BOLLETTINO UFFICIALE SOMMARIO REPUBBLICA ITALIANA. Serie Avvisi e Concorsi - Mercoledì 10 agosto 2011 A) STATUTI B) GARE. Amministrazione regionale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BOLLETTINO UFFICIALE SOMMARIO REPUBBLICA ITALIANA. Serie Avvisi e Concorsi - Mercoledì 10 agosto 2011 A) STATUTI B) GARE. Amministrazione regionale"

Transcript

1 Anno XLI N. 195 Iscritto nel registro Stampa del Tribunale di Milano (n. 656 del 21 dicembre 2010) Proprietario: Giunta Regionale della Lombardia Sede Direzione e redazione: p.zza Città di Lombardia, Milano Direttore resp.: Marco Pilloni Informazioni: tel. 02/6765 int ; 32 Serie Avvisi e Concorsi - Mercoledì 10 agosto 2011 BOLLETTINO UFFICIALE REPUBBLICA ITALIANA SOMMARIO A) STATUTI Provincia di Milano Modifiche artt dello Statuto della Provincia di Milano approvate con deliberazione del Consiglio n. 17 del 9 giugno B) GARE Amministrazione regionale Comunicato regionale n. 86 del 2 agosto 2011 Direzione centrale Organizzazione, personale, patrimonio e sistema informativo GECA 42/2010 Servizio di nuova rete fonia dati di Regione Lombardia. Avviso relativo agli appalti aggiudicati Provincia di Varese Esito di gara SS.PP. 2^ zona - Lavori di sistemazione, manutenzione e servizio sgombro neve - Periodo 2011/ Comune di Legnano Estratto di avviso d asta pubblica per l alienazione, mediante cessione del ramo d azienda, di un complesso di beni organizzato per l esercizio di una residenza sanitaria per anziani (RSA) di nuova realizzazione, sita in Legnano Comune di Vimodrone (MI) Realizzazione di un centro sportivo polivalente mediante affidamento in concessione di progettazione, costruzione e gestione ai sensi dell art. 142 e ss. del d. lgs. 163/ Comune di Vimodrone (MI) Bando di gara d appalto per affidamento del servizio di trasloco degli inquilini delle case comunali con fornitura di tutto il materiale necessario agli imballi (CIG ) Metropolitana Milanese Spa - Milano Servizio Idrico Integrato della città di Milano Fornitura di contatori per acqua potabile sotto pressione di vari diametri nominali, suddivisa in 3 lotti (CUP J42G ) Metropolitana Milanese Spa - Milano Servizio Idrico Integrato della città di Milano - Servizio di prelievo, trasporto, trattamento e/o smaltimento dei rifiuti prodotti dall impianto di depurazione delle acque reflue di Milano Nosedo (CUP J42I CIG ) C) CONCORSI Amministrazione regionale Comunicato regionale n. 84 del 28 luglio 2011 Direzione centrale Programmazione integrata - Bando di concorso per titoli e colloquio per il conferimento di una borsa di studio e ricerca Comune di Carimate (CO) Estratto avviso di bando pubblico per assegnazione di n. 2 autorizzazioni per l esercizio del servizio di autonoleggio con conducente svolto mediante autovettura Comune di Valmorea (CO) Estratto bando di concorso pubblico per esami per la copertura a tempo pieno e indeterminato di n. 1 posto di operaio specializzato (con mansioni di elettricista, giardiniere, muratore) Cat. B3 Area tecnico-manutentiva Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Lecco Bando di concorso pubblico a n. 1 posto di CPS tecnico della prevenzione nell ambiente e nei luoghi di lavoro Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Lecco Bando di concorso pubblico n. 1 posto di assistente amministrativo Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Lecco Bando di concorso publico a n. 1 posto di CPS - educatore professionale

2 2 Bollettino Ufficiale Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Lecco Bando di concorso pubblico n. 1 posto di collaboratore professionale assistente sociale Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Lecco Bando di concorso pubblico a n. 1 posto di dirigente architetto Azienda Ospedaliera Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi - Varese Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di n. 1 posto di dirigente delle professioni sanitarie infermieristiche, tecniche, della riabilitazione, della prevenzione e della professione di ostetrica Azienda Ospedaliera Carlo Poma - Mantova Concorso pubblico n. 1 posto di dirigente medico disciplina di neurologia Azienda Ospedaliera Carlo Poma - Mantova Concorso pubblico n. 1 posto di dirigente medico disciplina di neuropsichiatria infantile Azienda Ospedaliera Carlo Poma - Mantova Concorso pubblico n. 8 posti dirigente medico - disciplina di medicina e chirurgia d accettazione e d urgenza Azienda Ospedaliera Carlo Poma - Mantova Concorso pubblico n. 1 posto di dirigente medico disciplina di urologia Azienda Ospedaliera Ospedale Luigi Sacco - Milano Graduatoria concorso pubblico per titoli ed esami per la stipula di un contratto individuale di lavoro a tempo indeterminato in qualità di CPS Logopedista - Categoria D Azienda Ospedaliera Spedali Civili - Brescia Bando di di concorso pubblico per n.1 posto di collaboratore professionale sanitario ostetrica Fondazione IRCCS Ca Granda Ospedale Maggiore Policlinico - Milano Graduatoria concorsi pubblici n. 1 posto di dirigente profilo: biologi c/o l U.O.C. immunologia dei trapianti di organi e tessuti e n. 2 posti di dirigente medico - Disciplina: neonatologia Fondazione IRCCS Ca Granda Ospedale Maggiore Policlinico - Milano Avviso di concorsi pubblici per n. 1 posto di dirigente medico - Disciplina: allergologia ed immunologia e n. 1 posto di dirigente medico - Disciplina: urologia Azienda di Servizi alla Persona Istituti Milanesi Martinitt e Stelline e Pio Albergo Trivulzio - Milano Concorsi pubblici, per titoli ed esami, per la copertura di n. 7 posti di collaboratore professionale sanitario fisioterapista - Categoria D -, n.1 posto di collaboratore amministrativo professionale - Categoria D - con assegnazione presso il Museo Martinitt e Stelline di Milano, n. 1 posto di collaboratore amministrativo professionale - Categoria D - presso l ufficio relazioni con il pubblico, n. 1 posto di assistente amministrativo - Categoria C - presso la Direzione affari generali e legali, dell azienda Azienda di Servizi alla Persona Istituti Milanesi Martinitt e Stelline e Pio Albergo Trivulzio - Milano Concorsi pubblici, per titoli ed esami, per la copertura di n. 9 posti di operatore socio sanitario (Categoria B livello economico BS) presso l azienda (di cui uno presso l Istituto Frisia di Merate) e n. 1 posto di operatore tecnico (Categoria B) presso il servizio di alimentazione dell azienda Azienda di Servizi alla Persona Istituti Milanesi Martinitt e Stelline e Pio Albergo Trivulzio - Milano Concorsi pubblici, per titolo ed esami, per la copertura di: n. 2 posti di istruttore educatore - Categoria C - (CCNL comparto regioni ed autonomie locali) e n. 1 posto di istruttore area amministrativa e contabile - Categoria C - (CCNL comparto regioni ed autonomie locali), presso l Istituto Milanese Martinitt e Stelline D) ESPROPRI Province Provincia di Mantova - Comune di San Giacomo delle Segnate (MN) Ufficio comune per le espropriazioni (ex art. 6 d.p.r. n.327/2001) - Realizzazione di una nuova fognatura per acque bianche in via Matteotti e di un nuovo canale di scolo in comune di San Giacomo delle Segnate (MN) - Decreto di esproprio ed asservimento Provincia di Varese Decreto n. 06/ Decreto di determinazione urgente dell indennità provvisoria e di occupazione anticipata dei beni interessati dal procedimento espropriativo inerente i lavori di realizzazione della rotatoria tra la S.P. 26 e via Marconi in comune di Besnate (VA) Comuni Comune di Brescia Estratto decreto di esproprio n. 3 del 25 luglio Espropriazione per pubblica utilità dell area di proprietà della SNAM Rete Gas Spa necessaria per le opere di urbanizzazione relative al piano attuativo di via Flero di proprietà Morgante Immobiliare Srl Comune di Brescia Estratto decreto di esproprio n. 4 del 25 luglio Espropriazione per pubblica utilità dell area di proprietà della Provincia di Brescia necessaria per le opere di urbanizzazione relative al piano attuativo di via Flero di proprietà Morgante Immobiliare Srl Comune di Brescia Estratto decreto di esproprio n. 5 del 25 luglio Espropriazione per pubblica utilità dell area di proprietà della Ing Lease Spa necessaria per le opere di urbanizzazione relative al piano attuativo di via Flero di proprietà Morgante Immobiliare Srl

3 Bollettino Ufficiale 3 Comune di Brescia Estratto decreto di esproprio n. 6 del 25 luglio Espropriazione per pubblica utilità dell area di proprietà dei condomini del Complesso Colombia necessaria per le opere di urbanizzazione relative al piano attuativo di via Flero di proprietà Morgante Immobiliare Srl Comune di Brescia Estratto decreto di esproprio n. 7 del 25 luglio Espropriazione per pubblica utilità dell area di proprietà di Pezzotti Stefano Sas di Pezzotti Alessandra & C. e Bonfadini Gianpaolo necessaria per le opere di urbanizzazione relative al piano attuativo di via Flero di proprietà Morgante Immobiliare Srl Comune di Brescia Estratto decreto di esproprio n. 8 del 25 luglio Espropriazione per pubblica utilità dell area di proprietà della Pham Immobiliare Srl necessaria per le opere di urbanizzazione relative al piano attuativo di via Flero di proprietà Morgante Immobiliare Srl Comune di Brescia Estratto decreto di esproprio n. 9 del 25 luglio Espropriazione per pubblica utilità dell area di proprietà della Banca dell Artigianato e dell Industria Spa necessaria per le opere di urbanizzazione relative al piano attuativo di via Flero di proprietà Morgante Immobiliare Srl Comune di Brescia Estratto decreto di esproprio n. 10 del 25 luglio Espropriazione per pubblica utilità dell area di proprietà della Provincia Lombardo-Veneta Ordine Ospedaliero di S.Giovanni di Dio Fatebenefratelli necessaria per le opere di urbanizzazione relative al piano attuativo di via Flero di proprietà Morgante Immobiliare Srl Comune di Rovato (BS) Ufficio per le espropriazioni - Lavori di realizzazione impianto di depurazione e collettamento delle acque reflue a servizio della bassa Franciacorta: decreto di occupazione d urgenza - Determinazione dell indennità provvisoria Avviso di immissione nel possesso Altri Agenzia Interregionale per il fiume Po - Parma Estratto di decreto di esproprio. Lavori di realizzazione di sagoma arginale definitiva, mediante rialzo e ringrosso dell argine maestro in destra Po - Tronchi di custodia di Gabellano e Villa Saviola - tratto da Crema di San Benedetto Po a Camatta - (MN-E-1114) Società di Progetto Brebemi Spa - Brescia Collegamento autostradale di connessione tra le città di Brescia e Milano. Decreto di espropriazione art. 22 e seguenti del d.p.r. 327/2001. Decreto di espropriazione n. SDP-U SE-MMA del 6 luglio 2011 a favore della Società di Progetto Brebemi Spa Società di Progetto Brebemi Spa - Brescia Collegamento autostradale di connessione tra le città di Brescia e Milano - Decreto di espropriazione art. 22 e seguenti del d.p.r. 327/ Decreto di espropriazione n. SDP-U SE-MMA del 28 luglio 2011 a favore della Società di Progetto Brebemi Spa di Brescia Consorzio di bonifica Fossa di Pozzolo - Mantova Determinazione dirigenziale prot. n del 30 giugno Espropriazione per pubblica utilità di beni immobili per la realizzazione dei lavori di manutenzione straordinaria per la riqualificazione del canale Seriola di Salionze nei Comuni di Monzambano (MN) e Valeggio sul Mincio (VR) Consorzio di bonifica Fossa di Pozzolo - Mantova Determinazione dirigenziale prot. n del 30 giugno Imposizione di servitù perpetua di passaggio per pubblica utilità su beni immobili per la realizzazione dei lavori di manutenzione straordinaria per la riqualificazione del canale Salionze nei Comuni di Monzambano (MN) e Valeggio sul Mincio (VR) Società per il Risanamento e la Salvaguardia dei bacini della Sponda Orientale del Verbano Spa - Varese Prot. n. 745 fasc. n. 31MV - Lavori di costruzione dei collettori del comprensorio di depurazione di Besozzo 1, 2 e 4 lotto - Comunicazione di avvio del procedimento ai sensi degli artt. 7, 8 e seguenti della legge 241/90 - Avviso dell avvio del procedimento di approvazione del progetto definitivo e di dichiarazione di pubblica utilità dell opera ex art. 16 comma 5 del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di espropriazione per la pubblica utilità approvato con d.p.r. 8 giugno 2001 n E) VARIE Regione Lombardia - Èupolis Lombardia Istituto superiore per la ricerca, la statistica e la formazione - Milano Avviso istituzione elenco dei soggetti accreditati Èupolis Lombardia Provincia di Bergamo Provincia di Bergamo Settore Tutela risorse naturali Servizio Risorse idriche Rilascio rinnovo con variante d uso della concessione alla società TTP Evolution S.p.A. di derivare acque sotterranee da pozzo in comune di Ranica (BG) Provincia di Bergamo Settore Tutela risorse naturali Servizio Risorse idriche Rilascio concessione alla impresa individuale Bonacina Sara di derivare acque sotterranee per uso irriguo da pozzo in Comune di Cologno al Serio Provincia di Bergamo Settore Tutela risorse naturali Servizio Risorse idriche Rilascio di concessione alla società FAI Officine di Carvico Spa di Carvico (BG), finalizzata alla derivazione preferenziale di acque sotterranee per uso industriale e antincendio in comune di Carvico (BG) Provincia di Bergamo Settore Tutela risorse naturali Servizio Risorse idriche Rilascio di concessione all azienda Naturalmente società agricola a r.l. finalizzata alla derivazione di acque sotterranee per uso industriale in comune di S. Paolo d Argon (BG)

4 4 Bollettino Ufficiale Provincia di Bergamo Settore Tutela risorse naturali Servizio Risorse idriche Rilascio rinnovo della concessione alla società Industria Tessile Briolini Srl di derivare acque sotterranee per uso igienico ed innaffiamento aree verdi da pozzo in comune di Castelli Calepio (BG) Provincia di Bergamo Settore Tutela risorse naturali - Servizio Risorse idriche - Concessione di derivazione acque sotterranee in comune di Romano di Lombardia (BG) Provincia di Bergamo Settore Tutela risorse naturali Servizio Risorse idriche Rilascio rinnovo con variante d uso della concessione alla società Manifattura Nazionale Pezzoli Srl di derivare acque sotterranee da pozzo in Comune di Cene (BG) Provincia di Bergamo Settore Tutela risorse naturali Servizio Risorse idriche - Domanda di concessione di derivazione di acqua ad uso idroelettrico dal torrente Sedornia presentata dalla Società Idrowatt Srl per impianto situato in comune di Gandellino (BG) - Pratica n. 085/ Provincia di Bergamo Settore Tutela risorse naturali Servizio Risorse idriche - Domanda di concessione di derivazione di acqua ad uso idroelettrico dalla sorgente «Valmora» in comune di Premolo (BG) presentata dalla società ICE Informatizzazione Commercio Energia Srl di Orio al Serio (BG) - Pratica n. 068/ Comune di Almenno San Bartolomeo (BG) Avviso di pubblicazione e deposito del piano di recupero «Carighetti» in variante al piano di governo del territorio (PGT) Comune di Gaverina Terme (BG) Declassificazione tratto strada comunale in via Piave Comune di Verdello (BG) Avviso di adozione variante n. 2 al piano di governo del territorio (PGT) Provincia di Brescia Provincia di Brescia Area Ambiente - Istanza di concessione per la derivazione d acqua ad uso idroelettrico dalla Roggia Gambaresca nel comune di Verolanuova (BS) impianto idroelettrico Breda Libera presentata da Italy Style Milano Srl di Sarezzo (BS) Provincia di Brescia Area ambiente - Servizio Acqua - Ufficio Derivazioni acqua - opere ecologiche - Acque Minerali e termali - Concessione di derivazione acqua dal lago di Garda nel comune di San Felice del Benaco (BS) assentita alla società Fornella Sas ad uso potabile nel periodo estivo Provincia di Brescia Area Ambiente - Servizio Acqua - Ufficio Derivazioni acqua - opere ecologiche - Acque Minerali e termali - Concessione di derivazione acqua dal lago di Garda nel comune di Manerba del Garda (BS) assentita al complesso residenziale Villenpark Sanghen Srl di Brescia, ad uso innaffiamento aree verdi nel periodo estivo Provincia di Brescia Area ambiente - Istanza di concessione per la derivazione d acqua ad uso idroelettrico dalla Roggia Fiumazzo nel comune di Verolanuova (BS) impianto idroelettrico Cadignano presentata da Italy Style Milano srl Provincia di Brescia Area Ambiente - Ufficio Derivazioni acqua opere ecologiche - Istanza di concessione per la derivazione di acque sotterranee per uso innaffiamento aree verdi tramite due pozzi da parte dell Associazione Sportiva Dilettantistica Garda Golf Country Club, con sede a Soiano del Lago (BS) Provincia di Brescia Area ambiente - Servizio Acqua - Ufficio Derivazioni acqua - opere ecologiche - Acque Minerali e termali - Concessione di derivazione acqua dal lago di Garda nel comune di Manerba del Garda (BS) assentita al Condominio Romantica di Manerba del Garda (BS), ad uso innaffiamento aree verdi per il periodo estivo Provincia di Brescia Area Ambiente - Ufficio Derivazioni acqua opere ecologiche - Istanza di concessione acque sotterranee tramite 2 pozzi nel comune di Rodengo Saiano (BS) da parte della società Linea Energia Spa con sede a Rovato (BS) Provincia di Brescia Area Ambiente - Istanza di concessione per la derivazione d acqua ad uso idroelettrico dal Rio Lusignolo nel comune di Verolanuova (BS) impianto idroelettrico Cascina Aspa presentata da Italy Style Milano Srl di Sarezzo (BS) Provincia di Brescia Area ambiente - Ufficio Derivazioni acqua opere ecologiche - Istanza di concessione acque sotterranee tramite pozzo da realizzarsi nel comune di Pozzolengo ad uso antincendio da parte della Società San Vigilio R.E. Spa con sede a Sirmione (BS) Provincia di Brescia Area Ambiente - Derivazioni acqua opere ecologiche - Istanza di concessione acque sotterranee tramite pozzo da realizzarsi nel comune di Cologne (BS) ad uso irriguo da parte dell Azienda agricola Cinesi Palmino di Chiuduno (BG) Provincia di Brescia Area ambiente - Istanza di concessione per la derivazione d acqua ad uso idroelettrico dal Fiume Strone nel comune di S. Paolo (BS) Impianto idroelettrico S. Paolo - presentata da Italy Style Milano Srl Provincia di Brescia Area Ambiente - Servizio Acqua - Ufficio Derivazioni acqua - opere ecologiche - Acque Minerali e termali - Concessione di derivazione acqua dal fiume Mella in comune di Manerbio (BS) assentita al comune di Manerbio (BS) ad uso idroelettrico Comune di Lonato del Garda (BS) Approvazione definitiva del programma integrato di intervento (PII) «Fenil Nuovo» in variante al PRG, ai sensi dell articolo 92,

5 Bollettino Ufficiale 5 comma 8, della legge regionale 12/ Comune di Moniga del Garda (BS) Avviso di adozione del piano di governo del territorio (PGT) Comune di Paratico (BS) Avviso di deposito adozione seconda variante al piano di governo del territorio (PGT) Comune di San Zeno Naviglio (BS) Avviso di adozione e deposito atti relativi alla variante al piano di governo del territorio (PGT) ai sensi dell art. 13 comma 4 della l.r. n. 12/2005 e smi Comune di Treviso Bresciano (BS) Avviso di approvazione definitiva e deposito degli atti costituenti il piano di governo del territorio (PGT) Comune di Urago d Oglio (BS) Avviso di approvazione e deposito correzione errore materiale e rettifica degli atti di PGT non costituenti variante Provincia di Como Provincia di Como Domanda derivazione da lago in comune di Blevio (CO) per uso innaffiamento aree a verde presentata dalla sig.ra Irina Tyukhtyaeva Ivanovna Comune di Carlazzo (CO) Avviso di approvazione di rettifiche agli atti del PGT e correzione di errori materiali Comune di Cermenate (CO) Avviso di approvazione definitiva e deposito degli atti costituenti la variante al vigente PGT con procedura SUAP ai sensi dell art. 5, comma 2, del d.p.r. 447/98 e s.m.i. - Delocalizzazione sede produttiva Casa Vinicola Verga Spa Comune di Lambrugo (CO) Avviso di adozione atti relativi al piano di governo del territorio (PGT) Comune di Valmorea (CO) Avviso di adozione della classificazione acustica (art. 3 l.r. 13/2001) Deposito atti Provincia di Cremona Provincia di Cremona Settore Agricoltura e ambiente - Rilascio concessione di derivazione d acqua pubblica dallo Scolmatore Pallavicino di Grumone e dal Dugale Grumone ad uso idroelettrico alla società Flowel Srl in comune di Corte de Frati (CR) - Regolamento regionale n. 2/ Comune di Cremona Avviso di deposito del piano dei servizi - Varianti puntuali Comune di Cremona Avviso di deposito del piano delle regole - Varianti puntuali Provincia di Lecco Comune di Cesana Brianza (LC) Avviso di adozione degli atti di piano di governo del territorio (PGT) ai sensi dell art. 13 della l.r. 11 marzo 2005 n. 12 s.m.i Comune di Olgiate Molgora (LC) Avviso di approvazione definitiva e deposito degli atti costituenti il piano del governo del territorio (PGT) Provincia di Lodi Comune di Cavacurta (LO) Avviso di approvazione definitiva del piano di governo del territorio (PGT) Comune di Codogno (LO) Procedimento per la redazione degli atti del piano di governo del territorio (PGT) - Riapertura della fase partecipativa afferente al processo di valutazione ambientale strategica (VAS) della proposta del documento di piano (DdP), ai sensi della legge regionale 12/2005 e smi Comune di Codogno (LO) Procedimento per la redazione degli atti del piano di governo del territorio (PGT) - Riapertura di termini per la presentazione di istanze preliminari, ai sensi della legge regionale 12/2005 e smi Comune di Lodi Avviso alla cittadinanza deposito e adozione degli atti relativi alla variante al piano di governo del territorio (PGT) e del PRG vigente ai sensi della l.r. 12/2005 e smi Provincia di Mantova Provincia di Mantova Settore Ambiente Ditta Ecozani Srl con sede legale in comune di Bagnolo San Vito (MN), Via Colombarotto, 32 Richiesta di autorizzazione in procedura ordinaria per un impianto di recupero rifiuti non pericolosi e il deposito preliminare di rifiuti pericolosi da effettuarsi nell insediamento esistente in comune di Bagnolo San Vito (MN), via Colombarotto, 32. Esito della verifica di assoggettabilità alla VIA, ai sensi dell art. 20 del d.lgs 152/06 e smei Comune di Asola (MN) Avviso di approvazione definitiva e deposito degli atti costituenti la variante al piano del governo del territorio (PGT)

6 6 Bollettino Ufficiale Comune di Felonica (MN) Avviso di approvazione definitiva e deposito degli atti costituenti il piano di zonizzazione acustica del territorio comunale ai sensi l. 447/ Provincia di Milano Provincia di Milano Settore Risorse idriche e attività estrattive Rilascio di concessione di piccola derivazione di acque sotterranee alla società DI.FAR.CO. Snc di Liscate (MI), uso area a verde a Liscate (MI) Provincia di Milano Settore Rifiuti e bonifiche - Cava Nord Srl di Monza. Progetto di un impianto di trattamento, recupero e smaltimento di rifiuti non pericolosi (R3, R13) da ubicarsi in comune di Pogliano Milanese. Esito verifica ai sensi dell art. 20 decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 e smi Provincia di Milano Settore Agricoltura, parchi, caccia e pesca Avviso di assunzione della deliberazione di giunta provinciale n. 207/ Provincia di Milano Settore Rifiuti e bonifiche - Simply Srl con sede legale in Cusago (MI), viale Europa, 72 C/9. Progetto di variante sostanziale ad un impianto di trattamento, recupero e smaltimento di rifiuti pericolosi e non pericolosi (R3, R4, R12, R13, D15) da ubicarsi in comune di Cusago (MI). Esito verifica ai sensi dell art. 20 decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 e smi Comune di Busto Garolfo (MI) Pubblicazione per estratto delibera c.c. n. 42 del 28 luglio 2011 «Approvazione piano di lottizzazione dell area residenziale posta tra le vie Canegrate, Baracca, Sauro, A. di Dio ed identificata in base al vigente PRG con la sigla «13C» Comune di Gudo Visconti (MI) Avviso di adozione, deposito e pubblicazione degli atti relativi al piano di zonizzazione acustica del Comune di Gudo Visconti (MI) Comune di Gudo visconti (MI) Avviso di deposito - Adozione del piano di governo del territorio (PGT) ai sensi dell art. 13 della legge regionale 12 dell 11 marzo 2005 e s.m.i. Delibera consiliare n. 26 del 30 giugno Comune di Magenta (MI) Pubblicazione, ai sensi dell art. 6 c. 21 della l.r. 6/2010, degli elementi identificativi dell insediamento commerciale di grande struttura di vendita autorizzato dal Comune di Magenta (MI), intestato alla società Iper Montebello Spa Comune di Paullo (MI) Avviso di pubblicazione adozione piano di classificazione acustica del territorio comunale di Paullo (l.r. 13/2001) Comune di Pozzuolo Martesana (MI) Avviso di adozione e deposito atti variante al piano delle regole e al piano dei servizi del piano di governo del territorio (PGT) Comune di Vernate (MI) Avviso di approvazione definitiva e deposito degli atti costituenti il piano di governo del territorio (PGT) Provincia di Monza e della Brianza Comune di Ceriano Laghetto (MB) Determinazione n. 28 dell 8 marzo Approvazione progetto definitivo realizzazione metanodotto «Potenziamento Mazzafame-Ceriano Laghetto e varianti ai metanodotti Cesano Maderno-Novara» Provincia di Pavia Comune di Bastida Pancarana (PV) Avviso di approvazione definitiva e deposito degli atti costituenti il piano di governo del territorio (PGT) Comune di Confienza (PV) Avviso di deposito adozione variante urbanistica al PGT Comune di Corteolona (PV) Avviso di approvazione definitiva e deposito degli atti costituenti il piano di governo del territorio (PGT) Comune di Mezzanino (PV) Avviso conclusione procedimento della conferenza di servizi tecnica deliberante ai sensi dell art. 14 della legge 241/1990 ai fini dell eventuale approvazione di variante urbanistica ai sensi dell art. 5 d.p.r. 447/1998 e dell art. 97 della legge regionale n.12/2005 e s.m.i. a seguito della richiesta di modifica di destinazione d uso dell immobile della ditta Effepi Design Srl sito in Mezzanino (PV) Località Tornello Comune di Travacò Siccomario (PV) Avviso di adozione piano di zonizzazione acustica Deposito atti Comune di Vigevano (PV) Assessorato all Urbanistica - Settore Servizi alla città e urbanistica - Servizio Urbanistica pianificazione e gestione del territorio - Adozione della variante al PGT vigente relativa a 3 aree di proprietà comunale da destinare ad attività terziario-commerciale e ad alcune modifiche alle norme tecniche di attuazione (adottata con delibera del c.c. n. 58 del 29 luglio 2011) Provincia di Varese Provincia di Varese Settore Ecologia ed energia - Concessione per derivazione di 8 l/s medi annui d acqua ad uso industriale ed antincendio da un pozzo ubicato in comune di Busto Arsizio, rilasciata alla società G. Tosi Spa Tintoria di Busto Arsizio (VA) - Pratica n

7 Bollettino Ufficiale 7 Comune di Bisuschio (VA) Serv. Edilizia privata ed urbanistica - Avviso adozione piano di zonizzazione acustica del territorio comunale Altri Società AMSA Azienda Milanese Servizi Ambientali Spa - Milano Avviso di deposito istanza di verifica di assoggettabilità alla VIA - Richiesta di verifica di assoggettabilità a VIA alla Provincia di Milano Ditta Carpineto Costruzioni Srl - Pieve Emanuele (MI) Richiesta di verifica di assoggettabilità a VIA della Provincia di Milano in comune di Pieve Emanuele (MI) Ditta Costruzioni Cerri Srl - Talamona (SO) Verifica di assoggettabilità a VIA alla provincia di Sondrio in comune di Talamaona (SO) Società Colombo Severo Srl - Borgo San Giovanni (LO) Richiesta di verifica di assoggettabilità a VIA della Regione Lombardia in comune di Senna Lodigiana (LO) Società Coopsette soc. coop. - Castelnovo Sotto (RE) Verifica assoggettabilità a valutazione di impatto ambientale (VAS) per interventi nel comune di Tremosine (BS) località Campione del Garda Ditta G.M.B. Srl Gruppo Metalli Brescia - Brescia Richiesta di verifica di assoggettabilità a VIA della provincia di Brescia in comune di San Paolo (BS) Ditta Metra Color Srl - Rodengo Saiano (BS) Avviso di deposito istanza di verifica di assoggettabilità - Richiesta di verifica di assoggettabilità a VIA di Regione Lombardia in comune di Rodengo Saiano (BS) Ditta Pietrisco del Ticino Srl - Susegana (TV) Richiesta di verifica di assoggettabilità a VIA per ampliamento e proseguimento dell esercizio dell attività estrattiva in loc. Marguzzo Monte Cognol del Comune di Paitone (BS) Società TRI.BO. Srl - Ospitaletto (BS) Richiesta di verifica di assoggettabilità a VIA della Provincia di Brescia in comune di Calvisano (BS) Società Valli Spa - Lonato del Garda (BS) Avviso di deposito istanza di verifica di assoggettabilità a VIA della Provincia di Brescia, in comune di Lonato del Garda (BS), ai sensi del d.lgs. 152/06 e smi

8 8 Bollettino Ufficiale A) STATUTI Provincia di Milano Modifiche artt dello Statuto della Provincia di Milano approvate con deliberazione del Consiglio n. 17 del 9 giugno 2011 Capo III Difensore Civico Territoriale Art. 16 Istituzione e funzioni 1. E istituito nella Provincia di Milano il Difensore civico territoriale, il quale svolge il ruolo di garante dell imparzialità e del buon andamento della pubblica amministrazione, a tutela dei diritti e dei generali interessi dei cittadini della provincia di Milano, inclusi i diritti delle persone limitate nella libertà personale. 2. Il Difensore civico territoriale,svolge, altresì, funzioni di controllo delle deliberazioni della Giunta e del Consiglio Provinciale, nei limiti delle illegittimità denunziate, quando ne faccia richiesta scritta e motivata almeno un quarto dei Consiglieri Provinciali nel termine di giorni dieci dalla affissione all Albo Pretorio. 3. La funzione di cui al comma 2 viene svolta esclusivamente per le deliberazioni concernenti: a. appalti e affidamento di servizi o forniture di importo superiore alla soglia di rilievo comunitario; b. assunzioni del personale, piante organiche e relative variazioni. 4. Il Difensore civico territoriale se ritiene che la deliberazione sia illegittima - in relazione ai vizi denunciati - ne dà comunicazione al Presidente della Provincia ed al Presidente del Consiglio Provinciale entro quindici giorni dalla richiesta, invitandoli per quanto di competenza ad attivarsi per l eliminazione dei vizi riscontrati. Se la Giunta o il Consiglio non ritengono di modificare la propria deliberazione, la stessa acquista efficacia solamente se viene confermata con il voto favorevole della maggioranza assoluta dei componenti il Consiglio. Art. 17 Prerogative 1. Il Difensore civico territoriale, qualora - autonomamente o su istanza di cittadini singoli o riuniti in Associazioni - rilevi abusi, disfunzioni, carenze o ritardi, dell Amministrazione o di altri Enti che, in qualunque modo, abbiano incidenza sull attività della prima nei confronti dei cittadini, ne dà immediatamente comunicazione al Consiglio Provinciale. 2. La comunicazione del Difensore civico territoriale è iscritta all ordine del giorno del Consiglio nella seduta immediatamente successiva. 3. Il Difensore civico territoriale ha facoltà di richiedere informazioni ad ogni livello della struttura senza alcuna preventiva autorizzazione. Il personale interpellato ha l obbligo di fornire al Difensore civico territoriale i dati e le informazioni richieste e di facilitare l adempimento del suo compito. 4. Al Difensore civico territoriale sono comunque trasmessi tutti i provvedimenti adottati dal Consiglio e dalla Giunta Provinciale, qualora ne faccia richiesta. 5. Il Regolamento definisce le forme e le modalità di ricorso al Difensore civico territoriale, curandone le relative forme di pubblicità. E escluso il ricorso al Difensore civico da parte dei dipendenti dell Amministrazione Provinciale sulle materie relative al rapporto di lavoro, nonché da parte dei soggetti con i quali la Provincia stessa abbia in corso un contenzioso nelle sedi giudiziarie competenti per legge. 6. Il Difensore civico territoriale può coordinare la propria attività con quella di Difensori civici di altri Enti locali e con quello regionale ovvero svolgere la propria attività per conto dei Comuni convenzionati in forma continuativa od occasionale con la Provincia di Milano. Art. 18 Elezione 1. Il Difensore civico territoriale è eletto dal Consiglio Provinciale con la maggioranza dei due terzi dei Consiglieri assegnati alla Provincia fra cittadini che per preparazione, esperienza e moralità, diano garanzia di indipendenza, obiettività, serenità di giudizio e competenza giuridico-amministrativa. I candidati alla carica di Difensore Civico vengono auditi dalla Commissione di Garanzia e Controllo. 2. Nel caso in cui nessuno dei candidati ottenga la maggioranza di cui al precedente comma nelle prime tre votazioni, viene eletto il candidato che abbia ottenuto la maggioranza assoluta dei voti dei Consiglieri assegnati. 3. Le votazioni avvengono a scrutinio segreto. Art. 19 Ineleggibilità 1. Non sono eleggibili all Ufficio di Difensore civico territoriale: a. i membri del Parlamento ed i Consiglieri regionali, Provinciali, comunali e circoscrizionali e coloro che sono stati candidati alle ultime elezioni amministrative e politiche; b. i membri della Commissione di controllo sugli atti dell Amministrazione regionale, del Comitato regionale di controllo e delle Sezioni decentrate; c. i titolari, Amministratori e Dirigenti di Enti ed Imprese che abbiano con la Provincia rapporti contrattuali per opere, per somministrazioni o servizi, o che da essa ricevano, a qualsiasi titolo, sovvenzioni; d. i Dirigenti di partiti e movimenti politici e sindacali; e. i dipendenti della Provincia di Milano e dei Comuni della circoscrizione provinciale o gli ex dipendenti della Provincia e dei Comuni della circoscrizione provinciale che abbiano cessato l attività lavorativa da meno di cinque anni. Art. 20 Incompatibilità 1. L incarico di Difensore civico territoriale è incompatibile con ogni altra carica elettiva pubblica nonché con la carica di Amministratore di Enti, Istituti ed Aziende Pubbliche o di Enti ed imprese a partecipazione pubblica Art. 21 Durata in carica; cessazione dalla carica per dimissioni, decadenza e revoca 1. Il Difensore civico territoriale dura in carica fino alla scadenza del Consiglio che lo ha eletto e comunque per un periodo non inferiore ai tre anni. 2. Il Difensore civico territoriale cessa dalla carica per intervenuta scadenza dell incarico, per dimissioni, per decadenza o revoca e in tutti i casi di cessazione del Consiglio Provinciale. 3. L incompatibilità comporta la dichiarazione di decadenza dall ufficio se l interessato non fa cessare la relativa causa entro venti giorni dalla contestazione dell incompatibilità; la decadenza è dichiarata dal Consiglio. 4. Il Difensore civico territoriale può essere revocato con deliberazione del Consiglio Provinciale da adottarsi a maggioranza dei due terzi dei Consiglieri assegnati, per gravi motivi. Art. 22 Sede e mezzi 1. Il Difensore civico territoriale ha sede presso gli Uffici Provinciali. 2. Il Difensore civico territoriale si avvale di una segreteria. Art. 23 Relazioni al Consiglio Provinciale 1. Il Difensore civico territoriale invia al Consiglio Provinciale, entro il 31 marzo di ogni anno, la relazione sull attività svolta nell anno precedente, segnalando i casi in cui si sono verificati i ritardi e le irregolarità e formulando osservazioni e suggerimenti. 2. Il Difensore civico territoriale può anche inviare al Consiglio, in ogni momento, relazioni su questioni specifiche in casi di particolare importanza o comunque meritevoli di urgente considerazione formulando - ove lo ritenga - osservazioni e suggerimenti. 3. Il Consiglio Provinciale, esaminate le relazioni e tenuto conto delle osservazioni e dei suggerimenti in esse formulati, adotta le determinazioni di propria competenza che ritenga opportune entro trenta giorni dalla richiesta.

9 Bollettino Ufficiale 9 B) GARE Amministrazione regionale Comunicato regionale n. 86 del 2 agosto 2011 Direzione centrale Organizzazione, personale, patrimonio e sistema informativo GECA 42/2010 Servizio di nuova rete fonia dati di Regione Lombardia. Avviso relativo agli appalti aggiudicati SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: GIUNTA REGIO- NALE DELLA LOMBARDIA Indirizzo postale P.zza Città di Lombardia, 1 Città: Milano Codice postale: Paese: Italia Punti di contatto: Telefono: All attenzione di: Paola Rizzo. Posta elettronica: Fax: Indirizzo Internet Amministrazione aggiudicatrice (URL): I.2) Tipo di amministrazione aggiudicatrice e principali settori di attività: Autorità regionale o locale Servizi generali delle amministrazioni pubbliche SEZIONE II: OGGETTO DELL APPALTO II.1) Descrizione II.1.1) Servizio di nuova rete fonia dati di Regione Lombardia. II.1.2) Tipo di appalto e luogo di esecuzione, luogo di consegna o di prestazione dei servizi: Servizi - Categoria di servizi: N. 7 Lombardia II.1.4) Breve descrizione dell appalto o degli acquisti come punto II.1.1) II.1.5) CPV Oggetto principale II.1.6) L appalto rientra nel campo di applicazione dell accordo sugli appalti pubblici (AAP) SI II.2) VALORE FINALE TOTALE DEGLI APPALTI: Euro ,00= IVA esclusa. SEZIONE IV: PROCEDURA IV.1.1) Tipo di procedura Aperta IV.2.1) Criteri di aggiudicazione Offerta economicamente più vantaggiosa in base ai criteri indicati nel disciplinare di gara. IV.2.2) Ricorso ad un asta elettronica NO IV.3) INFORMAZIONI DI CARATTERE AMMINISTRATIVO IV.3.1) Numero di riferimento attribuito al dossier dell amministrazione aggiudicatrice GECA 42/2010 IV.3.2) Pubblicazioni precedenti relative allo stesso appalto SI Bando di gara: Numero dell avviso nella GUUE: 2010/S del 28 dicembre 2010 Altre pubblicazioni precedenti: Numero dell avviso nella GUUE: 2011/S del 08 febbraio 2011 SEZIONE V: AGGIUDICAZIONE DELL APPALTO Appalto n. 42/2010 TITOLO Servizio di nuova rete fonia dati di Regione Lombardia. V.1) Data di aggiudicazione 15 giugno 2011 V.2) Numero di offerte ricevute: 1 V.3) Nome e indirizzo dell operatore economico aggiudicatario: FASTWEB SPA - Via Caracciolo, Milano V.4) Informazioni sul valore dell appalto Valore totale stimato dell appalto Valore ,00= Moneta EURO - IVA esclusa Valore finale totale dell appalto Valore ,00= Moneta EURO IVA esclusa V.5) E possibile che il contratto venga subappaltato: NO SEZIONE VI: ALTRE INFORMAZIONI VI.1) Appalto connesso ad un progetto e/o programma finanziato dai fondi comunitari: NO VI.2) Informazioni complementari: La presente procedura è stata svolta mediante l ausilio di sistemi informatici e l utilizzazione del Sistema di intermediazione telematica di Regione Lombardia denominato «Sintel», al quale è possibile accedere attraverso il punto di presenza sulle reti telematiche all indirizzo internet corrispondente all URL Il sistema è messo a disposizione da Lombardia Informatica Spa ai sensi della Legge Regionale Lombardia n. 14/1997, Legge Regionale Lombardia n. 33/2007, D.G.R. n. IX/1530 del 06 aprile Codice Identificativo Gara CIG: C4 VI.3) Procedure di ricorso VI.3.1) Organismo responsabile delle procedure di ricorso: Denominazione ufficiale: T.A.R. Lombardia - Indirizzo postale: Via Corridoni, 39 - Città: Milano, Codice postale: Paese: Italia Fax: VI.3.2) Presentazione di ricorso. Informazioni precise sui termini di presentazione di ricorso: 30 giorni al TAR Lombardia VI.5) Data di spedizione del presente avviso: 28 luglio 2011 Il dirigente della struttura acquisti contratti e patrimonio Michele Colosimo

10 10 Bollettino Ufficiale Provincia di Varese Esito di gara SS.PP. 2^ zona - Lavori di sistemazione, manutenzione e servizio sgombro neve - Periodo 2011/2012 1) procedura aperta ai sensi del R.D. 827/1924 e art.55 D.Lgs. 163/2006 e s.m.; 2) descrizione:ss.pp. 2^ zona lavori di sistemazione, manutenzione e servizio sgombro neve - periodo 2011/ CIG D5D CUP J36G ; 3)data di aggiudicazione dell appalto:25 luglio 2011; 4) criteri di aggiudicazione dell appalto: prezzo più basso ai sensi dell art.82 c.2 lett.a) D.Lgs. 163/2006 e s.m.; 5) numero di offerte ricevute: n.48; 6) impresa aggiudicataria: Civelli Costruzioni Srl V.le Ticino, 96 - Gavirate; 7) importo di aggiudicazione: ,71, corrispondente ad un ribasso del 7,95%, oltre ,25 per oneri relativi alla sicurezza non soggetti a ribasso, per complessivi ,96, oltre IVA; 8) subappalto: Cat.OG3-OS24 nei limiti di legge; 9) organismo responsabile delle procedure di ricorso: TAR Lombardia, V. Conservatorio, Milano - Tel.02/ Il presente avviso è pubblicato sul Sito Internet provincia.va.it Varese, 27 luglio 2011 Il dirigente del settore Damiano Bosio Comune di Legnano Estratto di avviso d asta pubblica per l alienazione, mediante cessione del ramo d azienda, di un complesso di beni organizzato per l esercizio di una residenza sanitaria per anziani (RSA) di nuova realizzazione, sita in Legnano IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E COORDINAMENTO In esecuzione della propria determinazione n. 111 del 29 luglio 2011 RENDE NOTO Il Comune di Legnano indice asta pubblica, con l osservanza delle disposizioni di cui al R.D. 23 maggio 1924, n. 827, per l alienazione, mediante cessione del ramo d azienda, di un complesso di beni organizzato per l esercizio di una residenza sanitaria assistenziale (RSA) di nuova realizzazione. Il compendio immobiliare, in fase di accatastamento, ha una superficie complessiva di mq , è ubicato in Legnano, tra le vie Guidi, Montessori e Colombes. PREZZO A BASE D ASTA: EURO ,00. TERMINE ULTIMO DI RICEZIONE DELLE OFFERTE: ore 12:00 del giorno 10 ottobre All apertura delle buste si procederà il giorno 13 ottobre 2011 con inizio alle ore 10:00 in seduta pubblica, presso la Sala degli Stemmi del Comune di Legnano, sita in Piazza San Magno 9. L avviso d asta integrale e i relativi documenti allegati sono disponibili sul sito web del Comune di Legnano, all indirizzo www. legnano.org (sezione «Bandi, concorsi e appalti). Il Responsabile del procedimento è il dott. Ivan Alessandro Mazzoleni tel. 0331/ fax 0331/ e mail: Legnano, 3 agosto 2011 Il responsabile Ivan Alessandro Mazzoleni Comune di Vimodrone (MI) Realizzazione di un centro sportivo polivalente mediante affidamento in concessione di progettazione, costruzione e gestione ai sensi dell art. 142 e ss. del d. lgs. 163/2006 I.1. Comune di Vimodrone (MI) via C. Battisti 56 cap tel fax e mail Milano.it punti di contatto: Ufficio contratti Chiara Gregorini tel Profilo del committente: milano.it Ulteriori informazioni: Settore Tecnico /270; Settore Contratti e Affari Legali mail: Ritiro documentazione direttamente dal profilo del committente. I.2 Autorità locale II.1.1 Realizzazione di un centro sportivo polivalente mediante affidamento in concessione di progettazione, costruzione e gestione ai sensi dell articolo 142 e ss. del D.Lgs. n. 163/2006 II.1.2 Comune di Vimodrone Via Leopardi angolo via Ariosto codice NUTS ITC45 II.1.3 si rimanda al disciplinare di gara pubblicato sul profilo del committente; la procedura è stata indetta con determinazione R.G. n. 376 del 25 luglio 2011 sulla base del progetto preliminare redatto dal Settore tecnico del Comune. A titolo di prezzo è previsto il conferimento al concessionario aggiudicatario del diritto di superficie sul centro sportivo e la corresponsione di un contributo massimo omnicomprensiva iva inclusa di euro ,00 da erogare dopo l approvazione del collaudo da parte del Comune secondo quanto previsto nel disciplinare, progetto preliminare e suoi allegati e schema di convenzione CIG: CUP: D19B II.1.4 Categoria lavori: CPV Categoria prevalente OG 1 - classifica V euro ,00. Ulteriori categorie: OG 11 classifica IV euro ,00; OG 3 classifica II euro ,00 categoria servizi: CPV II.2.1 Importo stimato lavori: ,00 valore totale dell investimento: euro: ,00 II.2.2 I concorrenti hanno la facoltà, ai sensi dell articolo 146 comma 1 lettera b) del D.lgs. n. 163, di appaltare a terzi in tutto o in parte le lavorazioni oggetto di concessione, in questo caso dovranno indicare la relativa percentuale. III.1 vedi disciplinare. IV.1 Offerta economicamente più vantaggiosa di cui all articolo 83 del D.Lgs. n. 163/2006 e succ. modific., prendendo in considerazione gli elementi di seguito indicati, con i relativi pesi massimi: A) Elementi qualitativi fino a punti 70; B) elementi quantitativi ed economici fino a punti: 30; per una ulteriore specificazione si rinvia al disciplinare. IV.2.2 ore 12:00 del 05 dicembre 2011 ALL. A. III indirizzo cui devono essere strasmesse: le offerte vanno inviate a: Ufficio protocollo Comune di Vimodrone (MI) all indirizzo sopra indicato secondo le modalità indicate nel disciplinare di gara e allegati IV.2.3 italiano VI.1 no VI.2 tutti gli atti di gara sono pubblicati sul profilo del committente cui si rinvia. Tempo massimo per l esecuzione dei lavori e per l avvio della concessione: il tempo massimo previsto per l esecuzione dei lavori è 720 giorni e l avvio della gestione avverrà dovrà avvenire entro tre mesi dall approvazione del collaudo da parte del Comune. Durata massima della concessione: 33 anni. Livello minimo della qualità di gestione del servizio, livello iniziale massimo e struttura delle tariffe da praticare all utenza e metodologia dl loro adeguamento: vedi nel disciplinare e progetto preliminare e suoi allegati e schema di convenzione Società di progetto: Il Comune impone l obbligo all aggiudicatario, dopo l aggiudicazione, di costituire una società di progetto, ai sensi e per gli effetti dell articolo 156 del D.Lgs. n. 163/2006 in forma di società per azioni o responsabilità limitata, anche consortile, con capitale sociale di ammontare minimo pari ad euro ,00 Modalità con le quali i partecipanti alla gara dimostrano la disponibilità delle risorse finanziarie necessarie a coprire il costo dell investimento: piano economico e finanziario asseverato. Nominativo del responsabile del procedimento: Arch. Carlo Tenconi VI.3 TAR Lombardia Milano entro 30 giorni dalla pubblicazione di cui all articolo 66 D.lgs. n. 163/2006. VI.4 Data di spedizione del bando alla GUE: 26 luglio Il responsabile del settore tecnico Carlo Tenconi Comune di Vimodrone (MI) Bando di gara d appalto per affidamento del servizio di trasloco degli inquilini delle case comunali con fornitura di tutto il materiale necessario agli imballi (CIG ) I.1) Comune di Vimodrone (MI) via C. Battisti 56 cap tel fax milano.it punti di contatto: Ufficio Protocollo tel Profilo del committente: Ulteriori informazioni presso: Servizio LL.PP e Patrimonio tel ; Settore Contratti e Affari Legali tel.

11 Bollettino Ufficiale /289/210. Ritiro documentazione direttamente dal profilo del committente Le offerte vanno inviate a: Ufficio protocollo Comune di Vimodrone (MI) all indirizzo sopra indicato secondo le modalità indicate nel disciplinare di gara e allegati. II.1.1) Gara a procedura aperta sotto soglia comunitaria per affidamento del servizio di trasloco degli inquilini delle case comunali con fornitura di tutto il materiale necessario agli imballi, indetta con determinazione R.G. n. 381 del 1 agosto 2011 II.1.2) servizi Vimodrone, codice NUTS ITC45 II.1.5) servizio di trasloco degli inquilini delle case comunali con fornitura di tutto il materiale necessario agli imballi, come descritto nel capitolato II.1.6) CPV: II.1.7) NO II.1.8) non divisione in lotti II.1.9) NO II.2.1) valore stimato IVA esclusa euro ,00. Oneri per la sicurezza pari a 0,00- Costo del personale non soggetto a ribasso ,88 II.2.2) Opzioni: no II.3) Si ipotizza che il servizi possa durare complessivamente 10 giorni lavorativi: parte nel periodo ottobre-dicembre 2011 e parte nel periodo gennaio-febbraio III.1.1) cauzione provvisoria pari ad 674,00 con validità minima 180 giorni dalla data di scadenza di presentazione delle offerte; Dopo aggiudicazione, cauzione definitiva e polizza assicurativa RCT/O e RC vettoriale o equivalente III.1.2) risorse proprie di bilancio e termini di pagamento indicati nel capitolato e nello schema di contratto. III.1.3) ammesse Ati ex art. 37 D.Lgs. n. 163/2006 e Consorzi di imprese ex artt. 34, 35, 36 e 37 del richiamato Decreto. È ammessa la partecipazione delle imprese stabilite in altri paesi membri dell UE, nelle forme previste nei paesi di stabilimento. Operante divieto di cui al comma 7 art. 37 D.Lgs. n. 163/2006. III.2.1) legittimati a partecipare soggetti di cui all art. 34 del D.Lgs. 163/2006. Pena l esclusione dalla gara, ciascun concorrente deve soddisfare, anche ai sensi di quanto stabilito nel Disciplinare di gara, le seguenti condizioni: a) essere iscritto per attività inerenti il presente appalto nel Registro delle Imprese o in uno dei registri professionali o commerciali dello Stato di residenza se si tratta di uno Stato dell UE ex art. 39, D.Lgs. 163/2006; b) non sussistenza motivi di esclusione di cui all art. 38, D.Lgs. 163/2006 e s.m.i. c) non sussistenza dei motivi di esclusione di cui all articolo 83 bis del D. L. 112/2008 convertito in legge n. 133/2008; d) non sussistenza delle cause di esclusione di cui all art. 9, comma 2, lettera a) b) del D. Lgs. 231/2001 e s.m.i.; e) non sussistenza delle cause di esclusione di cui all articolo 1 bis, comma 14 della legge 383/2001 e s.m.i.; III.2.2) Capacità Economica: a) almeno due istituti bancari e/o intermediari autorizzati ai sensi del D.Lgs. 385/1993 disponibile a rilasciare idonee referenze bancarie; b) aver realizzato complessivamente, negli ultimi tre esercizi finanziari approvati ala data della pubblicazione del presente bando, un fatturato specifico per servizi di trasloco non inferiore ad euro ,00; III.2.3) Capacità Tecnica: IV.1.1) a) aver svolto con esito positivo almeno in un anno dell ultimo triennio antecedente la data di pubblicazione del bando almeno un servizio unitario di trasloco di importo non inferiore, al netto di IVA, ad euro ,00; Tipo di procedura: procedura aperta sotto soglia ai sensi degli artt. 121 e 124 del D.Lgs. n. 163/2006. V.2.1) Criteri di aggiudicazione: prezzo più basso determinato mediante ribasso percentuale sull importo posto a base di gara non soggetto a ribasso. IV.3.2) effettuata preinformazione IV.3.4) Termine per il ricevimento delle offerte: data 09 settembre 2011 ora: 12.00, pena irricevibilità e/o non ammissione alla gara. IV.3.6) italiano. IV.3.7) 180 giorni dal termine ultimo per la ricezione delle offerte. IV.3.8) La prima seduta pubblica di gara sarà il 12 settembre 2011 ore 9.30 stanza 25 all indirizzo di cui al punto 1 VI.3) Per tutte altre prescrizioni, si rinvia al disciplinare di gara, capitolato e schema di contratto. Chiarimenti e/o le rettifiche agli atti di gara verranno pubblicati sul profilo del committente di cui sopra. E designato RUP ex art. 10 del D.Lgs. n. 163/2006, Ing. Christian Leone VI.4.1) T.A.R. Lombardia Milano. VI.4.2) avverso il presente bando è proponibile ricorso avanti il TAR entro 60 giorni e ricorso straordinario avanti il P.d.R. entro 120 giorni. Il responsabile del procedimento Christian Leone Metropolitana Milanese Spa - Milano Servizio Idrico Integrato della città di Milano Fornitura di contatori per acqua potabile sotto pressione di vari diametri nominali, suddivisa in 3 lotti (CUP J42G ) COMUNICAZIONE APPALTO AGGIUDICATO Concorrenti Lotto 1 (CIG C8): 1.Acquaconta Wehrle 2.G2 Misuratori 3.Maddalena. Aggiudicatario: Acquaconta Wehrle S.R.L. Via Strada Antica Fornace 2/ Canelli (At). Importo Complessivo Stimato Annuo: ,00+Iva+Imp. On. Sic.: 240,00+Iva. Concorrenti Lotto 2 (CIG ): 1.Itron Italia S.P.A. Aggiudicatario: Itron Italia S.P.A. Via Via M. Gorki Cinisello B. (MI). Importo Complessivo Stimato Annuo: ,00+Iva+Imp. On. Sic.: 240,00+Iva. Concorrenti Lotto 3 (CIG B5) 1. Ica 2.Sensus Italia 3.Maddalena. Aggiudicatario: Ica S.R.L. Via V. Cuoco Monopoli (BA). Importo Complessivo stimato annuo: ,00+IVA. Imp. on. sic.: 240,00+IVA. Durata: 365 giorni. Funzionario Responsabile: p. i. A. Zingrillo. Metodo di aggiudicazione: prezzo più basso. Milano, 1 agosto 2011 Il direttore generale Stefano Cetti Metropolitana Milanese Spa - Milano Servizio Idrico Integrato della città di Milano - Servizio di prelievo, trasporto, trattamento e/o smaltimento dei rifiuti prodotti dall impianto di depurazione delle acque reflue di Milano Nosedo (CUP J42I CIG ) COMUNICAZIONE APPALTO AGGIUDICATO Concorrenti: 1.Amsa 2. Cost. Ati Sangalli G. & C./Zanetti. Aggiudicatario: Amsa Spa - Via Olgettina Milano. Importo complessivo stimato del servizio: ,07 + IVA ,00 + IVA per oneri relativi alla sicurezza. Durata: 730 gg.n.c. dal 1 giugno 2011 Funzionario Responsabile: ing. S. Colia. Metodo di aggiudicazione: massimo ribasso. Milano, 1 agosto 2011 Il direttore generale Stefano Cetti

12 12 Bollettino Ufficiale C) CONCORSI Amministrazione regionale Comunicato regionale n. 84 del 28 luglio 2011 Direzione centrale Programmazione integrata - Bando di concorso per titoli e colloquio per il conferimento di una borsa di studio e ricerca Al fine di sostenere e rafforzare la capacità di produrre innovazione tecnologica e di fare ricerca, valorizzare il capitale umano e incrementare l attrattività del territorio lombardo il Consorzio Interuniversitario CILEA e Regione Lombardia hanno sottoscritto in data 10 febbraio 2010 un accordo di collaborazione per la sperimentazione di iniziative di promozione, sviluppo, valorizzazione della ricerca con ricaduta diretta sul territorio lombardo, il cui schema è stato approvato dalla delibera di giunta regionale n. VIII/10876 del 23 dicembre L accordo, di durata biennale, prevede uno stanziamento di 1 milione di euro suddiviso in parti uguali tra Regione Lombardia e Consorzio Cilea. Il Comitato di indirizzo, istituito in base all art. 5 dell accordo di collaborazione, in data 23 aprile 2010 ha approvato l avvio dell iniziativa biennale denominata LISA, Laboratorio Interdisciplinare per la Simulazione Avanzata e il precedente bando con il quale era stato lanciato un concorso per titoli e colloquio. Lo stesso Comitato di indirizzo, nella seduta del 14 giugno 2011, ha approvato di lanciare una nuova edizione del bando per l inserimento di una nuova risorsa a cui conferire una nuova borsa in modo da garantire la continuità delle attività svolte. Beneficiari: 1 giovane (31 anni non compiuti) cittadino/a dell Unione Europea, in possesso di laurea magistrale per il conferimento di una borsa di studio e ricerca della durata di 12 mesi. Tema della borsa: il tema verte su contenuti di ricerca innovativi e di rilevanza scientifica che si baseranno sulla necessità di impiego di notevoli risorse di calcolo, ad alto livello di parallelismo, e visualizzazione ad alte prestazioni. E richiesto un background formativo tecnico-scientifico e la conoscenza di almeno un linguaggio di programmazione. Importo della borsa: ,00 lordi annui. Termini di presentazione delle domande: Le domande di ammissione al concorso in carta semplice, indirizzata al Presidente del CILEA, dovranno pervenire alla Segreteria del Consorzio - Via R. Sanzio, 4 - Segrate (MI) dal 29 luglio 2011 ed entro e non oltre le ore di lunedì 12 Settembre Durata della borsa: 12 mesi. Il testo integrale del concorso è disponibile sul sito del Consorzio Cilea riservato all iniziativa LISA: Il direttore della funzione specialistica università e ricerca della D.C. programmazione integrata Armando De Crinito

13 Bollettino Ufficiale 13 Comune di Carimate (CO) Estratto avviso di bando pubblico per assegnazione di n. 2 autorizzazioni per l esercizio del servizio di autonoleggio con conducente svolto mediante autovettura Si rende noto che il Comune di Carimate Piazza Castello Carimate (CO) - tel fax e- mail: ha indetto un bando pubblico ai sensi del Regolamento Comunale per l assegnazione di n. 2 autorizzazioni per l esercizio del servizio di autonoleggio con conducente svolto mediante autovettura, approvato con D.C.C. n 38 del 29 novembre Termine presentazione domande : ore 13,00 del giorno giovedì 15 settembre 2011; Operazioni di gara : ore del giorno martedì 20 settembre 2011 presso il Comune di Carimate Piazza Castello 1. Il testo integrale del bando e gli allegati sono disponibili sul sito Informazioni potranno essere richiesti presso l Ufficio Tecnico Comunale, responsabile del procedimento geom. Silvana Orsenigo (tel ). Carimate, 1 agosto 2011 Il responsabile del procedimento Silvana Orsenigo

14 14 Bollettino Ufficiale Comune di Valmorea (CO) Estratto bando di concorso pubblico per esami per la copertura a tempo pieno e indeterminato di n. 1 posto di operaio specializzato (con mansioni di elettricista, giardiniere, muratore) Cat. B3 Area tecnico-manutentiva E indetto un concorso pubblico, per esami, per l assunzione a tempo pieno e indeterminato di n. 1 Operaio specializzato, con mansioni di elettricista, giardiniere, muratore, cat. B3, area tecnico-manutentiva. Termine presentazione domande: ore del giorno 10 settembre Le prove avranno luogo presso il Palazzo Municipale Via Roma, 85 Valmorea (CO), nei seguenti giorni: prova scritta: 27 settembre 2011 ore prova pratica: 04 ottobre 2011 ore Il testo integrale del bando di concorso è disponibile presso gli uffici del Comune di Valmorea (tel. 031/ fax 031/ o sul sito internet del Comune (www.comune.valmorea.co.it). Valmorea, 10 agosto 2011 Il responsabile del servizio Nessi Massimo

15 Bollettino Ufficiale 15 Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Lecco Bando di concorso pubblico a n. 1 posto di CPS tecnico della prevenzione nell ambiente e nei luoghi di lavoro Art. 1 In esecuzione della deliberazione n. 358 adottata in data 27 luglio 2011 è indetto pubblico concorso per titoli ed esami, in conformità alle norme vigenti, per la copertura di n. 1 posto di: Area contrattuale: personale del comparto «Sanità» Ruolo: sanitario Categoria: D Profilo professionale: Collaboratore Professionale Sanitario Qualifica: Tecnico della Prevenzione nell ambiente e nei luoghi di lavoro Trattamento economico annuo lordo: ,00.= più eventuali compensi accessori e incentivazioni. Ai sensi del D. Lgvo 8 maggio 2001 n. 215, art. 18, c. 6 e 7 e dell art. 26, c. 5 bis, il posto è riservato prioritariamente a volontario delle FF.AA. Nel caso non via sia candidato idoneo appartenente ad anzidetta categoria il posto sarà assegnato ad altro candidato utilmente collocato in graduatoria. Art. 2 I requisiti generali di ammissione sono: a) cittadinanza italiana, salvo le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei paesi dell unione europea; b) idoneità fisica alle mansioni proprie della figura a concorso(sarà cura di questa asl procedere, prima dell immissione in servizio, alla verifica di detta idoneità); Il requisito specifico di ammissione è: c) laurea triennale nella classe 4 «Classe delle lauree nelle professioni sanitarie della prevenzione» nell ambito della professione sanitaria del tecnico della prevenzione nell ambiente e nei luoghi di lavoro, ai sensi del Decreto Interministeriale 2 aprile 2001 ovvero i titoli riconosciuti equipollenti ai sensi del D.M. 27 luglio 2000 «Equipollenza di diplomi e attestati al diploma universitario di tecnico della prevenzione dell ambiente e dei luoghi di lavoro, ai fini dell esercizio professionale e dell accesso alla formazione post-base» Non possono accedere all impiego coloro che siano esclusi dall elettorato attivo e coloro che siano stati destituiti o dispensati dall impiego presso Pubbliche Amministrazioni, ovvero licenziati a decorrere dalla data di entrata in vigore del primo contratto collettivo. I suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito nel presente bando di concorso per la presentazione delle domande di ammissione. Art. 3 Le domande di ammissione al concorso, redatte in carta semplice, dovranno essere presentate direttamente a cura e responsabilità dell interessato all Ufficio Protocollo dell Azienda entro e non oltre le ore dodici del trentesimo giorno successivo alla data di pubblicazione dell estratto del presente bando sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana. Qualora detto termine cada di sabato o festivo il termine è prorogato alla stessa ora del primo giorno successivo non festivo. Le domande possono essere inoltrate al seguente recapito: Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Lecco - C.so Carlo Alberto n Lecco. Per l invio a mezzo del servizio postale, le domande si considerano prodotte in tempo utile se spedite a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento entro il termine indicato. A tal fine, fa fede il timbro, la data e l ora dell ufficio postale accettante. In questo caso si considerano comunque pervenute fuori termine, qualunque ne sia la causa, le domande presentate al servizio postale in tempo utile e recapitate a questa Azienda sanitaria oltre tre giorni dal termine di scadenza del bando. Questa Amministrazione declina ogni responsabilità per eventuale smarrimento della domanda o dei documenti spediti a mezzo postale con modalità ordinarie. Ai sensi del dpcm 6 maggio 2009 art. 4, comma 4, verranno accettate le domande presentate tramite pec nel rispetto dell art. 65 comma 1 d.lgvo n. 82/2005 e successive modificazioni ed integrazioni. Per chi volesse consegnare personalmente la domanda, gli orari di apertura al pubblico dell Ufficio Protocollo dell Asl sono: h h e h h (fax: 0341/ / /482211). Nota bene: l ultimo giorno utile per la consegna delle istanze, l Ufficio Protocollo sarà aperto dalle h alle h Si informa che le domande di ammissione al concorso non verranno in alcun modo controllate dall Ufficio Protocollo o da altro Servizio di questa Asl, considerato che nel presente bando vi sono tutte le indicazioni utili affinché siano predisposte nel modo corretto. Nella domanda di ammissione, redatta in carta semplice, i candidati debbono indicare: la data, il luogo di nascita, la residenza ed il codice fiscale; il possesso della cittadinanza italiana o equivalente; il Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime; le eventuali condanne penali riportate; il possesso del requisito specifico di cui alla lettera c) dell art. 2, specificando il titolo di studio conseguito, la data e presso quale Istituto è stato conseguito, la durata del corso di studi; gli altri titoli di studio posseduti (indicando gli elementi sopra specificati); il possesso della patente di guida; la posizione nei riguardi degli obblighi militari; gli eventuali titoli che danno diritto ad usufruire di riserve, precedenze o preferenze; i servizi prestati come impiegati presso pubbliche amministrazioni e le eventuali cause di risoluzione di precedenti rapporti di pubblico impiego; di non essere stati dispensati, né destituiti dall impiego presso pubbliche amministrazioni, ovvero licenziati a decorrere dalla data di entrata in vigore del primo contratto collettivo; il domicilio, se diverso dalla residenza, presso il quale deve, ad ogni effetto, essere fatta ogni necessaria comunicazione. L Amministrazione non assume altresì responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendente da inesatta indicazione del recapito da parte del candidato, oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore. L omissione, anche parziale, delle dichiarazioni succitate comporta l esclusione dal concorso. Sarà altresì escluso il candidato che non sottoscriva la domanda di partecipazione al concorso. Unitamente a tale domanda i concorrenti devono allegare i seguenti documenti che, esclusivamente nei casi e con le modalità previsti dagli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000, possono essere sostituiti da idonee autocertificazioni o dichiarazioni sostitutive dell atto di notorietà: a) i documenti comprovanti il possesso del requisito specifico di cui alla lettera c) dell art. 2 del presente bando; b) i titoli che danno diritto ad usufruire di riserve, precedenze o preferenze nella graduatoria degli idonei; c) le certificazioni relative ai titoli che il concorrente ritenga opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito; d) il curriculum formativo e professionale, datato e firmato, che non ha valore di autocertificazione delle dichiarazioni in esso contenute e non è quindi oggetto di valutazione; e) le eventuali pubblicazioni, edite a stampa; Alla domanda deve essere altresì allegato: la ricevuta del pagamento della tassa di concorso di 10,00.= effettuato mediante il c/c postale n intestato a «Asl Provincia di Lecco gestione entrate servizio tesoreria»; nel modulo di versamento deve essere indicata la causale «Tassa di partecipazione al concorso pubblico per Collaboratore Professionale Sanitario Tecnico della Prevenzione nell ambiente e nei luoghi di lavoro»; un elenco della documentazione presentata unitamente alla stessa (pertanto anche le autocertificazioni e le dichiarazioni sostitutive dell atto di notorietà devono essere elencate). Detto elenco, debitamente sottoscritto, deve essere stilato in carta semplice e in triplice copia; la fotocopia del documento di identità. Sono considerati privi di efficacia i documenti, le autocertificazioni, le dichiarazioni sostitutive dell atto di notorietà e quant al-

16 16 Bollettino Ufficiale tro dovesse pervenire dopo la scadenza del termine perentorio suddetto. Qualora si producano documenti, gli stessi debbono essere originali o copie autenticate a sensi degli artt. 18, 19 e 19-bis del DPR n. 445 del 28/12/00 Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa ; gli stessi non sono soggetti all imposta di bollo. Le autocertificazioni e le dichiarazioni sostitutive dell atto di notorietà debbono rispettivamente riguardare le fattispecie previste dagli artt. 46 e 47 del citato DPR 445/00 e devono altresì essere rese con le modalità previste dagli stessi (vedasi anche art. 76 del medesimo DPR). Si precisa che nella certificazione relativa ai servizi deve essere attestato se ricorrono o meno le condizioni di cui all ultimo comma dell art. 46 del DPR n. 761 del 20 dicembre 1979 Stato giuridico del personale delle unità sanitarie locali, in presenza delle quali il punteggio di anzianità deve essere ridotto. In caso positivo, l attestazione deve precisare la misura della riduzione del punteggio. Nota bene: la documentazione prodotta in copia semplice, e quindi senza l autentica sopra precisata, è priva di efficacia; le autocertificazioni e le dichiarazioni sostitutive dell atto di notorietà devono contenere la descrizione analitica di tutti gli elementi necessari all esatta individuazione dei titoli, stati, qualità personali o fatti oggetto della certificazione. Qualora gli stessi non fossero chiaramente descritti o mancassero di elementi essenziali per la loro valutazione, non saranno tenuti in considerazione; prima dell immissione in servizio dei candidati con cui questa Amministrazione procederà alla stipula di contratto individuale di lavoro, verranno verificate le informazioni rese con autocertificazioni e dichiarazioni sostitutive dell atto di notorietà. Nell eventualità dal controllo sortissero dichiarazioni false grazie alle quali il candidato sia stato ammesso al concorso e/o abbia fruito di riserve, precedenze o preferenze nella graduatoria e/o si sia comunque posizionato nella medesima, si procederà all immediata estromissione del candidato dalla graduatoria con conseguente revoca della stipula di contratto individuale di lavoro e, se necessario, denuncia alla competente Autorità giudiziaria. Rimane ovviamente fermo quanto previsto dall art. 76 del DPR n. 445/00. Si riportano di seguito gli estremi di alcuni articoli del Dpr 445/00 il cui testo si intende integralmente trascritto: art. 18 copie autentiche - art. 19 modalità alternative all autenticazione di copie - art. 19-bis disposizioni concernenti la dichiarazione sostitutiva - art. 38 modalità di invio e sottoscrizione delle istanze - art. 47 dichiarazioni sostitutive dell atto di notorietà - art. 48 disposizioni generali in materia di dichiarazioni sostitutive - art. 49 limiti di utilizzo delle misure di semplificazione - art. 76 norme penali. Non saranno tenute in considerazione le autocertificazioni e le dichiarazioni sostitutive di atti di notorietà formulate in modo non conforme alle norme sopracitate. Lo stesso dicasi per i documenti prodotti in modo non conforme alla normativa. A titolo esemplificativo, si riportano gli schemi di autocertificazione e di dichiarazione dell atto sostitutivo di notorietà: «Dichiarazioni sostitutive di certificazioni (Art. 46 D.P.R. 445 del 28 dicembre 2000) Il sottoscritto, consapevole delle sanzioni penali richiamate dall art. 76 del D.P.R. 445 del 28 dicembre 2000 nel caso di dichiarazioni non veritiere, di formazione o uso di atti falsi di essere nato a il di essere residente a di abitare a DICHIARA di essere cittadino italiano (oppure ) di godere dei diritti civili e politici di essere celibe/nubile/di stato libero/coniugato/vedovo/altro (cancellare ciò che non interessa) che la famiglia convivente si compone di (indicare cognome nome, data di nascita e rapporto di parentela, compreso il proprio nominativo) di essere iscritto all ordine professionale/collegio di _dal di possedere il titolo di studio rilasciato da in data durata corso di studi di possedere altri titoli di studio (indicare gli elementi di cui sopra) la qualifica professionale posseduta, titolo di specializzazione, di abilitazione, di formazione, di aggiornamento e di qualificazione tecnica stato di disoccupazione di essere nella seguente posizione agli effetti e adempimenti degli obblighi militari, ivi comprese quelle attestate nel foglio matricolare dello stato di servizio di non aver riportato condanne penali e di non essere destinatario di provvedimenti che riguardano l applicazione di misure di sicurezza e di misure di prevenzione, di decisioni civili e di provvedimenti amministrativi iscritti nel casellario giudiziale ai sensi della vigente normativa di non essere a conoscenza di essere sottoposto a procedimenti penali. Il sottoscritto dichiara di essere informato, ai sensi e per gli effetti di cui al Decreto Legislativo n. 196 del 30 giugno 2003 «Codice in materia di protezione dei dati personali», che i dati personali raccolti saranno trattati, anche con strumenti informatici, esclusivamente nell ambito del procedimento per il quale la presente dichiarazione viene resa. Luogo e data di rilascio dell autocertificazione Firma» Spett. «Dichiarazione sostitutiva dell atto di notorietà (Art. 47 D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445) Azienda Sanitaria Locale di Lecco Il sottoscritto, nato a il, residente a in Via consapevole delle sanzioni penali richiamate dall art. 76 del D.P.R. 445 del 28 dicembre 2000 nel caso di dichiarazioni non veritiere, di formazione o uso di atti falsi DICHIARA (scrivere ciò che interessa in modo dettagliato e con tutti gli elementi necessari per una eventuale valutazione). Il sottoscritto dichiara di essere informato, ai sensi e per gli effetti di cui al Decreto Legislativo n. 196 del 30 giugno 2003 «Codice in materia di protezione dei dati personali», che i dati personali raccolti saranno trattati, anche con strumenti informatici, esclusivamente nell ambito del procedimento per il quale la presente dichiarazione viene resa. Luogo e data di rilascio della dichiarazione Firma». Art. 4 Le prove d esame sono le seguenti: a) prova scritta: vertente su argomento scelto dalla Commissione Esaminatrice mediante svolgimento di un tema o soluzione di quesiti a risposta sintetica; b) prova pratica: consistente nella esecuzione e/o illustrazione di tecniche specifiche connesse alla qualificazione professionale richiesta; c) prova orale: vertente su argomenti oggetto della prova scritta. La prova comprenderà anche l accertamento della conoscenza di elementi di informatica e la verifica della conoscenza, almeno a livello iniziale, della lingua Inglese. L art. 8, comma 3, del DPR n. 220 del 27/3/01 Regolamento recante disciplina concorsuale del personale non dirigenziale del Servizio sanitario nazionale stabilisce che i punteggi per i titoli e le prove d esame sono complessivamente 100 così ripartiti: 30 punti per i titoli; 70 punti per le prove d esame. Questi ultimi vengono così distribuiti: 30 punti per la prova scritta; 20 punti per la prova pratica; 20 punti per la prova orale. Il punteggio disponibile per i titoli pari a p. 30 viene così ripartito: 10 punti per i titoli di carriera; 3 punti per i titoli accademici e di studio; 2 punti per le pubblicazioni e i titoli scientifici; 15 punti per il curriculum formativo e professionale. Il superamento della prova scritta è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di almeno 21/30. Il superamento della prova pratica

17 Bollettino Ufficiale 17 e della prova orale è invece subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di almeno 14/20. I candidati che abbiano presentato la domanda e ai quali non sia stata comunicata l esclusione dal concorso per difetto dei requisiti prescritti, sono tenuti a presentarsi a sostenere le prove d esame, muniti di un valido documento di riconoscimento il giorno 23 settembre 2011 presso la sede dell Asl di Lecco Corso Carlo Alberto n. 120 in Lecco, alle ore 9,00. L assenza alle prove d esame sarà considerata come rinuncia al concorso quale sia il motivo dell assenza. L elenco dei candidati ammessi al concorso sarà pubblicato nel sito Internet aziendale Art. 5 L assunzione sarà effettuata secondo l ordine della graduatoria che sarà formulata dall apposita Commissione Esaminatrice. I vincitori del concorso dovranno far pervenire entro e non oltre il termine perentorio di 30 giorni dal ricevimento della relativa comunicazione, effettuata mediante lettera raccomandata con ricevuta di ritorno, i seguenti documenti: a) certificazione plurima contestuale attestante: cittadinanza italiana (vedasi punto a) dell art. 2)- residenza - godimento dei diritti politici - stato di famiglia; b) titolo di studio richiesto per l accesso al concorso; c) foglio matricolare o stato di servizio militare oppure, per gli esentati, certificato di esito definitivo di leva. Si ricorda che: i documenti di cui alla lettera a) del presente articolo ha validità di sei mesi dalla data di rilascio; tutti i documenti sopraindicati possono essere sostituiti da idonea autocertificazione resa ai sensi dell art. 46 del DPR n. 445 del 28 dicembre Scaduto inutilmente il termine assegnato per la presentazione della documentazione, questa Amministrazione comunicherà la propria determinazione di non dar luogo alla stipulazione del contratto. L Amministrazione si riserva il diritto di prorogare, sospendere, modificare o revocare il presente concorso nel rispetto delle norme di legge. Con la partecipazione al concorso è implicita, da parte dei candidati, l accettazione senza riserva di tutte le prescrizioni e precisazioni del presente bando e di quelle che disciplinano lo stato giuridico ed economico dei dipendenti di questa Azienda. Per quanto non direttamente contemplato nel presente bando, si rimanda, per le parti di pertinenza: al Decreto Legislativo n. 196 del 30 giugno 2003 «Codice in materia di protezione dei dati personali», al DPR n. 220 del 27 marzo 2001 «Regolamento recante disciplina concorsuale del personale non dirigenziale del Servizio sanitario nazionale», alla Legge n. 68 del 12 marzo 1999 «Norme per il diritto al lavoro dei disabili», al DPR n. 487 del 9 maggio 1994 «Regolamento recante norme sull accesso agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni e le modalità di svolgimento dei concorsi, dei concorsi unici e delle altre forme di assunzione nei pubblici impieghi», alla Legge n. 125 del 10 aprile 1991 «Pari opportunità», e loro successive modificazioni ed integrazioni. Si informa che questa Amministrazione, successivamente alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dell estratto del presente bando, provvederà a pubblicare sul proprio sito INTERNET «www. asl.lecco.it» il testo integrale del bando, il fac-simile di istanza di ammissione al concorso e la modulistica il cui utilizzo è a discrezione del candidato riguardante le dichiarazioni sostitutive di certificazioni (cosiddette «autocertificazioni») e le dichiarazioni sostitutive dell atto di notorietà. Qualora questa Amministrazione lo ritenga opportuno, sarà fornita tramite Internet ogni altra informazione utile, senza integrazioni del presente bando. Per eventuali chiarimenti gli interessati potranno rivolgersi al Servizio gestione personale Ufficio concorsi dell Azienda Sanitaria Locale C.so Carlo Alberto n LECCO (tel. 0341/ ) dalle ore alle ore e dalle ore alle ore 16.00, sabato escluso. Il direttore generale Marco Luigi Votta Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Lecco Bando di concorso pubblico n. 1 posto di assistente amministrativo Art. 1 In esecuzione della deliberazione n. 375 adottata in data 1 agosto 2011 è indetto pubblico concorso per titoli ed esami, in conformità alle norme vigenti, per la copertura di n. 1 posto di: Area contrattuale: personale del comparto «Sanità» Ruolo: amministrativo Categoria: C Posizione funzionale: Assistente Amministrativo Trattamento economico annuo lordo: ,00.= più eventuali compensi accessori e incentivazioni. Art. 2 I requisiti generali di ammissione sono: a) cittadinanza italiana, salvo le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dell Unione Europea; b) idoneità fisica alle mansioni proprie della figura a concorso(sarà cura di questa Asl procedere, prima dell immissione in servizio, alla verifica di detta idoneità); Il requisito specifico di ammissione è: c) Diploma di istruzione secondaria di secondo grado conseguito al termine di un corso di studi di durata quinquennale; Non possono accedere all impiego coloro che siano esclusi dall elettorato attivo e coloro che siano stati destituiti o dispensati dall impiego presso Pubbliche Amministrazioni, ovvero licenziati a decorrere dalla data di entrata in vigore del primo contratto collettivo. I suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito nel presente bando di concorso per la presentazione delle domande di ammissione. Art. 3 Le domande di ammissione al concorso, redatte in carta semplice, dovranno essere presentate direttamente a cura e responsabilità dell interessato all Ufficio Protocollo dell Azienda entro e non oltre le ore dodici del trentesimo giorno successivo alla data di pubblicazione dell estratto del presente bando sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana. Qualora detto termine cada di sabato o festivo il termine è prorogato alla stessa ora del primo giorno successivo non festivo. Le domande possono essere inoltrate al seguente recapito: Azienda Sanitaria Locale della Provincia di lecco - c.so Carlo Alberto n Lecco. Per l invio a mezzo del servizio postale, le domande si considerano prodotte in tempo utile se spedite a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento entro il termine indicato. A tal fine, fa fede il timbro, la data e l ora dell ufficio postale accettante. In questo caso si considerano comunque pervenute fuori termine, qualunque ne sia la causa, le domande presentate al servizio postale in tempo utile e recapitate a questa Azienda sanitaria oltre tre giorni dal termine di scadenza del bando. Ai sensi del dpcm 6 maggio 2009 art. 4, comma 4, verranno accettate le domande presentate tramite pec nel rispetto dell art. 65 comma 1 d.l.vo n. 82/2005 e successive modificazioni ed integrazioni. Questa Amministrazione declina ogni responsabilità per eventuale smarrimento della domanda o dei documenti spediti a mezzo postale con modalità ordinarie. Per chi volesse consegnare personalmente la domanda, gli orari di apertura al pubblico dell Ufficio Protocollo dell Asl sono: h h e h h (fax: 0341/ / /482211). Nota bene: l ultimo giorno utile per la consegna delle istanze, l Ufficio Protocollo sarà aperto dalle h alle h Si informa che le domande di ammissione al concorso non verranno in alcun modo controllate dall Ufficio Protocollo o da altro Servizio di questa Asl, considerato che nel presente bando vi sono tutte le indicazioni utili affinché siano predisposte nel modo corretto. Nella domanda di ammissione, redatta in carta semplice, i candidati debbono indicare: la data, il luogo di nascita, la residenza ed il codice fiscale; il possesso della cittadinanza italiana o equivalente; il Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti, ovvero i motivi

18 18 Bollettino Ufficiale della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime; le eventuali condanne penali riportate; il possesso del requisito specifico di cui alla lettera c) dell art. 2, specificando il titolo di studio conseguito, la data e presso quale Istituto è stato conseguito, la durata del corso di studi; gli altri titoli di studio posseduti (indicando gli elementi sopra specificati); la posizione nei riguardi degli obblighi militari; gli eventuali titoli che danno diritto ad usufruire di riserve, precedenze o preferenze; i servizi prestati come impiegati presso pubbliche amministrazioni e le eventuali cause di risoluzione di precedenti rapporti di pubblico impiego; di non essere stati dispensati, né destituiti dall impiego presso pubbliche amministrazioni, ovvero licenziati a decorrere dalla data di entrata in vigore del primo contratto collettivo; il domicilio, se diverso dalla residenza, presso il quale deve, ad ogni effetto, essere fatta ogni necessaria comunicazione. L Amministrazione non assume altresì responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendente da inesatta indicazione del recapito da parte del candidato, oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore. L omissione, anche parziale, delle dichiarazioni succitate comporta l esclusione dal concorso. Sarà altresì escluso il candidato che non sottoscriva la domanda di partecipazione al concorso. Unitamente a tale domanda i concorrenti devono allegare i seguenti documenti che, esclusivamente nei casi e con le modalità previsti dagli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000, possono essere sostituiti da idonee autocertificazioni o dichiarazioni sostitutive dell atto di notorietà: a) i documenti comprovanti il possesso del requisito specifico di cui alla lettera c) dell art. 2 del presente bando; b) i titoli che danno diritto ad usufruire di riserve, precedenze o preferenze nella graduatoria degli idonei; c) le certificazioni relative ai titoli che il concorrente ritenga opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito; d) il curriculum formativo e professionale, datato e firmato, che non ha valore di autocertificazione delle dichiarazioni in esso contenute e non è quindi oggetto di valutazione; e) e eventuali pubblicazioni, edite a stampa; Alla domanda deve essere altresì allegato: la ricevuta del pagamento della tassa di concorso di 10,00.= effettuato mediante il c/c postale n intestato a «Asl Provincia di Lecco gestione entrate servizio tesoreria»; nel modulo di versamento deve essere indicata la causale «Tassa di partecipazione al concorso pubblico per Assistente Amministrativo». un elenco della documentazione presentata unitamente alla stessa (pertanto anche le autocertificazioni e le dichiarazioni sostitutive dell atto di notorietà devono essere elencate). Detto elenco, debitamente sottoscritto, deve essere stilato in carta semplice e in triplice copia; la fotocopia del documento di identità. Sono considerati privi di efficacia i documenti, le autocertificazioni, le dichiarazioni sostitutive dell atto di notorietà e quant altro dovesse pervenire dopo la scadenza del termine perentorio suddetto. Qualora si producano documenti, gli stessi debbono essere originali o copie autenticate a sensi degli artt. 18, 19 e 19-bis del DPR n. 445 del 28/12/00 Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa ; gli stessi non sono soggetti all imposta di bollo. Le autocertificazioni e le dichiarazioni sostitutive dell atto di notorietà debbono rispettivamente riguardare le fattispecie previste dagli artt. 46 e 47 del citato DPR 445/00 e devono altresì essere rese con le modalità previste dagli stessi (vedasi anche art. 76 del medesimo DPR). Si precisa che nella certificazione relativa ai servizi deve essere attestato se ricorrono o meno le condizioni di cui all ultimo comma dell art. 46 del DPR n. 761 del 20 dicembre 1979 Stato giuridico del personale delle unità sanitarie locali, in presenza delle quali il punteggio di anzianità deve essere ridotto. In caso positivo, l attestazione deve precisare la misura della riduzione del punteggio. Nota bene: la documentazione prodotta in copia semplice, e quindi senza l autentica sopra precisata, è priva di efficacia; le autocertificazioni e le dichiarazioni sostitutive dell atto di notorietà devono contenere la descrizione analitica di tutti gli elementi necessari all esatta individuazione dei titoli, stati, qualità personali o fatti oggetto della certificazione. Qualora gli stessi non fossero chiaramente descritti o mancassero di elementi essenziali per la loro valutazione, non saranno tenuti in considerazione; prima dell immissione in servizio dei candidati con cui questa Amministrazione procederà alla stipula di contratto individuale di lavoro, verranno verificate le informazioni rese con autocertificazioni e dichiarazioni sostitutive dell atto di notorietà. Nell eventualità dal controllo sortissero dichiarazioni false grazie alle quali il candidato sia stato ammesso al concorso e/o abbia fruito di riserve, precedenze o preferenze nella graduatoria e/o si sia comunque posizionato nella medesima, si procederà all immediata estromissione del candidato dalla graduatoria con conseguente revoca della stipula di contratto individuale di lavoro e, se necessario, denuncia alla competente Autorità giudiziaria. Rimane ovviamente fermo quanto previsto dall art. 76 del DPR n. 445/00. Si riportano di seguito gli estremi di alcuni articoli del Dpr 445/00 il cui testo si intende integralmente trascritto: art. 18 copie autentiche - art. 19 modalità alternative all autenticazione di copie - art. 19-bis disposizioni concernenti la dichiarazione sostitutiva - art. 38 modalità di invio e sottoscrizione delle istanze - art. 47 dichiarazioni sostitutive dell atto di notorietà - art. 48 disposizioni generali in materia di dichiarazioni sostitutive - art. 49 limiti di utilizzo delle misure di semplificazione - art. 76 norme penali. Non saranno tenute in considerazione le autocertificazioni e le dichiarazioni sostitutive di atti di notorietà formulate in modo non conforme alle norme sopracitate. Lo stesso dicasi per i documenti prodotti in modo non conforme alla normativa. A titolo esemplificativo, si riportano gli schemi di autocertificazione e di dichiarazione dell atto sostitutivo di notorietà: «Dichiarazioni sostitutive di certificazioni (Art. 46 D.P.R. 445 del 28 dicembre 2000) Il sottoscritto, consapevole delle sanzioni penali richiamate dall art. 76 del D.P.R. 445 del 28 dicembre 2000 nel caso di dichiarazioni non veritiere, di formazione o uso di atti falsi di essere nato a il di essere residente a di abitare a DICHIARA di essere cittadino italiano (oppure ) di godere dei diritti civili e politici di essere celibe/nubile/di stato libero/coniugato/vedovo/altro (cancellare ciò che non interessa) che la famiglia convivente si compone di (indicare cognome nome, data di nascita e rapporto di parentela, compreso il proprio nominativo) di essere iscritto all ordine professionale/collegio di _dal di possedere il titolo di studio rilasciato da in data durata corso di studi di possedere altri titoli di studio (indicare gli elementi di cui sopra) la qualifica professionale posseduta, titolo di specializzazione, di abilitazione, di formazione, di aggiornamento e di qualificazione tecnica stato di disoccupazione di essere nella seguente posizione agli effetti e adempimenti degli obblighi militari, ivi comprese quelle attestate nel foglio matricolare dello stato di servizio di non aver riportato condanne penali e di non essere destinatario di provvedimenti che riguardano l applicazione di misure di sicurezza e di misure di prevenzione, di decisioni civili e di provvedimenti amministrativi iscritti nel casellario giudiziale ai sensi della vigente normativa di non essere a conoscenza di essere sottoposto a procedimenti penali.

19 Bollettino Ufficiale 19 Il sottoscritto dichiara di essere informato, ai sensi e per gli effetti di cui al Decreto Legislativo n. 196 del 30 giugno 2003 «Codice in materia di protezione dei dati personali», che i dati personali raccolti saranno trattati, anche con strumenti informatici, esclusivamente nell ambito del procedimento per il quale la presente dichiarazione viene resa. Luogo e data di rilascio dell autocertificazione Firma» Spett. «Dichiarazione sostitutiva dell atto di notorietà (Art. 47 D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445) Azienda Sanitaria Locale di Lecco Il sottoscritto, nato a il, residente a in Via consapevole delle sanzioni penali richiamate dall art. 76 del D.P.R. 445 del 28 dicembre 2000 nel caso di dichiarazioni non veritiere, di formazione o uso di atti falsi DICHIARA (scrivere ciò che interessa in modo dettagliato e con tutti gli elementi necessari per una eventuale valutazione). Il sottoscritto dichiara di essere informato, ai sensi e per gli effetti di cui al Decreto Legislativo n. 196 del 30 giugno 2003 «Codice in materia di protezione dei dati personali», che i dati personali raccolti saranno trattati, anche con strumenti informatici, esclusivamente nell ambito del procedimento per il quale la presente dichiarazione viene resa. Luogo e data di rilascio della dichiarazione Firma». Art. 4 Le prove d esame sono le seguenti: a) prova scritta: svolgimento di un tema o soluzione di quesiti a risposta sintetica, su argomenti di legislazione sanitaria, diritto amministrativo e diritto costituzionale; b) prova pratica: predisposizione di atti o provvedimenti riguardanti l attività dei servizi amministrativi di una azienda sanitaria locale; c) prova orale: vertente sulle materie oggetto della prova scritta. L art. 8, comma 3, del DPR n. 220 del 27/3/01 Regolamento recante disciplina concorsuale del personale non dirigenziale del Servizio sanitario nazionale stabilisce che i punteggi per i titoli e le prove d esame sono complessivamente 100 così ripartiti: 30 punti per i titoli; 70 punti per le prove d esame. Questi ultimi vengono così distribuiti: 30 punti per la prova scritta; 20 punti per la prova pratica; 20 punti per la prova orale. Il punteggio disponibile per i titoli pari a p. 30 viene così ripartito: 10 punti per i titoli di carriera; 3 punti per i titoli accademici e di studio; 2 punti per le pubblicazioni e i titoli scientifici; 15 punti per il curriculum formativo e professionale. Il superamento della prova scritta è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di almeno 21/30. Il superamento della prova pratica e della prova orale è invece subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di almeno 14/20. I candidati che abbiano presentato la domanda e ai quali non sia stata comunicata l esclusione dal concorso per difetto dei requisiti prescritti, sono tenuti a presentarsi a sostenere le prove d esame, muniti di un valido documento di riconoscimento il giorno 21 settembre 2011 presso la sede dell Asl di Lecco Corso Carlo Alberto n. 120 in Lecco, alle ore 9,00. L assenza alle prove d esame sarà considerata come rinuncia al concorso quale sia il motivo dell assenza. L elenco dei candidati ammessi al concorso sarà pubblicato nel sito Internet aziendale Art. 5 L assunzione sarà effettuata secondo l ordine della graduatoria che sarà formulata dall apposita Commissione Esaminatrice. Il vincitore del concorso dovrà far pervenire entro e non oltre il termine perentorio di 30 giorni dal ricevimento della relativa comunicazione, effettuata mediante lettera raccomandata con ricevuta di ritorno, i seguenti documenti: a) certificazione plurima contestuale attestante: cittadinanza italiana (vedasi punto a) dell art. 2)- residenza - godimento dei diritti politici - stato di famiglia; b) titolo di studio richiesto per l accesso al concorso; c) foglio matricolare o stato di servizio militare oppure, per gli esentati, certificato di esito definitivo di leva. Si ricorda che: il documento di cui alla lettera a) del presente articolo ha validità di sei mesi dalla data di rilascio; tutti i documenti sopraindicati possono essere sostituiti da idonea autocertificazione resa ai sensi dell art. 46 del DPR n. 445 del 28 dicembre Scaduto inutilmente il termine assegnato per la presentazione della documentazione, questa Amministrazione comunicherà la propria determinazione di non dar luogo alla stipulazione del contratto. L Amministrazione si riserva il diritto di prorogare, sospendere, modificare o revocare il presente concorso nel rispetto delle norme di legge. Con la partecipazione al concorso è implicita, da parte dei candidati, l accettazione senza riserva di tutte le prescrizioni e precisazioni del presente bando e di quelle che disciplinano lo stato giuridico ed economico dei dipendenti di questa Azienda. Per quanto non direttamente contemplato nel presente bando, si rimanda, per le parti di pertinenza: al Decreto Legislativo n. 196 del 30 giugno 2003 «Codice in materia di protezione dei dati personali», al DPR n. 220 del 27 marzo 2001 «Regolamento recante disciplina concorsuale del personale non dirigenziale del Servizio sanitario nazionale», alla Legge n. 68 del 12 marzo 1999 «Norme per il diritto al lavoro dei disabili», al DPR n. 487 del 9 maggio 1994 «Regolamento recante norme sull accesso agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni e le modalità di svolgimento dei concorsi, dei concorsi unici e delle altre forme di assunzione nei pubblici impieghi», alla Legge n. 125 del 10 aprile 1991 «Pari opportunità», e loro successive modificazioni ed integrazioni. Ai sensi del D. Lgvo 215/01, art. 18 comma 6 e 7 e dell art. 26 quale integrato dall art. 11 del D. Lgvo n. 236/03, con il presente concorso si determina una frazione di riserva di posto a favore dei volontari delle FF.AA. che verrà sommata ad altre frazioni che si dovessero verificare nei prossimi provvedimenti di assunzione. Si informa che questa Amministrazione, successivamente alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dell estratto del presente bando, provvederà a pubblicare sul proprio sito INTERNET «www. asl.lecco.it» il testo integrale del bando, il fac-simile di istanza di ammissione al concorso e la modulistica il cui utilizzo è a discrezione del candidato riguardante le dichiarazioni sostitutive di certificazioni (cosiddette «autocertificazioni») e le dichiarazioni sostitutive dell atto di notorietà. Qualora questa Amministrazione lo ritenga opportuno, sarà fornita tramite Internet ogni altra informazione utile, senza integrazioni del presente bando. Per eventuali chiarimenti gli interessati potranno rivolgersi al Servizio gestione personale Ufficio concorsi dell Azienda Sanitaria Locale C.so Carlo Alberto n LECCO (tel. 0341/ ) dalle ore alle ore e dalle ore alle ore 16.00, sabato escluso. Il direttore generale Marco Luigi Votta

20 20 Bollettino Ufficiale Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Lecco Bando di concorso publico a n. 1 posto di CPS - educatore professionale Art. 1 In esecuzione della deliberazione n. 375 adottata in data 1 agosto 2011 è indetto pubblico concorso per titoli ed esami, in conformità alle norme vigenti, per la copertura di n. 1 posto di: Area contrattuale: personale del comparto «Sanità» Ruolo: sanitario Categoria: D Profilo professionale: Collaboratore Professionale Sanitario Qualifica: Educatore Professionale Trattamento economico annuo lordo: ,00.= più eventuali compensi accessori e incentivazioni. Art. 2 I requisiti generali di ammissione sono: a) cittadinanza italiana, salvo le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dell Unione Europea; b) idoneità fisica alle mansioni proprie della figura a concorso(sarà cura di questa Asl procedere, prima dell immissione in servizio, alla verifica di detta idoneità); Il requisito specifico di ammissione è: c) Laurea di educatore professionale o titolo equipollente. Non possono accedere all impiego coloro che siano esclusi dall elettorato attivo e coloro che siano stati destituiti o dispensati dall impiego presso Pubbliche Amministrazioni, ovvero licenziati a decorrere dalla data di entrata in vigore del primo contratto collettivo. I suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito nel presente bando di concorso per la presentazione delle domande di ammissione. Art. 3 Le domande di ammissione al concorso, redatte in carta semplice, dovranno essere presentate direttamente a cura e responsabilità dell interessato all Ufficio Protocollo dell Azienda entro e non oltre le ore dodici del trentesimo giorno successivo alla data di pubblicazione dell estratto del presente bando sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana. Qualora detto termine cada di sabato o festivo il termine è prorogato alla stessa ora del primo giorno successivo non festivo. Le domande possono essere inoltrate al seguente recapito: Azienda Sanitaria Locale della Provincia di lecco - C.so Carlo Alberto n Lecco. Per l invio a mezzo del servizio postale, le domande si considerano prodotte in tempo utile se spedite a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento entro il termine indicato. A tal fine, fa fede il timbro, la data e l ora dell ufficio postale accettante. In questo caso si considerano comunque pervenute fuori termine, qualunque ne sia la causa, le domande presentate al servizio postale in tempo utile e recapitate a questa Azienda sanitaria oltre tre giorni dal termine di scadenza del bando. Ai sensi del DPCM 6 maggio 2009 art. 4, comma 4, verranno accettate le domande presentate tramite PEC nel rispetto dell art. 65 comma 1 D.lgvo n. 82/2005 e successive modificazioni ed integrazioni. Questa Amministrazione declina ogni responsabilità per eventuale smarrimento della domanda o dei documenti spediti a mezzo postale con modalità ordinarie. Per chi volesse consegnare personalmente la domanda, gli orari di apertura al pubblico dell Ufficio Protocollo dell Asl sono: h h e h h (fax: 0341/ / /482211). Nota bene: l ultimo giorno utile per la consegna delle istanze, l Ufficio Protocollo sarà aperto dalle h alle h Si informa che le domande di ammissione al concorso non verranno in alcun modo controllate dall Ufficio Protocollo o da altro Servizio di questa Asl, considerato che nel presente bando vi sono tutte le indicazioni utili affinché siano predisposte nel modo corretto. Nella domanda di ammissione, redatta in carta semplice, i candidati debbono indicare: la data, il luogo di nascita, la residenza ed il codice fiscale; il possesso della cittadinanza italiana o equivalente; il Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime; le eventuali condanne penali riportate; il possesso del requisito specifico di cui alla lettera c) dell art. 2, specificando il titolo di studio conseguito, la data e presso quale Istituto è stato conseguito, la durata del corso di studi; gli altri titoli di studio posseduti (indicando gli elementi sopra specificati); la posizione nei riguardi degli obblighi militari; gli eventuali titoli che danno diritto ad usufruire di riserve, precedenze o preferenze; i servizi prestati come impiegati presso pubbliche amministrazioni e le eventuali cause di risoluzione di precedenti rapporti di pubblico impiego; di non essere stati dispensati, né destituiti dall impiego presso pubbliche amministrazioni, ovvero licenziati a decorrere dalla data di entrata in vigore del primo contratto collettivo; il domicilio, se diverso dalla residenza, presso il quale deve, ad ogni effetto, essere fatta ogni necessaria comunicazione. L Amministrazione non assume altresì responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendente da inesatta indicazione del recapito da parte del candidato, oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore. L omissione, anche parziale, delle dichiarazioni succitate comporta l esclusione dal concorso. Sarà altresì escluso il candidato che non sottoscriva la domanda di partecipazione al concorso. Unitamente a tale domanda i concorrenti devono allegare i seguenti documenti che, esclusivamente nei casi e con le modalità previsti dagli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000, possono essere sostituiti da idonee autocertificazioni o dichiarazioni sostitutive dell atto di notorietà: a) i documenti comprovanti il possesso del requisito specifico di cui alla lettera c) dell art. 2 del presente bando; b) i titoli che danno diritto ad usufruire di riserve, precedenze o preferenze nella graduatoria degli idonei; c) le certificazioni relative ai titoli che il concorrente ritenga opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito; d) il curriculum formativo e professionale, datato e firmato, che non ha valore di autocertificazione delle dichiarazioni in esso contenute e non è quindi oggetto di valutazione; e) le eventuali pubblicazioni, edite a stampa; Alla domanda deve essere altresì allegato: la ricevuta del pagamento della tassa di concorso di 10,00.= effettuato mediante il c/c postale n intestato a «Asl Provincia di Lecco gestione entrate servizio tesoreria»; nel modulo di versamento deve essere indicata la causale «Tassa di partecipazione al concorso pubblico per Collaboratore Professionale Sanitario Educatore Professionale»; un elenco della documentazione presentata unitamente alla stessa (pertanto anche le autocertificazioni e le dichiarazioni sostitutive dell atto di notorietà devono essere elencate). Detto elenco, debitamente sottoscritto, deve essere stilato in carta semplice e in triplice copia; la fotocopia del documento di identità. Sono considerati privi di efficacia i documenti, le autocertificazioni, le dichiarazioni sostitutive dell atto di notorietà e quant altro dovesse pervenire dopo la scadenza del termine perentorio suddetto. Qualora si producano documenti, gli stessi debbono essere originali o copie autenticate a sensi degli artt. 18, 19 e 19-bis del DPR n. 445 del 28/12/00 Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa ; gli stessi non sono soggetti all imposta di bollo. Le autocertificazioni e le dichiarazioni sostitutive dell atto di notorietà debbono rispettivamente riguardare le fattispecie previste dagli artt. 46 e 47 del citato DPR 445/00 e devono altresì essere rese con le modalità previste dagli stessi (vedasi anche art. 76 del medesimo DPR). Si precisa che nella certificazione relativa ai servizi deve essere attestato se ricorrono o meno le condizioni di cui all ultimo comma dell art. 46 del DPR n. 761 del 20 dicembre 1979 Stato giuridico del personale delle unità sanitarie locali, in presenza

SACE S.p.A. BANDO DI GARA D APPALTO. Indirizzo Postale: Piazza Poli, 37/42 Città: Roma Codice Postale: 00187 Paese: ITALIA

SACE S.p.A. BANDO DI GARA D APPALTO. Indirizzo Postale: Piazza Poli, 37/42 Città: Roma Codice Postale: 00187 Paese: ITALIA SACE S.p.A. BANDO DI GARA D APPALTO SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione SACE S.p.A. ufficiale: Indirizzo Postale: Piazza Poli, 37/42

Dettagli

Lombardia Informatica S.p.A. Bando di gara d appalto

Lombardia Informatica S.p.A. Bando di gara d appalto Lombardia Informatica S.p.A. Bando di gara d appalto I.1) Denominazione indirizzi e punti di contatto: Lombardia Informatica S.p.A., Via Don G. Minzoni, n. 24, 20158, Milano, Italia, Tel: +39 02.39331.1,

Dettagli

Azienda Regionale Centrale Acquisti S.p.A. Bando di gara d appalto I.1) Denominazione indirizzi e punti di contatto:

Azienda Regionale Centrale Acquisti S.p.A. Bando di gara d appalto I.1) Denominazione indirizzi e punti di contatto: Azienda Regionale Centrale Acquisti S.p.A. Bando di gara d appalto I.1) Denominazione indirizzi e punti di contatto: Azienda Regionale Centrale Acquisti S.p.A. ARCA S.p.A., Via Fabio Filzi, n. 22 (Palazzo

Dettagli

BANDO DI GARA-PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE CUP N D16F13000030007 - CIG N 5887761E11. Consorzio Industriale Provinciale Medio Campidano - Villacidro,

BANDO DI GARA-PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE CUP N D16F13000030007 - CIG N 5887761E11. Consorzio Industriale Provinciale Medio Campidano - Villacidro, BANDO DI GARA-PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE CUP N D16F13000030007 - CIG N 5887761E11 Sezione I : Amministrazione aggiudicatrice I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Consorzio Industriale Provinciale

Dettagli

FONDAZIONE ENASARCO. I Roma: Procedura ristretta per l affidamento del servizio di. sollevamento acque reflue, acque nere e pozzi artesiani installati

FONDAZIONE ENASARCO. I Roma: Procedura ristretta per l affidamento del servizio di. sollevamento acque reflue, acque nere e pozzi artesiani installati FONDAZIONE ENASARCO I Roma: Procedura ristretta per l affidamento del servizio di manutenzione e controllo degli impianti autoclave, pompe di sollevamento acque reflue, acque nere e pozzi artesiani installati

Dettagli

FONDAZIONE ENASARCO. antincendio fisse, portabili e degli impianti di estinzione. proprietà della Fondazione siti in Roma, Acilia e Pomezia n.

FONDAZIONE ENASARCO. antincendio fisse, portabili e degli impianti di estinzione. proprietà della Fondazione siti in Roma, Acilia e Pomezia n. FONDAZIONE ENASARCO I Roma: Procedura ristretta per l affidamento del servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria delle apparecchiature antincendio fisse, portabili e degli impianti di estinzione

Dettagli

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RECAPITO POSTALE DELLA CORRISPONDENZA DEL COMUNE DI BUSTO ARSIZIO

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RECAPITO POSTALE DELLA CORRISPONDENZA DEL COMUNE DI BUSTO ARSIZIO Prot. n.0061412 del 03/10/2013 BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RECAPITO POSTALE DELLA CORRISPONDENZA DEL COMUNE DI BUSTO ARSIZIO Procedura: art. 3 comma 37 e artt. 54 e

Dettagli

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA COMUNE DI VILLARICCA (Provincia di Napoli) Corso Vittorio Emanuele, 60 CAP: 80010 Tel. +390818191228/229 Fax: +390818191269 http://www.comune.villaricca.na.it pec: protocollo.villaricca@asmepec.it BANDO

Dettagli

COMUNE DI VARESE BANDO DI GARA PER L APPALTO DEI SERVIZI CIMITERIALI NEI CIMITERI COMUNALI PER IL PERIODO 2013-2016.

COMUNE DI VARESE BANDO DI GARA PER L APPALTO DEI SERVIZI CIMITERIALI NEI CIMITERI COMUNALI PER IL PERIODO 2013-2016. COMUNE DI VARESE BANDO DI GARA PER L APPALTO DEI SERVIZI CIMITERIALI NEI CIMITERI COMUNALI PER IL PERIODO 2013-2016. Prot. Gen n. 11268 Data 12.02.2013 Determinazione Dirigenziale: n. 1289 del 20.12.2012

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DELLA MENSA AZIENDALE MEDIANTE FORNITURA DI BUONI PASTO

PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DELLA MENSA AZIENDALE MEDIANTE FORNITURA DI BUONI PASTO PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DELLA MENSA AZIENDALE MEDIANTE FORNITURA DI BUONI PASTO PERIODO 01/07/2015 31/12/2018 CIG 6256844EFE BANDO DI GARA Bando di Gara (Direttiva 2004/18/CE)

Dettagli

BANDO DI GARA - ACCORDO QUADRO MEDIANTE PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA - ACCORDO QUADRO MEDIANTE PROCEDURA APERTA Prot. n. 40681 del 02.11.2015 BANDO DI GARA - ACCORDO QUADRO MEDIANTE PROCEDURA APERTA procedura: aperta art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, decreto legislativo n. 163 del 2006 criterio: offerta economicamente

Dettagli

Prot. n. 2150 Crespano del Grappa, lì 05 ottobre 2009 BANDO DI GARA CIG: 0379122D5B CUP: J52G09000050001

Prot. n. 2150 Crespano del Grappa, lì 05 ottobre 2009 BANDO DI GARA CIG: 0379122D5B CUP: J52G09000050001 Casa di Riposo Aita Via IV Novembre n. 30 31017 Crespano del Grappa (TV) Tel.: 0423/931811 Fax: 0423/931866 Codice Fiscale: 83002410260 Partita IVA: 01592350266 e-mail: direttore@casadiriposoaita.it indirizzo

Dettagli

All attenzione di: arch. Loredana Balzaretti

All attenzione di: arch. Loredana Balzaretti SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) CONCESSIONE DI LAVORI PUBBLICI DENOMINAZIONE INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Comune di Ceriano Laghetto Indirizzo postale: Via Roma,

Dettagli

BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I. 1 ) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Azienda

BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I. 1 ) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Azienda BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I. 1 ) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Azienda Ospedaliera di Desenzano d/g Indirizzo postale: Città: Loc.

Dettagli

Denominazione ufficiale: Autostrada del Brennero S.p.A. indirizzo. Punti di contatto: Settore Legale Ufficio Gare e Contratti

Denominazione ufficiale: Autostrada del Brennero S.p.A. indirizzo. Punti di contatto: Settore Legale Ufficio Gare e Contratti BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) denominazione, indirizzi e punti di contatto: Denominazione ufficiale: Autostrada del Brennero S.p.A. indirizzo postale: via Berlino, 10 Città:

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA DELLA PROVINCIA DI LECCO. Servizio di conduzione e manutenzione completa ed integrale,

AZIENDA OSPEDALIERA DELLA PROVINCIA DI LECCO. Servizio di conduzione e manutenzione completa ed integrale, AZIENDA OSPEDALIERA DELLA PROVINCIA DI LECCO Servizio di conduzione e manutenzione completa ed integrale, ordinaria, programmata e a carattere di urgenza, pronto intervento e reperibilità degli impianti

Dettagli

COMUNE DI PRATO. Profilo di committente: Il capitolato d oneri e la documentazione complementare sono disponibili

COMUNE DI PRATO. Profilo di committente: Il capitolato d oneri e la documentazione complementare sono disponibili 1 COMUNE DI PRATO Bando di gara (redatto secondo l allegato X.1, D.lgs n. 163/2006) SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale:

Dettagli

Azienda Regionale Centrale Acquisti S.p.A. Bando di gara d appalto I.1) Denominazione indirizzi e punti di contatto: ARCA Azienda Regionale Centrale

Azienda Regionale Centrale Acquisti S.p.A. Bando di gara d appalto I.1) Denominazione indirizzi e punti di contatto: ARCA Azienda Regionale Centrale Azienda Regionale Centrale Acquisti S.p.A. Bando di gara d appalto I.1) Denominazione indirizzi e punti di contatto: ARCA Azienda Regionale Centrale Acquisti S.p.A., Via Fabio Filzi, n. 22, 20124, Milano,

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE 13/2015 Promossa dalla Giunta al Consiglio Comunale nella seduta del 5 febbraio 2015 OGGETTO: Realizzazione del Campus sportivo di Beata Giuliana. Affidamento della costruzione e gestione mediante concessione

Dettagli

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA procedura: art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, Decreto Legislativo n. 163 del 2006 e ss.mm.ii. criterio: offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi dell art.

Dettagli

COMUNE DI CORATO (Prov. di Bari)

COMUNE DI CORATO (Prov. di Bari) COMUNE DI CORATO (Prov. di Bari) BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA procedura: art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, decreto legislativo n. 163 del 2006 criterio: offerta del prezzo più basso mediante

Dettagli

BANDO DI GARA. Sezione II: Oggetto dell appalto

BANDO DI GARA. Sezione II: Oggetto dell appalto BANDO DI GARA Approvato dal C.d.A. nella seduta n. 2 del 24 Febbraio 2015 Sezione I: Ente Aggiudicatore I.1) Denominazione, indirizzo e punti di contatto: Denominazione Ente Aggiudicatore: CENTRO VENETO

Dettagli

FONDAZIONE ENASARCO. manutenzione dei giardini e spazi a verde condominiale negli. Bando di gara d appalto. Servizi

FONDAZIONE ENASARCO. manutenzione dei giardini e spazi a verde condominiale negli. Bando di gara d appalto. Servizi FONDAZIONE ENASARCO I Roma: Procedura ristretta per l affidamento del servizio di manutenzione dei giardini e spazi a verde condominiale negli stabili di proprietà della Fondazione siti in Roma, Acilia

Dettagli

I-Roma: Servizi di pulizia di edifici 2011/S 7-010388 BANDO DI GARA. Servizi

I-Roma: Servizi di pulizia di edifici 2011/S 7-010388 BANDO DI GARA. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:10388-2011:text:it:html I-Roma: Servizi di pulizia di edifici 2011/S 7-010388 BANDO DI GARA Servizi SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE

Dettagli

COMUNE DI MATTINATA. ooooooooo BANDO DI GARA

COMUNE DI MATTINATA. ooooooooo BANDO DI GARA COMUNE DI MATTINATA Provincia di Foggia www.comune.mattinata.fg.it tecnico@comune.mattinata.fg.it Corso Matino n. 68, Mattinata C. F. 83001290713 P. IVA 01009880715 SETTORE 3 SERVIZIO 1: PROGRAMMAZIONE

Dettagli

COMUNE DI LETTERE PROVINCIA DI NAPOLI UFFICIO TECNICO. CORSO V. EMANUELE n 130 C.A.P. 80050 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA

COMUNE DI LETTERE PROVINCIA DI NAPOLI UFFICIO TECNICO. CORSO V. EMANUELE n 130 C.A.P. 80050 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA procedura: art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, decreto legislativo n. 163 del 2006 criterio: offerta del prezzo più basso mediante ribasso sul costo/tonn. di smaltimento

Dettagli

RETTIFICA BANDO DI GARA

RETTIFICA BANDO DI GARA AREA TECNICA SETTORE 7 URBANISTICA E AMBIENTE PEC: edilizia@pec.comune.roggianogravina.cs.it Via Bufaletto n 18-87017 Roggiano Gravina Tel. 0984/501538 Fax 0984/507389 C.F. 00355760786 Prot. 3418 del 17/04/

Dettagli

C O M U N E D I L O N G A R E

C O M U N E D I L O N G A R E C O M U N E D I L O N G A R E Provincia di Vicenza PREMESSA AVVISO PER LA SELEZIONE DI COOPERATIVE SOCIALI DI TIPO B) A CUI AFFIDARE IL SERVIZIO DI PULIZIA IMMOBILI COMUNALI PER IL PERIODO 01/07/2014 30/06/2017

Dettagli

SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Comune di Isola del Giglio (GR) Indirizzo postale: via Vittorio Emanuele,

Dettagli

COMUNE DI LERICI PROVINCIA DELLA SPEZIA

COMUNE DI LERICI PROVINCIA DELLA SPEZIA o m u n e COMUNE DI LERICI PROVINCIA DELLA SPEZIA d BANDO DI GARA CIG. 6350948814 SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: COMUNE

Dettagli

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI FINANZIARI CONNESSI ALLA GESTIONE DEL FONDO MICROCREDITO FSE

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI FINANZIARI CONNESSI ALLA GESTIONE DEL FONDO MICROCREDITO FSE BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI FINANZIARI CONNESSI ALLA GESTIONE DEL FONDO MICROCREDITO FSE SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) Denominazione indirizzi e punti di contatto Denominazione

Dettagli

Compartimento della Viabilità per la Basilicata

Compartimento della Viabilità per la Basilicata Anas SpA Società con Socio Unico Cap. Soc. 2.269.892.000,00 Iscr. R.E.A. 1024951 P.IVA 02133681003 C.F. 80208450587 Sede legale: Via Monzambano, 10 00185 Roma Tel. 06 44461 - Fax 06 4456224 Sede Compartimentale:

Dettagli

Codice postale: 25121 Paese: Italia numero di telefono: 030-29771. Punti di contatto: Settore Strade Settore Gare e Appalti via Marconi n.

Codice postale: 25121 Paese: Italia numero di telefono: 030-29771. Punti di contatto: Settore Strade Settore Gare e Appalti via Marconi n. BANDO DI GARA D APPALTO LAVORI SEZIONE I AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Comune di Brescia Indirizzo postale: Piazza della Loggia

Dettagli

I-Catanzaro: Servizi di pulizia 2012/S 82-134734. Bando di gara. Servizi

I-Catanzaro: Servizi di pulizia 2012/S 82-134734. Bando di gara. Servizi 1/7 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:134734-2012:text:it:html I-Catanzaro: Servizi di pulizia 2012/S 82-134734 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione I: Amministrazione

Dettagli

Azienda Regionale Centrale Acquisti S.p.A. Bando di gara d appalto I.1) Denominazione indirizzi e punti di contatto: ARCA Azienda Regionale Centrale

Azienda Regionale Centrale Acquisti S.p.A. Bando di gara d appalto I.1) Denominazione indirizzi e punti di contatto: ARCA Azienda Regionale Centrale Azienda Regionale Centrale Acquisti S.p.A. Bando di gara d appalto I.1) Denominazione indirizzi e punti di contatto: ARCA Azienda Regionale Centrale Acquisti S.p.A., Via Fabio Filzi, n. 22, 20124, Milano,

Dettagli

Provincia di Barletta Andria Trani Settore 12 - Edilizia e Manutenzione - Impianti termici - Espropriazioni

Provincia di Barletta Andria Trani Settore 12 - Edilizia e Manutenzione - Impianti termici - Espropriazioni Provincia di Barletta Andria Trani Settore 12 - Edilizia e Manutenzione - Impianti termici - Espropriazioni BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA procedura: art. 3, comma 37 e art. 55 decreto legislativo

Dettagli

GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI ARREDI PER LE SEDI ENAV DISLOCATE SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE

GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI ARREDI PER LE SEDI ENAV DISLOCATE SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI ARREDI PER LE SEDI ENAV DISLOCATE SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE BANDO DI GARA SETTORI SPECIALI SEZIONE I: ENTE AGGIUDICATORE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI

Dettagli

I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto. UFFICIO APPALTI Indirizzo: V.le Romagna, 26-20133 Milano -

I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto. UFFICIO APPALTI Indirizzo: V.le Romagna, 26-20133 Milano - BANDO DI GARA D APPALTO DI LAVORI SEZIONE I): AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto Denominazione ufficiale: A.L.E.R. Milano - Punti di contatto: UFFICIO APPALTI

Dettagli

I-Roma: Mobili per uffici 2011/S 34-056615 BANDO DI GARA SETTORI SPECIALI. Forniture

I-Roma: Mobili per uffici 2011/S 34-056615 BANDO DI GARA SETTORI SPECIALI. Forniture 1/5 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:56615-2011:text:it:html I-Roma: Mobili per uffici 2011/S 34-056615 BANDO DI GARA SETTORI SPECIALI Forniture SEZIONE I: ENTE AGGIUDICATORE

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA SEGRETARIATO GENERALE DELLA DIFESA E DIOREZIONE NAZIONALE DEGLI ARMAMENTI Direzione dei Lavori e del Demanio

MINISTERO DELLA DIFESA SEGRETARIATO GENERALE DELLA DIFESA E DIOREZIONE NAZIONALE DEGLI ARMAMENTI Direzione dei Lavori e del Demanio MINISTERO DELLA DIFESA SEGRETARIATO GENERALE DELLA DIFESA E DIOREZIONE NAZIONALE DEGLI ARMAMENTI Direzione dei Lavori e del Demanio BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE

Dettagli

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLE FARMACIE COMUNALI GESTITE DA AZIENDA MULTISERVIZI FARMACIE S.P.A.

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLE FARMACIE COMUNALI GESTITE DA AZIENDA MULTISERVIZI FARMACIE S.P.A. BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLE FARMACIE COMUNALI GESTITE DA AZIENDA MULTISERVIZI FARMACIE S.P.A. SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E

Dettagli

BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE - I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO: Denominazione

BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE - I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO: Denominazione AZIENDA OSPEDALIERA S. MARIA -TERNI BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE - I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO: Denominazione ufficiale: Azienda Ospedaliera S. Maria Terni;

Dettagli

Provincia dell Aquila

Provincia dell Aquila Provincia dell Aquila Dipartimento IV Ricostruzione Settore 4.1 - Edilizia e Programmazione BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA previa acquisizione del progetto definitivo in sede di offerta, progettazione

Dettagli

Comune di Gorlago Provincia di Bergamo

Comune di Gorlago Provincia di Bergamo Comune di Gorlago Provincia di Bergamo Cap 240 - Viale Mons. Facchinetti 1 - telefono 035.4252611 telefax 035.4252640 e-mail tecnico@comune.gorlago.bg.it BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA procedura:

Dettagli

Bando di gara d appalto a procedura ristretta accelerata C.I.G. n. 0293732B4D

Bando di gara d appalto a procedura ristretta accelerata C.I.G. n. 0293732B4D Bando di gara d appalto a procedura ristretta accelerata C.I.G. n. 0293732B4D SEZIONE I AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto Ministero delle Infrastrutture e

Dettagli

COMUNE DI VALENZA. (Provincia di Alessandria) ------------------------------------- BANDO DI GARA

COMUNE DI VALENZA. (Provincia di Alessandria) ------------------------------------- BANDO DI GARA COMUNE DI VALENZA (Provincia di Alessandria) ------------------------------------- BANDO DI GARA AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE MEDIANTE PROJECT FINANCING della PROGETTAZIONE COSTRUZIONE e GESTIONE ECONOMICA-FUNZIONALE

Dettagli

CONSIP S.P.A. A SOCIO UNICO BANDO DI GARA D APPALTO

CONSIP S.P.A. A SOCIO UNICO BANDO DI GARA D APPALTO CONSIP S.P.A. A SOCIO UNICO BANDO DI GARA D APPALTO SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto Consip S.p.A. a socio unico- Via Isonzo, 19/E Roma 00198

Dettagli

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI CARBURANTE PER AUTOTRAZIONE PER LA DURATA DI ANNI 2 (due)

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI CARBURANTE PER AUTOTRAZIONE PER LA DURATA DI ANNI 2 (due) Pagina 1 di 6 BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA APPALTO PER LA FORNITURA BIENNALE PER SOMMINISTRAZIONE DI GASOLIO PER AUTOTRAZIONE NECESSARIO PER IL FABBISOGNO DEGLI AUTOMEZZI DELL A.S.M. srl DI MOLFETTA.

Dettagli

COMUNE DI AGLIANO TERME Provincia di Asti

COMUNE DI AGLIANO TERME Provincia di Asti BANDO DI GARA COMUNE DI AGLIANO TERME Provincia di Asti Bando di gara per l affidamento del servizio di REFEZIONE SCOLASTICA PER LA PREPARAZIONE ED IL TRASPORTO PRESSO LA SCUOLA DELL INFANZIA E LA SCUOLA

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO BANDO DI GARA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO BANDO DI GARA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO - I.1) Denominazione: Università degli Studi di Milano, Divisione

Dettagli

BANDO DI GARA - ACCORDO QUADRO MEDIANTE PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA - ACCORDO QUADRO MEDIANTE PROCEDURA APERTA BANDO DI GARA - ACCORDO QUADRO MEDIANTE PROCEDURA APERTA procedura: aperta art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, decreto legislativo n. 163 del 2006 criterio: offerta economicamente più vantaggiosa ex art.

Dettagli

Comune di Ordona. Piazza Aldo Moro, n. 1-71040 Ordona (FG) utc@comune.ordona.fg.it --PEC: utc@pec.comune.ordona.fg.it. ooooooooo BANDO DI GARA

Comune di Ordona. Piazza Aldo Moro, n. 1-71040 Ordona (FG) utc@comune.ordona.fg.it --PEC: utc@pec.comune.ordona.fg.it. ooooooooo BANDO DI GARA Comune di Ordona Piazza Aldo Moro, n. 1-71040 Ordona (FG) Tel. 0885/796221 - Fax 0885/796067 P.IVA: 00516330719 - C.F.: 81002190718 utc@comune.ordona.fg.it --PEC: utc@pec.comune.ordona.fg.it ooooooooo

Dettagli

COMUNE DI VENEGONO SUPERIORE

COMUNE DI VENEGONO SUPERIORE COMUNE DI VENEGONO SUPERIORE PROVINCIA DI VARESE Ufficio Tecnico Comunale Settore Lavori Pubblici PIAZZA MAUCERI, N. 12 2104 VENENGONO SUPERIORE Tel: 0331/828447 Fax 0331/827314 e-mail ufficiotecnico@comune.venegonosuperiore.va.it

Dettagli

II.1.1) Denominazione: Appalto integrato per l affidamento della progettazione esecutiva, previa. 1 di 8

II.1.1) Denominazione: Appalto integrato per l affidamento della progettazione esecutiva, previa. 1 di 8 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA APPALTO INTEGRATO Modalità di affidamento: appalto integrato ex art. 53, comma 2, lett. c), D.Lgs.163/2006 Procedura: aperta ex art. 55, comma 5, D.Lgs. 163/2006;

Dettagli

COMUNE DI SERRAVALLE SCRIVIA PROVINCIA DI ALESSANDRIA

COMUNE DI SERRAVALLE SCRIVIA PROVINCIA DI ALESSANDRIA COMUNE DI SERRAVALLE SCRIVIA PROVINCIA DI ALESSANDRIA PROCEDURA DI GARA APERTA COL SISTEMA DELLA FINANZA DI PROGETTO AI SENSI DEGLI ARTT.153 E SEGUENTI DEL D.LGS. 163/06 E SS.MM.II. PER L AFFIDAMENTO IN

Dettagli

CAPITOLATO PRESTAZIONALE GENERALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI SERVIZI ASSICURATIVI TRIENNIO 2016-2019

CAPITOLATO PRESTAZIONALE GENERALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI SERVIZI ASSICURATIVI TRIENNIO 2016-2019 CAPITOLATO PRESTAZIONALE GENERALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI SERVIZI ASSICURATIVI TRIENNIO 2016-2019 LOTTO 1 CIG. 634030378C Responsabilità civile terzi Responsabilità civile verso prestatori d opera

Dettagli

Università degli Studi di Ferrara RIPARTIZIONE SERVIZIO TECNICO UFFICIO MANUTENZIONE ORDINARIA UFFICIO MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Università degli Studi di Ferrara RIPARTIZIONE SERVIZIO TECNICO UFFICIO MANUTENZIONE ORDINARIA UFFICIO MANUTENZIONE STRAORDINARIA BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA DI LAVORI - CONTRATTO APERTO PER LA MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA NON PROGRAMMATA DEGLI EDIFICI DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA ANNO 2009 CODICE CIG: 0274255262

Dettagli

COMUNE DI PUTIGNANO CITTÀ METROPOLITANA DI BARI III AREA TECNICA

COMUNE DI PUTIGNANO CITTÀ METROPOLITANA DI BARI III AREA TECNICA ALLEGATO A alla Determinazione del Dirigente della III a Area n.96 del 27/02/2015 COMUNE DI PUTIGNANO CITTÀ METROPOLITANA DI BARI III AREA TECNICA PROCEDURA APERTA PER AFFIDAMENTO DEI LAVORI DI REALIZZAZIONE

Dettagli

Bando di gara per la fornitura di energia elettrica. PG 12085824 SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE

Bando di gara per la fornitura di energia elettrica. PG 12085824 SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE Bando di gara per la fornitura di energia elettrica. PG 12085824 SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Comune di Trieste, piazza dell Unità d Italia

Dettagli

CASA LIVORNO E PROVINCIA S.P.A.

CASA LIVORNO E PROVINCIA S.P.A. CASA LIVORNO E PROVINCIA S.P.A. BANDO DI GARA codice SIMAP 2011-104590 codice CIG N. 30647431EE SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione

Dettagli

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI IGIENE URBANA PER UN PERIODO DI 36 MESI CUP B49E10001760004 CIG 0557130E34

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI IGIENE URBANA PER UN PERIODO DI 36 MESI CUP B49E10001760004 CIG 0557130E34 Comune di San Colombano al Lambro - Provincia di Milano Via Monti, 47-20078 San Colombano al Lambro Tel. 03712931 - fax 0371897965 E mail: protocollo@comune.sancolombanoallambro.mi.it WWW.comune.sancolombanoallambro.mi.it

Dettagli

Denominazione ufficiale: Autostrada del Brennero S.p.A. indirizzo. postale: via Berlino, 10 Città: Trento C.A.P. 38100 Paese: Italia.

Denominazione ufficiale: Autostrada del Brennero S.p.A. indirizzo. postale: via Berlino, 10 Città: Trento C.A.P. 38100 Paese: Italia. BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) denominazione, indirizzi e punti di contatto: Denominazione ufficiale: Autostrada del Brennero S.p.A. indirizzo postale: via Berlino, 10 Città:

Dettagli

A.S.P. Casa Valloni. Via Di Mezzo, 1 I 47923 RIMINI Tel. +39 0541 367811 Fax: +39 0541 367854

A.S.P. Casa Valloni. Via Di Mezzo, 1 I 47923 RIMINI Tel. +39 0541 367811 Fax: +39 0541 367854 A.S.P. Casa Valloni Via Di Mezzo, 1 I 47923 RIMINI Tel. +39 0541 367811 Fax: +39 0541 367854 http:www.aspcasavalloni.it e-mail: info@aspcasavalloni.it SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) Denominazione,

Dettagli

CONSORZIO DI BONIFICA STORNARA E TARA Viale Magna Grecia 240 Taranto

CONSORZIO DI BONIFICA STORNARA E TARA Viale Magna Grecia 240 Taranto CONSORZIO DI BONIFICA STORNARA E TARA Viale Magna Grecia 240 Taranto Bando di gara mediante procedura aperta Appalto di LAVORI SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) Denominazione, indirizzi e

Dettagli

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA C O M U N E di C A L O V E T O Provincia di Cosenza Piazza dei Caduti n. 23 C.A.P. 87060 Tel. Uffici 0983 63005 Fax 0983 63900 - C.F. 87000370780 P.I. 00892760786 Ufficio Tecnico Prot. n. 3317 del 26/10/2012

Dettagli

COMUNE DI PREGNANA MILANESE (Provincia di Milano)

COMUNE DI PREGNANA MILANESE (Provincia di Milano) BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA CIG 3022985622 SEZIONE I: ENTE AGGIUDICATORE 1.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Telefono 39 0293967206 Posta elettronica: ragioneria@comune.pregnana.mi.it

Dettagli

BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE per il PIEMONTE Gara per la fornitura dei servizi di pulizia e di altre attività ausiliarie presso gli istituti scolastici, connessi al subentro nei contratti stipulati dagli

Dettagli

BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA CITTÀ DI REGGIO CALABRIA SETTORE PROGRAMMAZIONE ECONOMICA E FINANZIARIA Servizio Appalti e Contratti BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO, IN FAVORE DEL COMUNE DI REGGIO CALABRIA,

Dettagli

DIOCESI PATRIARCATO DI VENEZIA BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER APPALTO LAVORI

DIOCESI PATRIARCATO DI VENEZIA BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER APPALTO LAVORI DIOCESI PATRIARCATO DI VENEZIA BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER APPALTO LAVORI 1. STAZIONE APPALTANTE: DIOCESI PATRIARCATO DI VENEZIA San Marco n. 320/A, VENEZIA, - Tel. 0412702490 Fax 0412702420 Sito

Dettagli

CITTÀ DI SANT AGATA DE GOTI

CITTÀ DI SANT AGATA DE GOTI CITTÀ DI SANT AGATA DE GOTI (Provincia di Benevento Prot. n. 3282 del 10/03/2014 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA POI - Energie rinnovabili e risparmio energetico FESR 2007/2013 Asse II - Linea

Dettagli

DI GARA - LAVORI SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

DI GARA - LAVORI SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO S.A.T.A.P. S.p.A. BANDO DI GARA - LAVORI SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: S.A.T.A.P. S.p.A. Indirizzo postale: Via Bonzanigo

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE DIREZIONE GENERALE DEL SISTEMA INFORMATIVO E STATISTICO SANITARIO BANDO DI GARA. Appalto di Servizi

MINISTERO DELLA SALUTE DIREZIONE GENERALE DEL SISTEMA INFORMATIVO E STATISTICO SANITARIO BANDO DI GARA. Appalto di Servizi MINISTERO DELLA SALUTE DIREZIONE GENERALE DEL SISTEMA INFORMATIVO E STATISTICO SANITARIO BANDO DI GARA Appalto di Servizi SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZO E PUNTI

Dettagli

CENTRALE UNICA DI COMMITTENZA APPALTANTE: che agisce per conto del Comune di Domanico (CS)

CENTRALE UNICA DI COMMITTENZA APPALTANTE: che agisce per conto del Comune di Domanico (CS) UNIONE DEI CASALI PIANE CRATI CELLARA FIGLINE V.RO APRIGLIANO PATERNO CALABRO PROVINCIA DI COSENZA SETTORE TECNICO CENTRALE UNICA DI COMMITTENZA VIA ROMA N. 99 87050 CELLARA (CS) Prot. n. 63 Del 17.02.2014

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO LAVORI PUBBLICI E URBANISTICA

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO LAVORI PUBBLICI E URBANISTICA BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEI LAVORI DI MIGLIORAMENTO DEI BOSCHI CON FINALITA PREVENTIVA DEL RISCHIO DI INCENDI NELLA ZONA FUSINO PIATTA IN COMUNE DI GROSIO PARTICELLE FORESTALI N 10-11B-12B-13B-15-15A-16-78

Dettagli

REGIONE BASILICATA BANDO DI GARA

REGIONE BASILICATA BANDO DI GARA REGIONE BASILICATA BANDO DI GARA I.1) Denominazione ufficiale: Ente Regione Basilicata Dipartimento Presidenza della Giunta Ufficio Sistema Informativo Regionale e Statistica (S.I.R.S.) Indirizzo postale:

Dettagli

AVVISO PER LA CONCLUSIONE DI UN ACCORDO QUADRO DI SERVIZI. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto

AVVISO PER LA CONCLUSIONE DI UN ACCORDO QUADRO DI SERVIZI. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto AVVISO PER LA CONCLUSIONE DI UN ACCORDO QUADRO DI SERVIZI SEZIONE I): AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto Denominazione ufficiale: A.L.E.R. Milano - Punti di

Dettagli

PROVINCIA DI POTENZA SETTORE TECNICO COMUNALE

PROVINCIA DI POTENZA SETTORE TECNICO COMUNALE COMUNE DI FRANCAVILLA IN SINNI PROVINCIA DI POTENZA SETTORE TECNICO COMUNALE Prot. n 5346 del 27/08/2015 BANDO DI GARA Albo n 605 del 27/08/2015 Lavori di Completamento dell'efficientamento energetico

Dettagli

AVVISO PER LA CONCLUSIONE DI UN ACCORDO QUADRO DI SERVIZI. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto

AVVISO PER LA CONCLUSIONE DI UN ACCORDO QUADRO DI SERVIZI. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto AVVISO PER LA CONCLUSIONE DI UN ACCORDO QUADRO DI SERVIZI SEZIONE I): AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto Denominazione ufficiale: A.L.E.R. Milano - Punti di

Dettagli

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI SEZIONE I): AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto Denominazione ufficiale: A.L.E.R. Milano. Punti di contatto: SETTORE

Dettagli

BANDO DI GARA SETTORI SPECIALI SERVIZI

BANDO DI GARA SETTORI SPECIALI SERVIZI SEZIONE I: ENTE AGGIUDICATORE BANDO DI GARA SETTORI SPECIALI SERVIZI I.1) Denominazione ufficiale: indirizzi e punti di contatto Denominazione ufficiale: So.G.Aer. S.p.A. - Società Gestione Aeroporto Cagliari

Dettagli

Lombardia Informatica S.p.A. Bando di gara d appalto

Lombardia Informatica S.p.A. Bando di gara d appalto Lombardia Informatica S.p.A. Bando di gara d appalto I.1) Denominazione indirizzi e punti di contatto: Lombardia Informatica S.p.A., Funzione Acquisti e Affari Generali, Via Taramelli n. 26, 20124, Milano,

Dettagli

REGIONE LAZIO - GIUNTA REGIONALE BANDO DI GARA CIG N. 0201344A50

REGIONE LAZIO - GIUNTA REGIONALE BANDO DI GARA CIG N. 0201344A50 Allegato A REGIONE LAZIO - GIUNTA REGIONALE BANDO DI GARA CIG N. 0201344A50 SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Regione Lazio - Giunta Regionale,

Dettagli

COMUNE DI TARANTO - Ufficio Unico del PIANO STRATEGICO DI AREA VASTA TARANTINA - BANDO DI GARA SERVIZI I) SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE

COMUNE DI TARANTO - Ufficio Unico del PIANO STRATEGICO DI AREA VASTA TARANTINA - BANDO DI GARA SERVIZI I) SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE COMUNE DI TARANTO - Ufficio Unico del PIANO STRATEGICO DI AREA VASTA TARANTINA - BANDO DI GARA SERVIZI I) SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO: Denominazione:

Dettagli

CITTA DI ARICCIA PROVINCIA DI ROMA BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA

CITTA DI ARICCIA PROVINCIA DI ROMA BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA CITTA DI ARICCIA PROVINCIA DI ROMA BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEI SERVIZI DI ASSISTENZA DOMICILIARE IN FAVORE DI ANZIANI E/O DISABILI, ASSISTENZA DOMICILIARE IN FAVORE DI MINORI A

Dettagli

MINISTERO DELL INTERNO

MINISTERO DELL INTERNO MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA DIREZIONE CENTRALE DEI SERVIZI TECNICO-LOGISTICI E DELLA GESTIONE PATRIMONIALE MOTORIZZAZIONE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE

Dettagli

I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto. contatto: UFFICIO APPALTI Indirizzo: V.le Romagna, 26 -

I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto. contatto: UFFICIO APPALTI Indirizzo: V.le Romagna, 26 - BANDO DI GARA D APPALTO DI SERVIZI SEZIONE I): AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto Denominazione ufficiale: A.L.E.R. Milano - Punti di contatto: UFFICIO APPALTI

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DI LOMELLINA

COMUNE DI SAN GIORGIO DI LOMELLINA COMUNE DI SAN GIORGIO DI LOMELLINA P.za Pietro Corti n.12 Provincia di Pavia Tel. 0384-43010 27020 San Giorgio di L. Fax 0384-43562 C.F. 83001710181 P.I. 00499450187 BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER

Dettagli

COMUNE DI FRABOSA SOTTANA P r o v i n c i a d i C u n e o

COMUNE DI FRABOSA SOTTANA P r o v i n c i a d i C u n e o COMUNE DI FRABOSA SOTTANA P r o v i n c i a d i C u n e o Via IV Novembre, 12 C.A.P. 12083 - Tel.0174/244481-2 - Fax.0174/244730 e-mail: comune@comune.frabosa-sottana.cn.it PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA ED ALTRI SERVIZI RISTORATIVI COMUNALI PERIODO SETTEMBRE 2010/AGOSTO 2013. CIG 0484214208

SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA ED ALTRI SERVIZI RISTORATIVI COMUNALI PERIODO SETTEMBRE 2010/AGOSTO 2013. CIG 0484214208 SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA ED ALTRI SERVIZI RISTORATIVI COMUNALI PERIODO SETTEMBRE 2010/AGOSTO 2013. CIG 0484214208 BANDO DI GARA D APPALTO (su schema Unione Europea) SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE

Dettagli

Bando di gara Prot. 2373 del 02/09/2015 Albo Pretorio n. 494 del 02/09/2015 BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA

Bando di gara Prot. 2373 del 02/09/2015 Albo Pretorio n. 494 del 02/09/2015 BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA La tua Campania Cresce in Europa COMUNE DI SAN LORENZO MAGGIORE (Provincia di Benevento) (82034)Via Santa Maria n. 43/A. Tel. 0824 813711 - fax. 0824 813597 - E-mail: uff.tecnicoslm@libero.it Bando di

Dettagli

I-Roma: Servizi sociali 2010/S 51-076116 BANDO DI GARA SETTORI SPECIALI. Servizi

I-Roma: Servizi sociali 2010/S 51-076116 BANDO DI GARA SETTORI SPECIALI. Servizi 1/7 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:76116-2010:text:it:html I-Roma: Servizi sociali 2010/S 51-076116 BANDO DI GARA SETTORI SPECIALI Servizi SEZIONE I: ENTE AGGIUDICATORE

Dettagli

Società Gestione Fondi per l Agroalimentare S.r.l. Bando di Gara

Società Gestione Fondi per l Agroalimentare S.r.l. Bando di Gara Società Gestione Fondi per l Agroalimentare S.r.l. Bando di Gara SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Società Gestione Fondi

Dettagli

COMUNE DI CASTRIGNANO DEL CAPO (LE)

COMUNE DI CASTRIGNANO DEL CAPO (LE) COMUNE DI CASTRIGNANO DEL CAPO Provincia di Lecce P.zza Caduti di Nassirja 73040 CASTRIGNANO DEL CAPO (LECCE) Telefono: + 390 0833 751068 - Fax: + 390 0833 530544 ufficiotecnico@comune.castrignanodelcapo.le.it

Dettagli

BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA CITTÀ DI REGGIO CALABRIA SETTORE PROGRAMMAZIONE ECONOMICA E FINANZIARIA Servizio appalti e contratti BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO, IN FAVORE DEL COMUNE DI REGGIO CALABRIA,

Dettagli

BANDO Dl GARA CON PROCEDURA APERTA

BANDO Dl GARA CON PROCEDURA APERTA BANDO Dl GARA CON PROCEDURA APERTA APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI COPERTURA ASSICURATIVA DEI LOTTI: 1) INFORTUNI 2) KASKO DIPENDENTI IN MISSIONE 3) LIBRO MATRICOLA RC AUTO DECORRENZA DELLA COPERTURA

Dettagli

COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE NUOVE INFRASTRUTTURE SERVIZIO UFFICIO TRAMVIA BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA

COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE NUOVE INFRASTRUTTURE SERVIZIO UFFICIO TRAMVIA BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE NUOVE INFRASTRUTTURE SERVIZIO UFFICIO TRAMVIA BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA Ente appaltante: Comune di Firenze Direzione Nuove Infrastrutture Servizio Ufficio Tramvia Via

Dettagli

COMUNE DI PISTOIA BANDO DI GARA N. 5/2012

COMUNE DI PISTOIA BANDO DI GARA N. 5/2012 COMUNE DI PISTOIA In esecuzione della determinazione a contrattare del Dirigente del Servizio Lavori Pubblici U.O. Edilizia Sociale e Giudiziaria - Ing. Marcello Evangelisti n. 775 del 02.04. 2012. CIG

Dettagli

SETTORE GESTIONE TRIBUTI E APPALTI Servizio Appalti

SETTORE GESTIONE TRIBUTI E APPALTI Servizio Appalti CITTÀ DI REGGIO CALABRIA SETTORE GESTIONE TRIBUTI E APPALTI Servizio Appalti BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Procedura: aperta art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, decreto legislativo n. 163 del

Dettagli

COMUNE DI RIMINI (RN) - BANDO DI GARA COMUNE DI RIMINI DIREZIONE LAVORI PUBBLICI E QUALITA URBANA

COMUNE DI RIMINI (RN) - BANDO DI GARA COMUNE DI RIMINI DIREZIONE LAVORI PUBBLICI E QUALITA URBANA COMUNE DI RIMINI (RN) - BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGG IUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO: COMUNE DI RIMINI DIREZIONE LAVORI PUBBLICI E QUALITA URBANA Via Rosaspina

Dettagli