Formazione per l abilitazione al traino di alianti

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Formazione per l abilitazione al traino di alianti"

Transcript

1 Documento di formazione per: Cognome: Nome: Federazione Svizzera Volo a Vela (FSVV) Formazione per l abilitazione al traino di alianti Formazione al traino di alianti per piloti con licenze LAPL (A), PPL e TMG secondo EASA AMC1 FCL.805; FCL.805 Versione approvata dall UFAC Data: Timbro / firma: Controllo delle modifiche N Data Versione Firma Versione iniziale Versione i / Rev pag. 1 di 7

2 Lista delle pagine Pagina Data Pagina Data Pagina Data Sommario 1. Basi legali Persone abilitate all'insegnamento Documentazione Programma di formazione Formazione teorica Procedure normali Procedure d'emergenza Formazione pratica Procedure normali Procedure d'emergenza (esclusivamente parte teorica) Voli in aliante... 7 Versione i / Rev pag. 2 di 7

3 1. Basi legali Importante Le seguenti direttive entrano in vigore il e valgono per la formazione di piloti abilitati al traino di alianti. Rispetto al precedente programma d istruzione, sono state apportate alcune correzioni. L insegnamento è strutturato in modo da raggiungere l obiettivo mirato. In questa documentazione sono integrate tutte le disposizioni EASA previste dall ordinanza 1178/2011 per la formazione di piloti trainatori. Le tappe di formazione danno indicazioni sullo svolgimento della formazione e sulle spiegazioni teoriche che l accompagnano. Fino alla conclusione della certificazione EASA delle scuole, il termine ATO utilizzato in questo documento varrà anche per le scuole con certificato nazionale RF. Le basi legali sono contenute nei seguenti documenti: Ordinanza (EU) No 1178 /2011, Part FCL. 805 «Annex to ED Decision 2011/016/R», AMC1.FCL.805 I titolari di una licenza di pilota d aereo o d aliante con estensione al TMG sono autorizzati al traino di alianti se sono in possesso della relativa abilitazione. I candidati all abilitazione al traino di alianti devono adempire le seguenti condizioni: a) Aver effettuato almeno 30 ore di volo e 60 decolli e atterraggi come PIC, dopo il conferimento della licenza di pilota d aereo o TMG. b) Seguire il programma di formazione specifica presso una ATO. La transizione sull aereo da traino deve essere conclusa prima dell inizio della formazione pratica al traino di alianti. Il programma di formazione comprende: La formazione teorica sullo svolgimento e sulle procedure per il traino di a- lianti Almeno 10 voli scuola, durante i quali viene trainato un aliante, 5 dei quali in doppio comando e 5 solo a bordo 5 voli scuola in aliante per imparare a conoscere il traino dal punto di vista di un pilota d aliante (I detentori di una LAPL(S) o di una SPL ne sono esentati). I diritti, connessi all abilitazione al traino di alianti, sono limitati agli aerei o TMG sui quali è stata effettuata la formazione. I diritti sono inoltre estesi ad altri tipi d aereo, rispettivamente TMG, se il pilota è in possesso della relativa abilitazione e se ha effettuato almeno 3 voli scuola con un i- struttore o sotto la sua sorveglianza. Versione i / Rev pag. 3 di 7

4 Per esercitare i diritti connessi all abilitazione al traino di alianti, il titolare dell abilitazione deve aver eseguito almeno 5 traini negli ultimi 24 mesi. Se il pilota non adempie queste condizioni, prima di poter nuovamente esercitare i propri diritti, deve effettuare i traini mancanti con un istruttore o sotto la sua sorveglianza. 1.1 Persone abilitate all insegnamento Per la formazione al traino di alianti con aerei a motore, sono abilitati all insegnamento gli istruttori FI(A), CRI e FI(S) titolari di un abilitazione al traino. Per la formazione al traino di alianti con TMG, sono abilitati all insegnamento gli istruttori FI(A) e FI(S) titolari di un abilitazione al traino con TMG. 1.2 Documentazione Una volta conclusa la formazione, l abilitazione al traino di alianti è confermata dall ATO con un iscrizione nel libretto di volo del pilota. Una copia della conferma viene spedita all UFAC. Versione i / Rev pag. 4 di 7

5 2. Programma di formazione 2.1. Formazione teorica Procedure normali Regolamenti inerenti al traffico aereo durante il traino Regole sulla precedenza Altezze minime di volo, distanza orizzontale minima dal pendio Nessun passeggero durante le operazioni di traino Ammissione dell aereo al traino Manuale di volo Limiti operativi Documenti di bordo, licenze e autorizzazioni Utilizzazione della checklist Controllo dello spazio aereo Scansione visiva dello spazio aereo, Flarm, Floice Retrovisore Massa massima dell aliante al decollo MTOM Decollo Massa totale del convoglio traino-aliante Lunghezza della tratta di decollo Massa totale massima ammessa per il decollo del convoglio Influsso della meteorologia, vento, temperatura, altitudine di densità Influsso delle precipitazioni su traino e aliante Stato della pista, in duro, in erba, pendenza, precipitazioni Velocità di traino Durante la normale salita In volo orizzontale, in volo di crociera In discesa Posizione degli ipersostentatori Regolamenti e conoscenze tecniche Regolamenti relativi alle corde da traino Conoscenza delle TM relative alle corde da traino Tecnica dei dispositivi di riavvolgimento e delle corde da traino Manutenzione e ispezione dei fusibili Controlli delle corde da traino prima del servizio di volo Sgancio della corda da traino Versione i / Rev pag. 5 di 7

6 Segnali alla partenza Segnali dell aiutante di volo Messaggi radio Attitudine dell aliante al decollo Impiego del motore Limitazione del rumore Temperature delle teste dei cilindri Potenza continua Svolgimento del traino Missione di traino, mete, rotte Rispetto dell assetto di volo durante i voli scuola Discesa in traino Missione di volo Procedure di volo Regolaggio della potenza Uso degli ipersostentatori Procedure speciali Traino doppio Preparazione delle corde da traino Procedura di partenza Segnali Annotazione dei tempi di traino Fattori umani Cambi d altitudine rapidi Affaticamento, pause Alimentazione, idratazione Abbigliamento, copricapo, occhiali da sole Procedure d emergenza Interruzione del decollo, rullaggio per sgombero pista Comportamento in caso di forte sbandamento dell aliante durante il decollo Perdita di potenza in decollo e in volo Segnali d emergenza del trainatore Rottura della corda da traino, senza impianto di riavvolgimento Sgancio dei resti della corda Atterraggio con la corda da traino Rottura della corda, con impianto di riavvolgimento Procedura di riavvolgimento della corda Procedura di sezionamento e sganciamento dei resti della corda Atterraggio con aliante al traino. L esercizio sarà preceduto da spiegazione, preparazione e coordinazione del volo Versione i / Rev pag. 6 di 7

7 2.2. Formazione pratica al traino di alianti Procedure normali 5 voli in doppio comando: Traino normale Mantenimento dell assetto durante i voli scuola Virate in traino fino a 30 d inclinazione e oltre Discesa in traino Riavvolgimento e sgancio della corda Almeno 5 voli solo a bordo, sotto la sorveglianza dell istruttore: Traino normale Procedure d emergenza (unicamente istruzione teorica) Interruzione del decollo Perdita di potenza in decollo e in volo Rottura della corda da traino, senza impianto di riavvolgimento Rottura della corda da traino, con impianto di riavvolgimento Comportamento se l aliante dietro al traino sale eccessivamente Atterraggio con la corda estesa Voli in aliante I 5 voli saranno effettuati in doppio comando, con il candidato seduto sul sedile anteriore. Oltre ai voli di traino normali, saranno eseguiti anche dei voli con posizioni di traino estreme e la dimostrazione di un traino in discesa. Obiettivi per questa tappa di formazione: Formazione conclusa Formazione teorica Formazione pratica Formazione aliante (se necessaria) Osservazioni dell istruttore : Formazione terminata il Visto dell istruttore: Visto del candidato: Versione i / Rev pag. 7 di 7

Formazione di base nel volo in aliante

Formazione di base nel volo in aliante Documentazione di formazione: Cognome: Nome: Federazione svizzera di volo a vela (FSVV) Formazione di base nel volo in aliante Corso di formazione per l ottenimento delle licenze CH di volo a vela, LAPL

Dettagli

Traino Aliante Manuale Operativo I-RF-083. Ed. 2 - Rev. 0 01.01.2012. Traino Aliante. Manuale Operativo

Traino Aliante Manuale Operativo I-RF-083. Ed. 2 - Rev. 0 01.01.2012. Traino Aliante. Manuale Operativo I-RF-083 Traino Aliante Page 2 di 16 INTENTIONALLY BLANK Page 3 di 16 Sommario 1 Parte generale... 4 1.1 Tipi di traino... 4 1.2 Aeromobili trainatori... 4 1.3 Piloti trainatori... 4 1.4 Condizioni minime

Dettagli

Formazione al volo acrobatico in aliante

Formazione al volo acrobatico in aliante Documento di formazione per: Cognome: Nome: Federazione Svizzera Volo a Vela (FSVV) Formazione al volo acrobatico in aliante Corso di formazione per l estensione delle licenze svizzere, LAPL (S) e SPL

Dettagli

VOLANDO IL TERRITORIO

VOLANDO IL TERRITORIO VOLANDO IL TERRITORIO I droni nella professione del Geometra e del Perito Agrario Acquisiamo le competenze e le abilità per utilizzare i droni. Brevetto da Pilota per l attività professionale PROGRAMMA

Dettagli

Ente Nazionale per l'aviazione Civile. Regolamento. Operazioni Ogni Tempo nello Spazio Aereo Nazionale

Ente Nazionale per l'aviazione Civile. Regolamento. Operazioni Ogni Tempo nello Spazio Aereo Nazionale Ente Nazionale per l'aviazione Civile Regolamento Operazioni Ogni Tempo nello Spazio Aereo Nazionale Edizione 1-30/06/2003 REGOLAMENTO ENAC Operazioni ogni tempo nello spazio aereo nazionale Art. 1 Definizioni

Dettagli

Odinanza del DATEC sulle categorie speciali di aeromobili

Odinanza del DATEC sulle categorie speciali di aeromobili Odinanza del DATEC sulle categorie speciali di aeromobili (OACS) 1 748.941 del 24 novembre 1994 (Stato 1 febbraio 2013) Il Dipartimento federale dell ambiente, dei trasporti, dell energia e delle comunicazioni

Dettagli

RADIOTELEFONIA AERONAUTICA PER PILOTI VDS PROGRAMMA DIDATTICO PER IL RILASCIO DEL CERTIFICATO DI RADIOTELEFONIA EDIZIONE 1-2014

RADIOTELEFONIA AERONAUTICA PER PILOTI VDS PROGRAMMA DIDATTICO PER IL RILASCIO DEL CERTIFICATO DI RADIOTELEFONIA EDIZIONE 1-2014 RADIOTELEFONIA AERONAUTICA PER PILOTI VDS PROGRAMMA DIDATTICO PER IL RILASCIO DEL CERTIFICATO DI RADIOTELEFONIA EDIZIONE 1-2014 Approvato il 25.06.2014 RADIOTELEFONIA AERONAUTICA PER PILOTI VDS PROGRAMMA

Dettagli

Formazione al volo nelle nubi in aliante

Formazione al volo nelle nubi in aliante Documentazione di formazione: Cognome: Nome: Federazione svizzera di volo a vela (FSVV) Formazione al volo nelle nubi in aliante Corso di formazione per l abilitazione al volo nelle nubi Secondo EASA AMC1

Dettagli

Assicurazione sulla vita per Piloti Trainatori. (ovvero: come evitare che l incapace all altro capo del cavo possa rovinarvi la giornata.

Assicurazione sulla vita per Piloti Trainatori. (ovvero: come evitare che l incapace all altro capo del cavo possa rovinarvi la giornata. Assicurazione sulla vita per Piloti Trainatori (ovvero: come evitare che l incapace all altro capo del cavo possa rovinarvi la giornata.) CONSIDERAZIONI PRELIMINARI 1. Le prestazioni del vostro aeroplano

Dettagli

748.127.5. Ordinanza del DATEC concernente le imprese di costruzione di aeromobili (OICA) Capitolo 1: In generale

748.127.5. Ordinanza del DATEC concernente le imprese di costruzione di aeromobili (OICA) Capitolo 1: In generale Ordinanza del DATEC concernente le imprese di costruzione di aeromobili (OICA) 748.127.5 del 5 febbraio 1988 (Stato 1 agosto 2008) Il Dipartimento federale dei trasporti, delle comunicazioni e delle energie,

Dettagli

TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO

TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO L art. 174 del CDS disciplina, come ben sappiamo, la durata della guida degli autoveicoli adibiti al trasporto di persone o cose. Tale articolo, completamente rinnovato dalla

Dettagli

748.121.11 Ordinanza del DATEC concernente le norme di circolazione per aeromobili

748.121.11 Ordinanza del DATEC concernente le norme di circolazione per aeromobili 748.121.11 Ordinanza del DATEC concernente le norme di circolazione per aeromobili (ONCA) del 20 maggio 2015 (Stato 15 luglio 2015) Il Dipartimento federale dell ambiente, dei trasporti, dell energia e

Dettagli

Progetto. REGOLAMENTO (CE) n.../... DELLA COMMISSIONE. del [...] sui requisiti per il personale. (Testo rilevante ai fini del SEE)

Progetto. REGOLAMENTO (CE) n.../... DELLA COMMISSIONE. del [...] sui requisiti per il personale. (Testo rilevante ai fini del SEE) REV 06.09.2011 IT 1 1 In accordance with Article 32 (1) of the Basic Regulation, the Agency provides for translations of its Opinions. These translations may be revised and updated from time to time, depending

Dettagli

DIVENTA PILOTA PRIVATO (PPL)

DIVENTA PILOTA PRIVATO (PPL) DIVENTA PILOTA PRIVATO (PPL) Requisiti per ottenere la licenza: almeno 16 anni (17 anni età minima legale per il primo volo solo) avere delle basi d inglese nessuna registrazione nel casellario giudiziale

Dettagli

NORME PER L IMPIEGO DEGLI AERO MODELLI RADIOCOMANDATI MAXI

NORME PER L IMPIEGO DEGLI AERO MODELLI RADIOCOMANDATI MAXI NORME PER L IMPIEGO DEGLI AERO MODELLI RADIOCOMANDATI MAXI ( per gentile concessione della FIAM e dell AeCI ) Edizione n 1 Art. 1 Scopo Lo scopo di questo documento è regolamentare l uso di aeromodelli

Dettagli

748.127.5. Ordinanza del DATEC concernente le imprese di costruzione di aeromobili (OICA) Capitolo 1: In generale

748.127.5. Ordinanza del DATEC concernente le imprese di costruzione di aeromobili (OICA) Capitolo 1: In generale Ordinanza del DATEC concernente le imprese di costruzione di aeromobili (OICA) 748.127.5 del 5 febbraio 1988 (Stato 1 febbraio 2013) Il Dipartimento federale dei trasporti, delle comunicazioni e delle

Dettagli

Regole per l Volo in Triangolo con Alianti in Scala GPS

Regole per l Volo in Triangolo con Alianti in Scala GPS Regole per l Volo in Triangolo con Alianti in Scala GPS RCS- Traduzione dalla versione inglese 1.4e Autore: Gianni Vetrini Data: 12.3.2008 1. Definizione del volo triangolare con alianti in scala 1.1 Scopi

Dettagli

Procedure base per il volo con l MB339 OVT

Procedure base per il volo con l MB339 OVT Procedure base per il volo con l MB339 OVT Introduzione Le procedure qui descritte si applicano all Aermacchi MB339 OVT con Patch installata. E consigliato lo studio preliminare del manuale dell MB339

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA FACOLTA DI INGEGNERIA LAUREA MAGISTRALE INGEGNERIA CIVILE

UNIVERSITA DEGLI STUDI MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA FACOLTA DI INGEGNERIA LAUREA MAGISTRALE INGEGNERIA CIVILE UNIVERSITA DEGLI STUDI MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA FACOLTA DI INGEGNERIA LAUREA MAGISTRALE INGEGNERIA CIVILE CORSO DI INFRASTRUTTURE AEROPORTUALI ED ELIPORTUALI LECTURE 06 CARATTERISTICHE FISICHE DELLE

Dettagli

istruttore di autoscuola

istruttore di autoscuola Standard formativo relativo alla formazione iniziale propedeutica per il conseguimento dell abilitazione e formazione periodica istruttore di autoscuola ai sensi Decreto ministeriale 26 gennaio 2011, n.

Dettagli

Berna, 13 dicembre 2007

Berna, 13 dicembre 2007 Dipartimento federale dell'ambiente dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni DATEC Ufficio federale delle strade USTRA Berna, 13 dicembre 2007 Istruzioni concernenti la formazione pratica di base

Dettagli

INCONVENIENTE GRAVE aeromobile Socata TB 9, marche I-IAEP

INCONVENIENTE GRAVE aeromobile Socata TB 9, marche I-IAEP INCONVENIENTE GRAVE aeromobile Socata TB 9, marche I-IAEP Tipo dell aeromobile e marche Data e ora Località dell evento Descrizione dell evento Esercente dell aeromobile Natura del volo Persone a bordo

Dettagli

Regolamento per la conduzione di voli di notte con velivoli secondo le regole del volo a vista (VFR/N) nello spazio aereo italiano

Regolamento per la conduzione di voli di notte con velivoli secondo le regole del volo a vista (VFR/N) nello spazio aereo italiano Regolamento per la conduzione di voli di notte con velivoli secondo le regole del volo a vista (VFR/N) nello spazio aereo italiano Edizione 4 approvata con delibera CdA n 38/06 del 19/06/2006 Elenco delle

Dettagli

PROCEDURE PER ARRIVI E PARTENZE DEI VISITATORI/PILOTI PARTECIPANTI AL SALONE DEL VOLO DI PADOVA

PROCEDURE PER ARRIVI E PARTENZE DEI VISITATORI/PILOTI PARTECIPANTI AL SALONE DEL VOLO DI PADOVA PROCEDURE PER ARRIVI E PARTENZE DEI VISITATORI/PILOTI PARTECIPANTI AL SALONE DEL VOLO DI PADOVA L organizzazione tiene in altissima considerazione la Sicurezza del Volo e per questo, con il supporto e

Dettagli

INCONVENIENTE GRAVE aa/mm C172/PA-28, marche D-ECBF/D-EZEN

INCONVENIENTE GRAVE aa/mm C172/PA-28, marche D-ECBF/D-EZEN INCONVENIENTE GRAVE aa/mm C172/PA-28, marche D-ECBF/D-EZEN Tipi di aeromobile e marche Data e ora Località dell evento Descrizione dell evento Esercente dell aeromobile Natura del volo Persone a bordo

Dettagli

REGOLAMENTO REGOLE DELL ARIA ITALIA

REGOLAMENTO REGOLE DELL ARIA ITALIA REGOLAMENTO REGOLE DELL ARIA ITALIA Edizione 2 del 25 marzo 2015 Regole dell Aria Italia Ed. 2 pag. 2 di 22 STATO DI AGGIORNAMENTO Emendamento Data Delibera N Edizione 1 18/11/2014 Delibera 51/2014 Emendamento

Dettagli

CAMPIONATO ITALIANO AUTOCROSS 2007

CAMPIONATO ITALIANO AUTOCROSS 2007 CAMPIONATO ITALIANO AUTOCROSS 2007 Oltre agli abituali lavori, controlli e verifiche durante la pausa invernale, si suggerisce di dedicare una particolare attenzione ai punti seguenti. In caso di dubbio,

Dettagli

REM-I. Regolamenti FSAM Direttive per l impiego di aeromodelli e la Gestione di campi di volo per l aeromodellismo

REM-I. Regolamenti FSAM Direttive per l impiego di aeromodelli e la Gestione di campi di volo per l aeromodellismo SMV FSAM SCHWEIZERISCHER MODELLFLUGVERBAND FEDERATION SUISSE D AEROMODELLISME FEDERAZIONE SVIZZERA DI AEROMODELLISMO REM-I Regolamenti FSAM Direttive per l impiego di aeromodelli e la Gestione di campi

Dettagli

D I R I T T I E T A R I F F E

D I R I T T I E T A R I F F E DIRITTI E TARIFFE Edizione Dicembre 2013 DEFINIZIONE DEI TERMINI Definizione dei termini Società il soggetto cui spetta l esecuzione delle operazioni aeroportuali. Vettore la persona giuridica che svolge

Dettagli

Programma didattico per il conseguimento dell Attestato abilitante alla condotta di Apparecchi VDS provvisti di motore.

Programma didattico per il conseguimento dell Attestato abilitante alla condotta di Apparecchi VDS provvisti di motore. Programma didattico per il conseguimento dell Attestato abilitante alla condotta di Apparecchi VDS provvisti di motore Edizione 2010 Riferimento: DPR 133 del 9 Luglio 2010 INDICE CAPITOLO I CAPITOLO II

Dettagli

Aero Club d Italia Volo a Vela

Aero Club d Italia Volo a Vela CRITERI PER LA FORMAZIONE DELLE RAPPRESENTATIVE ITALIANE PER LE GARE INTERNAZIONALI Anno 014 TITOLO I CATEGORIE: PILOTI E GARE 1.0 Categorie dei piloti di volo a vela.0 Tipologia delle competizioni organizzate

Dettagli

TRAFFICO AEREO AUTORIZZAZIONI

TRAFFICO AEREO AUTORIZZAZIONI TRAFFICO AEREO AUTORIZZAZIONI 1 1 AUTORIZZAZIONI DEL CONTROLLO DEL TRAFFICO AEREO... 3 1.1 Autorizzazioni a volare provvedendo alla propria separazione in condizioni meteorologiche a vista... 6 1.2 Informazioni

Dettagli

EASY FSX ITALIA CARTE NAUTICHE NOZIONI GENERALI

EASY FSX ITALIA CARTE NAUTICHE NOZIONI GENERALI EASY FSX ITALIA CARTE NAUTICHE NOZIONI GENERALI 1. LE CARTE AEROPORTUALI. le carte aeroportuali individuano le aeree e gli spazi entro i quali i velivoli di varie categorie possono manovrare, decollare

Dettagli

Identificazione dei moduli e dei fornitori Istruzione dei maestri/delle maestre conducenti per autocarri

Identificazione dei moduli e dei fornitori Istruzione dei maestri/delle maestre conducenti per autocarri Identificazione dei moduli e dei fornitori Istruzione dei maestri/delle maestre conducenti per autocarri Versione del 12 ottobre 2015 Modulo C3 Titolo Basi legali pianificare e svolgere dei corsi di formazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE DI EMISSIONE ACUSTICA AMBIENTALE DELLE MACCHINE ED ATTREZZATURE DESTINATE A FUNZIONARE ALL APERTO APRILE 2012

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE DI EMISSIONE ACUSTICA AMBIENTALE DELLE MACCHINE ED ATTREZZATURE DESTINATE A FUNZIONARE ALL APERTO APRILE 2012 DIRETTIVA 2000/14/CE REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE DI EMISSIONE ACUSTICA AMBIENTALE DELLE MACCHINE ED ATTREZZATURE DESTINATE A FUNZIONARE ALL APERTO APRILE 2012 INDICE 1 - Generalità...2 2 - Applicabilità...2

Dettagli

Accordo concernente le aviolinee tra la Svizzera e l Austria

Accordo concernente le aviolinee tra la Svizzera e l Austria Traduzione 1 Accordo concernente le aviolinee tra la Svizzera e l Austria 0.748.127.191.63 Conchiuso a Vienna il 19 dicembre 1949 Approvata dall Assemblea federale il 26 aprile 1951 2 in vigore: 19 dicembre

Dettagli

Questionario di esame per L'ATTESTATO DI VOLO DA DIP. O SPORT. ELICOTTERO Ref. 41-827-492

Questionario di esame per L'ATTESTATO DI VOLO DA DIP. O SPORT. ELICOTTERO Ref. 41-827-492 Questionario di esame per L'ATTESTATO DI VOLO DA DIP. O SPORT. ELICOTTERO Ref. 41-827-492 Parte 1 - AERODINAMICA Parte 2 - METEOROLOGIA Parte 3 - TECNOLOGIA E PRESTAZIONI DEGLI APPARECCHI VDS Parte 4 -

Dettagli

REGOLAMENTO DI DOTTORATO DI RICERCA (cf Regolamenti art. 82 7)

REGOLAMENTO DI DOTTORATO DI RICERCA (cf Regolamenti art. 82 7) PONTIFICIA FACOLTÀ DI SCIENZE DELL EDUCAZIONE «AUXILIUM» via Cremolino, 141-00166 ROMA tel. 06.61564226 fax. 06.61564640 e-mail: segreteria@pfse-auxilium.org ALLEGATO 1 REGOLAMENTO DI DOTTORATO DI RICERCA

Dettagli

CORSO PRATICO PER PILOTA APR E CERTIFICAZIONE AL VOLO

CORSO PRATICO PER PILOTA APR E CERTIFICAZIONE AL VOLO Pag. 1 di 5 REGOLE GENERALI PREREQUISITI CANDIDATO CORSO PRATICO PER PILOTA APR E CERTIFICAZIONE AL VOLO 1. I candidati devono avere almeno 18 anni di età. 2. I candidati devono fornire prova di aver superato

Dettagli

Oggetto: Corso allievi istruttori F.I.V. Kiteboard XV Zona (I modulo)

Oggetto: Corso allievi istruttori F.I.V. Kiteboard XV Zona (I modulo) Alle Società Veliche della XV Zona Milano 13/04/2012 Oggetto: Corso allievi istruttori F.I.V. Kiteboard XV Zona (I modulo) Il Comitato XV Zona organizza il giorno 6 Maggio 2012 le selezioni per accedere

Dettagli

HEMS 2005. Elisoccorso in Trentino

HEMS 2005. Elisoccorso in Trentino HEMS 2005 Elisoccorso in Trentino Dott. Paolo Dallapè Responsabile medico elisoccorso U.O. di Anestesia e Rianimazione - Ospedale S.Chiara di Trento Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari - Provincia

Dettagli

Materia: LOGISTICA. Programmazione dei moduli didattici

Materia: LOGISTICA. Programmazione dei moduli didattici Modulo SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ Programmazione Moduli Didattici Indirizzo Trasporti e Logistica Ist. Tec. Aeronautico Statale Arturo Ferrarin Via Galermo, 172 95123 Catania (CT) Codice M PMD

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE ISPEZIONI DI SORVEGLIANZA PERIODICA

REGOLAMENTO PER LE ISPEZIONI DI SORVEGLIANZA PERIODICA REGOLAMENTO PER LE ISPEZIONI DI SORVEGLIANZA PERIODICA (Art. 13 D.P.R. 162/99) INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE 2. RIFERIMENTI LEGISLATIVI 3. NORME TECNICHE 4. GENERALITÀ 5. PERSONALE IMPIEGATO

Dettagli

DIVENTA PILOTA DI LINEA ATPL

DIVENTA PILOTA DI LINEA ATPL DIVENTA PILOTA DI LINEA ATPL Requisiti per ottenere la licenza: Licenza PPL Visita medica di prima classe (medical class1) Livello di inglese 4 (LPC4) (CORRISPONDE AL TEA ) La formazione può durare da

Dettagli

Il presente avviso è disponibile anche alla pagina www.unive.it/cfsie, nella sezione lavora con noi, con l allegato in formato rtf

Il presente avviso è disponibile anche alla pagina www.unive.it/cfsie, nella sezione lavora con noi, con l allegato in formato rtf Allegato al Decreto prot. n. 57049 Rep. 134 del 27/11/2015 Avviso di procedura comparativa per la creazione di una graduatoria per l eventuale individuazione di collaboratori per esercitazioni linguistiche

Dettagli

Firenze, 9 Giugno 2014. Processi Certificativi nel settore Aeronautico cenni

Firenze, 9 Giugno 2014. Processi Certificativi nel settore Aeronautico cenni Firenze, 9 Giugno 2014 Processi Certificativi nel settore Aeronautico cenni Riferimenti normativi nazionali D.Lgs. 25/07/1997 n. 250 del Presidente della Repubblica L art. 1 istituisce l ENAC L art. 2

Dettagli

CERTIFICATO INTERNAZIONALE DI OPERATORE DI IMBARCAZIONE DA DIPORTO

CERTIFICATO INTERNAZIONALE DI OPERATORE DI IMBARCAZIONE DA DIPORTO ICC information and syllabus CERTIFICATO INTERNAZIONALE DI OPERATORE DI IMBARCAZIONE DA DIPORTO Per la navigazione all estero il requisito della certificazione di idoneità varia a seconda dei paesi. In

Dettagli

REGOLAMENTO D USO DEL MARCHIO DI CERTIFICAZIONE/QUALIFICAZIONE

REGOLAMENTO D USO DEL MARCHIO DI CERTIFICAZIONE/QUALIFICAZIONE ENTE ITALIANO DI CERTIFICAZIONE S.R.L. www.enteitalianocertificazione.it info@enteitalianocertificazione.it REGOLAMENTO D USO DEL MARCHIO DI CERTIFICAZIONE/QUALIFICAZIONE Il presente Regolamento è stato

Dettagli

PIATTAFORMA AEREA CINGOLATA CON MOTORE A BENZINA

PIATTAFORMA AEREA CINGOLATA CON MOTORE A BENZINA ALLEGATO A Oggetto: Piattaforma di lavoro. CAPITOLATO TECNICO DEL PROGETTO PIATTAFORMA AEREA CINGOLATA CON MOTORE A BENZINA La Piattaforma di Lavoro Elevabile a braccio articolato e traslazione su cingoli

Dettagli

Concetto di ispezione e certificazione Versione 5

Concetto di ispezione e certificazione Versione 5 Concetto di ispezione e certificazione Versione 5 Frutta, verdura e patate Sommario 1 Livello ispettivo e di certificazione 2 2 Criteri da adempiere 2 2.1 Criteri obbligatori (punti critici)... 2 2.2 Criteri

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEI CORSI PER ESPERTO TECNICO DI MISURE Specializzazione Misure Meccaniche

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEI CORSI PER ESPERTO TECNICO DI MISURE Specializzazione Misure Meccaniche Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.it sigla: SH94 Pag. 1 di 7 PER LA QUALIFICAZIONE DEI CORSI PER 1 26.09.2002 Rev. Generale

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE ISPEZIONI DI SORVEGLIANZA PERIODICA

REGOLAMENTO PER LE ISPEZIONI DI SORVEGLIANZA PERIODICA REGOLAMENTO PER LE ISPEZIONI DI SORVEGLIANZA PERIODICA (Art. 13 D.P.R. 162/99) INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE 2. RIFERIMENTI LEGISLATIVI 3. NORME TECNICHE 4. GENERALITÀ 5. PERSONALE IMPIEGATO

Dettagli

REGOLAMENTO DEL GRUPPO SPORTIVO VELA

REGOLAMENTO DEL GRUPPO SPORTIVO VELA REGOLAMENTO DEL GRUPPO SPORTIVO VELA Articolo 1 Il presente Regolamento del Gruppo Vela è redatto in conformità ai principi contenuti nel Regolamento per i Gruppi Sportivi della Lega Navale Italiana, approvato

Dettagli

IL SISTEMA DEI CONTROLLI PER LA SICUREZZA

IL SISTEMA DEI CONTROLLI PER LA SICUREZZA IL SISTEMA DEI CONTROLLI PER LA SICUREZZA 1. LA SICUREZZA DEGLI AEROMOBILI E DEGLI OPERATORI AEREI - La sicurezza delle operazioni dei vettori aerei e dei loro aeromobili è garantita da un complesso di

Dettagli

OPERATORE/ISTRUTTORE DI EQUITAZIONE CON SPECIALIZZAZIONE LAVORO IN PIANO - DRESSAGE

OPERATORE/ISTRUTTORE DI EQUITAZIONE CON SPECIALIZZAZIONE LAVORO IN PIANO - DRESSAGE Regolamento di formazione per OPERATORE/ISTRUTTORE DI EQUITAZIONE CON SPECIALIZZAZIONE LAVORO IN PIANO - DRESSAGE I corsi di formazione per Operatore/Istruttore di base con specializzazione nel lavoro

Dettagli

concernente le norme d esercizio per il traffico aereo commerciale

concernente le norme d esercizio per il traffico aereo commerciale Ordinanza concernente le norme d esercizio per il traffico aereo commerciale (ONE I) Modifica del 20 luglio 2007 Il Dipartimento federale dell ambiente, dei trasporti, dell energia e delle comunicazioni

Dettagli

AERO CLUB F. BARACCA LUGO DI ROMAGNA SCUOLA DI ACROBAZIA

AERO CLUB F. BARACCA LUGO DI ROMAGNA SCUOLA DI ACROBAZIA Il presente regolamento è stato redatto per dare a tutti la possibilità di uniformarsi alle procedure che permettono il volo acrobatico in sicurezza. Tutti i piloti sono tenuti a seguire, divulgare e meditare

Dettagli

Puoi abbonarti inviando il tuo indirizzo postale e versando la somma indicata con un bonifico bancario a CSVVA iban IT30M0542850180000000089272

Puoi abbonarti inviando il tuo indirizzo postale e versando la somma indicata con un bonifico bancario a CSVVA iban IT30M0542850180000000089272 Sped. in abb. postale - 70% Fil. di Varese. TAXE PERÇUE. Euro 8,00 GENNAIO/FEBBRAIO 2015 - n. 347 La Rivista dei Volovelisti Italiani Caro volovelista, ti invio in omaggio una copia dell ultima rivista

Dettagli

1 Tappa Nazionale RS FEVA Rimini 25-26 aprile 2015 BANDO DI REGATA

1 Tappa Nazionale RS FEVA Rimini 25-26 aprile 2015 BANDO DI REGATA 1 Tappa Nazionale RS FEVA Rimini 25-26 aprile 2015 BANDO DI REGATA 1- COMITATO ORGANIZZATORE Club Nautico Rimini ASD- P.le Boscovich, 12-47921 Rimini Tel.0541.26520 Fax 0541.56878 cnrimini@cnrimini.com

Dettagli

DIRETTIVA. Esami professionali per l ottenimento dell attestato federale di. Tecnico/Tecnica d'aeromobili meccanica e avionica

DIRETTIVA. Esami professionali per l ottenimento dell attestato federale di. Tecnico/Tecnica d'aeromobili meccanica e avionica Schweizerischer Verband Flugtechnischer Betriebe Association Suisse des Entreprises Aérotechniques Swiss Aircraft Maintenance Association Esami professionali per l ottenimento dell attestato federale di

Dettagli

SOCIETÀ ITALIANA SISTEMI 118 PERUGIA, 21 32 MAGGIO 2009

SOCIETÀ ITALIANA SISTEMI 118 PERUGIA, 21 32 MAGGIO 2009 LA GESTIONE E LA FORMAZIONE DELLE RISORSE IN TEMPI DI EVOLUZIONE DEL SISTEMA COORDINAMENTO REGIONALE ELISOCCORSO PIEMONTE 118 RESPONSABILI MEDICI E COORDINATORI INFERMIERISTICI BASI ELISOCCORSO: ALESSANDRIA

Dettagli

747.201.31 Disposizioni esecutive dell ordinanza sulle prescrizioni in materia di gas di scarico dei motori di battelli nelle acque svizzere

747.201.31 Disposizioni esecutive dell ordinanza sulle prescrizioni in materia di gas di scarico dei motori di battelli nelle acque svizzere Disposizioni esecutive dell ordinanza sulle prescrizioni in materia di gas di scarico dei motori di battelli nelle acque svizzere (DE-OGMot) del 9 gennaio 2009 (Stato 1 gennaio 2013) Il Dipartimento federale

Dettagli

Esempio di procedura di comunicazione da messa in moto fino ad arresto totale

Esempio di procedura di comunicazione da messa in moto fino ad arresto totale Esempio di procedura di comunicazione da messa in moto fino ad arresto totale Enti in causa delle comunicazioni radio Pilota = Pil1.(..Pil2.Pil3.) Torre = ATC Avvicinamento (Approch) / Radar = Avv. AWACS

Dettagli

Questionario di esame per L'ATTESTATO DI VOLO DA DIP. O SPORT.

Questionario di esame per L'ATTESTATO DI VOLO DA DIP. O SPORT. Questionario di esame per L'ATTESTATO DI VOLO DA DIP. O SPORT. Parte 8 - ELEMENTI DI LEGISLAZIONE AERONAUTICA 1 È consentito pilotare un apparecchio VDS facendo uso, da parte del pilota, di medicinali,

Dettagli

Training Manual I-RF-083. Ed. 2 - Rev. 0 01.01.2012 PPL (A) Training Manual. Corso PPL (A) Teorico - Pratico

Training Manual I-RF-083. Ed. 2 - Rev. 0 01.01.2012 PPL (A) Training Manual. Corso PPL (A) Teorico - Pratico I-RF-083 Training Manual Corso Teorico - Pratico Page 2 di 52 INTENTIONALLY BLANK Page 3 di 52 Sommario 0 PARTE GENERALE... 6 0.1 Scopo del Manuale... 6 0.2 Contenuto del Manuale... 6 1 IL PIANO D ADDESTRAMENTO...

Dettagli

LICENZA PILOTA DI LINEA FROZEN MODULARE ATPL(A) REQUISITI

LICENZA PILOTA DI LINEA FROZEN MODULARE ATPL(A) REQUISITI LICENZA PILOTA DI LINEA FROZEN MODULARE ATPL(A) aver compiuto 18 anni per l iscrizione al corso licenza Pilota Privato di velivolo CORSO TEORICO I corsi hanno la durata di 27 settimane per complessive

Dettagli

Licenze AESA per piloti di alianti

Licenze AESA per piloti di alianti Ufficio federale dell aviazione civile UFAC Federazione svizzera di volo a vela Licenze AESA per piloti di alianti Un corso di addestramento per candidati alla licenza AESA per alianti Luglio 2016 Scopo

Dettagli

Direttive UFSC. n. 10.07.05.01 del 1 maggio 2007 (Stato: 1 ottobre 2014)

Direttive UFSC. n. 10.07.05.01 del 1 maggio 2007 (Stato: 1 ottobre 2014) Dipartimento federale di giustizia e polizia DFGP Ufficio federale di giustizia UFG Ambito direzionale Diritto privato Ufficio federale dello stato civile UFSC Direttive UFSC Salvataggio dei dati dello

Dettagli

TM 1 VoIo Notturno. PartORA. ORA.ATO. 130(b) Estensione dei privilegi a von notturni (ANNESSO 40) P. Höfer. AMC1 FCL.

TM 1 VoIo Notturno. PartORA. ORA.ATO. 130(b) Estensione dei privilegi a von notturni (ANNESSO 40) P. Höfer. AMC1 FCL. . Data: S 8 Av F S / ORA - TRAINING MANUAL Versione: 01-1 09.09.2014 PartORA (Organisation Requirements for Aircrews) TM 1 VoIo Notturno ORA.ATO. 130(b) Estensione dei privilegi a von notturni (ANNESSO

Dettagli

Sicurezza stradale: regole per i pullman

Sicurezza stradale: regole per i pullman Sicurezza stradale: regole per i pullman 1. Prescrizioni concernenti l ammissione dei conducenti di pullman alla circolazione Conformemente all ordinanza sull ammissione alla circolazione Categoria della

Dettagli

GUIDA ALLE PROVE SPERIMENTALI ENAC PER DRONI SAPR

GUIDA ALLE PROVE SPERIMENTALI ENAC PER DRONI SAPR GUIDA ALLE PROVE SPERIMENTALI ENAC PER DRONI SAPR Prova: Capacità di comando e controllo alla max distanza e max quota (70m) operativa in condizioni di peso max Questa prova è volta alla verifica dei comandi

Dettagli

AERO CLUB CREMONA Associazione Sportiva Dilettantistica

AERO CLUB CREMONA Associazione Sportiva Dilettantistica REGOLAMENTO DI GARA GARA DEL TORRAZZO 2016 1. L'Aero Club di Cremona con sede in Cremona organizza per i giorni 25 e 26 giugno 2016 in alternativa nei giorni 9 e 10 luglio 2016 la gara RALLY di REGOLARITA

Dettagli

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE. Presentazione

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE. Presentazione SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE La nuova Prassi Bancaria Internazionale Uniforme (ISBP) per l esame dei documenti nei Crediti Documentari ICC Italia Presentazione Dopo più di due anni di lavori,

Dettagli

Per maggiori informazioni si rimanda alla documentazione pubblicata all indirizzo:

Per maggiori informazioni si rimanda alla documentazione pubblicata all indirizzo: Dipartimento federale dell ambiente, dei trasporti, dell energia e delle comunicazioni DATEC Ufficio federale dell aviazione civile UFAC Sicurezza delle operazioni di volo UFAC, CH-3003 Berna Ai piloti

Dettagli

Corso di formazione per il rilascio della patente di gentleman trotto

Corso di formazione per il rilascio della patente di gentleman trotto allegato prot. 13490 20/4/2012 Corso di formazione per il rilascio della patente di gentleman trotto Art.1 - Indizione corso ed esame Gentleman drivers La FederNat indice un corso per l'ottenimento della

Dettagli

Efficiency Race 2015 Pavullo nel Frignano

Efficiency Race 2015 Pavullo nel Frignano A. S. D. dei CLUB ITALIANI CO STRUTTORI DI AEROMOBILI AMATORIALI E STO RICI g i à A ss o c ia z i o n e Italiana Costruttori di A e r e i D i p l o m e d H o n n e u r FA I 19 9 3, 20 0 0 via Matteotti,

Dettagli

che avranno luogo il 14 dicembre 2014, dichiarano di sottoscrivere la candidatura di

che avranno luogo il 14 dicembre 2014, dichiarano di sottoscrivere la candidatura di SOTTOSCRITTORI DELLA CANDIDATURA ALLE ELEZIONI PRIMARIE DEL PARTITO DEMOCRATICO DELLA CAMPANIA PER LA SCELTA DEL CANDIDATO ALLA PRESIDENZA DELLA REGIONE CAMPANIA I/Le sottoscritti/e cittadini/e nel numero

Dettagli

PROCEDURA VIAGGI DI ISTRUZIONE PR.10. ORGANIZZAZIONE VIAGGI DI ISTRUZIONE e VISITE GUIDATE

PROCEDURA VIAGGI DI ISTRUZIONE PR.10. ORGANIZZAZIONE VIAGGI DI ISTRUZIONE e VISITE GUIDATE Pag. 1 di 6 ORGANIZZAZIONE e VISITE GUIDATE REV. MOTIVO REDAZIONE VERIFICA ED APPROVAZIONE 00 Prima edizione Responsabile della Qualità Prof. Fausto Di Palma Firma Dirigente Scolastico Prof. Adriano Di

Dettagli

Corso SGS per Auditor / Lead Auditor di Sistemi di Gestione Ambientale UNI EN ISO 14001:2004 Corso Completo

Corso SGS per Auditor / Lead Auditor di Sistemi di Gestione Ambientale UNI EN ISO 14001:2004 Corso Completo Corso SGS per Auditor / Lead Auditor di Sistemi di Gestione Ambientale UNI EN ISO 14001:2004 Corso Completo Corso riconosciuto CEPAS (n di registro 07) Agrigento, Giugno 2011 Pagina 1 di 8 Obiettivi Il

Dettagli

Assicurazioni RC Professionali

Assicurazioni RC Professionali Proposta di assicurazione R.C. per gli Amministratori, Dirigenti e Sindaci di Società. TAILOR MADE La seguente Proposta di assicurazione è in relazione ad un polizza claims made. Essa copre esclusivamente

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO - BICOCCA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE PER LA FORMAZIONE RICCARDO MASSA

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO - BICOCCA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE PER LA FORMAZIONE RICCARDO MASSA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO - BICOCCA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE PER LA FORMAZIONE RICCARDO MASSA PROCEDURA PUBBLICA DI SELEZIONE, PER TITOLI, PER IL CONFERIMENTO DI N. 1 INCARICO NELL AMBITO

Dettagli

Questionario di esame per L'ATTESTATO DI VOLO DA DIP. O SPORT. ELICOTTERO Ref. 41-827-840

Questionario di esame per L'ATTESTATO DI VOLO DA DIP. O SPORT. ELICOTTERO Ref. 41-827-840 Questionario di esame per L'ATTESTATO DI VOLO DA DIP. O SPORT. ELICOTTERO Ref. 41-827-840 Parte 1 - AERODINAMICA 1 Come si definisce la velocità? A) la distanza percorsa moltiplicata per il tempo impiegato

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PROCEDURA DI CONCESSIONE E NORME DI UTILIZZO DEI TELEFONI CELLULARI AZIENDALI

REGOLAMENTO PER LA PROCEDURA DI CONCESSIONE E NORME DI UTILIZZO DEI TELEFONI CELLULARI AZIENDALI AREA INNOVAZIONE TECNOLOGICA SETTORE SISTEMI INFORMATIVI REGOLAMENTO PER LA PROCEDURA DI CONCESSIONE E NORME DI UTILIZZO DEI TELEFONI CELLULARI AZIENDALI Approvato con Deliberazione della Giunta Comunale

Dettagli

TUTTE LE DOMANDE E LE RISPOSTE SULLA NOSTRA GESTIONE DELLA QUALITÀ CERTIFICATA

TUTTE LE DOMANDE E LE RISPOSTE SULLA NOSTRA GESTIONE DELLA QUALITÀ CERTIFICATA TUTTE LE DOMANDE E LE RISPOSTE SULLA NOSTRA GESTIONE DELLA QUALITÀ CERTIFICATA C E N T R I O T T I C I S E L E Z I O N A T I CHE COSA SONO LE CERTIFICAZIONI ISO? I Centri Ottici GreenVision sono stati

Dettagli

CITTA' DI TORINO DIREZIONE CENTRALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione

CITTA' DI TORINO DIREZIONE CENTRALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione CITTA' DI TORINO DIREZIONE CENTRALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione CIRCOLARE N. 103 Informativa OGGETTO: Circolazione stradale. P.U.T. Disciplina generale

Dettagli

Manuale Operativo GESTIONE FISICA GUIDA ALL INSERIMENTO DATI

Manuale Operativo GESTIONE FISICA GUIDA ALL INSERIMENTO DATI Manuale Operativo GESTIONE FISICA GUIDA ALL INSERIMENTO DATI 1 INDICE CAP 1 INTRODUZIONE... 3 CAP 2 FLUSSO CONSIGLIATO DI INSERIMENTO DATI... 4 CAP 3 ELENCO PIANI... 5 CAP 4 ELENCO ATTIVITA... 9 CAP 5

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR / RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT DI BUONE PRASSI IGIENICHE E PROCEDURE BASATE SU HACCP

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR / RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT DI BUONE PRASSI IGIENICHE E PROCEDURE BASATE SU HACCP Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH55 Pag. 1 di 5 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR

Dettagli

CLASSI: ORC - IRC - MONOTIPI - OPEN MONFALCONE - VENEZIA,

CLASSI: ORC - IRC - MONOTIPI - OPEN MONFALCONE - VENEZIA, C.O.N.I. F.I.V. ADRIATIC UP CLASSI: ORC - IRC - MONOTIPI - OPEN MONFALCONE - VENEZIA, 30 Aprile - 3 Maggio 2015 CIRCOLI ORGANIZZATORI LEGA NAVALE ITALIANA MONFALCONE Via dell Agraria 54 34074 Monfalcone

Dettagli

LOCALIZZAZIONE E COORDINAMENTO DEI PADRONCINI

LOCALIZZAZIONE E COORDINAMENTO DEI PADRONCINI LOCALIZZAZIONE E COORDINAMENTO DEI PADRONCINI Esigenza Numerose aziende che operano nel settore della logistica e dei trasporti in conto terzi, nonché le aziende di produzione, che hanno la necessità di

Dettagli

16 / 23 Agosto 2009 PER CONTO DELLA FÉDÉRATION AÉRONAUTIQUE INTERNATIONALE

16 / 23 Agosto 2009 PER CONTO DELLA FÉDÉRATION AÉRONAUTIQUE INTERNATIONALE REGOLAMENTO DEL CAMPIONATO ITALIANO DELTAPLANO OPEN 2009 16 / 23 Agosto 2009 PER CONTO DELLA FÉDÉRATION AÉRONAUTIQUE INTERNATIONALE Questo regolamento deve essere utilizzato insieme con la sezione generale

Dettagli

Fondazione Venezia Servizi alla Persona - ONLUS

Fondazione Venezia Servizi alla Persona - ONLUS AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI PERSONALE CON MANSIONE DI OPERATORE SOCIO SANITARIO La Fondazione Venezia Servizi alla Persona ONLUS (di seguito denominata Fondazione), riconosciuta la personalità

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Operatrice sociosanitaria/ con attestato federale di capacità (AFC) del 13 novembre 2008 86911 Operatrice sociosanitaria AFC/ Operatore sociosanitario

Dettagli

Corso di Formazione. Pilota di S.A.P.R. Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto

Corso di Formazione. Pilota di S.A.P.R. Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto Corso di Formazione Pilota di S.A.P.R. Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto Spett.le Partner, Analist Group è stata inserita da ENAC nell elenco delle sedi riconosciute per l addestramento per i piloti

Dettagli

Federazione Italiana Volo a Vela

Federazione Italiana Volo a Vela OLC CID Campionato Italiano di Distanza 2010 Versione aggiornata 15 marzo 2010 Regolamento 1. OLC CID (Campionato Italiana di Distanza) 2009 L Aero Club d Italia indice il Campionato Italiano di Distanza

Dettagli

Liceo scientifico T. Taramelli

Liceo scientifico T. Taramelli BASE DI CAPRERA Liceo scientifico T. Taramelli Scuola di vela 2014 CORSI DI VELA PER CLASSI SCOLASTICHE 1. Il corso di vela si terrà presso il centro velico di Caprera nella settimana 14-21 giugno 2014.

Dettagli

PROGRAMMA CORSI DI GUIDA SICURA AZIENDE

PROGRAMMA CORSI DI GUIDA SICURA AZIENDE PROGRAMMA CORSI DI GUIDA SICURA AZIENDE PROGRAMMA DEL CORSO Il Corso ha la durata di un giorno e può essere svolto su Circuiti o Mini Impianti. Gli allevi,dopo essere stati accolti dal nostro staff,tornano

Dettagli

Il/La sottoscritto/a chiede di essere ammesso alla selezione sopra citata e a tal fine dichiara quanto segue:

Il/La sottoscritto/a chiede di essere ammesso alla selezione sopra citata e a tal fine dichiara quanto segue: Si raccomanda di riportare in maniera completa e leggibile i dati. Spazio riservato all ufficio concorsi Spazio riservato al Protocollo Generale PROT. N. 3-11/10/11/2 ISTR_TECN_GEOM AL COMUNE DI TRIESTE

Dettagli

d e c r e t a : I. Disposizioni generali

d e c r e t a : I. Disposizioni generali 5.1.8.4.4 Regolamento concernente il riconoscimento dei diplomi delle scuole universitarie per i docenti e le docenti del livello prescolastico e del livello elementare (del 10 giugno 1999) La Conferenza

Dettagli

Programma. GuidarePilotare si riserva di apportare modifiche al programma senza preavviso, garantendo parità di contenuto formativo.

Programma. GuidarePilotare si riserva di apportare modifiche al programma senza preavviso, garantendo parità di contenuto formativo. Guida Sicura Base Moto e MaxiScooter. La guida della moto non è così intuitiva come sembra: inoltre abbiamo a che fare con sole due ruote, problemi di equilibrio che si manifestano soprattutto da fermo

Dettagli

REGIONE SICILIANA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE E N N A IL DIRETTORE GENERALE RENDE NOTO Che in esecuzione della delibera n. 3314 del 09/12/2010 è

REGIONE SICILIANA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE E N N A IL DIRETTORE GENERALE RENDE NOTO Che in esecuzione della delibera n. 3314 del 09/12/2010 è REGIONE SICILIANA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE E N N A IL DIRETTORE GENERALE RENDE NOTO Che in esecuzione della delibera n. 3314 del 09/12/2010 è indetta pubblica selezione, per titoli, per la formulazione

Dettagli