ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO."

Transcript

1 DISCIPLINARE DI GARA Procedura aperta per l'affidamento del servizio di Pulizia del Museo Nazionale dell Automobile Avv. Giovanni Agnelli, Corso Unità d Italia 40, Torino (d ora innanzi chiamato Museo dell Automobile). CIG B52 ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO. Il Museo dell Automobile indice una procedura aperta ai sensi dell art. 55 del D.lgs n. 163/2006 da aggiudicarsi secondo il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa di cui all art. 83 dello stesso Decreto per l'affidamento del servizio di pulizia dei locali del Museo. Categoria di servizi n. 14 Oggetto principale: CPV ART. 2 IMPORTO DELL APPALTO. Importo complessivo del servizio ,00 oltre IVA (di cui oneri di sicurezza ,00 non soggetti a ribasso d asta) di cui ,00 oltre I.V.A. (di cui oneri di sicurezza 7.100,00 non soggetti a ribasso d asta) per il servizio biennale ed ,00 oltre I.V.A. (di cui oneri di sicurezza 3.550,00 non soggetti a ribasso d asta) per eventuale affidamento di servizi analoghi mediante procedura negoziata senza previa pubblicazione di un bando di gara, per un numero massimo di n. 1 anno, ai sensi degli artt. 29, comma 1, e 57, comma 5, lett. b), del D.lgs. 163/2006 s.m.i. L importo contrattuale, al netto del ribasso, comprende tutti gli oneri generali e particolari che si intendono accettati dall Impresa in base a calcoli di sua convenienza a tutto suo rischio, e, quindi, sono fissi e restano invariabili ed indipendenti da qualsiasi eventualità per tutta la durata del servizio. ART. 3 - SOGGETTI AMMESSI ALLA GARA. Possono partecipare alla presente procedura di gara tutti i soggetti di cui all'art. 34 del Codice dei contratti, nonché le imprese concorrenti con sede in altri Stati membri dell'unione Europea, in possesso dei requisiti previsti nel presente Disciplinare di gara. Ai predetti soggetti si applicano le disposizioni normative contenute agli artt. 36 e 37 del Codice dei contratti. È fatto divieto ai concorrenti di partecipare alla gara in più di un raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario, a pena di esclusione di tutte le offerte presentate, ovvero di partecipare alla gara anche in forma individuale qualora partecipino alla gara

2 medesima in raggruppamento o consorzio. I consorzi stabili sono tenuti ad indicare in sede di domanda di ammissione per quali consorziati il consorzio concorre ed è fatto divieto a questi ultimi di partecipare in qualsiasi altra forma alla medesima gara. E vietata la partecipazione contemporanea alla gara da parte di un consorzio stabile e dei suoi consorziati; altresì, è vietata la partecipazione a più di un consorzio stabile. I consorzi di cui all'art. 34, comma 1, lettera b) del Codice dei contratti - consorzi di cooperative di produzione e lavoro, consorzi di imprese artigiane - sono tenuti ad indicare in sede di domanda di ammissione per quali consorziati il consorzio concorre; a questi ultimi è fatto divieto di partecipare alla gara in qualsiasi altra forma. Il Museo dell Automobile procederà, altresì, ad escludere i concorrenti le cui offerte, accertate sulla base di univoci elementi, siano imputabili ad un unico centro decisionale. Nel caso in cui il Museo dell Automobile rilevi tali condizioni in capo al soggetto aggiudicatario della gara dopo l'aggiudicazione della gara stessa o dopo l'affidamento del contratto, si procederà all'annullamento dell'aggiudicazione, con la conseguente ripetizione delle fasi procedurali, ovvero la revoca in danno dell'affidamento. Si ribadisce che la mancata osservanza delle prescrizioni sopra riportate determina l'esclusione dalla gara del singolo operatore economico e di tutti i raggruppamenti temporanei o consorzi ordinari di concorrenti cui lo stesso partecipi. Non possono partecipare alla medesima gara imprese che si trovino tra loro in una delle situazioni di controllo di cui all'art del Codice Civile; in tal caso si procederà ad escludere dalla gara sia l'impresa controllante che la controllata. ART. 4 MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA. Per partecipare alla gara, le ditte interessate dovranno, a pena di esclusione, fare pervenire con qualsiasi mezzo, apposita domanda al Museo dell Automobile nel termine indicato nel bando, in plico sigillato e controfirmato sui lembi di chiusura dal legale rappresentante, entro 23 Aprile 2014 ore 12:00 Il plico deve essere indirizzato al: Museo Nazionale dell Automobile Avv. Giovanni Agnelli Corso Unità d Italia n. 40, Torino. Il plico deve recare all esterno, pena l esclusione, oltre all intestazione del mittente e all indirizzo dello stesso, la seguente dicitura: Offerta per la gara del Servizio di Pulizia del Museo Nazionale dell Automobile CIG B52 Dovrà, altresì, essere apposta in modo chiaro e ben visibile la dicitura NON APRIRE. Nel caso di Raggruppamenti sul plico deve essere indicato il nominativo di tutti i soggetti facenti capo al Raggruppamento. Il plico deve contenere: 2

3 A. Una busta sigillata con ceralacca o nastro adesivo, controfirmata sui lembi di chiusura, a pena di esclusione, e con l indicazione del nominativo del/i mittente/i, contenente la documentazione amministrativa e recante la dicitura DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA. B. Una busta sigillata con ceralacca o nastro adesivo, controfirmata sui lembi di chiusura, a pena di esclusione, e con l indicazione del nominativo del/i mittente/i, contenente l offerta tecnica e recante la dicitura OFFERTA TECNICA. C. Una busta sigillata con ceralacca o nastro adesivo, controfirmata sui lembi di chiusura, a pena di esclusione, e con l indicazione del nominativo del/i mittente/i, contenente l offerta economica e recante la dicitura OFFERTA ECONOMICA. D. Una busta sigillata con ceralacca o nastro adesivo e controfirmata sui lembi di chiusura (eventuale) contenente: DOCUMENTI UTILI SITUAZIONE DI CONTROLLO - ART C.C. Qualora la busta di cui alla lettera C) fosse soltanto sigillata con ceralacca o nastro adesivo ma non controfirmata o viceversa, si provvederà all esclusione dell offerta. Art. 4.1 Documentazione amministrativa. La Busta A Documentazione amministrativa deve contenere a pena di esclusione: A: Istanza di ammissione alla gara in oggetto, redatta in bollo da 16,00, intestata al Museo Nazionale dell Automobile Avv. Giovanni Agnelli Corso Unità d Italia n. 40, Torino, sottoscritta dal legale rappresentante del Concorrente (per le Società dal legale rappresentante o procuratore), alla quale deve essere allegata, a pena di esclusione, copia fotostatica di un valido documento d identità del sottoscrittore, ai sensi del D.P.R. 445/2000 s.m.i., e contenente il numero di telefono e di telefax dell impresa offerente, l indirizzo ove l Amministrazione potrà inviare la corrispondenza relativa alla gara in oggetto e se il concorrente/i è in possesso della firma digitale e di sistema di posta elettronica certificata, e con allegate le seguenti dichiarazioni, successivamente verificabili, rilasciate dal titolare o dal legale rappresentante dell impresa, salvo le dichiarazioni di cui al sottoindicato punto A.4, rilasciata nominativamente da ciascuno dei soggetti ivi indicati: A.1) Iscrizione nel registro unico delle imprese della competente Camera di Commercio o altra iscrizione, nel caso di soggetti sottoposti ad obblighi di registrazione diversi (o corrispondenti per le imprese non italiane), con le seguenti indicazioni: numero di iscrizione, natura giuridica, ragione o denominazione, sede legale e oggetto dell attività, generalità e qualifica del titolare in caso di impresa individuale, ovvero di tutti i legali rappresentanti in caso di imprese societarie o consorzi; 3

4 codice fiscale e partita I.V.A. codice attività. fascia di classificazione ai sensi del combinato disposto degli artt. 1 e 4 della L. 82/94 e 3 del D.M. 274/97 (fascia d)): fino a ,00 o, per i cittadini stranieri di altro Stato membro non residenti in Italia, dichiarazione di cui all art. 39 del D.Lgs. 163/06 s.m.i. attestante l iscrizione nel registro commerciale istituito in tale Paese con l indicazione della relativa fascia di classificazione, se prevista A2) A pena di esclusione, dichiarazione sottoscritta in forma semplice, non autenticata, del titolare o del legale rappresentante della Società, attestante di: 1) aver preso esatta cognizione della natura e della consistenza del servizio oggetto dell appalto; 2) conoscere ed accettare tutte le circostanze generali e particolari che possono influire sul servizio e sul contenuto dell offerta ovvero sulle condizioni contrattuali; 3) avere giudicato il prezzo offerto remunerativo ed in grado di garantire la copertura finanziaria di tutti gli oneri diretti ed indiretti che dovrà sostenere per eseguire, in caso di aggiudicazione, il presente servizio a perfetta regola d arte; 4) accettare, senza condizioni e/o riserve tutte le disposizioni contenute nel Capitolato Speciale d Appalto; nel Bando di gara, nel Documento complementare Disciplinare di gara condividendo le valutazioni tecnico economiche in essi contenute; 5) aver preso visione della sede oggetto dell appalto; 6) di avere tenuto conto, nel formulare la propria offerta, di eventuali maggiorazioni per lievitazione dei prezzi che dovessero intervenire durante l'esecuzione del servizio, rinunciando fin d'ora a qualsiasi azione o eccezione in merito; 7) autorizzare espressamente la Stazione appaltante ad effettuare le comunicazioni prescritte dall art. 79, comma 5, del D. Lgs. 163/06, così come modificato dal D. Lgs. 53/2010, mediante fax A.3) Dichiarazione, a pena di esclusione, sottoscritta in forma semplice con la quale il legale rappresentante attesti, sotto la propria responsabilità, che l impresa non versa in una delle situazioni di cui ai punti a), d), e), f), g), h), del comma 1, dell art. 38 D.Lgs. 163/2006 s.m.i. A.4) Dichiarazione, a pena di esclusione, sottoscritta in forma semplice, con la quale il titolare o il direttore tecnico (in caso di impresa individuale), i soci o il direttore tecnico (in caso di società in nome collettivo), i soci accomandatari o il direttore tecnico (in caso di società in accomandita semplice), gli amministratori muniti di poteri di rappresentanza o il direttore tecnico o il socio unico persona fisica, ovvero il socio di maggioranza in caso di società con meno di quattro soci (in caso di società di capitali, società cooperativa, consorzio) attesti di non versare nelle cause di esclusione dagli appalti pubblici di cui all art. 38, comma 1, lett. b), c) e m- ter) del D.Lgs. 163/2006 s.m.i.. 4

5 Ciascuna dichiarazione dovrà essere corredata dalla fotocopia semplice di un documento d identità di ciascun sottoscrittore. La suddetta dichiarazione dovrà essere rilasciata anche da eventuali soggetti (nominativi, data di nascita, cittadinanza) cessati dalle cariche societarie sopra indicate nell anno antecedente la data di pubblicazione del bando di gara. Tale dichiarazione dovrà essere rilasciata personalmente dai soggetti cessati dalle cariche; nel caso costoro siano deceduti o risultino irreperibili, tale dichiarazione potrà essere rilasciata dal titolare o dal rappresentante legale o dal procuratore dell operatore economico concorrente. In ogni caso il titolare o il rappresentante legale dell Impresa o il procuratore dovrà altresì dichiarare: - la non sussistenza dell attivazione da parte dell impresa di eventuali atti o misure di completa dissociazione dalla condotta penalmente sanzionata in capo a tali soggetti in quanto non sussistono in capo ai medesimi sentenze di condanna passate in giudicato o sentenze di patteggiamento ex art. 444 c.p.p. o decreti penali di condanna oppure la sussistenza dell attivazione da parte dell impresa di eventuali atti o misure di completa dissociazione dalla condotta penalmente sanzionata a tali soggetti in conseguenza di sentenze di condanna passate in giudicato o sentenze di patteggiamento ex art. 444 c.p.p. o decreti penali di condanna e il tipo di atti o misure di completa dissociazione poste in essere oppure la non sussistenza dell attivazione da parte dell impresa di eventuali atti o misure di completa dissociazione dalla condotta penalmente sanzionata in capo a tali soggetti in conseguenza di sentenze di condanna passate in giudicato o sentenze di patteggiamento ex art. 444 c.p.p. o decreti penali di condanna e le ragioni della non attivazione di atti o misure di completa dissociazione. Nel caso in cui non vi siano soggetti cessati dalle cariche societarie indicate al precedente punto nell anno antecedente la data di pubblicazione del bando di gara il titolare o il legale rappresentante dell impresa o il procuratore dovrà comunque produrre specifica dichiarazione attestante tale situazione. A.5) Dichiarazione, a pena di esclusione, sottoscritta in forma semplice, del titolare o rappresentante legale dell impresa o del procuratore attestante di non versare nella fattispecie di cui agli artt. 9 c. 2, 13 e 14 D.Lgs. 231/2001, compresi i provvedimenti interdittivi di cui alla Legge 248/2006 (Sanzioni interdittive in capo alla Società conseguenti ad illeciti amministrativi dipendenti da reato) e all art. 14 del D.Lgs 81/08 s.m.i. La dichiarazione dovrà essere corredata dalla fotocopia semplice di un documento di identità del sottoscrittore. 5

6 A.6) Dichiarazione di essere in regola con le norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili (Legge 68/99 art. 17 solo per le Imprese aventi sede o stabilimento in Italia) salvo il caso di non applicazione della suddetta norma per i seguenti motivi.. Qualora quanto dichiarato in sede di gara dall Operatore Economico Aggiudicatario non corrisponda a quanto risulta dagli accertamenti effettuati dalla Stazione Appaltante si procederà alla revoca dell aggiudicazione, all incameramento della cauzione provvisoria ed alle necessarie comunicazioni alle competenti autorità. A7) A pena di esclusione, dichiarazione resa dal legale rappresentante attestante sotto la propria responsabilità che: 1) l Impresa non versa in una delle cause di esclusione dagli appalti pubblici di cui all art. 38, comma 1 lett. i), D.Lgs. 163/06 s.m.i.; ovvero 2) sono in corso accertamenti amministrativi da parte degli Enti di competenza di cui al D.M e che la differenza tra quanto dovuto e quanto versato è da considerarsi non grave e comunque non superiore a 100,00. A.8) Dichiarazione, a pena di esclusione, di non versare nella causa di esclusione dagli appalti pubblici prevista dall'art. 38, comma 1, lett. m-quater) e che, pertanto non sussistono forme di controllo, ai sensi dell art del Codice Civile, con altri operatori economici partecipanti alla procedura e di aver formulato l offerta autonomamente; oppure di non essere a conoscenza della partecipazione alla medesima procedura di operatori economici che si trovano, in una delle situazioni di controllo ai sensi dell art del Codice Civile, e di aver formulato l offerta autonomamente; oppure, di essere a conoscenza della partecipazione alla medesima procedura di operatori economici che si trovano, in una delle situazioni di controllo ai sensi dell art del codice civile, e di aver formulato l offerta autonomamente. In tal caso il concorrente può produrre, in separata busta chiusa (busta D), i documenti utili a dimostrare che la situazione di controllo non ha influito sulla formulazione dell offerta. La Stazione Appaltante esclude dalla gara i concorrenti per i quali venga accertato che le relative offerte sono imputabili ad un unico centro decisionale, sulla base di univoci elementi. La verifica e l eventuale esclusione sono disposte dopo l apertura delle buste contenenti l offerta economica. 6

7 A.9) che l'impresa mantiene le seguenti posizioni previdenziali ed assicurative: INPS: sede di matricola n. (nel caso di iscrizione presso più sedi, indicarle tutte) INAIL: sede di matricola n. (nel caso di iscrizione presso più sedi, indicarle tutte); A.10) di aver preso conoscenza e di aver tenuto conto nella formulazione dell'offerta delle condizioni contrattuali e degli obblighi e degli oneri relativi alle disposizioni in materia di sicurezza, di assicurazione, di condizioni di lavoro e di previdenza e assistenza in vigore nel luogo dove devono essere eseguiti i servizi; B) di essere in possesso dei seguenti requisiti di capacità economico finanziaria e tecnico- organizzativi: a. pena l esclusione, fatturato globale d impresa degli ultimi tre esercizi sociali precedenti la data di pubblicazione del presente Bando ( ) non inferiore a complessivi ,00 Iva esclusa. b. pena l esclusione, fatturato specifico d impresa degli ultimi tre esercizi sociali precedenti la data di pubblicazione del presente Bando ( ) per servizi di pulizia svolti in istituti e luoghi di cultura pubblici e privati non inferiore a complessivi ,00 Iva esclusa. c. Due dichiarazioni bancarie contenenti un espresso riferimento alla gara d appalto di cui al presente bando, rilasciate in originale e contenute in apposite buste chiuse dalle quali risulti che il concorrente ha sempre fatto fronte ai propri impegni con regolarità e puntualità. Qualora l operatore economico concorrente, per giustificati motivi che debbono essere espressamente indicati, non sia in grado di presentare entrambe le referenze richieste può provare la propria capacità economica e finanziaria mediante la produzione del bilancio con nota di deposito dell ultimo esercizio finanziario dal quale risulti che la somma dei crediti esigibili entro l anno nonché le disponibilità liquide siano maggiori o uguali ai debiti esigibili entro l anno (art. 41, comma 3, D.Lgs. 163/06 s.m.i.). d. dichiarazione di disporre di attrezzatura e equipaggiamento tecnico idoneo a garantire la qualità del servizio; in caso di partecipazione alla gara in raggruppamento di imprese o consorzio ordinario, i requisiti di carattere generale devono essere posseduti da ciascuna impresa partecipante al raggruppamento o, in caso di consorzio, da tutte le imprese consorziate che partecipano alla gara; in caso di consorzi di cui all'art. 34, comma 1, lett. b) e c) del Codice dei Contratti, detti requisiti devono essere posseduti anche dalle imprese indicate come esecutrici dell'appalto; 7

8 con riferimento al requisito relativo all'iscrizione nel registro delle imprese o prefettizio, in ipotesi di consorzi di cui all'art. 34, lettere b) e c) del Codice dei contratti, il requisito deve essere posseduto dal consorzio stesso; in caso di raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario, già costituito o da costituirsi, si richiede quanto segue: il requisito relativo al fatturato globale deve essere soddisfatto dal raggruppamento o dal consorzio nel suo complesso con la precisazione che detti requisiti devono essere posseduti almeno al 40% dall'impresa capogruppo mandataria o indicata come tale nel caso di raggruppamento non ancora costituito oppure, in caso di consorzio, da una delle imprese consorziate che partecipano alla presente procedura di gara, mentre il restante 60% dovrà essere posseduto cumulativamente dalle mandanti o dalle imprese consorziate concorrenti. L'indicazione degli istituti di credito attestanti il possesso di idonee referenze bancarie deve essere resa da ciascun componente il RTI o consorziate esecutrici. In caso di Associazione Temporanea d Impresa Costituita o Costituenda, dichiarazione, in forma semplice, del legale rappresentante o procuratore dell Impresa mandataria contenente l indicazione delle parti e della quota del servizio che ogni operatore economico facente parte il Raggruppamento intende assumere. Si precisa a tal riguardo che, ai sensi dell art. 37, comma 13, del Decreto Legislativo 12 aprile 2006 n. 163 e s.m.i., i concorrenti riuniti in raggruppamento temporaneo devono eseguire le prestazioni nella percentuale corrispondente la quota di partecipazione al raggruppamento e devono possedere requisiti di qualificazione almeno pari a tale percentuale. Ai soggetti di cui all'art. 34, comma 1, lettere b) e c) del Codice dei contratti si applicano le disposizioni normative di cui all'art. 35 (Requisiti per la partecipazione dei consorzi alle gare) del medesimo Codice. Per le imprese che abbiano iniziato l'attività da meno di tre anni i requisiti di fatturato devono essere rapportati al periodo di attività [(fatturato richiesto / 3) x anni di attività]. Nella Busta A devono altresì essere inseriti: C. - Cauzione provvisoria, pena l esclusione, costituita secondo le forme e le modalità di cui all art. 1 della L. 348/82 s.m.i. e secondo le prescrizioni del D.M n. 123 di cui allo SCHEMA TIPO 1.1 del medesimo Decreto (GARANZIA FIDEIUSSORIA PER LA CAUZIONE PROVVISORIA) pari al 2% dell importo a base d asta pertanto corrispondente a 7.800,00 La fideiussione bancaria o assicurativa dovrà essere prestata, pena l esclusione dagli intermediari finanziari iscritti nell albo di cui all art. 106 del D.lgs. 385/93, che svolgono in via esclusiva o prevalente attività di rilascio di garanzie e che sono 8

9 sottoposti a revisione contabile da parte di una società di revisione iscritta all albo previsto dall art. 161 del D.Lgs 58/98. La fidejussione relativa alla cauzione provvisoria dovrà avere validità per almeno 180 giorni decorrenti dal termine ultimo di presentazione dell offerta. Deve contenere, pena l esclusione: (I) la clausola con cui il garante si obbliga ad effettuare il versamento della somma garantita all Ente Appaltante entro 15 giorni a semplice richiesta scritta; (II) la clausola di espressa rinuncia al beneficio della preventiva escussione di cui all art C.C.; (III) la clausola di rinuncia ad avvalersi del termine di cui all art C.C.; (IV) la clausola con cui il fideiussore si impegna, in caso di aggiudicazione della gara, a rilasciare la garanzia fideiussoria per l esecuzione del contratto di cui all art. 113 del D.Lgs 163/06 s.m.i. La mancanza della fidejussione comporterà l esclusione dalla gara. Si applica l art. 75, comma 7, D.Lgs. 163/2006 e s.m.i. D. Modello GAP debitamente compilato e corredato di timbro dell'impresa e firma del legale rappresentante E. - A pena di esclusione, ricevuta in originale del pagamento di 35,00 ovvero copia della stessa corredata da dichiarazione di autenticità e copia di un documento di identità in corso di validità, relativa al contributo da versare da parte dei concorrenti all Autorità di vigilanza dei contratti pubblici. (L. 266/2005, comma 67, deliberazione Autorità LL.PP 21 dicembre 2011 pubblicata sulla G.U.R.I. n. 30 del ). In caso di A.T.I., Consorzio o Geie tale ricevuta dovrà essere presentata dall impresa capogruppo. Per eseguire il pagamento, indipendentemente dalla modalità di versamento utilizzata, l operatore economico deve iscriversi on line al Servizio di Riscossione raggiungibile dalla homepage sul sito web dell Autorità (www.avcp.it), sezione Contributi in sede di gara, oppure sezione Servizi ed inserire il Codice Identificativo Gara: CIG B52 Il sistema consentirà il pagamento diretto mediante carta di credito oppure la produzione di un modello da presentare ad uno dei punti vendita Lottomatica Servizi, abilitati a ricevere il pagamento. Pertanto sono consentite le seguenti modalità di pagamento del contributo: - on line mediante carta di credito, allegando all offerta la ricevuta di pagamento; -in contanti, muniti del modello di pagamento rilasciato dal Servizio di riscossione, presso tutti i punti vendita della rete dei tabaccai lottisti abilitati al pagamento di bollette e bollettini, allegando all offerta lo scontrino rilasciato dal punto vendita. La Stazione Appaltante, a pena di esclusione dalla gara del partecipante, procederà al controllo dell'avvenuto pagamento, dell'esattezza dell'importo e della rispondenza del CIG B52 riportato sulla ricevuta del versamento con quello assegnato alla procedura in corso. Il versamento è unico ed effettuato dalla Impresa mandataria/delegataria: il relativo pagamento è eseguito da quest'ultima, 9

10 F. Eventuale dichiarazione di subappalto. Avvalimento: Il Concorrente che si avvale dell istituto di cui all art. 49 D.Lgs. 163/2006, dovrà inserire nella Busta A, a pena di esclusione, quanto riportato ai punti sottoindicati: a.1) dichiarazione attestante l avvalimento dei requisiti di capacità economica e finanziaria e capacità tecnica necessari per partecipare alla gara con l indicazione dell Impresa ausiliaria. a.2) dichiarazione, resa dal legale rappresentante o procuratore dell impresa ausiliaria e accompagnata a pena di esclusione da copia fotostatica di un valido documento d identità del sottoscrittore, attestante in capo all Impresa ausiliaria: a.2.1) il possesso dei requisiti di cui all art. 38 D.Lgs. 163/2006; nel caso di sentenza di condanna passata in giudicato, decreto penale di condanna divenuto irrevocabile oppure sentenza di applicazione della pena su richiesta ai sensi dell art. 444 c.p.p. riferita ad uno dei soggetti di cui all art. 38 comma 1 lett. c), compresi i soggetti cessati dalla carica nell anno antecedente la pubblicazione del presente bando, si dovrà farne segnalazione, indicando la causa specifica e la persona a cui si riferisce e, se si tratta di persona cessata dalla carica, dovranno essere indicate le attività di dissociazione svolte dall Impresa Ausiliaria. Tale dichiarazione va resa anche per i provvedimenti per i quali l interessato ha beneficiato della non menzione; a.2.2) l iscrizione nel registro delle Imprese o nel registro professionale dello Stato di appartenenza, indicando codice fiscale o partita IVA, denominazione/ragione/ditta, indirizzo; a.2.3) dichiarazione del legale rappresentante dell Impresa ausiliaria con la quale si obbliga a mettere a disposizione verso il concorrente e verso il Museo dell Automobile, per tutta la durata del contratto, le risorse necessarie; a.2.4) dichiarazione di non partecipazione alla presente gara in proprio o in associazione o consorzio con altre imprese partecipanti alla gara; a.2.5) contratto (in originale o copia autenticata) con il quale l Impresa ausiliaria si obbliga nei confronti del concorrente a fornire i requisiti e a mettere a disposizione le risorse necessarie per tutta la durata dell appalto; in alternativa a quanto richiesto al precedente punto a.2.5), nel caso di imprese partecipanti allo stesso gruppo, l Impresa Concorrente deve presentare una dichiarazione sostitutiva con la quale si attesta il legame giuridico ed economico esistente nel gruppo. Si precisa inoltre quanto segue: non è consentita la contemporanea partecipazione, in qualsiasi forma, dell Impresa ausiliaria e del Concorrente che si avvale dei requisiti, a pena di esclusione di entrambe le offerte; parimenti non è consentito che della stessa Impresa si avvalga più di un concorrente, a pena di esclusione di tutte le offerte presentate. 10

11 I requisiti di capacità economico-finanziaria e tecnico - organizzativa saranno oggetto di verifica ai sensi dell art. 48 del D.lgs. 163/2006. A tal fine i partecipanti alla presente procedura dovranno precostituire i seguenti documenti comprovanti il possesso dei requisiti autocertificati nella domanda di partecipazione: a) Copia conforme all originale dei bilanci ordinari degli ultimi tre esercizi sociali precedenti la data di pubblicazione del presente Bando depositati presso l ufficio del registro delle imprese. b) Copia conforme all originale dei contratti e delle fatture relative alle commesse dichiarate. La presentazione di tali documenti sarà richiesta ai concorrenti sorteggiati i quali dovranno presentarli al Museo dell Automobile, a pena di esclusione, entro dieci giorni dalla data della richiesta. La richiesta di cui sopra sarà altresì inoltrata, entro dieci giorni dalla conclusione delle operazioni di gara, anche all aggiudicatario e al concorrente che segue in graduatoria, qualora gli stessi non siano compresi tra i concorrenti sorteggiati. ART. 4.2 OFFERTA TECNICA. La Busta B Documentazione Tecnica deve contenere a pena di esclusione la relazione tecnica redatta in lingua italiana con indicato quanto segue: A) organizzazione generale del servizio. B) qualità del servizio. L offerta tecnico qualitativa dovrà essere timbrata e firmata in ogni sua pagina dal legale rappresentante del concorrente. Le pagine che compongono l offerta tecnica dovranno essere numerate progressivamente e non dovranno superare 30 pagine scritte in un solo fronte in formato A4, ad esclusione dell indice e degli allegati contenenti le schede tecniche ed eventuale curriculum del personale. A garanzia della par condicio, le relazioni che presenteranno un numero di pagine superiore ai limiti sopra indicati, saranno valutate esclusivamente sulla base di quanto offerto nei predetti limiti; pertanto, le maggiori pagine non saranno prese in considerazione. La relazione, infine, dovrà indicare espressamente le parti dell offerta tecnica contenenti eventuali informazioni riservate e/o segreti tecnici e/o commerciali che necessitano di adeguata e puntuale tutela in caso di accesso ai sensi dell art. 13 o dell art. 79 del D.Lgs n. 163/06 s.m.i., con la specificazione che la valutazione finale sulla segretezza e/o riservatezza è demandata alla Stazione appaltante. L operatore economico concorrente, comunque, non potrà considerare riservata e/o segretata l intera relazione. In caso di raggruppamento o di consorzi non formalmente costituiti, la relazione dovrà essere sottoscritta da tutti gli operatori economici che costituiranno il 11

12 raggruppamento o il consorzio. ART OFFERTA ECONOMICA. L Operatore Economico Concorrente deve inserire nella busta C con la dicitura OFFERTA ECONOMICA l Offerta Economica, apponendo sulla medesima una marca da bollo da 16,00 indicando espressamente, a pena di esclusione, la seguente documentazione: - importo complessivo offerto per la prestazione del servizio in oggetto, al netto degli oneri fiscali e la specifica dell importo offerto per i primi due anni e per l eventuale terzo anno aggiuntivo; in caso di discordanza tra l'importo espresso in cifre e l'importo complessivo espresso in lettere prevarrà il prezzo complessivo espresso in lettere; - Ai sensi dell art. 286 comma 3 del D.P.R. 207/2010 s.m.i., dovrà essere indicata la composizione del prezzo con riferimento al numero e alla qualifica degli addetti impiegati, al numero delle ore annue prestate dal personale addetto ed ai costi per macchinari, attrezzature e prodotti. L offerta economica dovrà essere sottoscritta dal legale rappresentante dell impresa. In caso di raggruppamento o di consorzi non formalmente costituiti, la relazione dovrà essere sottoscritta da tutti gli operatori economici che costituiranno il raggruppamento o il consorzio. Art. 5 Subappalto. È consentito all'appaltatore l'affidamento in subappalto del servizio oggetto del presente appalto ai sensi e con le modalità di cui all'art. 118 del D.Lgs. 163/2006. Qualora l'impresa intenda, in caso di aggiudicazione, affidare in subappalto parte del servizio oggetto di appalto, deve produrre apposita dichiarazione nella Busta C contenente la precisa indicazione della parte del servizio che l'offerente intende subappaltare, tenendo conto che la percentuale complessiva subappaltabile non può essere superiore al limite del 30% dell'importo di contratto. Il subappalto dichiarato in sede di offerta deve necessariamente essere autorizzato dall'amministrazione appaltante prima che inizi il servizio. L'impresa aggiudicataria rimarrà unica responsabile nei confronti dell'amministrazione appaltante per l'esecuzione degli obblighi contrattuali e per le azioni, fatti, omissioni o negligenza da parte dei subappaltatori. Non saranno ritenute valide le dichiarazioni di subappalto che non indichino esattamente la parte del servizio che l'offerente intende subappaltare oppure non forniscano indicazioni quantitative richieste. Non potrà essere rilasciata l'autorizzazione al subappalto nel caso in cui la dichiarazione risulti irregolare. La dichiarazione di subappalto, redatta secondo le modalità indicate, va inserita nella busta contenente l'offerta economica. 12

13 Art. 6 - Modalità di aggiudicazione. L'aggiudicazione dell'appalto avverrà con il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa, secondo quanto disposto dall'art. 83 del D.Lgs. 163/2006, valutata in base ai seguenti elementi: Offerta tecnico qualitativa: massimo punti 60,00 Prezzo: massimo punti 40,00 Non sono ammesse offerte alla pari, in aumento, indeterminate, varianti, parziali, plurime, condizionate, incomplete, pari a zero. L attribuzione di massimo 60 punti per la parte qualitativa, sarà effettuata in base ai seguenti elementi: Organizzazione generale del servizio max 30 punti a) caratteristiche principali e struttura organizzativa dell offerente predisposta per la esecuzione dell appalto: max 15 punti b) proposta organizzativa specifica per lo svolgimento del servizio: max 15 punti Qualità del servizio max 30 punti d) formazione del personale: max 6 punti e) misure di riduzione dell impatto ambientale del servizio: max 6 punti f) dotazione tecnica del personale (presidi antinfortunistici e attrezzatura): max 6 punti g) procedure di controllo del servizio: max 6 punti. h) le eventuali metodologie innovative e/o aggiuntive attuabili rispetto alle prescrizioni di capitolato: max 6 punti. Ai sensi dell art. 286, comma 4 del D.P.R. 207/2010, l'attribuzione dei punteggi a ciascun criterio e sub-criterio dell'offerta Tecnica avviene assegnando un coefficiente compreso tra 0 e 1, espresso in valori centesimali, a ciascun elemento dell'offerta tecnica. Il coefficiente è pari a zero in corrispondenza della prestazione minima possibile. Il coefficiente è pari ad 1 in corrispondenza della prestazione massima offerta. La somma dei prodotti dei singoli coefficienti, assegnati con il punteggio massimo corrispondente, determina il punteggio totale attribuito all'offerta Tecnica. Per la valutazione della componente economica dell offerta, sarà utilizzata la formula prevista al comma 6 del citato art. 286 e precisamente: Ci = (Pb Pi)/ (Pb Pm) Dove 13

14 Cii = coefficiente attribuito al concorrente esimo (max punti.) Pb = prezzo a base di gara Pi = prezzo offerto dal concorrente esimo Pm = prezzo minimo offerto dai concorrenti Al prezzo più vantaggioso sarà attribuito il punteggio massimo previsto (punti 40). Agli altri prezzi, punteggi inversamente proporzionali secondo la formula sopra indicata. L'aggiudicazione verrà disposta nei confronti del soggetto che avrà presentato l'offerta economicamente più vantaggiosa, e cioè che avrà ottenuto il punteggio complessivo più alto, a seguito della somma dei diversi punteggi parziali attribuiti. A parità di punteggio complessivo sarà preferita l'offerta del concorrente che ha ottenuto la maggiore valutazione nell'offerta economica. In caso di parità di punteggio, l'individuazione dell'impresa aggiudicataria avverrà mediante estrazione a sorte in seduta pubblica. Non saranno ammesse offerte in aumento, parziali o comunque condizionate. L appalto potrà essere aggiudicato anche in presenza di una sola offerta, purchè valida e congrua. Il Museo si riserva comunque di non pervenire all'aggiudicazione a suo insindacabile giudizio, senza che i concorrenti possano avere nulla a che pretendere. Le offerte saranno valutate da una Commissione giudicatrice appositamente incaricata dal Museo. Art. 7 Svolgimento operazioni di gara. L'apertura dei plichi contenenti l offerta pervenuti in tempo utile, avverrà nella seduta pubblica del giorno 28 aprile 2014 ore 10:00 presso il Museo Nazionale dell Automobile Avv. Giovanni Agnelli in Corso Unità d Italia n. 40 Torino. La Commissione di gara procederà ai seguenti adempimenti: verifica della regolarità dei plichi pervenuti; apertura dei plichi principali ed esame volto a verificare che al loro interno siano presenti le buste "A" e "B" e "C". Apertura della busta "A " ed esame volto alla verifica della documentazione in essa contenuta sia per i singoli operatori economici che per i raggruppamenti e i consorzi. Ai sensi dell art. 120, comma 2, come modificato dalla Legge n. 94 del ed in ossequio a recenti orientamenti giurisprudenziali (cfr. Consiglio di Stato Adunanza Plenaria - sentenza n. 13), la Commissione Giudicatrice, prima di esaminare 14

15 e conseguentemente valutare, in seduta riservata le offerte tecniche, procederà, in pubblica seduta, all apertura dei plichi contenenti le medesime, (buste B ) limitandosi ad esaminare il contenuto delle stesse al fine di effettuare un controllo preliminare degli atti e di garantire la massima trasparenza sulle operazioni di gara. La Commissione, quindi, in seduta riservata, proseguirà all'esame ed alla valutazione delle offerte tecniche, nonché all'attribuzione dei punteggi parziali. La Stazione Appaltante provvederà quindi a comunicare ai partecipanti il giorno in cui si terrà la seduta pubblica per l apertura delle offerte economiche. In seduta pubblica la Commissione, previa lettura dei punteggi attribuiti alle offerte tecniche, provvederà ad aprire le buste "C" relative all'offerta economica ed alla lettura dei prezzi offerti. Quindi la Commissione procederà all'esame delle offerte economiche presentate nonché all'attribuzione del punteggio secondo quanto previsto in Disciplinare e alla verifica dell'esistenza di eventuali offerte anormalmente basse. In caso di parità tra concorrenti, la graduatoria sarà formata privilegiando il concorrente che ha ottenuto il punteggio tecnico superiore. Nel caso di ulteriore parità, si procederà a sorteggio. Infine la Commissione procederà alla formulazione della graduatoria provvisoria. Art. 8 Offerte anormalmente basse. La valutazione della congruità dell'offerta sarà effettuata dalla Commissione per quelle offerte in cui sia i punti relativi al prezzo, sia alla somma dei punti relativi agli altri elementi di valutazione, siano entrambi pari o superiori ai 4/5 dei corrispondenti punti massimi previsti (art. 86, comma 2, del Codice dei contratti). La Commissione inviterà il concorrente a fornire, entro il termine di dieci giorni dalla data di ricevimento della richiesta, le giustificazioni in merito agli elementi costitutivi dell'offerta medesima. Successivamente, ai sensi e con le modalità di cui all'art. 88 del Codice dei contratti, la Commissione acquisiti i chiarimenti e le giustificazioni, pronuncia l'esclusione della offerta ritenuta eventualmente non congrua. Ai sensi dell'art. 88, comma 7 del Codice dei contratti, la Commissione sottoporrà a verifica la prima migliore offerta, se la stessa appare anormalmente bassa e, se la esclude, procederà nella stessa maniera progressivamente nei confronti delle successive migliori offerte, non oltre la quinta, fino ad individuare la migliore offerta non anomala. Art. 9. Adempimenti necessari all aggiudicazione ed alla stipulazione del contratto. Il Museo dell Automobile, ricevuti i verbali di seduta della Commissione, procede, nei confronti del primo e del secondo classificato, alla aggiudicazione provvisoria ed alla verifica del possesso dei requisiti generali, economico/finanziari e tecnico/professionali richiesti per la partecipazione alla 15

16 procedura di gara. Nell'ipotesi che l'appalto non possa essere aggiudicato a favore del concorrente classificato al primo posto della graduatoria provvisoria, lo stesso verrà aggiudicato al concorrente secondo classificato. L'impresa aggiudicataria dovrà a tal fine rendere la seguente ulteriore documentazione: - la cauzione definitiva ai sensi dell'art. 113 del D.Lgs. n. 163/2006 e ss.mm.ii.; - copia conforme all originale dei bilanci ordinari degli ultimi tre esercizi sociali precedenti la data di pubblicazione del presente Bando depositati presso l ufficio del registro delle imprese. - copia conforme all originale dei contratti e delle fatture relative alle commesse dichiarate. L'aggiudicazione sarà perfetta ed efficace in via definitiva soltanto dopo che la Stazione Appaltante avrà effettuato con esito positivo le verifiche ed i controlli in capo all'aggiudicatario. Il contratto sarà stipulato non prima della decorrenza del termine fissato dal comma 10 dell'articolo 11 del D.Lgs. n. 163/2006 e ss.mm.ii. Qualora la ditta aggiudicataria non provveda a sottoscrivere il contratto, il Museo potrà dichiarare, senza necessità di messa in mora, la decadenza dall'aggiudicazione, incamerando la cauzione provvisoria, salvo il maggior danno. Art. 10 CAUZIONE DEFINITIVA A copertura degli oneri per il mancato o inesatto adempimento di quanto previsto nel presente Capitolato, compresi gli inadempimenti per i quali sono previste le penali, la ditta aggiudicataria dovrà provvedere alla costituzione di una cauzione definitiva pari al 10% dell importo contrattuale, ai sensi dell art. 113 c. 1 d.lgs. 163/2006 e s.m.i., mediante fidejussione bancaria o polizza fidejussoria, ai sensi della vigente normativa. La fidejussione ovvero la polizza fidejussoria dovrà prevedere la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, la rinuncia all'eccezione di cui all'art. 1957, comma 2 del Codice Civile, nonché l'operatività della garanzia medesima entro quindici giorni, a semplice richiesta scritta del Museo. La cauzione definitiva verrà progressivamente svincolata ai sensi dell'art. 113 del D.Lgs. n. 163/2006 fino al 75% dell'iniziale importo garantito. Qualora l'ammontare della garanzia dovesse ridursi per effetto dell'applicazione delle penali o per qualsiasi altra causa, l'impresa aggiudicataria dovrà provvedere al reintegro entro il termine di dieci giorni dal ricevimento della relativa richiesta effettuata dall'amministrazione. Nel caso in cui l'impresa appaltatrice non provveda entro il termine prescritto, verrà applicata una penale come prevista nel Capitolato speciale di appalto. 16

17 Trascorsi inutilmente ulteriori 30 giorni, il Museo, oltre all'applicazione della penale, provvederà a trattenere dal corrispettivo dovuto all'impresa, l'importo delle penali e della cauzione da reintegrare. Inoltre, l Appaltatore avrà l obbligo di adeguare proporzionalmente la cauzione definitiva, nel caso di eventuale affidamento di servizi analoghi successivamente alla scadenza del contratto ai sensi dell art. 57 comma 5 lett. b) del D.Lgs. 163/06 s.m.i. Art.11 - DISPOSIZIONI VARIE a) l'amministrazione si riserva la facoltà di invitare i concorrenti a chiarire il contenuto delle dichiarazioni presentate, nel rispetto e nei limiti di cui agli artt. 46 del D.Lgs. n. 163/06 s.m.i. e 43 DIR 2004/18/CE; b) tutte le spese contrattuali - bolli, imposta di registro - sono a carico esclusivo dell operatore economico aggiudicatario, senza diritto di rivalsa. Si informano gli operatori economici concorrenti che ai sensi dell art. 34, comma 35 della L. 17/12/2012 n. 221, le spese di pubblicazione del bando di gara di cui al secondo periodo del comma 7 dell art. 66 del D.Lgs 163/06 s.m.i., (pubblicazione dell estratto su due quotidiani a diffusione nazionale e su due a maggiore diffusione locale), saranno rimborsate alla Stazione Appaltante dall aggiudicatario entro il termine di sessanta giorni dall aggiudicazione. L esatto corrispettivo sarà pubblicato a breve sul sito internet c) ai sensi del D.Lgs 196/03 s.m.i. in ordine al procedimento instaurato da questo bando si informa che: 1) le finalità cui sono destinati i dati raccolti ineriscono la scelta del contraente; le modalità di trattamento ineriscono la procedura concorsuale per l'affidamento del servizio oggetto del presente bando; 2) il conferimento dei dati ha natura facoltativa e si configura più esattamente come onere, nel senso che il concorrente se intende partecipare alla gara o aggiudicarsi l'appalto deve rendere la documentazione richiesta dall'amministrazione aggiudicatrice in base alla vigente normativa; 3) la conseguenza di un eventuale rifiuto di rispondere consiste nell'esclusione dalla gara o nella decadenza dell'aggiudicazione; 4) i soggetti o le categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati sono: 1) il personale interno dell'amministrazione che cura il procedimento; 2) i concorrenti che partecipano alla seduta pubblica di gara; 3) ogni altro soggetto che abbia interesse ai sensi della L. 241/90 e L.R. 7/05; 5) i diritti spettanti all'interessato sono quelli di cui all'art. 13 della D.lgs. 196/03 medesimo, cui si rinvia; 6) soggetto attivo titolare della raccolta dei dati è l'amministrazione aggiudicatrice; d) Per quanto non esplicitamente detto nel presente bando di gara, si richiamano: 17

18 - il R.D n. 2440; - il Regolamento per la Contabilità Generale dello Stato approvato con R.D n. 827; - il Capitolato Speciale di Appalto; - la Direttiva 2004/18/ CE; - il D.Lgs. n. 163/06 s.m.i.; - il D.P.R. n. 207/2010 s.m.i.; - tutte le altre disposizioni nazionali e comunitarie vigenti in materia; - il Codice Civile. e) Compilazione MODULO RICHIESTA DURC : al concorrente che risulterà primo in graduatoria ed aggiudicatario provvisorio dell appalto in oggetto è fatto obbligo, entro e non oltre 5 giorni lavorativi dall aggiudicazione provvisoria, compilare il MODULO RICHIESTA DURC/SERVIZI contenente i dati necessari per la richiesta del DURC da parte della Stazione Appaltante. Il modello è scaricabile dal sito internet sezione bandi di gara, link Moduli Richiesta Durc. Il MODULO RICHIESTA DURC/ SERVIZI deve essere datato e firmato dal titolare o dal legale rappresentante dell impresa aggiudicataria. Nel caso di associazione temporanea, di consorzio o GEIE ciascuna impresa facente parte il raggruppamento aggiudicatario deve compilare il MODULO RICHIESTA DURC/ SERVIZI ed inviarlo, datato e firmato dal titolare o dal legale rappresentante, entro e non oltre 5 giorni lavorativi dall aggiudicazione provvisoria. Le imprese in possesso di firma digitale possono firmare digitalmente il MODULO RICHIESTA DURC/ SERVIZI secondo le modalità precedentemente indicate, ed inviarlo alla casella di posta elettronica certificata le imprese non in possesso di firma digitale debbono inviare il MODULO RICHIESTA DURC/ SERVIZI mediante fax al numero 011/ Art. 12 Richiesta di eventuali chiarimenti. Tutti gli operatori economici interessati potranno richiedere eventuali chiarimenti, di natura amministrativo / procedurale, inerenti alla presente procedura di gara, esclusivamente in forma scritta e tramite e mail, ai seguenti punti di contatto: Museo Nazionale dell Automobile, C.so Unità d Italia 40, TORINO, Posta elettronica: Le risposte agli eventuali chiarimenti e le informazioni sostanziali e di carattere generale in merito alla presente procedura saranno pubblicati, in forma anonima, sul sito internet nella apposita sezione relativa al bando di gara sotto la voce "FAQ", entro i quattro giorni lavorativi successivi a quello di ricezione delle 18

19 mail. Le informazioni potranno essere richieste fino a 6 giorni antecedenti al termine fissato per la presentazione delle offerte ai sensi dell'art. 71, comma 2, del D. Lgs 163/2006. A norma dell'art. 8 della legge 7 agosto 1990 n. 241 si informa che il Responsabile unico del procedimento è: Rodolfo Gaffino Rossi 19

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA. PREORDINATA ALL AFFIDAMENTO AI SENSI DEL D. LGS. 163/06 DEI SERVIZI DI PULIZIA DEI LOCALI, DEGLI IMPIANTI SPORTIVI E DELLE ATTREZZATURE PRESSO IL CENTRO SPORTIVO DELLA

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 1 ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 www.plusogliastra.it plusogliastra@pec.it ISTANZA DI PARTECIPAZIONE LOTTO DESCRIZIONE BARRARE IL LOTTO

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE (BI) PER L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI RIF. CIG 03506093B2

BUSINESS INTELLIGENCE (BI) PER L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI RIF. CIG 03506093B2 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA SPECIALISTICA E DEI SERVIZI DI SVILUPPO, MANUTENZIONE ED EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI BUSINESS PROCESS MANAGEMENT (BPM) E DI BUSINESS

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO Modello B Comune di Saluzzo Via Macallè, 9 12037 SALUZZO PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DELLA POLIZZA DI ASSICURAZIONE A FAVORE DEL COMUNE DI SALUZZO RELATIVA A INCENDIO E ALTRI EVENTI, FURTO E

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA (Norme Integrative al bando di gara mediante procedura aperta)

DISCIPLINARE DI GARA (Norme Integrative al bando di gara mediante procedura aperta) AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Ospedale S. Carlo di Potenza Ospedale S. Francesco di Paola di Pescopagano Via Potito Petrone 85100 Potenza Codice Fiscale e Partita IVA 01186830764 DISCIPLINARE

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

CITTA DELLA DISFIDA Medaglia d oro al merito civile e militare

CITTA DELLA DISFIDA Medaglia d oro al merito civile e militare COMUNE DI BARLETTA CITTA DELLA DISFIDA Medaglia d oro al merito civile e militare BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA N. 1/2009 Il Comune di Barletta, in esecuzione della Determinazione Dirigenziale n.

Dettagli

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale).

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). Allegato al MOD. PRES. Mod. DICH/14. DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). DELLA IMPRESA (denominazione e ragione sociale). SEDE LEGALE

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42

Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42 Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42 1 DISCIPLINARE DI GARA GARA EUROPEA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

Il Presidente. Pavia, 15 aprile 2015. EB/dc Prot. Spett.le. Alla cortese attenzione Sig. via fax. anticipata via mail a

Il Presidente. Pavia, 15 aprile 2015. EB/dc Prot. Spett.le. Alla cortese attenzione Sig. via fax. anticipata via mail a Il Presidente Pavia, 15 aprile 2015 EB/dc Prot. Spett.le Alla cortese attenzione Sig. via fax anticipata via mail a OGGETTO: Procedura negoziata per l affidamento del servizio di copertura assicurativa

Dettagli

SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti

SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti PROCEDURA APERTA n. 121/2009 Disciplinare di gara per l appalto, in quattro lotti, del servizio di pulizia, disinfezione ed

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CROTONE Prot. n. 25161 del 21/05/2012 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Fornitura di Prodotti Disinfestanti e Derattizzanti

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS

COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS UFFICIO LAVORI PUBBLICI LAVÔRS PUBLICS Tel. 0432 99 20 21 - Fax 0432 99 20 51 lavori.pubblici@com-gonars.regione.fvg.it

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra-

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra- . ROMA CAPITALE BANDO DI GARA D'APPALTO SEZIONE I) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale - Dipartimento Risorse Economiche - Direzione per la

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI AUTOMEZZI, MACCHINARI ED ATTREZZATURE, ALLESTITE PER USO PROTEZIONE CIVILE, ATTE A COSTITUIRE PARTE DELLA COLONNA MOBILE PER IL SERVIZIO PROTEZIONE

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

C O M U N E D I M O D I C A

C O M U N E D I M O D I C A C O M U N E D I M O D I C A XI SETTORE Sezione 1 a - Manutenzione Strade e Illuminazione BANDO DI GARA Ai fini del presente bando-disciplinare si intende per: - CODICE : il D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA AL COMUNE DI OLGIATE MOLGORA VIA STAZIONE 20 - OLGIATE MOLGORA (LC) GARA A PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA E TRASPORTO

Dettagli

AL COMUNE DI CARPENEDOLO SERVIZI ALLA PERSONA PRESENTAZIONE DELL OFFERTA

AL COMUNE DI CARPENEDOLO SERVIZI ALLA PERSONA PRESENTAZIONE DELL OFFERTA AL COMUNE DI CARPENEDOLO SERVIZI ALLA PERSONA Mod. PRES 1. PRESENTAZIONE DELL OFFERTA Per la pubblica gara avente ad oggetto Procedura aperta per l affidamento del servizio di assistenza ad personam Periodo

Dettagli

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a 150.000 euro ed inferiore a 1.000.000 euro 1 Sommario 1. Oggetto,

Dettagli

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE Importo superiore a 150.000 euro ed inferiore a 1.000.000 euro 1 Sommario 1. Oggetto, durata ed importo dell appalto...

Dettagli

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 Disciplinare di gara pubblica per l affidamento dei servizi di trasporto funzionali all espletamento

Dettagli

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA. All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA. All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari ISTANZA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari CIG: 55637729E4 Procedura aperta per l affidamento del servizio di raccolta,

Dettagli

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO R E G I O N E V E N E T O R E J O N V E N E T O P R O V I N C I A D I B E L L U N O P R O V I N Z I A D E B E L U N COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO CAP 32043 Corso Italia, 33 Tel. 0436 4291

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia di edifici 2015/S 124-228385. Avviso di gara Settori speciali. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia di edifici 2015/S 124-228385. Avviso di gara Settori speciali. Servizi 1/10 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:228385-2015:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia di edifici 2015/S 124-228385 Avviso di gara Settori speciali Servizi Direttiva

Dettagli

Disciplinare di gara PREMESSO:

Disciplinare di gara PREMESSO: DISCIPLINARE DI GARA TELEMATICA PER L AFFIDAMENTO IN VIA NON ESCLUSIVA DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER L ANALISI, LA COPERTURA E LA GESTIONE DEI RISCHI RIGUARDANTI POLIZZE DI INTERESSE DELLA

Dettagli

CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI, FORNITURE E SERVIZI D. Lgs. 163/06 e s.m.i. SINTESI. (Aggiornato al 1 gennaio 2008)

CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI, FORNITURE E SERVIZI D. Lgs. 163/06 e s.m.i. SINTESI. (Aggiornato al 1 gennaio 2008) Amministrazione Centrale Direzione Affari Contrattuali e Patrimoniali CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI, FORNITURE E SERVIZI D. Lgs. 163/06 e s.m.i. SINTESI (Aggiornato al 1 gennaio 2008)

Dettagli

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 MOD. 2 - Busta A AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara Oggetto: Procedura aperta per la fornitura di generatori di molibdeno tecnezio per l U.O.C. di Medicina Nucleare

Dettagli

Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C

Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE La dichiarazione che segue deve essere resa dall Impresa concorrente completa

Dettagli

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano.

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Prot. n. 5789 Bordano, 04.12.2014 POR FESR 2007 2013 Obiettivo

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

STA ST Z A IO Z N IO E U

STA ST Z A IO Z N IO E U MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI PROVVEDITORATO INTERREGIONALE PER LE OPERE PUBBLICHE CAMPANIA MOLISE UFFICIO DIRIGENZIALE V UFFICIO TECNICO III UNITA OPERATIVA DI CASERTA Via Cesare Battisti

Dettagli

Provincia di Belluno DIREZIONE GENERALE SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI, ESPROPRI.

Provincia di Belluno DIREZIONE GENERALE SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI, ESPROPRI. Provincia di Belluno DIREZIONE GENERALE SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI, ESPROPRI. Prot. n. 41227/app del 21/06/2007 PUBBLICO INCANTO (PROCEDURA APERTA) PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO DELLE OPERE

Dettagli

MODELLO D - DICHIARAZIONI PROGETTISTI MANDANTI R.T.I. o di cui si AVVALE IL CONCORRENTE

MODELLO D - DICHIARAZIONI PROGETTISTI MANDANTI R.T.I. o di cui si AVVALE IL CONCORRENTE Al Comune di Lamporecchio Ufficio Tecnico Lavori Pubblici - Piazza Berni, 1-51035 Lamporecchio (PT) OGGETTO: CONCESSIONE DEI LAVORI DI COSTRUZIONE E GESTIONE DI UN IMPIANTO DI TELERISCALDAMENTO ALIMENTATO

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

Spett.le * * * Si invita a far pervenire, esclusivamente a mezzo raccomandata o posta celere oppure consegnato a mano, presso

Spett.le * * * Si invita a far pervenire, esclusivamente a mezzo raccomandata o posta celere oppure consegnato a mano, presso LETTERA INVITO A TRATTATIVA PRIVATA APERTA per Fornitura di Servizi di TRASLOCO di mobili e documenti da ufficio da Roma, Via Cristoforo Colombo 283/A (8 piano) a Roma, Quintino Sella, 42, CIG: Z9C0C2C891

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA UNICA MISTA E DI CASSA

DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA UNICA MISTA E DI CASSA DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA UNICA MISTA E DI CASSA Art. 1 - Oggetto Il presente disciplinare di gara ha per oggetto le norme di partecipazione alla successiva gara,

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito ALLEGATO 1 Via A. Picco Oggetto: istanza di ammissione alla gara relativa servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria delle macchine operatrici di ACAM Ambiente s.p.a.. Il sottoscritto...., nato

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C Il presente concorso è disciplinato dalla Direttiva 2004/18/CE. I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI

Dettagli

LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE

LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE IN PROVINCIA DI COMO ED. 2009 Coordinamento del progetto: Osservatorio Territoriale per la provincia di Como per le Imprese di pulizia In collaborazione

Dettagli

PALAZZO BROLETTO PIAZZA PAOLO VI, 29 BANDO DI GARA

PALAZZO BROLETTO PIAZZA PAOLO VI, 29 BANDO DI GARA Settore Contratti e Appalti Tel. 030-3749968 3749907 per info. tecniche Tel. 030-3749341 Fax. 030-3749211 per inf. amministrat. www.provincia.brescia.it (bandi di gara) PALAZZO BROLETTO PIAZZA PAOLO VI,

Dettagli

I-Roma: Servizi di pulizia di uffici 2010/S 139-214139 BANDO DI GARA. Servizi

I-Roma: Servizi di pulizia di uffici 2010/S 139-214139 BANDO DI GARA. Servizi GU/S S139 21/07/2010 214139-2010-IT Stati membri - Appalto di servizi - Avviso di gara - Procedura aperta 1/4 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:214139-2010:text:it:html I-Roma:

Dettagli

COMUNE DI FORCE. (Provincia Ascoli Piceno)

COMUNE DI FORCE. (Provincia Ascoli Piceno) COMUNE DI FORCE PROT. N. 5794 del 15 dicembre 2014 (Provincia Ascoli Piceno) BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE - AI SENSI DELL ART. 30 DEL D.LGS. 163/2006 - DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA AVVISO PUBBLICO E DISCIPLINARE DI GARA D APPALTO Affidamento di servizio di cui all allegato II B Art. 20 D. Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. Affidamento di n. 1 azione progettuale denominata Sportello sociale

Dettagli

A.R.T.E. GENOVA BANDO DI GARA D APPALTO DI SERVIZI

A.R.T.E. GENOVA BANDO DI GARA D APPALTO DI SERVIZI A.R.T.E. GENOVA BANDO DI GARA D APPALTO DI SERVIZI I.1) STAZIONE APPALTANTE: A.R.T.E. Azienda Regionale Territoriale per l Edilizia della Provincia di Genova via B. Castello civ.3 16121 Genova tel. 010.53901

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO QUESITO n. 1 con riferimento all'elenco dei servizi analoghi prestati nell'ultimo triennio (2004/2005/2006) volevo cortesemente sapere se i certificati di buona esecuzione rilasciati dai committenti devono

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA Oggetto: Affidamento, mediante appalto integrato e con procedura aperta, degli interventi per la Valorizzazione

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544. Avviso di gara Settori speciali. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544. Avviso di gara Settori speciali. Servizi 1/19 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:218544-2015:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544 Avviso di gara Settori speciali Servizi Direttiva 2004/17/CE

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA D ATTO NOTORIO Autodichiarazioni a comprova requisiti soggettivi 1

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA D ATTO NOTORIO Autodichiarazioni a comprova requisiti soggettivi 1 Spett.le VERITAS SPA APPROVVIGIONAMENTI BENI E SERVIZI Via Porto di Cavergnago 99 30173 MESTRE VE acquisti@cert.gruppoveritas.it DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA D ATTO NOTORIO Autodichiarazioni a comprova requisiti

Dettagli

ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F.

ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F. ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F. 96154220584 BANDO PER ISTITUZIONE ELENCO IMPRESE DA INVITARE ALLE

Dettagli

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate.

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate. Roma, 5 marzo 2010 AREA COORDINAMENTO AFFARI AMMINISTRATIVI Ufficio Affari Amministrativi Contabilità e Bilancio Prot. UAA-AIFA F.3./a.23734/P OGGETTO: Gara d appalto mediante cottimo fiduciario per l

Dettagli

Le domande di partecipazione o le candidature vanno inviate a. I.3) Concessione di un appalto a nome di altri enti aggiudicatori

Le domande di partecipazione o le candidature vanno inviate a. I.3) Concessione di un appalto a nome di altri enti aggiudicatori Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea 2, rue Mercier, 2985 Luxembourg, Lussemburgo Fax: +352 29 29 42 670 Posta elettronica: ojs@publications.europa.eu

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Paragrafo 1a D ATI GENERALI (singoli professionisti) Cognome e nome Comune di nascita Comune di Residenza Codice Fiscale Data Indirizzo Partita IVA Titolo di Studio Iscritto all'ordine/collegio Provincia

Dettagli

BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti Erogatori di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio

BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti Erogatori di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio Aprile 2011 INDICE 1. ACCESSO ALLA PROCEDURA... 1 2. INSERIMENTO DATI...

Dettagli

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO La Dichiarazione Sostitutiva di Atto Notorio, da compilarsi in caso di Offerta Segreta o Offerta

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE Allegato A) DOMANDA DI PARTECIPAZIONE (REDATTA AI SENSI DEL D.P.R. 28.12.2000, N. 445) ------ OGGETTO: CONTRATTO AI SENSI DELL ART. 153, COMMI 1-14, DEL D.LGS. N. 163/2006 (FINANZA DI PROGETTO) DI COSTRUZIONE

Dettagli

ALBO FORNITORI GTT - DOMANDA DI AMMISSIONE

ALBO FORNITORI GTT - DOMANDA DI AMMISSIONE Allegato 1 - Domanda di ammissione ALBO FORNITORI GTT - DOMANDA DI AMMISSIONE DICHIARAZIONE (da rendere da parte dei soggetti a ciò tenuti e accompagnata dalla copia di un documento di identità personale

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

INSIEL Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con socio unico Sede Legale: Trieste, Via San Francesco d Assisi n.

INSIEL Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con socio unico Sede Legale: Trieste, Via San Francesco d Assisi n. CIG 60528780F1 Pag.1 di 34 INSIEL Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con socio unico Sede Legale: Trieste, Via San Francesco d Assisi n. 43 GE 08-14 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DEL D.LGS.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Requisiti di ammissibilità al contributo Art. 3 - Tipologie di spese ammissibili

Dettagli

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Spett.le ACSM-AGAM S.p.A. Via P. Stazzi n. 2 22100 COMO CO Oggetto: Dichiarazione sostitutiva in merito al possesso dei requisiti di ordine generale prescritti dall

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850

MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850 1/5 MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850 Descrizione RdO Servizio ordinario di pulizia CIG ZDD118457B CUP non inserito Criterio di Aggiudicazione

Dettagli

RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA

RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA Poiché risulta che alla gara possono partecipare anche imprese in possesso di attestazione SOA per la sola costruzione indicando i progettisti si chiede quale

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA ARTT. 46 E 47 D.P.R. 445/2000 (possesso requisiti d ordine generale e speciale)

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA ARTT. 46 E 47 D.P.R. 445/2000 (possesso requisiti d ordine generale e speciale) mod. dichiarazione sostitutiva possesso requisiti d ordine generale e speciale DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA ARTT. 46 E 47 D.P.R. 445/2000 (possesso requisiti d ordine generale e speciale) OGGETTO PROCEDURA

Dettagli

AZIENDA USL ROMA H. Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma) Tel. 06 93.27.1 Fax 06 93.27.38.66 DISCIPLINARE DI GARA

AZIENDA USL ROMA H. Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma) Tel. 06 93.27.1 Fax 06 93.27.38.66 DISCIPLINARE DI GARA AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma) Tel. 06 93.27.1 Fax 06 93.27.38.66 DISCIPLINARE DI GARA LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE E CONSOLIDAMENTO STATICO DEL PADIGLIONE EX FALEGNAMERIA

Dettagli

I.1) Umberto I n. 0761/87381, Lo schema di. Protocollo. Per I.2) DI ATTIVITA : SEZIONE II: quinquennio in E TECNICO. gara.

I.1) Umberto I n. 0761/87381, Lo schema di. Protocollo. Per I.2) DI ATTIVITA : SEZIONE II: quinquennio in E TECNICO. gara. Comune di Marta----Provincia di Viterbo Piazza Umberto I n.1 01010 Marta (VT) Tel. 0769187381 Fax 0761873828 Sito web www.comune.marta.vt.it Bando di gara Servizio di tesoreria comunale dal 01/01/2014

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO E DISCIPLINARE DI GARA

CAPITOLATO TECNICO E DISCIPLINARE DI GARA Procedura aperta per l affidamento del servizio di pulizia ordinaria e di attività ausiliarie accessorie per la sede nazionale di Fondimpresa sita in Roma in via della Ferratella in Laterano n. 33 CAPITOLATO

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli