Versione: 1.0. RUO-FCRSI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Versione: 1.0. RUO-FCRSI"

Transcript

1 Ente Bilaterale per la Formazione e la Qualificazione Professionale Progetti in esame nell incontro del 10 giugno 2009 Versione: 1.0. RUO-FCRSI

2 Formazione le principali priorità 2 Dorsali principali Manageriale Marketing e commerciale Economica e Normativa Operation Tecnologica Sistema Recapito ( RAM, Staff ALT, CPD) Project Management Percorsi istituzionali (NAL, Neo Dirigenti) Colloqui gestionali RU territoriali ( Filiali, CMP, RAM) Coach interni Piano formativo Dirigenti Mercati e strumenti finanziari (MIFIDrelazione di vendita) SCCR Rete Commerciale CLA Filiera Commerciale MP Accettazione Grandi Clienti SP Mercati e strumenti finanziari (MIFIDparte normativa) Messi Notificatori Antiriciclaggio Economics Guida Sicura Sicurezza Aeroportuale Qualità ISO SP Sicurezza Fisica Sistemi IBM Specialisti SAP Specialistica alto livello Sistemi di Rete di nuova generazione RUO/FCRSI 03/07/2009

3 Formazione: l approccio Novità Definizione di un Piano di Formazione e Addestramento in un quadro organico e unitario Attenzione al recupero di costi mediante accesso ai fondi di finanziamento della formazione Rilevazione e Pianificazione Rilevazione delle esigenze Pianificazione delle attività quali-quantitativa Arco Temporale Interno anno 2009 RUO/FCRSI 03/07/ /07/2009

4 Indice dei progetti Progetti Mercato Privati Antiriciclaggio 2009 Conoscenze specialistiche in materia di gestione del risparmio Progetti Tutela Aziendale Il sistema di gestione SSL in PI secondo la specifica OHSAS TU 81/08 Progetti Servizi Postali Messi Notificatori Sistema Recapito Certificazioni ISO 9001 e Tecniche di Auditing Progetti Corporate/Trasversali Generare Innovazione Percorso Istituzionale Giovani Laureati Coach aziendali Comitati Pari Opportunità Titoli e derivati: focus bilancio e segnalazioni Contact Center SAP-ESP (Chiusure di Bilancio) Cantiere Valori

5 Progetti Mercato Privati Versione: 1.0. RUO-FCRSI

6 SEMINARI ANTIRICICLAGGIO SEMINARI ANTIRICICLAGGIO 2009 Profili normativi/applicativi

7 Contesto, obiettivi e popolazione coinvolta 7 Contesto I seminari si inseriscono nell ambito del programma di attività formative Antiriciclaggio 2009 presentato al CdA. Obiettivi Illustrare la normativa e l evoluzione giurisprudenziale in materia di Antiriciclaggio, ponendo in risalto le possibili ricadute su Poste Italiane ed in particolare sui singoli operatori postali, per i casi di mancata osservanza degli adempimenti previsti. Destinatari Responsabili Operation e referenti processi normativi aree territoriali e filiali. (circa 160 persone) Durata e edizioni 1g., per 5 edizioni (Torino,Venezia, Napoli, Roma, Napoli) 3 se in videoconferenza

8 Presupposti La giornata seminariale dovrà essere tenuta dal Responsabile della Funzione Antiriciclaggio di PI, accompagnato da esperti individuati nell ambito della Guardia di Finanza o dell UIC. Il relatori provenendo da differenti esperienze collegate ad attività istituzionali in campo antiriciclaggio garantiranno, infatti, la diffusione di un messaggio che tiene conto di una pluralità di aspetti interpretativi. L esperienza maturata da un Ufficiale del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria della Guardia di Finanza (che segue le indagini antiriciclaggio) può dare ai partecipanti un idea di quali siano gli obiettivi perseguiti da una richiesta di accertamenti connessi ad indagini; un esponente dell UIC può aiutare a comprendere meglio cosa interessi all Ufficio in relazione all attività segnalativa in questione E in corso di verifica l iinserimento nel gruppo di relatori anche un esperto del Ministero dell Economia e delle Finanze, che può illustrare le novità legislative in materia.

9 Programma didattico Processi aziendali antiriciclaggio Responsabile della funzione Riciclaggio Profili operativi Risultati di attività della Funzione Rappresentante del MiniEconomia (o Prof. Universitario) Attuale normativa antiriciclaggio Le nuove disposizioni di attuazione della III Direttiva Rappresentante dell UIC Segnalazione delle operazioni sospette Gli approfondimenti dell ufficio Analisi delle segnalazioni delle operazioni sospette trasmesse dall UIC Gli approfondimenti investigativi Rappresentante del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria della Guardia di Finanza

10 Programma di formazione in materia Antiriciclaggio anno 2009 RUO-FCRSI- elearning e Metodologie

11 Premessa Il programma di attività formative per il personale di Poste Italiane in materia di Antiriciclaggio, elaborato per l anno 2009, si impernia, come negli anni precedenti, anche sull erogazione di formazione in modalità elearning. L impianto formativo concepito tiene conto di quanto è stato fatto negli anni passati e delle nuove esigenze di formazione e di aggiornamento nell ambito della normativa antiriciclaggio. E pertanto, strutturato in tre nuovi corsi intesi a fornire: formazione di base a coloro che per la prima volta hanno necessità di approfondire la tematica in relazione alle esigenze previste dal ruolo; aggiornamento delle conoscenze, in risposta agli obblighi di formazione continua previsti dalla normativa. RUO- FCRSI - elearning e Metodologie

12 Sintesi dei tre corsi Corso Target Esigenza Contenuti Durata Corso Base per DUP e OSP Direttori Up e Operatori di sportello, collaboratore DUP e referenti Operation Formazione iniziale Contenuti orientati all operatività di sportello con l obiettivo di fornire le conoscenze fondamentali di carattere sia normativo che operativo. 5,30 h Corso Base per figure commerciali Specialisti Commerciali Clienti Retail, Professional Commerciali, Specialisti Clienti PMI e Responsabili PosteBusiness Formazione iniziale Contenuti personalizzati sulle esigenze formative di tale target: le esercitazioni e i casi saranno orientati all operatività specifica del ruolo. 3 h Corso di formazione permanente Direttori Up; Operatore di sportello; Specialisti Comm. Clientela Retail e altre figure commerciali; collaboratore DUP e referenti Operation Aggiornamento/ mantenimento delle conoscenze Contenuti orientati sia all operatività di sportello sia a quella dei ruoli commerciali per rinforzare e approfondire attraverso casi ed esercitazioni le conoscenze già in possesso dei discenti. 1, 30 h RUO- FCRSI - elearning e Metodologie

13 Metodologia corso Base DUP e OSP E un corso istituzionale rivolto al personale a contatto diretto col pubblico, che fruisce per la prima volta la formazione antiriciclaggio. Attraverso esempi, casi reali ed esercitazioni saranno affrontati i seguenti argomenti: Obblighi di adeguata verifica e registrazione (UD1 Conosci il tuo cliente); Limitazioni all uso del contante e dei titoli al portatore (UD2 Conosci come operare); La segnalazione dell operazioni sospette (UD3 Conosci come segnalare le operazioni sospette); Trasversalmente in ciascuna unità didattica saranno definiti i fenomeni di riciclaggio e di finanziamento al terrorismo, gli aspetti normativi e sanzionatori. Di seguito, lo schema metodologico adottato: Introduzione definitoria degli argomenti Esempi e casi reali Sviluppo dei concetti proposti nei casi Esercitazioni/ test di apprendimento RUO- FCRSI - elearning e Metodologie

14 Metodologia corso Base fig. commerciali Il corso base per gli specialisti commerciali è un corso personalizzato sulle esigenze formative di tale target con esercitazioni e casi di studio focalizzati sull operatività specifica del ruolo. La casistica si concentrerà in particolare sulle seguenti operazioni: Adeguata verifica relativa all apertura di conti e dossier titoli; Operazioni di investimento; Segnalazioni di operazioni sospette. Di seguito, lo schema metodologico adottato: Introduzione definitoria degli argomenti Esempi e casi reali Sviluppo dei concetti proposti nei casi Esercitazioni/ test di apprendimento RUO- FCRSI - elearning e Metodologie

15 Metodologia corso Formazione Permanente Si caratterizza come un attività formativa finalizzata all apprendimento continuo che, attraverso casi ed esercitazioni, permette di verificare, rinforzare e approfondire le conoscenze già in possesso dei partecipanti sui differenti temi trattati. E rivolto al personale che negli anni scorsi ha già fruito della formazione di base in conformità agli adempimenti normativi antiriciclaggio. Il corso è articolato in due casi di studio che prendono in esame l operatività completa, dall adeguata verifica alla segnalazione delle operazioni sospette. L utilizzo di questa metodologia induttiva, permette di richiamare i diversi argomenti partendo dai casi rappresentati in situazioni reali, personalizzati sulla realtà di Poste e illustrati attraverso vignette. Di seguito, un esempio di caso di studio: Siamo in un piccolo ufficio postale, si presenta allo sportello il signor Rossi Marco. Ad accoglierlo c è lo sportellista Riccardo Buongiorno dovrei versare un assegno per conto della società per cui lavoro. E un assegno di Salve, prima deve compilare il modulo per l adeguata verifica ai fini antiriciclaggio. RUO- FCRSI - elearning e Metodologie

16 Programmazione attività 2009 Corso Destinatari Periodo di svolgimento Totale partecipanti Corso Base per DUP e OSP Direttori Up e Operatori di sportello di nuova immissione al ruolo 2 semestre Dicembre 09 /gennaio 2010 Ca Corso Base per figure commerciali Specialisti commerciali 2 semestre Dicembre 09 /gennaio 2010 ca Corso di formazione permanente Direttori Up; Operatore di sportello; Specialisti Comm. Clientela Retail e altre figure commerciali Da settembre 2009 ca RUO- FCRSI - elearning e Metodologie

17 Piano di formazione su Conoscenze specialistiche in tema di gestione del risparmio Descrizione dei corsi online sviluppati da ABIFormazione e attività di tutoraggio a supporto RUO - FCRSI - E-learning e Metodologie

18 Premessa Poste Italiane ha previsto per il 2009 l erogazione di un percorso formativo online sul tema dei mercati e degli strumenti finanziari per la Gestione del Risparmio. Il piano formativo è rivolto alla popolazione degli specialisti commerciali clientela retail (SCCR). Popolazione stimata: 5500 partecipanti Obiettivo del piano formativo è quello di accrescere le conoscenze di questa popolazione con una duplice finalità: apportare un costante aggiornamento professionale fornire un completamento tecnico-specialistico del percorso formativo sul tema MiFID di cui è parte integrante. RUO - FCRSI - E-learning e Metodologie

19 Modello didattico Il modello didattico prevede l utilizzo della metodologia elearning supportata dalla presenza di tutor online esperti. Il corso online (web based training) fornisce conoscenze, esempi, casi ed esercitazioni. Il tutor online, è sempre disponibile per rispondere a qualsiasi dubbio del discente sui contenuti trattati, per sviluppare approfondimenti tematici e, più in generale per supportare l utente durante il processo di apprendimento. Online training Corso 1 Corso 2 Corso n Tutoraggio online RUO - FCRSI - E-learning e Metodologie

20 Il corso online Il percorso formativo online dal titolo La gestione del risparmio si compone dei seguenti titoli con la rispettiva durata: TITOLO CORSO DURATA (ORE) Risparmio, investimento e scelte di portafoglio 4,5 I titoli di debito 1,5 I titoli di capitale 1,5 Gli strumenti derivati 2 I titoli strutturati 1 La gestione collettiva del risparmio 1,5 I mercati finanziari 1 I corsi della collana sono stati progettati e sviluppati da ABIFormazione, a garanzia dell elevata qualità dei contenuti. RUO - FCRSI - E-learning e Metodologie

21 L attività di tutoraggio Su ciascuno dei corsi sarà attivo il supporto del tutor. I tutor saranno selezionati da Poste Italiane sulla base delle competenze specialistiche possedute sui corsi in oggetto e delle capacità didattiche e comunicative. L attività di tutoraggio coprirà tutto l arco dell intervento formativo Ciascun tutor seguirà fino ad un massimo di 100 discenti e risponderà attraverso alle loro richieste. Le risposte dovranno pervenire al discente entro 24 ore dalla richiesta. Sono previste due figure di supporto all azione dei tutor: il supervisor dei contenuti per garantire l elevata qualità delle informazioni fornite il coordinatore didattico e metodologico in grado di assicurare omogeneità all intera squadra dei tutor. RUO - FCRSI - E-learning e Metodologie

22 Pianificazione Per favorire il processo di apprendimento i partecipanti eseguiranno un autovalutazione in ingresso. In questo modo sarà possibile suddividere la popolazione dei discenti in tre gruppi: elevato bisogno formativo medio bisogno formativo basso bisogno formativo In rapporto al bisogno formativo riscontrato i partecipanti seguiranno percorso online più o meno lungo, personalizzato sulle loro esigenze RUO - FCRSI - E-learning e Metodologie

23 Pianificazione di massima Popolazione coinvolta ed entità dell intervento formativo. In preventiva si stima che: il 50% della popolazione avrà un bisogno formativo elevato il 30% avrà un bisogno formativo medio il 20% un bisogno formativo basso. Popolazione Bisogno formativo Numero di corsi assegnati 2750 Elevato Tutti 1650 Medio Basso 2-3 RUO - FCRSI - E-learning e Metodologie

24 Progetti Tutela Aziendale Versione: 1.0. RUO-FCRSI

25 IL SISTEMA DI GESTIONE SSL IN POSTE ITALIANE SECONDO LA SPECIFICA OHSAS Versione: 1.0 TA - GCSL Deleghe, Supporto Formativo e Sorveglianza Sanitaria

26 Sistema di gestione OHSAS18001 Premessa Con delibera del , il CdA di Poste Italiane ha previsto l ampliamento del Modello organizzativo ex D.Lgs 231/2001 disponendo l adozione di Sistemi di Gestione della Sicurezza sul Lavoro secondo lo standard OHSAS per tutte le 32 unità produttive di Poste Italiane. In tale ottica, Poste Italiane ha avviato la progettazione e l implementazione, con proprie risorse, di 32 sistemi di gestione certificabili secondo la OHSAS 18001:2007. Con il progetto formativo in argomento, si intende migliorare il grado di conoscenza, sulla materia specifica, di Progettisti e Responsabili dei citati Sistemi di Gestione per una favorevole attuazione di tale iniziativa. Versione: 1.0 TA GCSL Deleghe, Supporto Formativo e Sorveglianza Sanitaria

27 Sistema di gestione OHSAS18001 Il corso OHSAS Destinatari (circa 70 risorse): Progettisti OHSAS di Tutela Aziendale Responsabili dei Sistemi di Gestione SSL delle Unità Produttive di Poste Italiane, nominati dai Datori di Lavoro. Durata: 36 h (Modulo 1: 31 h - Modulo 2: 5 h) Metodologia didattica: aula Dimensione aule: 20/25 persone max Docenti: società esterna + formatori TA Versione: 1.0 TA GCSL Deleghe, Supporto Formativo e Sorveglianza Sanitaria

28 Sistema di gestione OHSAS18001 Obiettivi del corso Fornire ai partecipanti conoscenze utili alla progettazione e implementazione del Sistema di Gestione per la Sicurezza, certificabile secondo la norma OHSAS 18001:2007 Versione: 1.0 TA GCSL Deleghe, Supporto Formativo e Sorveglianza Sanitaria

29 Sistema di gestione OHSAS18001 Programma del corso Modulo 1 (31 h società esterna specializzata) Normativa cogente in materia di SSL. Progettazione ed implementazione di un SGSSL Modulo 2 (5 h docenti TA) Assetto delle responsabilità SSL in Poste Italiane Utilizzo delle piattaforme informatiche aziendali (GDO DMS; GIW SEI; DMS; Gestione verifiche) Versione: 1.0 TA GCSL Deleghe, Supporto Formativo e Sorveglianza Sanitaria

30 Corso Testo Unico Decreto Legislativo 81/08 Versione: 1.0 TA - GCSL Deleghe, Supporto Formativo e Sorveglianza Sanitaria

31 D.Lgs. 81/08 Premessa Dal 15/05/2008 è in vigore il D.Lgs. 81/ Nuovo Testo Unico Sicurezza sul Lavoro in attuazione dell art. 1 della legge 3 agosto 2007 n Il Decreto, che abroga il D.Lgs. 626/94, costituisce il riordino ed il coordinamento delle norme vigenti in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro in unico testo normativo. Versione: 1.0 TA GCSL Deleghe, Supporto Formativo e Sorveglianza Sanitaria

32 D.Lgs. 81/08 Il corso sul Testo Unico Destinatari (circa 80 risorse): ASPP Figure aziendali coinvolte nel processo di gestione della sicurezza Durata: 12 h Metodologia didattica: aula Dimensione aule: 20/25 persone max Docenti: società esterna Versione: 1.0 TA GCSL Deleghe, Supporto Formativo e Sorveglianza Sanitaria

33 D.Lgs. 81/08 Obiettivi del corso Illustrazione delle modifiche e delle integrazioni apportate alla legislazione in materia di salute e sicurezza del lavoro introdotte da D.Lgs. 81/08, quali: nuovi obblighi a carico dei principali attori della prevenzione il rafforzamento del ruolo degli RLS un nuovo sistema sanzionatorio Versione: 1.0 TA GCSL Deleghe, Supporto Formativo e Sorveglianza Sanitaria

34 D.Lgs. 81/08 Programma del corso D.Lgs. 626/94 e D.lgs. 81/208 - Le principali novità normative (definizioni, ruoli, aspetti generali) Le principali figure interessate: il Datore di Lavoro, il RSPP, il Dirigente, il Preposto, il RLS Il sistema delle deleghe, le responsabilità delegabili, il potere di spesa e di gestione Il DUVRI (modifiche al ex art.7 D.Lgs. 626/94) La Formazione e l informazione aspetto fondamentale nella prevenzione del rischio: figure e obblighi Il D.lgs. 231/01: ambito di applicazione e nuove figure di reato in ambito di sicurezza sul lavoro L Organismo di Vigilanza, cenni generali sulla redazione del Modello Organizzativo Versione: 1.0 TA GCSL Deleghe, Supporto Formativo e Sorveglianza Sanitaria

35 Progetti Servizi Postali Versione: 1.0. RUO-FCRSI

36 MESSI NOTIFICATORI GARA EQUITALIA S.p.A. Affidamento del servizio di notificazione delle cartelle e degli altri documenti esattoriali

37 Contesto Equitalia S.p.A è una società istituita per svolgere il servizio di riscossione nazionale dei tributi. Ha acquisito la maggioranza delle quote azionarie dei concessionari del servizio di riscossione dei tributi e svolge per essi attività di coordinamento e direzione. In un ottica di razionalizzazione delle procedure e dei costi ha indetto una gara per: L affidamento del servizio di notificazione delle cartelle e degli altri documenti esattoriali.

38 Servizio richiesto a Poste Nel mese di dicembre 2008, PosteItaliane ha partecipato alla gara del gruppo Equitalia per l affidamento del servizio di notificazione delle cartelle e degli altri documenti esattoriali sul territorio nazionale, suddiviso in 4 lotti. A seguito di tale gara, PosteItaliane è risultata pre-aggiudicataria del Lotto 1, che riguarda 32 province sulle aree del centro-nord; l erogazione del servizio coinvolgerà potenzialmente oltre persone (tra Portalettere e Capi Squadra Recapito dei territori di riferimento). Il progetto di formazione è indispensabile per l erogazione del servizio ed è finalizzato all acquisizione delle competenze necessarie al rilascio dell attestato di messo notificatore per tutto il predetto personale; il corso sarà realizzato in modalità blended (elearning + aula).

39 Articolazione progetto formativo Obiettivi didattici: conoscere gli aspetti normativi, le modalità di consegna e gli adempimenti da effettuare in relazione alle diverse tipologie di destinatari (persone fisiche o giuridiche) degli atti oggetto della notifica. Destinatari Ptl e C.sq N. Partecipanti per aula N. Edizioni (stima) Durata Obiettivo formativo Idoneità max ore e-learning + 5h lezione aula +1 ore verifica apprendimento Riqualificazione del personale portalettere al fine di acquisire i servizi di notificazione delle cartelle e degli altri documenti esattoriali Verifica di apprendimento + attestato Propedeuticità: Il completamento del corso in autoapprendimento on line (fase 1) è propedeutico alla partecipazione alla giornata d aula (fase 2) e al contestuale rilascio (in seguito a superamento di test finale) dell attestato di messo notificatore Materiale didattico: Vademecum del messo (principali casistiche) Procedure operative standard messo notificatore Manuale specifico per messo notificatore con palmare

40 Strutture territoriali coinvolte RUR ALT RAM PROVINCE TOTALE ZONE CONCESSIONARIE PARTECIPATE UNIVERSALI + 15% DI EQUITALIA MODENA 575 Equitalia Emilia Nord FERRARA 323,15 Equitalia Emilia Nord 2 FORLI -CESENA 301,3 Equitalia Romagna CENTRO NORD CENTRO NORD RAVENNA 338,1 Equitalia Romagna RIMINI 225,4 Equitalia Romagna PARMA 423,2 Equitalia Emilia Nord 3 PIACENZA 266,8 Equitalia Emilia Nord REGGIO EMILIA 405,95 Equitalia Emilia Nord 1 VICENZA 670,45 Equitalia Nomos 3 BELLUNO 228,85 Equitalia Nomos TREVISO 630,2 Equitalia Nomos BOLZANO 487,6 Equitalia Trentino Alto Adige - Sud Tirol NORD EST NORD EST 4 TRENTO 511,75 Equitalia Trentino Alto Adige - Sud Tirol VERONA 664,7 Equitalia Nomos GORIZIA 112,7 Equitalia Friuli Venezia Giulia 5 PORDENONE 262,2 Equitalia Friuli Venezia Giulia TRIESTE 178,25 Equitalia Friuli Venezia Giulia UDINE 480,7 Equitalia Friuli Venezia Giulia 1 TORINO 1553,65 Equitalia Nomos AOSTA 135,7 Equitalia Nomos 2 ASTI 249,55 Equitalia Sestri CUNEO 607,2 Equitalia Sestri BIELLA 163,3 Equitalia Sestri NOVARA 257,6 Equitalia Sestri 3 NORD OVEST NORD OVEST VERBANIA 136,85 Equitalia Sestri VERCELLI 146,05 Equitalia Sestri 4 GENOVA (provincia) 271 Equitalia Sestri LA SPEZIA 203,55 Equitalia Sestri ALESSANDRIA 435,85 Equitalia Nomos 5 IMPERIA 235,75 Equitalia Sestri SAVONA 288,65 Equitalia Sestri LOMBARDIA LOMBARDIA 5 MANTOVA 311,65 Equitalia Nomos ,65 6

41 Lo sviluppo della cultura manageriale ed industriale Piano formazione HRO - FCI - Formazione

42 Attività realizzate nel triennio

43 Obiettivi Potenziare e rinforzare le competenze manageriali e gestionali in SP, su gruppi omogenei, al fine di sostenere l efficacia operativa ed il miglioramento dei risultati aziendali in un contesto organizzativo in profondo cambiamento. Sostenere la leadership e la consapevolezza di ruolo organizzativo Rendere più efficace la gestione della squadra Applicare approcci e metodi comuni nella gestione dell esistente in ottica di miglioramento Sviluppare e diffondere la cultura industriale per raggiungere e mantenere standard di qualità ed efficienza del servizio

44 Cosa è stato fatto in sintesi 1/3 Periodo di riferimento: ALT gg/uomo Per gli 11 Responsabili ALT ed il loro Team di Direzione è stato implementato il Progetto MMTD (Metodi Manageriali Team Direzionale) il cui taglio fortemente esperenziale ha permesso, in ciascuna ALT, la realizzazione concreta di progetti trasversali a tutte le funzioni ( servizio e produzione ). Il Responsabile ALT e la sua squadra sono stati affiancati con modalità counselling e action learning e dotati di una serie di strumenti comuni per migliorare l efficacia manageriale (project management, problem solving, miglioramento continuo, gestione delle riunioni, ecc.). RAM 350 gg/uomo Per i 34 RAM è stato sviluppato un percorso di 4 moduli finalizzato a potenziarne il ruolo, rendere più efficace la gestione della squadra decentrata, favorire una più adeguata capacità di lettura del contesto territoriale, monitorare e governare al meglio le variabili che impattano su costi e qualità. I contenuti dei moduli formativi sono stati messi in pratica e potenziati attraverso specifici Project Work assistiti. Inoltre il trasferimento del modello di coaching come nuovo approccio relazionale nella gestione della propria squadra e le sessioni individuali di coaching completano il percorso al fine di velocizzare la trasferibilità degli apprendimenti nell agire quotidiano.

45 Cosa è stato fatto in sintesi 2/3 Periodo di riferimento: 2008 CPD/CSD gg/uomo Per i 600 Responsabili CPD e i 300 Responsabili CSD è stato sviluppato un percorso di 3 moduli finalizzato a far acquisire le chiavi interpretative del ruolo nei processi aziendali e nella gestione operativa, comprendere le logiche e gli strumenti per gestire la squadra, acquisire i criteri per generare qualità nel servizio al cliente. A sostegno dell apprendimento il percorso prevede un Piano di Miglioramento Individuale, aggiornato, condiviso periodicamente da ciascuno con il proprio RAM e valutato a fine percorso. CS 800 gg/uomo Per i Capi Squadra il percorso formativo prevede un modulo a sostegno del ruolo (cambiamento, squadra, leadership, ecc) nello specifico contesto oragnizzativo. A conclusione del modulo viene definito un Piano d Azione per mettere in pratica quanto sperimentato in aula. A distanza di 2/3 settimane i partecipanti si confrontano in una sessione di follow up su eventuali difficoltà ad entrare nel nuovo ruolo, strategie adottate per la risoluzione di tali difficoltà, vantaggi ottenuti nell adozione del nuovo ruolo.

46 Cosa è stato fatto in sintesi 3/3 Periodo di riferimento: 2006 Capi CMP gg/uomo Per i 701 Capi Squadra e 311 Capi Settore - Capi Turno - Capi Reparto il percorso formativo è strutturato in un modulo a sostegno del ruolo (cambiamento, le relazioni nel team, la gestione dei costi, i colloqui gestionali, ecc) nello specifico contesto organizzativo e focalizzato sui seguenti obiettivi: sensibilizzare al contenimento dei costi di gestione sollecitare riflessioni operative sulle dinamiche del colloquio migliorare la gestione degli aspetti relazionali impliciti nella gestione del colloquio migliorare le modalità operative del colloquio (luogo, fasi, etc.) A conclusione del modulo è stato definito un Piano d Azione per mettere in pratica quanto sperimentato in aula. A distanza di 2/3 settimane i partecipanti si sono confrontati in una sessione di follow up su eventuali difficoltà ad entrare nel nuovo ruolo, strategie adottate per la risoluzione di tali difficoltà, vantaggi ottenuti.

47 PERCORSO FORMATIVO RAM Capire Agire Verificare 1 modulo Gli scenari e il nuovo modello organizzativo Il RUOLO DEL Responsabile RAM 2 modulo LA GESTIONE DEI COLLABORATORI E DELLA SQUADRA DECENTRATA 3 modulo GLI STRUMENTI PER LA GESTIONE DELL UNITÀ ORGANIZ.VA 4 modulo IL MONITORAGGIO DEI RISULTATI (Economics) Format le jene durata 2gg durata 2gg Format camera cafè durata 2gg durata 2gg Sperimentare Project work assistiti (durata 6 ½ giornate, sul posto di lavoro) Sessioni di coaching dedicate Tot. 11 gg.

48 PERCORSO FORMATIVO RESP CPD 2gg 2gg 2gg 1 modulo Sviluppare più valore nel Ruolo Responsabile CPD - CSD e nel Funzionamento Organizzativo 2 modulo Sviluppare più valore nella gestione della squadra 3 modulo Generare Qualità nel Servizio al Cliente Format Format le jene camera cafè Autodiagnosi e Piano di miglioramento Incontro con Resp.le RAM Supporto del Responsabile RAM Incontro finale con Resp.le RAM

49 ARTICOLAZIONE DEL PERCORSO CAPI SQUADRA PORTALETTERE Percorso Capi Squadra 1 MODULO FOLLOW UP Role Play camera cafè Format le jene Sono previste ulteriori 11 edizioni destinate anche ai Capi Squadra di nuova nomina.

50 Cantieri dal 2009

51 Condensato RAM Per i 7 neo nominati sul ruolo di RAM, non avendo questi ultimi fruito di nessuna attività formativa sono previsti 2 moduli formativi che permetteranno in breve tempo un allineamento rispetto a chi ha già fruito delle attività formative. 1 modulo Gli scenari e il nuovo modello organizzativo. Il ruolo del Responsabile RAM e gli strumenti per la gestione dell unità organizzativa 2 g 2 modulo LA GESTIONE DEI COLLABORATORI E DELLA SQUADRA DECENTRATA 2 g Al termine dei 2 moduli i 7 RAM potranno procedere nelle nuove attività formative previste per il 2009 potendo contare sul reale allineamento del know how dei Resp. RAM che sarà così fondato su conoscenze/competenze comuni.

52 Workshop sul tema CLIENTE CIRCA 200 DESTINATARI: Staff Centrale, ALT, Team Direzionale di ALT, RAM, Responsabili CMP Il Workshop sul tema CLIENTE è finalizzato a: rinnovare la professionalità generando momenti di confronto e chiarimento sull evoluzione del concetto di CLIENTE di SP (retail vs. business, mittente vs. destinatario); lavorare attivamente sulla centralità del cliente nel processo gestito, attraverso specifici temi da sviluppare e su cui impostare progetti di sviluppo: favorire occasione di confronto con altre strutture organizzative Vendita Business); (es. raccogliere dalla viva voce dei propri clienti le aspettative di miglioramento del servizio reso (intervento Clienti Business). DURATA: 2 gg

53 MMTD per il Team di ALT 1/2 Il progetto MMTD per il Team di ALT è complessivamente giunto nella sua fase conclusiva. Allo scopo di rendere maggiormente efficace l intervento formativo e favorire una sempre maggior diffusione ed utilizzo degli strumenti manageriali per la gestione dei progetti ed il miglioramento dei processi, si propone l individuazione e la formazione di una persona esperta, presso ogni ALT, che attraverso una rinnovata professionalità dia sostegno e continuità a questo processo di cambiamento nei suoi diversi aspetti di analisi (quali processi migliorare), di metodologia (come e con quali strumenti) e di program management (verifica andamento progetti ed azioni correttive). Il Referente MMTD sarà da individuare tra le seguenti figure di ALT, in relazione alle competenze già possedute dal titolare: Responsabile della Qualità, in coerenza con i contenuti di ruolo; Responsabile delle Operation/Recapito, in coerenza con lo standing di ruolo e con i risvolti applicativi dei metodi/strumenti.

54 MMTD per il Team di ALT 2/2 Formazione sviluppo skill (2 gg.) capacità Formazione Si riporta una ipotesi di intervento finalizzato alla crescita e consolidamento delle Formazione su metodologia (4 gg.) conoscenze competenze del Referente MMTD. Assistenza individuale Alla famiglia professionale Avvio del processo ( gg. nei primi 2 mesi) Supporto a distanza via telefono o personalizzato Incontri strutturati a tema (incontri da verificare secondo esigenze) Incontri di confronto su progetti specifici (incontri da verificare secondo esigenze) Incontri di aggiornamento (n 1 2 incontri) (½ giornata per partecipante) (4 incontri di ½ giornata per ciascuna delle strutture coinvolte) 1 anno

55 Focus di approfondimento per i RAM 1/2 Il progetto formativo per i RAM continuerà nel 2009 nel processo di rinnovamento della professionalità completando il percorso già avviato (in particolare i Project Work ed il Coaching). Sulla base delle evidenze raccolte direttamente in aula emergono 2 specifici ambiti su cui investire attraverso un ulteriore rinforzo formativo: la gestione integrata della squadra, ovvero la capacità di porre la giusta attenzione e saper integrare il contributo di tutti i propri collaboratori, sia di linea (CPD) sia di staff (COG, RU, Sicurezza) lo sviluppo di una più forte cultura del dato, intesa come capacità di leggere, interpretare ed agire in modo strutturato su variabili ed indicatori di qualità e costo (in stretta relazione con gli strumenti/sistemi di monitoraggio e gestione attualmente in sviluppo). Seguendo il medesimo impianto metodologico, già attuato con la filiera RAM/CPD/CS, l intervento potrà essere focalizzato sulla relazione RAM/risorse di staff. Il tassello formativo la cultura del dato implicherà fortemente la relazione RAM-COG.

56 Focus di approfondimento per i RAM 1/2 1 modulo LA GESTIONE INTEGRATA DELLA SQUADRA 2 modulo LA CULTURA DEL DATO 3 edizioni per ciascun modulo 2 gg 2 gg Si prevede l utilizzo di un BUSINESS GAME specificatamente progettato sulla realtà del Recapito al fine di velocizzare e mettere in pratica gli apprendimenti. Questa fase prevede il coinvolgimento, da parte del RAM, di tutte le risorse della squadra di staff con particolare riferimento al COG. sessioni di coaching dedicate 5 incontri individuali per persona

57 Struttura Accettazione Grandi Clienti È stata rilevata l esigenza formativa rivolta alla professionalizzazione del un nuovo ruolo Specialista Customer Support che all interno dei CMP lavora nella Struttura Accettazione Grandi Clienti. Per le 40 persone che ricoprono questo ruolo si dovrà costruire un percorso formativo strutturato su una piattaforma unica, costituita da tutti gli elementi che gli specialisti dovranno avere come tratti distintivi del loro ruolo (da definire a valle del prossimo OdS SP). Il percorso dovrà essere articolato sulle seguenti macro aree: Comunicazione: verbale, non verbale, telefonica; Relazione con il cliente: l ascolto attivo, capacità di individuare le esigenze, la fidelizzazione; Contesto organizzativo: le altre strutture di Poste Italiane (come e quando entrarvi in contatto). Presidio del servizio: proattività, la risoluzione dei problemi.

58 Risorse di STAFF Potranno, inoltre, essere attivati i percorsi comportamentali e/o specialistici finalizzati ad un rinnovamento delle professionalità delle altre figure della RAM. IN AMBITO RAM Controllo Operativo e Gestione Specialista Safety, Security 34 Controllo Operativo e gestione 68 Specialista Safety,Security IN AMBITO CPD Specialista Monitoraggio e Qualità 627 Specialista Monitoraggio Q.

59 Responsabile COG di RAM 1/2 Il progetto formativo per professionalizzare i COG prevede due ambiti di intervento: l ascolto e l integrazione nella squadra ovvero: sviluppare capacità di ascolto e orientamento alle esigenze sia verso i propri collaboratori sia verso i maggiori interlocutori, attraverso un modello relazionale che utilizza un ruolo da facilitatore piuttosto che da propositore di soluzioni proprie, sollecitando proattività attraverso una spinta all azione ; sviluppare maggiore integrazione per favorire risultati più focalizzati e minore dispersione di qualità. lo sviluppo di specifiche competenze tecniche proprie del ruolo, ovvero: generare la qualità dei processi attraverso l interpretazione del dato per trovare le soluzioni più adeguate che rendano le persone stesse protagoniste degli obiettivi raggiunti (in ottica di soddisfazione del CLIENTE e del MIGLIORAMENTO CONTINUO); acquisire piena consapevolezza dei costi della non qualità, assegnando un giusto peso e valore alle diverse fasi del processo; realizzare azioni di miglioramento (metodi e strumenti).

60 Responsabile COG di RAM 2/2 1 modulo ASCOLTO E INTEGRAZIONE NELLA SQUADRA 2 modulo FARE QUALITA A COSTI SOSTENIBILI Leggere il processo e gli indicatori per agire il miglioramento nel recapito 2 gg 5 gg Nell ambito del secondo modulo si prevede uno specifico coinvolgimento del RAM nell indirizzare e supportare il COG in progetti/azioni di miglioramento sul processo/attività gestiti. Autodiagnosi e Piano di miglioramento 3 edizioni per ciascun modulo Incontro con RAM 3 edizioni Supporto del Responsabile RAM Incontro finale con RAM

61 Specialista Safety e Security di RAM Gli Specialisti Safety e Security sono stati coinvolti nel corso del 2008 in uno specifico percorso formativo a sostegno delle competenze specialistiche. In particolare gli Specialisti Safety sono stati coinvolti dalla competente funzione S&S/GCLS/Deleghe e Supporto Formativo in sessioni di formazione e aggiornamento sul tema di Sicurezza sul Lavoro. Gli Specialisti Security, in quanto coinvolti anche in attività di Facility Management, hanno seguito 2 specifici moduli: Quadro esigenziale e contratti di servizio; Fascicolo di fabbricato. La loro formazione proseguirà in un percorso di professionalizzazione che nel 2009 con tre giornate/partecipante dedicate al tema della Sicurezza Fisica (rischio, contromisure, normativa, gestione delle crisi).

62 Specialista Monitoraggio e Qualità CPD 1/2 Il progetto formativo finalizzato a supportare la professionalità degli Specialisti Monitoraggio e Qualità dei 600 CPD prevede tre ambiti di intervento, in analogia e continuità con il percorso pensato per i COG: il cambiamento ovvero: conoscere strategie e relative logiche per meglio comprendere e affrontare nuovi scenari potenziare e rinforzare il ruolo per affrontare un settore complesso e strategico l ascolto e l integrazione nella squadra ovvero: sviluppare capacità di ascolto e orientamento alle esigenze verso i principali interlocutori, attraverso un modello relazionale che utilizza un ruolo da facilitatore piuttosto che da propositore di soluzioni proprie, sollecitando proattività attraverso una spinta all azione. sviluppare maggiore integrazione per favorire risultati più focalizzati e minore dispersione di qualità lo sviluppo di specifiche competenze tecniche proprie del ruolo, ovvero: conoscere e comprendere le esigenze del CLIENTE nel processo gestito; saper leggere ed interpretare i dati di qualità e costo (acquisendo consapevolezza del costo della non qualità) al fine di una gestione proattiva del processo di miglioramento nei CPD; acquisire metodi e strumenti per l attivazione e la gestione delle azioni di miglioramento dei processi.

63 Specialista monitoraggio e qualità CPD 2/2 1 modulo ATTUALE CONTESTO E SCENARI FUTURI LE LOGICHE IN CUI OPERARE 2 modulo L APPROCCIO RELAZIONALE FINALIZZATO A RISULTATI SFIDANTI 2 modulo CLIENTE, QUALITA E MIGLIORAMENTO 40 edizioni per ciascun modulo 1 g 1 g 3 gg Piano d Azione Condivisione Responsabile CPD

64 Certificazioni ISO 9001 e tecniche di auditing Programma 2009 HRO - FCI - Formazione

65 Premessa Nel corso del 2009 continuerà il processo di certificazione ISO9001 e ISO per i CMP e i CPD. Il processo di certificazione prevede, tra i suoi requisiti essenziali, l attivazione di un percorso formativo dedicato alle figure professionali che seguono il tema della Qualità.

66 Ruoli interessati dal percorso formativo All interno delle attività propedeutiche alla certificazione viene inserito un piano di formazione, rivolto ai ruoli sotto indicati: Corso base ISO 9001 destinato a: CPD (Direttore e Qualità) CMP (Direttore, Prime Linee e Collaboratori Qualità) ALT Qualità (Responsabile + Specialisti Qualità) ALT Recapito (Responsabile + 1 o 2 collaboratori) ALT RAM (Responsabile + COG) Recapito Centrale Operation Centrale Per un totale di 69 persone

67 Ruoli interessati dal percorso formativo Corso Tecniche di Auditing ISO destinato a: CMP (Responsabile Qualità e 1 Collaboratore) CPD (Qualità) ALT Qualità (Responsabile + Specialisti Qualità) ALT Recapito (Collaboratori) ALT RAM (COG) Recapito Centrale Operation Centrale Per un totale di 50 persone

68 CMP interessati dall iniziativa Distribuzione Certificazioni per Area Logistica Territoriale CMP MI BORROMEO posta registrata, prioritaria, massiva e commerciale CSI MI posta internazionale CMP TO posta registrata, prioritaria, massiva e commerciale CMP FI posta registrata, prioritaria, massiva e commerciale CMP CA posta registrata, prioritaria, massiva e commerciale Totale Siti 14 Da Certificare : 6 Da Mantenere : 6 Da Mantenere ed Estendere : 2 CMP NA posta registrata,prioritaria, massiva e commerciale CMP PA posta registrata, prioritaria, massiva e commerciale CMP CT posta registrata, prioritaria, massiva e commerciale CMP PD posta registrata, prioritaria massiva e commerciale CMP BO posta registrata, prioritaria, massiva e commerciale CMP AN posta registrata, prioritaria, massiva e commerciale CMP PE posta registrata, prioritaria, massiva e commerciale CMP BA posta registrata, prioritaria, massiva e commerciale CMP LAMEZIA posta registrata, prioritaria, massiva e commerciale

69 CPD interessati dall iniziativa CERTIFICAZIONI PER AREA ISO 9001 (SITUAZIONE TO BE 2009) CERT. ALT LOMBARDIA (4 CD +2) CERT. ALT NORD EST (3 CD +2) 11 CERTIFICATI ISO 9001 PER LE ALT COMPRENDENTI : 45 CPD CON SGQ GIA IMPLEMENTATO ED APPLICAZIONE DEL NUOVO MODELLO RECAPITO 22 CPD (2 PER ALT) CON SGQ DI NUOVA IMPLEMENTAZIONE ED APPLICAZIONE DEL NUOVO MODELLO RECAPITO CERT. ALT NORD OVEST (8 CD +2) CERT. ALT CENTRO NORD (4 CD +2) 11 NUCLEI DI ALT VIENE CERTIFICATO IL SERVIZIO DI RECAPITO DI ALT SUI CPD COINVOLTI CERT. SEDE CENTRALE CERT. ALT CENTRO 1 (4CD +2) CERT. ALT CENTRO (7 CD +2) 1 CERTIFICATO ISO 9001 PER LA SEDE CENTRALE VIENE CERTIFICATO IL SERVIZIO DI RECAPITO DI POSTE ITALIANE SU ALT E CPD COINVOLTI CERT. ALT SARDEGNA (2 CD +2) CERT. ALT SUD (CD 3+2) CERT. ALT SUD 1 (CD 3 +2) CERT. ALT CALABRIA (CD 4+2) CERT. ALT SUD 2 (3 CD +2)

70 CPD interessati dall iniziativa ALT DI APPARTENENZA CENTRI NUOVI CENTRI DA SVILUPPARE ALT NORD OVEST ALT LOMBARDIA ALT NORD EST ALT CENTRO NORD ALT CENTRO 1 ALT CENTRO ALT SUD ALT CALABRIA ALT SARDEGNA ALT SUD 1 ALT SUD 2 CPD CPD CPD CPD CPD CPD CPD CPD CPD CPD CPD CPD CPD CPD CPD CPD CPD CPD CPD CPD CPD CPD TORINO REISS ROMOLI CUNEO MILANO BOVISA MILANO LAMBRATE TREVISO DUCA D'AOSTA PADOVA ANTENORE BIS BOLOGNA ROVERI ANCONA FIRENZE GAVINANA PERUGIA EST ROMA APPIO ROMA BRAVETTA NAPOLI VOMERO NAPOLI SECONDIGLIANO COSENZA REGGIO CALABRIA SUD QUARTU SANT'ELENA NUORO BARI POGGIOFRANCO ALTAMURA AGRIGENTO SAN BENEDETTO MESSINA VIA OLIMPIA

71 Obiettivi del progetto ISO9001 Gli obiettivi del progetto sono: 1 MODULO (3 gg) 4 edizioni SGQ Sistema Gestione Qualità Sviluppo di competenze Acquisizione di strumenti e metodologie Rafforzamento delle abilità personali Realizzazioni e applicazioni sperimentali

72 Il percorso didattico - contenuti La moderna visione della qualità Il sistema di certificazione nell UE e in Italia Il contesto normativo di riferimento I principi alla base della ISO 9001:2000 gli otto principi L approccio per processi promosso dalla Norma I requisiti della ISO 9001:2000 Il Sistema di Gestione per la Qualità Un approfondimento sulla Gestione delle Non Conformità I vantaggi nell implementare un Sistema di Gestione per la Qualità: vantaggi interni ed esterni

73 Obiettivi del progetto Tecniche di Auditing Gli obiettivi del progetto sono: 2 MODULO (3 gg) 3 edizioni Tecniche di Auditing Sviluppare competenze sulla gestione degli Audit e sul processo di miglioramento Sviluppare la capacità di analizzare e valutare realtà organizzative ed operative Interloquire con i valutatori dell organismo di Certificazione con consapevolezza

74 Il percorso didattico - contenuti Presentazione del quadro normativo di riferimento per le attività di audit interno della qualità Illustrazione ed applicazione delle tecniche di programmazione, pianificazione, conduzione e documentazione delle verifiche ispettive Simulazione sullo svolgimento di un audit

75 Progetti Corporate/Trasversali

76 Progetto formativo Generare innovazione Dai metodi creativi all elaborazione dei concept di prodotto Creatività è trovare nessi nuovi tra cose note HRO - FCI - Formazione

77 Premessa Il processo di innovazione prodotti / servizi / processi assume rilevanza sempre più strategica ai fini dello sviluppo dell azienda, sia nell ambito delle singole filiere sia, soprattutto, nell ambito dello sviluppo di servizi che integrino le diverse componenti dell offerta e gli asset tecnologici e di canale Il programma formativo Generare innovazione ha l obiettivo di agevolare nuove competenze negli attori del processo di innovazione prodotti / servizi al fine di abilitare nuove capacità generative nelle diverse funzioni di marketing e di Operation presenti nel Gruppo Poste Italiane

78 Obiettivi Il progetto, rivolto a circa 15 professional della Pianificazione Strategica e delle funzioni Marketing di BancoPosta, Servizi Postali, Espresso e Pacchi, Poste Mobile e a 15 professional delle funzioni Operation di Mercato Privati, BancoPosta, Servizi Postali, Espresso e Pacchi ha le seguenti finalità: acquisire strumenti per generare in modo continuo innovazione nelle diverse attività presidiate in funzione delle strutture di appartenenza favorire la diffusione di pratiche comuni nella valutazione della fattibilità ed efficacia delle nuove idee generare un effetto moltiplicatore e diffondere un clima di possibilità attraverso il trasferimento della competenza di innovazione generare integrazione tra le funzioni coinvolte nei processi di innovazione, attraverso l esperienza formativa comune e la condivisione di strumenti e linguaggi

79 Moduli formativi Il programma formativo si articola in 4 moduli (6,5 gg) Contenuto Analogia Pratica 2 gg Learning 3 x ½ gg tour EXECUTION Presentazione soluzioni prodotte TECNICHE PER INNOVARE 1 g ARTI E MESTIERI 1 gg PROJECT WORK A DISTANZA 1 gg 8-9 giugno 1a edizione Marketing giu/lug a edizione Operation da pianificare fra set e ott 2009

80 Moduli formativi Contenuto: condivisione dei modelli di innovazione e delle tecniche per innovare Analogia: è la fase che libera i processi di apprendimento e di generazione delle idee da parte del referente marketing Pratica: indica il momento in cui i partecipanti possono sperimentare le tecniche divergenti e i modelli convergenti Sono previste due edizioni con circa 15 partecipanti ciascuna

81 Format Tecniche per innovare Contenuto Contesto: Capire l innovazione e le sue regole non basta. E necessario saper utilizzare le tecniche per non fare affidamento esclusivamente sull intuizione, l ispirazione, il caso. I partecipanti provano tecniche diverse e adattabili per sviluppare la fluidità ideativa e la produzione di soluzioni innovative. È l esercizio del processo ideativo e delle tecniche su casi sia generici sia specifici. Obiettivi: Garantirsi la possibilità di generare idee quando serve Garantirsi il maggior numero di idee nei limiti di tempo e fattibilità Mantenersi attivi e allineati nel processo continuo di innovazione e/o di soluzione dei problemi Praticare le tecniche di generazione delle idee Conoscere il proprio processo ideativo Produrre soluzioni efficaci, nuove, attrattive e fattibili

82 Format Learning Tour (LT) Analogia Contesto: Visita a una esposizione / realtà locale per guidare i partecipanti attraverso mondi diversi da quello loro abituale di lavoro per scoprire come altri sistemi producono innovazione continua. Obiettivi: Esplorazioni rispetto al concetto di innovazione con legami veloci con la realtà innovativa di ogni individuo. Consentire la verifica e il consolidamento degli apprendimenti del modulo delle tecniche nella realtà Stimolare curiosità verso i contenuti del modulo Execution

83 Format Arti e Mestieri Contesto: Analogia Il modulo Arti e Mestieri è strutturato su diverse puntate televisive costruite ad hoc con la presenza dell ospite: un artista o un mestierante. Il presentatore trainer sollecita l ospite, in base ad un canovaccio preparato insieme, sui temi dell innovazione. Obiettivi: Ogni puntata presenta dei collegamenti con la realtà dei partecipanti. Nelle due ore di incontro le persone assistono a spiegazioni del mestiere gestite attraverso giochi creativi e prove sperimentali. Nelle due ore le persone agiscono liberamente nei collegamenti e nello stimolo della loro funzione innovativa.

84 Format Execution Contesto: Pratica Il modulo Execution rappresenta la fase realizzativa e si articola in 2 incontri intervallati da home work seguito a distanza dal docente. Obiettivi: Vedere trasformato un pensiero libero alimentato e allenato nei moduli precedenti in una fonte di risoluzione di problemi o di generazione di innovazioni Alla fine del modulo Execution i partecipanti avranno definito e strutturato dei concept di innovazione presentabili secondo i criteri aziendali La presentazione dell output del proprio lavoro al committente consentirà di verificare la corrispondenza con il committment ricevuto inizialmente

85 PERCORSO ISTITUZIONALE GIOVANI LAUREATI HRO - FCI - Formazione

86 Il percorso Il percorso Istituzionale Giovani Laureati è finalizzato a favorire la professionalizzazione di circa 250 persone (assunte dal 2006 a dic 2008) provenienti da tutte le strutture di Poste Italiane. 1 MODULO (2gg) Scenario GdLTvR RUO per i GL GDL TvR 2 MODULO (3gg)E&Y Auto-diagnosi delle competenze Preparazione metodologica interviste Metodologia Gdl Tecniche di reporting e di presentazione 3 MODULO (1 gg) La percezione dell Auto-efficacia Le strategie di pensiero 4 MODULO Soste Guidate (4 settimane) (presso unità operative: UP, CMP, CDP, Customer Service e CUAS) 6 MODULO (1 gg) Plenaria dei report

87 Primo Modulo prima giornata mattina Accoglienza Presentazione del percorso Strategie e scenari pomeriggio Tavola rotonda dirigenti (confronto/dibattito in plenaria sulle esperienze professionali, le opportunità, il progetto lavorativo) seconda giornata mattina La Formazione Formazione per la crescita nell organizzazione (Resp. Formazione) La Comunicazione interna in Poste Italiane (strategie e sistemi - il Portale PosteperNoi come strumento di Community per i NAL - a cura del Resp. Comunicazione Interna) Progetti di Sviluppo e il supporto dei Tutor NAL (Resp. Politiche e Sistemi di Sviluppo) pomeriggio Tavola rotonda Gli ex NAL raccontano (testimonianze di esperienze di successo raccontate da ex NAL) (docenza/testimonianza interna)

88 Secondo modulo 3 giornate di formazione delegate ad una Società esterna sui seguenti contenuti: Le Competenze Autovalutazione delle proprie competenze Le competenze richieste da Poste Italiane Le soste guidate Il kit di competenze per affrontare le soste guidate

89 Terzo modulo testimonianze eccellenti Le testimonianze eccellenti prevedono l intervento su alcuni temi preminenti emersi in questi ultimi anni nello studio psico-sociale sulle organizzazioni lavorative. 3 edizioni a cui parteciperanno i GL (circa 80/90 ad edizione) affrontando e confrontandosi sui seguenti contenuti: La percezione dell auto-efficacia lavorativa (del singolo e del gruppo) rel. Prof.ssa Laura Borgogni (Università La Sapienza) Le strategie di pensiero rel. Prof. Francesco Avallone (Università La Sapienza)

90 Cosa sono le soste guidate Le soste guidate rappresentano un momento importante di produzione di conoscenza sull organizzazione e sui processi lavorativi che la contraddistinguono. I Giovani Laureati avranno l opportunità di osservare e vivere in prima persona, per 4 settimane, le operatività di : UP, CMP, Customer Service, CPD e CUAS. Le strutture da visitare, in un ottica di contenimento dei costi, vengono scelte nell area di residenza e attività del I GL dovranno produrre un report che conterrà anche le eventuali idee di miglioramento dei processi osservati. Una plenaria dei partecipanti consentirà il confronto sulle diverse esperienze di sosta. Tutti i report realizzati saranno pubblicati e resi accessibili sul portale postepernoi. Ciò consentirà sia una consultazione semplice dei processi osservati sia una possibilità di feedback per le strutture ospitanti.

91 Progetto La squadra dei Coach aziendali HRO - FCI - Formazione

92 Overview sul coaching in Poste Italiane 92

93 Lo sviluppo del coaching in Poste Italiane 93

94 Benchmark sul tema 94

95 Processo operativo 95

96 Ipotesi di planning Selezione A t t i v i t à Percorso formativo durata: 8-10 mesi Pratica di coaching durata: 4-5 mesi Mentorship durata: 3-4 mesi Certificazione ICF 1 livello ACC Progetti di Internal Coaching Certificazione ICF 2 livello PCC mese dalla selezione - 10 mesi dall avvio percorso 1 mese dal termine percorso mesi

Master Bancario in Area Commerciale

Master Bancario in Area Commerciale Master Bancario in Area Commerciale Premessa Il mondo del credito è in costante evoluzione e le innovazioni si susseguono con sempre maggior frequenza nel campo legislativo, gestionale, organizzativo e

Dettagli

INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE

INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE INDICE Premessa 3 Obiettivi e strumenti metodologici dell intervento di formazione 4 Moduli e contenuti dell intervento di

Dettagli

Dialogare con il cliente esterno ed interno per un miglior servizio al cittadino. Giusi Miccoli - Amministratore Unico ASAP

Dialogare con il cliente esterno ed interno per un miglior servizio al cittadino. Giusi Miccoli - Amministratore Unico ASAP Dialogare con il cliente esterno ed interno per un miglior servizio al cittadino Giusi Miccoli - Amministratore Unico ASAP CHI È ASAP ASAP Società in house della Regione Lazio Finalità Formazione del personale

Dettagli

MP - Servizi al Cliente. Evoluzione Back Office

MP - Servizi al Cliente. Evoluzione Back Office Allegato 1 MP - Servizi al Cliente Evoluzione Back Office 22 febbraio 2011 Evoluzione del Back Office Integrato Il percorso evolutivo del modello di assistenza al Cliente e agli UP intrapreso all interno

Dettagli

Corso di formazione COMUNICAZIONE ED EDUCAZIONE ALIMENTARE per IMPRENDITORI AGRICOLI OPERATORI FATTORIA DIDATTICA PREMESSA

Corso di formazione COMUNICAZIONE ED EDUCAZIONE ALIMENTARE per IMPRENDITORI AGRICOLI OPERATORI FATTORIA DIDATTICA PREMESSA Via Montesanto, 15/6 34170 Gorizia Centralino 0481-3861 E-mail ersa@ersa.fvg.it Codice fiscale e partita IVA 00485650311 Servizio divulgazione, assistenza Corso di formazione COMUNICAZIONE ED EDUCAZIONE

Dettagli

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione 6 Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta Quadri sulla gestione Impiegati con responsabilità direttive Dirigenti di imprese private e organizzazioni pubbliche, interessati

Dettagli

RISOVERE IL SVILUPPARE LE CAPACITÀ DI TEAM WORKING E PROBLEM SOLVING IN GRUPPO

RISOVERE IL SVILUPPARE LE CAPACITÀ DI TEAM WORKING E PROBLEM SOLVING IN GRUPPO Valorizzare competenze, potenziale e motivazione per il successo personale e aziendale RISOVERE IL SVILUPPARE LE CAPACITÀ DI TEAM WORKING E PROBLEM SOLVING IN GRUPPO www.ecfconsulenza.it Percorso Formativo:

Dettagli

CASO APPLICATIVO: PROGRAMMA DI SVILUPPO RISORSE UMANE

CASO APPLICATIVO: PROGRAMMA DI SVILUPPO RISORSE UMANE CASO APPLICATIVO: PROGRAMMA DI SVILUPPO RISORSE UMANE IL PROJECT MANAGEMENT NEL SERVIZIO SANITARIO L esperienza dell APSS di Trento Bolzano, 8 maggio 2008 Auditorio del Palazzo Provinciale 12 Autore: Ettore

Dettagli

IL PROGETTO E-LEARNING. della Ragioneria Generale dello Stato

IL PROGETTO E-LEARNING. della Ragioneria Generale dello Stato IL PROGETTO E-LEARNING della Ragioneria Generale dello Stato Il Contesto Nel corso degli ultimi anni, al fine di migliorare qualitativamente i servizi resi dalla P.A. e di renderla vicina alle esigenze

Dettagli

RISORSE UMANE & BUSINESS

RISORSE UMANE & BUSINESS STUDIO SELFOHR Master Human Resources 2012/2013 Milano - IV Edizione - RISORSE UMANE & BUSINESS Studio Selfohr S.r.l. Via Belfiore 21, 10125 Torino tel. 011/541412 fax 011/5625836 Skype ID: selfohr e-mail

Dettagli

Il catalogo MARKET. Mk6 Il sell out e il trade marketing: tecniche, logiche e strumenti

Il catalogo MARKET. Mk6 Il sell out e il trade marketing: tecniche, logiche e strumenti Si rivolge a: Forza vendita diretta Agenti Responsabili vendite Il catalogo MARKET Responsabili commerciali Imprenditori con responsabilità diretta sulle vendite 34 di imprese private e organizzazioni

Dettagli

Il Sistema Qualità come modello organizzativo per valorizzare e gestire le Risorse Umane Dalla Conformità al Sistema di Gestione Tab.

Il Sistema Qualità come modello organizzativo per valorizzare e gestire le Risorse Umane Dalla Conformità al Sistema di Gestione Tab. Il Sistema Qualità come modello organizzativo per valorizzare e gestire le Risorse Umane Gli elementi che caratterizzano il Sistema Qualità e promuovono ed influenzano le politiche di gestione delle risorse

Dettagli

Il corretto approccio al Sistema di Gestione Aziendale per la Sicurezza e Salute OHSAS 18001:2007

Il corretto approccio al Sistema di Gestione Aziendale per la Sicurezza e Salute OHSAS 18001:2007 Il corretto approccio al Sistema di Gestione Aziendale per la Sicurezza e Salute OHSAS 18001:2007 GENERALITA Il Sistema di Gestione Aziendale rappresenta la volontà di migliorare le attività aziendali,

Dettagli

HR SPECIALIST: Selezione e gestione del personale

HR SPECIALIST: Selezione e gestione del personale HR SPECIALIST: Selezione e gestione del personale Corso di Specializzazione gratuito rivolto a disoccupati e inoccupati Finanziato dal fondo FORMA.TEMP Artioli & Sala s.a.s Via Taglio 105 41121 Modena

Dettagli

Per un integrazione del sapere Politiche e processi per ottimizzare fonti, competenze e risorse della formazione

Per un integrazione del sapere Politiche e processi per ottimizzare fonti, competenze e risorse della formazione Daniela Dodero Alessandro Broglio Susanna Mazzeschi Maggio 2007 Per un integrazione del sapere Politiche e processi per ottimizzare fonti, competenze e risorse della formazione INDICE La comprensione del

Dettagli

Studio Staff R.U. S.r.l. Consulenti di Direzione REFERENZE AREA FORMAZIONE Nell ambito della propria strategia di crescita, lo Studio Staff R.U. ha da sempre riservato un ruolo importante alle attivitàdi

Dettagli

Master in BancAssicurazione

Master in BancAssicurazione Master in BancAssicurazione 2 Premessa Le Banche credono nella BancAssicurazione come ulteriore frontiera di servizio alla clientela e di redditività per il Sistema. Il Master In BancAssicurazione - MiBAS

Dettagli

Impiegato Commerciale e Marketing Corso di Specializzazione gratuito rivolto a disoccupati e inoccupati Finanziato dal fondo FORMA.

Impiegato Commerciale e Marketing Corso di Specializzazione gratuito rivolto a disoccupati e inoccupati Finanziato dal fondo FORMA. Impiegato Commerciale e Marketing Corso di Specializzazione gratuito rivolto a disoccupati e inoccupati Finanziato dal fondo FORMA.TEMP Artioli & Sala s.a.s Via Taglio 105 41121 Modena - P.IVA 02721270367

Dettagli

ESPERTO IN GESTIONE DELL ENERGIA ENERGY MANAGER

ESPERTO IN GESTIONE DELL ENERGIA ENERGY MANAGER ESPERTO IN GESTIONE DELL ENERGIA IL PRESENTE SCHEMA È STATO REDATTO IN CONFORMITÀ ALLE NORME: UNI CEI EN ISO/IEC 17024:2012 REQUISITI GENERALI PER ORGANISMI CHE ESEGUONO LA CERTIFICAZIONE DI PERSONE UNI

Dettagli

Formazione e sviluppo per la Pubblica Amministrazione

Formazione e sviluppo per la Pubblica Amministrazione Formazione e sviluppo per la Pubblica Amministrazione area La gestione delle risorse umane come strumento generatore di valore L Agenzia per la Formazione, l Orientamento e il Lavoro del Nord Milano nasce

Dettagli

MP - Servizi al Cliente. Evoluzione Back Office

MP - Servizi al Cliente. Evoluzione Back Office MP - Servizi al Cliente Evoluzione Back Office 15 Dicembre 2010 Evoluzione del Back Office Integrato Il percorso evolutivo del modello di assistenza al Cliente e agli UP intrapreso all interno di MP, finalizzato

Dettagli

Banking & Financial Diploma Percorso base

Banking & Financial Diploma Percorso base Banking & Financial Diploma Sono oggi più di 3.000 i partecipanti che hanno conseguito l Attestato ABI di professionalità bancaria e finanziaria, con risultati eccellenti in termini di crescita personale

Dettagli

Professional Competence

Professional Competence Settembre 2011 Presentazione Il coaching è per noi l arte di accompagnare qualcuno alla meta. Il corso offre le basi e i principali strumenti per chi intende far proprio il coaching come modello di riferimento

Dettagli

Delibera del Collegio dei Docenti. Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante

Delibera del Collegio dei Docenti. Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante Delibera del Collegio dei Docenti Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante Anno scolastico 2013/2014 IL COLLEGIO DEI DOCENTI VISTI CONSIDERATO ESAMINATE PRESO ATTO TENUTO CONTO

Dettagli

www.take-your-ti me.it

www.take-your-ti me.it SERVIZI PER LO SVILUPPO PROFESSIONALE E MANAGERIALE Prendi il tuo tempo e crea il tuo www.take-your-ti me.it TAKE YOUR TIME è un marchio AMBIRE S.r.l. - Partita IVA 06272851004 - info@take-your-time.it

Dettagli

ASL TERAMO. (Circ.ne Ragusa,1 0861/4291) REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE

ASL TERAMO. (Circ.ne Ragusa,1 0861/4291) REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE ASL TERAMO (Circ.ne Ragusa,1 0861/4291) REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE (ai sensi della legge 150/2000, del DPR 422/2001, e della Direttiva della Presidenza del Consiglio dei

Dettagli

RISORSE UMANE e BUSINESS

RISORSE UMANE e BUSINESS STUDIO SELFOHR Master Human Resources 2014-2015 Milano - 5 Edizione - RISORSE UMANE e BUSINESS Studio Selfohr S.r.l. Via Belfiore 21, 10125 Torino tel. 011/541412 fax 011/5625836 Skype ID: selfohr e-mail

Dettagli

Relativamente al supporto tecnico operativo relativo alla certificazione ISO 9001:2008, si precisa quanto segue: Il perimetro del SGQ da supportare a

Relativamente al supporto tecnico operativo relativo alla certificazione ISO 9001:2008, si precisa quanto segue: Il perimetro del SGQ da supportare a CAPITOLATO TECNICO SUPPORTO TECNICO-OPERATIVO ALL IMPLEMENTAZIONE, ALLA CERTIFICAZIONE E AL MANTENIMENTO DELLA CERTIFICAZIONE DI PROCESSI AZIENDALI NELL AMBITO DEL SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ ISO

Dettagli

in collaborazione con presenta Corso Store Manager EDIZIONE CAMPANIA

in collaborazione con presenta Corso Store Manager EDIZIONE CAMPANIA in collaborazione con presenta Corso Store Manager EDIZIONE CAMPANIA INDICE 1) Premessa 2) Obiettivo 3) Il profilo professionale in uscita: lo Store Manager 4) Organizzazione delle attività 5) Programma

Dettagli

Corso di Qualificazione per. Auditor Interni. dei. Sistemi di Gestione per la Qualità UNI EN ISO 9001:2008 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE

Corso di Qualificazione per. Auditor Interni. dei. Sistemi di Gestione per la Qualità UNI EN ISO 9001:2008 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE Corso di Qualificazione per Auditor Interni dei Sistemi di Gestione per la Qualità UNI EN ISO 9001:2008 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE Responsabile del progetto formativo: Dott. Ing. Antonio Razionale Tutor:

Dettagli

Date e orari delle lezioni 01-10-14 dicembre 2015. Sede del corso. Segreteria organizzativa Direzione didattica. Obiettivi e Finalità del corso

Date e orari delle lezioni 01-10-14 dicembre 2015. Sede del corso. Segreteria organizzativa Direzione didattica. Obiettivi e Finalità del corso FORMAZIONE FORMATORI Elementi di didattica per la qualificazione Art. 6, comma 8, lettera m-bis, D.Lgs. n. 81/08 e s.m.i Decreto interministeriale 6 marzo 2013 Corso di specializzazione con ESAME FINALE

Dettagli

Master in Private Banking

Master in Private Banking Master in Private Banking 2 Premessa Di fronte ai cambiamenti e alle evoluzioni del mercato che si susseguono con sempre maggiore forza, il private banker riveste un ruolo insostituibile fondato su una

Dettagli

YOUTH TRAINING PROGRAM

YOUTH TRAINING PROGRAM YOUTH TRAINING PROGRAM COMPETENZE IN AZIONE www.expo2015.org 1 PERCHE EXPO MILANO 2015? PERCHE LO YOUTH TRAINIG PROGRAM? Expo 2015 è un ambiente molto stimolante Coinvolge moltissime professioni Mette

Dettagli

Advantage. Skills. European. Program. Financial Advisor

Advantage. Skills. European. Program. Financial Advisor Advantage Skills Advantage Skills European Financial Advisor Program Il Corso Advantage Skills (European Financial Advisor Program) è un corso di alta qualificazione professionale, rivolto a chi opera

Dettagli

NUOVI OBBLIGHI FORMATIVI PER DATORI DI LAVORO - RSPP

NUOVI OBBLIGHI FORMATIVI PER DATORI DI LAVORO - RSPP NUOVI OBBLIGHI FORMATIVI PER DATORI DI LAVORO - RSPP CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA STATO REGIONI PROVINCIE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO Accordo tra il Ministro del lavoro e delle politiche sociali,

Dettagli

Avviso pubblico provinciale Attività formative per apprendisti 2012-2014 Scheda progettuale

Avviso pubblico provinciale Attività formative per apprendisti 2012-2014 Scheda progettuale Descrizione degli strumenti e delle metodologie didattiche Lo sviluppo dell attività di formazione degli apprendisti in termini di competenze di base e trasversali sviluppa il suo percorso attraverso incontri

Dettagli

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione.

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. La Compagnia Della Rinascita PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si

Dettagli

Facciamo Sicurezza. Affrontare in modo coinvolgente, innovativo ed efficace la sfida della sicurezza sul lavoro in coerenza con il Testo Unico

Facciamo Sicurezza. Affrontare in modo coinvolgente, innovativo ed efficace la sfida della sicurezza sul lavoro in coerenza con il Testo Unico Facciamo Sicurezza Affrontare in modo coinvolgente, innovativo ed efficace la sfida della sicurezza sul lavoro in coerenza con il Testo Unico 1 Indice Premessa Finalità e destinatari dell intervento Metodologia

Dettagli

La formazione in materia di sicurezza sul lavoro

La formazione in materia di sicurezza sul lavoro Maggio 2015, anno IX N. 5 La formazione in materia di sicurezza sul lavoro Fasi e ruoli specifici per pianificare, organizzare e gestire l attività formativa di Alessandro Cafiero 1 La sicurezza fra contesto

Dettagli

METODOLOGIA DIDATTICA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO OBIETTIVI FORMATIVI PERCORSO FORMATIVO DESTINATARI

METODOLOGIA DIDATTICA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO OBIETTIVI FORMATIVI PERCORSO FORMATIVO DESTINATARI OPEN YOUR MIND 2.0 Programma di formazione per lo sviluppo delle capacità manageriali e della competitività aziendale delle Piccole e Medie Imprese della Regione Autonoma della Sardegna PRESENTAZIONE DEL

Dettagli

DIVENTARE ED ESSERE UN DIRIGENTE SPORTIVO A MODENA

DIVENTARE ED ESSERE UN DIRIGENTE SPORTIVO A MODENA DIVENTARE ED ESSERE UN DIRIGENTE SPORTIVO A MODENA Un percorso di professionalizzazione dei Dirigenti sportivi Modenesi Bando di Indizione Programma Scheda di iscrizione Il Contesto di riferimento Il movimento

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO POLIZIA LOCALE 2015

PROGRAMMA FORMATIVO POLIZIA LOCALE 2015 DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA UFFICIO AUTONOMIE LOCALI E DECENTRAMENTO AMMINISTRATIVO PROGRAMMA FORMATIVO POLIZIA LOCALE 2015 COMITATO TECNICO CONSULTIVO PER LA POLIZIA LOCALE REGIONE BASILICATA

Dettagli

SVILUPPO TALENTI PROGETTO CONSEGUIRE OBIETTIVI RICERCARE ECCELLENZA

SVILUPPO TALENTI PROGETTO CONSEGUIRE OBIETTIVI RICERCARE ECCELLENZA SVILUPPO TALENTI PROGETTO CONSEGUIRE OBIETTIVI RICERCARE ECCELLENZA Bologna Aprile 2009 L IMPORTANZA DEL MOMENTO In un mercato denso di criticità e nel medesimo tempo di opportunità, l investimento sulle

Dettagli

Il Sistema Integrato di Gestione della Conoscenza dell Agenzia

Il Sistema Integrato di Gestione della Conoscenza dell Agenzia Il Sistema Integrato di Gestione della Conoscenza dell Agenzia Roma, 15 aprile 2003 (ver. 1.0) Indice IL CONTESTO DI RIFERIMENTO DELL AGENZIA CRITICITA ED ESIGENZE DELL AGENZIA I PROGETTI AVVIATI IL MOADEM

Dettagli

Certificazione ABI in Compliance management

Certificazione ABI in Compliance management Certificazione ABI in Compliance management Avviata con successo nel 2010, la certificazione ABI in Compliance management è un progetto che attesta e riconosce il possesso delle conoscenze e delle abilità

Dettagli

Assegni di Ricerca LINEE GUIDA PER LA

Assegni di Ricerca LINEE GUIDA PER LA P.O.R. VENETO F.S.E. 2007-2013 D.G.R. n. 1148 del 5 luglio 2013 Obiettivo Competitività Regionale e Occupazione Asse Capitale Umano - Sviluppo del Potenziale Umano nella ricerca e nell innovazione. Assegni

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO di II livello in Gestione del Lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni

MASTER UNIVERSITARIO di II livello in Gestione del Lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni dipartimento di scienze politiche MASTER UNIVERSITARIO di II livello in Gestione del Lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni VI edizione A.A. 2014/2015 Nota: per le modalità concorsuali, si prega cortesemente

Dettagli

Corso di Qualificazione per. Auditor Interni. dei. Sistemi di Gestione della Sicurezza BS OHSAS 18001:2007 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE

Corso di Qualificazione per. Auditor Interni. dei. Sistemi di Gestione della Sicurezza BS OHSAS 18001:2007 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE Corso di Qualificazione per Auditor Interni dei Sistemi di Gestione della Sicurezza BS OHSAS 18001:2007 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE Responsabile del progetto formativo: Dott. Ing. Antonio Razionale Tutor:

Dettagli

Scuola Sicura formazione alla sicurezza negli istituti scolastici toscani. Livorno, 23 aprile 2013

Scuola Sicura formazione alla sicurezza negli istituti scolastici toscani. Livorno, 23 aprile 2013 formazione alla sicurezza negli istituti scolastici toscani Livorno, 23 aprile 2013 2 TRIO è il Sistema di Web Learning della Regione Toscana che mette a disposizione di cittadini, enti pubblici e organizzazioni

Dettagli

Master Universitario di I livello in Gestione dei Processi di Vendita

Master Universitario di I livello in Gestione dei Processi di Vendita Master Universitario di I livello in Gestione dei Processi di Vendita Gestione dei processi di vendita Master di I livello L Università degli Studi di Torino Dipartimento di Management, attraverso il Bando

Dettagli

FORMAZIONE COME VENDERE E COMUNICARE UN SERVIZIO TECNOLOGICAMENTE INNOVATIVO TORINO IVREA. Corso di alta formazione CORSO GRATUITO

FORMAZIONE COME VENDERE E COMUNICARE UN SERVIZIO TECNOLOGICAMENTE INNOVATIVO TORINO IVREA. Corso di alta formazione CORSO GRATUITO COME VENDERE E COMUNICARE UN SERVIZIO TECNOLOGICAMENTE INNOVATIVO Corso di alta formazione FORMULA INTENSIVA 7 venerdì non consecutivi di lezione in aula DOPPIA EDIZIONE: TORINO 1 EDIZIONE DAL 31 GENNAIO

Dettagli

, progettati e realizzati in loco ricorrendo alle risorse umane presenti nelle strutture d Ateneo

, progettati e realizzati in loco ricorrendo alle risorse umane presenti nelle strutture d Ateneo PROGETTO FORMATIVO COMUNICAZIONE EFFICACE E GESTIONE DEL CONFLITTO NEL FRONT-OFFICE PREMESSA L orientamento al cliente è una prerogativa indispensabile per la crescita e la competitività di un organizzazione

Dettagli

Il Piano di comunicazione

Il Piano di comunicazione Il Piano di comunicazione 23 lezione 11 novembre 2011 Cosa è un piano di comunicazione Il piano di comunicazione è uno strumento utilizzato da un organizzazione per programmare le proprie azioni di comunicazione

Dettagli

3.927 1.905 2.526 2.468

3.927 1.905 2.526 2.468 N accessi alla Procedura Risorse senza requisiti Domande inserite Art. 43 Domande presenti in graduatoria Residenti a L Aquila 3.927 1.905 2.526 58 2.468 17 CAUSALI ASSENZA DEI REQUISITI >20 gg. di malattia

Dettagli

Temporary Manager Short master per il ruolo di T.M.

Temporary Manager Short master per il ruolo di T.M. Sistema di qualità conforme allo standard ISO 9001:2008 certificato n 9175.AMB3 Autorizzazione Ministero del Lavoro n 13/I/0015692/03.04 per Ricerca e Selezione del Personale Autorizzazione Ministero del

Dettagli

NSM Nexus Scuola di Management

NSM Nexus Scuola di Management NSM Nexus Scuola di Management NSM è la Scuola di Management della Nexus Srl, agenzia di formazione accreditata presso la Regione Abruzzo per la Formazione continua e superiore, che opera dal 1991 fornendo

Dettagli

RIMOTIVAZIONE MODELLI E PERCORSI DI CONSULENZA ALLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

RIMOTIVAZIONE MODELLI E PERCORSI DI CONSULENZA ALLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE RIMOTIVAZIONE MODELLI E PERCORSI DI CONSULENZA ALLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE INDICE 1 PREMESSA 5 IL PROGETTO RIMOTIVAZIONE 6 PRIMA PARTE IL CONTESTO TEORICO DI RIFERIMENTO 8 CAPITOLO PRIMO I DIVERSI MODELLI

Dettagli

FORMAZIONE DEI TUTOR AZIENDALI

FORMAZIONE DEI TUTOR AZIENDALI FORMAZIONE DEI TUTOR AZIENDALI L Ebit Ter Lazio offre a tutte le aziende della Regione Lazio la possibilità di formare i propri tutor aziendali, adempiendo così all obbligo di legge e conseguendo la certificazione

Dettagli

Centro Studi Cafasso del Dr. Nino Carmine Cafasso

Centro Studi Cafasso del Dr. Nino Carmine Cafasso Centro Studi Cafasso del Dr. Nino Carmine Cafasso Consulenza Amministrativa del Lavoro 80122 Napoli Viale A. Gramsci,15 Tel. 081/2461068 - Fax 081/2404414 Email info@cafassoefigli.it Napoli, lì 12 giugno

Dettagli

per l Azienda Turistica

per l Azienda Turistica Marketing Comunicazione e Internet per l Azienda Turistica Rurale Il Corso è inserito nel Catalogo Interregionale di Alta Formazione www.altaformazioneinrete.it GATEWAY TO LEARNING Titolo del corso: Marketing,

Dettagli

Offerta formativa sperimentale d istruzione e formazione professionale nelle more dell emanazione dei decreti legislativi di cui alla legge 28 marzo

Offerta formativa sperimentale d istruzione e formazione professionale nelle more dell emanazione dei decreti legislativi di cui alla legge 28 marzo Offerta formativa sperimentale d istruzione e formazione professionale nelle more dell emanazione dei decreti legislativi di cui alla legge 28 marzo 2003, n.53 Criteri e procedure per la certificazione

Dettagli

RETAIL MARKETING & RELAZIONE CON IL CLIENTE

RETAIL MARKETING & RELAZIONE CON IL CLIENTE RETAIL MARKETING & RELAZIONE CON IL CLIENTE La formazione e lo sviluppo ru uno strumento di cambiamento per la persona e l organizzazione Ad Meliora srl partita iva 07458521007 Tel: 06 39754305 - Fax:

Dettagli

N.1292 UNI EN ISO 9001:2008. Sistema Qualità certificato per la Progettazione ed erogazione di interventi di formazione manageriale

N.1292 UNI EN ISO 9001:2008. Sistema Qualità certificato per la Progettazione ed erogazione di interventi di formazione manageriale Incrementare il valore delle persone per rendere più competitive le organizzazioni nel loro percorso di cambiamento verso il digital, contribuendo alla creazione di valore per gli stakeholders CHI SIAMO

Dettagli

L esperienza dell Università di Bologna

L esperienza dell Università di Bologna PON GOVERNANCE E AZIONI DI SISTEMA ASSE E Capacità Istituzionale Obiettivo specifico 5.1 Performance PA Linea 2 WEBINAR Ciclo delle Performance nelle Università: La programmazione della formazione e il

Dettagli

Eraldo Sanna Passino Delegato per il personale Guido Croci Direttore amministrativo. Organizzazione dei servizi di supporto alla didattica

Eraldo Sanna Passino Delegato per il personale Guido Croci Direttore amministrativo. Organizzazione dei servizi di supporto alla didattica Eraldo Sanna Passino Delegato per il personale Guido Croci Direttore amministrativo Organizzazione dei servizi di supporto alla didattica Premessa: il contesto di riferimento Il decreto ministeriale 270/2004

Dettagli

P I A N O DI M O N I T O R A G G I O

P I A N O DI M O N I T O R A G G I O P I A N O DI M O N I T O R A G G I O Premessa Il progetto di supporto e accompagnamento alle azioni della Campagna Straordinaria di formazione per la diffusione della cultura della salute e della sicurezza

Dettagli

Osservatorio sui SGSL nel settore di Igiene Ambientale

Osservatorio sui SGSL nel settore di Igiene Ambientale Osservatorio sui SGSL nel settore di Igiene Ambientale Presentazione del Rapporto di Ricerca Dott.ssa Valentina Albano, Ph.D. valentina.albano@uniroma3.it Bologna, 22 Ottobre 2014 Osservatorio sperimentale

Dettagli

Risorsa Uomo S.r.l. via F. Melzi d Eril 26 20154 Milano tel. 02 3452661 fax 02 3452662 e-mail info@risorsauomo.it www.risorsauomo.

Risorsa Uomo S.r.l. via F. Melzi d Eril 26 20154 Milano tel. 02 3452661 fax 02 3452662 e-mail info@risorsauomo.it www.risorsauomo. Risorsa Uomo S.r.l. via F. Melzi d Eril 26 20154 Milano tel. 02 3452661 fax 02 3452662 e-mail info@risorsauomo.it www.risorsauomo.it IL GRUPPO RISORSA UOMO Risorsa Uomo nasce a Milano nel 1985 dall idea

Dettagli

CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE IN RETE

CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE IN RETE CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE IN RETE ANNUALITA 2011/2012 Master e Corsi di Specializzazione per Laureati finanziati dalla Regione Campania attraverso Voucher Formativi individuali www.altaformazioneinrete.it

Dettagli

Laureati o laureandi di primo o secondo livello, diplomati di laurea del vecchio ordinamento, interessati a sviluppare competenze specifiche nell

Laureati o laureandi di primo o secondo livello, diplomati di laurea del vecchio ordinamento, interessati a sviluppare competenze specifiche nell Chi? Laureati o laureandi di primo o secondo livello, diplomati di laurea del vecchio ordinamento, interessati a sviluppare competenze specifiche nell area delle Risorse Umane. Giovani professionisti che

Dettagli

Osservatorio sulla mobilità e i trasport. Eurispes Italia SpA. Profilo Costitutivo ed Operativo dell Osservatorio sulla Mobilità ed i Trasporti

Osservatorio sulla mobilità e i trasport. Eurispes Italia SpA. Profilo Costitutivo ed Operativo dell Osservatorio sulla Mobilità ed i Trasporti Eurispes Italia SpA Profilo Costitutivo ed Operativo dell Osservatorio sulla Mobilità ed i Trasporti COSTITUZIONE E SEDE Nell ambito delle sue attività istituzionali, l Eurispes Italia SpA ha deciso di

Dettagli

O S S E R V A T O R I O

O S S E R V A T O R I O Direzione Generale della Sanità Servizio programmazione sanitaria e economico finanziaria e controllo di gestione Settore gestione del personale delle aziende sanitarie, programmazione della formazione

Dettagli

Master in selezione del personale

Master in selezione del personale Master in selezione del personale Il Centro Formativo Provinciale Zanardelli,, in collaborazione con Seleform e Centro Scuole Athena, organizza un corso di formazione specialistica nell ambito della ricerca

Dettagli

UN NOSTRO PROFESSIONISTA SI RICONOSCE...

UN NOSTRO PROFESSIONISTA SI RICONOSCE... UN NOSTRO PROFESSIONISTA SI RICONOSCE... consulman Il Gruppo Consulman nasce nel 1991 dall aggregazione di professionisti provenienti da qualificate esperienze nell ambito del management, della consulenza

Dettagli

1. Team coaching e valorizzazione delle risorse umane

1. Team coaching e valorizzazione delle risorse umane RISORSE UMANE 1. Team coaching e valorizzazione delle risorse umane Gli obiettivi strategici della proposta L approccio del team coaching alla gestione delle risorse umane si fonda sugli stessi principi

Dettagli

CONSORZIO Spinner - Bologna. Selezione di esperti di Tutoraggio per lo sviluppo di progetti di imprenditorialità innovativa

CONSORZIO Spinner - Bologna. Selezione di esperti di Tutoraggio per lo sviluppo di progetti di imprenditorialità innovativa CONSORZIO Spinner - Bologna Selezione di esperti di Tutoraggio per lo sviluppo di progetti di imprenditorialità innovativa PREMESSA La Sovvenzione Globale Interventi per la qualificazione delle risorse

Dettagli

Piano Formativo 2011 PROGRAMMA DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE

Piano Formativo 2011 PROGRAMMA DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE Piano Formativo 2011 PROGRAMMA DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE manageriali f o r m a z i o n e IL CONTESTO Le trasformazioni organizzative e culturali che stanno avvenendo nelle amministrazioni comunali,

Dettagli

Pratici e orientati all applicazione: sono concepiti per migliorare le prestazioni delle persone rispetto a una specifica competenza

Pratici e orientati all applicazione: sono concepiti per migliorare le prestazioni delle persone rispetto a una specifica competenza PRESENTAZIONE Eduxia è una società di consulenza e formazione che ha sviluppato competenze nel settore bancario e finanziario. Le attività della società sono concentrate sulla formazione manageriale, tecnico-professionale

Dettagli

6.A.1 Logistica interna ed esterna

6.A.1 Logistica interna ed esterna 6.A.1 Logistica interna ed esterna Il corso si propone di fornire un quadro chiaro di inquadramento della logistica e delle sue principali funzioni in azienda. Si vogliono altresì fornire gli strumenti

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE PER RESPONSABILI DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DEI LAVORATORI SUI LUOGHI DI LAVORO RSPP - ASPP

CORSO DI FORMAZIONE PER RESPONSABILI DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DEI LAVORATORI SUI LUOGHI DI LAVORO RSPP - ASPP CORSO DI FORMAZIONE PER RESPONSABILI DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DEI LAVORATORI SUI LUOGHI DI LAVORO RSPP - ASPP www.gruppomidi.it Sede di svolgimento Ge.Ma Via S. Sonnino 21/A 43126 PARMA

Dettagli

La Nuova Immagine snc Partita IVA 04297941009

La Nuova Immagine snc Partita IVA 04297941009 CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE pag 1. LIVELLO STRATEGICO 3 1.1 Politica della Qualità 3 1.2 Responsabilità della Direzione 4 1.3 Organizzazione orientata al Cliente 4 1.4 Coinvolgimento

Dettagli

MANIFESTO. Formare Insegnanti che sappiano Insegnare A.N.F.I.S. ASSOCIAZIONE NAZIONALE DEI FORMATORI, INSEGNANTI, SUPERVISORI INIZIALE FORMAZIONE

MANIFESTO. Formare Insegnanti che sappiano Insegnare A.N.F.I.S. ASSOCIAZIONE NAZIONALE DEI FORMATORI, INSEGNANTI, SUPERVISORI INIZIALE FORMAZIONE ASSOCIAZIONE NAZIONALE DEI FORMATORI, INSEGNANTI, SUPERVISORI per la FORMAZIONE INIZIALE Formare Insegnanti che sappiano Insegnare COORDINAMENTO NAZIONALE DEI SUPERVISORI DEL TIROCINIO 2 2 3 PRESENTAZIONE

Dettagli

4. GESTIONE DELLE RISORSE

4. GESTIONE DELLE RISORSE Pagina 1 di 6 Manuale Qualità Gestione delle Risorse INDICE DELLE EDIZIONI.REVISIONI N DATA DESCRIZIONE Paragraf i variati Pagine variate 1.0 Prima emissione Tutti Tutte ELABORAZIONE VERIFICA E APPROVAZIONE

Dettagli

NETWORK SICUREZZA. leader thinks simplicity. La Gestione del Rischio è un Risultato Organizzativo www.networksicurezza.net

NETWORK SICUREZZA. leader thinks simplicity. La Gestione del Rischio è un Risultato Organizzativo www.networksicurezza.net NETWORK SICUREZZA leader thinks simplicity La Gestione del Rischio è un Risultato Organizzativo www.networksicurezza.net I SISTEMI DI GESTIONE DEI RISCHI AZIENDALI OHSAS 18001 LINEE GUIDA UNI-INAIL UNI

Dettagli

Human Capital. Conoscere Ideamanagement

Human Capital. Conoscere Ideamanagement Human Capital Conoscere Ideamanagement MISSION & VISION Offrire servizi e soluzioni per aumentare il valore e il rendimento del Capitale Umano. Sviluppare metodologie tra loro coerenti per supportare i

Dettagli

P R O G E T T O P E R L A S C U O L A. P R O G E T T A R E E O P E R A R E N E L L A S C U O L A D E L L A U T O N O M I A

P R O G E T T O P E R L A S C U O L A. P R O G E T T A R E E O P E R A R E N E L L A S C U O L A D E L L A U T O N O M I A PROGETTO PER LA SCUOLA. PROGETTARE E OPERARE NELLA SCUOLA DELL AUTONOMIA PARTE II - CAPITOLO 7 P R O G E T T O P E R L A S C U O L A. P R O G E T T A R E E O P E R A R E N E L L A S C U O L A D E L L A

Dettagli

METODOLOGIA DELL ASSESSMENT

METODOLOGIA DELL ASSESSMENT METODOLOGIA DELL ASSESSMENT Chi siamo HR RiPsi nasce come divisione specializzata di Studio RiPsi grazie alla collaborazione di Psicologi e Direttori del Personale che hanno maturato consolidata esperienza

Dettagli

AML CERTIFICATE. Progetto Certificazione AIRA AML Certificate AIRA - ASSOCIAZIONE ITALIANA RESPONSABILI ANTIRICICLAGGIO. www.amlcertificate.

AML CERTIFICATE. Progetto Certificazione AIRA AML Certificate AIRA - ASSOCIAZIONE ITALIANA RESPONSABILI ANTIRICICLAGGIO. www.amlcertificate. AIRA - ASSOCIAZIONE ITALIANA RESPONSABILI ANTIRICICLAGGIO AML CERTIFICATE INDICE 1. PREMESSA.2 2. AIRA E UNIVERSITÀ DI PISA.2 3. CHE COSA E AML CERTIFICATE.3 I. AML Certificate1 Responsabili Funzione Antiriciclaggio

Dettagli

CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE COORDINATORI DEI PROCESSI DI AUTOVALUTAZIONE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE

CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE COORDINATORI DEI PROCESSI DI AUTOVALUTAZIONE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE COORDINATORI DEI PROCESSI DI AUTOVALUTAZIONE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE Corso di Aggiornamento Professionale Coordinatori dei Processi di AutoValutazione PREMESSA

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 La definizione del Programma Il Programma annuale è elaborato ai sensi del Regolamento concernente le istruzioni generali sulla gestione amministrativo -

Dettagli

LASER Service. La soluzione permanente per la sicurezza sul lavoro nella tua azienda. www.consulman.it www.e-formazione.net

LASER Service. La soluzione permanente per la sicurezza sul lavoro nella tua azienda. www.consulman.it www.e-formazione.net Consulenza organizzativa e formazione www.consulman.it www.e-formazione.net LASER Service La soluzione permanente per la sicurezza sul lavoro nella tua azienda Data rev. 11/12/2014 LASER SERVICE 1 INTRODUZIONE

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE ALTA VAL TAGLIAMENTO (Comuni di: Ampezzo, Forni di Sopra, Forni di Sotto, Preone, Sauris, Socchieve) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PROGRAMMA TRIENNALE

Dettagli

La formazione è crescita! Con noi potrai acquisire e condividere conoscenze, contenuti, capacità, modi di pensare, modi di essere.

La formazione è crescita! Con noi potrai acquisire e condividere conoscenze, contenuti, capacità, modi di pensare, modi di essere. corsi La formazione è crescita! Con noi potrai acquisire e condividere conoscenze, contenuti, capacità, modi di pensare, modi di essere. sicurezza management qualità informatica sviluppo risorse umane

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE MANAGERIALE PER I DIRIGENTI DELLE AZIENDE SANITARIE

CORSO DI FORMAZIONE MANAGERIALE PER I DIRIGENTI DELLE AZIENDE SANITARIE UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA CORSO DI FORMAZIONE MANAGERIALE PER I DIRIGENTI DELLE AZIENDE SANITARIE La certificazione manageriale 29/07/2014 PREMESSA In diverse realtà sono stati attivati corsi di

Dettagli

Il management cooperativo e l innovazione

Il management cooperativo e l innovazione AZIENDE IN RETE NELLA FORMAZIONE CONTINUA Strumenti per la competitività delle imprese venete Il management cooperativo e l innovazione DGR n. 784 del 14/05/2015 - Fondo Sociale Europeo in sinergia con

Dettagli

Security Manager. Professionista della Security Aziendale

Security Manager. Professionista della Security Aziendale OBIETTIVI e finalità Il programma del corso è progettato per soddisfare le attuali esigenze del mercato e le più recenti normative che richiedono nuove generazioni di manager e professionisti della Security

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri Protocollo d Intesa tra Le Scuole Nazionali di formazione della Pubblica Amministrazione su Diffusione, impiego e qualità dei sistemi di formazione a distanza e di

Dettagli

Il sistema di gestione di SINTESI SpA è certificato UNI EN ISO 9001:2008 (settori EA 35 e EA 37).

Il sistema di gestione di SINTESI SpA è certificato UNI EN ISO 9001:2008 (settori EA 35 e EA 37). Carta di qualità dell offerta formativa La Carta della Qualità ha la finalità di esplicitare e comunicare al sistema committente/beneficiari gli impegni che SINTESI SpA assume nei suoi confronti a garanzia

Dettagli

ALLEGATO n. 1 Alla lettera di invito prot. n. 777/ATM 245 SIC del 03.03.2010

ALLEGATO n. 1 Alla lettera di invito prot. n. 777/ATM 245 SIC del 03.03.2010 Via Giuseppe Caraci, 36 Palazzina D 5 piano tel. 06.41.58.45.05 fax 06.41.73.30.90 Sito web : www.alboautotrasporto.it - e-mail : segreteria@alboautotrasporto.it ALLEGATO n. 1 Alla lettera di invito prot.

Dettagli

CORSO DI ALTA FORMAZIONE PER IMPRENDITORI EDILI

CORSO DI ALTA FORMAZIONE PER IMPRENDITORI EDILI CORSO DI ALTA FORMAZIONE PER IMPRENDITORI EDILI SETTEMBRE 2013 GENNAIO 2014 Fondazione CUOA Da oltre 50 anni Fondazione CUOA forma la nuova classe manageriale e imprenditoriale.è la prima business school

Dettagli