D.G.R. n del 31/07/2012 e D.D.R. n. 87 del 28/08/2012 Linee guida regionali per l applicazione al settore della piscicoltura del DM 03/08/2011

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "D.G.R. n del 31/07/2012 e D.D.R. n. 87 del 28/08/2012 Linee guida regionali per l applicazione al settore della piscicoltura del DM 03/08/2011"

Transcript

1 D.G.R. n del 31/07/2012 e D.D.R. n. 87 del 28/08/2012 Linee guida regionali per l applicazione al settore della piscicoltura del DM 03/08/2011 a) Modulistica D.D.R. n. 87 del 28/08/2012 Allegati A1, A2, A3 b) Richiesta autorizzazione strutture c) Registro aziendale Verona, 26 ottobre 2012 Laura Bortolotti - Modulistica e censimento strutture 1/20

2 registrazione strutture = censimento Decreto Legislativo 4 agosto 2008, n. 148 Articolo 5 I servizi Veterinari.. registrano nella Banca Dati... tutte le imprese di acquacoltura insistenti sul territorio nazionale. Decreto 8 luglio 2010, disposizioni per la gestione dell'anagrafe delle imprese di acquacoltura che si basa: a)sulle dichiarazioni del proprietario o della persona da lui delegata; b)sull'assegnazione di un codice identificativo univoco ad ogni azienda di acquacoltura; c)sulla registrazione dei dati nella BDN (BDR) Verona, 26 ottobre 2012 Laura Bortolotti - Modulistica e censimento strutture 2/20

3 tipologia struttura Allevamento; Valle da pesca tradizionale: valli da pesca in bacini naturali o seminaturali, se presente una parte di allevamento va indicato; Laghetto sportivo; Impianto per sosta temporanea: strutture con finalità di commercio; Impianto per quarantena: nel caso di impianti autorizzati specificamente; Impianto Sperimentale: nel caso di impianto autorizzato ai sensi della normativa vigente; Incubatoio: trattasi di struttura a sé stante che effettua esclusiva attività di incubatoio. Verona, 26 ottobre 2012 Laura Bortolotti - Modulistica e censimento strutture 3/20

4 Decreto n.87 del 28/08/2012 ALLEGATO A1 X Verona, 26 ottobre 2012 Laura Bortolotti - Modulistica e censimento strutture 4/20

5 Decreto n.87 del 28/08/2012 ALLEGATO A1- quadro E AUTORIZZAZIONE IMPRESA NB compilare anche il quadro A con i dati relativi al richiedente, all impresa, al codice aziendale ed eventualmente il quadro C Verona, 26 ottobre 2012 Laura Bortolotti - Modulistica e censimento strutture 5/20

6 quadro E laureato responsabile quadro E registro aziendale (ai fini sanitari) Verona, 26 ottobre 2012 Laura Bortolotti - Modulistica e censimento strutture 6/20

7 DM 8 luglio 2010 capitolo 9 A garanzia della tracciabilità degli animali, ogni impresa di acquacoltura è tenuta a conservare un registro di carico e di scarico che può essere tenuto su supporto cartaceo in formato elettronico, con un applicativo gestionale aziendale direttamente in BDR/BDN deve consentire la stampa ad ogni richiesta dell Autorità Competente. Verona, 26 ottobre 2012 Laura Bortolotti - Modulistica e censimento strutture 7/20

8 non hanno obbligo di registro ai fini sanitari Allegato - A DGRV 1525/2012: conservano semplicemente la documentazione di scorta le valli da pesca di tipo tradizionale; le imprese di acquacoltura che commercializzano animali soltanto per il consumo umano, con fornitura diretta di piccoli quantitativi di prodotti della pesca i laghetti di pesca sportiva non direttamente connessi al sistema idrico territoriale; Allegato A - DM 03/08/2011 i laghetti di pesca sportiva annessi ad un allevamento gli stabilimenti connessi ad un allevamento Verona, 26 ottobre 2012 Laura Bortolotti - Modulistica e censimento strutture 8/20

9 Decreto n.87 del 28/08/2012 ALLEGATO A1 OGGETTO RICHIESTA QUADRO A DATI richiedente TIPO RICHIESTA nuovo sito nuova impresa QUADRO B sito produttivo Verona, 26 ottobre 2012 Laura Bortolotti - Modulistica e censimento strutture 9/20

10 quadro A - richiesta X X Verona, 26 ottobre 2012 Laura Bortolotti - Modulistica e censimento strutture 10/20

11 quadro B sito produttivo X X Verona, 26 ottobre 2012 Laura Bortolotti - Modulistica e censimento strutture 11/20

12 Decreto n.87 del 28/08/2012 ALLEGATO A1 QUADRO C responsabile dell impresa QUADRO D vanno indicate le caratteristiche dell impresa 1.Tipologia struttura 2.Tipologia produttiva DATI IMPIANTO Verona, 26 ottobre 2012 Laura Bortolotti - Modulistica e censimento strutture 12/20

13 caratteristiche territoriali Verona, 26 ottobre 2012 Laura Bortolotti - Modulistica e censimento strutture 13/20

14 caratteristiche impianto Sistema a ricircolo Presenza di incubatoio Presenza di avannotteria Vasche 1. cemento 2. vetroresina 3. terra (artificiali) 4. altro materiale Gabbie Bacini (naturali) Verona, 26 ottobre 2012 Laura Bortolotti - Modulistica e censimento strutture 14/20

15 specie allevate/presenti Verona, 26 ottobre 2012 Laura Bortolotti - Modulistica e censimento strutture 15/20

16 variazione dati impresa Il proprietario dell'impresa o la persona da esso delegata: comunica con apposito modulo al SV ogni variazione relativa ai dati anagrafici riguardanti la propria impresa entro 7 giorni (Decreto 8 luglio Art.5 e capitolo 11). Il Servizio Veterinario: verifica la completezza e correttezza dei dati; protocolla il modulo e ne consegna copia al proprietario; aggiorna le informazioni in BDN (BDR) entro 5 giorni lavorativi. Verona, 26 ottobre 2012 Laura Bortolotti - Modulistica e censimento strutture 16/20

17 cessazione attività Il proprietario dell'impresa o la persona da esso delegata: comunica con apposito modulo al SV la cessazione dell attività della propria impresa entro 7 giorni (Decreto 8 luglio Art.5 e capitolo 11.1). Il Servizio Veterinario: verifica la completezza e correttezza dei dati; protocolla il modulo e ne consegna copia al proprietario; aggiorna le informazioni in BDN (BDR) entro 5 giorni lavorativi. Verona, 26 ottobre 2012 Laura Bortolotti - Modulistica e censimento strutture 17/20

18 quadro C - responsabile dell impresa Da compilare solo se diverso dal richiedente di cui al QUADRO A Responsabile = detentore degli animali = persona fisica o giuridica delegata dal proprietario e responsabile del rispetto delle disposizioni del D.l.vo 148 presenta la domanda di autorizzazione; aggiorna il registro aziendale; comunica le movimentazioni;. Verona, 26 ottobre 2012 Laura Bortolotti - Modulistica e censimento strutture 18/20

19 DEROGA ALL OBBLIGO DI AUTORIZZAZIONE Si applica tenendo conto delle caratteristiche dell impianto. Possono essere esentati dall autorizzazione: gli impianti diversi dalle imprese di acquacoltura in cui gli animali acquatici sono tenuti non a scopi di immissione sul mercato; i laghetti di pesca sportiva non direttamente connessi al sistema idrico territoriale; le imprese di acquacoltura che commercializzano animali soltanto per il consumo umano, con fornitura diretta di piccoli quantitativi di prodotti della pesca le valli da pesca di tipo tradizionale animali acquatici ornamentali (negozi, grossisti, laghetti, acquari commerciali,..) se non direttamente connessi al sistema idrico territoriale o se dotati di sistema di trattamento reflui NON SONO OGGETTO DI AUTORIZZAZIONE gli stabilimenti di lavorazione prodotti della pesca registrati ai sensi Reg CE 853/2004 Verona, 26 ottobre 2012 Laura Bortolotti - Modulistica e censimento strutture 19/20

20 registrazione o registrazione+ autorizzazione? Tipologia struttura REG. AUT. valli da pesca di tipo tradizionale allevamenti convenzionali allevamenti con fornitura diretta di piccoli quantitativi strutture per gli ornamentali laghetti di pesca sportiva non direttamente connessi laghetti di pesca sportiva direttamente connessi impianto per sosta temporanea incubatoio impianto per quarantena impianto sperimentale x x x x x x x x x x x x x x x Verona, 26 ottobre 2012 Laura Bortolotti - Modulistica e censimento strutture 20/20

21 QUADRO D - tipologia produttiva Da compilare solo nel caso di tipologia di struttura Allevamento o Impianto sperimentale, indicare la tipologia produttiva (possono essere scelte più opzioni secondo le diverse attività svolte nella struttura): Riproduzione Preingrasso (Avannotteria) Ingrasso Hobby non selezionabile se la tipologia di struttura é Impianto sperimentale Verona, 26 ottobre 2012 Laura Bortolotti - Modulistica e censimento strutture 21/20

Applicazione sul territorio regionale delle linee guida per l autorizzazione sanitaria in piscicolturaai sensi D.M. 3/08/11

Applicazione sul territorio regionale delle linee guida per l autorizzazione sanitaria in piscicolturaai sensi D.M. 3/08/11 Applicazione sul territorio regionale delle linee guida per l autorizzazione sanitaria in piscicolturaai sensi D.M. 3/08/11 D.L.vo 148/2008 (recepimento della Direttiva UE 2006/88) Autorizzazione delle

Dettagli

Anagrafe delle aziende di acquacoltura: aspetti pratici

Anagrafe delle aziende di acquacoltura: aspetti pratici Gaetano Trevisi U.O. Attività Veterinarie A.U.S.L. FERRARA Anagrafe delle aziende di acquacoltura: aspetti pratici Imprese di acquacoltura: anagrafe e autorizzazione ai sensi della DGR 601/2013 Ferrara,

Dettagli

Il decreto D.lgs. 148/2008 ha voluto completare il quadro interno dal punto di vista della polizia sanitaria includendo nuove specie di animali, in

Il decreto D.lgs. 148/2008 ha voluto completare il quadro interno dal punto di vista della polizia sanitaria includendo nuove specie di animali, in Il decreto D.lgs. 148/2008 ha voluto completare il quadro interno dal punto di vista della polizia sanitaria includendo nuove specie di animali, in particolare marine, allevate dal settore dell acquacoltura

Dettagli

Compiti del responsabile dell impresa

Compiti del responsabile dell impresa Linee guida regionali per l applicazione nel settore della piscicoltura del D.M. 3/08/2011 Compiti del responsabile dell impresa 1. Presenta domanda di autorizzazione al Servizio Veterinario dell Az- A.U.L.S.S.

Dettagli

AUTORIZZAZIONE SANITARIA IMPRESE ACQUACOLTURA E STABILIMENTI DI LAVORAZIONE

AUTORIZZAZIONE SANITARIA IMPRESE ACQUACOLTURA E STABILIMENTI DI LAVORAZIONE Pagina 1 di 6 Rev. 0 1. SCOPO Definire le modalità e le responsabilità relative all delle imprese di acquacoltura e degli stabilimenti di lavorazione dei prodotti dell acquacoltura. 2. CAMPO DI APPLICAZIONE

Dettagli

Ruolo dei servizi veterinari Pubblici in acquacoltura

Ruolo dei servizi veterinari Pubblici in acquacoltura Ruolo dei servizi veterinari Pubblici in acquacoltura Normativa sanitaria in acquacoltura L Autorità competente per il controllo sull applicazione della norma Gli adempienti e le responsabilità dell operatore

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute Direzione generale della Sanità Animale e dei Farmaci Veterinari, Ufficio II La nuova anagrafe degli avicoli in attuazione del DM 13.11.2013 Principali novità rispetto al precedente

Dettagli

Linee guida applicative della normativa in acquacoltura

Linee guida applicative della normativa in acquacoltura Linee guida applicative della normativa in acquacoltura Manuela Dalla Pozza 1, Amedeo Manfrin 1, Andrea Maroni Ponti 2 1 Istituto Zooprofilattico Sper.le delle Venezie-CRN ittiopatologia 2 Ministero della

Dettagli

Nuova anagrafe zootecnica Avicoli I moduli web

Nuova anagrafe zootecnica Avicoli I moduli web Nuova anagrafe zootecnica Avicoli I moduli web Ministero della Salute Dipartimento della sanità pubblica veterinaria, della sicurezza alimentare e degli organi collegiali per la tutela della salute Ministero

Dettagli

L anagrafe suina e la banca dati nazionale, strumenti alla base della programmazione, attuazione e verifica di piani di sorveglianza

L anagrafe suina e la banca dati nazionale, strumenti alla base della programmazione, attuazione e verifica di piani di sorveglianza L anagrafe suina e la banca dati nazionale, strumenti alla base della programmazione, attuazione e verifica di piani di sorveglianza GAETANO TREVISI AZIENDA USL DI FERRARA Direttiva 92/102/CEE del Consiglio

Dettagli

(ModelloD3 ) Comunicazione variazione dati registrazione/autorizzazione impresa acquacoltura. Denominazione Struttura

(ModelloD3 ) Comunicazione variazione dati registrazione/autorizzazione impresa acquacoltura. Denominazione Struttura (ModelloD3 ) Comunicazione variazione dati registrazione/autorizzazione impresa acquacoltura All' UO Sanità Animale dell Azienda USL di Rimini Oggetto: Comunicazione di Codice aziendale: variazione dati

Dettagli

COME DEVE ESSERE TENUTO IL REGISTRO DI CARICO E SCARICO ai sensi D.Lgs. 148/08 art. 9 (Allegato A Decreto Ministeriale 3 agosto 2011)

COME DEVE ESSERE TENUTO IL REGISTRO DI CARICO E SCARICO ai sensi D.Lgs. 148/08 art. 9 (Allegato A Decreto Ministeriale 3 agosto 2011) NOTE ESPLICATIVE Il presente registro integrato è conforme alla lettera circolare del Ministero della Salute DGSA 0015496-P del 06.09.2011 ed alla nota dell Agenzia delle Entrate, Direzione Centrale Normativa,

Dettagli

Dipartimento di Prevenzione Servizio di Sanità Animale. L anagrafe zootecnica

Dipartimento di Prevenzione Servizio di Sanità Animale. L anagrafe zootecnica L anagrafe zootecnica Anagrafe Bovina A livello nazionale gli strumenti normativi sono principalmente legati al DPR n. 317/96 "regolamento recante norme per l'attuazione delle Direttiva 92/102/CEE relativa

Dettagli

Il sottoscritto nato a il. Indirizzo Comune prov. C a p telefono cell. fax. CF/P.IVA

Il sottoscritto nato a il. Indirizzo Comune prov. C a p telefono cell. fax. CF/P.IVA RICHIESTA DI: ATTRIBUZIONE VARIAZIONE INTEGRAZIONE DEL CODICE DI IDENTIFICAZIONE AZIENDALE ai sensi del D.P.R. 317/96 e s.m.i. e del D.Lgs 158/06 e s.m.i. Il sottoscritto _ nato a il Indirizzo Comune prov

Dettagli

Acquacoltura: aspetti applicativi del Decreto Legislativo 148/2008 Ferrara, 10 giugno Gaetano Trevisi A.U.S.L FERRARA

Acquacoltura: aspetti applicativi del Decreto Legislativo 148/2008 Ferrara, 10 giugno Gaetano Trevisi A.U.S.L FERRARA Acquacoltura: aspetti applicativi del Decreto Legislativo 148/2008 Ferrara, 10 giugno 2013 Gaetano Trevisi A.U.S.L FERRARA Art.5. Anagrafe informatizzata delle aziende di acquacoltura: -1. I Servizi veterinari

Dettagli

Decreto Ministeriale 27 marzo 2002

Decreto Ministeriale 27 marzo 2002 Per garantire un efficace sistema di rintracciabilità il Ministero delle politiche agricole e forestali, ha istituito un sistema di controllo con requisiti obbligatori di etichettatura riferiti ai prodotti

Dettagli

Anagrafe Ovi- Caprina Nota 3179 del Ministero del 26 gennaio 2010

Anagrafe Ovi- Caprina Nota 3179 del Ministero del 26 gennaio 2010 Anagrafe Ovi- Caprina Nota 3179 del Ministero del 26 gennaio 2010 Oggetto: anagrafe ovi-caprini identificazione elettronica Riprende il Reg. (CE) 1560/2007 (modifica del Reg. n. 21/2004) che stabilisce

Dettagli

PREMESSA. ANAGRAFE ZOOTECNICA Punti Cardine

PREMESSA. ANAGRAFE ZOOTECNICA Punti Cardine ANAGRAFE ZOOTECNICA Punti Cardine Blandino G. Settore Veterinario - A.U.S.L. n. 7 RAGUSA RIASSUNTO : L autore evidenzia gli scopi e le finalità dell anagrafe zootecnica con particolare riferimento all

Dettagli

Ambito della sperimentazione

Ambito della sperimentazione VETNEVE 2016 Sperimentazione: tracciabilità del farmaco veterinario attraverso l adozione della ricetta elettronica Ambito della sperimentazione La sperimentazione si propone di digitalizzare la gestione

Dettagli

SOC SANITA PUBBLICA VETERINARIA SANITA ANIMALE

SOC SANITA PUBBLICA VETERINARIA SANITA ANIMALE SOC SANITA PUBBLICA VETERINARIA SANITA ANIMALE MISSIONE: PRESENTAZIONE DELL UFFICIO ANAGRAFE VETERINARIA (Reg. CE n. 882/2004) L Ufficio Anagrafe Veterinaria (UAV) è un Equipe Professionale ed è equiparato

Dettagli

REGIONE ASL A) IDENTIFICAZIONE

REGIONE ASL A) IDENTIFICAZIONE Colore: Modello 4: IT del N. Modello 4 DICHIARAZIONE DI PROVENIENZA E DI DESTINAZIONE DEGLI ANIMALI (Mod. 4) DELLA SPECIE BOVINA/BUFALINA REGIONE ASL A) IDENTIFICAZIONE I n. capi riportati in allegato,

Dettagli

SSPV di RE CONTROLLO UFFICIALE IN ALLEVAMENTO DI OVINI E CAPRINI CHECK LIST ANAGRAFE

SSPV di RE CONTROLLO UFFICIALE IN ALLEVAMENTO DI OVINI E CAPRINI CHECK LIST ANAGRAFE Pag.1 di 10 LISTA DI RISCONTRO/ STATO DELLE REVISIONI - SERVIZIO VETERINARIO E IGIENE ALIMENTI REGIONE EMILIA ROMAGNA Rev. N. MOTIVAZIONE DELLA REVISIONE DATA 01 Aggiornamento normativo e Formattazione

Dettagli

SUAP DEL COMUNE DI LAZISE

SUAP DEL COMUNE DI LAZISE SUAP DEL COMUNE DI LAZISE Pratica n 02652070232-22072015-1538 CHIEDE Effettuazione della procedura di Valutazione di Impatto Ambientale (V.I.A.) di competenza provinciale Procedimento Valutazione di Impatto

Dettagli

2. Verifica della correttezza dei dati anagrafici dell azienda e degli allevamenti in essa presenti.

2. Verifica della correttezza dei dati anagrafici dell azienda e degli allevamenti in essa presenti. CHECK-LIST PER L ESECUZIONE DEI CONTROLLI SULL APPLICAZIONE DEL SISTEMA DI IDENTIFICAZIONE E REGISTRAZIONE DEGLI ANIMALI DELLA SPECIE OVINA E CAPRINA AI SENSI DEL REGOLAMENTO (CE) 21/2004 DEL CONSIGLIO

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI di concerto con IL MINISTRO DELLA SALUTE Modalità per l attuazione delle disposizioni

Dettagli

da PT0 nella BDN saranno apportate direttamente dal Servizio Veterinario della AUSL.

da PT0 nella BDN saranno apportate direttamente dal Servizio Veterinario della AUSL. ALLEGATO A Indicazioni tecniche e operative in attuazione delle Linee guida per l adozione dei Piani di controllo e per l assegnazione della qualifica sanitaria degli allevamenti nei confronti della Paratubercolosi

Dettagli

Circolare n. 054/10 Trieste, 30 aprile Farmacie delle province di Gorizia Pordenone Trieste Udine

Circolare n. 054/10 Trieste, 30 aprile Farmacie delle province di Gorizia Pordenone Trieste Udine FEDERFARMA FRIULI VENEZIA GIULIA UNIONE REGIONALE TITOLARI DI FARMACIA DEL FRIULI VENEZIA GIULIA Circolare n. 054/10 Trieste, 30 aprile 2010 Alle Farmacie delle province di Gorizia Pordenone Trieste Udine

Dettagli

Modello 4 informatizzato ATS della Valpadana Cremona

Modello 4 informatizzato ATS della Valpadana Cremona Modello 4 informatizzato ATS della Valpadana Cremona Normativa Ordinanza Ministro della Salute del 28 maggio 2015: «su tutto il territorio nazionale le movimentazioni degli animali, entro sei mesi dalla

Dettagli

REGISTRAZIONE DELLE AZIENDE E DEGLI ALLEVAMENTI L ORDINANZA MINISTERIALE

REGISTRAZIONE DELLE AZIENDE E DEGLI ALLEVAMENTI L ORDINANZA MINISTERIALE L ORDINANZA MINISTERIALE Nella Gazzetta Ufficiale dello scorso 16 giugno è stata pubblicata l Ordinanza Ministeriale del 12 aprile 2008 recante Norme concernenti l identificazione, la registrazione delle

Dettagli

Anagrafe avicola informatizzata

Anagrafe avicola informatizzata Anagrafe avicola informatizzata Bologna, 23 gennaio 2017 Enrica Martini - Azienda USL Bologna OBIETTIVI COSTRUIRE UN DENOMINATORE UFFICIALE STABILE E COMPLETO DI TUTTE LE INFORMAZIONI NECESSARIE PER

Dettagli

MANUALE PER IL CONTROLLO UFFICIALE PRESSO OPERATORE DEL SETTORE ALIMENTARE ALLEVAMENTO OVINO E CAPRINO

MANUALE PER IL CONTROLLO UFFICIALE PRESSO OPERATORE DEL SETTORE ALIMENTARE ALLEVAMENTO OVINO E CAPRINO DIPARTIMENTO DI SANITÀ PUBBLICA UNITÀ OPERATIVA ATTIVITÀ VETERINARIE DIRETTORE: DOTT.A CHIARA BERARDELLI MANUALE PER IL CONTROLLO UFFICIALE PRESSO OPERATORE DEL SETTORE ALIMENTARE ALLEVAMENTO OVINO E CAPRINO

Dettagli

Anagrafe Caprina e Ovina

Anagrafe Caprina e Ovina Anagrafe Caprina e Ovina Tutto quello che devono fare gli allevatori lombardi a partire dal mese di settembre 2008 www.agricoltura.regione.lombardia.it Sommario: Premessa 1 Registrazione dell allevamento

Dettagli

Anna Padovani, Servizio Veterinario e Igiene degli Alimenti RER

Anna Padovani, Servizio Veterinario e Igiene degli Alimenti RER Attuazione della Direttiva 2006/88/CE relativa alle condizioni di polizia sanitaria applicabili alle specie animali d acquacoltura e ai relativi prodotti Capo I Oggetto, campo di applicazione e definizioni:

Dettagli

L'ANAGRAFE DEGLI OVI- CAPRINI

L'ANAGRAFE DEGLI OVI- CAPRINI L'ANAGRAFE DEGLI OVI- CAPRINI Il Regolamento (CE) 21/2004 del 13/12/2004 istituisce un sistema di identificazione e registrazione per gli animali della specie ovina e caprina. Dott. Gaetano Trevisi Ferrara

Dettagli

28-1-2014. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 22 A LLEGATO

28-1-2014. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 22 A LLEGATO A LLEGATO 1. Definizioni Ai fini dell applicazione delle procedure operative contenute nel presente manuale, si adottano le seguenti definizioni: avicoli: il pollame, ossia animali della specie Gallus

Dettagli

GESTIONE RIFIUTI DEPOSITO TEMPORANEO DOCUMENTAZIONE OBBLIGATORIA REGISTRO TRATTAMENTI IN AGRICOLTURA

GESTIONE RIFIUTI DEPOSITO TEMPORANEO DOCUMENTAZIONE OBBLIGATORIA REGISTRO TRATTAMENTI IN AGRICOLTURA GESTIONE RIFIUTI DEPOSITO TEMPORANEO DOCUMENTAZIONE OBBLIGATORIA REGISTRO TRATTAMENTI IN AGRICOLTURA INDICAZIONI SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI AGRICOLI. Dipartimento di Prevenzione Servizio Ambiente e Salute

Dettagli

Compilazione e contenuto

Compilazione e contenuto Compilazione e contenuto 1) I dati anagrafici relativi all azienda 2) la denominazione della coltura trattata, la relativa estensione e- spressa in ettari; 3) I trattamenti effettuati in azienda, in ordine

Dettagli

Numero Modello 4 ( ) del / / DICHIARAZIONE DI PROVENIENZA E DI DESTINAZIONE DEGLI ANIMALI (Mod. 4) DELLA SPECIE

Numero Modello 4 ( ) del / / DICHIARAZIONE DI PROVENIENZA E DI DESTINAZIONE DEGLI ANIMALI (Mod. 4) DELLA SPECIE A LLEGATO DICHIARAZIONE DI PROVENIENZA E DI DESTINAZIONE DEGLI ANIMALI (Mod. 4) DELLA SPECIE REGIONE ASL A) IDENTIFICAZIONE I capi riportati in allegato provengono dall azienda identificata dal Codice

Dettagli

RELAZIONE TECNICA (ai sensi art. 6 Reg. CE 852/2004 e della Determina della Regione Emilia Romagna n del 3 novembre 2013)

RELAZIONE TECNICA (ai sensi art. 6 Reg. CE 852/2004 e della Determina della Regione Emilia Romagna n del 3 novembre 2013) RELAZIONE TECNICA (ai sensi art. 6 Reg. CE 852/2004 e della Determina della Regione Emilia Romagna n. 14738 del 3 novembre 2013) ALLEVAMENTO AVICOLO NB: la compilazione delle parti evidenziate in grigio

Dettagli

Istruzioni operative per aggiornamento della BDN

Istruzioni operative per aggiornamento della BDN Istruzioni operative per aggiornamento della BDN Manuale operativo per la gestione della Anagrafe Bovina, di cui al decreto 31 Gennaio 2002 e successive modificazioni (ALLEGATO A dell Accordo tra il ministro

Dettagli

RECAPITI DEL RESPONSABILE DEL INFORMAZIONI PER PROCEDIMENTI AD ISTANZA DI PARTE PROCEDIMENTO. 0342555871 m.marchetti@asl.s ondrio.

RECAPITI DEL RESPONSABILE DEL INFORMAZIONI PER PROCEDIMENTI AD ISTANZA DI PARTE PROCEDIMENTO. 0342555871 m.marchetti@asl.s ondrio. Accesso agli atti formati o detenuti dal Dipartimento di Prevenzione Veterinario - legge 241/1990 e s.m.i. L'ATTO NOTA PROTOCOLLATA DIPARTIMENTO PREVENZIONE m.marchetti@asl.s o INFORMAZIONI asl.so COPIA

Dettagli

Linee guida regionali per l applicazione al settore della piscicoltura del decreto del Ministero della Salute 3 agosto 2011

Linee guida regionali per l applicazione al settore della piscicoltura del decreto del Ministero della Salute 3 agosto 2011 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 1525 del 31 luglio 2012 pag. 1/6 Linee guida regionali per l applicazione al settore della piscicoltura del decreto del Ministero della Salute 3 agosto

Dettagli

FASCICOLO AZIENDALE E GUARD.

FASCICOLO AZIENDALE E GUARD. FASCICOLO AZIENDALE E GUARD Come interfacciarsi? Ogni azienda che si presenta alla Pubblica Amministrazione per richiedere contributi, agevolazioni o certificazioni nell ambito dell agricoltura deve essere

Dettagli

CONTROLLO UFFICIALE IN ALLEVAMENTO DI SUINI LISTA DI RISCONTRO / CHECK LIST ANAGRAFE

CONTROLLO UFFICIALE IN ALLEVAMENTO DI SUINI LISTA DI RISCONTRO / CHECK LIST ANAGRAFE PAG.1 di 7 RAGIONE SOCIALE (timbro) Protocollo Data Codice aziendale RAPPRESENTANTE DELL'AZIENDA PRESENTE AL SOPRALLUOGO : Cognome e nome Qualifica Proprietario Detentore degli animali Altro Detentore

Dettagli

Giunta Regionale della Campania. Decreto

Giunta Regionale della Campania. Decreto Giunta Regionale della Campania Decreto Dipartimento: GIUNTA REGIONALE DELLA CAMPANIA N 32 Del Dipart. Direzione G. Unità O.D. 21/06/2017 50 2 0 Oggetto: Accordo tra il Governo, le Regioni e gli Enti Locali

Dettagli

Il Sistema Informativo Veterinario e la gestione del modello 4 informatizzato. Mod. 4 Elettronico

Il Sistema Informativo Veterinario e la gestione del modello 4 informatizzato. Mod. 4 Elettronico Il Sistema Informativo Veterinario e la gestione del modello 4 informatizzato IL MODELLO 4 INFORMATIZZATO: ASPETTI NORMATIVI E SANITARI CODROIPO (UD) 03 AGOSTO 2017 Andrea Angeli Regione FVG D.C.S. Mod.

Dettagli

SETTORE DIRETTIVE EUROPEE NORMATIVA NAZIONALE NORMATIVA REGIONALE NOTE

SETTORE DIRETTIVE EUROPEE NORMATIVA NAZIONALE NORMATIVA REGIONALE NOTE R.D. n. 1443/27 (ricerca e coltivazione di sostanze minerali e delle acque termali e minerali) R.D. n. 1775/33 (Testo unico delle disposizioni di legge sulle acque e impianti elettrici) DIR 75/440/CEE

Dettagli

Disposizioni normative o di riferimento. Dl.vo 28/93 - Reg. (CE) 852/04-853/04-854/04-882/04

Disposizioni normative o di riferimento. Dl.vo 28/93 - Reg. (CE) 852/04-853/04-854/04-882/04 POTERE SOSOTITUTIVO: Dr. Massimo Boscolo Nata tel. 0415572106 MODALITA': Segnalazione al Sostituto pec: asl14@pecveneto.it N. d'ordine Denominazione o oggetto del procedimento Disposizioni normative o

Dettagli

Certificato sanitario per gli animali vivi trasportati dall azienda al macello

Certificato sanitario per gli animali vivi trasportati dall azienda al macello Certificato sanitario per gli animali vivi trasportati dall azienda al macello Certificato sanitario per gli animali vivi trasportati dall azienda al macello 15/07/2010 7.26.00 U CERTIFICATO SANITARIO

Dettagli

L ANAGRAFE DEI SUINI

L ANAGRAFE DEI SUINI CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE E INFORMAZIONE PSA: L ANAGRAFE DEI SUINI Baunei 09/12/2016 Dr.ssa M.Cristina Carboni Servizio di Sanità Animale ASL 4 Lanusei NORMATIVA COMUNITARIA E NAZIONALE Direttiva 2008/71/CE

Dettagli

Il/la sottoscritto/a. ai fini del rispetto dei requisiti igienico Sanitari per l attività di.. svolta nei locali siti in Roma Via /P.za...

Il/la sottoscritto/a. ai fini del rispetto dei requisiti igienico Sanitari per l attività di.. svolta nei locali siti in Roma Via /P.za... ALLEGATO SANITARIO 1 (da presentare al SUAP del Dipartimento Attività Economico-Produttive e del Municipio territorialmente competente unitamente alla SCIA/domanda autorizzativa e alla documentazione integrativa

Dettagli

Via Lazzaro Spallanzani, ROMA telefono: fax:

Via Lazzaro Spallanzani, ROMA telefono: fax: Via Lazzaro Spallanzani, 4-00161- ROMA telefono: 039-06441706.20 fax: 06441706.38 www.anas.it - e-mail: anas@anas.it NUOVO MODELLO IV INFORMATIZZATO Con Decreto del 28 giugno 2016, il Ministero della Salute

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali VISTO il D.Lgs. 30 luglio 1999, n. 300, recante Riforma dell organizzazione del Governo a norma dell art. 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59 e successive modifiche ed integrazioni ; VISTO il D.Lgs. 30

Dettagli

IL MINISTRO DELLA SALUTE

IL MINISTRO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SALUTE DECRETO 23 gennaio 2007 Modifica degli allegati I, II, III e V del decreto 13 ottobre 2004, recante: «Disposizioni in materia di funzionamento dell'anagrafe bovina». IL MINISTRO

Dettagli

Attività Produttive. Altre attività Attività di vendita, toelettatura. dog sitting, addestramento ecc. di animali da. Descrizione

Attività Produttive. Altre attività Attività di vendita, toelettatura. dog sitting, addestramento ecc. di animali da. Descrizione Attività Produttive Altre attività Attività di vendita, toelettatura. dog sitting, addestramento ecc. di animali da Descrizione Per iniziare un attività di commercio di animali da compagnia (o in seguito

Dettagli

Piani di sorveglianza nella filiera avicola e revisione dell anagrafe zootecnica. Anna Duranti Centro Epidemiologico Regionale Veterinario

Piani di sorveglianza nella filiera avicola e revisione dell anagrafe zootecnica. Anna Duranti Centro Epidemiologico Regionale Veterinario Piani di sorveglianza nella filiera avicola e revisione dell anagrafe zootecnica Anna Duranti Centro Epidemiologico Regionale Veterinario P.F. Veterinaria e Sicurezza alimentare Servizio Salute Regione

Dettagli

DATI ESSENZIALI DA FORNIRE CON LA RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE E DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE

DATI ESSENZIALI DA FORNIRE CON LA RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE E DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE A LLEGATO I DATI ESSENZIALI DA FORNIRE CON LA RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE E DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE Nella richiesta di autorizzazione, in bollo del valore legale in corso, devono essere riportati almeno

Dettagli

"Impianti a biomasse in Emilia-Romagna. Aspetti autorizzativi e di controllo 1-2 Ottobre 2013

Impianti a biomasse in Emilia-Romagna. Aspetti autorizzativi e di controllo 1-2 Ottobre 2013 "Impianti a biomasse in Emilia-Romagna Aspetti autorizzativi e di controllo 1-2 Ottobre 2013 Tipologie di Materiali utilizzati negli impianti di Biogas Sottoprodotto: D.Lgs 152/2006 modficato dal D.Lgs

Dettagli

IL MINISTRO DELLA SALUTE

IL MINISTRO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SALUTE DECRETO 11 febbraio 2003 Documentazione di accompagnamento al macello dei volatili da cortile, dei conigli, della selvaggina d'allevamento e dei ratiti. IL MINISTRO DELLA SALUTE

Dettagli

Il / la sottoscritto/a Cognome Nome. Data di nascita / / Luogo di nascita (Prov. ) Codice Fiscale: / / / / / / / / / / / / / / / / (16 caratteri)

Il / la sottoscritto/a Cognome Nome. Data di nascita / / Luogo di nascita (Prov. ) Codice Fiscale: / / / / / / / / / / / / / / / / (16 caratteri) MODELLO PER LA NOTIFICA DELL'ATTIVITA' ALIMENTARE AI SENSI DELL'ART. 6 COMMA 2 REGOLAMENTO CE 852/04 (Il presente modello comprensivo di allegati deve essere presentato in 3 copie) AL COMUNE DI Spazio

Dettagli

Disciplina sottoprodotti O.A. rev1_as 1

Disciplina sottoprodotti O.A. rev1_as 1 NUOVA DISCIPLINA DELLA RACCOLTA E TRASPORTO DEI SOTTOPRODOTTI NON DESTINATI AL CONSUMO UMANO PROVENIENTI DALLE ATTIVITÀ DI SEZIONAMENTO, RIFILATURA, MONDATURA E LAVORAZIONI VARIE DI CARNI, PRODOTTI DELLA

Dettagli

ANAGRAFE DEI SUINI. Informazione&Zootecnia

ANAGRAFE DEI SUINI. Informazione&Zootecnia UMBRIA INFORMAZIONE&ZOOTECNIA ANAGRAFE DEI SUINI L anagrafe dei suini A.R.A. Associazione Regionale Allevatori dell SEDE LEGALE ED OPERATIVA di Perugia: Via O.P. Baldeschi, 59 06073 Taverne di Corciano

Dettagli

Allegato E Sportello IPPC - informatizzazione e domanda on-line

Allegato E Sportello IPPC - informatizzazione e domanda on-line Allegato E Sportello IPPC - informatizzazione e domanda on-line SPORTELLO IPPC-AIA GENERALITÀ Lo Sportello deve rispondere a tutte le esigenze dei portatori d'interesse nella specifica materia ambientale

Dettagli

Prontuario sanzioni amministrative settore MEDICINALI VETERINARI

Prontuario sanzioni amministrative settore MEDICINALI VETERINARI Prontuario sanzioni amministrative settore MEDICINALI VETERINARI Decreto legislativo 27 genniao 1992 n. 119 "Attuazione delle direttive 81/851/CEE, 81/852/CEE, 87/20/CEE e 90/676/CEE relative ai medicinali

Dettagli

Manuale operativo per la registrazione del documento ID 349 Consistenza equidi da BDN e BDE

Manuale operativo per la registrazione del documento ID 349 Consistenza equidi da BDN e BDE Manuale operativo per la registrazione del documento ID 349 Consistenza equidi da BDN e BDE Premessa La registrazione della consistenza degli allevamenti di cavalli ed asini viene effettuata in Anagrafe

Dettagli

Scheda Percorsi SUAP (Sportello Unico per le Attività produttive)

Scheda Percorsi SUAP (Sportello Unico per le Attività produttive) Scheda Percorsi SUAP (Sportello Unico per le Attività produttive) Il SUAP è definito come "l'unico punto di accesso per il richiedente in relazione a tutte le vicende amministrative riguardanti la sua

Dettagli

INDICE. Capo 1. Specie animali allevate in azienda ai fini della macellazione. Capo 2. Quantità massime consentite

INDICE. Capo 1. Specie animali allevate in azienda ai fini della macellazione. Capo 2. Quantità massime consentite Allegato A LINEE GUIDA PER LA FORNITURA DI PICCOLI QUANTITATIVI DI CARNI, PROVENIENTI DA POLLAME E LAGOMORFI MACELLATI NELL AZIENDA AGRICOLA, DAL PRODUTTORE AL CONSUMATORE FINALE O AI LABORATORI ANNESSI

Dettagli

BENESSERE ANIMALE nel Veneto

BENESSERE ANIMALE nel Veneto Riunione con i Referenti delle Aziende ULSS BENESSERE ANIMALE nel Veneto durante il trasporto al macello in allevamento Venezia, 9 marzo 5 In ALLEVAMENTO: NORMA ORIZZONTALE D.Lgs. 46/ Attuazione della

Dettagli

Allo Sportello Unico Attività Produttive del COMUNE DI CIVITAVECCHIA (provincia di Roma)

Allo Sportello Unico Attività Produttive del COMUNE DI CIVITAVECCHIA (provincia di Roma) Allo Sportello Unico Attività Produttive del COMUNE DI CIVITAVECCHIA (provincia di Roma) PEC: suap.pec@comunedicivitavecchia.legalmail.it Regione Lazio MODELLO G-10 Distribuzione e vendita di GPL in bombole

Dettagli

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DECRETO 10 novembre 2011 Controllo della Commercializzazione ai sensi del Regolamento (CE) n. 1224/09. (11A16540) IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE

Dettagli

REGIONE PIEMONTE BU12 23/03/2017

REGIONE PIEMONTE BU12 23/03/2017 REGIONE PIEMONTE BU12 23/03/2017 Deliberazione della Giunta Regionale 6 marzo 2017, n. 19-4736 Anagrafi informatizzate del bestiame. Adeguamento delle tariffe di compartecipazione alle spese per le registrazioni

Dettagli

COMUNICAZIONE DI CESSAZIONE O SOSPENSIONE TEMPORANEA DI ATTIVITÀ DI COMMERCIO / SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE. Compilato a cura del SUAP:

COMUNICAZIONE DI CESSAZIONE O SOSPENSIONE TEMPORANEA DI ATTIVITÀ DI COMMERCIO / SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE. Compilato a cura del SUAP: Al SUAP del Comune di Compilato a cura del SUAP: Pratica del Protocollo Indirizzo PEC / Posta elettronica COMUNICAZIONE: Cessazione di attività di commercio / somministrazione di alimenti e bevande Sospensione

Dettagli

Sezione anagrafica dell'impresa richiedente (Dati relativi al legale rappresentante) o della persona fisica. Nome Cognome Sesso Cittadinanza

Sezione anagrafica dell'impresa richiedente (Dati relativi al legale rappresentante) o della persona fisica. Nome Cognome Sesso Cittadinanza SEGNALA Presentazione dell'aggiornamento della registrazione ai sensi dell'art. 6 del Regolamento (CE) 852/2004 per subingresso, variazione sede legale,nome ditta Procedimento Aggiornamento della registrazione

Dettagli

Anomalie rilevate ex-post Integrazione Ottobre 2006

Anomalie rilevate ex-post Integrazione Ottobre 2006 ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELL ABRUZZO E DEL MOLISE «G. CAPORALE» CENTRO SERVIZI NAZIONALE (Ordinanza Ministero della Sanità del 26.02.1997, n. 600.8/VET/24436/AG/12/635) (Decreto del Ministro

Dettagli

AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE MODIFICA NON SOSTANZIALE (Art. 29-nonies del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i.)

AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE MODIFICA NON SOSTANZIALE (Art. 29-nonies del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i.) AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE MODIFICA NON SOSTANZIALE (Art. 29-nonies del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i.) Il sottoscritto nato/a a Prov. il in qualità di Gestore Legale Rappresentante delegato della Ditta

Dettagli

COMUNICA ED AUTOCERTIFICA I SEGUENTI DATI: PROPRIETARIO DEGLI IMMOBILI/TERRENI:

COMUNICA ED AUTOCERTIFICA I SEGUENTI DATI: PROPRIETARIO DEGLI IMMOBILI/TERRENI: AUTORIZZAZIONE PER ALLEVAMENTO DI ANIMALI, STALLA DI SOSTA, RICOVERO TEMPORANEO DI ANIMALI ECC... art. 19 L. 241/1990 n. 3 copie della presente e degli allegati - da allegare unitamente alla domanda unica

Dettagli

IL CONTROLLO NELLA FILIERA ITTICA. (Reg. CE 1224/09)

IL CONTROLLO NELLA FILIERA ITTICA. (Reg. CE 1224/09) IL CONTROLLO NELLA FILIERA ITTICA (Reg. CE 1224/09) Partita il quantitativo di prodotti della pesca e dell acquacoltura di una determinata specie della stessa presentazione proveniente dalla stessa pertinente

Dettagli

Allegato alla Delib.G.R. n. 52/30 del

Allegato alla Delib.G.R. n. 52/30 del Allegato alla Delib.G.R. n. 52/30 del 28.10.2015 Programma straordinario per la registrazione individuale dei capi ovini e caprini nella banca dati nazionale dell anagrafe zootecnica (BDN) - Linee guida

Dettagli

Ragione Sociale Partita Iva comune indirizzo tel. fax Dati della sede operativa/impianto (se diversi dalla sede legale)

Ragione Sociale Partita Iva comune indirizzo tel. fax  Dati della sede operativa/impianto (se diversi dalla sede legale) PROVINCIA DI PISA Documentazione tecnica ed elaborati grafici necessari al rilascio dell autorizzazione allo scarico ai sensi del Decreto Legislativo 152/06 Norme in Materia Ambientale non in pubblica

Dettagli

COMUNICAZIONE AI FINI DELL AGGIORNAMENTO DELLA REGISTRAZIONE PREVISTA AI SENSI DELL ART 6 DEL REGOLAMENTO CE N. 852/2004

COMUNICAZIONE AI FINI DELL AGGIORNAMENTO DELLA REGISTRAZIONE PREVISTA AI SENSI DELL ART 6 DEL REGOLAMENTO CE N. 852/2004 COORDINAMENTO PROVINCIALE COMUNICAZIONE AI FINI DELL AGGIORNAMENTO DELLA REGISTRAZIONE PREVISTA AI SENSI DELL ART 6 DEL REGOLAMENTO CE N. 852/2004 SUAP GROSSETO MOD SAN03 versione 12/02/2016 Modulistica

Dettagli

Ordinanza concernente la banca dati sul traffico di animali (Ordinanza BDTA)

Ordinanza concernente la banca dati sul traffico di animali (Ordinanza BDTA) Ordinanza concernente la banca dati sul traffico di animali (Ordinanza BDTA) Modifica del... Il Consiglio federale svizzero ordina: I L ordinanza del 26 ottobre 2011 1 concernente la banca dati sul traffico

Dettagli

TIPOLOGIE DI MODELLI DI RICETTA

TIPOLOGIE DI MODELLI DI RICETTA La ricetta veterinaria Ricetta Veterinaria La prima normativa che regola la materia è del 1992 e prevede la suddivisione degli animali in due categorie: Animali da reddito (DPA) Animali da compagnia (non

Dettagli

DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE SOCIALE AREA DI COORDINAMENTO SISTEMA SOCIO-SANITARIO REGIONALE

DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE SOCIALE AREA DI COORDINAMENTO SISTEMA SOCIO-SANITARIO REGIONALE REGIONE TOSCANA DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE SOCIALE AREA DI COORDINAMENTO SISTEMA SOCIO-SANITARIO REGIONALE SETTORE PREVENZIONE E SICUREZZA IN AMBIENTI DI VITA E DI LAVORO, ALIMENTI

Dettagli

CHECK LIST CONTROLLO UFFICIALE ANAGRAFE BOVINA. Qualifica. Bovini Bufalini Altri bovidi

CHECK LIST CONTROLLO UFFICIALE ANAGRAFE BOVINA. Qualifica. Bovini Bufalini Altri bovidi Pag. 1 di 12 N Check-list / Protocollo Data RAGIONE SOCIALE (timbro) Codice aziendale RAPPRESENTANTE DELL'AZIENDA PRESENTE AL SOPRALLUOGO : Cognome e nome Qualifica Proprietario CF Detentore trasmette

Dettagli

Dott.ssa Fiorella Patrassi ANCONA 18 OTTOBRE 2013

Dott.ssa Fiorella Patrassi ANCONA 18 OTTOBRE 2013 Dott.ssa Fiorella Patrassi ANCONA 18 OTTOBRE 2013 Novità.. Ma a che punto eravamo???? Reg 1774/2002 :norme sanitarie relative ai sottoprodotti di origine animale non destinati al consumo umano Reg CE 1069

Dettagli

» Misure per la sicurezza alimentare e la produzione della mozzarella di bufala campana DOP. Dipartimeto Qualità Agroalimentarei

» Misure per la sicurezza alimentare e la produzione della mozzarella di bufala campana DOP. Dipartimeto Qualità Agroalimentarei » Misure per la sicurezza alimentare e la produzione della mozzarella di bufala campana DOP 1 Misure per la sicurezza alimentare e la produzione della mozzarella di bufala campana dop Comma 1 Il comma

Dettagli

DIREZIONE MARITTIMA PESCARA CONTROLLO DELLA COMMERCIALIZZAZIONE DEI PRODOTTI ITTICI

DIREZIONE MARITTIMA PESCARA CONTROLLO DELLA COMMERCIALIZZAZIONE DEI PRODOTTI ITTICI DIREZIONE MARITTIMA PESCARA CONTROLLO DELLA COMMERCIALIZZAZIONE DEI PRODOTTI ITTICI C 1^Cl. Np Pasquale Fuggetta Ispettore Pesca Nazionale U.E. ICCAT 1 Obblighi in capo agli operatori commerciali nella

Dettagli

SOMMARIO. Introduzione... IX Premessa sulla normativa... XI

SOMMARIO. Introduzione... IX Premessa sulla normativa... XI SOMMARIO Introduzione... IX Premessa sulla normativa... XI Capitolo 1 - Sistema delle fonti e sequenza dei provvedimenti 1.1 Il sistema delle fonti: come leggere la normativa... 1 1.2 Le fonti relative

Dettagli

INDAGINE EPIDEMIOLOGICA PER MALATTIA DI AUJESZKY DEL SUINO SIEROPOSITIVITA * CORRELAZIONE EPIDEMIOLOGICA SINTOMI CLINICI

INDAGINE EPIDEMIOLOGICA PER MALATTIA DI AUJESZKY DEL SUINO SIEROPOSITIVITA * CORRELAZIONE EPIDEMIOLOGICA SINTOMI CLINICI INDAGINE EPIDEMIOLOGICA PER MALATTIA DI AUJESZKY DEL SUINO L INFEZIONE E STATA DIAGNOSTICATA/SOSPETTATA IN SEGUITO A: SIEROPOSITIVITA * CORRELAZIONE EPIDEMIOLOGICA SINTOMI CLINICI * controllo eseguito

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Roma Alle Regioni e Provincie Autonome Assessorati all Agricoltura Loro SEDI Al Ministero della Salute Dipartimento della sanità pubblica veterinaria della sicurezza alimentare e degli organi collegiali

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA per l esercizio dell attività di ITTITURISMO Allo Sportello Unico Attività Produttive del Comune di OGGETTO: Segnalazione certificata di inizio attività di ittiturismo

Dettagli

Alla Provincia di PADOVA Settore Caccia e Pesca Piazza Bardella, 2 PADOVA Recapito postale: Provincia di Padova Casella postale aperta Padova

Alla Provincia di PADOVA Settore Caccia e Pesca Piazza Bardella, 2 PADOVA Recapito postale: Provincia di Padova Casella postale aperta Padova Marca da bollo da 16,00 Alla Provincia di PADOVA Settore Caccia e Pesca Piazza Bardella, 2 PADOVA Recapito postale: Provincia di Padova Casella postale aperta 35122 Padova OGGETTO: Richiesta rilascio autorizzazione

Dettagli

Anagrafe degli Equidi

Anagrafe degli Equidi Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Dipartimento per la sanità pubblica veterinaria, la nutrizione e la sicurezza degli alimenti Direzione Generale della Sanità animale e del Farmaco

Dettagli

VIII Convegno del Centro Apistico Regionale EVOLUZIONE DAL 2015 AD OGGI DELLA BDA IN REGIONE PIEMONTE

VIII Convegno del Centro Apistico Regionale EVOLUZIONE DAL 2015 AD OGGI DELLA BDA IN REGIONE PIEMONTE VIII Convegno del Centro Apistico Regionale EVOLUZIONE DAL 2015 AD OGGI DELLA BDA IN REGIONE PIEMONTE Direzione Sanità Settore Prevenzione e Veterinaria Dr. Giovanni TEDDE Lunedì 16 ottobre 2017 I.Z.S.

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali VISTO il D.Lgs. 30 luglio 1999, n. 300, recante Riforma dell organizzazione del Governo a norma dell art. 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59 e successive modifiche ed integrazioni ; VISTO il D.Lgs. 30

Dettagli

PER RILASCIO NULLA OSTA PROCEDURA ALL ALLACCIAMENTO AL S.I.I. (ART. 18)

PER RILASCIO NULLA OSTA PROCEDURA ALL ALLACCIAMENTO AL S.I.I. (ART. 18) PER RILASCIO NULLA OSTA PROCEDURA ALL ALLACCIAMENTO AL S.I.I. (ART. 18) Il gestore a seguito di richiesta rilascia: Nulla Osta con la quale dichiara la congruità tecnica dell allacciamento con le reti

Dettagli

VII Convegno del Centro Apistico Regionale RUOLO DELLA SANITA' IN APICOLTURA

VII Convegno del Centro Apistico Regionale RUOLO DELLA SANITA' IN APICOLTURA VII Convegno del Centro Apistico Regionale RUOLO DELLA SANITA' IN APICOLTURA Aggiornamento sullo stato sanitario e anagrafico dell apicoltura in Regione Piemonte Direzione Sanità Settore Prevenzione e

Dettagli

Normativa in ambito acquacoltura

Normativa in ambito acquacoltura SALVAGUARDIA DELLE RISORSE ITTICHE: ASPETTI SANITARI E NORMATIVI PER UNA CORRETTA GESTIONE Normativa vigente in materia di immissioni: acque pubbliche, laghetti di pesca sportiva aspetti sanitari Chiara

Dettagli

COMUNE DI FORNO DI ZOLDO Provincia di Belluno

COMUNE DI FORNO DI ZOLDO Provincia di Belluno via Roma, 26 3202 Forno di Zoldo (BL) tel. 0437/7844 fax. 0437/7834 sito web: www.comune.forno di zoldo.bl.it e mail: fornodizoldo@clz.bl.it pec: comune.fornodizoldo.bl@pecveneto.it P.IVA 00205920259 Protocollo

Dettagli

SCIA sui requisiti tecnici ed igienico sanitari

SCIA sui requisiti tecnici ed igienico sanitari CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM DATI ANAGRAFICI DEL RICHIEDENTE EVENTUALE DOMICILIO QUALIFICAZIONE DEL SOGGETTO DATORE DI LAVORO DATI SCIA sui requisiti tecnici ed igienico sanitari Mod.

Dettagli