L AGCI AGRITAL PRESENTE A PARMA A CIBUS 2006 (13^Edizione)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L AGCI AGRITAL PRESENTE A PARMA A CIBUS 2006 (13^Edizione)"

Transcript

1 SOMMARIO M A G G I O REGIONALE BOLLETTINO N. 2/06 Poste Italiane s.p.a. Bimestrale - Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 ( conv. In L. 27/02/2004 n 46) Art 1, comma 1, DCB Ravenna APPELLO ALLA COOPERAZIONE LA COOPERAZIONE È UN PATRIMONIO DEL PAESE DA TUTELARE E VALORIZZARE PAG. 1 PAG. 2-3 Federazione Regionale Emilia-Romagna Bologna Via Riva di Reno, 47 Tel Direttore: Massimo Mota Direttore Responsabile: Piervittorio Morsiani Autorizzazione: TRIBUNALE DI BOLOGNA N DEL 24 OTTOBRE 1991 Stampa: TIPOGRAFIA MODERNA VIA G. PASTORE, RAVENNA Progetto Grafico: > artefatta < ad agency and new media via arginone, 191/d Ferrara Prezzo di copertina: 1,00 RINNOVATO IL SECONDO BIENNIO ECONOMICO DEL CCNL DELL EDILIZIA L AGCI AGRITAL PRESENTE A PARMA A CIBUS 2006 (13^Edizione) Lo Stand allestito dalla Associazione Nazionale ha registrato un grande successo tra gli operatori ed il pubblico. Simpatica ed attraente si è rivelata l idea dell enoteca cooperativa ANTIRICICLAGGIO : DAL 22 APRILE E IN VIGORE LA NORMATIVA INTRODOTTA CON IL D.L.vo N 56/2004 E RELATIVI REGOLAMENTI. Coinvolti pesantemente nella lotta al denaro sporco tutti i professionisti contabili, i legali, i notai ed altri operatori in genere. PAG. 4-5 PAG PAG. 7-8 APPELLO ALLA COOPERAZIONE Nei giorni scorsi è apparso sui quotidiani un appello sottoscritto da oltre 150 esponenti di spicco delle università italiane, perlopiù economisti, circa l importanza della cooperazione in Italia. E un segnale che reputiamo importante perché dice cose che dovrebbero essere scontate, per noi, ma evidentemente non lo sono. E un segno di coraggio perché accade dopo un lungo periodo di acceso dibattito teso a diffondere l idea che la cooperazione nel nostro Paese è perlopiù parassitaria ed assistita. A volte si descrive la cooperazione come un settore dell economia che penalizza la crescita del Paese, come una palla al piede. Non è così e se ci guardiamo attorno ce ne rendiamo conto fin troppo bene. Per questo motivo e perché crediamo che si tratti di un fatto rilevante che arrivando dal mondo della cultura economica e non dai diretti interessati meriti ancor più attenzione. Con piacere quindi abbiamo deciso di dedicare uno spazio importante del nostro giornale per riportare integralmente questo appello che invitiamo tutti i lettori a leggere con attenzione.

2 LA COOPERAZIONE È UN PATRIMONIO DEL PAESE DA TUTELARE E VALORIZZARE Le cooperative rappresentano una parte importante del sistema produttivo nazionale, associano oltre 10 milioni di cittadini e danno lavoro a più di un milione di persone, assicurando un contributo rilevante allo sviluppo del Paese e alla crescita dell occupazione. Fondate sul principio della democrazia partecipativa, della governance democratica, le cooperative non perseguono finalità lucrative. Il loro scopo è la mutualità, intesa come soddisfazione dei bisogni dei soci in una prospettiva intergenerazionale. Tutela del potere di acquisto dei consumatori, difesa e sviluppo del lavoro, valorizzazione delle competenze, accesso alla casa, miglioramento del reddito per gli imprenditori associati sono i risultati concreti in cui si è tradotto lo scopo mutualistico che è il nucleo duro della missione imprenditoriale delle cooperative. L assenza di fini di speculazione privata sta alla base del riconoscimento della funzione sociale della cooperazione sancito dall articolo 45 della Costituzione, che vede nella cooperazione mutualistica una via importante per creare esternalità positive e s o pr a t t u t t o c apitale s o ciale, intergenerazionale: fattori questi oggi unanimemente riconosciuti come decisivi dello sviluppo. COOPERATIVA S.C.A.R.L. SOCIETÀ TRASLOCHI SO.TRA.FA FACCHINAGGIO - TRASPORTI Un decennio al servizio del territorio Via F. Corridoni, LUGO (RA) Tel Fax PAGINA 2

3 Lo stesso regime fiscale agevolato - che è stato limitato alle cooperative a mutualità prevalente - è pienamente giustificato, oltre che dalla Costituzione, dal vincolo di destinazione degli utili ad un fondo indivisibile rappresentando così, sul piano concorrenziale, una misura perequativa con le altre imprese. La storia economica e istituzionale della Repubblica ha pienamente confermato la validità dell intuizione dei Costituenti. Nel corso dei decenni le cooperative hanno reso generazioni successive di cittadini protagonisti di un esperienza imprenditoriale che si è tradotta nello sviluppo di aziende sane ed affidabili diventate, in molti casi, leader nei loro settori di attività. Proprio perché capace di ricongiungere i momenti della produzione e della distribuzione del reddito, le cooperative hanno dimostrato di costituire un antidoto efficace ed economicamente poco costoso per contrastare l aumento sistemico delle disuguaglianze, vera e propria minaccia alla coesione sociale e dunque alle possibilità di crescita dell intero sistema economico. È per questi motivi che riteniamo immotivati e poco civili i ricorrenti tentativi di screditare agli occhi dell opinione pubblica il ruolo della cooperazione. La critica è sempre utile e benefica quando è volta a produrre esiti di bene comune; diviene lacerante quando nasconde interessi di parte e soprattutto quando è fondata su errori teorici e sul travisamento dei fatti. Le cooperative sono un patrimonio del Paese, un motore di sviluppo economico e di crescita sociale, contribuiscono alla nascita dell imprenditoria soprattutto giovanile ed alla valorizzazione delle qualità imprenditive e innovative delle persone, cruciali al mantenimento di un ruolo rilevante del nostro Paese nell economia mondiale. Crediamo, per questo, che il loro ruolo meriti l attenzione ed il rispetto delle istituzioni, delle forze economiche e sociali, del mondo della scienza. La loro esperienza va dunque tutelata e valorizzata nell interesse del Paese, il quale ha solo da guadagnare dal pluralismo delle forme istituzionali di impresa. Giulio Ballio (Politecnico Milano), Patrizio Bianchi (Università di Ferrara), Salvatore Biasco (Università di Roma La Sapienza ), Guido Bonfante (Università di Torino), Guido Fabiani (Università di Roma Tre), Mario Mazzoleni (Università di Brescia), Livia Salvini (LUISS), Victor Uckmar (Università di Genova), Francesco Vella (Università di Bologna), Stefano Zamagni (Università di Bologna) Caseificio Sociale La Traversetolese Via Pedemontana, 13 - MAMIANO Traversetolo (PR) Tel Fax P.Iva: siti web, web marketing, software personalizzati, cd rom, loghi, brochure, biglietti da visita, cataloghi prodotti Prezzi speciali per soci A.G.C.I. >artefatta< via arginone, 191/d ferrara tel fax PAGINA 3

4 RINNOVATO IL SECONDO BIENNIO ECONOMICO DEL CCNL DELL EDILIZIA Anche le tre Centrali cooperative hanno concluso la contrattazione riguardante le proprie associate del settore delle costruzioni ed affini, a seguito della sottoscrizione di analogo a accordo fra ANCE e sindacati nazionali del lavoratori edili FENAL UIL, FILCA-CISL e FILLEA-CGIL. Il contratto cooperativo non si discosta da quello sottoscritto dagli industriali del settore. Gli aumenti retributivi dei minimi salariali, comprensivi del recupero differenziale tra inflazione programmata ed inflazione reale per il biennio pregresso, sono stati stabiliti in 80,00 euri al terzo livello riparametrabili, di cui 40,00 con decorrenza dall 1/3/2006 e 40,00 con decorrenza dall 1/1/2007. Per quanto concerne gli accordi locali è stato stabilito che l Elemento Territoriale non potrà superare la misura massima del 3% dei minimi di paga base e di stipendio in vigore al 1 marzo 2006 e non prima del 1 luglio 2006, data in cui dovrebbero avere effetto le contrattazioni territoriali. Un ulteriore aumento del 4% dell Elemento Economico Territoriale, effettuato sempre sulla stessa base di calcolo, potrebbe scattare non prima del 1 settembre È da tenere presente che gli importi attualmente in atto dell Elemento Economico Territoriale sono conglobati rispettivamente nell indennità territoriale di settore e nel premio di produzione con la gradualità prevista dal contratto della cooperazione. Tale operazione comporterà un ulteriore costo del lavoro sotto il profilo degli oneri contributivi assicurativi e previdenziali MOLINELLA (BOLOGNA) VIA E.FORTI, 14 Tel Fax AUMENTI RETRIBUTIVI E MINIMI DI PAGA BASE E DI STIPENDIO Le tabelle dei valori mensili dei minimi di paga base degli operai e degli stipendi minimi mensili per gli impiegati sono modificate come segue: CONSORZIO COOPERATIVE CASA & SERVIZI S.c.a r.l. E LE COOPERATIVE ASSOCIATE Cooperative a Mutualità Prevalente Via Franceschini, n Bologna Tel. 051/ Fax 051/ sito: PAGINA 4

5 Per la gestione delle trasferte, l accordo prevede una nuova disciplina delle stesse nell ambito regionale, da attuarsi entro la data del 31/12/2006 con la messa in rete del sistema delle varie Casse Edili esistenti sul territorio nazionale. In pratica il lavoratore in trasferta resta iscritto alla Cassa Edile di provenienza a cui vanno indirizzati i relativi versamenti. Un sistema di comunicazioni tra le varie Casse consentirà di certificare la regolarità contributiva e permetterà di effettuare eventuali integrazioni in merito ai trasferimenti ed ai contributi afferenti i vari istituti contrattuali e di servizio. Il negoziato in materia di congruità contributiva è previsto successivamente con l obiettivo di raggiungere risultanze comuni per tutti i contratti di settore. Pino Morgagni L A G C I A G R I T A L PRESENTE A PARMA A C I B U S (13^Edizione) L o S t a n d allestito d alla Associazione Nazionale ha registrato un grande successo tra gli operatori ed il pubblico. Simpatica ed attraente si è rivelata l idea dell enoteca cooperativa. Cibus, anche quest anno, ha ottenuto un grande successo: visitatori e 2400 espositori provenienti da 21 Paesi diversi, su di un area di ben metri quadrati, costituiscono un successo indiscutibile, in grado di candidare la manifestazione e la città di Parma a rimanere rispettivamente il punto di riferimento e la capitale del Food in Italia. Consorzio Intercomunale fra le Cooperative di abitazione Consulenza Tributaria e Fiscale Via Riva di Reno, Bologna Tel Fax Soc. Coop. a r.l. Servizi Organizzativi e Amministrativi alle consorziate Via Giardini, Modena Tel PAGINA 5

6 Molto apprezzato anche il calendario congressuale che, nelle quattro giornate dedicate agli approfondimenti, ha trattato temi di rilevante attualità quali la tutela del Made in Italy alimentare, la sicurezza del consumatore e il futuro del settore agroalimentare. Cibus si è confermata la più grande e completa vetrina del fine food europeo, un immenso patrimonio fatto di migliaia di specialità alimentari che costituiscono un magico punto d incontro fra tradizioni secolari e tecnologie d avanguardia, già apprezzato da milioni di gourmet di tutto il mondo e, ora, a disposizione di tutti. I numeri del settore rappresentato in "Cibus" nel contesto economico internazionale, si commentano da sé, basti pensare che nel 2003 l industria alimentare dei 25 paesi dell'unione Europea, la più importante del mondo in assoluto, ha prodotto un giro d affari di oltre 671 miliardi di Euro confermando un trend positivo che negli ultimi dieci anni ha fatto registrare una crescita in termini di fatturato globale pari al 40%, di gran lunga superiore a quello dell'industria alimentare U.S.A.. In questo contesto, non poteva mancare la presenza dell A.G.C.I. AGRITAL; con uno stand che ha ottenuto grandi apprezzamenti e molte visite. Si è trattato di una presenza specifica, imperniata su una rassegna di alcuni dei migliori vini prodotti da cantine cooperative proprie associate, delle Regioni Piemonte, Emilia Romagna, Lazio, Abruzzo e Sicilia. La presenza di AGCI AGRITAL, inoltre, non è stata soltanto una mostra esposizione, ma una vera e propria occasione di promozione commerciale, e non solo, a beneficio delle associate, per poter cogliere tutte le opportunità presenti nella grande filiera dell agroalimentare italiano di qualità. Come sempre, l AGCI AGRITAL ha provveduto puntualmente a fornire indicazioni utili e riferimenti per quanti hanno associazione cooperativa muratori & affini ravenna Via G.Rossi, Ravenna - c.p. n Tel Fax / P.IVA e C.F PAGINA 6

7 voluto saperne di più su vini e cooperative produttrici ; simpatica e molto attraente è risultata poi, l idea dell enoteca cooperativa. Il successo registrato, sottolineato da numerosi brindisi, è risultato anche stimolante per l organizzazione della presenza alla prossima edizione, con l intenzione di estendere la proposta al pubblico, con la disponibilità di un paniere di prodotti agroalimentari cooperativi targato AGCI AGRITAL,in grado di consentire di imbandire una tavola e gustare un pranzo di eccellenza.da parte degli organizzatori una promessa che è già una certezza: Cibus 2006 non è terminato il 7 maggio giorno di chiusura della manifestazione, ma prosegue sotto forma di centro di promozione, studio e comunicazione al servizio delle aziende che lo hanno voluto sceglierlo come partner per i loro business. ANTIRICICLAGGIO : DAL 22 APRILE E IN VIGORE L A N O R M A T I V A INTRODOTTA CON IL D.L.vo N 56/2004 E RELATIVI REGOLAMENTI. Coinvolti pesantemente nella lotta al denaro s p o r c o t u t t i i professionisti contabili, i legali, i notai ed altri operatori in genere. A seguito dell emanazione dei tre regolamenti dell Economia 141, 142 e 143 attuativi del D:Leg.vo 56/2004 sono stati individuati anche gli obblighi di identificazione della clientela, di registrazione e di segnalazione delle operazioni sospette, così come previsto dalle norme istitutive. Molto vasta risulta essere la platea dei soggetti interessati alla nuova disciplina: innanzitutto vengono direttamente coinvolti i professionisti ( notai, avvocati, dottori commercialisti, ragionieri, consulenti del lavoro, revisori) e, più in generale ogni altro soggetto che renda i servizi forniti da revisori contabili, periti, consulenti ed altri soggetti che svolgono attività in materia di amministrazione, contabilità e tributi. Sede Legale CIR food s.c. Via Nobel, Reggio Emilia Tel Fax PAGINA 7

8 Non senza polemiche, tali disposizioni introducono nel nostro ordinamento un nuovo principio destinato ad imporre una sorta di mediazione tra il tradizionale tenore di estrema confidenzialità, che da sempre caratterizza i rapporti professionista-cliente, con l esigenza di allestire un sistema in grado di migliorare la capacità di individuare e colpire i reati dei colletti bianchi, attraverso la tracciabilità delle eventuali operazioni di lavaggio del denaro e la possibilità di risalire la filiera criminale fino al vertice delle strutture illegali. Deve comunque essere chiaro che la nuova normativa no n i nte nde rendere i professionisti anche inquirenti: in concreto infatti, si limita ad imporre l identificazione della clientela, la registrazione delle prestazioni e, unicamente quando le evidenze sollecitino un sospetto qualificato di riciclaggio, la segnalazione di tali operazioni. In sostanza si chiede al professionista di raccogliere dati. La disciplina si applica a prestazioni professionali che si sostanziano in movimentazione o gestione di mezzi di pagamento, beni o utilità in nome o per conto del cliente; assistenza al cliente per progettazione o realizzazione della trasmissione, movimentazione, verifica o gestione dei mezzi di pagamento, beni o ut ilità; costit uzion e, gestione o amministrazione di società, enti o trust. L identificazione prevista scatta quando la prestazione riguarda mezzi di pagamento, beni o utilità di valore superiore a euro, anche se posta in essere attraverso più operazioni effettuate in un circoscritto periodo di tempo, e quando il valore dell operazione non è verificabile. A fronte di tali circostanze al professionista si chiede la conservazione in archivio - che deve essere formato e gestito con strumenti informatici - dei dati identificativi del cliente, del soggetto per conto del quale questi opera e della descrizione della prestazione professionale fornita. CONSULTY S.r.l. Consulenza e servizi nel campo della sicurezza sul lavoro, della tutela ambientale e per la certificazione V. Zambrini, IMOLA (BO) V.le della Lirica, RAVENNA Tel Fax SERVIZI AMMINISTRATIVI CONTABILI E FISCALI FUTURA SERVICE Soc. coop. a r.l. Via Classicana, Ravenna Tel Fax ASSOCIAZIONE FRUTTICOLTORI ESTENSE Soc. Coop. ar.l. Sede legale ed amministrativa : Via Bologna, Ferrara Cod.Fisc. e P.Iva Tel. (0532) Fax (0532) Riconosciuta ai sensi Reg. Ce 2200/96 con decreto del Presidente della Giunta Regionale Emilia Romagna nr. 378 del 07 novembre 1997 ed iscritta nell elenco regionale delle O.P. riconosciute al nr. 7. PAGINA 8

CONSULTY S.r.l. SERVIZI AMMINISTRATIVI CONTABILI E FISCALI PAGINA 8

CONSULTY S.r.l. SERVIZI AMMINISTRATIVI CONTABILI E FISCALI PAGINA 8 Non senza polemiche, tali disposizioni introducono nel nostro ordinamento un nuovo principio destinato ad imporre una sorta di mediazione tra il tradizionale tenore di estrema confidenzialità, che da sempre

Dettagli

A tal riguardo, si allega l accordo siglato ed una breve nota esplicativa del responsabile delle relazioni industriali dell ANCPL Renato Verri.

A tal riguardo, si allega l accordo siglato ed una breve nota esplicativa del responsabile delle relazioni industriali dell ANCPL Renato Verri. Prot. n. L44/RNS Bologna, 31 Marzo 2006 Oggetto: rinnovo economico CCNL edile Si informa che il 30 marzo u.s. ANCPL-Legacoop, Federlavoro-Confcooperative, AGCI e Feneal- UIL, Filca-CISL, Fillea-CGIL hanno

Dettagli

tra i Sindacati nazionali dei lavoratori FENEAL-UIL, FILCA-CISL e FILLEA-CGIL si conviene quanto segue

tra i Sindacati nazionali dei lavoratori FENEAL-UIL, FILCA-CISL e FILLEA-CGIL si conviene quanto segue Addì 23 marzo 2006, in Roma tra l Associazione Nazionale Costruttori Edili - ANCE e i Sindacati nazionali dei lavoratori FENEAL-UIL, FILCA-CISL e FILLEA-CGIL si conviene quanto segue I. POLITICHE DEL LAVORO

Dettagli

Tutto quello che c è da sapere sulle società cooperative

Tutto quello che c è da sapere sulle società cooperative Tutto quello che c è da sapere sulle società cooperative lo scopo mutualistico cioè non perseguono (o non dovrebbero perseguire) il lucro o profitto come tutte le altre società/imprese, ma hanno l obiettivo

Dettagli

SOMMARIO REGIONALE IN VISTA DI UNA NUOVA LEGGE EDILIZIA E URBANISTICA GENNAIO 2007 BOLLETTINO N. 6/06 IN VISTA UNA NUOVA LEGGE EDILIZIA E URBANISTICA

SOMMARIO REGIONALE IN VISTA DI UNA NUOVA LEGGE EDILIZIA E URBANISTICA GENNAIO 2007 BOLLETTINO N. 6/06 IN VISTA UNA NUOVA LEGGE EDILIZIA E URBANISTICA SOMMARIO GENNAIO 2007 REGIONALE BOLLETTINO N. 6/06 Poste Italiane s.p.a. Bimestrale - Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 ( conv. In L. 27/02/2004 n 46) Art 1, comma 1, DCB Ravenna IN VISTA

Dettagli

INTRODUZIONE CAPITOLO PRIMO LO SCENARIO NAZIONALE CAPITOLO SECONDO CENNI SULLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE INDICE

INTRODUZIONE CAPITOLO PRIMO LO SCENARIO NAZIONALE CAPITOLO SECONDO CENNI SULLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE INDICE INDICE INTRODUZIONE pag. 1 CAPITOLO PRIMO LO SCENARIO NAZIONALE pag. 5 I.1 NASCITA DELLA PREVIDENZA ITALIANA pag. 8 I.2 TERMINOLOGIA RICORRENTE pag. 9 I.3 DAL DOPOGUERRA AI GIORNI NOSTRI pag. 11 I.4 LE

Dettagli

SOMMARIO REGIONALE MARZO 2007 CORNUTI E MAZZIATI BOLLETTINO N. 1/07 CORNUTI E MAZZIATI IL PIANO ENERGETICO REGIONALE

SOMMARIO REGIONALE MARZO 2007 CORNUTI E MAZZIATI BOLLETTINO N. 1/07 CORNUTI E MAZZIATI IL PIANO ENERGETICO REGIONALE SOMMARIO MARZO 2007 REGIONALE BOLLETTINO N. 1/07 Poste Italiane s.p.a. Bimestrale - Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 ( conv. In L. 27/02/2004 n 46) Art 1, comma 1, DCB Ravenna Federazione

Dettagli

MISSIONE IMPRESA. capaci di farsi grandi CORSI DI FORMAZIONE PER GIOVANI IMPRENDITORI AGRICOLI REALIZZATI DA: FINANZIATI

MISSIONE IMPRESA. capaci di farsi grandi CORSI DI FORMAZIONE PER GIOVANI IMPRENDITORI AGRICOLI REALIZZATI DA: FINANZIATI MISSIONE IMPRESA capaci di farsi grandi CORSI DI FORMAZIONE PER GIOVANI IMPRENDITORI AGRICOLI REALIZZATI DA: FINANZIATI con le risorse del fondo per lo sviluppo dell imprenditoria giovanile in agricoltura

Dettagli

Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua nelle imprese cooperative costituito da AGCI, Confcooperative, Legacoop e

Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua nelle imprese cooperative costituito da AGCI, Confcooperative, Legacoop e 2014 Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua nelle imprese cooperative costituito da AGCI, Confcooperative, Legacoop e CGIL, CISL, UIL Siamo il Fondo della formazione delle

Dettagli

OSSERVATORIO COOPERAZIONE AGRICOLA ITALIANA

OSSERVATORIO COOPERAZIONE AGRICOLA ITALIANA OSSERVATORIO COOPERAZIONE AGRICOLA ITALIANA 2015 Cooperazione agroalimentare La cooperativa è un associazione autonoma di persone unite volontariamente per soddisfare le loro aspirazioni e bisogni economici,

Dettagli

Coopstartup FarmAbility

Coopstartup FarmAbility Coopstartup FarmAbility Bando per la selezione di idee di impresa cooperativa innovativa nell agroalimentare Art. 1 Contesto e obiettivi Coopstartup FarmAbility è un progetto sperimentale per favorire

Dettagli

EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ

EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ Comunicato stampa EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ Le imprese associate a Eurogroup sono quasi 37 mila (+8,6% rispetto al 2006) L avanzo di gestione ante imposte è di 6,3

Dettagli

Cassa di Previdenza Dottori Commercialisti

Cassa di Previdenza Dottori Commercialisti Cassa di Previdenza Dottori Commercialisti La comunicazione SAT2013 PCE Con il presente documento si forniscono alcune informazioni in merito all imminente obbligo di autodichiarazione dei dati relativi

Dettagli

BANDO PER LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE COOPERATIVE CON PREVALENZA DI SOCI UNDER 40

BANDO PER LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE COOPERATIVE CON PREVALENZA DI SOCI UNDER 40 BANDO PER LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE COOPERATIVE CON PREVALENZA DI SOCI UNDER 40 1. Descrizione e obiettivo Il Progetto Coop Liguria Startup è un iniziativa di Coop Liguria, attuata con la collaborazione

Dettagli

PROGETTO PER LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE COOPERATIVE

PROGETTO PER LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE COOPERATIVE PROGETTO PER LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE COOPERATIVE 1. Descrizione e obiettivo Il Progetto CoopLiguria Startup è una iniziativa di Coop Liguria, svolta in collaborazione con Legacoop Liguria e Coopfond,

Dettagli

RELAZIONE SULLA GESTIONE

RELAZIONE SULLA GESTIONE ALLEGATO C COOPERATIVA SOCIALE SOCIETA DOLCE S.C.A R.L. Sede Legale in Viale Aldini 206-40136 BOLOGNA (BO) Partita IVA e Codice Fiscale 03772490375 Iscritta al Registro delle Imprese di Bologna al n 03772490375

Dettagli

CORSO ANTIRICICLAGGIO 2013

CORSO ANTIRICICLAGGIO 2013 CORSO ANTIRICICLAGGIO 2013 Normativa, adempimenti, sanzioni, verifiche, flusso operativo procedura Antonello Valentini TeamUfficio S.r.l. 1 Cos è l Antiriciclaggio? Con Antiriciclaggio si intende l azione

Dettagli

Sede: via Alessandria, 215 00198 Roma Tel: 06852614 - Fax: 0685261500 www.cnce.it e-mail: info@cnce.it

Sede: via Alessandria, 215 00198 Roma Tel: 06852614 - Fax: 0685261500 www.cnce.it e-mail: info@cnce.it Prot. n 4162 /p/cv Roma, 18 novembre 2009 Comunicazione n 408 Oggetto: obbligo iscrizione Cassa Edile A tutte le Casse Edili e p.c. ai componenti il Consiglio di Amministrazione della CNCE Loro sedi Si

Dettagli

Sito web: www.fidapa.com; e-mail: fidapa@tin.it BANDO STARTUP

Sito web: www.fidapa.com; e-mail: fidapa@tin.it BANDO STARTUP All.5 BPW Italy FEDERAZIONE ITALIANA DONNE ARTI PROFESSIONI AFFARI FIDAPA - BPW ITALY INTERNATIONAL FEDERATION OF BUSINESS AND PROFESSIONAL WOMEN Via Piemonte, 32 00187 Roma Tel 06 4817459 Fax 06 4817385

Dettagli

Soluzioni innovative per la mobilità sostenibile e per il risparmio energetico. Presentazione Franchising. www.sargreen.com info@sargreen.

Soluzioni innovative per la mobilità sostenibile e per il risparmio energetico. Presentazione Franchising. www.sargreen.com info@sargreen. Soluzioni innovative per la mobilità sostenibile e per il risparmio energetico Presentazione Franchising www.sargreen.com info@sargreen.com 1 Sommario Il Franchising... 2 Mission Franchising... 2 Il settore

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA LA REGIONE EMILIA-ROMAGNA LE PREFETTURE DELL EMILIA-ROMAGNA

PROTOCOLLO D INTESA LA REGIONE EMILIA-ROMAGNA LE PREFETTURE DELL EMILIA-ROMAGNA PROTOCOLLO D INTESA TRA LA REGIONE EMILIA-ROMAGNA E LE PREFETTURE DELL EMILIA-ROMAGNA PER L ATTUAZIONE DELLA L.R. 11/2010 DISPOSIZIONI PER LA PROMOZIONE DELLA LEGALITÀ E DELLA SEMPLIFICAZIONE NEL SETTORE

Dettagli

L'anno.., il giorno. tra

L'anno.., il giorno. tra BOZZA SCHEMA DI CONVENZIONE QUADRO TRA IL PRESIDENTE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO EX D.L. 74/2012 E CASSA EDILE DELLE MAESTRANZE EDILI E AFFINI DELLA PROVINCIA DI PARMA

Dettagli

ASSOCIAZIONE PICCOLE E MEDIE INDUSTRIE VALTELLINA VALCHIAVENNA. Un partner per crescere

ASSOCIAZIONE PICCOLE E MEDIE INDUSTRIE VALTELLINA VALCHIAVENNA. Un partner per crescere ASSOCIAZIONE PICCOLE E MEDIE INDUSTRIE VALTELLINA VALCHIAVENNA Un partner per crescere API SONDRIO L Associazione Piccole e Medie Industrie di Valtellina e Valchiavenna è una realtà fortemente voluta dagli

Dettagli

Il Progetto di Confindustria per competere in rete. Bologna 8 marzo 2014 Luca De Vita - RetImpresa

Il Progetto di Confindustria per competere in rete. Bologna 8 marzo 2014 Luca De Vita - RetImpresa Il Progetto di Confindustria per competere in rete Bologna 8 marzo 2014 Luca De Vita - RetImpresa La rete d impresa: Non ha: sovrastrutture (burocratiche e parapubbliche) Limiti territoriali Limiti settoriali

Dettagli

Cassa di Previdenza Dottori Commercialisti La comunicazione SAT2014 PCE

Cassa di Previdenza Dottori Commercialisti La comunicazione SAT2014 PCE Cassa di Previdenza Dottori Commercialisti La comunicazione SAT2014 PCE Con il presente documento si forniscono alcune informazioni in merito all imminente obbligo di autodichiarazione dei dati relativi

Dettagli

Roma, 26 novembre 2012

Roma, 26 novembre 2012 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 26 novembre 2012 Direzione Centrale Servizi ai contribuenti OGGETTO: Sisma maggio 2012 Finanziamento per il pagamento di tributi, contributi previdenziali e premi assicurativi obbligatori

Dettagli

Accordo Investiagricoltura Periodo 2014-2020 (aggiornamento del maggio 2015)

Accordo Investiagricoltura Periodo 2014-2020 (aggiornamento del maggio 2015) Accordo Investiagricoltura Periodo 2014-2020 (aggiornamento del maggio 2015) Premesso che - il mercato, soprattutto estero, mostra significativi segnali di ripresa economica, che possono rappresentare

Dettagli

Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua nelle imprese cooperative costituito da AGCI, Confcooperative, Legacoop e

Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua nelle imprese cooperative costituito da AGCI, Confcooperative, Legacoop e 2013 Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua nelle imprese cooperative costituito da AGCI, Confcooperative, Legacoop e CGIL, CISL, UIL Siamo il Fondo della formazione delle

Dettagli

Prot. n 6533 /p/cv Roma, 20 febbraio 2015. A tutte le Casse Edili. e, p.c. ai componenti il Consiglio di Amministrazione della CNCE.

Prot. n 6533 /p/cv Roma, 20 febbraio 2015. A tutte le Casse Edili. e, p.c. ai componenti il Consiglio di Amministrazione della CNCE. Prot. n 6533 /p/cv Roma, 20 febbraio 2015 A tutte le Casse Edili e, p.c. ai componenti il Consiglio di Amministrazione della CNCE Loro sedi Comunicazione n. 559 Oggetto: Vademecum contributo contrattuale

Dettagli

CONTO PREVENTIVO IN TERMINI DI CASSA - USCITE ANNO 2015

CONTO PREVENTIVO IN TERMINI DI CASSA - USCITE ANNO 2015 Pag. 1 / MISSIONE 011 PROGRAMMA 005 DIVISIONE GRUPPO 4 1 Competitività e sviluppo delle imprese Regolamentazione, incentivazione dei settori imprenditoriali, riassetti industriali, sperimentazione tecnologica,

Dettagli

Sisma Emilia: i chiarimenti delle Entrate

Sisma Emilia: i chiarimenti delle Entrate CIRCOLARE A.F. N. 173 del 7 Dicembre 2012 Ai gentili clienti Loro sedi Sisma Emilia: i chiarimenti delle Entrate Premessa L Agenzia delle Entrate in data 22.10.2012 ha emanato il provvedimento prot. n.

Dettagli

Studio. Commercialisti Revisori Legali. Merati - Valla A TUTTI I CLIENTI DELLO STUDIO

Studio. Commercialisti Revisori Legali. Merati - Valla A TUTTI I CLIENTI DELLO STUDIO Studio Merati - Valla Commercialisti Revisori Legali Milano, 19 Settembre 2014 Rag. Walter Merati Dott. Massimo Valla Dott. Cinzia Morselli of counsel Dott. Camillo Cibelli A TUTTI I CLIENTI DELLO STUDIO

Dettagli

Cassa di Previdenza Dottori Commercialisti

Cassa di Previdenza Dottori Commercialisti Cassa di Previdenza Dottori Commercialisti La comunicazione SAT2012 PCE Con il presente documento si forniscono alcune informazioni in merito all imminente obbligo di autodichiarazione dei dati relativi

Dettagli

tra e, in ordine alfabetico

tra e, in ordine alfabetico TESTO del CONTRATTO COLLETTIVO PROVINCIALE DI LAVORO 29 gennaio 2007 per i dipendenti delle imprese edili ed affini della Provincia di Trento integrativo del CCNL 1 ottobre 2004 Addì 29 gennaio 2007 tra

Dettagli

ELITE. Thinking long term

ELITE. Thinking long term ELITE Thinking long term ELITE Thinking long term ELITE valorizza il presente e prepara al futuro. Per aiutare le imprese a realizzare i loro progetti abbiamo creato ELITE, una piattaforma unica di servizi

Dettagli

IL PROGETTO SMAU 2015

IL PROGETTO SMAU 2015 IL PROGETTO SMAU 2015 BERLINO, 12-13 marzo PADOVA, 1-2 aprile TORINO, 29-30 aprile BOLOGNA, 4-5 giugno FIRENZE, 8-9 luglio MILANO, 21-22-23 ottobre NAPOLI, 10-11 dicembre www.smau.it - tel. +39 02 283131

Dettagli

ANTIRICICLAGGIO NEGLI STUDI PROFESSIONALI. A cura di Davide Giampietri

ANTIRICICLAGGIO NEGLI STUDI PROFESSIONALI. A cura di Davide Giampietri ANTIRICICLAGGIO NEGLI STUDI PROFESSIONALI A cura di Davide Giampietri a cura di Davide Giampietri 2 Le fonti normative: un cantiere senza fine Norme Comunitarie Norme Nazionali I - Direttiva n. 91/308/CEE

Dettagli

Processi innovativi. (pp. 571-625 del volume) La numerazione delle tabelle riproduce quella del testo integrale

Processi innovativi. (pp. 571-625 del volume) La numerazione delle tabelle riproduce quella del testo integrale Processi innovativi (pp. 571-625 del volume) La numerazione delle tabelle riproduce quella del testo integrale Costruire i territori digitali Le analisi di Rur e Censis sulle città digitali, partendo dai

Dettagli

Vercelli, 10 marzo 2015. AGLI STUDI DI CONSULENZA e ALLE IMPRESE ISCRITTE - LORO SEDI- Oggetto: Contributo contrattuale Prevedi 02/2015.

Vercelli, 10 marzo 2015. AGLI STUDI DI CONSULENZA e ALLE IMPRESE ISCRITTE - LORO SEDI- Oggetto: Contributo contrattuale Prevedi 02/2015. Vercelli, 10 marzo 2015 AGLI STUDI DI CONSULENZA e ALLE IMPRESE ISCRITTE - LORO SEDI- Oggetto: Contributo contrattuale Prevedi 02/2015. Si comunica che, prima di procedere con la compilazione della denuncia

Dettagli

STUDIO BOIDI & PARTNERS

STUDIO BOIDI & PARTNERS & PARTNERS commercialisti revisori contabili Dott. ALDO BOIDI DOTT. PROF. MARIO BOIDI DOTT. MASSIMO BOIDI DOTT. FABIO PASQUINI Dott. VALTER RUFFA Dott. ALESSANDRO MARTINI Dott. CAROLA ALBERTI Dott. GIULIANA

Dettagli

MARKETING E CREDITO Credito e Incentivi. Normativa antiriciclaggio. Circolare esplicativa del Ministero dell Economia e Finanze n.

MARKETING E CREDITO Credito e Incentivi. Normativa antiriciclaggio. Circolare esplicativa del Ministero dell Economia e Finanze n. MARKETING E CREDITO Credito e Incentivi Prot. n. 00062 Roma, 4 gennaio 2008 Com. n. 3 OGGETTO: Normativa antiriciclaggio. Circolare esplicativa del Ministero dell Economia e Finanze n. 125367/07 Il Ministero

Dettagli

STUDIO BADELLINO. GIOVANNI L. BADELLINO D o t t o r e C o m m e r c i a l i s t a R e v i s o r e C o n t a b i l e

STUDIO BADELLINO. GIOVANNI L. BADELLINO D o t t o r e C o m m e r c i a l i s t a R e v i s o r e C o n t a b i l e GIOVANNI L. D o t t o r e C o m m e r c i a l i s t a R e v i s o r e C o n t a b i l e CIRCOLARE N. 4 DELL 8 APRILE 2008 INTRODUZIONE PAG. 2 TRASFERIMENTO DI DENARO CONTANTE (ART. 49) PAG. 2 NUOVA DISCIPLINA

Dettagli

GIUSTIZIA E PARITA Donne e professioni in Emilia-Romagna

GIUSTIZIA E PARITA Donne e professioni in Emilia-Romagna Giunta Regionale Direzione Attività Produttive, Commercio, Turismo GIUSTIZIA E PARITA Donne e professioni in Emilia-Romagna Dr.ssa Morena Diazzi Le professioni nei programmi regionali per l Imprenditoria

Dettagli

UN PROGETTO PER LA LEGALITA. Prof. Stefania Pellegrini Università di Bologna

UN PROGETTO PER LA LEGALITA. Prof. Stefania Pellegrini Università di Bologna UN PROGETTO PER LA LEGALITA Prof. Stefania Pellegrini Università di Bologna STRUMENTI A DISPOSIZIONE: AGGRESSIONE PREVENZIONE AGGRESSIONE FORZE DELL ORDINE (INDAGINI) MAGISTRATURA a) Richiesta misure di

Dettagli

CASSA EDILE DELLA PROVINCIA DI AREZZO

CASSA EDILE DELLA PROVINCIA DI AREZZO CASSA EDILE DELLA PROVINCIA DI AREZZO Viale Mecenate, 29/C - 52100 AREZZO - Tel. 0575-22711 - Fax 0575-353526 - Codice Fiscale: 80000930513 Sito Internet: www.cassaedilearezzo.it Indirizzo e-mail: info@cassaedilearezzo.it

Dettagli

i migliori stock ai prezzi più bassi d Italia Franchising se c è, costa meno. il nostro motto può essere la chiave del tuo successo!

i migliori stock ai prezzi più bassi d Italia Franchising se c è, costa meno. il nostro motto può essere la chiave del tuo successo! il Franchising affermato e di sicuro successo: in tutta Italia. se c è, costa meno. il nostro motto può essere la chiave del tuo successo! i migliori stock ai prezzi più bassi d Italia Con un investimento

Dettagli

uadro Quadro Antiriciclaggio Gestione Aziendale Fa quadrato attorno alla tua azienda

uadro Quadro Antiriciclaggio Gestione Aziendale Fa quadrato attorno alla tua azienda Fa quadrato attorno alla tua azienda Quadro Antiriciclaggio Perché scegliere Quadro Gestione Antiriciclaggio? Quadro Antiriciclaggio aiuta a comprendere tutta la normativa e guida nella organizzazione

Dettagli

Quello che vogliamo esportare è ciò che siamo da sempre, ciò che vogliamo continuare ad essere.

Quello che vogliamo esportare è ciò che siamo da sempre, ciò che vogliamo continuare ad essere. Quello che vogliamo esportare è ciò che siamo da sempre, ciò che vogliamo continuare ad essere. L idea Il Consorzio Il Made in Italy, conosciuto ovunque nel mondo, ha nei PRODOTTI AGROALIMENTARI una delle

Dettagli

Cari presidenti, Ministro Rachid, signore e signori,

Cari presidenti, Ministro Rachid, signore e signori, COSMIT FEDERLEGNOARREDO ISALONI (Milano, 22 Aprile 2009) INTERVENTO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO ON. CLAUDIO SCAJOLA Cari presidenti, Ministro Rachid, signore e signori, sono molto lieto di partecipare

Dettagli

6. CONTABILITA GENERALE

6. CONTABILITA GENERALE 6. CONTABILITA GENERALE SCRITTURE DI GESTIONE SCRITTURE RELATIVE AL LAVORO DIPENDENTE 1 E. Scritture relative al lavoro dipendente Definizione Il lavoro rappresenta un fattore della produzione che contabilmente

Dettagli

Ho avuto un'idea... e adesso? dal sogno alla Startup

Ho avuto un'idea... e adesso? dal sogno alla Startup Ho avuto un'idea... e adesso? dal sogno alla Startup Lunedì 25 MAGGIO 2015 Università degli Studi di Udine - Polo Scientifico dei Rizzi a cura del dott. Federico Barcherini Partner di SEED S.r.l. Socio

Dettagli

Se il rapporto banca - agricoltori è consolidato anche dal formaggio

Se il rapporto banca - agricoltori è consolidato anche dal formaggio Credito agrario Se il rapporto banca - agricoltori è consolidato anche dal formaggio di Giorgio Setti Tavola rotonda organizzata a Modena da Bper Banca su agricoltura e prodotti tipici, con la partecipazione

Dettagli

«Onu 2012: anno internazionale delle imprese cooperative, un mondo da conoscere «

«Onu 2012: anno internazionale delle imprese cooperative, un mondo da conoscere « «Onu 2012: anno internazionale delle imprese cooperative, un mondo da conoscere «ROTARY IMPERIA 28 febbraio 2012 Paolo Dr. Michelis La Cooperazione nella Costituzione Italiana La cooperativa è l unica

Dettagli

VERBALE DI ACCORDO. premesso che

VERBALE DI ACCORDO. premesso che 1 VERBALE DI ACCORDO A Parma, il 25 giugno 2013 tra la Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza SpA anche nella sua qualità di Capogruppo, la Banca Popolare FriulAdria SpA, la Cassa di Risparmio della Spezia

Dettagli

per l assegnazione del premio Made NEW in Italy 2009

per l assegnazione del premio Made NEW in Italy 2009 Bando di concorso per l assegnazione del premio Made NEW in Italy 2009 1. COS È Made NEW in Italy? Il Premio Made NEW in Italy, promosso dal Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Scienza e Tecnologia

Dettagli

TUSCIA WEB. 11 aprile 2012. Cronaca - Olivicoltori Vetralla e del Consorzio valori e Sapori della Tuscia al forum dell'agricoltura di Piacenza

TUSCIA WEB. 11 aprile 2012. Cronaca - Olivicoltori Vetralla e del Consorzio valori e Sapori della Tuscia al forum dell'agricoltura di Piacenza TUSCIA WEB 11 aprile 2012 Cronaca - Olivicoltori Vetralla e del Consorzio valori e Sapori della Tuscia al forum dell'agricoltura di Piacenza Due cooperative viterbesi al Qui da noi - Due cooperative viterbesi

Dettagli

L AUTONOMIA FINANZIARIA DELLE REGIONI E DEGLI ENTI LOCALI

L AUTONOMIA FINANZIARIA DELLE REGIONI E DEGLI ENTI LOCALI CAPITOLO I L AUTONOMIA FINANZIARIA DELLE REGIONI E DEGLI ENTI LOCALI SOMMARIO: 1. Il concetto di autonomia finanziaria. 2. Il federalismo fiscale. 2.1. Le regioni a statuto speciale. 2.2. Le regioni a

Dettagli

ASSOCIAZIONE PICCOLE E MEDIE INDUSTRIE DELLA PROVINCIA DI LECCO. Un partner per crescere

ASSOCIAZIONE PICCOLE E MEDIE INDUSTRIE DELLA PROVINCIA DI LECCO. Un partner per crescere ASSOCIAZIONE PICCOLE E MEDIE INDUSTRIE DELLA PROVINCIA DI LECCO Un partner per crescere API LECCO Dal 1949 l Associazione Piccole e Medie Industrie della Provincia di Lecco è stata voluta dagli imprenditori

Dettagli

LA SALUTE E VALORE PER L IMPRESA

LA SALUTE E VALORE PER L IMPRESA LA SALUTE E VALORE PER L IMPRESA La salute dell impresa è legata indissolubilmente con quella di chi ne fa parte. La coscienza di questo legame porta alla coesione, alla condivisione di valori comuni:

Dettagli

Il welfare aziendale e l azione del Dipartimento per le Pari Opportunità

Il welfare aziendale e l azione del Dipartimento per le Pari Opportunità Conciliazione dei tempi di vita e di lavoro Il welfare aziendale e l azione del Dipartimento per le Pari Opportunità Dott.ssa Serenella Martini Dipartimento per le Pari Opportunità Presidenza del Consiglio

Dettagli

Tuccio Rag. Emanuele

Tuccio Rag. Emanuele Commercialista Consulente del Lavoro Revisore Contabile Via Verga, 16 GELA (CL) Tel. 0933-911496 e-mail: emtucci@gmail.com CORSO DI FORMAZIONE ENNA BASSA 31-05-2011 Con il patrocinio di FEMCA CISL SICILIA

Dettagli

La cooperazione sociale in Italia. Brevi spunti per farsi venire qualche idea

La cooperazione sociale in Italia. Brevi spunti per farsi venire qualche idea La cooperazione sociale in Italia Brevi spunti per farsi venire qualche idea Le coop sociali queste sconosciute 1. Quali e quante sono (3-4) 2. La cooperativa in quanto tale (5-11) 3. Che cosa prevede

Dettagli

LE START UP INNOVATIVE

LE START UP INNOVATIVE LE START UP INNOVATIVE Nell ambito delle attività tese a favorire la crescita sostenibile, lo sviluppo tecnologico e l occupazione giovanile e nell ottica di sviluppare una nuova cultura imprenditoriale,

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 6 II) SCRITTURE DI GESTIONE E) SCRITTURE RELATIVE AL LAVORO DIPENDENTE 14 novembre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 E. Scritture relative

Dettagli

ipotesi di piattaforma rinnovo c.c.n.l. legno/arredo - industria

ipotesi di piattaforma rinnovo c.c.n.l. legno/arredo - industria ipotesi di piattaforma rinnovo c.c.n.l. legno/arredo - industria Vigenza contrattuale: 2010 / 2012 FILCA CISL - federazione italiana lavoratori costruzioni e affini 00184 ROMA Via del Viminale, 43 tel.

Dettagli

Commissione Antiriciclaggio

Commissione Antiriciclaggio ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI CASERTA ENTE PUBBLICO NON ECONOMICO CIRCOSCRIZIONE DEL TRIBUNALE DI SANTA MARIA CAPUA VETERE Commissione Antiriciclaggio Presidente Componenti

Dettagli

Finanziaria 2006: misure e provvedimenti inerenti al Terzo Settore

Finanziaria 2006: misure e provvedimenti inerenti al Terzo Settore Finanziaria 2006: misure e provvedimenti inerenti al Terzo Settore a cura di Roberta De Pirro - Studio Sciumé e Associati roberta.depirro@sciume.net http://www.sciume.net/ Premessa Dopo un lungo e discusso

Dettagli

Servizi per il turismo e la cultura

Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Il meglio dell Italia cresce ogni giorno insieme a noi. Marketing del territorio Siamo un network di professionisti che integrano

Dettagli

ICT SECURITY N. 47 SETTEMBRE 2006 LA NORMATIVA ANTIRICICLAGGIO E IL BINOMIO PRIVACY/SICUREZZA. Autore: Daniela Rocca

ICT SECURITY N. 47 SETTEMBRE 2006 LA NORMATIVA ANTIRICICLAGGIO E IL BINOMIO PRIVACY/SICUREZZA. Autore: Daniela Rocca SOMMARIO La nuova normativa antiriciclaggio I presupposti dell identificazione Il contenuto e le modalità dell identificazione Il contenuto dell obbligo di registrazione e conservazione dei dati La segnalazione

Dettagli

PARTNER PER IL FUTURO

PARTNER PER IL FUTURO CHI SIAMO Dal 1995 forniamo servizi di consulenza strategica, con l obiettivo di accompagnare le aziende nel proprio percorso di crescita, attraverso modelli di project financing. Offriamo competenza e

Dettagli

La mutualità integrativa volontaria in campo sanitario

La mutualità integrativa volontaria in campo sanitario RUOLO E PROSPETTIVE DELLA MUTUALITÀ NEL SISTEMA SANITARIO ITALIANO La mutualità integrativa volontaria in campo sanitario Placido Putzolu - Presidente FIMIV Federazione Italiana Mutualità Integrativa Volontaria

Dettagli

Studio di Economia e consulenza Aziendale s.r.l. DURC telematico e semplificato: le modifiche del DL 34/2014 di prossima attuazione

Studio di Economia e consulenza Aziendale s.r.l. DURC telematico e semplificato: le modifiche del DL 34/2014 di prossima attuazione News per i Clienti dello studio del 6 Giugno 2014 Ai gentili clienti Loro sedi DURC telematico e semplificato: le modifiche del DL 34/2014 di prossima attuazione Gentile cliente, con la presente desideriamo

Dettagli

ELITE Crescita, Cambiamento, Leadership

ELITE Crescita, Cambiamento, Leadership ELITE Crescita, Cambiamento, Leadership ELITE ELITE è una piattaforma di servizi integrati creata per supportare le Imprese nella realizzazione dei loro progetti di CRESCITA Supporto/stimolo ai cambiamenti

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO PROVINCIALE DI LAVORO PER I LAVORATORI DEL SETTORE EDILIZIA INDUSTRIA ED AFFINI DELLA PROVINCIA DI PESCARA

CONTRATTO COLLETTIVO PROVINCIALE DI LAVORO PER I LAVORATORI DEL SETTORE EDILIZIA INDUSTRIA ED AFFINI DELLA PROVINCIA DI PESCARA CONTRATTO COLLETTIVO PROVINCIALE DI LAVORO PER I LAVORATORI DEL SETTORE EDILIZIA INDUSTRIA ED AFFINI DELLA PROVINCIA DI PESCARA INTEGRATIVO AL CCNL DEL 20 MAGGIO 2004 Contratto collettivo provinciale di

Dettagli

REGIONE ABRUZZO Direzione Politiche Attive del Lavoro, Formazione ed Istruzione, Politiche Sociali

REGIONE ABRUZZO Direzione Politiche Attive del Lavoro, Formazione ed Istruzione, Politiche Sociali REGIONE ABRUZZO Direzione Politiche Attive del Lavoro, Formazione ed Istruzione, Politiche Sociali ORGANISMO INTERMEDIO R.T.I. Società consortile Ass.For.SEO a.r.l. - KPMG Advisory S.p.A. e Metron S.r.l

Dettagli

NUOVI ADEMPIMENTI FISCALI: COMUNICAZIONE DEI BENI IN GODIMENTO AI SOCI/COMUNICAZIONE FINANZIAMENTI DAI SOCI

NUOVI ADEMPIMENTI FISCALI: COMUNICAZIONE DEI BENI IN GODIMENTO AI SOCI/COMUNICAZIONE FINANZIAMENTI DAI SOCI A tutti i clienti LL.SS Ravenna, 26/11/2013 NUOVI ADEMPIMENTI FISCALI: COMUNICAZIONE DEI BENI IN GODIMENTO AI SOCI/COMUNICAZIONE FINANZIAMENTI DAI SOCI Entro il prossimo 12 dicembre è previsto l invio

Dettagli

La Camera di commercio di Milano per Expo 2015

La Camera di commercio di Milano per Expo 2015 Imprenditoria femminile guardando all Expo 2015 Roma, 6 Novembre 2014 Unioncamere, Piazza Sallustio 21 - Sala Danilo Longhi La Camera di commercio di Milano per Expo 2015 Le opportunità per le imprese

Dettagli

- 1 - Trasferimento di denaro contante

- 1 - Trasferimento di denaro contante A DECORRERE DAL 31.5.2010 sono state introdotte ad opera dell art. 20, DL n. 78/2010, c.d. Manovra correttiva, una serie di novità circa: l uso del denaro contante; l utilizzo degli assegni bancari o postali

Dettagli

La normativa antiriciclaggio per gli avvocati. di Maurizio Arena

La normativa antiriciclaggio per gli avvocati. di Maurizio Arena La normativa antiriciclaggio per gli avvocati di Maurizio Arena Parte Prima Con la pubblicazione del Decreto n. 141 del 3 febbraio 2006 del Ministero dell Economia e delle Finanze e del Provvedimento 24

Dettagli

PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA. Accordi verticali e pratiche concordate

PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA. Accordi verticali e pratiche concordate PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA Accordi verticali e pratiche concordate SVILUPPO PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA Il progetto nasce da una valutazione strategica circa l esigenza di approfondire la tematica

Dettagli

ELENCO REVISORI ENTI LOCALI ANALISI STATISTICA E CRITICITÀ

ELENCO REVISORI ENTI LOCALI ANALISI STATISTICA E CRITICITÀ ELENCO REVISORI ENTI LOCALI ANALISI STATISTICA E CRITICITÀ 15 Febbraio 2015 ABSTRACT Dal 10 dicembre 2012, i Revisori dei conti degli enti locali sono estratti a sorte da un elenco tenuto dal Ministero

Dettagli

RAPPORTO ANNUALE 2008 (sommario)

RAPPORTO ANNUALE 2008 (sommario) RAPPORTO ANNUALE 2008 (sommario) 2 L INPS a garanzia del Sistema di Welfare Il Rapporto annuale dell INPS descrive il ruolo e le attività dell Istituto, offrendo un immagine dettagliata della società italiana

Dettagli

Premesso che. Dato atto che

Premesso che. Dato atto che Accordo di indirizzo tra i Consorzi fidi e Cooperative di garanzie (di cui all'art.2 della L.R. n.43/97 e s.m.i.), il Sistema Bancario regionale, Agrea, la Regione Emilia-Romagna, per migliorare le condizioni

Dettagli

CASSA EDILE DELLA PROVINCIA DI GROSSETO

CASSA EDILE DELLA PROVINCIA DI GROSSETO CASSA EDILE DELLA PROVINCIA DI GROSSETO ENTE DI MUTUALITA ED ASSISTENZA 58100 GROSSETO VIA MONTEROSA N. 196 TEL..0564 454535 FAX 0564 454922 C.P. N.80 Prot. n 13186 Grosseto, 14 novembre 2003 A TUTTE LE

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici N. 27 10.02.2014 Contributi: gli effetti per il 2014 Riepilogate le disposizioni aventi riflesso sulla contribuzione dovuta dai

Dettagli

Il modello DM10. Amministrazione del personale Lezione n. 24. Il modello DM10

Il modello DM10. Amministrazione del personale Lezione n. 24. Il modello DM10 Il modello DM10 Il modello DM10 Il modello DM10 deve essere utilizzato dal datore di lavoro per denunciare all'inps le retribuzioni mensili corrisposte ai lavoratori dipendenti, i contributi dovuti e l'eventuale

Dettagli

OSPITALITA ITALIANA ITALIAN QUALITY EXPERIENCE Il Bel paese, la sua storia, le sue produzioni in mostra all Expo 2015

OSPITALITA ITALIANA ITALIAN QUALITY EXPERIENCE Il Bel paese, la sua storia, le sue produzioni in mostra all Expo 2015 OSPITALITA ITALIANA ITALIAN QUALITY EXPERIENCE Il Bel paese, la sua storia, le sue produzioni in mostra all Expo 2015 Agenda Italia 2015 - Master Plan del Governo per Expo Milano 2015 INIZIATIVA N. 17

Dettagli

INTERVENTI PER LA PROMOZIONE E LO SVILUPPO DELLA COOPERAZIONE (BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA n. 16 del 9 dicembre 2010)

INTERVENTI PER LA PROMOZIONE E LO SVILUPPO DELLA COOPERAZIONE (BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA n. 16 del 9 dicembre 2010) REGIONE LIGURIA LEGGE REGIONALE 7 DICEMBRE 2010 N. 19 INTERVENTI PER LA PROMOZIONE E LO SVILUPPO DELLA COOPERAZIONE (BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA n. 16 del 9 dicembre 2010) Il Consiglio regionale

Dettagli

Le imprese a Bologna nel 2013

Le imprese a Bologna nel 2013 Le imprese a Bologna nel 2013 Aprile 2014 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione: Stefano Venuti e Paola Ventura Le elaborazioni sono

Dettagli

PRODUTTORI CONTRIBUENTI CONSUMATORI L INCIDENZA FISCALE DEGLI STRANIERI IN EMILIA-ROMAGNA NEL CORSO DEL 2007

PRODUTTORI CONTRIBUENTI CONSUMATORI L INCIDENZA FISCALE DEGLI STRANIERI IN EMILIA-ROMAGNA NEL CORSO DEL 2007 PRODUTTORI CONTRIBUENTI CONSUMATORI L INCIDENZA FISCALE DEGLI STRANIERI IN EMILIA-ROMAGNA NEL CORSO DEL 2007 a cura dell Osservatorio regionale sul fenomeno migratorio (ottobre 2009) Premessa L apporto

Dettagli

SIOPE Pagina 1 PAGAMENTI PER CODICI GESTIONALI. Ente Codice 000141639000000 UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI GENOVA (ATENEO) Periodo ANNUALE 2013

SIOPE Pagina 1 PAGAMENTI PER CODICI GESTIONALI. Ente Codice 000141639000000 UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI GENOVA (ATENEO) Periodo ANNUALE 2013 SIOPE Pagina 1 Ente Codice 000141639000000 Ente Descrizione UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI GENOVA (ATENEO) Categoria Universita' Sotto Categoria UNIVERSITA Periodo ANNUALE 2013 Prospetto PAGAMENTI PER CODICI

Dettagli

TRA. L'anno 2013 il giorno del mese di

TRA. L'anno 2013 il giorno del mese di Convenzione tra il Comune di Cattolica e i Centri Autorizzati di Assistenza Fiscale (CAAF), autorizzati ad operare in Emilia Romagna, per lo svolgimento delle funzioni relative al bonus tariffa sociale

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali INTERPELLO N. 24/2010 Roma, 9 giugno 2010 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali DIREZIONE GENERALE PER L ATTIVITÀ ISPETTIVA Alla CONFAPI Via della Colonna Antonina n. 52 00186 Roma Prot. 25/I/0010267

Dettagli

II) SCRITTURE DI GESTIONE E) SCRITTURE RELATIVE AL LAVORO DIPENDENTE

II) SCRITTURE DI GESTIONE E) SCRITTURE RELATIVE AL LAVORO DIPENDENTE CONTABILITA GENERALE 19 II) SCRITTURE DI GESTIONE E) SCRITTURE RELATIVE AL LAVORO DIPENDENTE 29 novembre 2005 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 E. Scritture relative

Dettagli

Il più grande mercato online dell agroalimentare Italiano

Il più grande mercato online dell agroalimentare Italiano Il più grande mercato online dell agroalimentare Italiano Accessibile al consumatore Ampio pubblico Ampia scelta di prodotti Regole di comportamento insight i consumatori cercano nei prodotti convenience

Dettagli

DOCUMENTO POLITICO XVI CONGRESSO PROVINCIALE DELLA FILLEA CGIL DI FROSINONE

DOCUMENTO POLITICO XVI CONGRESSO PROVINCIALE DELLA FILLEA CGIL DI FROSINONE DOCUMENTO POLITICO XVI CONGRESSO PROVINCIALE DELLA FILLEA CGIL DI FROSINONE Il congresso provinciale di Frosinone, svoltosi il 10 dicembre 2005, esprime piena condivisione e apprezzamento sulle posizioni

Dettagli

NEWSLETTER N 1/13 DECRETO SVILUPPO BIS : LE START-UP INNOVATIVE

NEWSLETTER N 1/13 DECRETO SVILUPPO BIS : LE START-UP INNOVATIVE NEWSLETTER N 1/13 DECRETO SVILUPPO BIS : LE START-UP INNOVATIVE Riferimenti: - Dl. 179/2012 Decreto Sviluppo Bis e relativa legge di conversione 221/2012 Con la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale n.

Dettagli

IDEE E STRUMENTI PER LA CRESCITA DELL IMPRENDITORIA FEMMINILE

IDEE E STRUMENTI PER LA CRESCITA DELL IMPRENDITORIA FEMMINILE UNIONE EUROPEA FONDO SOCIALE EUROPEO INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO Assessorato Scuola, Formazione Professionale, Università, Lavoro, Pari Opportunità INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO Centro Sviluppo Commercio

Dettagli

IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO UNIVERSITA PER IL BIENNIO ECONOMICO 2008-2009

IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO UNIVERSITA PER IL BIENNIO ECONOMICO 2008-2009 IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO UNIVERSITA PER IL BIENNIO ECONOMICO 2008-2009 Art. 1 Campo di applicazione, durata e decorrenza del contratto

Dettagli

Contratto di Solidarietà espansiva

Contratto di Solidarietà espansiva SAPERE UTILE Ufficio Stampa Contratto di Solidarietà espansiva IFOA Via G.Giglioli Valle 11 Reggio Emilia Tel. 0522.329387 Fax 0522.284708 ufficiostampa@if oa.it RASSEGNA web Principali notizie online

Dettagli