COMUNE DI SERAVEZZA CAPITOLATO SPECIALE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DEL COMUNE DI SERAVEZZA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI SERAVEZZA CAPITOLATO SPECIALE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DEL COMUNE DI SERAVEZZA"

Transcript

1 COMUNE DI SERAVEZZA CAPITOLATO SPECIALE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DEL COMUNE DI SERAVEZZA Articolo 1. Oggetto del servizio... 4 Articolo 2. Modalità di espletamento della gara... 4 Articolo 3. Modalità di presentazione delle offerte... 4 Articolo 4. Offerta tecnica... 6 Articolo 5. - Offerta economica... 8 Articolo 6. Criterio di aggiudicazione... 8 Articolo 7. Garanzia a corredo dell offerta Articolo 8. Cauzione definitiva Articolo 9. - Requisiti di ordine generale Articolo Requisiti di capacità economica, tecnica e professionale Articolo 11. Avvalimento dei requisiti di capacità economica e tecnica Articolo Raggruppamenti temporanei di impresa e consorzi ordinari di concorrenti 19 Articolo 13. Consorzi di cooperative ed artigiani Articolo 14. Consorzi stabili Articolo Subappalto Articolo Clausola Consip Articolo Procedura di gara Articolo Motivi di esclusione dalla gara Articolo Verifica dei requisiti Articolo Stipula del contratto Articolo Trattamento dei dati Articolo Informazioni e responsabile del procedimento ALLEGATI ALLEGATO 1 SCHEMA DI CONVENZIONE ALLEGATO 2 MODELLO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DICHIARAZIONI ALLEGATO 3 MODELLO PER LA PRESENTAZIONE DELL OFFERTA TECNICA ALLEGATO 4 - MODELLO PER LA PRESENTAZIONE DELL OFFERTA ECONOMICA 1

2 DATI INDICATIVI DEL SERVIZIO Ordinativi di pagamento ANNO Ordinativi di pagamento di importo inferiore a 250,00 Ordinativi di pagamento di importo superiore a 250,00 e inferiore a 1.000,00 Ordinativi di pagamento uguali o superiori a 1.000, N delle reversali di incasso emesse Anno 2010 Anno 2011 Anno reversali reversali reversali Valore complessivo dei mandati di pagamento Anno ,00 Anno ,00 Anno ,00 Valore complessivo delle reversali di incasso Anno ,00 Anno ,00 Anno ,00 Anticipazioni di Tesoreria (importo erogato) Anno

3 Anno Anno Giacenza media su conto di tesoreria Anno ,00 Anno ,00 Anno ,00 Importo annuo trasferimenti statali Anno ,51 Anno ,11 Anno ,08 3

4 Articolo 1. Oggetto del servizio Il presente capitolato speciale disciplina l affidamento del servizio di tesoreria del Comune di Seravezza. Le condizioni contrattuali sono contenute nello schema di convenzione (allegato 1 ), approvato dal Consiglio comunale con deliberazione n.13 del 3 aprile 2013 ai sensi dell art.210 del D.lgs n.267/2000. Articolo 2. Modalità di espletamento to della gara La gara verrà espletata mediante procedura aperta ai sensi dell art.3, comma 37, e dell art.55, comma 5, del D.lgs n.163/2006. Articolo 3. Modalità di presentazione delle offerte L impresa dovrà far pervenire a questo Comune, entro e non oltre i termini indicati nel bando di gara, un plico chiuso e sigillato con indicazione del mittente, completa del numero di fax, e con la seguente scritta: Offerta per il Servizio di Tesoreria del Comune di Seravezza Settore Economico Finanziario NON APRIRE mediante Raccomandata A.R., corriere privato o tramite recapito diretto al Protocollo. L indirizzo al quale inoltrare il plico è: Comune di Seravezza via XXIV maggio, Seravezza. Il recapito del plico rimane ad esclusivo rischio del mittente ove, per qualsiasi motivo, il plico non giunga a destinazione in tempo utile; prova dell avvenuto recapito è data esclusivamente dal timbro apposto dall Ufficio Protocollo dell Ente. Per plico sigillato s intende un plico od una busta su cui, oltre alla normale chiusura propria del plico o della busta (lembi incollati o nastro a funicella) sia applicato sulla chiusura (e cioè sui lembi incollati o sulla legatura) un sigillo, ossia una qualsiasi impronta o segno atto ad assicurare la chiusura e, nello stesso tempo, t a confermare l autenticità della chiusura originaria al fine di evitare manomissioni del contenuto. In particolare, il sigillo può consistere sia in una impronta impressa su materiale plastico, come ceralacca riscaldata o piombo, sia in una striscia incollata con timbri e firme. In caso di mancato rispetto di tali modalità, poste a tutela della segretezza dell'offerta, quest'ultima verrà esclusa, salvo l'ipotesi dell'unica offerta. Per le offerte pervenute in ritardo, non saranno ammessi reclami. Tale plico dovrà contenere: 1. Dichiarazione, redatta in carta libera contenente quanto previsto dall allegato 2 al presente capitolato speciale, sottoscritta dal legale rappresentante dell impresa munito di regolare mandato (tale dichiarazione non è soggetta ad autenticazione ove sia prodotta unitamente a copia fotostatica, firmata, di un documento d identità del sottoscrittore; in caso contrario la sottoscrizione dovrà essere autenticata ai sensi dell art.38, D.P.R. 445 del 28/12/2000). Si prega di porre particolare attenzione alle dichiarazioni contenenti più opzioni da contrassegnare; nel caso in cui non venga barrata nessuna opzione o vengano barrate più opzioni per la medesima dichiarazione si procederà all esclusione dell impresa dalla procedura di gara. 4

5 2. Busta chiusa contenente l offerta tecnica A pena di esclusione l offerta tecnica dovrà essere redatta con le modalità indicate all art.4 del presente capitolato speciale anche avvalendosi del modello allegato 3 al presente capitolato speciale. A pena di esclusione dalla procedura di gara l offerta tecnica dovrà: ℵ essere firmata, in modo leggibile, per esteso e previa apposizione di timbro, dal legale rappresentante dell impresa munito di regolare mandato; ℵ essere chiusa in una busta separata dalla rimanente documentazione con sopra indicato Offerta tecnica, in tale busta non dovranno essere inseriti altri documenti; tale busta chiusa dovrà essere inserita nel plico sigillato contenente tutti gli altri documenti di gara come sopra specificato. 3. Busta chiusa contenente l offerta economica L offerta economica dovrà essere redatta avvalendosi obbligatoriamente, ai sensi dell art.74, comma 3, del d.lgs n.163/2006, del modello allegato 4 al presente capitolato speciale. Sull offerta economica deve essere apposta marca da bollo da 14,62. I documenti non in regola con le disposizioni sul bollo non comportano esclusione dalla gara. Ne sarà fatta denuncia al competente Ufficio del Registro per i provvedimenti consequenziali (art. 19 D.P.R 26/10/1972, N. 642, come sostituito dall'art. 16 del D.P.R. 30/12/1982, N. 955) A pena di esclusione l offerta economica deve contenere l indicazione, in cifre e in lettere, dei corrispettivi, delle commissioni e degli spread offerti con le modalità descritte al successivo art.5. A pena di esclusione dalla procedura di gara, la scheda per la presentazione dell offerta economica dovrà: ℵ essere completata senza abrasioni o correzioni di sorta, in ogni sua parte e dovrà contenere tutti i dati richiesti; ℵ essere firmata, in modo leggibile, per esteso e previa apposizione di timbro, dal legale rappresentante dell impresa munito di regolare mandato; ℵ essere chiusa in una busta con sopra indicato Offerta economica. In tale busta non dovranno essere inseriti altri documenti. Tale busta chiusa dovrà essere inserita nel plico sigillato contenente tutti gli altri documenti di gara come sopra specificato. 4. Documento attestante l avvenuta costituzione della garanzia a corredo dell offerta nei modi indicati al successivo art.7. 5

6 Il Plico da recapitare al Comune di Seravezza sarà così formato: * con la dicitura: Offerta per il Servizio di Tesoreria del Comune di Seravezza Settore Economico - Finanziario NON APRIRE dovrà contenere: Dichiarazione, redatta in carta libera contenente quanto previsto dall allegato 2 Busta chiusa con la dicitura Articolo 4. OFFERTA TECNICA (allegato 3 ) Offerta tecnica 6 Busta chiusa con la dicitura OFFERTA ECONOMICA (allegato 4 ) L offerta tecnica dovrà essere scritta in lingua italiana, anche avvalendosi del modello per la presentazione dell offerta tecnica allegato 3 al presente capitolato speciale. A pena di esclusione dell offerta il documento dovrà essere articolato come segue: I OFFERTA TECNICA 1. Addetti al servizio (rif. art.6 dello schema di convenzione allegato 1 ) Dovranno essere indicati i profili del personale addetto al servizio di tesoreria, degli incaricati della sostituzione, i relativi titoli di studio e le esperienze professionali maturate indicando espressamente il numero di anni di esperienza in servizi di tesoreria erogati a favore di PP.AA. per ciascun addetto. 2. Sede e orario del servizio (rif. art.7 dello schema di convenzione allegato 1 ) Dovrà essere indicato l indirizzo della sede o delle sedi già esistenti e che saranno dedicate al servizio di tesoreria o, in alternativa, il numero delle sedi dedicate al servizio di tesoreria che il concorrente si impegna ad attivare nel Comune entro 30 (trenta) giorni dall aggiudicazione definitiva. Dovrà essere indicato l ammontare orario settimanale dello sportello dedicato al servizio di tesoreria. 3. Fornitura di sistemi di pagamento self-service service,, POS e sistemi di pagamento informatizzati (rif. art.19 dello schema di convenzione allegato 1 ) a. Fornitura di sistemi di pagamento self-service service Dovrà essere indicato il numero di sistemi di pagamento self-service, di cui all art.19 dello schema di convenzione, che il concorrente intende installare. Il numero massimo dei sistemi di pagamento self service che potranno essere offerti è pari a 2 (due). b. Fornitura di POS presso gli uffici comunali

7 Dovrà essere indicato il numero POS, di cui all art.19, dello schema di convenzione, che il concorrente intende installare gratuitamente presso gli uffici comunali. Il numero massimo dei POS che potranno essere offerti è pari a 3 (tre). c. Sistemi di pagamento informatizzati Dovranno essere descritti i sistemi di pagamento on line messi a disposizione del Comune per il pagamento da parte degli utenti quali, a mero titolo di esempio, il pagamento on line con carta di credito, carte ricaricabili, ecc. 4.. Software S per Internet Banking (rif. art.10 dello schema di convenzione allegato 1 ) Il concorrente dovrà fornire una sintetica descrizione del software che intende utilizzare per assicurare che il Comune possa accedere, in tempo reale, a tutte le informazioni che caratterizzano il servizio stesso e la propria posizione contabile. Il concorrente dovrà inoltre fornire una descrizione sintetica del funzionamento del software per la gestione e la firma degli ordinativi informatici locali. Dovrà essere prestata particolare attenzione alla quantità e alla tipologia di informazioni che il software permette di analizzare e il grado di autonomia nell analisi che viene data agli utenti del Comune. Dovrà essere evidenziata in particolare la possibilità o meno di effettuare le seguenti operazioni: Consultazione on line della movimentazione giornaliera di tesoreria, in particolare: - anagrafe dei versanti e/o beneficiari - causali di versamento e/o di pagamento - stato del documento (emesso, riscosso, pagato, regolarizzato) - modalità di esecuzione dei pagamenti (cassa, bonifico bancario, assegno) - dettaglio delle bollette di riscossione e dei provvisori di entrata regolarizzati (per le reversali di incasso) - dettaglio delle quietanze e dei provvisori di uscita regolarizzati (per i mandati di pagamento) - totali (fondo di cassa, reversali emesse, reversali riscosse, mandati emessi, mandati pagati, provvisori di entrata, provvisori di uscita). Non dovranno esserci limiti nel numero delle installazioni da effettuarsi a richiesta dell Ente nelle sue varie unità operative. Dovrà essere specificato se è possibile diversificare i livelli abilitativi per i vari utenti dell Ente, personalizzare gli accessi, se possono essere effettuate on line interrogazioni per causale di incasso e di pagamento e se è possibile effettuare estrazioni in formato txt o foglio di calcolo direttamente dagli utenti stessi. Dovrà essere specificato inoltre se è consentito o meno l accesso in consultazione attraverso una connessione di tipo client-server (ad es. citrix) o web-based. 5. Sistema di conservazione documentale (rif. art.11 dello schema di convenzione allegato 1 ) Il concorrente dovrà fornire una sintetica descrizione delle modalità seguite per la conservazione documentale. In particolare dovrà fornire la descrizione del software che intende utilizzare per assicurare che il Comune possa accedere, in tempo reale, a tutte le informazioni relative agli ordinativi informatici emessi e conservati. 7

8 6.. Tempi di esecuzione degli ordinativi di pagamento (rif. art.17, comma 13, dello schema di convenzione allegato 1 ) Dovrà essere indicato il numero dei giorni previsti per l esecuzione degli ordinativi di pagamento a partire dalla ricezione con esito positivo degli ordinativi da parte del sistema informatico del tesoriere fermi restando i limiti indicati all art.17 dell allegata convenzione allegata sub 1 5 (cinque) giorni. 7.Disponibilità a gestire operazioni di incasso presso altri sportelli dell istituto fuori dal Comune di Seravezza Il concorrente dovrà indicare espressamente se sono consentite operazioni di incasso per mezzo di sportelli diversi dallo sportello di tesoreria e localizzati fuori dal Comune di Seravezza. Articolo 5. - Offerta economica L offerta economica, compilata a pena di esclusione, ai sensi dell art.74, comma 3 del D.lgs n.163/2006, sul modello allegato 4, dovrà indicare le commissioni, gli spread e i corrispettivi per tutti i servizi previsti dal presente capitolato speciale d appalto. Gli spread, le commissioni e i corrispettivi dovranno essere indicati in cifre e in lettere con un massimo di tre cifre decimali; ove l impresa indicasse più di tre cifre decimali verrà effettuata l operazione di troncamento cioè non verranno considerate le cifre a partire dalla quarta compresa. Non sono ammesse offerte parziali, limitate ad una parte del servizio od offerte condizionate o univocamente non determinabili. Gli spread, le commissioni e i corrispettivi non dovranno superare, a pena di eslcusione dell offerta, gli importi massimi indicati al successivo art.6, parte II, e nel modello per la presentazione dell offerta economica allegato sub 4 al presente capitolato speciale d appalto. Articolo 6. Criterio di aggiudicazione Il servizio sarà aggiudicato con il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi dell art.83 del D. lgs n.163/2006 e successive modificazioni. Ad ogni offerta validamente presentata verrà attribuito un punteggio, derivante dalla valutazione dei seguenti elementi: - 40 punti per l offerta tecnica; - 60 punti per l offerta economica. Il punteggio totale riportato da ciascuna impresa è la somma dei punteggi conseguiti per l offerta tecnica e per l offerta economica. Ai fini dell attribuzione del punteggio si terrà conto dei parametri di seguito specificati. I OFFERTA TECNICA 1. Addetti al servizio Max punti 6 (sei) a. Numero degli addetti; Max punti 2 (due) All impresa che avrà offerto il numero di addetti maggiore, verranno attribuiti 2 punti e alle altre imprese punteggi direttamente proporzionali, secondo la seguente formula: X= (B*2)/A 8

9 Dove B = n. di addetti offerto dall impresa oggetto di valutazione A = maggior n. di addetti offerto 2 = max punteggio attribuito all offerta che offre il maggior n. di addetti X = punteggio da assegnare all impresa B b. Titoli di studio degli addetti Ad ogni impresa verrà assegnato un coefficiente definito come segue: Punti 3 per ciascun addetto in possesso di laurea magistrale, specialistica o diploma di laurea in materie economiche o giuridiche; punti 2 per ciascun addetto in possesso di laurea triennale o diploma universitario in discipline economiche o giuridiche; Punti 1 per ciascun addetto in possesso di un diploma di scuola media superiore tecnico commerciale; Punti 0 per altri titoli. Il coefficiente sarà dato dalla sommatoria dei summenzionati punteggi rapportato al numero degli addetti offerto. All impresa che avrà ottenuto il coefficiente più alto, verrà attribuito 1 punto e alle altre imprese punteggi direttamente proporzionali, secondo la seguente formula: X= B/A Dove B = coefficiente ottenuto dall impresa oggetto di valutazione A = coefficiente più alto 1 = max punteggio attribuito all offerta che ha ottenuto il coefficiente più alto X = punteggio da assegnare all impresa B c. Esperienze professionali maturate Ad ogni impresa verrà assegnato un coefficiente definito dalla sommatoria degli anni di esperienza in servizi di tesoreria erogati a favore di PP.AA. per ciascun addetto. All impresa che avrà ottenuto il coefficiente più alto, verranno attribuiti 3 punti e alle altre imprese punteggi direttamente proporzionali, secondo la seguente formula: X= (B*3)/A Dove B = coefficiente ottenuto dall impresa oggetto di valutazione A = coefficiente più alto 3 = max punteggio attribuito all offerta che ha ottenuto il coefficiente più alto X = punteggio da assegnare all impresa B 2. Sede del servizio a. Orario di svolgimento del servizio Max punti 1 (uno) Max punti 3 (tre) Max punti 5 (cinque cinque) Max punti 3 (tre) 9

10 Verrà attribuito il punteggio in base all ammontare di ore settimanali di apertura dello sportello adibito al servizio di tesoreria. Nel caso di apertura di più sportelli adibiti al servizio di tesoreria verrà valutato l orario maggiore. All impresa che avrà offerto l orario settimanale più alto verranno attribuiti 3 punti, alle altre imprese punteggi direttamente proporzionali secondo la seguente formula: X= (B*3)/A Dove B = numero di ore settimanali offerto dall impresa oggetto di valutazione A = maggior numero di ore settimanali offerte; 3 = max punteggio attribuito all offerta che offre il maggior numero di ore settimanali; X = punteggio da assegnare all impresa B. b. Numero di sportelli dedicati al servizio di tesoreria Max punti 2 (due) All impresa che avrà offerto il maggior numero di sportelli dedicati al servizio di tesoreria, compreso lo sportello obbligatorio, verrà attribuito il punteggio massimo e alle altre imprese punteggi direttamente proporzionali, secondo la seguente formula: X= (B*2)/A Dove B = numero di sportelli offerto dall impresa oggetto di valutazione A = maggior numero di sportelli offerto 2 = max punteggio attribuito all offerta che offre il maggior numero di sportelli dedicati esclusivamente al servizio di tesoreria X = punteggio da assegnare all impresa B 3. Fornitura di sistemi di pagamento Max punti 5 (cinque cinque) a. Sistemi di pagamento self service Max punti 1 (uno) Dovrà essere indicato il numero di sistemi di pagamento selfservice che si intendono installare di cui all art.19, comma 3, dello schema di convenzione. All impresa che avrà il maggior numero di sistemi di pagamento self service sarà attribuito 1 punto; alle altre imprese punteggi direttamente proporzionali secondo la seguente formula: X= B/A Dove B = numero di sistemi di pagamento self service offerto dall impresa oggetto di valutazione A = maggior numero di sistemi di pagamento self service offerti 1 = max punteggio attribuito all offerta che offre il maggior numero di sistemi di pagamento self service; X = punteggio da assegnare all impresa B b.. Fornitura di POS per gli uffici comunali Max punti 2 (du due) All impresa che avrà offerto il maggior numero di POS saranno 10

11 attribuiti 2 punti; alle altre imprese punteggi direttamente proporzionali, secondo la seguente formula X= (B*2)/A Dove B = numero di POS offerto dall impresa oggetto di valutazione A = maggior numero di POS offerti 2 = max punteggio attribuito all offerta che offre il maggior numero di POS; X = punteggio da assegnare all impresa B c. Sistemi di pagamento informatizzati Max punti 2 (du due) Il punteggio verrà assegnato dalla commissione in base al numero e alla tipologia dei sistemi di pagamento, con preferenza verso quei sistemi di più largo utilizzo (carte di credito, carte prepagate). I punteggi saranno assegnati in base alle seguenti valutazioni: Ottimo = punti 2 Sufficiente = punti 1 Scarso = punti Sistema informatico Max Punti 10(d (die ieci) a. Descrizione delle funzionalità Max punti 8(otto Il punteggio verrà assegnato in base alla completezza delle operazioni consentite dal software, alla possibilità di diversificare i livelli abilitativi per i vari Servizi, alla possibilità di personalizzare gli accessi, alla possibilità di compiere interrogazioni per causale di incasso e di pagamento, alla possibilità di effettuare estrazioni delle interrogazioni in formato txt o altro formato importabile in foglio di calcolo MSOffice o Openoffice, b. Modalità di accesso Max Punti 2 (due) Verranno assegnati 2 punti se il software permette l accesso in consultazione web-based e 0 punti se permette l accesso in consultazione attraverso una connessione di tipo client-server (ad es. citrix) 5.. Sistema di conservazione documentale Max punti 4 (quattro) Il punteggio verrà assegnato in base alla completezza delle operazioni consentite dal software, alla possibilità di diversificare i livelli abilitativi per i vari Servizi, alla possibilità di personalizzare gli accessi, alla possibilità di compiere interrogazioni per causale, alla possibilità di effettuare estrazioni delle interrogazioni in formato txt o altro formato importabile in foglio di calcolo MSOffice o Openoffice e alla modalità di accesso, con preferenza per la modalità web-based 6.. Tempi di esecuzione degli ordinativi di pagamento Max Punti 8 (otto otto) Dovrà essere indicato il numero dei giorni previsti per l esecuzione degli ordinativi di pagamento. All impresa che avrà offerto il numero minore dei giorni verranno 11

12 attribuiti 8 punti e 0 punti all impresa che avrà offerto 5 (cinque) giorni. Alle altre imprese verranno assegnati punteggi intermedi secondo il metodo dell interpolazione lineare. 7. Disponibilità a gestire operazioni di incasso presso altri sportelli dell istituto fuori dal Comune di Seravezza Verranno assegnati 2 punti nel caso in cui sia assicurata la riscossione in contanti di qualsiasi entrata presso sportelli dell Istituto fuori dal Comune e 0 punti nel caso in cui non sia assicurata tale disponibilità. Max Punti 2 (due due) Il punteggio provvisorio sarà dato dalla sommatoria dei punteggi conseguiti dall impresa per i singoli parametri di valutazione. Il punteggio definitivo all offerta tecnica verrà assegnato con le seguenti modalità: all impresa che avrà conseguito il punteggio provvisorio più alto secondo la somma dei precedenti parametri verranno assegnati 40 punti, alle altre imprese punteggi direttamente proporzionali secondo la seguente formula: Dove: X= (B*40)/A B = Punteggio provvisorio conseguito dall impresa oggetto di valutazione; A = Punteggio provvisorio più alto conseguito; 40 = punteggio attribuito all offerta che ha conseguito il punteggio provvisorio più alto; X = punteggio da assegnare all impresa B. II OFFERTA ECONOMICA 1. Gestione della liquidità non soggetta al regime della tesoreria unica (rif. art. rt.24 dello schema di convenzione allegato 1 ) Dovrà essere indicato lo spread in basis point che verrà applicato all EURIBOR a sei mesi (tasso 360) riferito alla media del mese precedente (che verrà pubblicato sul Sole 24 ore) rilevabile a fine trimestre, in applicazione del trimestre di chiusura. Per ciascuna impresa lo spread offerto verrà sommato all Euribor 6 mesi (tasso 360) rilevato al giorno di scadenza per la presentazione delle offerte; verrà così calcolato il tasso di interesse offerto da ciascuna impresa. All impresa che avrà offerto il tasso più alto verranno attribuiti 12 punti, alle altre imprese punteggi direttamente proporzionali secondo la seguente formula: Y = (T.i/T.Max)*12 Dove Y= punteggio assegnato all impresa oggetto di valutazione Ti = Tasso (Euribor + spread offerto) offerto dall impresa oggetto di valutazione; T max = Tasso (Euribor + spread offerto) più alto; 12 Max punti 12 (dodici)

13 12 = Punteggio massimo 2. Commissioni per incassi RID solo per addebiti domiciliati su conti aperti presso altre banche (rif. art.3 dello schema di convenzione allegato 1 ) La commissione, espressa in, in cifra unica e non in termini percentuali, deve rappresentare l unico costo sostenuto dall utente. All impresa che avrà offerto una commissione pari a 0 verranno attribuiti 3 punti mentre verranno attribuiti 0 punti all impresa che avrà offerto la commissione più alta. I punteggi da assegnare alla imprese che avranno offerto commissioni intermedie verranno calcolati mediante interpolazione lineare. 3. Commissioni per riscossioni entrate tramite pagobancomat presso i POS tradizionali (sistemi di pagamento self service e POS) (rif. art.3 dello schema di convenzione allegato 1 ) La commissione, espressa in, in cifra unica e non in termini percentuali, deve rappresentare l unico costo sostenuto dall utente per l effettuazione dei pagamenti presso i sistemi di pagamento messi a disposizione del tesoriere. All impresa che avrà offerto una commissione pari a 0 verranno attribuiti 4 punti mentre verranno attribuiti 0 punti all impresa che avrà offerto la commissione più alta. I punteggi da assegnare alla imprese che avranno offerto commissioni intermedie verranno calcolati mediante interpolazione lineare. 4.. Commissioni per riscossioni entrate tramite carte di credito o carta prepagata presso i POS tradizionali (sistemi di pagamento self service e POS) (rif. art.3 dello schema di convenzione allegato 1 ) La commissione in termini percentuali sull importo transato, deve rappresentare l unico costo sostenuto dall utente per l effettuazione dei pagamenti presso i sistemi di pagamento messi a disposizione del tesoriere. All impresa che avrà offerto una commissione pari a 0 verranno attribuiti 4 punti mentre verranno attribuiti 0 punti all impresa che avrà offerto la commissione più alta. I punteggi da assegnare alla imprese che avranno offerto commissioni intermedie verranno calcolati mediante interpolazione lineare. 5. Commissioni ioni per riscossioni entrate tramite carta di credito o carta prepagata presso i POS virtuali (pagamenti on line) (rif. art.3 dello schema di convenzione allegato 1 ) La commissione in termini percentuali sull importo transato, deve rappresentare l unico costo sostenuto dall utente per l effettuazione dei pagamenti presso i sistemi di pagamento messi a Max punti 3 (tre) Max punti 4 (quattro quattro) Max punti 4 (quattro) Max punti 4 (quattro) 13

14 disposizione del tesoriere. All impresa che avrà offerto una commissione pari a 0 verranno attribuiti 4 punti mentre verranno attribuiti 0 punti all impresa che avrà offerto la commissione più alta. I punteggi da assegnare alla imprese che avranno offerto commissioni intermedie verranno calcolati mediante interpolazione lineare. 6.. Commissioni per riscossioni sanzioni al codice della strada e eventuali altre entrate presso gli sportelli al di fuori del territorio del Comune di Seravezza (rif. art.3 dello schema di convenzione allegato 1 ) La commissione, espressa in, in cifra unica e non in termini percentuali, deve rappresentare l unico costo sostenuto dall utente per l effettuazione dei pagamenti presso i sistemi di pagamento messi a disposizione del tesoriere. All impresa che avrà offerto una commissione pari a 0 verranno attribuiti 4 punti mentre verranno attribuiti 0 punti all impresa che avrà offerto la commissione più alta. I punteggi da assegnare alla imprese che avranno offerto commissioni intermedie verranno calcolati mediante interpolazione lineare. 7. Disposizioni sui pagamenti (rif. art. rt.3,, dello schema di convenzione allegato 1 ) La commissione, espressa in, in cifra unica e non in termini percentuali, deve rappresentare l unico costo sostenuto dal beneficiario per l effettuazione, da parte del tesoriere dei bonifici bancari relativi alle spese di cui all art.3, comma 5 dello schema di convenzione. Dovrà essere indicata una commissione da applicare ai bonifici di importo pari o inferiore a 250,00 e una commissione da applicare ai bonifici di importo superiore a 250,00. Il punteggio verrà attribuito in base ai seguenti criteri: Bonifici di importo pari o inferiore a 250,00; Bonifici di importo superiore a 250,00 e inferiore a 1.000,00; Per ciascuna tipologia di bonifico verranno assegnati 5 punti all impresa che avrà offerto le commissioni pari a 0 e 0 punti all impresa che avrà offerto le commissioni pari al massimo consentito a pena di esclusione: 1,00 per bonifici di importo pari o inferiore a 250,00 e 2,50 per bonifici di importo superiore a 250,00. I punteggi da assegnare alla imprese che avranno offerto commissioni intermedie verranno calcolati mediante interpolazione lineare. 8. Condizioni relative a mutui a tasso fisso da concedere all Ente per investimenti (plafond massimo ,00 annui - durata Max punti 4 (quattro) Max punti 10 (dieci) Max punti 3 (tre) 14

15 di ammortamento 10 o 15 anni) Per le operazioni di mutuo regolate a tasso fisso ed ammortamento con rate semestrali posticipate a quote capitali costanti, sarà applicata all IRS, così come individuato ai sensi dell art.2, commi 2 e 3 del Decreto del Ministero del Tesoro e della Programmazione Economica del 10 maggio 1999, pubblicato sulla G.U. n. 111 del 14 maggio 1999, una commissione onnicomprensiva (SPREAD in basis point), con i seguenti limiti a pena di eslcusione: a) fino a 10 anni: Interest Rate Swap 7 anni + 0,70%; b) fino a 15 anni: Interest Rate Swap 10 anni + 0,75%; Per ciascuna impresa lo spread offerto verrà sommato rispettivamente all IRS 7 anni e all IRS 10 anni rilevato al giorno di scadenza per la presentazione delle offerte; verrà così calcolato il tasso di interesse offerto da ciascuna impresa per ciascuna durata. Per ciascuna tipologia di durata all impresa che avrà offerto il tasso più basso verranno attribuiti 1,5 punti, alle altre imprese punteggi inversamente proporzionali secondo la seguente formula: Y = (T.min/T.i)*1,5 Dove Y= punteggio assegnato all impresa oggetto di valutazione Ti = Tasso (IRS + spread offerto) offerto dall impresa oggetto di valutazione; T min = Tasso (IRS + spread offerto) più basso; 1,5 = Punteggio massimo 9. Condizioni relative a mutui a tasso variabile da concedere cedere all Ente per investimenti (plafond massimo ,00 annui - durata di ammortamento 10 o 15 anni) Per le operazioni di mutuo regolate a tasso variabile ed ammortamento con rate semestrali posticipate a quote capitali costanti, sarà applicata all EURIBOR, così come individuato ai sensi dell art. 3, commi 2 e 3 del Decreto del Ministero del Tesoro e della Programmazione Economica del 10 maggio 1999, pubblicato sulla G.U. n. 111 del 14 maggio 1999, una commissione onnicomprensiva (SPREAD in basis point), con i seguenti limiti a pena di esclusione: a) fino a 10 anni: EURIBOR a 6 mesi + 0,70%; b) fino a 15 anni: EURIBOR a 6 mesi + 0,75%; Per ciascuna impresa lo spread offerto verrà sommato all Euribor 6 mesi (tasso 360) rilevato al giorno di scadenza per la presentazione delle offerte; verrà così calcolato il tasso di interesse offerto da ciascuna impresa. Per ciascuna tipologia di durata all impresa che avrà offerto il tasso più alto verranno attribuiti 1,5 punti, alle altre imprese punteggi direttamente proporzionali secondo la seguente formula: Y = (T.min/T.i)*1,5 Max punti 3 (tre) 15

16 Dove Y= punteggio assegnato all impresa oggetto di valutazione Ti = Tasso (Euribor + spread offerto) offerto dall impresa oggetto di valutazione; T min = Tasso (Euribor + spread offerto) più basso; 1,5 = Punteggio massimo 10. Tasso debitore sulle eventuali anticipazioni di tesoreria Max punti 3 (tre) (rif. art dello schema di convenzione allegato 1 1 ) L impresa dovrà indicare in punti percentuali lo spread in basis point (+ o -) rispetto all EURIBOR a sei mesi (tasso 360) riferito alla media del mese precedente (che verrà pubblicato sul Sole 24 ore ) rilevabile a fine trimestre, in applicazione del trimestre di chiusura (media del mese di febbraio per I trimestre, maggio II trimestre, Agosto III trimestre, Novembre per IV trimestre di ciascun anno di vigenza della convenzione di Tesoreria). Per ciascuna impresa lo spread offerto verrà sommato all Euribor 6 mesi (tasso 360) rilevato al giorno di scadenza per la presentazione delle offerte; verrà così calcolato il tasso di interesse offerto da ciascuna impresa. All impresa che avrà offerto il tasso più basso verranno attribuiti 3 punti, alle altre imprese punteggi inversamente proporzionali secondo la seguente formula: Y = (T.min/T.i)*3 Dove Y= punteggio assegnato all impresa oggetto di valutazione Ti = Tasso (Euribor + spread offerto) offerto dall impresa oggetto di valutazione; T min = Tasso (Euribor + spread offerto) più basso; 3 = Punteggio massimo 11. Sponsorizzazione Max punti 10 (dieci) (rif. art.5 dello schema di convenzione allegato 1 ) Dovrà essere indicato l importo annuo, IVA esclusa, offerto per i finanziamento di attività del Comune di Seravezza. All impresa che avrà offerto l importo annuo maggiore, verranno attribuiti 10 punti e alle altre imprese punteggi direttamente proporzionali, secondo la seguente formula: X= (B*10)/A Dove B = importo offerto dall impresa oggetto di valutazione A = importo più alto offerto 10 = max punteggio attribuito all offerta che offre l importo più alto X = punteggio da assegnare all impresa B Il punteggio provvisorio sarà dato dalla sommatoria dei punteggi conseguiti dall impresa per i singoli parametri di valutazione. Il punteggio definitivo all offerta economica verrà assegnato con le seguenti modalità: all impresa che avrà conseguito il punteggio provvisorio più alto secondo la somma dei precedenti parametri verranno assegnati 60 punti, alle altre imprese punteggi inversamente proporzionali secondo la seguente formula: 16

17 Dove: X= (B*60)/ ( 0)/A B = Punteggio provvisorio conseguito dall impresa oggetto di valutazione; A = Punteggio provvisorio più alto conseguito; 60 = punteggio attribuito all offerta che ha conseguito il punteggio provvisorio più alto; X = punteggio da assegnare all impresa B. Articolo 7. Garanzia a corredo dell offerta Poiché l importo del contratto non è determinato in sede di gara il concorrente dovrà presentare, ai sensi dell art.75 del d.lgs n.163/2006 e con le modalità ivi previste, apposita garanzia a corredo dell offerta di importo pari a 500,00. La garanzia dovrà avere una durata almeno pari a 180 giorni dalla data di presentazione dell offerta. Nel caso in cui la garanzia sia presentata in contanti il versamento in contanti o tramite bonifico bancario dovrà essere effettuato presso la Tesoreria comunale Banca della Versilia, Lunigiana e Garfagnana - Credito Cooperativo Agenzia di Ripa di Seravezza via De Gasperi, Seravezza (LU) - IT81M ; in tal caso dovrà essere presentata copia della quietanza rilasciata dal Tesoriere. Nel caso di versamento in contanti il versamento dovrà essere accompagnato dall impegno del fidejussore a rilasciare la garanzia di cui all art. 113 Garanzie di esecuzione e coperture assicurative del d.lgs n.163/2006 qualora l offerente risultasse aggiudicatario. In caso di RTI dalla fidejussione bancaria o dalla polizza fidejussoria dovrà risultare univocamente che la garanzia stessa è prestata a favore del costituendo RTI o, comunque, di tutte le imprese destinate a confluire nello stesso, con copertura, per tutte queste ultime, del rischio di mancata sottoscrizione del contratto per fatto dell'aggiudicatario. Nel caso in cui il concorrente presenti la garanzia a corredo dell offerta per mezzo di fidejussione bancaria quest ultima dovrà essere rilasciata da un impresa differente dal concorrente medesimo. Articolo 8. Cauzione definitiva Ai sensi dell art. 113 del D.lgs n.163/2006, e con le modalità ivi previste, l aggiudicatario dell appalto è obbligato a costituire una garanzia fidejussoria pari al 10% dell importo del contratto; non è pertanto ammessa la costituzione della garanzia in contanti. La garanzia copre gli oneri per il mancato od inesatto adempimento del servizio. Nel caso in cui il concorrente presenti la garanzia definitiva per mezzo di fidejussione bancaria quest ultima dovrà essere rilasciata da un impresa differente dal concorrente medesimo. Articolo 9. - Requisiti di ordine generale Sono escluse dalla partecipazione alla presente procedura di affidamento le imprese che non posseggono i requisiti di ordine generale indicati all art.38 del D.lgs n.163/2006. Ai sensi dell art.38, comma 2, del D.lgs n.163/2006 l impresa concorrente attesta il possesso dei requisiti mediante dichiarazione sostitutiva in conformità alle disposizioni del DPR , n Per la presentazione della dichiarazione sostitutiva l impresa può utilizzare il modello allegato 2 al presente capitolato. 17

18 Si rammenta che l impresa è tenuta ad indicare per ciascun amministratore dotato di potere di rappresentanza, socio, direttore tecnico, tutti gli eventuali provvedimenti di condanna passati in giudicato, riferiti a qualsivoglia fattispecie di reato, anche le eventuali condanne per le quali abbia beneficiato della non menzione, fatti salvi i reati successivamente abrogati/depenalizzati, i casi di estinzione del reato dichiarata dal giudice dell esecuzione, nonché di riabilitazione pronunciata dal Tribunale di sorveglianza, allegando ogni documentazione utile alla Commissione di gara per valutare la moralità professionale. Si precisa, in merito, che il rimando puro e semplice al certificato del casellario giudiziale non è sufficiente poiché tale documento, se rilasciato a richiesta del privato, non riporta le condanne per le quali è stato concesso il beneficio della non menzione. Il concorrente, qualora voglia, potrà allegare, senza alcun aggravio di spese, copia informale della visura senza valore di certificazione delle iscrizioni nel casellario giudziale ex art. 33 del D.P.R. 14/11/2002 n Ai fini degli accertamenti relativi alle cause di esclusione di cui al presente articolo, si applica l articolo 43 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n Se nessun documento o certificato è rilasciato da altro Stato dell'unione europea, costituisce prova sufficiente una dichiarazione giurata, ovvero, negli Stati membri in cui non esiste siffatta dichiarazione, una dichiarazione resa dall'interessato innanzi a un'autorità giudiziaria o amministrativa competente, a un notaio o a un organismo professionale qualificato a riceverla del Paese di origine o di provenienza. Le cause di esclusione previste dal presente articolo non si applicano alle aziende o società sottoposte a sequestro o confisca ai sensi dell articolo 12- sexies del decreto-legge 8 giugno 1992, n. 306, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 1992, n. 356, o della legge 31 maggio 1965, n. 575, ed affidate ad un custode o amministratore giudiziario, limitatamente a quelle riferite al periodo precedente al predetto affidamento, o finanziario Articolo Requisiti di capacità economica, tecnica e professionale Per partecipare alla presente procedura di gara l impresa dovrà inoltre: 1. essere iscritta al Registro della camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura per le attività oggetto del presente capitolato speciale; le imprese non residenti in Italia debbono provare la propria iscrizione con le modalità previste all art.39, commi 2, 3 e 4, del D.lgs n.163/ essere autorizzata a svolgere l attività di cui all art.10 del d. lgs n.385/1993 o essere un soggetto abilitato all esercizio del servizio di tesoreria ai sensi dell art.208, comma 1, lett. b) e c) del d. lgs n.267/2000 o dell art.40 della Legge n. 448/1998; 3. avere almeno uno sportello nel territorio del Comune di Seravezza o impegnarsi a costituirlo nel termine di 30 giorni dalla aggiudicazione definitiva; 4. aver eseguito nel triennio con buon esito almeno un contratto della durata di almeno un anno per servizi di tesoreria stipulati con Enti locali. Ai sensi degli artt.41 e 42 del d.lgs n.163/2006 l impresa concorrente può attestare il possesso dei requisiti di cui al presente articolo mediante dichiarazione sostitutiva in conformità alle disposizioni del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, salvo poi produrre i documenti comprovanti i requisiti nei casi stabiliti dagli artt.41, 42 e 48 del d.lgs n.163/2006 e con le tempistiche ivi indicate. Se nessun documento o certificato è rilasciato da altro Stato dell'unione europea, costituisce prova sufficiente una dichiarazione giurata, ovvero, negli Stati membri in cui non esiste 18

19 siffatta dichiarazione, una dichiarazione resa dall'interessato innanzi a un'autorità giudiziaria o amministrativa competente, a un notaio o a un organismo professionale qualificato a riceverla del Paese di origine o di provenienza. Articolo 11. Avvalimento dei requisiti di capacità economica e tecnica Ai sensi dell art. 49 Avvalimento del d.lgs n.163/2006 l impresa concorrente, singola o consorziata o raggruppata può soddisfare la richiesta relativa al possesso dei requisiti di carattere economico e tecnico di cui al precedente art.10, punti 3 e 4, avvalendosi dei requisiti di un altro soggetto. A tale scopo l impresa allega alle dichiarazioni di cui al modello allegato sub 2 al presente capitolato speciale: a) una sua dichiarazione attestante l avvalimento dei requisiti necessari per la partecipazione alla gara, con specifica indicazione dei requisiti stessi e dell impresa ausiliaria; b) una dichiarazione sottoscritta da parte dell impresa ausiliaria attestante il possesso da parte di quest ultima dei requisiti generali di cui all art.38 del d.lgs n.163/2006; c) una dichiarazione sottoscritta dall impresa ausiliaria con cui quest ultima si obbliga verso il concorrente e verso la stazione appaltante a mettere a disposizione per tutta la durata dell appalto le risorse necessarie di cui è carente il concorrente; d) una dichiarazione sottoscritta dall impresa ausiliaria con cui questa attesta che non partecipa alla gara in proprio o associata o consorziata né si trova in una situazione di controllo con una delle altre imprese che partecipano alla gara; e) in originale o copia autentica il contratto in virtù del quale l impresa ausiliaria si obbliga nei confronti del concorrente a fornire i requisiti e a mettere a disposizione le risorse necessarie per tutta la durata dell appalto; l obbligo deve evincersi chiaramente e senza condizione alcuna dal contratto di avvalimento. f) nel caso di avvalimento nei confronti di un'impresa che appartiene al medesimo gruppo in luogo del contratto di cui alla lettera e) l'impresa concorrente può presentare una dichiarazione sostitutiva attestante il legame giuridico ed economico esistente nel gruppo, dal quale discendono i medesimi obblighi previsti in tema di normativa antimafia. L impresa concorrente e l impresa ausiliaria sono responsabili in solido nei confronti della stazione appaltante in relazione alle prestazioni oggetto del contratto. Non è consentito, a pena di esclusione, che della stessa impresa ausiliaria si avvalga più di un concorrente, e che partecipino sia l impresa ausiliaria che quella che si avvale dei requisiti. Articolo Raggruppamenti temporanei di impresa e consorzi ordinari di concorrenti Ai sensi dell art. 37 del D.lgs n.163/2006 sono ammessi alla presente procedura di gara i raggruppamenti temporanei e consorzi ordinari di concorrenti. È fatto divieto ai concorrenti di partecipare alla gara in più di un raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario di concorrenti, ovvero di partecipare alla gara anche in forma individuale qualora abbia partecipato alla gara medesima in raggruppamento o consorzio ordinario di concorrenti. È consentita la presentazione di offerte da parte dei raggruppamenti temporanei e consorzi ordinari di concorrenti, anche se non ancora costituiti. In tal caso l'offerta deve essere sottoscritta da tutti gli operatori economici che costituiranno i raggruppamenti temporanei o i consorzi ordinari di concorrenti e contenere l'impegno che, in caso di aggiudicazione della gara, gli stessi operatori conferiranno 19

20 mandato collettivo speciale con rappresentanza ad uno di essi, da indicare in sede di offerta e qualificata come mandatario, il quale stipulerà il contratto in nome e per conto proprio e dei mandanti. Salvo quanto disposto al citato art.37, commi 18 e 19, del D.lgs n.163/2006 è vietata qualsiasi modificazione alla composizione dei raggruppamenti temporanei e dei consorzi ordinari di concorrenti rispetto a quella risultante dall'impegno presentato in sede di offerta. L'inosservanza dei divieti di cui al presente articolo comporta l'annullamento dell'aggiudicazione o la nullità del contratto, nonché l'esclusione dei concorrenti riuniti in associazione o consorzio ordinario di concorrenti, concomitanti o successivi alle procedure di affidamento relative al medesimo appalto. Ciascuna impresa dovrà eseguire almeno il 10% del servizio fermo restando che dovrà essere garantito lo svolgimento del 100% del servizio. In caso di richiesta di partecipazione da parte di RTI o di un consorzio ordinario di concorrenti, tutte le imprese in raggruppamento o consorziate dovranno comprovare il possesso dei requisiti di cui al precedente art.9, anche compilando il modulo per la presentazione delle dichiarazioni di cui all allegato "2". I requisiti di capacità economica e tecnica previsti dal precedente art.10 dovranno invece essere posseduti secondo le seguenti modalità: I requisiti di cui ai punti 1 e 2 dovranno essere posseduti da tutte le imprese parti del RTI o del consorzio; I requisiti di cui ai punti 3 e 4 dovranno essere posseduti almeno da parte di un impresa componente il RTI o il consorzio. Articolo 13. Consorzi di cooperative ed artigiani Sono ammessi alla presente procedura di gara i consorzi di cui all art. 34, comma 1, lett.b) del D.lgs n.163/2006. In tal caso dovranno essere indicati per quali consorziati il consorzio concorre, a questi ultimi è fatto divieto di partecipare alla presente procedura. Il possesso dei requisiti generali di cui al precedente art.9 deve essere comprovato sia dal consorzio che dalle consorziate indicate quali esecutrici del servizio, pertanto tali soggetti devono compilare il modulo per la presentazione delle dichiarazioni di cui all allegato "2" al presente capitolato. I requisiti di capacità economica, tecnica e professionale di cui al precedente art.10 dovranno essere posseduti dal consorzio. Articolo 14. Consorzi stabili Ai sensi dell art.36 del d.lgs. n.163/2006 si intendono per consorzi stabili quelli formati da non meno di tre consorziati che, con decisione assunta dai rispettivi organi deliberativi, abbiano stabilito di operare in modo congiunto nel settore dei contratti pubblici di lavori, servizi, forniture, per un periodo di tempo non inferiore a cinque anni, istituendo a tal fine una comune struttura di impresa. In tal caso dovranno essere indicati per quali consorziati il consorzio concorre, a questi ultimi è fatto divieto di partecipare alla presente procedura; in caso di violazione sono esclusi dalla gara sia il consorzio sia il consorziato. In caso di inosservanza di tale divieto si applica l articolo 353 del codice penale. È vietata la partecipazione a più di un consorzio stabile. Sia il consorzio che le consorziate dovranno comprovare il possesso dei requisiti di ordine generale di cui al precedente art.10, compilando il modulo per la presentazione delle dichiarazioni di cui all allegato "2". 20

COMUNE DI SERAVEZZA CAPITOLATO SPECIALE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DEL COMUNE DI SERAVEZZA

COMUNE DI SERAVEZZA CAPITOLATO SPECIALE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DEL COMUNE DI SERAVEZZA COMUNE DI SERAVEZZA CAPITOLATO SPECIALE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DEL COMUNE DI SERAVEZZA Articolo 1. Oggetto del servizio... 4 Articolo 2. Modalità di espletamento della gara... 4 Articolo 3. Modalità

Dettagli

ASTA PUBBLICA PER LA CESSIONE DI QUOTE DI SOCIETA PARTECIPATE DAL COMUNE DI SERAVEZZA

ASTA PUBBLICA PER LA CESSIONE DI QUOTE DI SOCIETA PARTECIPATE DAL COMUNE DI SERAVEZZA ASTA PUBBLICA PER LA CESSIONE DI QUOTE DI SOCIETA PARTECIPATE DAL COMUNE DI SERAVEZZA Articolo 1 - Oggetto dell asta Il Consiglio comunale con deliberazione n.10 del 31/03/2015 ha approvato il piano operativo

Dettagli

Farmacap Azienda Farmasociosanitaria Capitolina Capitolato speciale Servizio di tesoreria TRIENNIO 2015-2017 CIG: 6059491229 INDICE

Farmacap Azienda Farmasociosanitaria Capitolina Capitolato speciale Servizio di tesoreria TRIENNIO 2015-2017 CIG: 6059491229 INDICE INDICE Articolo 1. Dati indicativi del servizio Articolo 2. Oggetto, natura e durata dell appalto Articolo 3. Modalità di espletamento della gara Articolo 4. Modalità di presentazione delle offerte Articolo

Dettagli

COMUNE DI SERAVEZZA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DI UN CONTRATTO DI MUTUO PER IL COMUNE DI SERAVEZZA

COMUNE DI SERAVEZZA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DI UN CONTRATTO DI MUTUO PER IL COMUNE DI SERAVEZZA COMUNE DI SERAVEZZA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DI UN CONTRATTO DI MUTUO PER IL COMUNE DI SERAVEZZA Articolo 1. Oggetto del servizio... 1 Articolo 2. Importo del mutuo... 2 Articolo

Dettagli

COMUNE DI BAGNI DI LUCCA PROV. DI LUCCA

COMUNE DI BAGNI DI LUCCA PROV. DI LUCCA COMUNE DI BAGNI DI LUCCA PROV. DI LUCCA BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA AI SENSI DELL ART.55 c.1 DEL D.Lgs. N.163/2006 PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE PER IL PERIODO 01/01/2015-31/12/2019.

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE E PER LA GESTIONE DEI SERVIZI CONNESSI

DISCIPLINARE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE E PER LA GESTIONE DEI SERVIZI CONNESSI DISCIPLINARE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE E PER LA GESTIONE DEI SERVIZI CONNESSI 1. ENTE APPALTANTE: COMUNE DI CASTEL DI SANGRO (AQ) C.so Vittorio Emanuele, 10 tel.0864/82421

Dettagli

ALLEGATO 1 DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA

ALLEGATO 1 DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA ALLEGATO 1 DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA Articolo 1 OGGETTO DEL SERVIZIO L appalto ha per oggetto l affidamento del Servizio di Tesoreria. Il Servizio

Dettagli

COMUNE DI CELICO PROVINCIA DI COSENZA

COMUNE DI CELICO PROVINCIA DI COSENZA 1 COMUNE DI CELICO PROVINCIA DI COSENZA SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO Prot.3143 Celico, 03.12.2013 BANDO REINDIZIONE GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE PERIODO: 01/01/1014-31/12/2016.

Dettagli

Allegato A BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA E DI INCASSO DEI CONTRIBUTI ANNUALI

Allegato A BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA E DI INCASSO DEI CONTRIBUTI ANNUALI Allegato A BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA E DI INCASSO DEI CONTRIBUTI ANNUALI ART. 1 ENTE APPALTANTE Consiglio nazionale dell Ordine degli Assistenti Sociali (di seguito Ordine),

Dettagli

COMUNE DI NOLA Provincia di Napoli

COMUNE DI NOLA Provincia di Napoli COMUNE DI NOLA Provincia di Napoli BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE PER LA DURATA DI ANNI CINQUE. CIG 591541313C - CPV 66100000-4 CAT 6 CATEGORIA DI

Dettagli

ASP Don Cavalletti Comune di Carpineti (Reggio Emilia)

ASP Don Cavalletti Comune di Carpineti (Reggio Emilia) ALLEGATO B BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI DELL'ASP DON CAVALLETTI TESORERIA SI RENDE NOTO che è indetta una procedura aperta per l affidamento in concessione

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA/CAPITOLATO D ONERI PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA

DISCIPLINARE DI GARA/CAPITOLATO D ONERI PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DISCIPLINARE DI GARA/CAPITOLATO D ONERI PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA Articolo 1 OGGETTO DEL SERVIZIO L appalto ha per oggetto l affidamento del Servizio di Tesoreria. Il Servizio

Dettagli

Comune di Serrenti Prov.del Medio Campidano BANDO E DISCIPLINARE DI GARA PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Comune di Serrenti Prov.del Medio Campidano BANDO E DISCIPLINARE DI GARA PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA ALLEGATO ALLA DETERMINAZIONE DEL SERVIZIO FINANZIARIO N. 501 DEL 10.06.2008 BANDO E DISCIPLINARE DI GARA PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA PERIODO: DALLA STIPULA DEL CONTRATTO PER UNA DURATA DI

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA ALLEGATO A DISCIPLINARE DI GARA Cottimo fiduciario per l affidamento a titolo gratuito del servizio di cassa della Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Isernia CIG 337116013D CPV

Dettagli

BANDO E DISCIPLINARE DI GARA

BANDO E DISCIPLINARE DI GARA BANDO E DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO CON PROCEDURA APERTA DELL APPALTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA DELL ENTE PARCO REGIONALE DELLA MAREMMA PER IL PERIODO DAL 01.01.2010 AL 31.12.2014 - CIG : 0363264EEB

Dettagli

Azienda Ospedaliera Ospedale San Carlo Borromeo Via Pio II, n 3 20153 Milano

Azienda Ospedaliera Ospedale San Carlo Borromeo Via Pio II, n 3 20153 Milano Azienda Ospedaliera Ospedale San Carlo Borromeo Via Pio II, n 3 20153 Milano Oggetto: Disciplinare di gara per il servizio di somministrazione lavoro a tempo determinato Art. 1 Procedura semplificata ai

Dettagli

AFFIDAMENTO SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO

AFFIDAMENTO SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO PESCARA GAS S.P.A. AFFIDAMENTO SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO Pescara Gas S.p.A. intende affidare il servizio di brokeraggio assicurativo per tutti gli aspetti riguardanti la gestione delle polizze

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA A1993/08-3 DISCIPLINARE DI GARA Allegato B) Alla determina n. del OGGETTO: Disciplinare di gara per il servizio di somministrazione lavoro a tempo determinato. Art. 1 Procedura semplificata ai sensi degli

Dettagli

FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA DISCIPLINARE DI GARA

FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA DISCIPLINARE DI GARA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA DISCIPLINARE DI GARA OGGETTO DELLA FORNITURA Il presente appalto è relativo alla fornitura, consegna e installazione di attrezzature cardiovascolari, isotoniche e altro

Dettagli

COMUNE DI MONTANO ANTILIA PROVINCIA DI SALERNO Via Giovanni Bovio 17 C.A.P 84060 tel. 0974/951053 fax 0974/951458 C.F 84000670657 P.

COMUNE DI MONTANO ANTILIA PROVINCIA DI SALERNO Via Giovanni Bovio 17 C.A.P 84060 tel. 0974/951053 fax 0974/951458 C.F 84000670657 P. COMUNE DI MONTANO ANTILIA PROVINCIA DI SALERNO Via Giovanni Bovio 17 C.A.P 84060 tel. 0974/951053 fax 0974/951458 C.F 84000670657 P.IVA 00340670657 AREA FINANZIARIA BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO, MEDIANTE

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA. Articolo 1

DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA. Articolo 1 DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA OGGETTO DEL SERVIZIO Articolo 1 L appalto ha per oggetto l affidamento del Servizio di Tesoreria del Consorzio di Bonifica

Dettagli

ALL B. COMUNE DI GAETA Provincia di Latina AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE DISCIPLINARE DI GARA

ALL B. COMUNE DI GAETA Provincia di Latina AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE DISCIPLINARE DI GARA COMUNE DI GAETA Provincia di Latina ALL B AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE DISCIPLINARE DI GARA Art. 1 Oggetto e Caratteristiche generali del servizio Oggetto del presente

Dettagli

Articolo 1 PROCEDURA DI GARA

Articolo 1 PROCEDURA DI GARA DISCIPLINARE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI STABILI SEDE DEGLI UFFICI DEL CONSIGLIO REGIONALE IN TRIESTE LOTTO UNICO PERIODO TRE ANNI Articolo 1 PROCEDURA DI GARA L aggiudicazione

Dettagli

BANDO - DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE PER IL PERIODO DAL 01/01/2014 AL 31/12/2018

BANDO - DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE PER IL PERIODO DAL 01/01/2014 AL 31/12/2018 COMUNE DI COREGLIA ANTELMINELLI Settore D): Contabilità Bilancio Economato BANDO - DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE PER IL PERIODO DAL 01/01/2014 AL 31/12/2018

Dettagli

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA CODICE CIG (SISMOG): 0568899E4A -- CPV: 66600000-6

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA CODICE CIG (SISMOG): 0568899E4A -- CPV: 66600000-6 COMUNE DI CASTELNUOVO CALCEA Provincia di Asti 14040 - Piazza Don Luigi Orione n. 1 Tel. 0141.957.125 - Fax. 0141.957.057 e-mail castelnuovo.calcea@ruparpiemonte.it BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL

Dettagli

C O M U N E D I S E R R A R I C C O 1 6 0 1 0 P r o v i n c i a d i G e n o v a

C O M U N E D I S E R R A R I C C O 1 6 0 1 0 P r o v i n c i a d i G e n o v a C O M U N E D I S E R R A R I C C O 1 6 0 1 0 P r o v i n c i a d i G e n o v a CODICE FISCALE/PARTITA IVA 00853850105 sito: www.comune.serraricco.ge.it tel.0107267331 fax.010752275 e-mail : personale@comune.serraricco.ge.it

Dettagli

C O M U N E D I C A S T I L E N T I

C O M U N E D I C A S T I L E N T I C O M U N E D I C A S T I L E N T I PROVINCIA DI TERAMO Piazza Umberto I n.16 Codice fisc. 81000270678 Tel 0861 / 999113 999312 P. Iva 00824050678 Fax 0861 / 999432 CAP 64035 protocollo@comunedicastilenti.gov.it

Dettagli

2. PROCEDURA DI AGGIUDICAZIONE.

2. PROCEDURA DI AGGIUDICAZIONE. 1 1) requisiti soggettivi e di ordine generale di cui all art.38 D.Lgs.163/2006 ed ulteriori requisiti specificati nel modulo per l istanza di ammissione alla gara predisposto dalla Stazione Appaltante

Dettagli

COMUNE DI MORANO CALABRO

COMUNE DI MORANO CALABRO COMUNE DI MORANO CALABRO (PROVINCIA DI COSENZA) BANDO DI GARA Affidamento del Servizio di Tesoreria Comunale per il periodo dall 01/01/2013 al 31/12/2017 CIG 4743105610 CPV 66600000-6 CAT 6 CATEGORIA DI

Dettagli

Comune di Cerro al Lambro

Comune di Cerro al Lambro Comune di Cerro al Lambro Provincia di Milano BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA PER LA CONCESSIONE AI SENSI DELL ARTICOLO 30 DEL D. LGS. 163/2006 DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL PERIODO 01/01/2016

Dettagli

COMUNE DI FRABOSA SOTTANA P r o v i n c i a d i C u n e o

COMUNE DI FRABOSA SOTTANA P r o v i n c i a d i C u n e o COMUNE DI FRABOSA SOTTANA P r o v i n c i a d i C u n e o Via IV Novembre, 12 C.A.P. 12083 - Tel.0174/244481-2 - Fax.0174/244730 e-mail: comune@comune.frabosa-sottana.cn.it PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI NORD SALENTO (Campi Sal.na, Guagnano, Novoli, Squinzano, Surbo, Trepuzzi)

UNIONE DEI COMUNI NORD SALENTO (Campi Sal.na, Guagnano, Novoli, Squinzano, Surbo, Trepuzzi) UNIONE DEI COMUNI NORD SALENTO (Campi Sal.na, Guagnano, Novoli, Squinzano, Surbo, Trepuzzi) BANDO DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA DELL UNIONE DAL 01 GENNAIO 2011 AL 31 DICEMBRE 2015 1)

Dettagli

SERVIZIO FINANZIARIO BANDO DI GARA, MEDIANTE PROCEDURA APERTA, PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE

SERVIZIO FINANZIARIO BANDO DI GARA, MEDIANTE PROCEDURA APERTA, PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE C O M U N E D I D R A P I A (Provincia di Vibo Valentia) Corso Umberto, 89862 DRAPIA, tel. 096367094, fax 096367293, E-mail: ragioneria.drapia@asmepec.it Partita Iva e Codice Fiscale 00298600792 SERVIZIO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO. COMUNE DI MERONE via A. Appiani, 22 22046 MERONE (CO)

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO. COMUNE DI MERONE via A. Appiani, 22 22046 MERONE (CO) Allegato 1 GARA D'APPALTO AFFIDAMENTO SERVIZI FINANZIARI RELATIVI ALLA CONCESSIONE DI MUTUI PER IL FINANZIAMENTO DI OPERE PUBBLICHE FINO AL 31/12/2010 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO CONTRAENTE COMUNE DI

Dettagli

Comune di Firenze. Direzione - Corpo di Polizia Municipale

Comune di Firenze. Direzione - Corpo di Polizia Municipale Comune di Firenze Direzione - Corpo di Polizia Municipale PROCEDURA APERTA PER: Appalto del servizio di stampa, notifica internazionale dei verbali di accertamento di violazioni amministrative derivanti

Dettagli

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER IL CONFERIMENTO IN GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA Ente appaltante: Comune di Donori, Piazza Italia n. 11, 09040 DONORI Responsabile

Dettagli

CITTA DI BELGIOIOSO. (Provincia di Pavia)

CITTA DI BELGIOIOSO. (Provincia di Pavia) CITTA DI BELGIOIOSO (Provincia di Pavia) BANDO DI GARA con procedura aperta per l affidamento, in concessione dei servizi di tesoreria comunale per gli anni 2015-2017 1. STAZIONE APPALTANTE Comune di Belgioioso,

Dettagli

COMUNE DI TUILI. Provincia di Medio Campidano. Via Matteotti n 4, 09029 TUILI. Prot N 324 Addi 30/01/2014

COMUNE DI TUILI. Provincia di Medio Campidano. Via Matteotti n 4, 09029 TUILI. Prot N 324 Addi 30/01/2014 COMUNE DI TUILI Provincia di Medio Campidano Via Matteotti n 4, 09029 TUILI Prot N 324 Addi 30/01/2014 OGGETTO: PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE. CIG (Codice identificatico

Dettagli

COMUNE DI PEGLIO PROVINCIA DI PESARO E URBINO P/ZA O. Petrangolini N. 6 Tel. 0722 310100 Fax 0722 310100

COMUNE DI PEGLIO PROVINCIA DI PESARO E URBINO P/ZA O. Petrangolini N. 6 Tel. 0722 310100 Fax 0722 310100 COMUNE DI PEGLIO PROVINCIA DI PESARO E URBINO P/ZA O. Petrangolini N. 6 Tel. 0722 310100 Fax 0722 310100 CAPITOLATO TECNICO PER LA CONCESSIONE AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA DEL COMUNE DI PEGLIO

Dettagli

COMUNE DI GODEGA DI SANT URBANO PROVINCIA DI TREVISO

COMUNE DI GODEGA DI SANT URBANO PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI GODEGA DI SANT URBANO PROVINCIA DI TREVISO Prot. n. 13283 BANDO DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA DEL COMUNE DI GODEGA DI SAN URBANO PER IL PERIODO 01.01.2015 31.12.2019

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA. Concessione del servizio di tesoreria del Comune di Imola. Codice CIG: 3140605D38

DISCIPLINARE DI GARA. Concessione del servizio di tesoreria del Comune di Imola. Codice CIG: 3140605D38 DISCIPLINARE DI GARA Concessione del servizio di tesoreria del Comune di Imola Codice CIG: 3140605D38 Procedura aperta TIPOLOGIA E DURATA DELLA CONCESSIONE: La concessione ha per oggetto la gestione della

Dettagli

Azienda pubblica di Servizi alla Persona A.S.P. DEL RUBICONE Sede legale ed amministrativa: Via Manzoni n.19-47030 SAN MAURO PASCOLI (FC)

Azienda pubblica di Servizi alla Persona A.S.P. DEL RUBICONE Sede legale ed amministrativa: Via Manzoni n.19-47030 SAN MAURO PASCOLI (FC) DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI TESORIERIA DELL A.S.P. "DEL RUBICONE" CIG.N.625037007F Il presente disciplinare di gara è relativo alla concessione ex art.30 D.Lgs.n.163/2006

Dettagli

Prot. n. 3872 /c27/d Selargius 18/06/2014

Prot. n. 3872 /c27/d Selargius 18/06/2014 Prot. n. 3872 /c27/d Selargius 18/06/2014 Alle COMPAGNIE DI ASSICURAZIONE Invitate a partecipare Inviata mezzo RACCOMANDATA OGGETTO: PROCEDURA SELETTIVA, AI SENSI DELL ART.125 COMMI 9-11 DEL D. LGS 163/2006,

Dettagli

Città di Fossano Dipartimento Finanze

Città di Fossano Dipartimento Finanze Città di Fossano Dipartimento Finanze DISCIPLINARE DI GARA CIG 08385823C1 STAZIONE APPALTANTE: Comune di Fossano, Via Roma 91-12045 Fossano (CN) nella persona del Dirigente del dipartimento Finanze, Dott.

Dettagli

DIREZIONE AMBIENTE Servizio Energia e Rischio Idraulico. DISCIPLINARE di GARA PROCEDURA APERTA

DIREZIONE AMBIENTE Servizio Energia e Rischio Idraulico. DISCIPLINARE di GARA PROCEDURA APERTA DIREZIONE AMBIENTE Servizio Energia e Rischio Idraulico DISCIPLINARE di GARA PROCEDURA APERTA Oggetto dell appalto: Servizio di Censimento e verifica degli impianti termici sul territorio comunale ai sensi

Dettagli

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE PER GLI ANNI 2015 2018. C.I.G. ZA315A0443

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE PER GLI ANNI 2015 2018. C.I.G. ZA315A0443 COMUNE DI VIAGRANDE PROVINCIA DI CATANIA AREA ECONOMICA FINANZIARIA E TRIBUTI ------------------------------------------------------------------------------------------------------- BANDO DI GARA PER L

Dettagli

Capitolato di gara per l assegnazione del servizio di tesoreria e cassa

Capitolato di gara per l assegnazione del servizio di tesoreria e cassa Capitolato di gara per l assegnazione del servizio di tesoreria e cassa Articolo 1 Oggetto del servizio Il presente capitolato di gara ha per oggetto l assegnazione del servizio di tesoreria e cassa per

Dettagli

COMUNE DI BARLASSINA BANDO DI GARA PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN CORSO MILANO 39

COMUNE DI BARLASSINA BANDO DI GARA PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN CORSO MILANO 39 COMUNE DI BARLASSINA Prot. 13057 (PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA) BANDO DI GARA PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN CORSO MILANO 39 1. ENTE LOCATORE Comune di Barlassina

Dettagli

Prot. N. 5228/C38 Torino, 12/09/2013

Prot. N. 5228/C38 Torino, 12/09/2013 Prot. N. 5228/C38 Torino, 12/09/2013 OGGETTO: PROCEDURA SELETTIVA, AI SENSI DELL ART.125 COMMI 9-11 DEL D. LGS 163/2006, PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ASSICURATIVO DEL LICEO STATALE REGINA MARGHERITA

Dettagli

PARCO NAZIONALE APPENNINO TOSCO-EMILIANO BANDO DI GARA

PARCO NAZIONALE APPENNINO TOSCO-EMILIANO BANDO DI GARA PARCO NAZIONALE APPENNINO TOSCO-EMILIANO BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DEL PARCO NAZIONALE DELL APPENNINO TOSCO EMILIANO In esecuzione della

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA COMUNE DI AOSTA Area Nr.2 Servizi Finanziari - Ufficio Ragioneria PROCEDURA APERTA PER AFFIDAMENTO COPERTURA ASSICURATIVA RC-AUTO PER IL COMUNE DI AOSTA PERIODO 01/01/2011-31/12/2012 DISCIPLINARE DI GARA

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER: FORNITURA DI CARTOGRAFIA NUMERICA ALLA SCALA 1:500 DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI FIRENZE E SUO AGGIORNAMENTO DISCIPLINARE DI GARA

PROCEDURA APERTA PER: FORNITURA DI CARTOGRAFIA NUMERICA ALLA SCALA 1:500 DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI FIRENZE E SUO AGGIORNAMENTO DISCIPLINARE DI GARA COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE SISTEMI INFORMATIVI PROCEDURA APERTA PER: FORNITURA DI CARTOGRAFIA NUMERICA ALLA SCALA 1:500 DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI FIRENZE E SUO AGGIORNAMENTO DISCIPLINARE DI GARA Il

Dettagli

Sviluppo Basilicata SpA Via Centomani,11 85100 Potenza tel.0971.50661 fax 0971.506664

Sviluppo Basilicata SpA Via Centomani,11 85100 Potenza tel.0971.50661 fax 0971.506664 Sviluppo Basilicata SpA Via Centomani,11 85100 Potenza tel.0971.50661 fax 0971.506664 DISCIPLINARE DI GARA I.1 Oggetto appalto Affidamento del servizio di conto corrente fruttifero periodo 2010 2011 dedicato

Dettagli

Prot. n. 3222/A30 Minervino Murge, 8 ottobre 2014

Prot. n. 3222/A30 Minervino Murge, 8 ottobre 2014 Prot. n. 3222/A30 Minervino Murge, 8 ottobre 2014 Spett.le ALL ALBO ISTITUTO COMPRENSIVO OGGETTO: PROCEDURA SELETTIVA, AI SENSI DELL ART.122 DEL D. LGS 163/2006, PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ASSICURATIVO

Dettagli

4. PROCEDURA E CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE: Procedura aperta, da aggiudicarsi utilizzando il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa.

4. PROCEDURA E CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE: Procedura aperta, da aggiudicarsi utilizzando il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa. BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA SOTTO SOGLIA PER L AFFIDAMENTO A TITOLO GRATUITO DELLA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DEL CONSORZIO INTERUNIVERSITARIO ALMALAUREA PERIODO 01.01.2014-31.12.2017

Dettagli

BANDO DI GARA Settore gara: Speciale Fornitura di energia elettrica per l Anno 2014 CIG: 526545139F

BANDO DI GARA Settore gara: Speciale Fornitura di energia elettrica per l Anno 2014 CIG: 526545139F BANDO DI GARA Settore gara: Speciale Fornitura di energia elettrica per l Anno 2014 CIG: 526545139F 1.) Stazione Appaltante: Acoset S.p.A. Viale Mario Rapisardi, 164 95123 Catania Tel: 095360133 FAX:095/356032;

Dettagli

COMUNE DI LORETO. (Provincia di Ancona) Settore III. Loreto, 30/05/2014

COMUNE DI LORETO. (Provincia di Ancona) Settore III. Loreto, 30/05/2014 COMUNE DI LORETO (Provincia di Ancona) Settore III Loreto, 30/05/2014 AVVISO PUBBLICO BANDO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA PALESTRA COMUNALE SITA IN VIA BERSAGLIERI D ITALIA Articolo

Dettagli

COMUNE DI PRAMAGGIORE Provincia di Venezia

COMUNE DI PRAMAGGIORE Provincia di Venezia COMUNE DI PRAMAGGIORE Provincia di Venezia Piazza Libertà, 1 C.A.P. 30020 Tel.0421/203682 Fax.0421/203685 - Codice Fiscale 83003010275 Partita IVA 00609690276 E-mail segreteria@comune.pramaggiore.ve.it

Dettagli

UNIONE DI COMUNI LOMBARDA Casalbuttano ed Uniti Corte de Cortesi con Cignone Bordolano

UNIONE DI COMUNI LOMBARDA Casalbuttano ed Uniti Corte de Cortesi con Cignone Bordolano UNIONE DI COMUNI LOMBARDA Casalbuttano ed Uniti Corte de Cortesi con Cignone Bordolano SERVIZIO FINANZIARIO DISCIPLINARE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA 1. ENTE APPALTANTE: UNIONE DI COMUNI

Dettagli

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE 01/06/2014 31/05/2019

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE 01/06/2014 31/05/2019 COMUNE DI LOCATELLO PROVINCIA DI BERGAMO CAP 24030 TELEFONO 035866028 FAX 035866330 UFFICI: PIAZZA LIBERTA 4 - C.F. 00542010160 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE 01/06/2014

Dettagli

PUBBLICO INCANTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA DELLA COMUNITA MONTANA DELL APPENNINO REGGIANO PERIODO 1/1/2006 31/12/2010

PUBBLICO INCANTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA DELLA COMUNITA MONTANA DELL APPENNINO REGGIANO PERIODO 1/1/2006 31/12/2010 PUBBLICO INCANTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA DELLA COMUNITA MONTANA DELL APPENNINO REGGIANO PERIODO 1/1/2006 31/12/2010 In esecuzione della delibera di Consiglio comunitario n. 33 in data

Dettagli

PAG. 1 PAG. 2 PAG. 3 PAG. 4 PAG. 5 PAG. 6 PAG. 7 PAG. 8 PAG. 9 PAG. 10 PAG. 11 PAG. 12 PAG. 13 11084788 PAG. 14 PAG. 15 Allegato B Gara informale per l affidamento della fornitura di contenitori di acqua

Dettagli

COMUNE GAGGIANO VIA ROMA, N.36 20083 GAGGIANO (MI)

COMUNE GAGGIANO VIA ROMA, N.36 20083 GAGGIANO (MI) Allegato 2) Marca da 16,00 OGGETTO: Istanza di partecipazione alla gara per l affidamento del servizio di tesoreria comunale per il periodo dal 01.06.2014 al 31.12.2018 e comunque dalla data di sottoscrizione

Dettagli

2) Categoria di servizio 6 alleg. II A - decreto legislativo 12.4.2006, n. 163; 3) Luogo di esecuzione: Roccaspinalveti

2) Categoria di servizio 6 alleg. II A - decreto legislativo 12.4.2006, n. 163; 3) Luogo di esecuzione: Roccaspinalveti COMUNE DI ROCCASPINALVETI (CHIETI) PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA DEL COMUNE DI ROCCASPINALVETI-PERIODO 01/01/2012-31/12/2016 IN ESECUZIONE DELLA DETERMINAZIONE A CONTRATTARE

Dettagli

BANDO DI GARA. Comune di SOLARUSSA PROCEDURA APERTA PER IL CONFERIMENTO IN GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA PERIODO DAL 01/09/2008 AL 31/12/2012

BANDO DI GARA. Comune di SOLARUSSA PROCEDURA APERTA PER IL CONFERIMENTO IN GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA PERIODO DAL 01/09/2008 AL 31/12/2012 BANDO DI GARA Comune di SOLARUSSA PROCEDURA APERTA PER IL CONFERIMENTO IN GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA PERIODO DAL 01/09/2008 AL 31/12/2012 Ente appaltante: Comune SOLARUSSA, Corso F.lli Cervi, 90

Dettagli

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA DEL COMUNE DI CASTELNUOVO CALCEA PER IL PERIODO 01.01.2016-31.12.2020

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA DEL COMUNE DI CASTELNUOVO CALCEA PER IL PERIODO 01.01.2016-31.12.2020 COMUNE DI CASTELNUOVO CALCEA Provincia di Asti 14040 - Piazza Don Luigi Orione n. 1 Tel. 0141.957.125 - Fax. 0141.957.057 e-mail castelnuovo.calcea@ruparpiemonte.it BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL

Dettagli

Comune di Volongo Provincia di Cremona

Comune di Volongo Provincia di Cremona Allegato A Comune di Volongo Provincia di Cremona BANDO DI GARA A MEZZO DI ASTA PUBBLICA AFFIDAMENTO SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE PERIODO 01.01.2015 31.12.2019 COD. CIG : Z2B121254B SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE

Dettagli

COMUNE DI USMATE VELATE PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA

COMUNE DI USMATE VELATE PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA COMUNE DI USMATE VELATE PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA Corso Italia n. 22-20040 USMATE VELATE Tel. 039/6757047/048 - C.F. 01482570155 Telefax 039/6076780 Internet: www.comune.usmatevelate.mb.it e-mail :

Dettagli

COMUNE DI FORMIA Provincia di Latina

COMUNE DI FORMIA Provincia di Latina COMUNE DI FORMIA Provincia di Latina GARA D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MONITORAGGIO, RAZIONALIZZAZIONE E CONTABILIZZAZIONE DEI COSTI RELATIVI AI SERVIZI DI TELEFONIA FISSA E MOBILE, ENERGIA

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA (Determinazione Dirigente area Amministrazione e contabilità n. 603 del 21 novembre 2011)

DISCIPLINARE DI GARA (Determinazione Dirigente area Amministrazione e contabilità n. 603 del 21 novembre 2011) DISCIPLINARE DI GARA (Determinazione Dirigente area Amministrazione e contabilità n. 603 del 21 novembre 2011) PROCEDURA RISTRETTA, PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI

Dettagli

Disciplinare di gara. Il plico contenente la domanda di partecipazione unitamente alle offerte, pena l esclusione dalla

Disciplinare di gara. Il plico contenente la domanda di partecipazione unitamente alle offerte, pena l esclusione dalla PUBBLICO INCANTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI LAVAGGIO E SISTEMAZIONE DELLA VETRERIA E DEI MATERIALI DI LABORATORIO, PULIZIA DELLA STRUMENTAZIONE E DELLE SUPPELLETTILI DI LABORATORIO DELL AGENZIA

Dettagli

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE 01/06/2014 31/05/2019

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE 01/06/2014 31/05/2019 COMUNE DI FUIPIANO VALLE IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO CAP 24030 TELEFONO 035856134 FAX 035/866402 UFFICI: VIA ARNOSTO 25 - C.F. 00542030168 fuipiano_valleimagna@tin.it comune.fuipianovalleimagna@pec.regione.lombardia.it

Dettagli

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (PERIODO 01.01.2011/31.12.2015) IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (PERIODO 01.01.2011/31.12.2015) IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO COMUNE DI PEDIVIGLIANO (CS) Piazza F.T. Sarsale, 4 C.A.P. 87050 (Tel. 0984-966105 Fax 0984-986049) Codice Fiscale: 80003330786 Partita Iva: 00405550781 Internet: www.comune.pedivigliano.cs.it/ BANDO DI

Dettagli

CO.GE.CA Consorzio Gestione Canile

CO.GE.CA Consorzio Gestione Canile CO.GE.CA Consorzio Gestione Canile C.A.P. 14049 NIZZA MONFERRATO PROVINCIA DI ASTI TEL 0141.701631 FAX 0141.703800 Sito Internet: www.canilecogeca.it - E.mail: canile.nizzamonf@libero.it BANDO DI GARA

Dettagli

COMUNE DI VILLANUOVA SUL CLISI C.A.P. 25089 - PROVINCIA DI BRESCIA - TEL. (0365) 31161-2 linee - FAX (0365) 373591

COMUNE DI VILLANUOVA SUL CLISI C.A.P. 25089 - PROVINCIA DI BRESCIA - TEL. (0365) 31161-2 linee - FAX (0365) 373591 COMUNE DI VILLANUOVA SUL CLISI C.A.P. 25089 - PROVINCIA DI BRESCIA - TEL. (0365) 31161-2 linee - FAX (0365) 373591 codice fiscale 00847500170 - partita iva 00581990983 PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

COMUNE DI QUINTO VICENTINO

COMUNE DI QUINTO VICENTINO ALLEGATO 1) AL BANDO DI GARA DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE DAL 01.01.2015 AL 31.12.2019 Art. 1 Modalità di presentazione delle offerte. I concorrenti dovranno

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA CIG 545383355D

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA CIG 545383355D SERVIZIO FINANZIARIO CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA CIG 545383355D Il Responsabile del Servizio Finanziario indice una procedura aperta per l affidamento

Dettagli

CITTA DI CINISELLO BALSAMO VIA XXV APRILE, 4

CITTA DI CINISELLO BALSAMO VIA XXV APRILE, 4 CITTA DI CINISELLO BALSAMO VIA XXV APRILE, 4 20092 Cinisello Balsamo (MI) Tel.02/660231 Fax 02/66011464 www.comune.cinisello-balsamo.mi.it E indetta con Determinazione Dirigenziale n.246 del 06/03/2007

Dettagli

Prot.n. 3325/B.15 Alle Società Assicurative A tutti gli interessati Sito web dell Istituto Agli atti

Prot.n. 3325/B.15 Alle Società Assicurative A tutti gli interessati Sito web dell Istituto Agli atti ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO MUSICALE STATALE Via Corridoni, 34/36-20122 Milano TEL 02/88440320-1-4 - FAX 02/88440328 e.mail: MIIC8DE001@istruzione.it - PEC : MIIC8DE001@PEC.ISTRUZIONE.IT - C.F. 80124970155

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. DISCIPLINARE DI GARA (Allegato A - parte integrante e sostanziale del Bando di gara)

Università per Stranieri di Siena. DISCIPLINARE DI GARA (Allegato A - parte integrante e sostanziale del Bando di gara) Università per Stranieri di Siena Appalto per la contrazione di un mutuo ipotecario trentennale a tasso fisso per un importo compreso fra un minimo di Euro 13.635.204,00 ed un massimo di Euro 18.135.204,00

Dettagli

C O M U N E DI SANT ANGELO IN VADO Provincia di Pesaro e Urbino

C O M U N E DI SANT ANGELO IN VADO Provincia di Pesaro e Urbino C O M U N E DI SANT ANGELO IN VADO Provincia di Pesaro e Urbino DOCUMENTO COMPLEMENTARE DISCIPLINARE DI GARA Il presente disciplinare, allegato al bando di gara di cui costituisce parte integrante e sostanziale,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CATANOSO DE GASPERI

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CATANOSO DE GASPERI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CATANOSO DE GASPERI Centro Territoriale Permanente per l Istruzione e la Formazione in Età Adulta Via Reggio Campi II Tronco, 164-89126 REGGIO CALABRIA C. F. 92081380807 Tel.

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE PERIODO 01/01/2012 31/12/2016 CIG N. 3644833357 DISCIPLINARE DI GARA

PROCEDURA APERTA PER SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE PERIODO 01/01/2012 31/12/2016 CIG N. 3644833357 DISCIPLINARE DI GARA COMUNE DI VIAREGGIO Provincia di Lucca Area Risorse Finanziarie Piazza Nieri e Paolini n. 1 Servizio Economato - tel. 0584/966839 - fax 0584/966364 C.F. 00274950468 internet: www.comune.viareggio.lu.it

Dettagli

COMUNE DI PASIAN DI PRATO PROVINCIA DI UDINE

COMUNE DI PASIAN DI PRATO PROVINCIA DI UDINE COMUNE DI PASIAN DI PRATO PROVINCIA DI UDINE internet: www.pasian.it GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA BANDO DI GARA Bando di gara per l appalto del servizio di Tesoreria 1. Ente appaltante: Comune di

Dettagli

Provincia di Cagliari BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Provincia di Cagliari BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Piazza Matteotti 1, 09034 Villasor - Tel. 070.9648023 - Fax 070.9647331 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA Ente appaltante: Comune di Villasor

Dettagli

Allegato 2 DISCIPLINARE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Allegato 2 DISCIPLINARE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA Allegato 2 DISCIPLINARE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA 1. ENTE APPALTANTE: COMUNE DI CARRARA (MS) Piazza 2 Giugno- tel.0585/6411 - telefax 0585641214 sito Internet www.comune.carrara.ms.it

Dettagli

Prot. N 2987/C14 S.Giovanni V.no 12 agosto 2014

Prot. N 2987/C14 S.Giovanni V.no 12 agosto 2014 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE "MASACCIO" ( ARIC827001 ) Viale Gramsci, 57-52027 San Giovanni Valdarno (AR) tel. 055 9122171 fax. 055 9122235 p.el. ARIC827001@istruzione.it pec. ARIC827001@pec.istruzione.it

Dettagli

DISCIPLINARE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI

DISCIPLINARE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DISCIPLINARE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PORTIERATO E DI VIGILANZA ARMATA E NON ARMATA PRESSO IL COMPENDIO CITTÀ DELLA SCIENZA PER IL PERIODO DI TRENTASEI MESI. 1 Indice ART.1 OGGETTO DELLA GARA...

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA DEL SEGRETARIATO GENERALE DELLA PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA CIG N. Z4507AAB67 Art.

DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA DEL SEGRETARIATO GENERALE DELLA PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA CIG N. Z4507AAB67 Art. DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA DEL SEGRETARIATO GENERALE DELLA PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA CIG N. Z4507AAB67 Art. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO Il presente disciplinare di gara ha

Dettagli

BANDO DI GARA PER PUBBLICO INCANTO

BANDO DI GARA PER PUBBLICO INCANTO COMUNE DI LUSERNA SAN GIOVANNI Provincia di Torino BANDO DI GARA PER PUBBLICO INCANTO In esecuzione della D.C.C. n. 28 del 30/07/2015 e della determinazione n. 274 del 21/09/2015 si rende noto che il Comune

Dettagli

Comune di Cremona LAVORI DI BITUMATURA STRADE 2 LOTTO MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Comune di Cremona LAVORI DI BITUMATURA STRADE 2 LOTTO MANUTENZIONE STRAORDINARIA Comune di Cremona LAVORI DI BITUMATURA STRADE 2 LOTTO MANUTENZIONE STRAORDINARIA DISCIPLINARE DI GARA MEDIANTE PUBBLICO INCANTO (NORME INTEGRATIVE AL BANDO) 1. MODALITA DI PRESENTAZIONE E CRITERI DI AMMISSIBILITA

Dettagli

COMUNE DI CAMPOGALLIANO

COMUNE DI CAMPOGALLIANO ALLEGATO A) PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA (CIG ZBF14ABDDB) DISCIPLINARE DI GARA Il Comune di Campogalliano (MO), con sede in piazza Vittorio Emanuele II, 1

Dettagli

Comunità Montana di Valle Camonica

Comunità Montana di Valle Camonica Comunità Montana di Valle Camonica BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA DELLA COMUNITÀ MONTANA DI VALLE CAMONICA DAL 01.01.2011 AL 31.12.2015 (Art. 208 del

Dettagli

Settore 2 Economico Finanziario BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER AFFIDAMENTO SERVIZIO DI TESORERIA DELL ENTE 2016/2020.

Settore 2 Economico Finanziario BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER AFFIDAMENTO SERVIZIO DI TESORERIA DELL ENTE 2016/2020. SCADENZA Il 28/ 12/ 2015 Ore 13. 00 COMUNE DI BUTI Settore 2 Economico Finanziario BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER AFFIDAMENTO SERVIZIO DI TESORERIA DELL ENTE 2016/2020. Si rende noto che questo Comune

Dettagli

Comune di Morino. Provincia di L Aquila. Ufficio Finanziario. OGGETTO: Invito a gara di licitazione privata per il Servizio di Tesoreria Comunale

Comune di Morino. Provincia di L Aquila. Ufficio Finanziario. OGGETTO: Invito a gara di licitazione privata per il Servizio di Tesoreria Comunale Raccom. A.R. Prot. del 04.02.2011 Spett.Le BANCA OGGETTO: Invito a gara di licitazione privata per il Servizio di Tesoreria Comunale E indetta da questa Amministrazione Comunale una gara di procedura negoziata

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSICURAZIONE RELATIVO ALLA COPERTURA ASSICURATIVA DEL RISCHIO INFORTUNI DEI DIPENDENTI DELLA FONDAZIONE ENPAIA. CIG: 6220412E5B DETERMINA A CONTRARRE del

Dettagli

ASSICURAZIONE DELLA. Servizio Sanitario REGIONE SARDEGNA

ASSICURAZIONE DELLA. Servizio Sanitario REGIONE SARDEGNA DISCI PLINARE AMMINISTRATIVO ASSICURAZIONE DELLA RESPONSABILI TÀ CIVI LE VERSO TERZI E VERSO I P RESTATORI DI LAVORO Timbro e Firma: 1 INDICE Art. 1 Oggetto pag. 3 Art. 2 Requisiti di partecipazione pag.

Dettagli

Comune di VALLIO TERME Provincia di BRESCIA

Comune di VALLIO TERME Provincia di BRESCIA Comune di VALLIO TERME Provincia di BRESCIA BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA DEL COMUNE DI VALLIO TERME MEDIANTE PROCEDURA APERTA DAL 01.01.2010 AL 31.12.2015 (Art. 208 del TUEL

Dettagli

COMUNE DI CALTABELLOTTA PROVINCIA DI AGRIGENTO

COMUNE DI CALTABELLOTTA PROVINCIA DI AGRIGENTO COMUNE DI CALTABELLOTTA PROVINCIA DI AGRIGENTO ***** BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PERIODO 01/01/2014 31/12/2018 In esecuzione alla delibera di Consiglio Comunale n.60 del 08/11/2013,

Dettagli