori -28.3% -30.0% -30.9% P Mirko. maglia nera delle commodity Settimana negativa per l indice generale GSCI ER (-3,1) penalizzato dalle vendite sul comparto energia. In calo anche gli altri settori ad eccezione dei metalli preziosi.

Dettagli

Benchmark Certificates ABN AMRO su Commodity.

Benchmark Certificates ABN AMRO su Commodity. Benchmark Certificates ABN AMRO su Commodity. Benchmark Certificates ABN AMRO su Commodity. 4 Come funzionano i Benchmark Certificates ABN AMRO su Commodity. 5 Benchmark Quanto Certificates ABN AMRO su

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro

Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro Quaderni Statistici e Informativi ISSN 1974-6822 Quaderno dei Prezzi N 8 - Dicembre 2009 Quaderni Statistici e Informativi La collana Quaderni

Dettagli

Weekly Corporate & Financial Monitor

Weekly Corporate & Financial Monitor 12 Aprile 2011 Weekly Corporate & Financial Monitor Area Pianificazione Strategica, Research & IR I Corporate CDS 5 anni America ed Europa sotto osservazione Settimana decisamente positiva per i prezzi

Dettagli

IL MERCATO ELETTRICO:STRUTTURA, MECCANISMI E FORMAZIONE DEL PREZZO DELL ENERGIA ELETTRICA

IL MERCATO ELETTRICO:STRUTTURA, MECCANISMI E FORMAZIONE DEL PREZZO DELL ENERGIA ELETTRICA IL MERCATO ELETTRICO:STRUTTURA, MECCANISMI E FORMAZIONE DEL PREZZO DELL ENERGIA ELETTRICA I Mercati Finanziari dell Energia FRANCESCO BERTUSI Università degli Studi di Ferrara, 29 Giugno 2011 COMMODITY

Dettagli

Sommario. Il commento. Metalli e Leghe Variazioni settimanali dei prezzi in Euro

Sommario. Il commento. Metalli e Leghe Variazioni settimanali dei prezzi in Euro Metal Planning offre alle imprese una consulenza specializzata sul mercato dei metalli ferrosi e non ferrosi a supporto delle funzioni aziendali che si occupano degli approvvigionamenti delle materie prime

Dettagli

Weekly Corporate & Financial. Monitor

Weekly Corporate & Financial. Monitor 11 Marzo 2014 Weekly Corporate & Financial Area Research e Investor Relations Monitor Weekly Rating Actions Le principali rating action dell ultima settimana: Settore Finanziario: ING U.S.A.: Confermato

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Garante per la sorveglianza dei prezzi Senato della Repubblica X Commissione Permanente Industria, Commercio, Turismo Indagine conoscitiva sulla dinamica dei prezzi della

Dettagli

CONGIUNTURA AREA PELLE 2015 I TRIMESTRE SINTESI. Servizio Economico. Dati e commenti provengono da un campione e pertanto hanno un valore relativo

CONGIUNTURA AREA PELLE 2015 I TRIMESTRE SINTESI. Servizio Economico. Dati e commenti provengono da un campione e pertanto hanno un valore relativo CONGIUNTURA AREA PELLE Servizio Economico 2015 I TRIMESTRE Dati e commenti provengono da un campione e pertanto hanno un valore relativo SINTESI MATERIA PRIMA PREZZI L andamento dei listini nel primo trimestre

Dettagli

AZ Commodity Trading. luglio 2012. Prima dell adesione leggere il prospetto informativo Settembre 2012

AZ Commodity Trading. luglio 2012. Prima dell adesione leggere il prospetto informativo Settembre 2012 AZ Commodity Trading luglio 2012 Prima dell adesione leggere il prospetto informativo Settembre 2012 1 A CHI SI RIVOLGE PER CHI VUOLE COGLIERE LE OPPORTUNITA DEL MERCATO DELLE COMMODITY CON L OBIETTIVO

Dettagli

Investire in Commodities CAPITAL

Investire in Commodities CAPITAL K Investire in Commodities CAPITAL Investire in Commodities Materie prime: cosa, come e chi Una commodity può essere definita come tutto quello che viene prodotto o estratto dalla terra e che viene trattato

Dettagli

LA DOMANDA DI ENERGIA IN ITALIA

LA DOMANDA DI ENERGIA IN ITALIA Studi economici ed energetici LA DOMANDA DI ENERGIA IN ITALIA NEL PRIMO SEMESTRE 2005 Roma, settembre 2005 1. Commento 2. Consumi di energia in fonti primarie (composizione %) 3. Emissioni di CO 2 4. Equazione

Dettagli

Sommario. Il commento. Metalli e Leghe Variazioni settimanali dei prezzi in Euro

Sommario. Il commento. Metalli e Leghe Variazioni settimanali dei prezzi in Euro Metal Planning offre alle imprese una consulenza specializzata sul mercato dei metalli ferrosi e non ferrosi a supporto delle funzioni aziendali che si occupano degli approvvigionamenti delle materie prime

Dettagli

Certificates Multigeo 100 Plus. Dalla Terra risorse che danno nuovo respiro ai tuoi investimenti.

Certificates Multigeo 100 Plus. Dalla Terra risorse che danno nuovo respiro ai tuoi investimenti. Certificates Multigeo 100 Plus Dalla Terra risorse che danno nuovo respiro ai tuoi investimenti. Dalla Terra risorse che danno nuovo respiro ai tuoi investimenti. Multigeo 100 Plus è un certificate che

Dettagli

Sommario. Il commento. Metalli e Leghe Variazioni settimanali dei prezzi in Euro

Sommario. Il commento. Metalli e Leghe Variazioni settimanali dei prezzi in Euro Metal Planning offre alle imprese una consulenza specializzata sul mercato dei metalli ferrosi e non ferrosi a supporto delle funzioni aziendali che si occupano degli approvvigionamenti delle materie prime

Dettagli

Decisioni di investimento ed esperienze passate

Decisioni di investimento ed esperienze passate Mauro Giangrande Decisioni di investimento ed esperienze passate Con la partecipazione di: Silvia Turconi Angelo Ciavarella Catania 29 giugno Bologna 09 luglio Roma 14 settembre Decisioni di investimento

Dettagli

Indice 1 del costo d acquisto in euro delle materie prime CCIAA di Milano Ref.

Indice 1 del costo d acquisto in euro delle materie prime CCIAA di Milano Ref. Indice 1 del costo d acquisto in euro delle materie prime CCIAA di Milano Ref. Nel corso del quarto trimestre 2011, l indice generale del costo di acquisto in euro delle materie prime CCIAA di Milano Ref.

Dettagli

Grana Padano e Parmigiano Reggiano Dal mercato mondiale del formaggio al prodotto DOP, un comparto italiano di grande valore

Grana Padano e Parmigiano Reggiano Dal mercato mondiale del formaggio al prodotto DOP, un comparto italiano di grande valore Grana Padano e Parmigiano Reggiano Dal mercato mondiale del formaggio al prodotto DOP, un comparto italiano di grande valore Mantova, 23giugno 2014 Area Research & Investor relations Bullett Points Negli

Dettagli

DIVISIONE FINANZA E WEALTH MANAGEMENT La settimana delle Commodities

DIVISIONE FINANZA E WEALTH MANAGEMENT La settimana delle Commodities La settimana delle Commodities Price %Weekly %YTD High 52week Low 52week Vola30d Rsi 14d Mov Avg 100d Mov Avg 200d CRB 196.72 0.01% -14.45% 284.68 185.13 25.19 48 214.32 220.40 ex-energy 215.12 1.62% -11.81%

Dettagli

Sommario. Il commento. Metalli e Leghe Variazioni settimanali dei prezzi in Euro

Sommario. Il commento. Metalli e Leghe Variazioni settimanali dei prezzi in Euro Metal Planning offre alle imprese una consulenza specializzata sul mercato dei metalli ferrosi e non ferrosi a supporto delle funzioni aziendali che si occupano degli approvvigionamenti delle materie prime

Dettagli

I NUMERI DELLA NAUTICA

I NUMERI DELLA NAUTICA I NUMERI DELLA NAUTICA i principali distretti industriali italiani Giuseppe Alfano Servizio Research & Investor Relations Banca Monte dei Paschi di Siena Indice Key Points 3 I Distretti analizzati 5 La

Dettagli

Weekly Corporate & Financial Monitor

Weekly Corporate & Financial Monitor 17 Maggio 2011 Weekly Corporate & Financial Monitor Area Pianificazione Strategica, Research & IR Weekly Rating Actions Le principali rating action dell ultima settimana: Settore Finanziario: BANCA POPOLARE

Dettagli

Investire in Commodities con Certificati ed ETC

Investire in Commodities con Certificati ed ETC Napoli, 23 Novembre 2011 Investire in Commodities con Certificati ed ETC Mauro Giangrande, Head of db-x financial products Italy 1 Sommario Il mercato delle commodities Certificati di investimento Exchange

Dettagli

Sommario. Il commento. Metalli e Leghe Variazioni settimanali dei prezzi in Euro

Sommario. Il commento. Metalli e Leghe Variazioni settimanali dei prezzi in Euro Metal Planning offre alle imprese una consulenza specializzata sul mercato dei metalli ferrosi e non ferrosi a supporto delle funzioni aziendali che si occupano degli approvvigionamenti delle materie prime

Dettagli

Sommario. Il commento. Metalli e Leghe Variazioni dei prezzi in Euro dal 18/12/15

Sommario. Il commento. Metalli e Leghe Variazioni dei prezzi in Euro dal 18/12/15 Metal Planning offre alle imprese una consulenza specializzata sul mercato dei metalli ferrosi e non ferrosi a supporto delle funzioni aziendali che si occupano degli approvvigionamenti delle materie prime

Dettagli

Il settore Vitivinicolo italiano, focus sul Friuli Venezia Giulia. ConsumerLab Codroipo 2016

Il settore Vitivinicolo italiano, focus sul Friuli Venezia Giulia. ConsumerLab Codroipo 2016 Il settore Vitivinicolo italiano, focus sul Friuli Venezia Giulia ConsumerLab Codroipo 2016 www.mps.it, Area Research & Investor Relations Siena Maggio 2016 Key points La superfice totale vitata mondiale

Dettagli

Gennaio 2014. Osservatorio Fertilizzanti

Gennaio 2014. Osservatorio Fertilizzanti Gennaio 2014 Osservatorio Fertilizzanti Frisio D. G., Casati D., Ferrazzi G. Osservatorio Economico Colture Vegetali - Dipartimento di Economia Management e Metodi Quantitativi - Università degli Studi

Dettagli

ETC. Exchange Traded Commodities: un nuovo modo di investire in materie prime

ETC. Exchange Traded Commodities: un nuovo modo di investire in materie prime ETC Exchange Traded Commodities: un nuovo modo di investire in materie prime Negoziati in Borsa come un azione, gli ETC replicano passivamente le performance della materia prima o degli indici di materie

Dettagli

Scenari petroliferi ed energetici

Scenari petroliferi ed energetici Confindustria Siracusa Scenari petroliferi ed energetici A cura dell Area comunicazione ed organizzazione Ufficio studi e statistiche Elaborazione su dati dell Unione Petrolifera IL MERCATO PETROLIFERO

Dettagli

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE (febbraio 2015) Il ciclo internazionale, l area euro ed i riflessi sul mercato interno Il ciclo economico internazionale presenta segnali favorevoli che si accompagnano

Dettagli

Sommario. Il commento. Metalli e Leghe Variazioni settimanali dei prezzi in Euro

Sommario. Il commento. Metalli e Leghe Variazioni settimanali dei prezzi in Euro Metal Planning offre alle imprese una consulenza specializzata sul mercato dei metalli ferrosi e non ferrosi a supporto delle funzioni aziendali che si occupano degli approvvigionamenti delle materie prime

Dettagli

Morning Call 6 AGOSTO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: negli Usa l Ism dei servizi sopra i 60 punti ai massimi dal 2005

Morning Call 6 AGOSTO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: negli Usa l Ism dei servizi sopra i 60 punti ai massimi dal 2005 Morning Call 6 AGOSTO 2015 Sotto i riflettori Ism non manifatturiero: andamento I temi del giorno Macro: negli Usa l Ism dei servizi sopra i 60 punti ai massimi dal 2005 Rendimenti in rialzo, Bund a 10

Dettagli

Commento di fine anno

Commento di fine anno Commento di fine anno Si è concluso il primo decennio del primo secolo del terzo millennio. Che anno è stato per i metalli non ferrosi? E come sarà quello che sta per entrare? Come più in generale si può

Dettagli

Energie rinnovabili: il fotovoltaico

Energie rinnovabili: il fotovoltaico Ottobre 2011 Energie rinnovabili: il fotovoltaico Area Pianificazione strategica, Research & Investor Relations Indice Key points pag. 3 Energie rinnovabili e fotovoltaico (contesto di riferimento) pag.

Dettagli

Analisi fondamentale dei mercati. Lezione 1

Analisi fondamentale dei mercati. Lezione 1 Analisi fondamentale dei mercati Lezione 1 Definizione di commodity Il termine commodity indica ogni materiale di base (prodotti agricoli, minerari, energetici, ecc.) con caratteristiche di elevata standardizzazione

Dettagli

Analisi dell andamento congiunturale del mercato del credito in Italia e in Emilia-Romagna

Analisi dell andamento congiunturale del mercato del credito in Italia e in Emilia-Romagna Analisi dell andamento congiunturale del mercato del credito in Italia e in Emilia-Romagna Servizio Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo 15 giugno 2 Italia Marzo 2 ha convalidato il leggero miglioramento

Dettagli

Outlook trimestrale del Centro Studi AIB su euro/dollaro, Brent e metalli industriali Gennaio marzo 2015

Outlook trimestrale del Centro Studi AIB su euro/dollaro, Brent e metalli industriali Gennaio marzo 2015 Outlook trimestrale del Centro Studi AIB su euro/dollaro, Brent e metalli industriali Gennaio marzo 2015 Euro/dollaro Le dinamiche divergenti delle politiche monetarie di FED e BCE hanno portato nei primi

Dettagli

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO Ufficio Comunicazione&Studi Confartigianato del Veneto ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO INDAGINE CONGIUNTURALE ANDAMENTO 2 SEMESTRE 2010 PREVISIONE 1 SEMESTRE 2011 In collaborazione con INDAGINE

Dettagli

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

Presentazione... 3. In sintesi... 4. Confronto con l Europa...5. Le tariffe dei pacchetti vacanza...7. I prezzi più caldi e più freddi...

Presentazione... 3. In sintesi... 4. Confronto con l Europa...5. Le tariffe dei pacchetti vacanza...7. I prezzi più caldi e più freddi... Indice Presentazione............................................................. 3 In sintesi................................................................. 4 Confronto con l Europa......................................................5

Dettagli

Morning Call 6 FEBBRAIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Le previsioni della Commissione Ue: Pil Italia al +0,6% nel 2015, +1,3% nel 2016

Morning Call 6 FEBBRAIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Le previsioni della Commissione Ue: Pil Italia al +0,6% nel 2015, +1,3% nel 2016 Morning Call 6 FEBBRAIO 2015 Sotto i riflettori Spread Btp/Bund a 10 anni: andamento I temi del giorno Le previsioni della Commissione Ue: Pil Italia al +0,6% nel 2015, +1,3% nel 2016 L analisi dei mercati

Dettagli

Sommario. Il commento. Metalli e Leghe Variazioni settimanali dei prezzi in Euro

Sommario. Il commento. Metalli e Leghe Variazioni settimanali dei prezzi in Euro Metal Planning offre alle imprese una consulenza specializzata sul mercato dei metalli ferrosi e non ferrosi a supporto delle funzioni aziendali che si occupano degli approvvigionamenti delle materie prime

Dettagli

Dicembre 2008 Il Mercato dei dei Mutui Bancari Bancari Area Research Research, Intelligence & Investor Relations

Dicembre 2008 Il Mercato dei dei Mutui Bancari Bancari Area Research Research, Intelligence & Investor Relations Dicembre 2008 Il Mercato dei Mutui Bancari Area Research, Intelligence & Investor Relations Indice pag. 2 Sintesi e prospettive Il rallentamento del mercato immobiliare italiano si è accentuato nel secondo

Dettagli

Febbraio 2009 Numero 1. Art Market Report. Area Research, Intelligence & Investor Relations

Febbraio 2009 Numero 1. Art Market Report. Area Research, Intelligence & Investor Relations Febbraio 2009 Numero 1 Art Market Report Area Research, Intelligence & Investor Relations Premessa metodologica e obiettivi Lo scopo di questo report è quello di individuare l andamento del mercato dell

Dettagli

Il mercato dei fondi comuni e delle gestioni patrimoniali

Il mercato dei fondi comuni e delle gestioni patrimoniali Aprile 2009 Il mercato dei fondi comuni e delle gestioni patrimoniali Area Research, Intelligence & Investor Relations Indice Avvertenza Sintesi e prospettive Il posizionamento italiano nel contesto europeo/internazionale

Dettagli

4 dicembre 2015. Petrolio: quotazioni della qualità Brent

4 dicembre 2015. Petrolio: quotazioni della qualità Brent Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

Il termalismo in Italia

Il termalismo in Italia Il termalismo in Italia Siena, agosto 2014 Area Pianificazione Strategica & IR 1 Key points Secondo i dati dell OMT (Organizzazione Mondiale del Turismo) 2013 il turismo internazionale ha registrato un

Dettagli

Variazione delle nuove immatricolazioni di auto e veicoli commerciali leggeri tra il 2007 e il 2013

Variazione delle nuove immatricolazioni di auto e veicoli commerciali leggeri tra il 2007 e il 2013 Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

COMMERCIO CON L ESTERO

COMMERCIO CON L ESTERO 17 novembre 014 Settembre 014 COMMERCIO CON L ESTERO Rispetto al mese precedente, a settembre 014 si rileva un aumento sia delle esportazioni (+1,5%) sia delle importazioni (+1,6%). L aumento congiunturale

Dettagli

Le quotazioni dei metalli ferrosi e non ferrosi sul mercato nazionale e internazionale

Le quotazioni dei metalli ferrosi e non ferrosi sul mercato nazionale e internazionale Indice del costo d'acquisto delle commodities per le imprese industriali Approfondimento Le quotazioni dei metalli ferrosi e non ferrosi sul mercato nazionale e internazionale a cura dell Ufficio Informazione

Dettagli

set-07 mag-08 mag-07 gen-08 gen-07 2. Il mercato mondiale dei cereali nel medio periodo

set-07 mag-08 mag-07 gen-08 gen-07 2. Il mercato mondiale dei cereali nel medio periodo Marzo 2011 1. Introduzione... 1 2. Il mercato mondiale dei cereali nel medio periodo... 1 3. Le recenti dinamiche internazionali... 3 4. I riflessi sul mercato nazionale... 5 5. Uno scenario possibile

Dettagli

MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE. Dipartimento del Tesoro. Direzione I. Ufficio V - Prezzi e regolamentazione L ANDAMENTO DEI PREZZI

MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE. Dipartimento del Tesoro. Direzione I. Ufficio V - Prezzi e regolamentazione L ANDAMENTO DEI PREZZI MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE Dipartimento del Tesoro Direzione I Ufficio V - Prezzi e regolamentazione L ANDAMENTO DEI PREZZI 9 140 7 90 5 3 40 1-10 -1-60 -3 Novembre 2005 (Sito Internet: www.dt.tesoro.it/aree-docum/analisi-pr/analisi-ma/index.htm)

Dettagli

Newsletter n. 58 Dicembre 2015

Newsletter n. 58 Dicembre 2015 Newsletter n. 58 Dicembre 2015 In evidenza Non sempre il detto poche nuove, buone nuove si dimostra corretto! Questo almeno sembra essere smentito per quanto riguarda il trend di fondo dei mercati futures

Dettagli

Sommario. Il commento. Metalli e Leghe Variazioni dal 19/12/14 dei prezzi in Euro

Sommario. Il commento. Metalli e Leghe Variazioni dal 19/12/14 dei prezzi in Euro Metal Planning offre alle imprese una consulenza specializzata sul mercato dei metalli ferrosi e non ferrosi a supporto delle funzioni aziendali che si occupano degli approvvigionamenti delle materie prime

Dettagli

Morning Call 13 NOVEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: oggi i dati del Pil in Francia, Germania, Italia ed Area euro

Morning Call 13 NOVEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: oggi i dati del Pil in Francia, Germania, Italia ed Area euro Morning Call 13 NOVEMBRE 2015 Sotto i riflettori Rendimento del benchmark tedesco a 2 anni: andamento I temi del giorno L analisi dei mercati Macro: oggi i dati del Pil in Francia, Germania, Italia ed

Dettagli

CCIAA di Milano Ref.

CCIAA di Milano Ref. Indice 1 del costo d acquisto in euro delle materie prime CCIAA di Milano Ref. Nel corso del terzo trimestre 2011, l indice generale del costo di acquisto delle materie prime CCIAA Milano - Ref. si attesta

Dettagli