COMINCIAMO, RICOMINCIAMO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMINCIAMO, RICOMINCIAMO"

Transcript

1

2 COMINCIAMO, RICOMINCIAMO CRT MILANO Il 15 maggio 1976 un giovane texano si presentò a Milano per la prima volta con una sua performance solitaria nel Salone di via Dini. Il CRT era agli inizi della sua avventura e gli spettatori di quelle sequenze lente e silenziose tratte da A Letter for Queen Victoria non furono che poche decine. Robert Wilson è oggi un maestro riconosciuto del teatro contemporaneo e tra i pochi che pur avendo consolidato un suo stile personale e inconfondibile in tutti i suoi spettacoli ha attraversato gli ultimi quattro decenni del teatro contemporaneo rimettendosi continuamente e pericolosamente in gioco, ricercando continuamente incontri e confronti con i diversi linguaggi della contemporaneità. Ecco perché la sua foto nei panni di Krapp è l immagine che segna tutta la sequenza del nostro primo incontro con il pubblico. Ecco perché la nostra serata inaugurale si affida all evento straordinario della sua interpretazione del celebre personaggio beckettiano. Ecco perché a lui abbiamo chiesto di segnare con il suo inconfondibile tratto il marchio che ci accompagnerà durante tutto il primo anno di attività al Teatro dell Arte. Ecco perché abbiamo scelto una sua performance come simbolo del nostro progetto di crossover tra le arti dal vivo [teatro, musica e danza], le arti visive e le arti applicate [architettura, design e moda], nuove tecnologie digitali, per elaborare nuovi format e sperimentare nuove alchimie. Questo primo giornale di viaggio del CRT Milano al Teatro dell Arte presenta gli spettacoli e le iniziative fino a dicembre Non annunciamo quindi il classico cartellone della stagione, ma ci apprestiamo a comunicare con il nostro pubblico con un programma/giornale quadrimestrale. Questa scelta ci permetterà di mantenere una flessibilità di programmazione per mantenere il più possibile una presa diretta su quello che rapidamente accade intorno a noi, immediatamente a ridosso delle iniziative della Triennale, della città e del più largo contesto internazionale. Guardiamo a una società in cambiamento e a una Milano europea. Assieme alla Triennale di Milano, avviamo questa scommessa, che è quella di far sì che il Teatro dell Arte diventi un altro dei luoghi simbolo della città, una fucina aperta allo scambio e alla collaborazione creativa con tutte le istituzioni culturali della città e un ponte verso le esperienze internazionali. CRT Milano Fondazione di partecipazione ottobre - novembre - dicembre

3 UNA NUOVA FONDAZIONE Il CRT Centro di Ricerca per il Teatro, che aveva trovato in via Ulisse Dini la propria sede di attività, e il CRT Artificio, che trovava sede nei teatri di quelle città che ne ospitavano le produzioni, hanno ceduto il rispettivo ramo d azienda al nuovo CRT Milano, una fondazione di nuova costituzione. Il CRT Milano ha avviato con la Triennale un programma di lavoro comune, con l obbiettivo di costituire un organismo partecipato da un organismo teatrale e da una istituzione dedicata alla ricerca e all attività espositiva e museale, che potrebbe quindi rappresentare anche il primo esperimento di Fondazione partecipata da soggetti multidisciplinari, tutti vocati ai linguaggi della contemporaneità (teatro, danza, musica, architettura, design, moda). La Fondazione gestirà il Teatro dell Arte, parte integrante del Palazzo della Triennale -progetto del 1933 di Giovanni Muzio- ridandogli conduzione unitaria e continuativa e in questo modo riportandolo a pieno titolo alla vita teatrale e culturale della città di Milano. Il CRT Centro di Ricerca per il Teatro e il CRT Artificio -che concludono la loro attività trasferendola al CRT Milano- sono espressione di percorsi separati di un progetto originario comune, che li ha visti a metà degli anni Settanta procedere insieme -lo stesso gruppo di intellettuali e professionisti del teatro milanese, il cui impegno era stato inizialmente facilitato dal comune lavoro presso l Università Cattolica di Milano- e all inizio degli anni Ottanta intraprendere strade diverse. Il CRT Artificio e il CRT Centro di Ricerca per il Teatro da quegli anni hanno sempre lavorato sulla contemporaneità, guardando ognuno a diverse espressioni in cui si esprimeva e si manifestava: il teatro, la danza, la musica, l arte visiva, la performance, il cinema, i nuovi media, la crossmedialità. Al termine quindi di una lunga avventura teatrale iniziata nel 1974, i due organismi che avevano condiviso in origine più di dodici anni del proprio cammino, hanno concluso simmetricamente la propria esperienza, facendo una scelta di discontinuità, per dare avvio a un nuovo ciclo, un diverso inizio. Assistiamo in Italia a un impasse nel settore culturale, probabilmente anche determinata dal fatto che nel nostro paese molti dei modelli su cui è stato precedentemente organizzato il sistema della produzione e dell organizzazione culturale stanno dichiarando la loro impreparazione a un contesto profondamente mutato. Non si tratta solo di risorse pubbliche in continua riduzione, sia a livello centrale che locale. Insieme, e forse più di quelle, si sta riducendo lo spazio per esercitare il lavoro culturale così come nel secondo Novecento è andato configurandosi in Italia, sulla base del modello di teatro pubblico o di interesse pubblico che proprio nella Milano dell immediato dopoguerra era stato elaborato e si era affermato. L odierno sistema culturale e teatrale continua a riflettere modelli gestionali e operativi declinati da quella idea, immutati negli ultimi decenni, nonostante i grandi cambiamenti che hanno invece intanto caratterizzato la società e modificato le forme e le espressioni delle sue attese oggi un altra volta in trasformazione per la straordinaria crisi in atto. La crisi ci riguarda e ci interessa come opportunità per sostanziali cambiamenti nelle modalità di produzione e gestione delle istituzioni, delle attività, degli spazi e delle strutture culturali. La capacità di innovazione e riconfigurazioni è un riconosciuto patrimonio della cultura milanese: in altri anni, la città di Milano è stata capace di esprimere dei modelli che hanno fatto della città un laboratorio di esperienze e innovazioni che sono diventate esempi su cui impostare successivi scenari su scala nazionale: dal teatro pubblico, ai centri di ricerca teatrale - oggi teatri stabili di innovazione -, agli stabili privati; ma si pensi anche alla policy delle convenzioni pluriennali che il Comune di Milano inaugurò per primo a livello nazionale; così come all istituzione della Triennale, destinata a compiti pluridisciplinari in anni in cui la divisione disciplinare non rendeva immaginabile il dialogo tra le arti. Con la partnership tra Triennale e la nuova Fondazione cui abbiamo dato vita, il CRT Milano inizia a sperimentare un inedito modello di produzione, organizzazione e gestione culturale, che vuole progressivamente far convergere in un comune disegno le rispettive esperienze e caratteristiche culturali, disciplinari, di competenze organizzative e gestionali, e che trova nel Teatro dell Arte il centro della propria attività, continuativa durante l anno e costruita su un programma che valorizza le interrelazioni con l attività istituzionale ordinaria della Triennale. Il nuovo modello di attività vede confluire due statuti culturali differenti: quello degli enti attivi nelle performing arts e quello delle istituzioni il cui lavoro è sostanzialmente impegnato nelle manifestazioni di carattere espositivo, missioni e tratti identitari tradizionalmente distinti e separati nel panorama culturale italiano, non invece in quello europeo. L attività di spettacolo cercherà un diretto coordinamento con la programmazione espositiva della Triennale, alimentando articolazioni e rimandi ulteriori, a sua volta sollecitando indirizzi nuovi, in una prospettiva di costruzione di un progetto sempre più complesso e originale. Renato Quaglia, presidente della Fondazione CRT Milano CRT MILANO 04 CRTMILANO TEATRODELLARTE ottobre - novembre - dicembre

4 IL NUOVO PERCORSO DEL TEATRO DELL ARTE OTTOBRE NOVEMBRE DICEMBRE L ULTIMO NASTRO DI KRAPP Robert Wilson Samuel Beckett CRT MILANO 12 HOUSEMATES Progetto di coesistenza teatrale.1 Santasangre Quiet Ensemble Gruppo nanou.2 Masque Teatro Mali Weil Opera Il Teatro dell Arte è stato parte della Triennale di Milano fin dalle origini secondo la volontà dell architetto Giovanni Muzio e del direttore Gio Ponti, fin da quando è stato costruito il Palazzo dell Arte nel Triennale di Milano ha completato il ricongiungimento della struttura espositiva con il Teatro dell Arte. Con i lavori appena portati a termine, il teatro è stato sottoposto ad adeguamento normativo e tecnologico con la messa a norma dell impianto antincendio ed elettrico. Dopo trenta anni il teatro torna a essere parte integrante della struttura, con un unico ingresso. Il grande atrio, con il mosaico di Achille Funi e Leonora Fini appena restaurato, torna a essere, non solo l accesso alle grandi mostre della Triennale, ma anche il foyer del teatro. Un rinnovamento nell organizzazione spaziale che corrisponde a un rinnovamento programmatico con l intento di dare un identità precisa anche al Teatro. La collaborazione tra Triennale e CRT Milano ha come obiettivo la trasformazione del Teatro dell Arte in un teatro stabile di innovazione. La sua permanenza in Triennale, ovvero all interno di una istituzione multidisciplinare dedicata all architettura, al design, alle arti, permette di realizzare una proposta culturale innovativa che arricchirà l offerta culturale di Milano. Claudio De Albertis, Presidente della Triennale di Milano LA TRILOGIA DELLE ISOLE: TEMPÊTE! L ÎLE DES ESCLAVES UNE ODYSSÉE Irina Brook IL COLORE DEI GESTI Sinfonia Mediterraneo Studio Azzurro blenddrumstheater Leonard Eto MURMURES DES MURS Aurélia Thierrée Victoria Thierrée Chaplin NEWS & PREVIEWS Kodò One Earth Tour 2014 Legend Giovanni Sollima 100 violoncelli Roberta Torre Il colore è una variabile dell infinito Peter Greenaway Atomic Bombs Alkaest / Lab121 compagnie in residenza Housemates.3,.4,.5,... CRT MILANO IN TOUR Marco Garzonio / Felice Cappa Martini: il Cardinale e gli altri Robert Wilson / Mikhail Baryshnikov / Willem Dafoe The Old Woman 06 CRTMILANO TEATRODELLARTE ottobre - novembre - dicembre

5 20 OTTOBRE Robert Wilson in L ULTIMO NASTRO DI KRAPP di Samuel Beckett ROBERT WILSON OPENING opening Ho avuto l onore di ricevere una visita di Samuel Beckett in camerino in occasione di uno dei miei primi spettacoli, A letter for Queen Victoria. Si complimentò con me per il testo frammentato e non sequenziale. Quando Eugene Ionesco recensì il mio primo spettacolo, Deafman Glance, scrisse: Wilson è andato più lontano di Beckett., quindi quando finalmente lo incontrai ne fui molto intimidito. Ho sempre sentito una certa affinità con il mondo di Beckett. Per alcuni versi l ho sempre sentito vicino al mio lavoro, ma solo adesso, dopo trentacinque anni, ho deciso di accettare la sfida e confrontarmi con lui. Quando dirigo uno spettacolo creo una struttura nel tempo. Solo nel momento in cui tutti gli elementi visivi sono al loro posto viene creata una cornice che gli attori devono riempire. Se la struttura è solida, allora si può essere liberi al suo interno. In questo caso la struttura è data per la maggior parte dal testo e spetta a me trovare la mia libertà all interno della struttura di Beckett. Egli descrive minuziosamente come appare la scenografia, quali sono i movimenti, ecc. Tutto è scritto nero su bianco. Robert Wilson Lucie Jansch L ultimo nastro di Krapp, atto unico di Samuel Beckett, debutta il 28 ottobre 1958 al Royal Court Theatre di Londra, per la regia di Donald McWhinnie con Patrick Magee. Krapp, un uomo anziano, è seduto da solo nella sua stanza a notte fonda. È il suo settantesimo compleanno. Si prepara a fare una registrazione su bobina delle sue considerazioni rispetto all anno trascorso, così come ha fatto ogni anno il giorno del suo compleanno sin da quando era giovane. Gli eventi registrati su ciascun nastro sono annotati meticolosamente in un enorme registro, che gli consente di accedere facilmente ai ricordi del suo passato. Nel prepararsi alla nuova incisione, ascolta una registrazione che aveva inciso circa trenta anni CRTMILANO TEATRODELLARTE L ULTIMO ottobre NASTRO - novembre DI KRAPP - dicembre Robert Wilson

6 prima. Sente la voce dell uomo fiducioso e speranzoso nel fiore degli anni, e stenta a riconoscersi. Ride con ironia nel risentire le sue vecchie ambizioni e i suoi sogni di gioventù. In particolare c è un passaggio che riascolta più volte, nel quale il giovane Krapp parla in modo calmo e filosofico della fine della relazione con una donna che potrebbe chiamarsi Effi. Ai tempi della registrazione il giovane Krapp vedeva la rottura come inevitabile e pregustava nuove conquiste e trionfi. Ora, guardando indietro, si rende conto che quella donna è stata l ultimo grande amore della sua vita, e nel rinunciare a lei ha perduto, tanti anni prima, la possibilità di essere felice. Truccato in bianco, clownesco, quasi cadaverico, Krapp salta e barcolla, si mette in posa e fa le smorfie: beffardo, umano, tragico. È un esercizio di stile e potenza. Financial Times ll New York Times ha definito Robert Wilson una pietra miliare del teatro sperimentale mondiale e un innovatore nell uso del tempo e dello spazio in palcoscenico. Wilson, nato a Waco in Texas, è tra i più importanti artisti visivi e teatrali al mondo. Il suo lavoro si serve di diverse tecniche artistiche integrando magistralmente movimento, danza, pittura, luce, design, scultura, musica e drammaturgia. I suoi spettacoli sono di un altissima intensità estetica e di grande potenza emotiva e gli hanno procurato il consenso del pubblico e della critica in tutto il mondo. Dopo gli studi all Università del Texas e al Pratt Institute di Brooklyn, alla metà degli anni 60, Wilson fonda a New York il collettivo artistico The Byrd Hoffman School of Byrds con cui elabora i suoi primi originali spettacoli, Deafman Glance Lo sguardo del sordo (1970) and A Letter for Queen Victoria ( ). Nel 1976 firma con Philip Glass Einstein on the Beach, performance che cambia la concezione convenzionale dell opera come forma artistica. Negli anni ha stretto collaborazioni con autori e musicisti del calibro di Heiner Müller, Tom Waits, Susan Sontag, Laurie Anderson, William Burroughs, Lou Reed e Jessye Norman. Con il suo stile inconfondibile ha riletto capolavori come L ultimo nastro di Krapp di Beckett, Madama Butterfly di Puccini, Pelléas et Melisande di Debussy, L opera da tre soldi di Brecht/Weill, Woyzeck di Büchner, Le favole di la Fontaine e l Odissea di Omero. Disegni, dipinti e sculture di Wilson sono stati esposti in centinaia di mostre collettive e personali, e fanno parte di collezioni private e musei in tutto il mondo. Ha ricevuto numerosi premi e onorificenze, tra cui la nomination per il Premio Pulitzer, due premi Ubu, il Leone d Oro per la scultura alla Biennale di Venezia e il premio Laurence Olivier. È stato nominato all Accademia Americana di Arti e Lettere e Commandeur des arts et des lettres in Francia. Wilson è il fondatore e il direttore artistico del Watermill Center, un laboratorio creativo dedicato alle arti, con sede a Watermill, Long Island. ROBERT WILSON in L ULTIMO NASTRO DI KRAPP di Samuel Beckett regia, scena e ideazione luci Robert Wilson costumi e collaborazione alle scene Yashi Tabassomi lighting design A.J. Weissbard sound design Peter Cerone e Jesse Ash collaborazione alla regia Sue Jane Stoker assistente alla regia Charles Chemin direttore tecnico Reinhard Bichsel supervisione luci Aliberto Sagretti ingegnere del suono Guillaume Dulac direttore di scena Thaiz Bozano capo macchinista Violaine Crespin make up Claudia Bastia assistente personale di R. Wilson Julian Mommert coordinamento di produzione Laura Artoni un progetto di Change Performing Arts commissionato da Grand Théâtre de Luxembourg, Spoleto52 Festival dei 2 Mondi prodotto da CRT Milano Centro Ricerche Teatrali spettacolo in inglese con sottotitoli in italiano durata 70 minuti 10 CRTMILANO L ULTIMO NASTRO TEATRODELLARTE DI KRAPP Robert Wilson ottobre - novembre - 20 dicembre ottobre 2013 Lucie Jansch ROBERT WILSON OPENING ROBERT WILSON 09 11

7 HOUSEMATES Progetto di coesistenza teatrale 23 OTTOBRE 17 NOVEMBRE HOUSEMATES PROGETTO DI COESISTENZA TEATRALE HOUSEMATES HOUSEMATES è un primo esperimento di cohousing teatrale tra alcuni dei gruppi più vivaci e innovativi della sperimentazione. Tre compagnie per volta sono chiamate a condividere gli spazi del Teatro dell Arte, in un esperienza orientata a far convivere autonomia creativa e benefici di un ambiente e di uno spazio comuni. Il Teatro dell Arte si trasforma in un percorso inusuale e gli spettatori sono chiamati a visitarne le tappe, muovendosi tra ambienti diversi, come fra le stanze di uno stesso appartamento. Un esperienza singolare che riunisce in un unica serata tre incontri con fatti e realtà teatrali differenti. 12 CRTMILANO HOUSEMATES TEATRODELLARTE ottobre 23 - ottobre novembre 17 - novembre dicembre

8 23 OTTOBRE 03 NOVEMBRE mar > ven sab dom HOUSEMATES.1 KONYA Santasangre DER TEUFEL LEISE, FAUST Il Diavolo Sottovoce Quiet Ensemble SPORT Gruppo nanou HOUSEMATES PROGETTO DI COESISTENZA TEATRALE Il ravennate Gruppo nanou presenta Sport, uno spettacolo teatrale e un progetto site specific, che ricostruisce nei minimi dettagli la dimensione di solitudine, privata e collettiva assieme, dell atleta nell attimo di sospensione che precede il volo. Santasangre è un collettivo romano che da sempre indaga la possibilità di un equilibrio sincretico tra i diversi media espressivi. Konya è un esibizione audiovisiva, creata partendo dalla tradizione sufista e dalle suggestioni offerte dalla pratica dei Dervisci. Manuela Meloni Quiet Ensemble, giovanissimo gruppo romano, presenta Der Teufel leise, Faust (il diavolo sottovoce), una composizione sonora senza musicisti né strumenti, in cui il Teatro, con il suo equipaggiamento, è sia la fonte che il prodotto, uno strumento virtuale che determina la performance stessa. 14 HOUSEMATES CRTMILANO TEATRODELLARTE ottobre 23 - ottobre novembre 17 - novembre dicembre

9 Alessandro Rosa KONYA Santasangre ideazione Diana Arbib e Dario Salvagnini performer vocale Monica Demuru violoncello Luca Tilli corpo Annamaria Ajmone elaborazione audio Dario Salvagnini elaborazione video Diana Arbib video designer Alessandro Rosa organizzazione e cura Giulia Basaglia produzione Santasangre co-produzione Kollatino Underground HOUSEMATES PROGETTO DI COESISTENZA TEATRALE Santasangre è un progetto di ricerca artistica che nasce a Roma alla fine del 2001 dall incontro di Diana Arbib, Luca Brinchi, Maria Carmela Milano, Pasquale Tricoci. Nel 2004, con l ingresso di Dario Salvagnini e Roberta Zanardo, raggiunge la formazione attuale. É espressione di un collettivo artistico eterogeneo per formazione e personalità e inizia il suo percorso mettendo insieme quello che rappresentava la formazione di ogni componente: la body art, il linguaggio video, le installazioni meccaniche e sonore. In risposta all esigenza di un silenzio e di un vuoto più profondo da occupare, sposta il suo lavoro all interno del luogo teatro. E qui che si realizza in maniera più concreta il progetto di ricerca artistica direzionato verso la possibile frattura linguistica e formale. La necessità che diviene il motore del lavoro di Santasangre si sottrae a ogni settorialità, all esperienza complementare per concretizzarsi in un azzardo di linguaggi ampliati e sincretici, in cui i processi di contaminazione avvengono lungo un asse trasversale capace di toccare i più significativi linguaggi artistici e performativi come il video, la musica, il corpo e l estetica degli ambienti. La linea che sempre distingue la progettualità di Santasangre si articola in una direzione di interferenza con il presente attraverso le infinite possibilità che il linguaggio artistico possiede. durata 35 minuti Konya (Iconium), capitale dei turchi selgiuchidi dal XII al XIII secolo, fu uno dei più grandi centri culturali della Turchia. Durante questo periodo di espansione artistica, politica e religiosa, il mistico Mevlana Celaleddin Rumi fondò l Ordine Sufico, ben conosciuto nell ovest con il nome di Dervisci Ruotanti o Danzanti. L esibizione audio-visiva Konya della compagnia Santasangre indaga il significato di amore attraverso lo studio della tradizione sufista e della pratica dei Dervisci: la preghiera, la meditazione, il respiro, la danza roteante e in particolar modo la pratica dello dhikr (ricordo di Dio), basata sulla ripetizione dei Nomi Divini, sono gli strumenti principali usati dai Dervisci per ricercare una connessione diretta con Dio. Konya attraverso una visione laica e contemporanea fa dialogare sulla scena dimensione sonora, visiva e corporea dando allo spettatore la possibilità di farsi trasportare in una atmosfera astratta, in un susseguirsi di eventi che ne trascendono il controllo. (Santasangre) 16 HOUSEMATES CRTMILANO TEATRODELLARTE Santasangre ottobre 23 - ottobre novembre 03 - novembre dicembre

10 Manuela Meloni DER TEUFEL LEISE, FAUST Il diavolo sottovoce Quiet Ensemble un progetto di Quiet Ensemble insieme a Matteo Marangoni post-produzione audio Gianclaudio Hashem Moniri consulenza tecnica noidealab video di Manuela Meloni project management e distribuzione Claudio Ponzana HOUSEMATES PROGETTO DI COESISTENZA TEATRALE NUOVE DRAMMATURGIE produzione Quiet Ensemble co-produzione Centrale Fies durata 35 minuti In questa versione del Faust il teatro, con il suo equipaggiamento, diventa lo strumento che determina la performance stessa. Quiet Ensemble nasce nel 2009 dall incontro tra esperienze professionali ed espressive differenti; Fabio Di Salvo si dedica alla sperimentazione e l ideazione di opere video interattive utilizzando moderni software di manipolazione audiovideo, Bernardo Vercelli si laurea in scenografia teatrale in Norvegia e successivamente lavora come light designer a Copenhagen. Insieme sviluppano un interesse rivolto alla contaminazione di modalità espressive differenti osservando il rapporto tra tecnologia e natura, l unione tra l immaginario concreto ed astratto e l equilibrio tra casualità e controllo, dando vita a soggetti composti dal perfetto connubio degli elementi, spostando l attenzione su aspetti insignificanti e meravigliosi, come il movimento di una mosca o il suono degli alberi. L azione è orchestrata dalle apparecchiature dello spazio e le sonorità sono determinate dalle funzioni tecniche delle stesse, simultaneamente all atto di creazione dell opera. Il teatro come spazio di rappresentazione si mostra al pubblico privo dei sistemi rappresentativi vitali e fondamentali. Le luci illuminano il vuoto, il palco accomoda l assenza dell attore, le casse audio rendono udibile il proprio silenzio e l assenza dell anima viene rappresentata dalla carcassa dello spazio ormai svuotata dalla propria umanità. (Quiet Ensemble) 18 HOUSEMATES CRTMILANO TEATRODELLARTE Quiet Ensamble ottobre 23 - ottobre novembre 03 - novembre dicembre

11 Laura Arlotti Gruppo nanou nasce a Ravenna nel luglio del 2004 come luogo di incontro dei diversi linguaggi e sensibilità che caratterizzano la ricerca artistica di Marco Valerio Amico, Rhuena Bracci e Roberto Rettura. In questo contesto corpo, il suono e l immagine trovano un linguaggio comune nella coreografia, dando vita ad un opera organica. Le produzioni nate da quest unione sono: Namoro (2005) progetto vincitore del concorso GD A-Giovani Danz Autori 04/05 dell Emilia Romagna; Desert-Inn (2006), coprodotto da ERT - Fondazione Emilia-Romagna Teatri; Sulla conoscenza irrazionale dell oggetto (2007/2008), progetto vincitore del bando Moving Movimento 2007 e vincitore del bando 4 Cantieri per Fabbrica Europa; progetto Motel (2008/2011) Trilogia composta di tre stanze. La prima stanza è vincitrice del bando Fondo Fare Anticorpi 2008; Interno (2010), progetto realizzato in collaborazione con l artista Letizia Renzini; Sport (2011) lavoro selezionato per il progetto europeo Miniatures Officinae Marseille (F); Progetto Dancing Hall (2012/2013), progetto modulare, selezionato per NID platform. SPORT Gruppo nanou di Marco Valerio Amico e Rhuena Bracci con Rhuena Bracci suono Roberto Rettura scene in collaborazione con Città di Ebla cura Chiara Pirri un ringraziamento particolare a Fabio Sajiz Produzione L Officina-atelier marseillais de production (Marsiglia, Francia), Gruppo nanou co-produzione L animal a l esquena e Crap s (Spagna), Indisciplinarte (Italia), El Teatro (Tunisia), Haraka (Egitto) Miniatures Officinae (European Commission within the program Culture Cooperation with the Third countries ) con il contributo di MIBAC, Founds Roberto Cimetta, Regione Emilia-Romagna Assessorato alla Cultura e con il sostegno di Città di Ebla, PimOff durata 35 minuti Portiamo in scena un atleta, colta nell intimità dei preparativi per l esecuzione dell elemento ginnico, per esporre un corpo nella sua fragilità e diametralmente opposta forza. L attimo prima del volo. Il momento di sospensione, di tutte le possibilità di cambiamento, di tutte le potenziali direzioni. Cogliere il pensiero dell atleta prima della vertigine per capirne il silenzio. Sonorizzare una soggettiva, che non sia quella privata dell atleta ma una nuova, che ha sicuramente a che vedere con quella solitudine, ma che accoglie anche la visione, individuale e collettiva allo stesso tempo, degli spettatori. (Gruppo nanou) HOUSEMATES PROGETTO DI COESISTENZA TEATRALE 20 HOUSEMATES CRTMILANO TEATRODELLARTE Gruppo nanou ottobre 23 - ottobre novembre 03 - novembre dicembre

12 06 NOVEMBRE 17 NOVEMBRE mar > ven sab dom HOUSEMATES.2 JUST INTONATION Masque Teatro ANIMAL SPIRIT Concept store Mali Weil XX, XY Primo studio nella tragedia di Amleto Opera HOUSEMATES PROGETTO DI COESISTENZA TEATRALE Mali Weil apre per la prima volta a Milano il proprio concept store, interamente dedicato al mindstyle Animal Spirit, offrendo al visitatore la possibilità di un esperienza immersiva, capace di potenziare la spinta individuale all azione. Opera è un giovane gruppo che approfondisce l incontro tra differenti arti in relazione al teatro. In questo contesto presenterà XX XY, primo studio sull Amleto, in cui lo spettatore sarà chiamato a entrare letteralmente nella materia dell Amleto, attraverso un dettaglio. Mali Weil Masque, gruppo storico della ricerca teatrale, presenterà il suo lavoro Just Intonation, affascinante espressione di una puntuale ricerca sul rapporto tra suono e movimento. Just intonation è corpo sonoro. 22 HOUSEMATES CRTMILANO TEATRODELLARTE ottobre - novembre novembre dicembre

13 Lorenzo Bazzocchi JUST INTONATION Masque Teatro ideazione e regia Lorenzo Bazzocchi con Eleonora Sedioli physical computing, suono e luci Lorenzo Bazzocchi elettronica Matteo Gatti co-produzione Mood Indigo produzione Masque teatro durata 30 minuti HOUSEMATES PROGETTO DI COESISTENZA TEATRALE Masque Teatro nasce nel La forza visionaria del loro teatro si esprime nel complesso dialogo che la compagnia sviluppa tra il discorso filosofico, la creazione di prodigiose architetture sceniche e il fondamentale ruolo della Figura. Alcuni spettacoli hanno aperto una possibilità che identifica non solo una cifra stilistica ma una nuova modalità produttiva ed una innovata relazione con il pubblico. Prigione detto Atlante (Myfest-Glasgow, 1994), Coefficiente di Fragilità (Triennale di Milano, 1998), Omaggio a Nikola Tesla (Bitef Festival, Belgrado 2003), Materia cani randagi (Nobodaddy-Ravenna 2009) e Just Intonation (Orestiadi di Gibellina 2012) rappresentano le punte di una ricerca che trova la sua ragion d essere nella produzione di simulacri, eventi dove materiale e virtuale si fondono per dar vita a originali creazioni. Nel 1997 ricevono il Premio Gabbiano d argento al Festival Anteprima Cinema Indipendente Bellaria e il Premio Produzione al Festival Riccione TTV. Nel 2000 ricevono l Ubu premio speciale della giuria per il progetto Prototipo e nel 2002 il Premio Francesca Alinovi all attività artistica. Dal 1994 sono ideatori e organizzatori del festival Crisalide. Il lavoro parte dalla ricerca del rapporto tra suono e movimento, dalla necessità di mettere a punto un sistema di autogenerazione del suono, di produzione di masse sonore complesse, formate da glissandi, di frequenza ed intensità. Just intonation è corpo sonoro. Ci si allontana dalla orizzontalità melodica, in favore dell armonia e di lunghi periodi di silenzio. Il corpo-donna diviene segreto senza nascondere niente, a forza di innocenza e precisione, persino a costo di una spaventosa tecnicità. Il progetto trae la sua origine da due polarità solo apparentemente distanti: da una parte l interesse manifestato da Kafka per la pura intensa materia sonora, in un costante rapporto con la sua abolizione, dall altra l affezione di La Monte Young per un suono concepito come atomizzato, evento singolare con vita a se stante, indipendente dall esistenza umana. (Masque Teatro) 24 HOUSEMATES CRTMILANO TEATRODELLARTE Masque ottobre - novembre novembre dicembre

14 Mali Weil ANIMAL SPIRIT Concept store Mali Weil concept e realizzazione Mali Weil interior e product design Liviana Osti sound design Elettra architectural design Luca Bertoldi project management Anna Kalbhenn produzione Mali Weil co-produzione Centrale Fies Durata 35 minuti HOUSEMATES PROGETTO DI COESISTENZA TEATRALE Dal 2008 Mali Weil è l identità collettiva di Elisa Di Liberato, Lorenzo Facchinelli e Mara Ferrieri. Vive e lavora tra Trento e Berlino. Realizza progetti transmediali che incrociano experience design, multimedia storytelling, performance e installazione. Privilegiando set up partecipativi, Mali Weil crea esperienze aporetiche e macchine relazionali per sottrarsi all attuale logica economica e innestare nuovi immaginari. I suoi lavori hanno un estetica temporary e sono spesso human e site specific. Ogni uomo ha in sè una forza innata che lo spinge ad agire. Nel corso dei secoli, a seconda delle culture e delle mitologie, è stata chiamata in molti modi. Noi lo chiamiamo Animal Spirit. Mali Weil apre per la prima volta a Milano il proprio concept store, interamente dedicato al mindstyle Animal Spirit, offrendo al visitatore la possibilità di un esperienza immersiva, alla scoperta del proprio dark heart. Con un anima temporary, lo store inaugura uno spazio al limitare tra territorio animale e umano, un mondo night wearing che richiama apertamente lo stile military e l esperienza della battuta di caccia. La sfida che si propone è diffondere una linea di prodotti iniziatici, che fondono elementi primordiali e immaginario pop, capaci di potenziare la spinta individuale all azione. I prodotti in vendita sono realizzati da una crew di giovani designer ai quali Mali Weil ha chiesto di interpretare il mindstyle animal spirit. Tra questi gli space toys disegnati da Luca Bertoldi, le linee The Armour e Instinct di Liviana Osti, e i sounds Imaginaries for the hunt di Elettra. (Mali Weil) 26 HOUSEMATES CRTMILANO TEATRODELLARTE Mali Weil ottobre - novembre novembre dicembre

15 Andrea Messana XX, XY Primo studio nella tragedia di Amleto Opera cura della visione e regia Vincenzo Schino performer Emiliano Austeri, Marta Bichisao coreografia Marta Bichisao suono Federico Ortica drammaturgia Letizia Buoso scenografia Emiliano Austeri scultura Vito Sabini / Leonardo Cruciano Workshop cura Marco Betti produzione Opera in coproduzione con Fondazione Pier Lombardo / Teatro Franco Parenti con il sostegno di Terni Festival, Associazione Demetra, Stefano Romagnoli Durata 35 minuti HOUSEMATES PROGETTO DI COESISTENZA TEATRALE Opera è un gruppo di ricerca artistica nato nel 2006 da un progetto di Vincenzo Schino (attore, regista, scenografo). Il gruppo è formato da Marta Bichisao (danzatrice e coreografa), Gaetano Liberti (attore e videomaker), Riccardo Capozza (attore), Marco Betti (organizzatore), Emiliano Austeri (scenografo e costruttore), Pierluca Cetera (artefice e pittore), Letizia Buoso (dramaturg) e Federico Ortica (musicista e compositore). Il suo luogo di lavoro è il teatro. Il gruppo si chiama Opera dal titolo del loro primo spettacolo e approfondisce con la propria ricerca tutte le problematiche che riguardano il teatro in relazione alle altre arti. Consideriamo Amleto come un dispositivo per la visione. In Amleto la realtà viene messa in crisi e modificata attraverso il gioco della rappresentazione. Il confine tra finzione scenica e fenomeno reale, la moltiplicazione di senso attraverso la relazione di arti e linguaggi diversi ha da sempre costituito un punto di partenza importante per ogni nostro lavoro. Non narreremo le vicende dei personaggi, ma entreremo letteralmente nella materia attraverso un dettaglio. I performer sono due, un uomo e una donna. Alto e basso, maschile e femminile, xx e xy. I linguaggi in relazione tra loro: la scultura e la danza. (Opera) 28 CRTMILANO HOUSEMATES TEATRODELLARTE Opera ottobre - novembre novembre dicembre

16 21 NOVEMBRE 08 DICEMBRE LA TRILOGIA DELLE ISOLE Irina Brook TEMPÊTE! L ÎLE DES ESCLAVES UNE ODYSSÉE IRINA BROOK LA TRILOGIA DELLE ISOLE Laura Ferrari Tre storie di vendetta, perdono, amore e libertà In un pirotecnico percorso da Omero a Shakespeare e Marivaux, la compagnia giovane e multietnica di Irina Brook si avventura di isola in isola in un viaggio teatrale che reinventa completamente tre classici della letteratura. Ogni isola è un mondo diverso, ma nella leggerezza del gioco teatrale si ritrovano gli stessi interrogativi profondi sulla nostra condizione umana. CRTMILANO TEATRODELLARTE ottobre - novembre - dicembre

17 Laura Ferrari 21 NOVEMBRE 07 DICEMBRE mar > ven sab dom TEMPÊTE! Irina Brook tratto da William Shakespeare ideato, adattato e diretto da Irina Brook con Hovnatan Avedikian, Renato Giuliani, Scott Koehler, Jeremias Nussbau e Ysmahane Yaquini aiuto regia Geoffrey Carey responsabile di compagnia Renato Giuliani scenografie Noëlle Ginefri-Corbel ingegnere suono Samuel Serandour ingegnere luci/direttore tecnico Thibault Ducros costumista/assistente scenografo Philippe Jasko segretario di produzione Angelo Nonelli coordinamento di produzione Virginia Forlani IRINA BROOK LA TRILOGIA DELLE ISOLE Figlia d arte (il padre è il regista Peter Brook e la madre l attrice Natasha Parry), Irina Brook nasce a Parigi e cresce tra l Inghilterra e la Francia. A diciotto anni si trasferisce a New York per studiare recitazione con Stella Adler e comincia a recitare in produzioni Off-off-Broadway. Recita poi a Parigi e a Londra in diversi film, produzioni televisive e numerosi spettacoli teatrali, fino a realizzare che la sua vera vocazione è la regia. Moltissime sono le produzioni teatrali da lei dirette in Europa e nel mondo fin dalla sua prima creazione a Londra nel 1996, A Beast On The Moon di Richard Kalinoski, la cui versione francese del 1998, prodotta dal Théâtre de Vidy-Lausanne, presentata poi in una tournée internazionale, e infine al Théâtre de l Oeuvre a Parigi, riceve cinque premi Molière (compreso Miglior Regia e Miglior Spettacolo). In seguito ai numerosi successi, decide di creare La Compagnie Irina Brook grazie alla collaborazione di Olivier Peyronnaud e della Maison de la Culture de Nevers et de la Nièvre. Nel 2013 la compagnia diviene Irina s DreamTheatre, avviando una collaborazione con i produttori e agenti letterari parigini Marie Cècile Renauld e Marie-Astrid Perimony. Irina Brook ha realizzato anche diverse regie d opera. Nell aprile 2014 dirigerà, di Donizetti, L Elisir D Amore per il Berlin Deutschesopera, e nell aprile 2015 il Don Pasquale all Opera di Vienna. Oltre ad aver ricevuto diversi premi internazionali, nel 2002, Irina Brook è stata nominata Chevalier des Arts et des Lettres dal Ministro della Cultura francese. Con il progetto della Trilogia al Festival di Spoleto prende avvio una collaborazione produttiva anche con CRT Milano. Recentemente Irina Brook è stata nominata alla direzione del Theatre National di Nizza produzione CRT Milano Centro Ricerche Teatrali in collaborazione con Irina s Dreamtheatre Parigi e Spoleto56 Festival dei 2Mondi in lingua francese con sottotitoli in italiano consigliato alle famiglie spettacolo inserito in Invito a Teatro durata 105 minuti Con Tempête! andiamo a naufragare sull isola di Prospero: un luogo all apparenza magico, dove regnano musica e incantesimi. Ma vi si può intuire un lato oscuro. L isola è sotto il potere di un potente tiranno: l esoterico mago-chef Prospero. Gli unici abitanti di questo reame sono sua figlia Miranda, il mostro Calibano e uno spirito dell isola, Ariel, giovani che condividono, ciascuno a suo modo, un unico sogno: sfuggire al potere patriarcale di Prospero, per conquistare infine l indipendenza e la libertà. Quest isola suscita degli interrogativi sugli aspetti più profondi dell animo umano: come possiamo lasciare che le persone che amiamo siano libere? Permettergli di essere sè stesse? In che modo usiamo o abusiamo del nostro potere sugli altri? E in ultimo, riusciamo a perdonare e a sciogliere questi legami? 32 CRTMILANO TRILOGIA DELLE TEATRODELLARTE ISOLE Irina Brook ottobre 26 novembre dicembre

18 23 NOVEMBRE 24 NOVEMBRE sab dom L ÎLE DES ESCLAVES Irina Brook di Pierre Marivaux ideato, adattato e diretto da Irina Brook con Hovnatan Avedikian, Jeremias Nussbaum, Augustin Ruhabura, Isabelle Townsend e Ysmahane Yaquini aiuto regia Geoffrey Carey responsabile di compagnia Renato Giuliani scenografie Noëlle Ginefri-Corbel ingegnere suono Samuel Serandour ingegnere luci/direttore tecnico Thibault Ducros costumista/assistente scenografo Philippe Jasko segretario di produzione Angelo Nonelli coordinamento di produzione Virginia Forlani produzione CRT Milano Centro Ricerche Teatrali in collaborazione con Irina s Dreamtheatre Parigi e Spoleto56 Festival dei 2Mondi in lingua francese con sottotitoli in italiano spettacolo inserito in Invito a Teatro durata 105 minuti IRINA BROOK LA TRILOGIA DELLE ISOLE Laura Ferrari L île des esclaves è senza dubbio un isola utopica governata da principi ideali di giustizia e di uguaglianza, ispirati al pensiero e agli scritti dell Età dei Lumi. Questo è il luogo dove si sperimenta un nuovo modello di società per il bene comune. Qui troviamo il misterioso governatore Trivelin, un ex schiavo che ha fatto dello studio del comportamento umano la sua missione di vita: quando padroni e schiavi approdano sulla sua isola, li mette alla prova invertendone i ruoli sociali nella speranza che questo esercizio possa guarirli dal loro egoismo. Su quest isola possiamo sognare un mondo in cui la gentilezza, la generosità, la compassione e il perdono contano più d ogni altra cosa. CRTMILANO TEATRODELLARTE LA TRILOGIA ottobre - novembre DELLE ISOLE - dicembre Irina Brook

19 29 NOVEMBRE 08 DICEMBRE ven sab dom UNE ODYSSÉE Irina Brook tratto da Omero ideato, adattato e diretto da Irina Brook con Renato Giuliani, Scott Koehler, Jeremias Nussbaum e Ysmahane Yaquini aiuto regia Geoffrey Carey responsabile di compagnia Renato Giuliani scenografie Noëlle Ginefri-Corbel ingegnere suono Samuel Serandour ingegnere luci/direttore tecnico Thibault Ducros costumista/assistente scenografo Philippe Jasko segretario di produzione Angelo Nonelli coordinamento di produzione Virginia Forlani produzione CRT Milano Centro Ricerche Teatrali in collaborazione con Irina s Dreamtheatre Parigi e Spoleto56 Festival dei 2Mondi in lingua francese con sottotitoli in italiano consigliato alle famiglie spettacolo inserito in Invito a Teatro durata 65 minuti IRINA BROOK LA TRILOGIA DELLE ISOLE Laura Ferrari In Une Odyssée seguiamo Ulisse nelle sue avventure mitiche, nel tentativo di fare ritorno a casa. Nel suo cammino lo vediamo sfuggire all insidia inebriante dei Lotofagi, vincere in astuzia il sanguinario Ciclope, resistere ai richiami delle Sirene, e quasi soccombere al fascino ammaliante della maga Circe, prima di riuscire finalmente a ritrovare la sua amata famiglia a Itaca. Un viaggio che coinvolge i sensi, fatto di arguzie, di ardue sfide e di passioni. Con un finale senza alcuna pietà per i pretendenti di Penelope. Non c è perdono. Solo vendetta. CRTMILANO TEATRODELLARTE LA TRILOGIA ottobre - novembre DELLE ISOLE - dicembre Irina Brook

20 23 NOVEMBRE 12 GENNAIO mar > sab > dom e festivi > IL COLORE DEI GESTI sinfonia Mediterraneo Studio Azzurro STUDIO AZZURRO IL COLORE DEI GESTI Nel corso dei viaggi attraverso il mare nostrum per la ricerca che ci ha portato alle installazioni interattive del ciclo Meditazioni Mediterraneo, abbiamo filmato numerosi artigiani durante il loro lavoro: liutai, pescatori, sellai, fonditori, vetrai, cesellatori, vasai, tessitori, raccoglitori di olive, vinai, costruttori di barche, restauratori, bambolai, rilegatori, maniscalchi, conciatori Ciascuno di essi, ripreso nel proprio ambiente, attraverso il primo piano delle mani intreccia un racconto di quei gesti e di quei suoni che danno letteralmente forma ai manufatti. Tutti insieme hanno composto nella nostra memoria un grande affresco che da tempo avevamo intenzione di rendere visibile in forma di installazione sonora oltre che visiva. Una riscrittura musicale di suoni e rumori generati dall incontro tra la materia modellata e quei gesti che si ripetono attraverso i secoli come il ritmo cardiaco dell intero territorio rivolto verso il mare Mediterraneo. È con in mente Paolo, il suo intimo amore per il mare e per la rivelazione quotidiana del bel gesto, che sentiamo giunto il momento di svelare per la prima volta questo affresco che più volte avevamo immaginato insieme. Studio Azzurro CRTMILANO TEATRODELLARTE IL COLORE ottobre - DEI novembre GESTI - Studio dicembre Azzurro

IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento

IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento Scritture di movimenti Autori bambine e bambini dai 5 ai 6 anni IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento IL CORPO E LA SUA DANZA Incontri di studio per la formazione

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio

PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio GENER-AZIONI PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio Con il sostegno di Circuito Regionale Danza in Sardegna, Associazione Enti Locali

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO: L attore alla scoperta del proprio Clown. di Giovanni Fusetti

Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO: L attore alla scoperta del proprio Clown. di Giovanni Fusetti Giovanni Fusetti racconta il ruolo del Clown nella sua pedagogia teatrale Articolo apparso sulla rivista del Piccolo Teatro Sperimentale della Versilia Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO:

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala.

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala. Fo oto Erio Piccaglian ni Teatro alla S Scala L opera italiana nel panorama mondiale Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014 ASK: CHI, PERCHE, COSA Siamo

Dettagli

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO Uno spot pubblicitario è formato da tre elementi principali: IMMAGINI MUSICA PAROLE L INFLUENZA DELLO SPOT SULLO SPETTATORE LE IMMAGINI Possono, anche tramite l'utilizzo

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

CHOREOGRAPHIC COLLISION part 3 CHECK UP Percorso di formazione coreografica

CHOREOGRAPHIC COLLISION part 3 CHECK UP Percorso di formazione coreografica CHOREOGRAPHIC COLLISION part 3 CHECK UP Percorso di formazione coreografica DIREZIONE ARTISTICA ISMAEL IVO Choreografic Collision è un laboratorio di ricerca. È un percorso di formazione per stimolare

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA

CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA CORO VALCAVASIA Cavaso del Tomba (TV) CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA chi siamo Il progetto sulla grande guerra repertorio discografia recapiti, contatti Chi siamo Il coro Valcavasia

Dettagli

L'UOMO NEL DILUVIO uno spettacolo di Simone Amendola e Valerio Malorni

L'UOMO NEL DILUVIO uno spettacolo di Simone Amendola e Valerio Malorni Presenta L'UOMO NEL DILUVIO uno spettacolo di Simone Amendola e Valerio Malorni Premio IN-BOX 2014 LA CRITICA Uno spettacolo intenso... L'eco del diluvio è dilagata in noi con il suo fragore incontenibile

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

OGGETTO Proposta Spettacoli

OGGETTO Proposta Spettacoli O n a r t s d i Soc.Coop.Artemente Via Ronchi 12, Ca tania Fax 095.2935784 Mobile 320 0752460 www.onarts.net - info@onarts.net OGGETTO Proposta Spettacoli Con la presente siamo lieti di presentarvi le

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

L UOMO IL CUI NOME È PRONUNCIATO

L UOMO IL CUI NOME È PRONUNCIATO 1 Enrico Strobino L UOMO IL CUI NOME È PRONUNCIATO Incontro immaginario tra Steve Reich e Gianni Rodari PREMESSA L esperienza che qui presento è stata realizzata nella classe 1aG della Scuola Media S.

Dettagli

El lugar de las fresas

El lugar de las fresas El lugar de las fresas Il luogo delle fragole Un anziana contadina italiana dedita al lavoro, un immigrato marrocchino appena arrivato in Italia, una giovane cineasta spagnola; Da un incontro casuale al

Dettagli

Culture Programme. Nuoro, 9 Novembre 2010. Marzia Santone-CCP Italy

Culture Programme. Nuoro, 9 Novembre 2010. Marzia Santone-CCP Italy Culture Programme 2007- -2013 Nuoro, 9 Novembre 2010 Marzia Santone-CCP Italy Intro From a cultural point of view Perché l UE si interessa alla cultura? Fattori simbolici L Unità nella Diversità L UE caratterizzata

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

---------------- Ufficio Stampa

---------------- Ufficio Stampa Ufficio Stampa Presentazione del libro TeatrOpera: Esperimenti Scenici di Maria Grazia Pani Concerto spettacolo con voce recitante, soprani, tenore e pianoforte 11 maggio 2015 Teatro Sociale ----------------

Dettagli

Il carnevale degli animali. Grande fantasia zoologica

Il carnevale degli animali. Grande fantasia zoologica Il carnevale degli animali di Camille Saint Saёns Grande fantasia zoologica Per due pianoforti e piccola orchestra Obiettivi del nostro lavoro Imparare a riconoscere il timbro di alcuni strumenti musicali.

Dettagli

Painting by Miranda Gray

Painting by Miranda Gray Guarire le antenate Painting by Miranda Gray Questa è una meditazione facoltativa da fare specificamente dopo la benedizione del grembo del 19 ottobre. Se quel giorno avete le mestruazioni questa meditazione

Dettagli

DIALOGHI SUL COMPORRE

DIALOGHI SUL COMPORRE TORRI DELL ACQUA 2 workshop di composizione assistita da computer. Seminari, lezioni e concerti dal 28 al 30 dicembre presso le Torri dell'acqua di Budrio Il fondamentale ruolo interpretato dalle Torri

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Roma CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Castel Sant Angelo Sala Paolina Mostra su Giuseppe Garibaldi Tutt altra

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM Tra differenza e identità. Percorso di formazione sulla storia e la cultura delle donne Costituito con Decreto del Rettore il 22 gennaio 2003, «al fine di avviare

Dettagli

Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l aldilà tra capolavori e realtà virtuale

Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l aldilà tra capolavori e realtà virtuale Comunicato stampa Venerdì 24 ottobre 2014 alle ore 17.30 presso Palazzo Pepoli. Museo della Storia di Bologna (via Castiglione, 8 Bologna) inaugura la mostra Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l

Dettagli

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE 25 foto di Sophie Anne Herin GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ALTRE PAROLE PER DIRLO Diamo corpo e parola alla forza delle donne Libere di scegliere Libere di desiderare Libere di

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Le interfacce aptiche per i beni culturali

Le interfacce aptiche per i beni culturali Le interfacce aptiche per i beni culturali Massimo Bergamasco 1, Carlo Alberto Avizzano 1, Fiammetta Ghedini 1, Marcello Carrozzino 1,2 1PERCRO Scuola Superiore Sant Anna, Pisa 2IMT Institude for Advanced

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

2. Fabula e intreccio

2. Fabula e intreccio 2. Fabula e intreccio Abbiamo detto che un testo narrativo racconta una storia. Ora dobbiamo però precisare, all interno della storia, ciò che viene narrato e il modo in cui viene narrato. Bisogna infatti

Dettagli

- GIOVEDÌ 9 APRILE DOMENICA 19 APRILE 2015 -

- GIOVEDÌ 9 APRILE DOMENICA 19 APRILE 2015 - COMUNICATO STAMPA PRESENTAZIONE DI UN ECCEZIONALE INSIEME DI CREAZIONI DI JEAN PROUVÉ E DI UNA SELEZIONE DI GIOIELLI E OROLOGI DA COLLEZIONE CHE SARANNO PROPOSTI NELLE PROSSIME ASTE. - GIOVEDÌ 9 APRILE

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

La fattoria delle quattro operazioni

La fattoria delle quattro operazioni IMPULSIVITÀ E AUTOCONTROLLO La fattoria delle quattro operazioni Introduzione La formazione dei bambini nella scuola di base si serve di numerosi apprendimenti curricolari che vengono proposti allo scopo

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

Principioattivo Architecture Group presenta cre-active garden: arte, design e food al fuori salone Porta Venezia in Design

Principioattivo Architecture Group presenta cre-active garden: arte, design e food al fuori salone Porta Venezia in Design Principioattivo Architecture Group presenta cre-active garden: arte, design e food al fuori salone Porta Venezia in Design Dove: Principioattivo Via Melzo 34, 20129 Milano Giorni/Orari apertura: 14/19

Dettagli

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino Cantiere Pastiglie Leone Rita Miccoli Cell. 335.80.22.975 r.miccoli@studioimmobiliareregina.it www.studioimmobiliareregina.it Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino RINASCE

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico La rappresentazione dello spazio nel mondo antico L esigenza di creare uno spazio all interno del quale coordinare diversi elementi figurativi comincia a farsi sentire nella cultura egizia e in quella

Dettagli

Libro gratuito di filosofia

Libro gratuito di filosofia Libro gratuito di filosofia La non-mente Introduzione Il libro la non mente è una raccolta di aforismi, che invogliano il lettore a non soffermarsi sul significato superficiale delle frasi, ma a cercare

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano IO E PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA Accademia di Belle Arti di Brera - Milano Il diploma accademico di primo livello è equipollente alla laurea triennale. La scuola, a livello universitario, intende

Dettagli

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira Sardegna Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas Su Balente e sa Emina con Michelangelo Pira presentazione di Bachisio Bandinu Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas

Dettagli

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE novantanove Atelier Castello o- vata- ove alberi ABBIAMO RIDOTTO L AREA PEDONALE DELIMITANDO I BRACCI A FILO DELLE TORRI DEL CASTELLO. IN QUESTO MODO LA PIAZZA CON I

Dettagli

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Algebra Geometria Il triangolo è una figura piana chiusa, delimitata da tre rette che si incontrano in tre vertici. I triangoli possono essere

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio IL FESTIVAL Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio della Tuscia ma con una forte vocazione internazionale, premiato al Jazzit Awards come

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

Il canale protettivo del Kundalini Yoga

Il canale protettivo del Kundalini Yoga Il canale protettivo del Kundalini Yoga PER COMINCIARE E consigliabile avere un ora ed un luogo determinati dedicati allo yoga. Tempo e spazio sono le coordinate della relatività della nostra esistenza

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE La Sala consultazione della Biblioteca Provinciale P. Albino è organizzata secondo il principio dell accesso diretto da parte dell utenza al materiale

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

La cenerentola Opera in musica di Gioacchino Rossini

La cenerentola Opera in musica di Gioacchino Rossini La cenerentola Opera in musica di Gioacchino Rossini Che cos è l Opera in musica L opera in musica (chiamata anche opera lirica o melodramma) è un genere teatrale nato a Firenze alla fine del Cinquecento.

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA L epoca in cui viviamo, caratterizzata dalla velocità e dall informazione, vede limitate le nostre capacità previsionali. Non siamo più in grado

Dettagli

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO San Bernardo (1090-1153) Jean Gerson (1363-1429) S. Bernardo (1090-1153) Bernardo ha formato la sua saggezza basandosi principalmente sulla Bibbia e alla scuola della Liturgia.

Dettagli

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli