Liceo B. Russell VIA 4 NOVEMBRE 35, CLES

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Liceo B. Russell VIA 4 NOVEMBRE 35, CLES"

Transcript

1 Indirizzo: SCIENTIFICO SCIENZE APPLICATE CLASSE 2C/2D Data: 30 settembre 2014 Prof. Paolo Armani programmazione C++ NB: salvare tutti gli esercizi nella cartella Documenti con il nome composto da (nell'ordine corretto): numero esercizio, cognome, nome. (es: es1_rossi_mario.cpp ). Accedere con nome utente temi1xx e password kwhrt3po, dove al posto di XX andrà il numero della postazione (es: 02 oppure 19). Si ricorda che NON sono ammessi appunti, chiavette o quant'altro!!! Buon lavoro!! 1. (2.5 punti) Scrivi un programma che, letti i due cateti di un triangolo rettangolo ne calcoli l'ipotenusa, il perimetro e l'area. (salvare nel file es1_cognome_nome.cpp) 2. (2.5 punti) Spiega, riga per riga, a cosa servono le varie istruzioni riportate in questo programma e che funzione hanno. Determinare quali sono istruzioni di input, quali istruzioni di output. Individua eventuali cicli, la condizione che li controlla e le operazioni che vengono ripetute. Individua le condizioni if. Quindi fai un diagramma di flusso del programma seguente ed indica l'output generato quando in input viene inserito il numero 15. (Usa il retro del presente foglio per le risposte). #include <iostream> #include <cmath> using namespace std; int main(){ int n,i,conta; cout << "Inserire un numero: "; cin >> n; i=1; conta=0; while(i <= n){ if(n%i == 0) { cout << i << " e' divisore di " << n << endl; conta=conta+1; i=i+1; cout << n << " ha " << conta << " divisori "<< endl; if( conta == 2 ) { cout << n << " e' un numero primo " << endl; else { cout << n << " NON e' un numero primo " << endl; system("pause"); return 0; 3. (2.5 punti) Crea un programma che, letto il nome dello studente, chieda per nome allo studente il numero delle materie che compaiono in pagella. Il programma chiederà quindi allo studente il voto di ciascuna materia. Al termine il programma stamperà la media delle valutazioni. Se la media risulta inferiore al 6 il programma richiamerà lo studente ad un impegno maggiore, se è superiore all'otto verrà mostrato un elogio per l'impegno e la costanza. (salvare nel file es3_cognome_nome.cpp) 4. (2.5 punti) Per un'esperienza di laboratorio il prof. Gasperini necessità di un comodo programma per convertire le temperature da gradi Celsius a Kelvin e viceversa. Aiutalo scrivendo un programma che chieda innanzitutto se la conversione va fatta da gradi Celsius a Kelvin o viceversa (Gasperini dovrà digitare C nel primo caso e K nel secondo); quindi verrà letto il valore numerico e stampato usando entrambe le scale. Perfezionare quindi il programma facendo ripetere l'operazione fintanto che Gasperini non immette un carattere diverso da C o K. [ Si ricorda che T(in Kelvin)= T (in Celsius) + 273,16 ] (salvare nel file es4_cognome_nome.cpp)

2 Indirizzo: SCIENTIFICO SCIENZE APPLICATE CLASSE 2C Data: 21 ottobre 2014 Prof. Paolo Armani programmazione C++ (recupero) NB: creare tutti i documenti sul Desktop (scrivania). Usare l'ambiente di sviluppo Geany. Salvare tutti gli esercizi nella cartella con il nome composto da (nell'ordine corretto): numero esercizio, cognome, nome. (es: es1_rossi_mario.cpp ). Prima della fine dell'ora copiare TUTTI i file cpp nella propria cartella personale (disco SMB / SCI / Classe/ temixx/ ) Accedere con nome utente temi1xx e password kwhrt3po, dove al posto di XX andrà il numero della postazione (es: 02 oppure 19). Si ricorda che NON sono ammessi appunti, chiavette o quant'altro!!! Buon lavoro!! 1. (2.5 punti) Scrivi un programma che stampi tutti i divisori di un numero intero inserito dall'utente. (salvare nel file es1_cognome_nome.cpp) 2. (2.5 punti) Senza riscriverlo a computer spiega a cosa serve il seguente programma. Determina l'output nel caso l'utente inserisca in input n=5. Per questo caso fai la tabella di traccia dove mostri come variano le variabili n,i,fattoriale all'interno del ciclo. Quindi rappresenta anche con un diagramma di flusso il seguente programma. (Usa il retro del presente foglio per le risposte). #include <iostream> #include <cmath> using namespace std; int main(){ int n,i,fattoriale; cout << "Inserire un numero intero: "; cin >> n; i=1; fattoriale=1; while(i <= n){ fattoriale=fattoriale*i; i=i+1; cout "il fattoriale di "<< n << " vale " << fattoriale << endl; system("pause"); return 0; 3. (2.5 punti) Il centro meteorologico del Tonale rileva le precipitazione nevose di tutto l'inverno. Aiutalo scrivendo un programma che legga la i cm di neve di ogni perturbazione. Il programma terminerà non appena l'operatore inserisce un valore pari a 0. Verranno quindi calcolati e comunicati all'utente il quantitativo totale di neve (in metri) caduti al passo del Tonale, il numero di perturbazioni e la quantità di neve media per ogni perturbazione. (salvare nel file es3_cognome_nome.cpp) 4. (2.5 punti) La successione di Fibonacci è una sequenza di numeri come di seguito dove un numero della serie è dato dalla somma dei due precedenti. I primi due numeri della seri da cui partire sono entrambi 1. Scrivi un programma che, chiesto N all'utente, calcoli e stampi i primi N numeri della successione. [suggerimento: avrai due variabili a,b inizialmente impostate a 1. Una terza variabile c la imposterai a c=a+b. Quindi dovrai reimpostare i valori di a e b ]. Rappresenta su carta la tabella di traccia delle variabili usate per N=4! (salvare nel file es4_cognome_nome.cpp)

3 Indirizzo: SCIENTIFICO SCIENZE APPLICATE CLASSE 2C Data: 4 Novembre 2014 Prof. Paolo Armani programmazione C++ (recupero) (in media dieci minuti per esercizio). NB: Usare la cartella personale temi1xx presente sul Desktop, ove è già presente un file vuoto c++ ed il testo della Accedere al computer con nome utente temi1xx e password 73g51ja4, dove al posto di XX andrà il numero Buon lavoro!! 1. (2.5 punti) Scrivi un programma che chieda all'utente di inserire un numero naturale N. Il programma dovrà determinare se il numero N è primo oppure, in caso contrario, comunicare quanti divisori ha N. (salvare nel file es1_cognome_nome.cpp) 2. (2.5 punti) Il fattoriale di un numero naturale N è dato dal prodotto di tutti gli interi minori uguali al numero N stesso e viene indicato col punto esclamativo. (es: 5!=5*4*3*2*1= 120 oppure 3! = 3*2*1=6 ). Scrivi un programma che, con un ciclo for oppure while (a tua scelta) calcoli il fattoriale fatt di un numero N immesso da tastiera ( attenzione al valore iniziale di fatt). (salvare nel file es2_cognome_nome.cpp) 3. (2.5 punti) Dati in input due numeri interi num e den, scrivi un programma che calcoli MCD e mcm di num e den. Stampare a video tali valori. Siano num e den rispettivamente il numeratore ed il denominatore di una frazione. Quindi calcola e stampa numeratore num1 e denominatore den1 della frazione semplificata. (salvare nel file es3_cognome_nome.cpp) 4. (2.5 punti) Senza riscrivere il programma a computer, del seguente programma determinare il valore finale delle variabili n, a, b, i. Per rispondere completa la tabella di traccia con il valore che le variabili assumono ad ogni iterazione del ciclo. 1 int n,a,b,i; 2 cin >> n ; 3 b=1; 4 for(i=1; i<=n; i++){ 5 a = i*i; 6 b = b*i; 7 8 cout "Il valore finale delle variabili e' : "; 9 cout << i <<" "<< a <<" "<< b <<" "<< n << endl; i n a b 5. (per il 10) Enuncia (sul retro del foglio) in modo sintetico ma CHIARO ed ordinato il teorema da cui segue la validità del metodo di Euclide per il calcolo del MCD fra due numeri a e b. Quindi danne una breve dimostrazione.

4 Indirizzo: SCIENTIFICO SCIENZE APPLICATE CLASSE 2D Data: 4 Novembre 2014 Prof. Paolo Armani programmazione C++ (recupero) (in media dieci minuti per esercizio). NB: Usare la cartella personale temi2xx presente sul Desktop, ove è già presente un file vuoto c++ ed il testo della Accedere al computer con nome utente temi2xx e password 259s6p54, dove al posto di XX andrà il numero Buon lavoro!! 1. (2.5 punti) Scrivi un programma che chieda all'utente di inserire un numero naturale N. Il programma dovrà determinare se il numero N è primo oppure, in caso contrario, comunicare quanti divisori ha N. (salvare nel file es1_cognome_nome.cpp) 2. (2.5 punti) Il fattoriale di un numero naturale N è dato dal prodotto di tutti gli interi minori uguali al numero N stesso e viene indicato col punto esclamativo. (es: 5!=5*4*3*2*1= 120 oppure 3! = 3*2*1=6 ). Scrivi un programma che, con un ciclo for oppure while (a tua scelta) calcoli il fattoriale fatt di un numero N immesso da tastiera ( attenzione al valore iniziale di fatt). (salvare nel file es2_cognome_nome.cpp) 3. (2.5 punti) Dati in input due numeri interi num e den, scrivi un programma che calcoli MCD e mcm di num e den. Stampare a video tali valori. Siano num e den rispettivamente il numeratore ed il denominatore di una frazione. Quindi calcola e stampa numeratore num1 e denominatore den1 della frazione semplificata. (salvare nel file es3_cognome_nome.cpp) 4. (2.5 punti) Senza riscrivere il programma a computer, del seguente programma determinare il valore finale delle variabili n, a, b, i. Per rispondere completa la tabella di traccia con il valore che le variabili assumono ad ogni iterazione del ciclo. 1 int n,a,b,i; 2 cin >> n ; 3 b=1; 4 for(i=1; i<=n; i++){ 5 a = i*i; 6 b = b*i; 7 8 cout "Il valore finale delle variabili e' : "; 9 cout << i <<" "<< a <<" "<< b <<" "<< n << endl; i n a b 5. (per il 10) Enuncia (sul retro del foglio) in modo sintetico ma CHIARO ed ordinato il teorema da cui segue la validità del metodo di Euclide per il calcolo del MCD fra due numeri a e b. Quindi danne una breve dimostrazione.

5 Indirizzo: SCIENTIFICO SCIENZE APPLICATE CLASSE 2D Data: 2 Dicembre 2014 Prof. Paolo Armani programmazione C++ (recupero) (in media dieci minuti per esercizio). NB: Usare la cartella personale temi2xx presente sul Desktop, ove è già presente un file vuoto c++ ed il testo della Accedere al computer con nome utente temi2xx e password 259s6p54, dove al posto di XX andrà il numero 1. (1.5 punti) Nel seguente programma sono presenti 4 errori. Spiega e correggi. 1. int main(){ 2. int q[5]; 3. for(int i=1; i<=5; i=i+1){ 4. cin >> q; 5. if((q%2)==0){ 6. cout << e' pari\n ; 7. else{ 8. cout << e' dispari\n ; system( PAUSE ); 12. return 0; (1.5 punti) Senza riscriverlo a computer, del seguente programma determinare il valore finale delle variabili a, b,c, i. Per rispondere completa la tabella di traccia con il valore che le variabili assumono ad ogni iterazione del ciclo. 1. int a[4],b[4],c[4]; 2. for(int i=0;i<4; i=i+1){ 3. a[i]=-i; 4. b[i]=i-a[i]; 5. c[i]=a[i]*b[i]; for(int i=0;i<4; i++){ 8. cout << "numero << i+1 ; 9. cout << ) << c[i] << endl: 10. i a[i] b[i] c[i] i output 3. (2 punti) Scrivi un programma che inizializzi un vettore v random di 10 numeri interi compresi fra 0 e 18. Quindi letto un numero intero x da tastiera, dire se tale numero è contenuto nel vettore v. (salva nel file es3_cognome_nome.cpp) 4. (2 punti) Bergamasco vuole visionare la classifica della sua ultima gara di sci. Chiede quindi ad un membro della giuria la lista dei pettorali all'arrivo. Sono stati però scritti in ordine inverso rispetto all'ordine di arrivo. Davide quindi si scrive un programmino in c++ per inserire i pettorali come sul foglietto della giuria ed invertire l'ordine. a) Il programma chiederà innanzitutto il numero N di partecipanti; b) leggerà tutti i pettorali in ordine inverso a quello di arrivo e li memorizzerà in un vettore; c) stamperà la classifica in ordine di arrivo, ovvero invertendo l'ordine dei dati; d) chiederà il numero di pettorale di Davide, e dirà, se riesci, in quale posizione si è piazzato (salva nel file es4_cognome_nome.cpp) 5. (2 punti) L'insegnante di matematica vuole scrivere un programma in c++ per automatizzare la valutazione dei temi della classe 2D. Inserito da tastiera il numero N di alunni presenti, inserisce uno ad uno i voti di tutti gli studenti nel vettore float voti[]. Il programma calcola quindi la media (es: media=5.3). L'insegnante vuole però che la media della classe sia esattamente 6. Il programma incrementerà (o abbasserà) quindi tutti voti (es: nell'esempio i voti dovranno quindi essere tutti aumentati di 0.7 punti) in modo tale da ottenere media esatta pari a 6. Il programma stamperà quindi le valutazioni finali. (salva nel file es5_cognome_nome.cpp)

6 Indirizzo: SCIENTIFICO SCIENZE APPLICATE CLASSE 2C Data: 3 Dicembre 2014 Prof. Paolo Armani programmazione C++ (recupero) NB: Usare la cartella personale temi2xx presente sul Desktop, ove è già presente un file vuoto c++ ed il testo della Accedere al computer con nome utente temi1xx e password 73g51ja4, dove al posto di XX andrà il numero 1. (1.5 punti) Nel seguente programma sono presenti 5 errori. Spiega e correggi. 1. int main(){ 2. int q[n]; 3. int n=5; 4. for(int i=n; i>0; i--){ 5. cin >> q; 6. if((q[i]%2)==0){ cout << e' pari\n ; 7. else{ cout << e' dispari\n ; system( PAUSE ); 10. return 0; (1.5 punti) Senza riscriverlo a computer, del seguente programma determinare il valore finale delle variabili a, b,c, i. Per rispondere completa la tabella di traccia con il valore che le variabili assumono ad ogni iterazione del ciclo. 1. int a[4],b[4],c[4]; 2. for(int i=3;i>=0; i--){ 3. a[i]=i-3; 4. b[i]=i-a[i]; 5. c[i]=a[i]*b[i]; for(int i=0;i<4; i++){ 8. cout << "numero << i+1 ; 9. cout << ) << c[i] << endl: 10. i a[i] b[i] c[i] i output 3. (2 punti) Un noto carosello sciistico ti commissiona un software per gestire la rilevazione skipass ai tornelli di accesso agli impianti a fune. Il carosello è costitutito da 3 differenti società che emettono i loro skipass. Ad ogni tornello viene rilevato il codice (1, 2 o 3) della società emettitrice. Il tornello acquisisce un vettore contenente l'elenco dei codici società rilevati. Il tuo software deve acquisire tale vettore (genererai un vettore random di 100 numeri da 1 a 3), contare il numero totale di passaggi suddivisi per società e indicarne anche la percentuale dei passaggi per società. (salva nel file es3_cognome_nome.cpp) 4. (2 punti) Peroceschi vuole visionare la classifica della sua ultima gara di sci. Chiede quindi ad un membro della giuria la lista dei pettorali all'arrivo. Sono stati però scritti in ordine inverso rispetto all'ordine di arrivo. Stefano quindi si scrive un programmino in c++ per inserire i pettorali come sul foglietto della giuria ed invertire l'ordine. a) Il programma chiederà innanzitutto il numero N di partecipanti; b) leggerà tutti i pettorali in ordine inverso a quello di arrivo e li memorizzerà in un vettore; c) stamperà la classifica in ordine di arrivo, ovvero invertendo l'ordine dei dati; d) chiederà il numero di pettorale di Davide, e dirà, se riesci, in quale posizione si è piazzato (salva nel file es4_cognome_nome.cpp) 5. (2 punti) Un noto prof. di scienze sta svolgendo delle misure in laboratorio. Dopo aver acquisito N temperature in un vettore t[] si accorge che il termometro usato segna x gradi in meno rispetto alla temperatura esatta. Correggi le misure e stampa il vettore t2[] delle temperature corrette. (salva nel file es5_cognome_nome.cpp)

7 Indirizzo: SCIENTIFICO SCIENZE APPLICATE CLASSE 2C / 2D Data: 20 gennaio 2015 Prof. Paolo Armani programmazione C++ (recupero) NB: Usare la cartella personale temi?xx presente sul Desktop, ove è già presente un file vuoto c++ ed il testo della Accedere al computer con nome utente temi1xx e password s4856n4m, dove al posto di XX andrà il numero 1. (2.5 punti) Scrivi un programma che ricerchi il numero di ricorrenze di un carattere dato in una stringa letta da tastiera. a) Dichiara quindi una stringa parola ed una char carattere, leggili entrambi e comunica il numero di ricorrenze del carattere inserito nella stringa parola. b) Fai in modo che il programma non faccia differenze fra lettere maiuscole e minuscole; ad esempio a ricorrerà 2 volte nella parola Amilcare anche se una risulta maiuscola ed una minuscola (ricordo il codice ASCI delle lettere: A 65, Z 90, a 97, z 122) (salva nel file es1_cognome_nome.cpp) 2. (2.5 punti) Scrivi un programma per concatenare due stringhe (es: date le stringhe pluto e ne il programma stamperà plutone ). Procedi per gradi successivi come di seguito: a) innanzitutto dichiara le stringhe p1[100] e p2[100] e leggile da tastiera b) calcola la lunghezza l1 e l2 delle due stringhe e comunica all'utente tali valori c) dichiara una nuova stringa ptot[100] dove copierai la prima stringa. Quindi stampa ptot. (suggerimento: attenzione al carattere di fine stringa!) d) aggiungi all'ultima stringa dichiarata (ptot) la seconda parola letta p2 e stampa ptot. (come prima fai attenzione al carattere di fine stringa!) (salva nel file es2_cognome_nome.cpp) 3. (2.5 punti) La prof di inglese estrae due nomi per un'interrogazione. Dei due studenti estratti interroga il primo in ordine alfabetico. a) Aiutala scrivendo un programma che, letti i due nomi estratti, li ristampi in ordine alfabetico rispetto alla prima lettera (non riuscirai quindi a riordinare due nomi come Amilcare e Amalia ). b) Perfeziona il codice stampando i nomi in ordine alfabetico anche nel caso in cui e prime lettere risultano uguali (ora riuscirai a riordinare correttamente anche parole come quelle dell'esempio precedente). (salva nel file es3_cognome_nome.cpp) 4. (2.5 punti) Scrivi un programma che, letta una parola con una o più lettere ripetute, comunichi all'utente qual'è la lettera più frequente (es: per la parola pippo sarà la lettera p ; se le lettere con frequenza maggiore sono più di una come per la parola anna il programma restituirà una delle due o, se riesci, dirai che le lettere più frequenti sono due). [suggerimento: oltre alla stringa dichiara anche un vettore di interi, inizializzalo a zero e...] (salva nel file es4_cognome_nome.cpp)

8 Indirizzo: SCIENTIFICO SCIENZE APPLICATE CLASSE 2C / 2D Data: 20 gennaio 2015 Prof. Paolo Armani programmazione C++ (recupero) NB: Usare la cartella personale temi?xx presente sul Desktop, ove è già presente un file vuoto c++ ed il testo della Accedere al computer con nome utente temi2xx e password xca13o13, dove al posto di XX andrà il numero 1. (2.5 punti) Scrivi un programma che ricerchi il numero di ricorrenze di un carattere dato in una stringa letta da tastiera. a) Dichiara quindi una stringa parola ed una char carattere, leggili entrambi e comunica il numero di ricorrenze del carattere inserito nella stringa parola. b) Fai in modo che il programma non faccia differenze fra lettere maiuscole e minuscole; ad esempio a ricorrerà 2 volte nella parola Amilcare anche se una risulta maiuscola ed una minuscola (ricordo il codice ASCI delle lettere: A 65, Z 90, a 97, z 122) (salva nel file es1_cognome_nome.cpp) 2. (2.5 punti) Scrivi un programma per concatenare due stringhe (es: date le stringhe pluto e ne il programma stamperà plutone ). Procedi per gradi successivi come di seguito: a) innanzitutto dichiara le stringhe p1[100] e p2[100] e leggile da tastiera b) calcola la lunghezza l1 e l2 delle due stringhe e comunica all'utente tali valori c) dichiara una nuova stringa ptot[100] dove copierai la prima stringa. Quindi stampa ptot. (suggerimento: attenzione al carattere di fine stringa!) d) aggiungi all'ultima stringa dichiarata (ptot) la seconda parola letta p2 e stampa ptot. (come prima fai attenzione al carattere di fine stringa!) (salva nel file es2_cognome_nome.cpp) 3. (2.5 punti) La prof di inglese estrae due nomi per un'interrogazione. Dei due studenti estratti interroga il primo in ordine alfabetico. a) Aiutala scrivendo un programma che, letti i due nomi estratti, li ristampi in ordine alfabetico rispetto alla prima lettera (non riuscirai quindi a riordinare due nomi come Amilcare e Amalia ). b) Perfeziona il codice stampando i nomi in ordine alfabetico anche nel caso in cui e prime lettere risultano uguali (ora riuscirai a riordinare correttamente anche parole come quelle dell'esempio precedente). (salva nel file es3_cognome_nome.cpp) 4. (2.5 punti) Scrivi un programma che, letta una parola con una o più lettere ripetute, comunichi all'utente qual'è la lettera più frequente (es: per la parola pippo sarà la lettera p ; se le lettere con frequenza maggiore sono più di una come per la parola anna il programma restituirà una delle due o, se riesci, dirai che le lettere più frequenti sono due). [suggerimento: oltre alla stringa dichiara anche un vettore di interi, inizializzalo a zero e...] (salva nel file es4_cognome_nome.cpp)

9 Indirizzo: SCIENTIFICO SCIENZE APPLICATE CLASSE 2C Data: 9 aprile 2015 Prof. Paolo Armani programmazione C++ ) NB: Usare la cartella personale temi1xx presente sul Desktop, ove è già presente un file vuoto c++ ed il testo della Accedere al computer con nome utente temi1xx e password s4856n4m, dove al posto di XX andrà il numero 1. Devi ordinare in ordine crescente la sequenza di numeri 4, 8, 5, 1, 9, 3. Spiega e illustra (su carta) i passaggi che ti permettono di ordinare tale vettore utilizzando gli algoritmi a) bubble sort b) selection sort c) merge sort 2. L'amministratore di un'importante azienda ha un computer con una CPU che lavora ad una frequenza di 1GHz. Per lavoro ha la necessità di ordinare l'elenco dei prodotti disponibili nei suoi magazzini in base al loro valore. Stima il numero di operazioni ed il tempo impiegato (in secondi) per eseguire la suddetta operazione considerando che il numero di prodotti sia pari a N1=1 000, N2= , N3= utilizzando (sia per N1 che per N2 e N3) gli algoritmi a) bubble sort b) selection sort c) merge sort [si ricorda che log 2(1000)= 10, log 2( )= 20, log 2( )= 30 ] 3. Commenta la precedente risposta spiegando perché uno dei tre algoritmi risulta drasticamente più efficiente degli altri due. Spiega da dove derivano le formule usate e prova a motivarle. 4. Utilizzando l'algoritmo bubble-sort oppure selection-sort scrivi un programma che a) generi e stampi un vettore di N numeri casuali fra 1 e 100 (con N inserito dall'utente) b) riordini tale vettore e lo ristampi c) chieda all'utente un numero intero x fra 1 e 100 d) cerchi (se presente) la posizione tale elemento x all'interno del vettore ordinato utilizzando il metodo di ricerca dicotomica/binaria e) (se presente) stampi l'elemento che lo precede e che lo segue (salva nel file es4_cognome_nome.cpp) 5. Utilizzando l'algoritmo merge-sort oppure selection-sort scrivi un programma che a) generi e stampi un vettore di N numeri casuali fra 1 e 100 (con N inserito dall'utente) b) riordini tale vettore e lo ristampi (salva nel file es5_cognome_nome.cpp) 6. Martino ha ricevuto 7 uova di Pasqua di peso differente e le ha etichettate con una sola lettera char. Scrivi un programma che legga la lettera ed il peso di ogni uovo e che ristampi l'elenco delle uova (etichetta e peso) in ordine crescente. (salva nel file es6_cognome_nome.cpp)

10 Indirizzo: SCIENTIFICO SCIENZE APPLICATE CLASSE 2D Data: 25 febbraio 2015 Prof. Paolo Armani programmazione C++ (funzioni) NB: Usare la cartella personale temi2xx presente sul Desktop, ove è già presente un file vuoto c++ ed il testo della Accedere al computer con nome utente temi2xx e password xca13o13, dove al posto di XX andrà il numero 1. (2 punti) Nel seguente programma sono presenti almeno 4 errori. Senza riscrivere il programma a computer individuali e correggili spiegando (sul retro del foglio) la natura di tali errori. void fmax(int a, int b){ int max; if(a>b){ max=a; else{ max =b;; return max; void leggi(int a, int b){ cout <<"Inserisci un numero intero: "; cin >> a; cout << "Inserisci un numero intero: "; cin >> b; void scrivi(int a){ cout << "il massimo e' " << a <<endl; int main(){ float x,y,vmax; leggi(x,y); vmax=fmax(x,y); scrivi(vmax); return 0; 2. (2 punti) a) Illustra la differenza fra passaggio di variabili per riferimento e per valore e mostra un esempio per i due casi (puoi far riferimento all'esercizio precedente). b) Come viene passato invece un vettore ad una funzione? Spiega e fai un esempio. 3. (2 punti) Nella cartella lettura trovi il file es3_cognome_nome.cpp. Rinominalo e salvalo nella tua cartella, quindi dichiara e implementa le funzioni usate nel programma principale. (salva nel file es3_cognome_nome.cpp) 4. (2 punti) Scrivi una funzione ricorsiva int quadrati(int n) ed il relativo programma principale che calcoli e ritorni la somma dei primi n quadrati perfetti. Il programma principale chiederà all'utente il numero di partenza e stamperà la sola somma totale. quadrati(n) = n*n + quadrati(n-1) quadrati(0) = 0 (salva nel file es4_cognome_nome.cpp) 5. (2 punti) Scrivi la funzione void ordina(char parola1[], char parola2[]) che confronta le due stringhe parola1 e parola2 e le scambia in modo tale che siano in ordine alfabetico. Il programma principale leggerà le due stringhe, richiamerà la funzione, quindi stamperà le stringhe parola1 e parola2 eventualmente scambiate dalla funzione. (salva nel file es5_cognome_nome.cpp)

11 #include <cstdlib> #include <iostream> #include <cmath> #include <iomanip> using namespace std; int main(){ float m; int n; cout << "Quanti voti devi inserire? "; cin >> n; float voti[n]; leggi(voti,n); m=media(voti,n); cout << "La media dei voti e' "<< m << endl; cout << "I voti inseriti erano: "<<endl; stampa(voti,n); system("pause"); return 0;

12 Indirizzo: SCIENTIFICO SCIENZE APPLICATE CLASSE 2C Data: 9 aprile 2015 Prof. Paolo Armani Liceo B. Russell programmazione C++ NB: Usare la cartella personale temi2xx presente sul Desktop, ove è già presente un file vuoto c++ ed il testo della prova. Salvare tutti gli esercizi nella cartella con il nome composto da (nell'ordine corretto): numero esercizio, cognome, nome. (es: es1_rossi_mario.cpp ). Negli ultimi 5 minuti verificare di aver salvato TUTTI gli esercizi nel Accedere al computer con nome utente temi2xx e password xca13o13, dove al posto di XX andrà il numero della postazione (es: 02 oppure 19). Il numero della postazione si legge, a computer acceso, sulla schermata di login. 1. Devi ordinare in ordine crescente la sequenza di numeri 4, 8, 5, 1, 9, 3. Spiega e illustra (su carta) i passaggi che ti permettono di ordinare tale vettore utilizzando gli algoritmi a) bubble sort b) selection sort c) merge sort 2. L'amministratore di un'importante azienda ha un computer con una CPU che lavora ad una frequenza di 1GHz. Per lavoro ha la necessità di ordinare l'elenco dei prodotti disponibili nei suoi magazzini in base al loro valore. Stima il numero di operazioni ed il tempo impiegato (in secondi) per eseguire la suddetta operazione considerando che il numero di prodotti sia pari a N1=1 000, N2= , N3= utilizzando (sia per N1 che per N2 e N3) gli algoritmi a) bubble sort b) selection sort c) merge sort [si ricorda che log 2 (1000)= 10, log 2 ( )= 20, log 2 ( )= 30 ] 3. Commenta la precedente risposta spiegando perché uno dei tre algoritmi risulta drasticamente più efficiente degli altri due. Spiega da dove derivano le formule usate e prova a motivarle. 4. Utilizzando l'algoritmo bubble-sort oppure selection-sort scrivi un programma che a) generi e stampi un vettore di N numeri casuali fra 1 e 100 (con N inserito dall'utente) b) riordini tale vettore e lo ristampi c) chieda all'utente un numero intero x fra 1 e 100 d) cerchi (se presente) la posizione tale elemento x all'interno del vettore ordinato utilizzando il metodo di ricerca dicotomica/binaria e) (se presente) stampi l'elemento che lo precede e che lo segue (salva nel file es4_cognome_nome.cpp) 5. Utilizzando l'algoritmo merge-sort oppure selection-sort scrivi un programma che a) generi e stampi un vettore di N numeri casuali fra 1 e 100 (con N inserito dall'utente) b) riordini tale vettore e lo ristampi (salva nel file es5_cognome_nome.cpp) 6. Martino ha ricevuto 7 uova di Pasqua di peso differente e le ha etichettate con una sola lettera char. Scrivi un programma che legga la lettera ed il peso di ogni uovo e che ristampi l'elenco delle uova (etichetta e peso) in ordine crescente. (salva nel file es6_cognome_nome.cpp)

13 Indirizzo: SCIENTIFICO SCIENZE APPLICATE CLASSE 2C Data: 28 maggio 2015 Prof. Paolo Armani Liceo B. Russell informatica NB: Usare la cartella personale temi2xx presente sul Desktop, ove è già presente un file vuoto c++ ed il testo della Accedere al computer con nome utente temi2xx e password 5gdz7904, dove al posto di XX andrà il numero 1. Una nota software house ti ha commissionato la realizzazione di un gioco di tris online. Devi quindi implementare la funzione di controllo haivinto() che, letta una matrice 3x3 di char dal file tris.txt, ritorna true solo se lungo una riga, una colonna o una diagonale vi sono 3 lettere x oppure 3 lettere y allineate. Qualsiasi carattere diverso dalle lettere x e y verrà considerato come una casella vuota. In caso contrario ritornerà false. I prototipi delle funzioni per leggere la matrice e per verificare correttezza della matrice in input saranno i seguenti: void leggi(char M[3][3]) bool haivinto(char M[3][3]) es:( x : x : x y x y y) Nel programma principale, dopo aver richiamato la funzione leggi() e la funzione di controllo haivinto(), si dirà se la matrice letta soddisfa le regole del gioco o meno in base al valore ritornato da quest'ultima funzione. la 2. a) Dal file matricein.txt leggi una matrice A di numeri reali 2x2. Scrivi una funzione per leggerla e per calcolarne il determinate e stampare il determinante nel file matriceout.txt. void leggi(float A[2][2]) float det(float A[2][2]) L'inversa della matrice 2x2 è definita come da esempio di seguito riportato. Scrivere una funzione inversa che calcoli l'inversa AI della matrice A void inversa(float A[2][2], float AI[2][2]) Oltre al determinante stampare anche tale matrice nel file matriceout.txt b) scrivendo una funzione prodotto verificare che la moltiplicazione fra una matrice e la sua inversa (o fra la sua inversa e la matrice stessa) dà come risultato la matrice identità I qualunque sia la matrice A di partenza A= ( 11 4 A 5 2) 1 = ( ) det (A) = ( ) A A 1 =A 1 A=I = ( ) 3. La prof di italiano ti commissiona il compito di stimare la frequenza d'uso delle 26 lettere dell'alfabeto nella lingua italiana. Predisporrai quindi un programma che, letto da un file testo.txt un testo di lunghezza arbitraria, conti il numero di ricorrenze di ognuna delle 26 lettere dell'alfabeto. In un primo tempo ipotizza che il testo sia tutto minuscolo e, usando un vettore da 26 celle, conta le ricorrenze delle sole lettere minuscole dalla a (codice ASCI 97)alla z (codice ASCI 122) (suggerimento: ignora i caratteri minori al codice 97 e maggiori al codice 122). Stampa quindi il numero delle ricorrenze assolute e percentuali di ciascuna lettera, Ordina in ordine decrescente tale elenco ed infine miglioralo conteggiando anche le lettere maiuscole ( A codice ASCI 65, Z codice ASCI 90)

14 Indirizzo: SCIENTIFICO SCIENZE APPLICATE CLASSE 2D Data: 26 maggio 2015 Prof. Paolo Armani Liceo B. Russell informatica NB: Usare la cartella personale temi1xx presente sul Desktop, ove è già presente un file vuoto c++ ed il testo della Accedere al computer con nome utente temi1xx e password 48ffd669, dove al posto di XX andrà il numero 1. Una nota software house ti ha commissionato la realizzazione di un gioco online stile Sudoku. Devi quindi implementare la funzione di controllo sudoku() che, letta una matrice 3x3 di numeri interi dal file sudoku.txt, ritorna true solo se la somma di ogni colonna e di ogni riga dà come risultato 9. In caso contrario ritornerà false. I prototipi delle funzioni per leggere la matrice e per verificare la correttezza della matrice in input saranno i seguenti: void leggi(int M[3][3]) bool sudoku(int M[3][3]) es:( ) Nel programma principale, dopo aver richiamato la funzione leggi() e la funzione di controllo sudoku(), si dirà se la matrice letta soddisfa le regole del gioco o meno in base al valore ritornato da quest'ultima funzione. 2. Scrivere un programma che letta la matrice A dei coefficienti di un sistema lineare di 2 equazioni in due incognite e letto il vettore V dei termini noti di tale sistema da un file in input di nome sistemalineare.txt, trovare le soluzioni del sistema con il metodo di Cramer. det ( 5 4 Es: 3 x+4 y=5 x 5 y=8 A= ( 3 4 V = 1 5) ( 5 x= 8) 8 5) det A det y= ( ) det A input : Si faccia attenzione a considerare anche i casi in cui il sistema risulta indeterminato (0/0) oppure impossibile (0/n). 3. Crea un programma che legga una matrice M1 5x4 di numeri reali dal file assoluto_in.txt. Nel programma principale dichiarerai una seconda matrice M2 delle medesime dimensioni di M1. Definirai quindi una funzione void copiavalassoluto(float M1[5][4], float M2[5][4]) che copierà in M2 il valore assoluto degli elementi di M1. Predisporrai quindi anche due funzioni per leggere dal file assoluto_in.txt e stampare sul file assoluto_out.txt le matrici: void leggi(int M[5][4]) void stampa(int M[5][4]) Nel programma principale innanzitutto leggerai M1, quindi calcolerai M2 con l'apposita funzione, quindi stamperai le due matrici M1 e M2 usando la funzione stampa. 4. La prof di italiano ti commissiona il compito di stimare la frequenza d'uso delle 26 lettere dell'alfabeto nella lingua italiana. Predisporrai quindi un programma che, letto da un file testo.txt un testo di lunghezza arbitraria, conti il numero di ricorrenze di ognuna delle 26 lettere dell'alfabeto. In un primo tempo ipotizza che il testo sia tutto minuscolo e, usando un vettore da 26 celle, conta le ricorrenze delle sole lettere minuscole dalla a (codice ASCI 97)alla z (codice ASCI 122) (suggerimento: ignora i caratteri minori al codice 97 e maggiori al codice 122). Stampa quindi il numero delle ricorrenze assolute e percentuali di ciascuna lettera, Ordina in ordine decrescente tale elenco ed infine miglioralo conteggiando anche le lettere maiuscole ( A codice ASCI 65, Z codice ASCI 90)

HOMEWORKS. in modo che il programma stampi N ripetizioni della stringa HelloWorld (su righe diverse), con N inserito dall utente.

HOMEWORKS. in modo che il programma stampi N ripetizioni della stringa HelloWorld (su righe diverse), con N inserito dall utente. HOMEWORKS Questi esercizi saranno proposti di tanto in tanto e forniti sempre SENZA soluzioni. Come materiale complementare ai libri di testo e alle lezioni frontali e di esercitazione, si consiglia di

Dettagli

a.a Codice corso: 21012, HOMEWORKS

a.a Codice corso: 21012, HOMEWORKS HOMEWORKS Questi esercizi saranno proposti ogni 2 settimane e forniti sempre SENZA soluzioni. Come materiale complementare ai libri di testo e alle lezioni frontali e di esercitazione, si consiglia di

Dettagli

A.S Classe III H Informatica. Programma didattico finale e indicazioni per il recupero estivo relativi all'insegnamento di Informatica

A.S Classe III H Informatica. Programma didattico finale e indicazioni per il recupero estivo relativi all'insegnamento di Informatica O. BELLUZZ I - L. DA VINCI Prot.8480/6.3 del 05/07/2017 A.S. 2016-2017 Classe III H Informatica Programma didattico finale e indicazioni per il recupero estivo relativi all'insegnamento di Informatica

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA PROGRAMMAZIONE

INTRODUZIONE ALLA PROGRAMMAZIONE INTRODUZIONE ALLA PROGRAMMAZIONE Prof. Enrico Terrone A. S: 2008/09 Definizioni Programmare significa risolvere problemi col computer, cioè far risolvere problemi al computer attraverso un insieme di informazioni

Dettagli

Strutture di iterazione

Strutture di iterazione Strutture di iterazione 1. Leggi i programmi qui sotto e disegna le tabelle di traccia nelle situazioni seguenti: a. Nel primo e nel secondo programma viene inserito da tastiera il valore 2; b. Nel primo

Dettagli

ARRAY E STRINGHE. ESERCIZIO 2 Scrivere un programma che calcola il numero di doppie e di dittonghi (2 vocali vicine) presenti in una stringa.

ARRAY E STRINGHE. ESERCIZIO 2 Scrivere un programma che calcola il numero di doppie e di dittonghi (2 vocali vicine) presenti in una stringa. 3 ITI - a.s. 2007-2008 Compiti di Informatica ESTATE 2008 ARRAY E STRINGHE Scrivere una funzione che carica da tastiera un array di n elementi e lo stampa invertendo il primo elemento con l'ultimo, il

Dettagli

Laboratorio 1. 2) All interno della directory c:\temp\cognome\codici creare il file sorgente hello.c contenente il seguente codice:

Laboratorio 1. 2) All interno della directory c:\temp\cognome\codici creare il file sorgente hello.c contenente il seguente codice: Corso di Ingegneria Biomedica Corso di Ingegneria Elettronica Insegnamento di Informatica I a.a. 2007-08 Laboratorio 1 Durante le esercitazioni verra utilizzato il compilatore a riga di comando DJGPP,,

Dettagli

Esercitazione. Esercizio 1 Scrivere un programma che calcoli e visualizzi la somma degli interi pari da 2 a 1000 (estremi compresi)

Esercitazione. Esercizio 1 Scrivere un programma che calcoli e visualizzi la somma degli interi pari da 2 a 1000 (estremi compresi) Esercitazione Oggi dovremo di nuovo usare funzioni sui reali. Ma il C non ha operatori nativi del linguggio per queste operazioni, come la radice quadrata, l'elevamento a potenza o l'arrotondamento. Per

Dettagli

Corso di Fondamenti di Informatica Classi di istruzioni 2

Corso di Fondamenti di Informatica Classi di istruzioni 2 Corso di Informatica Classi di istruzioni 2 Anno Accademico 2010/2011 Francesco Tortorella Strutture di controllo Caratteristica essenziale degli algoritmi è la possibilità di decidere le operazioni da

Dettagli

Informatica 1. Prova di recupero 21 Settembre 2001

Informatica 1. Prova di recupero 21 Settembre 2001 Informatica 1 Prova di recupero 21 Settembre 2001 Si risolvano i seguenti esercizi. Ai fini della determinazione del voto finale il loro punteggio andrà sommato al punteggio del laboratorio. Il tempo complessivo

Dettagli

Esercizi Programmazione I

Esercizi Programmazione I Esercizi Programmazione I 9 Novembre 201 Esercizio 1 Valutare e dare il tipo delle seguenti espressioni condizionali. 1 char a= a, b= b ; // a ha v a l o r e decimale 97 2 i n t i= 1, j= 2 ; 3 double x=

Dettagli

Alcune funzioni matematiche utili della libreria :

Alcune funzioni matematiche utili della libreria <math.h>: Oggi dovremo di nuovo usare funzioni sui reali. Ma il C non ha operatori nativi del linguggio per queste operazioni, come la radice quadrata, l'elevamento a potenza o l'arrotondamento. Per effettuare questa

Dettagli

Fondamenti di Informatica e Laboratorio T-AB Ingegneria Elettronica e Telecomunicazioni. Lab 06 Array" Lab06 1

Fondamenti di Informatica e Laboratorio T-AB Ingegneria Elettronica e Telecomunicazioni. Lab 06 Array Lab06 1 Fondamenti di Informatica e Laboratorio T-AB Ingegneria Elettronica e Telecomunicazioni Lab 06 Array" Lab06 1 Esercizio 1" n Creare un programma che legga da input un numero non noto a priori di interi

Dettagli

Laboratorio di Programmazione Lezione 2. Cristian Del Fabbro

Laboratorio di Programmazione Lezione 2. Cristian Del Fabbro Laboratorio di Programmazione Lezione 2 Cristian Del Fabbro Prossima lezione GIOVEDÌ 29 OTTOBRE 14:00 Input da tastiera package input; import java.io.*; public class Input { public static void main(string[]

Dettagli

Un esempio per iniziare. Il controllo del programma in C. Altri cenni su printf() Esercizi (printf) printf( 8!=%d, fatt);

Un esempio per iniziare. Il controllo del programma in C. Altri cenni su printf() Esercizi (printf) printf( 8!=%d, fatt); Un esempio per iniziare Il controllo del programma in C DD Cap.3 pp.91-130 /* calcolo di 8!*/ #include #define C 8 int main() int i=1; int fatt=1; while (i

Dettagli

Programmazione di base

Programmazione di base Fondamenti di Informatica Testo A Secondo Appello 016-17 febbraio 017 Rispondi alle domande negli appositi spazi. I punti assegnati per ogni domanda sono indicati nel riquadro a lato. L'esame contiene

Dettagli

Prova di Laboratorio del [ Corso A-B di Programmazione (A.A. 2004/05) Esempio: Media Modalità di consegna:

Prova di Laboratorio del [ Corso A-B di Programmazione (A.A. 2004/05) Esempio: Media Modalità di consegna: Prova di Laboratorio del 12.1.2005 [durata 90 min.] Corso A-B di Programmazione (A.A. 2004/05) 1. Leggere da tastiera un insieme di numeri interi ed inserirli in un vettore A 2. Calcolare tramite una funzione

Dettagli

Informatica! Appunti dal laboratorio 1!

Informatica! Appunti dal laboratorio 1! Informatica! Appunti dal laboratorio 1! Sistema Operativo! Windows 7, Windows 8, Mac OS X, Linux, Debian, Red Hat, etc etc! Il sistema operativo è un programma che serve a gestire TUTTE le risorse presenti

Dettagli

ERRATA CORRIGE. void SvuotaBuffer(void); void SvuotaBuffer(void) { if(getchar()!=10) {svuotabuffer();} }

ERRATA CORRIGE. void SvuotaBuffer(void); void SvuotaBuffer(void) { if(getchar()!=10) {svuotabuffer();} } ERRATA CORRIGE Pulizia del buffer di input: come fare? (1) Dopo aver richiamato getchar() per prelevare un carattere dal buffer di input, inseriamo una seconda chiamata a getchar(), senza assegnare il

Dettagli

Introduzione al C. Esercitazione 6. Raffaele Nicolussi. Corso di Fondamenti di Informatica Ingegneria Clinica

Introduzione al C. Esercitazione 6. Raffaele Nicolussi. Corso di Fondamenti di Informatica Ingegneria Clinica Corso di Fondamenti di Informatica Ingegneria Clinica Esercitazione 6 Raffaele Nicolussi Esercizio 1 Si scriva una funzione in linguaggio C che riceve in ingresso un numero intero A letto da tastiera,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE: Le strutture di controllo

PROGRAMMAZIONE: Le strutture di controllo PROGRAMMAZIONE: Le strutture di controllo Prof. Enrico Terrone A. S: 2008/09 Le tre modalità La modalità basilare di esecuzione di un programma è la sequenza: le istruzioni vengono eseguite una dopo l

Dettagli

Strutture di iterazione

Strutture di iterazione Strutture di iterazione 1. Leggi i programmi qui sotto e disegna le tabelle di traccia nelle situazioni seguenti: a. Nel primo e nel secondo programma viene inserito da tastiera il valore 2; b. Nel primo

Dettagli

Programmazione modulare

Programmazione modulare Programmiamo in.. Programmazione modulare Un programma complesso si suddivide in più sottoprogrammi o funzioni. Un programma suddiviso in piccoli pezzi, è più semplice da gestire da aggiornare da correggere

Dettagli

Laboratorio di Programmazione Lezione 3. Cristian Del Fabbro

Laboratorio di Programmazione Lezione 3. Cristian Del Fabbro Laboratorio di Programmazione Lezione 3 Cristian Del Fabbro Prossima lezione GIOVEDÌ 12 NOVEMBRE ORE 14:00 Array a.k.a. vettore Un array è una collezione ordinata di dati omogenei (cioé sono tutti dello

Dettagli

Informatica B. Sezione D. Scuola di Ingegneria Industriale Laurea in Ingegneria Energetica Laurea in Ingegneria Meccanica

Informatica B. Sezione D. Scuola di Ingegneria Industriale Laurea in Ingegneria Energetica Laurea in Ingegneria Meccanica Scuola di Ingegneria Industriale Laurea in Ingegneria Energetica Laurea in Ingegneria Meccanica Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria Informatica B Sezione D Franchi Alessio Mauro,

Dettagli

SISTEMI LINEARI: APPROFONDIMENTI ED ESEMPI

SISTEMI LINEARI: APPROFONDIMENTI ED ESEMPI SISTEMI LINEARI: APPROFONDIMENTI ED ESEMPI Appunti presi dalle lezioni del prof. Nedo Checcaglini Liceo Scientifico di Castiglion Fiorentino (Classe 4B) January 17, 005 1 SISTEMI LINEARI Se a ik, b i R,

Dettagli

File e puntatori a file

File e puntatori a file File e puntatori a file Vitoantonio Bevilacqua vitoantonio.bevilacqua@poliba.it La libreria stdio.h mette a disposizione delle funzioni che hanno la peculiarità di trattare con questa nuova tipologia di

Dettagli

Corso di Fondamenti di Informatica

Corso di Fondamenti di Informatica Corso di Fondamenti di Informatica Le classi di istruzioni in C++ 1 Le classi di istruzioni in C++ SEQUENZIALI Statement semplice Statement composto CONDIZIONALI if < expr.> else switch case

Dettagli

LABORATORIO DI PROGRAMMAZIONE 1 CORSO DI LAUREA IN MATEMATICA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO III Indice

LABORATORIO DI PROGRAMMAZIONE 1 CORSO DI LAUREA IN MATEMATICA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO III Indice LABORATORIO DI PROGRAMMAZIONE 1 CORSO DI LAUREA IN MATEMATICA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO 2014 2015 18.III.2015 VINCENZO MARRA Indice Parte 1. L algoritmo euclideo 3 Esercizio 1 3 L algoritmo euclideo

Dettagli

Esercizi C su array e matrici

Esercizi C su array e matrici Politecnico di Milano Esercizi C su array e matrici Massimo, media e varianza,, ordinamento, ricerca e merge, matrice simmetrica, puntatori Array Array o vettore Composto da una serie di celle int vett[4]

Dettagli

Università degli Studi di Cassino Corso di Fondamenti di Informatica Tipi strutturati: Stringhe. Anno Accademico 2010/2011 Francesco Tortorella

Università degli Studi di Cassino Corso di Fondamenti di Informatica Tipi strutturati: Stringhe. Anno Accademico 2010/2011 Francesco Tortorella Corso di Informatica Tipi strutturati: Stringhe Anno Accademico 2010/2011 Francesco Tortorella Stringhe di caratteri La stringa è il tipo strutturato con cui vengono rappresentati gruppi di caratteri quali

Dettagli

Fondamenti di Informatica T-1 Modulo 2

Fondamenti di Informatica T-1 Modulo 2 Fondamenti di Informatica T-1 Modulo 2 1 Obiettivi di questa esercitazione 1. Array 2 Esercizio 1 Creare un programma che legga da input un numero non noto a priori di interi (al più 10) terminati da 0.

Dettagli

Fondamenti di Informatica - 1. Prof. B.Buttarazzi A.A. 2011/2012

Fondamenti di Informatica - 1. Prof. B.Buttarazzi A.A. 2011/2012 Fondamenti di Informatica - 1 Prof. B.Buttarazzi A.A. 2011/2012 Sommario Operatore? Tipo di dato: struct La ricorsione Funzioni ricorsive Esercizi proposti 26/04/2012 2 Operatore? L'operatore? può essere

Dettagli

Algoritmi di Ricerca. Esempi di programmi Java

Algoritmi di Ricerca. Esempi di programmi Java Fondamenti di Informatica Algoritmi di Ricerca Esempi di programmi Java Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1 Ricerca in una sequenza di elementi Data una sequenza di elementi, occorre verificare

Dettagli

LIBRO DI TESTO: INFORMATICA MULTIMEDIALE METODI E FONDAMENTI AUTORI: MARISA ADDOMINE DANIELE PONS CASA EDITRICE: ZANICHELLI

LIBRO DI TESTO: INFORMATICA MULTIMEDIALE METODI E FONDAMENTI AUTORI: MARISA ADDOMINE DANIELE PONS CASA EDITRICE: ZANICHELLI PROGRAMMA EFFETTIVAMENTE SVOLTO Disciplina: INFORMATICA Docente: SALVATORE D URSO L. S. Scienze Applicate - Classe: SECONDA - Sezione: O Anno Scolastico 2014/2015 LIBRO DI TESTO: INFORMATICA MULTIMEDIALE

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA FACOLTÀ DI INGEGNERIA. Matlab: esempi ed esercizi

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA FACOLTÀ DI INGEGNERIA. Matlab: esempi ed esercizi UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA FACOLTÀ DI INGEGNERIA Matlab: esempi ed esercizi Sommario e obiettivi Sommario Esempi di implementazioni Matlab di semplici algoritmi Analisi di codici Matlab Obiettivi

Dettagli

ESERCIZI DI PROGRAMMAZIONE DA SVOLGERE INDIVIDUALMENTE - parte 1 -

ESERCIZI DI PROGRAMMAZIONE DA SVOLGERE INDIVIDUALMENTE - parte 1 - ESERCIZI DI PROGRAMMAZIONE DA SVOLGERE INDIVIDUALMENTE - parte 1 - Elementi di Informatica e Programmazione Università di Brescia 1 1: ESERCIZI DI BASE - di livello di difficoltà inferiore rispetto all

Dettagli

ESERCIZI DI PROGRAMMAZIONE C/C++ per le classi seconde

ESERCIZI DI PROGRAMMAZIONE C/C++ per le classi seconde ESERCIZI DI PROGRAMMAZIONE C/C++ per le classi seconde vers.0 in lavorazione Docente SAFFI FABIO Contenuti Struttura del file sorgente...2 Organizzazione della directory di lavoro...2 Esercizi sulle funzione

Dettagli

COMANDI ITERATIVI. Ivan Lanese

COMANDI ITERATIVI. Ivan Lanese COMANDI ITERATIVI Ivan Lanese Argomenti Comando while Comando do while Comando for Comando while: reminder while (condizione) comando; Semantica: la condizione viene testata: se è vera, viene eseguito

Dettagli

Informatica! Appunti dal laboratorio 1!

Informatica! Appunti dal laboratorio 1! Informatica Appunti dal laboratorio 1 Sistema Operativo Windows Vista, Windows 7, Mac OS X, Linux, Debian, Red Hat, etc etc Il sistema operativo è un programma che serve a gestire TUTTE le risorse presenti

Dettagli

Le strutture di controllo in C++

Le strutture di controllo in C++ Le strutture di controllo in C++ Docente: Ing. Edoardo Fusella Dipartimento di Ingegneria Elettrica e Tecnologie dell Informazione Via Claudio 21, 4 piano laboratorio SECLAB Università degli Studi di Napoli

Dettagli

Laboratorio di Programmazione Laurea in Bioinformatica

Laboratorio di Programmazione Laurea in Bioinformatica Laboratorio di Programmazione Laurea in Bioinformatica 15 dicembre 2008 1 Programmazione strutturata 1.1 Esercizio 1 Si scriva lo pseudocodice di un programma che calcola la media di due numeri reali.

Dettagli

Elementi di C++ di base

Elementi di C++ di base Elementi di C++ di base Corso di Programmazione 3 - Ingegneria dell Informazione e dell Organizzazione 10 ottobre, 2001 Gino Perna Esempi di semplici programmi in C++ Il programma più semplice consiste

Dettagli

Esercizi di programmazione in linguaggio C - Costrutto iterazione

Esercizi di programmazione in linguaggio C - Costrutto iterazione Esercizi di programmazione in linguaggio C - Costrutto iterazione prof. Roberto uligni 1. [potenze1] Scrivere un programma che visualizzi il valore di tutte le prime n potenze di 2 con n richiesto all'utente

Dettagli

Algoritmi di Ricerca. Esempi di programmi Java

Algoritmi di Ricerca. Esempi di programmi Java Fondamenti di Informatica Algoritmi di Ricerca Esempi di programmi Java Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1 Ricerca in una sequenza di elementi Data una sequenza di elementi, occorre verificare

Dettagli

Esercitazione 4. Comandi iterativi for, while, do-while

Esercitazione 4. Comandi iterativi for, while, do-while Esercitazione 4 Comandi iterativi for, while, do-while Comando for for (istr1; cond; istr2) istr3; Le istruzioni vengono eseguite nel seguente ordine: 1) esegui istr1 2) se cond è vera vai al passo 3 altrimenti

Dettagli

Prof. Pagani Corrado ALGORITMI ESERCITAZIONI CICLI

Prof. Pagani Corrado ALGORITMI ESERCITAZIONI CICLI Prof. Pagani Corrado ALGORITMI ESERCITAZIONI CICLI DIAGRAMMA A BLOCCHI: SWITCH DIAGRAMMA BLOCCHI: WHILE DIAGRAMMA BLOCCHI: FOR for (inizializzazione contatore, condizione, incremento) { istruzioni ; }

Dettagli

Esercizio 2 (punti 7) Dato il seguente programma C: #include int swap(int * nome, int length);

Esercizio 2 (punti 7) Dato il seguente programma C: #include <stdio.h> int swap(int * nome, int length); Fondamenti di Informatica L-A (A.A. 004/005) - Ingegneria Informatica Prof.ssa Mello & Prof. Bellavista I Prova Intermedia del 11/11/004 - durata h - COMPITO B Esercizio 1 (punti 1) Una associazione di

Dettagli

n deve essere maggiore di 0, altrimenti il metodo restituisce null.

n deve essere maggiore di 0, altrimenti il metodo restituisce null. Esercizio 1 di classe Intersezione che presi in input due Array di int A e B, restituisce in output un array contenente gli elementi presenti sia in A che in B. Esercizio 2 di classe identità che prende

Dettagli

LEZIONE 3: SELEZIONE

LEZIONE 3: SELEZIONE LEZIONE 3: SELEZIONE CON TIPI NUMERICI Esercizio 1 Scrivere un'applicazione che richieda l'immissione di un numero intero e comunichi all'utente se il numero e' pari o dispari. Nota. Utilizzare l'operatore

Dettagli

Matematica - SMID : Programmazione Febbraio 2009 FOGLIO RISPOSTE

Matematica - SMID : Programmazione Febbraio 2009 FOGLIO RISPOSTE Matematica - SMID : Programmazione Febbraio 2009 FOGLIO RISPOSTE NOME: COGNOME: ============================================================== Esercizio 1 ci sono tante "righe"; non è detto servano tutte...

Dettagli

Compitino di Laboratorio di Informatica CdL in Matematica 13/11/2007 Teoria Compito A

Compitino di Laboratorio di Informatica CdL in Matematica 13/11/2007 Teoria Compito A Matematica 13/11/2007 Teoria Compito A Domanda 1 Descrivere, eventualmente utilizzando uno schema, gli elementi funzionali di una CPU. Domanda 2 Java è un linguaggio compilato o interpretato? Motivare

Dettagli

Iterazione. Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica 1. Dispensa E07. C. Limongelli Novembre 2007

Iterazione. Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica 1. Dispensa E07. C. Limongelli Novembre 2007 Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica 1 Dispensa E07 Iterazione C. Limongelli Novembre 2007 http://www.dia.uniroma3.it/~java/fondinf1/ Iterazione 1 Contenuti Si vogliono formalizzare

Dettagli

Fondamenti di Informatica. Algoritmi di Ricerca e di Ordinamento

Fondamenti di Informatica. Algoritmi di Ricerca e di Ordinamento Fondamenti di Informatica Algoritmi di Ricerca e di Ordinamento 1 Ricerca in una sequenza di elementi Data una sequenza di elementi, occorre verificare se un elemento fa parte della sequenza oppure l elemento

Dettagli

Laboratorio di programmazione

Laboratorio di programmazione Laboratorio di programmazione Lezione II Tatiana Zolo zolo@cs.unipr.it 1 IL PROGRAMMA C++ Istruzioni (espressioni terminate da ; ) istruzioni di dichiarazione (es. int x = 0;); istruzioni di assegnamento

Dettagli

Corso di Fondamenti di Informatica (M-Z)

Corso di Fondamenti di Informatica (M-Z) Corso di Fondamenti di Informatica (M-Z) Avvertenze Consegnare solo fogli formato A4. Scrivere su un solo lato (no fronte retro) In ordine di preferenza usare inchiostro nero, matita, inchiostro blu. In

Dettagli

ESERCIZI DI PROGRAMMAZIONE C/C++ per le classi terza

ESERCIZI DI PROGRAMMAZIONE C/C++ per le classi terza ESERCIZI DI PROGRAMMAZIONE C/C++ per le classi terza vers.0 in lavorazione Docente SAFFI FABIO Contenuti Implementazione delle operazioni di base mediante main in un unico file sorgente... 2 Struttura

Dettagli

Esercitazione 3. Espressioni booleane I comandi if-else e while

Esercitazione 3. Espressioni booleane I comandi if-else e while Esercitazione 3 Espressioni booleane I comandi if-else e while Esercizio Si consideri la seguente istruzione: if (C1) if (C2) S1; else S2; A quali delle seguenti interpretazioni corrisponde? if (C1) if

Dettagli

Fondamenti di Informatica T-1 Modulo 2

Fondamenti di Informatica T-1 Modulo 2 Fondamenti di Informatica T-1 Modulo 2 1 Obiettivi di questa esercitazione 1. Esericizi sempici su funzioni 2. Funzioni ricorsive 3. Funzioni e Header File 2 ESERCIZIO 1 (Funzioni) Codificare in C la funzione

Dettagli

Algoritmi di ordinamento: Array e ricorsione

Algoritmi di ordinamento: Array e ricorsione Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati Aniello Murano http://people.na.infn.it people.na.infn.it/~murano/ 1 Algoritmi di ordinamento: Array e ricorsione 2 1 Indice Algoritmi di ordinamento: Insertion

Dettagli

Esercizi di programmazione in linguaggio C Ricerca

Esercizi di programmazione in linguaggio C Ricerca Esercizi di programmazione in linguaggio C Ricerca Nota: memorizzare i programmi in cartelle separate. Ogni cartella deve contenere, oltre al codice sorgente e al file eseguibile, gli eventuali file di

Dettagli

Variabili. Unità 2. Domenico Daniele Bloisi. Corso di Programmazione e Metodi Numerici Ingegneria Aerospaziale BAER

Variabili. Unità 2. Domenico Daniele Bloisi. Corso di Programmazione e Metodi Numerici Ingegneria Aerospaziale BAER Corso di Programmazione e Metodi Numerici Ingegneria Aerospaziale BAER Domenico Daniele Bloisi Docenti Metodi Numerici prof. Vittoria Bruni vittoria.bruni@sbai.uniroma1.it Programmazione prof. Domenico

Dettagli

Laboratorio di Matematica e Informatica 1

Laboratorio di Matematica e Informatica 1 Laboratorio di Matematica e Informatica 1 Matteo Mondini Antonio E. Porreca matteo.mondini@gmail.com porreca@disco.unimib.it Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Comunicazione Università degli Studi

Dettagli

Vittoria de Nitto Personè. Esercizi proposti per il corso Fondamenti di informatica

Vittoria de Nitto Personè. Esercizi proposti per il corso Fondamenti di informatica Vittoria de Nitto Personè Esercizi proposti per il corso Fondamenti di informatica Facoltà di Ingegneria - Università degli studi di Roma Tor Vergata Esercizi a. tipi predefiniti, assegnamento Esercizio

Dettagli

PROVA SCRITTA 23 MARZO 2010

PROVA SCRITTA 23 MARZO 2010 PROVA SCRITTA 23 MARZO 2010 In un file binario, MY_FILE.DAT, si memorizzano per ciascuno studente universitario: nome e cognome (stringhe, 20 char), matricola (intero), codice del corso di laurea (stringa

Dettagli

Problemi, algoritmi e oggetti

Problemi, algoritmi e oggetti Fondamenti di informatica Oggetti e Java Luca Cabibbo Capitolo 5 Marzo 2007 1 Fondamenti di informatica: Oggetti e Jav Contenuti... Problemi e algoritmi comprensione del problema identificazione di un

Dettagli

Corso di Fondamenti di Programmazione canale E-O ... Un esempio per iniziare. printf) Altri cenni su printf() Esercizi 8. (printf(

Corso di Fondamenti di Programmazione canale E-O ... Un esempio per iniziare. printf) Altri cenni su printf() Esercizi 8. (printf( Corso di Fondamenti di Programmazione canale E-O Tiziana Calamoneri Il controllo del programma in C DD Cap. 3, pp.91-130 Un esempio per iniziare /* calcolo di 8!*/ #define C 8 int i=1; int fatt=1; while

Dettagli

PROGRAMMA EFFETTIVAMENTE SVOLTO

PROGRAMMA EFFETTIVAMENTE SVOLTO A.S. 2015/2016 CLASSE 1 SEZ T PROGRAMMA EFFETTIVAMENTE SVOLTO DOCENTE Prof. Massimo Leone DISCIPLINA Informatica UDA1: Introduzione all Informatica. La rappresentazione delle informazioni Concetti elementari

Dettagli

Esercitazione 7. Tutor: Ing. Diego Rughetti. Anno Accademico 2007/2008

Esercitazione 7. Tutor: Ing. Diego Rughetti. Anno Accademico 2007/2008 Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti Sapienza Università di Roma Esercitazione 7 Corso di Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Informatica (Canale di Ingegneria delle Reti

Dettagli

Programmazione in Python. Moreno Marzolla

Programmazione in Python. Moreno Marzolla Programmazione in Python Moreno Marzolla http://www.moreno.marzolla.name/ Copyright 2011, Moreno Marzolla (http://www.moreno.marzolla.name/teaching/labinf2011/) This work is licensed under the Creative

Dettagli

Il computer. Il case e l'unità di elaborazione. Il computer, una macchina aggiornabile.

Il computer. Il case e l'unità di elaborazione. Il computer, una macchina aggiornabile. Liceo Scientifico Vinci PROGRAMMA FINALE A.S. 2016/2017 Materia: INFORMATICA Classe 1Q Prof. Dardanelli Francesco PROGRAMMA SVOLTO NELL ANNO SCOLASTICO IL COMPUTER. Hardware e software. Il computer. Il

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata L6-1. iterazione: struttura di controllo per ripetere più volte uno stesso comando

Università di Roma Tor Vergata L6-1. iterazione: struttura di controllo per ripetere più volte uno stesso comando Università di Roma Tor Vergata L6-1 iterazione: struttura di controllo per ripetere più volte uno stesso comando comandi iterativi C++: while, do-while, for while: sintassi while (espressione) comando;

Dettagli

Esercizi su Python. 14 maggio Scrivere una procedura che generi una stringa di 100 interi casuali tra 1 e 1000 e che:

Esercizi su Python. 14 maggio Scrivere una procedura che generi una stringa di 100 interi casuali tra 1 e 1000 e che: Esercizi su Python 14 maggio 2012 1. Scrivere una procedura che generi una stringa di 100 interi casuali tra 1 e 1000 e che: 1. conti quanti elementi pari sono presenti nella lista; 2. conti quanti quadrati

Dettagli

Informatica/ Ing. Meccanica/ Edile/ Prof. Verdicchio/ 25/02/2016/ Foglio delle domande / VERSIONE 1

Informatica/ Ing. Meccanica/ Edile/ Prof. Verdicchio/ 25/02/2016/ Foglio delle domande / VERSIONE 1 Informatica/ Ing. Meccanica/ Edile/ Prof. Verdicchio/ 25/02/2016/ Foglio delle domande/ VERSIONE 1 1) In Python, se scrivo v = [ ] in un programma, vuol dire che a) v è un quadrato b) v è una list c) v

Dettagli

Realizzare un programma che legga da input tre numeri interi e stampi a video la loro somma e la media.

Realizzare un programma che legga da input tre numeri interi e stampi a video la loro somma e la media. Esercizio 1 Realizzare un programma che legga da input tre numeri interi e stampi a video la loro somma e la media. #include Esercizio 1 - Soluzione int main() int num1, num2, num3, somma; float

Dettagli

Stesura informale dell algoritmo: (lasciata come esercizio)

Stesura informale dell algoritmo: (lasciata come esercizio) ESERCIZIO 1 Dato un numero positivo Q, scrivere la sua rappresentazione in binario naturale, applicando il tradizionale algoritmo per divisioni successive (l output sarà inteso corretto se letto da destra

Dettagli

La scrittura di un programma Modellizzazione del programma Scrittura del codice Esercizi. Sperimentazioni I. Alberto Garfagnini, Marco Mazzocco

La scrittura di un programma Modellizzazione del programma Scrittura del codice Esercizi. Sperimentazioni I. Alberto Garfagnini, Marco Mazzocco Sperimentazioni I Alberto Garfagnini, Marco Mazzocco Università degli studi di Padova 10 Novembre 2011 La scrittura di un programma Modellizzazione programma Flowcharts Pseudocode Scrittura del codice

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO DI INFORMATICA ANNO SCOLASTICO 2013/2014. DOCENTE: Villani Chiara

PROGRAMMA SVOLTO DI INFORMATICA ANNO SCOLASTICO 2013/2014. DOCENTE: Villani Chiara LICEO SCIENTIFICO STATALE "FILIPPO LUSSANA" V i a A n g e l o Ma j, 1 2 4 1 2 1 B E R G AMO 035 237502 Fax: 035 236331 Sito e contatti: www.liceolussana.com Codice fiscale: 80026450165 PROGRAMMA SVOLTO

Dettagli

Matrici. Matrici.h Definizione dei tipi. Un po di esercizi sulle matrici Semplici. Media difficoltà. Difficili

Matrici. Matrici.h Definizione dei tipi. Un po di esercizi sulle matrici Semplici. Media difficoltà. Difficili Matrici Un po di esercizi sulle matrici Semplici Lettura e scrittura Calcolo della trasposta Media difficoltà Calcolo del determinante Difficili Soluzione di sistemi lineari È veramente difficile? 1 Matrici.h

Dettagli

Fondamenti di Informatica T-1 Modulo 2

Fondamenti di Informatica T-1 Modulo 2 Fondamenti di Informatica T-1 Modulo 2 1 Obiettivi di questa esercitazione 1. Passaggio dei parametri per valore/riferimento 2. Trattamento degli errori: funzioni che restituiscono anche codici di errore

Dettagli

Fondamenti di informatica T-1 (A K) Esercitazione 2: Linguaggio Java, basi e controllo del flusso

Fondamenti di informatica T-1 (A K) Esercitazione 2: Linguaggio Java, basi e controllo del flusso Fondamenti di informatica T-1 (A K) Esercitazione 2: Linguaggio Java, basi e controllo del flusso AA 2015/2016 Tutor: Vincenzo Lomonaco vincenzo.lomonaco@unibo.it Programma Introduzione al calcolatore

Dettagli

PROGRAMMA EFFETTIVAMENTE SVOLTO

PROGRAMMA EFFETTIVAMENTE SVOLTO A.S. 2015/2016 CLASSE 2 SEZ P PROGRAMMA EFFETTIVAMENTE SVOLTO DOCENTE Prof. Massimo Leone DISCIPLINA Informatica UDA1: Dal problema al programma. Le strutture di controllo Definizione di algoritmo Le operazioni

Dettagli

Istituto Tecnico Industriale M. M. Milano Polistena. Classe III D a.s. 2015/2016 C++ Guida Base

Istituto Tecnico Industriale M. M. Milano Polistena. Classe III D a.s. 2015/2016 C++ Guida Base Istituto Tecnico Industriale M. M. Milano Polistena Classe III D a.s. 2015/2016 C++ Guida Base Prof. Rocco Ciurleo - ITIS M. M. Milano Polistena - 3 D a.s. 2015/2016 1 Le Origini Il Linguaggio C++ è il

Dettagli

INFORMATICA. Strutture iterative

INFORMATICA. Strutture iterative INFORMATICA Strutture iterative Strutture iterative Si dice ciclo (loop) una sequenza di istruzioni che deve essere ripetuta più volte consecutivamente. Si consideri ad esempio il calcolo del fattoriale

Dettagli

La scrittura di un programma Modellizzazione del programma Scrittura del codice Esercizi. Sperimentazioni I. Alberto Garfagnini, Marco Mazzocco

La scrittura di un programma Modellizzazione del programma Scrittura del codice Esercizi. Sperimentazioni I. Alberto Garfagnini, Marco Mazzocco Sperimentazioni I Alberto Garfagnini, Marco Mazzocco Università degli studi di Padova 30 Ottobre 2013 La scrittura di un programma Modellizzazione programma Flowcharts Pseudocode Scrittura del codice Esercizi

Dettagli

ESERCIZI DI PROBLEM SOLVING E COMPOSIZIONE DEI DIAGRAMMI DI FLUSSO per le classi seconde

ESERCIZI DI PROBLEM SOLVING E COMPOSIZIONE DEI DIAGRAMMI DI FLUSSO per le classi seconde ESERCIZI DI PROBLEM SOLVING E COMPOSIZIONE DEI DIAGRAMMI DI FLUSSO per le classi seconde vers.3 in lavorazione Docente SAFFI FABIO Contenuti 1. Esercizi generici sul diagramma di flusso - flow chart...2

Dettagli

Pr1: determinare il maggiore di n numeri interi n. Fondamenti di Informatica Prof. Vittoria de Nitto Personè

Pr1: determinare il maggiore di n numeri interi n. Fondamenti di Informatica Prof. Vittoria de Nitto Personè Pr1: determinare il maggiore di n numeri interi 1 2 3 4 n 1 Pr1: determinare il maggiore di n numeri interi 1 2 3 4 n P1. trovare il maggiore fra i primi 2 numeri; P2. trovare il maggiore fra il terzo

Dettagli

Introduzione alla programmazione Esercizi risolti

Introduzione alla programmazione Esercizi risolti Esercizi risolti 1 Esercizio Si determini se il diagramma di flusso rappresentato in Figura 1 è strutturato. A B C D F E Figura 1: Diagramma di flusso strutturato? Soluzione Per determinare se il diagramma

Dettagli

Corso di Fondamenti di Programmazione canale E-O. Un esempio. Funzioni ricorsive. La ricorsione

Corso di Fondamenti di Programmazione canale E-O. Un esempio. Funzioni ricorsive. La ricorsione Corso di Fondamenti di Programmazione canale E-O Tiziana Calamoneri Ricorsione DD Cap. 5, pp. 160-184 KP Cap. 5, pp. 199-208 Un esempio Problema: prendere in input un intero e calcolarne il fattoriale

Dettagli

Esercizi di riepilogo (Fondamenti di Informatica 1 Walter Didimo)

Esercizi di riepilogo (Fondamenti di Informatica 1 Walter Didimo) Esercizi di riepilogo (Fondamenti di Informatica 1 Walter Didimo) Selezione di prove di esame al calcolatore Esercizio 1 (esame del 13/01/2006) La classe Matrice definisce oggetti che rappresentano matrici

Dettagli

STRUTTURE DI CONTROLLO DEL C++

STRUTTURE DI CONTROLLO DEL C++ STRUTTURE DI CONTROLLO DEL C++ Le istruzioni if e else Le istruzioni condizionali ci consentono di far eseguire in modo selettivo una singola riga di codice o una serie di righe di codice (che viene detto

Dettagli

Fondamenti di Informatica

Fondamenti di Informatica Fondamenti di Informatica AlgoBuild: Strutture selettive, iterative ed array Prof. Arcangelo Castiglione A.A. 2016/17 AlgoBuild : Strutture iterative e selettive OUTLINE Struttura selettiva Esempi Struttura

Dettagli

Qualsiasi programma in C++ segue lo schema:

Qualsiasi programma in C++ segue lo schema: Qualsiasi programma in C++ segue lo schema: #include // libreria che gestisce flusso di input e output using namespace std; // uso di librerie standard del C++ int main() { // dichiarazioni

Dettagli

Laboratorio di Programmazione e Calcolo

Laboratorio di Programmazione e Calcolo UNIVERSITA DEGLI STUDI ROMA TRE DIPARTIMENTO DI FISICA E. AMALDI Laboratorio di Programmazione e Calcolo 6 crediti a cura di Severino Bussino Anno Accademico 2016-17 0) Struttura del Corso 1) Trattamento

Dettagli

Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica 1

Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica 1 Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica 1 Dispensa E04 Esempi di algoritmi e programmi C. Limongelli - A. Miola Settembre 2006 http://www.dia.uniroma3.it/~java/fondinf1/ Esempi

Dettagli

Informatica/ Ing. Meccanica/ Edile/ Prof. Verdicchio/ 17/01/2014/ Foglio delle domande / VERSIONE 1

Informatica/ Ing. Meccanica/ Edile/ Prof. Verdicchio/ 17/01/2014/ Foglio delle domande / VERSIONE 1 Informatica/ Ing. Meccanica/ Edile/ Prof. Verdicchio/ 17/01/2014/ Foglio delle domande/ VERSIONE 1 1) L approccio con cui si studia un sistema focalizzandosi solo sul rapporto tra input e output si chiama

Dettagli

Mini-Corso di Informatica

Mini-Corso di Informatica Mini-Corso di Informatica CALCOLI DI PROCESSO DELL INGEGNERIA CHIMICA Ing. Sara Brambilla Tel. 3299 sara.brambilla@polimi.it Note sulle esercitazioni Durante le esercitazioni impareremo a implementare

Dettagli

INFORMATICA DI BASE Linguaggio C Prof. Andrea Borghesan

INFORMATICA DI BASE Linguaggio C Prof. Andrea Borghesan INFORMATICA DI BASE Linguaggio C Prof. Andrea Borghesan venus.unive.it/borg borg@unive.it Ricevimento lunedì, prima o dopo lezione 1 Le funzioni in C Le funzioni vengono utilizzate per 3 motivi: Riusabilità

Dettagli