Città di Seregno. GIUNTA COMUNALE Verbale di deliberazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Città di Seregno. GIUNTA COMUNALE Verbale di deliberazione"

Transcript

1 Città di Seregno GIUNTA COMUNALE Verbale di deliberazione data numero oggetto: COSTITUZIONE COMUNE E SINDACO (CURATORE SPECIALE) PROC. PENALE N. 9836/05 RGNR PROCURA REPUBBLICA PRESSO TRIBUNALE MONZA - SENTENZA N. 2515/2010 CORTE APPELLO MILANO SEZ. I^ (R.G. 860/2010) - RAPPRESENTANZA E DIFESA DELLE PARTI CIVILI IN CASSAZIONE.- L anno Duemilaundici addì Uno del mese di Febbraio alle ore 15:20, nella sala delle adunanze, previa l osservanza di tutte le formalità prescritte dalla legge, sono stati oggi convocati a seduta i componenti la Giunta Comunale. Partecipa all adunanza il Segretario Generale Reggente MOSCARA SALVATORE MAURIZIO. Presiede MARIANI GIACINTO nella qualità di Sindaco, il quale, constatato il numero legale degli intervenuti, dichiara aperta la seduta. Partecipano al presente provvedimento: presenti assenti MARIANI GIACINTO GAVAZZI ATTILIO FORMENTI MARCO MAZZA EDOARDO CIAFRONE GIANFRANCO SAMBRUNI FLAVIO VIGANO NICOLA LIVIERO RICCARDO POTENZA VITO Totale: 8 Totale: 1

2 Oggetto: COSTITUZIONE COMUNE E SINDACO (CURATORE SPECIALE) PROC. PENALE N. 9836/05 RGNR PROCURA REPUBBLICA PRESSO TRIBUNALE MONZA - SENTENZA N. 2515/2010 CORTE APPELLO MILANO SEZ. I^ (R.G. 860/2010) - RAPPRESENTANZA E DIFESA DELLE PARTI CIVILI IN CASSAZIONE.- LA GIUNTA COMUNALE PREMESSO CHE: il Giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale Penale Di Monza, Dott.ssa Nazzaro, aveva trasmesso al Comune di Seregno (prot. n / ), Ente affidatario delle minori C. M.R. e C. G.M.P., la nomina del Sindaco Giacinto Mariani quale Curatore Speciale nell interesse delle stesse, ai sensi ex artt. 77, 90, 338 c.p.p. nel procedimento penale contro C.P.D. - R.G. 9836/05 N.R. - R.G. 3031/06 G.I.P; la Giunta Comunale - con atto n. 14 del 22/01/ ha deliberato la costituzione di parte civile, in nome del Comune di Seregno, e la costituzione di parte civile quale curatore speciale, in nome e per conto delle suddette minori, parti lese nel procedimento aperto avanti al GIP del Tribunale Penale di Monza succitato tramite l avv. Laura De Rui di Milano, per chiedere ed ottenere il risarcimento di tutti i danni patrimoniali e non patrimoniali subiti, sia dal Comune di Seregno Ente affidatario-, sia dalle minori C. R.M. e C. G.M.P.; la Giunta Comunale - con atto n. 237 del ha deliberato: l impugnazione della Sentenza del Tribunale di Monza sez. Penale n. 1383/2009 R.G. 1001/08 (prot. n /2009) relativa al procedimento succitato; la revoca dell incarico e della procura speciale ex art. 100 c.p.p. all Avv. Laura De Rui di Milano via Lamarmora, 40; il mandato al Sindaco affinché: confermi le costituzioni di parte civile nel procedimento penale succitato; nomini e conferisca procura speciale all Avv. Lucilla Tassi di Milano, via Visconti di Modrone 19, affinché proponga impugnazione ex art. 576 c.p.p., nonché richiesta motivata al Pubblico Ministero di proporre impugnazione ad ogni effetto penale ex art. 572 c.p.p. avverso la sentenza n. 1383/09 R. Sent. emessa in data 4 giugno 2009 dal Tribunale di Monza, in composizione collegiale, nel procedimento penale n. 1001/08 R.G. Trib. Tribunale di Monza (n. 9836/05 R.G.N.R.) a carico di C. P.D.; conferisca, altresì, all Avv. Lucilla Tassi, ai sensi dell art. 100 c.p.p., procura speciale per rappresentare in giudizio le minori C. R.M. e C. G.M.P. ed il Comune di Seregno nel procedimento penale sopraindicato e dichiari di nominarla difensore, attribuendole ogni più ampio potere di legge, al fine di ottenere l affermazione della penale responsabilità dell imputato ed il conseguente risarcimento dei danni patrimoniali e non patrimoniali, derivati e derivandi dai fatti per i quali si procede; ATTESO che con Procura speciale prot del il Sindaco ha ottemperato a quanto disposto con la delibera di Giunta Comunale succitata; VISTA la Sentenza della Corte di Appello di Milano 1^ sez. Penale n del , resa nel procedimento penale n. 860/2010 in riforma della sentenza di primo grado, che ha accolto l impugnazione del Pubblico Ministero e delle parti civili condannando C.P.D.; ATTESO che in data l Avv. Lucilla Tassi di Milano ha trasmesso al Comune di Seregno il ricorso alla Suprema Corte di Cassazione (prot / ) presentato

3 nell interesse del signor C.P.D. e notificato il avverso la succitata sentenza della Corte di Appello di Milano 1^ sez. Penale n del ; VISTA la comunicazione del Dirigente dell Area Organizzazione e Servizi alla Persona, che chiede la costituzione nel giudizio avanti la Corte di Cassazione e la nomina dell Avv. Lucilla Tassi di Milano che ha già seguito il precedente grado di giudizio; VISTA l e mail trasmessa dall Avv. Lucilla Tassi il che quantifica in 3.144,00 l importo dell incarico (al netto degli oneri di legge) per il grado di Cassazione e chiede la riconferma della Giunta Comunale in merito alla difesa di parte civile nel procedimento penale avanti la Corte di Cassazione; VALUTATA la specificità e la delicatezza della materia e ritenuto di procedere a quanto sopra evidenziato; VISTO il vigente statuto comunale; VISTO il vigente regolamento comunale di contabilità; VISTI l attestazione ed i pareri resi ai sensi delle disposizioni vigenti; CON voti unanimi, favorevoli, espressi nelle forme di legge; D E L I B E R A 1. di dare mandato al Sindaco affinché: confermi le costituzioni di parte civile nel procedimento penale in premessa illustrato; nomini e conferisca procura speciale all Avv. Lucilla Tassi di Milano, via Visconti di Modrone 19, patrocinante in Cassazione, affinché difenda e rappresenti nel giudizio di Cassazione ed in ogni successivo stato e grado del procedimento anche di rinvio, ai sensi dell art. 100 c.p.p., le parti civili C. R.M. e C. G.M.P. ed il Comune Di Seregno, con sede in Seregno, piazza Martiri della Libertà n. 1; confermi la nomina di difensore dell avv. Lucilla Tassi, attribuendole ogni più ampio potere di legge al fine di resistere all impugnazione dell imputato avverso la sentenza n. 2515/10, resa il dalla Corte d Appello di Milano, contraddirla ed ottenere l affermazione della penale responsabilità ed il risarcimento dei danni derivati e derivandi dai fatti per cui si procede nel giudizio di cassazione e in ogni successivo stato e grado del procedimento anche di rinvio, nonché il potere di transigere, di nominare sostituti/procuratori, di proporre impugnazione e di agire esecutivamente; 2. di impegnare la somma presunta di 4.000,00 (a lordo di IVA, CPA e rit. acconto) per la causa succitata imputandola al cap. 252, Consulenze, studi, collaborazioni e incarichi ufficio legale, del Bilancio 2011; 3. di evidenziare che alla liquidazione di detta spesa si provvederà ai sensi dell art. 184 del D.lgs 267/2000; 4. di dichiarare, a voti unanimi, favorevoli, resi nelle forme di legge, la presente deliberazione immediatamente eseguibile.-

4 PARERI E ATTESTAZIONE (D.LGS. N. 267/00 E REGOLAMENTO DI CONTABILITA ) Area: ORGANIZZAZIONE E SERVIZI ALLA PERSONA Servizio: LEGALE Responsabile del procedimento: MANONI NEDDA Oggetto: COSTITUZIONE COMUNE E SINDACO (CURATORE SPECIALE) PROC. PENALE N. 9836/05 RGNR PROCURA REPUBBLICA PRESSO TRIBUNALE MONZA - SENTENZA N. 2515/2010 CORTE APPELLO MILANO SEZ. I^ (R.G. 860/2010) - RAPPRESENTANZA E DIFESA DELLE PARTI CIVILI IN CASSAZIONE.- 1. In ordine alla regolarità tecnica (conformità a principi e norme specifiche) Lì, IL DIRIGENTE MANONI NEDDA 2. In ordine alla regolarità contabile (conformità a principi e norme economico/finanziarie) Attestando, nel caso di impegno di spesa, che la stessa trova effettiva e reale copertura finanziaria capitolo imp/acc importo 2011 S / ,00 Lì, IL DIRIGENTE DELL AREA PROGRAMMAZIONE FINANZIARIA E SERVIZI INTERNI MANONI NEDDA 3. In ordine a quanto previsto dall art. 9 del regolamento di contabilità Lì, IL SEGRETARIO GENERALE REGGENTE

5 Letto, confermato e sottoscritto. Il Sindaco MARIANI GIACINTO REFERTO DI PUBBLICAZIONE Si attesta che copia della presente deliberazione è stata affissa all Albo Pretorio comunale on line in data odierna e vi rimarrà per quindici giorni consecutivi e che del verbale si dà comunicazione ai capigruppo consiliari. lì, Il Vice Segretario Generale CODURRI FELICE CERTIFICATO DI ESECUTIVITA Certifico che la presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, del decreto legislativo 18 agosto 2000, n lì, Certifico che la suestesa deliberazione è divenuta esecutiva ai sensi dell art. 134, comma 3, del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, per decorrenza dei termini di legge. lì,