SOMMARIO. Parte I LEGGI, REGOLAMENTI E ATTI DELLA REGIONE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA REGIONALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SOMMARIO. Parte I LEGGI, REGOLAMENTI E ATTI DELLA REGIONE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA REGIONALE"

Transcript

1 Spedizione in abbonamento postale Art. 2 comma 20/C L. 662/96 Autorizz. Dirpostel L Aquila ANNO XXXIII N. 87 Speciale (Lavoro) R E P U B B L I C A I T A L I A N A BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE ABRUZZO PARTE I, II, III, IV - L AQUILA, 10 LUGLIO DIREZIONE REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: Corso Federico II, n L Aquila.- Telefono (0862) 3631 (n. 16 linee urbane); Fax PREZZO E CONDIZIONI DI ABBONAMENTO: Canone annuo: 77,47 (L ) Un fascicolo: 1,29 (2.500) Arretrati, solo se ancora disponibili 1,29 (L ). Le richieste di numeri mancati non verranno esauditi trascorsi 60 giorni dalla data di pubblicazione. INSERZIONI: La pubblicazione di avvisi, bandi, deliberazioni, decreti ed altri atti in generale (anche quelli emessi da organi regionali) per conto di Enti, Aziende, Consorzi ed altri Soggetti è effettuata a pagamento, tranne i casi in cui, tali atti, attengano l interesse esclusivo della Regione e dello Stato. Le richieste di pubblicazione di avvisi,, bandi, ecc. devono essere indirizzate, con tempestività, esclusivamente alla Direzione del Bollettino Ufficiale, Co rso Federico II, n L Aquila Il testo da pubblicare, in duplice copia, di cui una in carta da bollo (tranne i casi di esenzione), deve essere inviato unitamente alla ricevuta del versamento in c/c postale dell importo di 1,81 (L ) a rigo (foglio uso bollo massimo 61 battute) per titoli e oggetto che vanno in neretto e di 1,29 (L ) a rigo (foglio uso bollo massimo 61 battute) per il testo di ciascuna inserzione. Per le scadenze da prevedere nei bandi è necessario che i termini vengano fissati partendo dalla data di pubblicazione sul B.U.R.A.. Tutti i versamenti vanno effettuati sul ccp n intestato a: Regione Abruzzo Bollettino Ufficiale L Aquila. AVVERTENZE: Il Bollettino Ufficiale della Regione Abruzzo si pubblica a L Aquila e si compone di quattro parti: a) nella parte prima sono pubblicate le leggi e i regolamenti della Regione, i decreti dei Presidenti della Giunta e del Consiglio e gli atti degli Organi regionali integralmente o in sintesi che possono interessare la generalità dei cittadini; b) nella parte seconda sono pubblicate le leggi e gli atti dello Stato che interessano la Regione; c) nella parte terza sono pubblicati gli annunzi e gli altri avvisi di interesse della Regione o di terzi la cui inserzione gratuita o a pagamento è prevista da leggi e da regolamenti della Regione e dello Stato (nonché quelli liberamente richiesti dagli interessati); d) nella parte quarta sono pubblicati per estratto i provvedimenti di annullamento o di rinvio del Comitato e delle Sezioni di controllo sugli atti degli Enti Locali. Nei Supplementi vengono pubblicati: gli atti riguardanti il personale, gli avvisi e i bandi di concorso della Regione, le ordinanze, i ricorsi depositati, le sentenze e le ordinanze di rigetto, relative a questioni di legittimità costituzionale interessanti la Regione, nonché le sentenze concernenti l ineleggibilità e l incompatibilità dei Consiglieri Regionali. In caso di necessità si pubblicano altresì numeri Straordinari e Speciali. SOMMARIO Parte I LEGGI, REGOLAMENTI E ATTI DELLA REGIONE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA REGIONALE DELIBERAZIONE , n. 290: Direttiva in materia di collocamento ordinario - Proroga graduatorie ex art. 16, legge 56/87.

2 DELIBERAZIONE , n. 295: Direttiva in materia di collocamento ordinario Avviamenti a selezione presso la pubblica amministrazione ex art. 16, legge 56/87. DELIBERAZIONE , n. 370: Piano degli interventi di Politiche attive del Lavoro, della Formazione e dell Istruzione Direttive attuative Biennio 2001/2002 P.O.R. Abruzzo obiettivo /2006 Fondo sociale europeo Schede di azione C.2.1. e C.2.3. variazione periodo di presentazione delle istanze a valere sull annualità Ordinanze Direttoriali DIREZIONE POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO, DELLA FORMAZIONE E DELL ISTRUZIONE ORDINANZA , n. DL/154: Ordinanza direttoriale n. DL/233 del Integrazione elenco provvisorio Agenzie Formative Regionali accreditate tipologia D 1.4 (rif. Deliberazione G.R. n del ) Anno Ordinanze Dirigenziali DIREZIONE POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO, DELLA FORMAZIONE E DELL ISTRUZIONE SERVIZIO POLITICHE FORMATIVE CON DELEGA IN ITINERE ORDINANZA , n. DL4/322: Attuazione P.O.R. Anno 2001 Asse B Azione B/1.6. Inserimento lavorativo e reinserimento di gruppi svantaggiati Graduatoria progetti ed ammissione a finanziamento. DIREZIONE POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO, DELLA FORMAZIONE E DELL ISTRUZIONE SERVIZIO POLITICHE FORMATIVE REGIONALI ORDINANZA , n. DL3/226/FR: Approvazione graduatorie Piani Aziendali Settoriali e Territoriali D.G.R. n. 326 del C.M. 92/2000.

3 PARTE I LEGGI, REGOLAMENTI E ATTI DELLA REGIONE ATTI DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA REGIONALE DELIBERAZIONE , n. 290: Direttiva in materia di collocamento ordinario - Proroga graduatorie ex art. 16, legge 56/87. LA GIUNTA REGIONALE Omissis DELIBERA Per motivi di cui in narrativa, che si intendono integralmente richiamati, trascritti ed approvati: 1. Di condividere e, quindi, recepire la proposta della Commissione Regionale Tripartita espressa nella riunione dell 8 marzo 2002, di cui alla relazione del Responsabile dell Ufficio Interventi a Sostegno Disoccupati Adulti e Categorie Svantaggiate del Servizio Politiche di Riequilibrio del Mercato del Lavoro allegato A, parte integrante e sostanziale del presente atto, e, pertanto, di disporre la proroga sino al 30 giugno 2002 delle graduatorie ex art. 16, L. 56/ Di pubblicare il presente provvedimento, per estratto, nel B.U.R.A. e di trasmetterlo alle Amministrazioni Provinciali ed alla Direzione Regionale del Lavoro per gli adempimenti conseguenti.

4 DELIBERAZIONE , n. 295: Direttiva in materia di collocamento ordinario Avviamenti a selezione presso la pubblica amministrazione ex art. 16, legge 56/87. LA GIUNTA REGIONALE Omissis DELIBERA per i motivi di cui in narrativa, che si intendono integralmente richiamati, trascritti ed approvati: 1. Di condividere e, quindi, recepire la proposta della Commissione Tripartita Regionale, espressa nel verbale della riunione del all. A - parte integrante e sostanziale del presente atto. 2. Di modificare quanto stabilito nella riunione di coordinamento dei Responsabili delle Sezioni Circoscrizionali per l Impiego e Collocamento in Agricoltura della provincia de L Aquila del 21 e 24 luglio 1995, al fine di uniformare l interpretazione della normativa vigente su tutto il territorio regionale, relativa agli avviamenti a selezione presso la pubblica amministrazione, prevedendo la facoltà di partecipare al bando di selezione, entro i termini e secondo i requisiti previsti dallo stesso, anche per i lavoratori che abbiano trasferito la propria iscrizione nelle liste di collocamento del Centro per l Impiego, indipendentemente dalla data di trasferimento rispetto a quella di arrivo della richiesta numerica di avviamento. 3. Di condividere, e pertanto, recepire la proposta della Commissione Tripartita Regionale, espressa nel verbale della riunione del all. B - parte integrante e sostanziale del presente atto. 4. Di modificare il contenuto delle citate delibere ex Commissione Regionale per l Impiego n. 16 del e n. 27 del , in ordine ai criteri di avviamento a selezione di cui ex art. 16, legge 56/87, considerando quale titolo di precedenza la qualifica posseduta dal lavoratore, nel rispetto del profilo professionale richiesto dal bando e, a seguire, solo in assenza di lavoratori con specifica qualifica, la possibilità di ricorrere all avviamento di soggetti in possesso di qualifiche similari e, qualora non si rilevino prenotazioni da parte di lavoratori rientranti nelle fattispecie citate, attingendo tra i soggetti iscritti con tutte le altre qualifiche a basso contenuto professionale. 5. Di pubblicare il presente provvedimento, per estratto, nel B.U.R.A. e di trasmetterlo alle Amministrazioni Provinciali ed alla Direzione Regionale del Lavoro per gli adempimenti conseguenti.

5 DELIBERAZIONE , n. 370: Piano degli interventi di Politiche attive del Lavoro, della Formazione e dell Istruzione Direttive attuative Biennio 2001/2002 P.O.R. Abruzzo obiettivo /2006 Fondo sociale europeo Schede di azione C.2.1. e C.2.3. variazione periodo di presentazione delle istanze a valere sull annualità LA GIUNTA REGIONALE Vista la deliberazione della G.R. 22 maggio 2002, n. 294, recante Piano degli interventi di politiche attive del lavoro, della formazione e dell istruzione Direttive attuative biennio 2001/2002 P.O.R. ABRUZZO obiettivo /2006 Fondo Sociale Europeo Variazione periodo di presentazione delle istanze a valere sull annualità 2002 e modifica importo massimo scheda di azione C.3.2 ; Omissis Ritenuto di dover procedere, in armonia con le decisioni assunte per altre Misure ed Azioni con la deliberazione G.R. n. 294/2002 sopra citata, riconfermando le motivazioni già espresse nel predetto provvedimento, al differimento dei termini di chiusura per la presentazione dei progetti dal all , relativamente alle Misure C.2.1. Interventi finalizzati a prevenire le cause dell abbandono, comprendente le subazioni I e II, e C.2.3 Azioni di accompagnamento e sistema, integrando l elenco dell ex allegato A al su citato atto con l inserimento delle predette azioni; Omissis A voti unanimi espressi nelle forme di legge DELIBERA Per le motivazioni di cui in narrativa che si intendono qui integralmente trascritte ed approvate: 1. Di modificare, per l annualità 2002, il previsto periodo di presentazione delle domande di ammissione a finanziamento per la Misura C.2.1 Interventi finalizzati a prevenire le cause dell abbandono articolata nelle sub azioni I) e II) e per la Misura C.2.3 Azioni di accompagnamento e sistema posponendo il termine di chiusura per la presentazione delle istanze dal 1 giugno 2002 all 11 luglio 2002, fermo restando il termine iniziale decorrente dal 2 maggio Di integrare l ex allegato A con l elencazione delle Schede di azione C.2.1 e C.2.3 che, pertanto, risulta riformulato come da ;accluso allegato 1, parte integrale e sostanziale del presente atto.

6 3. Di disporre la pubblicazione, per estratto, del presente provvedimento, con rito d urgenza, nel B.U.R.A. 4. Di pubblicizzare. per estratto, la presente deliberazione con l allegato documento sul sito internet:

7 POR ABRUZZO Ob. 3 Variazione periodo di presentazione delle domande di ammissione a finanziamento per l annualità ALL. 1 Asse/Misura/Azione Servi - zio Modalità attuative Previsto periodo di presentazione delle domande per l annualità 2002 Variazione periodo di presentazione delle domande per l annualità 2002 Apertura Chiusura Apertura Chiusura A.l.l Interventi di organizzazione dei servizi all impiego di competenza regionale CSI Gestione diretta 2 maggio giugno maggio luglio 2002 A.1.2.a A.1.2.b A.2.1 A.2.2 A.2.3 A.3.2 Interventi di organizzazione dei servizi all impiego di competenza provinciale Interventi di organizzazione dei servizi all impiego di competenza provinciale Interventi finalizzati all assolvimento dell obbligo formativo scolastico Interventi finalizzati all assolvimento dell obbligo formativo (Fondi statali - Annualtà rif. DD.DD. del MLPS n. 370/Segr/2000 e n. 121/V/2001) Interventi finalizzati all inserimento/reinserimento lavorativo post obbligo formativo Aiuti all occupazione mediante la realizzazione di percorsi formativi integrati con specifiche esperienze di permanenza in azienda CSI CSI I FD FD FD Affidamentodi retto Affidamentodi retto 2 maggio giugno maggio luglio maggio giugno maggio luglio maggio giugno maggio settembre maggio giugno maggio luglio maggio giugno maggio settembre maggio giugno maggio settembre 2002 Pag. 1 di 5

8 POR ABRUZZO Ob. 3 Variazione periodo di presentazione delle domande di ammissione a finanziamento per l annualità ALL. 1 Servi - Modalità Previsto periodo di presentazione delle Variazione periodo di presentazione Asse/Misura/Azione zio attuative domande per l annualità 2002 delle domande per l annualità 2002 Apertura Chiusura Apertura Chiusura B.1.l Interventi finalizzati all inserimento lavorativo dei FD disabili 2 maggio giugno maggio luglio 2002 B.l.2 Interventi finalizzati all inserimento lavorativo degli FD immigrati 2 maggio giugno maggio settembre 2002 B.1.3 Interventi detenuti finalizzati all inserimento FD lavorativo dei detenuti 2 maggio giugno maggio luglio 2002 B.1.4 Interventi finalizzati all inclusione sociale di soggetti 1 giugno maggio 2002 FD 2 maggio 2002 e categorie svantaggiate 30 settembre 2002 Pag. 2 di 5

9 POR ABRUZZO Ob. 3 Variazione periodo di presentazione delle domande di ammissione a finanziamento per l annualità ALL. 1 C.1.5 C.1.6 C.1.7 C.2.1 C.2.2 C.2.3 C.3.1 C.3.3 C.3.5.a C.3.5.b C.4.2.a C.4.2.b Asse/Misura/Azione Servi - zio Interventi finalizzati a migliorare la qualità del sistema istnìzione Sostegno all adeguamento delle strutture di offerta (voucher) Formazione congiunta di formatori e docenti Interventi finalizzati a prevenire l insorgere delle cause di abbandono Interventi finalizzati all assolvimento dell obbligo scolastico e fomativo Azioni di accompagnamento e sistema Interventi di istruzione e formazione tecnica superiore (IFTS) Alta formazione (Formazione di III livello) Formazione post obbligo formativo e post diploma in raccordo con la domanda di professionalità finalizzata al lavoro autonomo Formazione post obbligo formativo e post diploma Alfabetizzazione linguistico-informatica per adulti in età lavorativa Alfabetizzazione linguistico-informatica per adulti in età lavorativa I Modalità attuative II) Selezione per Previsto periodo di presentazione delle domande per l annualità 2002 Variazione periodo di presentazione delle domande per l annualità 2002 Apertura Chiusura Apertura Chiusura 2 maggio giugno maggio luglio 2002 SSF Sportello 1 luglio settembre ottobre dicembre 2002 SSF I l l FR FR I FD I FR II) Selezione per I) e II) 2 maggio giugno ottobre dicembre maggio giugno maggio luglio maggio giugno maggio settembre maggio giugno maggio luglio maggio giugno maggio giugno maggio giugno maggio settembre maggio giugno maggio luglio maggio giugno maggio settembre maggio giugno maggio settembre maggio giugno maggio settembre 2002 Pag. 3 di 5

10 POR ABRUZZO Ob. 3 Variazione periodo di presentazione delle domande di ammissione a finanziamento per l annualità ALL. 1 D.1.3 D.2.2 D.2.3 D.4.1 D.4.2 Asse/Misura/Azione Formazione continua per lavoratori autonomi Formazione dei dipendenti regionali per la gestione dei Fondi strutturali Formazione dei dipendenti delle Amministrazioni provinciali e degli enti locali per la gestione dei Fondi strutturali Sviluppare le specializzazioni nel settore della ricerca, delle imprese e del settore pubblico Assegni di ricerca e borse di studio per la collocazione temporanea di ricercatori presso PMI Servizio FR FR FR I FR Modalità attuative Previsto periodo di presentazione delle domande per l annualità 2002 Variazione periodo di presentazione delle domande per l annualità 2002 Apertura Chiusura Apertura Chiusura 2 maggio giugno maggio settembre maggio giugno maggio luglio maggio giugno maggio settembre maggio giugno maggio settembre maggio giugno maggio luglio 2002 Pag. 4 di 5

11 POR ABRUZZO Ob. 3 Variazione periodo di presentazione delle domande di ammissione a finanziamento per l annualità ALL. 1 Asse/Misura/Azione Servi - zio Modalità attuative Previsto periodo di presentazione delle domande per l annualità 2002 Variazione periodo di presentazione delle domande per l annualità 2002 Apertura Chiusura Apertura Chiusura E.1.4 Sostegno alla partecipazione delle donne al lavoro Selezione autonomo e dipendente (percorsi formativi rivolti a FD per settori innovativi e dell informazione) 2 maggio giugno maggio luglio 2002 E. 1.5 Azioni di accompagnamento e sistema FD Affidamento 2 maggio giugno maggio luglio 2002 Pag. 5 di 5

12 ORDINANZE DIRETTORIALI DIREZIONE POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO, DELLA FORMAZIONE E DELL ISTRUZIONE ORDINANZA , n. DL/154: Ordinanza direttoriale n. DL/233 del Integrazione elenco provvisorio Agenzie Formative Regionali accreditate tipologia D 1.4 (rif. Deliberazione G.R. n del ) Anno IL DIRETTORE REGIONALE Vista l ordinanza direttoriale n. DL/233 del (pubblicata nel BURA n. 23 del ) con la quale sono stati approvati gli elenchi provvisori delle Agenzie Formative Regionali accreditate; Dato atto che nella stessa ordinanza si è fatta riserva di provvedere ad integrare l elenco provvisorio delle Agenzie Formative Regionali accreditate - Anno 2000 relativamente alla tipologia D.1.4 Formazione Continua, in quanto non ancora definita l istruttoria da parte del Servizio competente; Considerato che dette procedure si sono concluse, giusta note nn. 236/FR/int. del e 39/FR/int. del del Servizio Politiche Formative Regionali, e che, pertanto, é possibile dare corso alle necessarie integrazioni, relativamente all ex allegato C che risulta riformulato come da allegato C1 ; Considerato, inoltre, che necessita integrare l ex allegato B alla predetta O.D. DL/233/01, includendo il CONSORZIO MULTIMEDIA di Chieti Scalo nella Macro Tipologie Formative - Formazione Superiore; tutto ciò premesso Per le motivazioni espresse in narrativa: 1. Di integrare: DISPONE a) l elenco allegato B - Formazione Superiore - di cui all ordinanza direttoriale n. DL/233 del , con l indicazione dell organismo formativo Consorzio Multimedia di Chieti Scalo; b) L elenco all. C di cui all ordinanza direttoriale n. DL/233 del , delle Agenzie Formative Regionali accreditate Anno 2000, relativamente alla tipologia D Formazione Continua, con la indicazione dei seguenti soggetti: - ORDINE CONSULENTI LAVORO - PESCARA - ORDINE INGEGNERI PROV.LE CHIETI - CHIETI - TECNOS - CHIETI - CONSORZIO MULTIMEDIA - CHIETI SCALO

13 - SFERA SOCIETA CONSORTILE A R.L. - BOLOGNA - COPAGRI - CONFEDERAZIONE PRODUTTORI AGRICOLI - UNIONE REGIONALE ABRUZZO - PESCARA - I.R.I.S. - PESCARA - TEOREMA S.R.L. - TERAMO - SCUOLA SUPERIORE G. REIS ROMOLI - L AQUILA - COLDIRETTI FEDERAZIONE PROVINCIALE - TERAMO - CONFARTIGIANATO ABRUZZO FRAA - PESCARA - CONFARTIGIANATO - AVEZZANO - INFOMEDIA - L AQUILA - INFORMATICA L AQUILA - CNOS - L AQUILA - IRIPA ABRUZZO - PESCARA - SMILE - ROMA - Audit SQA - PESCARA 2. Di sostituire gli ex allegati B e C alla ordinanza direttoriale DL/233 del , rispettivamente, con gli allegati B1 e C1 acclusi al presente provvedimento. 3. Di disporre la pubblicazione della presente ordinanza nel BURA e dei relativi allegati B1 C1.

14 DIREZIONE POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO, DELLA FORMAZIONE E DELL ISTRUZIONE Elenco provvisorio delle Agenzie Formative Regionali accreditate - Anno 2000 MACRO TIPOLOGIE FORMATIVE - FORMAZIONE SUPERIORE SOGGETTO ATTUATORE / DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE Misure A A A C C 3.3 C C 3.5 INDIRIZZO Allegato B1 SEDE LEGALE 3S PROGETTI SRL Via Corradini, 2 AVEZZANO AQ A.F.G.P. CENTRO GUERRIERI Via Nazionale, 330 ROSETO degli TE ABRUZZI A.P.A. CASA ASSOCIAZIONE PROVINCIALE Via Fabio Filzi,1 LANCIANO CH ARTIGIANI A.P.V.A.E. Via S. Savini, 48/50 TERAMO TE A.R.S.SA. ABRUZZO Piazza Torlonia, 91 AVEZZANO AQ ABRUZZO SVILUPPO SPA Via Italica, 90 PESCARA PE AL CU NA (Alleanza Nazionale Culturale> Via Padre Seneri, 33 ROMA RM ASCOM SERVIZI SRL Via Santa Chiara D Aquili, 23 L AQUILA AQ ASFOR.c Via Napoli, 17 PESCARA PE ASS.FOR.SEO. - ROMA Via Merulana, 19 ROMA RM ASSO.SER. Ass. Servizi ONLUS Via C. De Titta, 6 PINETO TE ASSOCIAZIONE SMILE Via Buonarroti, 12 ROMA RM ASSODONNA Via Venezia, 7 PESCARA PE AZIENDA EUROPA - CONSORZIO Via Verdi, 13 ROVIGO RO BIC OMEGA - ANCARANO Zona Industriale ANCARANO TE C.I.A.P.I. Viale Abruzzo, 322 CHIETI SCALO CH CENTRO INFORMATICA Villa Penna BELLANTE TE CESCOT ABRUZZO Via R. Paolucci, 51 PESCARA PE CIFAP Via Lucania, 3 PESCARA PE CIOFS REGIONE ABRUZZO Piana della Lauretana, 2 L AQUILA A CIPA. AT. REGIONALE ABRUZZO Viale G. Bovio. 85 PESCARA PE MOSCIANO CISI ABRUZZO Via Zona Industriale S.ANGELO TE CNIPA ABRUZZO Viale D Annunzio, 68 VASTO CH CNOS FAP Viale Don Bosco, 6 L AQUILA AQ CODEMM Piazza Municipio, 1 ATESSA CH CON.E.DIS. SOC. COOP.SOCIALE A R.L. Via Renzetti, 7 LANCIANO CH CONFARTIGIANATO Via dei Mille, 61 TERAMO TE CONSORFORM Via Molinari, 2 TERAMO TE CONSORZIO ISEA - SULMONA V.le Matteotti SULMONA AQ CONSORZIO LI.LE. Via Po, 83 S.GIOVANNI T. CH CONSORZIO MARIO NEGRI SUD Via Nazionaìe.1 x Lanciano S.MARIA IMBARO CH CONSORZIO NAZIONALE PRO.GE.A. Via Mazzini, 166 PESCARA PE CONSUL SERVICE INFORMATICA SAS Via B. Croce. 73 CHIETI SCALO CH COOP.VA TEATRALE Il Lanciavicchio Via Maddalena, 4 AVEZZANO AQ CRASFORM ONLUS Via Napoleone III, 6 ROMA RM D B SERVICE SAS Via Pizzuto, 115 LANCIANO CH DOREMIDI Via Panni, 3 PESCARA PE E.CO.FORM. - CISAL Via G. Cesare. 21 ROMA RM E.N.A.F.O.P. Via Nocera Umbra, 163 ROMA RM ECIPA ABRUZZO Via Lungaterno sud, 62 PESCARA PE EFORMA S.r.l. Via Tibuntina, 101 PESCARA PE ENDO-FAP ABRUZZO DON ORIONE Via Don Orione, 2 AVEZZA O AQ ENFAP ABRUZZO Via Venezia. 38 ESCARA PE Pag. 1 di 2 PROV

15 Allegato B1 DIREZIONE POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO, DELLA FORMAZIONE E DELL ISTRUZIONE Elenco provvisorio delle Agenzie Formative Regionali accreditate - Anno 2000 MACRO TIPOLOGIE FORMATIVE - FORMAZIONE SUPERIORE Misure A A A C C 3.3 C C 3.5 ENTE SCUOLA EDILE - CHIETI Via Aterno, Brecciarola di CHIETI CHIETI CH EUROBIC ABRUZZO E MOLISE SCRL Via Po, 83 S.GIOVANNI T. CH FONDAZIONE MILENO Padre Kolbe Contrada Lebba VASTO CH FOR COPIM Zona Industriale TITO SCALO PZ FOR.E.M. FORMAZIONE EMIGRANTI Largo Chigi, 19 ROMA RM FORMA AZIONE ITALIA Viale Regina Margherita, 183 ROMA RM FOTOGRAMMA - ISTITUTO DI FOTOGRAFIA Via Bagnaturo, 34 SULMONA AQ I.R.F.O.-D.S.A.-U.d A. Viale Bovio, 79 PESCARA PE I.R.I.P.A. ABRUZZO Via degli Aprutini, 29 PESCARA PE I.S.E. ING. GUIDO FRANCESCO ZUCCARINI Via Firmani, 8 BUCCHIANICO CH I.T.C. Galilei Via Monsignor Valeri, 131 AVEZZANO AQ I.T.C. Rendina Via Acquasanta, 16 L AQUILA AQ I.T.C.S R. De Sterlich Via Colonnetta, 99 CHIETI SCALO CH I.T.I. A. Volta Via Volta, 15 PESCARA PE I.T.I.S. A. DI SAVOIA Via Acquasanta L AQUILA AQ I.T.I.S. E.Maiorana Via A. Moro AVEZZANO AQ IAL ABRUZZO FORMAZIONE Via Aterno, 260 PESCARA PE INFOMEDIA SRL Viale della Croce Rossa, 237 L AQUILA AQ INFORMATICA 2000 SAS Viale della Croce Rossa, 237 L AQUILA AQ ISFOP Corso V. Emanuele L AQUILA AQ IST. D ARTE Bellisario Via Einaudi PESCARA PE IST. MAGISTRALE B. Croce Via Cavalieri di Vittorio Veneto AVEZZANO AQ IST. RIC. INIZ. SOC. ENTE STR.LE Prov.le PE Piazza Italia, 30 PESCARA PE ISTITUTO Manthoné Via Tiburtina, 202 PESCARA PE ISTITUTO PROFESSIONALE DI SSTATO per l INDUSTRIA E l ARTIGIANATO Via Monte S. Rocco L AQUILA AQ ISTITUTO STENODATTILO ITALIANO Via A. Pepe, 14/A TERAMO TE ITARD Via Amaldi, PIACENZA PC ITC Mattioli Via Monte Grappa, 69 SAN SALVO CH LEGA COOPERATIVA ABRUZZO Via T. Patini, 4 PESCARA PE O.D.A. - Avezzano P.zza Torlonia,73 AVEZZANO AQ PRO.GE.A. Via Mazzini, 166 PESCARA PE PROGEST SRL Via Raffaello, 126 PESCARA PE PUNTO ALTO snc - PESCARA C.so V. Emanuele II, 10 PESCARA PE QUALIFORM SAS Via Nazionale 83/bis PINETO TE S.C.M. Servizi Via del Mare 177/179 LANCIANO CH S.D.I. SRL Via Galilei, 63 GIULIANOVA TE S.G.I. Viale Crispi, 17 AVEZZANO AQ SAIL PROJET Via Michele Colalè, 4 LANCIANO CH SCUOLA SUPERIORE G. Reiss Romoli Via G. Falcone, 25 L AQUILA AQ SER.IM. p.s.c.l. Via Boccaccio, 2 ROSETO DEGLI TE ABRUZZI SOLUZIONE SAS DI MASSI CLAUDIO Via III Ottobre, 7 ASCOLI PICENO AP TECNOS SOC. CONS. A R.L. Via dei Frentani, 189 CHIETI CH TETRAKTIS TERAMO Via S. Martino, 7 TERAMO TE THE EUROPEAN LANGUAGE SCHOOL Corso Marrucino, 206 CHIETI CH TRAINING 2000/ ANCE ABRUZZO Via Piano San Michele, 47 MONDAVIO PU U.N.C.I. Federazione regionale Abruzzo Via F. Corridoni, 10 L AQUILA AQ CONSORZIO MULTIMEDIA Via Padre Ugo Frasca Zona Industriale Salvaiezzi CHIETI SCALO CH Pag. 2 di 2

16 Allegato C1 DIREZIONE POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO, DELLA FORMAZIONE E DELL ISTRUZIONE Elenco provvisorio delle Agenzie Formative Regionali accreditate - Anno 2000 MACRO TIPOLOGIE FORMATIVE - FORMAZIONE CONTINUA Misure D D D D D 2.3 D 1.4 SOGGETTO ATTUATORE / INDIRIZZO SEDE LEGALE PROV DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE ASCOM SERVIZI Via Aldo Moro, 1/3 PESCARA PE ASFOR-C Via Napoli, 17 PESCARA PE CESCOT ABRUZZO Via R. Paolucci, 51 PESCARA PE CIAPI Viale Abruzzo, 322 CHIET I SCALO CH CIPA - AT ABRUZZO Via G. Bovio, 85 PESCARA PE CISI ABRUZZO Zona Industriale MOSCIANO S. TE ANGELO COMUNE DI GIULIANOVA Corso Garibaldi. 109 GIULIANOVA TE CONCOMMERCIO Via Aldo Moro PESCARA PE CONSORFORM Via Molinari, 2 TERAMO TE CONSORZIO AZIENDA EUROPA ROVIGO Via Verdi, 13 ROVIGO RO DIERREFORM LANCIANO Via del Mare, 172/A LANCIANO CH ENFAP ABRUZZO Via Venezia, 28 PESCARA PE ENTE SCUOLA EDILE Via Aterno, 187 CHIETI CH EUROBIC Via Po, 83 S. GIOVANNI CH TEATINO IAL ABRUZZO Via Aterno, 256 PESCARA PE ISFOR SAS Corso Manthoné, 62 PESCARA PE ORDINE CONSULENTI LAVORO Via Chieti, 5 PESCARA PE ORDINE ING. PROV.LE CHIETI Via D. Spezioli, 58 CHIETI CH TECNOS Via dei Frentani, 189 CHIETI CH CONSORZIO MULTIMEDIA Via Padre Ugo Frasca - Zona CHIETI SCALO CH Industriale Salvaiezzi SFERA SOCIETA CONSORTILE A R.L. Viale Aldo Moro, 16 BOLOGNA BO COPAGRI - CONFEDERAZIONE PRODUTTORI AGRICOLI - UNIONE REGIONALE ABRUZZO Via dei Sanniti, 19 PESCARA PE I.R.I.S. Piazza Italia, 4 PESCARA PE TEOREMA SRL Corso Cerulli, 59 TERAMO TE SCUOLA SUPERIORE G. REISS ROMOLI Via Giovanni Falcone, 25 L AQUILA AQ COLDIRETTI Federazione Provinciale Via Cesare Battisti, 5 TERAMO TE CONARTIGIANATO ABRUZZO FRAA Via Catullo, 30 PESCARA PE CONFARTIGIANATO Via Cesare Battisti, 70 AVEZZANO AQ INFOMEDIA Viale della Croce Rossa, 237 L AQUILA AQ INFORMATICA 2000 Viale della Croce Rossa, 237 L AQUILA AQ CNOS Viale Don Bosco, 6 L AQUILA AQ IRIPA ABRUZZO Via degli Aprutini, 29 PESCARA PE SMILE Via Buonarroti ROMA RM AuditSQA Via Bologna, 14 PESCARA PE Pag. 1 di 1

17 ORDINANZE DIRIGENZIALI DIREZIONE POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO, DELLA FORMAZIONE E DELL ISTRUZIONE SERVIZIO POLITICHE FORMATIVE CON DELEGA IN ITINERE ORDINANZA , n. DL4/322: Attuazione P.O.R. Anno 2001 Asse B Azione B/1.6. Inserimento lavorativo e reinserimento di gruppi svantaggiati Graduatoria progetti ed ammissione a finanziamento. per le motivazioni espresse in narrativa: IL DIRIGENTE DEL SERVIZIO Omissis DISPONE 1. fatte proprie le risultanze prodotte dal nucleo di valutazione, (verbale allegato A, parte integrante e sostanziale del presente atto) e tenuto conto delle risorse disponibili, pari ad Euro , impegnate con D.G.R. 1332/01, di ammettere a finanziamento l Amministrazione provinciale di Teramo, la cui proposta ha conseguito il punteggio più elevato, risultando prima in graduatoria. 2. Di erogare le risorse di che trattasi secondo le modalità previste nel P.O.R. 2000/2006: - acconto del 60% ad inizio attività configurabile con l avvio dell Azione 1 prevista nel ; - pagamento intermedio del 20% subordinato alla presentazione di una autocertificazione che attesta: a) di aver realizzato almeno il 50% del ammesso; b) di aver effettivamente sostenuto una spesa quietanzata pari ad almeno il 50% dell intervento finanziato dal programma operativo. 3. Di assoggettare le attività di che trattasi ai riscontri positivi delle strutture regionali competenti in occasione di visite sopralluogo dei funzionari all uopo preposti. 4. Che l Ente affidatario dovrà: - emettere il bando per la realizzazione del entro 45 giorni dalla data di ricezione del presente atto; - presentare ad inizio attività il calendario dello svolgimento delle azioni riportate in ; - fornire alle seguenti scadenze: 31 marzo / 30 giugno / 30 settembre / 31 dicembre la certificazione della spesa sostenuta, debitamente quietanzata e la relazione sullo stato di avanzamento delle attività espresse in termini percentuali; - concludere le attività previste in entro il 30/7/ effettuare e rendicontare le spese, secondo le norme di cui alle direttive del Piano Attuativo P.O.R. 2001/ ) Di trasmettere copia della presente ordinanza al B.U.R.A. per la pubblicazione. IL DIRIGENTE DEL SERVIZIO Dott. Nicola Allegrini

18 ALL. A Al Dirigente del Servizio Politiche Formative con delega in itinere SEDE E, p.c. Alla Direzione Politiche Attive del Lavoro della Formazione e dell Istruzione SEDE Oggetto: Verbale consegna lavori di valutazione progetti presentati a valere sulla scheda di Azione B/1.6 D.G.R. n. 1332/01. Il nucleo di valutazione, costituito con ordinauza direttoriale DL 75 del 19/04/02, insediatosi in data 13/05/02, dopo aver provveduto, nella medesima giornata, a predisporre, sulla base delle indicazioni contenute nella scheda di Azione B/1.6, la scheda operativa di ammissibilità e valutazione, ha effettuato nei giorni 16 e 17 maggio 2002 l esame e la valutazione delle n. 3 proposte progettuali pervenute da parte delle Amministrazioni provinciali di Pescara, Chieti e Teramo. Dalla valutazione di merito delle 3 proposte pervenute tulle ammissibili sotto il profilo formale, è scaturito il seguente risultato: 1. Amministrazione provinciale di Teramo: punti 68; 2. Amministrazione provinciale di Pescara: punti 61; 3. Amministrazione provinciale di Chieti: punti 56. Le risultanze dei 1avori di ammissibilità e valutazione sono riportate contestualmente nelle singole schede operative che si consegnano, in allegato al presente verbale, quale parti integranti dello stesso, per il seguito di competenza. Allegati: - n. 3 proposte progettuali. - n. 3 schede operative. Pescara, lì 20 maggio 2002.

19 DIREZIONE POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO, DELLA FORMAZIONE E DELL ISTRUZIONE SERVIZIO POLITICHE FORMATIVE REGIONALI ORDINANZA , n. DL3/226/FR: Approvazione graduatorie piani aziendali settoriali e territoriali D.G.R. n. 326 del C.M. 92/2000. IL DIRIGENTE DEL SERVIZIO Vista la delibera GR. n. 326 del con oggetto Interventi di promozione di Piani Formativi aziendali Settoriali e Territoriali e sviluppo della prassi della Formazione Continua. Circolare del Ministero del lavoro e P.S. n. 92/2000 del , pubblicato sulla G.U. n. 12 del ; Vista l Ordinanza DL/295 del del Direttore regionale Politiche attive del Lavoro, della Formazione e dell Istruzione di costituzione del Comitato di valutazione, emessa in esecuzione della disciplina contenuta nelle Modalità di valutazione della precitata Deliberazione; Rilevato che il Comitato indipendente di valutazione con nota prot. n. 03/D/A del (acquisita alla Direzione con n. 1040/FR/DR del ) ha restituito i verbali ed i tabulati nonché le schede di valutazione dei 71 progetti, spediti alla Direzione entro il termine fissato dalla deliberazione anzi citata; Considerato che, per sopraggiunte problematiche di collocazione nella Direzione dei plichi non più reperibili in forma originale da parte del Servizio Politiche Formative Regionali, è risultato necessario interpellare formalmente ciascun Soggetto presentatore, al fine di riacquisire copia conforme di ciascun a fronte delle intervenute dettagliate operazioni di valutazione esplicate dal Comitato che garantiscono l iter valutativo e le relative risultanze; Rilevato che, a fronte delle richieste formalizzate mediante raccomandata A.R., una volta intervenuto il termine previsto di 15 giorni, risultano rientrate al Servizio Politiche Formative Regionali 67 (sessantasette) copie di progetti dei 71 (settantuno) originariamente pervenuti, mentre 4 (quattro) non sono state restituite dai presentatori, pur avendo gli stessi regolarmente ritirato le raccomandate, come risulta dalle cartoline di ritorno agli atti del Servizio; Tenuto conto che il Servizio Politiche Formative Regionali ha attivato, con nota prot. n. 158/FR int del , il gruppo di lavoro per la verifica dei contenuti dei plichi stessi e che tale gruppo di lavoro ha svolto la verifica il , come da relativo verbale allegato A alla presente Ordinanza; Considerato che in data , con prot. n /FR e prot. n /FR, sono rientrati al Servizio Politiche Formative Regionali due plichi riguardanti due progetti della Società INFO 92 de L Aquila che, in quanto non ammessi a valutazione rimangono chiusi agli atti del Servizio;

20 Preso atto che, secondo le originali risultanze di verifica ammissibilità e di valutazione di merito del Comitato di valutazione al precitato protocollo della Direzione n. 1040/FR/DR del , risultano ammissibili a finanziamento i progetti collocati sopra la soglia riportati nelle graduatorie allegato 1, 2 e 3 al presente atto, parti integranti e sostanziali; Rilevato da un controllo effettuato sulle copie dei progetti rientrati al Servizio, come risultante della verifica operata dal gruppo di lavoro, allegato A, emerge che i progetti prot. n e n , rispettivamente presentati dall azienda ASCOM SERVIZI di Pescara e dal CONSORZIO LI.LE. di Sambuceto di S. Giovanni Teatino, contengono ambedue richieste di finanziamento pubblico per una delle aziende partecipante al Piano eccedente il valore massimo fissato per le P.M.I. in pari a Euro ,84; Ritenuto necessario al riguardo riattivare una verifica da parte dello stesso Comitato Indipendente di valutazione e rinviare pertanto a successivo atto l eventuale ammissione a finanziamento degli stessi; Tenuto conto che, sulla base delle risorse disponibili, pari ad Euro ,38, risulterebbero finanziabili tutti i 18 progetti dell allegato 1, relativo a quelli riguardanti aziende tutte collocate in zone escluse dall art. 87 co 3 lettera c), con accordo delle parti sociali - collocati sulla soglia ed il primo della graduatoria dell allegato 2 riguardante aziende e non collocate in zone escluse dall art. 87 co 3 lettera c) con accordo delle parti sociali; Considerato che tra i precitati 19 progetti, secondo le precitate risultanze di lavoro del gruppo di cui alla nota prot. n. 158/FR int del del Sevizio Politiche Formative Regionali, i progetti prot. n , n , n e n sono stati riprodotti dagli Organismi in forma conforme senza però tutte le relative allegazioni invece espressamente riportate numericamente nell ultimo foglio progettuale di ciascuna proposta e che i progetti ASCOM e Consorzio LI.LE. hanno necessità di ulteriore istruttoria per quanto anzi rilevato; Ritenuto di ammettere a finanziamento quale aiuto alla formazione (Regolamento Comunità Europea 68/2000) progetti riportati nell Allegato B, parte integrante e sostanziale del presente atto, integrati nel finanziamento come da Allegato Bl, entro regola de minimis, e di rinviare la finanziabilità, per i quattro progetti inseriti nell allegato C, al momento di completa acquisizione integrale delle allegazioni, nonché l eventuale finanziamento per i progetti dell ASCOM SERVIZI e del Consorzio LI.LE. alla integrazione di verifica istruttoria da parte del Comitato Indipendente di valutazione; Rilevato che con Ordinanza del Servizio Bilancio n. DD7/13 del è stata riscritta sul bilancio regionale la somma relativa al finanziamento di cui alla C.M. 92/2000 sul capitolo n e che pertanto è possibile procedere all impegno della spesa così come stabilito dalla D.G.R. n. 326/2001; Accertata la regolarità giuridica e tecnico-amministrativa della presente ordinanza;

21 DISPONE per quanto esposto in narrativa: 1. di approvare le risultanze del Comitato Indipendente di valutazione acquisito al protocollo della Direzione al n. 1040/FR del , allegati 1, 2 e 3 al presente atto, con esclusione delle risultanze relative ai progetti prot. n dell ASCOM SERVIZI e prot. n del CONSORZIO LI.LE.; 2. di ammettere a finanziamento, quale aiuto alla formazione ai sensi del Regolamento Comunità Europea n. 68/2000, i progetti riportati nell allegato B, parte integrante e sostanziale del presente atto con l integrazione quale aiuto di stato entro regola de minimis per il valore riportato per ciascuna azienda nell Allegato B1 e di rinviare l eventuale finanziabilità per i progetti inseriti nell allegato C all acquisizione integrale delle allegazioni indicate espressamente nell ultimo foglio progettuale di ciascuna proposta; 3. di dichiarare non ammissibili a finanziamento i progetti riportati nell Allegato 4 al presente atto per motivazioni riportate a fianco di ciascuna ; 4. di dichiarare gli allegati 1, 2, 3, 4, A, B, B1 e C parti integranti essenziali del presente atto; 5. di attivare il Comitato Indipendente di valutazione ai fini di una necessaria verifica riguardo ai Piani prot. n e n rispettivamente della società ASCOM SERVIZI e del CONSORZIO LI.LE.; 6. di richiedere, tramite il soggetto presentatore del Piano, a tutte le aziende la conferma delle caratteristiche progettuali per ciascuna impresa rispetto alla dichiarata formazione generale ed all Ente IRIPA, per le imprese del prot. n , la conferma della formazione specifica come da ; 7. di incaricare ai sensi e per gli effetti della L. 241/90, il Responsabile dell Ufficio Interventi a favore dell adattabilità di lavoratori e imprese di procedere alla formale notifica dell atto mediante raccomandata a.r. ai soggetti presentatori i progetti ammessi a finanziamento riportati nell allegato B e B1 al fine di avviare la presentazione della documentazione necessaria alla stipula della convenzione di affidamento prevista dalla D.G.R. 1504/2000 (pagg. 313 e 314 e 315 del B.U.R.A. n. 37 Straordinario del ) che deve intervenire entro 15 giorni dalla ricezione della notifica nonché la presentazione di quella relativa ai finanziamenti quali aiuti alla formazione Allegato B di cui all art. 7 del Regolamento CE n. 68/2001 Aiuti alla Formazione riguardante le informazioni necessarie per assolvere alla tenuta ed all aggiornamento del registro previsto dal co 2 dello stesso art. 7; 8. di richiedere per le aziende riportate nell Allegato B1 la conferma della dichiarazione de minimis ai sensi del Regolamento Comunità Europea n. 69/2000; 9. di attivare nei confronti dei Soggetti presentatori dei progetti prot , n , n e n , la richiesta formale delle copie di tutti gli allegati al stesso; 10. di stabilire che l attività formativa deve avere inizio entro 20 giorni dalla stipula della convenzione di affidamento 11. di impegnare la somma di Euro ,38 sul capitolo n /C/2002 dello stato di previsione della spesa del corrente esercizio finanziario, riscritta con Ordinanza Dirigenziale del Servizio Bilancio DD7/13 del ;

22 12. di richiamare le disposizioni delle norme organizzative e tecniche della DGR n. 1504/2000; 13. di trasmettere la presente ordinanza la Servizio B.U.R.A. per la sua integrale pubblicazione IL DIRIGENTE DEL SERVIZIO Dott.ssa Domenica Pacifico

23 PROGETTI CON PRIORITA ESCLUSI DA ZONE 87-3 C E CON ACCORDO PARTI SOCIALI ALLEGATO 1 ALL ORDINANZA DIRIGENZIALE DL3/226/FR DEL composto di n.3 pagg. n. D Ordine n. Prot. Presentatore Titolo del Progetto Voto Totale Progetto prioritario in base art. 87 Accordo con parti sociali Finanziamento Pubblico Richiesto EURO Note ENFAP A.N.S.A. 79 SI SI , ENFAP Formazione avanzata Valle Peligna 79 SI SI , ENFAP FASHION 79 SI SI , EUROBIC Abruzzo EUROBIC Abruzzo EUROBIC Abruzzo EUROBIC Abruzzo La Net Economy nell area alto-sangro Qualità e servizio globale Informatica e inglese per essere competitivi Information Technology e Security 77 SI SI ,97 77 SI SI ,78 77 SI SI ,65 77 SI SI ,84 La modulistica non permette di stabilire il rispetto del parametro per singola azienda. La modulistica non permette di stabilire il rispetto del parametro per singola azienda. La modulistica non permette di stabilire il rispetto del parametro per singola azienda La modulistica non permette di stabilire il rispetto del parametro per singola azienda La modulistica non permette di stabilire il rispetto del parametro per singola azienda La modulisfica non permette di stabilire il rispetto del parametro per singola azienda pag. 1 di 3

24 PROGETTI CON PRIORITA ESCLUSI DA ZONE 87-3 C E CON ACCORDO PARTI SOCIALI ALLEGATO 1 ALL ORDINANZA DIRIGENZIALE DL3/226/FR DEL composto di n.3 pagg ASCOM Servizi So.Gen.Infor. Paris G.&C. Consorzio LI.LE Net Consult S.R.L. Net Consult S.R.L. Infobasic S.A.S. Tecnos Soc. Cons. a.r.l. Tecnos Soc. Cons a.r.l. Conoscere e lavorare con il computer 76 SI SI ,23 T.A.S. Informatica 74 SI SI ,91 Conseguimento della patente europea Riqualificazione sistemi informatici Corso di aggiornamento sulle normative del settore termoidraulico Microsoft Mous: formazione azienda Riqualificazione all utilizzo dei sistemi informatici Riqualificazione degli addetti Commerciali di Pescasseroli alle tecniche informatiche 72 SI SI ,06 68 SI SI ,15 68 SI SI ,77 67 SI SI ,80 67 SI SI ,91 66 SI SI ,37 La modulistica non permette di stabilire il rispetto del parametro per singola azienda La modulistica non permette di stabilire il rispetto del parametro per singola azienda. La modulistica non permette di stabilire il rispetto del parametro per singola azienda pag. 2 di 3

25 PROGETTI CON PRIORITA ESCLUSI DA ZONE 87-3 C E CON ACCORDO PARTI SOCIALI ALLEGATO 1 ALL ORDINANZA DIRIGENZIALE DL3/226/FR DEL composto di n.3 pagg I.R.I.P.A Forma Innoagricoltura 65 SI SI , Informatica 2000 Tecnos S.c. a.r.1. Il commercio elettronico... Riqualificazione degli addetti alle aziende turistiche SI SI ,88 65 SI SI ,97 La modulistica non permette di stabilire il rispetto del parametro per singola azienda; discordanza nell indicazione del numero dei partecipanti E.B.R. ART. Promettenti ATI Promettenti ATI Terotech S.R.L. Terotech S.R.L. SOGLIA DI AMMISSIBILITA AL FINANZIAMENTO Piano Territoriale Formativo Progetto 61 SI SI ,36 Gran Sasso La qualità nel settore turistico alberghiero 54 SI SI ,58 La qualità nel settore turistico alberghiero 54 SI SI ,10 Innovazione organizzativa e 54 SI SI ,65 sicurezza Qualità e innovazione tecnologica 54 SI SI ,59 Manca il preventivo generale sono riportati solo i preventivi per impresa. pag. 3 di 3

26 PROGETTI RICOMPRESI ZONE 87-3 c CON ACCORDO PARTI SOCIALI ALLEGATO 2 ALL ORDINANZA DIRIGENZIALE DL3/226/FR DEL composto di n. 4 pagg. N. D ordine N. Prot. Presentat ore Titolo del Progetto Voto Totale Progetto prioritario in base art. 87 Accordo con parti sociali Finanziamento Pubblico Richiesto CODEM Crescere nel sociale 80 NO SI , ENFAP A.S.I. 79 NO SI , Coopsviluppo Soc.Coop.Consortile EUROBIC Abruzzo EURO Pantera 77 NO SI ,55 Il marketing nel settore agro alimentare 77 NO SI , S.r.l Falco 77 NO SI , Fameccamica Data Progetto qualità estesa NO SI ,22 Note La modulistica non permette di stabilire il rispetto del parametro per singola azienda. La modulistica non permette di stabilire il rispetto del parametro per singola azienda. La modulistica non permette di stabilire il rispetto del parametro per singola azienda. La modulistica non permette di stabilire il rispetto del parametro per singola azienda. Pag. 1 di 4

27 PROGETTI RICOMPRESI ZONE 87-3 c CON ACCORDO PARTI SOCIALI ALLEGATO 2 ALL ORDINANZA DIRIGENZIALE DL3/226/FR DEL composto di n. 4 pagg METALFIN CIAPI Tecnos S.c.a.r.l CIAPI Formazione per l acquisizione di nuovi modelli organizzativi.. Prodetto integrato sicurezza e saldature speciali Gestione integrata del sistema di qualità e sicurezza Progetto avanzato di progettazione e lavorazione alle macchine utensili. 69 NO SI ,77 68 NO SI ,80 66 NO SI ,29 65 NO SI ,05 Il numero degli addetti in formazione non viene indicato nel totale del formulano ma si deduce dai prospetti delle singole imprese. La modulistica non permette di stabilire il rispetto del parametro per singola azienda. La modulistica non permette di stabilire il rispetto del parametro per singola azienda. SOGLIA DI AMMISSIBILITA A FINANZIAMENTO Gikappa S.R.L Tecnos S.c. a.r.l Gesti E.B.R. ART. Applicazione del Decreto Legislativo 626/94 La certificazione di qualità ISO 9000 Crescere nel sociale Progetto Val Pescara 64 NO SI ,22 64 NO SI ,18 63 NO SI ,78 61 NO SI ,86 Pag. 2 di 4

28 PROGETTI RICOMPRESI ZONE 87-3 c CON ACCORDO PARTI SOCIALI ALLEGATO 2 ALL ORDINANZA DIRIGENZIALE DL3/226/FR DEL composto di n. 4 pagg E.B.R. ART Piano Formativo Territoriale Progetto Vomano 61 NO SI , E.B.R.ART Progetto Adriatica 59 NO SI , E.B.R.ART Progetto Frentano 59 NO SI , E.B.R.ART E.B.R.ART Piano Territoriale Progetto Val Vibrata Progetto I Pastifici d Abruzzo 59 NO SI ,59 59 NO SI , IAL Abruzzo Operatore RSA 59 NO SI , CIAPI Tumini Meccaniche Costruzione srl Solidarietà e Ambiente Formazione della figura di PES in ambito elettrico Sistemi informativi controllo direzionale Operatore di trasporto someggiato 58 NO SI ,58 54 NO SI ,26 49 NO SI , COMES S.R.L. Infocommerce 47 NO SI ,96 Il formulario presentato non segue nelle pagine l ordine numerico progressivo previsto. Manca il preventivo generale sono riportati solo i preventivi per impresa. Manca il preventivo generale sono riportati solo i preventivi per impresa Manca il preventivo generale sono riportati solo i preventivi per impresa Manca il preventivo generale sono riportati solo i preventivi per impresa Non rispetta il 20% di finanziamento privato; la marca da bollo risulta di 2000 invece di Non vengono indicati i costi per singola azienda. La modulistica non permette di stabilire il rispetto del parametro per singola azienda. La modulistica non permette di stabilire il rispetto del parametro per singola azienda Pag. 3 di 4

29 PROGETTI RICOMPRESI ZONE 87-3 c CON ACCORDO PARTI SOCIALI ALLEGATO 2 ALL ORDINANZA DIRIGENZIALE DL3/226/FR DEL composto di n. 4 pagg Costituenda Ati- TINN L organizzazione secondo le norme Vision NO SI ,69 Il totale delle ore per azione è indicato in modo errato Pag. 4 di 4

30 PROGETTI RICOMPRESI ZONE 87-3 c E SENZA ACCORDO PARTI SOCIALI Allegato 3 all ordinanza DL3/226/FR del composto di n. 2 pagg. n. D Ordine n. Prot. Presentatore Titolo del Progetto Voto Totale Progetto prioritario in base art. 87 Accordo con parti sociali Finanziamento Pubblico Richiesto EURO Note EUROBIC Abruzzo Bic Omega S.R.L Bic Omega S.R.L Abruzzo Sviluppo Il settore dei trasporti: Qualità ed organizzazione aziendale Progettista Cad/Cam 3D Progettista Cad/Cam 3D Crescere per servire meglio 77 NO NO ,78 69 NO NO ,64 69 NO NO ,74 62 NO NO , EUROBIC Abruzzo Qualità in linea 53 NO NO , AuditSQA S.A.S Tumini Meccaniche Costruzione srl La sicurezza sul posto di lavoro Lavorare in Sicurezza 51 NO NO ,54 51 NO NO ,39 Manca documentazione relativa accordo Parti Sociali Si riscontra un ulteriore preventivo spese non previsto dal formulario; Importo totale del errato Impossibile stabilire se il è seatoriale o Territoriale La modulistica non permette di stabilire il rispetto del parametro per singola azienda. pag.1 di 2

31 PROGETTI RICOMPRESI ZONE 87-3 c E SENZA ACCORDO PARTI SOCIALI Allegato 3 all ordinanza DL3/226/FR del composto di n. 2 pagg Tumini Meccaniche Costruzione srl Tumini Meccaniche Costruzione srl Porreca Ezia Giuliana COM.s.a.s. Il Sistema qualità aziendale Applicazione tecnologie informatiche... li Strumenti di Controllo e analisi dei flussi NO NO ,96 51 NO NO ,97 42 NO NO ,20 La modulistica non permette di stabilire il rispetto del parametro per singola azienda. La modulistica non permette di stabilire il rispetto del parametro per singola azienda.

BOLLETTINO UFFICIALE

BOLLETTINO UFFICIALE Spedizione in abbonamento postale Art. 2 comma 20/C L. 662/96 Autorizz. Dirpostel L Aquila ANNO XXXIII N. 2 Straordinario R E P U B B L I C A I T A L I A N A BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE ABRUZZO

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE

BOLLETTINO UFFICIALE Anno XXXVII REPUBBLICA ITALIANA N. 5 Speciale Formazione BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE ABRUZZO L AQUILA, 11 GENNAIO 2006 Pag. 2 Bollettino Ufficiale della Regione Abruzzo Anno XXXVII - N. 5 Speciale (11.01.2006)

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE

BOLLETTINO UFFICIALE Supplemento Ordinario n. 1 al B.U.R.M. del 1 dicembre 2009, n. 29 ANNO XL NUMERO 29 REGIONE MOLISE R E P U B B L I C A I T A L I A N A BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE Parte I CAMPOBASSO, 1 DICEMBRE

Dettagli

Legge 53/2000 art. 6 - Piano Formativo 2004/05 - Sistema di formazione a scelta individuale

Legge 53/2000 art. 6 - Piano Formativo 2004/05 - Sistema di formazione a scelta individuale Legge 53/2000 art. 6 - Piano Formativo 2004/05 - Sistema di formazione a scelta individuale Voucher formativi - Elenco dei lavoratori non ammissibili a finanziamento Allegato "A" Posizione in graduatoria

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA Spedizione in a.p. - Art. 2 comma 20c legge 662/96 - Filiale di Catanzaro Edizione straordinaria REPUBBLICA ITALIANA Parti I e II Anno XXXII N. 63 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA Catanzaro,

Dettagli

Speciale n. 110 del 3 Ottobre Concorsi. dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle ed il martedì e giovedì pomeriggio dalle alle 17.

Speciale n. 110 del 3 Ottobre Concorsi. dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle ed il martedì e giovedì pomeriggio dalle alle 17. Anno XLIV - N.41 Speciale (12.04.2013) Bollettino Ufficiale della Regione Abruzzo Pag. 1 Direzione, Redazione e Amministrazione: Ufficio BURA Speciale n. 110 del 3 Ottobre 2014 Concorsi UFFICIO BURA L'AQUILA

Dettagli

PROVINCIA DI BARLETTA ANDRIA TRANI

PROVINCIA DI BARLETTA ANDRIA TRANI PROVINCIA DI BARLETTA ANDRIA TRANI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 1389 DEL 27/05/2014 VI Settore - Politiche del Lavoro, Formazione Professionale, Pubblica Istruzione e I.T.A. (Provincia BAT) N. 252 Reg.

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE

BOLLETTINO UFFICIALE Anno XLI REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in Abbonamento Postale - 70% DR Commerciale Business Potenza n. 70/05. Potenza, 31 dicembre

Dettagli

SETTORE PROGRAMMAZIONE FORMAZIONE STRATEGICA E ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE

SETTORE PROGRAMMAZIONE FORMAZIONE STRATEGICA E ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE REGIONE TOSCANA DIREZIONE ISTRUZIONE E FORMAZIONE SETTORE PROGRAMMAZIONE FORMAZIONE STRATEGICA E ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE Responsabile di settore: MONTOMOLI MARIA CHIARA Decreto soggetto

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Reg. delib. n. 1247 Prot. n. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE OGGETTO: Approvazione dell'avviso per la presentazione di proposte formative finalizzate all'inclusione

Dettagli

Provincia di Foggia DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE FORMAZIONE PROFESSIONALE E POLITICHE

Provincia di Foggia DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE FORMAZIONE PROFESSIONALE E POLITICHE Provincia di Foggia DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE FORMAZIONE PROFESSIONALE E POLITICHE SOCIALI OGGETTO: APPROVAZIONE ELENCHI PROGETTI AMMESSI A FINANZIAMENTO, DI CUI ALL AVVISO FG/07/2012,

Dettagli

PROVINCIA DI BARLETTA ANDRIA TRANI

PROVINCIA DI BARLETTA ANDRIA TRANI PROVINCIA DI BARLETTA ANDRIA TRANI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 158DEL28/01/2014 VI Settore - Politiche del Lavoro, Formazione Professionale, Pubblica Istruzione e I.T.A. (Provincia BAT) N. 30Reg. Settore

Dettagli

SETTORE DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO E SOSTEGNO ALLA RICERCA

SETTORE DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO E SOSTEGNO ALLA RICERCA REGIONE TOSCANA DIREZIONE CULTURA E RICERCA SETTORE DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO E SOSTEGNO ALLA RICERCA Responsabile di settore: BACCI LORENZO Decreto soggetto a controllo di regolarità amministrativa

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE Atto del Dirigente a firma unica: DETERMINAZIONE n 11126 del 12/09/2013 Proposta: DPG/2013/11459 del 09/09/2013 Struttura proponente: Oggetto:

Dettagli

Prot. N del 31/07/2009

Prot. N del 31/07/2009 Provincia di Pistoia Dipartimento Istruzione, Formazione Professionale, Cultura, Sviluppo Economico e Aziende partecipate Servizio Istruzione, Formazione Professionale e Cultura Prot. N. 115387 del 31/07/2009

Dettagli

Provincia dell'aquila

Provincia dell'aquila Nr. Progr. 47535 Determinazione dirigenziale n 129 del 13.12.2013 avente per oggetto: Ufficio di provenienza della determinazione: SETTORE 2.1 - POLITICHE DEL LAVORO, FORM. PROFES. Dirigente del Settore:

Dettagli

SERVIZIO SVILUPPO ECONOMICO, AGRICOLTURA E PROMOZIONE DEL TERRITORIO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

SERVIZIO SVILUPPO ECONOMICO, AGRICOLTURA E PROMOZIONE DEL TERRITORIO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE SERVIZIO SVILUPPO ECONOMICO, AGRICOLTURA E PROMOZIONE DEL TERRITORIO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 239 DEL 08/04/2013 OGGETTO LEGGE 24.12.2004, N. 313 "DISCIPLINA DELL'APICOLTURA". AVVISO PUBBLICO REGIONALE

Dettagli

Delibera Giunta Regionale Abruzzo n. 730 del 06 settembre 2003

Delibera Giunta Regionale Abruzzo n. 730 del 06 settembre 2003 Delibera Giunta Regionale Abruzzo n. 730 del 06 settembre 2003 POR Abruzzo Ob. 3 2000/2006 FSE Piano degli interventi delle politiche attive del lavoro, della formazione e dell istruzione annualità 2003

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 46

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 46 33 di Comuni. Proroga termini di presentazione delle domande di pagamento relative alla Fase III (fondi 2010). Vista la nota prot 12673/4.2.1 del 19/10/2011, agli atti del Settore, con la quale il Presidente

Dettagli

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI FOGGIA Determinazione del Responsabile Settore Formazione Professionale 22 dicembre 2010, n. 4095

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI FOGGIA Determinazione del Responsabile Settore Formazione Professionale 22 dicembre 2010, n. 4095 35392 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 194 del 30-12-2010 AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI FOGGIA Determinazione del Responsabile Settore Formazione Professionale 22 dicembre 2010, n. 4095

Dettagli

COMUNE DI FONDI. ( Provincia di Latina ) Settore Affari Gen. ed Istituzionali, Demografico, Personale e Ced

COMUNE DI FONDI. ( Provincia di Latina ) Settore Affari Gen. ed Istituzionali, Demografico, Personale e Ced COMUNE DI FONDI ( Provincia di Latina ) Determinazione N. 519 Del 29/04/2014 Settore Affari Gen. ed Istituzionali, Demografico, Personale e Ced VERBALE DI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE ( Art. 183 comma 9

Dettagli

REGIONE PIEMONTE BU28 13/07/2017

REGIONE PIEMONTE BU28 13/07/2017 REGIONE PIEMONTE BU28 13/07/2017 Codice A1902A D.D. 5 luglio 2017, n. 312 Progetto Bottega scuola (D.G.R n. 23-4944 del 02/05/2017) - IV edizione. Elenco delle imprese ammesse, elenco delle imprese ammesse

Dettagli

ANNO XXXIII N. 17 R E P U B B L I C A I T A L I A N A SOMMARIO. Parte I. Leggi, Regolamenti ed Atti della Regione LEGGI

ANNO XXXIII N. 17 R E P U B B L I C A I T A L I A N A SOMMARIO. Parte I. Leggi, Regolamenti ed Atti della Regione LEGGI Spedizione in abbonamento postale Art. 2 comma 20/C L. 662/96 Autorizz. Dirpostel L Aquila ANNO XXXIII N. 17 R E P U B B L I C A I T A L I A N A BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE ABRUZZO PARTE I, II,

Dettagli

Elenco regionale dei laboratori che effettuano analisi nell ambito delle procedure di autocontrollo delle imprese

Elenco regionale dei laboratori che effettuano analisi nell ambito delle procedure di autocontrollo delle imprese Parte seconda - N. 57 Euro 2,46 Anno 39 6 maggio 2008 N. 73 DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO VETERINARIO E IGIENE DEGLI ALIMENTI 20 marzo 2008, n. 3073 Elenco regionale dei laboratori che effettuano

Dettagli

L.R. n. 4 del 31 marzo 2009 Disciplina dell agriturismo e della multifunzionalità delle aziende agricole Criteri di attuazione del Settore Agriturismo

L.R. n. 4 del 31 marzo 2009 Disciplina dell agriturismo e della multifunzionalità delle aziende agricole Criteri di attuazione del Settore Agriturismo Parte seconda - N. 143 Euro 2,46 Anno 40 26 novembre 2009 N. 199 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 2 novembre 2009, n. 1693 L.R. n. 4 del 31 marzo 2009 Disciplina dell agriturismo e della multifunzionalità

Dettagli

strutture formative di cui all art. 15, L.R. 111/95. Catalogo regionale dei corsi riconosciuti. - Aggiornamento al 30/09/2007.

strutture formative di cui all art. 15, L.R. 111/95. Catalogo regionale dei corsi riconosciuti. - Aggiornamento al 30/09/2007. Pag. 50 Bollettino Ufficiale della Regione Abruzzo Anno XXXIX - N. 1 (4.01.2008) 9 TE TORANO NUOVO 1.664 10 PE CEPAGATTI 9.810 11 PE COLLECORVINO 5.620 12 PE MANOPPELLO 6.263 13 PE NOCCIANO 1.820 14 PE

Dettagli

ORDINANZA N. 49 DEL 02/02/2017

ORDINANZA N. 49 DEL 02/02/2017 Visto SERVIZIO GESTIONE RISORSE ECONOMICO FINANZIARIE Data: AGENZIA REGIONALE PER IL LAVORO, LA FORMAZIONE E L ACCREDITAMENTO LIGURIA Visto DIRIGENTE AMMINISTRATIVO FINANZIARIO Data: Visto DIRETTORE GENERALE

Dettagli

REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO N. 10 LAVORO, POLITICHE DELLA FAMIGLIA, FORMAZIONE PROFESSIONALE, COOPERAZIONE E VOLONTARIATO.

REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO N. 10 LAVORO, POLITICHE DELLA FAMIGLIA, FORMAZIONE PROFESSIONALE, COOPERAZIONE E VOLONTARIATO. 3546 13-5-2011 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 19 REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO N. 10 LAVORO, POLITICHE DELLA FAMIGLIA, FORMAZIONE PROFESSIONALE, COOPERAZIONE E VOLONTARIATO.

Dettagli

Il Dirigente Responsabile/ Il Responsabile di P.O. delegato: Francesca Giovani. Decreto N 3147 del 11 Giugno 2010

Il Dirigente Responsabile/ Il Responsabile di P.O. delegato: Francesca Giovani. Decreto N 3147 del 11 Giugno 2010 REGIONE TOSCANA-GIUNTA REGIONALE DIREZIONE GENERALE POLITICHE FORMATIVE, BENI E ATTIVITA' CULTURALI AREA DI COORDINAMENTO ORIENTAMENTO, ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO SETTORE LAVORO. Il Dirigente Responsabile/

Dettagli

SETTORE DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO E SOSTEGNO ALLA RICERCA

SETTORE DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO E SOSTEGNO ALLA RICERCA REGIONE TOSCANA DIREZIONE CULTURA E RICERCA SETTORE DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO E SOSTEGNO ALLA RICERCA Responsabile di settore: BACCI LORENZO Decreto soggetto a controllo di regolarità amministrativa

Dettagli

Speciale N. 77 del 7 Luglio 2017

Speciale N. 77 del 7 Luglio 2017 Anno XLVII Anno XLVII N. 77 Speciale (07.07.2017) Bollettino Ufficiale della Regione Abruzzo Pag. 1 Speciale N. 77 del 7 Luglio 2017 CONCORSI UFFICIO BURA Sito Internet: http://bura.regione.abruzzo.it

Dettagli

REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO N 11 ISTRUZIONE, ALTA FORMAZIONE RICERCA SCIENTIFICA

REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO N 11 ISTRUZIONE, ALTA FORMAZIONE RICERCA SCIENTIFICA REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO N 11 ISTRUZIONE, ALTA FORMAZIONE RICERCA SCIENTIFICA DIPARTIMENTO DECRETO DEL DIRIGENTE DEL SETTORE SERVIZIO 11 3 ASSUNTO IL 30 GIUGNO 2009 PROT. N. 1005

Dettagli

Parte seconda - N. 39 Euro 4,92. Anno marzo 2008 N. 50. DELIBERAZIONE DELL ASSEMBLEA LEGISLATIVA 4 marzo 2008, n. 157

Parte seconda - N. 39 Euro 4,92. Anno marzo 2008 N. 50. DELIBERAZIONE DELL ASSEMBLEA LEGISLATIVA 4 marzo 2008, n. 157 Parte seconda - N. 39 Euro 4,92 Anno 39 27 marzo 2008 N. 50 DELIBERAZIONE DELL ASSEMBLEA LEGISLATIVA 4 marzo 2008, n. 157 Approvazione del rendiconto consuntivo per l esercizio finanziario 2006 dell Azienda

Dettagli

REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO N 11 ISTRUZIONE, ALTA FORMAZIONE RICERCA SCIENTIFICA

REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO N 11 ISTRUZIONE, ALTA FORMAZIONE RICERCA SCIENTIFICA REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO N 11 ISTRUZIONE, ALTA FORMAZIONE RICERCA SCIENTIFICA DECRETO DEL DIRIGENTE DEL ASSUNTO IL PROT. N DIPARTIMENTO SETTORE SERVIZIO 11 3 CODICE REGISTRO DEI DECRETI

Dettagli

Provincia di Foggia DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE. Formazione Professionale. n. 23/10/MC Reg. Deter. Foggia, 09 gennaio 2013

Provincia di Foggia DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE. Formazione Professionale. n. 23/10/MC Reg. Deter. Foggia, 09 gennaio 2013 Provincia di Foggia DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE Formazione Professionale n. 23/10/MC Reg. Deter. Foggia, 09 gennaio 2013 Oggetto: Approvazione graduatoria dei progetti di cui all avviso

Dettagli

SETTORE DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO E SOSTEGNO ALLA RICERCA

SETTORE DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO E SOSTEGNO ALLA RICERCA REGIONE TOSCANA DIREZIONE CULTURA E RICERCA SETTORE DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO E SOSTEGNO ALLA RICERCA Responsabile di settore: BACCI LORENZO Decreto soggetto a controllo di regolarità amministrativa

Dettagli

A relazione del Presidente Chiamparino:

A relazione del Presidente Chiamparino: REGIONE PIEMONTE BU32 10/08/2017 Deliberazione della Giunta Regionale 3 agosto 2017, n. 43-5474 L.R. 1/2009, art. 10 - Contributi alle imprese artigiane per la realizzazione di vetrine elettroniche di

Dettagli

Pubblicazione dei posteggi liberi da assegnare nei mercati e nelle fiere della regione Emilia-Romagna

Pubblicazione dei posteggi liberi da assegnare nei mercati e nelle fiere della regione Emilia-Romagna Parte seconda - N. 119 Euro 0,82 Anno 40 17 settembre 2009 N. 161 DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO PROGRAMMAZIONE DELLA DISTRIBUZIONE COMMERCIALE 3 settembre 2009, n. 8512 Pubblicazione dei

Dettagli

SERVIZIO SVILUPPO ECONOMICO, AGRICOLTURA E PROMOZIONE DEL TERRITORIO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

SERVIZIO SVILUPPO ECONOMICO, AGRICOLTURA E PROMOZIONE DEL TERRITORIO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE SERVIZIO SVILUPPO ECONOMICO, AGRICOLTURA E PROMOZIONE DEL TERRITORIO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 545 DEL 09/07/2013 OGGETTO P.S.R. 2007-2013, ASSE 3 - MISURA 311 "DIVERSIFICAZIONE IN ATTIVITÀ NON AGRICOLE"

Dettagli

DELLA REGIONE PUGLIA

DELLA REGIONE PUGLIA REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE PUGLIA Anno XXXIX BARI, 13 MARZO 2008 N. 41 Sede Presidenza Giunta Regionale Deliberazioni del Consiglio e della Giunta Appalti - Bandi Atti di Organi

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE Atto del Dirigente a firma unica DETERMINAZIONE Num. 14577 del 18/09/2017 BOLOGNA Proposta: DPG/2017/15044 del 18/09/2017 Struttura proponente:

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE UMBRIA - Serie Generale - N. 40

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE UMBRIA - Serie Generale - N. 40 126 DIREZIONE REGIONALE PROGRAMMAZIONE, INNOVAZIONE E COMPETITIVITÀ DELL UMBRIA - SERVIZIO POLITICHE DELLA CASA E RIQUALIFICAZIONE URBANA - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 5 agosto 2015, n. 5660. D.G.R. n.

Dettagli

CICAS Marzo - Maggio 2014

CICAS Marzo - Maggio 2014 Anno XLIV - N.41 Speciale (12.04.2013) Bollettino Ufficiale della Regione Abruzzo Pag. 1 Direzione, Redazione e Amministrazione: Ufficio BURA Speciale n. 67 del 6 Giugno 2014 CICAS Marzo - Maggio 2014

Dettagli

CATALOGO REGIONALE APERTO DELL'OFFERTA FORMATIVA PUBBLICA IN APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE

CATALOGO REGIONALE APERTO DELL'OFFERTA FORMATIVA PUBBLICA IN APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE ALLEGATO A DIPARTIMENTO SVILUPPO ECONOMICO, POLITICHE DEL LAVORO, DELL'ISTRUZIONE, DELLA RICERCA E UNIVERSITA' SERVIZIO LAVORO - UFFICIO ALTERNANZA SCUOLA -LAVORO CATALOGO REGIONALE APERTO DELL'OFFERTA

Dettagli

Mod. B - copia DECRETO N. 381 DEL 13/07/2017

Mod. B - copia DECRETO N. 381 DEL 13/07/2017 DECRETO N. 381 DEL 13/07/2017 OGGETTO: POR FSE Regione Veneto 2014/2020 Reg.to UE n. 1303/2013 e 1304/2013. Asse II Inclusione sociale - Obiettivo Tematico 9 Priorità d investimento 9.i Obiettivo Specifico

Dettagli

VISTO il Piano nazionale di vigilanza relativo

VISTO il Piano nazionale di vigilanza relativo Pag. 72 Bollettino Ufficiale della Regione Abruzzo Anno XLVI - N. 19 Ordinario (27.05.2015) GIUNTA REGIONALE Omissis DELIBERAZIONE 11.04.2015, n. 261 Recepimento Piano nazionale dei controlli sulla applicazione

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 15 REGIONE TOSCANA Direzione Lavoro Settore Lavoro

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 15 REGIONE TOSCANA Direzione Lavoro Settore Lavoro 138 12.4.2017 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 15 REGIONE TOSCANA Direzione Lavoro Settore Lavoro DECRETO 8 marzo 2017, n. 3974 certificato il 04-04-2017 Avviso pubblico per la concessione

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE ABRUZZO

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE ABRUZZO Spedizione in abbonamento postale Art. 2 comma 20/C L. 662/96 Autorizz. Dirpostel L Aquila ANNO XXXIII N. 22 Speciale (Trasporti) R E P U B B L I C A I T A L I A N A BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE

Dettagli

FORMAZ., RICE. E INNOV., SCUOLA UNIV., DIR. STUDIO DETERMINAZIONE. Estensore TESSE DANIELE. Responsabile del procedimento TOMASSETTI EVA

FORMAZ., RICE. E INNOV., SCUOLA UNIV., DIR. STUDIO DETERMINAZIONE. Estensore TESSE DANIELE. Responsabile del procedimento TOMASSETTI EVA REGIONE LAZIO Direzione Regionale: FORMAZ., RICE. E INNOV., SCUOLA UNIV., DIR. STUDIO Area: DETERMINAZIONE N. G08133 del 12/06/2017 Proposta n. 10745 del 12/06/2017 Oggetto: Approvazione delle graduatorie

Dettagli

Unione Europea. D.D.G. N.6060 del 12/10/2016 OGGETTO:

Unione Europea. D.D.G. N.6060 del 12/10/2016 OGGETTO: Il Dirigente Generale D.D.G. N.6060 del 12/10/2016 OGGETTO: Decreto di approvazione della graduatoria definitiva e impegno per i progetti presentati a valere sull Avviso n. 7/2016 Avviso per la realizzazione

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA Revisione della pianta organica delle farmacie Anno 2002

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA Revisione della pianta organica delle farmacie Anno 2002 Parte seconda - N. 19 Euro 1,64 Anno 38 23 febbraio 2007 N. 25 PROVINCIA DI REGGIO EMILIA Revisione della pianta organica delle farmacie Anno 2002 PROVINCIA DI RIMINI Revisione della pianta organica delle

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 1 del

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 1 del 124 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 1 del 3-1-2017 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 30 novembre 2016, n. 1913 VARIAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2016 E PLURIENNALE 2016-2018 AI SENSI

Dettagli

Provincia di Bari COPIA N.594 DEL

Provincia di Bari COPIA N.594 DEL Provincia di Bari SETTORE SECONDO N. 331 ATTIVITÀ PER IL CITTADINO del 23.09.2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE COPIA N.594 DEL 26.09.2014 Oggetto : Fornitura e montaggio di arredi e attrezzature per l allestimento

Dettagli

DECRETO N Del 14/02/2017

DECRETO N Del 14/02/2017 DECRETO N. 1542 Del 14/02/2017 Identificativo Atto n. 94 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO Oggetto MODALITÀ OPERATIVE RELATIVE ALL AVVISO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO ALLA REALIZZAZIONE DI

Dettagli

R E P U B B L I C A I T A L I A N A

R E P U B B L I C A I T A L I A N A Spedizione in abbonamento postale 70% Div. Corr. D.C.I. AQ ANNO XXXIV N. 5 Speciale (Qualità della vita) R E P U B B L I C A I T A L I A N A BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE ABRUZZO PARTE I, II, III,

Dettagli

DECRETO N Del 28/10/2016

DECRETO N Del 28/10/2016 DECRETO N. 10874 Del 28/10/2016 Identificativo Atto n. 759 DIREZIONE GENERALE SVILUPPO ECONOMICO Oggetto APPROVAZIONE BANDI "PROMOZIONE DEL CICLOTURISMO IN LOMBARDIA" - IN ATTUAZIONE DELLA D.G.R. N X/4352

Dettagli

R E P U B B L I C A I T A L I A N A

R E P U B B L I C A I T A L I A N A Spedizione in abbonamento postale 70% Div. Corr. D.C.I. - AQ ANNO XXXIV N. 118 Speciale (Doc.up Asse 2) R E P U B B L I C A I T A L I A N A BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE ABRUZZO PARTE I, II, III,

Dettagli

Decreto Dirigenziale n. 121 del 20/10/2017

Decreto Dirigenziale n. 121 del 20/10/2017 Decreto Dirigenziale n. 121 del 20/10/2017 Direzione Generale 09 Direzione Generale per il Governo del Territorio, i Lavori Pubblici e la Protezione Civile Oggetto dell'atto: Programma operativo Complementare

Dettagli

Viste: la L.R. 21 aprile 1999, n. 3 e in particolare l art. 61;

Viste: la L.R. 21 aprile 1999, n. 3 e in particolare l art. 61; Viste: 61; la L.R. 21 aprile 1999, n. 3 e in particolare l art. la deliberazione dell Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna n. 83 del 25 luglio 2012 recante APPROVAZIONE DEL PROGRAMMA REGIONALE

Dettagli

Settore Formazione e Lavoro. Servizi alla persona e alla comunità ********* DETERMINAZIONE

Settore Formazione e Lavoro. Servizi alla persona e alla comunità ********* DETERMINAZIONE FIN. ********* DETERMINAZIONE Proposta n. STFORMLA 528/2014 Determ. n. 450 del 10/03/2014 Oggetto: L. 12.03.99 N. 68 ART. 13 COSI COME MODIFICATO DALL ART. 1 COMMA 37 LETTERA C DELLA LEGGE 24.12.2007 N.

Dettagli

REGIONE MOLISE GIUNTA REGIONALE

REGIONE MOLISE GIUNTA REGIONALE REGIONE MOLISE GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO GOVERNO DEL TERRITORIO, MOBILITA' E RISORSE NATURALI (cod. DP.A4.01.4N.01) SERVIZIO COORDINAMENTO E GESTIONE DELLE POLITICHE EUROPEE PER AGRICOLTURA, ACQUACOLTURA

Dettagli

Provincia di Rimini SERVIZIO AGRICOLTURA ATTIVITA ECONOMICHE E SERVIZI ALLE IMPRESE PROVVEDIMENTO DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO. N 238 del 25/06/2010

Provincia di Rimini SERVIZIO AGRICOLTURA ATTIVITA ECONOMICHE E SERVIZI ALLE IMPRESE PROVVEDIMENTO DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO. N 238 del 25/06/2010 SERVIZIO AGRICOLTURA ATTIVITA ECONOMICHE E SERVIZI ALLE IMPRESE PROVVEDIMENTO DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO N 238 del 25/06/2010 OGGETTO: REG. (CE) 1698/2005 - PSR 2007-2013 -- ASSE 1 MISURA 111 AZIONE

Dettagli

DETERMINAZIONE N 7667/619/F.P. DEL

DETERMINAZIONE N 7667/619/F.P. DEL ASSESSORATO DEL LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE, Settore Programmazione e Accreditamento DETERMINAZIONE N 7667/619/F.P. DEL 10.03.2010 Oggetto: Progetto SiS - Scuola e integrazione in Sardegna - Avviso

Dettagli

PROVINCIA DI NOVARA Piazza Matteotti, 1 - Tel. 0321.3781 - Fax 0321.36087

PROVINCIA DI NOVARA Piazza Matteotti, 1 - Tel. 0321.3781 - Fax 0321.36087 PROVINCIA DI NOVARA Piazza Matteotti, 1 - Tel. 0321.3781 - Fax 0321.36087 4 Settore - Sviluppo Economico DETERMINA n. 4385/2003 Proposta Formazione e Orientamento professionale/143 Novara, lì 29/12/2003

Dettagli

Il Dirigente Responsabile/ Il Responsabile di P.O. delegato: Albino Caporale. Decreto N 875 del 11 Marzo 2011

Il Dirigente Responsabile/ Il Responsabile di P.O. delegato: Albino Caporale. Decreto N 875 del 11 Marzo 2011 REGIONE TOSCANA-GIUNTA REGIONALE DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA REGIONALE E SVILUPPO DELLE COMPETENZE AREA DI COORDINAMENTO INDUSTRIA, ARTIGIANATO, INNOVAZIONE TECNOLOGICA. Il Dirigente

Dettagli

74AA.2013/D /3/2013

74AA.2013/D /3/2013 DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT UFFICIO LAVORO E TERRITORIO 74AA 74AA.2013/D.00293 25/3/2013 P.O. Basilicata FSE 2007/2013 Avviso Pubblico "Incentivi fiscali per l'assunzione di lavoratori

Dettagli

Determinazione del Dirigente del Servizio Formazione Professionale

Determinazione del Dirigente del Servizio Formazione Professionale Determinazione del Dirigente del Servizio Formazione Professionale N. 32-6258/2015 OGGETTO: ATTIVITA FORMATIVE PER APPRENDISTI AVVISO PUBBLICO 2012-2014. SPORTELLO FEBBRAIO 2015. AUTORIZZAZIONE AVVIO PROGETTI

Dettagli

ATTO. REGIONE LIGURIA - Giunta Regionale Dipartimento Ambiente Dipartimento Ambiente LA GIUNTA REGIONALE

ATTO. REGIONE LIGURIA - Giunta Regionale Dipartimento Ambiente Dipartimento Ambiente LA GIUNTA REGIONALE OGGETTO : P.O.R. LIGURIA - FESR 2007-2013. Approvazione bando attuativo Asse 2, linea di attività 2.1 "Produzione di energia da fonti rinnovabili - soggetti pubblici". Impegno a favore di FI.L.SE di 4.000.000,00.

Dettagli

LA DIRIGENTE Sezione Politiche Giovanili e Innovazione Sociale

LA DIRIGENTE Sezione Politiche Giovanili e Innovazione Sociale Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 18 del 9-2-2017 8983 DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SEZIONE POLITICHE GIOVANILI E INNOVAZIONE SOCIALE 1 febbraio 2017, n. 6 PO Puglia 2014-2020 Asse VIII Azione

Dettagli

Decreto Dirigenziale n. 378 del 04/11/2016

Decreto Dirigenziale n. 378 del 04/11/2016 Decreto Dirigenziale n. 378 del 04/11/2016 Dipartimento 54 - Dipartimento Istr., Ric., Lav., Politiche Cult. e Soc. Direzione Generale 12 - Direzione Generale politiche sociali,culturali,pari opportunità,tempo

Dettagli

REGIONE TOSCANA BALDI SIMONETTA. Il Dirigente Responsabile:

REGIONE TOSCANA BALDI SIMONETTA. Il Dirigente Responsabile: REGIONE TOSCANA DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA REGIONALE E SVILUPPO DELLE COMPETENZE AREA DI COORDINAMENTO INDUSTRIA, ARTIGIANATO, INNOVAZIONE TECNOLOGICA SETTORE POLITICHE ORIZZONTALI DI

Dettagli

Decreto n 816/LAVFORU del 10/02/2017. Il Direttore dell Area Istruzione, Formazione e Ricerca

Decreto n 816/LAVFORU del 10/02/2017. Il Direttore dell Area Istruzione, Formazione e Ricerca Decreto n 816/LAVFORU del 10/02/2017 Piano Integrato di Politiche per l Occupazione e per il Lavoro PIPOL. Fondo Sociale Europeo Programma Operativo regionale 2014/2020. Pianificazione periodica delle

Dettagli

Det n /2013 Class. 392 COMUNE DI CESENA. DETERMINAZIONE n. 1793/2013 SETTORE SERVIZI ECONOMICO FINANZIARI SERVIZIO ACQUISTI BENI E SERVIZI

Det n /2013 Class. 392 COMUNE DI CESENA. DETERMINAZIONE n. 1793/2013 SETTORE SERVIZI ECONOMICO FINANZIARI SERVIZIO ACQUISTI BENI E SERVIZI COMUNE DI CESENA DETERMINAZIONE n. 1793/2013 SETTORE SERVIZI ECONOMICO FINANZIARI SERVIZIO ACQUISTI BENI E SERVIZI Proponente: RAVAIOLI ELISA OGGETTO: C.I.G. 51830525D0 - SERVIZIO DI COPERTURA ASSICURATIVA

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 34

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 34 96 21.8.2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 34 REGIONE TOSCANA Direzione Generale Competitività del Sistema Regionale e Sviluppo delle Competenze Area di Coordinamento Industria, Artigianato,

Dettagli

Parte seconda - N. 155 Euro 1,23. Anno dicembre 2009 N DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 26 ottobre 2009, n. 1614

Parte seconda - N. 155 Euro 1,23. Anno dicembre 2009 N DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 26 ottobre 2009, n. 1614 Parte seconda - N. 155 Euro 1,23 Anno 40 17 dicembre 2009 N. 216 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 26 ottobre 2009, n. 1614 Approvazione dello schema di convenzione tra Regione Emilia-Romagna, Amministrazioni

Dettagli

DECRETO DEL DIRIGENTE DELLAP.F MERCATO DEL LAVORO, OCCUPAZIONE E SERVIZI TERRITORIALI ##numero_data##

DECRETO DEL DIRIGENTE DELLAP.F MERCATO DEL LAVORO, OCCUPAZIONE E SERVIZI TERRITORIALI ##numero_data## DECRETO DEL DIRIGENTE DELLAP.F MERCATO DEL LAVORO, OCCUPAZIONE E SERVIZI TERRITORIALI ##numero_data## Oggetto: Approvazione delle graduatoria delle domande ammesse a Valutazione - POR Marche FSE 2014-2020

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE Atto del Dirigente a firma unica: DETERMINAZIONE n 16605 del 13/11/2014 Proposta: DPG/2014/16871 del 10/11/2014 Struttura proponente: Oggetto:

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA Spedizione in a.p. - Art. 2 comma 20c legge 662/96 - Filiale di Catanzaro REPUBBLICA Supplemento straordinario n. 1 al n. 18 dell 1 ottobre 2002 PartiIeII-Anno XXXIII ITALIANA BOLLETTINO UFFICIALE DELLA

Dettagli

nel MdL dei soggetti a rischio di esclusione. Approvazione avviso pubblico denominato Intraprendo per la presentazione delle candidature;

nel MdL dei soggetti a rischio di esclusione. Approvazione avviso pubblico denominato Intraprendo per la presentazione delle candidature; Anno XLIV - N. 114 Speciale (22.11.2013) Bollettino Ufficiale della Regione Abruzzo Pag. 147 DIREZIONE POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO, FORMAZIONE ED ISTRUZIONE, POLITICHE SOCIALI SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 1 DEL 2 GENNAIO 2006

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 1 DEL 2 GENNAIO 2006 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 1 DEL 2 GENNAIO 2006 DECRETI DIRIGENZIALI A.G.C. N. 11 SVILUPPO ATTIVITÀ SETTORE PRIMARIO DECRETO DIRIGENZIALE N. 490 del 28 ottobre 2005 AREA GENERALE

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE Atto del Dirigente a firma unica: DETERMINAZIONE n 3406 del 23/03/2015 Proposta: DPG/2015/2693 del 03/03/2015 Struttura proponente: Oggetto:

Dettagli

PROVINCIA DI BOLOGNA

PROVINCIA DI BOLOGNA 1 I.P. 4773/2009 Tit./Fasc./Anno 14.3.3.1.0.0/1/2009 PROVINCIA DI BOLOGNA Prot. n 356684/2009 del 14/10/2009 SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' DETERMINAZIONE SENZA IMPEGNO DI SPESA N. 23/2009

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 25 FEBBRAIO 2016 63/2016/A APPROVAZIONE DI UNA GRADUATORIA DI SELEZIONE PUBBLICA, MEDIANTE SCRUTINIO COMPARATIVO (PROFILO E4 -TD-2015), E RELATIVA ASSUNZIONE, CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO,

Dettagli

REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO PRESIDENZA

REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO PRESIDENZA REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO PRESIDENZA DECRETO DEL DIRIGENTE GENERALE (assunto il 06/10/2017 prot. n. 436 ) Registro dei decreti dei Dirigenti della Regione Calabria n. 11470 del 17

Dettagli

71AJ.2011/D /9/2011

71AJ.2011/D /9/2011 DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE UFFICIO ORGANIZZAZIONE, AMMINISTRAZIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE 71AJ 71AJ.2011/D.02050 29/9/2011 Approvazione degli atti relativi alla procedura di

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE AUTORITA DI BACINO DELLA BASILICATA SEGRETERIA GENERALE 8002 STRUTTURA PROPONENTE COD. N 8002/ 2015 /D.055 DEL 28/04/2015 OGGETTO: AGGIUDICAZIONE DEFINITIVA GARA PER L'AFFIDAMENTO

Dettagli

10. disporre la pubblicazione integrale della presente deliberazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Abruzzo. GIUNTA REGIONALE.

10. disporre la pubblicazione integrale della presente deliberazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Abruzzo. GIUNTA REGIONALE. Pag. 8 Bollettino Ufficiale della Regione Abruzzo Anno XXXVII - N. 33 Speciale (29.03.2006) forzosa, applicando al ritardato pagamento gli interessi legali; 7. stabilire che i controlli e le ispezioni

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 50 DELIBERAZIONE 28 novembre 2011, n. 1061

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 50 DELIBERAZIONE 28 novembre 2011, n. 1061 66 14.12.2011 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 50 DELIBERAZIONE 28 novembre 2011, n. 1061 Approvazione piano regionale corsi di istruzione e formazione tecnica superiore (I.F.T.S.) 2011.

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA Spedizione in a.p. - Art. 2 comma 20c legge 662/96 - Filiale di Catanzaro REPUBBLICA Supplemento straordinario n. 3 al n. 20 del 31 ottobre 2002 PartiIeII-Anno XXXIII ITALIANA BOLLETTINO UFFICIALE DELLA

Dettagli

SETTORE PATRIMONIO CULTURALE, SITI UNESCO, ARTE CONTEMPORANEA, MEMORIA

SETTORE PATRIMONIO CULTURALE, SITI UNESCO, ARTE CONTEMPORANEA, MEMORIA REGIONE TOSCANA DIREZIONE CULTURA E RICERCA SETTORE PATRIMONIO CULTURALE, SITI UNESCO, ARTE CONTEMPORANEA, MEMORIA Responsabile di settore: FERRARI ROBERTO Decreto soggetto a controllo di regolarità amministrativa

Dettagli

ATTO. REGIONE LIGURIA - Giunta Regionale Dipartimento Agricoltura, Protezione Civile e Turismo Politiche Turistiche - Settore LA GIUNTA REGIONALE

ATTO. REGIONE LIGURIA - Giunta Regionale Dipartimento Agricoltura, Protezione Civile e Turismo Politiche Turistiche - Settore LA GIUNTA REGIONALE OGGETTO : APPROVAZIONE PROGETTI PRESENTATI DALL' STL RIVIERA DEI FIORI E IMPEGNO DI EURO 1.374.200,00 AI FINI DEL COFINANZIAMENTO REGIONALE AI SENSI DELL'ART. 15, COMMA 1 DELLA L.R. 28/2006 E SS.MM. N.

Dettagli

con la stessa deliberazione sono state destinate parte delle risorse disponibili per le manifestazioni in essa individuate;

con la stessa deliberazione sono state destinate parte delle risorse disponibili per le manifestazioni in essa individuate; REGIONE PIEMONTE BU43S1 27/10/2016 Deliberazione della Giunta Regionale 24 ottobre 2016, n. 17-4102 PAR FSC 2007-2013 - Asse I.3 "Comparto artigianato". Progetto "Valorizzazione delle produzioni dell'artigianato

Dettagli

Integrato di Politiche per l Occupazione e per il Lavoro PIPOL;

Integrato di Politiche per l Occupazione e per il Lavoro PIPOL; Decreto n 6743/LAVFORU del 11/08/2017, Prenumero 6962 Piano Integrato di Politiche per l Occupazione e per il Lavoro PIPOL. Fondo Sociale Europeo Programma Operativo regionale 2014/2020. Pianificazione

Dettagli

PROVINCIA DI IMPERIA

PROVINCIA DI IMPERIA PROVINCIA DI IMPERIA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 674 DEL 03/11/2015 SISTEMA REGIONALE DELLA FORMAZIONE - ARSEL ART. 5 COMMA 3 L.R. 15/2015 ATTO N. I/ 464 DEL 30/10/2015 OGGETTO: Piano Apprendistato

Dettagli

IL DIRIGENTE GENERALE

IL DIRIGENTE GENERALE D.D.G. n. 1429 /AG/VI/2007 del 21/12/2007 ASSESSORATO REGIONALE DEL LAVORO, DELLA PREVIDENZA SOCIALE, DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE E DELL EMIGRAZIONE Agenzia regionale per l impiego e la formazione professionale

Dettagli

DECRETO DEL DIRIGENTE DELLA POSIZIONE DI FUNZIONE ISTRUZIONE E DIRITTO ALLO STUDIO ##numero_data##

DECRETO DEL DIRIGENTE DELLA POSIZIONE DI FUNZIONE ISTRUZIONE E DIRITTO ALLO STUDIO ##numero_data## DECRETO DEL DIRIGENTE DELLA POSIZIONE DI FUNZIONE ISTRUZIONE E DIRITTO ALLO STUDIO ##numero_data## Oggetto: POR MARCHE FSE 2014/2020. ASSE 3 P.I. 10.4 OS RA 10.6 DGR 1326 del 02/05/2016 AVVISO PUBBLICO

Dettagli

Decreto n del 02/08/2013

Decreto n del 02/08/2013 Decreto n. 7450 del 02/08/2013 Identificativo Atto n. 658 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO AUTORIZZAZIONE ALLE DIREZIONI PROVINCIALI INPS LOMBARDE AL TRATTAMENTO DI CASSA INTEGRAZIONE

Dettagli

DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO

DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO 9936 27/10/2014 Identificativo Atto n. 1029 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO APPROVAZIONE ELENCO CORSI DI PRIMA E SECONDA ANNUALITÀ IEFP A.F. 2014/2015 E PRESA ATTO ASSEGNAZIONE DOTI.

Dettagli

Vista la DD n. 9/2013, del Direttore dell Area Organizzazione e Riforma dell Amministrazione

Vista la DD n. 9/2013, del Direttore dell Area Organizzazione e Riforma dell Amministrazione 20305 DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SERVIZIO COM PETITIVITA DEI SISTEMI PRODUTTIVI 26 maggio 2014, n. 980 PO FESR 2007 2013. Asse VI. Line di intervento 6.1 Azione 6.1.11 Asse I Linea di intervento 1.1

Dettagli

OPERATORE DEL BENESSERE: ESTETISTA

OPERATORE DEL BENESSERE: ESTETISTA BANDO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI N. 2 ULTERIORI DESTINATARI DELL INTERVENTO OPERATORE DEL BENESSERE: ESTETISTA (CUP C46G15000040001) a valere sull Avviso Pubblico della Regione Abruzzo Legge 144/99 art.

Dettagli