31 Luglio Fonditalia Core

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "31 Luglio 2012. Fonditalia Core"

Transcript

1 31 Luglio 2012 Fonditalia Core

2 Fonditalia Core Commento relativo alle caratteristiche della gestione Fonditalia Core Bond Commento relativo alle caratteristiche della gestione Schede dei singoli comparti Fonditalia Core 1 Classe R Fonditalia Core 1 Classe T Fonditalia Core 2 Classe R Fonditalia Core 2 ClasseT Fonditalia Core 3 Classe R Fonditalia Core 3 Classe T Fonditalia Core Bond Classe R Fonditalia Core Bond Classe T Allegati Dettaglio Portafogli Legenda Fonditalia Core: indice

3 In allegato le schede delle singole linee Fonditalia CORE Scenario di mercato Nel mese di luglio i listini azionari mondiali si sono mossi in maniera contrastata mostrando elevata volatilità giornaliera. Nel mese hanno mostrato maggiore debolezza i mercati azionari dei paesi periferici, quali l Italia e la Spagna, in ribasso di oltre 3% su base mensile; ha chiuso in negativo anche il listino giapponese, con l indice Nikkei che ha perso più del 2%. Invece hanno mostrato un andamento positivo il mercato americano, australiano ed i paesi core europei come Germania, Svizzera e Olanda. Nel periodo di riferimento a movimentare gli indici azionari, oltre le notizie macroeconomiche che da un po di tempo influenzano in maniera decisa l umore degli investitori, hanno contribuito anche i risultati del secondo trimestre. Senza soffermarci nel dettaglio dei numeri, è emersa in generale la ferma volontà dei management di raggiungere i target prefissati sia in termini di fatturato sia di utile netto, nonostante lo scenario macroeconomico non sia particolarmente favorevole. La domanda è rimasta forte sui settori del lusso soprattutto da parte dei paesi emergenti. Risultati soddisfacenti sono stati resi noti anche dal settore tecnologico, invece il settore delle materie prime ha mostrato una diminuzione della capacità utilizzata dovuta in gran parte ai timori della crescita cinese. Continuano a deludere i bilanci delle banche certificando le problematiche del capitale, liquidità e conto economico. Comunque i dati aziendali sono stati un fattore positivo per il mercato azionario. Nel mese di luglio il mercato del credito ha evidenziato un allargamento degli spread per la gran parte del mese, nella parte finale del mese invece, in concomitanza con il discorso del governatore Draghi che si è detto convinto della tenuta dell euro, si è registrato un inversione di tendenza con un restringimento degli spread. Per quanto concerne le performance del mercato dei crediti, a livello settoriale, i comparti migliori sono stati i telefonici e le utilities. Per quanto riguarda il mercato obbligazionario, l allargamento degli spread in Italia e Spagna è stato ancora fonte di preoccupazione per gli investitori. In spagna il titolo decennale ha superato la soglia del 7% e lo spread del decennale italiano ha superato i 500. Il rendimento del decennale tedesco ha chiuso il mese intorno a 1.3%. Il mese di luglio è stato positivo per il mercato delle materie prime,

4 le performance migliori sono state realizzate da frumento, semi di soia e brent, da segnalare anche la buona performance del gas naturale. Il rialzo del prezzo di petrolio è riconducibile sia alla componente fondamentale di domanda e offerta, sia alle tensione geopolitiche. Sul fronte macroeconomico i dati resi noti non sono stati molto diversi rispetto ai mesi precedenti. In Cina, i dati hanno mostrato un calo moderato dell attività produttiva e degli investimenti diretti. A tal proposito si sono registrate le mosse delle autorità monetarie che sono intervenute con un taglio dei tassi di interesse. In Europa il dato di PMI è stato pressoché stabile intorno a Fonte di preoccupazioni è ancora situazione del debito sovrano in Europa. Il giudizio severo da parte di Moody s con outlook negativo del debito di Germania, Lussemburgo e Olanda, sulla scia di probabilità che la Grecia lasci l euro, testimonia la preoccupazione della situazione europea. Nel periodo di riferimento le banche centrali hanno mostrato la volontà di immettere liquidità tramite le operazioni di mercato aperto per stimolare il credito verso le aziende. La banca centrale europea nella sua riunione ha deciso di abbassare il costo del denaro di 25bp portandola a Tale mossa dimostra che le autorità monetarie siano pronte a qualsiasi manovra pur di sostenere la congiuntura macroeconomica. Fonditalia Core 1 Durante il periodo di riferimento l operatività più consistente ha riguardato la componente azionaria al fine di sfruttare sia le dinamiche macroeconomiche sia quelle societarie. Nello specifico abbiamo cercato di acquistare quei titoli che dal punto di vista valutativo apparivano attraenti e che avevano subito consistenti vendite. Durante il mese grazie alle buone performance di alcuni titoli abbiamo cercato preso profitto su titoli che hanno realizzato performance positive e di comprato titoli di società che per motivi legati al rischio paese sono state penalizzate. L esposizione all azionario del comparto resta in sottopeso di circa il 2% rispetto all indice di riferimento. Relativamente alle altre asset class, abbiamo mantenuto il lieve sottopeso sulla componente commodities. Comunque nel periodo di riferimento abbiamo acquistato sul settore delle materie prime in seguito ai rialzi del prezzo del petrolio brend e delle soft commodities, come il frumento e semi di soia. Abbiamo mantenuto in sottopeso anche la parte obbligazionaria. A livello valutario abbiamo continuato a mantenere una sovraesposizione al dollaro rispetto al benchmark, scelta che è risultata premiante in termini di performance, rimanendo in sottopeso sulla Sterlina. La performance del comparto nel periodo di riferimento è risultata positiva ma inferiore a quella del benchmark a causa di alcune scelte non premianti sui singoli titoli. Inoltre, a livello di asset allocation, il sottopeso sull azionario è risultato penalizzante. Fonditalia Core 2 Durante il periodo di riferimento l operatività più consistente ha riguardato la componente azionaria al fine di sfruttare sia le

5 dinamiche macroeconomiche sia quelle societarie. Nello specifico abbiamo cercato di acquistare quei titoli che dal punto di vista valutativo apparivano attraenti e che avevano subito consistenti vendite. Durante il mese grazie alle buone performance di alcuni titoli abbiamo preso profitto su titoli che hanno segnato performance positive e comprato titoli di società che per motivi legati al rischio paese sono state penalizzate in borsa. Comunque l esposizione al mercato azionario resta in sottopeso di circa il 4% rispetto all indice di riferimento. Relativamente alle altre asset class, abbiamo mantenuto il lieve sottopeso sulla componente commodities. Comunque nel periodo di riferimento abbiamo acquistato sul settore delle Materie Prime, in seguito ai rialzi del prezzo del Brent e delle soft commodities, come frumento e semi di soia. Per quanto concerne la parte obbligazionaria è stato ridotto il peso portandolo in linea con quello del benchmark. Leggermente sottopeso anche la componente real estate. A livello valutario abbiamo continuato a mantenere una sovraesposizione al dollaro rispetto al benchmark, scelta che è risultata premiante in termini di performance, rimanendo in sottopeso sulla Sterlina. La performance del comparto nel periodo di riferimento è risultata positiva ed in linea con quella del benchmark. Fonditalia Core 3 Durante il periodo di riferimento l operatività più consistente ha riguardato la componente azionaria al fine di sfruttare sia le dinamiche macroeconomiche sia quelle societarie. Nello specifico abbiamo acquistato quei titoli che dal punto di vista valutativo apparivano attraenti e che avevano subito consistenti vendite. Durante il mese grazie alle buone performance di alcuni titoli abbiamo preso profitto su titoli che hanno realizzato performance positive, cercando di comperare società che per motivi legati al rischio paese sono state penalizzate in borsa. Comunque l esposizione al mercato azionario resta in sottopeso di circa il 4% rispetto al benchmark. Relativamente alle altre asset class, abbiamo mantenuto in sottopeso la componente commodities in seguito alle performance negative sia dei metalli preziosi sia del prezzo del petrolio Brent. La componente real estate è rimasta sottopeso rispetto al benchmark, invece abbiamo effettuato acquisti sulla parte obbligazionaria portandone il peso in linea con l indice di riferimento. A livello valutario abbiamo continuato a mantenere una sovraesposizione al dollaro rispetto al benchmark, scelta che è risultata premiante in termini di performance, rimanendo in sottopeso sulla Sterlina. La performance del comparto nel periodo di riferimento è risultata positiva ma inferiore al benchmark a causa di alcune scelte non premianti sui singoli titoli. Inoltre a livello di asset allocation il sottopeso sull azionario è risultato penalizzante. Indicazioni Nel mese di luglio abbiamo osservato i notevoli sforzi sia da parte delle autorità monetaria sia dei governi nel raddrizzare la pesante congiuntura che si è venuta a creare. Rimangono anche delle perplessità circa la tenuta dell euro soprattutto da parte degli investitori extra europei. L attenzione è focalizzata sulle modalità e gli strumenti per poter uscire dalla crisi finanziaria. Dopo le politiche di austerità

6 intraprese dai governi, che sono risultate deprimenti soprattutto per i consumi, sono state intraprese misure volte a stimolare la crescita ed i consumi. A livello di debito sovrano continua a preoccupare la situazione dei paesi periferici quali Spagna e Italia. Le grandezze macroeconomiche come deficit e debito rispetto al PIL continuano a rivelarsi sotto le attese e rendono necessarie ulteriori politiche di austerità da parte dei governi sempre più stringenti. Il livello di guardia della banca centrale europea a ricorso del sistema bancario e dell economia reale è stato alto. Al momento preferiamo un posizionamento verso comparti difensivi e sull oro e, a livello di azionario, preferiamo le società con profili di crescita elevati e bilanci molto solidi. Inoltre continuiamo a preferire una posizione di sottopeso sull azionario europeo. Per quando concerne il posizionamento degli altri assets valuteremo sia le condizioni dell economia cinese sia l evolversi della situazione del debito sovrano in europa.

7 Fonditalia CORE Fonditalia Core Bond Nel mese di luglio abbiamo osservato tassi di interesse in aumento per Spagna e Italia, con la prima che ha registrato nuovi massimi sui livelli del decennale, mentre i paesi della semi-periferia come Belgio e Francia hanno mostrato una riduzione dei tassi su tutta la curva, grazie al riposizionamento degli investitori alla ricerca di alternative più remunerative al di fuori del perimetro dei classici paesi core. La parte a breve termine delle curve dei paesi periferici dovrebbe trarre beneficio dalle recenti dichiarazioni del governatore della Bce, Draghi. Ci attendiamo che questo possa limitare in modo strutturale il margine alto dell intervallo di oscillazione dei tassi dei paesi della periferia, nonostante possa permanere un regime di elevata volatilità sullo sfondo delle incertezze circa l utilizzo del fondo anti-spread da parte della Spagna. Il segmento dei titoli governativi euro chiude il mese in territorio positivo. Buono l andamento del comparto dei titoli obbligazionari governativi non euro grazie alla performance delle valute straniere rispetto alla divisa comune europea, in particolare dello yen. Sul fronte dei prodotti a spread spicca la performance del comparto dei titoli di debito dei mercati emergenti in valuta locale. Chiudono in territorio positivo tutti gli altri comparti a spread. Durante il mese di luglio abbiamo preso profitto sulla componente di titoli monetari della curva europea e chiuso il sottopeso sul comparto dei titoli governativi non euro attraverso l acquisto del fondo della casa specializzato nel mercato statunitense. Nel corso del mese, inoltre, abbiamo ridotto il sovrappeso sul mercato dei titoli convertibili, portando l esposizione in territorio di neutralità. Manteniamo una sovraesposizione al comparto dei titoli corporate Investment Grade ed al segmento del debito dei paesi emergenti (debito interno), mentre rimane un leggero sovrappeso al mercato dei titoli ad alto rendimento (High Yield). Siamo sostanzialmente neutrali rispetto ai titoli governativi sia euro che non euro. Il comparto chiude il mese di luglio con una performance positiva ed in linea con il benchmark di riferimento.

8 Indicazioni Alla fine di un mese in cui gli spread sui paesi periferici hanno continuato ad allargarsi, l intervento del governatore della BCE dovrebbe aver creato le basi per una riconfigurazione verso il basso dei movimenti dei tassi a breve termine di Spagna ed Italia, nonostante permanga incertezza sul fronte macroeconomico. Con la BCE pronta ad intervenire ed uno scenario di crescita debole, i prodotti a spread in generale potrebbero realizzare delle buone perfomance. Confermiamo il nostro sovrappeso sul comparto dei titoli corporate nel complesso (sia High Yield che Investment Grade) e sui titoli del debito emergente.

9 Fonditalia Core 1 Classe R Risultati della gestione Caratteristiche del comparto Evoluzione della linea Categoria Assogestioni Data di avvio del comparto Data inizio gestione Valore quota netta Patrimonio netto (Eur/1000) Raccolta del Mese(Eur/1000) ISIN Commissioni di gestione Commissioni di Performance Gestore Esposizione Azionaria massima BILANCIATI OBBLIGAZIONARI ,390, , LU % 0% Fideuram Investimenti SGR 50% : Performance cumulate Obiettivo dell'investimento Il comparto, denominato in Euro, potrà investire in quote e/o azioni di OICR e/o in ETF, in attività a basso rischio ed a liquidabilità immediata (titoli di Stato, obbligazioni ordinarie emesse da enti privati, strumenti del mercato monetario e depositi presso istituti di credito), in azioni internazionali quotate in Borsa o negoziate su altri mercati regolamentati in Europa, Asia, America, Africa, Oceania e nei Paesi in via di sviluppo, in titoli obbligazionari di emittenti governativi e privati, in obbligazioni convertibili, in obbligazioni strutturate a livello mondiale e in strumenti finanziari derivati. Sarà possibile investire in quote/azioni di hedge funds o di fondi specializzati nell'investimento in commodities o in fondi immobiliari. Profilo di rischio e di rendimento Volatilità mesi 1 anno 4.74 % 6.48 % Analisi del portafoglio Esposizione ai mercati per classi di attivo Commodities Scomposizione per valute Scomposizione per vita residua Scomposizione azionaria per aree geografiche Duration obbligazionaria Questo documento non costituisce o contiene offerte, inviti ad offrire, messaggi promozionali o sollecitazione all acquisto o alla vendita di strumenti finanziari rivolti al pubblico ed è destinato ad uso esclusivo interno dei soggetti incaricati del collocamento dei prodotti offerti da Banca Fideuram, ai quali è fatto divieto di farne uso diverso. Le scelte di investimento ed i rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Fideuram Investimenti Sgr SpA si riserva il diritto di modificare, in ogni momento, le analisi e le informazioni ivi prodotte. Fonditalia Core 1 Classe R FIDEURAM Investimenti - Dati al 31/07/2012

10 Fonditalia Core 1 Classe T Risultati della gestione Caratteristiche del comparto Evoluzione della linea Categoria Assogestioni Data di avvio del comparto Data inizio gestione Valore quota netta Patrimonio netto (Eur/1000) Raccolta del Mese(Eur/1000) ISIN Commissioni di gestione Commissioni di Performance Gestore Esposizione Azionaria massima BILANCIATI OBBLIGAZIONARI , LU % 0% Fideuram Investimenti SGR 50% : Performance cumulate Obiettivo dell'investimento Il comparto, denominato in Euro, potrà investire in quote e/o azioni di OICR e/o in ETF, in attività a basso rischio ed a liquidabilità immediata (titoli di Stato, obbligazioni ordinarie emesse da enti privati, strumenti del mercato monetario e depositi presso istituti di credito), in azioni internazionali quotate in Borsa o negoziate su altri mercati regolamentati in Europa, Asia, America, Africa, Oceania e nei Paesi in via di sviluppo, in titoli obbligazionari di emittenti governativi e privati, in obbligazioni convertibili, in obbligazioni strutturate a livello mondiale e in strumenti finanziari derivati. Sarà possibile investire in quote/azioni di hedge funds o di fondi specializzati nell'investimento in commodities o in fondi immobiliari. Profilo di rischio e di rendimento Volatilità mesi 1 anno 4.74 % 6.48 % Analisi del portafoglio Esposizione ai mercati per classi di attivo Commodities Scomposizione per valute Scomposizione per vita residua Scomposizione azionaria per aree geografiche Duration obbligazionaria Questo documento non costituisce o contiene offerte, inviti ad offrire, messaggi promozionali o sollecitazione all acquisto o alla vendita di strumenti finanziari rivolti al pubblico ed è destinato ad uso esclusivo interno dei soggetti incaricati del collocamento dei prodotti offerti da Banca Fideuram, ai quali è fatto divieto di farne uso diverso. Le scelte di investimento ed i rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Fideuram Investimenti Sgr SpA si riserva il diritto di modificare, in ogni momento, le analisi e le informazioni ivi prodotte. Fonditalia Core 1 Classe T FIDEURAM Investimenti - Dati al 31/07/2012

11 Fonditalia Core 2 Classe R Risultati della gestione Caratteristiche del comparto Evoluzione della linea Categoria Assogestioni Data di avvio del comparto Data inizio gestione Valore quota netta Patrimonio netto (Eur/1000) Raccolta del Mese(Eur/1000) ISIN Commissioni di gestione Commissioni di Performance Gestore Esposizione Azionaria massima BILANCIATI , , LU % 0% Fideuram Investimenti SGR 70% : Performance cumulate Obiettivo dell'investimento Il comparto, denominato in Euro, potrà investire in quote e/o azioni di OICR e/o in ETF, in attività a basso rischio ed a liquidabilità immediata (titoli di Stato, obbligazioni ordinarie emesse da enti privati, strumenti del mercato monetario e depositi presso istituti di credito), in azioni internazionali quotate in Borsa o negoziate su altri mercati regolamentati in Europa, Asia, America, Africa, Oceania e nei Paesi in via di sviluppo, in titoli obbligazionari di emittenti governativi e privati, in obbligazioni convertibili, in obbligazioni strutturate a livello mondiale e in strumenti finanziari derivati. Sarà possibile investire in quote/azioni di hedge funds o di fondi specializzati nell'investimento in commodities o in fondi immobiliari. Profilo di rischio e di rendimento Volatilità mesi 1 anno 8.08 % % Analisi del portafoglio Esposizione ai mercati per classi di attivo Commodities Scomposizione per valute Scomposizione per vita residua Scomposizione azionaria per aree geografiche Duration obbligazionaria Questo documento non costituisce o contiene offerte, inviti ad offrire, messaggi promozionali o sollecitazione all acquisto o alla vendita di strumenti finanziari rivolti al pubblico ed è destinato ad uso esclusivo interno dei soggetti incaricati del collocamento dei prodotti offerti da Banca Fideuram, ai quali è fatto divieto di farne uso diverso. Le scelte di investimento ed i rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Fideuram Investimenti Sgr SpA si riserva il diritto di modificare, in ogni momento, le analisi e le informazioni ivi prodotte. Fonditalia Core 2 Classe R FIDEURAM Investimenti - Dati al 31/07/2012

12 Fonditalia Core 2 ClasseT Risultati della gestione Caratteristiche del comparto Evoluzione della linea Categoria Assogestioni Data di avvio del comparto Data inizio gestione Valore quota netta Patrimonio netto (Eur/1000) Raccolta del Mese(Eur/1000) ISIN Commissioni di gestione Commissioni di Performance Gestore Esposizione Azionaria massima BILANCIATI , LU % 0% Fideuram Investimenti SGR 70% : Performance cumulate Obiettivo dell'investimento Il comparto, denominato in Euro, potrà investire in quote e/o azioni di OICR e/o in ETF, in attività a basso rischio ed a liquidabilità immediata (titoli di Stato, obbligazioni ordinarie emesse da enti privati, strumenti del mercato monetario e depositi presso istituti di credito), in azioni internazionali quotate in Borsa o negoziate su altri mercati regolamentati in Europa, Asia, America, Africa, Oceania e nei Paesi in via di sviluppo, in titoli obbligazionari di emittenti governativi e privati, in obbligazioni convertibili, in obbligazioni strutturate a livello mondiale e in strumenti finanziari derivati. Sarà possibile investire in quote/azioni di hedge funds o di fondi specializzati nell'investimento in commodities o in fondi immobiliari. Profilo di rischio e di rendimento Volatilità mesi 1 anno 8.08 % % Analisi del portafoglio Esposizione ai mercati per classi di attivo Commodities Scomposizione per valute Scomposizione per vita residua Scomposizione azionaria per aree geografiche Duration obbligazionaria Questo documento non costituisce o contiene offerte, inviti ad offrire, messaggi promozionali o sollecitazione all acquisto o alla vendita di strumenti finanziari rivolti al pubblico ed è destinato ad uso esclusivo interno dei soggetti incaricati del collocamento dei prodotti offerti da Banca Fideuram, ai quali è fatto divieto di farne uso diverso. Le scelte di investimento ed i rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Fideuram Investimenti Sgr SpA si riserva il diritto di modificare, in ogni momento, le analisi e le informazioni ivi prodotte. Fonditalia Core 2 ClasseT FIDEURAM Investimenti - Dati al 31/07/2012

13 Fonditalia Core 3 Classe R Risultati della gestione Caratteristiche del comparto Evoluzione della linea Categoria Assogestioni Data di avvio del comparto Data inizio gestione Valore quota netta Patrimonio netto (Eur/1000) Raccolta del Mese(Eur/1000) ISIN Commissioni di gestione Commissioni di Performance Gestore Esposizione Azionaria massima BILANCIATI AZIONARI , , LU % 0% Fideuram Investimenti SGR 90% : Performance cumulate Obiettivo dell'investimento Il comparto, denominato in Euro, potrà investire in quote e/o azioni di OICR e/o in ETF, in attività a basso rischio ed a liquidabilità immediata (titoli di Stato, obbligazioni ordinarie emesse da enti privati, strumenti del mercato monetario e depositi presso istituti di credito), in azioni internazionali quotate in Borsa o negoziate su altri mercati regolamentati in Europa, Asia, America, Africa, Oceania e nei Paesi in via di sviluppo, in titoli obbligazionari di emittenti governativi e privati, in obbligazioni convertibili, in obbligazioni strutturate a livello mondiale e in strumenti finanziari derivati. Sarà possibile investire in quote/azioni di hedge funds o di fondi specializzati nell'investimento in commodities o in fondi immobiliari. Profilo di rischio e di rendimento Volatilità mesi 1 anno % % Analisi del portafoglio Esposizione ai mercati per classi di attivo Commodities Scomposizione per valute Scomposizione per vita residua Scomposizione azionaria per aree geografiche Duration obbligazionaria Questo documento non costituisce o contiene offerte, inviti ad offrire, messaggi promozionali o sollecitazione all acquisto o alla vendita di strumenti finanziari rivolti al pubblico ed è destinato ad uso esclusivo interno dei soggetti incaricati del collocamento dei prodotti offerti da Banca Fideuram, ai quali è fatto divieto di farne uso diverso. Le scelte di investimento ed i rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Fideuram Investimenti Sgr SpA si riserva il diritto di modificare, in ogni momento, le analisi e le informazioni ivi prodotte. Fonditalia Core 3 Classe R FIDEURAM Investimenti - Dati al 31/07/2012

14 Fonditalia Core 3 Classe T Risultati della gestione Caratteristiche del comparto Evoluzione della linea Categoria Assogestioni Data di avvio del comparto Data inizio gestione Valore quota netta Patrimonio netto (Eur/1000) Raccolta del Mese(Eur/1000) ISIN Commissioni di gestione Commissioni di Performance Gestore Esposizione Azionaria massima BILANCIATI AZIONARI , , LU % 0% Fideuram Investimenti SGR 90% : Performance cumulate Obiettivo dell'investimento Il comparto, denominato in Euro, potrà investire in quote e/o azioni di OICR e/o in ETF, in attività a basso rischio ed a liquidabilità immediata (titoli di Stato, obbligazioni ordinarie emesse da enti privati, strumenti del mercato monetario e depositi presso istituti di credito), in azioni internazionali quotate in Borsa o negoziate su altri mercati regolamentati in Europa, Asia, America, Africa, Oceania e nei Paesi in via di sviluppo, in titoli obbligazionari di emittenti governativi e privati, in obbligazioni convertibili, in obbligazioni strutturate a livello mondiale e in strumenti finanziari derivati. Sarà possibile investire in quote/azioni di hedge funds o di fondi specializzati nell'investimento in commodities o in fondi immobiliari. Profilo di rischio e di rendimento Volatilità mesi 1 anno % % Analisi del portafoglio Esposizione ai mercati per classi di attivo Commodities Scomposizione per valute Scomposizione per vita residua Scomposizione azionaria per aree geografiche Duration obbligazionaria Questo documento non costituisce o contiene offerte, inviti ad offrire, messaggi promozionali o sollecitazione all acquisto o alla vendita di strumenti finanziari rivolti al pubblico ed è destinato ad uso esclusivo interno dei soggetti incaricati del collocamento dei prodotti offerti da Banca Fideuram, ai quali è fatto divieto di farne uso diverso. Le scelte di investimento ed i rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Fideuram Investimenti Sgr SpA si riserva il diritto di modificare, in ogni momento, le analisi e le informazioni ivi prodotte. Fonditalia Core 3 Classe T FIDEURAM Investimenti - Dati al 31/07/2012

15 Fonditalia Core Bond Classe R Risultati della gestione Caratteristiche del comparto Evoluzione della linea Categoria Assogestioni Data di avvio del comparto Data inizio gestione Valore quota netta Patrimonio netto (Eur/1000) Raccolta del Mese(Eur/1000) ISIN Commissioni di gestione Commissioni di Performance Gestore OBBL. ALTRE SPECIALIZZAZIONI , , LU % Fideuram Investimenti SGR : Performance cumulate Obiettivo dell'investimento Il compartimento, espresso in Euro investe in attività a basso rischio e pronta liquidabilità (quali titoli di Stato, obbligazioni ordinarie messe da enti non governativi, strumenti del mercato monetario e depositi presso istituzioni creditizie), - (ii) titoli di debito di emittenti governativi e non governativi (senza nessun limite di durata, valuta o rating), - (iii) obbligazioni convertibili, obbligazioni strutturate a livello mondiale, (iv) altri strumenti finanziari di natura obbligazionaria, strumenti del mercato monetario e strumenti finanziari derivati, quali contratti anziari differenziali, futures, options, certificati e contratti swaps, tra l'altro, su tassi, obbligazioni/indici, crediti, o valute, - (v) quote e/o azioni di organismi di investimento collettivo in valori mobiliari armonizzati e/o di altri organismi di investimento collettivo, compresi gli Exchange Traded Funds, che investano negli strumenti finanziari sopra indicati. Profilo di rischio e di rendimento Volatilità Esposizione ai mercati per classi di attivo mesi 1 anno 2.49 % 2.83 % Analisi del portafoglio obbligazionario Dettaglio esposizione obbligazionaria Scomposizione per valute 5 Scomposizione per aree geografiche Principali fondi in portafoglio Fondo Peso INTERFUND EM MKT LOC CRNCY BOND CLASSE A % PIMCO-GBL INV GRADE-IEURHD-ACC % INTERFUND EURO BOND MEDIUM TERM 9.82 % PICTET EUR CORP BONDS "I" ACC 7.70 % INTERFUND EURO BOND SHORT TERM % INTERFUND EURO CORPORATE BOND 6.02 % AVIVA INV-GLOB CONV FD-IHEUR 5.54 % INTERFUND GLOBAL CONVERTIBLES 3.70 % FONDITALIA BOND GLOBAL HIGH YIELD CLASSE T 3.41 % INTERFUND BOND GLOBAL HIGH YIELD 3.35 % Duration obbligazionaria Questo documento non costituisce o contiene offerte, inviti ad offrire, messaggi promozionali o sollecitazione all acquisto o alla vendita di strumenti finanziari rivolti al pubblico ed è destinato ad uso esclusivo interno dei soggetti incaricati del collocamento dei prodotti offerti da Banca Fideuram, ai quali è fatto divieto di farne uso diverso. Le scelte di investimento ed i rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Fideuram Investimenti Sgr SpA si riserva il diritto di modificare, in ogni momento, le analisi e le informazioni ivi prodotte. Fonditalia Core Bond Classe R FIDEURAM Investimenti - Dati al 31/07/2012

16 Fonditalia Core Bond Classe T Risultati della gestione Caratteristiche del comparto Evoluzione della linea Categoria Assogestioni Data di avvio del comparto Data inizio gestione Valore quota netta Patrimonio netto (Eur/1000) Raccolta del Mese(Eur/1000) ISIN Commissioni di gestione Commissioni di Performance Gestore OBBL. ALTRE SPECIALIZZAZIONI , LU % Fideuram Investimenti SGR : Performance cumulate Obiettivo dell'investimento Il compartimento, espresso in Euro investe in attività a basso rischio e pronta liquidabilità (quali titoli di Stato, obbligazioni ordinarie messe da enti non governativi, strumenti del mercato monetario e depositi presso istituzioni creditizie), - (ii) titoli di debito di emittenti governativi e non governativi (senza nessun limite di durata, valuta o rating), - (iii) obbligazioni convertibili, obbligazioni strutturate a livello mondiale, (iv) altri strumenti finanziari di natura obbligazionaria, strumenti del mercato monetario e strumenti finanziari derivati, quali contratti anziari differenziali, futures, options, certificati e contratti swaps, tra l'altro, su tassi, obbligazioni/indici, crediti, o valute, - (v) quote e/o azioni di organismi di investimento collettivo in valori mobiliari armonizzati e/o di altri organismi di investimento collettivo, compresi gli Exchange Traded Funds, che investano negli strumenti finanziari sopra indicati. Profilo di rischio e di rendimento Volatilità Esposizione ai mercati per classi di attivo mesi 1 anno 2.49 % 2.83 % Analisi del portafoglio obbligazionario Dettaglio esposizione obbligazionaria Scomposizione per valute 5 Scomposizione per aree geografiche Principali fondi in portafoglio Fondo Peso INTERFUND EM MKT LOC CRNCY BOND CLASSE A % PIMCO-GBL INV GRADE-IEURHD-ACC % INTERFUND EURO BOND MEDIUM TERM 9.82 % PICTET EUR CORP BONDS "I" ACC 7.70 % INTERFUND EURO BOND SHORT TERM % INTERFUND EURO CORPORATE BOND 6.02 % AVIVA INV-GLOB CONV FD-IHEUR 5.54 % INTERFUND GLOBAL CONVERTIBLES 3.70 % FONDITALIA BOND GLOBAL HIGH YIELD CLASSE T 3.41 % INTERFUND BOND GLOBAL HIGH YIELD 3.35 % Duration obbligazionaria Questo documento non costituisce o contiene offerte, inviti ad offrire, messaggi promozionali o sollecitazione all acquisto o alla vendita di strumenti finanziari rivolti al pubblico ed è destinato ad uso esclusivo interno dei soggetti incaricati del collocamento dei prodotti offerti da Banca Fideuram, ai quali è fatto divieto di farne uso diverso. Le scelte di investimento ed i rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Fideuram Investimenti Sgr SpA si riserva il diritto di modificare, in ogni momento, le analisi e le informazioni ivi prodotte. Fonditalia Core Bond Classe T FIDEURAM Investimenti - Dati al 31/07/2012

17 Dettaglio Portafogli Fonditalia Core Strumento Core 1 Core 2 Core 3 TITOLI 29.11% 24.60% 31.65% 6.39% FONDI 60.80% 68.49% 61.98% 85.68% DERIVATI -0.27% -0.88% -1.32% ETF 0.45% Core 1 Core 2 Core 3 Core Bond Core 1 Core 2 Core 3 Core Bond ABERDEEN GL-EMMKT EQTY-A2 2.45% 3.54% 4.65% AVIVA INV-GLOB CONV FD-IHEUR 6.69% Fonditalia Core: dettaglio portafogli Dati al 31 Luglio 2012 Core Bond ALTRO Scomposizione future per asset class Futures Monetario Futures Obbligazionario Futures Azionario Futures Altro Primi 20 strumenti in portafoglio 5.54 % 1.22% BG GROUP PLC 0.44 % BGTB 0 11/15/12 BOTS 0 02/14/ % BOTS 0 10/15/ % BOTS 0 12/27/ % 0.52 % BRAZIL 8 1/2 09/24/ % BTNS 1 3/4 02/25/17 BTPS /15/ % 1.31% BTPS /15/ % 1.23% 0.77 % BTPS 4 1/4 09/01/19 DWS DEUTSCHLAND ACC 1.16% 1.36% EURASIAN NATURAL RESOURCES 1.13% 1.52% 1.34% FIDELITY JAPAN ADVANTAGE "Y" (JPY) ACC 4.36% 5.09% HENDERSON H. GLOBAL PROPERTY EQ "A2" 3.77% 3.91% ING GROEP NV-CVA 1.40% 1.86% FIDEURAM FUND COMMODITIES 3.41 % FONDITALIA BOND GLOBAL HIGH YIELD CLASSE T 3.35 % INTERFUND BOND GLOBAL HIGH YIELD 1.95 % INTERFUND BOND US PLUS % INTERFUND EM MKT LOC CRNCY BOND CLASSE A 3.87% INTERFUND EQUITY GLOBAL EMERGING MARKETS 5.68% INTERFUND EQUITY JAPAN CLASSE H 1.47% 1.71% 2.15% INTERFUND EQUITY USA CLASSE A 9.80% 14.31% 18.80% INTERFUND EURO BOND MEDIUM TERM 7.99% 3.14% INTERFUND EURO BOND SHORT TERM % INTERFUND EURO BOND SHORT TERM % 19.64% INTERFUND EURO CORPORATE BOND 3.42% 2.54% INTERFUND GLOBAL CONVERTIBLES 2.57% 6.68% 9.82 % 0.49 % 14.71% 6.10 % 6.02 % 1.44% 3.70 % 1.46 % ITALY 3 11/29/ % JANUS GLOBAL REAL ESTATE "I1" (USD) D MAN SE 1.55% METRO AG 1.23% OYSTER EUROPEAN OPPORTUNITIES "I" 1.81% PICTET EUR CORP BONDS "I" ACC 7.70 % PICTET EUR HIGH YIELD "I" ACC 2.90 % 1.67 % PICTET-EMERG LOCAL CCY-IEUR % PIMCO-GBL INV GRADE-IEURHD-ACC PIMCO-TOTAL RTRN BD-EUR H I AC 4.85% REPSOL SA RWC FD-RWC GLBL CONVTBLS-B-EUR 1.18% SNAM SPA 1.56% SOCO INTERNATIONAL PLC TDC A/S 1.92% 2.38% 1.05% 1.57% 1.57% 1.52% THYSSENKRUPP AG TRS ABGS397P Index 1.77% 3.07% TRS XMCEER Index 1.49% 1.74% UNICREDIT SPA UCGIM 0 08/16/ % 0.39 %

18 Legenda Legenda COME LEGGERE LE SCHEDE PERFORMANCE A seguito della riforma sulla tassazione, le performance dei singoli fondi sono calcolate sulla base delle quote ufficiali, al netto della tassazione fino al 30/06/11 ed al lordo a partire dal 01/07/11 (le stesse pubblicate sui giornali). Al fine di rendere omogeneo il confronto, anche le performance dei benchmark sono calcolate al netto della tassazione del 12.50% fino al 30/06/11. PERFORMANCE DEI BENCHMARK Nel mese di maggio 2010 è stato effettuato un ricalcolo della performance dei benchmark dei Fonditalia Core 1, Core 2 e Core 3 a partire dalla data di avvio dei comparti. Di conseguenza potrebbero emergergere delle discordanze con i dati precedentemente pubblicati. SCOMPOSIZIONE PER CLASSI DI ATTIVO Nella classe di attivo "Altro" rientrano fondi/titoli bilanciati, a formula e private equity. ESPOSIZIONE AL MERCATO OBBLIGAZIONARIO Nell'analisi della componente obbligazionaria vengono escluse le "obbligazioni convertibili".

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Gestione Separata Sovrana

Gestione Separata Sovrana Gestione Separata Sovrana Investment pack Aggiornamento al 31/01/2015 Composizione degli asset per classi di attivo DURATION DI PORTAFOGLIO 6,33 AUM (in mln ) 651,48 805,61 848,22 821,06 2 Dettaglio delle

Dettagli

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK OUTLOOK Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio Non è facile assumersi rischi in modo intelligente e calcolato: la soluzione è Smart Risk AUTORE: STEFAN HOFRICHTER 16 Il 2013 è

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

BRating Analysis. Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. 15/04/2015. Statistiche del sistema

BRating Analysis. Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. 15/04/2015. Statistiche del sistema BRating Analysis 15/04/2015 Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. Per quanto riguarda il mercato azionario I protagonisti del mese sono stati i fondi che investono

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 YOUR Private Insurance SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 Offerta pubblica di sottoscrizione di YOUR Private Insurance Soluzione Unit Edizione 2011 (Tariffa UB18), prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit

Dettagli

Presentazione societaria

Presentazione societaria Eurizon Capital Eurizon Capital Presentazione societaria Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset Management Corporate & Investment Banking Banche Estere 1/12 Eurizon Capital

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento MERCATI Andamento 2008 ASIA La linfa per ritornare a crescere NUOVE ASSET CLASS Opportunità di investimento NUOVI PAC Risparmiare in modo semplice NOVITÀ GAMMA FONDI Supplemento al prospetto informativo

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile UBS (Lux) KSS Global Allocation Fund Gennaio 2010 Informazione Pubblicitaria Disclaimer Il presente documento è consegnato unicamente a

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009 1 Trend e Strategie di Investimento http://www.educazionefinanziaria.com/ TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Mercato Azionario Semaforo Verde Situazione Fondamentale: Neutrale (basata sul differenziale

Dettagli

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa QUANT Bond Perché investire nel QUANT Bond? 1 Logica di investimento innovativa Partiamo da cose certe Nel mercato obbligazionario, una equazione è sempre vera: Rendimento = Rischio E possibile aumentare

Dettagli

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire Materiale di marketing Schroders Fondi Income Una generazione su cui investire Con mercati sempre più volatili e imprevedibili, affidarsi al solo apprezzamento del capitale spesso non basta. Il bisogno

Dettagli

In breve Febbraio 2015

In breve Febbraio 2015 In breve In breve Febbraio 2015 La nostra principale responsabilità è rappresentata dagli interessi dei nostri clienti. Il principio per tutti i soci è essere disponibili ad incontrare i clienti, e farlo

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale.

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Questo il risultato di una ricerca di Natixis Global Asset Management, secondo cui di fronte a questo dilemma si

Dettagli

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE ALCUNE CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA REVISIONE DELLE NORME SUGLI INVESTIMENTI A COPERTURA DELLE RISERVE TECNICHE CONVEGNO SOLVENCY II 1 PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta insieme fino all essenza Dexia Asset Management, un leader europeo nell ambito della Gestione Alternativa n Una presenza storica fin

Dettagli

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 La BRI, in collaborazione con le banche centrali e le autorità monetarie di tutto il mondo, raccoglie e diffonde varie serie di dati sull attività

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

Deutsche Asset & Wealth Management. Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015. CIO View. I giganti asiatici. Sfida tra modelli economici

Deutsche Asset & Wealth Management. Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015. CIO View. I giganti asiatici. Sfida tra modelli economici Deutsche Asset & Wealth Management Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015 CIO View I giganti asiatici Sfida tra modelli economici Nove Posizioni Le nostre previsioni Il crollo delle esportazioni

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Capital Group Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Evento Citywire Montreux, maggio 2015 La tesi a favore delle azioni europee Richard Carlyle, Investment Specialist, Capital Group La ripresa

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale SEB Asset Management Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale Fabio Agosta, Responsabile Commerciale Europa Meridionale & Medio Oriente SEB Stockholm Enskilda

Dettagli

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La Congiuntura Economica Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio Luca Martina Private Banker Banca

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del prezzo... 4 1.2.2

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità. Cristiana Brocchetti

Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità. Cristiana Brocchetti Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità Cristiana Brocchetti Milano, 17 dicembre 2012 1 Tradizionale o Alternativo? Due le principali aree che caratterizzano le tipologie di investimento: Tradizionali

Dettagli

L asset management di Banca Fideuram

L asset management di Banca Fideuram L asset management di Banca Fideuram 1 LA SOCIETA 2 La struttura societaria Banca Fideuram 3 Italia 99.5% Irlanda 100% Lussemburgo 99.94% Fideuram Investimenti SGR Gestioni Patrimoniali Fondi Comuni di

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT COMPETENZE SPECIALIZZATE E SOLIDITÀ DI UN GRANDE LEADER MONDIALE RISERVATO A INVESTITORI PROFESSIONALI 2 UN GRANDE GRUPPO AL VOSTRO SERVIZIO BNY Mellon Investment Management

Dettagli

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short db x-trackers su indici daily short ETF su indici daily short: investire nei mercati orso L investimento in un ETF db x-trackers correlato ad indice daily short è destinato unicamente ad investitori sofisticati

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

Finanziarizzazione delle risorse naturali.

Finanziarizzazione delle risorse naturali. La finanziarizzazione dell acqua. Scheda preparata da CRBM in occasione dell incontro Europeo For the construction of the European Network of Water Commons Napoli, 10-11 dicembre 2011 a cura di Antonio

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici

Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici Jacob Gyntelberg Peter Hördahl jacob.gyntelberg@bis.org peter.hoerdahl@bis.org Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici Fra inizio settembre e fine

Dettagli

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Featured Solution Marzo 2015 Your Global Investment Authority Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Lo scorso ottobre la Commissione europea

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

CIO View. Un pezzo dopo l altro. Verso l integrazione fiscale europea. Deutsche Asset & Wealth Management

CIO View. Un pezzo dopo l altro. Verso l integrazione fiscale europea. Deutsche Asset & Wealth Management Deutsche Asset & Wealth Management Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Giugno 2015 CIO View Un pezzo dopo l altro Verso l integrazione fiscale europea Nove posizioni Le nostre previsioni L aumento

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati 1.1.1. I titoli di capitale Acquistando titoli di capitale

Dettagli

Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG

Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG Alfredo Fusetti, Partner Luca Barenco, Investment Consultant Zurigo, 30.06.2015 Situazione attuale (1) Secondo il comunicato stampa

Dettagli

ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI. Relazione sull attività svolta dall Istituto

ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI. Relazione sull attività svolta dall Istituto ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI Relazione sull attività svolta dall Istituto Roma, 26 giugno 2013 ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI Relazione sull attività svolta dall Istituto

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.4 1 La Markets

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Luglio 2007 Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Indice Preambolo... 3 1. Campo

Dettagli

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale LGT l assistenza professionale per i suoi investimenti Le

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A.

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. Decorrenza 3 Gennaio 2011 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. 1. Obiettivo Nel rispetto della direttiva 2004/39/CE

Dettagli

Evoluzione Risk Management in Intesa

Evoluzione Risk Management in Intesa RISCHIO DI CREDITO IN BANCA INTESA Marco Bee, Mauro Senati NEWFIN - FITD Rating interni e controllo del rischio di credito Milano, 31 Marzo 2004 Evoluzione Risk Management in Intesa 1994: focus iniziale

Dettagli

Il nostro processo d investimento

Il nostro processo d investimento Il nostro processo d investimento www.moneyfarm.com Sommario Le convinzioni alla base della nostra strategia d investimento 2 Asset Allocation 3 La scelta di strumenti a basso costo gestionale 3 L approccio

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE BancoPostaFondi SGR BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE del Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Armonizzato denominato BancoPosta Obbligazionario

Dettagli

Qual è il fine dell azienda?

Qual è il fine dell azienda? CORSO DI FINANZA AZIENDALE SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani) - McGraw-Hill - 2001 Cap. 9 1 Qual è il fine dell azienda? Massimizzare

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

Strategie ISOVOL nella costruzione di

Strategie ISOVOL nella costruzione di FOR PROFESSIONAL INVESTORS Strategie ISOVOL nella costruzione di portafogli diversificati I vantaggi di un approccio fondato sulla contribuzione al rischio EFPA Italia Meeting 2014 Agenda Inter-temporal

Dettagli

UBS CIO Monthly Letter

UBS CIO Monthly Letter ab CIO WM Ottobre 2012 UBS CIO Monthly Letter I banchieri centrali vestono il mantello dei supereroi Alexander S. Friedman CIO UBS WM Quando ero piccolo, mi piaceva guardare film come Superman. Oggi quei

Dettagli

Tipologie di strumenti finanziari

Tipologie di strumenti finanziari Tipologie di strumenti finanziari PRINCIPALI TIPOLOGIE DI STRUMENTI FINANZIARI: Azioni Obbligazioni ETF Opzioni 1 Azioni: definizione L azione è un titolo nominativo rappresentativo di una quota della

Dettagli

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione BNPP L1 Equity Best Selection Euro/Europe: il tuo passaporto per il mondo 2 EUROPEAN LARGE CAP EQUITY SELECT - UNA

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE Redatto ai sensi dell art. 5 della Delibera Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 (come modificata con Delibera n. 17389

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA Unifortune Asset Management SGR SpA diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 26 maggio 2009 1 Premessa In attuazione dell art. 40, comma

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi;

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi; Capitolo 3 Prodotti derivati: forward, futures ed opzioni Per poter affrontare lo studio dei prodotti derivati occorre fare delle ipotesi sul mercato finanziario che permettono di semplificare dal punto

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 26 del 03.07.2015 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU... 1 B. TASSO

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI INFORMAZIONI GENERALI La Direttiva MIFID (2004/39/CE), relativa ai mercati degli strumenti finanziari, introduce

Dettagli

LUSSEMBURGO, UN CENTRO DI ECCELLENZA PER IL WEALTH MANAGEMENT INTERNAZIONALE

LUSSEMBURGO, UN CENTRO DI ECCELLENZA PER IL WEALTH MANAGEMENT INTERNAZIONALE LUSSEMBURGO, UN CENTRO DI ECCELLENZA PER IL WEALTH MANAGEMENT INTERNAZIONALE Moderatore: Giuliano Bidoli Head of Tax, Experta Corporate and Trust Services S.A. Relatori: Massimo Contini Senior Relationship

Dettagli

Le due facce dell investimento

Le due facce dell investimento Schroders Educational Rischio & Rendimento Le due facce dell investimento Per essere buoni investitori non basta essere buoni risparmiatori. La sfida del rendimento è tutta un altra storia. È un cammino

Dettagli

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Deliberato dal CdA della BCC di Buccino nella seduta del 07/08/2009 Versione n 3 Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

vwd market manager financials Il terminale finanziario per gli operatori professionali

vwd market manager financials Il terminale finanziario per gli operatori professionali vwd market manager financials Il terminale finanziario per gli operatori professionali Introduzione Overview Contenuti Tools & funzioni Contatti & supporto vwd market manager financials 2 A chi si rivolge

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità Il gruppo finanziario belga KBC ha chiuso i primi 9 mesi del 2012 con un utile netto

Dettagli

La valutazione implicita dei titoli azionari

La valutazione implicita dei titoli azionari La valutazione implicita dei titoli azionari Ma quanto vale un azione??? La domanda per chi si occupa di mercati finanziari è un interrogativo consueto, a cui cercano di rispondere i vari reports degli

Dettagli

La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio sull offerta.

La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio sull offerta. PARTE III DEL PROSPETTO COMPLETO ALTRE INFORMAZIONI SULL INVESTIMENTO La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio

Dettagli