Art. 2 Requisiti per il conseguimento dell abilitazione d insegnante

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Art. 2 Requisiti per il conseguimento dell abilitazione d insegnante"

Transcript

1 AREA AMBIENTE E MOBILITA U.O. TRASPORTI E MOTORIZZAZIONE REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE D INSEGNANTE ED ISTRUTTORE DI SCUOLA GUIDA Approvato con Deliberazione di Consiglio Provinciale n. dd.

2 Indice ART. 1 FONTI NORMATIVE pag. 3 ART. 2 REQUISITI PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE DI INSEGNANTE pag. 3 ART. 3 CORSI DI FORMAZIONE INIZIALE PER INSEGNANTE pag. 3 ART. 4 ESAMI DI IDONEITÀ PER L ABILITAZIONE D INSEGNANTE pag. 4 ART. 5 CORSI DI FORMAZIONE PERIODICA PER INSEGNANTE pag. 4 ART. 6 ABILITAZIONE D ISTRUTTORE pag. 5 ART. 7 REQUISITI PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE DI ISTRUTTORE pag. 5 ART. 8 CORSI DI FORMAZIONE INIZIALE PER ISTRUTTORE pag. 6 ART. 9 ESAMI DI IDONEITÀ PER L ABILITAZIONE D ISTRUTTORE pag. 6 ART. 10 CORSI DI FORMAZIONE PERIODICA D ISTRUTTORE pag. 7 ART. 11 ESTENSIONE DELL ABILITAZIONE pag. 8 ART. 12 SOGGETTI CHE SVOLGONO I CORSI DI FORMAZIONE E DI AGGIORNAMENTO pag. 8 ART. 13 DOCENTI DEI CORSI DI FORMAZIONE E DI AGGIORNAMENTO pag. 9 ART. 14 ISTITUZIONE DEL DIRITTO PER L AMMISSIONE AGLI ESAMI pag. 9 ART. 15 CONVENZIONI PER L ORGANIZZAZIONE E LO SVOLGIMENTO DEGLI ESAMI pag. 9 ART. 16 RICORSI pag. 10 ART. 17 NORME FINALI pag. 10 ART. 18 ENTRATA IN VIGORE pag. 10 2

3 Art. 1 Fonti normative. 1. Ai sensi e per gli effetti ed in conformità del Decreto Legislativo 1 aprile 2004 n. 111, Norme di attuazione dello statuto speciale della regione Friuli-Venezia Giulia concernenti il trasferimento di funzioni in materia di viabilità e trasporti, della Legge regionale 20 agosto 2007 n. 23 attuazione del decreto legislativo 111/2004 in materia di trasporto pubblico regionale e locale, trasporto merci, motorizzazione, circolazione su strada e viabilità, la competenza in materia di disciplina dei corsi di formazione e procedure per l abilitazione di insegnanti ed istruttori di scuola guida ivi compresa l istituzione e la nomina della commissione d esame (di seguito denominata in breve Commissione) è attribuita alla Provincia. 2. La materia è regolata dalle seguenti norme: decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 Nuovo Codice della Strada e relativo regolamento di esecuzione D.P.R. 16 dicembre 1992, n. 495 e successive modifiche; decreto legge 31 gennaio 2007, n. 7, convertito con modifiche con la legge 2 aprile 2007, n. 40; decreto del Ministero dei Trasporti e della Navigazione 17 maggio 1995, n. 317; nota prot. AS741 del 6 agosto 2010 con oggetto Nuovo codice della Strada Regolamentazione dell attività delle autoscuole dell Autorità Garante della concorrenza e del mercato; decreto ministeriale del 26 gennaio 2011, n. 17 Regolamento recante la disciplina dei corsi di formazione e procedure per l abilitazione d insegnanti e istruttori di autoscuola. Art. 2 Requisiti per il conseguimento dell abilitazione d insegnante 1. Consegue l abilitazione d insegnante chi sia: a) di età non inferiore a anni diciotto; b) titolare della patente di guida della categoria B normale o speciale; c) in possesso del diploma d istruzione di secondo grado conseguito a seguito di un corso di studi di almeno cinque anni; d) non essere stato dichiarato delinquente abituale, professionale o per tendenza e non essere stato sottoposto a misure amministrative di sicurezza personale o alle misure di prevenzione previste dall art. 120, comma 1. del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 e s.m.i.; e) in possesso attestato di frequenza di cui al successivo articolo. Art. 3 Corsi di formazione iniziale per insegnante. 1. All esame per il conseguimento dell abilitazione d insegnante è ammesso chi ha frequentato il corso di formazione iniziale sulla base dei programmi di cui all allegato 1. del decreto ministeriale del 26 gennaio 2011, n Il corso ha la durata di centoquarantacinque ore. 3. I corsi di formazione degli insegnanti delle autoscuole sono organizzati dai soggetti indicati all articolo 12 del presente regolamento. 4. Le lezioni giornaliere di teoria hanno durata non inferiore a tre ore e non superiore a sei ore. Le lezioni teoriche si svolgono nei giorni feriali, dal lunedì al sabato dalle ore 8.00 alle ore I partecipanti sono iscritti nel registro d iscrizione e firmano il registro di frequenza: le eventuali assenze dei partecipanti devono essere annotate sul registro entro 15 minuti dall inizio della lezione. 5. Nel corso di formazione iniziale per insegnante non è consentito un numero di assenze superiore al dieci per cento delle ore di lezione. La percentuale del dieci per cento è arrotondata all ora intera superiore. L allievo assente per un numero di ore superiore a quanto ammesso ripete l intero corso per essere ammesso all esame. 3

4 6. Al termine del corso l autoscuola, il centro d istruzione automobilistica o i soggetti accreditati dalla Regione Friuli Venezia Giulia, rilasciano all allievo un attestato di frequenza che gli consente di presentare domanda per sostenere l esame di abilitazione entro due anni dalla data del rilascio. Art. 4 Esami d idoneità per l abilitazione d insegnante 1. La Provincia indice almeno una sessione d esame ogni anno o comunque quando giungano più di dieci richieste. La scadenza del termine di presentazione delle domande di ammissione è fissata al 30 aprile di ogni anno, Dell avvenuta ammissione, o dell eventuale non ammissione, e della data di effettuazione degli esami sarà data comunicazione ai canditati tramite lettera raccomandata AR o tramite PEC, inviata almeno 15 (quindici) giorni prima dello svolgimento della prima prova d esame, salvo diversa disposizione del competente Dirigente o del funzionario delegato. 2. La commissione d esame è composta da membri esperti nelle materie d esame, designati: a) il Dirigente preposto alla Motorizzazione Civile, o un suo delegato con funzioni di presidente; b) un dipendente della Motorizzazione civile con qualifica funzionale non inferiore alla categoria D e abilitato allo svolgimento degli esami; c) un esperto in motorizzazione designato dalla Regione Friuli Venezia Giulia; d) un rappresentante, con la qualifica di Insegnante e Istruttore di guida che eserciti da almeno 5 anni, delle Associazioni di categoria delle Autoscuole rappresentative a livello nazionale nominato dalle stesse congiuntamente a livello locale. In caso di mancata nomina congiunta si provvederà alla scelta mediante estrazione a sorte fra i candidati proposti. In ogni caso vigono le regole di incompatibilità del codice di procedura civile per tutti i membri della commissione nei rapporti con i candidati. Ai membri della Commissione, e ai relativi supplenti non competono gettoni di presenza o rimborsi spese. 3. L esame per insegnante, che verte sulle materie di cui all allegato 1 del decreto ministeriale del 26 gennaio 2011, n. 17 e s.m.i., si svolge in quattro fasi: 3 a) i candidati compilano due schede d esame per il conseguimento della patente di guida delle categorie A e B nel tempo massimo di quaranta minuti. Sono ammessi alla seconda fase i candidati che hanno commesso, complessivamente, non più di due errori. 3 b) i candidati trattano sinteticamente, per iscritto e nel tempo minimo di due ore fino ad un massimo di sei ore come stabilito dalla Commissione, un esercitazione su un caso pratico con previsione di tre temi scelti dalla Commissione tra gli argomenti del programma d esame. Ad ogni risposta è assegnato un punteggio tra zero e dieci. Sono ammessi alla terza fase i candidati che hanno ottenuto un punteggio non inferiore a 18/30 conseguendo un punteggio minimo non inferiore a cinque per ciascuna prova; 3 c) i candidati simulano una lezione di teoria su un argomento scelto dalla Commissione. Sono ammessi alla quarta fase i candidati che hanno ottenuto un punteggio non inferiore a 18/30; 3 d) i candidati sostengono una prova orale su un argomento scelto dalla Commissione. Superano la prova i candidati che hanno ottenuto un punteggio non inferiore a 18/ Al candidato idoneo la Provincia rilascia un attestato comprovante l abilitazione conseguita nonché il libretto professionale recante i titoli abilitativi, i dati anagrafici del titolare e i corsi di formazione periodica svolti. 4

5 Art. 5 Corsi di formazione periodica per insegnante. 1. Gli insegnanti abilitati, devono seguire, entro il 31 dicembre di ogni anno, un corso di formazione periodica della durata di otto ore presso uno dei soggetti di cui all art. 12 del presente regolamento. 2. Ogni corso è frequentato da non meno di dieci allievi, salvo motivati casi particolari. 3. Il corso di formazione periodica può avere a oggetto uno o più tra i seguenti argomenti: a) il mantenimento e il miglioramento delle competenze generali degli insegnanti e/o tecniche di conduzione dei veicoli; b) i cambiamenti normativi legati alla sicurezza; c) le nuove ricerche riguardanti l area della sicurezza stradale, in particolare il comportamento dei giovani conducenti, compresa l evoluzione delle tendenze delle cause d incidente; d) i nuovi sviluppi dei metodi d insegnamento/apprendimento. 4. Il corso può essere svolto in una o più giornate e ogni lezione ha una durata minima di due ore. L insegnante non può seguire il corso di formazione periodica presso l autoscuola in cui presta servizio ovvero ne abbia fatto parte negli ultimi sei mesi. 5. La formazione periodica può avvenire anche mediante partecipazione a convegni e/o workshop riconosciuti dalla Provincia inerenti ai punti a), b), c), d) del comma 3. Ogni corso di formazione deve avere una durata minima di due ore. 6. I partecipanti sono iscritti nel registro d iscrizione e firmano il registro di frequenza, se previsto, e comunque devono esibire l attestato di frequenza del corso o dell evento formativo di cui al comma 5 rilasciato dai soggetti formatori specificati ai commi precedenti. 7. L insegnante deve far pervenire alla Provincia, entro il 31 gennaio di ogni anno il libretto professionale per la verifica della frequenza dei corsi di formazione periodica documentata dai relativi attestati di frequenza per la pertinente vidimazione annuale. 8. L insegnante non in regola con la formazione periodica di cui al comma 1 non può esercitare alcuna funzione di insegnante. 9 Nei casi di cui al comma 8 l insegnante, entro l anno successivo, deve completare il ciclo di formazione periodica relativo ai due anni considerati, pena decadenza. dal titolo. Art. 6 Abilitazioni d istruttore. 1. L'istruttore di guida può essere abilitato a: a) svolgere esercitazioni per il conseguimento delle abilitazioni necessarie per la guida di tutti i veicoli a motore e rimorchi, nonché per la loro revisione; b) svolgere esercitazioni per il conseguimento delle abilitazioni necessarie per la guida di tutti i veicoli a motore e rimorchi, ad eccezione dei ciclomotori e dei motocicli, nonché per la loro revisione. 2. Ai soli fini della dichiarazione di cui all'articolo 123, comma 5, del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, e successive modificazioni ed integrazioni, può conseguire l'abilitazione di istruttore un soggetto in possesso dei requisiti di cui al successivo articolo 7, comma 1, lettera b), punto 3). Art. 7 Requisiti per il conseguimento dell abilitazione d istruttore. 1. Consegue l abilitazione d istruttore chi sia: 5

6 a) di età non inferiore a ventuno anni; b) titolare della patente di guida comprendente: 1) almeno le categorie A, B, CE e D, ad esclusione delle categorie speciali, per gli istruttori di cui all'articolo 6, comma 1, lettera a); 2) almeno le categorie B, CE e D, ad esclusione delle categorie speciali per gli istruttori di cui all'articolo 6, comma 1, lettera b); 3) almeno le categorie B speciale, C speciale e D speciale, per gli istruttori di cui all'articolo 6, comma 2; c) in possesso del diploma d istruzione di secondo grado; d) non essere stato dichiarato delinquente abituale, professionale o per tendenza e non essere stato sottoposto a misure amministrative di sicurezza personale o alle misure di prevenzione previste dall art. 120, comma 1 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 e s.m.i.; e) in possesso dell attestato di frequenza di cui al successivo articolo. Art. 8 Corsi di formazione iniziale per istruttore. 1. All esame per il conseguimento dell abilitazione d istruttore è ammesso chi ha frequentato il corso di formazione iniziale sulla base dei programmi di cui all allegato 2 del decreto ministeriale del 26 gennaio 2011, n Il corso è articolato in una parte teorica di ottanta ore comune a tutte le abilitazioni di cui all art. 6 ed una parte pratica di quaranta ore per gli istruttori di cui all'articolo 6, comma 1, lettera a) e trentadue ore per gli istruttori di cui all'articolo 6, comma 1, lettera b). Gli istruttori di cui all'articolo 6, comma 2, sono esonerati dalla parte pratica del corso. 3. I corsi di formazione degli istruttori delle autoscuole sono organizzati dai soggetti indicati all articolo 12 del presente regolamento. 4. Le lezioni giornaliere di teoria hanno durata non inferiore a tre ore e non superiore a sei ore. Le lezioni teoriche si svolgono nei giorni feriali, dal lunedì al sabato dalle ore 8.00 alle ore I partecipanti sono iscritti nel registro d iscrizione e firmano il registro di frequenza. Le eventuali assenze dei partecipanti devono essere annotate sul registro entro 15 minuti dall inizio della lezione. 5. Le esercitazioni giornaliere di guida hanno durata non inferiore a un ora e non superiore a tre ore. Le esercitazioni di guida sono individuali e si svolgono nei giorni feriali, dal lunedì al sabato dalle ore 8.00 alle ore I partecipanti firmano il registro di frequenza nel luogo stabilito per l inizio e la fine dell esercitazione. Le eventuali assenze dei partecipanti devono essere annotate sul registro entro 15 minuti dall inizio dell esercitazione. 6. Nel corso di formazione iniziale per istruttore non è consentito un numero di assenze superiore al dieci per cento delle ore di lezione della parte teorica. La percentuale del dieci per cento è arrotondata all ora intera superiore. Non sono consentite assenze alle lezioni della parte pratica di programma ed eventuali assenze sono recuperate. L allievo assente per un numero di ore superiore a quanto ammesso ripete l intero corso per essere ammesso all esame. 7. Al termine del corso, l autoscuola o il centro d istruzione automobilistica rilasciano all allievo un attestato di frequenza che gli consente di presentare domanda per sostenere l esame di abilitazione entro due anni dalla data del rilascio. Art. 9 Esami d idoneità per l abilitazione d istruttore. 1. La Provincia indice almeno una sessione d esame ogni anno o comunque quando saranno giunte più di dieci richieste. La scadenza del termine di presentazione delle domande di ammissione è fissata al 30 aprile di ogni anno. 6

7 Dell avvenuta ammissione, o dell eventuale non ammissione, e della data di effettuazione degli esami sarà data comunicazione ai canditati tramite lettera raccomandata AR o tramite PEC, inviata almeno 15 (quindici) giorni prima dello svolgimento della prima prova d esame, salvo diversa disposizione del competente Dirigente o del funzionario delegato. 2. La commissione d esame è composta da membri esperti nelle materie d esame, designati: a) il Dirigente preposto alla Motorizzazione civile, o un suo delegato con funzioni di presidente; b) un dipendente della Motorizzazione civile con qualifica funzionale non inferire alla categoria D e abilitato a svolgere gli esami; c) un esperto in motorizzazione designato dalla Regione Friuli Venezia Giulia d) un rappresentante, con la qualifica di Insegnante e Istruttore di guida che eserciti da almeno 5 anni, delle Associazioni di categoria delle Autoscuole rappresentative a livello nazionale nominato dalle stesse congiuntamente a livello locale. In caso di mancata nomina congiunta si provvederà alla scelta mediante estrazione a sorte fra i candidati proposti. In ogni caso vigono le regole di incompatibilità del codice di procedura civile per tutti i membri della commissione nei rapporti con i candidati. Ai membri della Commissione, e ai relativi supplenti non competono gettoni di presenza o rimborsi spese. 3. L esame per istruttore, che verte sulle materie di cui all allegato 2 del decreto ministeriale del 26 gennaio 2011, n. 17 e s.m.i., si svolge in tre fasi: 3 a) i candidati compilano due schede d esame per il conseguimento della patente di guida delle categorie A e B nel tempo massimo di quaranta minuti. Sono ammessi alla seconda fase i candidati che hanno commesso, complessivamente, non più di due errori. 3 b) i candidati sostengono una prova orale sugli argomenti del programma d esame. Sono ammessi alla terza fase i candidati che hanno ottenuto un punteggio non inferiore a 18/30; 3 c) il candidato sostiene le seguenti prove pratiche per dimostrare la propria capacità d istruzione. Le prove si svolgono con le seguenti modalità: c1) capacità d istruzione alla guida di veicoli delle categorie A, limitatamente al conseguimento dell'abilitazione di cui all'articolo 6, comma 1, lettera a); il motociclo utilizzato per lo svolgimento di tale prova deve avere caratteristiche tecniche indicate per l ottenimento della patente A condotto da un componente della Commissione di cui al comma 1, che funge da allievo, titolare almeno di patente di idonea categoria per il veicolo con il quale si effettua la prova; c2) capacità d istruzione alla guida di veicolo della categoria B, per il conseguimento delle abilitazioni di cui all'articolo 6, comma 1, lettere a) e b), condotto da un componente della Commissione di cui al comma 1, che funge da allievo, titolare almeno di patente B; c3) capacità d istruzione alla guida su veicolo della categoria CE o D, a scelta della Commissione di cui al comma 1, per il conseguimento delle abilitazioni di cui all'articolo 6, comma 1, lettere a) e b),condotto da un componente della stessa, che funge da allievo, titolare di patente di idonea categoria per il veicolo con il quale si effettua la prova. Nella commissione d'esame deve essere assicurata, attraverso uno o più soggetti, titolari di una o più patenti superiori, la presenza di membri abilitati a svolgere il ruolo del conducente alla guida dei veicoli di categoria C, CE, D, nelle prove atte a dimostrare la capacità d istruzione alla guida di veicoli di corrispondenti categorie. Supera la prova, il candidato che ha ottenuto un punteggio per ciascuna prova non inferiore a cinque e complessivo, sulle tre prove, non inferiore a diciotto rispetto al punteggio massimo di trenta. 4. I candidati al conseguimento dell'abilitazione d istruttore di cui all'articolo 6, comma 2, sostengono solo le prove d'esame di cui al comma 3, lettere 3a) e 3b). 5. Al candidato idoneo la Provincia rilascia un attestato comprovante l abilitazione conseguita nonché il libretto professionale recante i titoli abilitativi, i dati anagrafici del titolare e i corsi di formazione periodica svolti. 7

8 Art. 10 Corsi di formazione periodica d istruttore. 1. Gli istruttori abilitati, che svolgono attività, devono seguire, entro il 31 dicembre di ogni anno un corso di formazione periodica della durata di otto ore presso uno dei soggetti di cui all art. 12 del presente regolamento. 2. Ogni corso è frequentato da non meno di dieci allievi, salvo motivati casi particolari. 3. Il corso di formazione periodica può avere ad oggetto uno o più tra i seguenti argomenti: a) il mantenimento e il miglioramento delle competenze generali degli istruttori e/o tecniche di conduzione dei veicoli; b) i cambiamenti normativi in particolare legati alla sicurezza; c) le nuove ricerche riguardanti l area della sicurezza stradale, in particolare il comportamento dei giovani conducenti, compresa l evoluzione delle tendenze delle cause di incidente; d) i nuovi sviluppi dei metodi d insegnamento/apprendimento. 4. Il corso può essere svolto in una o più giornate. Ogni lezione ha durata non inferiore a due ore. L istruttore non può seguire il corso di formazione periodica presso l autoscuola in cui presta servizio ovvero ne abbia fatto parte negli ultimi sei mesi. 5. La formazione periodica può avvenire anche mediante partecipazione a convegni, workshop, corsi di guida riconosciuti dalla Provincia inerenti ai punti a), b), c), d) del comma 3. Ogni corso di formazione deve avere una durata minima di due ore. 6. I partecipanti sono iscritti nel registro d iscrizione e firmano il registro di frequenza, se previsto, e comunque devono esibire l attestato di frequenza del corso o dell evento formativo di cui al comma 5 rilasciato dai soggetti formatori specificati ai commi precedenti. 7. L istruttore deve far pervenire alla Provincia, entro il 31 gennaio di ogni anno il libretto professionale per la verifica della frequenza dei corsi di formazione periodica dimostrata dai relativi attestati di frequenza per la pertinente vidimazione annuale. 8. L istruttore non in regola con la formazione periodica di cui al comma 1 non può esercitare alcuna funzione di Istruttore. 9 Nei casi di cui al comma 8 l istruttore, entro l anno successivo, deve completare il ciclo di formazione periodica relativo ai due anni considerati pena decadenza. dal titolo. Art. 11 Estensione dell abilitazione. 1. Gli insegnanti che intendono conseguire anche l abilitazione d istruttore, se in possesso dei requisiti di cui all art. 7 del presente regolamento, svolgono il corso di formazione iniziale sulla base del programma di cui all allegato 2, lettera A) del decreto ministeriale del 26 gennaio 2011, n. 17 e, ove prevista, la parte di programma pratico di cui allo stesso allegato 2, lettera B), in ragione del tipo di abilitazione che intende conseguire e sostengono l esame di idoneità di cui all art. 9 del presente regolamento. L esame per l estensione dell abilitazione, svolto secondo le modalità di cui all art. 9, verte sulle prove di cui al predetto art. 9 oggetto del programma di formazione iniziale seguito, ad esclusione della prova di cui al comma 3 lettera a). 2. Gli istruttori che intendono conseguire anche l abilitazione d insegnante, se in possesso dei requisiti di cui all art. 2 del presente regolamento, frequentano il corso di formazione iniziale da trenta ore sulla base del programma di cui all allegato 1 del decreto ministeriale del 26 gennaio 2011, n. 17 e sostengono l esame di idoneità di cui all art. 4 del presente regolamento. L esame per l estensione dell abilitazione, svolto secondo le modalità di cui all art. 4, verte sulle prove di cui al predetto art. 4 oggetto del programma di formazione iniziale seguito, ad esclusione della prova di cui al comma 4 lettera a). 8

9 3. L'istruttore abilitato ai sensi dell'articolo 6, comma 1, lettera b), che intende integrare la propria abilitazione anche con quella per svolgere le esercitazioni per il conseguimento delle patenti di categoria A, frequenta la parte di programma pratico di formazione iniziale di cui all'allegato 2, lettera B) del decreto ministeriale del 26 gennaio 2011, n. 17 relativo alle lezioni di guida simulata su motociclo. L'esame per l'estensione dell'abilitazione, svolto secondo le modalità di cui all'articolo 9, verte sulla prova di cui all'articolo 9, comma 3, lettera c1). 4. Il candidato che sostiene gli esami per insegnante e per istruttore nella stessa sessione e sia risultato idoneo alla prova prevista dall art. 3, comma 4, punto a), non dovrà ripetere la prova prevista dall art. 9, comma 3, punto a). Art. 12 Soggetti che svolgono i corsi di formazione iniziale e formazione periodica. 1. I corsi di formazione iniziale e periodica, per insegnanti e istruttori, di cui al presente decreto sono svolti: a) dalle autoscuole che svolgono l attività di formazione dei conducenti per il conseguimento di qualsiasi categoria di patente ovvero dai centri di istruzione automobilistica riconosciuti per la formazione integrale; b) da soggetti accreditati dalla Regione Friuli Venezia Giulia, sulla base della disciplina quadro di settore definita con l intesa stipulata in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano il 20 marzo 2008 (G.U. n.18 del 23 gennaio 2009). 2. I corsi di formazione periodica, compresi convegni e/o workshop, potranno essere svolti anche da soggetti idonei individuati dall Amministrazione provinciale sentite le associazioni di categoria. 3. L avvio dei corsi, il calendario delle lezioni, l elenco degli allievi ed il nominativo dei docenti sono comunicati alla Provincia entro tre giorni lavorativi antecedenti la data di inizio dei corsi stessi. Non è consentito iscrivere allievi ad un corso già iniziato. 4. L eventuale modifica del calendario delle lezioni o dei docenti è comunicata alla Provincia, entro tre giorni lavorativi antecedenti alla data in cui si svolgeranno le lezioni oggetto di modifica. Art. 13 Docenti dei corsi di formazione iniziale e di formazione periodica. 1. I corsi di formazione iniziale e periodica sono svolti dalle figure professionali previste all art. 12 del decreto ministeriale del 26 gennaio 2011, n. 17 e successive modifiche ed integrazioni. 2. I corsi di formazione periodica potranno essere tenuti anche da docenti esperti, anche al di fuori delle professionalità e dei titoli individuati al citato art. 12 del decreto ministeriale del 26 gennaio 2011, n. 17 purché ritenuti idonei dalla Provincia di Trieste sentite le associazioni di categoria. Art. 14 Istituzione del diritto per l ammissione agli esami. 1. E istituito quale servizio a domanda individuale il diritto per l ammissione all esame iniziale per il conseguimento dell abilitazione d insegnante o d istruttore. 9

10 2. Il diritto è fissato con apposita delibera Giuntale tenendo conto dei costi dell amministrazione per l organizzazione d esame e distinguendo fra singola abilitazione e doppia abilitazione. Art. 15 Convenzioni per l organizzazione e lo svolgimento degli esami. 1. È fatta salva la possibilità per la Provincia di stipulare apposite convenzioni con le altre Province della Regione Friuli Venezia Giulia per l organizzazione e lo svolgimento degli esami in base a livelli sovraprovinciali di aggregazione territoriale, ai sensi dell articolo 30 del Testo Unico delle Leggi sull ordinamento degli Enti Locali (decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267) L.R. 1/ Con provvedimento del dirigente preposto alla funzione Motorizzazione Civile di Trieste la Provincia può avvalersi di sessione d esame indette da altre Province della regione Friuli Venezia Giulia: 3. L avvalimento di sessioni d esame fissate da altre Province è disposto con provvedimento del dirigente preposto alla funzione Motorizzazione Civile della Provincia di Trieste di cui è data tempestiva comunicazione ai candidati. 4. Con il medesimo provvedimento, di cui al comma precedente, il dirigente preposto alla funzione Motorizzazione Civile della Provincia di Trieste dispone riguardo alla compartecipazione delle spese per l organizzazione delle sessioni. Art. 16 Ricorsi. 1. Avverso i provvedimenti di non ammissione agli esami ovvero di definizione degli esiti degli stessi è ammesso ricorso al competente Tribunale Amministrativo Regionale ovvero ricorso straordinario al Presidente della Repubblica. Art. 17 Norme finali. 1. Il presente regolamento annulla e sostituisce integralmente il precedente regolamento di pari oggetto approvato con deliberazione di Consiglio provinciale n. 67 di data Art. 18 Entrata in vigore. 1. Il presente regolamento entra in vigore dalla data di esecutività della deliberazione di approvazione da parte del Consiglio provinciale. 10

11 Elenco firmatari ATTO SOTTOSCRITTO DIGITALMENTE AI SENSI DEL D.P.R. 445/2000 E DEL D.LGS. 82/2005 E SUCCESSIVE MODIFICHE E INTEGRAZIONI Questo documento è stato firmato da: NOME: MAURIZIO VIDALI CODICE FISCALE: VDLMRZ67T12L424F DATA FIRMA: 21/03/ :56:11 IMPRONTA: CF8473FC4B19E30083F5E2131A43EC223EBA8359C7DAB5F F2B922C2 3EBA8359C7DAB5F F2B922C2E25F16AC48267E170AFADC9D9F27BF5B E25F16AC48267E170AFADC9D9F27BF5B6F04070C54B36D32E A0F 6F04070C54B36D32E A0FE16746C A1F30B NOME: GABRIELLA LUGARA' CODICE FISCALE: LGRGRL67T53H224K DATA FIRMA: 25/03/ :49:24 IMPRONTA: 18CACF50A53207AD21B0E7FF1AF3BD6790EC564CC002B444A17F3307E03A03EA 90EC564CC002B444A17F3307E03A03EA91802A7A9110AAE5587CEBE212BECC A7A9110AAE5587CEBE212BECC41A9BE8DD0AD6DC8E5F5E DC44C5 A9BE8DD0AD6DC8E5F5E DC44C5BD D004A39619F1EAC30805EB

REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE DI INSEGNANTE ED ISTRUTTORE DI SCUOLA GUIDA

REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE DI INSEGNANTE ED ISTRUTTORE DI SCUOLA GUIDA AREA ATTIVITA PRODUTTIVE E SVILUPPO DEL TERRITORIO FUNZIONE MOTORIZZAZIONE CIVILE REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE DI INSEGNANTE ED ISTRUTT DI SCUOLA GUIDA Approvato con Deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ESAME PER IL RICONOSCIMENTO DELL' IDONEITÀ DEGLI INSEGNANTI DI TEORIA E DEGLI ISTRUTTORI DI GUIDA DI AUTOSCUOLA

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ESAME PER IL RICONOSCIMENTO DELL' IDONEITÀ DEGLI INSEGNANTI DI TEORIA E DEGLI ISTRUTTORI DI GUIDA DI AUTOSCUOLA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ESAME PER IL RICONOSCIMENTO DELL' IDONEITÀ DEGLI INSEGNANTI DI TEORIA E DEGLI ISTRUTTORI DI GUIDA DI AUTOSCUOLA (Approvato con deliberazione consiliare n. 92 del 19.11.2012)

Dettagli

istruttore di autoscuola

istruttore di autoscuola Standard formativo relativo alla formazione iniziale propedeutica per il conseguimento dell abilitazione e formazione periodica istruttore di autoscuola ai sensi Decreto ministeriale 26 gennaio 2011, n.

Dettagli

NUOVO REGOLAMENTO PER L ESPLETAMENTO DEGLI ESAMI PER IL RICONOSCIMENTO DELL IDONEITA DEGLI INSEGNANTI E DEGLI ISTRUTTORI DI AUTOSCUOLA.

NUOVO REGOLAMENTO PER L ESPLETAMENTO DEGLI ESAMI PER IL RICONOSCIMENTO DELL IDONEITA DEGLI INSEGNANTI E DEGLI ISTRUTTORI DI AUTOSCUOLA. NUOVO REGOLAMENTO PER L ESPLETAMENTO DEGLI ESAMI PER IL RICONOSCIMENTO DELL IDONEITA DEGLI INSEGNANTI E DEGLI ISTRUTTORI DI AUTOSCUOLA. Art. 1 FONTI NORMATIVE Per l espletamento degli esami per il conseguimento

Dettagli

BANDO PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE DI INSEGNANTI ED ISTRUTTORI DI AUTOSCUOLA. Sessioni di esami anno 2013

BANDO PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE DI INSEGNANTI ED ISTRUTTORI DI AUTOSCUOLA. Sessioni di esami anno 2013 PROVINCIA DI SAVONA Settore Affari Generali e del Personale Servizio Trasporti BANDO PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE DI INSEGNANTI ED ISTRUTTORI DI AUTOSCUOLA La Provincia di Savona, anche per conto

Dettagli

Scuola guida: come diventare insegnanti ed istruttori Decreto Ministero Infrastrutture e trasporti 26.01.2011 n. 17, G.U. 10.03.

Scuola guida: come diventare insegnanti ed istruttori Decreto Ministero Infrastrutture e trasporti 26.01.2011 n. 17, G.U. 10.03. Scuola guida: come diventare insegnanti ed istruttori Decreto Ministero Infrastrutture e trasporti 26.01.2011 n. 17, G.U. 10.03.2011 Al via la disciplina dei corsi di formazione e procedure per l'abilitazione

Dettagli

Sessioni di esame anno 2015

Sessioni di esame anno 2015 Allegato A PROVINCIA DI SAVONA Settore Affari Generali e del Personale Servizio Trasporti BANDO PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE DI INSEGNANTE E DI ISTRUTTORE DI AUTOSCUOLA La Provincia di Savona,

Dettagli

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DECRETO 26 gennaio 2011, n. 17 Regolamento recante la disciplina dei corsi di formazione e procedure per l'abilitazione di insegnanti ed istruttori di autoscuola.

Dettagli

Art.1 Generalità e fonti normative 1. ( 2. 3. Art. 2 Requisiti per l abilitazione di insegnante di teoria e di istruttore di guida 1. 2.

Art.1 Generalità e fonti normative 1.  ( 2. 3. Art. 2 Requisiti per l abilitazione di insegnante di teoria e di istruttore di guida 1. 2. Art.1 Generalità e fonti normative 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di svolgimento degli esami per l abilitazione di insegnanti ed istruttori di autoscuola in attuazione dell art. 105,

Dettagli

PROVINCIA DI PISTOIA

PROVINCIA DI PISTOIA PROVINCIA DI PISTOIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE ALLA PROFESSIONE DI INSEGNANTE DI TEORIA E ISTRUTTORE DI GUIDA NELLE AUTOSCUOLE ART.1- AMBITO DI APPLICAZIONE 1-Il presente Regolamento

Dettagli

PROVINCIA DI SAVONA Regolamento relativo all'abilitazione di insegnante ed istruttore di autoscuola

PROVINCIA DI SAVONA Regolamento relativo all'abilitazione di insegnante ed istruttore di autoscuola PROVINCIA DI SAVONA Regolamento relativo all'abilitazione di insegnante ed istruttore di autoscuola Approvato dal Consiglio Provinciale con deliberazione n. 72 del 29 novembre 2011 (Testo entrato in vigore

Dettagli

BANDO D'ESAME PER L'ABILITAZIONE DI INSEGNANTI DI TEORIA E ISTRUTTORI DI GUIDA NELLE AUTOSCUOLE

BANDO D'ESAME PER L'ABILITAZIONE DI INSEGNANTI DI TEORIA E ISTRUTTORI DI GUIDA NELLE AUTOSCUOLE Provincia di Rovigo AREA FINANZIARIA E TRASPORTI Servizio Trasporto Privato Allegato alla determinazione n. 1424 del 09/07/2015 ESAME DI ABILITAZIO NE DI INSEGNANTI E DI ISTRUTTO RI DI AUTO SCUO LA BANDO

Dettagli

PROVINCIA DI PIACENZA Servizio Trasporti e Mobilità

PROVINCIA DI PIACENZA Servizio Trasporti e Mobilità PROVINCIA DI PIACENZA Servizio Trasporti e Mobilità BANDO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI AMMISSIONE ALL ESAME PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITÀ PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL'ATTIVITA'

Dettagli

Dipartimento VI Governo del Territorio e della Mobilità Servizio 4 Mobilità Privata e Autotrasporto Merci

Dipartimento VI Governo del Territorio e della Mobilità Servizio 4 Mobilità Privata e Autotrasporto Merci Dipartimento VI Governo del Territorio e della Mobilità Servizio 4 Mobilità Privata e Autotrasporto Merci BANDO PUBBLICO BANDO D ESAME PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE ALLA PROFESSIONE DI INSEGNANTE

Dettagli

PROVINCIA DI FOGGIA INDICE

PROVINCIA DI FOGGIA INDICE PROVINCIA DI FOGGIA Regolamento per l espletamento degli esami per il riconoscimento dell idoneità degli insegnanti di teoria e degli istruttori di guida di autoscuola INDICE ART. 1 GENERALITA E FONTI

Dettagli

art. 1 Art. 12 esame finale del corso di aggiornamento - 1/8 -

art. 1 Art. 12 esame finale del corso di aggiornamento - 1/8 - Bando di indizione per l anno formativo 2015/2016 del Corso teorico-pratico di aggiornamento professionale per l attività di Operatore per la prevenzione, soccorso e sicurezza sulle piste di sci - figure

Dettagli

MODALITÀ DI COSTITUZIONE, NOMINA E FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE CONSULTIVA PROVINCIALE PER L AUTOTRASPORTO DI COSE IN CONTO PROPRIO

MODALITÀ DI COSTITUZIONE, NOMINA E FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE CONSULTIVA PROVINCIALE PER L AUTOTRASPORTO DI COSE IN CONTO PROPRIO AREA ATTIVITA PRODUTTIVE E SVILUPPO DEL TERRITORIO FUNZIONE MOTORIZZAZIONE CIVILE MODALITÀ DI COSTITUZIONE, NOMINA E FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE CONSULTIVA PROVINCIALE PER L AUTOTRASPORTO DI COSE IN

Dettagli

MODALITA DI SVOLGIMENTO ESAMI INSEGNANTI DI TEORIA ED ISTRUTTORI DI GUIDA

MODALITA DI SVOLGIMENTO ESAMI INSEGNANTI DI TEORIA ED ISTRUTTORI DI GUIDA MODALITA DI SVOLGIMENTO ESAMI INSEGNANTI DI TEORIA ED ISTRUTTORI DI GUIDA Esame Insegnante Di Teoria (Art. 3 D.M. 26/01/2011 n. 17) 1) Prima prova scritta: il candidato compila, nel tempo massimo di quaranta

Dettagli

FORMAZIONE OBBLIGATORIA PER INSEGNANTI E ISTRUTTORI DI AUTOSCUOLE

FORMAZIONE OBBLIGATORIA PER INSEGNANTI E ISTRUTTORI DI AUTOSCUOLE FORMAZIONE OBBLIGATORIA PER INSEGNANTI E ISTRUTTORI DI AUTOSCUOLE Con il decreto n. 1795 del 17 maggio 2011, la Regione Toscana ha recepito e specificato i contenuti del D.M. n. 17/2011 in materia di formazione

Dettagli

REGOLAMENTO PROVINCIALE PER IL CONSEGUIMENTO DELL ATTESTATO DI IDONEITÀ PROFESSIONALE PER IL TRASPORTO NAZIONALE ED INTERNAZIONALE SU STRADA DI MERCI

REGOLAMENTO PROVINCIALE PER IL CONSEGUIMENTO DELL ATTESTATO DI IDONEITÀ PROFESSIONALE PER IL TRASPORTO NAZIONALE ED INTERNAZIONALE SU STRADA DI MERCI REGOLAMENTO PROVINCIALE PER IL CONSEGUIMENTO DELL ATTESTATO DI IDONEITÀ PROFESSIONALE PER IL TRASPORTO NAZIONALE ED INTERNAZIONALE SU STRADA DI MERCI O DI VIAGGIATORI (D. Lgs. n. 395/2000 e successive

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI, LA NAVIGAZIONE E I SISTEMI INFORMATIVI E STATISTICI Direzione Generale per la Motorizzazione Via G. Caraci, 36-00157 ROMA Prot.

Dettagli

Autoscuola Marche - http://www.autoscuolamarche.com/

Autoscuola Marche - http://www.autoscuolamarche.com/ MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DECRETO 8 gennaio 2013 (Modificato da DM 06/11/2013) Disciplina della prova di controllo delle cognizioni e di verifica delle capacità e dei comportamenti

Dettagli

PROVINCIA DI VICENZA

PROVINCIA DI VICENZA PROVINCIA DI VICENZA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL ATTESTATO DI ABILITAZIONE PROFESSIONALE ALL ESERCIZIO DELL ATTIVITÀ DI INSEGNANTE DI TEORIA E ISTRUTTORE DI GUIDA DELLE AUTOSCUOLE PER CONDUCENTI

Dettagli

FAC SIMILE DELLA RICHIESTA DI NULLA OSTA DA PARTE DI AUTOSCUOLE O CENTRI DI ISTRUZIONE AUTOMOBILISTICA

FAC SIMILE DELLA RICHIESTA DI NULLA OSTA DA PARTE DI AUTOSCUOLE O CENTRI DI ISTRUZIONE AUTOMOBILISTICA All. 1 FAC SIMILE DELLA RICHIESTA DI NULLA OSTA DA PARTE DI AUTOSCUOLE O CENTRI DI ISTRUZIONE AUTOMOBILISTICA Marca da bollo Al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti DIREZIONE GENERALE TERRITORIALE

Dettagli

Provincia di Avellino

Provincia di Avellino Provincia di Avellino REGOLAMENTO PER L ESPLETAMENTO DEGLI ESAMI PER IL RICONOSCIMENTO ALL IDONEITA PER INSEGNANTI DI TEORIA E PER ISTRUTTORI DI GUIDA DELLE AUTOSCUOLE. INDICE Art. 1 - Finalità pag. 3

Dettagli

Visto il decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, che ha approvato il codice della strada e successive modificazioni;

Visto il decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, che ha approvato il codice della strada e successive modificazioni; D.M. 6 ottobre 2006 (1) Attuazione delle norme concernenti la formazione professionale dei conducenti dei veicoli adibiti al trasporto di merci pericolose su strada, con riferimento alla direttiva 94/55/CE

Dettagli

PROVINCIA DI PIACENZA Servizio Trasporti e Attività Produttive

PROVINCIA DI PIACENZA Servizio Trasporti e Attività Produttive PROVINCIA DI PIACENZA Servizio Trasporti e Attività Produttive BANDO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI AMMISSIONE ALL ESAME PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITÀ PROFESSIONALE PER L ACCESSO ALLA

Dettagli

REGIONE PIEMONTE BU26 02/07/2015

REGIONE PIEMONTE BU26 02/07/2015 REGIONE PIEMONTE BU26 02/07/2015 Codice A15030 D.D. 24 aprile 2015, n. 276 D.g.r. n. 1-157 del 14/06/2010. Aggiornamento dello standard formativo e della relativa disciplina dei corsi per "Conduttore impianti

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESPLETAMENTO DEGLI ESAMI PER IL RICONOSCIMENTO ALL IDONEITA PER INSEGNANTI DI TEORIA E PER ISTRUTTORI DI GUIDA DELLE AUTOSCUOLE.

REGOLAMENTO PER L ESPLETAMENTO DEGLI ESAMI PER IL RICONOSCIMENTO ALL IDONEITA PER INSEGNANTI DI TEORIA E PER ISTRUTTORI DI GUIDA DELLE AUTOSCUOLE. Allegato A alla Delibera del C.P. n. 45 del 24.06.2011.- P r o v i n c i a d i S i e n a REGOLAMENTO PER L ESPLETAMENTO DEGLI ESAMI PER IL RICONOSCIMENTO ALL IDONEITA PER INSEGNANTI DI TEORIA E PER ISTRUTTORI

Dettagli

Art. 1 Finalità. Art. 2 Quadro normativo di riferimento. Art. 3 Destinatari

Art. 1 Finalità. Art. 2 Quadro normativo di riferimento. Art. 3 Destinatari Allegato al decreto del direttore centrale 6 agosto 2012 n. 1087/ISTR Bando per il finanziamento delle Sezioni Primavera anno scolastico 2012/2013 Art. 1 Finalità 1. Il presente bando viene emanato al

Dettagli

PROVINCIA DI COSENZA

PROVINCIA DI COSENZA PROVINCIA DI COSENZA REGOLAMENTO PROVINCIALE PER L ABILITAZIONE DI INSEGNANTI ED ISTRUTTORI DI AUTOSCUOLA NOTE ALLA CONSULTAZIONE: Ricordiamo che l'unico testo definitivo è quello risultante dagli atti

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO BANDO COMUNALE DI CONCORSO PUBBLICO PER SOLI TITOLI PER L ASSEGNAZIONE DI N.2 AUTORIZZAZIONI PER L ESERCIZIO DEL SERVIZIO DI NOLEGGIO CON CONDUCENTE MEDIANTE AUTOVETTURA (NCC) IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

Dettagli

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DECRETO 22 ottobre 2010 Nuove disposizioni in materia di gestione del punteggio sulla carta di qualificazione del conducente e del certificato di abilitazione

Dettagli

Provincia di Foggia. IL DIRIGENTE DEL SERVIZIO TRASPORTI Ufficio Autotrasporto merci per conto terzi

Provincia di Foggia. IL DIRIGENTE DEL SERVIZIO TRASPORTI Ufficio Autotrasporto merci per conto terzi Provincia di Foggia PROVE PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER IL TRASPORTO SU STRADA DI MERCI E PERSONE PER CONTO TERZI. AVVISO PUBBLICO ANNO 2013 IL DIRIGENTE DEL SERVIZIO TRASPORTI Ufficio

Dettagli

INDICE. Art. 1 REQUISITI PER L AMMISSIONE ALL ESAME

INDICE. Art. 1 REQUISITI PER L AMMISSIONE ALL ESAME AVVISO PUBBLICO BANDO D ESAME PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE ALLA PROFESSIONE DI INSEGNANTE DI TEORIA ED ISTRUTTORE DI GUIDA DI AUTOSCUOLE ANNO 2015 Visto l art. 50 del D.Lgs. 267/2000; Vista la

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA DELLA COMMISSIONE TECNICA PROVINCIALE PER LA FORMAZIONE DEI RUOLI DEI CONDUCENTI DEI VEICOLI O NATANTI ADIBITI A SERVIZI

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA DELLA COMMISSIONE TECNICA PROVINCIALE PER LA FORMAZIONE DEI RUOLI DEI CONDUCENTI DEI VEICOLI O NATANTI ADIBITI A SERVIZI REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA DELLA COMMISSIONE TECNICA PROVINCIALE PER LA FORMAZIONE DEI RUOLI DEI CONDUCENTI DEI VEICOLI O NATANTI ADIBITI A SERVIZI PUBBLICI NON DI LINEA (art. 26 LR 6/2012) APPROVATO CON

Dettagli

Regione Siciliana Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità L'ASSESSORE

Regione Siciliana Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità L'ASSESSORE foglio n. 1 DECRETO n. 38 /GAB Istituzione presso la della commissione d'esame per l'accesso alla professione di trasportatore su strada di persone, di cui al decreto legislativo 22 dicembre 2000, n. 395

Dettagli

Provincia di Foggia. Via P. Telesforo, 25 - Foggia -

Provincia di Foggia. Via P. Telesforo, 25 - Foggia - Provincia di Foggia Via P. Telesforo, 25 - Foggia - PROVE PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER IL TRASPORTO SU STRADA DI MERCI E VIAGGIATORI PER CONTO TERZI. AVVISO PUBBLICO ANNO 2014 (

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 11 novembre 2004, n. 0372/Pres.

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 11 novembre 2004, n. 0372/Pres. L.R. 13/2004, artt. 4 e 12 B.U.R. 1/12/2004, n. 48 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 11 novembre 2004, n. 0372/Pres. Allegato A Regolamento recante criteri e modalità di inserimento nel Registro delle

Dettagli

2^ SESSIONE ANNO 2016

2^ SESSIONE ANNO 2016 Allegato n. 1 alla determinazione dirigenziale n. 28/3 di data 18 febbraio 2016 BANDO PER L AMMISSIONE ALL ESAME PER L ISCRIZIONE AL RUOLO DEI CONDUCENTI DI VEICOLI ADIBITI A SERVIZI PUBBLICI NON DI LINEA

Dettagli

Servizio Difesa del Suolo, Viabilità e Trasporti Ufficio Trasporti e Motorizzazione

Servizio Difesa del Suolo, Viabilità e Trasporti Ufficio Trasporti e Motorizzazione Servizio Difesa del Suolo, Viabilità e Trasporti Ufficio Trasporti e Motorizzazione AVVISO ESAMI PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI INSEGNANTE DI TEORIA E/O ISTRUTTORE

Dettagli

art. 1 prova d esame d idoneità, estensione territoriale ed estensione linguistica

art. 1 prova d esame d idoneità, estensione territoriale ed estensione linguistica Bando per la partecipazione all esame di abilitazione, di estensione territoriale e di estensione linguistica all esercizio della professione di Guida naturalistica o ambientale escursionistica - anno

Dettagli

art. 1 prova d esame d idoneità art. 2 requisiti per l ammissione

art. 1 prova d esame d idoneità art. 2 requisiti per l ammissione Bando per la partecipazione alla prova d esame di idoneità per il conseguimento dell abilitazione all esercizio dell attività professionale di Direttore tecnico di agenzia di viaggio e turismo - anno 2012.

Dettagli

Settore Formazione e Lavoro Servizio Attività formative AVVISO

Settore Formazione e Lavoro Servizio Attività formative AVVISO PROVINCIA DI FROSINONE Settore Formazione e Lavoro Servizio Attività formative AVVISO PER LA COSTITUZIONE DELL ALBO DI ASPIRANTI PRESIDENTI DI COMMISSIONE D ESAME PER I CORSI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione Prove di esame e programmi del concorso per titoli ed esami per l accesso ai ruoli del personale docente della scuola dell infanzia, primaria, secondaria di primo e secondo grado, nonché del personale

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE

PROVINCIA DI CROTONE PROVINCIA DI CROTONE REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEGLI ESAMI DI IDONEITA PER DIRETTORE TECNICO DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (approvato con delibera consiliare N nella seduta del, ) La Provincia di

Dettagli

4) Ente organizzatore

4) Ente organizzatore REGOLAMENTIO DELL AVVISO PUBBLICO Corso di riqualificazione per Operatore Socio Sanitario (O.S.S.) 1) Riferimenti normativi - Accordo stipulato il 22 febbraio 2001 in sede di conferenza Stato Regioni tra

Dettagli

La formazione iniziale e periodica per i conducenti professionali: tutte le coordinate

La formazione iniziale e periodica per i conducenti professionali: tutte le coordinate Autoscuole, come fare i corsi della CQC La formazione iniziale e periodica per i conducenti professionali: tutte le coordinate Sulla CQC esistono molte norme, dalla direttiva al decreto del ministero dei

Dettagli

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ORISTANO. Regolamento della pratica forense

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ORISTANO. Regolamento della pratica forense Allegato alla Delibera CdO n.52/2008 del 25/3/2008 ARTICOLO 1 ( Domanda) CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ORISTANO Regolamento della pratica forense Il praticante che intenda iscriversi deve presentare,

Dettagli

Prot.4601/ACGT IL DIRETTORE

Prot.4601/ACGT IL DIRETTORE Prot.4601/ACGT IL DIRETTORE Visto il Testo Unico delle disposizioni legislative in materia doganale approvato con D.P.R. 23 gennaio 1973, n.43, e, in particolare gli articoli 50, 51 e 52 che dettano norme

Dettagli

art. 1 prova d esame d idoneità art. 2 requisiti per l ammissione

art. 1 prova d esame d idoneità art. 2 requisiti per l ammissione Bando per la partecipazione all esame d idoneità per il conseguimento dell abilitazione all esercizio della attività professionale di Guida turistica - anno 2012. Art. 1 prova d esame d idoneità Art. 2

Dettagli

SECONDA SESSIONE D ESAME ANNO 2014

SECONDA SESSIONE D ESAME ANNO 2014 Servizio Protezione Civile, Trasporti e Mobilità Corso Matteotti, 3 23900 Lecco, Italia Telefono 0341.295426 0341.295454 Fax 0341.295333 Pec: provincia.lecco@lc.legalmail.camcom.it BANDO PER L AMMISSIONE

Dettagli

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI Aggiornato con le modifiche introdotte dal DM 20.01.2015 MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DECRETO 29 luglio 2003 Programmi dei corsi per il recupero dei punti della patente di guida. (GU

Dettagli

PROVINCIA di COSENZA Settore Trasporti

PROVINCIA di COSENZA Settore Trasporti PROVINCIA di COSENZA Settore Trasporti BANDO D INDIZIONE DELLA PRIMA SESSIONE DI ESAME, RELATIVA ALL ANNO 2012, PER IL CONSEGUIMENTO DELLE ABILITAZIONI DI INSEGNANTE ED ISTRUTTORE DI AUTOSCUOLA IL DIRIGENTE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DELLA PRATICA FORENSE TITOLO I

REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DELLA PRATICA FORENSE TITOLO I REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DELLA PRATICA FORENSE TITOLO I ISCRIZIONE NEL REGISTRO SPECIALE DEI PRATICANTI ART. 1 Il laureato in giurisprudenza che intenda iscriversi al Registro Speciale dei praticanti

Dettagli

A relazione dell'assessore Porchietto: Premesso che:

A relazione dell'assessore Porchietto: Premesso che: REGIONE PIEMONTE BU31 02/08/2012 Deliberazione della Giunta Regionale 12 luglio 2012, n. 33-4150 Nuova disciplina dei corsi di formazione professionale per Agente e Rappresentante di Commercio. Revoca

Dettagli

REGOLAMENTO UNIFORME PER LA PRATICA FORENSE Approvato nella seduta consiliare del 6 febbraio 2003

REGOLAMENTO UNIFORME PER LA PRATICA FORENSE Approvato nella seduta consiliare del 6 febbraio 2003 REGOLAMENTO UNIFORME PER LA PRATICA FORENSE Approvato nella seduta consiliare del 6 febbraio 2003 ARTICOLO 1 Il praticante che intenda iscriversi deve presentare, oltre ai documenti richiesti dall art.

Dettagli

PROVINCIA DI TERAMO Settore B8 - Lavoro e Formazione -

PROVINCIA DI TERAMO Settore B8 - Lavoro e Formazione - PROVINCIA DI TERAMO Settore B8 - Lavoro e Formazione - AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI ALLIEVI PER IL CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PER ESTETISTA INDICE Articolo 1 Riferimenti normativi pag. 2

Dettagli

REGIONE PIEMONTE BU22 30/05/2013

REGIONE PIEMONTE BU22 30/05/2013 REGIONE PIEMONTE BU22 30/05/2013 Deliberazione dell Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale n. 69/2013 Elenco dei candidati alla nomina a revisori dei conti della Regione Piemonte: criteri per l'iscrizione

Dettagli

Ministero per i Beni e le Attività Culturali

Ministero per i Beni e le Attività Culturali Ministero per i Beni e le Attività Culturali IL SEGRETARIO GENERALE VISTO il D.Lgs. 20 ottobre 1998, n.368 e successive modificazioni, concernente l istituzione del Ministero per i beni e le attività culturali

Dettagli

SEZIONE I. Denominazione corso Ore Contenuti Attestato di idoneità Corso per l accesso e l esercizio

SEZIONE I. Denominazione corso Ore Contenuti Attestato di idoneità Corso per l accesso e l esercizio SEZIONE I 1.1 DISPOSIZIONI GENERALI 1.1.1 Competenze COMPETENZE REGIONALI (art.5 L.R. 38/2006 e s.m.i. art. 17 L.R. 28/1999 e s.m.i. - art. 8 L.R. 63/1995 e s.m.i). La Regione Piemonte stabilisce i requisiti

Dettagli

COMUNE DI SPILIMBERGO

COMUNE DI SPILIMBERGO COMUNE DI SPILIMBERGO PROVINCIA DI PORDENONE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI NOLEGGIO CON CONDUDCENTE CON AUTOBUS DA RIMESSA E PER LE MODALITA DI RILASCIO E DI RINNOVO DELLE RELATIVE

Dettagli

Il Ministro per gli Affari Esteri

Il Ministro per gli Affari Esteri Decreto Ministeriale 16 marzo 2001, n. 032/655, Procedure di selezione ed assunzione di Personale a contratto. DM VISTATO REGISTRATO AL PERSONALE DALL UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO DM n. 032/655 PRESSO

Dettagli

AREA AFFARI GENERALI

AREA AFFARI GENERALI AREA AFFARI GENERALI BANDO DI MOBILITA VOLONTARIA ESTERNA EX ART. 30 D.LGS 165/2001 PER LA COPERTURA A TEMPO PIENO ED INDETERMINATO DI UN POSTO DI ISTRUTTORE CONTABILE CAT. C SETTORE FINANZIARIO. IL SEGRETARIO

Dettagli

Articolo 1 (Finalità e ambito di applicazione)

Articolo 1 (Finalità e ambito di applicazione) Regolamento relativo alle modalità di finanziamento da parte della Provincia dei programmi di attività elaborati dagli organismi associativi tra apicoltori per promuovere la produzione di prodotti apistici

Dettagli

ASSESSORATO DEL TURISMO, DELLE COMUNICAZIONI E DEI TRASPORTI DECRETO 47/GAB

ASSESSORATO DEL TURISMO, DELLE COMUNICAZIONI E DEI TRASPORTI DECRETO 47/GAB ASSESSORATO DEL TURISMO, DELLE COMUNICAZIONI E DEI TRASPORTI DECRETO 47/GAB Nuove norme sull istituzione presso le province regionali della Sicilia delle commissioni d'esame per l'accesso alla professione

Dettagli

IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE

IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE D.Lvo 39/2010 - Artt. 5 Parere: CONSOB Concerto NO Regolamento sulla formazione continua dei revisori BOZZA Regolamento del Ministro dell economia e delle finanze concernente le modalità del perfezionamento

Dettagli

D.M. 29-07-2003 Programmi dei corsi per il recupero dei punti della patente di guida.

D.M. 29-07-2003 Programmi dei corsi per il recupero dei punti della patente di guida. D.M. 29-07-2003 Programmi dei corsi per il recupero dei punti della patente di guida. Preambolo IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI Visto l'art. 7 del decreto legislativo 15 gennaio 2002,

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER LA COPERTURA DI UN POSTO DI SPECIALISTA TECNICO

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER LA COPERTURA DI UN POSTO DI SPECIALISTA TECNICO BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER LA COPERTURA DI UN POSTO DI SPECIALISTA TECNICO La Società Trasporti Provinciale S.p.A. Bari (STP Bari SpA), in applicazione del proprio regolamento del 22/10/2008 per le

Dettagli

INTESTAZIONE IMPRESA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETÀ RESA AI SENSI DELL'ART. 47 DEL D.P.R. 28 DICEMBRE 2000 N. 445

INTESTAZIONE IMPRESA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETÀ RESA AI SENSI DELL'ART. 47 DEL D.P.R. 28 DICEMBRE 2000 N. 445 INTESTAZIONE IMPRESA Allegato 1 alla circolare prot. n. 7787 del 3.4.2014 DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETÀ RESA AI SENSI DELL'ART. 47 DEL D.P.R. 28 DICEMBRE 2000 N. 445 Il sottoscritto...,

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA IX

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA IX PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA IX Direzione Infrastrutture Territoriali e Datore di Lavoro Ufficio Area Metropolitana, Infrastrutture,Trasporti e Servizi di distribuzione BANDO PER L AMMISSIONE ALL ESAME

Dettagli

DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA

DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA DIREZIONE CENTRALE PER LE RISORSE UMANE UFFICIO III - ATTIVITA CONCORSUALI N. 333-B/12S.4.11 DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA IL CAPO DELLA POLIZIA DIRETTORE GENERALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA VISTA

Dettagli

Pag. 1 di 10. Certificato di idoneità alla guida del ciclomotore

Pag. 1 di 10. Certificato di idoneità alla guida del ciclomotore Pag. 1 di 10 Certificato di idoneità alla guida del ciclomotore DCRUO Relazioni Industriali Settembre 2005 Pag. 2 di 10 INDICE Scopo e campo di applicazione pag. 3 Principi generali pag. 3 Riferimenti

Dettagli

OAM ORGANISMO PER LA GESTIONE DEGLI ELENCHI DEGLI AGENTI IN ATTIVITA FINANZIARIA E DEI MEDIATORI CREITIZI BANDO D ESAME

OAM ORGANISMO PER LA GESTIONE DEGLI ELENCHI DEGLI AGENTI IN ATTIVITA FINANZIARIA E DEI MEDIATORI CREITIZI BANDO D ESAME OAM ORGANISMO PER LA GESTIONE DEGLI ELENCHI DEGLI AGENTI IN ATTIVITA FINANZIARIA E DEI MEDIATORI CREITIZI BANDO D ESAME Indizione della sessione I per l'anno 2013 della prova d esame riservata ai soggetti

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI PALERMO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEGLI ESAMI PER L ACCESSO ALLA PROFESSIONE DI AUTOTRASPORTATORE

PROVINCIA REGIONALE DI PALERMO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEGLI ESAMI PER L ACCESSO ALLA PROFESSIONE DI AUTOTRASPORTATORE PROVINCIA REGIONALE DI PALERMO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEGLI ESAMI PER L ACCESSO ALLA PROFESSIONE DI AUTOTRASPORTATORE approvato con Deliberazione del Consiglio Provinciale N 109/C3 del 16/12/2008

Dettagli

S.O. alla G.U. n.80 del 5.4.2007 (fonte Guritel)

S.O. alla G.U. n.80 del 5.4.2007 (fonte Guritel) S.O. alla G.U. n.80 del 5.4.2007 (fonte Guritel) MINISTERO DEI TRASPORTI DECRETO 7 febbraio 2007 Gestione dei punti della carta di qualificazione del conducente. IL CAPO DEL DIPARTIMENTO per i trasporti

Dettagli

Provincia di Prato 1/12

Provincia di Prato 1/12 Provincia di Prato REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL ATTESTATO DI IDONEITA PROFESSIONALE ALL ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI AUTOTRASPORTATORE DI MERCI PER CONTO TERZI E DI AUTOTRASPORTATORE DI PERSONE

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Decreto n. 85 del 18 novembre 2005 VISTO VISTO VISTO VISTA VISTO Il decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, con il quale è stato approvato

Dettagli

ART.182 COMMI: 1-sexies. Nelle more dell'attuazione dell'articolo 29, comma 10, acquisisce la qualifica di collaboratore restauratore di beni

ART.182 COMMI: 1-sexies. Nelle more dell'attuazione dell'articolo 29, comma 10, acquisisce la qualifica di collaboratore restauratore di beni ART.182 COMMI: 1-sexies. Nelle more dell'attuazione dell'articolo 29, comma 10, acquisisce la qualifica di collaboratore restauratore di beni culturali, in esito ad apposita procedura di selezione pubblica

Dettagli

OAM ORGANISMO PER LA GESTIONE DEGLI ELENCHI DEGLI AGENTI IN ATTIVITA FINANZIARIA E DEI MEDIATORI CREITIZI BANDO D ESAME

OAM ORGANISMO PER LA GESTIONE DEGLI ELENCHI DEGLI AGENTI IN ATTIVITA FINANZIARIA E DEI MEDIATORI CREITIZI BANDO D ESAME OAM ORGANISMO PER LA GESTIONE DEGLI ELENCHI DEGLI AGENTI IN ATTIVITA FINANZIARIA E DEI MEDIATORI CREITIZI BANDO D ESAME Indizione delle sessioni XXV e XXVI per l'anno 2014 delle prove d esame per l'iscrizione

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE SELEZIONE PUBBLICA PER ESAMI, PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO DI ASSISTENTE AI SERVIZI AMMINISTRATIVI E CONTABILI CAT. C1. IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE,

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO AREA 3 - MOBILITÀ - INFRASTRUTTURE - EDILIZIA - PATRIMONIO - PROTEZIONE CIVILE SERVIZIO 3.4 - TRASPORTI E MOBILITÀ

PROVINCIA DI PESARO E URBINO AREA 3 - MOBILITÀ - INFRASTRUTTURE - EDILIZIA - PATRIMONIO - PROTEZIONE CIVILE SERVIZIO 3.4 - TRASPORTI E MOBILITÀ PROVINCIA DI PESARO E URBINO AREA 3 - MOBILITÀ - INFRASTRUTTURE - EDILIZIA - PATRIMONIO - PROTEZIONE CIVILE SERVIZIO 3.4 - TRASPORTI E MOBILITÀ Allegato A alla determinazione dirigenziale n. 4010 del 20/11/2006

Dettagli

I.R.R.S.A.E. DEL LAZIO

I.R.R.S.A.E. DEL LAZIO I.R.R.S.A.E. DEL LAZIO Istituto Regionale di Ricerca Sperimentazione e Aggiornamento Educativi per il Lazio Prot. n. 4298/P Roma, 12 aprile 1999 LA PRESIDENTE VISTA la L. 6 luglio 1940, n. 1038, concernente

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E L ORGANIZZAZIONE DEI CORSI DI DOTTORATO DI RICERCA (approvato da C. d A. del 12 ottobre 2004)

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E L ORGANIZZAZIONE DEI CORSI DI DOTTORATO DI RICERCA (approvato da C. d A. del 12 ottobre 2004) REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E L ORGANIZZAZIONE DEI CORSI DI DOTTORATO DI RICERCA (approvato da C. d A. del 12 ottobre 2004) 1 INDICE Articolo 1 Finalità Articolo 2 Ambito di applicazione Articolo 3 Istituzione

Dettagli

Ministero dell istruzione dell università e della ricerca Dipartimento per l istruzione Direzione Generale per il personale scolastico

Ministero dell istruzione dell università e della ricerca Dipartimento per l istruzione Direzione Generale per il personale scolastico MOBILITA PROFESSIONALE PERSONALE AMMINISTRATIVO, TECNICO ED AUSILIARIO (A.T.A.) procedure selettive per i passaggi del personale amministrativo tecnico ed ausiliario (a.t.a.) dall area contrattuale inferiore

Dettagli

PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE

PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE Data elaborazione 16/07/2013 Parametri selezionati: Vista PEG_2013 Peg 2013 Codice 2013_32 PROGRAMMA Centro di Responsabilità Responsabile 2013_32 MOTORIZZAZIONE SOLDANI SONIA MOTORIZZAZIONE PROGRAMMA

Dettagli

PROVINCIA DI FERRARA SETTORE TECNICO, INFRASTRUTTURE, EDILIZIA, ENERGIA E MOBILITA

PROVINCIA DI FERRARA SETTORE TECNICO, INFRASTRUTTURE, EDILIZIA, ENERGIA E MOBILITA PROVINCIA DI FERRARA SETTORE TECNICO, INFRASTRUTTURE, EDILIZIA, ENERGIA E MOBILITA OGGETTO: Indizione di procedura per l ammissione all esame per il conseguimento dell idoneità professionale per l accesso

Dettagli

Principali modifiche al Regolamento ISVAP 5/2006 Le modifiche al regolamento introdotte dal provvedimento 2720/2009 sono indicate in rosso

Principali modifiche al Regolamento ISVAP 5/2006 Le modifiche al regolamento introdotte dal provvedimento 2720/2009 sono indicate in rosso Principali modifiche al Regolamento ISVAP 5/2006 Le modifiche al regolamento introdotte dal 2720/2009 sono indicate in rosso Esame semplificato per l iscrizione alla sezione A del RUI per iscritti alle

Dettagli

(1) Dopo il comma 9 dell articolo 11 della legge provinciale 12 dicembre 1996, n. 24, e successive modifiche, sono aggiunti i seguenti commi 10 e 11:

(1) Dopo il comma 9 dell articolo 11 della legge provinciale 12 dicembre 1996, n. 24, e successive modifiche, sono aggiunti i seguenti commi 10 e 11: q) Legge provinciale 26 gennaio 2015, n. 1 1) Modifiche di leggi provinciali in materia di istruzione, di stato giuridico del personale insegnante e di apprendistato 1) Pubblicato nel supplemento n. 1,

Dettagli

art. 1 prova d esame d idoneità art. 2 requisiti per l ammissione

art. 1 prova d esame d idoneità art. 2 requisiti per l ammissione Bando per la partecipazione all esame d idoneità per il conseguimento dell abilitazione all esercizio dell attività professionale di Accompagnatore turistico - anno 2011. Art. 1 prova d esame d idoneità

Dettagli

` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà

` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà ` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà Dipartimento per i trasporti la navigazione ed i sistemi informativi e statistici Direzione Generale Motorizzazione Divisione 5 Prot. n.10959 del 19 aprile

Dettagli

BANDO PER L'ESAME DI ABILITAZIONE DI INSEGNANTE DI TEORIA E DI ISTRUTTORE DI GUIDA PRESSO LE AUTOSCUOLE

BANDO PER L'ESAME DI ABILITAZIONE DI INSEGNANTE DI TEORIA E DI ISTRUTTORE DI GUIDA PRESSO LE AUTOSCUOLE Prot. n. 140399/2014 BANDO PER L'ESAME DI ABILITAZIONE DI INSEGNANTE DI TEORIA E DI ISTRUTTORE DI GUIDA PRESSO LE AUTOSCUOLE IL DIRIGENTE SETTORE TRASPORTI Visto il D.Lgs 30 aprile 1992, n. 285, Codice

Dettagli

TESTO COORDINATO. Indice

TESTO COORDINATO. Indice TESTO COORDINATO DIRETTIVE TECNICHE PER L ACCREDITAMENTO DEI SOGGETTI FORMATORI CHE GESTISCONO I CORSI DI FORMAZIONE PER LO SVOLGIMENTO DIRETTO DA PARTE DEL DATORE DI LAVORO DEI COMPITI DI PREVENZIONE

Dettagli

Prot. 21182 Palermo, 27/09/2010

Prot. 21182 Palermo, 27/09/2010 Via Fattori, 60-90146 Palermo - Tel. 091/6909111 - Fax n. 091/518136 direzione-sicilia@istruzione.it Prot. 21182 Palermo, 27/09/2010 Bando per la selezione di un docente cui affidare le funzioni di Coordinatore

Dettagli

Concorso, per titoli ed esami, a tre posti di Consigliere di Stato.

Concorso, per titoli ed esami, a tre posti di Consigliere di Stato. CONSIGLIO DI STATO CONCORSO (scad. 13 giugno 2011) Concorso, per titoli ed esami, a tre posti di Consigliere di Stato. IL PRESIDENTE Visto il regio decreto 26 giugno 1924, n. 1054, che approva il Testo

Dettagli

Responsabili tecnici di imprese e consorzi esercenti il servizio di revisione periodica dei veicoli a motore e dei loro rimorchi

Responsabili tecnici di imprese e consorzi esercenti il servizio di revisione periodica dei veicoli a motore e dei loro rimorchi Standard formativo relativo alla formazione dei Responsabili tecnici di imprese e consorzi esercenti il servizio di revisione periodica dei veicoli a motore e dei loro rimorchi e dei Responsabili tecnici

Dettagli

ISTITUTO SUPERIORE DI STUDI MUSICALI ARTURO TOSCANINI (D. D. MIUR AFAM n. 246/09) RIBERA

ISTITUTO SUPERIORE DI STUDI MUSICALI ARTURO TOSCANINI (D. D. MIUR AFAM n. 246/09) RIBERA REGOLAMENTO DIDATTICO DEI CORSI DI FORMAZIONE DI BASE approvato dal Consiglio Accademico con Delibere n. 2/10 e successive modifiche ed integrazioni INTRODUZIONE GENERALE L articolazione della Formazione

Dettagli

Provincia di Foggia Via P. Telesforo, 25 - Foggia -

Provincia di Foggia Via P. Telesforo, 25 - Foggia - Provincia di Foggia Via P. Telesforo, 25 - Foggia - BANDO PER L AMMISSIONE ALL ESAME PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER IL TRASPORTO SU STRADA DI COSE E PERSONE PER CONTO TERZI (Decreto

Dettagli

PROVINCIA DI VERONA Settore trasporti traffico mobilità

PROVINCIA DI VERONA Settore trasporti traffico mobilità PROVINCIA DI VERONA Settore trasporti traffico mobilità BANDO PER L AMMISSIONE ALL ESAME DI IDONEITA PER L ISCRIZIONE AL RUOLO DEI CONDUCENTI DI VEICOLI ADIBITI A SERVIZI PUBBLICI NON DI LINEA PER VIA

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA

CROCE ROSSA ITALIANA CROCE ROSSA ITALIANA Avviso pubblico finalizzato alla stabilizzazione di n. 39 posizioni relative a rapporti a tempo determinato, Area professionale A, posizione economica A2, ( 38 posti per profilo tecnico

Dettagli