Lotta al caro vita. Primo passo: mense meno care

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Lotta al caro vita. Primo passo: mense meno care"

Transcript

1 Periodico di informazione del Comune di Cormano TARIFFE MENSE Ecco i risparmi per le famiglie MUSEO DEL GIOCATTOLO Dal 2006 aperto a Cormano UN CAMPIONE A CORMANO Massimo Gobbi, protagonista in seria A Lotta al caro vita. Primo passo: mense meno care In un momento di crisi economica che pesa sul reddito reale dei cittadini, l amministrazione di Cormano ha deciso per l anno 2005 di lasciare invariate le principali tariffe come l addizionale Irpef e l Ici, lasciando quindi immutato il prelievo fiscale di pertinenza comunale. Raccogliendo un esigenza venuta dai genitori, abbiamo invece provveduto a diminuire i costi della mensa scolastica. Da gennaio a Cormano si spende meno per l acquisto dei buoni pasto delle mense comunali. Il tutto ha preso il via da verifiche sul grado di apprezzamento di alcuni cibi, emerso più volte durante gli incontri della Commissione mensa, formata da genitori e insegnanti, che valuta la qualità dei pasti. Lasciando sostanzialmente inalterati i menù, che prevedono un consistente utilizzo di cibi biologici, abbiamo lavorato da subito per eliminare alcuni ingredienti poco graditi ai ragazzi come pasta e riso, pere e formaggi biologici. Dopo di che abbiamo ricontrattato con la ditta appaltatrice il costo dei pasti. Il risultato è sotto gli occhi di tutti: le famiglie spendono meno, le mense hanno cibi di alta qualità, molti dei quali biologici e soprattutto i bimbi mangiano e apprezzano i pasti. In queste ultime settimane abbiamo anche ottenuto altri risultati importanti. Il Museo del Giocattolo, attualmente ospitato a Milano in zona Lambrate, si trasferirà - entro la fine del a Cormano. È un obiettivo a cui abbiamo lavorato molto, sino alla sera del 23 dicembre, quando è stata firmata la Convenzione che prevede il trasferimento del Museo nella nostra città. Avere sul nostro territorio un museo regionale, inserito in un Centro per l Infanzia che stiamo progettando con la Provincia di Milano, consentirà di accrescere l offerta culturale e il prestigio di Cormano, che d ora in poi sarà riconosciuta a livello nazionale come sede di un esposizione permanente che, attualmente, non ha pari in Italia. Non solo. Cormano sarà sempre più una città attiva nelle politiche culturali, educative e urbane a favore dei più piccoli. Qualche mese fa ne parlavamo come di un idea ambiziosa. Oggi possiamo dire che si tratta di un progetto concreto. Il Sindaco Roberto Cornelli Da gennaio a Cormano si spende meno per l acquisto dei buoni pasto delle mense scolastiche Tel Fax Cormano Partecipa Periodico d informazione, notizie e attualità per i Cittadini del Comune di CORMANO ANNO 2, N.1/2005

2 Per non dimenticare. Fino a fine febbraio presso la Biblioteca Civica, via Edison 8, appuntamento per visite collettive: Mostra Sterminio in Europa a cura dell ANED (Ass.ne Naz.le Ex Deportati politici nei campi di concentramento nazisti). Esposizione di libri, proiezione filmati e navigazione documentaria sui siti internet relativi all olocausto e alla deportazione Mostra realizzata dopo un viaggio a Mauthausen dai ragazzi della III B T.P. As 2003/4 dell I.C. A. Manzoni Concorso letterario Il Manzonino Oltre 500 i partecipanti alla terza edizione del concorso letterario per studenti Il Manzonino. Dedicata agli alunni cormanesi, questa edizione ha visto l entusiastica collaborazione di insegnanti e ragazzi che hanno presentato elaborati di valore stilistico e contenutistico. Nelle giornate di sabato 12 marzo e sabato 19 marzo 2005 si terranno, nell aula consiliare del Comune di Cormano, le premiazioni. TARIFFE MENSE Ecco i risparmi per le famiglie Meno care le tariffe delle mense scolastiche Un provvedimento deciso per dare una risposta concreta al caro vita Con l inizio dell anno il prezzo del buono-mensa nelle scuole di Cormano è stato ridotto in media del 20% per ogni singolo pasto permettendo alle famiglie di risparmiare una cifra variabile, secondo le tre fasce di reddito, tra i 35 e i 70 centesimi di euro al giorno. Un risparmio che tradotto su base mensile porta la spesa per alunno dai 70 a 56 euro al mese per la tariffa intera, e dai 35 a 28 euro per la tariffa minima. Si tratta di una riduzione ritenuta prioritaria in un momento in cui le famiglie cormanesi sono spesso alle prese con un aumento generalizzato dei prezzi e dei costi per le normali economie domestiche. Sindaco e Di seguito ecco le nuove tariffe delle mense scolastiche per l'anno 2005, con decorrenza 1/1/2005. In esse si evidenziano i risparmi per le famiglie. Per ogni pasto preparato per alunno delle scuole d'infanzia al costo a carico dei genitori il Comune di Cormano aggiunge una spesa di 2 euro di media a seconda delle fasce di reddito. Giunta hanno quindi valutato nei minimi dettagli l intervento e ritenuto importante ritoccare verso il basso queste tariffe per venire incontro ai bisogni delle famiglie provate dalla difficile situazione economica. Non è una mossa elettoralistica, ma recupero del potere d'acquisto: un diritto dei consumatori e un dovere della pubblica amministrazione. All operazione hanno partecipato come parte integrante i genitori degli alunni e i loro insegnanti, riuniti nella Commissione mensa preposta al controllo delle qualità dei prodotti utilizzati e alla verifica dei gradimento di questi da parte dei ragazzi. E emersa la scarsa TARIFFE MENSE gradibilità per i bambini di alcuni prodotti biologici attualmente usati, come pasta, riso, formaggio e le pere che sono stati sostituiti con prodotti similari di prima qualità migliorando il livello di apprezzamento complessivo dei pasti preparati. La maggioranza dei prodotti utilizzati è e resta biologica, confermando l'intenzione della giunta di proseguire il cammino precedentemente intrapreso dell'educazione alimentare. La diminuzione delle spese per la famiglie corrisponderà quindi a un mantenimento e ad una crescita della qualità dei prodotti utilizzati nel rispetto delle richieste e dei gusti degli alunni. risparmio da gennaio a blocchetto scuola primaria intera 14,00 14,00 ridotta 9,00 9,80 minima 7,00 7,00 nuova tariffa 2005 a pasto scuola primaria intera 2,80 3,00 ridotta 2,00 2,00 minima 1,40 1,50 tariffe 2004 a pasto scuola primaria intera 3,50 3,70 ridotta 2,45 2,49 minima 1,75 1,85 NB: si applica una riduzione media del 20% alle tariffe 2004 nuove tariffe 2005 a blocchetto da 20 scuola primaria intera 56,00 60,00 ridotta 40,00 40,00 minima 28,00 30,00 tariffe 2004 a blocchetto da 20 scuola primaria intera 70,00 74,00 ridotta 49,00 49,80 minima 35,00 37,00 Cosa mangiano i nostri figli? La dottoressa Maria Letizia Petroni è responsabile e ricercatrice del Servizio di Dietetica e Nutrizione Clinica dell Istituto Auxologico Italiano. Lavora quotidianamente a contatto con i bambini per valutare e ricercare le migliori soluzioni sulla loro alimentazione, un elemento fondamentale per la crescita e lo sviluppo dei ragazzi. Quali consigli darebbe ai genitori per seguire anche a casa una giusta cultura alimentare? Il pasto deve essere un momento di serenità, da consumarsi in famiglia a TV spenta, assaporando il cibo. Le regole per una corretta nutrizione diventano così un abitudine familiare, associate ad un atmosfera di armonia e gioia. Occorre considerare che, dal punto di vista qualitativo, non vi sono differenze nella alimentazione sana raccomandabile per un bambino e per un adulto. Come si definisce un pasto equilibrato? E necessario prevedere una quantità di carboidrati (pasta, pane, cereali in genere) pari almeno al 55-60% dell energia totale. Le proteine - carne, pesce, legumi, uova, latte e latticini- devono apportare il 15-20% dell energia totale. Restano i grassi pari al 30% fra cui è da preferire l olio extravergine di oliva. A ciò si deve aggiungere acqua, fibre, vitamine e minerali. Nel bambino, la colazione deve apportare circa il 20% dell energia necessaria nella giornata, il pranzo e la cena il 30% ciascuno; snack e merende non debbono eccedere il 20% dell energia necessaria. Purtroppo spesso queste percentuali sono ben diverse... Cosa dovrebbe mangiare un bambino a pranzo? Spesso questo viene consumato a scuola dove è necessario fornire la giusta energia, con cibi facilmente digeribili. Il pranzo deve comprendere un primo piatto e una pietanza, oppure un piatto unico che combini carboidrati e proteine (es. pasta con legumi), una o due porzioni di verdura (cruda o cotta), un frutto. Le porzioni sono in funzione dell età, della costituzione, dei livelli di attività fisica. In nessun caso le porzioni consigliate in questa fascia di età debbono equivalere o essere addirittura superiori a quelle degli adulti. Il Comune di Cormano sta tentando di introdurre la prima colazione nelle scuole, nel tentativo di abituare il bambino a mangiare al mattino. Perché è così importante la prima colazione? Questo progetto mi trova pienamente d accordo. Andare a scuola con solo un po di tè e un biscotto nello stomaco o peggio senza avere consumato affatto la prima colazione può provocare nel bambino difficoltà di concentrazione, iperreattività, facile affaticabilità. Fare la prima colazione, con una fonte di proteine (latte o yogurt), una di carboidrati (pane, prodotti da forno o cereali) ed un frutto (intero o sotto forma di frullato o spremuta) consente al piccolo un flusso ottimale di nutrienti per il buon funzionamento del cervello e di tutto l organismo. Un altro buon motivo è rappresentato dalla sua funzione nella prevenzione dell obesità infantile: le ricerche infatti indicano che oltre il 40% dei bambini sovrappeso non fa la prima colazione o fa una prima colazione inadeguata. Questo ha come principale conseguenza un eccesso di introduzione di calorie nel resto della giornata; inoltre, il mancato rispetto dei ritmi fisiologici provoca delle ripercussioni negative sul metabolismo e sulla secrezione di alcuni ormoni che facilitano l accumulo delle calorie in eccesso sotto forma di grasso. MENU A TEMA NELLE SCUOLE DI CORMANO Per abituare i bambini ai gusti della tradizione culinaria italiana, per educarli a seguire sane regole alimentari, salvaguardando la peculiarità e la varietà gastronomica della cucina nostrana, sono stati introdotti nelle mense scolastiche delle scuole di Cormano alcuni menu regionali. Una volta al mese sarà proposto un menu caratteristico a partire da febbraio quando l iniziativa prenderà il via con un menu della tradizione lombarda. Per gli alunni saranno preparati i casoncelli, ravioli tipici della bergamasca e un succulento brasato con polenta. A marzo toccherà al Trentino con i classici canederli in brodo, lo spezzatino di manzo, patate al burro e l immancabile strudel di mele. Ad aprile toccherà ai piatti emiliani. Il menù prevede: maltagliati, tigelle con crudo e parmigiano e certosa. Dopo i sapori liguri di maggio (trofie al pesto, pesce spada con patate e olive, focaccia e fagiolini alla genovese) il percorso gastronomico per lo stivale si concluderà a giugno con la Sicilia e la sua pasta con le sarde, tonno alla piastra e cassatine.

3 Al RAP l anno nuovo porta nuovi progetti L Associazione di volontariato R.ap. - Ragazzi Aperti - opera da dieci anni sul territorio di Cormano con progetti destinati a ragazzi. Nel mese di dicembre è partito il progetto Extrascuola, nato con l obiettivo di promuovere lo sviluppo di competenze e abilità specifiche attraverso contesti multimediali e creativi in ragazzi di età compresa tra 11 e 18 anni. Il progetto porterà alla realizzazione di micro-laboratori (fotografia con strumenti digitali, utilizzo di software grafici, realizzazione di siti web) della durata variabile dai 4 agli 8 incontri. L obiettivo è la realizzazione di un evento finale per la presentazione dei Prodotti artistico-multimediali al territorio. Per informazioni sul progetto: Sara Pantò tel MUSEO DEL GIOCATTOLO Dal 2006 aperto a Cormano A Cormano il Museo del Giocattolo e del Bambino La più grande esposizione di giochi del nord Italia, attualmente a Milano, si trasferirà entro l estate 2006, nella nuova sede dell ex Cotonificio Grazie all accordo siglato pochi giorni fa dal Sindaco di Cormano Roberto Cornelli e dal presidente della Fondazione Paolo Franzini Tibaldeo, il Museo del Giocattolo del Bambino e Centro per l Infanzia, attualmente collocato in Via Pitteri 56 a Milano, si trasferirà, entro la fine del 2006, a Cormano, nei locali dell ex-cotonificio all interno di un complesso industriale del primo 900, che sarà recuperato come archeologia industriale. Per Cormano si tratta di un importante risultato che consente alla città di poter offrire un nuovo polo museale d eccellenza, inserito nell area metropolitana milanese. Un centro propulsivo delle politiche per l infanzia, progettato in un ottica sovracomunale e in collaborazione con la Provincia di Milano, l Università degli Studi e i centri di ricerca milanesi. Inoltre, come previsto dal programma dell amministrazione guidata dal sindaco Cornelli, il Museo rappresenterà per le famiglie e i bambini di Cormano uno spazio di incontro, di svago e di formazione, nel tentativo di coinvolgerli maggiormente nella vita sociale e istituzionale in uno spazio che sentono loro vicino, in coerenza con il programma Città sostenibile delle bambine e dei bambini e tenendo conto dei contenuti e al metodo del protocollo europeo "Agenda 21". Per l allestimento interno, inteso come opere edili, impiantistica, sicurezza e messa a norma, l Amministrazione Comunale ha già stanziato per l anno 2005, la somma di euro provenienti da oneri di urbanizzazione. Il Museo, unico in Italia nel suo genere, espone giocattoli e balocchi inseriti in un percorso storico che va dal 1700 al Ha ottenuto il riconoscimento della Regione Lombardia e si pone come obiettivo istituzionale la salvaguardia e la divulgazione della memoria storica dell Infanzia attraverso l acquisizione, l indagine e l esposizione degli oggetti che dell infanzia permeano l immaginario e la quotidianità. Nella nuova sede, che disporrà di uno spazio espositivo complessivo di circa 2000 mq, sono anche previsti laboratori creativi per la costruzione di giocattoli antichi e moderni, laboratori multimediali, sale per incontri e per la lettura delle favole, spazi per cineforum, ludoteca, aree gioco, anche all aperto, con possibilità di ospitare feste per bimbi e di organizzare spettacoli, zone per la progettazione partecipata di interventi per una città sostenibile dei bambini. "Cormano sarà sede del Museo del Giocattolo e del Bambino, noto in tutta Italia, e di un Centro per l'infanzia di rilevanza provinciale - commenta il sindaco Roberto Cornelli - a partire da questo lavoreremo perché le politiche per l'infanzia diventino sempre più occasione per ripensare i tempi e gli spazi della città, di Cormano come di tutta l'area metopolitana milanese". Museo del Giocattolo, Cormano e Roma procedono insieme LICEO CLASSICO OMERO, IL COMUNE DI CORMANO FA IL PUNTO Della vicenda del trasferimento del Liceo Classico Omero a Cormano dalla sua sede attuale nel Comune di Milano al plesso scolastico di via Beccaria a Cormano si parla ormai da oltre due anni. L'Amministrazione aveva elaborato un progetto definitivo per il trasferimento, preservando la presenza a Brusuglio della scuola materna, elementare e media Alessandro Manzoni, per mantenere inalterata l'offerta scolastica nel territorio. Il Sindaco Cornelli, appena insediato, ha preso contatti con l'assessore all'istruzione della Giunta Penati, Giansandro Barzaghi. Dagli incontri in Provincia, è emersa la volontà dell'assessore Barzaghi d'interrompere l'iter per il trasferimento del Liceo Omero a Cormano, optando per una soluzione che prevede: lo spostamento dell'attuale Liceo Classico Omero negli spazi del Liceo Scientifico Russel a Niguarda e la proposta di realizzare un nuovo plesso scolastico secondario superiore a Cormano che dovrà essere al più presto inserita nel Programma delle Opere della Provincia. Una decisione motivata dall'impossibilità di preservare, con lo spostamento a Cormano, la continuità didattica, stante la netta opposizione al trasferimento emersa dagli insegnanti del Liceo Classico Omero. La decisione della Provincia riconosce l'importanza di garantire ai comuni del Nord Milano una scuola secondaria superiore. Tuttavia, il trasferimento del Liceo Classico Omero negli spazi dello Scientifico Russel di Niguarda crea immediatamente un 'vuoto' di offerta didattica per gli studenti del Nord Milano, attuale bacino d'utenza del Liceo Classico Omero, che rimarrebbero privi di una scuola secondaria di prestigio e di grande valore, almeno fino alla realizzazione a Cormano del nuovo plesso scolastico promesso dalla Provincia. Alla luce di ciò, l'amministrazione di Cormano ha confermato all'assessore Barzaghi la propria volontà di mettere a disposizione immediatamente gli spazi del plesso scolastico di via Beccaria per l'insediamento, di classi di Istituti secondari superiori che ne avessero necessità e in particolare del Liceo Classico Omero. Inoltre, nella certezza di poter rappresentare un luogo di interesse per tutta l'area del nord Milano per la creazione di un nuovo centro scolastico secondario, rinnova all'assessore Barzaghi la propria disponibilità a individuare un'area dove realizzare un nuovo polo scolastico secondario che possa soddisfare le numerose richieste e incrementare l'offerta scolastica dell'intero territorio. Importante incontro del Sindaco Cornelli con lo staff del Sindaco Veltroni Anche a Roma, così come a Cormano, sorgerà a breve un Museo del Giocattolo. La giunta Veltroni ha infatti deciso di realizzare nelle due scuderie di villa Ada in zona Salaria una struttura che ospiterà una collezione di oltre diecimila giocattoli antichi. Per attivare sinergie e collaborazioni in vista dello spostamento negli spazi dell ex Cotonificio di Cormano del Museo del Giocattolo il sindaco Cornelli, insieme agli assessori Vangelista e Nitti, ha incontrato a Roma alcuni dei componenti dell equipé che sta lavorando al similare progetto museale capitolino. Fra questi la sovrintendente ai beni culturali del Comune di Roma, Alberta Campitelli, Nicola Barbato che nello staff del sindaco Veltroni si occupano dei progetti museali e il funzionario dell assessorato all Infanzia con cui sono stati attivati una serie di progetti che vedranno presto la loro attuazione. Confermato l interesse comune alla collaborazione fra le due strutture, è stato deciso di redigere un protocollo d intesa per costituire una rete di musei del giocattolo in Italia e in Europa che abbia nei due poli di Cormano e Roma il suo asse principale. Inoltre sarà attivato un progetto unitario per la comunicazione e il reperimento di finanziamenti da utilizzare per attività espositive, di informazione e promozione.

4 Cormano Partecipa è uno spazio per tutti. La comunicazione verso i cittadini di Cormano deve infatti procedere in entrambe le direzioni, nel pieno rispetto della filosofia di partecipazione ribadita dall attuale amministrazione. Per questo invitiamo i lettori a inviarci segnalazioni, quesiti, osservazioni e suggerimenti consegnandoli direttamente all Ufficio Relazioni con il Pubblico nel Palazzo Comunale oppure inviando un all indirizzo: LAVORI PUBBLICI Progetti per migliorare la città 2005, un anno di lavori per la città del futuro Partono gli interventi programmati su strade, scuole, edifici pubblici, ecco quali La sistemazione del territorio e la manutenzione delle strade e degli edifici pubblici sono fra i primi obiettivi della Giunta. Per questo il 2005 si preannuncia come un anno denso di interventi sul territorio che dovranno migliorarne la fruibilità e l utilizzo da parte dei cittadini. Novità di certo gradita e di interesse è il trasferimento a Cormano del Museo del Giocattolo, attualmente a Milano, che sarà realizzato nel caratteristico edificio dell ex cotonificio. I lavori, che saranno ultimati nel luglio del 2006, sono già iniziati con la progettazione per la riqualificazione della zona. Altro obiettivo prioritario è quelli di concludere i lavori di manutenzione straordinaria degli asili di via Somalia e di via Comasinella, completando le opere mancanti come l adeguamento igienico sanitario degli interni (rifacimento dei servizi igienici, sanificazione dei locali, sostituzione dei serramenti interni/esterni). In via Somalia è prevista poi la realizzazione di un locale esterno ad uso magazzino in modo da poter sfruttare al meglio gli spazi interni. Piano Urbano del Traffico Nell ambito dell edilizia scolastica è in fase esecutiva il rifacimento delle facciate e dei percorsi esterni, con il relativo adeguamento per disabili, delle scuole elementari di via Molinazzo e di via Ariosto. Nella scuola materna di via Dante sono in fieri i lavori di abbattimento di barriere architettoniche e il rifacimento dei percorsi esterni. Finalmente sarà realizzato il tratto fognario che consentirà agli abitanti di via dei Giovi, che ne erano rimasti esclusi, il collegamento alla rete pubblica. Per risolvere i problemi segnalati dagli abitanti di via Bellini e di via Donizetti, come esalazioni insopportabili soprattutto nei mesi estivi, si procederà all adeguamento della rete fognaria. I lavori prevedono anche il rifacimento di alcuni tratti fognari di via Prealpi, Orobica, Resegone e Mascagni in quanto non più idonee e sufficienti. Sono in fase di completamento i lavori di adeguamento di via Bizzozzero (rifacimento della strada, illuminazione e piste ciclabili). Mentre dopo la conclusione dei lavori per il sottopasso FNM prevista per fine giugno - sarà sistemato il tratto di strada di via Giotto, di via Cimabue, e di via Adelchi che potrà mettere in collegamento Cormano centro con Un documento essenziale per amministrazione, cittadini e territorio Cormano è troppo spesso assimilata, nell immaginario collettivo, come luogo di traffico, di code interminabili, di lunghe attese in auto. La situazione è molto critica, la circolazione a tratti e in alcune fasce orarie è pressoché impossibile. La causa di ciò è dovuta in parte ai cantieri ancora aperti, fra cui quelli per i sottopassi FNM che hanno, ad esempio, interrotto via N. Sauro, oltre che all annosa questione di viabilità legata alla presenza del passaggio a livello che divide in due il paese. L apertura dei sottopassi sarà una parziale soluzione all intasamento del traffico interno, ma non risolverà di certo tutti i problemi. Diviene necessario, dunque, poter disporre di un analisi attenta e precisa dei flussi di traffico, per poterli gestire al meglio e limitare i disagi dei residenti. I rifacimenti di alcune strade, l introduzione di alcuni sensi unici o la limitazione del traffico in alcune zone, potranno certamente contribuire a decongestionare il traffico. Il problema andrà però affrontato proponendo una rilettura complessiva del traffico cittadino, ascoltando le problematiche delle popolazione, verificandone i suggerimenti e le esigenze. E questo il significato di progettazione partecipata, dove per partecipazione si intende proprio verificare insieme ai cittadini possibili soluzioni e proposte. Ovviamente tutto ciò sarà affiancato da analisi tecniche della polizia locale e di addetti ai lavori, in sintonia con il Piano Urbano del Commercio e del Piano Regolatore Generale. Il frutto di tale lavoro sarà contenuto in un documento il Piano Urbano del Traffico, che l amministrazione comunale ha commissionato ad un primario ente di ricerca e studi del settore che sarà ultimato entro l estate. Un Piano che avrà come obiettivo quello di rendere più vivibile Cormano, migliorandone la qualità della vita, limitando il traffico e l inquinamento e anche rendendo la posizione territoriale del Comune, al centro di grande arterie di comunicazione, un opportunità e non una criticità. via Borromeo in modo da evitare le lunghe colonne al passaggio a livello. In zona Brusuglio, per rendere maggiormente scorrevole il traffico soprattutto nelle ore di punta, che vedono il cavalcavia sulla provinciale costantemente intasato, si prevede per il 2005 la realizzazione della rotonda all incrocio di via Borromeo e via Comasinella. L Amministrazione è in trattative e ha sollecitato la Provincia di Milano per sostituire anche l attuale semaforo all incrocio con via Adelchi con un altra rotonda. Molte strade sono in condizioni precarie e necessitano di manutenzione. Una delle situazioni più gravi è quella di via Tasso dove è previsto il rifacimento del manto stradale e dei marciapiedi. Si provvederà anche all adeguamento dell illuminazione di molte strade del comune. MIGLIORARE LA VIVIBILITÀ DELLA CITTÀ CON IL PIANO URBANO DEL COMMERCIO Il Decreto Legislativo sulla Riforma del settore commercio ha ridisegnato la materia e definito nuovi ambiti di applicazione e di competenze degli enti locali, chiamati ora ad amministrare questa materia di fondamentale importanza per la qualità della vita dei cittadini. Ai Comuni è stata assegnata la competenza di definire, attraverso strumenti di programmazione, i contenuti degli insediamenti commerciali e delle politiche per la gestione e lo sviluppo delle attività terziarie sul territorio. Per questo, nell aprile del 2003, la Giunta ha affidato l incarico professionale per la redazione del Piano Urbano del Commercio, un documento che contiene studi analitici del territorio e avanza proposte di progetto per la redazione di un Piano-programma indirizzato verso un miglioramento e una valorizzazione dei sistemi commerciali di vicinato e di quartiere. La presenza di strutture di vendita è infatti direttamente collegata alla vivibilità degli stessi. Negozi e attività terziarie sono, oltre che elementi commerciali anche aree di socializzazione, incontro, opportunità. Un obiettivo che porta con sé anche la riqualificazione dei contesti urbani di Cormano nei luoghi dove si attestano e localizzano le attività economiche. La redazione del Piano Urbano del Commercio si è conclusa nelle scorse settimane e il documento è ora pronto per essere approvato in Consiglio Comunale. Realizzato anche con la partecipazione dei commercianti di Cormano e con i cittadini, il Piano rappresenta una fotografia del sistema commerciale esistente, ma soprattutto un analisi dell offerta commerciale sul territorio che fa da base per possibili interventi operativi intorno a un modo nuovo di concepire l urbanistica, rapportato alle tematiche del commercio. Il quadro che ne emerge pone anche ai commercianti una sfida. Diversamente rispetto ai comuni vicini, Cormano ha infatti un offerta molto disomogenea e disaggregata pur disponendo di una notevole potenzialità di crescita in termini di presenza di spazi per il commercio soprattutto nella fascia delle medie strutture, quelle che vanno da 800 a 2500 mq di superficie di vendita. Il Piano Urbano del Commercio sarà quindi un utile supporto alla ridefinizione dell'assetto urbanistico della città, del sistema dei trasporti, della tutela ambientale. I percorsi individuati consentono di favorire l'uso misto del territorio, l utilizzo al meglio delle aree disponibili e il miglioramento della qualità degli spazi pubblici e dei meccanismi di partecipazione democratica sia da parte dei cittadini sia degli operatori. L obiettivo è quello di assegnare alla pianificazione urbanistica un ruolo basilare e strategico nel definire le politiche legate alla programmazione commerciale per cercare soluzioni di vita e di lavoro che diano le migliori risposte ai cittadini e agli operatori economici.

5 Cinema per riflettere Da non perdere l offerta dal Comune di Cormano. Ingresso gratuito per la mini rassegna cinematografica che vede la proiezione in sala Consiliare di: THE CORPORATION, di M. Achbar e J. Abbot, 17 febbraio alle ore Ricco di documenti, storie e ironia, il film è stato prodotto in Canada e premiato dal pubblico del Sudance festival. Delirante, schizofrenico, quasi paradossale, l affresco satirico sul mondo delle multinazionali con i suoi manager rampanti e automatizzati che ne emerge. RESPIRO, di E. Crialese,10 marzo alle ore Per rendere omaggio alle donne festeggiate l 8 marzo, una straordinaria V. Golino che nei panni di Grazia, donna di un sud crudo, drammatico e poetico allo stesso tempo, affronta gli sguardi spietati e accusatori del villaggio che mal sopporta la sua spensierata libertà. Inno alla vita, dove il regista riesce con maestria a raccontare il fascino e le contraddizioni della gente del sud e la diversità della protagonista in un ambiente che fa delle convezioni un valore imprescindibile. Scuola, riforma Moratti: cosa cambia L impatto della nuova scuola pubblica sull offerta formativa a Cormano ISTRUZIONE Il punto sulla riforma A partire da questo anno scolastico, il Decreto per la riforma della scuola, noto ai più come Riforma Moratti, ha portato considerevoli cambiamenti al sistema scolastico italiano. Per avere un quadro della situazione, purtroppo confusa e articolata, abbiamo sentito il parere di Anna Maria Spena, dirigente scolastico dell Istituto Comprensivo A. Manzoni, che raggruppa la Scuola per l Infanzia (ex Materna), la Primaria (ex Elementare) e la Secondaria di Primo Grado (ex Media) di viabeccaria e di via Adda. L introduzione del decreto ha di fatto creato una serie di quesiti, per ora irrisolti, e un vivace confronto sulla sua attuazione. Fra le novità previste dalla riforma vi è l iscrizione alla scuola per l infanzia. Dall anno scolastico 2005/6 infatti potranno iscriversi i bambini di due anni compiuti entro aprile, una decisione che condurrà a una prevedibile necessità di cambiamento delle strutture e dell assistenza scolastica. Con l inizio dell obbligo, la cosiddetta primaria spiega la Preside - compare la figura del tutor : un insegnante che sarà portavoce nei rapporti con la famiglia e con il Consiglio di Classe per ogni allievo. Una figura di affiancamento, sostegno e coordinamento del percorso formativo. Compito del tutor anche quello di curare insieme al consiglio di classe la compilazione del portfolio, documento che seguirà l intero iter scolastico di ogni alunno. L introduzione di questa figura e del portafolio ha suscitato un dibattito acceso, anche in ambito sindacale, per la sua definizione, il suo inquadramento e le sue esatte mansioni. Anche la struttura oraria ha cambiato volto. Nella primaria viene inserito il cosiddetto tempo lungo formato da 40 ore settimanali che possono essere suddivise, a seconda della scelte delle famiglie in 27 ore obbligatorie chiamate curricolo di base, uguali per tutti, più 10 di mensa facoltative e tre ore facoltative di opzionali di laboratorio. Anche per la secondaria sono previste 27 ore settimanali mattutine e, a scelta delle famiglie, opzioni pomeridiane oltre all eventuale mensa. Ad esempio quest anno sono offerte attività linguistiche, tecnologiche, manuali. La sezione musicale di via Beccaria non ha subito modifiche. Questo comporta che differenti istituti, nella loro autonomia totale, possano offrire soluzioni molto diverse circa i corsi facoltativi, condizionate anche dalle risorse economiche, professionali e organizzative. Per quanto concerne la valutazione, ogni scuola appronterà schede degli alunni in completa autonomia sia nella forma sia nei contenuti seguendo le indicazioni dei piani nazionali personalizzati. Per attuare pienamente questi cambiamenti prosegue Anna Maria Spena - che coinvolgono modi, tempi, contenuti e risorse professionali, economiche, strutturali, è necessario lavorare in stretto confronto con il Collegio Docenti. Recuperare quindi tutte le risorse in campo, valorizzare le professionalità, agire con trasparenza e grande chiarezza nei confronti dei genitori. Come in ogni riforma quello dei finanziamenti resta un nodo cruciale. Già da questo anno scolastico, ad esempio, l Amministrazione Comunale e la Coop di Cormano hanno promosso alcuni progetti sostenendoli economicamente. Dobbiamo dice la d.ssa Spena augurarci che anche altri soggetti contribuiscano in modo sostanziale alla realizzazione di queste iniziative così determinanti nella riforma. C è da sottolineare anche la necessità di una maggiore chiarezza nel supporto fornito ai dirigenti da parte dei loro referenti superiori, poiché è necessaria una maggiore codificazione nel dettaglio delle varie normative per non offrire spiraglio alle sempre aperte questioni sindacali legate alle nuove funzioni. Insomma quello che appare chiaramente, anche ascoltando altre voci all interno del sistema scuola, è una certa preoccupazione per la qualità dell offerta formativa che rischia di subire la concorrenza agguerrita di altre soggetti che propongono percorsi formativi alternativi. Anche per le famiglie esiste una responsabilità maggiore nella scelta di percorsi scolastici personalizzati che possono incidere sensibilmente sulla formazione dei ragazzi rispetto al passato. AVIS A CORMANO Donare sangue. Una scelta per gli altri, una scelta per se stessi. L'Avis è un'organizzazione senza fini di lucro (onlus) costituita quasi 80 anni fa a Milano e formalmente divenuta associazione nel primo dopoguerra. Raggruppa coloro i quali volontariamente, gratuitamente, periodicamente e anonimamente donano il proprio sangue. Un attività di grande valenza sociale che risulta spesso fondamentale per salvare vite umane. Sul nostro territorio Avis ha una sede che raggruppa l attività degli iscritti di Cormano e Cusano Milanino con sede in via Zucchi 1. Da anni segue con costanza l organizzazione dei soci, l attività di donazione e la promozione per aumentare il numero di iscritti e quindi di donatori. All'AVIS possono aderire gratuitamente sia i donatori di sangue sia chi, pur non potendo per motivi di inidoneità, collabora gratuitamente a tutte le attività di promozione e organizzazione. Recentemente la scomparsa del presidente onorario Fulvio Zucca, in carica sino al 1992, ha lasciato un grande vuoto nella sezione che continua comunque nel suo lavoro quotidiano nella certezza di contribuire ad una causa di notevole utilità pubblica e sociale. Avis Sezione Cormano-Cusano Via Zucchi, Cusano Milanino Tel La Farmacia Comunale cambia sede Entro la fine di giugno il trasferimento nei locali del nuovo Centro Commerciale di Cormano Si è riunito, nella prima quindicina di gennaio, il nuovo Consiglio d Amministrazione della Farmacia Comunale di Cormano per redigere il programma operativo per i prossimi anni. Il presidente Diego Paglia sarà affiancato dal lavoro dei consiglieri Giuseppe Assisi, Giacomo Biancotto, Tatiana Cocca e Alberto Di Marti. Un programma che prevede il trasferimento della Farmacia Comunale, dai locali di via Gramsci all interno del nuovo Centro Commerciale di Cormano. Si tratta dell aspetto più urgente e rilevante del programma del nuovo Cda. Il trasloco è previsto per l ultima settimana di giugno e per questo è già stato avviato il lavoro in modo da rispettare i tempi e poter continuare ad offrire un servizio efficiente alla clientela. E opinione comune che il trasferimento comporterà dei benefici per l utenza. Con lo spostamento resteranno a disposizione gli attuali locali e per questo è già stata avviata la riflessione da affrontare con l Amministrazione comunale sul loro utilizzo dopo il trasloco. Diversi gli altri punti all ordine del giorno. Fra i primi la necessità di far conoscere all utenza, attraverso canali adeguati - pubblicità sui giornali locali, sito internet del comune - i servizi che la farmacia svolge attualmente, anche gratuitamente e la loro eventualmente implementazione. Ci si è prefissi l obiettivo di organizzare giornate informative all interno delle scuole sull educazione sanitaria, nonché con le società sportive per la prevenzione del doping. Inoltre saranno promossi incontri con la cittadinanza, in collaborazione con l Amministrazione comunale, per la prevenzione di alcune malattie. La Farmacia cercherà anche di coinvolgere i medici di base nel tentativo di far aprire nel quartiere Molinazzo, un nuovo ambulatorio medico allo scopo di far fronte alle esigenze espresse più volte dai cittadini della zona. Nel medio periodo si valuterà la possibilità di consegnare i medicinali direttamente a domicilio per quei soggetti che non sono in grado di raggiungere la farmacia come gli anziani, i disabili o le persone affette da gravi patologie. La volontà del nuovo Cda è, dunque, quella di supportare e organizzare il lavoro della Farmacia in modo da aumentare l offerta di servizi e la loro qualità e anche di essere propositivo nella sua attività, per dare un segno distintivo ad una Azienda che dovrà essere di riferimento per l intera cittadinanza cormanese.

6 Buon Compleanno, Arcieri! Il Gruppo Arcieri Cormano ha festeggiato a gennaio 10 anni di attività. Con 78 affiliati nell anno 2004 e 34 iscritti ai corsi per principianti negli ultimi due anni, il Gruppo Arcieri è diventato uno dei punti di riferimento dell Arcieria nella zona Nord di Milano grazie anche alla squadra agonistica che ha partecipato a 18 competizioni di carattere interregionale e nazionale. In collaborazione con il Comune e con gli Istituti di via Adda e via Beccaria, prosegue (per il 2004 e il 2005) l attività di promozione del tiro con l arco nelle scuole medie. Informazioni tel (Domenico) o (Andrea). UN CAMPIONE A CORMANO Intervista a Massimo Gobbi Massimo Gobbi, un cormanese da serie A Con il Cagliari sogna la Uefa insieme a Gianfranco Zola nel ruolo di centrocampista con la licenza del gol Dal campetto di via XXV Aprile al Sant Elia di Cagliari. Dai primi calci tirati a un pallone con la maglia della Polisportiva Giovanile Cormano a quelli in rossoblu in serie A. Di strada Massimo Gobbi ne ha fatta tanta. Oggi, a 24 anni, è uno dei giovani emergenti del campionato, una promessa che in questa stagione sta raccogliendo i frutti di quanto seminato negli anni di carriera. Una carriera iniziata a Cormano sul campo dove oggi gioca la Lokomotiv, proseguita con i colori del Milan, della Pro Sesto, del Treviso, sino a quelli rossoblu della squadra del vulcanico presidente Cellino. Una carriera che, fino a quando ha potuto, Massimo ha intrapreso non troppo lontano da casa, perché giocare a pallone è sempre stato importante, ma anche la famiglia, e i valori che si porta con sé, lo sono altrettanto. "Un legame fondamentale spiega Massimo a cui, compatibilmente con la voglia di diventare un calciatore professionista, non ho mai voluto rinunciare. Mi ha aiutato a fare un passo dopo l altro, ad avere pazienza, a non voler strafare. E se ora gioco in serie A lo devo certamente anche a questo". La serie A: il punto di arrivo di un lungo percorso. "Le prime partite le ho giocate a Cormano. Giocavo in attacco, centravanti, segnavo parecchio. Poi, a 11 anni, sono stato chiamato dal Milan, e li ho passato 5 stupendi anni. E stata un esperienza fondamentale. Mi hanno insegnato la tecnica, a stare in gruppo, a seguire la tattica. Piano, piano mi hanno arretrato a centrocampo, il ruolo in cui gioco anche oggi. A 16 anni ho deciso di cambiare aria. Fra le molte richieste ho scelto la Pro Sesto, vicino a casa per poter finire il Liceo a Cinisello. Nel 1998 l esordio in C2 e l anno dopo sono stato acquistato dal Treviso". La prima esperienza da professionista: "All inizio giocavo in primavera ma già il secondo anno, con mister Gustinetti, sono finito nella rosa della prima squadra, in B". Poi, il primo lungo viaggio... "Già. Nel 2001 sono andato in prestito a Giuliano, vicino a Napoli, in C2. Lì ho giocato la prima stagione da titolare, in un annata direi molto positiva. E stata dura. Era la prima volta che ero così lontano da casa. Però è servito a formarmi anche come uomo, sono contentissimo di esserci andato". Il resto è storia recente. Dopo un anno eccellente all Albino Leffe, l ultima stagione al Treviso e la chiamata a Cagliari, società che lo seguiva da tempo. In serie A, in squadra insieme a Zola: "A Cagliari sto bene. La città è tranquilla, l ambiente sereno. Sono qui con la mia ragazza, anche questo mi ha aiutato molto a vincere la FARE SPORT A CORMANO sfida. Zola è un grande, non solo come giocatore. Ha sempre un sorriso e una parola per tutti. E una persona umile, con i piedi per terra, nonostante sia un fuoriclasse. Per noi giovani è un modello". Anche tu sei un modello per i ragazzi di Cormano. Chi gioca qui, nello stesso campetto dove hai iniziato tu, ora sogna di diventare Massimo Gobbi. "Mi fa piacere ovviamente. La cosa importante è ricordarsi che per arrivare occorrono sacrifici, impegno, dedizione. Se si vuole sfondare ci si deve allenare, prepararsi e anche rinunciare ad uscire con gli amici il sabato sera perché la domenica c è la partita. Voglio dire a tutti che non si arriva sin qui senza sudare, e anche tanto". E a Cormano ci torni spesso? "Quando posso sempre. La mia famiglia è qui e anche i miei amici più cari, quelli con cui giocavo in via Zara, d estate fino a sera, oppure sul campetto di via Fiume". Un bel viaggio: da Ospitaletto alla seria A. Una strada ancora lunga per un giovane calciatore che è anche un ragazzo in gamba. Iniziamo un viaggio fra le società sportive del nostro Comune. E importante che da ogni evento sportivo di vertice o di base, locale o nazionale ogni persona possa uscire più vera, più umana e un po più felice. Come su campo di serie A, quanto da un prato verde di periferia, da un team miliardario o da una squadra di ragazzini, dovrebbero uscire sempre, uomini e donne più forti, più veri, più umili per dimostrare come con lo sport si possa crescere ed essere migliori. Nello sport delle moviole, dei diritti tv, del doping, del risultato a tutti i costi esiste ancora questo spirito sportivo? Ad accenderlo e a realizzarlo non bastano certo, da sole, le belle parole e le buone intenzioni. Occorrono idee chiare, trainanti, non solo campioni sportivi di riferimento ma anche esempi di umanità, speranza, coraggio, tenacia, saggezza, passione, intuizione, umiltà. E anche con queste certezze che la Consulta dello Sport del Comune di Cormano, presieduta da Marco Baronio si è impegnata a rappresentare le diverse associazioni e società che operano e promuovono molte attività sportive sul territorio cormanese. Compito della Consulta è anche quello di attivare e far interagire tra loro le diverse associazioni sportive per poter migliorare e finalizzare le loro potenzialità e poter cogliere e far emergere i valori autentici dello sport, sfruttandone in pienezza, la capacità di unire divertendo tutti, professionisti e amatori, senza barriere etniche o culturali, nella speranza che i veri protagonisti e campioni rimangano, sempre e solo, gli sportivi. I CORSI Il Comune di Cormano organizza dai mesi di ottobre e giugno attività sportive per tutte le età e per tutti i gusti. I corsi si tengono nelle palestre comunali presso le scuole di via Adda, Beccaria e Molinazzo. Orari di lezione diversificati a partire dalle Per ulteriori informazioni e specificazioni rivolgersi all Ufficio Sport via Edison nei seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle 8.45 alle e il lunedì e mercoledì dalle alle Tel e per gli internauti: consultare il sito Per chi si vuole liberare dal mal di schiena e vivere un rapporto più felice con il proprio corpo ecco un elenco dei corsi GINNASTICA ANTALGICA - Prevalentemente rivolta alla prevenzione del dolore, svolta con lezioni personalizzate a schede individuali, riferita a piccoli gruppi. HATA YOGA - Un attività fisica per tutti, basata sull acquisizione di tecniche di rilassamento, concentrazione, respirazione in armonia con il proprio corpo ascoltando i suoni della natura. GINNASTICA DOLCE - Consigliata alla terza età, caratterizzata da esercizi di prevenzione che aiutano a tenere lontano gli acciacchi della vecchiaia GINNASTICA PER ADULTI - Per chi vuole mantenersi in perfetta forma. Rivolta a chi vuole mantenere e migliorare una buona forma fisica, caratterizzata da esercizi di mantenimento contro il logorio della vita moderna e lo stress. TONIFICAZIONE MUSCOLARE - Per adulti che si sentono in gran forma e vogliono modellare e scolpire il proprio corpo. CORSI DI DANZA CLASSICA - Per le bambine che vogliono acquisire le movenze di una farfalla. Dai 6 anni in poi, con attività di propedeutica livello A e livello B. IL CENTRO SPORTIVO COMUNALE A disposizione dei cittadini e delle società sportive sono presenti stadio con tribuna da 500 posti con campo di calcio e pista di atletica leggera; campo polivalente per il calcetto e il tennis coperto in erba sintetica; due campi polivalenti per il calcetto e il tennis scoperti in erba sintetica; palazzetto polivalente con tribuna per il gioco del calcetto, pallavolo, basket, pattinaggio, palestrina secondaria, servizio Bar. Tariffe agevolate per i cittadini di Cormano. Inoltre l US Acli organizza campionati di: calcio a 11, calcio a 7, calcio a 5, pallacanestro, pallavolo e promuove le discipline orientali e l atletica leggera CENTRO SPORTIVO DI CORMANO V.le Europa, Tel Direzione: via GG. Mora MILANO Tel

7 Auto: contributi per l'installazione di impianti Gpl La lotta allo smog, argomento in questi giorni all'attenzione di media e opinione pubblica, può essere combattuta anche con l'installazione di impianti a gpl e metano per l'alimentazione delle auto private. Per incentivare questa pratica la Regione Lombardia concede contributi che vanno dai 300 agli 800 euro. Per accedervi è necessario mettersi in contatto con l'automobile Club di Milano, sportello informativo: dalle h. 9 alle h. 12, tel ; sito: Il prossimo Cormano Partecipa affronterà con uno speciale l'argomento inquinamento. PARTECIPAZIONE Più trasparenza con il bilancio sociale Anche a Cormano Bilancio Sociale Uno strumento di confronto partecipato fra amministratori e cittadini Quante volte, nel corso degli ultimi anni, a molti amministratori pubblici sono state rivolte dai cittadini domande del tipo: ma quanti sono i soldi incassati con le tasse dal Comune?, come vengono spesi?, perché non sistemate questa strada?, quali sono le iniziative per gli anziani?. Per dare risposte chiare, decifrabili e comprensibili esiste il Bilancio Sociale, uno strumento già adottato in altri comuni d Italia. Un documento che prendendo spunto dal bilancio consuntivo dell anno precedente - strumento a volte di difficile comprensione per il cittadino perché troppo tecnico - spiega le cose fatte, i servizi erogati e quindi consente di scattare un istantanea del funzionamento e dell efficienza del Comune. Anche Cormano ha quindi deciso, nell ottica della trasparenza e della partecipazione, di redigere un Bilancio Sociale. L obiettivo è quello di migliorare la conoscenza della macchina comunale, per poter ricevere sollecitazioni e indicazioni da cittadini più consapevoli, che possano, con suggerimenti e osservazioni, indirizzare gli interventi degli amministratori in modo più mirato. Questo per porsi sempre più come amministrazione al servizio del cittadino, che modella e adegua l attività non solo alle procedure e alle prassi ma anche e soprattutto all effettivo miglioramento della qualità della vita. Il Bilancio Sociale consente una completa valutazione degli effetti delle attività dell amministrazione sul benessere, che si concluderà ogni anno con un rapporto da consegnare alla città. Ogni anno il bilancio sociale rappresenterà in maniera compiuta l identità economica e sociale di Cormano non solo valutandola attraverso i risultati ottenuti dall amministrazione comunale, ma anche e soprattutto sulle modalità con cui tali risultati sono stati conseguiti. Questo per consentire di valutare attentamente la ricaduta sociale delle decisioni politiche e amministrative, ma anche di sottolineare quel ruolo di scambio e di dialogo che deve instaurarsi in un circolo virtuoso che coinvolga amministrazioni e cittadinanza. FATECELOSAPERE Il Comune di Cormano sta promuovendo insieme ai comuni di Bresso, Cinisello Balsamo e Cusano Milanino una ricerca sui bisogni, le richieste e le iniziative, di minori dai 0 ai 30 mesi. Si tratta di un indagine per valutare le aspettative e le necessità dei genitori e dei bambini, in modo da poter venire loro incontro con iniziative e proposte per migliorare i servizi esistenti. La ricerca sarà effettuata su un campione di famiglie nei quattro comuni. L interviste, telefoniche, saranno brevi e semplici con domande chiuse. L obiettivo è di ottenere più informazioni possibili per riuscire a completare la gamma dei servizi offerti sul territorio, per fornire risposte sempre migliori e più aderenti ai bisogni delle famiglie e dei bambini, alla luce anche dell evolversi della situazione sociale ed economica. La partecipazione all indagine è, dunque, molto importante per poter offrire ai più piccoli servizi adatti alle loro esigenze e ai genitori un sostegno da parte della città. Per informazioni: Ufficio Progetti e Comunicazione, Antonio Leone, Tel Il Comune di Cormano on line Informazioni aggiornate, approfondimenti e servizi, su Cormano per orientare i cittadini ai servizi comunali Navigare a Cormano non è un esercizio di fantasia. Ovviamente non lo si può fare nelle acque cristalline di un mare tropicale, ma tra le pagine web del sito internet del Comune, Un servizio attivo da diversi anni per portare ogni informazione in maniera tempestiva e aggiornata, per aprire una finestra sui servizi comunali, per mettere a disposizione uno strumento immediato per sapere cosa accade in città, come accedere e muoversi negli uffici, come risolvere problematiche e rispondere a quesiti direttamente dal proprio personal computer. La home page è la pagina d ingresso al sito che è raggiungibile all indirizzo www. comune. cormano. mi. it. Nella colonna di sinistra sono presenti i link, gli accessi, a tutte le sezioni del sito. A destra invece è possibile effettuare ricerche all interno del sito, iscriversi alla newsletter, consultare il calendario degli appuntamenti e accedere ai servizi on-line. Le notizie e i contenuti di informazione sono presenti nella colonna centrale della home page. Le news sono costantemente aggiornate, con una notizia di apertura in primo piano, mentre nella parte sottostante scorrevole sono riportate le altre notizie. All intero di ogni articolo possono essere visionati e stampati eventuali allegati (copia dei volantini, manifesti e materiale vario). Le due modalità principali di navigazione sono quella chiamata Decidi tu come trovare quello che cerchi! per scoprire i servizi offerti dai vari uffici, scaricare modulistica e opuscoli informativi, consultare orari, modalità oppure Naviga per Ufficio, utilizzando questo tipo di navigazione si esplora il sito web del Comune di Cormano partendo dagli uffici. Dalla home page si possono anche consultare le informazioni sulla città, la sua storia, il territorio, lo stradario e anche la sezione dedicata all Amministrazione comunale come la composizione della Giunta e del Consiglio, i regolamenti e lo statuto. Fra le sezioni più cliccate quelle sugli Uffici Comunali, con recapiti indirizzi, orari, servizi erogati, suddivisi per area di competenza. Qui è possibile accedere alle informazioni relative ai singoli servizi come ad esempio, consultare il Piano Regolatore Generale, accedere alle pratiche per la presentazione di pratiche edilizie dopo aver consultato, sempre nella stessa sezione, il relativo regolamento. In Eventi della vita, c è posto per le attività che riguardano l essere cittadino e l essere impresa. Fra i servizi ai Cittadini, si possono consultare le informazioni e i servizi per l individuo: come sposarsi o cosa fare al momento della nascita di un figlio, come si deve procedere per l acquisto della casa o nella ricerca di un impiego. Nei servizi alle Imprese invece sono disponibili le informazioni e i servizi per la vita delle aziende come certificazioni, le licenze, le ispezioni e i tributi. Dal sito del Comune di Cormano i navigatori possono accedere a numerosi servizi on-line come il Calcolo dell ICI Il, la consultazione degli atti dell Ente (deliberazioni e determinazioni adottate) degli appalti in corso d opera e dei concorsi. Nella sezione anagrafe sono disponibili alcuni interessanti dati statistici come l ultimo nato, le pubblicazioni di matrimonio e i grafici con il flusso mensile della popolazione, i dati riferiti alle consultazioni elettorali. Sempre dal sito è anche possibile accedere all archivio di Cormano Partecipa accessibile in formato pdf.

8 SITO INTERNET DEL COMUNE Questionario Il sito Internet del Comune di Cormano, diteci la vostra. Un questionario per aiutarci a fare ancora meglio Il sito Internet del Comune di Cormano, consultabile all indirizzo si propone da qualche mese in una versione completamente rinnovata. Sia la grafica sia le modalità di reperimento delle informazioni sono state ridisegnate per rendere semplice, rapida e immediata la navigazione. Per migliorare il nostro lavoro è indispensabile la collaborazione di coloro che visitano le nostre pagine, attraverso suggerimenti, proposte, idee e critiche ovviamente costruttive che sono sempre ben accette. Vi invitiamo quindi a compilare il questionario o nella sua versione online accessibile direttamente dalla home page del sito del Comune oppure nella versione qui sotto che andrà riconsegnata all Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune. Grazie per la collaborazione. N.B.: É garantito l anonimato dei dati rilevati dal presente questionario (ai sensi dell d.lgs 196/2003-Informativa e Consenso). Le risposte saranno utilizzate esclusivamente per l elaborazione di tabelle statistiche, allo scopo di migliorare la qualità del servizio. 1. Età 20 o meno Fra i 21 e i 30 anni Fra i 31 e i 40 anni Fra i 41 e i 50 anni Fra i 51 e i 60 anni Più di 60 anni 2. Sesso Uomo Donna 3. Professione Libero Professionista Funzionario/a, quadro Impiegato/a Insegnante Operaio/a Artigiano/a, Commerciante Titolare, Amministratore/trice Studente/ssa Pensionato/a Non occupato Altro 4. Località di Residenza Comune di Cormano Altro 5. Titolo di Studio Licenza Elementare Licenza Media Diploma Scuola Media Superiore Laurea 6. Come ha conosciuto il sito Pubblicità Passaparola Navigando Altro 7. Considera l attuale velocità di caricamento delle pagine: buona accettabile n accettabile 8. Crede che le informazioni sul Comune e i suoi servizi siano di effettiva utilità per i cittadini o i visitatori? mediamente utili 9. Dal punto di vista della distribuzione e della strutturazione delle informazioni ritiene che il sito sia: funzionale mediamente funzionale n funzionale 10. Quante volte, in media, accede al sito? 2 o più volte alla settimana 1 volta alla settimana 1 volta ogni 2 settimane 1 volta al mese meno di 1 volta al mese 11. Esprima un giudizio sulla grafica del sito? (1 min 10 max) Esprima un giudizio sulla struttura/usabilità del sito? Cosa cambierebbe nella grafica e nella struttura? 14. Quali altri servizi del Comune desidererebbe fossero presenti? 15. Quali informazioni vorrebbe evidenziate sull homepage del sito? 16. Le risulta facile trovare nel sito le informazioni che cerca: abbastanza 17. Ritiene che le informazioni fornite siano sufficienti? abbastanza 18. Ritiene utile un maggior impiego di file audio o video? n so 19. Ritiene utile l attivazione di servizi WAP? n so 20. Ritiene opportuno l utilizzo dell come strumento di comunicazione tra cittadino e Comune? n so 21. E iscritto alla newsletter del sito?, voglio iscrivermi, la riceverò all , non mi interessa 22. Altre informazioni o suggerimenti? Cormano Partecipa - Periodico d'informazione dell'amministrazione comunale. Direttore editoriale: Roberto Cornelli - Direttore Responsabile: Maurizio Trezzi Redazione: Annamaria Arcidiacono, Angiola Tavecchio - Foto: Marco Mandibola - Stampa a cura de: Il Melograno - Cooperativa Sociale (Cassina Nuova).

Nuovi stili di vita attivi per bambini e famiglie. Guida per gli insegnanti

Nuovi stili di vita attivi per bambini e famiglie. Guida per gli insegnanti Nuovi stili di vita attivi per bambini e famiglie Guida per gli insegnanti insegnanti-interno Marco 18-10-2006 17:30 Pagina 3 Cari insegnanti, Cosa intendiamo per stile di vita sano? come certamente sapete

Dettagli

Così nasce il questionario che stai per compilare.

Così nasce il questionario che stai per compilare. Premessa Una sana alimentazione e l attività fisica sono fondamentali per mantenere a lungo uno stato di benessere. Spesso però mancano informazioni precise e chi sa cosa dovrebbe fare non sempre applica,

Dettagli

La Scuola Primaria. Affrontare insieme le difficoltà

La Scuola Primaria. Affrontare insieme le difficoltà La Scuola Primaria Un percorso di crescita fondamentale nello sviluppo delle competenze e delle conoscenze. Un ambiente educativo sereno e inclusivo nel quale è possibile promuovere, sostenere ed accompagnare

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO NUTRIZIONE ed EQULIBRIO Lo sapevi che Una corretta alimentazione è importante per il nostro benessere psico-fisico ed è uno dei modi più sicuri per prevenire diverse malattie. Sono diffuse cattive abitudini

Dettagli

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Regole per 10 una S a n a Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio. Una volta che l

Dettagli

Il Servizio di Refezione Scolastica del Comune di Poggibonsi

Il Servizio di Refezione Scolastica del Comune di Poggibonsi Il Servizio di Refezione Scolastica del Comune di Poggibonsi Il servizio di refezione scolastica del Comune di Poggibonsi è affidato all azienda di Ristorazione Cir- Food, Divisione Eudania. Per la preparazione

Dettagli

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto A CURA DEL MINISTERO DELLA SALUTE DIREZIONE GENERALE DELLA COMUNICAZIONE E DEI RAPPORTI EUROPEI E INTERNAZIONALI, UFFICIO

Dettagli

a cura di Maria vittoria Giglioli supervisione: Roberto Spigarolo INTRODUZIONE

a cura di Maria vittoria Giglioli supervisione: Roberto Spigarolo INTRODUZIONE Analisi critica dei menù somministrati nel servizio di ristorazione scolastica dei comuni dell Agenda 21 Est Ticino e loro confronto con le linee guida nazionali e regionali. INTRODUZIONE a cura di Maria

Dettagli

DEI SERVIZI EDIZIONE MARZO

DEI SERVIZI EDIZIONE MARZO CALENZANO COMUNE S.R.L. Società unipersonale del Comune di Calenzano CARTA DEI SERVIZI EDIZIONE MARZO 2015... Indice Cos è la Carta dei Servizi Gestore Presentazione del servizio Principi fondamentali

Dettagli

TARIFFE 2015 ALLEGATO N. 1 - ASILI NIDO FASCE DI REDDITO ISEE (*) ASILO NIDO retta non residenti

TARIFFE 2015 ALLEGATO N. 1 - ASILI NIDO FASCE DI REDDITO ISEE (*) ASILO NIDO retta non residenti TARIFFE 2015 ALLEGATO N. 1 - ASILI NIDO FASCE DI REDDITO ISEE (*) ASILO NIDO - retta mensile tempo pieno 485,00 sotto a 25.000,00 420,00 sotto a 16.000,00 375,00 sotto a 13.500,00 330,00 sotto a 11.000,00

Dettagli

MOBILITÀ STUDENTESCA INTERNAZIONALE quarto anno all estero

MOBILITÀ STUDENTESCA INTERNAZIONALE quarto anno all estero MOBILITÀ STUDENTESCA INTERNAZIONALE quarto anno all estero PREMESSA La creazione di un ambiente sempre più favorevole allo scambio interculturale è uno degli obiettivi primari della scuola ed i programmi

Dettagli

Presentazione. [Digitare il testo]

Presentazione. [Digitare il testo] Presentazione Il Menù scolastico rappresenta il frutto di un lavoro svolto nel corso degli ultimi mesi con l obiettivo di rimodulare la varietà delle pietanze nell ottica di una dieta bilanciata. Tiene

Dettagli

Guida alla nutrizione

Guida alla nutrizione CentroCalcioRossoNero Guida alla nutrizione Bilancio energetico e nutrienti Il mantenimento del bilancio energetico-nutrizionale negli atleti rappresenta un importante obiettivo biofisiologico. Diversi

Dettagli

COMUNE DI SANTA MARGHERITA LIGURE AREA 3 SERVIZI INTEGRATI ALLA PERSONA

COMUNE DI SANTA MARGHERITA LIGURE AREA 3 SERVIZI INTEGRATI ALLA PERSONA COMUNE DI SANTA MARGHERITA LIGURE AREA 3 SERVIZI INTEGRATI ALLA PERSONA Città Metropolitana di Genova All. A CRITERI PER LA REALIZZAZIONE DEI MENU Il menù è soggetto a validazione da parte del competente

Dettagli

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 La valigia delle idee Progetti e percorsi formativi per gli studenti delle scuole dell infanzia, primarie e secondarie di primo grado di Sesto Fiorentino 1

Dettagli

LINEE GUIDA PER L ALIMENTAZIONE DEL GOLFISTA. Giorgio Pasetto. Mauro Bertoni

LINEE GUIDA PER L ALIMENTAZIONE DEL GOLFISTA. Giorgio Pasetto. Mauro Bertoni LINEE GUIDA PER L ALIMENTAZIONE DEL GOLFISTA Giorgio Pasetto (dottore in scienze motorie e osteopata) Mauro Bertoni (preparatore atletico) Con la consulenza scientifica del Prof. Ottavio Bosello (docente

Dettagli

1 settimana Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì

1 settimana Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì I menù proposti da EURORISTORAZIONE per la ristorazione scolastica sono strutturati in 4 settimane, che si ripetono ciclicamente e stagionalmente (menù estivo/menù autunnale/menù invernale) per le scuole

Dettagli

Mangiar sano secondo la nuova Piramide Mediterranea

Mangiar sano secondo la nuova Piramide Mediterranea Mangiar sano secondo la nuova Piramide Mediterranea La nuova piramide della dieta mediterranea moderna proposta dall INRAN (Istituto Nazionale per la Ricerca degli Alimenti e della Nutrizione) presenta

Dettagli

BIBLIOTECA CIVICA DEI RAGAZZI

BIBLIOTECA CIVICA DEI RAGAZZI BIBLIOTECA CIVICA DEI RAGAZZI PROGRAMMA DI ATTIVITÀ PER LE SCUOLE 2010/2011 Bì, il centro per i bambini e i giovani che ospita al suo interno la Biblioteca Civica per i ragazzi, un importante spazio museale

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

stili alimentari più consapevoli a partire dalla mensa scolastica.

stili alimentari più consapevoli a partire dalla mensa scolastica. Comune di Viareggio Settore Pubblica Istruzione Carta del Servizio Ristorazione Scolastica P. A. T. Piramide Alimentare Toscana Presentiamo nelle pagine che seguono la Carta del Servizio di ristorazione

Dettagli

PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE COMUNE DI SANTA TERESA GALLURA SOLARIA Società Cooperativa UFFICIO PUBBLICA ISTRUZIONE PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE Premessa L alimentazione ha assunto nella società in cui viviamo oggi un ruolo fondamentale

Dettagli

Comune di SCANDICCI. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi BROSHURË XHEPI E SCANDICCI-T. Udhëzues shërbimesh për qytetarët

Comune di SCANDICCI. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi BROSHURË XHEPI E SCANDICCI-T. Udhëzues shërbimesh për qytetarët Progetto cofinanziato da 1 UNIONE EUROPEA Comune di SCANDICCI Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi SCANDICCI IN TASCA Guida ai servizi per i cittadini SCANDICCI IN YOUR POCKET Guide

Dettagli

PROGETTO LET S PLAY AND TALK

PROGETTO LET S PLAY AND TALK PROGETTO LET S PLAY AND TALK FINALITA Il progetto Let s play and talk riguarda tutti i plessi di scuola primaria. Esso intende avvicinare gli alunni alla comprensione ed all uso della lingua straniera

Dettagli

Relazione al bilancio di previsione. Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione

Relazione al bilancio di previsione. Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione Relazione al bilancio di previsione Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione Anno 2013 Pubblica Istruzione Dimensionamento Scolastico

Dettagli

IL Piccolo Cronista Sportivo

IL Piccolo Cronista Sportivo IL Piccolo Cronista Sportivo Stagione Sportiva 2014-2015 Asp.Scuola calcio Qualificata EDIZIONE SPECIALE SULL INCONTRO DEL 10.11.2014 SUL TEMA: L Educazione alimentare per la salute e lo sport Piccoli

Dettagli

ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI

ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI Intervento a cura di: Dr.ssa Maria Teresa Gussoni Ss Igiene Nutrizione Milano, 3 maggio 2012 1 L eccesso di peso rappresenta un fattore di rischio rilevante per le principali

Dettagli

Indagine su abitudini alimentari, attività motoria e benessere fisico dei bambini di 6-11 anni e dei giovani di 12-17 anni

Indagine su abitudini alimentari, attività motoria e benessere fisico dei bambini di 6-11 anni e dei giovani di 12-17 anni Indagine su abitudini alimentari, attività motoria e benessere fisico dei bambini di 611 anni e dei giovani di 1217 anni Sintesi dei risultati Aprile 2004 S. 0402930 Premessa Nelle pagine seguenti vengono

Dettagli

Star bene insieme per imparare a mangiare con gusto

Star bene insieme per imparare a mangiare con gusto L alimentazione esprime abitudini, usi e costumi dell individuo e risponde non solo alle esigenze fisiche, ma anche a quelle psichiche e della vita di relazione ed è in grado di fornire, accanto all esperienza

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 2 Argomento ALIMENTAZIONE BAMBINI 0-3 ANNI Eccoci al secondo appuntamento, dedicato ai più piccoli. Una dieta sana ed equilibrata

Dettagli

LA SCUOLA PRIMARIA. Le parole insegnano, gli esempi trascinano solo i fatti danno credibilità alle parole. Sant Agostino

LA SCUOLA PRIMARIA. Le parole insegnano, gli esempi trascinano solo i fatti danno credibilità alle parole. Sant Agostino LA SCUOLA PRIMARIA Le parole insegnano, gli esempi trascinano solo i fatti danno credibilità alle parole. Sant Agostino 1 Istituto Comprensivo Savignano sul Panaro PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA 2014-2015

Dettagli

PRONTUARIO DIETETICO ED IDENTIFICAZIONE NUTRIZIONALE DEGLI OSPITI

PRONTUARIO DIETETICO ED IDENTIFICAZIONE NUTRIZIONALE DEGLI OSPITI PRONTUARIO DIETETICO ED IDENTIFICAZIONE NUTRIZIONALE DEGLI OSPITI CORSO REGIONALE DI FORMAZIONE 1 Dicembre 2006 Dietista Silvia Scremin Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione U.L.SS. n.6 Vicenza MENÙ DOCUMENTO

Dettagli

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Giuseppe Iosa Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Domenica, 19 aprile 2015 Premessa Il Partito Democratico di Peschiera Borromeo,

Dettagli

COMUNE DI RAPALLO. Allegato n. 2. CARATTERISTICHE e CRITERI per la REALIZZAZIONE del MENU - GRAMMATURE SCHEMA MENU ASILO NIDO

COMUNE DI RAPALLO. Allegato n. 2. CARATTERISTICHE e CRITERI per la REALIZZAZIONE del MENU - GRAMMATURE SCHEMA MENU ASILO NIDO COMUNE DI RAPALLO Allegato n. 2 CARATTERISTICHE e CRITERI per la REALIZZAZIONE del MENU - GRAMMATURE SCHEMA MENU ASILO NIDO 1 MENU CARATTERISTICHE DEL MENU 1. Alimenti sempre BIOLOGICI o a LOTTA INTEGRATA

Dettagli

TITOLO DEL PROGETTO SOGGETTO PROMOTORE DELL INIZIATIVA. Piatto sano, mi ci ficco. Associazione Genitore Amico.

TITOLO DEL PROGETTO SOGGETTO PROMOTORE DELL INIZIATIVA. Piatto sano, mi ci ficco. Associazione Genitore Amico. ASSOCIAZIONE GENITORE AMICO ISTITUTO COMPRENSIVO DI TRIVERO COMUNE DI TRIVERO COMUNE DI SOPRANA TITOLO DEL PROGETTO Piatto sano, mi ci ficco. SOGGETTO PROMOTORE DELL INIZIATIVA Associazione Genitore Amico.

Dettagli

PROGETTO D ISTITUTO "IN CRESCENDO CON IL VIOLINO FINALITA. Il Progetto si chiama In crescendo.

PROGETTO D ISTITUTO IN CRESCENDO CON IL VIOLINO FINALITA. Il Progetto si chiama In crescendo. PROGETTO D ISTITUTO "IN CRESCENDO CON IL VIOLINO FINALITA Il Progetto si chiama In crescendo. Gli alunni conosceranno tutti gli strumenti del mondo, in particolare il violino, in quanto è quello sicuramente

Dettagli

Associazione sportiva dilettantistica RAINBOW. www.rainbowapriliavolley.it

Associazione sportiva dilettantistica RAINBOW. www.rainbowapriliavolley.it Caro iscritto, nell ambito del nostro sistema interno di gestione, stiamo svolgendo un indagine per definire la valutazione del livello di qualità dei prodotti/servizi proposti ai nostri preziosi iscritti.

Dettagli

Comune di Cogliate Provincia di Monza e della Brianza

Comune di Cogliate Provincia di Monza e della Brianza PIANO DI INTERVENTO PER L ATTUAZIONE DEL DIRITTO ALLO STUDIO Relazione introduttiva ANNO SCOLASTICO 2013/2014 (Approvato con deliberazione di C.C. del..) Nel predisporre la presente proposta di approvazione

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO Ente proponente il progetto COMUNE DI SARROCH Titolo del progetto APERILIBRO Settore ed area di intervento del progetto Area D - Settore : Patrimonio Artistico e Culturale

Dettagli

I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI

I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI Le Linee guida per una sana alimentazione italiana dell Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN) pubblicate nel 2003 propongono dieci direttive

Dettagli

Sport & Nutrizione 2016

Sport & Nutrizione 2016 SPORT VILLAGE CATONA PRESENTA Sport & Nutrizione 2016 Giocare - Crescere Mangiare Nei precedenti Camp organizzati nella struttura dello Sport Village si è ottenuto una larga adesione da parte di molte

Dettagli

A.S. 2015/2016. Il servizio di ristorazione scolastica

A.S. 2015/2016. Il servizio di ristorazione scolastica A.S. 2015/2016 Il servizio di ristorazione scolastica Il Servizio di Ristorazione Scolastica offerto in questo Istituto si caratterizza come supporto funzionale all'attività scolastica vera e propria.

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ARDIGO

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ARDIGO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ARDIGO CHI SIAMO LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ARDIGO SI TROVA IN VIA MAGELLANO 42 FA PARTE DELL ISTITUTO COMPRENSIVO DI VIA RAIBERTI DIRIGENTE SCOLASTICO: Dott.

Dettagli

SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. - ASL NO )

SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. - ASL NO ) SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. - ASL NO ) OBIETTIVI del SIAN: sicurezza alimentare prevenzione delle malattie correlate all alimentazione promuovere comportamenti utili per la

Dettagli

Simonetta Cosentino!!!!!!!!!!!!!!! MENU SCUOLA PRIMARIA DON LUCIANO SARTI

Simonetta Cosentino!!!!!!!!!!!!!!! MENU SCUOLA PRIMARIA DON LUCIANO SARTI Menu Scuole Don Luciano Sarti Simonetta Cosentino 2013-2014 MENU SCUOLA PRIMARIA DON LUCIANO SARTI Imparare a mangiare bene per crescere bene La refezione scolastica ha un ruolo fondamentale nell alimentazione

Dettagli

COMUNE DI PISOGNE. Assessorato ai Servizi Scolastici

COMUNE DI PISOGNE. Assessorato ai Servizi Scolastici COMUNE DI PISOGNE Assessorato ai Servizi Scolastici PIANO DIRITTO ALLO STUDIO anno scolastico 2013/2014 1 POPOLAZIONE SCOLASTICA Anno scolastico 2013 2014 Scuole dell Infanzia Scuole Primarie Scuole Secondarie

Dettagli

G.C.A.R. IL NODO Via Zandonai 19 10154 TORINO tel: +39 011 201538 fax: +39 011 200262 e-mail: ilnodo@iol.it

G.C.A.R. IL NODO Via Zandonai 19 10154 TORINO tel: +39 011 201538 fax: +39 011 200262 e-mail: ilnodo@iol.it G.C.A.R. IL NODO Via Zandonai 19 10154 TORINO tel: +39 011 201538 fax: +39 011 200262 e-mail: ilnodo@iol.it Persona di riferimento: Andrea Procellana Tipologia di attività svolte: SITUAZIONE DI RIFERIMENTO:

Dettagli

Progetto d Istituto: Alimentazione e ambiente: sano per te, sostenibile per il pianeta A.s. 2010 1

Progetto d Istituto: Alimentazione e ambiente: sano per te, sostenibile per il pianeta A.s. 2010 1 A.s. 2010 1 ALIMENTAZIONE E AMBIENTE: SANO PER TE, SOSTENIBILE PER IL PIANETA Struttura del Progetto 1. Introduzione 2. Premessa 3. Progetto educativo 4. Finalità / Obiettivi 5. Metodologia / Strumenti

Dettagli

INFORMARE PER COINVOLGERE:

INFORMARE PER COINVOLGERE: INFORMARE PER COINVOLGERE: I Servizi e i Progetti per i Giovani del Comune di Cinisello Balsamo Essere informati sui Servizi e sui Progetti che il Comune mette in campo per i giovani èessenziale: èla prima

Dettagli

Progetto : Educazione Alimentare. Scuola Primaria di Piano di Conca G. Giusti Classe IIA Insegnanti: Manfredi Vittoria Buonaccorsi Michela

Progetto : Educazione Alimentare. Scuola Primaria di Piano di Conca G. Giusti Classe IIA Insegnanti: Manfredi Vittoria Buonaccorsi Michela Progetto : Educazione Alimentare Scuola Primaria di Piano di Conca G. Giusti Classe IIA Insegnanti: Manfredi Vittoria Buonaccorsi Michela Anno Scolastico 2008/2009 La classe IIA, della Scuola Primaria

Dettagli

INFORMATIVA in merito ai servizi offerti da Milano Ristorazione A.S. 2014-2015

INFORMATIVA in merito ai servizi offerti da Milano Ristorazione A.S. 2014-2015 Milano, luglio 2014 INFORMATIVA in merito ai servizi offerti da Milano Ristorazione A.S. 2014-2015 L Associazione Italiana Celiachia (AIC) Lombardia ONLUS, da alcuni anni ha intrapreso contatti con i referenti

Dettagli

Una sana alimentazione per una sana sanità:

Una sana alimentazione per una sana sanità: CESENA 27 SETTEMBRE 2012 Una sana alimentazione per una sana sanità: l impatto di una corretta alimentazione sulla spesa sanitaria Roberto Copparoni Ministero della salute Direzione Generale per l igiene

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 3 Argomento BIMBI IN FORMA, SERVE UN GIRO DI VITA. Sapevate che in Italia i minori in sovrappeso o in condizioni di obesità

Dettagli

Centro di Educazione Ambientale LABTER Provincia di Pesaro e Urbino ASUR Dipartimento di Prevenzione PROGETTO ALIMENTAZIONE TRIENNALE

Centro di Educazione Ambientale LABTER Provincia di Pesaro e Urbino ASUR Dipartimento di Prevenzione PROGETTO ALIMENTAZIONE TRIENNALE Centro di Educazione Ambientale LABTER Provincia di Pesaro e Urbino ASUR Dipartimento di Prevenzione Indicazioni sintetiche e generali: PROGETTO ALIMENTAZIONE TRIENNALE - Il Centro di Educazione Ambientale

Dettagli

Educando tra Milano e Monza

Educando tra Milano e Monza Scheda progetto Educando tra Milano e Monza Il progetto si sviluppa in quattordici comuni delle provincie di Milano e Monza e in un Associazione di Milano. OBIETTIVI GENERALI La realizzazione del progetto

Dettagli

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative;

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; INDICE Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; - LE LINEE DI METODO, che individuano le esperienze di apprendimento,

Dettagli

OPUSCOLO INFORMATIVO

OPUSCOLO INFORMATIVO OPUSCOLO INFORMATIVO Mangiare sano...a scuola e a casa Anno scolastico 2012-2013 Comune di Rovello Porro C are Mamme, Papà e giovani rovellesi, questo opuscolo vuole essere un aiuto alle famiglie, non

Dettagli

5CHIACCIERE5. Quartiere, dove è?

5CHIACCIERE5. Quartiere, dove è? 5CHIACCIERE5 Anno 2014 2015 Quartiere, dove è? Non è sparito, c è e lavora, anche se avrebbe bisogno di più persone che diano il loro contributo. Partiamo da qua per affermare che spesso confondiamo un

Dettagli

BASKET: UNA SCUOLA DI VITA

BASKET: UNA SCUOLA DI VITA BASKET: UNA SCUOLA DI VITA Un incontro speciale con il mondo della pallacanestro Lunedì 7 aprile 2014, le classi terze hanno incontrato il giocatore Jacopo Balanzoni della squadra della pallacanestro Cimberio

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: ARCI NAPOLI 2) Codice di accreditamento: NZ05738 3) Albo e classe di iscrizione: Regione Campania

Dettagli

MEDIA EDUCAZIONE COMUNITA Ripensare i Media per l Educazione e il Benessere

MEDIA EDUCAZIONE COMUNITA Ripensare i Media per l Educazione e il Benessere MEDIA EDUCAZIONE COMUNITA a. Introduzione BAMBINI NON COMMERCIALI Il diritto a pensieri e spazi senza condizionamenti pubblicitari Le relazioni educative, all interno di una famiglia, per essere significative

Dettagli

ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI

ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI Intervento a cura di: Dr.ssa Armanda Frassinetti Dietista - Ss Igiene Nutrizione Milano, 3 maggio 2012 La abitudini alimentari della famiglia acquisite nei primi anni di vita

Dettagli

CONSULTA DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE. Premessa della Dirigente

CONSULTA DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE. Premessa della Dirigente Allegato n. 1 C.I. del 29.04.2014 ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEMARCIANO MARINA Via G. Marotti, 26 60018 MONTEMARCIANO (AN) ic.montemarciano@libero.it - www.icsmontemarciano.it Tel. 071 915239 - Fax 071 915050

Dettagli

Prot. n. 17968 Treviso, 8 febbraio 2013. Concorso La scuola va in città: - CO 2 + Allegria, a.s. 2012/2013

Prot. n. 17968 Treviso, 8 febbraio 2013. Concorso La scuola va in città: - CO 2 + Allegria, a.s. 2012/2013 Prot. n. 17968 Treviso, 8 febbraio 2013 Concorso La scuola va in città: - CO 2 + Allegria, a.s. 2012/2013 La mobilità nelle città è un tema cruciale che si è imposto con forza all attenzione dell opinione

Dettagli

PROGETTAZIONE CURRICULARE a.s. 2014-2015

PROGETTAZIONE CURRICULARE a.s. 2014-2015 PROGETTAZIONE CURRICULARE a.s. 2014-2015 Le OLIMPIADI dei GIOCHI logici, linguistici e matematici Al fine di valorizzare le eccellenze presenti all interno del nostro istituto, alcuni alunni parteciperanno

Dettagli

QCD b INDAGINE SULLA PERCEZIONE DELTERRITORIO

QCD b INDAGINE SULLA PERCEZIONE DELTERRITORIO Piano Strutturale VERNIO Dicembre 2008 QCD b INDAGINE SULLA PERCEZIONE DELTERRITORIO Andrea Valzania La partecipazione dei cittadini: percezione del territorio e aspettative per il futuro Conoscere il

Dettagli

PERCORSI FORMATIVI TEMPO NORMALE corsi A-B-C( Villa S. Giuseppe) corsi E--G SEDE CENTRALE

PERCORSI FORMATIVI TEMPO NORMALE corsi A-B-C( Villa S. Giuseppe) corsi E--G SEDE CENTRALE PERCORSI FORMATIVI TEMPO NORMALE corsi A-B-C( Villa S. Giuseppe) corsi E--G SEDE CENTRALE Discipline o gruppi di discipline I classe II classe III classe Italiano 5 5 5 Storia + laboratorio di Cittadinanza

Dettagli

Programma 2014 SCUOLA TENNIS TCB

Programma 2014 SCUOLA TENNIS TCB Programma 2014 SCUOLA TENNIS TCB Maestri: Bernasconi Marco 079 337 30 56 Balconi Marco 076 537 19 38 Zotti Fabio 076 679 78 02 Mark Mudro 079 209 16 12 www.tcbellinzona.ch Via Brunari, 6500 Bellinzona

Dettagli

EL NOST MILAN la nostra milano OUR MILAN

EL NOST MILAN la nostra milano OUR MILAN Progetto e realizzazione a cura di: Direzione Comunicazione - Comune di Milano Per maggiori informazioni www.comune.milano.it Infoline 02.02.02 Stampato su carta riciclata EL NOST MILAN la nostra milano

Dettagli

RELAZIONE FINALE relativa al progetto Più frutta a tavola progettato da Amato Maria Adriana.

RELAZIONE FINALE relativa al progetto Più frutta a tavola progettato da Amato Maria Adriana. RELAZIONE FINALE relativa al progetto Più frutta a tavola progettato da Amato Maria Adriana. Il progetto sarà realizzato nella Direzione Didattica Cantù, Scuola Primaria O. Marelli di Cantù. IL Progetto

Dettagli

PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014

PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014 PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014 La politica non è nelle competizioni degli uomini; non è nei sonanti discorsi. È, o dovrebbe essere, nell interpretare l epoca in cui si vive (..).

Dettagli

CLASSICO SCIENZE UMANE LINGUISTICO SCIENTIFICO

CLASSICO SCIENZE UMANE LINGUISTICO SCIENTIFICO Licei Camerino SCIENTIFICO sezione ad indirizzo SPORTIVO CLASSICO SCIENZE UMANE LINGUISTICO SCIENTIFICO Istituto di Istruzione Superiore Costanza Varano CAMERINO Il Regolamento del Liceo Sportivo Il Regolamento

Dettagli

Scuola dell Infanzia PAOLA DI ROSA Scuola Primaria SAN GIUSEPPE

Scuola dell Infanzia PAOLA DI ROSA Scuola Primaria SAN GIUSEPPE Scuola dell Infanzia PAOLA DI ROSA Scuola Primaria SAN GIUSEPPE Scuola dell Infanzia Paola di Rosa Scuola Primaria San Giuseppe La vera educazione è apertura alla realtà nella sua ricchezza la scuola è

Dettagli

Emilia-Romagna e mense: best practices di ristorazione scolastica

Emilia-Romagna e mense: best practices di ristorazione scolastica Emilia-Romagna e mense: best practices di ristorazione scolastica Rossana Mari Assessorato Agricoltura Regione Emilia-Romagna Esperienze di ristorazione sostenibile italiane e europee a confronto, Bologna,

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI VITA a cura di

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI VITA a cura di INFORMARSI È SEMPLICE, RECLAMARE È FACILE CONOSCERE I PROPRI DIRITTI È IL PRIMO PASSO PER FARLI VALERE Iniziativa organizzata con il contributo del Ministero dello Sviluppo Economico QUESTIONARIO SUGLI

Dettagli

PREMESSE GENERALI. Direzione Politiche Educative Via di Francia 1 16149 GENOVA

PREMESSE GENERALI. Direzione Politiche Educative Via di Francia 1 16149 GENOVA Delibera n.33/2011 Carta dei Servizi della Ristorazione Scolastica Anno Scolastico 2011-2012 PREMESSE GENERALI Direzione Politiche Educative Via di Francia 1 16149 GENOVA Segreteria tel. 010 5577254-5577350

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

CIBI BUONI = CIBI GIUSTI

CIBI BUONI = CIBI GIUSTI UNITÀ DI APPRENDIMENTO CIBI BUONI = CIBI GIUSTI Comprendente: UDA CONSEGNA AGLI STUDENTI PIANO DI LAVORO SCHEMA RELAZIONE INDIVIDUALE Pagina 1 di 13 UDA Denominazione UNITA DI APPRENDIMENTO Cibi buoni

Dettagli

Centro di attività extrascolastiche e giovanili per ragazzi fino ai 14 anni

Centro di attività extrascolastiche e giovanili per ragazzi fino ai 14 anni Bellinzona, 24 marzo 2014 PROGETTO 1 Centro di attività extrascolastiche e giovanili per ragazzi fino ai 14 anni Associazione genitori Scuole Sud Piazza Indipendenza 1, cp 1012, 6501 Bellinzona www.lamurata.ch

Dettagli

Brevi indicazioni operative per le famiglie

Brevi indicazioni operative per le famiglie Brevi indicazioni operative per le famiglie È consigliato un abbigliamento comodo, con scarpe da ginnastica, per permettere ai bambini di giocare senza difficoltà. I bambini che entrano al Centro dopo

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. del CENTRO SOCIO EDUCATIVO ARCOBALENO

CARTA DEI SERVIZI. del CENTRO SOCIO EDUCATIVO ARCOBALENO CARTA DEI SERVIZI del CENTRO SOCIO EDUCATIVO ARCOBALENO A cura del Comune di Castelfidardo Ufficio Assistenza PREMESSA Allo scopo di garantire informazione, trasparenza e standard adeguati di efficacia

Dettagli

Scuola Primaria Trento TROVA

Scuola Primaria Trento TROVA Scuola Primaria Trento TROVA Carissimi genitori e bambini, sono lieto di farvi giungere il mio più cordiale saluto e, al tempo stesso, presentarvi il Collegio Arcivescovile. È una scuola di lunga tradizione

Dettagli

Corretta alimentazione prima della campestre e anche dopo!

Corretta alimentazione prima della campestre e anche dopo! Corretta alimentazione prima della campestre e anche dopo! Prof. Augusto Santi Alimentazione e giovani sportivi IERI E OGGI Cent anni fa: giochi di movimento, pane e acqua Oggi: giochi al computer e merendine

Dettagli

REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DEL COMUNE DI COLONNA

REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DEL COMUNE DI COLONNA REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DEL COMUNE DI COLONNA Premessa Il Comune di Colonna istituisce il "Consiglio Comunale dei Ragazzi" (CCR), come previsto dall'art. 5 Bis dello Statuto Comunale

Dettagli

Editore: Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro - Sede Operativa: via San Vito 7, 20123 Milano, Tel. 02 7797.1, www.airc.

Editore: Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro - Sede Operativa: via San Vito 7, 20123 Milano, Tel. 02 7797.1, www.airc. Editore: Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro - Sede Operativa: via San Vito 7, 20123 Milano, Tel. 02 7797.1, www.airc.it Numero Verde 800.350.350 - Coordinamento redazionale: Patrizia Brovelli

Dettagli

SCUOLA INFANZIA RINASCITA

SCUOLA INFANZIA RINASCITA SCUOLA INFANZIA RINASCITA ******************** PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE MANGIARE E' UN GIOCO NON E' MAI TROPPO PRESTO PER IMPARARE A MANGIARE BENE PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE E' importante,

Dettagli

E sperienze di cittadinanza democratica con bambini, ragazzi e giovani

E sperienze di cittadinanza democratica con bambini, ragazzi e giovani E sperienze di cittadinanza democratica con bambini, ragazzi e giovani NOVEMBRE 2010 S ommario Premessa pag. 4 Un impegno che ha una storia pag. 6 La proposta 2010/2011 pag. 8 Concittadini pag. 10 Fasi

Dettagli

Risultati sondaggio di gradimento sul sito internet www.rubano.it.

Risultati sondaggio di gradimento sul sito internet www.rubano.it. Risultati sondaggio di gradimento sul sito internet www.rubano.it. Il 9 ottobre 2015 è stata avviata un'indagine rivolta agli "internauti" per capire quali sono i motivi di utilizzo del sito internet comunale

Dettagli

LINEE PROGRAMMATICHE

LINEE PROGRAMMATICHE LINEE PROGRAMMATICHE SVILUPPO E LAVORO VALORIZZAZIONE AMBIENTE E TURISMO LAVORI PUBBLICI ED URBANISTICA SERVIZI SOCIALI E SANITARI ISTRUZIONE CULTURA E TEMPO LIBERO SERVIZI VARI SVILUPPO E LAVORO Agricoltura,

Dettagli

I Genitori... n i s o ro avale F. M ola N cus

I Genitori... n i s o ro avale F. M ola N cus I Genitori... Per i loro figli desiderano una vita ordinata, vissuta nel rispetto delle regole; vorrebbero una scuola impegnata con docenti di livello e che non cambino continuamente, con istruttori capaci

Dettagli

La Scuola Secondaria di Primo Grado

La Scuola Secondaria di Primo Grado La Scuola Secondaria di Primo Grado È un ambiente educativo sereno, nel quale i ragazzi imparano solide nozioni di base e un efficace metodo di studio, utilizzando le nuove tecnologie, la rete internet

Dettagli

IL SISTEMA QUALITA' Sistema Qualità Sono obiettivi primari:

IL SISTEMA QUALITA' Sistema Qualità Sono obiettivi primari: IL SISTEMA QUALITA' Mangiare a scuola in maniera sana e corretta significa adottare un Sistema Qualità che offra a bambini e genitori tutte le garanzie di un alimentazione controllata ad ogni livello:

Dettagli

L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L uomo è ciò che mangia Ippocrate 400 a.c. Una sana e adeguata alimentazione

Dettagli

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA La dieta nel diabete Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO PER LA SCUOLA PRIMARIA MANGIO LOCALE E PENSO UNIVERSALE A.S.

PROGETTO EDUCATIVO PER LA SCUOLA PRIMARIA MANGIO LOCALE E PENSO UNIVERSALE A.S. PROGETTO EDUCATIVO PER LA SCUOLA PRIMARIA MANGIO LOCALE E PENSO UNIVERSALE A.S. 2014/2015 La scuola bergamasca si prepara all Expo 2015 (esposizione universale) imparando a conoscere i prodotti a Chilometro

Dettagli

Piano diritto allo studio Anno scolastico 2013/2014

Piano diritto allo studio Anno scolastico 2013/2014 COMUNE DI ALBAIRATE PROVINCIA DI MILANO Piano diritto allo studio Anno scolastico 2013/2014 La scuola è aperta a tutti. L'istruzione inferiore, impartita per almeno otto anni, è obbligatoria e gratuita.

Dettagli

CENTRO SPORTIVO SCOLASTICO

CENTRO SPORTIVO SCOLASTICO MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO ANZIO III Via Machiavelli s.n.c. tel.06/9873212 - Fax 06/9873540 rmic8c700e@istruzione.it

Dettagli

SCUOLE PARROCCHIALI SAN BIAGIO SCUOLA DELL INFANZIA MARIA BAMBINA

SCUOLE PARROCCHIALI SAN BIAGIO SCUOLA DELL INFANZIA MARIA BAMBINA SCUOLE PARROCCHIALI SAN BIAGIO SCUOLA DELL INFANZIA MARIA BAMBINA 1 COME INSEGNAMO La nostra scuola vive e opera come comunità educante, nella quale cooperano bambini insegnanti, genitori. Si dà molta

Dettagli

SCHEDA TECNICA INT. 22 All. A/2

SCHEDA TECNICA INT. 22 All. A/2 COMUNE DI PALERMO Settore Servizi Socio-Assistenziali U.O. Attuazione e Gestione Piano Infanzia e Adolescenza SCHEDA TECNICA INT. 22 All. A/2 Titolo intervento Centro Aggregativo sovra circoscrizionale

Dettagli